REGIONE LOMBARDIA A.S.L. DELLA PROVINCIA DI VARESE DIPARTIMENTO AMMINISTRATIVO SERVIZIO GESTIONE APPROVVIGIONAMENTI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "REGIONE LOMBARDIA A.S.L. DELLA PROVINCIA DI VARESE DIPARTIMENTO AMMINISTRATIVO SERVIZIO GESTIONE APPROVVIGIONAMENTI"

Transcript

1 REGIONE LOMBARDIA A.S.L. DELLA PROVINCIA DI VARESE DIPARTIMENTO AMMINISTRATIVO SERVIZIO GESTIONE APPROVVIGIONAMENTI GARA IN UNIONE TRA LE AZIENDE SANITARIE LOCALI DELLE PROVINCE DI VARESE, COMO, LECCO, BERGAMO, MONZA BRIANZA, SONDRIO, MILANO, MILANO 1, MILANO 2. CAPOFILA: ASL DELLA PROVINCIA DI VARESE FORNITURA DI AUSILI PER DISABILI CAPITOLATO SPECIALE 1

2 INDICE PREMESSA CAP.1 OGGETTO DELL APPALTO CAP.2 REQUISITI ESSENZIALI DELLA FORNITURA CAP.3 MODALITA DI EFFETTUAZIONE DELLA FORNITURA CAP.4 CONTROLLO, ESECUZIONE DELLE FORNITURE E PROVVEDIMENTI CONSEGUENTI CAP.5 RESPONSABILITÀ DERIVANTI DALL ESECUZIONE DELLA FORNITURA CAP.6 STIPULA DEL CONTRATTO CAP.7 PENALITA CAP.8 GARANZIA FIDEIUSSORIA CAP.9 CONDIZIONI ECONOMICHE, FATTURAZIONE, PAGAMENTI, REVISIONE PREZZI, CESSIONE DEI CREDITI CAP.10 TRACCIABILITA DEI FLUSSI FINANZIARI CAP.11 SUBAPPALTO, CESSIONE DEL CONTRATTO CAP.12 DURATA DEL CONTRATTO CAP.13 RISOLUZIONE DEL CONTRATTO CAP.14 RECESSO CAP.15 PRIVACY E TRATTAMENTO DATI CAP.16 CONTROVERSIE CAP.17 DISPOSIZIONI FINALI E DI RINVIO Allegati: Allegato 1 - Quantitativi e importi presunti Allegato 2 - Schede Requisiti Ausilio 2

3 PREMESSA La D.G.R. n. IX/2633 del 06/12/2011, avente ad oggetto Determinazioni in ordine alla gestione del servizio Socio-Sanitario regionale per l esercizio 2012, all Allegato 3, nel disciplinare il sistema degli acquisti delle Aziende Sanitarie conferma l obbligo già previsto per le Aziende di adesione ai contratti/convenzioni attivati a livello regionale dalla Centrale Acquisti Regionale, nonché l attivazione di procedure di gara in forma aggregata tra Enti del Sistema Sanitario Regionale. In ottemperanza a quanto stabilito dalla sopracitata D.G.R., l ASL di Varese con proprio provvedimento n. 24 del 18/01/2012 ha approvato l accordo interaziendale tra le Aziende Sanitarie Locali delle Province di Bergamo, Como, Lecco, Monza e Brianza, Sondrio e Varese per le procedure di gara in forma aggregata riguardanti la fornitura di beni e l appalto di servizi. Nell ambito della programmazione degli acquisti per il biennio 2012/2013 tra le suddette Aziende Sanitarie Locali è prevista l effettuazione della procedura per l affidamento di ausili per disabili compresi nell Elenco 2 e 3 del Nomenclatore Tariffario delle Protesi (D.M. 332/99). A tale procedura hanno richiesto di partecipare anche le aziende sanitarie facenti parte del consorzio delle ASL di Milano e cioè Milano, Milano 1 e Milano 2. La ASL di Varese pertanto, individuata come ASL capofila della gara in oggetto, procede, su mandato di ciascuna delle ASL sopra citate, all espletamento della procedura di gara per l aggiudicazione della fornitura di ausili per disabili compresi nell Elenco 2 e 3 del Nomenclatore Tariffario delle Protesi (D.M. 332/99). Successivamente ciascuna Azienda Sanitaria stipulerà con gli aggiudicatari i contratti di fornitura per la parte di competenza. CAP. 1: OGGETTO DELL'APPALTO Il presente capitolato speciale disciplina la fornitura di ausili tecnici per disabili compresi negli Elenchi 2 e 3 (limitatamente ai montascale) del Nomenclatore Tariffario delle Protesi approvato con D.M. n. 332 del occorrenti, per il periodo di quattro anni, agli assistiti delle Aziende Sanitarie Locali delle Province di Varese, Como, Lecco, Bergamo, Monza Brianza, Sondrio, Milano, Milano 1 e Milano 2 (di seguito denominate ASL). La fornitura è suddivisa in 28 lotti indivisibili come di seguito indicati: LOTTO Cuscini antidecubito cuscino in fibra cava siliconata cuscino in gel fluido cuscino in materiale viscoelastico compatto LOTTO Cuscini antidecubito Cuscino composito con base anatomica preformata o base con formazione personalizzata integrata con fluidi automodellanti Cuscino a bolle d aria a microinterscambio Cuscino a bolle d aria a microinterscambio a celle automodellanti e a settori differenziati LOTTO Cuscini antidecubito Cuscino a bolle d aria a microinterscambio a celle automodellanti e a settori differenziati LOTTO Materassi antidecubito Materasso ventilato in espanso Materasso ventilato in espanso composito realizzato con materiali di diversa densità per garantire lo scarico differenziato delle pressioni a livello delle specifiche zone corporee 3

4 LOTTO Materassi antidecubito Materasso in fibra cava siliconata Materasso in fibra cava siliconata ad inserti asportabili con o senza base LOTTO Materassi antidecubito Materasso ad aria con camera a gonfiaggio alternato con compressore Materasso ad elementi interscambiabili con compressore LOTTO Materassi antidecubito Materasso ad elementi interscambiabili con compressore (lesioni fino al II stadio scala NPUAP) LOTTO Materassi antidecubito Materasso ad elementi interscambiabili con compressore (lesioni fino al III stadio scala NPUAP) LOTTO Ausili per evacuazione Sedia per WC e doccia LOTTO Ausili per evacuazione Sedia per WC e doccia con sistema basculante LOTTO Ausili per evacuazione Rialzo stabilizzante per WC LOTTO Ausili per evacuazione /igiene per bambini Rialzo stabilizzante per WC per bambini Sedia per doccia/ vasca per bambini LOTTO Ausili per deambulazione utilizzati con due braccia Deambulatore rigido con appoggio al terreno Deambulatore articolato Deambulatore con due ruote e due puntali di appoggio al terreno Deambulatore scorrevole su quattro ruote con freno di stazionamento sulle ruote Deambulatore scorrevole su quattro ruote con freno azionabile a mano LOTTO Ausili per deambulazione utilizzati con due braccia (per persone obese) Deambulatore con due ruote e due puntali di appoggio al terreno Deambulatore a quattro ruote con freno azionabile a mano LOTTO Carrozzine Carrozzina a telaio rigido manovrabile dall accompagnatore LOTTO Carrozzine Carrozzina a telaio rigido reclinabile manovrata dall accompagnatore Carrozzina a telaio rigido ad autospinta con mani sulle ruote posteriori con WC estraibile Carrozzina a telaio rigido ad autospinta con mani sulle ruote posteriori senza WC estraibile LOTTO Carrozzine Carrozzina a telaio rigido manovrabile dall accompagnatore con regolazione 4

5 servoassistita LOTTO Carrozzine Carrozzina a telaio rigido manovrabile dall accompagnatore con regolazione servoassistita e con sistema basculante LOTTO Ausili per il sollevamento (sollevapersone) Sollevatore mobile oleodinamico o meccanico, Sollevatore mobile a bassa tensione con batteria LOTTO Ausili per il sollevamento (sollevapersone) Sollevatore mobile a bassa tensione con batteria (portata min. 170 kg) LOTTO Ausili per il sollevamento (sollevapersone) Sollevatore mobile a bassa tensione con batteria e con presa laterale LOTTO Ausili per il sollevamento (sollevapersone) Sollevatore mobile a bassa tensione con batteria con presa anteriore verticalizzante LOTTO Letti Letto a due manovelle regolabili manualmente Letto a due manovelle regolabili manualmente con base regolabile in altezza a mezzo pompa oleodinamica Letto articolato elettrico Supporto per alzarsi dal letto Sponde per letto Set di ruote per movimentazione letti LOTTO Sponde universali per letto Supporto per alzarsi dal letto con base LOTTO Letti sovradimensionati Letto articolato elettrico sovradimensionato Materasso ventilato in espanso composito sovradimensionato LOTTO Apparecchiature di sollevamento (montascale) Montascale mobile a cingoli Montascale mobile a cingoli con pedana Montascale mobile a cingoli con aggancio a ruote piccole Montascale a ruote LOTTO Apparecchiature di sollevamento (montascale) Montascale a ruote con aggancio carrozzina LOTTO Apparecchiature di sollevamento (montascale) Montascale a cingoli con portata massima maggiorata (kg 150). Nell Allegato 1 al presente capitolato sono indicati i prezzi base d asta non superabili per ciascuna tipologia di ausilio di ciascun lotto, i fabbisogni per ciascuna ASL e gli importi presunti annuali e complessivi per il quadriennio (IVA esclusa). I quantitativi fanno riferimento ai volumi storici degli acquisti effettuati dalle varie ASL. 5

6 Sia i quantitativi dei beni che il valore delle forniture sono puramente indicativi e potranno essere modificati, sia in aumento che in diminuzione, secondo quanto previsto dalla normativa vigente. CAP. 2 : REQUISITI ESSENZIALI DELLA FORNITURA Gli ausili dovranno essere nuovi di fabbrica, essere iscritti nel Repertorio dei Dispositivi Medici come previsto dal D.M ed avere le caratteristiche tecniche indicate nel D.M. 332/99 e nelle schede Requisiti Ausilio allegate al presente capitolato (Allegato 2). Tali requisiti si intendono minimi ed obbligatori. Tutti gli elementi previsti come minimi ed obbligatori, nonché i requisiti funzionali ulteriori di prodotto offerti (a meno che non diversamente indicato nelle schede Requisiti Ausilio - Allegato 2) si intendono compresi nel prezzo offerto per l ausilio senza alcun onere aggiuntivo a carico dell ASL. Saranno oggetto di assegnazione di punteggio qualitativo gli elementi indicati, per ciascun lotto, nel disciplinare di gara. Tutti gli ausili dovranno essere conformi alle direttive europee e alle norme tecniche e di sicurezza vigenti, in particolare al D. Lgs. 46/97 con cui è stata recepita la Direttiva Europea 93/42 in materia di dispositivi medici. Tutti gli ausili offerti dovranno avere la garanzia di legge. A ciascun prodotto dovrà essere allegato il manuale d uso in lingua italiana. Gli ausili forniti dovranno essere confezionati in modo da garantire una permanenza anche prolungata a magazzino. Qualora nel periodo di vigenza del presente contratto l impresa aggiudicataria intenda fornire, alle medesime condizioni economiche, un ausilio diverso e tecnologicamente più avanzato rispetto a quello originariamente offerto in sede di gara, sarà facoltà di ciascuna ASL accettare la fornitura del nuovo prodotto a seguito di valutazione della rispondenza del bene a tutti i requisiti di legge e della adeguatezza e qualità tecnico-funzionale. CAP. 3 : MODALITA DI EFFETTUAZIONE DELLA FORNITURA L Impresa aggiudicataria, a seguito di ordinativo emesso da ciascuna ASL, dovrà consegnare gli ausili compresi nei lotti da 1 a 25 presso i magazzini indicati dalle ASL entro e non oltre 10 giorni effettivi dalla data di ricevimento dell ordine. In caso di particolare urgenza, segnalata dagli uffici competenti di ciascuna ASL, potranno essere concordati tempi di consegna abbreviati fino a 5 giorni effettivi. Per quanto riguarda i lotti n. 26, 27 e 28 (montascale), la fornitura degli ausili dovrà intendersi comprensiva del servizio di sopralluogo, consegna, installazione e collaudo presso il domicilio dell assistito. In particolare, l impresa aggiudicataria, su richiesta dell ASL, dovrà procedere, entro tre giorni dalla richiesta, a sopralluogo presso il domicilio dell utente al fine di verificare in via preliminare l idoneità dei locali per la collocazione dell ausilio assegnato. Eventuali problemi riscontrati a seguito di sopralluogo dovranno essere specificati su apposito verbale da trasmettere, entro il giorno successivo al sopralluogo, al competente ufficio della ASL. Nel caso l impresa dovesse accertare impedimenti strutturali che non consentano l utilizzo del dispositivo in sicurezza, nulla sarà dovuto dall ASL per il sopralluogo. A seguito di sopralluogo positivo, da comunicare mediante compilazione ed invio di apposito verbale entro il giorno successivo al sopralluogo al competente ufficio dell ASL e, previa emissione di ordinativo da parte dell ASL, l impresa dovrà provvedere, con propri mezzi e personale tecnico, a : consegnare e installare il presidio presso il domicilio dell assistito; istruire paziente e care givers all utilizzo del dispositivo effettuare collaudo della fornitura. Di tali operazioni (sopralluogo, consegna, istruzione, collaudo) dovrà essere redatto verbale da consegnare all ufficio competente di ciascuna ASL entro il giorno successivo dalle avvenute 6

7 operazioni. La consegna del montascale dovrà avvenire entro e non oltre 7 giorni effettivi dalla data di ricevimento dell ordinativo. All atto della consegna il fornitore, se necessario, dovrà adeguare l ausilio secondo le indicazioni dello specialista. I montascale saranno installati sotto la responsabilità e a cura dell impresa la quale dovrà adottare tutte le misure atte ad evitare qualsiasi danno a persone o cose durante le operazioni sopra indicate. Al riguardo le ASL sono esonerate da qualsiasi responsabilità per infortuni e danni a persone e cose che potrebbero verificarsi. Inoltre l impresa aggiudicataria dei lotti 26, 27, 28, dovrà effettuare, a sei mesi dalla consegna di ciascun prodotto, visita manutentiva di controllo senza oneri a carico dell ASL. Di tale visita dovrà essere redatto verbale da consegnare ai Servizi competenti per ciascuna ASL entro il giorno successivo alla visita. CAP. 4: CONTROLLO, ESECUZIONE DELLE FORNITURE E PROVVEDIMENTI CONSEGUENTI Sono riconosciute a ciascuna ASL ampie facoltà di controllo da attuarsi nelle forme ritenute più opportune nei confronti dell impresa aggiudicataria. I controlli verranno effettuati mediante personale delle ASL o altro personale a tal fine designato. Nel caso in cui l impresa aggiudicataria sospendesse o interrompesse per qualsiasi motivo la fornitura o non fosse in grado di eseguire le prestazioni richieste secondo le modalità indicate nel presente capitolato, ciascuna ASL avrà diritto di applicare una penale per ogni infrazione accertata secondo quanto previsto al capitolo 7 nonchè, previa contestazione delle infrazioni e diffida ad adempiere, di provvedere direttamente all esecuzione delle prestazioni non rese o rifiutate, nei modi giudicati più opportuni, anche rivolgendosi ad altre imprese di propria fiducia, a libero mercato, addebitando all appaltatore inadempiente le spese da ciò derivanti nonché l eventuale maggior costo rispetto a quello che avrebbe sostenuto se la fornitura fosse stata eseguita regolarmente. Quanto sopra fatta salva ogni altra azione che ciascuna Azienda Sanitaria riterrà opportuna in idonea sede intesa all accertamento ed al risarcimento di eventuali danni derivanti dai suddetti inadempimenti nonché quella di risolvere il contratto. CAP. 5: RESPONSABILITÀ DERIVANTI DALL ESECUZIONE DELLA FORNITURA L appaltatore si obbliga ad adottare durante l esecuzione della fornitura tutti i provvedimenti, le misure e le cautele necessarie per garantire la salute e l incolumità delle persone impiegate per il servizio, degli utenti nonché di terzi. L impresa aggiudicataria assume in proprio ogni responsabilità per infortunio, danni relativi a persone e beni, tanto della medesima impresa quanto delle ASL o di terzi, in dipendenza di omissioni, negligenze o altre inadempienze relative all esecuzione delle prestazioni contrattuali ad esso riferibili, anche se eseguite da terzi. A tal fine l impresa dovrà stipulare idonea polizza assicurativa, che deve avere un limite massimale di almeno Euro unico sia per danni a persone che a cose per sinistro, che tiene indenne ciascuna ASL e terzi per qualsiasi danno dovesse occorrere nell esecuzione di tutte le attività di cui al presente appalto. Una copia della polizza dovrà essere consegnata a ciascuna ASL prima dell inizio della fornitura. L aggiudicatario si obbliga ad ottemperare a tutti gli obblighi verso i propri dipendenti derivanti dalle disposizioni vigenti in materia di lavoro, igiene, sicurezza, previdenza e disciplina infortunistica, assumendo a proprio carico i relativi oneri. L impresa si obbliga altresì ad applicare nei confronti dei propri dipendenti le condizioni normative e retributive previste dai contratti collettivi di lavoro applicabili alla data di stipula del contratto e loro successive modificazioni. A richiesta di ciascuna ASL l appaltatore dovrà fornire le prove di aver regolarmente soddisfatto gli obblighi relativi alle assicurazioni sociali ed infortunistiche obbligatorie nonchè agli obblighi contrattuali nei confronti del personale impiegato nell espletamento dell appalto. 7

8 CAP. 6: STIPULA DEL CONTRATTO I contratti saranno stipulati da ciascuna ASL in forma pubblica o pubblica amministrativa mediante Ufficiale Rogante se d importo superiore alla soglia comunitaria. Se di importo inferiore, mediante scrittura privata ovvero in altra forma idonea ai sensi della normativa vigente (combinato disposto art. 13 del D. Lgs. 163/2006 e art. 19 della L. R. 14/97). Tutte le spese e gli oneri (diritti di segreteria, bolli se ed in quanto dovuti, imposta di registro, ecc.) per la stipula del contratto sono a completo ed esclusivo carico dell impresa aggiudicataria nella misura fissata dalla normativa in vigore. Tutti gli oneri a carico dell aggiudicatario dovranno essere versati entro 20 giorni dalla comunicazione dell avvenuta aggiudicazione con le modalità indicate di seguito dalle ASL. L IVA resterà a carico delle ASL e l aggiudicatario dovrà addebitarla in fattura, ai sensi dell art. 18 della L. 633/1972 e disposizioni successive. CAP. 7: PENALITA In caso di inadempienze nell esecuzione della fornitura, ciascuna ASL, previa contestazione formale e acquisizione delle eventuali giustificazioni del fornitore, avrà facoltà di applicare le seguenti penali: In caso di ritardo nell esecuzione delle prestazioni rispetto ai termini stabiliti al capitolo 3, una penale di Euro 30,00= per ogni giorno di ritardo. in caso di violazione di quanto previsto ai capitoli 2 e 3 del presente capitolato, una penale da Euro 50,00 a Euro 500,00 a proprio insindacabile giudizio; in caso di esecuzione d ufficio della fornitura di cui al capitolo 4 del presente capitolato una penale di Euro 500,00, oltre all addebito all appaltatore dell eventuale maggiore prezzo rispetto a quello convenuto nonchè ogni costo aggiuntivo sostenuto. Le suddette penali verranno scontate mediante decurtazione dal corrispettivo convenuto in sede di pagamento dello stesso, senza obbligo di preventivo esperimento di azione giudiziaria. Nel caso in cui i corrispettivi liquidabili all appaltatore non fossero sufficienti a coprire l ammontare delle penali, ciascuna ASL si rivarrà sul deposito cauzionale definitivo che, in tal caso dovrà essere immediatamente reintegrato. CAP. 8: GARANZIA FIDEIUSSORIA Ai sensi dell art 113 del D. Lgs. 163/2006, l esecutore del contratto è obbligato a costituire una garanzia fideiussoria del 10% dell importo contrattuale a favore di ciascuna ASL. In caso di aggiudicazione con ribasso d asta superiore al 10%, la garanzia fideiussoria è aumentata di tanti punti percentuali quanti sono quelli eccedenti il 10%; ove il ribasso sia superiore al 20%, l aumento è di 2 punti percentuali per ogni punto di ribasso superiore al 20% (da intendersi: es. sconto 25% garanzia pari al 30% dell importo contrattuale). La fideiussione bancaria o la polizza assicurativa deve prevedere espressamente la rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale, la rinuncia all eccezione di cui all art c. 2 del codice civile, nonché l operatività della garanzia medesima entro 15 giorni, a semplice richiesta scritta dell ASL. La mancata costituzione della garanzia determina la revoca dell affidamento e l acquisizione della cauzione provvisoria da parte dell ASL che aggiudica l appalto al concorrente che segue nella graduatoria. CAP. 9: CONDIZIONI ECONOMICHE, FATTURAZIONE, PAGAMENTI, REVISIONE PREZZI, CESSIONE DEI CREDITI I corrispettivi della fornitura sono quelli derivanti dallo sconto percentuale unico per ciascun lotto da applicare ai prezzi base d asta stabiliti per ciascun ausilio e aggiuntivi. I prezzi base d asta cui fare riferimento sono quelli indicati nel disciplinare di gara. Ai sensi del DPR n. 633/1972 Tabella A parte II la fornitura degli ausili è soggetta all IVA del 4%. 8

9 Le fatture dovranno essere emesse ed inviate a ciascuna ASL nelle forme e nei termini di legge e dovranno riportare gli estremi dei documenti di trasporto nonchè tutte le indicazioni di legge. Le fatture relative alla fornitura di montascale dovranno riportare anche il nome e indirizzo dell utente assegnatario della fornitura e recare, in allegato, copia dei verbali di sopralluogo, istruzione, consegna e collaudo. Eventuali modalità particolari di fatturazione e relativa reportistica saranno concordate con ciascuna ASL. Il pagamento dei corrispettivi verrà effettuato entro 30 giorni fine mese data ricevimento fattura, previa verifica di regolarità della fornitura da effettuarsi nel termine di 30 giorni da parte dei competenti uffici. L eventuale revisione dei prezzi sarà riconosciuta a decorrere dal 1 di gennaio del secondo anno di contratto in applicazione del combinato disposto di cui agli artt. 115 e 7 comma 4 lett. c) e comma 5 del D. Lgs. 163/2006 testo vigente. Nel caso in cui l Autorità di Vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture non provveda alla pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana dei dati relativi agli specifici aumenti ISTAT da applicare secondo quanto indicato nella citata normativa, l adeguamento del corrispettivo per la fornitura in oggetto avverrà sulla base delle tabelle ISTAT Indici nazionali dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati (FOI). La cessione dei crediti è ammessa con le modalità di cui all art. 117 del D. Lgs. 163/2006 e s.m.i. CAP. 10: TRACCIABILITA DEI FLUSSI FINANZIARI Al fine di ottemperare alle disposizioni contenute nell art. 3 della L. 136/2010, si informa che, a pena di nullità del contratto, l impresa aggiudicataria si dovrà impegnare a sottoporsi agli obblighi di tracciabilità dei flussi finanziari relativi a lavori, servizi e forniture pubblici. Pertanto, tutte le transazioni dovranno avvenire tramite le banche o la Società Poste Italiane S.p.A., con bonifico bancario o postale, da gestire sui conti correnti dedicati anche non in via esclusiva; il mancato utilizzo del bonifico bancario o postale costituisce causa di risoluzione del contratto. In caso di subappalto, nel contratto tra i subappaltatori e i subcontraenti della filiera delle imprese, deve essere inserita apposita clausola con cui ciascuna parte assume gli obblighi di tracciabilità dei flussi finanziari previsti dalla citata L. 136/2010 e s. m. e i.. CAP. 11: SUBAPPALTO CESSIONE DEL CONTRATTO Al subappalto si applica quanto previsto dall art. 118 del D. Lgs. 163/2006. Il subappalto non comporta alcuna modifica agli obblighi e oneri dell aggiudicatario che rimane unico e solo responsabile nei confronti dell ASL per il servizio in oggetto. L affidamento in subappalto è sottoposto alle seguenti condizioni: il concorrente, all atto dell offerta, deve indicare le attività/servizi che intende subappaltare; l aggiudicatario deve depositare presso l ASL copia autentica del contratto di subappalto venti giorni prima dell inizio dell esecuzione delle prestazioni subappaltate; l aggiudicatario deve allegare alla copia del contratto di subappalto: o la dichiarazione resa dal subappaltatore, in forma di autocertificazione, sottoscritta ed autenticata nei modi stabiliti dalla vigente normativa, attestante il possesso dei requisiti generali di cui all art. 38 del D. Lgs. 163/2006; o la certificazione comprovante che l impresa subappaltatrice possiede i requisiti in materia di qualificazione delle imprese; o la certificazione comprovante il possesso da parte del subappaltatore dei requisiti stabiliti dal capitolato speciale di gara per lo svolgimento delle attività ad esso affidate; o la dichiarazione relativa alla sussistenza o meno di eventuali forme di controllo o collegamento ai sensi dell art del codice civile con l impresa subappaltatrice. 9

10 Inoltre l aggiudicatario deve praticare, per le prestazioni affidate in subappalto, gli stessi prezzi unitari risultanti dall aggiudicazione, con ribasso non superiore al 20%. L impresa aggiudicataria dovrà trasmettere all ASL, entro 20 giorni dalla data di ciascun pagamento effettuato nei suoi confronti, copia delle fatture quietanzate relative ai pagamenti da esso corrisposti al subappaltatore. Salvo quanto previsto dall art. 116 del D. Lgs. 163/2006, è vietata la cessione del contratto. CAP. 12: DURATA DEL CONTRATTO Il contratto decorrerà presumibilmente dal e avrà durata di quattro anni, ferma restando la facoltà di ciascuna Azienda Sanitaria di prorogare il termine di scadenza del contratto di 180 giorni alle stesse condizioni contrattuali, dandone preventivo avviso all appaltatore il quale sarà pertanto tenuto a continuare la fornitura per tutto il periodo di proroga senza interruzione di sorta. CAP. 13 : RISOLUZIONE DEL CONTRATTO In tema di risoluzione del contratto si intendono richiamati gli articoli 135 e successivi del D. Lgs. 163/2006 testo vigente e gli articoli 297 e successivi del D.P.R. 207/2010 testo vigente. Ciascuna ASL potrà procedere di diritto, ex art del codice civile, alla risoluzione del contratto nei seguenti casi: gravi violazioni delle clausole contrattuali e reiterate inadempienze nell esecuzione del contratto tali da compromettere la regolarità della fornitura quali a titolo esemplificativo: interruzione della fornitura senza giustificato motivo; fornitura di prodotti non conformi, inosservanza dei termini essenziali di consegna convenuti; reiterate e gravi inosservanze delle norme di legge e di regolamento applicabili all appalto in oggetto; grave negligenza o frode nell esecuzione degli obblighi contrattuali; mancato reintegro della cauzione in corso di contratto entro 15 giorni; violazione del codice etico di ciascuna ASL e del Codice Etico degli Appalti Regionali ; accertamento della non sussistenza o il venir meno di uno dei requisiti richiesti per la partecipazione alla gara; violazione delle norme in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro; violazione delle norme in materia retributiva e contributiva; almeno tre contestazioni nell anno formalizzate con applicazioni di penali; informazioni positive riguardanti l antimafia. Ove le inadempienze siano ritenute non gravi, cioè tali da non compromettere la regolarità della fornitura, le stesse saranno formalmente contestate dall ASL come previsto ai capitoli 4 e 7. Sarà altresì motivo di risoluzione contrattuale il mancato adempimento degli obblighi previsti dalla Legge 136/2010 testo vigente. CAP. 14: RECESSO Ciascuna ASL ha facoltà di recedere dal contratto stipulato in qualsiasi momento ai sensi della norma di cui all art del codice civile, con un preavviso di 30 giorni da comunicarsi alla impresa appaltatrice con lettera raccomandata A/R. Tale facoltà non è concessa all appaltatore. L ASL si avvarrà di tale facoltà nei seguenti casi: motivi di interesse pubblico; giusta causa; mutamenti di carattere organizzativo sia a livello nazionale che regionale in materia di competenza e modalità di erogazione della fornitura oggetto del presente capitolato; mutamenti nella normativa riguardante la fornitura oggetto del presente appalto; condizioni economiche contrattuali superiori ai limiti di cui al D.L. 95/2012 art. 15 comma 13 lett. c); attivazione a livello nazionale (Consip) o regionale (Centrale Acquisti Regione Lombardia) di convenzioni aventi il medesimo oggetto del presente appalto. 10

11 In caso di recesso dell ASL, l impresa aggiudicataria ha diritto al pagamento delle forniture effettuate, purché correttamente ed a regola d arte, secondo il corrispettivo e le condizioni contrattuali rinunciando espressamente, ora per allora, a qualsiasi ulteriore eventuale pretesa, anche di natura risarcitoria, ed a ogni ulteriore compenso o indennizzo e/o rimborso delle spese, anche in deroga a quanto previsto dall art del codice civile. CAP. 15: PRIVACY E TRATTAMENTO DATI Ai sensi del D. Lgs. 196/2003, l impresa aggiudicataria ha l obbligo di: Mantenere riservati i dati e le informazioni di cui venga in possesso e a conoscenza; Non divulgare dati e informazioni in alcun modo e sotto qualsiasi forma e di non farne oggetto di utilizzo per scopi diversi da quelli strettamente necessari all espletamento dell appalto; Adottare idonee e preventive misure di sicurezza atte ad eliminare o comunque a ridurre al minimo qualsiasi rischio di distruzione o perdita dei dati personali trattati, di accesso autorizzato o non conforme, nel rispetto delle disposizioni contenute nell art. 31 del D. Lgs. sopra citato. L impresa aggiudicataria è responsabile per l esatta osservanza degli obblighi di segretezza anzidetti da parte dei propri dipendenti, consulenti e collaboratori. CAP. 16: CONTROVERSIE Le eventuali controversie aventi ad oggetto l interpretazione o l esecuzione dei contratti derivanti dal presente appalto, saranno devolute in via esclusiva al Foro territorialmente competente per ciascuna ASL. CAP. 17: DISPOSIZIONI FINALI E DI RINVIO L ASL capofila si riserva la facoltà di sospendere la gara e/o di non procedere ad aggiudicazione nel caso in cui venga meno l interesse pubblico, nel caso in cui nessuna delle offerte sia ritenuta idonea rispetto alle esigenze dell ASL o nel caso in cui i prezzi offerti non siano ritenuti congrui ai sensi della vigente normativa o comunque convenienti. A tutti gli effetti la fornitura disciplinata del presente capitolato viene considerato pubblica fornitura. Per quanto non espressamente previsto dal presente capitolato speciale si applicano le norme di cui al D. Lgs. 163/2006 testo vigente, al D.P.R. 207/2010 testo vigente, alla L. R. n. 14/1997 testo vigente, alla L. R. n. 7 del testo vigente, ai RR.DD. (Regi Decreti) 18/11/1923 n 2240 e 23/05/1924 n 827 e successive integrazioni e modificazioni sulla contabilità generale dello Stato nonché le norme del codice civile. Ai sensi del D. Lgs. 196/2003 e successive modificazioni e integrazioni, i dati di cui l ASL verrà in possesso saranno trattati nel rispetto di quanto disposto dalla citata normativa ed esclusivamente in ordine al procedimento instaurato per l affidamento del presente appalto. Letto, confermato, accettato e sottoscritto. Ai sensi e per gli effetti della norma di cui agli artt e 1342 del c.c. vengono espressamente approvate ed accettate le clausole di cui ai capitoli 7, 9, 13, 14 del presente capitolato. 11

COMUNE DI LECCO Servizio economato e provveditorato Capitolato speciale d appalto per l affidamento con le modalità previste dal Regolamento comunale per la disciplina delle acquisizioni in economia di

Dettagli

CAPITOLATO AMMINISTRATIVO PER LA FORNITURA DI PRODOTTI SURGELATI

CAPITOLATO AMMINISTRATIVO PER LA FORNITURA DI PRODOTTI SURGELATI ART.1 OGGETTO DELL APPALTO Oggetto del presente documento sono le clausole amministrative relative al contratto di appalto per la fornitura di prodotti alimentari surgelati per le esigenze delle mense

Dettagli

Regione Lombardia. ASL Monza e Brianza

Regione Lombardia. ASL Monza e Brianza Regione Lombardia 002397 ASL Monza e Brianza Deliberazione n. 144 Seduta del 30 GIÙ 2014 Presa d'atto dell'aggiudicazione da parte dell'asl della Provincia di Varese della procedura aperta per la fornitura

Dettagli

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTAL ALLEGATO 4 CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO PER ANNI 3 DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO

Dettagli

REGIONE DEL VENETO ISTITUTO ONCOLOGICO VENETO I.R.C.C.S.

REGIONE DEL VENETO ISTITUTO ONCOLOGICO VENETO I.R.C.C.S. REGIONE DEL VENETO ISTITUTO ONCOLOGICO VENETO I.R.C.C.S. Servizio per la fornitura di prestazioni di radioterapia su pazienti in trattamento presso l Istituto Oncologico Veneto. * * * * * * CIG N.1136442D97

Dettagli

C O M U N E D I P I A N O R O

C O M U N E D I P I A N O R O CAPITOLATO RELATIVO ALLA GESTIONE DELLE ATTIVITA DI ASSISTENZA PER ALUNNI DISABILI Art. 1 - Oggetto e modalità di svolgimento del servizio Oggetto del presente capitolato è la gestione delle attività di

Dettagli

PROVINCIA DI PRATO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER LA FORNITURA DI AUTOVETTURE PER L AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE.

PROVINCIA DI PRATO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER LA FORNITURA DI AUTOVETTURE PER L AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE. PROVINCIA DI PRATO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER LA FORNITURA DI AUTOVETTURE PER L AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE. Articolo 1 OGGETTO DELLA FORNITURA Le prestazioni richieste al soggetto appaltatore

Dettagli

Deliberazione n. 553 del 04 settembre 2014

Deliberazione n. 553 del 04 settembre 2014 Deliberazione n. 553 del 04 settembre 204 Direttore Generale Dr. Roberto Bollina Coadiuvato da: Giancarlo Bortolotti Direttore Amministrativo Carlo Alberto Tersalvi Direttore Sanitario Giuseppe Giorgio

Dettagli

Tra l Agenzia Regionale per lo Sviluppo e i Servizi in Agricoltura Gestione Liquidatoria ex Art. 5

Tra l Agenzia Regionale per lo Sviluppo e i Servizi in Agricoltura Gestione Liquidatoria ex Art. 5 SCHEMA CONTATTO D APPALTO - art. 279 D.P.R. 207/2010 CONTRATTO D APPALTO Tra l Agenzia Regionale per lo Sviluppo e i Servizi in Agricoltura Gestione Liquidatoria ex Art. 5 L.R. 11.05.2007 n. 9 - e la Società,

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. periodo dal 01/03/2016 al 31/12/2018

CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. periodo dal 01/03/2016 al 31/12/2018 SEUS SICILIA EMERGENZA-URGENZA SANITARIA SCpA Sede Legale: Via Villagrazia, 46 Edificio B - 90124 Palermo Registro delle Imprese di Palermo Codice Fiscale e Partita Iva. 05871320825 CAPITOLATO D APPALTO

Dettagli

Friuli Innovazione Condizioni generali di contratto Applicabili ai lavori, servizi e forniture Rev.1 21/9/2012

Friuli Innovazione Condizioni generali di contratto Applicabili ai lavori, servizi e forniture Rev.1 21/9/2012 Friuli Innovazione Condizioni generali di contratto Applicabili ai lavori, servizi e forniture Rev.1 21/9/2012 INDICE Art. 1 - Ambito di applicazione e principi generali Art. 2 - Decorrenza e durata del

Dettagli

N. Rep... SCHEMA DI CONTRATTO

N. Rep... SCHEMA DI CONTRATTO SCHEMA DI CONTRATTO N. Rep.... LAVORI PER LA NUOVA PAVIMENTAZIONE IN CALCESTRUZZO STAMPATO COME ESISTENTE NEL CORTILE INTERNO DELLA SEDE DI PIAZZA CARDINAL FERRARI DELL AZIENDA OSPEDALIERA ISTITUTO ORTOPEDICO

Dettagli

CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO REGIONALE DELLA TOSCANA

CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO REGIONALE DELLA TOSCANA CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO REGIONALE DELLA TOSCANA BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE DEI VEICOLI DEL COMITATO REGIONALE CRI DELLA TOSCANA CIG: 28951999C9

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE. Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici

CAPITOLATO SPECIALE. Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici CAPITOLATO SPECIALE Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ammonta ad. 10250 oltre IVA al

Dettagli

IL COMUNE DI GENOVA, di seguito per brevità, denominato Comune, con sede in via Garibaldi 9, Codice Fiscale 00856930102, rappresentato

IL COMUNE DI GENOVA, di seguito per brevità, denominato Comune, con sede in via Garibaldi 9, Codice Fiscale 00856930102, rappresentato CONTRATTO FRA IL COMUNE DI GENOVA E... PER L ESECUZIONE DEL SERVIZIO DI ACCOMPAGNAMENTO EDUCATIVO A FAVORE DI MINORI E NUCLEI DI NAZIONALITÀ STRANIERA SEGUITI DALL UFFICIO CITTADINI SENZA TERRITORIO PERIODO...

Dettagli

Letti e Materassi antidecubito

Letti e Materassi antidecubito Letti e Materassi antidecubito Allegato alla Delib.G.R. n. 51/16 del 28.12.2012 Codifica CND Y18.12 18.12 Letti 18.12.07 Letti e reti smontabili a regolazione manuale Y181207 18.12.07.006 (1) 501.01.03

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI STAMPA DEL PERIODICO COMUNALE IL GIORNALE DI CORSICO E DI ALTRI PRODOTTI TIPOGRAFICI

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI STAMPA DEL PERIODICO COMUNALE IL GIORNALE DI CORSICO E DI ALTRI PRODOTTI TIPOGRAFICI LOTTO 2 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI STAMPA DEL PERIODICO COMUNALE IL GIORNALE DI CORSICO E DI ALTRI PRODOTTI TIPOGRAFICI. (PERIODO: gennaio 2016/ dicembre 2016) CIG:

Dettagli

ALLEGATO C CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

ALLEGATO C CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO ALLEGATO C CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO relativo alla procedura aperta bandita ai sensi dell art. 55 del D.Lgs. n. 163/2006, per l affidamento del servizio di consulenza e brokeraggio assicurativo per

Dettagli

CONTRATTO PER GLI INTERVENTI MIRATI AL RISPARMIO ENERGETICO PRESSO LA REGGIA DI VENARIA REALE FORNITURA DI CORPI ILLUMINANTI A

CONTRATTO PER GLI INTERVENTI MIRATI AL RISPARMIO ENERGETICO PRESSO LA REGGIA DI VENARIA REALE FORNITURA DI CORPI ILLUMINANTI A CONTRATTO PER GLI INTERVENTI MIRATI AL RISPARMIO ENERGETICO PRESSO LA REGGIA DI VENARIA REALE FORNITURA DI CORPI ILLUMINANTI A BASSO CONSUMO PER LE SCUDERIE JUVARIANE CODICE C.I.G... - CUP.. Importo netto:

Dettagli

Rio Marina AVVISO PUBBLICO

Rio Marina AVVISO PUBBLICO Rio Marina Comune elbano AVVISO PUBBLICO OGGETTO : Avviso di gara di licitazione privata per l affidamento del servizio di assistenza domiciliare agli anziani non autosufficienti. Si rende noto che con

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO PROVINCIA DI FIRENZE. Contratto di appalto per la fornitura di/il servizio di. CIG REPUBBLICA ITALIANA

SCHEMA DI CONTRATTO PROVINCIA DI FIRENZE. Contratto di appalto per la fornitura di/il servizio di. CIG REPUBBLICA ITALIANA Repertorio n. Fasc. n. /2011 PROVINCIA DI FIRENZE Contratto di appalto per la fornitura di/il servizio di. CIG REPUBBLICA ITALIANA L anno duemilaundici (2011) addì ( ) del mese di, in Firenze, in una sala

Dettagli

La Società con sede e domicilio fiscale in rappresentata da in qualità di, di seguito identificata come Fornitore da una parte

La Società con sede e domicilio fiscale in rappresentata da in qualità di, di seguito identificata come Fornitore da una parte CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PRELIEVO, CARICO, TRASPORTO IN REGIME ADR (SE PREVISTO DALLE NORME), CONFERIMENTO AD IMPIANTO AUTORIZZATO PER RECUPERO E/O SMALTIMENTO DEI RIFIUTI PRODOTTI PRESSO

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO CITTA DI VITTORIO VENETO Provincia di Treviso Comando Polizia Locale e Protezione Civile CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZI DI PREVIDENZA COMPLEMENTARE PER IL PERSONALE DELLA POLIZIA LOCALE ART. 1 OGGETTO

Dettagli

REGIONE VENETO AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA

REGIONE VENETO AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA REGIONE VENETO AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA FORNITURA DI: GESTIONE DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE ORDINARIA E STRAORDINARIA DELLE ZONE ERBOSE PER L AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA E L OSPEDALE DI CONSELVE

Dettagli

ALLEGATO B. Capitolato Speciale d Appalto (C.S.A.) relativo a FORNITURA IMBARCAZIONE AD USO DI POLIZIA LOCALE

ALLEGATO B. Capitolato Speciale d Appalto (C.S.A.) relativo a FORNITURA IMBARCAZIONE AD USO DI POLIZIA LOCALE ALLEGATO B Capitolato Speciale d Appalto (C.S.A.) relativo a FORNITURA IMBARCAZIONE AD USO DI POLIZIA LOCALE 1 INDICE ART. 1 ART. 2 ART. 3 ART. 4 ART. 5 ART. 6 ART. 7 ART. 8 ART. 9 ART. 10 ART. 11 ART.

Dettagli

CAPITOLATO CONTRATTUALE

CAPITOLATO CONTRATTUALE COMUNE DI PRATO CAPITOLATO CONTRATTUALE SERVIZIO DI NOLEGGIO CON MANUTENZIONE DI MACCHINE FOTOCOPIATRICI PER GLI UFFICI COMUNALI Area Risorse Finanziarie Servizio Patrimonio Amministrativo Via Del Ceppo

Dettagli

PROVINCIA DI FIRENZE

PROVINCIA DI FIRENZE Repertorio n. Fasc. n. /2008 PROVINCIA DI FIRENZE Contratto di appalto per l esecuzione dei lavori di CIG: REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilatredici (2013) addí () del mese di, in Firenze, in una sala

Dettagli

Capitolato Amministrativo

Capitolato Amministrativo ALLEGATO C Capitolato Amministrativo Relativo al bando di gara per l affidamento del Servizio di realizzazione, personalizzazione, erogazione, monitoraggio e rendicontazione dei voucher sociali del valore

Dettagli

AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VERONA CONTRATTO DI APPALTO

AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VERONA CONTRATTO DI APPALTO AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VERONA Rep. n. CONTRATTO DI APPALTO del servizio quinquennale di assicurazione globale fabbricati relativamente agli immobili gestiti

Dettagli

L anno il giorno... del mese di... in.. TRA

L anno il giorno... del mese di... in.. TRA Schema di Contratto di fornitura di beni e servizi relativi al Progetto Multimedia Info Point Progetto per il miglioramento della qualità dell offerta turistica del SUD EST Sicilia Intervento A : Organizzazione

Dettagli

Allegato B. Spett. le. Via Cap - Città

Allegato B. Spett. le. Via Cap - Città Prot. n. Cagliari, Spett. le Via Cap - Città OGGETTO: Procedura di affidamento diretto del servizio in economia inerente all imputazione sul SIL Sardegna dei dati relativi allo stato di attuazione degli

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA. Repertorio: n. I.N.R.C.A. AMMINISTRAZIONE CENTRALE

REPUBBLICA ITALIANA. Repertorio: n. I.N.R.C.A. AMMINISTRAZIONE CENTRALE REPUBBLICA ITALIANA Repertorio: n. I.N.R.C.A. AMMINISTRAZIONE CENTRALE OGGETTO: Contratto estimatorio per la fornitura di dispositivi medici occorrenti al servizio di radiologia interventistica e vascolare

Dettagli

Numero CIG 59174523DE RISPOSTA A RICHIESTA DI INFORMAZIONI COMPLEMENTARI N. 2

Numero CIG 59174523DE RISPOSTA A RICHIESTA DI INFORMAZIONI COMPLEMENTARI N. 2 Procedura aperta per l affidamento di gas naturale per il periodo 01.01.2015 31.12.2015. Autorizzata con delibera del Consiglio di Amministrazione del 22.07.2014. Numero CIG 59174523DE RISPOSTA A RICHIESTA

Dettagli

FAC-SIMILE SCHEMA DI CONTRATTO DI SUBAPPALTO

FAC-SIMILE SCHEMA DI CONTRATTO DI SUBAPPALTO FAC-SIMILE SCHEMA DI CONTRATTO DI SUBAPPALTO L Impresa con sede legale in Via n C.F. n. P. I.V.A. nella persona del legale rappresentate nato a il, in appresso per brevità denominata APPALTATORE E L Impresa

Dettagli

BOZZA DI CONTRATTO. tra

BOZZA DI CONTRATTO. tra BOZZA DI CONTRATTO tra la società TRM SpA, con sede legale in Torino, via P. Gorini, n. 50, Partita Iva e Cod. Fisc. 08566440015, in persona del proprio legale rappresentante pro tempore, (qui di seguito

Dettagli

C I T T A D I G A L A T I N A PROVINCIA DI LECCE Via Umberto I n. 40 Tel. 0836/633111 Fax 0836/ 561543

C I T T A D I G A L A T I N A PROVINCIA DI LECCE Via Umberto I n. 40 Tel. 0836/633111 Fax 0836/ 561543 C I T T A D I G A L A T I N A PROVINCIA DI LECCE Via Umberto I n. 40 Tel. 0836/633111 Fax 0836/ 561543 ******** I Settore Servizio Segreteria CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO DEL SERVIZIO DI REGISTRAZIONE,

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA DIPARTIMENTO GESTIONE DELLE RISORSE PATRIMONIALI SERVIZIO ATTIVITA NEGOZIALE, ECONOMALE E PATRIMONIALE SETTORE I BANDO DI GARA DI PUBBLICO INCANTO 1. Ente Appaltante: Università

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER I SERVIZI DI PULIZIA E GUARDIANIA DEI LOCALI DEL MUSEO DEL TESSUTO DURANTE LA MOSTRA LO STILE DELLO ZAR.

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER I SERVIZI DI PULIZIA E GUARDIANIA DEI LOCALI DEL MUSEO DEL TESSUTO DURANTE LA MOSTRA LO STILE DELLO ZAR. ALLEGATO 1 PROVINCIA DI PRATO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER I SERVIZI DI PULIZIA E GUARDIANIA DEI LOCALI DEL MUSEO DEL TESSUTO DURANTE LA MOSTRA LO STILE DELLO ZAR. Pag. 1/7 PROVINCIA DI PRATO CAPITOLATO

Dettagli

CONTRATTO PER FORNITURA DEL SERVIZIO DI MAGAZZINAGGIO, STOCCAGGIO, CONFEZIONAMENTO E CONSEGNA METERIALE INFORMATIVO DI TORINO E PROVINCIA

CONTRATTO PER FORNITURA DEL SERVIZIO DI MAGAZZINAGGIO, STOCCAGGIO, CONFEZIONAMENTO E CONSEGNA METERIALE INFORMATIVO DI TORINO E PROVINCIA CONTRATTO PER FORNITURA DEL SERVIZIO DI MAGAZZINAGGIO, STOCCAGGIO, CONFEZIONAMENTO E CONSEGNA METERIALE INFORMATIVO DI TORINO E PROVINCIA Premesso che - in data 23/05/2011 è stato approvato il Regolamento

Dettagli

COMUNE DI. Capitolato d Oneri per la Fornitura di contatori di energia elettrica BT monofase e trifase

COMUNE DI. Capitolato d Oneri per la Fornitura di contatori di energia elettrica BT monofase e trifase COMUNE DI FRANCAVILLA DI SICILIA P R O V I N C I A D I M E S S I N A Ente del Parco Fluviale dell Alcantara Area Tecnica Lavori Pubblici Servizio Idroelettrico Piazza Annunziata n. 3 98034 Francavilla

Dettagli

COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza

COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza Rep. N. in data Contratto di appalto per lavori relativi ad interventi di adeguamento alle norme di prevenzione incendi e potenziamento uscite di sicurezza della

Dettagli

C o m u n e d i B a r i

C o m u n e d i B a r i C o m u n e d i B a r i DISCIPLINARE DI GARA Servizi assicurativi polizze rischi: incendio, furto, rca/ard/infortuni, responsabilità civile patrimoniale dell ente, tutela legale, dal 1 gennaio 2012 al

Dettagli

ROMA CAPITALE Municipio 18 Roma Aurelio U.O.S.E.C.S. Servizi Sociali Il Dirigente

ROMA CAPITALE Municipio 18 Roma Aurelio U.O.S.E.C.S. Servizi Sociali Il Dirigente CONVENZIONE Attività di ballo e ginnastica presso i Centri Anziani del Municipio 18 CIG n. 5110477308 Il giorno. del mese di. dell anno 2013 presso la sede del Servizio Sociale del Municipio 18 Roma Aurelio,

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE Art. 1 OGGETTO DEL CONTRATTO L appalto ha per oggetto la

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE Art. 1 OGGETTO DEL CONTRATTO L appalto ha per oggetto la CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE Art. 1 OGGETTO DEL CONTRATTO L appalto ha per oggetto la fornitura del servizio di assistenza domiciliare a favore degli

Dettagli

Lavori di Sistemazione dell edifico ex Caserma C.C. in Via Vallecine da adibirsi a nuova sede comunale 2 E 3 LOTTO CIG 0084984303

Lavori di Sistemazione dell edifico ex Caserma C.C. in Via Vallecine da adibirsi a nuova sede comunale 2 E 3 LOTTO CIG 0084984303 C O M U N E D I B O R B O N A P R O V I N C I A D I R I E T I VIA NICOLA DA BORBONA 02010 BORBONA Tel. 0746/940037 Fax 0746/940285 P.I. C.F. 00113410575 E-Mail: borbona@comune.borbona.rieti.it Indirizzo

Dettagli

La ditta venditrice dovrà assicurare la garanzia e l assistenza dei mezzi tramite una officina autorizzata entro 15 km. dalla sede comunale.

La ditta venditrice dovrà assicurare la garanzia e l assistenza dei mezzi tramite una officina autorizzata entro 15 km. dalla sede comunale. CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO RELATIVO ALLA FORNITURA DI n 1 MINIBUS ELETTRICO, CHIAVI IN MANO, PER IL SERVIZIO DI TRASPORTO PERSONE ALL INTERNO DEL CIMITERO CIVICO MONUMENTALE 1. ENTE APPALTANTE Comune

Dettagli

COMUNE DI ANZIO. Provincia di Roma c.f. 82005010580 P.IVA 02144071004 SERVIZIO DI PRELIEVO E RECAPITO POSTALE CIG Z511544602 CAPITOLATO D ONERI

COMUNE DI ANZIO. Provincia di Roma c.f. 82005010580 P.IVA 02144071004 SERVIZIO DI PRELIEVO E RECAPITO POSTALE CIG Z511544602 CAPITOLATO D ONERI COMUNE DI ANZIO Provincia di Roma c.f. 82005010580 P.IVA 02144071004 SERVIZIO DI PRELIEVO E RECAPITO POSTALE CIG Z511544602 CAPITOLATO D ONERI Art. 1 - OGGETTO L appalto ha per oggetto il servizio di prelievo

Dettagli

ATTO ACCESSIVO ALLA CONCESSIONE DI CUI ALLA DETERMINAZIONE N. DEL. L anno duemiladodici e questo dì del mese di TRA

ATTO ACCESSIVO ALLA CONCESSIONE DI CUI ALLA DETERMINAZIONE N. DEL. L anno duemiladodici e questo dì del mese di TRA ATTO ACCESSIVO ALLA CONCESSIONE DI CUI ALLA DETERMINAZIONE N. DEL L anno duemiladodici e questo dì del mese di in Firenze per il presente atto TRA - il Comune di Firenze, codice fiscale n. 01307110484,

Dettagli

CONTRATTO D APPALTO. Tra l Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente e la Società., sede in ( ), per

CONTRATTO D APPALTO. Tra l Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente e la Società., sede in ( ), per CONTRATTO D APPALTO Tra l Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente e la Società, sede in ( ), per l affidamento del servizio di ritiro trasporto e smaltimento rifiuti speciali non pericolosi e

Dettagli

Il giorno del mese di dell anno 2011 nella sede della ASL RM/A, - via Ariosto 3/5, in esecuzione della deliberazione n.

Il giorno del mese di dell anno 2011 nella sede della ASL RM/A, - via Ariosto 3/5, in esecuzione della deliberazione n. C O N V E N Z I O N E PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA NON SANITARIA AGLI OSPITI DELLE STRUTTURE RESIDENZIALI A BASSA INTENSITA ASSISTENZIALE PER PAZIENTI PSICHIATRICI DEL 1 DISTRETTO DELLA

Dettagli

FORNITURA BUONI PASTO. L anno 2012, il giorno del mese di, TRA

FORNITURA BUONI PASTO. L anno 2012, il giorno del mese di, TRA Contratto n. /2012 FORNITURA BUONI PASTO L anno 2012, il giorno del mese di, TRA.. con sede legale in vi., partita IVA, in persona del legale rappresentante., in seguito denominata Committente E con sede

Dettagli

Il giorno del mese di dell anno 2011 nella sede della ASL RM/A, - via Ariosto 3/5, in esecuzione della deliberazione n.

Il giorno del mese di dell anno 2011 nella sede della ASL RM/A, - via Ariosto 3/5, in esecuzione della deliberazione n. C O N V E N Z I O N E PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA NON SANITARIA AGLI OSPITI DELLA STRUTTURA RESIDENZIALE A BASSA INTENSITA ASSISTENZIALE PER PAZIENTI PSICHIATRICI DEL 2 DISTRETTO DELLA

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA DI DISPOSITIVI MEDICI UROLOGICI PER L U.O. UROLOGIA E PER L U.O. CHIRURGIA PEDIATRICA

CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA DI DISPOSITIVI MEDICI UROLOGICI PER L U.O. UROLOGIA E PER L U.O. CHIRURGIA PEDIATRICA CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA DI DISPOSITIVI MEDICI UROLOGICI PER L U.O. UROLOGIA E PER L U.O. CHIRURGIA PEDIATRICA Atti 1517/2006 all.10 $%&' I N D I C E Art. 1 Oggetto del capitolato Art. 2 Durata

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO SUB A 2 SETTORE: RAGIONERIA-FINANZA-PROVVEDITORATO CED SERVIZIO ECONOMATO-PROVVEDITORATO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO SERVIZIO DI MANUTENZIONE, VERIFICA E RICARICA DEL PARCO ESTINTORI INSTALLATI NEGLI

Dettagli

Art. 1: Oggetto dell appalto

Art. 1: Oggetto dell appalto Art. 1: Oggetto dell appalto Il presente capitolato ha per oggetto il servizio di consulenza e brokeraggio assicurativo, ed in particolare: o il servizio di assistenza, consulenza e gestione del programma

Dettagli

SERVIZIO DI RISONANZA MAGNETICA

SERVIZIO DI RISONANZA MAGNETICA Presidio Ospedaliero Nord S.MARIA GORETTI DI LATINA SERVIZIO DI RISONANZA MAGNETICA GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI UNA RM 1,5 T, L AFFIDAMENTO DEI LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA

Dettagli

Timbro e firma della ditta offerente

Timbro e firma della ditta offerente DITTA: SEDE IN: CODICE FISCALE PARTITA IVA a b c a x c b x c A AUSILI PER EVACUAZIONE A.1 B 09.1.03.003 09.1..3 1.03.06.003 SEDIA PER WC E DOCCIA A.1.1 09.1.03.3 RUOTE ALMENO DA CM 60 A. A..1 A.. B.1 B.

Dettagli

CONTRATTO PER IL SERVIZIO DI TRASLOCO DALL ATTUALE SEDE AIFA IN ROMA - VIA DELLA SIERRA NEVADA N. 60 ALLA NUOVA SEDE IN ROMA - VIA DEL TRITONE N

CONTRATTO PER IL SERVIZIO DI TRASLOCO DALL ATTUALE SEDE AIFA IN ROMA - VIA DELLA SIERRA NEVADA N. 60 ALLA NUOVA SEDE IN ROMA - VIA DEL TRITONE N CONTRATTO PER IL SERVIZIO DI TRASLOCO DALL ATTUALE SEDE AIFA IN ROMA - VIA DELLA SIERRA NEVADA N. 60 ALLA NUOVA SEDE IN ROMA - VIA DEL TRITONE N. 181 NONCHÉ PER IL SERVIZIO DI STOCCAGGIO E CUSTODIA DEGLI

Dettagli

C O M U N E D I L U Z Z A R A

C O M U N E D I L U Z Z A R A CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI GESTIONE, MANUTENZIONE E VALORIZZAZIONE DEL PORTO LE GARZAIE E DELL AREA GOLENALE CIRCOSTANTE PERIODO ANNO 2009-2022 CUP J19E08000080004 - CIG 0249871810

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA DI RILIEVO NAZIONALE "SANTOBONO-PAUSILIPON" VIA DELLA CROCE ROSSA N 8-80122 NAPOLI CF/p. IVA 06854100630

AZIENDA OSPEDALIERA DI RILIEVO NAZIONALE SANTOBONO-PAUSILIPON VIA DELLA CROCE ROSSA N 8-80122 NAPOLI CF/p. IVA 06854100630 AZIENDA OSPEDALIERA DI RILIEVO NAZIONALE "SANTOBONO-PAUSILIPON" VIA DELLA CROCE ROSSA N 8-80122 NAPOLI CF/p. IVA 06854100630 CONTRATTO RELATIVO ALL AFFIDAMENTO ANNUALE (PROROGABILE DI UN ULTERIORE ANNO)

Dettagli

REGIONE VENETO AZIENDA ULSS 16 DI PADOVA

REGIONE VENETO AZIENDA ULSS 16 DI PADOVA . REGIONE VENETO AZIENDA ULSS 16 DI PADOVA PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI INFERMIERISTICI PRESSO LA CASA DI RECLUSIONE E LA CASA CIRCONDARIALE DI PADOVA. * * * * * * CAPITOLATO D ONERI

Dettagli

PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI VIGILANZA, PORTIERATO/CUSTODIA E LAVAGGIO AUTOVEICOLI DELLA REGIONE SARDEGNA.

PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI VIGILANZA, PORTIERATO/CUSTODIA E LAVAGGIO AUTOVEICOLI DELLA REGIONE SARDEGNA. PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI VIGILANZA, PORTIERATO/CUSTODIA E LAVAGGIO AUTOVEICOLI DELLA REGIONE SARDEGNA Allegato 4 SCHEMA DI CONTRATTO SOMMARIO ARTICOLO 1 DEFINIZIONI...4 ARTICOLO

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE ORDINARIA DELLE LAMPADE VOTIVE NEI CIMITERI DEL COMUNE DI REGGIO EMILIA

SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE ORDINARIA DELLE LAMPADE VOTIVE NEI CIMITERI DEL COMUNE DI REGGIO EMILIA SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE ORDINARIA DELLE LAMPADE VOTIVE NEI CIMITERI DEL COMUNE DI REGGIO EMILIA In Reggio Emilia addì TRA ACER AZIENDA CASA EMILIA - ROMAGNA DI

Dettagli

AVVISO PUBBLICO CUP C83D15001140005 CIG 63626511B5 1) OGGETTO DELL APPALTO

AVVISO PUBBLICO CUP C83D15001140005 CIG 63626511B5 1) OGGETTO DELL APPALTO AVVISO PUBBLICO UNIONCAMERE LAZIO: AVVISO PUBBLICO DI PROCEDURA IN ECONOMIA A MEZZO DI COTTIMO FIDUCIARIO PER L AFFIDAMENTO IN ECONOMIA DEL SERVIZIO STUDIO, ANALISI, MONITORAGGIO, ASSISTENZA TECNICA, COMUNICAZIONE

Dettagli

AZIENDA TERRITORIALE DI EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VERONA CONTRATTO DI APPALTO

AZIENDA TERRITORIALE DI EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VERONA CONTRATTO DI APPALTO AZIENDA TERRITORIALE DI EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VERONA CONTRATTO DI APPALTO mediante scrittura privata per l affidamento del servizio triennale di brokeraggio assicurativo a favore dell

Dettagli

Sede legale: Località Torrevecchia 87100 Cosenza - tel. 0984/308011 fax 0984/482332 aziendatrasporticosenza@tin.it web: www.amaco.

Sede legale: Località Torrevecchia 87100 Cosenza - tel. 0984/308011 fax 0984/482332 aziendatrasporticosenza@tin.it web: www.amaco. GARA PER LA FORNITURA DI GAS METANO PER AUTOTRAZIONE C.I.G. 60347701BF CAPITOLATO SPECIALE Responsabile Unico del Procedimento Ing. Gianfranco Marcelli 1 INDICE Art. 1 Glossario Art. 2 Oggetto dell Appalto

Dettagli

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA L Amministrazione Comunale di Palermo deve procedere, ai sensi della L.R. 7/2002 e successive modifiche ed

Dettagli

progettazione e realizzazione di un programma di formazione dal titolo Scuola

progettazione e realizzazione di un programma di formazione dal titolo Scuola N. di Raccolta SCRITTURA PRIVATA PER L ESECUZIONE DEL SERVIZIO DI PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DI UN PROGRAMMA DI FORMAZIONE DAL TITOLO SCUOLA PER L AUTOIMPRENDITORIALITÀ SIPAVIA TRA La Provincia di Pavia

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO PER LE FORNITURE DI BENI E SERVIZI AZIENDA U.L.S.S. 20 VERONA SOMMARIO

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO PER LE FORNITURE DI BENI E SERVIZI AZIENDA U.L.S.S. 20 VERONA SOMMARIO CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO PER LE FORNITURE DI BENI E SERVIZI AZIENDA U.L.S.S. 20 VERONA SOMMARIO Art. 1 - OGGETTO Art. 2 - COMUNICAZIONI Art. 3 - DECORRENZA E DURATA DELLA FORNITURA Art. 4 - DEPOSITI

Dettagli

ALLEGATO 5 Schema di Contratto

ALLEGATO 5 Schema di Contratto ALLEGATO 5 Schema di Contratto Allegato 5: Schema di contratto Pag. 1 SCHEMA DI CONTRATTO GARA A PROCEDURA APERTA, INDETTA AI SENSI DEL D. LGS. N. 163/06, PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PROGETTAZIONE

Dettagli

BANDO DI GARA Gara d appalto per la fornitura di energia elettrica (CIG: 534907118)

BANDO DI GARA Gara d appalto per la fornitura di energia elettrica (CIG: 534907118) BANDO DI GARA Gara d appalto per la fornitura di energia elettrica (CIG: 534907118) I AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Società appaltante: TALETE S.p.A. Indirizzo

Dettagli

COMUNE DI PISA. DIREZIONE FINANZE PROVVEDITORATO AZIENDE UO Economato Provveditorato Autoparco Comunale

COMUNE DI PISA. DIREZIONE FINANZE PROVVEDITORATO AZIENDE UO Economato Provveditorato Autoparco Comunale COMUNE DI PISA DIREZIONE FINANZE PROVVEDITORATO AZIENDE UO Economato Provveditorato Autoparco Comunale OGGETTO: Accordo Quadro per la Fornitura di cancelleria e consumabili per gli uffici dell Ente mediante

Dettagli

COMUNE DI MONTEROTONDO. Provincia di Roma CONTRATTO PER LA GESTIONE DEL PROGETTO SPAZIO GIOVANI

COMUNE DI MONTEROTONDO. Provincia di Roma CONTRATTO PER LA GESTIONE DEL PROGETTO SPAZIO GIOVANI COMUNE DI MONTEROTONDO Provincia di Roma CONTRATTO PER LA GESTIONE DEL PROGETTO SPAZIO GIOVANI Nell anno 2012 il giorno 28 del mese di Dicembre, nella sede del Comune di Monterotondo (RM) TRA - ANTONELLI

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO PER LA FORNITURA E POSA IN OPERA DELLE SALE RIUNIONE E DI AREE RISERVATE ALL ACCOGLIENZA DELLA NUOVA SEDE DELL AIFA

SCHEMA DI CONTRATTO PER LA FORNITURA E POSA IN OPERA DELLE SALE RIUNIONE E DI AREE RISERVATE ALL ACCOGLIENZA DELLA NUOVA SEDE DELL AIFA Allegato D SCHEMA DI CONTRATTO PER LA FORNITURA E POSA IN OPERA DELLE SALE RIUNIONE E DI AREE RISERVATE ALL ACCOGLIENZA DELLA NUOVA SEDE DELL AIFA CIG 0456191CB5 Agenzia Italiana del Farmaco 1 Agenzia

Dettagli

COMUNE DI FONTANELLA. Provincia di Bergamo. Oggetto: SCHEMA DI CONTRATTO PER LA FORNITURA ED ESECUZIONE

COMUNE DI FONTANELLA. Provincia di Bergamo. Oggetto: SCHEMA DI CONTRATTO PER LA FORNITURA ED ESECUZIONE Allegato 7 determinazione n. 68 del 04/05/2012 COMUNE DI FONTANELLA Provincia di Bergamo Oggetto: SCHEMA DI CONTRATTO PER LA FORNITURA ED ESECUZIONE DEL SISTEMA DI VIDEO-SORVEGLIANZA REPUBBLICA ITALIANA

Dettagli

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA L Amministrazione Comunale di Palermo deve procedere, ai sensi della L.R. 7/2002 e successive modifiche ed

Dettagli

SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO

SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO SCHEMA CONTRATTO DI APPALTO REPUBBLICA ITALIANA L anno duemila. il giorno. del mese di. nella sede della stazione appaltante sita.., alla via.. n..., avanti a me dott, autorizzato a ricevere atti e contratti

Dettagli

Comune di MISANO DI GERA D ADDA Provincia di Bergamo Regione Lombardia

Comune di MISANO DI GERA D ADDA Provincia di Bergamo Regione Lombardia BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA = PREZZO PIU BASSO DETERMINATO MEDIANTE MASSIMO RIBASSO SULL IMPORTO DEI LAVORI APPALTO CON CORRISPETTIVO A CORPO = LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA IMPIANTI

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Consorzio per lo Sviluppo Industriale della Provincia di Potenza Centro Direzionale Zona Industriale 85050 TITO SCALO (PZ) Tel.0971/659111 Fax 0971/485881 Sito internet: www.consorzioasipz.it E-mail: asi@consorzioasipz.it

Dettagli

)2*/,2&21',=,21, $33$/72 3(5 / $)),'$0(172 '(/ 6(59,=,2 ', 6200,1,675$=,21( ', /$9252 $ 7(50,1(

)2*/,2&21',=,21, $33$/72 3(5 / $)),'$0(172 '(/ 6(59,=,2 ', 6200,1,675$=,21( ', /$9252 $ 7(50,1( )2*/,2&21',=,21, $33$/72 3(5 / $)),'$0(172 '(/ 6(59,=,2 ', 6200,1,675$=,21( ', /$9252 $ 7(50,1( ART.1 OGGETTO Il presente appalto ha ad oggetto il servizio di somministrazione di lavoratori a termine,

Dettagli

AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SORVEGLIANZA SANITARIA E MEDICO COMPETENTE AI SENSI DEL D.LGS 81/2008 PER IL PERIODO 1/1/2014 31/12/2014.

AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SORVEGLIANZA SANITARIA E MEDICO COMPETENTE AI SENSI DEL D.LGS 81/2008 PER IL PERIODO 1/1/2014 31/12/2014. AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SORVEGLIANZA SANITARIA E MEDICO COMPETENTE AI SENSI DEL D.LGS 81/2008 PER IL PERIODO 1/1/2014 31/12/2014. CAPITOLATO D ONERI Art. 1 Oggetto del servizio, durata e compenso.

Dettagli

COMUNE DI MONTALE. Provincia di Pistoia OGGETTO: LAVORI DI SISTEMAZIONE DEL GIARDINO MONUMENTALE CON ALLESTIMENTO DEL PROGETTO DEL

COMUNE DI MONTALE. Provincia di Pistoia OGGETTO: LAVORI DI SISTEMAZIONE DEL GIARDINO MONUMENTALE CON ALLESTIMENTO DEL PROGETTO DEL COMUNE DI MONTALE Provincia di Pistoia OGGETTO: LAVORI DI SISTEMAZIONE DEL GIARDINO MONUMENTALE CON ALLESTIMENTO DEL PROGETTO DEL GIARDINO DEL XXI SEC VILLA CASTELLO SMILEA MONTALE CAPOLUOGO. REP. 2/2015

Dettagli

CONTRATTO DI APPALTO TRA. l'azienda TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA DEL COMUNE DI ROMA. E l IMPRESA. per

CONTRATTO DI APPALTO TRA. l'azienda TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA DEL COMUNE DI ROMA. E l IMPRESA. per CONTRATTO DI APPALTO TRA l'azienda TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA DEL COMUNE DI ROMA (C.F. 00410700587 P. I.V.A. 00885561001) E l IMPRESA (C.F. e P.I. ) per l affidamento del servizio

Dettagli

COMUNE DI TEGLIO Provincia di Sondrio

COMUNE DI TEGLIO Provincia di Sondrio COMUNE DI TEGLIO Provincia di Sondrio Piazza S.Eufemia, 7-23036 Teglio (S0) - Tel. 0342/789.011 - Telefax 0342/781336- C/c postale 11837234 P.IVA 00114190143 - Cod.fisc. 83000770145 SETTORE AFFARI GENERALI

Dettagli

SCHEMA CONTRATTO Di CONCESSIONE DEI SERVIZI DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE E DEGLI IMPIANTI SEMAFORCI ALL INTERNO DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI RHO (MI)

SCHEMA CONTRATTO Di CONCESSIONE DEI SERVIZI DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE E DEGLI IMPIANTI SEMAFORCI ALL INTERNO DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI RHO (MI) SCHEMA CONTRATTO Di CONCESSIONE DEI SERVIZI DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE E DEGLI IMPIANTI SEMAFORCI ALL INTERNO DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI RHO (MI) Tra il Comune di RHO (di seguito, Comune ), in persona

Dettagli

R E G I O N E S I C I L I A N A COMUNE DI BUCCHERI Provincia di Siracusa

R E G I O N E S I C I L I A N A COMUNE DI BUCCHERI Provincia di Siracusa R E G I O N E S I C I L I A N A COMUNE DI BUCCHERI Provincia di Siracusa CAPITOLATO D ONERI FORNITURA MATERIALI A PIE D OPERA, TRASPORTI e NOLI OGGETTO : Cantiere di lavoro n. 1001467/SR-18 (Circolare

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO Acquisto di n. 1 mini escavatore da impiegare nei lavori di manutenzione delle strade SALERNO, 10 ottobre 2012 IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO (ing. Bernardo Saja) Oggetto

Dettagli

I.N.P.D.A.P. ISTITUTO NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DELL AMMINISTRAZIONE PUBBLICA

I.N.P.D.A.P. ISTITUTO NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DELL AMMINISTRAZIONE PUBBLICA I.N.P.D.A.P. ISTITUTO NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DELL AMMINISTRAZIONE PUBBLICA PROCEDURA APERTA FINALIZZATA ALLʹAFFIDAMENTO DEL SERVIZIO PROFESSIONALE DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Comune di Villacidro Provincia di Cagliari Servizio Affari Generali,Pubblica Istruzione, Sport e Turismo Tel- 070/93442213 15 fax 070/9316066 e-mail affarigenerali@comune.villacidro.vs.it CAPITOLATO SPECIALE

Dettagli

C O M U N E D I G A L A T I N A (Provincia di Lecce) ********* CAPITOLATO SPECIALE

C O M U N E D I G A L A T I N A (Provincia di Lecce) ********* CAPITOLATO SPECIALE C O M U N E D I G A L A T I N A (Provincia di Lecce) ********* DIREZIONE AFFARI GENERALI ED AVVOCATURA - Servizio di Segreteria Generale - FORNITURA IN ECONOMIA, MEDIANTE COTTIMO FIDUCIARIO, DI MATERIALE

Dettagli

CONTRATTO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE EDUCATIVA (SERSE) PER IL. L'anno duemilaundici, addì ( ) del mese di

CONTRATTO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE EDUCATIVA (SERSE) PER IL. L'anno duemilaundici, addì ( ) del mese di REP. n. del CONTRATTO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE EDUCATIVA (SERSE) PER IL PERIODO 01.03.2012-31.12.2014 - C.I.G. [ ]. L'anno duemilaundici, addì ( ) del mese di presso la Sede

Dettagli

CONTRATTO PER IL SERVIZIO DI BROKERAGGIO

CONTRATTO PER IL SERVIZIO DI BROKERAGGIO MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE DEI SERVIZI GENERALI I Reparto 1 Divisione Piazza della Marina, 4 00196 - Roma www.commiservizi.difesa.it e-mail: commiservizi@commiservizi.difesa.it Tel.: 06/36806378

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI TREVIGNANO ROMANO. (Provincia di Roma)

REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI TREVIGNANO ROMANO. (Provincia di Roma) Repertorio n. REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI TREVIGNANO ROMANO (Provincia di Roma) CONTRATTO D APPALTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA SOCIALE E DOMICILIARE DESTINATO AI MINORI, DISABILI, ANZIANI RESIDENTI NEL

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI PROVINCIA DI OLBIA TEMPIO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

COMUNE DI GOLFO ARANCI PROVINCIA DI OLBIA TEMPIO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Affidamento dell incarico esterno di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP) anni 2015 2016 ai sensi dell art. 81 del D.Lgs. 81/2008. CIG ZDC1420648 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Art.

Dettagli

COMUNE DI CREMONA. Settore Economato

COMUNE DI CREMONA. Settore Economato Allegato A) COMUNE DI CREMONA Settore Economato Capitolato speciale d oneri relativo a: FORNITURA CON CONSEGNE RIPARTITE DI CARTA NATURALE E RICICLATA PER LE FOTOCOPIATRICI DEGLI UFFICI COMUNALI ANNO 2014

Dettagli

COMUNE DI LAS PLASSAS Provincia del Medio Campidano UFFICIO TECNICO

COMUNE DI LAS PLASSAS Provincia del Medio Campidano UFFICIO TECNICO COMUNE DI LAS PLASSAS Provincia del Medio Campidano UFFICIO TECNICO Via Cagliari, 18-09020 Las Plassas tel. 070/9364006 fax 070/9364606 Email: utc.lasplassas@gmail.com Prot. 1515 Las Plassas, 16 Maggio

Dettagli

CONTRATTO PER LA FORNITURA DI BUONI PASTO CIG 4430974B68

CONTRATTO PER LA FORNITURA DI BUONI PASTO CIG 4430974B68 CONTRATTO PER LA FORNITURA DI BUONI PASTO CIG 4430974B68 FRA Camera di Commercio di Lodi, con sede in Lodi via Haussmann, 15 (cap. 26900) P.IVA 11125130150, nella persona del Segretario Generale f.f.,

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO. OGGETTO: Affidamento del servizio di. all' IMPRESA: (DENOMINAZIONE E CODICE FISCALE / P.IVA)

SCHEMA DI CONTRATTO. OGGETTO: Affidamento del servizio di. all' IMPRESA: (DENOMINAZIONE E CODICE FISCALE / P.IVA) SCHEMA DI CONTRATTO OGGETTO: Affidamento del servizio di. all' IMPRESA: (DENOMINAZIONE E CODICE FISCALE / P.IVA) L anno DUEMILA... il giorno del mese di in una sala del Comune di Trieste. Premesso che:

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO FORNITURA DI ARREDAMENTO COMPLETO CENTRO ANZIANI VIA MARSAGLIA

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO FORNITURA DI ARREDAMENTO COMPLETO CENTRO ANZIANI VIA MARSAGLIA 1 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO FORNITURA DI ARREDAMENTO COMPLETO CENTRO ANZIANI VIA MARSAGLIA SETTORE SICUREZZA SOCIALE SERVIZIO INTERVENTI SOCIALI Via Roma, 54 18038 SANREMO (IM) Tel. 0184/59281 Fax

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO ATTREZZATURE INDICE

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO ATTREZZATURE INDICE CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO ATTREZZATURE INDICE Art. 1 Oggetto della fornitura Art. 2 Importo dell appalto Art. 3 Caratteristiche della fornitura Art. 4 Criteri di aggiudicazione Art. 5 Termini e luoghi

Dettagli