Il progetto è stato realizzato dall Associazione Temporanea di Impresa composta da PROFINGEST, ASTER, FONDAZIONE ALDINI VALERIANI (FAV).

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il progetto è stato realizzato dall Associazione Temporanea di Impresa composta da PROFINGEST, ASTER, FONDAZIONE ALDINI VALERIANI (FAV)."

Transcript

1

2 Il presente report è stato prodotto nel quadro delle attività di indagine previste dal Progetto RETI - Ricerca Europea Tirocini Internazionali (PA 2003/0012Ab), finanziato da ARSTUD di Bologna nell ambito del programma FSE Ob. 3 Mis. A2 Anno Il progetto è stato realizzato dall Associazione Temporanea di Impresa composta da PROFINGEST, ASTER, FONDAZIONE ALDINI VALERIANI (FAV). Il report fa parte di una collana che comprende i seguenti titoli: Work experiences in Austria, a cura di Antonella Tajani ASTER Work experiences in Belgio, a cura di Claudia Cantagalli - FAV Work experiences in Bulgaria, a cura di Boyan Zahariev - ASTER Work experiences in Danimarca, a cura di Sandra Massarenti - PROFINGEST Work experiences in Finlandia, a cura di Sandra Massarenti - PROFINGEST Work experiences in Francia, a cura di Raffaella Naldi ASTER Work experiences in Germania, a cura di Raffaella Naldi ASTER Work experiences in Grecia, a cura di Antonella Tajani ASTER Work experiences in Irlanda, a cura di Raffaella Naldi ASTER Work experiences in Lussemburgo, a cura di Claudia Cantagalli - FAV Work experiences in Polonia, a cura di Marta Chmielewska Anielak - ASTER Work experiences in Portogallo, a cura di Antonella Tajani ASTER Work experiences in Romania, a cura di Luminiţa Daneş - ASTER Work experiences in Slovenia,, a cura di Maja Mezgec - ASTER Work experiences in Spagna, a cura di Raffaella Naldi ASTER Work experiences in Svezia, a cura di Sandra Massarenti - PROFINGEST Work experiences in Ungheria, a cura di Dobó Katalin - ASTER Work experiences nei Paesi Bassi, a cura di C. Cantagalli FAV e S. Massarenti PROFINGEST Work experiences nel Regno Unito, a cura di Raffaella Naldi ASTER Work experiences nella Repubblica Ceca, a cura di Ondrěj Gbelec ASTER Work experiences nella Repubblica Slovacca, a cura di Tomas Krutek - ASTER Le attività di indagine documentaria e di redazione dei report sono state coordinate da Maria Grazia D Angelo - ASTER Bologna, maggio 2004

3 INDICE PARTE PRIMA: ACCESS 1 1. Il mercato del lavoro nel Regno Unito Quadro socio-economico di base Relazioni economiche con l Italia L accesso al mercato del lavoro per giovani con elevata scolarità: opportunità nei diversi settori Lo stage nel Regno Unito Definizione e durata Quadro normativo di riferimento Indennità/compenso L organizzazione dello stage per un giovane della UE Diritto di soggiorno, assistenza sanitaria, copertura assicurativa Procedure per organizzare una work experience al di fuori dei programmi comunitari Strumenti per il contatto con le imprese Enti che promuovono tirocini I soggetti che possono promuovere i tirocini e la loro configurazione giuridica Altre opportunità di work experiences nel Regno Unito Il lavoro stagionale: riferimenti e contatti Il volontariato: riferimenti e contatti 56 PARTE SECONDA: IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO L ordinamento degli studi universitari Le principali università La regolamentazione normativa degli studi universitari Il sistema del diritto allo studio universitario Il quadro normativo di riferimento I soggetti istituzionali competenti I servizi per il diritto allo studio I servizi erogati e i requisiti per l accesso 64 PARTE TERZA: SERVICES & REFERENCES Servizi di supporto I servizi di orientamento I servizi di accoglienza e accomodation Riferimenti e contatti Agenzie e associazioni Siti internet con offerta di stage Riviste Imprese che accolgono tirocinanti stranieri: alcuni riferimenti 77 ALLEGATO: 1 UNIVERSITÀ 79 FONTI 87

4 PARTE PRIMA: ACCESS Access 1

5 1. Il mercato del lavoro nel Regno Unito Regno Unito 1.1. Quadro socio-economico di base Il Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord (United Kingdom of Great Britain and Northern Ireland) è uno degli stati membri dell Unione Europea ed è costituito dall unione di quattro paesi. Nell isola di Gran Bretagna (Great Britain), la maggiore dell arcipelago britannico, si trovano tre dei quattro paesi in questione: l Inghilterra (England), il Galles ad Ovest (Wales) e la Scozia nel Nord (Scotland). Vi è poi l Irlanda del Nord (Northern Ireland), parte costituzionalmente distinta del Regno Unito, che si trova nella parte Nord-Orientale dell isola d Irlanda suddivisa in Irlanda del Nord e Repubblica d Irlanda o Eire. Geografia Situato nel Nord-Ovest dell Europa, il Regno Unito è lambito dalle acque dell Oceano Atlantico, del Mare del Nord, del Canale della Manica e del Mare d Irlanda. I suoi vicini più diretti sono la Repubblica d Irlanda a Ovest e la Francia, il Belgio e l Olanda a Sud ed Est. Per quanto riguarda il paesaggio, si possono individuare due zone ben distinte; da un lato le remote coste della penisola della Cornovaglia e le aspre zone montagnose del Galles e della Scozia, dall altro le aree relativamente pianeggianti e fertili delle Midlands e del Sud-Est. È in quest ultima parte del paese che si concentra la stragrande maggioranza degli abitanti. Il clima è generalmente temperato ma variabile. La temperatura media è di 15 C in estate e di 5 C in inverno. La piovosità si aggira intorno ai mm all anno. Il mercato del lavoro nel Regno Unito Access 2

6 Il Regno Unito è una monarchia costituzionale, forma di governo secondo la quale il sovrano (il Re o la Regina) è Capo dello Stato e la monarchia è ereditaria. Sotto la Corona, il paese è governato secondo le leggi promulgate dal corpo legislativo (le due Camere del Parlamento) e la loro applicazione è vigilata dal corpo giudiziario (la Corte suprema e la Corte criminale). Sua Maestà la Regina Elisabetta II regna dal 6 Febbraio Il Parlamento è costituito dalla Camera dei Comuni e dalla Camera dei Lord. I 659 membri della Camera dei Comuni sono eletti con suffragio diretto, per un periodo massimo di 5 anni, da tutti i cittadini maggiorenni. La Camera dei Lord è composta da membri eletti dalla Regina (per gli eccellenti servizi pubblici resi) o da membri ereditari. Entrambe le Camere possono emanare leggi, ma generalmente queste vengono emanate dalla Camera dei Comuni. Ogni proposta di legge riceve tre letture nella Camera dei Comuni prima di essere passata ai Lords; questi possono proporre emendamenti ma non possono impedirne l applicazione una volta che essa è stata approvata dai Comuni. Il potere esecutivo è esercitato dal Governo, presieduto dal Primo Ministro, che è il leader del partito della maggioranza. Il Primo Ministro sceglie i membri che con lui formano il Gabinetto e che decidono quali istanze sottomettere al Parlamento. I poteri del Governo e le funzioni del Sovrano sono determinati dalla Costituzione. Siccome il Regno Unito non ha una Costituzione scritta (non vi è un documento, una legge o uno statuto ufficiale a cui fare riferimento), la Costituzione è un insieme di convenzioni, tradizioni e precedenti in costante evoluzione. Popolazione La popolazione del Regno Unito è di circa abitanti (Inghilterra ; Galles ; Scozia ; Irlanda del Nord ).su un area totale di km 2, di cui costituiscono l Irlanda del Nord. Economia e Territorio A causa della scarsezza delle risorse naturali, l'economia del Regno Unito si è sempre basata sul commercio e in tempi più recenti sull'industria. L'accesso al mare rappresenta ovviamente un vantaggio economico e politico e il Paese dispone di una notevole flotta mercantile che un tempo dominava gli scambi commerciali di tutto il mondo. La rivoluzione industriale portò il Paese a un rapido sviluppo e i settori riguardanti i mezzi di trasporto, la lavorazione dei metalli e i prodotti finiti sono tra i più avanzati. Sebbene il clima sfavorevole e la limitata superficie coltivabile ostacolino lo sviluppo dell'agricoltura, l'introduzione di metodi meccanizzati e intensivi ha permesso alla nazione di produrre metà del proprio fabbisogno alimentare; anche l'allevamento riveste un ruolo importante nell'economia del Paese. Le risorse minerarie, rappresentate principalmente da depositi di ferro e carbone, alimentano l'industria estrattiva; infine, Londra è un importante centro finanziario a livello internazionale. Lingua La lingua ufficiale è l Inglese, ma il Gallese è parlato da circa un quinto della popolazione del Galles. L inglese è la lingua principale parlata in Gran Bretagna e una delle più diffuse nel mondo. Per circa 310 milioni di persone rappresenta la prima lingua e per un numero analogo, la seconda. L inglese moderno deriva principalmente da uno dei dialetti anglosassoni, ma ha risentito notevolmente dell influenza di altre lingue, per esempio.nella lingua inglese esistono numerosi dialetti regionali e variazioni. In gran parte della regione rurale nord occidentale del Galles, il gallese rimane la prima lingua per la maggior parte della popolazione. La quantità di persone in grado di parlare gallese è aumentata grazie all incoraggiamento dell istruzione bilingue nelle scuole. Oggi il gallese è più utilizzato anche per fini ufficiali e nelle trasmissioni radiotelevisive. Esistono anche più pubblicazioni in entrambe le lingue e la maggior parte delle segnalazioni stradali è in due lingue. Il Governo inoltre ha ribadito il suo impegno a rafforzare la cultura gallese e sviluppare un uso Il mercato del lavoro nel Regno Unito Access 3

7 maggiore della lingua gallese. In alcune parti della Scozia insieme all inglese si parla una forma di gaelico, che non è però una lingua ufficiale. Religione La religione dominante in Inghilterra è l'anglicana, mentre molti Scozzesi professano il presbiterianesimo e una consistente minoranza è cattolica romana. Pesi e misure 1 inch = 2.54 cm 1 foot = cm 1 yard = cm 1 mile = 1.6 km 1 pint = 0.57 litri 1 gallon = 4.54 litri 1ounce (oz) = grammi 1pound (lb) = 453 grammi (0.45kg) 1ton = 1016 kg Valuta Il sistema monetario è decimale. La lira sterlina ( ) è suddivisa in 100 pence (p). Le monete hanno il valore di 2, 1, 50p, 20p, 10p, 5p, 2p e 1p. Le banconote sono emesse nei tagli da 50, 20, 10, e 5. Sia in Scozia che in Irlanda del Nord le banche provinciali emettono le proprie banconote, con lo stesso valore nominale della (in Irlanda del Nord vi sono ben 4 tipi di banconote diverse!). Pur avendo corso legale in tutto il Regno Unito importante è che vi sia la dicitura pound sterling), tali banconote spesso non sono accettate nel resto del paese, ed è quindi consigliabile cambiarle in biglietti della Bank of England quando si lasciano le rispettive zone. Per cambiare la valuta vi sono varie opzioni. Di solito il tasso più favorevole lo si trova nelle banche che osservano, generalmente, il seguente orario: lunedì-venerdì dalle 9.30 alle (in Scozia e Irlanda del Nord alcune osservano la chiusura di mezzogiorno), ma le filiali principali aprono anche il sabato mattina. Le filiali negli aeroporti più importanti sono aperte 24 ore su 24. I bureaux de change (uffici di cambio) si trovano negli uffici postali a Londra e in Irlanda del Nord (orario: lunedì-venerdì dalle 9.00 alle 17.30, sabato dalle 9.00 alle 13.00), nelle filiali delle grandi agenzie di viaggio (come Thomas Cook), nei grandi magazzini, nei principali alberghi, nelle sedi degli Uffici di Informazione Turistica e nelle varie agenzie di cambio indipendenti. E buona norma controllare sempre il tasso di cambio e la commissione applicata perché possono variare considerevolmente da un ufficio di cambio all altro. Per aprire un conto corrente in una banca in Gran Bretagna è necessario recarsi di persona con i seguenti documenti: carta d'identità o passaporto, un documento che attesti il domicilio in Gran Bretagna (una bolletta intestata a proprio nome o una lettera del datore di lavoro) e una lettera di presentazione della banca estera. In banca si dovrà compilare il modulo di apertura conto corrente (application form). Trascorreranno 6-7 giorni lavorativi prima che il conto sia operativo. A questo punto la banca invierà una carta bancomat (cashpoint card) che permetterà di accedere al proprio conto e di prelevare denaro 24 ore su 24 presso qualsiasi bancomat (autometed cashpoint). Il prefisso di teleselezione internazionale per telefonare nel Regno Unito è In caso di emergenza si può telefonare al 999 per richiedere l intervento della polizia, dei vigili del fuoco, della guardia costiera o per chiamare un ambulanza. Le chiamate al 999 sono gratuite. Le prese elettriche nel Regno Unito hanno tre punte quadrate ed è necessario munirsi di un adattatore per usare apparecchi europei. Le prese continentali sono disponibili solo per i rasoi elettrici. Trasporti Arrivare con l aereo Il mercato del lavoro nel Regno Unito Access 4

8 Tutte le maggiori compagnie del mondo hanno collegamenti con il Regno Unito. Gli aeroporti sono diversi a seconda della zona in cui si deve arrivare: Scotland, Ireland, The South West,The North, The Midlands,London, The South, Isle of Man. Elenco degli aereoporti: Aberdeen Belfast Belfast City Benbecula Biggin Hill Birmingham Blackpool Bournemouth Bristol Campbeltown Cardiff Cork Derry Dublin Dundee East Midlands Edinburgh Exeter Gatwick Glasgow Glengedale Guernsey Heathrow Humberside Inverness Isle of Man Jersey Kirkwall Leeds / Bradford Liverpool London City London Southend Luton Lydd Manchester Newcastle Newquay Norwich Plymouth Prestwick Shannon Sheffield City Shetland Islands Southampton Stansted Stornoway Teesside Tiree. Arrivare col treno I treni Eurostar offrono collegamenti diretti tra Parigi, Lille, Bruxelles e Londra (Waterloo) o Ashford (Kent). Il servizio è solo per passeggeri, la frequenza è oraria (tra le 05,00 e le 20,00) e il viaggio dura all incirca 3 ore. Eurostar: +44 (0) , +44 (0) Eurotunnel trasporta passeggeri e vetture e collega Calais e Folkestone. I treni sono in funzione 24 ore su 24. Tra le e mezzanotte la frequenza è di 3 treni l ora, tra la mezzanotte e le la frequenza del servizio è ogni due ore. Eurotunnel: +44 (0) , +44 (0) Arrivare con il Traghetto La Gran Bretagna si può raggiungere in traghetto da: Irlanda, Spagna, Belgio, Francia, Olanda, Germania e Scandinavia. Esistono anche servizi di collegamento tra la Gran Bretagna e le Isole scozzesi, le Isole del Canale e le Isole Scilly, l Isola di Wight e l Isola di Man. Per particolari sui porti o sulle isole in Gran Bretagna e sulle società di traghetti consultare i link elencati di seguito. I non residenti nel Regno Unito che desiderassero prenotare un traghetto attraverso una di queste società devono verificare se esistono dei rappresentanti nel loro paese rivolgendosi all ufficio VisitBritain più vicino. Guidare in Gran Bretagna Noleggiare una macchina I prezzi per l autonoleggio variano da una società all altra e dipendono, oltre che dalle dimensioni e dal modello della vettura, dalla sede del noleggio (noleggiare una macchina in aeroporto costa probabilmente di più) Per una prenotazione generalmente bisogna lasciare il numero della propria carta di credito alla società di autonoleggio. Le condizioni del noleggio variano; in genere gli autisti devono avere la patente da almeno un anno (alcune società richiedono 2 anni). Età minima media: 23 anni (minimo 21 anni) Età massima media: 70 anni (talvolta fino a 80 anni) Tariffa approssimativa di un autonoleggio per 7 giorni: Vettura piccola: Vettura media: Vettura grande: Regole in materia autostradale Normative di guida Patente I visitatori in Gran Bretagna devono essere in possesso di: patente nazionale valida oppure patente internazionale (1926, 1949) emessa all estero Il mercato del lavoro nel Regno Unito Access 5

9 NOTA: Il permesso provvisorio di guida (foglio rosa) emesso all estero non è valido per l utilizzo nel Regno Unito. Normativa stradale: tenere la sinistra precedenza al traffico proveniente da destra sorpasso nella corsia di destra vietato il sorpasso nella corsia di sinistra vietato bloccare la corsia centrale se quella di sinistra è libera quando si impegna un senso rotatorio, dare la precedenza al traffico proveniente da destra salvo indicazioni del contrario in un raccordo non esiste generale norma di precedenza, in quanto la precedenza è indicata nella maggior parte dei raccordi. In una strada secondaria si trova un segnale triangolare di precedenza 'GIVE WAY' oppure un segnale rosso di 'STOP'. Molti raccordi hanno solo segnalazioni 'GIVE WAY' sulla carreggiata (linee bianche tratteggiate e un triangolo bianco sulla carreggiata). È obbligatorio rispettare queste segnalazioni. tutte le vetture devono dare la precedenza ai veicoli dei servizi di emergenza è vietato l utilizzo del clacson nelle aree abitate dalle 2330 alle 0700 Guida e consumo di alcol L alcol può avere serie conseguenze sulla concentrazione e sui riflessi. Il limite consentito è di 80 mg di alcol per 100 ml di sangue, o 35 microgrammi di alcol per 100 ml di fiato. La guida in stato di ebbrezza è severamente punita. Incidenti In caso di incidente, è obbligatorio fermarsi. Fornire i particolari dell assicurazione agli altri autisti coinvolti. Se qualcuno è rimasto ferito è necessario anche informare la polizia. Emergenze in autostrada Alcuni telefoni di emergenza arancione sono situati a intervalli di circa ottocento metri sulle autostrade. Collegano chi telefona al Centro di controllo autostradale della polizia che può inviare il soccorso adeguato, per esempio la AA (www.theaa.com), la RAC (www.rac.co.uk), la polizia, un ambulanza o i vigili del fuoco. Segnalazioni speciali Sulle autostrade vengono utilizzate delle segnalazioni speciali per avvisare gli autisti di eventuali pericoli più avanti. I pannelli si trovano sullo spartitraffico centrale o sopra ciascuna corsia. Nelle autostrade urbane, i segnali sono in alto, uno per ciascuna corsia, a distanza di un chilometro e mezzo. Cinture di sicurezza Tutte le vetture nuove devono essere dotate di cinture di sicurezza per tutti i passeggeri. Non è necessario installare cinture sulle vetture che ne sono sprovviste perché la normativa non esisteva al momento del loro primo utilizzo. Ma se sono installate, le cinture devono essere indossate. I minori di 14 anni devono indossare cinture idonee; l autista è responsabile della loro sicurezza. Limiti di velocità Zone abitate: tutte le vetture, 30 miglia orarie (48 km/h) Carreggiata singola: 60 miglia orarie (96 km/h) per le vetture, 50 miglia orarie (81 km/h) per vetture per vetture con roulotte o rimorchio al traino Carreggiata doppia/autostrade: 70miglia orarie (112km/h) per le vetture, 60 miglia orarie (96 km/h) per vetture con roulotte o rimorchio al traino. Nota: i limiti massimi di velocità nelle isole di Jersey e Guernsey sono 40 miglia orarie (65 km/h) e 35 miglia orarie (56 km/h) rispettivamente. Telefoni cellulari A partire dall 1 dicembre 2003 è vietato utilizzare un telefono cellulare durante la guida. I trasgressori sono passibili di una multa iniziale di 30 che può raggiungere un massimo di se il caso arriva in tribunale. A chi viene fermato in contravvenzione di Il mercato del lavoro nel Regno Unito Access 6

10 questo divieto saranno attribuiti tre punti di penalità sulla patente per ciascuna infrazione. In base alla normativa vigente gli automobilisti possono essere citati in giudizio per l utilizzo dei telefoni cellulari solo se non mantengono adeguato controllo delle loro vetture. Motociclisti In tutti i viaggi, il conducente e il passeggero sul sedile posteriore di una motocicletta, scooter o ciclomotore ha l obbligo di portare il casco. Sul sedile posteriore è consentito trasportare solo un passeggero che deve sedere a cavallo della vettura su un sedile adeguato e tenere entrambi i piedi sugli appoggi. Per essere visibili il più possibile lateralmente oltre che sul davanti e sul retro indossare indumenti o strisce fluorescenti. Traffico a pagamento in centro a Londra Congestion Charge La congestion charge è una tariffa giornaliera di 5 che consente di guidare nel centro di Londra in determinati orari; è stata introdotta il 17 febbraio 2003 dal Sindaco di Londra per ridurre la congestione del traffico e incoraggiare l utilizzo dei trasporti pubblici. Il ricavato viene utilizzato per migliorare i trasporti di Londra. La zona in cui viene applicata la tassa sulla congestione copre circa 20 km quadrati al centro di Londra ed è delimitata dalla cosiddetta Inner Ring Road che collega Euston Road, Pentonville Road, City Road, Commercial Street, Mansell Street, Tower Bridge, Elephant and Castle, Vauxhall Bridge Road, Park Lane e Marylebone Road (vedere la cartina). La 'Inner Ring Road è esclusa dalla zona a pagamento; quest ultima è chiaramente indicata sull asfalto e dai segnali seguenti:non esistono barriere o posti di pedaggio al confine con la zona di pagamento e non è necessario esibire tessere o biglietti. La zona è controllata da telecamere che registrano tutte le targhe delle vetture e stabiliscono se la tariffa è stata pagata. Le telecamere riconoscono le targhe britanniche ed europee. E in funzione tra le 07:00 e le 18:30, dal lunedì al venerdì. Non è richiesta durante i weekend o nei giorni delle festività civili. Costo. Tranne i visitatori disabili con Blue Badge, tutti devono pagare 5 al giorno. Durante la giornata è possibile entrare a uscire dalla zona a piacere. Pagamento.La tassa può essere versata giornalmente o una volta la settimana. I pagamenti devono essere in valuta del Regno Unito. È possibile pagare fino a 90 giorni prima dell arrivo a Londra all indirizzo Non è necessario pagare prima di entrare nella zona, ma è obbligatorio farlo prima delle 22:00 dello stesso giorno per evitare multe. Modalità di pagamento.il modo più facile per pagare è all indirizzo o telefonando al numero: +44 (0) Minicom +44 (0) utilizzando carte di credito o bancomat. Si accettano carte MasterCard e Visa, ma non American Express e Diners Club. Sarà necessario indicare il numero di targa della vettura, la data (o le date) dell ingresso e i dettagli della carta di credito/bancomat. Tenere una nota del numero della ricevuta come prova di pagamento. È possibile pagare anche presso alcune macchine speciali self service nei Il mercato del lavoro nel Regno Unito Access 7

11 principali parcheggi, presso alcune stazioni di benzina e nelle rivendite che espongono il simbolo della tassa sulla congestione. Multe. Se si paga la tassa entro le 22:00 del giorno in cui si entra nella zona della tassa di congestione, non ci sono multe. Se si paga tra le 22:00 e le 24:00 del giorno in cui si entra nella zona, sarà addebitata una multa aggiuntiva di 5 ( 10 in totale). Se la tassa non viene pagata entro le 24:00 del giorno in cui si entra nella zona, sarà inviata una multa di 80, riducibile a 40 se si paga entro 14 giorni. Gli Avvisi di multa saranno inviati all indirizzo di residenza del titolare della vettura o alla società di autonoleggio, anche se questa si trova in Europa. Autisti disabili Se siete turisti disabili e siete in possesso di un European Blue Badge siete esentati dal pagamento della tassa di congestione, a condizione che siate registrati presso Transport for London e abbiate versato un pagamento di 10. I visitatori disabili non appartenenti all Unione Europea e i quelli dell Unione Europea sprovvisti di Blue Badge non hanno diritto all esenzione e sono obbligati a pagare la tassa giornaliera di 5. L esenzione è valida per un anno e poi deve essere rinnovata. Quindi per risparmiare è necessario fare domanda di esenzione se si calcola di andare in macchina nel centro di Londra per più di due giorni l anno. In caso contrario conviene pagare la tassa giornaliera. Potete registrare un massimo di due vetture se utilizzate la vostra durante la visita a Londra. Una volta registrati potrete indicare anche le vetture che utilizzerete temporaneamente quando vi troverete a Londra (per esempio vetture noleggiate) per avere diritto allo sconto. Ulteriori dettagli sulle modalità per farlo si possono trovare sul modulo di registrazione per le riduzioni dei titolari di Blue Badge. Modalità di registrazione.se siete idonei allo sconto del 100% dovrete registrarvi compilando un modulo Blue Badge holder discount registration, disponibile presso o telefonando al numero +44 (020) Per chi avesse difficoltà di udito, il numero Minicom da chiamare è: +44 (0) Una volta compilato il modulo, è necessario allegare una fotocopia del Blue Badge (fronte e retro) e una fotocopia del passaporto o carta d identità e inviarle con il pagamento di 10 a: Congestion Charging PO Box 2982 Coventry CV7 8WR Regno Unito Una volta ricevuto il modulo di registrazione e il pagamento di 10 vi sarà inviata una lettera di conferma della registrazione. Lo sconto del 100% inizia solo quando avete ricevuto questa lettera. Quindi è importante registrarsi almeno tre settimane prima di arrivare in Gran Bretagna. Autisti di auto noleggiate Se ritirate o consegnate una vettura noleggiata all interno della zona della tassa di congestione durante il suo periodo di validità siete obbligati a pagare la tassa. Contattate la vostra società di autonoleggio per decidere come pagarla. La maggior parte delle società di autonoleggio paga la tassa per il primo giorno, addebitandola alla vostra fattura. Per le giornate successive In seguito siete voi responsabili del pagamento. Chi non paga la tassa di congestione per una vettura propria o noleggiata è passibile di multa. Il mercato del lavoro nel Regno Unito Access 8

12 Gli Avvisi di multa vengono inviati all indirizzo di residenza del titolare della vettura o alla società di autonoleggio, anche se questa si trova in Europa. Struttura economica del Paese Il ruolo di operatore economico dello Stato si e` progressivamente ridotto nell ultimo ventennio attraverso una serrata politica di privatizzazione iniziata dai Governi Thatcher. Aziende pubbliche di tutti i settori, compresi quelli considerati strategici (gas, elettricità, trasporti e telecomunicazioni), sono state progressivamente privatizzate. Dopo alcune esperienze negative, come nel caso della British Petroleum, sono stati utilizzati meccanismi di controllo del processo di privatizzazione per garantire il collocamento dei titoli presso i privati al miglior prezzo possibile e di ottenere così la maggior corrispondenza all effettivo interesse collettivo. Sin dal suo insediamento nel 1997 il Governo laburista guidato da Tony Blair ha proseguito in questa politica, con alcune novita`. Punto focale del programma del Governo sono il miglioramento della qualita` dei servizi pubblici e la promozione degli investimenti. A tali fini sono state introdotte nuove forme di collaborazione tra il settore Pubblica Amministrazione ed il settore privato (Public Private Partenership, PPP). Attraverso questa via il management, le risorse finanziarie, ed il patrimonio di esperienza delle aziende private possono essere utilizzati per migliorare la qualità e l efficienza dei servizi pubblici. La partnership si realizza con una varietà di soluzioni: joint ventures, outsourcing, vendita a privati di pacchetti azionari di imprese pubbliche e la c.d. Private Initiative Finance (PIF), con la quale, la pubblica amministrazione specifica il servizio di cui necessita, e le compagnie private competono tra di loro per presentare progetti che possano raggiungere gli obiettivi richiesti. Si tratta di iniziative di project financing: consorzi privati si assumono gli oneri di finanziare e costruire le opere pubbliche in cambio dell appalto della loro gestione per alcuni anni. Nel marzo 2000 il Governo ha pubblicato un documento contenete il proprio approccio per le PPP, ma gia` dal 1997 erano stati firmati numerosi contratti. Ne sono coinvolti anche settori tradizionalmente di competenza pubblica, come sanità, trasporti, educazione e difesa. I maggiori progetti riguardano la realizzazione del collegamento ferroviario ad alta velocità tra Londra ed il tunnel sotto la Manica, il progetto di modernizzazione della metropolitana di Londra, la vendita del 51% del National Air Traffic Service nel settore dei trasporti, e i 35 maggiori ospedali del paese, per quanto riguarda quello sanitario, la costruzione di 405 scuole. Importanti progetti riguardano la British Waterways, la Commonwealth Development Corporation e la QinetiQ (ricerca militare). Da questi brevi cenni si puo` intuire in cosa consista questa nuova prospettiva dello Stato nell economia, sulla quale occorre soffermarsi. Lo stato individua gli obiettivi ed assume unicamente il ruolo di garante, in prima persona o attraverso authorities preposte a tale scopo, della reale corrispondenza all interesse pubblico dell opera che deve essere finanziata, realizzata, e gestita dal privato. In questo modo, il settore pubblico può pianificare investimenti ed attuare iniziative che, autonomamente, avrebbe difficoltà a realizzare, a causa della difficoltà di reperimento delle necessarie risorse economiche, di management, di progettualità, di know-how, che invece abbondano in alcune realtà private. Infine, lo Stato interviene nell economia attraverso il tradizionale sistema dell aumento della spesa pubblica nei periodi di difficoltà congiunturale, al fine di supportare la domanda interna. Il mercato del lavoro nel Regno Unito Access 9

13 Prodotto Interno Lordo: Il PIL britannico e` cresciuto nel 2000 del 3%, una performance superiore a quella dei paesi dell Unione Europea ed alla media dei paesi OCSE. La crescita e` prevista in calo al 2,2% per il 2001 ed al 1,9% per il 2002, per poi rimbalzare al 2,6% nel Situazione dell'industria: L economia del Regno Unito sta registrando una trasformazione radicale. Il settore storicamente trainante (la produzione manifatturiera), riduce pian piano il suo apporto al PIL (attualmente produce circa un quinto del Prodotto Interno Lordo del Paese). Al suo interno, però, occorre distinguere tra comparti che attraversano una profonda crisi per una serie di fattori (sovrapproduzione mondiale, concorrenza con paesi dal basso costo di mano d opera, tasso di cambio svantaggioso per la sterlina) come quelli metallurgico e tessile, comparti in ripresa come quello alimentare e bevande, ed altri che, dopo performance eccezionali negli ultimi anni, hanno subito un netto rallentamento: elettronica, automobili, aerospaziale, engeneering. Il comparto chimico-farmaceutico, continua invece ad avere una crescita superiore a quella complessiva del PIL. In particolare, per quanto riguarda quest ultimo comparto, occorre distinguere tra prodotti di chimica pura (per es. prodotti petroliferi, vernici, saponi e detergenti, fibre sintetiche), e prodotti chimico-farmaceutici e biotecnologie. L industria farmaceutica, da sola, contribuisce circa per il 13% alle esportazioni complessive del Regno Unito, ed impiega qualcosa come persone, delle quali circa un terzo lavorano nella ricerca e sviluppo. Il comparto delle biotecnologie vede il Regno unito secondo solo agli Stati Uniti nel mondo, ed impiega persone direttamente ed altre nell indotto. Oltre alcune tra le più grandi aziende del mondo (AstraZeneca, Glaxo Wellcome, SmithKline Beecham), ci sono 275 piccole aziende che costituiscono il 20% delle societa` che operano nel settore in tutta Europa. Da segnalare infine l autentico boom del settore edilizio che registra una crescita nell ultimo anno del 6,4%, spinto dalla domanda di case favorita da bassi tassi di interesse, e che da solo contribuisce per il 5% al PIL. Situazione dei servizi: I servizi hanno la parte del leone nell economia britannica. Il settore, infatti, contribuisce per circa i 2/3 alla formazione del PIL e occupa quasi 20 milioni di persone, oltre il 75% della forza lavoro del Paese. I servizi finanziari contribuiscono più di tutti gli altri settori all'economia del Regno Unito in termini assoluti. Lo square mile della City di Londra, dove sono collocati i servizi bancari, assicurativi e di consulting della City, continua a rappresentare uno dei principali centri finanziari al mondo ed il principale dell Europa. Per quanto la non immediata adesione alla moneta unica possa in qualche modo ostacolare questo ruolo, è opinione corrente che l'altissima competenza specifica dei lavoratori impiegati nella City sia in grado di assicurare al Regno Unito, anche per il futuro, una posizione di primo piano. A partire dal 1997, la supervisione dei mercati finanziari e bancari è stata assunta dalla Financial Services authority. Il comparto telecomunicazioni ha perso il proprio ruolo trainante e, dopo anni di crescita percentuale a due cifre, ha registrato un marcato rallentamento lasciando il posto al comparto dei servizi immobiliari, cresciuto in un anno del 7% grazie alla forte domanda di alloggi. Altro comparto in espansione nel settore dei servizi e` quello delle vendite, sia all ingrosso che al dettaglio, sostenuto da una forte domanda dei consumatori. Situazione dell'agricoltura: Il comparto agricoltura, pesca e foreste del Regno Unito è in continua flessione ed alla fine del 2001 contribuisce in misura inferiore al 1,5 % al totale del Prodotto Interno Lordo del Regno Unito. Il mercato del lavoro nel Regno Unito Access 10

14 Il settore zootecnico, in particolare, ha subito un durissimo colpo dalla crisi fito-sanitaria causata dalle epidemie di BSE ed afta epizootica che hanno causato oltre 5 miliardi di sterline di perdite, anche a causa delle mancate esportazioni. Per fronteggiare questa crisi ed aiutare il settore, il Governo è intervenuto con numerose iniziative di sostegno e, per prevenire forme di recrudescenza del fenomeno, ha predisposto il rafforzamento delle forme di controllo sanitario, sia degli animali importati provenienti da aree estranee alla EU, che di tutti quelli da esportare. Inoltre, è stato varato un progetto più ampio volto ad ottenere uno sviluppo sostenibile del settore, da realizzare attraverso una diversificazione della produzione che sia più orientata verso il mercato interno. Infine, nel 2000 è stata costituita una agenzia governativa (Food Standards Agency) che ha il compito istituzionale di salvaguardare i consumatori per quanto attiene la qualità dei prodotti alimentari posti in commercio. Risorse naturali Dal punto di vista energetico, attualmente il paese è quasi del tutto autosufficiente potendo contare su ingenti risorse sia di petrolio sia di gas nelle riserve del Mare del Nord. Petrolio. Fino agli inizi degli anni 60 il Regno Unito era completamente dipendente dall estero per l approvvigionamento petrolifero. Nel 1969 fu scoperto il primo dei giacimenti offshore. Gli ultimi dati disponibili dicono che la produzione di petrolio e gas liquido ha raggiunto una quota pari a circa 2,7 milioni di barili al giorno facendo così del Regno Unito il nono produttore mondiale. Sono attualmente attivi circa 200 giacimenti off-shore che estraggono petrolio, gas e altri idrocarburi. I campi con la maggiore produzione off-shore sono quelli di Forties, Brent, Ninian e Piper nel Mare del Nord. Il maggiore campo on-shore, in Wytch Farm (Dorset), produce da solo l 83,5% di tutta la produzione on-shore. Le riserve, tra probabili e possibili, sono state stimate in milioni di tonnellate. Il Governo ha previsto un incremento della tassazione sui profitti dell industria petrolifera con il Budget 2001/02. Gas. Il gas naturale rappresenta circa il 36% del consumo di combustibili, con una produzione annua che, in base agli ultimi dati disponibili, ammonta a milioni di metri cubi. La produzione nei tre campi offshore di Leman, Indefarigable e Hewett ha rappresentato nel 97 il 40% di quella complessiva. Carbone. La Gran Bretagna detiene tuttora importanti riserve di carbone che, sino ad alcuni anni fa, costituiva una delle principali fonti di approvvigionamento energetico del Paese, anche se la scoperta dei giacimenti di idrocarburi e gas naturale nel Mare del Nord e la concorrenza da parte di produttori esteri hanno drasticamente ridotto lo sfruttamento dei bacini carboniferi, principalmente del Galles, determinando peraltro delicati problemi di riconversione della manodopera. I maggiori operatori nel settore dell industria carbonifera sono RJB Mining Plc (Inghilterra e Galles), Mining Ltd (Scozia), Celtic Energy Scottish Coal Company. Sono attive oltre 50 miniere sotterranee e oltre 70 cave estrattive. La produzione di carbone è in diminuzione. Il consumo è destinato soprattutto per la produzione di energia elettrica, ma anche per siderurgia, industria e consumi privati. Risorse Idriche. Circa il 75% delle forniture idriche del Paese è costituito da bacini acquiferi, laghi di montagna e fiumi, il 25% da falde sotterranee. Scozia e Galles hanno una relativa abbondanza di risorse idriche e la Scozia è nella posizione di poterne esportare. Le fonti alternative di energia costituiscono al momento il 2% dell energia prodotta, ma il governo britannico ha allo studio un progetto per incrementare questa percentuale fino al 10%, anche attraverso l adozione, da parte di enti di fornitura elettrica, di "Non Fossile Fuel Obligations". La quota detenuta dalle aziende britanniche nel mercato mondiale delle energie rinnovabili è crescente, per es. BP Solar copre l 8% del mercato mondiale fotovoltaico. Il mercato del lavoro nel Regno Unito Access 11

15 Infrastrutture Rete autostradale. La rete stradale in Gran Bretagna si sviluppa su circa chilometri, di questi le autostrade a gestione pubblica rappresentano circa l 1%, ovvero Km e sostengono il 16% del traffico complessivo. Le linee principali sono rappresentate dal collegamento tra Londra e le Midlands, North e South West, ed il raccordo stradale intorno a Londra (M25). Sono inoltre attualmente operativi 8 "project finance" privati sotto la formula "Design, Build, Finance and Operate". Rete aerea. La compagnia di bandiera è la British Airways che opera principalmente da Londra (aeroporti di Heathrow e Gatwick). Altre linee aeree britanniche che effettuano voli internazionali (charter e non) sono: Air UK, Britannia Airways, British Midland, Monarch Airlines, Virgin Atlantic, Easyjet, e la GO. I principali aeroporti sono: Birmingham: Elmdon Airport (distanza: 10 km da Birmingham). Londra: Heathrow Airport, Gatwick Airport, Luton, Stansted. Manchester: Manchester International Airport (distanza: 14 km da Manchester). Glasgow: Abbotsinch Airport (distanza: 15 km da Glasgow). Aberdeen: Dyce Airport (distanza: 11 km da Aberdeen). Edimburgo: Turnhouse Airport (distanza: 13 km da Edimburgo). Rete Marittima. Circa il 95% del valore del commercio estero britannico è effettuato tramite trasporto marittimo. La maggior parte dei servizi cargo di linea, effettuato da società relativamente piccole, è costituita da container. Le principali linee domestiche interessano le isole (Isola di Whight, Isole Orkney e Isole di Shetland) e l Irlanda del Nord. Le linee internazionali sono dirette soprattutto verso il canale della Manica, il Mare del Nord, la Francia, ed i porti di Amburgo e Rotterdam. I principali gestori delle linee sono Stena Sealink Line, P&O European Ferries e Hoverspeed. Il servizio lungo la Manica è stato notevolmente incrementato con traghetti a più alta velocità per fronteggiare la concorrenza dello Eurostar che collega, attraversando la Manica, Londra con Bruxelles e Parigi. Ci sono circa 80 porti commercialmente rilevanti in Gran Bretagna. I principali porti sono: Londra, Grimsby, Southampton, Liverpool, Felixstowe e Medway. Forth, Milford Haven e Sullom Voe registrano soprattutto movimenti nel settore petrolifero, mentre Felixstowe, Southampton e Londra sono i principali porti per i containers. Dover è il principale porto per il traffico roll-on roll-off e per i passeggeri. Sono previsti investimenti nei prossimi anni soprattutto nelle regioni est e sud-est per contrastare la concorrenza del Tunnel della Manica e creare nuovi terminali per l acciaio a Hull, Goole e Newport. Rete Ferroviaria. Il servizio ferroviario è stato completamente privatizzato tramite la vendita di circa 100 differenti tipi di servizi prima gestiti da British Railways. Il sistema, che si sviluppa su circa chilometri con oltre stazioni e terminal per le merci, vede ora diversi operatori: 25 società che gestiscono le diverse tratte in franchising, altre società si occupano di materiale rotabile, affitto di locomotive e vagoni per passeggeri e manutenzione. Railtrack, la societa` che ha la gestione dei binari e delle infrastrutture connesse, e` stata sostanzialmente rinazionalizzata in seguito alle difficolta` emerse nel sistema di finanziamento delle grandi infrastrutture britanniche. Gli investimenti attualmente interessano la modernizzazione della principale linea sulla West Coast, per migliorare il servizio tra Londra e il West Midland, il North West e il Western Scotland (circa 1,3 miliardi di sterline), i nuovi treni ad alta velocità sulle linee gestite dalla Virgin (circa 150 milioni di sterline) e Thameslink 2000 che dovrebbe incrementare la capacità del servizio nord-sud in Londra, attraverso anche un collegamento ad alta velocità tra Londra ed il tunnel sotto la Manica (circa 580 milioni di sterline). Il mercato del lavoro nel Regno Unito Access 12

16 Rete trasporto urbano. La rete dei trasporti urbani è molto sviluppata, anche se l area metropolitana di Londra risente, ovviamente, delle difficoltà connesse alle dimensioni della città ed al volume dei passeggeri. I taxi sono relativamente poco costosi. Autobus operano regolarmente a livello locale e a livello nazionale. Tutti i servizi sono operati da gestori privati. Il sistema di metropolitana è molto sviluppato soprattutto nella capitale. Nella sola linea metropolitana di Londra, la London Underground Ltd gestisce qualcosa come 391 chilometri di linee con 267 stazioni e 447 treni operativi negli orari di maggiore traffico. Nuove linee e nuovi collegamenti sono previsti tra l aeroporto di Heathrow e la stazione di Liverpool Street. Nuove prospettive si presentano per la sua quasi privatizzazione, attraverso contratti PPP, per la quale tre consorzi internazionali sono in competizione per l aggiudicazione della gestione anche di singole tratte. Attualmente sei tratte metropolitane sono già state date in concessione a privati. Altre linee metropolitane sono presenti a Glasgow (metropolitana sotterranea); tra Newcastle upon Tyne e Gateshead, North e South Shields, Hewort e Jarrow (dove opera un servizio di metropolitana leggera), tra Altricham e Bury tramite Manchester (tramite la Greater Manchester Metrolink, per la quale è prevista una estensione all aeroporto di Manchester); tra Meadowhall, Hillsborough e Halfway ed il centro cittadino di Sheffield (collegate tramite il South Yorkshire Supertram). Sono inoltre iniziati i lavori di costruzione per la metropolitana di Birmingham e approvati i disegni per il Leeds Supertram ed il Greater Nottingham Light Rapid Transit. Telecomunicazioni. Il settore delle telecomunicazioni dopo un lustro di forte crescita, anche per Ia diffusione di nuovi servizi come Internet e l e-commerce ha notevolmente rallentato. Il Regno Unito è stato uno dei primi paesi ad introdurre la concorrenza nel settore, privatizzando British Telecom nel La liberalizzazione ha contribuito a ridurre i costi e ad aumentare la scelta tra più fornitori. Sviluppo tecnologico La Gran Bretagna vanta una lunga tradizione nel settore della ricerca e dell innovazione in campo scientifico e tecnologico. A livello mondiale, il 5% della ricerca viene condotto nel Regno Unito. Notevoli innovazioni sono costantemente introdotte nei settori aerospaziale, dell elettronica, della chimica-farmacologica (es. vaccini, cure per il cancro e l AIDS) e pura (es. fibre sintetiche, cavi e fibre ottiche ecc.) e nelle biotecnologie (nel '97 è stato portato a termine con successo, per la prima volta nella storia dell uomo, un esperimento di clonazione su di un essere vivente: la pecora Dolly). Il Governo incentiva gli investimenti delle aziende in ricerca e sviluppo e facilita i trasferimenti di tecnologia. Tra le industrie straniere che hanno compiuto i maggiori investimenti in R&S sono Daewoo, Du Pont, Pfizer, IBM, Johnson & Johnson, Nissan, Sharp e Sony. Otto delle dieci principali imprese nell industria del software, compresa la Microsoft, ha impianti di R&S nel Regno Unito. Gran parte di tali centri è situato nel sud-est del Paese. Uno dei maggiori fattori di attrazione degli investimenti nel settore è il legame, nel Regno Unito, tra industria e Università. Nel il 2000 il governo ha previsto il varo di una nuova organizzazione (University for Industry) che farà parte di un network di centri di insegnamento a distanza attuato con l ausilio di mezzi multimediali. In Gran Bretagna ci sono 73 parchi scientifici e centri di innovazione dove sono stabilite 1600 imprese. I principali sono quelli di Manchester, Birmingham, Portsmouth e Hull. Gli investimenti nel settore sono favoriti da tagli fiscali consistenti. Eventuali squilibri regionali. All interno del Regno Unito esistono forti differenze tra il sud est del Paese, dove si concentra attualmente la maggior parte della ricchezza e che contribuisce in larga misura al PIL, e le regioni del nord colpite dal declino della grande industria. Il mercato del lavoro nel Regno Unito Access 13

17 Per il periodo , le regioni della Cornovaglia, Merseyside (area di Liverpool), South Yorkshire, Galles occidentale, e Valleys (per una popolazione complessiva di 5 milioni di abitanti), sono state considerate eleggibili per l assistenza dell Unione Europea nell ambito dell Obiettivo 1 dei Fondi Strutturali. Nel quadro dell obiettivo 1 è stato, inoltre, istituito per gli anni il programma "Peace" a favore dell Irlanda del Nord e delle zone di frontiera dell Irlanda per sostenere il processo di pace. Livello di istruzione e formazione La formazione scolastica nel Regno Unito è obbligatoria fino ai 16 anni ed è ripartita tra Primary e Secondary School. Al termine della scuola secondaria viene rilasciato, dopo il superamento di un esame, il General Certificate of Secondary Education (GCSE). Gli insegnamenti principali a questo livello sono inglese, matematica e scienze, disegno e tecnologia, informatica ed una lingua straniera. Al termine di questo corso di studi c è la possibilità di intraprendere un corso di studi di due anni in materie di propria scelta per perseguire un "A Level", o un "AS Level" od ancora un "National Vocational Qualification". Normalmente sono necessari A Levels in tre diverse materie per accedere all Università. A livello di istruzione superiore nel Regno Unito sono registrate 89 Università e 19 Collegi che possono rilasciare diplomi di laurea (ripartiti principalmente in Ba Bachelor of Arts and BSc Bachelor of Science), 34 collegi che offrono corsi per ii conseguimento di titoli in altre Università e l Open University che offre corsi a distanza e part-time. Per risolvere il problema il Governo ha varato un piano volto a migliorare lo standard scolastico. A tale progetto è stato affiancato un programma di training per gli insegnanti. Infine, il programma Welfare-to-Work prevede che a tutti i giovani disoccupati debba essere garantita la possibilità di studiare e di effettuare attività di formazione. Principali indicatori socio politici. Valori Anno Tasso di incremento demografico 0, Popolazione urbana in % della pop. totale 89, Popolazione attiva in % della pop. totale 49,5* 2000 Tasso di alfabetizzazione (%) n.d. Spesa pubblica per istruzione % sul PNL 4, Tasso di scolarizzazione (%) Scuola inferiore 98, Scuola superiore Università n.d. n.d. Indice di sviluppo umano** 0, Fonte: elaborazione ICE su dati Banca Mondiale e Economist Intelligence Unit - Bureau Van Dijk. Relazioni economiche internazionali Il Regno Unito è membro di numerosi organismi internazionali. ONU Il Regno Unito è uno dei Paesi fondatori dell ONU ed è membro permanente del Consiglio di Sicurezza, insieme agli USA, Francia, Cina e Russia. È al sesto posto tra i maggiori contribuenti al bilancio dell Organizzazione e partecipa attivamente a tutte le missioni internazionali di Il mercato del lavoro nel Regno Unito Access 14

18 peacekeeping. Il Regno Unito è anche membro delle Agenzie specializzate dell ONU. Tra queste, l IMO (International Maritime Organization) ha sede a Londra. Unione Europea Il Regno Unito è entrato a far parte della Comunità Europea nel Ha 87 rappresentanti nel Parlamento Europeo, eletti secondo un sistema maggioritario semplice in collegi uninominali. Ha avuto la Presidenza dell Unione Europea da gennaio a giugno Il Governo Laburista, nel mese d'ottobre 1997, ha inoltre reso nota la sua non opposizione, in linea di principio, all ingresso della sterlina nell Unione Monetaria, se ciò dovesse coincidere con l interesse economico del Regno Unito. Una decisione sara` presa solo a seguito di un referendum la cui indizione sembra piu` vicina dopo l introduzione fisica dell Euro e l ammorbidirsi delle posizioni di alcuni ministri euroscettici.. Commonwealth Il Commonwealth è costituito da 54 Stati membri, tra cui il Regno Unito. È un associazione volontaria di Stati, quasi tutti ex territori britannici adesso indipendenti. La Regina d Inghilterra è a capo del Commonwealth ed è capo dello Stato nel Regno Unito e in 15 altri Stati membri (tra questi l Australia). Il Segretariato del Commonwealth, con sede a Londra, è l agenzia per le relazioni multilaterali tra i Paesi membri in materie che riguardano il Commonwealth nel suo complesso. NATO Il Regno Unito è anche uno dei membri fondatori della NATO (North Atlantic Treaty Organisation). La maggior parte delle proprie truppe è assegnata alla NATO. Nell ambito della NATO, il Regno Unito si è particolarmente adoperato nella firma del "Founding Act" tra i Paesi membri della NATO e la Russia per l introduzione di un meccanismo di cooperazione e concertazione, della "NATO Ukraine Charter for a distinct Partnership" (atti entrambi firmati nel maggio 97) e per l invito ad entrare nell Organizzazione a Polonia, Ungheria e Repubblica Ceca. Tra gli altri Organismi di cui il Regno Unito è membro si segnalano: Il gruppo del G8 dei maggiori Paesi industrializzati; l Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa; il Consiglio d Europa; l Organizzazione Mondiale del Commercio; il Fondo Monetario Internazionale; la Banca Mondiale; le Banche Regionali di Sviluppo (Banca Asiatica di Sviluppo, Banca Africana di Sviluppo, Banca Interamericana di Sviluppo, Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo con sede a Londra, Banca di Sviluppo dei Caraibi). Le linee guida delle attività del Regno Unito nelle singole aree geografiche sono collocabili nell ambito della politica di relazioni esterne e di aiuti dell Unione Europea (accordi di cooperazione con Paesi mediterranei, asiatici o dell America Latina, programmi di assistenza nell area dell Europa centro orientale, Convenzione di Lomè con 70 Paesi di Africa, Caraibi e Pacifico). Europa Centro Orientale ed Asia Centrale Oltre a sostenere le attività dei diversi organismi di cui è membro nell area, il Regno Unito fornisce assistenza tecnica nei settori finanziario, energetico e della pubblica amministrazione, nonché incoraggiamento ad investimenti nell area tramite il Know How Fund al quale contribuisce per circa 90 milioni di sterline all anno. Medio Oriente Il Regno Unito sostiene i negoziati di pace nella Regione, sostegno ribadito nel corso della presidenza dell Unione Europea e aderendo agli sforzi USA nella regione nella convinzione che una soluzione alla crisi possa essere trovata nella formula "land for peace". Anche in quest area le sue iniziative si inseriscono nell ambito delle attività degli organismi di cui è membro. Asia Pacifico Le attività commerciali britanniche nell area sono aumentate grazie anche alla creazione di organismi congiunti e commissioni miste. Anche il crescente utilizzo della lingua inglese in queste aree, soprattutto nei settori scientifico e tecnologico, ha avvantaggiato questa tendenza. Il programma di cooperazione UE con i Paesi dell area, sviluppatosi in maniera più organica a Il mercato del lavoro nel Regno Unito Access 15

19 partire dal 96, ha visto la realizzazione a Londra nel 1998 del secondo Annual Meeting. Anche il primo summit EU-Cina si è svolto sotto gli auspici della presidenza britannica. Nel gennaio 1998 inoltre il Regno Unito è entrato nuovamente a far parte della Commissione per il Pacifico del Sud, dalla quale si era ritirata nel Americhe Viene mantenuto lo stretto legame con gli Stati Uniti. Nel maggio 1998 Regno Unito e Stati Uniti hanno concordato una formula per la risoluzione delle differenze riguardo le sanzioni commerciali nei confronti di Iran e Cuba. Il Regno Unito rimane il maggiore investitore straniero in America del Nord ed uno dei principali in America del Sud. Sotto la propria presidenza europea, sono iniziati i preparativi per il summit congiunto UE, America Latina e Caraibi che si terrà nel 99. Repubblica Sud Africana Continuano gli stretti legami con il Sud Africa, soprattutto relativamente allo sviluppo, all assistenza militare, allo sport ed al settore scientifico. Il Regno Unito è il maggiore partner commerciale del Sud Africa ed il principale investitore straniero. Gli investimenti esteri Ci sono circa investitori stranieri in UK e di questi circa provengono dagli Stati Uniti, a riprova della strettissima interconnessione tra le due economie. Il Regno Unito è comunque il primo paese europeo per capacità di attrazione di investimenti esteri, catalizzando circa un terzo di tutti gli investimenti indirizzati verso l UE ed il secondo al mondo. I motivi sono da ricercare in un insieme di fattori, tra cui quelli di maggiore rilevanza sono: basso tasso di inflazione e moderata pressione fiscale, una forza lavoro flessibile, i più bassi costi energetici di tutta l Europa, ricerca, progettazione e sviluppo fra i migliori del mondo, un sistema legale ed amministrativo rapido ed affidabile, ed infine, una situazione politica ed economica stabile. A tutto ciò va aggiunta una politica di marketing territoriale molto efficiente, attuata dall agenzia nazionale Invest UK che assiste le compagnie di oltremanica per ogni possibile difficoltà relativa alla collocazione, ricollocazione, o espansione dei propri affari nel Regno Unito e dalle locali agenzie di sviluppo. In collaborazione con la rete dei suoi partner britannici, Invest UK può fornire alle aziende tutte le informazioni necessarie ad avviare o espandere un attività nel Regno Unito. Gli investimenti esteri nel Regno Unito sono concentrati soprattutto nel settore manifatturiero ad alto contenuto tecologico e nel settore dei servizi finanziari. Sempre di piu` gli investitori esteri stabiliscono in Gran Bretagna imprese di Ricerca Scientifica e Tecnologica nei settori farmaceutico e biotecnologico. Principali Paesi investitori e distribuzione settoriale I dati illustrati nel paragrafo precedente trovano conferma nella tabella 4 che illustra la ripartizione dello stock di investimenti in entrata nel Regno Unito per paese e per settore. Flussi di investimenti in UK per paese di provenienza (in milioni di US$) Paese Stati Uniti Francia Svizzera Australia Germania Olanda Il mercato del lavoro nel Regno Unito Access 16

20 Giappone Italia Fonte: elaborazione Ice Londra su dati ONS Gli investimenti in Gran Bretagna hanno toccato nel 2000/01 il tetto dei 341 miliardi di sterline con un incremento annuale del 36%. Gli Stati Uniti si confermano i principali investitori in Gran Bretagna con una percentuale intorno al 50% del totale. Per quanto attiene invece i flussi di investimenti diretti un dato importante e` la ripresa degli investimenti giapponesi dopo il segno negativo del In particolare, per l Europa, occorre osservare l aumento degli investimenti in UK della Francia che nell anno di riferimento diventa il terzo paese investitore, incalzando la seconda posizione dell Olanda e sopravanzando la Germania. La posizione rilevante dell Olanda è spiegabile col fatto che molte società inglesi scelgono i Paesi Bassi quale "base europea" dei propri investimenti, per una serie di ragioni tra cui la non trascurabile facilità nel reperire personale bilingue, per poi reinvestire in patria. L Invest in Britain Bureau ha ricevuto, fino al 2001, notifica di 869 progetti di investimenti provenienti da 35 nazioni diverse (di questi 421 dagli Stati Uniti) con la creazione di circa posti di lavoro. Tra i settori coinvolti, per la prima volta il settore IT - new commerce ha registrato il maggior numero di investimenti con 182 progetti: sono stati registrati investimenti della Intel a Reading per il nuovo Intel Online Services Facility, Apar Infotech, Polaris Software, Wineplanet, Sylvan Prometric. Due tra le principali società statunitensi del settore informatico hanno scelto il Regno Unito per il loro quartier generale in Europa: Computer Associates (un investimento di 100 milioni di sterline in Berckshire) ed Unisys (creazione di un European Software Development Center in Glasgow). L alto sviluppo tecnologico del Regno Unito ha inoltre visto un notevole sviluppo degli investimenti nei settori Ricerca e Sviluppo e telecomunicazione: Samsung Electronics Research Institute, Level One Communications, Agilent Technologies Inc, Nortel, Siemens, Microsoft Research tra gli altri. Da questa semplice rassegna, è possibile comprendere che gli investitori esteri hanno manifestato in maniera chiara ed evidente la volontà di specializzare gli investimenti in progetti ad alto contenuto tecnologico, a causa della forza della sterlina sui mercati valutari. La conferma può essere trovata nella successiva tavola 3. Flussi di investimenti in UK per settore (in mln di US$) Settore Settore Finanziario Settore immobiliare Commercio Petrolio chimica a e gomma Estrazione di gas e petrolio Tessile e legnami Settore alimentare Hotels e ristoranti Costruzioni Macchine Ufficio, radio TV Il mercato del lavoro nel Regno Unito Access 17

Tassi di crescita reale, su base congiunturale e tendenziale, del PIL e delle sue voci nel secondo trimestre 2015 (variazioni percentuali) 0,3

Tassi di crescita reale, su base congiunturale e tendenziale, del PIL e delle sue voci nel secondo trimestre 2015 (variazioni percentuali) 0,3 IL QUADRO AGGREGATO Come già avvenuto nel primo trimestre dell anno, anche nel secondo il prodotto interno lordo ha conosciuto una accelerazione sia congiunturale che tendenziale. Tra aprile e giugno dell

Dettagli

14. Interscambio commerciale

14. Interscambio commerciale 14. Interscambio commerciale La crescita economica del Veneto è sempre stata sostenuta, anche se non in via esclusiva, dall andamento delle esportazioni. La quota del valore totale dei beni esportati in

Dettagli

Banca e Finanza in Europa

Banca e Finanza in Europa Università degli Studi di Parma Banca e Finanza in Europa Prof. 1 2. EUROPA: PROFILI ISTITUZIONALI Le tappe Le istituzioni La Banca centrale europea 2 2. Europa: profili istituzionali 3 2. Europa: profili

Dettagli

QUADERNO DI LAVORO: GLI SCENARI ECONOMICI (gennaio 2007)

QUADERNO DI LAVORO: GLI SCENARI ECONOMICI (gennaio 2007) QUADERNO DI LAVORO: GLI SCENARI ECONOMICI (gennaio 2007) CRS PO-MDL 1 GLI SCENARI ECONOMICI Prima di affrontare una qualsiasi analisi del mercato del lavoro giovanile, è opportuno soffermarsi sulle caratteristiche

Dettagli

LA REGIONE BRITANNICA

LA REGIONE BRITANNICA LA REGIONE BRITANNICA La Regione Britannica è formata solo da isole. Le più grandi sono Gran Bretagna e Irlanda (che è divisa in due parti: l Irlanda del Nord e L Eire). QUANTE ISOLE FORMANO LA REGIONE

Dettagli

ASPETTO FISICO: TERRITORIO E CLIMA (CON CARTINA FISICA E POLITICA): Si trova nell Europa Occidentale è localizzato a NORD-OVEST

ASPETTO FISICO: TERRITORIO E CLIMA (CON CARTINA FISICA E POLITICA): Si trova nell Europa Occidentale è localizzato a NORD-OVEST ASPETTO FISICO: TERRITORIO E CLIMA (CON CARTINA FISICA E POLITICA): POSIZIONE: Si trova nell Europa Occidentale è localizzato a NORD-OVEST confronto l Italia. CONFINI: è bagnato a nord dall oceano atlantico

Dettagli

Education at the Glance 2005 edition Una summary in italiano dei principali risultati di Roberto Fini

Education at the Glance 2005 edition Una summary in italiano dei principali risultati di Roberto Fini Education at the Glance 2005 edition Una summary in italiano dei principali risultati di Roberto Fini L educazione e l apprendimento lungo tutto l arco della vita svolgono un ruolo capitale nello sviluppo

Dettagli

LE POLITICHE DELL U.E. PER LA SCUOLA LE ISTITUZIONI E LE POLITICHE EUROPEE

LE POLITICHE DELL U.E. PER LA SCUOLA LE ISTITUZIONI E LE POLITICHE EUROPEE GOVERNO ITALIANO Dipartimento Politiche Comunitarie COMMISSIONE EUROPEA PARLAMENTO EUROPEO LE POLITICHE DELL U.E. PER LA SCUOLA LE ISTITUZIONI E LE POLITICHE EUROPEE LE ISTITUZIONI E LE POLITICHE EUROPEE

Dettagli

Dieci anni di domanda di petrolio

Dieci anni di domanda di petrolio Dieci anni di domanda di petrolio La domanda mondiale di petrolio Eni ha recentemente pubblicato la tredicesima edizione del World Oil and Gas Review 2014, la rassegna statistica annuale sul mercato mondiale

Dettagli

L Europa in sintesi. L Europa: il nostro continente

L Europa in sintesi. L Europa: il nostro continente L Europa in sintesi L Europa: il nostro continente L Europa è uno dei sette continenti del mondo. Essa si estende dall Oceano Artico a nord al Mare Mediterraneo a sud e dall Oceano Atlantico a ovest fino

Dettagli

INTERNAZIONALIZZAZIONE PASSIVA E ATTRATTIVITÀ

INTERNAZIONALIZZAZIONE PASSIVA E ATTRATTIVITÀ INTERNAZIONALIZZAZIONE PASSIVA E ATTRATTIVITÀ Se confrontata con i principali paesi europei, l Italia si colloca nella fascia bassa, per quanto riguarda la presenza di imprese estere sul proprio territorio.

Dettagli

Con il termine trasporto si indica il movimento di persone e di merci da un luogo ad un altro Questo termine viene anche usato per individuare tutto

Con il termine trasporto si indica il movimento di persone e di merci da un luogo ad un altro Questo termine viene anche usato per individuare tutto Con il termine trasporto si indica il movimento di persone e di merci da un luogo ad un altro Questo termine viene anche usato per individuare tutto ciò che riguarda la circolazione tramite diverse sistemi

Dettagli

OECD Science, Technology and Industry: Scoreboard 2005. Scienza, Tecnonologia e Industria: Quadro di valutazione OCSE 2005. Sommario Esecutivo

OECD Science, Technology and Industry: Scoreboard 2005. Scienza, Tecnonologia e Industria: Quadro di valutazione OCSE 2005. Sommario Esecutivo OECD Science, Technology and Industry: Scoreboard 2005 Summary in Italian Scienza, Tecnonologia e Industria: Quadro di valutazione OCSE 2005 Riassunto in italiano Sommario Esecutivo Prosegue la tendenza

Dettagli

La riduzione della quota di mercato dell Italia nel commercio mondiale

La riduzione della quota di mercato dell Italia nel commercio mondiale Import/export La riduzione della quota di mercato dell Italia nel commercio mondiale di Alfonso Ghini (*) Un analisi della situazione di importazione ed esportazione dei paesi più importanti, mette in

Dettagli

Agli stranieri che guidano un veicolo in Giappone

Agli stranieri che guidano un veicolo in Giappone 7.1.2011 Divisione Patenti Agli stranieri che guidano un veicolo in Giappone Introduzione Questo opuscolo è stato predisposto per spiegarvi le regole principali del Codice della Strada giapponese. Tenete

Dettagli

6. ITALIA E INVESTIMENTI INTERNAZIONALI DI PORTAFOGLIO

6. ITALIA E INVESTIMENTI INTERNAZIONALI DI PORTAFOGLIO 92 6. ITALIA E INVESTIMENTI INTERNAZIONALI DI PORTAFOGLIO Nel corso degli anni Ottanta e Novanta si è registrata una crescita rilevante dei flussi internazionali di capitali, sia sotto forma di investimenti

Dettagli

dati e statistiche sulla sicurezza stradale in italia

dati e statistiche sulla sicurezza stradale in italia dati e statistiche sulla sicurezza stradale in italia Le dimensioni quantitative del problema In Italia, nel, gli stradali sono stati 230.871. Questi hanno determinato 5.131 e 325.850, con un costo sociale

Dettagli

L agroalimentare nell economia del Paese: occupazione, innovazione, qualità, consumi, export

L agroalimentare nell economia del Paese: occupazione, innovazione, qualità, consumi, export L agroalimentare nell economia del Paese: occupazione, innovazione, qualità, consumi, export Roberto Monducci Istituto nazionale di statistica Direttore del Dipartimento per i conti nazionali e le statistiche

Dettagli

PIL e tasso di crescita.

PIL e tasso di crescita. PIL e tasso di crescita. 1.1 Il lungo periodo PIL è una sigla molto usata per indicare il livello di attività di un sistema economico. Il Prodotto Interno Lordo, misura l insieme dei beni e servizi finali,

Dettagli

Francia. scaricato da www.risorsedidattiche.net

Francia. scaricato da www.risorsedidattiche.net Francia TERRITORIO ED ESTENSIONE La Francia ha una superficie di 540.000 kmq. I suoi confini sono delimitati a nord dal Mare del Nord (Canale della Manica), a nord-est da Belgio e Lussemburgo, a est da

Dettagli

1.3. La nuova geografia economica mondiale

1.3. La nuova geografia economica mondiale 28 A cavallo della tigre 1.3. La nuova geografia economica mondiale Internet, elettronica, auto: da Occidente a Oriente Negli ultimi tre-cinque anni si sono verificati mutamenti molto profondi nell importanza

Dettagli

WEB- WORLDWIDE ELECTRONIC BILLING

WEB- WORLDWIDE ELECTRONIC BILLING Roma, 13 Febbraio 2004 AVIS Avis Autonoleggio, nata in Italia nel 1957 (dopo 11 anni dalla nascita di Avis Rent a Car a Detroit) è la compagnia leader nel mercato italiano con una flotta media di circa

Dettagli

Notizie Merrill Lynch & Co., Inc.

Notizie Merrill Lynch & Co., Inc. Notizie Merrill Lynch & Co., Inc. Merrill Lynch Investment Managers - Europe, Middle East & Africa (EMEA) 33 King William Street London EC4R 9AS Data di pubblicazione: Venerdì 30 Aprile 2004 MERRILL LYNCH

Dettagli

L Europa in sintesi. L Europa: il nostro continente. Cos è l Unione europea?

L Europa in sintesi. L Europa: il nostro continente. Cos è l Unione europea? L Europa in sintesi Cos è l Unione europea? È europea È un unione = si trova in Europa. = unisce paesi e persone. Guardiamola più da vicino: cosa hanno in comune gli europei? Come si è sviluppata l Unione

Dettagli

DECISIONE DELLA COMMISSIONE

DECISIONE DELLA COMMISSIONE L 186/44 Gazzetta ufficiale dell Unione europea 20.7.2010 DECISIONE DELLA COMMISSIONE del 14 luglio 2010 che esonera la produzione e la vendita all ingrosso di energia elettrica nella «Zona Nord» dell

Dettagli

L impatto dell attuale crisi economica sulle imprese del settore TURISMO

L impatto dell attuale crisi economica sulle imprese del settore TURISMO Consultazione della Commissione Europea L impatto dell attuale crisi economica sulle imprese del settore TURISMO Lanciata dalla Commissione Europea lo scorso 17 febbraio, la consultazione ha lo scopo di

Dettagli

Education at a Glance: OECD Indicators - 2005 Edition. Uno sguardo all educazione: Indicatori OCSE Edizione 2005

Education at a Glance: OECD Indicators - 2005 Edition. Uno sguardo all educazione: Indicatori OCSE Edizione 2005 Education at a Glance: OECD Indicators - 2005 Edition Summary in Italian Uno sguardo all educazione: Indicatori OCSE Edizione 2005 Riassunto in italiano L educazione e l apprendimento lungo tutto l arco

Dettagli

2.1.3 Inquadramento: numeri, sviluppo storico, previsioni per il futuro

2.1.3 Inquadramento: numeri, sviluppo storico, previsioni per il futuro 2.1.3 Inquadramento: numeri, sviluppo storico, previsioni per il futuro Nel 2004 (dopo 3 anni di crescita stagnante dovuta principalmente agli effetti degli attacchi terroristici dell 11 settembre e all

Dettagli

COMUNICATO STAMPA presente sul sito: www.unrae.it

COMUNICATO STAMPA presente sul sito: www.unrae.it COMUNICATO STAMPA presente sul sito: www.unrae.it unione nazionale rappresentanti autoveicoli esteri Lo afferma il Presidente dell UNRAE, Salvatore Pistola IL PROGRESSO DEL MERCATO DELL AUTO PRINCIPALE

Dettagli

Istituto nazionale per il Commercio Estero. Nota Congiunturale URUGUAY

Istituto nazionale per il Commercio Estero. Nota Congiunturale URUGUAY Istituto nazionale per il Commercio Estero Nota Congiunturale URUGUAY Maggio 2011 L'economia uruguaiana, nel 2010, ha registrato una significativa crescita del PIL dell 8,5% rispetto al 2009 e, nel primo

Dettagli

L ITALIA VISTA DALL EUROPA Verso i traguardi di Lisbona: i risultati dell Italia 4a edizione - Marzo 2007

L ITALIA VISTA DALL EUROPA Verso i traguardi di Lisbona: i risultati dell Italia 4a edizione - Marzo 2007 L ITALIA VISTA DALL EUROPA Verso i traguardi di Lisbona: i risultati dell 4a edizione - Marzo 2007 SINTESI Confindustria pubblica per la quarta volta L vista dall Europa, documento annuale che fa il punto

Dettagli

OPERATORI COMMERCIALI ALL ESPORTAZIONE

OPERATORI COMMERCIALI ALL ESPORTAZIONE 8 luglio 2013 Anno 2012 OPERATORI COMMERCIALI ALL ESPORTAZIONE Nel 2012 gli operatori che hanno effettuato vendite di beni all estero sono 207.920, in lieve aumento (+0,3%) rispetto al 2011. Al netto dei

Dettagli

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI Risorse energetiche e struttura del mercato L Italia produce piccoli volumi di gas naturale

Dettagli

Gran Bretagna Italia Rapporto Passeggeri 2009 Operatori, Infrastrutture & Profili Passeggeri

Gran Bretagna Italia Rapporto Passeggeri 2009 Operatori, Infrastrutture & Profili Passeggeri Gran Bretagna Italia Rapporto Passeggeri 2009 Operatori, Infrastrutture & Profili Passeggeri INDICE Introduzione P. 1 1 Il Mercato 2003-08 P. 5 20 2 Il profilo dei passeggeri: visitatori britannici in

Dettagli

Incidenti stradali in Italia nel 2014

Incidenti stradali in Italia nel 2014 Incidenti stradali in Italia nel 2014 Roberta Crialesi, Silvia Bruzzone Istat 4 Roma, 3 novembre 2015 ACI - Automobile Club d Italia Sala Assemblea Gli incidenti stradali I principali risultati per l anno

Dettagli

RELAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO, AL CONSIGLIO, AL COMITATO ECONOMICO E SOCIALE EUROPEO E AL COMITATO DELLE REGIONI

RELAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO, AL CONSIGLIO, AL COMITATO ECONOMICO E SOCIALE EUROPEO E AL COMITATO DELLE REGIONI COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 12.7.2012 COM(2012) 385 final RELAZIONE DELLA COMMISSIONE AL PARLAMENTO EUROPEO, AL CONSIGLIO, AL COMITATO ECONOMICO E SOCIALE EUROPEO E AL COMITATO DELLE REGIONI sull attuazione

Dettagli

Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali UFFICIO STAMPA I CONFERENZA NAZIONALE SULL ALCOL Più salute meno rischi Costruire alleanze per il benessere e la sicurezza SCHEDA ALCOL: L ATTIVITA

Dettagli

Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale

Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale OSSERVATORIO TURISTICO DELLA LIGURIA Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale Dossier Ottobre 2012 A cura di Panorama competitivo del turismo internazionale nel mondo

Dettagli

ENERGIA E SOSTENIBILITÀ

ENERGIA E SOSTENIBILITÀ LE PROPOSTE DI CONFINDUSTRIA L elevato costo dell energia penalizza la competitività e riduce il potere d acquisto delle famiglie, sottraendo risorse allo sviluppo di nuove attività e agli investimenti.

Dettagli

Indagine conoscitiva sui prezzi dell energia elettrica e del gas come fattore strategico per la crescita del sistema produttivo del Paese

Indagine conoscitiva sui prezzi dell energia elettrica e del gas come fattore strategico per la crescita del sistema produttivo del Paese All. 1 - Prot. n. 363/13SB ASSOCIAZIONE NAZIONALE INDUSTRIALI PRIVATI GAS E SERVIZI ENERGETICI Indagine conoscitiva sui prezzi dell energia elettrica e del gas come fattore strategico per la crescita del

Dettagli

Laboratorio UniMondo - Simone Zocca

Laboratorio UniMondo - Simone Zocca Laboratorio UniMondo - Simone Zocca Classe 1 A Liceo Nazione: Romania La Romania è un paese dell est europeo, confinante con Bulgaria, Ucraina, Ungheria e Moldavia, ma anche con il Mar Nero. La sua capitale

Dettagli

Ottobre 2008. La Commissione Europea fa il punto sugli obiettivi di Kyoto

Ottobre 2008. La Commissione Europea fa il punto sugli obiettivi di Kyoto Ottobre 2008. La Commissione Europea fa il punto sugli obiettivi di Kyoto La Commissione ha pubblicato a metà ottobre un documento dove, con un occhio al passato e uno al futuro, passando per il momento

Dettagli

SEMPRE IN MOVIMENTO. MOBILITÀ IN TUTTA EUROPA CON MINI MOBILE CARE. MINI Service

SEMPRE IN MOVIMENTO. MOBILITÀ IN TUTTA EUROPA CON MINI MOBILE CARE. MINI Service SEMPRE IN MOVIMENTO. MOBILITÀ IN TUTTA EUROPA CON MINI MOBILE CARE. MINI Service TRA POCO SI RIPARTE. CON MINI MOBILE CARE. La vostra MINI ama le sfide. Ogni rettilineo, ogni curva è puro divertimento.

Dettagli

PROGRAMMA OPERATIVO INTERREG IVC

PROGRAMMA OPERATIVO INTERREG IVC PROGRAMMA OPERATIVO INTERREG IVC Finalità: Obiettivo generale Migliorare, attraverso la cooperazione interregionale l efficacia dello sviluppo di politiche regionali nelle aree innovative, l economia della

Dettagli

Le aree di Innovazione per la crescita

Le aree di Innovazione per la crescita Le aree di Innovazione per la crescita I Sistemi nazionali di Innovazione vengono caratterizzati dal grado di specializzazione tecnologica dei diversi settori produttivi: la capacità di sviluppare innovazione

Dettagli

Indica gli elementi naturali che caratterizzano i confini dell Europa a a. Sud:... b. Ovest:... c. Nord:... d. Est:...

Indica gli elementi naturali che caratterizzano i confini dell Europa a a. Sud:... b. Ovest:... c. Nord:... d. Est:... Unità 1 Nome... Classe... Data... Prima Osserva la carta dell Europa e prova a rispondere alle seguenti domande: perché appare strano definire l Europa come un continente a sé a differenza di quanto avviene,

Dettagli

GLI STRANIERI SONO TORNATI A INVESTIRE IN ITALIA

GLI STRANIERI SONO TORNATI A INVESTIRE IN ITALIA GLI STRANIERI SONO TORNATI A INVESTIRE IN ITALIA Purtroppo, però, rimaniamo ancora poco attrattivi =================== Nel 2014 gli Ide (Investimenti diretti esteri) in entrata nel nostro paese ammontavano

Dettagli

www.idescat.cat Cifre della Catalogna Generalitat de Catalunya Governo della Catalogna

www.idescat.cat Cifre della Catalogna Generalitat de Catalunya Governo della Catalogna www.idescat.cat Cifre della Generalitat de Catalunya Governo della POPOLAZIONE Popolazione (1.000) (1) 7 479 46 704 505 730 uomini 49,3 49,3 48,8 donne 51,0 50,8 51,2 Struttura () 0-14 anni 15,9 15,2 15,6

Dettagli

Tassi di crescita del tessuto imprenditoriale. Anni 2002-2012 2002 2003 2004 2005 2006* 2007* 2008* 2009* 2010* 2011*

Tassi di crescita del tessuto imprenditoriale. Anni 2002-2012 2002 2003 2004 2005 2006* 2007* 2008* 2009* 2010* 2011* Si attenua la dinamica imprenditoriale Scende, anche se di poco, per la prima volta in 10 anni il numero di imprese registrate a Torino e provincia. Cala il tasso di natalità e sale quello di mortalità.

Dettagli

2012 Scenari Energetici al 2040

2012 Scenari Energetici al 2040 212 Scenari Energetici al Sommario Fondamentali a livello globale 2 Settore residenziale e commerciale 3 Settore dei trasporti 4 Settore industriale 5 Produzione di energia elettrica 6 Emissioni 7 Offerta

Dettagli

IL TRASPORTO PUBBLICO NEL CONTESTO EUROPEO

IL TRASPORTO PUBBLICO NEL CONTESTO EUROPEO IL TRASPORTO PUBBLICO NEL CONTESTO EUROPEO Bologna, 28 ottobre 2011 Patrizia Malgieri TRT Trasporti e Territorio via Rutilia, 10/8 Milano - malgieri@trt.it Indice 1. Lo scenario ZERO 2. Quale ruolo per

Dettagli

Messaggio del Segretario Generale delle Nazioni Unite

Messaggio del Segretario Generale delle Nazioni Unite Messaggio del Segretario Generale delle Nazioni Unite in occasione della Prima Settimana Mondiale della Sicurezza Stradale, 23-29 aprile 2007. L a Prima Settimana Mondiale della Sicurezza Stradale delle

Dettagli

Il commercio internazionale. I vantaggi del libero scambio

Il commercio internazionale. I vantaggi del libero scambio Il commercio I vantaggi del libero scambio Gli argomenti pro e contro il libero scambio Elementi di storia delle relazioni commerciali dagli anni trenta ad oggi I diversi tipi di accordi commerciali Vi

Dettagli

IL RIMBORSO DELL IVA ASSOLTA IN ALTRI PAESI UE

IL RIMBORSO DELL IVA ASSOLTA IN ALTRI PAESI UE Circolare N. 33 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 30 aprile 2010 IL RIMBORSO DELL IVA ASSOLTA IN ALTRI PAESI UE Le modalità per richiedere il rimborso dell IVA assolta in altri Stati UE sono state

Dettagli

L Unione europea: 500 milioni di abitanti, 27 paesi

L Unione europea: 500 milioni di abitanti, 27 paesi L Unione europea: 500 milioni di abitanti, 27 paesi Stati membri dell Unione europea Paesi candidati I fondatori Idee nuove per un lungo periodo di pace e prosperità Konrad Adenauer Alcide De Gasperi Winston

Dettagli

STRATEGIA PER UNA MOBILITA SOSTENIBILE A MILANO 2006 2011

STRATEGIA PER UNA MOBILITA SOSTENIBILE A MILANO 2006 2011 STRATEGIA PER UNA MOBILITA SOSTENIBILE A MILANO 2006 2011 1) IL PIANO DELLA MOBILITA SOSTENIBILE: IL CONTESTO. 2) LA MOBILITA A MILANO: TRASPORTI E INQUINAMENTO. 3) LA COLLABORAZIONE CON ISTITUZIONI E

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

Il veicolo può essere guidato solo ed esclusivamente dalle persone indicate nel contratto.

Il veicolo può essere guidato solo ed esclusivamente dalle persone indicate nel contratto. Quali requisiti e documenti servono per effettuare un noleggio? Chi sottoscrive il contratto di noleggio deve essere maggiorenne ed essere munito di un documento di identità valido, patente valida e rilasciata

Dettagli

L ENERGIA E IL FUTURO: IL FUTURO DELL ENERGIA

L ENERGIA E IL FUTURO: IL FUTURO DELL ENERGIA L ENERGIA E IL FUTURO: IL FUTURO DELL ENERGIA Prospettive di sviluppo delle energie rinnovabili per la produzione di energia elettrica. Opportunità per il sistema industriale nazionale. Intervento di Annalisa

Dettagli

Il consumo di energia elettrica e il Pil in alcune economie. (anno 2009; % sul totale mondo) 8,7 5,7 3,7 3,8 4,6 1,8 1,9 2,6 3,0 5,6

Il consumo di energia elettrica e il Pil in alcune economie. (anno 2009; % sul totale mondo) 8,7 5,7 3,7 3,8 4,6 1,8 1,9 2,6 3,0 5,6 35 3 Il consumo di energia elettrica e il Pil in alcune economie (anno 29; % sul totale mondo) 28,3 25 2 15 16,4 18,2 24,1 22, 1 5 5,7 3,7 3,8 4,6 1,8 1,9 2,6 3, Regno Unito 5,6 8,7 Francia Germania Giappone

Dettagli

Rapporto Statistico UE 27 Settore elettrico

Rapporto Statistico UE 27 Settore elettrico Rapporto Statistico UE 27 Settore elettrico Indice Introduzione... 2 Definizioni... 3 Evoluzione della produzione e della potenza per fonte nell UE 27... 5 Produzione e Potenza nel 2010 nell UE27... 6

Dettagli

infrastrutture di trasporto

infrastrutture di trasporto Politica europea della tariffazione delle infrastrutture di trasporto Dr.ssa Simona Sanguineti DIEM CIELI Università di Genova Siet Napoli 3-53 5 ottobre 2007 Obiettivi della ricerca Verifica dello stato

Dettagli

Traduzione 1 Convenzione istitutiva dell Organizzazione di cooperazione e di sviluppo economici

Traduzione 1 Convenzione istitutiva dell Organizzazione di cooperazione e di sviluppo economici Traduzione 1 Convenzione istitutiva dell Organizzazione di cooperazione e di sviluppo economici 0.970.4 Conchiusa a Parigi il 14 dicembre 1960 Approvata dall Assemblea federale il 14 giugno 1961 2 Ratificata

Dettagli

LE IMPRESE ESPORTATRICI ITALIANE: ANALISI DEL SISTEMA E PROSPETTIVE. Prima parte Analisi del sistema

LE IMPRESE ESPORTATRICI ITALIANE: ANALISI DEL SISTEMA E PROSPETTIVE. Prima parte Analisi del sistema Aspen Institute Italia Studio curato da: Servizio Studi e Ricerche, Intesa Sanpaolo ISTAT IMT Alti Studi, Lucca Fondazione Edison LE IMPRESE ESPORTATRICI ITALIANE: ANALISI DEL SISTEMA E PROSPETTIVE Prima

Dettagli

Anni 2009-2011 STRUTTURA, PERFORMANCE E NUOVI INVESTIMENTI DELLE MULTINAZIONALI ITALIANE ALL ESTERO

Anni 2009-2011 STRUTTURA, PERFORMANCE E NUOVI INVESTIMENTI DELLE MULTINAZIONALI ITALIANE ALL ESTERO 16 dicembre 2011 Anni 2009-2011 STRUTTURA, PERFORMANCE E NUOVI INVESTIMENTI DELLE MULTINAZIONALI ITALIANE ALL ESTERO Nel biennio 2010-2011, i principali gruppi multinazionali italiani mostrano una significativa

Dettagli

Approfondimento su Schengen

Approfondimento su Schengen Approfondimento su Schengen INFORMAZIONI SUL DIRITTO COMUNITARIO INTRODUZIONE Le disposizioni dell accordo di Schengen prevedono l abolizione dei controlli alle frontiere interne degli Stati membri facenti

Dettagli

SFM 2012 ultima chiamata, Bologna ragionevole, Associazione Rinnovamento della Sinistra, il Mosaico

SFM 2012 ultima chiamata, Bologna ragionevole, Associazione Rinnovamento della Sinistra, il Mosaico SFM 2012 ultima chiamata, Bologna ragionevole, Associazione Rinnovamento della Sinistra, il Mosaico Ottimizzare o disperdere risorse? La mobilità e il trasporto pubblico della città metropolitana Venerdì

Dettagli

Intervista a Maria Kranohorska, Ambasciatrice di Slovacchia

Intervista a Maria Kranohorska, Ambasciatrice di Slovacchia Attività produttive I nostri partner europei Intervista a Maria Kranohorska, Ambasciatrice di Slovacchia a cura di SRM - Studi e Ricerche per il Mezzogiorno Il Dossier Unione Europea accoglie in questa

Dettagli

La patente a punti e il Demerit Point System (DPS) Italia/Europa

La patente a punti e il Demerit Point System (DPS) Italia/Europa L approfondimento La patente a punti e il Demerit Point System (DPS) Italia/Europa il ripristino del documento di guida, dopo un lasso di tempo previsto, oppure dopo aver frequentato un corso o aver sostenuto

Dettagli

INDUSTRIA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA

INDUSTRIA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA INDUSTRIA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA Hannover Messe 2014 Walking Press Conference, 8 Aprile 2014 L industria Elettrotecnica ed Elettronica in Italia ANIE rappresenta da sessant anni l industria

Dettagli

Armenia. Scheda paese. Dati Geografici. Popolazione. Collocazione. Superficie. Clima. Ambiente naturale

Armenia. Scheda paese. Dati Geografici. Popolazione. Collocazione. Superficie. Clima. Ambiente naturale Scheda paese Armenia Dati Geografici Collocazione Superficie Asia, Medio Oriente. L Armenia si trova nella parte meridionale dell altopiano caucasico, in posizione chiave tra l oriente e l occidente. Confina

Dettagli

Andamento della congiuntura economica in Germania

Andamento della congiuntura economica in Germania Andamento della congiuntura economica in Germania La flessione dell economia tedesca si è drasticamente rafforzata nel primo trimestre 2009 durante il quale il PIL ha subito un calo del 3,5% rispetto all

Dettagli

UFFICIO ROMA Via del Banco di S. Spirito, 3 00186 Tel. +39 0668891578, Fax +39 0668891146, segreteria@leonardobc.com UFFICIO MAPUTO - Av.

UFFICIO ROMA Via del Banco di S. Spirito, 3 00186 Tel. +39 0668891578, Fax +39 0668891146, segreteria@leonardobc.com UFFICIO MAPUTO - Av. Tasso di crescita medio degli ultimi 3 anni: 10% (traino del settore petrolifero) Primo produttore di petrolio in Africa Australe: ingenti risorse da reinvestire in processi interni di sviluppo Paese in

Dettagli

Claudio GAGLIARDI. Rapporto PIQ 2011. Una nuova misura dell economia per leggere l Italia e affrontare la crisi. Segretario Generale Unioncamere

Claudio GAGLIARDI. Rapporto PIQ 2011. Una nuova misura dell economia per leggere l Italia e affrontare la crisi. Segretario Generale Unioncamere Claudio GAGLIARDI Segretario Generale Unioncamere Rapporto PIQ 2011 Una nuova misura dell economia per leggere l Italia e affrontare la crisi Roma, 10 dicembre 2012 Perché puntare l obiettivo sulla qualità?

Dettagli

IL SOCIAL HOUSING COME MODELLO DI UN WELFARE EUROPEO. Intervento a Urbanpromo 2012 di. Mario Breglia. (Presidente di Scenari Immobiliari)

IL SOCIAL HOUSING COME MODELLO DI UN WELFARE EUROPEO. Intervento a Urbanpromo 2012 di. Mario Breglia. (Presidente di Scenari Immobiliari) IL SOCIAL HOUSING COME MODELLO DI UN WELFARE EUROPEO Intervento a Urbanpromo 2012 di Mario Breglia (Presidente di Scenari Immobiliari) OTTOBRE 2012 1 1. Introduzione Il termine social housing è difficile

Dettagli

COME EFFETTUATE I PAGAMENTI? COME LI VORRESTE EFFETTUARE?

COME EFFETTUATE I PAGAMENTI? COME LI VORRESTE EFFETTUARE? COME EFFETTUATE I PAGAMENTI? COME LI VORRESTE EFFETTUARE? 2/09/2008-22/10/2008 329 risposte PARTECIPAZIONE Paese DE - Germania 55 (16.7%) PL - Polonia 41 (12.5%) DK - Danimarca 20 (6.1%) NL - Paesi Bassi

Dettagli

IN CALO LE PRINCIPALI TARIFFE PUBBLICHE. COSA MAI AVVENUTA DA 20 ANNI A QUESTA PARTE I prezzi di luce e gas, però, sono tra i più alti d Europa.

IN CALO LE PRINCIPALI TARIFFE PUBBLICHE. COSA MAI AVVENUTA DA 20 ANNI A QUESTA PARTE I prezzi di luce e gas, però, sono tra i più alti d Europa. IN CALO LE PRINCIPALI TARIFFE PUBBLICHE. COSA MAI AVVENUTA DA 20 ANNI A QUESTA PARTE I prezzi di luce e gas, però, sono tra i più alti d Europa. =========== Le tariffe pubbliche cominciano a scendere:

Dettagli

i servizi fuel card eni per il fleet manager Verona 21 ottobre 2014

i servizi fuel card eni per il fleet manager Verona 21 ottobre 2014 i servizi fuel card eni per il fleet manager Verona 21 ottobre 2014 Agenda alcune informazioni su eni le fuel card eni la rete delle eni station il consorzio Routex vantaggi delle fuel card prerogative

Dettagli

L ASSICURAZIONE DEI VEICOLI CON TARGA ESTERA - LA CARTA VERDE E LE RELATIVE ESENZIONI. Luca Tassoni Corpo P.M. Bologna

L ASSICURAZIONE DEI VEICOLI CON TARGA ESTERA - LA CARTA VERDE E LE RELATIVE ESENZIONI. Luca Tassoni Corpo P.M. Bologna L ASSICURAZIONE DEI VEICOLI CON TARGA ESTERA - LA CARTA VERDE E LE RELATIVE ESENZIONI Luca Tassoni Corpo P.M. Bologna SESSIONI SPECIALI SPECIALE ASAPS (Associazione Sostenitori Amici Polizia Stradale)

Dettagli

ARTIGIANATO E PICCOLA IMPRESA NEL VENETO

ARTIGIANATO E PICCOLA IMPRESA NEL VENETO Ufficio Comunicazione&Studi Confartigianato del Veneto ARTIGIANATO E PICCOLA IMPRESA NEL VENETO INDAGINE CONGIUNTURALE ANDAMENTO 2 SEMESTRE 2010 PREVISIONE 1 SEMESTRE 2011 In collaborazione con INDAGINE

Dettagli

SINTESI PER LA STAMPA

SINTESI PER LA STAMPA SINTESI PER LA STAMPA Troppo spesso quando policy makers e opinione pubblica si occupano dei Trasporti le attenzioni vengono rivolte principalmente agli effetti negativi che questi generano: consumi energetici,

Dettagli

Scheda Paese Marocco. A cura di. Nadia Harbouli Ufficio Marocco

Scheda Paese Marocco. A cura di. Nadia Harbouli Ufficio Marocco Scheda Paese Marocco A cura di Nadia Harbouli Ufficio Marocco DESK ITALIA - MAROCCO MAROCCO MAROCCO Mercato prioritario per stabilità economica e politica Posizione geografica strategica Indicatori macro-economici

Dettagli

Il mercato internazionale dei prodotti biologici

Il mercato internazionale dei prodotti biologici Marzo 2014 Il mercato internazionale dei prodotti biologici In sintesi Il presente Report sintetizza i principali dati internazionali diffusi di recente in occasione della Fiera Biofach di Norimberga.

Dettagli

Fare Affari in Russia

Fare Affari in Russia Federazione Russa Fare Affari in Russia Investimenti Esteri Agenzia ICE Mosca Settembre 2014 3 INVESTIMENTI ESTERI La Russia ha ricevuto negli ultimi anni ingenti investimenti esteri. Nel 2013 gli investimenti

Dettagli

Thai-Italian Chamber of Commerce

Thai-Italian Chamber of Commerce Thai-Italian Chamber of Commerce Overview IL SETTORE AUTOMOBILISTICO IN THAILANDIA Il settore automobilistico è uno dei più sviluppati in Thailandia. Nato inizialmente intorno al semplice assemblaggio

Dettagli

Liberalizzazione dei mercati dell energia: prime misure per tutelare e accompagnare gli utenti verso la totale apertura del mercato elettrico

Liberalizzazione dei mercati dell energia: prime misure per tutelare e accompagnare gli utenti verso la totale apertura del mercato elettrico Liberalizzazione dei mercati dell energia: prime misure per tutelare e accompagnare gli utenti verso la totale apertura del mercato elettrico La Direttiva 2003/54/CE prevede che gli Stati membri mettano

Dettagli

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti L UNIONE EUROPEA Prima di iniziare è importante capire la differenza tra Europa e Unione europea. L Europa è uno dei cinque continenti, insieme all Africa, all America, all Asia e all Oceania. Esso si

Dettagli

Il processo di costruzione delle infrastrutture dei pagamenti in EuroMed

Il processo di costruzione delle infrastrutture dei pagamenti in EuroMed SPIN - Roma, 13 giugno 2005 Il processo di costruzione delle infrastrutture dei pagamenti in EuroMed Renzo Vanetti, Amministratore Delegato 2 Lisbona/Barcellona: lo stesso concetto di cooperazione Lisbona

Dettagli

con il patrocinio di Fai una scelta smart prendi l autobus!

con il patrocinio di Fai una scelta smart prendi l autobus! con il patrocinio di Fai una scelta smart prendi l autobus! Lo sapete? Fatti e cifre sul trasporto con autobus in Italia e in Europa gli autobus sono essenziali alla mobilità delle persone? il trasporto

Dettagli

Costa Rica Congiuntura Economica

Costa Rica Congiuntura Economica Costa Rica Congiuntura Economica Il PIL del Costa Rica è cresciuto del 3.8% durante il 2011, dato inferiore alla crescita del 4.2% registrato tra il 2009 ed il 2010. Per quanto riguarda il 2012 si prevede

Dettagli

TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda

TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda TCS Carta Aziendale Soccorso stradale e protezione giuridica circolazione per veicoli aziendali TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda Un problema in viaggio? Ci pensa il Suo pattugliatore

Dettagli

COME SI ENTRA COME SI ENTRA NELL AREA SCHENGEN COME SI ENTRA IN ITALIA IL VISTO CASO PER CASO LA DOMANDA DEL VISTO LA FRONTIERA

COME SI ENTRA COME SI ENTRA NELL AREA SCHENGEN COME SI ENTRA IN ITALIA IL VISTO CASO PER CASO LA DOMANDA DEL VISTO LA FRONTIERA COME SI ENTRA 1. COME SI ENTRA NELL AREA SCHENGEN 2. COME SI ENTRA IN ITALIA 3. IL VISTO 4. CASO PER CASO LA DOMANDA DEL VISTO 5. LA FRONTIERA COME SI ENTRA (1) Gli accordi puntano a realizzare uno spazio

Dettagli

Vivere e Lavorare nel Regno Unito. www.jobcentreplus.gov.uk

Vivere e Lavorare nel Regno Unito. www.jobcentreplus.gov.uk Vivere e Lavorare nel Regno Unito Servizi per l Impiego del Regno Unito www.jobcentreplus.gov.uk Vivere e Lavorare nel Regno Unito Cercare un lavoro La legge sul Lavoro Lavorare nel Regno Unito Vivere

Dettagli

Vivere e Lavorare nel Regno Unito

Vivere e Lavorare nel Regno Unito Vivere e Lavorare nel Regno Unito Servizi per l Impiego del Regno Unito www.jobcentreplus.gov.uk Vivere e Lavorare nel Regno Unito Cercare un lavoro La legge sul Lavoro Lavorare nel Regno Unito Vivere

Dettagli

710200 MULTICARD ROUTEX

710200 MULTICARD ROUTEX MULTICARD ROUTEX: MULTICARD ROUTEX è la Carta di pagamento Europea del Gruppo Eni. ROUTEX è il circuito di accettazione internazionale formato dalle quattro Compagnie petrolifere Eni, BP, OMV e Statoil,

Dettagli

Fondi strutturali: leva per uscire dalla crisi

Fondi strutturali: leva per uscire dalla crisi Fondi strutturali: leva per uscire dalla crisi 26 giugno 2014 Alessandro Laterza Vice Presidente per il Mezzogiorno e le Politiche regionali Con la crisi, in calo gli investimenti pubblici in Europa 4,5

Dettagli

INTERREG IVC Programma della Direzione Generale Politica regionale

INTERREG IVC Programma della Direzione Generale Politica regionale INTERREG IVC Programma della Direzione Generale Politica regionale Area tematica Politica regionale Obiettivi Il programma rientra nell'obiettivo Cooperazione territoriale dei Fondi Strutturali 2007-2013

Dettagli

QUANTO INNOVANO REALMENTE LE PMI?

QUANTO INNOVANO REALMENTE LE PMI? QUANTO INNOVANO REALMENTE LE PMI? INFORMAZIONI SULL AZIENDA Pagina 1 1. Dimensione del fatturato in euro (con riferimento al Bilancio 2013) Fino a 2 milioni di euro di fatturato Oltre 2 milioni e fino

Dettagli

tutto quello che serve a chi gestisce una flotta di mezzi leggeri, in un unica piattaforma integrata di prodotti e servizi

tutto quello che serve a chi gestisce una flotta di mezzi leggeri, in un unica piattaforma integrata di prodotti e servizi tutto quello che serve a chi gestisce una flotta di mezzi leggeri, in un unica piattaforma integrata di prodotti e servizi perché la piattaforma multicard La piattaforma di prodotti e servizi multicard

Dettagli