Giovanni F, Bignami. EURUSSIA può conquistare Marte p. 173

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Giovanni F, Bignami. EURUSSIA può conquistare Marte p. 173"

Transcript

1 Giovanni F, Bignami EURUSSIA può conquistare Marte p. 173 Non tutti sanno che l onda d urto della caduta del Muro di Berlino spostò l inclinazione orbitale della Stazione Spaziale Internazionale (SSI). Non letteralmente, si capisce, ma a causa sia delle difficoltà della NASA in quegli anni, sia della fama di eccellenza del programma spaziale sovietico. Il tutto condito con geopolitica-foglia-di-fico. E una storia di ieri, interessante in se e utile per capire cosa fare (e non fare) nella politica spaziale dell Europa di domani. Anche perché, dopo il programma Apollo, la SSI è il più grande progetto spaziale dell umanità (soprattutto americana, ma anche europea), con un valore totale finora di più di 100 miliardi di euro. Finito il programma lunare, e svanita, insieme a Von Braun, la possibilità di un razzo nucleare per Marte, l idea di una grande stazione orbitante fu concepita negli anni della guerra fredda, quando le due superpotenze andavano nello spazio in modo rigorosamente indipendente, quasi ostile. Una stazione orbitante USA avrebbe proprio dovuto servire a seppellire l impero del male sovietico sotto il peso della tecnologia statunitense. Aveva cominciato Nixon nel 1975, col programma Shuttle, partito nel 1981 e studiato per portare in orbita, a pezzi, una struttura permanente, appunto una Stazione Spaziale. I falchi di Reagan le avevano poi dato un nome, Freedom, e un orbita inclinata sull equatore di 28, cioè la latitudine di Cape Canaveral, base di partenza dello Shuttle. Ma la NASA si rese subito conto di aver davanti una mission impossible con le sue sole risorse. Durante gli anni 80 e i primi 90, Freedom rimase solo un (costosissimo) progetto di carta e nulla di permanente andò mai sull orbita di 28. Nel frattempo i compagni sovietici, trinariciuti o no, la loro stazione in orbita se l erano fatta. Senza fronzoli, come il loro pragmatico programma spaziale. Fin dal 1986 la stazione Mir era in orbita, come evoluzione della spartanissima pre-stazione Saliut, volata in ben 4 modelli a partire dal 1971.

2 La Mir (in russo, sia pace sia mondo ) fu lanciata con il Proton, gioiello della missilistica di Serghiei Karaliòv, l eroe segreto dello Sputnik. Partì dal cosmodromo dello Sputnik e di Gagarin, cioè Baikonur, in Kazachstan, a 51 latitudine nord. I lanci continuarono fino alla fine 91, quando gli ultimi cosmonauti, partiti sovietici, riuscirono a tornare a terra, ma erano diventati russi. Il programma fu un successo, ma, oltre a parlare russo, era su un orbita inclinata di 51. A questo punto, non solo il muro di Berlino era caduto, ma tutto il mondo era cambiato. Alla NASA non parve vero di poter (finalmente) lavorare con i russi, cosa che da anni più o meno segretamente sognavano. La politica balzò sulla ghiotta occasione. Al Gore e V. Chernomyrdin, nel 1993, firmarono l accordo per fare insieme una SSI. A valle del risultato politico, venne il primo problema tecnico. Per cambiare l inclinazione di un orbita all altra bisogna spendere energia, cioè bruciare una massa di carburante maggiore, magari molto maggiore, di quella necessaria per l orbita originaria. Per di più, la meccanica celeste dice che è più facile aumentare l inclinazione dell orbita (per esempio, da 28 a 51 ) che diminuirla. Insomma, si può passare dall orbita Cape Canaveral all orbita Baikonur, ma il viceversa è inefficiente. L inevitabile scotto da pagare, volendo collaborare con i russi, fu quello di costruire la SSI sull orbita a 51. I lanciatori russi avrebbero avuto la vita facile da Baikonur, lo Shuttle avrebbe dovuto spendere più energia, ma si poteva fare. Ne valeva la pena, pur di avere rapidamente la SSI. Anche se non c era più la vera ragione per farla, cioè l impero del male da distruggere (dettaglio rapidamente scopato sotto il tappeto). Il primo pezzo di SSI, il modulo russo Zaria ( alba in russo), fu lanciato da Baikonur nel I piani, come sempre ottimistici, prevedevano il completamento dell assemblaggio in orbita nel Purtroppo la realtà è ben diversa: la SSI sarà completata, se tutto va bene, l anno prossimo, cioè con ben sette anni di ritardo su un piano previsto di dieci ( 93-03). Non è un successo. Alla fine, dal 98 al 2010, per fare la SSI ci saranno voluti un centinaio di lanci, divisi tra automatici ed abitati. I primi sono finora totalmente russi, soprattutto con il veicolo cargo Progress (36 voli alla SSI fino ad oggi), i secondi saranno divisi circa a metà tra Shuttle (che porta anche molto carico, 28 voli ad oggi) e i veicoli abitati russi Soiuz e TMA, che invece quasi non portano carico. Insomma, senza i russi non avremmo la SSI, anche se per una parte dei lanci russi, soprattutto i più recenti, la NASA ha pagato il conto. Naturalmente, dobbiamo ricordare la partecipazione alla SSI di molte altre nazioni, 16 in totale, in particolare dell Italia e della ESA. L Italia è stata in prima fila nel contribuire alla SSI fin dagli anni 90, sia con elementi strutturali sia con strumentazione scientifica. Una frazione importante del volume abitabile della SSI, per esempio, è stato fatto dagli stabilimenti di Torino della ThalesAlenia Space. Come sempre, i nostri ingegneri e tecnici hanno fatto un lavoro perfetto. La ESA, con partecipazione italiana, ha anch essa contribuito parti importanti della SSI. In particolare, ha costruito il laboratorio Columbus (un cilindro di quasi 7 m. di lunghezza per 4.5 m. di diametro), attualmente attaccato alla SSI, dove vivono e lavorano i nostri astronauti. Forse più importante ancora è stato, per ESA, l invio nel 2008 alla SSI di un Automatic Transfer Vehicle (ATV Jules Verne ). E un cargo di media capacità, per ora non è qualificato al trasporto umano. Anche se nell economia globale della SSI conta poco, farlo ha qualificato l Europa, e la sua base di lancio a Kourou (Guyana Francese): per la prima volta la SSI è stata raggiunta partendo da uno spazioporto diverso da Cape Canaveral o Baikonur. Tra poco, anche i giapponesi, che hanno in

3 orbita sulla SSI il loro grosso laboratorio Kibo (portato dallo Shuttle), prevedono un loro veicolo di trasporto. Ma è ancora da qualificare. Ma, una volta faticosamente costruita, a cosa davvero sarà servito fare la SSI? Quanto la potremo davvero usare? E per farci cosa, esattamente? Domande difficili. La SSI non ha più nulla del significato strategico per la quale era stata immaginata, perché non c è più l impero del male sovietico. Non ha neppure significato militare (anche solo pacifico), sia per il testo dell attuale accordo di costruzione, sia per la sua natura internazionale. Ha forse un significato scientifico? Modesto, anche se non nullo. Comunque non tale da giustificare la enorme spesa, come invece avevano cercato di farci credere da Reagan in poi, provocando la giusta reazione della comunità scientifica mondiale. Per lo meno non con i miei soldi si disse allora e si dice oggi. Deve essere chiaro, cioè, che un giusto investimento per lo sfruttamento scientifico della SSI visto il fait accompli, va fatto. Ma deve essere anche chiaro che la spesa per la SSI non può essere giustificata dalla scienza, né, tanto meno, alla scienza venir messa in conto. La SSI è invece servita, questo sì, come allenamento per il volo umano nello spazio. Finora è stata visitata da parecchie decine di astronauti di molte nazioni diverse, compresi tre italiani. Si tratta però di volo umano a bassa quota, sopra la atmosfera ed in assenza di gravità ma all interno del campo magnetico terrestre. L orbita a 300 km. blocca il flusso di radiazione cosmica che colpisce veicoli e astronauti che lascino la Terra. La differenza è importante, perché la vera difficoltà del volo umano interplanetario, soprattutto di lunga durata, verrà proprio dalla esposizione alle radiazioni cosmiche ionizzanti sia dal Sole sia dallo spazio profondo. Ma, soprattutto, la SSI sarà servita a costruire se stessa. Cioè a insegnare a USA, Russia, Europa e Giappone a sviluppare tantissima tecnologia innovativa, a stimolare una nuova metodica industriale e di collaborazione a livello mondiale. Per di più, è stato un ottimo investimento economico. E costata al contribuente americano 100 miliardi di dollari, cioè, ricordiamolo, la metà di quello che è appena stato speso, in un colpo solo, per salvare la banca di quelli che giocavano sui mutui delle case, la AIG. L Italia ha investito più di miliardo di euro: non tantissimo, ma certo una percentuale significativa del budget della ASI (creata giusto nel 1998). A fronte di questi investimenti, la SSI ha prodotto ricchezza, cioè ricadute, lavoro, sviluppo etc. per almeno tre volte tanto. Questo è dimostrato da studi indipendenti e credibili ed è un punto da ritenere per il futuro. Proprio del futuro dello spazio in Europa e in Russia dobbiamo però adesso preoccuparci. E qui le cose si complicano, perché le idee della comunità spaziale mondiale, NASA in testa, sono poche ma confuse. E un fatto che la SSI, completata l anno prossimo, appena nata starà già morendo. La NASA, infatti, chiude il programma Shuttle tra poco, nel settembre Da allora, per andare sulla SSI ci saranno praticamente solo i due vecchi (ma sempre buoni) veicoli russi: Soyuz per gli astronauti (solo tre, e molto scomodi ) e Progress per cargo, con però meno della metà del carico di uno Shuttle. Anche nella amministrazione Obama, l impressione di sganciamento USA dal futuro della SSI è netta. A partire dal 2016 la NASA non pensa già più di essere coinvolta nella SSI, che perciò tra meno di dieci anni da oggi dovrà essere (costosamente) de-orbitata. Né potremmo pensare di partire dalla SSI per la Luna o per Marte. La Luna e tutti pianeti orbitano vicino ad un piano (detto dell eclittica) che è inclinato di 23 sull equatore. La fretta, il bisogno pratico di aiuto e anche la genuina voglia di fare un grande progetto spaziale con i russi appena caduto il muro, hanno fatto andare gli USA contro la logica spietata della dinamica planetaria. Adesso, la comunità spaziale mondiale ne paga le conseguenze, su diversi piani.

4 Primo, appunto, non potremmo usare la SSI come base per l esplorazione umana della Luna e/o di Marte. E sull orbita sbagliata e non ha la struttura adatta: costruita come un laboratorio, non può diventare un cantiere navale spaziale. Invece proprio di un cantiere in orbita il mondo avrebbe adesso bisogno. Secondo, e non meno importante, dopo la SSI non esistono piani a medio-lungo termine di collaborazione spaziale con i russi. E, ripetiamolo, la SSI finisce domani sulla scala dei tempi dei progetti spaziali. E dopo, cosa faranno i russi? Riprenderanno ad andare da soli? E noi, vogliamo buttar via le loro risorse e la loro immensa esperienza? Sarebbe sbagliato. Questa sembra essere l idea della NASA che, per ritornare sulla Luna, propone il progetto Constellation, a causa delle cui dimensioni deve, da subito, abbandonare la SSI. E, finora, un progetto ancorato allo spirito isolazionista di Bush: a parole si dice di volere una collaborazione con Europei e russi, di fatto relegati in ruoli del tutto marginali ed insoddisfacenti. Constellation, in realtà, non interessa al di fuori degli USA. Definito dall ex amministratore della NASA Mike Griffin come Apollo on steroids, è un altra impresa fine solo a se stessa, o al massimo per essere sulla Luna ad accogliere i Cinesi. Dal punto di vista della comunità scientifica, che ha ripetutamente analizzato la cosa con buona volontà, la scienza che si potrà fare sulla Luna non giustifica neanche lontanamente la spesa. Amaramente, si dice che l unica cosa positiva di Constellation è che farà sembrare noccioline (peanuts) il costo della SSI. Né si può seriamente pensare a fantascientifiche miniere lunari, tanto meno al famigerato elio 3, una vergognosa bufala. E per quanto riguarda una base abitata, essa sarebbe interamente sotterranea (per via delle radiazioni), e fine a se stessa. Per farla e mantenerla, sarebbe necessario un lancio tipo Apollo alla settimana, per anni, con un costo inimmaginabile. Per di più, con una probabilità molto alta di incidenti mortali, oggi non tollerabili: non c è più l ex-nazista Von Braun, che fece prendere ai suoi astronauti rischi oggi impensabili. Infine, partire dalla Luna per Marte sarebbe un clamoroso spreco di energia. Lo vede chiunque pensi ai motori e carburante per la frenata all atterraggio sulla Luna (che non ha atmosfera, quindi niente paracadute) ed per la susseguente accelerazione, necessaria per lasciare la Luna stessa. A me, personalmente, Mike Griffin, disse, piuttosto seccato, di non aver mai detto o pensato uno schema del genere, implicitamente scaricandone la responsabilità all ufficio del presidente Bush. Ma quando posi la stessa domanda a John Marburger, consigliere scientifico della Casa Bianca, mi disse, letteralmente, che era stato un errore dello speechwriter del presidente. Impariamo che la volontà populista di vendere un progetto difficile da giustificare fa fare errori catastrofici. Paradossalmente, invece, lo spazio post-ssi, con gli USA che vanno sostanzialmente da soli sulla Luna, apre una nuova grande possibilità di collaborazione tra l Europa e i russi. E uno scenario a visione lunga, basato sulla costruzione di un cantiere navale sull orbita giusta, quella adatta al viaggio interplanetario (compresa la Luna), cioè vicina all equatore. Ripetiamo che l Europa ha un eccellente spazioporto a Kourou, nella Guyana francese, a 5 di latitudine nord. Da Kourou decolla uno dei razzi migliori e più potenti del mondo, Ariane 5. La sua capacità di trasporto, in orbita bassa, è già paragonabile a quella dello Shuttle, e destinata a migliorare. Con uno sforzo modesto, potrebbe essere qualificato per il volo umano. In più, da Kourou partirà il razzo russo Soyuz (omonimo della navicella), collaudatissimo e relativamente poco costoso. Insieme con i russi, da Kourou sarebbe certamente possibile costruire una semplice infrastruttura orbitante, destinata al montaggio di navi spaziali per Luna e spazio profondo. I russi hanno già

5 veicoli per il trasporto di equipaggi, sono pronti per costruirne una seconda generazione e la ESA ha un ottimo ATV, già testato, che potrebbe essere completato per il trasporto umano. In parallelo allo sviluppo del cantiere in orbita, la collaborazione Europa- Russia (ma con la partecipazione di chiunque fosse interessato, primi fra tutti gli USA) potrebbe sviluppare il motore a propulsione nucleare necessario per il trasporto spaziale fino a Marte. Qui l Italia, grazie ad una idea di Carlo Rubbia, finora solo parzialmente sviluppata da ASI, si trova in una posizione privilegiata. Con un efficiente sistema di trasporto di persone e materiale e con una infrastruttura in orbita equatoriale bassa sarà possibile iniziare il montaggio di una nave spaziale nucleare, portata da terra in segmenti inerti, in perfetta sicurezza e rispetto dell ambiente. Europa e Russia, insieme, potrebbero così fare da traino all unico progetto spaziale di grande calibro del 21 secolo. E una idea enorme, che rivela progressivamente la sua complessità solo a chi la studia a fondo. Il costo? Minimo 500 miliardi di euro (massimo un trilione), spalmato diciamo su 50 anni. Va al di là di Europa e Russia, che, per farlo da sole, dovrebbero raddoppiare il loro budget spaziale. Nella visione di cui sopra, invece, farebbero solo da catalizzatori, a far coagulare un progetto globale. Diviso per il numero di abitanti del pianeta, sarebbero 100 euro ciascuno da versare in 50 anni. E tanto? È poco? Penso al trilione dello stimulus, inventato dal nulla per contrastare una crisi finanziaria assurda e artificiale. Penso invece che da un trilione nello spazio avremmo un ritorno di almeno triplo in lavoro e tecnologia. E per di più, alla fine, saremo stati su Marte. Abbiamo parlato della storia della SSI, un passato che non tornerà mai più, e poi del futuro della esplorazione umana dello spazio profondo, cioè della sfida più difficile per la ricerca spaziale. E senz altro quella dove l Europa ha più da guadagnare da un futuro con con la Russia. Ma è solo una delle dimensioni possibili in una collaborazione spaziale Europa-Russia. Tradizionalmente, le altre grandi dimensioni dei programmi spaziali sono scientifiche e applicative. Sui programmi scientifici è, da sempre, facile collaborare. Gli scienziati parlano la stessa lingua, pensano allo stesso modo e sanno tutti pungolare le rispettive industrie a inventare cose un po strane e forse inutili oggi, ma economicamente interessanti domani. Lo sforzo di collaborazione estovest nella scienza spaziale, poi, vanta una grande tradizione, favorita dalle Nazioni Unite fin dai tempi dello Sputnik, in piena guerra gelidissima. Dal 1959, infatti, esiste il COSPAR (Committee on Space Research), una organizzazione mondiale che continua ad avere molto successo nel superare le difficoltà politiche e nel costruire collaborazione spaziale. Tra Europa e Russia abbiamo da tempo una tradizione consolidata in astronomia, nello studio del sistema solare, in biomedicina e molto altro. Personalmente, ho cominciato a fare astronomia dallo spazio con Mosca nel 1981, sopravvivendo felicemente al cupo periodo Briezniev-Andropov-Cernienka fino alla attuale deregulation putiniana, dominata da cash on the barrel. Certamente, ESA avrebbe molto da guadagnare dall accogliere la Russia tra i suoi membri cominciando dai programmi scientifici. Magari partendo dallo stato di paese osservatore, come è attualmente il Canada. Uno dei grandi programmi scientifici ESA in corso, il progetto Integral (dove l Italia ha una posizione di grande rilievo), fu lanciato nel 2002 dal razzo russo Proton, che portò in orbita il telescopio gamma da 4 tonnellate in cambio di partecipazione russa alla scienza della missione. Ovvio che la flotta dei lanciatori russi, per affidabilità e prezzi, sia di grande interesse. Si tratta di curarne la commercializzazione senza penalizzare l industria europea. La filiera francese CNES-

6 Arianespace-STARSEM è riuscita a farlo ed a posizionare la ESA in modo privilegiato, o almeno ha cominciato in quella direzione. Ecco un altra, formidabile ragione di collaborazione. E per una apertura di negoziati sull ingresso graduale della Russia in ESa anche nel campo dei lanciatori. I programmi spaziali applicativi vanno da quelli di osservazione della Terra (che possono anche essere scientifici), alle trasmissioni, al posizionamento-navigazione etc., fino ai veri e propri sistemi integrati spazio-suolo, oggi i più interessanti. In questo campo la collaborazione è molto più difficile, per gli importanti interessi commerciali (e talvolta politico-militari) in gioco. L Europa (EU+ESA) finalmente costruisce GALILEO, il suo sistema di navigazione satellitare indipendente, dopo una lunga battaglia con gli USA, che non volevano mollare il loro monopolio occidentale del GPS. I russi hanno un loro sistema, GLONASS, già operativo. Bisognerebbe cercare un accordo difficile, in un campo reso aggressivo dalle società di gestione e offerta di servizi in competizione serrata all interno dell Europa. Per di più, si tratta di un campo nel quale l Europa ha, poco da imparare dalla esperienza spaziale russa. E chiaro, insomma, che una collaborazione Europa-Russia sui programmi di applicazioni, e quindi il vero ingresso della Russia in ESA, potrà avvenire solo in un secondo tempo. Ma è anche chiaro che esplorazione umana, scienza e lanciatori sono già argomenti per aprire un serio negoziato con la Russia nell immediato futuro. Una ottima occasione, purtroppo, è appena stata persa. L Italia aveva la presidenza della ultima conferenza ministeriale della ESA, tenutasi nel novembre scorso a L Aia. Un privilegio che all Italia mancava da 35 anni, ottenuto da ASI nell interregno governativo del febbraio-marzo Il Ministro che poi si trovò ad andare all Aia avrebbe dovuto sfruttare questa sua posizione privilegiata per lanciare lo studio concreto di collaborazione ESA-Russia, un idea innovativa e ricca di sviluppi industriali. Magari sottolineando che i Russi, anche se in grave crisi demografica, sono un importante paese europeo, che vede il suo futuro unicamente in un legame più stretto con l Europa, soprattutto dopo la fine dell impero sovietico. Ricordo una mia visita ufficiale in Russia. Avevo portato con me, inevitabilmente, il capo delle relazioni esterne con i paesi extra-europei, solo per scoprire che proprio questo aveva seriamente preoccupato i russi, che me lo avevano discretamente fatto capire. Fu una lezione importante, mi sembra, purtroppo, andata perduta. L ASI attuale si è appiattita, per volere del governo Berlusconi, sul ruolo di mero finanziatore di Finmeccanica. Non mostra una visione sufficiente per andare al di là di programmi nazionali, dejà vu ma di sicuro incasso, per provare invece a trainare una virtuosa collaborazione Europa-Russia su programmi di grande respiro. All Europa, soprattutto alla UE, invece, è già ben chiaro che un piano a lungo termine per investimenti spaziali che rendano, ma che facciano anche sognare, è proprio la ricetta necessaria non solo per uscire dalla crisi, ma anche per tenere il passo a livello mondiale nella civiltà della conoscenza e della innovazione tecnologica.

Esplorazione dello spazio: il ruolo dell Europa. Bozza provvisoria

Esplorazione dello spazio: il ruolo dell Europa. Bozza provvisoria Bozza provvisoria UMBERTO GUIDONI, Deputato al Parlamento europeo. Intanto ringrazio rapidamente il ministro, il presidente e tutto il gruppo del VAST, che ha avuto la sensibilità di organizzare questo

Dettagli

L EUROPA NELLO SPAZIO O UNO SPAZIO PER L EUROPA? GIOVANNI FABRIZIO BIGNAMI GABRIELLA ARRIGO

L EUROPA NELLO SPAZIO O UNO SPAZIO PER L EUROPA? GIOVANNI FABRIZIO BIGNAMI GABRIELLA ARRIGO ARTICOLI E SAGGI L EUROPA NELLO SPAZIO O UNO SPAZIO PER L EUROPA? GIOVANNI FABRIZIO BIGNAMI GABRIELLA ARRIGO 1. Lo spazio come strumento di politica estera.- A qualcuno sembrerà strano che un articolo

Dettagli

Tecnologie Spaziali per la Sicurezza del Territorio

Tecnologie Spaziali per la Sicurezza del Territorio RUSSIA E OLTRE - RELAZIONI ECONOMICHE ED EQUILIBRI POLITICI RUSSIA: HIGH TECH ED ENERGIA, LE STRATEGIE E LE REGOLE Pavia 9 Ottobre 2009 Tecnologie Spaziali per la Sicurezza del Territorio L. Zucconi Amministratore

Dettagli

I SEGRETI DEL LAVORO PIU RICHIESTO NEGLI ANNI DELLA CRISI

I SEGRETI DEL LAVORO PIU RICHIESTO NEGLI ANNI DELLA CRISI SPECIAL REPORT I SEGRETI DEL LAVORO PIU RICHIESTO NEGLI ANNI DELLA CRISI Come assicurarti soldi e posto di lavoro nel bel mezzo della crisi economica. www.advisortelefonica.it Complimenti! Se stai leggendo

Dettagli

VOLARE. MISSIONE NELLO SPAZIO! di Ada Fichera

VOLARE. MISSIONE NELLO SPAZIO! di Ada Fichera VOLARE. MISSIONE NELLO SPAZIO! di Ada Fichera 68 INFORMAZIONI DELLA DIFESA 2/ 2013 Volare. Sogno utopistico dell uomo da secoli, missione primaria oggi di chi, da pilota in Aeronautica Militare, svolge

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

Come Lavorare in Rugbystories.it

Come Lavorare in Rugbystories.it Come Lavorare in Rugbystories.it Una guida per i nuovi arrivati IL PUNTO DI PARTENZA PER I NUOVI ARRIVATI E UN PUNTO DI RITORNO PER CHI NON RICORDA DA DOVE E ARRIVATO. 1 Come Lavorare in Rugbystories.it

Dettagli

* NOVA * N. 678-30 LUGLIO 2014 ASSOCIAZIONE ASTROFILI SEGUSINI LANCIATO L ATV-5 GEORGES LEMAÎTRE

* NOVA * N. 678-30 LUGLIO 2014 ASSOCIAZIONE ASTROFILI SEGUSINI LANCIATO L ATV-5 GEORGES LEMAÎTRE * NOVA * N. 678-30 LUGLIO 2014 ASSOCIAZIONE ASTROFILI SEGUSINI LANCIATO L ATV-5 GEORGES LEMAÎTRE Il logo del quinto ATV (Automated Transfert Vehicle) dell ESA e, a destra, un immagine di Georges Lemaître.

Dettagli

Prof. Luigi Puccinelli IMPIANTI E SISTEMI AEROSPAZIALI SPAZIO

Prof. Luigi Puccinelli IMPIANTI E SISTEMI AEROSPAZIALI SPAZIO Prof. Luigi Puccinelli IMPIANTI E SISTEMI AEROSPAZIALI SPAZIO CONTROLLO TERMICO Equilibrio termico 2 Al di fuori dell atmosfera la temperatura esterna non ha praticamente significato Scambi termici solo

Dettagli

L esplorazione della Terra

L esplorazione della Terra L esplorazione della Terra Tutti prima o poi nella vita abbiamo almeno una volta alzato gli occhi al cielo e cercato di immaginare cosa ci sia lassù, oltre il sottile involucro che protegge le nostre fragili

Dettagli

Convegno Rapporti dall Europa

Convegno Rapporti dall Europa Spunti per l intervento dell On. Sandro Gozi Premio Grinzane Cavour Convegno Rapporti dall Europa Saluto augurale dell On. Sandro Gozi Giovedì 27 settembre 2007 Torino 1 Nel marzo scorso, l Europa ha festeggiato

Dettagli

#innoviamo. Management. Nuovi modelli di business per virare verso la ripresa e la crescita. Alessandro Frè

#innoviamo. Management. Nuovi modelli di business per virare verso la ripresa e la crescita. Alessandro Frè #innoviamo Nuovi modelli di business per virare verso la ripresa e la crescita Alessandro Frè Non si fa altro che parlare di cambiamento, crescita, innovazione, crisi dei mercati, competizione sempre più

Dettagli

Una guida per avviare il tuo business e guadagnare online. chi non ha un lavoro, è precario, è in condizioni economiche difficili

Una guida per avviare il tuo business e guadagnare online. chi non ha un lavoro, è precario, è in condizioni economiche difficili COME PARTIRE Una guida per avviare il tuo business e guadagnare online Questo report si pone l obiettivo di dare una concreta speranza a chi non ha un lavoro, è precario, è in condizioni economiche difficili

Dettagli

Percorsi planetario globe

Percorsi planetario globe Percorsi planetario globe Da quest anno c è anche la possibilità di scegliere tra tre filmati FULL DOME: Losing the dark (in italiano), Stars (In italiano), e Back to the Moon for good (In inglese). Quest

Dettagli

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO Credo che nella vita sia capitato a tutti di pensare a come gestire al meglio i propri guadagni cercando di pianificare entrate ed uscite per capire se, tolti i soldi per vivere, ne rimanessero abbastanza

Dettagli

ExoMars è la prima missione del programma di esplorazione Aurora dell ESA, portato

ExoMars è la prima missione del programma di esplorazione Aurora dell ESA, portato EXOMARS: la missione su Marte ExoMars è la prima missione del programma di esplorazione Aurora dell ESA, portato avanti in collaborazione con la NASA. La missione è volta a dimostrare fattibilità di alcune

Dettagli

Internet: l era dei media globali e comuni Reed Hundt

Internet: l era dei media globali e comuni Reed Hundt Internet: l era dei media globali e comuni Reed Hundt Reed Hundt è responsabile dell iniziativa IDEA (International Digital Economy Accords) promossa dall Aspen Institute ed ex presidente della Commissione

Dettagli

L inizio del conflitto: l invasione della Polonia

L inizio del conflitto: l invasione della Polonia L inizio del conflitto: l invasione della Polonia La seconda Guerra Mondiale scoppiò nel 1939 dopo l invasione della Polonia da parte dei Tedeschi. La Repubblica Polacca non accettò le imposizioni tedesche

Dettagli

MASSIMO CAPUANO. Amministratore Delegato della Borsa Italiana. tarda. Cercherò di essere sintetico e di riuscire in questi pochi minuti a

MASSIMO CAPUANO. Amministratore Delegato della Borsa Italiana. tarda. Cercherò di essere sintetico e di riuscire in questi pochi minuti a MASSIMO CAPUANO Amministratore Delegato della Borsa Italiana Mi appresto a un compito difficile: riuscire a concludere un dibattito così interessante in questa vostra prima giornata di convegno, a un ora

Dettagli

La Stazione Spaziale Internazionale: un programma tecnologico di collaborazione internazionale. Seminario a cura dell Agenzia Spaziale Europea

La Stazione Spaziale Internazionale: un programma tecnologico di collaborazione internazionale. Seminario a cura dell Agenzia Spaziale Europea La Stazione Spaziale Internazionale: un programma tecnologico di collaborazione internazionale Seminario a cura dell Agenzia Spaziale Europea e del Dottorato di Ricerca in Scienze e Ingegneria dello Spazio

Dettagli

Post tecnico, oggi: parliamo degli strani gommoni dei migranti provenienti dalla Libia. Di Nuke The Whales, il 17 agosto 2015

Post tecnico, oggi: parliamo degli strani gommoni dei migranti provenienti dalla Libia. Di Nuke The Whales, il 17 agosto 2015 Via Farini, 62-00185 Roma tel. 06 48903773/48903734 - fax +39 06 62276535 - coisp@coisp.it / www.coisp.it COISP COORDINAMENTO PER L INDIPENDENZA SINDACALE DELLE FORZE DI POLIZIA @COISPpolizia Post tecnico,

Dettagli

COME RISPARMIARE IL 20% ED OLTRE DEL TUO CARBURANTE

COME RISPARMIARE IL 20% ED OLTRE DEL TUO CARBURANTE COME RISPARMIARE IL 20% ED OLTRE DEL TUO CARBURANTE Senza cambiare benzinaio, percorsi o abitudini di spostamento. Premetto che scrivo questo e-book perché ho sperimentato personalmente tutto ciò che andrò

Dettagli

ATTENZIONE! SE VUOI CONTINUARE A BUTTARE INUTILMENTE I TUOI SOLDI NELLE BOLLETTE DI LUCE, ACQUA E GAS, NON LEGGERE QUESTA LETTERA

ATTENZIONE! SE VUOI CONTINUARE A BUTTARE INUTILMENTE I TUOI SOLDI NELLE BOLLETTE DI LUCE, ACQUA E GAS, NON LEGGERE QUESTA LETTERA ATTENZIONE! SE VUOI CONTINUARE A BUTTARE INUTILMENTE I TUOI SOLDI NELLE BOLLETTE DI LUCE, ACQUA E GAS, NON LEGGERE QUESTA LETTERA Ecco come un esperto termoidraulico con oltre 30 anni di esperienza ti

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

Le avventure di Crave

Le avventure di Crave Le avventure di Crave Damiano Alesci LE AVVENTURE DI CRAVE www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Damiano Alesci Tutti i diritti riservati CRAVE E GLI ANTIFURTI A. A. L. (AGENZIA ANTI LADRI) L agenzia

Dettagli

Da questo articolo, consultabile per intero ( clicca qui ), ho tradotto alcuni punti che ritengo illuminanti per ognuno di noi.

Da questo articolo, consultabile per intero ( clicca qui ), ho tradotto alcuni punti che ritengo illuminanti per ognuno di noi. "Successo senza paura nel lavoro e nella vita" di Geshe Michael Roach Da questo articolo, consultabile per intero ( clicca qui ), ho tradotto alcuni punti che ritengo illuminanti per ognuno di noi. Note

Dettagli

La trappola della stagnazione

La trappola della stagnazione Conversazione con Michael Spence e Kemal Dervis La trappola della stagnazione 52 Aspenia 66 2014 ASPENIA. La crisi finanziaria esplosa nel 2008, divenuta una crisi economica semiglobale, si è negli anni

Dettagli

La sicurezza dell LHC Il Large Hadron Collider (LHC) può raggiungere un energia che nessun altro acceleratore di particelle ha mai ottenuto finora,

La sicurezza dell LHC Il Large Hadron Collider (LHC) può raggiungere un energia che nessun altro acceleratore di particelle ha mai ottenuto finora, La sicurezza dell LHC Il Large Hadron Collider (LHC) può raggiungere un energia che nessun altro acceleratore di particelle ha mai ottenuto finora, ma la natura produce di continuo energie superiori nelle

Dettagli

Evoluzione della Tecnologia Spaziale e delle Relative Politiche

Evoluzione della Tecnologia Spaziale e delle Relative Politiche Evoluzione della Tecnologia Spaziale e delle Relative Politiche 1 Richiami storici Pochi anni dopo la fine della seconda guerra mondiale, alcuni giornali per ragazzi cominciarono a pubblicare articoli

Dettagli

Navigazione e sistemi satellitari

Navigazione e sistemi satellitari Navigazione e sistemi satellitari Introduzione La misura del tempo e lo sviluppo della navigazione si intrecciano nel corso della storia; la costruzione di orologi più accurati si può infatti collegare

Dettagli

Ciao!! Un cielo stellato così come lo puoi vedere con i tuoi occhi. Il cielo visto da un potente telescopio molto lontano dalle città

Ciao!! Un cielo stellato così come lo puoi vedere con i tuoi occhi. Il cielo visto da un potente telescopio molto lontano dalle città 1 Ciao!! Quando guardi il cielo ogni volta che si fa buio, se è sereno, vedi tanti piccoli punti luminosi distribuiti nel cielo notturno: le stelle. Oggi si apre l immaginario Osservatorio per guardare...

Dettagli

Importante! Questo documento rappresenta solo le prime 3 sezione. del Corso : Lavoro Dei Sogni

Importante! Questo documento rappresenta solo le prime 3 sezione. del Corso : Lavoro Dei Sogni Importante! Questo documento rappresenta solo le prime 3 sezione del Corso : Lavoro Dei Sogni Indice: INTRODUZIONE I 3Segreti Per Creare Un Business Online Di Successo Definisci Il Tuo Business Obiettivo

Dettagli

Le prospettive di utilizzazione dei progetti spaziali europei per il territorio, i cittadini e le imprese

Le prospettive di utilizzazione dei progetti spaziali europei per il territorio, i cittadini e le imprese MARCO AIRAGHI, Deputato del Comitato per la valutazione delle scelte scientifiche e tecnologiche. Do ora la parola al direttor Giovanni Soccodato, Direttore delle strategie di Finmeccanica. GIOVANNI SOCCODATO,

Dettagli

Imparare a disimparare

Imparare a disimparare Imparare a disimparare Quello che abbiamo imparato finora non è più adatto a un contesto economico e un mercato profondamente cambiati. È ora di far emergere nuove modalità di pensiero, azione e condivisione

Dettagli

Il moto dei satelliti, Keplero, Newton e la gravità

Il moto dei satelliti, Keplero, Newton e la gravità Michele Iori 2 G Ricerca di fisica Il moto dei satelliti, Keplero, Newton e la gravità Da Aristotele allo spazio Fino al 1600 la fisica terrestre era considerata diversa da quella celeste. Si credeva,

Dettagli

Premessa. Arrivare al 2050, sopravvivere al 2030

Premessa. Arrivare al 2050, sopravvivere al 2030 Premessa Arrivare al 2050, sopravvivere al 2030 Bastarono pochi mesi perché l impero sovietico si sfasciasse, pochi giorni per modificare radicalmente la situazione del Nordafrica. Potrebbero bastare pochi

Dettagli

LE TELECOMUNICAZIONI VIA SATELLITE Una doverosa premessa

LE TELECOMUNICAZIONI VIA SATELLITE Una doverosa premessa Una doverosa premessa La mia presentazione si basa su esperienze ed elaborazioni personali spalmate su un arco temporale che va dal 1966 ai nostri giorni. Molte altre persone, alcune delle quali purtroppo

Dettagli

tutto tranne l amore giuseppe di costanzo ad est dell equatore

tutto tranne l amore giuseppe di costanzo ad est dell equatore tutto tranne l amore giuseppe di costanzo ad est dell equatore 2013 ad est dell equatore vico orto, 2 80040 pollena trocchia (na) www.adestdellequatore.com info@adestdellequatore.com [uno] Milano. Un ufficio

Dettagli

Standard di sicurezza e nuove frontiere tecnologiche per l energia nucleare

Standard di sicurezza e nuove frontiere tecnologiche per l energia nucleare ANTONIO COSTATO, Vicepresidente per l energia e il mercato di Confindustria. Signor presidente, sono qui non per fare una presentazione, ma per fare delle considerazioni di carattere generale e politico,

Dettagli

Lezione 1: come si descrive la posizione dei corpi

Lezione 1: come si descrive la posizione dei corpi Lezione 1 - pag.1 Lezione 1: come si descrive la posizione dei corpi 1.1. Tutto si muove Tutto intorno a noi si muove. Le nuvole nel cielo, l acqua negli oceani e nei fiumi, il vento che gonfia le vele

Dettagli

COME ARRIVARE DI NUOVO A FINE MESE

COME ARRIVARE DI NUOVO A FINE MESE MARTINO CARRIERI COME ARRIVARE DI NUOVO A FINE MESE Conversazioni e consigli di dieci famiglie italiane Disegni di Alfredo Pompilio Dellisanti MARTINO CARRIERI COME ARRIVARE DI NUOVO A FINE MESE (Conversazioni

Dettagli

ALFIO BARDOLLA E-BOOK. i 7 ERRORI. che commetti nella gestione del denaro ALFIO BARDOLLA

ALFIO BARDOLLA E-BOOK. i 7 ERRORI. che commetti nella gestione del denaro ALFIO BARDOLLA E-BOOK i 7 ERRORI che commetti nella gestione del denaro ALFIO BARDOLLA INDICE 2 Se non sei ricco è perché nessuno te l ha ancora insegnato. C Libertà Finanziaria: non dover più lavorare per vivere perché

Dettagli

SUL VALORE LEGALE DEI TITOLI DI STUDIO.

SUL VALORE LEGALE DEI TITOLI DI STUDIO. SUL VALORE LEGALE DEI TITOLI DI STUDIO. Paolo Gianni, Università di Pisa Chi fosse interessato ad un quadro chiaro ed esaustivo di cosa significhi valore legale di un titolo di studio, e della evoluzione

Dettagli

scopri i 7 rischi che corri 5 servizi che devi dall agenzia immobiliare

scopri i 7 rischi che corri 5 servizi che devi dall agenzia immobiliare 1 scopri i 7 rischi che corri nell acquisto della tua nuova casa e le 3 soluzioni che possono salvarti dall acquisto sbagliato. 5 servizi che devi pretendere dall agenzia immobiliare 2 Che si tratti dell

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

LA TUA OPPORTUNITA' Stai pensando a sogni ed obiettivi per il tuo DOMANI?

LA TUA OPPORTUNITA' Stai pensando a sogni ed obiettivi per il tuo DOMANI? LA TUA OPPORTUNITA' Stai pensando a sogni ed obiettivi per il tuo DOMANI?...Inizia OGGI a compiere i primi passi per far si che si possano realizzare nella TUA VITA. NON FERMARTI ALL APPARENZA! INTRODUZIONE

Dettagli

BENVENUTO IN SPECIALIZED

BENVENUTO IN SPECIALIZED BENVENUTO IN SPECIALIZED Tu sei parte importante di Specialized! Ti trovi qui perché i tuoi valori coincidono con i nostri. E come elemento di squadra ogni cosa che dici, fai, inventi, crei, agisce sul

Dettagli

Sempre più aziende italiane ritornano nel Bel Paese. Cina la più colpita dal back-reshoring

Sempre più aziende italiane ritornano nel Bel Paese. Cina la più colpita dal back-reshoring 1 / 5 a S 399932 E Classifica: 468 h Crea sito cooperator-veritatis Rassegna Stampa Giornaliera Cerca Home di esempio. Pubblicato il 27 luglio 2015 da Gianni-Taeshin Da Valle Precedente Successivo Sempre

Dettagli

Giacomo Bruno FARE SOLDI ONLINE CON GOOGLE

Giacomo Bruno FARE SOLDI ONLINE CON GOOGLE Giacomo Bruno FARE SOLDI ONLINE CON GOOGLE La Formula e i Trucchi Segreti per essere Primo su Google Adwords 2 Titolo FARE SOLDI ONLINE CON GOOGLE Autore Giacomo Bruno Editore Bruno Editore Siti internet

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

Il mistero dei muoni: perché arrivano sulla terra e cosa c entra la relatività del tempo e dello spazio?

Il mistero dei muoni: perché arrivano sulla terra e cosa c entra la relatività del tempo e dello spazio? Il mistero dei muoni: perché arrivano sulla terra e cosa c entra la relatività del tempo e dello spazio? Carlo Cosmelli, Dipartimento di Fisica, Sapienza Università di Roma Abbiamo un problema, un grosso

Dettagli

THE AUTOMOBILE SECTOR

THE AUTOMOBILE SECTOR Crisis in a Global Economy. Re-planning the Journey Pontifical Academy of Social Sciences, Acta 16, 2011 www.pass.va/content/dam/scienzesociali/pdf/acta16/acta16-montezemolo.pdf THE AUTOMOBILE SECTOR LUCA

Dettagli

Trasporto pubblico, servono 40 mld per colmare il gap con gli altri paesi Ue

Trasporto pubblico, servono 40 mld per colmare il gap con gli altri paesi Ue Rassegna Stampa del 3 aprile 2015 Trasporto pubblico, servono 40 mld per colmare il gap con gli altri paesi Ue E' QUANTO EMERGE DALL ANALISI CONDOTTA A LIVELLO MONDIALE DALLA SOCIETÀ GLOBALE DI CONSULENZA

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript 2014 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: Ciao, Flavia. Mi sono divertito moltissimo sabato

Dettagli

Esperimenti Informazioni per il PD

Esperimenti Informazioni per il PD Informazioni per il PD 1/7 Compito Gli alunni conducono degli esperimenti sul tema dell auto con propulsione a razzo usando diversi materiali. Obiettivo Gli alunni acquisiscono nuove conoscenze e rafforzano

Dettagli

Nota importante all'articolo!

Nota importante all'articolo! Nota importante all'articolo! In seguito alla pubblicazione della seguente intervista ci sono giunte diverse segnalazioni attendibili che, contrariamente a quanto lasciato intendere nell intervista stessa,

Dettagli

Titivillus presenta. la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. Buon viaggio, si parte!

Titivillus presenta. la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. Buon viaggio, si parte! Titivillus presenta la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. I Diavoletti per tutti i bambini che amano errare e sognare con le storie. Questi racconti arrivano

Dettagli

Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare

Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare Come abbiamo visto nelle pagine precedenti il Sistema Solare è un insieme di molti corpi celesti, diversi fra loro. La sua forma complessiva è quella

Dettagli

LA TRADER'S TRICK. Lo scopo della entrata Trader s Trick (TTE) è di permetterci di iniziare un trade prima dell entrata di altri trader.

LA TRADER'S TRICK. Lo scopo della entrata Trader s Trick (TTE) è di permetterci di iniziare un trade prima dell entrata di altri trader. LA TRADER'S TRICK Lo scopo della entrata Trader s Trick (TTE) è di permetterci di iniziare un trade prima dell entrata di altri trader. Siamo realistici. Il trading è un business in cui chi ha più conoscenza

Dettagli

P.31 F. 6 anni Io odissimo* la radioattività.

P.31 F. 6 anni Io odissimo* la radioattività. P.30 F. 6 anni Signor Kan, faccia sparire la radioattività per favore. Sono Sae Ogawa di Fukushima. Voglio uscire a giocare fuori. Da Sae 6 anni 1 elementare. (letto da Simona) P.31 F. 6 anni Io odissimo*

Dettagli

Viaggiare, fotografare, guadagnare

Viaggiare, fotografare, guadagnare Paolo Gallo Viaggiare, fotografare, guadagnare Crea il tuo secondo stipendio con il Microstock Tutti i diritti sono riservati a norma di legge. Nessuna parte di questo libro può essere riprodotta con alcun

Dettagli

L acqua di Torino nello spazio

L acqua di Torino nello spazio L acqua di Torino nello spazio luglio 2002 SMAT e Alenia Spazio (oggi Thales Alenia Space) hanno siglato un accordo per la fornitura delle acque di volo ad uso aerospaziale SMAT a Parigi per la presentazione

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

Sputnik 50 ANNI FA L URSS LANCIAVA NELLO SPAZIO

Sputnik 50 ANNI FA L URSS LANCIAVA NELLO SPAZIO 50 ANNI FA L URSS LANCIAVA NELLO SPAZIO Sputnik di Renato Dicati Tutto ebbe inizio quel 4 ottobre 1957, quando l Unione Sovietica diede il via alla corsa per la conquista e la supremazia dell universo.

Dettagli

Prof.ssa Gabriella Catalano Sgrosso. Diritto dello Spazio. Università di Roma La Sapienza

Prof.ssa Gabriella Catalano Sgrosso. Diritto dello Spazio. Università di Roma La Sapienza Diritto aereo o diritto spaziale per i voli suborbitali? Il punto di vista del giurista Prof.ssa Gabriella Catalano Sgrosso Prof. di Diritto Internazionale e Diritto dello Spazio Università di Roma La

Dettagli

VADE RETRO CO2: PERCHÈ RESPINGERE LE RICHIESTE DELLA LOBBY DELL AUTO E DEL GOVERNO BERLUSCONI

VADE RETRO CO2: PERCHÈ RESPINGERE LE RICHIESTE DELLA LOBBY DELL AUTO E DEL GOVERNO BERLUSCONI Affrontare i cambiamenti climatici è cruciale per la salvaguardia del futuro del pianeta. Per l'europa significa avere nuove importanti opportunità. É arrivato il momento di coglierle con fiducia, e con

Dettagli

Trento, 9 novembre 2006. DISCUSSIONE DELLA PROPOSTA DI MOZIONE n. 327. BOMBARDA (Verdi e Democratici per l Ulivo): Grazie, signor

Trento, 9 novembre 2006. DISCUSSIONE DELLA PROPOSTA DI MOZIONE n. 327. BOMBARDA (Verdi e Democratici per l Ulivo): Grazie, signor Trento, 9 novembre 2006 DISCUSSIONE DELLA PROPOSTA DI MOZIONE n. 327 BOMBARDA (Verdi e Democratici per l Ulivo): Grazie, signor Presidente. Io sono stato più parco nei consumi di tempo e quindi mi ritrovo

Dettagli

Indici standard rivisitati n. 3: Il tasso di rimbalzo

Indici standard rivisitati n. 3: Il tasso di rimbalzo Indici standard rivisitati n. 3: Il tasso di rimbalzo Standard Metrics Revisited #3: Bounce Rate http://www.kaushik.net/avinash/2007/08/standard-metrics-revisited-3- bounce-rate.html Quando Ann mi chiese

Dettagli

allegato al Decreto n. 15/2006 N. assegni

allegato al Decreto n. 15/2006 N. assegni 2 3 Tematica Partecipazione al Programma Nazionale di Sviluppo, Integrazione e Circolarità del Patrimonio Informativo della Pubblica Amministrazione per assicurare l'interoperabilità e la cooperazione

Dettagli

UNA TECNICA DI MEMORIA CHE NON SERVE A NIENTE : IMPARARE CODICI BINARI A VELOCITÀ SUPERSONICA.

UNA TECNICA DI MEMORIA CHE NON SERVE A NIENTE : IMPARARE CODICI BINARI A VELOCITÀ SUPERSONICA. I UNA TECNICA DI MEMORIA CHE NON SERVE A NIENTE : IMPARARE CODICI BINARI A VELOCITÀ SUPERSONICA. Un codice binario è un stringa di numeri che, indipendente dalla sua lunghezza, presenta una successione

Dettagli

Obiettivo di Kyoto 2012

Obiettivo di Kyoto 2012 Un miliardo e seicentonovantadue milioni di euro in fumo: l autogol dell Italia su Kyoto L Italia continua a non definire una strategia per il rispetto del protocollo di Kyoto e paga dazio. L anno che

Dettagli

Intervento del Presidente ANTONIO PATUELLI

Intervento del Presidente ANTONIO PATUELLI Intervento del Presidente ANTONIO PATUELLI DOCUMENTI 31 Ottobre 2014 Il risparmio è una lungimirante scelta etica civile, frutto innanzitutto del lavoro, che presuppone valori come la parsimonia, la previdenza

Dettagli

MILENA GABANELLI IN STUDIO

MILENA GABANELLI IN STUDIO COME VA A FINIRE? Contanti saluti al nero aggiornamento del 15/4/2012 Di Stefania Rimini MILENA GABANELLI IN STUDIO Il 15 aprile scorso abbiamo proposto di ridurre drasticamente l uso del contante. Perché

Dettagli

JACK WELCH SUZY WELCH. Vincere sul campo. Guida senza giri di parole per battere la concorrenza oggi

JACK WELCH SUZY WELCH. Vincere sul campo. Guida senza giri di parole per battere la concorrenza oggi JACK WELCH SUZY WELCH Vincere sul campo Guida senza giri di parole per battere la concorrenza oggi Vincere sul campo Parte seconda LA GESTIONE DEL TEAM 8. Leadership 2.0 133 9. Costruire un team eccellente

Dettagli

da Il piccolo principe di Antoine de Saint-Exupéry

da Il piccolo principe di Antoine de Saint-Exupéry Il mio disegno non era il disegno di un cappello. Era il disegno di un boa che digeriva un elefante. Affinchè vedessero chiaramente che cos era, disegnai l interno del boa. Bisogna sempre spiegargliele

Dettagli

ASTRO NEWS. 1957 2007 50 anni di Era Spaziale PGZ, S. F. Battistello

ASTRO NEWS. 1957 2007 50 anni di Era Spaziale PGZ, S. F. Battistello ASTRO NEWS Numero speciale 50 anni di era spaziale 1957 2007 50 anni di Era Spaziale PGZ, S. F. Battistello "L'umanità non rimarrà per sempre sulla Terra ma inseguendo la luce e lo spazio supererà, dapprima

Dettagli

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ENRICO LETTA IN CONFERENZA STAMPA

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ENRICO LETTA IN CONFERENZA STAMPA DEBITI P.A. decreto del fare Di Emanuele Bellano PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ENRICO LETTA IN CONFERENZA STAMPA L impegno che il Ministero dell Economia in particolare sta attuando con grande determinazione

Dettagli

Apocalittico. 1 Metapontino: la zona pianeggiante della Basilicata che si affaccia sul Mar Ionio

Apocalittico. 1 Metapontino: la zona pianeggiante della Basilicata che si affaccia sul Mar Ionio Intervistato: Angelo Cotugno, Segretario Generale della CGIL della Provincia di Matera Soggetto: Matera (sviluppo urbanistico, condizioni di vita fino agli anni 50, sua storia personale di vita nei Sassi,

Dettagli

MINUSVALENZE PREGRESSE: COME RECUPERARLE E VIVERE (QUASI) FELICI

MINUSVALENZE PREGRESSE: COME RECUPERARLE E VIVERE (QUASI) FELICI 06/12/2013 In questo Diario di Bordo parliamo dell astruso meccanismo italiano di tassare le plusvalenze nel risparmio amministrato e di come utilizzare il proprio zainetto fiscale per ridurre la tassazione

Dettagli

Inizio a lavorare come consulente a questo progetto per tutto il 1997 senza nessuna copertura di contratto.

Inizio a lavorare come consulente a questo progetto per tutto il 1997 senza nessuna copertura di contratto. SINTESI VICENDA GRAPPOLINI FRIGO Fase iniziale. Frigo insieme alla figlia con il marito ed un italiano come interprete vengono in visita presso l azienda alla fine del 1996. Dopo l incontro-intervista

Dettagli

IL DEPOSITO Di Giuliano Marrucci

IL DEPOSITO Di Giuliano Marrucci IL DEPOSITO Di Giuliano Marrucci MILENA GABANELLI IN STUDIO Invece sulla questione dei rigassificatori non c è dubbio che dovremmo averne qualcuno e qui c è una storia che è proprio tutta italica. da A

Dettagli

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Sapevate che sia le donne single che quelle in coppia hanno gli incubi pensando alla Festa

Dettagli

Progetto 30. Riflessioni sulla crescita della popolazione e del costo delle materie prime. Agosto 2013 v1

Progetto 30. Riflessioni sulla crescita della popolazione e del costo delle materie prime. Agosto 2013 v1 Progetto 30 Riflessioni sulla crescita della popolazione e del costo delle materie prime Agosto 2013 v1 Quali prospettive in un futuro a bassa crescita? L economia europea e quella italiana in particolare

Dettagli

Lezione 15: Un po di cose in generale

Lezione 15: Un po di cose in generale Lezione 15: Un po di cose in generale Abbiamo visto come possiamo associare ad alcune forme del piano o dello spazio delle espressioni analitiche che le rappresentano. Come un equazione sia una relazione

Dettagli

IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro ***

IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro *** IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro *** Dormi. Lo ricordavo bene il tuo sonno: fragile e immobile di notte, inquieto e sfuggente al mattino. Ho messo su il disco

Dettagli

Provincia Regionale di Messina

Provincia Regionale di Messina Provincia Regionale di Messina Gabinetto di Presidenza EUROPANEWS Newsletter redatta a cura dell Ufficio Europa e Politiche Comunitarie 26 Novembre 2013 L'UE aiuta gli artisti europei a conquistare un

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

URANO E NETTUNO. I due pianeti glaciali del Sistema Solare. Ricerca Astronomia" 1

URANO E NETTUNO. I due pianeti glaciali del Sistema Solare. Ricerca Astronomia 1 URANO E NETTUNO I due pianeti glaciali del Sistema Solare Ricerca Astronomia" 1 Introduzione: Urano e Nettuno fanno parte dei pianeti recenti, ovvero quelli scoperti nel 19 secolo. Sono infatti stati i

Dettagli

Lunedì 20 dicembre 2010. Docente del corso: prof. V. Maiorino

Lunedì 20 dicembre 2010. Docente del corso: prof. V. Maiorino Lunedì 20 dicembre 2010 Docente del corso: prof. V. Maiorino Se la Terra si spostasse all improvviso su un orbita dieci volte più lontana dal Sole rispetto all attuale, di quanto dovrebbe variare la massa

Dettagli

LAVORARE NELLE CROCIERE

LAVORARE NELLE CROCIERE LAVORARE NELLE CROCIERE tutti I consigli e I segreti per trovare Il lavoro che sogni su una nave da crociera LAVORARE NELLE CROCIERE a cura di antonio caneva daniela anzinger IL LAVORO CHE SOGNI TI STA

Dettagli

Rimini, 24 agosto 2006 ENERGIA AL DI LÀ E AL DI QUA DELLE ALPI

Rimini, 24 agosto 2006 ENERGIA AL DI LÀ E AL DI QUA DELLE ALPI Rimini, 24 agosto 2006 ENERGIA AL DI LÀ E AL DI QUA DELLE ALPI Buon pomeriggio a tutti, come potete immaginare, con il lavoro che faccio, di questi tempi non mi si parla d altro che di petrolio. Anche

Dettagli

Hai mai guidato una macchina?

Hai mai guidato una macchina? INDICE CAPITOLO UNO Al posto di guida 7 CAPITOLO DUE Un segreto sulla rabbia 13 CAPITOLO TRE Arrabbiarti ti aiuta a farti degli amici? 23 CAPITOLO QUATTRO Al fuoco, al fuoco! 27 CAPITOLO CINQUE Metodo

Dettagli

EXPO MILANO 2015: CHANCE DI NUOVA VITA. Novembre 2014

EXPO MILANO 2015: CHANCE DI NUOVA VITA. Novembre 2014 EXPO MILANO 2015: CHANCE DI NUOVA VITA Novembre 2014 Auspicio L Italia, ospitando l EXPO UNIVERSALE (150 Paesi) il cui obiettivo è nel pay off nutrire il pianeta, energia per la vita può tenere a battesimo,

Dettagli

GIACOMO BRUNO IL METODO 3-CLIENTI

GIACOMO BRUNO IL METODO 3-CLIENTI GIACOMO BRUNO IL METODO 3-CLIENTI Come Crearsi dei Guadagni Esponenziali sin dal Primo Mese con un Metodo Semplice e Duplicabile 2 Titolo IL METODO 3-CLIENTI Autore Giacomo Bruno Questo libro è gratuito

Dettagli

La fisica delle particelle nello Spazio Andrea Vacchi

La fisica delle particelle nello Spazio Andrea Vacchi La fisica delle particelle nello Spazio Andrea Vacchi Alle sei di mattina del 7 agosto 1912 da un campo presso la città austriaca di Aussig si levò in volo un pallone che trasportava tre uomini, uno di

Dettagli

Il Sistema di Posizionamento Globale (GPS)

Il Sistema di Posizionamento Globale (GPS) Il Sistema di Posizionamento Globale (GPS) Metodo di base: triangolazione nello spazio I satelliti GPS Determinazione delle distanze dai satelliti mediante misure di tempi di arrivo dei segnali Come è

Dettagli

Facebook Advertising

Facebook Advertising Facebook Advertising Starter Kit Una videolezione per partire in grande e ottenere risultati sin da subito. L'HOST DI QUESTA LEZIONE Paolo guadagna con le proprie passioni. Il suo primo lavoro è stato

Dettagli

Giacomo Saver. Polizze Vita: Come Uscire VIVI dalla Morsa Stritola Soldi

Giacomo Saver. Polizze Vita: Come Uscire VIVI dalla Morsa Stritola Soldi Giacomo Saver Polizze Vita: Come Uscire VIVI dalla Morsa Stritola Soldi Perché Ci Sono Cascato/a? Questa guida nasce con un obiettivo preciso. Quello di aiutarti ad uscire da una polizza vita che hai sottoscritto

Dettagli