FESTIVAL DI MEZZA ESTATE DE CRESCENZO E CEVOLI ALL ARENA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "FESTIVAL DI MEZZA ESTATE DE CRESCENZO E CEVOLI ALL ARENA"

Transcript

1 FESTIVAL DI MEZZA ESTATE DE CRESCENZO E CEVOLI ALL ARENA Il news magazine de La Provincia S.E.C.SPA - ANNO XI - N.29 -SUPPLEMENTO AL NUMERO 200 DEL 21 LUGLIO 2012 DE «LA PROVINCIA» -P.T.Italiane Sped.in A.P.D.L.353/03 (L. 46/04)Art.1C.1- Cremona CINQUE ATLETI, DUE TECNICI, UN GIUDICE DI GARA La spedizione cremonese Le nostre Olimpiadi GUIDA TV PROGRAMMI DA SABATO 21 A VENERDÌ 27 LUGLIO 2012

2

3 Tutto è pronto a Londra per il via all edizione numero XXX dei Giochi Olimpici Editoriale di Daniele Duchi Le nostre olimpiadi Spedizione cremonese a Londra Ormai ci siamo, il conto alla rovescia sta per terminare. Venerdì prossimo, 27 luglio, con la CERIMONIA DI APERTURA, prendono ufficialmente il via le XXX OLIMPIADI che per la terza volta dopo il 1908 e il 1948 si svolgono a Londra. Ed anche in questa edizione, numerosa sarà la RAPPRESENTATIVA CREMONESE che vede coinvolti cinque atleti SIMONE RAINERI (canottaggio), VANESSA FERRARI (ginnastica), MANUEL DE VECCHI (bmx), MATEJA SIMIC (triathlon) ed EFREM MORELLI (paratleta del nuoto) due tecnici GIANLUCA FARINA e GIANLUIGI ARRIGONI (canottaggio) e un giudice di gara LAURA PATTI (triathlon). Ed è proprio alla spedizione olimpica MADE IN CREMONA che dedichiamo la copertina e il servizio di apertura di questo numero. Presentazione inoltre del doppio appuntamento del FESTIVAL DI MEZZA ESTATE con EDUARDO DE CRESCENZO e PAOLO CEVOLI. RIPRODUZIONE RISERVATA 3

4 In questo numero IL MONDO Oroscopo 6 Confusione Pesci di Redazione Più Primo piano 7 Fra noi e i Giochi Olimpici una storia d amore e podio di Giovanni Ratti 14 Quell assassino senza un nome di Felice Staboli 18 De Crescenzo e Cevoli al Festival di Mezza Estate di Redazione Più 20 Voga sul Grande Fiume per ricordare Camillo di Fulvio Stumpo Economia 24 Ricerca, tra Regione e Cnr accordo da venti milioni di Andrea Gandolfi Esteri 26 Il giorno che i serbi presero mio padre di Massimo Schettino Borsino 98 Progetto-gioiello. La campagna del Senatur di Redazione Più LA CULTURA Arte 30 Le idee disegnate di Mariagrazia Teschi La nostra storia 32 L antica Soarza da Roma ai genovesi di Fulvio Stumpo Musica 34 Note dal mondo sulle sponde dell Adda di Roberto Codazzi LA FAMIGLIA In cucina 37 Torta di carote e albicocche di Tullio Vincenzi Ristoranti 38 Sand di Vittoriano Zanolli A tavola 40 Scuderie-Caminella. Un connubio vincente di Riccardo Maruti Salute 44 Metti in valigia la prevenzione di Luca Puerari Bellezza 56 Andar per grotte di Cinzia Franciò Amici animali 58 Randagismo. I dati in Italia di Federico Rosa A pag. 47 INSERTO TELEVISIONE Tutti i Programmi dal 21 al 27 luglio 2012 In copertina: Raineri, Ferrari, Morelli, De Vecchi e Simic IL TEMPO LIBERO Turismo 60 Gallo cedrone in Trentino di Cinzia Franciò Itinerari e luoghi 62 Pienza, il borgo di papa Pio II di Paolo Reale Libri 64 Se si scontrano le Madonne di Barbara Caffi Filatelia 67 Un chiudi lettera per capitan Vecchi di Giorgio Barbieri Dischi 68 Omaggio al jazz 60 di Daniele Duchi Internet 70 Addio Thunderbird di Marco Frigoli Hi-Tech 71 Ecco Mountain Lion di Marco Frigoli Games 72 Paura dei fantasmi? di Marco Frigoli Supplemento al quotidiano Direttore responsabile: Vittoriano Zanolli A cura di: Daniele Duchi Hanno collaborato: Fabrizio Barbieri, Giorgio Barbieri, Barbara Caffi, Elisa Calamari, Paolo Capelli, Roberto Codazzi, Gabriele Cogni, Cinzia Franciò, Andrea Gandolfi, Riccardo Maruti, Michele Mondoni, Luca Puerari, Giovanni Ratti, PaoloReale, Federico Rosa, Massimo Schettino, FeliceStaboli, FulvioStumpo, Mariagrazia Teschi Progetto grafico: Synesis Graphic Forge - Milano Fotocomposizione: SEC via delle Industrie, 2 - Cremona Servis via delle Industrie, 2 - Cremona Pubblicità: PubliA l.go P. Sarpi, 19 - Cremona Stampa: Sel via de Berenzani - Cremona Chiuso in redazione il 18/7/12 Reg. Tribunale n. 382/2002 del 13/4/02 Cinema 74 Se Lincoln va a caccia dei vampiri di Nicola Arrigoni Discoteche 76 Jerry Calà show di Riccardo Maruti Spettacoli 78 La Madre parla brianzolo di Roberto Codazzi Auto & Motori 80 Nuova Ford Focus ST 81 Grand Cherokee SRT8 di Paolo Capelli Dart 94 Pindula e Pisoni. Prove di fuga di Fabrizio Barbieri Pellegrini gioielli e argenti d epoca...dal 1986 Corso Cavour, 5 c/o Galleria XXV Aprile CREMONA ACQUISTIAMO GIOIELLI, ARGENTERIA, DIAMANTI, MONETE E OROLOGI fissa il tuo miglior prezzo al numero ACQUISTIAMO IL TUO ORO VERIFICA LE QUOTAZIONI AGGIORNATE IN TEMPO REALE SUL SITO - 4

5

6

7 PrimoPiano di Giovanni Ratti A Londra verrà scritto un nuovo capitolo dell epopea a cinque cerchi di atleti (e tecnici, e giudici di gara) che sentiamo nostri e ai quali chiediamo di regalarci sempre nuove emozioni Fra noi e i Giochi Olimpici una storia d amore e podio Ache Giochi giochiamo? Nel suo piccolo, la nostra provincia è un fornitore abituale della spedizione azzurra alle Olimpiadi, e c è da contare che continuerà a esserlo anche in caso di abolizione, accorpamento, assorbimento o chissà quali altre sorti amministrative le riservi il futuro. C eravamo (e non siamo passati inosservati) in quasi tutte le passate 29 edizioni, ci siamo eccome a Londra, ci saremo garantito a Rio. La nostra pattuglia in partenza per Londra è legata dal filo rosso della volontà di cogliere il frutto maturo di carriere all apice (o che hanno appena gloriosamente scollinato). Che sia un impennata d orgoglio da Re Leone che rimette al loro posto i più giovani pretendenti al trono (che poi sarebbe il sedile di capovoga del quattro di coppia azzurro); che siano ali da farfalla dolorosamente strappate da artigli di drago cinese e ora ricucite con pazienza sopportando la fatica, il male e, peggiore di tutti, il dubbio; che siano la gioia orgogliosa della conferma in una delle specialità più spericolate, o l orgoglio gioioso del debutto in una delle discipline più massacranti. O che sia la pura e (tutt altro che) semplice rivincita di un giovane sul destino. Ecco le storie che trovate nelle pagine seguenti, e alle quali è fin troppo facile abbinare un nome e un volto. Senza dimenticare due allenatori e un giudice, cioè protagonisti che quasi mai salgono agli onori delle cronache ma, come il portiere di Umberto Saba, fanno anche loro parte della festa. E senza dimenticare una citazione per Giulia Rondon, che darà l assalto a quella medaglia del volley femminile che sarebbe una primizia; Giulia nostra non è per anagrafe e nemmeno più per militanza, ma ha fatto le prime cose importanti della sua carriera a Cremona, ha conquistato il biglietto per Heathrow mentre era ancora a libro paga di Crema, e in fondo paga tuttora la Tarsu da noi e quindi la adottiamo con entusiasmo. La piscina olimpica all Acquatics Center di Londra segue a pag. 13 h 7

8 Simone Raineri Gianluca Farina Gianluigi Arrigoni Record per Simone Raineri alla sua 4ª olimpiade. Tra gli allenatori, esordio per Gianluca Farina, presenza bis per Gianluigi Arrigoni Tris del nostro canottaggio Oltre a Raineri i tecnici Farina e Arrigoni 8 Saranno Simone Raineri (atleta), Gianluca Farina (tecnico) e Gianluigi Arrigoni (tecnico) i cremonesi che faranno parte della delegazione italiana di canottaggio alla 30ª edizione dei Giochi Olimpici, in programma a Londra a partire dal 27 luglio. La nazionale italiana di canottaggio, composta da 25 atleti suddivisi nelle 7 imbarcazioni ufficiali, 3 commissari tecnici oltre al personale tecnico-medico sportivo, sbarcherà a Londra il 23 luglio, in attesa di esordire sul campo di regata del Dorney Lake a Eton il 28 luglio. La comitiva azzurra non alloggerà al Villaggio Olimpico di Londra (situato a Straford nel Est di Londra, potrà ospitare atleti) ma nel quartiere residenziale del Royal Holloway College a Eton, vicino a Windsor, nelle immediate vicinanze del Dorney Lake, il lago artificiale costruito nel 1996 per la gare di canottaggio e canoa e completato nel Simone Raineri, classe 1977, tesserato per le Fiamme Gialle ma nato e cresciuto sul fiume Po alla Canottieri Eridanea di Casalmaggiore, sarà il capovoga del quattro di coppia senior, in compagnia di Matteo Stefanini (Fiamme Gialle), Francesco Fossi (Fiamme Gialle) e Pierpaolo Frattini (Aniene). Con le batterie in programma sabato 28 luglio alle ore (ora italiana) Raineri timbrerà ufficialmente la sua quarta Olimpiade consecutiva, un risultato storico che mai nessun altro atleta cremonese aveva mai ottenuto finora. Nelle tre precedenti Olimpiadi Raineri, sempre come capovoga del quattro di coppia, ha ottenuto la medaglia d oro nel 2000 a Sydney (Rossano Galtarossa, Alessio Sartori, Agostino Abbagnale) e la medaglia d argento nel 2008 a Pechino (Rossano Galtarossa, Simone Venier, Luca Agamennoni), mentre nel 2004 ad Atene ha concluso al 10 posto. Gianluca Farina, classe 1962, farà il suo esordio ai Giochi Olimpici come assistente allenatore gruppo senior del Commissario Tecnico Giuseppe De Capua, ma come atleta è già entrato nella leggenda olimpica. Nato a Casalmaggiore e cresciuto sportivamen-

9 GIOCHI OLIMPICI 2012 La rivincita di Vanessa Ferrari A Londra per scordare il flop di Pechino Vanessa Ferrari in azione durante i campionati europei disputati a Bruxelles lo scorso mese di giugno Vanessa Ferrari, la ginnasta di Genivolta trapiantata a Brescia, a metà gennaio proprio a Londra ha vinto nel corpo libero, e nel concorso generale: la forma c'è, la concentrazione anche. Vanessa va alle Olimpiadi con tanta voglia di riscatto, dopo il quasi flop di Pechino «Ogni volta che penso ai Giochi del 2008 ha ricordato Vanessa sto proprio male Non voglio salvare nulla di quell'esperienza negativa, nemmeno il debutto olimpico e la sfilata alla cerimonia inaugurale. Volevo provare a vincere una medaglia, non è stato possibile». Prima un infortunio poi un maledetto fastidio al tendine d'achille condizionarono tutta quell'annata. «Rimasi ferma 40 giorni, a due mesi dalle gare, ma il Coni ci impedì di dirlo. Illusero tutti che potessi prendere una medaglia, caricandomi di pressioni. Ma io non stavo bene». Un calvario da dimenticare, ora Londra è un'occasione per riprovarci, per mettercela tutta. «Per qualificarmi alle Olimpiadi mi sono allenata anche a Santo Stefano e a Capodanno. La mia non è una vita normale. Tante rinunce, pochi svaghi, concentrazione sempre massima. Dopo Londra penso di smettere, anche se il mio allenatore non ci crede». Una vita sempre al limite, da vera campionessa. te alla Canottieri Eridanea, Farina ha esordito ai Giochi Olimpici di Seoul nel 1988 vincendo la medaglia d oro nel quattro di coppia senior in compagnia di Piero Poli, Davide Tizzano e Agostino Abbagnale, mentre quattro anni dopo, sempre sul quattro di coppia, ai Giochi Olimpici di Barcellona 1992 ha conquistato la medaglia di bronzo in compagnia di Alessandro Corona, Filippo Soffici, Rossano Galtarossa. Dopo il ritiro sportivo, Farina è stato chiamato nel 2005 dalla Federazione Italiana Canottaggio come assistente dello staff tecnico azzurro per il settore di coppia. Gianluigi Arrigoni, classe 1950, parteciperà alla sua seconda Olimpiade come assistente allenatore gruppo pesi leggeri del Commissario Tecnico Giuseppe Polti, bissando l esperienza dei Giochi Olimpici di Atene 2004, sempre inserito nello staff tecnico azzurro. Allenatore benemerito, responsabile tecnico della squadra di canottaggio alla Canottieri Bissolati di Cremona, è stato chiamato nel 1995 a collaborare con lo staff tecnico della nazionale italiana, mentre nel 2009 ha ricevuto dal Coni la Palma di bronzo al valore tecnico, importante riconoscimento che premia i migliori allenatori italiani del settore. Tra i suoi successi come allenatore, ricordiamo la medaglia di bronzo ottenuta dal cremonese Nicola Sartori nel due di coppia ai Giochi Olimpici di Sydney 2000 e la medaglia di bronzo ottenuta nel 1995 dal doppio, formato da Silvia Bozzetti e Paola Granata, ai Campionati mondiali junior. Michele Mondoni 9

10 Manuel De Vecchi del team Bmx Action Cremona Seconda partecipazione olimpica per il pluricampione italiano Trenta titoli di Campione d Italia nelle due categorie delle Bmx, con ruote da 20 e 24 pollici, Campione d Europa indoor nel 2007, vice campione del mondo 2008 cruiser, 10 alle Olimpiadi di Pechino 2008, atleta immagine del movimento italiano delle Bmx e capitano della formazione azzurra. Con questo palmares e i punti acquisiti nelle prove di Coppa del Mondo 2012 Manuel Jet De Vecchi, rider veronese classe 1980 in forza al team Bmx Action Cremona, si era già conquistato un posto tra i 232 atleti che rappresenteranno l Italia agli imminenti Giochi Olimpici di Londra. Tuttavia, prima di staccare il biglietto, il commissario tecnico federale Ludovic Laurent ha rimesso in gioco la convocazione che ha poi messo in palio a Lumbres, in una sorta di Trial interno nel quale De Vecchi ha dovuto misurarsi con gli altri Elite azzurri Cristofoli (da Junior pure lui in gara con i colori di Bmx Action Cremona) e Riccardi. Una sfida testa a testa nella quale l atleta del team cittadino ha mostrato la grinta, la determinazione e le doti tecniche che lo hanno reso il rider italiano più forte e titolato di sempre. De Vecchi si è laureato in Economia e commercio (110 e lode) presso l Università di Verona e da anni gareggia con i colori del sodalizio cittadino. Ora, l 8 agosto, splenderanno sulle velocissime corsie dello Stadium Olimpico di Londra dove, in ogni singola fase di gara, gli uomini jet delle Bmx gareggeranno in apnea bruciando la pista in soli 35". Paolo Capelli Mateja Simic e Laura Patti Coppia rosa del triathlon a cinque cerchi allo Stradivari, scoperta dal E giunta team manager Marco Zoppi, in punta di piedi in una fredda giornata di dicembre del 2009, ma ben presto ha fatto capire d avere enormi potenzialità da entusiasmare coi suoi risultati. Tanta voglia, determinazione, umiltà che l hanno fatto crescere, vincere, stimare, sino ad arrivare alla realizzazione di un sogno e di un progetto costruito con il team Stradivari materializzatosi il 26 maggio a Madrid: la qualificazione ai Giochi Olimpici. Questa è la storia di Mateja Simic, slovena di Lubiana, 32 anni, due grandi occhi azzurri e sorriso accattivante, da tre stagioni al team verdeblù ed ormai cremonese d adozione. E la prima slovena presente alla gara olimpica di triathlon ed è la prima tesserata Stradivari a centrare il risultato più prestigioso per ogni atleta. La partecipazione all evento di Londra in programma sabato 4 agosto (ore 9 locali) è stata frutto di una sinergia perfetta tra il team Stradivari e Simic, da una parte il massimo sostegno per affrontare il difficile cammino di qualificazione, dall altra sempre entusiasmo e tanta voglia di entrare nella lista olimpica. Sono stati quindici mesi davvero impegnativi per Simic, allo stesso tempo ricchi di soddisfazioni. La slovena è stata l atleta che nel 2011 ha scalato il maggior numero di posizioni nel ranking internazionale e lo ha fatto grazie a risultati eccezionali. Tra gli altri, il secondo posto in Coppa del Mondo ad Edmonton (Canada), il quinto a Huatulco (Messico) ed i podi ottenuti in Coppa Europa a Cremona, Antalya e Brasschaat (Belgio). Un serie proseguita nei primi mesi di quest anno con due podi in Cina, l ottavo in Coppa del Mondo in Messico e la gara di Madrid che le ha dato la certezza olimpica. Così, sabato 4 agosto, Mateja Simic indosserà il pettorale 39 per la gara della carriera. Non ci sono soltanto atleti nella delegazione cremonese ai Giochi di Londra. Con l incarico di International Technical Official, ossia giudice di gara nel triathlon, Laura Patti è protagonista dell evento olimpico. Sono due gli impegni che l attendono a Londra: sabato 4 agosto la competizione femminile, martedì 7 l appuntamento maschile. Laura Patti è alla prima esperienza a cinque cerchi: la nomina ufficiale da parte della Federazione Internazionale (ITU) è arrivata a febbraio ed il giudice cremonese è l unica rappresentante italiana tra i 27 Technical Official ed i 42 membri totali (provenienti da 25 paesi) che compongono lo staff tecnico per il doppio evento di Londra. La convocazione olimpica è il massimo riconoscimento alla brillante carriera internazionale di Laura Patti, che, negli ultimi due anni in particolare, l ha portata 10

11 GIOCHI OLIMPICI 2012 Morelli alle Paralimpiadi Efrem da campione di motocross ad olimpionico di nuoto Finp La cremonese Laura Patti sarà presente a Londra 2012 come giudice di gara nel triathlon A sinistra: Mateja Simic, atleta di punta del Cremona Stradivari Da campione del motocross a Olimpionico del nuoto Finp che difenderà i colori azzurri alle Paralimpiadi di Londra. In mezzo c'è una corsa sfortunata che, a vent'anni, gli ha tarpato le ali togliendolo dai campi di gara. Ma lo sport, si sa, è scuola di vita che richiede impegno, sacrifici e grande determinazione, doti sulle quali Efrem Morelli ha prima costruito l'intera carriera motocrossistica e poi fatto leva nel crearsi uno spazio importante nell'ambito delle discipline paralimpiche. All'inizio in una squadra di basket in carrozzina. «Ma ero un po' scarso - racconta oggi inoltre mi mancava la gara individuale così ricominciai da zero e, visto che mi era stata consigliata la terapia in acqua, ho iniziato a nuotare. La nuova disciplina mi ha appassionato fin da subito, tuttavia il ritorno allo sport agonistico lo debbo all'incontro col presidente della polisportiva bresciana No Frontiere, il quale mi ha proposto di effettuare qualche allenamento con la squadra di nuoto. Ho subito trovato l'ambiente tranquillo e professionale che piace a me ed è stato l'inizio di una nuova avventura sportiva o, forse, la continuazione di un sogno che qualche anno prima si era interrotto». I risultati raggiunti sono poi il frutto di anni d'impegno e duro lavoro. Classe 1979, Efrem Morelli è nato e vive a Pugnolo dove a 14 anni si è accostato alla pratica del motocross, sport che affascina ma anche duro e impegnativo. A 17 anni, col padre suo primo tifoso e meccanico sui campi di gara, ha intensificato l'impegno correndo per tre stagioni anche nel Campionato Europeo. Nello stesso periodo ha conquistato il titolo di Campione d'italia 250 Junior e tre Campionati Regionali. Ora è un campione del nuoto Finp con già nel palmares la partecipazione Olimpica di Pechino 2008, dove ha mancato di poco la finale dei 100 rana finendo 10, il titolo di Campione del Mondo conquistato a Taiwan nel 2007 nella stessa specialità più la medaglia d'argento nei 200 misti e 50 farfalla, e complessivamente 25 titoli di Campione d'italia. Gli ultimi tre conquistati recentemente a Roma, dove ha anche migliorando i record italiani che già gli appartenevano. Ora l'obbiettivo è quello di raggiungere la finale dei 50 farfalla e 50 rana ai Giochi Paralimpici che si terranno a Londra dal 29 agosto al 9 settembre.(p.cap.) ad essere presente ad appuntamenti di grande prestigio del circuito mondiale. L exploit è arrivato dopo una lunga esperienza costruita a livello nazionale che ha consentito alla giudice cremonese di accedere al corso della Federazione Internazionale e di divenire pertanto Delegato Tecnico su scala mondiale. Promozione che ha portato Laura Patti a presenziare gare di Coppa Europa e Coppa del Mondo, ma anche eventi del Circuito World Series, ossia la serie di otto gare più importanti del triathlon. Recenti sono la sua presenza ai campionati Europei che si sono svolti a Eilat in Israele ad aprile ed il ruolo primario nel team di giudici della gara di Coppa Europa di Cremona. La presenza a Londra di Laura Patti è pregio prima di tutto per lo sport cremonese, ma lo è anche per il movimento nazionale di triathlon, disciplina che sotto il Torrazzo può vantare il suo unico rappresentante giudice alle Olimpiadi. Gabriele Cogni 11

12 La febbre dell attesa e gli scoiattoli reali Ultime battute per il conto alla rovescia in Trafalgar Square di Andrea Gandolfi 12 Quasi al centro di Trafalgar Square - tra la National Gallery che nel venerdì ad ingresso gratuito scoppia di turisti e capolavori rastrellati in ogni parte d Europa, la chiesa di St Martin in the Fields dove la preghiera è cullata dalle melodie classiche del gruppo che prova davanti all altare, e la statua dell ammiraglio Nelson proiettata verso il cielo - il grande orologio luminoso ha quasi ultimato la sua corsa. Da settimane scandisce in giorni, ore e minuti il conto alla rovescia che separa Londra dalla grande inaugurazione del 27; quasi a voler unire la storia di cui questa piazza è testimone e protagonista, con quella che dovranno scrivere i Giochi Olimpici. L attesa di una megalopoli che guarda alla kermesse sportiva con ambiziose speranze (non ultima, fare di Londra 2012 una grande vetrina internazionale che porti al Regno Unito durevoli vantaggi economici) e realistici timori, a partire dal rischio-paralisi che ha indotto le autorità a raccomandare ed in alcuni casi imporre le ferie nel periodo delle gare, si legge anche da qui. Così lontano da un villaggio olimpico sprofondato nell East End sottosviluppato, e che pure inevitabilmente si fa presente in ogni possibile occasione pubblicitaria e commerciale. Nei manifesti, capillarmente dedicati a ciascuna disciplina sportiva, che tappezzano i lunghi corridoi della metropolitana; come nei gadget che si affollano sugli scaffali di ogni punto vendita: i gifts shop dei grandi musei o i negozietti per turisti, la distesa di bancarelle e vetrine che anima Portobello o il tempio commerciale di Harrods, con la statua di Dodi Al-Fayed e Lady Diana Spencer vittime innocenti e la data di quell indimenticato 31 agosto Il sogno olimpico - forse più di sperato benessere che di risultati sportivi - cresce e si respira tra i bus a due piani impegnati nei tour d ordinanza e le mini crociere sul Tamigi; davanti ai pub che preparano le malinconiche sbronze di birra del venerdì sera, ai ristoranti, cinema e teatri di Leicester Square, ed ai locali a luci rosse di Soho. I tabloid popolari, solo una manciata di giorni fa zeppi delle lacrime dello scozzese Murray battuto da Federer nella finale di Wimbledon, macinano servizi, storie e gossip. Anche il sessantesimo di regno di Elisabetta seconda, ormai finiti i Tra mascotte, magliette e giardini decorati, a Londra cresce la febbre nell attesa dei Giochi Olimpici festeggiamenti ufficiali, svanisce relegato tra souvenir regali, una gigantesca e datata foto di famiglia che campeggia lungo il Tamigi e gli addobbi all ingresso del quartiere cinese: l immagine della sovrana con le date dell anniversario e una miriade di piccole bandiere rosse e union jack a fare da contorno. Ma questa, in fondo, è già storia di ieri. Ora sono arrivati i Da sinistra, in senso orario: The House Of Parliament, Tower Bridge ed il Big Ben fanno da sfondo ai simboli olimpici

13 GIOCHI OLIMPICI 2012 g continua da pag. 7 Lo stesso con cui con un arbitrarietà giustificata dal tifo abbiamo arruolato nella nostra squadra lo scaligero e la slovena alla pari del casalasco, il trigolese e la genivoltese. Poi, i Giochi sono cosa a sé, sappiamo già che ci commuoveremo per la maratoneta kazaka cotta dalla fatica o per il pesista namibiano che si è tirato la palla di ferro sul piede, che storie impensabili ci faranno delirare per un giorno per discipline di cui non sappiamo niente e di cui ci dimenticheremo subito (per quattro anni), che al bar sport Ibra e Zeman dovranno fare posto (provvisorio, poi tornano subito) a Lochte e Isinbayeva. Che terremo d occhio il medagliere quasi quanto la classifica di serie A in tempi normali. Una febbre da cavallo che ci prenderà il 25 luglio (mettendoci davanti alla tivù anziché a letto, ma per il resto con tutte le altre caratteristiche del febbrone, deliri compresi) e di cui il 13 agosto non resterà traccia. Ma in questo caleidoscopio qualche circoletto rosso tutto nostro c è già, il 3 agosto alle la finale del quattro di coppia, il 7 la finale del corpo libero femminile... Momenti di sperabile gloria da vivere per direttissima con la stessa rigorosità dei rigori della finale del Mondiale. Nelle pagine che seguono potrai leggere i profili dei nostri inviati (in missione più o meno possibile) a Londra. Dopo il 12 agosto, prenderà il via un fisiologico ricambio generazionale, abbiamo già un elenco suggestivo di ragazzi che fin d ora pensano a Rio Fausto, Valentina, Michele, Gabriele, Filippo, Alessandra, il futuro è vostro se ve lo saprete prendere. Ma per adesso prendete appunti, vi sarà utile. giorni di una corona diversa, a cinque cerchi e di cinque colori. Stampati su bandierine che sventolano ovunque o coltivati in parchi e giardini, fin quasi a rubare la scena ai monumenti più gettonati ed a cambiare - almeno in parte - la skyline della città. Negli obiettivi dei fotografi, London 2012 costringe sullo sfondo perfino la sede del Parlamento e la torre del Big Ben: con il suo celebrato orologio che tuttavia non sembra conoscere conti alla rovescia; o più probabilmente ha scandito ben altri momenti per lasciarsi impressionare, fosse pure dalle terze Olimpiadi di Londra. Ciò che è stato risparmiato al Big Ben, non poteva però esserlo al Tower Brigde, l altra grande icona della città. Qui i cinque cerchi sono ben evidenti al centro della parte superiore della struttura, e catturano come moderne sirene lo sguardo di chi si avvicina al ponte. Inutile tentare di resistere: fino al 12 agosto l incantesimo terrà tutti prigionieri. Forse anche gli scoiattoli del parco reale di St James, stanchi di posare da tempo immemorabile per i turisti, si concederanno una meritata pausa all abituale lavoro di attrazioni-mascotte. Al risveglio, anche per loro Londra tornerà quella sempre. Giulia Rondon in azione. L ex alzatrice dell Icos Crema, cremonese d adozione, sarà a Londra con la Nazionale di pallavolo femminile 13

14 PrimoPiano Quell assassino di Felice Staboli senza un nome Nel luglio del 74 l omicidio di Laura Bosetti Da tanti anni nessuno indaga più sul delitto della ragazzina Eppure in molti il ricordo di quella tragedia è ancora vivo La bici di Laura, e, in basso, la cascina dove viveva con la famiglia Non c è più nessuno che indaga, non c è più nessuno che vuol sapere chi ha piantato un coltello di 40 centimetri nella schiena di una ragazzina che tornava a casa con la sua bici. Non c è più nessuno, nessun magistrato, nessun inquirente, che abbia nella sua agenda qualcosa che parli di un delitto accaduto in una stradina di campagna quasi 40 anni fa. Nel frattempo, l assassino non ha mai avuto un nome certo. E in questi casi, le voci e i sospetti si alimentano negli anni, proprio come avvenuto a Casalsigone. Ognuno ha la propria verità, la propria ipotesi. Ma anche per questo la giovane Laura, 14 anni, meritava almeno un nome, un colpevole. La verità non le avrebbe restituito la vita ma almeno le avrebbe reso un po di giustizia. Dieci anni fa il procuratore Padula aveva tentato di riaprire il caso; ma il lavoro tramontò sul nascere. Poi, solo silenzio e nulla, nonostante il ricordo di quei tragici giorni di luglio del 74 sia ancora molto vivo nella gente del piccolo paese, ma anche in tutti coloro che, attraverso le pagine del giornale La Provincia, vissero passo per passo il delitto e le indagini. Il ricordo è tenuto vivo dalle ipotesi sull assassino, le voci, i sospetti, le lettere anonime che a distanza di così tanto tempo non smettono mai di girare. Ma anche dai fiori freschi posti davanti al cippo all ingresso del paese, venendo da Marzalengo o dalla via Bergamo, un gesto vivo e delicato proprio nel punto dove la ragazza è stata accoltellata. Nel 1950 Casalsigone, frazione di Pozzaglio, era un Comune di abi- 14

15 Laura Bosetti, 14 anni, uccisa il 12 luglio del 1974 a Casalsigone, e il cippo sul luogo del delitto, a circa 500 metri dal paese. Da anni le indagini sono ferme e il nome dell assassino rimane, oggi come allora, un mistero senza spiegazione tanti, 500 nei primi anni Settanta, 250 oggi. La strada che da Marzalengo porta a Casalsigone è stretta, campi di mais da una parte e dall altra, fossati e piante, meno di 40 anni fa ma sempre tante. A lavorare nei campi, quel venerdì 12 luglio del 74, a metà pomeriggio, doveva esserci tanta gente. Qualche anno fa, il procuratore aveva riaperto il caso. Aveva preallertato il Ris di Parma, c erano da fare esami «moderni» sul coltello (con il Luminol), sul vestito della vittima, sugli oggetti sequestrati agli abitanti del paese e mai restituiti. Ma, proprio pochi giorni prima della riapertura del caso, il Tribunale di Cremona aveva disposto la distruzione di quei corpi di reato appartenenti a un caso ancora aperto, ma vecchio di trent anni. Forse quel coltello oggi, grazie alle nuove tecniche investigative del Ris, potrebbe essere determinante per arrivare alla soluzione del caso. Venti anni fa è morta la signora Angela, mamma di Laura. Poi è morto Adolfo, lo zio. Il papà Maurizio si era trasferito prima ad Olmeneta e poi a Soncino. Nel novembre del 2002, in una giornata di pioggia, si era portato via da Casalsigone le due salme, della figlia e della moglie, per averle più vicine. Era il novembre del Diceva che erano troppo lontane, le ha volute vicino a sé. Nel maggio del 2003 si è arreso a un tumore al pancreas. E morto anche il procuratore di allora, Fulvio Righi, che fece arrestare l uomo accusato in un primo momento dell omicidio e poi scarcerato. A suo favore giocarono gli orari dei treni in transito alle 17 da quelle parti (lungo la linea di Olmeneta). segue a pag. 17 h 15

16 Il papà e la mamma di Laura il giorno dei funerali e, sopra, la cascina in paese con parenti ed amici prima della funzione I funerali di Laura Bosetti nella piccola chiesa di Casalsigone che non riuscì a contenere tutta la gente Il coltello che ha ucciso Laura 16

17 PRIMO PIANO g continua da pag. 15 La ragazza era andata nei campi a portar da bere al padre e allo zio Durante il ritorno l aggressione: soccorsa da un tecnico dell Enel, è stata portata fino a Castelverde e poi all ospedale, ma per lei non c è stato scampo. Qualche giorno dopo venne fermato un uomo che all ora del delitto si trovava nella zona e che aveva alle spalle precedenti per atti osceni. Ma gli indizi non erano ritenuti sufficienti e così venne rimesso in libertà L operaio, uscito alle da un osteria, non avrebbe potuto oltrepassare i binari del passaggio a livello di Bettenesco, perché alle cinque del pomeriggio stava per transitare un convoglio. Aveva 34 anni, elettricista al macello comunale di Cremona e aveva già collezionato otto denunce per atti osceni, tra il 73 e il 74, compiuti tra Castelverde, Livrasco e Casalsigone. Il giudice istruttore archiviò la sua posizione. Fu invece condannato per gli atti osceni. Laura quel giorno aveva paura: lo ha raccontato un amica che la incontrò nell osteria del paese e alla quale chiese di essere accompagnata nei campi. Aveva paura, perché da qualche tempo veniva seguita da un uomo con un motorino rosso. Oggi quell uomo ha più di 75 anni. Dicono che la moglie lo abbia sempre difeso, arrivando persino a riferire voci strane sulla povera Laura. La storia di Laura Bosetti comincia il 12 luglio 1974, un pomeriggio da 30 gradi all ombra. Sono appena passate le 17. Un dipendente dell Enel, di 26 anni, sta lasciando Casalsigone con la sua 600. Sulla strada, 500 metri fuori dal paese, gli si fa incontro a piedi una ragazza, capelli scuri, bella. Poco più indietro, per terra, c è la sua bici da donna, vicino a un muretto in pietre rosse. Barcolla, sembra chiedere aiuto. «Pensavo le fosse capitato un incidente», dirà l uomo. Ma in mano ha un grosso coltello, insanguinato. Lui ferma l auto, la fa salire. La ragazza riesce a salire in macchina, da sola. Perde sangue dalla bocca e dal naso. La 600 arriva alla stazione dei carabinieri di Castelverde, la comanda il brigadiere Lupatini. Chiamano l ambulanza e il prete per l estrema unzione. L ambulanza arriva, riparte, ma non serve. La ragazza muore. La ragazza si chiama Laura Bosetti: 14 anni, abita con il papà e la mamma in via Cremona 10, a Casalsigone, vicino alla chiesa. Ha da poco finito la terza media, vuole iscriversi alla scuola per geometri. E stata pugnalata alla schiena, un colpo secco, dal basso verso l alto, all emitorace sinistro, all altezza della settima costola. L assassino ha usato un coltello con una lama di 13 centimetri e un manico in legno, di quelli che possono essere usati sia un cucina sia per alcuni lavori nei campi. Laura è la figlia unica di Maurizio Bosetti e Angela Consolandi. Il signor Maurizio, insieme al fratello Adolfo, lavora nei campi, da mattina a sera. Quel venerdì pomeriggio Laura si incontra con alcune amiche. Poi in bici va nei campi, a portare da bere al papà e allo zio. Prende il bottiglione e parte. Si ferma un attimo all osteria, all uscita del paese. Chiede un ghiacciolo e riparte. Arriva nei campi, da papà, poco distante. Gli offre da bere e torna. Sono le 17. La campagna ribolle di caldo e di afa. Le piante formano come una boscaglia, fino a pochi metri dal paese, Casalsigone. Il brigadiere Mario Lupatini è il primo ad arrivare in via Cremona, nei pressi del muretto in mattoni. In terra c è ancora la bici, una borsa con dentro un bicchiere. Sull asfalto macchie di sangue, per trenta metri. Comincia ad arrivare gente. Nella notte tra il 12 e il 13 luglio viene fermato un uomo. Le sue caratteristiche corrispondono a quelle della persona vista nei paraggi poco prima del delitto. «Aveva un motorino rosso», sembra aver detto la ragazza al suo soccorritore. E lui ce l ha. Ha 34 anni, lavora come elettricista al macello comunale di Cremona. Ha già accumulato otto denunce per atti osceni, tra il 73 e il 74. Quel venerdì lo hanno visto nella zona alcune persone. Viene interrogato dal procuratore della Repubblica Fulvio Righi e dal giudice istruttore Fulvio Foglia. Gli indizi sono contro di lui. Ma di prove non ce ne sono. E soprattutto non c è traccia di movente. Per di più, Laura è solo una ragazzina. Non ha una vita segreta. Chi l ha uccisa l ha accoltellata, senza toccarla. Martedì 16 luglio il paese si ferma. Bar e negozi chiudono per mezza giornata. Alle 18 i funerali: 14 corone di fiori, sette per parte, accompagnano il passaggio della bara trasportata a braccia. Molti sono costretti a restare fuori dalla chiesa. L ultimo saluto è affidato alle parole di don Antonio Lupi. Laura viene accompagnata al cimitero di Casalsigone, cinque minuti a piedi, fuori dal paese. Il 19 luglio il giudice istruttore Fulvio Foglia formalizza l arresto per l uomo indiziato. Che però si difende: «Io non c entro». La tensione è palpabile, cresce di giorno in giorno, di ora in ora. Il 20 luglio anche il sindaco di Pozzaglio, il maestro Carlo Fumagalli, lancia il suo monito: «Chi sa, parli». Dopo qualche settimana l indiziato viene rilasciato. Non ci sono prove contro di lui. Le indagini vanno avanti tra voci, sospetti, mezze frasi. Ma si perdono nel vuoto lungo mesi, anni e anni ancora, da quel luglio del 74 fino ad oggi e fino a chissà quando. In mezzo solo indagini a vuoto, che attraversano il paese e girano e girano all infinito senza mai arrivare da nessuna parte. RIPRODUZIONE RISERVATA 17

18 PrimoPiano Redazione Più Mercoledì 25 luglio il vocalist e fisarmonicista napoletano porterà in scena il suo nuovo Essenze Jazz Tour, mentre venerdì 27 sarà la volta del cabarettista romagnolo con il divertente show Musica Maestro! De Crescenzo e Cevoli al Festival di Mezza Estate Doppio appuntamento, la prossima settimana, per l edizione 2012 del Festival di Mezza Estate organizzato da PubliAEventi con il patrocinio del Comune di Cremona e la direzione artistica di Ilaria Gradella ed Elio Conzadori. Mercoledì 25 luglio (ore 21.30) sul palco dell Arena Giardino salirà Eduardo De Crescenzo, compositore, autore, musicista ma soprattutto voce, volto, anima e racconto di una Napoli cosmopolita, il quale torna all essenza. Essenze è il nome del suo nuovo lavoro che ancora una volta esce dai rigidi schemi commerciali per cominciare una nuova fase della sua lunga vita artistica. I testi, le melodie che hanno fatto riflettere o sognare tante generazioni ora presentate in un nuovo concept nell Essenze Jazz Tour: cinque grandi jazzisti di fama internazionale Marcello Di Leonardo (batteria), Enzo Pietropaoli (contrabbasso), Stefano Sabatini (pianoforte), Daniele Scannapieco (sassofono) e Lamberto Curtoni (violoncello) rileggeranno il suo repertorio, dialogheranno con la sua fisarmonica e con la sua voce leggendaria. In scena solo il talento da porgere al pubblico nella sua essenza: l emozione! Cinque grandi jazzisti non nel tentativo di abbracciare un etichetta precostituita ma in quello di garantirsi compagni di palco esperti di volo, avvezzi a salite acrobatiche o ad atterraggi morbidissimi, pronti a scavare nella propria essenza e a rimandarla in note perché ogni aspetto dell emozione umana trovi il suo suono. Un format ideale per la sua eclettica personalità musicale, sempre trasversale: alle mode, ai generi, alle etichette consuete. Una bilancia sempre in bilico tra il cuore e la testa in grado di catturare palati esigenti, educati alla lettura della virtù ma anche quelli che si lasciano trasportare dal brivido istintivo che la sua potenza espressiva riesce a infiltrare sotto la pelle. Un concerto magicamente acustico in cui Eduardo sarà libero di muoversi con destrezza in quel patrimonio eterogeneo e prezioso che ha accumulato negli anni per nutrire il suo talento: la musica classica studiata dalla primissima infanzia, il jazz e il soul scoperti nell adolescenza con la naturale curiosità di quegli anni e di quelle generazioni verso l imperativo americano, il Mediterraneo respirato dalla sua amata Napoli, il pop magico degli anni 80: quello in cui grandissimi artisti sono riusciti a porgere con apparente leggerezza una musica di grande qualità e ad elevare il gusto delle masse, quello in cui Eduardo stesso si propose al grande pubblico come cantante con Ancora e a distanza di anni coltiviamo sempre la trepida attesa di quel finale strepitoso quando, finita la canzone, la voce si inerpica, abbandona il testo, stravolge la melodia e finalmente canta! Romagna terra di divertimento. E quindi anche di musica. Nel nuovo spettacolo dal titolo Musica Maestro!, Paolo Cevoli ripercorrerà venerdì 27 luglio, sempre alle invece la storia della Romagna e dell'italia attraverso la musica e le canzoni. Storie di orchestre, cantanti, locali da ballo, impresari bidonari e discoteche. Una "pazza" compilation musicale: da Raffaella Carrà passando per Whitney Houston e Diana Ross per arrivare a Romagna mia e O sole mio. Uno spettacolo di musica e di cabaret col filo conduttore delle "pataccate" e i discorsi stralunati dell'attore comico diventato famoso a Zelig col personaggio dell'assesore e con gli spot assieme a Valentino Rossi. Sul palco assieme a Paolo Cevoli si esibiranno Caterina Soldati al canto (in tv nel programma 900 con Pippo Baudo), Andrea Poltronieri a sax e voce (Colorado Café), Roberto Ravaioli, clarinetto, chitarra, voce. Regia di Daniele Sala. 18

19

20 PrimoPiano di Fulvio Stumpo Cronache dal Po Un successo il 1 memorial Vacchelli. Gare intense vince la coppia Osvaldo e Massimiliano Bellini Voga sul Grande Fiume per ricordare Camillo Sul fiume Po, davanti alle canottieri, con una cornice di pubblico delle grandi occasioni, 32 atleti rappresentanti della voga in piedi cremonese, hanno dato vita al primo memorial Camillo Vacchelli, gara riservata a mascarete (tipica imbarcazione veneziana). La gara pur avendo connotati di interesse sportivo e agonistico, aveva come obiettivo principale il ricordo di Camillo Vacchelli, scomparso prematuramente quest anno, e figura di riferimento per questa disciplina sportiva. La gara realizzata con la collaborazione del coordinamento cremonese della voga veneta, e del suo presidente Armando Catullo, ha previsto batterie di qualificazione a cronometro con tratta di circa 800 metri con giro del pilone sotto il ponte. I migliori quattro tempi davano l accesso alla finalissima, da disputarsi in linea per una tratta di circa 1000 metri con arrivo davanti al Bodinco, sede del coordinamento. Nelle qualificazioni a cronometro risultati con qualche sorpresa e in ordine si sono qualificati le coppie Moglia-Fornasari (4 20"), Denti-Guindani (4 29"), Bellini-Bellini (4 34"), Ardovini-Puerari (4 37"). Da segnalare che a causa di un errore tecnico proprio nel finale, vengono esclusi dalla finale la forte coppia Chiari-Ghizzi (4 42") data tra le favorite. Nella finalissima, bella per intensità e spettacolarità, la coppia Bellini-Bellini dopo un iniziale testa a testa con la coppia Moglia-Fornasari, allunga decisamente e vince con mezza barca di distacco aggiudicandosi il primo trofeo memorial Camillo Vacchelli. Subito dopo, in ordine, giungono la coppia Denti-Guindani e Ardovini-Puerari. Alla premiazioni presso il centro ricreativo Tamoil, sono intervenuti: la moglie di Camillo, Diletta con i figli Carlotta e Camilla, il fratello Alberto con il nipote Filippo, e la sorella Grazia, che hanno premiato la coppia vincitrice Osvaldo Bellini e Massimiliano Bellini. Durante le premiazioni, è stata occasione per ricordare Camillo Vacchelli, atleta e uomo generoso che amava il fiume e ne sapeva apprezzare i suoi silenzi la sua bellezza discreta. Nella vita di Camillo la dimensione sportiva ha avu- 20

21 Entrati nell olimpo del remo Manzoli e Cagna: due grandi Cremona ancora sugli scudi nel canottaggio grazie a Michele Manzoli (Baldesio) e Gabriele Cagna che, ai campionati mondiali under 23 di canottaggio a Trakai in Lituania, con una gara entusiasmante conquistano la medaglia d argento nella finale del quattro di coppia. Dopo aver registrato il miglior tempo nelle batterie e nelle semifinali, l armo azzurro di Cagna e Manzoli, completato da Baluganti e Miccoli, ha trovato nell Ucraina un ostacolo insormontabile. Partiti tranquilli, ai 500 metri gli azzurri perdono di vista gli ucraini e si trovano incagliati in una lotta senza quartiere con le altre avversarie. La barca azzurra non è brillante nel secondo parziale, è quinta ma a soli 69 centesimi dalla Francia. Il recupero inizia ai 1300 metri con il sorpasso ai danni della Repubblica Ceca. Facendo leva sul buon passo e, soprattutto, su un formidabile serrate il quadruplo italiano trova la forza per superare Francia (mezzo secondo) e infilzare per soli 13 centesimi l Australia, ma è troppo tardi per recuperare l Ucraina che si laurea campione del mondo. Per Manzoli (Racice 2010) e Cagna (Linz 2008) è la seconda medaglia internazionale: dopo l argento ai mondiali junior, ecco l argento ai mondiali under 23. I quattro canottieri azzurri con l argento Alcune fasi dell appassionante gara del primo memorial Camillo Vacchelli, grande cultore di sport to sempre un ruolo importante; da giovane come canottiere nelle fila della Baldesio, poi vela, ciclismo, sci ed equitazione, ma sempre negli occhi una passione viscerale per quel modo di vogare alla veneta. Dal punto di vista gestionale, Camillo è stato il ponte tra la realtà cremonese e il coordinamento delle remiere a Venezia, stimato e rispettato da tutti, anche dai tanti amici veneziani. Il suo sogno era quello di portare la voga in piedi a specialità olimpica, come giusto riconoscimento ad una disciplina sportiva ricca di tecnica e di fascino. Visto il successo dell iniziativa, l anno prossimo, il memorial Camillo Vacchelli entrerà a pieno titolo, nel calendario tra i principali eventi sportivi, organizzate dal coordinamento cremonese di voga alla veneta. 21

22 Dalle Canottieri Scuola nuoto alla Baldesio per i baby fino a 14 anni Proseguono alla Baldesio i corsi della Scuola nuoto riservati ai bambini e ai ragazzi. I baby nuotatori sono divisi in tre fasce d età: dai due ai 36 mesi, dai 3 ai 5 anni e dai 5 ai 14 anni. I corsi hanno durata settimanale e i prossimi partono il 30 luglio e il 20 agosto. Le lezioni sono organizzate con vari livelli di difficoltà e si svolgono in acqua climatizzata. Per ulteriori informazioni telefonare al numero Vita senza barriere sport e solidarietà Oggi alla società canottieri Flora Vita senza barriere, seconda manifestazione sportiva in ricordo di Luigi Bianchetti, Elvino Conti e Roberto Maggi. Si terranno una staffetta di nuoto e di canottaggio e una prova di tandem di Atelica-Mente. In parallelo si terrà la mostra di pittura di Roberto Maggi. La manifestazione ha il patrocinio di Atletica-Mente, Provincia, Convenzione di Ginevra, Comune di Cremona e Flora. Iscrizioni aperte al Dlf Si parte per Sardegna e mare Al Dopolavoro Ferroviario sono ancora aperte le iscrizioni per il soggiorno estivo nel sud della Sardegna, a Geremeas, in un villaggio Bluserena a 4 stelle, dal 9 al 16 settembre e dal 16 al 23 settembre, con pensione completa, voli e trasferimenti. Continuano anche le prenotazioni per la crociera nel Mediterraneo in Grecia, Croazia e Turchia, dal 6 al 13 ottobre. La partecipazione è aperta a tutti. Informazioni e prenotazioni al numero Fermate i predoni del Po L appello di Andrea Peracchi (Catfishing) «Ci sono due Po: quello di giorno e quello di notte, il primo è tranquillo, il secondo diventa...terra di nessuno, ed è ora di finirla». Andrea Peracchi del CatfishingItalia, un associazione di pescatori, è durissimo contro i predoni del Po, che pescano di frodo, rubano barche e motori, sporcano e inquinano il fiume. E un grande appassionato del Po, lo percorre di giorno e di notte per la sua grande passione, la pesca, e guarda, osserva, denuncia. «Durante il giorno la situazione è tranquilla spiega ci sono dei pescatori che non sempre sono in regola, ma tutto sommato la situazione è buona. La notte però è un disastro: i pescatori di frodo, soprattutto dell Est europeo, e lo dico senza nessuna forma di discriminazione, ma solamente perché è così, avviano battute di pesca che uccidono tutto. Utilizzano storditori, reti, altri sistemi vietati e tutto per catturare i siluri, che loro, anche questo è certo, vendono come pesce prelibato da mangiare. E una vergogna stanno spogliando il fiume e nessuno interviene. Abbiamo portato prove, fatto più volte denunce ma a nessuno sembra importargli troppo del nostra Grande Fiume». I ladri hanno tentato anche di rubargli la barca, «ma per fortuna non sono riusciti a smontare il motore per cui l hanno fatta andare alla deriva. Il mio caso però continua Peracchi è uno dei tanti, il vero problema è che la notte i predoni del Po agiscono indisturbati, gli amanti del fiume sembrano messi in un angolo, tanti stanno pensando di smettere, ebbene non è giusto: sono loro che devono andare via non noi. Per questo chiedo alle istituzioni di impegnarsi a controllare il nostro vecchio Po». 22

23 PRIMO PIANO IL SOLITO DOPO LE PIENE Tronchi e ramaglie sotto il ponte E nessuno elimina il pericolo Ecco la notte bianca Sabato alla società Flora Sabato prossimo Notte sotto le stelle alla società canottieri Flora, una maratona da notte bianca. Dalle 19 montaggio tende sul prato e allestimento delle tavolate, alle ore aperitivo in terrazza. Dalle grigliata di spiedini e salamelle sul prato con tavolate, spine fresche di vino e birra in piazzetta a disposizione. Alle apertura danze con gli amici dei Diskorario, alle momento dedicato alla magia...spettacolo di giocoleria con il fuoco con i Circoski...a seguire lavaggio dentini e bimbi in tenda. Ma dalle si riprende con cocktail dalle ragazze al bar e avanti con le danze. Alle 24 risotto e ortrugo fresco e saluti dalla terrazza a chi va a casa a dormire. Ma per chi resta la musica va avanti by Charly Alle 2 ritiro tassativo in tenda per tutti chiusura delle danze e chiusura del bar. E al mattino si riprende: sveglia alle 7.30 e bagno in piscina rigenerante, alle 8 colazione a buffete smontaggio tende. Dalle 9 risveglio muscolare con Biodanza sotto le frasche e Qi Gong (arte del nutrimento della vita)- Tai Ji (la danza della vita) in riva al grande fiume. Da mesi ormai sotto il primo pilone del ponte del Po si sono accatastati tronchi e ramaglie. Un pericolo, un vero pericolo, anche perché con il Po in secca i tronchi sono sospesi quasi nel vuoto. Se la catasta dovesse crollare improvvisamente farebbe parecchi danni. La legna è lì da mesi e nessuno interviene nonostante le numerose segnalazioni delle società canottieri. Ed è inutile interrogarsi sulle competenze: i vari enti preposti, dalla Provincia all Aipo, dal Comune alla protezione civile, le rimpallano. E il pericolo, visibilissimo, incombe. AD ACQUANEGRA Festa a sorpresa per Filippo Vincenzi al ritorno dei campionati europei Festa lampo a sorpresa, lunedì sera, al centro civico di Acquanegra per il diciannovenne Filippo Vincenzi, atleta della nazionale azzurra di canoa che gareggia per i colori della canottieri Bissolati. Filippo con Federico Favero ha conquistato agli europei della specialità, categoria K metri under 23, l undicesimo posto. Filippo è stato convocato con una scusa al centro civico dove ha trovato il calore e l entusiasmo dei suoi amici. Quelli che seguono sempre le sue imprese sportive e hanno costituito tanto di fan club. Oltre a loro, c erano anche alcuni genitori, il sindaco Luciano Lanfredi e il parroco don Giovanni Nava e due promotori del simpatico fuoriprogramma, Mattia Galli e Stefano Cerioli. La festa per Filippo Vincenzi 23

24 PrimoPiano Economia di Andrea Gandolfi Sosterrà progetti che accrescono competitività ed attrattività del tessuto imprenditoriale L iniziativa ha durata biennale e i due enti vi parteciperanno in misura paritaria, stanziando ciascuno il 50% della somma. Nei giorni scorsi la firma di Roberto Formigoni e Luigi Nicolais Ricerca, tra Regione e Cnr accordo da venti milioni 24 Una giovane ricercatrice al lavoro nel suo laboratorio Risorse per 20 milioni di euro, nel biennio , destinati allo sviluppo di programmi di ricerca in Lombardia. E quanto prevede l accordo quadro sottoscritto nei giorni scorsi dal presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni e dal presidente del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr) Luigi Nicolais. Insieme a loro, anche l assessore regionale ad istruzione, formazione e cultura Valentina Aprea, e il sottosegretario regionale con delega ad università e ricerca Alberto Cavalli. Gli obiettivi. «Le finalità dell accordo - ha spiegato Formigoni - sono già definite: formulare nuovi progetti di ricerca e sviluppo, che abbiano un impatto diretto sulla competitività e sull attrattività del tessuto imprenditoriale lombardo, creando lavoro e innalzando il livello d eccellenza del territorio; dare un respiro sovraregionale alla ricerca che facciamo qui in Lombardia, portando progetti e idee sui tavoli nazionali, comunitari e internazionali. Basti pensare al programma di finanziamenti alla ricerca ed all innovazione dell Unione Europea Horizon 2020, che metterà a disposizione 80 miliardi di euro. Oppure alle opportunità che saranno offerte da Expo 2015». Tra gli obiettivi dell accordo, anche fare formazione e informazione; sia per diffondere tra i giovani l interesse verso la scienza e la tecnologia, sia per crescere professionalità di alto livello in istituti sempre più all avanguardia. Venti milioni di euro in due anni - In particolare, il finanziamento dell intesa prevede che Regione Lombardia e Cnr destinino 10 milioni di euro ciascuno: 6 a valere sul primo anno, (3 per ciascuno dei contraenti), 14 sul secondo (sempre con il 50 per cento messo a disposizione da Regione Lombardia e il restante 50 per cento da Cnr). «Con l accordo di 6 anni fa - ha proseguito Formigoni - abbiamo ottenuto risultati brillanti, che oggi ci hanno indotto a replicare». Eccellenti risultati del precedente accordo - L intesa siglata nei giorni scorsi a Palazzo Lombardia, infatti, si pone in continuità con la precedente, firmata da Regione e Cnr nel 2006 e finanziata con 40 milioni di euro. Grazie a quell accordo hanno trovato lavoro 159 giovani ricercatori, tecnici, dottorandi, impegnati nello sviluppo dei progetti; ed ancora, sono stati registrati 10 brevetti (nazionali e internazionali), avviati 6 laboratori di ricerca e sviluppo, 2 impianti pilota, 6 software innovativi, oltre alla realizzazione di più di 30 prototipi e risultati applicativi, più di 150 pubblicazioni scientifiche su riviste internazionali e nazionali, convegni e workshop nazionali e internazionali. «Dobbiamo impedire la fuga dei cervelli - ha aggiunto il presidente Formigoni - tenerci ben stretti i nostri giovani ricercatori, dare loro opportunità di fare ricerca in modo continuativo e con tempi adeguati, stabilizzarne la posizione negli istituti e nelle aziende. Il mio augurio è che questo modello di lavoro collaborativo, che ha dimostrato la sua efficacia e la dimostrerà ancora, possa ispirare altri accordi simili, anche al di fuori dei confini regionali, innescando un circolo virtuoso che coinvolga sempre più soggetti - pubblici e privati - e contribui-

25 Moda, cento anni di reggiseno Novità e iniziative da La Perla e Parah Dal corsetto al push up, il reggiseno, indumento intimo femminile per eccellenza, compie 100 anni. Una data che ufficialmente ricorre nel 2012, ma in realtà ha origini molto più lontane. A festeggiarlo in questi giorni, due marchi leader dell'abbigliamento donna, La Perla e Parah. Da La Perla si festeggia con il lancio del reggiseno a triangolo stile brassiere, della serie Exclusive: un triangolo in seta con bottoncini che scoprono un prezioso pizzo leavers. Parah propone invece la promozione Basic Revolution che parte in tutte le boutique Parah e nei multimarca aderenti all'iniziativa: per ogni acquisto di un reggiseno in cotone o microfibra, sarà regalato uno slip in coordinato. Inoltre la linea Basic inaugura la nuova serie Gioiello: una linea essenziale, valorizzata da luccicanti paillettes, posizionate in maniera strategica e messe in evidenza sulle spalline dei reggiseni. Ma la storia del reggiseno, la cui evoluzione ha portato al 'push up', può arrivare molto più indietro di un secolo. Perfino il poeta Marziale citava lo 'strophium', antenato dell'attuale reggiseno usato dalle cortigiane dell'antica Roma, come «trappola a cui nessun uomo può sfuggire, esca che riaccende di continuo l'amorosa fiamma». Simbolo di femminilità e seduzione, a livello di costruzione il reggiseno è complesso come un'opera d' ingegneria. Può arrivare ad essere composto anche da 50 pezzi assemblati. Nell'ambito del suo centenario La Perla interviene a circa metà percorso, visto che il primo laboratorio della griffe venne fondato nel 1954 da Ada Masotti, abile bustaia allevata nel La Perla miglior atelier di Bologna, in un momento in cui la vestibilità del capi non poteva affidarsi alle fibre elastiche ma solo alla modellazione. Grazie a questa formazione, Ada Masotti pose le basi del know-how di La Perla. Negli anni '60 le nuove generazioni cominciano a godere del ritrovato benessere. Nascono nuove icone di stile, come Twiggy, Penelope Tree, Jane Shrimpton, Brigitte Bardot. Sull'onda di questi cambiamenti, La Perla lancia un nuovo concetto d'intimo che esce dai limiti della funzionalità e diventa elemento di stile. Accanto ai tradizionali reggiseni in bianco, nero o color carne fa la sua comparsa il nuovo intimo colorato, a fiori, a quadretti. Negli anni '70 La Perla arriva alla creazione di un intimo leggero, non costrittivo. La nuova moda che allunga la figura e scopre le gambe, richiede Parah una lingerie che dona una linea slanciata. Così, mentre la contestazione femminista proclama il rogo dei reggiseno, La Perla lancia modelli innovativi come Amanda. Edonismo e culto del corpo degli anni '80 danno spazio a un boom dell'intimo. Pizzo Leavers e tulle ricamato caratterizzano le creazioni La Perla di quegli anni, tra cui il modello Dalia ispirato alla corolla di un fiore. Negli anni Ottanta e Novanta, l'intimo entra nella sfera dell'abbigliamento che rispecchia lo stile della donna. Protagonista di allora è Sculpture, lanciato da La Perla nel '94, un modello che introduce i tessuti lisci e morbidi. Dagli anni '90 La Perla acquisisce una dimensione fashion. Così nella collezione 2001 viene proposto un reggiseno innovativo, il Brassiere-Bretelle: due strisce di pizzo coprono la parte centrale del seno ricordando un paio di bretelle maschili. Questo reggiseno fu indossato da Rebecca Romljn-Stamos nel film 'Femme Fatale di Brian de Palma. È ispirato a una nuvola di fumo il pizzo Chantilly del reggiseno Anniversary creato per i 50 anni del marchio. (Ansa) sca a rimettere la ricerca al posto che le spetta: la cima delle priorità del nostro Paese». Investire in ricerca per uscire dalla crisi- «Non c è che una soluzione per uscire dalla crisi: investire in ricerca, innovazione, tecnologia, che sono il volano dello sviluppo, specialmente in un Paese come l Italia che compete sulla qualità», conferma il presidente del Consiglio nazionale delle ricerche, Luigi Nicolais. «E, per farlo, non abbiamo altra strada che realizzare il tanto agognato dialogo tra enti, università, aziende, Governo ed enti locali, tra università e imprese. La ricerca è chiaramente indicata quale elemento essenziale dei progetti di crescita economica dall Unione europea; ma non dobbiamo dimenticare che in questo scenario, più i sistemi diventano globali, più il locale è fondamentale per la crescita. E quindi anche puntando su questa dimensione territoriale che si favorisce la crescita, poiché si può realizzare un collegamento più rapido e incisivo tra i soggetti coinvolti». Investire in formazione - «L'accordo siglato oggi - ha commentato l assessore regionale ad istruzione, formazione e cultura Valentina Aprea - è uno stimolo a investire ancor di più su università e formazione. Diamo anzi immediato seguito a questo impegno di Regione Lombardia, coinvolgendo il Consiglio nazionale delle ricerche, per avviare l'istituzione di poli tecnico-professionali per il rilancio di questo indirizzo di studi». Crescita al primo posto nell'agenda - Soddisfazione è stata espressa anche dal sottosegretario con delega ad università e ricerca, Alberto Cavalli: «Abbiamo raggiunto più dell'85 per cento degli obiettivi fissati nel precedente accordo e, anzi, per certi aspetti, i risultati ottenuti hanno superato ampiamente le aspettative». «La crescita - ha concluso Cavalli - resta al primo posto nell'agenda della Pubblica amministrazione: la ricerca ne è sicuramente parte, in quanto il trasferimento tecnologico dai laboratori alle aziende genera poi nuovi prodotti e quindi accresce la competitività». 25

26 PrimoPiano Esteri di Massimo Schettino Il giorno che i serbi presero mio padre Il primo testimone al processo contro Mladic Allora 14enne, Elvedin Pasic ha raccontato il massacro di Grabovica, in Bosnia, quando nel 1992 furono uccisi 150 musulmani. Srebrenica, seppelliti altri 520 corpi giù per la collina sotto una pioggia di proiettili...arrivati in fondo, una deci- «Scappavamo na di persone saltò sulle mine...ci mettemmo a pregare e poi ci dissero: se vi arrendete sarete salvi, altrimenti morirete tutti». Sono ricordi carichi di angoscia e paura quelli che Elvedin Pasic, oggi 34enne, rivive nel corso della prima, lunga testimonianza al processo contro Ratko Mladic, l ex capo militare dei serbi di Bosnia accusato di genocidio e crimini contro l umanità. Impassibile, Mladic, davanti alla Corte del Tribunale penale internazionale per l ex Jugoslavia (Tpi), ha ascoltato il racconto di chi ha perso padre, fratello, zii e tantissimi tra parenti e amici nel massacro di Grabovica, nel nord della Bosnia, avvenuto nel novembre del 1992, quando furono uccise circa 150 persone. La storia di Pasic parte dalla primavera di quell anno, quando lui, 14enne musulmano, frequentava la scuola con compagni croati e serbi che erano anche i suoi amici. Poi il primo bombardamento del suo villaggio, la fuga e un odissea durata mesi fino a quella notte, quando insieme ad altri 200 civili musulmani rimase intrappolato in un tunnel con i militari in mimetica, mascherati, che sparavano con gli Ak47 per non farli muovere. «Poi ci fecero sdraiare tutti faccia a terra», ricorda Elvedin tra i singhiozzi, tanto da spingere il presidente della Corte a concedere una pausa nell udienza. «Ero tra mio padre e mio zio. A un certo punto mi hanno fatto alzare insieme ad altri adolescenti e alle donne e ci hanno separati». È l ultimo ricordo che Elvedin ha del padre. «Ci rinchiusero in una scuola, noi sotto, gli uomini al secondo piano. Avevo paura e non andai di sopra. Se solo fossi andato...». La mattina seguente, dopo aver rischiato il linciaggio da parte di civili serbi inferociti, il giovane Pasic fu caricato su un bus e portato via, verso la salvezza. «L ultimo ricordo che ho è quello di una mano che da una finestra del secondo piano della scuola ci salutava. La sogno ancora la notte...». Una musulmana bosniaca piange accanto alla bara di un parente fra i 520 feretri con i resti delle ultime vittime identificate quest anno del massacro di Srebrenica (LaPresse/Amel Emric) 26

27 Mladic, catturato nella primavera del 2011 in Serbia dopo 16 anni di latitanza, ha oggi 70 anni e si è dichiarato non colpevole. Si prevede che il processo possa durare complessivamente tre anni. Intanto nei giorni scorsi il silenzio di migliaia abitanti di Sarajevo, radunati lungo la principale arteria cittadina, ha accompagnato il passaggio di un lungo corteo di automezzi con a bordo 520 feretri di musulmani trucidati dalle forze serbe dopo la conquista di Srebrenica nell estate Si tratta delle ultime vittime identificate quest anno con il test del Dna e che sono state inumate nel giorno del 17 anniversario, nel memoriale e cimitero di Potocari, accanto alle tombe già esistenti. Tra i sepolti vi sono i resti di sei ragazzi, Nijaz Hasanovic, Suad Klempic, Emir Mandzic, Adem Mekanic, Ahmed Pasic e Hajro Smajlovic, che all epoca avevano appena 15 anni. Il genocidio di Srebrenica è «la nostra ferita più profonda ed è la macchia nera sulla coscienza dell umanità, di coloro che l hanno compiuto e di quelli che l hanno permesso. I nostri cari stanno tornando a casa», ha detto una delle donne sopravvissute al massacro, Munira Subasic, che ha perso un figlio, il marito e altri 20 parenti in quell eccidio. «Tornano tuttavia ha aggiunto senza la testa, le gambe o le braccia: i carnefici non si sono accontentati solo di ucciderli, ma hanno anche distrutto le loro ossa, compiendo un doppio genocidio, quando li ammazzavano e quando li trasferivano». I resti delle vittime di Srebrenica sono stati recuperati in più di 150 località della zona, di cui 74 erano fosse comuni, per lo più cosiddette secondarie, quelle cioè in cui i morti, alla fine della guerra ( ), sono stati trasferiti dai militari e poliziotti serbo bosniaci nel tentativo di occultare le prove dell enorme crimine. Con il test del Dna è stata accertata in via preliminare l identità di altre mille vittime esumate, ma gli esperti forensi ricercano ancora circa persone delle scomparse 17 anni fa quando Srebrenica, zona protetta dell Onu, cadde nelle mani delle truppe di Ratko Mladic, oggi alla sbarra per genocidio al Tribunale internazionale dell Aja (Tpi). Quell 11 luglio 1995 «25 mila uomini, donne, bambini, raggiunsero nel panico Potocari con l intenzione di rifugiarsi nella base dei caschi blu olandesi, l unica possibile salvezza racconta Hasan Nuhanovic, all epoca interprete delle forze dell Onu ed i militari olandesi permisero a 5-6 mila persone di entrare nella base, mentre le altre rimasero fuori; il giorno dopo arrivarono i soldati serbi e cominciarono Una donna bosniaca musulmana piange accanto alla tomba di un parente ucciso a Srebrenica e che solo nei giorni scorsi ha trovato sepoltura A lato: l ex capo militare dei serbi di Bosnia Ratko Mladic durante il processo all Aja (LaPresse) Srebrenica, la marcia della morte Quando i Caschi blu aiutarono i carnefici a separare gli uomini dalle donne e ad uccidere, mentre noi dentro la base rimanemmo relativamente al sicuro fino al 13 luglio quando gli olandesi ordinarono ai rifugiati di uscire», consegnandoli nelle mani dei carnefici. Mladic fece arrivare decine di pullman e migliaia di donne e bambini piccoli vennero deportati. Dei disperati che scappando attraverso i boschi cercarono la salvezza a Tuzla, sotto il controllo delle forze governative, pochissimi sopravvissero, decimati lungo il percorso da imboscate o dai bombardamenti dell artiglieria serba. La loro marcia della morte, lunga un centinaio di km, è stata ripetuta nei giorni scorsi al contrario da 8mila persone in marcia per la pace in occasione del 17esimo anniversario dell eccidio. 27

28 LA FOTO della settimana INDIA, 16 LUGLIO Una famiglia usa una barca per spostarsi nelle aree alluvionate del distretto di Morigaon, Stato di Assam. Le inondazioni hanno ucciso circa 120 persone (Ansa)

29 Dal Mondo Zanne rubate Ladri d avorio scatenati in Zambia e Botswana Ladri d avorio scatenati nello Zambia e in Botswana dove, nel giro di poche settimane, sono state rubate decine di zanne d elefante, del peso complessivo di parecchie tonnellate. Come nel libro di Wilbur Smith «Il Canto dell elefante», l avorio è stato portato via dai depositi dei ranger. E come nella trama del romanzo, dietro i furti potrebbe esserci una rete internazionale. L ultimo colpo è stato messo a segno nello Zambia dove sono letteralmente sparite zanne per tre tonnellate di peso, custodite in un caveau del quartiere generale dello Zambia Wildlife Authority. Prima, qualche settimana fa, era stata la volta del Botswana: aveva annunciato il furto di 26 zanne sequestrate dalla città di frontiera di Kasane, praticamente con le stesse modalità del «colpo» in Zambia. Niente sirene L ente oceanografico degli Usa: non esistono Forse sarà meglio non dirlo ai bambini, ma ora è ufficiale: le sirene non esistono. O meglio, anche se se ne parla da millenni, non c è alcuna prova della loro esistenza. Ad affermarlo, con tutta la sua autorevolezza, è la National Oceanic and Atmospheric Administration, l agenzia federale oceanografica Usa. La sortita del Noaa non è casuale. Alla fine del mese scorso l emittente tv Animal Planet ha mandato in onda un programma dal titolo: «Sirene, il corpo trovato», con il sottotitolo «un nocciolo di verità che vive sotto la leggenda delle mitiche sirene». Si trattava in realtà di una docufiction. PRIMO PIANO ESTERI Arcipelago della tortura Siria, Hrw: violenze sistematiche nei centri di detenzione del regime Abusi e umiliazioni sessuali, bastonate, maltrattamenti di ogni genere, scosse elettriche ai genitali, finte esecuzioni: sono questi alcuni dei brutali metodi di tortura usati dai principali servizi di intelligence siriani in 27 centri di detenzione che ospitano decine di migliaia di persone, molte delle quali vengono sottoposte «sistematicamente» a queste pratiche dal marzo 2011, quando sono cominciate le dimostrazioni contro il regime. È la denuncia-choc contenuta in un rapporto di Human Rights Watch (Hrw) dal titolo «L arcipelago della tortur». Nel documento, di 81 pagine, l organizzazione lancia un appello al Consiglio di sicurezza dell Onu affichè denunci la situazione in Siria alla Corte penale internazionale e adotti sanzioni mirate contro i funzionari sospettati di essere coinvolti negli abusi. Il rapporto, che si basa su oltre 200 interviste ad ex detenuti e disertori siriani, costituisce una dura denuncia dei metodi di repressione utilizzati dal presidente Bashar al Assad, tanto da indurre gli esperti di Hrw a parlare apertamente di crimini contro l umanità: «L uso sistematico di abusi e torture documentato da Human Rights Watch indica chiaramente una politica di Stato della tortura e del maltrattamento e quindi costituisce un crimine contro l umanità», scrive infatti l organizzazione. Gli artefici sono le quattro principali agenzie di intelligence, conosciute con il nome di mukhabarat: il Dipartimento di intelligence militare, il Direttorato di sicurezza politica, il Direttorato di intelligence generale e il Direttorato di intelligence dell aeronautica militare. Tra loro gestiscono i 27 centri di detenzione sparsi in tutto il Paese: 10 a Damasco, quattro a Idlib, quattro a Homs, quattro a Latakia, tre a Doraa e due ad Aleppo. «Le agenzie di intelligence gestiscono un arcipelago di centri di tortura sparso su tutto il Paese», ha commentato Ole Solvang, un ricercatore di Human Rights Watch. «Pubblicando l ubicazione di questi centri, descrivendo i metodi di Il ministro della Difesa Daoud Rajha (al centro). Sotto: Bashar al Assad tortura e identificando i responsabili, stiamo avvertendo queste persone che dovranno rispondere di questi crimini orribili». Quasi tutti gli ex detenuti dei centri che sono stati intervistati hanno riferito di essere stati torturati o di avere assistito a torture durante la loro detenzione. Un ex detenuto di 31 anni ha raccontato di essere stato torturato tra gli altri metodi con una pinzatrice: le graffe venivano applicate sulle dita, sul petto e sulle orecchie e l uomo poteva rimuoverle solo se avesse parlato. 29

30 Arte di Mariagrazia Teschi Le idee disegnate Alessandro Gottardo è Shout Cremona. Il giovane «creativo» inaugura oggi alle 18 un doppio allestimento negli spazi di Tapirulan in via Voghera e in giro per la città. Fino al 29 luglio Dopo Milano, Napoli e Los Angeles è il turno di Cremona. Alessandro Gottardo in arte Shout inaugura oggi pomeriggio alle 18 a Tapirulan, in via Voghera, la sua mostra. Un allestimento creato in due versioni: l una diffusa per la città e l altra concentrata, appunto, nella sede dell associazione culturale. Ai più attenti non saranno infatti sfuggite le illustrazioni affisse proprio in questi giorni negli spazi urbani solitamente riservati alle affissioni pubblicitarie e firmate proprio dall illustratore di Pordenone. Nato nel 1977, nel giro di pochi anni ha conquistato alcune delle maggiori case editrici, magazine e agenzie di tutto il mondo (The New York Times, The New Yorker, The Wall Street Journal, TIME, Esquire, Newsweek, National Geographic, Wired, The Saturday Eevening Post, GQ, Le Monde, The Economist, Financial Times, Süddeutsche Zeitung, Random House, Penguin Books, Simon & Shuster, DDB, Young&Rubicam, BBH UK, Fallon, BDM, TWBA... praticamente il gotha globale dell editoria di qualità). Affiche, questo il titolo della mostra, è frutto della collaborazione fra Tapirulan e il Comune di Cremona, e segue una filosofia molto semplice: «L arte spiegano i curatori esce dagli stretti anfratti che comunemente le vengono riservati per proporsi direttamente ai passanti, siano essi a piedi, in macchina o in bicicletta. Lo spazio espositivo è la città stessa. Si può visitare la mostra passando davanti a un opera per caso, oppure seguendo le indicazioni di una mappa in distribuzione, che indica la disposizione delle opere». Pezzi che fanno parte di una grande collezione e che seguono un iter creativo così descritto dallo stesso Shout: «Di solito parto da un articolo che deve essere commentato graficamente e cerco di individuare quale immagine possa sintetizzarlo racconta in una intervista su Playersmagazine.it. A volte il testo originale è molto lungo e complesso, ricco di significati e molto difficile da ridurre e commentare con una sola immagine. L opera viene creata in qualche ora, partendo dagli schizzi che sottopongo all'approvazione dell art director di riferimento». Consigliato è Mono Shout, un libro pubblicato dall autore per la casa editrice 27_9 che raccoglie dieci anni di disegni e progetti. Per visitare la mostra c è tempo fino al 29 luglio. L ingresso all allestimento nella sede di Tapirulan è libero. RIPRODUZIONE RISERVATA RISERVATO ALLE AZIENDE Quando serve una comunicazione più diretta e personalizzata è il momento di poter contare su una struttura professionale di Telemarketing Promozioni commerciali Informazioni dirette ai clienti Comunicazione e ricordo di eventi commerciali Convegni e Meeting Per informazioni più dettagliate telefonare allo La nuova linea di servizi dinamici offerta alle aziende Cremona, Largo Paolo Sarpi, 19 - Tel Crema, Via Cavour, 53 - Tel Casalmaggiore, Via Pozzi, 15 - Tel

31 CREMONA ASSOCIAZIONE TAPIRULAN- via Voghera - Personale di Alessandro Gottardo-Shout, inaugurazsione con l autore oggi alle 18. Fino al 29 luglio. Anche sugli spazi murali d affissione in città. Nelle immagini: tre opere nell inconfondibile stile essenziale e minimalista di Alessandro Gottardo in arte Shout PIKIDI ARTE- via D. Chiesa/v. Cappelletti (dietro Palazzo Cittanova) - L immagine consumata, mostra collettiva. Fino al 27 agosto, feriali 18.00/ festivi 17.00/ UNASPECIEDISPAZIO - Galleria del corso - Nessun dove/ dappertutto. Marta Funagalli, Federico Fronterrè. Installazioni. Domani ultimo giorno. PALAZZO COMUNALE-SALA ALABARDIERI - Il pensiero che prende forma, opere dell intagliatore Giorgio Piacentini. Fino al 22 luglio, da lunedì a sabato 9-18, domenica Ingresso libero. CREMONABOOKS - largo Boccaccino - Mostra fotografica di Gaia Badioni. DELLEARTI HOTEL - via Bonomelli - Personale di Carmine Caputo di Roccanova. Fino al 19/9. ART B&B LA MANSARDA Medusa in time Fronterrè & Fumagalli Si conclude domani, domenica 22 luglio, Medusa in time, ultimo allestimento ancora visibile del trittico composto anche da Colors e Woods. Federico Fronterrè collabora con Marta Fumagalli nella creazione di un opera composta da scultura e videoarte per riflettere sul tempo sospeso, sul tempo liquido e sul tempo mentale alla galleria Unaspeciedispazio in piazza Roma 36. Il ciclo è figlio di No/where Now/here, un progetto finanziato da Fondazione Cariplo e nato dalla collaborazione tra il Comune di Cremona Assessorato alle Politiche Giovanili e alcune associazioni e soggetti culturali del territorio come Tapirulan, Bakelite, Una Specie di Spazio, Centro Fumetto Andrea Pazienza, ipac e Cooperativa Altana. L ipotesi di lavoro è la problematica della destinazione degli spazi, l assenza dei luoghi finalizzati alla promozione della contemporaneità e dei nuovi linguaggi, il tema dello spazio che non c è, tema comune a tutte le società urbane contemporanee. Su questo spunto tematico gli artisti si concentreranno, per stimolare la riflessione e individuare il punto di partenza per organizzare l attività di ricerca e di sperimentazione artistica. - piazzetta san Pantaleone 6/via Larga 8 - Open portofolio. Mostra fotografica di Lorelei Heyligers. ASSOCIAZIONE CULTURALE ERIDANO - corso Vittorio Emanuele 48 - Esposizione dei dipinti realizzati dagli allievi del gruppo artistico Nuovo Cascinetto. Fino al 1 settembre mostra di Marco Spizzi. Orari: da lunedì a sabato , mercoledì anche GALLERIA D ARTE LA SALETTA - corso Mazzini Personale di Cornelio Bertazzoli, I colori della natura. Aperto tutta estate al mattino 10-12, pomeriggio su appuntamento, Domenica, lunedì e festivi chiuso. CAFFE IN PIAZZA piazza Stradivari - Fotografie di Massimiliano Montani. Fino al 27 luglio. MUSEO LAURETANO DI S. ABBONDIO Ogni seconda domenica del mese aperto dalle 15,30 alle 18,30. Possibilità di visite guidate. PIEVE SAN GIACOMO CENTRO D ARTE IL TORCHIO I colori della musica di Graziella Cresi Borgna (quadri e sculture ) e Gli arabeschi dell anima, disegni di Adelaide Rozzi. VAILATE CALISTO CAFE Ilario Offredi. Paintings. Fino al 29 luglio. TORRE PALLAVICINA PALAZZO BARBO Nelle terre di Piero. Omaggio a Manzoni. Mostra collettiva. Fino al 24 luglio. CASALMAGGIORE MUSEO DIOTTI via Formis, 17 - L atelier dello scultore, omaggio a Ercole Priori. Permanente. SAN ZENO (BS) LIBRERIA TUTTOLIBRI - Disegni di Paris Cutini. Fino al 2 settembre. LUGAGNANO VAL LE MOSTRE L immagine consumata Una collettiva da Pikidi Arte Immagine, il tempo, l immaginario. L arte vista e analizzata sotto il profilo cronologico (con tutto ciò che ne consegue) è al centro di un ampia collezione di opere che fino al 29 agosto rimarranno visibili sui nei due piani della galleria Pikidi Arte di via Damiano Chiesa. Claudio Arisi, Siria Bertorelli, Romano Boccali, Enrico Caserini, Dicre, Romeo Gelmetti, Massimo Geranio, Marco Grignani, Cristiano Guatelli, Marco Regonaschi, Lise Rouillard, Gianni Toninelli, Gianmario Sartini, Andrea Simeoni, FrancescoSoldi, Cristina Tomedi, Gianpietro Grossi, Ruggero Marcello Alfei e Nino Alfieri sono gli autori che compongono il quadro di questa L'immagine consumata. «L immagine consumata spiegano non è completa, o per lo meno, lo è stata ma ora non lo è più. Il processo che ha portato a questa disgregazione è di natura temporale, o mentale. Le opere presentate in mostra sono quindi opere incomplete, filtrate dalla memoria, dal tempo, o da un sentimento che nella passione stessa che le ha pervase, le ha al contempo consumate». Aperta i giorni feriali dalle 18 alle 20 e i festivi dalle 17 alle 20. Ingresso libero. LE MOSTRE h 31

32 g LE MOSTRE D ARDA-VELEIA (PC) GALLERIA COMUNALE Voci dal tempo. Colloquio materico fra artisti contemporanei e resti archeologici. Fino al 30 settembre. LAVENONE(BS) GALLERIA COMUNALE - Personale di Mario Tosi, Fino al 29 luglio. MONZA SERRONE DELLA VILLA REALE - Pietro Consagra. Fino al 26 agosto. MANTOVA PALAZZO TE 4 Way Street: Arrivabene, Alioto, Ortona, Siciliano. Fino al 9/9. PIETRASANTA GALLERIA BONELLI ARTECONTEMPORANEA Fulvio di Piazza, Marco Mazzoni, Nicola Verlato. Fino al 15 agosto. BRESCIA MUSEO DIOCESANO L Età del rame. La pianura padana e le Alpi al tempo di Otzi. Fino al 15 maggio MILANO PALAZZO REALE Addio Anni 70. Arte a Milano, , fino al 2 settembre. Orari lunedì , martedì domenica , giovedì e sabato PINACOTECA DI BRERA Credit Suisse per Brera: il restauro di Cristo e l Adultera di Agostino Carracci. FONDAZIONE STELLINE Opere dalla collezione Alessandro Grassi: pittura europea dagli anni 80 ad oggi. Fino al 31 dicembre. MUSEO DIOCESANO Valerio Cassano, Claudio Olivieri, Nino Monastra. Fino al 6 settembre. CASTELLO SFORZESCO-SALA DEL TESORO Bramantino a Milano. Fino al 25 settembre. TRENTO CASTELLO DEL 32 Al Torchio Borgna e Rozzi Colori e musica Continuano, così come proseguono gli appuntamenti culturali, al Centro Il Torchio di Pieve San Giacomo, I colori della musica di Graziella Cresi Borgna e Gli arabeschi dell anima di Adelaide Rozzi. La doppia mostra ospitata nell attivissimo centro culturale in provincia di Cremona presenta una serie di quadri e sculture firmate da Cresi Borgna e di disegni di Rozzi. Inaugurato tempo fa, visto l afflusso di pubblico che accompagna le conferenze ospitate nel centro, l allestimento si protrae fin nel cuore dell estate. Per chi volesse visitarlo e ricevere informazioni più precise può rivolgersi al numero telefonico BUONCONSIGLIO I cavalieri dell imperatore: Duello e guerra nelle armerie reali. Fino al 18 novembre. COMO VILLA OLMO La dinastia Brueghel, fino al 29 luglio. PADOVA PALAZZO DEL MONTE Ritratto di una collezione. Uno scenografico percorso d arte nei saloni della Fondazione. Fino al 31 luglio. POSSAGNO (TV) MUSEO E GIPSOTECA ANTONIO CANOVA La danza nella scultura e nella pittura di Antonio Canova, fino al 30/9. Lanostra storia di Fulvio Stumpo L etimologia del nome potrebbe significare Arsa dal sole o all asciutto L antica Soarza da Roma ai genovesi Sfarza era centro di dazi e commerci Nella foto in alto: una veduta aerea di Soarza e, nel riquadro, un particolare del pozzo rudon. Qui sopra: la chiesa della frazione di Villanova sull Arda

33 La curiosità Uscendo dal paesino e lasciandosi alle spalle le abitazioni, si incontra un altro elemento caratteristico della frazione che conferma lo stretto legame storico con il fiume Po. Si tratta del Rudon, un grande pozzo per l estrazione dell acqua che risale al 1800 e attorno al quale si radunavano tutti i cittadini soarzesi. All epoca, infatti, l alternativa al fiume per l approvvigionamento dell acqua era rappresentata solo da strutture come questa, ancora oggi in buono stato. Si tratta di un pozzo ottagonale, con al centro un sistema di carrucole che mettevano in movimento una catena munita di secchi. Il tutto veniva azionato da un mulo o da un cavallo legato ad una stanga, che procedevano continuamente in senso circolare permettendo ai secchi di salire pieni. Il pozzo, però, non poteva essere utilizzato per l irrigazione dei campi. Strutture simili erano molto diffuse nel 1800 ma sono ormai difficili da trovare ancora in buono stato, praticamente intatte come il Rudon soarzese. maggiore delle frazioni di Villanova sull Arda, quella più legata E la al Po e al suo affluente, quella più frequentata dai cremonesi che ne apprezzano le qualità gastronomiche, la bellezza e la tranquillità del paesaggio con le numerose opportunità turistiche. Soarza (o Sfarsa come la chiamano i residenti) è un paesino di fondazione romana, la cui storia è strettamente legata al fiume, con il suo porto e i suoi mulini che hanno rappresentato per secoli una fonte di commercio, dazi e gabelle. Un legame che trova conferma anche nell origine del nome, visto che secondo diverse interpretazioni deriva da su-arsaia con riferimento alla riarzaia e riva alta del Po, infatti il villaggio è stato costruito all asciutto. Secondo altre interpretazioni, invece, il nome deriverebbe da su-arsa, inteso come arsa dal sole. L insediamento originario era posto sulla riva sinistra del torrente Arda, ma nel corso dei secoli è stato progressivamente abbandonato e l insediamento attuale si è sviluppato sulla sponda sinistra del torrente, che oggi è solamente un alveo asciutto (per questo chiamato Arda Vecchia) dopo il taglio del Un tempo l ingresso principale nel centro abitato si trovava in direzione fiume, si arrivava percorrendo proprio la via Po. Oggi invece la stessa strada termina con l argine e il corso d acqua. Il paese era anche diviso in borgate : la Cantarana ad est, Il forno a sud, Apostolica e Mercato a ovest. Sui documenti ufficiali si trova la prima traccia di Soarza nel 990, in quanto era compresa tra i possedimenti del monastero di San Silvestro di Nonantola. Durante il 1600 il nome ricompare su altri atti: il feudo di Soarza, Brancere (località che oggi si trova in sponda sinistra del Po a seguito di una delle tante deviazioni del fiume) e Cignano erano citati fra le proprietà di una famiglia genovese, quella dei Costa. Erano fiorenti mercanti di tessuti e banchieri, ad ottenere la contea soarzese fu Pier Giacomo e la loro grande villa (ancora oggi esistente) venne costruita attorno al Nel corso degli anni il paese si è rafforzato e sviluppato sempre più, anche grazie alle opere dei successivi proprietari genovesi, i Picasso Ratto. In particolare la contessa Luisa Picasso fu grande proprietaria terriera e benefattrice: lungo la via a lei dedicata si trova anche l asilo (datato 1915) che porta a sua volta il suo nome. Un altro edificio storico della frazione è infine la cascina Pissavacca, oggi chiamata Pizzavacca e di proprietà della famiglia Pisaroni, che era raccordata alla residenza padronale dei Costa. Questa fattoria compariva già in una mappa del 1605, anche se con un assetto strutturale diverso da quello odierno. La chiesa attuale, invece, è abbastanza recente: in stile neogotico e dedicata a San Giovanni Battista, risale al 1928 e fu donata alla popolazione dalla contessa Giulia Ratto Dall Orso. Prima di essa ce n era sicuramente un altra: la sua esistenza è documentata in atti del 1180 e quasi certamente sorgeva nella stessa posizione di quella attuale. Non è chiaro se fu demolita o se crollò per altre cause. Elisa Calamari COMUNE DI CICOGNOLO Provincia di Cremona OGGETTO: AVVIO DEL PROCEDIMENTO DI FORMAZIONE DELLA PRIMA VARIANTE PARZIALE AL VIGENTE PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO VISTO l art. 13 della Legge Regionale n. 12/2005 e successive modificazioni; VISTA la deliberazione della Giunta Comunale n. 30del con la quale si è deciso di procedere per la formazione della Prima Variante Parziale al vigente Piano di Governo del Territorio; RENDE NOTO l avvio del procedimento di formazione della Prima Variante Parziale al vigente Piano di Governo del Territorio del Comune di Cicognolo. AVVISA che chiunque abbia interesse, anche per la tutela degli interessi diffusi, potrà avanzare ogni possibile contributo per la migliore redazione della succitata Variante presentando documento scritto in duplice copia su carta semplice al protocollo del Comune di Cicognolo entro le ore 12,00 del Cicognolo, lì Il Responsabile del Servizio Tecnico Otello FONTANA 33

34 Musica di Roberto Codazzi Note dal mondo sulle sponde dell Adda Tre appuntamenti in provincia all insegna della world music Si parte da Pizzighettone per proseguire a Crema e concludere a Rivolta Il noto cantautore americano Alejandro Escovedo è atteso il 24 al CremArena Tre appuntamenti musicali di particolare interesse, inseriti nel cartellone della rassegna di world music Dal Mississippi all Adda, scandiscono questa settimana. Si parte domani (domenica 22 luglio) alle presso il Fossato del Rivellino delle Mura di Pizzighettone con il concerto di Alan Kelly Gang, gruppo che ha come leader colui che è riconosciuto come uno dei più raffinati esponenti della fisarmonica nella musica tradizionale irlandese, impegnato a ravvivarne le fortune nella musica popolare. L Irlanda è per la Alan Kelly Gang giusto il punto di partenza per catapultarsi in un repertorio di musica celtica che si lascia influenzare da altri luoghi quali Bretagna, Asturie e America, combinandone le tradizioni con composizioni originali che affondano le proprie radici nella musica popolare. Martedì 24 luglio alle sul palco del CremArena a Crema salirà Alejandro Escovedo. Figlio di un messicano emigrato in Sulle note Rigoletto va in scena nei luoghi del Cigno Texas, Escovedo proviene da una famiglia che ha generato diversi musicisti professionisti, tra cui i fratelli percussionisti Coke Escovedo e Pete Escovedo, e Sheila E. (figlia di Pete e nipote di Alejandro). Un altro fratello, Mario, ha capeggiato la band di hard rock Due contrabbassi di Gasparo in concerto domani a Salò The Dragons, e un ulteriore fratello, Javier, ha fatto parte della punk band The Zeros. Escovedo comincia a esibirsi col gruppo della prima ondata punk The Nuns, con Jennifer Miro e Jeff Olener, a San Francisco. L ultimo decisivo scalino della sua carriera Escovedo Le sinfonie di Verdi con i fiati dei Pomeriggi Suggestivo appuntamento con la lirica questa sera (sabato 21 luglio) alle nello spazio antistante la casa natale di Giuseppe Verdi, dove andrà in scena Rigoletto, uno dei melodrammi più popolari e amati del Cigno. Stefano Giaroli dirigerà l Orchestra Sinfonica Cantieri d Arte di Reggio Emilia e il Coro dell Opera di Parma. Tra gli interpreti il baritono Marzio Giossi, il tenore Deniz Leone e il soprano Sonia Ciani. Tel Due preziosi e rari contrabbassi originali di Gasparo da Salò (l uno del 1580 l altro del 1590) risuoneranno assieme domani (domenica 22 luglio) alle in piazza Duomo a Salò per l Estate Musicale del Garda. Saranno suonati da Dan Styffe ed Enrico Fagone, mentre l altra prestigiosa solista della sera è la violista Lyda Chen Argerich, figlia della celebre pianista Martha, che suonerà una viola di Francesco Bissolotti. Biglietti in vendita sul posto a 15 euro. Per la stagione estiva dell Orchestra I Pomeriggi Musicali, questa sera (sabato 21 luglio) alle ore 21 in piazza Solferino a San Sebastiano Curone (Alessandria) l ensemble di fiati della compagine meneghina sarà diretta da Paolo Belloli, già direttore della Banda di Soncino. Il programma, intitolato Verdi e non solo..., è dedicato a sinfonie, danze e preludi estratti dal repertorio lirico dell 800 italiano. Tel

35 I CD PIÙ VENDUTI Non c è nessuna new entry questa settimana nella classifica degli album più venduti in Italia. D altro canto stiamo entrando in uno dei periodi dell anno meno fecondi, dal punto di vista del mercato discografico, a maggior ragione oggi che non ci sono più i tormentoni estivi, quei successi da spiaggia che in questa stagione rimpolpavano le vendite delle major del disco. Assistiamo soltanto a un rimescolamento di carte al centro e nella parte bassa della hit, mentre al vertice rimangono saldi i Linkin Park per la seconda settimana di fila con il nuovo album Living Things. A CREMONA 1 Linkin Park Living Things Warner Bros/ Wmi 20,50 2 Biagio Antonacci Sapessi dire no Iris/Sony 20,50 3 Emma Sarò libera Universal/ Universal Music 20,50 Max Pezzali/ Hanno ucciso l Uomo Ragno 2012 Atlantic/Wmi 20,50 5 Tiziano Ferro L amore è una cosa semplice Capitol/Emi 20,50 6 Alessandra Columbia/ Ancora di più Amoroso Sony 20,50 7 Justin Bieber Believe Island/ Universal Music 20,50 8 Club Dogo Noi siamo il Club Universal/ Universal Music 20,50 9 Vinicio Capossela Rebetiko Gymnastas La Cupa Srla/ Wmi 20,50 10 Cesare Cremonini La teoria dei colori Universal/ Universal Music 20,50 l ha compiuto nel 1992 intraprendendo la strada solistica che l ha fatto diventare uno dei più personali melting pop di Texas, California e New York, tre anime di tre americhe diverse che si sono parlate per la prima volta, senza insultarsi più di tanto. Venerdì 27 luglio alle nel cortile del Centro socio-culturale di Rivolta d Adda appuntamento con Veronica Sbergia & Red Veronica Sbergia & Red Wine Serenaders, originale sintesi di country blues e ragtime A sinistra: Alan Kelly Gang, gruppo di riferimento della musica irlandese Wine Serenaders. Veronica ha iniziato giovanissima la sua carriera di cantante, ha percorso diverse strade musicali spaziando dal folk (durante l esperienza con il gruppo F.B.A) al soul (The Persuaders), passando dal rythm n blues (Blues Girls) e il jazz fino alle radici del blues più classico. Innumerevoli le esibizioni live in tutta Italia legate a nomi di prestigio del panorama internazionale (Pistoia Blues Festival, Porretta Soul Festival, Capodanno Celtico di Milano per citare i più importanti) e una lista sempre più numerosa di esibizioni live all estero: Fylde Folk Festival di Fleetwood, Sidmouth Folk Week in Inghilterra, Roe Valley International Folk Festival di Limavady in Ulster, Paris Ukulele Festival, Belgium Ukulele Festival, Ukulele Festival in Gotheborg, Blues to Bop Festival di Lugano per citarne alcuni. Milano, la musica antica risuona sotto la Madonnina Per la sesta edizione del Festival Internazionale di Musica Antica Milano Arte Musica, domani (domenica 22 luglio) alle ore 21 presso il Coro di San Maurizio al Monastero Maggiore si terranno alcuni momenti musicali affidati agli allievi dell Istituto di Musica Antica della Civica Scuola di Musica di Milano. Martedì 24 luglio alle e alle concerti in memoria di Gustav Leonhardt nella chiesa di San Sepolcro. Tel Scuola Monteverdi di Crema Aperte le iscrizioni ai corsi Sono aperte le iscrizioni ai corsi del prossimo anno scolastico della Scuola di musica C. Monteverdi di Crema (via Dante 24; tel ). Il ventaglio didattico prevede corsi individuali di strumento, corsi collettivi, laboratori musicali, corsi di musica moderna, corsi di musica jazz, corsi serali individuali e collettivi, corso di organo per la liturgia. E inoltre aperto un laboratorio di canto corale per gli allievi delle scuole di Crema e dintorni. Baglini e Chiesa in duo all Amiata Piano Festival Il pianista Maurizio Baglini e la violoncellista Silvia Chiesa, entrambi docenti all Istituto superiore di studi musicali C. Monteverdi di Cremona, questa sera (sabato 21 luglio) alle 21 si esibiranno nell ambito dell Amiata Piano Festival a Cinigiano, in provincia di Grosseto. Chiesa e Baglini propongono dal vivo i brani registrati nel nuovo cd per Decca Cello Sonatas, che ha già ottenuto molte recensioni positive. Info: 35

36

37 Torta di carote e albicocche INGREDIENTI (dosi per 6 persone) 250 g di albicocche mature, 100 g di farina bianca, 50 g di farina integrale, 150 g di carote, 100 g di granella di mandorle, 80 g di zucchero, 80 g di uvetta, una bustina di lievito, 1,5 dl di latte, 0,5 dl di rum, 70 g di burro, zucchero a velo. PREPARAZIONE Raschiate e grattugiate fini le carote, stendetele su di un canovaccio e tamponatele ripetutamente con carta da cucina per asciugarle bene. Mettete le carote in una terrina e unite la granella di mandorle, lo zucchero, l'uvetta e le 2 farine prima mescolate al lievito; amalgamate tutti gli ingredienti, quindi versate il latte a filo alternandolo al rum e a 50 g di burro fuso. Mescolate energicamente fino a ottenere un impasto morbido e omogeneo e, infine, unite le albicocche lavate e tagliate a spicchi. Foderate uno stampo da crostata di 24 cm di diametro con carta da forno imburrata, versatevi il composto, livellatelo e mettetelo in forno a 200 per circa un'ora. Servite la torta fredda, cosparsa di zucchero a velo. Il vino Moscato giallo amabile Cantina di Termeno Incucina di Tullio Vincenzi Deliziosa torta rustica che a molti ricorda immediatamente le tradizioni della montagna trentina, anche se in questo caso troviamo le profumate albicocche a far compagnia alle carote. La presenza di farina integrale, di mandorle e di uvetta regala sensazioni gustative che sottolineano la frutta secca in un contesto appunto linee più rustiche, addolcite dall'inconfondibile aroma dell'albicocca e rinfrescate dall'umore delle carote. Il vino che accompagneremo sarà delicato e profumato: direi che va benissimo anche un Moscato d'asti tradizionale ma se vogliamo qualcosa di più caratteristico suggerisco un Moscato Giallo Amabile, in questo caso della Cantina di Termeno. E' un vino di accattivante dolcezza e piacevolissima fragranza; l'aromaticità particolare del Moscato giallo lo rende ideale nell'accompagnare le albicocche e per questo lo consiglio. Le uve provengono dalle zone di Termeno e Egna, dove i vigneti si estendono su terreni calcarei ad una altitudine compresa fra i 250 e i 500 metri sul livello del mare nella zona di Termeno, nella cosiddetta bassa atesina, caratterizzata di un clima più caldo rispetto ad altre zone per cui è molto famosa per i vini aromatici e per il Gewurztraminer in particolare. Dopo la vendemmia, l'uva è sottoposta a pressatura soffice immediata, la successiva vinificazione avviene in contenitori d'acciaio a temperatura controllata senza fermentazione malolattica. Il Moscato Giallo è un vino raffinato e aromatico, di colore giallo paglierino con venature dorate. Al naso presenta note di melone, garofano e petali di rosa. Il sapore è dolce, morbido, con una buona sapidità. E' un delizioso compagno per un assaggio goloso. Patrizia Signorini 37

38 Ristoranti di Vittoriano Zanolli Manicaretti e un tuffo in piscina Sand di Romanengo una grande estate Il Sand ha appena compiuto un anno. E stato aperto da quattro amici: Andrea Calci, Alberto Iacono, Alberto Perolini e Daniele Cremonesi. Quattro ragazzi che svolgono un lavoro diverso da quello della ristorazione, che hanno deciso di mettersi in gioco, rilevando questo locale nella zona residenziale di Romanengo, nel Cremasco. Ha un dehors de roi: un ampio giardino con piscina, a bordo della quale si può mangiare d estate in un atmosfera suggestiva. L arredamento interno del locale è chiaro, con mobili decapati bianchi, cesti di vimini trasformati in originali lampadari. In un unica sala, interamente circondata da vetrate, trovano posto sessanta persone. Il Sand è un autentica bomboniera concepita e creata dallo chef campano Davide Lanna che esprime tutta la sua inventiva nei piatti che cucina con meticolosa attenzione ai dettagli, con decori di polveri e spezie varie. La proposta è equamente suddivisa tra pesce e carne. Il menù cambia in media una volta al mese e rispetta la stagionalità dei prodotti. Davide La pagella 38 CUCINA 23/30 CANTINA 20/30 SERVIZIO 15/20 LOCALE 16/20 PREZZO MEDIO 35 euro Lanna utilizza solo materie prime di alta qualità. Al Sand vi serviranno un amuse bouche, un usanza mutuata dai cugini francesi, adottata da molti e generalmente apprezzata. Abbiamo apprezzato un roast-beef a lentissima cottura, accompagnato da una maionese delicata con l aggiunta di panna fresca. Come antipasto abbiamo scelto flan di asparagi con fonduta tiepida e croccante di parmigiano e salmone marinato agli agrumi e pepe rosa, salmerino in carpione profumato alla lavanda e alici marinate. Ed ecco i primi: risotto con taleggio ed erbe fini e tagliolini all'aragosta con filetti di pomodoro e bisque di gamberi rossi. A questo punto non resta che passare direttamente ai dolci: crostata di mascarpone e ricotta con crema inglese e amarene sciroppate e panna cotta con scaglie di cioccolato bianco. Uno champagne Brut 1er Cru Lejeune ha esaltato i sapori di piatti gustosi e originali. La carta vi alletterà con affettato di Beef Iberico, Bullion con Bodega di giardiniera in agrodolce di produzione propria, medaglioni di aragosta e arancia con emulsione shakerata al triple-sec e goccia d Iblea, linguina ai frutti di mare, polipetti, calamari e pomodoro ciliegino; trofie con fiori di zucca e gamberi rossi di Sicilia, sgombro gratinato al pane panko ed erbe fini con pinzimonio di verdure, fritto di calamari e gamberi con misticanza di verdure, gamberoni al forno con timballino di riso Venere pilaf e pomodoro ciliegino candito, tagliata d entrecote di vacca vecchia con scaglie di sale Maldon e pomme nature al burro Alberto Iacono, uno dei quattro soci del Sand, e lo chef Davide Lanna. In alto: alcuni piatti del menu e, a destra, esterno con piscina del locale

39 LA SCHEDA Nome Sand Indirizzo Via XXV Aprile 81/4, Romanengo (Cremona). Tel Caratteristiche Ristorante con bar e piscina Chiusura Lunedì Patron Andrea Calci, Alberto Iacono, Alberto Perolini e Daniele Cremonesi nocciola. I dolci sono una tentazione unica: semifreddo agli amaretti cremaschi con cioccolato caldo fuso, frutta fresca con sifonata di Sand yogurt. gelato alla crema, crème brulée e infine Sand coffee con piccola selezione di pasticceria secca. Il Sand è il locale perfetto per chi vuole consumare un pranzo veloce e leggero per poi riposarsi in piscina o per coloro che trascorrono l intera giornata al sole. E ideale un menù caldo e freddo con proposte che cambiano quotidianamente, come penne mozzarella e melanzane, paella de marisco, fritto di calamari, scamone di agnello al forno, tagliata rucola e grana, insalata mista e patate e una serie di piatti e snack fissi come Sand-wich, panini, taglieri di salumi, salmone affumicato, caprese di bufala, prosciutto e melone e insalate varie. La carta dei vini, curata da Alberto Baietta, conta 50 etichette tra bianchi, rossi, bollicine e vini da dessert. Dal mese di giugno e per tutta l'estate, ogni mercoledì sera, si organizzano serate sotto le stelle con un gustoso menù ad un prezzo contenuto, bevande escluse e accompagnamento musicale. Il Sand è aperto anche come cocktail bar dalle ore 20 all una di notte e la domenica sera dalle 18 alle 23 aperitivo a buffet a bordo piscina. (Provato il 10 luglio 2012) 39

40 Atavola di Riccardo Maruti Scuderie-Caminella Un connubio vincente Al ristorante di Cremona tappa del Touring del Gusto I piatti dello chef Cristian Conti abbinati ai vini orobici Tra i protagonisti in tavola il medagliato Luna Rossa Murri, Tivelli e Gambazzi Alcuni commensali a Le Scuderie per la tappa del Touring del Gusto Da un lato uno dei ristoranti più raffinati di Cremona, Le Scuderie di via Plasio; dall altro l azienda vitivinicola bergamasca Caminella, medaglia di bronzo con il suo Luna Rossa al World Wine Awards 2012 promosso da Decanter; in mezzo, a celebrare un matrimonio di sapori e profumi straordinari, l enogastronomo Osvaldo Murri. Per una serata nuovo appuntamento del Touring del Gusto organizzato dallo stesso Murri dalle sensazioni vellutate. Perché è una cucina soffice, nella sua complessità, quella di Cristian Conti, chef del locale cremonese, premiato lo scorso anno dagli esperti del settimanale Più nell ambito della presentazione della Guida Ristoranti La ricerca dell armonia tra gli ingredienti passa per strade inedite: nei piatti de Le Scuderie non c è mai nulla di scontato. E il piacere gustativo è il risultato di intuizioni sorprendenti: la filosofia di patron Sebastiano Gambazzi è interpretata con classe e passione smisurata da chef Conti e dal mago del dessert Marco Buzzetti. Allo stesso modo i prodotti di Caminella realtà della Valcalepio, a Cenate Sotto, condotta dal giovane e intraprendente responsabile aziendale Matteo Tivelli sanno lasciare a bocca aperta per l ampiezza di un bouquet olfattivo sempre originale e dalla fortissima personalità. Per questo le nozze tra Le Scuderie e Caminella sono perfettamente riuscite. Per la tappa del Touring del Gusto lo staff de Le Scuderie ha scelto parmigiana di 40

41 La presentazione del trancio di branzino del mediterraneo con porcini e crosta di patate su crema di topinambur melanzane e zucchine con mozzarella vaccina e pesto di basilico (abbinata a Ripa di Luna, brut spumante metodo classico), conchiglie con cipolla di tropea al forno, radicchio trevigiano e guanciale affumicato (in abbinamento con Luna Rossa, blend italiano Doc 2008), trancio di branzino del mediterraneo con porcini e crosta di patate su crema di topinambur (in accoppiata Osvaldo Murri, Cristian Conti, Marco Buzzetti, Matteo Tivelli e Sebastiano Gambazzi nelle cucine del ristorante Le Scuderie con Verde Luna, Chardonnay Doc 2010), semifreddo allo zabaione con crema alla vaniglia e cannolo di mousse di cioccolato (insieme Goccio di Sole, Moscato di Scanzo Doc 2010). I commensali presenti alla cena hanno votato il miglior connubio piatto/vino, decretando il successo delle conchiglie rigate del gourmet con il Luna Rossa. Sicuri protagonisti della finale del Touring del Gusto che Murri ha già calendarizzato per il Merita un adeguata sottolineatura la presenza sulle tavole de Le Scuderie del pregiatissimo Luna Rossa, ribattezzato l Amarone della Valcalepio, non a caso finito sul podio delle eccellenze enologiche internazionali. Caminella è una piccola azienda (45mila bottiglie prodotte) che ha saputo raggiungere livelli qualitativi eccezionali: per questo i 200 commissari di Decanter hanno assegnato a Luna Rossa la medaglia di bronzo assoluta. Ottenuto con 40% di Cabernet Sauvignon, 55% di Merlot e 5% di Pinot Nero e affinato prima per mesi in piccole botti di rovere e poi per 6 mesi in bottiglia, Luna Rossa ha un sapore pieno e fruttato, dalla consistenza setosa, perdurante in bocca con gusti complessi di ciliegia, lampone, mora e con una leggera nota speziata nel finale. BAR - PIZZERIA - TRATTORIA GIOVEDÌ 26 LUGLIO Cena in Piazza a cura dei bar e dei ristoranti di San Bassano (è gradita la prenotazione) G I A R D N O VENERDÌ 27 GAME 4LIVE I P.zza Europa, 2 - San Bassano (CR) Tel

42 Atavola di Tullio Vincenzi Guida al vino Valcalepio Ristoranti, negozi ed enoteche la prima Guida Enoturistica di Bergamo e Provincia promossa e curata dal Consorzio Tutela E pronta Valcalepio. Valcalepio e il vino di Bergamo ma soprattutto dei bergamaschi: 238, infatti, i ristoranti, 17 le enoteche e 25 le aziende vitivinicole che sono entrati di diritto a far parte di questa Guida del Territorio. Per accedere alla Guida Enoturistica ai ristoratori era richiesto di offrire in carta ai propri clienti almeno 3 etichette di vino del territorio di aziende aderenti al Consorzio Tutela Valcalepio; il numero di etichette saliva a 5 per le enoteche. Non solo nella maggioranza dei casi a Bergamo e in provincia il Valcalepio è presente in carta con più di una referenza, ma vengono premiati con una menzione speciale i 9 ristoranti che offrono in carta più di 10 referenze di Valcalepio prodotto da aziende socie del Consorzio. Messaggeri di questa iniziativa sono stati proprio i produttori del Consorzio, un mondo di ambasciatori del territorio e dei suoi prodotti. Il Valcalepio in primis è sottovalutato e dimenticato da molti. Questa edizione si propone di essere la prima di una serie: vorremmo allargare l'area anche fuori dalla nostra provincia, in previsione di Expo Una pubblicazione come questa potrebbe rivelarsi un utilissimo strumento di divulgazione per i turisti e per tutti coloro che raggiungeranno l'italia e Bergamo in occasione di quest appuntamento internazionale. Notizie di fondamentale importanza per l enoturista saranno quindi quelle legate alle produzioni tipiche del territorio e ai luoghi in cui poter provare e sperimentare tali gioielli. La Guida Enoturistica di Bergamo e Provincia si distacca dalle classiche guide dei ristoranti. L obiettivo è quello di informare il consumatore di quali sono i locali, dislocati in città e provincia, che offrono il vino del territorio ai proprio ospiti: ecco perché ci sono informazioni relative agli orari di apertura, ai turni di chiusura, alle ferie, alle disponibilità di posti (interni ed esterni) e i contatti. La guida, edita in lingua italiana e inglese, sarà distribuita in forma gratuita presso gli Iat di Bergamo e Provincia, all'aeroporto Caravaggio di Orio al Serio, presso i ristoranti e le enoteche aderenti e nelle aziende del circuito ospitalità. E stato ideato anche il Circuito Ospitalità, un portale disponibile on line sul sito del consorzio (www.valcalepio.org), contenente le informazioni relative alle 24 aziende del Consorzio Tutela Valcalepio che offrono al pubblico visite guidate, tour e degustazioni presso le loro cantine. Un concetto di ospitalità che comprende tutta una serie di servizi e opportunità offerte al turista e all'appassionato di entrare in contatto con la realtà produttiva del Valcalepio, il vino di Bergamo e dei Bergamaschi. L obiettivo è quello di raggiungere un numero di persone, locali e turisti, il più ampio possibile perché sappiano dove è possibile degustare i vini del territorio. Via Libertà, 31 - Piadena Tel PER LA VOSTRA SALUTE: INALAZIONI CON ACQUE TERMALI PRODOTTI VETERINARI E ZOOTECNICI - 42

43 Brodetto Al Festival di Fano (7-9 settembre) una versione ammorbidita per i più piccoli. Un evento unico anche per i bimbi Nato come piatto alla portata dei pescatori che rimanevano per giorni in mare e diventato una specialità dei migliori chef d Italia, il brodetto alla fanese diventerà la merenda dei piccoli visitatori del Festival Internazionale del Brodetto e delle Zuppe di Pesce. La manifestazione, organizzata da Confesercenti Pesaro e Urbino, in programma dal 7 al 9 settembre a Fano (Pesaro e Urbino, Marche), zona Lido, presenterà una novità culinaria per bambini in occasione della sua decima edizione. A preparare la ricetta sarà Corrado Piccinetti, direttore del Laboratorio di Biologia Marina e Pesca di dell Università di Bologna in Fano. «Far apprezzare il pesce ai più piccoli è sempre stato un problema spiega Piccinetti. Con la Merenda di Brodetto cercheremo di proporre un piatto nutriente e in grado di accontentare i palati speciali dei bambini». Niente hamburger artificiosi, né polpette dove il gusto si disperde e soprattutto largo alle spine, fobia per molti piccini. «Quello che stiamo perfezionando in questi giorni aggiunge Piccinetti e che sottoporremo, durante il Festival, con un appuntamento gustoso e didattico, sarà un brodetto alla fanese rivisitato. Toglieremo i pesci con le lische come le tracine e aggiungeremo gamberi sgusciati, cozze e vongole senza guscio, seppie e filetti di squaletto e rana pescatrice. Ridurremo poi la quantità della conserva di pomodoro, caratteristica del piatto fanese, elimineremo pepe e peperoncino per dare al piatto un sapore più morbido e aggiungeremo del pane da inzuppare. Il risultato sarà un piatto comodo, che bambini e adulti potranno assaporare con gioia e semplicità, con un unica accortezza: non esagerare nelle porzioni, senza lische il pesce si mangia più velocemente». La preparazione avverrà utilizzando ingredienti appena pescati: «E importante che i bambini comprendano il valore del pesce fresco e, durante la merenda di brodetto, cercheremo di spiegarlo sia a loro, sia ai genitori» ha La preparazione del brodetto. Il Festival è dal 7 al 9 settembre aggiunto il direttore del Laboratorio di Biologia Marina. Il Festival internazionale del brodetto e delle zuppe di pesce si svolge dal 7 al 9 settembre a Fano. Sono in programma cooking show con i migliori chef nazionali e stranieri, diretta radiofonica della trasmissione Decanter di Radiodue, stand con i ristoratori di pesce locali, brodetto a prezzo convenzionato, musica, degustazioni, presentazioni di libri, dibattiti. INFO: ATTIVITA' OMEOPATIA - ERBORISTERIA DERMOCOSMESI MACROBIOTICA PRIMA INFANZIA ANALISI LABORATORIO SANITARIA - VETERINARIA ORARI: dalle 8,30 alle 12,30 e dalle 15,30 alle 19,30 LA NOSTRA FARMACIA Questa farmacia mette a disposizione la propria consulenza e professionalità ed è in grado di offrire i seguenti servizi: - qualsiasi tipo di farmaco - reperibilità in tempi brevissimi di farmaci eventualmente mancanti - consulenza sull'uso corretto del farmaco e su tutti i prodotti trattati in farmacia - indicazione sui farmaci da consiglio, senza obbligo di ricetta, più efficaci per il disturbo e più economici - qualsiasi informazione su qualsiasi farmaco in tempo reale - consegne a domicilio gratuite per tutti i pazienti di zona - presenza costante dei farmacisti pronti ad ogni consiglio - collaborazione con A.S.L. per pazienti in terapia domiciliare e per un più rapido servizio ai cittadini - collaborazione con il volontariato locale per trasporto ed assistenza pazienti - disponibilità al dialogo ed all'ascolto nella massima riservatezza e professionalità NUOVO SERVIZIO PER LA TUA SALUTE AUTOTEST PER LA MISURAZIONE DEL METABOLISMO BASALE 43

44 Salute di Luca Puerari Metti in valigia la prevenzione La salute non va in vacanza In questo periodo si viaggia con maggior frequenza Vaccinazioni e profilassi per evitare di andare incontro a spiacevoli inconvenienti o, peggio ancora, malattie La salute non va in vacanza e, prima di partire, sarebbe bene mettere in valigia tanto buon senso e considerare non solo a parole la prevenzione come un obbligo. Proprio per queste ragioni, per evitare di andare incontro a In questa stagione arriva puntuale il vademecum di consigli per preparare una piccola farmacia viaggiante con tutto l occorrente per non rovinarsi le vacanze. Non dimenticare di portarsi una pomata antibiotica per le ferite e una antistaminica contro le punture d insetto. Ed è sempre utile avere anche una pomata contro i traumi, ma nella scelta è bene farsi consigliare dal farmacista perché potrebbe scatenare effetti di fotosensibilità. Tenere a spiacevoli inconvenienti o, peggio ancora, brutte malattie, è necessario informarsi su tutte le profilassi da eseguire prima del viaggio, sui farmaci da portare con sé e su alimenti e bevande che sarebbe bene evitare, soprattutto quando si intendono esplorare zone esotiche e Paesi sottosviluppati. L estate è un opportunità di conoscere altri luoghi, realtà, culture. Ma è bene che tutto ciò avvenga nella sicurezza della propria salute e che il viaggio non lasci nessun danno nel nostro corpo Ecco la farmacia da viaggio portata di mano cerotti, garze e fazzolettini monouso imbevuti di disinfettante. E un antistaminico orale per le reazioni allergiche. E poi il paracetamolo per combattere febbre, cefalee e dolori e l acido acetilsaliciclico che agisce come vasodilatatore in caso di colpi di calore o cefalee da altitudine. Contro la diarrea del viaggiatore il consiglio è di non bere acqua di rubinetto e di prediligere quelle sigillate in bottiglia. e nella nostra psiche. I bambini. La salute dei bambini in viaggio va curata attraverso alcuni semplici comportamenti: prevenzione, vaccinazioni e chemioprofilassi. Un mese e mezzo prima di un viaggio medio-lungo, la famiglia deve rivolgersi al pediatra che, in base alla destinazione, può capire se ci sono indicazioni o controindicazioni da fornirle. Anche le vaccinazioni e la chemioprofilassi sono irrinunciabili in molti Paesi a rischio contagio di malattie infettive che noi non abbiamo, come ad esempio l Epatite A, la febbre gialla o la malaria, per le quali non esiste un vaccino e bisogna iniziare l assunzione di farmaci specifici 3-4 settimane prima della partenza. Per la profilassi comportamentale è fondamentale fare attenzione all acqua che si beve, spesso responsabile di problemi di dissenteria e controllare il cibo, preferendo alimenti cotti, sigillati, non cucinati sul posto. Gli anziani. Quando persone di una certa età sono in fase di partenza è consigliabile una visita geriatrica per stilare un programma preventivo personalizzato un mese prima. Se per esempio il paziente sta seguendo una terapia antipertensiva a base di diuretici oppure deve fare una vacanza in montagna ad alta quota, il consiglio è avere una scorta d acqua di 2 litri o 3 se il posto è particolarmente caldo, nell arco delle 24 ore. 44

45 Trasmissione di funghi, infezioni e malattie della pelle. Peggioramento degli stati infiammatori, indolenzimento, prurito, scottature e dermatiti solari. Peggioramento di patologie ossee, articolari e muscolari. Questi i rischi dei massaggi offerti in spiaggia o a bordo piscina da massaggiatori abusivi o da finti fisioterapisti. L abusivismo infatti dilaga anche fra i fisioterapisti e in Italia 100mila sono abusivi, 50mila invece quelli laureati e qualificati. Lo denuncia l Associazione italiana fisioterapisti (Aifi). Il suo presidente, Antonio Bortone, dispensa 5 consigli fondamentali per evitare di rovinarsi le vacanze. ❶ Evitare massaggi improvvisati e low-cost perchè contravvengono alle regole igieniche basilari. L uso di gel igienizzanti non basta, si mescolano a grasso, sudore e impurità e, di schiena in schiena, trasmettono le stesse micosi che si prendono camminando scalzi su battigia o bordo piscina. ❷ I massaggiatori usano Un massaggio sbagliato può rovinarti l estate Sulle spiagge è alto il rischio abusivi, allarme dei fisioterapisti gel/oli/creme/pomate per favorire lo scorrimento delle mani sulla pelle. Tali sostanze sono sovente causa di reazioni allergiche e dermatiti scatenate dai raggi solari. ❸ Per i massaggi benessere o tonificanti meglio rivolgersi ai centri estetici o beauty farm che rispettano le norme igieniche. ❹ In presenza di dolori osteo-articolari e muscolari rivolgersi ad un fisioterapista in possesso di titolo di laurea italiano o estero riconosciuto dal Ministero della Salute. Ricordarsi di portare in vacanza la documentazione clinica di patologie esistenti da mostrare allo specialista prima del massaggio. ❺ Chiedere sempre il rilascio della ricevuta fiscale. Per combattere l abusivismo imperante l Aifi ha anche programmato, dal 10 al 14 settembre prossimi, la settimana di sensibilizzazione Giù le mani. Una campagna nazionale per sensibilizzare i cittadini e informare pazienti e operatori sui rischi che si corrono e le garanzie fornite invece dai fisioterapisti qualificati. STUDIO DENTISTICO DR SAVERIO FERRARI PARABITA BRESCIA. Via Milano, 2 SERVIZIO DI QUALITÀ A PREZZI SOSTENIBILI IN MODERNA STRUTTURA ODONTOIATRICA Esempio prezzi all inclusive SBIANCAMENTO LAMPADA BEYOND + IGIENE 350 IMPIANTO ENDOSSEO DA 400 CORONA PROTESICA ESTETICA DA 350 PROTESI MOBILE O SCHELETRICA DA ARCATA FISSA ESTETICA SU IMPIANTI DA Certificazione e garanzia scritta - Importo finanziabile Prenota la tua visita: Informazione sanitaria ai sensi Legge 248 (Legge Bersani del ) Legge 4 agosto 2006 n. 248, e in particolare l articolo 2, comma 1, lett. b), che testualmente sancisce: Sono abrogate le disposizioni legislative e regolamentari che prevedono con riferimento alle attività libero professionali e intellettuali il divieto, anche parziale, di svolgere pubblicità informativa circa i titoli e le specializzazioni professionali, le caratteristiche del servizio offerto nonché il prezzo e i costi complessivi delle prestazioni secondo criteri di trasparenza e veridicità del messaggio il cui rispetto è verificato dall Ordine ; Per la pubblicità in questa rubrica: Largo P.Sarpi, 19 Cremona

46 AUT. PUBBLICITÀ SANITARIA N. 12 (PROT. N /04) Legge 4 agosto 2006 n. 248, e in particolare l articolo 2, comma 1, lett. b), della legge 4 agosto 2006, n. 248 che testualmente sancisce: Sono abrogate le disposizioni legislative e regolamentari che prevedono con riferimento alle attività libero professionali e intellettuali il divieto,anche parziale,di svolgere pubblicità informativa circa i titoli e le specializzazioni professionali,le caratteristiche del servizio offerto nonché il prezzo e i costi complessivi delle prestazioni secondo criteri di trasparenza e veridicità del messaggio il cui rispetto è verificato dall Ordine ; Per la pubblicità in questa rubrica: PubliA - Via Cavour, 53 - Crema - Tel

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

Lucio Battisti - E penso a te

Lucio Battisti - E penso a te Lucio Battisti - E penso a te Contenuti: lessico, tempo presente indicativo. Livello QCER: A2/ B1 (consolidamento presente indicativo) Tempo: 1h, 10' Sicuramente il periodo degli anni Settanta è per l'italia

Dettagli

LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA

LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA Edizione Nr. 3 uscita di giugno 2014 All interno trovi Curiosità Racconti personali Tante fotografie Le nostre attività Informazioni ed eventi E tanto altro Via Casentinese,73/f

Dettagli

Livello CILS A1 Modulo adolescenti

Livello CILS A1 Modulo adolescenti Livello CILS A1 Modulo adolescenti MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

stelle, perle e mistero

stelle, perle e mistero C A P I T O L O 01 In questo capitolo si parla di un piccolo paese sul mare. Elenca una serie di parole che hanno relazione con il mare. Elencate una serie di parole che hanno relazione con il mare. Poi,

Dettagli

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché?

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? unità 8: una casa nuova lezione 15: cercare casa 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? palazzo attico 1. Guarda la fotografia e leggi la descrizione. Questa è

Dettagli

Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Adolescenti. Università per Stranieri di Siena.

Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Adolescenti. Università per Stranieri di Siena. per Stranieri di Siena Centro CILS : Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Dicembre 2009 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi o messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo.

Dettagli

E ora inventiamo una vita.

E ora inventiamo una vita. E ora inventiamo una vita. - Venga Cristina, facciamo due chiacchiere. Il ragioniere dell'ufficio personale si accomoda e con un respiro inizia il suo discorso. Lei sa vero che ha maturato l'età per il

Dettagli

PROVA UNICA DI AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA MAGISTRALE IN MEDICINA E CHIRURGIA E IN ODONTOIATRIA E PROTESI DENTARIA. Anno Accademico 2013/2014

PROVA UNICA DI AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA MAGISTRALE IN MEDICINA E CHIRURGIA E IN ODONTOIATRIA E PROTESI DENTARIA. Anno Accademico 2013/2014 PROVA UNICA DI AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA MAGISTRALE IN MEDICINA E CHIRURGIA E IN ODONTOIATRIA E PROTESI DENTARIA Anno Accademico 2013/2014 La risposta esatta è la A. La risposta esatta è la C. TRATTO

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) 23 febbraio 2014 penultima dopo l Epifania h. 18.00-11.30 (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) Celebriamo la Messa vigiliare

Dettagli

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci CAPITOLO 1 La donna della mia vita Oggi a un matrimonio ho conosciuto una donna fantastica, speciale. Vive a Palermo, ma appena se ne sente la cadenza, adora gli animali, cani e cavalli soprattutto, ma

Dettagli

Mafia, amore & polizia

Mafia, amore & polizia 20 Mafia, amore & polizia -Ah sì, ora ricordo... Lei è la signorina... -Francesca Affatato. -Sì... Sì... Francesca Affatato... Certo... Mi ricordo... Lei è italiana, non è vero? -No, mio padre è italiano.

Dettagli

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza presentazione a cura di Fondazione di Piacenza e Vigevano Dopo 26 anni dall apertura del Teatro San Matteo, Teatro Gioco Vita

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

BASKET: UNA SCUOLA DI VITA

BASKET: UNA SCUOLA DI VITA BASKET: UNA SCUOLA DI VITA Un incontro speciale con il mondo della pallacanestro Lunedì 7 aprile 2014, le classi terze hanno incontrato il giocatore Jacopo Balanzoni della squadra della pallacanestro Cimberio

Dettagli

SCHEDA PROFILO ARTISTICO

SCHEDA PROFILO ARTISTICO SCHEDA PROFILO ARTISTICO Ermanno Franchini nato a Salò ( BS ) il 14/10/1958 residente a Toscolano Maderno in via Paolo Veronese, 32 Tel. 0365-548482 Cell. 349-8133604 E.mail : ermanno.franchini@libero.it

Dettagli

La Veneziana Nuoto vince la Coppa Cantù. Giancarlo Paulon primatista italiano 400 s.l. categoria ragazzi

La Veneziana Nuoto vince la Coppa Cantù. Giancarlo Paulon primatista italiano 400 s.l. categoria ragazzi CURRICULUM SPORTIVO di Giancarlo Paulon Nato a Venezia il 14/05/1928 Residente: Dorsoduro 2359 30123 Venezia Tel. 041 72 23 52 Cell. 340 38 12 734 Mail: giancarlo.paulon@gmail.com Nella foto: Paulon dopo

Dettagli

Susanna Beretta, And the champion. Fino a pochi anni fa, sui diversi podi delle. » Uno stiletto d argento. Eventi / Nailympics Londra

Susanna Beretta, And the champion. Fino a pochi anni fa, sui diversi podi delle. » Uno stiletto d argento. Eventi / Nailympics Londra Eventi / Nailympics Londra a cura della redazione foto: Trebosi Susanna And the champion Beretta is...» Uno stiletto d argento Susanna Beretta, 23 anni a gennaio, Nail Technician Trebosi, ha vinto la medaglia

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A2 Bambini. Università per Stranieri di Siena.

Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A2 Bambini. Università per Stranieri di Siena. per Stranieri di Siena Centro CILS : Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE

Dettagli

ITALIANO: corso multimediale d'italiano Per stranieri. Percorso

ITALIANO: corso multimediale d'italiano Per stranieri. Percorso unità 7 - quattro chiacchiere con gli amici lezione 13: un tè in compagnia 64-66 lezione 14: al telefono 67-69 vita italiana 70 approfondimenti 71 unità 8 - una casa nuova lezione 15: cercare casa 72-74

Dettagli

Maria ha mandato una lettera a sua madre.

Maria ha mandato una lettera a sua madre. GRAMMATICA LE PREPOSIZIONI Osservate: Carlo ha regalato un mazzo di fiori a Maria per il suo compleanno. Vivo a Roma. La lezione inizia alle 9:00. Sono ritornata a casa alle 22:00. Ho comprato una macchina

Dettagli

pubblicitario del film che proprio a Torino ha raccolto immensi pareri favorevoli uno tra i tanti quello di Vittorio Sgarbi - è stato realizzato

pubblicitario del film che proprio a Torino ha raccolto immensi pareri favorevoli uno tra i tanti quello di Vittorio Sgarbi - è stato realizzato 3 giugno 2013 AI GIOCHI DEL MARE IL VIDEO DI GIULIA MONTERA Praia a Mare (CS) Giulia è figlia della nostra terra. E con lei, lo sono tutti quelli che nella speranza trovano un motivo per alleviare le pieghe

Dettagli

LA BALLERINA. Chiara Boscolo IIIA

LA BALLERINA. Chiara Boscolo IIIA Sulle ali del tempo, sorvolo il vento. Viaggio per conoscere i luoghi del mondo. Il sentiero è la scia dell arcobaleno. Nei miei ricordi il verde della foresta, il giallo del sole, l azzurro ed il blu

Dettagli

C.N. POSILLIPO Mercoledì, 03 giugno 2015

C.N. POSILLIPO Mercoledì, 03 giugno 2015 Mercoledì, 03 giugno 2015 Mercoledì, 03 giugno 2015 03/06/2015 La Gazzetta dello Sport Pagina 35 I 26 convocati Baldini tira solo in squadra 1 03/06/2015 La Repubblica (ed. Napoli) Pagina 17 MARCO CAIAZZO

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Giugno 2013 Livello: A2

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Giugno 2013 Livello: A2 per Stranieri di Siena Centro CILS : Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi. Sono brevi dialoghi o annunci. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO ENGLISH FRANCAIS ITALIANO 1 ITALIAN L idea L idea nasce in seno al segretariato del Consiglio delle Conferenze Episcopali d Europa (CCEE). All indomani dell elezione di Papa Francesco, del Papa venuto

Dettagli

5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 1

5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 1 5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 1 Giugno 2010 5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 2 5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010

Dettagli

UNA GIORNATA DI SPORT E INCLUSIONE

UNA GIORNATA DI SPORT E INCLUSIONE 16 maggio 2015 Milano, Arena Civica RECORD FOR ALL UNA GIORNATA DI SPORT E INCLUSIONE RASSEGNA STAMPA COMUNICAZIONE comunicazione@labilita.org Associazione l abilità Onlus Via Pastrengo 16/18 20159 Milano

Dettagli

www.girohandbike.it flickr 17/02/2015 PRESENTAZIONE 6^ edizione GIRO D ITALIA DI HANDBIKE 1^ edizione PARACYCLING ITALIAN TOUR

www.girohandbike.it flickr 17/02/2015 PRESENTAZIONE 6^ edizione GIRO D ITALIA DI HANDBIKE 1^ edizione PARACYCLING ITALIAN TOUR www.girohandbike.it flickr PRESENTAZIONE 17/02/2015 6^ edizione GIRO D ITALIA DI HANDBIKE 1^ edizione PARACYCLING ITALIAN TOUR SBOCCIA IL MERAVIGLIOSO CONNUBIO TRA LA 6^ EDIZIONE DEL GIRO D ITALIA DI HANDBIKE

Dettagli

Livello CILS A1. Test di ascolto

Livello CILS A1. Test di ascolto Livello CILS A1 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Il medico di Welby condanato o assolto? Lo decidono gli studenti-giudici

Il medico di Welby condanato o assolto? Lo decidono gli studenti-giudici NAPOLI ALL'UNIVERSITÀ SUOR ORSOLA BENINCASA L'INIZIATIVA «I GRANDI PROCESSI» Il medico di Welby condanato o assolto? Lo decidono gli studenti-giudici Al termine di un finto processo quindici ragazzi assolveranno

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

Maurizio Albanese DONARE È AMARE!

Maurizio Albanese DONARE È AMARE! Donare è amare! Maurizio Albanese DONARE È AMARE! raccolta di poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Maurizio Albanese Tutti i diritti riservati Ai miei genitori Santo e Maria L associazione Angeli

Dettagli

TEST LIVELLO B1 QCE COMPRENSIONE ORALE DETTATO ASCOLTA IL DIALOGO E POI SCEGLI LA RISPOSTA.

TEST LIVELLO B1 QCE COMPRENSIONE ORALE DETTATO ASCOLTA IL DIALOGO E POI SCEGLI LA RISPOSTA. TEST LIVELLO B1 QCE NOME COGNOME. CLASSE.. DATA.. COMPRENSIONE ORALE DETTATO. ASCOLTA IL DIALOGO E POI SCEGLI LA RISPOSTA. 1.. Fabio e Barbara si incontrano A) alla stazione di Pisa. B) all aeroporto di

Dettagli

Mettere l articolo determinativo e l articolo indeterminativo.

Mettere l articolo determinativo e l articolo indeterminativo. Mettere l articolo determinativo e l articolo indeterminativo. 1. stadio 2. ristorante 3. cinema 4. stazione 5. biblioteca 6. monumento 7. palazzo 8. fiume 9. _ catena di montagne 10. isola 11. casa 12.

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

Nuovo CostaClub: più prezioso che mai

Nuovo CostaClub: più prezioso che mai Nuovo Costa: più prezioso che mai Il vostro sogno diventa realtà Carissimi Soci, il Costa dei vostri sogni sta per diventare realtà. Nasce dai vostri desideri, che abbiamo ascoltato direttamente con l

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

La vita dei numeri ultimi

La vita dei numeri ultimi La vita dei numeri ultimi Orazio La Boccetta LA VITA DEI NUMERI ULTIMI racconto Dedicato a tutta la mia famiglia e i miei migliori amici a Pietro soprattutto ed in particolare a mio padre Andrea e mia

Dettagli

Gli alunni della classe 3I hanno rielaborato i contenuti del film rispondendo alle domande guida con un LAVORO DI GRUPPO. Ecco le loro produzioni:

Gli alunni della classe 3I hanno rielaborato i contenuti del film rispondendo alle domande guida con un LAVORO DI GRUPPO. Ecco le loro produzioni: Gli alunni della classe 3I hanno rielaborato i contenuti del film rispondendo alle domande guida con un LAVORO DI GRUPPO. Ecco le loro produzioni: Il film ci è piaciuto molto perché è riuscito a raccontare

Dettagli

Milano, 8 aprile 2015

Milano, 8 aprile 2015 SABATO 27 GIUGNO 2015 - ARENA CIVICA DI MILANO GIOCHI SENZA BARRIERE, ENERGIA PER LA VITA UN GRANDE EVENTO FUORI EXPO NATO DALLA SPLENDIDA ESPERIENZA DI BEBE VIO OTTO SQUADRE SI SFIDANO NELLO SPIRITO PARALIMPICO

Dettagli

CATEGORIA: POESIA. BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica. Social day 5 aprile 2014

CATEGORIA: POESIA. BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica. Social day 5 aprile 2014 CATEGORIA: POESIA BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica Social day 5 aprile 2014 Saluta il pony e l' asinello prendi la forca ed il rastrello corri a lavorare, è ora di guadagnare!!

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION ITALIAN 2 UNIT Z LISTENING SKILLS TRANSCRIPT

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION ITALIAN 2 UNIT Z LISTENING SKILLS TRANSCRIPT N E W S O U T H W A L E S HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION 1998 ITALIAN 2 UNIT Z LISTENING SKILLS TRANSCRIPT 2 ITEM 1 PAOLO PAOLO Ieri ho avuto una bella sorpresa; ho ricevuto una lettera da Paolo.

Dettagli

www.caosfera.it creativitoria 100% MADE IN ITALY

www.caosfera.it creativitoria 100% MADE IN ITALY caosfera www.caosfera.it creativitoria 100% MADE IN ITALY Angela Grazioso Una corsa in bicicletta Essenza Angela Grazioso Una corsa in bicicletta ISBN 978-88-6628-203-7 copyright 2013 Caosfera Edizioni

Dettagli

CAP I. Note. Parte prima KATE

CAP I. Note. Parte prima KATE 7 Parte prima KATE CAP I - Mi chiamo Kate Maxwell. Nell ufficio dell investigatore Antonio Esposito sono le nove e mezza di una fredda mattina d ottobre. La donna è venuta senza appuntamento. Ha circa

Dettagli

PROGETTO MEC 2016. SOLSTIZIO 18 Giugno 2016

PROGETTO MEC 2016. SOLSTIZIO 18 Giugno 2016 Tema dell evento Ricreare una spiaggia sul lungo Po EUROPA e far rivivere le estati cremonesi proprio come si faceva in passato. Il tutto rivisitato in chiave moderna dalla CDG. Scopo del Progetto Abbattere

Dettagli

Follow us on. Ciccio Pasticcio. pepita.it

Follow us on. Ciccio Pasticcio. pepita.it Follow us on Ciccio Pasticcio pepita.it Ciao, sono Ciccio Pasticcio! Forse ci siamo incontrati già da qualche parte, per cinque anni ho girato tutta l'italia per far divertire i bambini negli spettacoli

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Dettato. DEVI SCRIVERE IL TESTO NEL FOGLIO DELL ASCOLTO PROVA N.1 - DETTATO. 2 Ascolto Prova n. 2 Ascolta il testo: è un dialogo tra due ragazzi

Dettagli

2.Cos è il nuoto sincronizzato...4-3. Penalità... 7-8. 4.Conclusione... 9

2.Cos è il nuoto sincronizzato...4-3. Penalità... 7-8. 4.Conclusione... 9 1.Introduzione... 2.Cos è il nuoto sincronizzato...4-3. Penalità... 7-8 4.Conclusione... 9 Elisa Boffi 2009/2010 Opzione Storia 2 1) Introduzione In questo lavoro parlerò del mio sport, il nuoto sincronizzato.

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

PRESENTAZIONE. Federazione Italiana Canottaggio

PRESENTAZIONE. Federazione Italiana Canottaggio PRESENTAZIONE Federazione Italiana Canottaggio PRESENTAZIONE La Federazione Italiana Canottaggio (FIC) vanta una consolidata tradizione di successi agonistici confermata nel tempo da numerose medaglie

Dettagli

PER LO SPORT, IL MIGLIOR ANTIDOTO ALLE DIFFICOLTÀ DEI NOSTRI TEMPI

PER LO SPORT, IL MIGLIOR ANTIDOTO ALLE DIFFICOLTÀ DEI NOSTRI TEMPI FIP Informa Newsletter a cura del Comitato Regionale Emilia-Romagna - luglio 2012 Comitato Regionale Emilia-Romagna L'AMORE PER LO SPORT, IL MIGLIOR ANTIDOTO ALLE DIFFICOLTÀ DEI NOSTRI TEMPI di Giancarlo

Dettagli

LA CLASSE IV D ALLA PINACOTECA DI BRERA

LA CLASSE IV D ALLA PINACOTECA DI BRERA LA CLASSE IV D ALLA PINACOTECA DI BRERA ANNO SCOLASTICO 2011/ 12 UNA GIORNATA A BRERA Venerdì 17 febbraio sono andato con la mia classe e la IV E a Brera. Quando siamo arrivati le guide ci hanno diviso

Dettagli

La spiaggia di fiori

La spiaggia di fiori 37 La spiaggia di fiori U na nuova alba stava nascendo e qualcosa di nuovo anche in me. Remai per un po in direzione di quella luce all orizzonte, fino a che l oceano di acqua iniziò pian piano a ritirarsi

Dettagli

RITORNO ALLA CAVA. LA SI (per 3 volte) LA2 SIb7 LA2

RITORNO ALLA CAVA. LA SI (per 3 volte) LA2 SIb7 LA2 Volto che sfugge, nebbia di idee, 9 tu sei solo una grossa bugia! SIb7+ Ti dicono tutti che hai dei talenti, LA9 in fondo ci speri che così sia! RITORNO ALLA CAVA RAP Questo è il mio mondo, qui sono il

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

Swimmy intervista Adriana Angeli

Swimmy intervista Adriana Angeli Swimmy intervista Adriana Angeli Swimmy: Dopo tanto Nuoto finalmente ho l onore di intervistare un giudice del Nuoto di Fondo e cosa c è di meglio che cominciare dal Designatore? Ciao Adriana Adriana:

Dettagli

GRAND PRIX FIE FIORETTO MASCHILE E FEMMINILE TROFEO INALPI

GRAND PRIX FIE FIORETTO MASCHILE E FEMMINILE TROFEO INALPI GRAND PRIX FIE FIORETTO MASCHILE E FEMMINILE TROFEO INALPI 27-28 - 29 novembre 2015 Torino La grande scherma internazionale torna sotto la Mole per il GRAND PRIX FIE TROFEO INALPI di fioretto maschile

Dettagli

LIVELLO A2 LAAS SISTEMA DI VALUTAZIONE DI CONOSCENZA DELLE LINGUE ESAMI DI LINGUA ITALIANA MAGGIO 2008. Certificazione riconosciuta dall ICC

LIVELLO A2 LAAS SISTEMA DI VALUTAZIONE DI CONOSCENZA DELLE LINGUE ESAMI DI LINGUA ITALIANA MAGGIO 2008. Certificazione riconosciuta dall ICC Nome:... Cognome:... ESAMI DI LINGUA ITALIANA LAAS SISTEMA DI VALUTAZIONE DI CONOSCENZA DELLE LINGUE LIVELLO A2 Certificazione riconosciuta dall ICC ISTRUZIONI MAGGIO 2008 Scrivi il tuo nome e cognome

Dettagli

Narrativa Aracne 140

Narrativa Aracne 140 Narrativa Aracne 140 Monica Blesi Un imprevedibile estate Si consiglia ai teenager e ai loro genitori Copyright MMX ARACNE editrice S.r.l. www.aracneeditrice.it info@aracneeditrice.it via Raffaele Garofalo,

Dettagli

LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA

LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA Edizione Nr. 5 uscita del 13 febbraio 2015 All interno trovi Curiosità Racconti personali Tante fotografie Le nostre attività Informazioni ed eventi E tanto altro Via

Dettagli

1. Queste mele sono. a. buonissime b. meno buonissime c. più buonissime. 2. La sua auto è mia. a. nuovissima b. più nuova della c.

1. Queste mele sono. a. buonissime b. meno buonissime c. più buonissime. 2. La sua auto è mia. a. nuovissima b. più nuova della c. QUARTA MEDIA RIPASSO DI GRAMMATICA / LESSICO E FUNZIONI SCEGLI LA FORMA CORRETTA. 1. (a) Quello uomo (b) Quell'uomo (c) quel uomo è stato un famoso atleta. 2. Il mio ufficio è vicino (a) alla stazione

Dettagli

Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia

Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia I COLORI Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia I colori sono tanti almeno cento: marrone come il legno, bianco come la nebbia, rosso come il sangue,

Dettagli

PRESENTAZIONE SC LA QUERCIA

PRESENTAZIONE SC LA QUERCIA SC La Quercia (V. Fosso della Castelluccia, 84, Roma) Tel. e fax 065059159, Cel. 3282362179 Email: giuseppegilardi@hotmail.com Sito: laquercia.campionline.com P.Iva: 11386121005 C.F.: 97640440588 PRESENTAZIONE

Dettagli

APPARIZIONI DI NOSTRA SIGNORA DI ANGUERA (BRASILE), 1987-

APPARIZIONI DI NOSTRA SIGNORA DI ANGUERA (BRASILE), 1987- APPARIZIONI DI NOSTRA SIGNORA DI ANGUERA (BRASILE), 1987- Anguera, 05 giugno 2010 Ciò che vi ho rivelato qui non l ho mai rivelato prima in nessuna delle mie apparizioni nel mondo. Solo in questa terra

Dettagli

PROVE DI VERIFICA DI ITALIANO CLASSE III II QUADRIMESTRE DIREZIONE DIDATTICA STATALE A. D ANDRADE PAVONE CANAVESE SCUOLA PRIMARIA STATALE DI

PROVE DI VERIFICA DI ITALIANO CLASSE III II QUADRIMESTRE DIREZIONE DIDATTICA STATALE A. D ANDRADE PAVONE CANAVESE SCUOLA PRIMARIA STATALE DI DIREZIONE DIDATTICA STATALE A. D ANDRADE PAVONE CANAVESE SCUOLA PRIMARIA STATALE DI PROVE DI VERIFICA DI ITALIANO CLASSE III ANNO SCOLASTICO II QUADRIMESTRE ALUNNO/A PROVE DI VERIFICA PERIODO: SECONDO

Dettagli

C.N. POSILLIPO Giovedì, 24 settembre 2015

C.N. POSILLIPO Giovedì, 24 settembre 2015 Giovedì, 24 settembre 2015 Giovedì, 24 settembre 2015 24/09/2015 Corriere del Mezzogiorno Pagina 24 «Dei Mille 16», l' indirizzo giusto per gli amanti del fitness 1 24/09/2015 ROSARIO MAZZITELLI "Amici

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

99^ GIRO D ITALIA: PRESENTATE A MILANO LE MAGLIE 2016 E LA NUOVA MADRINA, GIORGIA PALMAS

99^ GIRO D ITALIA: PRESENTATE A MILANO LE MAGLIE 2016 E LA NUOVA MADRINA, GIORGIA PALMAS 99^ GIRO D ITALIA: PRESENTATE A MILANO LE MAGLIE 2016 E LA NUOVA MADRINA, GIORGIA PALMAS Presenti al vernissage anche Giacomo Nizzolo (vincitore della Maglia Rossa al Giro 2015), il pilota di moto Marco

Dettagli

PROGETTO ACCOGLIENZA: All asilo con Gigi

PROGETTO ACCOGLIENZA: All asilo con Gigi PROGETTO ACCOGLIENZA: All asilo con Gigi Motivazione del gruppo Comincia l anno educativo per i bambini del nido. Alcuni bimbi entrano per la prima volta al nido e devono attraversare il periodo delicato

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA CANOTTAGGIO BANDO DI REGATA

FEDERAZIONE ITALIANA CANOTTAGGIO BANDO DI REGATA FEDERAZIONE ITALIANA CANOTTAGGIO BANDO DI REGATA REGATA INTERNAZIONALE DI GRAN FONDO D INVERNO SUL PO Torino, Domenica 15 Febbraio 2015 34015 Mu 1. Comitato organizzatore locale (COL): Società Canottieri

Dettagli

Come hai iniziato la tua carriera? Ci riassumi in due parole per quei pochi che non ti conoscono?

Come hai iniziato la tua carriera? Ci riassumi in due parole per quei pochi che non ti conoscono? io sono l alternativa non alternativa L'Aura Abela è l'artista forse più conosciuta presente nel nuovo cd di Enrico Ruggeri dal titolo "Le canzoni ai testimoni" uscito il 24 gennaio. L'Aura è colei che

Dettagli

LUNEDÌ E GIOVEDÌ 16.20/17.05 17.00/17.50 17.45/18.35 MARTEDÌ E VENERDÌ 16.20/17.05 17.00/17.50 17.45/18.35

LUNEDÌ E GIOVEDÌ 16.20/17.05 17.00/17.50 17.45/18.35 MARTEDÌ E VENERDÌ 16.20/17.05 17.00/17.50 17.45/18.35 CORSO NUOTO BAMBINI I nostri corsi hanno come obiettivo il completo ambientamento, il superamento della paura e il conseguente raggiungimento del benessere in acqua, il tutto attraverso esperienze di gioco,

Dettagli

LA NAZIONALE DEL COMMENTO OLIMPICO DI SKY

LA NAZIONALE DEL COMMENTO OLIMPICO DI SKY LA NAZIONALE DEL COMMENTO OLIMPICO DI SKY Fiona May 2 medaglie olimpiche 3 partecipazioni Primatista italiana di origine britannica di salto in lungo. E stata due volte campionessa mondiale della specialità,

Dettagli

IL PROGETTO CULTURALE SPORTIVO

IL PROGETTO CULTURALE SPORTIVO L'Agorà rappresenta il tentativo del Centro Sportivo Italiano di raccontarsi nel terzo millennio. Attraverso convegni, dibattiti, iniziative sportive, animazione, spettacoli, ecc. si cercherà di individuare

Dettagli

La mia avventura nei Campionati inizia il 23 perché sono stato messo nella squadra del controllo imbarcazioni, e quindi ho comincio prima degli altri.

La mia avventura nei Campionati inizia il 23 perché sono stato messo nella squadra del controllo imbarcazioni, e quindi ho comincio prima degli altri. Brandeburg an der Havel, semplicemente detta Brandenburgo è una città tedesca di circa 75.000 abitanti. Nel medioevo diede il nome alla regione circostante, detta Marca di Brandeburgo, e successivamente

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Ado Gruzza ci fa rivivere le emozioni di questa bella bellissima gara. Non posso non ritornare con la mente a Trento 2002, Campionato Italiano di

Ado Gruzza ci fa rivivere le emozioni di questa bella bellissima gara. Non posso non ritornare con la mente a Trento 2002, Campionato Italiano di Ado Gruzza ci fa rivivere le emozioni di questa bella bellissima gara. Non posso non ritornare con la mente a Trento 2002, Campionato Italiano di stacco, forse 50 atleti. Ero a cena con Laura, Maria Pia

Dettagli

Oleggio, 11/5/2014 OMELIA. Lode! Lode! Lode! Amen! Alleluia! Gloria al Signore, sempre!

Oleggio, 11/5/2014 OMELIA. Lode! Lode! Lode! Amen! Alleluia! Gloria al Signore, sempre! 1 Oleggio, 11/5/2014 IV DOMENICA DI PASQUA - ANNO A Letture: Atti 2, 14.36-41 Salmo 23 (22) 1 Pietro 2, 20-25 Vangelo: Giovanni 10, 1-10 Il Pastore Bello NEL NOME DEL PADRE, DEL FIGLIO E DELLO SPIRITO

Dettagli

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione I poeti generalmente amano i gatti, perché i poeti non nutrono dubbi sulla loro superiorità. Marion C. Garrety che per prima leggi nel mio dolore e silenziosamente ti offri a lenirlo senza chiedere nulla

Dettagli

venti giorni fa a una festa e ci siamo telefonati un paio di volte. Ieri doveva esserci il nostro

venti giorni fa a una festa e ci siamo telefonati un paio di volte. Ieri doveva esserci il nostro LEZIONE 1 SOLUZIONE ESERCIZI GRAMMATICALI A. Completa con le forme dell'imperfetto o del passato prossimo Sabato scorso volevo arrivare puntualmente all appuntamento con Valeria. Ci siamo conosciuti venti

Dettagli

UN VIAGGIO NEL PAESE DELLE EMOZIONI. adesso che abbiamo la strada ferrata in mezza giornata si viene e

UN VIAGGIO NEL PAESE DELLE EMOZIONI. adesso che abbiamo la strada ferrata in mezza giornata si viene e UN VIAGGIO NEL PAESE DELLE EMOZIONI adesso che abbiamo la strada ferrata in mezza giornata si viene e si va Il paese della RABBIA 1. Dove si sente la rabbia 2. Io mi arrabbio quando 3. Cosa mi aiuta 4.

Dettagli

Claudio Baglioni A modo mio

Claudio Baglioni A modo mio Claudio Baglioni A modo mio Contenuti: revisione passato prossimo, lessico, espressioni italiane. Livello QCER: B1 Tempo: 2 h Claudio Baglioni è un grande cantautore italiano, è nato a Roma il 16 maggio

Dettagli

venerdì 11 settembre apertura ristoro della sagra

venerdì 11 settembre apertura ristoro della sagra lunedì 7 settembre 26 galà di pattinaggio artistico Pista Pattinaggio Casatorre Viale Terme, ore 21 A cura della Polisportiva Uisp Pattinaggio di Castel San Pietro Terme 8-19 settembre 2 torneo libertas

Dettagli

Italian Beginners (Section I Listening) Transcript

Italian Beginners (Section I Listening) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MARINO: RENATA: MARINO: RENATA: MARINO: RENATA: Ciao Renata.

Dettagli

per Scuole Calcio ACMilan

per Scuole Calcio ACMilan Torneo di Primavera per Scuole Calcio ACMilan Trieste 26, 27 e 28 marzo 2016 PROGRAMMA Pasqua 2016 a Trieste Campi sportivi di Borgo San Sergio ASD Trieste Calcio Via Laura e Silvano Petracco 8 34148 TRIESTE

Dettagli

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace!

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! LA NOSTRA Parrocchia S.Maria di Lourdes VOCE MILANO - via Induno,12 - via Monviso 25 DICEMBRE 2OO5 Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! Vi lascio in pace, vi

Dettagli

Concerto di Natale 2014

Concerto di Natale 2014 La serata in musica, prima delle festività natalizie, è diventata ormai un appuntamento immancabile per tutti noi, studenti, genitori e insegnanti delle Scuola Secondaria di Primo grado dell Istituto di.

Dettagli

LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA

LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA Edizione Nr. 4 uscita del 27 ottobre 2014 All interno trovi Curiosità Racconti personali Tante fotografie Le nostre attività Informazioni ed eventi E tanto altro Via

Dettagli

Otto puntate, a partire da domenica 1 giugno, alle 20.20 su Rai3, con Pino Strabioli per raccontare alcuni grandi personaggi del Teatro

Otto puntate, a partire da domenica 1 giugno, alle 20.20 su Rai3, con Pino Strabioli per raccontare alcuni grandi personaggi del Teatro realizzazione grafica: Valerio Rosati - Ufficio Stampa Rai Otto puntate, a partire da domenica 1 giugno, alle 20.20 su Rai3, con Pino Strabioli per raccontare alcuni grandi personaggi del Teatro italiano:

Dettagli

ANGELA RAINONE POESIE

ANGELA RAINONE POESIE 1 ANGELA RAINONE POESIE EDIZIONE GAZZETTA DIE MORRESI EMIGRATI Famiglia Rainone Angela Lugano Svizzera 2 3 PREFAZIONE Tra i giovani che hanno sporadicamente inviato delle poesie per pubblicarle sulla Gazzetta

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA.

IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA. IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA. COME AL SOLITO CI SIAMO MESSI IN CERCHIO ABBIAMO ASCOLTATO LA FIABA DEI Mille

Dettagli

Il mio cane. Il mio cane si chiame Carmen è un Golden Retriver femmina di 10 anni molto buono ed intelligente.

Il mio cane. Il mio cane si chiame Carmen è un Golden Retriver femmina di 10 anni molto buono ed intelligente. Il mio cane. Il mio cane si chiame Carmen è un Golden Retriver femmina di 10 anni molto buono ed intelligente. Le piace molto stare in compagnia,le piace giocare con me con papà e con Alessandro anche

Dettagli

Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è

Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è I fogli bianchi Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è frutto di immaginazione e non ha nessuna

Dettagli

LA RAGAZZA DELLA FOTO

LA RAGAZZA DELLA FOTO dai 9 anni LA RAGAZZA DELLA FOTO LIA LEVI Illustrazioni di Desideria Guicciardini Serie Arancio n 78 Pagine: 240 Codice: 978-88-566-3995-7 Anno di pubblicazione: 2014 L AUTRICE Lia Levi, di famiglia ebrea,

Dettagli