I SENTIMENTI Esiste l amicizia? PAG. 6. TOUR DE FRANCE Chi ha progettato la Torre Eiffel? PAG. 8

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "I SENTIMENTI Esiste l amicizia? PAG. 6. TOUR DE FRANCE Chi ha progettato la Torre Eiffel? PAG. 8"

Transcript

1 IN QUESTO NUMERO FENOMENI ELETTRICI Cos è il fulmine? Come comportarsi durante un temporale? PAG. 2 I SENTIMENTI Esiste l amicizia? PAG. 6 TOUR DE FRANCE Chi ha progettato la Torre Eiffel? PAG. 8 A TRIP IN LONDON Tante curiosità su Londra PAG. 10 GLI SCIENZIATI Copernico e Keplero: due scienziati a confronto PAG. 13 L IGIENE DELLA BOCCA L importanza dell igiene orale PAG. 14 L ALIMENTAZIONE La piramide alimentare e l importanza dell acqua PAG. 15 GALILEO GALILEI La sua vita e le sue invenzioni PAG. 17 IN GIRO PER CATANIA Conosciamo la nostra città PAG. 18 E POI... Il doping sportivo PAG. 20 Facebook PAG. 21 Falcone e Borsellino PAG. 22 Le principali piazze catanesi PAG. 23 La metropolitana: la mia passione PAG. 25 L olocausto PAG. 26 I NOSTRI DISEGNI: il mondo delle fiabe PAG. 27 Pagina 1

2 Introduzione I Fenomeni Elettrici Il termine elettricità deriva dalla parola elektron, che significa ambra. L'ambra è una resina vegetale fossilizzata che si trova negli strati fossili dal Carbonifero al Presente. Una serie di alberi, sia angiosperme che conifere, produce resina che in seguito a fossilizzazione si trasforma in ambra. Poiché la resina è appiccicosa quando viene essudata dalla piante ferite, l'ambra funziona anche da matrice fossilizzante per altri organismi come semi, foglie, fiori, insetti ed eventualmente piccole rane! L'ambra è usata come pietra semipreziosa in gioielleria, specialmente i campioni che presentano inclusioni di insetti o altri piccoli organismi. Furono probabilmente i Greci a scoprire per primi che, strofinando con un panno di lana una bacchetta d ambra,quest ultima acquistava la curiosa proprietà di attrarre pezzetti di sughero, piume, fili di lana e altri corpi leggeri. CLASSE III D L atomo Oggi si possono ottenere gli stessi effetti con molte materie plastiche: Perche avviene cio? Pagina 2 LA SCARICA ELETTRICA Quando due corpi elettrizzati sono troppo grossi e pesanti per attrarsi reciprocamente, può accadere che gli elettroni decidano di passare dall uno all altro attraverso l aria : in questo caso si ha una scarica elettrica, un fenomeno che si manifesta con emissione di luce e di rumore. Vi sarà capitato di togliervi una maglietta di fibra sintetica, e di aver sentito dei piccoli crepitii:sono minuscole scariche elettriche che, in un ambiente buio possono essere viste sotto forma di scintille. La risposta è da ricercare nella struttura della materia. In un atomo neutro, il numero dei protoni(+) e uguale a quello degli elettroni (-): quando strofiniamo la biro e il panno di lana, quest ultimo porta via all altro gli elettroni più esterni trattenendoli su di sè. Il panno di lana si elettrizza negativamente mentre la biro si elettrizza positivamente e adesso è capace di attrarre, per es., pezzetti di carta. Nel 1734 il botanico francese Charles DuFay rivelò l esistenza di due differenti tipi di carica elettrica a cui Benjamin Franklin, nel 1747, diede le denominazioni di positive (quelle che si manifestano nel vetro) o negative (quelle che si manifestano nella bachelite). Tali caratteristiche vengono evidenziate, ad e- sempio, dal fatto che una bacchetta di bachelite che sia stata strofinata con un panno di lana e sospesa ad un filo metallico viene attratta da una barretta di vetro strofinata con un panno di seta, mentre viene respinta da una bacchetta di bachelite elettrizzata.

3 I FULMINI Un tipo particolare e molto spettacolare di scarica elettrica è il fulmine. I fulmini sono delle scariche elettriche transitorie con alta intensità di corrente. Il fulmine avviene nell atmosfera e si presenta ai nostri occhi come una traccia luminosa. Questo accade quando in una regione dell atmosfera si raggiunge una differenza di potenziale sufficiente perché il campo elettrico associato possa causare la rottura del dielettrico (aria). Per poter dare origine ad una differenza di potenziale è necessario che in due regioni diverse e relativamente vicine dell atmosfera, o tra una regione dell atmosfera e la crosta terrestre, si creino degli accumuli di cariche opposte. Il processo di formazione delle cariche in grado di generare tali accumuli è il meccanismo convettivo all interno di un temporale o di una turbolenza atmosferica. Una volta create le aree con carica opposta, se la differenza di potenziale tra di esse è sufficiente a creare una scarica, come tra poli opposti di una batteria, avverrà il passaggio di corrente e il conseguente l illuminamento del percorso di carica. All interno di un temporale vi sono correnti d'aria, dovute ai gradienti termici, e particelle d a c q u a e ghiaccio. Dall interazione di questi elementi si ha la formazione di cariche separate che si dispongono in regioni opposte della nube. Tipologia dei fulmini Esistono quattro diversi tipi di fulmini: negativo discendente, la scarica pilota ha carica negativa e parte dall'alto. positivo discendente, la scarica pilota ha carica positiva e parte dall'alto. negativo ascendente, la scarica pilota ha carica negativa e parte dal basso. positivo ascendente, la scarica pilota ha carica positiva e parte dal basso. La velocità è variabile sia dalle condizioni di umidità che dalla differenza di potenziale della scarica, ma si muove tra i e i km/s. FORMAZIONE DELLE CARICHE L'ipotesi più accreditata per spiegare la formazione di cariche nelle nuvole temporalesche è che i moti convettivi all interno delle nuvole spostano verso l'alto l'aria umida e verso il basso quella fredda. Si creano così dei flussi convettivi che portano in alto gocce d acqua e verso il basso particelle di ghiaccio. Questo origina uno sfregamento continuo di acqua e ghiaccio, permettendone il caricamento elettrostatico. Pagina 3

4 Per arrivare al parafulmine Franklin aveva fatto alcune importanti considerazioni sulle scariche elettriche atmosferiche, arrivando a stabilire che i danni da queste provocati non erano dovuti tanto alla loro potenza, quanto al calore che esse generavano nell'impatto con qualsiasi oggetto. Inoltre scoprì che quando un fulmine, che non è altro che una scarica elettrica, colpisce un oggetto, lo attraversa soltanto per una parte: bisognava quindi pensare a qualcosa che attirasse il fulmine e ne disperdesse la forza per mezzo di un percorso obbligato. Scoprendo la particolarità delle punte metalliche, quelle in oro soprattutto, di attirare le scariche elettriche, agendo quindi come una sorta di calamita nei confronti del fulmine, Franklin risolse la difficoltà maggiore: quella di catturarlo durante la sua scarica. Il parafulmine consiste quindi in una lunga e sottile asta metallica con la punta rivestita di un metallo nobile (ad alta conducibilità elettrica) posta sulla sommità dell'edificio da salvaguardare; da questa deriva un filo metallico che viene collegato a terra: la scarica elettrica viene attirata dalla punta e dispersa a terra mediante il filo. Inoltre, il parafulmine a causa della sua forma, ha anche un azione preventiva nei confronti del fulmine. Questo conseguentemente al fatto che il suolo ed il parafulmine (collegato a terra) si polarizzano positivamente per induzione in risposta alla carica negativa presente sulla parte inferiore della nuvola. Il parafulmine così polarizzato, grazie al potere dispersivo delle punte, contribuisce a diminuire la differenza di potenziale esistente tra la nuvola ed il suolo, rendendo meno probabile che si raggiunga il potenziale minimo capace di dare inizio alla scarica. I PARAFULMINI Il parafulmine è un dispositivo atto ad attrarre e disperdere le scariche elettriche atmosferiche. Venne inventato da Benjamin Franklin, fisico americano e fu applicato per la prima volta con successo a Parigi il 10 maggio STORIA DEL PARAFULMINE Effetti biologici dei danni da fulmine Il corpo umano può essere soggetto a fulminazione diretta, sia principale che secondaria, o a fulminazione indiretta per corrente di ritorno nel terreno. Gli effetti della fulminazione diretta sono ovviamente i più gravi, e possono portare, a volte, fino alla morte. Pagina 4

5 Regole di comportamento Trovarsi all'aperto durante un temporale è molto pericoloso. I segnali di un temporale imminente sono nuvole cumuliformi, simili ad un cavolfiore o allo zucchero filato, che possono evolvere in cumulonembi. Anche l'afa, con insorgere di vento, tuoni, bagliori nel cielo e pressione atmosferica in caduta, sono segnali dell'avvicinarsi di un temporale. All'aperto si corrono sostanzialmente due pericoli: 1. quando voi rappresentate il punto più alto dell'ambiente circostante; 2. quando il fulmine cade nelle vostre immediate vicinanze e agisce in modo indiretto. La scarica elettrica, in tal caso, si diffonde rapidamente nel terreno in tutte le direzioni e forma un pericoloso imbuto di tensione. Pertanto, se un temporale vi sorprende all'aperto, non sdraiatevi mai a terra. Assumete invece immediatamente una posizione raccolta (lontano dalla vostra motocicletta parcheggiata): avvicinate i piedi, accucciatevi, abbassate la testa e con le braccia abbracciatevi le gambe. SE AVETE L'AUTO RIFUGIATEVI AL SUO INTERNO! L'automobile protegge efficacemente gli occupanti contro i fulmini. In caso di temporale forte con molti fulmini e tuoni, è opportuno che vi fermiate in un parcheggio ed attendiate che il temporale finisca. Durante la guida, infatti, potreste restare abbagliati da un fulmine improvviso e perdere il controllo dell'autovettura. COSA FARE SE STIAMO PESCANDO? In caso di temporale, indipendentemente dal fatto che stiate pescando su una barca, su una diga o direttamente in mezzo ad un corso d'acqua, siete in pericolo di vita. Smontate immediatamente la canna da pesca, dirigetevi velocemente verso la riva e allontanatevi dall'acqua! E' l'unica soluzione possibile! Se state nuotando in mare, allo stesso modo, uscite velocemente dall'acqua. COSA FARE SE UN TEMPORALE CI SORPRENDE IN MONTAGNA? I temporali in montagna sono particolarmente pericolosi perché ci si accorge troppo tardi del loro arrivo. Prima di iniziare qualsiasi escursione, informatevi quindi sulle previsioni del tempo. Se non siete in prossimità di un rifugio, la cosa più importante è quella di non rappresentare mai il punto più elevato dell'ambiente circostante (per esempio, scendete dalle vette), non riparatevi sotto agli alberi e assumete una posizione raccolta (con i piedi l'uno contro l'altro, piegate le ginocchia e abbracciate le gambe con le braccia). Pagina 5

6 I SENTIMENTI CLASSE III E L amicizia C on amicizia, da un punto di vista oggettivo, si indica un tipo di legame sociale accompagnato da un sentimento. In quasi tutte le culture, l amicizia viene intesa e percepita come un rapporto alla pari, basato sul rispetto, la stima e la disponibilità reciproca, che non pone vincoli specifici sulla libertà di comportamento delle persone coinvolte. In genere, si distinguono diversi gradi di amicizia: si va dall amicizia causale legata a una simpatia, che emerge fortuitamente in una certa circostanza magari in modo temporaneo, all amicizia cosiddetta intima, ovvero associata a un rapporto continuativo nel tempo fra persone che arrivano a stabilire un grado di confidenza. L amicizia è stata considerata in ogni epoca una della e- sperienze umane fondamentali, ed è stata santificata da tutte le religioni. Ad esempio i Greci consideravano come esempio di amicizia, portata alle estreme conseguenze, quelle fra Queste e Pilade Certamente l amicizia è una cosa bella ma delicata Non ci deve essere gelosia tra un amica e l altra E un sentimento che si deve coltivare giorno dopo giorno! Naomi L innamoramento.. innamoramento... Cos è questa emozione così intensa che ti pervade al solo pensiero di incontrarlo? E l amore.. Come si manifesta? Perché è così bello? Può durare tutta la vita? Cerchiamo di chiarire questo eccitante mistero della natura.. Un affetto profondo.. L innamoramento può essere definito come un affetto profondo che spinge chi lo prova a cercare un intimità con la persona amata..certo, l intensità di questo sentimento varia da una persona all altra: può essere debole, forte o, addirittura, ossessivo e difficilmente controllabile. L inizio di un amore si manifesta con alcuni segnali inconfondibili: il tuo cuore batte a mille all ora, hai un nodo alla gola, le mani sudate e sei pervasa da un immensa felicità al solo pensiero o alla vista della persona che ami. Sono questi gli indizi che ci aiutano a distinguere l amore da una semplice amicizia.. Greco Graziella Pagina 6

7 *LE EMOZIONI: UN ARCOBALENO TRA CORPO E ANIMA* L e emozioni sono sentimenti coscienti, quale la paura, la gioia, l angoscia, che possono provocare alterazioni fisiologiche e psichiche. Esse, conferiscono valore e interesse alle azioni umane e motivano ad intraprenderne altre. a quelle più forti ed intense. Gli esseri umani sono le creature più e- motive di tutte le altre, capaci di espressioni altamente differenziate e di esperienze emozionali molteplici. Le emozioni inducono impulsi che liberano energia che si canalizza per creare nuove emozioni e benessere. Se tale energia non viene canalizzata si crea malessere e quindi un emozione ferita. Un emozione è una risposta automatica del corpo ad una determinata situazione: gli occhi che brillano per il piacere, il volto che arrossisce quando una nostra bugia viene smascherata. Proviamo invece un sentimento quanto percepiamo consapevolmente tali emozioni, come gioia o come vergogna. La nostra vita è un continum di emozioni di intensità variabili, dalle più leggere Già da sola, questa è una buona ragione per imparare a conoscerle, riconoscerle, controllarle e gestirle, in modo da esprimere e manifestare al meglio chi siamo, in ogni momento della nostra vita. Quando siamo noi a gestire le nostre emozioni e non viceversa, allora siamo in grado di scegliere consapevolmente con quali azioni agire. Solo conoscendo ed accettando il nostro mondo emozionale, siamo in grado di comprendere e di accettare gli altri. L amore Giuseppe Mascali Cos è l amore? Tanti si sono posti questa domanda, ma la risposta non si è potuta descrivere con semplici parole L amore è tutto senza amore l universo sarebbe spento! L amore è gioia, felicità, pianti, sorrisi, dolore, tristezza, sentirsi morire dentro quando lo baci, ti batte il cuore quando ci parli, ti brillano gli occhi quando parli di lui, ti sudano le mani quando sei con lui o semplicemente quando lo senti e subito diventi felice...! L amore è qualcosa di magico è follia e pazzia! Quando litighi con la persone che ami ti senti morire e non vuoi parlare con nessuno a parte lui. Quando ti rendi conto di aver detto parole sbagliate e di essere una stupida per aver litigato con lui ti vieni di spaccare tutto e credi che tutto il mondo ce l abbia con te Credi di averlo perso per sempre e non parli per giorni e giorni, piangi in continuazione, ti disperi, ti deprimi e poi tutto ad un tratto sorridi non per aver perso lui ma per aver dato tutto l amore possibile che potevi dare Questo è l amore qualcosa di indescrivibile. Tutti parlano d amore, ma solo pochi sanno il vero significato Essere delusi dalla persona che ami Le prime delusioni d amore sono bruttissime A 13 anni quando ti piace un ragazzo dici di amarlo, ci vai un paio di settimane dietro e poi lasci perdere, ma alcune persone stanno mesi e mesi ad andare dietro a persone senza aver nulla in cambio ma sempre speranzosi e illusi sperano di avverare questo sogno Quando parli con lui stai bene però lui poi ti dice che è fidanzato tu vorresti morire ti senti distrutta credi che lui ti abbia solo illuso e deluso ti cade dal cuore e ogni giorno che passa lo pensi sempre più Pensi che lo odi poi decidi di dimenticarlo e man mano che passa del tempo non ti interessa più niente di lui ma se ti dicessero ne è valsa la pena risponderesti sempre sì le prime delusioni aiutano a crescere e diventare maturi...! Anastasia Ragusa Pagina 7

8 TOUR DE FRANCE L a Francia (in francese France), ufficialmente Repubblica Francese (in francese République française), è uno Stato dell'europa occidentale confinante con Belgio, Lussemburgo, Germania, Svizzera, Italia, Monaco, Andorra e Spagna. La Francia possiede l'area più vasta dell'unione Europea e dell'intera Europa se includiamo le sue dipendenze extraeuropee, come alcune isole nell'oceano Pacifico, Indiano e Atlantico, e la regione sudamericana della Guyana Francese. È in grado di esercitare anche un certo potere sul Principato d Andorra, in quanto il Presidente della Repubblica Francese è anche Coprincipe di Andorra insieme al vescovo spagnolo di Urgell. Di tutti i principali Stati Europei, è quello di più antica formazione. È membro dell'unione Europea, che presiede dal 1 luglio al 31 dicembre La sua capitale è Parigi. CLASSE I E CASELLARIO ILLUSTRATO INSERISCI NELLO SCHEMA I NOMI DEI SOGGETTI ILLUSTRATI. A GIOCO RISOLTO, NELLE CASELLE EVIDENZIATE SI LEGGERA UN VOCABOLO IN FRANCESE. GRAND BEAU PETIT GARCONS ROUX GROS VERT Pagina 8

9 Storia della Torre Eiffel Fu costruita per l'esposizione universale e per la commemorazione del centenario della Rivoluzione Francese. La Torre Eiffel fu inaugurata il 31 marzo 1889, avente in cima la bandiera francese. La sua costruzione fu accompagnata dalle critiche e contestazioni dei parigini e degli intellettuali francesi, ma la struttura metallica della famosissima Torre rappresenta oggi il simbolo di Parigi ed è "la maggiore Daniele Tosto attrazione turistica", meta di 6 milioni di visitatori ogni anno. Gli ingegneri che presero parte alla creazione furono Gustave Eiffel assistito dagli ingegneri Maurice Koechlin e Emile Nouguier e anche dall architetto Stephen Sauvestre. Gli studi sul progetto cominciarono nel 1884 e nonostante tutti gli ostacoli creati non solo dai parigini, la costruzione della Torre Eiffel comincia nel 1887, durò 26 mesi e fu completata nel L'idea originale comprendeva la sua distruzione dopo l Esposizione Universale del 1900 ma esperimenti di radiotrasmissione effettuati dall arma francese prima della fatidica data, fecero si che sia tuttora in piedi. Ferro forgiato eretto a forma di croce diviso in pezzi e fissati da rivetti sono la base che supporta la Torre Eiffel. La struttura della torre monumentale di Gustave Eiffel, è molto aerata e resiste al vento. Nonostante l'immensa struttura il peso complessivo della torre non supera le tonnellate. La Torre Eiffel è alta 324 metri. Molte stazioni televisive francesi hanno attualmente la loro antenna sulla cima della Torre. Proprietà delle autorità locali di Parigi, la Torre Eiffel è gestita da una società privata "Societé Nouvelle d Exploitation de la Tour Eiffel" che cura la manutenzione della sua struttura e la rinnova ogni 7 anni con 50 tonnellate di pittura grazie ad operai specializzati nelle scalate acrobatiche. La torre è illuminata da 352 proiettori di 1000 watt e la sera scintilla a tutte le ore con lampadine e 800 luci di festa, creando uno spettacolo unico e suggestivo. CASELLARIO ILLUSTRATO INSERISCI NELLO SCHEMA I NOMI DEIGLI OGGETTI ILLUSTRATI. A GIOCO RISOLTO, NELLE CASELLE EVIDENZIATE SI LEG- GERA UN VOCABOLO IN FRANCESE. PORTE TROUSSE GOMME FEUTRE CRAIE PENNEAU CRAYON COMPAS STYLO TABLEAU FENETRE ARMOIR Pagina 9

10 A TRIP IN LONDON Torre di Londra CLASSE II D La Torre di Londra (in inglese Tower of London) è un complesso costruito nel medioevo (1078) e composto da diversi edifici fortificati che nel tempo sono stati usati come fortezza, polveriera, palazzo reale e prigione per detenuti di famiglie nobili. La Torre di Londra è protetta dai beefeaters. È annoverata fra i patrimoni dell'umanità dell'unesco dal Pagina 10 Le guardie Le guardie di Sua Maesta' presto potrebbero dire addio ai colbacchi in pelle d'orso che da quasi due secoli adornano il loro capo. E' in via di sperimentazione infatti un materiale sintetico più politicamente ed ecologicamente corretto che potrebbe essere un valido sostitutivo. Da oltre dieci anni l'esercito britannico è alla ricerca di un'alternativa alla pelliccia d'orso, sulla scia delle pressanti proteste degli animalisti che accusano le guardie di contribuire al massacro ogni anno di migliaia di orsi in Canada. Ma i reggimenti reali hanno sempre sostenuto che l'uccisione di orsi in Nord America non è in alcun modo legata alle pelli ordinate dall'esercito. Ventimila orsi neri vengono sterminati ogni anno in Nord America e di questi noi compriamo meno di 100 pelli all'anno per i colbacchi in pelliccia delle guardie'', ha spiegato al quotidiano britannico The Times un portavoce dei reggimenti reali incriminati, fra i quali figurano i granatieri, le guardie scozzesi, irlandesi e gallesi. Ivana Pellegrino, Claudia Guerriera Ivana Pellegrino, Claudia Guerriera Buckingham Palace IL Buckingham Palace, a Londra, è la residenza ufficiale del sovrano del Regno Unito. L'espressione Buckingham Palace o, semplicemente The Palace è diventata comune per esprimere tutto quanto attiene agli ambienti della Corte e della famiglia reale. Oltre ad essere la residenza ufficiale di Elisabetta II, Buckingham Palace è il luogo in cui si svolgono numerose cerimonie pubbliche (dai ricevimenti dei reali alle visite dei vari capi di Stato) ed è anche una notevole attrazione turistica (famoso in tutto il mondo è il cambio della Guardia). Da un punto di vista più profondo, ha sempre rappresentato un punto di riferimento per i sudditi, nei momenti gioiosi e tristi della storia del Regno. Roberto Di Bella Tower Bridge E' un ponte di Londra.Terminato nel 1894 quest'opera di ingegneria vittoriana divenne in breve uno dei simboli della capitale britannica. Le sue torri, con le guglie e le passerelle di collegamento, sostengono il meccanismo che solleva il ponte durante il passaggio di grandi navi e in occasioni speciali. Il ponte ospita the Tower Bridge Exhibihion, un museo che ne illustra la storia attraverso percorsi interattivi, si può vedere da vicino anche il motore a vapore che costituì la fonte di energia del meccanismo fino al 1976, quando il sistema venne elettrificato. Il passaggio coperto, aperto al pubblico, offre una magnifica vista sul fiume Tamigi. Quando eretto, il ponte era alto 40 metri e largo 60. Nel suo periodo di massimo splendore veniva aperto fino a cinque volte al giorno. Ci sono quasi 300 gradini per raggiungere la cima delle torri anche se vi si può giungere per mezzo di un ascensore. Graziano Santonocito

11 Salvatore Con Dsvaldo Trovano L Amicizia Nel Donare Graziano Santonocito Solo olo Chi hi Osa sa traguardi raguardi Lontani ontani Avvera vvera numerosi umerosi Desideri esideri Roberto Di Bella INSERITE ORIZZONTALMENTE LE DEFINIZIONI IN INGLESE. A GIOCO ULTIMATO NELLA COLONNA COLORATA LEGGERETE LA FRASE NASCOSTA. 1) VI POGGIAMO IL CAPO QUANDO DORMIAMO 1 2 3) CANE ) FESTA AMERICANA IN CUI VIENE UTILIZZATA LA ZUCCA 4) PARTE DELLA GIORNATA 5) ANIMALE DOMESTICO 6) COLORE DEL SOLE 7) PRONOME PERSONALE 7 8) 6 CAPOVOLTO 9) GLI STUDENTI LE FANNO IN ESTATE 9 10) CI SI RECA PER PRENDERE IL TRENO 11 11) LA SI TROVA PRIMA DI KING DOM CLAUDIA GUERRIERA GAIA INDELICATO SEBASTIANO CALDERARO Pagina 11

12 LADY DYANA D iana Spencer nasce l 1 luglio 1961 a Parkhouse, proprio vicino alla residenza reale di Sadringham. Fin da piccola Diana soffre della mancanza della figura materna: la madre è spesso assente e trascura la famiglia. La famiglia degli Spencer, a ben vedere, è addirittura più antica e blasonata di quella dei Windsor. Quando la futura principessa compie sedici anni, in occasione di una cena per la visita della regina di Norvegia, incontra il Principe di Galles ma fra i due, al momento, non scatta alcun colpo di fulmine. Solamente un desiderio di approfondire la conoscenza. Intanto, com'è normale, la giovane Diana, nel tentativo di condurre una vita il più possibile vicina, per quanto possibile, a quella dei suoi si trasferisce in un appartamento di Coleherm Court. Certo, non si tratta di un appartamento povero e di basso livello, ma pur sempre di una prestigiosa abitazione. Il suo desiderio interiore di "normalità" la induce a cercare l'indipendenza e a cercare di cavarsela con le sue forze. Si adatta a svolgere lavori anche non prestigiosi, come quelli della cameriera e della babysitter, e a dividere la sua casa con altre tre studentesse. Lady Diana affronta il corteggiamento di Carlo, il principe del Galles conosciuto a quella famosa festa. I due si fidanzano e, nel giro di breve tempo, convolano a nozze, il 29 luglio La cerimonia è uno degli eventi mediatici più attesi e seguiti del globo. Quasi dieci anni separano il principe Carlo da Lady D. Lei: ventiduenne appena uscita dall'adolescenza. Lui: trentatreenne già avviato alla maturità. Dopo la cerimonia Diana è ufficialmente Sua Altezza Reale Principessa di Galles e futura Regina d'inghilterra. Grazie al suo comportamento informale, Lady D (come viene soprannominata), entra subito nel cuore dei sudditi e del mondo intero. Purtroppo il matrimonio non va come così bene come le immagini della cerimonia lasciavano sperare, anzi, è palesemente in crisi. Nemmeno la nascita dei figli William e Harry riesce a salvare un'unione già compromessa. Infatti, fra i due si era già insinuata da tempo Camilla Parker-Bowles, un'ex compagna di Carlo di cui Lady D è assai gelosa. Tale è lo stato di tensione della principessa, il suo grado di infelicità e di rancore che tenta più volte il suicidio, con forme che vanno dai disturbi nervosi alla bulimia. Nel dicembre 1992 viene annunciata ufficialmente la separazione. Lady Diana si trasferisce a Kensington Palace, mentre il principe Carlo continua a vivere ad Highgrove. Carlo e Diana divorziano il 28 agosto Negli anni del matrimonio, Diana compie numerose visite ufficiali. Si reca in Germania, negli Stati Uniti, nel Pakistan, in Svizzera, Ungheria, Egitto, Belgio, Francia, Sud Africa, nello Zimbawe e in Nepal. Numerose sono le sue attività di beneficenza e solidarietà in cui oltre a prestare la propria immagine, si impegna attivamente con l'esempio. Intanto, dopo una serie non precisata di flirt, prende corpo la relazione con Dodi Al Fayed, miliardario arabo di religione musulmana. Non è uno dei soliti colpi di testa ma un vero e proprio amore. E' proprio mentre la "coppia dello scandalo" tenta di seminare i paparazzi che avviene il terribile incidente nel tunnel dell'alma a Parigi: entrambi, alla fine di un'estate trascorsa insieme, perdono la vita. E' il 31 agosto Elisabetta II, nome completo Elizabeth Alexandra Mary (Londra, 21 aprile 1926), è l'attuale Regina del Regno Unito. Primogenita dei duchi di York (suo padre diventerà re Giorgio VI del Regno Unito), è anche Regina di Antigua e Barbuda, Australia, delle isole Bahamas, di Barbados, del Belize, del Canada, di Grenada, della Giamaica, della Nuova Zelanda, di Papa Nuova Guinea, di Saint Kitts e Nevis, di Santa Lucia. Elisabetta II è anche capo del Commonwealth e governatore supremo della Chiesa Anglicana, Comandante in capo delle forze armate. È salita al trono del Regno Unito il 6 febbraio 1952 dopo la morte del padre Giorgio VI. Circa 125 milioni di persone nel mondo sono sudditi della regina Elisabetta. Il suo regno ha visto 11 primi ministri e decisamente ben più numerosi primi ministri e governatori degli stati del Commonwealth. È sposata con il principe Filippo, duca di Edimburgo ed ha quattro figli. Il maschio primogenito ha il titolo di Principe di Galles ed è S.A.R. Carlo, duca di Cornovaglia. Ivana Pellegrino, Claudia Guerriera Pagina 12

13 CLASSE III F GLI SCIENZIATI Niccolò Copernico nacque a Torun in Polonia ed era destinato a diventare, con la pubblicazione nel 1543 della sua teoria eliocentrica, una delle figure più notevoli della storia del pensiero scientifico. Figlio di un ricco mercante,dopo la morte del padre fu allevato dallo zio materno che gli permise di frequentare l università di Cracovia. Questa esperienza spinse il giovane Copernico a studiare in seguito arti liberali a Bologna ( ), medicina a Padova e legge all università di Ferrara,dove conseguì,nel 1503,il dottorato in legge canonica. Non passò molto tempo che tornò in Polonia e, infine, prese dimora stabile nella cattedrale di Frauenberg. Con l aiuto dello zio era stato eletto canonico già prima del suo viaggio in Italia. Oltre ad assolvere diligentemente i suoi obblighi ecclesiastici, Copernico prese a occuparsi di una materia che lo aveva sempre interesso: l astronomia. Nel maggio del 1514 Copernico mise in circolazione il manoscritto del suo COMMENTARIOLUS, nel quale si cominciavano a delineare quegli argomenti che sarebbe stati approfonditi nel DE RE- VOLUTIONIBUS ORBIUM COELESTIUM (sulle rivoluzioni delle sfere celesti,1543). Quest opera classica sfidò la cosmologia geocentrica che era stata dogmaticamente accettata fin dal tempo di Aristotele. Opponendosi decisamente ad Aristotele e all astronomo Tolomeo, che aveva enunciato i particolari del sistema geocentrico basato sui fenomeni celesti, Copernico suggerì che la Terra ruotasse su se stessa e che con gli altri pianeti orbitassero intorno al Sole centrale e fermo; inoltre, poteva spiegare fenomeni come la rotazione giornaliera dei cieli, il movimento annuo del sole lungo l ellittica e il periodico moto retrogrado dei pianeti. Copernico, con la sua teoria eliocentrica,influenzò scienziati a lui posteriori: KEPLERO, GALILEO ed infine NEWTON. L enunciazione della teoria eliocentrica fatta da Copernico segnò l inizio della rivoluzione scientifica e di una nuova concezione di un universo notevolmente ampliato. Una teoria scientifica che aveva così profondi riflessi sull umanità non fu ben accolta dalla Chiesa. Deborah Aiello, Marilena Leone, Francesca Spalletta, Francesco Zumbo Joannes Keplero Nato a Weil da povera famiglia, fu avviato verso la carriera ecclesiastica poiché malaticcio e poco adatto al lavoro manuale. All' università di Tubinga si decise il suo destino: da un lato ebbe un maestro di filosofia che lo orientò in senso platonico e pitagorico, dall'altro il suo insegnante di matematica ed astronomia, nonostante non gli fosse concesso di farlo, lo introdusse privatamente alla teoria eliocentrica di Copernico, la cui dottrina convinse Keplero. Cacciato in quanto seguace della dottrina eliocentrica, si rifugiò a Praga presso Tycho Brahe, alla cui morte gli successe nella carica di matematico imperiale. Ebbe così la possibilità di accedere alla carte di Tycho, entrando così in possesso della gran quantità di osservazioni in esse contenute. Basandosi su queste cominciò le sue prime osservazioni. Si rivolse allo studio del pianeta Marte e scoprì che la sua orbita non è circolare ma a forma di ellisse ed il Sole occupa uno dei due fuochi. In base alle sue ricerche enunciò le 3 leggi dei moti dei pianeti. Immensa fu l'importanza dell'opera di Keplero per l'astronomia e per la meccanica. Non solo consolidò il sistema copernicano, ma con le sue due prime leggi rese possibile istituire i calcoli precisi delle posizioni planetarie in cielo. In base alla sua terza legge e alle conseguenze di questa Newton scoprire la legge dell'attrazione universale, che aprì le porte alla scienza della matematica celeste. Le tre leggi di Keplero Le tre leggi che regolano il moto dei corpi celesti interagenti gravitazionalmente, furono derivate empiricamente da Joannes Kepler ( ), sulla base di dettagliate osservazioni dei pianeti effettuate dall'astronomo danese Tycho Brahe. I legge: le orbite sono delle ellissi di cui il Sole occupa uno dei due fuochi. Più in generale le orbite sono coniche (ellissi, parabole o raramente iperboli). II legge: le aree descritte dai raggi vettori sono proporzionali ai tempi impiegati a percorrerle, cioè i corpi descrivono aree uguali in tempi uguali, per cui il corpo stesso rallenta all' afelio (punto più lontano dal sole) e accelera al perielio (punto più vicino dal sole). III legge: i quadrati dei periodi orbitali sono proporzionali ai cubi delle distanze medie dal Sole, ossia piú un corpo è lontano dal Sole, piú lentamente percorrerà la sua orbita. Cristian Sciuto, Alessandro e Salvatore Di Benedetto La teoria eliocentrica La teoria eliocentrica pone invece al centro dell Universo il sole, e intorno ad esso ruotano la terra e gli altri pianeti. Tale teoria è detta copernicana, in onore del primo scienziato che la formulò, Niccolò Copernico. Copernico sfidò la cosmologia geocentrica che era stata dogmaticamente accettata fin dal tempo di Aristotele. Opponendosi decisamente ad Aristotele e all astronomo Tolomeo, Copernico sosteneva che una Terra rotasse su se stessa e che con gli altri pianeti ruotasse intorno al Sole, fermo al centro dell Universo (ai tempi di Copernico si pensava che il sistema solare fosse tutto l Universo). Così lo scienziato poteva spiegare in un modo più semplice fenomeni quali la rotazione giornaliera dei cieli, il movimento annuo del Sole. Copernico, con la sua teoria influenzò scienziati a lui posteriori, come keplero, Galileo e Newton. Le teorie di Copernico, che suscitarono una rivoluzione nel mondo scientifico, vennero poi dimostrate da Galileo Galilei che con l uso del cannocchiale, osservò tra le altre cose, l alternarsi del giorno e della notte su Venere, che non potevano essere spiegati con la teoria geocentrica. Rossella Bonvegna Pagina 13

14 L IGIENE DELLA BOCCA C ura i tuoi denti! Ecco alcune semplicissime regole per mantenere in forma smagliante i tuoi denti. SEGUILE! Evita innanzitutto i cibi e le bevande troppo zuccherate (caramelle, dolci ) Usa il filo interdentale dopo ogni pasto, in modo da evitare di lasciare resti di cibo tra i denti. Non mangiare dolci e caramelle prima di andare a letto. Lo zucchero rimarrebbe troppe ore in bocca. CLASSE II D Lavati i denti con lo spazzolino almeno due volte al giorno, possibilmente dopo ogni pasto!!! LA PRIMA DIGESTIONE SI FA NELLA BOCCA E DOBBIAMO PROPRIO ALLA BUONA MASTI- CAZIONE, E QUINDI ALLE BUONE CONDIZIO- NI DELLA DENTATURA, SE ANCHE L INSALI- VAZIONE E PERFETTA E PERTANTO OPPORTUNA UNA RAZIONALE IGIENE DEI DENTI, PER EVITARE CARIE E VIE D INGRESSO AI GERMI PATOGENI MOLTO COMODO QUESTO MOLARE ORAZIO MAGRI LO SPAZZOLAMENTO DEI DENTI HA QUESTA FUNZIO- NE PREVENTIVA, ELIMINANDO I RESTI DEGLI ALIMEN- TI, LA CUI FERMENTAZIONE E LA CAUSA PRIMA DEL- LA CARIE L AZIONE DELLO SPAZZOLINO VA ESERCITATA SU TUTTA LA SUPERFICIE DENTARIA, CON MOVIMEN- TI VERTICALI DI ROTAZIONE E DEVE ESSERE INTE- GRATA DA QUELLA DI UN BUON DENTIFRICIO Calderaro Sebastiano Castorina Sebastiano Indelicato Gaia Pellegrino Ivana Linari Marika Laudani Vanessa Pagina 14

15 L ALIMENTAZIONE 18% biscotti e merende 18% bevande 12% prodotti casarecci 9% carne e pesce 9% caramelle e gomme 8% cereali 8% fast food 7% cioccolato 4% bevande alcoliche 3% frutta e verdura CLASSE II E Giusy Zammataro Giuseppe Greco G li elementi che compongono gli alimenti vengono chiamati principi alimentari o nutrienti. Essi vengono classificati in: principi organici (carboidrati, grassi, proteine e vitamine) e principi inorganici (acqua ed elementi minerali). Il passaggio dei principi nutritivi dal sangue ai tessuti e la loro utilizzazione da parte delle cellule del nostro organismo si chiama nutrizione. I carboidrati o glucidi sono ternari perchè composti da ossigeno, carbonio e idrogeno. La loro funzione è energetica, forniscono l'energia necessaria al mantenimento del nostro organismo. Grazie a trasformazioni chimiche i carboidrati possono svolgere anche funzioni plastiche. Si dividono in monosaccaridi, disaccaridi e polisaccaridi. I primi sono zuccheri semplici e il più comune è il glucosio che si trova nel miele, abbiamo anche il fruttosio che si trova nella frutta. I disaccaridi sono gli zuccheri da tavola, come ad esempio il saccarosio e il maltosio, il lattosio si trova nei mammiferi. I polisaccaridi si trovano nell'amido e nella cellulosa. Le proteine sono composti quaternari perchè composti da ossigeno, carbonio, idrogeno e azoto. Si formano da venti amminoacidi, che noi assorbiamo dagli alimenti e le funzioni delle proteine sono: strutturale, immunitaria, trasporto (di ossigeno, metalli, lipidi, di membrana), di identificazione dell'identità genetica, ormonale, enzimatica, contrattile. I grassi sono molto energetici e questi devono entrare nella nostra alimentazione in ragione del 25-30% del fabbisogno calorico giornaliero. L'acqua è senza dubbio la sostanza più importante per il nostro corpo, essa svolge funzione strutturale per eccellenza, termoregolazione e solvente. carbonio, ossigeno, idrogeno e altri atomi come lo zolfo o il fosforo. I minerali sono tutti indispensabili perché alcuni vengono utilizzati come materiale da costruzione, altri servono per regolare molti processi biologici che avvengono nel nostro organismo. Essi sono : calcio,fosforo,magnesio,cloro, sodio, potassio, ferro, iodio e lo zinco. Le vitamine hanno azione regolatrice e vengono classificate in due grandi gruppi: vitamine idrosolubili (si sciolgono in acqua) e vitamine liposolubili (si sciolgono nei grassi). VITAMINE IDROSOLUBILI;complesso B, PP C. VITAMINE LIPOSOLUBILI: A, D, E, K e F. I NUTRIENTI Pagina 15

16 Bere fa bene? I l nostro corpo, per un corretto funzionamento, ha bisogno di mantenere un costante livello di idratazione. Generalmente, in condizioni ambientali e di salute normali, sono necessari circa 1,5 litri di acqua al giorno, comprendendo naturalmente anche eventuali assunzioni di tè, caffè e l'acqua contenuta negli alimenti. Per regolarsi è sufficiente ricordare che un bicchiere generalmente ha la capacità di circa 200 ml. Una buona idratazione facilita il lavoro di "pulizia" dei reni, aiuta a mantenere sotto controllo la pressione arteriosa, rende le cellule più elastiche, migliora l'aspetto della pelle e favorisce le funzioni intestinali. Naturalmente è necessario che pongano attenzione alla quantità di liquidi assunta coloro che soffrono di insufficienza renale e sono sottoposti a dialisi, chi ha problemi di fegato (cirrosi epatica) e i cardiopatici scompensati. In questi casi sarà il medico a stabilire la quantità di acqua necessaria per un buon funzionamento metabolico. CHI BEVE POCO DIVENTA ALLEGRO COME UN UCCELLO CHI BEVE IN MANIERA MODERATA DIVENTA FORTE COME UN LEONE CHI BEVE TROPPO DIVENTA STUPIDO COME UN ASINO Daniele Tosto Pagina 16

17 UNA VITA DEDICATA ALLA SCIENZA Galilei era nato a Pisa nel 1564 e aveva vissuto a Firenze fino al 158-9, compiendo studi d matematica e fisica ottenendo poi una cattedra all Università di Pisa. Fra il 1592 e il 1610 egli aveva insegnato a Padova, in un ambiente che garantiva un ampia libertà di pensiero. Il suo ritorno a Firenze fu sollecitato da granduca Cosimo II de Medici, che gli offrì uno stipendio migliore e la possibilità di dedicarsi alle sue ricerche senza avere l obbligo di insegnare. Il granduca non fu però in grado di evitare che Galilei fosse coinvolto nel processo del contro i seguaci di Copernico. IL PROBLEMA DELLA SCIENZA E DELLA FEDE Nel 1623 fu eletto Papa, con il nome Urbano VIII, il cardinale Maffeo Barberini, che in passato aveva avuto rapporti di amicizia con Galilei e che lo ricevette a Roma nel 1624 dandogli l impressione che la sentenza del 1616 potesse essere cambiata. Lo scienziato, nel frattempo, si pose a scrivere il Dialogo sui massimi sistemi. Convinto della validità del sistema copernicano, ma allo stesso tempo profondamente cristiano, Galileo Galilei si rendeva conto di quando fosse pericoloso per la fede cristiana collegare l infallibilità della parola di Dio a tutti i passi della Bibbia presi letteralmente, compresi quelli che erano prossimi a essere smentiti dall avanzamento delle conoscenze scientifiche. La sua convinzione era che non poteva esistere contrasto fra la Bibbia e la natura, perché Dio era fonte della prima e creatore della seconda; fra la scienza e la fede poteva esistere un pieno accordo, purché si accettasse che in qualche caso le Sacre Scritture si esprimevano con un linguaggio che doveva essere interpretato e non preso alla lettera. Salvo Guardo LA CONDANNA DI GALILEI Nel suo dialogo Galilei non si limitò a una riproposizione in chiave soltanto ipotetica e geometrica del sistema eliocentrico, l unica che la Chiesa era disposta ad accettare. In questa rischiosa scelta era mosso dalla convinzione che la Chiesa avrebbe accettato le sue tesi sui rapporti fra scienza e fede e che con il tempo avrebbe abbandonato la dottrina geocentrica. Questa convinzione fu rafforzata dal fatto che il suo libro ebbe successo e pertanto ebbe l approvazione della censura ecclesiastica. Soltanto 8 mesi dopo, però, Galileo fu convocato davanti all inquisizione e nell aprile giugno 1633 dovette affrontare, come unico imputato, un processo a Roma. La linea della sua difesa fu che aveva solo messo a paragone i due sistemi astronomici, senza schierarsi per l uno o per l altro, ma risultò poco credibile. Di fronte agli estenuanti interrogatori e alla minaccia della tortura, giunto all età di settant anni, ritrattò le tesi eliocentriche. Il processo ebbe un chiaro carattere politico: si voleva intimidire chiunque osasse mettere indubbio l assoluta infallibilità della Bibbia. IL CANNOCCHIALE GALILEO GALILEI Anche se alcuni occhialai olandesi avevano costruito dei cannocchiali nei primi anni del 600, lo studioso italiano introdusse importanti miglioramenti a questo strumento. Il cannocchiale di Galileo era composto da un tubo alle cui estremità erano inserite due sezioni separate,che portano rispettivamente l obiettivo e l oculare. La capacità di ingrandimento degli oggetti, di 21 volte, era superiore a quella fino ad allora realizzata. IL COMPASSO CLASSE II F Agata Zappala Galileo costruì numerosi compassi, che non devono essere confusi con i compassi da disegno. Si tratta, infatti di strumenti di calcolo che permettono di calcolo che permettono di eseguire vari operazioni geometriche e aritmetiche, sfruttando la proporzionalità tra i lati omologhi di due triangoli simili. Elena Zappala Pagina 17

18 CLASSE I I I I D IN GIRO PER CATANIA C atania è la città di S.Agata, questo è l unico dato certo che si può storicamente ricavare dallo studio della Passio di S. Agata, documento nel quale si dà la certezza che la patria di S. Agata sia Catania. Cadono così le pretese dei palermitani, i quali affermano che S. Agata non sia catanese. S. Agata è nata il 18 Settembre; iscrizioni presenti nei vari luoghi agatini testimoniano la nascita di Agata a Catania. La prima è : MSSHDEPL, che significa mente sana e sincera, per l onore di Dio e per la liberazione della sua patria e la seconda è: NOPAQUIE. Per quanto riguarda quest ultima iscrizione pare che l imperatore Federico II di Svevia addolcì la punizione che aveva decretato contro Catania nel 1232, poiché aveva trovato nel suo libro di preghiere un biglietto con una scritta misteriosa, che gli fu così spiegata: non offendere la patria di Agata perché essa ne vendica le offese. I catanesi sono sicuri che la martire giovinetta sia loro concittadina e credano addirittura di avere individuato il luogo della nascita della Santa. In via Museo Biscari, nei sotterranei dell ex monastero di S. Placido, si trova un antica costruzione che il popolo indica come i resti della casa nobiliare di S. Agata. Salvatore Di Benedetto, Gianluca Grimaldi IL CASTELLO URSINO I l castello Ursino è stato edificato nel 1239 da Riccardo da Lentini, architetto di fiducia dell imprenditore Federico II di Svevia. Il Castello oggi si affaccia sul mare perché l 11 marzo del 1669 vi fu un importante eruzione, durante la quale la lava sgorgò dai Monti Rossi, presso l attuale cittadina di Nicolosi, e giunse fino a Catania. La lava circondò il castello ed è per questo che oggi si trova lontano dal mare. Questo monumento è a pianta quadrata con quattro torri in ogni angolo: la torre dei Martiri, la torre delle Bandiere, la torre del Sole e la torre dei Magazzini. All interno, nel cortile e sui muri, i prigionieri incidevano i graffiti in segno di libertà. Notevole è la sala del 400 con numerici sterni sulla parete. Nella parte esterna su un architrave c è la famosa stella a 5 punte chiamata Pentalfa. Salvo Catania, Davide Palermo, Orazio Russotti ORIZZONTALI 1. Il contrario di PERDERE 6. Sigla di Unione Europea 8. Parte degli esami a scuola 9. Presente indicativo verbo amare 10. Nome di donna 11. Lo è il numero Congiunzione 14. Sigla automobilistica di Catania 16. Contrario di bene 18. Negazione, Nord Est 19. Pagati, composti 21.Targa di Taranto 22. Articolo determinativo 23.Preposizione 24.Prime lettere dell alfabeto 26. Amore se senza A e senza E 28. Luce senza consonanti 30. Prima sillaba di uomo 31. Fenomeno acustico 34. Nome maschile 36. Animale domestico 37. Orsetto australiano 38. Sigla di Ravenna CRUCIVERBA VERTICALI 1. Sinonimo di impegno 2. Parte dell occhio 3. Nancy senza cy 4. Segnale acustico dell automobile 5. Lei senza consonante 6. Opposto di superbia 7. Meno senza consonanti 9. Arare presente ind. 3^ pers. Sing. 12. Serve per preparare i dolci 15. Pronome personale complemento 17. Mela senza consonanti 20. Parte dell albero 25. Opposto di luce 27. La Silvia madre di Romolo e Remo 29. Fu la prima donna 30. Articolo indeterminativo 32. Centro Nazionale Ricerche (sigla) 33. Corea senza consonanti 35. Preposizione articolata Salvatore Catania, Davide Palermo Pagina 18

19 L alfabeto della solidarieta Noi ragazzi di 1^ D abbiamo deciso di fare un alfabeto particolare, le cui lettere sono le iniziali di parole che servono e aiutano a fare migliore il nostro rapporto con gli altri e il rendimento scolastico. A attenzione, altruismo, armonia B bontà C curiosità, complicità, coraggio D donare, disciplina E esperienza, entusiasmo F fantasia, fratellanza. G garbo, generosità I ingegnosità L laboriosità M motivazione, moderazione, mito N nobiltà d animo O orecchio,organizzazione P pazienza, parlare in positivo Q quoziente intellettivo, qualità R riuscita, responsabilità, ragionevolezza S serietà, serenità, sostegno T tolleranza, tecnica U uguaglianza, ubbidienza V volontà Z zelo Sanremo e io Canto Sanremo è un bel programma purtroppo lo fanno per pochi giorni. A Sanremo di solito vanno cantanti professionisti, ogni anno c è sempre il vincitore, ma ogni cantante ha la sua vittoria quando riesce a vendere molti dischi. La canzone che viene molto ascoltata anche se non è vincitrice a Sanremo fa guadagnare molto denaro sia al cantante sia alla casa discografica. A volte, soprattutto negli ultimi anni, hanno partecipato non solo cantanti, ma anche personaggi dello spettacolo che hanno dato più risalto all apparenza che alla qualità della canzone. Infatti, viene sempre ricercato lo Share, cioè l indice più alto di ascolto che si raggiunge in un determinato momento. Ecco quindi che anche le polemiche o episodi di scontro sul palco di Sanremo diventano un occasione per attirare sempre più pubblico. Quest anno ha partecipato anche il Principe Emanuele Filiberto di Savoia, cantando insieme a Pupo e al tenore Luca Canonici. La canzone può piacere o meno, ha suscitato mille polemiche, ma è stata proposta tantissime volte in quasi tutte le reti nazionali per molti giorni. La cosa assurda è che questa canzone è stata sentita anche da chi non ha seguito il festival a scapito di belle canzoni eliminate subito, ma che non hanno fatto spettacolo. E questo anche a causa del sistema del televoto, piuttosto, discutibile. Chiara Pandetta, Manuela La Rosa, Manuela Montagna Noi ci siamo ripromessi di mettere in pratica questo alfabeto, per diventare una classe MODELLO. I VESTITI IDEALI PER NOI Per noi una maglietta non deve essere speciale per la sua marca, ma per il suo modello. Anche una maglietta semplice non griffata può fare moda. Basta saperla indossare! In commercio sono presenti tante magliettine di marca, ma ciò che ci colpisce di più è il particolare. I COLLANT I collant sono utili ed eleganti; ne esistono di vari tipi: semplici, eleganti, colorati, sportivi. Si possono mettere sotto i jeans o con la gonna. IL TRUCCO Il trucco serve per a bbel lirsi, ma molte donne lo usano per correggere i difetti del viso. Manuela La Rosa, Chiara Pandetta Pagina 19

20 Il doping sportivo Il doping (o drogaggio) è l'uso (o abuso) di sostanze o medicinali con lo scopo artificialmente di aumentare il rendimento fisico e le prestazioni dell'atleta. II ricorso al doping è un'infrazione sia all'etica dello sport, sia a quella della scienza medica. Origine della parola Sono diverse le possibili origini della parola "doping". Una di queste è "dop", bevanda alcolica usata come stimolante nelle danze cerimoniali del sud Africa nel XVIII secolo. Un'altra è che il termine derivi dalla parola olandese "doop" (una salsa densa) che entrò nello slang americano per descrivere come i rapinatori drogassero le proprie vittime mescolando tabacco e semi del Datura stramonium, conosciuto come stramonio, che contiene una quantità di tropano alcaloidi, causando sedazione, allucinazioni e smarrimento. Fino al 1889, la parola "dope" era usata relativamente alla preparazione di un prodotto viscoso e denso di oppio da fumare, e durante gli anni '90 si estese a qualsiasi droga narcotica-stupefacente. Nel 1990, "dope" veniva anche riferito alla preparazione di droghe designate a migliorare la prestazione delle corse dei cavalli. Regolamentazione I regolamenti sportivi vietano il doping, regolamentando strettamente le tipologie e le dosi dei farmaci consentiti, e prescrivono l'obbligo per gli atleti di sottoporsi ai controlli antidoping, che si effettuano mediante l'analisi delle urine e in taluni casi anche del sangue. Gli atleti che risultano positivi alle analisi (negli ultimi anni si preferisce l'espressione non negativi) vengono squalificati per un periodo più o meno lungo; nei casi di recidiva si può arrivare alla squalifica a vita. Diffusione I paesi dell'europa dell'est (DDR in primis), hanno recitato il ruolo di precursori in questo campo, applicando il doping in maniera sistematica nel periodo che va dagli anni cinquanta agli anni ottanta soprattutto sugli atleti che partecipavano alle Olimpiadi. Poco si sapeva degli effetti collaterali dati dalle sostanze somministrate agli atleti, mentre evidenti erano i miglioramenti in termini di struttura fisica e risultati agonistici, specialmente per le atlete donne che venivano "trattate" con ormoni maschili. Ciò ha portato a gravi danni fisici e psicologici per molti atleti e c'è anche chi addirittura come la pesista Heidi Krieger è stata costretta visti gli ormai enormi cambiamenti nel fisico a diventare uomo. Casi particolarmente clamorosi di doping sono stati quello di Ben Johnson, squalificato ai Giochi olimpici di Seul nel 1988 dopo aver vinto la corsa dei 100 metri piani e stabilito il nuovo record del mondo (che venne annullato), e quello di Marco Pantani, escluso dal Giro d'italia del 1999 alla vigilia della penultima tappa mentre era largamente in testa alla classifica (Pantani non risultò positivo a sostanze dopanti, ma il suo ematocrito era superiore al valore massimo consentito). Nonostante i controlli, l'uso di sostanze e terapie dopanti è diffuso non solo nello sport professionistico ma anche in quello dilettantistico e perfino amatoriale. Attorno al fenomeno del doping c'è un giro d'affari che in Italia è stimato in circa 600 milioni di Euro. Dibattito Vi è in corso un acceso dibattito sul significato della parola doping e sui risvolti che esso comporta, non tutti infatti concordano con la negatività del doping per la pratica sportiva. Vi è infatti chi sostiene che sarebbe più logico liberalizzare il doping in quanto troppo diffuso nella maggior parte degli sport agonistici e quindi fattore discriminante tra chi ne fa uso e può quindi vincere le gare e chi non ne fa uso relegato troppo spesso al ruolo di comprimario. Vi è infine un appunto riguardante la relatività del doping. Quelle sostanze che oggi non sono considerate dopanti in un futuro non molto lontano potrebbero essere considerate tali. Ciò creerebbe secondo alcuni diversità di trattamento tra gli atleti, di oggi e di domani. Spesso le sostanze vengono somministrate dagli allenatori stessi agli atleti che, inconsapevoli del danno che il doping provoca, accettano.[senza fonte] Alcune sostanze dagli effetti terapeutici come ad esempio la somatotropina (utilizzata con successo contro malattie come nanismo, osteoporosi, impotenza, ipogonadismo, stanchezza), il testosterone (utilissimo contro osteoporosi, impotenza, ipogonadismo, stanchezza, anemia, diabete mellito tipo 2) o l'eritropoietina (contro alcune forme particolarmente gravi di anemia e le paralisi da trauma spinale) sono state col tempo demonizzate a causa dell'uso antisportivo che spesso ne viene fatto. L'utilizzo sportivo di queste sostanze ha causato una campagna mediatica di critica nei confronti delle sostanze anabolizzanti (che aumentano cioè la sintesi proteica), che di fatto ha limitato il loro uso terapeutico e legale ed ha aumentato quello illegale, con grave danno per la salute pubblica. Anche il comportamento dei medici è stato molto criticato, infatti l'omertà che la medicina ha avuto circa gli effetti positivi (aumento della struttura muscolare e ossea, buon umore, e per gli steroidi anabolizzanti, diminuizione dell'insulinoresistenza) e negativi degli ormoni anabolizzanti (atrofia dei testicoli, inibizione della sintesi endogena di testosterone, LH, FSH, GH, eccessiva conversione degli androgeni in estrogeni e diidrotestosterone) ha aumentato il divario di fiducia tra i medici e i preparatori atletici, il che ha provocato un aumento del mercato nero degli anabolizzanti(simile a quello della droga) rivolto a persone che non hanno alcun bisogno di prendere le suddette sostanze, ma che anzi ne possono essere fortemente danneggiate, ciò inoltre ha impedito o limitato l'utilizzo di queste sostanze a persone che hanno patologie fortemente correlate con la carenza di steroidi anabolizzanti o di IGF I, come ad e- sempio insulinoresistenza, diabete mellito tipo 2, nanismo, osteoporosi, la cui cura non ha niente a che fare con le competizioni sportive. Famá Biagio e Vaccaro Ernesto 2^A Pagina 20

I filosofi greci del IV secolo a.c. come Platone e Aristotele ritenevano che le stelle fossero oggetti celesti eterni e immutabili, che ruotavano

I filosofi greci del IV secolo a.c. come Platone e Aristotele ritenevano che le stelle fossero oggetti celesti eterni e immutabili, che ruotavano Corso di Astronomia I filosofi greci del IV secolo a.c. come Platone e Aristotele ritenevano che le stelle fossero oggetti celesti eterni e immutabili, che ruotavano attorno alla Terra con orbite circolari.

Dettagli

Gli Alimenti Classificazione degli alimenti Alimenti semplici o principi alimentari o principi nutritivi o nutrienti inorganici organici

Gli Alimenti Classificazione degli alimenti Alimenti semplici o principi alimentari o principi nutritivi o nutrienti inorganici organici Prof. Carlo Carrisi Gli Alimenti Classificazione degli alimenti Alimenti semplici o principi alimentari o principi nutritivi o nutrienti: servono a nutrire l organismo, derivano dalla digestione, vengono

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

SCIENZE. Il Sistema Solare. Introduzione. il testo: 2012/2013 La Semplificazione dei Testi Scolastici per gli Alunni Stranieri IPSIA A.

SCIENZE. Il Sistema Solare. Introduzione. il testo: 2012/2013 La Semplificazione dei Testi Scolastici per gli Alunni Stranieri IPSIA A. 01 Introduzione è formato dal Sole, da otto pianeti e da altre parti di materia (vedi figura 1). Figura1.. Tutte le parti del Sistema Solare si sono formate quasi 5 miliardi di anni fa. Esse si sono formate

Dettagli

Norme d igiene per proteggere il sistema nervoso

Norme d igiene per proteggere il sistema nervoso Norme d igiene per proteggere il sistema nervoso Colora il quadratino posto accanto alle indicazioni corrette. Per mantenere il nostro sistema nervoso sano ed efficiente è opportuno... ALLA SALUTE respirare

Dettagli

Lezione 1: come si descrive la posizione dei corpi

Lezione 1: come si descrive la posizione dei corpi Lezione 1 - pag.1 Lezione 1: come si descrive la posizione dei corpi 1.1. Tutto si muove Tutto intorno a noi si muove. Le nuvole nel cielo, l acqua negli oceani e nei fiumi, il vento che gonfia le vele

Dettagli

vivo noi tra VERSIONE MISTA strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti Digitali integrativi

vivo noi tra VERSIONE MISTA strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti Digitali integrativi Gruppo Scuola Nuova Percorsi facilitati per lo sviluppo e la valutazione della competenza religiosa è vivo tra noi strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti

Dettagli

Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre

Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre L obesità è una patologia causata (laddove non sia attribuibile ad altri motivi) da comportamenti ed abitudini di vita scorretti: contrastarla

Dettagli

RIASSUNTO DELLO SPETTACOLO

RIASSUNTO DELLO SPETTACOLO Voci Narrazione di Claudio Milani Con Claudio Milani Testo Francesca Marchegiano Illustrazioni e Scene Elisabetta Viganò, Armando Milani Musiche e canzoni Sulutumana, Andrea Bernasconi Cantante lirica

Dettagli

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano?

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano? Per cominciare... 1 Osservate le foto e spiegate, nella vostra lingua, quale inizio è più importante per voi. Perché? una nuova casa un nuovo corso un nuovo lavoro 2 Quali di queste parole conoscete o

Dettagli

S a n a. Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e

S a n a. Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e Regole per 10 una S a n a Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e Ti ricordi quando hai imparato ad andare in bicicletta? La parte più importante è stata cercare il giusto equilibrio. Una volta che l

Dettagli

Frasi di matrimonio con felicitazioni

Frasi di matrimonio con felicitazioni Frasi di matrimonio con felicitazioni Questo giorno di grande felicità sia l inizio di una serie di splendidi momenti Vi auguro tanta felicità e serenità per la vostra nuova vita insieme Vi auguro di conservare

Dettagli

Una proposta di itinerario per... sposi in cammino

Una proposta di itinerario per... sposi in cammino Una proposta di itinerario per... sposi in cammino dedicato a tutti gli sposi che hanno il desiderio di interrogarsi sul significato del loro matrimonio Sposi in cammino FAMIGLIA SORGENTE DI COMUNIONE

Dettagli

POESIE DAL CUORE. Concorso "Don Bosco 2012. Prendimi per mano... Don Bosco

POESIE DAL CUORE. Concorso Don Bosco 2012. Prendimi per mano... Don Bosco POESIE DAL CUORE Concorso "Don Bosco 2012 Prendimi per mano... Don Bosco di Matteo Melis, 3 a A (primo classificato) Proprio tu sei l amico più importante PeR ragazzi come me PiEno di ideali, desideri

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

Elettrostatica. 1. La carica elettrica 2. La legge di Coulomb 3. Il campo elettrostatico 4. Il potenziale elettrico 5. Condensatori e dielettrici

Elettrostatica. 1. La carica elettrica 2. La legge di Coulomb 3. Il campo elettrostatico 4. Il potenziale elettrico 5. Condensatori e dielettrici Elettrostatica 1. La carica elettrica 2. La legge di Coulomb 3. Il campo elettrostatico 4. Il potenziale elettrico 5. Condensatori e dielettrici Prof. Giovanni Ianne 1 L ELETTRIZZAZIONE PER STROFINIO Un

Dettagli

CONOSCERE IL PROPRIO CORPO

CONOSCERE IL PROPRIO CORPO CONOSCERE IL PROPRIO CORPO Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

Come migliorare la tua relazione di coppia

Come migliorare la tua relazione di coppia Ettore Amato Come migliorare la tua relazione di coppia 3 strategie per essere felici insieme I Quaderni di Amore Maleducato Note di Copyright Prima di fare qualunque cosa con questo Quaderno di Amore

Dettagli

Trovare il lavorochepiace

Trovare il lavorochepiace Trovare il lavorochepiace Perché a molti sembra così difficile? Perché solo pochi ci riescono? Quali sono i pezzi che perdiamo per strada, gli elementi mancanti che ci impediscono di trovare il lavorochepiace?

Dettagli

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Obiettivi: - informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara - dare alcune indicazioni pratiche - suggerire alcuni

Dettagli

La spiaggia di fiori

La spiaggia di fiori 37 La spiaggia di fiori U na nuova alba stava nascendo e qualcosa di nuovo anche in me. Remai per un po in direzione di quella luce all orizzonte, fino a che l oceano di acqua iniziò pian piano a ritirarsi

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

7 buone ragioni per (ri)mettersi a pregare

7 buone ragioni per (ri)mettersi a pregare 7 buone ragioni per (ri)mettersi a pregare 1. Io non so pregare! È una obiezione comune; tuttavia, se vuoi, puoi sempre imparare; la preghiera è un bene importante perché chi impara a pregare impara a

Dettagli

Corretta alimentazione prima della campestre e anche dopo!

Corretta alimentazione prima della campestre e anche dopo! Corretta alimentazione prima della campestre e anche dopo! Prof. Augusto Santi Alimentazione e giovani sportivi IERI E OGGI Cent anni fa: giochi di movimento, pane e acqua Oggi: giochi al computer e merendine

Dettagli

Racconti di me. Un regalo

Racconti di me. Un regalo 1 Racconti di me di Cetta De Luca Un regalo Io non regalo oggetti. Magari un sogno, un emozione qualcosa che rimanga nella vita di valore. A volte solo un ricordo, a volte me stessa. 2 Apparenza Tu che

Dettagli

www.coolfoodplanet.org www.efad.org coolf et.org www.eufic.org

www.coolfoodplanet.org www.efad.org coolf et.org www.eufic.org g olf or w. coo n lf o o d p l a et. g or co w w et. ww w.efa d.o.eufic.org w ww rg Ti ricordi quando hai imparato ad andare in bicicletta? La parte più importante è stata cercare il giusto equilibrio.

Dettagli

PERCHE ESISTE LA FAME NEL MONDO?

PERCHE ESISTE LA FAME NEL MONDO? L ALIMENTAZIONE COSA SIGNIFICA? L'alimentazione consiste nell'assunzione da parte di un organismo, degli alimenti indispensabili al suo metabolismo e alle sue funzioni vitali quotidiane e prende in considerazione

Dettagli

Tra scienza normale e paradigmi : il linguaggio della scienza secondo Kuhn

Tra scienza normale e paradigmi : il linguaggio della scienza secondo Kuhn Tra scienza normale e paradigmi : il linguaggio della scienza secondo Kuhn Martina Aicardi Kliton Marku Classe 4H Docente coordinatore Prof. Bellonotto Liceo Scientifico O. Grassi Savona, 21 maggio 2013

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

I G L U C I D I ASPETTI GENERALI

I G L U C I D I ASPETTI GENERALI I G L U C I D I ASPETTI GENERALI I glucidi sono i costituenti più importanti dei vegetali e le sostanze organiche più diffuse nella biosfera. Rappresentano solo l 1% del corpo umano ma hanno una notevole

Dettagli

stelle, perle e mistero

stelle, perle e mistero C A P I T O L O 01 In questo capitolo si parla di un piccolo paese sul mare. Elenca una serie di parole che hanno relazione con il mare. Elencate una serie di parole che hanno relazione con il mare. Poi,

Dettagli

CONTIAMO MOLTO AUGURA TANTISSIMI AUGURI DI BUON NATALE ANCHE A TUTTI VOI ^_^

CONTIAMO MOLTO AUGURA TANTISSIMI AUGURI DI BUON NATALE ANCHE A TUTTI VOI ^_^ FRASI DI NATALE - BELLE FRASI DI AUGURI DI NATALE Scegli le migliori Frasi di Natale per fare tanti Auguri di Buon Natale Prepara il tuo sorriso migliore, a Natale tutti vogliono essere felici. Regala

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Roberta Santi AZ200. poesie

Roberta Santi AZ200. poesie AZ200 Roberta Santi AZ200 poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Roberta Santi Tutti i diritti riservati T amo senza sapere come, né quando né da dove, t amo direttamente, senza problemi né orgoglio:

Dettagli

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione I poeti generalmente amano i gatti, perché i poeti non nutrono dubbi sulla loro superiorità. Marion C. Garrety che per prima leggi nel mio dolore e silenziosamente ti offri a lenirlo senza chiedere nulla

Dettagli

INTRODUZIONE AL CONCETTO DI CARICA ELETTRICA classe prima, a.s. 2009/2010. Paola Falsini Seminario Nazionale CIDI, 9 maggio 2010

INTRODUZIONE AL CONCETTO DI CARICA ELETTRICA classe prima, a.s. 2009/2010. Paola Falsini Seminario Nazionale CIDI, 9 maggio 2010 INTRODUZIONE AL CONCETTO DI CARICA ELETTRICA classe prima, a.s. 2009/2010 Paola Falsini Seminario Nazionale CIDI, 9 maggio 2010 La scelta metodologica: La storia della disciplina suggerisce l articolazione

Dettagli

CENA PASQUALE EBRAICA

CENA PASQUALE EBRAICA PARROCCHIA B.V.M. IMMACOLATA CENA PASQUALE EBRAICA per i ragazzi della Prima Comunione Sabato 4 aprile 2009 - Ore 16,00 CAPPUCCINI ORISTANO 1 momento - La schiavitù del popolo d Israele (I ragazzi sono

Dettagli

Ciao! Come fa il Sole a tenere legati i pianeti, gli asteroidi... che pure sono

Ciao! Come fa il Sole a tenere legati i pianeti, gli asteroidi... che pure sono Ciao! La volta scorsa abbiamo detto che il Sistema Solare è una sfera. Abbiamo parlato di tutti gli strati che formano questa sfera, li abbiamo descritti all incirca. Adesso parliamo del Sole! Dicono gli

Dettagli

Attimi d amore. Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza

Attimi d amore. Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza Attimi d amore Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza Distesa davanti alla collina Occhi verdi come il prato distesa e non pensi a nulla. Ricordo

Dettagli

TEST DI GRAMMATICA 1 NOME e COGNOME INIZIO CORSO. COMPLETARE CON GLI ARTICOLI DETERMINATIVI O INDETERMINATIVI Esempio: Il mio amico è un architetto.

TEST DI GRAMMATICA 1 NOME e COGNOME INIZIO CORSO. COMPLETARE CON GLI ARTICOLI DETERMINATIVI O INDETERMINATIVI Esempio: Il mio amico è un architetto. TEST DI GRAMMATICA 1 NOME e COGNOME INIZIO CORSO COMPLETARE CON GLI ARTICOLI DETERMINATIVI O INDETERMINATIVI Esempio: Il mio amico è un architetto. 1) studente abita a Firenze. 3) Io conosco città italiane.

Dettagli

Le attività Fragile (l ombra che resta)

Le attività Fragile (l ombra che resta) Introduzione all uso (per gli studenti) Cari studenti e studentesse di italiano, questo Cdlibro è uno strumento con il quale speriamo di farvi apprezzare lo studio della lingua, di aspetti della cultura

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità Programmazione IRC 2014-2015 1 INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità della Chiesa, sia perché

Dettagli

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri IL CREATO DONO DI DIO I bambini sono abituati a vedere gli elementi del creato come oggetti usuali in quanto facenti parte del loro universo percettivo, per questo è importante che possano scoprire il

Dettagli

LA SCIENZA, GLI SCIENZIATI E IL METODO SCIENTIFICO SPERIMENTALE Pagine per l insegnante

LA SCIENZA, GLI SCIENZIATI E IL METODO SCIENTIFICO SPERIMENTALE Pagine per l insegnante LA SCIENZA, GLI SCIENZIATI E IL METODO SCIENTIFICO SPERIMENTALE Pagine per l insegnante La scienza è lo studio di tutte le cose, viventi e non viventi, che ci sono sulla Terra e nell Universo. La scienza

Dettagli

7 Minutes Project Manager

7 Minutes Project Manager 7 Minutes Project Manager Alimentazione 7 regole d oro per un alimentazione corretta Un alimentazione corretta è la base per far si che tutta l attività motoria svolta da un soggetto si traduca in reali

Dettagli

2OTT. Sogni e obiettivi: intervista a Silvia Minguzzi

2OTT. Sogni e obiettivi: intervista a Silvia Minguzzi Sogni e obiettivi: intervista a Silvia Minguzzi 2OTT Silvia Minguzzi Silvia Minguzzi si occupa professionalmente di formazione, coaching e crescita personale (vedi sito). Come spettatrice segue assiduamente

Dettagli

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013]

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] 1. La risposta a Dio che ci parla; a Dio che intende vivere con noi; a Dio che ci fa una proposta di vita, è la fede. Questa sera cercheremo

Dettagli

1. RIVELATO IN GESU CRISTO

1. RIVELATO IN GESU CRISTO SCHEDA 4 (per operatori) 1. RIVELATO IN GESU CRISTO Nota introduttiva L incontro sulla figura di Gesù ha lo stesso stile narrativo del precedente. Se Dio è origine del bisogno d amore e della capacità

Dettagli

Nella mia Lettera ai cristiani della Chiesa di Lucca, per quest anno pastorale, chiedevo:

Nella mia Lettera ai cristiani della Chiesa di Lucca, per quest anno pastorale, chiedevo: LITURGIA DEL MANDATO PER IL SERVIZIO DI ANIMATORE DEI GRUPPI DI ASCOLTO DEL VANGELO Sabato 29 novembre 2014 (Rm 10,9-18; Mr 16,9-15) ITALO CASTELLANI Arcivescovo di Lucca Nella mia Lettera ai cristiani

Dettagli

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Scarica questo libretto Ascolta le canzoni in MP3 http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Canti con accordi 1 Lo spirito e la sposa z do

Dettagli

GALILEO GALILEI (Pisa 1564- Arcetri 1642)

GALILEO GALILEI (Pisa 1564- Arcetri 1642) GALILEO GALILEI (Pisa 1564- Arcetri 1642) Opere maggiori: - Sidereus nuncius 1610 - Il Saggiatore 1623 - Dialogo sopra i due massimi sistemi del mondo 1632 - Discorsi e dimostrazioni matematiche intorno

Dettagli

Informazioni per utenti e familiari

Informazioni per utenti e familiari LA DEPRESSIONE MAGGIORE Informazioni per utenti e familiari In questa dispensa parleremo di depressione e dei problemi che può dare nella vita di una persona. Nella vita, è comune attraversare periodi

Dettagli

LA BALLERINA. Chiara Boscolo IIIA

LA BALLERINA. Chiara Boscolo IIIA Sulle ali del tempo, sorvolo il vento. Viaggio per conoscere i luoghi del mondo. Il sentiero è la scia dell arcobaleno. Nei miei ricordi il verde della foresta, il giallo del sole, l azzurro ed il blu

Dettagli

ANGELA RAINONE POESIE

ANGELA RAINONE POESIE 1 ANGELA RAINONE POESIE EDIZIONE GAZZETTA DIE MORRESI EMIGRATI Famiglia Rainone Angela Lugano Svizzera 2 3 PREFAZIONE Tra i giovani che hanno sporadicamente inviato delle poesie per pubblicarle sulla Gazzetta

Dettagli

Adorazione Eucaristica

Adorazione Eucaristica Adorazione Eucaristica Pregare come i Santi I santi sono coloro che hanno creduto e vissuto con amore il mistero di Cristo. Essi hanno saputo vivere nel difficile nascondimento la preghiera, sottratta

Dettagli

Concorso Nazionale di poesia città di Foligno. Sezione Ragazzi

Concorso Nazionale di poesia città di Foligno. Sezione Ragazzi Concorso Nazionale di poesia città di Foligno Sezione Ragazzi LA VITA La vita è come un libro illustrato Dal quale spesso rimani affascinato A tal punto che resteresti incollato E vorresti sfogliarla tutta

Dettagli

ITALIANO: corso multimediale d'italiano Per stranieri. Percorso

ITALIANO: corso multimediale d'italiano Per stranieri. Percorso unità 7 - quattro chiacchiere con gli amici lezione 13: un tè in compagnia 64-66 lezione 14: al telefono 67-69 vita italiana 70 approfondimenti 71 unità 8 - una casa nuova lezione 15: cercare casa 72-74

Dettagli

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI Silenzio e Parola: cammino di evangelizzazione Cari fratelli e sorelle, all avvicinarsi della Giornata

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

Silvio Trivelloni, maratoneta: la testa è il vero motore del nostro corpo

Silvio Trivelloni, maratoneta: la testa è il vero motore del nostro corpo Silvio Trivelloni, maratoneta: la testa è il vero motore del nostro corpo Matteo SIMONE Silvio Trivelloni sceglie l Atletica Leggera alla scuola media con il Concorso Esercito Scuola e poi diventa un Atleta

Dettagli

Realizzato dai bambini del Primo Circolo Didattico Classe 4^ C Sede Moretti

Realizzato dai bambini del Primo Circolo Didattico Classe 4^ C Sede Moretti Realizzato dai bambini del Primo Circolo Didattico Classe 4^ C Sede Moretti Va bene diventare cameriere però, mangiare tutto quel cibo e bere prima, durante e dopo il pasto è esagerato! Per fortuna che

Dettagli

2. Il Denaro è la radice di ogni sorta di cose dannose. Per questo i capi religiosi e le organizzazioni religiose lo tengono stretto.

2. Il Denaro è la radice di ogni sorta di cose dannose. Per questo i capi religiosi e le organizzazioni religiose lo tengono stretto. 1. La Mafia ormai sta nelle maggiori città italiane dove ha fatto grossi investimenti edilizi, o commerciali e magari industriali. A me interessa conoscere questa accumulazione primitiva del capitale mafioso,

Dettagli

LINEE GUIDA PER L ALIMENTAZIONE DEL GOLFISTA. Giorgio Pasetto. Mauro Bertoni

LINEE GUIDA PER L ALIMENTAZIONE DEL GOLFISTA. Giorgio Pasetto. Mauro Bertoni LINEE GUIDA PER L ALIMENTAZIONE DEL GOLFISTA Giorgio Pasetto (dottore in scienze motorie e osteopata) Mauro Bertoni (preparatore atletico) Con la consulenza scientifica del Prof. Ottavio Bosello (docente

Dettagli

TOSSINE E SOSTANZE NOCIVE: nemici per la nostra salute.

TOSSINE E SOSTANZE NOCIVE: nemici per la nostra salute. TOSSINE E SOSTANZE NOCIVE: nemici per la nostra salute. Le nuove scoperte avvenute nel campo scientifico e medico hanno notevolmente aumentato la qualità della vita. Contemporaneamente, l inquinamento,

Dettagli

VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA. chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario)

VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA. chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario) VI INCONTRO IL CRISTIANO ADULTO E LA COSCIENZA Cerchiamo il significato delle due parole: ADULTO CRISTIANO chi ha raggiunto il completo sviluppo fisico e psichico (def.dizionario) colui che ha deciso di:

Dettagli

Guida alla nutrizione

Guida alla nutrizione CentroCalcioRossoNero Guida alla nutrizione Bilancio energetico e nutrienti Il mantenimento del bilancio energetico-nutrizionale negli atleti rappresenta un importante obiettivo biofisiologico. Diversi

Dettagli

Da Sua Santità Papa Tawadros Secondo Messaggio Natalizio 2013

Da Sua Santità Papa Tawadros Secondo Messaggio Natalizio 2013 Da Sua Santità Papa Tawadros Secondo Messaggio Natalizio 2013 Amati figli, mi congratulo con voi per la Festa della gloriosa Natività... Siano con voi le benedizioni del Nascituro della mangiatoia santa,

Dettagli

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C era una volta un album di foto scolorite. Un vecchio album di nome Sansone. Sansone era stato acquistato nel 1973 in un mercatino di Parigi da una certa signora Loudville.

Dettagli

I.I.S.S. Francesco Ferrara. Liceo delle scienze umane OP. Economico-sociale

I.I.S.S. Francesco Ferrara. Liceo delle scienze umane OP. Economico-sociale I.I.S.S. Francesco Ferrara Liceo delle scienze umane OP. Economico-sociale Disciplina : Filosofia Docente: Daniela Averna Classe V sez. Q Modulo 1. Kant. Unità 1. La vita e il periodo Precritico. Unità

Dettagli

Tanti luoghi, tanta storia, tanti volti nella memoria

Tanti luoghi, tanta storia, tanti volti nella memoria Tanti luoghi, tanta storia, tanti volti nella memoria 4 ottobre 2015 Giornata delle famiglie al Museo PROGETTO: Liliana Costamagna Progetto Grafico: Roberta Margaira Questo album ti accompagna a scoprire

Dettagli

Parabola delle grosse pietre

Parabola delle grosse pietre Parabola delle grosse pietre Un giorno, un vecchio professore fu chiamato come esperto per parlare sulla pianificazione più efficace del proprio tempo ai quadri superiori di alcune grosse compagnie nordamericane.

Dettagli

revisionato il 17 novembre 2013 - a cura di Antonio d'amore, Psicologo e Psicoterapeuta

revisionato il 17 novembre 2013 - a cura di Antonio d'amore, Psicologo e Psicoterapeuta revisionato il 17 novembre 2013 - a cura di Antonio d'amore, Psicologo e Psicoterapeuta Nel corso del primo anno : - riconosce il nome proprio; - dice due-tre parole oltre a dire mamma e papà ; - imita

Dettagli

Dopo-Cresima Semplicemente... una proposta

Dopo-Cresima Semplicemente... una proposta ... e t Dopo-Cresima n e em c i l p m e S una prop osta A questa semplice parola possono essere attribuiti svariati significati: ciascuno la riempie a modo suo.... naturalmente il catechismo. Ci si libera

Dettagli

L educazione alimentare

L educazione alimentare L educazione alimentare Educazione alimentare: alimenti e nutrienti Sono ALIMENTI tutte le sostanze che l organismo può utilizzare per l accrescimento, il mantenimento e il funzionamento delle strutture

Dettagli

TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI

TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI PREGHIERA E IL S. ROSARIO N.B. Queste apparizioni della Madre di Dio non sono ancora state né approvate né smentite dalla Santa Sede. E stata costituita dalla Chiesa una commissione

Dettagli

4. Conoscere il proprio corpo

4. Conoscere il proprio corpo 4. Conoscere il proprio corpo Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

FIABE GIAPPONESI. La principessa del bambù. La fanciulla del melone. Le due Fortune. Luna e Stella. Le Creature delle fiabe giapponesi.

FIABE GIAPPONESI. La principessa del bambù. La fanciulla del melone. Le due Fortune. Luna e Stella. Le Creature delle fiabe giapponesi. http://web.tiscali.it La principessa del bambù. La fanciulla del melone. Le due Fortune. Luna e Stella. FIABE GIAPPONESI Le Creature delle fiabe giapponesi. LA PRINCIPESSA DEL BAMBÙ. C'erano una volta

Dettagli

Quando eravamo scimmie

Quando eravamo scimmie Quando eravamo scimmie Zio, è vero che tu insegni antro... non mi ricordo più come si chiama. Antropologia, sì è vero Chiara. Mi spieghi cos è? Che non è mica tanto chiaro. Sedetevi qui, anche tu, Elena.

Dettagli

Test A2 Carta CE. Prove di comprensione del testo: LETTURA. Primo esempio

Test A2 Carta CE. Prove di comprensione del testo: LETTURA. Primo esempio Test A2 Carta CE Prove di comprensione del testo: LETTURA Primo esempio 1 Secondo esempio 2 Terzo esempio Leggi attentamente il testo, poi rispondi scegliendo una delle tre proposte. Segna la risposta

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2013/2014 INSEGNANTE: VIALE ELVIRA

ANNO SCOLASTICO 2013/2014 INSEGNANTE: VIALE ELVIRA ANNO SCOLASTICO 2013/2014 INSEGNANTE: VIALE ELVIRA DOPO LE OSSERVAZIONI FATTE DALLE MAESTRE DURANTE I NOSTRI GIOCHI CON IL MATERIALE DESTRUTTURATO SI SONO FORMATI QUATTRO GRUPPI PER INTERESSE DI GIOCO.

Dettagli

Gesù bambino scrive ai bambini

Gesù bambino scrive ai bambini Gesù bambino scrive ai bambini Leonardo Boff scrive a Gesù Bambino sul materialismo del Natale Il materialismo di Babbo Natale e la spiritualità di Gesù Bambino Un bel giorno, il Figlio di Dio volle sapere

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

Amare il rischio Amare gli altri. Amare l amato. Amare la vita Amare il mondo

Amare il rischio Amare gli altri. Amare l amato. Amare la vita Amare il mondo Amare il rischio Amare gli altri Amare l amato Amare la vita Amare il mondo Amare l amato In ognuno di noi è forte il desiderio di amore: la fame e la sete di amicizia, di intimità, di unione e di comunione

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Lettera alle Mamme_Layout 1 11/09/2015 17:10 Pagina 1 Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Priority mom Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Cosa posso fare per interrompere subito la violenza? rivolgiti alle Forze dell Ordine o al Servizio Sociale più vicino chiedi aiuto al Centro

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia per conoscere l intervento della giustizia minorile Indice:

Dettagli

5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 1

5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 1 5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 1 Giugno 2010 5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 2 5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010

Dettagli

Orologio degli Organi, Orari Migliori per Stimolare l Organismo ed Emozioni Collegate

Orologio degli Organi, Orari Migliori per Stimolare l Organismo ed Emozioni Collegate tuttosalute.net Orologio degli Organi, Orari Migliori per Stimolare l Organismo ed Emozioni Collegate I disturbi che si manifestano in particolari ore della giornata rimandano a determinati organi che

Dettagli

POESIA DEI BAMBINI. Guarda con stupore, un dono da dio, contando le ore, chiusa nel buio, sola soletta con un berretto, dove pareva scomparsa,

POESIA DEI BAMBINI. Guarda con stupore, un dono da dio, contando le ore, chiusa nel buio, sola soletta con un berretto, dove pareva scomparsa, POESIA DEI BAMBINI Guarda con stupore, un dono da dio, contando le ore, chiusa nel buio, sola soletta con un berretto, dove pareva scomparsa, una bambinetta tanto magra, e soddisfatta, senza una famiglia,

Dettagli

Si parla molto oggi di quanti preferiscono

Si parla molto oggi di quanti preferiscono COPERTINA Natale: una grata dipendenza da Cristo Il messaggio per i lettori di 30Giorni di sua grazia Rowan Williams, arcivescovo di Canterbury Si parla molto oggi di quanti preferiscono spiritualità a

Dettagli

MONASTERO INVISIBILE. CONSACRATI A DIO... In una donazione totale di sé in risposta ad una chiamata a vivere alla sequela di Cristo

MONASTERO INVISIBILE. CONSACRATI A DIO... In una donazione totale di sé in risposta ad una chiamata a vivere alla sequela di Cristo MONASTERO INVISIBILE Diocesi di Treviso Centro Diocesano Vocazioni Aprile 2015 CONSACRATI A DIO... In una donazione totale di sé in risposta ad una chiamata a vivere alla sequela di Cristo Introduzione

Dettagli

La nutrizione nello sport

La nutrizione nello sport La nutrizione nello sport Una corretta alimentazione deve coprire in modo ottimale il fabbisogno energetico e plastico di un individuo, tenendo conto della fase di accrescimento, dell attività muscolare

Dettagli

1 Consiglio. Esercizi 1 1

1 Consiglio. Esercizi 1 1 1 Consiglio Prima di andare a dormire scrivi cinque parole italiane che ti interessano. La mattina dopo, prima di alzarti, cerca di ricordarti le parole scritte la sera prima. 1 Animali Fai il cruciverba.

Dettagli

L'orologio. di Nello Filippetti

L'orologio. di Nello Filippetti L'orologio di Nello Filippetti E il bimbo sognava l orologio che camminava giorno e notte, il cuore di smalto fiorito che nel fiore della vita la mamma dette al babbo in segno di lei, perché traducesse

Dettagli

Favole di luce. C era una volta? Eh no, c è adesso. era una volta in un paese lontano Conosciamo bene queste

Favole di luce. C era una volta? Eh no, c è adesso. era una volta in un paese lontano Conosciamo bene queste Favole di luce C era una volta? Eh no, c è adesso C era una volta in un paese lontano Conosciamo bene queste parole. Quasi tutte le fiabe che ci hanno accompagnato nella crescita, così come hanno accompagnato

Dettagli

8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani

8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani 8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani Introduzione: Oggi, nella festa di Santa Giuseppina Bakhita, ci uniamo in solidarietà con tutte

Dettagli

QUANTE EMOZIONI GESU

QUANTE EMOZIONI GESU SCUOLA DELL INFANZIA SACRA FAMIGLIA La Spezia PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA A.S. 2014-2015 QUANTE EMOZIONI GESU Al centro di qualsiasi programmazione nella scuola dell Infanzia ci deve

Dettagli

apre lavora parti parla chiude prende torno vive

apre lavora parti parla chiude prende torno vive 1. Completa con la desinenza della 1 a (io) e della 2 a (tu) persona singolare dei verbi. 1. - Cosa guard...? - Guardo un film di Fellini. 2. - Dove abiti? - Abit... a Milano. 3. - Cosa ascolt...? - Ascolto

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli