Facoltà di Giurisprudenza Corsi di laurea in: Scienze Giuridiche Giurisprudenza 22/S Giurisprudenza (LMG/01) Giurisprudenza (quadriennale)

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Facoltà di Giurisprudenza Corsi di laurea in: Scienze Giuridiche Giurisprudenza 22/S Giurisprudenza (LMG/01) Giurisprudenza (quadriennale)"

Transcript

1 Facoltà di Giurisprudenza Corsi di laurea in: Scienze Giuridiche Giurisprudenza 22/S Giurisprudenza (LMG/01) Giurisprudenza (quadriennale) Sede: Facoltà di Giurisprudenza Palazzo Ducale Piazza Cavour n CAMERINO Segreteria delle Classi: tel , fax Consiglio unificato delle Classi 31, 22/S e LMG/01 Presidente prof. Felice Mercogliano Segretario prof.ssa Anna Cardellini Referente per l orientamento prof.ssa Serafina Larocca Referente per l internazionalizzazione prof.ssa Maria Cristina De Cicco Referente per le attività di stage e le attività formative in collaborazione con UNICAM e con gli Istituti di istruzione secondaria superiore (IISS) prof. Francesco Rizzo Referente per il tutorato e per i piani di studio prof.ssa Anna Cardellini Referente per le attività di comunicazione diretta alla promozione dell immagine prof.ssa Maria Pia Gasperini 1

2 Facoltà di Giurisprudenza Corso di Laurea in Scienze Giuridiche Presentazione Il corso di laurea triennale in Scienze Giuridiche (classe 31) si propone di fornire al laureato la padronanza delle materie principali afferenti all area giuridica, in particolare negli ambiti storicogiuridico, privatistico, penalistico e internazionalistico, nonché la capacità di affrontare problematiche di tipo pubblicistico-istituzionale, comparatistico e comunitario. Si tratta di un percorso di studi che assicura una preparazione di base utile a coloro che intendono intraprendere attività professionali in ambito giuridico-amministrativo, pubblico e privato, complementari e di supporto nell attività della magistratura e dell avvocatura. Il laureato potrà proseguire gli studi nel biennio di specializzazione del corso di laurea in Giurisprudenza, al fine di ottenere il titolo per l accesso ai concorsi per le professioni legali. Il corso è articolato in sei orientamenti: Privatistico Pubblicistico Penalistico - criminologico Giurista d impresa e del mercato internazionale Internazionalistico Diritto e sicurezza alimentare (attivato nella sede collegata di Ascoli Piceno) Tale articolazione, oltre a fornire agli studenti una scelta ampia di materie essenziali per la formazione giuridica, consente di soddisfare le esigenze di coloro che ricercano una preparazione adeguata allo scopo dell immissione nel mondo del lavoro, subito dopo il conseguimento della laurea triennale. Orientamento privatistico I anno CFU 1. Diritto privato Istituzioni di diritto romano Diritto costituzionale Filosofia del diritto Diritto commerciale 10 Laboratorio informatico 5 Laboratorio linguistico 5 II anno 6. Diritto amministrativo Diritto civile Diritto del lavoro Diritto penale Diritto processuale civile Procedura penale 10 III anno 12. Diritto internazionale Diritto dell Unione europea Elementi di economia politica Diritto agrario Diritto di famiglia Diritto dell informatica Diritto tributario 5 2

3 19. Attività formativa a scelta dello studente * Attività formativa a scelta dello studente 5 Prova finale e conoscenza della lingua straniera 10 Totale CFU 180 * Da scegliere, preferibilmente, tra le seguenti caratterizzanti l indirizzo: Diritto agrario comunitario, Diritto dei trasporti, Diritto del commercio internazionale, Diritto fallimentare, Diritto industriale nazionale e comunitario, Diritto privato dell economia, Diritto privato comparato, Diritto processuale del lavoro, Diritto sindacale, Economia e gestione delle imprese, Lingua e cultura straniera (a scelta tra Lingua e cultura francese, Lingua e cultura inglese, Lingua e cultura spagnola), Sociologia del diritto, Storia del diritto medievale e moderno. Orientamento pubblicistico I anno CFU 1. Diritto privato Storia del diritto romano Diritto costituzionale Filosofia del diritto Diritto commerciale 10 Laboratorio informatico 5 Laboratorio linguistico 5 II anno 6. Diritto amministrativo Diritto civile Diritto del lavoro Diritto penale Diritto processuale civile Procedura penale 10 III anno 12. Diritto internazionale Diritto dell Unione europea Elementi di economia politica Storia del diritto medievale e moderno Giustizia amministrativa Diritto tributario Diritto dell informatica Attività formativa a scelta dello studente * Attività formativa a scelta dello studente 5 Prova finale e conoscenza della lingua straniera 10 Totale CFU 180 * Da scegliere, preferibilmente, tra le seguenti caratterizzanti l indirizzo: Diritto costituzionale italiano e comparato, Diritto e legislazione universitaria, Diritto ecclesiastico, Diritto pubblico comparato, Diritto pubblico dell economia, Diritto processuale amministrativo, Diritto regionale, Lingua e cultura straniera (a scelta tra Lingua e cultura francese, Lingua e cultura inglese, Lingua e cultura spagnola), Organizzazione internazionale, Politica economica, Scienza dell amministrazione, Scienza delle finanze, Sociologia del diritto, Storia del pensiero economico. Orientamento penalistico - criminologico I anno CFU 1. Diritto privato Storia del diritto romano Diritto costituzionale 10 3

4 4. Filosofia del diritto Diritto commerciale 10 Laboratorio informatico 5 Laboratorio linguistico 5 II anno 6. Diritto amministrativo Diritto civile Diritto del lavoro Diritto penale Diritto processuale civile Procedura penale 10 III anno 12. Diritto internazionale Diritto dell Unione europea Elementi di economia politica Diritto penale (parte speciale) Sociologia del diritto Criminologia Storia del diritto medievale e moderno Attività formativa a scelta dello studente* Attività formativa a scelta dello studente 5 Prova finale e conoscenza della lingua straniera 10 * Da scegliere, preferibilmente, tra le seguenti caratterizzanti l indirizzo: Diritto ecclesiastico, Diritto dell informatica, Diritto e tecnica della conciliazione, Diritto penale dell economia, Diritto tributario, Immunoematologia forense, Lingua e cultura straniera (a scelta tra Lingua e cultura francese, Lingua e cultura inglese, Lingua e cultura spagnola), Medicina delle assicurazioni, Medicina legale, Procedura penale d impresa, Scienza delle finanze, Tecnica dell attività investigativa, Teoria generale del diritto. Orientamento Giurista d impresa e del mercato internazionale I anno CFU 1. Diritto privato Istituzioni di diritto romano Diritto costituzionale Filosofia del diritto Diritto commerciale 10 Laboratorio informatico 5 Laboratorio linguistico 5 II anno 6. Diritto amministrativo Diritto civile Diritto del lavoro Diritto penale Diritto processuale civile Procedura penale 10 III anno 12. Diritto internazionale Diritto dell Unione europea Economia politica Economia e gestione delle imprese Storia del diritto medievale e moderno 5 4

5 17. Diritto tributario Politica economica Attività formativa a scelta dello studente* Attività formativa a scelta dello studente 5 Prova finale e conoscenza della lingua straniera 10 Totale CFU 180 * Da scegliere, preferibilmente, tra le seguenti caratterizzanti l indirizzo: Diritto del commercio internazionale, Diritto dei trasporti, Diritto privato dell economia, Diritto processuale amministrativo, Economia internazionale, Lingua e cultura straniera (a scelta tra Lingua e cultura francese, Lingua e cultura inglese, Lingua e cultura spagnola), Scienza delle finanze, Sociologia dei processi economici e del lavoro. Orientamento internazionalistico I Anno CFU 1. Diritto privato Storia del diritto romano Diritto costituzionale Filosofia del diritto Diritto commerciale 10 Laboratorio informatico 5 Laboratorio linguistico 5 II Anno 6. Diritto amministrativo Diritto civile Diritto del lavoro Diritto penale Diritto processuale civile Procedura penale 10 III Anno 12. Diritto internazionale Diritto dell Unione europea Elementi di economia politica Diritto ecclesiastico Diritto pubblico comparato Diritto tributario Diritto privato comparato Attività formativa a scelta dello studente * Attività formativa a scelta dello studente 5 Prova finale e conoscenza lingua straniera 10 Totale CFU 180 * da scegliere, preferibilmente, tra le seguenti caratterizzanti l orientamento: Diritto dell informatica, Organizzazione internazionale, Lingua e cultura straniera (a scelta tra Lingua e cultura francese, Lingua e cultura inglese, Lingua e cultura spagnola), Diritto del commercio internazionale, Economia internazionale, Fondamenti del diritto europeo, Politica economica, Sociologia del diritto, Storia del pensiero economico, Scienza delle finanze. 5

6 Orientamento Diritto e sicurezza alimentare (attivato nella sede collegata di Ascoli Piceno) I Anno CFU 1. Diritto privato Istituzioni di diritto romano Diritto costituzionale Filosofia del diritto Diritto commerciale 10 Laboratorio informatico 5 Laboratorio linguistico 5 II Anno 6. Diritto amministrativo Diritto civile Diritto del lavoro Diritto penale Diritto processuale civile Procedura penale 10 III Anno 12. Diritto internazionale o Diritto dell Unione europea Diritto agrario comunitario Elementi di economia politica Diritto agrario Diritto alimentare Diritto di famiglia o Diritto dell informatica Diritto tributario una materia a scelta libera * una materia a scelta libera 5 Prova finale e conoscenza lingua straniera 10 Totale CFU 180 *da scegliere, preferibilmente, tra le seguenti caratterizzanti l orientamento: Diritto del commercio internazionale, Diritto fallimentare, Diritto industriale nazionale e comunitario, Diritto privato dell economia, Economia e gestione delle imprese, Lingua e cultura straniera (a scelta tra Lingua e cultura francese, Lingua e cultura inglese, Lingua e cultura spagnola). Le lezioni delle attività formative previste in questo orientamento saranno tenute dai docenti secondo le seguenti modalità: I anno 1. Diritto privato (in presenza) prof.serafina Larocca 2. Istituzioni di diritto romano (teledidattica) prof. Anna Cardellini 3. Diritto costituzionale (teledidattica 40 ore) prof. Marco Ruotolo (in presenza 40 ore) prof. Fabio Fede 4.Filosofia del diritto (teledidattica 40 ore) prof. Luca Baccelli (in presenza 40 ore) docente da definire 5.Diritto commerciale (modalità e docente da definire) Laboratorio informatico (in presenza) prof. Maria Concetta De Vivo Laboratorio linguistico (modalità e docente da definire) 6

7 II anno 6. Diritto amministrativo (teledidattica 40 ore) prof. Fabrizio Lorenzotti (in presenza 40 ore) prof. Sara Spuntarelli 7. Diritto civile (in presenza) prof. Guido Biscontini(60 ore) prof. Maria Concetta De Vivo(20 ore) 8. Diritto del lavoro (teledidattica 40 ore) prof. Giuseppe Napolitano (in presenza 40 ore) docente da definire 9. Diritto penale (teledidattica 40 ore) prof.tullio Galiani (in presenza 40 ore) prof. Ugo Pioletti 10. Diritto processuale civile (teledidattica) prof. Giovanni Arieta, prof. Maria Pia Gasperini 11. Procedura penale (teledidattica 40 ore) prof. Fabio Grifantini (in presenza 40 ore) prof. Maria Lucia Di Bitonto III anno 12. Diritto internazionale (teledidattica) prof. Giuseppe Palmisano Diritto dell Unione europea (in presenza) prof. Giuseppe Palmisano 13. Diritto agrario comunitario (in presenza 20 ore) prof. Luca Petrelli 14. Elementi di economia politica (in presenza) prof. Catia Eliana Gentilucci 15. Diritto agrario (in presenza) prof. Giorgio Biscontini 16. Diritto alimentare (in presenza) prof. Luca Petrelli 17. Diritto di famiglia (modalità e docente da definire) Diritto dell informatica (in presenza) prof. Maria Concetta De Vivo 18. Diritto tributario (modalità e docente da definire) 7

8 Facoltà di Giurisprudenza Corso di Laurea magistrale in Giurisprudenza Il corso di laurea magistrale della classe 22/S permette di acquisire la piena capacità di analisi e di combinazione delle norme giuridiche; inoltre attribuisce le capacità necessarie ad impostare in forma scritta ed orale - con consapevolezza dei loro risvolti tecnico-giuridici, culturali, pratici e di valore - le linee di ragionamento e di argomentazione per una corretta impostazione e soluzione di questioni giuridiche generali e speciali. La formazione conseguita assicura l acquisizione delle competenze per affrontare fattispecie concrete utilizzando fluentemente, in forma scritta e orale, almeno una lingua dell Unione europea, oltre l italiano, con riferimento anche ai lessici disciplinari. Coloro i quali conseguiranno la laurea magistrale potranno svolgere, previo superamento del relativo esame o concorso, le professioni di avvocato e notaio; potranno inoltre partecipare al concorso per accedere alla magistratura. Orientamento privatistico I Anno CFU Diritto civile avanzato 15 Diritto commerciale avanzato 5 Diritto amministrativo avanzato 10 Diritto penale avanzato 5 Diritto industriale nazionale e comunitario 5 Diritto processuale del lavoro o Biodiritto 5 Laboratorio linguistico 5 II Anno Diritto processuale civile avanzato 5 Diritto internazionale avanzato 5 Storia del diritto medievale e moderno o Fondamenti del diritto europeo 10 Procedura penale avanzato 5 Diritto fallimentare 5 Diritto sindacale o Diritto privato comparato 5 Diritto ecclesiastico 5 Diritto alimentare o Diritto dei trasporti o Diritto privato dell economia 5 Una attività formativa a scelta dello studente 5 Prova finale e conoscenza della lingua straniera 20 Orientamento pubblicistico I Anno Diritto civile avanzato 15 Diritto commerciale avanzato 5 Diritto amministrativo avanzato 10 Diritto del commercio internazionale o Diritto pubblico comparato 5 Diritto penale avanzato 5 Diritto regionale 5 Laboratorio linguistico 5 II Anno Diritto internazionale avanzato 5 Diritto processuale civile avanzato 5 8

9 Diritto romano 10 Procedura penale avanzato 5 Diritto processuale amministrativo 5 Diritto costituzionale italiano e comparato 5 Diritto ecclesiastico 5 Diritto dei trasporti 5 Una attività formativa a scelta dello studente 5 Prova finale e conoscenza della lingua straniera 20 Orientamento penalistico criminologico I Anno CFU Diritto civile avanzato 15 Diritto commerciale avanzato 5 Diritto amministrativo avanzato 10 Diritto penale avanzato 5 Diritto penale dell economia 5 Diritto tributario 5 Laboratorio linguistico 5 II Anno Diritto internazionale avanzato 5 Diritto processuale civile avanzato 5 Diritto romano 10 Diritto costituzionale italiano e comparato 5 Procedura penale avanzato 5 Diritto ecclesiastico 5 Diritto dell esecuzione penale 5 Bioetica 5 Una attività formativa a scelta dello studente 5 Prova finale e conoscenza della lingua straniera 20 Orientamento internazionalistico I Anno Diritto civile avanzato 15 Diritto commerciale avanzato 5 Diritto amministrativo avanzato 10 Diritto penale avanzato 5 Diritto costituzionale italiano e comparato 5 Diritto agrario comunitario 5 Laboratorio linguistico 5 II Anno Diritto internazionale avanzato 5 Diritto processuale civile avanzato 5 Diritto internazionale privato e processuale 5 Diritto romano 10 Procedura penale avanzato 5 Organizzazione internazionale 5 Politica economica 5 Economia internazionale 5 Una attività formativa a scelta dello studente 5 Prova finale e conoscenza della lingua straniera 20 9

10 Facoltà di Giurisprudenza Corso di laurea magistrale in Giurisprudenza a ciclo unico PRESENTAZIONE Il corso di laurea magistrale in Giurisprudenza (Classe LMG/01), attivato presso la Facoltà di Giurisprudenza e volto al conseguimento del titolo di laurea magistrale in Giurisprudenza, persegue l obiettivo di assicurare la formazione giuridica di livello superiore e la padronanza degli strumenti culturali e metodologici tali da permettere un adeguata impostazione di questioni giuridiche teoriche e pratiche. Il corso di laurea è rivolto ad assicurare allo studente il conseguimento di elementi di approfondimento della cultura giuridica di base nazionale ed europea, anche con tecniche e metodologie casistiche, in rapporto a tematiche utili alla comprensione e alla valutazione di principi o istituti del diritto positivo. Il corso di laurea è rivolto, altresì, ad assicurare al laureato: il conseguimento di elementi di approfondimento delle conoscenze storiche, che consentano di valutare gli istituti del diritto positivo anche nella prospettiva dell evoluzione storica degli stessi; il possesso della capacità di produrre testi giuridici (normativi e/o negoziali e/o processuali) chiari, pertinenti ed efficaci in rapporto ai contesti di impiego, ben argomentati, anche con l uso di strumenti informatici; il possesso, in modo approfondito, delle capacità interpretative, di analisi casistica, di qualificazione giuridica (rapportando fatti a fattispecie), di comprensione, di rappresentazione, di valutazione e di consapevolezza per affrontare i problemi interpretativi e applicativi del diritto; il possesso, in modo approfondito, degli strumenti di base per l aggiornamento delle proprie competenze. I laureati dei corsi della classe, oltre ad indirizzarsi alle professioni legali potranno svolgere attività ed essere impiegati, in riferimento a funzioni caratterizzate da elevata responsabilità, nei vari campi di attività sociale, socio-economica e politica ovvero nelle istituzioni, nelle pubbliche amministrazioni, nelle imprese private, nei sindacati, nel settore del diritto dell informatica, nel settore del diritto comparato, internazionale e comunitario (giurista europeo), oltre che nelle organizzazioni internazionali in cui le capacità di analisi, di valutazione e di decisione del giurista, si rivelano feconde anche al di fuori delle conoscenze contenutistiche settoriali. È prevista la possibilità, rimessa alla scelta dello studente, di perfezionare la propria formazione nei settori privatistico, pubblicistico, internazionalistico, penalistico-criminologico, economicoimprenditoriale. I ANNO 1. Diritto privato (10 crediti) 2. Filosofia del diritto (10 crediti) 3. Istituzioni di diritto pubblico (10 crediti) 4. Storia del diritto romano o Istituzioni di diritto romano (10 crediti) 5. Storia del diritto medievale e moderno (10 crediti) 6. Economia politica (10 crediti) II ANNO 7. Diritto costituzionale (10 crediti) 8. Diritto commerciale (15 crediti) 9. Diritto internazionale (10 crediti) 10.Diritto civile (15 crediti) 11.Diritto romano (10 crediti) 10

11 III ANNO 12.Diritto amministrativo (10 crediti) 13.Diritto dell Unione Europea (10 crediti) 14.Diritto penale (15 crediti) 15.Diritto privato comparato o Diritto pubblico comparato (10 crediti) 16.Informatica giuridica (5 crediti) 17.Diritto agrario (5 crediti) 18.Medicina legale (5 crediti) IV ANNO 19.Diritto processuale civile (15 crediti) 20.Procedura penale (15 crediti) 21.Giustizia amministrativa (8 crediti) 22.Diritto del lavoro (12 crediti) 23.Un esame a scelta libera(diritto di famiglia o Diritto ecclesiastico) (5 crediti) 24.Un esame a scelta libera (5 crediti) V ANNO 25.Diritto tributario (5 crediti) 26.Un esame a scelta libera (5 crediti) 27.Un esame a scelta libera (5 crediti) 28.Un esame a scelta libera, rientrante nel settore prescelto (5 crediti) 29.Un esame a scelta libera, rientrante nel settore prescelto (5 crediti) 30.Un esame a scelta libera, rientrante nel settore prescelto (5 crediti) Di seguito sono elencate le discipline attivate, rientranti nei settori privatistico, pubblicistico, internazionalistico, penalistico-criminologico, economico-imprenditoriale. La scelta dello studente, per complessivi 15 crediti, dovrà ricadere tra le discipline comprese nel settore prescelto. Per il conseguimento degli ulteriori 15 crediti genericamente assegnati ad un esame a scelta libera, lo studente potrà eventualmente optare anche per altre discipline non comprese nel settore prescelto, che siano state attivate dalla Facoltà. Settore privatistico CFU 1. Biodiritto 5 2. Diritto alimentare 5 3. Diritto dei trasporti 5 4. Diritto del commercio internazionale 5 5. Diritto dello sport 5 6. Diritto fallimentare 5 7. Diritto industriale nazionale e comunitario 5 8. Diritto privato dell economia 5 9. Diritto privato latino-americano Diritto processuale del lavoro 5 Settore pubblicistico 1. Diritto e legislazione universitaria 5 2. Diritto processuale amministrativo 5 3. Diritto processuale generale 5 4. Diritto pubblico romano 5 5. Diritto regionale 5 6. Diritto sindacale 5 7. Diritto urbanistico 5 8. Medicina delle assicurazioni 5 11

12 9. Scienza delle finanze Sistemi giuridici comparati 5 Settore internazionalistico 1. Bioetica 5 2. Diritto agrario comunitario 5 3. Diritto dei trasporti 5 4. Diritto del commercio internazionale 5 5. Diritto e tecnica della conciliazione 5 6. Diritto internazionale privato e 5 processuale 7. Diritto privato latino-americano 5 8. Economia internazionale 5 9. Fondamenti del diritto europeo Organizzazione internazionale Politica economica 5 Settore penalistico - criminologico 1. Bioetica 5 2. Criminologia 5 3. Diritto dell esecuzione penale 5 4. Diritto dell informatica 5 5. Diritto fallimentare 5 6. Diritto penale dell economia 5 7. Diritto pubblico romano 5 8. Fondamenti del diritto europeo 5 9. Immunoematologia forense Procedura penale d impresa Tecnica dell attività investigativa Teoria generale del diritto 5 Settore economico-imprenditoriale 1. Diritto dei trasporti 5 2. Diritto del commercio internazionale 5 3. Diritto fallimentare 5 4. Diritto penale dell economia 5 5. Diritto privato dell economia 5 6. Economia e gestione delle imprese 5 7. Economia industriale 5 8. Politica economica 5 9. Procedura penale d impresa Teoria e politica dello sviluppo 5 I restanti 30 (trenta) crediti da acquisire per il conseguimento del titolo sono così distribuiti: 7 crediti per la prova di conoscenza del linguaggio giuridico in una lingua straniera, da conseguire attraverso una prova di idoneità in lingua straniera (inglese, francese o spagnolo), consistente nella discussione con il docente della lingua prescelta dell abstract della tesi di laurea, redatto in lingua straniera; 3 crediti per abilità informatiche, da conseguire attraverso una prova di idoneità rivolta alla verifica delle stesse, secondo le modalità indicate dal docente del laboratorio informatico; 20 crediti per la prova finale, consistente nella discussione di un 12

13 elaborato scritto, frutto di lavoro di ricerca, su un argomento attinente ad una disciplina insegnata in Facoltà. Gli studenti iscritti al corso di laurea triennale in Scienze Giuridiche (cl. 31) o al I anno del corso di laurea specialistica in Giurisprudenza (cl. 22/S) possono, a richiesta, passare al corso di laurea magistrale in Giurisprudenza (LMG/01). Qualora lo studente iscritto nell anno accademico 2006/2007 alla laurea triennale in Scienze giuridiche (cl. 31) opti per il passaggio alla laurea magistrale in Giurisprudenza (LMG/01), l anno di corso al quale potrà essere iscritto in quest ultima nell anno accademico 2007/2008 è determinato come segue: - lo studente iscritto al I anno della laurea triennale passa al II anno della Laurea magistrale; - lo studente iscritto al II anno della laurea triennale passa al III anno della Laurea magistrale; - lo studente iscritto al III anno della laurea triennale passa al IV anno della Laurea magistrale; - lo studente fuori corso passa al IV anno della laurea magistrale, senza conseguimento della laurea triennale. Qualora lo studente iscritto nell anno accademico 2006/2007 al I anno del corso di laurea specialistica in Giurisprudenza (cl. 22/S) opti per il passaggio alla laurea magistrale in Giurisprudenza (LMG/01), potrà essere iscritto al V anno di quest ultima nell anno accademico 2007/2008. Lo studente iscritto nell anno accademico 2006/2007 al II anno del corso di laurea specialistica in Giurisprudenza (cl. 22/S) termina gli studi nel proprio corso di laurea. Gli studenti iscritti al corso di laurea triennale in Scienze Giuridiche (cl. 31) o al corso di laurea specialistica in Giurisprudenza (cl. 22/S), che non optino per il corso quinquennale di laurea magistrale in Giurisprudenza (LMG/01), hanno il diritto di completare il loro corso di studi secondo l ordinamento didattico previgente. 13

14 Elenco degli insegnamenti attivati nei corsi di laurea in Giurisprudenza o mutuati dal corso di laurea in Scienze politiche Insegnamenti Crediti formativi Universitari 1. Biodiritto 5 2. Bioetica 5 3. Criminologia 5 4. Deontologia medica 5 5. Diritto agrario 5 6. Diritto agrario comunitario 5 7. Diritto alimentare 5/10 8. Diritto amministrativo Diritto amministrativo avanzato Diritto civile Diritto civile avanzato Diritto commerciale Diritto commerciale avanzato Diritto costituzionale Diritto costituzionale italiano e comparato Diritto del commercio internazionale Diritto del lavoro Diritto dell esecuzione penale Diritto dell informatica Diritto dell Unione europea 5/ Diritto dei consumatori Diritto dei trasporti Diritto dello sport Diritto di famiglia 5/ Diritto ecclesiastico Diritto e tecnica della conciliazione Diritto fallimentare Diritto industriale nazionale e comunitario Diritto internazionale 5/ Diritto internazionale avanzato Diritto internazionale privato e processuale Diritto penale Diritto penale avanzato Diritto penale parte speciale Diritto penale dell economia Diritto privato Diritto privato comparato Diritto privato dell economia Diritto privato latino-americano Diritto processuale amministrativo Diritto processuale civile Diritto processuale civile avanzato Diritto processuale del lavoro Diritto processuale generale Diritto pubblico comparato 5 14

15 46. Diritto regionale Diritto pubblico romano Diritto romano Diritto sindacale Diritto tributario Economia e gestione delle imprese Economia delle imprese pubbliche Economia internazionale Economia politica Elementi di economia politica Filosofia del diritto Fondamenti del diritto europeo 5/ Giustizia amministrativa Immunoematologia forense Informatica giuridica Istituzioni di diritto pubblico Istituzioni di diritto romano Laboratorio informatico Laboratorio linguistico (lingua inglese,lingua francese,lingua 5 spagnola) 65. Medicina delle assicurazioni Organizzazione internazionale Politica economica Procedura penale Procedura penale avanzato Procedura penale d impresa Scienza dell amministrazione Scienza delle finanze Sociologia del diritto Storia del diritto medievale e moderno 5/ Storia del diritto romano Storia del pensiero economico Tecnica dell attività investigativa Teoria generale del diritto 5 Propedeuticità Diritto privato è propedeutico a: Diritto civile Diritto commerciale Diritto del commercio internazionale Diritto dei trasporti Diritto del lavoro Diritto dell Unione europea Diritto dell informatica Diritto privato dell economia Diritto industriale nazionale e comunitario Diritto internazionale Diritto processuale civile Diritto tributario Informatica giuridica 15

16 Storia del diritto romano o Istituzioni di diritto romano è propedeutico a: Diritto romano Diritto pubblico romano Storia del diritto medievale e moderno Diritto costituzionale o Istituzioni di diritto pubblico è propedeutico a: Diritto amministrativo Diritto costituzionale italiano e comparato Diritto dell Unione europea Diritto ecclesiastico Diritto internazionale Diritto penale Diritto pubblico comparato Diritto regionale Diritto internazionale è propedeutico a: Organizzazione internazionale Diritto penale è propedeutico a: Diritto penale (parte speciale) Procedura penale Diritto amministrativo è propedeutico a: Diritto e legislazione universitaria Diritto processuale amministrativo Giustizia amministrativa Diritto processuale civile è propedeutico a: Diritto processuale del lavoro Diritto tributario Diritto commerciale è propedeutico a: Diritto tributario Procedura penale è propedeutico a: Diritto dell esecuzione penale Struttura dei corsi : LEZIONI: Le lezioni si svolgeranno in due semestri. Il primo semestre inizia l 8 ottobre 2007 e termina il 27 gennaio 2008; il secondo semestre inizia il 25 febbraio 2008 e termina il 16 maggio ESAMI DI PROFITTO: Gli esami di profitto si svolgeranno nelle seguenti settimane: ottobre novembre dicembre gennaio febbraio

17 10-14 marzo aprile maggio giugno luglio settembre ottobre 2008 ESAMI DI LAUREA Gli esami di Laurea si svolgeranno nei seguenti giorni: 3-4 ottobre dicembre febbraio aprile giugno luglio ottobre 2008 Assegnazione della tesi di laurea Per avere l assegnazione della tesi di laurea, lo studente deve rivolgersi al titolare dell insegnamento prescelto. Quest ultimo dovrà sottoscrivere il foglio di assegnazione entro i termini seguenti: - 15 dicembre per la sessione estiva; - 15 marzo per la sessione autunnale; - 30 giugno per la sessione straordinaria. Il foglio, entro lo stesso termine, dovrà essere depositato presso gli uffici della Presidenza. In mancanza la discussione della tesi non potrà avvenire prima della successiva sessione. Esame di laurea Almeno 45 giorni prima della data fissata per la discussione della tesi di laurea, lo studente dovrà provvedere a depositare presso la Segreteria Studenti la documentazione richiesta. Tra la data dell ultimo esame sostenuto e il giorno della discussione della tesi di laurea deve decorrere un periodo minimo di 20 giorni. Almeno 19 giorni prima della seduta di laurea lo studente deve depositare presso la Segreteria Studenti una copia dell elaborato firmato dal relatore. In caso di mancato rispetto delle scadenze, la discussione della tesi non potrà avvenire prima della successiva sessione. La prova finale consiste nella presentazione di un elaborato scritto su un tema concordato con un docente di un insegnamento curriculare, la cui prova di profitto deve essere stata di norma preventivamente superata. Lo studente dovrà presentare una tesi scritta, con allegati una copia della stessa in formato elettronico e un abstract in lingua italiana e in lingua straniera, che non sia la lingua madre del laureando. Obiettivo della prova finale è la verifica della capacità del laureando di discutere per iscritto, con chiarezza e padronanza, un argomento tra quelli oggetto degli insegnamenti curriculari, anche relativi all attività di stage e placement e con riferimento alla conoscenza della lingua straniera. Tutorato e ricevimento studenti Ogni docente fissa all inizio dell anno accademico un orario di ricevimento degli studenti per assistenza, attività di tutorato, chiarimenti ed informazioni sul programma delle lezioni e delle altre attività didattiche collegate al corso di insegnamento. 17

18 Tutorato di supporto All inizio dell anno accademico verrà fissato un orario di ricevimento durante il quale ogni tutor di supporto sarà a disposizione degli studenti per orientare ed assistere lo studente lungo l intero arco degli studi, nonché incentivare forme che agevolino il suo processo formativo e rimuovano eventuali ostacoli che ne rallentino la piena formazione. Iscrizione a corsi singoli Su delibera del Consiglio di Classe, chiunque può essere ammesso a seguire corsi singoli, sostenere i relativi esami acquisendone i crediti ed averne regolare attestazione. L iscrizione a corsi singoli viene effettuata presso la segreteria studenti previo versamento di un contributo fissato annualmente dal Consiglio di Amministrazione. 18

19 Facoltà di Giurisprudenza Corso di laurea quadriennale in Giurisprudenza Per l anno accademico 2007/2008 è attivato il quarto anno del corso quadriennale. I corsi di insegnamento si svolgeranno in conformità con i curricula triennali e curricula magistrali attivati in questa Facoltà. Tuttavia gli studenti che risultano già iscritti possono ultimare gli studi secondo il piano già approvato dalla Facoltà e sostenere gli esami di profitto secondo i programmi, disponibili sul sito Presentazione Per conseguire la laurea in Giurisprudenza occorre aver superato gli esami di profitto relativi agli insegnamenti previsti nel piano di studi e l esame di laurea. I piani di studio si articolano come segue: piano di studio generale, piano ad orientamento professionale, piano ad orientamento pubblicistico, piano tutela della persona e attività investigative. Annualità obbligatorie 1. Diritto privato 2. Storia del diritto romano o Istituzioni di diritto romano 3. Economia politica 4. Diritto costituzionale 5. Storia del diritto italiano I 6. Filosofia del diritto 7. Diritto commerciale 8. Diritto amministrativo I 9. Diritto civile I 10. Storia del diritto italiano II 11. Diritto amministrativo II 12. Diritto internazionale 13. Diritto civile II 14. Diritto penale I 15. Diritto del lavoro 16. Diritto processuale civile 17. Diritto penale II 18. Procedura penale Piano di studi generale I anno 1. Diritto privato 2. Istituzioni di diritto romano o Storia del diritto romano 3. Economia politica 4. Diritto costituzionale 5. Storia del diritto italiano I 6. Filosofia del diritto 7. Insegnamento a scelta libera II anno 8. Diritto commerciale 9. Diritto pubblico comparato o Diritto privato comparato 19

20 10. Diritto amministrativo I 11. Diritto civile I 12. Storia del diritto italiano II 13. Diritto dell Unione europea 14. Diritto ecclesiastico 15. Diritto romano o Istituzioni di diritto romano (per gli studenti che scelgano Storia del diritto romano al n. 2) o Storia del diritto romano (per gli studenti che scelgano Istituzioni di diritto romano al n. 2) III anno 16. Diritto civile II 17. Diritto penale I 18. Diritto internazionale 19. Diritto amministrativo II 20. Diritto del lavoro 21. Diritto tributario o Scienza delle finanze e Diritto finanziario 22. Insegnamento a scelta libera IV anno 23. Diritto processuale civile 24. Diritto penale II 25. Procedura penale 26. Insegnamento a scelta libera Piani di studi di orientamento I piani di studi individuali, rispondenti alle sotto indicate tipologie di orientamento, comprendono le 18 annualità obbligatorie di cui sopra, alle quali vanno aggiunte 6 annualità di insegnamento da scegliere tra quelle di orientamento ed altre due da scegliere tra tutte quelle attivate per il Corso di laurea in Giurisprudenza o Scienze politiche nell Università di Camerino. Orientamento professionale I anno 1. Diritto privato 2. Istituzioni di diritto romano o Storia del diritto romano 3. Economia politica 4. Diritto costituzionale 5. Storia del diritto italiano I 6. Filosofia del diritto 7. Insegnamento a scelta libera II anno 8. Diritto commerciale 9. Diritto industriale nazionale e comunitario o Diritto agrario comunitario o Diritto del commercio internazionale o Diritto dei trasporti o Diritto di famiglia o Istituzioni di diritto romano (per coloro che scelgono Storia del diritto romano al n. 2) o Storia del diritto romano (per coloro che scelgono Istituzioni di diritto romano al n. 2) o Diritto romano 10. Diritto amministrativo I 11. Diritto civile I 12. Storia del diritto italiano II 13. Diritto privato comparato 14. Diritto ecclesiastico o Diritto dell Unione europea 20

21 15. Insegnamento a scelta libera III anno 16. Diritto civile II 17. Diritto penale I 18. Diritto internazionale 19. Diritto amministrativo II 20. Diritto del lavoro 21. Medicina legale o Immunoematologia forense o Medicina delle assicurazioni o Teoria generale del diritto o Diritto dell informatica o 22.Diritto processuale generale o Diritto processuale del lavoro o Diritto sindacale IV anno 23. Diritto processuale civile 24. Diritto penale II 25. Procedura penale 26. Diritto tributario o Scienza delle finanze e diritto finanziario o Diritto processuale amministrativo o Diritto privato dell economia o Diritto dell esecuzione penale Orientamento pubblicistico I anno 1. Diritto privato 2. Istituzioni di diritto romano o Storia del diritto romano 3. Economia politica 4. Diritto costituzionale 5. Storia del diritto italiano I 6. Filosofia del diritto 7. Insegnamento a scelta libera II anno 8. Diritto commerciale 9. Diritto agrario o Diritto agrario comunitario o Diritto del commercio internazionale o Diritto dei trasporti o Diritto privato comparato o Diritto di famiglia o Istituzioni di diritto romano (per coloro che scelgono Storia del diritto romano al n. 2) o Storia del diritto romano (per coloro che scelgono Istituzioni di diritto romano al n. 2) o Diritto romano 10. Diritto amministrativo I 11. Diritto civile I 12. Storia del diritto italiano II 13. Diritto dell Unione europea 14. Diritto pubblico comparato 15. Insegnamento a scelta libera III anno 21

22 16. Diritto civile II 17. Diritto penale I 18. Diritto internazionale 19. Diritto amministrativo II 20. Diritto del lavoro 21. Diritto ecclesiastico o Diritto processuale amministrativo o Scienza dell amministrazione o Diritto regionale 22. Scienza delle finanze e diritto finanziario o Diritto tributario o Teoria e politica dello sviluppo o Diritto dell informatica o Sociologia del diritto IV anno 23. Diritto processuale civile 24. Diritto penale II 25. Procedura penale 26. Organizzazione internazionale o Economia internazionale o Politica economica Piano di studi orientato in Diritti della persona e attività investigativa I anno 1. Diritto privato 2. Storia del diritto romano o Istituzioni di diritto romano 3. Economia politica 4. Diritto costituzionale 5. Storia del diritto italiano I 6. Filosofia del diritto 7. Psicologia sociale II anno 8. Diritto commerciale 9. Diritto dell Unione europea o Diritto pubblico comparato o Diritto privato comparato 10. Storia del diritto italiano II 11. Diritto amministrativo I 12. Diritto civile I 13. Diritto del lavoro 14. Medicina legale 15. Diritto dell informatica III anno 16. Diritto civile II 17. Diritto penale I 18. Diritto internazionale 19. Diritto amministrativo II 20. Diritto processuale civile 21. Procedura penale 22. Insegnamento a scelta libera IV anno 23. Tecnica dell attività investigativa 22

23 24. Valutazione giudiziaria delle prove civili e penali e argomentazione forense 25. Diritto penale II 26. Insegnamento a scelta libera. Termini e modalità di presentazione del piano di studi Lo studente deve presentare entro il 31 dicembre, contestualmente al pagamento delle tasse, il piano di studi predisposto utilizzando uno degli appositi moduli prestampati. Tale modulo, opportunamente compilato, firmato e munito di marca da bollo, dovrà essere consegnato o spedito alla Segreteria della Presidenza della Facoltà di Giurisprudenza. Nella compilazione del piano di studi lo studente dovrà esercitare, laddove siano presenti, le opzioni tra gli insegnamenti previste nel piano prescelto ed indicare, utilizzando l apposito spazio, gli insegnamenti a scelta libera tra tutti quelli attivati nei Corsi di laurea in Giurisprudenza e Scienze politiche. Il Consiglio di classe provvederà ad approvare i piani di studi relativi al completamento della carriera degli studenti, che si trasferiscano a questo Ateneo da altre Università o da altre Facoltà. Il piano di studi potrà essere approvato, approvato con riserva o respinto dal Consiglio di Classe che fisserà delle date (entro il mese di marzo) in cui sarà consentito agli studenti, il cui piano sia stato approvato con riserva, di apportare le necessarie modifiche o l eventuale completamento. La lista degli studenti il cui piano di studi è ammesso con riserva sarà affissa nei locali della Facoltà. Se le modifiche o i completamenti non saranno apportati nei tempi e secondo le modalità prescritte, il piano sarà definitivamente respinto. Per informazioni riguardo alla redazione dei piani di studi gli studenti possono rivolgersi al referente per i piani di studio che riceve gli studenti secondo un calendario affisso nei locali della Facoltà e nella Segreteria studenti a partire dalla terza settimana del mese di settembre. Referente per i piani di studio di Giurisprudenza: - prof.ssa Anna Cardellini Assegnazione della tesi di laurea Per avere l assegnazione della tesi di Laurea, lo studente deve rivolgersi al titolare dell insegnamento prescelto. Quest ultimo dovrà sottoscrivere il foglio di assegnazione entro i termini seguenti: - 15 dicembre per la sessione estiva; - 15 marzo per la sessione autunnale; - 30 giugno per la sessione straordinaria. Il foglio, entro lo stesso termine, dovrà essere depositato presso gli uffici della Presidenza. In mancanza la discussione della tesi non potrà avvenire prima della successiva sessione. Esame di laurea Almeno 45 giorni prima della data fissata per la discussione della tesi di laurea, lo studente dovrà provvedere a depositare presso la Segreteria Studenti la documentazione richiesta. Tra la data dell ultimo esame sostenuto e il giorno della discussione della tesi di laurea deve decorrere un periodo minimo di 20 giorni. Almeno 19 giorni prima della seduta di laurea lo studente deve depositare presso la Segreteria Studenti una copia dell elaborato sottoscritta dal Relatore. In caso di mancato rispetto delle scadenze, la discussione della tesi non potrà avvenire prima della successiva sessione. 23

FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA, CLASSE LMG/01 REGOLAMENTO DIDATTICO

FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA, CLASSE LMG/01 REGOLAMENTO DIDATTICO FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA, CLASSE LMG/01 REGOLAMENTO DIDATTICO Art. 1 Definizioni 1. Ai sensi del presente Regolamento si intende: a) per Facoltà: la Facoltà

Dettagli

FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA, CLASSE LMG/01 REGOLAMENTO DIDATTICO. Art. 1 Definizioni

FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA, CLASSE LMG/01 REGOLAMENTO DIDATTICO. Art. 1 Definizioni FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA, CLASSE LMG/01 1. Ai sensi del presente Regolamento si intende: REGOLAMENTO DIDATTICO Art. 1 Definizioni a) per Facoltà: la Facoltà

Dettagli

Consiglio unificato delle classi 15 e 70/S. Presidente Prof. Paolo Pastori. Segretario Prof. Marco Giovagnoli

Consiglio unificato delle classi 15 e 70/S. Presidente Prof. Paolo Pastori. Segretario Prof. Marco Giovagnoli Facoltà: Giurisprudenza Corsi di Laurea in: Scienze Politiche Scienze Politiche del Lavoro e del Territorio (magistrale) Scienze Politiche (quadriennale) Consiglio unificato delle classi 15 e 70/S Presidente

Dettagli

Decreto 25 novembre 2005 : Definizione della classe del corso di Laurea magistrale in Giurisprudenza (G.U. n. 293 del 17 dicembre 2005) IL MINISTRO

Decreto 25 novembre 2005 : Definizione della classe del corso di Laurea magistrale in Giurisprudenza (G.U. n. 293 del 17 dicembre 2005) IL MINISTRO Decreto 25 novembre 2005 : Definizione della classe del corso di Laurea magistrale in Giurisprudenza (G.U. n. 293 del 17 dicembre 2005) IL MINISTRO Visto l'articolo 17, comma 95, della legge 15 maggio

Dettagli

FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA Manifesto degli Studi a.a. 2008-2009

FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA Manifesto degli Studi a.a. 2008-2009 FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA Manifesto degli Studi a.a. 200-2009 La Facoltà di Giurisprudenza dell Università degli Studi del Salento attiva, nell a.a. 200-2009, i seguenti Corsi di studio: Corso di Laurea

Dettagli

Facoltà di Giurisprudenza

Facoltà di Giurisprudenza Facoltà di Giurisprudenza CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA A CICLO UNICO (classe LMG/01) Anno accademico 2011-2012 1. Caratteri, finalità e sbocchi Il corso di laurea magistrale in Giurisprudenza

Dettagli

Regolamento didattico del corso di laurea triennale in Giurista dell Impresa e dell Amministrazione. Parte generale

Regolamento didattico del corso di laurea triennale in Giurista dell Impresa e dell Amministrazione. Parte generale Regolamento didattico del corso di laurea triennale in Giurista dell Impresa e dell Amministrazione Capo I. Disposizioni generali Parte generale Art. 1. Ambito di competenza 1. Il presente Regolamento

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN SCIENZE GIURIDICHE Classe 31 Scienze giuridiche

CORSO DI LAUREA IN SCIENZE GIURIDICHE Classe 31 Scienze giuridiche CORSO DI LAUREA IN SCIENZE GIURIDICHE Classe 31 Scienze giuridiche Art. 1 Le seguenti disposizioni disciplinano l organizzazione didattica del Corso di Laurea in Scienze giuridiche, in conformità alle

Dettagli

Facoltà: Giurisprudenza Corso di Laurea in: Scienze Politiche Classe: L 36 (Classe delle lauree in Scienze Politiche e delle relazioni internazionali)

Facoltà: Giurisprudenza Corso di Laurea in: Scienze Politiche Classe: L 36 (Classe delle lauree in Scienze Politiche e delle relazioni internazionali) Facoltà: Giurisprudenza Corso di Laurea in: Scienze Politiche Classe: L 36 (Classe delle lauree in Scienze Politiche e delle relazioni internazionali) Sede segreteria del corso: Palazzo Ducale, P.zza Cavour,

Dettagli

PASSAGGI DI CORSO E RICONOSCIMENTO CREDITI

PASSAGGI DI CORSO E RICONOSCIMENTO CREDITI PASSAGGI DI CORSO E RICONOSCIMENTO CREDITI (Riconoscimento di crediti conseguiti nel Corso di laurea in Scienze giuridiche (classe 31) dell Università di Messina) 1. Gli studenti che hanno conseguito la

Dettagli

FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA ART. 1

FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA ART. 1 SEZIONE PRIMA FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA ART. 1 Alla Facoltà di Giurisprudenza afferiscono i seguenti corsi di laurea specialistica: a) corso di laurea specialistica in Giurisprudenza b) corso di laurea

Dettagli

Corso di Laurea Specialistica in Giurisprudenza

Corso di Laurea Specialistica in Giurisprudenza UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Facoltà di Giurisprudenza Como Corso di Laurea Specialistica in Giurisprudenza Sede del corso: Como MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2007/2008 Presentazione del

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO IN GIURISPRUDENZA CLASSE LMG/01

REGOLAMENTO DIDATTICO CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO IN GIURISPRUDENZA CLASSE LMG/01 REGOLAMENTO DIDATTICO CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO IN GIURISPRUDENZA CLASSE LMG/01 Art. 1 Definizioni 1. Ai sensi del presente Regolamento si intende: a) per Dipartimento: il Dipartimento di

Dettagli

DIPARTIMENTO DI GIURISPRUDENZA E SCIENZE POLITICHE, ECONOMICHE E SOCIALI

DIPARTIMENTO DI GIURISPRUDENZA E SCIENZE POLITICHE, ECONOMICHE E SOCIALI DIPARTIMENTO DI GIURISPRUDENZA E SCIENZE POLITICHE, ECONOMICHE E SOCIALI UNIVERSITA DEGLI STUDI DEL PIEMONTE ORIENTALE AMEDEO AVOGADRO REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE DEL LAVORO

REGOLAMENTO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE DEL LAVORO REGOLAMENTO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN SCIENZE DEL LAVORO 1. Il presente Regolamento specifica gli aspetti organizzativi del corso di laurea specialistica in Scienze del lavoro (classe delle

Dettagli

CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN GIURISPRUDENZA GIURISPRUDENZA

CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN GIURISPRUDENZA GIURISPRUDENZA CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN GIURISPRUDENZA GIURISPRUDENZA (Approvato con delibera del C.d.F. del 07.05.03, modificato con delibera del CdF del 8.10.03, del 12.05.04, del 01.06.2005, 21.12.2005) Regolamento

Dettagli

LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO IN GIURISPRUDENZA (LMG-01)

LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO IN GIURISPRUDENZA (LMG-01) LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO IN GIURISPRUDENZA (LMG-01) Il corso di laurea in breve ll Corso di laurea magistrale in Giurisprudenza, in modalità E-learning, si propone di formare gli studenti al dominio

Dettagli

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA Pag 2 INDICE Parte Prima 1. MANIFESTO DEGLI STUDI PER GLI IMMATRICOLATI A.A. 2012-2013 1.1 Laurea Magistrale

Dettagli

Regolamento didattico del corso di laurea magistrale in Servizio Sociale e Politiche Sociali. Parte generale

Regolamento didattico del corso di laurea magistrale in Servizio Sociale e Politiche Sociali. Parte generale Regolamento didattico del corso di laurea magistrale in Servizio Sociale e Politiche Sociali Capo I. Disposizioni generali Parte generale Art. 1. Ambito di competenza 1. Il presente Regolamento disciplina,

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN SCIENZE GIURIDICHE SCIENZE GIURIDICHE

CORSO DI LAUREA IN SCIENZE GIURIDICHE SCIENZE GIURIDICHE CORSO DI LAUREA IN SCIENZE GIURIDICHE SCIENZE GIURIDICHE (Approvato con delibera del CdS e CdF del 03.05.06 e modificato con delibera del CdS del 07.03.07 e del CdF del 04.04.07) Regolamento didattico

Dettagli

Regolamento del Corso di laurea triennale in Scienze giuridiche (1) classe n. 31 delle Lauree in SCIENZE GIURIDICHE. I - Disposizioni generali

Regolamento del Corso di laurea triennale in Scienze giuridiche (1) classe n. 31 delle Lauree in SCIENZE GIURIDICHE. I - Disposizioni generali 1 Regolamento del Corso di laurea triennale in Scienze giuridiche (1) classe n. 31 delle Lauree in SCIENZE GIURIDICHE I - Disposizioni generali Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI CONSULENTE DEL LAVORO ED ESPERTO DI RELAZIONI INDUSTRIALI

CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI CONSULENTE DEL LAVORO ED ESPERTO DI RELAZIONI INDUSTRIALI CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI CONSULENTE DEL LAVORO ED ESPERTO DI RELAZIONI INDUSTRIALI (Modificato con delibere del CdF e CdS del 22.01.03, del 07.05.2003, del 8.10.2003; del 25.02.2004;

Dettagli

Il Dipartimento offre due Corsi di laurea, orientati sia alle professioni forensi sia -più generalmente- agli impieghi pubblici e

Il Dipartimento offre due Corsi di laurea, orientati sia alle professioni forensi sia -più generalmente- agli impieghi pubblici e Generalità Il Dipartimento di Giurisprudenza dell Università degli Studi di Brescia ha sede in due Palazzi storici del centro della città: - Palazzo Calini ai Fiumi (via San Faustino 41, di fronte alla

Dettagli

b) studenti laureati in Scienze giuridiche di altro Ateneo

b) studenti laureati in Scienze giuridiche di altro Ateneo Sull ottavo punto all o.d.g.: Organizzazione didattica: a) accesso degli studenti lavoratori agli appelli riservati; b) passaggi al corso di laurea magistrale (da Servizi giuridici, da precedenti ordinamenti,

Dettagli

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA GIURISPRUDENZA

CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA GIURISPRUDENZA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN GIURISPRUDENZA GIURISPRUDENZA (Approvato con delibera del CdF del 03.05.06 e modificato con delibere del CdF del 07.03.07, del 12.03.08 e del 08.04.08) Regolamento didattico

Dettagli

Scuola di Giurisprudenza

Scuola di Giurisprudenza Scuola di Giurisprudenza PARTE NORMATIVA DEL REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO IN GIURISPRUDENZA - sede di Bologna ART. 1 REQUISITI PER L'ACCESSO AL CORSO Per essere ammesso

Dettagli

GIURISPRUDENZA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO. Classe di Laurea LMG/01. DIPARTIMENTO DI GIURISPRUDENZA - Palermo -

GIURISPRUDENZA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO. Classe di Laurea LMG/01. DIPARTIMENTO DI GIURISPRUDENZA - Palermo - CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO GIURISPRUDENZA Classe di Laurea LMG/01 DIPARTIMENTO DI GIURISPRUDENZA - Palermo - PRESIDENTE DEL CORSO DI LAUREA Prof. Pietro Lo Iacono E-mail: p.loiacono@lumsa.it

Dettagli

LINGUE MODERNE E STUDI INTERCULTURALI

LINGUE MODERNE E STUDI INTERCULTURALI 1 Approvato dal Consiglio di Facoltà del 24 Marzo 2004 REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN LINGUE MODERNE E STUDI INTERCULTURALI ART. 1 - DENOMINAZIONE 1 - È attivato presso la Facoltà

Dettagli

Articolo 12. Articolo 13

Articolo 12. Articolo 13 CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN SCIENZE GIURIDICHE PER LA CONSULENZA DEL LAVORO E LA SICUREZZA DEI LAVORATORI NUOVO ORDINAMENTO Classe L-14, Classe delle lauree triennali in Scienze dei servizi giuridici

Dettagli

Regolamento didattico del Corso di Laurea Magistrale in Storia e Civiltà europee (classe LM-84) a.a. 2010/2011

Regolamento didattico del Corso di Laurea Magistrale in Storia e Civiltà europee (classe LM-84) a.a. 2010/2011 Regolamento didattico del Corso di Laurea Magistrale in Storia e Civiltà europee (classe LM-84) a.a. 2010/2011 ART. 1 Finalità 1. Il presente Regolamento disciplina il Corso di Laurea Magistrale in Storia

Dettagli

Regolamento Corso di Laurea Magistrale in ECONOMIA E GESTIONE DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI. (Classe LM-63, Scienze delle pubbliche amministrazioni)

Regolamento Corso di Laurea Magistrale in ECONOMIA E GESTIONE DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI. (Classe LM-63, Scienze delle pubbliche amministrazioni) Regolamento Corso di Laurea Magistrale in ECONOMIA E GESTIONE DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI (Classe LM-63, Scienze delle pubbliche amministrazioni) Art. 1 Istituzione La Facoltà di Economia istituisce

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA Facoltà di Psicologia Facoltà di Scienze matematiche fisiche e naturali LAUREA MAGISTRALE IN Teoria e tecnologia della comunicazione REGOLAMENTO DIDATTICO - ANNO

Dettagli

Corso di Laurea Quadriennale in Giurisprudenza Nuovo Ordinamento didattico

Corso di Laurea Quadriennale in Giurisprudenza Nuovo Ordinamento didattico Corso di Laurea Quadriennale in Giurisprudenza Nuovo Ordinamento didattico La Facoltà di Giurisprudenza di Foggia conferisce la laurea in Giurisprudenza in conformità alle vigenti disposizioni. Il corso

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN MARKETING E ORGANIZZAZIONE D IMPRESA (CLASSE L-18 Scienze dell economia e della gestione aziendale) Art. 1 Premesse e finalità 1. Il presente Regolamento disciplina

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO

REGOLAMENTO DIDATTICO REGOLAMENTO DIDATTICO CORSO DI STUDIO: Culture e tecniche del costume e della moda FACOLTÀ: Lettere e Filosofia CLASSE: 23 Art. 1 Coerenza tra crediti delle attività formative e obiettivi formativi programmati

Dettagli

FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA MANIFESTO DEGLI STUDI ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2010-2011

FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA MANIFESTO DEGLI STUDI ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2010-2011 FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA MANIFESTO DEGLI STUDI ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2010-2011 1 INDICE 1.MANIFESTO DEGLI STUDI PER GLI IMMATRICOLATI DALL A.A.2006/07 - Laurea magistrale in Giurisprudenza con percorso

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA. Facoltà di Giurisprudenza. LAUREA MAGISTRALE IN Giurisprudenza

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA. Facoltà di Giurisprudenza. LAUREA MAGISTRALE IN Giurisprudenza UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA Facoltà di Giurisprudenza LAUREA MAGISTRALE IN Giurisprudenza REGOLAMENTO DIDATTICO - ANNO ACCADEMICO 2009-2010 DESCRIZIONE Presso la Facoltà di Giurisprudenza

Dettagli

Regolamento del Biennio sperimentale di II livello ad indirizzo interpretativo-compositivo

Regolamento del Biennio sperimentale di II livello ad indirizzo interpretativo-compositivo Regolamento del Biennio sperimentale di II livello ad indirizzo interpretativo-compositivo Il seguente regolamento, redatto a suo tempo per il biennio dell a.a. 2004-2005, non ha a tutt oggi subito modifiche.

Dettagli

ART. 1 Oggetto del Regolamento

ART. 1 Oggetto del Regolamento REGOLAMENTO DELLA SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE IN DIDATTICA DELL ITALIANO COME LINGUA STRANIERA ART. 1 Oggetto del Regolamento Il presente regolamento disciplina, ai sensi dell articolo 1 comma 3 del Regolamento

Dettagli

FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA www.lex.uniba.it

FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA www.lex.uniba.it FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA www.lex.uniba.it Presidenza Piazza Cesare Battisti, 1 - Bari Preside: prof. Mario Giovanni Garofalo Tel. 080.571721-7240; e-mail: mg.garofalo@lex.uniba.it Segreteria Studenti

Dettagli

Università degli Studi di Bergamo. Facoltà di Giurisprudenza

Università degli Studi di Bergamo. Facoltà di Giurisprudenza Università degli Studi di Bergamo Facoltà di Giurisprudenza Corso di Laurea Magistrale a ciclo unico in Giurisprudenza Classe di appartenenza: LMG/01 LAW REGOLAMENTO DIDATTICO Art.1 Presentazione E istituito

Dettagli

Corso di Laurea Magistrale in Giurisprudenza

Corso di Laurea Magistrale in Giurisprudenza hoòigioò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Facoltà di Giurisprudenza Como Corso di Laurea Magistrale in Giurisprudenza Sede del corso: - Como, Via Sant Abbondio, 12 MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO

Dettagli

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2014 2015 A CURA DELLA PRESIDENZA DI FACOLTA

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2014 2015 A CURA DELLA PRESIDENZA DI FACOLTA ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2014 2015 A CURA DELLA PRESIDENZA DI FACOLTA Pag 2 INDICE Parte Prima 1. MANIFESTO DEGLI STUDI A.A. 2014-2015 Laurea Magistrale in Giurisprudenza LMG-01 (Ordinamento 26694 D.L.

Dettagli

SIOI Società Italiana per l Organizzazione Internazionale

SIOI Società Italiana per l Organizzazione Internazionale Università degli Studi di Camerino SIOI Società Italiana per l Organizzazione Internazionale Università degli Studi di Roma Tor Vergata MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO in COOPERAZIONE GIUDIZIARIA INTERNAZIONALE

Dettagli

Corso di Laurea Magistrale a ciclo unico in Giurisprudenza Classe di appartenenza: LMG/01 LAW

Corso di Laurea Magistrale a ciclo unico in Giurisprudenza Classe di appartenenza: LMG/01 LAW Corso di Laurea Magistrale a ciclo unico in Giurisprudenza Classe di appartenenza: LMG/01 LAW REGOLAMENTO DIDATTICO (modificato con D.R. 18341/I/003 del 26.9.2011) Art.1 Presentazione E istituito presso

Dettagli

UNIVERSITA` DEL SALENTO Facolta` di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

UNIVERSITA` DEL SALENTO Facolta` di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali UNIVERSITA` DEL SALENTO Facolta` di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali Regolamento didattico del Corso di Laurea di I livello in OTTICA e OPTOMETRIA Il Regolamento Didattico specifica gli aspetti

Dettagli

Corso di LAUREA IN CONSULENTE DEL LAVORO E SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI (CLASSE L-14)

Corso di LAUREA IN CONSULENTE DEL LAVORO E SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI (CLASSE L-14) Corso di LAUREA IN CONSULENTE DEL LAVORO E SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI (CLASSE L-14) Curriculum in Consulente del lavoro PIANO DI STUDIO COORTE DI RIFERIMENTO A.A. 2014-2015 I anno II anno IUS 01 - Istituzioni

Dettagli

Depliant informativo

Depliant informativo UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA SINDACATO AUTONOMO DI POLIZIA SEGRETERIA GENERALE Corso di Laurea Telematico in FUNZIONARIO GIUDIZIARIO E AMMINISTRATIVO ANNO ACCADEMICO 2007/2008

Dettagli

VECCHIO ORDINAMENTO INSEGNAMENTI DEL CORSO DI LAUREA IN GIURISPRUDENZA

VECCHIO ORDINAMENTO INSEGNAMENTI DEL CORSO DI LAUREA IN GIURISPRUDENZA VECCHIO ORDINAMENTO AVVISO IMPORTANTE: per quanto riguarda i primi tre anni è attivo solo il nuovo ordinamento; pertanto, le informazioni relative ai primi tre anni del vecchio ordinamento sono riportate

Dettagli

REGOLAMENTO DEI CORSI DI STUDIO ACCADEMICI DI I e II LIVELLO AI SENSI DEL REGOLAMENTO DIDATTICO

REGOLAMENTO DEI CORSI DI STUDIO ACCADEMICI DI I e II LIVELLO AI SENSI DEL REGOLAMENTO DIDATTICO REGOLAMENTO DEI CORSI DI STUDIO ACCADEMICI DI I e II LIVELLO AI SENSI DEL REGOLAMENTO DIDATTICO Indice Art. 1. (Generalità) Art. 2. (Titoli di accesso) Art. 3. (Competenze di accesso e loro verifica) Art.

Dettagli

(Emanato con D.R. n. 1032/15 del 02.11.2015) REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI STUDIO IN GIURISPRUDENZA (LMG01) Art. 1 Oggetto

(Emanato con D.R. n. 1032/15 del 02.11.2015) REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI STUDIO IN GIURISPRUDENZA (LMG01) Art. 1 Oggetto REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI STUDIO IN GIURISPRUDENZA (LMG01) Art. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le finalità, l organizzazione e il funzionamento del Corso di studio in Giurisprudenza

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN ECONOMIA E FINANZA INTERNAZIONALE

REGOLAMENTO DIDATTICO CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN ECONOMIA E FINANZA INTERNAZIONALE REGOLAMENTO DIDATTICO CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN ECONOMIA E FINANZA INTERNAZIONALE 1. Il presente Regolamento specifica gli aspetti organizzativi del corso di laurea specialistica in Economia e finanza

Dettagli

Scuola ARCHITETTURA E DESIGN Eduardo Vittoria REGOLAMENTO

Scuola ARCHITETTURA E DESIGN Eduardo Vittoria REGOLAMENTO Scuola ARCHITETTURA E DESIGN Eduardo Vittoria REGOLAMENTO del Corso di Laurea in SCIENZE DELL ARCHITETTURA (Classe L - 17 ) Anno Accademico di istituzione: 2008-2009 Art. 1. Organizzazione del corso di

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE, SCIENZE UMANE E DELLA COMUNICAZIONE INTERCULTURALE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE, SCIENZE UMANE E DELLA COMUNICAZIONE INTERCULTURALE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SIENA DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE, SCIENZE UMANE E DELLA COMUNICAZIONE INTERCULTURALE REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN Scienze per la formazione

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN SERVIZIO SOCIALE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN SERVIZIO SOCIALE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN SERVIZIO SOCIALE CLASSE DELLE LAUREE IN SERVIZIO SOCIALE L-39 Ai sensi del D.M. 270/2004 (Social Service) A.A. 2014/2015 TITOLO

Dettagli

Scuola di Lettere e Beni culturali

Scuola di Lettere e Beni culturali Scuola di Lettere e Beni culturali Titolo: SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE Testo: LAUREA IN SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE - CLASSE L- 20 REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI STUDIO PARTE NORMATIVA Art. 1 Requisiti

Dettagli

TABELLA VII FACOLTÀ DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE. Art. 1. Art. 2 DIPLOMA UNIVERSITARIO PER TRADUTTORI E INTERPRETI

TABELLA VII FACOLTÀ DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE. Art. 1. Art. 2 DIPLOMA UNIVERSITARIO PER TRADUTTORI E INTERPRETI TABELLA VII FACOLTÀ DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE Art. 1 La Facoltà di Lingue e letterature straniere conferisce: il diploma universitario di Traduttori e interpreti, la laurea in Lingue e letterature

Dettagli

Regolamento didattico del Corso di Laurea in Lingue e Letterature straniere

Regolamento didattico del Corso di Laurea in Lingue e Letterature straniere Regolamento didattico del Corso di Laurea in Lingue e Letterature straniere classe delle lauree n. 11 Lingue e culture moderne approvato dal Consiglio di Facoltà del 17 Dicembre 2003 ART. 1 DENOMINAZIONE

Dettagli

Manifesto degli studi del DIIES per l anno accademico 2014/2015

Manifesto degli studi del DIIES per l anno accademico 2014/2015 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI MEDITERRANEA DI REGGIO CALABRIA DIPARTIMENTO DIIES Manifesto degli studi del DIIES per l anno accademico 2014/ 1 Premessa L offerta formativa del DIIES dell Università degli Studi

Dettagli

Giurisprudenza - Bari

Giurisprudenza - Bari Giurisprudenza - Bari FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA www.lex.uniba.it Bari Presidenza Piazza Cesare Battisti, 1-70121 Bari Preside: prof. Mario Giovanni Garofalo Tel. 080.571721-7240; e-mail: mg:garofalo@lex.uniba.it

Dettagli

Pos. AG Decreto n. 449 IL RETTORE

Pos. AG Decreto n. 449 IL RETTORE Pos. AG Decreto n. 449 IL RETTORE Vista la legge 9.5.89, n. 168; Vista la legge 19.11.90, n. 341; Vista la legge 15.5.97, n. 127; il D.P.R. 27.1.98, n. 25; il D.M. 3.11.99, n. 509 recante norme concernenti

Dettagli

TECNICHE DELLA PREVENZIONE NELL'AMBIENTE E NEI LUOGHI DI LAVORO (AB. ALLA PROF. SANITARIA DI TECNICO DELLA PREV. NELL'AMBIENTE E NEI LUOGHI DI LAVORO)

TECNICHE DELLA PREVENZIONE NELL'AMBIENTE E NEI LUOGHI DI LAVORO (AB. ALLA PROF. SANITARIA DI TECNICO DELLA PREV. NELL'AMBIENTE E NEI LUOGHI DI LAVORO) Page 1 of 5 Facoltà: Corso: Ordinamento: DM270 MEDICINA E CHIRURGIA 8487 - TECNICHE DELLA PREVENZIONE NELL'AMBIENTE E NEI LUOGHI DI LAVORO (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI TECNICO DELLA PREVENZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO DEI CORSI DI STUDI ACCADEMICI TRIENNALI E BIENNALI DIPARTIMENTO DEGLI STRUMENTI AD ARCO E A CORDA

REGOLAMENTO DEI CORSI DI STUDI ACCADEMICI TRIENNALI E BIENNALI DIPARTIMENTO DEGLI STRUMENTI AD ARCO E A CORDA REGOLAMENTO DEI CORSI DI STUDI ACCADEMICI TRIENNALI E BIENNALI DIPARTIMENTO DEGLI STRUMENTI AD ARCO E A CORDA Art. 1 - Fonti normative Legge n. 508 del 21 dicembre 1999 Riforma delle Accademie di Belle

Dettagli

FACOLTA DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE

FACOLTA DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE UNIVERSITÀ DEL SALENTO FACOLTA DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN TRADUZIONE LETTERARIA E TRADUZIONE TECNICO-SCIENTIFICA Classe 104/S La laurea

Dettagli

CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA ANTROPOLOGIA CULTURALE ED ETNOLOGIA. 274 Università degli Studi di Napoli Federico II. Facoltà di Sociologia 273

CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA ANTROPOLOGIA CULTURALE ED ETNOLOGIA. 274 Università degli Studi di Napoli Federico II. Facoltà di Sociologia 273 Facoltà di Sociologia 273 274 Università degli Studi di Napoli Federico II CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN 10.1 Ordinamento Didattico e Articolazione del corso di laurea Il Corso di Laurea Specialistica

Dettagli

Facoltà di Farmacia. viale E. Betti tel. 0737 402456 fax 0737 402456 e-mail farmacia@unicam.it. Consiglio di Facoltà Preside: Prof.

Facoltà di Farmacia. viale E. Betti tel. 0737 402456 fax 0737 402456 e-mail farmacia@unicam.it. Consiglio di Facoltà Preside: Prof. Facoltà di Farmacia viale E. Betti tel. 0737 402456 fax 0737 402456 e-mail farmacia@unicam.it Consiglio di Facoltà Preside: Prof. Maurizio Massi Classe 24 Scienze e Tecnologie Farmaceutiche Corso di Laurea

Dettagli

Corso di laurea triennale in: Consulenza Aziendale e Giuridica

Corso di laurea triennale in: Consulenza Aziendale e Giuridica Corsi di laurea triennale sede di Venezia Guida della Facoltà di Economia a.a. 004-0 Corso di laurea triennale in: Consulenza Aziendale e Giuridica Classe di appartenenza: Classe delle lauree in Scienze

Dettagli

DIZIONARIO UNIVERSITARIO

DIZIONARIO UNIVERSITARIO DIZIONARIO UNIVERSITARIO ANNO ACCADEMICO L anno accademico può essere suddiviso in due periodi dell anno in cui frequentare le lezioni e dare gli esami. In genere il primo periodo dura da ottobre a gennaio,

Dettagli

LINGUA INGLESE, ALTRE CONOSCENZE LINGUISTICHE, INFORMATICA DI BASE E TIROCINI

LINGUA INGLESE, ALTRE CONOSCENZE LINGUISTICHE, INFORMATICA DI BASE E TIROCINI Allegato L-14/5 al Regolamento del Corso di laurea in Scienze dei servizi giuridici per l'impresa, le organizzazioni pubbliche ed il lavoro (art. 11, comma 4 e 12, comma 4) ( i ) LINGUA INGLESE, ALTRE

Dettagli

Facoltà di Giurisprudenza REGOLAMENTO

Facoltà di Giurisprudenza REGOLAMENTO REGOLAMENTO del Corso di Laurea magistrale a ciclo Unico in Giurisprudenza ( Classe LMG /01 ) Anno Accademico di istituzione: 2006/2007 Art. 1. Organizzazione del corso di studio 1. È istituito presso

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI A.A. 2014/2015

MANIFESTO DEGLI STUDI A.A. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI A.A. 2014/2015 Vengono riportati di seguito i prospetti dell organizzazione dei Corsi di Laurea e Laurea magistrale che saranno attivati presso il Dipartimento di Giurisprudenza nell

Dettagli

FEDERAZIONE AUTONOMA BANCARI ITALIANI

FEDERAZIONE AUTONOMA BANCARI ITALIANI SEGRETERIA NAZIONALE 00198 ROMA VIA TEVERE, 46 TEL. 06.84.15.751/2/3/4 FAX 06.85.59.220 06.85.52.275 SITO INTERNET: www.fabi.it E-MAIL: federazione@fabi.it FEDERAZIONE AUTONOMA BANCARI ITALIANI Ai Sindacati

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI UDINE REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI LAUREA MAGISTRALE. Corso di laurea magistrale in Ingegneria meccanica

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI UDINE REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI LAUREA MAGISTRALE. Corso di laurea magistrale in Ingegneria meccanica UNIVERSITA DEGLI STUDI DI UDINE REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI LAUREA MAGISTRALE Corso di laurea magistrale in Ingegneria meccanica Classe di laurea magistrale n. LM-33 Ingegneria meccanica DM 270/2004,

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA. Facoltà di Giurisprudenza. LAUREA IN Scienze per operatori dei servizi giuridici

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA. Facoltà di Giurisprudenza. LAUREA IN Scienze per operatori dei servizi giuridici UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO-BICOCCA Facoltà di Giurisprudenza LAUREA IN Scienze per operatori dei servizi giuridici REGOLAMENTO DIDATTICO - ANNO ACCADEMICO 2007-2008 DESCRIZIONE Presso la Facoltà

Dettagli

Manifesto degli studi del DIIES per l anno accademico 2015/2016

Manifesto degli studi del DIIES per l anno accademico 2015/2016 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI MEDITERRANEA DI REGGIO CALABRIA DIPARTIMENTO DIIES Manifesto degli studi del DIIES per l anno accademico 2015/ 1 Premessa L offerta formativa del DIIES dell Università degli Studi

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CORSO DI LAUREA IN SCIENZE GIURIDICHE E SISTEMI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO DEL CORSO DI LAUREA IN SCIENZE GIURIDICHE E SISTEMI AMMINISTRATIVI Università degli Studi di Siena Facoltà di Giurisprudenza REGOLAMENTO DEL CORSO DI LAUREA IN SCIENZE GIURIDICHE E SISTEMI AMMINISTRATIVI Art. 1 E istituito presso la Facoltà di Giurisprudenza il Corso

Dettagli

Scuola di Lettere e Beni culturali

Scuola di Lettere e Beni culturali Scuola di Lettere e Beni culturali Titolo: DAMS - DISCIPLINE DELLE ARTI, DELLA MUSICA E DELLO SPETTACOLO Testo: LAUREA IN DAMS Discipline delle arti, della musica e dello spettacolo CLASSE L- 3 REGOLAMENTO

Dettagli

A JESI L UNIVERSITÀ CHE TI ASCOLTA!

A JESI L UNIVERSITÀ CHE TI ASCOLTA! FONDAZIONE ANGELO COLOCCI A JESI L UNIVERSITÀ CHE TI ASCOLTA! in collaborazione con OFFERTA FORMATIVA A.A. 2014/2015 Corso di laurea triennale in SCIENZE GIURIDICHE APPLICATE indirizzi in: 1) OPERATORE

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO Scadenze amministrative per l anno accademico 2012-2013 Per l anno accademico 2012-2013 le scadenze amministrative di seguito riportate che devono essere osservate necessariamente per tutti i corsi di

Dettagli

Criminologia e studi giuridici forensi MA 056

Criminologia e studi giuridici forensi MA 056 Master di I livello (1875 ore 75 CFU) Anno Accademico 2011/2012 Criminologia e studi giuridici forensi MA 056 Titolo Criminologia e studi giuridici forensi La Criminologia sta assumendo un ruolo sempre

Dettagli

Regolamento recante norme concernenti l autonomia didattica degli atenei

Regolamento recante norme concernenti l autonomia didattica degli atenei Testo aggiornato al 13 gennaio 2006 Decreto ministeriale 3 novembre 1999, n. 509 Gazzetta Ufficiale 4 gennaio 2000, n. 2 Regolamento recante norme concernenti l autonomia didattica degli atenei IL MINISTRO

Dettagli

Corso di Laurea in Informatica

Corso di Laurea in Informatica Università degli Studi di Parma Dipartimento di Matematica e Informatica Corso di Laurea in Informatica Laurea di primo livello Classe L-31 Scienze e Tecnologie Informatiche (studenti immatricolati negli

Dettagli

FACOLTÀ DI ECONOMIA (SEDE DI PIACENZA) ART. 1

FACOLTÀ DI ECONOMIA (SEDE DI PIACENZA) ART. 1 SEZIONE UNDICESIMA FACOLTÀ DI ECONOMIA (SEDE DI PIACENZA) ART. 1 Alla Facoltà di Economia (sede di Piacenza) afferiscono i seguenti corsi di laurea triennali: a) corso di laurea in Economia aziendale b)

Dettagli

Regolamento Didattico del Corso di Laurea Magistrale in Scienze Chimiche

Regolamento Didattico del Corso di Laurea Magistrale in Scienze Chimiche Regolamento Didattico del Corso di Laurea Magistrale in Scienze Chimiche Articolo 1 - Denominazione del Corso e Classe di appartenenza È istituito presso l Università degli Studi della Basilicata il Corso

Dettagli

Regolamento didattico Corso di Laurea Magistrale in Management e Sviluppo Socioeconomico (LM 56)

Regolamento didattico Corso di Laurea Magistrale in Management e Sviluppo Socioeconomico (LM 56) Regolamento didattico Corso di Laurea Magistrale in Management e Sviluppo Socioeconomico (LM 56) Obiettivi formativi Il Corso di Laurea Magistrale in Management e Sviluppo Socioeconomico ha l obiettivo

Dettagli

L'obbligo formativo aggiuntivo assegnato si intende superato con il superamento dell'esame di Matematica generale.

L'obbligo formativo aggiuntivo assegnato si intende superato con il superamento dell'esame di Matematica generale. SCUOLA DI ECONOMIA, MANAGEMENT E STATISTICA Regolamento di MANAGEMENT E MARKETING - Parte normativa- Art. 1 Requisiti per l'accesso al corso Requisiti di accesso Per essere ammessi al corso di laurea è

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2008/2009

MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2008/2009 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Facoltà di Economia Varese MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2008/2009 Corso di laurea magistrale in Economia e Commercio Corso di laurea magistrale in Economia

Dettagli

Articolo 1 Definizioni e finalità. Articolo 2 Attività formative

Articolo 1 Definizioni e finalità. Articolo 2 Attività formative Università di Cassino Facoltà di Ingegneria Regolamento didattico dei corsi di laurea in L7 - Classe delle Lauree in INGEGNERIA CIVILE ED AMBIENTALE Ingegneria Civile ed Ambientale L8 - Classe delle Lauree

Dettagli

ISTITUTO SUPERIORE Di STUDI MUSICALI CONSERVATORIO GUIDO CANTELLI

ISTITUTO SUPERIORE Di STUDI MUSICALI CONSERVATORIO GUIDO CANTELLI ISTITUTO SUPERIORE Di STUDI MUSICALI CONSERVATORIO GUIDO CANTELLI Via Collegio Gallarini, 1 28100 NOVARA (tel. 0321-31252 / 392629) Fax 0321 640556 E-Mail: segreteriaamministrativa@conservatorionovara.it

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA INTERFACOLTA (AGRARIA-MEDICINA VETERINARIA)

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA INTERFACOLTA (AGRARIA-MEDICINA VETERINARIA) UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA INTERFACOLTA (AGRARIA-MEDICINA VETERINARIA) in PRODUZIONI ANIMALI (Classe L-38) Ai sensi del D.M. 270/2004 Art. 1 Finalità 1.

Dettagli

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2013 2014 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2013 2014 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2013 2014 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA Pag 2 INDICE Parte Prima 1. MANIFESTO DEGLI STUDI A.A. 2013-2014 Laurea Magistrale in Giurisprudenza LMG-01

Dettagli

REGOLAMENTO DEL MASTER DI PRIMO LIVELLO IN DIRITTO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE 1

REGOLAMENTO DEL MASTER DI PRIMO LIVELLO IN DIRITTO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE 1 REGOLAMENTO DEL MASTER DI PRIMO LIVELLO IN DIRITTO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE 1 Art. 1. FINALITA Presso la Facoltà di Giurisprudenza dell Università di Trieste è istituito il Master Universitario

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO

REGOLAMENTO DIDATTICO REGOLAMENTO DIDATTICO Laurea specialistica in Classe Facoltà ECONOMIA E LEGISLAZIONE D IMPRESA 84/S Classe delle lauree specialistiche in Scienze economico-aziendali Economia Art. 1. Finalità Il presente

Dettagli

REGOLAMENTO PROVA FINALE PER IL CONSEGUIMENTO DEL DIPLOMA ACCADEMICO DI 1 LIVELLO ANNO ACCADEMICO 2015 2016

REGOLAMENTO PROVA FINALE PER IL CONSEGUIMENTO DEL DIPLOMA ACCADEMICO DI 1 LIVELLO ANNO ACCADEMICO 2015 2016 REGOLAMENTO PROVA FINALE PER IL CONSEGUIMENTO DEL DIPLOMA ACCADEMICO DI 1 LIVELLO ANNO ACCADEMICO 2015 2016 CORSI DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO ART. 1 PRINCIPI GENERALI DI RIFERIMENTO 1. Il titolo

Dettagli

8481 - IGIENE DENTALE (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI IGIENISTA DENTALE) (L)

8481 - IGIENE DENTALE (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI IGIENISTA DENTALE) (L) Page 1 of 5 Facoltà: Corso: Ordinamento: DM270 MEDICINA E CHIRURGIA 8481 - IGIENE DENTALE (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI IGIENISTA DENTALE) (L) Titolo: IGIENE DENTALE (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE

Dettagli

NUOVI ORIZZONTI PER L INSEGNAMENTO

NUOVI ORIZZONTI PER L INSEGNAMENTO Corso annuale di Perfezionamento e di Aggiornamento Professionale (Legge 19/11/1990 n. 341 art. 6, co. 2, lett. C ) in NUOVI ORIZZONTI PER L INSEGNAMENTO (500 ore 20 Crediti Formativi Universitari) Anno

Dettagli

CALENDARIO ACCADEMICO 2015/2016

CALENDARIO ACCADEMICO 2015/2016 CALENDARIO ACCADEMICO 2015/2016 Date e scadenze comuni Inizio dell Anno Accademico: 1 ottobre 2015. Inizio delle attività didattiche: 1 ottobre 2015. Per motivi di organizzazione ed efficacia della didattica,

Dettagli

Giurisprudenza. a.a. 2014 / 2015

Giurisprudenza. a.a. 2014 / 2015 Giurisprudenza a.a. 2014 / 2015 Il Dipartimento Lo Studium Juris nato a Macerata nel 1290 è uno dei più antichi in Europa: sette secoli di storia e di tradizione ne hanno consolidato il patrimonio culturale,

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI STUDIO PARTE NORMATIVA -

REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI STUDIO PARTE NORMATIVA - Scuola di Lettere e Beni culturali LAUREA MAGISTRALE IN CINEMA, TELEVISIONE E PRODUZIONE MULTIMEDIALE CLASSE LM-65 REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI STUDIO PARTE NORMATIVA - Art. 1 Requisiti per l'accesso

Dettagli

Regolamento Corso di Laurea Magistrale in

Regolamento Corso di Laurea Magistrale in Regolamento Corso di Laurea Magistrale in AMMINISTRAZIONE, ECONOMIA E FINANZA. (Classe LM-77, Scienze Economico Aziendali) Art. 1 Attivazione Il Dipartimento di Ingegneria Industriale e dell Informazione

Dettagli