Viaggi nell architettura. Renzo Piano con Carlo Piano

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Viaggi nell architettura. Renzo Piano con Carlo Piano"

Transcript

1 Viaggi nell architettura Renzo Piano Carlo Piano

2 Viaggi nell Architettura Renzo Piano Carlo Piano Comitato scientifico Renzo Piano Milly Rossato Piano Carlo Piano Claudio Bertocchi Marina Ines Scrosoppi Federico Bucci Franco Origoni Coordinamento scientifico Milly Rossato Piano Shunji Ishida Coordinamento editoriale Franco Origoni Coordinamento redazionale Elena Spadavecchia Alessandra Bergamini correzione di bozze Progettazione grafica e impaginazione Franco Origoni e Anna Steiner Architetti Associati Lorenza Perego Roberta Cesani Si ringrazia per la lettura critica Enrico Bona Luciano Crespi Emilio Faroldi Anna Foppiano Si ringrazia per i testi tecnici Milly Rossato Piano Maria Salerno e per la selezione immagini Stefania Canta Chiara Casazza Shunji Ishida 2012 Proctor Edizioni S.p.a. via Giovanni Livraghi, Bologna, Italy ISBN Fondazione Renzo Piano Questo libro è stato realizzato materiali recuperati grazie al lavoro di catalogazione e classificazione della Fondazione Renzo Piano e del Renzo Piano Building Workshop

3 Costruire l architettura Contributi scientifici Federico Bucci Federico Butera Niccolò Aste Maria Berrini Giuliano Dall Ò Paolo Oliaro Giovanni Calabresi Fabio Casiroli Alessandro Antonini Alberto Conciato Diego Deponte Lorenzo Giorgio Michela Magagnato Pier Luigi Mantini Italo Meloni Emilio Merlo Dante Presicce Costantino Ruscigno Francesco Sechi Giulia Tacchini Alessandra Terenzi Massimo Majowiecki Giovanni Berti Lorenzo Jurina Andrea A. Bassoli Alice Filaretti Valentina Mogicato Edoardo Radaelli Daniele Rampoldi Gianni Ottolini Marta Averna Mauricio Cardenas Laverde Amanzio Farris Yuri Mastromattei Lola Ottolini Matteo Pirola Stefania Varvaro Marco Sala Leonardo Boganini Lucia Ceccherini Nelli Rosa Romano Francesco Simoni Milagros Villalta Begazo Gianni Scudo Ricciarda Belgiojoso Antonella Bellomo Alessandro Carelli Valentina Dessì Mario Grosso Massimo Guazzotti Alessandro Rogora Coordinamento scientifico Federico Bucci Coordinamento editoriale Franco Origoni Coordinamento redazionale Elena Spadavecchia coordinamento, ricerca e selezione del materiale iografico Redazione Carlo Piano lettura redazionale Milena Ardalic redazione e rielaborazione grafica dei disegni Roberta Lanzalaco redazione e rielaborazione grafica dei disegni Maddalena Scarzella ricerca iografica Flora Di Tullo illustrazioni a misura d uomo il tributo per la rielaborazione grafica Silvia Greco Filippo Andreoli Mattia Besana Saveria Petillo Ilaria Rondina Alessandra Bergamini correzione di bozze Progettazione grafica e impaginazione Franco Origoni e Anna Steiner Architetti Associati Lorenza Perego Roberta Cesani Si ringrazia per la selezione immagini Shunji Ishida Si ringrazia per la lettura critica Enrico Bona Luciano Crespi Emilio Faroldi Anna Foppiano

4

5 da un idea di Renzo Piano Viaggi nell architettura Renzo Piano Carlo Piano

6 San Francisco Houston New York London Berlin Paris Ronchamp Basel Punta Nave Roma San Giovanni Rotondo Osaka Tokyo Nouméa

7 Punta Nave ufficio di Genova Beaubourg Code Couleur Parigi Potsdamer Platz il lago sotto Berlino Una scheggia nel cielo di Londra Saint Giles un arcobaleno a Londra New York Times il grattacielo dal volto umano Morgan Library la biblioteca nella roccia New York La natura addomesticata il tetto verde di San Francisco Menil Collection il museo anti-beaubourg Houston Kansai l isola che non c era Osaka Il kimono di vetro della Maison Hermès Tokyo Nouméa il villaggio della cultura disegnato dal vento Padre Pio ritorno all età della pietra San Giovanni Rotondo Uno strumento musicale chiamato Auditorium Roma Fondazione Beyeler l arte della luce Basel Ronchamp il monastero nel bosco

8 Google Earth 8

9 Punta Nave Il giorno 26 dicembre 2011, festa di Santo Stefano, io e mio padre Renzo decidevamo d intraprendere un viaggio. Dall Europa all America, poi in Asia e ancora in Oceania sulle tracce dei cantieri e degli edifici che ha realizzato in quasi 50 anni di lavoro. Mio padre Renzo fa l architetto. Per questa avventura il mezzo che abbiamo scelto è un pallone aerostatico, come quello utilizzato da Jules Verne nel suo romanzo Cinque settimane in pallone. Certo la nostra mongolfiera è più moderna e sicura, anche se ugualmente lenta. La velocità dipende dal vento oggi come allora. Inoltre si può decollare e atterrare in un fazzoletto di terra, non c è bisogno di molto spazio: basta un interstizio tra due grattacieli a Tokyo, o un prato a Central Park. Ci si avvicina in silenzio e dall alto, anche questo è importante per capire. Ci trovavamo nel suo ufficio di Vesima (latitudine: 44.25, longitudine: 8.43 ) quando è nata l idea. Un po folle, ma pochi giorni dopo partivamo destinazione Parigi. Ecco come sono andate le cose. 9 Carlo Piano Nasce tutto qui, in questo studio che sembra una serra e che è stretto tra la montagna ripida della Liguria e il suo mare profondo. Quello stesso mare che, come canta Paolo Conte, si muove anche di notte e non sta fermo mai. Siamo appena fuori Genova verso Ponente, l ufficio si arrampica sulle rocce e il verde lo cirda, anzi, penetra all interno attraverso le pareti vetrate. Anche per questo sembra di essere in una serra, come tante altre che sono sparse su queste alture. Solo che qui non creso basilico o fiori, ma architettura. Un tempo c erano i campi a terrazze, che i tadini hanno strappato il lavoro a un terreno difficile e avaro. Da queste parti ancora ci coltivano le fave che, servite crude il salame di Sant Olcese, sono quasi il piatto nazionale dopo le trenette al pesto. Renzo Piano Di certo uno dei miei preferiti, non ho scelto a caso dove costruire il luogo del mio lavoro e di quello di tutto il Building Workshop. Studio Merlo

10 C P Quando non sei in giro per il mondo, o a Parigi, lavori qui, un posto rilassante ma un po fuori dal mondo RP Io non lo definirei fuori dal mondo, non è un eremo dove sto in solitudine. C è un andirivieni tinuo di gente, architetti che arrivano da tutto il mondo e che partono per raggiungere i cantieri aperti negli Stati Uniti o in Asia. Un po come un porto: basta guardare fuori dalle vetrate rivolte verso Genova per vedere davvero lo spettacolo delle navi che entrano ed eso dal porto. Il mare fa da fondale e cambia in tinuazione forma, colore. E poi... C P E poi? RP E poi comunichiamo in tempo reale lo studio di Parigi e di New York. La tecnologia permette di fare cose che fino a non troppi anni fa non erano possibili, una bella libertà rispetto a quando ho cominciato a fare l architetto. C P Luis Borges diceva che il lavoro creativo è sospeso tra la memoria e l oblio RP Io volevo proprio un posto così, perché è molto difficile creare e lo è ancora di più trovarsi nelle giuste dizioni per poter creare. Un architetto per tutta la vita costruisce per soddisfare le esigenze dei clienti, mentre qui l ho fatto per me. Per creare ci vuole serenità ma anche tensione, riflessione ma anche energia, lentezza ma nel tempo rapidità. Sembra una traddizione, ma non lo è. C P Lo studio di Vesima è costruito su un pendio a balze che qui si chiamano fasce, è sospeso tra il monte e il mare, un po come siamo noi genovesi. Una questione di ricerca delle radici, credo. RP Ho rispettato le caratteristiche di questo terreno trasformato dall uomo. Lo studio è soprattutto un tetto che prende sei fasce e segue l inclinazione della collina che è di 23. L edificio riproduce al suo interno la stessa struttura a terrazze, come un tempo c erano gli orti e gli uliveti, e il tetto corre sopra. Gianni Berengo Gardin Gianni Berengo Gardin Publifoto, Stefano Goldberg RPBW, Shunji Ishida 10 C P Piante mediterranee ed esotiche come i bambù affollano la collina. Ci sono pini, lecci, pitosfori e in basso, sulla passeggiata vicino al mare, trenta palme delle Canarie che fanno ombra su uno spazio aperto a tutti dove i bambini giocano e i pescatori lanciano le lenze in mare. Metà scoglio e metà nave. Non a caso si chiama Punta Nave, ma come ti è venuto in mente questo nome? RP Proprio qui davanti c è lo Scoglio Nave e allora abbiamo deciso per un toponimo. Anche la Fondazione, che ha sede nella villa ottocentesca in basso che è stata ristrutturata, si chiama Villa Nave.

11 Michel Denancé Publifoto, Stefano Goldberg Fregoso & Basalto Fregoso & Basalto 11 Un ascensore panoramico collega la via Aurelia allo studio C P La luce zenitale è la protagonista di questo ufficio. Dentro o fuori cambia poco, è un edificio trasparente dove si lavora tutto il giorno la luce naturale. RP La luce naturale è una mia fissazione, è un orologio che cambia l ora e le stagioni. I tavoli da lavoro, i disegni appesi alle pareti, i muri stessi e il pavimento mutano colore durante la giornata. Neppure la lampada più sofisticata può ottenere lo stesso risultato. Il tetto è fotosensibile, la gestione della luce è regolata da lamelle: grazie a sensori cellule solari si chiudono quando c è troppo sole. E anche di sera la luce artificiale proviene dall alto perché le lampade sono rivolte verso schermi riflettenti a soffitto. C P Trasparente è anche il cubo di vetro che porta dalla via Aurelia fino alle fasce in alto, un ascensore che corre a cielo aperto dentro un canalone, seguendo il pendio che per un tratto è quasi verticale e poi diventa più dolce. Un cambio di pendenza che ricorda la stessa sensazione, tra paura e meraviglia, che si prova sulle montagne russe al luna park. RPBW, Shunji Ishida

12 Una Scheggia nel cielo di Londra 48 Latitudine: 51.5, longitudine: Tira un vento moderato a 20 nodi in direzione Sud-Ovest che ci accompagna mentre vediamo in lontananza apparire Londra. La temperatura è di 6 C, neppure male in questo periodo e la visibilità è di circa 10 chilometri. Ma le previsioni danno un peggioramento già da stasera: il vento aumenterà fino a 31 nodi e arriverà la pioggia. Meglio sbrigarsi se vogliamo raggiungere in tempo lo Shard of Glass. Il bruciatore emette un leggero fischio mentre spinge l aria nella gola del pallone, ma il meticoloso meccanico che lo ha appena revisionato all aeroporto di Berlino-Tegel ci ha assicurato che è normale Carlo Piano Sorvolando il serpentone grigio del Tamigi che incide la città, si vede svettare una aguzza scheggia di vetro. Un cuneo di cristallo che sfuma nel cielo, riflettendo le nubi argentate che corrono noi sopra Londra. A osservarla qui dall alto questa torre sembra uno schizzo buttato giù su un foglio senza pensarci troppo, la prima intuizione disegnata di getto di una piramide trasparente che comincia grande dal suolo e verso l alto va sfrangiandosi e aprendosi in tante scaglie cristalline. Fino a sparire e a fondersi il colore del cielo, che qui in Inghilterra cambia in tinuazione. Ma com è nato questo progetto? Renzo Piano Forse la storia più interessante da ractare sullo Shard of Glass è di narrativa urbanistica, cioè la ragione per la quale ha avuto origine. La torre nasce dalla volontà di Kenneth Robert Livingstone, detto Ken il Rosso, che è stato un sindaco di Londra particolarmente importante. Google Earth Google Earth RPBW, Renzo Piano Building Workshop C P La sua sfida era la crescita sostenibile, dimostrare che è possibile densificare la città senza aumentare il numero delle macchine che sempre più assediano i centri urbani. Londra, Parigi ma anche le nostre Roma e Milano. Ken il Rosso ha introdotto la gestion charge, il pedaggio (piuttosto salato per la verità) per entrare in città in auto che ha ridotto il traffico almeno del 30 per cento. Ken il Rosso ha riproposto il cetto di green belt, una cintura di verde e boschi intorno alla metropoli che ferma la proliferazione di costruzioni, una sorta di fine invalicabile fatto di alberi e Primi schizzi di Renzo Piano

13 campi coltivati che il cemento non può oltrepassare. E sempre a Ken il Rosso si deve l intensificarsi dei programmi di pulizia del Tamigi, che nel 1957 era stato dichiarato biologicamente morto e oggi rivede navigare i pescherecci. Gamberetti, pesci e all estuario anche cozze e cavallucci marini. Non si direbbe a guardarlo scorrere da quassù, così denso e cupo. Sì, ma cosa c entra tutto questo lo Shard of Glass, che i suoi 310 metri è il grattacielo più alto d Europa? RP C entra perché le città europee non devono più crescere per esplosione, ma per implosione. Non possono tinuare a mangiare territorio, non possono seguitare a espandersi. È tempo di costruire sul costruito, di riqualificare l esistente, di non sumare più suolo. Ma comincerei a ractarti dello Shard of Glass partendo dalla sua presenza dentro Londra, che si percepisce come un insieme di frammenti di cristallo che sembrano nascere dalla forma del sito in cui sorge. Il progetto è generato dalla trasformazione del sistema ferroviario: sono state introdotte nuove linee, hanno modificato la stazione London Bridge, che è una delle più antiche della città. C P E del mondo: aperta nel 1836, assieme a quella di Deptford è la più vecchia stazione presente nell area della Greater London. Con un traffico di circa passeggeri l anno, si legge nella guida che gelosamente custodiamo a bordo della mongolfiera, è la quarta per importanza nella RPBW, Renzo Piano Building Workshop 49 Michel Denancé Michel Denancé Michel Denancé Michel Denancé

14 La torre si inserisce in un sito sulla riva del Tamigi, accanto alla London Bridge Station, uno dei più importanti nodi di interscambio della città dove si intrano metropolitana, treno e bus 50 capitale britannica. Qui arrivano tante linee di autobus, underground, treni RP Sì, è importante, anzi fondamentale, che questa zona sia ben servita dai mezzi pubblici, vedremo il perché. Dicevo però che durante questo processo di trasformazione, come spesso succede nelle metropoli, naso delle opportunità. La forma del suolo è strana, un po torturata, proprio perché collegata al processo di sviluppo delle ferrovie. Stiamo parlando di un tipico brown field, che è un terreno costruito, un terreno compromesso, per distinguerlo dai green field, che invece qui non si toccano. Questo spazio a terra è stato interamente occupato, e man mano che si sale le funzioni dell edificio si trasformano. Si parte dalla stazione d interscambio fra treni, taxi, metropolitana, dove c è bisogno di grandi spazi. Poi più in alto ci sono gli uffici, dove servono spazi un po più piccoli ma pur sempre ampi, quindi si sale e a metà strada ci sono i ristoranti, i luoghi d intro, poi un albergo e spazi ancora più ridotti, appartamenti. Infine, in cima, abbiamo messo una piattaforma panoramica. RPBW, Renzo Piano Building Workshop C P Le cifre della Scheggia parlano di 87 piani, oltre metri quadrati abitabili; metri quadrati di vetro per pannelli, tonnellate di acciaio; metri cubi di terra spostati, metri cubi di cemento; operai impiegati in cantiere, persone che ogni giorno utilizzano i 44 ascensori. Ma è soprattutto la forma a colpire l occhio di chi si avvicina, che in basso è più ampia, grande, poi si assottiglia crescendo e finisce nel nulla. Svanisce. Questa sagoma, nella percezione di chi sta arrivando, trasmette il piacere di uno schizzo in cristallo che man mano che sale si annulla, sparisce nel cielo senza occuparlo. Sì, senza occuparlo: mi chiedo se poi è così importante non occupare il cielo? RPBW, Renzo Piano Building Workshop RP Vedi, una delle caratteristiche negative dei grattacieli è che rubano terreno proiettando ombre molto forti sulle strade e sugli edifici che hanno intorno: sono una presenza minacciosa, aggressiva, specialmente quando sono imponenti. Diciamo la verità, spesso le torri diventano oggetti ermetici, che sembrano rifiutare il dialogo la città. Lo Shard invece è trasparente, ha guglie che salgono al cielo vicino al fiume Tamigi, come nei quadri del Canaletto, che qui visse a lungo, RPBW, Renzo Piano Building Workshop

15 e in altre stampe di Londra. 51 C P C è un quadro proprio del Canaletto, Il Tamigi a Westminster Bridge, in cui appare un edificio che, anche se a occhio non supera i trenta metri, perlomeno per forma ricorda molto questo grattacielo. Sembrerà una sciocchezza ma la Scheggia è familiare, suggerisce accoglienza e lo dimostra la storia di Romeo, volpe urbana di sei mesi: aveva eletto sua tana il 72esimo piano della torre, cibandosi degli avanzi degli operai. L hanno recuperata, nutrita, fatta visitare e poi liberata nel quartiere di Bermondsey. Ha dato un occhiata allo Shard e se n è andata trotterellando nell altra direzione, ha ractato il veterinario che l ha curata. Londra è nata proprio qui, questa è la parte più antica della città, Southwark, il quartiere di Shakespeare. Nei secoli passati, Southwark ha goduto di una pessima e meritatissima fama, a causa della povertà, della sporcizia, della delinquenza, del gioco d azzardo e della prostituzione dilagante. Al Rose Theatre Shakespeare rappresentò i suoi primi drammi e, anni dopo, per il Globe Theatre scrisse molti dei suoi capolavori. Questo era anche il quartiere del London Bridge, primo ponte che entrava in città, l unico sul Tamigi a valle di Kingston fino all apertura del Putney Bridge nel Viene da chiedersi però: quanto lo Shard è in sintonia la città? Michel Denancé RP In questa mia torre di Londra, le guglie, che poi sono le guglie delle barche a vela e dei mercantili che approdavano in città, sono sempre esistite, ci sono sempre state. La sua presenza così anomala è dovuta, oltre all essere fuori scala, anche al fatto che salendo si stringe fino ad annullarsi a 310 metri di altezza. La sua forma non rievoca il modello tradizionale di grattacielo, non ha la stessa massa. Le facce delle scaglie di cristallo non sono verticali, essendo la sagoma dell edificio vagamente piramidale, ma sono inclinate verso l alto, quindi riflettono in maniera diversa rispetto a una facciata verticale la luce del cielo, i suoi colori e i suoi rumori. Se ci si mette davanti a uno specchio ci si riflette, ma se lo si inclina un po verso l alto non ci si riflette più, e si vede il cielo. Questo per dire che le facciate leggermente inclinate rendono particolarmente umorale lo Shard, nel senso che riflette nella maniera più fedele il volubile cielo londinese, le sue nuvole che si muovono veloci. Rob Telford

16 52 In qualche maniera la parola che si può usare è fotosensibile, cioè è un edificio fotosensibile che gioca la luce. Quando si arriva in volo questa presenza viene subito percepita come un anomalia nel paesaggio urbano. Nulla è più facile che evocare il grande spirito del passato sugli ultimi tratti del Tamigi. La corrente di mare va e viene nel suo incessante servizio, affollata dei ricordi di uomini e di navi (...). Aveva osciuto tutti gli uomini dei quali la nazione è fiera (...). Aveva portato tutte le navi i cui nomi sono come gemme lampeggianti nella notte dei tempi. Joseph Conrad, Cuore di tenebra,1902 C P La corrente che viene e va, le navi che approdano e salpano. Le città sono sempre state luoghi dove tutto alla fine viene assimilato e si armonizza. In passato anche le cattedrali erano edifici fuori scala, presenze improvvise che non lavoravano certo per formità. Così è successo la Basilica del Palladio nel centro di Vicenza, o il Palazzo della Ragione a Padova. Del resto, anche il Beaubourg, che abbiamo appena visitato nel cuore di Parigi, lavora per difformità. Non è un reato. RP Considero positivo che lo Shard sia un elemento così diverso e inatteso. Atterrando a Londra s intra il London Eye, la grande ruota panoramica costruita nel 2000, che ha a sua volta una forma inattesa. Persino le navi lungo il Tamigi sono inattese, la stessa abbazia di Westminster è inaspettata e sorprendente. Ci sono molte presenze inattese in una città. C P Ci sono stati anche dei tentativi di fermare la Scheggia: l English Heritage, l organismo pubblico incaricato della gestione del patrimonio culturale inglese, sosteneva che avrebbe rubato la scena alla St. Paul Cathedral, usurpandone il ruolo d ia della città. Tutto è finito in un lungo processo, una Public Inquiry, che a Londra si fa per tutte le grandi opere pubbliche. Però l avete spuntata voi Michel Denancé Michel Denancé - RPBW Michel Denancé Michel Denancé RP Sì, alla fine abbiamo vinto il processo, la tesi che anche St. Paul a suo tempo fu un progetto moderno e temporaneo, portato avanti dall architetto Christopher Wren nella

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

IL RIMARIO IL RICALCO

IL RIMARIO IL RICALCO Preparare un rimario: IL RIMARIO - gli alunni, a coppie o singolarmente, scrivono su un foglio alcune parole con una determinata rima; - singolarmente, scelgono uno dei fogli preparati e compongono nonsense

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) Savignano SI FEST 2014 a cura di Italo Zannier di Io sono una forza della natura.. Io sono una forza del Passato. Solo nella tradizione

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

CDS Allievi su pista - 2^ prova regionale 100 METRI MASTER F SERIE - RISULTATI. Clas. Cors. Pett. Atleta Anno Cat. Società Prestazione Punti

CDS Allievi su pista - 2^ prova regionale 100 METRI MASTER F SERIE - RISULTATI. Clas. Cors. Pett. Atleta Anno Cat. Società Prestazione Punti CDS Allievi su pista - 2^ prova regionale CDS Master Organizzazione: Trionfo Ligure - Genova RISULTATI 100 METRI MASTER F Serie Unica VILLA GENTILE - 18 Maggio 2013 Ora Inizio: 16:26 - Vento: +0.4 1 4

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI

REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI Presentazione per le scuole primarie A cura di Enrico Forcucci, Paola Di Giacomo e Alessandra Santini ni Promuovere la conoscenza e la diffusione delle energie provenienti

Dettagli

Se fossi... Nicole Pesce. Se fossi un libro mi leggerei da sola e mi lascerei leggere dalle altre persone

Se fossi... Nicole Pesce. Se fossi un libro mi leggerei da sola e mi lascerei leggere dalle altre persone Se fossi... Nicole Pesce Se fossi un libro mi leggerei da sola e mi lascerei leggere dalle altre persone se fossi un coppa mi lascerei osservare da tutti, ed essere contenta di essere con te, te che mi

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 *è stato invitato a partecipare; da confermare 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE - Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30-11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI

Dettagli

Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare

Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare Come abbiamo visto nelle pagine precedenti il Sistema Solare è un insieme di molti corpi celesti, diversi fra loro. La sua forma complessiva è quella

Dettagli

Burj al-arab. Tom Wright and Atkins

Burj al-arab. Tom Wright and Atkins Tom Wright and Atkins Esterni e dettagli costruttivi L esterno della struttura è caratterizzato da tre elementi: la pianta triangolare; l esoscheletro in acciaio; la tenda in teflon. La sagoma è poi interrotta

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Istituto Compressivo Cantù 2 Scuola Primaria di Fecchio - Anno10 numero2 Aprile 2014. forma

Istituto Compressivo Cantù 2 Scuola Primaria di Fecchio - Anno10 numero2 Aprile 2014. forma Istituto Compressivo Cantù 2 Scuola Primaria di Fecchio - Anno10 numero2 Aprile 2014 la scuola in... forma Notizie dall interno curiosando nella scuola A cura di: Clara, Camilla, Lorenzo di classe 5, Elisa,

Dettagli

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58 format nell accostare gli ingredienti e da raffinatezza della presentazione che fanno trasparire la ricchezza di esperienze acquisite nelle migliori cucine di Europa e Asia da questo chef 45enne d origini

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Matite italiane ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Edizione italiana a cura di Gianni Rodari Editori Riuniti I edizione in

Dettagli

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Forse sarebbe necessario che iniziassi correggendo il titolo di questa mia breve introduzione: non cultura, creatività e sviluppo sostenibile, ma cultura globalizzata,

Dettagli

Il paracadute di Leonardo

Il paracadute di Leonardo Davide Russo Il paracadute di Leonardo Il sogno del volo dell'uomo si perde nella notte dei tempi. La storia è piena di miti e leggende di uomini che hanno sognato di librarsi nel cielo imitando il volo

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela di Kristiina Salmela Gole di Fara San Martino (CH) Hei! Ciao! Sono un bel TONTTU - uno gnometto mezzo finlandese mezzo abruzzese, e mi chiamo Cristian alias Rikke. Più di sei anni fa sono nato nel Paese

Dettagli

KATE OTTEN Sudafrica

KATE OTTEN Sudafrica Creare edifici che nutrano lo spirito umano e ispirino l immaginazione. Raggiungere l eccellenza architettonica nel contesto specifico dell Africa. Trovare una risposta adeguata alle peculiarità di ogni

Dettagli

IL TEMPO METEOROLOGICO

IL TEMPO METEOROLOGICO VOLUME 1 CAPITOLO 4 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE IL TEMPO METEOROLOGICO 1. Parole per capire A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: tempo... Sole... luce... caldo...

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

DIALOGHI SUL COMPORRE

DIALOGHI SUL COMPORRE TORRI DELL ACQUA 2 workshop di composizione assistita da computer. Seminari, lezioni e concerti dal 28 al 30 dicembre presso le Torri dell'acqua di Budrio Il fondamentale ruolo interpretato dalle Torri

Dettagli

Tecnologia Facciate continue Finestre e porte a battente V E Finestre e porte in Alluminio-Legno Finestre e porte scorrevoli

Tecnologia Facciate continue Finestre e porte a battente V E Finestre e porte in Alluminio-Legno Finestre e porte scorrevoli www.metrawindows.it PERSIANA SCORREVOLE Sistemi oscuranti METRA. LO STILE CHE DA VALORE AL TUO HABITAT METRA. Design, Colore, Emozione. Lo stile italiano che il mondo ci invidia. I sistemi integrati METRA

Dettagli

Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE

Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE Le correnti marine sono masse d acqua che si spostano in superficie o in profondità negli oceani: sono paragonabili a enormi fiumi che scorrono lentamente (in media

Dettagli

Alice e la zuppa di quark e gluoni

Alice e la zuppa di quark e gluoni Alice e la zuppa di quark e gluoni Disegnatore: Jordi Boixader Storia e testo: Federico Antinori, Hans de Groot, Catherine Decosse, Yiota Foka, Yves Schutz e Christine Vanoli Produzione: Christine Vanoli

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

toscan i pri m i 'in Europa"

toscan i pri m i 'in Europa GG toscan i pri m i 'in Europa" IL sistema degli aeroporti toscani «è il nostro fiore all'occhiello», dice Martin Eurnekian ieri sulla pista di Peretola insieme al presidente di Corporacion America Italia,

Dettagli

La Ville Radieuse di Le Corbusier

La Ville Radieuse di Le Corbusier Modelli 8: la città funzionale La Ville Radieuse di Le Corbusier Riferimenti bibliografici: - Le Corbusier, Verso una architettura, a cura di P. Cerri e P. Nicolin, trad. it., Longanesi, Milano, 1987 -

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

L incanto di Boccadarno. Insieme cercammo un titolo da dare al tuo bel libro, ma fosti tu poi a sceglierlo, e d incanto appunto si trattava.

L incanto di Boccadarno. Insieme cercammo un titolo da dare al tuo bel libro, ma fosti tu poi a sceglierlo, e d incanto appunto si trattava. Nuova edizione Copyright 1995 Prima Ristampa 1996 Seconda Ristampa 2012 Edizioni ETS Piazza Carrara, 16-19, I-56126 Pisa info@edizioniets.com - www.edizioniets.com Finito di stampare nel mese di maggio

Dettagli

Andrea Bajani Tanto si doveva

Andrea Bajani Tanto si doveva Andrea Bajani Tanto si doveva Quando muoiono, gli uccelli cadono giù. Non se ne accorge quasi nessuno, di solito, salvo il cacciatore che l ha colpito e il cane che deve dargli la caccia. Il cacciatore

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30 11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI Il settore della PA è tra le priorità dell agenda

Dettagli

Laboratorio lettura. 8) Gli animali del carro sono: Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. Veri

Laboratorio lettura. 8) Gli animali del carro sono: Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. Veri Laboratorio lettura Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. 1) Quali anilmali sono i protagonisti della storia? 2) Che cosa fanno tutto l anno? 3) Perché decidono di scappare dal

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Seconda PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

TABELLA DEI COMPLEMENTI

TABELLA DEI COMPLEMENTI TABELLA DEI COMPLEMENTI REALIZZATA CON LA COLLABORAZIONE DELLA CLASSE II B DELLA SCUOLA SECONDARIA DALLA CHIESA E RUSSO DI BUSNAGO (MB) A. s. 2011/ 12 COMPLEMENTO DOMANDA A CUI RISPONDE ESEMPIO OGGETTO

Dettagli

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA ANNARITA RUBERTO http://scientificando.splinder.com DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA per i piccoli Straws akimbo by Darwin Bell http://www.flickr.com/photos/darwinbell/313220327/ 1 http://scientificando.splinder.com

Dettagli

Il Bhutan: il regno del dragone tuonante

Il Bhutan: il regno del dragone tuonante : il regno del dragone tuonante di Paolo Castellani 12 Il Memorial Chorten a Thimphu Lo Dzong di Paro? Ma dov è? Questa è la risposta che ti puoi aspettare quando dici che andrai in Bhutan. Questo remoto

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Il desiderio di essere come tutti

Il desiderio di essere come tutti Francesco Piccolo Il desiderio di essere come tutti Einaudi INT_00_I-IV_Piccolo_Desiderio.indd 3 30/08/13 11.44 Sono nato in un giorno di inizio estate del 1973, a nove anni. Fino a quel momento la mia

Dettagli

THEATRON Linea GLASS. Sistemi per Balconi

THEATRON Linea GLASS. Sistemi per Balconi www.metrawindows.it THEATRON Linea GLASS Sistemi per Balconi METRA. LO STILE CHE DA VALORE AL TUO HABITAT METRA. Design, Colore, Emozione. Lo stile italiano che il mondo ci invidia. I sistemi integrati

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO P. F. Fumagalli, 31.10.2104 Il Dialogo è una componente essenziale dell essere umano nel mondo, in qualsiasi cultura alla quale si voglia fare riferimento: si

Dettagli

ALTRE PAROLE PER DIRLO. Diamo corpo e parola alla forza delle donne NOVEMBRE GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE

ALTRE PAROLE PER DIRLO. Diamo corpo e parola alla forza delle donne NOVEMBRE GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE 25 foto di Sophie Anne Herin GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE ALTRE PAROLE PER DIRLO Diamo corpo e parola alla forza delle donne Libere di scegliere Libere di desiderare Libere di

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino

Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino Cantiere Pastiglie Leone Rita Miccoli Cell. 335.80.22.975 r.miccoli@studioimmobiliareregina.it www.studioimmobiliareregina.it Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino RINASCE

Dettagli

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 2 ... ... ... ... ... ...

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 2 ... ... ... ... ... ... VOLUME 1 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE ACQUE INTERNE 1. Parole per capire A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: valle... ghiacciaio... vulcano... cratere...

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE RISORSE ENERGETICHE : ALTERNATIVE E SUGGERIMENTI. Isitip Verrés sede Pont-Saint-Martin AS 2006/07

QUESTIONARIO SULLE RISORSE ENERGETICHE : ALTERNATIVE E SUGGERIMENTI. Isitip Verrés sede Pont-Saint-Martin AS 2006/07 QUESTIONARIO SULLE RISORSE ENERGETICHE : ALTERNATIVE E SUGGERIMENTI Isitip Verrés sede Pont-Saint-Martin AS 2006/07 Sezione A: Che cosa sappiamo delle risorse energetiche? Sono risorse energetiche non

Dettagli

EFFICIENZA E AUTOGESTIONE ENERGETICA A SCALA DI EDIFICIO

EFFICIENZA E AUTOGESTIONE ENERGETICA A SCALA DI EDIFICIO Forum Internazionale Green City Energy MED LO SVILUPPO DELLE SMART CITIES E DEI GREEN PORTS NELL AREA MEDITERANEA Convegno La produzione di energia rinnovabile nella Smart City Sessione Integrazione dei

Dettagli

Un roseto. le nuvole. Dai suoi 1500 metri, è il più alto d Europa (Bulla, Ortisei - Alto Adige)

Un roseto. le nuvole. Dai suoi 1500 metri, è il più alto d Europa (Bulla, Ortisei - Alto Adige) Dai suoi 1500 metri, è il più alto d Europa (Bulla, Ortisei - Alto Adige) Un roseto Il gazebo adiacente la casa sfrutta l estensione fra di un glicine centenario le nuvole e offre ombra e riparo nelle

Dettagli

STRUTTURE RESIDENZIALI PER ANZIANI. Indirizzo Telefono e Fax E-mail Tipologia Accreditamento. ilgignoro@diaconia valdese.org. Tel.

STRUTTURE RESIDENZIALI PER ANZIANI. Indirizzo Telefono e Fax E-mail Tipologia Accreditamento. ilgignoro@diaconia valdese.org. Tel. Denominazione Anna Lapini - Povere glie dalle Sacre Stimmate Il Gignoro - C.S.D. Diaconia Valdese orentina L. F. Orvieto - Suore Passioniste Paolo VI - glie della carità di San Vincenzo de Paoli Santa

Dettagli

Arpa Emilia-Romagna. Elenco incarichi conferiti ai Consulenti e Collaboratori esterni nell'anno 2006 - periodo annuale

Arpa Emilia-Romagna. Elenco incarichi conferiti ai Consulenti e Collaboratori esterni nell'anno 2006 - periodo annuale Arpa Emilia-Romagna. Elenco incarichi conferiti ai Consulenti e Collaboratori esterni nell'anno 2006 - periodo annuale Nominativo / SCS AZIONINNOVA SPA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BOLOGNA UNIVERSITA' LA

Dettagli

LUPI DIETRO GLI ALBERI

LUPI DIETRO GLI ALBERI dai 7 anni LUPI DIETRO GLI ALBERI Roberta Grazzani Illustrazioni di Franca Trabacchi Serie Azzurra n 133 Pagine: 176 Codice: 978-88-566-2952-1 Anno di pubblicazione: 2014 L Autrice Scrittrice milanese

Dettagli

1^A - Esercitazione recupero n 4

1^A - Esercitazione recupero n 4 1^A - Esercitazione recupero n 4 1 In un cartone animato, un gatto scocca una freccia per colpire un topo, mentre questi cerca di raggiungere la sua tana che si trova a 5,0 m di distanza Il topo corre

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia Affronteremo un breve viaggio per scoprire il significato che la volta celeste aveva per i popoli

Dettagli

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente?

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Ognuno di noi ha espresso le proprie opinioni, poi la maestra le ha lette ad alta voce. Eravamo proprio curiosi di conoscere le idee ti tutti! Ecco tutti

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi come Anno scolastico 2012-2013 Classe 2 a D 1 Istituto Comprensivo G. Mazzini Erice Trentapiedi Dirigente Scolastico: Filippo De Vincenzi Ideato e realizzato

Dettagli

La bellezza è la perfezione del tutto

La bellezza è la perfezione del tutto La bellezza è la perfezione del tutto MERANO ALTO ADIGE ITALIA Il generale si piega al particolare. Ai tempi di Goethe errare per terre lontane era per molti tutt altro che scontato. I viandanti erano

Dettagli

CI INTERESSA visione, strategia, politiche

CI INTERESSA visione, strategia, politiche CI INTERESSA visione, strategia, politiche 45 Convegno Santa Margherita Ligure Grand Hotel Miramare 5 6 giugno 2015 La politica e le politiche sono cose molto diverse. La prima troppo spesso sembra attenta

Dettagli

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi SOGNO intro: FA#4/7 9 SI4 (4v.) SI4 DO#-7 Son bagni d emozioni quando tu FA# sei vicino sei accanto SI4 DO#-7 quando soltanto penso che tu puoi FA# FA#7/4 FA# SI trasformarmi la vita. 7+ SI4 E vestirti

Dettagli

La Sua Salute e il Suo Benessere

La Sua Salute e il Suo Benessere La Sua Salute e il Suo Benessere ISTRUZIONI: Questo questionario intende valutare cosa Lei pensa della Sua salute. Le informazioni raccolte permetteranno di essere sempre aggiornati su come si sente e

Dettagli

FREQUENZA COMPORTAMENTO CONOSCENZE ABILITÀ-ORIGINALITÀ APPRENDIMENTO max. 3 punti 0-1-2 punti max. 10 punti max. 10 punti media

FREQUENZA COMPORTAMENTO CONOSCENZE ABILITÀ-ORIGINALITÀ APPRENDIMENTO max. 3 punti 0-1-2 punti max. 10 punti max. 10 punti media Commissione 1 - COMMISSIONE AFFARI ESTERI (AFET) CHAIR: Ilaria BLASUCCI, Alessandro IANNAMORELLI TOTALE INCONTRI: CALCIOTTI LUDOVICA VAIANA VALENTINA DI CASTRO MATTEO VERNICA DIANA LE LUCA MARIANNA SBARDELLA

Dettagli

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012 9 / 30 settembre 2012 Il progetto 2012 Il progetto 2012 di DimoreDesign, sulla scia del successo dell edizione 2011, ne riprende e amplia l obiettivo fondamentale di rendere fruibile il patrimonio artistico,

Dettagli

Una storia vera. 1 Nome fittizio.

Una storia vera. 1 Nome fittizio. Una storia vera Naida 1 era nata nel 2000, un anno importante, porterà fortuna si diceva. Era una ragazzina come tante, allegra, vivace e che odiava andare a scuola. Era nata a Columna Pasco, uno dei tanti

Dettagli

Un workshop eccezionale

Un workshop eccezionale Un posto splendido Ischia, l isola bella nel Golfo di Napoli, nata da un vulcano. Al sud dell Isola si trova un albergo in mezzo alla natura, 200 m sopra il mare, in un giardino romantico con le palme,

Dettagli

Alle nostre latitudini la domanda di

Alle nostre latitudini la domanda di minergie Protezioni solari con lamelle, in parte fisse, e gronde Benessere ter edifici ed effi Nella società contemporanea trascorriamo la maggior parte del nostro tempo in spazi confinati, in particolare

Dettagli

Svolgimento della prova

Svolgimento della prova Svolgimento della prova D1. Il seguente grafico rappresenta la distribuzione dei lavoratori precari in Italia suddivisi per età nell anno 2012. a. Quanti sono in totale i precari? A. Circa due milioni

Dettagli

Ferroviario e dell Alta Velocità. Milano, 15 marzo 2014

Ferroviario e dell Alta Velocità. Milano, 15 marzo 2014 Lo sviluppo del Trasporto Ferroviario e dell Alta Velocità in Italia Milano, 15 marzo 2014 Lo sviluppo della mobilità in treno: i grandi corridoi europei La rete TEN (Trans European Network) gioca un ruolo

Dettagli

ALLA SCUOLA MATERNA UNITÁ 16

ALLA SCUOLA MATERNA UNITÁ 16 ALLA SCUOLA MATERNA Marzia: Buongiorno, sono venuta per iscrivere il mio bambino. Maestra: Buongiorno, signora. Io sono la maestra. Come si chiama il bambino. Marzia: Si chiama Renatino Ribeiro. Siamo

Dettagli

wewelcomeyou fate la vostra scelta

wewelcomeyou fate la vostra scelta wewelcomeyou fate la vostra scelta State cercando la vostra prossima destinazione per l estate? Volete combinare spiagge splendide con gite in montagna e nella natura? Desiderate un atmosfera familiare

Dettagli

OPERAZIONE TAVINA. gli 8 motivi per cui pensiamo sia senza senso CEMENTO E SOLO CEMENTO

OPERAZIONE TAVINA. gli 8 motivi per cui pensiamo sia senza senso CEMENTO E SOLO CEMENTO CEMENTO E SOLO CEMENTO Il futuro di Salò non può essere ancora di mattoni, di seconde case, di case vuote e di case invendute. La volumetria approvata (oltre 250 appartamenti) corrisponde a circa il 10%

Dettagli

F.I.N. Delegazione di Piacenza. 6^ Manifestazione Provinciale Propaganda. Pavia 19 Maggio 2013 P R O G R A M M A

F.I.N. Delegazione di Piacenza. 6^ Manifestazione Provinciale Propaganda. Pavia 19 Maggio 2013 P R O G R A M M A Staffette 4 x 25 Stile Libero 1 F SPORT VILLAGE (Azzoni-Mazzeo-Caravaggi-Costa) 2 F VOGHERESE N (Guida-Prizzon-Guagnini-Dragoti) 3 F CENTRO FIN PAVIA (Rossi-Beretta-.-Balduzzi)) 1 F/M MELEGNANO (Marchesoni-Gigli-Turazza-Benussi)

Dettagli

DOVE SONO I MIEI OCCHIALI

DOVE SONO I MIEI OCCHIALI DOVE SONO I MIEI OCCHIALI 60 NOTE PER L INSEGNANTE Questo gioco è utile per l apprendimento o il rinforzo di alcune strutture e di indicatori spaziali. Le strutture da utilizzare possono partire dalla

Dettagli

DOVE SONO I MIEI OCCHIALI

DOVE SONO I MIEI OCCHIALI DOVE SONO I MIEI OCCHIALI 60 NOTE PER L INSEGNANTE Questo gioco è utile per l apprendimento o il rinforzo di alcune strutture e di indicatori spaziali. Le strutture da utilizzare possono partire dalla

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

I PRONOMI PERSONALI. Prima persona io noi Seconda persona tu voi Terza persona lui, lei (egli, ella, esso, essa) loro (essi, esse)

I PRONOMI PERSONALI. Prima persona io noi Seconda persona tu voi Terza persona lui, lei (egli, ella, esso, essa) loro (essi, esse) I PRONOMI PERSONALI PRONOMI PERSONALI SOGGETTO Prima persona io noi Seconda persona tu voi Terza persona lui, lei (egli, ella, esso, essa) loro (essi, esse) Ella, esso, essa sono forme antiquate. Esso,

Dettagli