REGIONE BASILICATA. Contratto di prestazione di servizi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "REGIONE BASILICATA. Contratto di prestazione di servizi"

Transcript

1 REGIONE BASILICATA Contratto di prestazione di servizi PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO QUINQUENNALE DEL SERVIZIO DI GESTIONE E MANUTENZIONE DEL SISTEMA INFORMATICO DELL AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE SAN CARLO DI POTENZA APPENDICE GSI all ALLEGATO N. 1 GESTIONE E MANUTENZIONE SISTEMI pagina 1 di 22

2 INDICE 1. DESCRIZIONE DEL SERVIZIO OBIETTIVI ATTUALE CONSISTENZA ED ARCHITETTURA VINCOLI E REQUISITI DEL SERVIZIO PRESA IN CARICO DI NUOVI SISTEMI / APPLICAZIONI GESTIONE DELLE PRESTAZIONI GESTIONE DELLA SCHEDULAZIONE GESTIONE DELLE MALFUNZIONI CONDUZIONE OPERATIVA SISTEMI GESTIONE DELLO STORAGE SISTEMA DI DISASTER RECOVERY E BUSINESS CONTINUITY INDICATORI/MISURE DI QUALITÀ E CORRELATE AZIONI pagina 2 di 22

3 1. DESCRIZIONE DEL SERVIZIO Il servizio di Gestione e Manutenzione sistemi (GSI) include tutte quelle attività, necessarie per prendere in carico, condurre e mantenere sempre aggiornata e funzionante la infrastruttura hardware e software utilizzata per l erogazione dei servizi informatici dell Azienda Ospedaliera Regionale San Carlo. In tale contesto si definisce sistema l insieme di più componenti hardware e software (sistema operativo, sottosistemi software inclusi DBMS, sistemi di firewalling, middleware), assimilabili ad una unità elaborativa autonoma e servizi a supporto e/o esercizio di una o più applicazioni. Naturalmente le Ditte nel formulare la propria proposta devono tenere conto delle richieste attività e forniture finalizzate al consolidamento dell infrastruttura server centrale e del progetto di acquisizione della infrastruttura per il Disaster Recovery e la Business Continuity di cui alla delibera di indizione n. 297 del 07/05/2011. L insieme dei servizi richiesti che si identifica come la gestione dell esercizio dei sistemi comprende: le installazioni dell hardware e del software di base, la loro configurazione, personalizzazione ed eventuale distribuzione presso sistemi periferici in relazione ad aggiornamenti di configurazioni esistenti; la conduzione operativa dei sistemi (accensione e spegnimento, produzione di stampe, start-up dei collegamenti, ecc.); il monitoraggio dei sistemi per la rilevazione e la risoluzione di malfunzionamenti hardware e software nonché per la rilevazione dei parametri prestazionali; la configurazione e la definizione delle modalità di utilizzo dello storage in termini di regole di allocazione e movimentazione dei dati; il miglioramento delle prestazioni dei sistemi; la definizione, la realizzazione, la schedulazione e l esecuzione delle procedure di gestione dei sistemi e dei collegamenti; la gestione dei backup/restore dei dati di sistema; la definizione, gestione e manutenzione delle regole di protezione e di accesso ai sistemi Aziendali. Oltre alle attività innanzi riportate il Fornitore dovrà gestire gli applicativi e le basi-dati comprendendo l insieme di attività, risorse e strumenti di supporto per la presa in carico, gestione ed evoluzione di applicativi e delle loro relative basi-dati. In questo contesto, si intende per applicazione una qualsiasi realizzazione software (ad-hoc o prodotto di mercato) tesa a fornire un insieme di funzionalità all Azienda. Concisamente, i servizi di gestione applicativa e basi di dati richiedono che siano definiti per ogni applicazione/sistema: i suoi requisiti di gestione; la peculiarità delle applicazioni e delle basi-dati, ivi compresi interfacciamenti verso altre applicazioni/sistemi; gli ambiti per una corretta presa in carico dell applicazione; pagina 3 di 22

4 la variazione evolutiva dell applicazione e della base-dati in relazione al solo contesto operativo. Con lo scopo di agevolare il processo di gestione, manutenzione, configurazione e tenuta in carico dei sistemi, è onere della Ditta fornire un sistema cha abbia almeno i requisiti sufficienti a ricoprire gli ambiti di gestione applicativa e basi dati appena descritti. Tale sistema dovrà essere utilizzato per la gestione delle versioni di tutti i prodotti software Aziendali ricomprendendo, al minimo, le seguenti funzionalità: autenticazione ed autorizzazione per l accesso al sistema; versioning del codice sorgente e/o degli eseguibili realizzati dai fornitori di applicativi dell A.O.R.; versioning della documentazione fornita a corredo del software (guide d installazione, documenti descrittivi degli interfacciamenti verso altri sistemi software, guide sull utilizzo); versioning di script per il backup, schemi di basi-dati, file di configurazione e tutto quanto possa essere necessario al setup del sistema applicativo; approvazione delle versioni del software. L Azienda intende utilizzate il sistema di gestione delle versioni quale strumento di governo per le procedure di installazione ed aggiornamento di tutto il parco applicativo Aziendale. Per quanto attiene la gestione delle basi di dati si richiede l utilizzo di appositi strumenti che ne consentano la gestione tecnologica da un unico pannello di accesso. Nel dettaglio, di seguito, le principali attività di amministrazione delle basi di dati: creazione e manutenzione degli schemi di database e degli oggetti (tabelle, indici, ecc.): gli script di creazione degli oggetti devono essere forniti a corredo dell applicazione all atto della sua presa in carico, o dei successivi aggiornamenti, disponibili sul sistema di versioning. Particolare attenzione va riposta, in questo caso, ai parametri di storage dei vari schemi in modo da ottimizzare la definizione logica e fisica dei database; backup e restore: la politica di backup viene decisa dai Database Administrator, a partire dalle necessità di backup e restore delle singole applicazioni, definendo, ove possibile, una politica comune. Per l importanza dei dati da salvaguardare, il Fornitore dovrà predisporre una schedulazione dei backup in linea con i requisiti di ripristino di tutte le applicazioni; gestione del processo di autenticazione ed autorizzazione degli utenti del database (per es. autorizzazioni): la concessione delle autorizzazioni agli utenti dipende dall applicativo ed il fornitore dell applicazione deve fornire gli strumenti necessari; verifica della disponibilità del database: si definisce disponibilità di un database la frazione di tempo in cui esso è operativo ed in grado di rispondere alle richieste degli utenti; monitoraggio delle condizioni del database: qualsiasi database necessita di un attività di monitoraggio che consenta di controllarne i suoi parametri di funzionamento e le sue prestazioni nei momenti stabiliti. pagina 4 di 22

5 2. OBIETTIVI Gli obiettivi del Servizio GSI sono così definiti: identificare e classificare gli elementi di configurazione relativi all hardware e software di base, controllarne lo stato, le modifiche, il livello di aggiornamento, le interdipendenze, gestirne le condizioni di utilizzo, garantirne la rintracciabilità e l adeguatezza; pianificare, sviluppare, collaudare ed applicare tutti gli aggiornamenti infrastrutturali e/o procedurali; garantire la disponibilità dei sistemi e l esecuzione delle attività schedulate in coerenza con le specifiche indicate nel calendario di erogazione dei servizi all utenza, sia interna che esterna; assicurare un presidio continuo al fine di controllare lo stato dei sistemi e dei collegamenti, individuare criticità o malfunzionamenti ed intraprendere le azioni necessarie; prevenire, gestire e risolvere tutti i problemi che comportano interruzione o degrado del servizio all utenza; ottimizzare l utilizzo dello storage in termini di razionalizzazione degli accessi e garantire la disponibilità, la salvaguardia e l integrità dei dati; garantire l efficienza dei sistemi rispetto all utilizzo delle risorse hardware e software; controllare l impatto sulla tecnologia esistente e garantire l adeguamento degli ambienti elaborativi a fronte dell immissione in esercizio di modifiche correttive e/o evolutive di applicazioni esistenti; prendere in carico l applicativo e la relativa base-dati; gestire l applicazione e la relativa base-dati dal punto di vista operativo: avvio dell applicazione; chiusura dell applicazione; backup dei dati; restore dei dati; raccolta e smistamento delle segnalazioni di anomalia; gestire l evoluzione dell applicazione e della base-dati: installazione di nuove versioni o aggiornamenti; tracciamento delle segnalazioni di anomalia con i relativi aggiornamenti/nuove versioni installate; gestire il versioning di tutti i prodotti applicativi Aziendali in collaborazione con i fornitori di detti applicativi; amministrare gli application server su cui le applicazioni sono installate; amministrare i database server su cui i database sono installati. 3. ATTUALE CONSISTENZA ED ARCHITETTURA Nel seguito vengono indicati: la denominazione e descrizione dei sistemi (apparecchiature hardware e prodotti software) da gestire; pagina 5 di 22

6 l affidabilità degli stessi in termini di rispondenza a requisiti H24/365; l architettura e la soluzione software ospitata sia in termini di software di base/ambiente che applicativo; il volume dei dati gestiti; il livello di automazione dei processi. Le informazioni ivi riportate forniscono indicazione sui sistemi e saranno utilizzate dalle Ditte sia per la formulazione del progetto relativo al servizio di Gestione e Manutenzione Sistemi, sia per consentire la progettazione e realizzazione del richiesto consolidamento che si pone quale obiettivo minimo di incrementare la potenza di calcolo disponibile per le applicazioni critiche e dismettere i sistemi obsoleti. pagina 6 di 22

7 Caratteristiche Tecniche Marca e Modello Sistema Operativo CPU Hard Disk Procedure Installate Licenze D'uso H24 RAM N Tipo Capacità N Tipo Fujitsu Siemens RX300 S4 Windows 2003 Enterprise 2 Intel Xeon E5410 2,33Ghz 8 GB C: 136GB / E: 272GB 6 SAS 146GB Isa Server Microsoft ISA Server 2006 Si Fujitsu Siemens RX300 S3 Windows 2003 Enterprise 2 Intel Xeon E5310 1,6Ghz 4 GB C: 30GB / D: 243GB 4 SAS 146GB Isa Server Microsoft ISA Server 2006 HP Proliant DL380 Windows 2003 Enterprise 1 Intel Xeon 3,20Ghz C: 68GB / D: 77GB / Ultra SCSI 2 GB 6 E: 59GB / F: 149GB 72,8GB Server DNS Server DNS Fujitsu Siemens RX300 S4 Windows 2003 Enterprise 2 Intel Xeon E5410 2,33Ghz 8 GB C: 136GB / D: 272GB 6 SAS 146GB Primary Domain Controller Fujitsu Siemens RX300 S4 ESXi 4 2 Intel Xeon E5410 2,33Ghz 8 GB 6 SAS 146GB Vmware ESXi Olidata Toraton Windows 2003 Enterprise 1 Intel Pentium 4 2,80Ghz 2 GB C: 48,8GB / D: 25,6GB / F: 931GB / K: 465GB 4 S-ATA 500GB Gestione Backup 3M CaseMix Expert / Microsoft Office 2003 / Microsoft Visual Studio 6 / Oracle 9.2 / Microsoft SQL Server 2000 Express No IBM System X3400 Windows 2003 Standard 1 Intel Xeon E5410 2,33Ghz 2 GB C: 273GB 3 SAS 146GB Olidata Toraton Windows 2003 Enterprise 1 Intel Pentium 4 2,66Ghz 1 GB C: 38,2GB / D: 75,4GB 3 HP Proliant DL380 Windows 2003 Standard 1 Intel Xeon 3,00Ghz 2 GB C: 270GB 5 1 IDE 40GB / 2 SCSI 40GB Ultra SCSI 72,8GB Sistema di gestione, controllo e ticketing Kaseya Kaseya 2008 / Microsoft SQL Server 2000 Print Server Microsoft SQL Server 2000 Delibere e Protocollo Microsoft SQL Server 2000 No Fujitsu Siemens RX300 S4 Windows 2003 Enterprise 2 Intel Xeon E5410 2,33Ghz 8 GB C: 136GB / D: 272GB 6 SAS 146GB Rilevazione presenze e gestione dialisi Microsoft SQL Server 2000 / Oracle 8.1 / Oracle dev 6i Virtuale VMware Server 2.0 Productiva K200 Windows 2003 Standard 1 Intel Xeon E5410 2,33Ghz 3 GB Windows 2000 Professional 1 Pentium MB C: 30GB / H: 2TB / T: 800GB 1 virtuale 30GB Acronis, Mdaemon, SMS Gateway C: 6,37GB 1 IDE 10GB Server Fax Farmacia Acronis Microsoft Office 2003 Professional No HP Proliant DL580 Windows 2003 Enterprise 2 Intel Xeon E7330 2,4Ghz 16 GB C: 136GB / D: 273GB 6 SAS 146GB Gestione Personale e Paghe Oracle dev 6i / Microsoft Office 2000 Premium No pagina 7 di 22

8 Marca e Modello Sistema Operativo N CPU Tipo Caratteristiche Tecniche RAM Hard Disk Capacità N Tipo Virtuale VMware ESXi 4 Windows 2003 Standard 1 Intel Xeon E5410 2,33Ghz 3 GB C: 20GB / D: 60GB 1 virtuale 80GB Anatomia Patologica Procedure Installate Licenze D'uso H24 Microsoft SQL Server 2000 / Primo PDF Fujitsu Siemens RX300 S4 Windows 2003 Enterprise 2 Intel Xeon E5410 2,33Ghz 8 GB C: 681GB 6 SAS 146GB Nuovo Backup No Virtuale VMware ESXi 4 Windows 2003 Standard 2 Intel Xeon E5410 2,33Ghz 2 GB C: 25GB / D: 55GB 2 virtuale Aggiornamento catalogo farmaci Microsoft SQL Server 2005 / Oracle 9.2 / 3M CaseMix Expert / Crystal Reports Professional / Microsoft Visual Studio 6 No HP Compaq G2 ScoUnix 5 4 Ultra SCSI 36,4GB Vecchia Contabilità No HP Proliant DL320 Windows 2003 Standard 1 Pentium 4 3,40Ghz 1 GB C: 74,5GB 1 S-ATA 80GB Gestione Centrale telefonica Microsoft SQL Server 2000 No HP Proliant ML330 Windows 2003 Standard 1 Intel Xeon 3,06Ghz 1 GB C: 7,82GB / D: 29,4GB 1 SCSI 40GB Fujitsu Siemens TX200 S2 Windows 2003 Standard 1 Intel Xeon 3,00Ghz 3 GB C: 19,5GB / D: 48GB 2 Ultra SCSI 72,8GB Gestione Fax e Caselle Vocali HP OpenView - Gestione Switch di rete Microsoft Office XP Professional HP OpenView IBM System X3400 Debian 5 1 Intel Xeon E5410 2,33Ghz 8 GB 5 SAS 146GB Server virtuale per Acronis No Intel KHD3H8RP650R Windows 2003 Standard 1 Intel Xeon 2,00Ghz 1 GB C: 17,1GB / F: 34,1GB 3 Fujitsu Siemens RX300 S4 Windows 2008 Enterprise 2 Intel Xeon E5410 2,33Ghz 2 SCSI 10 GB / 1 SCSI 40GB 8 GB C: 136GB / D: 272GB 6 SAS 146GB Healts & Notes - Medicina del Lavoro Accesso medici extramenia - ALP Microsoft Office 97 Professional / Microsoft SQL Server 2000 Microsoft Visual Studio 6 No IBM xseries 346 Windows 2003 Enterprise 2 Intel Xeon 3,20Ghz 4 GB C: 136GB 4 SCSI 73,4GB Airo-Arca-Cup (usato dalle casse) Microsoft Office 97 Professional / Microsoft SQL Server 2005 Express / Microsoft Visual Studio 6 HP Proliant DL380 Windows 2003 Standard 1 Intel Xeon 3,20Ghz 2 GB C: 30GB / D: 37,5 / S: 135GB pagina 8 di 22 6 Ultra SCSI 72,8GB Magazzino, Farmacia, Inventario, Contabilità Microsoft SQL Server 2005 / Visual Studio 6

9 Marca e Modello Sistema Operativo N CPU Tipo Caratteristiche Tecniche RAM Hard Disk Capacità N Tipo Virtuale VMware ESXi 4 Windows 2003 Enterprise 1 Intel Xeon E5410 2,33Ghz 4 GB C: 50GB 1 virtuale HP Proliant DL380 Windows 2003 Enterprise 1 Intel Xeon 3,60Ghz 2 GB HP Proliant DL380 Windows 2003 Enterprise 1 Intel Xeon 3,60Ghz 2 GB Virtuale VMware ESXi 4 Windows 2003 Enterprise 1 Intel Xeon E5410 2,33Ghz 1 GB C: 24,5GB / D: 43,4GB / N: 48,8GB / Q: 996MB C: 24,5GB / D: 43,4GB / W: 85,8GB 2 2 Ultra SCSI 72,8GB Ultra SCSI 72,8GB Procedure Installate Licenze D'uso H24 Laboratorio per Pescopagano Openlis Gestione laboratorio analisi Openlis Gestione laboratorio analisi Laboratorio per Pescopagano Toad for Oracle Oracle 9.2 Oracle 9.2 IBM xseries 346 Windows 2003 Standard 2 Intel Xeon 3,20Ghz 4 GB C: 136GB 4 SCSI 73,4GB Airo-Arca-Cup IBM xseries 346 Windows 2003 Standard 2 Intel Xeon 3,20Ghz 4 GB C: 136GB 4 SCSI 73,4GB Airo-Arca-Cup 3M CaseMix Expert / Microsoft Office 97 Professional / Microsoft Visual Studio 6 3M CaseMix Expert / Microsoft Office 97 Professional / Microsoft Visual Studio 6 IBM xseries 346 Windows 2003 Standard 2 Intel Xeon 3,20Ghz 4 GB C: 136GB 4 SCSI 73,4GB Airo-Arca-Cup 3MCGSIT / Microsoft Office 97 Professional / Microsoft Visual Studio 6 / Microsoft SQL Server 2005 Fujitsu Siemens RX300 S4 Windows 2008 Enterprise 2 Intel Xeon E5410 2,33Ghz 8 GB C: 136GB / D: 272GB 6 SAS 146GB Airo-Arca-Cup Fujitsu Siemens RX300 S4 Windows 2008 Enterprise 2 Intel Xeon E5410 2,33Ghz 8 GB C: 136GB / D: 272GB 6 SAS 146GB Airo-Arca-Cup Fujitsu Siemens RX300 S4 Windows 2008 Enterprise 2 Intel Xeon E5410 2,33Ghz 8 GB C: 136GB / D: 272GB 6 SAS 146GB Contabilità Analitica Fujitsu Siemens RX300 S4 Windows 2008 Enterprise 2 Intel Xeon E5410 2,33Ghz 8 GB C: 680GB 6 SAS 146GB HP Proliant DL380 G5 Windows 2003 Standard 1 Intel Xeon E5110 1,60Ghz 2 GB C: 68,3GB / D: 136GB 6 SCSI 72GB Server Posta Elettronica IceWarp Software di gestione impresa pulizie pagina 9 di 22 Microsoft Office 2003 Professional IceWarp 10.4 AutoCAD 2006 / Autodesk MapGuide No No

10 Caratteristiche Tecniche Marca e Modello Sistema Operativo CPU Hard Disk RAM N Tipo Capacità N Tipo Fujitsu Siemens RX300 S3 Windows 2003 Enterprise 2 Intel Xeon E5310 1,60Ghz 4 GB C: 30GB / D: 243GB 4 SAS 146GB Procedure Installate Licenze D'uso H24 Gateway flussi Openlis da reparti Acer Altos G540 Windows 2003 Standard 1 Intel Xeon X5450 3,00Ghz 3 GB C: 135GB 2 SAS 146Gb Gateway flussi Openlis da reparti (webservices per le richieste di laboratorio e la stampa delle etichette in pdf e per il trasfusionale (Centro Servizi)) Toad for Oracle IBM X3400 M3 Windows 2008 Standard 1 Intel Xeon E5620 2,40Ghz 8 GB C: 929GB 3 SAS 500Gb Replica del Database SQL Server di AIRO - ARCA - CUP Microsoft SQL Server 2008 Intercomp Master Windows 2003 Standard 1 Intel Xeon E3110 3,00Ghz 2 GB C: 153GB 2 S-ATA 160GB Server modulab per ematologia e oncologia Nod 32 Virtuale VMware ESXi 4 Windows 2003 Enterprise 1 Intel Xeon E5410 2,33Ghz 3 GB C: 30GB / D: 5GB 2 virtuale Controllo di Gestione - Pensioni S7 - TLQ Microsoft SQL Server 2000 Express No Virtuale VMware ESXi 4 Windows 2003 Enterprise 1 Intel Xeon E5410 2,33Ghz 2 GB C: 20GB 1 virtuale Database MySQL Rubrica telefonica No Virtuale VMware ESXi 4 Windows 2003 Enterprise 1 Intel Xeon E5410 2,33Ghz 2 GB C: 50GB 1 virtuale Radius Log Kiwi Syslog Server No Virtuale VMware ESXi 4 Windows 2003 Enterprise 1 Intel Xeon E5410 2,33Ghz 2 GB C: 30GB / E: 10GB 2 virtuale Gestione Lumir Microsoft SQL Server 2005 Virtuale VMware ESXi 4 Windows 2003 Enterprise 1 Intel Xeon E5410 2,33Ghz 2 GB C: 30GB 1 virtuale Print Server Fujitsu Siemens RX300 S4 Windows 2003 Enterprise 2 Intel Xeon E5410 2,33Ghz 8 GB C: 136GB / D: 408GB 6 SAS 146GB Nuovo Sito Web pagina 10 di 22

11 Marca e Modello Sistema Operativo N CPU Tipo Fujitsu Siemens RX300 S4 Windows 2003 Enterprise 2 Intel Xeon E5410 2,33Ghz Fujitsu Siemens RX300 S4 Windows 2003 Enterprise 2 Intel Xeon E5410 2,33Ghz Caratteristiche Tecniche RAM Hard Disk Capacità N Tipo 8 GB C: 136GB / D: 408GB 6 SAS 146GB 8 GB C: 136GB / D: 272GB 6 SAS 146GB Procedure Installate Licenze D'uso H24 Nuovo Sito Web (backup gemello) Ufficio Tecnico repository e software gestione impianti elettrici - ticket guasti elettromedicali - rubrica telefonica Kiwi Syslog Server / Microsoft SQL Server 2005 Express Fujitsu Siemens RX300 S4 ESXi 4 2 Intel Xeon E5410 2,33Ghz 8 GB 6 SAS 146GB Vmware ESXi IBM x3650 M3 Windows 2003 Enterprise 2 Intel Xeon E5620 2,40Ghz 8 GB C: 134GB / Q: 99 GB / S: 272GB 4 SAS 73GB Grifols gestione armadi farmacia - Cluster Microsoft SQL Server 2005 / Microsoft Visual Studio 2005 IBM x3650 M3 Windows 2003 Enterprise 2 Intel Xeon E5620 2,40Ghz 8 GB C: 134GB 4 SAS 73GB Grifols gestione armadi farmacia - Cluster Microsoft SQL Server 2005 / Microsoft Visual Studio 2005 Dell PowerEdge 2900 Dell PowerEdge 2900 Dell PowerEdge 2900 Dell PowerEdge 2950 III Dell PowerEdge 2950 III Dell PowerEdge 2950 III Dell PowerEdge 2950 III Windows 2003 Standard Windows 2003 Standard Windows 2003 Standard Windows 2003 Enterprise Windows 2003 Enterprise Windows 2003 Enterprise Windows 2003 Enterprise 1 Intel Xeon E5335 2,00Ghz 4 GB 1 Intel Xeon E5335 2,00Ghz 4 GB 1 Intel Xeon E5430 2,66Ghz 4 GB 1 Intel Xeon E5450 3,00Ghz 4 GB 1 Intel Xeon E5450 3,00Ghz 4 GB 1 Intel Xeon E5450 3,00Ghz 4 GB 1 Intel Xeon E5450 3,00Ghz 4 GB C: 12 GB / M: 57GB / S: 1,8TB C: 12GB / D: 36GB / S: 10GB / T: 10GB C: 68GB / E: 1,3TB / M: 30GB C: 30GB / L: 30GB / M: 78GB / T: 8GB C: 30GB / L: 30GB / M: 78GB / T: 8GB C: 30GB / L: 30GB / M: 78GB / T: 8GB C: 30GB / L: 30GB / M: 78GB / T: 8GB 3 SAS 73GB 3 SAS 73GB 3 SAS 73GB Esaote - RIS Cardiologia (CIS) [Emodinamica] Esaote - DB RIS Cardiologia (CIS) [Emodinamica] Esaote - Server di immagini 3D per RIS Pacs pagina 11 di 22 Microsoft SQL Server SAS 146GB Esaote - Cluster DB RIS-PACS Microsoft SQL Server SAS 146GB Esaote - Cluster DB RIS-PACS Microsoft SQL Server SAS 146GB 3 SAS 146GB Esaote - Cluster Application RIS-PACS Esaote - Cluster Application RIS-PACS Dell PowerEdge 2950 III Windows 2003 Standard 1 Intel Xeon E5450 3,00Ghz 2 GB C: 30GB / L: 30GB / 3 SAS 146GB Esaote - Webservices PACS

12 Caratteristiche Tecniche Marca e Modello Sistema Operativo CPU Hard Disk Procedure Installate Licenze D'uso H24 RAM N Tipo Capacità N Tipo M: 78GB / T: 8GB Fujitsu Siemens RX300 S4 Windows 2003 Enterprise 2 Intel Xeon E5410 2,33Ghz 8 GB C: 136GB / D: 272GB 6 SAS 146GB Diete WEB IBM xseries 346 Windows 2003 Enterprise 2 Intel Xeon 3,20Ghz 4 GB C: 136GB / Q: 4 GB / S: 1,8TB 4 SCSI 73,4GB Cluster DB AIRO-ARCA-CUP Microsoft SQL Server 2005 / Microsoft Visual Studio 2005 IBM xseries 346 Windows 2003 Enterprise 2 Intel Xeon 3,20Ghz 4 GB C: 136GB 4 SCSI 73,4GB Cluster DB AIRO-ARCA-CUP Microsoft SQL Server 2005 / Microsoft Visual Studio 2005 / Mircrosoft Visual Studio 6 sì pagina 12 di 22

13 4. VINCOLI E REQUISITI DEL SERVIZIO Al fine di valutare la proposta il Fornitore dovrà indicare come intende soddisfare le esigenze dell Azienda dando visibilità delle scelte della progettazione e della successiva realizzazione di un modello organizzativo di gestione che definisca: il dimensionamento dei gruppi di lavoro in termini di competenze necessarie; le modalità di presidio per la copertura del servizio (on-site, remoto, turnazione, ecc..); le modalità di intervento (per esempio la reperibilità); le modalità di comunicazione (per esempio come attivare una richiesta); le modalità di gestione della documentazione e ticketing (per esempio come tracciare gli interventi, come effettuare l inventario iniziale al momento del subentro al servizio di gestione preesistente etc); le modalità di gestione della documentazione operativa relativa all installazione, configurazione ed aggiornamento dei prodotti applicativi Aziendali (applicazioni, basi di dati, script di backup, etc..) avvalendosi del sistema di versioning fornito; il dimensionamento, la tipologia e la disponibilità del team di gestione (ingegnere di sistema, amministratore di data base etc). Per ciò che attiene la qualità dei servizi si faccia riferimento alla normativa in materia in particolare: UNI EN ISO 9001:2000 Sistema di gestione per la qualità Requisiti UNI EN ISO 9004:2000 Sistemi di gestione per la qualità Linee guida per il miglioramento delle prestazioni CEI EN :2003 Gestione della fidatezza Parte 1: Sistemi di gestione della fidatezza IEC :2004 Gestione della fidatezza Parte 2: Linee guida per la gestione della fidatezza Inoltre il servizio dovrà soddisfare i requisiti qualitativi indicati al successivo capitolo PRESA IN CARICO DI NUOVI SISTEMI / APPLICAZIONI Nel caso nel periodo di vigenza del contratto si verificheranno eventi di rilascio di nuovi sistemi, applicazioni, servizi o procedure operative, gli elementi base oggetto della gestione (sistemi, apparati HW, prodotti SW, procedure operative, standard operativi, documentazioni, ecc.) sono oggetto di presa in carico da parte del Fornitore. La presa in carico consiste, da un lato nella verifica se sia necessaria una revisione/modifica del servizio di gestione, dall altro nella accettazione dei nuovi elementi nell ambito dei requisiti contrattuali di gestione. Le attività di presa in carico delle applicazioni e delle basi di dati relative sono chiaramente successivi ai rilasci effettuati dai produttori di software Aziendali. In particolare, il Fornitore dovrà gestire le attività di presa in carico ed evoluzione degli applicativi adottando il sistema di versioning prima descritto. In tal modo diventerà possibile tracciare, ricercare ed utilizzare i rilasci e gli aggiornamenti dei prodotti software Aziendali di volta in volta distribuiti dai rispettivi fornitori. pagina 13 di 22

14 È da prevedere, inoltre, una fase specifica di start-up per la raccolta delle informazioni relative a tutti i sistemi applicativi esistenti (per la costruzione del repository iniziale sul sistema di versioning) ed una fase periodica (legata ai nuovi aggiornamenti rilasciati dai produttori di software Aziendali) durante la quale devono essere analizzati i requisiti dell applicazione e della base di dati per quanto attiene la loro gestione operativa, efficiente e funzionale (es. cambiamento dei requisiti minimi richiesti dal sofware, aggiornamento dello schema di database, nuove attività pianificate, nuove esigenze di backup, ecc.). 6. GESTIONE DELLE PRESTAZIONI La gestione delle prestazioni tratta la misura, l analisi ed il miglioramento dei servizi forniti e rappresenta un elemento fondamentale di valutazione sui risultati raggiunti. Questa attività fa riferimento ai requisiti prestazionali contrattuali e si concretizza nel: definire gli indicatori necessari a monitorare e misurare le prestazioni dei sistemi gestiti; personalizzare gli opportuni strumenti di monitoraggio per la raccolta e la validazione dei dati elementari; elaborare i dati elementari per ottenere i dati rappresentativi degli indicatori definiti; effettuare le statistiche per valutare l andamento nel tempo di tali indicatori; intraprendere, a fronte di problemi emersi in fase di analisi delle statistiche, gli interventi di tuning necessari per l ottimizzazione delle prestazioni; E onere del Fornitore rendicontare le prestazioni di tutti i sistemi con una periodicità mensile attraverso la redazione del Rapporto sulle Prestazioni da consegnare ai referenti Aziendali che provvede a definire gli indicatori di prestazione utilizzati e che riporta l andamento di utilizzo delle risorse monitorate, descrivendo gli interventi di tuning effettuati o che si propone di effettuare per il miglioramento complessive delle prestazioni. A titolo esemplificativo, ma non esaustivo, costituiscono indicatori importanti per l analisi delle prestazioni: - l utilizzo complessivo della CPU; - il consumo CPU a livello di processo; - il commutazione di contesto/sec; - l utilizzo del processore in base allo Stato di esecuzione del processore; - l utilizzo memoria centrale, virtuale e di paging (es. Pagine/sec, Errori di transizione, Byte disponibili / privati / virtuali / vincolati); - l utilizzo del disco fisico (es. Media secondi/trasf. disco, %Tempo inattività, Trasferimento disco/sec, Lunghezza corrente coda del disco, %Tempo disco, Suddivisione IO/sec), - l utilizzo delle interfacce di rete (es. Totale byte/sec, Datagrammi/serc, Connessioni stabilite); - la gestione del pool di thread per le applicazioni multithreading. La raccolta dei dati per ciascun indicatore dovrà essere fatta utilizzando strumenti software - a carico del Fornitore - da installare/configurare su ciascuno dei server da monitorare. I dati raccolti nei Rapporti sulle Prestazioni dovranno essere consultabili in modo sintetico con aggregazioni pagina 14 di 22

15 su base mensile oppure in modo puntuale e dettagliato per singolo istante di campionamento e per singolo indicatore abilitato. In tal modo diventerà possibile la rielaborazione dei dati raccolti con il fine ultimo di analisi dei trend e predisposizione di un piano di tuning per il miglioramento delle prestazioni.. 7. GESTIONE DELLA SCHEDULAZIONE La gestione della schedulazione consiste nella predisposizione, gestione e controllo di un piano di esecuzione delle attività necessarie all erogazione dei servizi all utente (batch e/o online). Il documento Schedulazione dei Job rappresenta una guida per l esecuzione delle attività previste su un calendario temporale (giornaliero, settimanale, mensile) ed evidenzia la presenza di vincoli (necessità di eseguire le attività in una sequenza predeterminata). Esso comprende: la schedulazione delle attività predeterminate e periodiche; la schedulazione delle attività estemporanee. Attività predeterminate e periodiche Le attività predeterminate e periodiche, necessarie per l erogazione del servizio consistono in: attività di monitoraggio e controllo dello stato delle risorse hardware e/o software (per es. numero di nastri scratch disponibili, stato dei sistemi, esiti dei backup, ecc.); attività batch (esecuzione procedure tecniche e/o applicative). Le modalità di esecuzione delle singole attività varia a seconda dei prodotti di automazione e/o di supporto alla schedulazione proposti. Attività derivanti da richieste estemporanee Le richieste estemporanee provenienti dagli utenti determinano, se accettate, una variazione alla schedulazione delle attività predeterminate e periodiche. Le richieste andranno formalizzate utilizzando moduli appositamente predisposti dal Fornitore, contenenti le informazioni necessarie alla esecuzione delle attività, al controllo, all eventuale restart/recovery di attività, i prerequisiti e i vincoli, sia per verificare le condizioni di accettabilità della richiesta che per garantirne la corretta esecuzione. Per esempio, nel caso di attività batch, se si prevede l esecuzione di un flusso procedurale, occorre averne la documentazione operativa, il disegno ed ogni altra informazione relativa alle singole procedure. 8. GESTIONE DELLE MALFUNZIONI La malfunzione è un problema che comporta interruzione o degrado nella fruizione del servizio. Le cause di una malfunzione possono essere dovute al software, all hardware o alla configurazione (parametrizzazione/personalizzazione dei sistemi). L attività di gestione delle malfunzioni è rivolta alla prevenzione, alla gestione ed infine alla risoluzione di tutti i problemi che comportano interruzione o degrado nella fruizione del servizio. Questa attività comprende l identificazione della malfunzione, la sua documentazione, la gestione delle comunicazioni e della escalation, la risoluzione della malfunzione; tutte le informazioni relative sono poi riportate nel Rapporto di Malfunzione. pagina 15 di 22

16 Al fine di conseguire la massima efficacia nella risoluzione delle malfunzioni e di mantenere le informazioni relative all evento, il processo adotta procedure che comprendono le seguenti valutazioni e registrazioni: valutazione dell impatto della malfunzione; registrazione del sistema su cui si verifica la malfunzione; registrazione dell origine della malfunzione; valutazione se si tratta di errore estemporaneo che richiede intervento urgente; valutazione se si tratta di errore estemporaneo che richiede intervento pianificabile; registrazione degli interventi pianificati. I livelli di gravità assegnati ad una malfunzione sono definiti nel modo seguente. Livello di Gravità Livello 1 Alto Impatto Livello 2 Medio Impatto Livello 3 Basso Impatto Definizione Il servizio di infrastruttura non è disponibile e tutti gli utenti non riescono a lavorare Solo alcuni utenti non possono fruire del servizio. Un singolo utente non può lavorare. I livelli di gravità 2 e 3 possono elevarsi al livello di gravità 1 in concomitanza di situazioni di particolare criticità per l Azienda quale ad esempio quello relativo all interessamento di applicazioni critiche (H24, front-end). Vanno previste procedure di escalation in funzione del livello di gravità della malfunzione. La durata della malfunzione decorre dalla notifica della stessa tramite trouble-ticket se effettuata durante l operatività del Contact Center o dalla chiamata in caso di Livello 1 attivato in notturno e festivo e termina con la chiusura, ad anomalia risolta. Per ogni malfunzione trattata sono registrate almeno le seguenti informazioni: identificativo della malfunzione; descrizione della malfunzione; livello di gravità della malfunzione; data e ora di rilevazione della malfunzione; data e ora di risoluzione della malfunzione e indicativo dell utente verificatore; identificativo del problema origine della malfunzione; descrizione del problema; identificativo, descrizione e tipo del componente in errore; tipo del problema (bloccante o non bloccante); data e ora di rilevazione del problema; data e ora di inoltro della segnalazione del problema all organizzazione preposta alla risoluzione; data e ora di risoluzione del problema; descrizione dell intervento effettuato per risolvere il problema; descrizione dell intervento effettuato per risolvere la malfunzione. pagina 16 di 22

17 L attivazione della gestione delle malfunzioni avviene a seguito di tre eventi: l utente ha avviato una richiesta di assistenza, validata e identificata come malfunzione; durante l introduzione di una modifica, si rileva la presenza di una malfunzione; il sistema di monitoraggio ha automaticamente rilevato una malfunzione. Tutte le malfunzioni sono sottoposte a monitoraggio dal sistema di trouble ticketing. 9. CONDUZIONE OPERATIVA SISTEMI Le diverse attività inerenti la conduzione operativa ed il monitoraggio si sostanziano nelle categorie di seguito indicate. Gestione Ambienti Elaborativi Questa attività si sostanzia nel fornire i servizi di supporto necessari per mantenere un ambiente di elaborazione stabile e tale da garantire il soddisfacimento dei requisiti operativi. Essa consiste nell integrazione dei prodotti di terze parti con le componenti del sistema operativo, comprendendo le attività di aggiornamento, test di funzionalità e distribuzione del software utilizzato, nel rispetto dell evoluzione tecnologica dei sistemi, degli standard di mercato e dei livelli di servizio contrattuali. La gestione degli ambienti elaborativi prevede in particolare l installazione, personalizzazione, distribuzione, manutenzione e test del sistema operativo, dei sottosistemi e dei prodotti del middleware (Web Server, Application Server, ecc.); la definizione ed attuazione delle modalità di IPL, chiusura e recovery dei sistemi; la definizione ed attuazione delle procedure di automazione operativa; la definizione ed attuazione delle policy di sicurezza di ciascun sistema (vulnerability assessment e fixing delle vulnerabilità rilevate); le personalizzazioni necessarie all integrazione di altri prodotti software; la gestione dei carichi di lavoro in termini di caratterizzazione delle componenti ed assegnazione delle priorità; la definizione e realizzazione delle modifiche all architettura delle risorse hardware e software necessarie per l esercizio delle applicazioni; la pianificazione, esecuzione e controllo degli interventi di manutenzione sul software e sull hardware. Monitoraggio dei sistemi Si possono distinguere due tipi di monitoraggio: gestione degli allarmi, che consiste nel rilevare anomalie e malfunzioni in corrispondenza di eventi specifici che vengono segnalati sulle console di sistema e/o sulle console degli strumenti di monitoraggio centralizzato; monitoraggio delle prestazioni dei sistemi, attraverso la rilevazione del superamento di soglia mediante opportuni indicatori rappresentativi del servizio erogato (cfr. Capitolo 7 Gestione delle Prestazioni ). pagina 17 di 22

18 Entrambi i tipi innescano le attività di gestione della relativa malfunzione. Esecuzione del batch schedulato L esecuzione di un batch schedulato consiste nell esecuzione delle relative procedure tramite l immissione di comandi sui sistemi, oppure nel governo delle attività schedulate con modalità automatiche, gestendo, in entrambi i casi, le operazioni di recovery/restart. Supporto alla Manutenzione programmata o straordinaria dell hardware Questa attività consiste nel coadiuvare il personale addetto alla manutenzione delle apparecchiature hardware, durante l esecuzione degli interventi programmati o straordinari. 10. GESTIONE DELLO STORAGE L attività di gestione dello storage si articola nei seguenti punti: controllare l utilizzo dei dischi e dei nastri (cartucce), per assicurare la disponibilità di spazio; gestire lo spazio sui dischi e sui nastri; riorganizzare gli archivi, per assicurare la massima efficienza; inizializzare i dischi per l attivazione nell ambiente; creare, gestire e ripristinare i cataloghi utente; classificare i tipi di dati e le applicazioni che li utilizzano; ottimizzare l utilizzo delle cartucce; effettuare un refresh periodico dei supporti magnetici, per garantire la leggibilità dei dati nel tempo e/o recuperare eventuali supporti danneggiati. Punto cruciale nell attività di gestione dello storage è la produzione di un Rapporto di Volume, con periodicità mensile, relativo allo spazio utilizzato (su dischi e nastri) e che consente un analisi di dettaglio della situazione (per valutazioni inerenti l immissione di nuovi servizi/applicazioni), ed il trend di crescita (per eventuali necessità di espansione). Gestione dello spazio Al fine di ottimizzare lo spazio su cartuccia vengono eseguite periodicamente delle attività di merge sui dati di secondo livello, in altre parole, ove possibile, viene utilizzato un solo supporto per i dati contenuti in più cartucce, consentendo pertanto il riutilizzo di queste ultime. Backup & Restore Management Lo scopo dell attività è quello di garantire la continuità nel caso di un guasto di sistema, rendendo sempre possibile la ricostruzione del sistema informatico. Per garantire il recupero dei dati a fronte di situazioni di emergenza sono definite e mantenute aggiornate le regole procedurali riguardanti il salvataggio, l archiviazione ed il ripristino dei dati stessi, differenziate per tipo ed ambiente. I criteri di gestione dei backup/restore dei dati si basano sulla individuazione di parametri quali tra gli altri: periodicità di salvataggio (giornaliera, settimanale, mensile), tipo di salvataggio (completo o incrementale), tipo di supporto utilizzato (disco o cartuccia). pagina 18 di 22

19 In base ad una periodica revisione dei parametri di gestione dei backup/restore, a seguito di monitoraggi o su richiesta dei referenti Aziendali, il Fornitore implementerà le procedure di backup/restore più opportune. Inoltre, al fine di garantire la massima disponibilità dei dati a seguito di un ripristino, il Fornitore è tenuto ad effettuare una prova periodica di restore simulato di tutti i database su apposito ambiente dedicato, virtuale o non virtuale, comunque indipendente dall ambiente in produzione. Il Fornitore con periodicità bimestrale il restore simulato dei database Aziendali, consegnando il rapporto sulle attività effettuate. 11. SISTEMA DI DISASTER RECOVERY E BUSINESS CONTINUITY Il Fornitore dovrà supportare i referenti Aziendali nel coordinamento e nella supervisione di tutte le attività connesse alla realizzazione, messa in esercizio, verifica e collaudo del sistema di Disaster Recovery e Business Continuity di cui alla delibera di indizione n. 297 del 07/05/2011, attualmente in via di definizione finale. Il Fornitore dovrà inoltre provvedere, in accordo ed in collaborazione con il fornitore del sistema di Disaster Recovery e Business Continuity, al monitoraggio dei parametri di funzionamento del sistema, al fine di valutare l efficacia e l efficienza delle attività di allineamento dei dati dai sistemi centrale verso le relative SAN collegate su entrambi i siti, nonché delle attività di sincronizzazione tra il sito primario ed il sito secondario. Infine, il Fornitore dovrà occuparsi della gestione operativa del sistema di Disaster Recovery e Business Continuity al termine del periodo di gestione ricompreso nella fornitura originaria. pagina 19 di 22

20 12. INDICATORI/MISURE DI QUALITÀ E CORRELATE AZIONI Nel seguito viene riportata per ogni caratteristica/accuratezza soggetta a rilevazione l insieme dei parametri anche finalizzati a determinare la qualità del servizio erogato. Sono altresì indicati i parametri atti a determinare le eventuali penali dovute per il mancato raggiungimento dei valori di soglia. Caratteristica /Sottocaratteristica Indicatore/Misura Sistema di gestione delle misure Unità di misura Dati elementari da rilevare Funzionalità/Accuratezza Correttezza delle esecuzioni delle attività CASS Per ogni attività schedulata si misura la correttezza di esecuzione nel rispetto della tempistica di schedulazione. Sono considerate sia le attività schedulate standard quali ad esempio i Backup/Restore, sia quelle derivanti da richieste estemporanee accettate. Si misura la correttezza di esecuzione nel rispetto della tempistica concordata. Vanno considerate le attività schedulate nel periodo di osservazione corrente le attività nel periodo di osservazione precedente e terminate in quello corrente Percentuale Periodo di riferimento 3 mesi Frequenza esecuzione misure Regole di campionamento Formula di calcolo Regole di arrotondamento Obiettivi (valori soglia) Azioni contrattuali Numero delle attività schedulate correttamente eseguite nel periodo di osservazione. 4 volte l anno La misura si fa sulla totalità delle attività schedulate. Dati necessari numero delle attività schedulate nel periodo di osservazione numero delle attività correttamente eseguite nel periodo di osservazione, nel rispetto della tempistica di schedulazione Nattività_ schedulate_ correttamente _ eseguite CASS = 100 Nattività_ schedulate Il valore va arrotondato alla frazione decimale di punto percentuale sulla base del secondo decimale - per difetto se la seconda parte decimale è 0,05 - per eccesso se la seconda parte decimale è > 0,05 CASS 99 Per ogni punto decimale % di CASS in meno rispetto all obiettivo si applica una penale dell 1x1000 dell importo dell intero appalto. pagina 20 di 22

REGIONE BASILICATA. Contratto di prestazione di servizi

REGIONE BASILICATA. Contratto di prestazione di servizi REGIONE BASILICATA Contratto di prestazione di servizi PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO QUINQUENNALE DEL SERVIZIO DI GESTIONE E MANUTENZIONE DEL SISTEMA INFORMATICO DELL AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE

Dettagli

ALLEGATO GMR - Gestione e Manutenzione Reti

ALLEGATO GMR - Gestione e Manutenzione Reti AZIENDA OSPEDALIERA SAN CARLO Via Potito Petrone 85100 Potenza - Tel. 0971-61 11 11 Codice Fiscale e Partita IVA 01186830764 ALLEGATO GMR - PROCEDURA APERTA PER LA GESTIONE E MANUTENZIONE DEL SISTEMA INFORMATICO

Dettagli

Dizionario delle Forniture ICT

Dizionario delle Forniture ICT Linee guida sulla qualità dei beni e dei servizi ICT per la definizione ed il governo dei contratti della Pubblica Amministrazione Manuale operativo Dizionario delle Forniture ICT Classe di Fornitura Gestione

Dettagli

REGIONE BASILICATA. Contratto di prestazione di servizi

REGIONE BASILICATA. Contratto di prestazione di servizi REGIONE BASILICATA Contratto di prestazione di servizi PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO QUINQUENNALE DEL SERVIZIO DI GESTIONE E MANUTENZIONE DEL SISTEMA INFORMATICO DELL AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE

Dettagli

Ministero dell Interno

Ministero dell Interno Ministero dell Interno DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA DIREZIONE CENTRALE PER LA POLIZIA STRADALE, FERROVIARIA, DELLE COMUNICAZIONI E PER I REPARTI SPECIALI DELLA POLIZIA DI STATO SERVIZIO POLIZIA

Dettagli

Regione Calabria - BANDO SIAR Chiarimenti e risposte ai quesiti. Schede di Dettaglio Dotazione Infrastrutturale

Regione Calabria - BANDO SIAR Chiarimenti e risposte ai quesiti. Schede di Dettaglio Dotazione Infrastrutturale Regione Calabria - BANDO SIAR Chiarimenti e risposte ai quesiti Schede di Dettaglio Dotazione Infrastrutturale SRVCSLTMAIL COMPAQ PROLIANT Pentium III Xeon, 499MHz Hard Disk Numero di dischi Capacità Totale

Dettagli

PROCEDURA APERTA PER L ASSISTENZA TECNICA DEL SISTEMA RIS/PACS.

PROCEDURA APERTA PER L ASSISTENZA TECNICA DEL SISTEMA RIS/PACS. 1 PROCEDURA APERTA PER L ASSISTENZA TECNICA DEL SISTEMA RIS/PACS. CAPITOLATO TECNICO 1 OGGETTO Il presente appalto prevede la manutenzione ordinaria ed evolutiva del sistema RIS PACS a marchio FujiFilm

Dettagli

ALLEGATO GPL - Gestione e Manutenzione delle Postazioni di Lavoro

ALLEGATO GPL - Gestione e Manutenzione delle Postazioni di Lavoro AZIENDA OSPEDALIERA SAN CARLO Via Potito Petrone 85100 Potenza - Tel. 0971-61 11 11 Codice Fiscale e Partita IVA 01186830764 ALLEGATO GPL - delle Postazioni di Lavoro PROCEDURA APERTA PER LA GESTIONE E

Dettagli

Contratto ad esecuzione periodica e continuativa. Contratto di fornitura di beni e servizi

Contratto ad esecuzione periodica e continuativa. Contratto di fornitura di beni e servizi AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE SAN CARLO Via Potito Petrone 8100 Potenza Telefono 0971612677 Fax 09716121 e-mail: provveditore@ospedalesancarlo.it Codice Fiscale e Partita IVA 01186830764 Contratto ad esecuzione

Dettagli

HW AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE SAN CARLO

HW AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE SAN CARLO ALLEGATO A Configurazione HW AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE SAN CARLO : Front-End in cluster con le seguenti componenti: Marca e Modello Fujitsu Siemens RX300 S4 Fujitsu Siemens RX300 S4 Sistema Operativo

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO PER L ADEGUAMENTO DEL DATA CENTER DELL AZIENDA OSPEDALIERA DI ALESSANDRIA

CAPITOLATO TECNICO PER L ADEGUAMENTO DEL DATA CENTER DELL AZIENDA OSPEDALIERA DI ALESSANDRIA CAPITOLATO TECNICO PER L ADEGUAMENTO DEL DATA CENTER DELL AZIENDA OSPEDALIERA DI ALESSANDRIA 1 Sommario 2 Introduzione...3 2.1 Descrizione generale...3 3 Server presenti in Azienda...4 3.1 Tab. 1 - Server

Dettagli

Elementi del progetto

Elementi del progetto Elementi del progetto Premessa Il CLOUD degli Enti Locali rende disponibile quanto necessario per migrare le infrastrutture informatiche oggi attive nei CED dei singoli Enti: Server in forma di Virtual

Dettagli

Allegato B DOCUMENTO DI SLA (Service Level Agreement) Colf&Badanti Web

Allegato B DOCUMENTO DI SLA (Service Level Agreement) Colf&Badanti Web Allegato B DOCUMENTO DI SLA (Service Level Agreement) Colf&Badanti Web 1 INDICE 1. DESCRIZIONE DEL SERVIZIO 3 2. SLA RELATIVO ALLA INFRASTRUTTURA PRIMARIA 3 2.1. Dati di targa... 3 2.2. Banda virtuale

Dettagli

Presidenza della Giunta Ufficio Società dell'informazione. ALLEGATO IV Capitolato tecnico

Presidenza della Giunta Ufficio Società dell'informazione. ALLEGATO IV Capitolato tecnico Presidenza della Giunta Ufficio Società dell'informazione ALLEGATO IV Capitolato tecnico ISTRUZIONI PER L ATTIVAZIONE A RICHIESTA DEI SERVIZI DI ASSISTENZA SISTEMISTICA FINALIZZATI ALLA PROGETTAZIONE E

Dettagli

ALLEGATO 2 SLA. Progetto di re-ingegnerizzazione delle componenti Basi Dati e SSD del Sistema Informativo Interforze

ALLEGATO 2 SLA. Progetto di re-ingegnerizzazione delle componenti Basi Dati e SSD del Sistema Informativo Interforze ALLEGATO 2 SLA Progetto re-ingegnerizzazione delle componenti Basi Dati e SSD del Sistema Informativo Interforze Sommario 1 PREMESSA, FINALITÀ E CONTESTO DI RIFERIMENTO... 4 LOTTO 1 - SLA E PENALI RELATIVE

Dettagli

ALLEGATO 1 CAPITOLATO TECNICO

ALLEGATO 1 CAPITOLATO TECNICO PROCEDURA IN ECONOMIA PER LA FORNITURA DI UNA INFRASTRUTTURA SERVER BLADE, PER LA NUOVA SEDE DELLA FONDAZIONE RI.MED CUP H71J06000380001 NUMERO GARA 2621445 - CIG 25526018F9 ALLEGATO 1 CAPITOLATO TECNICO

Dettagli

REALIZZAZIONE SALA CED

REALIZZAZIONE SALA CED REALIZZAZIONE SALA CED CAPITOLATO TECNICO SOMMARIO 1 Realizzazione sala CED 2 Specifiche minime dell intervento 1. REALIZZAZIONE SALA CED L obiettivo dell appalto è realizzare una Server Farm di ultima

Dettagli

CONVENZIONE CON GLI ATENEI E ISTITUTI DI GRADO UNIVERSITARIO ALLEGATO 3 CRITERI TECNICI PER LE MODALITA DI ACCESSO DESCRIZIONE DEL SERVIZIO DI HOSTING

CONVENZIONE CON GLI ATENEI E ISTITUTI DI GRADO UNIVERSITARIO ALLEGATO 3 CRITERI TECNICI PER LE MODALITA DI ACCESSO DESCRIZIONE DEL SERVIZIO DI HOSTING CONVENZIONE CON GLI ATENEI E ISTITUTI DI GRADO UNIVERSITARIO ALLEGATO 3 CRITERI TECNICI PER LE MODALITA DI ACCESSO DESCRIZIONE DEL SERVIZIO DI HOSTING Il servizio, fornito attraverso macchine server messe

Dettagli

REGIONE BASILICATA ALLEGATO 1. Scheda Servizi

REGIONE BASILICATA ALLEGATO 1. Scheda Servizi REGIONE BASILICATA ALLEGATO 1 Scheda Servizi Sommario 1. PREMESSA... 3 1.1. Definizioni e Acronimi... 4 2. I SERVIZI OGGETTO DELL APPALTO... 5 2.1 Tipologie di servizi richiesti... 5 2.1.1 Gestione dei

Dettagli

Affidamento della progettazione e messa in opera di una infrastruttura tecnologia per la realizzazione di un sistema di continuità operativa ICT

Affidamento della progettazione e messa in opera di una infrastruttura tecnologia per la realizzazione di un sistema di continuità operativa ICT CAPITOLATO TECNICO Affidamento della progettazione e messa in opera di una infrastruttura tecnologia per la realizzazione di un sistema di continuità operativa ICT NUOVO BLADE CENTER PRESSO CED EX OPP

Dettagli

Comune di Empoli. Progetto Sistema Informativo Documentale Gestione Atti Amministrativi

Comune di Empoli. Progetto Sistema Informativo Documentale Gestione Atti Amministrativi Comune di Empoli Progetto Sistema Informativo Documentale Gestione Atti Amministrativi Offerta /P/2014 Vers. 1.0 Data: 17 Luglio 2014 INTRODUZIONE... 4 SCOPO DEL DOCUMENTO... 4 SCOPO DEL DOCUMENTO... 4

Dettagli

Servizio di Conservazione a norma Service Level Agreement Sistema di Gestione per la Qualità - DQ_07.06 UNIMATICA S.p.A.

Servizio di Conservazione a norma Service Level Agreement Sistema di Gestione per la Qualità - DQ_07.06 UNIMATICA S.p.A. Servizio di Conservazione a norma Service Level Agreement Sistema di Gestione per la Qualità - DQ_07.06 pag. 1 di 12 Revisione Data Motivo Revisione Redatto da Approvato da 1.0 03/10/2009 Emissione Andrea

Dettagli

DISCIPLINARE TECNICO POTENZIAMENTO DATACENTER DI ARPA E SERVIZI SISTEMISTICI CONNESSI 1. PREMESSA... 2

DISCIPLINARE TECNICO POTENZIAMENTO DATACENTER DI ARPA E SERVIZI SISTEMISTICI CONNESSI 1. PREMESSA... 2 DISCIPLINARE TECNICO POTENZIAMENTO DATACENTER DI ARPA E SERVIZI SISTEMISTICI CONNESSI Importo complessivo della fornitura euro 42.000,00 (IVA esclusa) oneri per la sicurezza pari ad euro 0,00 INDICE 1.

Dettagli

MAESTRO-PV Specifiche tecniche per sistema telecontrollo, gestione e invio allarmi per impianti fotovoltaici

MAESTRO-PV Specifiche tecniche per sistema telecontrollo, gestione e invio allarmi per impianti fotovoltaici SPECIFICHE TECNICHE MAESTRO-PV Specifiche tecniche per sistema telecontrollo, gestione e invio allarmi per impianti fotovoltaici RSPV05I1 rev.01 0909 (Descrizione) Il sistema di telegestione telecontrollo

Dettagli

Gestione integrata delle postazioni di lavoro (pdl) presenti presso gli uffici dell amministrazione comunale

Gestione integrata delle postazioni di lavoro (pdl) presenti presso gli uffici dell amministrazione comunale Gestione integrata delle postazioni di lavoro (pdl) presenti presso gli uffici dell amministrazione comunale DISCIPLINARE TECNICO Allegato A al Capitolato d Oneri 1 Premessa Il presente capitolato tecnico

Dettagli

REGIONE BASILICATA. APPENDICE GPL all ALLEGATO N. 1 GESTIONE E MANUTENZIONE DELLE POSTAZIONI DI LAVORO

REGIONE BASILICATA. APPENDICE GPL all ALLEGATO N. 1 GESTIONE E MANUTENZIONE DELLE POSTAZIONI DI LAVORO REGIONE BASILICATA PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO QUINQUENNALE DEL SERVIZIO DI GESTIONE E MANUTENZIONE DEL SISTEMA INFORMATICO DELL AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE SAN CARLO DI POTENZA APPENDICE GPL

Dettagli

DATACENTER CED. Server Fisico Server Virtuale Contenuto Sistema operativo

DATACENTER CED. Server Fisico Server Virtuale Contenuto Sistema operativo COTTIMO FIDUCIARIO N. 2012/198 Allegato B al Disciplinare SITUAZIONE SERVER. Lo stato dei server viene fornito non ai fini dell assistenza per manutenzione ma per disporre di informazioni per l implementazione

Dettagli

ASSEGNA LE SEGUENTI COMPETENZE ISTITUZIONALI AGLI UFFICI DELLA DIREZIONE GENERALE OSSERVATORIO SERVIZI INFORMATICI E DELLE TELECOMUNICAZIONI:

ASSEGNA LE SEGUENTI COMPETENZE ISTITUZIONALI AGLI UFFICI DELLA DIREZIONE GENERALE OSSERVATORIO SERVIZI INFORMATICI E DELLE TELECOMUNICAZIONI: IL PRESIDENTE VISTO il decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163 e successive modifiche ed integrazioni, in particolare l art. 8, comma 2, ai sensi del quale l Autorità stabilisce le norme sulla propria

Dettagli

Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell Amministrazione Pubblica

Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell Amministrazione Pubblica Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell Amministrazione Pubblica CAPITOLATO TECNICO PER LA MANUTENZIONE E L ADEGUAMENTO DELLA INFRASTRUTTURA SOFTWARE DI CONTROLLO ACCESSI (CA SITE MINDER)

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. Gestione Operativa CED

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. Gestione Operativa CED Gestione Operativa CED dell Università e della Ricerca Indice dei contenuti 1. SCHEDA SERVIZIO GESTIONE OPERATIVA CED...4 1.1. TIPOLOGIA... 4 1.2. SPECIFICHE DEL SERVIZIO... 4 1.2.1 Descrizione del servizio...

Dettagli

64465705DA ART. 990929, 1 - AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE.

64465705DA ART. 990929, 1 - AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE. RDO990929 Specifiche prestazionali e lettera di invito a gara informale per l'affidamento, mediante RDO Numero 990929, della fornitura, installazione e servizi di configurazione software Oracle Database

Dettagli

ASSISTENZA SPECIALISTICA PER LA GESTIONE E

ASSISTENZA SPECIALISTICA PER LA GESTIONE E PROCEDURA RISTRETTA (AI SENSI DEL D.LGS. 163/2006 E S.M.I.) PER L ACQUISIZIONE DEI SERVIZI DI ASSISTENZA SPECIALISTICA PER LA GESTIONE E L EVOLUZIONE DEL PATRIMONIO SOFTWARE DELLA CAPITOLATO TECNICO ALLEGATO

Dettagli

DESCRIZIONE DEL CONTESTO TECNOLOGICO DELL IPOST E DELLA SOLUZIONE DI DISASTER RECOVERY RICHIESTA

DESCRIZIONE DEL CONTESTO TECNOLOGICO DELL IPOST E DELLA SOLUZIONE DI DISASTER RECOVERY RICHIESTA ALLEGATO 4 DESCRIZIONE DEL CONTESTO TECNOLOGICO DELL IPOST E DELLA SOLUZIONE DI DISASTER RECOVERY RICHIESTA INDICE ALLEGATO 4... 1 E DELLA SOLUZIONE DI... 1 1. PREMESSA... 3 1.1 SCOPO DEL DOCUMENTO...

Dettagli

ALLEGATO 4 SINTESI DEI CONTRATTI OGGETTO DI MONITORAGGIO

ALLEGATO 4 SINTESI DEI CONTRATTI OGGETTO DI MONITORAGGIO ALLEGATO 4 SINTESI DEI CONTRATTI OGGETTO DI MONITORAGGIO CONDUZIONE, GESTIONE ED EVOLUZIONE TECNOLOGICA DEI SISTEMI E DELLE PIATTAFORME CENTRALI E PERIFERICHE INPDAP L area d intervento comprende le seguenti

Dettagli

Capitolato Tecnico fornitura SAN per la sede di Roma del Centro Sperimentale di Cinematografia Via Tuscolana, 1524

Capitolato Tecnico fornitura SAN per la sede di Roma del Centro Sperimentale di Cinematografia Via Tuscolana, 1524 Capitolato Tecnico fornitura SAN per la sede di Roma del Sommario 1. Introduzione... 2 2. Requisiti Fornitori... 2 3. Generalità... 3 4. La Soluzione SAN: requisiti richiesti... 4 4.1. Caratteristiche

Dettagli

Symantec Backup Exec.cloud

Symantec Backup Exec.cloud Protezione automatica, continua e sicura con il backup dei dati nel cloud o tramite un approccio ibrido che combina il backup on-premise e basato sul cloud. Data-sheet: Symantec.cloud Solo il 21% delle

Dettagli

Una delle cose che si apprezza maggiormente del prodotto è proprio la facilità di gestione e la pulizia dell interfaccia.

Una delle cose che si apprezza maggiormente del prodotto è proprio la facilità di gestione e la pulizia dell interfaccia. Nella breve presentazione che segue vedremo le caratteristiche salienti del prodotto Quick- EDD/Open. Innanzi tutto vediamo di definire ciò che non è: non si tratta di un prodotto per il continuos backup

Dettagli

Ministero dell'economia e delle Finanze Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato

Ministero dell'economia e delle Finanze Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato Ministero dell'economia e delle Finanze Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato Direzione per i giochi LINEE GUIDA PER LA PRESENTAZIONE DI UN SISTEMA DI GIOCO VLT PAG. 2 DI 25 INDICE PREMESSA 4

Dettagli

ALLEGATO 5 CAPITOLATO TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE DEL SISTEMA DI SICUREZZA DEL MEF

ALLEGATO 5 CAPITOLATO TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE DEL SISTEMA DI SICUREZZA DEL MEF Gara per l affidamento del servizio di manutenzione del Sistema di Sicurezza del Ministero dell Economia e ALLEGATO 5 CAPITOLATO TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE DEL SISTEMA DI SICUREZZA

Dettagli

ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI BRERA CAPITOLATO SPECIALE

ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI BRERA CAPITOLATO SPECIALE CAPITOLATO SPECIALE GARA D APPALTO RELATIVA AD UN CONTRATTO ANNUALE PER IL SERVIZIO DI HOSTING WEB, DATA BASE SERVER, SVILUPPO SOFTWARE E SERVIZIO GESTIONE POSTA ELETTRONICA. CIG n. 42722357D8. Art. 1

Dettagli

LA MISURA DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA AGLI UTENTI

LA MISURA DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA AGLI UTENTI LA MISURA DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA AGLI UTENTI Gruppo di monitoraggio INAIL Abstract È illustrata l esperienza INAIL di monitoraggio di contratti di servizi informatici in cui è prevista l assistenza

Dettagli

Allegato A1 al Capitolato Tecnico per i servizi di Outsourcing Infrastrutturale Situazione attuale dotazione IT

Allegato A1 al Capitolato Tecnico per i servizi di Outsourcing Infrastrutturale Situazione attuale dotazione IT Allegato A1 al Capitolato Tecnico per i servizi di Outsourcing Infrastrutturale Situazione attuale dotazione IT CIG. n. 050963541A 1/10 INDICE Art. 1 Art. 2 Art. 3 Art. 4 Art. 5 Art. 6 Art. 7 Art. 8 Art.

Dettagli

STANDARD DI DOCUMENTAZIONE MANUALE DI GESTIONE DEL SERVER

STANDARD DI DOCUMENTAZIONE MANUALE DI GESTIONE DEL SERVER Maggio 2003 Raccoglitore standard aziendali Standard documentazione STANDARD DI DOCUMENTAZIONE MANUALE DI GESTIONE DEL SERVER Versione 1.00 Data 26/05/2003 Maggio 2003 Raccoglitore standard aziendali Standard

Dettagli

NetCrunch 6. Server per il controllo della rete aziendale. Controlla

NetCrunch 6. Server per il controllo della rete aziendale. Controlla AdRem NetCrunch 6 Server per il controllo della rete aziendale Con NetCrunch puoi tenere sotto controllo ogni applicazione, servizio, server e apparato critico della tua azienda. Documenta Esplora la topologia

Dettagli

AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE REGGIO CALABRIA. Allegato B

AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE REGGIO CALABRIA. Allegato B AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE REGGIO CALABRIA Allegato B CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA IN SERVICE, LA MANUTENZIONE E LA CONDUZIONE OPERATIVA PER 5 ANNI, DEL GESTIONALE PER I LABORATORI DI ANALISI

Dettagli

FORNITURA DI LICENZE SOFTWARE, DI SERVER E DEI RELATIVI SERVIZI DI ASSISTENZA IN GARANZIA PER IL SISTEMA INFORMATIVO INPDAP

FORNITURA DI LICENZE SOFTWARE, DI SERVER E DEI RELATIVI SERVIZI DI ASSISTENZA IN GARANZIA PER IL SISTEMA INFORMATIVO INPDAP FORNITURA DI LICENZE SOFTWARE, DI SERVER E DEI RELATIVI SERVIZI DI ASSISTENZA IN GARANZIA PER IL SISTEMA INFORMATIVO INPDAP Pag. 1 di 15 S O M M A R I O 1. PREMESSA 3 2. OGGETTO DELLA FORNITURA 3 2.1 HARDWARE:

Dettagli

DIPARTIMENTO INFORMATIVO e TECNOLOGICO

DIPARTIMENTO INFORMATIVO e TECNOLOGICO DIPARTIMENTO INFORMATIVO e TECNOLOGICO ARTICOLAZIONE DEL DIPARTIMENTO Il Dipartimento Informativo e Tecnologico è composto dalle seguenti Strutture Complesse, Settori ed Uffici : Struttura Complessa Sistema

Dettagli

Manuale Servizi di Virtualizzazione e Porta di Accesso Virtualizzata

Manuale Servizi di Virtualizzazione e Porta di Accesso Virtualizzata Manuale Servizi di Virtualizzazione e Porta di Accesso Virtualizzata COD. PROD. D.6.3 1 Indice Considerazioni sulla virtualizzazione... 3 Vantaggi della virtualizzazione:... 3 Piattaforma di virtualizzazione...

Dettagli

! "! " #$% & "! "&% &&

! !  #$% & ! &% && ! "! " #$% & "! "&% && '( " )* '+,-$..$ / 0 1 2 ' 3 4" 5 5 &4&6& 27 &+ PROFILO PROFESSIONALE ESPERTO DATABASE E APPLICATIVI Categoria D Gestisce ed amministra le basi dati occupandosi anche della manutenzione

Dettagli

Capitolato per la fornitura in opera di apparati di misura di rete Fluke Networks con relativi servizi di assistenza e supporto tecnico in garanzia

Capitolato per la fornitura in opera di apparati di misura di rete Fluke Networks con relativi servizi di assistenza e supporto tecnico in garanzia AREA ORGANIZZAZIONE, FORMAZIONE E SISTEMI INFORMATIVI FUNZIONE TECNOLOGIE INFORMATICHE E TELECOMUNICAZIONI AREA ORGANIZZAZIONE, FORMAZIONE E SISTEMI INFORMATIVI Capitolato per la fornitura in opera di

Dettagli

Scheda P1 allegata al Capitolato Tecnico --- Tabella dei Livelli di Servizio e delle Penali

Scheda P1 allegata al Capitolato Tecnico --- Tabella dei Livelli di Servizio e delle Penali ROMA CAPITALE Scheda P1 allegata al Capitolato Tecnico --- Tabella dei Livelli di Servizio e delle Penali Procedura Aperta Lotto n. 1 gestione, manutenzione, supporto e sviluppo tecnologico delle infrastrutture

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE PER LE MALATTIE INFETTIVE LAZZARO SPALLANZANI Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico

ISTITUTO NAZIONALE PER LE MALATTIE INFETTIVE LAZZARO SPALLANZANI Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico ISTITUTO NAZIONALE PER LE MALATTIE INFETTIVE LAZZARO SPALLANZANI Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico Servizi di Conduzione e Gestione del servizio di Help Desk, Gestione e Manutenzione

Dettagli

MANUTENZIONE SOFTWARE - ASSISTENZA ALL AVVIAMENTO E COLLAUDO - FORMAZIONE DEGLI UTENTI

MANUTENZIONE SOFTWARE - ASSISTENZA ALL AVVIAMENTO E COLLAUDO - FORMAZIONE DEGLI UTENTI MANUTENZIONE SOFTWARE - ASSISTENZA ALL AVVIAMENTO E COLLAUDO - FORMAZIONE DEGLI UTENTI DeltaDator garantirà un servizio di manutenzione correttiva, di manutenzione adeguativa e di manutenzione evolutiva.

Dettagli

REGIONE BASILICATA UFFICIO S. I. R. S.

REGIONE BASILICATA UFFICIO S. I. R. S. UFFICIO S. I. R. S. CAPITOLATO TECNICO Specifiche tecniche e funzionali ALLEGATO C1 Pagina i di 14 Indice 1. Scopo del Documento...3 2. Architettura infrastruttura multi-tier Regionale...4 2.1 Ambiente

Dettagli

PIANO DI TUTELA DELLE ACQUE DELLA SICILIA (di cui all'art. 121 del Decreto Legislativo 3 aprile 2006, n 152)

PIANO DI TUTELA DELLE ACQUE DELLA SICILIA (di cui all'art. 121 del Decreto Legislativo 3 aprile 2006, n 152) Commissario Delegato per l Emergenza Bonifiche e la Tutela delle Acque in Sicilia PIANO DI TUTELA DELLE ACQUE DELLA SICILIA (di cui all'art. 121 del Decreto Legislativo 3 aprile 2006, n 152) Sistema WEB-GIS

Dettagli

ALLEGATO G DATACENTER - SEDE DI MONZA CESANO VIMERCATE

ALLEGATO G DATACENTER - SEDE DI MONZA CESANO VIMERCATE ALLEGATO G DATACENTER - SEDE DI MONZA CESANO VIMERCATE 1 Il Datacenter della Società Brianzacque S.r.l. è suddiviso in più Sedi, la Sede principale si trova a in Via Enrico Fermi 105, la Sede secondaria

Dettagli

FORNITURA DI SERVIZI DI ASSISTENZA MANUTENZIONE E CONDUZIONE DEL CENTRO UNICO PRENOTAZIONI DELL AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI REGGIO CALABRIA

FORNITURA DI SERVIZI DI ASSISTENZA MANUTENZIONE E CONDUZIONE DEL CENTRO UNICO PRENOTAZIONI DELL AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI REGGIO CALABRIA FORNITURA DI SERVIZI DI ASSISTENZA MANUTENZIONE E CONDUZIONE DEL CENTRO UNICO PRENOTAZIONI DELL AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI REGGIO CALABRIA 1. PREMESSE ED OBIETTIVI CAPITOLATO TECNICO Il CUP Centro

Dettagli

ALLEGATO 1.4 CICLI DI VITA DEL SOFTWARE

ALLEGATO 1.4 CICLI DI VITA DEL SOFTWARE ALLEGATO 1.4 CICLI DI VITA DEL SOFTWARE Allegato 1.4 Cicli di vita del software Pagina 1 di 20 Indice 1 CICLI DI VITA... 3 1.1 Ciclo di Sviluppo...3 1.2 Ciclo di Manutenzione...5 2 LE FASI PROGETTUALI...

Dettagli

ALLEGATO 1.4 CICLI DI VITA DEL SOFTWARE

ALLEGATO 1.4 CICLI DI VITA DEL SOFTWARE ALLEGATO 1.4 CICLI DI VITA DEL SOFTWARE Allegato 1.4 Cicli di vita del software Pagina 1 di 20 Indice 1 CICLI DI VITA... 3 1.1 Ciclo di Sviluppo... 3 1.2 Ciclo di Manutenzione... 5 2 LE FASI PROGETTUALI...

Dettagli

ORIGINALE ... PUBBLICATA a norma di legge. 23/04/2013 dal

ORIGINALE ... PUBBLICATA a norma di legge. 23/04/2013 dal REGIONE VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO SANITARIA N. 21 Via Gianella, 1 37045 LEGNAGO(VR) Servizio: Ufficio Informatico ORIGINALE Deliberazione del Direttore Generale TRASMESSA PER ESECUZIONE A: UFFICIO

Dettagli

La soluzione di Cloud Backup e Disaster Recovery

La soluzione di Cloud Backup e Disaster Recovery Pavia 15 Marzo 2012 Mauro Bruseghini CTO, R&D B.L.S. Consulting S.r.l. La soluzione di Cloud Backup e Disaster Recovery Disaster Recovery 2 Cosa di intende per Disaster Recovery? Insieme di soluzioni tecnice

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

Dipartimento della Funzione Pubblica Ufficio per l Informazione Statistica e le Banche Dati Istituzionali. Allegato Tecnico

Dipartimento della Funzione Pubblica Ufficio per l Informazione Statistica e le Banche Dati Istituzionali. Allegato Tecnico Allegato Tecnico Descrizione del Servizio di Help Desk ed Assistenza stemistica del Dipartimento della Funzione Pubblica e del Dipartimento per la Digitalizzazione della Pubblica Amministrazione e l Innovazione

Dettagli

PROVINCIA DI BENEVENTO

PROVINCIA DI BENEVENTO PROVINCIA DI BENEVENTO FORNITURA DI SERVIZI DI PRESIDIO DEL CENTRO DI CALCOLO E MANUTENZIONE CORRETTIVA ED EVOLUTIVA DEL SISTEMA INFORMATIVO DEL SETTORE AMMINISTRATIVO ALLEGATO TECNICO AL CAPITOLATO SPECIALE

Dettagli

Navigare verso il cambiamento. La St r a d a. p i ù semplice verso il ca m b i a m e n t o

Navigare verso il cambiamento. La St r a d a. p i ù semplice verso il ca m b i a m e n t o Navigare verso il cambiamento La St r a d a p i ù semplice verso il ca m b i a m e n t o Le caratteristiche tecniche del software La Tecnologia utilizzata EASY è una applicazione Open Source basata sul

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER LE APPLICAZIONI INFORMATICHE

TECNICO SUPERIORE PER LE APPLICAZIONI INFORMATICHE ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE I.C.T. Information and Communication Technology TECNICO SUPERIORE PER LE APPLICAZIONI INFORMATICHE STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI

Dettagli

Client e agenti di Symantec NetBackup 7

Client e agenti di Symantec NetBackup 7 Protezione completa per l'azienda basata sulle informazioni Panoramica Symantec NetBackup offre una selezione semplice ma completa di client e agenti innovativi per ottimizzare le prestazioni e l efficienza

Dettagli

IL SISTEMA GLOBALE PER LA GESTIONE INTELLIGENTE DELLE RISORSE ENERGETICHE ZEM ZUCCHETTI ENERGY MANAGEMENT

IL SISTEMA GLOBALE PER LA GESTIONE INTELLIGENTE DELLE RISORSE ENERGETICHE ZEM ZUCCHETTI ENERGY MANAGEMENT IL SISTEMA GLOBALE PER LA GESTIONE INTELLIGENTE DELLE RISORSE ENERGETICHE 02 IL SISTEMA DEDICATO ALL ENERGY MANAGEMENT CHE RIDUCE COSTI E CONSUMI Gestione intelligente delle informazioni energetiche degli

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO APPALTO PER AFFIDAMENTO SERVIZIO DI MANUTENZIONE DELLE POSTAZIONI DI LAVORO IN DOTAZIONE

CAPITOLATO TECNICO APPALTO PER AFFIDAMENTO SERVIZIO DI MANUTENZIONE DELLE POSTAZIONI DI LAVORO IN DOTAZIONE ALLEGATO A AL DISCIPLINARE DI GARA APPALTO PER AFFIDAMENTO SERVIZIO DI MANUTENZIONE DELLE POSTAZIONI DI LAVORO IN DOTAZIONE ALL AZIENDA U.S.L. ROMA H STRUMENTAZIONE HARDWARE E RELATIVO SOFTWARE DI BASE

Dettagli

Scheda requisiti Hardware e Software

Scheda requisiti Hardware e Software Scheda requisiti Hardware e Software Premessa Recall è un software CRM con architettura Web sviluppato per i sistemi operativi Microsoft. I requisiti del sistema qui sotto riportati sono da considerarsi

Dettagli

Valutazione del sistema di storage EMC CLARiiON AX4

Valutazione del sistema di storage EMC CLARiiON AX4 Valutazione del sistema di storage EMC CLARiiON AX4 Relazione preparata sotto contratto con EMC Introduzione EMC Corporation ha incaricato Demartek di eseguire una valutazione pratica del nuovo sistema

Dettagli

COD.35_09 Capitolato tecnico per Upgrade infrastruttura di storage a corredo del cluster computazionale dedicato per processamento parallelo dei dati

COD.35_09 Capitolato tecnico per Upgrade infrastruttura di storage a corredo del cluster computazionale dedicato per processamento parallelo dei dati COD.35_09 Capitolato tecnico per Upgrade infrastruttura di storage a corredo del cluster computazionale dedicato per processamento parallelo dei dati di sequenziamento Premessa Il presente Capitolato definisce

Dettagli

A) SERVER PREMESSA. Fornitura ed installazione di n.13 configurazioni a rack di: n. 2 PC Server ciascuno con le seguenti caratteristiche:

A) SERVER PREMESSA. Fornitura ed installazione di n.13 configurazioni a rack di: n. 2 PC Server ciascuno con le seguenti caratteristiche: ALLEGATO TECNICO PER LA FORNITURA DI SERVER, PERSONAL COMPUTER, ALTRE ATTREZZATURE INFORMATICHE E LO SVOLGIMENTO DI SERVIZI DI GARANZIA E ASSISTENZA TECNICA. PREMESSA Il Sistema Informativo dell Assessorato

Dettagli

SERVIZIO TRIENNALE DI MANUTENZIONE E GESTIONE DI SISTEMI INFORMATIVI

SERVIZIO TRIENNALE DI MANUTENZIONE E GESTIONE DI SISTEMI INFORMATIVI Comune di Ravenna SERVIZIO TRIENNALE DI MANUTENZIONE E GESTIONE DI SISTEMI INFORMATIVI ALLEGATO A DESCRIZIONE DEI SERVIZI Sommario 1. SCOPO DEL DOCUMENTO... 3 2. DESCRIZIONE DEL SERVIZIO... 3 2.1. Help

Dettagli

C O M U N E D I G A L L I P O L I A r e a d e l l e P o l i t i c h e t e r r i t o r i a l i e d I n f r a s t r u t t u r a l i

C O M U N E D I G A L L I P O L I A r e a d e l l e P o l i t i c h e t e r r i t o r i a l i e d I n f r a s t r u t t u r a l i APPALTO DEL SERVIZIO DI GESTIONE DEL SISTEMA INFORMATICO COMUNALE BANDO DEL 16/05/2013 QUESITO N. 35 inviato alla casella di posta elettronica indicata sul bando in data 15/07/2013 Facendo riferimento

Dettagli

Come Funziona. Virtualizzare con VMware

Come Funziona. Virtualizzare con VMware Virtualize IT Il Server? Virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente

Dettagli

PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO TRIENNALE DEL SERVIZIO DI GESTIONE E MANUTENZIONE DEL SISTEMA INFORMATICO DEL IRCCS CROB ALLEGATO 1

PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO TRIENNALE DEL SERVIZIO DI GESTIONE E MANUTENZIONE DEL SISTEMA INFORMATICO DEL IRCCS CROB ALLEGATO 1 IRCCS CROB REGIONE BASILICATA PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO TRIENNALE DEL SERVIZIO DI GESTIONE E MANUTENZIONE DEL SISTEMA INFORMATICO DEL IRCCS CROB ALLEGATO 1 CAPITOLATO TECNICO CARATTERISTICHE TECNICHE

Dettagli

All. 1. CAPITOLATO TECNICO per la Fornitura di una Infrastruttura Blade per il Progetto PIC di Rete Ferroviaria Italiana S.p.A.

All. 1. CAPITOLATO TECNICO per la Fornitura di una Infrastruttura Blade per il Progetto PIC di Rete Ferroviaria Italiana S.p.A. All. 1 CAPITOLATO TECNICO per la Fornitura di una Infrastruttura Blade per il Progetto PIC di Rete Ferroviaria Italiana S.p.A. INDICE 1. INTRODUZIONE...3 2. OGGETTO E LUOGO DI CONSEGNA DELLA FORNITURA...4

Dettagli

DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA DIREZIONE CENTRALE PER I SERVIZI TECNICO LOGISTICI E DELLA GESTIONE PATRIMONIALE UTAM I SETTORE INFORMATICA

DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA DIREZIONE CENTRALE PER I SERVIZI TECNICO LOGISTICI E DELLA GESTIONE PATRIMONIALE UTAM I SETTORE INFORMATICA DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA DIREZIONE CENTRALE PER I SERVIZI TECNICO LOGISTICI E DELLA GESTIONE PATRIMONIALE UTAM I SETTORE INFORMATICA CAPITOLATO TECNICO FORNITURA DI FIGURE PROFESSIONALI PER

Dettagli

Regione Campania ASL Caserta

Regione Campania ASL Caserta Regione Campania ASL Caserta Via Unità Italiana, 28 81100 Caserta Prot. n. 1690/PROV Del 03.06.2013 Servizio Provveditorato TEL.0823/445226 - FAX 0823/279581 AVVISO DI DIFFERIMENTO SCADENZA DI GARA Procedura

Dettagli

- Appendice 1 al Capitolato tecnico - SCHEDA INFRASTRUTTURA E FLUSSI

- Appendice 1 al Capitolato tecnico - SCHEDA INFRASTRUTTURA E FLUSSI - Appendice 1 al Capitolato tecnico - SCHEDA INFRASTRUTTURA E FLUSSI Appendice 1 - Pagina 1 di 11 Indice SCHEDA INFRASTRUTTURA E FLUSSI... 1 1. SCOPO... 3 2. DESCRIZIONE INFRASTRUTTURA SINTEL E NECA...

Dettagli

VIRTUAL INFRASTRUCTURE DATABASE

VIRTUAL INFRASTRUCTURE DATABASE ALLEGATO B5.3 VIRTUAL INFRASTRUCTURE DATABASE Situazione alla data 30.6.2011 Pag. 1 di 6 AIX Logical Partitions Database L infrastruttura dell ambiente RISC/AIX viene utilizzata come Data Layer; fornisce

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO SERVIZIO DI SUPPORTO TECNICO SISTEMISTICO RETI E SERVER AZIENDALI INDICE

CAPITOLATO TECNICO SERVIZIO DI SUPPORTO TECNICO SISTEMISTICO RETI E SERVER AZIENDALI INDICE CAPITOLATO TECNICO SERVIZIO DI SUPPORTO TECNICO SISTEMISTICO RETI E SERVER AZIENDALI INDICE 1- Premessa 2- Tipologia della prestazione 3- Consistenza apparati di rete e macchine server 4- Luoghi di espletamento

Dettagli

GRAM 231. Global Risk Assessment & Management. Approccio metodologico ed informatico all applicazione del D.Lgs. 231/2001

GRAM 231. Global Risk Assessment & Management. Approccio metodologico ed informatico all applicazione del D.Lgs. 231/2001 GRAM 231 Global Risk Assessment & Management Approccio metodologico ed informatico all applicazione del D.Lgs. 231/2001 Sommario Proposta di applicazione pratica... 3 Quadro normativo... 3 Una soluzione...

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare DIREZIONE GENERALE PER GLI AFFARI GENERALI E DEL PERSONALE Divisione III Sistemi Informativi RDO PER LA FORNITURA DI SERVIZI PER LA CONDUZIONE

Dettagli

AZIENDA ULSS 20 DI VERONA

AZIENDA ULSS 20 DI VERONA AZIENDA ULSS 20 DI VERONA Sede legale: via Valverde n. 42-37122 Verona - tel. 045/8075511 Fax 045/8075640 ALLEGATO 1.1 1 Premessa L Azienda ha implementato negli anni una rete di comunicazione tra le proprie

Dettagli

Corso Configurazione e gestione dell Aula di Informatica (18 lezioni 54 ore)

Corso Configurazione e gestione dell Aula di Informatica (18 lezioni 54 ore) Corso Configurazione e gestione dell Aula di Informatica (18 lezioni 54 ore) 1. L hardware del PC (3 Lezioni - 9 ore) 2. Troubleshooting (1 Lezione - 3 ore) 3. Ambiente Operativo (5 Lezioni - 15 ore) 4.

Dettagli

Allegato Tecnico A1 Situazione attuale dotazione IT

Allegato Tecnico A1 Situazione attuale dotazione IT Allegato Tecnico A1 Situazione attuale dotazione IT 1 1 Sedi e distribuzione PdL dell Arpa Lombardia (AL) Scopo di questo allegato è quello di fornire una panoramica dell attuale architettura tecnologica

Dettagli

Capitolato per la fornitura di server e relativi servizi di assistenza hardware in garanzia

Capitolato per la fornitura di server e relativi servizi di assistenza hardware in garanzia AREA ORGANIZZAZIONE, FORMAZIONE E SISTEMI INFORMATIVI FUNZIONE TECNOLOGIE INFORMATICHE E TELECOMUNICAZIONI Ufficio I AREA ORGANIZZAZIONE, FORMAZIONE E SISTEMI INFORMATIVI Capitolato per la fornitura di

Dettagli

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Firmato digitalmente da Sede legale Via Nazionale, 91 - Casella Postale 2484-00100 Roma - Capitale versato Euro

Dettagli

Indice REGIONE BASILICATA

Indice REGIONE BASILICATA REGI ONE BASI UFFICIO S. I. LICA R. S. TA Manuale Gestione Server Id Sistema APPROVAZIONI Redatto da: Approvato da: Data CONTROLLO DEL DOCUMENTO Autore Ing. Vincenzo Fiore VARIAZIONI Versione prec. Data

Dettagli

ICCU - OPAC Solr - Architettura. Inera S.r.l.

ICCU - OPAC Solr - Architettura. Inera S.r.l. ICCU - OPAC Solr - Architettura Inera S.r.l. March 23, 2012 2/33 Indice 1 ICCU OPAC Solr Architettura 5 1.1 Componenti hardware.................................... 5 1.1.1 Tipologia 1.....................................

Dettagli

L obiettivo che si pone è di operare nei molteplici campi dell informatica aziendale, ponendosi come partner di riferimento per l utenza aziendale.

L obiettivo che si pone è di operare nei molteplici campi dell informatica aziendale, ponendosi come partner di riferimento per l utenza aziendale. E una realtà nelle tecnologie informatiche dal 1990. Dalla nascita del nucleo iniziale, con le attività di assistenza tecnica e di formazione, alla realtà attuale, di specialisti a tutto campo nei servizi

Dettagli

COMUNE DI VERBANIA. PROVINCIA DEL V.C.O. 28900 VERBANIA Tel. 0323/5421 Fax 0323/557197 ****** SERVIZI INFORMATICI

COMUNE DI VERBANIA. PROVINCIA DEL V.C.O. 28900 VERBANIA Tel. 0323/5421 Fax 0323/557197 ****** SERVIZI INFORMATICI COMUNE DI VERBANIA PROVINCIA DEL V.C.O. 28900 VERBANIA Tel. 0323/5421 Fax 0323/557197 ****** SERVIZI INFORMATICI DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 319 / 2015 OGGETTO: CIG ZE413AA618 - Z2813AA668 - ACQUISTO

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare DIREZIONE GENERALE PER GLI AFFARI GENERALI E DEL PERSONALE Divisione III Sistemi Informativi RDO PER LA FORNITURA DI SERVIZI PER LA GESTIONE

Dettagli

Gestione integrata delle postazioni di lavoro (pdl) presenti presso gli uffici dell amministrazione comunale

Gestione integrata delle postazioni di lavoro (pdl) presenti presso gli uffici dell amministrazione comunale Gestione integrata delle postazioni di lavoro (pdl) presenti presso gli uffici dell amministrazione comunale DISCIPLINARE TECNICO Allegato A al Capitolato d Oneri 1 Premessa Il presente capitolato tecnico

Dettagli

Tecnologia Web. Personalizzabile. CLINGO Asset management on web. Tecnologia Web. Personalizzabile Facile da usare. Facile da usare. www.clingo.

Tecnologia Web. Personalizzabile. CLINGO Asset management on web. Tecnologia Web. Personalizzabile Facile da usare. Facile da usare. www.clingo. www.clingo.it CLINGO Asset management on web Tecnologia Web Tecnologia Web CLINGO è un sistema per la gestione dei servizi biomedicali totalmente basato su WEB che può essere utilizzato ovunque all interno

Dettagli

Allegato III CONDIZIONI DI SERVIZIO

Allegato III CONDIZIONI DI SERVIZIO CONSORZIO COMUNI B.I.M. DI VALLE CAMONICA Procedura per l individuazione di un socio privato che partecipi alla costituzione di una società di capitali nella forma di società a responsabilità limitata

Dettagli

Gestione del database Gidas

Gestione del database Gidas Gestione del database Gidas Manuale utente Aggiornamento 20/06/2013 Cod. SWUM_00535_it Sommario 1. Introduzione... 3 2. Requisiti e creazione del Database Gidas... 3 2.1.1. SQL Server... 3 2.1.2. Requisiti

Dettagli

VMware vsphere Data Protection

VMware vsphere Data Protection FAQ VMware Panoramica di Advanced D. Che cos'è VMware? R. VMware vsphere Data Advanced è una soluzione di backup e ripristino con funzionalità integrate di replica dei dati di backup. È progettata per

Dettagli