CONSORZIO DI BONIFICA NAVAROLO AGRO CREMONESE MANTOVANO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CONSORZIO DI BONIFICA NAVAROLO AGRO CREMONESE MANTOVANO"

Transcript

1 CONSORZIO DI BONIFICA NAVAROLO AGRO CREMONESE MANTOVANO CASALMAGGIORE (CR) via Roma 7 CAP Tel: Fax: E mail: Sito web: PIANO DI SVILUPPO RURALE MISURA 125A OPERE PUBBLICHE DI BONIFICA INTERVENTI DI STRAORDINARIA MANUTENZIONE ALL IMPIANTO DI SAN MATTEO DELLE CHIAVICHE Progetto esecutivo SISTEMA DI MONITORAGGIO PER IL FUNZIONAMENTO E LA MESSA IN SICUREZZA DELL IMPIANTO Allegato n. 5.5 Specifiche tecniche Casalmaggiore, 30 maggio 2011 Il progettista dott. ing. Giulio Daolio

2 SPECIFICHE TECNICHE SPECIFICA TECNICA stazmeteo A Stazione meteorologica... 4 SPECIFICA TECNICA campmeteo B Collegamenti ai sensori in campo... 5 SPECIFICA TECNICA collmeteo C Collegamenti centralina raccolta dati PLC locale... 5 SPECIFICA TECNICA ANTINTRUSIONE D1 Centralina e sensori... 5 SPECIFICA TECNICA ANTINTRUSIONE D3 Centralina e sensori... 6 SPECIFICA TECNICA ANTINTRUSIONE D5 Centralina e sensori... 6 SPECIFICA TECNICA ANTINTRUSIONE D6 Centralina e sensori... 7 SPECIFICA TECNICA ANTINTRUSIONE D7 Centralina e sensori... 7 SPECIFICA TECNICA collantint E1 Collegamento sensori in campo... 7 SPECIFICA TECNICA collantint E3 Collegamento sensori in campo... 8 SPECIFICA TECNICA collantint E5 Collegamento sensori in campo... 8 SPECIFICA TECNICA collantint E6 Collegamento sensori in campo... 8 SPECIFICA TECNICA collantint F1 Collegamento sensori in campo... 9 SPECIFICA TECNICA collantint F2 Collegamento sensori in campo... 9 SPECIFICA TECNICA PLC locale G1 PLC locale acquisizione dati... 9 SPECIFICA TECNICA PLC locale G2 PLC locale acquisizione dati SPECIFICA TECNICA PLC locale G3 PLC locale acquisizione dati SPECIFICA TECNICA PLC locale G5 PLC locale acquisizione dati SPECIFICA TECNICA PLC locale G6 PLC locale acquisizione dati SPECIFICA TECNICA PLC locale G7 PLC locale acquisizione dati SPECIFICA TECNICA MODEM H Comunicazione e controllo remoto SPECIFICA TECNICA PANNELLO op I Pannello comando PLC da SPECIFICA TECNICA PANNELLO op I3 Pannello comando PLC da Pag. 1

3 SPECIFICA TECNICA COMB tel L Inoltro messaggi SPECIFICA TECNICA PLC M Quadro interfaccia SPECIFICA TECNICA SCH elett N1 Disegni delle connessioni fra le apparecchiature SPECIFICA TECNICA SCH elett N7 Disegni delle connessioni fra le apparecchiature SPECIFICA TECNICA PC locale O Supervisione e raccolta dei dati locali SPECIFICA TECNICA ROUTER P Router cellulare di comunicazione SPECIFICA TECNICA SWITCH rete Q Switch rete LAN di comunicazione SPECIFICA TECNICA PRESE alim R Prese multiple di distribuzione...22 SPECIFICA TECNICA SOFTWARE interfaccia S1 Programma interfaccia PC e PLC (periferiche principali) SPECIFICA TECNICA SOFTWARE interfaccia S2 Programma interfaccia PC e PLC (periferica Acque Alte) SPECIFICA TECNICA SOFTWARE interfaccia S3 Programma interfaccia PC e PLC (periferica San Matteo) SPECIFICA TECNICA SOFTWARE interfaccia S5 Programma interfaccia PC e PLC (periferica Roncole) SPECIFICA TECNICA SOFTWARE accesso rem T Programma accesso remoto SPECIFICA TECNICA SOFTWARE PLC U1 Programma PLC SPECIFICA TECNICA SOFTWARE PLC U2 Programma PLC SPECIFICA TECNICA SOFTWARE PLC U3 Programma PLC SPECIFICA TECNICA SOFTWARE PLC U5 Programma PLC SPECIFICA TECNICA PANNELLO operatore V1 Programma pannello operatore SPECIFICA TECNICA PANNELLO operatore V2 Programma pannello operatore SPECIFICA TECNICA PANNELLO operatore V3 Programma pannello operatore SPECIFICA TECNICA PANNELLO operatore V5 Programma pannello operatore SPECIFICA TECNICA SISTEMA trasm Z3 Sistema trasmissione dati per moduli esterni SPECIFICA TECNICA quadro RODONE ROD Quadro elettrico per apparecchiature Pag. 2

4 SPECIFICA TECNICA misq Misuratori di portata e sensori di flusso per canali Pag. 3

5 SPECIFICA TECNICA stazmeteo A Stazione meteorologica Stazione meteo per la misura dei segnali provenienti dai seguenti sensori: -) Pluviometro / Nivometro, per la misura della quantità e dell intensità della precipitazione conforme alle norme OMM (Organizzazione Mondiale della Meteorologia), a bascula, con imbuto pari a 1000 cmq, posizionato a 2 m da terra e con resistenza per scioglimento neve; -) Temperatura esterna, a ventilazione naturale, rilevata da sonda termometrica PT100, classe A, protetta da appositi dischi bianchi per la protezione dall irraggiamento solare diretto, conforme alle norme OMM e posizionato ad almeno 2 m da terra. -) Umidità relativa esterna, a ventilazione naturale, rilevata da un igrometro capacitivo, conforme alle norme OMM e posizionato ad almeno 2 m da terra -) Pressione atmosferica esterna, rilevata tramite sensore barometrico avente come elemento sensibile un semiconduttore (capsula aneroide) la cui resistenza varia in funzione della pressione atmosferica. Campo di misura da 600 a 1060 mbar, conforme alle norma OMM e posizionato a 2 m da terra. -) Evapotraspirazione (sensore da installare successivamente, si richiede la predisposizione della stazione al trattamento del segnale). La centralina di raccolta/elaborazione dati dai sensori esterni deve rendere disponibili i valori acquisiti sotto forma di segnali 0/4-20 ma verso il PLC locale. Può essere possibile ricavare i segnali dei sensori in campo anche attraverso connessioni senza fili purchè di tipo LPD senza concessioni, la copertura risulti adeguata (100mt max) e siano resi disponibili segnali fisici (in tensione e/o corrente) per tutte le misure effettuate. Caratteristiche minime: -) armadio contenitore IP66 -) alimentazione : 24Vac (comprensiva di alimentatore) -) display locale e tastiera per eventuale controllo in campo -) morsettiere di appoggio per cablaggio rapido sensori in campo -) morsettiere di appoggio per cablaggio rapido uscite al PLC locale -) comprensiva di minuterie elettriche/meccaniche per montaggio e messa in servizio Pag. 4

6 SPECIFICA TECNICA campmeteo B Collegamenti ai sensori in campo Fornitura di cavi e materiali per collegamento sensori in campo centralina di raccolta dati meteo, max 30 mt, canalizzazioni su canalette rigide tipo 40x20 con coperchio, tubazioni rigide e flessibili Ø25, curve, raccordi e pressacavi, cavi normali 1,5mmq, isolam.0,6kv, schermati ove occorra, graffe di fissaggio, minuterie varie per fissaggi a muro e quant altro occorrente per la perfetta esecuzione dei cablaggi. SPECIFICA TECNICA collmeteo C Collegamenti centralina raccolta dati PLC locale Fornitura di cavi e materiali per collegamento centralina di raccolta dati meteo PLC locale, max 30 mt, canalizzazioni su canalette rigide tipo 40x20 con coperchio, tubazioni rigide e flessibili Ø25, curve, raccordi e pressacavi, cavi normali 1,5mmq, isolam.0,6kv, schermati ove occorra, graffe di fissaggio, minuterie varie per fissaggi a muro e quant altro occorrente per la perfetta esecuzione dei cablaggi. SPECIFICA TECNICA ANTINTRUSIONE D1 Centralina e sensori Sistema antintrusione e controllo accessi di periferica composto da: -) 10 sensori magnetici (reed) con uscita a contatti passivi, 2 fili -) 4 sensori volumetrici con uscita a relè su contatti passivi, NC+NO, alimentazione 24Vac, comprensivi di alimentatore -) un'uscita digitale per comando/segnalazione allarme in atto -) tastiera/badge per riconoscimento operatore e abilitazione/disabilitazione controllo sistema -) centralina di raccolta ed elaborazione segnali sensori interfaccia operatore -) visore LCD locale per controllo operazioni e verifiche. Pag. 5

7 SPECIFICA TECNICA ANTINTRUSIONE D3 Centralina e sensori Sistema antintrusione e controllo accessi di periferica composto da: -) 32 sensori magnetici (reed) con uscita a contatti passivi, 2 fili -) 10 sensori volumetrici con uscita a relè su contatti passivi, NC+NO, alimentazione 24Vac, comprensivi di alimentatore -) un'uscita digitale per comando/segnalazione allarme in atto -) 2 tastiere/badge per riconoscimento operatore e abilitazione/disabilitazione controllo sistema (tastiere destinate all impianto idrovoro, rispettivamente per accesso al piano motori e al piano pompe) -) centralina di raccolta ed elaborazione segnali sensori interfaccia operatore -) visore LCD locale per controllo operazioni e verifiche SPECIFICA TECNICA ANTINTRUSIONE D5 Centralina e sensori Sistema antintrusione e controllo accessi di periferica composto da: -) 16 sensori magnetici (reed) con uscita a contatti passivi, 2 fili -) 4 sensori volumetrici con uscita a relè su contatti passivi, NC+NO, alimentazione 24Vac, comprensivi di alimentatore -) un'uscita digitale per comando/segnalazione allarme in atto -) tastiera/badge per riconoscimento operatore e abilitazione/disabilitazione controllo sistema -) centralina di raccolta ed elaborazione segnali sensori interfaccia operatore -) visore LCD locale per controllo operazioni e verifiche Pag. 6

8 SPECIFICA TECNICA ANTINTRUSIONE D6 Centralina e sensori Sistema antintrusione e controllo accessi di periferica composto da: -) 16 sensori magnetici (reed) con uscita a contatti passivi, 2 fili -) 4 sensori volumetrici con uscita a relè su contatti passivi, NC+NO, alimentazione 24Vac, comprensivi di alimentatore -) un'uscita digitale per comando/segnalazione allarme in atto -) 2 tastiere/badge per riconoscimento operatore e abilitazione/disabilitazione controllo sistema (tastiere destinate all edificio del centro operativo, rispettivamente per l accesso diretto all officina e per quello all atrio lato vano scala) -) centralina di raccolta ed elaborazione segnali sensori interfaccia operatore -) visore LCD locale per controllo operazioni e verifiche SPECIFICA TECNICA ANTINTRUSIONE D7 Centralina e sensori Sistema antintrusione e controllo accessi di periferica composto da: -) 4 sensore magnetici (reed) con uscita a contatti passivi, 2 fili -) 1 sensore volumetrico con uscita a relè su contatti passivi, NC+NO, alimentazione 24Vac, comprensivi di alimentatore -) un'uscita digitale per comando/segnalazione allarme in atto -) tastiera/badge per riconoscimento operatore e abilitazione/disabilitazione controllo sistema -) centralina di raccolta ed elaborazione segnali sensori interfaccia operatore -) visore LCD locale per controllo operazioni e verifiche SPECIFICA TECNICA collantint E1 Collegamento sensori in campo Fornitura di cavi e materiali per collegamento sensori in campo centralina di raccolta sensori / smistamento PLC, max 80 mt, canalizzazioni su canalette rigide tipo 40x20 con coperchio, tubazioni rigide e flessibili Ø25, curve, raccordi e pressacavi, cavi normali 1,5mmq, isolam.0,6kv, scher- Pag. 7

9 mati ove occorra, graffe di fissaggio, minuterie varie per fissaggi a muro e quant altro occorra per la perfetta esecuzione dei cablaggi. SPECIFICA TECNICA collantint E3 Collegamento sensori in campo Fornitura di cavi e materiali per collegamento sensori in campo centralina di raccolta sensori / smistamento PLC, max 100 mt, canalizzazioni su canalette rigide tipo 40x20 con coperchio, tubazioni rigide e flessibili Ø25, curve, raccordi e pressacavi, cavi normali 1,5mmq, isolam.0,6kv, schermati ove occorra, graffe di fissaggio, minuterie varie per fissaggi a muro e quant altro occorra per la perfetta esecuzione dei cablaggi. SPECIFICA TECNICA collantint E5 Collegamento sensori in campo Fornitura di cavi e materiali per collegamento sensori in campo centralina di raccolta sensori / smistamento PLC, max 150 mt, canalizzazioni su canalette rigide tipo 40x20 con coperchio, tubazioni rigide e flessibili Ø25, curve, raccordi e pressacavi, cavi normali 1,5mmq, isolam. 0,6kV, schermati ove occorra, graffe di fissaggio, minuterie varie per fissaggi a muro e quant altro occorra per la perfetta esecuzione dei cablaggi. SPECIFICA TECNICA collantint E6 Collegamento sensori in campo Fornitura di cavi e materiali per collegamento sensori in campo centralina di raccolta sensori / smistamento PLC, max 200 mt, canalizzazioni su canalette rigide tipo 40x20 con coperchio, tubazioni rigide e flessibili Ø25, curve, raccordi e pressacavi, cavi normali 1,5mmq, isolam.0,6kv, schermati ove occorra, graffe di fissaggio, minuterie varie per fissaggi a muro e quant altro occorra per la perfetta esecuzione dei cablaggi. Pag. 8

10 SPECIFICA TECNICA collantint F1 Collegamento sensori in campo Fornitura di materiali di consumo per collegamenti ed opere elettriche varie quali morsetti di serraggio (sez.2,5mmq, 4mmq, 6mmq), nastri isolanti in PVC di diverso colore, fascette di serraggio, guaina flessibile spiralata per raggruppamento connessioni, morsetti a guida DIN 2,5 mmq, morsetti a guida DIN 4mmq. (periferiche principali) SPECIFICA TECNICA collantint F2 Collegamento sensori in campo Fornitura di materiali di consumo per collegamenti ed opere elettriche varie quali morsetti di serraggio (sez.2,5mmq, 4mmq, 6mmq), nastri isolanti in PVC di diverso colore, fascette di serraggio, guaina flessibile spiralata per raggruppamento connessioni, morsetti a guida DIN 2,5 mmq, morsetti a guida DIN 4mmq. (periferiche secondarie) SPECIFICA TECNICA PLC locale G1 PLC locale acquisizione dati PLC locale di controllo/acquisizione dati/colloquio con PC locale atto a ricevere/comandare: -) 12 canali analogici 0/4-20 ma 0-10V, risoluzione 16bit, attivi o passivi indifferentemente -) 20 segnali digitali da sensore passivo, canali optoisolati 1,5kVac -) 5 uscite digitali su contatto passivo, tipo NC+NO (in scambio), min.1a-230vac antinduttivo -) un modem seriale GSM/GPRS per collegamento remoto, con antenna collocata all esterno del quadro di contenimento, -) Cpu RISC 32bit-20MIPS, memoria RAM 8MB, flash 16M, calcoli interni in virgola mobile 32bit, interfacce indipendenti di comunicazione (minimo) -) porta ETHERNET 10/100 Mbit per comunicazione / programmazione / interscambio dati -) porta seriale RS232/RS485 per colloquio MODBUS con pannello operatore -) porta seriale RS232/RS485 per colloquio MODBUS con moduli e dispositivi esterni di acquisizione Pag. 9

11 dati -) porta seriale RS232/RS485 per colloquio MODBUS con PC di supervisione/controllo -) porta seriale RS232 per colloquio con modem GSM/GPRS esterno Deve supportare i seguenti protocolli: -) due driver di comunicazione MODBUS TCP/IP con possibilità operativa contemporanea (porte standard 502 e 503), completamente e distintamente configurabili -) tre driver di comunicazione MODBUS RTU/ASCII su canali seriali con possibilità operativa contemporanea, completamente e distintamente configurabili -) un server FTP per lo scarico locale/remoto dei dati -) un server WEB per l implementazione di alcune pagine html interne per supporto locale/remoto, consultabili tramite browser commerciali -) driver di comunicazione seriale per richieste/comandi al PLC locale di impianto (tipo AP esistente) La configurazione di tali dispositivi di automazione deve essere possibile sempre ed in qualsiasi momento anche da parte del cliente finale: dovranno quindi essere forniti i tools software e le istruzioni scritte per eseguire tutti questi settaggi, nonché l eventuale modifica delle logiche già implementate. Deve garantire le seguenti attività (minime) -) log storico giornaliero eventi digitali in formato testuale (CSV) -) log storico giornaliero segnali analogici in formato testuale (CSV) -) log storico giornaliero comandi impartiti in formato testuale (CSV) -) possibilità di invio SMS da eventi digitali -) possibilità di creare logiche complesse aggiuntive sia booleane che analogiche; dovrà quindi essere fornito un sw workbench di sviluppo per creare/integrare/modificare la base sw preinserita con relative descrizioni e spiegazioni apposite, oltre alle licenze d utilizzo -) possibilità di comandare una o più uscite digitali per attivazione di un combinatore esterno Deve essere garantita almeno un mese di storicizzazione di tutti i files richiesti. I files creati devono essere contraddistinti da marcatura temporale anche nel nome e devono poter essere consultabili/scaricabili attraverso uno dei protocolli disponibili (tipico FTP e SMTP) Alimentazione Vac/dc, comprensivo di alimentatore 230Vac e batterie di back_up (min. 30 min) con caricabatterie tampone. Deve disporre di orologio real-time per la marcatura/registrazione degli eventi di sistema con garanzia di perfetto funzionamento per minimo sei mesi in mancanza completa di Pag. 10

12 alimentazione. Il PLC di controllo stazione deve essere fornito in quadro di contenimento in ABS con dimensioni tali da garantire adeguata riserva di spazio interno (min 30%), IP56 min, contenente tutte le apparecchiature, modem, morsettiere di appoggio, interruttori, sezionatori, magnetotermici, fusibili di protezione, presa di servizio, alimentatori, batterie e caricabatterie in tampone, spie di segnalazione rete e ausiliari BT, barre di raccolta terre/schermi, pressacavi per cavi di segnale e dati, oltre a quant altro necessario per poter rendere immediatamente operativo e funzionale il dispositivo. SPECIFICA TECNICA PLC locale G2 PLC locale acquisizione dati PLC locale di controllo/acquisizione dati/colloquio con PC locale atto a ricevere/comandare: -) 16 canali analogici 0/4-20 ma 0-10V, risoluzione 16bit, attivi o passivi indifferentemente -) 30 segnali digitali da sensore passivo, canali optoisolati 1,5kVac -) 5 uscite digitali su contatto passivo, tipo NC+NO (in scambio), min.1a-230vac antinduttivo -) un modem seriale GSM/GPRS per collegamento remoto, con antenna collocata all esterno del quadro di contenimento -) Cpu RISC 32bit-20MIPS, memoria RAM 8MB, flash 16M, calcoli interni in virgola mobile 32bit, interfacce indipendenti di comunicazione (minimo), -) porta ETHERNET 10/100 Mbit per comunicazione / programmazione / interscambio dati -) porta seriale RS232/RS485 per colloquio MODBUS con pannello operatore -) porta seriale RS232/RS485 per colloquio MODBUS con moduli e dispositivi esterni di acquisizione dati -) porta seriale RS232/RS485 per colloquio MODBUS con PC di supervisione/controllo -) porta seriale RS232 per colloquio con modem GSM/GPRS esterno Deve supportare i seguenti protocolli: -) due driver di comunicazione MODBUS TCP/IP con possibilità operativa contemporanea (porte standard 502 e 503), completamente e distintamente configurabili -) tre driver di comunicazione MODBUS RTU/ASCII su canali seriali con possibilità operativa contemporanea, completamente e distintamente configurabili -) un server FTP per lo scarico locale/remoto dei dati -) un server WEB per l implementazione di alcune pagine html interne per supporto locale/remoto, consultabili tramite browser commerciali -) un server SMTP per l invio di mail (attraverso modem esterno) Pag. 11

13 La configurazione di tali dispositivi di automazione deve essere possibile sempre ed in qualsiasi momento anche da parte del cliente finale: dovranno quindi essere forniti i tools software e le istruzioni scritte per eseguire tutti questi settaggi, nonché l eventuale modifica delle logiche già implementate. Deve garantire le seguenti attività (minime) -) log storico giornaliero eventi digitali in formato testuale (CSV) -) log storico giornaliero segnali analogici in formato testuale (CSV) -) log storico giornaliero comandi impartiti in formato testuale (CSV) -) possibilità di invio SMS da eventi digitali -) possibilità di creare logiche complesse aggiuntive sia booleane che analogiche; dovrà quindi essere fornito un sw workbench di sviluppo per creare/integrare/modificare la base sw preinserita con relative descrizioni e spiegazioni apposite, oltre alle licenze d utilizzo -) possibilità di comandare una o più uscite digitali per attivazione di un combinatore esterno Deve essere garantita almeno un mese di storicizzazione di tutti i files richiesti. I files creati devono essere contraddistinti da marcatura temporale anche nel nome e devono poter essere consultabili/scaricabili attraverso uno dei protocolli disponibili (tipico FTP e SMTP) Alimentazione Vac/dc, comprensivo di alimentatore 230Vac e batterie di back_up (min. 30 min) con caricabatterie tampone. Deve disporre di orologio real-time per la marcatura/registrazione degli eventi di sistema con garanzia di perfetto funzionamento per minimo sei mesi in mancanza completa di alimentazione. Il PLC di controllo stazione deve essere fornito in quadro di contenimento in ABS con dimensioni tali da garantire adeguata riserva di spazio interno (min 30%), IP56 min, contenente tutte le apparecchiature, modem, morsettiere di appoggio, interruttori, sezionatori, magnetotermici, fusibili di protezione, presa di servizio, alimentatori, batterie e caricabatterie in tampone, spie di segnalazione rete e ausiliari BT, barre di raccolta terre/schermi, pressacavi per cavi di segnale e dati, oltre a quant altro necessario per poter rendere immediatamente operativo e funzionale il dispositivo. SPECIFICA TECNICA PLC locale G3 PLC locale acquisizione dati PLC locale di controllo/acquisizione dati/colloquio con PC locale atto a ricevere/comandare: -) 24 canali analogici 0/4-20 ma 0-10V, risoluzione 16bit, attivi o passivi indifferentemente (alcuni di questi segnali sono trasmessi attraverso dispositivo tx/rx modbus a distanza) Pag. 12

14 -) 70 segnali digitali da sensore passivo, canali optoisolati 1,5kVac -) 10 uscite digitali su contatto passivo, tipo NC+NO (in scambio), min.1a-230vac antinduttivo -) un modem seriale GSM/GPRS per collegamento remoto, con antenna collocata all esterno del quadro di contenimento, -) Cpu RISC 32bit-20MIPS, memoria RAM 8MB, flash 16M, calcoli interni in virgola mobile 32bit, interfacce indipendenti di comunicazione (minimo), -) porta ETHERNET 10/100 Mbit per comunicazione / programmazione / interscambio dati -) porta seriale RS232/RS485 per colloquio MODBUS con pannello operatore -) porta seriale RS232/RS485 per colloquio MODBUS con moduli e dispositivi esterni di acquisizione dati -) porta seriale RS232/RS485 per colloquio MODBUS con PC di supervisione/controllo -) porta seriale RS232 per colloquio con modem GSM/GPRS esterno Deve supportare i seguenti protocolli: -) due driver di comunicazione MODBUS TCP/IP con possibilità operativa contemporanea (porte standard 502 e 503), completamente e distintamente configurabili -) tre driver di comunicazione MODBUS RTU/ASCII su canali seriali con possibilità operativa contemporanea, completamente e distintamente configurabili -) un server FTP per lo scarico locale/remoto dei dati -) un server WEB per l implementazione di alcune pagine html interne per supporto locale/remoto, consultabili tramite browser commerciali -) un server SMTP per l invio di mail (attraverso modem esterno) La configurazione di tali dispositivi di automazione deve essere possibile sempre ed in qualsiasi momento anche da parte del cliente finale: dovranno quindi essere forniti i tools software e le istruzioni scritte per eseguire tutti questi settaggi, nonché l eventuale modifica delle logiche già implementate. Deve garantire le seguenti attività (minime) -) log storico giornaliero eventi digitali in formato testuale (CSV) -) log storico giornaliero segnali analogici in formato testuale (CSV) -) log storico giornaliero comandi impartiti in formato testuale (CSV) -) possibilità di invio SMS da eventi digitali -) possibilità di creare logiche complesse aggiuntive sia booleane che analogiche; dovrà quindi essere fornito un sw workbench di sviluppo per creare/integrare/modificare la base sw preinserita con relative descrizioni e spiegazioni apposite, oltre alle licenze d utilizzo -) possibilità di comandare una o più uscite digitali per attivazione di un combinatore esterno Pag. 13

15 Deve essere garantita almeno un mese di storicizzazione di tutti i file richiesti. I file creati devono essere contraddistinti da marcatura temporale anche nel nome e devono poter essere consultabili/scaricabili attraverso uno dei protocolli disponibili (tipico FTP e SMTP) Alimentazione Vac/dc, comprensivo di alimentatore 230Vac e batterie di back_up (min. 30 min) con caricabatterie tampone. Deve disporre di orologio real-time per la marcatura/registrazione degli eventi di sistema con garanzia di perfetto funzionamento per minimo sei mesi in mancanza completa di alimentazione. Il PLC di controllo stazione deve essere fornito in quadro di contenimento in ABS con dimensioni tali da garantire adeguata riserva di spazio interno (min 30%), IP56 min, contenente tutte le apparecchiature, modem, morsettiere di appoggio, interruttori, sezionatori, magnetotermici, fusibili di protezione, presa di servizio, alimentatori, batterie e caricabatterie in tampone, spie di segnalazione rete e ausiliari BT, barre di raccolta terre/schermi, pressacavi per cavi di segnale e dati, oltre a quant altro necessario per poter rendere immediatamente operativo e funzionale il dispositivo. SPECIFICA TECNICA PLC locale G5 PLC locale acquisizione dati PLC locale di controllo/acquisizione dati/colloquio con PC locale atto a ricevere/comandare: -) 12 canali analogici 0/4-20 ma 0-10V, risoluzione 16bit, attivi o passivi indifferentemente -) 20 segnali digitali da sensore passivo, canali optoisolati 1,5kVac -) 5 uscite digitali su contatto passivo, tipo NC+NO (in scambio), min.1a-230vac antinduttivo -) un modem seriale GSM/GPRS per collegamento remoto, con antenna collocata all esterno del quadro di contenimento, -) Cpu RISC 32bit-20MIPS, memoria RAM 8MB, flash 16M, calcoli interni in virgola mobile 32bit, interfacce indipendenti di comunicazione (minimo), -) porta ETHERNET 10/100 Mbit per comunicazione / programmazione / interscambio dati -) porta seriale RS232/RS485 per colloquio MODBUS con pannello operatore -) porta seriale RS232/RS485 per colloquio MODBUS con moduli e dispositivi esterni di acquisizione dati -) porta seriale RS232/RS485 per colloquio MODBUS con PC di supervisione/controllo -) porta seriale RS232 per colloquio con modem GSM/GPRS esterno Deve supportare i seguenti protocolli: -) due driver di comunicazione MODBUS TCP/IP con possibilità operativa contemporanea (porte standard 502 e 503), completamente e distintamente configurabili Pag. 14

16 -) tre driver di comunicazione MODBUS RTU/ASCII su canali seriali con possibilità operativa contemporanea, completamente e distintamente configurabili -) un server FTP per lo scarico locale/remoto dei dati -) un server WEB per l implementazione di alcune pagine html interne per supporto locale/remoto, consultabili tramite browser commerciali -) un server SMTP per l invio di mail (attraverso modem esterno) -) driver di comunicazione seriale per richieste/comandi al PLC locale di impianto (tipo AP2525 tramite RS232, DISTANZA 50 mt) La configurazione di tali dispositivi di automazione deve essere possibile sempre ed in qualsiasi momento anche da parte del cliente finale: dovranno quindi essere forniti i tools software e le istruzioni scritte per eseguire tutti questi settaggi, nonché l eventuale modifica delle logiche già implementate. Deve garantire le seguenti attività (minime) -) log storico giornaliero eventi digitali in formato testuale (CSV) -) log storico giornaliero segnali analogici in formato testuale (CSV) -) log storico giornaliero comandi impartiti in formato testuale (CSV) -) possibilità di invio SMS da eventi digitali -) possibilità di creare logiche complesse aggiuntive sia booleane che analogiche; dovrà quindi essere fornito un sw workbench di sviluppo per creare/integrare/modificare la base sw preinserita con relative descrizioni e spiegazioni apposite, oltre alle licenze d utilizzo -) possibilità di comandare una o più uscite digitali per attivazione di un combinatore esterno Deve essere garantita almeno un mese di storicizzazione di tutti i files richiesti. I files creati devono essere contraddistinti da marcatura temporale anche nel nome e devono poter essere consultabili/scaricabili attraverso uno dei protocolli disponibili (tipico FTP e SMTP) Alimentazione Vac/dc, comprensivo di alimentatore 230Vac e batterie di back_up (min. 30 min) con caricabatterie tampone. Deve disporre di orologio real-time per la marcatura/registrazione degli eventi di sistema con garanzia di perfetto funzionamento per minimo sei mesi in mancanza completa di alimentazione. Il PLC di controllo stazione deve essere fornito in quadro di contenimento in ABS con dimensioni tali da garantire adeguata riserva di spazio interno (min 30%), IP56 min, contenente tutte le apparecchiature, modem, morsettiere di appoggio, interruttori, sezionatori, magnetotermici, fusibili di protezione, presa di servizio, alimentatori, batterie e caricabatterie in tampone, spie di segnalazione rete e ausiliari BT, barre di raccolta terre/schermi, pressacavi per cavi di segnale e dati, oltre a quant altro necessario per poter rendere immediatamente operativo e funzionale il dispositivo. Pag. 15

17 SPECIFICA TECNICA PLC locale G6 PLC locale acquisizione dati PLC locale di controllo/acquisizione dati/colloquio con PC locale atto a ricevere/comandare: -) 12 canali analogici 0/4-20 ma 0-10V, risoluzione 16bit, attivi o passivi indifferentemente -) 20 segnali digitali da sensore passivo, canali optoisolati 1,5kVac -) 5 uscite digitali su contatto passivo, tipo NC+NO (in scambio), min.1a-230vac antinduttivo -) un modem seriale GSM/GPRS per collegamento remoto, con antenna collocata all esterno del quadro di contenimento, -) Cpu RISC 32bit-20MIPS, memoria RAM 8MB, flash 16M, calcoli interni in virgola mobile 32bit, interfacce indipendenti di comunicazione (minimo), -) porta ETHERNET 10/100 Mbit per comunicazione / programmazione / interscambio dati -) porta seriale RS232/RS485 per colloquio MODBUS con pannello operatore -) porta seriale RS232/RS485 per colloquio MODBUS con moduli e dispositivi esterni di acquisizione dati -) porta seriale RS232/RS485 per colloquio MODBUS con PC di supervisione/controllo -) porta seriale RS232 per colloquio con modem GSM/GPRS esterno Deve supportare i seguenti protocolli: -) due driver di comunicazione MODBUS TCP/IP con possibilità operativa contemporanea (porte standard 502 e 503), completamente e distintamente configurabili -) tre driver di comunicazione MODBUS RTU/ASCII su canali seriali con possibilità operativa contemporanea, completamente e distintamente configurabili -) un server FTP per lo scarico locale/remoto dei dati -) un server WEB per l implementazione di alcune pagine html interne per supporto locale/remoto, consultabili tramite browser commerciali -) un server SMTP per l invio di mail (attraverso modem esterno) La configurazione di tali dispositivi di automazione deve essere possibile sempre ed in qualsiasi momento anche da parte del cliente finale: dovranno quindi essere forniti i tools software e le istruzioni scritte per eseguire tutti questi settaggi, nonché l eventuale modifica delle logiche già implementate. Deve garantire le seguenti attività (minime) -) log storico giornaliero eventi digitali in formato testuale (CSV) -) log storico giornaliero segnali analogici in formato testuale (CSV) -) log storico giornaliero comandi impartiti in formato testuale (CSV) Pag. 16

18 -) possibilità di invio SMS da eventi digitali -) possibilità di creare logiche complesse aggiuntive sia booleane che analogiche; dovrà quindi essere fornito un sw workbench di sviluppo per creare/integrare/modificare la base sw preinserita con relative descrizioni e spiegazioni apposite, oltre alle licenze d utilizzo -) possibilità di comandare una o più uscite digitali per attivazione di un combinatore esterno Deve essere garantita almeno un mese di storicizzazione di tutti i files richiesti. I files creati devono essere contraddistinti da marcatura temporale anche nel nome e devono poter essere consultabili/scaricabili attraverso uno dei protocolli disponibili (tipico FTP e SMTP) Alimentazione Vac/dc, comprensivo di alimentatore 230Vac e batterie di back_up (min. 30 min) con caricabatterie tampone. Deve disporre di orologio real-time per la marcatura/registrazione degli eventi di sistema con garanzia di perfetto funzionamento per minimo sei mesi in mancanza completa di alimentazione. Il PLC di controllo stazione deve essere fornito in quadro di contenimento in ABS con dimensioni tali da garantire adeguata riserva di spazio interno (min 30%), IP56 min, contenente tutte le apparecchiature, modem, morsettiere di appoggio, interruttori, sezionatori, magnetotermici, fusibili di protezione, presa di servizio, alimentatori, batterie e caricabatterie in tampone, spie di segnalazione rete e ausiliari BT, barre di raccolta terre/schermi, pressacavi per cavi di segnale e dati, oltre a quant altro necessario per poter rendere immediatamente operativo e funzionale il dispositivo. SPECIFICA TECNICA PLC locale G7 PLC locale acquisizione dati PLC locale di controllo/acquisizione dati/colloquio con PC locale atto a ricevere/comandare: -) 12 canali analogici 0/4-20 ma 0-10V, risoluzione 16bit, attivi o passivi indifferentemente -) 20 segnali digitali da sensore passivo, canali optoisolati 1,5kVac -) 5 uscite digitali su contatto passivo, tipo NC+NO (in scambio), min.1a-230vac antinduttivo -) un modem seriale GSM/GPRS per collegamento remoto, con antenna collocata all esterno del quadro di contenimento, -) Cpu RISC 32bit-20MIPS, memoria RAM 8MB, flash 16M, calcoli interni in virgola mobile 32bit, interfacce indipendenti di comunicazione (minimo), -) porta ETHERNET 10/100 Mbit per comunicazione / programmazione / interscambio dati -) porta seriale RS232/RS485 per colloquio MODBUS con pannello operatore -) porta seriale RS232/RS485 per colloquio MODBUS con moduli e dispositivi esterni di acquisizione dati Pag. 17

19 -) porta seriale RS232/RS485 per colloquio MODBUS con PC di supervisione/controllo -) porta seriale RS232 per colloquio con modem GSM/GPRS esterno Deve supportare i seguenti protocolli: -) due driver di comunicazione MODBUS TCP/IP con possibilità operativa contemporanea (porte standard 502 e 503), completamente e distintamente configurabili -) tre driver di comunicazione MODBUS RTU/ASCII su canali seriali con possibilità operativa contemporanea, completamente e distintamente configurabili -) un server FTP per lo scarico locale/remoto dei dati -) un server WEB per l implementazione di alcune pagine html interne per supporto locale/remoto, consultabili tramite browser commerciali -) un server SMTP per l invio di mail (attraverso modem esterno) -) driver di comunicazione seriale per richieste/comandi al PLC locale di impianto (tipo AP4100) La configurazione di tali dispositivi di automazione deve essere possibile sempre ed in qualsiasi momento anche da parte del cliente finale: dovranno quindi essere forniti i tools software e le istruzioni scritte per eseguire tutti questi settaggi, nonché l eventuale modifica delle logiche già implementate. Deve garantire le seguenti attività (minime) -) log storico giornaliero eventi digitali in formato testuale (CSV) -) log storico giornaliero segnali analogici in formato testuale (CSV) -) log storico giornaliero comandi impartiti in formato testuale (CSV) -) possibilità di invio SMS da eventi digitali -) possibilità di creare logiche complesse aggiuntive sia booleane che analogiche; dovrà quindi essere fornito un sw workbench di sviluppo per creare/integrare/modificare la base sw preinserita con relative descrizioni e spiegazioni apposite, oltre alle licenze d utilizzo -) possibilità di comandare una o più uscite digitali per attivazione di un combinatore esterno Deve essere garantita almeno un mese di storicizzazione di tutti i files richiesti. I files creati devono essere contraddistinti da marcatura temporale anche nel nome e devono poter essere consultabili/scaricabili attraverso uno dei protocolli disponibili (tipico FTP e SMTP) Alimentazione Vac/dc, comprensivo di alimentatore 230Vac e batterie di back_up (min. 30 min) con caricabatterie tampone. Deve disporre di orologio real-time per la marcatura/registrazione degli eventi di sistema con garanzia di perfetto funzionamento per minimo sei mesi in mancanza completa di alimentazione. Il PLC di controllo stazione deve essere fornito in quadro di contenimento in ABS con dimensioni tali da garantire adeguata riserva di spazio interno (min 30%), IP56 min, contenente tutte le apparecchiature, modem, morsettiere di appoggio, interruttori, sezionatori, magnetotermici, fusibili di protezione, Pag. 18

20 presa di servizio, alimentatori, batterie e caricabatterie in tampone, spie di segnalazione rete e ausiliari BT, barre di raccolta terre/schermi, pressacavi per cavi di segnale e dati, oltre a quant altro necessario per poter rendere immediatamente operativo e funzionale il dispositivo. SPECIFICA TECNICA MODEM H Comunicazione e controllo remoto Modem seriale RS232 GSM/GPRS per comunicazione e telecontrollo remoto su PLC comprensivo di antenna GSM, cavo di antenna (min 3 mt), alimentatore e cavo seriale di connessione con porta PLC dedicata. Da porre entro quadro con antenna all esterno del quadro stesso. SPECIFICA TECNICA PANNELLO op I Pannello comando PLC da 4 Pannello operatore Touch-screen 4 monocromatico per colloquio con PLC. Minimo 320x240 pixel, possibilità di creazione pagine grafiche e testuali, orologio back-up interno. Alimentazione Vdc, protezione IP65, memoria 512kb, cavo seriale di collegamento a porta dedicata su PLC, montaggio fronte quadro PLC. SPECIFICA TECNICA PANNELLO op I3 Pannello comando PLC da 5 Pannello operatore Touch-screen 5 monocromatico per colloquio con PLC. Minimo 320x240 pixel, possibilità di creazione pagine grafiche e testuali, orologio back-up interno. Alimentazione Vdc, protezione IP65, memoria 512kb, cavo seriale di collegamento a porta dedicata su PLC, montaggio fronte quadro PLC. Pag. 19

Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis

Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis Descrizione Generale Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis EOLO DAVIS rappresenta una soluzione wireless di stazione meteorologica, basata su sensoristica Davis Instruments, con possibilità di mettere

Dettagli

Dispositivi di comunicazione

Dispositivi di comunicazione Dispositivi di comunicazione Dati, messaggi, informazioni su vettori multipli: Telefono, GSM, Rete, Stampante. Le comunicazioni Axitel-X I dispositivi di comunicazione servono alla centrale per inviare

Dettagli

Controllo industriale SE-609

Controllo industriale SE-609 Controllo industriale SE-609 Controllo e visualizzazione uniti come soluzione per l automazione con comandi mediante touch Controlli industriali all avanguardia per impianti per il trattamento termico

Dettagli

CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613

CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613 CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613 MANUALE D ISTRUZIONE SEMPLIFICATO La centralina elettronica FAR art. 9600-9612-9613 è adatta all utilizzo su impianti di riscaldamento dotati di valvola

Dettagli

SISTEMA DI CONTROLLO DISTRIBUITO DI UN IMPIANTO DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA RIFIUTI NON PERICOLOSI

SISTEMA DI CONTROLLO DISTRIBUITO DI UN IMPIANTO DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA RIFIUTI NON PERICOLOSI SISTEMA DI CONTROLLO DISTRIBUITO DI UN IMPIANTO DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA RIFIUTI NON PERICOLOSI s.d.i. automazione industriale ha fornito e messo in servizio nell anno 2003 il sistema di controllo

Dettagli

idee per essere migliori SISTEMA ANTINTRUSIONE

idee per essere migliori SISTEMA ANTINTRUSIONE idee per essere migliori SISTEMA ANTINTRUSIONE UN SISTEMA INTEGRATO COMUNICAZIONE VERSO L ESTERNO Istituti di vigilanza Invio allarmi con protocollo CONTACT ID Comunicatore PSTN Espansione GSM Telefono

Dettagli

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 telecamere. I sistemi di acquisizione ed archiviazione

Dettagli

Termometri portatili. Temp 16 RTD Basic. Temp 10 K Basic Per sonde a termocoppia K. Temp 6 Basic

Termometri portatili. Temp 16 RTD Basic. Temp 10 K Basic Per sonde a termocoppia K. Temp 6 Basic Temp 360 Professional Datalogger, per sonde Pt100 RTD - 0,01 C Temp 300 Professional Datalogger, a doppio canale, per sonde a termocoppia K, T, J, B, R, E, S, N Temp 16 RTD Basic Per sonde Pt100 RTD Temp

Dettagli

Bus di sistema. Bus di sistema

Bus di sistema. Bus di sistema Bus di sistema Permette la comunicazione (scambio di dati) tra i diversi dispositivi che costituiscono il calcolatore E costituito da un insieme di fili metallici che danno luogo ad un collegamento aperto

Dettagli

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer:

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. <file> tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Cos è un protocollo? Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Ciao Ciao Hai l ora? 2:00 tempo TCP connection request TCP connection reply. Get http://www.di.unito.it/index.htm Domanda:

Dettagli

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la Sistema scaldante resistivo per la protezione antighiaccio ed antineve di superfici esterne Il sistema scaldante ha lo scopo di evitare la formazione di ghiaccio e l accumulo di neve su superfici esterne

Dettagli

TRACER218 MODULO DATALOGGER RS485 MODBUS SPECIFICA PRELIMINARE

TRACER218 MODULO DATALOGGER RS485 MODBUS SPECIFICA PRELIMINARE TRACER218 MODULO DATALOGGER RS485 MODBUS SPECIFICA PRELIMINARE V.00 AGOSTO 2012 CARATTERISTICHE TECNICHE Il modulo TRACER218 485 è un dispositivo con porta di comunicazione RS485 basata su protocollo MODBUS

Dettagli

FCS-320_TM rivelatori di fumo ad aspirazione convenzionali

FCS-320_TM rivelatori di fumo ad aspirazione convenzionali Sistemi di Rivelazione Incendio FCS-320_TM rivelatori di fumo ad aspirazione convenzionali FCS-320_TM rivelatori di fumo ad aspirazione convenzionali Per il collegamento a centrali di rivelazione incendio

Dettagli

FAS-420-TM rivelatori di fumo ad aspirazione LSN improved version

FAS-420-TM rivelatori di fumo ad aspirazione LSN improved version Sistemi di Rivelazione Incendio FAS-420-TM rivelatori di fumo ad FAS-420-TM rivelatori di fumo ad Per il collegamento alle centrali di rivelazione incendio FPA 5000 ed FPA 1200 con tecnologia LSN improved

Dettagli

Caratteristiche principali

Caratteristiche principali Il regolatore semaforico Hydra nasce nel 1998 per iniziativa di CTS Engineering. Ottenute le necessarie certificazioni, già dalla prima installazione Hydra mostra sicurezza ed affidabilità, dando avvio

Dettagli

DESCRIZIONE. Elettrodi per rilevazione acqua. Dimensioni contenitore ca.: 71 (L) x 71 (H) x 30 (P) mm. (Da abbinare a modulo sonda art.

DESCRIZIONE. Elettrodi per rilevazione acqua. Dimensioni contenitore ca.: 71 (L) x 71 (H) x 30 (P) mm. (Da abbinare a modulo sonda art. 1009/001 1009/002D 1009/002S 1009/005D 1009/005S Frontale piatto da 25 mm per serratura e maniglia Personal Lock Frontale destro da 40 mm per serratura e maniglia Personal Lock Frontale sinistro da 40

Dettagli

Unità di controllo gruppi elettrogeni

Unità di controllo gruppi elettrogeni Unità di controllo gruppi elettrogeni Pag. 8 Pag. 9 CONTROLLORI PROTEZIONE MOTORE Avviamento con o senza selettore a chiave. Ingressi e uscite programmabili. LED frontali diagnostica e allarmi motore.

Dettagli

Soluzioni multifunzionali, ideali per gestire ogni flusso di lavoro

Soluzioni multifunzionali, ideali per gestire ogni flusso di lavoro Soluzioni multifunzionali, ideali per gestire ogni flusso di lavoro Sistemi digitali per l ufficio sempre più efficienti e facili da usare Ottenere massima efficienza ed elevata professionalità, pur mantenendo

Dettagli

Figurato. PowerLogic System Misura, controllo e qualità dell'energia Merlin Gerin

Figurato. PowerLogic System Misura, controllo e qualità dell'energia Merlin Gerin Merlin Gerin Figurato Amperometri e voltmetri digitali 182 Centrali di misura Power Meter 182 Centrali di misura Circuit Monitor 182 Micro Power Server 183 Gateway Ethernet EGX 183 Software SMS 183 Software

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

MODULO SOLARE A DUE VIE PER IMPIANTI SVUOTAMENTO

MODULO SOLARE A DUE VIE PER IMPIANTI SVUOTAMENTO Schede tecniche Moduli Solari MODULO SOLARE A DUE VIE PER IMPIANTI SVUOTAMENTO Il gruppo con circolatore solare da 1 (180 mm), completamente montato e collaudato, consiste di: RITORNO: Misuratore regolatore

Dettagli

The Future Starts Now. Termometri portatili

The Future Starts Now. Termometri portatili Termometri portatili Temp 70 RTD Professional Datalogger, per sonde Pt100 RTD 0,01 C da -99,99 a +99,99 C 0,1 C da -200,0 a +999,9 C Temp 7 RTD Basic Per sonde Pt100 RTD 0,1 C da -99,9 a +199,9 C 1 C da

Dettagli

DEFENDER HYBRID. Sistema antintrusione ibrido wireless e filare. fracarro.com

DEFENDER HYBRID. Sistema antintrusione ibrido wireless e filare. fracarro.com DEFENDER HYBRID Sistema antintrusione ibrido wireless e filare Il sistema Un sistema completamente nuovo e flessibile Impianto filare o wireless? Da oggi Defender Hybrid Defender Hybrid rivoluziona il modo

Dettagli

Manager BM-MA Antifurto 24h/365d per Pannelli Fotovoltaici e Cavi DC

Manager BM-MA Antifurto 24h/365d per Pannelli Fotovoltaici e Cavi DC Manager BM-MA Antifurto 24h/365d per Pannelli Fotovoltaici e Cavi DC SPECIFICHE TECNICHE Il Manager BM-MA è un apparato multifunzione antifurto sia per pannelli fotovoltaici che cassette di parallelo,

Dettagli

Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo WAGO INGRESSI/USCITE remoti e Fieldbus

Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo WAGO INGRESSI/USCITE remoti e Fieldbus Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo 86-W Sistema integrato compatto di valvole con I/O elettronici Sistemi personalizzati premontati e collaudati per il pilotaggio del

Dettagli

Altre novità della nostra ampia gamma di strumenti!

Altre novità della nostra ampia gamma di strumenti! L innovazione ad un prezzo interessante Altre novità della nostra ampia gamma di strumenti! Exacta+Optech Labcenter SpA Via Bosco n.21 41030 San Prospero (MO) Italia Tel: 059-808101 Fax: 059-908556 Mail:

Dettagli

3ODQW:DWFK 0DQXDOHG LQVWDOOD]LRQHHXVR

3ODQW:DWFK 0DQXDOHG LQVWDOOD]LRQHHXVR Ã Ã 3ODQW:DWFK 0DQXDOHG LQVWDOOD]LRQHHXVR 9RJOLDPRIDUYLULVSDUPLDUHWHPSRHGHQDUR 9LDVVLFXULDPRFKHODFRPSOHWDOHWWXUDGLTXHVWRPDQXDOHYLJDUDQWLUjXQD FRUUHWWDLQVWDOOD]LRQHHGXQVLFXURXWLOL]]RGHOSURGRWWRGHVFULWWR

Dettagli

Distributore per la Campania : Centro Sicurezza Campano di Marcello Cioffi Via Ben Hur 74-80126 Napoli Tel. sede 081 7679155 / email :

Distributore per la Campania : Centro Sicurezza Campano di Marcello Cioffi Via Ben Hur 74-80126 Napoli Tel. sede 081 7679155 / email : Distributore per la Campania : Centro Sicurezza Campano di Marcello Cioffi Via Ben Hur 74-80126 Napoli Tel. sede 081 7679155 / email : info@sicurezzacsc.it sito : www.sicurezzacsc.it 2 NEXTtec progetta

Dettagli

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI Architettura di un sistema informatico Realizzata dal Dott. Dino Feragalli 1 CONCETTI GENERALI 1.1 Obiettivi Il seguente progetto vuole descrivere l amministrazione dell ITC (Information Tecnology end

Dettagli

Dal punto di vista organizzativo sono possibili due soluzioni per il sistema di rete.

Dal punto di vista organizzativo sono possibili due soluzioni per il sistema di rete. Premessa. La traccia di questo anno integra richieste che possono essere ricondotte a due tipi di prove, informatica sistemi, senza lasciare spazio ad opzioni facoltative. Alcuni quesiti vanno oltre le

Dettagli

CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING

CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING POTENZA FRIGORIFERA DA 4 A 26,8 kw ED.P 161 SF E K 98 FC La gamma di condizionatori

Dettagli

Questo dispositivo, inoltre, è modulare; è quindi possibile scegliere i moduli e personalizzare la configurazione più adatta per le proprie esigenze.

Questo dispositivo, inoltre, è modulare; è quindi possibile scegliere i moduli e personalizzare la configurazione più adatta per le proprie esigenze. MONITOR DEFIBRILLATORE LIFEPAK 12 Il Monitor Defibrillatore LIFEPAK 12 è un dispositivo medicale che nasce per l emergenza e resiste ad urti, vibrazioni, cadute, polvere, pioggia e a tutte quelle naturali

Dettagli

*'ffis. bk# crrrà DI AcIREALE COMPUTO METRICO ESTIMATIVO. in opera di attrezzature.

*'ffis. bk# crrrà DI AcIREALE COMPUTO METRICO ESTIMATIVO. in opera di attrezzature. \w *'ffis bk# crrrà D AcREALE SETTORE PROTEZONE CVLE --ooooooo Automatizzazione del parcheggio a pagamento di via Galatea - Fornitura e posa in opera di attrezzature. COMPUTO METRCO ESTMATVO., ':. \ r

Dettagli

MANUALE TECNICO 080406 E SMS

MANUALE TECNICO 080406 E SMS IT MANUALE TECNICO 080406 E SMS MANUALE DI INSTALLAZIONE ED USO INTRODUZIONE. Il combinatore E-SMS offre la possibilità di inviare sms programmabili a numeri telefonici preimpostati e di attivare uscite

Dettagli

VAV-EasySet per VARYCONTROL

VAV-EasySet per VARYCONTROL 5/3.6/I/3 per VARYCONTROL Per la sanificazione di regolatori di portata TROX Italia S.p.A. Telefono 2-98 29 741 Telefax 2-98 29 74 6 Via Piemonte 23 C e-mail trox@trox.it 298 San Giuliano Milanese (MI)

Dettagli

Interruttori di sicurezza ad azionatore separato con sblocco a serratura

Interruttori di sicurezza ad azionatore separato con sblocco a serratura Interruttori di sicurezza ad azionatore separato con sblocco a serratura Diagramma di selezione VF KEYF VF KEYF1 VF KEYF2 VF KEYF3 VF KEYF7 VF KEYF AZIONATORI UNITA DI CONTATTO 1 2 21 22 2NO+1NC FD FP

Dettagli

TB-SMS. Combinatore telefonico GSM-SMS Manuale di installazione ed uso. Ver. 1.6.10 31/07/07

TB-SMS. Combinatore telefonico GSM-SMS Manuale di installazione ed uso. Ver. 1.6.10 31/07/07 TB-SMS Combinatore telefonico GSM-SMS Manuale di installazione ed uso Ver. 1.6.10 31/07/07 MANUALE DI INSTALLAZIONE ED USO INTRODUZIONE. Il combinatore TB-SMS offre la possibilità di inviare sms programmabili

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

Informazione tecnica SUNNY CENTRAL COMMUNICATION CONTROLLER

Informazione tecnica SUNNY CENTRAL COMMUNICATION CONTROLLER Informazione tecnica SUNNY CENTRAL COMMUNICATION CONTROLLER Contenuto Sunny Central Communication Controller è un componente integrale dell inverter centrale che stabilisce il collegamento tra l inverter

Dettagli

> MULTI TASKING > MULTI PROCESS > MULTI CORE

> MULTI TASKING > MULTI PROCESS > MULTI CORE > MULTI TASKING > MULTI PROCESS > MULTI CORE WorkNC V21 multicore 64 bits : Benefici di WorkNC Aumento generale della produttività, grazie alle nuove tecnologie multi-core, 64 bit e Windows 7 Calcolo di

Dettagli

Schema Tipologia a Stella

Schema Tipologia a Stella Cos'e' esattamente una rete! Una LAN (Local Area Network) è un insieme di dispositivi informatici collegati fra loro, che utilizzano un linguaggio che consente a ciascuno di essi di scambiare informazioni.

Dettagli

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi.

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet: la rete delle reti Alberto Ferrari Connessioni

Dettagli

Manuale istruzioni. 01942 Comunicatore GSM-BUS

Manuale istruzioni. 01942 Comunicatore GSM-BUS Manuale istruzioni 01942 Comunicatore GSM-BUS Indice 1. Descrizione 2 2. Campo di applicazione 2 3. Contenuto della confezione 2 4. Vista frontale 3 5. Funzione dei tasti e led 4 6. Operazioni preliminari

Dettagli

TURBINE MP ROTATOR STATICI VALVOLE PROGRAMMATORI SENSORI SISTEMI CENTRALIZZATI MICRO. Sistema di controllo centrale

TURBINE MP ROTATOR STATICI VALVOLE PROGRAMMATORI SENSORI SISTEMI CENTRALIZZATI MICRO. Sistema di controllo centrale IMMS 3.0 TURBINE MP ROTATOR STATICI VALVOLE PROGRAMMATORI SENSORI SISTEMI CENTRALIZZATI MICRO Sistema di controllo centrale Aprite la finestra sul vostro mondo Il software di monitoraggio e gestione dell

Dettagli

Background (sfondo): Finestra: Una finestra serve a mostrare il contenuto di un disco o di una cartella -, chiamata anche directory.

Background (sfondo): Finestra: Una finestra serve a mostrare il contenuto di un disco o di una cartella -, chiamata anche directory. @ PC (Personal computer): Questa sigla identificò il primo personal IBM del 1981 a cura di R.Mangini Archiviazione: Il sistema operativo si occupa di archiviare i file. Background (sfondo): Cursore: Nei

Dettagli

Trasmissione Seriale e Parallela. Interfacce di Comunicazione. Esempio di Decodifica del Segnale. Ricezione e Decodifica. Prof.

Trasmissione Seriale e Parallela. Interfacce di Comunicazione. Esempio di Decodifica del Segnale. Ricezione e Decodifica. Prof. Interfacce di Comunicazione Università degli studi di Salerno Laurea in Informatica I semestre 03/04 Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/professori/auletta/ 2 Trasmissione

Dettagli

Controllare un nastro trasportatore fischertechnik con Arduino

Controllare un nastro trasportatore fischertechnik con Arduino TITOLO ESPERIENZA: Controllare un nastro trasportatore fischertechnik con Arduino PRODOTTI UTILIZZATI: OBIETTIVO: AUTORE: RINGRAZIAMENTI: Interfacciare e controllare un modello di nastro trasportatore

Dettagli

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 MANUALE UTENTE DN-16100 SALVAGUARDIA IMPORTANTE Tutti i prodotti senza piombo offerti dall'azienda sono a norma con i requisiti della legge Europea sulla restrizione per l'uso

Dettagli

SISTEMA DI CONTROLLO ACCESSI FUNZIONANTE SU RETE LonWorks (ANSI/EIA 709, EN 14908) E CONFORME ALLE DIRETTIVE LonMark DI INTEROPERABILITA.

SISTEMA DI CONTROLLO ACCESSI FUNZIONANTE SU RETE LonWorks (ANSI/EIA 709, EN 14908) E CONFORME ALLE DIRETTIVE LonMark DI INTEROPERABILITA. APICE s.r.l. SISTEMA DI CONTROLLO ACCESSI FUNZIONANTE SU RETE LonWorks (ANSI/EIA 709, EN 14908) E CONFORME ALLE DIRETTIVE LonMark DI INTEROPERABILITA. Descrizione del sistema Luglio 2006 SISTEMA DI CONTROLLO

Dettagli

Guida all Uso. L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34

Guida all Uso. L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34 Guida all Uso L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34 Cos è la Business Key La Business Key è una chiavetta USB portatile, facile da usare, inseribile

Dettagli

12.5 UDP (User Datagram Protocol)

12.5 UDP (User Datagram Protocol) CAPITOLO 12. SUITE DI PROTOCOLLI TCP/IP 88 12.5 UDP (User Datagram Protocol) L UDP (User Datagram Protocol) é uno dei due protocolli del livello di trasporto. Come l IP, é un protocollo inaffidabile, che

Dettagli

unità D I M E N S I O N I I M P O R T I DESIGNAZIONE DEI LAVORI di Quantità misura par.ug. lung. larg. H/peso unitario TOTALE

unità D I M E N S I O N I I M P O R T I DESIGNAZIONE DEI LAVORI di Quantità misura par.ug. lung. larg. H/peso unitario TOTALE pag. 1 R I P O R T O LAVORI A CORPO 1 RIMOZIONE DI ARMATURA STRADALE P001 ESISTENTE Prezzo per rimozione a qualsiasi altezza di armatura stradale esistente, completa di accessori elettrici e lampada, previo

Dettagli

Stazione Meteorologica PCE-FWS 20

Stazione Meteorologica PCE-FWS 20 www.pce-italia.it Istruzioni d uso Stazione Meteorologica PCE-FWS 20 1 Istruzioni d uso www.pce-italia.it Indice dei contenuti Titolo 1. Visione generale... 3 2. Contenuto della spedizione... 3 3. Informazione

Dettagli

Nota di applicazione: impostazione della comunicazione

Nota di applicazione: impostazione della comunicazione Nota di applicazione: impostazione della comunicazione Questa nota di applicazione descrive come installare e impostare la comunicazione tra l'inverter e il server di monitoraggio SolarEdge. Questo documento

Dettagli

Sistemi di citofonia e videocitofonia Posti interni Zenith Posti esterni Musa

Sistemi di citofonia e videocitofonia Posti interni Zenith Posti esterni Musa Sistemi di citofonia e videocitofonia Posti interni Zenith Posti esterni Musa Indice Sistemi di citofonia e videocitofonia - Tecnologia e qualità... - Installazione più facile e rapida... 4 - I sistemi

Dettagli

2capitolo. Alimentazione elettrica

2capitolo. Alimentazione elettrica 2capitolo Alimentazione elettrica Regole fondamentali, norme e condotte da seguire per gestire l'interfaccia tra la distribuzione elettrica e la macchina. Presentazione delle funzioni di alimentazione,

Dettagli

ALPHA MED Quadri per applicazioni medicali

ALPHA MED Quadri per applicazioni medicali ALPHA MED Quadri per applicazioni medicali /2 Introduzione /5 Norme di riferimento e interruttori magnetotermici /6 Trasformatore d isolamento e di sicurezza / Controllore d isolamento e pannelli di controllo

Dettagli

Serie 12 - Interruttore orario 16 A. Caratteristiche SERIE 12 12.01 12.11 12.31

Serie 12 - Interruttore orario 16 A. Caratteristiche SERIE 12 12.01 12.11 12.31 Serie - nterruttore orario 16 A SERE Caratteristiche.01.11.31 nterruttore orario elettromeccanico - Giornaliero * - Settimanale ** Tipo.01-1 contatto in scambio 16 A larghezza 35.8 mm Tipo.11-1 contatto

Dettagli

Sistem Cube PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES

Sistem Cube PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES LIMITED WARRANTY PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES Sistem Cube La centrale Sistem Cube è una soluzione geniale per tutti gli spazi ridotti. Compattezza, razionalità e potenza la rendono adatta

Dettagli

Guida alle impostazioni generali

Guida alle impostazioni generali Istruzioni per l uso Guida alle impostazioni generali 1 2 3 4 5 6 7 8 9 Collegamento della macchina Impostazioni di sistema Impostazioni Copiatrice/Document server Impostazioni fax Impostazioni Stampante

Dettagli

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA Avvio di Atlas 2.x sul server CONTESTO La macchina deve rispecchiare le seguenti caratteristiche MINIME di sistema: Valori MINIMI per Server di TC con 10 postazioni d'esame

Dettagli

CARATTERISTICHE DELLE CRYPTO BOX

CARATTERISTICHE DELLE CRYPTO BOX Secure Stream PANORAMICA Il sistema Secure Stream è costituito da due appliance (Crypto BOX) in grado di stabilire tra loro un collegamento sicuro. Le Crypto BOX sono dei veri e propri router in grado

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

XM100GSM SCHEDA GSM PER CENTRALI SERIE XM

XM100GSM SCHEDA GSM PER CENTRALI SERIE XM 1 Stato del combinatore direttamente sul display della Consolle XM Interrogazione credito residuo tramite SMS e inoltro SMS ricevuti Messaggi di allarme pre-registrati Completa integrazione con centrali

Dettagli

Istruzioni per l uso Sartorius

Istruzioni per l uso Sartorius Istruzioni per l uso Sartorius Descrizione dell interfaccia per le bilance Entris, ED, GK e GW Indice Impiego previsto Indice.... 2 Impiego previsto.... 2 Funzionamento.... 2 Uscita dati.... 3 Formato

Dettagli

Elettrificatori per recinti

Elettrificatori per recinti Elettrificatori per recinti 721 Cod. R315527 Elettri catore multifunzione PASTORELLO SUPER PRO 10.000 Articolo professionale, dotato di rotoregolatore a 3 posizioni per 3 diverse elettroscariche. Può funzionare

Dettagli

Misura di livello Microondo guidate Descrizione del prodotto VEGAFLEX 61 4 20 ma/hart. Livelli Soglie Pressione

Misura di livello Microondo guidate Descrizione del prodotto VEGAFLEX 61 4 20 ma/hart. Livelli Soglie Pressione Misura di livello Microondo guidate Descrizione del prodotto VEGAFLEX 61 4 20 ma/hart Livelli Soglie Pressione 2 VEGAFLEX 61 4 20 ma/hart Indice Indice 1 Descrizione dell'apparecchio...4 1.1 Struttura...

Dettagli

DPS-Promatic Telecom Control Systems. Famiglia TCS-AWS. Stazioni Metereologiche Autonome. connesse alla rete GSM. Guida rapida all'uso versione 1.

DPS-Promatic Telecom Control Systems. Famiglia TCS-AWS. Stazioni Metereologiche Autonome. connesse alla rete GSM. Guida rapida all'uso versione 1. DPS-Promatic Telecom Control Systems Famiglia TCS-AWS di Stazioni Metereologiche Autonome connesse alla rete GSM (www.dpspro.com) Guida rapida all'uso versione 1.0 Modelli che compongono a famiglia TCS-AWS:

Dettagli

Guida rapida all uso di ECM Titanium

Guida rapida all uso di ECM Titanium Guida rapida all uso di ECM Titanium Introduzione Questa guida contiene una spiegazione semplificata del funzionamento del software per Chiputilizzare al meglio il Tuning ECM Titanium ed include tutte

Dettagli

domaqua m Ogni goccia conta! domaqua m - contatori sopraintonaco

domaqua m Ogni goccia conta! domaqua m - contatori sopraintonaco domaqua m Ogni goccia conta! domaqua m - contatori sopraintonaco domaqua m - contatori sopraintonaco domaqua m ista rappresenta l'alternativa economica per molte possibilità applicative. Essendo un contatore

Dettagli

E-VISION Tempo. Timer luci a microprocessore. Manuale d uso e installazione

E-VISION Tempo. Timer luci a microprocessore. Manuale d uso e installazione E-VISION Tempo Timer luci a microprocessore Manuale d uso e installazione ELOS E-VISION - Tempo Controllo Luci Acquario a Microprocessore. 1. Semplice da programmare 2. Gestisce sia lampade a led sia lampade

Dettagli

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software.

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software. Generalità Definizione Un firewall è un sistema che protegge i computer connessi in rete da attacchi intenzionali mirati a compromettere il funzionamento del sistema, alterare i dati ivi memorizzati, accedere

Dettagli

CE 100-8. CENTRALE FILO E RADIO (48 bit) MANUALE DI INSTALLAZIONE (VERSIONE 6.31)

CE 100-8. CENTRALE FILO E RADIO (48 bit) MANUALE DI INSTALLAZIONE (VERSIONE 6.31) CE 100-8 CENTRALE FILO E RADIO (48 bit) MANUALE DI INSTALLAZIONE (VERSIONE 6.31) AVVERTENZE Si ricorda che l installazione del prodotto deve essere effettuata da personale Specializzato. L'installatore

Dettagli

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata Giampiero Carboni Davide Travaglia David Board Rev 5058-CO900C Interfaccia operatore a livello di sito FactoryTalk

Dettagli

Attivatore Telefonico GSM

Attivatore Telefonico GSM Part. U1991B - 10/09-01 PC Attivatore Telefonico GSM art. F462 Istruzioni d uso INFORMAZIONI PER LA SICUREZZA L'impiego dell'attivatore GSM art. F462 in componenti o sistemi per supporto vita non è consentito

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A Leggere attentamente questo manuale prima dell utilizzo e conservarlo per consultazioni future Via Don Arrigoni, 5 24020 Rovetta

Dettagli

TELECAMERA SUBACQUEA MINI DV RD31 DIVERS

TELECAMERA SUBACQUEA MINI DV RD31 DIVERS www.gmshopping.it TELECAMERA SUBACQUEA MINI DV RD31 DIVERS MANUALE UTENTE Questo documento è di proprietà di Ciro Fusco ( Cfu 2010 ) e protetto dalle leggi italiane sul diritto d autore (L. 633 del 22/04/1941

Dettagli

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8 Creare e ripristinare immagine di con Windows 8 La versione Pro di Windows 8 offre un interessante strumento per il backup del computer: la possibilità di creare un immagine completa del, ovvero la copia

Dettagli

LA PIÙ COMPLETA, INNOVATIVA ED EFFICIENTE.

LA PIÙ COMPLETA, INNOVATIVA ED EFFICIENTE. LA PIÙ COMPLETA, INNOVATIVA ED EFFICIENTE. LA TUA CENTRALE D ALLARME. LA NOSTRA FILOSOFIA Leader nel settore dei sistemi di sicurezza e domotica, dal 1978 offre soluzioni tecnologiche all avanguardia.

Dettagli

Client di Posta Elettronica PECMailer

Client di Posta Elettronica PECMailer Client di Posta Elettronica PECMailer PECMailer è un semplice ma completo client di posta elettronica, ovvero un programma che consente di gestire la composizione, la trasmissione, la ricezione e l'organizzazione

Dettagli

INDUSTRY PROCESS AND AUTOMATION SOLUTIONS. Lo strumento universale per la messa in esercizio e la diagnosi

INDUSTRY PROCESS AND AUTOMATION SOLUTIONS. Lo strumento universale per la messa in esercizio e la diagnosi Con Vplus, BONFIGLIOLI VECTRON offre uno strumento per la messa in esercizio, la parametrizzazione, il comando e la manutenzione. VPlus consente di generare, documentare e salvare le impostazioni dei parametri.

Dettagli

Samsung Data Migration v2.6 Introduzione e Guida all'installazione

Samsung Data Migration v2.6 Introduzione e Guida all'installazione Samsung Data Migration v2.6 Introduzione e Guida all'installazione 2013. 12 (Revisione 2.6.) Esclusione di responsabilità legale SAMSUNG ELECTRONICS SI RISERVA IL DIRITTO DI MODIFICARE I PRODOTTI, LE INFORMAZIONI

Dettagli

AVCP Generatore di XML

AVCP Generatore di XML AVCP Generatore di XML Perché è necessario... 2 Come Funziona... 3 Appalto... 3 Indice... 5 Anagrafiche... 6 Lotto... 7 Partecipanti... 9 Partecipante in Solitario (Partecipante)... 9 Partecipante in Raggruppamento...

Dettagli

IL SEGRETO DI UN BUON RIPARTITORE

IL SEGRETO DI UN BUON RIPARTITORE FOCUS TECNICO IL SEGRETO DI UN BUON RIPARTITORE ADEGUAMENTO ALLE NORMATIVE DETRAZIONI FISCALI SUDDIVISIONE PIÙ EQUA DELLE SPESE RISPARMIO IN BOLLETTA MINOR CONSUMO GLOBALE DI TUTTO IL CONDOMINIO COSTO

Dettagli

SEGNI GRAFICI PER SCHEMI

SEGNI GRAFICI PER SCHEMI Corrente e Tensioni Corrente continua Trasformatore a due avvolgimenti con schermo trasformatore di isolamento CEI 14-6 Trasformatore di sicurezza CEI 14-6 Polarità positiva e negativa Convertitori di

Dettagli

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore)

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Autore: Matteo Veroni Email: matver87@gmail.com Sito web: matteoveroni@altervista.org Fonti consultate: http://openmeetings.apache.org/

Dettagli

Istruzioni per l uso Guida software

Istruzioni per l uso Guida software Istruzioni per l uso Guida software Leggere subito Manuali per questa stampante...8 Preparazione per la stampa Installazione rapida...9 Conferma del metodo di connessione...11 Connessione di rete...11

Dettagli

Oscilloscopi serie WaveAce

Oscilloscopi serie WaveAce Oscilloscopi serie WaveAce 60 MHz 300 MHz Il collaudo facile, intelligente ed efficiente GLI STRUMENTI E LE FUNZIONI PER TUTTE LE TUE ESIGENZE DI COLLAUDO CARATTERISTICHE PRINCIPALI Banda analogica da

Dettagli

Wolly 2 EDILIZIA VERTICALE

Wolly 2 EDILIZIA VERTICALE LIMITED WARRANTY EDILIZIA VERTICALE Wolly 2 La centrale che per la sua versatilità di installazione ha rivoluzionato il concetto di aspirapolvere centralizzato, consentendo la sua installazione anche nei

Dettagli

Manuale Tecnico di installazione e programmazione

Manuale Tecnico di installazione e programmazione Manuale Tecnico di installazione e programmazione AVVERTENZE Questo manuale contiene informazioni esclusive appartenenti alla Combivox Srl Unipersonale. I contenuti del manuale non possono essere utilizzati

Dettagli

Telefono Sirio lassico

Telefono Sirio lassico GUIDA USO Telefono Sirio lassico 46755H Aprile 2013 3 Indice INTRODUZIONE...1 CARATTERISTICHE TECNICHE E FUNZIONALI...1 CONTENUTO DELLA CONFEZIONE...1 INSTALLAZIONE...2 DESCRIZIONE DELL APPARECCHIO...3

Dettagli

Manuale di utilizzo centrale ST-V

Manuale di utilizzo centrale ST-V Accessori 1 Capitolo I : Introduzione 2 1.1 Funzioni 2 1.2 Pannello_ 5 1.3 I CON 5 Capitolo II : Installazione e connessione 6 2.1 Apertura della confezione 6 2.2 Installazione del pannello_ 6 2.3 Cablaggio

Dettagli

Compressori serie P Dispositivi elettrici (PA-05-02-I)

Compressori serie P Dispositivi elettrici (PA-05-02-I) Compressori serie P Dispositivi elettrici (PA-05-02-I) 5. MOTORE ELETTRICO 2 Generalità 2 CONFIGURAZIONE PART-WINDING 2 CONFIGURAZIONE STELLA-TRIANGOLO 3 Isolamento del motore elettrico 5 Dispositivi di

Dettagli

Pollicino Tracking F12 MANUALE UTENTE. 1. F12 Caratteristiche

Pollicino Tracking F12 MANUALE UTENTE. 1. F12 Caratteristiche F12 MANUALE UTENTE 1. F12 Caratteristiche Progettato per sopravvivere in condizioni difficili, fornendo regolari ed accurate registrazioni di posizione sfruttando un GPS all avanguardia sulla rete cellulare,

Dettagli

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi.

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi. I server di stampa vengono utilizzati per collegare le stampanti alle reti. In tal modo, più utenti possono accedere alle stampanti dalle proprie workstation, condividendo sofisticate e costose risorse.

Dettagli

Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi. Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione.

Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi. Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione. Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione. Indice Trovare le informazioni necessarie... 3 Ripristino e backup... 4 Cos'è il ripristino

Dettagli

Termometro Infrarossi ad Alte Temperature con Puntatore Laser

Termometro Infrarossi ad Alte Temperature con Puntatore Laser Manuale d Istruzioni Termometro Infrarossi ad Alte Temperature con Puntatore Laser MODELLO 42545 Introduzione Congratulazioni per aver acquistato il Termometro IR Modello 42545. Il 42545 può effettuare

Dettagli

CWS32-H01 Soluzione Software Professionale per Monitoraggio & Telecontrollo Web

CWS32-H01 Soluzione Software Professionale per Monitoraggio & Telecontrollo Web CWS32-H01 Soluzione Software Professionale per Monitoraggio & Telecontrollo Web Attenzione!! Rif. Rev. 2.2 www.cws32.it Questa presentazione non sostituisce il manuale operativo del prodotto, in quanto

Dettagli