Modello Intervento Comune di

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Modello Intervento Comune di"

Transcript

1 Modello Intervento Comune di PIANO DI COD_ISTAT SEDE TELEFONO FAX Comando Polizia Municipale Info Reperibilità H24 ENTE REFERENTE TELEFONO FAX Sindaco prof. Giovanni Ruggiero Comando di Polizia Municipale Magg. Marco Porreca Info Strutture Sovra Comunali ENTE REFERENTE TELEFONO FAX Vigili del Fuoco - Distaccamento Piano di Sorrento Regione Campania Responsabile sala operativa Protezione Civile ENEL spa GORI spa Comando Stazione Carabinieri Piano di Sorrento Comandante Stazione Commissariato Polizia di Stato di Sorrento Guardia di Finanza - Tenenza di Massa Lubrense Prefettura di Napoli Resp. dott.ssa Rosanna Sergio Centro Funzionale Regionale Resp.le Cincini Provincia di Napoli Responsabile Sala operativa Protezione Civile Page 1 of 8

2 ENTE REFERENTE TELEFONO FAX Comando Stazione Corpo Forestale dello Stato - Castellammare di Stabia Comandante Voccia Ufficio Locale Marittimo - Piano di Sorrento Comandante A. Tesauro Attivazione del Presidio Territoriale COMPOSIZIONE COMPITI TELEFONO MEZZI Magg. Marco Porreca Comandante Polizia Municipale autoveicoli Polizia Municipale ing. Graziano Maresca Ingegnere Capo Ufficio Tecnico prof. Giovanni Ruggiero Sindaco Ass. D'Aniello Pasquale Assessore alla Protezione Civile Attivazione del Presidio Operativo NOMINATIVO SEDE TELEFONO FAX Magg. Marco Porreca Comando Polizia Municipale ing. Graziano Maresca Ufficio Tecnico Comunale Attivazione del Centro Operativo Comunale (COC) o intercomunale (COI) FUNZIONI REFERENTE TELEFONO FAX Polizia Municipale Magg. Marco Porreca Sanità, Assistenza Sociale e veterinaria Dirigente A.S.L. NA5 - distr Page 2 of 8

3 FUNZIONI REFERENTE TELEFONO FAX Ambiente ed ecologia Penisolaverde spa Tecnica di valutazione e pianificazione ing. Graziano Maresca it Censimento strutture sanitarie comunali e limitrofe SEDE RICETTIVITA REFERENTE TELEFONO FAX Clinica privata "S. Michele" - via C. Amalfi dott. Cirillo Francesco dott. Cirillo Francesco OSPEDALE DE LUCA E ROSSANO (VICO dott. Trapani Raffaele dott. Trapani Raffaele EQUENSE) Ospedale S.M. della MIsericordia" - Sorrento Poliambulatorio bex Ospedale "M. Lauro" - Sant'Agnello dott. Trapani Raffaele dott. Trapani Raffaele dott. Esposito Luigi dott. Esposito Luigi Volontariato e professionalità SEDE RISORSE MEZZI TELEFONO FAX REFERENTE Nucleo volontario P.C. Ass. Naz. Carabinieri - via A. Diaz - Sant'Agnello Ass. naz. Vigili del Fuoco in congedo - Ass. "Il Pellicano - Televita" - via C. Amalfi, 24 2 auto con defibrillatore Carmine Ricci - presidente Somma Raffaele Enti Gestori dei servizi essenziali Page 3 of 8

4 AZIENDA REFERENTE TELEFONO FAX GORI ENEL TELECOM ITALIA - Castellammare di Stabia Altre strutture sul territorio AZIENDA RISORSE REFERENTE TELEFONO FAX EdilAequa autocarri - pale gommate - pala cingolata - escavatori Vanacore Antonino Nuova Superiride autoespurgo - autobotti Viviani M.A.N.A.G. BUS Service srl Autobus Mastro Nicola Autoservizi Staiano Vincenzo & C. Autobus Staiano Nicola Autotrasporti Carotenuto Autocarri Carotenuto Giuseppe Aree di attesa AREA UBICAZIONE RICETTIVITA Piazza Piazza Cota Piazza Parcheggio comunale Deposito ANAS Piazza Deposito automezzi Parco pubblico Piazza della Repubblica Via Cavottole via Nastro Azzurro Piazza delle Rose via Gennaro Maresca (di fronte Cimitero) via Legittimo Page 4 of 8

5 AREA UBICAZIONE RICETTIVITA Parco pubblico Parco pubblico Campo di pallavolo "Pozzopiano" via Petrulo via delle Rose Corso Italia Aree di Accoglienza AREA_ACCOGLIENZA UBICAZIONE RICETTIVITA Scuola Media "M. Massa" via G. Maresca 300 Scuola media "G.Amalfi" via F. Ciampa 400 Scuola Elementare Capoluogo - Palestra via C. Amalfi 100 Scuola elementare "Legittimo" via delle Acacie 400 Scuola elementare "San Liborio" via San Liborio 150 Istituto Nautico "N. Bixio" via E. De Martino 250 Scuola materna "Capoluogo" via C. Amalfi 200 Hotel "Klein Wien" via Ripa di Cassano 100 Hotel "La Ripetta" via Ripa di Cassano 44 Hotel "Albatros" via Madonna di Rosella 106 Hotel "Nastro Azzurro" via Nastro Azzurro 189 Hotel "Occhio Marino" via nastro Azzurro 76 Hotel "Antico Parco del Principe" via Cermenna 32 Hotel "La Fattoria" via S. Pietro Hotel "Soleluna" via Madonna di Rosella 14 Campeggio "I Pini" Corso Italia 200 Villaggio Turistico "Costa Alta" via Madonna di Rosella 290 Villaggio turistico "Fiori d'arancio" via Cavone 326 Page 5 of 8

6 AREA_ACCOGLIENZA UBICAZIONE RICETTIVITA Campeggio "Blue Green" via Madonna di Rosella 162 Campetto di calcio Campi tennis - calcetto Campo di bocce via Mortora S. Liborio via delle Rose via Legittimo Monastero Suore Agostiniane Riparatrici via S. Michele 21 Camping "Sea Mare" via Meta Amalfi 160 Camping "Riposo" via Cassano 100 Scuola Elementare e materna "Colli S. Pietro" via S. Pietro 200 Cinema "Delle Rose" via delle Rose Viabilità, piano del traffico AZIENDA REFERENTE TELEFONO FAX POLIZIA STRADALE - SORRENTO /3102 ANAS Sala operativa compartimentale h /3146/ / CE.DA. srl - impresa affidataria servizio manutenzione del Comune D'Urzo Andrea Strutture a rischio STRUTTURA LUOGO VIABILITA VIE_FUGA Camping "Sea Mare" via Meta Amalfi 87 via Meta Amalfi - strada privata Lamaro strada privata Lamaro - via Meta Amalfi - via Nastro Azzurro Scuola Elementare e materna "Colli S. Pietro" via S. Pietro via Meta Amalfi - via S. Pietro via S. Pietro - via Meta Amalfi - via Mortora S. Liborio Scuola Elementare "San Liborio" via San Liborio via Mortora S. Liborio - via S. Liborio via S. Liborio - via Mortora S. Liborio - Campetto calcio via Mortora S. Liborio Page 6 of 8

7 STRUTTURA LUOGO VIABILITA VIE_FUGA Clinica "S. Michele" via C. Amalfi Corso Italia - via Bagnulo - via C. Amalfi via C. Amalfi - via delle Rose - Campi da tennis Agriturismo "De Martino" via Casanocillo (Lavinola) 10 via Meta Amalfi - via Lavinola via Lavinola - via Meta Amalfi - via G. Maresca Agriturismo "Galatea" via Galatea 11 via Mortora S. Liborio - via Pomicino - via Galatea via Galatea - traversa Breccioni - via Pomicino - via Mortora S. Liborio Agriturismo "Belvedere" via Nastro Azzurro via Nastro Azzurro - strada privata strada privata - via Nastro Azzurro - Deposito Anas Agriturismo "Piccolo Paradiso" via Nastro Azzurro via Nastro Azzurro - strada privata strada privata - via Nastro Azzurro - Deposito Anas Agriturismo "Villa Cafiero" via Artemano, 40 via Meta Amalfi - via Artemano - strada privata strada privata - via Artemano - via Nastro Azzurro deposito ANAS Agriturismo "Antico Casale" via Cermenna 45 via Meta Amalfi - via S. Pietro - via Cermenna via Cermenna - via S. Pietro - via Nastro Azzurro - Deposito ANAS Hotel "Antico Parco del Principe" via Cermenna via Meta Amalfi - via S. Pietro - via Cermenna via Cermenna - via S. Pietro - via Nastro Azzurro Hotel "La Fattoria" via S. Pietro via Meta Amalfi - via S. Pietro via S. Pietro - via Nastro Azzurro Deposito ANAS Hotel "Nastro Azzurro" via nastro Azzurro via meta Amalfi - via Nastro Azzurro via Nastro Azzurro - Deposito ANAS Hotel "Occhio Marino" via Nastro Azzurro via Meta Amalfi - via Nastro Azzurro via Nastro Azzurro - Depositio ANAS Strutture a rischio 2 PERSONE_PRESENTI MODALITA_TRASP OPER_INDIVID AREA_ATTESA STRUTTURA 0 autovetture volontariato Deposito ANAS via Nastro Azzurro per Camping "I Pini" Corso Italia 0 pulmini comune Campetto calcio via Mortora S. Liborio per Scuola Elementare "Legittimo" via delle Acacie 0 pulmini Comune Campetto Calcio via Mortora S. Liborio per Scuola Elementare "Legittimo" via delle Acacie 40 Autoambulanze - pulmini - autovetture Volontariato Campi da tennis e calcetto via delle Rose per Hotel "Klein Wien" Camping "Sea Mare" Scuola Elementare e materna "Colli S. Pietro" Scuola Elementare "San Liborio" Clinica "S. Michele" 12 autovetture volontariato Scuola media "M. Massa" via G. Maresca Agriturismo "De Martino" 9 autovetture volontariato Campetto calcio via Mortora S. Liborio per scuola elementare "S. Liborio" Agriturismo "Galatea" 8 autovetture volontariato Deposito ANAS via Nastro Azzurro per Agriturismo "Belvedere" Page 7 of 8

8 PERSONE_PRESENTI MODALITA_TRASP OPER_INDIVID AREA_ATTESA STRUTTURA Campin "I Pini" Corso Italia 4 autovetture volontariato Deposito ANAS via Nastro Azzurro per Villaggio turistico "Fiori d'arancio" via Cavone 6 autovetture volontariato Deposito ANAS via Nastro Azzurro per Camping "I Pini" Corso Italia 10 autovetture - pulmini volontariato - Comune Deposito ANAS via Nastro Azzurro per Camping "I Pini" Corso Italia Agriturismo "Piccolo Paradiso" Agriturismo "Villa Cafiero" Agriturismo "Antico Casale" 32 pulmini - autovetture Volontariato Deposito ANAS via Nastro Azzurro per Hotel "Antico Parco del Principe" Scuola media "M. Massa" - via G. Maresca 0 pulmini - autovetture Volontariato Deposito ANAS via Nastro Azzurro per Scuola Media "M. Massa" 189 autobus Volontariato - Comune Deposito ANAS - via Nastro Azzurro per Hotel "La Ripetta" via Madonna di Rosella 76 autobus Volontariato - Comune Deposito ANAS via Nastro Azzurro per Hotel Albatros via Madonna di Rosella Hotel "La Fattoria" Hotel "Nastro Azzurro" Hotel "Occhio Marino" Sistemi di Allarme COMUNE REFERENTE TELEFONO ALLERTAMENTO Piano di Sorrento Comandante POLIZIA MUNICIPALE automezzi e personale di Polizia Municipale Piano di Sorrento Sindaco Altoparlanti autovetture volontariato Page 8 of 8

ELABORAZIONE DEL MODELLO D INTERVENTO

ELABORAZIONE DEL MODELLO D INTERVENTO ELABORAZIONE DEL MODELLO D INTERVENTO COMUNE DI 1. FUNZIONALITA DEL SISTEMA DI ALLERTAMENTO LOCALE REPERIBILITA H 24. Il Piano deve contenere le informazioni necessarie e le modalità con cui la struttura

Dettagli

Ruolo e nominativo Telefono Fax e-mail Sindaco Dr. Antonio Rossi

Ruolo e nominativo Telefono Fax e-mail Sindaco Dr. Antonio Rossi STRUTTURA COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE: COMUNE DI ANZANO DI PUGLIA (prov. di FOGGIA) FUNZIONALITÀ DEL SISTEMA DI ALLERTAMENTO LOCALE (reperibilità H 24) Ruolo e nominativo Telefono Fax e-mail Sindaco

Dettagli

4. LINEAMENTI DELLA PIANIFICAZIONE E STRATEGIA OPERATIVA

4. LINEAMENTI DELLA PIANIFICAZIONE E STRATEGIA OPERATIVA 4. LINEAMENTI DELLA PIANIFICAZIONE E STRATEGIA OPERATIVA 54 4.1 Funzionalità del sistema di allertamento locale Il Comune deve garantire i collegamenti telefonici, via fax, e via e-mail, sia con la Sala

Dettagli

5 RISCHIO SISMICO 5.1 SISTEMA DI ALLERTAMENTO

5 RISCHIO SISMICO 5.1 SISTEMA DI ALLERTAMENTO 5 RISCHIO SISMICO 5.1 SISTEMA DI ALLERTAMENTO Le procedure di intervento, previste per il Comune di TOCCO DA CASAURIA sono strutturate in due fasi: FASE DI ALLARME e FASE DI EMERGENZA. La FASE DI ALLARME

Dettagli

Scheda: CL1 FUNZIONE : TECNICO SCIENTIFICA E PIANIFICAZIONE TIPOLOGIA : Enti locali e regioni

Scheda: CL1 FUNZIONE : TECNICO SCIENTIFICA E PIANIFICAZIONE TIPOLOGIA : Enti locali e regioni Scheda: CL1 FUNZIONE : TECNICO SCIENTIFICA E PIANIFICAZIONE TIPOLOGIA : Enti locali e regioni Denominazione Ente: COMUNE DI POGGIOMARINO Coordinate : S. R.: Provincia: Comune: Località: Indirizzo: CAP:

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Commissario delegato ai sensi del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 6 aprile 2009

Presidenza del Consiglio dei Ministri Commissario delegato ai sensi del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 6 aprile 2009 DECRETA ART. 1 La Direzione di Comando e Controllo (DI.COMA.C) è integrata dalla seguenti funzioni di supporto: Infrastrutture e Strutture post-emergenziali Coordinamento Enti Locali Relazioni Internazionali

Dettagli

Comune di Ginosa (TA)

Comune di Ginosa (TA) Comune di Ginosa (TA) Piano di Emergenza Comunale ALLEGATO 10 Rubrica dell emergenza Aggiornamento novembre 2014 Rubrica di emergenza Dipartimento Nazionale Protezione Civile - ROMA Provincia TARANTO Protezione

Dettagli

PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE DI VOLTURARA IRPINA

PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE DI VOLTURARA IRPINA PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE DI VOLTURARA IRPINA ATTIVAZIONI IMMEDIATE DOPO UN EVENTO SALA OPERATIVA Presso la Casa comunale Se questi locali risultassero inagibili la sala operativa sarà allestita

Dettagli

Allegato B LOCALI E STRUMENTI

Allegato B LOCALI E STRUMENTI Allegato B LOCALI E STRUMENTI OBIETTIVO DEL : Creare un sistema di comunicazione In e Out che, attraverso il sito web istituzionale, sia utilizzabile dai cittadini per ottenere tutte le informazioni istituzionali,

Dettagli

CITTÀ DI PIANO DI SORRENTO

CITTÀ DI PIANO DI SORRENTO CITTÀ DI PIANO DI SORRENTO Provincia di Napoli DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 202 del 03/10/2014 OGGETTO: OPERE DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA E RIQUALIFICAZIONE DI VARI IMMOBILI COMUNALI ATTE A

Dettagli

5 MODELLO DI INTERVENTO

5 MODELLO DI INTERVENTO Aggiornato al: 16.09.2009 MODELLO DI INTERVENTO pag. 5.1 5 MODELLO DI INTERVENTO Una parte fondamentale della redazione del Piano di Emergenza Comunale di Protezione Civile è la realizzazione dei Modelli

Dettagli

IL TERRITORIO COMUNALE

IL TERRITORIO COMUNALE IL TERRITORIO COMUNALE Comune di: SCAFA (breve descrizione del territorio comunale, eventuale suddivisione in frazioni,principali rischi del territorio.) Il paese, che sorge in una zona pressoché pianeggiante

Dettagli

PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE DI QUADRELLE (AV)

PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE DI QUADRELLE (AV) PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE DI QUADRELLE (AV) ATTIVAZIONI IMMEDIATE DOPO UN EVENTO SALA OPERATIVA Presso la sede comunale in via Municipio, n. 10 Se questi locali risultassero inagibili la sala

Dettagli

MESSAGGIO DI PREALLARME

MESSAGGIO DI PREALLARME logo COMUNE DI. Da utilizzarsi per comunicare che sul territorio comunale si sono manifestati eventi potenzialmente in grado di arrecare danni a persone, cose e ambiente. MESSAGGIO DI PREALLARME DA: COMUNE

Dettagli

COMUNE DI VILLAPUTZU

COMUNE DI VILLAPUTZU COMUNE DI VILLAPUTZU PROVINCIA DI CAGLIARI BOZZA PIANO SPEDITIVO PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE ANNO 2014 Allegato C CODICI IDENTIFICATIVI ASSOCIATI AL PIANO SPEDITIVO Coordinamento e progettazione:

Dettagli

1 SISTEMA DI COMANDO E CONTROLLO 2

1 SISTEMA DI COMANDO E CONTROLLO 2 1 SISTEMA DI COMANDO E CONTROLLO 2 1.1 MODELLO D INTERVENTO 2 1.1.1 LIVELLI DI ALLERTA E FASI OPERATIVE 2 1.2 MODELLO DI INTERVENTO PROCEDURE OPERATIVE 3 1.2.1 PROCEDURE OPERATIVE (DA ESEGUIRE QUALUNQUE

Dettagli

ORARI DELLE LINEE "METROBUS SORRENTINO"

ORARI DELLE LINEE METROBUS SORRENTINO ORARI DELLE LINEE "METROBUS SORRENTINO" Metrobus Piano linea F Progress. Corsa 1 3 5 7 9 11 13 15 17 19 21 23 25 Validità Est Est Est Est Est Est Est Est Est Est Piano Stazione Circum 7.50 8.50 9.40 10.30

Dettagli

SERVIZIO MANUTENZIONE

SERVIZIO MANUTENZIONE SERVIZIO MANUTENZIONE PUBBLICAZIONI AI SENSI DELL ART. 1, COMMA 32 DELLA LEGGE N. 190/2012, PRIMO PERIODO, CON RIFERIMENTO AI PROCEDIMENTI DI CUI AL COMMA 16, LETTERA B) DELLA STESSA LEGGE: scelta del

Dettagli

Scheda 7 MATERIALI E MEZZI IMPRESE PRIVATE MOVIMENTO TERRA

Scheda 7 MATERIALI E MEZZI IMPRESE PRIVATE MOVIMENTO TERRA Scheda 7 MATERIALI E IMPRESE PRIVATE MOVIMENTO TERRA Ditta Sede Telefono - fax Referente Cell. e-mail All Service Via Umberto I 82 0921/422978 Domenico Di Fatta 3805339258 ID1 TIPOLOGIA SPECIALIZZAZIONE

Dettagli

PROTEZIONE CIVILE A.N.A. PROTEZIONE CIVILE

PROTEZIONE CIVILE A.N.A. PROTEZIONE CIVILE PROTEZIONE CIVILE A.N.A. 3 RGPT SOTTOCOMMISSIONE INFORMATICA PROGETTO FORMAZIONE PERMANENTE 2011 SUPPORTO ALLE ATTIVITA DI COORDINAMENTO CORSO PER ADDETTI ALLA SEGRETERIA ED ALLA SALA OPERATIVA IL SISTEMA

Dettagli

C O M U N E D I G I O V E P R O V I N C I A D I T E R N I

C O M U N E D I G I O V E P R O V I N C I A D I T E R N I PIANO EMERGENZA NEVE COMUNALE INVERNO 2012-2013 PREMESSA Il presente piano costituisce strumento di attivazione degli interventi e di coordinamento delle componenti della Protezione Civile affinché, in

Dettagli

PIANO DI EMERGENZA ESTERNO (Art. 20 D.Lgs. 334/99)

PIANO DI EMERGENZA ESTERNO (Art. 20 D.Lgs. 334/99) P r e f e t t u r a d i T o r i n o - P r o t e z i o n e C i v i l e R e v. 2 / 0 P i a n o d i E m e r g e n z a E s t e r n o s t a b i l i m e n t o G r u p p o T r o m b i n i L u s e r n a S. G i

Dettagli

Associazione Geologi dell Emilia Romagna per la Protezione Civile

Associazione Geologi dell Emilia Romagna per la Protezione Civile Associazione Geologi dell Emilia Romagna per la Protezione Civile Costituzione: 3 Luglio 2002 Sede: presso OGER Via Guerrazzi 6, Bologna Anno 2009: 70 iscritti www.geoprociv.it OBIETTIVI: 1. Offrire nei

Dettagli

ALLEGATO 7. Procedura interna del. COMANDO POLIZIA LOCALE Federazione Camposampierese

ALLEGATO 7. Procedura interna del. COMANDO POLIZIA LOCALE Federazione Camposampierese ALLEGATO 7 Procedura interna del COMANDO POLIZIA LOCALE Federazione Camposampierese PIANO DI GESTIONE DELLA VIABILITA PER IL PIANO DI EMERGENZA ESTERNA DEL SITO INDUSTRIALE AUTOSPED S.r.l. Santa Giustina

Dettagli

PIANO LOCALE DI EMERGENZA DI PROTEZIONE CIVILE DOCUMENTO SINTETICO

PIANO LOCALE DI EMERGENZA DI PROTEZIONE CIVILE DOCUMENTO SINTETICO Provincia di: CAGLIARI Comune di : PULA PIANO LOCALE DI EMERGENZA DI PROTEZIONE CIVILE DOCUMENTO SINTETICO Aggiornamento 24/09/2009 DATI DI BASE RELATIVI AL COMUNE INQUADRAMENTO GENERALE COMUNE PULA PROVINCIA

Dettagli

COMUNE DI SINNAI Provincia di Cagliari

COMUNE DI SINNAI Provincia di Cagliari COMUNE DI SINNAI Provincia di Cagliari ALL. 2 Piano di protezione civile SCHEDA COMUNE COMMITTENTE: Comune di Sinnai REV SCALA BASE TOPOGRAFICA: DATA 01 Aprile 2014 IL SINDACO Dott. ssa Maria Barbara Pusceddu

Dettagli

COMUNE DI GRANAROLO DELL'EMILIA (BO)

COMUNE DI GRANAROLO DELL'EMILIA (BO) All. n 1 Scheda operativa per attivazione piano di Emergenza Data... Orario segnalazione... N Prot.... Compilatore scheda: (nome)... (qualifica)... Tipologia evento:... Preavviso Prefettura pervenuto il...

Dettagli

Si trasmette, in allegato, il calendario della pronta reperibilità del personale indicato in oggetto.

Si trasmette, in allegato, il calendario della pronta reperibilità del personale indicato in oggetto. DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE COLLETTIVA DELLA SALUTE UMANA DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE DELLA SALUTE E BENESSERE ANIMALE Via Piano dei Lippi 85042 LAGONEGRO (Pz) Prot. n 135355 lì, 26 Ottobre 2015 Sigg.

Dettagli

MODULISTICA OPERATIVA

MODULISTICA OPERATIVA MODULISTICA OPERATIVA INDICE SCHEDA OPERATIVA PER ATTIVAZIONE PIANO DI EMERGENZA Pag. 2 MESSAGGIO DI ALLARME, EMERGENZA E CESSATO ALLARME Pag. 4 COMUNICATO ALLA POPOLAZIONE Pag. 7 SCHEDA OPERATIVA RISCHIO

Dettagli

PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE

PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE PROVINCIA DELL OGLIASTRA PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE R EGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE "Disposizioni urgenti di protezione civile per fronteggiare lo stato di

Dettagli

ONORIFICENZE. Diploma di CAVALIERE al Primo Maresciallo del Corpo delle Capitanerie di Porto sig.

ONORIFICENZE. Diploma di CAVALIERE al Primo Maresciallo del Corpo delle Capitanerie di Porto sig. ONORIFICENZE Diploma di CAVALIERE al dottor Carmine CARBONE residente a BATTIPAGLIA Ingegnere industriale, con esperienza pluriennale nei diversi contesti lavorativi. Attivamente impegnato nel sociale,

Dettagli

Comune di Padova. Unità di Progetto di Protezione Civile PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE MODELLO DI INTERVENTO PER INCIDENTE STRADALE

Comune di Padova. Unità di Progetto di Protezione Civile PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE MODELLO DI INTERVENTO PER INCIDENTE STRADALE Comune di Padova Unità di Progetto di Protezione Civile PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE MODELLO DI INTERVENTO PER INCIDENTE STRADALE Procedura di emergenza DISTRETTO PROVINCIALE PADOVA CITTÀ Aggiorna

Dettagli

Prefettura Ufficio Territoriale del Governo di Parma All. 1 MESSAGGIO DI PREALLARME

Prefettura Ufficio Territoriale del Governo di Parma All. 1 MESSAGGIO DI PREALLARME All. 1 MESSAGGIO DI PREALLARME PRIORITÀ ALTA DATA ORARIO: DA: PREFETTURA DI A: AMMINISTRAZIONI, ORGANI ED ENTI DI CUI ALL UNITO ELENCO MESSAGGIO N. ALLE ORE. IN LOCALITÀ. SI E VERIFICATO (INDICARE TIPO

Dettagli

Autosoccorso in Appennino

Autosoccorso in Appennino Piano Intercomunale di PROTEZIONE CIVILE Evento sismico Procedura speciale 4 b Autosoccorso in Appennino ALLEGATO 23 Ufficio Associato di PROTEZIONE CIVILE via Togliatti, 45 50032 Borgo S. Lorenzo (FI)

Dettagli

AL VERIFICARSI DI UN EVENTO IMPROVVISO O NON PREVEDIBILE SI ATTUANO LE MISURE PER L EMERGENZA, CON L AVVIO IMMEDIATO DELLE OPERAZIONI DI SOCCORSO.

AL VERIFICARSI DI UN EVENTO IMPROVVISO O NON PREVEDIBILE SI ATTUANO LE MISURE PER L EMERGENZA, CON L AVVIO IMMEDIATO DELLE OPERAZIONI DI SOCCORSO. Tipologia di evento: Eventi non prevedibili/improvvisi AL VERIFICARSI DI UN EVENTO IMPROVVISO O NON PREVEDIBILE SI ATTUANO LE MISURE PER L EMERGENZA, CON L AVVIO IMMEDIATO DELLE OPERAZIONI DI SOCCORSO.

Dettagli

NUMERI UTILI: GUARDIA MEDICA Presidio di Firenzuola tel. 055819752 Firenzuola - Piazza della Misericordia tel. 055819467

NUMERI UTILI: GUARDIA MEDICA Presidio di Firenzuola tel. 055819752 Firenzuola - Piazza della Misericordia tel. 055819467 PROVINCIA DI FIRENZE Tel. (055) 819941 NUMERI UTILI: CARABINIERI Pronto Intervento tel. 112 POLIZIA di STATO Pronto Intervento tel. 113 EMERGENZA INFANZIA - maltrattamento minori tel. 114 VIGILI del FUOCO

Dettagli

SCENARIO N. 2 RISCHIO CHIMICO INDUSTRIALE - VIABILISTICO

SCENARIO N. 2 RISCHIO CHIMICO INDUSTRIALE - VIABILISTICO SCENARIO N. 2 RISCHIO CHIMICO INDUSTRIALE - VIABILISTICO Rischio: Ribaltamento di un autobotte di benzina lungo SS 342 SP48 SP69 FS171 Descrizione evento: Lo scenario ipotizzato è relativo al rischio chimico

Dettagli

PIANO DI EMERGENZA PER CADUTA NEVE FORMAZIONE DI GHIACCIO E ONDATE DI GRANDE FREDDO

PIANO DI EMERGENZA PER CADUTA NEVE FORMAZIONE DI GHIACCIO E ONDATE DI GRANDE FREDDO PIANO DI EMERGENZA PER CADUTA NEVE FORMAZIONE DI GHIACCIO E ONDATE DI GRANDE FREDDO 469 ORDINANZA DEL SINDACO... del IL SINDACO Oggetto: Disposizioni per l emergenza di caduta neve -formazione di ghiaccio

Dettagli

A - PARTE GENERALE. TS Codice ISTAT 032006 Superficie. 85.11 kmq Abitanti 204849 Sindaco

A - PARTE GENERALE. TS Codice ISTAT 032006 Superficie. 85.11 kmq Abitanti 204849 Sindaco A - PARTE GENERALE Dati generali Comune Provincia TS Codice ISTAT 032006 Superficie 85.11 kmq Abitanti 204849 Sindaco ROBERTO COSOLINI Indirizzo Municipio PIAZZA UNITA' D'ITALIA 4 Sito web PEC Distretto

Dettagli

Terralba, 31 gennaio 2014 IL MODELLO DI GESTIONE DELLE EMERGENZE

Terralba, 31 gennaio 2014 IL MODELLO DI GESTIONE DELLE EMERGENZE REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA PRESIDENZA IL MODELLO DI GESTIONE DELLE EMERGENZE Ing. Maria Antonietta Raimondo Servizio Pianificazione e gestione delle emergenze Legge n. 225 del 1992 > Istituzione del

Dettagli

ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO OPERANTI SUL TERRITORIO CITTADINO

ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO OPERANTI SUL TERRITORIO CITTADINO ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO OPERANTI SUL TERRITORIO CITTADINO Associazione : Associazione Nazionale Carabinieri Indirizzo : Via Santa Brigida, 64 80132 Napoli Telefono : 081 5520718 fax. 081 8996921 Presidente

Dettagli

COMUNE DI MONTECATINI TERME Viale Verdi, 46-51016 Provincia di Pistoia - Tel. 0572/9181 - Fax 0572/918264 REGOLAMENTO

COMUNE DI MONTECATINI TERME Viale Verdi, 46-51016 Provincia di Pistoia - Tel. 0572/9181 - Fax 0572/918264 REGOLAMENTO COMUNE DI MONTECATINI TERME Viale Verdi, 46-51016 Provincia di Pistoia - Tel. 0572/9181 - Fax 0572/918264 REGOLAMENTO del Gruppo Comunale di Protezione Civile per il piano operativo di intervento sul territorio.

Dettagli

Comune di Padova. Unità di Progetto di Protezione Civile PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE MODELLO DI INTERVENTO TRASPORTO SOSTANZE PERICOLOSE

Comune di Padova. Unità di Progetto di Protezione Civile PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE MODELLO DI INTERVENTO TRASPORTO SOSTANZE PERICOLOSE Comune di Padova Unità di Progetto di Protezione Civile PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE MODELLO DI INTERVENTO Procedura di emergenza DISTRETTO PROVINCIALE PADOVA CITTÀ Aggiorna e sostituisce il Piano

Dettagli

Ospedale San Paolo Via Genova 30, 17100 Savona Tel. 019/810158 Fax 019/814473 e-mail: 118.sv@asl2.liguria.it Sito: www.asl2.liguria.

Ospedale San Paolo Via Genova 30, 17100 Savona Tel. 019/810158 Fax 019/814473 e-mail: 118.sv@asl2.liguria.it Sito: www.asl2.liguria. Dipartimento di Emergenza Levante Direttore: Dott. Paolo Bellotti Direttore: Dott. Salvatore Esposito Savona marzo 2009 Tel. 019/810158 Fax 019/814473 e-mail: 118.sv@asl2.liguria.it Sito: www.asl2.liguria.it

Dettagli

AL VERIFICARSI DI UN EVENTO IMPROVVISO O NON PREVEDIBILE SI ATTUANO LE MISURE PER L EMERGENZA, CON L AVVIO IMMEDIATO DELLE OPERAZIONI DI SOCCORSO.

AL VERIFICARSI DI UN EVENTO IMPROVVISO O NON PREVEDIBILE SI ATTUANO LE MISURE PER L EMERGENZA, CON L AVVIO IMMEDIATO DELLE OPERAZIONI DI SOCCORSO. Tipologia di evento: Eventi non prevedibili/improvvisi AL VERIFICARSI DI UN EVENTO IMPROVVISO O NON PREVEDIBILE SI ATTUANO LE MISURE PER L EMERGENZA, CON L AVVIO IMMEDIATO DELLE OPERAZIONI DI SOCCORSO.

Dettagli

NUMERI URILI COMUNE DI CHIANCIANO TERME. Commissariato di Pubblica Sicurezza: Stazione di Chiusi - Via Cassia Aurelia II, 8 - Telefono: 057822461

NUMERI URILI COMUNE DI CHIANCIANO TERME. Commissariato di Pubblica Sicurezza: Stazione di Chiusi - Via Cassia Aurelia II, 8 - Telefono: 057822461 NUMERI URILI COMUNE DI CHIANCIANO TERME Presidi Locali Carabinieri: Stazione di Chianciano Terme, Via della Valle Telefono: 057860640 o 057863149 (Caserma) Commissariato di Pubblica Sicurezza: Stazione

Dettagli

CURRICULUM VITAE. - si iscrive all Ordine degli architetti della provincia di Napoli il 28.03.1984 al n 3447.

CURRICULUM VITAE. - si iscrive all Ordine degli architetti della provincia di Napoli il 28.03.1984 al n 3447. CURRICULUM VITAE Dott. Arch. Marchese Umberto nato in Agerola il 24.03.56 e residente a Furore (SA) alla via Dei Miccerellari n 3, C.F.: MRC MRT 56C24 A068K, iscritto all ordine degli architetti in data

Dettagli

PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE

PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE ing. Francesco Tresso Via Andrea Doria, 10-10123 Torino - Tel +39 011 5592890 - Fax +39 011 5592893 COMUNE DI PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE Volume Settimo Pronto Uso Cliente Descrizione Revisione

Dettagli

Protezione Civile Piano di Emergenza Comunale

Protezione Civile Piano di Emergenza Comunale Comune di Concorezzo Protezione Civile Piano di Emergenza Comunale RELAZIONE D Mansionari Rev. 01 Sindaco V i g e r s r l Via Madonna del Noce 34 22070 Grandate (CO) Tel. (031) 564 933 Fax (031) 729 311

Dettagli

Servizio di Protezione Civile

Servizio di Protezione Civile COMUNE DI GAVARDO Provincia di Brescia Servizio di Protezione Civile Parliamo di Protezione Civile In Italia il Servizio Nazionale della Protezione Civile è costituito da una pluralità di Amministrazioni,

Dettagli

ALLEGATO 8. Procedura interna del. COMUNE di Santa Giustina in Colle. AUTOSPED S.r.l. Santa Giustina in Colle (PD)

ALLEGATO 8. Procedura interna del. COMUNE di Santa Giustina in Colle. AUTOSPED S.r.l. Santa Giustina in Colle (PD) ALLEGATO 8 Procedura interna del COMUNE di Santa Giustina in Colle AUTOSPED S.r.l. Santa Giustina in Colle (PD) Revisione marzo 2015 Premessa Il Piano di Emergenza Esterno è predisposto al fine di limitare

Dettagli

P r e f e t t u r a d i C u n e o P i a n o d i E m e r g e n z a E s t e r n o - S t a b i l i m e n t o B R A G A S S R L d i B r a ( C N )

P r e f e t t u r a d i C u n e o P i a n o d i E m e r g e n z a E s t e r n o - S t a b i l i m e n t o B R A G A S S R L d i B r a ( C N ) SEZIONE 4 PROCEDURE OPERATIVE 4.1 Descrizione delle procedure di allertamento Nel seguito sono descritte, per le tipologie di livello di pericolo codificate, le dinamiche di comunicazione / allertamento

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA REDAZIONE DEI PIANI COMUNALI DI EMERGENZA

LINEE GUIDA PER LA REDAZIONE DEI PIANI COMUNALI DI EMERGENZA DIPARTIMENTO REGIONALE DELLA PROTEZIONE CIVILE SERVIZIO RISCHIO VULCANICO ETNEO RISCHIO INVASIONE LAVICA LINEE GUIDA PER LA REDAZIONE DEI PIANI COMUNALI DI EMERGENZA Sant Agata Li Battiati, marzo 2006

Dettagli

Lega Autonomie Campania Associazione autonomie locali * Associazione Nazionale Certificatori e Revisori Enti Locali ANCREL Club dei Revisori

Lega Autonomie Campania Associazione autonomie locali * Associazione Nazionale Certificatori e Revisori Enti Locali ANCREL Club dei Revisori Lega Autonomie Campania Associazione autonomie locali * Associazione Nazionale Certificatori e Revisori Enti Locali ANCREL Club dei Revisori Con il patrocinio Ordine dei Dottori Commercialisti di Torre

Dettagli

5. MODELLO DI INTERVENTO- PROCEDURE

5. MODELLO DI INTERVENTO- PROCEDURE 5. MODELLO DI INTERVENTO- PROCEDURE 67 5.1 Il sistema di comando e controllo La procedura di attivazione del sistema di comando e controllo disciplina il flusso delle informazioni utili a gestire la risposta

Dettagli

RISCHIO INCENDIO BOSCHIVO. 1.1 Caratteristiche del territorio

RISCHIO INCENDIO BOSCHIVO. 1.1 Caratteristiche del territorio 1 RISCHIO INCENDIO BOSCHIVO 1.1 Caratteristiche del territorio Sono state identificate come aree a rischio di incendio boschivo e di interfaccia sui centri abitati e sulle case sparse la zona di Morghe

Dettagli

PIANO EMERGENZA NEVE ANNO 2014-2015

PIANO EMERGENZA NEVE ANNO 2014-2015 COMUNE DI CANNARA Provincia di Perugia PIANO EMERGENZA NEVE ANNO 2014-2015 1. PREMESSA 2. SCOPI DEL PIANO 3. FASI DI INTERVENTO MISURE PREVENTIVE 4. LIMITAZIONI DELLA VIABILITA ITINERARI ALTERNATIVI 5.

Dettagli

preallerta N COSA CHI DOCUMENTI NOTE Avvisa il Sindaco e il Responsabile del Centro Operativo responsabile dichiarazione stato preallerta

preallerta N COSA CHI DOCUMENTI NOTE Avvisa il Sindaco e il Responsabile del Centro Operativo responsabile dichiarazione stato preallerta RISCIO FRANA preallerta Ricezione avviso Funzionario Avvisa il Sindaco e il del Centro Operativo responsabile Comunale 1 Dichiarazione stato preallerta Lo stato di preallerta può essere dichiarato dichiarazione

Dettagli

CITTA' DI BRA SERVIZIO PROTEZIONE CIVILE REGOLAMENTO DISCIPLINA DEGLI ORGANI E DELLE STRUTTURE DI PROTEZIONE CIVILE

CITTA' DI BRA SERVIZIO PROTEZIONE CIVILE REGOLAMENTO DISCIPLINA DEGLI ORGANI E DELLE STRUTTURE DI PROTEZIONE CIVILE CITTA' DI BRA SERVIZIO PROTEZIONE CIVILE REGOLAMENTO DISCIPLINA DEGLI ORGANI E DELLE STRUTTURE DI PROTEZIONE CIVILE (Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 85 in data 29 novembre 2007) INDICE

Dettagli

lamberti spa PIANO DI EMERGENZA Aziende a rischio di incidente rilevante: emergenza, pianificazione e informazione Varese, 28 Gennaio 2005

lamberti spa PIANO DI EMERGENZA Aziende a rischio di incidente rilevante: emergenza, pianificazione e informazione Varese, 28 Gennaio 2005 lamberti spa chemical specialties Aziende a rischio di incidente rilevante: emergenza, pianificazione e informazione Varese, 28 Gennaio 2005 PIANO DI EMERGENZA Il Gruppo Lamberti Lamberti s.p.a. è un azienda

Dettagli

Evento meteo, idrogeologico e idraulico

Evento meteo, idrogeologico e idraulico 163 A seguito della ricezione di Avviso od Informativa di previsione per fenomeni meteorologici avversi o a seguito di un Ufficio Gestione delle Emergenze ed Eventi Servizio I/ Gestione Sala Operativa

Dettagli

Comune di Padova. Unità di Progetto di Protezione Civile PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE MODELLO DI INTERVENTO PER SGOMBERO NEVE

Comune di Padova. Unità di Progetto di Protezione Civile PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE MODELLO DI INTERVENTO PER SGOMBERO NEVE Comune di Padova Unità di Progetto di Protezione Civile PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE MODELLO DI INTERVENTO PER Procedura di emergenza DISTRETTO PROVINCIALE PADOVA CITTÀ Aggiorna e sostituisce il

Dettagli

Prefettura - Ufficio territoriale del Governo di Taranto

Prefettura - Ufficio territoriale del Governo di Taranto Prefettura - Ufficio territoriale del Governo di Taranto Comitato operativo per la viabilità Piano di gestione delle criticità nella circolazione stradale in caso di neve ELENCO DI DISTRIBUZIONE UFFICI

Dettagli

OBIETTIVI: Sevizio Protezione civile della Provincia di Varese; Il ruolo della Sala Operativa Unificata (SOU);

OBIETTIVI: Sevizio Protezione civile della Provincia di Varese; Il ruolo della Sala Operativa Unificata (SOU); Corso per i componenti della Unità di Crisi Regionale 02 Aprile 2014 PROTEZIONE CIVILE DELLA PROVINCIA DI VARESE Dirigente Dott. Angelo Gorla Funzionario Ing. Maria Laura Zorzit OBIETTIVI: Sevizio Protezione

Dettagli

Gabinetto del Sindaco Ufficio di Staff Ufficio Segreteria Ufficio Demografico Ufficio Elettorale Ufficio Leva Stato Civile Ufficio Anagrafe Servizio

Gabinetto del Sindaco Ufficio di Staff Ufficio Segreteria Ufficio Demografico Ufficio Elettorale Ufficio Leva Stato Civile Ufficio Anagrafe Servizio Gabinetto del Sindaco Ufficio di Staff Ufficio Segreteria Ufficio Demografico Ufficio Elettorale Ufficio Leva Stato Civile Ufficio Anagrafe Servizio Tributi Servizio Edilizia Privata/Urbanistica Ufficio

Dettagli

RISCHIO IDROGEOLOGICO scenario 3 - Bollettino Meteo A FASE DI ATTENZIONE. Riceve il bollettino meteo e l'avviso di inizio fase di attenzione

RISCHIO IDROGEOLOGICO scenario 3 - Bollettino Meteo A FASE DI ATTENZIONE. Riceve il bollettino meteo e l'avviso di inizio fase di attenzione RISCHIO IDROGEOLOGICO scenario 3 - Bollettino Meteo A () (, CC, Polizia Municipale,..) FASE DI ATTENZIONE Riceve il bollettino meteo e l'avviso di inizio fase di attenzione Fax, telefono, cellulare ()

Dettagli

PIANO DI PROTEZIONE CIVILE ED EMERGENZA COMUNALE STRUTTURA E FUNZIONI DEL CENTRO OPERATIVO COMUNALE (C.O.C.) Comune di: ATESSA

PIANO DI PROTEZIONE CIVILE ED EMERGENZA COMUNALE STRUTTURA E FUNZIONI DEL CENTRO OPERATIVO COMUNALE (C.O.C.) Comune di: ATESSA Comune di: ATESSA PREMESSA Il Sindaco in qualità di autorità di protezione civile, per la direzione ed il coordinamento del servizio di soccorso e assistenza alla popolazione, si avvale della struttura

Dettagli

COMUNE DI LECCO SETTORE LAVORI PUBBLICI Lecco, 21 Maggio 2009 Ufficio Viabilita N 129 R.O. SR.gf

COMUNE DI LECCO SETTORE LAVORI PUBBLICI Lecco, 21 Maggio 2009 Ufficio Viabilita N 129 R.O. SR.gf COMUNE DI LECCO SETTORE LAVORI PUBBLICI Lecco, 21 Maggio 2009 Ufficio Viabilita N 129 R.O. SR.gf OGGETTO: Strade classificate Zone a Traffico Limitato e relativa organizzazione. IL SINDACO Premesso che

Dettagli

OGGETTO: Emergenza sisma Abruzzo 2009. Riperimetrazione zona rossa di L Aquila.

OGGETTO: Emergenza sisma Abruzzo 2009. Riperimetrazione zona rossa di L Aquila. ORDINANZA 814 Prot. n 42760 del 25 ottobre 2010 OGGETTO: Emergenza sisma Abruzzo 2009. Riperimetrazione zona rossa di L Aquila. PREMESSO Che il territorio del Comune dell Aquila, insieme a quello di altri

Dettagli

COMUNE DI FUCECCHIO. : Quadro generale mutui per ente mutuante : /home2/ascotweb/tmp/ascotweb/fmu75983.ist. Data della stampa : 18/06/2013

COMUNE DI FUCECCHIO. : Quadro generale mutui per ente mutuante : /home2/ascotweb/tmp/ascotweb/fmu75983.ist. Data della stampa : 18/06/2013 COMUNE DI FUCECCHIO Stampa : Quadro generale mutui per ente mutuante Nome file : /home2/ascotweb/tmp/ascotweb/fmu75983.ist Eseguito da : SCHITI Data della stampa : 18/06/2013 +---------------------------------------------------------+

Dettagli

VIA STAZIONE COMANDO POLIZIA MUNICIPALE. Informazioni sul COM di afferenza. TROPEA- ISTITUTO PROVINCIALE professionale ALBERGHIERO

VIA STAZIONE COMANDO POLIZIA MUNICIPALE. Informazioni sul COM di afferenza. TROPEA- ISTITUTO PROVINCIALE professionale ALBERGHIERO CENTRO OPERATIVO COMUNALE (COC) Comune Indirizzo TROPEA VIA STAZIONE COMANDO POLIZIA MUNICIPALE Coordinate 38.672513, 15.895675 Centralino 0963.61221 Fax 0963.61221 Informazioni sul COM di afferenza Strutture

Dettagli

COMUNE DI MAIOLATI SPONTINI

COMUNE DI MAIOLATI SPONTINI COMUNE DI MAIOLATI SPONTINI PIANO DI PROTEZIONE CIVILE COMUNALE 4) PIANIFICAZIONE DELL ORGANIZZAZIONE NELLA FASE OPERATIVA Marzo 2003 IL TECNICO COMUNALE ( (Geom. Claudio Omenetti ) 1 di 19 INDICE 1. Sistema

Dettagli

SCENARIO DI RISCHIO SISMICO

SCENARIO DI RISCHIO SISMICO SCENARIO DI RISCHIO SISMICO Tipo di rischio SISMA Località Territorio comunale Evento sismico di modesta entità, percepito dalla Descrizione popolazione (magnitudo Richter inferiore a 4,0) Grado di rischio

Dettagli

RUBRICA OPERATIVA. UFFICI COMUNALI SEDE MUNICIPIO Centralino Fax Polizia Locale Telefono Segreteria Comunale Telefono

RUBRICA OPERATIVA. UFFICI COMUNALI SEDE MUNICIPIO Centralino Fax Polizia Locale Telefono Segreteria Comunale Telefono RUBRICA OPERATIVA UNITA' DI CRISI LOCALE Ruolo e qualifica Nome e Cognome Recapiti SINDACO Lavo Lorella Ufficio 0365500811 Cellulare 3346969010 VICESINDACO Renato Marcoli Ufficio 0365500805 Cellulare 3392767340

Dettagli

C 1 y:\cartella condivisa\seui piano protezione civile\14_seupec_c1_-_procedura operativa incendi.docm \\save.12 PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE

C 1 y:\cartella condivisa\seui piano protezione civile\14_seupec_c1_-_procedura operativa incendi.docm \\save.12 PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE COMUNE DI SEUI PROVINCIA DELL OGLIASTRA PIANO INTERCOMUNALE DI PROTEZIONE DI PROTEZIONE CIVILE CIVILE R EGIONE R EGIONE AUTONOMA DELLA DELLA SARDEGNA PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE "Disposizioni urgenti

Dettagli

COMUNE DI GALATRO Provincia di Reggio Calabria SETTORE TECNICO Tel. (0966) 903041 Fax 903149 Partita IVA 00256700808

COMUNE DI GALATRO Provincia di Reggio Calabria SETTORE TECNICO Tel. (0966) 903041 Fax 903149 Partita IVA 00256700808 ELENCO GENERALE STRUTTURE PUBBLICHE DI PROPRIETA DELL ENTE DESTINAZIONE LOCALITA FOGLIO PARTICELLA Asilo Nido Via Padre Pio 18 584 Ostello Via A. Moro 18 829 Casa di Riposo Via Casa di Riposo 25 455 Scuola

Dettagli

CITTA DI PIANO DI SORRENTO

CITTA DI PIANO DI SORRENTO DET. DATA TIPOLOGIA DELL INCARICO INCARICATO SETTORE COMPENSO PRESUNTO 625 16/10/2015 INCARICO PROFESSIONALE FINALIZZATO ALLA PREDISPOSIZIONE DEGLI ATTESTATI DI PRESTAZIONE ENERGETICA PER I NOVE NEGOZI

Dettagli

ESERCITAZIONE Basilicata 2012

ESERCITAZIONE Basilicata 2012 ESERCITAZIONE Basilicata 2012 Si è svolta il 15 dicembre la fase esercitativa di "Basilicata 2012", che ha previsto la simulazione di un terremoto di magnitudo 6.5 nella Val D Agri con effetti anche nelle

Dettagli

PIANO DI PROTEZIONE CIVILE COMUNALE. Indicazioni Procedurali: INCENDIO

PIANO DI PROTEZIONE CIVILE COMUNALE. Indicazioni Procedurali: INCENDIO PROVINCIA DI TREVISO COMUNE DI VOLPAGO DEL MONTELLO Piano di Protezione Civile Comunale PIANO DI PROTEZIONE CIVILE COMUNALE Indicazioni Procedurali: INCENDIO Comune di Volpago del Montello Indicazioni

Dettagli

PROCEDURE SISTEMA DI ALLERTA METEO SALA OPERATIVA COMUNALE CENTRO SITUAZIONI

PROCEDURE SISTEMA DI ALLERTA METEO SALA OPERATIVA COMUNALE CENTRO SITUAZIONI Procedura B04 ALLERTA 1-2 Pag. 1 di 8 OVE VENGA ADOTTATO UN AVVISO DI CRITICITÀ MODERATA O ELEVATA CON PREAVVISO INFERIORE ALLE 12 ORE DALL INIZIO DELLA CRITICITÀ (INIZIO DELLA CRITICITÀ PREVISTO PER IL

Dettagli

COMUNE DI MASSELLO PIANO INTERCOMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE SCHEDE DI RILEVAMENTO DATI COMUNALI 7. STRUTTURE OPERATIVE DI PROTEZIONE CIVILE

COMUNE DI MASSELLO PIANO INTERCOMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE SCHEDE DI RILEVAMENTO DATI COMUNALI 7. STRUTTURE OPERATIVE DI PROTEZIONE CIVILE COMUNE DI MASSELLO PIANO INTERCOMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE SCHEDE DI RILEVAMENTO DATI COMUNALI 7. STRUTTURE OPERATIVE DI PROTEZIONE CIVILE Scheda Titolo Scheda Contenuto Codice GEO Ufficio Territoriale

Dettagli

! " # $ " '###( , $ - $& & $ ) $. $/ 0)1 +-234563 7 ) 8 7 $

!  # $  '###( , $ - $& & $ ) $. $/ 0)1 +-234563 7 ) 8 7 $ ! " # " %% & " '###( ) & *+%, - & & ). / 0)1 +-234563 )+ 7 ) 8 7 111& 287 ) / 9) #.:; " < &=44>.:; < - / # '###( ' ( ;?&0 -.:;/ @! A, # *%? '(, ' 1(@ :B 1!? # 288 +.:;/ +; # ;,&1;1C - # ' ( @ " " @ " *%

Dettagli

Piano di Emergenza Comunale

Piano di Emergenza Comunale Allegati alla Sezione 1 Aggiornamento Dicembre 2015 1 - VIABILITÀ E STAZIONI DI COLLEGAMENTO 2 - SCHEDE MEZZI E MATERIALI 3 - SCHEDE RISORSE UMANE 4 CENSIMENTO STRUTTURE 5 AREE DI EMERGENZA Protezione

Dettagli

PROTEZIONE CIVILE. sistema. funzione. Gli obiettivi dell attività di PC. La pianificazione di emergenza La ripartizione dei compiti

PROTEZIONE CIVILE. sistema. funzione. Gli obiettivi dell attività di PC. La pianificazione di emergenza La ripartizione dei compiti PROTEZIONE CIVILE sistema Gli attori funzione Gli obiettivi dell attività di PC La pianificazione di emergenza La ripartizione dei compiti La gestione degli interventi Le strutture in emergenza FINALITA

Dettagli

SETTORE TELEFONO FAX POSTA ELETTRONICA I SETTORE

SETTORE TELEFONO FAX POSTA ELETTRONICA I SETTORE I SETTORE AFFARI GENERALI ED ISTITUZIONAL I Affari Istituzionali Sport Turismo e Spettacolo Servizio Demografico ed elettorale Cultura e Pubblica Istruzione Servizi Sociali 095/702.0041 095/702.00.51 trecastagni.bonanno@alice.it

Dettagli

La protezione civile questa sconosciuta

La protezione civile questa sconosciuta * La protezione civile questa sconosciuta Legge 24 febbraio 1992 n. 225 Art. 1 (Servizio nazionale della protezione civile) È istituito il Servizio nazionale della protezione civile al fine di tutelare

Dettagli

COMUNE DI AGEROLA Provincia di Napoli. REGOLAMENTO COMUNALE del SERVIZIO di PROTEZIONE CIVILE

COMUNE DI AGEROLA Provincia di Napoli. REGOLAMENTO COMUNALE del SERVIZIO di PROTEZIONE CIVILE COMUNE DI AGEROLA Provincia di Napoli REGOLAMENTO COMUNALE del SERVIZIO di PROTEZIONE CIVILE 1 LEGENDA ABBREVIAZIONI Le dizioni per esteso saranno sintetizzate secondo le seguenti sigle: - Servizio Comunale

Dettagli

Provincia di Savona Settore Difesa del Suolo e Tutela Ambientale Servizio Protezione Civile. Piano di Emergenza Speditivo per il Rischio Idrogeologico

Provincia di Savona Settore Difesa del Suolo e Tutela Ambientale Servizio Protezione Civile. Piano di Emergenza Speditivo per il Rischio Idrogeologico DEFINIZIONE DELLO SCENARIO Il dato fondamentale per la redazione di un piano di Emergenza, è la definizione dello scenario di riferimento. Per tale capitolo si fa riferimento ai risultati emersi dallo

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D ONERI

CAPITOLATO SPECIALE D ONERI CITTÀ DI PIANO DI SORRENTO Provincia di Napoli PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI GESTIONE DELLE AREE DI SOSTA A PAGAMENTO CAPITOLATO SPECIALE D ONERI 1 INDICE CAPO I - Condizioni

Dettagli

PROVINCIA DI SAVONA COMUNE DI ORCO FEGLINO

PROVINCIA DI SAVONA COMUNE DI ORCO FEGLINO PROVINCIA DI SAVONA COMUNE DI ORCO FEGLINO REDAZIONE DI PIANO COMUNALE DI EMERGENZA TOMO 3 : RISCHIO INCENDI DI INTERFACCIA TOMO 4 : RISCHIO SISMICO TOMO 5 : RISCHIO NIVOLOGICO MARZO 2014 1 Indice TOMO

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE di Pesaro COPIA N. di Documento 859272 N. della deliberazione 72 Data della deliberazione 18/03/2008 Allegati n. VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: RIORGANIZZAZIONE E AGGIORNAMENTO

Dettagli

Lo scenario di rischio e le attività di protezione civile per l emergenza in galleria. F. Geri, Milano 8 ottobre 2013. F.#Geri##

Lo scenario di rischio e le attività di protezione civile per l emergenza in galleria. F. Geri, Milano 8 ottobre 2013. F.#Geri## Lo scenario di rischio e le attività di protezione civile per l emergenza in galleria F. Geri, Milano 8 ottobre 2013 www.protezionecivile.gov.it Lo scenario di rischio e le attività di protezione civile

Dettagli

ONCOLOGIA CAMPANA A CONFRONTO

ONCOLOGIA CAMPANA A CONFRONTO ONCOLOGIA CAMPANA A CONFRONTO Presidente Prof. Salvatore Del Prete Sorrento, 13 dicembre 2014 IMPERIAL HOTEL TRAMONTANO Via Vittorio Veneto 1 9.00 Registrazione dei partecipanti I SESSIONE IL CARCINOMA

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA PROVINCIA DI ORISTANO COMUNE DI URAS PIANO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE CAPITOLO SECONDO MODELLO DI INTERVENTO DI PROTEZIONE CIVILE Luglio 2010 Redazione: Dott. Alberto

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE Premesso che l articolo 15 della legge 24/02/1992, n. 225 concernente l istituzione del Servizio nazionale della Protezione

IL CONSIGLIO COMUNALE Premesso che l articolo 15 della legge 24/02/1992, n. 225 concernente l istituzione del Servizio nazionale della Protezione IL CONSIGLIO COMUNALE Premesso che l articolo 15 della legge 24/02/1992, n. 225 concernente l istituzione del Servizio nazionale della Protezione Civile, individua nel Sindaco l Autorità comunale di Protezione

Dettagli

VERIFICA DI META ANNO

VERIFICA DI META ANNO : dott. MASSIMILIANO GALLONI Centri di costo: 1... Servizio Intercomunale di Protezione Civile. VERIFICA DI META ANNO CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE RENO GALLIERA : Massimiliano Galloni OBIETTIVI PERMANENTI

Dettagli

TARIFFA ORARIA ORDINARIA. TARIFFA FORFAIT 2H ALTA ROTAZIONE (Acquisto Associazione di Categoria) ABBONAMENTO MENSILE ORDINARIO

TARIFFA ORARIA ORDINARIA. TARIFFA FORFAIT 2H ALTA ROTAZIONE (Acquisto Associazione di Categoria) ABBONAMENTO MENSILE ORDINARIO SOSTA IN CENTRO T A R I F F E TARIFFA ORARIA ORDINARIA TARIFFA FORFAIT 2H ALTA ROTAZIONE (Acquisto Associazione di Categoria) ABBONAMENTO MENSILE ORDINARIO ABBONAMENTO ANNUALE ORDINARIO ABBONAMENTO MENSILE

Dettagli

COMUNE DI ORTA DI ATELLA Provincia di Caserta VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE ORIGINALE

COMUNE DI ORTA DI ATELLA Provincia di Caserta VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE ORIGINALE Prot n.200/s del 27.05.2014 D.Legvo COMUNE DI ORTA DI ATELLA Provincia di Caserta VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE ORIGINALE N. 102 Del 22.05.2014 OGGETTO Approvazione convenzione affidamento

Dettagli

CENTRO SPORTIVO DELLA POLIZIA DI STATO Tor di Quinto (Rm) Programma delle attività sportive 2014-2015

CENTRO SPORTIVO DELLA POLIZIA DI STATO Tor di Quinto (Rm) Programma delle attività sportive 2014-2015 CENTRO SPORTIVO DELLA POLIZIA DI STATO Tor di Quinto (Rm) Ufficio Sportivo e Ufficio Prenotazioni Posta elettronica 06 33226128 centrosporttordiquinto.rm@interno.it Il Centro Sportivo della Polizia di

Dettagli

C I T T A D I I S C H I A Provincia di Napoli REGOLAMENTO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE

C I T T A D I I S C H I A Provincia di Napoli REGOLAMENTO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE C I T T A D I I S C H I A Provincia di Napoli REGOLAMENTO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE INDICE - Art. 1 ISTITUZIONE DEL SERVIZIO - Art. 2 COMPITI DEL SERVIZIO - Art. 3 ORGANI COMUNALI DI PROTEZIONE CIVILE

Dettagli