Fedora 12 Virtualization Guide

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Fedora 12 Virtualization Guide"

Transcript

1 Fedora 12 Virtualization Guide La guida definitiva per la virtualizzazione su Fedora Christoph Curran

2 Virtualization Guide Fedora 12 Virtualization Guide La guida definitiva per la virtualizzazione su Fedora Edizione 1 Autore Christoph Curran Copyright 2009 Red Hat, Inc. The text of and illustrations in this document are licensed by Red Hat under a Creative Commons Attribution Share Alike 3.0 Unported license ("CC-BY-SA"). An explanation of CC-BY-SA is available at The original authors of this document, and Red Hat, designate the Fedora Project as the "Attribution Party" for purposes of CC-BY-SA. In accordance with CC-BY-SA, if you distribute this document or an adaptation of it, you must provide the URL for the original version. Red Hat, as the licensor of this document, waives the right to enforce, and agrees not to assert, Section 4d of CC-BY-SA to the fullest extent permitted by applicable law. Red Hat, Red Hat Enterprise Linux, the Shadowman logo, JBoss, MetaMatrix, Fedora, the Infinity Logo, and RHCE are trademarks of Red Hat, Inc., registered in the United States and other countries. For guidelines on the permitted uses of the Fedora trademarks, refer to https://fedoraproject.org/wiki/ Legal:Trademark_guidelines. Linux is the registered trademark of Linus Torvalds in the United States and other countries. Java is a registered trademark of Oracle and/or its affiliates. XFS is a trademark of Silicon Graphics International Corp. or its subsidiaries in the United States and/or other countries. All other trademarks are the property of their respective owners. La Fedora 12 Virtualization Guide contiene le informazioni relative all'installazione, configurazione, amministrazione, i consigli e le tecnologie per il troubleshooting della virtualizzazione usati con Fedora 12.

3 Prefazione vii 1. Informazioni su questo libro... vii 2. Convenzioni del documento... vii 2.1. Convenzioni tipografiche... vii 2.2. Convenzioni del documento... ix 2.3. Note ed avvertimenti... ix 3. Inviateci i vostri commenti!... x I. Installation 1 1. Installazione dei pacchetti di virtualizzazione Installazione di KVM con una nuova installazione di Fedora Installazione dei pacchetti KVM su di un sistema Fedora esistente Panoramica installazione del guest virtualizzato Creazione di un guest con virt-install Creazione di un guest con virt-manager Installazione dei guest con PXE Procedure per l'installazione del sistema operativo guest Installazione di Red Hat Enterprise Linux 5 come guest para-virtualizzato Installazione di Red Hat Enterprise Linux 5 come guest completamente virtualizzato Installazione di Windows XP come guest completamente virtualizzato Installazione di Windows Server 2003 come guest completamente virtualizzato Installazione di Windows Server 2008 come guest completamente virtualizzato II. Configuration Dispositivi a blocchi virtualizzati 4.1. Creazione di un controllore del dischetto floppy virtualizzato Come aggiungere dispositivi di storage sui guest Configurazione memoria persistente Aggiungere un dispositivo DVD o CD-ROM virtualizzato ad un guest Storge condiviso e virtualizzazione 5.1. Utilizzo di iscsi per l'archiviazione dei guest Utilizzo di NFS per l'archiviazione dei guest Utilizzo di GFS2 per l'archiviazione dei guest Pratiche consigliate per il server Sicurezza per la virtualizzazione SELinux e virtualizzazione Considerazioni su SELinux Configurazione di rete Network address translation (NAT) con libvirt Bridged networking con libvirt Driver para-virtualizzati KVM Installazione dei driver paravirtualizzati Windows di KVM III. Administration 141 iii

4 Virtualization Guide 10. Gestione dei guest utilizzando xend Gestione dell'ora del guest KVM Migrazione Live KVM Requisiti per una migrazione live Esempio di storage condiviso: NFS per una semplice migrazione Migrazione KVM live con virsh Migrazione con virt-manager Gestione remota dei guest virtualizzati Gestione remota con SSH Gestione remota attraverso TLS e SSL Modalità di trasporto IV. Virtualization Reference Guide 14. Strumenti per la virtualizzazione Gestione dei guest con virsh Gestione dei guest con Virtual Machine Manager (virt-manager) La finestra apri collegamento Finestra principale del Virtual Machine Manager Finestra delle informazioni del Virtual Machine Manager Console grafica della macchina virtuale Starting virt-manager Ripristino di una macchina salvata Visualizzazione delle informazioni sul guest Monitoraggio dello stato Visualizzazione degli identificatori del guest Visualizzazione dello stato del guest Visualizzazione delle CPU virtuali Visualizzazione utilizzo della CPU Visualizzazione utilizzo della memoria Gestione di una rete virtuale Creazione di una rete virtuale V. Tips and Tricks 17. Suggerimenti e trucchi Avvio automatico dei guest Come smistarsi tra l'hypervisor KVM e Xen Da Xen a KVM Da KVM a Xen Utilizzo di qemu-img Processo di overcommit con KVM Modifica di /etc/grub.conf Verifica delle estensioni per la virtualizzazione Identificare il tipo di guest e l'implementazione Come generare un nuovo indirizzo MAC unico Very Secure ftpd Come configurare la persistenza LUN Come disabilitare lo SMART disk monitoring per i guest... iv

5 Come clonare i file di configurazione del guest Duplicazione di un guest esistente e dei suoi file di configurazione Creazione script libvirt personalizzati Come utilizzare i file di configurazione XML con virsh VI. Troubleshooting Troubleshooting Errori del dispositivo loop Come abilitare le estensioni hardware per la virtualizzazione VT e AMD-V nel BIOS A. Risorse aggiuntive 237 A.1. Risorse online A.2. Documentazione installata B. Cronologia 239 C. Colophon 241 Glossario 243 v

6 vi

7 Prefazione Questa guida è la Fedora 12 Virtualization Guide. Essa contiene le informazioni necessarie per l'utilizzo e la gestione della virtualizzazione su Fedora Informazioni su questo libro Questo libro è diviso in 7 sezioni: Requisiti del sistema Installation Configuration Administration Riferimenti Tips and Tricks Troubleshooting 2. Convenzioni del documento Questo manuale utilizza numerose convenzioni per evidenziare parole e frasi, ponendo attenzione su informazioni specifiche. 1 Nelle edizioni PDF e cartacea questo manuale utilizza caratteri presenti nel set Font Liberation. Il set Font Liberation viene anche utilizzato nelle edizioni HTML se il set stesso è stato installato sul vostro sistema. In caso contrario, verranno mostrati caratteri alternativi ma equivalenti. Da notare: Red Hat Enterprise Linux 5 e versioni più recenti, includono per default il set Font Liberation Convenzioni tipografiche Vengono utilizzate quattro convenzioni tipografiche per richiamare l'attenzione su parole e frasi specifiche. Queste convenzioni, e le circostanze alle quali vengono applicate, sono le seguenti. Neretto monospazio Usato per evidenziare l'input del sistema, incluso i comandi della shell, i nomi dei file ed i percorsi. Utilizzato anche per evidenziare tasti e combinazione di tasti. Per esempio: Per visualizzare i contenuti del file my_next_bestselling_novel nella vostra directory di lavoro corrente, inserire il comando cat my_next_bestselling_novel al prompt della shell e premere Invio per eseguire il comando. Quanto sopra riportato include il nome del file, un comando della shell ed un tasto, il tutto riportato in neretto monospazio e distinguibile grazie al contesto. Le combinazioni di tasti possono essere distinte dai tasti tramite il trattino che collega ogni parte della combinazione. Per esempio: 1 https://fedorahosted.org/liberation-fonts/ vii

8 Prefazione Premere Invio per eseguire il comando. Premere Ctrl+Alt+F1 per smistarsi sul primo virtual terminal. Premere Ctrl+Alt+F7 per ritornare alla sessione X-Windows. Il primo paragrafo evidenzia il tasto specifico singolo da premere. Il secondo riporta due combinazioni di tasti, (ognuno dei quali è un set di tre tasti premuti contemporaneamente). Se si discute del codice sorgente, i nomi della classe, i metodi, le funzioni i nomi della variabile ed i valori ritornati indicati all'interno di un paragrafo, essi verranno indicati come sopra, e cioè in neretto monospazio. Per esempio: Le classi relative ad un file includono filesystem per file system, file per file, e dir per directory. Ogni classe possiede il proprio set associato di permessi. Proportional Bold Ciò denota le parole e le frasi incontrate su di un sistema, incluso i nomi delle applicazioni; il testo delle caselle di dialogo; i pulsanti etichettati; le caselle e le etichette per pulsanti di selezione, titoli del menu e dei sottomenu. Per esempio: Selezionare Sistema Preferenze Mouse dalla barra del menu principale per lanciare Preferenze del Mouse. Nella scheda Pulsanti, fate clic sulla casella di dialogo mouse per mancini, e successivamente fate clic su Chiudi per cambiare il pulsante primario del mouse da sinistra a destra (rendendo così il mouse idoneo per un utilizzo con la mano sinistra). Per inserire un carattere speciale in un file gedit, selezionare Applicazioni Accessori Mappa carattere dalla barra menu principale. Successivamente, selezionare Cerca Trova dalla barra del menu Mappa carattere, inserire il nome del carattere nel campo Cerca e cliccare Successivo. Il carattere ricercato verrà evidenziato nella Tabella caratteri. Fare un doppio clic sul carattere evidenziato per posizionarlo nel campo Testo da copiare, e successivamente fare clic sul pulsante Copia. Ritornare ora al documento e selezionare Modifica Incolla dalla barra del menu di gedit. Il testo sopra riportato include i nomi delle applicazioni; nomi ed oggetti del menu per l'intero sistema; nomi del menu specifici alle applicazioni; e pulsanti e testo trovati all'interno di una interfaccia GUI, tutti presentati in neretto proporzionale e distinguibili dal contesto. Corsivo neretto monospazio o Corsivo neretto proporzionale Sia se si tratta di neretto monospazio o neretto proporzionale, l'aggiunta del carattere corsivo indica un testo variabile o sostituibile. Il carattere corsivo denota un testo che non viene inserito letteralmente, o visualizzato che varia a seconda delle circostanze. Per esempio: Per collegarsi ad una macchina remota utilizzando ssh, digitare ssh al prompt della shell. Se la macchina remota è example.com ed il nome utente sulla macchina interessata è john, digitare ssh Il comando mount -o remount file-system rimonta il file system indicato. Per esempio, per rimontare il file system /home, il comando è mount -o remount / home. viii

9 Convenzioni del documento Per visualizzare la versione di un pacchetto attualmente installato, utilizzare il comando rpm -q package. Esso ritornerà il seguente risultato: packageversion-release. Da notare la parola in Corsivo neretto nome utente, domain.name, file-system, pacchetto, versione e release. Ogni parola racchiude il testo da voi inserito durante l'emissione di un comando o per il testo mostrato dal sistema. Oltre all'utilizzo normale per la presentazione di un titolo, il carattere Corsivo denota il primo utilizzo di un termine nuovo ed importante. Per esempio: Publican è un sistema di pubblicazione per DocBook Convenzioni del documento Gli elenchi originati dal codice sorgente e l'output del terminale vengono evidenziati rispetto al testo circostante. L'output inviato ad un terminale è impostato su tondo monospazio e così presentato: books books_tests Desktop Desktop1 documentation downloads drafts images mss notes photos scripts stuff svgs svn Gli elenchi del codice sorgente sono impostati in tondo monospazio ma vengono presentati ed evidenziati nel modo seguente: package org.jboss.book.jca.ex1; import javax.naming.initialcontext; public class ExClient { public static void main(string args[]) throws Exception { InitialContext inictx = new InitialContext(); Object ref = inictx.lookup("echobean"); EchoHome home = (EchoHome) ref; Echo echo = home.create(); System.out.println("Created Echo"); System.out.println("Echo.echo('Hello') = " + echo.echo("hello")); } } 2.3. Note ed avvertimenti E per finire, tre stili vengono usati per richiamare l'attenzione su informazioni che in caso contrario potrebbero essere ignorate. ix

10 Prefazione Nota Bene Una nota è un suggerimento o un approccio alternativo per il compito da svolgere. Non dovrebbe verificarsi alcuna conseguenza negativa se la nota viene ignorata, ma al tempo stesso potreste non usufruire di qualche trucco in grado di facilitarvi il compito. Importante Important boxes detail things that are easily missed: configuration changes that only apply to the current session, or services that need restarting before an update will apply. Ignoring a box labeled 'Important' won't cause data loss but may cause irritation and frustration. Avvertenza Un Avvertimento non dovrebbe essere ignorato. Se ignorato, potrebbe verificarsi una perdita di dati. 3. Inviateci i vostri commenti! Se individuate degli errori di battitura in questo manuale, o se pensate di poter contribuire al suo miglioramento, contattateci subito! Inviate i vostri suggerimenti tramite Bugzilla: bugzilla.redhat.com/bugzilla/ sul componente Fedora Documentation. Quando inviate un bug report, assicuratevi di indicare l'identificatore del manuale: virtualization-guide Se inviate un suggerimento per contribuire al miglioramento della guida, cercate di essere il più specifici possibile. Se avete individuato un errore, indicate il numero della sezione e alcune righe di testo, in modo da agevolare la ricerca dell'errore. x

11 Parte I. Installation Argomenti relativi alla virtualizzazione Questi capitoli descrivono le fasi necessarie per l'impostazione di un host e l'installazione di guest virtualizzati con Fedora. È consigliato leggere attentamente i suddetti capitoli per poter eseguire una installazione corretta di sistemi operativi del guest virtualizzato.

12

13 Capitolo 1. Installazione dei pacchetti di virtualizzazione 1.1. Installazione di KVM con una nuova installazione di Fedora Questa sezione affronta le fasi attraverso le quali è possibile installare gli strumenti di virtualizzazione ed il pacchetto KVM come parte di una nuova installazione Fedora 12. Hai bisogno di assistenza durante l'installazione? The Fedora 12 Installation Guide (available from covers installing Fedora 12 in detail. 1. Iniziare una installazione interattiva di Fedora da un DVD, CD-ROM o PXE d'installazione di Fedora Completare le altre fasi fino a quella relativa alla selezione del pacchetto. Selezionare il gruppo dei pacchetti per la Virtualizzazione e fare clic sul pulsante Personalizza ora. 3

14 Capitolo 1. Installazione dei pacchetti di virtualizzazione 3. Selezionare il gruppo di pacchetti KVM. Deselezionare il gruppo di pacchetti Virtualizzazione. Così facendo verrà selezionato l'hypervisor KVM, virt-manager, libvirt e virt-viewer per l'installazione. 4. Personalizzare i pacchetti (se necessario) Personalizzare il gruppo Virtualizzazione se sono necessari altri pacchetti per la virtualizzazione. 4

15 Installazione dei pacchetti KVM su di un sistema Fedora esistente Premere Chiudi seguito da Successivo per continuare l'installazione. Installazione dei pacchetti KVM con i file kickstart Questa sezione descrive il metodo attraverso il quale usare i file kickstart per installare Fedora con i pacchetti per l'hypervisor KVM. I file kickstart permettono installazioni automatizzate senza che l'utente installi manualmente ogni sistema. Le fasi presenti in questa sezione vi aiuteranno a creare ed utilizzare un file kickstart per l'installazione di Fedora con i pacchetti di virtualizzazione. Nella sezione %packages del file kickstart aggiungere il seguente gruppo di pacchetti: More information on Kickstart files can be found on the Fedora Project website, docs.fedoraproject.org, in the Fedora 12 Installation Guide Installazione dei pacchetti KVM su di un sistema Fedora esistente Questa sezione descrive le fasi necessarie per l'installazione dell'hypervisor KVM su di un Fedora 12 o versione più recente. 5

16 Capitolo 1. Installazione dei pacchetti di virtualizzazione Installazione dell'hypervisor KVM con yum Per usare la virtualizzazione su Fedora è necessario il pacchetto kvm. Il pacchetto kvm contiene il modulo del kernel KVM il quale fornisce l'hypervisor KVM sul kernel di Linux predefinito. To install the kvm package, run: # yum install kvm Ora installare i pacchetti aggiuntivi di gestione della virtualizzazione. Pacchetti consigliati per la virtualizzazione: python-virtinst Fornisce il comando virt-install per la creazione delle macchine virtuali. libvirt libvirt è una libreria API per l'interazione con gli hypervisor. libvirt utilizza il framework di virtualizzazione xm ed il tool della linea di comando virsh per gestire e controllare le macchine virtuali. libvirt-python Il pacchetto libvirt-python contiene un modulo che permette alle applicazioni scritte nel linguaggio Python di usare l'interfaccia fornita dall'api libvirt. virt-manager virt-manager conosciuto anche come Virtual Machine Manager, fornisce uno strumento grafico per l'amministrazione delle macchine virtuali. Come API di gestione viene usata la libreria libvirt. Installazione di altri pacchetti consigliati per la virtualizzazione: # yum install virt-manager libvirt libvirt-python python-virtinst 6

17 Capitolo 2. Panoramica installazione del guest virtualizzato Dopo aver installato i pacchetti per la virtualizzazione sul sistema host sarà possibile creare i sistemi operativi guest. Questo capitolo descrive i processi generali per l'installazione dei sistemi operativi guest sulle macchine virtuali. Sarà possibile creare guest utilizzando il pulsante Nuovo in virtmanager, o usare l'interfaccia della linea di comando virt-install. Entrambi i metodi sono presenti all'interno di questo capitolo. Detailed installation instructions are available for specific versions of Fedora, other Linux distributions, Solaris and Windows. Refer to Capitolo 3, Procedure per l'installazione del sistema operativo guest for those procedures Creazione di un guest con virt-install È possibile utilizzare virt-installper la creazione di guest virtualizzati dalla linea di comando. virt-install può essere usato in modo interattivo o in uno script in modo da automatizzare la creazione di macchine virtuali. Utilizzando virt-install con file kickstart, sarà possibile eseguire una installazione delle macchine virtuali senza alcun intervento dell'utente. Lo strumento virt-install fornisce un numero di opzioni passabili sulla linea di comando. Per visualizzare un elenco completo di opzioni: $ virt-install --help La pagina man di virt-install documenta ogni opzione del comando e le variabili importanti. qemu-img è un comando che può essere usato prima di virt-install per configurare le opzioni di storage. Una opzione importante è --vnc la quale è in grado di aprire una finestra grafica per l'installazione del guest. All'interno di questo esempio viene creato un guest Red Hat Enterprise Linux 3, rhel3support, da un CD-ROM con networking virtuale e con una immagine del dispositivo a blocchi basato sul file di 5GB. In questo esempio viene usato un hypervisor KVM. # virt-install --accelerate --hvm --connect qemu:///system \ --network network:default \ --name rhel3support --ram=756\ --file=/var/lib/libvirt/images/rhel3support.img \ --file-size=6 --vnc --cdrom=/dev/sr0 Esempio 2.1. Utilizzo di virt-install con KVM per la creazione di un guest Red Hat Enterprise Linux 3 # virt-install --name Fedora11 --ram file=/var/lib/libvirt/images/fedora11.img \ --file-size=3 --vnc --cdrom=/var/lib/libvirt/images/fedora11.iso Esempio 2.2. Come usare virt-install per creare un guest di Fedora 11 7

18 Capitolo 2. Panoramica installazione del guest virtualizzato 2.2. Creazione di un guest con virt-manager virt-manager conosciuto come Virtual Machine Manager, è uno strumento grafico per la creazione e la gestione dei guest virtualizzati. Procedura 2.1. Creazione di un guest virtualizzato con virt-manager 1. Per avviare virt-manager eseguire quanto riportato di seguito come utente root: # virt-manager & Il comando virt-manager apre una nuova interfaccia utente grafica. Diverse funzioni non sono disponibili agli utenti senza privilegi root o senza aver configurato sudo, incluso il pulsante Nuovo, senza di essi non sarà possibile creare un nuovo guest virtuale. 2. Open the File -> Open Connection. The dialog box below appears.. Select a hypervisor and click the Connect button: 3. La finestra principale di virt-manager permetterà di creare una nuova macchina virtuale. Selezionare Nuovo per creare un nuovo guest. Tale operazione aprirà il wizard mostrato nella schermata: 8

19 Creazione di un guest con virt-manager 4. La finestra Crea un nuovo sistema virtuale fornisce un sommario delle informazioni necessarie per la creazione di una macchina virtuale: 9

20 Capitolo 2. Panoramica installazione del guest virtualizzato Controllare le informazioni relative all'installazione e successivamente fare clic su Avanti. 5. Verrà visualizzata la finestra Selezione metodo di virtualizzazione. Scegliere tra Paravirtualizzato o Completamente virtualizzato. Full virtualization richiede un sistema con processori Intel VT o AMD-V. Se le estensioni di virtualizzazione non sono presenti i pulsanti di selezione completamente virtualizzato o Abilita accelerazione kernel/hardware non potranno essere selezionati. L'opzione Paravirtualizzato non potrà essere selezionata se kernel-xen non è il kernel attualmente in esecuzione. Se si è collegati ad un hypervisor KVM sarà disponibile solo full virtualization. 10

21 Creazione di un guest con virt-manager Selezionare il tipo di virtualizzazione e successivamente fare clic su Successivo. 6. Il prompt Localizzazione dispositivo di installazione richiederà il dispositivo di installazione per il tipo di installazione selezionato. Questa schermata dipende dalle scelte fatte nella fase precedente. a. L'installazione paravirtualizzata ha bisogno di un albero di installazione accessibile usando uno dei seguenti protocolli di rete: HTTP, FTP o NFS. L'URL del dispositivo d'installazione deve contenere un albero d'installazione di Fedora. Il suddetto albero viene ospitato usando NFS, FTP o HTTP. I file ed i servizi di rete possono essere ospitati usando i servizi di rete sull'host o un altro mirror. Usando una immagine DVD o CD-ROM (etichettata come file.iso), montare l'immagine CD-ROM e posizionare i file montati con uno dei protocolli indicati. In alternativa, copiare l'albero d'installazione da un mirror di Fedora. 11

22 Capitolo 2. Panoramica installazione del guest virtualizzato b. 12 L'installazione di un guest completamente virtualizzato ha bisogno di DVD, CD-ROM o immagini avviabili di DVD o CD-ROM avviabili localmente (con un tipo di file.iso o.img). Le installazioni Windows utilizzano file.iso o DVD e CD-ROM. Numerosi sistemi operativi Linux o unix utilizzano un file.iso per l'installazione di un sistema di base prima di terminare l'installazione con un albero basato sulla rete.

23 Creazione di un guest con virt-manager Dopo aver selezionato il dispositivo d'installazione locale fare clic sul pulsante Avanti. 7. The Assigning storage space window displays. Choose a disk partition, LUN or create a file based image for the guest storage. The convention for file based images in Fedora is that all file based guest images are in the /var/lib/xen/images/ directory. Other directory locations for file based images are prohibited by SELinux. If you run SELinux in enforcing mode, refer to Sezione 7.1, «SELinux e virtualizzazione» for more information on installing guests. Your guest storage image should be larger than the size of the installation, any additional packages and applications, and the size of the guests swap file. The installation process will choose the size of the guest's swap file based on size of the RAM allocated to the guest. Allocate extra space if the guest needs additional space for applications or other data. For example, web servers require additional space for log files. 13

24 Capitolo 2. Panoramica installazione del guest virtualizzato Choose the appropriate size for the guest on your selected storage type and click the Forward button. Nota È consigliato utilizzare la cartella predefinita, /var/lib/xen/images/, per le immagini della macchina virtuale. Se si utilizza una posizione diversa (come ad esempio /xen/images/) assicurarsi di aggiungerla alla propria politica di SELinux e di rietichettarla prima di continuare con l'installazione (più avanti nella documentazione si trovano le informazioni su come modificare la politica di SELinux) 8. The Allocate memory and CPU window displays. Choose appropriate values for the virtualized CPUs and RAM allocation. These values affect the host's and guest's performance. I guest hanno bisogno di una memoria fisica (RAM) sufficiente per una esecuzione effettiva ed efficiente. Selezionare un valore per la memoria in grado di soddisfare i requisiti delle applicazioni e del sistema operativo guest. Numerosi sistemi operativi necessitano di almeno 512MB di RAM per funzionare correttamente. Ricordare che i guest utilizzano la RAM fisica. L'esecuzione di un numero molto elevato di guest o una memoria non sufficiente per il sistema host potrà causare un uso molto elevato della memoria virtuale. Se la memoria virtuale è molto lenta anche le 14

25 Creazione di un guest con virt-manager prestazioni e i tempi di risposta saranno molto lenti. Assicurarsi di assegnare memoria sufficiente per tutti i guest e gli host in modo da operare correttamente. Assign sufficient virtual CPUs for the virtualized guest. If the guest runs a multithreaded application assign the number of virtualized CPUs it requires to run most efficiently. Do not assign more virtual CPUs than there are physical processors (or hyper-threads) available on the host system. It is possible to over allocate virtual processors, however, over allocating has a significant, negative affect on guest and host performance due to processor context switching overheads. 9. Durante questa fase verrà presentata una schermata riassuntiva su tutte le informazioni relative alla configurazione appena inserite. Ricontrollare le informazioni ed utilizzare il pulsante Indietro per eseguire le opportune modifiche. Se si è soddisfatti dei dati inseriti fare clic sul pulsante Fine ed il processo d'installazione avrà inizio. 15

26 Capitolo 2. Panoramica installazione del guest virtualizzato A questo punto verrà visualizzata una finestra VNC la quale mostra l'avvio del processo d'installazione del sistema operativo guest. This concludes the general process for creating guests with virt-manager. Capitolo 3, Procedure per l'installazione del sistema operativo guest contains step-by-step instructions to installing a variety of common operating systems Installazione dei guest con PXE Questa sezione contiene le fasi necessarie per l'installazione dei guest con PXE. L'installazione del guest PXE necessita di un dispositivo di rete condiviso, conosciuto anche come bridge di rete. Le procedure sotto riportate sono relative alla creazione di un bridge ed il suo utilizzo. 1. Creazione di un nuovo bridge a. Creare un nuovo file script di rete nella cartella /etc/sysconfig/network-scripts/. In questo esempio viene creato un file chiamato ifcfg-installation il quale crea un bridge installation # cd /etc/sysconfig/network-scripts/ # vim ifcfg-installation DEVICE=installation TYPE=Bridge 16

27 Installazione dei guest con PXE BOOTPROTO=dhcp ONBOOT=yes Warning The line, TYPE=Bridge, is case-sensitive. It must have uppercase 'B' and lower case 'ridge'. b. c. Start the new bridge. # ifup installation Non sono state ancora aggiunte le interfacce al nuovo bridge. Utilizzare il comando brctl show per visualizzare le informazioni sui bridge di rete presenti sul sistema. # brctl show bridge name installation virbr0 bridge id STP enabled no yes interfaces Il bridge virbr0 è il bridge predefinito usato da libvirt per il Network Address Translation (NAT) sul dispositivo ethernet predefinito. 2. Aggiungere una interfaccia al nuovo bridge Modificare il file di configurazione per l'interfaccia. Aggiungere il parametro BRIDGE al file di configurazione con il nome del bridge creato nelle fasi precedenti. # Intel Corporation Gigabit Network Connection DEVICE=eth1 BRIDGE=installation BOOTPROTO=dhcp HWADDR=00:13:20:F7:6E:8E ONBOOT=yes Dopo aver modificato il file di configurazione riavviare il networking o eseguire il riavvio. # service network restart Verificare che l'interfaccia sia stata collegata con il comando brctl show: # brctl show bridge name installation virbr0 3. bridge id f76e8e STP enabled no yes interfaces eth1 Configurazione della sicurezza Configure iptables to allow all traffic to be forwarded across the bridge. 17

28 Capitolo 2. Panoramica installazione del guest virtualizzato # iptables -I FORWARD -m physdev --physdev-is-bridged -j ACCEPT # service iptables save # service iptables restart Disable iptables on bridges Alternatively, prevent bridged traffic from being processed by iptables rules. In / etc/sysctl.conf append the following lines: net.bridge.bridge-nf-call-ip6tables = 0 net.bridge.bridge-nf-call-iptables = 0 net.bridge.bridge-nf-call-arptables = 0 Reload the kernel parameters configured with sysctl # sysctl -p /etc/sysctl.conf 4. Riavviare libvirt prima dell'installazione Restart the libvirt daemon. # service libvirtd reload Il bridge è stato configurato, ora sarà possibile iniziare l'installazione. Installazione PXE con virt-install Per virt-install aggiungere il parametro d'installazione --network=bridge:bridgename dove installazione è il nome del proprio bridge. Per le installazioni PXE usare il parametro --pxe. # virt-install --accelerate --hvm --connect qemu:///system \ --network=bridge:installation --pxe\ --name EL10 --ram=756 \ --vcpus=4 --os-type=linux --os-variant=rhel5 --file=/var/lib/libvirt/images/el10.img \ Esempio 2.3. Installazione PXE con virt-install Installazione PXE con virt-manager The steps below are the steps that vary from the standard virt-manager installation procedures. For the standard installations refer to Capitolo 3, Procedure per l'installazione del sistema operativo guest Selezione di PXE Selezionare PXE come metodo d'installazione.

Fedora 11 Guida d'installazione

Fedora 11 Guida d'installazione Fedora 11 Guida d'installazione Installazione di Fedora 11 su x86, AMD64, e architetture Intel a 64 bit Fedora Documentation Project Guida d'installazione Fedora 11 Guida d'installazione Installazione

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition Guida introduttiva Questo documento descrive come installare e iniziare a utilizzare Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition.

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

DEFT Zero Guida Rapida

DEFT Zero Guida Rapida DEFT Zero Guida Rapida Indice Indice... 1 Premessa... 1 Modalità di avvio... 1 1) GUI mode, RAM preload... 2 2) GUI mode... 2 3) Text mode... 2 Modalità di mount dei dispositivi... 3 Mount di dispositivi

Dettagli

Virtualizzazione e installazione Linux

Virtualizzazione e installazione Linux Virtualizzazione e installazione Linux Federico De Meo, Davide Quaglia, Simone Bronuzzi Lo scopo di questa esercitazione è quello di introdurre il concetto di virtualizzazione, di creare un ambiente virtuale

Dettagli

UBUNTU SERVER. Installazione e configurazione di Ubuntu Server. M. Cesa 1

UBUNTU SERVER. Installazione e configurazione di Ubuntu Server. M. Cesa 1 UBUNTU SERVER Installazione e configurazione di Ubuntu Server M. Cesa 1 Ubuntu Server Scaricare la versione deisiderata dalla pagina ufficiale http://www.ubuntu.com/getubuntu/download-server Selezioniare

Dettagli

Per Iniziare con Parallels Desktop 10

Per Iniziare con Parallels Desktop 10 Per Iniziare con Parallels Desktop 10 Copyright 1999-2014 Parallels IP Holdings GmbH e i suoi affiliati. Tutti i diritti riservati. Parallels IP Holdings GmbH Vordergasse 59 8200 Schaffhausen Svizzera

Dettagli

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Indice 4 Introduzione 5 Cosa ti occorre 6 Panoramica dell installazione 6 Passo 1: verifica la presenza di aggiornamenti. 6 Passo 2: apri Assistente

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

Boot Camp Guida di installazione e configurazione

Boot Camp Guida di installazione e configurazione Boot Camp Guida di installazione e configurazione Indice 3 Introduzione 4 Panoramica dell'installazione 4 Passo 1: Verificare la presenza di aggiornamenti 4 Passo 2: Per preparare il Mac per Windows 4

Dettagli

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A Leggere attentamente questo manuale prima dell utilizzo e conservarlo per consultazioni future Via Don Arrigoni, 5 24020 Rovetta

Dettagli

Red Hat Subscription Asset Manager 1.1 Installation Guide. Installazione ed utilizzo di Red Hat Subscription Asset Manager Edizione 2

Red Hat Subscription Asset Manager 1.1 Installation Guide. Installazione ed utilizzo di Red Hat Subscription Asset Manager Edizione 2 Red Hat Subscription Asset Manager 1.1 Installation Guide Installazione ed utilizzo di Red Hat Subscription Asset Manager Edizione 2 Sarah Chua Lana Brindley Red Hat Subscription Asset Manager 1.1 Installation

Dettagli

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci Manuale di Remote Desktop Connection Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci 2 Indice 1 Introduzione 5 2 Il protocollo Remote Frame Buffer 6 3 Uso di Remote Desktop

Dettagli

Manuale installazione DiKe Util

Manuale installazione DiKe Util Manuale installazione DiKe Util Andare sul sito Internet: www.firma.infocert.it Cliccare su software nella sezione rossa INSTALLAZIONE: comparirà la seguente pagina 1 Selezionare, nel menu di sinistra,

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente Linux Debian, Fedora, Ubuntu www.ondacommunication.com Chiavet ta Internet MT503HSA Guida rapida sistema operativo LINUX V 1.1 33080, Roveredo in Piano (PN)

Dettagli

FileMaker Server 13. Guida introduttiva

FileMaker Server 13. Guida introduttiva FileMaker Server 13 Guida introduttiva 2007-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker e Bento sono marchi

Dettagli

Rational Asset Manager, versione 7.1

Rational Asset Manager, versione 7.1 Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Note Prima di utilizzare queste informazioni e il prodotto

Dettagli

Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option

Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Il software descritto nel presente

Dettagli

Red Hat Subscription Asset Manager 1.2 Installation Guide. Installazione ed utilizzo di Red Hat Subscription Asset Manager - Beta Release Edizione 3

Red Hat Subscription Asset Manager 1.2 Installation Guide. Installazione ed utilizzo di Red Hat Subscription Asset Manager - Beta Release Edizione 3 Red Hat Subscription Asset Manager 1.2 Installation Guide Installazione ed utilizzo di Red Hat Subscription Asset Manager - Beta Release Edizione 3 Sarah Chua Lana Brindley Red Hat Subscription Asset Manager

Dettagli

Per iniziare con Parallels Desktop 9

Per iniziare con Parallels Desktop 9 Per iniziare con Parallels Desktop 9 Copyright 1999-2013 Parallels Holdings, Ltd. and its affiliates. All rights reserved. Parallels IP Holdings GmbH. Vordergasse 59 CH8200 Schaffhausen Switzerland Tel:

Dettagli

Installazione LINUX 10.0

Installazione LINUX 10.0 Installazione LINUX 10.0 1 Principali passi Prima di iniziare con l'installazione è necessario entrare nel menu di configurazione del PC (F2 durante lo start-up) e selezionare nel menu di set-up il boot

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Manuale di installazione. Data Protector Express. Hewlett-Packard Company

Manuale di installazione. Data Protector Express. Hewlett-Packard Company Manuale di installazione Data Protector Express Hewlett-Packard Company ii Manuale di installazione di Data Protector Express. Copyright Marchi Copyright 2005 Hewlett-Packard Limited. Ottobre 2005 Numero

Dettagli

iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti

iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti iphone è pronto per le aziende. Supporta Microsoft Exchange ActiveSync, così come servizi basati su standard, invio e ricezione di e-mail, calendari

Dettagli

Configuration Managment Configurare EC2 su AWS. Tutorial. Configuration Managment. Configurare il servizio EC2 su AWS. Pagina 1

Configuration Managment Configurare EC2 su AWS. Tutorial. Configuration Managment. Configurare il servizio EC2 su AWS. Pagina 1 Tutorial Configuration Managment Configurare il servizio EC2 su AWS Pagina 1 Sommario 1. INTRODUZIONE... 3 2. PROGRAMMI NECESSARI... 4 3. PANNELLO DI CONTROLLO... 5 4. CONFIGURARE E LANCIARE UN ISTANZA...

Dettagli

Manuale - TeamViewer 6.0

Manuale - TeamViewer 6.0 Manuale - TeamViewer 6.0 Revision TeamViewer 6.0 9947c Indice Indice 1 Ambito di applicazione... 1 1.1 Informazioni su TeamViewer... 1 1.2 Le nuove funzionalità della Versione 6.0... 1 1.3 Funzioni delle

Dettagli

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam.

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam. Laurea in INFORMATICA INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 Dynamic Host Configuration Protocol fausto.marcantoni@unicam.it Prima di iniziare... Gli indirizzi IP privati possono essere

Dettagli

NAS 208 WebDAV Un'alternativa sicura per la condivisione di file su FTP

NAS 208 WebDAV Un'alternativa sicura per la condivisione di file su FTP NAS 208 WebDAV Un'alternativa sicura per la condivisione di file su FTP Eseguire il collegamento al NAS tramite WebDAV A S U S T O R C O L L E G E OBIETTIVI DEL CORSO Al termine di questo corso si dovrebbe

Dettagli

Installazione di GFI Network Server Monitor

Installazione di GFI Network Server Monitor Installazione di GFI Network Server Monitor Requisiti di sistema I computer che eseguono GFI Network Server Monitor richiedono: i sistemi operativi Windows 2000 (SP4 o superiore), 2003 o XP Pro Windows

Dettagli

Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto

Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto Augusto Scatolini (webmaster@comunecampagnano.it) Ver. 1.0 (marzo 2009) ultimo aggiornamento aprile 2009 Easy Peasy è una distribuzione

Dettagli

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni sul

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 6 1.1 Informazioni sul software... 6

Dettagli

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 MANUALE UTENTE DN-16100 SALVAGUARDIA IMPORTANTE Tutti i prodotti senza piombo offerti dall'azienda sono a norma con i requisiti della legge Europea sulla restrizione per l'uso

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8 Creare e ripristinare immagine di con Windows 8 La versione Pro di Windows 8 offre un interessante strumento per il backup del computer: la possibilità di creare un immagine completa del, ovvero la copia

Dettagli

INFRASTRUCTURE LICENSING WINDOWS SERVER. Microsoft licensing in ambienti virtualizzati. Acronimi

INFRASTRUCTURE LICENSING WINDOWS SERVER. Microsoft licensing in ambienti virtualizzati. Acronimi Microsoft licensing in ambienti virtualizzati Luca De Angelis Product marketing manager Luca.deangelis@microsoft.com Acronimi E Operating System Environment ML Management License CAL Client Access License

Dettagli

Zeroshell come client OpenVPN

Zeroshell come client OpenVPN Zeroshell come client OpenVPN (di un server OpenVpn Linux) Le funzionalità di stabilire connessioni VPN di Zeroshell vede come scenario solito Zeroshell sia come client sia come server e per scelta architetturale,

Dettagli

Windows Compatibilità

Windows Compatibilità Che novità? Windows Compatibilità CODESOFT 2014 é compatibile con Windows 8.1 e Windows Server 2012 R2 CODESOFT 2014 Compatibilità sistemi operativi: Windows 8 / Windows 8.1 Windows Server 2012 / Windows

Dettagli

Manuale installazione KNOS

Manuale installazione KNOS Manuale installazione KNOS 1. PREREQUISITI... 3 1.1 PIATTAFORME CLIENT... 3 1.2 PIATTAFORME SERVER... 3 1.3 PIATTAFORME DATABASE... 3 1.4 ALTRE APPLICAZIONI LATO SERVER... 3 1.5 ALTRE APPLICAZIONI LATO

Dettagli

Creare una pen drive bottabile con Zeroshell oppure installarlo su hard disk. by Gassi Vito info@gassielettronica.com

Creare una pen drive bottabile con Zeroshell oppure installarlo su hard disk. by Gassi Vito info@gassielettronica.com Creare una pen drive bottabile con Zeroshell oppure installarlo su hard disk by Gassi Vito info@gassielettronica.com Questa breve guida pratica ci consentirà installare Zeroshell su pen drive o schede

Dettagli

Porta di Accesso versione 5.0.12

Porta di Accesso versione 5.0.12 Pag. 1 di 22 Controlli da effettuare in seguito al verificarsi di ERRORE 10 nell utilizzo di XML SAIA Porta di Accesso versione 5.0.12 Pag. 2 di 22 INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. VERIFICHE DA ESEGUIRE...3

Dettagli

Istruzioni per l uso Guida software

Istruzioni per l uso Guida software Istruzioni per l uso Guida software Leggere subito Manuali per questa stampante...8 Preparazione per la stampa Installazione rapida...9 Conferma del metodo di connessione...11 Connessione di rete...11

Dettagli

Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS)

Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS) Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS) EZChrom Edition e ChemStation Edition Requisiti hardware e software Agilent Technologies Informazioni legali Agilent Technologies, Inc. 2013 Nessuna parte

Dettagli

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto 2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto previsto in Avvisi legali. 23 giugno 2014 Indice 3 Indice...5

Dettagli

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA Avvio di Atlas 2.x sul server CONTESTO La macchina deve rispecchiare le seguenti caratteristiche MINIME di sistema: Valori MINIMI per Server di TC con 10 postazioni d'esame

Dettagli

ApplicationServer XG Versione 11. Ultimo aggiornamento: 10.09.2013

ApplicationServer XG Versione 11. Ultimo aggiornamento: 10.09.2013 ApplicationServer XG Versione 11 Ultimo aggiornamento: 10.09.2013 Indice Indice... i Introduzione a 2X ApplicationServer... 1 Cos'è 2X ApplicationServer?... 1 Come funziona?... 1 Su questo documento...

Dettagli

CONFIGURAZIONE DEI SERVIZI (seconda parte)

CONFIGURAZIONE DEI SERVIZI (seconda parte) Corso ForTIC C2 LEZIONE n. 10 CONFIGURAZIONE DEI SERVIZI (seconda parte) WEB SERVER PROXY FIREWALL Strumenti di controllo della rete I contenuti di questo documento, salvo diversa indicazione, sono rilasciati

Dettagli

Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB

Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB Alex Gotev 1 Contenuti Che cos'è Puppy Linux? Come posso averlo? Come si avvia? Che programmi include? Installazione su Chiavetta USB Domande

Dettagli

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads.

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads. MailStore Proxy Con MailStore Proxy, il server proxy di MailStore, è possibile archiviare i messaggi in modo automatico al momento dell invio/ricezione. I pro e i contro di questa procedura vengono esaminati

Dettagli

Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER

Installazione ed attivazione della SUITE OFFIS versione SERVER Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER Premessa La versione server di OFFIS può essere installata e utilizzata indifferentemente da PC/Win o Mac/Osx e consente l'accesso contemporaneo

Dettagli

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO Precisione del riconoscimento Velocità di riconoscimento Configurazione del sistema Correzione Regolazione della

Dettagli

RefWorks Guida all utente Versione 4.0

RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Accesso a RefWorks per utenti registrati RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Dalla pagina web www.refworks.com/refworks Inserire il proprio username (indirizzo e-mail) e password NB: Agli utenti remoti

Dettagli

Alb@conference GO e Web Tools

Alb@conference GO e Web Tools Alb@conference GO e Web Tools Crea riunioni virtuali sempre più efficaci Strumenti Web di Alb@conference GO Guida Utente Avanzata Alb@conference GO Per partecipare ad un audioconferenza online con Alb@conference

Dettagli

File Leggimi relativo a Quark Licensing Administrator 4.5.0.2

File Leggimi relativo a Quark Licensing Administrator 4.5.0.2 File Leggimi relativo a Quark Licensing Administrator 4.5.0.2 INDICE Indice File Leggimi relativo a Quark Licensing Administrator 4.5.0.2...4 Requisiti di sistema: QLA Server...5 Requisiti di sistema:

Dettagli

AMBIENTE DEV PASCAL. Dev-Pascal 1.9.2. Finestra di apertura

AMBIENTE DEV PASCAL. Dev-Pascal 1.9.2. Finestra di apertura Dev-Pascal 1.9.2 1 Dev-Pascal è un ambiente di sviluppo integrato per la programmazione in linguaggio Pascal sotto Windows prodotto dalla Bloodshed con licenza GNU e liberamente scaricabile al link http://www.bloodshed.net/dev/devpas192.exe

Dettagli

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi.

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi. I server di stampa vengono utilizzati per collegare le stampanti alle reti. In tal modo, più utenti possono accedere alle stampanti dalle proprie workstation, condividendo sofisticate e costose risorse.

Dettagli

Meetecho s.r.l. Web Conferencing and Collaboration tools. Guida all installazione e all uso di Meetecho beta

Meetecho s.r.l. Web Conferencing and Collaboration tools. Guida all installazione e all uso di Meetecho beta Web Conferencing and Collaboration tools Passo 1: registrazione presso il sito Accedere al sito www.meetecho.com e registrarsi tramite l apposito form presente nella sezione Reserved Area. In fase di registrazione

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5 Guida introduttiva Rivedere i requisiti di sistema e seguire i facili passaggi della presente guida per distribuire e provare con successo GFI FaxMaker. Le informazioni e il contenuto del presente documento

Dettagli

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP.

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP. Configurazione di indirizzi IP statici multipli Per mappare gli indirizzi IP pubblici, associandoli a Server interni, è possibile sfruttare due differenti metodi: 1. uso della funzione di Address Translation

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 10 Server for Windows Acronis Backup & Recovery 10 Workstation

Acronis Backup & Recovery 10 Server for Windows Acronis Backup & Recovery 10 Workstation Acronis Backup & Recovery 10 Server for Windows Acronis Backup & Recovery 10 Workstation Guida introduttiva 1 Informazioni sul documento Questo documento descrive come installare e iniziare ad utilizzare

Dettagli

Testi della Guida introduttiva a cura di Martin Ley. Revisione e controllo qualità: Cristina Bachmann, Heiko Bischoff, Marion Bröer, Sabine Pfeifer,

Testi della Guida introduttiva a cura di Martin Ley. Revisione e controllo qualità: Cristina Bachmann, Heiko Bischoff, Marion Bröer, Sabine Pfeifer, Guida Introduttiva Testi della Guida introduttiva a cura di Martin Ley. Revisione e controllo qualità: Cristina Bachmann, Heiko Bischoff, Marion Bröer, Sabine Pfeifer, Heike Schilling. Data di rilascio:

Dettagli

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito, semplice da utilizzare e fornisce

Dettagli

FileMaker Server 13. Guida di FileMaker Server

FileMaker Server 13. Guida di FileMaker Server FileMaker Server 13 Guida di FileMaker Server 2010-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker e Bento sono

Dettagli

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux.

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux. FAQ su GeCo Qual è la differenza tra la versione di GeCo con installer e quella portabile?... 2 Esiste la versione per Linux di GeCo?... 2 Quali sono le credenziali di accesso a GeCo?... 2 Ho smarrito

Dettagli

Sizing di un infrastruttura server con VMware

Sizing di un infrastruttura server con VMware Sizing di un infrastruttura server con VMware v1.1 Matteo Cappelli Vediamo una serie di best practices per progettare e dimensionare un infrastruttura di server virtuali con VMware vsphere 5.0. Innanzitutto

Dettagli

Parallels Plesk Panel

Parallels Plesk Panel Parallels Plesk Panel Notifica sul Copyright ISBN: N/A Parallels 660 SW 39 th Street Suite 205 Renton, Washington 98057 USA Telefono: +1 (425) 282 6400 Fax: +1 (425) 282 6444 Copyright 1999-2009, Parallels,

Dettagli

How to Develop Accessible Linux Applications

How to Develop Accessible Linux Applications How to Develop Accessible Linux Applications Sharon Snider Copyright 2002 IBM Corporation v1.1, 2002-05-03 Diario delle Revisioni Revisione v1.1 2002-05-03 Revisionato da: sds Convertito in DocBook XML

Dettagli

GUIDA DELL UTENTE IN RETE

GUIDA DELL UTENTE IN RETE GUIDA DELL UTENTE IN RETE Memorizza registro di stampa in rete Versione 0 ITA Definizione delle note Nella presente Guida dell'utente viene utilizzata la seguente icona: Le note spiegano come intervenire

Dettagli

DNS (Domain Name System) Gruppo Linux

DNS (Domain Name System) Gruppo Linux DNS (Domain Name System) Gruppo Linux Luca Sozio Matteo Giordano Vincenzo Sgaramella Enrico Palmerini DNS (Domain Name System) Ci sono due modi per identificare un host nella rete: - Attraverso un hostname

Dettagli

Cos'é Code::Blocks? Come Creare un progetto Come eseguire un programma Risoluzione problemi istallazione Code::Blocks Che cos è il Debug e come si usa

Cos'é Code::Blocks? Come Creare un progetto Come eseguire un programma Risoluzione problemi istallazione Code::Blocks Che cos è il Debug e come si usa di Ilaria Lorenzo e Alessandra Palma Cos'é Code::Blocks? Come Creare un progetto Come eseguire un programma Risoluzione problemi istallazione Code::Blocks Che cos è il Debug e come si usa Code::Blocks

Dettagli

Configurazione avanzata di IBM SPSS Modeler Entity Analytics

Configurazione avanzata di IBM SPSS Modeler Entity Analytics Configurazione avanzata di IBM SPSS Modeler Entity Analytics Introduzione I destinatari di questa guida sono gli amministratori di sistema che configurano IBM SPSS Modeler Entity Analytics (EA) in modo

Dettagli

Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi. Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione.

Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi. Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione. Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione. Indice Trovare le informazioni necessarie... 3 Ripristino e backup... 4 Cos'è il ripristino

Dettagli

Manuale dell'amministratore

Manuale dell'amministratore Manuale dell'amministratore di LapLink Host 2 Introduzione a LapLink Host 4 Requisiti per LapLink Host 6 Esecuzione dell'installazione silent di LapLink Host 8 Modifica del file di procedura per l'installazione

Dettagli

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO...

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO... Modulo A Programmiamo in Pascal Unità didattiche 1. Installiamo il Dev-Pascal 2. Il programma e le variabili 3. Input dei dati 4. Utilizziamo gli operatori matematici e commentiamo il codice COSA IMPAREREMO...

Dettagli

PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers

PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers La procedura di installazione è divisa in tre parti : Installazione dell archivio MySql, sul quale vengono salvati

Dettagli

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido SISSI IN RETE Quick Reference guide guida di riferimento rapido Indice generale Sissi in rete...3 Introduzione...3 Architettura Software...3 Installazione di SISSI in rete...3 Utilizzo di SISSI in Rete...4

Dettagli

Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink

Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink Questa guida riporta i passi relativi all'installazione ed all'utilizzo dell'app "RxCamLink" per il collegamento remoto in mobilità a sistemi TVCC basati

Dettagli

Arcserve Replication and High Availability

Arcserve Replication and High Availability Arcserve Replication and High Availability Guida operativa per Oracle Server per Windows r16.5 La presente documentazione, che include il sistema di guida in linea integrato e materiale distribuibile elettronicamente

Dettagli

Configurazione Zimbra mail per accedere alla propria casella di posta tramite il browser.

Configurazione Zimbra mail per accedere alla propria casella di posta tramite il browser. Configurazione Zimbra mail per accedere alla propria casella di posta tramite il browser. Se vogliamo accedere alla nostra casella di posta elettronica unipg.it senza usare un client di posta (eudora,

Dettagli

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT Web Meeting Quick Start Guide V4_IT Indice 1 INFORMAZIONI SUL PRODOTTO... 3 1.1 CONSIDERAZIONI GENERALI... 3 1.2 SISTEMI OPERATIVI SUPPORTATI E LINGUE... 3 1.3 CARATTERISTICHE... 3 2 PRENOTARE UNA CONFERENZA...

Dettagli

Gestione posta elettronica (versione 1.1)

Gestione posta elettronica (versione 1.1) Gestione posta elettronica (versione 1.1) Premessa La presente guida illustra le fasi da seguire per una corretta gestione della posta elettronica ai fini della protocollazione in entrata delle mail (o

Dettagli

Corso di Alfabetizzazione Informatica

Corso di Alfabetizzazione Informatica Corso di Alfabetizzazione Informatica Scopo di questo corso, vuole essere quello di fornire ad ognuno dei partecipanti, indipendentemente dalle loro precedenti conoscenze informatiche, l apprendimento

Dettagli

Integrated Development Environment (IDE) DevC++ 4.9.9.2

Integrated Development Environment (IDE) DevC++ 4.9.9.2 Integrated Development Environment (IDE) DevC++ 4.9.9.2 Manuale utente Data ultima revisione: 22/10/2008 Fondamenti di informatica Università Facoltà Corso di laurea Politecnico di Bari 1 a Facoltà di

Dettagli

INSTALLAZIONE E UTILIZZO DEL COMPILATORE Code::Blocks 8.02

INSTALLAZIONE E UTILIZZO DEL COMPILATORE Code::Blocks 8.02 INSTALLAZIONE E UTILIZZO DEL COMPILATORE Code::Blocks 8.02 Download Si può scaricare gratuitamente la versione per il proprio sistema operativo (Windows, MacOS, Linux) dal sito: http://www.codeblocks.org

Dettagli

Web Conferencing Open Source

Web Conferencing Open Source Web Conferencing Open Source A cura di Giuseppe Maugeri g.maugeri@bembughi.org 1 Cos è BigBlueButton? Sistema di Web Conferencing Open Source Basato su più di quattordici componenti Open-Source. Fornisce

Dettagli

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati.

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. La prima colonna indica il tasto da premere singolarmente e poi rilasciare. La seconda e terza colonna rappresenta la combinazione dei i tasti da premere

Dettagli

Guida alla configurazione della posta elettronica. bassanonet.com

Guida alla configurazione della posta elettronica. bassanonet.com Guida alla configurazione della posta elettronica bassanonet.com 02 Guida alla configurazione della posta elettronica I programmi di posta elettronica consentono di gestire una o più caselle e-mail in

Dettagli

Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail

Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail Xerox WorkCentre M118i Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail 701P42705 Questa guida fornisce un riferimento rapido per l'impostazione della funzione Scansione su e-mail su Xerox WorkCentre

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

minilector/usb Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento

minilector/usb Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento minilector/usb minilector/usb...1 Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento...1 1. La segnalazione luminosa (led) su minilector lampeggia?... 1 2. Inserendo una smartcard il led si accende

Dettagli

Dev C++ Prerequisiti. Note di utilizzo. Utilizzo di Windows Effettuare il download da Internet Compilazione di un programma

Dev C++ Prerequisiti. Note di utilizzo. Utilizzo di Windows Effettuare il download da Internet Compilazione di un programma Dev C++ Note di utilizzo 1 Prerequisiti Utilizzo di Windows Effettuare il download da Internet Compilazione di un programma 2 1 Introduzione Lo scopo di queste note è quello di diffondere la conoscenza

Dettagli

Guida dell'utente di Norton Save and Restore

Guida dell'utente di Norton Save and Restore Guida dell'utente Guida dell'utente di Norton Save and Restore Il software descritto in questo manuale viene fornito con contratto di licenza e può essere utilizzato solo in conformità con i termini del

Dettagli

Client di Posta Elettronica PECMailer

Client di Posta Elettronica PECMailer Client di Posta Elettronica PECMailer PECMailer è un semplice ma completo client di posta elettronica, ovvero un programma che consente di gestire la composizione, la trasmissione, la ricezione e l'organizzazione

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA

GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA STRUMENTI DI GESTIONE BIBLIOGRAFICA I software di gestione bibliografica permettono di raccogliere, catalogare e organizzare diverse tipologie di materiali, prendere appunti, formattare

Dettagli

Parallels Plesk Panel

Parallels Plesk Panel Parallels Plesk Panel Notifica sul Copyright Parallels Holdings, Ltd. c/o Parallels International GMbH Vordergasse 59 CH-Schaffhausen Svizzera Telefono: +41-526320-411 Fax+41-52672-2010 Copyright 1999-2011

Dettagli

INDICE Informazioni Generali... 4. Comprare ebook con Kobo Desktop... 8. Usare la Libreria di Kobo Desktop... 10. Leggere su Kobo Desktop...

INDICE Informazioni Generali... 4. Comprare ebook con Kobo Desktop... 8. Usare la Libreria di Kobo Desktop... 10. Leggere su Kobo Desktop... Kobo Desktop Manuale Utente INDICE Informazioni Generali... 4 Installare Kobo Desktop su Windows... 5 Installare Kobo Desktop su Mac... 6 Comprare ebook con Kobo Desktop... 8 Usare la Libreria di Kobo

Dettagli