Marta Gaggini My London Calling

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Marta Gaggini My London Calling"

Transcript

1 Marta Gaggini My London Calling Vademecum minimo per sopravvivere a Londra Parte 6 EdiKiT

2 MY LONDON CALLING - parte 6 - NUOVO CENTRO, PROFONDO SUD Ancora una volta nascosto sotto le arcate di un ponte, un altro mercato animava l Embankment. Era un corteo composto di copertine, distribuite sui banchi come una raccolta di vecchie fotografie, o allineate sui bordi come in un sinuoso domino di titoli. Gli scaffali accoglievano le pagine più antiche, rilegate in pelle, o finta tale, come i libri della nostra vecchia collezione raccolta con qualche giornale, e adesso dimenticata sul retro della libreria nelle seconde file. C era quel profumo di carta invecchiata che mentre si legge Shakespeare si dovrebbe sempre annusare. C erano prodotti editoriali che spaziavano da un angolo all altro di quello che è considerato l universo letterario: la biografia di Van Gogh e l opera magna di un certo dottor Spock sulla cura del bambino, tomi sull Italia del Rinascimento e How to eat di Nigella lì accanto, a riprova del fatto che il destino ha un senso dell umorismo beffardo. C erano i miei eroi, Clive Cussler e Bill Bryson. C era un volume ingiallito, con in copertina un cupolone a metà fra la fotografia e il quadro, che raccontava le memorie di un Grand Tour italiano. E soprattutto c era London, che però non era un diario di viaggio ma un romanzo. C era The best of life, quindi non credo di dover aggiungere altro. Passeggiando sotto il ponte di Waterloo, tra i banchi di questo mercatino di libri dall atmosfera bohemienne che dà un tocco

3 di Senna parigina al Tamigi della domenica mattina, ho scoperto il mio punto di equilibrio. Perché non Piccadilly, Westminster o Soho, ma il ponte di Waterloo, affacciato sul Big Ben e in vista di Saint Paul e della sua cupola, è il vero centro di Londra. Un centro da cui mi sarei allontanata di lì a poco a dismisura per raggiungere quella che sarebbe diventata la mia nuova casa. Un centro che, per quanto fuori asse rispetto alla proposta ufficiale di ogni guida, dalla zona tre sembra un irraggiungibile meta. Toooooting Broooooadway: il profondo Sud mi aspettava. Il fatto che i cartelli stradali, da quelle parti, non indicassero come centro città né Waterloo né Piccadilly o Soho, ma l anima pulsante di Tooting all incrocio davanti alla metro, mi ha quantomeno destabilizzato. Ma la prima cosa che vedi, uscendo dopo ore nell underground a rivedere il sole, è Primark, e questo ti convince a restare. Il fatto è che arrivando attraverso il sottosuolo, tra questo mondo e il centro città quello vero c è una sorta di incolmabile buco nero, e Tooting, con le sue case a un piano, i comignoli che svettano sullo sfondo grigio, i bovindo che come in un gioco di specchi sembrano susseguirsi all infinito, il sole basso e la sensazione che ci sia sempre troppo cielo, sembra un isola dispersa nello spazio, una carota di terreno appollaiata nel vuoto cosmico. Volendosi spingere oltre, l immagine del mondo dantesco. Ma innamorarsi di Tooting è stato incredibilmente facile. Non solo per via delle decorazioni di un Natale multiculturale, raffiguranti, oltre alle solite palle, portacandele ebraici e palme lussureggianti, che probabilmente erano lì da sempre e che nessuno sembra intenzionato a rimuovere una volta passate le feste, ma soprattutto perché qui tutto è multiculturale. Oltrepassata la via dei barbieri che mi conduce a casa, affacciandosi sulla strada principale, che si disperde fino ai confini di questa realtà all apparenza circonda-

4 ta dal niente, come in un Truman Show della provincia londinese, e insinuandosi nel souk un po scomposto che a questa realtà fa da mercato coperto, si scopre una dimensione completamente estranea alla nostra sonnolenta periferia italiana. Posso comprare le verdure dagli arabi in un negozio esposto alle intemperie che in un attimo mi riporta sulle strade giordane, posso scegliere i trucchi e selezionare gli smalti sotto una parete di bracciali indiani, posso comprare lo stendino per i panni dai pakistani, e all occorrenza farmi fare le sopracciglia in un minuscolo salone di bellezza gestito da caraibiche afro-americane. Pakistano è anche il mio nuovo taglio di capelli, selezionato da una rivista datata ai primi anni Novanta, il mio nuovo medico di famiglia, che analizza gli anfratti delle cavità orali da una distanza abissale e con il solo ausilio di una torcia da campeggio, con ogni probabilità è del Bangladesh e ho deciso che il mio prossimo abito da cerimonia sarà un salwar kameez made in London. E fra kajal e zucchine orientali, passando dai negozi di alimentari

5 affacciati sulla strada, a quelli di articoli per la casa unica alternativa possibile all Ikea, da quelli di telefonia mobile che ti sbloccano gratuitamente il cellulare, anche se non penso capirò mai cosa voglia dire, a quelli che vendono in combinata stuzzichini al cioccolato e giornali, ancora annaspo nel tentativo affannoso di distinguere un arabo da un indiano. Tooting forse mi ha aiutato a trovare la risposta che cercavo: né arabi né indiani, sono tutti pakistani. Come la mia parrucchiera di fiducia. Una delle tante sfumature di questo mondo multi cromatico, fatto di incontri, commistioni, scambi, dove di fatto non esistono confini. E anche se i confini ci fossero, Londra, e Tooting, ci costringerebbero a oltrepassarli, in un bazar vivace e un po confuso dove le Indie orientali e occidentali confinano e dove tutte le differenze si sommano in un codice genetico unico, probabilmente quello pakistano. L intermezzo è la mia ombra sul prato del parco, scoiattoli che si rincorrono, chiome dorate nella luce morbida dell autunno, una foschia che non si sa se sia quella dell alba o del tramonto e raggi che all improvviso la trafiggono. L intermezzo è la malinconia che precede ogni viaggio, grandi abbracci e foto davanti allo specchio. L intermezzo è un Tower Bridge notturno mangiando patatine da asporto. PER RITROVARE L ORIENTE La mia vacanza così perfettamente calibrata prima della partenza, traslocando tutti i miei beni in metropolitana da Queensway

6 a Tooting Broadway, che sarebbe diventata la mia nuova casa, e salutando King s Road prima di trasferirmi nel negozio di Oxford al mio ritorno, si sfracellava quando, dopo aver pagato tutto il pacchetto del viaggio connettendomi alla WiFi di Pret a manger durante le pause pranzo, perdevo miseramente l aereo per il Marocco. Tornata a Londra miseramente, per superare la crisi c era un solo rimedio: il mare. Andare al mare proprio quando l estate era ormai diventata un ricordo, ai più potrebbe sembrare assurdo, ma a me è sempre piaciuto il mare d inverno. Soprattutto se quel mare è oceano. Oceano Mare. E allora dopo indagini accurate e dopo la lunga trascrizione manoscritta di quelle memorabili prime pagine, sono partita per Brighton alla ricerca dell equilibrio che avevo smarrito, ripartendo da quell angolo di perfezione incompleto, da quella strada dispersa lungo il cammino, dall assenza di colore di quel quadro. Ripartendo da me. Dal mare e dal suo orizzonte aperto, dal mio bisogno di dare voce al racconto, e perché no, anche da Baricco, con quella prosa, fatta poesia, fatta musica, che fin dal primo momento avevo riconosciuto come

7 mia, trovando qualcosa che non credevo di cercare, trovando, messe su carta da qualcun altro, le sensazioni che provavo e che se fossi riuscita a spiegare avrei espresso con la stessa melodia e le stesse parole. Sceglievo di ripartire. Perché l uomo è feritoia e spiraglio, porta piccola da cui rientrano storie a fiumi e l immane repertorio di ciò che potrebbe essere, squarcio infinito, ferita meravigliosa, sentiero di passi a migliaia dove nulla più potrà essere vero ma tutto sarà E il mio modo di rimettermi in viaggio è stato questo, scendere dal treno a Brighton, insinuarmi nei vicoletti che si tuffavano verso il mare, attraversare le lussuose strade commerciali e i viali turistici e trascurati a ridosso della stazione, a cercare, prima del mare, il mio Oceano Mare, Waterstone e la curiosità di scoprire come suonava Baricco in inglese. Così, con il mio nuovo libro fra le mani, ho raggiunto la spiaggia, allargando lo sguardo fra le luci del Brighton Pier e i resti del vecchio pontile vittoriano, e seduta lì, sulla spiaggia, nascosta dal rumore del vento, ho dato a questo nuovo Ocean Sea il suo spazio. Poi, irresistibilmente attratta dai ritornelli ossessivi delle giostre sul molo, che accompagnavano col loro ritmo incalzante il fruscio riposante delle onde a riva, mi sono diretta a quel parco divertimenti affacciato sulla costa, già immaginandomi eclissata da un gigantesco lecca-lecca. Ma l atmosfera non era quella festosa e animata di una domenica estiva. Quella che si respirava, in quel parco giochi arroccato su un pontile circondato dal mare, in quella giornata grigia dal clima già invernale, era l aria pesante dell abbandono. Un abbandono che si sentiva tangibile, concreto, che calava su quell angolo dimenticato come una nuvola bassa, cancellando i colori e rendendo più distanti i suoni. Le note acute di quelle melodie insistenti assumevano toni più gravi, come se il ritmo, sconfitto, si fosse

8 rallentato, e le luci stridevano contro lo sfondo omogeneo del cielo. Come sempre, in un parco giochi, c era la sensazione che tutto potesse succedere, ma stavolta era qualcosa di piccolo, di immobile. O qualcosa di altamente catastrofico, visto che era l ambientazione ideale per quel Luna Park romanzo giallo che tanto mi aveva appassionato da bambina, con montagne russe che deragliavano e case stregate trasformate in trappole mortali. Malinconia e terrore: il clown e le sue facce oscure. Ma c era un altro elemento che, appena sbarcata in questo nuovo inizio tanto diverso da come l avevo programmato, mi aveva spinto a Brighton, ed era la possibilità di vedere un po di quell Oriente che era andato perduto. Così, lasciandomi il mare alle spalle, mi sono diretta al Royal Pavilion. Quelle cupole a cipolla, che da Le mille e una notte si erano ritrovate per sbaglio sulla costa

9 britannica, erano come un tentativo di copia un po azzardato del Taj Mahal, ancora più contrastanti con Brighton di quanto non lo fosse con Granada l Alhambra in stile moresco. Varcate le soglie, si raggiungeva il Levante. Se non avessi saputo con certezza e con un certo fastidio che ero ancora in Inghilterra, avrei potuto tranquillamente credere di essere in Cina, o in Persia, o nella terra di Sandokan, di potermi affacciare e vedere la Grande Muraglia. Ma le tende erano tutte chiuse, il volo che avevo preso mi aveva riportato a Londra, e l Oriente che vedevo era solo una ricostruzione meticolosa, un ambientazione così curata da dare a tratti l impressione di essere davvero artefatta e costruita. E allora l Oriente vero si allontanava, lasciandosi alle spalle solo una facciata e la sensazione strana che il Royal Pavilion fosse quello che in effetti era: non un mondo esotico ma la sua gradevole messa in scena. Diciamolo, John Nash ha fatto qui quello che io ho tentato di fare con la mia camera giapponese. E sarà anche poco realistico, o troppo elaborato, ma io un palazzo reale cinese non l ho mai visto, e questo risponde perfettamente al mio immaginario, quindi dimentichiamo Brighton, fingiamo che dietro tutto questo non ci sia l ego di un architetto, e lasciamo invece che samurai e shogun tornino a popolarlo. John Nash ha certo raggiunto il suo obiettivo di ricreare l esotico nello stridente clima britannico, e in tutta sincerità, con un po di fondi in più, anch io con la mia camera giapponese avrei voluto fare esattamente lo stesso. Cupolone a cipolla compreso. Il salone è un tripudio di draghi e fiori di loto, c è un araba fenice a reggere il lampadario e le cupole sono ricoperte di foglie che, come me, anche il decoratore doveva aver visto solo nelle serre. La cucina, oltre a essere invasa da gigantesche pentole di rame in quantità che nemmeno il magazzino della Mondial Casa si può

10 vantare di possedere, era una sorta di palmizio verdeggiante. Lungo i corridoi le porte erano incorniciate da tendine grondanti campanelle e draghi avvolti intorno alle colonne. La sala da ballo chiariva che se un ospite d onore fosse comparso all improvviso sarebbe stata Mulan, non certo Giorgio IV. E tornando indietro ho capito che l ingresso, con le lanterne, i mobiletti addossati alle pareti e la scala effetto bamboo in legno, era identico alla Casa del giunco. Mentre mi aggiravo rapita fra quei saloni inseguendo il fascino del mondo, sono tornata al tempo che tutto questo aveva concepito, un tempo in cui le donne indossavano gonne vaporose e corsetti soffocanti e gli uomini erano tutti un po dandy. Oscar Wilde avrebbe potuto passeggiare per quei corridoi, discutendo la sua visione del mondo con altri suoi contemporanei a noi altrettanto vicini, James Joyce o Arthur Conan Doyle. E quindi ho capito che già sotto gli abiti di allora, in quell Oriente che anche allora attraeva il viaggiatore e non ha mai smesso di affascinare, nonostante l evolversi della storia, e l inevitabile scorrere della cronologia, si affermava prepotente la modernità del pensiero, o anzi l evidenza che il pensiero è sempre stato fuori dal tempo, e con lui la natura dell uomo. SILENZIO CHE RACCONTA Dopo aver risalito il canale, da Camden alla stazione di King s Cross, immersa tra chiatte, chiuse e fronde d alberi che si sporgevano per raggiungere le acque del fiume, in quella pace agreste dove giungevano smorzati i rumori della città attuale e l eco dei suoni della Rivoluzione industriale, sono riemersa per tuffarmi in

11 un altro silenzio, un altro buco nero sulla mappa della città che lasciava fuori il caos e metteva tregua alla frenesia: la British Library. La stessa traccia audio, dall arcadico campestre all essenza del letterario. Ora. Qualcuno potrebbe rimproverarmi a ragione di non aver mai messo piede alla nostra Biblioteca Nazionale. Magari vedendo le prime copie delle opere di Dante avrei reagito come quel famoso viaggiatore romantico che ha quasi avuto un collasso alla vista di Santa Croce, tramutandomi in una sindrome di Stendhal vivente. Ma a parer mio quel concentrato di filosofia, scienza, religione, arte e musica, in forma di parola scritta, tutta quella storia, dell uomo e con lui della cultura, in forma di letteratura, anche se Dante non c era, meritava comunque un po d ammirazione. Così ho dato un valore nuovo al gesto semplice dello scrivere passeggiando fra i manoscritti di Jane Austen, Wordsworth e Conan Doyle, e di un altra scrittrice di cui ora, tanto per mantenere un sano legame con l ignoranza primordiale, non mi sovviene il nome. Ho incontrato le mode di oggi e di ieri, spostando il mio stupore da una copia di Chaucer al First Folio di Shakespeare alla prima stesura di Yesterday dietro una cartolina d auguri. Ho guardato da vicino la storia, schiacciando il naso contro la teca che conteneva le lettere autografe di Maria Stuarda e Elisabetta I. Ho vissuto l evolversi della scoperta, con una Bibbia di Gutenberg e gli appunti di Leonardo sulla meccanica. Ho visto la Magna Charta. La Magna Charta. Rimasta intatta dal tredicesimo secolo, scampata a ottocento anni di delirio, una vera pagina di storia. Ecco, la storia. Tra queste mura si fa protagonista, e si fa piccola: la grande storia dell umanità raccolta tutta nello spazio di una pagina, nella sintesi di una parola. I nomi altisonanti dei libri di scuola, eco di una realtà ormai lontana, i personaggi quasi mitici

12 di una realtà che potrebbe quasi non essere mai esistita, attraverso l impronta, il marchio della loro grafia, diventano azione concreta. Diventano gesto: nero su bianco. La scrittura li ha resi reali, e con loro ha reso reale la storia, che ancora una volta torna a una dimensione che troppo spesso le è sconosciuta, più umana, e con uno spessore più tangibile, quello della pergamena. Il viaggio nella parola passata inevitabilmente diventa un salto in tutto ciò che è cultura, un volo radente sull umanità intera, sempre diversa e in fondo sempre uguale a se stessa, che si evolve a poco a poco nella storia e sfuma da un angolo all altro della carta geografica. Non ci sono mutamenti improvvisi, è una questione di genetica, il cambiamento lentamente degrada, e questo rende il confine una divisione troppo netta e forzata, perché il mondo non ha i colori definiti che gli impone la cartina politica. La storia

13 è una linea continua, e a loro modo anche i margini della terra emersa, in una sorta di antica Pangea. In tutto questo la parola si fa stampa, si fa miniatura, si fa immagine sacra, e i colori e le forme scivolano senza interruzione dai testi bizantini a quelli arabi e persiani, da quelli indiani a quelli cinesi e giapponesi, raggiungendo le pendici orientali di questa umanità che in fondo non conosce distinzioni. Ed è proprio la parola, che all apparenza ci distingue, a tradire la radice della nostra comune origine. Perché parlando di radice, non è curioso che present e presente abbiano, in inglese e in italiano, lo stesso duplice significato? Da brava italiana quale sono, in fondo legata ancora all auge dell impero romano, riconducevo tutto all inesauribile influsso del latino, ma il latino stavolta non c entra, e per quanto l italiano sia una lingua romanza e l inglese una germanica pura, entrambe hanno la stessa, lontana provenienza: la Pangea della lingua. E anche se una delle domande più frequenti che ti potrebbero rivolgere a Londra è Di dov è il tuo accento?, che è evidentemente un modo carino per chiedere Da dov è che vieni per parlare l inglese in questo modo ridicolo?, in realtà non parliamo altro che dialetti diversi di una lingua unica, la lingua del mondo. Tutta messa per iscritto qui, nelle piccole sale di una biblioteca, racchiusa in un enorme cilindro di vetro che custodisce il silenzio della letteratura nel centro assordante di questa Babele moderna. Continua...

Racconti di me. Un regalo

Racconti di me. Un regalo 1 Racconti di me di Cetta De Luca Un regalo Io non regalo oggetti. Magari un sogno, un emozione qualcosa che rimanga nella vita di valore. A volte solo un ricordo, a volte me stessa. 2 Apparenza Tu che

Dettagli

Ti racconto attraverso i colori

Ti racconto attraverso i colori Ti racconto attraverso i colori Report del viaggio a Valcea Ocnele Mari Copacelu INVERNO 2013 "Reale beatitudine Libero vuol dire vivere desiderando casa protetta Libertà è tenere persone accanto libere

Dettagli

Inchiostro in libertà

Inchiostro in libertà Autopubblicati Inchiostro in libertà di Roberto Monti Ci sono parole nascoste in noi, elementi celati negli angoli invisibili dell anima. Fondamenta per la logica umana Abbiamo tutti il diritto ai nostri

Dettagli

La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43)

La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43) La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43) Riccardo Di Raimondo LA RITIRATA DI RUSSIA. DAL FIUME DON A VARSAVIA (1942-43) Memorie di un soldato italiano www.booksprintedizioni.it Copyright

Dettagli

Nonni si diventa. Il racconto di tutto quello che non sapete

Nonni si diventa. Il racconto di tutto quello che non sapete Nonni si diventa Il racconto di tutto quello che non sapete Introduzione Cari nipoti miei, quando tra qualche anno potrete leggere e comprendere fino in fondo queste pagine, forse vi chiederete perché

Dettagli

Claudio Bencivenga IL PINGUINO

Claudio Bencivenga IL PINGUINO Claudio Bencivenga IL PINGUINO 1 by Claudio Bencivenga tutti i diritti riservati 2 a mia Madre che mi raccontò la storia del pignuino Nino a Barbara che mi aiuta sempre in tutto 3 4 1. IL PINGUINO C era

Dettagli

Gli strumenti della geografia

Gli strumenti della geografia Gli strumenti della geografia La geografia studia lo spazio, cioè i tanti tipi di luoghi e di ambienti che si trovano sulla Terra. La geografia descrive lo spazio e ci spiega anche come è fatto, come vivono

Dettagli

Le idee, i ricordi dei ragazzi sul paesaggio e le loro categorizzazioni

Le idee, i ricordi dei ragazzi sul paesaggio e le loro categorizzazioni Le idee, i ricordi dei ragazzi sul paesaggio e le loro categorizzazioni Le risposte dei ragazzi, alcune delle quali riportate sotto, hanno messo in evidenza la grande diversità individuale nel concetto

Dettagli

Paola, Diario dal Cameroon

Paola, Diario dal Cameroon Paola, Diario dal Cameroon Ciao, sono Paola, una ragazza di 21 anni che ha trascorso uno dei mesi più belli della sua vita in Camerun. Un mese di volontariato in un paese straniero può spaventare tanto,

Dettagli

La Sagrada Famiglia 2015

La Sagrada Famiglia 2015 La Sagrada Famiglia 2015 La forza che ti danno i figli è senza limite e per fortuna loro non sanno mai fino in fondo quanto sono gli artefici di tutto questo. Sono tiranni per il loro ruolo di bambini,

Dettagli

Auguri mamma! Festa della mamma 2014

Auguri mamma! Festa della mamma 2014 Festa della mamma 2014 Quest anno dedichiamo alla mamma un intero libro. Si tratta de L abbraccio di David Grossman, splendido nell edizione Mondadori illustrata da Michal Rovner. Il nostro libro si presenterà

Dettagli

Progetto Guggenheim: Arte segni e parole. I.C. Spinea 1 Scuola Vivaldi classe seconda a.s. 2012-2013 ins. N.Paterno S. Salici

Progetto Guggenheim: Arte segni e parole. I.C. Spinea 1 Scuola Vivaldi classe seconda a.s. 2012-2013 ins. N.Paterno S. Salici Progetto Guggenheim: Arte segni e parole I.C. Spinea 1 Scuola Vivaldi classe seconda a.s. 2012-2013 ins. N.Paterno S. Salici Composizione di segni Prove di scrittura Disegnare parole e frasi Coltivare

Dettagli

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO La mia vita ad Auschwitz-Birkenau e altri esili a cura di Marcello Pezzetti e Umberto Gentiloni Silveri Il volume è frutto della collaborazione della Provincia di Roma

Dettagli

Promosso dall Amministrazione comunale di Lavagno. L ultima farfalla RENZO ZERBATO. L ultima farfalla. Con la collaborazione del prof.

Promosso dall Amministrazione comunale di Lavagno. L ultima farfalla RENZO ZERBATO. L ultima farfalla. Con la collaborazione del prof. Dopo il successo di Ierilaltro Promosso dall Amministrazione comunale di Lavagno Renzo Zerbato Torna con L ultima farfalla RENZO ZERBATO L ultima farfalla Con la collaborazione del prof. Giuseppe Corrà

Dettagli

Coimbra, Portogallo DIARIO DI VIAGGIO

Coimbra, Portogallo DIARIO DI VIAGGIO Coimbra, Portogallo DIARIO DI VIAGGIO SETTEMBRE: Quando sono arrivata a Coimbra la prima sistemazione che ho trovato è stato un Ostello molto simpatico in pieno centro, vicino a Piazza della Repubblica.(http://www.grandehostelcoimbra.com/).

Dettagli

Nuovi pensieri e ricordi. Forse aforismi

Nuovi pensieri e ricordi. Forse aforismi Nuovi pensieri e ricordi Forse aforismi Ogni riferimento a fatti realmente accaduti o luoghi e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Mauro Baldassini NUOVI PENSIERI E RICORDI

Dettagli

Mio figlio ha ricevuto in

Mio figlio ha ricevuto in Appunti di una Lego terapia Mio figlio ha ricevuto in regalo per i suoi 5 anni la casetta Lego. Consiglio di acquistarlo per le sue potenzialità psicopedagogiche. Il piccolo G. ha subito proiettato se

Dettagli

La spiaggia di fiori

La spiaggia di fiori 37 La spiaggia di fiori U na nuova alba stava nascendo e qualcosa di nuovo anche in me. Remai per un po in direzione di quella luce all orizzonte, fino a che l oceano di acqua iniziò pian piano a ritirarsi

Dettagli

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N 12 AL NEGOZIO A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa 2011 1 AL NEGOZIO DIALOGO PRINCIPALE A- Buongiorno. B- Buongiorno. A- Posso aiutarla? B- Ma,

Dettagli

Cosa succede all uomo?

Cosa succede all uomo? Cosa succede all uomo? (utilizzo uomo o uomini in minuscolo, intendendo i maschietti e Uomo o Uomini intendendo il genere umano) Recentemente, mi sono trovato in discorsi dove donne lamentavano di un atteggiamento

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

COMPITI PER LE VACANZE ESTIVE (ITALIANO) classe 1^B

COMPITI PER LE VACANZE ESTIVE (ITALIANO) classe 1^B 08/06/2015 COMPITI PER LE VACANZE ESTIVE (ITALIANO) classe 1^B - Grammatica: svolgi tutti gli esercizi da p. 3 a p. 19 (tranne l es. 6 p. 19) + leggi p. 24-25 (ripasso del verbo) e svolgi gli es. da 1

Dettagli

I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita

I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita Come Guadagnare Molto Denaro Lavorando Poco Tempo Presentato da Paolo Ruberto Prima di iniziare ti chiedo di assicurarti di

Dettagli

IL CAVALIERE DEL LAVORO Di Sigfrido Ranucci

IL CAVALIERE DEL LAVORO Di Sigfrido Ranucci IL CAVALIERE DEL LAVORO Di Sigfrido Ranucci Qualcosa che va nella direzione giusta ogni tanto c è. Domenica scorsa avevamo parlato del Cavalier Tanzi e del suo presunto tesoro nascosto. GIORNALISTA Io

Dettagli

Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno. 5 marzo 2002

Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno. 5 marzo 2002 . Associazione di insegnanti e ricercatori sulla didattica della storia Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno 5 marzo 2002 Ho comunicato ai bambini che avremo

Dettagli

Maurizio Albanese DONARE È AMARE!

Maurizio Albanese DONARE È AMARE! Donare è amare! Maurizio Albanese DONARE È AMARE! raccolta di poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Maurizio Albanese Tutti i diritti riservati Ai miei genitori Santo e Maria L associazione Angeli

Dettagli

PENSIERI IN ORDINE SPARSO. - Il diario di un seminarista - di Davide Corini

PENSIERI IN ORDINE SPARSO. - Il diario di un seminarista - di Davide Corini PENSIERI IN ORDINE SPARSO - Il diario di un seminarista - di Davide Corini Come al solito ho bisogno di qualche giorno, dopo un esperienza importante, per rimettere in ordine le cose e cercare di fare

Dettagli

Lo Yoga è nato in India

Lo Yoga è nato in India Lo Yoga è nato in India 1 Più esattamente nel nord dell India, circa 5mila anni fa, presso una civiltà molto sviluppata e raffinata, che abitava in una zona molto fertile, nella valle tra il fiume Indo

Dettagli

LA BALLERINA. Chiara Boscolo IIIA

LA BALLERINA. Chiara Boscolo IIIA Sulle ali del tempo, sorvolo il vento. Viaggio per conoscere i luoghi del mondo. Il sentiero è la scia dell arcobaleno. Nei miei ricordi il verde della foresta, il giallo del sole, l azzurro ed il blu

Dettagli

LA PERLA IL TESORO PREZIOSO

LA PERLA IL TESORO PREZIOSO LA PERLA E IL TESORO PREZIOSO In quel tempo, Gesù disse alla folla: Il regno dei cieli è simile a un tesoro nascosto in un campo; un uomo lo trova e lo nasconde di nuovo, poi va, pieno di gioia, vende

Dettagli

La cenerentola di casa

La cenerentola di casa La cenerentola di casa Audrina Assamoi LA CENERENTOLA DI CASA CABLAN romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Audrina Assamoi Tutti i diritti riservati Questa storia è dedicata a tutti quelli che

Dettagli

Poesie, filastrocche e favole per bambini

Poesie, filastrocche e favole per bambini Poesie, filastrocche e favole per bambini Jacky Espinosa de Cadelago Poesie, filastrocche e favole per bambini Ai miei grandi tesori; Elio, Eugenia ed Alejandro, coloro che ogni giorno mi fanno crescere

Dettagli

Esperienza d arte presso l asilo nido comunale Collodi Piossasco

Esperienza d arte presso l asilo nido comunale Collodi Piossasco Esperienza d arte presso l asilo nido comunale Collodi Piossasco. L asilo nido Collodi, gestito dalla Cooperativa Accomazzi per conto della Città di Piossasco, accoglie 45 bambini dai 6 ai 36 mesi. Aspetto

Dettagli

La Combriccola della Mezza Luna. pae e di e nd r e. illustrato da Ottavia Rizzo

La Combriccola della Mezza Luna. pae e di e nd r e. illustrato da Ottavia Rizzo La Combriccola della Mezza Luna pae e di e nd r e illustrato da Ottavia Rizzo www.lacombriccoladellamezzaluna.it A quelli che sanno sognare, perché non debbano mai smettere. A quelli che non sanno sognare,

Dettagli

Contro i miei occhi. È la carezza che ognuno di noi vorrebbe fare al proprio nemico, ma non ci riesce, perché il nemico sfugge sempre.

Contro i miei occhi. È la carezza che ognuno di noi vorrebbe fare al proprio nemico, ma non ci riesce, perché il nemico sfugge sempre. Contro i miei occhi È la carezza che ognuno di noi vorrebbe fare al proprio nemico, ma non ci riesce, perché il nemico sfugge sempre. Ogni riferimento a fatti realmente accaduti o luoghi e/o a persone

Dettagli

Ero seduto al mio banco di scuola, vicino

Ero seduto al mio banco di scuola, vicino CAMMINANDO VERSO I DEPECHE MODE L inizio di un percorso 1 Ero seduto al mio banco di scuola, vicino a una finestra dell aula III B, al primo piano della scuola media di Via Tiziano, a Quartu Sant Elena,

Dettagli

Mafia, amore & polizia

Mafia, amore & polizia 20 Mafia, amore & polizia -Ah sì, ora ricordo... Lei è la signorina... -Francesca Affatato. -Sì... Sì... Francesca Affatato... Certo... Mi ricordo... Lei è italiana, non è vero? -No, mio padre è italiano.

Dettagli

Una vita a tappe...ricominciare

Una vita a tappe...ricominciare Una vita a tappe...ricominciare Ciao io sono AN DONG, in italiano ANTONIO, sono un ragazzo cinese di 12 anni abito a Terzigno, e frequento la 2 media. Sono nato a Sarno 12 anni fa, ma all'età di quattro

Dettagli

Giovani poeti crescono.

Giovani poeti crescono. Giovani poeti crescono. L amicizia Passa un aereo Passa un treno Ma cosa si portano sul loro sentiero? E un qualcosa di luminoso Sarà la notte che fugge via o forse solo la vita mia?. Ora ho capito che

Dettagli

SETTIMA LEZIONE LUCIA NON LO SA

SETTIMA LEZIONE LUCIA NON LO SA SETTIMA LEZIONE LUCIA NON LO SA SETTIMA LEZIONE 72 Lucia non lo sa Claudia Claudia Come? Avete fatto conoscenza in ascensore? Non ti credo. Eppure devi credermi, perché è la verità. E quando? Un ora fa.

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

So quello che voglio! Compro quello che voglio!

So quello che voglio! Compro quello che voglio! So quello che voglio! Compro quello che voglio! Le persone con disturbi dell apprendimento hanno la capacità di scegliere i loro servizi di assistenza. Questo libricino è scritto in modo che sia facile

Dettagli

Pensieri di Reza Kathir

Pensieri di Reza Kathir REZA KATHIR UN PERCORSO Prima che l'uomo inventasse la parola viveva con le immagini, ma in nessun altra epoca come l'attuale l'essere umano ha pensato di essere padrone di ciò che si vede, potendolo fotografare.

Dettagli

Questa storia parla di tre esploratori del popolo Taooiy, mandati avanti per trovare un posto adatto in cui vivere. All inizio del nostro viaggio noi

Questa storia parla di tre esploratori del popolo Taooiy, mandati avanti per trovare un posto adatto in cui vivere. All inizio del nostro viaggio noi Il popolo Taooiy Questa storia parla di tre esploratori del popolo Taooiy, mandati avanti per trovare un posto adatto in cui vivere. All inizio del nostro viaggio noi esploratori abbiamo perlustrato la

Dettagli

PIANO DI ETTURA Dai 9 anni

PIANO DI ETTURA Dai 9 anni PIANO DI ETTURA Dai 9 anni Le arance di Michele Vichi De Marchi Illustrazioni di Vanna Vinci Grandi Storie Pagine: 208 Codice: 566-3270-5 Anno di pubblicazione: 2013 l autrice Vichi De Marchi è giornalista

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

RECITA MUSICALE DELLA PACE 4 ottobre 2007

RECITA MUSICALE DELLA PACE 4 ottobre 2007 ATTORI: 3B RECITA MUSICALE DELLA PACE 4 ottobre 2007 CANTANTI: 4B Narratrice Valentina Massimo Re sì Re no Orsetto Farfalla Uccellino Cerbiatto Lepre Popolo del paese sì Popolo del paese no Sophie Dana

Dettagli

ESERCITAZIONE OSSERVARE UN ALBERO

ESERCITAZIONE OSSERVARE UN ALBERO L esercizio richiesto consiste nella scelta di un albero e il suo monitoraggio/racconto al fine di sviluppare l osservazione attenta come mezzo per la conoscenza del materiale vegetale. L esercitazione

Dettagli

A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la

A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la PARTE A PROVA DI COMPRENSIONE DELLA LETTURA A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la lettera A, B o C corrispondente alla risposta scelta. Esempio

Dettagli

Seconda parte Trovami

Seconda parte Trovami Seconda parte Trovami Dal diario di Mose Astori, pagina 1 Dovrei iniziare questo diario inserendo la data in cui sto scrivendo, e poi fare lo stesso per ogni capitolo successivo, in modo da annotare il

Dettagli

INCONTRO CON L AUTORE JACOPO OLIVIERI

INCONTRO CON L AUTORE JACOPO OLIVIERI INCONTRO CON L AUTORE JACOPO OLIVIERI Lo scrittore Jacopo Olivieri ha incontrato gli alunni delle classi quarte e quinte della scuola A. Aleardi del plesso di Quinto nelle giornate del 18 e 19 febbraio

Dettagli

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19 01 - Voglio Di Piu' Era li', era li', era li' e piangeva ma che cazzo hai non c'e' piu',non c'e' piu',non c'e' piu' e' andato se ne e' andato via da qui Non c'e' niente che io possa fare puoi pensarmi,

Dettagli

Attimi d amore. Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza

Attimi d amore. Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza Attimi d amore Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza Distesa davanti alla collina Occhi verdi come il prato distesa e non pensi a nulla. Ricordo

Dettagli

IL NOSTRO AMICO GULLIVER, VIAGGIANDO IN MONGOLFIERA, ARRIVO IN UN PAESE CHE SI CHIAMAVA CARTAPAES E

IL NOSTRO AMICO GULLIVER, VIAGGIANDO IN MONGOLFIERA, ARRIVO IN UN PAESE CHE SI CHIAMAVA CARTAPAES E IL NOSTRO AMICO GULLIVER, VIAGGIANDO IN MONGOLFIERA, ARRIVO IN UN PAESE CHE SI CHIAMAVA CARTAPAES E AL SUO RITORNO, GULLIVER CI HA PREPARATO UNA SORPRESA GULLIVER DAL CARTAPAESE CI HA PORTATO UN SACCO

Dettagli

Candela bianca. Silvia Angeli

Candela bianca. Silvia Angeli Candela bianca È successo ancora. Il buio della stanza mi chiama alla realtà. Abbandono riluttante le coperte calde, rifugio sicuro e accendo una candela bianca, con la sua fiamma dorata. È successo di

Dettagli

IL MIRACOLO DELLA TREGUA DI NATALE

IL MIRACOLO DELLA TREGUA DI NATALE IL MIRACOLO DELLA TREGUA DI NATALE CENTENARIO DELLE TREGUE DI NATALE Venerdì 25 dicembre 1914, Belgio, settore settentrionale del fronte occidentale, trincee delle Fiandre, sud di Ypres: è il primo Natale

Dettagli

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

Nicolò UGANDA Gapyear

Nicolò UGANDA Gapyear Nicolò, Diario dall Uganda Se c è il desiderio, allora il grande passo è compiuto, e non resta che fare la valigia. Se invece ci si riflette troppo, il desiderio finisce per essere soffocato dalla fredda

Dettagli

ROMANZO «DI» O «CON» IMMAGINI?

ROMANZO «DI» O «CON» IMMAGINI? ROMANZO «DI» O «CON» IMMAGINI? Lui. Tempo fa ho scritto un libro tutto parole niente immagini. Lei. Bravo. Ma non mi sembra una grande impresa. Lui. Adesso vedrai: ho appena finito un libro tutto immagini

Dettagli

Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso della mia vita è studiare.

Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso della mia vita è studiare. 1.1. Ognuno di noi si può porre le stesse domande: chi sono io? Che cosa ci faccio qui? Quale è il senso della mia esistenza, della mia vita su questa terra? Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso

Dettagli

www.caosfera.it creativitoria 100% MADE IN ITALY

www.caosfera.it creativitoria 100% MADE IN ITALY www.caosfera.it creativitoria 100% MADE IN ITALY Tensioni Max Pedretti NEL NOME DEL MALE copyright 2010, caosfera www.caosfera.it soluzioni grafiche e realizzazione Max Pedretti NEL NOME DEL MALE PROLOGO

Dettagli

il fotografo 32 Profili d autore grandi maestri di Giovanni Pelloso Irene Kung Dalla pittura alla fotografia con lo stesso impatto espressivo

il fotografo 32 Profili d autore grandi maestri di Giovanni Pelloso Irene Kung Dalla pittura alla fotografia con lo stesso impatto espressivo 32 Profili d autore grandi maestri di Giovanni Pelloso Irene Kung Dalla pittura alla fotografia con lo stesso impatto espressivo 33 34 profili d autore pagina precedente Pingyao 2012, D-print on rag paper

Dettagli

IRINA E GIOVANNI. La giornata di Irina

IRINA E GIOVANNI. La giornata di Irina IRINA E GIOVANNI La giornata di Irina La mia sveglia suona sempre alle 7.00 del mattino: mi alzo, vado in bagno e mi lavo, mi vesto, faccio colazione e alle 8.00 esco di casa per andare a scuola. Spesso

Dettagli

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone 1 ANNO CATECHISMO 2014-2015 Alla Scoperta di Gesù SUSSIDIO SCHEDE RISCOPERTA DEL BATTESIMO 1 NOME COGNOME Le mie catechiste NOME COGNOME Telefono NOME COGNOME Telefono

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

In questo articolo non ci sono veri e propri errori di battitura, eppure, come dimostrano le

In questo articolo non ci sono veri e propri errori di battitura, eppure, come dimostrano le In queste pagine ci sono alcuni miei lavori di correzione e revisione bozze. Non si tratta di una raccolta di refusi, perché sistemare gli errori di battitura e la grammatica non è altro che il lavoro

Dettagli

Incredibile Romantica. Dimentichiamoci Questa Città

Incredibile Romantica. Dimentichiamoci Questa Città Siamo Solo Noi Siamo solo noi che andiamo a letto la mattina presto e ci svegliamo con il mal di testa che non abbiamo vita regolare che non ci sappiamo limitare che non abbiamo più rispetto per niente

Dettagli

Scopri il piano di Dio: Pace e vita

Scopri il piano di Dio: Pace e vita Scopri il piano di : Pace e vita E intenzione di avere per noi una vita felice qui e adesso. Perché la maggior parte delle persone non conosce questa vita vera? ama la gente e ama te! Vuole che tu sperimenti

Dettagli

LA BIBLIOTECA DEL CLUB DEL LIBRO. Dai vita ai tuoi libri!

LA BIBLIOTECA DEL CLUB DEL LIBRO. Dai vita ai tuoi libri! LA BIBLIOTECA DEL CLUB DEL LIBRO Dai vita ai tuoi libri! "I libri. Sono stati i miei grandi amici, perché non c è di meglio che viaggiare con qualcuno che ha fatto già la stessa strada, che ti racconta

Dettagli

Gruppo G.R.E.M. Piemonte e Valle d Aosta. Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE

Gruppo G.R.E.M. Piemonte e Valle d Aosta. Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE Gruppo G.R.E.M Piemonte e Valle d Aosta Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE Il kit, pensato per l animazione di bambini, ragazzi e adulti sul tema famiglia è così composto: - 1 gioco

Dettagli

Mario Albertini. Tutti gli scritti III. 1958-1961. a cura di Nicoletta Mosconi. Società editrice il Mulino

Mario Albertini. Tutti gli scritti III. 1958-1961. a cura di Nicoletta Mosconi. Società editrice il Mulino Mario Albertini Tutti gli scritti III. 1958-1961 a cura di Nicoletta Mosconi Società editrice il Mulino 914 Anno 1961 A Luigi Pellizzer Pavia, 22 settembre 1961 Caro Avvocato, io credo che la discussione

Dettagli

ALICE NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE

ALICE NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE ALICE NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE - sipario chiuso - ENTRA ALICE VOCE FUORI CAMPO: ALICE ALICE DOVE TI SEI NASCOSTA? DOBBIAMO FINIRE LA LEZIONE DI STORIA! ALICE: Ma come si fa ad interessarsi a un libro

Dettagli

Riccardo Dossena UN ALTRA SPERANZA

Riccardo Dossena UN ALTRA SPERANZA Un altra speranza Riccardo Dossena UN ALTRA SPERANZA Autobiografia www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Riccardo Dossena Tutti i diritti riservati Progetto scrivere di Riccardo Dossena. Con il mio

Dettagli

6. La Terra. Sì, la terra è la tua casa. Ma che cos è la terra? Vediamo di scoprire qualcosa sul posto dove vivi.

6. La Terra. Sì, la terra è la tua casa. Ma che cos è la terra? Vediamo di scoprire qualcosa sul posto dove vivi. 6. La Terra Dove vivi? Dirai che questa è una domanda facile. Vivo in una casa, in una certa via, di una certa città. O forse dirai: La mia casa è in campagna. Ma dove vivi? Dove sono la tua casa, la tua

Dettagli

Il mio ictus, confine di due vite: Come l ho sconfitto e trasformato da ictus a coccolone

Il mio ictus, confine di due vite: Come l ho sconfitto e trasformato da ictus a coccolone Il mio ictus, confine di due vite: Come l ho sconfitto e trasformato da ictus a coccolone Franco Groppali IL MIO ICTUS, CONFINE di due VITE: Come l ho sconfitto e trasformato da ictus a coccolone autobiografia

Dettagli

Come imparare a disegnare

Come imparare a disegnare Utilizzare la stupidità come potenza creativa 1 Come imparare a disegnare Se ti stai domandando ciò che hai letto in copertina è vero, devo darti due notizie. Come sempre una buona e una cattiva. E possibile

Dettagli

(Ricostruita con l uso delle fonti) Classe 2^B

(Ricostruita con l uso delle fonti) Classe 2^B (Ricostruita con l uso delle fonti) Classe 2^B A.s. 2010/2011 1 Con un genitore o di un adulto che ti conosce bene, rivivi il momento bellissimo della tua nascita e poi, con il suo aiuto, raccogli foto,

Dettagli

La comunicazione potente dei Coach

La comunicazione potente dei Coach La comunicazione potente dei Coach Il potere delle parole 13 Il Coaching può essere definito come una potente arte sull uso del potere delle parole. Quando si pratica il coaching con una persona si affrontano

Dettagli

IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA.

IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA. IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA. COME AL SOLITO CI SIAMO MESSI IN CERCHIO ABBIAMO ASCOLTATO LA FIABA DEI Mille

Dettagli

Test di Ingresso. Italiano classi prime

Test di Ingresso. Italiano classi prime Test di Ingresso Italiano classi prime 1. Inserisci nella frase il termine corretto: da, dà, da a. Ho fatto una lunga camminata casa al mare b. Non mi mai la mano c. il vestito a tua sorella 2. In quale

Dettagli

UN FIORE APPENA SBOCCIATO

UN FIORE APPENA SBOCCIATO UN FIORE APPENA SBOCCIATO "Dio ha tanto amato il mondo che ha dato il suo unigenito Figlio, affinché chiunque creda in Lui non perisca, ma abbia vita eterna" (Giovanni 3:16). uesto verso racchiude tutto

Dettagli

Art. della rivista MODUS Roche

Art. della rivista MODUS Roche 15 Art. della rivista MODUS Roche 16 17 Turisti per caso Vacanze in crociera di J.S. 18 Non sono stata mai sulla nave in un viaggio lungo, ma conoscere posti come Dubai, Il Cairo, Muskat, Sharm el-sheikh

Dettagli

FAVOLA LA STORIA DI ERRORE

FAVOLA LA STORIA DI ERRORE FAVOLA LA STORIA DI ERRORE C era una volta una bella famiglia che abitava in una bella città e viveva in una bella casa. Avevano tre figli, tutti belli, avevano belle auto e un bel giardino, ben curato,

Dettagli

I nostri sogni e desideri cambiano il mondo.

I nostri sogni e desideri cambiano il mondo. PRESENTAZIONE Giornalino sul FATTO DA I BAMBINI DELLA 4^B CON L AIUTO DELL INS.TE (PISCHEDDA ELISABETTA) DELLA SCUOLA ELEMENTARE ITALO CALVINO DELL ISTITUTO COMPRENSIVO DI BEINASCO ANNO SCOLASTICO 2005/2006

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

Ombra di Lupo Chiaro di Luna SCHEDE 1/5

Ombra di Lupo Chiaro di Luna SCHEDE 1/5 Ombra di Lupo Chiaro di Luna Tratto da Lupus in Fabula di Raffaele Sargenti Narrazione e Regia Claudio Milani Adattamento Musicale e Pianoforte Federica Falasconi Soprano Beatrice Palombo Testo Francesca

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

UN VIAGGIO TRA LA SCOPERTA DEL PROPRIO CORPO E LA RICERCA DELLA BELLEZZA: IL LABORATORIO "MA COME TI TRUCCHI?!" PER PERSONE CON DISABILITÀ.

UN VIAGGIO TRA LA SCOPERTA DEL PROPRIO CORPO E LA RICERCA DELLA BELLEZZA: IL LABORATORIO MA COME TI TRUCCHI?! PER PERSONE CON DISABILITÀ. UN VIAGGIO TRA LA SCOPERTA DEL PROPRIO CORPO E LA RICERCA DELLA BELLEZZA: IL LABORATORIO "MA COME TI TRUCCHI?!" PER PERSONE CON DISABILITÀ. Relatore: Martina Tarlazzi Make your smile up LA NASCITA DEL

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

Grido di Vittoria.it

Grido di Vittoria.it COME ENTRARE A FAR PARTE DELLA FAMIGLIA DI DIO La famiglia di Dio del Pastore Mario Basile Il mio intento è quello di spiegare in parole semplici cosa dice la Bibbia sull argomento, la stessa Bibbia che

Dettagli

LABORATORI DIDATTICI MULTIMEDIALI

LABORATORI DIDATTICI MULTIMEDIALI LABORATORI DIDATTICI MULTIMEDIALI In un mondo che ha perso quasi ogni contatto con la natura, di essa è rimasta solo la magia. Abituati come siamo alla vita di città, ormai veder spuntare un germoglio

Dettagli

La nostra scuola: ieri e oggi

La nostra scuola: ieri e oggi Istituto Comprensivo Arbe-Zara Scuola Fabbri V.le Zara 96 Milano Dirigente Dott.GabrieleMarognoli La nostra scuola: ieri e oggi Esperienza didattica di ricerca storica e scientifica svolta da tutte le

Dettagli

stelle, perle e mistero

stelle, perle e mistero C A P I T O L O 01 In questo capitolo si parla di un piccolo paese sul mare. Elenca una serie di parole che hanno relazione con il mare. Elencate una serie di parole che hanno relazione con il mare. Poi,

Dettagli

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR PERSONE DA AIUTARE Ci sono persone che piangono dal dolore, li potremmo aiutare, donando pace e amore. Immagina

Dettagli

Il venditore di successo deve essere un professionista competente,

Il venditore di successo deve essere un professionista competente, Ariel SIGNORELLI A vete mai ascoltato affermazioni del tipo: sono nato per fare il venditore ; ho una parlantina così sciolta che quasi quasi mi metto a vendere qualcosa ; qualcosa ; è nato per vendere,

Dettagli

Giornalismo investigativo strumento di verità

Giornalismo investigativo strumento di verità colophon editore delos store Ordinaria Follia a cura di ARIANNA E SELENA MANNELLA Giornalismo investigativo strumento di verità di ARIANNA E SELENA MANNELLA Oggi il problema non è la mancanza di informazione

Dettagli

Prima che la storia cominci

Prima che la storia cominci 1 Prima che la storia cominci Non so da dove sia scaturita questa mia voglia di scrivere storie. So che mi piace ascoltare le narrazioni degli altri e poi ripensare quelle storie fra me e me, agitarle,

Dettagli

Spazio Be.Bi. 5 Libera Tutti Via Laurentina, 748 Roma-XII Municipio. Il nostro cesto

Spazio Be.Bi. 5 Libera Tutti Via Laurentina, 748 Roma-XII Municipio. Il nostro cesto Spazio Be.Bi. 5 Libera Tutti Via Laurentina, 748 Roma-XII Municipio Il nostro cesto Lo Spazio Be.Bi. 5 Libera Tutti, nato nel 2004, si trova a Roma-Municipio XII, in Via Laurentina, 748 ed è un servizio

Dettagli

AL CENTRO COMMERCIALE

AL CENTRO COMMERCIALE AL CENTRO COMMERCIALE Ciao Michele, come va? Che cosa? Ciao Omar, anche tu sei qua? Sì, sono con Sara e Fatima: facciamo un giro per vedere e, forse, comprare qualcosa E dove sono? Voglio regalare un CD

Dettagli

volontario e lo puoi fare bene».

volontario e lo puoi fare bene». «Ho imparato che puoi fare il volontario e lo puoi fare bene». Int. 8 grandi eventi e partecipazione attiva Una fotografia dei volontari a EXPO 2015 Dott.sa Antonella MORGANO Dip. di Filosofia, Pedagogia,

Dettagli