Indagine sulle opinioni degli studenti frequentanti in ordine alle attività didattiche (art.1 comma 2, della legge 19/10/1999, n.

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Indagine sulle opinioni degli studenti frequentanti in ordine alle attività didattiche (art.1 comma 2, della legge 19/10/1999, n."

Transcript

1 Indagine sulle opinioni degli studenti frequentanti in ordine alle attività didattiche (art.1 comma 2, della legge 19/10/1999, n. 73) anno accademico 2008/2009 Aprile 2010

2 INDICE 1. Obiettivi 2. Metodologia 2.1 Caratteristiche della rilevazione 2.2 Utilizzo e diffusione 2.3 Indicatori 2.4 Questionario 3 Analisi delle risposte 3.1 Caratteristiche degli studenti 3.2 Aule e attrezzature 3.3 Carico di lavoro e organizzazione degli insegnamenti 3.4 Lezioni: aspetti organizzativi 3.5 Lezioni: aspetti didattici 3.6 Lezioni: esami 3.7 Informazioni aggiuntive 4 Il tutor 5 Risultati dell indagine: Considerazioni di sintesi 2

3 ABBREVIAZIONI Nomi dei corsi MED DIE INF SAN TRR INBD INBS Medicina e Chirurgia Dietiste Infermieristica Scienze dell Alimentazione Tecnici di Radiologia Ingegneria Biomedica triennale Ingegneria Biomedica specialistica Variabili IS Indice di soddisfazione 3

4 1. OBIETTIVI L indagine effettuata è prevista dalla normativa che regola il funzionamento dei Nuclei di Valutazione e gli adempimenti delle Istituzioni Universitarie; in particolare dalle disposizioni in materia di Università e di Ricerca Scientifica e Tecnologica contenute nella legge n. 370 del 19/10/1999 Scopo dell indagine è quindi quello di conoscere le opinioni degli studenti frequentanti sulla docenza, sull organizzazione e sulle strutture dell Università, sia sotto l aspetto della didattica sia con riguardo alle condizioni logistiche in cui la stessa si compie. Inoltre, considerando che il sistema formativo dell Ateneo si avvale anche del contributo di peculiari figure di supporto alla didattica (tutor didattici e tutor personali) il Nucleo di Valutazione ha sempre cercato di conoscere l opinione degli studenti frequentanti anche per questo aspetto. L indagine così è stata effettuata garantendo l anonimato agli studenti che hanno partecipato alla rilevazione ed è stata impostata muovendo da giudizi a livello di singoli insegnamenti, disaggregando dove possibile, i corsi integrati ed associando poi i giudizi per corso di Laurea, Facoltà ed infine Ateneo. La raccolta dettagliata dei risultati corredata dalla costruzione di grafici e indicatori viene inviata a ciascun Preside, perché comunichi i risultati delle rilevazioni a ogni singolo docente. Inoltre copia di tali informazioni viene inviata al Presidente dell Ateneo, al Rettore e al Direttore Amministrativo. 2. METODOLOGIA La rilevazione per l anno accademico 2008/2009 è stata effettuata con tre somministrazioni, ciascuna della durata di circa una settimana: una alla fine del I semestre (dal 24 al 28 novembre 2008) e le altre due alla fine del II semestre una per ciascuna Facoltà (dall 11 al 15 maggio per i corsi di laurea triennali della Facoltà di Medicina e Chirurgia e l altra dal 25 al 29 maggio per tutti gli altri corsi). Contestualmente a tale 4

5 somministrazione lo studente ha compilato, sempre in forma anonima, un questionario con informazioni a livello di Ateneo riguardanti Segreterie, Biblioteca e altri servizi e in cui altresì vengono richiesti pareri circa la specificità del modello Campus Bio-Medico. Le date, suggerite dal Nucleo di valutazione, vengono concordate con le Facoltà che eventualmente indicano periodi alternativi a quelli proposti per massimizzare la copertura della rilevazione. 2.1 Caratteristiche della rilevazione Le caratteristiche della rilevazione sono le seguenti: le valutazioni sono state espresse dagli studenti frequentanti, quindi sia da studenti in corso che fuori corso. oltre al questionario per ogni singolo insegnamento, è stato somministrato, una sola volta nell anno accademico in questione, agli studenti frequentanti il questionario sulla vita universitaria i questionari sono stati distribuiti durante l orario delle lezioni: sono stati distribuiti e raccolti da studenti, in particolare dai rappresentanti di classe, adeguatamente formati. Inoltre per i Corsi di laurea della Facoltà di Ingegneria e per i Corsi di laurea in Infermieristica e Scienze dell Alimentazione e della Nutrizione Umana la somministrazione e la raccolta dei questionari è stata seguita con particolare cura del personale della segreteria dei singoli corsi di laurea. i questionari, una volta compilati in forma anonima, sono stati raccolti dall Ufficio di Supporto al Nucleo di Valutazione che ne ha curato successivamente la lettura e la elaborazione. come ormai da abitudine, oltre al questionario agli studenti è stato somministrato un foglio aggiuntivo : un questionario aperto in cui gli studenti hanno potuto segnalare l argomento più chiaro, quello meno chiaro ed eventuali suggerimenti relativi al singolo insegnamento. Questo questionario 5

6 rimane a disposizione direttamente del docente del corso, che lo può utilizzare per una propria autovalutazione. 2.2 Utilizzo e diffusione I dati raccolti vengono trasmessi al Presidente dell Università, al Rettore al Direttore Amministrativo e ai Presidi delle singole Facoltà. Questi ultimi ne prendono visione e nel caso in cui lo ritengano opportuno contattano i singoli docenti per mostrare loro i dati relativi al proprio insegnamento. I dati inviati alle Presidenze presentano un maggior livello di dettaglio rispetto a quelli inseriti nella presente relazione. 2.3 Indicatori L indagine è stata effettuata sul campione degli studenti frequentanti i corsi di laurea dell Ateneo nell anno accademico 2008/2009. Le seguenti tabelle riassumono la prima la percentuale di insegnamenti rilevati sul totale degli insegnamenti attivi nell Ateneo, la seconda il numero di questionari mediamente raccolti rispetto agli studenti iscritti. Facoltà n. insegnamenti n. insegnamenti % rilevati rilevati attivi Ingegneria ,6 Medicina e Chirurgia ,4 Percentuale di insegnamenti rilevati Facoltà n. questionari raccolti vita universitaria n. studenti iscritti % rilevati Ingegneria ,2 Medicina e Chirurgia ,3 Numero di questionari per studente 6

7 Facoltà n. questionari raccolti didattica n. studenti iscritti n questionari per studente Ingegneria ,5 Medicina e Chirurgia ,78 Numero di questionari per studente La percentuale di copertura degli insegnamenti per la Facoltà di Medicina e Chirurgia è leggermente aumentata rispetto allo scorso anno, passando dal 70, 2 al 72,4 mentre è diminuita la percentuale di copertura per la Facoltà di Ingegneria che è passata dal 93,7 al 70,6. Dall analisi delle percentuali di copertura per ogni singolo corso di laurea si evidenziano le seguenti differenze: Corso di laurea n. insegnamenti n. insegnamenti % rilevati rilevati attivi Medicina e Chirurgia ,5 Infermieristica ,4 Tecnici di Radiologia ,7 Dietiste ,3 Scienze dell Alimentazione ,3 Ingegneria Biomedica triennale ,9 Ingegneria Biomedica Il Corso di laurea specialistica a ciclo unico in Medicina e Chirurgia e il Corso di laurea per Infermiere hanno una percentuale di insegnamenti rilevati molto più bassa rispetto agli altri corsi della Facoltà e così anche per il Corso di laurea specialistica in Ingegneria Biomedica. In alcuni casi la mancata somministrazione del questionario è da imputarsi ad un mancato coordinamento con gli studenti incaricati della somministrazione Nel caso del Corso di laurea specialistica in Ingegneria Biomedica alcuni insegnamenti risultano essere opzionali per gli studenti e risultano perciò avere una frequenza così bassa da non poter essere considerati statisticamente significanti. 7

8 2.4 Questionario Per la predisposizione dei questionari, sono state utilizzate le domande del C.N.V.S.U. integrate da altre domande, suddivise in due questionari che a loro volta sono stati divisi in grandi aree tematiche. Rispetto allo scorso anno nel tentativo di uniformare il questionario sono state apportate delle modifiche nella scala delle risposte di alcune domande, inoltre alcune domande sono state riformulate riuscendo quindi a eliminarne altre così da rendere più semplice la compilazione del questionario. Questionario per la valutazione dei servizi dell università di solito indicato come questionario sulla vita universitaria composto da 30 domande suddivise in: Profilo dello studente (A) Spazi e tempi (B) Comunicazioni didattiche e servizi generali (C) Vita universitaria (D) Questionario sulla valutazione della didattica di solito indicato come questionario sulla didattica composto da 30 domande suddivise in: Profilo dello studente (A) Programmi e testi (B) Docenti e lezioni (C) Didattica (D) Esame (E) Il Foglio aggiuntivo invece è composto da tre punti: Argomento delle lezioni PIU CHIARO ED INTERESSANTE Argomento delle lezioni MENO CHIARO ED INTERESSANTE SUGGERIMENTI Per quasi tutte le domande è stata adottata una scala di risposta a quattro modalità (proposta dal C.N.V.S.U.) : Decisamente NO; Più NO che SI; più SI che NO; Decisamente SI 8

9 3. ANALISI DELLE RISPOSTE Dopo aver proceduto alla lettura ottica dei questionari l Ufficio di Supporto ha proceduto all analisi e all elaborazione dei dati acquisiti. Allo scopo di rendere graficamente immediata la lettura dei dati che comunque sono stati inviati agli Organi Accademici nelle loro forme dettagliate è stato costruito un indicatore Indice di Soddisfazione (indicato con la sigla IS) Per ottenere tale indice le domande sono state riunite nelle aree tematiche già precedentemente indicate, mentre le risposte alle domande sono state normalizzate attribuendo loro i seguenti valori: -1 Decisamente NO -0.5 Più NO che SI +0.5 Più SI che NO +1 Decisamente SI E stata quindi applicata la seguente formula matematica Indice di Soddisfazione (IS)? Decisamente Si+ 0,5?più Si che No-0,5?più No che SI-?Decisamente No N dove N corrisponde al numero di risposte date. L Indice di soddisfazione (IS) è quindi compreso tra -1 e +1 dove a -1 corrisponde un giudizio totalmente negativo (totalità delle risposte decisamente NO) +1 corrisponde un giudizio totalmente positivo (totalità delle risposte decisamente SI) 0 corrisponde all equilibrio tra i giudizi positivi e negativi 3.1 Caratteristiche degli studenti 9

10 ai questionari: Riportiamo le elaborazioni sulla parte anagrafica degli studenti che hanno risposto F% M% Facoltà Medicina e Chirurgia 68% 32% Facoltà Ingegneria 51% 49% in altre regioni in città in provincia nella regione Facoltà Medicina e Chirurgia 52% 31% 13% 5% Facoltà Ingegneria 56% 24% 11% 9% Si evidenzia la forte componente femminile sia nella Facoltà di Medicina e Chirurgia sia nella Facoltà di Ingegneria. Analogamente agli altri anni è prevalente il numero di studenti fuori sede per i corsi di laurea delle due Facoltà. 3.2 Aule e attrezzature Dal grafico che segue si nota come la mediana costruita con gli indicatori IS dei corsi di laurea delle due Facoltà è ampiamente positiva indicando un sostanziale apprezzamento da parte degli studenti frequentanti per le strutture messe a disposizione dall Ateneo. Emerge comunque una sostanziale differenza tra gli indicatori IS costruiti con le risposte degli studenti che frequentano i corsi di laurea triennali della Facoltà di Medicina e Chirurgia e quelli costruiti con le risposte degli studenti che frequentano i corsi di Laurea della Facoltà di Ingegneria e il Corso di laurea specialistica in Medicina e Chirurgia. Soprattutto la Facoltà di Ingegneria, pur avendo valori di IS ampiamente positivi, si colloca al di sotto del valore mediano di Ateneo. 10

11 B1 Le aule in cui si svolgono le lezioni sono adeguate? (si vede, si sente, si trova posto) 1 0,8 0,6 0,4 0,2 0 IS IS Ateneo -0,2-0,4-0,6-0,8-1 INBD MED INBS SAN TRR INF DIE B2 I locali e le attrezzature per le attività didattiche integrative (esercitazioni, laboratori, seminari, etc.) sono adeguati? 1 0,8 0,6 0,4 0,2 0 IS IS Ateneo -0,2-0,4-0,6-0,8-1 INBS INBD DIE MED INF SAN TRR 3.3 Carico di lavoro e organizzazione degli insegnamenti 11

12 Nell analizzare il carico di lavoro e l organizzazione degli insegnamenti si evidenzia un giudizio non positivo da parte degli studenti frequentanti con un valore mediano di Ateneo poco al di sotto del valore zero e con solo due corsi di laurea (il corso di laurea triennale della Facoltà di Ingegneria e il corso di laurea in Dietistica) che presentano un valore IS positivo. Il valore mediano di Ateneo e i singoli indicatori migliorano nel caso dell organizzazione degli insegnamenti. I grafici che seguono rappresentano quanto indicato. B3 Il carico di studio complessivo degli insegnamenti ufficialmente previsti nel semestre è accettabile? 1 0,8 0,6 0,4 0,2 0 IS IS Ateneo -0,2-0,4-0,6-0,8-1 SAN INBS MED INF TRR INBD DIE 12

13 B4 L organizzazione complessiva degli insegnamenti ufficialmente previsti nel periodo di riferimento è accettabile? 1 0,8 0,6 0,4 0,2 0 IS IS Ateneo -0,2-0,4-0,6-0,8-1 SAN MED INBS INBD INF TRR DIE 3.4 Lezioni: aspetti organizzativi Anche in questo caso sono stati costruiti degli indicatori con il valore IS sintetizzando per aree tematiche le domande del questionario sulla didattica. Gli aspetti organizzativi sono affrontati nelle domande che vengono proposte nella sezione B programmi e testi. In questo paragrafo vengono sintetizzati gli aspetti organizzativi dei corsi di studio considerati singolarmente e confrontati con la mediana di Facoltà: 13

14 Gruppo B Facoltà Medicina e Chirurgia 1,00 0,80 0,60 0,40 0,20 0,00-0,20 MED INF DIET SANU TRR GRUPPO B IS Facoltà -0,40-0,60-0,80-1,00 Gruppo B Facoltà di Ingegneria 1,00 0,80 0,60 0,40 0,20 0,00 INBD INBS GRUPPO B IS Facoltà -0,20-0,40-0,60-0,80-1,00 14

15 3.5 Lezioni: aspetti didattici Gli aspetti didattici, le cui domande vengono raggruppate nella sezione D didattica, rappresentano il nodo centrale della rilevazione delle opinioni degli studenti frequentanti e gli indicatori costruiti per ogni singola materia (che qui non vengono riportati ma che vengono inviati ai Presidi delle due Facoltà) sono quelli che più degli altri forniscono indicazioni sulla complessiva soddisfazione dello studente rispetto a ogni singolo insegnamento. Per chiarezza e sintesi anche in questo caso riportiamo l IS a livello di Facoltà e per ogni corso di laurea: Gruppo D Facoltà Medicina e Chirurgia 1,00 0,80 0,60 0,40 0,20 0,00-0,20 MED INF DIET SANU TRR GRUPPO D IS Facoltà -0,40-0,60-0,80-1,00 15

16 Gruppo D Facoltà di Ingegneria 1,00 0,80 0,60 0,40 0,20 0,00 INBD INBS GRUPPO D IS Facoltà -0,20-0,40-0,60-0,80-1,00 Si nota subito che i valori mediani a livello di Facoltà sono ampiamente positivi indicando un buon livello di soddisfazione degli studenti articolato con valori differenti ma mai negativi, all interno di ogni singolo corso di laurea. 3.6 Lezioni: esami Gli indicatori che riassumono il parere degli studenti frequentanti circa l organizzazione generale degli esami, sezione E del questionario, appaiono forse leggermente inferiori agli altri indicatori pur risultando comunque positivi sia a livello di Facoltà che di singolo corso di laurea: 16

17 Gruppo E Facoltà Medicina e Chirurgia 1,00 0,80 0,60 0,40 0,20 0,00-0,20 MED INF DIET SANU TRR GRUPPO E IS Facoltà -0,40-0,60-0,80-1,00 Gruppo E Facoltà di Ingegneria 1,00 0,80 0,60 0,40 0,20 0,00 INBD INBS GRUPPO E IS Facoltà -0,20-0,40-0,60-0,80-1, Informazioni aggiuntive 17

18 L Ateneo ritiene importante conoscere anche l opinione degli studenti circa i servizi che esso mette loro a disposizione: gli uffici di segreteria (sia generale che a livello di singolo corso di laurea), la Biblioteca e l ufficio del Diritto allo Studio rappresentano per gli studenti dell Ateneo, soprattutto in un Ateneo con una così forte componente di studenti fuori sede, dei punti di riferimento e di coordinamento. Il Nucleo non può che apprezzare i valori ampiamente positivi riscontrati da questi uffici che premiano lo sforzo che l Ateneo ha profuso nell organizzazione e nella valorizzazione di queste unità lavorative. Il Nucleo osserva come gli studenti che frequentano i corsi di laurea triennali della Facoltà di Medicina e Chirurgia risultano apprezzare più dei loro colleghi degli altri corsi i servizi offerti loro dall Ateneo. C4 I servizi offerti dall ufficio della Biblioteca sono soddisfacenti? 1 0,8 0,6 0,4 0,2 0 IS IS Ateneo -0,2-0,4-0,6-0,8-1 INBD MED INBS SAN TRR DIE INF 18

19 C5 I servizi offerti dall ufficio del Diritto allo Studio sono soddisfacenti? 1 0,8 0,6 0,4 0,2 0 IS IS Ateneo -0,2-0,4-0,6-0,8-1 INBD SAN MED DIE TRR INBS INF C6 La disponibilità e la qualità delle informazioni fornite dalla Segreteria di Facoltà sono soddisfacenti? 1 0,8 0,6 0,4 0,2 0 IS IS Ateneo -0,2-0,4-0,6-0,8-1 INBD MED INBS SAN TRR INF DIE 19

20 C7 La disponibilità e la qualità delle informazioni fornite dalla Segreteria Studenti sono soddisfacenti? 1 0,8 0,6 0,4 0,2 0 IS IS Ateneo -0,2-0,4-0,6-0,8-1 INBD MED INBS SAN TRR DIE INF 4. VITA UNIVERSITARIA Un capitolo a parte merita l analisi dei dati che riguardano le opinioni degli studenti frequentanti circa la figura del tutor così come viene valorizzata all interno dell Ateneo. Gli studenti, infatti, dal momento dell immatricolazione al momento in cui conseguono la laurea, sono affiancati dalla figura di un tutor : un giovane docente o un giovane specializzando o dottorando opportunamente formato. Lo studente che frequenta i corsi ritiene che l Ateneo sia fedele alla sua mission : -la persona al centro dell attenzione - e giudica in maniera positiva i rapporti con i colleghi del proprio e degli altri corsi. 20

21 D1 Questa Università desidera formare laureati capaci di mettere al centro della propria professione la persona. In che percentuale ritiene che questo obiettivo sia raggiunto? 100,0% 80,0% 60,0% 40,0% 25% 50% 75% 100% 20,0% 0,0% MED DIE INF SAN TRR INBD INBS D2 Come valuta gli attuali rapporti con i suoi colleghi? 100% 80% 60% 40% inesistenti superficiali buoni ottimi 20% 0% MED DIE INF SAN TRR INBD INBS 21

22 D3 Come valuta gli attuali rapporti con il suo tutor personale? 100% 80% 60% 40% inesistenti superficiali buoni ottimi 20% 0% MED DIE INF SAN TRR INBD INBS D4 Di fronte ad un problema ha trovato utile il rapporto con il tutor? 1 0,8 0,6 0,4 0,2 0 IS IS Ateneo -0,2-0,4-0,6-0,8-1 SAN INBS MED INBD DIE INF TRR 22

23 Ancora alcune criticità emergono per quanto riguarda la figura del tutor ma sicuramente le azioni intraprese dall Ateneo al fine di migliorare questo aspetto fondamentale sono orientate verso la giusta direzione. 5. RISULTATI DELL INDAGINE: CONSIDERAZIONI DI SINTESI Il Nucleo rileva, con apprezzamento, che nel complesso gli studenti sono soddisfatti delle capacità e della disponibilità dei docenti. Emergono alcuni risultati critici per ciò che riguarda l organizzazione degli insegnamenti e il carico di lavoro. Nel caso dei giudizi sul carico di lavoro se confrontati con gli indicatori dello scorso anno si nota come il valore IS per il Corso di laurea specialistica in Ingegneria Biomedica, il Corso di laurea specialistica in Medicina e Chirurgia e il Corso di laurea in Scienze dell Alimentazione e della Nutrizione Umana abbiano avuto una flessione. E invece migliorato, rispetto allo scorso anno, il valore IS per il corso di laurea specialistica in Ingegneria Biomedica passando da un valore negativo (-0,13) a un valore positivo (0,09). Sicuramente l organizzazione del carico di lavoro è un aspetto non marginale che le due Facoltà dovrebbero approfondire. Inoltre l Ateneo come già indicato è impegnato nel miglioramento e nell integrazione (con apposita formazione delle figure coinvolte) delle proprie attività di tutorato alla luce di quanto evidenziato nell analisi dei dati riportati. Negli anni passati infatti, il Nucleo di Valutazione aveva segnalato come gli indicatori che riguardavano il sistema tutor unitamente ad altri indicatori mostrassero dei segnali di criticità e aveva invitato l Ateneo a migliorare sia la diffusione di informazioni circa le potenzialità offerte dalla presenza dei tutor sia a provvedere ad una specifica formazione per coloro che venivano incaricati di questo compito. 23

Relazione annuale sulla valutazione della didattica da parte degli studenti A.A. 2009/2010

Relazione annuale sulla valutazione della didattica da parte degli studenti A.A. 2009/2010 UNIVERSITA DEGLI STUDI DEL PIEMONTE ORIENTALE Relazione annuale sulla valutazione della didattica da parte degli studenti A.A. 2009/2010 Aprile 2011 Indice Premessa 1. La metodologia adottata. 3 2. Lo

Dettagli

2. La rilevazione dell opinione degli studenti frequentanti nei quattro atenei indagati

2. La rilevazione dell opinione degli studenti frequentanti nei quattro atenei indagati 2. La rilevazione dell opinione degli studenti frequentanti nei quattro atenei indagati Per tracciare un primo quadro dei contesti indagati si presentano di seguito alcuni macro indicatori riguardanti

Dettagli

Relazione sulle opinioni degli studenti frequentanti sulle attività didattiche (art.1 comma 2, della legge 19/10/1999, n. 73)

Relazione sulle opinioni degli studenti frequentanti sulle attività didattiche (art.1 comma 2, della legge 19/10/1999, n. 73) Relazione sulle opinioni degli studenti frequentanti sulle attività didattiche (art.1 comma 2, della legge 19/10/1999, n. 73) anno accademico 2013/2014 Aprile 2015 Il Nucleo di Valutazione di Ateneo dell

Dettagli

DESCRIZIONE E VALUTAZIONE DELLE MODALITA E DEI RISULTATI DELLA RILEVAZIONE DELL OPINIONE DEGLI STUDENTI FREQUENTANTI E DEI LAUREANDI

DESCRIZIONE E VALUTAZIONE DELLE MODALITA E DEI RISULTATI DELLA RILEVAZIONE DELL OPINIONE DEGLI STUDENTI FREQUENTANTI E DEI LAUREANDI UNIVERSITA DEGLI STUDI Niccolò Cusano TELEMATICA ROMA NUCLEO DI VALUTAZIONE Via Don Carlo Gnocchi, 3 00166 Roma DESCRIZIONE E VALUTAZIONE DELLE MODALITA E DEI RISULTATI DELLA RILEVAZIONE DELL OPINIONE

Dettagli

UNISU UNIVERSITA TELEMATICA DELLE SCIENZE UMANE

UNISU UNIVERSITA TELEMATICA DELLE SCIENZE UMANE UNISU UNIVERSITA TELEMATICA DELLE SCIENZE UMANE Niccolò Cusano Relazione del Nucleo di Valutazione Relazione in ordine alle opinioni degli studenti frequentanti sulle attività didattiche telematiche Nucleo

Dettagli

Dimensione 4: Rilevazione dell opinione degli studenti frequentanti

Dimensione 4: Rilevazione dell opinione degli studenti frequentanti Dimensione 4: Rilevazione dell opinione degli studenti frequentanti L Università Unitelma Sapienza nel corso dell a.a. 2013/2014 ha attivato i 2 questionari previsti dall ANVUR relativi alla valutazione

Dettagli

Proposta operativa per l avvio delle procedure di rilevamento dell opinione degli studenti per l A.A. 2013-2014

Proposta operativa per l avvio delle procedure di rilevamento dell opinione degli studenti per l A.A. 2013-2014 Proposta operativa per l avvio delle procedure di rilevamento dell opinione degli studenti per l A.A. 2013-2014 Procedure di rilevamento dell opinione degli studenti A.A. 2013-2014 Testo aggiornato al

Dettagli

La valutazione dell opinione degli studenti sulla didattica

La valutazione dell opinione degli studenti sulla didattica La valutazione dell opinione degli studenti sulla didattica Gli esiti della rilevazione 2012-2013 Anna Maria Milito 26 novembre 2013 La rilevazione dell opinione degli studenti sulla didattica Importanza

Dettagli

Rilevazione delle opinioni degli studenti frequentanti i corsi della Facoltà di Ingegneria per l anno accademico 2007/2008.

Rilevazione delle opinioni degli studenti frequentanti i corsi della Facoltà di Ingegneria per l anno accademico 2007/2008. Rilevazione delle opinioni degli studenti frequentanti i corsi della Facoltà di Ingegneria per l anno accademico 00/008. La valutazione delle attività didattiche dell Università, da parte degli studenti

Dettagli

Questionario per gli studenti laureandi nei corsi di laurea Facoltà di Giurisprudenza, Sapienza, Università di Roma

Questionario per gli studenti laureandi nei corsi di laurea Facoltà di Giurisprudenza, Sapienza, Università di Roma Anno 2010 Questionario per gli studenti laureandi nei corsi di laurea Facoltà di Giurisprudenza, Sapienza, Università di Roma Il questionario, anonimo, serve a conoscere in modo sistematico le opinioni

Dettagli

Manuale della qualità

Manuale della qualità Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Manuale della qualità 1 INTRODUZIONE 3 4 SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITÀ 4 4.1 Requisiti generali 4 4.2 Requisiti

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CATANIA. Manuale del Rilevatore Valutazione della Didattica AA 2011-12

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CATANIA. Manuale del Rilevatore Valutazione della Didattica AA 2011-12 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CATANIA Manuale del Rilevatore Valutazione della Didattica AA 2011-12 Caro Rilevatore, Ti ringraziamo sin da adesso per la tua preziosa collaborazione. La tua attività è estremamente

Dettagli

QUESTIONARIO. Grazie

QUESTIONARIO. Grazie QUESTIONARIO Il questionario, anonimo, serve a rilevare in modo sistematico le opinioni degli studenti che hanno completato un corso di studi. Queste conoscenze potranno aiutare a valutare la qualità dei

Dettagli

La valutazione dei corsi da parte degli studenti: confronto fra carta e web

La valutazione dei corsi da parte degli studenti: confronto fra carta e web La valutazione dei corsi da parte degli studenti: confronto fra carta e web Lorenzo Bernardi e Gianpiero Dalla Zuanna Dipartimento di Scienze Statistiche Nel 2011, l Ateneo di Padova ha introdottola procedura

Dettagli

b) attività divulgativa delle politiche di qualità dell ateneo nei confronti degli studenti;

b) attività divulgativa delle politiche di qualità dell ateneo nei confronti degli studenti; Allegato n. 2 Linee Guida per la redazione della Relazione Annuale della Commissione Paritetica Docenti- Studenti Le Commissioni Didattiche Paritetiche, così come specificato nel Documento di Autovalutazione,

Dettagli

Regolamento Didattico del Corso di Laurea Magistrale in Scienze Chimiche

Regolamento Didattico del Corso di Laurea Magistrale in Scienze Chimiche Regolamento Didattico del Corso di Laurea Magistrale in Scienze Chimiche Articolo 1 - Denominazione del Corso e Classe di appartenenza È istituito presso l Università degli Studi della Basilicata il Corso

Dettagli

Tabelle di sintesi "pubbliche"

Tabelle di sintesi pubbliche Page 1 of 9 A.A. 2009/2010 RISULTATI DELLA VALUTAZIONE DEGLI INSEGNAMENTI Tabelle di sintesi "pubbliche" Facoltà di "MEDICINA E CHIRURGIA" Corso di Studio in "MA004 - IGIENE DENTALE (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE

Dettagli

Livello di soddisfazione dei laureandi

Livello di soddisfazione dei laureandi Trasparenza versione S.U.A. Questa versione della scheda per la trasparenza è stata predisposta per il supporto alla compilazione della Scheda Unica Annuale Opzioni: I dati includono i laureati di corsi

Dettagli

Università Cattolica del Sacro Cuore Facoltà di Medicina e Chirurgia

Università Cattolica del Sacro Cuore Facoltà di Medicina e Chirurgia Facoltà di Medicina e Chirurgia Corso di Laurea Magistrale in Scienze infermieristiche e Sede U.C.S.C. Manifesto degli studi Anno Accademico 2012-2013 CLASSE DI LAUREA DI APPARTENENZA: LM/SNT1 SCIENZE

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CATANIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CATANIA D.R. 7675 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CATANIA IL RETTORE - Vista la Legge del 19 novembre 1990, n.341 e in particolare gli articoli 6 e 7, concernenti la riforma degli ordinamenti didattici universitari;

Dettagli

SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA

SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA NUCLEO DI VALUTAZIONE FACOLTÀ DI FARMACIA E MEDICINA MEDICINA E ODONTOIATRIA Relazione sulle opinioni degli studenti frequentanti a.a. 2010-2011 Facoltà di Medicina e Odontoiatria

Dettagli

Relazione del Presidio della Qualità

Relazione del Presidio della Qualità Relazione del Presidio della Qualità sulla rilevazione dell Opinione degli Studenti sulla Qualità della Didattica a.a. 2013-2014 Le opinioni degli studenti sulla qualità della didattica, così come quelle

Dettagli

Livello di soddisfazione dei laureandi

Livello di soddisfazione dei laureandi Trasparenza versione S.U.A. Questa versione della scheda per la trasparenza è stata predisposta per il supporto alla compilazione della Scheda Unica Annuale Opzioni: I dati includono i laureati di corsi

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA BASILICATA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA BASILICATA UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA BASILICATA Rapporto di Riesame Iniziale relativo all a.a. 2011/12 Denominazione del Corso di Studio: Scienze Forestali e Ambientali Classe: LM73 Sede: Potenza Gruppo di Riesame:

Dettagli

Autovalutazione di Istituto

Autovalutazione di Istituto Istituto di Istruzione La Rosa Bianca Weisse Rose Cavalese-Predazzo Autovalutazione di Istituto Questionario per gli studenti Questionario per le famiglie Cavalese-Predazzo Anno scolastico 2011/2012 Indice

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL RAPPORTO ANNUALE DI RIESAME CdS

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL RAPPORTO ANNUALE DI RIESAME CdS Pagina 1 di 6 A1 L INGRESSO, IL PERCORSO, L USCITA DAL CDS a AZIONI CORRETTIVE GIÀ INTRAPRESE ED ESITI In questa sezione vanno illustrati i risultati raggiunti a seguito delle azioni correttive proposte

Dettagli

RELAZIONE SULLA RILEVAZIONE DELLE OPINIONI DEGLI STUDENTI FREQUENTANTI SULLE ATTIVITÀ DIDATTICHE A.A. 2007/08

RELAZIONE SULLA RILEVAZIONE DELLE OPINIONI DEGLI STUDENTI FREQUENTANTI SULLE ATTIVITÀ DIDATTICHE A.A. 2007/08 RELAZIONE SULLA RILEVAZIONE DELLE OPINIONI DEGLI STUDENTI FREQUENTANTI SULLE ATTIVITÀ DIDATTICHE A.A. 2007/08 Indice 1. Premessa... 2 2. Caratteristiche della rilevazione... 3 2.1. Lo strumento di rilevazione:

Dettagli

I giudizi sull esperienza universitaria

I giudizi sull esperienza universitaria . I giudizi sull esperienza universitaria Tra i laureati si rileva una generale soddisfazione per l esperienza universitaria nei suoi diversi aspetti. Sono molto apprezzati il corso di studio inteso come

Dettagli

Informatica, ex Scienze e Tecnologie informatiche. (XXII, XXIII, XXIV ciclo) Pedagogia generale, Pedagogia sociale e Didattica generale

Informatica, ex Scienze e Tecnologie informatiche. (XXII, XXIII, XXIV ciclo) Pedagogia generale, Pedagogia sociale e Didattica generale RELAZIONE ANNUALE SUI CORSI DI DOTTORATO DI RICERCA ATTIVI NELL ANNO 2009 FACOLTÀ DI SCIENZE E TECNOLOGIE INFORMATICHE Informatica, ex Scienze e Tecnologie informatiche (XXII, XXIII, XXIV ciclo) FACOLTÀ

Dettagli

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA Comitato nazionale per la valutazione del sistema universitario

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA Comitato nazionale per la valutazione del sistema universitario MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA Comitato nazionale per la valutazione del sistema universitario Criteri per l accreditamento delle Università telematiche e dei corsi di studio

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA INTERFACOLTA (AGRARIA-MEDICINA VETERINARIA)

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA INTERFACOLTA (AGRARIA-MEDICINA VETERINARIA) UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA INTERFACOLTA (AGRARIA-MEDICINA VETERINARIA) in PRODUZIONI ANIMALI (Classe L-38) Ai sensi del D.M. 270/2004 Art. 1 Finalità 1.

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO Relazione sull Opinione degli Studenti sulla didattica A.A. 2009-2010 Premessa Ai sensi dell art. 1, comma 1 e 2, della Legge 19 ottobre 1999, n.370 le università adottano un sistema di valutazione interna

Dettagli

Scuola Superiore di Giornalismo

Scuola Superiore di Giornalismo Nucleo di Valutazione di Ateneo Scuola Superiore di Giornalismo Rilevazione dell opinione degli studenti sulla didattica Biennio 2005/2007 a.a. 2005/2006 I anno Novembre 2006 a.a. 2005/2006 I anno Il Nucleo

Dettagli

La soddisfazione media complessiva

La soddisfazione media complessiva Nell'ottica del miglioramento continuo della qualità dell offerta formativa, il Settore "Studio, Organizzazione e Metodo - Formazione del Personale" implementa indagini di Customer Satisfaction (CS) finalizzate

Dettagli

SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE

SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE CONVENZIONE FRA L ORDINE DEI MEDICI DI FIRENZE E L'UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI FIRENZE - FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA PER L'ATTUAZIONE DI A)..ATTIVITA' DI TIROCINIO CLINICO PRELAUREA NELL'AMBITO DEL

Dettagli

ART. 1 Oggetto del Regolamento

ART. 1 Oggetto del Regolamento REGOLAMENTO DELLA SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE IN DIDATTICA DELL ITALIANO COME LINGUA STRANIERA ART. 1 Oggetto del Regolamento Il presente regolamento disciplina, ai sensi dell articolo 1 comma 3 del Regolamento

Dettagli

Domanda 1.1. Corrispondenza dei contenuti alle sue aspettative 2% 10% 34% Domanda 1.2

Domanda 1.1. Corrispondenza dei contenuti alle sue aspettative 2% 10% 34% Domanda 1.2 ASSICURAZIONE DELLA QUALITÀ DELLA DIDATTICA: STRUMENTI E RUOLI PERUGIA 24 MARZO 2015 AULA A INGEGNERIA Giudizi raccolti tramite il questionario di valutazione somministrato nell incontro di formazione.

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO Bozza questionario on-line per Indagine Opinione Dottorandi 26 ciclo anno 2013 - Nucleo di valutazione dell Univ. di Torino 1 di 8 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO Nucleo di Valutazione dell Ateneo INDAGINE

Dettagli

SCHEDA DI VALUTAZIONE COMPLESSIVA CORSI DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO E SECONDO LIVELLO

SCHEDA DI VALUTAZIONE COMPLESSIVA CORSI DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO E SECONDO LIVELLO SCHEDA DI VALUTAZIONE COMPLESSIVA CORSI DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO E SECONDO LIVELLO Nota preliminare, avvertenza Il presente questionario prevede compilazione da parte degli studenti. La compilazione

Dettagli

Rapporto di Riesame - novembre 2014

Rapporto di Riesame - novembre 2014 Rapporto di Riesame - novembre 2014 Corso di laurea in FISIOTERAPIA L/SNT2 PROFESSIONI SANITARIE DELLA RIABILITAZIONE Università degli Studi di Cagliari 1 Denominazione del Corso di Studio : Fisioterapia

Dettagli

Livello di soddisfazione dei laureandi

Livello di soddisfazione dei laureandi Trasparenza versione S.U.A. Questa versione della scheda per la trasparenza è stata predisposta per il supporto alla compilazione della Scheda Unica Annuale Opzioni: I dati non includono i laureati di

Dettagli

OPINIONE DEGLI STUDENTI

OPINIONE DEGLI STUDENTI OPINIONE DEGLI STUDENTI Nell A.A. 2013-14 l attività didattica del Corso di Laurea Magistrale a ciclo unico in Farmacia, attivato nell ambito della classe LM-13 Farmacia e Farmacia industriale, nel quale,

Dettagli

CORSI PER MASTER UNIVERSITARIO DI I e II livello REGOLAMENTO ai sensi dell articolo 7, comma 4, del Regolamento didattico generale della Libera

CORSI PER MASTER UNIVERSITARIO DI I e II livello REGOLAMENTO ai sensi dell articolo 7, comma 4, del Regolamento didattico generale della Libera CORSI PER MASTER UNIVERSITARIO DI I e II livello REGOLAMENTO ai sensi dell articolo 7, comma 4, del Regolamento didattico generale della Libera Università di Bolzano Approvato con delibera n. 56/2010 del

Dettagli

PROGETTO I.C.A.R.O. Centro di Orientamento e Tutorato di Ateneo ORI06

PROGETTO I.C.A.R.O. Centro di Orientamento e Tutorato di Ateneo ORI06 Scelta del corso di studi (informazione) Orientamento in itinere - counseling Stage di apprendimento dell uso di strumenti informatici specifici a seconda della tipologia di disabilità Orientamento in

Dettagli

Coordinamento fra le funzioni del Nucleo di Valutazione e del Presidio di Qualità dell Ateneo di Palermo nell ambito del sistema AVA

Coordinamento fra le funzioni del Nucleo di Valutazione e del Presidio di Qualità dell Ateneo di Palermo nell ambito del sistema AVA Coordinamento fra le funzioni del Nucleo di Valutazione e del Presidio di Qualità dell Ateneo di Palermo nell ambito del sistema AVA DOC3/14 Palermo, 7 Luglio 2014 1 1. PREMESSE Prima della definizione

Dettagli

https://www2.almalaurea.it/cgi-php/universita/statistiche/trasparenza.php?annoprofilo...

https://www2.almalaurea.it/cgi-php/universita/statistiche/trasparenza.php?annoprofilo... Pagina 1 di 5 Trasparenza - versione S.U.A. Questa versione della scheda per la trasparenza è stata predisposta per il supporto alla compilazione della Scheda Unica Annuale Opzioni: I dati includono i

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO PER L INTEGRAZIONE ED IL DIRITTO ALLO STUDIO DEGLI STUDENTI DIVERSAMENTE ABILI

REGOLAMENTO DI ATENEO PER L INTEGRAZIONE ED IL DIRITTO ALLO STUDIO DEGLI STUDENTI DIVERSAMENTE ABILI REGOLAMENTO DI ATENEO PER L INTEGRAZIONE ED IL DIRITTO ALLO STUDIO DEGLI STUDENTI DIVERSAMENTE ABILI Emanato con D.R. n. 83 del 27 febbraio 2008 Entrata in vigore 13 marzo 2008 INDICE TITOLO I - CAMPO

Dettagli

Presidio Qualità di Ateneo

Presidio Qualità di Ateneo Premessa Le Commissioni Paritetiche di Scuola (CP) previste dal D.Lgs. 19/2012 e dal DM 47/2013 devono redigere annualmente una Relazione che, attingendo dalle SUA-CdS, dai risultati delle rilevazioni

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Relazione Annuale 2015 della Commissione Paritetica Docenti Studenti Dipartimento/Facoltà di : Fisica Dipartimento di afferenza a partire dal 1 novembre 2015 (se modificato): Denominazione del Corso di

Dettagli

DIIIE - Dipartimento di Ingegneria Industriale e dell'informazione e di Economia. Corsi di Ingegneria Università degli Studi dell Aquila

DIIIE - Dipartimento di Ingegneria Industriale e dell'informazione e di Economia. Corsi di Ingegneria Università degli Studi dell Aquila DIIIE - Dipartimento di Ingegneria Industriale e dell'informazione e di Economia Corsi di Ingegneria Università degli Studi dell Aquila Oggetto: relazione sul questionario relativo alle opinioni sulla

Dettagli

ANALISI DEI QUESTIONARI PER LA RILEVAZIONE DELLE OPINIONI DEGLI STUDENTI SUI SINGOLI INSEGNAMENTI

ANALISI DEI QUESTIONARI PER LA RILEVAZIONE DELLE OPINIONI DEGLI STUDENTI SUI SINGOLI INSEGNAMENTI ANALISI DEI QUESTIONARI PER LA RILEVAZIONE DELLE OPINIONI DEGLI STUDENTI SUI SINGOLI INSEGNAMENTI Anno Accademico 008/009 Rapporto statistico riassuntivo Scuola di specializzazione per gli insegnanti della

Dettagli

ANALISI DEI QUESTIONARI PER LA RILEVAZIONE DELLE OPINIONI DEGLI STUDENTI SUI SINGOLI INSEGNAMENTI

ANALISI DEI QUESTIONARI PER LA RILEVAZIONE DELLE OPINIONI DEGLI STUDENTI SUI SINGOLI INSEGNAMENTI ANALISI DEI QUESTIONARI PER LA RILEVAZIONE DELLE OPINIONI DEGLI STUDENTI SUI SINGOLI INSEGNAMENTI Anno Accademico 008/009 Rapporto statistico riassuntivo Corso di Laurea in Scienze politiche e delle Relazioni

Dettagli

Assicurazione della Qualità dei Dottorati di ricerca: schema di relazione annuale 2015

Assicurazione della Qualità dei Dottorati di ricerca: schema di relazione annuale 2015 Assicurazione della Qualità dei Dottorati di ricerca: schema di relazione annuale 2015 (ai sensi dell art. 14 del Regolamento dei corsi di dottorato di ricerca emanato con D.R. n. 1548 del 7 agosto 2013)

Dettagli

L università che cambia. Una nuova università. Come funziona l università Accesso all università RIFORMA UNIVERSITARIA

L università che cambia. Una nuova università. Come funziona l università Accesso all università RIFORMA UNIVERSITARIA L università che cambia Il volto e l organizzazione degli atenei in Italia è in continua trasformazione. Nell anno accademico 2001/2002, infatti, è stata applicata in tutti gli atenei la riforma universitaria

Dettagli

RELAZIONE ANNUALE DELLA COMMISSIONE PARITETICA ( CP) DEL DIPARTIMENTO DI MECCANICA, MATEMATICA E MANAGEMENT ( DMMM)

RELAZIONE ANNUALE DELLA COMMISSIONE PARITETICA ( CP) DEL DIPARTIMENTO DI MECCANICA, MATEMATICA E MANAGEMENT ( DMMM) RELAZIONE ANNUALE DELLA COMMISSIONE PARITETICA ( CP) DEL DIPARTIMENTO DI MECCANICA, MATEMATICA E MANAGEMENT ( DMMM) (Approvata nella seduta del 20 DICEMBRE 2013) RELAZIONE ANNUALE DELLA COMMISSIONE PARITETICA

Dettagli

REGOLAMENTO DEI CORSI PER MASTER UNIVERSITARIO

REGOLAMENTO DEI CORSI PER MASTER UNIVERSITARIO REGOLAMENTO DEI CORSI PER MASTER UNIVERSITARIO Art. 1 Corsi per master universitario 1. L Università promuove, secondo la normativa vigente corsi di alta formazione per il conseguimento di diplomi di master

Dettagli

Università degli Studi del Molise Corso di Laurea in Economia Aziendale

Università degli Studi del Molise Corso di Laurea in Economia Aziendale Università degli Studi del Molise Corso di Laurea in Economia Aziendale REGOLAMENTO PER I TIROCINI FORMATIVI E DI ORIENTAMENTO E GLI STAGE (approvato nella seduta 9 luglio 2013) Art. 1 Scopo Il presente

Dettagli

Facoltà di SCIENZE MOTORIE Corso di Laurea Scienze e Tecniche delle Attività Sportive. Rapporto di Riesame Anno 2014

Facoltà di SCIENZE MOTORIE Corso di Laurea Scienze e Tecniche delle Attività Sportive. Rapporto di Riesame Anno 2014 Denominazione del Corso di Studio: Science e Tecniche delle Attività Sportive Classe: LM-68 Sede: Palermo Dipartimento di riferimento: Scienze Giuridiche, della Società e dello Sport Scuola: Scuola delle

Dettagli

Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica

Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica Classe L9 Ingegneria Industriale Ordine degli Studi 2014/2015 Anni attivati I, II e III Obiettivi formativi specifici Nell ambito degli

Dettagli

Area Gestione dei Laboratori Scientifici e didattici ad Indirizzo Informatico del Polo Roio - Facoltà di Ingegneria

Area Gestione dei Laboratori Scientifici e didattici ad Indirizzo Informatico del Polo Roio - Facoltà di Ingegneria Area Gestione dei Laboratori Scientifici e didattici ad Indirizzo Informatico del Polo Roio - Facoltà di Ingegneria Oggetto: relazione sul questionario relativo alle opinioni sulla didattica degli studenti

Dettagli

ANALISI DEI QUESTIONARI PER LA RILEVAZIONE DELLE OPINIONI DEGLI STUDENTI SULLA GENERALITÀ DELLE PRESTAZIONI DIDATTICHE, AMMINISTRATIVE E DI SERVIZI

ANALISI DEI QUESTIONARI PER LA RILEVAZIONE DELLE OPINIONI DEGLI STUDENTI SULLA GENERALITÀ DELLE PRESTAZIONI DIDATTICHE, AMMINISTRATIVE E DI SERVIZI ANALISI DEI QUESTIONARI PER LA RILEVAZIONE DELLE OPINIONI DEGLI STUDENTI SULLA GENERALITÀ DELLE PRESTAZIONI DIDATTICHE, AMMINISTRATIVE E DI SERVIZI Anno Accademico 2008/2009 Rapporto statistico riassuntivo

Dettagli

DIRETTIVE INTERNE D ACCERTAMENTO DELLA QUALITÀ

DIRETTIVE INTERNE D ACCERTAMENTO DELLA QUALITÀ FACOLTÀ DI TEOLOGIA DI LUGANO via Giuseppe Buffi 13, C.P. 4663, 6904 Lugano (CH) Tel: ++41-(0)58-6664555 Fax: ++41-(0)58-6664556 www.teologialugano.ch info@teologialugano.ch DIRETTIVE INTERNE D ACCERTAMENTO

Dettagli

Rilevazione dell opinione degli Studenti e dei Docenti sugli insegnamenti Linee guida

Rilevazione dell opinione degli Studenti e dei Docenti sugli insegnamenti Linee guida UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BARI Presidio della Qualità di Ateneo Polo Centrale Rilevazione dell opinione degli Studenti e dei Docenti sugli insegnamenti Linee guida 13 novembre 2014 Sommario 1. Premessa...

Dettagli

Relazione sull attività Anno 2008

Relazione sull attività Anno 2008 Relazione sull attività Anno 2008 Nucleo di Valutazione di Ateneo MILANO PIACENZA - CREMONA ROMA BRESCIA CAMPOBASSO gennaio 2009 PREMESSA In ottemperanza agli adempimenti previsti il Nucleo di Valutazione

Dettagli

salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, finalizzate anche al conseguimento di una preparazione multidisciplinare in grado di consentire a i

salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, finalizzate anche al conseguimento di una preparazione multidisciplinare in grado di consentire a i CONVENZIONE PER L EROGAZIONE DI 15 BORSE DI STUDIO PER GLI STUDENTI DEL MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN SCIENZA E TECNICHE DELLA PREVENZIONE E DELLA SICUREZZA A.A. 2015-16 TRA L Università Ca Foscari

Dettagli

REGOLAMENTO DI DOTTORATO DI RICERCA (cf Regolamenti art. 82 7)

REGOLAMENTO DI DOTTORATO DI RICERCA (cf Regolamenti art. 82 7) PONTIFICIA FACOLTÀ DI SCIENZE DELL EDUCAZIONE «AUXILIUM» via Cremolino, 141-00166 ROMA tel. 06.61564226 fax. 06.61564640 e-mail: segreteria@pfse-auxilium.org ALLEGATO 1 REGOLAMENTO DI DOTTORATO DI RICERCA

Dettagli

SCUOLA SUPERIORE DI GIORNALISMO MASSIMO BALDINI RILEVAZIONE DELL OPINIONE DEGLI STUDENTI SULLA DIDATTICA BIENNIO 2013/2015 A.A.

SCUOLA SUPERIORE DI GIORNALISMO MASSIMO BALDINI RILEVAZIONE DELL OPINIONE DEGLI STUDENTI SULLA DIDATTICA BIENNIO 2013/2015 A.A. SCUOLA SUPERIORE DI GIORNALISMO MASSIMO BALDINI RILEVAZIONE DELL OPINIONE DEGLI STUDENTI SULLA DIDATTICA BIENNIO 2013/2015 A.A. 2014/2015 SECONDO ANNO MAGGIO 2015 Il Nucleo di Valutazione della LUISS Guido

Dettagli

CORSO DI MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO in TECNOLOGIE FARMACEUTICHE E ATTIVITA REGOLATORIE

CORSO DI MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO in TECNOLOGIE FARMACEUTICHE E ATTIVITA REGOLATORIE CORSO DI MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO in TECNOLOGIE FARMACEUTICHE E ATTIVITA REGOLATORIE UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA IN COLLABORAZIONE CON CONSORZIO INTERUNIVERSITARIO DI TECNOLOGIE FARMACEUTICHE

Dettagli

FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA, CLASSE LMG/01 REGOLAMENTO DIDATTICO. Art. 1 Definizioni

FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA, CLASSE LMG/01 REGOLAMENTO DIDATTICO. Art. 1 Definizioni FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA, CLASSE LMG/01 1. Ai sensi del presente Regolamento si intende: REGOLAMENTO DIDATTICO Art. 1 Definizioni a) per Facoltà: la Facoltà

Dettagli

Prot. A/2 2309 Firenze, 18 maggio 2016 IL DIRETTORE

Prot. A/2 2309 Firenze, 18 maggio 2016 IL DIRETTORE DIRETTORE Prot. A/2 2309 Firenze, 18 maggio 2016 IL DIRETTORE VISTO VISTA CONSIDERATO CONSIDERATO VISTA RITENUTA l Art. 3, comma 8 del D.M. 509/99 attraverso il quale le Università possono attivare, disciplinandoli

Dettagli

REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO BIENNALE DI SECONDO LIVELLO IN CRIMINOLOGIA FORENSE MA.CRI.F.

REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO BIENNALE DI SECONDO LIVELLO IN CRIMINOLOGIA FORENSE MA.CRI.F. REGOLAMENTO DEL MASTER UNIVERSITARIO BIENNALE DI SECONDO LIVELLO IN CRIMINOLOGIA FORENSE MA.CRI.F. Art. 1 - Istituzione del Master in Criminologia Forense MA.CRI.F. E istituito presso l Università Carlo

Dettagli

Salvo Mura Coordinamento Area Didattica. Il Coordinamento Area Didattica di Ateneo: attività e prospettive future

Salvo Mura Coordinamento Area Didattica. Il Coordinamento Area Didattica di Ateneo: attività e prospettive future Salvo Mura Coordinamento Area Didattica Il Coordinamento Area Didattica di Ateneo: attività e prospettive future Il Coordinamento Area Didattica è stato costituito come unità organizzativa nel 2008 e le

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA BASILICATA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA BASILICATA UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA BASILICATA Rapporto di Riesame Iniziale relativo all a.a. 2011/12 Denominazione del Corso di Studio: Scienze e Tecnologie Alimentari Classe: LM70 Sede: Potenza Indicare chi

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. (Approvata dal Comitato di Ateneo nella sua riunione del 25.06.2009)

CARTA DEI SERVIZI. (Approvata dal Comitato di Ateneo nella sua riunione del 25.06.2009) UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA STRUTTURA PER L INTEGRAZIONE DEGLI STUDENTI DISABILI CARTA DEI SERVIZI (Approvata dal Comitato di Ateneo nella sua riunione del 25.06.2009) Art.1 - Principi e finalità

Dettagli

Progetto Scienze 3.14 Scuole in rete A.S 2013-2014. Responsabile Dott.ssa Paola Tacconi

Progetto Scienze 3.14 Scuole in rete A.S 2013-2014. Responsabile Dott.ssa Paola Tacconi Progetto Scienze 3.14 Scuole in rete A.S 2013-2014 Responsabile Dott.ssa Paola Tacconi QUESTIONARIO DI GRADIMENTO PER LE INSEGNANTI Al fine di ottenere una valutazione del livello di gradimento delle insegnanti

Dettagli

RELAZIONE SUL PROCESSO DI AUTOANALISI E AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO

RELAZIONE SUL PROCESSO DI AUTOANALISI E AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO ISTITUTO OMNICOMPRENSIVO SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA, SECONDARIA DI 1 GRADO E LICEO SCIENTIFICO Via Cupello n.2-86047 Santa Croce di Magliano (CB) Tel 0874728014 Fax 0874729822 C.F. 91040770702 E-mail

Dettagli

Il successo degli studenti del liceo Cornaro all Università di Padova nell anno accademico 2010-11

Il successo degli studenti del liceo Cornaro all Università di Padova nell anno accademico 2010-11 Il successo degli studenti del liceo Cornaro all Università di Padova nell anno accademico 2010-11 Materiali per l autovalutazione e la rendicontazione sociale Settembre 2011 Il successo degli studenti

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI PARTHENOPE

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI PARTHENOPE UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI PARTHENOPE NUCLEO DI VALUTAZIONE LA RILEVAZIONE DELLE OPINIONI DEGLI STUDENTI FREQUENTANTI A.A. 2003/04 Premessa La valutazione delle attività didattiche delle università

Dettagli

Sistema di valutazione permanente del personale

Sistema di valutazione permanente del personale Premessa Il sistema di valutazione permanente, previsto dall art. 6 del CCNL 1/4/1999, intende promuovere, da un lato, il miglioramento della qualità delle prestazioni dei servizi resi e, dall altro, la

Dettagli

IL MINISTRO DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA VISTO il decreto del Ministro dell Istruzione dell Università e della Ricerca 11 aprile 2006, n. 217; VISTO il decreto legge 18 maggio 2006, n. 181, convertito dalla legge 17 luglio 2006, n. 233, istitutivo

Dettagli

DIZIONARIO UNIVERSITARIO

DIZIONARIO UNIVERSITARIO DIZIONARIO UNIVERSITARIO ANNO ACCADEMICO L anno accademico può essere suddiviso in due periodi dell anno in cui frequentare le lezioni e dare gli esami. In genere il primo periodo dura da ottobre a gennaio,

Dettagli

Università degli Studi di SIENA

Università degli Studi di SIENA Page 1 of 6 Università degli Studi di SIENA Relazione del NdV Indicazioni e raccomandazioni home Appendice degli Allegati 4. Descrizione e valutazione delle modalità e dei risultati della rilevazione dell'opinione

Dettagli

UNIVERSITA IUAV DI VENEZIA. Nucleo di Valutazione. Sintesi della opinione degli studenti frequentanti a.a. 2012/13

UNIVERSITA IUAV DI VENEZIA. Nucleo di Valutazione. Sintesi della opinione degli studenti frequentanti a.a. 2012/13 UNIVERSITA IUAV DI VENEZIA Nucleo di Valutazione ntesi della opinione degli studenti frequentanti a.a. 2012/13 Venezia 08/11/2013 Il presidente del Nucleo di Valutazione Avv. Daniela Salmini 1 Lo studente

Dettagli

ANNO ACCADEMICO. REGISTRO DELLE ATTIVITÀ DIDATTICHE SVOLTE

ANNO ACCADEMICO. REGISTRO DELLE ATTIVITÀ DIDATTICHE SVOLTE ANNO ACCADEMICO. REGISTRO DELLE ATTIVITÀ DIDATTICHE SVOLTE dal Dott..... nato a. il. ricercatore per il raggruppamento disciplinare n.. (D.M. 4 ottobre 2000 e modifiche D.M. 18 marzo 2005). Da consegnare

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI CORSI PER MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO E DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI CORSI PER MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO E DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI CORSI PER MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO E DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE (integrato con modifiche apportate dal Senato Accademico con delibera n 994

Dettagli

Relazione attività di Tutorato specializzato a.a. 2013/2014 I semestre

Relazione attività di Tutorato specializzato a.a. 2013/2014 I semestre Relazione attività di Tutorato specializzato a.a. 2013/2014 I semestre Nel mese di marzo, a chiusura del primo semestre, l Ufficio Orientamento e Diritto allo Studio ha monitorato il servizio di tutorato

Dettagli

MANAGEMENT PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE

MANAGEMENT PER LE FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE Facoltà di Medicina e Chirurgia A. Gemelli Istituto di Igiene FONDAZIONE POLIAMBULANZA ISTITUTO OSPEDALIERO BRESCIA 10 corso parallelo di Laurea triennale in Infermiere

Dettagli

Nota metodologica sull applicazione del modello per la ripartizione del FFO 2009

Nota metodologica sull applicazione del modello per la ripartizione del FFO 2009 Nota metodologica sull applicazione del modello per la ripartizione del FFO 2009 Di seguito vengono indicati i criteri di calcolo adottati nel 2009 dal MIUR per la ripartizione di fondi destinati agli

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FERRARA MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FERRARA MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FERRARA MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2001/2002 Corso di laurea in MATEMATICA APPLICATA Classe 32 : Scienze Matematiche NUOVA ORGANIZZAZIONE DIDATTICA Le novità contenute

Dettagli

Regolamento didattico del corso di laurea magistrale in Servizio Sociale e Politiche Sociali. Parte generale

Regolamento didattico del corso di laurea magistrale in Servizio Sociale e Politiche Sociali. Parte generale Regolamento didattico del corso di laurea magistrale in Servizio Sociale e Politiche Sociali Capo I. Disposizioni generali Parte generale Art. 1. Ambito di competenza 1. Il presente Regolamento disciplina,

Dettagli

Università Cattolica del Sacro Cuore Facoltà di Medicina e Chirurgia A. Gemelli. Corso di Laurea Magistrale in Scienze infermieristiche e ostetriche

Università Cattolica del Sacro Cuore Facoltà di Medicina e Chirurgia A. Gemelli. Corso di Laurea Magistrale in Scienze infermieristiche e ostetriche Facoltà di Medicina e Chirurgia A. Gemelli Corso di Laurea Magistrale in Scienze infermieristiche e Manifesto degli studi Anno Accademico 2014-2015 CLASSE DI LAUREA DI APPARTENENZA: LM/SNT1 SCIENZE INFERMIERISTICHE

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SALERNO DIPARTIMENTO DI FARMACIA. Corso di Laurea di I Livello in Tecniche Erboristiche. Orientamento in ingresso

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SALERNO DIPARTIMENTO DI FARMACIA. Corso di Laurea di I Livello in Tecniche Erboristiche. Orientamento in ingresso UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SALERNO DIPARTIMENTO DI FARMACIA Corso di Laurea di I Livello in Tecniche Erboristiche Orientamento in ingresso Attività svolte e servizi offerti dal Centro di Ateneo per l Orientamento

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TRENTO NUCLEO DI VALUTAZIONE INTERNA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TRENTO NUCLEO DI VALUTAZIONE INTERNA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TRENTO NUCLEO DI VALUTAZIONE INTERNA RELAZIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE SULLA RILEVAZIONE DELLE OPINIONI DEGLI STUDENTI FREQUENTANTI IN MERITO ALLE ATTIVITÀ DIDATTICHE (ex art.3,

Dettagli

Nota di accompagnamento ANVUR al primo Rapporto di Riesame

Nota di accompagnamento ANVUR al primo Rapporto di Riesame Nota di accompagnamento ANVUR al primo Rapporto di Riesame Si mette a disposizione degli atenei lo schema del primo Rapporto di Riesame contenente le indicazioni operative e le informazioni che dovrebbero

Dettagli

Corso di Laurea in Informatica. Manifesto degli Studi A.A. 2012-2013 (Regolamento didattico 2011)

Corso di Laurea in Informatica. Manifesto degli Studi A.A. 2012-2013 (Regolamento didattico 2011) Università degli Studi di Perugia Facoltà di Scienze Matematiche Fisiche e Naturali Corso di Laurea in Informatica CLASSE L-31 (Lauree in Scienze e Tecnologie Informatiche) Manifesto degli Studi A.A. 2012-2013

Dettagli

Corso di Laurea in Fisica

Corso di Laurea in Fisica OBIETTIVI FORMATIVI Università degli Studi di Parma Dipartimento di Fisica e Scienze della Terra M. Melloni Corso di Laurea in Fisica Laurea di I livello nella Classe L-30 Scienze e Tecnologie Fisiche

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI GUGLIELMO MARCONI TELEMATICA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI GUGLIELMO MARCONI TELEMATICA D.R. n. 3 del 30/06/2009 IL RETTORE VISTO lo Statuto dell Università degli Studi Guglielmo Marconi pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale Serie Generale n. 127 del 31 maggio 2008; VISTO il Regolamento Didattico

Dettagli

Rapporto di Riesame Iniziale 2013

Rapporto di Riesame Iniziale 2013 Rapporto di Riesame Iniziale 2013 Corso di laurea Magistrale in Ingegneria Meccanica Classe LM33 Ingegneria Meccanica Università degli Studi di Cagliari Denominazione del Corso di Studio: Ingegneria Meccanica

Dettagli

PROCESSO AVA-ANVUR Autovalutazione, Valutazione e Accreditamento. Claudia Moscheni

PROCESSO AVA-ANVUR Autovalutazione, Valutazione e Accreditamento. Claudia Moscheni PROCESSO AVA-ANVUR Autovalutazione, Valutazione e Accreditamento Claudia Moscheni AGENZIA NAZIONALE DI VALUTAZIONE DEL SISTEMA UNIVERSITARIO E DELLA RICERCA (ANVUR) Legge 24 Novembre 2006, n. 286 Art.

Dettagli

Art. 4: è necessario specificare la percentuale di tempo da dedicare allo studio individuale.

Art. 4: è necessario specificare la percentuale di tempo da dedicare allo studio individuale. Allegato 2 Art. 4. Crediti formativi universitari Testo approvato Rilievi CUN Testo adeguato ai rilievi 1. Il credito formativo universitario (cfu) - di seguito denominato credito - è l unità di misura

Dettagli