Provincia autonoma di Trento. ALLEGATO C Linee guida per la realizzazione delle reti LAN (Local Area Network)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Provincia autonoma di Trento. ALLEGATO C Linee guida per la realizzazione delle reti LAN (Local Area Network)"

Transcript

1 Provincia autonoma di Trento Servizio Semplificazione e Sistemi Informativi ALLEGATO C Linee guida per la realizzazione delle reti LAN (Local Area Network) Pagina 1 di 11

2 INDICE 1 PREMESSA 2 LE COMPONENTI PASSIVE 2.1 Il locale tecnico 2.2 Il cablaggio 2.3 L interconnessione alla rete in fibra ottica 3 LE COMPONENTI ATTIVE 4 LA CONTINUITA ELETTRICA 5 LA SICUREZZA FISICA NELLE RETI LAN 6 GLOSSARIO Pagina 2 di 11

3 1 PREMESSA L implementazione della rete provinciale a banda larga su fibra ottica e la conseguente attivazione di servizi ICT a valore aggiunto (quali telefonia su IP, videoconferenza, posta elettronica, protocollo federato) richiedono che le reti locali (LAN) soddisfino dei requisiti minimi per garantire sia il throughput trasmissivo richiesto sia l alta disponibilità ed affidabilità nelle diverse componenti infrastrutturali, attive e non attive, al fine di garantire la continuità dei servizi. L allegato riporta le principali linee guida da seguire nell implementazione di infrastrutture di rete nel rispetto dei requisiti definiti a garanzia del buon funzionamento dei servizi erogati. Prima di tutto vengono definiti i requisiti generali che le componenti passive (locale tecnico e cablaggio strutturato) devono soddisfare affinché l intera infrastruttura di rete possa garantire performance, funzionalità e soprattutto alta disponibilità del servizio di trasporto a livello LAN. Altro aspetto indispensabile per l erogazione di molteplici servizi ICT sulla stessa infrastruttura è che gli apparati switch di rete LAN supportino determinate funzionalità, quali l implementazione di reti locali virtuali (VLAN) e la Quality of Service (QoS). Un ultimo aspetto riguarda le problematiche di sicurezza fisica di una infrastruttura LAN, garantita con opportuni strumenti che permettono il telecontrollo degli accessi ai locali tecnici e il monitoraggio dei principali parametri ambientali (temperatura, umidità, presenza di fumo). Pagina 3 di 11

4 2 LE COMPONENTI PASSIVE 2.1 Il locale tecnico L ubicazione ideale delle apparecchiature di rete (switch, UPS etc,) sarebbe in un locale tecnico idoneo a garanzia del buon funzionamento dell intera infrastruttura con dimensioni tali da ospitare un armadio rack dimensionato per alloggiare le componenti attive (switch) e quelle passive (permutatori ottici e rame). In assenza di tale locale dedicato è comunque necessario che le apparecchiature di terminazione del collegamento alla rete a larga banda e alla rete locale vengano posizionate in luogo idoneo a salvaguardarne l integrità e la funzionalità. Particolare attenzione è da porre inoltre sull aereazione del locale: condizioni climatiche non favorevoli, quali alta temperatura, eccessiva umidità possono causare gravi danni alle apparecchiature di rete compromettendone il regolare funzionamento. E quindi opportuno che il locale sia dotato di un sistema di condizionamento qualora una ventilazione forzata non sia in grado di mantenere sotto controllo i parametri ambientali. Al fine di garantire la sicurezza fisica dell infrastruttura di norma i locali tecnici devono essere chiusi a chiave e gli accessi devono essere regolamentati ed eventualmente tracciati con specifici sistemi di registrazione. 2.2 Il cablaggio L attivazione di servizi ICT quali la telefonia VoIP e videoconferenza richiede che la rete locale sia dotata di un cablaggio strutturato Ethernet, in grado di garantire le prestazioni e l affidabilità richiesta. In particolare, in caso di nuovi impianti si consiglia la realizzazione del cablaggio Ethernet in categoria 6a di tipo schermato (STP) o superiore (7, 7a). Tale standard è certificato fino a 500 Mhz e supporta la connessione di dispositivi con schede di rete a 10 Gbps. Si specifica inoltre che la realizzazione delle bretelle di permutazione e dei passacavi all interno degli armadi rack dovrebbe essere effettuata lateralmente rispetto all apertura dell armadio in modo da lasciare lo spazio in profondità per la collocazione degli apparati attivi le cui dimensioni massime indicative, qualora si decida di acquisire apparati per il supporto delle funzionalità di PoE (Power over Ethernet), sono: 7 cm (Altezza) x 45 cm (Lunghezza) x 50 cm (Profondità). Pagina 4 di 11

5 Gli armadi rack destinati ad ospitare le apparecchiature attive nonché i pannelli di permutazione dovrebbero essere dotati di ventilazione a tetto, zoccolo, porte anteriori e posteriori chiudibili con chiave. Le dimensioni dell armadio devono essere tali da garantire una corretta gestione operativa delle apparecchiature di rete attive e dei permutatori e quindi di norma di consiglia di utilizzare rack con Larghezza x Altezza x Profondità pari almeno a 800 x 2000 x 800 (mm). 2.3 L interconnessione alla rete in fibra ottica L interconnessione della rete locale alla rete Larga Banda avviene attraverso il collegamento degli switch di LAN ad un apparato di rete fornito nell ambito del servizio di attivazione del collegamento in fibra ottica. Questo apparato viene collegato alla rete Larga Banda attraverso uno o più link ottici terminanti in un box ottico posizionato nelle immediate vicinanze del rack contenente le apparecchiature di rete. E necessario quindi, come rappresentato in Fig. 1, che: - il box ottico di attestazione della fibra ottica venga posizionato nel locale tecnico ospitante le apparecchiature di rete LAN, di norma il centro stella della rete locale e nelle immediate vicinanze dell armadio rack; inoltre tra il box ottico e l armadio rack è necessario predisporre una canalina di collegamento per ospitare le bretelle ottiche di collegamento; - nell armadio rack sia possibile alloggiare gli apparati di consegna del collegamento di rete geografica, di norma uno switch e/o un router; deve essere garantita l esistenza di uno spazio adeguato e sufficiente al contenimento degli apparati nonché la predisposizione dell alimentazione elettrica. Pagina 5 di 11

6 Fig. 1: schema di interconnessione alla rete in fibra ottica Pagina 6 di 11

7 3 LE COMPONENTI ATTIVE Per poter attivare servizi ICT sulla infrastruttura di rete LAN è necessario che le apparecchiature di rete siano in grado di garantire adeguata affidabilità, qualità e prestazioni. In particolare, visto l aumento del throughput trasmissivo garantito dalla connettività a banda larga in fibra ottica, è opportuno che le postazioni di lavoro siano collegate ad apparati di rete dotati di interfacce configurabili a 100 Mbps se non addirittura a 1 Gbps, ciò al fine di garantire buone prestazioni per applicativi/servizi quali protocollo federato e videoconferenza. L implementazione del servizio VoIP inoltre richiede, come vincolo, che gli apparati switch di LAN supportino le VLAN, garantiscano cioè il trasporto della VLAN voce separata dalla VLAN dati a garanzia della qualità ed affidabilità del servizio stesso. Il traffico voce deve essere poi riconosciuto dagli apparati di rete e gestito con le opportune politiche di QoS (Quality of Service). In generale, per tutte le tipologie di reti LAN, l attivazione del servizio VoIP prevede l utilizzo di telefoni IP per tutte le postazioni di lavoro; ciò implica la sostituzione di tutti i telefoni analogici e digitali esistenti con telefoni IP collegati sulla rete LAN. A livello di interconnessioni della postazione di lavoro e del telefono VoIP alla rete LAN possono essere implementate diverse soluzioni. Quella più diffusa prevede di collegare il PC con un cavo patch al telefono VoIp che essendo dotato di uno switch integrato a due porte 10/100Mb a sua volta verrà collegato, tramite cablaggio, all apparato attivo di rete LAN, come di seguito indicato in Fig. 2. Fig.2: collegamento telefono IP in cascata con il PC In base a tale modello il numero di porte LAN necessarie ad attivare il servizio VoIP non cambia. Pagina 7 di 11

8 Qualora invece si voglia collegare l apparato VoIP direttamente allo switch, è necessario disporre di una presa di rete dedicata come riportato nella Fig.3. Fig.3: collegamento telefono IP in modalità stand alone In entrambi gli scenari sopra indicati il telefono IP va alimentato (essendo una componente attiva) e l alimentazione potrà essere fornita direttamente dallo switch, attraverso la funzionalità PoE se disponibile, oppure mediante alimentatore esterno. Nel primo caso l apparato di rete deve essere in grado di fornire la funzionalità richiesta di PoE con gli indubbi vantaggi di non avere per ciascun apparato telefonico un alimentatore (eliminando così anche problematiche di sicurezza - decreto legislativo 626/94), e di poter garantire la continuità del servizio, in caso di black out elettrico, alimentando gli apparati di rete attraverso una linea elettrica privilegiata (non sempre disponibile in corrispondenza delle postazioni di lavoro). Per contro si deve prevedere l installazione di un apparato che garantisca la continuità dell alimentazione elettrica (UPS) opportunamente dimensionato. Pagina 8 di 11

9 4 LA CONTINUITA ELETTRICA La continuità elettrica rappresenta un elemento essenziale all interno di una rete LAN ed è di fondamentale importanza volendo attivare, attraverso questa, servizi ICT quali la telefonia VoIP. E opportuno che tutti gli apparati di rete siano alimentati da una linea elettrica privilegiata e ciò sia al fine di garantirne la salvaguardia in caso di sbalzi di tensione, che potrebbero danneggiarli in maniere irreparabile, sia per garantire l erogazione dei servizi in caso di black out. Se gli apparati di rete sono inoltre dotati di funzionalità PoE, sono cioè loro a fornire l alimentazione elettrica ai telefoni, è opportuno che il dimensionamento dei gruppi di continuità (UPS), venga fatto tenendo conto di tali assorbimenti e della durata in cui si intende garantire il funzionamento del servizio di telefonia VoIP, in assenza di corrente elettrica. Pagina 9 di 11

10 5 LA SICUREZZA FISICA NELLE RETI LAN La disponibilità ed efficienza delle infrastrutture LAN sono un requisito indispensabile per l erogazione di servizi di pubblica utilità. Al fine di assicurare l alta affidabilità delle infrastrutture LAN, oltre che adottare eventualmente delle soluzioni architetturali ridondate per quanto riguarda le componenti attive dell infrastruttura, è indispensabile garantire che eventuali locali tecnici che ospitano le apparecchiature di switching mantengano una temperatura di esercizio adeguata e che l erogazione della corrente elettrica sia garantita, (vedi per questo punto il precedente paragrafo). E quindi opportuno effettuare un monitoraggio costante dei parametri ambientali (temperatura, umidità e eventuale presenza di fumi) nei locali tecnici e l inoltro delle segnalazioni degli allarmi tramite sms e/o messaggi di posta elettronica al superamento di soglie preimpostate, per intraprendere tempestivamente azioni correttive e limitare quindi escursioni di temperatura dannose per le apparecchiature. Il monitoraggio dei parametri vitali dei sistemi UPS, come la presenza di alimentazione di rete, il livello di carica delle batterie ed il funzionamento dei raddrizzatori e il tempestivo inoltro di segnalazioni consentirebbe inoltre un tempestivo intervento dei tecnici addetti alla manutenzione, evitando interruzioni nell erogazione dei servizi. Data l importanza che ciascun sito riveste per la pubblica amministrazione si rende necessaria quindi una politica di gestione della sicurezza degli accessi sia per quanto riguarda i locali tecnici, che per gli armadi rack che ospitano le apparecchiature di rete. Pagina 10 di 11

11 6 GLOSSARIO QoS QoS è l'acronimo di "Quality of Service", ovvero "Qualità del servizio", una espressione tesa a sottolineare la capacità di un'apparecchiatura di garantire un determinato livello qualitativo; nello specifico del servizio di telefonia Voice over IP la gestione della qualità del servizio viene garantita dal fatto di rendere prioritario il traffico voce rispetto ad altre tipologie di traffico, garantendogli una banda sufficiente ed una latenza accettabile. PoE PoE è l acronimo di Power over Ethernet ovvero la funzionalità di fornire alimentazione elettrica utilizzando lo stesso cavo dati utilizzato per il collegamento dell apparato alla rete LAN. VoIP E'l'acronimo di Voice Over IP, ovvero il passaggio della voce su rete dati IP, ed è più o meno propriamente utilizzato per indicare le comunicazioni vocali che avvengono attraverso reti dati di qualsiasi genere. VLAN E'l'acronimo di Virtual Local Area Network, ovvero la suddivisione logica in più LAN di una medesima infrastruttura fisica. UPS E l acronimo di Uninterruptible Power Supply (gruppo di continuità), ovvero una apparecchiatura che si usa per mantenere costantemente alimentati elettricamente in corrente alternata apparecchi elettrici la cui funzionalità è essenziale per l erogazione di un determinato servizio. Pagina 11 di 11

Rete LAN ed Ethernet. Tipi di reti Ethernet

Rete LAN ed Ethernet. Tipi di reti Ethernet Rete LAN ed Ethernet Cavo a doppino incrociato che include quattro coppie di cavi incrociati, in genere collegati a una spina RJ-45 all estremità. Una rete locale (LAN, Local Area Network) è un gruppo

Dettagli

Specifiche tecniche per la connessione al MIX

Specifiche tecniche per la connessione al MIX Specifiche tecniche per la connessione al MIX Pag. 1 di 9 CODICE DOCUMENTO : MIX-302 VERSIONE : 3.1 REPARTO : UFFICIO TECNICO STATO : DEFINITIVO DATA DEL DOCUMENTO : 03/03/11 NUMERO DI PAGINE : 9 RILASCIATO

Dettagli

1 Prerequisiti per i locali

1 Prerequisiti per i locali ALLEGATO 1 AL CAPITOLATO TECNICO PER LA GESTIONE DELLA CENTRALE UNICA DI ASCOLTO PER IL SERVIZIO DI CONTINUITÀ ASSISTENZIALE, ATTIVAZIONE DEL PERSONALE MEDICO REPERIBILE DELL AREA DI PREVENZIONE, IGIENE

Dettagli

NUOVA SCHEDA TECNICA ALL. 2

NUOVA SCHEDA TECNICA ALL. 2 NUOVA SCHEDA TECNICA ALL. 2 Individuazione delle aree e relativi interventi PIANO TERRA 01.01 Armadio A Centro stella: SISTEMAZIONE 2 ARMADI ESISTENTI. RIFACIMENTO DI 96 PUNTI RETE TIPO ATT.110 CON NUOVI

Dettagli

COMUNE DI BIANCAVILLA Provincia di Catania Cod. Fisc. 80009050875 - P.I. 01826320879 3^ AREA FUNZIONALE

COMUNE DI BIANCAVILLA Provincia di Catania Cod. Fisc. 80009050875 - P.I. 01826320879 3^ AREA FUNZIONALE Oggetto: Fornitura ed installazione di attrezzature informatiche, collegamenti Hiperlan tra le sedi comunali, sistema radio e di videosorveglianza perimetrale. TAV. 1 PREVENTIVO DI SPESA IL RESPONSABILE

Dettagli

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI Architettura di un sistema informatico Realizzata dal Dott. Dino Feragalli 1 CONCETTI GENERALI 1.1 Obiettivi Il seguente progetto vuole descrivere l amministrazione dell ITC (Information Tecnology end

Dettagli

Manuale di utilizzo e installazione dei prodotti Exsorsa

Manuale di utilizzo e installazione dei prodotti Exsorsa Manuale di utilizzo e installazione dei prodotti Exsorsa Introduzione: L installazione di apparecchiature VoIP impone la preliminare considerazione di una serie di requisiti minimi, indispensabili per

Dettagli

Specifiche caratteristiche richieste

Specifiche caratteristiche richieste Specifiche caratteristiche richieste TERMINI DI CONSEGNA L immobile dovrà essere consegnato entro il 1/12/2013. Il canone di locazione verrà, in ogni caso, corrisposto a far data dal primo giorno del mese

Dettagli

Simulazione seconda prova Sistemi e reti Marzo 2016

Simulazione seconda prova Sistemi e reti Marzo 2016 Ipotesi progettuali Studio medico situato in un appartamento senza reti pre-esistenti con possibilità di cablaggio a muro in canalina. Le dimensioni in gioco possono far prevedere cavi non troppo lunghi

Dettagli

Soluzione Tecnica per la Piccola e Media Impresa

Soluzione Tecnica per la Piccola e Media Impresa Soluzione Tecnica per la Piccola e Media Impresa 1 di 21 Sommario 1 INTRODUZIONE... 3 2 PROGETTO ABRUZZO... 4 2.1 ANELLO IN FIBRA OTTICA... 4 2.2 DISTRIBUZIONE OTTICA PER COMUNI LUNGO LE DIRETTRICI DI

Dettagli

ALLEGATO 1 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO

ALLEGATO 1 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO ALLEGATO 1 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO . IntrodDescrizione del Servizio a) Procedura di accreditamento Il Centro Servizi (CS) che richiede l accreditamento per la fornitura dell accesso fisico al Sistema

Dettagli

INFORMAZIONI GENERALI

INFORMAZIONI GENERALI TERMINI DI CONSEGNA L immobile dovrà essere consegnato entro il 31/10/2015. Il canone di locazione verrà corrisposto a far data dal giorno successivo alla consegna. INFORMAZIONI GENERALI Il presente documento

Dettagli

Povo2. Nuovo Datacenter d Ateneo. Trasloco sala macchine domenica 14 dicembre 2014

Povo2. Nuovo Datacenter d Ateneo. Trasloco sala macchine domenica 14 dicembre 2014 Povo2 Nuovo Datacenter d Ateneo Trasloco sala macchine domenica 14 dicembre 2014 Tutti i sistemi presenti nell attuale sala macchine di Povo 0 verranno traslocati nel nuovo datacenter unico d Ateneo realizzato

Dettagli

INDICE 1. PREMESSA 1 2. SITUAZIONE ESISTENTE 2 3. INTERVENTI E DOTAZIONI 3 4. CABLAGGIO STRUTTURATO E TELEFONIA 4 5. PRESE TELEMATICHE RJ45 5

INDICE 1. PREMESSA 1 2. SITUAZIONE ESISTENTE 2 3. INTERVENTI E DOTAZIONI 3 4. CABLAGGIO STRUTTURATO E TELEFONIA 4 5. PRESE TELEMATICHE RJ45 5 INDICE pagina 1. PREMESSA 1 2. SITUAZIONE ESISTENTE 2 3. INTERVENTI E DOTAZIONI 3 4. CABLAGGIO STRUTTURATO E TELEFONIA 4 5. PRESE TELEMATICHE RJ45 5 6. DISTRIBUZIONE ORIZZONTALE 5 7. NODI DI RETE NUOVO

Dettagli

Specifiche caratteristiche richieste

Specifiche caratteristiche richieste Specifiche caratteristiche richieste TERMINI DI CONSEGNA L immobile dovrà essere consegnato entro il 1/12/2013. Il canone di locazione verrà in ogni caso corrisposto a far data dal primo giorno del mese

Dettagli

BANDO DI GARA AVVISO DI PRECISAZIONE 26/10/2012

BANDO DI GARA AVVISO DI PRECISAZIONE 26/10/2012 BANDO DI GARA Progettazione, Fornitura e posa in opera, avvio operativo, collaudo e manutenzione in garanzia di un sistema di controllo autorizzato degli accessi al centro della Città di Prato AVVISO DI

Dettagli

Servizi di trasporto a Livello 2 al MIX Allegato A - Specifiche tecniche ed organizzative

Servizi di trasporto a Livello 2 al MIX Allegato A - Specifiche tecniche ed organizzative Servizi di trasporto a Livello 2 al MIX Allegato A - Specifiche tecniche ed organizzative Pag. 1 di 12 CODICE DOCUMENTO : MIX-112 VERSIONE : 1.0 REPARTO : CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE STATO : DEFINITIVO

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE G.B. NICCOLINI SAN GIULIANO TERME. piic83600a@istruzione.it piic83600a@pec.istruzione.it

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE G.B. NICCOLINI SAN GIULIANO TERME. piic83600a@istruzione.it piic83600a@pec.istruzione.it ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE G.B. NICCOLINI SAN GIULIANO TERME Piazza Gramsci, 3 050/815311 piic83600a@istruzione.it piic83600a@pec.istruzione.it CUP: D16J15000600007 - CIG: ZB0188D518 Capitolato Tecnico

Dettagli

Nota Informativa. Descrizione tecnica stazione GSE per raccolta dati. Delibera ARG/elt 4/10

Nota Informativa. Descrizione tecnica stazione GSE per raccolta dati. Delibera ARG/elt 4/10 Nota Informativa Descrizione tecnica stazione GSE per raccolta dati Delibera ARG/elt 4/10 1 Introduzione Ai fini di raccolta e trasferimento dei dati richiesti dalla delibera ARG/elt 4/10, riportiamo di

Dettagli

Patch Panel SMARTen 24 STP

Patch Panel SMARTen 24 STP Patch Panel SMARTen 24 STP Caratteristiche Alta densità, 24 porte per 1U Alte prestazioni, supporta una larghezza di banda fino a 500MHz secondo lo standard IEEE 802.3an 10Gbps Speciale design del pannello

Dettagli

PROGETTO FONDI PON 2014-2020

PROGETTO FONDI PON 2014-2020 PROGETTO FONDI PON 2014-2020 Avviso MIUR 9035 del 13 luglio 2015 Avviso pubblico rivolto alle Istituzioni scolastiche statali per la realizzazione, l ampliamento o l adeguamento delle infrastrutture di

Dettagli

Certificazioni FCC. Avvertenza di conformità CE

Certificazioni FCC. Avvertenza di conformità CE Certificazioni FCC L'apparecchiatura è stata collaudata e riscontrata conforme ai limiti per i dispositivi digitali di classe A ai sensi della Parte 15 della normativa FCC. Tali limiti sono stati studiati

Dettagli

Allegato tecnico. Premessa. Connettività

Allegato tecnico. Premessa. Connettività Allegato tecnico Premessa Allegato tecnico Il presente allegato tecnico descrive le modalità di accesso alla Rete Lepida, la rete a banda larga e ultralarga delle Pubbliche Amministrazioni. La Rete Lepida

Dettagli

Alimentatore PoE, UPS, LAN, GSM. Alimentatore PoE con linee protette, UPS, comandabile tramite interfaccia Web e da rete GSM.

Alimentatore PoE, UPS, LAN, GSM. Alimentatore PoE con linee protette, UPS, comandabile tramite interfaccia Web e da rete GSM. Alimentatore PoE, UPS, LAN, GSM Alimentatore PoE con linee protette, UPS, comandabile tramite interfaccia Web e da rete GSM. model POE M40 GSM code P311040 SOLUZIONI IP www.stab-italia.it 1 Info Questo

Dettagli

Verifica scritta di Sistemi e Reti Classe 5Di 26.11.2015

Verifica scritta di Sistemi e Reti Classe 5Di 26.11.2015 Verifica scritta di Sistemi e Reti Classe 5Di 26.11.2015 Una azienda specializzata nella fornitura di servizi Internet quali hosting, housing, email, file server, in pratica un ISP (Internet Service Provider)

Dettagli

VoIP e. via SOLUZIONI E INNOVAZIONE PER LA COMUNICAZIONE

VoIP e. via SOLUZIONI E INNOVAZIONE PER LA COMUNICAZIONE VoIP e via SOLUZIONI E INNOVAZIONE PER LA COMUNICAZIONE VoIP è Voice over IP (Voce tramite protocollo Internet), acronimo VoIP, è una tecnologia che rende possibile effettuare una conversazione telefonica

Dettagli

1 Descrizione del sistema satellitare D-STAR.

1 Descrizione del sistema satellitare D-STAR. 1 Descrizione del sistema satellitare D-STAR. Il sistema satellitare D-STAR è una rete di terminali VSAT (Very Small Aperture Terminal) con topologia a stella, al centro della quale è presente un HUB satellitare

Dettagli

IN CASA O LONTANI DA CASA, NON FA NESSUNA DIFFERENZA

IN CASA O LONTANI DA CASA, NON FA NESSUNA DIFFERENZA IN CASA O LONTANI DA CASA, NON FA NESSUNA DIFFERENZA Oggi un sistema domotico non si può limitare alle mura domestiche. La casa deve poter essere controllata in qualunque momento, anche quando si è lontani:

Dettagli

SaeetNet division. Soluzioni Tecnologiche e Informatiche per Comunicazioni, Internet e Sicurezza

SaeetNet division. Soluzioni Tecnologiche e Informatiche per Comunicazioni, Internet e Sicurezza SaeetNet division Soluzioni Tecnologiche e Informatiche per Comunicazioni, Internet e Sicurezza Soluzioni per l ICT SaeetNet è la divisione di SAEET S.p.a. costituita nel Gennaio del 2006, focalizzata

Dettagli

SOLUZIONE AL TEMA DI SISTEMI PER L INDIRIZZO INFORMATICO (SPERIMENTAZIONE ABACUS)

SOLUZIONE AL TEMA DI SISTEMI PER L INDIRIZZO INFORMATICO (SPERIMENTAZIONE ABACUS) SOLUZIONE AL TEMA DI SISTEMI PER L INDIRIZZO INFORMATICO (SPERIMENTAZIONE ABACUS) Dovendo procedere alla realizzazione di un progetto di rete locale risulta indispensabile partire dall analisi della situazione

Dettagli

Sicurezza impiantistica nelle filiali bancarie

Sicurezza impiantistica nelle filiali bancarie Sicurezza impiantistica nelle filiali bancarie Le filiali bancarie sono dotate di tecnologie sempre più sofisticate che aumentano l efficienza, ma sono vulnerabili se cadono le linee di comunicazioni e

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO RIORDINO CABLAGGIO HARDWARE RETI INFORMATICHE E WI-FI DIDATTICA E SEGRETERIA

CAPITOLATO TECNICO RIORDINO CABLAGGIO HARDWARE RETI INFORMATICHE E WI-FI DIDATTICA E SEGRETERIA CAPITOLATO TECNICO RIORDINO CABLAGGIO HARDWARE RETI INFORMATICHE E WI-FI DIDATTICA E SEGRETERIA GENERALITA Per la formulazione delle quotazioni relative alle forniture ed opere riportate a seguire è indispensabile

Dettagli

AREA SCIENCE PARK. I servizi ICT

AREA SCIENCE PARK. I servizi ICT I servizi ICT AREA Science Park mette a disposizione dei suoi insediati una rete telematica veloce e affidabile che connette tra loro e a Internet tutti gli edifici e i campus di Padriciano, Basovizza

Dettagli

Progetto di una rete aziendale multi-sito

Progetto di una rete aziendale multi-sito Laboratorio di reti A.A. 2007/2008 Progetto di una rete aziendale multi-sito Scenario di progetto La WWAS (WorldWide Advanced Software) Spa, è un'azienda di sviluppo di software applicativo in rapida espansione.

Dettagli

Immagina di proteggere la tua azienda in modo unico

Immagina di proteggere la tua azienda in modo unico Enteprise IP Solutions All-in-one solution 7400 Sistemi Telefonici Samsung Immagina di proteggere la tua azienda in modo unico OfficeServ 7400: il nuovo sistema telefonico per un azienda che arriva prima.

Dettagli

Dipartimento risorse Tecnologiche Servizi Delegati. U.O. Servizi di Telecomunicazione

Dipartimento risorse Tecnologiche Servizi Delegati. U.O. Servizi di Telecomunicazione Dipartimento risorse Tecnologiche Servizi Delegati U.O. Servizi di Telecomunicazione PROGETTO ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2013 MANUALE DI ISTRUZIONI DEGLI ADDETTI ALL UTILIZZO DEI COLLEGAMENTI DELLA RETE DATI

Dettagli

CARTA dei SERVIZI. Servizi Informatici. di Dario Folli. Pagina 1 di 6 SERVIZI

CARTA dei SERVIZI. Servizi Informatici. di Dario Folli. Pagina 1 di 6 SERVIZI Pagina 1 di 6 CARTA dei? Pagina 2 di 6 per Hardware e Software di BASE Analisi, Progetto e Certificazione Sistema Informatico (HW e SW di base) Le attività di Analisi, Progetto e Certificazione del Sistema

Dettagli

INTERNET WIRELESS VELOCE

INTERNET WIRELESS VELOCE INTERNET WIRELESS VELOCE EOLO porta internet a banda ultra-larga ovunque, senza fili né contratto telefonico, anche dove gli altri non arrivano. Con EOLO navighi veloce, senza complicazioni e senza sorprese.

Dettagli

N. Domanda Risposta. Gli switch di casello devono implementare lo standard 802.3af solo sulle porte in rame (24) dedicateall utenza.

N. Domanda Risposta. Gli switch di casello devono implementare lo standard 802.3af solo sulle porte in rame (24) dedicateall utenza. N. Domanda Risposta 1 Non è richiesto che le porte in "Il Centro Stella deve essere effettivamente PoE?... oppure viene accettato rame degli apparati di Centro dalla Committente anche il Centro Stella

Dettagli

Vodafone Italy Technology Procedura di Installazione

Vodafone Italy Technology Procedura di Installazione Italy Technology Procedura di Installazione Indice. Introduzione.... Verifica dei materiali...8....9.. Interfacce... 0. Predisposizione Impianto Telefonico.... Definizione Impianto..... Impianto a singola

Dettagli

Guida all installazione per VDSL

Guida all installazione per VDSL Sommario 1 Introduzione... 2 2 Aree di connessione... 3 2.1 Qualità dei cavi... 4 3 Trasformazioni... 4 3.1 Zona salita e area di connessione... 4 3.2 Installazione BB internet (DSL)... 4 4 Legenda abbreviazioni...

Dettagli

La tecnologia corre sul... cavo di rete

La tecnologia corre sul... cavo di rete POWERED BY La tecnologia corre sul... cavo di rete IL SERVIZIO 1 FORMULA COMMERCIALE Totale trasparenza tariffaria, senza scatti alla risposta, senza costo di attivazione, senza canone mensile e con

Dettagli

Descrizione generale del sistema SGRI

Descrizione generale del sistema SGRI NEATEC S.P.A. Il sistema è un sito WEB intranet realizzato per rappresentare logicamente e fisicamente, in forma grafica e testuale, le informazioni e le infrastrutture attive e passive che compongono

Dettagli

Telecontrollo. Come poter controllare in remoto l efficienza del vostro impianto

Telecontrollo. Come poter controllare in remoto l efficienza del vostro impianto Telecontrollo Come poter controllare in remoto l efficienza del vostro impianto AUTORE: Andrea Borroni Weidmüller S.r.l. Tel. 0266068.1 Fax.026124945 aborroni@weidmuller.it www.weidmuller.it Ethernet nelle

Dettagli

Media converter MEDIA CONVERTER. La presenza di dorsali ottiche spesso rende problematica

Media converter MEDIA CONVERTER. La presenza di dorsali ottiche spesso rende problematica Media converter La presenza di dorsali ottiche spesso rende problematica necessaria alla connessione ottica. Il media converter è la soluzione che permette la conversione bidirezionale fra il segnale elettrico

Dettagli

Categoria 7/Classe F Capacità e flessibilità di nuova generazione

Categoria 7/Classe F Capacità e flessibilità di nuova generazione Categoria 7/Classe F Capacità e flessibilità di nuova generazione L approvazione dell edizione 2 di ISO/IEC 11801, IEC 61076-3-104 e IEC 60603-7-7 indica che è stato ormai definito e completato uno standard

Dettagli

Sìstema UPS trifase indipendente. PowerWave 33 60 500 kw Prestazioni imbattibili

Sìstema UPS trifase indipendente. PowerWave 33 60 500 kw Prestazioni imbattibili Sìstema UPS trifase indipendente PowerWave 33 60 500 kw Prestazioni imbattibili PowerWave 33: un concentrato di potenza Da sempre ABB rappresenta lo standard globale per le soluzioni di continuità di alimentazione.

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI ICT

CARTA DEI SERVIZI ICT CARTA DEI SERVIZI ICT 1. Oggetto e scopo del documento Oggetto della presente Carta dei Servizi ICT è la descrizione delle modalità di erogazione e della qualità dei servizi nel campo delle tecnologie

Dettagli

GUIDA ALL INSTALLAZIONE

GUIDA ALL INSTALLAZIONE GUIDA ALL INSTALLAZIONE INDICE: 1 KIT DI CONNESSIONE WIRELESS... 3 2 SCHEMA DI MONTAGGIO... 4 a) Installazione base:... 4 b) Installazione avanzata con access point:... 5 c) Installazione avanzata con

Dettagli

Cod. 65_12 Fornitura di firewall, networking, pc. FAQ 5 aggiornate al 21 febbraio 2013

Cod. 65_12 Fornitura di firewall, networking, pc. FAQ 5 aggiornate al 21 febbraio 2013 Cod. 65_12 Fornitura di firewall, networking, pc FAQ 5 aggiornate al 21 febbraio 2013 Domanda n. 1 In riferimento al bando di gara Lotto 2 - Fornitura e posa in opera di switch di campus, datacenter e

Dettagli

PushExit VoIP e VideoIP presentazione

PushExit VoIP e VideoIP presentazione PushExit VoIP e VideoIP presentazione SOLUZIONI INFORMATICHE PushExit VoIP Gateway & Video Surveillance System - info@pushit.it - info@exit.it pag. 1/41 Contro della telefonia tradizionale Basata su collegamenti

Dettagli

REALIZZAZIONE SALA CED

REALIZZAZIONE SALA CED REALIZZAZIONE SALA CED CAPITOLATO TECNICO SOMMARIO 1 Realizzazione sala CED 2 Specifiche minime dell intervento 1. REALIZZAZIONE SALA CED L obiettivo dell appalto è realizzare una Server Farm di ultima

Dettagli

Strategie di rinnovo dei sistemi di automazione di stazione

Strategie di rinnovo dei sistemi di automazione di stazione Strategie di rinnovo dei sistemi di automazione di stazione Massimo Petrini TERNA SpA Emiliano Casale TERNA SpA Maurizio Pareti SELTA SpA Forum Telecontrollo Reti Acqua Gas ed Elettriche Roma 14-15 ottobre

Dettagli

GUIDA PRATICA COMBINATORE TELEFONICO MCON MESSAGGIO DI ALLARME

GUIDA PRATICA COMBINATORE TELEFONICO MCON MESSAGGIO DI ALLARME CARATTERISTICHE TECNICHE SH-TAG Tensione di Alimentazione 12 Vcc +/- 10 % Assorbimento in riposo 20 ma Assorbimento in trasmissione 110 ma Avvisatore telefonico GSM a 2 canali - 8 numeri telefonici per

Dettagli

Le VLAN dell Area di Ricerca di Bologna

Le VLAN dell Area di Ricerca di Bologna M.Nanni F.Tinarelli S.Tubertini Le VLAN dell Area di Ricerca di Bologna IRA 340/03 2 Introduzione La rete di trasmissione dati dell Area della Ricerca di Bologna e stata disegnata nei primi anni 90 partendo

Dettagli

Breve Descrizione delle Domande del Questionario

Breve Descrizione delle Domande del Questionario GLOSSARIO: Breve Descrizione delle Domande del Questionario Datacenter: è un insieme di strutture, apparati e tecnologie che hanno il compito di tenere on-line server per l erogazione di servizi informatici.

Dettagli

La Videosorveglianza e la Salvaguardia degli ambienti

La Videosorveglianza e la Salvaguardia degli ambienti La Videosorveglianza e la Salvaguardia degli ambienti 2015 Un sistema di sicurezza evoluto 01 LA VIDEOSORVEGLIANZA 02 A COSA SERVE? 03 PERCHE GLOBAL SISTEMI La videosorveglianza è un evoluto sistema di

Dettagli

RETI LOCALI 5 - Criteri di sostenibilità

RETI LOCALI 5 - Criteri di sostenibilità RETI LOCALI 5 - Criteri di sostenibilità 1. Oggetto dell iniziativa La Convenzione ha per oggetto Fornitura di prodotti e servizi per la realizzazione, manutenzione e gestione di reti locali, nonché per

Dettagli

ALLEGATO A TERMINI DI CONSEGNA

ALLEGATO A TERMINI DI CONSEGNA TERMINI DI CONSEGNA L immobile dovrà essere consegnato entro il 01/07/2016. Il canone di locazione verrà corrisposto a far data dal giorno successivo alla consegna. INFORMAZIONI GENERALI Il presente documento

Dettagli

Pubblicazione informazioni integrative e correttive

Pubblicazione informazioni integrative e correttive Gara per la fornitura dei servizi di assistenza tecnica e manutenzione per i sistemi dipartimentali e per gli impianti LAN ubicati presso gli uffici centrali e periferici della Regione Basilicata. CIG:

Dettagli

Datasheet Kit Fotovoltaico KIT-FV10W-2 KIT-FV20W-2

Datasheet Kit Fotovoltaico KIT-FV10W-2 KIT-FV20W-2 Datasheet Kit Fotovoltaico KIT-FV10W-2 KIT-FV20W-2 Rev. 2 1 Descrizione del KIT I Kit fotovoltaici Wave sono pensati per alimentare in modo continuo 24 ore su 24 sia gli apparati wireless WaveNet sia telecamere

Dettagli

14/06/2004. Modalità controllo Verifica in campo Periodicità controllo Annuale. Tipologia Misura Fisica Data ultimo aggiornamento 15/12/2005

14/06/2004. Modalità controllo Verifica in campo Periodicità controllo Annuale. Tipologia Misura Fisica Data ultimo aggiornamento 15/12/2005 ID Misura M-001 Compilata Boscolo Paolo Data da Descrizione sintetica Impianto di allarme Gli spazi interessati alla misura in oggetto sono dotati di impianto di allarme in grado di rilevare e segnalare

Dettagli

Distributore di comunicazione per impianti FV di grandi dimensioni con SUNNY CENTRAL, SUNNY MINI CENTRAL o SUNNY TRIPOWER

Distributore di comunicazione per impianti FV di grandi dimensioni con SUNNY CENTRAL, SUNNY MINI CENTRAL o SUNNY TRIPOWER COM-B Distributore di comunicazione per impianti FV di grandi dimensioni con SUNNY CENTRAL, SUNNY MINI CENTRAL o SUNNY TRIPOWER Contenuto Il distributore di comunicazione COM-B di SMA Solar Technology

Dettagli

Italiano. GigaX1105 GigaX1108. Guida all Installazione Veloce. Copyright 2004 ASUSTeK COMPUTER INC. Tutti i Diritti Riservati.

Italiano. GigaX1105 GigaX1108. Guida all Installazione Veloce. Copyright 2004 ASUSTeK COMPUTER INC. Tutti i Diritti Riservati. GigaX1105 GigaX1108 Guida all Installazione Veloce Copyright 2004 ASUSTeK COMPUTER INC. Tutti i Diritti Riservati. Introduzione Gli switch GigaX1105 (5-porte 10/100/1000M) e GigaX1108 (8-porte 10/ 100/1000M)

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare DIREZIONE GENERALE PER GLI AFFARI GENERALI E DEL PERSONALE Divisione III Sistemi Informativi RDO PER LA FORNITURA DI SERVIZI PER LA CONDUZIONE

Dettagli

OBIETTIVI DELLA SEZIONE. II. Ricordare e tracciare la configurazione pin-coppia per il connettore a 8 posizioni (RJ45).

OBIETTIVI DELLA SEZIONE. II. Ricordare e tracciare la configurazione pin-coppia per il connettore a 8 posizioni (RJ45). OBIETTIVI DELLA SEZIONE Dopo aver completato la presente sezione sulla postazione di lavoro, lo studente sarà in grado di: I. Definire i criteri della postazione di lavoro per il Sistema di cablaggio Siemon

Dettagli

L Informatica al Vostro Servizio

L Informatica al Vostro Servizio L Informatica al Vostro Servizio Faticoni S.p.A. è Certificata UNI ENI ISO 9001:2008 N. CERT-02228-97-AQ-MILSINCERT per Progettazione, Realizzazione, Manutenzione di soluzioni Hardware e Software Soluzioni

Dettagli

I chiarimenti della gara sono visibili anche sul sito www.mef.gov.it sotto la dicitura Concorsi e Bandi - Gare in Corso e sul sito www.consip.it.

I chiarimenti della gara sono visibili anche sul sito www.mef.gov.it sotto la dicitura Concorsi e Bandi - Gare in Corso e sul sito www.consip.it. Oggetto: gara a procedura aperta ai sensi del D. Lgs 358/92 e s.m.i., per la fornitura di serventi ed apparati a supporto delle DPSV/CMV del Ministero dell Economia e delle Finanze I chiarimenti della

Dettagli

Cos'è una vlan. Da Wikipedia: Una LAN virtuale, comunemente

Cos'è una vlan. Da Wikipedia: Una LAN virtuale, comunemente Cos'è una vlan Da Wikipedia: Una LAN virtuale, comunemente detta VLAN, è un gruppo di host che comunicano tra di loro come se fossero collegati allo stesso cablaggio, a prescindere dalla loro posizione

Dettagli

Esame di INFORMATICA

Esame di INFORMATICA Università di L Aquila Facoltà di Biotecnologie Esame di INFORMATICA Lezione 6 COS E UNA RETE Una rete informatica è un insieme di PC e di altri dispositivi che sono collegati tra loro tramite cavi oppure

Dettagli

Realizzazione, ampliamento o adeguamento delle infrastrutture di rete LAN/WLAN

Realizzazione, ampliamento o adeguamento delle infrastrutture di rete LAN/WLAN Progetto Scuola Digitale PON Per la scuola - Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) Realizzazione, ampliamento o adeguamento delle infrastrutture di rete LAN/WLAN Introduzione Dal giorno 7 Settembre

Dettagli

Evoluzione della rete Ethernet (II parte)

Evoluzione della rete Ethernet (II parte) Evoluzione della rete Ethernet (II parte) Argomenti della lezione Richiami sul funzionamento della rete Ethernet Fast Ethernet Gigabit Ethernet Implicazioni sul cablaggio 10Gb Ethernet 10 Gigabit Ethernet:

Dettagli

Videosorveglianza digitale di alta qualità in ogni angolo

Videosorveglianza digitale di alta qualità in ogni angolo Videosorveglianza digitale di alta qualità in ogni angolo Dopo l 11 settembre l esigenza relativa a progetti di videosorveglianza digitale in qualunque tipo di organizzazione e installazione è aumentata

Dettagli

Distributore di comunicazione per impianti FV per SUNNY CENTRAL, SUNNY MINI CENTRAL o SUNNY TRIPOWER

Distributore di comunicazione per impianti FV per SUNNY CENTRAL, SUNNY MINI CENTRAL o SUNNY TRIPOWER Informazione tecnica Communit Distributore di comunicazione per impianti FV per SUNNY CENTRAL, SUNNY MINI CENTRAL o SUNNY TRIPOWER Contenuto Il distributore di comunicazione Communit di SMA Solar Technology

Dettagli

Esame di INFORMATICA Lezione 6

Esame di INFORMATICA Lezione 6 Università di L Aquila Facoltà di Biotecnologie Esame di INFORMATICA Lezione 6 COS E UNA RETE Una rete informatica è un insieme di PC e di altri dispositivi che sono collegati tra loro tramite cavi oppure

Dettagli

Apparati Attivi 047 a corpo HP ProCurve Switch 5400zl 24 porte Mini-GBIC Module Unità 1 3.179,00 3.179,00

Apparati Attivi 047 a corpo HP ProCurve Switch 5400zl 24 porte Mini-GBIC Module Unità 1 3.179,00 3.179,00 ASL TO 1 PROGETTO ADEGUAMENTO INFRATTURE DI RETE - Computo metrico OSPEDALE MARTINI TOTALE MARTINI 100.483,20 REPARTI COINVOLTI Ambulatori Piano Terra lato Via Tofane Farmacia Piano Interrato Pronto Soccorso

Dettagli

Sistemi Domotici Parte 3 I Mezzi Trasmissivi

Sistemi Domotici Parte 3 I Mezzi Trasmissivi Perito Ind. Marco Dal Prà Sistemi Domotici Parte 3 I Mezzi Trasmissivi SEMINARIO TECNICO Collegio dei Periti Industriali di Venezia Novembre 2005 1 Doppini 2 IR,Wi-Fi, Bluetooth Senza Fili Sistemi di Comunicazione

Dettagli

Un caso di successo: TIM

Un caso di successo: TIM Un caso di successo: TIM Flavio Lucariello Servizi Informatici/Architettura TIM Coordinatore Progettazione Reti Aziendali Presenza TIM nel Mondo Case Study Iniziativa TIM Italia per la creazione di un

Dettagli

Guida all installazione

Guida all installazione Guida all installazione Come collegare e predisporre il tuo per l utilizzo Introduzione Questa guida descrive le azioni necessarie per l installazione dell, il dispositivo che permette al tuo telefono

Dettagli

Servizi di connessione alla Rete Telematica Regionale Toscana estesa tramite connessione satellitare bidirezionale. Questionario Tecnico

Servizi di connessione alla Rete Telematica Regionale Toscana estesa tramite connessione satellitare bidirezionale. Questionario Tecnico Servizi di connessione alla Rete Telematica Regionale Toscana estesa tramite connessione satellitare bidirezionale Questionario Tecnico Gentile responsabile, La ringraziamo per il Suo interesse nei servizi

Dettagli

Il ruolo dei gruppi di continuità per la sicurezza dei sistemi Giugno 2001 I diritti di riproduzione, di memorizzazione elettronica e di adattamento totale o parziale con qualsiasi mezzo, compresi i microfilm

Dettagli

Communicate Properly

Communicate Properly Communicate Properly panoramica Next-plan è un portale di progetto accessibile via Internet che permette a utenti distanti nello spazio di condividere documenti e scambiare informazioni nell ambito di

Dettagli

BACHECA ELETTRONICA Display a messaggi variabili a tecnologia Led

BACHECA ELETTRONICA Display a messaggi variabili a tecnologia Led BACHECA ELETTRONICA Display a messaggi variabili a tecnologia Led BACHECA ELETTRONICA DESCRIZIONE TECNICA PAGINA 2 Descrizione tecnica BACHECA ELETTRONICA Data rilascio: Marzo 2005 Solari di Udine Via

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO del DISCIPLINARE DI GARA

CAPITOLATO TECNICO del DISCIPLINARE DI GARA ISTITUTO SECONDARIO DI PRIMO GRADO PIERO CALAMANDREI Corso Benedetto Croce 17 10135 Torino Codice Fiscale 80095890010 codice Meccanografico TOMM26100N Tel. 011613607 3173292 email: tomm26100@istruzione.it

Dettagli

Capitolato tecnico per il servizio di CALL CENTER

Capitolato tecnico per il servizio di CALL CENTER GENERALITA Capitolato tecnico per il servizio di CALL CENTER L Ufficio Nazionale per il Servizio Civile (UNSC) per far fronte alle diverse ed aumentate necessità derivanti dal nuovo quadro normativo per

Dettagli

Introduzione FlorenceonLine

Introduzione FlorenceonLine 0 Introduzione La tecnologia di trasmissione satellitare bidirezionale non è una novità, in quanto esiste da più di trent anni sotto la sigla VSAT (Very Small Aperture Terminal). A lungo però questa tecnologia

Dettagli

La sicurezza del VoIP

La sicurezza del VoIP La sicurezza del VoIP Dott. Ubaldo Bussotti Ufficio Servizi sicurezza e Certificazione Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione bussotti@cnipa.it Argomenti Costi e benefici La

Dettagli

Progetto sperimentale di telelavoro

Progetto sperimentale di telelavoro Allegato B) al decreto del direttore n. 80 del 7 luglio 2008 Progetto sperimentale di telelavoro Obiettivi L Agenzia intende sviluppare il ricorso a forme di telelavoro ampliando la sperimentazione anche

Dettagli

Regolamento del servizio di server housing presso la Divisione Infrastrutture e Servizi Informativi

Regolamento del servizio di server housing presso la Divisione Infrastrutture e Servizi Informativi Regolamento del servizio di server housing presso la PREMESSA...1 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO DI HOUSING...1 Aspetti compresi nel servizio...2 Aspetti esclusi dal servizio...2 GESTIONE DEL SERVIZIO DI HOUSING...3

Dettagli

L infrastruttura di rete

L infrastruttura di rete L infrastruttura di rete La Community regionale Net-SIRV 14 dicembre 2009 Massimo Tormena Responsabile Ufficio Centro Tecnico e coordinamento reti Cos è OVER network Infrastruttura E una infrastruttura

Dettagli

Switch ProCurve serie 1800

Switch ProCurve serie 1800 La serie di switch ProCurve 1800 è composta da due switch Gigabit Web managed senza ventola, ideali per l implementazione in uffici di tipo open space, che richiedono un funzionamento in modo silenzioso.

Dettagli

DAL 1987 APRIAMO LE PORTE AI NOSTRI CLIENTI, HOTEL, PARCHEGGI, EDIFICI.

DAL 1987 APRIAMO LE PORTE AI NOSTRI CLIENTI, HOTEL, PARCHEGGI, EDIFICI. DAL 1987 APRIAMO LE PORTE AI NOSTRI CLIENTI, HOTEL, PARCHEGGI, EDIFICI. Comfort: comodità, agio, e in particolare, con significato concreto, le comodità materiali, il complesso di impianti, installazioni

Dettagli

Di casa nelle condizioni estreme Gli apparati SICE sono progettati per resistere alle condizioni più estreme.

Di casa nelle condizioni estreme Gli apparati SICE sono progettati per resistere alle condizioni più estreme. Di casa nelle condizioni estreme Gli apparati SICE sono progettati per resistere alle condizioni più estreme. Alimentazione 48v Alimentazioni alternative Scaricatori PoE Filtri RF Fibra ottica Case Alluminio

Dettagli

Oggetto: riepilogo circolare

Oggetto: riepilogo circolare Oggetto: riepilogo circolare Direzione Generale per interventi in materia di edilizia scolastica, per la gestione dei fondi strutturali per l istruzione e per l innovazione digitale. Avviso pubblico rivolto

Dettagli

Sistema di telegestione per impianti fotovoltaici. L. MIRAGLIOTTA C. LEONE Giuseppe PITTARI CSN APPLICATION NOTE:

Sistema di telegestione per impianti fotovoltaici. L. MIRAGLIOTTA C. LEONE Giuseppe PITTARI CSN APPLICATION NOTE: per impianti fotovoltaici APPLICATION NOTE: SISTEMA DI TELEGESTIONE PER IMPIANTI FOTOVOLTAICI 200907ANN01 @ MMIX, INGECO WWW.COM2000.IT Pagina 1 di 8 Sommario Introduzione...3 I vantaggi del sistema di

Dettagli

Tiscali HDSL FULL. Offerta commerciale

Tiscali HDSL FULL. Offerta commerciale Tiscali HDSL FULL Offerta commerciale 09123 Cagliari pagina - 1 di 1- INDICE 1 LA RETE DI TISCALI S.P.A... 3 2 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO TISCALI HDSL... 4 2.1 I VANTAGGI... 4 2.2 CARATTERISTICHE STANDARD

Dettagli

UPS Uninterruptible. Power Supply. APC POWERCHUTE BUSINESS EDITION (lato Windows)

UPS Uninterruptible. Power Supply. APC POWERCHUTE BUSINESS EDITION (lato Windows) Università degli Studi G. D Annunzio (Chieti Pescara) Dipartimento di Scienze UPS Uninterruptible Power Supply APC POWERCHUTE BUSINESS EDITION (lato Windows) INDICE DEFINIZIONE UPS INTRODUZIONE ASPETTI

Dettagli

2) individui il numero "n" di bit necessari per ottenere un rapporto S/N di almeno 20 db per i livelli più bassi della dinamica;

2) individui il numero n di bit necessari per ottenere un rapporto S/N di almeno 20 db per i livelli più bassi della dinamica; ESAME DI STATO Istituto Tecnico Industriale Anno 2004 Indirizzo ELETTRONICI Tema di TELECOMUNICAZIONI TRACCIA N. 1 Si vuole realizzare un sistema che permetta di strutturare 20 canali informativi analogici

Dettagli

La Rete di Lepida@Unife: Infrastruttura, Traffico, Risparmi

La Rete di Lepida@Unife: Infrastruttura, Traffico, Risparmi : Infrastruttura, Traffico, Risparmi Prof. Gianluca Mazzini Prof. Cesare Stefanelli Dipartimento di Ingegneria {gianluca.mazzini, cesare.stefanelli}@unife.it 22 Gennaio 2007 VISIONE Valorizzazione delle

Dettagli

GFX404 GFX440 GFX422 GFX808 GFX880 GFX826 GFX844 GUIDA RAPIDA ALL INSTALLAZIONE GATEWAY VOIP A 4 PORTE GATEWAY VOIP A 8 PORTE

GFX404 GFX440 GFX422 GFX808 GFX880 GFX826 GFX844 GUIDA RAPIDA ALL INSTALLAZIONE GATEWAY VOIP A 4 PORTE GATEWAY VOIP A 8 PORTE GFX404 GFX440 GFX422 GATEWAY VOIP A 4 PORTE GFX808 GFX880 GFX826 GFX844 GATEWAY VOIP A 8 PORTE GUIDA RAPIDA ALL INSTALLAZIONE Connessioni fisiche Gateway GXF4xx/GFX8xx CONNESSIONI FISICHE GATEWAY A 4 PORTE.

Dettagli