Corso di Misure per l Automazione e la Produzione Industriale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Corso di Misure per l Automazione e la Produzione Industriale"

Transcript

1 Corso di Misure per l Automazione e la Produzione Industriale

2 INTRODUZIONE AI SISTEMI DI MISURA DISTRIBUITI

3 MiniDAT MiniDAT MiniDAT I sistemi di misura distribuiti Insieme di dispositivi di misura e/o controllo in grado di svolgere una procedura complessa di misura e posizionati in punti geografici differenti, tra loro connessi attraverso un opportuna tecnologia software/hardware di comunicazione Utente 1 RETE INTERNET/LAN N N RETE WIRELESS Access point Ethernet Utente n

4 I sistemi di misura distribuiti Le possibilità offerte dai sistemi di misura distribuiti: 1) Posizionamento dei dispositivi di misura e/o attuazione praticamente ovunque: I dispositivi di misura e/o attuazione possono essere posizionati nel processo senza richiedere che altre apparecchiature delicate e suscettibili a disturbi elettromagnetici o a particolari condizioni climatiche siano posizionate in prossimità del processo (ad esempio Computer Server, Dispositivi di memorizzazione, ecc.) Ciò è possibile se si ha a disposizione tecnologie di comunicazione come ad esempio ethernet, bus di campo, o anche sistemi wireless con aree di copertura sufficienti I dati possono essere caricati in un database per aver traccia delle condizioni verificatesi durante il processo, oppure i dati possono essere visualizzati ed interpretarli in tempo reale per prendere decisioni più efficaci e se si integra il tutto con INTERNET: 2) Misura e controllo da remoto e da lontano : Uno o più utenti può accedere ai dispositivi di misura e/o controllo anche da postazioni geografiche lontane e differenti ad esempio accedendo ad una pagina web mediante una semplice connessione a Internet I risultati di misura, ad esempio, possono essere pubblicati su internet e quindi visti da utenti autorizzati

5 I sistemi di misura distribuiti Le possibilità offerte dai sistemi di misura distribuiti: Monitorare/controllare un processo da vicino stando a distanza Accesso a strumentazione costosa senza che l utente ne venga a contatto Il processo viene monitorato in maniera rigorosa anche se non si è direttamente sul posto Ad esempio per la verifica di uno strumento di misura o di un sensore (ad esempio la taratura), oppure per l esecuzione di misure su un dato provino con strumentazione delicata, l utente può fornirsi di un opportuno SW rilasciato dall ente verificatore ed effettuare la taratura del sensore o dello strumento, oppure, nel caso del provino, inviarlo all ente, il quale consentirà all utente di effettuare la misura sul provino da remoto senza essere vicino alla strumentazione

6 I sistemi di misura distribuiti Alcune applicazioni monitoraggio grandezze ambientali (rete fissa o mobile): una stazione di rilevamento può essere in grado di eseguire un grande numero di misurazioni differenti relative alla concentrazione nell'aria di inquinanti specifici, temperatura, velocità del vento, pressione, umidità, ecc.) monitoraggio inquinamento elettromagnetico (rete fissa o mobile): uno o più nodi di misura costituiscono una rete per il rilievo di campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici monitoraggio e controllo di una centrale di distribuzione dell energia elettrica: una stazione di rilevamento e controllo consente di monitorare il funzionamento di tutte le apparecchiature coinvolte (potenza erogata, qualità energia fornita, funzionamento corretto di tutte le apparecchiature, diagnosi); monitoraggio e controllo di una linea di produzione: dispositivi di misura e/o attuazione situati in vari punti della linea possono consentire la gestione dell intero processo da remoto (eventualmente anche da casa).

7 I sistemi di misura distribuiti Il concetto di nodo di misura NODO DI MISURA 1 Grandezza da misurare 1 NODO DI MISURA N Grandezza da misurare N

8 I sistemi di misura distribuiti Il concetto di nodo di misura Trasduttore Strumento di misura stand alone Sistema di interfaccia NODO DI MISURA Smart sensor Sistema di interfaccia Elemento sensibile Condizionamento A/D µp BUS Display RAM Interfaccia di comunicazione

9 MiniDAT MiniDAT MiniDAT I sistemi di misura distribuiti La tecnologia hardware di comunicazione può essere di tipo tradizionale (wired), wireless o anche adottare soluzioni ibride ETHERNET CAN POE PLC FIELDBUS RS-485 USB IEEE-488 N N RF GSM UMTS GPRS BT ZIGBEE WIFI UWB WIMAX Determinano l estensione geografica della rete dei dispositivi di misura, la topologia di rete, il numero di dispositivi della rete e le performance raggiungibili in termini di data rate Acce ss point Ethern et

10 I sistemi di misura distribuiti l estensione geografica Può andare da qualche metro a migliaia di km Dipende dalla tecnologia di modulazione, dai livelli di potenza irradiati consentiti dalle norme (nel caso del wireless) e anche dalla possibilità di sfruttare delle infrastrutture già presenti la topologia di rete Nell ambito delle misure, solitamente si fa riferimento a reti di tipo star e peer-to-peer La rete può prevedere un collegamento di uno a molti in cui il coordinatore gestisce la rete e quindi è il collettore delle informazioni, oppure si può pensare ad un collegamento di tutti a tutti o quasi in modo da non avere un unico elemento concentratore delle informazioni e gestore delle operazioni della rete

11 I sistemi di misura distribuiti numero di dispositivi (nodi di misura) della rete Può andare da una decina a infiniti dispositivi Qualche unità quando si ha a che fare con sistemi basati su IEEE-488, mentre infiniti quando si ha a che fare con Ethernet il data rate E un indice del numero di informazioni (dati di misura) che possono essere trasmesse in un secondo I kbps si hanno con IEEE-488, forse RS-485, BT qualche Mbps, UWB qualche 10Mbps, ETHernet anche 100Mbps Può andare da poche centinaia di kbps a qualche centinaio di Mbps ma tener presente il payload effettivo!

12 I sistemi di misura distribuiti Peculiarità delle tecnologie wired Necessità di cablaggi per l interconnessione dei dispositivi Estensione geografica in generale elevata della rete di dispositivi di misura Standard consolidati e quindi interfacce per strumenti già diffuse Data rate in generale elevati In alcuni casi si sfruttano infrastrutture di comunicazione già esistenti (LAN, Internet) Dispositivi di misura staticamente posizionati

13 I sistemi di misura distribuiti Peculiarità delle tecnologie wireless Assenza di cablaggi per l interconnessione dei dispositivi Estensione geografica in generale bassa della rete di dispositivi di misura Data rate in generale bassi Consentono anche misure in movimento Necessità di alimentare i dispositivi di misura con batterie

14 I sistemi di misura distribuiti Ethernet Estensione geografica: praticamente illimitata (grazie ad hub e switch e alla rete Internet) Numero di dispositivi: praticamente illimitati Data rate: fino a 100 Mbps (Fast Ethernet) Applicazioni: Networking, LAN, reti industriali

15 I sistemi di misura distribuiti CAN High speed: ISO Estensione geografica: 40 m CAN CAN Low speed: ISO (fault tolerant CAN) Numero di dispositivi: 2032 teorici (100 in pratica) Data rate: fino a 1 Mbps (CAN High speed), 125 Kbps (CAN Low speed) Applicazioni: Military Systems CAN Public Transportation Avionics Farm Machinery

16 I sistemi di misura distribuiti Power Over Ethernet (POE, IEEE 802.3af) Estensione geografica: praticamente illimitata Numero di dispositivi: praticamente illimitati Data rate: fino a 100 Mbps Applicazioni: reti di sensori, video sorveglianza Dati Alimentazione

17 I sistemi di misura distribuiti Power Line Communication (PLC) Estensione geografica: praticamente illimitata (combinandola con altre tecnologie) Numero di dispositivi: praticamente illimitati Data rate: fino a 14 Mbps Applicazioni: ultimo miglio, telelettura

18 I sistemi di misura distribuiti FIELDBUS Estensione geografica: praticamente limitata alle dimensioni dell ambiente industriale Numero di dispositivi: da 128 a Data rate: da 1Mbps fino a 12 Mbps Applicazioni: sistemi di misura e controllo in ambito industriale anche in ambienti ostili

19 I sistemi di misura distribuiti RS-485 Estensione geografica: fino a 1200m Numero di dispositivi: fino a 256 Data rate: fino a 10 Mbps Applicazioni: Videosorveglianza, domotica, controllo industriale

20 I sistemi di misura distribuiti Universal Serial Bus (USB) Estensione geografica: pochi metri Numero di dispositivi: fino a 127 Data rate: fino a 480 Mbps (USB 2.0) Applicazioni: sistemi automatici di misura, hot plug & play

21 I sistemi di misura distribuiti IEEE-488 Estensione geografica: 20 m Numero di dispositivi: fino a 15 Data rate: fino a 1 Mbps Applicazioni: sistemi automatici di misura per monitoraggio e controllo

22 I sistemi di misura distribuiti Global System for Mobile Communications (GSM) Estensione geografica: praticamente illimitata Numero di dispositivi: praticamente illimitati Data rate: fino a 9,6 kbps Applicazioni: telefonia e trasmissione piccola mole di dati Tecnologia 2G banda MHz per la comunicazione tra MS e BTS (Uplink) banda MHz per la comunicazione tra BTS e MS (Downlink)

23 I sistemi di misura distribuiti General Radio Packet System (GPRS) Estensione geografica: praticamente illimitata Numero di dispositivi: praticamente illimitati Data rate: fino a 171,2 kbps Applicazioni: Trasferimento di files, immagini, foto Tecnologia 2.5G Il sistema GPRS lavora sulla già esistente struttura GSM Connettività always on Il GPRS facilita le connessioni istantanee perchè l'informazione può essere mandata o ricevuta immediatamente appena se ne ha bisogno, i terminali GPRS vengono identificati come sempre on line

24 I sistemi di misura distribuiti Universal Mobile Telecomunications System (UMTS) Estensione geografica: praticamente illimitata Numero di dispositivi: praticamente illimitati Data rate: da 384 kbps fino a 2 Mbps Applicazioni: telefonia, filmati, trasmissione televisive, video telefonate, video conferenze Tecnologia 3G 1,9 2,2 GHz

25 I sistemi di misura distribuiti RF Portante: 433 MHz Data rate 0.3 kbps -10 kbps Aree di copertura tipiche: 10 m 100 m

26 I sistemi di misura distribuiti Bluetooth (IEEE ) Estensione geografica: fino 100 m Numero di dispositivi: fino a 64 Data rate: fino a 1 Mbps 2,4 GHz Applicazioni: audio e dati e da qualche anno anche bus per strumentazione wireless!

27 I sistemi di misura distribuiti Estensione geografica: 100 m Numero di dispositivi: fino a 32 Data rate: fino a 54 Mbps WiFI (IEEE b/x) Applicazioni: Video, Networking, reti di sensori 2,4 GHz

28 I sistemi di misura distribuiti ZigBee (IEEE ) Estensione geografica: fino a 100 m Numero di dispositivi: fino a Data rate: fino a 250 kbps Applicazioni: monitoraggio, sensori, basso consumo

29 I sistemi di misura distribuiti Ultra Wide Band (UWB, IEEE ) Estensione geografica: fino a 10 m Data rate: fino a 55 Mbps Applicazioni: video monitoraggio, sensori, basso consumo 2,4 GHz

30 I sistemi di misura distribuiti WiMax (IEEE ) Estensione geografica: fino a 50 km 2-6 GHz Data rate: fino a 70 Mbps Applicazioni: trasmissioni ad elevato bitrate ed elevata distanza. Ad esempio segnali audio video di sorgenti poste a grande distanza Concorrente delle tecnologie 3G!!

31 I sistemi di misura distribuiti WiMAX Consumi e area di copertura sono in contrapposizione

32 I sistemi di misura distribuiti Integrazione di più tecnologie di comunicazione Si possono avere delle soluzioni ibride che combinano più tecnologie di comunicazione sia wired che wireless Inoltre la strumentazione in generale nasce con alcune interfacce standard (RS-232, IEEE-488, USB, Ethernet) che adottano i rispettivi protocolli e molte applicazioni sono già state sviluppate facendo riferimento a tali interfacce Sono utili i cosiddetti bridge di protocollo (convertitori di protocollo) che consentono di mantenere tutto inalterato a livello di applicazione

33 I sistemi di misura distribuiti Soluzioni software per le comunicazioni La tecnologia software di comunicazione è spesso legata all hardware utilizzato e ai costi e tempi di sviluppo nonché alle performance che si vogliono raggiungere Ci si può basare su: 1) software proprietario dedicato; 2) software proprietario multipurpose (LabView, ecc.); 3) software free a basso livello (Java).

34 I sistemi di misura distribuiti Soluzioni software per le comunicazioni La soluzione 1) non da molta libertà perché l utente non ha molta possibilità di agire nel momento in cui cambi la configurazione della rete ed inoltre è richiesta una licenza d uso. Tuttavia dovrebbe garantire un certo determinismo La soluzione 2) è più flessibile rispetto alla precedente perché in generale consente di riadattare il software alle eventuali nuove esigenze della rete; anche in questo caso sono necessarie licenze d uso per gli applicativi utilizzati La soluzione 3) richiede una conoscenza approfondita dell ambiente di programmazione ma, in generale, consente di ottenere performance migliori perché il codice è sviluppato ad hoc e quindi è ottimizzato per l applicazione. In generale, in tali casi non è richiesta licenze d uso per il software

35 I sistemi di misura distribuiti Soluzioni web-based Un applicazione si dice web-based se è accessibile utilizzando solo le funzionalità di un browser web standard Internet explorer, Netscape, ecc. Internet

36 I sistemi di misura distribuiti Soluzioni web-based I principali vantaggi di un applicazione web-based: 1) Basta un semplice browser web per accedere alla strumentazione 2) Si può accedere alla strumentazione da qualunque parte del mondo purché si abbia a disposizione un collegamento a Internet 3) In generale non richiede l installazione di software aggiuntivo sul PC dell utente

37 Le reti informatiche Cosa è una rete informatica? Una rete informatica è un insieme di PC e di altri dispositivi che sono collegati tra loro tramite una serie di componenti hardware (cablaggi, ripetitori, ecc.) e componenti software che forniscono gli strumenti per la gestione della rete Il sistema consente a questi dispositivi di comunicare tra loro e di condividere informazioni e risorse Le reti possono avere dimensioni differenti ed è possibile ospitarle in una sede singola oppure dislocarle in tutto il mondo

38 Le reti informatiche Reti LAN e WAN Una rete che è collegata su un'area limitata si chiama "Rete Locale" oppure LAN (Local Area Network) Spesso la LAN è localizzata in una sola sede Per WAN (Wide Area Network) si intende un gruppo di dispositivi o di LAN collegate nell'ambito di una vasta area geografica, spesso mediante linea telefonica o altro tipo di cablaggio (ad es. linea dedicata, fibre ottiche, collegamento satellitare, ecc..) Uno dei più grandi esempi di WAN è l'internet stessa

39 Le reti informatiche Cosa è una rete informatica? WLAN (Wireless Local Area Network): WiFI WPAN (Wireless Personal Area Network): BT, ZigBee, UWB

40 Le reti informatiche Cosa è una rete informatica? Esistono diverse tecnologie LAN; le più comuni sono: Ethernet e Fast Ethernet, una rete può essere formata da una o più di queste tecnologie Le reti Ethernet e Fast Ethernet funzionano in modo simile e la differenza principale è data dalla velocità alla quale trasferiscono le informazioni Ethernet funziona a 10 Megabit per secondo (o Mbps) e Fast Ethernet funziona a 100Mbps I dispositivi di una rete comunicano trasmettendosi reciprocamente informazioni; le informazioni trasmesse sono gruppi di piccoli impulsi elettrici, detti pacchetti

41 Le reti informatiche Cosa è una rete informatica? Ogni pacchetto contiene l'indirizzo del dispositivo che esegue la trasmissione (l'indirizzo di sorgente) e l'indirizzo del dispositivo che riceve i dati (l'indirizzo di destinazione) Queste informazioni vengono utilizzate dai PC e da altri dispositivi presenti nella rete per aiutare il pacchetto a raggiungere la propria destinazione Le reti Ethernet e Fast Ethernet impiegano un protocollo chiamato CSMA/CD (Carrier-Sense Multiple Access with Collision Detection). In tal modo può comunicare solo un dispositivo per volta Quando due dispositivi cercano di comunicare simultaneamente, tra i pacchetti trasmessi si verifica una collisione che viene rilevata dai dispositivi trasmittenti. I dispositivi cessano quindi di trasmettere e attendono prima di inviare nuovamente i loro pacchetti

42 Le reti informatiche I vantaggi di una rete In una rete LAN (Local Area Network), le informazioni e le risorse possono essere condivise Questa possibilità offre diversi vantaggi: E' possibile condividere periferiche e strumenti costosi E' possibile inoltrare dati tra utenti senza l'uso di floppy disk. Inoltre vi sono meno limitazioni sulle dimensioni del file che può essere trasferito attraverso una rete. E' possibile centralizzare i programmi informatici principali

43 Le reti informatiche I vantaggi di una rete In una rete WAN (Wide Area Network), le informazioni e le risorse sono condivise in un'area geografica più ampia. Questa possibilità offre diversi vantaggi: E' possibile inviare e ricevere messaggi in tutto il mondo, comunicare messaggi e avviso a molte persone, in molti luoghi diversi, in modo più rapido ed economico E' possibile scambiare i file con i colleghi situati in altri luoghi o accedere da casa alla rete aziendale E' possibile accedere alla vaste risorse dell'internet e di World Wide Web

44 Le reti informatiche I vantaggi di una rete In una rete WLAN, le informazioni e le risorse sono condivise in un'area geografica più ristretta ad una WAN ma simile ad una LAN. Ai vantaggi di una rete LAN si aggiungono: assenza di cablaggi fisici mobilità In una rete WPAN, le informazioni e le risorse sono condivise in un'area geografica molto ristretta rispetto ad una WLAN (al massimo una decina di metri) e con un numero di dispositivi in generale minore

45 Le reti informatiche Tipi di rete: Reti centralizzate Le reti centralizzate sono costituite da una o più unità centrali chiamate mainframe o da una serie di terminali collegati direttamente al computer principale L elaborazione dei dati avviene totalmente (o quasi) all interno dell unità centrale Le reti centralizzate utilizzano tipicamente hardware dedicato e piuttosto costoso e non sono molto flessibili e scalabili

46 Le reti informatiche Tipi di rete: Reti peer-to-peer Le reti peer-to-peer sono costituite da un gruppo ridotto di calcolatori generalmente non molto potenti che devono condividere dati e periferiche In una rete di questo tipo non c è un elaboratore centrale che funge da riferimento ma tutti i calcolatori sono sullo stesso piano Tipicamente sono più economiche da realizzare perché non necessitano di particolari strumenti di amministrazione

47 Le reti informatiche Topologie di rete: topologia a bus La topologia a bus è costituita da un singolo cavo cui sono collegati tutti i dispositivi che costituiscono i nodi della rete Le informazioni viaggiano sul supporto fisico fino a raggiungere tutti i computer della rete ma solo il destinatario o i destinatari dei messaggi processano e leggono i messaggi inviati In una rete di questo tipo i dati viaggiano sul supporto fisico in entrambe le direzioni fino a raggiungere l estremità del cavo dove vengono posizionati i terminatori

48 Le reti informatiche Topologie di rete: topologia a bus Poiché un solo computer alla volta può inviare dati, maggiore è il numero di computer connessi alla rete, più saranno i computer in attesa di trasmettere dati, rallentando le prestazioni dell intera rete I terminatori assorbono il segnale in arrivo e ne impediscono la riflessione che impedirebbe l utilizzo del supporto da parte degli altri calcolatori in quanto il cavo risulterebbe impegnato proprio dal segnale riflesso Lo svantaggio principale di questa struttura deriva dal fatto che se il cavo viene danneggiato o interrotto in un punto qualsiasi, nel punto di interruzione viene generata una riflessione che spesso impedisce l uso del mezzo e mette fuori uso la rete

49 Le reti informatiche Topologie di rete: topologia a stella I dispositivi sono tutti collegati ad un componente centrale chiamato HUB Quando un dispositivo deve inviare un messaggio sulla rete, il messaggio giunge all HUB centrale e quindi a tutti gli altri dispositivi direttamente collegati Questa tipologia richiede un elevata quantità di cavi in una rete di grandi dimensioni Il principale vantaggio di tale topologia consiste nel fatto che quando si interrompe il collegamento tra l HUB e uno dei dispositivi, solo quest ultimo non può più inviare e ricevere dati

50 Le reti informatiche Topologie di rete: topologia ad anello I computer sono connessi tramite un unico cavo circolare privo di terminatori. I segnali sono inviati in senso orario lungo il circuito chiuso passando attraverso ciascun computer che funge da ripetitore e ritrasmette il segnale potenziato al computer successivo Uno dei metodi usati per la trasmissione dei dati lungo l anello è detto Token Passing, e si parla infatti di reti Token Ring. Il token (gettone) viene trasferito da un computer al successivo finché non raggiunge quello su cui sono disponibili dati da trasmettere. Il token viene modificato dal computer trasmittente che aggiunge al dato l indirizzo del destinatario e quello del mittente e lo rinvia lungo l anello

51 Le reti informatiche Topologie di rete: topologia ad anello Nelle reti Token Ring, a differenza di altre, un computer malfunzionante viene automaticamente escluso dall anello consentendo agli altri di continuare a funzionare regolarmente in rete In altri tipi di reti ad anello, un computer che non funziona può provocare la caduta di tutta la rete

52 Le reti informatiche Topologie di rete: topologia ibrida stella-bus Due o più reti utilizzanti la topologia a stella vengono collegate attraverso un bus

53 Le reti informatiche Dispositivi per la realizzazione di reti Schede di rete Hub Repeaters (ripetitori) Bridge e Switch Modem e Routers (dispositivi di instradamento) Gateway (porte)

54 Schede di rete Le reti informatiche Dispositivi per la realizzazione di reti Tutti i dispositivi (computer e strumenti di misura), per poterli utilizzare in rete Ethernet, devono essere dotati di opportune schede di rete

55 Le reti informatiche Dispositivi per la realizzazione di reti HUB Duplicatore di porta, passivo Non consente di estendere la rete in dimensioni geometriche

56 Le reti informatiche Dispositivi per la realizzazione di reti Il ripetitore è un dispositivo che collega due segmenti fisici di LAN estendendo così la lunghezza totale della LAN. Esso preleva i segnali provenienti da un cavo di LAN, li rigenera e li trasmette sull altro cavo(i) di LAN Lasciano passare le tempeste di broadcast Non possono connettere diverse topologie o metodi di accesso Dato che i ripetitori si limitano a rigenerare i segnali e non eseguono altre elaborazioni sugli stessi, essi risultano essere tra i dispositivi meno costosi (insieme agli HUB) usati per collegare le LAN. Peraltro possono essere utilizzati solo per connettere LAN con le stesse caratteristiche fisiche

57 Le reti informatiche Dispositivi per la realizzazione di reti Bridge e Switch oltre a trasferire i segnali da una LAN all altra sono anche in grado di svolgere alcune elaborazioni addizionali Un bridge controlla tutto il traffico su entrambe le LAN che esso connette. Usa le informazioni di indirizzo presenti in ogni trama per determinare se quella trama deve essere trasferita sull altra LAN oppure se è destinata ad un utente situato sulla stessa LAN che ha originato la trama

58 Le reti informatiche Dispositivi per la realizzazione di reti I routers superano alcune limitazioni dei bridges. Un router è un dispositivo capace di interconnettere più LAN (ed anche reti ad estensione geografica WAN) I router possono ricevere informazioni da un collegamento e, in base all indirizzo di rete contenuto nelle stesse, scegliere fra più collegamenti dove inviarle

59 Le reti informatiche Dispositivi per la realizzazione di reti GATEWAY Può essere un dispositivo Hardware o Software Usato per le comunicazioni tra differenti NOS (Network Operating System)

60 Le reti informatiche Cavo THINNET Coassiale Cablaggio di Rete Diametro: 1/4 di pollice Massima lunghezza (prima dell'attenuazione): 185 metri Tipo: Famiglia degli RG-58 Impendenza: 50 ohm Cavo THICKNET Coassiale Diametro: 1/2 di pollice Massima lunghezza (prima dell'attenuazione): 500 metri

61 LE TECNOLOGIE CABLATE PER RETI INDUSTRIALI Ethernet ACCESSO DIRETTO E COMPLETO Tale architettura ha i vantaggi di essere semplice, economica,e non interessata da ingorghi (ogni PC non passa per altri nodi per arrivare agli strumenti) Ogni dispositivo o PC è un peer sulla rete, ed in tal modo non c è una grossa dipendenza dal singolo componente Tale tipo di rete è particolarmente attraente per applicazioni che richiedono ridondanza (Uno dei computer potrebbe essere il controllore primario mentre gli altri potrebbero fare da back-up nel caso di guasti) Disp I/O N N

62 LE TECNOLOGIE CABLATE PER RETI INDUSTRIALI Ethernet ACCESSO DIRETTO E COMPLETO Il principale svantaggio è che ogni dispositivo deve dedicare alcune risorse per la comunicazione con tutti gli altri computer (e non con uno solo). Se uno dei computer stava eseguendo delle operazioni critiche con uno dei dispositivi,è necessario cautelarsi che gli altri computer o dispositivi non interrompano tali operazioni perché stanno accedendo agli stessi dispositivi o perché richiedono risorse ai PC stessi. Disp I/O N N

63 LE TECNOLOGIE CABLATE PER RETI INDUSTRIALI Ethernet ACCESSO ATTRAVERSO UN COMPUTER PRINCIPALE Un solo PC (A) controlla l accesso ai dispositivi di I/O I dispositivi di I/O devono dedicare risorse per la comunicazione con un solo PC e quindi dimunisce il numero di operazioni da svolgere (A) N N Non richiede dispositivi di I/O con capacità di networking

64 LE TECNOLOGIE CABLATE PER RETI INDUSTRIALI Ethernet ACCESSO ATTRAVERSO UN COMPUTER PRINCIPALE Il PC (A) può fornire i dati in una forma customizzata, ad esempio il PC può fornire delle pagine Web realizzate per alcune applicazioni, mostrando non solo flussi di dati ma dati già processati o analizzati Lo svantaggio principale di un architettura simile è che il computer (A) rischia di essere sovraccaricato visto che deve gestire gli accessi (impedire utenti non autorizzati), fornire una via di accesso agli utenti autorizzati per controllare la strumentazione, memorizzare, analizzare e pubblicare i dati provenienti dagli strumenti (A) N N

65 LE TECNOLOGIE CABLATE PER RETI INDUSTRIALI Ethernet ACCESSO ATTRAVERSO UN COMPUTER SERVER Un PC controlla l accesso ai dispositivi di I/O e un secondo PC gestisce l accesso alla rete - I dispositivi di I/O e il PC (A) che controlla la strumentazione non sono sovraccaricati da compiti di networking - Utile per controllo critico connessione casuale (A) (B) N N

66 LE TECNOLOGIE CABLATE PER RETI INDUSTRIALI Ethernet ACCESSO ATTRAVERSO UN COMPUTER SERVER Il computer (A) ancora controlla l accesso ai dispositivi di I/O ma per esso sono richiesti livelli di connettività limitati alla possibilità di collegarsi agli strumenti e al computer secondario Il computer (B) gestisce gli accessi multipli dei vari utenti Anche se il computer (B) diventa temporaneamente sovraccaricato per le richieste di accesso provenienti dagli utenti, il computer (A) non è interessato da un carico addizionale (A) (B) N N

67 Le reti informatiche UTP (Unshielded Twisted Pair) Tipo di cavo che può trasmettere fino a 100 metri. E' unshielded, cioè non protetto dalle interferenze elettromagnetiche STP (Shielded Twisted Pair) Cablaggio di Rete Ha le stesse caratteristiche dell'utp con la sola differenza che l'stp è protetto (shielded) da interferenze elettromagnetiche Fibra-Ottica E' formato da una coppia di cavi, uno trasmette e l'altro riceve. Il tutto attraverso segnali luminosi al suo interno. La sua velocità varia tra i 100Mbps ai Mbps. Attualmente è il cavo di connessione più veloce

68 Le reti informatiche Velocita delle linee dati

69 TCP/IP con LabView TCP Listen: crea un ascoltatore (server) per una connessione TCP/IP su una propria porta specificata e attende per una connessione TCP Open Connection: apre una connessione TCP/IP (client) specificando l indirizzo e la porta ai quali connettersi

70 TCP/IP con LabView TCP Read: legge un numero specificato di byte restituendoli in data out (server o client)

71 TCP/IP con LabView TCP Write: scrive dei dati su una connessione TCP/IP specificata dal connection ID in ingresso (server o client) TCP Close Connection: chiude una connessione TCP/IP (client)

72 TCP/IP con LabView TCP Listen: crea un ascoltatore (server) per una connessione TCP/IP su una propria porta specificata TCP Wait on Listener: attende una connessione TCP/IP (server)

73 TCP/IP con LabView IP to String: converte un indirizzo IP in stringa String to IP: converte una stringa in indirizzo IP

74 Un esempio TCP/IP con LabView Creare un programma che: Dal lato Server: 1) accetta una connessione TCP/IP; 2) invia un messaggio qualsivoglia; 3) chiude la connessione. Dal lato Client: 1) esegue una richiesta di connessione TCP/IP; 2) legge e visualizza il messaggio inviatogli dal server; 3) chiude la connessione. address data out remote port 4

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer:

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. <file> tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Cos è un protocollo? Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Ciao Ciao Hai l ora? 2:00 tempo TCP connection request TCP connection reply. Get http://www.di.unito.it/index.htm Domanda:

Dettagli

GLI ELEMENTI BASE PER LA CREAZIONE DI UNA RETE...

GLI ELEMENTI BASE PER LA CREAZIONE DI UNA RETE... GUIDA ALLE RETI INDICE 1 BENVENUTI... 4 2 GLI ELEMENTI BASE PER LA CREAZIONE DI UNA RETE... 5 2.1 COMPONENTI BASE DELLA RETE... 5 2.2 TOPOLOGIA ETHERNET... 6 2.2.1 Tabella riassuntiva... 7 2.3 CLIENT E

Dettagli

Articolo. Dieci buoni motivi per acquistare una telecamere di rete Ovvero, quello che il vostro fornitore di telecamere analogiche non vi dirà mai

Articolo. Dieci buoni motivi per acquistare una telecamere di rete Ovvero, quello che il vostro fornitore di telecamere analogiche non vi dirà mai Articolo Dieci buoni motivi per acquistare una telecamere di rete Ovvero, quello che il vostro fornitore di telecamere analogiche non vi dirà mai INDICE Introduzione 3 Dieci cose che il vostro fornitore

Dettagli

Dispositivi di comunicazione

Dispositivi di comunicazione Dispositivi di comunicazione Dati, messaggi, informazioni su vettori multipli: Telefono, GSM, Rete, Stampante. Le comunicazioni Axitel-X I dispositivi di comunicazione servono alla centrale per inviare

Dettagli

- Antivirus, Firewall e buone norme di comportamento

- Antivirus, Firewall e buone norme di comportamento Reti Di cosa parleremo? - Definizione di Rete e Concetti di Base - Tipologie di reti - Tecnologie Wireless - Internet e WWW - Connessioni casalinghe a Internet - Posta elettronica, FTP e Internet Browser

Dettagli

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone Paragrafo 1 Prerequisiti Definizione di applicazione server Essa è un servizio che è in esecuzione su un server 1 al fine di essere disponibile per tutti gli host che lo richiedono. Esempi sono: il servizio

Dettagli

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Uno degli aspetti progettuali più importanti di un sistema Control4 è la rete. Una rete mal progettata, in molti casi, si tradurrà

Dettagli

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi.

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet: la rete delle reti Alberto Ferrari Connessioni

Dettagli

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI Architettura di un sistema informatico Realizzata dal Dott. Dino Feragalli 1 CONCETTI GENERALI 1.1 Obiettivi Il seguente progetto vuole descrivere l amministrazione dell ITC (Information Tecnology end

Dettagli

COME NON CADERE NELLA RETE. Guida alla progettazione di un cablaggio strutturato per le scuole secondarie superiori

COME NON CADERE NELLA RETE. Guida alla progettazione di un cablaggio strutturato per le scuole secondarie superiori COME NON CADERE NELLA RETE Guida alla progettazione di un cablaggio strutturato per le scuole secondarie superiori Come non cadere nella rete guida alla progettazione di un cablaggio strutturato per le

Dettagli

Sistema di telecomunicazione per le piccole e medie imprese.

Sistema di telecomunicazione per le piccole e medie imprese. Sistema di telecomunicazione per le piccole e medie imprese. Sistema di telecomunicazione Promelit ipecs MG. Descrizione del Sistema: L azienda di oggi deve saper anche essere estesa : non confinata in

Dettagli

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software.

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software. Generalità Definizione Un firewall è un sistema che protegge i computer connessi in rete da attacchi intenzionali mirati a compromettere il funzionamento del sistema, alterare i dati ivi memorizzati, accedere

Dettagli

Dal punto di vista organizzativo sono possibili due soluzioni per il sistema di rete.

Dal punto di vista organizzativo sono possibili due soluzioni per il sistema di rete. Premessa. La traccia di questo anno integra richieste che possono essere ricondotte a due tipi di prove, informatica sistemi, senza lasciare spazio ad opzioni facoltative. Alcuni quesiti vanno oltre le

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

Schema Tipologia a Stella

Schema Tipologia a Stella Cos'e' esattamente una rete! Una LAN (Local Area Network) è un insieme di dispositivi informatici collegati fra loro, che utilizzano un linguaggio che consente a ciascuno di essi di scambiare informazioni.

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

12.5 UDP (User Datagram Protocol)

12.5 UDP (User Datagram Protocol) CAPITOLO 12. SUITE DI PROTOCOLLI TCP/IP 88 12.5 UDP (User Datagram Protocol) L UDP (User Datagram Protocol) é uno dei due protocolli del livello di trasporto. Come l IP, é un protocollo inaffidabile, che

Dettagli

Modello OSI e architettura TCP/IP

Modello OSI e architettura TCP/IP Modello OSI e architettura TCP/IP Differenza tra modello e architettura - Modello: è puramente teorico, definisce relazioni e caratteristiche dei livelli ma non i protocolli effettivi - Architettura: è

Dettagli

Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis

Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis Descrizione Generale Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis EOLO DAVIS rappresenta una soluzione wireless di stazione meteorologica, basata su sensoristica Davis Instruments, con possibilità di mettere

Dettagli

Mai più offline. viprinet. Multichannel VPN Router Multichannel VPN Hub

Mai più offline. viprinet. Multichannel VPN Router Multichannel VPN Hub viprinet Mai più offline. Multichannel VPN Router Multichannel VPN Hub Adatti per la connettività Internet e reti VPN Site-to-Site Bounding effettivo delle connessioni WAN (fino a sei) Design modulare

Dettagli

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Protocolli di rete Sommario Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Configurazione statica e dinamica

Dettagli

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 telecamere. I sistemi di acquisizione ed archiviazione

Dettagli

CARATTERISTICHE DELLE CRYPTO BOX

CARATTERISTICHE DELLE CRYPTO BOX Secure Stream PANORAMICA Il sistema Secure Stream è costituito da due appliance (Crypto BOX) in grado di stabilire tra loro un collegamento sicuro. Le Crypto BOX sono dei veri e propri router in grado

Dettagli

Nota di applicazione: impostazione della comunicazione

Nota di applicazione: impostazione della comunicazione Nota di applicazione: impostazione della comunicazione Questa nota di applicazione descrive come installare e impostare la comunicazione tra l'inverter e il server di monitoraggio SolarEdge. Questo documento

Dettagli

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 MANUALE UTENTE DN-16100 SALVAGUARDIA IMPORTANTE Tutti i prodotti senza piombo offerti dall'azienda sono a norma con i requisiti della legge Europea sulla restrizione per l'uso

Dettagli

Considerazioni generali nella progettazione di una rete

Considerazioni generali nella progettazione di una rete Considerazioni generali nella progettazione di una rete La tecnologia che ormai costituisce lo standard per le reti LAN è l Ethernet per cui si sceglie di realizzare una LAN Ethernet 100BASE-TX (FastEhernet)

Dettagli

Informazione tecnica SUNNY CENTRAL COMMUNICATION CONTROLLER

Informazione tecnica SUNNY CENTRAL COMMUNICATION CONTROLLER Informazione tecnica SUNNY CENTRAL COMMUNICATION CONTROLLER Contenuto Sunny Central Communication Controller è un componente integrale dell inverter centrale che stabilisce il collegamento tra l inverter

Dettagli

Le Reti Informatiche

Le Reti Informatiche Le Reti Informatiche modulo 10 Prof. Salvatore Rosta www.byteman.it s.rosta@byteman.it 1 Nomenclatura: 1 La rappresentazione di uno schema richiede una serie di abbreviazioni per i vari componenti. Seguiremo

Dettagli

Introduzione alle reti radiomobili. Meglio wireless o wired???

Introduzione alle reti radiomobili. Meglio wireless o wired??? GSM - GPRS Introduzione alle reti radiomobili Wireless Vs Wired L unica differenza sembra consistere nel mezzo trasmissivo radio, eppure: Le particolari caratteristiche del mezzo trasmissivo hanno un grosso

Dettagli

Bus di sistema. Bus di sistema

Bus di sistema. Bus di sistema Bus di sistema Permette la comunicazione (scambio di dati) tra i diversi dispositivi che costituiscono il calcolatore E costituito da un insieme di fili metallici che danno luogo ad un collegamento aperto

Dettagli

CWS32-H01 Soluzione Software Professionale per Monitoraggio & Telecontrollo Web

CWS32-H01 Soluzione Software Professionale per Monitoraggio & Telecontrollo Web CWS32-H01 Soluzione Software Professionale per Monitoraggio & Telecontrollo Web Attenzione!! Rif. Rev. 2.2 www.cws32.it Questa presentazione non sostituisce il manuale operativo del prodotto, in quanto

Dettagli

FAQ. 1 Quali sono le differenze con un accesso telefonico?

FAQ. 1 Quali sono le differenze con un accesso telefonico? FAQ 1. Quali sono le differenze con un accesso telefonico? 2. Quali sono le differenze con un collegamento DSL? 3. Funziona come un collegamento Satellitare? 4. Fastalp utilizza la tecnologia wifi (802.11)?

Dettagli

Inizializzazione degli Host. BOOTP e DHCP

Inizializzazione degli Host. BOOTP e DHCP BOOTP e DHCP a.a. 2002/03 Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/~auletta/ Università degli studi di Salerno Laurea e Diploma in Informatica 1 Inizializzazione degli Host Un

Dettagli

Access point wireless Cisco Small Business serie 500

Access point wireless Cisco Small Business serie 500 Scheda tecnica Access point wireless Cisco Small Business serie 500 Connettività Wireless-N, prestazioni elevate, implementazione semplice e affidabilità di livello aziendale Caratteristiche principali

Dettagli

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi.

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi. I server di stampa vengono utilizzati per collegare le stampanti alle reti. In tal modo, più utenti possono accedere alle stampanti dalle proprie workstation, condividendo sofisticate e costose risorse.

Dettagli

Introduzione alle applicazioni di rete

Introduzione alle applicazioni di rete Introduzione alle applicazioni di rete Definizioni base Modelli client-server e peer-to-peer Socket API Scelta del tipo di servizio Indirizzamento dei processi Identificazione di un servizio Concorrenza

Dettagli

V11. Release 1. New Devices. New Features. More Flexibility.

V11. Release 1. New Devices. New Features. More Flexibility. V11 Release 1 New Devices. New Features. Highlights dell innovaphone PBX Versione 11 Release 1 (11r1) Con il software Versione 11 dell innovaphone PBX la soluzione di telefonia IP e Unified Communications

Dettagli

ARP (Address Resolution Protocol)

ARP (Address Resolution Protocol) ARP (Address Resolution Protocol) Il routing Indirizzo IP della stazione mittente conosce: - il proprio indirizzo (IP e MAC) - la netmask (cioè la subnet) - l indirizzo IP del default gateway, il router

Dettagli

Prova di Esame - Rete Internet (ing. Giovanni Neglia) Prova completa Mercoledì 2 Marzo 2005, ore 14.30

Prova di Esame - Rete Internet (ing. Giovanni Neglia) Prova completa Mercoledì 2 Marzo 2005, ore 14.30 Prova di Esame - Rete Internet (ing. Giovanni Neglia) Prova completa Mercoledì 2 Marzo 2005, ore 14.30 NB: alcune domande hanno risposta multipla: si richiede di identificare TUTTE le risposte corrette.

Dettagli

La configurazione degli indirizzi IP. Configurazione statica, con DHCP, e stateless

La configurazione degli indirizzi IP. Configurazione statica, con DHCP, e stateless La configurazione degli indirizzi IP Configurazione statica, con DHCP, e stateless 1 Parametri essenziali per una stazione IP Parametri obbligatori Indirizzo IP Netmask Parametri formalmente non obbligatori,

Dettagli

PAOLO CAMAGNI RICCARDO NIKOLASSY. I linguaggi. Web. del. HTML, CSS, JavaScript, VBScript, ASP, PHP

PAOLO CAMAGNI RICCARDO NIKOLASSY. I linguaggi. Web. del. HTML, CSS, JavaScript, VBScript, ASP, PHP PAOLO CAMAGNI RICCARDO NIKOLASSY I linguaggi del Web HTML, CSS, JavaScript, VBScript, ASP, PHP Paolo Camagni Riccardo Nikolassy I linguaggi del Web HTML, CSS, JavaScript, VBScript, ASP, PHP EDITORE ULRICO

Dettagli

RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE

RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE Prof. PIER LUCA MONTESSORO Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Udine 1999 Pier Luca Montessoro (si veda la nota a pagina 2) 1 Nota di Copyright

Dettagli

Luca Mari, Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori) appunti delle lezioni. Architetture client/server: applicazioni client

Luca Mari, Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori) appunti delle lezioni. Architetture client/server: applicazioni client Versione 25.4.05 Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori): appunti delle lezioni Architetture client/server: applicazioni client 1 Architetture client/server: un esempio World wide web è un

Dettagli

Progettare network AirPort con Utility AirPort. Mac OS X v10.5 + Windows

Progettare network AirPort con Utility AirPort. Mac OS X v10.5 + Windows Progettare network AirPort con Utility AirPort Mac OS X v10.5 + Windows 1 Indice Capitolo 1 3 Introduzione a AirPort 5 Configurare un dispositivo wireless Apple per l accesso a Internet tramite Utility

Dettagli

Lezione n 1! Introduzione"

Lezione n 1! Introduzione Lezione n 1! Introduzione" Corso sui linguaggi del web" Fondamentali del web" Fondamentali di una gestione FTP" Nomenclatura di base del linguaggio del web" Come funziona la rete internet?" Connessione"

Dettagli

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP.

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP. Configurazione di indirizzi IP statici multipli Per mappare gli indirizzi IP pubblici, associandoli a Server interni, è possibile sfruttare due differenti metodi: 1. uso della funzione di Address Translation

Dettagli

Appunti di Antonio Bernardo

Appunti di Antonio Bernardo Internet Appunti di Antonio Bernardo Cos è Internet Internet può essere vista come una rete logica di enorme complessità, appoggiata a strutture fisiche e collegamenti di vario tipo (fibre ottiche, cavi

Dettagli

GUIDA ALLE SOLUZIONI

GUIDA ALLE SOLUZIONI La caratteristica delle trasmissioni digitali è " tutto o niente ": o il segnale è sufficiente, e quindi si riceve l'immagine, oppure è insufficiente, e allora l'immagine non c'è affatto. Non c'è quel

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

PROVE POWERLINE. Cablaggio di rete:

PROVE POWERLINE. Cablaggio di rete: Di Simone Zanardi Cablaggio di rete: offre la casa La tecnologia Powerline consente di sfruttare l impianto elettrico domestico per collegamenti Ethernet; un alternativa alla posa dei cavi Utp e alle soluzioni

Dettagli

Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@

Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@ Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@ Installazione Modem USB Momo Gestione segnale di rete Connessione Internet Messaggi di errore "Impossibile visualizzare la pagina" o "Pagina

Dettagli

SubnetMask: come funzionano e come si calcolano le sottoreti (SpySystem.it)

SubnetMask: come funzionano e come si calcolano le sottoreti (SpySystem.it) SubnetMask: come funzionano e come si calcolano le sottoreti (SpySystem.it) In una rete TCP/IP, se un computer (A) deve inoltrare una richiesta ad un altro computer (B) attraverso la rete locale, lo dovrà

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

Le funzioni di una rete (parte 1)

Le funzioni di una rete (parte 1) Marco Listanti Le funzioni di una rete (parte 1) Copertura cellulare e funzioni i di base di una rete mobile Strategia cellulare Lo sviluppo delle comunicazioni mobili è stato per lungo tempo frenato da

Dettagli

Controllare un nastro trasportatore fischertechnik con Arduino

Controllare un nastro trasportatore fischertechnik con Arduino TITOLO ESPERIENZA: Controllare un nastro trasportatore fischertechnik con Arduino PRODOTTI UTILIZZATI: OBIETTIVO: AUTORE: RINGRAZIAMENTI: Interfacciare e controllare un modello di nastro trasportatore

Dettagli

DOCUMENTO TECNICO Un sistema più intel igente per control are i punti vendita: sorveglianza IP

DOCUMENTO TECNICO Un sistema più intel igente per control are i punti vendita: sorveglianza IP DOCUMENTO TECNICO Un sistema più intelligente per controllare i punti vendita: sorveglianza IP Guida descrittiva dei vantaggi dei sistemi di gestione e di sorveglianza IP per i responsabili dei punti vendita

Dettagli

Configurazioni Mobile Connect

Configurazioni Mobile Connect Mailconnect Mail.2 L EVOLUZIONE DELLA POSTA ELETTRONICA Configurazioni Mobile Connect iphone MOBILE CONNECT CONFIGURAZIONE MOBILE CONNECT PER IPHONE CONFIGURAZIONE IMAP PER IPHONE RUBRICA CONTATTI E IPHONE

Dettagli

MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa

MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa Cosa è MPLS MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa L idea di base consiste nell associare a ciascun pacchetto un breve identificativo

Dettagli

Introduzione alla VPN del progetto Sa.Sol Desk Formazione VPN

Introduzione alla VPN del progetto Sa.Sol Desk Formazione VPN Introduzione alla VPN del progetto Sa.Sol Desk Sommario Premessa Definizione di VPN Rete Privata Virtuale VPN nel progetto Sa.Sol Desk Configurazione Esempi guidati Scenari futuri Premessa Tante Associazioni

Dettagli

Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis

Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis 2 Intervento immediato con Bosch Intelligent Video Analysis Indipendentemente da quante telecamere il sistema utilizza, la sorveglianza

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

Introduzione alle VLAN Autore: Roberto Bandiera 21 gennaio 2015

Introduzione alle VLAN Autore: Roberto Bandiera 21 gennaio 2015 Introduzione alle VLAN Autore: Roberto Bandiera 21 gennaio 2015 Definizione Mentre una LAN è una rete locale costituita da un certo numero di pc connessi ad uno switch, una VLAN è una LAN VIRTUALE (Virtual

Dettagli

A.P.R.S.* Automatic Position Reporting System

A.P.R.S.* Automatic Position Reporting System A.R.I. Sezione di Reggio Emilia presenta: Introduzione al sistema A.P.R.S.* Automatic Position Reporting System *APRS è un marchio depositato da Bob Bruninga, WB4APR Copyright 2002-03 Alessandro Bondavalli

Dettagli

FAS-420-TM rivelatori di fumo ad aspirazione LSN improved version

FAS-420-TM rivelatori di fumo ad aspirazione LSN improved version Sistemi di Rivelazione Incendio FAS-420-TM rivelatori di fumo ad FAS-420-TM rivelatori di fumo ad Per il collegamento alle centrali di rivelazione incendio FPA 5000 ed FPA 1200 con tecnologia LSN improved

Dettagli

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC 5 giugno 09 IT-BOOK Configurazioni e cartatteristiche tecniche possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Tutti i marchi citati sono registrati dai rispettivi proprietari. Non gettare per terra:

Dettagli

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Oggi più che mai, le aziende italiane sentono la necessità di raccogliere,

Dettagli

Assistenza. Contenuto della confezione. Modem router Wi-Fi D6200B Guida all'installazione

Assistenza. Contenuto della confezione. Modem router Wi-Fi D6200B Guida all'installazione Assistenza Grazie per aver scelto i prodotti NETGEAR. Una volta completata l'installazione del dispositivo, individuare il numero di serie riportato sull'etichetta del prodotto e utilizzarlo per registrare

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

Guida all'installazione di WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili

Guida all'installazione di WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili Guida all'installazione di WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili 2012 NETGEAR, Inc. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte della presente pubblicazione può essere riprodotta, trasmessa, trascritta,

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Guida Dell di base all'acquisto dei server

Guida Dell di base all'acquisto dei server Guida Dell di base all'acquisto dei server Per le piccole aziende che dispongono di più computer è opportuno investire in un server che aiuti a garantire la sicurezza e l'organizzazione dei dati, consentendo

Dettagli

Soluzioni multifunzionali, ideali per gestire ogni flusso di lavoro

Soluzioni multifunzionali, ideali per gestire ogni flusso di lavoro Soluzioni multifunzionali, ideali per gestire ogni flusso di lavoro Sistemi digitali per l ufficio sempre più efficienti e facili da usare Ottenere massima efficienza ed elevata professionalità, pur mantenendo

Dettagli

GUIDA DELL UTENTE IN RETE

GUIDA DELL UTENTE IN RETE GUIDA DELL UTENTE IN RETE Memorizza registro di stampa in rete Versione 0 ITA Definizione delle note Nella presente Guida dell'utente viene utilizzata la seguente icona: Le note spiegano come intervenire

Dettagli

Il portafoglio VidyoConferencing. Tutto ciò di cui avete bisogno per realizzare videoconferenze HD di qualità, accessibili e a costi vantaggiosi

Il portafoglio VidyoConferencing. Tutto ciò di cui avete bisogno per realizzare videoconferenze HD di qualità, accessibili e a costi vantaggiosi Il portafoglio VidyoConferencing Tutto ciò di cui avete bisogno per realizzare videoconferenze HD di qualità, accessibili e a costi vantaggiosi La qualità HD di Vidyo mi permette di vedere e ascoltare

Dettagli

Trasmissione Seriale e Parallela. Interfacce di Comunicazione. Esempio di Decodifica del Segnale. Ricezione e Decodifica. Prof.

Trasmissione Seriale e Parallela. Interfacce di Comunicazione. Esempio di Decodifica del Segnale. Ricezione e Decodifica. Prof. Interfacce di Comunicazione Università degli studi di Salerno Laurea in Informatica I semestre 03/04 Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/professori/auletta/ 2 Trasmissione

Dettagli

Routing (instradamento) in Internet. Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi:

Routing (instradamento) in Internet. Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi: Routing (instradamento) in Internet Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi: Stub AS: istituzione piccola Multihomed AS: grande istituzione (nessun ( transito Transit AS: provider

Dettagli

DEFENDER HYBRID. Sistema antintrusione ibrido wireless e filare. fracarro.com

DEFENDER HYBRID. Sistema antintrusione ibrido wireless e filare. fracarro.com DEFENDER HYBRID Sistema antintrusione ibrido wireless e filare Il sistema Un sistema completamente nuovo e flessibile Impianto filare o wireless? Da oggi Defender Hybrid Defender Hybrid rivoluziona il modo

Dettagli

Stazione Meteorologica PCE-FWS 20

Stazione Meteorologica PCE-FWS 20 www.pce-italia.it Istruzioni d uso Stazione Meteorologica PCE-FWS 20 1 Istruzioni d uso www.pce-italia.it Indice dei contenuti Titolo 1. Visione generale... 3 2. Contenuto della spedizione... 3 3. Informazione

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente www.ondacommunication.com CHIAVETTA INTERNET MT503HSA 7.2 MEGA UMTS/EDGE - HSDPA Manuale Utente Rev 1.0 33080, Roveredo in Piano (PN) Pagina 1 di 31 INDICE

Dettagli

PRESENTAZIONE DI UN SMS AL GATEWAY

PRESENTAZIONE DI UN SMS AL GATEWAY Interfaccia Full Ascii Con questa interfaccia è possibile inviare i dati al Server utilizzando solo caratteri Ascii rappresentabili e solo i valori che cambiano tra un sms e l altro, mantenendo la connessione

Dettagli

ALICE BUSINESS GATE 2 PLUS WI-FI MODEM/ROUTER ADSL / ADSL2+ ETHERNET / USB / WI-FI

ALICE BUSINESS GATE 2 PLUS WI-FI MODEM/ROUTER ADSL / ADSL2+ ETHERNET / USB / WI-FI ALICE BUSINESS GATE 2 PLUS WI-FI MODEM/ROUTER ADSL / ADSL2+ ETHERNET / USB / WI-FI GUIDA D INSTALLAZIONE E USO Contenuto della Confezione La confezione Alice Business Gate 2 plus Wi-Fi contiene il seguente

Dettagli

TURBINE MP ROTATOR STATICI VALVOLE PROGRAMMATORI SENSORI SISTEMI CENTRALIZZATI MICRO. Sistema di controllo centrale

TURBINE MP ROTATOR STATICI VALVOLE PROGRAMMATORI SENSORI SISTEMI CENTRALIZZATI MICRO. Sistema di controllo centrale IMMS 3.0 TURBINE MP ROTATOR STATICI VALVOLE PROGRAMMATORI SENSORI SISTEMI CENTRALIZZATI MICRO Sistema di controllo centrale Aprite la finestra sul vostro mondo Il software di monitoraggio e gestione dell

Dettagli

Questo documento è allegato al libro Elettrotecnica, Elettronica, Telecomunicazioni e Automazione di

Questo documento è allegato al libro Elettrotecnica, Elettronica, Telecomunicazioni e Automazione di Questo documento è allegato al libro Elettrotecnica, Elettronica, Telecomunicazioni e Automazione di Trapa L., IBN Editore, a cui si può fare riferimento per maggiori approfondimenti. Altri argomenti correlati

Dettagli

J+... J+3 J+2 J+1 K+1 K+2 K+3 K+...

J+... J+3 J+2 J+1 K+1 K+2 K+3 K+... Setup delle ConnessioniTCP Una connessione TCP viene instaurata con le seguenti fasi, che formano il Three-Way Handshake (perchè formato da almeno 3 pacchetti trasmessi): 1) il server si predispone ad

Dettagli

Background (sfondo): Finestra: Una finestra serve a mostrare il contenuto di un disco o di una cartella -, chiamata anche directory.

Background (sfondo): Finestra: Una finestra serve a mostrare il contenuto di un disco o di una cartella -, chiamata anche directory. @ PC (Personal computer): Questa sigla identificò il primo personal IBM del 1981 a cura di R.Mangini Archiviazione: Il sistema operativo si occupa di archiviare i file. Background (sfondo): Cursore: Nei

Dettagli

MANUALE TECNICO 080406 E SMS

MANUALE TECNICO 080406 E SMS IT MANUALE TECNICO 080406 E SMS MANUALE DI INSTALLAZIONE ED USO INTRODUZIONE. Il combinatore E-SMS offre la possibilità di inviare sms programmabili a numeri telefonici preimpostati e di attivare uscite

Dettagli

Elementi di rete che permettono lo scambio dei messaggi di segnalazione

Elementi di rete che permettono lo scambio dei messaggi di segnalazione SEGNALAZIONE Segnalazione e sistemi di segnalazione Segnalazione Messaggi tra elementi di una rete a commutazione di circuito (apparecchi di utente e centrali o fra le varie centrali) che permettono la

Dettagli

Access Point WiFi Powerline 500 XWNB5201 - Guida all installazione

Access Point WiFi Powerline 500 XWNB5201 - Guida all installazione Access Point WiFi Powerline 500 XWNB5201 - Guida all installazione Assistenza tecnica Grazie per aver scelto i prodotti NETGEAR. Una volta completata l'installazione del dispositivo, individuare il numero

Dettagli

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE SOMMARIO 1 POLITICHE DELLA SICUREZZA INFORMATICA...3 2 ORGANIZZAZIONE PER LA SICUREZZA...3 3 SICUREZZA DEL PERSONALE...3 4 SICUREZZA MATERIALE E AMBIENTALE...4 5 GESTIONE

Dettagli

Active Solution & Systems illustra La virtualizzazione dei Server secondo il produttore di Storage Qsan

Active Solution & Systems illustra La virtualizzazione dei Server secondo il produttore di Storage Qsan Active Solution & Systems illustra La virtualizzazione dei secondo il produttore di Storage Qsan Milano, 9 Febbraio 2012 -Active Solution & Systems, società attiva sul mercato dal 1993, e da sempre alla

Dettagli

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE In un mercato delle Telecomunicazioni sempre più orientato alla riduzione delle tariffe e dei costi di

Dettagli

Il World Wide Web: nozioni introduttive

Il World Wide Web: nozioni introduttive Il World Wide Web: nozioni introduttive Dott. Nicole NOVIELLI novielli@di.uniba.it http://www.di.uniba.it/intint/people/nicole.html Cos è Internet! Acronimo di "interconnected networks" ("reti interconnesse")!

Dettagli

Caratteristiche principali

Caratteristiche principali Il regolatore semaforico Hydra nasce nel 1998 per iniziativa di CTS Engineering. Ottenute le necessarie certificazioni, già dalla prima installazione Hydra mostra sicurezza ed affidabilità, dando avvio

Dettagli

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 Sistemi Web-Based - Terminologia Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 CLIENT: il client è il programma che richiede un servizio a un computer collegato in

Dettagli

INDUSTRY PROCESS AND AUTOMATION SOLUTIONS. Lo strumento universale per la messa in esercizio e la diagnosi

INDUSTRY PROCESS AND AUTOMATION SOLUTIONS. Lo strumento universale per la messa in esercizio e la diagnosi Con Vplus, BONFIGLIOLI VECTRON offre uno strumento per la messa in esercizio, la parametrizzazione, il comando e la manutenzione. VPlus consente di generare, documentare e salvare le impostazioni dei parametri.

Dettagli

MISURARE CON INTELLIGENZA BARRIERA OPTOELETTRONICA DI MISURAZIONE LGM

MISURARE CON INTELLIGENZA BARRIERA OPTOELETTRONICA DI MISURAZIONE LGM MISURARE CON INTELLIGENZA BARRIERA OPTOELETTRONICA DI MISURAZIONE LGM Barriera optoelettronica di misurazione LGM Misurare con intelligenza - nuove dei materiali in tutti i mercati La nuova Serie LGM di

Dettagli