IO COSTRUISCO LA RIVISTA PER CHI PROGETTA E COSTRUISCE. Numero 11. SCOPRI NOTIZIE, APPROFONDIMENTI E SERVIZI.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IO COSTRUISCO LA RIVISTA PER CHI PROGETTA E COSTRUISCE. Numero 11. SCOPRI www.iocostruisco.it NOTIZIE, APPROFONDIMENTI E SERVIZI."

Transcript

1 Numero 11 LA RIVISTA PER CHI PROGETTA E COSTRUISCE In caso di mancato recapito inviare al CMP di Venezia per la restituzione al mittente previo pagamento resi. IN QUESTO NUMERO: PROGETTI: WINE CENTER VAL D OCA RISTRUTTURAZIONE DI UN APPARTAMENTO A VENEZIA RECUPERO DELLE ACQUE PIOVANE L EQUILIBRIO TERMICO VERDE IL CARTONE: UN RIVOLUZIONARIO ELEMENTO DI DESIGN ILLUMINARE L ARTE: IL MUSEO FRIEDER BURDA LA CUCINA, IN LAMINATO O LACCATO? IO COSTRUISCO Periodico - N. 11 Gennaio 2013 Registrazione al Tribunale di Venezia n. 16 del 11/10/2010 Poste Italiane SpA Spedizione in Abbonamento Postale - 70% NE/VE Copia Gratuita - Contiene I.P. IO COSTRUISCO SCOPRI NOTIZIE, APPROFONDIMENTI E SERVIZI. ALL INTERNO IL COUPON PER RICHIEDERE LA RIVISTA E I SERVIZI DI CONSULENZA TECNICA GRATUITA!

2

3 IO COSTRUISCO Ripartiamo con il primo numero del 2013, a poche settimane dalle elezioni politiche che definiranno la compagine di governo che dovrà affrontare il rilancio economico e sociale del nostro Paese. I segnali, purtroppo, non sono incoraggianti. Con una previsione per il 2012 che vede il PIL scendere di oltre due punti percentuali, il settore delle costruzioni, come ha sottolineato recentemente l ANCE (Associazione Nazionale Costruttori Edili), sta vivendo la crisi più grave dal dopoguerra ad oggi. Tutti gli indicatori settoriali nel corso dell ultimo anno evidenziano la gravità della situazione del mercato con intensità di cadute simili a quelle registrate nel 2009 e cioè nella fase iniziale della crisi. Secondo i dati pubblicati da ANCE, nel 2012 gli investimenti in costruzioni registrano una flessione del 7,6% in termini reali ed un ulteriore calo del 3,8% è previsto per il In sei anni, dal 2008 al 2013, il settore delle costruzioni avrà perso circa il 30% degli investimenti e si colloca sui livelli più bassi degli ultimi quaranta anni. Di fronte a questo complesso scenario, che richiede misure e risorse per rispondere alle diffuse esigenze abitative e infrastrutturali, IO COSTRUISCO continua ad investire per ampliare il proprio pacchetto di servizi per le imprese, i privati e i progettisti. Come già sanno i lettori che ci seguono dai primi numeri, infatti, IO COSTRUISCO non è solo una rivista periodica e un sito web di riferimento per l edilizia e la progettazione nel Nordest, ma anche un ampia offerta di servizi mirata a fornire supporto e assistenza professionale a quanti si accingono a costruire o ristrutturare. In particolare, sta riscuotendo un notevole successo il servizio di consulenza gratuita ai privati con il quale IO COSTRUISCO mette a disposizione un tecnico e una serie di aziende e progettisti selezionati per le diverse tipologie di intervento e manutenzione. Inoltre, IO COSTRUISCO ha sviluppato una sinergia con le Associazioni dei Giovani Architetti di Venezia e Treviso, due realtà dinamiche e attente ai nuovi standard tecnologici ed ecosostenibili dei materiali, dell impiantistica e delle soluzioni progettuali. Mettiamo in campo le nostre idee, i progetti e le competenze di cui disponiamo: la migliore risposta per ripartire, insieme! IO COSTRUISCO Numero 11 Gennaio 2013 Registrazione al Tribunale di Venezia n. 16 del 11/10/2010 Editore PHIL FRESH s.n.c. Via Garda, 1/ San Donà di Piave (Venezia) Tel./Fax Iscrizione ROC n Direttore Responsabile Ottavia Da Re Direttore Editoriale Nicola Piccoli, Daniele Marcassa Direttore Generale Stefano Perissinotto Direttore Tecnico Arch. Antonio Girardi Redazione Via Garda, 1/ San Donà di Piave (Venezia) Tel./Fax Hanno collaborato Francesco Boeretto, Luigi Boggian, Arch. Devis Busato, Arch. Davide Buso, Arch. Laura Favotto, Arch. Cristiana Favretto, Arch. Luciano Lamon, Barbara Matteazzi, Federica Momentè, Arch. Paola Perissinotto, Arch. Marzia Piovesan, Caterina Prizzon, Arch. Dario Schiavo, Arch. Francesco Sommavilla, Arch. Francesco Zanon Progetto Grafico e Impaginazione IDVISUAL - Padova - Foto Gianni Canton - Padova - Stampa Litocenter S.r.l. - Piazzola sul Brenta (PD) Pubblicità Tel In collaborazione con: associazione giovani architetti della provincia di venezia SOMMARIO PROGETTI 04 LA SFIDA DEL FUTURO E L OCCASIONE COLTA DAL PASSATO 06 WINE CENTER VAL D OCA: INCONTRO TRA PRODUZIONE E FRUIZIONE 08 CARO BOLLETTA? UN OPPORTUNITÁ PER RISPARMIARE! 10 D*HAUS: LA CASA CHE CAMBIA CON LE STAGIONI 12 UNA CASA MODERNA: EQUILIBRIO, COERENZA E DESIGN 14 CALCESTRUZZO E MATTONI: L INTERVENTO DI RESTAURO DI PUNTA DELLA DOGANA 16 SAPER OSARE 18 L EQUILIBRIO TERMICO VERDE 20 RISPARMIARE CON LE SERRE BIOCLIMATICHE 22 RISTRUTTURAZIONE DI UN APPARTAMENTO A VENEZIA 24 UN LAVORO DI SQUADRA NEL SEGNO DEL RISPARMIO ENERGETICO 26 PIAZZALE ROMA: 20 ANNI DOPO, UNA QUESTIONE ANCORA IRRISOLTA CANTIERE E NORMATIVE ODISSEA NELLO SPAZIO... DEL LAVORO! 30 FONDAZIONI SPECIALI E CONSOLIDAMENTO MURATURE 32 CONTO ENERGIA TERMICO: APPROVATI GLI INCENTIVI PER L EFFICIENZA ENERGETICA MATERIALI 33 PAVIMENTI IN COTTO: DALL ARGILLA UN PRODOTTO PREGIATO 34 PANNELLI DI VETRO STRATIFICATO PER UN SISTEMA DI FACCIATA CONTINUA 35 PAVIMENTI IN LEGNO: TECNICHE DI CONSERVAZIONE 36 IL CARTONE: UN RIVOLUZIONARIO ELEMENTO DI DESIGN 38 IL PORFIDO: UN CONNUBIO PERFETTO TRA ESTETICA E RESISTENZA 39 RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI UN EDIFICIO ESISTENTE: FATTIBILITÀ DEL RIVESTIMENTO A CAPPOTTO 40 CASE PREFABBRICATE DI LEGNO: UNA VISIONE MODERNA 42 IL PAVIMENTO VIVE ED EMOZIONA chiusure 46 PORTE BLINDATE: UNIRE SICUREZZA, FUNZIONALITÀ ED ESTETICA impianti 47 RIQUALIFICARE UN VECCHIO IMPIANTO TERMICO 48 MUSEO FRIEDER BURDA: IL VALORE AGGIUNTO È IL CONTROLLO DELLA LUCE DIURNA 50 ENERGIA SENZA BUGIE : QUANTO INCIDONO LE RINNOVABILI SULLA BOLLETTA? 52 QUANTA LUCE FA QUESTA LUCE? 53 FOTOVOLTAICO: LA TARIFFA OMNICOMPRENSIVA È SOGGETTA A TASSAZIONE ARREDO & FINITURE 56 GRADINO DOPO GRADINO 58 LAMINATO E LACCATO, NON CONFONDIAMOLI! 60 CENTURY: UN ELEGANTE SOLUZIONE PER OGNI SERRAMENTO 62 FEDERLEGNOARREDO: LE ISTITUZIONI HANNO PERSO IL SENSO DELLA REALTÀ FIERE ED EVENTI 64 VENEZIA CASA: GRANDE SUCCESSO E PARTECIPAZIONE PER LA PRIMA EDIZIONE NOVITÀ & CURIOSITÀ 66 PIANE E SOGLIE IN MARMO A TAGLIO TERMICO E AD ISOLAMENTO TERMICO BANDI & FINANZIMENTI 68 IMPRENDITORIA GIOVANILE IN VENETO: UN NUOVO BANDO REGIONALE io costruisco icons 70 LA MOSCHEA DI DJENNÉ 72 io rispondo 74 IO COSTRUISCO PROPONE

4 IO COSTRUISCO Immagini del Padiglione Italia alla Biennale Architettura 2012 (foto: Arch. Paola Perissinotto PROGETTI LA SFIDA DEL FUTURO E L OCCASIONE COLTA DAL PASSATO Il padiglione Italia alla Biennale Architettura 2012 Terminata lo scorso novembre raggiungendo un enorme successo, la Biennale Architettura di Venezia, l edizione del Common Ground, ha avuto come tema il terreno comune, cioè l attenzione rivolta alla città, una realtà da affrontare in un processo di costruzione, rendendo familiare e vivibile la percezione dell architettura. In particolare, un intera parte della mostra, il Padiglione Italia, si è fatta portavoce di una nuova possibilità per il nostro paese; le tematiche affrontate dal curatore, l architetto Luca Zevi, hanno offerto soluzioni e posto problematiche evidenti riguardanti i paesaggi in trasformazione, la valorizzazione dell ambiente, e la città e le politiche urbane. Cercando un alleanza fra progresso e cultura, nuovi stimoli hanno dimostrato come l ecosostenibilità si possa evolvere nei luoghi industrializzati; e inoltre, testimonianze importanti hanno fatto emergere nuove soluzioni per la riqualificazione e lo sviluppo dell ambiente e dell architettura italiana. Occasione importante per riflettere sul rapporto tra crisi economica, territorio e architettura, il padiglione diventa lo spazio in cui dialogano tali questioni, traducendosi in un progetto fondato e solido, in cui il terreno comune è il suolo sprecato e abbandonato al bosco realizzato nel padiglione A. Accanto alla lettura del territorio proposto dalle Quattro Stagioni nel padiglione B, è presentato fisicamente lo stato primordiale del paesaggio italiano attraverso 800 mq di sottobosco, dove l aria è umida e la luce filtra attraverso felci e specie autoctone. L obiettivo è evocare un luogo pre-agricolo, libero dalle coltivazioni, dallo spazio pubblico, dalla dispersione insediativa, causati dall azione dell uomo. Le Quattro Stagioni dell architettura del Made in Italy sono narrate attraverso una lettura del territorio, mediante la relazione generata tra l ambiente naturale ricreato e l occhio di architetti e critici, immagini e allestimenti multimediali, tecnologie e luoghi virtuali. Differenti sezioni affrontano i temi dell architettura, della crescita, dell innovazione e dell industria, secondo un percorso metaforicamente assimilato alle quattro stagioni, che vanno dalla figura dell industriale Adriano Olivetti, alla propositiva architettura dell odierno Made in Italy. L omaggio alla figura di Olivetti, un moderno per la sua capacità di progettare in funzione delle esigenze dell uomo - come ha spiegato Luca Zevi - fattosi coniugatore dei mondi industria e architettura nel secondo dopoguerra, riporta alla luce - un modello di sviluppo in cui politica industriale, politiche sociali e promozione culturale si integrano nella proposta di una strada innovativa nella progettazione delle trasformazioni del territorio. La sua esperienza, unica per l epoca e per la situazione, lo rese un innovatore nella visione del mondo, nelle scelte progettuali e nel modo di fare impresa. La presentazione della sua produzione alla Biennale Architettura come prima stagione deve essere considerata come il punto chiave tra territorio, architettura ed economia, allo scopo di riuscire a individuare un nuovo scenario per l Italia, grazie al suo modo di condurre un impresa, mirata all efficienza produttiva, al miglioramento della società e alla sperimentazione progettuale. Il percorso prosegue con l assalto del territorio degli anni 80, periodo di intenso fervore industriale e diffusa costruzione edilizia (seconda stagione), narrato attraverso proiezioni, racconti e video. Continua con la terza stagione, le architetture del Made in Italy, in cui sono illustrati

5 progetti di edifici e fabbriche da parte di attuali aziende italiane: questi seguono la tipologia olivettiana in termini di percezione dei luoghi, attenzione alla vita delle persone e alla sensibilità ambientale. Prevedono la realizzazione di interi quartieri con servizi dedicati alla cittadinanza e al territorio, diventando punti di riferimento per l intera comunità. La quarta stagione lancia una sfida che si gioca sul tema della sostenibilità, il remade in Italy, proponendo una riflessione sul rapporto fra architettura e ambiente, e ponendo l attenzione alle tematiche della Green Economy e dell Expo Qui architetti, studiosi e politici si confrontano sul tema della nutrizione, soprattutto le dinamiche che differenziano il Nord e il Sud del mondo, la relazione fra costruito e produzione agricola, la riduzione del consumo del suolo naturale e la rigenerazione delle città. Il Padiglione Italia è un tentativo di modalità insediativa a tutti gli effetti, poiché si rivela esso stesso un possibile remade ; è il simbolo delle nuove esigenze del mondo, causate dallo sfruttamento delle risorse naturali e si presenta come il prototipo di un luogo completamente autosufficiente. Produzione e consumi sono bilanciati grazie all impiego di materiali a chilometri zero: un impianto di climatizzazione sfrutta l acqua della laguna veneziana, e una grande pergola fotovoltaica consente di produrre watt di energia attraverso un sistema di spin bikes, che permettono di ricaricare i propri telefoni cellulari e smartphone semplicemente pedalando. n. 11 pagina 05 IO COSTRUISCO zeta due s.r.l. Via Roma, LUTRANO DI FONTANELLE (TV) Tel Fax Edilizia privata E residenziale costruzione di ville, villini, fabbricati plurifamiliari, complessi residenziali e ristrutturazioni. Edilizia privata artigianale, commerciale Ed industriale officine, complessi commerciali, complessi per attività ricreative, capannoni per attività produttive. EsEcuzionE di opere pubbliche lottizzazioni, impianti sportivi.

6 IO COSTRUISCO Arch. Devis Busato Arch. Rodrigo Masiero Arch. Matteo Pellizzari Arch. Caterina Santinello PROGETTI WINE CENTER VAL D OCA: INCONTRO TRA PRODUZIONE E FRUIZIONE Un sistema collinare irregolare, dove la vite ricopre con continuità tutti gli spazi di terra disponibili, è il segno distintivo di Valdobbiadene. E in questo contesto che la Cantina produttori Val D Oca ha promosso la costruzione di un edificio da affiancare all area produttiva esistente, per la vendita e la degustazione dei vini e dei prodotti tipici e per dotare l azienda di una nuova immagine. Il progetto ha posto le basi per la realizzazione di un luogo osmotico, punto di incontro nel quale si mescolano pubblico e privato, coltivatore e consumatore, un elemento che trasforma e sviluppa contemporaneamente le logiche di mercato e fruizione strettamente connesse all attività produttiva. Il progetto ha assecondato la dinamicità di questa collocazione, cercando di conferire eleganza e leggerezza ad un volume comunque importante per dimensione ed estensione. I giovani architetti dello Studio CAFèARCHITETTURA: da sinistra Devis Busato, Caterina Santinello, Rodrigo Masiero e Matteo Pellizzari. Photo: Luca Girardini Immagini del Wine Center Val D Oca a Valdobbiadene (TV) Photo: Andrea Garzotto e Luca Girardini Installazione e manutenzione impianti termoidraulici e di condizionamento civili ed industriali. OLTRE 40 ANNI DI ESPERIENZA CON REALIZZAZIONI DI: SETTORE CIVILE E TERZIARIO Impianti di riscaldamento e raffrescamento a pavimento Pompe di calore Aspirazione polveri Solare termico SETTORE INDUSTRIALE Impianti di processo a vapore e ad olio diatermico Impianti di adduzione gas SORATO IMPIANTI snc di Sorato Alberto e Simion Lucio Via A. Pacinotti, Noale (VE) Tel Fax

7 n. 11 pagina 07 IO COSTRUISCO Un muro-insegna si snoda lungo la strada provinciale marcando un nuovo limite, un segno che dà forma a nuovi spazi e propone nuove occasioni di utilizzo. Inspessito e annullato fino a smaterializzarsi in prossimità degli edifici esistenti, il nuovo fronte propone un inedita quinta scenografica sui vigneti e sulla cantina esistente. Addizioni e sottrazioni del volume principale creano continui giochi di luci ed ombre che interrompono la linearità di facciata. Percorsi sospesi e terrazze suggeriscono nuove prospettive sia sul paesaggio che sull edificio stesso. Un volume sospeso in aggetto per 8 metri sul piazzale di ingresso, diviene invece la vera vetrina della cantina, luogo della degustazione dove i vini vengono esposti ed apprezzati direttamente da appassionati e consumatori. L edificio, terminato nel 2011, si sviluppa su una superficie di metri quadri, di cui 490 metri quadri di spazio vendita ed esposizione disposti su due livelli fuoriterra e un deposito interrato. Al piano terra l edificio ospita gli spazi destinati alla vendita ed esposizione dei prodotti, mentre al primo piano si trovano la sala degustazione interna ed esterna destinate ad accogliere eventi enogastronomici e culturali, ed un area amministrativa. Un progetto affascinante e innovativo che ha ricevuto il Primo Premio al Saie Selection 2011 / Category Architects Metal&Glass.

8 IO COSTRUISCO Arch. Antonio Girardi PROGETTI CARO BOLLETTA? UN OPPORTUNITÁ PER RISPARMIARE! Come per l energia e per il gas, si prevede per il 2013 un aumento del costo dell acqua a partire da marzo, termine entro cui i gestori dei servizi idrici dovranno sottoporre all Autorità di settore le nuove tariffe. Non si sa ancora di quanto saranno i rincari, ma uno studio appena pubblicato dalla CGIA di Mestre mostra che le tariffe dell acqua sono aumentante nell ultimo decennio molto più che quelle degli altri servizi pubblici, con una media del 5,5% all anno. La buona notizia è che i gestori saranno obbligati a mettere on line i dati sulla propria carta dei servizi, anche se la cosa per gli utenti conta poco perché di fatto operano in condizione di monopolio. Perché quindi non pensare a ridurre le proprie bollette diminuendo a monte il proprio fabbisogno di acqua potabile? In Italia si consumano circa 175 litri di acqua potabile per persona al giorno. Di questi, il 40% circa (75 litri) potrebbe essere sostituito con acqua non potabile, per la pulizia della casa, per il bucato, per il wc e per gli usi esterni come l irrigazione del giardino e il lavaggio dell auto. Il Veneto, con una media di oltre mm di precipitazioni all anno, è una delle regioni più piovose d Italia. La raccolta di acqua piovana dovrebbe essere considerata una grande potenzialità e la possibilità di un risparmio concreto sulle bollette dell acqua. I sistemi per la raccolta sono in generale semplici, anche se naturalmente devono essere accuratamente calcolati e progettati. Si tratta infatti di convogliare le acque provenienti dalle superfici impermeabili della casa (tetto e terrazze) verso una cisterna di raccolta, normalmente in polietilene, posizionata in cantina o interrata. Le acque raccolte sono pure e di buona qualità purché a monte del serbatoio venga inserita una valvola per rifiutare le prime Un esempio di cisterna per la raccolta delle acque piovane IDROTERMICA TRE s.n.c. impianti tecnologici per il risparmio energetico impianti termoidraulici civili ed industriali geotermia recupero del calore trattamento aria impianti a pavimento impianti idrico-sanitari impianti solari irrigazione adduzione gas manutenzioni in genere via a. diaz, meolo (ve) cell

9 acque in ingresso che raccolgono l inquinamento dell atmosfera e quello che si deposita nelle coperture. L acqua che cade dopo i primi 15 minuti è paragonabile in qualità all acqua distillata, senza calcare e quindi perfetta per alcuni elettrodomestici, come ad esempio le lavatrici. È necessaria poi una pompa in grado di alimentare la rete duale per il trasporto e l erogazione dell acqua piovana, necessariamente distinta dalla rete potabile, magari con tubi di colore diverso. Per calcolare la grandezza dell impianto esistono delle norme specifiche, ma si possono fare dei calcoli semplificati per valutare la fattibilità di applicare questi sistemi a casa propria, basati su tre semplici fattori. Innanzitutto: quanta acqua possiamo raccogliere? Se immaginiamo una residenza unifamiliare che in pianta ha una proiezione di 140mq, basta moltiplicare questo dato per la piovosità media annua (diciamo 1000 mm), per il coefficiente di captazione (0,8 per le coperture con tegole) e per l efficienza della pompa (0,9 in buona efficienza). Nel nostro caso dunque potremmo raccogliere circa 100 metri cubi di acqua all anno. Ora: di quanta acqua piovana abbiamo bisogno? Se immaginiamo che in questa residenza vivano 4 persone, e che utilizzino circa 75l di acqua per persona al giorno per usi non potabili, avremmo bisogno di circa 110 metri cubi di acqua all anno. Per raccogliere questa quantità di acqua, di che cisterna abbiamo bisogno? Per calcolare le dimensioni del serbatoio solitamente si prevede che questo da pieno ci consenta di avere acqua disponibile per tre settimane. Nel nostro caso quindi avremmo bisogno di una cisterna di circa 6 metri cubi, di dimensioni quindi piuttosto ridotte (ad esempio, 1,5 m x 1,5 m per un altezza di 2,5 m) e tranquillamente installabile in un sottoscala o nei locali tecnici. Il costo della cisterna, dei filtri e delle pompe può in questo caso aggirarsi attorno ai euro. La creazione di una seconda rete idrica e l allacciamento del sistema alle apparecchiature dipende dalla conformazione della casa e dal tipo di intervento. Nel caso di un intervento sull esistente è fattibile solo contestualmente a un rifacimento completo dell impianto idraulico. In una nuova costruzione può essere molto semplice ed economico, si tratta solo di far correre in parallelo all impianto potabile alcune tratte che conducono l acqua piovana. Tenendo conto che un metro cubo di acqua oggi costa circa 1 euro (gestore Veritas), il risparmio monetizzabile a fine anno è di circa 100 euro. Facendo un calcolo molto semplificato, in cui il costo del denaro equivale al rincaro delle bollette, si può prevedere un ritorno in anni. È quindi comparabile ad un investimento nei pannelli fotovoltaici, senza incentivi pubblici e con un investimento iniziale di molto inferiore, e quindi più sicuro. n. 11 pagina 09 L acqua recuperata può alimentare l impianto di irrigazione del giardino IO COSTRUISCO COSTRUZIONE BASCULANTI IN LEGNO, SPECIALI E AUTOMATIZZATE ILMA BASCULANTI s.r.l. via Padre Agostino Gemelli, 45/A Postioma di Paese (TV) tel fax dal 1988

10 IO COSTRUISCO Nicola Piccoli La D*Haus si adatta ai cambiamenti del clima PROGETTI D*HAUS: LA CASA CHE CAMBIA CON LE STAGIONI Se sia solo un innovativo e brillante prototipo o se possa diventare in futuro un nuovo standard abitativo è difficile da prevederlo, certo è che il progetto D*Haus dei due architetti inglesi David Grunberg e Daniel Woolfson sta facendo il giro del mondo e creando un ampio dibattito. Questo nuovo e per certi aspetti rivoluzionario concept si basa sul modello Haberdasher s Puzzle del matematico Henry Dudeney, che nel 1907 scoprì come scomporre un quadrato in sole quattro sezioni ricombinandole in un triangolo equilatero. Da questa logica è nata D*House, un abitazione in grado di adattarsi ai mutamenti climatici attraverso un meccanismo di binari che consentono di far scorrere le mura esterne facendole diventare, a seconda delle esigenze, pareti esterne o interne. Una casa dinamica che muta la propria struttura e si riorganizza anche al proprio interno, con finestre che possono diventare porte e viceversa, dando vita ad otto differenti configurazioni capaci di seguire il ciclo delle stagioni e di ottimizzare i consumi energetici in ogni periodo dell anno. D*House dispone di due camere da letto, un soggiorno a pianta aperta ed un bagno offrendo la possibilità, ad esempio, di orientare la camera ad est durante l estate per guardare il sorgere del sole. Il progetto prende spunto dal The Haberdasher s Puzzle I due progettisti, con esperienze a in Medio Oriente e a New York, hanno sottolineato che D*Haus è il frutto di una realizzazione matematica applicata: un abitazione che si adatta all evoluzione dei modelli di vita del futuro. Un progetto ambizioso che unisce architettura, arte e design nell ottica di coniugare comfort abitativo e risparmio energetico. Un modello di questo innovativo progetto Holz Team Progettazione, realizzazione e vendita casette in legno, arredi da giardino, strutture da esterno. Via Taliercio, 2 - Ponte della Priula (TV) ITALY - Tel. e Fax

11 tecno.el tecnologia elettrica NOI TI PROPONIAMO L IMPIAnto InteGRAto CON CARATTERISTICHE INNOVATIVE AVRAI COSì IL MASSIMo DellA tariffa IncentIVAnte AncHe con Il V conto energia. VISIONA GLI IMPIANTI NEL NOSTRO SITO ImpIantI FotovoltaIcI dal 2001 Scegli un impianto fotovoltaico: ci guadagna l ambiente, ci guadagni tu. Via Tintoretto, 26 Roncade (TV) Tel Fax

12 IO COSTRUISCO Fotografie by Piero Teardo Arch. Dario Schiavo PROGETTI UNA CASA MODERNA: EQUILIBRIO, COERENZA E DESIGN Villa PZ è ubicata in un area residenziale del Comune di Trebaseleghe (Pd), in prossimità del centro urbano, ove spicca tra tante costruzioni anonime degli anni 70/ 80. Si sviluppa su due piani e si caratterizza per una netta divisione tra ambienti di socializzazione e living al piano terra e zona notte al piano superiore. La forma architettonica appare come un piacevole equilibrio tra pieni e vuoti, definita dallo studio geometrico delle sovrapposizioni di facciata. I tracciati regolatori della composizione corrispondono ad una griglia quadrata di 150 centimetri che vincola il posizionamento delle masse architettoniche e degli elementi di arredo e finitura. I prospetti di facciata sono tutti diversi, ma la modularità su cui sono disegnati fa loro mantenere una coerenza formale e architettonica riconoscibile da ogni angolatura. A tale proposito, diventa improprio parlare di un fronte principale e di un retro, ma piuttosto di affacci che differentemente si rapportano con lo spazio libero circostante. Ad un fronte strada più monumentale e introverso, si contrappone una facciata retrostante che si apre verso un ampio giardino e verso una doppia terrazza al piano superiore, divisa da un parallelepipedo con chiusura verticale in vetrocemento. La scelta di ampie porte-finestre vetrate in soggiorno e cucina favorisce un osmosi biunivoca con il giardino e gli spazi esterni. Le altre stanze sono dotate invece di finestre a nastro, collocate a 2 m dal pavimento così da permettere una piena fruibilità delle pareti. Particolare cura e attenzione è stata posta all illuminazione degli spazi interni che trova espressione in corpi luminosi a basso consumo energetico (led), volutamente nascosti ed integrati nell architettura così da creare un piacevole effetto di luce riflessa e diffusa. Fulcro d elezione di questa moderna abitazione è dato dal volume del caminetto (modello Stuv 21/95 bifacciale), attorno al quale ruotano e si sviluppano vari elementi, tra i quali: un grande soppalco che esalta lo

13 spazio a doppia altezza e garantisce continuità visiva tra i due piani, una lunga credenza sospesa e una sorta di panca con sottostante vano scorrevole porta-legna. All interno del caminetto è inoltre presente l alloggiamento di uno schermo tv a 42 pollici, visibile solo una volta acceso. Tutti i mobili, lineari e rigorosamente laccati di color bianco, nascono da una progettazione su misura di matrice artigianale e si adattano perfettamente agli spazi in cui si trovano. Al bianco delle pareti e degli arredi si contrappone il colore naturale della pavimentazione in larice, estesa a tutti gli ambienti della casa e ad alcuni elementi di arredo (es. letto matrimoniale), realizzata con tavole larghe 25 cm, posate con fughe perfettamente allineate. Le porte, a filo muro e con finitura analoga a quella delle pareti, si mimetizzano offrendo ai corridoi un senso di continuità visiva. Il sistema di oscuramento di tutte le aperture si avvale di tende a rullo meccanizzate di colore bianco e solo la zona notte è dotata di persiane esterne motorizzate. Il sistema di riscaldamento è a pavimento radiante. Gli scarichi pluviali sono nascosti e inglobati all interno di setti d angolo. I serramenti, realizzati in larice lamellare con rivestimento esterno in alluminio, sono a taglio termico. I vetri sono di tipo basso-emissivo. I camminamenti esterni si compongono di elementi 10x50x2 in trachite euganea colore grigio. n. 11 pagina 13 Progetto architettonico: Arch. Dario Schiavo Direzioni lavori edili: Geom. Giovanni Schiavo Calcoli strutturali: Ing. Andrea Gumiero Interior Designer: Arch. Dario Schiavo IO COSTRUISCO Show-room: via Bragadin, Marghera Venezia Tel Fax Cell Fornitura posa e restauro parquet Scale e battiscopa Decking per esterni in legno composito

14 IO COSTRUISCO Arch. Marzia Piovesan Capriate originali Una parete del cubo di Ando e un pilastro in mattoni Finestra termale PROGETTI CALCESTRUZZO E MATTONI: L INTERVENTO DI RESTAURO DI PUNTA DELLA DOGANA In questo primo articolo dell anno vorrei soffermarmi per qualche breve considerazione su un intervento di restauro che ho vissuto da spettatrice qualche anno fa a Venezia: il restauro di Punta della Dogana. Non mi dilungherò nella spiegazione della metodologia di restauro, delle tecniche impiegate e degli interventi, informazioni che ognuno può trovare e leggere nel web solo cercando la frase punta della dogana restauro, ma vorrei sottolineare ed evidenziare, quello che è stato, a mio avviso, il rispetto che un archistar del calibro di Tadao Ando ha avuto per il manufatto e per Venezia. Ho avuto la grande occasione di visitare gli spazi interni di Punta della Dogana ad inizio lavori, quando ancora tutte le superfetazioni erano leggibili: ricordo un labirinto di locali di varie dimensioni, rivestimenti in piastrelle, pavimenti di ogni tipo; poco si leggeva dell originaria struttura. Sono rientrata in quei locali nel novembre del 2008, a pochi mesi dalla consegna dell opera, e tutto era cambiato. Innanzitutto si potevano riconoscere i grandi spazi utilizzati ai tempi della Repubblica di Venezia come stoccaggio doganale per le merci e i beni oggetto del commercio navale, i muri perimetrali in mattoni, poi, erano riapparsi in tutta la loro unicità (ricordo che è stata eseguita una attenta e puntuale opera di scuci-cuci su tutte le pareti), tutte le capriate originali del tetto erano state restaurate e riportate all antico splendore e si distinguevano nettamente le grandi finestre termali che si affacciano sui due canali. Tutto intorno a me era stato riportato alle origini fino a quando non mi sono imbattuta nel grande cubo di Ando in calcestruzzo. Quattro imponenti pareti grigie a toccare le capriate che delimitano un grande spazio espositivo, pareti realizzate in calcestruzzo gettato in particolari casseformi (una curiosità - le dimensioni dei pannelli da cassero sono ricavate dalle dimensioni del tatami) dalla superficie grigia e liscissima che contrasta con la superficie rossa e ruvida dei pilastri originali realizzati in mattoni lasciati a vista. Qui l ineccepibile abilità nella composizione dell impasto del calcestruzzo e del getto dialoga con l argilla dei mattoni e la posa paziente e ordinata degli stessi. Il grigio delle pareti si sposa con il grigio dei masegni di recupero della pavimentazione: vecchio e nuovo coesistono in un impeccabile equilibrio. Tadao Ando è entrato guardingo in questo seicentesco edificio, lo ha studiato attentamente, lo ha riportato all antico splendore ma ha lasciato il suo segno, un segno forte, certo, ma a mio avviso rispettoso: il rispetto e lo stupore che nutre il popolo giapponese per l arte... per la nostra arte.

15 Il marmo come l uomo, prima di intraprendere qualcosa devi conoscerlo bene e sapere tutto ciò che ha dentro. Michelangelo Buonarroti LAVORAZIONE MARMI E GRANITI Via Tiepolo, 40 Zona Industriale SPZ Mogliano Veneto (TV) Tel Fax

16 IO COSTRUISCO Arch. Davide Buso PROGETTI SAPER OSARE Riflessioni per un consapevole rinnovamento edilizio Recentemente ho avuto modo di concedermi qualche giorno di vacanza a Londra, città che, prima di questo viaggio, avevo sempre considerato come una delle ultime capitali europee che avrei voluto visitare, forse a causa di quella sensazione di austero rigore e di gusto retrò e conservatore che mi ha sempre trasmesso. Un po stimolato dalle immagini inedite proposte dalle recenti olimpiadi, un po incuriosito dai consensi espressi da amici che erano già stati in terra anglosassone, ho deciso di prenotare un volo per andare a vedere con i miei occhi quella che veniva dai più descritta come una città fantastica. La città è risultata immediatamente frenetica ma efficientissima a livello di servizi e trasporti, curata e pulita, nonostante le dimensioni di metropoli che la caratterizzano (8 milioni di abitanti). Quello che più mi ha colpito di Londra, da buon (si spera) architetto, è stata la poliedricità degli stili architettonici che contraddistinguono il nucleo centrale e storico della città. Lasciando stare i quartieri prettamente moderni e quelli strettamente legati alla tradizione anglossassone, ciò che mi ha piacevolmente stupito è la convivenza fianco a fianco di edifici storici e contemporanei. Skyline di Londra Camminando per la città non si può fare a meno di sollevare lo sguardo al cielo per ammirare facciate barocche che improvvisamente cedono il passo ad un trionfo di acciaio e vetro di un nuovissimo centro direzionale. La prima considerazione formulata a seguito di tale constatazione è stata: qui, non hanno paura di osare. Sono sempre stato convinto che ogni epoca storica abbia i suoi specifici caratteri stilistici e tipologici e sia caratterizzata da usi, costumi e mode che sono riflesso diretto del modo di vivere della comunità e dello stadio di sviluppo tecnologico e sociale che essa ha raggiunto in quel determinato periodo dell evoluzione umana. Tuttavia troppo spesso rilevo una sorta di stoica quanto inutile riverenza nei confronti di ciò che è vecchio (e qui si potrebbero aprire infiniti scenari di discussione), riverenza che molto spesso si traduce in una inutile conservazione del degrado, unicamente in virtù del fatto che l oggetto della valutazione è baluardo di una vetustà che sembra renderlo immune da qualsiasi considerazione di tipo funzionale ed etico. In Italia, terra ricca di patrimonio storico e artistico, siamo circondati da una miriade di edifici fatiscenti, obsoleti e assolutamente inutili che subiscono un lento decadimento, proprio per la mancanza di strumenti (economici e politici, soprattutto) che ne permettano il recupero. Molti ostacoli burocratici impediscono che un palazzo storico, in stato di inagibilità e rovina, possa essere riconvertito, anche mediante finanziamenti privati, in un nuovo punto vitale di un quartiere, piuttosto che di una città. Negli Stati Uniti, dove sicuramente non vi è una testimonianza architettonica storica di millenni come nel Belpaese, la vita media di un edificio si attesta attorno ai anni. Terminato questo ciclo vitale, si procede alla demolizione dell esistente ed all edificazione di un nuovo complesso. In Italia si trovano ancora oggi edifici del dopoguerra o di epoca precedente, senza alcun particolare pregio storico-testimoniale, mantenuti in piedi in condizioni talvolta pessime, solo per la mancanza di volontà di rinnovamento e per un attaccamento quasi morboso alla loro immagine. Ciò non avviene all estero: a Londra così come a Berlino, piuttosto che a Parigi, c è un continuo

17 fervore costruttivo, lo skyline è in costante mutamento e all orizzonte si stagliano profili di gru che movimentano materiale destinato a dare vita ad un nuovo edificio, ad una nuova tessera di modernità nel complesso puzzle del tessuto urbano. Il volto di tali città è in continua evoluzione, come lo sono la moda, l arte, la tecnologia e le abitudini di vita. In Italia sembra che l architettura vada a rilento rispetto al ritmo frenetico della quotidianità. Ogni cantiere portato a termine viene da una parte salutato come un impresa eroica e dall altra immancabilmente additato come uno scempio, una violazione dell immacolata integrità della città da una buona fetta della popolazione. Credo ci sia bisogno di imparare ad osare e cominciare a cambiare gradualmente l approccio al rinnovamento edilizio delle città in cui viviamo, anche di quelle storiche, imparando a guardare al progresso architettonico con gli stessi occhi e propensione di spirito con cui si attende spasmodicamente l uscita dell ultimo avveniristico modello di smartphone. n. 11 pagina 17 Edificio Tower Bridge, Londra Una veduta della City IO COSTRUISCO La nostra produzione CoCCiopesto CalCe Malte e intonaci per Bioedilizia e restauro Conservativo (in cocciopesto, deumidificante, termoacustici, dilavati e stampati) Finiture alla CalCe (pitture, tadelact, stucco, marmorino, grassello di calce) pavimentazioni in pastellone a Basso spessore pavimentazioni in Battuto veneziano leganti naturali servizi consulenza tecnica in bioedilizia e restauro conservativo corsi di formazione tecnico-applicativa malte da rivestimento personalizzate e per interior design formulazione di miscele storiche su campionatura Heres s.r.l. Vicolo Mattei, Quinto di Treviso (TV) - Tel Fax

18 IO COSTRUISCO Arch. Luciano Lamon PROGETTI L EQUILIBRIO TERMICO VERDE Il contesto è quello periferico di un paese, Trebaseleghe, dell alta padovana: una zona a vocazione in parte agricola ed in parte residenziale. Desiderio dei committenti era quello di realizzare una abitazione che avesse un carattere di centralità degli spazi e contemporaneamente esprimesse un forte senso di apertura ed accoglienza. Per questo progetto si è scelto lo sviluppo di una pianta quadrata. In essa le diverse funzioni sono state disposte perimetralmente facendole convergere verso il ballatoio centrale, cuore dell abitazione, con grandi aperture che consentono di spaziare visivamente sia in senso orizzontale che verticale. I due piani fuori terra, composti da due volumi sovrapposti e ruotati l uno rispetto all altro, nascondono in realtà 4 livelli: il seminterrato con il garage ed i vani tecnici; il piano terra con la zona giorno, il piano rialzato con la zona notte ed infine il piano primo con lo studio, che consente l accesso al tetto piano gestito a verde pensile. Arch. Luciano Lamon Esternamente la scelta dei mattoni bianchi nella fascia bassa e dei pannelli di calcestruzzo facciavista bianco, come coronamento, ha definito le linee compositive dei volumi e ne ha determinato il carattere di compattezza ed orizzontalità. DEMOLIZIONI SCAVI E MOVIMENTO TERRA TRASPORTO DI RIFIUTI SPECIALI NON PERICOLOSI, SIA PER PRIVATI CHE IN SUBAPPALTO TRASPORTI ECCEZIONALI A MEZZO DI CARRELLONE (PIANALE). BLAZER S.r.l. Via Orlanda Tessera (VE) Tel Fax

19 Particolare attenzione è stata posta nelle scelte costruttive, a partire dall orientamento dell edificio e delle aperture, all adozione delle intercapedini nelle murature perimetrali ed infine alla realizzazione del tetto verde intensivo ed estensivo. L adozione di specifiche tecnologie, quali l impianto radiante a bassa temperatura, la ventilazione meccanica controllata, i serramenti ad alta efficienza, l impianto solare-termico per l acqua calda sanitaria e l integrazione del riscaldamento a pavimento ed il sistema di recupero delle acque piovane, ha determinato per tale edificio elevati livelli di comfort abitativo ed efficienza energetica. FOCUS: IL TETTO VERDE L importanza del tetto verde non deriva solamente dal forte impatto estetico ma soprattutto dell influenza sull equilibrio termico dell edificio. Lo strato di terra di cui è costituito trattiene parte dell acqua piovana che, evaporando lentamente nel periodo estivo, impedisce l eccessivo riscaldamento della copertura e contemporaneamente impedisce la fuoriuscita del calore del fabbricato nei mesi invernali. L utilizzo infatti negli edifici di tetti giardino e tetti verdi, rispetto a sistemi tradizionali di copertura, migliora in modo evidente le prestazioni energetiche ed ambientali dell edificio. Questa tecnologia contribuisce a ridurre le emissioni di CO 2 : la vegetazione infatti assorbe alcuni dei maggiori inquinanti emessi in atmosfera, quali ossidi di carbonio, azoto, zolfo, anidride solforosa. I sistemi costruttivi a verde garantiscono un importante assorbimento acustico e un ottimizzazione idrica: il tetto verde o tetto giardino infatti alleggerisce il carico sulla rete di canalizzazione delle acque bianche, e mediante processi di recupero e filtrazione consente il riutilizzo delle acque piovane. n. 11 pagina 19 IO COSTRUISCO SiMel opera nei Settori: Civile - industriale - terziario Consulenza Progettazione Produzione quadri elettrici Manutenzione e installazione impianti: automazione, sicurezza, climatizzazione, illuminotecnica, urbanistica, reti e trasmissione dati. sicurezza imperturbabile Simel S.n.c. Via Revine, San Donà di Piave (VE) Tel

20 IO COSTRUISCO Arch. Laura Favotto PROGETTI RISPARMIARE CON LE SERRE BIOCLIMATICHE La diffusa esigenza di sostenibilità in ambito urbano ha portato numerose amministrazioni a dotarsi di strumenti urbanistici innovativi, linee guida e regolamenti edilizi particolarmente attenti al contesto ambientale. Le serre bioclimatiche costituiscono un interessante soluzione architettonica per risparmiare energia e per sfruttare al meglio gli spazi in quanto, di norma, il legislatore le considera volumi tecnici da non computare nella cubatura dell immobile. Innanzitutto è d obbligo comprendere appieno cos è e come funziona la serra solare: si tratta di uno spazio chiuso collocato in aderenza all edificio, separato dall ambiente esterno mediante pareti vetrate e copertura trasparente od opaca a seconda delle esigenze termiche. In linea generale, essa è un volume che accresce il contributo all edificio della radiazione solare trasformata in energia termica e immagazzinata all interno della serra stessa. Sopra: Schema funzionamento della serra bioclimatica A destra: Simulazione su edificio esistente a Venezia Mestre Simulazione su edificio esistente a Roma Simulazione su edificio esistente a Bolzano n. 11 pagina 20 La serra può essere realizzata sia davanti ad un muro accumulatore sia davanti ad una parete vetrata. Nel primo caso essa combina le caratteristiche del guadagno diretto con quelle del muro ad accumulo, infatti, essendo direttamente riscaldata dai raggi del sole, funziona come un sistema a guadagno diretto in cui l ambiente adiacente ad essa riceve il calore dal muro termoaccumulatore. La radiazione solare viene, cioè, assorbita dal muro di fondo della serra, convertita in calore, ed una parte di esso viene poi trasferito all edificio. Nel secondo caso la realizzazione della serra fa sì che la struttura riesca a trattenere le dispersioni termiche dovute alla parete vetrata. Per questi motivi, nel progettare una serra solare, risulta fondamentale lo studio della posizione geografica (sia in termini di latitudine che di esposizione solare) e dei materiali che la compongono. Il risparmio di energia conseguibile grazie alla realizzazione di una serra dipende in misura consistente dalla qualità energetica dell edificio: nelle case a basso consumo energetico, ad esempio, è assai limitato, sia perché l involucro edilizio già previene le dispersioni termiche, sia perché la serra riduce drasticamente gli apporti di calore attraverso l irradiazione diretta delle finestre. Il risparmio di energia aumenta invece nel caso di edifici vetusti che non sono stati sottoposti ad alcuna riqualificazione energetica. Un altro aspetto di fondamentale importanza per l efficienza estiva del sistema è la corretta progettazione dei sistemi di oscuramento e di apertura delle vetrate, questo perchè la serra in estate raggiunge delle temperature interne molto elevate che possono creare situazioni di discomfort. Se opportunamente schermata infatti la serra non peggiora il carico di condizionamento dei locali adiacenti. In conclusione, se progettate in modo intelligente, le serre bioclimatiche, possono ridurre di oltre un terzo i consumi energetici per il riscaldamento degli edifici ed il loro volume non è computato nel volume totale dell immobile. Opportunità da sfruttare sopratutto negli interventi di ristrutturazione, valutando il rapporto tra i costi di tale intervento e i reali benefici in termini di risparmio energetico.

Alle nostre latitudini la domanda di

Alle nostre latitudini la domanda di minergie Protezioni solari con lamelle, in parte fisse, e gronde Benessere ter edifici ed effi Nella società contemporanea trascorriamo la maggior parte del nostro tempo in spazi confinati, in particolare

Dettagli

Vetro e risparmio energetico Controllo solare. Bollettino tecnico

Vetro e risparmio energetico Controllo solare. Bollettino tecnico Vetro e risparmio energetico Controllo solare Bollettino tecnico Introduzione Oltre a consentire l ingresso di luce e a permettere la visione verso l esterno, le finestre lasciano entrare anche la radiazione

Dettagli

dai vita alla tua casa

dai vita alla tua casa dai vita alla tua casa SEMPLICE MENTE ENERGIA bioedilizia Una STRUTTURA INNOVATIVA PARETE MEGA PLUS N 10 01 struttura in legno 60/60 mm - 60/40 mm 02 tubazione impianto elettrico ø 21 mm 03 struttura portante

Dettagli

EFFICIENZA E AUTOGESTIONE ENERGETICA A SCALA DI EDIFICIO

EFFICIENZA E AUTOGESTIONE ENERGETICA A SCALA DI EDIFICIO Forum Internazionale Green City Energy MED LO SVILUPPO DELLE SMART CITIES E DEI GREEN PORTS NELL AREA MEDITERANEA Convegno La produzione di energia rinnovabile nella Smart City Sessione Integrazione dei

Dettagli

Tecnologia Facciate continue Finestre e porte a battente V E Finestre e porte in Alluminio-Legno Finestre e porte scorrevoli

Tecnologia Facciate continue Finestre e porte a battente V E Finestre e porte in Alluminio-Legno Finestre e porte scorrevoli www.metrawindows.it PERSIANA SCORREVOLE Sistemi oscuranti METRA. LO STILE CHE DA VALORE AL TUO HABITAT METRA. Design, Colore, Emozione. Lo stile italiano che il mondo ci invidia. I sistemi integrati METRA

Dettagli

...LEGGETE I DATI TECNICI E CAPIRETE... intonaco idrofobizzato colorato IL MASSETTO CALDO. per restauro, ristrutturazioni e nuova edilizia civile

...LEGGETE I DATI TECNICI E CAPIRETE... intonaco idrofobizzato colorato IL MASSETTO CALDO. per restauro, ristrutturazioni e nuova edilizia civile MATERIALI A BASE DI CALCE NATURALE PER IL RESTAURO E IL RISANAMENTO scheda tecnica per restauro, ristrutturazioni e nuova edilizia civile intonaco idrofobizzato colorato IL MASSETTO CALDO PRODOTTO PER

Dettagli

Pannelli Solari Termici. Parete esterna verticale. Tipologia di. inserimento. I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale

Pannelli Solari Termici. Parete esterna verticale. Tipologia di. inserimento. I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale Pannelli Solari Termici Parete esterna verticale I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale dell edificio. Pannelli Solari Termici Parete esterna verticale e parapetti Legenda

Dettagli

5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF

5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF 5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF Ecco un elenco esemplificativo di interventi ammissibili a fruire della detrazione Irpef. In ogni caso, deve essere verificata la conformità

Dettagli

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICIO PER CIVILE ABITAZIONE ANNI '50

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICIO PER CIVILE ABITAZIONE ANNI '50 RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICIO PER CIVILE ABITAZIONE ANNI '50 L'edificio oggetto dell'intervento, si trova a Bolzano in via Dalmazia ai numeri 60, 60A e 62 E' stato costruito nei primi anni '50

Dettagli

RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA

RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA Comune della Spezia MARIO NIRO 5S a.s. 2013/2014 RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA RELATIVA AL PROGETTO DI ABITAZIONE UNIFAMILIARE DA EDIFICARE PRESSO IL COMUNE DELLA SPEZIA, VIA MONTALBANO CT FOGLIO 60, MAPPALE

Dettagli

S.p.a. 24050 ZANICA (BG) Italia Via Stezzano, 16 tel +39 035 671 013 fax +39 035 672 265 www.styl-comp.it infostylcomp@styl-comp.

S.p.a. 24050 ZANICA (BG) Italia Via Stezzano, 16 tel +39 035 671 013 fax +39 035 672 265 www.styl-comp.it infostylcomp@styl-comp. CATTANEO & Co. - BG SC_I 01/2005 S.p.a. 24050 ZANICA (BG) Italia Via Stezzano, 16 tel +39 035 671 013 fax +39 035 672 265 www.styl-comp.it infostylcomp@styl-comp.it Realizzare un connubio perfetto fra

Dettagli

Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro

Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro Saint-Gobain, attraverso i suoi marchi, sviluppa e produce nuove generazioni di materiali con un approccio moderno e completo al mercato delle costruzioni:

Dettagli

PERSIANE FINSTRAL. Estetica e funzionalità nel rispetto della tradizione

PERSIANE FINSTRAL. Estetica e funzionalità nel rispetto della tradizione PERSIANE FINSTRAL Estetica e funzionalità nel rispetto della tradizione PERSIANE 2 Oscuramento e protezione visiva nel rispetto della tradizione Le persiane, oltre al loro ruolo principale di elemento

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

POWERED BY SUN LEAF ROOF

POWERED BY SUN LEAF ROOF POWERED BY SUN LEAF ROOF DALLA COPERTURA COME PROTEZIONE... [...] essendo sorto dopo la scoperta del fuoco un principio di comunità fra uomini [...] cominciarono in tale assembramento alcuni a far tetti

Dettagli

THEATRON Linea GLASS. Sistemi per Balconi

THEATRON Linea GLASS. Sistemi per Balconi www.metrawindows.it THEATRON Linea GLASS Sistemi per Balconi METRA. LO STILE CHE DA VALORE AL TUO HABITAT METRA. Design, Colore, Emozione. Lo stile italiano che il mondo ci invidia. I sistemi integrati

Dettagli

passione coinvolgente

passione coinvolgente passione coinvolgente Arte ed eleganza impreziosiscono gli interni di una villa appena ristrutturata. L arredo moderno incontra la creatività di artisti internazionali. progettazione d interni far arreda

Dettagli

CERTIFICATO ACUSTICO DI PROGETTO (D.P.C.M. 5 dicembre 1997)

CERTIFICATO ACUSTICO DI PROGETTO (D.P.C.M. 5 dicembre 1997) CERTIFICATO ACUSTICO DI PROGETTO (D.P.C.M. 5 dicembre 1997) Progetto per la realizzazione di: Edificio residenziale Località: Ancona Indirizzo: via Menicucci, 3 Il tecnico competente Ancona, 20/09/2011

Dettagli

L AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERGETICO

L AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERGETICO COMUNE DI CANZO COMUNE DI CASTELMARTE COMUNE DI EUPILIO COMUNE DI LONONE AL SERINO COMUNE DI PROSERPIO COMUNE DI PUSIANO L AUDIT ENERETICO DELI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERETICO Una politica energetica

Dettagli

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro.

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro. C Caldaia L'unità centrale scambiatore termico-bruciatore destinata a trasmettere all'acqua il calore prodotto dalla combustione. v. Camera di combustione, Centrali termiche, Efficienza di un impianto

Dettagli

ECOPITTURE E GUAINE DI FINITURA TERMO-RIFLETTENTI A BASE DI LATTE ED ACETO.

ECOPITTURE E GUAINE DI FINITURA TERMO-RIFLETTENTI A BASE DI LATTE ED ACETO. ECOPITTURE E GUAINE DI FINITURA TERMO-RIFLETTENTI A BASE DI LATTE ED ACETO. L efficacia dell ecopitture e guaine a base di latte e aceto si basa su l intelligente impiego dell elettroidrogenesi generata

Dettagli

RILEVAZIONE STATISTICA DEI PERMESSI DI COSTRUIRE, DIA,EDILIZIA PUBBLICA (DPR 380/2001, art. 7) SISTEMA STATISTICO NAZIONALE

RILEVAZIONE STATISTICA DEI PERMESSI DI COSTRUIRE, DIA,EDILIZIA PUBBLICA (DPR 380/2001, art. 7) SISTEMA STATISTICO NAZIONALE RILEVAZIONE STATISTICA DEI PERMESSI DI COSTRUIRE, DIA,EDILIZIA PUBBLICA (DPR 380/2001, art. 7) SISTEMA STATISTICO NAZIONALE ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODELLO ISTAT/PDC/NRE

Dettagli

FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 72. Benessere da vivere. Su misura.

FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 72. Benessere da vivere. Su misura. FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 72 Benessere da vivere. Su misura. 2 Qualità e varietà per la vostra casa Maggior comfort abitativo costi energetici ridotti cura e manutenzione minime FINSTRAL produce

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministro dello Sviluppo Economico ERETO 11 marzo 2008 coordinato con ecreto 26 gennaio 2010 (modifiche in rosso, in vigore dal 14 marzo 2010; attenzione: le modifiche sono riportate al solo scopo di facilitare la lettura del decreto; in

Dettagli

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la Sistema scaldante resistivo per la protezione antighiaccio ed antineve di superfici esterne Il sistema scaldante ha lo scopo di evitare la formazione di ghiaccio e l accumulo di neve su superfici esterne

Dettagli

Aiuto alla compilazione del modulo Caratteristiche dell edificio

Aiuto alla compilazione del modulo Caratteristiche dell edificio Aiuto alla compilazione del modulo Caratteristiche dell edificio Edificio Ai sensi dell art. 3 del ordinanza sul Registro federale degli edifici e delle abitazioni, l edificio è definito come segue: per

Dettagli

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01. Ecoenergia. I d e e d a i n s t a l l a r e

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01. Ecoenergia. I d e e d a i n s t a l l a r e ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01 Ecoenergia I d e e d a i n s t a l l a r e Lo sviluppo sostenibile Per uno sviluppo energetico sostenibile, compatibile

Dettagli

La riqualificazione energetica delle scuole: prospettive e criticità. I principali interventi tecnici e gli esperti da coinvolgere.

La riqualificazione energetica delle scuole: prospettive e criticità. I principali interventi tecnici e gli esperti da coinvolgere. La riqualificazione energetica delle scuole: prospettive e criticità I principali interventi tecnici e gli esperti da coinvolgere I principali interventi tecnici e gli esperti da coinvolgere Obiettivi

Dettagli

Costruire con la canapa in ITALIA

Costruire con la canapa in ITALIA Costruire con la canapa in ITALIA OLVER ZACCANTI anab architetturanaturale officinadelbuoncostruire@yahoo.it Costruire con la canapa in Italia pannelli in fibra di canapa per isolamenti Pareti divisorie

Dettagli

Opere di ristrutturazione edilizia e risanamento conservativo - variante essenziale relative all'immobile sito in via Millelire n 10/c - Milano

Opere di ristrutturazione edilizia e risanamento conservativo - variante essenziale relative all'immobile sito in via Millelire n 10/c - Milano Comune di MILANO Provincia di MILANO Regione LOMBARDIA RELAZIONE TECNICA Rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico Deliberazione Giunta Regionale 22 dicembre 2008

Dettagli

PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri PRODOTTI DA COSTRUZIONE

PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri Acciai per la realizzazione di strutture metalliche e di strutture composte (laminati, tubi senza saldatura, tubi

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA

IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA Un impianto solare fotovoltaico consente di trasformare l energia solare in energia elettrica. Non va confuso con un impianto solare termico, che è sostanzialmente

Dettagli

5 I COEFFICIENTI CORRETTIVI

5 I COEFFICIENTI CORRETTIVI 5 I COEFFICIENTI CORRETTIVI In questo capitolo, dopo aver definito il concetto di «coefficienti correttivi», verranno esaminati nel dettaglio i coefficienti di riduzione previsti dalla Circolare del Ministero

Dettagli

KATE OTTEN Sudafrica

KATE OTTEN Sudafrica Creare edifici che nutrano lo spirito umano e ispirino l immaginazione. Raggiungere l eccellenza architettonica nel contesto specifico dell Africa. Trovare una risposta adeguata alle peculiarità di ogni

Dettagli

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Marco Citterio, Gaetano Fasano Report RSE/2009/165 Ente per le Nuove tecnologie,

Dettagli

Impianti Solari Fotovoltaici

Impianti Solari Fotovoltaici Impianti Solari Fotovoltaici Sono da considerarsi energie rinnovabili quelle forme di energia generate da fonti che per loro caratteristica intrinseca si rigenerano o non sono "esauribili" nella scala

Dettagli

L ECO-UFFICIO. Buone pratiche per l efficienza energetica in ufficio

L ECO-UFFICIO. Buone pratiche per l efficienza energetica in ufficio Comune di Udine L ECO-UFFICIO Buone pratiche per l efficienza energetica in ufficio Efficienza energetica: di necessità virtù L efficienza energetica non è semplice risparmio: è riduzione del consumo di

Dettagli

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U.

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. DISCIPLINA DEI LIMITI E DEI RAPPORTI RELATIVI ALLA FORMAZIONE DI NUOVI STRUMENTI URBANISTICI

Dettagli

FAQ (FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE PIU FREQUENTI)

FAQ (FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE PIU FREQUENTI) FAQ (FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE PIU FREQUENTI) Domande frequenti inerenti la Relazione Energetico - Ambientale e la conformità delle pratiche edilizie alla normativa di settore. Aggiornamento al

Dettagli

LA TRASMITTANZA TERMICA DEGLI INFISSI: COS'E' E COME SI CALCOLA

LA TRASMITTANZA TERMICA DEGLI INFISSI: COS'E' E COME SI CALCOLA LA TRASMITTANZA TERMICA DEGLI INFISSI: COS'E' E COME SI CALCOLA 1. La trasmittanza termica U COS'E? La trasmittanza termica U è il flusso di calore medio che passa, per metro quadrato di superficie, attraverso

Dettagli

OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI

OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI Cap. XIV OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI PAG. 1 14.1 OPERE COMPIUTE Opere prefabbricate in cemento armato. Prezzi medi praticati dalle imprese specializzate del ramo per ordinazioni dirette (di media entità)

Dettagli

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI Gli aggiornamenti più recenti Proroga dell agevolazione al 31 dicembre 2015 I quesiti più frequenti aggiornamento aprile 2015 ACQUISTI AGEVOLATI IMPORTO DETRAIBILE MODALITA

Dettagli

loro sedi OGGETTO: Risposta a quesiti su questioni antincendio.

loro sedi OGGETTO: Risposta a quesiti su questioni antincendio. Milano lì Ns. Rif.: 13 novembre 2013 820038.309 Agli Ordini e Collegi aderenti al C.I.P.I. loro sedi K:\Ufficio\07 Documenti\CIPI\820038 Comitato interpr. prevenzione incendi\820038 corrispondenza dal

Dettagli

OGRA R FIA I I N AMBI B TO ED E I D LE E E

OGRA R FIA I I N AMBI B TO ED E I D LE E E LA TERMOGRAFIA TERMOGRAFIA IN AMBITO EDILE E ARCHITETTONICO LA TERMOGRAFIA IN ABITO EDILE ED ARCHITETTONICO INDICE: LA TEORIA DELL INFRAROSSO LA TERMOGRAFIA PASSIVA LA TERMOGRAFIA ATTIVA ESEMPI DI INDAGINI

Dettagli

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI MANIFESTO PER L ENERGIA SOSTENIBILE DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI COSTRUISCI CON NOI UN SISTEMA ENERGETICO SOSTENIBILE PER L ITALIA Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale. FINALITà Favorire la

Dettagli

N O EATR THI. NO LC A B ER I P TEM IS S etra.it.m w w w

N O EATR THI. NO LC A B ER I P TEM IS S etra.it.m w w w www.metra.it SISTEMI PER BALCONI. THEATRON METRA. LO STILE CHE DA VALORE AL TUO HABITAT METRA. Design, Colore, Emozione. Lo stile italiano che il mondo ci invidia. I sistemi integrati METRA sono stati

Dettagli

Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino

Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino Cantiere Pastiglie Leone Rita Miccoli Cell. 335.80.22.975 r.miccoli@studioimmobiliareregina.it www.studioimmobiliareregina.it Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino RINASCE

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI

IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI LINEE D INDIRIZZO PER LA VALUTAZIONE DEI RISCHI CORRELATI ALL INSTALLAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOTAICI SU EDIFICI DESTINATI

Dettagli

fotovoltaico chiavi in mano

fotovoltaico chiavi in mano chiavi in mano 1 Tetto a falda - silicio monocristallino ad altissima efficienza / disponibile da 1 a 20KWp I moduli fotovoltaici più efficienti al mondo (19,5%) ed inverters di stringa SUNPOWER garantiti

Dettagli

Il Ministro dell Economia e delle Finanze. Il Ministro dello Sviluppo Economico. di concerto con

Il Ministro dell Economia e delle Finanze. Il Ministro dello Sviluppo Economico. di concerto con Il Ministro dell Economia e delle Finanze di concerto con Il Ministro dello Sviluppo Economico Visto l articolo 1 della legge 27 dicembre 2006, n. 296, recante legge finanziaria per il 2007 (di seguito:

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministro dello Sviluppo Economico DECRETO 11 marzo 2008. Attuazione dell articolo 1, comma 24, lettera a) della legge 24 dicembre 2007, n. 244, per la definizione dei valori limite di fabbisogno di energia primaria annuo e di trasmittanza

Dettagli

L'Italia della bioedilizia è campione del mondo, ma per il Governo l'efficienza è una cenerentola

L'Italia della bioedilizia è campione del mondo, ma per il Governo l'efficienza è una cenerentola L'Italia della bioedilizia è campione del mondo, ma per il Governo l'efficienza è una cenerentola E' italiana la casa ad alta efficienza energetica campione del mondo che si è aggiudicata il primo posto

Dettagli

FIA SISTeM dal 1984 eleganza e SIcurezzA.

FIA SISTeM dal 1984 eleganza e SIcurezzA. FIA SISTeM dal 1984 eleganza e SIcurezzA. FIA SISTEM nasce nel 1984 come azienda sotto casa, occupandosi principalmente della realizzazione di impianti elettrici e di installazione e motorizzazione di

Dettagli

Sistemi Mapei per la realizzazione di pavimentazioni radianti ad alto rendimento termico

Sistemi Mapei per la realizzazione di pavimentazioni radianti ad alto rendimento termico Sistemi Mapei per la realizzazione di pavimentazioni radianti ad alto rendimento termico La riparazione dell asfalto ha fatto strada. Sistemi MAPEI per la realizzazione di pavime I pannelli radianti sono

Dettagli

REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI

REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI Presentazione per le scuole primarie A cura di Enrico Forcucci, Paola Di Giacomo e Alessandra Santini ni Promuovere la conoscenza e la diffusione delle energie provenienti

Dettagli

Il miglior investimento che tu possa fare. Riscaldamento sottopavimento per ogni ambiente

Il miglior investimento che tu possa fare. Riscaldamento sottopavimento per ogni ambiente Il miglior investimento che tu possa fare Riscaldamento sottopavimento per ogni ambiente Il miglior investimento che tu possa fare Se progettate di rinnovare o costruire un nuovo bagno, una cucina o un

Dettagli

Impianti di climatizzazione

Impianti di climatizzazione Corso di IPIANTI TECNICI per l EDILIZIAl Impianti di climatizzazione Prof. Paolo ZAZZINI Dipartimento INGEO Università G. D Annunzio Pescara www.lft.unich.it IPIANTI DI CLIATIZZAZIONE Impianti di climatizzazione

Dettagli

SOLARE AEROVOLTAICO. R-Volt. L energia fronte-retro. www.systovi.com FABBRICATO IN FRANCIA

SOLARE AEROVOLTAICO. R-Volt. L energia fronte-retro. www.systovi.com FABBRICATO IN FRANCIA SOLARE AEROVOLTAICO L energia fronte-retro www.systovi.com FABBRICATO IN FRANCIA SISTEMA BREVETTATO IL PUNTO DI RIFERIMENTO PER IL RISPARMIO ENERGETICO E IL COMFORT TERMICO Effetto fronte-retro Recupero

Dettagli

I NUOVI REGOLAMENTI EDILIZI COMUNALI: LINEE GUIDA PER I COMUNI DELLA PROVINCIA DI COMO PROVINCIA DI COMO. Assessorato Ecologia e Ambiente

I NUOVI REGOLAMENTI EDILIZI COMUNALI: LINEE GUIDA PER I COMUNI DELLA PROVINCIA DI COMO PROVINCIA DI COMO. Assessorato Ecologia e Ambiente punt energia I NUOVI REGOLAMENTI EDILIZI COMUNALI: LINEE GUIDA PER I COMUNI DELLA PROVINCIA DI COMO PROVINCIA DI COMO Assessorato Ecologia e Ambiente I nuovi regolamenti edilizi comunali Progetto a cura

Dettagli

Il trattamento dell acqua per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici

Il trattamento dell acqua per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici Il trattamento dell acqua per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici 12 Giugno 2014 Stefano Bonfanti Product Manager - Cillichemie Italiana S.r.l. L azienda n.2 Sedi n.47 Agenti

Dettagli

HI- MACS vous presente son nouveau mobilier contemporain

HI- MACS vous presente son nouveau mobilier contemporain Communiqué de presse Octobre 2013 HI- MACS vous presente son nouveau mobilier contemporain Minimal e asimmetrici, due tavoli firmati Mjiila in HI-MACS Il design, è l arte di progettare degli oggetti per

Dettagli

I vantaggi dell efficienza energetica

I vantaggi dell efficienza energetica Introduzione Migliorare l efficienza energetica (EE) può produrre vantaggi a tutti i livelli dell economia e della società: individuale (persone fisiche, famiglie e imprese); settoriale (nei singoli settori

Dettagli

La Ville Radieuse di Le Corbusier

La Ville Radieuse di Le Corbusier Modelli 8: la città funzionale La Ville Radieuse di Le Corbusier Riferimenti bibliografici: - Le Corbusier, Verso una architettura, a cura di P. Cerri e P. Nicolin, trad. it., Longanesi, Milano, 1987 -

Dettagli

CASSAFORMA RIUTILIZZABILE IN ABS PER SOLAI MONODIREZIONALI. skyrail. sistema per solai monodirezionali RIUTILIZZABILE MODULARE RESISTENTE

CASSAFORMA RIUTILIZZABILE IN ABS PER SOLAI MONODIREZIONALI. skyrail. sistema per solai monodirezionali RIUTILIZZABILE MODULARE RESISTENTE CASSAFORMA RIUTILIZZABILE IN PER SOLAI MONODIREZIONALI skyrail sistema per solai monodirezionali RIUTILIZZABILE MODULARE RESISTENTE w w w. g e o p l a s t. i t SOLAI 02 VISION Con la Sapienza di costruisce

Dettagli

Risanamento delle tubazioni dall interno

Risanamento delle tubazioni dall interno La soluzione di oggi per le tubazioni di ieri: Risanamento delle tubazioni dall interno Costi inferiori fino al 50% niente demolizioni, niente sporco, niente macerie nessuna interruzione nella gestione

Dettagli

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale 1 Maria Giovanna Piva * * Presidente del Magistrato alle Acque di Venezia Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale Da moltissimi anni il Magistrato alle Acque opera per

Dettagli

L efficienza energetica dei condizionatori d aria da quest anno ha nuove direttive.

L efficienza energetica dei condizionatori d aria da quest anno ha nuove direttive. L efficienza energetica dei condizionatori d aria da quest anno ha nuove direttive. Un testo della redazione di Electro Online, il tuo esperto online. Data: 19/03/2013 Nuove regole per i condizionatori

Dettagli

Solare Pannelli solari termici

Solare Pannelli solari termici Solare Pannelli solari termici Il Sole: fonte inesauribile... e gratuita Il sole, fonte energetica primaria e origine di tutti gli elementi naturali, fonte indiscussa dell energia pulita, libera, eterna,

Dettagli

COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova. progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci * * *

COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova. progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci * * * COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci ina 1 L Amministrazione comunale di Ronco Scrivia (provincia di Genova) intende integrare la dotazione

Dettagli

FIN-Project. L innovativa gamma di serramenti in alluminio

FIN-Project. L innovativa gamma di serramenti in alluminio FIN-Project L innovativa gamma di serramenti in alluminio FIN-Project: serramenti in alluminio ad alte prestazioni Ricche dotazioni tecnologiche e funzionali Eccezionale isolamento termico Massima espressione

Dettagli

COMUNE DI TROPEA (Provincia di Catanzaro)

COMUNE DI TROPEA (Provincia di Catanzaro) COMUNE DI TROPEA (Provincia di Catanzaro) PROGETTO DEFINITIVO-ESECUTIVO Comune di TROPEA Interventi manutentivi alla rete idrica comunale per fronteggiare l emergenza idrica sul territorio di Tropea Completamento,

Dettagli

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15 Istituto «San Giuseppe» Scuole Primaria e dell Infanzia Paritarie 71121 Foggia, via C. Marchesi, 48-tel. 0881/743467 fax 744842 pec: istitutosangiuseppefg@pec.it e-mail:g.vignozzi@virgilio.it sito web:

Dettagli

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI Introduzione Le dimensioni delle cabine degli ascensori debbono rispettare valori minimi stabiliti dalle normative vigenti,

Dettagli

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale Prof. Gianni Comini Direttore del Dipartimento di Energia e Ambiente CISM - UDINE AMGA - Iniziative per la Sostenibilità EOS 2013

Dettagli

NOVITÀ FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 9O. Qualità dell'abitare per le esigenze più moderne

NOVITÀ FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 9O. Qualità dell'abitare per le esigenze più moderne NOVITÀ FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 9O Qualità dell'abitare per le esigenze più moderne 3 Sintesi perfetta fra isolamento termico, tecnica e design Le finestre e le porte di oggi non solo devono

Dettagli

ELEMENTII DII TECNIICA DEL CONTROLLO AMBIIENTALE. ISTITUTO UNIVERSITARIO DI ARCHITETTURA DI VENEZIA Laboratori di Progettazione Architettonica

ELEMENTII DII TECNIICA DEL CONTROLLO AMBIIENTALE. ISTITUTO UNIVERSITARIO DI ARCHITETTURA DI VENEZIA Laboratori di Progettazione Architettonica ISTITUTO UNIVERSITARIO DI ARCHITETTURA DI VENEZIA Laboratori di Progettazione Architettonica ELEMENTII DII TECNIICA DEL CONTROLLO AMBIIENTALE PROF.. GIIANCARLO ROSSII PARTE SECONDA 1 INTRODUZIONE TIPOLOGIE

Dettagli

Guida. alla detrazione fiscale del. 65% per la. riqualificazione energetica e l adeguamento antisismico degli edifici

Guida. alla detrazione fiscale del. 65% per la. riqualificazione energetica e l adeguamento antisismico degli edifici Guida alla detrazione fiscale del 65% per la riqualificazione energetica e l adeguamento antisismico degli edifici Aggiornata al 20 dicembre 2013 Sommario 1. IL QUADRO NORMATIVO.... pag. 3 2. EDIFICI INTERESSATI.....

Dettagli

CIRCOLAZIONE NATURALE. NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale

CIRCOLAZIONE NATURALE. NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale CIRCOLAZIONE NATURALE NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale 1964 2014 Immergas. Una lunga storia alle spalle, insegna a guardare in avanti. Il 5 febbraio del 1964, Immergas nasceva dal

Dettagli

C M Y K C M Y K. 5. La normativa

C M Y K C M Y K. 5. La normativa 5. La normativa 5.1 Il quadro normativo Numerose sono le norme di riferimento per la pianificazione e la progettazione delle strade. Vengono sinteticamente enunciate quelle che riguardano la regolazione

Dettagli

Università di Roma Tor Vergata

Università di Roma Tor Vergata Università di Roma Tor Vergata Facoltà di Ingegneria Dipartimento di Ingegneria Industriale Corso di: TERMOTECNICA 1 IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE Ing. G. Bovesecchi gianluigi.bovesecchi@gmail.com 06-7259-7127

Dettagli

LE FONTI ENERGETICHE.

LE FONTI ENERGETICHE. LE FONTI ENERGETICHE. Il problema La maggior parte dell'energia delle fonti non rinnovabili è costituita dai combustibili fossili quali carbone, petrolio e gas naturale che ricoprono l'80% del fabbisogno

Dettagli

Corso di Impianti Tecnici per l'edilizia - E. Moretti. Condizionamento CLASSIFICAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO

Corso di Impianti Tecnici per l'edilizia - E. Moretti. Condizionamento CLASSIFICAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO 1 Impianti di Climatizzazione e Condizionamento CLASSIFICAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO Premessa Gli impianti sono realizzati con lo scopo di mantenere all interno degli ambienti confinati condizioni

Dettagli

Scheda n 1. Tecnologie ambientali per le Apea SISTEMI MODULARI DI TRATTAMENTO ACQUE DI PIOGGIA. Aspetti ambientali interessati dalla tecnologia

Scheda n 1. Tecnologie ambientali per le Apea SISTEMI MODULARI DI TRATTAMENTO ACQUE DI PIOGGIA. Aspetti ambientali interessati dalla tecnologia LIFE+ PROJECT ACRONYM ETA-BETA LIFE09 ENV IT 000105 Scheda n 1 Tecnologie ambientali per le Apea SISTEMI MODULARI DI TRATTAMENTO ACQUE DI PIOGGIA Aspetti ambientali interessati dalla tecnologia emissioni

Dettagli

L=F x s lavoro motore massimo

L=F x s lavoro motore massimo 1 IL LAVORO Nel linguaggio scientifico la parola lavoro indica una grandezza fisica ben determinata. Un uomo che sposta un libro da uno scaffale basso ad uno più alto è un fenomeno in cui c è una forza

Dettagli

MONDIALE NELLE SOLUZIONI PER L ISOLAMENTO

MONDIALE NELLE SOLUZIONI PER L ISOLAMENTO L innovativo sistema per la ristrutturazione delle pareti dall interno LEADER MONDIALE NELLE SOLUZIONI PER L ISOLAMENTO Costi energetici elevati e livello di comfort basso: un problema in crescita La maggior

Dettagli

Circolare 26 MARZO 1966 N. 12480

Circolare 26 MARZO 1966 N. 12480 Circolare 26 MARZO 1966 N. 12480 Ministero dei lavori pubblici Direzione generale edilizia statale e sovvenzionata div. XVI-bis: Norme per i collaudi dei fabbricati costruiti da cooperative edilizie fruenti

Dettagli

Protezione dal Fuoco. Vetri Resistenti al Fuoco. Pilkington Pyrostop Pilkington Pyrodur Pilkington Pyroclear

Protezione dal Fuoco. Vetri Resistenti al Fuoco. Pilkington Pyrostop Pilkington Pyrodur Pilkington Pyroclear Protezione dal Fuoco Vetri Resistenti al Fuoco Pilkington Pyrostop Pilkington Pyrodur Pilkington Pyroclear Chicago Art Istitute, Chicago (USA). Chi siamo Produciamo e trasformiamo vetro dal 1826. Questa

Dettagli

Acqua. Calda. Gratis. La nuova generazione di sistemi solari compatti con un design unico

Acqua. Calda. Gratis. La nuova generazione di sistemi solari compatti con un design unico Acqua. Calda. Gratis. La nuova generazione di sistemi solari compatti con un design unico Acqua. Calda. Gratis. Questa è la visione di Solcrafte per il futuro. La tendenza in aumento ininterrotto, dei

Dettagli

TONNARA di SCOPELLO Comunione Tonnare Scopello & Guzzo

TONNARA di SCOPELLO Comunione Tonnare Scopello & Guzzo Vi preghiamo di tener presente che le sistemazioni offerte sono in linea con lo spirito del luogo, lontane dal comfort e dagli standard delle strutture ricettive. In particolare, alcune abitazioni hanno

Dettagli

I testi sono così divisi: HOME. PRODUZIONE DI ENERGIA VERDE o Energia eolica o Energia fotovoltaica o Energia a biomassa

I testi sono così divisi: HOME. PRODUZIONE DI ENERGIA VERDE o Energia eolica o Energia fotovoltaica o Energia a biomassa Testi informativi sugli interventi e gli incentivi statali in materia di eco-efficienza industriale per la pubblicazione sul sito web di Unioncamere Campania. I testi sono così divisi: HOME EFFICIENTAMENTO

Dettagli

I SISTEMI SOLARI PASSIVI. Sistemi e dispositivi per la climatizzazione passiva degli edifici.

I SISTEMI SOLARI PASSIVI. Sistemi e dispositivi per la climatizzazione passiva degli edifici. Corso di laurea specialistica in architettura per la sostenibilità. AA 2003/04 LABORATORIO INTEGRATO 3. PRIMO SEMESTRE DEL SECONDO ANNO Corso di TECNICA DEL CONTROLLO AMBIENTALE Prof. Antonio Carbonari

Dettagli

Guida al PIANO CASA della Regione TOSCANA

Guida al PIANO CASA della Regione TOSCANA Guida al PIANO CASA della Regione TOSCANA (aggiornata a gennaio 2014) 1 SOMMARIO INTRODUZIONE... pag. 3 IL PIANO CASA IN TOSCANA... pag. 4 INTERVENTI DI AMPLIAMENTO....pag. 5 INTERVENTI DI DEMOLIZIONE

Dettagli

COLLEZIONE ARCHE DA BAGNO. RADIATORE IN ACCIAIO VASCO ITALIA In vigore a partire dal 03/2014

COLLEZIONE ARCHE DA BAGNO. RADIATORE IN ACCIAIO VASCO ITALIA In vigore a partire dal 03/2014 COLLEZIONE ARCHE DA BAGNO RADIATORE IN ACCIAIO VASCO ITALIA In vigore a partire dal 03/2014 Quando la climatizzazione si fa arte Mai come a casa propria ci si occupa del comfort con tanta passione, l estetica

Dettagli

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Come ottenere energia rinnovabile e compost dai rifiuti organici Un percorso di educazione ambientale alla scoperta dell impianto di compostaggio

Dettagli

EDIL-SERV via Ciantro Marrocco n 13; C.A.P.: 93100 Caltanissetta; Fax: 36.338.8233126; Cell. 338.8233126 388.1832953 Web:

EDIL-SERV via Ciantro Marrocco n 13; C.A.P.: 93100 Caltanissetta; Fax: 36.338.8233126; Cell. 338.8233126 388.1832953 Web: Via C. Marrocco, 13 93100 Caltanissetta (CL) Tel.: 338.8233126 388.1832953 Fax: 36.338.8233126 E-mail:edil-serv@alice.it Web: www.webalice.it/edil-serv Alla cortese attenzione del Titolare di codesta Spett.le

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

www.integrateddesign.eu IDP Integrated Design Process Processo di progettazione integrata

www.integrateddesign.eu IDP Integrated Design Process Processo di progettazione integrata www.integrateddesign.eu IDP Integrated Design Process Processo di progettazione integrata Cosa può fare l Istituto per le Energie Rinnovabili dell EURAC? E quando? Il team di EURAC è in grado di: gestire

Dettagli

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto Gentile Cliente, il momento storico della fine del Conto Energia in Italia è arrivato lo scorso 6 luglio ed ha rappresentato un punto di svolta per tutti gli operatori del solare. La tanto discussa grid

Dettagli