Attività Un altra luce per il pianeta. Gruppo CITELUM. Un altra luce per il pianeta Attività 2011

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Attività 2011. Un altra luce per il pianeta. Gruppo CITELUM. Un altra luce per il pianeta Attività 2011"

Transcript

1 Un altra luce per il pianeta Attività 2011 Attività 2011 Un altra luce per il pianeta Citelum 37 rue de Lyon PARIGI Francia Tel: 33(0) Gruppo CITELUM Venezia, il campanile e la basilica di San Giorgio Maggiore

2 Intervista con Michel Tesconi Presidente Direttore Generale 02 Un altra luce per il pianeta 04 L attività 24 L impegno 30 LA STRATEGIA 36 L operato Il mondo come referenza 46 52

3 02 Relazione annuale 2011 Michel Tesconi Presidente Direttore Generale La scelta razionale del risparmio energetico Nel 2010, lei ha affermato che era imperativo «vincere la battaglia dell energia»... L inasprirsi della crisi, nel 2011, non obbliga a ritenere tale sfida ancora più urgente? Michel Tesconi: Certamente. Le amministrazioni territoriali devono confrontarsi con l effetto globale dell aumento dei costi dell energia, un aumento prevedibile che continuerà ancora per diversi anni, e del costo del denaro, dovuto alla diffidenza verso i mercati del debito pubblico. Certamente, tutti i paesi in cui Citelum opera non sono colpiti allo stesso modo dalla crisi. Tuttavia, le problematiche legate alla capacità effettiva di dar vita al circolo virtuoso del risparmio energetico per tutelare le risorse del pianeta da un lato, e del calcolo economico razionale dall altro, ne escono accentuate. Nessuno può ovviamente gioire di una crisi di tale entità. In compenso, e ciò ha sempre rappresentato il nostro credo nel settore in cui eccelliamo, tutti godranno dei vantaggi dell ingresso in tale circolo virtuoso. Penso in particolare a quelle popolazioni per cui i dispositivi collegati alla rete elettrica urbana rappresentano un servizio pubblico essenziale. Bisogna che le comunità siano in grado di garantire la sicurezza, la continuità, la qualità e la sostenibilità di questo servizio. Quali sono, secondo questa prospettiva, i punti di forza di Citelum? Michel Tesconi: La nostra presenza in 18 paesi e su 5 continenti, su territori di qualsiasi dimensione, dimostra tutta l importanza che i comuni accordano al fatto di potersi affidare ad uno specialista, pienamente coinvolto nella propria mission, in grado di padroneggiare le regole del mestiere e capace di metterle in opera in contesti estremamente diversi. Citelum si è impegnata subito a strutturare il proprio perimetro di attività attorno ad un insieme coerente di conoscenze, tecnologie e know-how. Sono le nostre competenze principali in elettricità ed elettronica che ci consentono di proporre oggi alle amministrazioni di attuare una molteplicità di impianti su una rete unica, pubblica e già esistente. Il Gruppo ha inoltre optato per una catena di valori completa, dall ingegneria alla manutenzione, che consenta di garantire dei livelli prestazionali molto elevati, relativi agli obiettivi di sicurezza, continuità, qualità del servizio, oltre a un risparmio energetico o alla riduzione dei costi delle infrastrutture. Ed è sempre grazie a tali competenze che abbiamo concepito e sviluppato delle soluzioni, oggi applicate in molti paesi, di Gestione della manutenzione da remoto e di Telecontrollo per singolo punto luce. Tali soluzioni innovative rappresentano un incentivo incontestabile della performance. Come aiutare le comunità locali a risolvere l equazione finanziaria? Michel Tesconi: Sin dall inizio, abbiamo pensato che si dovesse andare oltre la semplice visione della gestione-manutenzione per proporre un vero e proprio partenariato alla comunità, con impegni tangibili e misurabili sulla gestione dei costi, la valorizzazione del patrimonio e l evoluzione verso una maggiore sostenibilità. Questo è il senso del nostro contratto di Gestione completa. Constato con piacere che tale approccio

4 Intervista // Citelum 03 Il Gruppo ha inoltre optato per una catena di valori completa, dall ingegneria alla manutenzione, che consenta di garantire dei livelli prestazionali molto elevati, relativi agli obiettivi di sicurezza, continuità, qualità del servizio, oltre a un risparmio energetico o alla riduzione dei costi delle infrastrutture. globale, incentrato sulle prestazioni, ha anticipato di una quindicina d anni i nuovi appalti pubblici globali di recente autorizzati dal legislatore francese per il rispetto degli obiettivi del Grenelle Environnement. Tuttavia, il modello sviluppato da Citelum sin dalla creazione della società, nel 1993, è stato testato anche al di fuori della Francia, come testimonia, nel 2011, il rinnovo della Gestione completa di Venezia, in Italia, o di Puebla, in Messico. Inoltre, i vantaggi dei risparmi realizzati contribuiscono a finanziare l investimento e a risolvere l equazione sempre delicata tra l investimento stesso e la gestione del budget. Tale collaborazione finanziaria si afferma con forza ancora maggiore nel quadro dei Partenariati pubblicoprivati, di cui abbiamo oggi la leadership in Francia e in tutti i paesi in cui abbiamo potuto sviluppare tali competenze nel nostro campo di attività. Anche in questo caso, l approccio del Gruppo si rivela adattabile a contesti diversi da quello francese: ne è testimone l importante PPP in via di definizione in Messico. Quali eventi importanti ricorderemo del 2011? Michel Tesconi: Innanzitutto, il carattere emblematico del rinnovamento di Venezia. Oltre al fatto di riguardare una delle città più belle del mondo, il nuovo contratto attesta la nostra capacità di mobilitare la rete elettrica per collegare impianti multipli, fra cui, tra gli altri, le colonnine di ricarica dei veicoli elettrici. Si tratta inoltre dell occasione per applicare su vasta scala la piattaforma di alimentazione multi-impianto che Citelum ha sviluppato a partire dal Telecontrollo per singolo punto luce e della quale, d altronde, desiderano dotarsi molte altre città. Oltre a ciò, si tratta anche di un esempio dei progressi, in Francia come nel resto del mondo, del nostro modello di Gestione completa. E ancora, i risultati già promettenti dell accordo con Città del Messico, che può rivelarsi estremamente vantaggioso per un territorio il cui sviluppo, del resto, è davvero notevole. Constatiamo inoltre l interesse che suscitano sia nelle comunità che nelle aziende le nostre competenze in materia di lavori, come ad esempio il Brasile, ma anche di gestione del traffico o bassa tensione, come la Francia. Senza essere per forza strategiche, tali mission hanno un incidenza benefica sulla nostra attività, in un periodo in cui alcuni territori conoscono delle difficoltà effettive. In che modo si traduce finanziariamente tutto ciò? Michel Tesconi: Il volume d affari del Gruppo è cresciuto del 4%. Il risultato operativo, tuttavia, è diminuito sensibilmente per la necessità di una copertura dei rischi in Spagna e in Italia e la conclusione di una parte delle nostre attività in Francia. Tuttavia, a riprova della pertinenza del nostro modello economico, gli affari che abbiamo continuato ad ampliare consentono di prevedere un aumento del volume d affari del 20% nel 2012.

5 04 Relazione annuale 2011 Profilo Un altra luce per il pianeta Il gruppo Citelum, presente in 18 paesi e su 5 continenti, è lo specialista degli Impianti collegati alla rete elettrica urbana. Riconosciuto a livello internazionale per l eccellenza delle sue prestazioni, il Gruppo è convinto che tale rete giochi un ruolo fondamentale nella messa in opera di progetti urbanistici sostenibili, in quanto: * segnala, gerarchizza, rende visibile e mette in sicurezza lo spazio pubblico; * facilita la mobilità; * facilita la comunicazione; * mette in primo piano il paesaggio, il patrimonio e l identità; * valorizza l attrattività territoriale e temporale delle città. Ben presto, Citelum ha individuato le aspettative chiave di sviluppo sostenibile per le collettività pubbliche, in particolare, la riduzione dei consumi e dei costi energetici. Oltre alla semplice logica di gestione manutenzione, il suo modello di Gestione completa prevede degli impegni prestazionali, volti a garantire la sicurezza, la continuità, la qualità funzionale e l optimum ambientale dell intero parco di dispositivi presenti sulla rete elettrica urbana. Illuminazione pubblica, segnaletica semaforica, valorizzazione attraverso l illuminazione, dispositivi che rispondano ai nuovi bisogni degli utenti dello spazio pubblico, sono integrati in un approccio globale di servizio che si fonda sulla mobilitazione di una catena completa di ruoli, dalla progettazione ai lavori. Gli strumenti di Gestione della manutenzione da remoto e di Telecontrollo per singolo punto luce concepiti e sviluppati da Citelum a partire dalla sua attività principale sono noti, sul piano internazionale, per il loro contributo alla gestione ottimizzata e sostenibile della rete elettrica urbana. La capacità innovativa dimostrata dal Gruppo in materia di contrattualistica (contratto globale, accordo di partenariato) consente inoltre alle collettività di investire senza gravare sulle proprie risorse finanziarie. Venezia, Oslo, Praga, Londra, Madrid, Barcellona, Parigi, Città del Messico, Salvador de Bahia, e ancora Shanghai, Vientiane, Pechino, Hô Chi Minh, Rabat L urbanizzazione sostenibile delle grandi metropoli internazionali, così come quella di numerose aree di dimensioni più modeste, viene oggi supportata dall impegno dei team di Citelum nel progettare, attuare nel presente e valorizzare sul lungo termine «Un altra luce per il pianeta».

6 Capitali Illuminate Citelum 05 Madrid (Spagna) 4 milioni di abitanti Attività: Citelum ottimizza le prestazioni tecniche e ambientali dell Illuminazione urbana ( punti luce) su una parte della maggiore città spagnola. Un Piano di illuminazione ha inoltre permesso di riconferire alle rive del fiume Manzanares un carattere urbano Piazza Colombo Piazza principale Piazza de Cibeles

7 06 Relazione annuale 2011 Capitali Illuminate Barcellona (Spagna) 1,62 milioni di abitanti Attività: Le prestazioni tecniche e ambientali dell Illuminazione urbana della capitale catalana ( punti luce) sono ottimizzate grazie alle soluzioni di Gestione della manutenzione da remoto e di Telecontrollo per singolo punto luce elaborate da Citelum. Gli impianti dei quartieri storici (Ciutat Vella, Eixamples, Sans-Montjuich) sono rinnovati Torre Agbar e Gran Via Gran Via Museo Paseo de Gracia Piazza de la Barceloneta

8 Capitali Illuminate Citelum Palma di Maiorca (Spagna) abitanti Attività: Citelum ottimizza le prestazioni tecniche e ambientali dell Illuminazione urbana ( punti luce) della capitale di Maiorca. Vengono applicate la Gestione della manutenzione da remoto e il Telecontrollo per singolo punto luce. L attrattività urbana e paesaggistica viene valorizzata dalla Firma luminosa di Citelum Vista panoramica della città Centro urbano Cattedrale della Seu

9 08 Relazione annuale 2011 Capitali Illuminate Parigi e agglomerato urbano (Francia) 11 milioni di abitanti Attività: In collaborazione con Ineo, Citelum garantisce lo spiegamento (investimenti, impianti, messa in servizio, ) della rete di videosorveglianza (1.106 telecamere, 55 centri di supervisione, dispositivi correlati) applicando, in particolare, il proprio strumento di Gestione della manutenzione da remoto. Il know-how del Gruppo in materia di ingegneria, conoscenza del territorio e tecnica, esecuzione dei lavori e gestione-manutenzione viene mobilitato per il parco di illuminazione e di segnaletica della città e per le infrastrutture luminose (illuminazione e segnaletica) lungo il percorso della tranvia T2 e T3. La Firma luminosa di Citelum valorizza monumenti e siti emblematici Quartiere del Louvre Tour Eiffel: illuminazione anniversario dei 120 anni Tranvia T

10 Capitali Illuminate Citelum 09 Londra (Regno Unito) 8,2 milioni di abitanti Attività: Citelum appone la propria Firma luminosa sul Tower Bridge. La definizione dell illuminazione combina valorizzazione permanente mettendo in risalto determinati dettagli architettonici e scenari destinati ad eventi particolari. Garantendo un altissima qualità visiva, la nuova veste luminosa dell edificio, grazie in particolare all utilizzo di LED di ultima generazione, consentirà un risparmio energetico del 40% in più rispetto a quello attuale Tower Bridge Oslo (Norvegia) abitanti Attività: La capitale norvegese beneficia dell esperienza Citelum nel settore del Telecontrollo per singolo punto luce, al fine di migliorare le qualità ambientali del proprio servizio pubblico di Illuminazione urbana ( punti luce). I team del Gruppo assistono inoltre le autorità municipali nella programmazione di un rinnovamento complessivo degli impianti Il centro città

11 10 Relazione annuale 2011 Capitali Illuminate Napoli (Italia) 1 milione di abitanti Attività: Dichiarata Patrimonio mondiale dell Umanità, la capitale della Campania si affida al modello di Gestione completa elaborato da Citelum per ottimizzare le prestazioni funzionali e ambientali dei propri servizi pubblici di Illuminazione urbana ( punti luce) e di Gestione degli spostamenti. Essa beneficia della messa in opera della soluzione di Gestione della manutenzione da remoto sviluppata da Citelum Il centro urbano - 2 & 3 - La baia

12 Capitali Illuminate Citelum Venezia (Italia) abitanti Attività: Il capoluogo veneto, la cui città vecchia e la cui laguna sono state dichiarate patrimonio mondiale dell Unesco, ottimizza le prestazioni funzionali e ambientali dei suoi servizi pubblici di Illuminazione urbana e di Gestione degli spostamenti ( punti luce, 100 luci semaforiche) grazie al modello di Gestione completa di Citelum. Essa beneficia in particolare dell applicazione di Citenergy (piattaforma di telecontrollo dei dispositivi elettrici urbani) e della soluzione di Gestione della manutenzione da remoto, strumenti sviluppati dal Gruppo. Citelum applica inoltre la propria soluzione di ricarica dei veicoli elettrici sulla rete di illuminazione pubblica Il Canal Grande Piazza San Marco Il Ponte di Rialto La laguna Vista sulla basilica di San Giorgio Maggiore

13 12 Relazione annuale 2011 Capitali Illuminate Praga (Repubblica Ceca) 1,2 milioni di abitanti Attività: Grazie al modello di Gestione completa del Gruppo, il servizio pubblico di Illuminazione urbana della capitale della Repubblica Ceca ( punti luce) ha ottimizzato le proprie prestazioni funzionali e ambientali. Dichiarato Patrimonio mondiale dell Umanità, il centro storico viene valorizzato dalla Firma luminosa di Eltodo-Citelum Torre polveriera Chiesa di Santa Maria di Týn Ponte Carlo Vista sul fiume Vltava

14 Capitali Illuminate Citelum 13 Salvador de Bahia (Brasile) 3 3 milioni di abitanti Attività: La Firma luminosa di Citelum valorizza il centro storico, dichiarato Patrimonio mondiale dell Umanità, della capitale dello Stato di Bahia. Le prestazioni tecniche e ambientali dell Illuminazione urbana ( punti luce) vengono ottimizzate. - 1 & 3 - Il centro urbano Forte de São Marcel

15 14 Relazione annuale 2011 Capitali Illuminate Santiago (Cile) abitanti Attività: Citelum consente alla capitale del Cile di ottimizzare le prestazioni funzionali e ambientali del suo servizio pubblico di Illuminazione urbana ( punti luce). A ciò contribuisce l innovativa soluzione di Gestione della manutenzione da remoto sviluppata dal Gruppo Il centro urbano Il Palazzo della Moneta La Cattedrale metropolitana

16 Capitali Illuminate Citelum Città del Messico (Messico) 23 milioni di abitanti Attività: Le prestazioni funzionali e ambientali del servizio pubblico di Illuminazione urbana ( punti luce) della capitale messicana sono ottimizzate grazie al modello di Gestione completa del Gruppo. Vengono applicate le innovative soluzioni di Gestione della manutenzione da remoto e di Telecontrollo per singolo punto luce concepite da Citelum. Un Piano di illuminazione consente di mettere in risalto, grazie alla Firma luminosa Citelum, il centro urbano, dichiarato Patrimonio mondiale dell umanità. - 1 & 3 - Piazza della Costituzione Monumento alla Rivoluzione Monumento alla Rivoluzione, viale Juarez

17 16 Relazione annuale 2011 Capitali Illuminate Shanghai (Cina) 20 milioni di abitanti Attività: La Firma luminosa Citelum contribuisce al rinnovamento urbano della capitale economica della Cina. Coniugando altissima qualità estetica e prestazioni energetiche, sono state avviate molteplici opere in occasione dell Esposizione universale 2010: il padiglione della Cina (divenuto centro espositivo), la famosa passeggiata del Bund, l hotel Indigo, la Shangai Bank, i ponti di Shiliupu, senza dimenticare, nel quartiere di Pudong, l Oriental Pearl Tower Oriental Pearl Tower Performing Arts Center Passeggiata del Bund

18 Capitali Illuminate Citelum Pechino (Cina) 17 milioni di abitanti Attività: La Firma luminosa Citelum mette in risalto alcuni edifici emblematici della capitale della Repubblica Popolare Cinese: la Città proibita, la porta Zhen Yang Men (antica), la torre CCTV (contemporanea) Torre della Televisione Porta Zheng Yang Men (dettaglio architettonico) Porta Zheng Yang Men

19 18 Relazione annuale 2011 Capitali Illuminate Xi an (Cina) 8,4 milioni di abitanti (* agglomerato) Attività: Citelum appone la propria Firma luminosa su larga scala per valorizzare la prospettiva urbana dell arteria ovest e, in particolare, dell emblematica torre della Campana, testimonianza prestigiosa della storia imperiale della città. La città storica, che integra al contempo alcuni esempi notevoli di architettura (la grande moschea) e di struttura urbana (il quartiere storico) musulmane, è stata dichiarata Patrimonio mondiale dell umanità Edifici Ton ShenXiang e De FaChang Banca ZheShang Centro affari Sede del corpo di pubblica sicurezza

20 Capitali Illuminate Citelum 19 Kunming (Cina) 6 milioni di abitanti Attività: Il modello di Gestione completa di Citelum è stato adattato alle realtà locali per consentire alla capitale dello Yunnan di divenire un esempio in materia di servizio pubblico dell Illuminazione urbana di alta qualità ambientale ( punti luce). Tale qualità è consentita dalla messa in opera su vasta scala della soluzione di Telecontrollo per singolo punto luce elaborata da Citelum. I suoi team garantiscono inoltre la manutenzione delle luci artistiche che mettono in risalto 23 siti e monumenti emblematici della «città dell eterna primavera» ( punti luce) & 3 - Fiume Panlong Porta della Lealtà e della Fratellanza

21 20 Relazione annuale 2011 Capitali Illuminate Vientiane (Laos) abitanti Attività: Citelum appone la propria Firma luminosa sugli edifici più emblematici della capitale del Laos (That Luang monumento religioso più celebre del paese, dichiarato Patrimonio mondiale dell Unesco Ho Phrakeo, Palazzo presidenziale, museo Sisaket) e valorizza l attrattività urbana. Le autorità di Vientiane vengono inoltre accompagnate nel rinnovamento del servizio pubblico di Illuminazione urbana, attraverso un Piano di sviluppo e di gestione dell illuminazione Tempio Sisaket - 2 & 3 - Tempio That Luang -3-

22 Capitali Illuminate Citelum Kuala Lumpur (Malesia) 1,8 milioni di abitanti Attività: La Firma luminosa di Citelum valorizza alcuni edifici emblematici del rinnovamento economico della capitale malese, in particolare le torri Petronas, progettate dal noto architetto italiano Cesare Pelli. - 1, 2 & 3 - Le Torri Petronas

23 22 Relazione annuale 2011 Capitali Illuminate Hô Chi Minh City (Vietnam) 7,7 milioni di abitanti Attività: Le prestazioni funzionali e ambientali del servizio pubblico di Illuminazione urbana ( punti luce) della capitale vietnamita sono ottimizzate grazie alla soluzione di Telecontrollo per singolo punto luce elaborata dal Gruppo. Il rinnovamento urbano è sottolineato dalla Firma luminosa di Citelum, apposta su edifici antichi e contemporanei, quali il Municipio, la torre Sailing, l hotel Continental, e ancora gli impressionanti ponti Thu Thiem e Phu My Il ponte Phu My L Opera Il centro urbano Il panorama urbano

24 Capitali Illuminate Citelum 23 Rabat (Marocco) 2,5 milioni di abitanti Attività: La Firma luminosa di Citelum esalta alcuni spazi emblematici (le avenue Ad-Doustour e Imam- Malik) della capitale marocchina. L esperienza del Gruppo in materia di Illuminazione urbana e Gestione degli spostamenti è stata inoltre mobilitata per l importantissimo progetto della tranvia Rabat-Salé Centro urbano Punto d incrocio tra le avenue Hassan-II e Al-Alaouiyine, vista sulla torre Hassan Vista sulla Medina

25 24 Relazione annuale 2011 ILLUMINAZIONE PUBBLICA SEGNALETICA SEMAFORICA VIDEO- SORVEGLIANZA PANNELLI A MESSAGGI VARIABILI Verso una città intelligente Gli Impianti elettrici urbani interagiscono ormai con l ambiente circostante.

26 01. L attività // Citelum 25 CONTROLLO AUTOMATICO DEGLI ACCESSI RICARICA DEI VEICOLI ELETTRICI PARCHIMETRI L attività punti luce sono gestiti nel mondo da Citelum nell illuminazione pubblica, un campo di applicazione che prefigura l emergere di reti intelligenti. Citelum ha sviluppato una grande esperienza nelle reti elettriche urbane e nei dispositivi collegati per fornire una risposta efficiente alle nuove sfide della gestione delle città.

27 26 Relazione annuale 2011 GLI IMPIANTI ELETTRICI URBANI Tournefeuille (Francia): nel 2011, numerose aziende elettriche (SDE 31) si sono rivolte a Citelum per la gestione del territorio tramite l illuminazione pubblica New Orleans (Stati Uniti): un illuminazione pubblica più performante, che va oltre la ricostruzione forzata a causa dell uragano Katrina. Citelum sviluppa le proprie attività nel campo degli Impianti collegati alla rete elettrica urbana. Tale rete diviene così il centro nevralgico dei progetti per una città sostenibile. Il 30% di aumento dei costi dell elettricità in Francia entro il Citelum, creata nel 1993, si è affermata molto rapidamente come operatore di riferimento, sul piano internazionale, in materia di continuità del servizio, qualità delle prestazioni e sicurezza nel settore dell illuminazione urbana. L esperienza e l innovazione sviluppate dai suoi team le hanno inoltre consentito di anticipare, in parallelo con la crescita urbana, l evoluzione degli stili di vita e le sfide dello sviluppo sostenibile, la necessaria trasformazione dei tradizionali settori dell illuminazione pubblica e della segnaletica luminosa verso delle vere e proprie piattaforme di dispositivi che strutturano lo spazio pubblico urbano. La rete elettrica viene ormai utilizzata per l Illuminazione urbana, la Gestione degli spostamenti, i dispositivi di sicurezza (videosorveglianza, colonnine di controllo dell accesso), di informazione e di comunicazione (pannelli a messaggi variabili, HotSpot WiFi), o ancora di accompagnamento delle pratiche ambientali legate alla mobilità (colonnine di ricarica dei veicoli elettrici). L illuminazione urbana, misura della qualità di una città Illuminazione pubblica, valorizzazione attraverso la luce, luci per eventi, segnaletica semaforica, ma anche insegne commerciali, edifici abitati, fari di automobili La luce disegna un profilo notturno che costituisce parte integrante dell immagine di una città. L illuminazione pubblica ha dunque non solo il compito di illuminare, ma sempre più di mettere in sicurezza, reperire, orientare, gerarchizzare, sottolineare, mettere in risalto, animare il tessuto di una città contemporanea Essa costituisce, al contempo, una sfida importante nella gestione energetica e nella riduzione delle emissioni di CO 2. Le città di tutto il mondo raggruppano oggi il 50% della popolazione mondiale, consumando ogni anno 200 TWh di elettricità nel campo dell illuminazione pubblica, ovvero circa 300 milioni di punti luce, e vi consacrano il 50% dei loro acquisti energetici. Sul solo territorio francese, l agenzia nazionale per la gestione dell energia stima che si dovrà procedere rapidamente alla sostituzione del 40% di un parco obsoleto, inadatto alle sfide ambientali e generatore di costi sempre crescenti per l acquisto di energie e di gestione per le comunità. Convinta che il servizio pubblico di Illuminazione urbana debba contribuire allo sviluppo di città sostenibili, Citelum ha privilegiato, allontanandosi dagli orientamenti degli operatori tradizionali, un approccio per singolo punto luce che mira a ottenere dei livelli di funzionamento, di tensione installata e di illuminazione ottimali. Il Gruppo ha dunque assunto rapidamente il compito di sorpassare la tradizionale gestione-manutenzione, dotandosi

28 01. L attività // Citelum La qualità visiva e ambientale della firma Citelum è molto apprezzata in territorio cinese, in particolare a Chengdu (Sichuan) Auxerre (Francia): l infrastruttura della tranvia partecipa a una dinamica delle mobilità sostenibili L ENERGIA - Una carica sostenibile per le comunità Secondo l ADEME, l illuminazione pubblica rappresenta attualmente circa il 50% dei consumi di elettricità dei comuni francesi, circa il 20% dei loro consumi globali e il 37% della fattura elettrica che devono sostenere ogni anno. Tutto porta a pensare che tale fardello non possa essere alleggerito da un ribasso del costo dell elettricità (tra il 2004 e il 2010, infatti, il costo per kwh è aumentato in media del 37%), tenuto conto della struttura del mercato (deregulation, volatilità ). La sostituzione delle fonti esistenti (il 40% delle luci attive in Francia è troppo energivoro) con altre aventi una durata più lunga, e dunque possibilità maggiori. Tuttavia, le reti intelligenti, o i dispositivi tecnologici dell elettronica di potenza, di rilevamento e di misurazione, di comunicazione, di controllo avanzato, e le interfacce elaborate di supporto decisionale, possono contribuirvi in modo significativo. Oltre all aspetto economico, si tratta di diminuire notevolmente l impatto ambientale (riduzione delle emissioni di CO 2 e dell inquinamento luminoso) dei dispositivi collegati alla rete elettrica urbana. di una catena di valori completa dalla progettazione degli impianti alla gestione dell energia. La potenza della sua applicazione aziendale, la sua fama nella valutazione della qualità tecnica e ambientale dei materiali, l eccellenza del suo approccio artistico e soprattutto la forza della sua esperienza nella maggior parte delle regioni del mondo ne fanno oggi un attore internazionale maggiore nel settore. Le più grandi città del mondo, dalle grandi metropoli nazionali o regionali a numerose cittadine, hanno potuto sviluppare un servizio essenziale per l utente, offrendo una vita notturna di qualità, valorizzando tale «profilo» che costituisce un vero e proprio vantaggio nella concorrenza territoriale. Nel 2011, la Firma luminosa di Citelum è stata scelta per valorizzare il secondo ponte sospeso più grande al mondo (in Brasile, tra Manaus e Iranduba), il Tower Bridge a Londra, la torre della televisione di Chengdu (Cina) e i complessi urbanistici classificati come Patrimonio mondiale dall Unesco di Oaxaca (Messico) e Xi an (Cina). L accompagnamento delle mobilità condivise Anche la problematica delle mobilità è divenuta centrale nell ottica dei piani urbanistici sostenibili. La risposta risiede storicamente nella segnaletica semaforica. La qualità del suo funzionamento, tuttavia, deve essere apprezzata tenendo presente le sfide della società valutate nell elaborazione di «piani di mobilità urbana»: la sicurezza e la fluidità del traffico; una migliore accessibilità delle zone urbane; lo sviluppo sostenibile dei territori. La strategia delle comunità consiste infatti nel limitare gli spostamenti, orientare l utente verso i trasporti pubblici e le modalità di trasporto non inquinanti, organizzare il car sharing Semafori, fonti luminose, ripetitori, reti di trasmissione, quadri di alimentazione, controller I team di Citelum garantiscono la conformità di tali impianti, sostituendo le fonti energivore con dei LED, applicando numerosi dispositivi detti «complementari» o «collegati» (picchetti luminosi, colonnine luminose, pannelli direzionali illuminati, colonnine per chiamata taxi, ma anche sensori del traffico ). Essi intervengono nella programmazione dei controller dei semafori, grazie a uno strumento di supporto ai piani di segnalazione, che associa segnali sonori di coordinamento, funzionamento manuale e microregolazione, tecnica principalmente impiegata sulle corsie preferenziali. Il raggiungimento di tali obiettivi di mobilità prevede, in parallelo, l attivazione di impianti multipli. Il 50% della fattura elettrica dei comuni proviene dall illuminazione pubblica.

29 28 Relazione annuale A Nizza (Francia), l infrastruttura della tranvia partecipa a una dinamica delle mobilità sostenibili. -1- Citelum ha privilegiato, allontanandosi dagli orientamenti degli operatori tradizionali, un approccio per singolo punto luce che mira a ottenere dei livelli di funzionamento, di tensione installata e di illuminazione ottimali. - GLI INVESTIMENTI - Il PPP: sostenere l iniziativa delle città L esigenza di un aggiornamento in senso ambientale rapido dei dispositivi presenti sulla rete elettrica urbana da un lato La complessità dell ingegneria finanziaria e contrattuale e la difficoltà di accesso al mercato finanziario dall altro Di fronte a tali contrasti, le comunità hanno spesso fatto ricorso alla formula del PPP. Nel 2011, la Francia è stata il primo paese in Europa per l importo totale delle operazioni (circa 5,5 miliardi di euro) e il secondo dopo il Regno Unito per il numero di contratti sottoscritti (*European Expertise Center, 1 semestre 2011). Il parco elettrico urbano ha rappresentato circa il 45% dei contratti sottoscritti dalle comunità territoriali, dando vita a 37 operazioni (ovvero circa il 40%). Pont-à-Marcq e Marly (Nord), nel 2011, si sono uniti al gruppo di comuni di ogni dimensione che hanno richiesto una collaborazione con Citelum. In Spagna, ne ha beneficiato Sant Fost de Campsentelles. Anche Città del Messico ha optato per tale soluzione. In Cina, in una forma adattata alle norme locali, anche le autorità di Kunming vi hanno fatto ricorso. Citelum garantisce la manutenzione di diversi sistemi di controllo automatico d accesso utilizzati nelle aree pedonali o semipedonali. Tale servizio comprende il funzionamento dell automa, il movimento delle colonnine, il rilevamento dei veicoli, le autorizzazioni ad entrare I suoi team operano inoltre sui piani regolatori della rete stradale, l adattamento della segnaletica e l installazione di dispositivi (pannelli luminosi, sistemi sonori ) destinati alla protezione dei pedoni e, in particolare, degli ipovedenti e non vedenti. Sfida importante nella prospettiva del Grenelle Environnement avviato dal governo francese, lo sviluppo di tale modalità di trasporto ha portato Citelum a mettere a punto una soluzione di ricarica direttamente collegata alla rete di illuminazione pubblica, scelta dalla città di Venezia nel L interesse di tale soluzione per la collettività è quello di non necessitare di lavori di genio civile e di garantire sicurezza, qualità e continuità del servizio, oltre a un accessibilità massima per l utente. Il know-how tecnico sviluppato in questo settore è valso a Citelum l incarico da parte del VENAP (consorzio delle imprese Veolia Transport Alpes-Maritimes e Sodetrel) di installare e assicurare la manutenzione delle infrastrutture della prima rete di car sharing esistente in Francia nel comprensorio di Nizza.

FIRENZE: RETE, LUCE, IDENTITA

FIRENZE: RETE, LUCE, IDENTITA FIRENZE: RETE, LUCE, IDENTITA Milano, RETE LUCE IDENTITA Claudio Bini RETE Silfispa: Gestione integrata dei servizi di mobilità e illuminazione RETE Sistemi di controllo traffico Gestione illuminazione

Dettagli

Liguria Proposte per un modello di sviluppo Nearly Zero Emissions

Liguria Proposte per un modello di sviluppo Nearly Zero Emissions Liguria Proposte per un modello di sviluppo Nearly Zero Emissions Indice EXECUTIVE SUMMARY... 4 1. IL CONTESTO... 7 1.1 QUADRO INTERNAZIONALE DI RIFERIMENTO... 7 1.2 CONSIDERAZIONI SULLA TRANSIZIONE VERSO

Dettagli

Le attività del centenario

Le attività del centenario Le attività del centenario Il Comune di Milano, la Fondazione AEM ed A2A in occasione dei 100 anni della costituzione dell Azienda Elettrica Municipale (dicembre 1910), per ricordare l importante ricorrenza,

Dettagli

Un altra luce per il pianeta_ Attività 2010

Un altra luce per il pianeta_ Attività 2010 un altra luce per il pianeta Attività 2010 Un altra luce per il pianeta_ Attività 2010 37 rue de Lyon 75012 PARIGI Francia Tel.: 33(0)1 44 67 86 50 www.citelum.com GRUPPO CITELUM Città del Messico: il

Dettagli

Il Servizio su cui potete contare. Ovunque, comunque.

Il Servizio su cui potete contare. Ovunque, comunque. Il Servizio su cui potete contare. Ovunque, comunque. ThyssenKrupp Elevator Italia I Servizi di ThyssenKrupp Elevator Italia Assistenza globale e presenza locale Assistenza su tutti i prodotti 24ore/giorno,

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. tra

PROTOCOLLO D INTESA. tra PROTOCOLLO D INTESA tra La Regione Emilia-Romagna, con sede in Bologna, Viale Aldo Moro, 52, codice fiscale n. 80062590379, rappresentata dall Assessore Alfredo Peri, in esecuzione della deliberazione

Dettagli

Il Paese riparte dalla città. Smart Cities, Agenda Digitale e Agenda Urbana.

Il Paese riparte dalla città. Smart Cities, Agenda Digitale e Agenda Urbana. Il Paese riparte dalla città. Smart Cities, Agenda Digitale e Agenda Urbana. Il contributo di Enel Distribuzione Bologna, 24 Ottobre 2014 Anna Brogi Senior Vice President Enel Group Città e Sostenibilità

Dettagli

LA CITTÀ DI TORINO: DAL PATTO DEI SINDACI A SMART CITY

LA CITTÀ DI TORINO: DAL PATTO DEI SINDACI A SMART CITY LA CITTÀ DI TORINO: DAL PATTO DEI SINDACI A SMART CITY Pisa, 26 maggio 2011 LE CITTA PROTAGONISTE NELLA LOTTA AI CAMBIAMENTI CLIMATICI Le città sono responsabili di oltre il 50% delle emissioni di gas

Dettagli

Soluzioni intelligenti per l integrazione di servizi tecnici in un ospedale 2011-1. Ronny Scherf

Soluzioni intelligenti per l integrazione di servizi tecnici in un ospedale 2011-1. Ronny Scherf 2011-1 Ronny Scherf Product Marketing Manager CentraLine c/o Honeywell GmbH Soluzioni intelligenti per In Europa gli edifici rappresentano il 40% del consumo energetico complessivo. Gli ospedali, in particolare,

Dettagli

Aspetti collegati allo sviluppo del fotovoltaico

Aspetti collegati allo sviluppo del fotovoltaico Aspetti collegati allo sviluppo del fotovoltaico In questa sezione si analizzano gli aspetti economici, ambientali ed occupazionali collegati alla sviluppo del fotovoltaico. Aspetti economici Per quanto

Dettagli

FORUM P.A. 23/5/2007 INTERVENTO DELL ASSESSORE CARMELO ALBERTO D ADDESE

FORUM P.A. 23/5/2007 INTERVENTO DELL ASSESSORE CARMELO ALBERTO D ADDESE Assessorato Lavori Pubblici e Infrastrutture - Trasporto e Mobilità - Patrimonio - Sport e Benessere - Personale - Polizia Municipale - Onoranze Funebri FORUM P.A. 23/5/2007 INTERVENTO DELL ASSESSORE CARMELO

Dettagli

IL PIANO D AZIONE ITALIANO PER L EFFICIENZA ENERGETICA

IL PIANO D AZIONE ITALIANO PER L EFFICIENZA ENERGETICA PERCORSI PER UN COMUNE ILLUMINATO L EFFICIENZA ENERGETICA, IL PIANO D AZIONE ITALIANO PER L EFFICIENZA ENERGETICA, IL PATTO DEI SINDACI, IL PROGETTO ENEA LUMIERE, LE ESCO, E TANTO ALTRO ANCORA Spendiamo

Dettagli

Sommario. Introduzione 1

Sommario. Introduzione 1 Sommario Introduzione 1 1 Il Telecontrollo 1.1 Introduzione... 4 1.2 Prestazioni di un sistema di Telecontrollo... 8 1.3 I mercati di riferimento... 10 1.3.1 Il Telecontrollo nella gestione dei processi

Dettagli

Sfida del clima e crisi energetica Il ruolo degli Enti Locali. Giuseppe Gamba - Presidente AzzeroCO2

Sfida del clima e crisi energetica Il ruolo degli Enti Locali. Giuseppe Gamba - Presidente AzzeroCO2 Sfida del clima e crisi energetica Il ruolo degli Enti Locali Giuseppe Gamba - Presidente AzzeroCO2 Il livello locale Dimensione su cui incide l azione del Governo Locale e dei cittadini La dimensione

Dettagli

La quantificazione dei benefici di BIOCASA sui consumi energetici ed emissioni di CO 2

La quantificazione dei benefici di BIOCASA sui consumi energetici ed emissioni di CO 2 La quantificazione dei benefici di BIOCASA sui energetici ed emissioni di CO 2 Rapporto di Sostenibilità 2011 I benefici di BIOCASA su energetici e emissioni di CO 2 Il Progetto BIOCASA è la risposta di

Dettagli

Codice: 43.29.01 - installazione, riparazione e manutenzione di ascensori e scale mobili

Codice: 43.29.01 - installazione, riparazione e manutenzione di ascensori e scale mobili La società Projetto Powering 2.0 S.r.l. opera in ambito nazionale nel settore pubblico e privato per la realizzazione di impianti civili ed industriali. La sua struttura tecnica ed operativa è costantemente

Dettagli

Principi per la conservazione ed il restauro del patrimonio costruito Carta di Cracovia 2000

Principi per la conservazione ed il restauro del patrimonio costruito Carta di Cracovia 2000 Principi per la conservazione ed il restauro del patrimonio costruito Carta di Cracovia 2000 Ringraziando le persone e le istituzioni che, durante tre anni, hanno partecipato alla preparazione della Conferenza

Dettagli

LUM&N. LUx Management & maintainer

LUM&N. LUx Management & maintainer Il sistema di telecontrollo su onde radio per una smart city Illuminazione Pubblica Servizio pubblico che consiste nell illuminazione di spazi di libera circolazione. Generalmente è offerto dal Comune

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. tra

PROTOCOLLO D INTESA. tra PROTOCOLLO D INTESA tra Il Comune di Perugia, con sede in Corso Vannucci N. 19 - PERUGIA P.IVA 00218180545 e C.F.00163570542, rappresentato dal Sindaco Wladimiro Boccali, domiciliato per le proprie funzioni

Dettagli

DISPOSIZIONI RIGUARDO ALLA SOSTENIBILITÀ DEGLI INSEDIAMENTI. Requisiti degli insediamenti in materia di ottimizzazione dell energia

DISPOSIZIONI RIGUARDO ALLA SOSTENIBILITÀ DEGLI INSEDIAMENTI. Requisiti degli insediamenti in materia di ottimizzazione dell energia DISPOSIZIONI RIGUARDO ALLA SOSTENIBILITÀ DEGLI INSEDIAMENTI Requisiti degli insediamenti in materia di ottimizzazione dell energia 1 Riferimenti: Legge 9/10 del 1991: Norme per l'attuazione del Piano energetico

Dettagli

Piano integrato per la sostenibilitá economica ed ambientale di progetti di riqualificazione edilizia. Concept brief

Piano integrato per la sostenibilitá economica ed ambientale di progetti di riqualificazione edilizia. Concept brief Road TO 2020 Piano integrato per la sostenibilitá economica ed ambientale di progetti di riqualificazione edilizia Concept brief Investire sulla riqualificazione del territorio come fonte di energia rinnovabile

Dettagli

La situazione attuale dell illuminazione esterna a Lierna è la seguente:

La situazione attuale dell illuminazione esterna a Lierna è la seguente: PROPOSTA PER IL CONCORSO SINDACO PER UN GIORNO Per deformazione professionale sono un attento osservatore di quelli che in gergo tecnico si chiamano corpi illuminanti, ovvero lampade da interno e esterno

Dettagli

MACCHINE MOVIMENTO TERRA, DA CANTIERE E PER L EDILIZIA

MACCHINE MOVIMENTO TERRA, DA CANTIERE E PER L EDILIZIA PUNTI DI FORZA Le Persone Filiera della distribuzione. Organizzazione della fi liera della distribuzione, assistenza tecnica, noleggio e servizi, fondata sulla formazione, qualifi cazione e certifi cazione

Dettagli

COMUNI SPRECONI? SERVONO CIRCA 120 MILIONI DI EURO PER IL RISPARMIO ENERGETICO

COMUNI SPRECONI? SERVONO CIRCA 120 MILIONI DI EURO PER IL RISPARMIO ENERGETICO Comunicato stampa COMUNI SPRECONI? SERVONO CIRCA 120 MILIONI DI EURO PER IL RISPARMIO ENERGETICO Servono tra i 110 e i 120 milioni di euro per ridurre gli sprechi in campo energetico dei Comuni con meno

Dettagli

RespEt, Roma 19/12/2007. Interventi di riduzione dei consumi e di compensazione delle emissioni climalteranti: il ruolo delle ESCO

RespEt, Roma 19/12/2007. Interventi di riduzione dei consumi e di compensazione delle emissioni climalteranti: il ruolo delle ESCO RespEt, Roma 19/12/2007 Interventi di riduzione dei consumi e di compensazione delle emissioni climalteranti: il ruolo delle ESCO ing. Annalisa Corrado, Direttore tecnico AzzeroCO2 La società ing. Annalisa

Dettagli

Evoluzione Energetica. La selezione naturale del risparmio energetico

Evoluzione Energetica. La selezione naturale del risparmio energetico Evoluzione Energetica La selezione naturale del risparmio energetico PER VIVERE A UN LIVELLO SUPERIORE ESPERTI DI DENTRO E DI FUORI Dalla E alla A: con Energetica Consulting il passaggio alle classi superiori

Dettagli

AMBIENTE E RISPARMIO ENERGETICO AMBIENTE E RISPARMIO ENERGETICO. Risparmiare energia nell illuminazione

AMBIENTE E RISPARMIO ENERGETICO AMBIENTE E RISPARMIO ENERGETICO. Risparmiare energia nell illuminazione Questa guida è stata realizzata in collaborazione con AIMB - Associazione Industriali Monza e Brianza e Lyte & Lyte Italy Srl Nova Milanese (MI). Suggerimenti per migliorare l utilità di queste guide e

Dettagli

PICIL IN OTTICA SMART

PICIL IN OTTICA SMART PICIL IN OTTICA SMART Ing. Diego Bonata Belluno, 11 Aprile 2014 La prima associazione europea di progettisti dell illuminazione eco-sostenibile www.lightis.eu 01-gen-05 01-ago-05 01-mar-06 01-ott-06 01-mag-07

Dettagli

Alpiq EcoServices Con sicurezza verso l obiettivo energetico.

Alpiq EcoServices Con sicurezza verso l obiettivo energetico. Alpiq EcoServices Con sicurezza verso l obiettivo energetico. Assumersi responsabilità. Con provvedimenti energeticamente efficienti. L efficienza energetica è una strategia efficace per la protezione

Dettagli

Soluzioni innovative per la mobilità sostenibile e per il risparmio energetico. Presentazione Franchising. www.sargreen.com info@sargreen.

Soluzioni innovative per la mobilità sostenibile e per il risparmio energetico. Presentazione Franchising. www.sargreen.com info@sargreen. Soluzioni innovative per la mobilità sostenibile e per il risparmio energetico Presentazione Franchising www.sargreen.com info@sargreen.com 1 Sommario Il Franchising... 2 Mission Franchising... 2 Il settore

Dettagli

Ricerca scientifica e assistenza tecnica per affrontare con successo i processi di cambiamento

Ricerca scientifica e assistenza tecnica per affrontare con successo i processi di cambiamento Ricerca scientifica e assistenza tecnica per affrontare con successo i processi di cambiamento Edizione 2015 40 anni di analisi e ricerca sulle trasformazioni economiche e sociali in Italia e in Europa:

Dettagli

Fermo 25 gennaio 2013 Fabio Travagliati Regione Marche Funzionario P.F. Politiche Comunitarie e Autorità di Gestione FESR e FSE

Fermo 25 gennaio 2013 Fabio Travagliati Regione Marche Funzionario P.F. Politiche Comunitarie e Autorità di Gestione FESR e FSE Fermo 25 gennaio 2013 Fabio Travagliati Regione Marche Funzionario P.F. Politiche Comunitarie e Autorità di Gestione FESR e FSE MARCHE IL CENTRO STORICO - Verso un nuovo modello di sviluppo integrato del

Dettagli

2012/27/UE INTEGRARE EFFICIENZA ENERGETICA E CRESCITA

2012/27/UE INTEGRARE EFFICIENZA ENERGETICA E CRESCITA Le proposte degli Amici della Terra Italia sul recepimento della Direttiva 2012/27/UE INTEGRARE EFFICIENZA ENERGETICA E CRESCITA Un nuovo obiettivo di riduzione dell intensità energetica per coniugare

Dettagli

I vantaggi dell efficienza energetica

I vantaggi dell efficienza energetica Introduzione Migliorare l efficienza energetica (EE) può produrre vantaggi a tutti i livelli dell economia e della società: individuale (persone fisiche, famiglie e imprese); settoriale (nei singoli settori

Dettagli

D.B.S. PROGETTI I SISTEMI IBRIDI A POMPA DI CALORE

D.B.S. PROGETTI I SISTEMI IBRIDI A POMPA DI CALORE I SISTEMI IBRIDI A POMPA DI CALORE Integrare pompa di calore ad aria e caldaia in un unico sistema di riscaldamento può portare a drastiche riduzioni dei consumi di energia primaria. Un sistema di controllo

Dettagli

GIUNTA REGIONE MARCHE

GIUNTA REGIONE MARCHE Come noto, Recanati è il paese natale di Giacomo Leopardi. Il suo centro caratteristico, gli itinerari culturali e artistici e la vicinanza con alcune delle più note località balneari della riviera Marchigiana,

Dettagli

SOLUZIONI TECNOLOGICHE PER LA CITTA SOSTENIBILE

SOLUZIONI TECNOLOGICHE PER LA CITTA SOSTENIBILE SOLUZIONI TECNOLOGICHE PER LA CITTA SOSTENIBILE Prodotti e servizi per la Pubblica Amministrazione Salvapianeta Beghelli Un aiuto concreto al bisogno di sostenibilità del sistema energetico mondiale La

Dettagli

SMART CITY. Verso la città del futuro

SMART CITY. Verso la città del futuro SMART CITY Verso la città del futuro Rendere smart le città significa sottoporle a un insieme coordinato di interventi che mirano a renderle più sostenibili dal punto di vista energetico-ambientale, per

Dettagli

Illuminazione intelligente e rivoluzione led per la città Palazzo Vecchio Salone de' Dugento. Claudio Bini A.D SILFIspa

Illuminazione intelligente e rivoluzione led per la città Palazzo Vecchio Salone de' Dugento. Claudio Bini A.D SILFIspa Illuminazione intelligente e rivoluzione led per la città Palazzo Vecchio Salone de' Dugento Claudio Bini A.D SILFIspa Silfispa: Gestione integrata dei servizi di mobilità e illuminazione Sistemi di controllo

Dettagli

Smart Grids. Le reti intelligenti guidano il futuro.

Smart Grids. Le reti intelligenti guidano il futuro. Smart Grids. Le reti intelligenti guidano il futuro. Reti intelligenti Reti intelligenti Generalità Una rete elettrica intelligente è in grado di integrare le azioni di tutti gli attori connessi, produttori

Dettagli

Vo l p a g o d e l M o n t e l l o, 07 m a r zo 2016. PIANO D AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE del COMUNE DI VOLPAGO DEL MONTELLO

Vo l p a g o d e l M o n t e l l o, 07 m a r zo 2016. PIANO D AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE del COMUNE DI VOLPAGO DEL MONTELLO Vo l p a g o d e l M o n t e l l o, 07 m a r zo 2016 PIANO D AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE del COMUNE DI VOLPAGO DEL MONTELLO IL PAES e GLI OBIETTIVI Ricognizione su tutto il territorio comunale degli

Dettagli

POLITICA DI COESIONE 2014-2020

POLITICA DI COESIONE 2014-2020 SVILUPPO URBANO SOSTENIBILE INTEGRATO POLITICA DI COESIONE 2014-2020 A dicembre 2013, il Consiglio dell Unione europea ha formalmente adottato le nuove normative e le leggi che regolano il ciclo successivo

Dettagli

LA NORMA ISO 14001 APPLICATA AI COMUNI

LA NORMA ISO 14001 APPLICATA AI COMUNI LA NORMA ISO 14001 APPLICATA AI COMUNI 1. ASPETTI GENERALI Negli ultimi anni, in gran parte dei Paesi europei, si assiste a un crescente interesse verso l attuazione di una pianificazione locale del territorio

Dettagli

L efficienza energetica dell Hotel

L efficienza energetica dell Hotel L efficienza energetica dell Hotel Migliorare la qualità e comfort riducendo il consumo di risorse energetiche limitando le emissioni dannose e i relativi costi di gestione. ESIET S.p.A., con il progetto

Dettagli

Metropolitane più sostenibili con Seam4Us di Cofely

Metropolitane più sostenibili con Seam4Us di Cofely Dossier Progetto Metropolitane più sostenibili con Seam4Us di Cofely Un modello di monitoraggio e controllo dei consumi energetici secondari delle stazioni metropolitane (impianti di ventilazione, illuminazione

Dettagli

UNIONE EUROPEA Fondo europeo di sviluppo regionale

UNIONE EUROPEA Fondo europeo di sviluppo regionale UNIONE EUROPEA Fondo europeo di sviluppo regionale BENVENUTO! In questo viaggio attraverso la Lombardia che si prepara ad Expo, potrai scoprire molte cose che forse ancora non sai della tua regione e della

Dettagli

SIRAM al servizio del progresso energetico

SIRAM al servizio del progresso energetico SIRAM al servizio del progresso energetico Il Gruppo Siram in Italia SIRAM SPA Leader in Italia nei servizi energetici e multitecnologici per il mercato Pubblico e Privato sede legale Milano 4 Unità di

Dettagli

a. Il museo Madre Alimentazione: fondo del bilancio ordinario regionale, fondi di origine europea, ricavi propri, sponsorizzazioni e partenariati

a. Il museo Madre Alimentazione: fondo del bilancio ordinario regionale, fondi di origine europea, ricavi propri, sponsorizzazioni e partenariati I CINQUE CERCHI Indirizzi strategici della Fondazione Donnaregina 2012-2014 Cerchio 1. STRATEGIA SU DIMENSIONE METROPOLITANA a. Il museo Madre Alimentazione: fondo del bilancio ordinario regionale, fondi

Dettagli

Gruppo di Lavoro Agende 21 Locali per Kyoto

Gruppo di Lavoro Agende 21 Locali per Kyoto Gruppo di Lavoro Agende 21 Locali per Kyoto Daniela Luise Padova Verifica dello stato di avanzamento delle iniziative in corso di realizzazione e programma delle attività per il 2008 Rimini, 6 giugno 2008

Dettagli

PROTOCOLLO DI ALMERIA ASSOCIAZIONE EUROPEA DEI CENTRI STORICI

PROTOCOLLO DI ALMERIA ASSOCIAZIONE EUROPEA DEI CENTRI STORICI PROTOCOLLO DI ALMERIA ASSOCIAZIONE EUROPEA DEI CENTRI STORICI ORIGINI Dopo l approvazione della proposta della città di Almeria per il recupero del suo centro storico, nel giugno del 2008, nel contesto

Dettagli

Trasporto pubblico, servono 40 mld per colmare il gap con gli altri paesi Ue

Trasporto pubblico, servono 40 mld per colmare il gap con gli altri paesi Ue Rassegna Stampa del 3 aprile 2015 Trasporto pubblico, servono 40 mld per colmare il gap con gli altri paesi Ue E' QUANTO EMERGE DALL ANALISI CONDOTTA A LIVELLO MONDIALE DALLA SOCIETÀ GLOBALE DI CONSULENZA

Dettagli

CON NOI IL FUTURO È SOTTO CONTROLLO

CON NOI IL FUTURO È SOTTO CONTROLLO CON NOI IL FUTURO È SOTTO CONTROLLO PROGETTAZIONE, INSTALLAZIONE E MANUTENZIONE DI SISTEMI INTEGRATI DI SICUREZZA, TELECOMUNICAZIONI E CONTROLLO UNA SOLUZIONE A OGNI ESIGENZA Operiamo da molti anni nel

Dettagli

ENERGY EFFICIENCY ENERGY SERVICE COMPANY ENERGY EFFICIENCY ENERGY SERVICE COMPANY ENERGY + EFFICIENCY

ENERGY EFFICIENCY ENERGY SERVICE COMPANY ENERGY EFFICIENCY ENERGY SERVICE COMPANY ENERGY + EFFICIENCY ENERGY + EFFICIENCY 1 2esco.it Il punto di riferimento per le imprese che puntano ad ottimizzare i propri consumi, attraverso il risparmio energetico. 2E Energy Efficiency è nata con lo scopo di assistere

Dettagli

PICCOLE E MEDIE IMPRESE EFFICIENTI Programma per migliorare l efficienza energetica nelle piccole e medie imprese RELAZIONE TECNICA

PICCOLE E MEDIE IMPRESE EFFICIENTI Programma per migliorare l efficienza energetica nelle piccole e medie imprese RELAZIONE TECNICA ASSESSORATO DELL INDUSTRIA Allegato alla Delib.G.R. n. 63/7 del 15.12.2015 PICCOLE E MEDIE IMPRESE EFFICIENTI Programma per migliorare l efficienza energetica nelle piccole e medie imprese RELAZIONE TECNICA

Dettagli

Smart grid e metering: il consumo intelligente di energia elettrica

Smart grid e metering: il consumo intelligente di energia elettrica Smart grid e metering: il consumo intelligente di energia elettrica Fabrizio De Nisi, IC (Integrated Circuit) Consultant Il rapido sviluppo industriale in atto in numerose parti del mondo, sta generando

Dettagli

Comune di Giavera del Montello Provincia di TREVISO Sindaco Architetto Fausto Gottardo Investire, governare e risparmiare si può fare!

Comune di Giavera del Montello Provincia di TREVISO Sindaco Architetto Fausto Gottardo Investire, governare e risparmiare si può fare! Comune di Giavera del Montello Provincia di TREVISO Sindaco Architetto Fausto Gottardo Investire, governare e risparmiare si può fare! Governare una città vuol dire gestire... Immobili ed edifici Impianti

Dettagli

presidente Consigliere federale Alain Berset Capo del Dipartimento federale dell interno DFI 3003 Berna

presidente Consigliere federale Alain Berset Capo del Dipartimento federale dell interno DFI 3003 Berna Consigliere federale Alain Berset Capo del Dipartimento federale dell interno DFI 3003 Berna Daniel Zimmermann Ufficio federale della cultura Hallwylstrasse 15 3003 Berna daniel.zimmermann@bak.admin.ch

Dettagli

LA DECISIONE POLITICA COME ELEMENTO PROPULSORE

LA DECISIONE POLITICA COME ELEMENTO PROPULSORE Roma, 5 marzo 2015 LA DECISIONE POLITICA COME ELEMENTO PROPULSORE Una città non può essere amministrata e basta. Non è niente amministrare una città, bisogna darle un compito, altrimenti muore Giorgio

Dettagli

La Cassa Depositi e Prestiti viene da lontano ed il suo lungo percorso storico è caratterizzato da tre

La Cassa Depositi e Prestiti viene da lontano ed il suo lungo percorso storico è caratterizzato da tre (bozza non corretta) Accesso al credito: il ruolo di Cassa depositi e prestiti. Gli strumenti di sostegno alle PMI ed alle Pubbliche Amministrazioni" GIOVEDI' 14 GIUGNO 2012 FERMO (Sala dei Ritratti -

Dettagli

la storia servizi www.siemimpianti.it

la storia servizi www.siemimpianti.it www.siemimpianti.it la storia Nata nel 1977, passando attraverso vari processi di modernizzazione, nel 2012 l azienda ha assunto l assetto di società cooperativa. Originariamente specializzata nella progettazione

Dettagli

VERSIONE NON UFFICIALE

VERSIONE NON UFFICIALE VERSIONE NON UFFICIALE DICHIARAZIONE CONGIUNTA DEI MINISTRI DELL ENERGIA, DEL COMMISSARIO EUROPEO E DEI MINISTRI DELL ENERGIA DI ALGERIA, AUSTRALIA, BRASILE, CINA, EGITTO, INDIA, INDONESIA, COREA, LIBIA,

Dettagli

Lead Market Nuove opportunità per il mondo del lavoro. (a cura di Antonello Pezzini)

Lead Market Nuove opportunità per il mondo del lavoro. (a cura di Antonello Pezzini) Lead Market Nuove opportunità per il mondo del lavoro (a cura di Antonello Pezzini) Lead Market I LM sono una delle iniziative più importanti per la politica d innovazione e per la competitività dell Unione

Dettagli

Livio Gallo - Direttore Infrastrutture e Reti di Enel 13 Settembre 2012

Livio Gallo - Direttore Infrastrutture e Reti di Enel 13 Settembre 2012 Il ruolo delle infrastrutture nelle Smart Cities Livio Gallo - Direttore Infrastrutture e Reti di Enel 13 Settembre 2012 L evoluzione delle Infrastrutture Smart Electricity it Transportation Gas Communication

Dettagli

SCENARI E OPZIONI PER UNA MOBILITÀ SOSTENIBILE

SCENARI E OPZIONI PER UNA MOBILITÀ SOSTENIBILE SCENARI E OPZIONI PER UNA MOBILITÀ SOSTENIBILE UN RAPPORTO PER ROMA CAPITALE EXECUTIVE SUMMARY La mobilità costituisce un problema strategico prioritario per le aree urbane perché impatta direttamente

Dettagli

Agenda Locale COMUNE DI PASIANO DI PORDENONE 20-20-20 PIANO D AZIONE LOCALE

Agenda Locale COMUNE DI PASIANO DI PORDENONE 20-20-20 PIANO D AZIONE LOCALE COMUNE DI PASIANO DI PORDENONE Agenda Locale 21 20-20-20 PIANO D AZIONE LOCALE COMUNE DI PASIANO DI PORDENONE INDICE PREMESSA 3 ENERGIA 4 IL PIANO D AZIONE: L ENERGIA 5 1. COMUNICAZIONE E SENSIBILIZZAZIONE...

Dettagli

Fase di offerta. Realizzazione del progetto

Fase di offerta. Realizzazione del progetto Linee guida per un buon progetto Commissione dell informazione e dei Sistemi di Automazione Civili e Industriali CONTENUTI A) Studio di fattibilità B) Progetto di massima della soluzione C) Definizione

Dettagli

INSIEME PER LA SOSTENIBILITÀ Strategie per il territorio

INSIEME PER LA SOSTENIBILITÀ Strategie per il territorio In collaborazione con Comune di Villa di Serio Comune di Nembro Comune di Pradalunga INSIEME PER LA SOSTENIBILITÀ Strategie per il territorio 2011-2020: Prospettive di sostenibilità per la nostra città

Dettagli

Mobilità urbana e sharing mobility Indagine a cura di Cittadinanzattiva

Mobilità urbana e sharing mobility Indagine a cura di Cittadinanzattiva Mobilità urbana e sharing mobility Indagine a cura di Cittadinanzattiva Premessa Entro il 2050, la percentuale di cittadini europei residenti nelle aree urbane arriverà all 82%. La migrazione dalle città

Dettagli

Milano 18-19 ottobre 2010

Milano 18-19 ottobre 2010 Con l adesione del Presidente della Repubblica Comitato promotore: 5 EDIZIONE FORUM INTERNAZIONALE SULL INNOVAZIONE TECNOLOGICA PER LO SVILUPPO DELLA MOBILITÀ E DEL TRASPORTO Palazzo Giureconsulti, Milano

Dettagli

Trasformiamo le vostre sfide in vantaggi. Produzione intelligente, sicura e sostenibile

Trasformiamo le vostre sfide in vantaggi. Produzione intelligente, sicura e sostenibile Trasformiamo le vostre sfide in vantaggi Produzione intelligente, sicura e sostenibile Trasformiamo la vostra azienda Pensate di poter continuare a lavorare nel solito modo? Le cose sono cambiate. Le aziende

Dettagli

vola con il fotovoltaico Diamo energia al tuo business

vola con il fotovoltaico Diamo energia al tuo business vola con il fotovoltaico Diamo energia al tuo business la soluzione PER IL MERCATO CHE CAMBIA Enerpoint, attiva da oltre 12 anni nel settore Fotovoltaico e da sempre in prima linea per promuovere il cambiamento,

Dettagli

P r o g e t t o T r i e n n a l e E d i l i z i a S o s t e n i b i l e VERBALE

P r o g e t t o T r i e n n a l e E d i l i z i a S o s t e n i b i l e VERBALE VERBALE Iniziativa organizzata dall Agenzia per l Energia e lo Sviluppo Sostenibile di Modena A.E.S.S. I progetti presentati sono nel complesso di buona qualità, e contengono elementi interessanti sia

Dettagli

Viaggio di Nozze. Mariella & Roberto. Spagna

Viaggio di Nozze. Mariella & Roberto. Spagna Viaggio di Nozze Mariella & Roberto Spagna Viaggio di Nozze Mariella & Roberto Voli : Malpensa / Madrid Madrid / Siviglia Siviglia / Barcellona Barcellona / Malpensa Viaggio di Nozze Mariella & Roberto

Dettagli

Dichiarazione di Atene sulle Città Sane

Dichiarazione di Atene sulle Città Sane Dichiarazione di Atene sulle Città Sane (Athens Declaration for Healthy Cities) Atene, Grecia, 23 giugno 1998 Mondiale della Sanità possono sostenere le azioni su cui si fonda la salute per tutti a livello

Dettagli

Le nuove prospettive per l illuminazione pubblica: L uso delle tecnologie a servizio dell innovazione e del risparmio energetico

Le nuove prospettive per l illuminazione pubblica: L uso delle tecnologie a servizio dell innovazione e del risparmio energetico Le nuove prospettive per l illuminazione pubblica: L uso delle tecnologie a servizio dell innovazione e del risparmio energetico Mezzocorona, 25 febbraio 2011 1 Agenda Scenario di riferimento Europa Italia

Dettagli

UN ALTRO MOVIMENTO PER LE CITTA

UN ALTRO MOVIMENTO PER LE CITTA UN ALTRO MOVIMENTO PER LE CITTA Città a mobilità elettrica è un progetto sperimentale che attraverso l utilizzo dei mezzi alimentati ad energia pulita, vuole dimostrare concretamente che un altro modo

Dettagli

I.S.I.S. FERMI - MATTEI Isernia. HelpedGal

I.S.I.S. FERMI - MATTEI Isernia. HelpedGal I.S.I.S. FERMI - MATTEI Isernia HelpedGal Classi: IV B Mattei e IV C Fermi 1. DESCRIZIONE DELL IDEA IMPRENDITORIALE I pedoni sono tutti coloro che interagiscono con la circolazione, scegliendo di muoversi

Dettagli

Il disegno di legge per una mobilità nuova

Il disegno di legge per una mobilità nuova Il disegno di legge per una mobilità nuova Dopo l incredibile giornata di sabato 4 Maggio, che ha visto le strade di Milano invase da decine di migliaia di persone a piedi e in bici, oggi vi presentiamo

Dettagli

Piani d'azione Locali in Europa e in Italia. Esempi.

Piani d'azione Locali in Europa e in Italia. Esempi. Piani d'azione Locali in Europa e in Italia. Esempi. Città in movimento Oltre 3.200 governi locali che negli ultimi 15 anni hanno aderito alla Campagna Europea a alla Carta di Aalborg. A Maggio la 6 Conferenza

Dettagli

simultaneamente produrre e scambiare energia dando forma ad una nuova architettura economica e sociale, sostenibile ed autosufficiente.

simultaneamente produrre e scambiare energia dando forma ad una nuova architettura economica e sociale, sostenibile ed autosufficiente. Quando milioni di microimpianti domestici saranno connessi alla rete ogni persona potrà simultaneamente produrre e scambiare energia dando forma ad una nuova architettura economica e sociale, sostenibile

Dettagli

EFFICIENZA E AUTOGESTIONE ENERGETICA A SCALA DI EDIFICIO

EFFICIENZA E AUTOGESTIONE ENERGETICA A SCALA DI EDIFICIO Forum Internazionale Green City Energy MED LO SVILUPPO DELLE SMART CITIES E DEI GREEN PORTS NELL AREA MEDITERANEA Convegno La produzione di energia rinnovabile nella Smart City Sessione Integrazione dei

Dettagli

CARTA EUROPEA DELL ENOTURISMO

CARTA EUROPEA DELL ENOTURISMO CARTA EUROPEA DELL ENOTURISMO 1 I. LE BASI DELL ENOTURISMO 1. Per enoturismo si intende designare lo sviluppo di ogni attività turistica e del «tempo libero», dedicate alla scoperta ed al godimento culturale

Dettagli

Ordine degli Ingegneri. Energia per il Governo del Territorio

Ordine degli Ingegneri. Energia per il Governo del Territorio Ordine degli Ingegneri Provincia di Como Energia per il Governo del Territorio L uso razionale dell energia Pertinenza del tema Aspetti pianificatori Proposte Uso razionale dell energia La questione urbana

Dettagli

Programma Assessori di riferimento Dirigenti di riferimento Motivazione delle scelte e finalità da conseguire

Programma Assessori di riferimento Dirigenti di riferimento Motivazione delle scelte e finalità da conseguire Programma 3 - Politiche per la sostenibilità Assessori di riferimento Guerrieri Guido, Cameliani Massimo Dirigenti di riferimento Vistoli Angela Motivazione delle scelte e finalità da conseguire Da tempo

Dettagli

INNOVAZIONE, RETI E CITTÀ INTELLIGENTI:

INNOVAZIONE, RETI E CITTÀ INTELLIGENTI: INNOVAZIONE, RETI E CITTÀ INTELLIGENTI: VERSO LA MOBILITÀ DEL FUTURO Simone Gragnani Manager Lem REPLY Percorso di riflessione Un mondo di megalopoli La mobilità cresce e cambia L innovazione tecnologica

Dettagli

Politiche regionali per l efficienza energetica

Politiche regionali per l efficienza energetica Politiche regionali per l efficienza energetica Giuliano Vendrame Sez Energia Regione del Veneto Venezia, 15 dicembre 2015 Piano Energetico Regionale Fonti Rinnovabili - Risparmio Energetico - Efficienza

Dettagli

Manifesto per l investimento sostenibile: Investire in un futuro sostenibile

Manifesto per l investimento sostenibile: Investire in un futuro sostenibile BEE (Ufficio europeo per l Ambiente) Piattaforma Sociale Manifesto per l investimento sostenibile: Investire in un futuro sostenibile L Unione Europea e i suoi Stati membri si sono più volte impegnati

Dettagli

RESPONSABILITÀ SOCIALE D IMPRESA

RESPONSABILITÀ SOCIALE D IMPRESA RESPONSABILITÀ SOCIALE D IMPRESA 2 SABA 2014 RESPONSABILITÀ SOCIALE D IMPRESA La RSI a Saba Saba orienta i propri obiettivi in maniera da porre la RSI come elemento centrale della propria gestione: riduce

Dettagli

COMUNITÀ SOLARE LOCALE Aggiornamento: aprile 2015

COMUNITÀ SOLARE LOCALE Aggiornamento: aprile 2015 Azione 1 COMITATO PROMOTORE BOLOGNA 2021 COMUNITÀ SOLARE LOCALE Aggiornamento: aprile 2015 Descrizione del progetto Realizzazione degli obiettivi di riduzione della spesa energetica e di sviluppo della

Dettagli

ACCENDIAMO IL RISPARMIO

ACCENDIAMO IL RISPARMIO ACCENDIAMO IL RISPARMIO PUBBLICA ILLUMINAZIONE PER LA SMART CITY Ing. Paolo Di Lecce Tesoriere AIDI Amministratore Delegato Reverberi Enetec srl LA MISSION DI REVERBERI Reverberi Enetec è una trentennale

Dettagli

Energia ed automotive: la rivoluzione è già in atto. Ing. Luigi Di Matteo Area Professionale Tecnica- ACI

Energia ed automotive: la rivoluzione è già in atto. Ing. Luigi Di Matteo Area Professionale Tecnica- ACI Energia ed automotive: la rivoluzione è già in atto. Ing. Luigi Di Matteo Area Professionale Tecnica- ACI Decreto Legislativo 30 maggio 2005, n. 128 Attuazione della direttiva 2003/30/CE relativa alla

Dettagli

Le azioni di efficienza energetica degli edifici nel PAES Piano di Azione per l Energia Sostenibile

Le azioni di efficienza energetica degli edifici nel PAES Piano di Azione per l Energia Sostenibile Le azioni di efficienza energetica degli edifici nel PAES Piano di Azione per l Energia Sostenibile 21 Ottobre 2015 Efficienza energetica degli edifici: il valore della casa, il valore dell ambiente con

Dettagli

Koinè Consulting. Profilo aziendale

Koinè Consulting. Profilo aziendale Koinè Consulting Profilo aziendale Koinè Consulting è una società cooperativa a responsabilità limitata che svolge attività di consulenza e servizi alle imprese, avvalendosi di competenze interne in materia

Dettagli

L impegno di Enel per la mobilità elettrica Convegno Green City Energy

L impegno di Enel per la mobilità elettrica Convegno Green City Energy L impegno di Enel per la mobilità elettrica Convegno Green City Energy Pisa, 26 Maggio 2011 Veicoli elettrici Vantaggi e benefici Il risparmio energetico medio conseguibile dai veicoli elettrici rispetto

Dettagli

Energie nuove per l Italia

Energie nuove per l Italia con le amministrazioni locali per ridurre sprechi e bollette Fare Verde è impegnata da alcuni anni nella promozione di tecnologie e soluzioni per il contenimento dei consumi energetici e la diffusione

Dettagli

dal 1954 elettronica applicata al traffico treelight luce naturale

dal 1954 elettronica applicata al traffico treelight luce naturale dal 1954 elettronica applicata al traffico treelight luce naturale La fine delle lampade a incandescenza La legislazione Comunitaria prevede la graduale dismissione delle lampade a incandescenza, da attuarsi

Dettagli

La Pianificazione Strategica come strumento di governance territoriale

La Pianificazione Strategica come strumento di governance territoriale Contributo al Gruppo ASTRID su L istituzione della Città Metropolitana Gruppo di Lavoro Pianificazione Strategica urbana coordinato da Raffaella Florio, ReCS Rete delle Città Strategiche La città metropolitana

Dettagli

Scheda informativa: avamprogetto per la procedura di consultazione Strategia Reti elettriche

Scheda informativa: avamprogetto per la procedura di consultazione Strategia Reti elettriche Dipartimento federale dell ambiente, dei trasporti, dell energia e delle comunicazioni (DATEC) Ufficio federale dell energia 28 novembre 2014 Scheda informativa: avamprogetto per la procedura di consultazione

Dettagli

Milano, 21 marzo 2012. Azioni ambientali di UBI BANCA e CDP

Milano, 21 marzo 2012. Azioni ambientali di UBI BANCA e CDP Azioni ambientali di UBI BANCA e CDP INDICE Strategia aziendale in materia di clima La policy ambientale e il codice etico La loro applicazione Il programma energetico Le opportunità derivanti da CDP 2

Dettagli

Comune di Cernusco sul Naviglio AZIONI PER UNA CITTÀ SOSTENIBILE: COSA FA IL COMUNE, COSA POSSIAMO FARE TUTTI

Comune di Cernusco sul Naviglio AZIONI PER UNA CITTÀ SOSTENIBILE: COSA FA IL COMUNE, COSA POSSIAMO FARE TUTTI In collaborazione con Comune di Cernusco sul Naviglio AZIONI PER UNA CITTÀ SOSTENIBILE: COSA FA IL COMUNE, COSA POSSIAMO FARE TUTTI 2011-2020: Prospettive di sostenibilità per la nostra città Emanuele

Dettagli