Introduzione ad OpenACS. The Toolkit for Online Communities

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Introduzione ad OpenACS. The Toolkit for Online Communities"

Transcript

1 Introduzione ad OpenACS The Toolkit for Online Communities Gennaio

2 Indice OpenACS Overview...3 Background...3 Cos'è OpenACS...4 Struttura di OpenACS... 5 Funzionalità disponibili...5 Infrastruttura applicativa... 6 Tecnologia...7 Per saperne di più su OpenACS:... 8 AOLserver... 8 Background... 8 Perchè AOLserver...8 Per saperne di più su AOLserver:... 9 Conclusioni...9 2

3 OpenACS Overview OpenACS (Open Architecture Community System) is a toolkit for building scalable, communityoriented web applications. OpenACS is the foundation for many products and websites, including the.lrn e-learning platform. OpenACS is open source and is available under the GNU General Public License. (citazione dal sito ufficiale) OpenACS è un application framework specificamente progettato per creare applicazioni web nel dominio delle comunità virtuali, per supportare le quali fornisce un impressionante insieme di funzionalità. Essendo rilasciato sotto la GNU General Public License (GPL), OpenACS può non solo essere utilizzato come base per nuove applicazioni orientate alla gestione dei contenuti e alla collaborazione, ma anche liberamente adattato per soddisfare qualsiasi requisito dell'utilizzatore. I servizi di OpenACS soddisfano i requisiti comuni di tutte le applicazioni di questo tipo, ed in particolare permettono di: rappresentare persone e relazioni controllare l'accesso a funzionalità e dati gestire contenuti gestire processi La piattaforma ACS fu implementata inizialmente, verso la metà degli anni '90, utilizzando Oracle come RDBMS. Nel Dicembre del 1999, un gruppo di sviluppatori diede vita al progetto OpenACS, con lo scopo di implementare una versione di ACS completamente open source. Oggi OpenACS è un progetto maturo, con oltre 6000 membri e decine di aziende in grado di fornire supporto e attività di sviluppo. OpenACS è una piattaforma applicativa object oriented e include un content repository, un modulo di gestione utenti e gruppi, un modulo di gestione permessi, un request processor che assicura la persistenza, un modulo di autenticazione e un templating system. Quando una pagina viene richiesta da un utente, il request processor autentica l'utente e quindi utilizza il modulo di gestione utenti e gruppi e il modulo di gestione permessi per autorizzare o meno la richiesta. Se autorizzata, la pagina viene costruita utilizzando il modello dati e il templating system. Il request processor provvede inoltre persistenza alla sessione e il servizio di mapping fra una URL e il programma utilizzato dal server per produrre la pagina. Il modello dati condiviso è un componente fondamentale di OpenACS, in quanto permette di evitare le inconsistenze ed inefficienze che scaturiscono quando questi servizi sono erogati da applicazioni separate: OpenACS è il primo prodotto progettato per capitalizzare sulle funzionalità condivise delle applicazioni orientate alla gestione dei contenuti e alla collaborazione. Background Creare una comunità virtuale usando un database relazionale e un linguaggio di programmazione non è particolarmente difficile, ma creare l'ennesimo sistema di gestione utenti in pochi mesi è noioso per lo sviluppatore e costoso per il cliente. Inoltre, cosa succede quando un sito necessita di nuove funzionalità o di correzioni? Sarebbe bello se le nuove features e le correzioni apportate potessero essere propagate a tutti i siti, e non solo in quello modificato. Philip Greenspun, autore del meraviglioso Philip and Alex's Guide to Web Publishing, ha capito tutto questo verso la metà degli anni 90, quando utilizzare un RDBMS per costruire un sito web era un'idea relativamente nuova. La sua soluzione fu di creare un insieme di applicazioni che tenessero in conto i fabbisogni comuni della maggior parte di comunità virtuali. Il toolkit da lui creato formò la base della sua tesi dottorale al MIT e di ArsDigita, la web company da lui fondata. Quando lo ArsDigita Community System (ACS) fu finalmente rilasciato, Greenspun lo rese disponibile sotto la 3

4 GNU General Public License (GPL). Come molte web companies, ArsDigita risentì pesantemente della crisi dell'intero comparto tecnologico. Dopo diversi anni di successo straordinario, entrarono in azienda nuovi investitori, che estromisero Greenspun ed abbandonarono l'architettura originale di ACS per inseguire la moda di Java, ma il risultato fu il fallimento di ArsDigita. Se il software di ArsDigita fosse stato proprietario, questa sarebbe stata la fine della storia. Ma poichè ACS era stato licenziato sotto la GPL, la comunità open source proseguì lo sviluppo di ACS dal punto in cui ArsDigita l'aveva lasciato. Più precisamente la comunità continuò uno sviluppo già intrapreso su una versione di ACS, denominata OpenACS, in modo da poter utilizzare anche PostgreSQL oltre che Oracle. OpenACS 4.5, come fu battezzata la prima versione di produzione, fu rilasciata nel Giugno del Essa fu rinominata Open Architecture Community System per recidere il legame con ArsDigita, ma l'influenza di Greenspun è tuttora molto sentita nella comunità OpenACS, così come il codice e la documentazione prodotti da ArsDigita hanno enormemente favorito il successo del progetto. Nel seguito cercheremo di approfondire le caratteristiche principali di OpenACS, che è a nostro avviso, anche se relativamente poco conosciuto, il più potente toolkit open source esistente. In particolare vedremo come funzionano il package manager ed il templating system e come creare sofisticate comunità virtuali con un minimo di codice e di amministrazione. Cercheremo di saperne di più anche su AOLserver, il potente application server di AOL, dando invece per scontato che gli altri layer dell'architettura OpenACS (sistema operativo e RDBMS) siano adeguatamente conosciuti. Cos'è OpenACS Cosa significa l'affermazione che OpenACS è un toolkit per creare comunità virtuali? Per iniziare significa che OpenACS arriva con versioni funzionanti della maggior parte delle applicazioni normalmente necessarie in qualsiasi comunità virtuale. Esso gestisce la registrazione e l'amministrazione degli utenti, i gruppi (incluso un ricco schema di permessi), i forum, le FAQ, le news, la condivisione di files, le home page personali, il calendario e molto altro. Come ci si può aspettare da un sistema moderno, l'amministrazione delle applicazioni è fatta quasi completamente via web, con un unico file di configurazione. OpenACS è costruito (e continua ad evolvere) sulla base dell esperienza collettiva guadagnata dall aver realizzato un grande numero di siti in tutto il mondo, il che si riflette nella sofisticazione del modello dati e delle applicazioni. Il modello dati, condiviso da tutti i moduli, è probabilmente la parte più importante di OpenACS ed è disponibile sia per PostgreSQL che per Oracle. Poichè OpenACS si appoggia così pesantemente su un database relazionale, è importante che l'accesso a quest'ultimo sia efficiente e flessibile. Per questa ragione OpenACS utilizza AOLserver, la cui architettura single process multi threading permette di rendere disponibili dei pool condivisi di connessioni con il database, invece del più popolare Apache. Utilizzando le database API di AOLserver, OpenACS rende inoltre disponibili delle API di più alto livello, che semplificano enormemente l'accesso e la manipolazione del database. Per chi prevede di lavorare con un unico RDBMS, queste API possono essere incorporate direttamente nei programmi Tcl, ma per assicurare che le applicazioni funzionino con tutti i database supportati, OpenACS raccomanda di piazzare tutte le queries in speciali file XML (con estensione.xql), dove ciascun file corrisponde ad un singolo RDBMS. Quando un programma Tcl invoca una database API, il query dispatcher di OpenACS apre il file XML corrispondente al 4

5 database attualmente configurato, legge la query e la invia al RDBMS. In questo modo OpenACS è in grado di passare da PostgreSQL a Oracle e viceversa semplicemente cambiando un parametro nel file di configurazione. AOLserver arriva con il suo proprio templating system, noto come ADP, che permette di miscelare frammenti di codice Tcl con HTML in un singolo file. Questo sistema è del tutto simile alle pagine ASP di Microsoft e a quelle JSP di Java e soffre dello stesso inconveniente, che consiste nel conflitto che insorge fra sviluppatori e designers per accedere allo stesso file. Per ovviare a questo OpenACS include un nuovo, più avanzato templating system che spezza ogni pagina in due parti: una pagina Tcl, che ha la responsabilità di recuperare o impostare i data source necessari, e una pagina ADP che provvede i contenuti statici e posiziona opportunamente i data source. Struttura di OpenACS Un sistema OpenACS consiste di quattro parti: 1. PostgreSQL o Oracle server; 2. AOLserver, compilato con tdom (il parser XML preferito da OpenACS), i database driver opportuni e un file di configurazione; 3. il modello dati di OpenACS; 4. librerie Tcl, file.xql, pagine Tcl e pagine ADP; Prima della versione 4.5 l'installazione di OpenACS era molto semplice, ma mancava di flessibilità, in quanto il sistema era essenzialmente monolitico. Non era possibile ad esempio montare una applicazione su due o più URL diverse ed era complesso installare o aggiornare selettivamente solo alcune delle applicazioni. La soluzione a questi problemi è il package manager, introdotto con la versione OpenACS 4.5. Le applicazioni sono state rinominate in package e consistono di modello dati, file.xql, librerie Tcl, pagine Tcl e ADP e documentazione. Ciascun package può essere installato in qualsiasi numero di URL e può essere singolarmente associato agli opportuni permessi (usando il sistema di gestione utenti e gruppi che è centrale in OpenACS). Ciascuna istanza del package può inoltre essere parametrizzata singolarmente. Una volta installato OpenACS consiste delle seguenti directory principali: www che contiene le pagine Tcl e ADP top level tcl che contiene le librerie Tcl top level packages che contiene tutti i package del sistema A sua volta ogni package consiste in: sql che contiene il modello dati tcl che contiene le librerie Tcl e i file.xql www che contiene le pagine Tcl e ADP e i file.xql Quando un package risiede nel file system, questo può essere instanziato, creando lo specifico modello dati, attraverso una interfaccia amministrativa via web. Utilizzando la stessa interfaccia, un amministratore può montare il package su una qualsiasi URL (una o più volte). Una volta montato, il package è accessibile alla URL corrispondente. Funzionalità disponibili OpenACS rende disponibile un elevato numero di applicazioni, integrate tramite la condivisione di un unico e sofisticato modello dati, usabili direttamente oppure come punto di partenza per personalizzare l'applicazione secondo i propri fabbisogni. A solo titolo d'esempio citiamo: 5

6 Forum di discussione News File storage Content Management System Calendario Weblog E-commerce Request tracking e molte, molte altre... Infrastruttura applicativa Per costruire nuove applicazioni o personalizzare quelle esistenti, OpenACS mette a disposizione l'infrastruttura necessaria per realizzare velocemente quello che serve: Gestione Utenti: la rappresentazione comune degli utenti è uno dei servizi fondamentali di OpenACS, in modo che le varie applicazioni non debbano incorrere nel costo di integrare diverse soluzioni puntuali. Gestione Gruppi: il sistema dei Gruppi di OpenACS è estremamente potente e sofisticato e consente di modellare qualsiasi realtà organizzativa, comunque complessa, permettendo inoltre di definire sia relazioni di composizione (che implica ereditarietà) che di membership (che non implica ereditarietà). Gestione Permessi: Il sistema di Permessi di OpenACS permette a sviluppatori e amministratori di impostare le policies di controllo accessi a livello di oggetto, il che significa che qualsiasi oggetto del sistema può essere controllato da una interfaccia utente o da una API. Sebbene questo possa sembrare semplice e meraviglioso, nessun sviluppatore o amministratore vorrà impostare esplicitamente i permessi di accesso per ogni singolo utente e per ogni singolo oggetto del sistema. Per facilitare questo compito OpenACS prevede due meccanismi: il sistema dei Gruppi permette di raggruppare gli utenti in modi flessibili e il sistema degli Oggetti permette di definire un contesto, cioè di raggruppare gerarchicamente gli oggetti in più ampi security domain. In questo modo, è possibile esprimere nel modo più economico le regole di accesso agli oggetti del sistema da parte degli utenti. Sfruttando la gerarchia dei gruppi, degli oggetti e dei privilegi, OpenACS permette di rispondere, con una singola API, alla domanda fondamentale: può il soggetto x (sia esso una persona o un gruppo) eseguire l'operazione y sull'oggetto z? Autenticazione: Qualsiasi sito web che voglia provvedere un contenuto personalizzato sulla base dell identità dell utente, deve risolvere il problema di autenticare l utente e rendere questa informazione disponibile al resto del sistema. A questo scopo OpenACS supporta dei meccanismi di autenticazione pluggable, fra cui LDAP e RADIUS, e può essere configurato per usare uno di questi, in alternativa a quello interno. Internamente OpenACS utilizza tre componenti: 1. Cookies 2. l algoritmo di hashing SHA, utilizzato per firmare digitalmente i cookies e per criptare le password 3. SSL. Tramite alcune semplici API è poi possibile verificare l identità dell utente e se due successive richieste appartengono alla stessa sessione o meno. Content Repository: E' la base per consolidare e classificare i contenuti, con funzionalità di ricerca, versioning e locking. L impiego più classico e diretto è costituito dal package CMS e si manifesta attraverso la possibilità, per gli utenti autorizzati, di costruire e popolare la gerarchia delle pagine del sito, il cui contenuto viene appunto memorizzato nel repository (mantenendo la storia delle versioni precedenti) ed offrendo sempre la possibilità di ripristinare uno stadio precedente di qualsiasi pagina. Indirettamente il repository viene utilizzato da svariate applicazioni per la sua capacità di definire, archiviare e recuperare dati strutturati nei modi più diversi. 6

7 Workflow: motore di workflow configurabile, che provvede i servizi necessari alle applicazioni che ne hanno bisogno. Subsites: sono sezioni distinte del sito web specializzate per specifiche comunità di utenti, che forniscono la flessibilità di siti multipli, minimizzando i costi amministrativi e garantendo la necessaria consistenza. Internazionalizzazione/localizzazione: OpenACS è stato ingegnerizzato per costruire applicazioni localizzate con estrema facilità. Templating System: In qualsiasi sito di una certa complessità è importante assicurare un look and feel consistente ai visitatori, mentre per la gestione del sito è importante disaccoppiare l attività di programmazione da quella di design grafico. Il templating system di OpenACS permette a programmatori e designer grafici di lavorare indipendentemente e inoltre permette di creare uno o più layout (i cosiddetti master templates) applicabili alla maggioranza delle pagine del sito, rendendone la gestione enormemente più semplice. Portal framework: permette di impostare, tramite un'interfaccia web, il posizionamento e l'impiego dei portlet desiderati. Soap Gateway: Permette di creare ed accedere a web services via SOAP. Notifiche via Installazione e upgrade modulari Interfaccia utente per l'amministrazione del sistema Tools di documentazione e monitoraggio La infrastruttura di OpenACS rende estremamente efficiente la costruzione di applicazioni web scalabili, robuste e manutenibili. Tecnologia OpenACS può essere dispiegato interamente su uno stack di software open source ed è costruito utilizzando componenti stabili e collaudati: Operating system layer: Linux, Solaris, HP-UX o altri UNIX, WINDOWS. Database layer: due enterprise-class ACID compliant RDBMS - PostgreSQL o Oracle. Application server layer: AOLserver, il server open source high-performance creato ed utilizzato da America Online. Scripting layer: Tcl, il potente linguaggio di scripting. La figura seguente rappresenta l'architettura software di OpenACS. Fig. 1 7

8 Per saperne di più su OpenACS: OpenaCS FAQ Object Model Design Permissions Design Groups Design Subsites Design Package Manager Design Database Access API Internationalization Security Design Request Processor Design External Authentication OpenACS data model diagram AOLserver "We regularly hear about sites handling 28,000 requests per day, per week, or per month. With its 17 million subscribers, America Online is fielding 28,000 hits per second across all of its various Web services and servers. Now that's scalability." (Philip Greenspun, Linux Magazine) Apache, il ben noto HTTP server, è quasi una scelta automatica nel mondo del software open source: è popolare, stabile, flessibile, sicuro, portabile, estendibile e conforme agli standard di Internet. Ma così come esistono svariati sistemi operativi, database e linguaggi, non dovrebbe essere sorprendente il fatto che Apache non sia l'unico HTTP server open source: quello che potrebbe sorprendere è che una delle alternative derivi da America On Line, la stessa azienda che sponsorizza Mozilla. AOLserver offre molte delle caratteristiche di Apache: è rilasciato con una licenza open source, è facile e flessibile da configurare ed offre una API per scrivere dei moduli plugin. Ma AOLserver ha una architettura fondamentalmente differente da Apache, che ne fa spesso una alternativa più efficiente, in quanto include un interprete Tcl, threads multipli, una database API e il pooling delle connessioni al database. Se il sito che si intende costruire fa un uso intensivo del database, è senz'altro raccomandabile considerare AOLserver come alternativa ad Apache. Background AOLserver fu creato inizialmente come prodotto commerciale con il nome NaviServer da NaviSoft, un'azienda poi acquisita da AOL per utilizzarne internamente il prodotto. AOL successivamente rese disponibile gratuitamente il codice binario che iniziò ad essere usato, fra gli altri, da Philip Greenspun nella costruzione del suo ArsDigita Community System e nel 1999, grazie anche ai suoi buoni uffici, AOLserver 3.0 venne finalmente rilasciato sotto la Mozilla Public License. Nonostante questo lo sviluppo di AOLserver è rimasto per un certo tempo sotto lo stretto controllo di AOL, ma ora il gruppo di sviluppo è stato esteso per rappresentare anche gli interessi della comunità degli sviluppatori ed in particolare di OpenACS e la testimonianza più evidente è costituita dal fatto che il repository ufficiale di AOLserver è oggi mantenuto da SourceForge. Attualmente è disponibile la versione 4.0. Perchè AOLserver Fino al 2002, quando venne rilasciata la versione 2.0, Apache era un server multiprocess, con ogni 8

9 processo in grado di gestire una singola richiesta HTTP per volta (supportare dieci richieste simultanee significava avere dieci processi paralleli). Apache 2.0 modifica questa situazione, permettendo di gestire più threads per ogni processo e poichè tipicamente i threads consumano meno risorse dei processi, questo costituisce un indubbio miglioramento della performance. AOLserver, per contrasto, ha sempre avuto una architettura single process multi threading, in grado di gestire un elevato numero di connessioni. Di fatto, AOL continua a spingere lo sviluppo di AOLserver precisamente per questo motivo e lo utilizza internamente per gestire alcuni dei siti più trafficati del mondo, fra cui netscape.com, aol.com e digitalcity.com. Un altro vantaggio dell'architttura è dato dal fatto che i threads possono facilmente condividere delle strutture dati e AOLserver sfrutta questa possibilità per creare dei pool di connessioni al database. Poichè le connessioni vengono tenute sempre aperte, le applicazioni web non devono spendere tempo per aprirle e chiuderle. Inoltre è possibile economizzare il numero di connessioni (riducendo l'utilizzo di memoria e del database server) rispetto al massimo numero di threads, poichè mediamente non tutte le connessioni HTTP richiederanno simultaneamente di accedere il database. Allo stesso modo di Apache, AOLserver supporta i moduli plugin, fra i quali citiamo: ns_xml e tdom: provvedono la capacità di generare documenti XML e di effettuarne il parsing. (tdom è probabilmente il più completo e performante parser XML) PyWX: provvede la capacità di integrare librerie Python. ns_java: provvede la capacità di integrare librerie Java. E' possibile instanziare oggetti Java e invocarne i metodi direttamente da TCL. nsjk2: provvede la capacità di eseguire classi Java all'interno di Tomcat. ns_soap: provvede la capacità di processare una richiesta SOAP. db drivers: per Oracle, PostgreSQL, MySQL, Informix, Sybase o qualsiasi RDBMS ODBC compliant. AOLServer incorpora infine un interprete Tcl e delle API complete e di qualità straordinaria, che semplificano enormemente l'attività di programmazione (molte di queste sono impiegate da OpenACS per rendere disponibili delle API di più alto livello). Per saperne di più su AOLserver: Introduction to AOLserver AOLserver Home Page AOLserver Features Tcl in AOL Digital City: The Architecture of a Multithreaded High-Performance Web Site AOLserver Tcl API Conclusioni OpenACS costituisce a nostro avviso, grazie alla collezione di moduli applicativi pronti e alla gamma di servizi disponibili, una straordinaria piattaforma per la creazione di siti web dinamici, orientati alla gestione dei contenuti e alla collaborazione. Di seguito riepiloghiamo in forma tabellare alcune delle sue caratteristiche: 9

10 Caratteristiche Modularità Disaccoppiamento Aderenza a standard di comunicazione Multipiattaforma, multitier Scalabilità Descrizione La fig. 1 illustra chiaramente l'ordinata struttura modulare dei vari sottosistemi. OpenACS è inerentemente modulare, essendo costituito da un insieme di packages indipendenti, ma che condividono uno stesso modello dati e interagiscono con i core services di OpenACS. OpenACS permette diversi tipi di disaccoppiamento. 1. I sottosistemi (application server e database server) possono convivere sulla stessa macchina o su macchine e sistemi operativi diversi. 2. I packages parlano fra di loro solo attraverso delle API che implementano dei contratti di servizio: è quindi possibile modificare un package con la certezza di non creare alcun impatto sugli altri. 3. OpenACS può essere configurato per lavorare con Oracle o PostgreSQL senza modificare una sola riga di codice. OpenACS agevola la creazione, la pubblicazione e l'accesso a web services fornendo, grazie al package SOAP-GATEWAY, le necessarie API e una interfaccia amministrativa web. L'architettura di OpenACS permette una grande flessibilità nella scelta dell'hardware e dei sistemi operativi. Sia il database server che lo application server possono girare su qualsiasi sistema Linux, Unix o Windows, il che permette di configurare le macchine con grande flessibilità. Per chiarezza precisiamo che, mentre è normale installare ambienti di sviluppo OpenACS su Windows/XP tramite VMware, non siamo a conoscenza di ambienti di produzione con AOLserver su Windows. AOLserver è estremamente efficiente e scalabile. Il fatto di poter dispiegare un qualsiasi numero di server dietro un load balancer, fa capire che l'unico eventuale collo di bottiglia potrebbe essere il database server. Citando una frase dalla AOLserver tuning and scaling guide : AOLserver is immensely scalable because it has to be. It is the web server for the most heavily-used production environment in the world -- AOL. L architettura descritta (con Oracle al posto di PostgreSQL) è utilizzata da qualche anno come cardine del corso di software engineering al MIT tenuto dal prof. Philip Greenspun. Essa viene utilizzata, oltre che da America On Line, da molte grandi organizzazioni, fra cui Siemens, World Bank e Green Peace ed è stata adottata da un gruppo di città inglesi impegnate in un progetto di e- government (http://www.aplaws.org.uk/). Secondo la nostra erienza, essa è in grado di accelerare significativamente lo sviluppo applicativo, soprattutto grazie ad un insieme di API senza paragone e alla elevata produttività del linguaggio TCL. Essendo OpenACS completamente basato su componenti open source, non esiste il rischio di restare prigionieri di qualche fornitore, a meno di scegliere Oracle come DBMS. E' comunque possibile trovare supporto frequentando gli appositi Forum delle comunità OpenACS e AOLserver, oppure, più tradizionalmente, rivolgendosi ad una delle aziende specializzate nell'uso di questa architettura. 10

MEGA Advisor Architecture Overview MEGA 2009 SP5

MEGA Advisor Architecture Overview MEGA 2009 SP5 Revisione: August 22, 2012 Creazione: March 31, 2010 Autore: Jérôme Horber Contenuto Riepilogo Il documento descrive i requisiti sistema e le architetture di implementazione possibili per MEGA Advisor.

Dettagli

Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione. Gara a procedura aperta n. 1/2007. per l appalto dei

Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione. Gara a procedura aperta n. 1/2007. per l appalto dei Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione Gara a procedura aperta n. 1/2007 per l appalto dei Servizi di rilevazione e valutazione sullo stato di attuazione della normativa vigente

Dettagli

Titolo Perché scegliere Alfresco. Titolo1 ECM Alfresco

Titolo Perché scegliere Alfresco. Titolo1 ECM Alfresco Titolo Perché scegliere Alfresco Titolo1 ECM Alfresco 1 «1» Agenda Presentazione ECM Alfresco; Gli Strumenti di Alfresco; Le funzionalità messe a disposizione; Le caratteristiche Tecniche. 2 «2» ECM Alfresco

Dettagli

Architetture per le applicazioni web-based. Mario Cannataro

Architetture per le applicazioni web-based. Mario Cannataro Architetture per le applicazioni web-based Mario Cannataro 1 Sommario Internet e le applicazioni web-based Caratteristiche delle applicazioni web-based Soluzioni per l architettura three-tier Livello utente

Dettagli

Concetti base. Impianti Informatici. Web application

Concetti base. Impianti Informatici. Web application Concetti base Web application La diffusione del World Wide Web 2 Supporto ai ricercatori Organizzazione documentazione Condivisione informazioni Scambio di informazioni di qualsiasi natura Chat Forum Intranet

Dettagli

Novità di Visual Studio 2008

Novità di Visual Studio 2008 Guida al prodotto Novità di Visual Studio 2008 Introduzione al sistema di sviluppo di Visual Studio Visual Studio Team System 2008 Visual Studio Team System 2008 Team Foundation Server Visual Studio Team

Dettagli

Single Sign On sul web

Single Sign On sul web Single Sign On sul web Abstract Un Sigle Sign On (SSO) è un sistema di autenticazione centralizzata che consente a un utente di fornire le proprie credenziali una sola volta e di accedere a molteplici

Dettagli

Corso di Web programming Modulo T3 A2 - Web server

Corso di Web programming Modulo T3 A2 - Web server Corso di Web programming Modulo T3 A2 - Web server 1 Prerequisiti Pagine statiche e dinamiche Pagine HTML Server e client Cenni ai database e all SQL 2 1 Introduzione In questa Unità si illustra il concetto

Dettagli

Whorkshop luglio 2015

Whorkshop luglio 2015 Whorkshop luglio 2015 Argomenti dell evento Privacy e dematerializzazione 1/21 www.ambrostudio.it Perché la Privacy e la dematerializzazione? Cambia l atteggiamento nella gestione dei documenti E più un

Dettagli

i5/os per processi di business efficienti e flessibili

i5/os per processi di business efficienti e flessibili L ambiente operativo integrato leader nel settore i5/os per processi di business efficienti e flessibili Caratteristiche principali Middleware integrato per processi di business efficienti. Funzioni integrate

Dettagli

Proposta UNIF Progetto: Portale delle fonti di energia rinnovabile. Obiettivi

Proposta UNIF Progetto: Portale delle fonti di energia rinnovabile. Obiettivi Proposta UNIF Progetto: Portale delle fonti di energia rinnovabile Pag.1 Obiettivi Il progetto, Portale delle fonti di energia rinnovabile, ha l obiettivo di facilitare lo scambio di informazioni e notizie

Dettagli

Passaggio dei dati tra HTML e PHP : array superglobali $_GET e $_POST

Passaggio dei dati tra HTML e PHP : array superglobali $_GET e $_POST Passaggio dei dati tra HTML e PHP : array superglobali $_GET e $_POST I valori inviati da un modulo (con metodo post o get), sono automaticamente memorizzati da PHP sia in variabili di ambiente associate

Dettagli

Punti fondamentali sulla tecnologia del sistema ABScard

Punti fondamentali sulla tecnologia del sistema ABScard Punti fondamentali sulla tecnologia del sistema ABScard Architettura ABSCARD Pagina 1 di 13 INDICE GENERALE 1 Architettura...3 1.1 Introduzione...3 1.1.1 Sicurezza...4 1.1.2 Gestione...5 1.1.3 ABScard

Dettagli

ADA. E learning e open source

ADA. E learning e open source 1 ADA. E learning e open source ADA 1.7.1 Come cresce un Ambiente Digitale per l'apprendimento open source Maurizio Graffio Mazzoneschi 2 Cos'è il software libero Libertà 0, o libertà fondamentale: la

Dettagli

Presentazione della famiglia openshare 2.2. 4/30/2003 Infosquare.com 1

Presentazione della famiglia openshare 2.2. 4/30/2003 Infosquare.com 1 Presentazione della famiglia 2.2 4/30/2003 Infosquare.com 1 La piattaforma Un ambiente completo e versatile per la costruzione di portali aziendali Una piattaforma integrata di content management per raccogliere,

Dettagli

PHP ), con l'introduzione di un middleware quale Zend Framework a

PHP ), con l'introduzione di un middleware quale Zend Framework a Quella che segue è la rappresentazione ad alto livello dell'architettura proposta per il sistema in corso di realizzazione. In questa fase non vengono ancora affrontate le tematiche di sicurezza, load

Dettagli

Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi

Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi Esperti nella gestione dei sistemi informativi e tecnologie informatiche Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi Docente: Email: Sito: Eduard Roccatello eduard@roccatello.it http://www.roccatello.it/teaching/gsi/

Dettagli

Identity Access Management nel web 2.0

Identity Access Management nel web 2.0 Identity Access Management nel web 2.0 Single Sign On in applicazioni eterogenee Carlo Bonamico, NIS s.r.l. carlo.bonamico@nispro.it 1 Sommario Problematiche di autenticazione in infrastrutture IT complesse

Dettagli

Content Management Systems

Content Management Systems Content Management Systems L o Guido Porruvecchio Tecnologia e Applicazioni della Rete Internet Definizione Un Content Management System (CMS) è letteralmente un sistema per la gestione dei contenuti Definisce

Dettagli

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca M070 ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca M070 ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE Pag. 1/1 Sessione ordinaria 2010 Seconda prova scritta Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca M070 ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE CORSO DI ORDINAMENTO Indirizzo: INFORMATICA

Dettagli

tesi di laurea Anno Accademico 2005/2006 relatore Ch.mo prof. Porfirio Tramontana candidato Manganiello Felice Matr. 534/001569

tesi di laurea Anno Accademico 2005/2006 relatore Ch.mo prof. Porfirio Tramontana candidato Manganiello Felice Matr. 534/001569 tesi di laurea CONFRONTO TRA SOLUZIONI COMMERCIALI PER LA REALIZZAZIONE Anno Accademico 2005/2006 relatore Ch.mo prof. Porfirio Tramontana candidato Manganiello Felice Matr. 534/001569 CONFRONTO TRA SOLUZIONI

Dettagli

Base di dati e sistemi informativi

Base di dati e sistemi informativi Base di dati e sistemi informativi Una base di dati è un insieme organizzato di dati opportunamente strutturato per lo svolgimento di determinate attività La base di dati è un elemento fondamentale per

Dettagli

Sicurezza e virtualizzazione per il cloud

Sicurezza e virtualizzazione per il cloud Sicurezza e virtualizzazione per il cloud Con il cloud gli utenti arrivano ovunque, ma la protezione dei dati no. GARL sviluppa prodotti di sicurezza informatica e servizi di virtualizzazione focalizzati

Dettagli

Novell ZENworks Configuration Management in ambiente Microsoft * Windows *

Novell ZENworks Configuration Management in ambiente Microsoft * Windows * Guida GESTIONE SISTEMI www.novell.com Novell ZENworks Configuration Management in ambiente Microsoft * Windows * Novell ZENworks Configuration Management in ambiente Microsoft Windows Indice: 2..... Benvenuti

Dettagli

Cos'è Plone: l'esperienza di Mo-Net, la Rete Civica del Comune di Modena

Cos'è Plone: l'esperienza di Mo-Net, la Rete Civica del Comune di Modena Cos'è Plone: l'esperienza di Mo-Net, la Rete Civica del Comune di Modena La PA e la condivisione del software libero: PloneGov, dall'europa all'italia Claudio Forghieri Comune di Modena Ferrara, 16 settembre

Dettagli

Outline. Chi sono L.A.M.P. Hosting CMS e Blog Wordpress Il caso >> Informare Per Resistere. Sviluppi futuri. www.informarexresistere.

Outline. Chi sono L.A.M.P. Hosting CMS e Blog Wordpress Il caso >> Informare Per Resistere. Sviluppi futuri. www.informarexresistere. Outline Chi sono L.A.M.P. Hosting CMS e Blog Wordpress Il caso >> Informare Per Resistere www.informarexresistere.fr Sviluppi futuri Outline Chi sono L.A.M.P. Hosting CMS e Blog Wordpress Il caso >> Informare

Dettagli

Questo punto richiederebbe uno sviluppo molto articolato che però a mio avviso va al di là delle possibilità fornite al candidato dal tempo a disposizione. Mi limiterò quindi ad indicare dei criteri di

Dettagli

DRUPAL 7 DRUPAL 7 Drupal è un framework modulare che consente di realizzare una grande varietà di siti web basati sulla logica contenuto/nodo. Permette di: creare e organizzare i contenuti personalizzare

Dettagli

White Paper 1. INTRODUZIONE...2 2. TECNOLOGIE SOFTWARE IMPIEGATE...2 3. APPROCCIO PROGETTUALE...10 3. RISULTATI...10

White Paper 1. INTRODUZIONE...2 2. TECNOLOGIE SOFTWARE IMPIEGATE...2 3. APPROCCIO PROGETTUALE...10 3. RISULTATI...10 Soluzioni software di EDM "Electronic Document Management" Gestione dell archiviazione, indicizzazione, consultazione e modifica dei documenti elettronici. Un approccio innovativo basato su tecnologie

Dettagli

Programmabilità di rete con l'infrastruttura Cisco basata sulle applicazioni

Programmabilità di rete con l'infrastruttura Cisco basata sulle applicazioni White paper Programmabilità di rete con l'infrastruttura Cisco basata sulle applicazioni Panoramica Questo documento analizza il supporto alla programmabilità nell'infrastruttura ACI (Application Centric

Dettagli

Applicazione: OIL Online Interactive helpdesk

Applicazione: OIL Online Interactive helpdesk Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Gestione ICT Applicazione: OIL Online Interactive helpdesk Amministrazione: Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) Responsabile dei sistemi informativi

Dettagli

N.E.A.T. ( Neutral Environment Application Tools )

N.E.A.T. ( Neutral Environment Application Tools ) N.E.A.T. ( Neutral Environment Application Tools ) SCOPO : Ambiente per lo sviluppo di applicazioni WEB multimediali basate su Data Base Relazionale e strutturate secondo il modello a tre livelli: Presentazione

Dettagli

Applicazione: GAS - Gestione AcceSsi

Applicazione: GAS - Gestione AcceSsi Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni Gestione ICT Applicazione: GAS - Gestione AcceSsi Amministrazione: Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) Responsabile dei sistemi informativi Nome

Dettagli

Manuale di riferimento di HP Web Jetadmin Database Connector Plug-in

Manuale di riferimento di HP Web Jetadmin Database Connector Plug-in Manuale di riferimento di HP Web Jetadmin Database Connector Plug-in Informazioni sul copyright 2004 Copyright Hewlett-Packard Development Company, L.P. Sono vietati la riproduzione, l'adattamento e la

Dettagli

Framework di Middleware. per Architetture Enterprise

Framework di Middleware. per Architetture Enterprise Framework di Middleware per Architetture Enterprise Corso di Ingegneria del Software A.A.2011-2012 Un po di storia 1998: Sun Microsystem comprende l importanza del World Wide Web come possibile interfaccia

Dettagli

Mirco Curzi Ing. Elttronico PhD VII Ciclo - DIIGA http://www.diiga.univpm.it

Mirco Curzi Ing. Elttronico PhD VII Ciclo - DIIGA http://www.diiga.univpm.it XOOPS Open Source CMS Open Source Applications Università Politecnica delle Marche 24 Gennaio 2007 Mirco Curzi Ing. Elttronico PhD VII Ciclo - DIIGA http://www.diiga.univpm.it Obiettivi Introduzione ai

Dettagli

29 Novembre 2012 Open Source: un opportunità per far evolvere l ICT nelle imprese

29 Novembre 2012 Open Source: un opportunità per far evolvere l ICT nelle imprese DEFINIZIONE Joomla è un software di content management (CMS) sviluppato in php per la realizzazione di siti Internet dinamici, è gratuito e rilasciato sotto licenza GPL v.2, per il suo utilizzo non sono

Dettagli

LPIC-1 Junior Level Linux Certification

LPIC-1 Junior Level Linux Certification Corso 2012/2013 Introduzione a GNU/Linux Obiettivi Il percorso formativo ha l obiettivo di fornire ai partecipanti le competenze basilari necessarie per installare, configurare e gestire un server/workstation

Dettagli

Silk Learning Content Management. Collaboration, content, people, innovation.

Silk Learning Content Management. Collaboration, content, people, innovation. Collaboration, content, people, innovation. The Need for a Learning Content Management System In un mercato in continua evoluzione, dominato da un crescente bisogno di efficienza, il capitale intellettuale

Dettagli

Applicazione: SIPER Servizi In linea per il PERsonale

Applicazione: SIPER Servizi In linea per il PERsonale Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni Gestione Personale Applicazione: SIPER Servizi In linea per il PERsonale Amministrazione: Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) Responsabile dei

Dettagli

DBMS e Linguaggi di programmazione nell'era di Internet

DBMS e Linguaggi di programmazione nell'era di Internet DBMS e Linguaggi di programmazione nell'era di Internet Crippa Francesco fcrippa@tiscalinet.it Crippa Francesco (GPL) 1 Programma del corso DBMS nati per il WEB: MySQL Postgres Il cuore del WWW, il web

Dettagli

Candidato: Luca Russo Docente: Prof. Raffaele Montella. 27 Marzo 2013

Candidato: Luca Russo Docente: Prof. Raffaele Montella. 27 Marzo 2013 e di e di Candidato: Luca Russo Docente: Corso di laurea in Informatica Applicata Facoltá di Scienze e Tecnologie Programmazione su Reti 27 Marzo 2013 Traccia d esame Sviluppare multitier con disaccoppiamento

Dettagli

Protocolli e architetture per WIS

Protocolli e architetture per WIS Protocolli e architetture per WIS Web Information Systems (WIS) Un Web Information System (WIS) usa le tecnologie Web per permettere la fruizione di informazioni e servizi Le architetture moderne dei WIS

Dettagli

Thea PDM. Cos è Thea PDM? Il PDM (Product Data Management)

Thea PDM. Cos è Thea PDM? Il PDM (Product Data Management) Thea PDM Il PDM (Product Data Management) Nell'industria manifatturiera il PDM è un software per la raccolta ed organizzazione dei file nelle divere fasi di ideazione, progettazione, produzione ed obsolescenza

Dettagli

MetaMAG METAMAG 1 IL PRODOTTO

MetaMAG METAMAG 1 IL PRODOTTO METAMAG 1 IL PRODOTTO Metamag è un prodotto che permette l acquisizione, l importazione, l analisi e la catalogazione di oggetti digitali per materiale documentale (quali immagini oppure file di testo

Dettagli

ERP Commercio e Servizi

ERP Commercio e Servizi ERP Commercio e Servizi Sistema informativo: una scelta strategica In questi ultimi anni hanno avuto grande affermazione nel mercato mondiale i cosiddetti sistemi software ERP. Tali sistemi sono in grado

Dettagli

Informazioni generali sul corso

Informazioni generali sul corso abaroni@yahoo.com Informazioni generali sul corso Introduzione a BusinessObjects Enterprise XI - Release 2 Chi sono. Io? Adolfo Baroni E-mail: abaroni@yahoo.com 2 Pagina 1 Obiettivi del corso hamministrazione

Dettagli

Progetto di Applicazioni Software

Progetto di Applicazioni Software Progetto di Applicazioni Software Antonella Poggi Dipartimento di Informatica e Sistemistica Antonio Ruberti SAPIENZA Università di Roma Anno Accademico 2008/2009 Questi lucidi sono stati prodotti sulla

Dettagli

Progetto di Applicazioni Software

Progetto di Applicazioni Software Progetto di Applicazioni Software Antonella Poggi Dipartimento di Informatica e Sistemistica Antonio Ruberti SAPIENZA Università di Roma Anno Accademico 2010/2011 Questi lucidi sono stati prodotti sulla

Dettagli

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Applicativo verticale Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

Flavio De Paoli depaoli@disco.unimib.it

Flavio De Paoli depaoli@disco.unimib.it Flavio De Paoli depaoli@disco.unimib.it 1 Il web come architettura di riferimento Architettura di una applicazione web Tecnologie lato server: Script (PHP, Pyton, Perl), Servlet/JSP, ASP Tecnologie lato

Dettagli

SisTabWeb Web. Sistema Tabelle. for Enterprise

SisTabWeb Web. Sistema Tabelle. for Enterprise SisTabWeb Web Sistema Tabelle for Enterprise Overview La condivisione del patrimonio dati a livello aziendale diventa essenziale nel momento in cui il sistema informativo, elemento chiave per l'efficienza

Dettagli

La realizzazione di WebGis con strumenti "Open Source".

La realizzazione di WebGis con strumenti Open Source. La realizzazione di WebGis con strumenti "Open Source". Esempi di impiego di strumenti a sorgente aperto per la realizzazione di un Gis con interfaccia Web Cos'è un Web Gis? Da wikipedia: Sono detti WebGIS

Dettagli

CeBAS. Centrale Bandi e Avvisi Pubblici Regionali (DGR n. 1556 del 11.09.2009)

CeBAS. Centrale Bandi e Avvisi Pubblici Regionali (DGR n. 1556 del 11.09.2009) CeBAS Centrale Bandi e Avvisi Pubblici Regionali (DGR n. 1556 del 11.09.2009) Introduzione Il progetto CEBAS: la finalità è di migliorare l efficienza operativa interna dell Ente rispondere alle aspettative

Dettagli

Novità di Crystal Reports XI

Novità di Crystal Reports XI Introduzione Introduzione Questa sezione offre una panoramica di dettagliata dei componenti, delle funzioni e dei vantaggi forniti dalla versione più recente di Crystal Reports. Alcuni tra i più importanti

Dettagli

WebRatio. L altra strada per il BPM. Web Models s.r.l. www.webratio.com contact@webratio.com 1 / 8

WebRatio. L altra strada per il BPM. Web Models s.r.l. www.webratio.com contact@webratio.com 1 / 8 WebRatio L altra strada per il BPM Web Models s.r.l. www.webratio.com contact@webratio.com 1 / 8 Il BPM Il BPM (Business Process Management) non è solo una tecnologia, ma più a grandi linee una disciplina

Dettagli

Progettazione di Sistemi Interattivi. Gli strati e la rete. Struttura e supporti all implementazione di applicazioni in rete (cenni)

Progettazione di Sistemi Interattivi. Gli strati e la rete. Struttura e supporti all implementazione di applicazioni in rete (cenni) Progettazione di Sistemi Interattivi Struttura e supporti all implementazione di applicazioni in rete (cenni) Docente: Daniela Fogli Gli strati e la rete Stratificazione da un altro punto di vista: i calcolatori

Dettagli

Standard Tecnologici Regione Basilicata ALLEGATO C03

Standard Tecnologici Regione Basilicata ALLEGATO C03 Standard Tecnologici Regione Basilicata ALLEGATO C03 UFFICIO S. I. R. S. Standard Tecnologici ver. 2.1 ultimo agg.: 06/06/2012 CONTROLLO DEL DOCUMENTO Data APPROVAZIONI Autore Redatto da: 27/05/2012 Dott.

Dettagli

Customer Relationship Management. Open Source::

Customer Relationship Management. Open Source:: Customer Relationship Management Open Source:: Caratteristiche principali Open Source Condivisione, controllo e sicurezza dei dati Accessibile con interfaccia Web Si integra con le autorizzazioni aziendali

Dettagli

soluzioni di e-business knowledge management

soluzioni di e-business knowledge management soluzioni di e-business knowledge management > DIMS 2.0: il knowledge management per le piccole e medie imprese DIMS 2.0 è una soluzione di knowledge management potente e flessibile, completamente web

Dettagli

A"raverso) Neal) puoi) avere) il) controllo,) in) totale) sicurezza,) di) tu"e)le)enterprise)siebel)che)compongono)il)tuo)business.

Araverso) Neal) puoi) avere) il) controllo,) in) totale) sicurezza,) di) tue)le)enterprise)siebel)che)compongono)il)tuo)business. N e a l 2.0! A"raverso) Neal) puoi) avere) il) controllo,) in) totale) sicurezza,) di) tu"e)le)enterprise)siebel)che)compongono)il)tuo)business.)se)si) presenta) un) potenziale) problema) tu) puoi,) usando)

Dettagli

Programmazione Java Avanzata

Programmazione Java Avanzata Programmazione Java Avanzata Accesso ai Dati Ing. Giuseppe D'Aquì Testi Consigliati Eclipse In Action Core J2EE Patterns - DAO [http://java.sun.com/blueprints/corej2eepatterns/patterns/dataaccessobject.html]

Dettagli

Basi di Dati. Introduzione ai sistemi di basi di dati. K.Donno - Introduzione ai sistemi di basi di dati

Basi di Dati. Introduzione ai sistemi di basi di dati. K.Donno - Introduzione ai sistemi di basi di dati Basi di Dati Introduzione ai sistemi di basi di dati Introduzione ai sistemi di basi di dati Gestione dei Dati Una prospettiva storica File system verso DBSM Vantaggi di un DBMS Modelli dei dati Utenti

Dettagli

MCloud.Gov l infrastruttura SaaS per la Pubblica Amministrazione locale

MCloud.Gov l infrastruttura SaaS per la Pubblica Amministrazione locale MCloud.Gov l infrastruttura SaaS per la Pubblica Amministrazione locale 1. Livello infrastrutturale Il Cloud, inteso come un ampio insieme di risorse e servizi fruibili da Internet che possono essere dinamicamente

Dettagli

Associazione Italiana PostgreSQL Users Group www.itpug.org. ConfSL 2009 Bologna, 13 Giugno 2009. Gabriele Bartolini gabriele.bartolini@2ndquadrant.

Associazione Italiana PostgreSQL Users Group www.itpug.org. ConfSL 2009 Bologna, 13 Giugno 2009. Gabriele Bartolini gabriele.bartolini@2ndquadrant. Studenti e Open-Source: il caso di PostgreSQL Gabriele Bartolini gabriele.bartolini@2ndquadrant.it Associazione Italiana PostgreSQL Users Group www.itpug.org ConfSL 2009 Bologna, 13 Giugno 2009 1 Licenza

Dettagli

Introduzione ai sistemi di basi di dati

Introduzione ai sistemi di basi di dati Basi di Dati Introduzione ai sistemi di basi di dati Alessandro.bardine@gmail.com alessandro.bardine@iet.unipi.it Introduzione ai sistemi di basi di dati Gestione dei Dati Una prospettiva storica File

Dettagli

18. TECNICHE DI ACCESSO AI DATABASE IN AMBIENTE INTERNET

18. TECNICHE DI ACCESSO AI DATABASE IN AMBIENTE INTERNET 18. TECNICHE DI ACCESSO AI DATABASE IN AMBIENTE INTERNET Ipotesi di partenza: concetti di base del networking Le ipotesi di partenza indispensabili per poter parlare di tecniche di accesso ai database

Dettagli

Architetture Web a tre livelli: CGI, SSI, ISAPI e codice mobile Architetture a 3 livelli (1)

Architetture Web a tre livelli: CGI, SSI, ISAPI e codice mobile Architetture a 3 livelli (1) Pagina 1 di 10 Architetture Web a tre livelli: CGI, SSI, ISAPI e codice mobile Architetture a 3 livelli (1) Nel corso della lezione precedente abbiamo analizzato le caratteristiche dell'architettura CGI.

Dettagli

Tratte da (18. TECNICHE DI ACCESSO AI DATABASE IN AMBIENTE INTERNET)

Tratte da (18. TECNICHE DI ACCESSO AI DATABASE IN AMBIENTE INTERNET) Tratte da (18. TECNICHE DI ACCESSO AI DATABASE IN AMBIENTE INTERNET) Ipotesi di partenza: concetti di base del networking Le ipotesi di partenza indispensabili per poter parlare di tecniche di accesso

Dettagli

Virtualizzazione e Cloud Computing

Virtualizzazione e Cloud Computing Virtualizzazione e Cloud Computing 12 marzo 2015 Claudio Bizzarri claudio@bizzarri.net Ordine degli Ingegneri di Pistoia La virtualizzazione Macchine reali e macchine virtuali Vantaggi della virtualizzazione

Dettagli

Data-sheet: Protezione dei dati Symantec Backup Exec 2010 Backup e recupero affidabili progettati per le aziende in crescita

Data-sheet: Protezione dei dati Symantec Backup Exec 2010 Backup e recupero affidabili progettati per le aziende in crescita Backup e recupero affidabili progettati per le aziende in crescita Panoramica offre protezione di backup e recupero leader di mercato per ogni esigenza, dal server al desktop. Protegge facilmente una maggiore

Dettagli

Piattaforma tecnologica e strumenti di sviluppo

Piattaforma tecnologica e strumenti di sviluppo Piattaforma tecnologica e strumenti di sviluppo La tecnologia informatica e i nuovi paradigmi applicativi sono in continua evoluzione per dare risposta alle crescenti necessità del mercato con strumenti

Dettagli

Architettura Tecnica i. Architettura Tecnica

Architettura Tecnica i. Architettura Tecnica i Architettura Tecnica ii Copyright 2005-2011 Link.it s.r.l. iii Indice 1 Scopo del documento 1 1.1 Abbreviazioni..................................................... 1 2 Overview 1 2.1 La PdD........................................................

Dettagli

Architettura e tecnologie per lo sviluppo del Setup-Dashboard. Setup Srl Information Technologies

Architettura e tecnologie per lo sviluppo del Setup-Dashboard. Setup Srl Information Technologies Architettura e tecnologie per lo sviluppo del Setup-Dashboard Setup Srl Information Technologies 1 Introduzione INTRODUZIONE In seguito a diverse richieste, Setup ha deciso di sviluppare un modulo denominato

Dettagli

Esercitazione 8. Basi di dati e web

Esercitazione 8. Basi di dati e web Esercitazione 8 Basi di dati e web Rev. 1 Basi di dati - prof. Silvio Salza - a.a. 2014-2015 E8-1 Basi di dati e web Una modalità tipica di accesso alle basi di dati è tramite interfacce web Esiste una

Dettagli

Tecnologie per il Web. Il web: Architettura HTTP HTTP. SSL: Secure Socket Layer

Tecnologie per il Web. Il web: Architettura HTTP HTTP. SSL: Secure Socket Layer Tecnologie per il Web Il web: architettura e tecnologie principali Una analisi delle principali tecnologie per il web Tecnologie di base http, ssl, browser, server, firewall e proxy Tecnologie lato client

Dettagli

IBM Tivoli Storage Manager for Virtual Environments

IBM Tivoli Storage Manager for Virtual Environments Scheda tecnica IBM Storage Manager for Virtual Environments Backup senza interruzioni e ripristino immediato: un processo più semplice e lineare Caratteristiche principali Semplificare la gestione del

Dettagli

Da Settembre 2010 Oggi. Go Project srl via Alessandria 88, Roma. Inail Istituto Nazionale Infortuni sul Lavoro

Da Settembre 2010 Oggi. Go Project srl via Alessandria 88, Roma. Inail Istituto Nazionale Infortuni sul Lavoro F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E Qualifica: INFORMAZIONI PERSONALI Nome Nazionalità italiana Data di nascita 08/10/1974 ESPERIENZA LAVORATIVA Date (da a) Da Settembre

Dettagli

Un approccio innovativo basato su tecnologie Open Source. White Paper

Un approccio innovativo basato su tecnologie Open Source. White Paper Soluzioni software di CRM "Customer Relationship Management" Gestione delle relazioni con i clienti, delle trattative commerciali e delle iniziative di marketing, Gestione delle attività di supporto post-vendita

Dettagli

Programmazione Server Side e Database in rete

Programmazione Server Side e Database in rete Programmazione Server Side e Database in rete Prof. Massimo PALOMBO -IIS A. MEUCCI Casarano La programmazione Stand-Alone consente di costruire applicazioni, più o meno complesse, ma utilizzabili esclusivamente

Dettagli

corrispondente server Web (l applicazione server) viene inviata una richiesta, alla quale il server normalmente risponde inviando la pagina HTML che

corrispondente server Web (l applicazione server) viene inviata una richiesta, alla quale il server normalmente risponde inviando la pagina HTML che Prefazione In questo volume completiamo l esplorazione del linguaggio Java che abbiamo iniziato in Java Fondamenti di programmazione. I due testi fanno parte di un percorso didattico unitario, come testimoniano

Dettagli

Registro SPICCA Architettura del Software

Registro SPICCA Architettura del Software Registro SPICCA Architettura del Software Versione 1.0 del 25/08/2009 Sommario 1 Introduzione... 4 1.1 Scopo... 4 1.2 Obiettivo... 4 1.3 Riferimenti... 4 1.4 Panoramica del documento... 4 2 Rappresentazione

Dettagli

RRF Reply Reporting Framework

RRF Reply Reporting Framework RRF Reply Reporting Framework Introduzione L incremento dei servizi erogati nel campo delle telecomunicazioni implica la necessità di effettuare analisi short-term e long-term finalizzate a tenere sotto

Dettagli

Innovazione. Tecnologia. Know How

Innovazione. Tecnologia. Know How > Presentazione FLAG Consulting S.r.L. Innovazione. Tecnologia. Know How SOMMARIO 01. Profilo aziendale 02. Gestione Documentale 03. Enterprise Document Platform 01. Profilo aziendale Il partner ideale

Dettagli

MANUALE DI UTILIZZO: INTRANET PROVINCIA DI POTENZA

MANUALE DI UTILIZZO: INTRANET PROVINCIA DI POTENZA MANUALE DI UTILIZZO: INTRANET PROVINCIA DI POTENZA Fornitore: Publisys Prodotto: Intranet Provincia di Potenza http://www.provincia.potenza.it/intranet Indice 1. Introduzione... 3 2. I servizi dell Intranet...

Dettagli

Web Content Management and E- Learning

Web Content Management and E- Learning Web Content Management and E- Learning Dott. Fabio Fioravanti fioravanti@sci.unich.it http://www.sci.unich.it/~fioravan Corso di Laurea in Economia e Management Facoltà di Scienze Manageriali UNICH - AA

Dettagli

IRTUALW. Infinity Portal Infinite possibilità di farti raggiungere PORTAL FORNITORI CLIENTI PROTOCOLLAZIONE KNOWLEDGE BASE CLASSIFICAZIONE VERSIONING

IRTUALW. Infinity Portal Infinite possibilità di farti raggiungere PORTAL FORNITORI CLIENTI PROTOCOLLAZIONE KNOWLEDGE BASE CLASSIFICAZIONE VERSIONING I N F I N I T Y Z U C C H E T T I Infinity Portal Infinite possibilità di farti raggiungere MARKETING SALES SUPPORT CMS KNOWLEDGE BASE E COMMERCE B2B E COMMERCE B2C AD HOC INFINITY ACQUISIZIONE PROTOCOLLAZIONE

Dettagli

DEFINIZIONI FONDAMENTALI

DEFINIZIONI FONDAMENTALI Consorzio per la formazione e la ricerca in Ingegneria dell'informazione DEFINIZIONI FONDAMENTALI Per vincere ci vuole una buona partenza... Docente: Cesare Colombo CEFRIEL colombo@cefriel.it http://www.cefriel.it

Dettagli

Optisolver 2001 Workflow di Oracle Optisolver 2001 Optisolver 2001

Optisolver 2001 Workflow di Oracle Optisolver 2001 Optisolver 2001 Optisolver 2001 e il Workflow di Oracle La "Gestione protocollo" di Optisolver 2001 si integra al Workflow di Oracle. Il managment, l ufficio organizzazione e quello della qualità, insieme agli specialisti

Dettagli

L ambiente operativo integrato leader del settore. Sistema operativo IBM i elaborazione aziendale efficiente e resiliente

L ambiente operativo integrato leader del settore. Sistema operativo IBM i elaborazione aziendale efficiente e resiliente L ambiente operativo integrato leader del settore Sistema operativo IBM i elaborazione aziendale efficiente e resiliente Punti di forza Middleware integrato per un elaborazione aziendale efficiente Virtualizzazione

Dettagli

CMS Open Source Evento Open Source Asolo Golf Club - 29 giugno 2005

CMS Open Source Evento Open Source Asolo Golf Club - 29 giugno 2005 CMS Open Source Evento Open Source Asolo Golf Club - 29 giugno 2005 Fabio Bottega (f.bottega@tecnoteca.it) I punti focali: CMS = comunicazione Gli attori coinvolti Scelta di un CMS Open Source CMS di riferimento

Dettagli

Formazione sulla piattaforma Java2EE

Formazione sulla piattaforma Java2EE cprsjava2ee Formazione Personale Applicativo JAVA Pag 1 di 8 Formazione sulla piattaforma Java2EE Obiettivo: Figure interessate Informare sulle tecniche OOP OOA e OOD applicate alla piattaforma Java2EE-JSP-

Dettagli

MySQL: il database open source che ha sfidato i giganti

MySQL: il database open source che ha sfidato i giganti MySQL: il database open source che ha sfidato i giganti Emilio Scalise - Senior Systems Engineer, Babel S.r.l. 14 Giugno 2011 Le origini di 1996 MySQL AB rilascia la prima versione I primi pezzi di codice

Dettagli

The project. http://www.interdatanet.org

The project. http://www.interdatanet.org Università degli Studi di Firenze Facoltà di Ingegneria Dipartimento di Elettronica e Telecomunicazioni (DET) Laboratorio di Tecnologie della Telematica (LTT) The project http://www.interdatanet.org WORK

Dettagli

Applicazione: SAI - Sistema di Audit Interno

Applicazione: SAI - Sistema di Audit Interno Riusabilità del software Catalogo delle applicazioni: Amministrativo/Contabile Applicazione: SAI Sistema di Audit Interno Amministrazione: Agenzia delle Entrate Responsabile dei sistemi informativi Nome

Dettagli

Introduzione alla famiglia di soluzioni Windows Small Business Server

Introduzione alla famiglia di soluzioni Windows Small Business Server Introduzione alla famiglia di soluzioni Windows Small Business Server La nuova generazione di soluzioni per le piccole imprese Vantaggi per le piccole imprese Progettato per le piccole imprese e commercializzato

Dettagli

Integrazione modulare di servizi informativi su web con software Open Source

Integrazione modulare di servizi informativi su web con software Open Source Integrazione modulare di servizi informativi su web con software Open Source Guglielmo Cresci {Guglielmo.Cresci@isti.cnr.it} CNR - ISTI - Area della ricerca CNR, via G. Moruzzi 1, 56124 PISA, Italy Diana

Dettagli

UNA RELEASE ROBUSTA E COLLAUDATA IN CONTESTI NAZIONALI ED INTERNAZIONALI EVOLUZIONE DELLA PIATTAFORMA ASSICURATIVA ALL IN ONE

UNA RELEASE ROBUSTA E COLLAUDATA IN CONTESTI NAZIONALI ED INTERNAZIONALI EVOLUZIONE DELLA PIATTAFORMA ASSICURATIVA ALL IN ONE L offerta di Value+, in origine focalizzata sulla gestione dei Rami Vita e dei Fondi Pensione attraverso il sistema invita, diffuso in Italia e all estero, si è arricchita nel corso degli anni estendendosi

Dettagli

Il CMS Moka. Giovanni Ciardi Regione Emilia Romagna

Il CMS Moka. Giovanni Ciardi Regione Emilia Romagna Il CMS Moka Giovanni Ciardi Regione Emilia Romagna Moka è uno strumento per creare applicazioni GIS utilizzando oggetti (cartografie, temi, legende, database, funzioni) organizzati in un catalogo condiviso.

Dettagli

Lezione 9. Applicazioni tradizionali

Lezione 9. Applicazioni tradizionali Lezione 9 Applicazioni tradizionali Pag.1 Sommario Concetti trattati in questa lezione: SQL nel codice applicativo Cursori API native ODBC Pag.2 SQL nel codice applicativo I comandi SQL possono essere

Dettagli