NEWS. Certottica News Marsala edition. Colore. Area Formazione. Area Marketing DA ANFAO L APPELLO AL MISE PER LE ESPORTAZIONI IN RUSSIA

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "NEWS. Certottica News Marsala edition. Colore. Area Formazione. Area Marketing DA ANFAO L APPELLO AL MISE PER LE ESPORTAZIONI IN RUSSIA"

Transcript

1 PERIODICO DI INFORMAZIONI TECNICHE maggio 2015 Istituto Italiano per la Certificazione dei Prodotti Ottici The Italian Institute for the Certification of Optical Products NEWS Poste Italiane S.p.a. - Autorizzazione del Tribunale di Belluno nr Sped. in abb. Post. 70% Filiale di Belluno DA ANFAO L APPELLO AL MISE PER LE ESPORTAZIONI IN RUSSIA Anfao affronta di petto il delicato problema sorto con il mercato russo: le esportazioni di numerose associate sono state recentemente paralizzate dalla richiesta di particolari certificati per alcuni prodotti. Da qui, l immediato intervento del Presidente Cirillo Marcolin, che ha indirizzato un appello al Ministero dello Sviluppo Economico. Per comprendere fino in fondo la situazione, riportiamo l intero testo della lettera. Segue a pag.2 Certottica News Marsala edition Colore Pantone 2015 Area Marketing Da pag. 8 Area Formazione Da pag. 12

2 NEWS Carissimo Ministro, mi vedo costretto a sottoporre alla Sua attenzione una problematica che si sta facendo sempre più pressante per le esportazioni dei settori dell occhialeria e dello sportsystem del nostro Paese: la certificazione dei prodotti destinati al mercato russo. Il 15 marzo 2015, è infatti scaduta la fase transitoria per le certificazioni a marchio EAC nei Paesi dell area Euroasiatica (Federazione Russa, Kazakistan, Bielorussia e Ucraina). Questo significa che è necessaria un ulteriore certificazione per l esportazione e la commercializzazione dei nostri prodotti in tali Paesi. Per rassicurare le aziende sulla continuità delle esportazioni sarebbe utile avere un interlocutore nel Governo russo, per comprendere le nuove norme GOST e le procedure per ottenere la certificazione di conformità nei Paesi sopra elencati. La questione l avevamo quasi risolta ma, verso la fine del percorso di riconoscimento, il nostro Istituto di certificazione Certottica, che doveva essere accreditato dal Ministero russo, ha ricevuto un contrordine politico che ha interrotto il processo. Ad oggi, quindi, nessun Ente certificatore italiano è stato ancora accreditato dalle Autorità dell Unione Euroasiatica, con il conseguente probabile rischio che, se la situazione non cambierà, le nostre imprese vedranno lievitare costi, burocrazia e tempi di commercializzazione dei propri prodotti in quei Paesi. Per superare questo problema, Certottica ha già contattato l Ice di Mosca (ICE - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane). L Ice ha suggerito un contatto con una realtà di Genova, che effettua servizi di certificazione di prodotto nei Paesi delle ex Repubbliche Sovietiche. Dai colloqui è emersa la disponibilità a collaborare con Certottica per il rilascio di certificati, che, però, verrebbero emessi da un organismo russo che validerebbe le verifiche. Tuttavia, questa strada potrebbe creare criticità sulla trasparenza dei percorsi certificativi, oltre a significare un probabile aumento dei costi gestionali e dei tempi di rilascio della documentazione tecnica. Perciò, auspichiamo, invece, con l aiuto del Suo Ministero, di avere un rapporto di gestione diretta con le autorità russe, al fine di soddisfare direttamente e in piena trasparenza i requisiti dei loro disciplinari tecnici. Chiediamo, quindi, a Lei e al Governo di sostenere la necessità delle aziende italiane di poter verificare la conformità dei materiali e dei prodotti agli specifici disciplinari tecnici e di certificare EAC anche negli Enti italiani accreditati, senza il supporto di agenzie ed Istituti di certificazione esteri. Alla luce di questa complessa situazione, Preg. mo Ministro, La invito a portare le nostre istanze al tavolo dell Esecutivo affinché diventino una priorità concreta della politica industriale e commerciale. RingraziandoLa sin d ora per quanto potrà fare, mi rendo disponibile ad ogni ulteriore contatto per sostenere tutte le iniziative che il Governo vorrà adottare in merito. Con i migliori saluti Il Presidente Cirillo Marcolin

3 New Mido maggio 2015 Pag. 3 NEW MIDO... È il nuovo MIDO...: UNA MERAVIGLIA SENZA FINE... Nuovo logo, nuovo format NUOVA ALLURE: nella sua quarantacinquesima edizione, Mido, Mostra Internazionale dell Ottica, Optometria e Oftalmologia ha cambiato veste. Un evoluzione proiettata alla modernità con richiami alla storia del Bel Paese, che ha saputo comunque mantenere i capisaldi di quella che è la più importante kermesse del settore a livello internazionale. Dal 28 febbraio al 2 marzo 2015 assoluto protagonista è stato NEW MIDO, dove NEW, acronimo di Never Ending Wonder, acquista un doppio significato che dichiara esplicitamente l ondata di cambiamento. Il logo si trasforma in una lente blu con inscritta l iniziale M e in calce viene riportato il pay off NEVER ENDING WONDER. A veicolare la promozione di MIDO, inoltre, un elegantissima campagna pubblicitaria contaminata da ispirazioni rinascimentali: una solenne celebrazione alla creatività e alla genialità italiane. Lente ed occhiale diventano parte fondamentale del contesto, esasperati nelle dimensioni ed essenziali nel ruolo. Del resto, oggi più che mai, l occhiale è un must have dal quale non si può prescindere. Ma la meraviglia non ha fine e in fiera scopriamo una concatenazione di novità che iniziano dalla location. Una piacevole sorpresa per tutti: da quest edizione MIDO si snoda nei padiglioni più

4 NEWS New Mido vicini all ingresso della metropolitana e dei trasporti pubblici, agevolando, e non di poco, l accesso ai visitatori. E, a proposito di accessi agevolati visto il successo delle passate edizioni, raddoppia il servizio di trasporto gratuito alla fiera per ottici e operatori professionali del settore. Con l iniziativa DUE TRENI PER MIDO: domenica 1 marzo due treni, uno da Roma e uno da Venezia che hanno fatto registrare entrambi il tutto esaurito, hanno raggiunto la stazione di Rho-fiera. Ma è giunta l ora di addentrarci nel cuore della Mostra Internazionale dell Occhiale. Per gli habitué salta subito all occhio un diverso approccio alla fiera: i padiglioni ridisegnati ad arte, con un lay out espositivo condiviso, permettono al pubblico una fruizione più lineare e ordinata. Così i visitatori possono permettersi passeggiate più distese tra gli stand e gli operatori del settore attenuano la frenesia con spostamenti più rapidi ed efficienti. Punto di forza di MIDO, è l ormai collaudata divisione per aree tematiche, mantenuta dal team del Presidente Cirillo Marcolin. A cominciare dal Fashion District, il padiglione dell alta gamma, dove troviamo i colossi dell occhialeria e l esposizione ininterrotta dei più prestigiosi marchi della moda e del fashion. Quanto proposto dagli stilisti di grido viene traslato nell occhiale e si condensa nelle collezioni dai nomi famosi. Come ben si sa, a completare ogni montatura, da quelle sportive alle più ardite creazioni di design, ci sono loro le Lenti. Da vista o da sole. Colorate, specchiate, polarizzate chi più ne ha più ne metta. Ad esse MIDO dedica un intero padiglione, completato dall Otticlub: uno spazio dedicato agli operatori professionali, ottici ed oftalmologi, teatro di seminari, convegni e corsi di formazione per un puntuale aggiornamento del settore! Nuovi processi, materiali alternativi e componenti fuori dal comune: questa l essenza di Mido Tech la più ampia area espositiva a livello mondiale dedicata alla produzione e ai macchinari. Profumo d oriente nel Far East Pavillion dove incontriamo un singolare corollario di produttori e le collettive delle più importanti realtà asiatiche. Un vero salto nell altro continente, per toccare con mano una cultura così distante, ma sempre più vicina E poi il Design Lab, celebrazione dichiarata dell avan-

5 New Mido maggio 2015 Pag. 5 guardia e della creatività. Forme, colori, materiali e dettagli innovativi: qui i designer emergenti interpretano il mondo occhiale secondo gli input del momento. Uno spettacolo da assaporare e da comprendere, degno di un attenzione particolare e priva di pregiudizi. Nel cuore pulsante del Design Lab ci imbattiamo in una novità assoluta di NEW MIDO: il Lab Academy. Una zona esclusiva dove i debuttanti di Mido e i giovani designer illustrano originali creazioni che stravolgono ogni schema immaginabile. Una fucina di idee, insomma, dove non esiste la parola limite Restando sull onda della creatività, NEW MIDO ripropone l iniziativa BESTAND e si allarga con BESTORE. Due premi ambiti Il primo riservato al miglior spazio espositivo. Allo stand più coinvolgente e attrattivo, in grado di lanciare un messaggio immediato ai passanti, invitandoli a soffermarsi a scoprirlo. A scegliere il vincitore, infatti, sono stati proprio i visitatori, votando dalla Mido App, o con il tradizionale modulo cartaceo. BESTORE, invece, è un nuovissimo riconoscimento riservato ai negozi di tutto il mondo. L ambiente circostante, infatti, è sempre più parte integrante dell acquisto ed è in grado di influenzarlo con i vari aspetti che lo compongono. Dai colori, ai profumi, dall accoglienza alla disposizione ed esposizione dei prodotti - che in gergo si chiama visual merchandising - il punto vendita diventa cornice attiva dell atto di acquisto. A decretare il miglior punto vendita tra i candidati che hanno presentato domanda, è stata una giuria internazionale di professionisti specializzati, del settore e non. La meraviglia non ha fine e la più prestigiosa mostra del settore sfora dai confini fisici e abbatte anche quelli temporali. Con iniziative del calibro di Pop Eye, il matrimonio tra fashion ed eyewear che vede la partecipazione di MIDO a Pitti Immagine, il salone internazionale della moda a Firenze. O See with Mido momento del Fuorisalone del Mobile nel quale MIDO presenta i prodotti più audaci e innovativi. Ma NEW MIDO non si ferma nemmeno qui e attua una rivoluzione anche via etere: ad accompagnare aziende e interessati per tutto l anno sarà il nuovissimo WMI- DO World Weekly Wonders, progetto editoriale concepito per fornire aggiornamenti puntuali sul mondo dell occhiale e sui pianeti paralleli di moda e design. Un monitoraggio costante che come d obbligo oggi utilizza solo le nuove tecnologie: una newsletter settimanale rivolta ad oltre trentamila iscritti e un interessante sito web. Dopo questa panoramica fuori e dentro NEW MIDO, resta la maggior curiosità che solitamente la fiera scaturisce: quali sono le nuove tendenze per il 2015? Il 2015 dell occhiale se fosse un colore sarebbe il marsala. L azienda PANTONE, diventata nel tempo sinonimo di una delle classificazioni di colore più importanti e utilizzate al mondo, ha eletto il colore che influenzerà la Lo stand Blackfin, primo classificato di BESTAND Il negozio Leidmann di Monaco di Baviera, vincitore della prima edizione di BESTORE

6 NEWS New Mido moda e il design nel 2015: il marsala. Tra il rosso e il marrone, è una tonalità raffinata in grado di farsi notare con eleganza. L occhiale marsala si abbina ad ogni mise, diventando un dettaglio carismatico che emana sicurezza. Tra i colori 2015 torna il blu, sinonimo di stile, tra le nuance più amate, ma un po perso di vista negli ultimi tempi. E poi il candore del bianco e la sua antitesi, il nero che deve però presentarsi assolutamente nella versione opaca. Il 2015 dell occhiale se fosse un decoro sarebbe luccicoso glitter. Glitterato, croce e delizia del momento: tendenza che coinvolge abiti e trucco sotto forma di perline, borchie, brillantini e pietre preziose e che investe anche il mondo dell eyewear. Punti luce sciccosi arricchiscono le montature, esaltando la seduzione dello sguardo. O si mescolano a dettagli oro, argento e animalier, rendendo gli occhiali sfacciati segni di distinzione. Il 2015 dell occhiale se fosse un film sarebbe TOP GUN. Metallo, nylon, titanio: non importa che il materiale sia classico o iper-tecnologico l importante è che l occhiale abbia un perfetto aviator style. Lo stile aviatore piace a tutte le generazioni e torna a farla da padrone con lenti fuori dagli schemi: dalla versione bicolor ai nuovissimi grigio-porpora, lilla o arancione abbinamenti arditi per un occhiale che ha fatto la storia. Il 2015 dell occhiale se fosse una forma sarebbe oversize! Tondi giganti, forme geometriche, angoli all insù: le linee che delimitano gli occhiali non lasciano spazio all immaginazione e si adattano ad ogni tipo di viso e a qualsiasi look. E per completare l opera artistica, si tingono di fantasie floreali, righe, quadretti o pois ma anche colori fluorescenti e contrasti azzardati Impossibile passare inosservati! Cala il sipario su NEW MIDO ma la meraviglia continua e dà appuntamento a tutti nel 2016

7 New Mido maggio 2015 Pag. 7 A MIDO IL CONVEGNO INTERNAZIONALE STANDARD PER LENTI CORRETTIVE E SOLARI In occasione di MIDO 2015, cogliendo l opportunità di avere tutte le aziende di settore riunite, Certottica ha promosso il Convegno internazionale Standard per lenti correttive e solari, un Iniziativa inserita nell ambito del Programma Promozionale del Settore Secondario della Regione del Veneto. Il titolato relatore Marco Tappainer (Presidente EU- ROM1 Technical Committee - Presidente Commissione Ottica Fotonica UNI - Membro del Medical Device Expert Group and PPE Expert Group della Commissione Europea) ha approfondito il tema di pregnante attualità. Come citato nell invito, infatti, gli standard sono un efficace ausilio per i fabbricanti nel dimostrare la conformità dei dispositivi in riferimento ai requisiti legali quali, per l Unione Europea, quelli previsti dalle Direttive Comunitarie. Le norme armonizzate conferiscono presunzione di conformità ai requisiti essenziali e vengono recepite a livello nazionale. Dal punto di vista dei consumatori finali, la normazione tecnica è una garanzia sui prodotti e sui servizi, nonché d interesse per la salute pubblica. La crescente consapevolezza dei consumatori riguardo agli occhiali da sole, ha dato origine anche ad Programma promozionale del settore secondario ANNO 2014 un aumento dell uso di lenti di prescrizione colorate. Gli oculisti, i consumatori e i pazienti sono sempre più consapevoli dei rischi per la salute della pelle e danni agli occhi dagli effetti dannosi dei raggi UV. Gli occhiali da sole sono l unico modo efficace per ridurre in maniera significativa l esposizione degli occhi ai livelli di sicurezza e ridurre i riflessi. Tappainer ha illustrato alla platea come proprio la conoscenza dei rischi associati all esposizione alle radiazioni UV sia il driver principale per la definizione di standard On Sunday 1 st March, at 10:30 a.m. at SALA RIUNIONI 2 of MIDO Secretariat - MIDO OFFICES (on the first floor of building E08 in Corso Italia, in front of Pavilion 6) We are honoured to invite you to the international Conference STANDARDS FOR CORRECTIVE AND SUNGLASS LENSES da utilizzare per regolare la fabbricazione e l uso degli occhiali da sole. Per saperne di più, Vi invitiamo a contattare l Area Marketing di Certottica: 0437/ Standards can effectively help manufacturers to demonstrate the compliance of devices with legal requirements such as, for the European Union, those provided for by EC Directives. Harmonized norms confer presumption of compliance with essential requirements, their references are published in the Official Journal of the European Union, and they are implemented at national level. Under the consumer s point of view, technical standards are a guarantee on products and services, besides being important for public health. Growing consumer s awareness towards sunglasses has led to an increase in the use of tinted prescription lenses. Eye specialists, consumers and patients are more and more aware of risks for skin health and damages to eyes due to the harmful effects of UV rays. Sunglasses are the only effective way to reduce significantly the exposure of eyes down to safe levels and reduce glares. The demonstration and awareness of risks associated with exposure to UV radiations is the main driving force behind the definition of standards to be applied to regulate the manufacturing and use of sunglasses. These interesting subjects will be discussed by Engineer Marco Tappainer Head of EUROM1 Technical Committee Head of UNI Committee on Photonic Optics Member of the Medical Device Expert Group and PPE Expert Group at the European Commission. Info: Certottica scrl -

8 NEWS Area Marketing CERTIFICAZIONE CERTIFICATION Nel sito di Certottica alla voce Certificazione viene descritto l iter per ottenere l attestato di certificazione obbligatorio e necessario esclusivamente per i Dispositivi di Protezione Individuale (DPI) di II e III categoria, come, per esempio, gli occhiali da motociclo o gli occhiali di sicurezza ad uso industriale. I Dispositivi di Protezione Individuale di I categoria - di cui fanno parte gli occhiali e filtri solari, le maschere da sci e gli occhialini da pisci- na - e i dispositivi medici di I classe - come gli occhiali da lettura, le montature da vista e le lenti oftalmiche sono validati in autocertificazione e non necessitano di un attestato CE. In questo caso, se si vogliono eseguire i test secondo le norme tecniche di riferimento, non si deve seguire la procedura descritta sul sito, ma ci si può affidare direttamente all Ufficio Commerciale di Certottica che provvederà ad inviare una quotazione dettagliata. On Certottica web site under Certification you find the Certottica s internal procedure to obtain the EC Type of Examination, which is mandatory and necessary only for the Personal Protective Equipment of IInd and IIIrd category, such as: motorcycle goggles and safety spectacle and goggles. As for the PPE of Ist category and Medical Device of Ist category are concerned - i.e. sunglasses, ski gog- gles, swimming goggles and ready eyewear, spectacle frames, ophthalmic lenses - the EC Type of Examination is not mandatory. As regards to these devices, if you would like to perform the tests, according to the relevant European Technical Standards, please do not refer to the Certottica s policy described in the web site, but get in touch directly with our marketing dept. and they will send you a detailed quote. LA ISO E VALUTAZIONE DELLA CONFORMITÀ La norma EN 1836:2005+A1:2007 non è più valida dal 28 febbraio Ciò significa che per tutti i nuovi modelli di occhiali da sole entrati in pro- duzione dopo tale data, la valutazione della conformità alla direttiva 89/686/ CEE deve essere fatta utilizzando la nuova norma EN ISO :2013. Come tutte le norme armonizzate, tale nuova norma nell annesso ZA contiene la tabella di corrispondenza tra i requisiti della norma e i corrispondenti requisiti essenziali previsti dalla Direttiva 89/868/CEE. Per quanto riguarda tutti gli occhiali da sole prodotti prima del 28 febbraio 2015 e immessi in commercio dopo tale data, va valutato il mantenimento della conformità del dispositivo alla direttiva 89/686/CEE. A tale scopo, si consiglia di fare una revisione del fascicolo tecnico predisposto precedentemente utilizzando, come strumento tecnico, la norma EN 1836:2005+A1:2007, integrandolo con i requisiti modificati e/o aggiunti dalla nuova norma EN ISO :2013. In particolare vanno valutati i seguenti requisiti della norma EN ISO :2013: Transmittance and filter categories;

9 Area Marketing maggio 2015 Pag Spectral transmittance; Detection of signal lights; Driving in twilight or at night; Wide angle scattering; Additional transmittance requirements for specific filter types; Polarizing filters; Coverage area; Temporal protective requirements; Information and labelling I punti da 1 a 6 possono essere ricavati dalle schede tecniche dei fornitori di filtri solari aggiornate alla nuova norma. Nota: la norma EN ISO è applicabile al solo dispositivo completo. La conformità dei filtri da sole non montati può essere valutata secondo quanto previsto dall appendice B della norma. Il punto 7 deve essere valutato sul prodotto finito nella configurazione come indossato. I punti 8 e 9 possono essere ricavati dal disegno tecnico/progetto dell occhiale da sole. Il punto 10 può essere coperto a seguito della revisione della nota informativa o integrando le informazioni mancanti. Nota: la corrispondenza tra requisiti tecnici previsti dalla norma e requisiti essenziali previsti dalla direttiva è stata modificata, pertanto va aggiornato il documento corrispondente presente nel fascicolo tecnico, eventualmente comprendendo sia la norma EN 1836:2005+A1:2007 che la nuova norma EN ISO :2013. NEW ISO AND EVALUATION OF CONFORMITY Standard EN 1836:2005+A1:2007 does not guarantee anymore presumption of compliance for sunglasses as from 28th February This means that, for all sunglasses models, which will begin being manufactured after that date, evaluation of compliance with directive 89/686/ECC must be carried out by using new standard EN ISO :2013. As all harmoni- zed standards, in annex ZA this new standard contains the correspondence table between the requirements of the standard and the corresponding essential requirements provided for by Directive 89/868/ECC. As for all sunglasses manufactured before 28th February 2015 and marketed after that date, the keeping of the device compliance with directive 89/686/ ECC must be evaluated. To this purpose, we advise to carry out a revision of the technical file previously prepared by using, as technical tool, standard EN 1836:2005+A1:2007, and integrating it with the changed and/or added requirements of standard EN ISO :2013. Specifically, the following requirements of standard EN ISO :2013 must be evaluated: Transmittance and filter categories; Spectral transmittance; Detection of signal lights; Driving in twilight or at night; Wide angle scattering; Additional transmittance requirements for specific filter types; Polarizing filters; Coverage area; Temporal protective requirements; Information and labelling

10 NEWS Area Marketing be evaluated on the finished product in its as-worn configuration. Point 8 and 9 can be deduced from the technical drawing/project of the sunglasses. Point 10 can be covered after revising the information note or by integrating missing information. Points 1 to 6 can be obtained from the technical files of solar filters suppliers updated to the new standard. Note: standard EN ISO can be applied only to the complete device. Compliance of non assembled sun filters can be evaluated in compliance with provisions of appendix B of the standard. Point 7 must Note: the correspondence between the technical requirements provided for by the standard and the essential requirements provided for by the directive has been changed, therefore the corresponding document in the technical file must be updated to include both standard EN 1836:2005+A1:2007 and the new standard EN ISO :2013. IL MINISTERO TURCO IN VISITA A CERTOTTICA Il Ministero turco del Lavoro e della Sicurezza Sociale a scuola da Certottica: Accredia, in collaborazione con il TAIEX, ha accompagnato le autorità straniere nell istituto di Longarone in seno ad una Study-Visit sul tema: Procedure di valutazione della conformità e metodi di prova per la sicurezza degli occhiali da sole. Study-Visit fortemente voluta dai rappresentanti turchi per apprendere il know how su accreditamento e valutazione della conformità, sicurezza dei prodotti e salvaguardia del mercato per facilitare gli scambi commerciali tra Paesi di aree diverse. In particolare, la delegazione turca, interessata ad apprendere le procedure relative alla Sorveglianza del Mercato e all applicazione della Direttiva 89/686/CEE sui Dispositivi di Protezione Individuale ed in particolare alla Certificazione degli occhiali da sole secondo le norme ISO 12311:2013 e ISO 12312:2013, ha chiesto alla Commissione europea di poter usufruire di un corso di formazione in merito e chiesto ad ACCREDIA come Mandatory Body di realizzarlo. Il Programma di formazione si è concretizzato in un primo incontro nella sede di ACCREDIA a Milano focalizzato su: L accreditamento e la valutazione della conformità nell Unione europea: prassi e procedure; La valutazione della conformità e il ruolo degli organismi notificati; La Sorveglianza del Mercato in Europa e in Italia. Poi, nelle due giornate di corso a Certottica, i rappresentanti del Ministero hanno appreso le procedure di valutazione di conformità, ed i metodi e le apparecchiature di prova per la determinazione delle proprietà degli occhiali da sole, finalizzate a garantire la salute e la sicurezza dell utente. Certottica hanno commentato da ACCREDIA - con grande disponibilità e professionalità, da leader del settore anche a livello internazio-

11 Area Marketing maggio 2015 Pag. 11 nale, ha fornito sostegno alla delegazione turca fornendo le nozioni per comprendere i metodi di prova ottici e meccanici secondo gli standard internazionali applicabili e descrivendo le prove obbligatorie e opzionali per la valutazione della conformità degli occhiali da sole. Ricordiamo che il TAIEX (Technical Assistance and Information Exchange Instrument) è lo strumento di assistenza tecnica e institution-building finanziato dalla Commissione Europea, indirizzato ai Paesi candidati e potenziali candidati, con la finalità di fornire assistenza tecnica per una corretta interpretazione della legislazione comunitaria, del recepimento delle norme e disposizioni UE e della loro applicazione e trasposizione nelle rispettive amministrazioni nazionali. THE TURKISH MINISTRY VISITS CERTOTTICA The Turkish Minister of Labour and Social Safety learning at Certottica: Accredia, together with TAIEX, has accompanied the foreign authorities to the Longarone-based institute for a Study-Visit on Conformity evaluation procedures and testing methods for sunglasses safety. This Study- Visit has been requested by the Turkish representatives to learn the knowhow about accreditation and conformity evaluation, product safety and market protection in order to ease trading exchanges between countries belonging to different areas. In particular, the Turkish delegation was interested in learning the procedures regarding Market Supervision and implementation of Directive 89/686/EEC on Personal Protective Devices and it was particularly keen on knowing about Sunglasses certification in compliance with standards ISO 12311:2013 and ISO 12312:2013. The delegation asked the European Commission to be allowed to take part in a training course on the subject and ACCRE- DIA was asked to organize it as Mandatory Body. The Training program has begun with the first meeting at ACCREDIA seat in Milan, focusing on: Accreditation and conformity evaluation in the European Union: current practice and procedures; Evaluation of conformity and role of notified bodies; Market Supervision in Europe and Italy. Then, during the days of course at Certottica, the Ministry representatives have learned about conformity evaluation procedures, and testing methods and devices used to determine sunglasses properties in order to guarantee the user s health and safety. ACCREDIA said that Certottica, as leader of the sector also at international level, has been very helpful and professional. It has offered support to the Turkish delegation, supplying the necessary information to understand the Optical and mechanical testing methods used in compliance with the applicable international standards, and describing the Optional and compulsory tests to evaluate sunglasses conformity. We would like to remind you that TAIEX (Technical Assistance and Information Exchange Instrument) is the technical assistance and institution-building tool funded by the European Commission, aimed at Candidate and prospective candidate countries in order to supply technical assistance for a correct interpretation of the Union s laws, of the implementation of EU regulations and dispositions, of their application and adoption by the relevant national governments.

12 NEWS Area Formazione PREVISTA A BREVE L USCITA DEI BANDI FSE A SOSTEGNO DELLA FORMAZIONE AZIENDALE LE IMPRESE CHE FANNO FORMAZIONE RESISTONO ALLA CRISI E CRESCONO IN COMPETITIVITA! La Regione Veneto, in occasione del convegno dello scorso 26 marzo, ha annunciato l uscita dei nuovi bandi del Fondo Sociale Europeo a sostegno della formazione continua per le imprese. In analogia con la precedente programmazione, conclusasi nei mesi scorsi, i nuovi bandi daranno modo di presentare proposte progettuali che prevedono attività formative ed eventuali attività di accompagnamento, rivolte a lavoratori occupati nelle imprese private operanti in unità localizzate sul territorio regionale, ma anche liberi professionisti, titolari e coadiuvanti d impresa. Si potranno realizzare progetti monoaziendali, relativi al fabbisogno di una sola impresa; progetti pluriaziendali, relativi al fabbisogno di più imprese appartenenti, progetti settoriali. Le aree tematiche sulle quali puntare sono: Innovazione di processo e prodotto, Lean, Marketing ed internazionalizzazione, Green e blue economy. Il progetto può essere costituito da più interventi di formazione di durata compresa tra 2 e 160 ore. Il progetto formativo viene finanziato al 100%, anche secondo il regime de minimis. Si possono presentare progetti ogni 15 giorni, secondo la modalità a sportello che ha dimostrato di rispondere con tempestività ai fabbisogni formativi delle aziende e con tempi di approvazione e avvio degli interventi molto rapidi (15 giorni per l approvazione, 30 giorni per avviare i corsi previsti). CERTOTTICA è disponibile da subito ad incontrare le imprese interessate per valutarne le specifiche esigenze formative e tradurle in proposte progettuali finalizzate al raggiungimento di obiettivi formativi duraturi, efficaci, misurabili e immediatamente cantierabili sui bandi in uscita. La formazione continua a sostegno della competitività di impresa SONO IN USCITA I NUOVI BANDI DEL FONDO SOCIALE EUROPEO CHE FINANZIANO LA FORMAZIONE PER LE IMPRESE E I LAVORATORI CONTATTACI PER PROGETTARE LA FORMAZIONE PER LA TUA IMPRESA LE TEMATICHE POSSIBILI SARANNO: Innovazione di processo e prodotto Lean Marketing ed internazionalizzazione Green e blue economy Sarà possibile progettare formazione specifica per: General Manager e management aziendale Direttore amministrativo/risorse umane Direttore di produzione Responsabile logistica Responsabile acquisti Responsabile ricerca e sviluppo Responsabile marketing e commerciale Per le informazioni e le adesioni vi invitiamo a contattare:

13 Area Formazione maggio 2015 Pag. 13 qualità e prestazioni vi è la tendenza a far rientrare le produzioni dopo la fase di delocalizzazione: questo produce una nuova spinta per il Made in Italy e la richiesta di figure professionali. CERTOTTICA PROTAGONISTA DELL OCCUPAZIONE GIOVANILE A FAVORE DEL MADE IN ITALY VENETO Certottica è ancora una volta capofila a favore dell occupazione giovanile e dello sviluppo del Made in Italy veneto: l Area Formazione ha ottenuto il finanziamento del progetto Giovani Tecnici e operatori per le produzioni di eccellenza del Veneto: occhialeria e accessorio, oreficeria, pelletteria e articolo sportivo nei territori di Belluno, Treviso, Padova e Vicenza dal Piano Esecutivo Regionale del Programma Garanzia Giovani UNA RETE PER I GIOVANI. Il progetto prevede il coinvolgimento di circa 500 giovani tra i 19 e i 29 anni: 300 di loro saranno informati delle attività del progetto e potranno partecipare ad attività di orientamento e informazione sul progetto. circa 100 potranno partecipare ai Percorsi formativi per l inserimento lavorativo. altri 40 saranno coinvolti in percorsi per l Autoimpiego e l Imprenditorialità. 6 giovani seguiranno un percorso di Accompagnamento al lavoro per un rapido inserimento nel mondo del lavoro. I partner coinvolti sono 86 in primis le imprese che ospiteranno i giovani in tirocinio, ma anche enti pubblici e privati. Tra i partner troviamo Dolomiticert, la Fondazione Centro Produttività Veneto di Vicenza, Umana e Umana Forma, Reviviscar, due importanti scuole superiori ovvero l IIS Segato-Brustolon di Belluno e l IIS Scarpa-Einaudi di Montebelluna, le Province di Belluno e Treviso che supportano il progetto attraverso la rete degli Youth Corner. Questo progetto settoriale nasce dalla considerazione che: i comparti coinvolti hanno una forte vocazione all export richiedono un costante aggiornamento per rispondere alle esigenze dei mercati in termini di moda e stile, ma anche di I percorsi - aperti a tutti i giovani del territorio veneto - sono: Percorsi formativi (tra le 150 e le 200 ore) con tirocini di mesi di diversa tipologia: dalla progettazione di prodotto alla produzione, dal marketing, ai servizi per l impresa. Alcuni titoli dei percorsi formativi previsti dal progetto: Operatore Web Marketing Tecnico dei servizi di impresa Tecnico di prototipazione e modellazione rapida Tecnico Autocad e computer design di prodotto Operatore CNC Tecnico di macchine a controllo numerico Disegnatore meccanico con Software 3D Tecnico dei servizi di impresa Operatore per la piccola pelletteria Operatore delle tecniche decorative Operatore Orafo Tecnico per la progettazione 3D Tecnico esperto in web marketing e nuovi canali distributivi Tecnico dei processi commerciali Esperto commerciale e vendite Le sedi dei corsi saranno le location dei partner di progetto e in generale Longarone, Belluno, Montebelluna, Vicenza. IL PROGETTO PREVEDE INOLTRE: Un percorso per l autoimpiego e la neo-imprenditoria che offre ai giovani che volessero fare impresa una serie di strumenti per definire la propria idea e capirne la sostenibilità. Un percorso di accompagnamento al lavoro che favorirà l immediato inserimento al lavoro per le figure già in possesso di adeguate competenze. Sottolineiamo che le IMPRESE PARTNER del progetto sono già disponibili ad ospitare i giovani in stage e quindi dopo il periodo di breve formazione previsto, si potrà subito entrare in azienda e dimostrare le proprie capacità. Le imprese coinvolte rappresentano tutti i comparti coinvolti dal progetto: occhialerie, imprese del settore orafo e della pelletteria, aziende dello sportsystem che si occupano di attrezzatura e abbigliamento sportivo. Il progetto prenderà avvio nelle prossime settimane, i giovani interessati possono già mettersi in contatto con Certottica che è disponibile a dare tutte le informazioni e ad orientare gli aspiranti verso la tipologia di percorso più idonea rispetto al profilo e alla provenienza geografica. l Area Formazione di Certottica allo 0437/ o all indirizzo -

14 minore rispetto a quanto sotto ri NEWS Area Formazione Regione del Veneto - Sezione Formazione, DGR n del 29/12/2014. Una rete per i Giovani. Programma Operativo Nazionale per l attuazione dell Iniziativa Europea per l Occupazione Giovanile Piano esecutivo regionale Garanzia Giovani. cod. 1360/1/1/2747/2014 Progetto cofinanziato da FSE; decreto di approvazione n. 326 del 06/03/2015. Proporzioni vincolate Dimensioni minime Giovani Tecnici e operatori per le produzioni di eccellenza del veneto: occhialeria e accessorio, oreficeria, pelletteria e articolo sportivo nei territori di Belluno, Treviso, padova e vicenza Operatore web marketing Tirocinio e ForMazione GraTuiTa PER GIOVANI DISOCCUPATI / DIPLOMATI / NEODIPLOMATI ANNI

15 Area Formazione maggio 2015 Pag. 15 OPeratOre web marketing Durata 159 ore di formazione specialistica in aula ore di stage in aziende del settore Indennità di frequenza 1.560,00 lordi se il tirocinio è svolto interamente Buono pasto Buono pasto gratuito giornaliero per la fase d aula Sede delle attività Longarone (BL), c/o Certottica scarl z.i. Villanova, 7/a per la parte formativa; aziende del bellunese per la parte di tirocinio Requisiti di ammissione al corso Il progetto si rivolge a n. 7 giovani di entrambi i sessi, iscritti a Garanzia Giovani e in possesso dei seguenti requisiti: - Disoccupati di età compresa tra 19 e 29 anni che non sono impegnati in attività di studio o lavoro; - Titolo di studio: Diploma di Istruzione Secondaria Superiore; - Conoscenza della lingua inglese elementare; - Conoscenza di base dell uso del pc; - Capacità organizzative e relazionali di base Modalità di accesso all intervento Invio della domanda di ammissione alla selezione, da scaricare dal sito di Certottica La selezione prevede: test di valutazione delle competenze possedute, colloquio individuale ed esame della documentazione presentata (curriculum vitae e dichiarazione dello stato di disoccupazione/inoccupazione) Termini per la presentazione della domanda di ammissione Da mercoledì 8 aprile a lunedì 27 aprile Le domande di ammissione vanno inviate a: oppure consegnate a Certottica scrl Area Formazione Z.I. Villanova 7/a Longarone (BL) Telefono Giornate di selezione Martedì 28 e mercoledì 29 aprile 2015 dalle ore 9.00 presso Certottica scrl, Z.I. Villanova, 7/a Longarone (BL) Inizio del corso Lunedì 4 maggio 2015 FOrmarSi e logistica, meccanica La entrare e rinnovabili in nel mirino di certottica ParteCiPaZiOne azienda: al COrSO è Certottica prosegue dai 19 a 20 anni di entrare hanno con un garanzia loro dipartimento cifiche gratuita esigenze formative e nella formazione per nel mondo del lavoro - Certottica logistico giovani interno). si può! tradurle in proposte proget- giovani dai anni è attiva nell intercetta- In più, l Istituto sta tarando tuali. Un supporto concre- nell ambito del Programma re i fabbisogni professionali specifici percorsi formativi to per preparare le nuove Nazionale Garanzia delle imprese da tradurre in negli ambiti della meccanica risorse umane, soprattutto Giovani. SCariCa percorsi il PrOgramma formativi per dotare e La di precisione SCHeDa e delle Di energie ParteCiPaZiOne nelle aree nevralgiche per Tra i settori individuati alla gli SeLeZiOne allievi delle competenze DaL SitO rinnovabili, settori con i quali la competitività d impresa per formare nuove figure necessarie per inserirsi nel è storicamente in collegamento come la progettazione di anche per lo sviluppo prodotto, l innovazione di la logistica distributiva, mondo del lavoro. per info: certottica area ForMazione Tel la meccanica di precisione A tal proposito, in questo competitivo e la ricerca. processo, il marketing in- e le energie rinno- periodo, l Area Formazione Certottica, nell intento di novativo, la logistica. Seguici sulla nostra pagina Facebook vabili. CertottiCa area di Formazione Certottica sta progettando rendere concreto il match un corso che risponde tra le necessità delle impre- Per ogni informazione Nell ambito del programma alle richieste del settore della se e i giovani alla ricerca di contattare Certottica nazionale Garanzia Giovani logistica distributiva (sia per lavoro, è sempre disponibile Area Formazione - che finanzia iniziative per le imprese di servizi che per ad incontrare le aziende interessate dare opportunità ai giovani quelle realtà produttive che per valutarne le spe-

16 NEWS L OPEN INNOVATION PER LA COMPETITIVITA DELLE AZIENDE Progetto cofinanziato dal programma Interreg IV Italia Austria Spunti e indicazioni alle aziende nell evento L open innovation per la competitività delle PMI, che ha concluso il progetto ROI Rapid Open Innovation - speeding time to market cofinanziato dal Programma Interreg IV Italia-Austria 2007/2013. Un momento proficuo dove i partner hanno illustrato al pubblico - composto da dirigenti e titolari di impresa e personale tecnico e gestionale coinvolto nei processi aziendali d innovazione di prodotto - le modalità per la gestione della collaborazione e lo scambio tra aziende e mondo della ricerca nel contesto austriaco e veneto. Oltre alla presentazione dei principali risultati emersi e degli output conseguiti nell ambito del progetto, il cuore dell incontro ha previsto, per le aziende, la possibilità di partecipare ad una delle tre sessioni parallele per la condivisione di metodologie e strumenti a supporto dell Innovazione e dell Open Innovation. Certottica ha gestito un workshop per illustrare le metodologie Funnel dell innovazione e TRM : i partecipanti hanno così compreso l importanza insita in questo processo, strutturato per documentare l evoluzione del mercato di un azienda e i piani di sviluppo dei prodotti, nonché sostenere la comunicazione fra area tecnica e commerciale. I presenti hanno partecipato attivamente alla fase di simulazione del processo, avvenuta sulla base della rappresentazione grafica del Funnel, ed anche al dibattito finale. Gli stimoli pervenuti dall attiva platea hanno dimostrato che le aziende sono più che mai alla ricerca di riferimenti che facciano leva sulla loro capacità di innovare, utilizzando un modello aperto e collaborativo, che permetta loro di essere vincenti sul mercato. Si informano inoltre gli interessati che resterà per il momento attiva la piattaforma sviluppata sul modello OI, fruibile dalle PMI che potranno avere accesso a percorsi di innovazione secondo la logica dell Open Innovation.

17 maggio 2015 Pag. 17 UEB: DAL PROGETTaO TRANSFRONTALIERO UNA PIATTAFORMA PER LO SCAMBIO DI INFORMAZIONI CONOSCENZA CONDIVISA PER IL CONTENIMENTO DEI CONSUMI ENERGETICI E SVILUPPO DI ENERGIE RINNOVABILI A SCALA URBANA Progetto cofinanziato dal programma Interreg IV Italia Austria Presentati a fine marzo i risultati del progetto URBAN ENERGY WEB, inserito nel Programma Interreg IV Italia-Austria 2007/2013: il convegno transfrontaliero, organizzato da Certottica in collaborazione con i partner, ha permesso di condividere le metodologie sviluppate con cittadini, imprese, professionisti, amministratori locali e rappresentanti del territorio transfrontaliero italo-austriaco. I relatori, appartenenti al team di lavoro del progetto, hanno descritto gli obiettivi e le attività svolte nei due casi di studio che sono stati contestualiz- zati, per il territorio italiano, nella città di Feltre, e, per quello austriaco, nella città di Zell Am See (Pinzgau/ Pongau). Al raggiungimento degli scopi si è giunti grazie alla piattaforma comune, denominata Energy Web City Platform, ideata per permettere lo scambio e la diffusione delle informazioni anche sotto forma di collaborazione transfrontaliera. Tale piattaforma è stata il collettore di tutte le attività, azioni e processi generati dal progetto ed ha offerto la possibilità di scambiare esperienze attraverso una community online. Con l occasione, il team di studiosi ha presentato anche il video informativo sulle potenzialità offerte dal sistema, completato da una carrellata sui possibili utilizzi della piattaforma web e dei dati consultabili attraverso mappe geo riferite ed interattive. Il video in questione è visionabile nella fase di accesso alla piattaforma A margine dell evento finale, i partner hanno distribuito la pubblicazione relativa agli studi, alle attività svolte e ai risultati ottenuti: lo sforzo compiuto nel progetto Urban Energy Web costituisce una base per misure e progetti futuri volti ad incrementare l utilizzo di risorse rinnovabili e a migliorare l efficienza energetica delle città.

18 NEWS Creatività e tutela del know-how La direttiva comunitaria sulla protezione del know-how riservato di Lucia Bressan Nel contesto del programma Innovation Union e del piano di azione a sostegno della creatività e dell innovazione, il 28 novembre 2013 la Commissione Europea ha adottato una proposta di direttiva in materia di tutela del knowhow. Il made in Italy deve tutto al Rinascimento italiano, allo sviluppo di una nuova cultura artistica e sociale, che sul piano culturale, estetico e architettonico ha messo in moto una competizione creativa senza pari nel mondo. A questo si aggiunga il continuo contatto con le culture dei popoli stranieri. Creatività che tuttavia spesso, per incapacità tutta italiana di fare sistema, non si traduce in forza imprenditoriale vincente o addirittura viene agilmente acquisita dai competitors proprio per la mancata adozione di opportune protezioni e tutele da parte del titolare dei relativi diritti. Se per superare il primo aspetto ci ha pensato il D.L. 10 febbraio 2009 n.5 che ha introdotto la disciplina della rete di imprese (V. articolo Reti di imprese - La normativa e il contratto di rete in Logyn n.2 Maggio 2013), con riferimento al secondo sono intervenuti, a livello comunitario, il Parlamento Europeo e il Consiglio con una proposta di Direttiva comunitaria presentata il 28 novembre 2013 sulla protezione del know-how riservato e delle informazioni commerciali riservate (segreti commerciali) contro la loro acquisizione, utilizzo e divulgazione illeciti. Gli obiettivi della direttiva Nell attività aziendale di ricerca e innovazione si sviluppano conoscenze commerciali e tecnologiche strategicamente importanti anche economicamente che spesso non trovano tutela alla stregua dei diritti di proprietà intellettuale e industriale. Tali conoscenze sono importanti per l innovazione e la competitività delle PMI, e la tutela della riservatezza delle stesse costituisce la base per far prosperare la proprietà intellettuale. Nel linguaggio giuridico le informazioni mantenute riservate allo scopo di preservare un vantaggio competitivo sono definite segreto commerciale, informazioni segrete, informazioni commerciali riservate o know-how segreto mentre nel linguaggio imprenditoriale si definiscono know-how proprietario o tecnologia proprietaria. Con la globalizzazione, l esternazionalizzazione del lavoro (outsourcing) e il maggiore ricorso alla rete, è aumentato il rischio di appropriazione, utilizzo e divulgazione illecita di segreti commerciali che non trovano un quadro giuridico uniforme di tutela e disciplina nell Unione Europea. Per far fronte a condotte abusive da una parte e ad una disciplina e tutela frammentaria, poco chiara in tutta l Unione dall altra, la Commissione Europea ha deciso per l armonizzazione della legislazione in materia di segreti commerciali. I dettagli della direttiva Innanzitutto le informazioni devono avere un valore commerciale, rimanere riservate e segrete e mantenute tali dal detentore del segreto intendendosi per tale sia il proprietario originario che il legittimo concessionario delle stesse. Le merci costituenti violazione, vale a dire quelle progettate, fabbricate o commercializzate a seguito di una condotta illecita devono beneficiare in misura significativa del segreto commerciale in questione (art.2). A fronte dell acquisizione, utilizzo o divulgazione illecita - perché priva del consenso - il detentore del segreto commerciale potrà chiedere procedure e misure provvisorie o cautelari quali ingiunzioni interlocutorie o sequestri cautelativi di merci costituenti violazione (art.5 e art.9). Inoltre sono previsti meccanismi che le autorità giudiziarie dovranno porre in essere

19 maggio 2015 Pag. 19 al fine di garantire la riservatezza dei segreti commerciali rivelati nel corso del giudizio quali, a titolo esemplificativo, l accesso limitato ai documenti prodotti, l accesso limitato alle udienze e la limitazione alla relativa registrazione, la predisposizione di versioni non riservate dei documenti contenenti segreti commerciali e, infine, versioni non riservate delle decisioni giudiziarie (art.8). Dette misure devono garantire la riservatezza anche in seguito alla pronuncia e per tutto il tempo necessario a che le informazioni debbono garantire il segreto commerciale. I giudici potranno ordinare: (i) il divieto di utilizzazione oltreché di divulgazione del segreto commerciale; (ii) il divieto di produzione, commercializzazione, importazione o stoccaggio e/o uso di merci costituenti violazione; (iii) la distruzione o consegna al detentore originario del segreto commerciale e di tutte le informazioni relative al segreto commerciale acquisto, utilizzato o divulgato illecitamente (art.9). Tali ordini possono gravare anche sui terzi non direttamente coinvolti nell acquisizione. Infine il risarcimento del danno sarà necessariamente parametrato ai benefici e vantaggi ingiustamente realizzati ed al lucro cessante subito dalla parte lesa (art.13). Da ultimo, su richiesta dell attore, potrà essere ordinata la pena accessoria della pubblicazione della decisione sui mezzi di comunicazione, che dovrà comunque garantire la riservatezza del segreto commerciale (art.14). Conclusione Oltre agli accordi TRIPS nel quadro dell Organizzazione mondiale del commercio, la proposta di direttiva introduce a livello comunitario una forma di tutela giuridica omogenea che attualmente differisce da uno stato membro all altro. Se da un lato si auspica che la stessa sia presto adottata così da garantire un applicazione uniforme delle tutele, nelle more della sua adozione le aziende italiane, le Università e gli Istituti di ricerca dovranno continuare a salvaguardare il proprio Knowhow attraverso la redazione di particolareggiati accordi di riservatezza che, oltre a prevedere ogni aspetto, anche con l ausilio di strumenti offerti dalla tecnologia, siano in grado di dimostrare innanzitutto la riservatezza e la protezione delle informazioni scambiate tali da qualificarsi segreto aziendale. Inoltre perché tale tutela sia effettiva è necessario strategicamente vincolare tutte le figure coinvolte avendo altresì a mente il termine temporale di copertura della tutela. Sotto altro profilo, merita evidenziare come la pubblicazione a grande diffusione della decisione, anche in rete o sul sito web, possa rivelarsi estremamente grave per la vita privata e la reputazione aziendale di chi commette l illecito. LUCIA BRESSAN Avvocato specializzato in diritto internazionale e del commercio internazionale (LLM in International Trade Law), delle nuove tecnologie, proprietà intellettuale e industriale. E titolare e socio fondaatore dello Studio Legale Bressan con sede a Treviso e domicilio a Parigi. Ha collaborato per molti anni in qualità di Avvocato professionista con prestigiosi Studi legali internazionali aventi sedi in Italia e all estero. Docente in Master Universitari di I livello, Master Executive, Short Master, Corsi accreditati, Seminari e Tavole Rotonde nelle materie indicate, organizzati da Università, Associazioni di Categoria ed Enti di Formazione (Ca Foscari Challange School, CUOA di Altavilla Vicentina, ICE - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane, NIBI - Nuovo Istituto di Business Internazionale creato dalla Camera di Commercio di Milano e Promos, Azienda speciale dedicata alle attività internazionali delle piccole e medie imprese, ASSOSPORT - Associazione Nazionale fra i Produttori di Articoli Sportivi, Veneto Promozione SCPA, CNA, Ordini professionali, ecc.). Autore di articoli e pubblicazioni in riviste specializzate in materia di diritto internazionale e del commercio internazionale, delle nuove tecnologie, della proprietà intellettuale e industriale, D.Lgs. 231/2001

20 NEWS Area Normazione Certottica protagonista dell introduzione dell EIS per controllare la conformità al Regolamento Europeo La CE ha convenuto che per le montature è giustificato sviluppare un metodo alternativo per dimostrare la conformità con il valore limite del rilascio del Nichel stabilito dal regolamento europeo in 0.5 [μg/cm2/week]. Attualmente, infatti, in base alla norma EN 1811:2011 la stessa simulazione e la stessa procedura vengono utilizzate per testare prodotti aventi esposizione dermatologica di gran lunga differente e molto più attinente al piercing, principale responsabile della sensibilizzazione allergica. La CE ha quindi incaricato il CEN/TC 170 Ophtalmic optics che ha istituito il WG8 Ni release from spectacle frames il quale ha individuato dei metodi alternativi. Le montature in metallo sono quasi tutte rivestite con un film protettivo organico il quale, se di buona qualità, è in grado di impedire la corrosione e quindi la cessione del Ni: valutare l efficacia del rivestimento è dunque un metodo pratico e veloce e rappresenta un vantaggio per le aziende. La nuova norma EN16128:2015 Reference Method for testing of spectacle frames and sunglasses for Nickel release si articola in 2 fasi: 1. Coating-test qualitativo, rapido ed economico in grado di discriminare la qualità del rivestimento protettivo che sfrutta la Spettroscopia Elettrochimica di Impedenza (EIS); 2. Laboratory test quantitativo che utilizza una simulazione diversa dalla 1811:2011, molto più appropriata per l open exposure che caratterizza gli occhiali. Negli ultimi anni le industrie hanno sviluppato diversi protocolli per consentire di caratterizzare i rivestimenti protettivi: EIS si è rivelata una tecnica non invasiva, non distruttiva se in corrente alternata (AC), che dà la possibilità di verificare la protezione dalla corrosione di un rivestimento organico steso su metallo. [1] Il test non misura ioni migranti, bensì l efficacia del rivestimento protettivo (spessore, porosità) dopo che è stato sottoposto a wear test secondo la norma EN Per questo, se la montatura fallisce il Coating-test non rilascia necessariamente ioni di Nichel e quindi lo stesso pezzo può essere ritestato quantitativamente dato che il Test EIS non è distruttivo e non danneggia il film organico. L apparato sperimentale è costituito da: un potenziostato un becker da 600 cc 500cc di soluzione di NaCl al 10% Un elettrodo di riferimento (es. Calomelano) Un elettrodo counter (es. grafite) Una gabbia di Faraday Lo sviluppo dell applicazione è stato appaltato ad un azienda inglese che ha definito i parametri operativi più convenienti per effettuare la prova. Su questa base sono stati effettuati 2 round-robin di validazione con la partecipazione di laboratori specializzati da tutto il mondo ricavando un incertezza del metodo del40-45% Al termine di questi test è rimasta però ancora aperta la questione rilevante del valore di soglia dell EIS, e dell effettivo comportamento dei modelli in circolazione. Per superare questi ostacoli è stato organizzato un altro Interlaboratory Test che si avvicinasse ancor più alla situazione del mercato. Sono state scelte 2 montature metalliche vendute in almeno 100 milioni di pezzi/anno, 3 trattamenti della superficie (oro, canna di fucile, marrone) che rappresentano almeno la metà della produzione, 5 laboratori di finitura di aziende leader e 5 laboratori di analisi che avessero già partecipato ai roundrobin quindi con esperienza sui metodi e le procedure. Dopo il trattamento di superficie e l invecchiamento secondo la norma sono state smistate verso i laboratori di analisi dove ogni lotto è stato testato per metà con l EIS e per metà con il test quantitativo. Nonostante l assortimento dei modelli/colori/metodi di trattamento e i diversi laboratori di analisi, i dati si sono rivelati consistenti sia per EIS che per la migrazione. Dato che i risultati dei 2 test provenivano esattamente dagli stessi lotti di produzione, è stata considerata la percentuale di parti che falliva al test di migrazione (20%) ed è stato definito con la medesima percentuale il valore di soglia dell impedenza. Attualmente il metodo di riferimento per la determinazione del rilascio di Ni è la norma EN 1811:2011, quindi parti testate con EIS sono state sottoposte anche alla 1811:2011 ricavando una correlazione dell 85% che è stata ritenuta assolutamente accettabile. Se la tecnologia non è nuova, lo è l applicazione: il grande

EDUCATION EXECUTIVE. Enterprise 2.0: il nuovo modello aziendale. Comprendere le opportunità e analizzare i rischi CORSO EXECUTIVE

EDUCATION EXECUTIVE. Enterprise 2.0: il nuovo modello aziendale. Comprendere le opportunità e analizzare i rischi CORSO EXECUTIVE EXECUTIVE EDUCATION Enterprise 2.0: il nuovo modello aziendale Comprendere le opportunità e analizzare i rischi CORSO EXECUTIVE fondazione cuoa business school dal 1957 Il punto di riferimento qualificato

Dettagli

DGR 784 del 14 Maggio 2015 Aziende in rete nella formazione continua Strumenti per la competitività delle imprese venete

DGR 784 del 14 Maggio 2015 Aziende in rete nella formazione continua Strumenti per la competitività delle imprese venete FONDO SOCIALE EUROPEO IN SINERGIA CON IL FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE POR 2014 2020 Ob. Investimenti a favore della crescita e dell'occupazione DGR 784 del 14 Maggio 2015 Aziende in rete nella formazione

Dettagli

Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business.

Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. ACCREDITED PARTNER 2014 Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. Gariboldi Alberto Group Srl è una realtà

Dettagli

BERGAMO SMART CITY VERSO EXPO 2015. Parco Scientifico Tecnologico Kilometro Rosso - 26 novembre 2013

BERGAMO SMART CITY VERSO EXPO 2015. Parco Scientifico Tecnologico Kilometro Rosso - 26 novembre 2013 BERGAMO SMART CITY VERSO EXPO 2015 Start Up Innovative -Le imprese fanno sistema Parco Scientifico Tecnologico Kilometro Rosso - 26 novembre 2013 START UP E INCUBATORI Il Decreto Sviluppo (179/2012), introducendo

Dettagli

Laureati o laureandi di primo o secondo livello, diplomati di laurea del vecchio ordinamento, interessati a sviluppare competenze specifiche nell

Laureati o laureandi di primo o secondo livello, diplomati di laurea del vecchio ordinamento, interessati a sviluppare competenze specifiche nell Chi? Laureati o laureandi di primo o secondo livello, diplomati di laurea del vecchio ordinamento, interessati a sviluppare competenze specifiche nell area delle Risorse Umane. Giovani professionisti che

Dettagli

I protagonisti PROTAGONISTI della settimana saranno le stesse aziende aderenti.

I protagonisti PROTAGONISTI della settimana saranno le stesse aziende aderenti. 11 15 Giugno 2012 T&CW La mission La settimana della formazione e della consulenza è un evento collettivo, con cadenza annuale, diffuso su tutto il territorio di Roma e del Lazio. L idea nasce dall esigenza

Dettagli

SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO. Indirizzo: Produzioni industriali e artigianali. Articolazione ARTIGIANATO

SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO. Indirizzo: Produzioni industriali e artigianali. Articolazione ARTIGIANATO SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO Indirizzo: Produzioni industriali e artigianali Articolazione ARTIGIANATO ISTRUZIONE PROFESSIONALE SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO Indirizzo Produzioni Industriali e Artigianali

Dettagli

LA FORMULA. TERZA PARTE: DOVE TROVARLI Indirizzi e recapiti per viaggiare sicuri. I QUADERNI SI ARTICOLANO IN TRE PARTI:

LA FORMULA. TERZA PARTE: DOVE TROVARLI Indirizzi e recapiti per viaggiare sicuri. I QUADERNI SI ARTICOLANO IN TRE PARTI: LA FORMULA PROFILO EDITORIALE: La collana de I Quaderni della Comunicazione nasce come una guida mensile rivolta alle Aziende per aiutarle a orientarsi nei diversi meandri della comunicazione commerciale.

Dettagli

MIURAOODGOS prot. n. 240/R.U./U Roma, 16 gennaio 2013

MIURAOODGOS prot. n. 240/R.U./U Roma, 16 gennaio 2013 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l Istruzione Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e MIURAOODGOS prot. n. 240/R.U./U Roma, 16 gennaio 2013 Ai Direttori

Dettagli

Protocollo d intesa tra Regione Liguria e Autorità Portuali per. la gestione degli aspetti ambientali e la promozione della

Protocollo d intesa tra Regione Liguria e Autorità Portuali per. la gestione degli aspetti ambientali e la promozione della Protocollo d intesa tra Regione Liguria e Autorità Portuali per la gestione degli aspetti ambientali e la promozione della sostenibilità nel settore delle attività portuali PREMESSO CHE Il Documento di

Dettagli

Politica per la Qualità della Formazione

Politica per la Qualità della Formazione Politica per la Qualità della Formazione Valutazione e accreditamento lasciano un segno se intercettano la didattica nel suo farsi, se inducono il docente a rendere il suo rapporto con i discenti aperto,

Dettagli

4 motivi per partecipare

4 motivi per partecipare 4 motivi per partecipare È un occasione per entrare in contatto con 60.000 visitatori, attenti, curiosi e interessati, alla ricerca di nuovi materiali e idee per arredare o per rinnovare gli ambienti della

Dettagli

GIOVANI INNOVATORI IN AZIENDA

GIOVANI INNOVATORI IN AZIENDA GIOVANI INNOVATORI IN AZIENDA 1. CONTESTO E OBIETTIVI GENERALI DELL INIZIATIVA L inserimento in azienda di giovani ad alta qualificazione appare sempre più come una risorsa strategica per permettere alle

Dettagli

Ministero dell Istruzione, Università e Ricerca Direzione Generale Regionale per il Piemonte Via Pietro Micca 20 10122 Torino

Ministero dell Istruzione, Università e Ricerca Direzione Generale Regionale per il Piemonte Via Pietro Micca 20 10122 Torino Circ. Reg. n. 132 Ministero dell Istruzione, Università e Ricerca Direzione Generale Regionale per il Piemonte Via Pietro Micca 20 10122 Torino dirreg@scuole.piemonte.it Prot. n 5912/P Torino, 28/8/2002

Dettagli

Nel seguito, viene presentato il punto di vista di UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE sul tema new business model Articolazione dell intervento

Nel seguito, viene presentato il punto di vista di UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE sul tema new business model Articolazione dell intervento MODELLI DI BUSINESS E MACCHINE UTENSILI UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE 1 Razionale Nel seguito, viene presentato il punto di vista di UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE sul tema new business model Articolazione dell

Dettagli

Idee per la prosecuzione del Progetto CSR Veneto

Idee per la prosecuzione del Progetto CSR Veneto Idee per la prosecuzione del Progetto CSR Veneto Valentina Montesarchio Vice Segretario Generale Unioncamere del Veneto Unioncamere del Veneto e Regione del Veneto stanno definendo le attività per la prosecuzione

Dettagli

1 Questo convegno, che vede insieme rappresentanti del mondo pubblico e privato, prende spunto da un ciclo di formazione appena concluso di personale

1 Questo convegno, che vede insieme rappresentanti del mondo pubblico e privato, prende spunto da un ciclo di formazione appena concluso di personale 1 Questo convegno, che vede insieme rappresentanti del mondo pubblico e privato, prende spunto da un ciclo di formazione appena concluso di personale della RGS, del CNIPA e di ingegneri dell Ordine di

Dettagli

Diamo futuro alle tue idee

Diamo futuro alle tue idee Diamo futuro alle tue idee FASHION & COMMUNICATION SCHOOL Formazione specialistica nell area Abbigliamento, Calzatura e Accessori, Comunicazione, Graphic e Web Design. Scegli una professione a misura del

Dettagli

ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. TITOLO DEL PROGETTO: Giovani e Europa: rete a sostegno della mobilità internazionale

ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. TITOLO DEL PROGETTO: Giovani e Europa: rete a sostegno della mobilità internazionale ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: Giovani e Europa: rete a sostegno della mobilità internazionale SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e promozione culturale

Dettagli

Corso di Alta Formazione RETAIL AND STORE MANAGEMENT: strumenti e metodologie operative orientate alla gestione e sviluppo della rete di punti vendita Obiettivi Il corso di Alta Formazione in Retail e

Dettagli

MANIFESTO. Formare Insegnanti che sappiano Insegnare A.N.F.I.S. ASSOCIAZIONE NAZIONALE DEI FORMATORI, INSEGNANTI, SUPERVISORI INIZIALE FORMAZIONE

MANIFESTO. Formare Insegnanti che sappiano Insegnare A.N.F.I.S. ASSOCIAZIONE NAZIONALE DEI FORMATORI, INSEGNANTI, SUPERVISORI INIZIALE FORMAZIONE ASSOCIAZIONE NAZIONALE DEI FORMATORI, INSEGNANTI, SUPERVISORI per la FORMAZIONE INIZIALE Formare Insegnanti che sappiano Insegnare COORDINAMENTO NAZIONALE DEI SUPERVISORI DEL TIROCINIO 2 2 3 PRESENTAZIONE

Dettagli

IV EDIZIONE BOLOGNA FIERE 12.13.14 APRILE 2016

IV EDIZIONE BOLOGNA FIERE 12.13.14 APRILE 2016 IV EDIZIONE BOLOGNA FIERE 12.13.14 APRILE 2016 UN PALCOSCENICO DEDICATO ALLE NUOVE PROPOSTE PER LE COLLEZIONI PELLETTERIA, ABBIGLIAMENTO E CALZATURE PRIMAVERA/ESTATE 2017 5 AREE MERCEOLOGICHE: PELLAMI

Dettagli

Tecnico superiore di processo,prodotto,comunicazione e marketing per il settore arredamento

Tecnico superiore di processo,prodotto,comunicazione e marketing per il settore arredamento BANDO DI AMMISSIONE AL CORSO ITS Area: NUOVE TECNOLOGIE PER IL MADE IN ITALY Tecnico superiore di processo,prodotto,comunicazione e marketing per il settore arredamento Art. 1 La Fondazione Istituto Tecnico

Dettagli

Convegno ANFIA. Torino, 7 maggio 2013

Convegno ANFIA. Torino, 7 maggio 2013 Convegno ANFIA Torino, 7 maggio 2013 Scaletta presentazione Dott. Bonomi INTRODUZIONE anche se il momento è difficile e carico di incertezze bisogna cercare di capire quali sono le occasioni per migliorare

Dettagli

L A FOR MAZIONE A PAR MA, DA L 1987

L A FOR MAZIONE A PAR MA, DA L 1987 CO M PA N Y P R O F I L E L A FOR MAZIONE A PAR MA, DA L 1987 2 3 CISITA PARMA. La formazione a Parma, dal 1987 Cisita I NUMERI DI CISITA PARMA AZIENDE CLIENTI - 1.061 ORE DI FORMAZIONE EROGATE - 38.132

Dettagli

COMITATO TECNICO SVILUPPO DEL TERRITORIO

COMITATO TECNICO SVILUPPO DEL TERRITORIO Domenico Merlani COMITATO TECNICO SVILUPPO DEL TERRITORIO Linee di indirizzo Febbraio 2013 «Sviluppo del Territorio» significa lavorare per rendere il Lazio una regione attraente localmente e globalmente

Dettagli

Un partner esperto e affidabile

Un partner esperto e affidabile Medical Gas Equipment Un partner esperto e affidabile Chi siamo: mission e vision Esperienza e qualità al servizio del Cliente Siamo un impresa nata nella tradizione, impegnata a crescere nell attività

Dettagli

La qualitàdel accoglienza turistica

La qualitàdel accoglienza turistica La qualitàdel accoglienza turistica Turismopertutti: l accoglienzadiqualitàel eccelenzadeiservizi Ciclodiseminariinfo-formativi Roma Febbraio-Luglio2014 Laqualitàpercepitadaicitadininelvivereilteritorio

Dettagli

METODOLOGIA DIDATTICA PRESENTAZIONE DEL PROGETTO FORMATIVO OBIETTIVI FORMATIVI PERCORSO FORMATIVO DESTINATARI

METODOLOGIA DIDATTICA PRESENTAZIONE DEL PROGETTO FORMATIVO OBIETTIVI FORMATIVI PERCORSO FORMATIVO DESTINATARI OPEN YOUR MIND 2.0 Programma di formazione per lo sviluppo delle capacità manageriali e della competitività aziendale delle Piccole e Medie Imprese della Regione Autonoma della Sardegna PRESENTAZIONE DEL

Dettagli

Evoluzione del ruolo professionale nel settore Tessile-Abbigliamento-Calzature

Evoluzione del ruolo professionale nel settore Tessile-Abbigliamento-Calzature 2.5.1.5.2 Specialisti nella commercializzazione di beni e servizi Le professioni comprese in questa Unità Professionale si occupano dell'implementazione delle strategie di vendita delle imprese, dell'efficienza

Dettagli

Gestione dei processi aziendali attraverso le tecnologie dell informazione. Master -

Gestione dei processi aziendali attraverso le tecnologie dell informazione. Master - Gestione dei processi aziendali attraverso le tecnologie dell informazione Master - Premessa Il Master affronta tematiche relative alla gestione dei sistemi informativi aziendali, con particolare riferimento

Dettagli

SCEGLI CON IL CUORE. GRAFICA E COMUNICAZIONE VISIVA corso triennale post diploma

SCEGLI CON IL CUORE. GRAFICA E COMUNICAZIONE VISIVA corso triennale post diploma SCEGLI CON IL CUORE pag. 2 Il corso, di durata triennale, permette di conseguire un alta formazione nel campo del design della comunicazione visiva. Il percorso formativo è strutturato in modo da trasmettere

Dettagli

Master Bancario in Area Commerciale

Master Bancario in Area Commerciale Master Bancario in Area Commerciale Premessa Il mondo del credito è in costante evoluzione e le innovazioni si susseguono con sempre maggior frequenza nel campo legislativo, gestionale, organizzativo e

Dettagli

Soluzioni per la tua crescita

Soluzioni per la tua crescita Soluzioni per la tua crescita Sviluppiamo il tuo business Una storia di successi Co.Mark nasce a Bergamo nel 1998 come studio di consulenza professionale nel campo dei servizi di temporary management per

Dettagli

LA FORMULA. TERZA PARTE: DOVE TROVARLI Indirizzi e recapiti per viaggiare sicuri. I QUADERNI SI ARTICOLANO IN TRE PARTI:

LA FORMULA. TERZA PARTE: DOVE TROVARLI Indirizzi e recapiti per viaggiare sicuri. I QUADERNI SI ARTICOLANO IN TRE PARTI: LA FORMULA PROFILO EDITORIALE: La collana de I Quaderni della Comunicazione nasce come una guida mensile rivolta alle Aziende per aiutarle a orientarsi nei diversi meandri della comunicazione commerciale.

Dettagli

AVVISO AD EVIDENZA PUBBLICA PROGETTO SOVVENZIONE GLOBALE. sociale. Periodo 2014/2015

AVVISO AD EVIDENZA PUBBLICA PROGETTO SOVVENZIONE GLOBALE. sociale. Periodo 2014/2015 AVVISO AD EVIDENZA PUBBLICA PROGETTO SOVVENZIONE GLOBALE Percorsi integrati per la creazione d imprese innovative spin off della ricerca pubblica estesi anche alle imprese innovative che intendono avviare

Dettagli

PRODUCT MANAGEMENT La gestione del prodotto aziendale

PRODUCT MANAGEMENT La gestione del prodotto aziendale PRODUCT MANAGEMENT La gestione del prodotto aziendale OBIETTIVI Introdotto per la prima volta nel settore dei beni di largo consumo, oggi il Product Management, funzione del marketing dedicata alla gestione

Dettagli

ASSOCIAZIONE PICCOLE E MEDIE INDUSTRIE DELLA PROVINCIA DI LECCO. Un partner per crescere

ASSOCIAZIONE PICCOLE E MEDIE INDUSTRIE DELLA PROVINCIA DI LECCO. Un partner per crescere ASSOCIAZIONE PICCOLE E MEDIE INDUSTRIE DELLA PROVINCIA DI LECCO Un partner per crescere API LECCO Dal 1949 l Associazione Piccole e Medie Industrie della Provincia di Lecco è stata voluta dagli imprenditori

Dettagli

LE RAGIONI STRATEGICHE DI UNA SCELTA

LE RAGIONI STRATEGICHE DI UNA SCELTA vision guide line 6 LE RAGIONI STRATEGICHE DI UNA SCELTA QUANDO SI PARLA DI UN MERCATO COMPLESSO COME QUELLO DELL EDILIZIA E SI DEVE SCEGLIERE UN PARTNER CON CUI CONDIVIDERE L ATTIVITÀ SUL MERCATO, È MOLTO

Dettagli

Energy Management DI PRIMO LIVELLO

Energy Management DI PRIMO LIVELLO Energy Management MASTER MIP POLITECNICO DI MILANO DI PRIMO LIVELLO A PORDENONE Energy Management MASTER MIP POLITECNICO DI MILANO DI PRIMO LIVELLO Il Master si propone nel territorio in risposta alla

Dettagli

Tuttavia il settore non riesce a sfruttare appieno le caratterizzazioni potenziali e l offerta agricola regionale appare, di fatto, poco qualificata.

Tuttavia il settore non riesce a sfruttare appieno le caratterizzazioni potenziali e l offerta agricola regionale appare, di fatto, poco qualificata. Il settore agroalimentare siciliano, per numero di occupati, potenzialità di qualità, diversità, tipicità e tradizioni alimentari e salutistiche è tra quelli portanti dell economia regionale. Le caratteristiche

Dettagli

PROGETTO DISTRIBUZIONE SELETTIVA. Accordi verticali e pratiche concordate

PROGETTO DISTRIBUZIONE SELETTIVA. Accordi verticali e pratiche concordate PROGETTO DISTRIBUZIONE SELETTIVA Accordi verticali e pratiche concordate SVILUPPO PROGETTO DISTRIBUZIONE SELETTIVA Il progetto nasce da una valutazione strategica circa l esigenza di approfondire la tematica

Dettagli

Istituto Tecnico Superiore per le Nuove Tecnologie Per il Made In Italy Sistema Meccanica e Materiali

Istituto Tecnico Superiore per le Nuove Tecnologie Per il Made In Italy Sistema Meccanica e Materiali Istituto Tecnico Superiore per le Nuove Tecnologie Per il Made In Italy Sistema Meccanica e Materiali COS È L ITS La Fondazione ITS per le nuove tecnologie per il made in Italy -Sistema Meccanica e Materiali

Dettagli

www.ilsole24ore.com/master24 Dal 23 gennaio...

www.ilsole24ore.com/master24 Dal 23 gennaio... www.ilsole24ore.com/master24 Dal 23 gennaio... ...incontra in aula gli Esperti del Sole 24 ORE. Il mercato parla una nuova lingua. Per capirla c e il nuovo Master in Marketing & Comunicazione MASTER24:

Dettagli

La norma UNI EN ISO 14001:2004

La norma UNI EN ISO 14001:2004 La norma COS È UNA NORMA La normazione volontaria Secondo la Direttiva Europea 98/34/CE del 22 giugno 1998: "norma" è la specifica tecnica approvata da un organismo riconosciuto a svolgere attività normativa

Dettagli

COMUNICAZIONE ITALIANA

COMUNICAZIONE ITALIANA COMUNICAZIONE ITALIANA Il Business Social Media che comunica su carta, interagisce su internet, decide di persona. Edizioni Servizi Eventi COMUNICAZIONE ITALIANA Il Business Social Media che comunica su

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA SENATO DELLA REPUBBLICA XII COMMISSIONE IGIENE E SANITÀ AUDIZIONE INFORMALE A. S. 1611 DISCIPLINA DELLE ATTIVITÀ FUNERARIE 15 SETTEMBRE 2015 pag.: 1/6 ACCREDIA ACCREDIA è l'ente Unico Nazionale di Accreditamento,

Dettagli

Corso di aggiornamento professionale specializzazione in EU Export Compliance

Corso di aggiornamento professionale specializzazione in EU Export Compliance Corso di aggiornamento professionale specializzazione in EU Export Compliance In riferimento alla Comunicazione della Commissione Europea (EC COM 214) sulla revisione della Export Control policy in cui

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA TRA MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI E UNIONE DELLE PROVINCE D ITALIA

PROTOCOLLO DI INTESA TRA MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI E UNIONE DELLE PROVINCE D ITALIA PROTOCOLLO DI INTESA TRA MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI E UNIONE DELLE PROVINCE D ITALIA Il Ministero del lavoro e delle politiche sociali e l Unione delle Province d Italia UPI VISTI il

Dettagli

COMMERCIO ESTERO E INTERNAZIONALIZZAZIONE

COMMERCIO ESTERO E INTERNAZIONALIZZAZIONE Ce COMMERCIO ESTERO E INTERNAZIONALIZZAZIONE 06 Ce commercio estero e internazionalizzazione 1 01 Commercio estero e internazionalizzazione L Ufficio commercio estero e internazionalizzazione svolge attività

Dettagli

MODULO 1: Definizione del CONTESTO Interno ed Esterno dell Organizzazione dell Azienda alla luce Data

MODULO 1: Definizione del CONTESTO Interno ed Esterno dell Organizzazione dell Azienda alla luce Data Aicq Tosco Ligure, in collaborazione con AICQ Formazione, AICQ Sicev e Accredia, è lieta di presentare il corso di formazione per l aggiornamento sulla nuova ISO 9001-2015 al quale potranno partecipare

Dettagli

LIUC in cifre. LIUC Università Cattaneo STUDIARE ALLA LIUC 2.000. 40% degli studenti partecipa

LIUC in cifre. LIUC Università Cattaneo STUDIARE ALLA LIUC 2.000. 40% degli studenti partecipa LIU203_depl-IST_592x20mm_chiuso-48,5 24/09/3 4:36 Pagina LIUC in cifre La comunità, le opportunità, le competenze. il 40% degli studenti partecipa 440 posti letto nella Residenza Universitaria interna

Dettagli

1. CHE COS È LA CARTA DEI SERVIZI

1. CHE COS È LA CARTA DEI SERVIZI CARTA DEI SERVIZI 1. CHE COS È LA CARTA DEI SERVIZI 2. PRESENTAZIONE 3. SERVIZI FORNITI E AREE DI INTERVENTO 4. I PRINCIPI FONDAMENTALI 5. TUTELA E VERIFICA 6. DATI DELLA SEDE 1. CHE COS È LA CARTA DEI

Dettagli

Soluzioni. per le Imprese CHINA

Soluzioni. per le Imprese CHINA Soluzioni per le Imprese CHINA Il nostro team Fondazione Italia Cina e Camera di Commercio Italo Cinese hanno raggiunto un accordo di integrazione e hanno dato vita ad un unica sezione per l erogazione

Dettagli

CATALOGO INTERREGIONALE ALTA FORMAZIONE IN RETE

CATALOGO INTERREGIONALE ALTA FORMAZIONE IN RETE CATALOGO INTERREGIONALE ALTA FORMAZIONE IN RETE ANNUALITA 2011/2012 Master e Corsi di Specializzazione per Laureati finanziati dalla Regione Campania attraverso Voucher Formativi individuali www.altaformazioneinrete.it

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO di II livello in Gestione del Lavoro nelle Pubbliche Amministrazioni

MASTER UNIVERSITARIO di II livello in Gestione del Lavoro nelle Pubbliche Amministrazioni dipartimento di scienze politiche MASTER UNIVERSITARIO di II livello in Gestione del Lavoro nelle Pubbliche Amministrazioni VI edizione A.A. 2014/2015 Nota: per le modalità concorsuali, si prega cortesemente

Dettagli

TECNICO SUPERIORE DELLA LOGISTICA INTEGRATA

TECNICO SUPERIORE DELLA LOGISTICA INTEGRATA ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE TRASPORTI TECNICO SUPERIORE DELLA LOGISTICA INTEGRATA STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI TECNICO SUPERIORE DELLA LOGISTICA INTEGRATA

Dettagli

PIANO DI COMUNICAZIONE

PIANO DI COMUNICAZIONE ALLEGATO 1 DIREZIONE POLITICHE AGRICOLE --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007-2013 PIANO

Dettagli

POLICY GENERALE PER LA SICUREZZA DELLE INFORMAZIONI REV: 03

POLICY GENERALE PER LA SICUREZZA DELLE INFORMAZIONI REV: 03 POLICY GENERALE PER LA SICUREZZA DELLE INFORMAZIONI REV: 03 FIRMA: RIS DATA DI EMISSIONE: 13/3/2015 INDICE INDICE...2 CHANGELOG...3 RIFERIMENTI...3 SCOPO E OBIETTIVI...4 CAMPO DI APPLICAZIONE...4 POLICY...5

Dettagli

FORUM ICT FORUM ICT. il miglioramento delle strategie e dei processi aziendali attraverso le tecnologie dell informazione e della comunicazione

FORUM ICT FORUM ICT. il miglioramento delle strategie e dei processi aziendali attraverso le tecnologie dell informazione e della comunicazione FORUM ICT FORUM ICT Management e tecnologia il miglioramento delle strategie e dei processi aziendali attraverso le tecnologie dell informazione e della comunicazione in partnership con Fondazione CUOA

Dettagli

LOMBARDIAPOINT: I SERVIZI DI INFORMAZIONE DELLA CAMERA DI COMMERCIO A SUPPORTO DELL INTERNAZIONALIZZAZIONE

LOMBARDIAPOINT: I SERVIZI DI INFORMAZIONE DELLA CAMERA DI COMMERCIO A SUPPORTO DELL INTERNAZIONALIZZAZIONE LOMBARDIAPOINT: I SERVIZI DI INFORMAZIONE DELLA CAMERA DI COMMERCIO A SUPPORTO DELL INTERNAZIONALIZZAZIONE In un contesto di crescente competizione internazionale, il Sistema Camerale Lombardo si è organizzato

Dettagli

Percorso Executive Leadership Situazionale e Riflessiva

Percorso Executive Leadership Situazionale e Riflessiva Percorso Executive Leadership Situazionale e Riflessiva Gestire e motivare i gruppi di lavoro INTERAMENTE FINANZIATO DA: Nell ambito delle opportunità formative messe a disposizione da Fondirigenti, La

Dettagli

YOUTH TRAINING PROGRAM

YOUTH TRAINING PROGRAM YOUTH TRAINING PROGRAM COMPETENZE IN AZIONE www.expo2015.org 1 PERCHE EXPO MILANO 2015? PERCHE LO YOUTH TRAINIG PROGRAM? Expo 2015 è un ambiente molto stimolante Coinvolge moltissime professioni Mette

Dettagli

CRITICA TEATRALE IN RETE - WEB WRITER E WEB EDITOR

CRITICA TEATRALE IN RETE - WEB WRITER E WEB EDITOR CRITICA TEATRALE IN RETE - WEB WRITER E WEB EDITOR MASTER 2013 Tecnologie digitali e metodologie sullo spettacolo direttore scientifico da Antonella Ottai Il Centro Teatro Ateneo, insieme con il Dipartimento

Dettagli

TAVOLO DI LAVORO SULLA M-HEALTH

TAVOLO DI LAVORO SULLA M-HEALTH Dott.ssa TAVOLO DI LAVORO SULLA M-HEALTH Primi orientamenti mhealth La pratica della medicina supportata da dispositivi mobili (smartphone, palmari, tablet, personal digital assistants (PDAs) e altri dispositivi

Dettagli

DOCUMENTO DELLA QUALITA

DOCUMENTO DELLA QUALITA DOCUMENTO DELLA QUALITA INTRODUZIONE Il Documento della Qualità di Share Training srl ha come obiettivo quello di rendere note le caratteristiche della propria attività secondo criteri di trasparenza,

Dettagli

Diventa fondamentale che si verifichi una vera e propria rivoluzione copernicana, al fine di porre al centro il cliente e la sua piena soddisfazione.

Diventa fondamentale che si verifichi una vera e propria rivoluzione copernicana, al fine di porre al centro il cliente e la sua piena soddisfazione. ISO 9001 Con la sigla ISO 9001 si intende lo standard di riferimento internazionalmente riconosciuto per la Gestione della Qualità, che rappresenta quindi un precetto universale applicabile all interno

Dettagli

EXPLODING YOUR IDEA! DESTINATION EXPO MILANO 2015

EXPLODING YOUR IDEA! DESTINATION EXPO MILANO 2015 EXPLODING YOUR IDEA! DESTINATION EXPO MILANO 2015 1 CALL INTERNAZIONALE DI IDEE PER LO SVILUPPO DEL PROGRAMMA CULTURALE DEL SPAZIO ESPOSITIVO DELLA SOCIETA CIVILE IN EXPO MILANO 2015 1. PREMESSA L'assegnazione

Dettagli

Licenza d uso: Associazione BRAINS - Imprese per giovani menti

Licenza d uso: Associazione BRAINS - Imprese per giovani menti 2 CHE COS È BOB? BOB è la prima Banca Internazionale del Capitale Intellettuale per Giovani Menti. 3 CHE COS È BOB? La Banca BOB ha due casseforti, una per le business ideas e una per i profili professionali

Dettagli

ONE DAY CREATIVE DESIGN WORKSHOP Il percorso progettuale e la creatività con metodo

ONE DAY CREATIVE DESIGN WORKSHOP Il percorso progettuale e la creatività con metodo ONE DAY CREATIVE DESIGN WORKSHOP Il percorso progettuale e la creatività con metodo OBIETTIVI Trasmettere ai partecipanti il processo progettuale applicato al design industriale dai più avanzati studi

Dettagli

Milano, via Savona 15. Lunedì, 15 marzo, ore 16.00 Dr. Franco Bernabè

Milano, via Savona 15. Lunedì, 15 marzo, ore 16.00 Dr. Franco Bernabè EVENTO OLIVETTI Milano, via Savona 15 Lunedì, 15 marzo, ore 16.00 Dr. Franco Bernabè Buon giorno a tutti, è per me un piacere oggi partecipare a questo evento organizzato per la presentazione della nuova

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN DESIGN E ARCHITETTURA DEGLI INTERNI

REGOLAMENTO DIDATTICO CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN DESIGN E ARCHITETTURA DEGLI INTERNI REGOLAMENTO DIDATTICO CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN DESIGN E ARCHITETTURA DEGLI INTERNI ACCADEMIA DELLA MODA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO IN

Dettagli

Social Innovation AROUND Award

Social Innovation AROUND Award Social Innovation AROUND Award Social Innovation Around Award APPuntamento e Premio dell Innovazione Sociale, quest anno alla sua prima edizione, è una iniziativa di SIS Social Innovation Society che con

Dettagli

Qualità UNI EN ISO 9001. Ambiente UNI EN ISO 14001. Registrazione EMAS. Emission trading. Sicurezza BS OHSAS 18001:2007

Qualità UNI EN ISO 9001. Ambiente UNI EN ISO 14001. Registrazione EMAS. Emission trading. Sicurezza BS OHSAS 18001:2007 ICMQ Certificazioni e controlli per le costruzioni La certificazione dei sistemi di gestione Certificazione sistemi di gestione ICMQ, organismo di certificazione e ispezione per il settore delle costruzioni,

Dettagli

Il Centro Produttività Veneto al servizio anche del settore orafo

Il Centro Produttività Veneto al servizio anche del settore orafo REGISTRAZIONE DI MODELLO O COPYRIGHT? AGGIORNAMENTI SULLE PROTEZIONI DELLE CREAZIONI ORAFE 17 Gennaio 2007 Vicenza Orowinter Sala Trissino - Fiera di Vicenza Intervento dal titolo: Il Centro Produttività

Dettagli

SVILUPPO CREATIVO E GESTIONE DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO I - A.A. 2015-2016 EDIZIONE II

SVILUPPO CREATIVO E GESTIONE DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO I - A.A. 2015-2016 EDIZIONE II SVILUPPO CREATIVO E GESTIONE DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO I - A.A. 2015-2016 EDIZIONE II Presentazione Un Master per i mestieri della cultura Un anno dopo la triennale, con una forte componente professionale,

Dettagli

SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO. Indirizzo: Produzioni industriali e artigianali. Articolazione INDUSTRIA

SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO. Indirizzo: Produzioni industriali e artigianali. Articolazione INDUSTRIA SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO Indirizzo: Produzioni industriali e artigianali Articolazione INDUSTRIA 1 ISTRUZIONE PROFESSIONALE SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO Indirizzo Produzioni Industriali e Artigianali

Dettagli

5.3.1.1.1 Azioni nel campo della formazione professionale e dell informazione

5.3.1.1.1 Azioni nel campo della formazione professionale e dell informazione 5.3.1.1.1 Azioni nel campo della formazione professionale e dell informazione Riferimenti normativi Codice di Misura Articoli 20 (a) (i) e 21 del Reg. (CE) N 1698/2005. Punto 5.3.1.1.1. dell allegato II

Dettagli

5. Iscrizione gratuita da parte di tutte le quattro categorie sopra citate con suddivisione degli iscritti nei tre settori di appartenenza.

5. Iscrizione gratuita da parte di tutte le quattro categorie sopra citate con suddivisione degli iscritti nei tre settori di appartenenza. Brianza Design è un progetto legato ai valori del nostro territorio e alla salvaguardia dell artigianato della Brianza comasca e milanese. L intento è quello di aggregare il comparto dell arredo, nei vari

Dettagli

Produrre in sicurezza e nel rispetto dell ambiente

Produrre in sicurezza e nel rispetto dell ambiente Produrre in sicurezza e nel rispetto dell ambiente ISO 14001 e OHSAS 18001 nuovi traguardi per una raffineria ogni giorno più compatibile, innovativa, responsabile api raffineria di ancona S.p.A. DUE TRAGUARDI

Dettagli

Formazione, consulenza, ricerca e comunicazione. In testa.

Formazione, consulenza, ricerca e comunicazione. In testa. Formazione, consulenza, ricerca e comunicazione. In testa. Formazione, consulenza, ricerca e comunicazione Operiamo a sostegno delle piccole e medie imprese, degli enti pubblici e delle associazioni nella

Dettagli

L ISTANTANEA SUL TUO MERCATO IN NORD AMERICA

L ISTANTANEA SUL TUO MERCATO IN NORD AMERICA L ISTANTANEA SUL TUO MERCATO IN NORD AMERICA 1 Come verificare se un idea commerciale, un prodotto, un modello di vendita possono avere il giusto appeal e una possibilità di successo nel mercato statunitense?

Dettagli

GRAFICA E COMUNICAZIONE VISIVA [GCV]

GRAFICA E COMUNICAZIONE VISIVA [GCV] corso triennale GRAFICA E COMUNICAZIONE VISIVA [GCV] Progetto: Flavia Pellegrini Comunicazione e informazione sono oggi presenze generalizzate e pervasive che caratterizzano ogni aspetto della quotidianità.

Dettagli

Uniamo i punti per disegnare imprese di successo FEDERAZIONE ITALIANA FRANCHISING

Uniamo i punti per disegnare imprese di successo FEDERAZIONE ITALIANA FRANCHISING Uniamo i punti per disegnare imprese di successo FEDERAZIONE ITALIANA FRANCHISING ASSOCIARSI CHI SIAMO STRUMENTI SERVIZI Federazione Italiana Franchising Confesercenti Via Nazionale, 60 00184 Roma T +

Dettagli

DISPORRE DEL CAPITALE UMANO ADEGUATO PER COGLIERE GLI OBIETTIVI DELL AZIENDA

DISPORRE DEL CAPITALE UMANO ADEGUATO PER COGLIERE GLI OBIETTIVI DELL AZIENDA DISPORRE DEL CAPITALE UMANO ADEGUATO PER COGLIERE GLI OBIETTIVI DELL AZIENDA LA FORMAZIONE MANAGERIALE 1. [ GLI OBIETTIVI ] PERCHÉ PROGETTARE E REALIZZARE PERCORSI DI CRESCITA MANAGERIALE E PROFESSIONALE?

Dettagli

La nuova voce del verbo CRM. La soluzione ideale per il marketing e le vendite. A WoltersKluwer Company

La nuova voce del verbo CRM. La soluzione ideale per il marketing e le vendite. A WoltersKluwer Company La nuova voce del verbo CRM La soluzione ideale per il marketing e le vendite A WoltersKluwer Company Player il cliente al centro della nostra attenzione. Player: la Soluzione per il successo nelle vendite,

Dettagli

Teeled S.r.l. PRESENTAZIONE DELLA SOCIETÀ

Teeled S.r.l. PRESENTAZIONE DELLA SOCIETÀ Teeled S.r.l. PRESENTAZIONE DELLA SOCIETÀ Teeled S.r.l. - Sede in Rapallo (GE), Corso Italia n.36/6 C.F. e P.IVA: 01931930992 - Capitale sociale: 10.000,00 - Iscritta presso la C.C.I.A.A. di Genova - R.E.A.446248

Dettagli

ASSOCIAZIONE PICCOLE E MEDIE INDUSTRIE VALTELLINA VALCHIAVENNA. Un partner per crescere

ASSOCIAZIONE PICCOLE E MEDIE INDUSTRIE VALTELLINA VALCHIAVENNA. Un partner per crescere ASSOCIAZIONE PICCOLE E MEDIE INDUSTRIE VALTELLINA VALCHIAVENNA Un partner per crescere API SONDRIO L Associazione Piccole e Medie Industrie di Valtellina e Valchiavenna è una realtà fortemente voluta dagli

Dettagli

Consorzio Nazionale Serramentisti. Insieme per fare la differenza

Consorzio Nazionale Serramentisti. Insieme per fare la differenza Consorzio Nazionale Serramentisti Insieme per fare la differenza Insieme LegnoLegno è un Consorzio Nazionale di servizi per la valorizzazione delle attività imprenditoriali del settore serramento. Il marchio

Dettagli

INFORMATIVA PRIVACY & COOKIE

INFORMATIVA PRIVACY & COOKIE INFORMATIVA PRIVACY & COOKIE Il presente documento sulla privacy policy (di seguito, Privacy Policy ) del sito www.fromac.it (di seguito, Sito ), si conforma alla privacy policy del sito del Garante per

Dettagli

INDICE COME DOVREBBE EVOLVERSI LA NOSTRA STRUTTURA PER RAGGIUNGERE LA NOSTRA VISIONE... 4 IV- LE NOSTRE PRIORITÀ STRATEGICHE...4

INDICE COME DOVREBBE EVOLVERSI LA NOSTRA STRUTTURA PER RAGGIUNGERE LA NOSTRA VISIONE... 4 IV- LE NOSTRE PRIORITÀ STRATEGICHE...4 Consiglio di amministrazione CENTRO DI TRADUZIONE DEGLI ORGANISMI DELL UNIONE EUROPEA STRATEGIA 2008-2012 CT/CA-017/2008IT INDICE I- LA RAISON D ÊTRE DEL CENTRO...3 I-1. LA NOSTRA MISSIONE... 3 I-2. IL

Dettagli

ALLEGATO Dgr n. 1981 del 03/07/2007 pag. 1/5

ALLEGATO Dgr n. 1981 del 03/07/2007 pag. 1/5 giunta regionale 8^ legislatura ALLEGATO Dgr n. 1981 del 03/07/2007 pag. 1/5 1. PREMESSA La Legge n. 40 del 2 aprile 2007 Conversione in legge, con modificazioni, del D.L. 31 gennaio 2007, n. 7, recante

Dettagli

Management dello sviluppo delle gestioni associate comunali

Management dello sviluppo delle gestioni associate comunali Corso di Alta Formazione Management dello sviluppo delle gestioni associate comunali Corso di Alta Formazione Formazione Permanente Milano, 24 ottobre - 29 novembre 2012 In collaborazione con: Finalità

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

MARKETING MANAGEMENT. Master serale. Anno Accademico 2010-2011. Master universitario di primo livello Facoltà di Economia

MARKETING MANAGEMENT. Master serale. Anno Accademico 2010-2011. Master universitario di primo livello Facoltà di Economia MARKETING MANAGEMENT Master serale Anno Accademico 2010-2011 Master universitario di primo livello Facoltà di Economia Presentazione La gestione delle relazioni con i mercati è elemento fondamentale del

Dettagli

Rivolto a tutti gli Istituti Tecnici del Piemonte

Rivolto a tutti gli Istituti Tecnici del Piemonte 2 a EDIZIONE Bando per la partecipazione ad un programma di internship all estero per favorire l occupabilità e la conoscenza di competenze linguistiche specifiche Rivolto a tutti gli Istituti Tecnici

Dettagli

GLI ASPETTI DOGANALI E FISCALI NEL COMMERCIO INTERNAZIONALE. AREA TRANSPORT MANAGEMENT Seminario Specialistico

GLI ASPETTI DOGANALI E FISCALI NEL COMMERCIO INTERNAZIONALE. AREA TRANSPORT MANAGEMENT Seminario Specialistico GLI ASPETTI DOGANALI E FISCALI NEL COMMERCIO INTERNAZIONALE AREA TRANSPORT MANAGEMENT Seminario Specialistico GLI ASPETTI DOGANALI E FISCALI NEL COMMERCIO INTERNAZIONALE L approfondimento intende presentare

Dettagli

Manifesto delle Città Metropolitane italiane

Manifesto delle Città Metropolitane italiane Manifesto delle Città Metropolitane italiane Le aree metropolitane sono il motore delle economie nazionali e hanno un ruolo sempre più rilevante negli scenari economici, sociali e istituzionali globali.

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO CORSO DI DIPLOMA TRIENNALE DI PRIMO LIVELLO IN DESIGN DELLA MODA

REGOLAMENTO DIDATTICO CORSO DI DIPLOMA TRIENNALE DI PRIMO LIVELLO IN DESIGN DELLA MODA REGOLAMENTO DIDATTICO CORSO DI DIPLOMA TRIENNALE DI PRIMO LIVELLO IN DESIGN DELLA MODA ACCADEMIA DELLA MODA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI DIPLOMA TRIENNALE DI PRIMO LIVELLO IN DESIGN DELLA MODA INDICE

Dettagli