DAI COMINCIA a CORRERE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DAI COMINCIA a CORRERE"

Transcript

1 Giornalino informativo del Club Ausonia Anno XXI - n 128 Maggio Associazione sportiva - art. 36/38 e seguenti Codice Civile statuto reg. Trib. di Firenze n il 15/12/1978 Sede Via Giacomo Matteotti Sesto F.no (FI) - tel/fax fax sito: DAI COMINCIA a CORRERE C l a s s i f i c a d i c a t e g o r i a e P a r t e c i p a z i o n e CATEGORIA A MASCHILE CONTI LEONARDO 2 BORGIANNI LUCA 3 DELLA MORTE SIMONE CATEGORIA A FEMMINILE ^BIANCHI EVA 2^ALBERICCI MARTINA 3^GISTRO ELISABETTA CATEGORIA B MASCHILE CAPPELLINI LORENZO 2 TAFANI MANUEL 3 ROSINI ANDREA CATEGORIA B FEMMINILE ^COSTI EMMA 2^GISTRO SILVIA 3^BINDI BENEDETTA CATEGORIA C MASCHILE MORSIANI NICCOLO 2 PELAGATTI ELIA 3 ALBINI NICCOLO SCUOLA PESCETTI PESCETTI AMBROSOLI MARCONI (FI) CAVALCANTI CAVALCANTI GALILEO CHINI BARTOLOTTI BARACCA DON MILANI PASCOLI RADICE BALDUCCI QUERCETO RODARI CATEGORIA C FEMMINILE ^CADEDDU SOFIA 2^MAIANI VITTORIA RADICE 3^STORTI MARTINA SCOLOPI CLASSIFICA SCUOLE 1^DE AMICIS 13 PARTECIPANTI 2^VANNINI 11 * 3^BORTOLOTTI 8 * 1 PARTECIPANTI Albericci Martina 1997 Conti Leonardo * Borgianni Luca 1998 Bindi Lorenzo * Liistro Elisabetta * Bianchi Eva 2000 Benvenuti Niccolò * Della Morte Simone * Gentile Davide * Ignesti Alessandro * Lastrucci Alessio * Bedegnar Lorenzo 2001 Bindi Benedetta * Cappellini Lorenzo * Castagnoli Mauro * Ciampolini Irene * Cugnach Matteo * Degl Innocenti Alice * Dugini Leonardo * Finocchiaro Greta * Finocchiaro Martina * Gelli Alessio * Grassi Alessio * Liistro Silvia * Lupi Igor * Mcgrath Nicole * Nesti Alessandro * Quirini Giovanni * Rosini Andrea * Tafani Manuel * Bariletti Elena 2002 Bini Lorenzo * Ceccherini Jacopo * Costi Emma * Della Morte Fabio * Gintoli Francesco * Lotti Dario * Lucchesi Benedetto * Montalbani Noemi * Perini Eleonora * Sabatelli Lucia * Accordi Luce 2003 Albergo Nicola * Benelli Riccardo * Cioni Alice * Franchini Anna * Gentile Francesco * Gianassi Davide * Gozzi Alessio * Maiani Giulia * Pelagatti Jeff * Monzecchi Asia * Morandini Massimiliano * Romani Riccardo * Rosini Tommaso * Sabatelli Ilaria * Trabucco Sofia * Ulivi Alice * Benelli Cosimo 2004 Bruni Tommaso * Casatello Giampaolo * Chiarlitti Morgana * Ciampolini Davide * Cinelli Camilla * Cugnach Fabio * Della Morte Tommaso * Lastrucci Marco * Lupi Silvia * Paoletti Serena * Scarpettini Lorenzo * Albini Niccolò 2005 Andreini Jacopo * Castagnoli Mirko * Ceccherini Juri * Dell Occhio Olmo * Dugini Gabriele * Fantechi Marco * Fantechi Tommaso * Maiani Vittoria * Matrone Irene * Pazzagli Niccolò * Pelagotti Niccolò * Quercioli Cosimo * Storti Martina * Accordi Lapo 2006 Bariletti Francesco * Brunetti Cesare * Menichetti Marta * Perini Marco * Scarpelli Sara * Andreini Mariasole 2007 Ciabatti Maria * Cinelli Carlotta * Costi Lara * Martini Alessio * Morsiani Niccolò * Quercioli Sara * Quirini Claudio * Ricci Leonardo * Cadeddu Sofia 2008 Pelagatti Elia * Pazzagli Alice * Battistini Andrea 2009

2 CLASSIFICHE AUSONIA Mezza Maratona di Empoli km \04\ 11 Targioni Roberto 1 h 28:42 Innocenti Leonardo 1 h 37:57 Mezza Maratona dei Tre Pontili km Forte dei Marmi 17\04\ 11 Bindi Antonio 1 h 31:39 Finocchiaro Dario 1 h 31:39 Gianassi Giuseppe 1 h 33:50 Sassolini Serena 1 h 40:49 Rossetti Francesca 1 h 49:01 Maratona di Madrid km \04\ 11 Conti Fabrizio 3 h 56:41 Gazzini Graziano 3 h 56:49 Ciulli Gianni 4 h 08:34 Maratona di Londra km \04\ 11 Carbone Luca 2 h 55:17 Tiberio Franco 3 h 10:24 Trabucco Giancarlo 3 h 30:02 50 km. di Romagna 25\04\ 11 Carbone Luca 4 h 06:25 Cocco Marco 4 h 52:23 Mezza Maratona di Prato km \04\ 11 Targioni Roberto 1h 29:26 Rosati Stefano 1h 34:04 Durgoni Roberto 1h 40:56 Giuliani stefano 2h 04:36 Furlanetto Nicola 2h 10:29 Rondoni Fabrizio 2h 11:54 37 Trofeo Frosali km \04\ 11 Conti Fabrizio 1h 03:50 Finocchiaro Dario 1h 04:06 Mariotti Stefania 1h 08:17 Bicchielli Claudio 1h 10:11 Sassolini Serena 1h 12:22 (Sestoidee) Bruschi Gabriella, (Ausonia) Calzolari Marialuisa, (Croce d Oro Prato) Barducci Fabrizio Alfredo Martini Siro Magni Vincitore Del 37 Trofeo O. Frosali 2011 CLASSIFICA ARRIVO 1 ass. Ermili Said h ass. Treve M. h ass. Becattini F. h vet. Cei M. h vet. Braschi A. h vet. Scortichini A. h v.arg. Baicchi G. h v.arg. Siddu M. h v.arg. Cavallini V. h ass.f Iozzelli E. h ass.f Tiberi L. h ass.f Megli M. h vet.f Grassi L. h vet.f Chenet S. h vet.f Alvisi P. h Trofeo Oliviero Frosali Trofei per società Realizzati da Calzolari Marialuisa VETRERIA FAGGI CORRADO S.N.C. di Faggi franco & C. Lavorazione e posa in opera di VETRI, CRISTALLI, SPECCHI, CRISTALLI STRATIFICATI VETRATE TERMICHE Via della Sassaiola 6 tel/fax Sesto Fiorentino Sito: Adesione tel. il venerdì AUSONIA h Calzolari Luisa cell Magni Siro tel casa Latini Valfrido cell Fratoni Maurizio cell

3 Amore e morte alla corte di Cosimo (a cura di Romano Valli) Alla morte di Cosimo, seguirono due tragedie, che gettarono sulla famiglia Medici un ombra sinistra. L unica figlia rimastagli, Isabella, viveva alla sua corte, sposata fin da bambina, non certo per amore ma per ragioni politiche, a Paolo Giordano Orsini, duca di Bracciano. Tra marito e moglie nessun legame sentimentale. Paolo Giordano viveva a Roma in mezzo a feste e bagordi, oppure impegnato in imprese militari. Isabella a Firenze, nell antico palazzo di Via Larga, che il padre Cosimo le aveva assegnato, o in palazzo Pitti, o alla villa del Poggio Imperiale, contornata da gentildonne, o cavalieri e uomini di cultura. Bella, intelligente, spiritosa, Isabella non si faceva ammirare ed amare soltanto per le sue doti fisiche, ma anche per la sua intelligenza e per la sua cultura, che rendevano le sue conversazioni piacevoli e brillanti. L amore le si rivelò nella persona di un cugino del marito, Troilo Orsini, bello, cortese, galante, mentre Paolo Giordano, col passare degli anni, si era trasformato in una specie di mostro, la cui schifosa obesità era motivo di riso e di scherno. Accanto ad Isabella, come lei vivace, intelligente, spiritosa, appassionata, viveva la giovane Eleonora di Toledo, figlia di un fratello della duchessa Eleonora, il quale perduta la moglie, aveva affidato alla sorella la bambina orfana, che portava il suo stesso nome. La duchessa Eleonora aveva allevato la piccola Eleonora tra i propri figli. Compagno d infanzia e di adolescenza era stato perciò il cugino don Pietro, ultimo figlio di Cosimo, giovane, come era risaputo, scapestrato se non addirittura dissoluto. Si pensò di fargli mettere testa a partito, dandogli in sposa la giovanissima Eleonora, ma il matrimonio fra cugini non fu felice, a causa di don Pietro che trascurava vergognosamente la delicata fanciulla, delusa dal matrimonio col suo vizioso compagno di giochi. Dopo una relazione con un paggio di corte che scoperto, dalla paura si fece frate, la bella Eleonora era caduta tra le braccia di un cavaliere di Santo Stefano, Bernardino Antinori, giovane di bell aspetto, di cortesi e galanti maniere, di testa calda, valoroso in guerra, quant era prepotente in città, tanto da essere arrestato, condannato e poi trucidato nelle segrete del Bargello, con gran dolore di Eleonora, che non seppe nascondere la propria fiamma amorosa. Intanto Cosimo non si stancava di ripetere alla figlia: Isabella, io non ho a vivere sempre. Intendeva ammonirla di non approfittare della sua accondiscendenza, prevedendo che alla sua morte molti nodi sarebbero venuti al pettine. Morto Cosimo il suo successore Francesco, che non poteva certo dirsi esempio di moralità, ma che non amava la sorella Isabella e mal sopportava la cugina Eleonora, richiamò i mariti, non al senso di responsabilità, ma al risentimento dell onore. Coloro che maggiormente avevano la colpa delle colpe amorose delle loro donne, farsi carnefici, col consenso e l omertà del nuovo granduca. La più ignobile delle viltà a- vrebbe così riscattato il più vile degli onori. La cronaca di questi fatti è venuta fino a noi per mezzo dei diaristi dell epoca i quali narrano che all indomani della morte di Cosimo, Eleonora fu portata a Cafaggiolo dal marito don Pietro dé Medici, dopo due giorni si sparse in Firenze la voce che Eleonora, era stata strangolata da suo marito con un asciugamano. Il Lapini (diarista) aggiunge una nota di pietà affermando che: Eleonora aveva 21 anni, bella, graziosa, gentile, garbata, leggiadra, alla mano e soprattutto aveva due occhi che di bellezza pareggiavano due stelle. L infelice giovane, da Cafaggiolo, fu portata a Firenze e in San Lorenzo, fu sepolta la notte del 11 luglio Paolo Giordano Orsini non volle essere da meno del cognato. Giunse da Roma gonfio di ventre e di vendetta, condusse la bella moglie infedele, nella villa di Cerreto Guidi, dove Isabella entrò angosciata col presentimento di una sciagura imminente. La villa di Cerreto Guidi era la più severa e la più tetra delle ville medicee. Là giunse a Isabella la notizia della morte di Eleonora e forse previde che un uguale sorte si preparava anche per lei. La sera del 15 luglio, Isabella era ancora seduta a tavola con madonna Lucrezia Frescobaldi la sua dama di compagnia, quando arrivò un servo portando due splendidi cani da caccia da parte di Paolo Giordano, il quale mandava a chiedere se ella voleva provarli a caccia l indomani. Mandava anche a chiedere se voleva raggiungerlo nella sua stanza e andare a dormire con lui. Quest ultimo invito turbò più che mai Isabella, la quale si rivolse alla dama per chiederle: Madonna Lucrezia, vo io, sì o no? Al che la dama si strinse nelle spalle e rispose: vostra eccellenza faccia quello che ella crede, egli è suo marito. Isabella pallida e atterrita, seguì al lume della torcia il servo per entrare nella camera del marito, dove incontrò l amplesso della morte. Così si spengeva la stella di casa Medici, la beniamina di Cosimo, la delizia della corte granducale, ridotta dal marito indifferente e brutale, nera e brutta, addirittura mostruosa per lo spasimo della morte. Ballo con orchestra dal vivo tutti i Sabati dalle ore le Domeniche e festivi dalle ore Tombola tutti i Giovedì, Sabato, Domenica e festivi dalle ore Scuola di Ballo liscio, tutti i Lunedì e Martedì Scuola di ballo Latino-Americano tutti i Mercoledì - Inoltre: Ristorante pizzeria tutti i Sabati e le Domeniche dalle ore Circolo A.R.C.I. Salone Rinascita V. Matteotti 18 tel Sesto Fiorentino 3

4 franco-milanestoscano Da un'idea del franco-milanestoscano Luca Donelli noto a tutti con l'appellativo di Luha (e anche dalla disponibilità sua e di Simona), è nata la trasferta alla Maratona di Milano, che per una volta abbiamo corso a staffetta. L'Ausonia era presente con 2 staffette, denominate "Ausonia for Oklahoma" composta da Cocco/Sagone/Gianassi/Fratoni e "Ausonia for Oklahoma Butta la Pasta" composta da Angelo/Donelli/ Donelli/Sassolini (eh già Luha ha fatto due staffette, era buffo con una maglia sopra l'altra, con due pettorali diversi..) La maratona a staffetta è un'esperienza strana; io ad esempio che ero il terzo staffettista (sono partito al km e ho corso fino al km ), mi sono trovato a correre con maratoneti ormai un po' stanchi, e ovviamente essendo fresco li superavo quasi tutti, il che da una parte dà una bella sensazione a chi supera anche se dall'altra mi chiedevo: - Ma a questi gli romperò le balle??? Che penseranno loro che si fanno tutta la maratona da soli a vedersi superare in modo arzillo e pimpante? Il momento del cambio anche è molto strano...ho visto arrivare Salvatore tra centinaia di persone (meno male la maglia era la stessa e così l'ho riconosciuto) e in un attimo mi ha passato il chip (che era il testimone) e mi ha urlato VAI GIUSEPPE, io son partito ed è strano vedersi con un compagno così, un secondo e via, d'altronde non è che uno può mettersi lì a conversare... sarà successo lo stesso anche a lui con Marco che era partito per primo e a Maurizio con me all'ultimo cambio, immagino. Comunque, al di là dei tempi, ci siamo divertiti, è stata una bella esperienza e dobbiamo ringraziare Simona e Luca per averci ospitato "in massa" in casa loro, con le nostre famiglie. Il sabato sera siamo andati tutti insieme in pizzeria e poi all'hotel Donelli, un ottimo 4 stelle dotato di tutti i comfort e situato in posizione strategica (cioè vicino al centro ma lontano dal casino di Milano), dove era previsto trattamento di mezza pensione, cioè pernottamento, prima colazione e anche il pranzo al ritorno dalla maratona. Che vogliamo di più? Come non ripetere una simile esperienza il prossimo anno? Giuseppe Gianassi Luca donelli - Maurizio Fratoni - Serena Sassolini - Giuseppe Gianassi Domenica 10 Aprile l'ausonia era presente alla Maratona di Milano con 2 staffette. la prima staffetta ha percorso i 42 km e 195 metri in: 3h 03' 13'' alla media di 4'20'' (55^ classificata su 1189 arrivate) ed era composta da: Marco Cocco km. 13,500 in 58'14'' a 4'18'' al km di media Salvatore Sagone km.10,000 in 42'33'' a 4'15'' al km di media Giuseppe Gianassi km.11,700 in 48'51'' a 4'10''al km di media Maurizio Fratoni km.7,000 in 33'35'' a 4'47''al km di media la seconda staffetta ha percorso i 42 km e 195 metri in: 3h 27' 51'' alla media di 4'55'' (268^ classificata su 1189 arrivate) ed era composta da: Angelo Arzarello km13,500in 1h11 27 a 5 17 al km di media Gianluca Donelli km.10,000 in 47 15''a 4 43 al km di media Gianluca Donelli km.11,700 in 54 57''a 4 42 al km di media Serena Sassolini km. 7,000 in a 4 53 al km di media Supermercato DESPAR A L I M E N T A R I Di Innocenti e Landi & C. snc P.zza Ghiberti, 27 Tel Sesto Fiorentino (Fi) Servizio a domicilio Specialità gastronomiche 4

5 Il Podista Invisibile A voler dar retta ai vocabolari, il podista è semplicemente l'atleta specializzato nella marcia o nella corsa a piedi. A noi, che frequentiamo questo ambiente, la definizione, per quanto esatta, appare molto riduttiva. Infatti, si possono distinguere svariate tipologie di podisti. Esiste l'ipercompetitivo, per il quale anche l'uscita in allenamento è l'occasione giusta per trovare qualcuno da 'mettere dietro'. All'opposto c'è quello che, anche se partecipasse ad una gara con un montepremi milionario, non si sentirebbe stimolato a correre più velocemente di quella che ritiene la sua velocità di crociera. Poi ci sono i podisti che usano la corsa per conoscere posti nuovi, podisti che corrono solo per il piacere di condividere l'amore per questo sport con altre centinaia di persone. Podisti che corrono, magari con le cuffiette dell'ipod, e che non si rendono conto neppure del percorso che fanno ne delle persone che hanno a fianco. Ci sono podisti che invece pensano anche troppo a chi gli sta accanto e tentano addirittura di intavolare delle conferenze mentre si sta correndo, non scoraggiandosi neppure di fronte a qualche ripida salita. Potrei portare ancora molti esempi del variegato modo di essere podista, ma voglio prendere in esame un tipo di podista che ritengo essere un esclusiva del GS Ausonia: il Podista Invisibile. Alla creazione di questa tipologia contribuiscono sia il podista stesso sia un concatenarsi di cause estranee alla sua volontà. In partenza, il soggetto in questione ci mette di suo alcune cose: una scarsa partecipazione alla vita sociale del gruppo al quale appartiene, una scarsa disponibilità a dare un aiuto in fase organizzativa, infine partecipa a pochissime gare durante tutto l'anno. Ci sono poi altri fattori che creano la sua invisibilità. Per esempio: la sua foto ed il suo nome non appaiono sul sito del gruppo dedicato agli atleti, nei punteggi mensili degli atleti non prende punti anche quando partecipa ad una gara (vedi Maratona di Firenze 2010). Ma non è finita, gli può anche capitare di partecipare e terminare un'altra gara (Trofeo SM di Prato 2011) e di trovare nella posizione a cui corrisponde il suo tempo, una bella riga vuota con il punto interrogativo al posto del proprio nome. Ma la cosa che lo consacra veramente Podista Invisibile è quella che succede il 20 Marzo Il nostro si iscrive, con largo anticipo, alla Maratona di Roma 2011 presso il negozio Il Campione di Prato prenotando anche il viaggio per Roma con partenza la mattina della gara. Avendo organizzato la partenza di 2 pullman anche di sabato, gli viene detto che il suo pettorale, come quello degli altri iscritti che partono la domenica, verrà ritirato da chi si trova lì il sabato. Ma la domenica mattina del suo pettorale, e solo di quello, non c'è traccia. Intanto sono le 08:20 e alle 09:00 si dovrebbe partire, quindi non c'è tempo per contattare la direzione corsa e tentare di risolvere, diciamo legalmente, la faccenda. La fortuna vuole che 2 o 3 iscritti non sono potuti essere presenti. A questo punto l'unica soluzione per non vanificare mesi di allenamenti e il viaggio con levataccia alle 3 di notte è di appropriarsi di uno dei pettorali avanzati e correre sotto mentite spoglie. Quindi si fa i suoi 42 km, soffre, impreca, gioisce, si tiene le sue vesciche ed il suo mal di gambe del giorno dopo ma quel giorno non risulta presente. Lui ufficialmente a Roma non c'era, ed è a questo punto che ha la certezza assoluta di essere 'Il Podista invisibile'. Fulvio Pelagatti P.S. Quello che ho scritto riguardo la mancanza della foto sul sito e dei punti mensili non è certo un rimprovero a chi cura queste cose. Non è che ci tenga particolarmente, mi basta la consapevolezza di fare parte di un gruppo sportivo veramente speciale. Poi devo fare le scuse anche a Vincenzo Scriminaci,il legittimo proprietario del pettorale 1807 al quale con il mio 4:23'44'' non ho reso un bel servizio, in quanto lui è capace di fare molto meglio (3:18'55'' Borgo san Lorenzo 2009). Da podista spero capisca le motivazioni che mi hanno spinto a correre con il suo pettorale. Non servo rancore neppure ai responsabili de Il Campione Sport per il disguido. Anzi ringrazio Silvano per avermi fatto trascorrere una meravigliosa giornata di sport. Ciao a tutti e Forza Ausonia. FIOCCO ROSA IN CASA CORTI! La mattina di venerdì 22 aprile 2011 è nata GIA- DA, la prima nipote del nostro socio e amico RAFFAELLO CORTI. Chi lo conosce sa quanto sia grande la sua disponibilità verso gli altri, lo vediamo all interno del nostro gruppo ma anche fuori in altre attività sempre legate al volontariato che Raffaello pratica da anni con costanza e impegno e soprattutto con grande umiltà. Sarà inevitabile che queste sue doti umane siano da ora in a- vanti rivolte anche alla cura della piccola Giada, coadiuvato attivamente dalla moglie Rosanna anch essa sempre presente nelle attività del nostro gruppo. A loro e ai genitori della piccola GIADA i migliori auguri da tutti gli amici dell AUSONIA. Il Presidente e tutto il consiglio Ausonia ringrazia i collaboratori che hanno partecipato al successo della manifestazione del 37 Trofeo Oliviero Frosali: Circolo Rinascita, Sestoidee, Polizia Municipale, Comune, UISP, Misericordia, Protezione Civile, Carabinieri in congedo, Sponsor, Soci podisti, Parenti e Amici. Vuoi conoscere il nostro club? 5

6 LA BOCCA di LEONE o gola di lupo e anche lino dei muri o erba strega comunque la si voglia chiamare annuncia la bella stagione di Alessandra Bruscagli E un fiore dalla forma strana, comunemente chiamato bocca di leone o muso di leone ma anche bocca di lupo, gola di lupo o muso di vitello, infatti comprimendo la saldatura tra i due petali, essi si aprono come la bocca degli animali da cui hanno preso il nome, ma il nome scientifico è anthirrhinum majus e deriva dal greco ànthos fiore e rhis, rhinòs naso con allusione alla sua curiosa forma. Appartiene alla famiglia delle Scrofulariacee. In Germania questa pianta dagli allegri colori è chiamata loewenmaul che significa gola di leone, il nome inglese è snapdragon che vuol dire drago che morde, mentre in Francia è detta muflier, da mufle che è uguale a muso. Altri modi di chiamare questa pianta annuale sono: erba strega, capo di cane, lino dei muri, fior del capriccio. E una piantina robusta, perenne, rustica, che cresce nelle aree mediterranee. Può essere alta da trenta centimetri a un metro a seconda delle varietà che possono essere nane, medie, giganti. Ha un fusto che lignifica alla base, foglie lanceolate verde scuro, i fiori a spiga di svariati colori: bianco, rosso, giallo, rosa, scarlatto; fioriscono da Giugno a Ottobre. Ama l esposizione in pieno sole e necessita di innaffiature regolari ma non troppo abbondanti. Per prolungare il periodo di fioritura è sufficiente recidere le infiorescenze appassite. Quando i fiori cadono danno spazio a piccoli baccelli che sono ricolmi di piccoli e numerosissimi semi neri; si possono raccogliere e conservarli in bustine, per utilizzarli nella stagione successiva; di solito si seminano in Febbraio, per mettere a dimora le piantine in Marzo-Aprile. La bocca di leone si adopera per bordure, aiole, giardini rocciosi, si può coltivare in vasi e cassette e nelle varietà più grandi si usa come fiore reciso per completare mazzi e bouquet. Nel Medioevo le ragazze mettevano tra i capelli una bocca di leone quando volevano rifiutare un corteggiatore. A questo proposito scrive così un autore anonimo: i cavalieri del Medioevo odiavano l anthirrhinum come un nemico e avrebbero sparso volentieri il loro sangue per farlo scomparire dalla faccia del globo. Ma lui si rideva di quei furori e, per dileggio, vegetava proprio sulle mura di quegli antichi castelli, non curante di sentirsi chiamare fior del capriccio. Si dice anche che se un principe portava indosso un rametto di questa pianta magica sarebbe stato più amato, più apprezzato, più gradito ai suoi sudditi. Nel volume Fiori e Giardino curato da Ippolito Pizzetti, che l ha ripreso da un testo, a proposito della bocca di leone si legge: Credono le donnicciole che l Anthirrhnum renda più bella e più lustra la faccia se si bagna con l acqua del suo seme e che non faccia stancare mettendone le foglie nelle scarpe. Questa credenza nelle sue virtù magico-cosmetiche non è di data storicamente recente, ma risale a Dioscoride (medico e naturalista greco, considerato il fondatore dell erboristeria. Ha descritto le proprietà di seicento erbe medicinali nel suo De materia medica ) che consigliava a tal fine di mescolarlo a olio di giglio. Dioscoride, tuttavia, gli attribuiva poteri ancor più grandi e affermava addirittura che portata al braccio come un amuleto, la pianta di Anthirrhnum serviva a preservare gli uomini dalle malattie. Un antichissima leggenda medievale narra di un castello assediato dai nemici e di come tre fanciulli volessero entrarvi per salvare la sorella rimasta prigioniera all interno o condividere con lei un destino comune. Essi cercarono, ingenuamente, di arrampicarsi sulle pietre dalle quali spuntavano ciuffi d erba fino ad arrivare ad un piccolo ballatoio che a- vrebbe permesso loro di introdursi nel maniero. Naturalmente furono visti dalle guardie che lanciarono contro di loro un nugolo di frecce. Colpiti caddero all indietro, e il loro sangue innocente bagnò l erba che produsse meravigliosi fiori colorati e ancora oggi non è difficile vedere abbarbicate a vecchi muri piante fiorite di bocche di leone. Nel linguaggio dei fiori è simbolo del capriccio, ma anche della ferocia, dell indifferenza e della impassibilità. Qualunque sia il loro significato sono fiori allegri che possono ravvivare giardini e balconi. Del bianco e del nero immagini bambine a ritrovare gesti che divengano parole nel punto più nascosto dove non arrivano tempeste. Ora mi pento per quell idea che mi portava verso nord lontano dal piccolo giardino giallo di bocche di leone in fiore. PANE PASTICCERIA Forno Belli Viale Ariosto n. 422\ Sesto Fiorentino Tel Firenze livorno Coop. Facchinaggio Trasporto Mercato Ortofrutticolo di Novoli Piazza Eugenio Artom, 12 Tel

7 Londra più bella di New York (di Franco Tiberio) Quando il mio amico Giancarlo mi propose di andare a fare la maratona di Londra, non ero tanto convinto. Avevo già corso in paesi Anglosassoni come Edimburgo e Dublino e durante la corsa avevamo trovato sempre tanto vento. Poi quando ti parlano di Londra, ti vengono in mente quelle giornate un po grigie, con quella pioggerellina uggiosa Però Giancarlo aveva desiderio di vedere Londra, inoltre gli avevano parlato bene della maratona e che meritava essere fatta. Da qui inizia la nostra avventura per trovare il pettorale. In Italia arrivano poco più di 200 pettorali e sono in mano alle agenzie, che ti costringono a comprare tutto il pacchetto viaggio. Inutile tentare di iscriversi nel sito della Virgin London Marathon, qui lo possono fare solamente i residenti del Regno Unito. Questo perché la maratona, oltre a essere un grande evento sportivo per loro, è anche un modo per sostenere le oltre 200 diverse organizzazioni benefiche. Dopo due anni di iscrizioni a liste e graduatorie, finalmente riusciamo ad ottenere i tanto ambiti pettorali da Terramia. Siamo euforici e non vediamo l ora di correre questa maratona. Vogliamo farci trovare preparati all appuntamento, anche perché forse sarà l unica volta che la correremo. Purtroppo siamo incappati in vari infortuni e col poco tempo che ci rimane, cerchiamo di arrivare a una preparazione accettabile. Arriva il giorno della partenza per Londra e già inizia un po di agitazione. Pensi: chissà come andrà la corsa, mi sarò abbastanza preparato? L importante è che vada tutto bene e che ci divertiamo, in fondo questa è anche una vacanza. In due ore di volo siamo già a Gatwick. Prendiamo il trenino che ci porta a Victoria Station, poi la metro che ci porta dritti all albergo. Tempo di fare il check in e posare le valige, riprendiamo la metropolitana e andiamo all expo a prendere i pettorali. E una bellezza muoversi a Londra, con la metropolitana arrivi dappertutto in pochi minuti! L expo è in un gigantesco padiglione. Appena entrati si respira già aria di festa: musica, varie attrazioni e tantissima gente. Ritiriamo il pettorale e facciamo le foto di rito. Diversamente che da altre parti il chip della corsa per la rilevazione del tempo ci viene personalizzato, provato e consegnato all istante da un addetto col computer. Dopo di ciò con Giancarlo prendiamo la maglietta ufficiale della corsa e visitiamo gli innumerevoli stand dove vendono abbigliamento sportivo, prodotti energetici e promuovono altre maratone. Ci facciamo una foto sopra un caratteristico vecchio autobus inglese di quelli a due piani, parcheggiato all interno dell expo davanti a un bar. Gli stand sono tanti e purtroppo col tempo che ci rimane non riusciamo a visitarli tutti. Stanchissimi facciamo ritorno all albergo. Il sabato abbiamo prenotato una gita con autobus e guida che ci fa fare una visita panoramica oltre che ai più bei monumenti del centro, anche nei più rinomati quartieri di Londra. Visitiamo anche i parchi, che in questo periodo dell anno sono bellissimi, variopinti da innumerevoli composizioni di fiori e piante tenuti veramente bene. La sera pasta party in albergo e a letto presto ( dopo aver preparato tutto l occorrente per la gara!). E arrivato il giorno tanto atteso, il giorno della maratona: sveglia alle 4,30 tanto la notte prima della gara sei agitato e non riposi bene. Alle 5.15 scendiamo giù in albergo a fare colazione insieme ad altri maratoneti. Fra tutti abbiamo delle facce sarà perché siamo ancora mezzi addormentati! Alle 5,45 partenza col pullman per Greenwich Park, zona di ritrovo dei maratoneti: la giornata secondo le previsioni sarà serena, primaverile e questo ci conforta tantissimo. Io e Giancarlo siamo nella zona di partenza Blu, mentre i maratoneti col pettorale rosso e verde sono dislocati sempre nel parco, ma in punti differenti. Partiremo da strade diverse per poi ricongiungerci al terzo miglio (Questo per non creare intasamenti alla partenza, essendoci più di 40 mila partecipanti!). L attesa dello start è lunga e snervante ma Giancarlo riesce a dormicchiare. La mattina fa freschino, però non tira vento. Mentre aspettiamo ci offrono acqua, tè, caffè e latte caldi: gli operatori sono gentilissimi I w.c. sono dislocati dappertutto, sono pulitissimi e all uscita ti puoi lavare le mani col gel disinfettante. Alle 9,15 partono le top runner donne: le vediamo nello schermo gigante, mentre noi facciamo riscaldamento. Finalmente entriamo in gabbia e qui troviamo il nostro amico Luca gasatissimo! Battiamo il cinque, ci facciamo gli auguri e finalmente dopo l inno alle 9,45 si parte. Già alla partenza c era tanto pubblico, ma non mi aspettavo che fin dai primi metri sui bordi della strada ci fosse così tanta gente! Tutto il percorso della maratona è leggermente ondulato. I primi 5 km sono un po a favore, mentre la seconda parte è più impegnativa. La strada è larga, riempita da tanti podisti, ma scorriamo bene. Al 5 km vedo confluire verso il nostro viale, da sinistra, un fiume di atleti. Sono quelli col pettorale rosso che si stanno unendo a noi. Non avevo mai visto cosi tante persone correre insieme. Su tutto il percorso ai bordi della strada un pubblico fantastico e casinista che incita tutti...anche qui come in altre corse del nord Europa la gente, specialmente bambini, esce di casa e aspetta gli atleti per offrire loro biscotti,caramelle, frutta o da bere. Chissà come si divertono a vedere passare le maschere! Infatti corre insieme a noi gente mascherata da giraffa, da cammello, da rinoceronte, oppure da supereroi,da sposi, da guardie e ladri con le guardie che rincorrono i ladri, da personaggi dei cartoni animati, da cesso e non puoi fare a meno di ridere. Gran parte del percorso costeggia il Tamigi. Attraversiamo diversi quartieri con pub e casettine in stile Victoriano. La maratona è organizzata in modo impeccabile: a ogni miglio c è un ristoro servito da ragazzi che indossano una maglietta celeste; sono sia a destra che a sinistra e ti passano acqua o sali. Altri gruppi di ragazzi con t-shirt di altri colori sono dislocati lungo tutto il percorso: fanno parte delle tante organizzazioni di beneficienza che partecipano a questa manifestazione.fanno un tifo da stadio per amici che corrono e per tutti gli altri atleti. Alla mezza attraversiamo il Tower Bridge ed è emozionante. A metà gara sono passato bene, ma per il caldo e la stanchezza che cominciano a farsi sentire decido di rallentare un po. Finalmente arrivo a due miglia dal traguardo e si sta entrando nel cuore di Londra. Sto discretamente e penso ormai è fatta. Le gambe vanno da sole e io trovo la forza di applaudire questo fantastico pubblico inglese che ci sta incitando e accompagnando al traguardo fin dalla partenza. Ultimi metri entriamo in St. James Park, veniamo giù da Birdcage Walk fino a trovarci davanti a Buckingham Palace. Giriamo a destra ed entriamo nel viale alberato The Mall ornato di bandiere inglesi in cima ai pennoni da tutti e due i lati. 300 metri all arrivo, vedo il tappeto rosso davanti ai tre archi anche questi di colore rosso. Il display segna: 3 ore 10 Taglio il traguardo e mi viene d istinto di alzare le braccia al cielo e ringraziare tutti. Prendo e bacio la medaglia, mentre gli addetti ci fanno i complimenti La Virgin London Marathon è finita! Bellissima. FARMACIA Dr. R. R. RAGIONIERI Fondata nel 1892 Via A. Gramsci Sesto F.no Telefono/Fax SEMPRE APERTA H 08,30-20,00 7

8 LA PRIMAVERA In primavera il cielo è azzurro e i fiori bianchi come il burro; la primavera è bella lo sai e se guardi a bocca aperta resterai; la primavera ha tanti colori e tra questi ci sono anche i fiori; i colori son brillanti e gli uccellini diventan cantanti; i prati dall erba bassa e brillante e pure un corvo diventa cantante; sugli alberi spuntano i frutti e ci sono proprio tutti; le rondini sono tornate e delle altre ne sono nate; gli uccelli tornano battendo le ali e pure i rumori son naturali; la primavera è molto bella e di notte nel cielo riposa una stella! Davide Gianassi (bambino di 7 anni e mezzo) RICERCA (scopiazzando Trilussa) Marito mio nelle cose del sesso si crede strepitoso specialista, nessuna novità perde di vista, a letto però è un pesce lesso. Inventa ogni nuova situazione ne serba in mente a più non posso, lesto ogni dì mi zompa addosso sbaia d amore pe esercitazione. Mo nello stabile condominiale lo vo fa puranco in ascensore, grugnisce siccome un animale. Ricerca er punto G nel mio roseto dove Pipetto nostro pigionante già ci coltiva tutto l alfabeto. Fabio Impresa funebre Macherelli dal 1934 P.zza della Chiesa, 100 Sesto Fiorentino Telefono P.zza V. Veneto Calenzano Telefono LA FEDE, IL DESTINO, LA ROCCIA Suona alto l organo e si recita l amen nell umido incenso che bagna le pietre Ognuno rimette a Dio, con la fede che ha, le sue opere passate e la vita e la morte. Gli altri, da soli, quelli che non hanno fede, attendono il conto rimesso dal destino. Ma la roccia è roccia Il cielo e il mare lo sanno, e il vento ci sbatte e poi torna il silenzio. Piero Ragionieri ( ) ANIMA MIA Sofferente stremato circondato dai sogni, avanti indietro tra casa e ospedale. Sono qui davanti a te ti prendo la mano la bacio ma tu non mi senti. La stringo forte forte quasi a farti male, e in quel mentre vorrei penetrare nel tuo corpo per sconfiggere il male. ANIMA MIA Una vita senza di te non ha senso. Un brivido di terrore mi prende scappo per piangere ogni tuo ricordo mi rode il cuore parlare del passato la strada fatta insieme. Lo sguardo dubbioso del Dottore non credo alle sue parole. Sei viva anche se non rispondi io ti sento io ti vedo io ti amo ANIMA MIA Lola Marini Redazione: Graziani Piero, Latini Valfrido, Valli Romano, Zucca Romano. invio gratuito: soci, enti sportivi, ditte collaboratrici, responsabilità di quanto pubblicato è dei singoli autori, la collaborazione prestata gratuitamente, redatto il Impaginazione grafica: Latini Valfrido Calzolari Marialuisa Rimbaud, Arthur (Charleville, Ardenne Marsiglia 1891), poeta francese. Fin dalla prima infanzia si distinse per i successi scolastici, che spinsero gli insegnanti a incoraggiare i suoi primi, geniali esperimenti poetici, già audaci nell uso della sintassi e della versificazione. Il suo carattere impulsivo e incline all avventura lo indusse più volte alla fuga, coinvolgendolo in traversie che lo portarono anche all arresto. Nel1871 Paul Verlaine, avendo intuito la grande modernità delle poesie che Rimbaud gli aveva inviato, lo invitò a Parigi; Rimbaud partì immediatamente portando con sé il suo celebre poemetto Il battello ebbro, che riscosse grande successo tra i poeti simbolisti e nell ambiente intellettuale parigino. Colpito da una forma di tumore osseo al ginocchio, nel 1891 a nulla valse l amputazione della gamba in un ospedale di Marsiglia, dove, pochi mesi dopo, morì. ALBA Ho baciato l'alba d'estate. Nulla si muoveva ancora sul frontone dei palazzi. L'acqua era morta. Gli accampamenti d'ombre non lasciavano la strada del bosco. Ho camminato, destando gli aliti vivi e tiepidi; e le gemme guardarono, e le ali s'alzarono senza rumore. La prima impresa fu, nel sentiero già pieno di freschi e pallidi splendori, un fiore che mi disse il suo nome. Risi alla cascata che si scapigliò attraverso gli abeti: sulla cima argentata ravvisai la dea. Allora sollevai a uno a uno i veli. Nel viale, agitando le braccia. Per la pianura, dove l'ho annunciata al gallo. Nella grande città, ella fuggiva tra i campanili e le cupole; e, correndo come un mendicante sulle banchine di marmo, io le davo la caccia. In cima alla strada, presso un bosco di lauri, l'ho avvolta nei suoi veli ammassati e ho sentito un poco il suo immenso corpo. L'alba e il fanciullo caddero ai piedi dei bosco. Al risveglio, era mezzogiorno. Piccoli germogli Aiuta i tuoi bimbi, coltiva i suoi pregi cresceranno rigogliosi, la conoscenza del suo ego ci aiuterà a capirli, seguili, non tagliare le sue ali, conducili, aiuterà il suo cammino, non calpestare la sua conoscenza. Non usargli violenza diventeranno tiranni, rispettali e avrai rispetto, sorvegliali, nessuno strapperà loro l innocenza, a noi adulti e genitori il dovere e compito, di crescerli forti e compiti. Calzolari Marialuisa 8

INFANZIA E PRIMARIA di Latina PER SALUTARE ARIANNA di Genova ED AUGURARLE BUON VIAGGIO in Germania

INFANZIA E PRIMARIA di Latina PER SALUTARE ARIANNA di Genova ED AUGURARLE BUON VIAGGIO in Germania INFANZIA E PRIMARIA di Latina PER SALUTARE ARIANNA di Genova ED AUGURARLE BUON VIAGGIO in Germania Cara Arianna, ciao, io sono Federica D.L. e abito a Latina e frequento la scuola elementare dell IC Don

Dettagli

Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia

Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia I COLORI Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia I colori sono tanti almeno cento: marrone come il legno, bianco come la nebbia, rosso come il sangue,

Dettagli

SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER

SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER Idea Una ragazza è innamorata della sua istruttrice, ma è spaventata da questo sentimento, non avendo mai provato nulla per una

Dettagli

SCUOLA D INFANZIA DI MOTTALCIATA ANNO SCOL. 2003/04 GRUPPO DI BAMBINI DI 4 E 5 ANNI.

SCUOLA D INFANZIA DI MOTTALCIATA ANNO SCOL. 2003/04 GRUPPO DI BAMBINI DI 4 E 5 ANNI. SCUOLA D INFANZIA DI MOTTALCIATA ANNO SCOL. 2003/04 GRUPPO DI BAMBINI DI 4 E 5 ANNI. SITUAZIONE: L insegnante invita i bambini a rispondere ad alcune domande relative all ombra. Dopo aver raccolto le prime

Dettagli

LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA

LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA Edizione Nr. 3 uscita di giugno 2014 All interno trovi Curiosità Racconti personali Tante fotografie Le nostre attività Informazioni ed eventi E tanto altro Via Casentinese,73/f

Dettagli

stelle, perle e mistero

stelle, perle e mistero C A P I T O L O 01 In questo capitolo si parla di un piccolo paese sul mare. Elenca una serie di parole che hanno relazione con il mare. Elencate una serie di parole che hanno relazione con il mare. Poi,

Dettagli

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR PERSONE DA AIUTARE Ci sono persone che piangono dal dolore, li potremmo aiutare, donando pace e amore. Immagina

Dettagli

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione I poeti generalmente amano i gatti, perché i poeti non nutrono dubbi sulla loro superiorità. Marion C. Garrety che per prima leggi nel mio dolore e silenziosamente ti offri a lenirlo senza chiedere nulla

Dettagli

MORENDO. Camminando con triste fatica su terra bruna, dormendo svegli su letti di legno, è come quando morendo si sta. (Giacomo C.

MORENDO. Camminando con triste fatica su terra bruna, dormendo svegli su letti di legno, è come quando morendo si sta. (Giacomo C. Scuola primaria E. Fermi di Bogliasco anno scolastico 2014/2015 1 MORENDO Camminando con triste fatica su terra bruna, dormendo svegli su letti di legno, è come quando morendo si sta. (Giacomo C.) 2 IL

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

Come si fa a stare bene insieme?

Come si fa a stare bene insieme? Come si fa a stare bene insieme? Stare insieme è bello. Alle volte per noi bambini è difficile. Abbiamo intrapreso questo viaggio alla scoperta di un modo migliore per vivere a scuola e non solo. Progetto

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. Alla fine del

Dettagli

LA BALLERINA. Chiara Boscolo IIIA

LA BALLERINA. Chiara Boscolo IIIA Sulle ali del tempo, sorvolo il vento. Viaggio per conoscere i luoghi del mondo. Il sentiero è la scia dell arcobaleno. Nei miei ricordi il verde della foresta, il giallo del sole, l azzurro ed il blu

Dettagli

NEL MARE DELLA NOSTRA FANTASIA OGNI PESCE E DIVERSO NELLE SUE FORME E COLORI, COME NOI RAGAZZI CHE ABBIAMO ESPRESSO QUESTO BELLISSIMO DISEGNO.

NEL MARE DELLA NOSTRA FANTASIA OGNI PESCE E DIVERSO NELLE SUE FORME E COLORI, COME NOI RAGAZZI CHE ABBIAMO ESPRESSO QUESTO BELLISSIMO DISEGNO. SEMPLICEMENTE INSIEME per condividere esperienze, notizie, gioie, conquiste, vittorie, delusioni, difficoltà, sofferenze come in famiglia, senza giudizi, rispettando l opinione di ciascuno, certi che ognuno

Dettagli

Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio.

Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio. Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio.com Storia di Milena Lanzetta SE C È UN GIORNO DELLA SETTIMANA CHE FILIPPO

Dettagli

Esercizi pronomi accoppiati

Esercizi pronomi accoppiati Esercizi pronomi accoppiati 1. Rispondete secondo il modello: È vero che regali una casa a Marina?! (il suo compleanno) Sì, gliela regalo per il suo compleanno. 1. È vero che regali un orologio a Ruggero?

Dettagli

I bambini della Maestraleila oggi sono a Scuola3D. Purtroppo ho perduto i primi minuti della chat a causa di un errore solito del mio pc..

I bambini della Maestraleila oggi sono a Scuola3D. Purtroppo ho perduto i primi minuti della chat a causa di un errore solito del mio pc.. I bambini della Maestraleila oggi sono a Scuola3D. Purtroppo ho perduto i primi minuti della chat a causa di un errore solito del mio pc.. ******************************************************** * Sessione

Dettagli

Articolo giornale campo scuola 2014

Articolo giornale campo scuola 2014 Articolo giornale campo scuola 2014 Condivisione, stare assieme sempre, conoscersi? In queste tre parole racchiuderei la descrizione del campo estivo. Sono sette giorni bellissimi in cui si impara prima

Dettagli

1 Completate il cruciverba.

1 Completate il cruciverba. Esercizi 1 Completate il cruciverba. Orizzontali 1. Giulia scrive messaggini a tutti con il... 2. Che bello... gli amici! 3. Amo... lezione d italiano. 4. Il primo giorno di scuola conosco nuovi... Verticali

Dettagli

Roberta Santi AZ200. poesie

Roberta Santi AZ200. poesie AZ200 Roberta Santi AZ200 poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Roberta Santi Tutti i diritti riservati T amo senza sapere come, né quando né da dove, t amo direttamente, senza problemi né orgoglio:

Dettagli

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio.

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Siccome il cancro è una malattia incurabile, Gesù vuole spiegare

Dettagli

POESIE SULLA FAMIGLIA

POESIE SULLA FAMIGLIA I S T I T U T O S. T E R E S A D I G E S Ù Scuola Primaria POESIE SULLA FAMIGLIA A CURA DEI BAMBINI DELLA QUARTA PRIMARIA a.s. 2010/2011 via Ardea, 16-00183 Roma www.stjroma.it La gratitudine va a mamma

Dettagli

"Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli

Fratello Lupo Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Fratello Lupo - 2003 n.2 "Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Caro Fra Beppe, ti ringrazio della lettera che mi hai scritto, e come vedi ti do mie notizie. Io qui sto lavorando

Dettagli

musica e si univano miracolosamente. caffè. Il caffè era per Paolo, si era addormentato sere- occupava della madre mi aveva detto che avrei dovuto

musica e si univano miracolosamente. caffè. Il caffè era per Paolo, si era addormentato sere- occupava della madre mi aveva detto che avrei dovuto 330 ELENA ARMILLEI musica e si univano miracolosamente. - - caffè. Il caffè era per Paolo, si era addormentato sere- - occupava della madre mi aveva detto che avrei dovuto - informare sullo stato di tua

Dettagli

Maschere a Venezia VERO O FALSO

Maschere a Venezia VERO O FALSO 45 VERO O FALSO CAP I 1) Altiero Ranelli è il direttore de Il Gazzettino di Venezia 2) Altiero Ranelli ha trovato delle lettere su MONDO-NET 3) Colombina è la sorella di Pantalone 4) La sera di carnevale,

Dettagli

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 Zeta 1 1 2 NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 2010 by Bonfirraro Editore Viale Ritrovato, 5-94012 Barrafranca - Enna Tel. 0934.464646-0934.519716

Dettagli

Manuel Loi ----------------------------------------------------- Lorenzo Di Stano

Manuel Loi ----------------------------------------------------- Lorenzo Di Stano Manuel Loi Vedo un campo di spiche di grano tutto giallo, con un albero di pere a destra del campo, si vedeva un orizzonte molto nitido, e sotto la mezza parte del sole all'orizonte c'era una collina verde

Dettagli

La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici

La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici Come possono due genitori, entrambi lavoratori e con dei bambini piccoli, fare volontariato? Con una San Vincenzo formato famiglia! La Conferenza Famiglia

Dettagli

La poesia per mia madre

La poesia per mia madre La poesia per mia madre Oggi scrivo una poesia per la mamma mia. Lei ha gli occhi scintillanti come dei diamanti i capelli un po chiari e un po scuri il corpo robusto come quello di un fusto le gambe snelle

Dettagli

http://www.sprachkurse-hochschule.de

http://www.sprachkurse-hochschule.de Lingua: Italiana Livello: A1/A2 1. Buongiorno, sono Sandra, sono di Monaco. (a) Buongiorno, sono Sandra, sono da Monaco. Buongiorno, sono Sandra, sono in Monaco. 2. Mia sorella chiama Kerstin. (a) Mia

Dettagli

Esercizi pronomi indiretti

Esercizi pronomi indiretti Esercizi pronomi indiretti 1. Completate il dialogo con i pronomi dati: Bella la parita ieri, eh? Ma quale partita! Ho litigato con mia moglie e... alla fine non l ho vista! Ma che cosa ha fatto? Niente...

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Io..., papà di...... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Lettura albo, strumento utilizzato in un Percorso di Sostegno alla Genitorialità biologica EMAMeF - Loredana Plotegher, educatore professionale

Dettagli

POESIE PER IL POETA DELL ANNO SCUOLA SECONDARIA MONTERADO

POESIE PER IL POETA DELL ANNO SCUOLA SECONDARIA MONTERADO POESIE PER IL POETA DELL ANNO SCUOLA SECONDARIA MONTERADO FAMIGLIA Famiglia è un insieme di persone che riescono a scaldarti il cuore; ti aiutano a passare i momenti peggiori, sanno sempre che fare, sanno

Dettagli

Il mio cane. Il mio cane si chiame Carmen è un Golden Retriver femmina di 10 anni molto buono ed intelligente.

Il mio cane. Il mio cane si chiame Carmen è un Golden Retriver femmina di 10 anni molto buono ed intelligente. Il mio cane. Il mio cane si chiame Carmen è un Golden Retriver femmina di 10 anni molto buono ed intelligente. Le piace molto stare in compagnia,le piace giocare con me con papà e con Alessandro anche

Dettagli

Logopedia in musica e. canzoni

Logopedia in musica e. canzoni Logopedia in musica e canzoni Un Lavoro di Gruppo, Giugno 2013 INTRODUZIONE Siamo un gruppo di persone, chi ricoverato in Degenza e chi in Day Hospital, del Presidio Ausiliatrice-don Gnocchi di Torino

Dettagli

Grido di Vittoria.it

Grido di Vittoria.it COME ENTRARE A FAR PARTE DELLA FAMIGLIA DI DIO La famiglia di Dio del Pastore Mario Basile Il mio intento è quello di spiegare in parole semplici cosa dice la Bibbia sull argomento, la stessa Bibbia che

Dettagli

LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA

LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA Edizione Nr. 5 uscita del 13 febbraio 2015 All interno trovi Curiosità Racconti personali Tante fotografie Le nostre attività Informazioni ed eventi E tanto altro Via

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript 2014 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: Ciao Roberta! Da quanto tempo che non ci vediamo Dove vai?

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE CANZONE: LE NOSTRE CANZONI DI NATALE VIENI BAMBINO TRA I BAMBINI Quando la notte è buia E buio è anche il giorno, non credi che il domani potrà mai fare ritorno. Quando la notte è fredda C è il gelo nel

Dettagli

Amicizia, amore, sesso: parliamone adesso.

Amicizia, amore, sesso: parliamone adesso. Anna Contardi Ass.Italiana Persone Down www.aipd.it Amicizia, amore, sesso: parliamone adesso. Esperienze di educazione sessuale per adolescenti con disabilità intellettiva Premessa Esisteun diritto alla

Dettagli

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi.

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Nome studente Data TEST DI AMMISSIONE AL LIVELLO B1.1 (Medio 1) 1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Es. Ieri sera non ti (noi-chiamare) abbiamo chiamato

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

PROGETTO CONTINUITÀ. Scuola dell'infanzia Cibeno Pile Scuola Primaria don Lorenzo Milani. L'ALFABETO delle fiabe si fa GIOCO

PROGETTO CONTINUITÀ. Scuola dell'infanzia Cibeno Pile Scuola Primaria don Lorenzo Milani. L'ALFABETO delle fiabe si fa GIOCO PROGETTO CONTINUITÀ Scuola dell'infanzia Cibeno Pile Scuola Primaria don Lorenzo Milani L'ALFABETO delle fiabe si fa GIOCO I primi giorni di aprile, tornati dalle vacanze di Pasqua, il postino ci porta

Dettagli

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N 14 Incontrare degli amici A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa 2011 1 Incontrare degli amici DIALOGO PRINCIPALE B- Ciao. A- Ehi, ciao, è tanto

Dettagli

Esperienza condotta in classe 2^ nella scuola di via G. Piumati

Esperienza condotta in classe 2^ nella scuola di via G. Piumati Esperienza condotta in classe 2^ nella scuola di via G. Piumati *Dopo il primo incontro con la monaca buddista Doyu Freire, i bambini sono stati invitati a raccontare liberamente l esperienza, appena fatta,

Dettagli

Un pinguino in seconda A o forse più di uno?

Un pinguino in seconda A o forse più di uno? Un pinguino in seconda A o forse più di uno? Immaginiamo, per un momento, che una cicogna un po distratta voli con un fagotto tra le zampe. Nel fagotto c è un pinguino. Un delizioso, buffo e tenero pinguino.

Dettagli

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla!

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Quarta Primaria - Istituto Santa Teresa di Gesù - Roma a.s. 2010/2011 Con tanto affetto... un grande grazie anche da me! :-) Serena Grazie Maestra

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2013/2014 INSEGNANTE: VIALE ELVIRA

ANNO SCOLASTICO 2013/2014 INSEGNANTE: VIALE ELVIRA ANNO SCOLASTICO 2013/2014 INSEGNANTE: VIALE ELVIRA DOPO LE OSSERVAZIONI FATTE DALLE MAESTRE DURANTE I NOSTRI GIOCHI CON IL MATERIALE DESTRUTTURATO SI SONO FORMATI QUATTRO GRUPPI PER INTERESSE DI GIOCO.

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA

LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA Edizione Nr. 4 uscita del 27 ottobre 2014 All interno trovi Curiosità Racconti personali Tante fotografie Le nostre attività Informazioni ed eventi E tanto altro Via

Dettagli

LA CHIESA I SUOI SIMBOLI ED I SUOI SIGNIFICATI. Maggio-Giugno

LA CHIESA I SUOI SIMBOLI ED I SUOI SIGNIFICATI. Maggio-Giugno LA CHIESA I SUOI SIMBOLI ED I SUOI SIGNIFICATI Maggio-Giugno Le campane nel campanile suonano a festa. E risorto Gesù E Pasqua senti come suonano allegre! ascoltiamole Queste suonano forte! Maestra perchè

Dettagli

Attimi d amore. Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza

Attimi d amore. Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza Attimi d amore Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza Distesa davanti alla collina Occhi verdi come il prato distesa e non pensi a nulla. Ricordo

Dettagli

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone 1 ANNO CATECHISMO 2014-2015 Alla Scoperta di Gesù SUSSIDIO SCHEDE RISCOPERTA DEL BATTESIMO 1 NOME COGNOME Le mie catechiste NOME COGNOME Telefono NOME COGNOME Telefono

Dettagli

LISTA DIALOGHI. Non ti aspettavo. di barbara rossi prudente

LISTA DIALOGHI. Non ti aspettavo. di barbara rossi prudente LISTA DIALOGHI Non ti aspettavo di barbara rossi prudente - EST. GIORNO Oggi è 28 maggio? 28 maggio? Sì, forse sì PAOLO: 29 al massimo Come 29? No, 30 PAOLO: Secondo me è 29. Comunque, quanti giorni fa

Dettagli

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese Canti per i funerali Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese SYMBOLUM 77 (84) 1. Tu sei la mia vita, altro io non ho Tu sei la mia strada, la mia verità Nella tua parola io camminerò

Dettagli

LA NEVE SOFFICE. Lorenzo Belgrano, 1 C

LA NEVE SOFFICE. Lorenzo Belgrano, 1 C LA NEVE SOFFICE La neve non si sa dov'è ma è bello se c'è. Soffice come un letto dove puoi fare un angioletto, se vai al sole la vedi brillare ma con gli occhiali gli occhi devi riparare. La neve si scioglie

Dettagli

La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la

La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la mamma di Gesù, tante preghiere; ogni preghiera ricorda

Dettagli

Prefazione. Saluto del Commissario Straordinario C.R.I. Saluto del Commissario Regionale C.R.I. Abruzzo

Prefazione. Saluto del Commissario Straordinario C.R.I. Saluto del Commissario Regionale C.R.I. Abruzzo Prefazione Il calendario 2011 della Croce Rossa Italiana della Provincia di Teramo è dedicato agli oltre mille tra Volontarie e Volontari che, dopo aver svolto la loro attività lavorativa, impegnano parte

Dettagli

Le idee, i ricordi dei ragazzi sul paesaggio e le loro categorizzazioni

Le idee, i ricordi dei ragazzi sul paesaggio e le loro categorizzazioni Le idee, i ricordi dei ragazzi sul paesaggio e le loro categorizzazioni Le risposte dei ragazzi, alcune delle quali riportate sotto, hanno messo in evidenza la grande diversità individuale nel concetto

Dettagli

DI MARIO LODI Analisi e rielaborazione del libro BANDIERA Realizzato dall insegnante Micheletti Angela e dagli alunni di 2 A e B LA FONTE anno

DI MARIO LODI Analisi e rielaborazione del libro BANDIERA Realizzato dall insegnante Micheletti Angela e dagli alunni di 2 A e B LA FONTE anno DI MARIO LODI Analisi e rielaborazione del libro BANDIERA Realizzato dall insegnante Micheletti Angela e dagli alunni di 2 A e B LA FONTE anno scolastico 2013/14 LA STORIA Questa storia comincia il primo

Dettagli

Ombra di Lupo Chiaro di Luna SCHEDE 1/5

Ombra di Lupo Chiaro di Luna SCHEDE 1/5 Ombra di Lupo Chiaro di Luna Tratto da Lupus in Fabula di Raffaele Sargenti Narrazione e Regia Claudio Milani Adattamento Musicale e Pianoforte Federica Falasconi Soprano Beatrice Palombo Testo Francesca

Dettagli

SCUOLA DELL'INFANZIA REGINA MARGHERITA A.S. 2009 /2010 PROGETTO AMBIENTE INSEGNANTI SEZIONI A C

SCUOLA DELL'INFANZIA REGINA MARGHERITA A.S. 2009 /2010 PROGETTO AMBIENTE INSEGNANTI SEZIONI A C SCUOLA DELL'INFANZIA REGINA MARGHERITA A.S. 2009 /2010 PROGETTO AMBIENTE INSEGNANTI SEZIONI A C Il percorso didattico dedicato agli alberi è iniziato il 19 11 2010, all'interno del progetto Ambiente dedicato

Dettagli

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato)

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato) Conclusione dell anno catechistico Elementari e Medie Venerdì 30 maggio 2014 FESTA DEL GRAZIE Saluto e accoglienza (don Giancarlo) Canto: Alleluia, la nostra festa Presentazione dell incontro (Roberta)

Dettagli

TEATRO COMUNALE CORSINI. giovedì 28 febbraio 2013

TEATRO COMUNALE CORSINI. giovedì 28 febbraio 2013 TEATRO COMUNALE CORSINI giovedì 28 febbraio 2013 Credo che tutti i ragazzi in questa fase di età abbiamo bisogno di uscire con gli amici e quindi di libertà. Credo che questo spettacolo voglia proprio

Dettagli

RETE DI TREVISO INTEGRAZIONE ALUNNI STRANIERI. a.s. 2006/07. Proposta di lavoro stratificata

RETE DI TREVISO INTEGRAZIONE ALUNNI STRANIERI. a.s. 2006/07. Proposta di lavoro stratificata RETE DI TREVISO INTEGRAZIONE ALUNNI STRANIERI 1 a.s. 2006/07 Attività prodotta da: Silvia Fantina- Silvia Larese- Mara Dalle Fratte. Proposta di lavoro stratificata Materiali: test ITALIANO COME LINGUA

Dettagli

Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno. 5 marzo 2002

Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno. 5 marzo 2002 . Associazione di insegnanti e ricercatori sulla didattica della storia Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno 5 marzo 2002 Ho comunicato ai bambini che avremo

Dettagli

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 Μάθημα: Ιταλικά Δπίπεδο: 2 Γιάρκεια: 2 ώρες Ημερομηνία: 23 Μαΐοσ

Dettagli

Maurizio Albanese DONARE È AMARE!

Maurizio Albanese DONARE È AMARE! Donare è amare! Maurizio Albanese DONARE È AMARE! raccolta di poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Maurizio Albanese Tutti i diritti riservati Ai miei genitori Santo e Maria L associazione Angeli

Dettagli

IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA.

IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA. IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA. COME AL SOLITO CI SIAMO MESSI IN CERCHIO ABBIAMO ASCOLTATO LA FIABA DEI Mille

Dettagli

Poesie, filastrocche e favole per bambini

Poesie, filastrocche e favole per bambini Poesie, filastrocche e favole per bambini Jacky Espinosa de Cadelago Poesie, filastrocche e favole per bambini Ai miei grandi tesori; Elio, Eugenia ed Alejandro, coloro che ogni giorno mi fanno crescere

Dettagli

Livello CILS A1. Test di ascolto

Livello CILS A1. Test di ascolto Livello CILS A1 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Livello CILS A1 Modulo adolescenti

Livello CILS A1 Modulo adolescenti Livello CILS A1 Modulo adolescenti MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

CATEGORIA: POESIA. BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica. Social day 5 aprile 2014

CATEGORIA: POESIA. BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica. Social day 5 aprile 2014 CATEGORIA: POESIA BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica Social day 5 aprile 2014 Saluta il pony e l' asinello prendi la forca ed il rastrello corri a lavorare, è ora di guadagnare!!

Dettagli

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le Indice Introduzione 7 Miagolina si presenta 11 Quella volta che Miagolina è caduta nel buco della vasca 24 Quando è nato Spigolo 44 Miagolina e le parole storte 56 Spigolo va all asilo 75 Miagolina si

Dettagli

Unità 6. Al Pronto Soccorso. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello A1. In questa unità imparerai:

Unità 6. Al Pronto Soccorso. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello A1. In questa unità imparerai: Unità 6 Al Pronto Soccorso In questa unità imparerai: a comprendere testi che danno informazioni su come funziona il Pronto Soccorso parole relative all accesso e al ricovero al Pronto Soccorso l uso degli

Dettagli

GIORNATA DELL'ACCOGLIENZA

GIORNATA DELL'ACCOGLIENZA GIORNATA DELL'ACCOGLIENZA Mercoledì 11 dicembre abbiamo accolto gli amici delle quinte: vi raccontiamo la giornata...speciale. E' stato molto interessante ed istruttivo, a parer mio, far visitare, nel

Dettagli

Racconti di me. Un regalo

Racconti di me. Un regalo 1 Racconti di me di Cetta De Luca Un regalo Io non regalo oggetti. Magari un sogno, un emozione qualcosa che rimanga nella vita di valore. A volte solo un ricordo, a volte me stessa. 2 Apparenza Tu che

Dettagli

Maggio 2014 San Vito. Laboratorio di narrazione con mamme straniere e italiane

Maggio 2014 San Vito. Laboratorio di narrazione con mamme straniere e italiane Maggio 2014 San Vito Laboratorio di narrazione con mamme straniere e italiane PRIMO INCONTRO In cerchio. Presentazione dell attività e delle regole Presentazione (sedute in cerchio). Mi chiamo.la favola/fiaba

Dettagli

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Continuers. (Section I Listening and Responding) Transcript 2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: Ciao, Flavia. Mi sono

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

Maria ha mandato una lettera a sua madre.

Maria ha mandato una lettera a sua madre. GRAMMATICA LE PREPOSIZIONI Osservate: Carlo ha regalato un mazzo di fiori a Maria per il suo compleanno. Vivo a Roma. La lezione inizia alle 9:00. Sono ritornata a casa alle 22:00. Ho comprato una macchina

Dettagli

UN FIORE APPENA SBOCCIATO

UN FIORE APPENA SBOCCIATO UN FIORE APPENA SBOCCIATO "Dio ha tanto amato il mondo che ha dato il suo unigenito Figlio, affinché chiunque creda in Lui non perisca, ma abbia vita eterna" (Giovanni 3:16). uesto verso racchiude tutto

Dettagli

Due nonne di Forlì correvan sempre tutto il dì. Un giorno caddero ridenti e si spaccaron tutti i denti. Che sbadate le due nonne di Forlì!

Due nonne di Forlì correvan sempre tutto il dì. Un giorno caddero ridenti e si spaccaron tutti i denti. Che sbadate le due nonne di Forlì! Due nonne di Forlì correvan sempre tutto il dì. Un giorno caddero ridenti e si spaccaron tutti i denti. Che sbadate le due nonne di Forlì! Limerik di Ettore (nipotino grande) 9 PREFAZIONE È stata un emozione

Dettagli

Natale Ecco che giungono i giorni di festa e la gente a comprare i regali si affretta. Il Natale sta arrivando

Natale Ecco che giungono i giorni di festa e la gente a comprare i regali si affretta. Il Natale sta arrivando A Natale C è una strana sensazione che ti fa nascere un emozione di amicizia e unità e tanta felicità. Dentro gli occhi di un bambino si vede un mondo più carino, senza guerre e disuguaglianza un mondo

Dettagli

INCONTRO CON L AUTORE JACOPO OLIVIERI

INCONTRO CON L AUTORE JACOPO OLIVIERI INCONTRO CON L AUTORE JACOPO OLIVIERI Lo scrittore Jacopo Olivieri ha incontrato gli alunni delle classi quarte e quinte della scuola A. Aleardi del plesso di Quinto nelle giornate del 18 e 19 febbraio

Dettagli

PRESENTAZIONE INDICE

PRESENTAZIONE INDICE PRESENTAZIONE Quest anno noi ragazzi di prima C, con l aiuto dell insegnante di Lettere, abbiamo deciso di comporre alcune brevi poesie per creare un atmosfera natalizia dolce e festosa. Oltre a rallegrarvi

Dettagli

Luigi Broggini. In fondo al Corso. poesie. Le Lettere

Luigi Broggini. In fondo al Corso. poesie. Le Lettere Luigi Broggini In fondo al Corso poesie Le Lettere Paesaggio romano con leone di pietra, 1932. Se qualcuno chiede di me digli che abito sul Corso dove i giorni sono ugualmente felici e le ragazze più belle.

Dettagli

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Sono Graziella, insegno al liceo classico e anche quest anno non ho voluto far cadere l occasione del Donacibo come momento educativo per

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19 01 - Voglio Di Piu' Era li', era li', era li' e piangeva ma che cazzo hai non c'e' piu',non c'e' piu',non c'e' piu' e' andato se ne e' andato via da qui Non c'e' niente che io possa fare puoi pensarmi,

Dettagli

Claudio Bencivenga IL PINGUINO

Claudio Bencivenga IL PINGUINO Claudio Bencivenga IL PINGUINO 1 by Claudio Bencivenga tutti i diritti riservati 2 a mia Madre che mi raccontò la storia del pignuino Nino a Barbara che mi aiuta sempre in tutto 3 4 1. IL PINGUINO C era

Dettagli

Giulia Loscocco. Hao Zhaou

Giulia Loscocco. Hao Zhaou Giulia Loscocco dolce e morbida è piccina piccina e ha il cappello rosso. È sempre triste e certe volte felice. è fatta per essere abitata. La cosa che mi piace di più è il materasso della mia camera.

Dettagli

Poesie per il nuovo anno. Scritto da

Poesie per il nuovo anno. Scritto da Dopo avervi suggerito una serie di filastrocche e poesie per il nuovo anno da proporre in classe al rientro dalle vacanze, aggiungo altre poesie che vi potranno suggerire nuovi itinerari didattici. O anno

Dettagli

Al mare. Al mare. Al mare

Al mare. Al mare. Al mare domani al mare andrò e tanti bagni io farò Poi la crema spalmerò così la pelle non brucerò e se il sole brucia un po' sotto l'ombrellone io starò Ludovica Belmonte 3^C Oggi ho deciso di viaggiare e andare

Dettagli

Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini

Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini grafica di Gianluigi Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini Anno scolastico 2010_ 2011 Perché questa scelta? Il libro è un contesto abitato dai bambini sin dalla più tenera età; è

Dettagli

Evangelici.net Kids Corner. Nel Principio. Sai come è stato fatto il primo uomo? Ascolta e lo imparerai. IL PRIMO UOMO

Evangelici.net Kids Corner. Nel Principio. Sai come è stato fatto il primo uomo? Ascolta e lo imparerai. IL PRIMO UOMO Il primo uomo di Barbara Wilmerton Haas Evangelici.net Kids Corner Nel Principio Sai come è stato fatto il primo uomo? Ascolta e lo imparerai. IL PRIMO UOMO In quattro giorni Dio creò tantissime cose.

Dettagli