Giovanni F, Bignami. EURUSSIA può conquistare Marte p. 173

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Giovanni F, Bignami. EURUSSIA può conquistare Marte p. 173"

Transcript

1 Giovanni F, Bignami EURUSSIA può conquistare Marte p. 173 Non tutti sanno che l onda d urto della caduta del Muro di Berlino spostò l inclinazione orbitale della Stazione Spaziale Internazionale (SSI). Non letteralmente, si capisce, ma a causa sia delle difficoltà della NASA in quegli anni, sia della fama di eccellenza del programma spaziale sovietico. Il tutto condito con geopolitica-foglia-di-fico. E una storia di ieri, interessante in se e utile per capire cosa fare (e non fare) nella politica spaziale dell Europa di domani. Anche perché, dopo il programma Apollo, la SSI è il più grande progetto spaziale dell umanità (soprattutto americana, ma anche europea), con un valore totale finora di più di 100 miliardi di euro. Finito il programma lunare, e svanita, insieme a Von Braun, la possibilità di un razzo nucleare per Marte, l idea di una grande stazione orbitante fu concepita negli anni della guerra fredda, quando le due superpotenze andavano nello spazio in modo rigorosamente indipendente, quasi ostile. Una stazione orbitante USA avrebbe proprio dovuto servire a seppellire l impero del male sovietico sotto il peso della tecnologia statunitense. Aveva cominciato Nixon nel 1975, col programma Shuttle, partito nel 1981 e studiato per portare in orbita, a pezzi, una struttura permanente, appunto una Stazione Spaziale. I falchi di Reagan le avevano poi dato un nome, Freedom, e un orbita inclinata sull equatore di 28, cioè la latitudine di Cape Canaveral, base di partenza dello Shuttle. Ma la NASA si rese subito conto di aver davanti una mission impossible con le sue sole risorse. Durante gli anni 80 e i primi 90, Freedom rimase solo un (costosissimo) progetto di carta e nulla di permanente andò mai sull orbita di 28. Nel frattempo i compagni sovietici, trinariciuti o no, la loro stazione in orbita se l erano fatta. Senza fronzoli, come il loro pragmatico programma spaziale. Fin dal 1986 la stazione Mir era in orbita, come evoluzione della spartanissima pre-stazione Saliut, volata in ben 4 modelli a partire dal 1971.

2 La Mir (in russo, sia pace sia mondo ) fu lanciata con il Proton, gioiello della missilistica di Serghiei Karaliòv, l eroe segreto dello Sputnik. Partì dal cosmodromo dello Sputnik e di Gagarin, cioè Baikonur, in Kazachstan, a 51 latitudine nord. I lanci continuarono fino alla fine 91, quando gli ultimi cosmonauti, partiti sovietici, riuscirono a tornare a terra, ma erano diventati russi. Il programma fu un successo, ma, oltre a parlare russo, era su un orbita inclinata di 51. A questo punto, non solo il muro di Berlino era caduto, ma tutto il mondo era cambiato. Alla NASA non parve vero di poter (finalmente) lavorare con i russi, cosa che da anni più o meno segretamente sognavano. La politica balzò sulla ghiotta occasione. Al Gore e V. Chernomyrdin, nel 1993, firmarono l accordo per fare insieme una SSI. A valle del risultato politico, venne il primo problema tecnico. Per cambiare l inclinazione di un orbita all altra bisogna spendere energia, cioè bruciare una massa di carburante maggiore, magari molto maggiore, di quella necessaria per l orbita originaria. Per di più, la meccanica celeste dice che è più facile aumentare l inclinazione dell orbita (per esempio, da 28 a 51 ) che diminuirla. Insomma, si può passare dall orbita Cape Canaveral all orbita Baikonur, ma il viceversa è inefficiente. L inevitabile scotto da pagare, volendo collaborare con i russi, fu quello di costruire la SSI sull orbita a 51. I lanciatori russi avrebbero avuto la vita facile da Baikonur, lo Shuttle avrebbe dovuto spendere più energia, ma si poteva fare. Ne valeva la pena, pur di avere rapidamente la SSI. Anche se non c era più la vera ragione per farla, cioè l impero del male da distruggere (dettaglio rapidamente scopato sotto il tappeto). Il primo pezzo di SSI, il modulo russo Zaria ( alba in russo), fu lanciato da Baikonur nel I piani, come sempre ottimistici, prevedevano il completamento dell assemblaggio in orbita nel Purtroppo la realtà è ben diversa: la SSI sarà completata, se tutto va bene, l anno prossimo, cioè con ben sette anni di ritardo su un piano previsto di dieci ( 93-03). Non è un successo. Alla fine, dal 98 al 2010, per fare la SSI ci saranno voluti un centinaio di lanci, divisi tra automatici ed abitati. I primi sono finora totalmente russi, soprattutto con il veicolo cargo Progress (36 voli alla SSI fino ad oggi), i secondi saranno divisi circa a metà tra Shuttle (che porta anche molto carico, 28 voli ad oggi) e i veicoli abitati russi Soiuz e TMA, che invece quasi non portano carico. Insomma, senza i russi non avremmo la SSI, anche se per una parte dei lanci russi, soprattutto i più recenti, la NASA ha pagato il conto. Naturalmente, dobbiamo ricordare la partecipazione alla SSI di molte altre nazioni, 16 in totale, in particolare dell Italia e della ESA. L Italia è stata in prima fila nel contribuire alla SSI fin dagli anni 90, sia con elementi strutturali sia con strumentazione scientifica. Una frazione importante del volume abitabile della SSI, per esempio, è stato fatto dagli stabilimenti di Torino della ThalesAlenia Space. Come sempre, i nostri ingegneri e tecnici hanno fatto un lavoro perfetto. La ESA, con partecipazione italiana, ha anch essa contribuito parti importanti della SSI. In particolare, ha costruito il laboratorio Columbus (un cilindro di quasi 7 m. di lunghezza per 4.5 m. di diametro), attualmente attaccato alla SSI, dove vivono e lavorano i nostri astronauti. Forse più importante ancora è stato, per ESA, l invio nel 2008 alla SSI di un Automatic Transfer Vehicle (ATV Jules Verne ). E un cargo di media capacità, per ora non è qualificato al trasporto umano. Anche se nell economia globale della SSI conta poco, farlo ha qualificato l Europa, e la sua base di lancio a Kourou (Guyana Francese): per la prima volta la SSI è stata raggiunta partendo da uno spazioporto diverso da Cape Canaveral o Baikonur. Tra poco, anche i giapponesi, che hanno in

3 orbita sulla SSI il loro grosso laboratorio Kibo (portato dallo Shuttle), prevedono un loro veicolo di trasporto. Ma è ancora da qualificare. Ma, una volta faticosamente costruita, a cosa davvero sarà servito fare la SSI? Quanto la potremo davvero usare? E per farci cosa, esattamente? Domande difficili. La SSI non ha più nulla del significato strategico per la quale era stata immaginata, perché non c è più l impero del male sovietico. Non ha neppure significato militare (anche solo pacifico), sia per il testo dell attuale accordo di costruzione, sia per la sua natura internazionale. Ha forse un significato scientifico? Modesto, anche se non nullo. Comunque non tale da giustificare la enorme spesa, come invece avevano cercato di farci credere da Reagan in poi, provocando la giusta reazione della comunità scientifica mondiale. Per lo meno non con i miei soldi si disse allora e si dice oggi. Deve essere chiaro, cioè, che un giusto investimento per lo sfruttamento scientifico della SSI visto il fait accompli, va fatto. Ma deve essere anche chiaro che la spesa per la SSI non può essere giustificata dalla scienza, né, tanto meno, alla scienza venir messa in conto. La SSI è invece servita, questo sì, come allenamento per il volo umano nello spazio. Finora è stata visitata da parecchie decine di astronauti di molte nazioni diverse, compresi tre italiani. Si tratta però di volo umano a bassa quota, sopra la atmosfera ed in assenza di gravità ma all interno del campo magnetico terrestre. L orbita a 300 km. blocca il flusso di radiazione cosmica che colpisce veicoli e astronauti che lascino la Terra. La differenza è importante, perché la vera difficoltà del volo umano interplanetario, soprattutto di lunga durata, verrà proprio dalla esposizione alle radiazioni cosmiche ionizzanti sia dal Sole sia dallo spazio profondo. Ma, soprattutto, la SSI sarà servita a costruire se stessa. Cioè a insegnare a USA, Russia, Europa e Giappone a sviluppare tantissima tecnologia innovativa, a stimolare una nuova metodica industriale e di collaborazione a livello mondiale. Per di più, è stato un ottimo investimento economico. E costata al contribuente americano 100 miliardi di dollari, cioè, ricordiamolo, la metà di quello che è appena stato speso, in un colpo solo, per salvare la banca di quelli che giocavano sui mutui delle case, la AIG. L Italia ha investito più di miliardo di euro: non tantissimo, ma certo una percentuale significativa del budget della ASI (creata giusto nel 1998). A fronte di questi investimenti, la SSI ha prodotto ricchezza, cioè ricadute, lavoro, sviluppo etc. per almeno tre volte tanto. Questo è dimostrato da studi indipendenti e credibili ed è un punto da ritenere per il futuro. Proprio del futuro dello spazio in Europa e in Russia dobbiamo però adesso preoccuparci. E qui le cose si complicano, perché le idee della comunità spaziale mondiale, NASA in testa, sono poche ma confuse. E un fatto che la SSI, completata l anno prossimo, appena nata starà già morendo. La NASA, infatti, chiude il programma Shuttle tra poco, nel settembre Da allora, per andare sulla SSI ci saranno praticamente solo i due vecchi (ma sempre buoni) veicoli russi: Soyuz per gli astronauti (solo tre, e molto scomodi ) e Progress per cargo, con però meno della metà del carico di uno Shuttle. Anche nella amministrazione Obama, l impressione di sganciamento USA dal futuro della SSI è netta. A partire dal 2016 la NASA non pensa già più di essere coinvolta nella SSI, che perciò tra meno di dieci anni da oggi dovrà essere (costosamente) de-orbitata. Né potremmo pensare di partire dalla SSI per la Luna o per Marte. La Luna e tutti pianeti orbitano vicino ad un piano (detto dell eclittica) che è inclinato di 23 sull equatore. La fretta, il bisogno pratico di aiuto e anche la genuina voglia di fare un grande progetto spaziale con i russi appena caduto il muro, hanno fatto andare gli USA contro la logica spietata della dinamica planetaria. Adesso, la comunità spaziale mondiale ne paga le conseguenze, su diversi piani.

4 Primo, appunto, non potremmo usare la SSI come base per l esplorazione umana della Luna e/o di Marte. E sull orbita sbagliata e non ha la struttura adatta: costruita come un laboratorio, non può diventare un cantiere navale spaziale. Invece proprio di un cantiere in orbita il mondo avrebbe adesso bisogno. Secondo, e non meno importante, dopo la SSI non esistono piani a medio-lungo termine di collaborazione spaziale con i russi. E, ripetiamolo, la SSI finisce domani sulla scala dei tempi dei progetti spaziali. E dopo, cosa faranno i russi? Riprenderanno ad andare da soli? E noi, vogliamo buttar via le loro risorse e la loro immensa esperienza? Sarebbe sbagliato. Questa sembra essere l idea della NASA che, per ritornare sulla Luna, propone il progetto Constellation, a causa delle cui dimensioni deve, da subito, abbandonare la SSI. E, finora, un progetto ancorato allo spirito isolazionista di Bush: a parole si dice di volere una collaborazione con Europei e russi, di fatto relegati in ruoli del tutto marginali ed insoddisfacenti. Constellation, in realtà, non interessa al di fuori degli USA. Definito dall ex amministratore della NASA Mike Griffin come Apollo on steroids, è un altra impresa fine solo a se stessa, o al massimo per essere sulla Luna ad accogliere i Cinesi. Dal punto di vista della comunità scientifica, che ha ripetutamente analizzato la cosa con buona volontà, la scienza che si potrà fare sulla Luna non giustifica neanche lontanamente la spesa. Amaramente, si dice che l unica cosa positiva di Constellation è che farà sembrare noccioline (peanuts) il costo della SSI. Né si può seriamente pensare a fantascientifiche miniere lunari, tanto meno al famigerato elio 3, una vergognosa bufala. E per quanto riguarda una base abitata, essa sarebbe interamente sotterranea (per via delle radiazioni), e fine a se stessa. Per farla e mantenerla, sarebbe necessario un lancio tipo Apollo alla settimana, per anni, con un costo inimmaginabile. Per di più, con una probabilità molto alta di incidenti mortali, oggi non tollerabili: non c è più l ex-nazista Von Braun, che fece prendere ai suoi astronauti rischi oggi impensabili. Infine, partire dalla Luna per Marte sarebbe un clamoroso spreco di energia. Lo vede chiunque pensi ai motori e carburante per la frenata all atterraggio sulla Luna (che non ha atmosfera, quindi niente paracadute) ed per la susseguente accelerazione, necessaria per lasciare la Luna stessa. A me, personalmente, Mike Griffin, disse, piuttosto seccato, di non aver mai detto o pensato uno schema del genere, implicitamente scaricandone la responsabilità all ufficio del presidente Bush. Ma quando posi la stessa domanda a John Marburger, consigliere scientifico della Casa Bianca, mi disse, letteralmente, che era stato un errore dello speechwriter del presidente. Impariamo che la volontà populista di vendere un progetto difficile da giustificare fa fare errori catastrofici. Paradossalmente, invece, lo spazio post-ssi, con gli USA che vanno sostanzialmente da soli sulla Luna, apre una nuova grande possibilità di collaborazione tra l Europa e i russi. E uno scenario a visione lunga, basato sulla costruzione di un cantiere navale sull orbita giusta, quella adatta al viaggio interplanetario (compresa la Luna), cioè vicina all equatore. Ripetiamo che l Europa ha un eccellente spazioporto a Kourou, nella Guyana francese, a 5 di latitudine nord. Da Kourou decolla uno dei razzi migliori e più potenti del mondo, Ariane 5. La sua capacità di trasporto, in orbita bassa, è già paragonabile a quella dello Shuttle, e destinata a migliorare. Con uno sforzo modesto, potrebbe essere qualificato per il volo umano. In più, da Kourou partirà il razzo russo Soyuz (omonimo della navicella), collaudatissimo e relativamente poco costoso. Insieme con i russi, da Kourou sarebbe certamente possibile costruire una semplice infrastruttura orbitante, destinata al montaggio di navi spaziali per Luna e spazio profondo. I russi hanno già

5 veicoli per il trasporto di equipaggi, sono pronti per costruirne una seconda generazione e la ESA ha un ottimo ATV, già testato, che potrebbe essere completato per il trasporto umano. In parallelo allo sviluppo del cantiere in orbita, la collaborazione Europa- Russia (ma con la partecipazione di chiunque fosse interessato, primi fra tutti gli USA) potrebbe sviluppare il motore a propulsione nucleare necessario per il trasporto spaziale fino a Marte. Qui l Italia, grazie ad una idea di Carlo Rubbia, finora solo parzialmente sviluppata da ASI, si trova in una posizione privilegiata. Con un efficiente sistema di trasporto di persone e materiale e con una infrastruttura in orbita equatoriale bassa sarà possibile iniziare il montaggio di una nave spaziale nucleare, portata da terra in segmenti inerti, in perfetta sicurezza e rispetto dell ambiente. Europa e Russia, insieme, potrebbero così fare da traino all unico progetto spaziale di grande calibro del 21 secolo. E una idea enorme, che rivela progressivamente la sua complessità solo a chi la studia a fondo. Il costo? Minimo 500 miliardi di euro (massimo un trilione), spalmato diciamo su 50 anni. Va al di là di Europa e Russia, che, per farlo da sole, dovrebbero raddoppiare il loro budget spaziale. Nella visione di cui sopra, invece, farebbero solo da catalizzatori, a far coagulare un progetto globale. Diviso per il numero di abitanti del pianeta, sarebbero 100 euro ciascuno da versare in 50 anni. E tanto? È poco? Penso al trilione dello stimulus, inventato dal nulla per contrastare una crisi finanziaria assurda e artificiale. Penso invece che da un trilione nello spazio avremmo un ritorno di almeno triplo in lavoro e tecnologia. E per di più, alla fine, saremo stati su Marte. Abbiamo parlato della storia della SSI, un passato che non tornerà mai più, e poi del futuro della esplorazione umana dello spazio profondo, cioè della sfida più difficile per la ricerca spaziale. E senz altro quella dove l Europa ha più da guadagnare da un futuro con con la Russia. Ma è solo una delle dimensioni possibili in una collaborazione spaziale Europa-Russia. Tradizionalmente, le altre grandi dimensioni dei programmi spaziali sono scientifiche e applicative. Sui programmi scientifici è, da sempre, facile collaborare. Gli scienziati parlano la stessa lingua, pensano allo stesso modo e sanno tutti pungolare le rispettive industrie a inventare cose un po strane e forse inutili oggi, ma economicamente interessanti domani. Lo sforzo di collaborazione estovest nella scienza spaziale, poi, vanta una grande tradizione, favorita dalle Nazioni Unite fin dai tempi dello Sputnik, in piena guerra gelidissima. Dal 1959, infatti, esiste il COSPAR (Committee on Space Research), una organizzazione mondiale che continua ad avere molto successo nel superare le difficoltà politiche e nel costruire collaborazione spaziale. Tra Europa e Russia abbiamo da tempo una tradizione consolidata in astronomia, nello studio del sistema solare, in biomedicina e molto altro. Personalmente, ho cominciato a fare astronomia dallo spazio con Mosca nel 1981, sopravvivendo felicemente al cupo periodo Briezniev-Andropov-Cernienka fino alla attuale deregulation putiniana, dominata da cash on the barrel. Certamente, ESA avrebbe molto da guadagnare dall accogliere la Russia tra i suoi membri cominciando dai programmi scientifici. Magari partendo dallo stato di paese osservatore, come è attualmente il Canada. Uno dei grandi programmi scientifici ESA in corso, il progetto Integral (dove l Italia ha una posizione di grande rilievo), fu lanciato nel 2002 dal razzo russo Proton, che portò in orbita il telescopio gamma da 4 tonnellate in cambio di partecipazione russa alla scienza della missione. Ovvio che la flotta dei lanciatori russi, per affidabilità e prezzi, sia di grande interesse. Si tratta di curarne la commercializzazione senza penalizzare l industria europea. La filiera francese CNES-

6 Arianespace-STARSEM è riuscita a farlo ed a posizionare la ESA in modo privilegiato, o almeno ha cominciato in quella direzione. Ecco un altra, formidabile ragione di collaborazione. E per una apertura di negoziati sull ingresso graduale della Russia in ESa anche nel campo dei lanciatori. I programmi spaziali applicativi vanno da quelli di osservazione della Terra (che possono anche essere scientifici), alle trasmissioni, al posizionamento-navigazione etc., fino ai veri e propri sistemi integrati spazio-suolo, oggi i più interessanti. In questo campo la collaborazione è molto più difficile, per gli importanti interessi commerciali (e talvolta politico-militari) in gioco. L Europa (EU+ESA) finalmente costruisce GALILEO, il suo sistema di navigazione satellitare indipendente, dopo una lunga battaglia con gli USA, che non volevano mollare il loro monopolio occidentale del GPS. I russi hanno un loro sistema, GLONASS, già operativo. Bisognerebbe cercare un accordo difficile, in un campo reso aggressivo dalle società di gestione e offerta di servizi in competizione serrata all interno dell Europa. Per di più, si tratta di un campo nel quale l Europa ha, poco da imparare dalla esperienza spaziale russa. E chiaro, insomma, che una collaborazione Europa-Russia sui programmi di applicazioni, e quindi il vero ingresso della Russia in ESA, potrà avvenire solo in un secondo tempo. Ma è anche chiaro che esplorazione umana, scienza e lanciatori sono già argomenti per aprire un serio negoziato con la Russia nell immediato futuro. Una ottima occasione, purtroppo, è appena stata persa. L Italia aveva la presidenza della ultima conferenza ministeriale della ESA, tenutasi nel novembre scorso a L Aia. Un privilegio che all Italia mancava da 35 anni, ottenuto da ASI nell interregno governativo del febbraio-marzo Il Ministro che poi si trovò ad andare all Aia avrebbe dovuto sfruttare questa sua posizione privilegiata per lanciare lo studio concreto di collaborazione ESA-Russia, un idea innovativa e ricca di sviluppi industriali. Magari sottolineando che i Russi, anche se in grave crisi demografica, sono un importante paese europeo, che vede il suo futuro unicamente in un legame più stretto con l Europa, soprattutto dopo la fine dell impero sovietico. Ricordo una mia visita ufficiale in Russia. Avevo portato con me, inevitabilmente, il capo delle relazioni esterne con i paesi extra-europei, solo per scoprire che proprio questo aveva seriamente preoccupato i russi, che me lo avevano discretamente fatto capire. Fu una lezione importante, mi sembra, purtroppo, andata perduta. L ASI attuale si è appiattita, per volere del governo Berlusconi, sul ruolo di mero finanziatore di Finmeccanica. Non mostra una visione sufficiente per andare al di là di programmi nazionali, dejà vu ma di sicuro incasso, per provare invece a trainare una virtuosa collaborazione Europa-Russia su programmi di grande respiro. All Europa, soprattutto alla UE, invece, è già ben chiaro che un piano a lungo termine per investimenti spaziali che rendano, ma che facciano anche sognare, è proprio la ricetta necessaria non solo per uscire dalla crisi, ma anche per tenere il passo a livello mondiale nella civiltà della conoscenza e della innovazione tecnologica.

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

Esplorazione dello spazio: il ruolo dell Europa. Bozza provvisoria

Esplorazione dello spazio: il ruolo dell Europa. Bozza provvisoria Bozza provvisoria UMBERTO GUIDONI, Deputato al Parlamento europeo. Intanto ringrazio rapidamente il ministro, il presidente e tutto il gruppo del VAST, che ha avuto la sensibilità di organizzare questo

Dettagli

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

"Gli Elementi del Successo" non sono per Tutti. Sono per te?

Gli Elementi del Successo non sono per Tutti. Sono per te? "Gli Elementi del Successo" non sono per Tutti. Sono per te? Stiamo cercando persone che possano avere successo nel MLM. Come abbiamo fatto noi. E come vogliamo fare ancora quando c'è il "business perfetto

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

Economia debole, profitti deboli. -Il 2012 si prospetta ancora più duro-

Economia debole, profitti deboli. -Il 2012 si prospetta ancora più duro- NOTIZIE n 42 Economia debole, profitti deboli -Il 2012 si prospetta ancora più duro- 20 settembre 2011 (Singapore) - La IATA (l Associazione internazionale del trasporto aereo) ha annunciato un aggiornamento

Dettagli

L economia: i mercati e lo Stato

L economia: i mercati e lo Stato Economia: una lezione per le scuole elementari * L economia: i mercati e lo Stato * L autore ringrazia le cavie, gli alunni della classe V B delle scuole Don Milanidi Bologna e le insegnati 1 Un breve

Dettagli

Convegno Rapporti dall Europa

Convegno Rapporti dall Europa Spunti per l intervento dell On. Sandro Gozi Premio Grinzane Cavour Convegno Rapporti dall Europa Saluto augurale dell On. Sandro Gozi Giovedì 27 settembre 2007 Torino 1 Nel marzo scorso, l Europa ha festeggiato

Dettagli

Come Lavorare in Rugbystories.it

Come Lavorare in Rugbystories.it Come Lavorare in Rugbystories.it Una guida per i nuovi arrivati IL PUNTO DI PARTENZA PER I NUOVI ARRIVATI E UN PUNTO DI RITORNO PER CHI NON RICORDA DA DOVE E ARRIVATO. 1 Come Lavorare in Rugbystories.it

Dettagli

LA FATTURA ELETTRONICA di Giuliano Marrucci

LA FATTURA ELETTRONICA di Giuliano Marrucci LA FATTURA ELETTRONICA di Giuliano Marrucci FUORI CAMPO Luca Richelli insegna informatica musicale al conservatorio di Verona. E siccome di informatica ci capisce, quando a fine corso ha dovuto fare la

Dettagli

BG Ingénieurs Conseil, Ginevra

BG Ingénieurs Conseil, Ginevra BG Ingénieurs Conseil, Ginevra Diego Salamon, datore di lavoro Su incarico dell AI la Cadschool, istituto di formazione per la pianificazione e l illustrazione informatica, ci ha chiesto se potevamo assumere

Dettagli

La cenerentola di casa

La cenerentola di casa La cenerentola di casa Audrina Assamoi LA CENERENTOLA DI CASA CABLAN romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Audrina Assamoi Tutti i diritti riservati Questa storia è dedicata a tutti quelli che

Dettagli

SEGRETO N.2 Come usare l'effetto leva per ritorni del 100%

SEGRETO N.2 Come usare l'effetto leva per ritorni del 100% SEGRETO N.2 Come usare l'effetto leva per ritorni del 100% Risparmiare in acquisto è sicuramente una regola fondamentale da rispettare in tutti i casi e ci consente di ottenere un ritorno del 22,1% all

Dettagli

Come Creare un Guadagno Extra nel 2013

Come Creare un Guadagno Extra nel 2013 Come Creare un Guadagno Extra nel 2013 Tempo di lettura: 5 minuti Marco Zamboni 1 Chi sono e cos è questo Report Mi presento, mi chiamo Marco Zamboni e sono un imprenditore di Verona, nel mio lavoro principale

Dettagli

La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri

La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri Alberto Majocchi La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri Dato che sono del tutto incompetente sul tema oggetto dell incontro odierno, sono

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione?

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? Nasce nel 1997 per volontà di cittadini stranieri e italiani, come associazione

Dettagli

INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012

INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012 INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012 Si può essere quotati in Borsa e avere un ottica di lungo periodo? E come recuperare un merito creditizio

Dettagli

IL POLO DELLA DISCORDIA

IL POLO DELLA DISCORDIA IL POLO DELLA DISCORDIA Illustrazione di Matteo Pericoli 2001 Cliente. Buongiorno. Sono venuto a ritirare i biglietti per il «Viaggio Avventura» al Polo Nord. Agente di viaggio. (Silenzio imbarazzato.)

Dettagli

L EUROPA NELLO SPAZIO O UNO SPAZIO PER L EUROPA? GIOVANNI FABRIZIO BIGNAMI GABRIELLA ARRIGO

L EUROPA NELLO SPAZIO O UNO SPAZIO PER L EUROPA? GIOVANNI FABRIZIO BIGNAMI GABRIELLA ARRIGO ARTICOLI E SAGGI L EUROPA NELLO SPAZIO O UNO SPAZIO PER L EUROPA? GIOVANNI FABRIZIO BIGNAMI GABRIELLA ARRIGO 1. Lo spazio come strumento di politica estera.- A qualcuno sembrerà strano che un articolo

Dettagli

La crisi del sistema. Dicembre 2008 www.quattrogatti.info

La crisi del sistema. Dicembre 2008 www.quattrogatti.info La crisi del sistema Dicembre 2008 www.quattrogatti.info Credevo avessimo solo comprato una casa! Stiamo vivendo la più grande crisi finanziaria dopo quella degli anni 30 La crisi finanziaria si sta trasformando

Dettagli

... La Campania la Cambi mo d vvero con una nuova Regione!

... La Campania la Cambi mo d vvero con una nuova Regione! ... La Campania la Cambimo dvvero con una nuova Regione! La Campania la CambiAmo davvero con una nuova Regione E' finito il tempo della Regione concepita come un posto di potere, che gestisce soldi e poltrone.

Dettagli

Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso della mia vita è studiare.

Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso della mia vita è studiare. 1.1. Ognuno di noi si può porre le stesse domande: chi sono io? Che cosa ci faccio qui? Quale è il senso della mia esistenza, della mia vita su questa terra? Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

PIANO JUNCKER: ECCO COSA PENSA LA STAMPA ESTERA

PIANO JUNCKER: ECCO COSA PENSA LA STAMPA ESTERA a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia Berlusconi Presidente Il Popolo della Libertà 839 PIANO JUNCKER: ECCO COSA PENSA LA STAMPA ESTERA 28 novembre 2014 EXECUTIVE SUMMARY

Dettagli

Grande Depressione e Grande Recessione: una prospettiva storica. Lezione 16_2 Mauro Rota mauro.rota@uniroma1.it

Grande Depressione e Grande Recessione: una prospettiva storica. Lezione 16_2 Mauro Rota mauro.rota@uniroma1.it Grande Depressione e Grande Recessione: una prospettiva storica Lezione 16_2 Mauro Rota mauro.rota@uniroma1.it Il Quadro attuale Anche prima della crisi le economie europee avevano bassi tassi di crescita

Dettagli

Se analizziamo quel segnale luminoso possiamo capire parecchie cose sulla sorgente che lo ha emesso (che si chiama sorgente luminosa).

Se analizziamo quel segnale luminoso possiamo capire parecchie cose sulla sorgente che lo ha emesso (che si chiama sorgente luminosa). Ciao a tutti! Il segnale che arriva, sotto forma di luce visibile, è quello che permette di studiare quei puntini luminosi che vediamo in cielo la notte. Se analizziamo quel segnale luminoso possiamo capire

Dettagli

Siamo a novembre, la bella stagione è terminata. Sarebbe bello se fosse così semplice, Se possiedi un albergo, un hotel, un B&B,

Siamo a novembre, la bella stagione è terminata. Sarebbe bello se fosse così semplice, Se possiedi un albergo, un hotel, un B&B, Siamo a novembre, la bella stagione è terminata. Hai lavorato tanto e adesso ti si prospettano diversi mesi in cui potrai rilassarti in vista della prossima estate. Sarebbe bello se fosse così semplice,

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 44 Seduta del 28 settembre 2006 IL CONSIGLIO COMUNALE VISTI i verbali delle sedute del 12.06.06 (deliberazioni n. 23, 24, 25, 26, 27), del 4.07.2006 (deliberazioni

Dettagli

CADERE SETTE VOLTE...RIALZARSI OTTO

CADERE SETTE VOLTE...RIALZARSI OTTO CADERE SETTE VOLTE...RIALZARSI OTTO Dal fallimento al successo La storia di un uomo che affronta la vita, estratto del libro in anteprima È il 1990: ho 42 anni e sono praticamente fallito. Sono con l acqua

Dettagli

Workshop al Liceo Scientifico G. Galilei sulla Globalizzazione e Fraternità

Workshop al Liceo Scientifico G. Galilei sulla Globalizzazione e Fraternità Workshop al Liceo Scientifico G. Galilei sulla Globalizzazione e Fraternità Il 6 dicembre 2013, grazie alla collaborazione tra il Liceo Scientifico G. Galilei e L Associazione AMU-Azione per un Mondo Unito

Dettagli

Giovanna Quadri ROCCONTI

Giovanna Quadri ROCCONTI Racconti Giovanna Quadri ROCCONTI Paura e coraggio. Queste donne con il loro coraggio, il loro amore, nella società e nel farsi prossimo, hanno vinto il male con il bene. La giustizia a trionfato. però

Dettagli

Il venditore di successo deve essere un professionista competente,

Il venditore di successo deve essere un professionista competente, Ariel SIGNORELLI A vete mai ascoltato affermazioni del tipo: sono nato per fare il venditore ; ho una parlantina così sciolta che quasi quasi mi metto a vendere qualcosa ; qualcosa ; è nato per vendere,

Dettagli

Colloquio di vendita GRUPPO TELECOM ITALIA. La gioia di vendere

Colloquio di vendita GRUPPO TELECOM ITALIA. La gioia di vendere Colloquio di vendita GRUPPO TELECOM ITALIA La gioia di vendere Il nostro processo comunicativo 1) 2) 3) 4) 5) 6) 7) 8) 9) 10) Presentazione Personale Feeling Motivo dell'incontro Conferma consulenza Analisi

Dettagli

Amministrazione federale delle dogane (AFD), Basilea

Amministrazione federale delle dogane (AFD), Basilea Amministrazione federale delle dogane (AFD), Basilea Enzo De Maio, datore di lavoro Nella mia funzione di case manager e consulente HR della Direzione generale delle dogane, ho ricevuto una comunicazione

Dettagli

I CAMBIAMENTI CLIMATICI E LO SVILUPPO DELLE ENERGIE RINNOVABILI

I CAMBIAMENTI CLIMATICI E LO SVILUPPO DELLE ENERGIE RINNOVABILI I CAMBIAMENTI CLIMATICI E LO SVILUPPO DELLE ENERGIE RINNOVABILI Ing. Manlio Palmarocchi STES SONO ANNI CHE STES, SULLA BASE DELLE INFORMAZIONI E DEI RISULTATI CHE ARRIVANO DALL ONU ATTRAVERSO L IPCC, UNO

Dettagli

www.internetbusinessvincente.com

www.internetbusinessvincente.com Come trovare nuovi clienti anche per prodotti poco ricercati (o che necessitano di essere spiegati per essere venduti). Raddoppiando il numero di contatti e dimezzando i costi per contatto. Caso studio

Dettagli

La Sagrada Famiglia 2015

La Sagrada Famiglia 2015 La Sagrada Famiglia 2015 La forza che ti danno i figli è senza limite e per fortuna loro non sanno mai fino in fondo quanto sono gli artefici di tutto questo. Sono tiranni per il loro ruolo di bambini,

Dettagli

Scheda 4 «Mobilità sostenibile» LA SOSTENIBILITÀ ECONOMICA DELLA MOBILITÀ. GREEN JOBS Formazione e Orientamento

Scheda 4 «Mobilità sostenibile» LA SOSTENIBILITÀ ECONOMICA DELLA MOBILITÀ. GREEN JOBS Formazione e Orientamento Scheda 4 «Mobilità sostenibile» LA SOSTENIBILITÀ ECONOMICA DELLA MOBILITÀ GREEN JOBS Formazione e Orientamento Il tema della mobilità sostenibile può essere visto da un particolare punto di vista cioè

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

Giornata di studio su alcuni temi di interesse per i Comuni

Giornata di studio su alcuni temi di interesse per i Comuni LUIGI PEDRAZZINI Dipartimento delle istituzioni Giornata di studio su alcuni temi di interesse per i Comuni Rivera, 27. ottobre 2005 Attenzione: fa stato l intervento pronunciato in sala. A dipendenza

Dettagli

Trasporto pubblico, servono 40 mld per colmare il gap con gli altri paesi Ue

Trasporto pubblico, servono 40 mld per colmare il gap con gli altri paesi Ue Rassegna Stampa del 3 aprile 2015 Trasporto pubblico, servono 40 mld per colmare il gap con gli altri paesi Ue E' QUANTO EMERGE DALL ANALISI CONDOTTA A LIVELLO MONDIALE DALLA SOCIETÀ GLOBALE DI CONSULENZA

Dettagli

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ENRICO LETTA IN CONFERENZA STAMPA

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ENRICO LETTA IN CONFERENZA STAMPA DEBITI P.A. decreto del fare Di Emanuele Bellano PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ENRICO LETTA IN CONFERENZA STAMPA L impegno che il Ministero dell Economia in particolare sta attuando con grande determinazione

Dettagli

Abolire la povertà, un dovere per l Europa di domani

Abolire la povertà, un dovere per l Europa di domani Abolire la povertà, un dovere per l Europa di domani 20 maggio 2014 di Anthony Barnes Atkinson (*) La Stampa 19.5.14 Il grande economista inglese Anthony Atkinson rilancia il progetto di un reddito-base

Dettagli

Non ho idea se è la prima volta che vedi un mio prodotto oppure se in passato le nostre strade si sono già incrociate, poco importa

Non ho idea se è la prima volta che vedi un mio prodotto oppure se in passato le nostre strade si sono già incrociate, poco importa Benvenuto/a o bentornato/a Non ho idea se è la prima volta che vedi un mio prodotto oppure se in passato le nostre strade si sono già incrociate, poco importa Non pensare di trovare 250 pagine da leggere,

Dettagli

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente Una tecnica di Persuasore Segreta svelata dal sito www.persuasionesvelata.com di Marcello Marchese Copyright 2010-2011 1 / 8 www.persuasionesvelata.com Sommario

Dettagli

La Torino Lione esiste già, perché farne un altra?

La Torino Lione esiste già, perché farne un altra? Un doppione inutile La Torino Lione esiste già, perché farne un altra? Tra Francia e Italia esiste ed è attiva una ferrovia elettrificata a doppio binario, continuamente ammodernata negli anni con ingenti

Dettagli

So quello che voglio! Compro quello che voglio!

So quello che voglio! Compro quello che voglio! So quello che voglio! Compro quello che voglio! Le persone con disturbi dell apprendimento hanno la capacità di scegliere i loro servizi di assistenza. Questo libricino è scritto in modo che sia facile

Dettagli

Tecnologie Spaziali per la Sicurezza del Territorio

Tecnologie Spaziali per la Sicurezza del Territorio RUSSIA E OLTRE - RELAZIONI ECONOMICHE ED EQUILIBRI POLITICI RUSSIA: HIGH TECH ED ENERGIA, LE STRATEGIE E LE REGOLE Pavia 9 Ottobre 2009 Tecnologie Spaziali per la Sicurezza del Territorio L. Zucconi Amministratore

Dettagli

Sulla disoccupazione, tuttavia, ci sarebbe qualcosa da aggiungere. In questi giorni sentiamo ripetere, dai giornali e dalle tv, che il tasso di

Sulla disoccupazione, tuttavia, ci sarebbe qualcosa da aggiungere. In questi giorni sentiamo ripetere, dai giornali e dalle tv, che il tasso di ECONOMIA Disoccupazione mai così alta nella storia d Italia La serie storica dell Istat si ferma al 1977, ma guardando i dati del collocamento e i vecchi censimenti si scopre che nella crisi del 1929 e

Dettagli

NICOLETTA MARASCHIO Presidente dell Accademia della Crusca. Intervento fuori programma

NICOLETTA MARASCHIO Presidente dell Accademia della Crusca. Intervento fuori programma NICOLETTA MARASCHIO Presidente dell Accademia della Crusca Intervento fuori programma Buona sera. Grazie a Giovanni Puglisi che mi ha dato la parola. La mia è una voce diversa da tutte quelle che mi hanno

Dettagli

Come Creare un Guadagno Extra nel 2013

Come Creare un Guadagno Extra nel 2013 Come Creare un Guadagno Extra nel 2013 Tempo di lettura: 5 minuti Marco Zamboni 1 Chi sono e cos è questo Report Mi presento, mi chiamo Marco Zamboni e sono un imprenditore di Verona, nel mio lavoro principale

Dettagli

ITALIA S.P.A. uno Stato Patologico Avanzato in vendita di Gianni Cavinato L Italia è in vendita! Noi no!!!

ITALIA S.P.A. uno Stato Patologico Avanzato in vendita di Gianni Cavinato L Italia è in vendita! Noi no!!! ITALIA S.P.A. uno Stato Patologico Avanzato in vendita di Gianni Cavinato L Italia è in vendita! Noi no!!! A comprare il nostro Paese sono pronte le maggiori istituzioni finanziarie internazionali che,

Dettagli

OLIMPIA ARMANI JEANS MILANO

OLIMPIA ARMANI JEANS MILANO OLIMPIA ARMANI JEANS MILANO HEAD COACH ATTILIO CAJA DIFESA SUL PICK AND ROLL Nell analizzare le tendenze offensive delle squadre avversarie ci siamo resi conto di come una grandissima percentuale degli

Dettagli

IL COLLOCAMENTO MIRATO TRA OBBLIGO E OPPORTUNITÀ

IL COLLOCAMENTO MIRATO TRA OBBLIGO E OPPORTUNITÀ IL COLLOCAMENTO MIRATO TRA OBBLIGO E OPPORTUNITÀ Convegno sull inserimento lavorativo delle persone con disabilità: iniziative, servizi, esperienze e riflessioni Esperienze aziendali tratte dal video prodotto

Dettagli

C O M E U S A R E FACEBOOK ADS 7 E R R O R I D A P R I M A D I C R E A R E Q U A L S I A S I A N N U N C I O

C O M E U S A R E FACEBOOK ADS 7 E R R O R I D A P R I M A D I C R E A R E Q U A L S I A S I A N N U N C I O C O M E U S A R E FACEBOOK ADS 7 E R R O R I D A P R I M A D I C R E A R E Q U A L S I A S I A N N U N C I O Ciao sono Alessio Giampieri, web marketer e consulente da 5 anni. Ho scritto questa guida con

Dettagli

TRANSATLANTIC TRENDS - ITALY

TRANSATLANTIC TRENDS - ITALY TRANSATLANTIC TRENDS - ITALY D.1 Per il futuro dell Italia Lei ritiene che sia meglio partecipare attivamente agli affari internazionali o rimanerne fuori? - Partecipare attivamente - Rimanerne fuori D.2

Dettagli

Giornalismo investigativo strumento di verità

Giornalismo investigativo strumento di verità colophon editore delos store Ordinaria Follia a cura di ARIANNA E SELENA MANNELLA Giornalismo investigativo strumento di verità di ARIANNA E SELENA MANNELLA Oggi il problema non è la mancanza di informazione

Dettagli

La grande disuguaglianza? Oxfam Italia Elisa Bacciotti 13 maggio 2014

La grande disuguaglianza? Oxfam Italia Elisa Bacciotti 13 maggio 2014 La grande disuguaglianza? Oxfam Italia Elisa Bacciotti 13 maggio 2014 Una emergenza? L estrema diseguaglianza economica, rapidamente crescente, è stata citata dal World Economic Forum s Global Risk Report

Dettagli

Ciao!! Un cielo stellato così come lo puoi vedere con i tuoi occhi. Il cielo visto da un potente telescopio molto lontano dalle città

Ciao!! Un cielo stellato così come lo puoi vedere con i tuoi occhi. Il cielo visto da un potente telescopio molto lontano dalle città 1 Ciao!! Quando guardi il cielo ogni volta che si fa buio, se è sereno, vedi tanti piccoli punti luminosi distribuiti nel cielo notturno: le stelle. Oggi si apre l immaginario Osservatorio per guardare...

Dettagli

GIORGIO MOTTOLA Chiedo scusa, io avevo preso il biglietto ad Alta Velocità per il treno delle 14.20. Posso prendere questo?

GIORGIO MOTTOLA Chiedo scusa, io avevo preso il biglietto ad Alta Velocità per il treno delle 14.20. Posso prendere questo? IL BIGLIETTO INFLESSIBILE di Giorgio Mottola CLAUDIA DI PASQUALE Tutto si gioca sull Alta Velocità. Intanto i pendolari si devono arrangiare perché sembra che non interessino a nessuno. Ma i passeggeri

Dettagli

Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo

Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo di Redazione Sicilia Journal - 09, ott, 2015 http://www.siciliajournal.it/il-trailer-di-handy-sbarca-al-cinema-una-mano-protagonista-sul-grandeschermo/

Dettagli

Codici Numerici. Modifica dell'informazione. Rappresentazione dei numeri.

Codici Numerici. Modifica dell'informazione. Rappresentazione dei numeri. Codici Numerici. Modifica dell'informazione. Rappresentazione dei numeri. A partire da questa lezione, ci occuperemo di come si riescono a codificare con sequenze binarie, quindi con sequenze di 0 e 1,

Dettagli

In Africa muoiono milioni di persone a causa della mancanza di cibo.

In Africa muoiono milioni di persone a causa della mancanza di cibo. Pensieri.. In Africa muoiono milioni di persone a causa della mancanza di cibo. Simone Per me non è giusto che alcune persone non abbiano il pane e il cibo che ci spettano di diritto. E pensare che molte

Dettagli

Intervento del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, Corrado Clini

Intervento del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, Corrado Clini Intervento del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, Corrado Clini Grazie, vi ringrazio molto di avermi invitato. Come Ministro dell Ambiente ho tratto più di uno stimolo dalla

Dettagli

SERVIZIO CIVILE: GIOVANI PER UN ITALIA SOLIDALE ROMA 2 GIUGNO 2015 - CAMERA DEI DEPUTATI

SERVIZIO CIVILE: GIOVANI PER UN ITALIA SOLIDALE ROMA 2 GIUGNO 2015 - CAMERA DEI DEPUTATI IL SOTTOSEGRETARIO DI STATO SERVIZIO CIVILE: GIOVANI PER UN ITALIA SOLIDALE ROMA 2 GIUGNO 2015 - CAMERA DEI DEPUTATI INTERVENTO ON.LE BOBBA On. Presidente Boldrini, signori Ministri e membri del Governo,

Dettagli

IL BUDGET 06 IL BUDGET DELLE VENDITE: REDDITIVITÁ - VOLUMI - FABBISOGNI & SIMULAZIONI

IL BUDGET 06 IL BUDGET DELLE VENDITE: REDDITIVITÁ - VOLUMI - FABBISOGNI & SIMULAZIONI IL BUDGET 06 IL BUDGET DELLE VENDITE: REDDITIVITÁ - VOLUMI - FABBISOGNI & SIMULAZIONI Eccoci alla puntata finale del percorso di costruzione di un budget annuale: i visitatori del nostro sito www.controllogestionestrategico.it

Dettagli

SENZA PAROLE. Illustrazione di Matteo Pericoli 2001

SENZA PAROLE. Illustrazione di Matteo Pericoli 2001 SENZA PAROLE Illustrazione di Matteo Pericoli 2001 Agente di viaggio. Vedo che ha deciso per la Transiberiana. Ottima scelta. Un viaggio difficile, ma che le darà enormi soddisfazioni. Cliente. Mi preoccupa

Dettagli

Progetto costo I. O. I.A. A 5 9 4 B 8 15 9 C 4 3 3 D 9 7 1

Progetto costo I. O. I.A. A 5 9 4 B 8 15 9 C 4 3 3 D 9 7 1 Tecniche di Valutazione Economica Processo di aiuto alla decisione lezione 13.04.2005 Modello di valutazione Dobbiamo riuscire a mettere insieme valutazioni che sono espresse con dimensioni diverse. Abbiamo

Dettagli

STORIA. La guerra fredda. L Europa divisa. Gli Stati Uniti. il testo:

STORIA. La guerra fredda. L Europa divisa. Gli Stati Uniti. il testo: 01 L Europa divisa La seconda guerra mondiale provoca (fa) grandi danni. Le vittime (i morti) sono quasi 50 milioni. L Unione Sovietica è il Paese con più morti (20 milioni). La guerra con i bombardamenti

Dettagli

COME RISPARMIARE IL 20% ED OLTRE DEL TUO CARBURANTE

COME RISPARMIARE IL 20% ED OLTRE DEL TUO CARBURANTE COME RISPARMIARE IL 20% ED OLTRE DEL TUO CARBURANTE Senza cambiare benzinaio, percorsi o abitudini di spostamento. Premetto che scrivo questo e-book perché ho sperimentato personalmente tutto ciò che andrò

Dettagli

Giacomo Bruno RENDITE DA 32.400 AL MESE!

Giacomo Bruno RENDITE DA 32.400 AL MESE! Giacomo Bruno RENDITE DA 32.400 AL MESE! Report collegato a: FARE SOLDI ONLINE CON GOOGLE Il programma per inserire annunci pubblicitari su Google - Mini Ebook Gratuito - INVIALO GRATIS A TUTTI I TUOI

Dettagli

Estate_. - Se fosse per te giocheremmo solo a pallamuso. - aggiunse Morbidoso, ridendo.

Estate_. - Se fosse per te giocheremmo solo a pallamuso. - aggiunse Morbidoso, ridendo. Estate_ Era una giornata soleggiata e piacevole. Né troppo calda, né troppo fresca, di quelle che ti fanno venire voglia di giocare e correre e stare tra gli alberi e nei prati. Bonton, Ricciolo e Morbidoso,

Dettagli

LA PERLA IL TESORO PREZIOSO

LA PERLA IL TESORO PREZIOSO LA PERLA E IL TESORO PREZIOSO In quel tempo, Gesù disse alla folla: Il regno dei cieli è simile a un tesoro nascosto in un campo; un uomo lo trova e lo nasconde di nuovo, poi va, pieno di gioia, vende

Dettagli

ALFIO BARDOLLA E-BOOK. i 7 ERRORI. che commetti nella gestione del denaro ALFIO BARDOLLA

ALFIO BARDOLLA E-BOOK. i 7 ERRORI. che commetti nella gestione del denaro ALFIO BARDOLLA E-BOOK i 7 ERRORI che commetti nella gestione del denaro ALFIO BARDOLLA INDICE 2 Se non sei ricco è perché nessuno te l ha ancora insegnato. C Libertà Finanziaria: non dover più lavorare per vivere perché

Dettagli

Passaggio a Nord-Ovest

Passaggio a Nord-Ovest Passaggio a Nord-Ovest di Edoardo E. Macallè 16 settembre 2013 NIKKAIA Strategie 1 Breve, Brevissimo, Medio, Lungo: parole che un tempo qualificavano anche coloro che giusto su tali basi operative lavoravano

Dettagli

INFOSANNIONEWS PRESENTATA ITALIA- FRANCIA DI RUGBY UNDER 20 CON UN VELO DI TRISTEZZA PER GLI AVVENIMENTI DI PARIGI

INFOSANNIONEWS PRESENTATA ITALIA- FRANCIA DI RUGBY UNDER 20 CON UN VELO DI TRISTEZZA PER GLI AVVENIMENTI DI PARIGI INFOSANNIONEWS PRESENTATA ITALIA- FRANCIA DI RUGBY UNDER 20 CON UN VELO DI TRISTEZZA PER GLI AVVENIMENTI DI PARIGI In apertura di serata Alfredo Salzano, chiamato a moderare la conferenza, ha voluto ricordare

Dettagli

La carriera universitaria e l inserimento nel mondo del lavoro dei laureati in Ingegneria dei Materiali

La carriera universitaria e l inserimento nel mondo del lavoro dei laureati in Ingegneria dei Materiali La carriera universitaria e l inserimento nel mondo del lavoro dei laureati in Ingegneria dei Materiali Studenti che hanno conseguito la laurea specialistica nell anno solare 2009 Questa indagine statistica

Dettagli

SEGRETO 3: Come IO ho investito in immobili a reddito

SEGRETO 3: Come IO ho investito in immobili a reddito SEGRETO 3: Come IO ho investito in immobili a reddito Vediamo adesso i conti di due operazioni immobiliari che ho fatto con la strategia degli immobili gratis a reddito. Via Nevio Via Nevio è stata la

Dettagli

Viaggiare, fotografare, guadagnare

Viaggiare, fotografare, guadagnare Paolo Gallo Viaggiare, fotografare, guadagnare Crea il tuo secondo stipendio con il Microstock Tutti i diritti sono riservati a norma di legge. Nessuna parte di questo libro può essere riprodotta con alcun

Dettagli

Corso di Laurea in Scienze della Formazione Primaria Università di Genova MATEMATICA Il

Corso di Laurea in Scienze della Formazione Primaria Università di Genova MATEMATICA Il Lezione 5:10 Marzo 2003 SPAZIO E GEOMETRIA VERBALE (a cura di Elisabetta Contardo e Elisabetta Pronsati) Esercitazione su F5.1 P: sarebbe ottimale a livello di scuola dell obbligo, fornire dei concetti

Dettagli

Capitolo primo L Apocalisse dell Occidente

Capitolo primo L Apocalisse dell Occidente Capitolo primo L Apocalisse dell Occidente In un bel libro di qualche anno fa Cormac McCarthy immagina un uomo e un bambino, padre e figlio, che spingono un carrello, pieno del poco che è rimasto, lungo

Dettagli

Giacomo Saver. Polizze Vita: Come Uscire VIVI dalla Morsa Stritola Soldi

Giacomo Saver. Polizze Vita: Come Uscire VIVI dalla Morsa Stritola Soldi Giacomo Saver Polizze Vita: Come Uscire VIVI dalla Morsa Stritola Soldi Perché Ci Sono Cascato/a? Questa guida nasce con un obiettivo preciso. Quello di aiutarti ad uscire da una polizza vita che hai sottoscritto

Dettagli

Rendite da 32.400 al mese!

Rendite da 32.400 al mese! Giacomo Bruno Rendite da 32.400 al mese! NOTA: puoi ripubblicare gratis questo ebook sul tuo sito o blog, a patto di non modificare il testo, nè l'autore. Mandalo gratis ai tuoi amici. Puoi modificare

Dettagli

2014 : Fondi o Etf? Mono o multimarca?

2014 : Fondi o Etf? Mono o multimarca? 2014 : Fondi o Etf? Mono o multimarca? Venerdì 29 novembre 2013 In questo Diario di Bordo parliamo in sintesi: MERCATO OBBLIGAZIONARIO. MEGLIO FONDI O ETF? MEGLIO OPERARE CON UNA SOLA SOCIETA DI GESTIONE

Dettagli

Ricaricare le Cartucce sulle nuove HP Photosmart

Ricaricare le Cartucce sulle nuove HP Photosmart Ricaricare le Cartucce sulle nuove HP Photosmart cartuccie 364 HP Ecco i modelli di Stampanti sulle quali è possibile la procedura di Ricarica delle Cartucce senza perdere molto in termini di qualità di

Dettagli

BENVENUTO/A ALLA GUIDA CHE CAMBIERA' IL TUO STATUS ECONOMICO CON SFI SEI MESI PER...

BENVENUTO/A ALLA GUIDA CHE CAMBIERA' IL TUO STATUS ECONOMICO CON SFI SEI MESI PER... BENVENUTO/A ALLA GUIDA CHE CAMBIERA' IL TUO STATUS ECONOMICO CON SFI SEI MESI PER... SE STAI LEGGENDO QUESTA GUIDA VUOL DIRE CHE SEI VERAMENTE INTERESSATO/A A GUADAGNARE MOLTI SOLDI CON QUESTO NETWORK.

Dettagli

Mario Albertini. Tutti gli scritti VIII. 1979-1984. a cura di Nicoletta Mosconi. Società editrice il Mulino

Mario Albertini. Tutti gli scritti VIII. 1979-1984. a cura di Nicoletta Mosconi. Società editrice il Mulino Mario Albertini Tutti gli scritti VIII. 1979-1984 a cura di Nicoletta Mosconi Società editrice il Mulino Nota sulla Polonia Il caso polacco ha valore storico, nel senso che pone per tutti, e non solo per

Dettagli

Nonni si diventa. Il racconto di tutto quello che non sapete

Nonni si diventa. Il racconto di tutto quello che non sapete Nonni si diventa Il racconto di tutto quello che non sapete Introduzione Cari nipoti miei, quando tra qualche anno potrete leggere e comprendere fino in fondo queste pagine, forse vi chiederete perché

Dettagli

Un imprenditore capisce il marketing? (un problema nascosto) di Marco De Veglia

Un imprenditore capisce il marketing? (un problema nascosto) di Marco De Veglia Un imprenditore capisce il marketing? (un problema nascosto) di Marco De Veglia Un imprenditore capisce il marketing? Pensare che un imprenditore non capisca il marketing e' come pensare che una madre

Dettagli

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Il Popolo della Libertà Berlusconi Presidente 87 ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA Stralcio del discorso del Presidente Silvio Berlusconi sulla

Dettagli

PAOLO VA A VIVERE AL MARE

PAOLO VA A VIVERE AL MARE PAOLO VA A VIVERE AL MARE Paolo è nato a Torino. Un giorno i genitori decisero di trasferirsi al mare: a Laigueglia dove andavano tutte le estati e ormai conoscevano tutti. Paolo disse porto tutti i miei

Dettagli

La nuova adozione a distanza della Scuola. Secondaria di Primo Grado di Merone.

La nuova adozione a distanza della Scuola. Secondaria di Primo Grado di Merone. La nuova adozione a distanza della Scuola Secondaria di Primo Grado di Merone. Riflessione sull Associazione S.O.S. INDIA CHIAMA L' India è un' enorme nazione, suddivisa in tante regioni (circa 22) ed

Dettagli

FR0010222224 LU0613540185 FR0010344853 LU0533032859

FR0010222224 LU0613540185 FR0010344853 LU0533032859 Vediamo di aggiornare l Etf Portfolio in ottica di Investimento, che avevo introdotto a fine gennaio 2009. (a fondo articolo metto anche un portafoglio per chi inizia adesso, chiaramente con differenti

Dettagli

La catena di assicurazione

La catena di assicurazione La catena di assicurazione A cosa serve la corda? A trattenere una eventuale caduta Solo questo? Che cosa succede al momento dell arresto di una caduta? L arrampicatore avverte uno strappo Quanto è violento

Dettagli

Il mistero dei muoni: perché arrivano sulla terra e cosa c entra la relatività del tempo e dello spazio?

Il mistero dei muoni: perché arrivano sulla terra e cosa c entra la relatività del tempo e dello spazio? Il mistero dei muoni: perché arrivano sulla terra e cosa c entra la relatività del tempo e dello spazio? Carlo Cosmelli, Dipartimento di Fisica, Sapienza Università di Roma Abbiamo un problema, un grosso

Dettagli

La rete per la Ricerca e per la Didattica. Leopoldo Benacchio

La rete per la Ricerca e per la Didattica. Leopoldo Benacchio La rete per la Ricerca e per la Didattica Leopoldo Benacchio Quando eravamo giovani. Che cosa e ed e proprio necessaria la Rete per la Ricerca? E quella della Didattica? Ragioniamo per assurdo e supponiamo

Dettagli

Germania: il modello da seguire?

Germania: il modello da seguire? Daniel Gros Germania: il modello da seguire? Negli ultimi dieci anni l economia europea ha visto svariati rovesciamenti di fronte: la Germania, ad esempio, da malato d Europa ne è diventato il modello.

Dettagli

LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1

LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1 LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1 Sintesi per le partecipanti Laboratorio LAVORO 1 e 2 Progetto Leadership femminile aprile-giugno 2013 Elena Martini Francesca Maria Casini Vanessa Moi 1 LE ATTESE E LE MOTIVAZIONI

Dettagli

Il web marketing non è solo per i web guru

Il web marketing non è solo per i web guru Introduzione Il web marketing non è solo per i web guru Niente trucchi da quattro soldi È necessario avere competenze informatiche approfondite per gestire in autonomia un sito web e guadagnare prima decine,

Dettagli