Attività Un altra luce per il pianeta. Gruppo CITELUM. Un altra luce per il pianeta Attività 2011

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Attività 2011. Un altra luce per il pianeta. Gruppo CITELUM. Un altra luce per il pianeta Attività 2011"

Transcript

1 Un altra luce per il pianeta Attività 2011 Attività 2011 Un altra luce per il pianeta Citelum 37 rue de Lyon PARIGI Francia Tel: 33(0) Gruppo CITELUM Venezia, il campanile e la basilica di San Giorgio Maggiore

2 Intervista con Michel Tesconi Presidente Direttore Generale 02 Un altra luce per il pianeta 04 L attività 24 L impegno 30 LA STRATEGIA 36 L operato Il mondo come referenza 46 52

3 02 Relazione annuale 2011 Michel Tesconi Presidente Direttore Generale La scelta razionale del risparmio energetico Nel 2010, lei ha affermato che era imperativo «vincere la battaglia dell energia»... L inasprirsi della crisi, nel 2011, non obbliga a ritenere tale sfida ancora più urgente? Michel Tesconi: Certamente. Le amministrazioni territoriali devono confrontarsi con l effetto globale dell aumento dei costi dell energia, un aumento prevedibile che continuerà ancora per diversi anni, e del costo del denaro, dovuto alla diffidenza verso i mercati del debito pubblico. Certamente, tutti i paesi in cui Citelum opera non sono colpiti allo stesso modo dalla crisi. Tuttavia, le problematiche legate alla capacità effettiva di dar vita al circolo virtuoso del risparmio energetico per tutelare le risorse del pianeta da un lato, e del calcolo economico razionale dall altro, ne escono accentuate. Nessuno può ovviamente gioire di una crisi di tale entità. In compenso, e ciò ha sempre rappresentato il nostro credo nel settore in cui eccelliamo, tutti godranno dei vantaggi dell ingresso in tale circolo virtuoso. Penso in particolare a quelle popolazioni per cui i dispositivi collegati alla rete elettrica urbana rappresentano un servizio pubblico essenziale. Bisogna che le comunità siano in grado di garantire la sicurezza, la continuità, la qualità e la sostenibilità di questo servizio. Quali sono, secondo questa prospettiva, i punti di forza di Citelum? Michel Tesconi: La nostra presenza in 18 paesi e su 5 continenti, su territori di qualsiasi dimensione, dimostra tutta l importanza che i comuni accordano al fatto di potersi affidare ad uno specialista, pienamente coinvolto nella propria mission, in grado di padroneggiare le regole del mestiere e capace di metterle in opera in contesti estremamente diversi. Citelum si è impegnata subito a strutturare il proprio perimetro di attività attorno ad un insieme coerente di conoscenze, tecnologie e know-how. Sono le nostre competenze principali in elettricità ed elettronica che ci consentono di proporre oggi alle amministrazioni di attuare una molteplicità di impianti su una rete unica, pubblica e già esistente. Il Gruppo ha inoltre optato per una catena di valori completa, dall ingegneria alla manutenzione, che consenta di garantire dei livelli prestazionali molto elevati, relativi agli obiettivi di sicurezza, continuità, qualità del servizio, oltre a un risparmio energetico o alla riduzione dei costi delle infrastrutture. Ed è sempre grazie a tali competenze che abbiamo concepito e sviluppato delle soluzioni, oggi applicate in molti paesi, di Gestione della manutenzione da remoto e di Telecontrollo per singolo punto luce. Tali soluzioni innovative rappresentano un incentivo incontestabile della performance. Come aiutare le comunità locali a risolvere l equazione finanziaria? Michel Tesconi: Sin dall inizio, abbiamo pensato che si dovesse andare oltre la semplice visione della gestione-manutenzione per proporre un vero e proprio partenariato alla comunità, con impegni tangibili e misurabili sulla gestione dei costi, la valorizzazione del patrimonio e l evoluzione verso una maggiore sostenibilità. Questo è il senso del nostro contratto di Gestione completa. Constato con piacere che tale approccio

4 Intervista // Citelum 03 Il Gruppo ha inoltre optato per una catena di valori completa, dall ingegneria alla manutenzione, che consenta di garantire dei livelli prestazionali molto elevati, relativi agli obiettivi di sicurezza, continuità, qualità del servizio, oltre a un risparmio energetico o alla riduzione dei costi delle infrastrutture. globale, incentrato sulle prestazioni, ha anticipato di una quindicina d anni i nuovi appalti pubblici globali di recente autorizzati dal legislatore francese per il rispetto degli obiettivi del Grenelle Environnement. Tuttavia, il modello sviluppato da Citelum sin dalla creazione della società, nel 1993, è stato testato anche al di fuori della Francia, come testimonia, nel 2011, il rinnovo della Gestione completa di Venezia, in Italia, o di Puebla, in Messico. Inoltre, i vantaggi dei risparmi realizzati contribuiscono a finanziare l investimento e a risolvere l equazione sempre delicata tra l investimento stesso e la gestione del budget. Tale collaborazione finanziaria si afferma con forza ancora maggiore nel quadro dei Partenariati pubblicoprivati, di cui abbiamo oggi la leadership in Francia e in tutti i paesi in cui abbiamo potuto sviluppare tali competenze nel nostro campo di attività. Anche in questo caso, l approccio del Gruppo si rivela adattabile a contesti diversi da quello francese: ne è testimone l importante PPP in via di definizione in Messico. Quali eventi importanti ricorderemo del 2011? Michel Tesconi: Innanzitutto, il carattere emblematico del rinnovamento di Venezia. Oltre al fatto di riguardare una delle città più belle del mondo, il nuovo contratto attesta la nostra capacità di mobilitare la rete elettrica per collegare impianti multipli, fra cui, tra gli altri, le colonnine di ricarica dei veicoli elettrici. Si tratta inoltre dell occasione per applicare su vasta scala la piattaforma di alimentazione multi-impianto che Citelum ha sviluppato a partire dal Telecontrollo per singolo punto luce e della quale, d altronde, desiderano dotarsi molte altre città. Oltre a ciò, si tratta anche di un esempio dei progressi, in Francia come nel resto del mondo, del nostro modello di Gestione completa. E ancora, i risultati già promettenti dell accordo con Città del Messico, che può rivelarsi estremamente vantaggioso per un territorio il cui sviluppo, del resto, è davvero notevole. Constatiamo inoltre l interesse che suscitano sia nelle comunità che nelle aziende le nostre competenze in materia di lavori, come ad esempio il Brasile, ma anche di gestione del traffico o bassa tensione, come la Francia. Senza essere per forza strategiche, tali mission hanno un incidenza benefica sulla nostra attività, in un periodo in cui alcuni territori conoscono delle difficoltà effettive. In che modo si traduce finanziariamente tutto ciò? Michel Tesconi: Il volume d affari del Gruppo è cresciuto del 4%. Il risultato operativo, tuttavia, è diminuito sensibilmente per la necessità di una copertura dei rischi in Spagna e in Italia e la conclusione di una parte delle nostre attività in Francia. Tuttavia, a riprova della pertinenza del nostro modello economico, gli affari che abbiamo continuato ad ampliare consentono di prevedere un aumento del volume d affari del 20% nel 2012.

5 04 Relazione annuale 2011 Profilo Un altra luce per il pianeta Il gruppo Citelum, presente in 18 paesi e su 5 continenti, è lo specialista degli Impianti collegati alla rete elettrica urbana. Riconosciuto a livello internazionale per l eccellenza delle sue prestazioni, il Gruppo è convinto che tale rete giochi un ruolo fondamentale nella messa in opera di progetti urbanistici sostenibili, in quanto: * segnala, gerarchizza, rende visibile e mette in sicurezza lo spazio pubblico; * facilita la mobilità; * facilita la comunicazione; * mette in primo piano il paesaggio, il patrimonio e l identità; * valorizza l attrattività territoriale e temporale delle città. Ben presto, Citelum ha individuato le aspettative chiave di sviluppo sostenibile per le collettività pubbliche, in particolare, la riduzione dei consumi e dei costi energetici. Oltre alla semplice logica di gestione manutenzione, il suo modello di Gestione completa prevede degli impegni prestazionali, volti a garantire la sicurezza, la continuità, la qualità funzionale e l optimum ambientale dell intero parco di dispositivi presenti sulla rete elettrica urbana. Illuminazione pubblica, segnaletica semaforica, valorizzazione attraverso l illuminazione, dispositivi che rispondano ai nuovi bisogni degli utenti dello spazio pubblico, sono integrati in un approccio globale di servizio che si fonda sulla mobilitazione di una catena completa di ruoli, dalla progettazione ai lavori. Gli strumenti di Gestione della manutenzione da remoto e di Telecontrollo per singolo punto luce concepiti e sviluppati da Citelum a partire dalla sua attività principale sono noti, sul piano internazionale, per il loro contributo alla gestione ottimizzata e sostenibile della rete elettrica urbana. La capacità innovativa dimostrata dal Gruppo in materia di contrattualistica (contratto globale, accordo di partenariato) consente inoltre alle collettività di investire senza gravare sulle proprie risorse finanziarie. Venezia, Oslo, Praga, Londra, Madrid, Barcellona, Parigi, Città del Messico, Salvador de Bahia, e ancora Shanghai, Vientiane, Pechino, Hô Chi Minh, Rabat L urbanizzazione sostenibile delle grandi metropoli internazionali, così come quella di numerose aree di dimensioni più modeste, viene oggi supportata dall impegno dei team di Citelum nel progettare, attuare nel presente e valorizzare sul lungo termine «Un altra luce per il pianeta».

6 Capitali Illuminate Citelum 05 Madrid (Spagna) 4 milioni di abitanti Attività: Citelum ottimizza le prestazioni tecniche e ambientali dell Illuminazione urbana ( punti luce) su una parte della maggiore città spagnola. Un Piano di illuminazione ha inoltre permesso di riconferire alle rive del fiume Manzanares un carattere urbano Piazza Colombo Piazza principale Piazza de Cibeles

7 06 Relazione annuale 2011 Capitali Illuminate Barcellona (Spagna) 1,62 milioni di abitanti Attività: Le prestazioni tecniche e ambientali dell Illuminazione urbana della capitale catalana ( punti luce) sono ottimizzate grazie alle soluzioni di Gestione della manutenzione da remoto e di Telecontrollo per singolo punto luce elaborate da Citelum. Gli impianti dei quartieri storici (Ciutat Vella, Eixamples, Sans-Montjuich) sono rinnovati Torre Agbar e Gran Via Gran Via Museo Paseo de Gracia Piazza de la Barceloneta

8 Capitali Illuminate Citelum Palma di Maiorca (Spagna) abitanti Attività: Citelum ottimizza le prestazioni tecniche e ambientali dell Illuminazione urbana ( punti luce) della capitale di Maiorca. Vengono applicate la Gestione della manutenzione da remoto e il Telecontrollo per singolo punto luce. L attrattività urbana e paesaggistica viene valorizzata dalla Firma luminosa di Citelum Vista panoramica della città Centro urbano Cattedrale della Seu

9 08 Relazione annuale 2011 Capitali Illuminate Parigi e agglomerato urbano (Francia) 11 milioni di abitanti Attività: In collaborazione con Ineo, Citelum garantisce lo spiegamento (investimenti, impianti, messa in servizio, ) della rete di videosorveglianza (1.106 telecamere, 55 centri di supervisione, dispositivi correlati) applicando, in particolare, il proprio strumento di Gestione della manutenzione da remoto. Il know-how del Gruppo in materia di ingegneria, conoscenza del territorio e tecnica, esecuzione dei lavori e gestione-manutenzione viene mobilitato per il parco di illuminazione e di segnaletica della città e per le infrastrutture luminose (illuminazione e segnaletica) lungo il percorso della tranvia T2 e T3. La Firma luminosa di Citelum valorizza monumenti e siti emblematici Quartiere del Louvre Tour Eiffel: illuminazione anniversario dei 120 anni Tranvia T

10 Capitali Illuminate Citelum 09 Londra (Regno Unito) 8,2 milioni di abitanti Attività: Citelum appone la propria Firma luminosa sul Tower Bridge. La definizione dell illuminazione combina valorizzazione permanente mettendo in risalto determinati dettagli architettonici e scenari destinati ad eventi particolari. Garantendo un altissima qualità visiva, la nuova veste luminosa dell edificio, grazie in particolare all utilizzo di LED di ultima generazione, consentirà un risparmio energetico del 40% in più rispetto a quello attuale Tower Bridge Oslo (Norvegia) abitanti Attività: La capitale norvegese beneficia dell esperienza Citelum nel settore del Telecontrollo per singolo punto luce, al fine di migliorare le qualità ambientali del proprio servizio pubblico di Illuminazione urbana ( punti luce). I team del Gruppo assistono inoltre le autorità municipali nella programmazione di un rinnovamento complessivo degli impianti Il centro città

11 10 Relazione annuale 2011 Capitali Illuminate Napoli (Italia) 1 milione di abitanti Attività: Dichiarata Patrimonio mondiale dell Umanità, la capitale della Campania si affida al modello di Gestione completa elaborato da Citelum per ottimizzare le prestazioni funzionali e ambientali dei propri servizi pubblici di Illuminazione urbana ( punti luce) e di Gestione degli spostamenti. Essa beneficia della messa in opera della soluzione di Gestione della manutenzione da remoto sviluppata da Citelum Il centro urbano - 2 & 3 - La baia

12 Capitali Illuminate Citelum Venezia (Italia) abitanti Attività: Il capoluogo veneto, la cui città vecchia e la cui laguna sono state dichiarate patrimonio mondiale dell Unesco, ottimizza le prestazioni funzionali e ambientali dei suoi servizi pubblici di Illuminazione urbana e di Gestione degli spostamenti ( punti luce, 100 luci semaforiche) grazie al modello di Gestione completa di Citelum. Essa beneficia in particolare dell applicazione di Citenergy (piattaforma di telecontrollo dei dispositivi elettrici urbani) e della soluzione di Gestione della manutenzione da remoto, strumenti sviluppati dal Gruppo. Citelum applica inoltre la propria soluzione di ricarica dei veicoli elettrici sulla rete di illuminazione pubblica Il Canal Grande Piazza San Marco Il Ponte di Rialto La laguna Vista sulla basilica di San Giorgio Maggiore

13 12 Relazione annuale 2011 Capitali Illuminate Praga (Repubblica Ceca) 1,2 milioni di abitanti Attività: Grazie al modello di Gestione completa del Gruppo, il servizio pubblico di Illuminazione urbana della capitale della Repubblica Ceca ( punti luce) ha ottimizzato le proprie prestazioni funzionali e ambientali. Dichiarato Patrimonio mondiale dell Umanità, il centro storico viene valorizzato dalla Firma luminosa di Eltodo-Citelum Torre polveriera Chiesa di Santa Maria di Týn Ponte Carlo Vista sul fiume Vltava

14 Capitali Illuminate Citelum 13 Salvador de Bahia (Brasile) 3 3 milioni di abitanti Attività: La Firma luminosa di Citelum valorizza il centro storico, dichiarato Patrimonio mondiale dell Umanità, della capitale dello Stato di Bahia. Le prestazioni tecniche e ambientali dell Illuminazione urbana ( punti luce) vengono ottimizzate. - 1 & 3 - Il centro urbano Forte de São Marcel

15 14 Relazione annuale 2011 Capitali Illuminate Santiago (Cile) abitanti Attività: Citelum consente alla capitale del Cile di ottimizzare le prestazioni funzionali e ambientali del suo servizio pubblico di Illuminazione urbana ( punti luce). A ciò contribuisce l innovativa soluzione di Gestione della manutenzione da remoto sviluppata dal Gruppo Il centro urbano Il Palazzo della Moneta La Cattedrale metropolitana

16 Capitali Illuminate Citelum Città del Messico (Messico) 23 milioni di abitanti Attività: Le prestazioni funzionali e ambientali del servizio pubblico di Illuminazione urbana ( punti luce) della capitale messicana sono ottimizzate grazie al modello di Gestione completa del Gruppo. Vengono applicate le innovative soluzioni di Gestione della manutenzione da remoto e di Telecontrollo per singolo punto luce concepite da Citelum. Un Piano di illuminazione consente di mettere in risalto, grazie alla Firma luminosa Citelum, il centro urbano, dichiarato Patrimonio mondiale dell umanità. - 1 & 3 - Piazza della Costituzione Monumento alla Rivoluzione Monumento alla Rivoluzione, viale Juarez

17 16 Relazione annuale 2011 Capitali Illuminate Shanghai (Cina) 20 milioni di abitanti Attività: La Firma luminosa Citelum contribuisce al rinnovamento urbano della capitale economica della Cina. Coniugando altissima qualità estetica e prestazioni energetiche, sono state avviate molteplici opere in occasione dell Esposizione universale 2010: il padiglione della Cina (divenuto centro espositivo), la famosa passeggiata del Bund, l hotel Indigo, la Shangai Bank, i ponti di Shiliupu, senza dimenticare, nel quartiere di Pudong, l Oriental Pearl Tower Oriental Pearl Tower Performing Arts Center Passeggiata del Bund

18 Capitali Illuminate Citelum Pechino (Cina) 17 milioni di abitanti Attività: La Firma luminosa Citelum mette in risalto alcuni edifici emblematici della capitale della Repubblica Popolare Cinese: la Città proibita, la porta Zhen Yang Men (antica), la torre CCTV (contemporanea) Torre della Televisione Porta Zheng Yang Men (dettaglio architettonico) Porta Zheng Yang Men

19 18 Relazione annuale 2011 Capitali Illuminate Xi an (Cina) 8,4 milioni di abitanti (* agglomerato) Attività: Citelum appone la propria Firma luminosa su larga scala per valorizzare la prospettiva urbana dell arteria ovest e, in particolare, dell emblematica torre della Campana, testimonianza prestigiosa della storia imperiale della città. La città storica, che integra al contempo alcuni esempi notevoli di architettura (la grande moschea) e di struttura urbana (il quartiere storico) musulmane, è stata dichiarata Patrimonio mondiale dell umanità Edifici Ton ShenXiang e De FaChang Banca ZheShang Centro affari Sede del corpo di pubblica sicurezza

20 Capitali Illuminate Citelum 19 Kunming (Cina) 6 milioni di abitanti Attività: Il modello di Gestione completa di Citelum è stato adattato alle realtà locali per consentire alla capitale dello Yunnan di divenire un esempio in materia di servizio pubblico dell Illuminazione urbana di alta qualità ambientale ( punti luce). Tale qualità è consentita dalla messa in opera su vasta scala della soluzione di Telecontrollo per singolo punto luce elaborata da Citelum. I suoi team garantiscono inoltre la manutenzione delle luci artistiche che mettono in risalto 23 siti e monumenti emblematici della «città dell eterna primavera» ( punti luce) & 3 - Fiume Panlong Porta della Lealtà e della Fratellanza

21 20 Relazione annuale 2011 Capitali Illuminate Vientiane (Laos) abitanti Attività: Citelum appone la propria Firma luminosa sugli edifici più emblematici della capitale del Laos (That Luang monumento religioso più celebre del paese, dichiarato Patrimonio mondiale dell Unesco Ho Phrakeo, Palazzo presidenziale, museo Sisaket) e valorizza l attrattività urbana. Le autorità di Vientiane vengono inoltre accompagnate nel rinnovamento del servizio pubblico di Illuminazione urbana, attraverso un Piano di sviluppo e di gestione dell illuminazione Tempio Sisaket - 2 & 3 - Tempio That Luang -3-

22 Capitali Illuminate Citelum Kuala Lumpur (Malesia) 1,8 milioni di abitanti Attività: La Firma luminosa di Citelum valorizza alcuni edifici emblematici del rinnovamento economico della capitale malese, in particolare le torri Petronas, progettate dal noto architetto italiano Cesare Pelli. - 1, 2 & 3 - Le Torri Petronas

23 22 Relazione annuale 2011 Capitali Illuminate Hô Chi Minh City (Vietnam) 7,7 milioni di abitanti Attività: Le prestazioni funzionali e ambientali del servizio pubblico di Illuminazione urbana ( punti luce) della capitale vietnamita sono ottimizzate grazie alla soluzione di Telecontrollo per singolo punto luce elaborata dal Gruppo. Il rinnovamento urbano è sottolineato dalla Firma luminosa di Citelum, apposta su edifici antichi e contemporanei, quali il Municipio, la torre Sailing, l hotel Continental, e ancora gli impressionanti ponti Thu Thiem e Phu My Il ponte Phu My L Opera Il centro urbano Il panorama urbano

24 Capitali Illuminate Citelum 23 Rabat (Marocco) 2,5 milioni di abitanti Attività: La Firma luminosa di Citelum esalta alcuni spazi emblematici (le avenue Ad-Doustour e Imam- Malik) della capitale marocchina. L esperienza del Gruppo in materia di Illuminazione urbana e Gestione degli spostamenti è stata inoltre mobilitata per l importantissimo progetto della tranvia Rabat-Salé Centro urbano Punto d incrocio tra le avenue Hassan-II e Al-Alaouiyine, vista sulla torre Hassan Vista sulla Medina

25 24 Relazione annuale 2011 ILLUMINAZIONE PUBBLICA SEGNALETICA SEMAFORICA VIDEO- SORVEGLIANZA PANNELLI A MESSAGGI VARIABILI Verso una città intelligente Gli Impianti elettrici urbani interagiscono ormai con l ambiente circostante.

26 01. L attività // Citelum 25 CONTROLLO AUTOMATICO DEGLI ACCESSI RICARICA DEI VEICOLI ELETTRICI PARCHIMETRI L attività punti luce sono gestiti nel mondo da Citelum nell illuminazione pubblica, un campo di applicazione che prefigura l emergere di reti intelligenti. Citelum ha sviluppato una grande esperienza nelle reti elettriche urbane e nei dispositivi collegati per fornire una risposta efficiente alle nuove sfide della gestione delle città.

27 26 Relazione annuale 2011 GLI IMPIANTI ELETTRICI URBANI Tournefeuille (Francia): nel 2011, numerose aziende elettriche (SDE 31) si sono rivolte a Citelum per la gestione del territorio tramite l illuminazione pubblica New Orleans (Stati Uniti): un illuminazione pubblica più performante, che va oltre la ricostruzione forzata a causa dell uragano Katrina. Citelum sviluppa le proprie attività nel campo degli Impianti collegati alla rete elettrica urbana. Tale rete diviene così il centro nevralgico dei progetti per una città sostenibile. Il 30% di aumento dei costi dell elettricità in Francia entro il Citelum, creata nel 1993, si è affermata molto rapidamente come operatore di riferimento, sul piano internazionale, in materia di continuità del servizio, qualità delle prestazioni e sicurezza nel settore dell illuminazione urbana. L esperienza e l innovazione sviluppate dai suoi team le hanno inoltre consentito di anticipare, in parallelo con la crescita urbana, l evoluzione degli stili di vita e le sfide dello sviluppo sostenibile, la necessaria trasformazione dei tradizionali settori dell illuminazione pubblica e della segnaletica luminosa verso delle vere e proprie piattaforme di dispositivi che strutturano lo spazio pubblico urbano. La rete elettrica viene ormai utilizzata per l Illuminazione urbana, la Gestione degli spostamenti, i dispositivi di sicurezza (videosorveglianza, colonnine di controllo dell accesso), di informazione e di comunicazione (pannelli a messaggi variabili, HotSpot WiFi), o ancora di accompagnamento delle pratiche ambientali legate alla mobilità (colonnine di ricarica dei veicoli elettrici). L illuminazione urbana, misura della qualità di una città Illuminazione pubblica, valorizzazione attraverso la luce, luci per eventi, segnaletica semaforica, ma anche insegne commerciali, edifici abitati, fari di automobili La luce disegna un profilo notturno che costituisce parte integrante dell immagine di una città. L illuminazione pubblica ha dunque non solo il compito di illuminare, ma sempre più di mettere in sicurezza, reperire, orientare, gerarchizzare, sottolineare, mettere in risalto, animare il tessuto di una città contemporanea Essa costituisce, al contempo, una sfida importante nella gestione energetica e nella riduzione delle emissioni di CO 2. Le città di tutto il mondo raggruppano oggi il 50% della popolazione mondiale, consumando ogni anno 200 TWh di elettricità nel campo dell illuminazione pubblica, ovvero circa 300 milioni di punti luce, e vi consacrano il 50% dei loro acquisti energetici. Sul solo territorio francese, l agenzia nazionale per la gestione dell energia stima che si dovrà procedere rapidamente alla sostituzione del 40% di un parco obsoleto, inadatto alle sfide ambientali e generatore di costi sempre crescenti per l acquisto di energie e di gestione per le comunità. Convinta che il servizio pubblico di Illuminazione urbana debba contribuire allo sviluppo di città sostenibili, Citelum ha privilegiato, allontanandosi dagli orientamenti degli operatori tradizionali, un approccio per singolo punto luce che mira a ottenere dei livelli di funzionamento, di tensione installata e di illuminazione ottimali. Il Gruppo ha dunque assunto rapidamente il compito di sorpassare la tradizionale gestione-manutenzione, dotandosi

28 01. L attività // Citelum La qualità visiva e ambientale della firma Citelum è molto apprezzata in territorio cinese, in particolare a Chengdu (Sichuan) Auxerre (Francia): l infrastruttura della tranvia partecipa a una dinamica delle mobilità sostenibili L ENERGIA - Una carica sostenibile per le comunità Secondo l ADEME, l illuminazione pubblica rappresenta attualmente circa il 50% dei consumi di elettricità dei comuni francesi, circa il 20% dei loro consumi globali e il 37% della fattura elettrica che devono sostenere ogni anno. Tutto porta a pensare che tale fardello non possa essere alleggerito da un ribasso del costo dell elettricità (tra il 2004 e il 2010, infatti, il costo per kwh è aumentato in media del 37%), tenuto conto della struttura del mercato (deregulation, volatilità ). La sostituzione delle fonti esistenti (il 40% delle luci attive in Francia è troppo energivoro) con altre aventi una durata più lunga, e dunque possibilità maggiori. Tuttavia, le reti intelligenti, o i dispositivi tecnologici dell elettronica di potenza, di rilevamento e di misurazione, di comunicazione, di controllo avanzato, e le interfacce elaborate di supporto decisionale, possono contribuirvi in modo significativo. Oltre all aspetto economico, si tratta di diminuire notevolmente l impatto ambientale (riduzione delle emissioni di CO 2 e dell inquinamento luminoso) dei dispositivi collegati alla rete elettrica urbana. di una catena di valori completa dalla progettazione degli impianti alla gestione dell energia. La potenza della sua applicazione aziendale, la sua fama nella valutazione della qualità tecnica e ambientale dei materiali, l eccellenza del suo approccio artistico e soprattutto la forza della sua esperienza nella maggior parte delle regioni del mondo ne fanno oggi un attore internazionale maggiore nel settore. Le più grandi città del mondo, dalle grandi metropoli nazionali o regionali a numerose cittadine, hanno potuto sviluppare un servizio essenziale per l utente, offrendo una vita notturna di qualità, valorizzando tale «profilo» che costituisce un vero e proprio vantaggio nella concorrenza territoriale. Nel 2011, la Firma luminosa di Citelum è stata scelta per valorizzare il secondo ponte sospeso più grande al mondo (in Brasile, tra Manaus e Iranduba), il Tower Bridge a Londra, la torre della televisione di Chengdu (Cina) e i complessi urbanistici classificati come Patrimonio mondiale dall Unesco di Oaxaca (Messico) e Xi an (Cina). L accompagnamento delle mobilità condivise Anche la problematica delle mobilità è divenuta centrale nell ottica dei piani urbanistici sostenibili. La risposta risiede storicamente nella segnaletica semaforica. La qualità del suo funzionamento, tuttavia, deve essere apprezzata tenendo presente le sfide della società valutate nell elaborazione di «piani di mobilità urbana»: la sicurezza e la fluidità del traffico; una migliore accessibilità delle zone urbane; lo sviluppo sostenibile dei territori. La strategia delle comunità consiste infatti nel limitare gli spostamenti, orientare l utente verso i trasporti pubblici e le modalità di trasporto non inquinanti, organizzare il car sharing Semafori, fonti luminose, ripetitori, reti di trasmissione, quadri di alimentazione, controller I team di Citelum garantiscono la conformità di tali impianti, sostituendo le fonti energivore con dei LED, applicando numerosi dispositivi detti «complementari» o «collegati» (picchetti luminosi, colonnine luminose, pannelli direzionali illuminati, colonnine per chiamata taxi, ma anche sensori del traffico ). Essi intervengono nella programmazione dei controller dei semafori, grazie a uno strumento di supporto ai piani di segnalazione, che associa segnali sonori di coordinamento, funzionamento manuale e microregolazione, tecnica principalmente impiegata sulle corsie preferenziali. Il raggiungimento di tali obiettivi di mobilità prevede, in parallelo, l attivazione di impianti multipli. Il 50% della fattura elettrica dei comuni proviene dall illuminazione pubblica.

29 28 Relazione annuale A Nizza (Francia), l infrastruttura della tranvia partecipa a una dinamica delle mobilità sostenibili. -1- Citelum ha privilegiato, allontanandosi dagli orientamenti degli operatori tradizionali, un approccio per singolo punto luce che mira a ottenere dei livelli di funzionamento, di tensione installata e di illuminazione ottimali. - GLI INVESTIMENTI - Il PPP: sostenere l iniziativa delle città L esigenza di un aggiornamento in senso ambientale rapido dei dispositivi presenti sulla rete elettrica urbana da un lato La complessità dell ingegneria finanziaria e contrattuale e la difficoltà di accesso al mercato finanziario dall altro Di fronte a tali contrasti, le comunità hanno spesso fatto ricorso alla formula del PPP. Nel 2011, la Francia è stata il primo paese in Europa per l importo totale delle operazioni (circa 5,5 miliardi di euro) e il secondo dopo il Regno Unito per il numero di contratti sottoscritti (*European Expertise Center, 1 semestre 2011). Il parco elettrico urbano ha rappresentato circa il 45% dei contratti sottoscritti dalle comunità territoriali, dando vita a 37 operazioni (ovvero circa il 40%). Pont-à-Marcq e Marly (Nord), nel 2011, si sono uniti al gruppo di comuni di ogni dimensione che hanno richiesto una collaborazione con Citelum. In Spagna, ne ha beneficiato Sant Fost de Campsentelles. Anche Città del Messico ha optato per tale soluzione. In Cina, in una forma adattata alle norme locali, anche le autorità di Kunming vi hanno fatto ricorso. Citelum garantisce la manutenzione di diversi sistemi di controllo automatico d accesso utilizzati nelle aree pedonali o semipedonali. Tale servizio comprende il funzionamento dell automa, il movimento delle colonnine, il rilevamento dei veicoli, le autorizzazioni ad entrare I suoi team operano inoltre sui piani regolatori della rete stradale, l adattamento della segnaletica e l installazione di dispositivi (pannelli luminosi, sistemi sonori ) destinati alla protezione dei pedoni e, in particolare, degli ipovedenti e non vedenti. Sfida importante nella prospettiva del Grenelle Environnement avviato dal governo francese, lo sviluppo di tale modalità di trasporto ha portato Citelum a mettere a punto una soluzione di ricarica direttamente collegata alla rete di illuminazione pubblica, scelta dalla città di Venezia nel L interesse di tale soluzione per la collettività è quello di non necessitare di lavori di genio civile e di garantire sicurezza, qualità e continuità del servizio, oltre a un accessibilità massima per l utente. Il know-how tecnico sviluppato in questo settore è valso a Citelum l incarico da parte del VENAP (consorzio delle imprese Veolia Transport Alpes-Maritimes e Sodetrel) di installare e assicurare la manutenzione delle infrastrutture della prima rete di car sharing esistente in Francia nel comprensorio di Nizza.

Un altra luce per il pianeta_ Attività 2010

Un altra luce per il pianeta_ Attività 2010 un altra luce per il pianeta Attività 2010 Un altra luce per il pianeta_ Attività 2010 37 rue de Lyon 75012 PARIGI Francia Tel.: 33(0)1 44 67 86 50 www.citelum.com GRUPPO CITELUM Città del Messico: il

Dettagli

Le attività del centenario

Le attività del centenario Le attività del centenario Il Comune di Milano, la Fondazione AEM ed A2A in occasione dei 100 anni della costituzione dell Azienda Elettrica Municipale (dicembre 1910), per ricordare l importante ricorrenza,

Dettagli

FIRENZE: RETE, LUCE, IDENTITA

FIRENZE: RETE, LUCE, IDENTITA FIRENZE: RETE, LUCE, IDENTITA Milano, RETE LUCE IDENTITA Claudio Bini RETE Silfispa: Gestione integrata dei servizi di mobilità e illuminazione RETE Sistemi di controllo traffico Gestione illuminazione

Dettagli

Informazioni Stampa aprile 2009 L EDILIZIA SI RINNOVA

Informazioni Stampa aprile 2009 L EDILIZIA SI RINNOVA Informazioni Stampa aprile 2009 L EDILIZIA SI RINNOVA Le sfide energetiche nella ristrutturazione degli edifici per uno sviluppo più sostenibile Evento atteso da tutti gli operatori del settore edilizio,

Dettagli

Bari, an European SMART CITY. Avv. Marco Lacarra, Assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Bari

Bari, an European SMART CITY. Avv. Marco Lacarra, Assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Bari Bari, an European SMART CITY Avv. Marco Lacarra, Assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Bari I cambiamenti climatici sono un fenomeno di portata globale, tuttavia le città possono contribuire in maniera

Dettagli

Finanziamenti comunitari Castelfranco città d Europa

Finanziamenti comunitari Castelfranco città d Europa Finanziamenti comunitari Castelfranco città d Europa Lo scenario: Il punto di partenza L isolamento che Castelfranco Veneto soffre da anni è testimoniato anche dalla mancanza di strategia e di progettualità

Dettagli

Sfida del clima e crisi energetica Il ruolo degli Enti Locali. Giuseppe Gamba - Presidente AzzeroCO2

Sfida del clima e crisi energetica Il ruolo degli Enti Locali. Giuseppe Gamba - Presidente AzzeroCO2 Sfida del clima e crisi energetica Il ruolo degli Enti Locali Giuseppe Gamba - Presidente AzzeroCO2 Il livello locale Dimensione su cui incide l azione del Governo Locale e dei cittadini La dimensione

Dettagli

enelsole.it La città e le sue bellezze, sotto una nuova luce.

enelsole.it La città e le sue bellezze, sotto una nuova luce. enelsole.it La città e le sue bellezze, sotto una nuova luce. Enel Sole Enel Sole è la Società del Gruppo Enel che opera nel settore dell illuminazione. È una delle principali aziende a livello europeo

Dettagli

Smart Grids. Le reti intelligenti guidano il futuro.

Smart Grids. Le reti intelligenti guidano il futuro. Smart Grids. Le reti intelligenti guidano il futuro. Reti intelligenti Reti intelligenti Generalità Una rete elettrica intelligente è in grado di integrare le azioni di tutti gli attori connessi, produttori

Dettagli

Principi per la conservazione ed il restauro del patrimonio costruito Carta di Cracovia 2000

Principi per la conservazione ed il restauro del patrimonio costruito Carta di Cracovia 2000 Principi per la conservazione ed il restauro del patrimonio costruito Carta di Cracovia 2000 Ringraziando le persone e le istituzioni che, durante tre anni, hanno partecipato alla preparazione della Conferenza

Dettagli

La Pianificazione Strategica come strumento di governance territoriale

La Pianificazione Strategica come strumento di governance territoriale Contributo al Gruppo ASTRID su L istituzione della Città Metropolitana Gruppo di Lavoro Pianificazione Strategica urbana coordinato da Raffaella Florio, ReCS Rete delle Città Strategiche La città metropolitana

Dettagli

Il piano della mobilità urbana nella regione Ile-de-France

Il piano della mobilità urbana nella regione Ile-de-France 27 Novembre 2012 Il piano della mobilità urbana nella regione Ile-de-France Laurence Debrincat, STIF Workshop sui Piani Urbani della Mobilità Sostenibile - Milano 2 Sommario Il contesto delle politiche

Dettagli

GALA GUARDA AL FUTURO SOTTO UNA NUOVA LUCE.

GALA GUARDA AL FUTURO SOTTO UNA NUOVA LUCE. GUARDA AL FUTURO SOTTO UNA NUOVA LUCE. ENERGIA, AMBIENTE E SVILUPPO SOSTENIBILE SONO IL NOSTRO IMPEGNO PER UN FUTURO MIGLIORE. GALA IL GRUPPO GALA Fondato nel 2001, quotato sull Alternative Investment

Dettagli

La città e le sue bellezze, sotto una nuova luce.

La città e le sue bellezze, sotto una nuova luce. La città e le sue bellezze, sotto una nuova luce. Illuminiamo con efficienza e qualità le città, i paesi e i loro elementi distintivi, progettando, realizzando e gestendo sistemi e servizi che aumentano

Dettagli

Il Paese riparte dalla città. Smart Cities, Agenda Digitale e Agenda Urbana.

Il Paese riparte dalla città. Smart Cities, Agenda Digitale e Agenda Urbana. Il Paese riparte dalla città. Smart Cities, Agenda Digitale e Agenda Urbana. Il contributo di Enel Distribuzione Bologna, 24 Ottobre 2014 Anna Brogi Senior Vice President Enel Group Città e Sostenibilità

Dettagli

Sommario. Introduzione 1

Sommario. Introduzione 1 Sommario Introduzione 1 1 Il Telecontrollo 1.1 Introduzione... 4 1.2 Prestazioni di un sistema di Telecontrollo... 8 1.3 I mercati di riferimento... 10 1.3.1 Il Telecontrollo nella gestione dei processi

Dettagli

La Gestione della Città Intelligente

La Gestione della Città Intelligente La Gestione della Città Intelligente L azienda Dal 1982 esperienza e professionalità Fondata nel 1982, Umpi Elettronica è la società del Gruppo Umpi specializzata nel progettare e realizzare prodotti e

Dettagli

AUTOMAZIONI PER PARCHEGGI E CONTROLLO ACCESSI

AUTOMAZIONI PER PARCHEGGI E CONTROLLO ACCESSI AUTOMAZIONI PER PARCHEGGI E CONTROLLO ACCESSI ACCESS TO INNOVATION CAME GESTISCE I SERVIZI DI AUTOMAZIONE PER IL CONTROLLO DEGLI ACCESSI DEI VISITATORI ALL EXPO MILANO 2015 INNOVARE COME STILE DI VITA,

Dettagli

La prima ragione è che Firenze rappresenta un campo di analisi e sperimentazione ideale

La prima ragione è che Firenze rappresenta un campo di analisi e sperimentazione ideale La riqualificazione energetica del patrimonio edilizio esistente rappresenta una sfida fondamentale per diverse ragioni e con benefici molteplici che possono innescarsi. Per il settore delle costruzioni,

Dettagli

GLI ATTORI DELL EFFICIENZA ENERGETICA. Torino 10 marzo 2015 Centro Ricerche Smat

GLI ATTORI DELL EFFICIENZA ENERGETICA. Torino 10 marzo 2015 Centro Ricerche Smat GLI ATTORI DELL EFFICIENZA ENERGETICA Torino 10 marzo 2015 Centro Ricerche Smat LE INFINITE DECLINAZIONI DEL TEMA: EFFICIENZA ENERGETICA Il termine efficienza energetica è utilizzato per indicare la riduzione

Dettagli

Strategia territoriale per le aree dell arco alpino

Strategia territoriale per le aree dell arco alpino Strategia territoriale per le aree dell arco alpino Documento di sintesi I cantoni alpini intendono rafforzare l area alpina quale spazio vitale, economico e culturale poliedrico, caratterizzato dalla

Dettagli

Avviso Comune. Efficienza energetica, opportunità di crescita per il Paese

Avviso Comune. Efficienza energetica, opportunità di crescita per il Paese CONFINDUSTRIA Avviso Comune CGIL CISL UIL Efficienza energetica, opportunità di crescita per il Paese Il contesto Con l accordo europeo 20-20-20 l Italia dovrà raggiungere importanti ed onerosi obiettivi

Dettagli

domotica, tutto comincia con un tocco... e continua con la tua fantasia

domotica, tutto comincia con un tocco... e continua con la tua fantasia domotica, tutto comincia con un tocco... e continua con la tua fantasia FACCIAMO SOLO CIO IN CUI SIAMO BRAVI: LA DOMOTICA MISSION Fin dal suo esordio, il marchio Easydom ha fatto della domotica il suo

Dettagli

SMART CITY PER CRESCERE

SMART CITY PER CRESCERE Centrostudi.Net SMART CITY PER CRESCERE Il modello Unindustria per l integrazione funzionale delle aree urbane del Lazio Viterbo, 9 luglio 2013 SMART CITY PER CRESCERE La Smart City è una città intelligente,

Dettagli

Viaggio di Nozze. Mariella & Roberto. Spagna

Viaggio di Nozze. Mariella & Roberto. Spagna Viaggio di Nozze Mariella & Roberto Spagna Viaggio di Nozze Mariella & Roberto Voli : Malpensa / Madrid Madrid / Siviglia Siviglia / Barcellona Barcellona / Malpensa Viaggio di Nozze Mariella & Roberto

Dettagli

Crescita. Sostenibilità Ottimizzazione. Investimenti

Crescita. Sostenibilità Ottimizzazione. Investimenti Crescita Sostenibilità Ecologia Efficienza Ottimizzazione Sviluppo Competitività Investimenti Il futuro viaggia sulle strade dell efficienza energetica Efficienza: un obiettivo da raggiungere Parlare di

Dettagli

Programma ELISA - Proposta progettuale

Programma ELISA - Proposta progettuale MACRO DESCRIZIONE DEL PROGETTO In Italia l utilizzo integrato di tecnologie informatiche e telematiche nel mondo dei trasporti ha consentito, nel corso degli ultimi anni, di sviluppare sistemi per il monitoraggio

Dettagli

7 ANALISI ECONOMICA E RISPARMIO ENERGETICO

7 ANALISI ECONOMICA E RISPARMIO ENERGETICO 7 ANALISI ECONOMICA E RISPARMIO ENERGETICO 7.1 Quota annuale di incremento Dai dati ricavati dallo stato di fatto si può desumere che la potenza installata delle lampade esistenti è pari a Kw 123,34 Per

Dettagli

Credito ed efficienza, sfida per lo sviluppo di competenze

Credito ed efficienza, sfida per lo sviluppo di competenze Credito ed efficienza, sfida per lo sviluppo di competenze Verona, 9 ottobre 2014 Mauro Conti Chi è BIT? Società di servizi tecnico-finanziari per le BCC nelle Tre A Al fianco delle BCC e dei loro clienti

Dettagli

12. STRUMENTI DI GESTIONE PER LA VALORIZZAZIONE ECONOMICA DELLE RISORSE CULTURALI DEL VAL DI NOTO

12. STRUMENTI DI GESTIONE PER LA VALORIZZAZIONE ECONOMICA DELLE RISORSE CULTURALI DEL VAL DI NOTO 12. STRUMENTI DI GESTIONE PER LA VALORIZZAZIONE ECONOMICA DELLE RISORSE CULTURALI DEL VAL DI NOTO 12.1 Strategia integrata e strumenti di coordinamento Nel capitolo precedente abbiamo illustrato alcuni

Dettagli

ON OFF Milano PIÙ SPAZIO CITTA ALLA. trevipark.com

ON OFF Milano PIÙ SPAZIO CITTA ALLA. trevipark.com ON OFF Milano PIÙ SPAZIO CITTA ALLA C O S T R U I R E S P A Z I O trevipark.com QUANDO SOTTERRANEO MEGLIO È Il parcheggio sotterraneo è spesso la soluzione migliore per una città più ordinata, più vivibile

Dettagli

DISPOSIZIONI RIGUARDO ALLA SOSTENIBILITÀ DEGLI INSEDIAMENTI. Requisiti degli insediamenti in materia di ottimizzazione dell energia

DISPOSIZIONI RIGUARDO ALLA SOSTENIBILITÀ DEGLI INSEDIAMENTI. Requisiti degli insediamenti in materia di ottimizzazione dell energia DISPOSIZIONI RIGUARDO ALLA SOSTENIBILITÀ DEGLI INSEDIAMENTI Requisiti degli insediamenti in materia di ottimizzazione dell energia 1 Riferimenti: Legge 9/10 del 1991: Norme per l'attuazione del Piano energetico

Dettagli

Piani d'azione Locali in Europa e in Italia. Esempi.

Piani d'azione Locali in Europa e in Italia. Esempi. Piani d'azione Locali in Europa e in Italia. Esempi. Città in movimento Oltre 3.200 governi locali che negli ultimi 15 anni hanno aderito alla Campagna Europea a alla Carta di Aalborg. A Maggio la 6 Conferenza

Dettagli

LUM&N. LUx Management & maintainer

LUM&N. LUx Management & maintainer Il sistema di telecontrollo su onde radio per una smart city Illuminazione Pubblica Servizio pubblico che consiste nell illuminazione di spazi di libera circolazione. Generalmente è offerto dal Comune

Dettagli

PROGETTO I.MO.S.M.I.D. LIFE+ 2009

PROGETTO I.MO.S.M.I.D. LIFE+ 2009 PROGETTO I.MO.S.M.I.D. LIFE+ 2009 GREEN CITY ENERGY on the see Genova, 29 Novembre 2012 Un progetto europeo di successo per la mobilità sostenibilenei distretti industriali Luca Buzzoni - Regione Emilia-Romagna

Dettagli

SMART SERVICES di TELECOM ITALIA

SMART SERVICES di TELECOM ITALIA SMART SERVICES di TELECOM ITALIA Risorse Comuni Palazzo delle Stelline Milano, 18 Novembre 2009 Cosa sono gli SMART SERVICES? Un servizio funziona quando è semplice, è lineare, è ben disegnato e risponde

Dettagli

SFM 2012 ultima chiamata, Bologna ragionevole, Associazione Rinnovamento della Sinistra, il Mosaico

SFM 2012 ultima chiamata, Bologna ragionevole, Associazione Rinnovamento della Sinistra, il Mosaico SFM 2012 ultima chiamata, Bologna ragionevole, Associazione Rinnovamento della Sinistra, il Mosaico Ottimizzare o disperdere risorse? La mobilità e il trasporto pubblico della città metropolitana Venerdì

Dettagli

Livio Gallo - Direttore Infrastrutture e Reti di Enel 13 Settembre 2012

Livio Gallo - Direttore Infrastrutture e Reti di Enel 13 Settembre 2012 Il ruolo delle infrastrutture nelle Smart Cities Livio Gallo - Direttore Infrastrutture e Reti di Enel 13 Settembre 2012 L evoluzione delle Infrastrutture Smart Electricity it Transportation Gas Communication

Dettagli

Dall analisi dei primi bandi in regionali ad una riflessione sui possibili scenari dell abitare collettivo in Sardegna

Dall analisi dei primi bandi in regionali ad una riflessione sui possibili scenari dell abitare collettivo in Sardegna Provincia di Olbia Tempio Politiche abitative e Housing Sociale. Olbia, 13-14 Febbraio 2013 Dall analisi dei primi bandi in regionali ad una riflessione sui possibili scenari dell abitare collettivo in

Dettagli

Caso studio: Comune di Padova Inventario LAKS e Piano di Mitigazione e Adattamento Focus sul risparmio di energia e sulle energie rinnovabili

Caso studio: Comune di Padova Inventario LAKS e Piano di Mitigazione e Adattamento Focus sul risparmio di energia e sulle energie rinnovabili Caso studio: Comune di Padova Inventario LAKS e Piano di Mitigazione e Adattamento Focus sul risparmio di energia e sulle energie rinnovabili Introduzione Nome dell ente Comune di Padova, Italia Logo del

Dettagli

Tutti sappiamo che il consumo attuale di energia in Europa dipende largamente

Tutti sappiamo che il consumo attuale di energia in Europa dipende largamente Azioni per il pianeta Focus Verso il 2050 Come e perché decarbonizzare l Europa conviene di Jules Kosternhorst Il messaggio è chiaro: la decarbonizzazione del settore energetico europeo rappresenta una

Dettagli

CARTA DI LIPSIA sulle Città Europee Sostenibili

CARTA DI LIPSIA sulle Città Europee Sostenibili CARTA DI LIPSIA sulle Città Europee Sostenibili PAGE 1 La CARTA DI LIPSIA sulle Città Europee Sostenibili è un documento degli Stati Membri, che è stato redatto con l ampia e trasparente partecipazione

Dettagli

FORUM P.A. 23/5/2007 INTERVENTO DELL ASSESSORE CARMELO ALBERTO D ADDESE

FORUM P.A. 23/5/2007 INTERVENTO DELL ASSESSORE CARMELO ALBERTO D ADDESE Assessorato Lavori Pubblici e Infrastrutture - Trasporto e Mobilità - Patrimonio - Sport e Benessere - Personale - Polizia Municipale - Onoranze Funebri FORUM P.A. 23/5/2007 INTERVENTO DELL ASSESSORE CARMELO

Dettagli

Quartieri liberi dalle auto, Città amiche dei pedoni e della bici

Quartieri liberi dalle auto, Città amiche dei pedoni e della bici Quartieri liberi dalle auto, Città amiche dei pedoni e della bici Maria Berrini, Presidente AMBIENTE ITALIA Consigliere dell Ordine degli Architetti di Milano e Provincia Membro del Consiglio di Indirizzo

Dettagli

1994 Boscolo Group fonda Liberty, società specializzata nell organizzazione di tour in Italia.

1994 Boscolo Group fonda Liberty, società specializzata nell organizzazione di tour in Italia. In breve Boscolo Group opera nel settore turistico da oltre vent anni. Fondato a Venezia nel 1978, Boscolo Group è cresciuto fino a diventare operatore di livello internazionale senza però perdere la propria

Dettagli

A.4. Progetto Settore: Green Economy : Ambiente, Edilizia sostenibile, Energia rinnovabile schede iniziative

A.4. Progetto Settore: Green Economy : Ambiente, Edilizia sostenibile, Energia rinnovabile schede iniziative Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 31 del 26-02-2013 7453 A.4. Progetto Settore: Green Economy : Ambiente, Edilizia sostenibile, Energia rinnovabile schede iniziative Scheda Iniziativa n.16

Dettagli

Sintesi dell intervento

Sintesi dell intervento La programmazione dell efficientamento energetico comunale: alcune riflessioni. Marcello Magoni (Dastu Politecnico di Milano) con la collaborazione di Rachele Radaelli (Dastu Politecnico di Milano) e Chiara

Dettagli

BETTER GROWTH, BETTER CLIMATE

BETTER GROWTH, BETTER CLIMATE BETTER GROWTH, BETTER CLIMATE The New Climate Economy Report EXECUTIVE SUMMARY La Commissione Mondiale per l Economia ed il Clima fu istituita per esaminare se sia possible ottenere una crescita economica

Dettagli

Sostenibilità energetica nei Comuni: esperienze innovative

Sostenibilità energetica nei Comuni: esperienze innovative Sostenibilità energetica nei Comuni: esperienze innovative Fabrizio Tollari, ERVET Workshop progetto IPA Alterenergy Bologna, 22 novembre 2012 COMUNITÀ SOSTENIBILI NEL SISTEMA URBANO L Europa ha sviluppato

Dettagli

LA DECISIONE POLITICA COME ELEMENTO PROPULSORE

LA DECISIONE POLITICA COME ELEMENTO PROPULSORE Roma, 5 marzo 2015 LA DECISIONE POLITICA COME ELEMENTO PROPULSORE Una città non può essere amministrata e basta. Non è niente amministrare una città, bisogna darle un compito, altrimenti muore Giorgio

Dettagli

Noi sappiamo dove è diretto il futuro, e vogliamo andarci!

Noi sappiamo dove è diretto il futuro, e vogliamo andarci! Noi sappiamo dove è diretto il futuro, e vogliamo andarci! PROGETTAZIONE E PRODUZIONE APPARATI ILLUMINANTI A TECNOLOGIA LED DI ULTIMA GENERAZIONE La Tecnologia LED Da quando nel 1880 fu brevettata la lampadina

Dettagli

Ammodernare per anticipare il futuro Rinnovate il vostro ascensore

Ammodernare per anticipare il futuro Rinnovate il vostro ascensore Ammodernare per anticipare il futuro Rinnovate il vostro ascensore ThyssenKrupp Elevator Italia 2 ThyssenKrupp Elevator Italia Modernizzazioni Svariate soluzioni per tutte le esigenze. Pacchetti migliorativi

Dettagli

IL CAR SHARING, UNA NUOVA MOBILITA PER LE AZIENDE

IL CAR SHARING, UNA NUOVA MOBILITA PER LE AZIENDE IL CAR SHARING, UNA NUOVA MOBILITA PER LE AZIENDE IL CAR SHARING, UNA NUOVA MOBILITA PER LE AZIENDE La presente pubblicazione è stata realizzata in collaborazione con Clickutility On Earth. Il CVO non

Dettagli

The new outsourcing wave: multisourcing

The new outsourcing wave: multisourcing EVOLUZIONE DEI MODELLI DI OUTSOURCING La pratica dell outsourcing, cioè del trasferire all esterno dell azienda singole attività, processi o infrastrutture è in voga da tempo, e negli anni ha dimostrato

Dettagli

La quantificazione dei benefici di BIOCASA sui consumi energetici ed emissioni di CO 2

La quantificazione dei benefici di BIOCASA sui consumi energetici ed emissioni di CO 2 La quantificazione dei benefici di BIOCASA sui energetici ed emissioni di CO 2 Rapporto di Sostenibilità 2011 I benefici di BIOCASA su energetici e emissioni di CO 2 Il Progetto BIOCASA è la risposta di

Dettagli

Soluzioni intelligenti per l integrazione di servizi tecnici in un ospedale 2011-1. Ronny Scherf

Soluzioni intelligenti per l integrazione di servizi tecnici in un ospedale 2011-1. Ronny Scherf 2011-1 Ronny Scherf Product Marketing Manager CentraLine c/o Honeywell GmbH Soluzioni intelligenti per In Europa gli edifici rappresentano il 40% del consumo energetico complessivo. Gli ospedali, in particolare,

Dettagli

DISEGNARE LA CITTÀ DEL FUTURO

DISEGNARE LA CITTÀ DEL FUTURO DISEGNARE LA CITTÀ DEL FUTURO Palazzi dalle forme stilizzate sospesi nell aria divisi da grandi strade, magari, sorvolate da piccoli veicoli volanti. Soltanto un utopia e non sarebbe più la mia città.

Dettagli

SMART CITY. Verso la città del futuro

SMART CITY. Verso la città del futuro SMART CITY Verso la città del futuro Rendere smart le città significa sottoporle a un insieme coordinato di interventi che mirano a renderle più sostenibili dal punto di vista energetico-ambientale, per

Dettagli

INTRODUZIONE. Unipol Gruppo Finanziario ha invece scelto di ascoltare tutti, offrendo a tutti l opportunità di partecipare.

INTRODUZIONE. Unipol Gruppo Finanziario ha invece scelto di ascoltare tutti, offrendo a tutti l opportunità di partecipare. CARTADEIVALORI INTRODUZIONE Questa Carta dei Valori rappresenta in se stessa un Valore perché è il frutto di un grande impegno collettivo. Alla sua stesura hanno concorso migliaia di persone: i dipendenti

Dettagli

LA CITTÀ DI TORINO: DAL PATTO DEI SINDACI A SMART CITY

LA CITTÀ DI TORINO: DAL PATTO DEI SINDACI A SMART CITY LA CITTÀ DI TORINO: DAL PATTO DEI SINDACI A SMART CITY Pisa, 26 maggio 2011 LE CITTA PROTAGONISTE NELLA LOTTA AI CAMBIAMENTI CLIMATICI Le città sono responsabili di oltre il 50% delle emissioni di gas

Dettagli

Illuminazione intelligente e rivoluzione led per la città Palazzo Vecchio Salone de' Dugento. Claudio Bini A.D SILFIspa

Illuminazione intelligente e rivoluzione led per la città Palazzo Vecchio Salone de' Dugento. Claudio Bini A.D SILFIspa Illuminazione intelligente e rivoluzione led per la città Palazzo Vecchio Salone de' Dugento Claudio Bini A.D SILFIspa Silfispa: Gestione integrata dei servizi di mobilità e illuminazione Sistemi di controllo

Dettagli

Incontro ad Alto Livello del Comitato Turismo dell OCSE. L Economia del Turismo e la Globalizzazione:

Incontro ad Alto Livello del Comitato Turismo dell OCSE. L Economia del Turismo e la Globalizzazione: Incontro ad Alto Livello del Comitato Turismo dell OCSE L Economia del Turismo e la Globalizzazione: Un motore per l innovazione, la crescita e l occupazione 9-10 ottobre 2008 CENTRO CONGRESSI, RIVA DEL

Dettagli

a. Il museo Madre Alimentazione: fondo del bilancio ordinario regionale, fondi di origine europea, ricavi propri, sponsorizzazioni e partenariati

a. Il museo Madre Alimentazione: fondo del bilancio ordinario regionale, fondi di origine europea, ricavi propri, sponsorizzazioni e partenariati I CINQUE CERCHI Indirizzi strategici della Fondazione Donnaregina 2012-2014 Cerchio 1. STRATEGIA SU DIMENSIONE METROPOLITANA a. Il museo Madre Alimentazione: fondo del bilancio ordinario regionale, fondi

Dettagli

Complete Building Solutions INTEGRAZIONE TOTALE / AFFIDABILITÀ TOTALE / SODDISFAZIONE TOTALE

Complete Building Solutions INTEGRAZIONE TOTALE / AFFIDABILITÀ TOTALE / SODDISFAZIONE TOTALE Complete Building Solutions INTEGRAZIONE TOTALE / AFFIDABILITÀ TOTALE / SODDISFAZIONE TOTALE In te gra zione \nome s.f.\ 1: azione, processo dell integrare, dell integrarsi; 2: mettere insieme parti diverse;

Dettagli

- 20 % Emissioni di Gas serra 20 % La nuova pianificazione regionale. Consumi di energia primaria. Energia da Fonti Rinnovabili

- 20 % Emissioni di Gas serra 20 % La nuova pianificazione regionale. Consumi di energia primaria. Energia da Fonti Rinnovabili ALBA AUDITORIUM FONDAZIONE FERRERO IL RUOLO DEGLI ENTI LOCALI NEL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI DEL PIANO 20/20/20 Agostino Ghiglia Assessore all energia La nuova pianificazione regionale Nel dicembre

Dettagli

Comune di Giavera del Montello Provincia di TREVISO Sindaco Architetto Fausto Gottardo Investire, governare e risparmiare si può fare!

Comune di Giavera del Montello Provincia di TREVISO Sindaco Architetto Fausto Gottardo Investire, governare e risparmiare si può fare! Comune di Giavera del Montello Provincia di TREVISO Sindaco Architetto Fausto Gottardo Investire, governare e risparmiare si può fare! Governare una città vuol dire gestire... Immobili ed edifici Impianti

Dettagli

Fermo 25 gennaio 2013 Fabio Travagliati Regione Marche Funzionario P.F. Politiche Comunitarie e Autorità di Gestione FESR e FSE

Fermo 25 gennaio 2013 Fabio Travagliati Regione Marche Funzionario P.F. Politiche Comunitarie e Autorità di Gestione FESR e FSE Fermo 25 gennaio 2013 Fabio Travagliati Regione Marche Funzionario P.F. Politiche Comunitarie e Autorità di Gestione FESR e FSE MARCHE IL CENTRO STORICO - Verso un nuovo modello di sviluppo integrato del

Dettagli

CON NOI IL FUTURO È SOTTO CONTROLLO

CON NOI IL FUTURO È SOTTO CONTROLLO CON NOI IL FUTURO È SOTTO CONTROLLO PROGETTAZIONE, INSTALLAZIONE E MANUTENZIONE DI SISTEMI INTEGRATI DI SICUREZZA, TELECOMUNICAZIONI E CONTROLLO UNA SOLUZIONE A OGNI ESIGENZA Operiamo da molti anni nel

Dettagli

Rapporto Ecosistema Urbano Europa sullo sviluppo sostenibile in 32 principali città europee. Criticità e buone pratiche

Rapporto Ecosistema Urbano Europa sullo sviluppo sostenibile in 32 principali città europee. Criticità e buone pratiche Rapporto Ecosistema Urbano Europa sullo sviluppo sostenibile in 32 principali città europee. Criticità e buone pratiche Il 1 febbraio 2008, Dexia e l istituto di ricerche Ambiente Italia hanno presentato

Dettagli

Benefici, costi e aspettative della certificazione ISO 14001 per le organizzazioni italiane

Benefici, costi e aspettative della certificazione ISO 14001 per le organizzazioni italiane Università degli Studi di Padova Dipartimento Ingegneria Industriale Centro Studi Qualità Ambiente In collaborazione con ACCREDIA Ente Italiano di Accreditamento Benefici, costi e aspettative della certificazione

Dettagli

I t r a m a s F G T M E M B E R O F F G T E C N O P O L O G R O U P

I t r a m a s F G T M E M B E R O F F G T E C N O P O L O G R O U P 1 2 RISPARMIO ENERGETICO E SICUREZZA DEL CITTADINO SISTEMI A LED Abbattimento di oltre il 50% del consumo energetico e riduzione costi di manutenzione sino al 70% GESTIONE INTELLIGENTE DELLE RETI DI ILLUMINAZIONE

Dettagli

Edifici: la sfida dell'economia circolare

Edifici: la sfida dell'economia circolare Edifici: la sfida dell'economia circolare materiarinnovabile.it Bruxelles costruisce un futuro sostenibile A Bruxelles il settore edilizio che conta 25.000 occupati è responsabile del 70% delle emissioni

Dettagli

Talent Management 2020. Scenari e prospettive futuri

Talent Management 2020. Scenari e prospettive futuri Talent Management 2020 Scenari e prospettive futuri INTRODUZIONE Le funzioni delle Risorse Umane (Human Resources-HR) non solo forniscono molti servizi interni, come la selezione del personale, il sostegno

Dettagli

ACCENDIAMO IL RISPARMIO

ACCENDIAMO IL RISPARMIO ACCENDIAMO IL RISPARMIO PUBBLICA ILLUMINAZIONE PER LA SMART CITY Ing. Paolo Di Lecce Tesoriere AIDI Amministratore Delegato Reverberi Enetec srl LA MISSION DI REVERBERI Reverberi Enetec è una trentennale

Dettagli

Smart city e sviluppo sostenibile. Prof. ing. Luigi Schibuola - Università IUAV di Venezia

Smart city e sviluppo sostenibile. Prof. ing. Luigi Schibuola - Università IUAV di Venezia Smart city e sviluppo sostenibile Prof. ing. Luigi Schibuola - Università IUAV di Venezia ambiti operativi Turismo & Cultura Ambiente & Risorse Mobilità& Trasporti Security & Safety Energia & Edilizia

Dettagli

Ambito AC 7 1. CARATTERI FISICI E CONDIZIONI AMBIENTALI

Ambito AC 7 1. CARATTERI FISICI E CONDIZIONI AMBIENTALI Ambito AC 7 1. CARATTERI FISICI E CONDIZIONI AMBIENTALI Localizzazione: l ambito urbano è collocato intorno all asse della via Emilia nella porzione est rispetto al centro città. In particolare esso è

Dettagli

ILLUMINAZIONE INTELLIGENTE. Luce di qualità e efficienza energetica per il benessere e la sicurezza delle persone

ILLUMINAZIONE INTELLIGENTE. Luce di qualità e efficienza energetica per il benessere e la sicurezza delle persone ILLUMINAZIONE INTELLIGENTE Luce di qualità e efficienza energetica per il benessere e la sicurezza delle persone Illuminazione di qualità e efficienza energetica nel sistema edificio Definizione di ILLUMINAZIONE

Dettagli

1. EXPO 2015: UNA GRANDE SFIDA PER IL TURISMO ITALIANO

1. EXPO 2015: UNA GRANDE SFIDA PER IL TURISMO ITALIANO CARTELLA STAMPA di 0. INDICE 1. EXPO 2015: UNA GRANDE SFIDA PER IL TURISMO ITALIANO pag. 3 2. PERCHÉ NASCE EXPLORA pag. 3 3. LA SUA IDENTITÀ pag. 3 4. MISSION pag. 4 5. APPROCCIO pag. 4 6. ELEMENTI DISTINTIVI

Dettagli

LA NUOVA DEUTSCHE BANK DI MARIO BELLINI

LA NUOVA DEUTSCHE BANK DI MARIO BELLINI LA NUOVA DEUTSCHE BANK DI MARIO BELLINI La Deutsche Bank ha un nuovo quartier generale nella sua sede storica di Francoforte. A firmarlo è l architetto milanese Mario Bellini che ha radicalmente rinnovato

Dettagli

presidente Consigliere federale Alain Berset Capo del Dipartimento federale dell interno DFI 3003 Berna

presidente Consigliere federale Alain Berset Capo del Dipartimento federale dell interno DFI 3003 Berna Consigliere federale Alain Berset Capo del Dipartimento federale dell interno DFI 3003 Berna Daniel Zimmermann Ufficio federale della cultura Hallwylstrasse 15 3003 Berna daniel.zimmermann@bak.admin.ch

Dettagli

Gruppo di Lavoro Agende 21 Locali per Kyoto

Gruppo di Lavoro Agende 21 Locali per Kyoto Gruppo di Lavoro Agende 21 Locali per Kyoto Daniela Luise Padova Verifica dello stato di avanzamento delle iniziative in corso di realizzazione e programma delle attività per il 2008 Rimini, 6 giugno 2008

Dettagli

PROGETTO DI EDUCAZIONE AMBIENTALE UNEBA EDUCAZIONE AL RISPARMIO ENERGETICO E AL RICICLO DEI RIFIUTI

PROGETTO DI EDUCAZIONE AMBIENTALE UNEBA EDUCAZIONE AL RISPARMIO ENERGETICO E AL RICICLO DEI RIFIUTI PROGETTO DI EDUCAZIONE AMBIENTALE UNEBA EDUCAZIONE AL RISPARMIO ENERGETICO E AL RICICLO DEI RIFIUTI L UNEBA vuole sottolineare che l ambiente è sempre più al centro delle strategie di sviluppo della comunità

Dettagli

Smart Society Day ICT e Smart Grid

Smart Society Day ICT e Smart Grid Smart Society Day ICT e Smart Grid Politecnico di Torino, 10 giugno 2015 Valeria Cantello New Business Development EnerGrid S.p.A., società italiana con sede a Torino e con filiali a Milano e Roma, opera

Dettagli

SMART CITIES Roma, Senato della Repubblica, Sala palazzo Bologna 5 Giugno 2012 10:00 13:00

SMART CITIES Roma, Senato della Repubblica, Sala palazzo Bologna 5 Giugno 2012 10:00 13:00 SMART CITIES Roma, Senato della Repubblica, Sala palazzo Bologna 5 Giugno 2012 10:00 13:00 SMART CITIES Roma, Senato della Repubblica, Sala palazzo Bologna 5 Giugno 2012 10:00 13:00 SMART City Diagram

Dettagli

Reverberi Enetec www.reverberi.it

Reverberi Enetec www.reverberi.it Le tecnologie Reverberi Enetec per la mart City Reverberi Enetec www.reverberi.it Reverberi per la mart City La città del futuro è MART! ORVEGLIANZA FURTI DI RAME INFORMAZIONI AL CITTADINO TOTEM MULTIMEDIALE

Dettagli

Energie rinnovabili - Nuovi scenari ed opportunità

Energie rinnovabili - Nuovi scenari ed opportunità Energie rinnovabili - Nuovi scenari ed opportunità Alberto Eichholzer Presentazione dell iniziativa Jessica 10 ottobre 2012 1 Il ruolo di Equiter Chi è? Equiter, società del Gruppo Intesa Sanpaolo, investe

Dettagli

integrati nella città della trasformazione. Progetti urbani per le nuove Centralità urbane/metropolitane)

integrati nella città della trasformazione. Progetti urbani per le nuove Centralità urbane/metropolitane) integrati nella città della trasformazione. Progetti urbani per le nuove Centralità urbane/metropolitane) Standard Urbanistici: si introduce il metodo della perequazione e della cessione compensativa per

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico Dipartimento per lo sviluppo e la coesione economica

Ministero dello Sviluppo Economico Dipartimento per lo sviluppo e la coesione economica [14/03/2013 Prot. 647] Ministero dello Sviluppo Economico Dipartimento per lo sviluppo e la coesione economica Programmazione 2014-2020 Tavolo tecnico B Valorizzazione, gestione e tutela dell ambiente

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

PICIL IN OTTICA SMART

PICIL IN OTTICA SMART PICIL IN OTTICA SMART Ing. Diego Bonata Belluno, 11 Aprile 2014 La prima associazione europea di progettisti dell illuminazione eco-sostenibile www.lightis.eu 01-gen-05 01-ago-05 01-mar-06 01-ott-06 01-mag-07

Dettagli

Ordine degli Ingegneri. Energia per il Governo del Territorio

Ordine degli Ingegneri. Energia per il Governo del Territorio Ordine degli Ingegneri Provincia di Como Energia per il Governo del Territorio L uso razionale dell energia Pertinenza del tema Aspetti pianificatori Proposte Uso razionale dell energia La questione urbana

Dettagli

2. EXPO 2015: UNA GRANDE SFIDA PER IL TURISMO ITALIANO

2. EXPO 2015: UNA GRANDE SFIDA PER IL TURISMO ITALIANO CARTELLA STAMPA di 1. INDICE 2. EXPO 2015: UNA GRANDE SFIDA PER IL TURISMO ITALIANO pag. 3 3. PERCHÉ NASCE EXPLORA pag. 3 4. LA SUA IDENTITÀ pag. 3 5. MISSION pag. 4 6. APPROCCIO pag. 4 7. ELEMENTI DISTINTIVI

Dettagli

Strategie, programmazione e strumenti finanziari per la spesa pubblica in energia. Simona Murroni - Assessorato Industria

Strategie, programmazione e strumenti finanziari per la spesa pubblica in energia. Simona Murroni - Assessorato Industria Strategie, programmazione e strumenti finanziari per la spesa pubblica in energia Simona Murroni - Assessorato Industria Documento di indirizzo per migliorare l efficienza energetica in Sardegna 2013-2020

Dettagli

ROADSHOW PMI INFRASTRUTTURE, TRASPORTI E PMI. A cura di Confcommercio

ROADSHOW PMI INFRASTRUTTURE, TRASPORTI E PMI. A cura di Confcommercio ROADSHOW PMI INFRASTRUTTURE, TRASPORTI E PMI A cura di Confcommercio Premessa L efficienza dei sistemi di trasporto e logistica costituisce una condizione essenziale per la capacità competitiva di tutto

Dettagli

simultaneamente produrre e scambiare energia dando forma ad una nuova architettura economica e sociale, sostenibile ed autosufficiente.

simultaneamente produrre e scambiare energia dando forma ad una nuova architettura economica e sociale, sostenibile ed autosufficiente. Quando milioni di microimpianti domestici saranno connessi alla rete ogni persona potrà simultaneamente produrre e scambiare energia dando forma ad una nuova architettura economica e sociale, sostenibile

Dettagli

URBAN LIGHTSCAPE PAESAGGI DELLA CITTA CONTEMPORANEA: LA LUCE COME ELEMENTO DI CONNESSIONE TRA PASSATO, PRESENTE E FUTURO

URBAN LIGHTSCAPE PAESAGGI DELLA CITTA CONTEMPORANEA: LA LUCE COME ELEMENTO DI CONNESSIONE TRA PASSATO, PRESENTE E FUTURO URBAN LIGHTSCAPE PAESAGGI DELLA CITTA CONTEMPORANEA: LA LUCE COME ELEMENTO DI CONNESSIONE TRA PASSATO, PRESENTE E FUTURO concorso internazionale di idee maggio ottobre 2015 promosso da organizzato da DIPARTIMENTO

Dettagli

I MERCATI DANNO VITA ALLE CITTA IN TUTTA EUROPA

I MERCATI DANNO VITA ALLE CITTA IN TUTTA EUROPA 2 I MERCATI DANNO VITA ALLE CITTA IN TUTTA EUROPA I MERCATI SONO UNO STRUMENTO CHIAVE DI SVILUPPO DELLA RIGENERAZIONE URBANA, DI STILI DI VITA SOSTENIBILI, DELL OCCUPAZIONE E IMPRENDITORIALITÀ NELLE CITTÀ.

Dettagli