Greco molla, il Pd si discolpa

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Greco molla, il Pd si discolpa"

Transcript

1 in vendita obbligatoria OGGI Nuovo Molise + il Giornale OGGI Nuovo Molise Edizione della regione e del Frentano Poste Italiane sped. in A.P. - D.L. 353/2003 conv.l.46/2004 art.1,c1,dcb CB San Giulio Campobasso: Via San Giovanni 15/b - Tel Fax Isernia: P.zza della Repubblica, 29 - Tel Fax Anno 14 - N ,00 Pubblicità: N.C.P. srl Via San Giovanni 15/b Campobasso Tel Fax Termoli: C.so Nazionale, 10 - Tel Fax Sabato 5 dicembre 2009 TERMOLI - Colpo di scena nel giorno della mozione di sfiducia: il sindaco si dimette, adesso ha 20 giorni per ripensarci Greco molla, il Pd si discolpa La croce della dignità Quant è lontana quella grigia sentenza dal sentire degli Italiani! Non c entra la politica. E neanche la religione. Piuttosto un fatto di DNA, una radice culturale prima ancora che spirituale. La pretesa dei giudici della Corte europea dei diritti dell uomo di imporre la rimozione del Crocifisso dalle aule scolastiche colpisce al cuore il primo diritto di un popolo, quello di identificarsi in un simbolo che unisce e fraternizza. Per secoli la Croce ha segnato il cammino civile degli Italiani, ne ha scolpito i princìpi, l animo e l ardore. E nei momenti più difficili ha saputo unire la Nazione in un solo afflato, tutti figli della stessa Croce, anche quando c era da spendere la vita. Iddio, che accendi ogni fiamma e fermi ogni cuore rinnova ogni giorno la passione mia per l Italia. (...) Oh Signore! Fa della tua Croce l insegna che precede il labaro della mia legione cantavano i legionari in camicia nera prima di lanciarsi in battaglia. Così fecero nel 1941 sul fronte greco-albanese le Camicie Nere del Raggruppamento Galbiati, scrivendo col sangue dei loro uomini migliori una pagina di storia che sa di valore e di coraggio. Con la Croce nel cuore, i legionari che di lì a pochi mesi avrebbero costituito i mitici Battaglioni M, mostrarono al mondo intero il senso di una identità. Un manipolo di legionari, cimentandosi una mirabile resistenza all arma bianca, ricacciò indietro le preponderanti truppe greche della Divisione Creta, consacrando la battaglia di Marizai all epopea dell ardimento, della gloria, dell onore. Quegli stessi legionari che, inneggiando alla Croce, poco più a Nord presero la Valle del Drino e che, nel sacrificio estremo, morirono per sottrarre gli Alpini alla furia barbara dei soldati titini. Ed ancora dopo l 8 settembre, i battaglioni legionari 90 e 91 furono protagonisti rientrati con mezzi di fortuna dai Balcani in Italia nella battaglia di Ortona, definita la Stalingrado del Fronte Adriatico contro l 8 Armata alleata. Ed ancora 90 e 91 Camicie Nere accordatesi ad Ardea furono il primo vero ostacolo cui si infransero, al Fosso della Moletta - Ardea, i migliori battaglioni britannici sbarcati ad Anzio. No, i paludati ermellini di Strasburgo non possono oggi cancellare quelle gesta e quel simbolo unificante che le consegnò alla storia. Gli Italiani, di qualunque parte, vincitori e vinti, non lo permetteranno. Questa mattina tutti dal notaio per le dimissioni? CAMPOBASSO Il sindaco Vincenzo Greco si è arreso, presentando le dimissioni, protocollate ieri, nel pomeriggio. Non ritengo che sussistano ad oggi la necessaria serenità e le altre condizioni per la prosecuzione dell attività amministrativa, ha dichiarato attraverso un comunicato stampa. Il primo cittadino non si è presentato in Consiglio comunale, convocato per ieri. Consiglio, che inaspettatamente si è svolto. Greco ora ha venti giorni di tempo per ripensarci. Alle pagine 21 e 22 IL FATTO - Nessun problema, invece, alla Provincia di Campobasso: lo Statuto parla chiaro Quote rosa, Mazzuto costretto a capitolare Dovrà sacrificare almeno un assessore per una donna Quote rosa: grane per il presidente Mazzuto Molise Security Vincenzo Miele davanti ai giudici E accusato di frode A pagina 7 Il presidente della Provincia Mazzuto costretto alla resa: l ordinanza del Tar è chiara: deve rinunciare almeno ad un assessore per consentire l ingresso nell esecutivo di una donna. Una tegola sull intera Giunta di via Berta e soprattutto sul suo presidente, costretto a rimescolare le carte. Situazione diametralmente opposta alla Provincia di Campobasso, dove le quote rosa non spaventano, non essendo previste dallo Statuto. Alle pagine 6 e 15 POLITICA Iorio mette il sigillo: Muccilli e Di Sandro sono in Giunta CAMP0BASSO A pagina 5 Il mago Bruno sarà processato con giudizio immediato A pagina 7

2 2 ATTUALITA NUOVO oggi MOLISE L innovazione Turismo/ Obiettivo: commercializzare il "prodotto territorio" e promuovere le medie imprese UN PORTALE internet nato per commercializzare il Molise, per vendere il suo "prodotto territorio", per promuovere tra le piccole e medie imprese molisane il concetto di "sistema". Non solo stanze di albergo, soggiorni in agriturismo o la promozione di qualche produzione tipica locale, ma soprattutto creare un collegamento virtuale nella diversità della produzione molisana, creare un concetto innovativo nell immaginario del turista che desidera visitare una delle regioni più belle della Penisola che sia effettivamente fruibile da internet. L idea porta la firma di alcuni giovani imprenditori di Agnone Alla scoperta del Molise con un click Nasce il portale MoliseWelcome Al suo interno si trova di tutto Il tutto tramite un semplice click sul pc. Nasce con questo obiettivo «MoliseWelcome» nuovo soggetto privato creato grazie ai contributi europei che finanziano l imprenditoria innovativa nella regione. Artefici dell innovativo progetto un gruppo di giovani imprenditori di Agnone che si sono presi in carico la riduzione della frammentazione dell informazione turistica locale grazie alla creazione di un canale unico dove far convergere il turista desideroso di conoscere le attrazioni di una angolo d Itlaia spesso sconosciuto ai grandi flussi turistici nazionali e internazionali. Insomma, da oggi il Molise può finalmente vantare la prima piattaforma complessa di comunicazione internet per la promozione del prodotto turistico locale. Un contenitore dove poter trovare tutte le peculiarità della regione, dall enogastronomia alle bellezze storiche - architettoniche, passando tra svaghi e offerta di chi vuol fare sport, naturalmente mettendo al centro la più grande risorsa che il Molise possiede: la natura. Ma qual è stata la molla che ha fatto scattare nella testa dei giovani imprenditori altomolisani la nuova idea? «Il fatto di dire basta una volta per tutte alla frammentazione dell informazione turistica - ammettono contestualmente gli ideatori del progetto - che assedia da troppo tempo chi vuole fare del turismo un valore aggiunto della nostra regione. Internet è un mondo virtuale dove è ormai possibile creare quella integrazione del prodotto "Territorio Molise", auspicata da tutti gli attori del turismo regionale. Pur tuttavia, la risorsa sul territorio è ancora molteplice e mutevole nel tempo e, per quanto apparentemente semplice, - proseguono - anche internet necessita di uno sforzo costante per rendere al potenziale cliente una rete comunicativa realmente efficace». Tuttavia l offerta di MoliseWelcome va oltre e chiarisce un aspetto fondamentale. Ovvero quello di creare una rete efficiente ed efficace con le varie amministrazioni comunali. «Questo tipo di canale pone delle necessità di natura organizzativa e progettuale, in quanto deve contenere una mole di informazioni notevole, opportunamente classificate e costantemente aggiornate. Nell accezione comune, il sito Internet non é altro che l utilizzo di un nuovo La homepage del sito «MoliseWelcome.com» Il progetto si rivolge alle piccole e medie imprese Chiamate in cause anche le Amministrazioni che potranno inserire il ventaglio di offerte del proprio Comune. Il nuovo progetto viene definito innovativo medium di comunicazione, che permette di essere in rete, di avere una propria vetrina, ma che, se non opportunamente sviluppato ed evoluto, non modifica sensibilmente l attivita di una impresa (in questo caso il turismo molisano). MoliseWelcome - ammette il pool di imprenditori agnonesi - propone di creare un sito di e-commerce per il Molise a monte del quale la raccolta, gestione ed ottimizzazione delle diverse offerte turistiche ed interazioni tra esse sia basato sui moderni principi del Destination Management System (DMS), ovvero una rete inter-relazionale che ospiti località, eventi, servizi ricettivi, attrazioni e prodotti implementata su Internet ed utilizzata dal turista per scegliere, ma soprattutto acquistare la propria vacanza. Un DMS è una banca dati organizzativa, che presuppone da una parte, la creazione di una rete ad accesso riservato per gli operatori locali, attraverso la quale è possibile inserire e modificare in tempo reale i dati relativi all offerta di servizi (banca dati dell offerta); dall altra, la creazione e la gestione di un sito web, liberamente accessibile al cliente via internet, nel quale sono rappresentati i prodotti acquistabili in rete e le informazioni relative alla località». Inoltre il sito, da quanto evinto, diverrà un portale Diverse le aziende agrituristiche che hanno già aderito Gli artefici: «Bisogna dire basta alla frammentazione dell offerta turistica in regione» d accesso completo per la conoscenza dell offerta turistica molisana e che le località stesse sono in grado di esprimere. A questo stanno lavorando nel laboratorio di MoliseWelcome che concentra le proprie risorse alla creazione di un canale di vendita efficace, con prenotazioni e pagamenti effettuati con carta di credito in tempo reale, utilizzando sistemi di vendita ormai comunemente accettati nei paesi esteri (agevolando quindi l internazionalizzazione del sistema turistico Molise) ed in forte crescita nel mercato nazionale. Basta dire che oggi l 80% delle prenotazioni avviene tramite internet. In definitiva qual è l elemento che differenzia MoliseWelcome da altri portali turistici? «La differenza tra MoliseWelcome ed altri portali turistici, si può notare già dalla homepage (www.molisewelcome.com), dove la mappa del Molise non è genericamente suddivisa per province, ma per aree omogenee, aree che presentano attitudini turistiche differenti, seppure in una regione così piccola. Attualmente il portale offre un sistema di prenotazione online sicuro e flessibile, i gestori di strutture ricettive che aderiranno a MoliseWelcome avranno a disposizione un sistema completo (e gratuito per tutto il 2010) per poter gestire i propri alloggi, le strategie di prezzo, offerte e quant altro; tutto messo a disposizione del turista che volesse prenotare online alla velocità di un click. MoliseWelcome offre la possibilità di avere un assaggio del territorio, scoprire alcune ricette tipiche (in via di espansione). La sezione dedicata all enogastronomia sarà a breve ottimizzata con un complesso sistema di e-commerce dei prodotti tipici locali. MoliseWelcome - concludono i giovani imprenditori di Agnone - deve essere interpretato come un hub turistico multimediale, vale a dire un vero e proprio strumento sinergizzante piu che una forma di impresa da integrare con singole altre ed un laboratorio dove applicare moderne strategie di e-commerce che siano, al tempo stesso, patrimonio di know-how da trasferire a tutte le piccole e medie imprese del Molise ed espressione del dinamismo caratteristico del rapporto tra domanda ed offerta in campo turistico». Non resta che accendere il pc e visionare il nuovo portale...

3 NUOVO oggi MOLISE ATTUALITA 3 Lo stop forzato previsto per oggi Colpaccio di Velardi Nessuna serrata del trasporto pubblico Spettanze pagate fino alla fine del 2009 E, per le feste, più treni e autobus Nessuna serrata del trasporto pubblico e potenziamento dei trasporti per supportare il rientro e le partenze dei molisani nel ponte dell Immacolata. Due importanti punti messi a segno dall assessore regionale Luigi Velardi che ieri, dopo una lunga trattativa, è riuscito a scongiurare il pericolo dello stop forzato dei mezzi pubblici previsto per oggi. Gli sforzi dell assessore hanno portato alla decisione delle ditte interessate di evitare la giornata da bollino nero. La Giunta regionale ha infatti garantito il pagamento di tutte le spettanze di novembre e dicembre attraverso l impegno - come si legge in una nota - del presidente Iorio e dell assessore Vitagliano che hanno individuato e messo a disposizione le somme necessarie. In questi giorni le ditte di trasporto avevano lamentato l inadeguatezza dei fondi stanziati nel bilancio regionale e la conseguente difficoltà nel pagamento delle spettanze ai dipendenti. La Regione ha fornito ampie garanzie almeno fino alla fine del mese di dicembre. A gennaio le trattative verranno riprese per una ridefinizione generale della situazione dei trasporti. Sul fronte delle festività imminenti, invece, l assessore Velardi ha chiesto ed ottenuto da Trenitalia un consistente rafforzamento dei trasporti su rotaie. I treni in partenza da Roma verranno supportati da un maggior numero di vagoni e, sempre dalla stazione Termini, partiranno dei bus che consentiranno di evitare congestionamenti sui convogli. ef I FATTI DEL GIORNO La prima assemblea dei soci si terrà venerdì 11 dicembre Zucchero molisano, al sapor di fiele E mercoledì tutti a Roma, per gli aiuti mancati L assemblea dei soci, prevista per venerdì 11 dicembre, si annuncia davvero interessante. Perché l ingresso della «B&T Investment» nel capitale sociale dello Zuccherificio del Molise con una quota che supera il 37% non è di certo una non notizia. Intanto l aspetto sentimentale, quello legato a quarant anni di storia vissuti dalla famiglia Tesi nel tessuto economico e sociale della comunità molisana. E poi l aspetto concreto e relativo al futuro dell unico stabilimento che produce e commercializza zucchero nel centrosud. Tutto è destinato a cambiare, insomma. Intanto il Consiglio d Amministrazione che avrà un volto diverso perché, alla società che fa capo all imprenditore isernino Remo Perna spetteranno due rappresentanti nel Cda. Ma non è questo l aspetto che intimorisce e non poco. E di certo il passato del patron dello Zuccherificio che crea qualche cattivo pensiero. Un curriculum importante, fatto di successi certo. Ma anche di troppi insuccessi. Che hanno decretato il fallimento di importanti realtà industriali del distretto del tessile molisano (vedi edizione di ieri, ndr). E poi il dubbio: riuscirà Remo Perna in un settore del quale è assolutamente a digiuno? Certo, la scalata allo Zuccherificio del Molise è avvenuta con la benedizione del capo, alias Michele Iorio (la Regione Molise detiene la maggioranza delle quote se si sommano anche quelle dell Arsiam) ma pare che l operazione non sia stata molto gradita né dall assessore Gianfranco Vitagliano né dal presidente del Cda dello Zuccherificio, Domenico Porfido. Il passato a volte ritorna, e pesa come un macigno. La paura che le esperienze negative di Remo Perna possano ripetersi nello stabilimento di Termoli è concreta. E si legge nei volti degli operai che sanno bene che con il loro futuro è fin troppo facile scherzare. Per questo mercoledì saranno a Roma per la giornata di mobilitazione del settore bieticolo-saccarifero. La filiera è a rischio per il mancato finanziamento degli aiuti per il 2009 e Sono solo 4 gli stabilimenti superstiti, quelli che non hanno chiuso i battenti dopo la riforma dell Ocm zucchero. E oggi rischiano grosso di dover chiudere o riconvertire proprio perché gli aiuti promessi tardano ad arrivare. Anche i processi di riconversione potrebbero diventare tristi ricordi viste le mancate autorizzazioni degli enti locali e la scadenza della cassintegrazione concessa per sostenerli. Insomma, più che zucchero sembra fiele... wanda bergamin

4 4 ATTUALITA NUOVO oggi MOLISE Autorizzata la prosecuzione, ecco gli interessati Virus A: continua la campagna vaccinale Autorizzata la prosecuzione della campagna vaccinale per l influenza da virus A/H1N1. Lo comunica la direzione generale dell Asrem e l assessore regionale alle Politiche Sanitarie dopo l autorizzazione della Regione Molise, il Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali. La campagna vaccinale è stata estesa alle categorie dei servizi pubblici essenziali (personale delle forze di pubblica sicurezza e della protezione civile, al personale delle forze armate, a chi assicura servizi pubblici essenziali e ai donatori di sangue periodici). Inoltre la vaccinazione è estesa alle donne al secondo o al terzo trimestre di gravidanza, alle donne che hanno partorito da meno di 6 mesi o in loro assenza alla persona che assiste il bambino in maniera continuatica, ai bambini di età superiore ai 6 mesi che frequentano l asilo nido, ai minori che vivono in comunità o istituzionalizzati, alle persone di età comprese tra i 6 mesi e i 17 anni non incluse nei precedenti punti, alle persone tra i 18 e i 27 anni non incluse nei precedenti punti. IL FATTO DEL GIORNO Per la prima volta un sindaco molisano nella Giunta dell Anci La rivincita delle donne Micaela Fanelli è delegata per le Politiche Comunitarie «I Fas non possono servire per colmare deficit sanitari» La prima volta del Molise nella Giunta dell Anci, l associazione nazionale Comuni Italiani. Un sindaco molisano delegato alle Politiche comunitarie ma non è tutto. Ma non è tutto: il primo cittadino che ricoprirà questo incarico rilevante è una donna. E soprattutto una esperta del settore di cui si occuperà all interno dell Anci. E Micaela Fanelli, nominata alla fine di novembre. Nei giorni scorsi, il sindaco di Riccia ha partecipato ad un incontro promosso dall Anci che ha avuto come fulcro d attenzione le problematiche del Sud e del Mezzogiorno d Italia alla luce anche e soprattutto dei trasferimenti di fondi, dal Foverno centrale, che sono sempre più esigui. «L Italia deve prendere una posizione ferma a favore delle politiche di coesione ed i Comuni, così come le Regioni, devono essere coinvolti a pieno titolo nella definizione delle nuove politiche post 2013». La Fanelli ha ricordato che «mentre l Europa sta decidendo se andare incontro a nuove politiche di coesione e come indirizzare il budget post 2013, il nostro Paese non ha ancora preso una posizione precisa. E opportuno che lo Stato concordi con il partenariato istituzionale una posizione verso l Europa, sottolineando la necessità di rilanciare le politiche di coesione, un punto che auspico venga affrontato anche dal nostro consiglio nazionale», ha rilevato la responsabile Politiche Comunitarie Anci. Il punto di partenza di questo dibattito, secondo la Fanelli, dovrà essere il cosiddetto Rapporto Barca sull utilizzo dei fondi strutturali presentato lo scorso aprile e che presenta alcuni elementi di positività che andrebbero approfonditi. Il rapporto, che rappresenta una sorta di finestra sul futuro dell Europa, non è stato mai oggetto di discussione e questo - denuncia il sindaco di Riccia - non è un aspetto secondario visto che i fondi strutturali sono un assetto importante per i bilanci comunali. «Anche se rappresentano solo la parte addizionale, è quello su cui si stanno giocando molti degli investimenti verso i territori ed i comuni» osserva. Quanto, invece, all azione del governo verso il Sud, Fanelli parla di una vera e propria «politica della disattenzione, visto l affievolirsi delle risorse destinate e la recente bocciatura degli emendamenti su Banca del Sud e zone franche. L analisi dell asse urbano del QSN, il quadro d insieme per le politiche per il mezzogiorno, conferma che c è un avanzamento significativo di programmi e di progetti in alcune regioni. Tuttavia la nostra preoccupazione è cercare di accelerare la spesa, non perdere risorse e qualificarne l utilizzo osserva la delegata Anci. Tanto più che l imminente tornata elettorale ed il possibile turnover dei vertici amministrativi potrà determinare un blocco nello svolgimento dell attività». Interessante e ricco di spunti anche l intervento di Vito Santarsiero, sindaco di Potenza e responsabile Anci delle Politiche per il Mezzogiorno. «C è bisogno di più Sud nel Paese, nelle politiche e nei trasferimenti. Alle regioni meridionali vanno assegnate risorse per il 38% rispetto alla media nazionale, il giusto riconoscimento al loro peso demografico ed economico e territoriale». Santarsiero ha sottolineato come siano fallite tutte le politiche di sostegno addizionale, e come il governo debba avere il coraggio di definire un grande piano di investimenti per il Mezzogiorno. «Il primo passo in questo senso è un progetto politico vero ed unitario, soprattutto per superare i deficit infrastrutturali. Il Sud ha bisogno di infrastrutture, visto che facendo la media del Paese questo settore nelle regioni meridionali arriva al 49% rispetto al 115% di quelle del centro nord» ha sottolineato il responsabile Anci per il Mezzogiorno. Accanto agli investimenti il sindaco di Potenza ha auspicato anche l avvio di una particolare ed incisiva azione di sostegno alla ricerca, alla innovazione ed alla alta formazione, fattori necessari per la crescita e competitività delle nostre piccole e medie imprese. Ma su un punto il delegato Anci è stato chiaro: «Quando il legislatore ha creduto nelle autonomie locali, come all epoca delle leggi Bassanini, il nostro Paese è cresciuto con il ritmo più elevato degli ultimi 40 anni, e il Sud più del Nord. Questo perché ha proseguito erano stati varati alcuni strumenti operativi molto utili, a partire dalla cosiddetta programmazione negoziata. Scenario ben diverso rispetto a quello attuale, con lo spiazzamento di risorse FAS da parte del Governo che si è tradotto - ha denunciato ancora una volta da Santarsiero - in un utilizzo non coerente di fondi pari a 27 miliardi di euro sottratti alle aree svantaggiate. Per non Il sindaco Micaela Fanelli parlare delle ultime notizie poco rassicuranti sul futuro della Banca del Sud e delle zone franche urbane: tutti segnali che dimostrano una grande disattenzione del governo nei confronti del Mezzogiorno». Tuttavia per il sindaco di Potenza esiste ancora un ultima possibilità, una sorta di ultima spiaggia. Ci sono a disposizione 91 miliardi di euro tra fondi FAS e fondi Strutturali, dobbiamo spingere per ottenere queste risorse da utilizzare con una seria pianificazione territoriale, ha concluso Santarsiero. L allarme sul futuro del Sud è stato condiviso anche da Luca Bianchi, Vice Direttore Svimez, che ha spiegato come la crisi abbia avuto un fortissimo impatto anche sul sistema economico meridionale, mettendone a rischio anche la tenuta sociale. Le regioni del Sud si confermano le Cenerentole d Europa; sono ultime tra le aree povere del continente, visto che negli ultimi sette anni, a fronte di ritmi di sviluppo delle aree Obiettivo 1 pari mediamente al 3% il Sud è cresciuto dello 0,3%. Il vice direttore dello Svimez si è anche detto sorpreso sul parziale arretramento sulle zone franche urbane. L emendamento che il governo intende presentare elimina l esenzione dalle imposte sui redditi e dall Irap lasciando solo un contributo su pagamento di Ici e contributi previdenziali. «Avremmo non più una no tax area, ma un semplice incentivo che si aggiungerebbe a quelli già in vigore per il Mezzogiorno. E un aspetto molto rilevante su cui credo che l Anci debba vigilare» ha concluso Bianchi. Santarsiero e Micaela Fanelli auspicano un confronto con Governo su politiche Sud e di coesione. La richiesta avviene attraverso un documento congiunto firmato al termine del convegno su Comuni e rilancio del Sud. I due delegati Anci ganno sottolineato in particolare che il Mezzogiorno vive uno stato di grave crisi come rilevato dal rapporto Svimez che ha evidenziato come negli ultimi 7 anni il Sud sia cresciuto costantemente meno del resto del Paese. La Fanelli e Santarsiero sollecitano il governo perché interrompa ogni utilizzo improprio dei fondi Fas, quale quello previsto per sanare i deficit regionali sanitari. Ed auspicano che venga garantito il trasferimento di risorse in conto capitale ordinario nella misura del 45% così come stabilito da decreti ministeriali a favore della convergenza Sud- Nord.

5 NUOVO oggi MOLISE ATTUALITA 5 LA POLITICA IN EVIDENZA Ufficializzati i nomi dei due futuri pilastri del governo regionale Tutto come da copione E Iorio se la ride Muccilli e Di Sandro entrano in Giunta Arco a rapporto dal presidente... per scusarsi Faranno sogni d oro, almeno per un po, i due futuri assessori dell Esecutivo Iorio. Ieri mattina, nel corso della riunione di Giunta fissata per le 11, il governatore ha ufficializzato (finalmente) i due prossimi pilastri della seconda metà della legislatura. Salvatore Muccilli e Filoteo Di Sandro entraranno in Giunta con molta probabilità lunedì prossimo (anche se un secondo appuntamento sarebbe stato fissato già per mercoledì visto il concomitante ponte dell Immacolata). IL CHIARIMENTO Finalmente Sandro Arco e Michele Iorio hanno potuto chiarire il senso di questi quindici giorni di comunicazioni interrotte. Dal 20 novembre, giorno in cui l assessore alla Cultura è stato protagonista di un clamoroso quanto mistificante gesto di protesta (il rifiuto di lasciare il posto in Giunta) i due non avevano avuto grossi momenti di cordialità. Arco, che sapeva fin dall inizio che la sua carriera politica a Palazzo Santoro sarebbe terminata dopo 2 anni e mezzo di legislatura, avrebbe dovuto lasciare l incarico di assessore per andare a dirigere la Fondazione «Molise Cultura». Ma qualche ritocchino allo statuto della Fondazione e da lui non tanto gradito lo avrebbe convinto a desistere. Colpisce la disinvoltura con la quale Sandro Arco pare aver usato Progetto Molise, movimento al quale avrebbe dovuto cedere il testimone. In uno stringato comunicato stampa ad effetto televisivo visto l utilizzo di slogan buoni solo per aumentare lo share, Arco stigmatizzò l atteggiamento di Iorio che avrebbe voluto in Giunta Salvatore Muccilli e non altri esponenti politici appannaggio di Progetto Molise. «Così perde di valore l apporto dei movimenti civici, per questo rifiuto e vado avanti» diss l assessore al quale tremava la poltrona. Un coup de theatre con effetti devastanti. PROBLEMI DI SOLDI Il problema vero potrebbe essere tutto in quei ritocchini fatti allo Statuto della fondazione «Molise Cultura». Nella prima stesura, quella contenuta nella delibera 827 del 29 luglio 2008 il suo contratto avrebbe dovuto essere a tempo indeterminato. «Manco al Bolshoi...» dicono i cattivi. Sempre in quella prima stesura lo stipendio era equiparato a quello spettante ai direttori d area (sui 5mila euro al mese puliti puliti) ed erano consentite «opportune procedure di reclutamento» per le assunzioni di personale. Nella seconda stesura dello Statuto, datata 16 novembre 2009 (delibera di Giunta numero 1091) i ritocchini sono evidenti. Durata quinquennale del contratto, stipendio da dirigente responsabile dei Servizi della Regione (3mila e 500 euro circa al mese) e personale che «verrà messo a disposizione dalla Regione Molise». Guarda caso, dopo 4 giorni dalla delibera, Arco tira fuori la storia dei movimenti civici da salvare. cristallizzare all epoca degli accordi presi ma alla luce della situazione attuale. Muccilli adesso è in forza all Mpa. Che, tra le altre cose in Sicilia, collabora con il Partito democratico. Ma, e questa non è una indiscrezione, Muccilli è pronto per aderire al Pdl. E non da oggi. Insomma, tutto farebbe protendere per una chiave di lettura abbastanza triste: Arco avrebbe utilizzato impropriamente la questione politica al fine di perorare la questione economica. La sua però. E in questo sfruttamento avrebbe utilizzato Cosmo Galasso, in qualità di coordinatore di Progetto Molise. Lui, l architetto, non ne vuole parlare. Ma chi gli è vicino racconta che sia molto amareggiato. Perché forse la sua buona fede è stata I rumors di Palazzo insistono: il rimpasto prevede tagli alle deleghe Velardi, Cavaliere e la Fusco tremano L ex assessore Sandro Arco LE DIMISSIONI E il primo dicembre quando, dopo un acceso incontro in Giunta, viene fuori la notizia delle dimissioni di Arco. Certo, meglio andarsene che essere sbattuti fuori senza nemmeno portare all incasso un minimo risultato. E così Arco si sarebbe dimesso con la promessa di due aggiustamenti dello Statuto che riguarderebbero lo stipendio e le assunzioni. Certo, sulla vicenda non è stata fatta chiarezza dai diretti interessati. Ma il silenzio che la circonda rende concreta l idea che sulla questione è meglio stendere un velo, anzi no, una trapunta pietosa. LA RIUNIONE Ieri mattina il chiarimento tra i due protagonisti della vicenda. Pare che Arco abbia cercato di spiegare al presidente le motivazioni di tanto fumo negli occhi. Il desiderio di non fare figuracce agli occhi dell opinione pubblica. Peccato che le cose, per lui, siano andate esattamente al contrario. PROGETTO MOLISE Il telefonino continua a squillare ma, al momento, non se la sente di rispondere alle provocazioni dei giornalisti. Cosmo Galasso, coordinatore regionale del movimento civico che avrebbe dovuto entrare nell Esecutivo Iorio, ha sempre rivendicato il rispetto dei patti. L accordo siglato illo tempore con Iorio prevedeva la staffetta. Per Iorio l accordo è stato rispettato visto che Muccilli è stato eletto, a suon di preferenze, proprio con il movimento civico. Per Galasso la questione non è da E mancato Clodomiro Niro Una vita spesa per le idee E venuto a mancare l altro ieri, a soli 59 anni, Clodomiro Niro, esponente storico della sinistra molisana. Dirigente del Partito Comunista, ha sempre contraddistinto la sua militanza per le doti di onestà, altruismo e per il coraggio e la determinazione. Giornalista pubblicista, operatore culturale, sempre in prima linea a difesa dei diritti e della giustizia. Nel suo percorso di vita è stato osservatore privilegiato dei cambiamenti radicali avvenuti nella Russia di Gorbaciov. Alla moglie e al figlio le condoglianze della redazione di Nuovo Molise. usata per fini personali. E, nonostante tutto, pare che nemmeno il governatore Iorio abbia sentito il bisogno di spiegare come sono andate le cose. La classe non è acqua, del resto. GLI SCENARI Due le versioni ufficiose degli esiti della riunione di Giunta di ieri mattina. Atmosfera tranquilla, dicono. Tutti contenti di aver superato anche questo scoglio. Per le deleghe se ne parla in settimana prossima e nessun accenno al rimpasto. L altra chiave di lettura è invece più corposa sotto il profilo giornalistico: ci sarebbero assessorati abbastanza pesanti che potrebbero essere divisi. Ad esempio quello di Gino Velardi che, sempre secondo le poche voci filtrate, avrebbe anche avanzato la possibilità di disfarsi dell Urbanistica e delle Politiche per la Casa. Qualcuno invece gli avrebbe anche suggerito di liberarsi della delega ai Trasporti, notoriamente una rogna. Sempre secondo i rumors di Palazzo, anche per l assessore Angela Fusco Perrella potrebbe profilarsi un dimezzamento delle deleghe ma, sarà bene ripeterlo, si tratta di notizie non ufficiali. Anche il caso Cavaliere sarebbe stato affrontato dal governatore, consapevole che quell operazione (portare l ex Margherita in maggioranza e affidargli subito l assessorato all Agricoltura) aveva creato non poco scompiglio. Ora, con il rimpasto, Iorio potrebbe trovare la scusa per rimettere la palla al centro. Nulla di certo, solo chiacchiere senza ufficialità. Ma, fino ad ora, tutte le indiscrezioni hanno trovato parecchie conferme. wanda bergamin

6 DA PALAZZO MAGNO Alla Provincia presidente e assessori possono stare tranquilli Quote rosa, nessun rischio Non sono previste dallo Statuto La Giunta è rigorosamente al maschile Ecco l esecutivo guidato dal presidente Nicola D Ascanio Tra gli assessori scelti non ci sono donne. Altro che parità QUOTE rosa alla Provincia di Campobasso? Non sono previste dallo Statuto. Quanto accaduto alla Giunta provinciale di Isernia, azzerata per decisione del Tar, non potrà verificarsi in quella di Campobasso perché la carta costituzionale su cui si fonda l ente di via Roma non contempla la presenza di donne all interno dell esecutivo. Il presidente D Ascanio e gli assessori possono dormire sonni tranquilli. Nessun ricorso potrà essere presentato perché risulterebbe assolutamente infondato. Dunque la Giunta è e rimane rigorosamente al maschile. Solo una riforma statutaria potrebbe cambiare le cose, introducendo le quote rosa. Una ipotesi remota che non è stata presa neppure in considerazione. Sono solamente due le elette in seno al Consiglio provinciale: Annamaria Macchiarola (Pd) e Giovanna Picciano (Udc). Per l esponente della maggioranza le possibilità di diventare assessore della Giunta D Ascanio sono pressoché nulle, ma non di certo per questioni statutarie. Sono ancora troppo ristretti gli spazi riservati alle donne, all interno delle istituzioni. Per ottenerli, ad Isernia, ci è voluto un ricorso ed il pronunciamento del Tar. Un pronunciamento che dovrebbe indurre chi ricopre posti di comando a riflettere e considerare le donne al pari degli uomini. Altro che pari opportunità! anna di matteo Il presidente Nicola D Ascanio La polemica Il presidente del Consiglio spiega le ragioni che lo hanno indotto a non informare il Gruppo Pdl sul caso Gilotti «Ho rispettato la legge» Sabusco replica alle accuse mosse da Colagiovanni NON si è fatta attendere la replica, piccata, del presidente del Consiglio comunale, Massimo Sabusco, alle critiche mosse dal capogruppo del Pdl, Salvatore Colagiovanni, sul caso Gilotti. Il presidente era stato accusato di non aver informato il Gruppo consiliare del provvedimento adottato dalla Prefettura nei confronti di Gilotti, dichiarato incandidabile. «Il consigliere Colagiovanni ha ipotizzato un comportamento scorretto, da parte mia - ha dichiarato, seccato - In realtà, ho agito secondo la legge. La Prefettura mi ha inviato una nota riservata, lo scorso 27 novembre. Non avrei mai potuto comunicare la cosa all esterno, perché la sede preposta è la conferenza dei capigruppo, che ho provveduto a convocare con urgenza oggi (ieri, ndr). Non ho ritenuto di dover rivelare un fatto così riservato al Gruppo del Pdl. Voglio ricordare a Colagiovanni ed al resto del Consiglio che sono il presidente di tutti. Rappresento un organo di garanzia di tutte le forze politiche rpesenti in aula», ha chiuso. In occasione della prossima seduta del Consiglio, convocata per il 10 dicembre, sarà portato all attenzione dell aula il provvedimento di revoca della delibera consiliare del 14 luglio scorso relativa alla convalida degli eletti. Provvedimento sul quale il Consiglio dovrà esprimersi. Se sarà approvata la revoca, l aula procederà con la surroga di Gilotti. In caso contrario tutti gli atti torneranno alla Prefettura che procederà autonomamente. anna di matteo Il presidente del Consiglio Sabusco ribatte a Colagiovanni La firma ieri. Siglata anche la Carta Europea per l uguaglianza Parità, il protocollo d intesa E stato sottoscritto tra l Anci e la Consigliera del Molise E stato sottoscritto ieri, nell aula consiliare del Comune, il protocollo d intesa tra la Consigliera di Parità della Regione Molise, Giuditta Lembo e il presidente dell Anci molisana, Franco Miranda. All incontro erano presenti anche alcune delle elette in Consiglio comunale che hanno dato vita al comitato elettivo per le pari opportunità. «Si tratta di una inziativa che va ad inserirsi nel grande scenario delle pari opportunità - è stato detto nel corso dell incontro - Un evento reso ancora più importante perché rappresenta elemento trasversale di convergenza su tematiche di forte impatto, non solo su quelle di genere». Il protocollo si pone come obiettivo quello di promuovere la parità delle donne e degli uomini negli esecutivi locali e regionali, anche attraverso il coinvolgimento degli organismi di parità e di pari opportunità. Nell occasione, su proposta della Consigliera di parità del Molise è stata sottoscritta anche la Carta europea per l uguaglianza e la parità delle donne e degli uomini. Il documento è stato elaborato e promosso dal Consiglio dei Comuni e delle Regioni d Europa. La Carta è un provvedimento particolarmente elaborato ed articolato che si compone di trenta articoli nei quali vengono toccati i vari aspetti legati all uguaglianza degli uomini e delle donne. Un momento dell incontro che si è svolto al Comune per la firma del protocollo d intesa

7 NUOVO oggi MOLISE CAMPOBASSO 7 La cronaca giudiziaria Deve rispondere di circonvenzione di incapace e violenza sessuale Mago Bruno, giudizio immediato fissato al prossimo 16 dicembre Antonio Battista davanti al giudice Accusata di spaccio di droga Paparella, oggi la decisione del Riesame Gli avvocati della ragazza hanno presentato istanza di scarcerazione CAMPOBASSO - Mago Bruno comparirà davanti ai giudici di Campobasso il prossimo 16 dicembre. Il mago, al secolo Antonio Battista, verrà processato con il giudizio immediato - cioè senza udienza preliminare, su richiesta del pubblico ministero quando sussiste l evidenza della prova - sia per i reati di truffa e circonvenzione di incapace che per quello di violenza sessuale. Il sedicente mago di Campobasso (figlio del noto mago di Arcella), infatti, era stato oggetto di due indagini della Squadra Mobile della Questura di Campobasso. La prima, a giugno di quest anno, che lo portò in carcere perché accusato di aver spillato circa 13mila euro a un giovane della provincia di Campobasso con pesanti problemi psichici al quale chiedeva i soldi promettendogli la completa guarigione. Quando era già in carcere, invece, Antonio Battista è stato raggiunto da un altro ordine di custodia cautelare per il reato, questa volta, di violenza sessuale. Dopo la notizia del primo arresto, infatti, almeno tre donne si erano recate in Questura per raccontare le attenzioni morbose, le richieste sessuali, le violenze e le molestie di cui erano state oggetto nello studio di Mago Bruno. Nello specifico, Arcella junior sottoponeva le sue clienti (tra le quali una in stato di gravidanza) a raccapriccianti atti di autoerotismo dietro la promessa, anche questa volta, di risolvere ogni problema per il quale si erano rivolti a lui. Il mago Bruno si trova attualmente rinchiuso nel carcere di Teramo. dadice Ammanco a Molise Security Processo per Vincenzo Miele CAMPOBASSO - Giudizio immediato il prossimo 16 dicembre anche per Vincenzo Miele, l ex amministratore di Molise Security arrestato lo scorso maggio perché considerato il responsabile di un ammanco di 5 milioni di euro alle casse dell istituto di vigilanza, oltre che di frode ai danni della banca Unicredit. E proprio a partire da questo episodio che la Molise Security ha subito una serie di conseguenze negative, fino alla perdita della licenza, con l istituto di vigilanza rilevato dalla Tarricone sicurezza di Bari. La perdita della licenza ha avuto pesanti ripercussioni su 42 lavoratori della società di Campobasso; per metà di loro è stata possibile la cassa integrazione, mentre l altra metà non ha potuto beneficiare neanche di questo provvedimento. CAMPOBASSO - Dovrebbe conoscersi oggi l esito dell udienza al Riesame presentata dai legali di Agnese Paparella per chiedere la scarcerazione o, in subordine, gli arresti domiciliari per la loro assistita. La giovane, arrestata nell ambito dell operazione «Via Bakù», era stata successivamente raggiunta da un altro ordine di custodia cautelare per un altro episodio di spaccio, contestualmente al suo fidanzato Alessandro Ciaramella. I due, secondo l accusa, avevano ceduto una dose di droga a un minore, che era poi andato in overdose e si era miracolosamente salvato. L istanza è stata chiesta dall avvocato Carmine Verde, per un breve periodo legale di Paparella, che è invece ora assistita dall avvocato Gaetano Caterina. Secondo la difesa Agnese Paparella è innocente perché non era presente al momento dello spaccio, anche se sarebbe avvenuto sul pianerottolo di casa sua. Le riflessioni sul tema affidate al professor Stefano D Alfonso, docente dell Università di Napoli La Costituzione agli occhi degli studenti I ragazzi del Romita protagonisti di un interessante lezione di educazione civica Lezione di Costituzione al liceo scientifico Romita. Ieri mattina, presso la sede provvisoria del "Pilla", il liceo scientifico Romita ha inaugurato il dovizioso percorso di educazione alla cittadinanza per l anno scolastico 2009/2010 teso alla globale crescita civica degli studenti nel segno della cittadinanza attiva. Il tema della cittadinanza è «fondamentale per consolidare negli studenti una coscienza democratica finalizzata alla partecipazione», ha dichiarato la dirigente scolastica Anna Gloria Carlini. L Aula Magna stracolma per seguire la lezione sulla Costituzione del professor Stefano D Alfonso, docente universitario di Istituzioni di diritto pubblico dell Università di Napoli, che ha sollecitato i ragazzi ad intervenire attivamente, in modo da rendere la lezione quanto più interessante, stimolante e consapevole. Il docente è partito dagli Il professor D Alfonso e l attento pubblico di studenti articoli di giornale, proiettati sullo schermo gigante, per una lettura attuale e vivace della Costituzione: il lodo Alfano, i contrasti tra il premier Berlusconi e Presidente Fini, la riforma sul pubblico impiego che sta per essere attuata dal Ministro Brunetta, sono stati solo alcuni degli argomenti affrontati dal docente durante il suo intervento. Gli alunni, molto interessati all argomento, sono intervenuti con domande e sollecitazioni, animando in maniera costruttiva il dibattito. Il percorso continuerà attraverso ulteriori momenti di approfondimento della Carta Costituzionale e culminerà con lo Statuto della Regione Molise, a testimonianza dell attenzione prestata dal mondo della scuola alla stagione statutaria del Molise; nel mezzo, in collegamento con l associazione Libera, fondata nel 1995 da don Luigi Ciotti, si inserisce proficuamente il progetto di educazione alla legalità che si interseca anche con la lotta alle varie forme di criminalità organizzata. Appuntamenti da non perdere per gli studenti, ma anche per chi è interessati ai temi. Un plauso va sicuramente agli insegnanti, che hanno organizzato e coordinato il progetto. M Finella L Ail a Campobasso Tornano le stelle di Natale CAMPOBASSO - volontari Ail in piazza per sostenere la ricerca contro le leucemie, i linfomi e i mieloma. Da oggi all 8 dicembre, infatti, in 50 punti di raccolta a Campobasso e provincia torna l iniziativa «Stelle di Natale 2009». Con un contributo di 12 euro si potrà diventare sostenitori dell associazione, ricevendo in cambio una stella di Natale, simbolo delle imminenti feste ma anche della raccolta fondi che da anni promuove l Ail.

8 8 CAMPOBASSO NUOVO oggi MOLISE LA FESTA DI SANTA BARBARA Presso il comando provinciale la cerimonia per la ricorrenza della patrona del corpo Nell ultimo anno effettuati interventi: 722 per incendi, 160 per incidenti, 170 per le frane e 220 per danni legati all acqua I Vigili del fuoco... Gli amici della gente Una giornata dedicata a chi quotidianamente si impegna per alleviare le sofferenze altrui Monsignor Giancarlo Bregantini ha ricordato la devozione dei pompieri nello svolgere il loro dovere PER una volta sono loro al centro dell attenzione. I Vigili del fuoco, abituati ad impegnarsi e sacrificarsi per il bene degli altri, sono stati infatti i protagonisti di un intera giornata di festa in occasione di Santa Barbara, patrona protettrice del loro Corpo. Così, presso la Caserma di via Sant Antonio dei Lazzari, è stata celebrata la santa messa, officiata dal vescovo di Campobasso, monsignor Giancarlo Bregantini, a cui sono seguiti i messaggi di ringraziamento e, infine, il meritato rinfresco. Alla cerimonia hanno preso parte le più alte cariche civili e militari della regione: il presidente della Regione Michele Iorio, il presidente della Provincia Nicola D Ascanio, il sindaco di Campobasso Gino Di Bartolomeo, il prefetto Carmela Pagano, il questore Giuseppe Messa, oltre ai comandanti regionali e provinciali di tutte le forze dell ordine. Presenti, inoltre, gran parte dell organico dei Vigili del fuoco, le unità cinofile, i mezzi di soccorso utilizzati. Il comandante provinciale Angiolo Gieri ha poi fatto un bilancio dell ultimo anno di attività del comando provinciale di Campobasso e dei distaccamenti di Termoli e Santa Croce di Magliano. Complessivamente sono stati effettuati interventi. Tra questi 722 per incendi, 160 per incidenti stradali, 170 per valanghe e frane, 220 per danni legati all acqua. Per quanto riguarda i diversi tipi di attività, ci sono stati poi sopralluoghi a seguito di istanze e denucne (50 interventi), servizi nei teatri (137), nelle fiere (11) e nel porto (11). Del totale degli interventi, infine, hanno riguardato il personale in servizio a Campobasso, a Termoli, 371 a Santa Croce di Magliano. Daniela Di Cecco La festa dei Vigili del fuoco Monsignor Bregantini ha celebrato la messa nella quale ha cantato il piccolo coro di Mirabello Presenti moltissime autorità (FOTO STELLA)

9 NUOVO oggi MOLISE LA FESTA DI SANTA BARBARA CAMPOBASSO Consegnate le benemerenze al personale ANTONIO GIANGIOBBE (croce di anzianità) GIORGIO LITTERIO CAMPOBASSO - Nel corso della cerimonia sono state consegnate anche le onorificenze a persone che si sono distinte per il loro operato lavorativo e professionale. In particolare, il prefetto Carmela Pagano ha consegnato la croce di anzianità ad Antonio Giangiobbe. I comandanti degli altri ordini militari hanno invece donato il diploma di lodevole servizio a otto persine che si sono particolarmente distinte per il loro impegno a servizio della gente e a favore della vita civile. ddc MICHELE FELICE 9 L orgoglio dei Vigili del fuoco I messaggi delle autorità militari e civili La soddisfazione dei comandanti regionale e provinciale del corpo LA FESTA dei Vigili del fuoco è anche occasione solenne per ricordare il valore e l impegno di questi uomini che vivono quotidianamente il rischio e il pericolo per stare vicini alla gente. Ed è stato appunto l orgoglio il comune denominatore di tutti i messaggi letti durante la cerimonia - in particolare quelli del capo del corpo nazionale Vigili del fuoco, del capo dipartimento e di altre autorità - ma soprattutto dei discorsi del comandante provinciale Angiolo Gieri e del direttore regionale Alberto Pontecorvo. Messaggi che hanno ricordato soprattutto l impegno profuso quest anno dai Vigili del fuoco all Aquila, non soltanto nei primi momenti di soccorso, ma anche successivamente, per stare vicini alla gente nel momento della rinascita e ricostruzione. «Resta in noi l orgoglio - ha detto, per esempio, il comandante Gieri - di aver estratto viva la prima ragazza dalle macerie della Casa dello Studente all Aquila, e di aver aiutato tantissime persone a tornare alla vita». Ma Gieri ha anche sottolineato le difficoltà che quotidianamente vive il corpo dei Vigili del fuoco, auspicando «il reintegro dei mezzi e delle attrezzature, ma anche il potenziamento dell organico, utile soprattutto per raggiungere le zone più decentrate». Infine, da parte del comandante provinciale, un appello alla popolazione, affinché «rispetti la vulnerabilità di un territorio che sta cambiando». Gieri ha richiamato le emergenze che da qualche tempo colpiscono l Italia, dalle frane agli alluvioni, dalle piogge tropicali alle trombe d aria: «Non abbiamo diritto - ha concluso - di rovinare il Creato che Dio ci ha donato». Anche il direttore regionale Pontecorvo ha richiamato l emergenza dell Aquila: «Quest anno dobbiamo fare un bilancio estremamente positivo e soddisfacente, pur se velato di tristezza, per il nostro impegno all Aquila, per le vite salvate e il contributo che abbiamo dato nell alleviare dolore e sofferenza». dadice FLORIANO DE NICOLA DOMENICO IANNACCIO ANGELO DI IORIO ITALO SALUZZO ANGIOLO GIERI «Abbiamo salvato la prima studentessa sotto le macerie all Aquila» ANTONIO PRESUTTI GUIDO PASSARELLA ALBERTO PONTECORVO «Attività a volte velata di tristezza ma sempre piena di soddisfazioni»

10 10 CAMPOBASSO NUOVO oggi MOLISE IN EVIDENZA Circa 1700 gli studenti che si sono recati alle urne: affluenza in netta crescita Elezioni studentesche, tutti i nomi Si sono concluse senza difficoltà le operazioni di spoglio L Università degli studi del Molise ha pubblicato i dati ufficiali CAMPOBASSO - Les jeux son fait! Dopo uno spoglio lungo e difficoltoso, l Università degli Studi del Molise ha pubblicato ieri i risultati ufficiali delle elezioni studentesche. Circa millesettecento gli aventi diritto che si sono recati alle urne, con un affluenza in crescita rispetto alle elezioni precedenti (21%). La più alta partecipazione si è registrata nelle votazioni per il Consiglio d Amministrazione dell Università, il C.d.A. dell ESU e il Consiglio degli Studenti. Affluenza elevata ad Agraria, mentre per alcuni organi è stato ridotto il numero dai seggi in seguito al mancato raggiungimento del quorum del 20%. Si tratta dei Consigli delle Facoltà di Economia, SS.MM.FF.NN. e Scienze Umane e Sociali, e del Consiglio del Corso di laurea in Scienze della politica e dell amministrazione. Nel Consiglio d Amministrazione dell Università tre erano le liste che si contendevano i 6 seggi disponibili. Quattro sono finiti alla lista Progetto Università (con Massimo Pezzullo, Maria Lerra, Giovanna Viola e Jerry Carotenuto) e due al nuovo schieramento Alternativa Studentesca (con Francesco Di Lucia e Manuela Cardarelli). Nessun seggio è stato attribuito alla lista La Nuova Classe Dirigente. Un componente studentesco, invece, andrà a far parte del C.d.A. dell ESU. E Carmela Russo di Progetto Università, che con 723 preferenze ha avuto la meglio su Serenella Fuschi di Alternativa Studentesca (396 voti). I due schieramenti si contendevano anche i seggi nel Consiglio degli Studenti, dove a farla da padrone è stato ancora una volta Progetto Università che ha piazzato ben 7 pedine (Rodolfo Fiorella, Paolo Salerno, Giuseppe Di Iacovo, Gioe Piedigrossi, Massimiliano Tartaglia, Alessia Venditti e Stefano Cascone). Alternativa Studentesca ha ottenuto tre seggi, uno dei quali, però, non è stato attribuito per mancanza di candidati (AS, infatti, aveva proposto solo Vincenzo Lorito e Serenella Fuschi). Mattia Petosa (PU) è il nuovo rappresentate studentesco nella Conferenza Regione-Università, mentre Domenico Aceto e Luca Mastrogiorgio (PU) presidieranno il Comitato per lo Sport Universitario. Nel Senato Accademico Integrato (Facoltà di Ingegneria) eletti Alessandro Angeli e Alessio Campidoglio (PU), mentre nel Senato Accademico Integrato (Facoltà di Giurisprudenza) eletto Federico Palmieri (PU), con un seggio non assegnato per l assenza di un secondo candidato. Per quanto riguarda i Consigli di Facoltà si registra un exploit di Alternativa Studentesca nella corsa ai 10 seggi di Agraria (ben sette quelli conquistati), e l enplein di Progetto Università alla Facoltà di Giurisprudenza. Insomma, tutto deciso. Non resta che fare un in bocca al lupo ai nuovi rappresentanti, augurando loro che riescano a difendere nel migliore dei modi i diritti degli studenti Unimol. Vincenzo Carrese I nuovi eletti sono chiamati a difendere i diritti degli studenti dell ateneo Interessante convegno organizzato dalla Cattolica di Campobasso. Presenti illustri relatori Simposio sulle neoplasie della laringe In Italia ogni anno si contano circa cinquemila nuovi casi SI è svolto presso il Centro di Ricerche e Formazione Ad Alta Tecnologia nelle Scienze Biomediche dell Università Cattolica di Campobasso, diretto dal professor Savino Cannone, un importante simposio scientifico sulle neoplasie della laringe. Tali patologie rappresentano il 10 per cento circa di tutti i tumori maligni negli uomini e il 4 per cento nelle donne. In Italia si contano circa nuovi casi l anno di tumore della laringe tra gli uomini e 500 tra le donne. Le più comuni sedi di origine del carcinoma a cellule squamose (tipico tumore maligno della laringe) sono la corda vocale vera, l epiglottide, il seno piriforme e l area post-cricoidea. I tumori della faringe hanno un incidenza analoga a quella dei carcinomi della lingua con una maggiore mortalità; in Italia si registrano circa nuovi casi l anno per gli uomini e per le donne. Causati principalmente dal fumo e dall alcool, spesso i primi sintomi si manifestano con un alterazione della voce o la percezione di avere un corpo estraneo nella gola. In tal caso è importante consultare il prima possibile l otorinolaringoiatra in modo da favorire una diagnosi precoce. Una terapia multidisciplinare che veda la collaborazione tra diversi specialisti: l otorinolaringoiatra, il radioterapista, l oncologo e il radiodiagnosta è oggi il modo migliore per curare queste patologie. Il convegno è nato dalla I lavori si sono svolti nel centro di ricerca di Tappino alla presenza di specialisti e luminari del settore collaborazione tra il Policlinico Gemelli di Roma, l Università Cattolica sede di Campobasso, l Ospedale "Cardarelli" di Campobasso e l Ospedale S.Timoteo di Termoli. Un evento formativo che ha visto confrontarsi numerosi specialisti con l obiettivo di favorire una integrazione terapeutica e una crescita comune tra i diversi Centri. E il primo di una serie di eventi già programmati che si svolgeranno nei prossimi mesi. Sono intervenuti: il professor Gaetano Paludetti, ordinario di Otorinolaringoiatria del Policlinico Gemelli di Roma, il professor Vincenzo Valentini, primario di Radioterapia del Policlinico Gemelli e Presidente della Società Europea di Radioterapia, i professori Jacopo Galli e Giovanni Almadori, otorinolaringoiatri del Policlinico Gemelli. Hanno relazionato, altresì, il Primario di Otorinolaringoiatria dell ospedale "Cardarelli", dott. Giovanni Mastrogiuseppe; il dottor Antonio Carissimi, otorinolaringoiatra dell ospedale "Cardarelli"; il dottor Giovanni Serafini, primario di Otorinolaringoiatria dell Ospedale S.Timoteo di Termoli; il dottor Giovanni Giglio, primario dell Oncologia dell ospedale "Cardarelli"; il professor Alessio Morganti, primario della Radioterapia della Cattolica di Campobasso e il dottor Francesco Deodato radioterapista della Cattolica Campobasso. E auspicabile che al più presto possa svilupparsi in Molise un equipe mista per lo screening, la diagnosi e la cura di tali patologie.

11 NUOVO oggi MOLISE CAMPOBASSO-ALTRI CENTRI DURONIA 11 Anche dal Molise un rappresentante dell associazione Sicurezza e ambiente Lotta alla criminalità Incontro organizzato dall Aeop C ERA anche Antonio Berardo, presidente dell Associazione europea operatori di polizia, nucleo operativo provinciale di Campobasso, con sede a Duronia, alla giornata di studio su Sicurezza e ambiente che si è svolta a Brusciano. Una giornata di studio che ha visto la partecipazione di numerosi operatori che fanno parte delle associazioni ambientalistiche e di rappresentanti delle iistituzioni. L iniziativa è stata organizzata dall Associazione europea operatori polizia della Campania, diretta da Giovanni Cimmino. Nel corso dell incontro sono giunti anche i saluti del presidente della Camera dei deputati, Gianfranco Fini e del ministro all Ambiente, Prestigiacomo. Entrambi hanno posto l accento sul pericolo rappresentato della criminalità organizzata, le cui attività, è stato detto, sono una delle minacce più serie per l ambiente. Il governo, quindi, deve necessariamente garantire la sicurezza ai cittadini e la protezione della natura, insistendo, in particolare, sulla tollerenza zero nei confronti di chi commette questo, come altri gravi reati. L appello dunque a tenere sempre alta la guardia e a vigilare, affinché il fenomeno della criminalità organizzata, che lucra su attività illecite legate anche all ambiente, sia tenuto costantemente sotto controllo. Perché i rischi e i danni per il Paese sarebbero gravissimi. Antonio Berardo ha espresso la propria soddisfazione per l esito, ampiamente positivo, dell incontro. L associazione europea operatori di polizia pronta ad arginare il pericoloso fenomeno della criminalità PETRELLA TIFERNINA La manifestazione si svolgerà nella sala museale della parrocchia San Giorgio Martire alla presenza di molti ospiti Lettera pastorale, le linee guida Il documento del vescovo Bregantini al centro dell assemblea parrocchiale LA parrocchia San Giorgio Martire ospiterà lunedì prossimo l assemblea parrocchiale con al centro le linee guida dettate dal vescovo della diocesi Bregantini nella lettera pastorale Il programma prevede una serie di interventi particolarmente interessanti. Don Domenico di Franco relazionerà su La responsabilità nella Prima lettera di Pietro, mentre Virginio Marinelli affronterà il tema Vivere la corresponsabilità pastorale. Previsti inoltre gli interventi di Paola Ruscitto, Vittorio di Lallo e Beatrice Ciaburri. Moderatrice dell incontro sarà Cinzia Tamburello. I lavori si svolgeranno nella sala museale della parrocchia a partire dalle ore 19. La chiesa di San Giorgio ospiterà l incontro sul documento elaborato da Bregantini L apertura del Settimanale Baby massaggio I corsi per mamme si tengono a Termoli AI corsi di baby massaggio per le mamme che si tengono a Termoli è dedicato il servizio che apre la puntata di oggi del Settimanale, a cura della Tgr del Molise, in onda alle 12,25 su Raitre. Gli altri argomenti: tra i frantoi di Poggio Sannita nel giorno della festa dell olio. Gli anni giovanili trascorsi da padre Pio nel convento di Venafro. Intervista al giudice della Corte Costituzionale Maddalena che ha incontrato gli studenti dell Unimol. L arpa e la zampogna nel concerto del gruppo Ecletnica Pagus. Bimbi, un corso di massaggio

12 NUOVO oggi MOLISE BOJANO-AREA MATESINA 13 Per la stagione invernale Sci Club Sono aperte le iscrizioni AL via il tesseramento allo Sci Club Bojano per la stagione invernale 2009/2010. Il direttivo societario con lo scopo di incrementare le adesioni ha deliberato di mantenere invariate le quote annuali della tessera dello Sci Club, per cui fino a 14 anni la quota resta di 30 euro, per tutte le altre fasce di età, invece, la quota è di 35 euro. "La tessera Fisi dà diritto al socio di partecipare ad ogni iniziativa che lo Sci Club organizza nel corso della stagione invernale ed estiva - ha spiegato il presidente del sodalizio, Donato Carnevale -, inoltre comprende una copertura assicurativa contro infortuni alla propria persona e per danni a terzi su tutte le piste da sci del territorio nazionale. La nostra società, come ogni anno, organizza corsi di sci e snowboard a Campitello Matese, infatti, a partire dal 13 gennaio prossimo sono previsti nei giorni di mercoledì e sabato corsi di avviamento e di perfezionamento allo sci alpino e allo snowboard, della durata complessiva di 12 ore ripartite in 6 giorni". Le iscrizioni sono aperte a tutti, bambini, ragazzi e adulti, naturalmente è indispensabile il certificato medico di sana e robusta costituzione fisica rilasciato dal medico curante. "Per la partecipazione ai corsi bisogna essere tesserati allo Sci Club, le iscrizioni dovranno pervenire entro e non oltre il 31 dicembre" ha aggiunto Carnevale. Per le iscrizioni ed ulteriori informazioni ci si può rivolgere alla segreteria del sodalizio sita in corso Amatuzio n.16, nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 18 alle 20, oppure telefonando allo (fax ) o al Le informazioni sono inoltre consultabili sul sito: e Il direttivo, rinnovatosi nel novembre dello scorso anno, oltre al presidente Carnevale, è composto da: Pierpaolo Bove, vice presidente; Maurizio Perrella, segretario; e dai consiglieri: Angela, Generoso e Michele D Aversa, Massimo De Gregorio, Antonio Masucci e Daniela Pallotta. (Luz) LA CRONACA I malviventi hanno ripulito un appartamento in via Kennedy fuggendo con l auto dei proprietari Furti, ritorna la psicosi Dopo una breve pausa i ladri entrano nuovamente in azione Due tentativi vanno a vuoto. Il terzo colpo è andato a segno NEL centro bifernino torna prepotentemente alla ribalta la psicosi dei furti d appartamento. Dopo l ondata di furti nella primavera scorsa, e il recente colpo di pochi giorni orsono a Santa Maria dei Rivoli, anche la notte scorsa i ladri sono tornati in azione. Dopo due tentativi andati a vuoto, uno in via Gino Di Biase e l altro in via Franco Romano, i delinquenti sono riusciti a ripulire un appartamento in via Kennedy dileguandosi poi con la BMW 530 dei proprietari. Nei primi due casi, entrambe ville, in una delle quali erano riusciti già a sfilare la serratura del portone blindato, l azionamento dell allarme li ha messi in fuga. Gli sconosciuti, gente esperta del mestiere, si sono quindi spostati di alcune centinaia di metri, prendendo di mira un fabbricato isolato di proprietà di un imprenditore edile. Lui abita al primo piano dell immobile, mentre nell alloggio sito al piano terra vivono la figlia con il genero e i loro due bambini. I ladri, probabilmente tre, di cui uno fungeva da palo, sono giunti in macchina intorno alle ore 4, erano muniti di guanti al lattice, per non lasciare impronte digitali, e scarpe da ginnastica. Sono penetrati dalla finestra prima in un piccolo appartamento vuoto al piano terra, dove non hanno trovato nulla, poi hanno visitato quello attiguo. Dopo aver alzato la tapparella bloccandola ad una certa altezza con mollette attaccapanni, hanno effettuato un piccolo foro in prossimità della maniglia riuscendo poi ad alzarla con l ausilio di un ferro ricurvo. Una volta aperta la finestra sono entrati nell appartamento dirigendosi nella camera da letto dei giovani coniugi, probabilmente utilizzando anche dello spray o qualche altra sostanza per far perdere loro i sensi, dato che ieri mattina gli stessi avvertivano strane sensazioni ed un leggero mal di testa. I ladri hanno messo a soqquadro la camera da letto, portando via numerosi oggetti d oro ed un paio di orologi, nonché alcuni capi d abbigliamento nuovi di marca e un paio di scarpe da uomo costose. Dalla borsetta della proprietaria hanno asportato denaro in contanti, era lo stipendio che aveva riscosso la mattina stessa, racimolando anche altro denaro presente in casa. Subito dopo i delinquenti si sono spostati nella cameretta del bambino, dove hanno spostato il letto ed un armadio che copriva la cassaforte a muro non riuscendo però ad aprirla. Sono entrati anche in cucina dove hanno prelevato alcune brioche ed una bottiglia di acqua minerale ritrovata poi vuota, sul pozzo in giardino, accanto agli involucri di confezione dei predetti dolciumi. Dopo aver preso il bottino nonché le chiavi delle due autovetture parcheggiate all esterno, entro la recinzione, sono usciti dalla stessa finestra da dove erano entrati. In giardino hanno fatto colazione e stavano per allontanarsi indisturbati quando l imprenditore, avendo udito dei rumori, ha acceso la luce al primo piano per verificare dalla finestra la loro origine. I ladri erano saliti già sulle due autovetture dei giovani coniugi, una BMW 530 ed una Y10, per allontanarsi, quando l imprenditore ha visto nella semioscurità una figura umana che ha abbandonato immediatamente la Lancia per salire sulla BMW alla cui guida c era un complice, che si è subito dileguata. In un primo momento l imprenditore era quasi convinto che fossero la figlia ed il genero e che probabilmente erano andati via di fretta per qualcosa successo all improvviso. Allora è sceso a picchiare alla porta d ingresso dei congiunti per verificare cosa fosse accaduto di così urgente, non ricevendo però alcuna risposta. Soltanto più tardi la figlia si è svegliata, e solo allora l imprenditore si è reso conto che avevano ricevuto sgradite visite. Sul furto stanno indagando i Carabinieri della Compagnia di Bojano, un indagine che si preannuncia alquanto difficile perché, purtroppo, da parte dei cittadini la collaborazione e quindi la segnalazione di macchine o persone sospette è quasi del tutto assente. (Luz) In molti esercizi sono in vendita le stelle della solidarietà Sclerosi, l Aism in campo Parte la raccolta dei fondi per combattere la malattia DA qualche giorno anche a Bojano in diversi esercizi commerciali è possibile acquistare le stelle della solidarietà dell Associazione Italiana Sclerosi Multipla (Aism). Si tratta di un interessante iniziativa a scopo benefico che consente agli acquirenti-donatori di ricevere in cambio, con il pagamento di una piccola quota, delle simpatiche e colorate stelle con cui poter addobbare il proprio albero di Natale, o comunque di utilizzarle come decorazione per le imminenti festività natalizie. Il contributo raccolto potrà così essere utilizzato dall Associazione Italiana Sclerosi Multipla per le diverse finalità associative, che costituiscono di fatto l impegno che i volontari dell associazione mettono in campo contro la malattia. Oggi l Aism rappresenta un punto di riferimento per le oltre 58 mila persone affette da questa grave patologia e per i loro familiari. L associazione crede fermamente che le persone colpite dalla malattia abbiano diritto ad una buona qualità di vita e alla piena integrazione sociale. L Aism è attiva sul territorio con oltre 10 mila volontari impegnati a diffondere una corretta informazione sulla malattia, a sensibilizzare l opinione pubblica, a promuovere ed erogare servizi socio sanitari adeguati dove il servizio pubblico non arriva, programmando, inoltre, tra le sue molteplici iniziative, anche la raccolta di fondi per sostenere la ricerca scientifica. I fondi che saranno raccolti nel centro bifernino serviranno per queste finalità. Per partecipare alla raccolta è necessario soltanto acquistare le stelle della solidarietà con un personale contributo economico in uno dei tanti punti vendita allestiti in città, tra cui vi sono le farmacie ed altri esercizi commerciali. La vendita delle stelle dell Aism, partita solo da qualche giorno, sta già dando ottimi risultati. Va sottolineato lo straordinario contributo per la causa da parte dell Ordine dei Medici della provincia di Campobasso che, tramite il suo presidente, dottor Gennaro Barone, ha acquistato cento stelle della solidarietà per addobbare l albero di Natale che si trova negli uffici dell Ordine. Per contribuire a questo gesto di solidarietà c è tempo fino all Epifania. (Luz) La Falco ha festeggiato l ottavo anniversario PRESSO il Teatro comunale, ex Cinema Moderno si è svolta una particolare serata organizzata dall associazione Falco in occasione dell ottavo anniversario della sua costituzione. "Un insieme di canti, giochi, e simpatici scherzi, organizzati e diretti da Daniele Colecchia, bravissimo ed apprezzato animatore, hanno allietato il pubblico presente - ha raccontato il presidente del sodalizio, Alessio Papa - Lo spettacolo è stato accompagnato dalle caratteristiche note della band Otre Neoethnic Group diretta dal maestro Michele Morra, complesso che ripropone melodie tradizionali in dialetto molisano arrangiate in chiave moderna. Il tema della serata Lo spettacolo siete voi prevedeva l intervento del pubblico per animare giochi, gag e scenette ed ha visto alcuni spettatori cimentarsi in gradevoli gare con in palio buoni acquisto del valore di 50 euro offerti da Tutto Sport, Tabaccheria Auriemma, Caseificio Valleverde e Caseificio Caccavelli. Ha fatto seguito una divertentissima scenetta in cui è stata rappresentata un improbabile natività coinvolgendo molti spettatori come figuranti di un particolare presepe".non poteva mancare un messaggio degli organizzatori, cioè l associazione Falco, che ha presentato il rendiconto del proprio operato annuale esponendo le linee guida per l attività del prossimo anno. La serata si è conclusa con una dedica alle vittime del terremoto d Abruzzo cantando dal vivo la canzone Domani, realizzata dagli artisti uniti pro Abruzzo. (Luz)

13 14 RICCIA-CERCE-JELSI NUOVO oggi MOLISE Riccia - Attualmente si fa lezione all ex carcere Scientifico, consegnate ufficialmente le chiavi Sarà interamente ricostruito RICCIA - Sono state consegnate ufficialmente le "chiavi" del cantiere dal quale prenderà il via la ricostruzione del Liceo Scientifico Galilei. Il passaggio è avvenuto alla presenza di rappresentanti dell Ente Provincia e della ditta appaltatrice dei lavori (la ATI PF Building /CEAM Edilizia), finanziati per circa 3 milioni di euro prevalentemente grazie ai fondi regionali post-sisma. Dopo il terremoto le classi del Liceo sono state sistemate presso l ex carcere della cittadina, che è ad oggi la sede dell istituto superiore. Per sette anni si è aspettato l inizio dei lavori, che a questo punto potranno partire, dopo un attesa non breve e sentita dai cittadini di Riccia, da alunni, genitori ed insegnanti del Liceo Scientifico. La scuola, nel tempo, ha avuto diverse sedi e vissuto alcuni spostamenti nel corso degli anni; in effetti, come hanno ricordato alcuni docenti, non è mai esistito un edificio nato e strutturato precipuamente per ospitare una struttura scolastica. Durante la scorsa estate l attuale sede del Liceo Galilei (l ex carcere) ha subito lavori di ampliamento e miglioramento, che hanno permesso di aumentare il numero delle aule e degli spazi destinati alle attività didattiche. La sistemazione nell ex sede carceraria resta però provvisoria e, sebbene occorra attendere qualche anno, si nutrono aspettative sulla nuova e si spera definitiva sede del Galilei. La data di ultimazione dei lavori è stata fissata al maggio Si procederà alla demolizione di un vecchio edificio che sorge all interno dell area che costituirà il nuovo "habitat" della Scuola, per passare poi alla ricostruzione della struttura. AA IN EVIDENZA Il giornalista da tempo racconta nei suoi testi le «azioni criminose» Raffaele Sardo a Pietracatella Questa mattina l autore del libro «Abbattiamo La Bestia» sarà ospite di un convegno-dibattito sul tema della camorra PIETRACATELLA - Interessante convegno questa mattina. «Per la Legalità, per la Democrazia per un Italia e un Molise migliore. Abbattiamo "la Bestia".Camorra. Storie di Delitti, Vittime e Complici». E questo il tema dell incontro dibattito promosso dal Comune di Pietracatella e la Pro-Loco Pietramurata, insieme all?associazione Culturale?I Care? in programma alle ore nell aula consiliare in via Fontanelle. Il giornalista Paolo De Chiara, direttore de il Ponte, incontra il sindaco Gianni Di Vita, l onorevole Lorenzo Diana, già componente Commissione Antimafia, consigliere della Fondazione Caponnetto e responsabile dell Osservatorio Antimafia; Raffaele Sardo, Scrittore e Giornalista, Autore del libro La Bestia, con prefazione di Roberto Saviano. Nel corso del dibattito Maria Pasquale leggerà alcuni brani tratti dal libro La Bestia. "Una società che rifiuta la camorra è una società che si fonda anche sulla gratitudine e sul riconoscimento di ciò che le persone le danno." Queste alcune delle parole del libro «La Bestia» di Raffaele Sardo conosciuto per la sua lotta alla camorra. Giornalista che da tempo racconta le numerose azioni criminose della camorra, punto di riferimento per quanti hanno deciso di continuare a vivere in questa zona, strumento in contrasto con un informazione controllata, Raffaele Sardo in questo libro parla delle vittime, le vite spezzate da un potere maledetto, e maledettamente forte, e il dolore di chi è sopravvissuto, i familiari, gli amici. Un volume che racconta la violenza della camorra in tutti i suoi aspetti. L iniziativa del Comune di Pietracatella e della Pro loco Pietramurata rientra in un ciclo di interessanti appuntamenti finalizzati a sensibilizzare i giovani sulle problematiche della legalità. MF Pietracatella - L importanza della prevenzione, la solitudine, l assistenza Droga, tra coraggio e paura Si è parlato di disagio complessivo con illustri relatori PIETRACATELLA - Tossicodipendenza e fattori di disagio: un convegno con questo titolo si è tenuto nei giorni scorsi in paese, si è rivelato un successo per la qualità degli interventi e la partecipazione della gente e soprattutto ha scosso le coscienze circa un tema molto attuale e dalle mille sfaccettature.una rappresentazione teatrale breve e densa ha aperto l incontro: allegorie di sensazioni e atteggiamenti umani di fronte al problema della droga sono state interpretate dai membri della comunità di recupero termolese "Il Noce". Il Coraggio, la Paura, l Indifferenza sono diventati, nella sala consiliare che ha fatto da scenario all iniziativa, personaggi vivi, grazie ai quali hanno preso il via le argomentazioni dei vari relatori. Antonello Miccoli, curatore del Progetto Mosaico 2000, ha puntato l attenzione sull importanza della prevenzione e sull efficacia che le testimonianze dirette hanno sui giovani come metodo preventivo. Miccoli ha elaborato anche un excursus su come le droghe siano cambiate nel corso del tempo, su come si sia evoluto il consumatore di stupefacenti, dichiarando che ormai, tra i giovanissimi, c è un larghissimo uso di "fumo". Giovanna De Cerce, psicologa che lavora al SERT di Campobasso, ha parlato invece della solitudine delle famiglie, della necessità di fornire ai familiari di chi è vittima delle droghe assistenza, consulenza, strumenti per affrontare e superare il problema. In Molise la realtà è meno rosea di quanto appaia, su questo sono stati concordi tutti i relatori; il marcio non è sempre evidente ed è spesse volte sommerso, ci si trincera dietro atteggiamenti omertosi che non rendono facile un lavoro di prevenzione e sensibilizzazione. Aiutare i giovani, e con essi i genitori, i docenti, gli adulti-educatori a comprendere, affrontare e risolvere il problema della tossicodipendenza è un processo lento e faticoso, che non può prescindere dalla formazione e dalla informazione. L incontro svoltosi a Pietracatella vuole essere il primo tassello di un programma più ampio, che si allarga ovviamente al territorio e vede il coinvolgimento di diverse forze, che abbia i suoi punti di forza proprio nella prevenzione, nella formazione e nel fornire informazioni precise ed esaustive su quello che è il mondo delle droghe. Per saperne di più : Progetto Mosaico Una ricerca sul disagio giovanile e l uso di stupefacenti nella scuola superiore di Termoli, a cura di Antonello Miccoli, Franco Angeli editore, ISBN antonella angiolillo

14 Le vincitrici del ricorso: che gioia! Stoccate a Giuditta Lembo. Ieri la conferenza stampa Chi va a Bruxelles perde la poltrona Dopo l ordinanza del Tar, Mazzuto costretto a "far fuori" almeno un assessore per una donna. Iniziano i mal di pancia ISERNIA - Vanno a Bruxelles da assessori, tornano nel capoluogo da semplici cittadini. Amara sorpresa per i componenti della Giunta della Provincia di Isernia costretti a fare le valige da palazzo Berta dopo la sentenza del Tar che di fatto ha azzerato l esecutivo di Luigi Mazzuto. Il tutto per via del ricorso presentato e accolto dal Tribunale amministrativo sulle "pari opportunità" da Immacolata Petrarca, Barbara Gianfrancesco, Angela Zampini, Barbara Ferri, Tania Appugliese, Fiora Luzzatto, Giuseppina Negro, Anna Bucci e Rosa Eramo. «Questa è la vittoria delle donne, noi, come opposizione, siamo fieri di aver fatto il primo passo e aperto il dibattito» il commento di Antonio Sorbo, consigliere di minoranza in Provincia e presente ieri alla conferenza stampa convocata dalle nove rappresentanti del gentil sesso. Tra gli altri in sala anche l avvocato Roberto Giammaria che ha curato la presentazione del ricorso. «L ordinanza del Tar Molise fa giustizia e riconosce il diritto alla parità - ha detto un entusiasta Giammaria che poi ha tuonato contro Mazzuto- Non avere nessuna donna nell esecutivo era una vergogna non solo per l intera Provincia ma per tutto il Paese». «Questo è un ricorso che non ha nessun colore politico - il commento dell avvocato Immacolata Petrarca - adesso l augurio è quello che Mazzuto non ricorra al Consiglio di Stato rischierebbe di fare l ennesima figuraccia, ovvero quello di discriminare le donne». Così la nuova ordinanza apre nuovi scenari, come ha sottolineato Fiora Luzzatto. «Spero che anche la Provincia di Campobasso tenga conto di quanto avvenuto ad Isernia. Mazzuto - ha poi ricordato la Luzzaatto - ha il sacro santo diritto di governare, tuttavia non può non tener conto di quanto ammetta la Costituzione e lo statuto». Infine stoccate anche all indirizzo di Giuditta Lembo, consigliera di parità alla Regione. «Siamo deluse e amareggiate - hanno detto contestualmente - dall atteggiamento e dalla mancata adesione al ricorso della consigliera Lembo». Nel frattempo la conta è iniziata. Mazzuto è chiamato a far fuori almeno un assessore, per far posto ad una donna. I mal di pancia sono solo all inizio. Il discorso del comandante Palano in occasione delle celebrazioni di Santa Barbara «L orgoglio di essere Vigili del fuoco» ISERNIA - Una festa di Santa Barbara del tutto particolare, quest anno, per i Vigili del fuoco, perché sono ancora vive le scene di distruzione del terremoto in Abruzzo e perché ricorre il settantesimo anniversario della fondazione del Corpo. La messa celebrata dal vescovo, monsignor Salvatore Visco, presso il comando provinciale dei Vigili del fuoco di Isernia, ha aperto le celebrazioni per la santa protettrice degli uomini in divisa. le pene del prossimo. Questo sacrificio però ci procura delle ricompense che nessun altro lavoratore rie- La Polizia ha inoltre espulso sette rumeni Ruba un telefonino Ventenne denunciato Tradito dalla traccia lasciata dalla sua Sim-card ISERNIA - Ladro maldestro: ruba un telefono e si fa beccare perché inserisce nell apparecchio una Sim intestata a suo nome. Gli uomini della Squadra mobile hanno deferito un ventenne di Isernia, P.C. le sue iniziali, per il reato di furto. La scheda telefonica intestata al ventenne è stata inserita ed ha generato traffico in un telefono cellulare risultato rubato. La traccia telematica lasciata dalla Sim ha permosso alla Polizia di individuare il responsabile che è stato deferito all autorità giudiziaria. Nell ambito dell attività di prevenzione sul territorio, inoltre, il Questore Biagio Ciaramella ha emesso un avviso orale e sette ordinanze di rimpatrio nei confronti di alcuni cittadini rumeni, ritenuti pericolosi per l ordine e la sicurezza pubblica. Si tratta di C.R., di anni 21, colpito da divieto di ritorno nel Comune di Castelpetroso per tre anni; E.Z. di anni 25, divieto di ritorno nel Comune di Castelpetroso per tre anni; S.L. di anni 24, stesso divieto; C.R. di anni 21, S.L., C.L. e E.Z., tutti ventenni, divieto di ritorno nel Comune di Miranda per tre anni. Il Tribunale di Isernia ha accolto la proposta di sorveglianza speciale per la durata di due anni nei confronti di M.A. di anni 29, residente in un Comune della Provincia, risultato soggetto «di indole violenta, proclive a commettere reati, di pessima condotta morale e civile, privo di stabile occupazione lavorativa, ozioso e vagabondo, dedito a traffici delittuosi, assiduo frequentatore di tossicodipendenti e pregiudicati». L uomo annovera diversi precedenti penali per reati contro il patrimonio ed inoltre è stato sorpreso in più occasioni in compagnia di pregiudicati. Quindicimila euro la sanzione elevata Lavoro nero, i Carabinieri chiudono un cantiere Il comandante Vincenzo Palano Il comandante Vincenzo Palano, dopo aver accolto tutte le autorità civili e militari intervenute, le famiglie dei suoi uomini e i piccoli alunni delle scuole di Miranda, ha tracciato un bilancio dell attività operativa. «Il più grande impegno nell ambito del soccorso questo comando lo ha profuso nella partecipazione alle operazioni del dopo terremoto a L Aquila. Il Vigile del fuoco non è un lavoratore normale, è un uomo votato alla sofferenza e al sacrificio per alleviare Il caporeparto Carmine Longo riceve un omaggio per il congedo sce ad ottenere. A L Aquila ci è stato dato l appellativo di angeli ; io sono orgoglioso di appartenere a questo Corpo». Contrariamente agli scorsi anni, il comandante Palano ha avuto la possibilità di dare ai suoi uomini e ai cittadini della provincia, due buone notizie: l incremento del numero dei funzionari, grazie all arrivo, dal Piemonte, dell ingegner D Auria, e la consegna di una nuova e potente autogrù che sostituirà quella in servizio da più di trent anni. Francesco Bottone ISERNIA - Sanzioni per complessivi quindicimila euro sono state comminate dai Carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Isernia, nel corso di controlli a tappeto sui cantieri edili. Due le imprese edili, operanti nel capoluogo, finite nel mirino dell Arma. Nei confronti di un impresario 28enne del casertano è stato adottato il provvedimento della sospensione dell attività a seguito dela rilevata presenza di lavoratori in nero.

15 16 ISERNIA-ALTO MOLISE NUOVO oggi MOLISE La giunonica Sabrina Ferilli, sarà madrina della Ndocciata Castelpetroso - L evento voluto dal vicariato Pittura sacra, apre la mostra dedicata a Eolo e Raffaele Costa CASTELPETROSO - Martedì 8 dicembre aprirà la mostra di pittura sacra dedicata alle opere di Raffaele ed Eolo Costi, compianti ed eclettici artisti romani. La mostra si terrà nella suggestiva cornice del Santuario di Castelpetroso. L evento infatti è organizzato dal Vicariato episcopale per il santuario nella persona dello stesso vicario don Rocco Di Filippo. Il programma prevede alle ore 17 la celebrazione della santa messa ed alle 18 il taglio inaugurale del nastro che aprirà l esposizione la quale resterà a disposizione dei visitatori del santuario e degli appassionati del genere fino al giorno 7 gennaio prossimo. Giuliano di Lucia nuovomolise.net Agnone - A renderlo noto la Pro loco Ndocciata, la madrina è Sabrina Ferilli Parteciperà all evento dell 8 dicembre con il marito Flavio Cattaneo, ex dg della Rai AGNONE - L attrice romana, Sabrina Ferilli sarà la madrina d eccezione della Ndocciata dell 8 dicembre. La notizia era nell aria, adesso è giunta l ufficialità. La Ferrilli sarà accompagnata dal marito Flavio Cattaneo, ex direttore generale della Rai ed attualmente amministratore delegato di Terna Spa. L attrice giungerà ad Agnone già dal mattino per restare un intera giornata nella cittadina altomolisana, dove avrà il tempo di visitare la Pontificia Fonderia Marinelli, il centro storico e la Biblioteca. Quasi sicuramente non mancherà un suo passaggio al teatro «Italo Argentino» dove svestirà dai panni di visitatrice e indosserà come sempre quelli di dell attrice teatrale e cinematografica. Entrata nel cuore di tutti gli italiani grazie alla sua vèrve comica che la rende così naturale e spontanea (lontana dal modello delle bellone ingessate che popolano l universo televisivo), la Ferrilli è nata a Fiano Romano il 28 giugno del 1964, da mamma casalinga e papà impiegato. Forme mediterranee praticamente perfette e dalla bellezza inusuale, Sabrina, dopo aver frequentato la compagnia teatrale del suo paese, su suggerimento del regista Beppe De Santis, tenta senza successo l ammissione al Centro Sperimentale di Cinematografia. Tuttavia l iniziale fallimento non la scoraggia. Caparbiamente conquista piccole parti e ruoli secondari. Fino a quando nel 1990 il cineasta Alessandro D Alatri la sceglie per "Americano Rosso". E l inizio della sua carriera cinematografica che la porterà ad intraprendere un percorso ricco di avvenimenti e di successi. Non necessariamente sul grande schermo, ma anche sul piccolo, con l immancabile "fiction" (si tratta di "Commesse"), che la proietterà nel cuore degli italiani. Solo nel 1994, invece, con il film "La bella vita" di Paolo Virzì viene consacrata ufficialmente diva del cinema. Le sue curve mozzafiato e il fisico perfetto l hanno poi resa soggetto ideale per quei calendari sexy che così tanto successo hanno riscontrato nel Paese, decretando Sabrina fra le campionesse di vendite del genere. L attrice comunque, amante dell autoironia, non ha mai nascosto la sua aspirazione ad essere la più amata dagli italiani e anzi si è definita "aspirante Totti con le tette". Ama profondamente anche gli animali tanto che vive con il gatto Romolo e la cagnetta Nina. Il tutto mentre è cominciato il conto alla rovescia di quello considerato il rito del fuoco più antico al mondo. Oltre alla Ferrilli - assicurano dalla Pro loco di Agnone, guidata dall instancabile Giuseppe Marinelli - attese altre personalità istituzionali, del mondo dello spettacolo e della Cultura. La cronaca - Un rumeno 25enne Arrestato a Scampia, niente più domiciliari AGNONE - Niente più domiciliari per il rumeno 25enne (F.L.O., le sue iniziali) arrestato a Scampia il primo ottobre scorso insieme ad un 21enne del posto (A.Z.). Il tribunale del Riesame di Napoli ha deciso di rimetterlo in libertà in queste ore. Il ragazzo difeso dall avvocato Lorenzo Marcovecchio adesso dovrà affrontare il processo. I due giovani furono beccati dai Carabinieri di Napoli in possesso di cocaina, eroina e haschish mentre si allontanavano dal quartiere - spaccio reso celebre dallo scrittore Roberto Saviano con il libro «Gomorra». Successivamente trasferiti a Poggioreale, al rumeno furono dati subito gli arresti domiciliari, mentre l agnonese rimase in carcere per diverse settimane.

16 E quanto emerso dall incontro svolto ieri mattina Caserma, domanda di sfratto per cinque classi delle medie «Lo stabile della Finanza va alleggerito» Protagonista un extracomunitario Espulso dall Italia non rispetta l obbligo, arrestato VENAFRO - Ultimissime novità dal mondo della Scuola. In particolare dalle Medie. Ieri mattina l Amministrazione comunale ha incontrato in Municipio i rappresentati dei genitori dei ragazzi delle Medie, insieme con i dirigenti guidati dalla preside Vincenzina Scarabeo. Presenti all incontro il sindaco Nicandro Cotugno e l assessore alla Pubblica Istruzione Benedetto Iannacone. Assenti giustificati - avevano inviato una lettera in precedenza - i rappresentanti dell Age (associazione genitori), in particolare il suo presidente Luigi Cancelli. L assessore Iannacone: «Chiederemo alla Protezione Civile cinque moduli abitativi» «Dall incontro è scaturita la necessità di alleggerire la Caserma della Guardia di Finanza da almeno cinque aule su tredici. In modo da allargare tutte le altre strutture che sono costruite in carton gesso. E rendere più agevole e vivibile l intera struttura» dichiara l assessore Benedetto Iannacone. Ma dove troverete queste cinque aule sicure ed idonee, fuori la Caserma? «Abbiamo intenzione di lanciare un bando pubblico. Una sorta di ricerca di mercato per trovare una soluzione entro i primi giorni del Contiamo di riuscire ad affittare alcuni locali privati idonei». E per l utilizzo del vecchio ospedale, come si è più volte adombrato? «Una tale soluzione richiede tempi lunghi. Va infatti fatta un analisi strutturale e d agibilità sull edificio, vanno adattati alcuni ambienti. Va redatto sicuramente un progetto e vanno investiti dei soldi, con finanziamenti consistenti. Ma soprattutto servono risposte tecniche e burocratiche che richiedono tempo». E vero che state operando anche sulla scuola di Ceppagna? «In Giunta abbiamo votato un primo intervento. Nella prossima settimana verrà protetto il tetto. Verrà puntellato l atrio, dal momento che presenta problemi strutturali e di vulnerabilità sismica. Tale intervento serve a poter utilizzare anche le aule al primo piano della scuola. Per trasferirvi alcune aule». Solo questo? «Chiederemo alla Protezione Civile ed alla Regione 4/5 moduli abitativi. In modo da sistemarli fuori della Scuola di Ceppagna. Per potervi ospitare in futuro le aule necessarie. In tal modo l edificio potrà essere recuperato tranquillamente. Non ci saranno interferenze tra il cantiere e la scuola». Novità per la scuola di via Colonia Giulia? «Al momento nessuna. Siamo in attesa della consegna dei lavori alla seconda ditta classificata in gara (la prima è stata mandata via). In attesa degli adempimenti tecnici del direttore dei lavori ing. Filippo Ottaviano. Speriamo di uscire prestissimo da questo impasse. In modo che i lavori riprendano subito, per concludersi prima del nuovo anno scolastico». Emmelle Venafro - In una masseria recuperata a ridosso della variante Sala Panel, oggi l inaugurazione Petrecca: opportunità di sviluppo VENAFRO - Oggi, dopo anni d attesa, si inaugura la Sala Panel. Presso una masseria recuperata che si trova a ridosso della variante di Venafro. E vicina all Oasi «Le Mortine». Ieri un nuovo comunicato stampa comunale spiegava l evento. Con le dichiarazioni del consigliere Sergio Petrecca, incaricato all Ambiente. Si poteva leggere nella nota: «L inaugurazione della Sala Panel rappresenta per Venafro e per tutto il territorio limitrofo una straordinaria opportunità di sviluppo». Così, il consigliere all Ambiente Sergio Petrecca, alla vigilia della inaugurazione della Sala Panel di Venafro. «Il turismo ambientale, sempre di più, negli ultimi anni, ha preso piede nelle abitudini e nello stile di vita degli italiani e non solo. Il nostro territorio è straordinariamente ricco da questo punto di vista e sviluppare queste potenzialità può diventare davvero la nuova sfida dei prossimi anni. La Sala Panel, che non a caso viene inaugurata a ridosso del periodo della raccolta e della molitura delle olive, non è un punto di arrivo pur essendo un traguardo che ci rende molto orgogliosi. Venafro è sempre stata considerata la porta del Molise, un punto di snodo cruciale per gli scambi tra le regioni del centro sud e, stiamo lavorando affinchè possa riaffermare a pieno titolo questo suo ruolo. La Sala Panel, come laboratorio organolettico per la certificazione dell olio di qualità, rappresenta l anello di una catena che unitamente al Parco Regionale dell Olivo, vuole dare vita ad una filiera di settore in grado di rilanciare e qualificare l attività dei produttori locali. Ma Venafro, -aggiunge il consigliere delegato- può vantare una tradizione di grande pregio nel settore olivicolo che ne fa una realtà di eccellenza non solo da un punto di vista produttivo ma anche culturale, celebrata nei secoli passati da grandi scrittori della letteratura classica. Per questo abbiamo la possibilità di promuovere la nostra Città anche sotto il profilo turistico. La Sala Panel, anche per la posizione strategica che occupa, può diventare volano di sviluppo non solo per Venafro ma per tutti comuni circostanti. La Sala Panel di Venafro, unica per la provincia di Isernia, è un punto di riferimento per un territorio molto vasto. Per questo, rinnoviamo agli enti locali della zona, l invito ad investire per creare interesse non solo per la struttura, ma per promuovere iniziative di ampio respiro che possano far conoscere anche il nostro ricchissimo patrimonio storico-artistico, fatto anche di tradizioni e cultura popolare radicate nei secoli». Emmelle Intanto la città si veste a festa con l accensione delle luminarie Eventi di Natale, cartellone ricco E quanto dichiarano gli assessori, Capobianco e Iannacone VENAFRO - Molte luminarie natalizie accese da poco in città. Con un programma di iniziative e di spettacoli sotto le Feste. Dal Comune giunge una nota stampa chiarificatrice. «Quest anno l intera Città è stata addobbata con luminarie allestite dall Amministrazione Comunale e dall Unione Commercio Venafro. La scelta di concordare un allestimento in grado di coprire l intera Città, -ha dichiarato l Assessore al Turismo Iannacone - testimonia la volontà dell Amministrazione, nonostante le difficoltà economiche, di voler collaborare fattivamente a quelle iniziative degli esercenti mirate a rivitalizzare il nostro Comune e creare attrattiva anche rispetto ai comuni limitrofi. La crisi economica certamente ha determinato una contrazione dei consumi e, anche per questo, Venafro deve poter ritrovare quel ruolo commerciale che aveva negli anni passati. Il periodo natalizio - hanno detto Iannacone e il Presidente dell Unione Commercio Venafro Luigi Gargano - è certamente un momento importante per creare movimento, non solo a livello commerciale, ma anche turistico. Per questo motivo -sottolineano gli assessori Iannacone e Capobianco- abbiamo allestito un ricco cartellone di manifestazioni che allieterà tutto il periodo delle festività natalizie, e che vedrà tra gli eventi, la partecipazione del famoso attore napoletano Vincenzo Peluso. Nei prossimi giorni si terrà una conferenza stampa per presentare le iniziative in programma». Emmelle VENAFRO - Non rispetta l obbligo di espulsione emesso dalla Questura di Caserta nel 2008 e così finisce di nuovo in manette. Protagonista un 22enne extracomunitario arrestato dai carabinieri della Compagnia di Venafro. Il giovane, dopo essere stato fermato insieme ad un connazionale nel territorio Venafrano, è stato condotto in caserma per ulterioriri accertamenti, dai quali è emerso l irregolare posizione inerente il soggiorno dello stesso sul territorio nazionale. red.ven. L assessore e già presidente del Circolo San Nicandro, Boggia Ideato dall assessore Nicandro Boggia Cultura, via al premio «Civitas anni 2009» Verrà assegnato la serata del 12 dicembre COME ogni anno il Circolo religioso-socio culturale «San Nicandro» organizza una manifestazione per assegnare il premio «Civis anni 2009». Che quest anno si terrà nella serata di sabato prossimo 12 dicembre. Tra gli animatori del Circolo e del premio, si segnala Nicandro Boggia (Assessore al Comune di Venafro). Il premio è stato ideato proprio da Boggia (quando era presidente del Circolo,ndr) per gratificare il venafrano che, nel corso dell anno, si è particolarmente distinto. Per impegno civico, sociale e culturale. Senza sottintesi interessi politici e di partito. Il programma della manifestazione prevede alle ore 18, la celebrazione della Santa Messa presso la basilica di San Nicandro. Alle ore l assegnazione del premio «Civis anni 2009» ed alle ore la benedizione e l accensione dell albero di Natale, simbolo di pace e di fratellanza, posto sul piazzale della basilica. Mario Lepore

17 NUOVO oggi MOLISE IL CASO VENAFRO-AREA VOLTURNO 19 I veicoli dismessi vengono abbandonati in un piazzale in pieno centro divenuto una vera discarica Quel cimitero di automobili a due passi dal Municipio Monta la protesta dei cittadini di Colli COLLI A VOLTURNO - Auto abbandonate, l ira dei cittadini. E da tempo che in pieno centro, a pochi passi dall edificio comunale vengono lasciate a morire diverse autovetture inutilizzate. «Andrebbero rimosse perché occupano posti auto». Così diversi cittadini. Il problema lo avevamo denunciato già in passato ma fino ad ora la situazione non ha fatto altro che peggiorare. In molti parlano di una sorta di piccolo deposito di auto da rottamare, ormai, che alcuni hanno creato nella zona sottostante la casa municipale di Colli a Volturno, dove dovrebbe sorgere la nuova piazza. Queste autovetture, di proprietà di diversi extracomunitari presenti nel comune di Colli e dintorni, vengono lasciate al loro destino, provocando un pessimo spettacolo per chi ogni giorno passa in quella zona e soprattutto tolgono spazio ai privati cittadini che hanno bisogno di un posto auto per sostare e recarsi nelle zone centrali del paese. Dalle informazioni raccolte, si sa che il comune di Colli e l ufficio di Polizia Municipale, si sono già mossi per tentare di risolvere almeno in parte il problema, ma per ora ancora nessuna soluzione efficace è stata trovata. Bisognerebbe cercare di far cessare questa pessima abitudine con la quale le autovetture vengono abbandonate nel parcheggio, quando non possono essere più utilizzate su strada. Ad oggi si contano oltre sei mezzi parcheggiati in questa zona e soprattutto in pessima condizioni di conservazione, con pezzi di metallo e pneumatici sparsi un po da per tutto e nocivi alla salute. Non solo, queste automobili da rottamare ormai, potrebbero diventare anche rifugio per cani randagi oppure per qualsiasi altra specie animale. Una pulita in zona andrebbe fatta con estrema velocità, per far capire anche a chi abbandona queste auto che a Colli non è tutto permesso, ma anzi, tutto il contrario. I cittadini continuano a protestare e a segnalare il disagio alle autorità competenti. In molti si sono lamentati soprattutto per l assenza di posti auto, che vengono sistematicamente occupati dalle carcasse di autovetture inutilizzate con le quali si sta creando quasi una sorta di cimitero dell auto. Si spera in soluzioni efficaci in tempi brevi. Michele Visco Da Cerro al Volturno la puntualizzazione Intitolazione a Di Ianni, il comitato precisa CERRO AL VOLTUR- NO - Da Cerro al Volturno i componenti del futuro comitato pro Mario Di Ianni, in merito all articolo pubblicato giovedì 3 dicembre su questa pagina, ci tengono a far sapere che la proposta di intitolazione di una piazza o struttura pubblica al compianto Di Ianni verrà sottoposta in seconda battuta al primo cittadino di Cerro Vincenzo Iannarelli e naturalmente al Consiglio che dovrà decidere e che non porta quindi la firma del sindaco attuale. Ci scusiamo con i lettori e gli interessati per il disagio provocato. Castel San Vincenzo - La delicata questione approda in Consiglio Il sindaco denuncia il suo Comune Di Cicco ha presentato un ricorso al Giudice di pace CASTEL SAN VINCEN- ZO - In riunione il Consiglio comunale. Anche la probabile incompatibilità del sindaco Di Cicco al vaglio dell assise. Il primo cittadino ha sporto denuncia nei confronti dello stesso comune. Si prospetta una seduta ricca di spunti polemici e non quella del Consiglio comunale di Castel San Vincenzo programmato convocato in serata, a partire dalle ore dal primo cittadino Domenico Di Cicco. Diversi sono gli argomenti all ordine del giorno previsti in agenda. In apertura di assise civica ci saranno le comunicazioni del sindaco e subito dopo si provvederà alla nomina del revisore dei conti per quel che riguarda la struttura comunale. Il primo cittadino renderà nota ai consiglieri presenti in aula la deliberazione di giunta comunale numero 63 del 12 novembre 2009 si conosceranno anche i rimpasti effettuati all interno della giunta comunale. Infine, l argomento di maggiore interesse, riguarderà l atto di citazione effettuato dal sindaco Domenico Di Cicco contro il comune dinanzi al giudice di Pace di Castel San Vincenzo. Una denuncia vera e propria perpetrata dal primo cittadino nei confronti del comune da egli stesso amministrato per motivi che fino ad oggi ancora sono sconosciuti. In tal caso è prevista la contestazione dell incompatibilità da parte del sindaco che si è reso protagonista. Per ora la questione verrà solamente presentata all assise civica, ma dopo tre consigli comunali potrebbe essere resa efficace e quindi il sindaco potrebbe diventare incompatibile con la propria carica a causa del contenzioso in atto. In molti sperano che la situazione si risolva e il tutto torni alla normalità. Intanto, continua un periodo agitato a livello amministrativo per il sindaco Domenico Di Cicco. mivi PNALM: successo per il corso di formazione sulla geologia proposto dall ente parco. Nei giorni 27 e 28 novembre a Villetta Barrea, presso il centro servizi del parco, si sono tenute le giornate di formazione dal titolo «La geologia e la geomorfologia» del Parco nazionale d Abruzzo, Lazio e Molise, rivolte agli operatori locali che supportano le attività di educazione ambientale, di accompagnamento e di visite guidate curate dall ente. Docente d eccezione è stato il professor Enrico Miccadei, associato di geografia fisica e geomorfologica dell Università Gabriele D Annunzio di Chieti-Pescara, profondo conoscitore del territorio del Pnalm. Nello spirito e negli obiettivi del progetto formativo del parco e nell ambito delle politiche e strategie di coinvolgimento del territorio e di progettazione che il parco medesimo sta mettendo in atto, il seminario ha fornito conoscenze corrette e chiare sulla storia geologica dell area protetta e sulla sua morfologia. Sono stati forniti ai partecipanti, anche, strumenti di lettura del paesaggio e spunti cu come trasferire al vasto pubblico dei visitatori tali concetti in maniera accattivante e scientificamente corretta, al fine di rendere In evidenza Relatore il professor Miccadei La geologia del Pnalm Il corso di formazione Concluse le giornate di studio presso l ente parco più efficace l azione per la costruzione del consenso verso le strategie di conservazione della natura. Il seminario si è svolto nell arco di due giorni. Le lezioni in aula sono state seguite da esercitazioni sul campo con lettura del paesaggio geomorfologico. Il seminario, infine, ha fornito anche l occasione per aggiornare i partecipanti sulla marcatura della nuova rete sentieristica del parco, un importante progetto iniziato in estate e ancora in corso di realizzazione da parte dell ente. mv

18 DA PALAZZO DI CITTA - Il Consiglio di Michela Bevilacqua La pagina forse più turbolenta della storia dell amministrazione comunale guidata dal primo cittadino Vincenzo Greco. Per la seconda volta in appena 12 mesi il sindaco di Termoli ha rassegnato le dimissioni. La comunicazione ufficiale è arrivata ieri pomeriggio un ora prima dell inizio del consiglio comunale dove, tra i punti all ordine del giorno, c era la "sua" mozione di sfiducia. Poche, scarne, dichiarazioni rese tramite comunicato stampa e poi lette in apertura di consiglio comunale dal presidente Giuseppe Rocchia. «Oggi, venerdì 4 dicembre, alle ore 13.28, Vincenzo Greco si è dimesso dalla carica di sindaco di Termoli, non ritenendo che sussistano, ad oggi, la necessaria serenità e le altre condizioni per la prosecuzione della sua attività amministrativa. Nei prossimi giorni sarà convocata una Il sindaco Vincenzo Greco Soltanto l astensione di Criniti (Pd) ha salvato il Governo dal "baratro" Inaspettatamente, però, il Consiglio si celebra lo stesso ma la sfiducia non passa Vincenzo Greco si dimette «Non ci sono le condizioni» La comunicazione ufficiale nel primo pomeriggio di ieri Il consigliere comunale Vincenzo Criniti conferenza stampa durante la quale Vincenzo Greco illustrerà le motivazioni delle sue dimissioni». Adesso, come da consuetudine, il primo cittadino ha 20 giorni di tempo per ritirare le sue dimissioni o, al contrario, confermarle e mettere la parola fine all esperienza dell amministrazione comunale. Come un anno fa si aprono i 20 giorni più difficili per la politica di centrosinistra: riunioni, incontri, telefoni roventi, dirigenti di partito che arriveranno in riva all Adriatico per cercare di far cambiare idea al primo cittadino che ieri non era presente in consiglio comunale. Sì perché al contrario di tutte le aspettative, l assise civica si è tenuta regolarmente, come è stata discussa anche la mozione di sfiducia a Vincenzo Greco, sindaco dimissionario. Come nella maggior parte delle storie, per capire la fine bisogna partire dall inizio. Un inizio che vede i consiglieri comunali (di maggioranza e minoranza) arrivare in aula consiliare alle certi che il consiglio si sarebbe celebrato normalmente. Pochi, in realtà, quelli che avevano appreso la notizia delle dimissioni del primo cittadino tramite i giornali telematici o con il proverbiale "passaparola". E iniziata la corsa al telefono. I consigli chiesti ai vertici su come ci si sarebbe dovuti comportare. Tutti riuniti nella stanza del primo cittadino hanno provato a capire quello che bisognava fare. Ma le certezze erano poche. Molte di più le insicurezze e i punti di domanda al quale dare una risposta. Primo fra tutti: si può celebrare il consiglio comunale? Dopo un rapido giro di consultazioni il presidente Rocchia ha preso la sua decisione e ha fatto partire il consiglio comunale. Primo punto all ordine del giorno la mozione di sfiducia al primo cittadino. Nonostante la richiesta del capogruppo del Partito Democratico, Franco Scurti, di non discutere la mozione («non capisco cosa dovremmo andare a discutere, la sfiducia di un sindaco che, praticamente, si è sfiduciato da solo»), si è passati alla votazione. E anche in quel caso a decidere le sorti del consiglio è stato un appartenente del Pd. Quello stesso Vincenzo Criniti che da parecchio tempo tiene in scacco tutta una maggioranza. Arrivato in assise civica con la consapevolezza di voler bocciare la sfiducia, il piddino ci ha ripensato all ultimo momento e si è astenuto prima sulla richiesta di Scurti di non discutere la mozione (facendo il gioco della minoranza e conservando tra gli ordini del giorno la sfiducia) e poi, la seconda volta, al momento della votazione nominale. Una astensione che, se da un lato ha permesso al primo cittadino di essere formalmente ancora "in corsa", dall altro lato ha segnato anche la sua sconfitta politica. La mozione di sfiducia è stata "respinta al mittente". Servivano, infatti, 16 voti favorevoli per far decadere immediatamente Vincenzo Greco. La minoranza, invece, ne ha ottenuti 15 contro i 14 contrari e l astenuto, Criniti appunto. Dall altro lato, però, la votazione ha segnato anche uno spartiacque importante per la vita dell amministrazione comunale che, per la prima volta, è andata sotto durante la votazione. Una sfiducia politica e non numerica, è stato il commento di tutti quelli presenti in sala consiliare. Adesso si apre la roulette russa delle consultazioni per cercare di far tornare sui suoi passi il primo cittadino. Come un anno fa spetterà ai partiti prendere in mano le redini della situazione. Ma se un anno fa le dimissioni erano arrivate all indomani della bocciatura sul bilancio, adesso la questione è numerica, oltre che politica. E, forse, ancora più difficile da risolvere. Il "caos" regna sovrano Nelle foto i momenti concitati di ieri pomeriggio in Comune

19 22 TERMOLI NUOVO oggi MOLISE DA PALAZZO DI CITTA - Le reazioni E sulle dimissioni del sindaco: «Le ho apprese tramite i telematici. Neanche una telefonata» «Ora aspettiamo segnali da Greco» Il segretario del Pd, Danilo Leva, commenta a caldo il consiglio comunale «E stato fatto ogni «Vedo spiragli positivi ma devono diventare fessure da cui passerà tanta luce» ENTRARE nella mente di un segretario di partito, in questo caso del Pd, e capire quali possono essere i pensieri che l affollano non è certo semplice. Dopo due giorni passati in incontri e trattative intense e importanti per cercare di trovare il "bandolo della matassa" e tentativo possibile» Se l indiscrezione fosse confermata significherebbe la fine dell avventura politica di Greco. Sotto la lente anche la situazione "occupazionale" del figlio di Criniti... E stamattina tutti dal notaio I 16 consiglieri sarebbero pronti alle dimissioni di massa L INDISCREZIONE sarebbe trapelata nella tarda serata di ieri. Sedici consiglieri sarebbero pronti a consegnare nelle mani di un notaio le loro dimissioni. In questo modo si metterebbe la definitiva parola fine all avventura di Vincenzo Greco quale sindaco di Termoli. Stando sempre alle "voci di corridoio", i consiglieri sarebbero pronti a recarsi da un notaio già nella mattinata di oggi. D altronde un detto popolare recita che «il ferro va battuto finché è caldo». E quale maggiore ferro caldo di consiglieri che, partiti nello schieramento di maggioranza, si sono allontanati poco a poco per ragioni e motivazioni diverse? I nomi ancora non si sanno Michele Colella mentre vota a favore della sfiducia Michele Colella e Antonio Paparella a "braccetto" con Alberto Montano ma, stando a quello che è successo nelle ultime sedute di consiglio comunale, sono facili da poter ricercare. Oltre, ovviamente, a quelli del centrodestra, i più "gettonati" per l Oscar del "consigliere dissidente" sono i soliti noti. Primo fra tutti quell Antonio Paparella che, senza più la tessera del Partito Democratico, sono mesi che vota insieme alla minoranza. Si potrebbe continuare (certo il condizionale è d obbligo, d altronde si tratta solo di ipotesi), con Michele Colella che non ha mai fatto mistero di non essere assolutamente d accordo con il modo di gestire l amministrazione tipico del primo cittadino. Per poi continuare con quel Luigi Leone che ha affermato a chiare lettere di essere fuori dalla maggioranza. E poi c è l «incognita» Vincenzo Criniti. Più di una voce lo vedrebbe vicino al centrodestra del presidente della Regione Molise, Michele Iorio. Lui smentisce. Afferma di essere ancora nel centrosinistra ma più di qualcuno lo avrebbe visto a colloquio con i vertici regionali. E più di qualcuno affermerebbe che dietro questi colloqui ci sarebbe la situazione del figlio. Al momento disoccupato. Certo solo ipotesi. Niente di confermato né di certo. Se, però, fosse confermata la voce delle dimissioni di massa, Greco avrebbe già un piede (anche più) fuori da palazzo di città. Mic. Bev. Il segretario del Pd Danilo Leva salvare l amministrazione comunale, tutto fatto insieme al presidente del Partito Democratico, Roberto Ruta, quella di ieri sera per Danilo Leva dovrà essere stata una "doccia fredda". Il giovane segretario del Pd ha saputo del risultato del consiglio comunale (e delle dimissioni del sindaco Vincenzo Greco) mentre era nell ufficio del suo vice, Francesco Totaro. Neanche una telefonata da parte del sindaco per comunicare, all unico segretario di partito che ha avuto il "coraggio" di scendere in riva all Adriatico per cercare di mediare la situazione, le sue dimissioni. «Ho dovuto apprendere della notizia dai giornali telematici - ha commentato Leva a caldo subito dopo il consiglio comunale - che dire, come Partito Democratico abbiamo esperito tutti i tentativi possibili per cercare di mediare la situazione. Sono stato l unico segretario che si è preso l incarico di rimettere in piedi l assetto e la tenuta complessiva della maggioranza. Una cosa è certa: come Pd abbiamo tutte le intenzioni di far continuare l operato dell amministrazione comunale. Quello che ho dichiarato l altro giorno è completamente confermato», ha continuato il segretario del Pd. Sotto la lente, però, non c è solo l assetto della maggioranza (compromesso da una gestione politica del primo cittadino che ha sempre "accantonato" il ruolo dei partiti che, nonostante tutto gli sono rimasti vicini), ma anche le decisioni di alcuni consiglieri di mettere la definitiva parola fine all avventura politica di Vincenzo Greco e, con lui, di tutto il centrosinistra. E non possono passare sotto silenzio le dichiarazioni di Vincenzo Criniti, proprio lui che ha contribuito, in parte, a "disfare" l amministrazione comunale. Il consigliere (attualmente di tessera Pd, ma non si sa ancora per quanto nel futuro), non ha avuto parole di "elogio" per l operato del suo segretario regionale. In buona sostanza a Criniti non è andata giù l intromissione di Danilo Leva nella situazione termolese. «Sono e resto di centrosinistra - ha affermato il piddino a margine del consiglio comunale - ma trovo che quella di Leva sia una invasione di campo non approvata. Come non approvato è il messaggio che il segretario ha lanciato negli incontri che si sono svolti a Termoli. Un messaggio che non corrisponde alla volontà né dei consiglieri né del circolo». Dichiarazioni alle quali il segretario del Pd non fa nessuna fatica a rispondere. «Non mi risulta - ha affermato Leva senza un minimo di esitazione - che il circolo voglia far cadere l amministrazione comunale. In ogni caso voglio pensare che l astensione di Criniti sia un segnale di una possibile mediazione». Mediazione. Un termine che Danilo Leva sta mettendo a frutto nel suo operato per salvare l amministrazione. La politica è, infatti, fatta di dialogo. Lo stesso dialogo che il giovane segretario del Pd si aspetta da avere dal primo cittadino. «Andiamo avanti con la mediazione ma voglio che sia chiaro che il Partito Democratico non si può prendere sempre le colpe di tutto e che stavolta aspettiamo che sia il sindaco Greco a fare un passo verso di noi. Anche perché - ha continuato - da soli non possiamo risolvere tutti i problemi». E di problemi non ce ne sono pochi. Primo fra tutti anche quel Michele Colella che, tessera del Pd in tasca, ha deciso di votare la sfiducia. «Io non posso cacciare nessuno dal partito - ha continuato Leva - ma saranno informati gli organi preposti e si prenderanno dei provvedimenti». Insomma una linea più ferma rispetto a quella dell anno scorso, con un occhio anche alla situazione politica. «La politica non è e non può essere un mercato. I ragionamenti vengono fatti in un alveo pertinente. Noi non siamo bravi a fare gli acquisti - e per quello che riguarda la posizione di Luigi Leone (consigliere di stampo Udeur che la sera prima è andato a cena con lo stesso Leva e con Roberto Ruta?) - per tutto quanto ci vuole disponibilità al confronto e al dialogo. Nelle prossime ore aspettiamo di essere convocati. In ogni caso - ha concluso Danilo Leva - vedo degli spiragli. Ma voglio che questi spiragli diventino delle larghe fessure dalle quali dovrà entrare una luce diversa e molto luminosa. Le colpe non devono essere scaricate sul Pd. Non bisogna essere ingenerosi». Michela Bevilacqua

20 NUOVO oggi MOLISE TERMOLI 23 E per la ricostruzione post sisma chiesti ulteriori fondi Emendamento non ammissibile, ma la De Camillis non si ferma Zuccherificio, attese buone nuove E decisa a non fermarsi, l onorevole Sabrina De Camillis, deputato del Pdl che già da tempo ha espresso la volontà di battersi in Parlamento per il comparto bieticolo-saccarifero molisano. Venerdì scorso, manifestando solidarietà ed impegno a favore dei lavoratori e dei rappresentanti sindacali organizzati in diverse forme di protesta, aveva presentato in Commissione Bilancio l emendamento al disegno di legge n Si chiedeva di rifinanziare il fondo per la razionalizzazione e riconversione della produzione bieticola-saccarifero per un importo di 43 milioni di euro per il 2009 e della stessa cifra per il Ma la Commissione ha ritenuto l emendamento non ammissibile alla Camera per estraneità di materia. Inamissibilità che la De Camillis ha prontamente ed apertamente contestato: «Ci sono parti della Finanziaria che richiamano settori dell agricoltura». Chiedendo, quindi, di rivalutare il giudizio di estraneità ha spinto il Governo a riconsiderare la questione: «Secondo voci informali, la materia potrebbe essere trattata nel maxi emendamento: starebbero considerando di rivedere l estraneità di materia e dare la disponibilià di 25 mila euro per l anno 2009». Anche se non attraverso l emendamento, dunque, il deputato sarebbe riuscito a far finanziare il comparto ad opera del Governo. Ma, a favore del territorio, la De Camillis aveva presentato un secondo emendamento (2.5 comma 46) che permettesse di ottenere ben 100 mila euro per la ricostruzione postterremoto. «Su questo - ha spiegato il deputato del Pdl - la Commissione Bilancio ha riconosciuto l ammissibilità, ma abbiamo comuque ricevuto risposta negativa per mancanza di fondi». Sorte comune di diverse proposte ed emendamenti presentati negli ultimi giorni. La questione passa mercoledì mattina in aula quando si discuterà della Finanziaria. Ora spetta alla De Camillis decidere se ritirare o meno l emendamento: nel primo caso le sarà possibile presentare un ordine del giorno perchè il Governo si impegni nel finanziamento annuale e prevederne altri pluriennali perchè la ricostruzione non venga interrotta; nel secondo l emendamento verrebbe bocciato. Roberta Crema La ricorrenza Messa in Cattedrale alla presenza delle autorità civili e militari della città Riti sentiti per Santa Barbara Solenni e partecipate celebrazioni ieri mattina in onore della protettrice di marinai e vigili del fuoco L identità di un territorio tra tradizioni e usanze «Terratradita»: presentato il libro LA transumanza è solo uno di quei riti che sono all origine della cultura molisana, ampiamente e dettagliatamente descritti nell ultimo libro di Paola Di Giannantonio "Terratradita". Ripercorrendo tradizioni e costumi regionali delle popolazioni di Abruzzo e Molise, la scrittrice sottolinea il legame stretto tra l uomo e la terra, dea madre, che dava frutti preziosi e fondamentali per le popolazioni agricole. La terra, fonte di vita per le comunità, oggi in parte tradita, ha fornito quel nutrimento necessario a mantenere in vita l uomo, permettendo anche il proliferare di una serie di costumi ed usanze che ancora oggi descrivono l identità del territorio. Processioni, fiaccolate, altari votiti, e riti familiari in onore della terra vengono sviscerati, cogliendone il significato più attuale. Tra questi anche quelli che sopravvivono al tempo: la processione di Larino, la ndocciata di Agnone e le traglie di Jelsi. Ieri pomeriggio la presentazione del volume, in sala Colitto a Termoli, ha visto protagonista l autrice, capace di dare vita, attraverso l ausilio delle immagini, ad un viaggio virtuale nei territori della regione. Tra i presenti, Maria Chimisso, preside dell Istituto comprensivo di Trivento, che ha fatto notare la capacità della scrittrice «nel cogliere e recuperare la dimensione ciclica del tempo, che consentiva all uomo di avere una forte aspettativa per il futuro: alla fine della vita rimaneva la tradizione del rito». A cogliere i significati più profondi della pubblicazione, frutto di una ricerca e di un metodo di lavoro minuzioso, Rosanna Mariani, esperta di ricettività turistica e Adele Terzano, professoressa di Lettere. L evento, organizzato e promosso dall Unitre, università della Tre età, è stato moderato da Maria Luciani, direttrice dei corsi dell associazione, con la partecipazione del presidente Unitre, Antonio Liberatore. R.Crema IERI è stata la festa di Santa Barbara protettrice dei Marinai e dei Vigili del Fuoco. Termoli ha festeggiato l occasione con due cerimonie religiose e civili ben distinte: la prima riguardante la Marina Militare presente nella Cattedrale di Termoli e in alta uniforme gran parte della compagnia della capitaneria di Termoli con il comandante Esposito, per assistere alla celebrazione eucaristica officiata dal cappellano militare monsignor Gabriele Teti. Presenti al rito varie delegazioni militari e di polizia di stato come la Guardia di Finanza con in testa il comandante provinciale, la Polizia di stato con il dirigente Paolo Amicarelli, l Anmi sezione di Termoli, i Carabinieri in congedo, la Polizia Municipale di Montenero e Termoli, i volontari della Misericordia. Le autorità politiche come il sindaco Vincenzo Greco, regionali Francesco Di Falco e Gianfranco Vitagliano. Un rito molto partecipativo che ha raggiunto un picco di emotività quando la Guardia Marina Rosa D Arienzo da circa un mese di stanza a Termoli salendo sul pulpito ha letto la bellissima "Preghiera del Marinaio" che recita queste parole toccanti e significative: «A Te, o grande eterno Iddio, signore del cielo e dell abisso, cui obbediscono i venti e le onde, noi, uomini di mare e di guerra ufficiali e marinai d Italia, da questa sacra nave armata dalla patria leviamo i cuori. Salva ed esalta, nella tua fede, o gran Dio, la nostra Nazione. Dà giusta gloria e potenza alla nostra bandiera, comanda che la tempesta ad i flutti servano a lei; poni sul nemico il terrore di lei; fa che per sempre la cingano in difesa petti di ferro, piu forti del ferro che cinge questa nave, a lei per sempre dona vittoria. Benedici, o Signore, le nostre case lontane, le care genti. Benedici nella cadente notte il riposo del popolo, benedici noi che, per esso, vegliamo in armi sul mare. Benedici» Ṁicky Guidetti Cerimonia in caserma con l esercitazione COME tutti gli anni nella caserma dei Vigili del Fuoco di Termoli, presso la zona del nucleo industriale, si è festeggiato la festività della santa patrona del corpo, Santa Barbara. Cerimonia semplice ma molto sentita. Una preghiera e la santa benedizione recitate come avviene da anni dal parroco della chiesa locale, don Benito Giorgetta della parroccchia Santa Maria degli Angeli, che ha apprezzato l opera meritoria che quotidianamente il corpo dei vigili del fuoco svolgono per la salvaguaridia dl prossimo, portando ad esempio il lavoro compiuto durante l ultimo evento sismico assieme ai loro colleghi dell Italia intera. Tra i presenti, oltre alle varie associazioni miltari e civili come la Croce Rossa Italiana e La Misericordia, anche tanti ex Vigili del fuoco in pensione. Anche qui durante la benedizione c è stato un momento di grande commozione e partecipazione mentre tutti recitavano la preghiera del Vigili del Fuoco e, ancora, quando tutta la platea ha cantato petto in fuori e mano sul cuore l inno di Mameli. Altro momento significativo, l esercitazione tenuta fuori dalla caserma di recupero feriti in chiave di pronto intervento di protezione civile. Anche i numeri riportati dal capo reparto De Gregorio hanno dato l esatto apporto concreto del corpo durnte l anno: migliaia d interventi a salvaguardia della popolazione e ambientale. L altro dato positivo la sensibile diminuzione degli incendi boschivi, la loro prevenzione e sensibilizzazione ha dato i suoi frutti. M.G.

n. 175 29 settembre/6 ottobre 2015 Periodico iscritto al R.O.C. n.6552

n. 175 29 settembre/6 ottobre 2015 Periodico iscritto al R.O.C. n.6552 n. 175 29 settembre/6 ottobre 2015 Periodico iscritto al R.O.C. n.6552 Inaugurazione dell anno scolastico 2015-2016 a Napoli Qualche attento lettore di ANPInews (in particolare del n. 174 della scorsa

Dettagli

INSIEME PER IL VOLONTARIATO

INSIEME PER IL VOLONTARIATO INSIEME PER IL VOLONTARIATO FARE SISTEMA AL SERVIZIO DELLA COMUNITÀ BERGAMASCA Bergamo, 24 gennaio 2013 Intervento di Carlo Vimercati Presidente Comitato di Gestione Fondi Speciali Lombardia Il convegno

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 OGGETTO: ADESIONE AL PROGETTO METANO PROMOSSO DAL COMUNE DI TORINO E PREORDINATO A LIMITARE GLI EFFETTI INQUINANTI SULL AMBIENTE DEI TRADIZIONALI GAS DI SCARICO.

Dettagli

Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014

Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014 Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014 Signor Presidente della Repubblica, Gentili Autorità, Cari amici della comunità ebraica,

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA Intervento dell Amministratore Delegato della Fiat, Sergio Marchionne Pomigliano d Arco (NA) - 14 dicembre 2011 h 9:00 Signore e signori, buongiorno a tutti. E un piacere

Dettagli

Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia

Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia Rischia di slittare la proclamazione degli eletti al Consiglio Regionale della Puglia a causa della scorretta trascrizione e conseguente

Dettagli

Vincono famiglie e studenti pendolari: fino a giugno si viaggia gratis

Vincono famiglie e studenti pendolari: fino a giugno si viaggia gratis Vincono famiglie e studenti pendolari: fino a giugno si viaggia gratis Un incontro dai toni piuttosto accesi è quello che si è svolto presso la sala consiliare del comune di Santa Croce. Da una parte genitori

Dettagli

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/6 MISSIONE IN CALABRIA 11 marzo 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 15.00. PRESIDENTE. Buongiorno. La Commissione la ringrazia. Ci scusiamo, ma come sempre siamo in

Dettagli

SINTESI SUL DOCUMENTO TESTAMENTO BIOLOGICO

SINTESI SUL DOCUMENTO TESTAMENTO BIOLOGICO CHIESA CRISTIANA EVANGELICA BATTISTA VIALE MICHELANGELO GRIGOLETTI, 5 PORDENONE Tel. 0434/362431 - Fax 0434/1702623 - Cell. 340-5900148 e-mail: chiesabattistapn@libero.it chiesabattistapn@gmail.com sito:

Dettagli

DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014

DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014 DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014 15/06/2014 Gazzetta di Modena Pagina 11 15/06/2014 Il Resto del Carlino (ed. Modena) Pagina 5 15/06/2014 Gazzetta di Modena Pagina 9 DOSSIER CONFCOMMERCIO

Dettagli

1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL

1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL 1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL BENE COMUNE Una comunità di oltre 139 mila soci impegnati, nel quotidiano come nelle emergenze, in attività sociali e sanitarie di aiuto alle persone in difficoltà

Dettagli

Dott.ssa GIULIA CANDIANI. (Coordinatore Settore Sanità Associazione Altroconsumo)

Dott.ssa GIULIA CANDIANI. (Coordinatore Settore Sanità Associazione Altroconsumo) Dott.ssa GIULIA CANDIANI (Coordinatore Settore Sanità Associazione Altroconsumo) Innanzitutto due parole di presentazione: Altroconsumo è una associazione indipendente di consumatori, in cui io lavoro

Dettagli

COMMISSIONE CONSILIARE III. Sanità e Assistenza. Seduta del 28 settembre 2011 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE MARGHERITA PERONI

COMMISSIONE CONSILIARE III. Sanità e Assistenza. Seduta del 28 settembre 2011 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE MARGHERITA PERONI COMMISSIONE CONSILIARE III Sanità e Assistenza Seduta del 28 settembre 2011 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE MARGHERITA PERONI Argomento n. 4 all ordine del giorno: ITR N. 3113 Bando per l'accesso alla "Dote

Dettagli

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Breve saluto con tre slides. Chi siamo: fondamentalmente siamo genitori per genitori

Dettagli

relazione a quanto pubblicato a pg. 8 nell edizione odierna del Il Nuovo Molise (Malasanità al Cardarelli, un paziente) il dott.

relazione a quanto pubblicato a pg. 8 nell edizione odierna del Il Nuovo Molise (Malasanità al Cardarelli, un paziente) il dott. 10 Venerdì 2 settembre 2011 CAMPOBASSO LA REPLICA Malasanità, l Asrem si difende Lʼospedale Cardarelli di Campobasso CAMPOBASSO. In relazione a quanto pubblicato a pg. 8 nell edizione odierna del Il Nuovo

Dettagli

Grazie per l invito, ringrazio il vice ministro per aver inquadrato e aver illustrato le problematiche che oggi avvertiamo tutti nel campo dei beni

Grazie per l invito, ringrazio il vice ministro per aver inquadrato e aver illustrato le problematiche che oggi avvertiamo tutti nel campo dei beni Grazie per l invito, ringrazio il vice ministro per aver inquadrato e aver illustrato le problematiche che oggi avvertiamo tutti nel campo dei beni culturali e delle attività culturali. Noi Dottori Commercialisti

Dettagli

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ENRICO LETTA IN CONFERENZA STAMPA

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ENRICO LETTA IN CONFERENZA STAMPA DEBITI P.A. decreto del fare Di Emanuele Bellano PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ENRICO LETTA IN CONFERENZA STAMPA L impegno che il Ministero dell Economia in particolare sta attuando con grande determinazione

Dettagli

Guida di sensibilizzazione alla Garanzia Giovani

Guida di sensibilizzazione alla Garanzia Giovani Guida di sensibilizzazione alla Garanzia Giovani Il mondo è davvero pieno di pericoli, e vi sono molti posti oscuri; ma si trovano ancora delle cose belle, e nonostante che l'amore sia ovunque mescolato

Dettagli

IL PIANO DI PROTEZIONE CIVILE partecipativo della val di bisenzio Conoscere il rischio per vivere in sicurezza

IL PIANO DI PROTEZIONE CIVILE partecipativo della val di bisenzio Conoscere il rischio per vivere in sicurezza IL PIANO DI PROTEZIONE CIVILE partecipativo della val di bisenzio Conoscere il rischio per vivere in sicurezza GIORNATA INFORMATIVA PER I RESIDENTI DEL COMUNE DI VERNIO 17 giugno 2015 REPORT Il terzo incontro

Dettagli

Discorso Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza Inaugurazione anno scolastico 2013/2014 Palazzo del Quirinale

Discorso Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza Inaugurazione anno scolastico 2013/2014 Palazzo del Quirinale Discorso Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza Inaugurazione anno scolastico 2013/2014 Palazzo del Quirinale Signor Presidente della Repubblica, gentili Autorità, cari dirigenti scolastici, cari insegnanti,

Dettagli

IL FORUM NAZIONALE DEI GIOVANI E IL SERVIZIO CIVILE

IL FORUM NAZIONALE DEI GIOVANI E IL SERVIZIO CIVILE IL E IL SERVIZIO CIVILE POSITION PAPER Approvato dall assemblea del 14-15 Dicembre 2013 INTRODUZIONE Il Forum Nazionale dei Giovani nella transizione italiana Il Forum Nazionale dei Giovani ha, in questi

Dettagli

DISCORSO DI INSEDIAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE Sangano, 12 giugno 2014

DISCORSO DI INSEDIAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE Sangano, 12 giugno 2014 DISCORSO DI INSEDIAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE Sangano, 12 giugno 2014 Care e cari Sanganesi, egregi Assessori, egregi Consiglieri, caro Dott. Russo, carissima Flavia oggi si insedia il nuovo Consiglio

Dettagli

Comunicato stampa. L identikit e le scelte dei diplomati calabresi

Comunicato stampa. L identikit e le scelte dei diplomati calabresi Comunicato stampa L identikit e le scelte dei diplomati calabresi I diplomati calabresi si raccontano prima e dopo il diploma. Quest anno la Regione Calabria ha esteso il progetto AlmaDiploma - l associazione

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE PREMESSO CHE

IL CONSIGLIO COMUNALE PREMESSO CHE IL CONSIGLIO COMUNALE PREMESSO CHE - questo Consiglio ha votato in data 01/10/2008 un ordine del giorno in merito a Finanziaria 2008 e successivamente in data 31/3/2009 un ordine del giorno in merito a

Dettagli

FORUM COMUNALE DEI GIOVANI E DELLE AGGREGAZIONI GIOVANILI

FORUM COMUNALE DEI GIOVANI E DELLE AGGREGAZIONI GIOVANILI FORUM COMUNALE DEI GIOVANI E DELLE AGGREGAZIONI GIOVANILI REGOLAMENTO Regolamento Forum dei Giovani Pag. 1 di 8 ART.1 Istituzione Il Consiglio Comunale della Città di Pollena Trocchia riconosciuto: l importanza

Dettagli

Donne in impresa, una grande risorsa per il Paese

Donne in impresa, una grande risorsa per il Paese FORUM RIVISTA DELLA CNA DI EMILIA ROMAGNA MARCHE TOSCANA UMBRIA Le politiche femminili nelle regioni del centro nord Donne in impresa, una grande risorsa per il Paese a cura di Paola Morini Responsabile

Dettagli

Regolamento del Consiglio dei Ragazzi di Castel Maggiore

Regolamento del Consiglio dei Ragazzi di Castel Maggiore Regolamento del Consiglio dei Ragazzi di Castel Maggiore Articolo 1 Nell'ambito del programma amministrativo rivolto alla formazione civica delle bambine e dei bambini, delle ragazze e dei ragazzi e al

Dettagli

Regolamento della Consulta Comunale degli Studenti universitari del Comune di Bari

Regolamento della Consulta Comunale degli Studenti universitari del Comune di Bari Regolamento della Consulta Comunale degli Studenti universitari del Comune di Bari Art. 1 Istituzione 1. Il Comune di Bari istituisce la Consulta comunale degli Studenti Universitari della Città di Bari,

Dettagli

55 del 10 GIUGNO 2003 PROT. N. 13419 1

55 del 10 GIUGNO 2003 PROT. N. 13419 1 55 del 10 GIUGNO 2003 PROT. N. 13419 1 OGGETTO: MOZIONE PRESENTATA DAI CONSIGLIERI MENGHI E MUNAFO DEL COMITATO ANNA MENGHI IN MERITO AL PROGETTO DEL PERCORSO PEDONALE MECCANIZZATO NELLA GALLERIA DEL COMMERCIO.

Dettagli

Il mercato dei figli

Il mercato dei figli Il mercato dei figli È una realtà veramente inquietante che finora non riguarda direttamente l Italia almeno dal punto di vista legislativo e ci auguriamo ardentemente non arrivi MAI ad essere permessa.

Dettagli

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore grande, capace di affrontare il sacrificio per lasciarci. Enzo Baldoni non è solo. Ognuno di noi è Unico

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una modifica dell ordine del giorno? (Voci confuse). Io direi che per logica

Dettagli

Fism. Le sezioni primavera senza finanziamenti statali La denuncia della Federazione delle scuole materne

Fism. Le sezioni primavera senza finanziamenti statali La denuncia della Federazione delle scuole materne TUTTOSCUOLA.COM Fism. Le sezioni primavera senza finanziamenti statali La denuncia della Federazione delle scuole materne La FISM (Federazione Italiana delle Scuole Materne) denuncia la mancanza totale

Dettagli

REGOLAMENTO CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI DELLA CITTA DI LENDINARA

REGOLAMENTO CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI DELLA CITTA DI LENDINARA REGOLAMENTO CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI DELLA CITTA DI LENDINARA Adottato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 74 del 29 Settembre 2006 Modificato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 66

Dettagli

Documento unitario La buona scuola

Documento unitario La buona scuola 17 ottobre 2014 Forum nazionale delle Associazioni studentesche Documento unitario La buona scuola PREMESSE Il Forum delle associazioni studentesche maggiormente rappresentative ha analizzato e discusso

Dettagli

COMITATO PARITETICO DEL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI FORLI CESENA STATUTO - REGOLAMENTO

COMITATO PARITETICO DEL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI FORLI CESENA STATUTO - REGOLAMENTO COMITATO PARITETICO DEL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI FORLI CESENA ART. 1 Istituzione STATUTO - REGOLAMENTO E istituito ai sensi dell art. 23 della L.R. 21 Febbraio 2005, n.12 il Comitato Paritetico

Dettagli

Ci sono gesti che sono semplici, che non

Ci sono gesti che sono semplici, che non famiglia oggi Donare, per salvare una vita di Giorgia Cozza Storia di Laura e della sua grave malattia. E di come la speranza possa di nuovo tornare, attraverso un donatore di midollo osseo che risiede

Dettagli

DEL REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI (C.C.R.)

DEL REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI (C.C.R.) DEL REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI (C.C.R.) (Approvato con deliberazione consiliare n. 30 del 24.06.2010 e successiva modifica con deliberazione consiliare n. 50 del 25.09.2012) PREMESSA

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO BUONARROTI CORSICO PROGETTO TEATRO SCUOLA SECONDARIA I GRADO BUONARROTI A.S. 2012-2013

ISTITUTO COMPRENSIVO BUONARROTI CORSICO PROGETTO TEATRO SCUOLA SECONDARIA I GRADO BUONARROTI A.S. 2012-2013 ISTITUTO COMPRENSIVO BUONARROTI CORSICO PROGETTO TEATRO SCUOLA SECONDARIA I GRADO BUONARROTI A.S. 2012-2013 Il Progetto Teatro viene proposto ogni anno a gruppi di classe individuati in base alle scelte

Dettagli

In Collaborazione con LA CARTA DI ROMA

In Collaborazione con LA CARTA DI ROMA In Collaborazione con LA CARTA DI ROMA APPELLO PER UN PIANO D AZIONE GLOBALE PER PROTEGGERE I BAMBINI DEL MONDO E PER FERMARE LA VIOLAZIONE DEI LORO DIRITTI Roma, Italia 3 novembre 2011 Ogni bambino è

Dettagli

Nota. Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. On. Stefania Giannini

Nota. Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. On. Stefania Giannini Nota Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca On. Stefania Giannini Roma, 28 maggio 2014 Premessa Come è noto le Province si occupano del funzionamento, della manutenzione

Dettagli

INAUGURAZIONE ANNO ACCADEMICO 2014/15 INTERVENTO DEL RAPPRESENTANTE DEGLI STUDENTI NEL CDA SIMONE MAGNANO

INAUGURAZIONE ANNO ACCADEMICO 2014/15 INTERVENTO DEL RAPPRESENTANTE DEGLI STUDENTI NEL CDA SIMONE MAGNANO INAUGURAZIONE ANNO ACCADEMICO 2014/15 INTERVENTO DEL RAPPRESENTANTE DEGLI STUDENTI NEL CDA SIMONE MAGNANO Castellanza, 10 novembre 2014 Signor Presidente, Magnifico Rettore, colleghi Studenti, Autorità

Dettagli

Progetto vita indipendente

Progetto vita indipendente Buon giorno io sono Leda mamma di Giulia, una ragazza disabile che ha usufruito del Progetto vita indipendente fornito dalla Cooperativa Primavera 85. Mia figlia ha 24 anni e da sempre mi sono impegnata

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. Data 08 ottobre 2013

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. Data 08 ottobre 2013 Pagina 1 di 6 rassegna stampa Data 08 ottobre 2013 IL CITTADINO Lodi SANITÀ AVEVA UNA LACERAZIONE DELL AORTA, LA FAMIGLIA HA PRESENTATO UNA DENUNCIA -In ospedale con il mal di pancia, dopo l attesa muore

Dettagli

REGOLAMENTO ISTITUTIVO DEL CONSIGLIO DEI BAMBINI E DEI RAGAZZI

REGOLAMENTO ISTITUTIVO DEL CONSIGLIO DEI BAMBINI E DEI RAGAZZI REGOLAMENTO ISTITUTIVO DEL CONSIGLIO DEI BAMBINI E DEI RAGAZZI PREMESSA 1. La Regione Lazio, in attuazione dei principi statutari e al fine della concreta applicazione della Carta europea riveduta di partecipazione

Dettagli

TRATTO DAL SITO UFFICIALE DEL COMUNE

TRATTO DAL SITO UFFICIALE DEL COMUNE TRATTO DAL SITO UFFICIALE DEL COMUNE 22.10.08- Incontro con la Stampa QUESTIONE CAMPO NOMADI E POSIZIONE UFFICIALE DELL'AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI PORTOGRUARO IN MERITO Nonostante le ripetute dichiarazioni,

Dettagli

L ESERCITO DEI BISCOTTI

L ESERCITO DEI BISCOTTI L ESERCITO DEI BISCOTTI Siamo gli alunni del Convitto Nazionale Paolo Diacono, un Istituzione Educativa dello Stato, presente a Cividale del Friuli dal 1876. L offerta formativa del Convitto comprende:

Dettagli

CI SONO SCELTE CHE FANNO LA DIFFERENZA

CI SONO SCELTE CHE FANNO LA DIFFERENZA CI SONO SCELTE CHE FANNO LA DIFFERENZA ISTITUTO PARITARIO D.M. 15.02.2014 Liceo Internazionale Quadriennale IL NUOVO MODO DI FARE SCUOLA. WWW.LICEOINTERNAZIONALE.ORG Liceo Internazionale Quadriennale In

Dettagli

Il Consiglio comunale dei ragazzi.

Il Consiglio comunale dei ragazzi. Il Consiglio comunale dei ragazzi. Un Progetto per le bambine e i bambini, per i ragazzi e le ragazze tra intenzioni e scelte Premessa L Amministrazione comunale di Cento, con questo progetto, intende

Dettagli

SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese

SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese della Riviera. L intervento del nostro leader in 20

Dettagli

prof. Andrea Messeri docente Università degli Studi di Siena

prof. Andrea Messeri docente Università degli Studi di Siena prof. Andrea Messeri docente Università degli Studi di Siena UNIVERSITÀ, SCUOLE E ORIENTAMENTO IN ITALIA intervento al convegno Essenzialità dell Orientamento per il Futuro dei Giovani, Orvieto 9 11 dicembre

Dettagli

COMUNE DI CASARANO Provincia di Lecce REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL. CONSIGLIO COMUNALE dei RAGAZZI e delle RAGAZZE

COMUNE DI CASARANO Provincia di Lecce REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL. CONSIGLIO COMUNALE dei RAGAZZI e delle RAGAZZE COMUNE DI CASARANO Provincia di Lecce REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE dei RAGAZZI e delle RAGAZZE Approvato con deliberazione del Consiglio comunale n. 2 del 23.01.2015 Art. 1 ISTITUZIONE

Dettagli

Il Servizio Civile Nazionale: problemi e prospettive future

Il Servizio Civile Nazionale: problemi e prospettive future INTERGRUPPO PARLAMENTARE SUL TERZO SETTORE Roma, 31 luglio 2013 ore 10:00-13:00 Sala delle Colonne Via Poli, 19 Seminario Il Servizio Civile Nazionale: problemi e prospettive future Il contributo di ASC

Dettagli

COM-PA 8 novembre 2006 Sintesi dell intervento del Dott. Carlo Bianchessi

COM-PA 8 novembre 2006 Sintesi dell intervento del Dott. Carlo Bianchessi COM-PA 8 novembre 2006 Sintesi dell intervento del Dott. Carlo Bianchessi Ringrazio per l invito a partecipare a questo convegno. Nel mio intervento, svilupperò la case-history di un progetto su cui stiamo

Dettagli

quindi la Federazione dei trasporti Astra, Federambiente e FederUtility.

quindi la Federazione dei trasporti Astra, Federambiente e FederUtility. Giancarlo CREMONESI (Presidente nazionale di Confservizi) Buonasera. Confservizi Industria rappresenta le tre federazioni di Servizi Pubblici Locali industriali, quindi la Federazione dei trasporti Astra,

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI

REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI 1 TITOLO I 3 Disposizioni Generali 3 Art. 1 3 Finalità 3 Art. 2 3 Obiettivi 3 Art. 3 3 Funzionamento del Regolamento del C.C.R. 3 TITOLO II 4 Il Consiglio

Dettagli

Gentilissimo dr. Carli,

Gentilissimo dr. Carli, 1) Mail inviata il giorno 6 marzo 2014 al dr. Guido Carli, Consigliere Federale FISI, con delega allo Sci di Fondo Gentilissimo dr. Carli, da questa mattina siamo in frenetica agitazione per la copiosa

Dettagli

Comune di Paduli Provincia di Benevento

Comune di Paduli Provincia di Benevento Comune di Paduli Provincia di Benevento Regolamento di funzionamento del Forum dei giovani di Paduli (BN) per la partecipazione giovanile, in attuazione della carta europea della partecipazione dei giovani

Dettagli

Principi base delle ONG di Sviluppo e di Aiuto Umanitario dell Unione Europea

Principi base delle ONG di Sviluppo e di Aiuto Umanitario dell Unione Europea C A R T A D E L L E O N G D I S V I L U P P O Principi base delle ONG di Sviluppo e di Aiuto Umanitario dell Unione Europea 1 CARTA DELLE ONG DI SVILUPPO Principi base delle ONG di Sviluppo e di Aiuto

Dettagli

Traduzione dal romeno

Traduzione dal romeno Traduzione dal romeno Ziua pag. 3 Il Presidente della Commissione per Problemi d Immigrazione del Parlamento italiano, Sandro Gozi, ammonisce che, se la situazione continua, l Italia adottera misure dure

Dettagli

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza presentazione a cura di Fondazione di Piacenza e Vigevano Dopo 26 anni dall apertura del Teatro San Matteo, Teatro Gioco Vita

Dettagli

CARTA DI CLAN Clan Sand Creek AGESCI Genova 50

CARTA DI CLAN Clan Sand Creek AGESCI Genova 50 CARTA DI CLAN Clan Sand Creek AGESCI Genova 50 COS'È IL CLAN Il Clan è una comunità dove si possono imparare nuove cose in un clima disteso che offre un opportunità che solo esso ci può dare. E importante

Dettagli

data, non solo i martiri di Nassiriya, morti per cercare di fermare la guerra civile presente in Iraq, ma anche tutti coloro che hanno perso la vita

data, non solo i martiri di Nassiriya, morti per cercare di fermare la guerra civile presente in Iraq, ma anche tutti coloro che hanno perso la vita Costituita in memoria di Piero Salvati, carabiniere e poi funzionario della Pubblica Amministrazione, ottimo maresciallo dell ANC di Tortona, mancato all affetto dei suoi cari e dei suoi tanti amici il

Dettagli

EDITORIALE FRANCESCO CATERINI. Gentili Associati,

EDITORIALE FRANCESCO CATERINI. Gentili Associati, EDITORIALE FRANCESCO CATERINI Gentili Associati, si è appena concluso un altro anno denso di avvenimenti per l Associazione e in particolar modo per me che festeggio il primo anno in qualità di Presidente.

Dettagli

Un altro anno di crescita per Media Vending

Un altro anno di crescita per Media Vending edia Vending Un altro anno di crescita per edia Vending e i t e n d i v R l I e r c a t o d d e l V e n d i n g edia Vending è una dinamica rivendita che da alcuni anni opera con successo nella Provincia

Dettagli

Manuale informativo per conoscere tutto sul progetto di fusione del tuo Comune

Manuale informativo per conoscere tutto sul progetto di fusione del tuo Comune Manuale informativo per conoscere tutto sul progetto di fusione del tuo Comune Cosa è la fusione È un progetto nato per creare un nuovo Comune di oltre 7mila abitanti, più visibile dal punto di vista politico

Dettagli

VERBALE DELL ASSEMBLEA ORDINARIA DEI SOCI DELL ASSOCIAZIONE DEGLI ORGANISMI DI VIGILANZA AODV 231

VERBALE DELL ASSEMBLEA ORDINARIA DEI SOCI DELL ASSOCIAZIONE DEGLI ORGANISMI DI VIGILANZA AODV 231 VERBALE DELL ASSEMBLEA ORDINARIA DEI SOCI DELL ASSOCIAZIONE DEGLI ORGANISMI DI VIGILANZA AODV 231 L Assemblea dei Soci dell AODV 231 Associazione dei Componenti degli Organismi di Vigilanza ex D.Lgs. 231/2001

Dettagli

Dott. PAOLO AMORI (Presidente ANDI)

Dott. PAOLO AMORI (Presidente ANDI) Dott. PAOLO AMORI (Presidente ANDI) Purtroppo noi scontiamo, in Italia, il fatto che l odontoiatria come branca autonoma rispetto alla medicina si sia affermata solo in anni recenti, e nel passato l odontoiatria

Dettagli

CERIMONIA DI CONSEGNA DI QUATTRO DEFIBRILLATORI ALLE SCUOLE FERRARESI

CERIMONIA DI CONSEGNA DI QUATTRO DEFIBRILLATORI ALLE SCUOLE FERRARESI CERIMONIA DI CONSEGNA DI QUATTRO DEFIBRILLATORI ALLE SCUOLE FERRARESI Per gli studenti del Liceo Scientifico Roiti e del Liceo Artistico Dosso Dossi, per quelli delle scuole medie Dante Alighieri e Matteo

Dettagli

CONSULTA NAZIONALE AVIS GIOVANI

CONSULTA NAZIONALE AVIS GIOVANI CONSULTA NAZIONALE AVIS GIOVANI PREMESSA La presente premessa costituisce parte integrante del regolamento. Alcuni anni fa, in un momento in cui la realtà giovanile ha cominciato a prendere maggiormente

Dettagli

NON CHIUDERE UN OCCHIO. La violenza domestica si deve prevenire si può prevenire

NON CHIUDERE UN OCCHIO. La violenza domestica si deve prevenire si può prevenire La violenza domestica si deve prevenire si può prevenire Perché questo progetto? La violenza domestica o intrafamiliare è una violenza di genere (il più delle volte le vittime sono le donne, i responsabili

Dettagli

Partito Democratico del Trentino REGOLAMENTO PER LA FONDAZIONE E PER IL FUNZIONAMENTO DEI CIRCOLI TERRITORIALI

Partito Democratico del Trentino REGOLAMENTO PER LA FONDAZIONE E PER IL FUNZIONAMENTO DEI CIRCOLI TERRITORIALI Partito Democratico del Trentino REGOLAMENTO PER LA FONDAZIONE E PER IL FUNZIONAMENTO DEI CIRCOLI TERRITORIALI Approvato dall Assemblea provinciale il 13 giugno 2011 1 REGOLAMENTO PER LA FONDAZIONE E PER

Dettagli

REGOLAMENTO del Consiglio Comunale dei Ragazzi (CCR)

REGOLAMENTO del Consiglio Comunale dei Ragazzi (CCR) REGOLAMENTO del Consiglio Comunale dei Ragazzi (CCR) Premessa I Consigli Comunali dei ragazzi (CCR) sono una realtà in diversi Paesi Europei. Queste forme di rappresentanza dei giovani si stanno diffondendo

Dettagli

La Rassegna Stampa di FederLab Italia

La Rassegna Stampa di FederLab Italia Rassegna Stampa del 06.06.2011 - a cura dell Ufficio Stampa di FederLab Italia Il ministro; «Modello ai riferimento per il Paese» Fazio ora torna a lodare il sistema sanitario siciliano PALERMO

Dettagli

Prefettura Ufficio territoriale del Governo di Ascoli Piceno

Prefettura Ufficio territoriale del Governo di Ascoli Piceno PATTO PER LA SICUREZZA TRA LA PREFETTURA - UFFICIO TERRITORIALE DEL GOVERNO DI ASCOLI PICENO E IL COMUNE DI SAN BENEDETTO DEL TRONTO finalizzato alla realizzazione di iniziative per un governo complessivo

Dettagli

Intanto buon giorno a tutti. Cercherò di essere breve perché mi hanno chiesto di concludere entro le 13:30.

Intanto buon giorno a tutti. Cercherò di essere breve perché mi hanno chiesto di concludere entro le 13:30. Proto Tilocca Intanto buon giorno a tutti. Cercherò di essere breve perché mi hanno chiesto di concludere entro le 13:30. Intanto permettetemi di ringraziare, a nome del CTM, la Regione non solo per averci

Dettagli

SERVIZIO CIVILE: GIOVANI PER UN ITALIA SOLIDALE ROMA 2 GIUGNO 2015 - CAMERA DEI DEPUTATI

SERVIZIO CIVILE: GIOVANI PER UN ITALIA SOLIDALE ROMA 2 GIUGNO 2015 - CAMERA DEI DEPUTATI IL SOTTOSEGRETARIO DI STATO SERVIZIO CIVILE: GIOVANI PER UN ITALIA SOLIDALE ROMA 2 GIUGNO 2015 - CAMERA DEI DEPUTATI INTERVENTO ON.LE BOBBA On. Presidente Boldrini, signori Ministri e membri del Governo,

Dettagli

REGOLAMENTO CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI DELLA CITTA DI LENDINARA

REGOLAMENTO CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI DELLA CITTA DI LENDINARA REGOLAMENTO CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI DELLA CITTA DI LENDINARA Introduzione Che cos è il Consiglio Comunale dei Ragazzi (CCR)? Si tratta di uno degli istituti di partecipazione all amministrazione

Dettagli

Dalla classe alla rete, l esperienza come tutor di un gruppo di insegnanti

Dalla classe alla rete, l esperienza come tutor di un gruppo di insegnanti Dalla classe alla rete, l esperienza come tutor di un gruppo di insegnanti Morena Terraschi Lynx Srl via Ostiense 60/D 00154 Roma morena@altrascuola.it http://corsi.altrascuola.it Corsi Altrascuola è la

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

REGOLAMENTO CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI DEL COMUNE DI COLONNA

REGOLAMENTO CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI DEL COMUNE DI COLONNA REGOLAMENTO CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI DEL COMUNE DI COLONNA Premessa Il Comune di Colonna istituisce il "Consiglio Comunale dei Ragazzi" (CCR), come previsto dall'art. 5 Bis dello Statuto Comunale

Dettagli

Economic and Social Council ECOSOC. United Nations

Economic and Social Council ECOSOC. United Nations Economic and Social Council ECOSOC United Nations 2010 Coordination segment New York, 6 July Address by Antonio MARZANO, President of AICESIS International Association of Economic and Social Councils and

Dettagli

ExpoTraining 2013-17 ottobre 2013 - Milano. Perché le aziende fanno fatica a trovare i talenti professionali di cui hanno bisogno?

ExpoTraining 2013-17 ottobre 2013 - Milano. Perché le aziende fanno fatica a trovare i talenti professionali di cui hanno bisogno? Lo sviluppo dei Talenti per la crescita. Un confronto tra aziende e istituzioni ExpoTraining 2013-17 ottobre 2013 - Milano L Italia cerca talenti. Sembra incredibile, ma in uno scenario di crisi del mercato

Dettagli

LEGA ITALIANA PER LA LOTTA CONTRO I TUMORI Oltre 90 anni di Prevenzione

LEGA ITALIANA PER LA LOTTA CONTRO I TUMORI Oltre 90 anni di Prevenzione LEGA ITALIANA PER LA LOTTA CONTRO I TUMORI Oltre 90 anni di Prevenzione La Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori (LILT), medaglia d oro al merito della Sanità Pubblica è un Ente Pubblico di notevole

Dettagli

Relazione del Presidente di ESA Giovanni Frangioni

Relazione del Presidente di ESA Giovanni Frangioni Relazione del Presidente di ESA Giovanni Frangioni La nostra aspettativa è creare le condizioni di una autonomia del nostro territorio riguardante il ciclo dei rifiuti, attraverso una azienda di chiaro

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI. Art.1 Finalità. Art. 2 Competenze. 2. Il CCR svolge le proprie funzioni in modo libero ed autonomo.

REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI. Art.1 Finalità. Art. 2 Competenze. 2. Il CCR svolge le proprie funzioni in modo libero ed autonomo. REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI Art.1 Finalità 1. Allo scopo di promuovere i diritti, accrescere le opportunità e favorire una idonea crescita socio-culturale dei ragazzi, nella piena consapevolezza

Dettagli

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE Saluto tutti i presenti: iscritti, simpatizzanti rappresentanti dei partiti..

Dettagli

REGOLAMENTO GRUPPO COMUNALE VOLONTARI DI PROTEZIONE CIVILE G.C.V.P.V.

REGOLAMENTO GRUPPO COMUNALE VOLONTARI DI PROTEZIONE CIVILE G.C.V.P.V. COMUNE DI ROCCARAINOLA PROVINCIA DI NAPOLI REGOLAMENTO GRUPPO COMUNALE VOLONTARI DI PROTEZIONE CIVILE G.C.V.P.V. Il presente atto abroga e sostituisce il precedente regolamento approvato con delibera di

Dettagli

REGOLAMENTO PER ISTITUZIONE E FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI

REGOLAMENTO PER ISTITUZIONE E FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI REGOLAMENTO PER ISTITUZIONE E FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI (modificato con delibera di C.C. n. 77 del 26.10.2015) 1 TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 PRINCIPI L Amministrazione

Dettagli

Benvenuti a Sezze Rumeno

Benvenuti a Sezze Rumeno Facoltà di Scienze Politiche Sociologia Comunicazione Corso di Laurea Magistrale Scienze Sociali Applicate Sociologia e management della sicurezza Tesi di Laurea Anno accademico 2011/2012 Benvenuti a Sezze

Dettagli

PRESENTAZIONE ISTITUZIONALE. www.istvap.it

PRESENTAZIONE ISTITUZIONALE. www.istvap.it PRESENTAZIONE ISTITUZIONALE www.istvap.it 1 ISTVAP ha quattro anni di vita ISTVAP sta per compiere quattro anni di vita. Anni di attività che hanno portato alla scoperta dell importanza del concetto di

Dettagli

NICOLETTA MARASCHIO Presidente dell Accademia della Crusca. Intervento fuori programma

NICOLETTA MARASCHIO Presidente dell Accademia della Crusca. Intervento fuori programma NICOLETTA MARASCHIO Presidente dell Accademia della Crusca Intervento fuori programma Buona sera. Grazie a Giovanni Puglisi che mi ha dato la parola. La mia è una voce diversa da tutte quelle che mi hanno

Dettagli

Possa tu costruire la scala che conduce alle stelle e percorrerne ogni gradino (Bob Dylan)

Possa tu costruire la scala che conduce alle stelle e percorrerne ogni gradino (Bob Dylan) PROGETTO: Una vita, tante storie Possa tu costruire la scala che conduce alle stelle e percorrerne ogni gradino (Bob Dylan) Introduzione: Il racconto della propria vita è il racconto di ciò che si pensa

Dettagli

ATTIVARE LA SOLIDARIETÀ Percorsi formativi per studenti. www.trevisovolontariato.org

ATTIVARE LA SOLIDARIETÀ Percorsi formativi per studenti. www.trevisovolontariato.org ATTIVARE LA SOLIDARIETÀ Percorsi formativi per studenti www.trevisovolontariato.org Il Laboratorio Scuola & Volontariato è un iniziativa del Coordinamento delle associazioni di volontariato della Provincia

Dettagli

Donne, Informatica ed Albo: professioniste in lotta per i propri diritti

Donne, Informatica ed Albo: professioniste in lotta per i propri diritti Donne, Informatica ed Albo: professioniste in lotta per i propri diritti LAURA PAPALEO Sempre più donne risultano attive nel settore dell information technology e la salvaguardia dei loro diritti e delle

Dettagli

Consiglio regionale Regione Autonoma Friuli-Venezia Giulia

Consiglio regionale Regione Autonoma Friuli-Venezia Giulia Consiglio regionale Regione Autonoma Friuli-Venezia Giulia VIII LEGISLATURA - ATTI CONSILIARI - PROGETTI DI LEGGE E RELAZIONI PROPOSTA DI LEGGE N. 23 Presentata dai consiglieri Zorzini, Fontanelli, Petris

Dettagli

STATUTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI

STATUTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI (Provincia di Varese) STATUTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 14 in data 16 aprile 2012 Modificato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 47

Dettagli

Regolamento Comunale. Istituzione Consiglio Comunale dei Ragazzi

Regolamento Comunale. Istituzione Consiglio Comunale dei Ragazzi Comune di Laterza Provincia di Taranto Regolamento comunale Istituzione Consiglio Comunale dei ragazzi Approvato con delibera di Consiglio Comunale n.27 del 5 Giugno 2007 1 REGOLAMENTO COMUNALE ISTITUZIONE

Dettagli