Presentazione tecnica

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Presentazione tecnica"

Transcript

1 Presentazione tecnica

2 Incontro iniziale Ripresa concetti di networking. 1 Ora Conoscenza con i partecipati, presentazioni, introduzione. Introduzione generale sui principali apparati presenti in una LAN. Verifica delle conoscenze acquisite e risoluzione di eventuali piccoli dubbi Introduzione sulle diverse tipologie di Hardware per infrastrutture 1 Ora Server (RACK TOWER BLADE) Storage (SAN NAS DAS) Networking (SWITCH L2/L3 ROUTER FW AP) Ups e protezione della apparecchiature (Ups Climatizzazione ecc ) Utilizzo di software packet tracer per creare un diagramma di rete 1 Ora Installazione del software packet tracer Produzione di un piccolo diagramma di rete Concetti di base di VLAN, Link Aggregation, Spanning Tree 1 Ora Concetti di VLAN e loro importanza all interno delle aziende Concetti di Link Aggregation (LACP Etherchannel) e loro importanza all interno delle aziende Concetti di Spanning Tree e loro importanza all interno delle aziende Concetti sulle macchine virtuali (virtualizzazione Client e server) 4 Ore Informazioni su principali tecnologie di virtualizzazione Virtualizzazione lato Client (software) Virtualizzazione lato Server (hypervisor) Installazione macchina virtuale Windows 7 2 Ore Installazione macchina virtuale Windows Server 2008 R2 2 Ore

3 Caratteristiche e funzioni di un sistema Server 3 Ore Caratteristiche del sistema operativo Windows Server 2008 R2 Versioni e licenze Windows Server 2008 R2 Introduzione a Ruoli e Funzionalità di Windows Server 2008 R2 Best Practise e Guide per una buona esecuzione dei lavori Naming convention e indirizzamento Interfaccia di gestione (Server Manager) - ACCENNI 2 Ore Diagnostica su Windows Server (event viewer) Introduzione a performance monitor Configurazione di un task schedulato Gestione basilare del firewall di windows Servizi di Windows Utenti e gruppi locali Backup di windows server Disk Management, dischi base e dinamici, MBR e GPT Creazione utenti locali, condivisioni di rete, permessi sui file 3 Ore Gestione degli utenti locali di Windows Creazione di una condivisione (visibile e amministrativa) Gestione dei permessi sul filesystem Gestione dei permessi di Share Quote disco

4 Shadow copy, Print Server, NFS in ambiente windows 4 Ore Funzionalità e Vantaggi delle Shadow Copy Installazione di un Print Server Configurazione NFS su Windows server Active Directory, Messa a dominio di un client, Gruppi, ecc 10 Ore Creazione un dominio Active Directory Messa a dominio di un client Configurazioni di dominio (domain controller multipli) e accenni su child domain, trust. Concetto di group policy Concetti e Configurazione DNS (Windows) 2 Ore Installazione e configurazione del servizio DNS Concetti e Configurazione DHCP (Windows) 2 Ore Installazione e configurazione del servizio DHCP Test finale di corso, correzioni e approfondimenti 4 Ore Domande Risposte Approfondimenti Ripasso Finale 2 Ore

5 Adottare procedure per ottimizzare la configurazione dell architettura di rete Riconosce e applicare procedure e programmi di installazione degli apparati di rete (sistemi operativi, router, switch, modem, ecc ) Individuare criteri di autenticazione per le differenti tipologie di utenti e gruppi di utenti Identificare e risolvere problematiche di interoperabilità tra diversi sistemi e architetture di rete Configurazione, installazione e aggiornamento componenti hardware e software della rete Creazione profili per utenti o gruppi Rilevazione incompatibilità tra sistemi configurati / installati

6

7 Modulo 1 Ottimizzare la configurazione dell architettura di rete Agg. Firmware Installazione degli apparati di rete, software Configurazione delle risorse (utenti file Stamp. ecc ) Modulo 3 Controllo, Monitoraggio, Analisi delle problematiche, Risoluzione, Prevenzione

8

9

10 Lo spanning tree è un algoritmo utilizzato per realizzare reti complesse (a Livello fisico) con percorsi ridondanti utilizzando tecnologie di Livello datalink (il livello 2 del modello OSI) come IEEE o IEEE Spanning tree viene eseguito dai bridge, e mantiene inattive alcune interfacce in modo da garantire che la rete rimanga connessa ma priva di loop. Link aggregation, o IEEE 802.3ad, termine di computer networking che descrive l'utilizzo di multipli cavi Ethernet in parallelo per incrementare la velocità del link oltre i limiti del singolo cavo, e per incrementare la ridondanza per una più alta disponibilità. È possibile riferirsi a questa tecnica anche con "Ethernet trunk", "NIC teaming", "port channel", "port teaming", "port trunking" Il termine VLAN (Virtual LAN) Indica un insieme di tecnologie che permettono di segmentare il dominio di broadcast, che si crea in una rete locale (tipicamente IEEE 802.3) basata su switch, in più reti locali non comunicanti tra loro. Le applicazioni di questa tecnologia sono tipicamente legate ad esigenze di separare il traffico di gruppi di lavoro o dipartimenti di una azienda, per applicare diverse politiche di sicurezza informatica.

11 La virtualizzazione consente ad un server fisico di ospitare più macchine virtuali, condividendo le risorse del singolo server attraverso differenti ambienti. I server virtuali e i desktop virtuali consentono di ospitare differenti sistemi operativi e applicazioni, annullando tutti i problemi delle infrastrutture fisiche e superando i limiti geografici. Inoltre il miglior utilizzo delle risorse hardware porta ad importanti risparmi di costi sia di capitale che di energia consumata. Aumentano anche la disponibilità delle risorse, migliora e si semplifica la gestione dei desktop, aumenta il livello di sicurezza dell infrastruttura. In una infrastruttura virtuale è anche possibile migliorare i processi legati al disaster recovery.

12 Consolidamento server e ottimizzazione infrastrutturale: con la virtualizzazione è possibile aumentare in maniera significativa l'utilizzo delle risorse unendo in pool le risorse infrastrutturali comuni e abbandonando il modello preesistente di corrispondenza univoca tra applicazioni e server ("una sola applicazione in un server"). Riduzione dei costi dell'infrastruttura fisica: con la virtualizzazion è possibile ridurre il numero di server e la quantità di hardware IT correlato nel data center. Ciò riduce le esigenze di spazio, alimentazione e raffreddamento e provoca un evidente risparmio sui costi IT. Incremento della reattività e flessibilità operativa: la virtualizzazione fornisce una nuova modalità di gestione dell'infrastruttura IT e consente agli amministratori di dedicare meno tempo ad attività ripetitive, quali il provisioning, la configurazione, il monitoraggio e la manutenzione. Maggiori disponibilità applicativa e business continuity: eliminazione dei tempi pianificati di inattività e veloce ripristino da interruzioni non pianificate con la possibilità di eseguire backup sicuri e di migrare interi ambienti virtuali senza interruzioni operative. Gestibilità e sicurezza desktop migliorate: implementazione, gestione e monitoraggio di ambienti desktop sicuri a cui è possibile accedere in locale o in remoto, con o senza connessione di rete, in quasi tutti i desktop, laptop o tablet PC standard.

13 Si definisce macchina virtuale un contenitore software totalmente isolato che può eseguire i propri sistemi operativi e applicazioni come fosse un computer fisico. Una macchina virtuale si comporta esattamente come un computer fisico ed è dotata di propri CPU, RAM, disco rigido e NIC (Network Interface Card) virtuali basati, ad esempio, su software. Un sistema operativo non è in grado di distinguere una macchina virtuale da una macchina fisica, né possono farlo le applicazioni o altri computer in rete. La stessa macchina virtuale si comporta come se fosse un vero e proprio computer, sebbene sia costituita interamente di software e non contenga in alcun modo componenti hardware. Le macchine virtuali pertanto assicurano un discreto numero di vantaggi rispetto all'hardware fisico.

14 Compatibilità Analogamente a un computer fisico, una macchina virtuale ospita un proprio sistema operativo guest e proprie applicazioni e dispone di tutti i componenti di un computer fisico (scheda madre, scheda VGA, controller di schede di rete). Ne consegue che le macchine virtuali sono completamente compatibili con tutti i sistemi operativi, le applicazioni e i driver di dispositivi x86 standard e consentono pertanto di eseguire qualunque software eseguibile su un computer x86 fisico. Isolamento Sebbene possano condividere le risorse fisiche di un singolo computer, le macchine virtuali sono reciprocamente isolate come se fossero macchine fisiche distinte. Se, ad esempio, quattro macchine virtuali risiedono in un singolo server fisico e una di esse si arresta, le altre tre rimangono disponibili. L'isolamento costituisce un motivo importante per spiegare perché le applicazioni eseguite in un ambiente virtuale risultano di gran lunga superiori in termini di disponibilità e sicurezza delle applicazioni eseguite in un sistema tradizionale. Incapsulamento Una macchina virtuale è in pratica un contenitore software che raggruppa o "incapsula" un insieme completo di risorse hardware virtuali, con sistema operativo e applicazioni, in un pacchetto software. Grazie all'encapsulation le macchine virtuali possono essere trasferite e gestite con straordinaria facilità. È, ad esempio, possibile spostare e copiare una macchina virtuale da una posizione ad un'altra come qualsiasi file software, oppure salvarla in un comune dispositivo storage di dati: da una scheda di memoria flash USB a una SAN (Storage Area Network) aziendale. Indipendenza dall'hardware Le macchine virtuali sono completamente indipendenti dall'hardware fisico sottostante. È possibile, ad esempio, configurare una macchina virtuale con componenti virtuali, quali CPU, scheda di rete, controller SCSI, completamente diversi dai componenti fisici dell'hardware sottostante. Macchine virtuali residenti nello stesso server fisico possono anche eseguire tipi diversi di sistema operativo (Windows, Linux, ecc). Combinata con le proprietà di encapsulation e compatibilità, l'indipendenza dall'hardware consente di spostare liberamente le macchine virtuali da un tipo di computer x86 ad un altro senza apportare alcuna modifica a driver dei dispositivi, sistema operativo o applicazioni. L'indipendenza dall'hardware consente inoltre di eseguire combinazioni eterogenee di sistemi operativi e applicazioni in un singolo computer fisico.

15

16

17 cts/vsphere/ 2/products/product.asp?contentI D=

18 Server Enviroment Storage Rack Networking Cooling & UPS External Connection (internet & VPN) Control & Surveillance Backup VM & Phisical User services Application Firewalling Ecc

19 Il nuovo Windows Server 2008 R2 offre una piattaforma server produttiva e conveniente con avanzate funzionalità per la virtualizzazione ed il risparmio energetico e un esperienza utente senza pari. Assicura ai professionisti IT un maggiore controllo dell infrastruttura dei server e di rete e offre una piattaforma di livello enterprise per la gestione efficiente dei carichi di lavoro aziendali, garantendo procedure ottimizzate e un elevata disponibilità, una maggiore produttività degli utenti che operano in succursali o postazioni mobile, migliori funzionalità di virtualizzazione e gestione dei consumi energetici.

20 Funzionalità Standard Enterprise Datacenter Web Itanium Foundation X64 socket IA64 socket 64 X64 RAM 32 GB 2 TB 2 TB 32 GB 8 GB IA64 RAM 2 TB Aggiunta di memoria a caldo Cambio di memoria a caldo Aggiunta di processore a caldo Cambio di processore a caldo Failover Cluster (numero di nodi) Sincronizzazione della memoria con tolleranza d errore Cross-File Replication (DFS-R) Network Access Connections (RRAS) 250 Illimitate Illimitate 50 Network Access Connections (IAS) 50 Illimitate Illimitate 10 Remote Desktop Services Gateway 250 Illimitati Illimitati 50 Diritti per l utilizzo dell immagine virtuale Host + 1 VM Host + 4VM Illimitati Guest Illimitati Connessioni remote di amministrazione desktop

21 Nuove/migliorate funzionalità Standard Enterprise Datacenter Web Itanium Foundation Requisiti di licenza Hyper-V Inclusa nella licenza server. Non è richiesta nessuna licenza aggiuntiva. Internet Information Services 7.5 Network Access Protection AD Rights Management Services Remote Desktop Services Server Manager Windows Deployment Services Server Core Windows PowerShell BranchCache DirectAccess Inclusa nella licenza server. Non è richiesta nessuna licenza aggiuntiva. Inclusa nella licenza server. Non è richiesta nessuna licenza aggiuntiva. Inclusa nella licenza server, ma sono sono richieste RDS CAL aggiuntive. Inclusa nella licenza server, ma sono sono richieste RDS CAL aggiuntive Inclusa nella licenza server. Non è richiesta nessuna licenza aggiuntiva. Inclusa nella licenza server. Non è richiesta nessuna licenza aggiuntiva.. Inclusa nella licenza server. Non è richiesta nessuna licenza aggiuntiva. Inclusa nella licenza server. Non è richiesta nessuna licenza aggiuntiva. Inclusa nella licenza server. Non è richiesta nessuna licenza aggiuntiva. Inclusa nella licenza server. Non è richiesta nessuna licenza aggiuntiva.

22 Componente Processore Requisiti Minimi: 1,4 GHz (processore x64) Per Windows Server 2008 R2 for Itanium-Based Systems è richiesto Intel Itanium 2 processor Minimi: 512 MB di RAM Memoria Consigliati: 2 GB di RAM o superiore Massimi: 32 GB (Standard, Web Server, Foundation) o 2 TB (Enterprise, Datacenter e sistemi Itanium) Spazio disco disponibile Unità Schermo Minimi: 32 GB I computer con più di 16 GB di RAM richiedono uno spazio disco maggiore per ibernazione, file di paging e dump Unità DVD-ROM Schermo super VGA ( ) o con risoluzione maggiore Altro Lettore DVD, Tastiera e mouse Microsoft o altro dispositivo di puntamento compatibile, accesso a Internet

23 From Windows Server 2003 (SP2, R2) Datacenter Enterprise Standard Upgrade to Windows Server 2008 R2 Datacenter Enterprise, Datacenter Standard, Enterprise From Windows Server 2008 (RTM-SP1, SP2) Datacenter Datacenter Core Enterprise Enterprise Core Foundation (SP2 only) Standard Standard Core Web Web Core Upgrade to Windows Server 2008 R2 Datacenter Datacenter Core Enterprise, Datacenter Enterprise Core, Datacenter Core Standard Standard, Enterprise Standard Core, Enterprise Core Standard, Web Standard Core, Web Core

24 Windows 95, Windows 98, Windows Millennium Edition, Windows XP, Windows Vista, Windows Vista Starter, or Windows 7 Windows NT Server 4.0, Windows 2000 Server, Windows Server 2003 RTM, Windows Server 2003 with SP1, Windows Server 2003 Web, Windows Server 2008 R2 M3, or Windows Server 2008 R2 Beta Windows Server 2003 for Itanium-based Systems, Windows Server 2003 x64, Windows Server 2008 for Itanium-based Systems, Windows Server 2008 R2 for Itanium-based Systems Cross-architecture in-place upgrades (for example, x86 to x64) are not supported. Cross-language in-place upgrades (for example, en-us to de-de) are not supported. Cross-edition upgrades (for example, the Windows Server 2008 Foundation SKU to the Windows Server 2008 Datacenter SKU) are not supported. Cross-build type in-place upgrades (for example, fre to chk) are not supported.

25 Pulizia Standardizzazione Guida per l installazione (compilabile => scheda installazione) Documentazione Verifica finale post installazione Aggiornamento Firmware Installazione OS Aggiornamento Driver Aggiornamento Windows Update Software di uso comune e utility Antivirus Personalizzazione del sistema, come indicato dalle direttive aziendali

26 management/smartstart/index.html pport/softwareindex.jsp?lang=it&cc=it&prodnam eid= &prodtypeid=15351&prodseriesid = &swEnvOID=4064&taskId=135&swLan g=13# x?c=it&cs=itbsdt1&l=it&s=bsd html?mdfid= &i=rp cs/division/division.html#intro

27 Shift+F10 may be pressed to gain access to the command-prompt

28

29

30 Per operare su sistemi operativi frutto di copie cloni (fisici o virtualizzati) è necessario prevedere di eseguire un sysprep in modo da resettare il SID del sistema (identificatore univoco). c:\windows\system32\sysprep\sysprep.exe /quiet /generalize /oobe /shutdown

31

32

33

34

35 Shadow_Copy_on_Windows_Server_2008

36 C:\Windows\system32>fsutil quota query e: FileSystemControlFlags = 0x Quotas are tracked and enforced on this volume Logging for quota events is not enabled The quota values are up to date Default Quota Threshold = 0x Default Quota Limit = 0x c800 SID Name = BUILTIN\Administrators (Alias) Change time = Friday, August 08, :21:13 PM Quota Used = Quota Threshold = Quota Limit = SID Name = NT AUTHORITY\SYSTEM (WellKnownGroup) Change time = Friday, August 08, :35:02 PM Quota Used = Quota Threshold = Quota Limit = SID Name = WINSERVER-2\Bill (User) Change time = Friday, August 08, :02:47 PM Quota Used = 3072 Quota Threshold = 1024 Quota Limit =

37 Crittografia unità BitLocker di Windows (BitLocker) è una funzionalità di protezione dei sistemi operativi Windows Vista e Windows Server 2008 che offre protezione al sistema operativo del computer e ai dati archiviati sui volumi del sistema operativo. In Windows Server 2008 è possibile estendere la protezione di BitLocker anche ai volumi utilizzati per l'archiviazione dei dati

38

39

40

41

42

43

44 Home Basic Home Premium Professional Enterprise / Ultimate Aero No Sì Sì Sì AppLocker No No No Sì Bitlocker No No No Sì Direct Access No No No Sì Domain Join No No Sì Sì Encrypting File System (EFS) HomeGroup Sharing No No Sì Sì Solo prendere parte Sì Sì Sì IIS Web Server No Sì Sì Sì Multilingual User Interface No No No Sì RAM Massima (32-bit) 4GB 4GB 4GB 4GB RAM Massima (64-bit) 8GB 16GB 192GB 192GB

45 In una rete di computer si hanno due fondamentali possibilità di operare: In gruppo di lavoro Ogni computer ha la stessa importanza e gli utenti eseguono un logon locale potendo condividere risorse e file. In dominio di rete In questa configurazione c è almeno una computer denominato server che svolge funzioni speciali

46 A service that helps track and locate objects on a network Active Directory Management Workstations Services Files Users

47 Boundary of Authentication Boundary of Policies CONTOSO.COM Boundary of Replication

48 CONTOSO.COM US.CONTOSO.COM Shared Schema Configuration OHIO.US.CONTOSO.COM Global Catalog

49 CONTOSO.COM UK.CONTOSO.COM US.CONTOSO.COM

50 CONTOSO.COM FABRIKAM.COM US.CONTOSO.COM UK.FABRIKAM.COM Schema Configuration Global Catalog

51 OU Admin Organized For: Administration Same Requirements Delegation Group Policy Configuration Security OU Security CONTOSO.COM OU Policy

52 Sales London Desktops Department Marketing Printers New Department York Hardware Devices

53 PDC DC BDC BDC DC DC Windows NT 4.0 Windows Server 2003

54 Site A Sites Used To: Locate Services Optimize Replication Define Policies WAN Link Site B

55 US.CONTOSO.COM Site A CONTOSO.COM Site B

56 Spans all domains Contains object attributes Used for searches Exists on domain controllers

57 Domain Naming System locates network services and resources. DNS Request Process Requested Service Site Information DNS Server IP Addresses SVR Records Cache DC

58 Directory Partitions Forest Domain Schema Configuration contoso.msft Active Directory Database Contains definitions and rules for creating and manipulating all objects and attributes Contains information about Active Directory structure Holds information about all domain-specific objects created in Active Directory

59 Performs operation exclusively Within designated scope Defaults to first domain controller

60 Forest Roles Schema Master Domain Roles PDC Emulator RID Master Domain Master Infrastructure

61 Windows 2000/2003 Single-Master Model To prevent conflicting updates in Windows 2000/2003, the Active Directory performs updates to certain objects in a single-master fashion. In a single-master model, only one DC in the entire directory is allowed to process updates. This is similar to the role given to a primary domain controller (PDC) in earlier versions of Windows (such as Microsoft Windows NT 4.0), in which the PDC is responsible for processing all updates in a given domain. In a forest, there are five FSMO roles that are assigned to one or more domain controllers. The five FSMO roles are: Schema Master: The schema master domain controller controls all updates and modifications to the schema. Once the Schema update is complete, it is replicated from the schema master to all other DCs in the directory. To update the schema of a forest, you must have access to the schema master. There can be only one schema master in the whole forest. Domain naming master: The domain naming master domain controller controls the addition or removal of domains in the forest. This DC is the only one that can add or remove a domain from the directory. It can also add or remove cross references to domains in external directories. There can be only one domain naming master in the whole forest.

62 Infrastructure Master: When an object in one domain is referenced by another object in another domain, it represents the reference by the GUID, the SID (for references to security principals), and the DN of the object being referenced. The infrastructure FSMO role holder is the DC responsible for updating an object's SID and distinguished name in a cross-domain object reference. At any one time, there can be only one domain controller acting as the infrastructure master in each domain. Note: The Infrastructure Master (IM) role should be held by a domain controller that is not a Global Catalog server (GC). If the Infrastructure Master runs on a Global Catalog server it will stop updating object information because it does not contain any references to objects that it does not hold. This is because a Global Catalog server holds a partial replica of every object in the forest. As a result, cross-domain object references in that domain will not be updated and a warning to that effect will be logged on that DC's event log. If all the domain controllers in a domain also host the global catalog, all the domain controllers have the current data, and it is not important which domain controller holds the infrastructure master role. Relative ID (RID) Master: The RID master is responsible for processing RID pool requests from all domain controllers in a particular domain. When a DC creates a security principal object such as a user or group, it attaches a unique Security ID (SID) to the object. This SID consists of a domain SID (the same for all SIDs created in a domain), and a relative ID (RID) that is unique for each security principal SID created in a domain. Each DC in a domain is allocated a pool of RIDs that it is allowed to assign to the security principals it creates. When a DC's allocated RID pool falls below a threshold, that DC issues a request for additional RIDs to the domain's RID master. The domain RID master responds to the request by retrieving RIDs from the domain's unallocated RID pool and assigns them to the pool of the requesting DC. At any one time, there can be only one domain controller acting as the RID master in the domain.

63 PDC Emulator: The PDC emulator is necessary to synchronize time in an enterprise. Windows 2000/2003 includes the W32Time (Windows Time) time service that is required by the Kerberos authentication protocol. All Windows 2000/2003- based computers within an enterprise use a common time. The purpose of the time service is to ensure that the Windows Time service uses a hierarchical relationship that controls authority and does not permit loops to ensure appropriate common time usage. The PDC emulator of a domain is authoritative for the domain. The PDC emulator at the root of the forest becomes authoritative for the enterprise, and should be configured to gather the time from an external source. All PDC FSMO role holders follow the hierarchy of domains in the selection of their in-bound time partner. In a Windows 2000/2003 domain, the PDC emulator role holder retains the following functions: Password changes performed by other DCs in the domain are replicated preferentially to the PDC emulator. Authentication failures that occur at a given DC in a domain because of an incorrect password are forwarded to the PDC emulator before a bad password failure message is reported to the user. Account lockout is processed on the PDC emulator. Editing or creation of Group Policy Objects (GPO) is always done from the GPO copy found in the PDC Emulator's SYSVOL share, unless configured not to do so by the administrator. The PDC emulator performs all of the functionality that a Microsoft Windows NT 4.0 Server-based PDC or earlier PDC performs for Windows NT 4.0-based or earlier clients. This part of the PDC emulator role becomes unnecessary when all workstations, member servers, and domain controllers that are running Windows NT 4.0 or earlier are all upgraded to Windows 2000/2003. The PDC emulator still performs the other functions as described in a Windows 2000/2003 environment. At any one time, there can be only one domain controller acting as the PDC emulator master in each domain in the forest.

64 Tramite AD il DC attribuisce l accesso al dominio di rete identificando univocamente ogni utente tramite un username ed una password Gli utenti possono condividere in maggiore sicurezza applicazioni e risorse, sempre però sotto controllo del server che costituisce l elemento centrale del dominio

65

66 Ogni utente possiede diritti (user rights) e permessi (permission). Sono diritti le autorizzazioni concesse all utente nel dominio (es. autorizzazione a spegnere il server, a cambiare l ora di sistema, ecc.). Sono permessi i tipi d accesso alle risorse condivise della rete (es. possibilità di leggere una cartella, di stampare su una stampante, ecc.).

67 Esistono utenti predefiniti (built-in) e creati dall amministratore (user-defined) Utenti predefiniti sono Administrator, Guest (l ospite con limitato accesso), ecc. Gli altri utenti della rete saranno creati da Administrator o dalle persone da lui delegate a questo compito È conveniente adottare un metodo standard per definire i nomi degli utenti.

68 Per facilitare la gestione, sarà conveniente creare gli utenti all interno della UO di competenza. Ad esempio, se gli studenti possano accedere a più aule di laboratorio, definirli nella UO di livello superiore. Se invece accedono sempre alla stessa aula, definirli nella UO che rappresenta l aula.

69 Anziché agire su diritti e permessi dei singoli utenti, è conveniente raccoglierli in gruppi omogenei, in modo da semplificarne la gestione da parte dell amministratore. I diritti ed i permessi assegnati ad un gruppo sono automaticamente propagati a tutti gli user account inclusi nel gruppo stesso. Come per gli user account, esistono gruppi built-in e user-defined.

70

71 I gruppi user-defined possono essere di 3 tipi: Gruppo Locale al dominio (DLG: Domain Local Group); sono utilizzati per facilitare l accesso alle risorse condivise, come cartelle o stampanti Gruppo Globale (GG: Global Group); servono a raggruppare gruppi di utenti o di computer all interno di un dominio Gruppo Universale (UG: Universal Group); possono raggruppare utenti o computer appartenenti a domini differenti

72 Se la scuola avrà un solo dominio, è inutile usare gruppi universali; potremo quindi creare: Un GG per ogni classe con tutti gli user account degli studenti di quella classe. Un GG che raccolga tutti i gruppi delle classi. Un GG che raccolga tutti gli account dei docenti. Un GG per tutti gli utenti degli uffici.

73 Potremo creare vari DLG, per le varie risorse condivise, nei quali inserire come membri singoli utenti o GG. In questo modo è possibile gestire con semplicità e sicurezza i permessi da assegnare alle singole risorse.

74

75 NTFS è un file system nativo di Windows NT, di Windows 2000 e di Windows XP. Oltre a miglioramenti nella gestione dei files rispetto i sistemi FAT, nelle partizioni NTFS è possibile specificare permessi per cartelle e singoli files ad utenti o gruppi di utenti. In questo modo è possibile una maggior protezione del sistema.

76 I permessi NTFS sono concedibili sia a singoli utenti che a gruppi. La strategia migliore di concessione di permessi NTFS è definita: A G DL P

77 Questa strategia di concessione di permessi NTFS prevede: L aggiunta di un Account utente ad un Gruppo Globale. L inserimento di questo il un Gruppo Locale al Dominio. La definizione dei Permessi a quest ultimo.

78 NTFS consente di associare ad ogni file o cartella una Access Control List (ACL) contenente gli utenti ed i gruppi che possono accedere alla risorsa ed i loro permessi. L ACL di ciascuna risorsa deve contenere almeno una Access Control Entry (ACE) per un utente o per un suo gruppo di appartenenza, per concedere ad esso l accesso.

79 UTENTE_1 e GRUPPO_1 sono nella ACL della risorsa e, quindi la possono utilizzare, con diversi permessi. UTENTE_2 non è nella ACL e, quindi, non può accedere alla risorsa.

80 I permessi di NTFS di cartella (folder) consentono l accesso e le operazioni alle cartelle, alle sottocartelle ed ai files in esse contenuti. Controllo completo (Full Control) Modifica Lettura ed Esecuzione Visualizza contenuto cartella Scrittura Lettura

81 Nell esempio il gruppo Administrators possiede tutte le autorizzazioni sulla cartella Inetpub

82 I permessi di NTFS di file consentono l accesso e le operazioni ai singoli file. Quando i permessi di files si scontrano con quelli di cartella, prevalgono i primi. Controllo completo (Full Control) Modifica Lettura ed Esecuzione Scrittura Lettura

http://technet.microsoft.com/itit/library/dd894353.aspx

http://technet.microsoft.com/itit/library/dd894353.aspx http://technet.microsoft.com/itit/library/dd894353.aspx Home Basic Home Premium Professional Enterprise / Ultimate Aero No Sì Sì Sì AppLocker No No No Sì Bitlocker No No No Sì Direct Access No No No

Dettagli

Presentazione tecnica

Presentazione tecnica Presentazione tecnica Incontro iniziale Ripresa concetti di networking. 1 Ore Conoscenza con i partecipati, presentazioni, introduzione. Introduzione generale sui principali apparati presenti in una LAN.

Dettagli

WINDOWS SERVER WEB 2008R2 64BIT/X64 CON SP1 1-4 CPU VERSIONE OEM 1PACK IN ITALIANO

WINDOWS SERVER WEB 2008R2 64BIT/X64 CON SP1 1-4 CPU VERSIONE OEM 1PACK IN ITALIANO WINDOWS SERVER WEB 2008R2 64BIT/X64 CON SP1 1-4 CPU VERSIONE OEM 1PACK IN ITALIANO Descrizione Breve prodotto Lingua italiano Licenza Server + Cal Sistema Spaziolibero Cpu Memoria Windows Server 2008 Web

Dettagli

Filesystem e permessi NTFS

Filesystem e permessi NTFS Filesystem e permessi NTFS Bernardo Palazzi AAA Authentication, Authorization (access control), Accounting AAA Working Group, IETF logging, auditing Authentication Access Control Access log Accounting

Dettagli

Reti e Domini Windows 2000. Corso di Amministrazione di Reti A.A. 2002/2003

Reti e Domini Windows 2000. Corso di Amministrazione di Reti A.A. 2002/2003 Reti e Domini Windows 2000 Corso di Amministrazione di Reti A.A. 2002/2003 Materiale preparato utilizzando dove possibile materiale AIPA http://www.aipa.it/attivita[2/formazione[6/corsi[2/materiali/reti%20di%20calcolatori/welcome.htm

Dettagli

A G DL P. I permessi NTFS e di condivisione. Il File System NTFS. Il File System NTFS. La strategia A G DL P. Il File System NTFS. Il File System NTFS

A G DL P. I permessi NTFS e di condivisione. Il File System NTFS. Il File System NTFS. La strategia A G DL P. Il File System NTFS. Il File System NTFS I permessi NTFS e di condivisione Dipartimento ICT Istituto e Liceo tecnico statale di Chiavari 2002 prof. Roberto Bisceglia NTFS è un file system nativo di Windows NT, di Windows 2000 e di Windows XP.

Dettagli

Corso Configurazione e gestione dell Aula di Informatica (18 lezioni 54 ore)

Corso Configurazione e gestione dell Aula di Informatica (18 lezioni 54 ore) Corso Configurazione e gestione dell Aula di Informatica (18 lezioni 54 ore) 1. L hardware del PC (3 Lezioni - 9 ore) 2. Troubleshooting (1 Lezione - 3 ore) 3. Ambiente Operativo (5 Lezioni - 15 ore) 4.

Dettagli

Nuove funzionalità introdotte in Windows Server 8 (Beta)

Nuove funzionalità introdotte in Windows Server 8 (Beta) Nuove funzionalità introdotte in Windows Server 8 (Beta) Al momento della pubblicazione di questo articolo Windows Server 8 è ancora in versione beta quindi c è la possibilità che cambino ancora le carte

Dettagli

Corso Configurazione e gestione dell Aula di Informatica (18 lezioni 54 ore)

Corso Configurazione e gestione dell Aula di Informatica (18 lezioni 54 ore) Corso Configurazione e gestione dell Aula di Informatica (18 lezioni 54 ore) 1. L hardware del PC (3 Lezioni - 9 ore) 2. Troubleshooting (1 Lezione - 3 ore) 3. Ambiente Operativo (5 Lezioni - 15 ore) 4.

Dettagli

ELENCO DELLE AREE DI INSEGNAMENTO PER DIPLOMATI DI MATERIE NON MILITARI INCLUSE NEI CORSI IN PROGRAMMAZIONE PRESSO LA SCUOLA TLC FFAA DI CHIAVARI

ELENCO DELLE AREE DI INSEGNAMENTO PER DIPLOMATI DI MATERIE NON MILITARI INCLUSE NEI CORSI IN PROGRAMMAZIONE PRESSO LA SCUOLA TLC FFAA DI CHIAVARI ELENCO DELLE AREE DI INSEGNAMENTO PER DIPLOMATI DI MATERIE NON MILITARI INCLUSE NEI CORSI IN PROGRAMMAZIONE PRESSO LA SCUOLA TLC FFAA DI CHIAVARI TRA L 01/01/2016 E IL 31/12/2016 AREA FORMATIVA / TIPOLOGIA

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

Introduzione ad Active Directory. Orazio Battaglia

Introduzione ad Active Directory. Orazio Battaglia Introduzione ad Active Directory Orazio Battaglia Introduzione al DNS Il DNS (Domain Name System) è un sistema utilizzato per la risoluzione dei nomi dei nodi della rete (host) in indirizzi IP e viceversa.

Dettagli

Introduzione alle virtualizzazioni

Introduzione alle virtualizzazioni Introduzione alle virtualizzazioni La virtualizzazione consente di ospitare più macchine virtuali ad un server fisico, condividendo le risorse del singolo server attraverso differenti ambienti. I server

Dettagli

Come Funziona. Virtualizzare con VMware

Come Funziona. Virtualizzare con VMware Virtualize IT Il Server? Virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente

Dettagli

Add workstations to domain. Adjust memory quotas for a process. Bypass traverse checking. Change the system time. Create a token object

Add workstations to domain. Adjust memory quotas for a process. Bypass traverse checking. Change the system time. Create a token object SeTcb Act as part of the operating system Consente ad un processo di assumere l identità di un qualsiasi utente ottenere così l accesso alle risorse per cui è autorizzato tale utente SeMachineAccount SeIncreaseQuota

Dettagli

Replica di Active Directory. Orazio Battaglia

Replica di Active Directory. Orazio Battaglia Orazio Battaglia Active Directory è una base di dati distribuita che modella il mondo reale della organizzazione. Definisce gli utenti, i computer le unità organizzative che costituiscono l organizzazione.

Dettagli

Introduzione a Windows XP Professional Installazione di Windows XP Professional Configurazione e gestione di account utente

Introduzione a Windows XP Professional Installazione di Windows XP Professional Configurazione e gestione di account utente Programma Introduzione a Windows XP Professional Esplorazione delle nuove funzionalità e dei miglioramenti Risoluzione dei problemi mediante Guida in linea e supporto tecnico Gruppi di lavoro e domini

Dettagli

Gruppi, Condivisioni e Permessi. Orazio Battaglia

Gruppi, Condivisioni e Permessi. Orazio Battaglia Gruppi, Condivisioni e Permessi Orazio Battaglia Gruppi Un gruppo in Active Directory è una collezione di Utenti, Computer, Contatti o altri gruppi che può essere gestita come una singola unità. Usare

Dettagli

Corso: Configuring Managing and Maintaining Windows Server 2008-based Servers Codice PCSNET: MWS1-5 Cod. Vendor: 6419 Durata: 5

Corso: Configuring Managing and Maintaining Windows Server 2008-based Servers Codice PCSNET: MWS1-5 Cod. Vendor: 6419 Durata: 5 Corso: Configuring Managing and Maintaining Windows Server 2008-based Servers Codice PCSNET: MWS1-5 Cod. Vendor: 6419 Durata: 5 Obiettivi Questo corso combina i contenuti di tre corsi: Network Infrastructure

Dettagli

SBSAfg.exe nella cartella Tools del DVD Opzioni avanzate: Migration Mode Unattend Mode Attended Mode con dati pre-caricati

SBSAfg.exe nella cartella Tools del DVD Opzioni avanzate: Migration Mode Unattend Mode Attended Mode con dati pre-caricati SBSAfg.exe nella cartella Tools del DVD Opzioni avanzate: Migration Mode Unattend Mode Attended Mode con dati pre-caricati Collegare il router e tutti i devices interni a Internet ISP connection device

Dettagli

MS WINDOWS SERVER 2008 - UPDATING YOUR NETWORK INFRASTRUCTURE AND ACTIVE DIRECTORY TECHNOLOGY SKILLS TO WINDOWS SERVER 2008

MS WINDOWS SERVER 2008 - UPDATING YOUR NETWORK INFRASTRUCTURE AND ACTIVE DIRECTORY TECHNOLOGY SKILLS TO WINDOWS SERVER 2008 MS WINDOWS SERVER 2008 - UPDATING YOUR NETWORK INFRASTRUCTURE AND ACTIVE DIRECTORY TECHNOLOGY SKILLS TO WINDOWS SERVER 2008 UN BUON MOTIVO PER [cod. E101] L obiettivo del Corso è fornire ai partecipanti

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

Nuove funzionalità di Microsoft Windows SBS 2008

Nuove funzionalità di Microsoft Windows SBS 2008 Nuove funzionalità di Microsoft Windows SBS 2008 Introduzione di Nicola Ferrini MCT MCSA MCSE MCTS MCITP Microsoft Windows Small Business Server 2008 è il nuovo prodotto Microsoft progettato per la PMI

Dettagli

Ottimizzazione dell infrastruttura per la trasformazione dei data center verso il Cloud Computing

Ottimizzazione dell infrastruttura per la trasformazione dei data center verso il Cloud Computing Ottimizzazione dell infrastruttura per la trasformazione dei data center verso il Cloud Computing Dopo anni di innovazioni nel settore dell Information Technology, è in atto una profonda trasformazione.

Dettagli

Manuale Servizi di Virtualizzazione e Porta di Accesso Virtualizzata

Manuale Servizi di Virtualizzazione e Porta di Accesso Virtualizzata Manuale Servizi di Virtualizzazione e Porta di Accesso Virtualizzata COD. PROD. D.6.3 1 Indice Considerazioni sulla virtualizzazione... 3 Vantaggi della virtualizzazione:... 3 Piattaforma di virtualizzazione...

Dettagli

PROF. Filippo CAPUANI. Amministrazione di una rete con Active Directory

PROF. Filippo CAPUANI. Amministrazione di una rete con Active Directory PROF. Filippo CAPUANI Amministrazione di una rete con Active Directory Sommario Gli oggetti di Active Directory Utenti e User Account Diritti utente e permessi Tipi di User Account in un dominio Organizzazione

Dettagli

A chi si rivolge: amministratori di sistemi e ingegneri di sistema per Windows Server 2003

A chi si rivolge: amministratori di sistemi e ingegneri di sistema per Windows Server 2003 70 290: Managing and Maintaining a Microsoft Windows Server 2003 Environment (Corso MS-2273) Gestione di account e risorse del server, monitoraggio delle prestazioni del server e protezione dei dati in

Dettagli

Administering Windows Server 2012 (MOC 20411)

Administering Windows Server 2012 (MOC 20411) Administering Windows Server 2012 (MOC 20411) Durata Il corso dura 4,5 giorni. Scopo Questo è un corso ufficiale Microsoft che prevede un docente approvato d Microsoft ed il manuale ufficiale Microsoft

Dettagli

MS WINDOWS SERVER 2008 - CONFIGURING, MANAGING AND MAINTAINING SERVERS

MS WINDOWS SERVER 2008 - CONFIGURING, MANAGING AND MAINTAINING SERVERS MS WINDOWS SERVER 2008 - CONFIGURING, MANAGING AND MAINTAINING SERVERS UN BUON MOTIVO PER [cod. E103] Questo corso combina i contenuti di tre corsi: Network Infrastructure Technology Specialist, Active

Dettagli

MCSA. a. Fornitura di contributi didattici e schede di verifica su manuali cartacei.

MCSA. a. Fornitura di contributi didattici e schede di verifica su manuali cartacei. MCSA Microsoft Certified Systems Administrator Descrizione Il corso MCSA (Microsoft Certified Systems Administrator) delinea e certifica una figura professionale che amministra e gestisce ambienti complessi

Dettagli

Backup Exec 2012. Guida rapida all'installazione

Backup Exec 2012. Guida rapida all'installazione Backup Exec 2012 Guida rapida all'installazione Installazione Il documento contiene i seguenti argomenti: Requisiti di sistema Elenco di controllo pre-installazione di Backup Exec Esecuzione di un'installazione

Dettagli

QUICK START GUIDE F640

QUICK START GUIDE F640 QUICK START GUIDE F640 Rev 1.0 PARAGRAFO ARGOMENTO PAGINA 1.1 Connessione dell apparato 3 1.2 Primo accesso all apparato 3 1.3 Configurazione parametri di rete 4 2 Gestioni condivisioni Windows 5 2.1 Impostazioni

Dettagli

Modulo 1: Configurazione e risoluzione dei problemi di sistema di nome di dominio

Modulo 1: Configurazione e risoluzione dei problemi di sistema di nome di dominio Programma MCSA 411 Struttura del corso Modulo 1: Configurazione e risoluzione dei problemi di sistema di nome di dominio Questo modulo viene descritto come configurare e risolvere i problemi di DNS, compresa

Dettagli

Virtualizzazione. Orazio Battaglia

Virtualizzazione. Orazio Battaglia Virtualizzazione Orazio Battaglia Definizione di virtualizzazione In informatica il termine virtualizzazione si riferisce alla possibilità di astrarre le componenti hardware, cioè fisiche, degli elaboratori

Dettagli

MS WINDOWS SERVER 2008 - CONFIGURING AND TROUBLESHOOTING A NETWORK INFRASTRUCTURE

MS WINDOWS SERVER 2008 - CONFIGURING AND TROUBLESHOOTING A NETWORK INFRASTRUCTURE MS WINDOWS SERVER 2008 - CONFIGURING AND TROUBLESHOOTING A NETWORK INFRASTRUCTURE UN BUON MOTIVO PER [cod. E106] Il corso fornisce tutte le conoscenze e gli skill necessari per configurare e risolvere

Dettagli

Novell ZENworks Configuration Management in ambiente Microsoft * Windows *

Novell ZENworks Configuration Management in ambiente Microsoft * Windows * Guida GESTIONE SISTEMI www.novell.com Novell ZENworks Configuration Management in ambiente Microsoft * Windows * Novell ZENworks Configuration Management in ambiente Microsoft Windows Indice: 2..... Benvenuti

Dettagli

Workgroup. Windows NT dispone di due strutture di rete

Workgroup. Windows NT dispone di due strutture di rete Descrizione generale dell architettura del sistema e dell interazione tra i suoi componenti. Descrizione del sottosistema di sicurezza locale. Descrizione delle tecniche supportate dal sistema per l organizzazione

Dettagli

Laboratorio di Amministrazione di Sistema (CT0157) parte A : domande a risposta multipla

Laboratorio di Amministrazione di Sistema (CT0157) parte A : domande a risposta multipla Laboratorio di Amministrazione di Sistema (CT0157) parte A : domande a risposta multipla 1. Which are three reasons a company may choose Linux over Windows as an operating system? (Choose three.)? a) It

Dettagli

Implementare i Read Only Domain Controller

Implementare i Read Only Domain Controller Implementare i Read Only Domain Controller di Nicola Ferrini MCT MCSA MCSE MCTS MCITP Introduzione I Read Only Domain Controller (RODC) sono dei domain controller che hanno una copia in sola lettura del

Dettagli

IBM iseries Soluzioni integrate per xseries

IBM iseries Soluzioni integrate per xseries Soluzioni innovative per l integrazione dei server Intel IBM iseries Soluzioni integrate per xseries La famiglia iseries, il cui modello più recente è l _` i5, offre due soluzioni che forniscono alternative

Dettagli

Progetto di rete. Perché Windows 2000 server. Cosa garantisce W2K. La Scalabilità di W2K. La Robustezza di W2K. Installare Windows 2000 server

Progetto di rete. Perché Windows 2000 server. Cosa garantisce W2K. La Scalabilità di W2K. La Robustezza di W2K. Installare Windows 2000 server Installare Windows 2000 server Riccardo Aliani & Roberto Bisceglia Progetto di rete In base al numero di client collegati e ai servizi offerti, si dovrà decidere se installare uno o due server Prevedendo

Dettagli

I benefici di una infrastruttura IT sicura e ben gestita: come fare di più con meno

I benefici di una infrastruttura IT sicura e ben gestita: come fare di più con meno I benefici di una infrastruttura IT sicura e ben gestita: come fare di più con meno I benefici di una infrastruttura IT sicura e ben gestita: come fare di più con meno In questi ultimi anni gli investimenti

Dettagli

Esame 70-271 : Supporting Users Running the Microsoft Windows XP Operating Systems (corso Moc 2261)

Esame 70-271 : Supporting Users Running the Microsoft Windows XP Operating Systems (corso Moc 2261) Esame 70-271 : Supporting Users Running the Microsoft Windows XP Operating Systems (corso Moc 2261) Questo corso ha lo scopo di fornire ai professionisti senza esperienza specifica di lavoro con Microsoft

Dettagli

22 Ottobre 2014. #CloudConferenceItalia

22 Ottobre 2014. #CloudConferenceItalia 22 Ottobre 2014 #CloudConferenceItalia Gli Sponsor AZU03 Microsoft Azure e Active Directory Giampiero Cosainz walk2talk giampiero.cosainz@walk2talk.it @GpC72 Ruberti Michele walk2talk michele.ruberti@walk2talk.it

Dettagli

Xerox EX Print Server, Powered by Fiery per Xerox Color 800/1000 Press. Guida introduttiva

Xerox EX Print Server, Powered by Fiery per Xerox Color 800/1000 Press. Guida introduttiva Xerox EX Print Server, Powered by Fiery per Xerox Color 800/1000 Press Guida introduttiva 2011 Electronics For Imaging, Inc. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente

Dettagli

Symantec Backup Exec 2010. Guida rapida all'installazione

Symantec Backup Exec 2010. Guida rapida all'installazione Symantec Backup Exec 2010 Guida rapida all'installazione 20047221 Installazione di Backup Exec Il documento contiene i seguenti argomenti: Requisiti di sistema Prima dell'installazione Informazioni sull'account

Dettagli

Symantec Backup Exec 12.5 for Windows Servers. Guida rapida all'installazione

Symantec Backup Exec 12.5 for Windows Servers. Guida rapida all'installazione Symantec Backup Exec 12.5 for Windows Servers Guida rapida all'installazione 13897290 Installazione di Backup Exec Il documento contiene i seguenti argomenti: Requisiti di sistema Prima dell'installazione

Dettagli

SHAREPOINT INCOMING E-MAIL. Configurazione base

SHAREPOINT INCOMING E-MAIL. Configurazione base SHAREPOINT INCOMING E-MAIL Configurazione base Versione 1.0 14/11/2011 Green Team Società Cooperativa Via della Liberazione 6/c 40128 Bologna tel 051 199 351 50 fax 051 05 440 38 Documento redatto da:

Dettagli

Supporto Tecnico Clienti Microsoft

Supporto Tecnico Clienti Microsoft Supporto Tecnico Clienti Microsoft Microsoft offre un ampia varietà di servizi di supporto personalizzabili per aziende, partner, professionisti IT, sviluppatori e utenti privati. Le opzioni di supporto

Dettagli

Introduzione Kerberos. Orazio Battaglia

Introduzione Kerberos. Orazio Battaglia Orazio Battaglia Il protocollo Kerberos è stato sviluppato dal MIT (Massachusetts Institute of Tecnology) Iniziato a sviluppare negli anni 80 è stato rilasciato come Open Source nel 1987 ed è diventato

Dettagli

Nuvola It Data Space Easy Tutorial per l Amministratore. Telecom Italia Business/Marketing Top Clients Marketing ICT services

Nuvola It Data Space Easy Tutorial per l Amministratore. Telecom Italia Business/Marketing Top Clients Marketing ICT services Easy Tutorial per l Amministratore Telecom Italia Business/Marketing Top Clients Marketing ICT services Contents Introduzione Profilo Ammistratore Portale di gestione: Team Portal Il cliente che sottoscrive

Dettagli

Windows 7 dal vivo Lugano, 10 settembre 2009 Manno, Centro Galleria 2, Sala Primavera Relatore: Ing. Marzio Simeone marzio.simeone@aimconsulting.

Windows 7 dal vivo Lugano, 10 settembre 2009 Manno, Centro Galleria 2, Sala Primavera Relatore: Ing. Marzio Simeone marzio.simeone@aimconsulting. Windows 7 dal vivo Lugano, 10 settembre 2009 Manno, Centro Galleria 2, Sala Primavera Relatore: Ing. Marzio Simeone marzio.simeone@aimconsulting.ch Sommario Introduzione Piattaforma demo Novità interfaccia

Dettagli

PICCOLE E MEDIE IMPRESE, UNA SOLUZIONE AD HOC. Soluzioni per le PMI

PICCOLE E MEDIE IMPRESE, UNA SOLUZIONE AD HOC. Soluzioni per le PMI PICCOLE E MEDIE IMPRESE, UNA SOLUZIONE AD HOC Soluzioni per le PMI Windows Server 2012 e System Center 2012 Informazioni sul copyright 2012 Microsoft Corporation. Tutti i diritti sono riservati. Il presente

Dettagli

Manuale. di configurazione. Interfaccia di gestione. Configurazioni. Storage. Stampanti SOMMARIO

Manuale. di configurazione. Interfaccia di gestione. Configurazioni. Storage. Stampanti SOMMARIO Manuale di configurazione 2 Configurazioni 8 Storage 30 Stampanti 41 Manuale Interfaccia di gestione di configurazione SOMMARIO Interfaccia di gestione INTRODUZIONE La configurazione del modem può essere

Dettagli

Indice. Introduzione. Capitolo 1

Indice. Introduzione. Capitolo 1 indice Xp pro.qxd 4-04-2002 19:42 Pagina V Indice Introduzione XV Capitolo 1 Sistemi operativi Windows di nuova generazione 1 1.1 Introduzione 1 1.2 Introduzione alla famiglia Windows XP 1 Windows XP Home

Dettagli

Win/Mac/NFS. Microsoft Networking. http://docs.qnap.com/nas/4.0/it/win_mac_nfs.htm. Manuale dell utente del software QNAP Turbo NAS

Win/Mac/NFS. Microsoft Networking. http://docs.qnap.com/nas/4.0/it/win_mac_nfs.htm. Manuale dell utente del software QNAP Turbo NAS Page 1 of 8 Manuale dell utente del software QNAP Turbo NAS Win/Mac/NFS Microsoft Networking Per consentire l accesso al NAS sulla rete di Microsoft Windows, abilitare il servizio file per Microsoft Networking.

Dettagli

Indice. Indice V INTRODUZIONE... XIII PARTE PRIMA... 1

Indice. Indice V INTRODUZIONE... XIII PARTE PRIMA... 1 Indice V Indice INTRODUZIONE................................................ XIII PARTE PRIMA...................................................... 1 1 Il business delle reti di computer.........................................

Dettagli

Windows Server 2012 R2

Windows Server 2012 R2 Windows Server 2012 R2 Windows Server 2012 R2 La piattaforma server dell'azienda moderna. Come componente fondamentale della visione dell'it ibrido di Microsoft, Windows Server 2012 R2 offre alle piccole

Dettagli

Windows Server 2012 R2 overview. Davide Veniali Technical Sales Venco Group Services Gruppo Venco S.p.A. 06/03/2014

Windows Server 2012 R2 overview. Davide Veniali Technical Sales Venco Group Services Gruppo Venco S.p.A. 06/03/2014 Windows Server 2012 R2 overview Davide Veniali Technical Sales Venco Group Services Gruppo Venco S.p.A. 06/03/2014 L evoluzione della richiesta Trasformare l IT per rispondere alle richieste The Cloud

Dettagli

INDICE Introduzione: tipologie di backup 1.Accesso al software 2.Selezione files e cartelle 3.Specificare unità di memoria 4.

INDICE Introduzione: tipologie di backup 1.Accesso al software 2.Selezione files e cartelle 3.Specificare unità di memoria 4. INDICE Introduzione: tipologie di backup 1.Accesso al software 2.Selezione files e cartelle 3.Specificare unità di memoria 4.Gestire le opzioni 5.Avvio del backup 6.Pianificazione del backup 7.Ripristino

Dettagli

Approfondimenti tecnici su framework v6.3

Approfondimenti tecnici su framework v6.3 Sito http://www.icu.fitb.eu/ pagina 1 I.C.U. "I See You" Sito...1 Cosa è...3 Cosa fa...3 Alcune funzionalità Base:...3 Alcune funzionalità Avanzate:...3 Personalizzazioni...3 Elenco Moduli base...4 Elenco

Dettagli

Symantec Network Access Control Starter Edition

Symantec Network Access Control Starter Edition Symantec Network Access Control Starter Edition Conformità degli endpoint semplificata Panoramica Con è facile iniziare a implementare una soluzione di controllo dell accesso alla rete. Questa edizione

Dettagli

Exchange o documenti SharePoint in pochi secondi. Minimo impatto dei tempi di inattività e di interruzione della produttività

Exchange o documenti SharePoint in pochi secondi. Minimo impatto dei tempi di inattività e di interruzione della produttività Protezione dalle interruzioni dell'attività aziendale con funzionalità di backup e recupero rapide e affidabili Panoramica Symantec Backup Exec System Recovery 2010 è una soluzione di backup e recupero

Dettagli

Symantec Backup Exec.cloud

Symantec Backup Exec.cloud Protezione automatica, continua e sicura con il backup dei dati nel cloud o tramite un approccio ibrido che combina il backup on-premise e basato sul cloud. Data-sheet: Symantec.cloud Solo il 21% delle

Dettagli

Microsoft Enterprise Desktop Virtualization Creazione di un laboratorio di test. di Nicola Ferrini

Microsoft Enterprise Desktop Virtualization Creazione di un laboratorio di test. di Nicola Ferrini Microsoft Enterprise Desktop Virtualization Creazione di un laboratorio di test di Nicola Ferrini MCT MCSA MCSE MCTS MCITP Introduzione In questo articolo vedremo come è possibile realizzare un ambiente

Dettagli

Open Source Day 2013. Marco Vanino mvan@spin.it

Open Source Day 2013. Marco Vanino mvan@spin.it Open Source Day 2013 La sicurezza negli ambienti virtualizzati Marco Vanino mvan@spin.it Sicurezza in ambiente virtualizzato 1 computer fisico = 1 computer logico Virtualizzazione 1 computer fisico = N

Dettagli

Gestione Windows Server 2008 R2. Orazio Battaglia

Gestione Windows Server 2008 R2. Orazio Battaglia Gestione Windows Server 2008 R2 Orazio Battaglia Event Viewer L Event Viewer è lo strumento per la gestione dei log in Windows Server. L Event Viewer: Permette di raccogliere i log del sistema Definire

Dettagli

Uso di una procedura di autenticazione unificata per client Linux e Microsoft Windows su server Microsoft Windows.

Uso di una procedura di autenticazione unificata per client Linux e Microsoft Windows su server Microsoft Windows. UNIVERSITA DEGLI STUDI G. D ANNUNZIO CHIETI-PESCARA FACOLTA ECONOMIA LAUREA DI I LIVELLO IN ECONOMIA INFORMATICA TESI DI LAUREA Uso di una procedura di autenticazione unificata per client Linux e Microsoft

Dettagli

Windows Server 2012 R2

Windows Server 2012 R2 Windows Server 2012 R2 Windows Server 2012 R2 La piattaforma server dell'azienda moderna. Come componente fondamentale della visione dell'it ibrido di Microsoft, Windows Server 2012 R2 offre alle piccole

Dettagli

Print Manager Plus 6.0

Print Manager Plus 6.0 Print Manager Plus 6.0 Implementazione e sviluppi futuri A cura di: Roberto Morleo Mariangela Valeri Print Manager Plus Cos è il PMPlus. Situazione Aule Informatizzate. Installare PMPlus. Utilizzo del

Dettagli

Consulenza Informatica =======================================================================

Consulenza Informatica ======================================================================= E' oramai da più di un anno che Microsoft ha cominciato a distribuire e commercializzare Windows Server 2008, l ultimo sistema operativo per l ambiente server, così come sicuramente tanti altri tecnici

Dettagli

Windows Server 2012 Essentials

Windows Server 2012 Essentials Windows 2012 Essentials Necessità del mercato: soluzione Deve Offrire: Semplicità Flessibilità Sicurezza Mobilità Deve Considerare: Device Prezzo App LOB Crescita Più semplice e più flessibile Ieri Home

Dettagli

Attivare la modalità GodMode

Attivare la modalità GodMode Attivare la modalità GodMode Come accedere rapidamente a tutte le impostazioni del Pannello di Controllo di Windows 7. 1s 2s 1. Cenni Generali 1.1 Dove può essere applicato questo documento La seguente

Dettagli

Nuvola It Data Space Easy Reseller Tutorial per l Amministratore. Top Clients Marketing ICT services

Nuvola It Data Space Easy Reseller Tutorial per l Amministratore. Top Clients Marketing ICT services Tutorial per l Amministratore Telecom Italia Business/Marketing Top Clients Marketing ICT services Portale di gestione: Reseller Portal Il cliente che sottoscrive il profilo di servizio può utilizzare

Dettagli

Fiery Network Controller per Xerox WorkCentre 7800 Series. Guida introduttiva

Fiery Network Controller per Xerox WorkCentre 7800 Series. Guida introduttiva Fiery Network Controller per Xerox WorkCentre 7800 Series Guida introduttiva 2013 Electronics For Imaging, Inc. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione

Dettagli

PROGRAMMA CORSO SISTEMISTA INFORMATICO

PROGRAMMA CORSO SISTEMISTA INFORMATICO PROGRAMMA CORSO SISTEMISTA INFORMATICO Corso Sistemista Junior OBIETTIVI L obiettivo dei corsi sistemistici è quello di fornire le conoscenze tecniche di base per potersi avviare alla professione di sistemista

Dettagli

Allegato 1 Specifiche tecniche ambiente CNPADC. Giugno 2013

Allegato 1 Specifiche tecniche ambiente CNPADC. Giugno 2013 Allegato 1 Specifiche tecniche ambiente CNPADC Giugno 2013 Sommario 1 PREMESSA... 3 2 COMPONENTE TECNOLOGICA DEL SERVIZIO... 3 3 COMPONENTE APPLICATIVA DEL SERVIZIO... 5 3.1 Infrastruttura tecnologica,

Dettagli

C) supponendo che la scuola voglia collegarsi in modo sicuro con una sede remota, valutare le possibili soluzioni (non risolto)

C) supponendo che la scuola voglia collegarsi in modo sicuro con una sede remota, valutare le possibili soluzioni (non risolto) PROGETTO DI UNA SEMPLICE RETE Testo In una scuola media si vuole realizzare un laboratorio informatico con 12 stazioni di lavoro. Per tale scopo si decide di creare un unica rete locale che colleghi fra

Dettagli

Area riservata e infrastruttura virtuale FerreroLegno

Area riservata e infrastruttura virtuale FerreroLegno FerreroLegno S.p.A. S.S. 28 del Colle di Nava, 26 12060 Magliano Alpi Cuneo - Italia Tel. 0174 622411 r.a. Fax 0174 622430 www.ferrerolegno.com e-mail: info@ferrerolegno.com Area riservata e infrastruttura

Dettagli

Single Sign-On su USG

Single Sign-On su USG NEXT-GEN USG Single Sign-On su USG Windows Server 2008 e superiori Client SSO ZyXEL, scaricabile da ftp://ftp.zyxel.com/sso_agent/software/sso%20agent_1.0.3.zip già installato sul server Struttura Active

Dettagli

Introduzione...xv. I cambiamenti e le novità della quinta edizione...xix. Ringraziamenti...xxi. Condivisione delle risorse con Samba...

Introduzione...xv. I cambiamenti e le novità della quinta edizione...xix. Ringraziamenti...xxi. Condivisione delle risorse con Samba... Indice generale Introduzione...xv I cambiamenti e le novità della quinta edizione...xix Ringraziamenti...xxi Capitolo 1 Capitolo 2 Condivisione delle risorse con Samba...1 Reti Windows... 2 Struttura base

Dettagli

www.aylook.com MANUALE UTENTE VMS (versione 1.0) pag. 1 di 25

www.aylook.com MANUALE UTENTE VMS (versione 1.0) pag. 1 di 25 MANUALE UTENTE VMS (versione 1.0) pag. 1 di 25 INDICE 1. PRESENTAZIONE SOFTWARE VMS... 3 2. PRIMO COLLEGAMENTO AL VMS... 3 3. LAYOUT DEL PROGRAMMA... 5 3.1 Tabs... 5 3.2 Toolbar... 6 3.3 Status bar...

Dettagli

Proteggi ciò che crei. Guida all avvio rapido

Proteggi ciò che crei. Guida all avvio rapido Proteggi ciò che crei Guida all avvio rapido 1 Documento aggiornato il 10.06.2013 Tramite Dr.Web CureNet! si possono eseguire scansioni antivirali centralizzate di una rete locale senza installare il programma

Dettagli

Obiettivi d esame HP ATA Networks

Obiettivi d esame HP ATA Networks Obiettivi d esame HP ATA Networks 1 Spiegare e riconoscere tecnologie di rete e le loro implicazioni per le esigenze del cliente. 1.1 Descrivere il modello OSI. 1.1.1 Identificare ogni livello e descrivere

Dettagli

Gestione del database Gidas

Gestione del database Gidas Gestione del database Gidas Manuale utente Aggiornamento 20/06/2013 Cod. SWUM_00535_it Sommario 1. Introduzione... 3 2. Requisiti e creazione del Database Gidas... 3 2.1.1. SQL Server... 3 2.1.2. Requisiti

Dettagli

CONFIGURATION MANUAL

CONFIGURATION MANUAL RELAY PROTOCOL CONFIGURATION TYPE CONFIGURATION MANUAL Copyright 2010 Data 18.06.2013 Rev. 1 Pag. 1 of 15 1. ENG General connection information for the IEC 61850 board 3 2. ENG Steps to retrieve and connect

Dettagli

Monitoraggio di outsourcer e consulenti remoti

Monitoraggio di outsourcer e consulenti remoti 1 Monitoraggio di outsourcer e consulenti remoti Un Whitepaper di Advanction e ObserveIT Daniel Petri 2 Sommario Esecutivo Nel presente whitepaper verrà mostrato come registrare le sessioni remote su gateway

Dettagli

Migrazione da Windows Server 2003 a Windows Server 2008 Scritto da: admin in data: maggio 27, 2009 12.27

Migrazione da Windows Server 2003 a Windows Server 2008 Scritto da: admin in data: maggio 27, 2009 12.27 Migrazione da Windows Server 2003 a Windows Server 2008 Scritto da: admin in data: maggio 27, 2009 12.27 E' oramai da più di un anno che Microsoft ha cominciato a distribuire e commercializzare Windows

Dettagli

Installing and Configuring Windows 10 (MOC 20697-1)

Installing and Configuring Windows 10 (MOC 20697-1) Installing and Configuring Windows 10 (MOC 20697-1) Durata Il corso dura 4,5 giorni. Scopo Questo è un corso ufficiale Microsoft che prevede un docente approvato d Microsoft ed il manuale ufficiale Microsoft

Dettagli

Archiviare messaggi da Microsoft Office 365

Archiviare messaggi da Microsoft Office 365 Archiviare messaggi da Microsoft Office 365 Nota: Questo tutorial si riferisce specificamente all'archiviazione da Microsoft Office 365. Si dà come presupposto che il lettore abbia già installato MailStore

Dettagli

Xerox EX8002 Print Server, Powered by Fiery. Guida introduttiva

Xerox EX8002 Print Server, Powered by Fiery. Guida introduttiva Xerox EX8002 Print Server, Powered by Fiery Guida introduttiva 2009 Electronics for Imaging, Inc. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato

Dettagli

Autenticazione con LDAP

Autenticazione con LDAP Autenticazione con LDAP Uso del protocollo LDAP per l autenticazione in rete ing. Walter Vendraminetto - vendra@sci.univr.it 07.06.2006 Directory Il concetto di Directory è essenzialmente quello di catalogo

Dettagli

Installazione di GFI MailSecurity in modalità gateway

Installazione di GFI MailSecurity in modalità gateway Installazione di GFI MailSecurity in modalità gateway Introduzione Questo capitolo spiega la procedura per installare e configurare la modalità GFI MailSecurity SMTP gateway. In modalità SMTP gateway,

Dettagli

La piattaforma Microsoft per la Business Continuity ed il Disaster Recovery

La piattaforma Microsoft per la Business Continuity ed il Disaster Recovery La piattaforma Microsoft per la Business Continuity ed il Disaster Recovery Roberto Filipelli Application Platform Specialist Manager Enterprise Division Microsoft Agenda La Continuità dei servizi informatici

Dettagli

Punto di partenza ideale come sistema di archiviazione professionale MAXDATA PLATINUM 600 IR

Punto di partenza ideale come sistema di archiviazione professionale MAXDATA PLATINUM 600 IR Punto di partenza ideale come sistema di archiviazione professionale MAXDATA PLATINUM 600 IR MAXDATA PLATINUM 600 IR: Punto di partenza ideale come sistema di archiviazione professionale Caratteristiche

Dettagli

Guida all installazione rapida

Guida all installazione rapida Italian 1. Guida all installazione rapida Requisiti del sistema Il PC deve essere attrezzato con quanto segue per configurare Thecus YES Box N2100: Unità CD-ROM o DVD-ROM Porta Ethernet collegata ad un

Dettagli

Hosting Applicativo Installazione Web Client

Hosting Applicativo Installazione Web Client Hosting Applicativo Installazione Web Client Utilizzo del portale di accesso e guida all installazione dei client Marzo 2012 Hosting Applicativo Installazione Web Client Introduzione Le applicazioni CIA,

Dettagli

- SIAU - Specifiche di Interfaccia Applicativi Utente

- SIAU - Specifiche di Interfaccia Applicativi Utente SISS - Sistema Informativo Socio Sanitario - SIAU - Specifiche di Interfaccia Applicativi Utente Configurazione del PdL Operatore Codice documento: CRS-ISAU-SIAU#05 Versione: 09 PVCS: 14 Data di emissione:

Dettagli

Soluzioni di storage per le aziende on demand

Soluzioni di storage per le aziende on demand Soluzioni di storage per le aziende on demand Sistemi IBM Storage Server X206 Storage Server x226 Storage Server HS20 Storage Server x346 Storage Server Caratteristiche principali Differenziazione e innovazione

Dettagli

DESCRIZIONE DELLA FORNITURA OFFERTA

DESCRIZIONE DELLA FORNITURA OFFERTA ALLEGATO B.1 MODELLO PER LA FORMULAZIONE DELL OFFERTA TECNICA Rag. Sociale Indirizzo: Via CAP Località Codice fiscale Partita IVA DITTA DESCRIZIONE DELLA FORNITURA OFFERTA Specifiche minime art. 1 lett.

Dettagli