STUDIO D ALESSIO COMMERCIALISTI

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "STUDIO D ALESSIO COMMERCIALISTI"

Transcript

1 COMMERCIALISTI Circolare informativa n 3/2011 Cedolare secca sui canoni di locazione degli immobili abitativi Premessa La cedolare secca, ossia il nuovo regime opzionale di imposizione sostitutiva sul reddito fondiario derivante dalla locazione di immobili abitativi, è stata introdotta nell ordinamento dall art. 3 del DLgs n. 23. Il provvedimento dell Agenzia delle Entrate n ha poi dettato le disposizioni necessarie per dare concreta attuazione al nuovo istituto, definendo, in particolare, le modalità di esercizio dell opzione e di versamento dell imposta sostitutiva. 1 Profilo soggettivo Il regime fiscale della cedolare secca interessa unicamente i privati persone fisiche che concedono in locazione a terzi immobili ad uso abitativo posseduti a titolo di proprietà o diritto reale di godimento (tipicamente, l usufrutto). Solo tali soggetti soddisfano tutti i requisiti, in quanto, nello stesso tempo: risultano soggetti passivi IRPEF; sono persone fisiche; effettuano la locazione al di fuori dell esercizio di imprese, arti o professioni; conseguono, dalla locazione effettuata, un reddito fondiario. Immobili posseduti in regime di comunione Si noti che, qualora in veste di locatore figuri una pluralità di soggetti, che possiedono l abitazione in regime di comunione pro indiviso (ovvero di contitolarità del diritto reale di godimento), l opzione per la cedolare secca può essere esercitata, distintamente, da ognuno che tra essi risulti una persona fisica, in relazione alla propria quota parte di canone di locazione. 2 Profilo oggettivo 2.1 Oggetto della locazione (immobili abitativi) La cedolare secca può essere applicata, in alternativa al regime impositivo ordinario, in relazione alla locazione di immobili ad uso abitativo ed alle pertinenze non abitative dell abitazione locata, quali tipicamente: l autorimessa o posto auto, la cantina o soffitta, ecc. 2.2 Tipologia contrattuale In presenza degli altri presupposti soggettivi ed oggettivi, è possibile avvalersi della cedolare secca con riferimento a qualsivoglia contratto di locazione di immobili abitativi, compresi quelli locati per finalità turistiche. Via Roccatagliata Ceccardi Genova Tel Fax Via S.Maria Valle 2B Milano Tel Fax

2 3 Caratteristiche del nuovo regime fiscale La cedolare secca è un regime di imposizione alternativo rispetto all ordinario assoggettamento all IRPEF del reddito fondiario conseguito tramite la locazione di immobili ad uso abitativo. Tale regime comporta l applicazione di un imposta sostitutiva dell IRPEF e delle relative addizionali regionale e comunale dovute in relazione al reddito fondiario derivante dall abitazione locata per cui sia stata esercitata l opzione e dalle relative pertinenze locate congiuntamente ad essa. L imposta sostituisce anche le imposte di registro e di bollo dovute in relazione al contratto, nelle annualità che ricadono nel periodo di durata dell opzione. 3.1 Base imponibile A norma dell art. 3 co. 2 del DLgs. 23/2011, l imposta sostitutiva si commisura al canone di locazione annuo stabilito dalle parti. Si noti che, diversamente da quanto avviene ai fini dell IRPEF, a rilevare è il 100% del canone pattuito in contratto. Da tale base imponibile non è ammessa alcuna deduzione, né forfetaria, né analitica, in ragione delle spese sostenute dal locatore. Allo stesso modo, non è prevista alcuna riduzione della base imponibile in funzione della tipologia contrattuale adottata. Morosità del conduttore La rilevanza per così dire figurativa del canone fa sì che, anche in caso di morosità del conduttore, il locatore continui a conseguire base imponibile da assoggettare alla cedolare secca. 3.2 Aliquota proporzionale L aliquota proporzionale è stabilita dall art. 3 co. 2 del DLgs. 23/2011: in misura pari al 21%, se il contratto di locazione non è concordato; in misura pari al 19%, per i soli contratti concordati. La norma istitutiva della cedolare secca si riferisce ai contratti stipulati ex artt. 2 co. 3 e 8 della L. 431/98, relativi ad abitazioni ubicate nei Comuni di cui all art. 1 co. 1 lett. a) e b) del DL n. 551, conv. L n. 61, e negli altri Comuni ad alta tensione abitativa individuati dal CIPE. 3.3 Versamento dell imposta sostitutiva Termine per il versamento Il termine per il versamento della cedolare secca coincide con quello stabilito per il versamento dell IRPEF. Acconto Ai sensi dell art. 3 co. 4 del DLgs. 23/2011 e dell art. 7 punto 7.1 del provvedimento attuativo, è previsto l obbligo di versare, a titolo di acconto: l 85% dell imposta sostitutiva dovuta, per il 2011; il 95% dell imposta sostitutiva versata nell anno precedente, a partire dal Acconto relativo al 2011 (disciplina transitoria) L acconto della cedolare secca dovuta per l anno 2011 è pari all 85% del relativo ammontare e deve essere versato (art. 7 punto 7.1 del provvedimento attuativo): se risulta di importo inferiore ad euro 257,52, in un unica soluzione, entro il ; se risulta di importo pari o superiore ad euro 257,52, in due rate: la prima, di importo pari al 40% dell acconto (ovverosia al 34% dell imposta sostitutiva dovuta per il 2011), entro: il ; ovvero entro il , con la maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo; la seconda, di importo pari al 60% dell acconto (ovverosia al 51% dell imposta sostitutiva dovuta per il 2011), entro il Acconto relativo alle annualità 2012 e successive (disciplina a regime) Dal 2012, la misura dell acconto della cedolare secca sarà pari al 95% dell imposta dovuta per l anno precedente. Pagina 2

3 Il relativo versamento dovrà essere effettuato: se l acconto risulta di importo inferiore ad euro 257,52, in un unica soluzione, entro il dell anno di riferimento; se l acconto risulta di importo pari o superiore ad euro 257,52, in due rate: la prima, di importo pari al 40% dell acconto (ovverosia al 38% dell imposta sostitutiva dovuta per l anno precedente), entro: il 16.6 dell anno di riferimento; ovvero entro il 16.7, con la maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo; la seconda, di importo pari al 60% dell acconto (ovverosia al 57% dell imposta sostitutiva dovuta per l anno precedente), entro il dell anno di riferimento. Versamento del saldo In materia, si applicano le disposizioni vigenti per il versamento del saldo IRPEF (art. 7 punto 7.3 del provvedimento attuativo). Il saldo della cedolare secca dovuta per il 2011, quindi, dovrà essere versato unitamente al saldo IRPEF dovuto per il 2011, entro: il ; ovvero entro il , con la maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo. Versamento tramite F24 La cedolare secca (sia essa dovuta in acconto o a saldo) è versata con le modalità stabilite dall art. 19 del DLgs n. 241 (tramite il modello F24, anche in compensazione con eventuali crediti tributari o contributivi). 4 Opzione per la cedolare secca La cedolare secca costituisce un regime fiscale alternativo rispetto all ordinario assoggettamento all IRPEF del reddito fondiario derivante dalla locazione di immobili ad uso abitativo. A norma dell art. 3 co. 2 del DLgs. 23/2011, la scelta tra il regime ordinario di imposizione e la cedolare secca compete al locatore, cioè al contribuente che consegue il reddito fondiario derivante dalla locazione e, conoscendo la propria posizione fiscale, può valutarne con cognizione di causa la convenienza. 4.1 condizione per l efficacia dell opzione (rinuncia all aggiornamento del canone) A norma dell art. 3 co. 11 del DLgs. 23/2011, nel periodo in cui ha effetto l opzione per la cedolare secca, l importo del canone di locazione non può essere aggiornato a nessun titolo, neanche in ragione della variazione dell indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati (c.d. indice FOI ) accertata dall ISTAT. A corollario di tale statuizione, in capo al locatore viene introdotto un obbligo comunicativo che assurge a condizione di efficacia dell opzione per la cedolare secca. È infatti statuito che il locatore debba dare preventiva comunicazione al conduttore con lettera raccomandata della propria intenzione di optare per il regime della cedolare secca, rinunciando ad esercitare la facoltà di chiedere l aggiornamento del canone a qualsiasi titolo: tale comunicazione costituisce condizione necessaria per l efficacia dell opzione. 4.2 momento di esercizio dell opzione Il provvedimento attuativo (art. 1, punti da a 1.4), dispone che l opzione deve venire esercitata, a seconda delle ipotesi: in sede di registrazione del contratto di locazione, utilizzando: il modello semplificato di registrazione e opzione per la cedolare secca denominato SIRIA, ove sussistano le condizioni necessarie per il suo utilizzo; ovvero il nuovo modello 69; in sede di proroga del contratto, entro il termine previsto per il versamento dell imposta di registro, vale a dire entro il trentesimo giorno successivo dalla data in cui la proroga, anche tacita, ha avuto effetto, utilizzando il nuovo modello 69; Pagina 3

4 entro il termine previsto per il versamento dell imposta di registro dell annualità di riferimento, utilizzando il nuovo modello 69, se l opzione viene esercitata per contratti in corso, in relazione ad annualità successive alla prima (anche qualora per quest ultima l opzione non sia stata esercitata); in sede di dichiarazione dei redditi relativa all anno in cui è stato conseguito il reddito locativo, ovvero in sede di registrazione in caso d uso o di registrazione volontaria del contratto, se l opzione viene esercitata in relazione ai contratti di durata non superiore ai trenta giorni complessivi nell anno, per cui non sussiste l obbligo di registrazione in termine fisso. Proroga al dei termini di registrazione in scadenza tra il ed il Al fine di consentire a contribuenti, professionisti e uffici dell Agenzia delle Entrate un adeguato lasso di tempo per prendere conoscenza della nuova disciplina, l art. 6 punto 6.4 del provvedimento attuativo, proroga al il termine per la registrazione (con eventuale opzione per la cedolare secca) dei contratti di locazione per cui i termini di registrazione scadono tra: il , e la stessa data del , vale a dire dei contratti stipulati tra: l , ed il Parimenti, entro il è possibile esercitare l opzione per la cedolare secca (con il nuovo modello 69) rispetto a contratti il cui termine di pagamento dell imposta di registro relativa alla proroga sia scaduto tra: il , e la stessa data del Si tratta dei contratti la cui proroga ha effetto da una data compresa tra: l , ed il Disciplina transitoria: opzione relativa al 2011 per i contratti pregressi A norma dell art. 6 punto 6.1 del provvedimento attuativo, possono beneficiare della cedolare secca, a decorrere dall anno 2011, anche i contratti già in corso alla data del (data di entrata in vigore del DLgs. 23/2011). Allo stesso modo, la cedolare secca può essere applicata anche rispetto a contratti già scaduti o risolti volontariamente alla data del , con esclusivo riferimento al 2011, a condizione che essi abbiano avuto una seppur parziale esecuzione nel corso del medesimo anno. Esercizio dell opzione a posteriori, nella dichiarazione dei redditi relativa al 2011 Per tutti tali contratti; in altri termini, per i contratti che alla data del risultassero: già registrati, già scaduti (tra l ed il ), ovvero già risolti anticipatamente (tra l ed il ), nonché per i contratti prorogati rispetto ai quali, alla data del , fosse già stato eseguito il pagamento dell imposta di registro relativa alla proroga, l opzione per la cedolare secca, con riferimento all anno 2011, può essere esercitata nella dichiarazione dei redditi relativa al 2011, da presentare nel L esercizio dell opzione (art. 6 punto 6.2 del provvedimento attuativo), compiuto a posteriori nella dichiarazione dei redditi relativa al 2011: ha effetto anche per l annualità che decorre dall anno 2011; non comporta il diritto al rimborso delle imposte di registro e di bollo già versate; comporta l obbligo di versare la cedolare secca dovuta in acconto per il Pagina 4

5 Risoluzione di contratti in corso alla data del (opzione in sede di risoluzione) Giusta l art. 6 punto 6.5 del provvedimento attuativo, con riferimento: ai contratti in corso alla data del che poi vengano risolti anticipatamente, nonché ai contratti già risolti anticipatamente ma per i quali, alla stessa data, non sia ancora decorso il termine per il versamento della relativa imposta di registro, il locatore può optare per l applicazione della cedolare secca (rispetto al 2011), anziché in sede di dichiarazione dei redditi relativa al 2011, entro il termine per il versamento dell imposta di registro relativa alla risoluzione, utilizzando il nuovo modello 69. In tal caso, il locatore: beneficia della mancata applicazione delle imposte di registro e di bollo (ove dovuta) sulla risoluzione stessa; è tuttavia tenuto a versare la cedolare secca dovuta in acconto per il Durata dell opzione Residua durata del contratto (proroga) Una volta esercitata, l opzione vincola il locatore ad applicare il regime della cedolare secca per tutto il residuo periodo di durata del contratto o della proroga. Segnatamente, giusta l art. 2 punto 2.1 del provv. Agenzia delle Entrate n , l esercizio della relativa opzione vincola il locatore ad applicare il regime della cedolare secca, a seconda dei casi: per l intero periodo di durata del contratto (opzione esercitata in sede di registrazione); per il residuo periodo di durata del contratto (opzione esercitata in un annualità successiva alla prima); per l intero periodo di effetto della proroga, anche tacita (opzione esercitata in sede di proroga del contratto) Revoca dell opzione L opzione può essere revocata in ciascuna delle annualità successive a quella in cui è stata esercitata, ferma restando la facoltà di esercitare nuovamente l opzione nelle annualità ancora successive. Naturalmente, se il contratto ha una durata non superiore all anno (es. contratto di locazione trimestrale per finalità turistica, l esercizio dell opzione ha riguardo all intera durata contrattuale e la revoca non può essere esercitata, in quanto manca un annualità (o porzione di annualità) successiva alla prima su cui farla valere. Così come l esercizio dell opzione effettuato in annualità successive alla prima, anche la revoca deve essere effettuata entro il termine previsto per il versamento dell imposta di registro dell annualità di riferimento (cioè entro il trentesimo giorno successivo al compimento dell annualità precedente a quella di riferimento). La revoca dell opzione comporta l obbligo di versare l imposta di registro per l annualità di riferimento, entro il trentesimo giorno successivo al compimento dell annualità precedente a quella di riferimento. 5 Nuovi modelli per la registrazione del contratto e l esercizio dell opzione Al fine di consentire l esercizio dell opzione per il regime della cedolare secca in sede di registrazione o proroga del contratto, ovvero in relazione ad annualità successive alla prima (ancorché rispetto a quest ultima l opzione non sia stata esercitata), l art. 8 del provvedimento attuativo ha approvato i seguenti modelli: il modello semplificato per la registrazione e l esercizio dell opzione per la cedolare secca (SIRIA); il nuovo modello 69 (richiesta di registrazione e adempimenti successivi). 5.1 Modello SIRIA L art. 8 punto del provvedimento attuativo, ha approvato il modello semplificato di denuncia telematica per la registrazione del contratto di locazione di immobili abitativi e l opzione per la cedolare secca di cui all art. 3 del DLgs. 23/2011, con le relative istruzioni. Il modello, denominato SIRIA (Sostitutiva Imposte di Registro, IRPEF e Addizionali), corredato delle istruzioni per la sua compilazione, costituisce l Allegato 1 al citato provvedimento. La presentazione all Agenzia delle Entrate del modello SIRIA avviene esclusivamente per via telematica. Pagina 5

6 5.2 Nuovo modello 69 L art. 8 punto del provvedimento attuativo, ha approvato il nuovo modello 69, unitamente alle relative istruzioni, da utilizzare: per la richiesta di registrazione degli atti, e per gli adempimenti successivi dei contratti di locazione (denunce di proroga, risoluzione anticipata, cessione di contratto, ecc.). Il modello, che costituisce l Allegato 2 al citato provvedimento dell Agenzia delle Entrate, sostituisce, integrandolo, il modello Comunicazione Dati Catastali (CDC) di cui al provv. Agenzia delle Entrate Esercizio dell opzione per la cedolare secca Il nuovo modello 69, a differenza del modello semplificato SIRIA, consente di optare per la cedolare secca non solo in sede di registrazione del contratto di locazione, con effetto dalla prima annualità contrattuale, bensì anche: a contratto in corso, con effetto dall annualità di riferimento; ovvero in sede di comunicazione della proroga. Inoltre, il modello 69 deve essere utilizzato al fine di esercitare l opzione per la cedolare secca anche quando non sussistono le condizioni per utilizzare il modello SIRIA. 6 Brevi considerazioni circa la convenienza del nuovo regime La verifica dell opzione per la cedolare secca deve necessariamente coinvolgere tutti gli aspetti contrattuali e non limitarsi al semplice confronto delle aliquote impositive. Ai fini delle imposte indirette (registro e bollo) la convenienza del nuovo regime è evidente in quanto i contraati soggetti a cedolare secca sono esenti da tali imposte. L imposizione diretta richiede un analisi più approfondita tenuta presente la progressività dell Irpef (il primo scaglione è tassato al 23%) e il fatto che nel nuovo regime risulta imponibile il 100% dei canoni annui mentre nel regime ordinario Irpef la quota imponile è pari all 85% del canone (locazioni ordinarie) e il 70% (locazioni a canone concordato 3+2). Altre osservazioni: nel nuovo regime non è possibile applicare l aggiornamento del canone (Istat) che resta invariato per tutta la durata e in caso di morosità dell inquilino non sono previsti meccanismi di credito d imposta come avviene in regime Irpef. Premesso che si ritiene fondamentale un esame ad personam della propria posizione, una segnalazione di massima può essere fatta: il nuovo regime può comportare risparmi solo per contribuenti titolari di redditi (compresi i fabbricati locati) superiori a annui. 7 Valenza sostitutiva della comunicazione di cessione di fabbricato Per effetto dell art. 3 co. 3 del DLgs. 23/2011, a decorrere dal , per i contratti di locazione registrati non sarà più necessario presentare la comunicazione di cessione di fabbricato di cui all art. 12 del DL n. 59, conv. L n. 191 (c.d. antiterrorismo ). Restando a disposizione per ogni eventuale chiarimento, porgiamo cordiali saluti. STUDIO D ALESSIO Pagina 6

Oggetto: cedolare secca sui canoni di locazione di immobili ad uso abitativo

Oggetto: cedolare secca sui canoni di locazione di immobili ad uso abitativo Ai Sigg. Clienti Loro Sedi Mestre, 28 aprile 2011 Oggetto: cedolare secca sui canoni di locazione di immobili ad uso abitativo Per effetto dell art. 3 del DLgs. 14.3.2011 n. 23, contenente disposizioni

Dettagli

Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail

Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail info@studiocampasso.it www.studiocampasso.it Tassazione dei canoni di locazione di immobili ad uso abitativo

Dettagli

L opzione non può essere effettuata nell esercizio di attività di impresa o di arti e professioni.

L opzione non può essere effettuata nell esercizio di attività di impresa o di arti e professioni. Contribuenti interessati Possono optare per il regime della cedolare secca le persone fisiche titolari del diritto di proprietà o del diritto reale di godimento (per esempio, usufrutto) su unità immobiliari

Dettagli

CIRCOLARE N. 8/2011 del 3 maggio 2011

CIRCOLARE N. 8/2011 del 3 maggio 2011 CIRCOLARE N. 8/2011 del 3 maggio 2011 OGGETTO: LA CEDOLARE SECCA SUGLI AFFITTI L'art. 3 del D.Lgs. n. 23 del 14/03/2011 ha introdotto, a partire dal periodo d imposta 2011, la possibilità per i possessori

Dettagli

NOTA INFORMATIVA N. 15/2011. Tassazione dei canoni di locazione di immobili ad uso abitativo Applicazione del regime della cedolare secca

NOTA INFORMATIVA N. 15/2011. Tassazione dei canoni di locazione di immobili ad uso abitativo Applicazione del regime della cedolare secca Dottori Commercialisti Associati ASSOCIATI: GIOVANNI ALBERTI Professore Ordinario di Economia Aziendale all Università di Verona dottore commercialista revisore legale CLAUDIO UBINI dottore commercialista

Dettagli

Studio E. GUARDUCCI - C. LORENZINI & ASSOCIATI dottori commercialisti

Studio E. GUARDUCCI - C. LORENZINI & ASSOCIATI dottori commercialisti Dott. Enrico Guarducci Dott. Domenico Ciafardoni Dott. Salvatore Marchese Ai Preg.mi Signori Clienti Loro Sedi RISERVATA ALLE PERSONE FISICHE Circolare n. 12.2011 Perugia, 14 aprile 2011 Oggetto: IRPEF

Dettagli

La cedolare secca sugli affitti è un'imposta che, se scelta, sostituisce quelle ordinariamente dovute sulle locazioni e, cioè:

La cedolare secca sugli affitti è un'imposta che, se scelta, sostituisce quelle ordinariamente dovute sulle locazioni e, cioè: CEDOLARE SECCA La cedolare secca sugli affitti è un'imposta che, se scelta, sostituisce quelle ordinariamente dovute sulle locazioni e, cioè: l Irpef e le addizionali sul reddito degli affitti l imposta

Dettagli

LA CEDOLARE SECCA SUGLI AFFITTI REGISTRAZIONE POSSIBILE FINO AL 6 GIUGNO 2011

LA CEDOLARE SECCA SUGLI AFFITTI REGISTRAZIONE POSSIBILE FINO AL 6 GIUGNO 2011 Circolare informativa n. 15 del 13 Aprile 2011 LA CEDOLARE SECCA SUGLI AFFITTI REGISTRAZIONE POSSIBILE FINO AL 6 GIUGNO 2011 Il decreto legislativo n. 23 del 14 marzo 2011, recante disposizioni in materia

Dettagli

La cedolare secca dovrebbe servire a semplificare il pagamento delle imposte sui contratti di locazione.

La cedolare secca dovrebbe servire a semplificare il pagamento delle imposte sui contratti di locazione. Milano, 22 aprile 2011 Egregi Signori Clienti Loro indirizzi Circolare n. 05-2011 OGGETTO: CEDOLARE SECCA AFFITTI In alternativa al regime ordinario vigente per la tassazione del reddito fondiario ai fini

Dettagli

La fiscalità dei contratti di locazione. Milano, 29 gennaio 2013

La fiscalità dei contratti di locazione. Milano, 29 gennaio 2013 La fiscalità dei contratti di locazione Milano, 29 gennaio 2013 1 Fiscalità connessa ai contratti di locazione Imposte dirette Per il locatore non imprenditore, ai fini della determinazione del reddito

Dettagli

Scolari & Partners T a x a n d l e g a l

Scolari & Partners T a x a n d l e g a l A tutti i Signori Clienti loro sedi Saronno, 17 Aprile 2011 Oggetto: Circolare del 17.04.2011 Argomento nr. 1) LA CEDOLARE SECCA SUGLI AFFITTI - REGISTRAZIONE POSSIBILE FINO AL 6 GIUGNO 2011 Il decreto

Dettagli

Studio Legale e Commerciale CES@RINI. AFFITTI: si cambia

Studio Legale e Commerciale CES@RINI. AFFITTI: si cambia AFFITTI: si cambia E stata introdotta a partire dal 2011 la "cedolare secca sugli affitti". Si tratta di un imposta che sostituisce quelle attualmente dovute sulle locazioni (articolo 3 del dlgs 23/2011).

Dettagli

www.rizzatodainese.it consulenza economico-giuridica, tributaria e del lavoro

www.rizzatodainese.it consulenza economico-giuridica, tributaria e del lavoro L OPZIONE PER LA CEDOLARE SECCA SUGLI AFFITTI Giovedì 7 aprile u.s è entrato in vigore il decreto sul federalismo municipale e con esso l opzione per la (articolo 3 del d.lgs 23/2011). La " sugli affitti"

Dettagli

In particolare per i contratti per i quali il termine di registrazione scade tra il 7 aprile e il 6 giugno 2011 la registrazione, anche ai fini dell

In particolare per i contratti per i quali il termine di registrazione scade tra il 7 aprile e il 6 giugno 2011 la registrazione, anche ai fini dell NOVITA LEGISLATIVE CEDOLARE SECCA AFFITTI Con il Provvedimento del Direttore dell Agenzia delle Entrate del 7 aprile 2011 è stata data attuazione, con effetto dal 2011 alla cedolare secca sugli affitti,

Dettagli

CEDOLARE SECCA SUGLI AFFITTI (art. 3 Dlgs. 14.3.2011 n. 23)

CEDOLARE SECCA SUGLI AFFITTI (art. 3 Dlgs. 14.3.2011 n. 23) STUDIO RENZO GORINI DOTTORE COMMERCIALISTA REVISORE CONTABILE COMO 1.6.2011 22100 COMO - VIA ROVELLI, 40 TEL. 031.27.20.13 E mail: segreteria@studiogorini.it FAX 031.27.33.84 INFORMATIVA N. 2/2011 CEDOLARE

Dettagli

CEDOLARE SECCA SUGLI AFFITTI

CEDOLARE SECCA SUGLI AFFITTI CEDOLARE SECCA SUGLI AFFITTI 1 Decreto legislativo 14.3.2011, n. 23 Art. 3 Cedolare secca sugli affitti in vigore dal 7 aprile 2011 2 . Regime ordinario Base imponibile Irpef E rappresentata dal canone

Dettagli

Circolare N.94 del 21 Giugno 2012

Circolare N.94 del 21 Giugno 2012 Circolare N.94 del 21 Giugno 2012 Cedolare secca: per i contratti già in corso al 07.04.2011 la comunicazione agli inquilini è possibile fino al 01.10.2012 Cedolare secca: per i contratti già in corso

Dettagli

STUDIO ASSOCIATO PAGANI

STUDIO ASSOCIATO PAGANI STUDIO ASSOCIATO PAGANI DOTTORI COMMERCIALISTI E REVISORI DEI CONTI Via G. Frua, 24 Sergio Pagani 20146 Milano Paolo D. S. Pagani Tel. +39 (02) 46.07.22 Raffaella Pagani Fax +39 (02) 49.81.537 Ornella

Dettagli

CEDOLARE SECCA Modalità di esercizio dell opzione per l applicazione del regime della cedolare secca e modalità di versamento

CEDOLARE SECCA Modalità di esercizio dell opzione per l applicazione del regime della cedolare secca e modalità di versamento CEDOLARE SECCA Modalità di esercizio dell opzione per l applicazione del regime della cedolare secca e modalità di versamento 1 Esercizio dell'opzione per l'applicazione della cedolare secca Soggetti interessati

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, Dispone

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, Dispone Prot. 2011/55394 Modalità di esercizio dell opzione per l applicazione del regime della cedolare secca, modalità di versamento dell imposta e altre disposizioni di attuazione dell articolo 3 del decreto

Dettagli

LA CEDOLARE SECCA: soggetti interessati, ambito oggettivo e base imponibile

LA CEDOLARE SECCA: soggetti interessati, ambito oggettivo e base imponibile LA CEDOLARE SECCA: soggetti interessati, ambito oggettivo e base imponibile Art. 3 D.LGS. 14.3.2011, n. 23 Stefano Spina O.D.C.E.C. Torino Torino 14 giugno 2012 LA CEDOLARE SECCA ASPETTI GENERALI Obiettivo

Dettagli

COSA È LA CEDOLARE SECCA SUGLI AFFITTI?

COSA È LA CEDOLARE SECCA SUGLI AFFITTI? COSA È LA CEDOLARE SECCA SUGLI AFFITTI? È un nuovo regime di tassazione agevolata sugli affitti introdotto dall art.3 del decreto legislativo n. 23/2011. Consiste nell applicare al canone annuo di locazione

Dettagli

CEDOLARE SECCA : NUOVA OPPORTUNITÀ PER LE LOCAZIONI AD USO ABITATIVO

CEDOLARE SECCA : NUOVA OPPORTUNITÀ PER LE LOCAZIONI AD USO ABITATIVO CEDOLARE SECCA : NUOVA OPPORTUNITÀ PER LE LOCAZIONI AD USO ABITATIVO Riferimenti: Art. 3, D.Lgs. n. 23/2011 Nell ambito del Federalismo fiscale municipale il Legislatore ha introdotto, con decorrenza dal

Dettagli

Ai clienti dello studio LORO SEDI Circolare n. 10/2011

Ai clienti dello studio LORO SEDI Circolare n. 10/2011 BALIN & ASSOCIATI Umberto Balin Margherita Cabianca Francesca Gardellin Viviana Pigal Raffaella Martellani Dott. Dario Fabris Dott. Alberto Gori Dott.ssa Alessia Bettin Dott. Vittorio Lante Dott.ssa Giulia

Dettagli

Art. 3 D.Lgs. 14 marzo 2011 n. 23

Art. 3 D.Lgs. 14 marzo 2011 n. 23 Art. 3 D.Lgs. 14 marzo 2011 n. 23 Disposizioni in materia di federalismo fiscale municipale Entrata in vigore dal 07 aprile 2011 Lunedì 26 settembre 2011 Studio Brustia & Pagani - Dr. Stefano Brustia 1

Dettagli

RIEPILOGO SULLA COSI DETTA CEDOLARE SECCA LEGISLAZIONE DOTTRINA - RISPOSTE A QUESITI FAC SIMILI.

RIEPILOGO SULLA COSI DETTA CEDOLARE SECCA LEGISLAZIONE DOTTRINA - RISPOSTE A QUESITI FAC SIMILI. RIEPILOGO SULLA COSI DETTA CEDOLARE SECCA LEGISLAZIONE DOTTRINA - RISPOSTE A QUESITI FAC SIMILI. La cedolare secca sugli affitti consiste in una alternativa fiscale al regime ordinario applicabile per

Dettagli

Studio Lauri Lombardi Lonardo Carlizzi Associazione Professionale tra Avvocati e Dottori Commercialisti

Studio Lauri Lombardi Lonardo Carlizzi Associazione Professionale tra Avvocati e Dottori Commercialisti Studio Lauri Lombardi Lonardo Carlizzi Associazione Professionale tra Avvocati e Dottori Commercialisti Maurizio Lauri Giorgio Lombardi Fabio Lonardo Mauro Lonardo Marco Carlizzi Riccardo Burani Luca Grasseni

Dettagli

Studio Bitetti Dottori Commercialisti Revisori Contabili

Studio Bitetti Dottori Commercialisti Revisori Contabili Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: La nuova tassazione per le locazioni degli immobili Gentile cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo metterla a conoscenza che è entrato

Dettagli

Oggetto: decreto legislativo 14 marzo 2011 - Esercizio dell opzione per l applicazione della cedolare secca

Oggetto: decreto legislativo 14 marzo 2011 - Esercizio dell opzione per l applicazione della cedolare secca CIRCOLARE N. 1/2011 Oggetto: decreto legislativo 14 marzo 2011 - Esercizio dell opzione per l applicazione della cedolare secca Premessa La disciplina della cedolare secca è stata introdotta dall art.

Dettagli

La lente sul fisco. Guida alla cedolare secca. Aggiornata con la circolare 26/E del 1/06/2011. Guida Operativa. L Aggiornamento Professionale on-line

La lente sul fisco. Guida alla cedolare secca. Aggiornata con la circolare 26/E del 1/06/2011. Guida Operativa. L Aggiornamento Professionale on-line La lente sul fisco L Aggiornamento Professionale on-line Guida Operativa Guida alla cedolare secca Aggiornata con la circolare 26/E del 1/06/2011 A cura del Comitato Scientifico La lente sul fisco Indice

Dettagli

GUIDA PRATICA ALLA CEDOLARE SECCA

GUIDA PRATICA ALLA CEDOLARE SECCA GUIDA PRATICA ALLA CEDOLARE SECCA Normativa regolata dall'art. 23 del D.Lgs. 23/2011 con l'analisi della circolare dell'agenzia delle Entrate 26 del 01 giugno 2011. PREMESSA E stata introdotta a partire

Dettagli

La cedolare secca. Chi, cosa, come, quando e perché

La cedolare secca. Chi, cosa, come, quando e perché La cedolare secca Chi, cosa, come, quando e perché La cedolare secca è una novità di quest anno. Osserviamola più da vicino e scopriamo in cosa consiste. Partiamo dal principio Le regole generali E per

Dettagli

Il regime della cedolare

Il regime della cedolare STUDIO Russo commercialisti Ai Clienti dello Studio RUSSO Il regime della cedolare secca Il calcolo della tassazione agevolata e le modalità di opzione alla luce dei chiarimenti di prassi in materia. Il

Dettagli

La cedolare secca. Chi, cosa, come, quando e perché

La cedolare secca. Chi, cosa, come, quando e perché La cedolare secca Chi, cosa, come, quando e perché La cedolare secca è una novità di quest anno. Osserviamola più da vicino e scopriamo in cosa consiste. Partiamo dal principio Le regole generali E per

Dettagli

La cedolare secca. Chi, cosa, come, quando e perché

La cedolare secca. Chi, cosa, come, quando e perché La cedolare secca Chi, cosa, come, quando e perché La cedolare secca è una novità di quest anno. Osserviamola più da vicino e scopriamo in cosa consiste. Partiamo dal principio Le regole generali E per

Dettagli

IL NUOVO REGIME DI TASSAZIONE DELLE LOCAZIONI IMMOBILIARI

IL NUOVO REGIME DI TASSAZIONE DELLE LOCAZIONI IMMOBILIARI IL NUOVO REGIME DI TASSAZIONE DELLE LOCAZIONI IMMOBILIARI CEDOLARE SECCA SUGLI AFFITTI ART. 3 D. LGS 23/2011 COMUNICATO STAMPA 06/04/2011 PROVVEDIMENTO 07/04/2011 n. 55394 MODELLO SIRIA + MODELLO 69 RIS.

Dettagli

D o t t o r i C o m m e r c i a l i s t i

D o t t o r i C o m m e r c i a l i s t i Dott. MARIO BAMPO Dott. GIANCARLO DE BONA Dott. ALESSANDRO BAMPO Dott. FEDERICA MONTI Dott. SABRINA TORMEN Dott. MATTEO MERLIN Dott. MASSIMO COMIS Belluno, lì 04/04/2011 Circolare n. 9 2011 AI GENTILI

Dettagli

Contratto di locazione

Contratto di locazione Contratto di locazione Registrazione Imposte di registro Cedolare secca Tutto quello che c è da sapere Ed_1-Rev_0 del 20 marzo 2014 PREMESSA In generale la locazione costituisce il contratto con il quale

Dettagli

comunicazione al conduttore; esercizio dell Opzione all Agenzia delle Entrate; versamento degli acconti 2011 sulla cedolare secca;

comunicazione al conduttore; esercizio dell Opzione all Agenzia delle Entrate; versamento degli acconti 2011 sulla cedolare secca; Focus di pratica professionale di Andrea Bongi Cedolare secca: istruzioni per l uso Introduzione La cedolare secca sulle locazioni abitative è adesso operativa a tutti gli effetti. La disciplina normativa

Dettagli

Scelto Per Voi. Dall Ici all IMU La Base Imponibile dell IMU e calcolo dell imposta

Scelto Per Voi. Dall Ici all IMU La Base Imponibile dell IMU e calcolo dell imposta Lawt è lieta di offrirvi, nell ambito del progetto di collaborazione con Federalberghi VCO - finalizzato ad offrire ai propri associati nuovi servizi di consulenza fiscale tematici - un tema di approfondimento

Dettagli

G A L L I & P A R T N E R S D O T T O R I C O M M E R C I A L I S T I

G A L L I & P A R T N E R S D O T T O R I C O M M E R C I A L I S T I CEDOLARE SECCA SUI CONTRATTI DI LOCAZIONE PREMESSA Con la presente, desideriamo richiamare la Vostra attenzione sull introduzione e sulla definitiva operatività, a partire dal corrente anno, della nuova

Dettagli

CEDOLARE SECCA: I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

CEDOLARE SECCA: I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE dott. Marco Ansaldi e rag. Antonella Bolla CONSULENZA FISCALE E DEL LAVORO 20.06.2011 CEDOLARE SECCA: I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Il decreto legislativo n.23 del 14 marzo 2011, recante disposizioni

Dettagli

SOMMARIO. Premessa...3

SOMMARIO. Premessa...3 CIRCOLARE N. 47/E Roma, 20 dicembre 2012 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Questioni interpretative in merito all applicazione dell articolo 3 del decreto legislativo 14 marzo 2011, n. 23, (c.d. cedolare

Dettagli

1. LA CEDOLARE SECCA NAZIONALE SUGLI AFFITTI

1. LA CEDOLARE SECCA NAZIONALE SUGLI AFFITTI CONSORZIO NAZIONALE La nota che segue vuole essere una prima riflessione a commento dell introduzione del Decreto Legislativo 14 marzo 2011, n. 23, Federalismo Fiscale Municipale, ed in particolare all

Dettagli

La cedolare secca sugli affitti e le modalità operative per l esercizio dell opzione

La cedolare secca sugli affitti e le modalità operative per l esercizio dell opzione La cedolare secca sugli affitti e le modalità operative per l esercizio dell opzione L articolo 3 del decreto legislativo n. 23 del 14.03.2011 istituisce un imposta sostitutiva di quelle che sono attualmente

Dettagli

Comunicato Stampa del 07/04/2011 n. 75 - Agenzia delle Entrate - Ufficio Stampa

Comunicato Stampa del 07/04/2011 n. 75 - Agenzia delle Entrate - Ufficio Stampa Comunicato Stampa del 07/04/2011 n. 75 - Agenzia delle Entrate - Ufficio Stampa La cedolare secca parte nel segno di Siria, il modello semplificato web. Per i contratti già registrati la scelta passa per

Dettagli

CIRCOLARE N. 26/E. Roma, 01 giugno 2011

CIRCOLARE N. 26/E. Roma, 01 giugno 2011 CIRCOLARE N. 26/E Direzione Centrale Normativa Roma, 01 giugno 2011 Oggetto: Cedolare secca sugli affitti Articolo 3 del decreto legislativo 14 marzo 2011, n. 23 (Disposizioni in materia di federalismo

Dettagli

La cedolare secca: aggiornamento e comportamento conseguente ai fini fiscali e contrattuali.

La cedolare secca: aggiornamento e comportamento conseguente ai fini fiscali e contrattuali. La cedolare secca: aggiornamento e comportamento conseguente ai fini fiscali e contrattuali. Gli Aspetti fiscali della cedolare secca Gli Aspetti fiscali della cedolare secca Gli Aspetti fiscali della

Dettagli

Supporto On Line Allegato FAQ

Supporto On Line Allegato FAQ Supporto On Line Allegato FAQ FAQ n.ro MAN-8GC9MT64576 Data ultima modifica 28/04/20111 Prodotto Dichiarazioni Fiscali Modulo Persone Fisiche Oggetto Cedolare Secca Normativa e Modalità Operative Cedolare

Dettagli

CONVEGNO PARMA DEL 19 OTTOBRE 2011

CONVEGNO PARMA DEL 19 OTTOBRE 2011 CONVEGNO PARMA DEL 19 OTTOBRE 2011 Dott. Filippo Berti dottore commercialista e revisore contabile Studio in Salsomaggiore Terme ed in Parma e Piacenza c/o Studio Ampollini Gian Mario tel. 0523/305828

Dettagli

1 modulo Requisiti soggettivi e oggettivi

1 modulo Requisiti soggettivi e oggettivi LA CEDOLARE SECCA 1 modulo Requisiti soggettivi e oggettivi LA CEDOLARE SECCA 1.Legge delega nr. 42 del 2009 2.D.Lgs. 14 marzo 2011, n. 23 (art. 3) 3.Provvedimento La cedolare secca sostituisce con riguardo

Dettagli

Assoedilizia 16.06.2011

Assoedilizia 16.06.2011 La cedolare secca ultimi aggiornamenti e riferimenti al Modello Unico Assoedilizia 16.06.2011 Alessandro de Vincentis Dottore Commercialista Revisore Contabile adevin@studiobazzanadevincentis.com 1 Principali

Dettagli

UNICO 2014 : I REDDITI DA QUADRO RB E IL CASO DEGLI IMMOBILI LOCATI AD INQUILINI MOROSI

UNICO 2014 : I REDDITI DA QUADRO RB E IL CASO DEGLI IMMOBILI LOCATI AD INQUILINI MOROSI UNICO 2014 : I REDDITI DA QUADRO RB E IL CASO DEGLI IMMOBILI LOCATI AD INQUILINI MOROSI a cura di Celeste Vivenzi Premessa generale Come noto nel quadro RB del modello Unico vanno dichiarati i redditi

Dettagli

OGGETTO: Nuovo modello di registrazione contratti di locazione

OGGETTO: Nuovo modello di registrazione contratti di locazione Roma, 12/02/2014 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Nuovo modello di registrazione contratti di locazione Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo metterla a conoscenza

Dettagli

Fiscal Flash N. 04. Locazione: nuovo modello RLI per la registrazione e opzione per la cedolare secca. La notizia in breve 14.01.

Fiscal Flash N. 04. Locazione: nuovo modello RLI per la registrazione e opzione per la cedolare secca. La notizia in breve 14.01. Fiscal Flash La notizia in breve N. 04 14.01.2014 Locazione: nuovo modello RLI per la registrazione e opzione per la cedolare secca Pubblicato il nuovo modello RLI, che soppianterà definitivamente dal

Dettagli

Circolare N. 162 del 10 Dicembre 2014

Circolare N. 162 del 10 Dicembre 2014 Circolare N. 162 del 10 Dicembre 2014 DL Sblocca Italia - le nuove agevolazioni sull acquisto degli immobili Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con il DL sblocca Italia (n. 133

Dettagli

CEDOLARE SECCA PER I REDDITI IMMOBILIARI DA LOCAZIONE L

CEDOLARE SECCA PER I REDDITI IMMOBILIARI DA LOCAZIONE L CEDOLARE SECCA PER I REDDITI IMMOBILIARI DA LOCAZIONE L Agenzia delle entrate fornisce gli attesi chiarimenti sull applicazione della cedolare secca, soprattutto per quanto concerne le modalità di calcolo

Dettagli

Studio Associato Renata SELLA & Fausto GALLO

Studio Associato Renata SELLA & Fausto GALLO Belluno, 13 Novembre 2012 Quaderni Bellunesi OGGETTO: acconti scadenti il 30 novembre 2012 dovuti dai contribuenti persone fisiche per IRPEF e cedolare secca anno d'imposta 2012. Termini di versamento

Dettagli

Il regime della cedolare secca, le Entrate chiariscono i dubbi

Il regime della cedolare secca, le Entrate chiariscono i dubbi Il regime della cedolare secca, le Entrate chiariscono i dubbi Via libera al regime della cedolare secca. Con la circ. n. 26/E del 1 giugno 2011, infatti, l Agenzia delle entrate, nel completare il quadro

Dettagli

È possibile infatti distinguere un regime ordinario di tassazione da un nuovo sistema agevolato e alternativo: la cedolare secca.

È possibile infatti distinguere un regime ordinario di tassazione da un nuovo sistema agevolato e alternativo: la cedolare secca. 3. LE LOCAZIONI Il reddito che il proprietario ricava dalla locazione di un fabbricato (reddito effettivo) è tassato in maniera diversa a seconda del regime di tassazione scelto. È possibile infatti distinguere

Dettagli

Novità del modello 730/2012 redditi 2011

Novità del modello 730/2012 redditi 2011 Novità del modello 730/2012 redditi 2011 A cura del dott. Andrea Baratta Frontespizio e Familiari a carico E stata introdotta una casella denominata situazioni particolari per evidenziare particolari condizioni

Dettagli

Deve trattarsi quindi di un immobile di categoria da A1 a A11, con esclusione dell A10 e relative pertinenze, locato per un uso abitativo.

Deve trattarsi quindi di un immobile di categoria da A1 a A11, con esclusione dell A10 e relative pertinenze, locato per un uso abitativo. Con la nota che segue continua la riflessione a commento del Decreto Legislativo 14 marzo 2011, n.23, Federalismo Fiscale Municipale, ed in particolare all art.3, che introduce, già dal 2011, aspetti di

Dettagli

Proroghe versamenti e differimento delle scadenze di agosto 2014

Proroghe versamenti e differimento delle scadenze di agosto 2014 STUDIO INTERPROFESSIONALE 20121 Milano, Via Pozzone 1 21047 Saronno (VA), Vicolo del Caldo 30 * 6902 Lugano Paradiso - CH, V. San Salvatore 10 P.O. Box 461 Tel. 02.967.043.82 - Fax 02.967.026.50 www.interprofessionale.net

Dettagli

Il Modello UNICO per persone fisiche

Il Modello UNICO per persone fisiche Immacolata Di Rienzo (Commercialista in Caserta) Il Modello UNICO per persone fisiche Persone fisiche non esercenti attività di lavoro autonomo Persone fisiche esercenti attività di impresa o di arti e

Dettagli

Vigevano, 15 giugno 2014 INDICE. Proroga dei termini di versamento - differimento delle scadenze di agosto 2014

Vigevano, 15 giugno 2014 INDICE. Proroga dei termini di versamento - differimento delle scadenze di agosto 2014 Vigevano, 15 giugno 2014 Proroga dei termini di versamento - differimento delle scadenze di agosto 2014 INDICE 1 Premessa... 2 2 Proroga dei versamenti collegati alle dichiarazioni... 2 2.1 Contribuenti

Dettagli

La cedolare secca per l affitto di appartamenti.

La cedolare secca per l affitto di appartamenti. La cedolare secca per l affitto di appartamenti. Da evidenziare che l esercizio dell opzione sospende, per un periodo corrispondente alla durata della stessa, la facoltà di chiedere l aggiornamento del

Dettagli

STUDIO CATELLANI COMMERCIALISTI -REVISORI CONTABILI

STUDIO CATELLANI COMMERCIALISTI -REVISORI CONTABILI Circolare 3/2014 STUDIO CATELLANI Spett.li clienti in indirizzo Reggio Emilia, li 27/02/2014 Locazione e affitto di beni immobili - Nuovo modello di registrazione - Pagamento dei tributi con il modello

Dettagli

STUDIO ASSOCIATO LEGALE TRIBUTARIO PERNI & DORENTI

STUDIO ASSOCIATO LEGALE TRIBUTARIO PERNI & DORENTI PERNI & DORENTI PARTNERS AVV. OLIVIERO PERNI DOTT. LUCA DORENTI OF COUNSEL DOTT. MARCO GASPARI DOTT.SSA BARBARA BONSIGNORI Milano, 11 Giugno 2015 A tutti i Clienti, Loro sedi Circolare n. 17/2015: Proroghe

Dettagli

Locazione e affitto di beni immobili INDICE

Locazione e affitto di beni immobili INDICE Circolare per la Clientela - 29.1.2014, n. 4 Locazione e affitto di beni immobili -Nuovo modello di registrazione- Pagamento dei tributi con il modello "F24 ELIDE" INDICE 1 Premessa 2 Nuovo modello di

Dettagli

CIRCOLARE A) IVA E IMPOSTE INDIRETTE SULLA LOCAZIONE

CIRCOLARE A) IVA E IMPOSTE INDIRETTE SULLA LOCAZIONE CIRCOLARE Padova, 1^ ottobre 2007 SPETT.LI CLIENTI LORO SEDI Oggetto: Locazione di immobili e altre problematiche fiscali. Con la presente Vi informiamo che è stata pubblicata la Legge 448/2006, che ha

Dettagli

Preclusa la cedolare secca per la locazione di immobili uso foresteria. (Faq Agenzia delle Entrate 21.01.2015)

Preclusa la cedolare secca per la locazione di immobili uso foresteria. (Faq Agenzia delle Entrate 21.01.2015) N. 45 del 12.02.2015 La Memory A cura di Franca Recenti Preclusa la cedolare secca per la locazione di immobili uso foresteria (Faq Agenzia delle Entrate 21.01.2015) In data 20.01.2015, sono stati forniti,

Dettagli

Circolare 15. del 12 giugno 2015. Proroghe versamenti e differimento delle scadenze di agosto 2015 INDICE

Circolare 15. del 12 giugno 2015. Proroghe versamenti e differimento delle scadenze di agosto 2015 INDICE Circolare 15 del 12 giugno 2015 Proroghe versamenti e differimento delle scadenze di agosto 2015 INDICE 1 Premessa... 3 2 Proroga dei versamenti collegati alle dichiarazioni... 3 2.1 Contribuenti interessati...

Dettagli

Formazione 2011/2012 CONSORZIO NAZIONALE CAAF CGIL

Formazione 2011/2012 CONSORZIO NAZIONALE CAAF CGIL LA CEDOLARE SECCA SUGLI AFFITTI Formazione 2011/2012 1 FEDERALISMO FISCALE Art. 3. d.lgs. n. 23/2011 Cedolare secca sugli affitti 2. A decorrere dall anno 2011, ilcanone di locazione relativo ai contratti

Dettagli

La nuova tassazione per le locazioni degli immobili ad uso abitativo

La nuova tassazione per le locazioni degli immobili ad uso abitativo COMITATO REGIONALE TOSCANO GEOMETRI Via Volturno 10/12/C - 50019 Osmannoro - Sesto Fiorentino - FIRENZE Tel. 055/5002380 - Fax 055/5522399 Cod. Fiscale 80011550482 E-mail - comtoscanogeometri@libero.it

Dettagli

Avv. Rag. Eugenio Testoni Avv. Stefano Legnani D.ssa Milena Selli D.ssa Monica Tonetto D.ssa Mikaela Leombruni Rag. Gioia Miconi Dott.

Avv. Rag. Eugenio Testoni Avv. Stefano Legnani D.ssa Milena Selli D.ssa Monica Tonetto D.ssa Mikaela Leombruni Rag. Gioia Miconi Dott. 8.2016 Giugno PROROGHE VERSAMENTI per i contribuenti con Studi di settore Sommario 1. PREMESSA... 2 2. SOGGETTI INTERESSATI DALLA PROROGA DEI VERSAMENTI... 2 2.1 Soci di società e associazioni trasparenti...

Dettagli

Prot.n. 801. Vigente regime IVA per le locazioni e cessioni di fabbricati

Prot.n. 801. Vigente regime IVA per le locazioni e cessioni di fabbricati Prot.n. 801 CIRC.n 208 del 01.08.2013 A TUTTE LE IMPRESE ASSOCIATE IVA - cessioni e locazioni di fabbricati - Circolare dell'agenzia delle Entrate n.22 del 28.06.2013 - Provvedimento del 29.07.2013 per

Dettagli

Burani & Lancellotti COMMERCIALISTI ASSOCIATI Modena

Burani & Lancellotti COMMERCIALISTI ASSOCIATI Modena Spett.li Clienti Loro Sedi, lì 29 Gennaio 2014 OGGETTO: novità in materia di contratti di locazione e affitto di beni immobili A breve diventeranno operative alcune novità concernenti i contratti di locazione

Dettagli

Quadro B: redditi dei fabbricati. a cura di Fabio Garrini

Quadro B: redditi dei fabbricati. a cura di Fabio Garrini Quadro B: redditi dei fabbricati a cura di Fabio Garrini 1 La visura catastale Dati identificativi individuazione del fabbricato Sezione foglio mappale - subalterno Dati di classamento descrizione del

Dettagli

Oggetto: DL 13.05.2011 n. 70 convertito nella L. 12.7.2011 n. 106 (c.d. decreto sviluppo ) - Novità in materia di imposte dirette

Oggetto: DL 13.05.2011 n. 70 convertito nella L. 12.7.2011 n. 106 (c.d. decreto sviluppo ) - Novità in materia di imposte dirette PIAZZA DELLA VITTORIA, 8/20 16121 GENOVA TEL: 010 553241 FAX: 010 5532460 E-MAIL: studio.genova@stsnet.it C. F. E P. IVA: 03022160109 Ai Signori Clienti Loro Sedi Genova, 2 settembre 2011 CIRCOLARE N.

Dettagli

CIRCOLARE NOVITÀ PER LA REGISTRAZIONE DEI CONTRATTI DI LOCAZIONE IMMOBILIARI

CIRCOLARE NOVITÀ PER LA REGISTRAZIONE DEI CONTRATTI DI LOCAZIONE IMMOBILIARI Dott. Marco Baccani 20121 Milano Dott. Salvatore Fiorenza Piazza Cavour, 3 Dott. Ferdinando Ramponi Tel. (+39) 02 764214.1 Dott. Massimo Rho Fax (+39) 02 764214.61 Dott. Federico Baccani Dott.ssa Elena

Dettagli

STUDIO MARCARINI & ASSOCIATI

STUDIO MARCARINI & ASSOCIATI STUDIO MARCARINI & ASSOCIATI DR MICHAELA MARCARINI RAG. PAOLA PIZZELLI RAGIONIERE COMMERCIALISTA DR FULVIO PIZZELLI DR BRUNO OLTOLINI ESPERTO CONTABILE DR MATTEO SOZZI Milano, 31 gennaio 2014 CIRCOLARE

Dettagli

Circolare n. 11/2014: Proroghe versamenti e differimento delle scadenze di agosto 2014

Circolare n. 11/2014: Proroghe versamenti e differimento delle scadenze di agosto 2014 PERNI & DORENTI PARTNERS AVV. OLIVIERO PERNI DOTT. LUCA DORENTI OF COUNSEL AVV. ROBERTO GRUTTADAURIA DOTT. MARCO GASPARI DOTT.SSA BARBARA BONSIGNORI AVV. VALERIA PAGANI DOTT. PIETRO COLUZZI DOTT. LUCA

Dettagli

SCROVEGNI PARTNERS S.R.L.

SCROVEGNI PARTNERS S.R.L. CIRCOLARE Spettabili Padova, 21 dicembre 2012 CLIENTI LORO SEDI Oggetto: Vendita e locazione di immobili nuovi adempimenti fiscali. VENDITA Con la presente Vi informiamo che si applica il meccanismo dell

Dettagli

Aspetti fiscali del fondo patrimoniale

Aspetti fiscali del fondo patrimoniale Aspetti fiscali del fondo patrimoniale GLI ASPETTI FISCALI DEL FONDO PATRIMONIALE IMPOSTA DI DONAZIONE E REGISTRO IPOTECARIE E CATASTALI IMPOSIZIONE DIRETTA Come concetto generale FONDO PATRIMONIALE è

Dettagli

IMU ed imposte sui redditi

IMU ed imposte sui redditi I Dossier Fiscali IMU ed imposte sui redditi I chiarimenti dell Agenzia delle Entrate (C.M. 5/E/2013) SOMMARIO IMU ed imposte sui redditi... 3 IMU in sostituzione dell IRPEF Effetti sui singoli redditi...

Dettagli

La Registrazione del Contratto Preliminare di Compravendita. Normativa sulle Locazioni e registrazione on-line. La Spezia, 6 Marzo 2009

La Registrazione del Contratto Preliminare di Compravendita. Normativa sulle Locazioni e registrazione on-line. La Spezia, 6 Marzo 2009 La Registrazione del Contratto Preliminare di Compravendita Normativa sulle Locazioni e registrazione on-line La Spezia, 6 Marzo 2009 Ombretta Germi, Alessio Consoli Agenzia delle Entrate, Ufficio della

Dettagli

Vito SARACINO Dottore Commercialista Revisore Contabile

Vito SARACINO Dottore Commercialista Revisore Contabile MODELLO PER LA RICHIESTA DI REGISTRAZIONE E ADEMPIMENTI SUCCESSIVI CONTRATTI DI LOCAZIONE E AFFITTO DI IMMOBILI (MODELLO RLI) a cura del Dott. Vito SARACINO e in Bitonto (BA) Il Direttore dell Agenzia

Dettagli

Calcolo CEDOLARE SECCA

Calcolo CEDOLARE SECCA HELP DESK Nota Salvatempo 0028 MODULO Calcolo CEDOLARE SECCA Quando serve La normativa L'art.3 del Decreto Legislativo n.23 del 14-3-2011 (Federalismo Fiscale Municipale) ed il successivo Provvedimento

Dettagli

Cedolare secca sugli affitti Risposte a quesiti

Cedolare secca sugli affitti Risposte a quesiti CIRCOLARE N.20/E Roma, 4 giugno 2012 OGGETTO: Cedolare secca sugli affitti Risposte a quesiti Agenzia delle Entrate - Direzione Centrale Normativa - Ufficio Redditi Fondiari e di Lavoro Via Cristoforo

Dettagli

Oggetto: Circolare dell Agenzia delle Entrate n. 5/E dell 11 Marzo 2013: rapporto tra IMU e imposte sui redditi - chiarimenti

Oggetto: Circolare dell Agenzia delle Entrate n. 5/E dell 11 Marzo 2013: rapporto tra IMU e imposte sui redditi - chiarimenti Roma, 18 Aprile 2013 Prot. n.: 333/2013/CDA/SS/GN Ai Corrispondenti C.A.F. UIL S.p.A. LORO SEDI Circolare n. 20/2013 Oggetto: Circolare dell Agenzia delle Entrate n. 5/E dell 11 Marzo 2013: rapporto tra

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, Dispone

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, Dispone Prot. 201155394 Modalità di esercizio dell opzione per l applicazione del regime della cedolare secca, modalità di versamento dell imposta e altre disposizioni di attuazione dell articolo 3 del decreto

Dettagli

Studio di Economia e consulenza Aziendale s.r.l. Ufficializzata la proroga dei versamenti di Unico 2014, ma non per tutti

Studio di Economia e consulenza Aziendale s.r.l. Ufficializzata la proroga dei versamenti di Unico 2014, ma non per tutti News per i Clienti dello studio del 16 Giugno 2014 Ai gentili clienti Loro sedi Ufficializzata la proroga dei versamenti di Unico 2014, ma non per tutti Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla

Dettagli

IL REGIME DEI NUOVI MINIMI regime fiscale di vantaggio per l imprenditoria giovanile e i lavoratori in mobilità

IL REGIME DEI NUOVI MINIMI regime fiscale di vantaggio per l imprenditoria giovanile e i lavoratori in mobilità IL REGIME DEI NUOVI MINIMI regime fiscale di vantaggio per l imprenditoria giovanile e i lavoratori in mobilità A cura del Dott. Michele Avesani A partire dal 1 gennaio 2012 è entrato in vigore il regime

Dettagli

Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail

Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail Studio Campasso Associati Corso Marconi 38, 10125 Torino Telefono 0116698083 Fax 0116698132 e-mail info@studiocampasso.it www.studiocampasso.it Informativa n. 22 del 27 luglio 2011 DL 13.5.2011 n. 70 convertito

Dettagli

Le novità del modello 730/2012 e del modello Unico Persone fisiche 2012 (fascicolo 1) Roma, 9 marzo 2012

Le novità del modello 730/2012 e del modello Unico Persone fisiche 2012 (fascicolo 1) Roma, 9 marzo 2012 Le novità del modello 730/2012 e del modello Unico Persone fisiche 2012 (fascicolo 1) Roma, 9 marzo 2012 Le principali novità di quest anno Cedolare secca sulle locazioni Immobili di interesse storico-artistico

Dettagli

CIRCOLARE N. 19/E. OGGETTO: Aumento dell aliquota dell imposta sostitutiva sui finanziamenti di cui al decreto legge 12 luglio 2004, n. 168.

CIRCOLARE N. 19/E. OGGETTO: Aumento dell aliquota dell imposta sostitutiva sui finanziamenti di cui al decreto legge 12 luglio 2004, n. 168. Direzione Centrale Normativa e Contenzioso CIRCOLARE N. 19/E Roma, 09 maggio 2005 OGGETTO: Aumento dell aliquota dell imposta sostitutiva sui finanziamenti di cui al decreto legge 12 luglio 2004, n. 168.

Dettagli

STUDIO COMMERCIALE TRIBUTARIO TOMASSETTI & PARTNERS Corso Trieste 88 00198 Roma Tel. 06/8848666 (RA) Fax 068844588 info@mt-partners.

STUDIO COMMERCIALE TRIBUTARIO TOMASSETTI & PARTNERS Corso Trieste 88 00198 Roma Tel. 06/8848666 (RA) Fax 068844588 info@mt-partners. CIRCOLARE INFORMATIVA NR. 33/2014 del 15/5/2014 ARGOMENTO: PROROGA VERSAMENTI DI UNICO 2014 Gentile Cliente, con la presente desideriamo informarla che, con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri

Dettagli

OGGETTO: Proroga dei termini di versamento collegati alle dichiarazioni dei redditi 2011 Differimento delle scadenze di agosto 2011

OGGETTO: Proroga dei termini di versamento collegati alle dichiarazioni dei redditi 2011 Differimento delle scadenze di agosto 2011 Dott. Carlo Agosta Dott. Enrico Pogolotti Dott. Davide Mancardo Dott.ssa Stefania Neirotti Torino, lì 23 maggio 2011 Circolare n. 12/2011 OGGETTO: Proroga dei termini di versamento collegati alle dichiarazioni

Dettagli

Circolare N. 72 del 14 Maggio 2015. Modello Unico PF/2015: inizia la raccolta documenti

Circolare N. 72 del 14 Maggio 2015. Modello Unico PF/2015: inizia la raccolta documenti Circolare N. 72 del 14 Maggio 2015 Modello Unico PF/2015: inizia la raccolta documenti Soggetti interessati Sono obbligati alla presentazione della dichiarazione dei redditi (Mod. Unico PF 2015) i contribuenti

Dettagli

Schema di Dlgs in materia di federalismo fiscale municipale. A cura dell Ufficio fisco e politiche di bilancio Spi - Cgil nazionale

Schema di Dlgs in materia di federalismo fiscale municipale. A cura dell Ufficio fisco e politiche di bilancio Spi - Cgil nazionale Schema di Dlgs in materia di federalismo fiscale municipale A cura dell Ufficio fisco e politiche di bilancio Spi - Cgil nazionale Art. 1 devoluzione ai comuni della fiscalità immobiliare In attuazione

Dettagli