CAPITOLATO SPECIALE RELATIVO ALLA FORNITURA DEL SERVIZIO DI PULIZIA E SANIFICAZIONE DI AREE OSPEDALIERE ED EXTRAOSPEDALIERE DIVERSE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CAPITOLATO SPECIALE RELATIVO ALLA FORNITURA DEL SERVIZIO DI PULIZIA E SANIFICAZIONE DI AREE OSPEDALIERE ED EXTRAOSPEDALIERE DIVERSE"

Transcript

1 Servizio Sanitario Nazionale - Regione del Veneto UNITA' LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 13 Dipartimento Risorse Umane e Materiali U.O.C. Direzione Acquisizione e Gestione Beni e Servizi CAPITOLATO SPECIALE RELATIVO ALLA FORNITURA DEL SERVIZIO DI PULIZIA E SANIFICAZIONE DI AREE OSPEDALIERE ED EXTRAOSPEDALIERE DIVERSE (Cod. doc. CS111042) ART. 1. OGGETTO DEL CAPITOLATO Il presente capitolato speciale ha come oggetto: a) la disciplina della procedura di scelta del contraente cui affidare la fornitura che di seguito verrà esplicitata; b) le modalità di esecuzione della fornitura; c) la disciplina del rapporto contrattuale intercorrente tra le parti durante la fornitura. ART. 2. PROCEDURA DI SCELTA DEL CONTRAENTE La selezione avviene tramite procedura ristretta con il criterio dell offerta economicamente più vantaggiosa, riservata ai sensi dell art. 52 del D.Lgs.vo n. 163/2006 ai soggetti che si impegnano ad eseguire il servizio oggetto dell appalto nel contesto di programmi di lavoro protetti, che si configurano come tali quando la maggioranza dei lavoratori coinvolti nell esecuzione medesima è disabile. Al fine della partecipazione alla gara pertanto, ogni concorrente deve dichiarare di impegnarsi ad eseguire il contratto impiegando, tra i lavoratori coinvolti, una percentuale di lavoratori disabili, ai sensi della Legge n. 68/1999, superiore al 50%, residenti nel territorio dell U.L.S.S. n. 13. ART. 3. OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha per oggetto la fornitura del servizio di pulizia e sanificazione di alcune aree ubicate presso le sedi ospedaliere di Dolo, Mirano e Noale e presso strutture territoriali. Il servizio dovrà essere svolto a regola d arte, garantendo: - la salvaguardia dello stato igienico e sanitario dell ambiente; - il rispetto puntuale delle norme vigenti in materia di sicurezza per gli utenti ed operatori presenti; - l integrità estetica ed ambientale dei locali; - la salvaguardia delle superfici oggetto della pulizia; - la buona conservazione dei locali e di quanto in essi contenuto, e l osservanza delle norme di igiene e sanità vigenti in materia e delle norme contenute nel presente capitolato. 1

2 A tal fine si specifica che le aree/servizi oggetto del servizio vengono identificate come segue: a) aree sanitarie/non sanitarie con frequenza: a1) 2+1 volte la settimana (2 interventi completi, un intervento cestini e bagni); a2) 3 volte la settimana; a3) 4 volte la settimana; a4) 5 volte la settimana; a5) 6 volte la settimana; b) aree Comunità Terapeutica; c) aree uffici con frequenza: c1) 1 volta la settimana; c2) 2 volte la settimana; c3) 2+1 volte la settimana (frequenze due volte di pulizia completa alla settimana e una volta solo pulizia bagni e cestini); c4) 3 volte la settimana; c5) 3+2 volte la settimana (frequenze tre volte di pulizia completa alla settimana e due volte solo pulizia bagni e cestini); c6) 5 volte la settimana; c7) 6 volte la settimana; d) gradinate; e) aree adibite ad archivi fatturate mensilmente, con frequenza: e1) 1 volta alla settimana; e2) 2 volte al mese; e3) 1 volta ogni 2 mesi; f) aree fatturate mensilmente con frequenza: f1) 1 volta al mese; f2) 1 volta ogni 3 mesi; f3) costo a corpo/mese; g) aree fatturate ad intervento con frequenza: g1) 1 volta ogni 3 mesi; g2) 1 volta ogni 6 mesi; g3) costo a corpo ad intervento; h) servizio lavaggio stoviglie. Le ubicazioni, il numero di mq, le tipologie di area e le frequenze d intervento sono indicate nelle tabelle riepilogative allegate. ART. 4. LUOGO DI ESECUZIONE Al fine di garantire la piena efficienza e la funzionalità del servizio oggetto del presente appalto, la ditta aggiudicataria dovrà essere dotata di una sede operativa perfettamente funzionante situata nel territorio dell Azienda U.L.S.S. n. 13. Pertanto le ditte partecipanti alla gara che non siano dotate di tale sede assumono l impegno ad istituirne una in caso di aggiudicazione, nel termine di 30 giorni dalla aggiudicazione. Si precisa che tale sede dovrà avere tutte le caratteristiche tecniche ed organizzative necessarie a garantire un tempestivo ed esatto adempimento degli obblighi contrattuali e ad assicurare un agevole accesso da parte dell Amministrazione; laddove si verificasse che la sede operativa sopra indicata non è stata istituita nei tempi prescritti o non presenta le caratteristiche necessarie a garantire l efficiente e tempestivo espletamento del servizio, l amministrazione aggiudicatrice avrà la facoltà di procedere unilateralmente alla 2

3 risoluzione immediata del contratto, salvo il diritto al risarcimento del danno e alle maggiori spese. ART. 5. DEFINIZIONI DELLE OPERAZIONI DA ESEGUIRE E MODALITA DEL SERVIZIO Per uniformità di dizione si elencano di seguito le definizioni delle operazioni di pulizia universalmente riconosciute: - pulizia giornaliera: asportazione dei vari tipi di sporco solido; - scopatura ad umido: asportazione dei vari tipi di sporco con mezzi atti a non sollevare polvere; - spolveratura ad umido: asportazione dei vari tipi di polvere; - lavaggio: solubilizzazione ed asportazione dei vari tipi di sporco con modalità e mezzi idonei secondo il substrato da trattare; - sanificazione: insieme di operazioni con uso di detergenti/disinfettanti atto a ridurre la contaminazione batterica presente sul substrato; - disinfezione: metodica che riduce il numero dei batteri patogeni in fase vegetativa a livelli di sicurezza. - pulizia di risanamento: deragnatura e pulizia a fondo di tutto il mobilio, infissi, punti luce ecc., compresa l asportazione ed il ripristino del manto di cera. Le pulizie dovranno essere effettuate in fasce orarie compatibili con le attività che si svolgono presso le aree da trattare, in modo da non ostacolare l organizzazione dei vari servizi. Per i Centri Diurni tutti i giorni feriali, dal lunedì al venerdì, escluso il mese di agosto e durante le vacanze natalizie. Le frequenze degli interventi e le tipologie delle aree sono indicate nelle tabelle riepilogative allegate. Le frequenze e le aree richieste potranno variare in più o in meno del 20%, circa, senza che perciò il fornitore abbia a pretendere variazioni di prezzo. a - Operazioni giornaliere (aree categoria a-b-c) Tali operazioni consistono in: - areazione ove necessario dei locali. A termine delle operazioni di pulizia verrà effettuata la chiusura solo delle tapparelle e delle finestre aperte per poter effettuare il servizio di pulizia; - vuotatura e pulizia dei recipienti portarifiuti e cestini portacarta; questi, in entrambi i casi, dovranno essere dotati di appositi sacchetti di polietilene riutilizzabili; - spolveratura ad umido, con panni imbevuti di detergente, di apparecchi telefonici, tavoli, scrivanie libere, sedie o mobili vari, maniglie, corrimano. Presso gli ambulatori territoriali dovranno essere spolverate anche tutte le apparecchiature esistenti; - pulizia, con idonee soluzioni detergenti di specchi, mensole e rubinetti; - pulizia e disinfezione dei telefoni; - disinfezione dei W.C. e dei bagni in generale; 3

4 - scopatura e successivo lavaggio con impiego di detergenti di tutti i pavimenti piastrellati; - disinfezione, su richiesta della dirigenza medica, con utilizzo di disinfettanti idonei ed approvati; - sbattitura e pulizia degli zerbini; - sanificazione delle scale e dei corrimano; - presso i Centri Diurni: lavaggio dei piatti e delle stoviglie. In questa operazione non è prevista l asciugatura di piatti e stoviglie. A conclusione dei lavori dev essere fatta, in modo approfondito, la pulizia dei servizi igienici e dei pavimenti, nonché di tutti i sanitari e della cucina. Al termine di tutte le operazioni non dovranno rimanere residui umidi a livello del pavimento. Segnalazione ai Responsabili dei Servizi di anomalie riscontrate (lampade bruciate o non funzionanti, perdita di acqua dai rubinetti, infiltrazioni di acqua su pareti e soffitti, rottura o cattivo funzionamento di interruttori, prese ed apparecchiature elettriche, intasamento scarichi, rottura vetri, porte, etc.). b - Operazioni settimanali (aree categoria a - b - c) Tali operazioni, da effettuarsi come di seguito indicato, dovranno essere eseguite secondo un piano di lavoro concordato dai Responsabili delle UU.OO. interessate. - pulizia delle superfici esterne degli armadi, con eliminazione delle impronte; - pulizia, con panno umido, dei telefoni-doccia, portasapone e/o dispenser portasciugamani; - pulizia accurata di lavelli, W.C. e vasche da bagno con impiego di detergenti e disincrostanti; - pulizia delle porte dei servizi igienici; - pulizia in modo approfondito dei servizi igienici sia delle piastrellature delle pareti e delle pareti a smalto fino ad altezza uomo, - disinfezione di tutti i pavimenti piastrellati delle toilettes e zone doccia; - pulizia a fondo di zerbini e tappeti di ogni genere; - sanificazione delle scale di servizio, dei corrimano e delle balaustre; - pulizia dei davanzali interni ed esterni e poggioli liberi; - deragnatura degli ambienti; - spolveratura ad umido delle porte ed eliminazione di impronte e di ogni traccia di sporco; c - Operazioni mensili (aree categoria a - b - c) - spolveratura ad umido dei radiatori e termosifoni mediante panni imbevuti di soluzione detergente; - spolveratura di bocchette di areazione e apparecchi di condizionamento; - pulizia ad umido degli interruttori elettrici; - eliminazione di tracce di passaggio e di ogni altro segno superficiale dai pavimenti duri tramite lucidatura a macchina; - lucidatura meccanica di tutti gli ambienti con pavimentazione resiliente con monospazzola ad alta velocità e disco adatto (con spostamento di tavoli, sedie, ecc.); - spolvero dei balconi; - pulizia con detergenti dei recipienti portarifiuti e cestini portacarte; d - Operazioni annuali di risanamento (aree categoria a - b - c) 4

5 Tali operazioni consistono in: - sgombero degli ambienti da mobilio che ostacola l intervento; i letti occupati da pazienti devono essere spostati esclusivamente in collaborazione col personale infermieristico di reparto (Comunità Alloggio); - sanificazione delle pareti piastrellate o tinteggiate con smalti; - pulizia dei battiscopa; - sanificazione dei radiatori accessibili e dei davanzali interni ed esterni liberi delle finestre; - pulizia con disinfezione supplementare di porte, stipiti, maniglie, armadi a parete, e scaffali sulla parte esterna; - pulizia a fondo, compresa la disincrostazione esterna, di tutte le installazioni igienico sanitarie e dei rubinetti; - disinfezione dei lavelli, zona docce e W.C.; - sanificazione di tutti i pavimenti piastrellati delle toilettes; - aspirazione delle superfici di divani e poltrone; - sanificazione delle pareti esterne di tutto il mobilio e suppellettili; - lavaggio con disinfezione di corrimano, protezioni antiurto e battiscopa; pulizia di soffitti e controsoffitti lavabili con l utilizzazione di macchine idonee; - pulizia dei corpi illuminati e della segnaletica; - ripristino degli ambienti con l ordine precedente alle operazioni di risanamento; - rimozione del manto di cera, lavaggio dei pavimenti e rimessa di nuovo strato di cera metallizzata, compresi i pavimenti in legno. Per i Centri Diurni e CERID l operazione di risanamento annuale, concordata con i coordinatori, dovrà essere effettuata dopo la chiusura estiva e prima della riapertura. e - Operazioni trimestrali di pulizia dei vetri (aree categoria a b c): La pulizia interna ed esterna dei vetri, compresi quelli delle scale interne, ed inoltre stipiti, davanzali, serramenti, rientra tra le prestazioni richieste e deve essere effettuata in condizioni di sicurezza e con frequenza trimestrale senza ausilio di ponteggi e/o di altre attrezzature quali piattaforme. f - Operazioni per gradinate, per aree adibite ad archivi, aree con frequenza 1 volta al mese, aree con frequenza 1 volta ogni 3 mesi, aree con frequenza ogni sei mesi (aree categoria d e f g): - scopatura e lavaggio dei pavimenti; - svuotatuta dei cestini; - spolveratura ad umido di superfici libere da ingombro; - spolverature ad umido dei radiatori, termosifoni, interrutori. g - Operazioni straordinarie su richiesta dell Azienda U.L.S.S. n. 13: 1) pulizia delle pareti divisorie e travature a soffitto; 2) eliminazione di grosse quantità di carta e faldoni che derivano da riordini di archivi e di uffici; 3) pulizie post edili/dipintura: o in ambienti già in uso: lavaggio vetri; pulizia porte, radiatori, corpi illuminanti, corrimano, ringhiere, battiscopa, quadri, specchi, portarifiuti, panche, targhe, tutto il materiale di arredo ordinario compreso il mobilio anche di particolare pregio e le suppellettili in ogni loro superficie e componente; 5

6 in caso di ambulatori; pulizia di tutto l arredo sanitario (lettini comprese le ruote, comodini, armadi, sedie, poltrone, tavolini, tavoli servitori) e delle attrezzature sanitarie diverse in qualsiasi posto collocate, compresi gli attrezzi da palestra di riabilitazione, zerbini; scopatura di tutti i pavimenti con garze monouso, e scope tradizionali; sanificazione dei pavimenti in modo meccanico; deragnatura di tutti gli ambienti; aspirazione tappetti e moquettes; sanificazione totale dei servizi igienici; o in ambienti non utilizzati: lavaggio vetri, tapparelle e imposte varie, veneziane; pulizia porte, radiatori, corpi illuminanti, corrimano, ringhiere, battiscopa, quadri, specchi, portarifiuti, panche, targhe, tutto il materiale di arredo ordinario compreso il mobilio anche di particolare pregio e le suppellettili in ogni loro superficie e componente; in caso di ambulatori; pulizia di tutto l arredo sanitario (lettini comprese le ruote, comodini, armadi, sedie, poltrone, tavolini, tavoli servitori) e delle attrezzature sanitarie diverse in qualsiasi posto collocate, compresi gli attrezzi da palestra di riabilitazione, zerbini; scopatura di tutti i pavimenti con garze monouso, e scope tradizionali; lavaggio e aspirazione dei pavimenti in modo meccanico con soluzioni adeguate di sanificazione o deceratura con ausilio di aspiraliquidi, monospazzola; inceratura dei pavimenti ove necessita; aspirazione e lavaggio con macchina ad iniezione su tappeti e moquettes; sanificazione totale dei servizi igienici; 4) aspirazione acqua in caso di allagamento e conseguente pulizia; 5) pulizie dopo incontri conviviali nei Centri Diurni/Comunità, aule formazione dopo corsi e chiese dopo festività; 6) pulizia esterna per guano; 7) sanificazione post disinfestazione: o pulizia, con panni imbevuti di detergente/disinfettante di porte, radiatori, corpi illuminanti, corrimano, ringhiere, battiscopa, quadri, specchi, portarifiuti, panche, targhe, tutto il materiale di arredo ordinario compreso il mobilio anche di particolare pregio e le suppellettili in ogni loro superficie e componente; o in caso di ambulatori; pulizia, con panni imbevuti di detergente/disinfettante, di tutto l arredo sanitario (lettini comprese le ruote, comodini, armadi, sedie, poltrone, tavolini, tavoli servitori) e delle attrezzature sanitarie diverse in qualsiasi posto collocate, compresi gli attrezzi da palestra di riabilitazione, zerbini; o scopatura di tutti i pavimenti con garze monouso, e scope tradizionali e lavaggio manuale di tutta la pavimentazione sempre con prodotti detergenti/disinfettanti; o sanificazione totale dei servizi igienici. ART. 6. MATERIALI IMPIEGATI I materiali impiegati dovranno essere conformi alla normativa vigente in particolare per quanto riguarda la biodegradabilità. L utilizzo dei vari tipi di detergenti e di disinfettanti da usare dovrà essere concordato con la Dirigenza Medica del Presidio Ospedaliero sia in merito alla loro composizione che al dosaggio e alla consegna di copia della scheda 6

7 tecnica e di sicurezza. E compito del Coordinatore o Referente dell U.O. verificare l idoneità dei prodotti utilizzati e, se ritenuto opportuno, pretenderne la loro sostituzione. Deve essere garantita la fornitura, presso le singole sedi operative, di un numero di sacchetti neri, adeguato alle necessità. ART. 7. RIFIUTI La prestazione richiesta consiste nella raccolta differenziata dei sacchi contenenti i rifiuti prodotti presso le varie sedi oggetto dell appalto. Gli uffici amministrativi producono prevalentemente rifiuti cartacei; i relativi sacchi di polietilene, forniti dal soggetto aggiudicatario, dovranno essere ben chiusi e trasportati presso i punti di raccolta indicati dalla Dirigenza Medica per le sedi ospedaliere e dal Coordinatore U.O. o Responsabile per i punti di raccolta delle sedi territoriali. I punti di raccolta indicati saranno comunque adiacenti ai siti oggetto di intervento. Gli ambulatori sul territorio, oltre ai rifiuti cartacei per i quali vale quanto previsto al paragrafo precedente producono anche rifiuti assimilabili a quelli speciali ospedalieri. Presso i Centri Diurni, oltre alle tipologie di rifiuti soprarichiamati, si producono anche rifiuti assimilabili agli urbani. I sacchi ben chiusi, contenenti tali rifiuti, dovranno essere introdotti nei cassonetti comunali più vicini al Centro Diurno interessato. Per quanto riguarda i rifiuti speciali assimilabili a quelli ospedalieri la ditta non raccoglierà nessun tipo di rifiuto e tale servizio rimane a carico dell Azienda U.L.S.S. n. 13. Per quanto riguarda la eliminazione di carta derivante da riordini di archivi etc., questo servizio verrà effettuato a richiesta dall Azienda U.L.S.S. n. 13 e il materiale da eliminare sarà evidenziato con la dicitura da buttare. Per questo servizio è prevista una integrazione di spesa. ART. 8. PRESTAZIONI STRAORDINARIE Qualora venissero attivate nuove aree ed affidate al soggetto aggiudicatario, la stessa avrà l onere di eseguire le pulizie di carattere straordinario (ripristino delle condizioni di agibilità dei locali prima di procedere con il servizio definitivo ordinario, le modalità sono precisate nelle varie tipologie d intervento). Tra le operazioni di pulizia straordinarie sono previste quelle indicate al precedente art. 5 lettera g. All atto di presentazione dell offerta la ditta dovrà inoltre riportare in cifre ed in lettere l indicazione dei prezzi unitari orari per dette prestazioni. Tali prezzi non influiscono sull individuazione del prezzo più basso ma servono unicamente come base iniziale di confronto qualora, durante il rapporto contrattuale, insorga l esigenza di effettuare dette operazioni. ART. 9. DURATA DEL SERVIZIO E IMPORTO Il servizio avrà durata triennale. 7

8 L inizio dell attività deve essere garantito entro quindici giorni dal ricevimento della comunicazione di aggiudicazione. La Ditta aggiudicataria avrà l obbligo di continuare il Servizio alle condizioni convenute fino a quando l Azienda U.L.S.S. n. 13 non abbia provveduto a nuovo contratto e ciò fino al limite massimo di 60 (sessanta) giorni dalla scadenza. L importo presunto dell appalto a base d asta, per tre anni, è stimato in circa euro ,00.= (oltre I.V.A.). Non saranno prese in considerazione offerte con importi triennali superiori all importo a base d asta. ART. 10. PRESA VISIONE DELLE AREE DA TRATTARE Le ditte partecipanti dovranno obbligatoriamente effettuare un sopralluogo presso tutti i luoghi e le aree da trattare al fine di una corretta formulazione dell offerta e al fine di evitare qualsiasi motivo di successivo contenzioso con l Azienda U.L.S.S.. Ai sopralluoghi saranno ammessi coloro che formuleranno una richiesta scritta alla Direzione Acquisizione e Gestione Beni e Servizi - telefax 041/ con indicato i dati della ditta, recapito telefonico e nominativo del legale rappresentante o un suo delegato (inserendo nella domanda di partecipazione fotocopia semplice della carta d identità del delegante e del delegato). In caso di partecipazione di Raggruppamenti Temporanei d Impresa non ancora costituiti, al sopralluogo dovrà partecipare il legale rappresentante o suo delegato di ciascuna ditta che intende raggrupparsi. Al termine del sopralluogo in ciascuna area oggetto di intervento verrà rilasciato un attestato comprovante l avvenuta visione e che dovrà essere inserito, pena esclusione, in sede di partecipazione alla gara. La Ditta dovrà effettuare una ricognizione generale per prendere visione di tutti i luoghi oggetto del servizio, per acquisirne la loro conoscenza diretta, anche al fine di evitare qualsiasi motivo di eventuale successivo contenzioso. Le modalità relative ai sopralluoghi da effettuare nelle varie sedi dovranno essere concordate con l U.O.C. Direzione Acquisizione e Gestione Beni e Servizi. ART. 11. DETERMINAZIONE DEL PREZZO E OFFERTA L offerta dovrà essere redatta, in riferimento alle categorie di tipologia di area indicate al precedente art. 3, in lingua italiana secondo lo schema sotto riportato: Cat. Subcat. Mq Prezzo/mq Imp. compl. a a 2 916,68 a 3 96,54 a ,22 a ,34 b 1.039,00 c 1 282,91 c 2 831,00 c ,88 c ,64 c 5 221,60 c 6 208,98 c 7 283,00 d 283,39 e 1 60,00 e 2 820,01 8

9 e 3 715,38 f 1 236,00 f 2 687,00 f 3 g 1 g ,00 g 3 h 14,00 /h TOTALE ANNUO TOTALE TRIENNALE ed inoltre il prezzo per le seguenti operazioni straordinarie: Descrizione Prezzo 1) pulizia delle pareti divisorie e travature a /h soffitto 2) eliminazione di grosse quantità di carta e /h faldoni che derivano da riordini di archivi e di uffici 3) pulizie post edili/dipintura /h 4) aspirazione acqua in caso di allagamento e /h conseguente pulizia 5) pulizie dopo incontri conviviali/dopo /h corsi/festività 6) pulizia esterna per guano /h 7) sanificazione post disinfestazione /h Il prezzo dovrà essere espresso al netto dell I.V.A. Nel caso di variazioni del servizio, in termini di superficie e/o frequenze, che si dovessero verificare nel corso del periodo contrattuale e attualmente non prevedibili, previa concorde definizione della tipologia, la ditta dovrà assicurare le operazioni di pulizia, applicando la quotazione per mq. Tutti i prezzi devono essere espressi in cifre ed in lettere; in caso di discordanza tra prezzo in cifre ed in lettere è valido quello scritto in lettere. Non saranno accettate offerte che non rispettino le indicazioni e le modalità di presentazione previste nel presente Capitolato, ovvero, risultino equivoche, difformi dalla richiesta o condizionate da altre clausole. I costi relativi alla sicurezza, afferenti all esercizio dell attività d impresa e connessi con il contratto oggetto del presente Capitolato, dovranno essere riportati in dettaglio nell offerta, contestualmente alla dichiarazione che gli stessi sono congrui per realizzare in totale sicurezza l esecuzione del contratto, in conformità alle disposizioni di cui al D. Lgs. n. 81/2008. I costi d interferenza, non soggetti a ribasso, sono riportati in dettaglio nel relativo D.U.V.R.I., pubblicato nel sito web dell A.U.L.S.S. n. 13. La Ditta, nel predisporre la propria offerta, dovrà tener conto di quanto specificato nel D.U.V.R.I. e dovrà allegare una dichiarazione di accettazione degli importi esplicitati, fatta salva la possibilità, prima della stipula del contratto, di proporre delle eventuali modifiche ed integrazioni al D.U.V.R.I. stesso, da concordare con il Servizio di Prevenzione e Protezione dell Azienda U.L.S.S.. ART. 12. MODALITA DI PRESENTAZIONE DELL OFFERTA 9

10 Le ditte che intendono partecipare alla gara dovranno far pervenire, entro il termine di scadenza fissato dalla lettera d invito, all Ufficio Protocollo dell Azienda U.L.S.S. n. 13 di Mirano (VE) - Italia via Mariutto n un apposito plico sigillato, controfirmato sui lembi di chiusura e recante sul frontespizio il nominativo del mittente nonché la seguente dicitura: Offerta per il Servizio di pulizia e sanificazione di aree ospedaliere ed extraospedaliere diverse. Il plico dovrà contenere all interno tre buste separate, di cui la n. 1, recante l indicazione Offerta economica, dovrà essere regolarmente sigillata e controfirmata sui lembi di chiusura, mentre per la n. 2, recante l indicazione Documentazione amministrativa e la n. 3 recante l indicazione Documentazione Tecnica sarà sufficiente una chiusura normale. A) Busta n. 1: Offerta economica : In tale busta dovrà essere inserita l offerta economica, redatta in carta legale o resa legale ed in lingua italiana contenente le seguenti indicazioni: 1. denominazione o ragione sociale esatta della ditta, domicilio, codice fiscale e partita I.V.A.; 2. nome e cognome, data e luogo di nascita della persona abilitata ad impegnare l offerta in nome e per conto della ditta, precisando in base a quale titolo; 3. prezzo d offerta che dovrà essere formulato nei termini riportati al precedente art. 11; 4. dichiarazione che la propria offerta è vincolata per 180 giorni dalla data di scadenza per la presentazione della stessa. L offerta redatta come sopra indicato dovrà essere sottoscritta con firma leggibile da persona che ha i poteri di impegnare legalmente la ditta. B) Busta n. 2: Documentazione amministrativa : In tale busta dovrà essere inserita la documentazione prescritta dalla lettera d invito; C) Busta n. 3: Documentazione tecnica : In tale busta dovrà essere inserita la seguente documentazione tecnica: 1. descrizione completa delle modalità di esecuzione del servizio in oggetto; 2. progetto sociale inserimento lavorativo; 3. certificazione qualità servizio in oggetto; 4. qualsiasi altra documentazione che la ditta ritenga importante ai fini della valutazione qualitativa; Il mancato recapito della documentazione esclude automaticamente la ditta dalla gara. L Amministrazione si riserva la facoltà di chiedere ulteriore documentazione a chiarimento di quella già presentata. ART. 13. AGGIUDICAZIONE DEL SERVIZIO Il Servizio sarà aggiudicato alla Ditta che avrà presentato l offerta economicamente più vantaggiosa per l Azienda U.L.S.S., ai sensi dell art. 83 del D.Lgs.vo n. 163/06, in base 10

11 ai seguenti elementi, con accanto indicati i relativi coefficienti in punti, così come segue: prezzo: punti 60; qualità: punti 40; A) QUALITA : Le valutazioni qualitative saranno effettuate da un apposita Commissione che, avendo a disposizione 40 punti, attribuirà il punteggio in base ai seguenti criteri: 1. progetto tecnico erogazione servizio... max 10 punti così suddivisi: 1.1 sistema organizzativo di fornitura del servizio... max 3 punti 1.2 metodologie tecnico-operative... max 3 punti 1.3 sicurezza e tipo di macchine... max 4 punti 2. progetto sociale inserimento lavorativo... max 25 punti così suddivisi: 2.1 numero di inserimenti lavorativi negli ultimi tre anni, oltre a quelli già indicati nella domanda di partecipazione come capacità tecnica (n 20 per anno) max 5 punti 2.2 attività svolte dalle persone inserite... max 5 punti 2.3 modalità di raccordo con il S.I.L. dell Azienda U.L.S.S. e legami territoriali... max 5 punti 2.4 numero soggetti disabili inseriti oltre il 50+1% e numero soggetti svantaggiati ai sensi dell art.4 della legge 381/91 inseriti... max 10 punti 3. formazione del personale... max 5 punti Per l attribuzione dei punteggi alle singole voci dell offerta tecnica sarà applicato quanto previsto dai commi 4 e 5 dell art. 286 del D.P.R. n. 207/2010. B) PREZZO: Per la determinazione del punteggio prezzo, si applica quanto previsto dall art. 286 del D.P.R. n. 207/2010 ed in particolare ai fini della determinazione del coefficiente sarà utilizzata la seguente formula: Ci = (Pb - Pi) / (Pb - Pm) Dove: Ci = coefficiente attribuito al concorrente iesimo Pb = prezzo a base di gara Pi = prezzo offerto dal concorrente iesimo Pm = prezzo minore offerto dai concorrenti Si precisa che l offerta dovrà specificare la relativa composizione con riferimento al numero degli addetti impiegati, alle ore di lavoro, e ai costi per macchinari attrezzature e prodotti. Sempre in riferimento all offerta economica si esplicita che saranno pedissequamente seguite le prescrizioni di cui agli articoli 86 e 87 del D.Lgs.vo n. 163/2006. Il servizio sarà aggiudicato, con apposito Provvedimento dell Amministrazione, alla ditta che avrà ottenuto complessivamente il punteggio più alto (prezzo+qualità). Saranno escluse dalla gara le ditte che avranno ottenuto un punteggio qualità inferiore a 25/40. 11

12 ART. 14. CORRISPETTIVI I corrispettivi che l Azienda U.L.S.S. è tenuta a versare sono quelli indicati negli accordi contrattuali. Tali prezzi, rimarranno fissi ed invariabili per il periodo di validità del contratto e s intenderanno comprensivi di ogni costo relativo al servizio (oneri retributivi, previdenziali, assistenziali, assicurativi, spese generali, messa a disposizione dei macchinari, dei materiali di consumo, spese per l eventuale registrazione del contratto), ad esclusione dell I.V.A.. ART. 15. REVISIONE DEI PREZZI Per la revisione prezzi si applicano le disposizioni previste all art. 115 del D.Lgs.vo n. 163/06 e successive modificazioni ed integrazioni, a partire dal secondo anno di vigenza contrattuale. La revisione dei prezzi avviene su richiesta adeguatamente motivata della parte interessata con decorrenza, ove accettata, dal momento della richiesta stessa. La revisione viene operata sulla base di apposita istruttoria condotta dai dirigenti responsabili dell A.U.L.S.S. n. 13. In mancanza dei dati di riferimento per l adeguamento dei prezzi, previsti dall art. 7, comma 4, lett. C) e comma 5, del D.Lgs.vo n. 163/06, gli stessi saranno aggiornati con riferimento alla variazione percentuale media dell incremento dell indice ISTAT dei prezzi al consumo per famiglie di operai ed impiegati (foi) dell anno precedente. ART. 16. CONTROLLI E VERIFICHE DA PARTE DELL A.U.L.S.S. I controlli sulla natura e sul buon svolgimento del servizio vengono svolti per conto della A.U.L.S.S. dal Direttore dell esecuzione del contratto (o suoi assistenti) e dal referente indicato dall impresa aggiudicataria. Nel corso delle verifiche si constaterà il regolare funzionamento del servizio, l efficienza e l efficacia della gestione. L Azienda U.L.S.S. potrà richiedere in qualsiasi momento informazioni per verificare il regolare svolgimento del servizio, nonché di attuare controlli a campione. La Ditta aggiudicataria dovrà comunicare trimestralmente al Direttore dell esecuzione l elenco delle persone disabili coinvolte nell esecuzione del contratto, allegando le certificazioni di disabilità per i nuovi inserimenti. Inoltre la ditta, annualmente, dovrà trasmettere al S.I.L. dell A.U.L.S.S. un report sullo stato di attuazione del progetto sociale di inserimento lavorativo, al fine di valutare la corrispondenza tra gli obiettivi sociali prefissati ed i risultati conseguiti. Tale report annuale dovrà essere predisposto secondo le indicazioni che verranno comunicate dal Responsabile del S.I.L. di questa Amministrazione. ART

ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO

ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO CAPITOLATO SPECIALE relativo al servizio di sorveglianza, guardiania e pulizia della Sala San Leonardo a Cannaregio e del servizio di sorveglianza e guardiania della Sala Consiglio Palazzo Da Mula a Murano

Dettagli

ALLEGATO C DISCIPLINARE TECNICO RELATIVO ALLE OPERAZIONI E FREQUENZA DI PULIZIA.

ALLEGATO C DISCIPLINARE TECNICO RELATIVO ALLE OPERAZIONI E FREQUENZA DI PULIZIA. Procedura Aperta per l affidamento del servizio di pulizia, sanificazione e sanitizzazione dei presidi ospedalieri e strutture territoriali dell Azienda Sanitaria Provinciale di Catanzaro. ALLEGATO C DISCIPLINARE

Dettagli

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI Art. 1 Oggetto del capitolato Il presente appalto prevede: la

Dettagli

Comune di Amalfi Relazione tecnica servizio di pulizia immobili comunali U F F I C I O I G I E N E E S A N I T À

Comune di Amalfi Relazione tecnica servizio di pulizia immobili comunali U F F I C I O I G I E N E E S A N I T À Comune di Amalfi Relazione tecnica servizio di pulizia immobili comunali C O M U N E di AMALFI U F F I C I O I G I E N E E S A N I T À R E L A Z I O N E T E C N I C A P E R I L S E R V I Z I O D I P U

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE Art. 1 OGGETTO DEL CONTRATTO L appalto ha per oggetto la

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE Art. 1 OGGETTO DEL CONTRATTO L appalto ha per oggetto la CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE Art. 1 OGGETTO DEL CONTRATTO L appalto ha per oggetto la fornitura del servizio di assistenza domiciliare a favore degli

Dettagli

COMUNE DI LECCO. Settore finanziario, società partecipate gare e contratti Servizio economato e provveditorato

COMUNE DI LECCO. Settore finanziario, società partecipate gare e contratti Servizio economato e provveditorato COUNE DI LECCO ettore finanziario, società partecipate gare e contratti ervizio economato e provveditorato ALLEATO C CHEDE DI PULIZIA ED IIENE ABIENTALE LEENDA. = Tutti i giorni (da lunedì a venerdì più

Dettagli

(Cod. doc. CS111044) ART. 1. OGGETTO DEL CAPITOLATO

(Cod. doc. CS111044) ART. 1. OGGETTO DEL CAPITOLATO Servizio Sanitario Nazionale - Regione del Veneto UNITA' LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 13 Direzione Acquisizione e Gestione Beni e Servizi ----------------- CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL CONTRATTO

Dettagli

PREMESSA ART. N. 1 OGGETTO DELLA GARA

PREMESSA ART. N. 1 OGGETTO DELLA GARA DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO TRASLOCHI PER TUTTO, PER I PRESIDI OSPEDALIERI DELL U.L.S.S. N. 13 ED I SERVIZI TERRITORIALI, PER IL PERIODO DI 36 MESI, EVENTUALMENTE PROROGABILI IN

Dettagli

Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili Circondario del Tribunale di Napoli Nord- Ente Pubblico non economico

Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili Circondario del Tribunale di Napoli Nord- Ente Pubblico non economico Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili Circondario del Tribunale di Napoli Nord- Ente Pubblico non economico BANDO DI GARA SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DELL ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZIO TRASLOCHI. (Cod. doc. CS121001) ART. 1 - OGGETTO DEL CAPITOLATO.

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZIO TRASLOCHI. (Cod. doc. CS121001) ART. 1 - OGGETTO DEL CAPITOLATO. Servizio Sanitario Nazionale - Regione del Veneto AZIENDA UNITA' LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 13 MIRANO (VE) DIREZIONE ACQUISIZIONE E GESTIONE BENI E SERVIZI ----------------- CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

Dettagli

CAPITOLATO PER I LAVORI DI PULIZIA PRESSO GLI EDIFICI COMUNALI ARTICOLO 1 OGGETTO DELL APPALTO

CAPITOLATO PER I LAVORI DI PULIZIA PRESSO GLI EDIFICI COMUNALI ARTICOLO 1 OGGETTO DELL APPALTO ALLEGATO B Comune di Verdellino (Provincia di Bergamo) Piazza don Martinelli, 1-24040 Verdellino cod.fisc./p.iva 00321950164 - tel. 0354182811 fax. 0354182899 E-Mail: info@comune.verdellino.bg.it PEC:

Dettagli

AZIENDA UNITÀ LOCALE SOCIO SANITARIA N.

AZIENDA UNITÀ LOCALE SOCIO SANITARIA N. CAPITOLATO SPECIALE RELATIVO ALL AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO INFERMIERISTICO PRESSO LE UNITA TERRITORIALI DI ASSISTENZA PRIMARIA (UTAP) DELLE SEDI DI MIRA E NOALE (cod. doc. cs131115.) 1 Art. 1 OGGETTO DELL

Dettagli

Servizio Sanitario Nazionale - Regione del Veneto UNITA' LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 13 -----------------

Servizio Sanitario Nazionale - Regione del Veneto UNITA' LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 13 ----------------- Servizio Sanitario Nazionale - Regione del Veneto UNITA' LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 13 ----------------- CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA DI PROTESI ODONTOIATRICHE ED ORTODONTICHE (Cod.doc. CS131046.DOC)

Dettagli

CITTA DI MIRANO Provincia di Venezia. CAPITOLATO D'ONERI PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI COMUNALI - Periodo 01.01.2015 31.12.

CITTA DI MIRANO Provincia di Venezia. CAPITOLATO D'ONERI PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI COMUNALI - Periodo 01.01.2015 31.12. CITTA DI MIRANO Provincia di Venezia CAPITOLATO D'ONERI PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI COMUNALI - Periodo 01.01.2015 31.12.2016 - ART. 1 - OGGETTO DELL APPALTO Il presente capitolato d'oneri ha

Dettagli

ALLEGATO P8 NORME E MODALITA DI ESECUZIONE DELLE PULIZIE

ALLEGATO P8 NORME E MODALITA DI ESECUZIONE DELLE PULIZIE ALLEGATO P8 NORME E MODALITA DI ESECUZIONE DELLE PULIZIE L esecuzione delle pulizie dovrà avvenire con il supporto di mezzi, tecniche e personale, in grado di garantire un elevato standard di igiene. Le

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE SERVIZIO DI TRASLOCO TRASPORTO E FACCHINAGGIO ART. 1 - OGGETTO

CAPITOLATO SPECIALE SERVIZIO DI TRASLOCO TRASPORTO E FACCHINAGGIO ART. 1 - OGGETTO Servizio Sanitario Nazionale Regione dell Umbria AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE CAPITOLATO SPECIALE SERVIZIO DI TRASLOCO TRASPORTO E FACCHINAGGIO ART. 1 - OGGETTO Il presente Capitolato Speciale ha per

Dettagli

Art. 1 - Servizi in concessione

Art. 1 - Servizi in concessione AZIENDA SPECIALE FARMACIE COMUNALI Via Gramsci N. 38-20068 Peschiera Borromeo Telefono: 025471353 Fax: 025471353 e-mail amministrazione@farmaciecomunalipeschiera.it Codice fiscale N. 11674080152- Partita

Dettagli

INTERVENTO DI TIPO 1 (PER COMPLESSIVI METRI QUADRI 5.730 CIRCA)

INTERVENTO DI TIPO 1 (PER COMPLESSIVI METRI QUADRI 5.730 CIRCA) ALLEGATO E1 INTERVENTO DI TIPO 1 (PER COMPLESSIVI METRI QUADRI 5.730 CIRCA) PRESTAZIONI DA EFFETTUARSI CON CADENZA GIORNALIERA: - pulizia/lavaggio di pavimenti, scale e vani elevatori (con esclusione delle

Dettagli

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DELL AQUILA

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DELL AQUILA AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DELL AQUILA CAPITOLATO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA LOCALI ADIBITI A SEDE DEGLI UFFICI DELL AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE. Art. 1 ( OGGETTO DELL APPALTO E ARTICOLAZIONI DEL SERVIZIO)

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE CIG 543712162F

CAPITOLATO SPECIALE CIG 543712162F CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO SOSTITUTIVO DI MENSA MEDIANTE BUONI PASTO ELETTRONICI IN FAVORE DEI DIPENDENTI DELLE SOCIETÀ DEL GRUPPO SALERNO ENERGIA CIG 543712162F Art. 1 Oggetto

Dettagli

AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SORVEGLIANZA SANITARIA E MEDICO COMPETENTE AI SENSI DEL D.LGS 81/2008 PER IL PERIODO 1/1/2014 31/12/2014.

AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SORVEGLIANZA SANITARIA E MEDICO COMPETENTE AI SENSI DEL D.LGS 81/2008 PER IL PERIODO 1/1/2014 31/12/2014. AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SORVEGLIANZA SANITARIA E MEDICO COMPETENTE AI SENSI DEL D.LGS 81/2008 PER IL PERIODO 1/1/2014 31/12/2014. CAPITOLATO D ONERI Art. 1 Oggetto del servizio, durata e compenso.

Dettagli

Descrizione del servizio e modalità di esecuzione

Descrizione del servizio e modalità di esecuzione Oggetto: lettera di invito a gara informale per l assegnazione del Servizio di pulizia e sanificazione degli uffici aziendali, spogliatoi e biglietterie. Codesta Spett.le Ditta è invitata a presentare

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZIO DI RECUPERO E/O SMALTIMENTO RIFIUTI INGOMBRANTI, RUP ED ALTRI RIFIUTI SPECIALI, DERIVANTI DA RACCOLTA DIFFERENZIATA NEL COMUNE DI CARDITO PER LA DURATA DI ANNI 1. CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DELL AMMINISTRAZIONE PUBBLICA BANDO DI GARA

ISTITUTO NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DELL AMMINISTRAZIONE PUBBLICA BANDO DI GARA ISTITUTO NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DELL AMMINISTRAZIONE PUBBLICA BANDO DI GARA APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA, SMALTIMENTO RIFIUTI SPECIALI, DISINFESTAZIONE/DERATTIZZAZIONE E GIARDINAGGIO

Dettagli

Giunta Regionale della Campania. Bollettino Ufficiale della Regione Campania n. 19 del 4 aprile 2005

Giunta Regionale della Campania. Bollettino Ufficiale della Regione Campania n. 19 del 4 aprile 2005 Bollettino Ufficiale della Regione Campania n. 19 del 4 aprile 2005 E.Di.S.U. Napoli 2 Università degli Studi di Napoli L Orientale - Bando di gara - Procedura aperta con forma accelerata - Affidamento

Dettagli

CONTRATTO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO PULIZIA/CUSTODIA DELLA PALESTRA TREPALLE

CONTRATTO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO PULIZIA/CUSTODIA DELLA PALESTRA TREPALLE CONTRATTO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO PULIZIA/CUSTODIA DELLA PALESTRA TREPALLE TRA lo Sporting Club Livigno, A.S.D. (C.F/P.IVA. N. 92007190140) con sede in Livigno, in Plazal Dali Schola n. 25, nella

Dettagli

OSPEDALE DEI COLLI. A.O.R.N. A. O. Ospedale dei Colli OSPEDALE COTUGNO

OSPEDALE DEI COLLI. A.O.R.N. A. O. Ospedale dei Colli OSPEDALE COTUGNO OSPEDALE DEI COLLI BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO A COOPERATIVE SOCIALI DI DISABILI DEL SERVIZIO DI GESTIONE DELLE AREE ESTERNE DELL OSPEDALE COTUGNO DA DESTINARE A PARCHEGGIO A PAGAMENTO EX ART.1 COMM213

Dettagli

Le condizioni alle quali dovrà rispondere il servizio sono riportate:

Le condizioni alle quali dovrà rispondere il servizio sono riportate: Spett.le... Raccomandata a.r. Oggetto: Invito a presentare offerta per il servizio di pulizia e sanificazione dei locali della sede dell Automobile Club Pordenone e della sede di Sacile. Procedura in economia

Dettagli

OGGETTO DURATA E CORRISPETTIVO DELL AFFIDAMENTO

OGGETTO DURATA E CORRISPETTIVO DELL AFFIDAMENTO AVVISO DI SELEZIONE RIVOLTO A COOPERATIVE SOCIALI DI TIPO B PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI FRONT OFFICE, SUPPORTO ALL UFFICIO E DI PULIZIA DEI LOCALI DELL UFFICIO INFORMAZIONI TURISTICHE CODICE CIG X9415EF7E3

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DELLA CASA DI RIPOSO EX ONPI. ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DELLA CASA DI RIPOSO EX ONPI. ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO III Settore Servizi alla Persona Dirigente: dott. Maurizio Durante CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DELLA CASA DI RIPOSO EX ONPI. ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO Il

Dettagli

AVVISO PUBBLICO CUP C83D15001140005 CIG 63626511B5 1) OGGETTO DELL APPALTO

AVVISO PUBBLICO CUP C83D15001140005 CIG 63626511B5 1) OGGETTO DELL APPALTO AVVISO PUBBLICO UNIONCAMERE LAZIO: AVVISO PUBBLICO DI PROCEDURA IN ECONOMIA A MEZZO DI COTTIMO FIDUCIARIO PER L AFFIDAMENTO IN ECONOMIA DEL SERVIZIO STUDIO, ANALISI, MONITORAGGIO, ASSISTENZA TECNICA, COMUNICAZIONE

Dettagli

COMUNE DI TRIGOLO Provincia di Cremona

COMUNE DI TRIGOLO Provincia di Cremona COMUNE DI TRIGOLO Provincia di Cremona Allegato alla determina del R.F. n. 63 del 02.11.2009 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO OGGETTO: Fornitura del servizio di pulizie degli uffici e della palestra comunali

Dettagli

COMUNE DI VOLLA Provincia di Napoli

COMUNE DI VOLLA Provincia di Napoli COMUNE DI VOLLA Provincia di Napoli SETTORE AFFARI GENERALI ED ISTITUZIONALI CAPITOLATO D ONERI PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI COMUNALI ART. 1 MANSIONARIO DELLE PULIZIE E CONTROLLI La

Dettagli

- SETTORE 3 - - LAVORI PUBBLICI -

- SETTORE 3 - - LAVORI PUBBLICI - COMUNE DI CROTONE - SETTORE 3 - - LAVORI PUBBLICI - SERVIZIO DI PULIZIA PALAZZO DI GIUSTIZIA, UFFICI GIUDICE DI PACE E UFFICI UNEP E NISA. OGGETTO TAVOLA CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO DATA: IL TECNICO

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO FORNITURA DI ARREDAMENTO COMPLETO CENTRO ANZIANI VIA MARSAGLIA

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO FORNITURA DI ARREDAMENTO COMPLETO CENTRO ANZIANI VIA MARSAGLIA 1 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO FORNITURA DI ARREDAMENTO COMPLETO CENTRO ANZIANI VIA MARSAGLIA SETTORE SICUREZZA SOCIALE SERVIZIO INTERVENTI SOCIALI Via Roma, 54 18038 SANREMO (IM) Tel. 0184/59281 Fax

Dettagli

CONTRATTO LIBERO PROFESSIONALE PER IL SERVICE INFERMIERISTICO PRESSO LE U.T.A.P. DI MIRA E NOALE

CONTRATTO LIBERO PROFESSIONALE PER IL SERVICE INFERMIERISTICO PRESSO LE U.T.A.P. DI MIRA E NOALE Servizio Sanitario Nazionale - Regione Veneto AZIENDA UNITA` LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 13 Sede Legale: MIRANO (VE) Viale Mariutto, 76 Dipartimento Risorse Umane e Materiali ---------------------------------

Dettagli

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DELL AQUILA

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DELL AQUILA AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DELL AQUILA CAPITOLATO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA LOCALI ADIBITI A SEDE DEGLI UFFICI DELL AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE. Art. 1 ( OGGETTO DELL APPALTO E ARTICOLAZIONI DEL SERVIZIO)

Dettagli

AVVISO PUBBLICO AFFIDAMENTO SERVIZI PULIZIA

AVVISO PUBBLICO AFFIDAMENTO SERVIZI PULIZIA 20026 Novate Milanese (MI) Sede Legale: Via Vittorio Veneto 18 P.I./CF 11670260154 PEC: : ascomspa@pec.it AVVISO PUBBLICO AFFIDAMENTO SERVIZI PULIZIA Chi siamo L Azienda Servizi Comunali Srl (ASCom srl)

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute Ministero della Salute UFFICIO GENERALE DELLE RISORSE, ORGANIZZAZIONE E BILANCIO UFFICIO VIII ex DGPOB GARA EUROPEA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA - MINISTERO DELLA SALUTE. LOTTO 2 COMANDO CARABINIERI

Dettagli

COMUNE DI SESTO ED UNITI

COMUNE DI SESTO ED UNITI COMUNE DI SESTO ED UNITI Provincia di Cremona Gestione RSA Casa Soggiorno Nolli-Pigoli Allegato alla delibera G.C. n. 184 del 27.10.2009 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI

Dettagli

SUPERFICIE CONVENZIONALE IN METRI QUADRI DA PULIRE

SUPERFICIE CONVENZIONALE IN METRI QUADRI DA PULIRE CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA STRAORDINARIO DELL EDIFICIO ADIBITO A NUOVA SEDE DEL CONSERVATORIO DI MUSICA DI TRENTO, UBICATO IN VIA S.G. BOSCO SCUOLE EX CRISPI Art. 1 Oggetto

Dettagli

COMUNE DI BODIO LOMNAGO Provincia di Varese

COMUNE DI BODIO LOMNAGO Provincia di Varese COMUNE DI BODIO LOMNAGO Provincia di Varese SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE VOTIVA Cimitero di Viale dei Caduti Cimitero di Via Bartolomeo Baj CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO Articolo 1 Oggetto dell appalto è

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE per l esecuzione del servizio di pulizia degli uffici comunali

CAPITOLATO SPECIALE per l esecuzione del servizio di pulizia degli uffici comunali CAPITOLATO SPECIALE per l esecuzione del servizio di pulizia degli uffici comunali UFFICIO ACQUISTI Via Roma n. 20-20094 CORSICO (MI) tel. 02 4480382 Fax 02 4480381 e-mail: acquisti@comune.corsico.mi.it

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO CITTÀ DI SANT AGATA DE GOTI (Provincia di Benevento) AREA AMMINISTRATIVA CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO per l appalto quinquennale del servizio di pulizia degli uffici pubblici di pertinenza del Comune

Dettagli

A. TESTO CAPITOLATO D APPALTO DAL QUALE TRARRE IL RELATIVO CONTRATTO

A. TESTO CAPITOLATO D APPALTO DAL QUALE TRARRE IL RELATIVO CONTRATTO A. TESTO CAPITOLATO D APPALTO DAL QUALE TRARRE IL RELATIVO CONTRATTO ARTICOLO 01 - Oggetto Il presente contratto ha per oggetto il servizio di pulizia presso le due Farmacie di Piazza Tricolore 42 e Piazza

Dettagli

Comune di Galatina. Provincia di Lecce *********** GESTIONE DEL SERVIZIO DI AFFISSIONE MANIFESTI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI GALATINA E FRAZIONI

Comune di Galatina. Provincia di Lecce *********** GESTIONE DEL SERVIZIO DI AFFISSIONE MANIFESTI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI GALATINA E FRAZIONI GESTIONE DEL SERVIZIO DI AFFISSIONE MANIFESTI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI GALATINA E FRAZIONI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO Oggetto dell Appalto è il Servizio di affissione

Dettagli

RICHIESTA D OFFERTA PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO DI PULIZIE DELLA PALAZZINA CSPMI/API.

RICHIESTA D OFFERTA PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO DI PULIZIE DELLA PALAZZINA CSPMI/API. Alle aziende Pulizie e Servizi Associate API Oggetto: Premessa RICHIESTA D OFFERTA PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO DI PULIZIE DELLA PALAZZINA CSPMI/API. CSPMI Srl ha esigenza di acquisire un servizio consistente

Dettagli

Provincia di Pordenone MEDAGLIA D ORO AL V.M.

Provincia di Pordenone MEDAGLIA D ORO AL V.M. Alla Ditta RACCOMANDATA A.R. OGGETTO: procedura negoziata per il servizio di archiviazione cartacea e gestione Documentale. Cod. Ditta è invitata a partecipare alla gara ufficiosa, ai sensi del Codice

Dettagli

ALLEGATO N 2 Procedure di igienizzazione

ALLEGATO N 2 Procedure di igienizzazione REGIONE CALABRIA Azienda Ospedaliera Bianchi Melacrino Morelli ALLEGATO N 2 Procedure di igienizzazione Servizio pulizie - ALLEGATO N 2 Pagina 1 di 6 PULIZIA GIORNALIERA AREE AD ALTO RISCHIO 1 Servizi

Dettagli

Allegato 5 - Procedure per la pulizia per tipologia di rischio

Allegato 5 - Procedure per la pulizia per tipologia di rischio Allegato 5 - Procedure per la pulizia per tipologia di rischio Il presente documento descrive le procedure per la pulizia e sanificazione ambientale dell Azienda Ospedaliera. Le imprese concorrenti potranno

Dettagli

CAPITOLATO SERVIZIO PULIZIA IMMOBILI COMUNALI ANNI 2015/2016

CAPITOLATO SERVIZIO PULIZIA IMMOBILI COMUNALI ANNI 2015/2016 CAPITOLATO SERVIZIO PULIZIA IMMOBILI COMUNALI ANNI 2015/2016 CIG: 6052035944 - ART. 1 - Oggetto del Capitolato Costituisce oggetto della presente gara il servizio comprendente la pulizia dei seguenti immobili:

Dettagli

[P.za Cavallotti- tel. 0566/59411-371 CNiccolini@comune.follonica.gr.it] DISCIPLINARE DI GARA

[P.za Cavallotti- tel. 0566/59411-371 CNiccolini@comune.follonica.gr.it] DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA APPALTO CONCORSO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA E SANIFICAZIONE Indice: Art. 1 MODALITA' DI PARTECIPAZIONE ALLA GARA Art. 2 PRESENTAZIONE DELL OFFERTA Art. 3 MODALITA DI

Dettagli

ALLEGATO 1 A ELENCO DELLE PRESTAZIONI DA ESEGUIRE

ALLEGATO 1 A ELENCO DELLE PRESTAZIONI DA ESEGUIRE ALLEATO 1 A ELENCO DELLE PRETAZIONI DA EEUIRE 1 ERVIZIO DI PULIZIA A RIDOTTO IPATTO ABIENTALE PER LE EDI DELI UFFICI DI ÆUA ROA.P.A. Il servizio di pulizia proposto si riferisce ad unità tipologiche differenziate

Dettagli

ALLEGATO 1A DESCRIZIONI DELLE PRESTAZIONI

ALLEGATO 1A DESCRIZIONI DELLE PRESTAZIONI ALLEGATO 1A DESCRIZIONI DELLE PRESTAZIONI A1 - UFFICI SALE RIUNIONI AULE INFORMATIZZATE ARCHIVI CORRENTI DI PIANO BIBLIOTECHE UFFICIO CASSA SALA MEDICA* UFFICIO INFORMAZIONE E PASSI BOX VIGILANZA - SPOGLIATOI

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO AFFIDAMENTO SERVIZIO DI PULIZIA PER I LOCALI DELLA SEDE ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO AFFIDAMENTO SERVIZIO DI PULIZIA PER I LOCALI DELLA SEDE ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA DEL COMPRENSORIO DI CIVITAVECCHIA CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO AFFIDAMENTO SERVIZIO DI PULIZIA PER I LOCALI DELLA SEDE ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO

Dettagli

COMUNE DI CASTEL SANT ELIA (Provincia di Viterbo)

COMUNE DI CASTEL SANT ELIA (Provincia di Viterbo) COMUNE DI CASTEL SANT ELIA (Provincia di Viterbo) SCHEMA Concessione in esclusiva, dell uso di spazi pubblicitari su elementi di arredo urbano e segnaletica direzionale privata e pubblica nel territorio

Dettagli

1. Oggetto dell affidamento

1. Oggetto dell affidamento CAPITOLATO TECNICO PROCEDURA RISTRETTA PER L ACQUISIZIONE IN ECONOMIA DEI SERVIZI DI PULIZIA DEGLI IMMOBILI UTILIZZATI DA TURIMO TORINO E PROVINCIA: LOTTO 2 1. Oggetto dell affidamento Il presente Capitolato

Dettagli

COMUNE DI DOLO Provincia di Venezia Settore II Finanziario - Servizio Patrimonio CAPITOLATO TECNICO CAPITOLATO TECNICO

COMUNE DI DOLO Provincia di Venezia Settore II Finanziario - Servizio Patrimonio CAPITOLATO TECNICO CAPITOLATO TECNICO GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DI PROPRIETA COMUNALE Codice CIG: 34069808D4 Pagina 1 di 16 SOMMARIO PREMESSE Art. 1 OGGETTO DELLA PROCEDURA Art. 2

Dettagli

CONTRATTO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE EDUCATIVA (SERSE) PER IL. L'anno duemilaundici, addì ( ) del mese di

CONTRATTO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE EDUCATIVA (SERSE) PER IL. L'anno duemilaundici, addì ( ) del mese di REP. n. del CONTRATTO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE EDUCATIVA (SERSE) PER IL PERIODO 01.03.2012-31.12.2014 - C.I.G. [ ]. L'anno duemilaundici, addì ( ) del mese di presso la Sede

Dettagli

CAPITOLATO DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI E DISABILI

CAPITOLATO DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI E DISABILI CAPITOLATO DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI E DISABILI Il Comune di Vergiate ha necessità di integrare il Servizio di Assistenza Domiciliare Anziani e Disabili

Dettagli

Pulizia, Sanificazione ambientale, Derattizzazione e Disinfestazione

Pulizia, Sanificazione ambientale, Derattizzazione e Disinfestazione Allegato 4 Pulizia, Sanificazione ambientale, Derattizzazione e Disinfestazione La metodologia utilizzata dovrà garantire la pulizia e la disinfezione degli ambienti utilizzando attrezzi e materiali per

Dettagli

COMUNE DI SACROFANO Provincia di Roma CAPITOLATO SPECIALE - SERVIZIO DI PULIZIA UFFICI COMUNALI

COMUNE DI SACROFANO Provincia di Roma CAPITOLATO SPECIALE - SERVIZIO DI PULIZIA UFFICI COMUNALI CAPITOLATO SPECIALE - SERVIZIO DI PULIZIA UFFICI COMUNALI Approvato con DdR n. 12 del 13.03.2015 ART. 1 - OGGETTO E DURATA DELL APPALTO L appalto ha per oggetto il servizio di pulizia dei locali siti negli

Dettagli

REGIONE VENETO AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA INFERMIERISTICA

REGIONE VENETO AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA INFERMIERISTICA DISCIPLINARE DI GARA PROCEDURA NEGOZIATA PREZZO QUALITA REGIONE VENETO AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA INFERMIERISTICA PRESSO ALCUNE SALE OPERATORIE DELL AZIENDA OSPEDALIERA

Dettagli

REGIONE VENETO AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA

REGIONE VENETO AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA REGIONE VENETO AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA FORNITURA DI: GESTIONE DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE ORDINARIA E STRAORDINARIA DELLE ZONE ERBOSE PER L AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA E L OSPEDALE DI CONSELVE

Dettagli

ALLEGATO J1) Frequenze A B C D E F G giorn sett. mens. bim. sem. ann. 2. Ambienti destinazioni Ambienti destinazioni Interventi previsti

ALLEGATO J1) Frequenze A B C D E F G giorn sett. mens. bim. sem. ann. 2. Ambienti destinazioni Ambienti destinazioni Interventi previsti ALLEGATO J) Ambienti destinazioni Ambienti destinazioni Interventi previsti Pavimenti piastrelle, linoleum, di tutti gli ambienti materiale versato sul pavimento. Lavaggio manuale con prodotti detergenti

Dettagli

LOCALI POLIZIA MUNICIPALE Piazza Leopardi (mq. 333,50) (pulizie dal lunedì al sabato per n. 300 giorni annui)

LOCALI POLIZIA MUNICIPALE Piazza Leopardi (mq. 333,50) (pulizie dal lunedì al sabato per n. 300 giorni annui) Allegato A1 LOCALI POLIZIA MUNICIPALE Piazza Leopardi (mq. 333,50) (pulizie dal lunedì al sabato per n. 300 giorni annui) PERIODICITA PULIZIA: Pulizie giornaliere di tutti i locali: a) aspirazione/battitura

Dettagli

Comune di Castelfidardo

Comune di Castelfidardo Allegato A1 LOCALI POLIZIA MUNICIPALE Piazza Leopardi (mq. 333,50) (pulizie dal lunedì al sabato per n. 300 giorni annui) PERIODICITA PULIZIA: Pulizie giornaliere di tutti i locali: a) aspirazione/battitura

Dettagli

Documentazione di gara

Documentazione di gara Comune di Santa Maria a Monte Provincia di Pisa SETTORE 3 OGGETTO ALLESTIMENTO DEGLI SPAZI ESPOSITIVI ALL INTERNO DEL PROGETTO DI VALORIZZAZIONE DEL CENTRO STRORICO E RECUPERO DELL AREA DELLA ROCCA CON

Dettagli

COMUNE DI TODI Provincia di Perugia

COMUNE DI TODI Provincia di Perugia COMUNE DI TODI Provincia di Perugia Disciplinare di gara, mediante procedura aperta riservata alle Cooperative Sociali di tipo B, per l affidamento della gestione dei servizi cimiteriali, custodia, pulizia

Dettagli

IPAB DI VICENZA AVVISO PUBBLICO

IPAB DI VICENZA AVVISO PUBBLICO IPAB DI VICENZA AVVISO PUBBLICO ai sensi dell art. 20 del D.Lgs.163/2006 per l'affidamento del servizio di sorveglianza sanitaria e di medico competente ai sensi del D.Lgs.81/2008 e s.m.i. CIG: Z9B03E8BA7

Dettagli

COMUNE DI TORRACA Provincia di Salerno C.F. 84001450653 VIA FENICE,N.2 84030 TORRACA Tel. 0973/398127 Fax 0973/398255

COMUNE DI TORRACA Provincia di Salerno C.F. 84001450653 VIA FENICE,N.2 84030 TORRACA Tel. 0973/398127 Fax 0973/398255 COMUNE DI TORRACA Provincia di Salerno C.F. 84001450653 VIA FENICE,N.2 84030 TORRACA Tel. 0973/398127 Fax 0973/398255 AREA TECNICA CAPITOLATO DI GARA C.I.G. 0554938D4F- numero gara versamento 599561 ALLEGATO

Dettagli

Comune di Pisogne (Provincia di Brescia)

Comune di Pisogne (Provincia di Brescia) DISCIPLINARE PER L APPALTO DI CUSTODIA DELLA NUOVA PALESTRA SCOLASTICA E POLISPORTIVA NELLA FRAZIONE DI Art. 1 Oggetto dell appalto. GRATACASOLO L appalto ha per oggetto il servizio di custodia, apertura

Dettagli

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTAL ALLEGATO 4 CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO PER ANNI 3 DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO

Dettagli

Art. 1 Oggetto e durata dell affidamento

Art. 1 Oggetto e durata dell affidamento COMUNE DI VILLAFRANCA IN LUNIGIANA Provincia di Massa Carrara All. 1) CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEL SERVIZIO DI ASILO NIDO COMUNALE Art. 1 Oggetto e durata dell affidamento

Dettagli

Comune di Castel Maggiore Provincia di Bologna

Comune di Castel Maggiore Provincia di Bologna Comune di Castel Maggiore Provincia di Bologna AVVISO DI GARA AD ASTA PUBBLICA Questa Amministrazione indice per il giorno 28/11/2005 alle ore 9,30, presso la Sala delle riunioni 1 piano del Municipio,

Dettagli

In riscontro alla richiesta di chiarimenti inoltrata in merito alla procedura concorsuale in argomento si comunica quanto segue:

In riscontro alla richiesta di chiarimenti inoltrata in merito alla procedura concorsuale in argomento si comunica quanto segue: PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DOMESTICO ALBERGHIERO E SERVIZI DI SUPPORTO OCCORRENTE ALL AZIENDA OSPEDALIERA DELLA PROVINCIA DI PAVIA PER IL PERIODO DI ANNI CINQUE. In riscontro alla

Dettagli

SCHEMA DI Lettera d invito per l affidamento del lavori di fornitura e posa in opera arredi nuova sede farmacia comunale XXXXXXXXXXXXXX

SCHEMA DI Lettera d invito per l affidamento del lavori di fornitura e posa in opera arredi nuova sede farmacia comunale XXXXXXXXXXXXXX Prot.LL/lp Spett. Ie Ditta SCHEMA DI Lettera d invito per l affidamento del lavori di fornitura e posa in opera arredi nuova sede farmacia comunale XXXXXXXXXXXXXX Premesso che: 1) Il Comune di Arese intende

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER LA GESTIONE DEI CENTRI DI AGGREGAZIONE PER BAMBINI, BAMBINE E ADDOLESCENTI AQUILONE. Art. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO

CAPITOLATO SPECIALE PER LA GESTIONE DEI CENTRI DI AGGREGAZIONE PER BAMBINI, BAMBINE E ADDOLESCENTI AQUILONE. Art. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO CAPITOLATO SPECIALE PER LA GESTIONE DEI CENTRI DI AGGREGAZIONE PER BAMBINI, BAMBINE E ADDOLESCENTI AQUILONE Art. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO Il presente capitolato ha per oggetto l affidamento alla Società

Dettagli

COMUNE DI BRUSAPORTO Provincia di Bergamo

COMUNE DI BRUSAPORTO Provincia di Bergamo COMUNE DI BRUSAPORTO Provincia di Bergamo Allegato A1 PALAZZO RESIDENZA MUNICIPALE Piazza V. Veneto n 1 Pulizie giornaliere di tutti i locali (tutti i giorni dal lunedì al venerdì compreso): a) pulizia,

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MEDICO COMPETENTE E SORVEGLIANZA SANITARIA AI SENSI DEL D. LGS.

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MEDICO COMPETENTE E SORVEGLIANZA SANITARIA AI SENSI DEL D. LGS. CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MEDICO COMPETENTE E SORVEGLIANZA SANITARIA AI SENSI DEL D. LGS. 81/2008 ART. 1. OGGETTO DEL SERVIZIO L incarico comporta lo svolgimento di

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE - LATINA CAPITOLATO SPECIALE servizio traslochi e facchinaggio

AZIENDA SANITARIA LOCALE - LATINA CAPITOLATO SPECIALE servizio traslochi e facchinaggio ART. 1 - OGGETTO DELL APPALTO AZIENDA SANITARIA LOCALE - LATINA CAPITOLATO SPECIALE servizio traslochi e facchinaggio L appalto ha per oggetto il servizio di trasporto e facchinaggio nei vari Presidi Ospedalieri

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA POLICLINICO UMBERTO I SERVIZIO DI INTERPRETARIATO TELEFONICO PER LE COMUNICAZIONI IN URGENZA/EMERGENZA

AZIENDA OSPEDALIERA POLICLINICO UMBERTO I SERVIZIO DI INTERPRETARIATO TELEFONICO PER LE COMUNICAZIONI IN URGENZA/EMERGENZA AZIENDA OSPEDALIERA POLICLINICO UMBERTO I SERVIZIO DI INTERPRETARIATO TELEFONICO PER LE COMUNICAZIONI IN URGENZA/EMERGENZA CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO ACQUISTO IN ECONOMIA Indice Il Direttore Sanitario

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE E REALIZZAZIONE DEL SERVIZIO SPAZIO GIOCO RIVOLTO ALLA PRIMA INFANZIA. TRIENNIO 2007/2010.

CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE E REALIZZAZIONE DEL SERVIZIO SPAZIO GIOCO RIVOLTO ALLA PRIMA INFANZIA. TRIENNIO 2007/2010. CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE E REALIZZAZIONE DEL SERVIZIO SPAZIO GIOCO RIVOLTO ALLA PRIMA INFANZIA. TRIENNIO 2007/2010. ART. 1 Oggetto dell appalto L appalto ha per oggetto la

Dettagli

CAPITOLATO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIE GENERALI INTERNE/ESTERNE E GUARDIANIA Rif. Gara informale n. 012010

CAPITOLATO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIE GENERALI INTERNE/ESTERNE E GUARDIANIA Rif. Gara informale n. 012010 Allegato 1 CAPITOLATO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIE GENERALI INTERNE/ESTERNE E GUARDIANIA Rif. Gara informale n. 012010 ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha per oggetto l affidamento da parte

Dettagli

COMUNE DI DIANO MARINA PROVINCIA DI IMPERIA

COMUNE DI DIANO MARINA PROVINCIA DI IMPERIA COMUNE DI DIANO MARINA PROVINCIA DI IMPERIA AVVISO PER L AFFIDAMENTO DELL ATTIVITA DI ADDETTO STAMPA DEL COMUNE DI DIANO MARINA Cod. CIG Z08148E207 In esecuzione della deliberazione della Giunta Comunale

Dettagli

R.S.A. per anziani L. ACCORSI

R.S.A. per anziani L. ACCORSI 1 ALLEGATO 3 R.S.A. per anziani L. ACCORSI STABILE via Colombes MQ. calpestabili MQ. superf. vetrate seminterrato 1000 piano terra 1060 primo piano 1060 secondo piano 950 3 piano non utilizzato quarto

Dettagli

Ufficio Gare, Contratti e Acquisti CAPITOLATO PER IL BROKERAGGIO ASSICURATIVO

Ufficio Gare, Contratti e Acquisti CAPITOLATO PER IL BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO PER IL BROKERAGGIO ASSICURATIVO Art. 1 Finalità Il presente capitolato ha per oggetto l affidamento, da parte della Bari Multiservizi S.p.a. (in seguito, per semplicità, denominata società),

Dettagli

COMUNE DI AGRIGENTO. la nostra civiltà contro il pizzo e l usura. Settore III - Servizi Socio-assistenziali CAPITOLATO D ONERI

COMUNE DI AGRIGENTO. la nostra civiltà contro il pizzo e l usura. Settore III - Servizi Socio-assistenziali CAPITOLATO D ONERI COMUNE DI AGRIGENTO Settore III - Servizi Socio-assistenziali la nostra civiltà contro il pizzo e l usura CAPITOLATO D ONERI Relativo all affidamento del servizio di assistenza igienico-personale ai soggetti

Dettagli

REGIONE SICILIANA ASSESSORATO AGRICOLTURA E FORESTE AZIENDA REGIONALE FORESTE DEMANIALI UFFICIO PROVINCIALE DI CATANIA

REGIONE SICILIANA ASSESSORATO AGRICOLTURA E FORESTE AZIENDA REGIONALE FORESTE DEMANIALI UFFICIO PROVINCIALE DI CATANIA REGIONE SICILIANA ASSESSORATO AGRICOLTURA E FORESTE AZIENDA REGIONALE FORESTE DEMANIALI UFFICIO PROVINCIALE DI CATANIA CAPITOLATO D ONERI Art. 1 (Locali oggetto di pulizia) Il servizio di pulizia riguarda

Dettagli

REGIONE PIEMONTE AZIENDA OSPEDALIERA. SS. ANTONIO E BIAGIO - C. ARRIGO di ALESSANDRIA CONVENZIONE PER L ESECUZIONE DEL SERVIZIO DI ANIMAZIONE

REGIONE PIEMONTE AZIENDA OSPEDALIERA. SS. ANTONIO E BIAGIO - C. ARRIGO di ALESSANDRIA CONVENZIONE PER L ESECUZIONE DEL SERVIZIO DI ANIMAZIONE REGIONE PIEMONTE AZIENDA OSPEDALIERA SS. ANTONIO E BIAGIO - C. ARRIGO di ALESSANDRIA CONVENZIONE PER L ESECUZIONE DEL SERVIZIO DI ANIMAZIONE NELL AREA BIMBI PRESSO IL PRESIDIO OSPEDALIERO SS. ANTO- NIO

Dettagli

(ESEMPIO DI DATI E INFORMAZIONI UTILI ALLA DEFINIZIONE DELL OGGETTO DELL APPALTO DELLE PULIZIE DI IMMOBILI A PREVALENTE USO UFFICI)

(ESEMPIO DI DATI E INFORMAZIONI UTILI ALLA DEFINIZIONE DELL OGGETTO DELL APPALTO DELLE PULIZIE DI IMMOBILI A PREVALENTE USO UFFICI) (ESEMPIO DI DATI E INFORMAZIONI UTILI ALLA DEFINIZIONE DELL OGGETTO DELL APPALTO DELLE PULIZIE DI IMMOBILI A PREVALENTE USO UFFICI) Tabella A - Quantificazione aree su cui effettuare il servizio Tipologia

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO Art. 1 Oggetto dei servizi Art. 2 Ammontare complessivo del contratto, durata dei servizi e vincoli per il Comune

CAPITOLATO TECNICO Art. 1 Oggetto dei servizi Art. 2 Ammontare complessivo del contratto, durata dei servizi e vincoli per il Comune CAPITOLATO TECNICO Art. 1 Oggetto dei servizi Il presente Capitolato tecnico disciplina l esecuzione dei servizi postali per la corrispondenza del Comune di Città di Castello comprendente il ritiro e la

Dettagli

PROCEDURA APERTA PER AFFIDAMENTO MULTISERVICE (PULIZIA, PORTIERATO FACCHINAGGIO) PER UFFICI COMUNALI

PROCEDURA APERTA PER AFFIDAMENTO MULTISERVICE (PULIZIA, PORTIERATO FACCHINAGGIO) PER UFFICI COMUNALI PROCEDURA APERTA PER AFFIDAMENTO MULTISERVICE (PULIZIA, PORTIERATO FACCHINAGGIO) PER UFFICI COMUNALI PROGETTO TECNICO e INSERIMENTO SOCIO - LAVORATIVO LOTTO 2 SOGGETTO PARTECIPANTE. Progetto Tecnico -

Dettagli

Oggetto: Procedura in economia per l affidamento del servizio di noleggio per mesi 36 di n. 6 furgoni nuovi. CIG 246044469D

Oggetto: Procedura in economia per l affidamento del servizio di noleggio per mesi 36 di n. 6 furgoni nuovi. CIG 246044469D Prot.n. Bari, Spett.le RACCOMANDATA A.R. Oggetto: Procedura in economia per l affidamento del servizio di noleggio per mesi 36 di n. 6 furgoni nuovi. CIG 246044469D Con determina n.21 del 16.05.2011 l

Dettagli

Articolo 1 PROCEDURA DI GARA

Articolo 1 PROCEDURA DI GARA DISCIPLINARE DI GARA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI STABILI SEDE DEGLI UFFICI DEL CONSIGLIO REGIONALE IN TRIESTE LOTTO UNICO PERIODO TRE ANNI Articolo 1 PROCEDURA DI GARA L aggiudicazione

Dettagli

CITTÀ DI AULLA PROVINCIA DI MASSA CARRARA

CITTÀ DI AULLA PROVINCIA DI MASSA CARRARA CITTÀ DI AULLA PROVINCIA DI MASSA CARRARA CAPITOLATO D ONERI (Allegato B) Procedura aperta per l appalto dei servizi educativi dell Asilo Nido comunale Il Girasole e di pulizia dei locali sede dell asilo.-

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER I SERVIZI DI PULIZIA E GUARDIANIA DEI LOCALI DEL MUSEO DEL TESSUTO DURANTE LA MOSTRA LO STILE DELLO ZAR.

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER I SERVIZI DI PULIZIA E GUARDIANIA DEI LOCALI DEL MUSEO DEL TESSUTO DURANTE LA MOSTRA LO STILE DELLO ZAR. ALLEGATO 1 PROVINCIA DI PRATO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER I SERVIZI DI PULIZIA E GUARDIANIA DEI LOCALI DEL MUSEO DEL TESSUTO DURANTE LA MOSTRA LO STILE DELLO ZAR. Pag. 1/7 PROVINCIA DI PRATO CAPITOLATO

Dettagli

COMUNE DI NOVARA Servizio Biblioteche BANDO DI GARA

COMUNE DI NOVARA Servizio Biblioteche BANDO DI GARA COMUNE DI NOVARA Servizio Biblioteche BANDO DI GARA Asta pubblica ai sensi dell art.53 comma 1 della direttiva 2004/18ce del 31.03.2004, per l affidamento di servizi inerenti al trasporto, ordinamento

Dettagli

C O M U N E D I P I A N O R O

C O M U N E D I P I A N O R O CAPITOLATO RELATIVO ALLA GESTIONE DELLE ATTIVITA DI ASSISTENZA PER ALUNNI DISABILI Art. 1 - Oggetto e modalità di svolgimento del servizio Oggetto del presente capitolato è la gestione delle attività di

Dettagli