LE DECISIONI DI COMUNICAZIONE. MARKETING EDITORIALE Valentina Cecconi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LE DECISIONI DI COMUNICAZIONE. MARKETING EDITORIALE Valentina Cecconi"

Transcript

1 LE DECISIONI DI COMUNICAZIONE MARKETING EDITORIALE Valentina Cecconi

2 LA COMUNICAZIONE DI IMPRESA

3 LA COMUNICAZIONE DI IMPRESA MARKETING EDITORIALE Valentina Cecconi

4 LA COMUNICAZIONE ECO - FINANZIARIA

5 LA COMUNICAZIONE ORGANIZZATIVA Ordini di Servizio Circolari Formazione Annual meeting News letter Convention

6 LA COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE

7 LA COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE TELECOM ITALIA 2009

8 LA COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE ENAUDI 2010

9 LA COMUNICAZIONE DI MARKETING L insieme vasto ed articolato di strumenti di comunicazione che la casa editrice utilizza per gestire le relazioni con il mercato dei consumatori finali e/o intermedi. migliorare la percezione del valore dell offerta aziendale e la capacità di soddisfare le esigenze dei consumatori MARKETING EDITORIALE Valentina Cecconi

10 LA COMUNICAZIONE DI MARKETING I destinatari COMUNICAZIONE PULL (prodotti tirati ) Produttore Intermediario Consumatore pubblicità e consumer promotion COMUNICAZIONE PUSH (prodotti spinti ) Produttore Intermediario Consumatore forza vendita, materiale pop e trade promotion MARKETING EDITORIALE Valentina Cecconi

11 LA COMUNICAZIONE DI MARKETING LE ARCHITETTURE

12 LA COMUNICAZIONE DI MARKETING LE ARCHITETTURE

13 LA COMUNICAZIONE DI MARKETING GLI OBIETTIVI ECONOMICI

14 LA COMUNICAZIONE DI MARKETING GLI OBIETTIVI ECONOMICI Le analisi condotte in quest ambito hanno evidenziato la capacità della comunicazione di agire sulla curva di domanda in conseguenza delle modificazioni delle preferenze dei consumatori. In particolare, si individuano: L effetto di spostamento (traslazione della curva di domanda) L effetto di modificazione (cambiamento di pendenza della curva di domanda)

15 LA COMUNICAZIONE DI MARKETING GLI OBIETTIVI ECONOMICI L effetto di spostamento (traslazione della curva di domanda) P 1 Q 1 Q 2

16 LA COMUNICAZIONE DI MARKETING GLI OBIETTIVI ECONOMICI L effetto di modificazione (cambiamento di pendenza della curva di domanda) ELASTICITA P 1 ELASTICITA = la sensibilità alle variazioni del prezzo La domanda è elastica se - il prezzo diminuisce e la domanda aumenta - il prezzo aumenta e la domanda diminuisce

17 LA COMUNICAZIONE DI MARKETING GLI OBIETTIVI ECONOMICI POCO ELASTICA SE PR AUMENTA MOLTO ELASTICA SE PR DIMINUISCE

18 LA COMUNICAZIONE DI MARKETING GLI OBIETTIVI COMUNICAZIONALI 1. OBIETTIVI NON COMPORTAMENTALI 2. OBIETTIVI COMPORTAMENTALI 3. OBIETTIVI VALUTATIVI 4. OBIETTIVI RELAZIONALI

19 LA COMUNICAZIONE DI MARKETING OBIETTIVI NON COMPORTAMENTALI SONO OBIETTIVI CHE RIGUARDANO LA SFERA INTERIORE DELL INDIVIDUO E NON SI TRADUCONO IN UN COMPORTAMENTO LE RISPOSTE CHE L INDIVIDUO PUO GENERARE ALLA COMUNICAZIONE DI MARKETING POSSONO AVERE NATURA 1. RAZIONALE 2. EMOZIONALE 3. IDEALE

20 LA COMUNICAZIONE DI MARKETING OBIETTIVI NON COMPORTAMENTALI RAZIONALI AWARENESS = NOTORIETA Capacità di un potenziale acquirentie di identificare una marca in modo sufficientemente dettagliato per proporla, sceglierla o utilizzarla

21 LA COMUNICAZIONE DI MARKETING OBIETTIVI NON COMPORTAMENTALI RAZIONALI TOP OF MIND La marca occupa una posizione dominante nella mente del consumatore RICORDO SPONTANEO RICORDO INDOTTO L individuo riconosce la marca in modo del tutto spontaneo (es. Mi potrebbe citare I brand che appartengono ad un determinato segmento di offerta?) L individuo riconosce la marca dietro sollecitazione (es.quale delle seguenti marche conosce?) RICONOSCIMENTO Stadio minimo di conoscenza della marca subordinato alla visione da parte dell individuo degli elementi comunicativi del brand (nome della marca, logo, confezione) che altrimenti non sarebbero ricordati

22 LA COMUNICAZIONE DI MARKETING OBIETTIVI NON COMPORTAMENTALI EMOZIONALI Quando la comunicazione di marketing suscita sensazioni e provoca emozioni più o meno gradevoli o intese per il destinatario

23 LA COMUNICAZIONE DI MARKETING OBIETTIVI NON COMPORTAMENTALI EMOZIONALI

24 LA COMUNICAZIONE DI MARKETING OBIETTIVI NON COMPORTAMENTALI IDEALI Quando la comunicazione di marketing mira al raggiungimento di obiettivi ideali che comprendono le istanze di natura esistenziale dell individuo, le tensioni verso valori elevati, le costruzioni mentali di un immagine desiderata di sè stessi

25 LA COMUNICAZIONE DI MARKETING OBIETTIVI NON COMPORTAMENTALI IDEALI

26 LA COMUNICAZIONE DI MARKETING OBIETTIVI COMPORTAMENTALI SONO OBIETTIVI LEGATI ALL AZIONE CHE SI INTENDE STIMOLARE ATTRAVERSO LA CREAZIONE E DIFFUSIONE DEI MESSAGGI DI MARKETING

27 LA COMUNICAZIONE DI MARKETING OBIETTIVI VALUTATIVI La risposta valutativa emerge qualora un individuo coinvolto in un processo di comunicazione di marketing avvia un percorso di apprendimento e valutazione che conduce all orientamento delle proprie preferenze, alla maturazione di un atteggiamento verso i contenuti interpretati

28 LA COMUNICAZIONE DI MARKETING OBIETTIVI RELAZIONALI La risposta relazionale si costruisce nel tempo sulle fondamenta della risposta valutativa. Dalla valutazione favorevole e dall atteggiamento positivo deriva lo sviluppo di un nesso relazionale fra impresa e cliente.

29 LA COMUNICAZIONE Gli strumenti Il communication mix Insieme strutturato e poliedrico di strumenti operativi, ciascuno dei quali idoneo al perseguimento di particolari set di obiettivi con specifiche modalità di funzionamento FORZA VENDITA VIRAL MARKETING ADVERTISING PROMOZIONI DIRECT MARKETING PACKAGING GUERRIGLIA MARKETING PUNTO VENDITA SOCIAL MEDIA MARKETING EVENTI WEB MARKETING MARKETING EDITORIALE Valentina Cecconi

30 LA COMUNICAZIONE Gli strumenti ADVERTISING PACKAGING GUERRIGLIA MARKETING PROMOZIONI EVENTI VIRAL MARKETING SOCIAL MEDIA MARKETING PUNTO VENDITA EXPERIENTIAL MARKETING DIRECT MARKETING WEB MARKETING ON LINE MARKETING MARKETING EDITORIALE Valentina Cecconi

31 LA COMUNICAZIONE Gli strumenti La Bibliotechina de la LAMPADA

32 LA COMUNICAZIONE Gli strumenti FOGLIETTO PUBBLICITARIO CASA EDITRICE SONZOGNO (ANNI ) RIGUARDANTE L'USCITA A FASCICOLI SETTIMANALI DEL ROMANZO DI ALESSANDRO DUMAS IL CONTE DI MONTE-CRISTO

33 LA COMUNICAZIONE Gli strumenti CIRIO LIBRO DI RICETTE PER LA CASA 1963

34 ADVERTISING

35 IL COMMUNICATION MIX DI UNA CASA EDITRICE ADVERTISING DEFINIZIONE Forma di comunicazione a pagamento, indirizzata ad un pubblico opportunamente prescelto, le cui caratteristiche sono definite dall azienda OBIETTIVO Informare e suscitare una preferenza verso il prodotto tra i consumatori in vista della creazione o dello sviluppo della domanda

36 IL COMMUNICATION MIX DI UNA CASA EDITRICE ADVERTISING Il mercato pubblicitario italiano nel 2011 si chiude con una riduzione degli investimenti a totale tipologie di comunicazione del -3,8%

37 IL COMMUNICATION MIX DI UNA CASA EDITRICE ADVERTISING RIPARTIZIONE INVESTIMENTI PER MEZZO Fonte: IAB su dati Nielsen

38 IL COMMUNICATION MIX DI UNA CASA EDITRICE ADVERTISING Nielsen Media Research

39 IL COMMUNICATION MIX DI UNA CASA EDITRICE ADVERTISING Nielsen Media Research

40 ADVERTISING I MEZZI

41 IL COMMUNICATION MIX DI UNA CASA EDITRICE ADVERTISING AUDIENCE Insieme degli individui (telespettatori, lettori, ascoltatori) esposti ai messaggi di un dato media in un determinato periodo di tempo AUDIENCE UTILE La quota dell audience totale che appartiene al target prescelto nella strategia di comunicazione

42 IL COMMUNICATION MIX DI UNA CASA EDITRICE ADVERTISING COPERTURA LORDA: somma totale dei contatti in target sviluppati da una campagna pubblicitaria. I contatti lordi si calcolano sommando tutte le volte che un individuo in target è esposto ad un determinato messaggio considerando anche le duplicazioni NETTA : gli individui contattati almeno una volta nel corso di una campagna al netto delle esposizioni replicata dallo stesso veicolo o da veicoli differenti FREQUENZA. Numero medio di volte in cui un individuo è esposto al veicolo o alla campagna

43 IL COMMUNICATION MIX DI UNA CASA EDITRICE ADVERTISING TV Punti di forza 1. Elevati livelli di copertura e frequenza 2. Potenziale di creatività ed espressività 3. Flessibilità (nuovi format) 4. Costo relativamente basso per contatto Punti di debolezza 1. Elevata soglia dell investimento pubblicitario 2. Bassa selettività del target 3. Elevato affollamento 4. Intrusività MARKETING EDITORIALE Valentina Cecconi

44 IL COMMUNICATION MIX DI UNA CASA EDITRICE ADVERTISING TV PUBBLICITA TABELLARE (spot) tipologia classica costituita da inserti di 7, 10,15, 30, secondi generalmente raggruppati nei break all interno o tra programmi diversi TELE PROMOZIONE inserto promozionale piuttosto breve all interno di una trasmissione televisiva; consiste nella presentazione di uno o più prodotti all interno di un programma televisivo, il più delle volte ad opera dello stesso conduttore che può essere affiancato da attori o rappresentanti dell azienda pubblicizzata TELEVENDITA una vendita di prodotti e servizi realizzata inizialmente solo attraverso il telefono, in seguito estesa anche alla televisione. E diventata ben presto una vera e propria trasmissione a sé stante, della durata minima di tre minuti, introdotta e chiusa da una sigla, in cui è l azienda stessa a proporre la propria offerta commerciale al pubblico, che può aderirvi direttamente prendendo contatto con essa. PROMO è un filmato che promoziona trasmissioni televisive, sovente sponsorizzate, di prossima programmazione

45 Fonte: Auditel, IL COMMUNICATION MIX DI UNA CASA EDITRICE ADVERTISING Fonte: Auditel PERCENTUALE DI SHARE: la quota percentuale di ascolto calcolata come il rapporto tra i telespettatori di una determinata emittente o programma ed il totale di telespettatori nell intervallo di tempo predefinito

46 IL COMMUNICATION MIX DI UNA CASA EDITRICE ADVERTISING STAMPA - QUOTIDIANI Punti di forza 1. Prestigio e autorevolezza di cui godono 2. Flessibilità geografica, dei tempi di prenotazione degli spazi e consegna dei materiali 3. Alta frequenza dei contatti a motivo dell alta fedeltà Punti di debolezza 1. Rapida usura dei messaggi 2. Lettura veloce e selettiva 3. L elevato costo per contatto 4. Scarsa qualità di stampa MARKETING EDITORIALE Valentina Cecconi

47 IL COMMUNICATION MIX DI UNA CASA EDITRICE ADVERTISING STAMPA - PERIODICI Punti di forza 1. Flessibilità dei format (pubblicità tabellare, servizi, redazionali, inserti, doppie copertine, free sempling) 2. Selettività del target 3. Buona qualità di stampa 4. Lunga vita del supporto (lettura, rilettura, conservazione) Punti di debolezza 1. Tempi tecnici piuttosto lunghi 2. Scarsa selettivà geografica 3. Elevati livelli di affollamento 4. Alto costo di produzione MARKETING EDITORIALE Valentina Cecconi

48 IL COMMUNICATION MIX DI UNA CASA EDITRICE ADVERTISING STAMPA - PERIODICI MARKETING EDITORIALE Valentina Cecconi

49 IL COMMUNICATION MIX DI UNA CASA EDITRICE ADVERTISING STAMPA - PERIODICI TIRATURA: numero di copie stampate (comprese invendute e rese) DIFFUSIONE: numero di copie effettivamente vendute (comprese le copie in abbonamento) READERSHIP: gli individui che indipendentemente dall acquisto o meno della copia leggono la stampa MARKETING EDITORIALE Valentina Cecconi

50 IL COMMUNICATION MIX DI UNA CASA EDITRICE ADVERTISING RADIO Punti di forza 1. Carattere amichevole 2. Capacità di raggiungere target eterogenei in diversi momenti della giornata 3. Selettività geografica 4. Il basso costo di produzione e contatto Punti di debolezza 1. Capacità espressive limitate al suono 2. Un ascolto spesso distratto MARKETING EDITORIALE Valentina Cecconi

51 IL COMMUNICATION MIX DI UNA CASA EDITRICE ADVERTISING PUBBLICITA ESTERNA STATICA DINAMICA Punti di forza 1. Capillarità e selettività geografica 2. Non richiede sforzo da parte del destinatario 3. Può essere collocato in prossimità dei pdv Punti di debolezza 1. Pubblico generico e casuale 2. Fruizione veloce 3. Costi di produzione elevati 4. Concentrazione nei grandi centri urbani MARKETING EDITORIALE Valentina Cecconi

52 IL COMMUNICATION MIX DI UNA CASA EDITRICE ADVERTISING LA PUBBLICITA ON LINE MARKETING EDITORIALE Valentina Cecconi

53 IL COMMUNICATION MIX DI UNA CASA EDITRICE ADVERTISING MARKETING EDITORIALE Valentina Cecconi

54 IL COMMUNICATION MIX DI UNA CASA EDITRICE ADVERTISING MARKETING EDITORIALE Valentina Cecconi

55 IL COMMUNICATION MIX DI UNA CASA EDITRICE ADVERTISING LA PUBBLICITA ON LINE BANNER MARKETING EDITORIALE Valentina Cecconi

56 IL COMMUNICATION MIX DI UNA CASA EDITRICE ADVERTISING LA PUBBLICITA ON LINE BANNER MARKETING EDITORIALE Valentina Cecconi

57 IL COMMUNICATION MIX DI UNA CASA EDITRICE ADVERTISING LA PUBBLICITA ON LINE BANNER MARKETING EDITORIALE Valentina Cecconi

58 IL COMMUNICATION MIX DI UNA CASA EDITRICE ADVERTISING LA PUBBLICITA ON LINE MARKETING MARKETING EDITORIALE Valentina Cecconi

59 IL COMMUNICATION MIX DI UNA CASA EDITRICE ADVERTISING LA PUBBLICITA ON LINE MARKETING MARKETING EDITORIALE Valentina Cecconi

60 IL COMMUNICATION MIX DI UNA CASA EDITRICE ADVERTISING LA PUBBLICITA ON LINE MARKETING MARKETING EDITORIALE Valentina Cecconi

61 IL COMMUNICATION MIX DI UNA CASA EDITRICE ADVERTISING LA PUBBLICITA ON LINE KEYWORD ADVERTISING MARKETING EDITORIALE Valentina Cecconi

62 IL COMMUNICATION MIX DI UNA CASA EDITRICE ADVERTISING LA PUBBLICITA ON LINE KEYWORD ADVERTISING Con il termine di "keyword advertising" si fa riferimento ad una modalità di pubblicità online in cui gli annunci pubblicitari vengono visualizzati a lato o sopra ai risultati "naturali" dei motori di ricerca. Questo meccanismo permette alle aziende di mostrare la loro pubblicità solo agli utenti che stanno esprimendo una effettiva necessità attraverso le loro ricerche. Tipicamente al keyword advertising è associato un modello di pagamento pay per click (PPC) in relazione al quale l'inserzionista paga in base ai click effettivamente ricevuti sull'annuncio sponsorizzato e non in base alle impression. MARKETING EDITORIALE Valentina Cecconi

63 PROMOZIONI

64 IL COMMUNICATION MIX DI UNA CASA EDITRICE LE PROMOZIONI MARKETING EDITORIALE Valentina Cecconi

65 IL COMMUNICATION MIX DI UNA CASA EDITRICE LE PROMOZIONI Anni 60 Anni 70 Anni 80 Anni 90 Concezione limitativa, focalizzata sul breve periodo e priva di coordinamento con le altre funzioni Prime promozioni di prezzo nei punti vendita a supporto della grande distribuzione Logica di coordinamento e integrazione dell attività promozionale con gli strumenti del marketing mix Orientamento strategico nell uso delle promozioni per rafforzare l immagine e il posizionamento L insieme di stimoli che rafforzano l azione della pubblicità e della forza vendita per stimolare la nascita o l evoluzione di un comportamento d acquisto, a breve o a lungo termine MARKETING EDITORIALE Valentina Cecconi

66 IL COMMUNICATION MIX DI UNA CASA EDITRICE LE PROMOZIONI I SOGGETTI PROMOTORI LE CASE EDITRICI I DISTRIBUTORI PROMOZIONI CONGIUNTE MARKETING EDITORIALE Valentina Cecconi

67 IL COMMUNICATION MIX DI UNA CASA EDITRICE LE PROMOZIONI I DESTINATARI CONSUMER PROMOTION TRADE PROMOTION PROMOZIONI ALLA FORZA VENDITA MARKETING EDITORIALE Valentina Cecconi

68 IL COMMUNICATION MIX DI UNA CASA EDITRICE LE PROMOZIONI PROMOTION SERVIZIO PREZZO REGALI SAMPLING ANIMAZIONE PDV CONCORSI RIDUZIONI DI PREZZO NXM COUPON RACCOLTA PUNTI MARKETING EDITORIALE Valentina Cecconi

69 IL COMMUNICATION MIX DI UNA CASA EDITRICE LE PROMOZIONI CONSUMER PROMOTION MARKETING EDITORIALE Valentina Cecconi

70 IL COMMUNICATION MIX DI UNA CASA EDITRICE LE MODALITA DI DIFFUSIONE PRODOTTO MARKETING EDITORIALE Valentina Cecconi

71 IL COMMUNICATION MIX DI UNA CASA EDITRICE LE MODALITA DI DIFFUSIONE MEZZO MARKETING EDITORIALE Valentina Cecconi

72 IL COMMUNICATION MIX DI UNA CASA EDITRICE LE MODALITA DI DIFFUSIONE PUNTO VENDITA MARKETING EDITORIALE Valentina Cecconi

73 GLI EFFETTI DELLE PROMOZIONI SULLE VENDITE Prova Sostituzione Cannibalizzazione Effetti strutturali Effetto rimanenza Trasferimento interno / Vendite non promozionali Tendenza vendite Effetto anticipazione Periodo promozionale Effetto depressione MARKETING EDITORIALE Valentina Cecconi

74 FORZA VENDITA

75 IL COMMUNICATION MIX DI UNA CASA EDITRICE LA FORZA VENDITA Le forze di vendita possono essere organizzate per: Zone geografiche: al singolo venditore è assegnato uno specifico territorio. Si rivolge a tutti i potenziali clienti di quell area proponendo la gamma completa dei prodotti Prodotto: ciascun venditore è assegnato ai clienti di un particolare prodotto o di una particolare linea di prodotto Cliente: Un venditore è deputato a servire un solo cliente o una sola tipologia di clienti

76 IL COMMUNICATION MIX DI UNA CASA EDITRICE LA FORZA VENDITA

77 IL COMMUNICATION MIX DI UNA CASA EDITRICE LA FORZA VENDITA

78 IL COMMUNICATION MIX DI UNA CASA EDITRICE LA FORZA VENDITA Attività INFORMATIVA Attività di SERVIZIO verso l impresa (mk, concorrenti, consumatori) Attività di VENDITA assistenza servizio post vendita Informazione Prima battuta Rifornimento -ASSORTIMENTO -PROMOZIONI -CONTROLLO ESPOSITIVO IL RUOLO DEL VENDITORE: importanza sempre più strategica Tempo MARKETING EDITORIALE Valentina Cecconi

79 LA COMUNICAZIONE NON CONVENZIONALE

80 GUERRIGLIA O STREET MARKETING TENDI UN IMBOSCATA, CREA UNA TRAPPOLA, COSTRUISCI UN FALSO EVENTO, UN AZIONE, UNA NOTIZIA CHE LA STAMPA NON PUO ESIMERSI DAL TRATTARE PER IL SUO CARATTERE DI INTERESSE, CURIOSITA O NOVITA. E CHE LO VOGLIANO O NO, SARANNO COSTRETTI A PARLARE DI TE Andrea Natella, guerrigliamarketing.it

81 GUERRIGLIA O STREET MARKETING Guerriglia marketing è una definizione coniata dal pubblicitario statunitense Jay Conrad Levinson nel per indicare una forma di comunicazione non convenzionale e a basso costo ottenuta attraverso l'utilizzo creativo di mezzi e strumenti aggressivi che fanno leva sull'immaginario e sui meccanismi psicologici degli utenti finali. Uno dei primi esempi di guerrilla marketing è stato la leggenda metropolitana messa in rete, e da lì lanciata dagli altri media, in cui si parlava di quattro cineasti scomparsi in una foresta del Maryland nel 1994, di cui furono ritrovate le riprese a distanza di anni; un sito web trattava del caso, e dopo poco uscì nei cinema il film The Blair Witch Project

82 GUERRIGLIA O STREET MARKETING RAGGIUNGERE OBIETTIVI CONVENZIONALI CON L AUSILIO DI METODI NON CONVENZIONALI ACCOMPAGNARE IL LANCIO E/O LA DIFFUSIONE DI UN PRODOTTO SERVIZIO ATTRAVERSO CAMPAGNE ED EVENTI SENSAZIONALI STRUMENTI - AMPIEZZA RAGGIO DI AZIONE - COSTO CONTENUTO

83 GUERRIGLIA O STREET MARKETING

84 GUERRIGLIA O STREET MARKETING

85 GUERRIGLIA O STREET MARKETING

86 VIRAL MARKETING 1997: Steve Jurvetson e Tim Draper coniano l espressione marketing virale per descrivere incredibile successo di HOTMAIL 18 MESI 12 MLN DI ABBONATI NETWORK-ENHANCED WORD OF MUTH

87 VIRAL MARKETING L IDEA VIRUS CLIENTI COME VEICOLI DI DIFFUSIONE DEI MESSAGGI ATTRAVERSO L UTILIZZO DEL WEB CONNETTORI COMUNICAZIONE WEB-BASED 1. POTENZIAMENTO FLUSSI COMUNICATIVI 2. MOLTEPLICITA CODICI 3. CONTROLLO E MISURAZIONE

88 VIRAL MARKETING IL BOOK TRAILER

89 LE CASE EDITRICI E I SOCIAL MEDIA

90 SOCIAL MEDIA MARKETING Fonte: Osservatorio Brands & Social Media, Editoria e social media, 2013

91 SOCIAL MEDIA MARKETING Fonte: Osservatorio Brands & Social Media, Editoria e social media, 2013

Cap.12 Le relazioni pubbliche. Corso di Comunicazione d Impresa - A.A. 2011-2012 Prof. Fabio Forlani - fabio.forlani@uniurb.it

Cap.12 Le relazioni pubbliche. Corso di Comunicazione d Impresa - A.A. 2011-2012 Prof. Fabio Forlani - fabio.forlani@uniurb.it Cap.12 Le relazioni pubbliche Corso di Comunicazione d Impresa - A.A. 2011-2012 Prof. Fabio Forlani - fabio.forlani@uniurb.it Capitolo 12 Le relazioni pubbliche Le relazioni pubbliche (PR) Insieme di attività

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FACOLTÀ DI SCIENZE STATISTICHE CORSO DI LAUREA IN STATISTICA E GESTIONE DELLE IMPRESE TESI DI LAUREA LA PUBBLICITA E LA SUA EFFICACIA: UNA RASSEGNA. RELATORE: PROF.SSA

Dettagli

Il mobile e lo shopping on demand. Come il performance marketing aiuta a ridisegnare i percorsi d acquisto. tradedoubler.com

Il mobile e lo shopping on demand. Come il performance marketing aiuta a ridisegnare i percorsi d acquisto. tradedoubler.com Il mobile e lo shopping on demand Come il performance marketing aiuta a ridisegnare i percorsi d acquisto tradedoubler.com I canali di performance marketing mobile stanno trasformando l esperienza di acquisto

Dettagli

GLI ELEMENTI DI UNO SPOT PUBBLICITARIO

GLI ELEMENTI DI UNO SPOT PUBBLICITARIO GLI ELEMENTI DI UNO SPOT PUBBLICITARIO Uno spot pubblicitario è formato da tre elementi principali: IMMAGINI MUSICA PAROLE L INFLUENZA DELLO SPOT SULLO SPETTATORE LE IMMAGINI Possono, anche tramite l'utilizzo

Dettagli

Catalogo formativo. Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014

Catalogo formativo. Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014 2014 Catalogo formativo Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014 Internet Training Program Email Marketing Negli ultimi anni l email è diventata il principale strumento di comunicazione aziendale

Dettagli

L attività più diffusa a livello mondiale è quella di inviare e ricevere SMS.

L attività più diffusa a livello mondiale è quella di inviare e ricevere SMS. SMS: usali per raggiungere i tuoi contatti... con un click! Guida pratica all utilizzo degli sms pubblicitari L attività più diffusa a livello mondiale è quella di inviare e ricevere SMS. 2 SMS: usali

Dettagli

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente un grande evento mondiale una grande festa popolare Che cos è Far east Film Festival? Un grande evento popolare Far East

Dettagli

DISPENSA N. 18 MARKETING

DISPENSA N. 18 MARKETING 1 E PIANIFICAZIONE Per marketing si intende l'insieme di attività che servono per individuare a chi vendere, che cosa vendere e come vendere, con l'obiettivo di soddisfare í bisogni e i desideri del consumatore,

Dettagli

INTERACTIVE ADVERTISING New media per nuove strategie

INTERACTIVE ADVERTISING New media per nuove strategie INTERACTIVE ADVERTISING New media per nuove strategie Mobile Marketing Interattivo QR Code Inside Active Mailing Interattivo Interattivo Chi Siamo Interactive Advertising si avvale di un network di manager

Dettagli

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB:

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB: Via Durini, 23-20122 Milano (MI) Tel.+39.02.77.88.931 Fax +39.02.76.31.33.84 Piazza Marconi,15-00144 Roma Tel.+39.06.32.80.37.33 Fax +39.06.32.80.36.00 www.valuelab.it valuelab@valuelab.it MARKETING INTELLIGENCE

Dettagli

MASTER IN INNOVATIVE MARKETING, E-MANAGEMENT & CREATIVE SOLUTIONS

MASTER IN INNOVATIVE MARKETING, E-MANAGEMENT & CREATIVE SOLUTIONS MASTER IN INNOVATIVE MARKETING, E-MANAGEMENT & CREATIVE SOLUTIONS Eidos Communication Via G. Savonarola, 31 00195 Roma T. 06. 45.55.54.52. F. 06. 45.55.55.44. E. info@eidos.co.it W. www.eidos.co.it INFORMAZIONI

Dettagli

Il canale distributivo Prima e dopo Internet. Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco

Il canale distributivo Prima e dopo Internet. Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco Il canale distributivo Prima e dopo Internet Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco La distribuzione commerciale Il canale distributivo è un gruppo di imprese

Dettagli

Master in Unconventional Marketing and Interactive Communication A.A. 2011/2012 Master specialistico

Master in Unconventional Marketing and Interactive Communication A.A. 2011/2012 Master specialistico Master in Unconventional Marketing and Interactive Communication A.A. 2011/2012 Master specialistico Il Master in Unconventional Marketing and Interactive Communication è un percorso formativo post-laurea

Dettagli

IL CONCETTO DI PRODOTTO

IL CONCETTO DI PRODOTTO Definizione IL CONCETTO DI PRODOTTO Un prodotto è tutto ciò che può essere offerto a un mercato a fini di attenzione, acquisizione, uso e consumo, in grado di soddisfare un desiderio o un bisogno. Esso

Dettagli

Ecco come farsi ascoltare dai clienti

Ecco come farsi ascoltare dai clienti Ecco come farsi ascoltare dai clienti L 80% dei clienti non guarda la pubblicità, il 70% rifiuta le chiamate di vendita, il 44% non apre le email: il cliente ha chiuso la porta. La soluzione al problema

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

Mai più senza smartphone.

Mai più senza smartphone. Mai più senza smartphone. Il telefonino ha superato il pc come mezzo di consultazione del web: 14,5 milioni contro 12,5 milioni.* Sempre più presente, lo smartphone è ormai parte integrante delle nostre

Dettagli

Logistica digitale delle Operazioni a premio

Logistica digitale delle Operazioni a premio Logistica digitale delle Operazioni a premio La piattaforma logistica delle operazioni a premio digitali BITGIFT è la nuova piattaforma dedicata alla logistica digitale delle vostre operazioni a premio.

Dettagli

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia la gestione dei processi di comunicazione in quale scenario deve identificarsi un progetto di miglioramento, nella gestione dei beni digitali per

Dettagli

Business Process Modeling Caso di Studio

Business Process Modeling Caso di Studio Caso di Studio Stefano Angrisano, Consulting IT Specialist December 2007 2007 IBM Corporation Sommario Perché l architettura SOA? Le aspettative del Cliente. Ambito applicativo oggetto dell introduzione

Dettagli

FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA

FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA novembre 2004 FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA CICLO DI FORMAZIONE SUL RUOLO E SULLA VALORIZZAZIONE DELLA MARCA NELLA VITA AZIENDALE 3, rue Henry Monnier F-75009 Paris www.arkema.com TEL (+33)

Dettagli

Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti

Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti Alessandra Cimatti*, Paolo Saibene Marketing Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti Nelle fasi iniziali del processo d acquisto, oggigiorno, i compratori sono dei fai da te e - sempre

Dettagli

Definizione e struttura della comunicazione

Definizione e struttura della comunicazione Definizione e struttura della comunicazione Sono state date molteplici definizioni della comunicazione; la più semplice e comprensiva è forse questa: passaggio di un'informazione da un emittente ad un

Dettagli

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006 GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006 PROGRAMMA: Area Management e Marketing dei Beni Culturali INTRODUZIONE AL MARKETING Introduzione ed Obiettivi Il marketing nell

Dettagli

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & 2013 GENNAIO-MARZO 9 CORSI: MARKETING STRATEGY BRANDING & VIRAL-DNA CONTENT STRATEGY DESIGN & USABILITY WEB MARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SOCIAL

Dettagli

Fatti trovare... Fatti preferire! Web Site» E-Commerce» Social Media» Web Marketing» Photo» Video» Graphic design

Fatti trovare... Fatti preferire! Web Site» E-Commerce» Social Media» Web Marketing» Photo» Video» Graphic design Fatti trovare... Fatti preferire! Web Site» E-Commerce» Social Media» Web Marketing» Photo» Video» Graphic design Come si trovano oggi i clienti? Così! ristorante pizzeria sul mare bel Perchè è importante

Dettagli

6. Le ricerche di marketing

6. Le ricerche di marketing Università degli Studi di Urbino Carlo Bo Facoltà di Lingue e Letterature Straniere Corso di Laurea in Lingue e Cultura per l Impresa 6. Le ricerche di marketing Prof. Fabio Forlani Urbino, 29/III/2011

Dettagli

Nuovi processi di vendita attraverso l utilizzo delle ICT

Nuovi processi di vendita attraverso l utilizzo delle ICT Nuovi processi di vendita attraverso l utilizzo delle ICT Laura Cavallaro Osservatorio Mobile Marketing & Service School of Management del Politecnico di Milano Con il patrocinio di Pordenone, 10 Giugno

Dettagli

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond EBOOK la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond.it indice Capitolo 1 Metodo #1 per aumentare i Mi piace su Facebook: Concorsi 5 Capitolo 5 Metodo #5 per aumentare

Dettagli

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A delle Vie Francigene Pacchetto Soci 2015 1 MOSTRA DA CANTERBURY A ROMA: 1.800 KM ATTRAVERSO L EUROPA La mostra approfondisce, attraverso immagini supportate da testi

Dettagli

567 PUNTI VENDITA. PERIODICI 30 mio lettori, 140 mio di copie diffuse 75%dei lettori. RADIO 6 emittenti 9,8 mio di ascoltatori gm

567 PUNTI VENDITA. PERIODICI 30 mio lettori, 140 mio di copie diffuse 75%dei lettori. RADIO 6 emittenti 9,8 mio di ascoltatori gm Portfolio 2014 IL SISTEMA CROSS MEDIALE 31 PERIODICI 30 mio lettori, 140 mio di copie diffuse 75%dei lettori 6 RADIO 6 emittenti 9,8 mio di ascoltatori gm DIRECT MKTG 15 mio di famiglie 41 SITI WEB 11,7

Dettagli

Quando imprenditorialità e management si sposano: il caso Moment

Quando imprenditorialità e management si sposano: il caso Moment Esperienze di successo per un vantaggio competitivo 27 ottobre 2011 Quando imprenditorialità e management si sposano: il caso Moment Raffaella Graziosi Project & Portfolio Manager ACRAF SpA Gruppo Angelini

Dettagli

Prosegue il percorso di riflessione

Prosegue il percorso di riflessione strategie WEB MARKETING. Strategie di Customer Journey per la creazione di valore Il viaggio del consumatore in rete Come le aziende possono calarsi nell esperienza multicanale del cliente per costruire

Dettagli

Resellers Kit 2003/01

Resellers Kit 2003/01 Resellers Kit 2003/01 Copyright 2002 2003 Mother Technologies Mother Technologies Via Manzoni, 18 95123 Catania 095 25000.24 p. 1 Perché SMS Kit? Sebbene la maggior parte degli utenti siano convinti che

Dettagli

GLOSSARIO DI MARKETING

GLOSSARIO DI MARKETING GLOSSARIO DI MARKETING 121 (ONE TO ONE, 1TO1, ONE 2 ONE) Principio di marketing secondo il quale ogni cliente va considerato in modo unico e speciale, e si concretizza nella personalizzazione sul singolo

Dettagli

LA POLITICA DI PRODOTTO

LA POLITICA DI PRODOTTO LA POLITICA DI PRODOTTO COS E UN PRODOTTO? LE FASI PER LA DEFINIZIONE DELLA POLITICA DI PRODOTTO CLASSIFICAZIONE EVENTUALE LANCIO DI NUOVI PRODOTTI DEFINIZIONE DELLA POLITICA DI MARCA DEFINIZIONE DELLA

Dettagli

STRUMENTI DI ANALISI E DI INTERPRETAZIONE DEI PROBLEMI: LE TECNICHE DI PROBLEM SOLVING

STRUMENTI DI ANALISI E DI INTERPRETAZIONE DEI PROBLEMI: LE TECNICHE DI PROBLEM SOLVING STRUMENTI DI ANALISI E DI INTERPRETAZIONE DEI PROBLEMI: LE TECNICHE DI PROBLEM SOLVING Gianna Maria Agnelli Psicologa Clinica e Psicoterapeuta Clinica del Lavoro "Luigi Devoto Fondazione IRCCS Ospedale

Dettagli

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Nessuna parte di questo documento può essere usata o riprodotta in alcun modo anche parzialmente senza il permesso della

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Nessuna parte di questo documento può essere usata o riprodotta in alcun modo anche parzialmente senza il permesso della www.smartplus.it www.progettorchestra.com Per informazioni: info@smartplus.it info@progettorchestra.it Tel +39 0362 1857430 Fax+39 0362 1851534 Varedo (MI) - ITALIA Siti web e motori di ricerca Avere un

Dettagli

Termini e condizioni dell iniziativa Scopri il valore di stare con Samsung

Termini e condizioni dell iniziativa Scopri il valore di stare con Samsung Termini e condizioni dell iniziativa Scopri il valore di stare con Samsung Samsung Electronics Italia S.p.A., con sede legale in Cernusco sul Naviglio (MI), Via C. Donat Cattin n. 5, P.IVA 11325690151

Dettagli

+ CON. Il bando. Finalità. Destinatari

+ CON. Il bando. Finalità. Destinatari + CON Il bando AMNU e STET promuovono un bando rivolto alle scuole di ogni ordine e grado del territorio dell Alta Valsugana e Bersntol. Il bando sollecita l attivazione di progetti finalizzati al risparmio

Dettagli

IL MAGGIO DEI LIBRI. Premessa

IL MAGGIO DEI LIBRI. Premessa IL MAGGIO DEI LIBRI Premessa Fino al 2010 esistevano in Italia due iniziative a carattere nazionale per la promozione del libro e dell a lettura, del tutto distinte per patrocinatore, soggetto promotore,

Dettagli

GRAFICA. Diamo forma ai tuoi bisogni. Consulenti di soluzioni. grafica cartacea - grafica online - grafica applicata

GRAFICA. Diamo forma ai tuoi bisogni. Consulenti di soluzioni. grafica cartacea - grafica online - grafica applicata Diamo forma ai tuoi bisogni Consulenti di soluzioni GRAFICA grafica cartacea - grafica online - grafica applicata BROCHURES CARTELLINE CATALOGHI LOCANDINE VOLANTINI MANIFESTI CALENDARI MENU LOGOMARCHI

Dettagli

Che cos è un focus-group?

Che cos è un focus-group? Che cos è un focus-group? Si tratta di interviste di tipo qualitativo condotte su un ristretto numero di persone, accuratamente selezionate, che vengono riunite per discutere degli argomenti più svariati,

Dettagli

GUIDA DI APPROFONDIMENTO IL MARKETING

GUIDA DI APPROFONDIMENTO IL MARKETING WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO IL MARKETING A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA SOMMARIO PREMESSA... 5 PRINCIPI E FASI DEL MARKETING... 6 BISOGNI, DESIDERI, DOMANDA... 6 VALORE, COSTO E SODDISFAZIONE...

Dettagli

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE PASSEPARTOUT PLAN Passepartout Plan è l innovativo software Passepartout per la gestione dei servizi. Strumento indispensabile per una conduzione organizzata e precisa dell attività, Passepartout Plan

Dettagli

Bibione.com: Strategie webmarketing 2.0

Bibione.com: Strategie webmarketing 2.0 Bibione.com: Strategie webmarketing 2.0 La gestione del portale e la promozione on-line Nicola Grassetto Time2marketing Srl Bibione Online Cos è oggi Bibione.com Operatori presenti 5 Strutture open air

Dettagli

Criteri per la definizione e valutazione di un nuovo prodotto Aspetti di base ed elementi di discussione a cura di Michele Tamma

Criteri per la definizione e valutazione di un nuovo prodotto Aspetti di base ed elementi di discussione a cura di Michele Tamma Criteri per la definizione e valutazione di un nuovo prodotto Aspetti di base ed elementi di discussione a cura di Michele Tamma Aprile 2005 Definire un nuovo prodotto: Metterne a fuoco il concept, ovvero

Dettagli

PLAYBOOK EMAIL REMARKETING. Tre modi per trasformare in acquirenti gli utenti che abbandonano il carrello. OTTIMIZZAZIONE DELLE CONVERSIONI

PLAYBOOK EMAIL REMARKETING. Tre modi per trasformare in acquirenti gli utenti che abbandonano il carrello. OTTIMIZZAZIONE DELLE CONVERSIONI PLAYBOOK OTTIMIZZAZIONE DELLE CONVERSIONI EMAIL REMARKETING Tre modi per trasformare in acquirenti gli utenti che abbandonano il carrello. EMAIL REMARKETING Tre modi per trasformare in acquirenti gli utenti

Dettagli

Per lo sviluppo delle competenze: Proposte didattico-metodologiche:

Per lo sviluppo delle competenze: Proposte didattico-metodologiche: Italiano Lingua Seconda 1 biennio FWI, SGYM, SP raguardi di sviluppo delle competenze al termine dell anno scolastico. L alunno / L alunna sa comprendere gli elementi principali di un discorso chiaro in

Dettagli

L 8 maggio 2002 il Ministero

L 8 maggio 2002 il Ministero > > > > > Prima strategia: ascoltare le esigenze degli utenti, semplificare il linguaggio e la navigazione del sito. Seconda: sviluppare al nostro interno le competenze e le tecnologie per gestire in proprio

Dettagli

L IDEA PER FAR CONOSCERE A TUTTI

L IDEA PER FAR CONOSCERE A TUTTI L IDEA PER FAR CONOSCERE A TUTTI IL VOSTRO LAVORO E LA VOSTRA PASSIONE I VOSTRI CAVALLI La nostra iniziativa vuole essere un aiuto agli allevatori per raggiungere ogni potenziale cliente e trasformarlo

Dettagli

FINALMENTE HAI UN'ALTERNATIVA.

FINALMENTE HAI UN'ALTERNATIVA. MUSICA PER IL PUNTO VENDITA FINALMENTE HAI UN'ALTERNATIVA. DALL'EUROPA ARRIVA SOUNDREEF. EVOLUTA, CONVENIENTE, TUA. www.soundreef.com Finalmente sei libero di scegliere. Soundreef rivoluziona il settore

Dettagli

2013 Skebby. Tutti i diritti riservati.

2013 Skebby. Tutti i diritti riservati. Disclaimer: "# $%&'(&)'%# *("# +,(-(&'(# *%$).(&'%#,/++,(-(&'/# 0"#.(1"0%# *(""20&3%,./40%&(# /# &%-',/# disposizione. Abbiamo fatto del nostro meglio per assicurare accuratezza e correttezza delle informazioni

Dettagli

Risk management come opportunità per un nuovo welfare

Risk management come opportunità per un nuovo welfare Risk management come opportunità per un nuovo welfare Il contesto economico e sociale in cui operano i comitati Uisp condiziona la loro attività mettendoli di fronte a criticità di natura organizzativa,

Dettagli

Utilizzare Swisscom TV

Utilizzare Swisscom TV Swisscom (Svizzera) SA Contact Center CH-3050 Bern www.swisscom.ch 125474 12/2010 Utilizzare Swisscom TV Panoramica delle funzioni più importanti Indice Funzioni importanti quadro generale 3 Funzione PiP

Dettagli

C.A.P.A.C. Politecnico del Commercio e del Turismo

C.A.P.A.C. Politecnico del Commercio e del Turismo AVVISO FOR.TE 3/12 OFFERTA FORMATIVA CAPAC POLITECNICO DEL COMMERCIO E DEL TURISMO CF4819_2012 Sicurezza: formazione specifica basso rischio - aggiornamento 4 ore Lavoratori che devono frequentare il modulo

Dettagli

AUTORITÀ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI

AUTORITÀ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI Allegato A alla Delibera n. 551/12/CONS AUTORITÀ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI INDAGINE CONOSCITIVA SUL SETTORE DELLA RACCOLTA PUBBLICITARIA INDICE PREMESSA 1 CAPITOLO 1. Il funzionamento del settore

Dettagli

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI COSCIENZA COSMICA FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? Dati identificativi ANNO SCOLASTICO periodo SCUOLA DOCENTI COINVOLTI ORDINE SCUOLA DESTINATARI FORMATRICI 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento

Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento Edizione italiana a cura di G. Soda Capitolo 6 La progettazione della struttura organizzativa: specializzazione e coordinamento Jones, Organizzazione

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

PRESENTAZIONE PROGETTO

PRESENTAZIONE PROGETTO PRESENTAZIONE PROGETTO Serie di attività svolte per sollecitare : Un maggior impegno sociale, Coinvolgimento attivo nella vita cittadina, Crescita della cultura della solidarietà, Dedicazione di parte

Dettagli

DEFINIZIONE DEL PIANO DI COMUNICAZIONE INTERNA Fare della Vostra Azienda il Miglior Posto in cui Lavorare

DEFINIZIONE DEL PIANO DI COMUNICAZIONE INTERNA Fare della Vostra Azienda il Miglior Posto in cui Lavorare DEFINIZIONE DEL PIANO DI COMUNICAZIONE INTERNA Fare della Vostra Azienda il Miglior Posto in cui Lavorare Creating Your Future Impostazione e Linee Guida Obiettivi Questo documento illustra l approccio

Dettagli

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI 20 ANNI SUONANO BENE

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI 20 ANNI SUONANO BENE MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI 20 ANNI SUONANO BENE 1. Soggetto promotore Società promotrice è il Consorzio Centro Nova con sede in

Dettagli

presenta: CUCCIOLI SPRINT (progetto di attività cognitivo-motoria per bambini dai 20 mesi ai tre anni)

presenta: CUCCIOLI SPRINT (progetto di attività cognitivo-motoria per bambini dai 20 mesi ai tre anni) presenta: CUCCIOLI SPRINT (progetto di attività cognitivo-motoria per bambini dai 20 mesi ai tre anni) Premessa: Sportivissimo a.s.d. è un associazione affiliata all ACSI e al CONI che intende promuovere

Dettagli

app, API e opportunità Integrazione delle piattaforme e il futuro di Internet

app, API e opportunità Integrazione delle piattaforme e il futuro di Internet app, API e opportunità Integrazione delle piattaforme e il futuro di Internet 2 app, API e opportunità Integrazione delle piattaforme e il futuro di Internet L integrazione delle piattaforme è il concetto

Dettagli

Scegli il Totem. La forza di Tòco sta nella continuità.

Scegli il Totem. La forza di Tòco sta nella continuità. Studio Le tue aspettative, il nostro Totem. Nella tradizione indigena il tucano rappresenta la guida per la comunicazione tra la realtà ed il mondo dei sogni. Per Tòco è il simbolo della comunicazione

Dettagli

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE FAMIGLIA IN COMPAGNIA (allegato n. 2) PREMESSA Il Progetto FAMIGLIA IN COMPAGNIA mette al

Dettagli

LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO

LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO nota tecnica ACCREDITAMENTO DELLE INIZIATIVE DI FORMAZIONE A DISTANZA Sommario 1. Iniziative

Dettagli

Come è fatto un giornale?

Come è fatto un giornale? Come è fatto un giornale? 1. Com'è fatto un giornale? 2. Per iniziare o la testata è il titolo del giornale. o le manchette (manichette) sono dei box pubblicitari che le stanno al lato 3. La prima pagina

Dettagli

MI PIACE LA MAGGIOR PARTE DI ME. AUTOSTIMA E SCUOLA Strategie di gestione

MI PIACE LA MAGGIOR PARTE DI ME. AUTOSTIMA E SCUOLA Strategie di gestione MI PIACE LA MAGGIOR PARTE DI ME AUTOSTIMA E SCUOLA Strategie di gestione Percorsi didattico-educativi Sabato 7 febbraio 2009 Dr.ssa ANNA STROPPA psicologa e psicoterapeuta dell et età evolutiva GIUSE TIRABOSCHI

Dettagli

INDAGINE CONFCOMMERCIO-FORMAT SUL NEGOZIO NELL ERA DI INTERNET

INDAGINE CONFCOMMERCIO-FORMAT SUL NEGOZIO NELL ERA DI INTERNET INDAGINE CONFCOMMERCIO-FORMAT SUL NEGOZIO NELL ERA DI INTERNET Per circa il 70% dei consumatori e degli imprenditori i negozi tradizionali tra dieci anni avranno ancora un ruolo importante, ma solo se

Dettagli

Appunti lezione 1 anno Med 48 Educatori Professionale docente Cleta Sacchetti

Appunti lezione 1 anno Med 48 Educatori Professionale docente Cleta Sacchetti Appunti lezione 1 anno Med 48 Educatori Professionale docente Cleta Sacchetti 1 L educatore professionale nasce negli anni successivi alla seconda guerra mondiale Risponde alle esigenze concrete lasciate

Dettagli

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo:

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo: SCHEDA 1/B SCHEDA PROGETTO PER L IMPEGNO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN EMILIA-ROMAGNA ENTE 1)Ente proponente il progetto: CARITAS DIOCESANA DI REGGIO EMILIA GUASTALLA (legata da vincoli associativi

Dettagli

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con:

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: V E NIDO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE R ENTI LOCALI T QUARTIERE I C SCUOLA DELL INFANZIA FAMIGLIA

Dettagli

Progetto Rubiera Centro

Progetto Rubiera Centro LE POLITICHE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA QUALIFICAZIONE DEI CENTRI COMMERCIALI NATURALI Progetti anno 2013 (D.G.R. n. 1822/2013) Bologna, 1 luglio 2014 Progetto Rubiera Centro Il progetto del comune

Dettagli

Napoli. Riconosciuto dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M.I.U.R.

Napoli. Riconosciuto dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M.I.U.R. Napoli Centro Psicopedagogico Formazione Studi e Ricerche OIDA Scuola di Formazione riconosciuta dal M.I.U.R. Decreto 3 agosto 2011 Scuola di Formazione riconosciuta dalla P.ED.I.AS. Comunicazione Efficace

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Lo scorso 8 febbraio nella sede del Comitato Consultivo, il Direttore Generale dell Azienda "Policlinico-Vittorio Emanuele", Armando Giacalone, il Direttore

Dettagli

NAVIGAORA HOTSPOT. Manuale utente per la configurazione

NAVIGAORA HOTSPOT. Manuale utente per la configurazione NAVIGAORA HOTSPOT Manuale utente per la configurazione NAVIGAORA Hotspot è l innovativo servizio che offre ai suoi clienti accesso ad Internet gratuito, in modo semplice e veloce, grazie al collegamento

Dettagli

Carica i tuoi contenuti. Notizie Feed RSS Feed Multipli. Collegamento al tuo Sito Web

Carica i tuoi contenuti. Notizie Feed RSS Feed Multipli. Collegamento al tuo Sito Web Formule a confronto Carica i tuoi contenuti Puoi inserire immagini, creare le tue liste, i tuoi eventi. Gestire il tuo blog e modificare quando e quante volte vuoi tutto ciò che carichi. Notizie Feed RSS

Dettagli

La informiamo che Utroneo s.r.l. è il titolare del trattamento dei suoi dati personali.

La informiamo che Utroneo s.r.l. è il titolare del trattamento dei suoi dati personali. Come utilizziamo i suoi dati è un prodotto di ULTRONEO SRL INFORMAZIONI GENERALI Ultroneo S.r.l. rispetta il Suo diritto alla privacy nel mondo di internet quando Lei utilizza i nostri siti web e comunica

Dettagli

Cà Dotta Le Vie del Fumo

Cà Dotta Le Vie del Fumo Cà Dotta Le Vie del Fumo Laboratorio di didattica multimediale per la Promozione della Salute Esperienze Sensazioni Conoscenze - Emozioni L ULSS n 4 Alto Vicentino, in collaborazione con la Regione Veneto

Dettagli

E. Bisetto e D. Bordignon per

E. Bisetto e D. Bordignon per Personal Branding pensare, creare e gestire un brand a cura di E. Bisetto e D. Bordignon per Cosa significa Personal Branding Come si fa Personal Branding Come coniugare Brand Personale e Brand Aziendale

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

Il lavoro per progetti

Il lavoro per progetti Il lavoro per progetti (personalizzati, di attività,, di servizio, ) nei servizi alla persona Gianmaria Gioga Padova, 7 giugno 2013 QUALI SERVIZI ALLA PERSONA? I servizi alla persona devono connotarsi

Dettagli

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, TEATRO LA DIDATTICA DEL FARE 1 BISOGNI Sulla scorta delle numerose riflessioni che da parecchi anni aleggiano sulla realtà

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

Principi d Azione. www.airliquide.it

Principi d Azione. www.airliquide.it Principi d Azione Codice Etico www.airliquide.it Il bene scaturisce dall'onestà; l'onestà ha in sè la sua origine: quello che è un bene avrebbe potuto essere un male, ciò che è onesto, non potrebbe essere

Dettagli

IL FESTIVAL. Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio

IL FESTIVAL. Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio IL FESTIVAL Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio della Tuscia ma con una forte vocazione internazionale, premiato al Jazzit Awards come

Dettagli

COSA COMPRA LA PUBBLICITÀ. Riccardo Puglisi

COSA COMPRA LA PUBBLICITÀ. Riccardo Puglisi COSA COMPRA LA PUBBLICITÀ Riccardo Puglisi Le questioni in ballo Che cosa compra la pubblicità? L attenzione di lettori ed ascoltatori per i prodotti pubblicizzati. I mass mediacome "GianoBifronte (mercatoaduelati)

Dettagli

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLA RILEVAZIONE DELLA QUALITA PERCEPITA DAI CITTADINI A tutti i Ministeri - Uffici

Dettagli

L email marketing per negozi e negozianti

L email marketing per negozi e negozianti EMAIL MARKETING GURU 13 L email marketing per negozi e negozianti Attrezzi e consigli per entrare nel digitale dal bancone Prefazione a cura di Gianluca Diegoli di www.minimarketing.it Cosa c è nell ebook?

Dettagli

Attenzione: è necessario comprendere il potenziale di un mercato prima di entrarci!

Attenzione: è necessario comprendere il potenziale di un mercato prima di entrarci! Attenzione: è necessario comprendere il potenziale di un mercato prima di entrarci! Misurazione del potenziale di nuovi prodotti in lancio sulla base della permeabilità del mercato Come esperti di marketing,

Dettagli

La didattica personalizzata: utopia o realtà?

La didattica personalizzata: utopia o realtà? La didattica personalizzata: utopia o realtà? L integrazione di qualità è anche la qualità positiva per tutti gli attori coinvolti nei processi di integrazione, non solo per l alunno in difficoltà. Se

Dettagli

Corso formazione genitori - FISDE

Corso formazione genitori - FISDE Corso formazione genitori - FISDE FISDE Tutti i diritti sono riservati E vietata la riproduzione diretta o indiretta, totale o parziale, temporanea o permanente. che cosa fa di un problema un problema?

Dettagli

Business Intelligence. Il data mining in

Business Intelligence. Il data mining in Business Intelligence Il data mining in L'analisi matematica per dedurre schemi e tendenze dai dati storici esistenti. Revenue Management. Previsioni di occupazione. Marketing. Mail diretto a clienti specifici.

Dettagli

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days L educazione non formale e l apprendimento interculturale Info days Roma, 16 novembre 2009 Una donna portò suo figlio a vedere Gandhi, il quale le chiese il motivo della sua presenza. Vorrei che mio figlio

Dettagli