UNA GIORNATA ITALIANA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "UNA GIORNATA ITALIANA"

Transcript

1 UNA GIORNATA ITALIANA Ore LE BADANTI (Roma Ferrara Genova Cianciano) Annie, filippina. A Roma assiste una malata di Alzheimer e suo marito. Tra badanti e colf il numero totale è di circa un milione e mezzo di persone. Per oltre il 70% straniere. La stima INPS,contando solo le badanti che versano i contributi, parla di 597 mila persone (il 78% non italiane) Per il CENSIS una famiglia su 10 non andrebbe avanti senza di loro. Soprattutto al nord. Il 40% dei malati di Alzheimer è assistito da una badante. I loro compensi variano nelle diverse regioni. Prendono in media 500 euro al sud, 800 al centro, 1000 al nord. Ore I PESCATORI (Mazara del Vallo, TP) La fatwa dei tunisini di Mazara del Vallo Benur e Bazin, pescatore ed ex pescatore Oltre il 50% dei pescatori di Mazara del Vallo sono tunisini. La Sicilia da sola vale la metà del pescato italiano; Mazara un quarto. Senza gli immigrati si fermerebbe tutto. La crisi e la concorrenza hanno allungato le battute di pesca; si può stare in mare sino a tre mesi. La paga dovrebbe essere proporzionale al pescato. In media, per un marinaio semplice, è sui 1000 euro. Si dorme tra una calata di rete e l altra, a volte 2-3 ore a notte. Ore I CAMIONISTI (Treviso) Mario Gabbin, padroncino a Treviso Nel nord-est, terra di camionisti italiani, gli stranieri sono ormai maggioranza (almeno sulle tratte internazionali). Sui nostri 400 camion, dice Maurizio Codognotto, del gruppo omonimo, abbiamo 300 autisti stranieri e 150 italiani (sino al 2002 su 170 camion gli autisti erano tutti italiani) In Italia l 88% del traffico è su gomma. Senza di loro andrebbe in crisi tutta la logistica, per mancanza di approvvigionamento chiuderebbero tutte le grosse aziende. Gli autisti stranieri non dicono mai di no: un rumeno accetta anche 300 euro al mese e di viaggiare anche tutti i fine settimana. Gli stipendi si aggirano sui 2000 euro (tratte nazionali) e sui 2400 euro (internazionali). Ma con gli stranieri c è chi fa il furbo, dando un assegno regolare e poi facendosi restituire cash il 40%. Oppure esigendo rimborsi per danni immaginari al motore. O chiedendo 200 euro per il posto branda. Ore GLI ALLEVATORI (Salerno Reggio Emilia) La mozzarella di bufala salvata dai Sikh Antonio Orlotti, direttore della cooperativa Paestum, nel salernitano Nel casertano e nel salernitano, capitali della mozzarella, quasi tutti gli addetti alle bufale sono immigrati. Soprattutto indiani. Il 30-40% sarebbero irregolari. Nel consorzio Paestum su 60 allevatori solo uno impiega italiani.

2 È una vita dura. La prima mungitura dalle 4 alle 8. Poi le pulizie della zona di stabulazione e le altre attività nei campi. La seconda mungitura dalle 14 alle 18. Poi si prepara il pastone per l indomani. Sono passate 14 ore. Guadagnano in media 1200 euro che, con l indennità di disoccupazione di cui godono gli stagionali, arrivano a Anche nella Bassa padana, terra di Parmigiano reggiano, gli stranieri vanno dal 35% a oltre la metà. Nella Coop Cila di Novellara, la più grande dell Emilia Romagna, i lavoratori sono quasi tutti stranieri. Ore GLI ADDETTI ALLE PULIZIE (Modena) Lo stesso lavoro ma in meno tempo. Emilia Araha, etiope, lavora all ospedale di Baggiovara. Alla Manutencoop di Bologna, una delle più grandi società cooperative, su 1000 dipendenti del settore pulizie un terzo sono stranieri. Ma in molte realtà, come l ospedale di Modena, arrivano a oltre il 40%. Un addetto con un contratto part-time da 24 ore prende sui 600 euro. La selvaggia concorrenza delle cooperative, che puntano sugli stranieri, peggiora di anno in anno le condizioni: oggi lo stesso lavoro, a parità di compenso, va fatto in un terzo del tempo in meno. Ogni due anni il Ministero del Lavoro dovrebbe controllare che tutto si svolga nel rispetto dei diritti. Ma le coop nascono e muoiono prima. In queste aziende crescono le voci come trasferte o premi di produzione. L immigrato crede di prendere una retribuzione congrua (il netto in busta paga è uguale) ma in realtà non vedrà mai una pensione. Ore I MURATORI (Milano Roma) Le mani straniere che ogni giorno costruiscono l Italia. Daniel Grigoriu, rumeno, sindacalista CGIL a Roma. A Milano ci sono 70 mila muratori iscritti alle Casse Edili, per il 44% stranieri (in Lazio sono il 51%, la media nazionale è del 30). Per il sindacato bisogna aggiungere il 20% di lavoratori in nero, perlopiù immigrati. Gli stranieri nell edilizia in Lombardia sono passati dal 4% nel 2000 al 41% nel Decuplicati in 8 anni. Non fosse stato per loro il 2009 dell edilizia sarebbe stato col segno meno. Gli occupati sono diminuiti del 4%, mentre gli stranieri cresciuti del 10. In pratica ormai assumono solo loro. Gli stranieri occupano la fascia bassa: operai comuni (62% contro 35% di italiani). Il gap è più vistoso al vertice: immigrati (8%), meno di un quarto dei locali (33). La differenza è tra 1100 contro 1380 euro al mese. Tra i nuovi problemi ci sono l inquadramento come part-time e le partite iva. Al datore conviene, il lavoratore non avrà mai una pensione decente. Gli stranieri sono primatisti negli incidenti sul lavoro. Sono coinvolti in un infortunio su 5 e in un decesso su 6. Percentuale passata dal 18% al 22% del totale (dal 2008 al 2009): primi i rumeni, poi albanesi e marocchini. Ore TATE E COLF (Milano Roma) Le vice mamme che puliscono anche il water Raffaella Maioni, Presidente ACLI-Colf

3 L IRS di Milano calcola 774 mila colf regolari, di cui nove su dieci straniere. Ne stimano anche 600 mila in nero. Il 31% pulisce e gestisce l abitazione, lavorando a ore. Il 17% fa la tata o babysitter. Il 51% la badante. Per l 87% sono donne. Solo un terzo vive in casa, fissa (diventa il 63% nelle famiglie composte da un anziano solo) Gli stipendi sono più alti a Milano che a Roma, dove una part-time costa in media 600 euro e un tempo pieno da 900 a Ore GLI AMBULANTI (Firenze) San Lorenzo: il mercato di Babele a Firenze Lapo Cantini e Adriano Ciolli, Confesercenti di Firenze La media nazionale degli ambulanti stranieri è di un terzo del totale (dati FIVA- Confcommercio, 2008) Sono triplicati rispetto a 10 anni prima. Ma anche andando indietro solo al 2004, erano 29 mila (circa 20%), contro i 53 mila odierni. Al celebre mercato di San Lorenzo di Firenze, gli ambulanti immigrati sono il 90%, calcola Confesercenti. Tra i record regionali Sardegna (53,78%) e Calabria (52,23%). Per non dire della Campania: 73% tra chi fa commercio in forma itinerante di articoli di abbigliamento e vestiario e 82% negli altri articoli non alimentari. Ore I RACCOGLITORI (Cles Rosarno San Nicola Varco) Dagli uomini della Val di Non agli schiavi di Rosario, passando per Eboli Lino Bergamo, coltivatore indipendente della Val di Non. Nel 2001 i braccianti stranieri erano 20 mila, otto anni dopo sono quadruplicati, diventando maggioranza assoluta nel meridione e cruciali dappertutto. L identikit dello stagionale immigrato: 97% maschi, tra i 20 e i 40 anni. Senza permesso di soggiorno (72%) e in nero (68%). I record in provincia di Latina (83% clandestini e 77% in nero) e nella Piana di Gioia Tauro (90% e 100%). (dati Medici senza Frontiere). A Rosarno, in Calabria, la raccolta delle arance da mattina a sera rendeva 25 euro. Ma lavorando una media di 160 giorni all anno un bracciante guadagna solo 4000 euro, poco più di 10 euro al giorno. Altra musica in Trentino. In Val di Non per la raccolta delle mele gli immigrati sono maggioranza ma guadagnano almeno 6,90 euro all ora. Ore GLI ADDETTI AI RIFIUTI (Vedelago, TV) Il riciclaggio che il mondo ci invidia Alessandro Mardegan, contitolare. Il Centro Riciclo Vedelago, in Veneto, ricicla circa il 90% dei rifiuti: un record europeo. Sui 60 assunti di questa azienda modello gli stranieri sono teoricamente il 52% ma, togliendo amministrativi e autisti, la loro quota arriva a due terzi. Una parte dello smistamento viene fatta dalle macchine ma la selezione più fine è fatta dagli uomini. Nonostante i 1300 euro al mese si trovano pochi candidati italiani. Il centro è in piena terra leghista. Tra le dichiarazioni più memorabili quella dell ex sindaco di Treviso Gianfranco Gentilizi (si potrebbe sparare agli immigrati come ai leprotti) che nel 97 fece togliere le panchine perché non potessero riposarcisi gli stranieri

4 Tra gli emuli più recenti il consigliere comunale Giorgio Bettio: Sarebbe giusto far capire agli immigrati come ci si comporta usando gli stessi metodi dei nazisti. Per ogni trevigiano a cui recano danno o disturbo, vengano puniti 10 extracomunitari Ore I CONCIATORI (Arzignano, VI) I nigerini che hanno salvato la pelle del nordest Bureim Salu, scamatore del Niger ad Arzignano, Vicenza. Il distretto economico di Arzignano, con 3,5 miliardi di fatturato, esporta pelletteria in mezzo mondo. Un terzo degli addetti è extracomunitario a cui si aggiunge più di un quarto di stranieri comunitari. Situazione simile negli altri due importanti poli conciari. Senza i suoi 400 senegalesi, Santa Croce sull Arno collasserebbe. Idem per Solofra, in Campania, senza 800 cinesi e altrettanti rumeni. In media prendono dai 1100 ai 1300 euro al mese. Con gli assegni familiari gli stranieri, gli unici che continuano a fare figli (il 46,74% dei nati ad Arzignano nel 2008 ha genitori stranieri), arrivano anche a Ad Arzignano oggi un quinto della popolazione è immigrata, un record nazionale tra i piccoli comuni secondo le rilevazioni ISTAT, condiviso con pochi punti di differenza da Telgate nel bergamasco e Monticiano nel senese. Delocalizzazione inversa è stato battezzato il modello industriale di Arzignano. Mentre il resto del nordest portava il lavoro in Romania o in Cina, il distretto della concia delocalizzava in casa, favorendo l arrivo degli stranieri. Ore LE CAMERIERE (Roma) L affare della governante a chiamata Prabath Ekneligoda, srilankese, titolare di due cooperative a Roma. Prabath Ekneligoda è il titolare di due cooperative di servizi a Roma, da 40 persone l una. Il suo slogan è flessibilità : Se c è meno lavoro mandiamo la gente in ferie, teniamo qualcuno a casa, ci aggiustiamo I grandi alberghi si affidano ormai quasi tutti alle cooperative. Così riducono i costi fissi. Ai lavoratori però può non andare tutto il compenso. Se la coop fa la furba dice una cameriera quando l albergo paga 50 euro, a te ne andranno in tasca si e no 35. Lavorando una ventina di giorni al mese, prendono euro con contratti inizialmente a tempo determinato. Ore I CUOCHI E I LAVAPIATTI (Roma Venezia) Se la migliore carbonara la fa un tunisino Nabil Hadj Hassen, tunisino, migliore carbonara di Roma Su 80 mila cuochi e aiuti-cuoco in ristoranti e alberghi registrati all Inps, calcola la Federazione Italiana Pubblici Esercizi, gli immigrati sono 11 mila. Tra loro 2700 chef fissi e 8300 stagionali, per un 13,75% del totale. Non sono distribuiti equamente. A Roma, a Venezia e a Firenze, non c è ristorante nella cui cucina non vi sia una quota, quando non una maggioranza, straniera. In Laguna, dati CGIL, tra alberghi e ristoranti gli stranieri sarebbero il 14,3% cui però va aggiunto un 15% di irregolari. La migliore carbonara, secondo il Gambero Rosso, è quella del tunisino Nabil Hadj Hassen. La seconda? Quella del cuoco indiano del romano Arcangelo. Hu Shun Feng del ristorante

5 milanese L altra Isola sembra il dio dei risotti. E la migliore pizza? Secondo l associazione verace pizza napoletana la fa Mokoto Onischi, di Tokio. Islam Md Safiquel, srilankese di 36 anni, lavapiatti in un rinomato ristorante romano. Prima lavorava 12 ore e mezzo per 800 euro. Ora dalle alle 15 e poi dalle 20 alle 23, per uno stipendio sui euro. Ore GLI ADDETTI AI CANTIERI NAVALI - (Genova Porto Marghera) Né ferie né malattia, il forfait inaccettabile della paga globale Giorgio Molin, Fiom di Mestre. Nei momenti topici di costruzione di una barca il contributo degli stranieri è determinante. Il rapporto tra dipendenti diretti e indotto, in giganti come Fincantieri, si è invertito: 1200 contro 2600 a Porto Marghera. E tra i subcontractors gli immigrati sono maggioranza schiacciante. Sino a 20 anni fa c era solo un subappaltante, oggi sono 500. Ci sono marocchini che hanno pagato 4000 euro a un intermediario in Marocco che prometteva, oltre al contratto, l alloggio. Non è andata così. Non solo: l iniziale assunzione a tempo indeterminato in una coop è stata derubricata in apprendistato in un altra con diverso nome, stessi titolari e diritti dimezzati. Va forte la paga globale. Certi 740 indicano 9000 per dieci mesi, circa 700 netti al mese. In realtà i lavoratori prendono quasi il doppio, ma in nero. Inesistenti trasferte che però non danno diritto ai contributi. E ferie mai usufruite. La procura di Venezia ha aperto un indagine. Ore I CAVATORI - (Barge Bagnolo Piemonte Val di Cembra) Le pietre che solo i cinesi osano ancora spaccare Antonio Rapanà, ex cavatore e sindacalista. In Val di Cembra, che produce quasi il 70% del porfido italiano, gli immigrati sono ormai almeno la metà. E se si guarda ai nuovi assunti diventano il totale. A spaccare i massi o a fare i cubetti, le fasi più dure e meno redditizie della lavorazione, non vedi un italiano Molti lavorano a cottimo puro, illegale. Risultano 5 ore al giorno, in realtà sono 9. Magari sulla busta paga ci sono le ferie o la malattia, ma se non si lavora non si guadagna niente e le ferie o la malattia uno se le paga per conto suo. In media parliamo di 1500 euro al mese, di cui 400 di cottimo. A Barge e Bagnolo Piemonte si estrae e lavora la pietra lucerna. Un imprenditore: Prima che arrivassero i cinesi facevamo milioni di lire all anno. Oggi il fatturato supera il milione di euro. Prima c era lo stipendio, ora si lavora solo a cottimo. Ore GLI ADDETTI ALLA LAVORAZIONE DEI POLLI - (Verona) Allo stabilimento di Nogarole Rocca (VR) Leonardo Facchinetti, direttore personale Aia Nelle classifiche internazionali dei peggiori lavori al mondo figura sempre la lavorazione dei polli. Un settore che dappertutto fa largo ricorso agli immigrati. Nello stabilimento AIA di Nogarole Rocca, nel veronese, il 43% dei lavoratori sono stranieri. 168 nigeriani, 60 ghanesi, 42 marocchini, più uomini e donne di altre 28 nazionalità, per un totale di 412 persone. La zona frigo però è subappaltata a una cooperativa. Lì, su un totale di 200 addetti, l 83% è composto di non italiani. Ci sono tre turni, a partire dalle Sei giorni su sette, per euro che con gli assegni familiari possono arrivare a 1500.

6 Negli ultimi 15 anni, negli USA e altrove, la velocità delle linee è stata accelerata da 55 a 91 polli al minuto. Velocità uguale stress uguale rischio. Risultato: incidenti e malattie professionali. Il settore è al terzo posto, dopo la lavorazione della carne rossa e delle auto, quanto a traumi. Ore I BENZINAI - (Roma Napoli Torino) Capo, ma perché la macchina me la lava er negro? Filippo Sperduto, stazione Q8, via della Bufalotta, Roma. Non esistono dati nazionali ma a livello regionale e provinciale. Sui circa 1500 benzinai del Lazio gli stranieri sarebbero 500, stima il responsabile Fib. Una percentuale che cresce nelle stazioni più grandi dove su 4-5 dipendenti un paio sono spesso extracomunitari. In Campania la media è sul 25% (li trovi in 400 su 1600 stazioni). Concentrazione che aumenta a Napoli città e a Caserta. Lì, in circa metà delle pompe, l 80% dei dipendenti è straniero, spesso in nero. Perché gli Italiani non lo vogliono più fare? Si lavora 9 ore, dalle 7 alle 19, con una pausa di tre ore. Si sta sempre in piedi, col freddo e con la pioggia. Il sabato si lavora, la domenica una ogni quattro. Quelli che presidiano i self-service sono tutti stranieri. Quanto si guadagna? Dipende. In una pompa di Roma nord, nei giorni normali una media di euro a notte, nei finesettimana anche il doppio. Ore I PRETI - (Terni) La risposta vera alla crisi delle vocazioni Don Andrea Kazimierczu, polacco, e don Lisnardo Morales, colombiano. I nostri preti, come il resto della popolazione, sono sempre più vecchi. Dai dati Sir di giugno 2009 l età media è di oltre 62 anni, con un quinto che supera i 75 anni Le nuove leve sono sempre più spesso immigrate. Soprattutto in Italia centrale, stando a uno studio della Fondazione Agnelli del In Umbria, il 49,5 % dei preti sotto i 40 anni è d importazione. In Lazio, il 43,6 e in Toscana il 35,2. La media nazionale, calcola il libro blu di Luca Diotallevi, è del 13,5. Altri indicatori. Le iscrizioni al Seminario maggiore sono aumentate del 20% e alla facoltà teologica dell Italia centrale raddoppiate dal 98 al Non è vera crisi perché da noi c erano molti più preti che altrove. In Brasile uno ogni 30 mila abitanti e in Austria uno ogni 3500: da noi uno ogni Ciò non cancella il crollo, da oltre 60 mila nell 85 ai 33 mila nel 2007, ma ne attutisce le conseguenze. Tra le motivazioni dell esodo ci possono essere anche le migliori prospettive economiche. In Colombia, dice un parroco, non esiste l 8 per mille. E gli euro che gli passa il Vaticano hanno molto beneficiato la sua famiglia d origine, assai povera. Ore GLI ADDETTI ALLE FONDERIE - (Molinetto di Mezzano BS) Negli ex gironi danteschi dove resistono solo gli africani Franco Marelli e Realdo Uberti, Anthony Mensah e Apeku Theophilus, ghanesi della Service Metal (Bs). Dei 32 mila lavoratori direttamente occupati nell industria, stima l Associazione fonderie italiane, il 40-50% è extracomunitario. Nell indotto, poi, che dà da mangiare ad altre 12 mila persone, l affollamento aumenta. In piccole realtà, poco sindacalizzate, le condizioni sono quelle di decenni fa. Lì, nel bresciano, gli immigrati superano anche l 80%.

7 Alla Service Metal, che da Molinetto di Mazzano vende in tutto il mondo, metà dei dipendenti sono stranieri. Ma in certe linee speciali, come quella dell ottone, arrivano al 100% Una recente inchiesta fotografa il fenomeno. Per la maggior parte sono più istruiti degli operai nostrani e tuttavia sono quasi tutti inquadrati al terzo livello, il più basso (1170 euro). E poi, avendo per il 55% un unica fonte di reddito per famiglie più numerose, cadono spesso sotto la soglia di povertà. Ore I PANETTIERI - (Bologna) Quei pakistani che fanno il filone a un euro Basilio Minichiello, presidente Associazione italiana panettieri pasticcieri e affini. Al nord i panettieri immigrati si vedevano già da una decina di anni ma ora sono diventati oltre la metà della forza lavoro. Al sud il fenomeno è recente, i numeri più bassi ma la crescita molto rapida. La svolta è dell estate 2007: liberalizzato il mercato e abolite le licenze per la panificazione si è passati da 25 mila aziende, perlopiù a conduzione familiare, a 28 mila. Di colpo sono mancati 3000 addetti all appello. I margini sono stretti. Se un piccolo forno fa 2 quintali e mezzo di pane al giorno, significa, al minimo, 250 euro di fatturato. Tolti i costi, in tasca restano sui 1200 euro al mese, come o meno di un operaio. In assenza di grandi progressi tecnologici si interviene sui costi. Con la manodopera italiana non si poteva andare oltre. Un rumeno, invece, lavora anche 20 ore per euro. Ore GLI INFERMIERI - (Torino Milano Genova) I precari perfetti della sanità esternalizzata Signora Benedossi, paziente all Istituto delle Figlie di San Camillo di Treviso. Il totale degli iscritti a collegi professionali è di oltre 370 mila persone. Tra loro gli stranieri regolari sono 35 mila, quindi circa il 10%. Se nel giro di sei mesi tutti i non italiani rientrassero nei loro paesi il nostro sistema andrebbe in ginocchio mette in guardia però la Presidente Ipasvi. Negli ospedali privati non ci sono limiti al loro reclutamento. Si va dal 18% del San Raffaele di Milano al 50% dell Istituto delle Figlie di San Camillo di Treviso. In quelli pubblici, invece, salvo rare eccezioni, possono essere assunti solo a tempo determinato. La sanità è sempre più esternalizzata. Interi reparti ricorrono a cooperative che impiegano quasi solo immigrati. Il differenziale di stipendi tra chi lavora nel pubblico e chi lavora nelle cooperative varia dal 20% al nord al 42& al centro-sud. Nei parainfermieri la presenza straniera è ancora più forte. Un sindacalista milanese: Tra gli Oss (operatori socio-sanitari) i migranti saranno l 80%, tra gli Asa (ausiliari sociosanitari) anche il 95%. Ore I CALCIATORI - (Milano) Quelle partite tristi orfane dei brasiliani Franco Baldini, assistente di Fabio Capello alla guida della nazionale inglese. Tra i 933 professionisti della serie A, 611 sono italiani, 322 stranieri. Si tratta del 34,5%. Se si pensa alla milanesissima Inter, nella sua rosa di 28 giocatori solo sei sono autoctoni. Capita a volte che tra i titolari non ci sia un italiano.

8 La stranierizzazione è una tendenza europea. In Gran Bretagna sono il 59,3%, in Germania il 50,2%, in Spagna il 35,5%, in Francia il 30,5%. Tra i giovani il fenomeno è ancora più accentuato. Nelle ultime tre stagioni tra i giocatori di anni, gli italiani andati all estero sono stati 36 mentre sono arrivati 165 comunitari e 297 extracomunitari. Ore I FACCHINI - (Castelnovo di Sotto MI) Gli stakanovisti della fatica ora vengono dal Punjab Nadia, algerina, responsabile dell imballo Nel Gruppo Facchini Emiliano, superpotenza della logistica, su 475 dipendenti il 70% è straniero. Tra loro oltre metà è composto da indiani. Sui suoi oltre 20 mila associati Confcooperative quantifica in oltre il 35% gli extracomunitari che operano nel settore della logistica, della movimentazione merci e nei servizi di imballaggio. Poi ci sono i neo comunitari. Lo stipendio base sono quasi tutti part-time è di 800 euro. All ortomercato di Milano ogni giorno, da mezzanotte all alba, centinaia di camion devono essere scaricati e caricati. Un lavoro che sempre più fanno marocchini ed egiziani reclutati dai caporali e pagati in nero 3-4 euro invece dei 7 regolamentari. Ore LE PROSTITUTE - (Roma Torino) I saldi delle cinesi, passeggiatrici hard discount Francesco Carchedi, sociologo, centro studi Parsec. Gli operatori di strada raccontano che a Ostia le cinesi abbiano fissato un nuovo record al ribasso: 5 euro per un rapporto completo. Stando agli ultimi dati Tampep, un network europeo che si occupa di sex workers, nel le straniere in Italia erano il 90%. Su un totale di 50 mila persone, il 60% esercitava per strada e un 40% al chiuso. Prima della crisi, a Roma, una diciottenne rumena poteva fare rapporti al giorno a 20 euro l uno. Una nigeriana altrettanti, ma a metà prezzo. Ora è dimezzato anche il numero di rapporti, il che significa che può arrivare in media a 100 euro al giorno. Da cui va tolta la quota del pappone. Tra i trans, sempre dati Tampep, la superiorità straniera si riduce, con un 79% contro un 21%. Varia molto anche la presenza sul territorio, dall 1% sul totale in Lombardia al quasi 30 di Napoli. Estratto dal libro GRAZIE. Ecco perché senza gli immigrati saremmo perduti di Riccardo Staglianò (edizioni Chiarelettere, 2010) pubblicato sul quotidiano La Repubblica

Il differenziale salariale tra italiani e stranieri pag. 2. L appartenenza di genere pag. 4. Il settore di impiego e le condizioni contrattuali pag.

Il differenziale salariale tra italiani e stranieri pag. 2. L appartenenza di genere pag. 4. Il settore di impiego e le condizioni contrattuali pag. Studi e ricerche sull economia dell immigrazione Le retribuzioni dei e i gap retributivi con gli italiani Anno 2011 Il differenziale salariale tra italiani e stranieri pag. 2 L appartenenza di genere pag.

Dettagli

P R E FA Z I O N E Un volume a sostegno di un progetto operativo Otto Bitjoka, presidente della Fondazione Ethnoland... pag. 9

P R E FA Z I O N E Un volume a sostegno di un progetto operativo Otto Bitjoka, presidente della Fondazione Ethnoland... pag. 9 ethnoland - 0 - INDICE E INTRO 6 31-12-2008 10:11 Pagina 3 INDICE P R E FA Z I O N E Un volume a sostegno di un progetto operativo Otto Bitjoka, presidente della Fondazione Ethnoland... pag. 9 I N T R

Dettagli

Terzo Rapporto annuale Gli immigrati nel mercato del lavoro in Italia

Terzo Rapporto annuale Gli immigrati nel mercato del lavoro in Italia 2013 Terzo Rapporto annuale Gli immigrati nel mercato del lavoro in Italia a cura della Direzione Generale dell Immigrazione e delle Politiche di Integrazione Sintesi dei risultati La presenza degli stranieri

Dettagli

L Irpef pagata dagli stranieri nelle regioni italiane

L Irpef pagata dagli stranieri nelle regioni italiane Studi e ricerche sull economia dell immigrazione L Irpef pagata dagli stranieri nelle regioni italiane Anno 2011 per l anno di imposta 2010 Avvertenze metodologiche p. 2 I principali risultati dello studio

Dettagli

EMBARGO FINO A SABATO 20 LUGLIO ORE 9.00 COMUNICATO STAMPA

EMBARGO FINO A SABATO 20 LUGLIO ORE 9.00 COMUNICATO STAMPA Ufficio Stampa EMBARGO FINO A SABATO 20 LUGLIO ORE 9.00 COMUNICATO STAMPA TURISMO ESTERO, CONFESERCENTI- REF: GLI STRANIERI CONTINUANO A SCEGLIERE L ITALIA, MA CONOSCONO POCO IL SUD: PREFERITO IL CENTRO-

Dettagli

Dossier sulla non autosufficienza

Dossier sulla non autosufficienza 1 Dossier sulla non autosufficienza Tanti soldi (quasi 30 mld) ma spesi male E al Sud boom di invalidità ma niente servizi La spesa, la domanda di assistenza, le strutture e i servizi. La situazione nelle

Dettagli

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 11

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 11 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE ITALIA POPOLAZIONE Cose da sapere VOLUME 1 CAPITOLO 11 A. Le idee importanti l L Italia è uno Stato con 20 regioni e 103 province l In Italia ci sono molte città. Le

Dettagli

Caritas/Migrantes. Dossier Statistico Immigrazione 2009. XIX Rapporto. Immigrazione: conoscenza e solidarietà

Caritas/Migrantes. Dossier Statistico Immigrazione 2009. XIX Rapporto. Immigrazione: conoscenza e solidarietà Caritas/Migrantes Dossier Statistico Immigrazione 2009 XIX Rapporto Immigrazione: conoscenza e solidarietà In Europa, e specialmente nel nostro Paese, l immigrazione continua a crescere nonostante la crisi,

Dettagli

MARINELLA EUSEBI MANGANO TORINO LA MIA CITTÀ 1 - CONOSCERE L'ITALIA ELEMENTI DI GEOGRAFIA ED ECONOMIA PER DONNE NORD AFRICANE I T A L I A LIVELLO 1

MARINELLA EUSEBI MANGANO TORINO LA MIA CITTÀ 1 - CONOSCERE L'ITALIA ELEMENTI DI GEOGRAFIA ED ECONOMIA PER DONNE NORD AFRICANE I T A L I A LIVELLO 1 MARINELLA EUSEBI MANGANO TORINO LA MIA CITTÀ 1 - CONOSCERE L'ITALIA ELEMENTI DI GEOGRAFIA ED ECONOMIA PER DONNE NORD AFRICANE I T A L I A LIVELLO 1 EDIZIONE 2014 LIBERAMENTE ISPIRATO A DIRITTI E ROVESCI

Dettagli

IL MATRIMONIO IN ITALIA

IL MATRIMONIO IN ITALIA IL MATRIMONIO IN ITALIA Anno 2012 Fonte: rapporto ISTAT del 13 novembre 2013 (htttp://www.istat.it) Nel 2012 sono stati celebrati in Italia 207.138 matrimoni (3,5 ogni 1.000 abitanti), 2.308 in più rispetto

Dettagli

Gli assicurati e gli infortuni sul lavoro. Adelina Brusco, Daniela Gallieri

Gli assicurati e gli infortuni sul lavoro. Adelina Brusco, Daniela Gallieri Gli assicurati e gli infortuni sul lavoro Adelina Brusco, Daniela Gallieri Ancona, 9 giugno 2009 Assicurati e Infortuni sul lavoro sono rilevati tramite il codice fiscale che individua il Paese di nascita

Dettagli

Le persone senza dimora

Le persone senza dimora Le persone senza dimora Linda Laura Sabbadini Direttore Dipartimento statistiche sociali e ambientali 9 Ottobre 2012 In maggioranza vivono al Nord Sono 47.648 le persone senza dimora che tra novembre e

Dettagli

La comunità romena in Italia. A cura di Maria Eva Zurbakis

La comunità romena in Italia. A cura di Maria Eva Zurbakis La comunità romena in Italia A cura di Maria Eva Zurbakis Acquisizione ed elaborazione dei dati riassunti nelle schede sono ricavati dalle seguenti fonti: Barbagli (a cura di), 1 Rapporto sugli immigrati

Dettagli

ABBIGLIAMENTO, CALZATURE, ACCESSORI,PELLETTERIE, REP TESSILE PER LA CASA ED ARTICOLI SPORTIVI

ABBIGLIAMENTO, CALZATURE, ACCESSORI,PELLETTERIE, REP TESSILE PER LA CASA ED ARTICOLI SPORTIVI SETTORE MODA,, ABBIIGLIIAMENTO,, CALZATURE,, ACCESSORII,,PELLETTERIIE,, TESSIILE PER LA CASA ED ARTIICOLII SPORTIIVII Con laa l ccol llaaborraazzi ionee di:: Fashion REPORT INDICE Pag. 1. 2. 3. 4. CONSUMI

Dettagli

Comunità solidali. Equità e giustizia sociale. Aalborg Commitment 9. Capitolo 9

Comunità solidali. Equità e giustizia sociale. Aalborg Commitment 9. Capitolo 9 Capitolo 9 Aalborg Commitment 9 Ci impegniamo a costruire comunità solidali e aperte a tutti. Lavoreremo quindi per: adottare le misure necessarie per alleviare la povertà assicurare un equo accesso ai

Dettagli

I Contratti di Rete. Rassegna dei principali risultati quantitativi. Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento all 1 dicembre 2013)

I Contratti di Rete. Rassegna dei principali risultati quantitativi. Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento all 1 dicembre 2013) I Contratti di Rete Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento all 1 dicembre 2013) I contratti di rete Il monitoraggio sui Contratti di rete di Unioncamere, su dati Infocamere, mette in

Dettagli

TORINO LA MIA CITTÀ 1 - CONOSCERE L'ITALIA I T A L I A M E I C MOVIMENTO ECCLESIALE DI IMPEGNO CULTURALE

TORINO LA MIA CITTÀ 1 - CONOSCERE L'ITALIA I T A L I A M E I C MOVIMENTO ECCLESIALE DI IMPEGNO CULTURALE MARINELLA EUSEBI MANGANO TORINO LA MIA CITTÀ 1 - CONOSCERE L'ITALIA ELEMENTI DI GEOGRAFIA ED ECONOMIA PER DONNE MAGHREBINE I T A L I A M E I C MOVIMENTO ECCLESIALE DI IMPEGNO CULTURALE Gruppo di Torino

Dettagli

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2012. 17 luglio 2013

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2012. 17 luglio 2013 17 luglio 2013 Anno 2012 LA POVERTÀ IN ITALIA Nel 2012, il 12,7% delle famiglie è relativamente povero (per un totale di 3 milioni 232 mila) e il 6,8% lo è in termini assoluti (1 milione 725 mila). Le

Dettagli

Il mercato delle Dop e Igp in Italia nel 2007

Il mercato delle Dop e Igp in Italia nel 2007 Il mercato delle Dop e Igp in Italia nel 2007 Ismea Direzione Mercati e Risk management e.deruvo@ismea.it (06 85568460) 1 Il mercato delle Dop e Igp in Italia nel 2007 1. I riconoscimenti Alla fine di

Dettagli

c o m u n i c a t o s t a m p a

c o m u n i c a t o s t a m p a c o m u n i c a t o s t a m p a Unioncamere, made in Italy: 59mila marchi e 44mila brevetti depositati in 12 anni Roma 11 maggio 2012 Prodotti di largo consumo, sistema moda, dispositivi elettronici, elettrici,

Dettagli

VADEMECUM KNOW YOU RIGHTS

VADEMECUM KNOW YOU RIGHTS VADEMECUM KNOW YOU RIGHTS Siamo la Rete Campagne in Lotta, e con questo opuscolo vogliamo diffondere il più possibile tra i lavoratori stranieri informazioni utili sul lavoro in agricoltura, con o senza

Dettagli

DOSSIER STATISTICO IMMIGRAZIONE 2011 - SCHEDA SU LOMBARDIA E AREA MILANESE

DOSSIER STATISTICO IMMIGRAZIONE 2011 - SCHEDA SU LOMBARDIA E AREA MILANESE DOSSIER STATISTICO IMMIGRAZIONE 2011 - SCHEDA SU LOMBARDIA E AREA MILANESE Le presenze straniere in regione I residenti Secondo i dati Istat, a fine 2010 i residenti stranieri in Lombardia sono 1.064.447,

Dettagli

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2013. 14 luglio 2014

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2013. 14 luglio 2014 14 luglio 2014 Anno 2013 LA POVERTÀ IN ITALIA Nel 2013, il 12,6% delle famiglie è in condizione di povertà relativa (per un totale di 3 milioni 230 mila) e il 7,9% lo è in termini assoluti (2 milioni 28

Dettagli

Il peso del turismo nell economia Toscana

Il peso del turismo nell economia Toscana Turismo & Toscana Il turismo in Toscana: un modello export led alla prova della crisi Enrico Conti Firenze, 13 giugno 2014 Il peso del turismo nell economia Toscana Nel 2013 oltre 43 milioni di presenze

Dettagli

Il Dipartimento della Prevenzione di Prato e l immigrazione

Il Dipartimento della Prevenzione di Prato e l immigrazione Il Dipartimento della Prevenzione di Prato e l immigrazione Dott. Giuseppe Vannucchi Prato, 15 dicembre 2010 Nascita e crescita del più importante distretto produttivo cinese d Europa Il distretto tessile

Dettagli

I REDDITI E IL MERCATO DEL LAVORO NEL FRIULI VENEZIA GIULIA

I REDDITI E IL MERCATO DEL LAVORO NEL FRIULI VENEZIA GIULIA I REDDITI E IL MERCATO DEL LAVORO NEL FRIULI VENEZIA GIULIA Contributo di Laura Chies Esperta dell Agenzia e Dises - Università di Trieste e di Chiara Donati e Ilaria Silvestri Servizio statistica e affari

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. da affiggere all'albo sindacale della scuola, ai sensi dell'art. 25 della legge n. 300 del 20.5.70 RICERCA UIL SCUOLA

COMUNICATO STAMPA. da affiggere all'albo sindacale della scuola, ai sensi dell'art. 25 della legge n. 300 del 20.5.70 RICERCA UIL SCUOLA COMUNICATO STAMPA da affiggere all'albo sindacale della scuola, ai sensi dell'art. 25 della legge n. 300 del 20.5.70. RICERCA UIL SCUOLA (SI PREGA CITARE LA FONTE) I NUMERI DELLA SCUOLA PUBBLICA La spesa

Dettagli

c o m u n i c a t o s t a m p a

c o m u n i c a t o s t a m p a c o m u n i c a t o s t a m p a Immigrati: 335mila imprese nel 2014, in testa cinesi e marocchini, più spazio a bengalesi e indiani Cresciute di 23mila unità in un anno Roma, 7 aprile 2015 L Italia delle

Dettagli

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering

Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering Anno - Dati aggiornati al Maggio Casi di morte sul lavoro per Regione Regione % sul totale n casi Lombardia,9% 6 Emilia Romagna 9,9% Sicilia 9,% 9 Piemonte 9,% 9 Veneto,% Toscana 6,9% Campania 6,% Abruzzo,9%

Dettagli

Oltre la crisi, insieme

Oltre la crisi, insieme Caritas/Migrantes Dossier Statistico Immigrazione 21 Rapporto 2011 Edizioni Idos, Roma Oltre la crisi, insieme Stranieri residenti a 150 anni dall Unità d Italia 1861 2010 incidenza 0,4% incidenza 7,5%

Dettagli

OSSERVATORI PROVINCIALI COOPERATIVE: SETTORI E RELATIVE IRREGOLARITA RILEVATE

OSSERVATORI PROVINCIALI COOPERATIVE: SETTORI E RELATIVE IRREGOLARITA RILEVATE OSSERVATORI PROVINCIALI COOPERATIVE: SETTORI E RELATIVE IRREGOLARITA RILEVATE PIEMONTE: Settori: servizi alle imprese, facchinaggio, trasporti e logistica. In particolare, le DD.TT.L. di Alessandria, Asti,

Dettagli

UFFICIO STAMPA EURISPES

UFFICIO STAMPA EURISPES RAPPORTO ITALIA 2009 UFFICIO STAMPA EURISPES CAPITOLO 1 ISTITUZIONI [SONDAGGIO - SCHEDA 1] LA FIDUCIA DEI CITTADINI NELLE ISTITUZIONI Sembra fermarsi il calo complessivo della fiducia nelle diverse Istituzioni

Dettagli

UN LAVORATORE AUTONOMO SU QUATTRO A RISCHIO POVERTA

UN LAVORATORE AUTONOMO SU QUATTRO A RISCHIO POVERTA UN LAVORATORE AUTONOMO SU QUATTRO A RISCHIO POVERTA Le famiglie con un reddito principale da lavoro autonomo presentano un rischio povertà quasi doppio rispetto a quello delle famiglie di lavoratori dipendenti.

Dettagli

www.fondoest.it Assistenza Sanitaria Integrativa Commercio Turismo Servizi e Settori Affini

www.fondoest.it Assistenza Sanitaria Integrativa Commercio Turismo Servizi e Settori Affini www.fondoest.it Assistenza Sanitaria Integrativa Commercio Turismo Servizi e Settori Affini Responsabilità sociale dell Impresa e Welfare Contrattuale Previdenza Integrativa - Fon.Te Formazione- For.Te

Dettagli

AVVIAMENTI ISCRITTI IN MOBILITA' stranieri. La tipologia di iscrizione consente di evidenziare le motivazioni per

AVVIAMENTI ISCRITTI IN MOBILITA' stranieri. La tipologia di iscrizione consente di evidenziare le motivazioni per FEBBRAIO 2009 I flussi delle iscrizioni: In aumento, nel mese di febbraio, il numero degli iscritti presso i tre centri per l impiego provinciali (14.975 unità). La variazione percentuale degli iscritti

Dettagli

OCCUPAZIONE E FABBISOGNI PROFESSIONALI NELLA RISTORAZIONE

OCCUPAZIONE E FABBISOGNI PROFESSIONALI NELLA RISTORAZIONE OCCUPAZIONE E FABBISOGNI PROFESSIONALI NELLA RISTORAZIONE Parma, 16 aprile 2013 STILI E CONSUMI ALIMENTARI SEGMENTAZIONE DELL OFFERTA OCCUPAZIONE E FABBISOGNI PROFESSIONALI PERCORSI FORMATIVI STILI E CONSUMI

Dettagli

NEGLI ULTIMI 15 ANNI SONO RADDOPPIATI I CONTRIBUENTI CHE PRESENTANO IL MODELLO 730

NEGLI ULTIMI 15 ANNI SONO RADDOPPIATI I CONTRIBUENTI CHE PRESENTANO IL MODELLO 730 NEGLI ULTIMI 15 ANNI SONO RADDOPPIATI I CONTRIBUENTI CHE PRESENTANO IL MODELLO 730 Per chi decide di compilare on line il proprio 730 non ci sono problemi : il fisco mette a disposizione un manuale di

Dettagli

Quali badanti per quali famiglie?

Quali badanti per quali famiglie? STUDI E RICERCHE SULL ECONOMIA DELL IMMIGRAZIONE Quali badanti per quali famiglie? I lavoratori domestici in Italia (dagli archivi Inps) pag. 2 Quanti sono e quanto contribuiscono L identikit del lavoratore

Dettagli

Figura 1. Povertà relativa, 2002-2009. Fonte: Istat (vari anni), la povertà in Italia

Figura 1. Povertà relativa, 2002-2009. Fonte: Istat (vari anni), la povertà in Italia I dati della statistica ufficiale confermano che il contesto locale della provincia di Napoli e dell intera regione Campania si trovano ad affrontare in questi anni una crisi economica e sociale ancora

Dettagli

I consumi alimentari delle famiglie (valori in Mld. di euro correnti anno 2012)

I consumi alimentari delle famiglie (valori in Mld. di euro correnti anno 2012) Milano, 15 ottobre 2013 I consumi alimentari delle famiglie (valori in Mld. di euro correnti anno 2012) Totale* 211,7 In casa 138,8 * escluse bevande alcoliche Fuori casa 72,9 Fonte: elaboraz. C.S. Fipe

Dettagli

Sezione 1. Infortuni: analisi e statistiche

Sezione 1. Infortuni: analisi e statistiche Sezione 1 Infortuni: analisi e statistiche 1.1 Analisi del fenomeno infortunistico in Regione Nel 2012 l andamento infortunistico in Molise evidenzia una significativa flessione del -6,2% rispetto all

Dettagli

Popolazione, condizioni di salute e ricorso ai servizi sanitari

Popolazione, condizioni di salute e ricorso ai servizi sanitari Popolazione, condizioni di salute e ricorso ai servizi sanitari Documento a supporto degli indirizzi di Piano Socio-sanitario 2011-2013 della Regione del Veneto Novembre 2010 Indice 1 Il contesto demografico...1

Dettagli

DONNE STRANIERE IMMIGRATE

DONNE STRANIERE IMMIGRATE DONNE STRANIERE IMMIGRATE Informazioni di base sui diritti e le opportunità per la donna immigrata in Italia Indice Tutela della maternità Pag. 4 Famiglia Pag. 6 Minori Pag. 6 Assistenza sanitaria Pag.

Dettagli

Gli italiani trascorrono in media 1 ora e 27 minuti al giorno alla guida, a una velocità media di 30,7 km/h.

Gli italiani trascorrono in media 1 ora e 27 minuti al giorno alla guida, a una velocità media di 30,7 km/h. Bologna, 19 ottobre 2015 PRESENTATI I RISULTATI DELL OSSERVATORIO UNIPOLSAI SULLE ABITUDINI DI GUIDA DEGLI ITALIANI IN SEGUITO ALL ANALISI DEI DATI DELLE SCATOLE NERE INSTALLATE NELLE AUTOMOBILI Gli italiani

Dettagli

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA 27 ottobre 2014 Anno L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA Nel, in Italia, il 53,1% delle persone di 18-74 anni (23 milioni 351mila individui) parla in prevalenza in famiglia.

Dettagli

Indice. p. 1. Introduzione. p. 2. Il consumo medio annuo pro capite di gas. p. 2. Il costo del gas con la tariffa di Maggior Tutela dell AEEG p.

Indice. p. 1. Introduzione. p. 2. Il consumo medio annuo pro capite di gas. p. 2. Il costo del gas con la tariffa di Maggior Tutela dell AEEG p. Gas: le Regioni Italiane con il maggior numero di consumi e quelle con il risparmio più alto ottenibile Indice: Indice. p. 1 Introduzione. p. 2 Il consumo medio annuo pro capite di gas. p. 2 Il costo del

Dettagli

CRISI Confartigianato: La crisi del credito costa alle imprese 13,8 miliardi l anno

CRISI Confartigianato: La crisi del credito costa alle imprese 13,8 miliardi l anno NOTA PER LA STAMPA Roma, 17 aprile 2009 CRISI Confartigianato: La crisi del credito costa alle imprese 13,8 miliardi l anno Le imprese italiane pagano un prezzo sempre più alto per la crisi del credito:

Dettagli

EDILIZIA, LA CRISI DIMEZZA I PERMESSI DI COSTRUIRE

EDILIZIA, LA CRISI DIMEZZA I PERMESSI DI COSTRUIRE EDILIZIA, LA CRISI DIMEZZA I PERMESSI DI COSTRUIRE Scendono del 50% le richieste per l edilizia residenziale, -30% per quella non residenziale. Tengono gli immobili destinati all agricoltura (-12,9%),

Dettagli

Sicurezza e cittadinanza

Sicurezza e cittadinanza Sicurezza e cittadinanza (pp. 621 681 del volume) La numerazione di tabelle, tavole e figure riproduce quella del testo integrale Aspettando il Piano carceri Ci sono voluti quattro anni dall ultimo provvedimento

Dettagli

Analisi socio-economica delle famiglie del Lazio

Analisi socio-economica delle famiglie del Lazio Riflettori sulle difficoltà delle famiglie: tra crisi ed opportunità Stati Generali del Sistema Acli del Lazio Analisi socio-economica delle famiglie del Lazio 18 aprile 2009 Cristina Morga Prima di iniziare

Dettagli

McDONALD S E L ITALIA

McDONALD S E L ITALIA McDONALD S E L ITALIA Da una ricerca di SDA Bocconi sull impatto occupazionale di McDonald s Italia 2012-2015 1.24 McDONALD S E L ITALIA: IL NOSTRO PRESENTE Questo rapporto, frutto di una ricerca condotta

Dettagli

ONDATE DI CALORE ED EFFETTI SULLA SALUTE ESTATE 2014 SINTESI DEI RISULTATI

ONDATE DI CALORE ED EFFETTI SULLA SALUTE ESTATE 2014 SINTESI DEI RISULTATI Piano Operativo Nazionale per la Prevenzione degli effetti del Caldo sulla Salute Ministero della Salute, Centro Nazionale per la Prevenzione ed il Controllo delle Malattie ONDATE DI CALORE ED EFFETTI

Dettagli

CROLLANO DEL 24,3 PER CENTO GLI ACQUISTI DEGLI IMMIGRATI NEL 2009 MA NEL 2010 SARA' PEGGIO, SE LE BANCHE NON TORNANO A DARE MUTUI

CROLLANO DEL 24,3 PER CENTO GLI ACQUISTI DEGLI IMMIGRATI NEL 2009 MA NEL 2010 SARA' PEGGIO, SE LE BANCHE NON TORNANO A DARE MUTUI COMUNICATO STAMPA CROLLANO DEL 24,3 PER CENTO GLI ACQUISTI DEGLI IMMIGRATI NEL 2009 MA NEL 2010 SARA' PEGGIO, SE LE BANCHE NON TORNANO A DARE MUTUI Vera "emergenza casa" per milioni di lavoratori immigrati

Dettagli

L apprendistato tra risultati raggiunti e prospettive di innovazione. XV Rapporto sull apprendistato in Italia

L apprendistato tra risultati raggiunti e prospettive di innovazione. XV Rapporto sull apprendistato in Italia L apprendistato tra risultati raggiunti e prospettive di innovazione XV Rapporto sull apprendistato in Italia 2015 1 Il XV Rapporto di monitoraggio sull apprendistato è stato realizzato attraverso una

Dettagli

3.927 1.905 2.526 2.468

3.927 1.905 2.526 2.468 N accessi alla Procedura Risorse senza requisiti Domande inserite Art. 43 Domande presenti in graduatoria Residenti a L Aquila 3.927 1.905 2.526 58 2.468 17 CAUSALI ASSENZA DEI REQUISITI >20 gg. di malattia

Dettagli

Italia: la spesa sociale e la spesa per disabilità

Italia: la spesa sociale e la spesa per disabilità Italia: la spesa sociale e la spesa per disabilità La spesa sociale dei Comuni Nel 2012 (ultimo dato disponibile) i Comuni italiani, singoli o associati, hanno speso per interventi e servizi sociali sui

Dettagli

RINNOVO CCNL EDILIZIA PRIMA DELLA CRISI, UNA LUNGA FASE DI CRESCITA

RINNOVO CCNL EDILIZIA PRIMA DELLA CRISI, UNA LUNGA FASE DI CRESCITA 13 novembre 2009 CONFERENZA STAMPA SALARIO, DIRITTI, SICUREZZA IL CONTRATTO NAZIONALE PER MIGLIORARE LE CONDIZIONI DI LAVORO E UNIRE I LAVORATORI PRIMA DELLA CRISI, UNA LUNGA FASE DI CRESCITA Il settore

Dettagli

OSSERVATORIO NAZIONALE SULLA FAMIGLIA

OSSERVATORIO NAZIONALE SULLA FAMIGLIA Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali Comune di Bologna OSSERVATORIO NAZIONALE SULLA FAMIGLIA SINTESI DELLA RICERCA SU: Le famiglie povere nelle regioni italiane. Aspetti oggettivi e soggettivi

Dettagli

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2011. 17 luglio 2012. INCIDENZA DI POVERTÀ RELATIVA PER RIPARTIZIONE GEOGRAFICA. Anni 2008-2011, valori percentuali

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2011. 17 luglio 2012. INCIDENZA DI POVERTÀ RELATIVA PER RIPARTIZIONE GEOGRAFICA. Anni 2008-2011, valori percentuali 17 luglio 2012 Anno 2011 LA POVERTÀ IN ITALIA Nel 2011, l 11,1% delle famiglie è in condizione di povertà relativa (per un totale di 8.173 mila persone) e il 5,2% lo è in termini assoluti (3.415 mila).

Dettagli

Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione.

Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione. Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione Roma, 28/06/2013 Circolare n. 103 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle

Dettagli

REGIONE UFFICIO INCARICO LIVELLO

REGIONE UFFICIO INCARICO LIVELLO ABRUZZO DR ABRUZZO AREA DI STAFF AL DIRETTORE REGIONALE ABRUZZO DR ABRUZZO CENTRO DI ASSISTENZA MULTICANALE DI PESCARA ABRUZZO DR ABRUZZO DIRETTORE REGIONALE AGGIUNTO 1 ABRUZZO DR ABRUZZO UFFICIO ACCERTAMENTO

Dettagli

Coordinamento Centro Studi Ance Salerno - Area Informatica

Coordinamento Centro Studi Ance Salerno - Area Informatica Centro Studi Il Report IL SENTIMENT DELLE IMPRESE ASSOCIATE RIFERITO ALLE DINAMICHE DEL CREDITO NEL TERRITORIO PROVINCIALE ANCE SALERNO: RISCHIO USURA SEMPRE ELEVATO Sebbene il trend risulti in diminuzione

Dettagli

c o m u n i c a t o s t a m p a

c o m u n i c a t o s t a m p a c o m u n i c a t o s t a m p a Unioncamere: le nicchie di mercato in cui l Italia mostra il suo genio In attesa di un avanzamento sul fronte del brevetto UE unico, riguardo al quale domani ci sarà una

Dettagli

I lavoratori stranieri nel settore delle costruzioni

I lavoratori stranieri nel settore delle costruzioni I lavoratori stranieri nel settore delle costruzioni IX rapporto FONDAZIONE G. DI VITTORIO-FILLEA Roma, Settembre 2015 A cura di: Emanuele Galossi La presenza dei migranti in Italia Gli stranieri residenti

Dettagli

1. LA POPOLAZIONE TORINESE

1. LA POPOLAZIONE TORINESE 1. LA POPOLAZIONE TORINESE 1.1. UNA CITTÀ UN PO PIÙ PICCOLA Torino continua a spopolarsi. Non solo nel 1999, ma durante tutta la seconda metà degli anni novanta, la città continua a perdere popolazione.

Dettagli

Modulo 1 Unità 1. Santa Teresa Civitavecchia Roma Olbia. Q1. Completa le frasi con le parole della lista.

Modulo 1 Unità 1. Santa Teresa Civitavecchia Roma Olbia. Q1. Completa le frasi con le parole della lista. Andare a gonfie vele Q1. Completa le frasi con le parole della lista. Roma vele Islanda Olbia vacanza quarantenne Sardegna Sicilia In traghetto Fabio è stato in con la famiglia a Santa Teresa, che si trova

Dettagli

RISTORANTI ETNICI. Quanti sono e dove sono?

RISTORANTI ETNICI. Quanti sono e dove sono? L INFLUSSO DELLA CUCINA ETNICA SULLE ABITUDINI ALIMENTARI DEGLI ITALIANI L integrazione alimentare coinvolge di più i giovani e i residenti al Nord e al Centro A Milano, Prato e Trieste la maggiore presenza

Dettagli

Analisi del mercato delle auto

Analisi del mercato delle auto Analisi del mercato delle auto Le immatricolazioni ripartono grazie alla necessità di sostituire il vecchio parco di auto non catalizzate. La scomparsa imminente della benzina super fa crescere le vendite,

Dettagli

Oltre il Pil 2014: la geografia del benessere nelle regioni italiane e nelle città metropolitane

Oltre il Pil 2014: la geografia del benessere nelle regioni italiane e nelle città metropolitane Oltre il Pil 2014: la geografia del benessere nelle regioni italiane e nelle città metropolitane Venezia, 27 gennaio 2015 Serafino Pitingaro Responsabile Area Studi e Ricerche Unioncamere Veneto 1 Senza

Dettagli

L IMPRESA PRESENTA IL CONTO! Perché?

L IMPRESA PRESENTA IL CONTO! Perché? 1 L IMPRESA PRESENTA IL CONTO! Perché? La crisi che ormai da alcuni anni sta sconvolgendo la nostra economia ed il nostro lavoro ha colpito più di altri, alcuni comparti, caratterizzati dalla presenza

Dettagli

Diritto costituzionale alla tutela della salute e diseguaglianze regionali

Diritto costituzionale alla tutela della salute e diseguaglianze regionali 10 a Conferenza Nazionale GIMBE Aumentare il value e ridurre gli sprechi in sanità Bologna, 27 marzo 2015 Diritto costituzionale alla tutela della salute e diseguaglianze regionali Associazione G. Dossetti

Dettagli

Per ulteriori informazioni: ufficio.stampa@unioncamere.it - 06.4704 264-370-287-350 / 348.9025607-3480163758 www.unioncamere.gov.

Per ulteriori informazioni: ufficio.stampa@unioncamere.it - 06.4704 264-370-287-350 / 348.9025607-3480163758 www.unioncamere.gov. Unioncamere, occupazione: 65mila introvabili nel 2012 La bandierina degli irreperibili ai Termoidraulici nel Lazio, ai progettisti informatici in Lombardia e ai camerieri in Trentino Alto Adige Roma, 23

Dettagli

Fragilità, povertà e diritto alla salute nelle età della vita

Fragilità, povertà e diritto alla salute nelle età della vita Fragilità, povertà e diritto alla salute nelle età della vita Povertà e diritto alla salute La salute diseguale: aspetti sociali della tutela della salute Concetta M. Vaccaro Responsabile welfare e salute

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

10 a Conferenza Nazionale GIMBE Aumentare il value e ridurre gli sprechi in sanità Bologna, 27 marzo 2015

10 a Conferenza Nazionale GIMBE Aumentare il value e ridurre gli sprechi in sanità Bologna, 27 marzo 2015 10 a Conferenza Nazionale GIMBE Aumentare il value e ridurre gli sprechi in sanità Bologna, 27 marzo 2015 Diritto costituzionale alla tutela della salute e diseguaglianze regionali Associazione G. Dossetti

Dettagli

Area Emilia Romagna Via Alfredo Calzoni, 1/3. 40128 Bologna; Tel. 051/0956824 - Fax 051/0956899 - E-mail: emiliaromagna@cooperfidiitalia.

Area Emilia Romagna Via Alfredo Calzoni, 1/3. 40128 Bologna; Tel. 051/0956824 - Fax 051/0956899 - E-mail: emiliaromagna@cooperfidiitalia. Modulo per l identificazione della clientela e l adeguata verifica tramite ALTRO INTERMEDIARIO ex art. 29 e 30 D. Lgs. 231/2007 (G.U. n 290 del 14/12/07 S.O.) Gentile Cliente, al fine del corretto assolvimento

Dettagli

Il REPORT. I giovani Neet registrati

Il REPORT. I giovani Neet registrati Roma, 7 Novembre 2014 L adesione al programma da parte dei giovani continua. Al 6 novembre 2014 1 si sono registrati a Garanzia Giovani 283.317 giovani, di questi il 52% (146.983 giovani) lo ha fatto attraverso

Dettagli

STUDIO LINK LAB SUICIDI PER MOTIVI ECONOMICI: DALL INIZIO DELL ANNO 119 I CASI.

STUDIO LINK LAB SUICIDI PER MOTIVI ECONOMICI: DALL INIZIO DELL ANNO 119 I CASI. STUDIO LINK LAB SUICIDI PER MOTIVI ECONOMICI: DALL INIZIO DELL ANNO 9 I CASI. I DATI RELATIVI A SETTEMBRE E OTTOBRE RAPPRESENTANO UN NUOVO GRIDO DI ALLARME. UN SUICIDA SU DUE E IMPRENDITORE. PREOCCUPANTE

Dettagli

Gli stranieri: un valore economico per la società. Dati e considerazioni su una realtà in continua evoluzione

Gli stranieri: un valore economico per la società. Dati e considerazioni su una realtà in continua evoluzione Gli stranieri: un valore economico per la società. Dati e considerazioni su una realtà in continua evoluzione Con il patrocinio di e dal Ministero degli Affari Esteri Rapporto annuale sull economia dell

Dettagli

Gennaio Ottobre 2015. Gennaio. lavoro. mezzo di trasporto 62. In itinere Senza. Con mezzo di SUL LAVORO DI. In itinere.

Gennaio Ottobre 2015. Gennaio. lavoro. mezzo di trasporto 62. In itinere Senza. Con mezzo di SUL LAVORO DI. In itinere. OSSERVATORIOO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2015: aggiornamento al 31/10/ /2015 a cura dell Osservatorioo Sicurezza sul Lavoro

Dettagli

11. Mercato del lavoro

11. Mercato del lavoro 11. Mercato del lavoro Sembrano lontanissimi i tempi in cui i veneti erano costretti ad emigrare per trovare lavoro. Oggi il Veneto ha raggiunto livelli di quasi piena occupazione. Già nel 199 il tasso

Dettagli

Belluno 6.571 7.214 8.022 8.772 9.230 9.409 9.989 12.028 12.080. Rovigo 2.412 2.792 4.270 4.807 5.002 5.473 5.940 8.051 9.384

Belluno 6.571 7.214 8.022 8.772 9.230 9.409 9.989 12.028 12.080. Rovigo 2.412 2.792 4.270 4.807 5.002 5.473 5.940 8.051 9.384 Dossier Statistico ti ti Immigrazione 2009 Focus: i lavoratori stranieri in Veneto 28 ottobre 2009 Assicurati nati all'estero 2008 per provincia INAIL serie storica occupati netti PROVINCIA 2000 2001 2002

Dettagli

1.1 Negli ultimi 60 anni la percentuale di ragazze fino a 14 anni si è quasi dimezzata e quella delle donne anziane è aumentata più del doppio

1.1 Negli ultimi 60 anni la percentuale di ragazze fino a 14 anni si è quasi dimezzata e quella delle donne anziane è aumentata più del doppio La popolazione 1.1 Negli ultimi 60 anni la percentuale di ragazze fino a 14 anni si è quasi dimezzata e quella delle donne anziane è aumentata più del doppio In poco meno di 60 anni, la componente della

Dettagli

Confartigianato lancia l allarme sommerso: in Italia 640.000 abusivi

Confartigianato lancia l allarme sommerso: in Italia 640.000 abusivi Confartigianato lancia l allarme sommerso: in Italia 640.000 abusivi Calabria e Crotone maglia nera per il lavoro irregolare Primato positivo per Emilia Romagna e Bolzano L economia sommersa arruola un

Dettagli

Breve sintesi - 2012

Breve sintesi - 2012 Breve sintesi - 2012 L Italia e l Europa nel 2012 Nel 2010 l Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha proclamato un nuovo decennio di iniziative per la Sicurezza Stradale 2011-2020 al fine di ridurre

Dettagli

Elenco Istituti Tecnici Superiori

Elenco Istituti Tecnici Superiori Elenco Istituti Tecnici Superiori N. Regione Provincia ITS Area tecnologica Ambiti 1 Abruzzo CHIETI 2 Abruzzo L'AQUILA Istituto Tecnico Superiore Nuove Tecnologie per il Sistema Meccanica Istituto Tecnico

Dettagli

Edifici ed abitazioni Censimento 2001. Dati definitivi

Edifici ed abitazioni Censimento 2001. Dati definitivi 9 dicembre 2004 Edifici ed abitazioni Censimento 2001. Dati definitivi L Istat diffonde oggi i dati definitivi relativi agli Edifici e alle Abitazioni rilevati in occasione del 14 Censimento generale della

Dettagli

Scuola Media Statale di Carmagnola

Scuola Media Statale di Carmagnola Scuola Media Statale di Carmagnola RICERCA DELLA CLASSE III F PROGETTO GHISA Anno scolastico 2005/06. Temi sviluppati: 1. L esperienza delle 150 ore nella Scuola Media di Carmagnola. 2. Ambiente di lavoro

Dettagli

Il credit crunch nell economia italiana e per le piccole imprese

Il credit crunch nell economia italiana e per le piccole imprese 17 giugno 2013 Il credit crunch nell economia italiana e per le piccole imprese I dati desk sul credito alle imprese Dall avvento della crisi (dal 2008 in poi) l andamento dei prestiti alle imprese italiane

Dettagli

ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2011

ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2011 ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2011 A CURA DELL AREA PROFESSIONALE STATISTICA FEBBRAIO 2012 A.G. ANDAMENTO MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA

Dettagli

apre lavora parti parla chiude prende torno vive

apre lavora parti parla chiude prende torno vive 1. Completa con la desinenza della 1 a (io) e della 2 a (tu) persona singolare dei verbi. 1. - Cosa guard...? - Guardo un film di Fellini. 2. - Dove abiti? - Abit... a Milano. 3. - Cosa ascolt...? - Ascolto

Dettagli

Art. 18 D.lgs 286/98 (Testo Unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell immigrazione e norme sulla condizione dello straniero)

Art. 18 D.lgs 286/98 (Testo Unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell immigrazione e norme sulla condizione dello straniero) Art. 18 D.lgs 286/98 (Testo Unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell immigrazione e norme sulla condizione dello straniero) Dati e riflessioni sui progetti di protezione sociale ex art.

Dettagli

Settore ISTAT Alberghi e Ristoranti

Settore ISTAT Alberghi e Ristoranti Analisi di settore Settore ISTAT Alberghi e Ristoranti Questo documento è un analisi sintetica del settore Alberghi e Ristoranti realizzata da CRIBIS.it con l ausilio di MarketLeader, il servizio di CRIF

Dettagli

OSSERVATORIO SUI PROTESTI E I PAGAMENTI DELLE IMPRESE

OSSERVATORIO SUI PROTESTI E I PAGAMENTI DELLE IMPRESE 1/2 3,6k 1k 1,5k OSSERVATORIO SUI PROTESTI E I PAGAMENTI DELLE IMPRESE DICEMBRE #17 (2 a+2b) 12,5% 75,5% 1.41421356237 2 RITARDI AI MINIMI E PROTESTI IN FORTE CALO NEL TERZO TRIMESTRE SINTESI DEI RISULTATI

Dettagli

Sempre più aziende italiane ritornano nel Bel Paese. Cina la più colpita dal back-reshoring

Sempre più aziende italiane ritornano nel Bel Paese. Cina la più colpita dal back-reshoring 1 / 5 a S 399932 E Classifica: 468 h Crea sito cooperator-veritatis Rassegna Stampa Giornaliera Cerca Home di esempio. Pubblicato il 27 luglio 2015 da Gianni-Taeshin Da Valle Precedente Successivo Sempre

Dettagli

BUSINESS. Food. della pausa pranzo

BUSINESS. Food. della pausa pranzo Food il piacere della pausa pranzo a freezer, microonde e forno pizza ci pensiamo noi Food Se non avete in azienda freezer, microonde o fornetto nessun problema. Business Food ve li fornirà per provare

Dettagli

Gennaio. Luglio L 2015 472 383. In occasione. di lavoro. di trasporto 65 In itinere. mezzo di trasporto 61. di lavoro Senza mezzo.

Gennaio. Luglio L 2015 472 383. In occasione. di lavoro. di trasporto 65 In itinere. mezzo di trasporto 61. di lavoro Senza mezzo. OSSERVATORIOO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2015: aggiornamento al 31/0/ /2015 a cura dell Osservatorioo Sicurezza sul Lavoro

Dettagli

OGGETTO: Verbale di Accordo del 16 luglio 2009 - inserimenti sportelleria.

OGGETTO: Verbale di Accordo del 16 luglio 2009 - inserimenti sportelleria. Risorse Umane ed Organizzazione Relazioni Industriali Alle Segreterie Nazionali delle OO.SS. SLC-CGIL SLP-CISL UIL-POST FAILP-CISAL CONFSAL. COM.NI UGL-COM.NI Roma, 2 dicembre 2009 OGGETTO: Verbale di

Dettagli

costo quota iscrizione: 100 EURO costo partecipazione TFA: 2.577,47 EURO (di cui 77.47 euro, tassa regionale)

costo quota iscrizione: 100 EURO costo partecipazione TFA: 2.577,47 EURO (di cui 77.47 euro, tassa regionale) ABRUZZO Chieti - Pescara http://www.unich.it/unichieti/appmanager/unich/didattica?_nfpb=true&_pagelabel=ssis_didatticafirstpage_v2 costo partecipazione TFA: 2.577,47 EURO (di cui 77.47 euro, tassa regionale)

Dettagli

L ATTIVITA FONDER NEL 2014

L ATTIVITA FONDER NEL 2014 L ATTIVITA FONDER NEL 2014 A CURA DI DIANA MASSAROTTO (responsabile Area Comparti) L OFFERTA FORMATIVA Nel 2014 l offerta formativa Fonder è stata più articolata rispetto agli anni precedenti. Dal mese

Dettagli