Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download ""

Transcript

1 IL IL DISABILE BISABILE Organo interno distribuito gratuitamente agli associati - Redazione c/o Aniep Modena E SE PROVASSIMO A CORRERE! In qualità di direttore di questo nostro neonato periodico che abbiamo voluto e costruito insieme, noi dell ANIEP con altre Associazioni di categoria della nosta città ( mi piace ribadirlo perché è importante!), è a me che tocca aprire anche il secondo numero de IL BISABILE con un piccolo editoriale, come d uso in ogni giornale che si rispetti. Prima di tutto, grazie! Grazie per il calore e la simpatia con cui, a quanto ci risulta, le nostre paginette sono state accolte dai loro primi lettori, che non sono stati pochi e hanno fatto di tutto per diffonderne la voce. Questo ha premiato i nostri sforzi, e ha dato una bella spinta al nostro entusiasmo e alla nostra voglia di andare avanti con una pubblicazione che, più che un giornalino come tanti, dovrà sempre più rappresentare un idea comune, quell idea di forza che, nata dalla solidarietà e dalla collaborazione, giustifica il nome con il quale l abbiamo tenuta a battesimo. Ma questo l ho già spiegato nel primo numero e non voglio ripetermi, ma solo continuare a lavorare per voi e con voi per tutti noi, che condividiamo le stesse esperienze di lotta continua con l handicap e la realtà che ci circonda. Di storie da raccontare, di problemi e curiosità da segnalare ne stanno arrivando tante e la nostra promessa è quella di non dimenticarne nessuna, così IL BISABILE diventerà davvero la voce di chi non è più disposto a star zitto e a subire. Chissà perché mi viene in mente Nietzsche, sì, quel filosofo tedesco che forse qualcuno ricorda con scarsa simpatia perché voleva un mondo di superuomini: in realtà era uno che di umanità se ne intendeva e che, a suo modo, cercava di migliorarla. E stato lui a scrivere: DA QUANDO HO IMPARATO A CAMMINARE, MI PIACE CORRERE! La citazione, all apparenza paradossale, mi sembra invece perfetta per ogni BISabile che impari a sentirsi tale, capace di trovare il coraggio e la volontà di correre la sua quotidiana corsa ad ostacoli, reclamando il proprio diritto a non accontentarsi dei piccoli passi, perché si può e si deve pretendere di più. Non è facile, lo so, ma non sono solo parole. Se accelleriamo uniti, un po di velocità la guadagneremo davvero! Buona lettura. Perchè IL BISabile? In questo numero: Modena Anno 1 N Ciclabile accessibile...(dimagrite le barriere) Associazioni a Modena: G. P. Vecchi la fortuna è cieca...ma ci sono le agevolazioni... Telepass Bellaria. Assemblea nazionale ANIEP I disabili vanno in ferie... Notizie: "ANIEP" Sindrome postpolio Il Turismo accessibile e il suo mercato Notizie: "INSIEME A NOI" Parcheggi disabili: tipologie Parcheggi disabili Simulazione al Guarini Exposanità 1 Ottobre Luciana Galassi Assemblea Nazionale Aniep

2 IL BISabile Associazioni Barriere a Modena 32 Pista ciclabile accessibile... Messe a dieta le barriere sulla pista per rispondere alle esigenze delle Associazioni. Gli incontri Un primo incontro avvenuto presso i locali della Provincia in via Jacopo Barozzi il giorno 22 Aprile era già servito per esporre i problemi che incontrano i disabili in carrozzina e in tandem nel tentativo di usare la pista ciclabile che collega la città di Modena con Vaciglio, S. Donino, Spilamberto. Verificata la disponibilità sia delle Associazioni che dei responsabili progettisti della pista a cercare la soluzione migliore per adeguare una pista già a norma, secondo il codice della strada, ma ancora da migliorare per renderla accessibile ai potenziali utenti disabili è stato concordato un successivo incontro per effettuare una simulazione, per il giorno 2 Maggio. L impraticabilità del campo (pioveva a più non posso) a costretto al rinvio dell incontro. La simulazione Lunedì 6 Maggio presso l Istituto Guarini alla presenza del Geometra rappresentante della provincia e con la partecipazione del presidente Oronzo Capriglia per l Unione Italiana Ciechi sez. di Modena, la Presidentessa Stefania Bassoli dell APRE (Associazione Paraplegici Emilia Romagna) la Rappresentante della UISP (Unione Italiana Sport Disabili) di Modena e un consigliere rappresentante della Associazione ANIEP si è svolto l atteso incontro per la simulazione e studio delle problematiche legate all uso delle piste ciclabili da parte di varie tipologie di disabili. Le Associazioni armate di vari tipi di carrozzine e di un tandem usato dai non vedenti, hanno provato sul campo le varie soluzioni proposte consentendo di stabilire le nuove misure dei delimitatori e rallentatori che sono posizionati nei ben 25 incroci interessati per un totale di 50 situazioni da modificare. Con grande soddisfazione ho potuto rilevare personalmente come l attenzione maggiore è stata posta nella ricerca della soluzione ottimale dal punto di vista della funzionalità, tenendo presente ma in secondo piano l impegno economico, sicuramente significativo, che le modifiche richieste e concordate comporteranno. Delle due soluzioni possibili, entrambe valide come funzionalità, verrà realizzata quanto prima quella più economica e tecnicamente valida. Siamo sicuri che i frutti di questa collaborazione saranno utilizzati anche per la progettazione e realizzazione delle altre piste ciclabili che uscendo da Modena portano verso i paesi del circondario, all insegna del sempre meglio prevenire che dover curare. Le modifiche Gli adeguamenti studiati sono stati realizzati in tempo record per permettere l'uso della pista anche prima dell'arrivo della brutta stagione, qua bisogna dire che se i responsabili sono stati veloci e bravi altrettanto bravo non è stato il tempo che sembrava più adatto allo sci nautico che al giro in bicicletta. PRIMA E adesso usiamola bene Come ultima osservazione vorrei sottolineare come nei vari sopraluoghi fatti ho potuto verificare personalmente e con soddisfazione, un grande traffico di ciclisti, pedoni, ecc. sulla pista, questo sicuramente impone un comportamento adeguato, rispettoso delle regole della circolazione, e soprattutto del buon senso, al fine di evitare incidenti o malfunzionamenti specialmente negli attraversamenti. Ma questa è un altra storia che fa riferimento a discorsi di civiltà che passano solo attraverso una crescita personale che l adeguatezza dell ambiente sicuramente facilita, ma solo l impegno del singolo può realizzare. DOPO Direttore: Luciana Galassi Redazione e amministrazione: Corso Cavour Modena Proprietario: Serena Gnudi Tel: Stampa digitale: Artistica Grafica Il BISabile viene distribuito gratuitamente ai soci, l'iscrizione si effettua versando 15 Euro sul C/C postale ANIEP Modena L'ANIEP ha bisogno di te Tu hai bisogno dell'aniep ISCRIVITI

3 IL BISabile Associazioni a Modena 3 Associazione "G.P. Vecchi " Pro Senectute et Dementia" Demenza Senile, Alzheimer, cento forme mille problemi Conoscerci serve ad unirci, e "l'unione fà la forza" Per il secondo numero del BISabile siamo andati ad intervistare il Presidente dell Associazione G.P. Vecchi signor Enio Concari. Una associazione anomala nel panorama delle tante che si impegnano sulla disabilità, perchè non si occupa direttamente solo dei disabili o degli invalidi ma dei loro familiari. La storia L associazione fondata nel 1999, raccoglie il testimone dell AIMA (Associazione Italiana Malattia di Alzheimer) costituita a Modena nel 1985, proseguendone ed ampliandone l attività, grazie all impegno dei suoi iscritti, congiunti di persone affette da questo male e operatori socio-sanitari coinvolti a vario titolo nella gestione del malato di demenza. Affiliata alla Federazione Alzheimer Italia opera con lo scopo di promuovere in forma di volontariato, la ricerca sul decadimento cognitivo nell anziano e la gestione dei problemi sanitari, famigliari e sociali correlati alle demenze. La malattia La demenza è una malattia organica dovuta alla degenerazione e morte di cellule cerebrali (i neuroni). Essa ha un andamento progressivo determinando via via la perdita di capacità quali la memoria, l attenzione, il linguaggio, il giudizio, il controllo emotivo. L attività Diffonde corrette informazioni sulle malattie dementigene, Fornisce sostegno psicologico alle famiglie degli ammalati Stimola la nascita di centri di assistenza e la formazione di personale specializzato Potenziare l assistenza domiciliare Organizza seminari specifici Disbriga pratiche principalmente riguardanti l Alzheimer Gestisce il centro di ascolto Solidalmente per familiari di persone affette da Demenza Organizza i gruppi di auto mutuo aiuto con la presenza di uno psicologo Organizza gli incontri periodici informativi e ricreativi del Caffè Alzheimer aperti a tutti Viaggiare è molto importante, permette di vedere luoghi mai visti, di essere a contatto con gente nuova e realtà diverse; inoltre, quando comincia la bella stagione, è molto divertente poter passare un po' di tempo fuori città e godersi il sole, questa è una cosa risaputa. Ma forse non tutti sanno che esiste una convenzione stipulata dall'associazione ANGLAT e la Società Autostrade, tramite la quale è possibile usufruire del servizio Telepass pagando costi non troppo elevati. La suddetta convenzione è Ci sono in provincia di Modena circa 7000 casi diagnosticati di demenze e non siamo in grado di stimare quanti siano quelli non noti. Purtroppo la malattia è in continuo aumento sia perchè aumenta l eta media di decesso delle persone rendendo più probabile il manifestarsi della malattia, sia perchè le conoscenze medico scentifiche hanno permesso una diagnosi più accurata della malattia prima non riconosciuta o dirottata sui manicomi. Numerose sono le sperimentazioni di terapie per il trattamento delle demenze; alcune ancora in atto e altre miseramente fallite, ma ancora niente di sicuro. G. P. Vecchi V.le Vittorio Veneto, 9 tel fax da Lun a Ven 13/15 info al Autostrade senza barriere con il Telepass evitate le code e le contorsioni per il prelievo del biglietto di due tipi: La prima consente a tutti i titolari di patente B, C, D, E speciali, di poter accedere al contratto TELE- PASS FAMILY gratuito, e questo comporta la totale esenzione sia del canone annuo pari a 12,39 + IVA, sia del costo di fatturazione trimestrale di 10,22 + IVA. La presentazione del modulo di adesione sottoscritto in banca e della patente speciale presso un qualsiasi Punto Blu, sono sufficienti per la fruizione di tale opportunità. La seconda offre agevolazioni anche ai disabili trasportati, in Centro Ascolto Solidalmente c/o RSA 9 gennaio via Paul Harris, 165 tel fax da Lun a Sab 9/12 Contribuisci Quota associativa 15 donazioni: cc BPER quanto dà la possibilità agli associati ANGLAT titolari di veicolo abilitato al trasporto di persone disabili, di godere dell'esenzione del canone di abbonamento per quattro cicli di fatturazione, cioè per 12 mesi, a partire dalla data del ritiro dell'apparecchio TELEPASS. È possibile avvalersi di questa convenzione presentandosi in un qualsiasi Punto Blu muniti di: a) Modulo di adesione sottoscritto in banca b) Tessera Anglat dell'anno in corso Segue pag 8

4 IL BISabile Dove.. Come.. Perchè.. 4 INFORMA HANDICAP (Aggiornato) Informazioni Generali e Modulistica Informazioni Sui Servizi Per Disabili Piazza Grande, MODENA Tel: Fax Da lunedì a sabato: Lunedì Martedì Giovedi: Servizio alla persona NOTE: Chiedere della responsabile Sig. Cinzia Scauri oppure referente Tecnico-organizzativa Sig. Carlotta Panighi CUP Centro Unico di prenotazione Prenotazioni per prestazioni mediche UFFICIO INVALIDI CIVILI Domanda invalidità, handicapp (107) Via Canaletto Modena TEL Martedì Giovedì Sabato: Via S. Giovanni del Cantone 23 da Lun a Giov 7,30-18,45 Ven 7,30-13 Sab 7,30-12 Prenot Telef da Lun a Ven In tal caso l'utente dovrà recarsi, il giorno prima della visita presso il CUP per ritirare la prenotazine e pagare la visita stessa Carrozzine, sollevatori, sedie da doccia Ausili per disabili su misura

5 IL BISabile Assemblea Nazionale ANIEP 5 Assemblea Nazionale Bellaria Giugno 2002, mozione conclusiva. Niente di organico, anzi allarmanti prospettive nelle intenzioni del governo. L'assemblea nazionale di ANIEP ribadisce anzitutto l'impegno politico e culturale per l'integrazione dei disabili nella scuola, nella formazione, nel lavoro e nella vita familiare e sociale; gli handicappati non devono essere considerati soggetti passivi di interventi assistenziali e tecnici, ma protagonisti e partecipi della vita della comunità nei normali contesti in cui si svolge, ciascuno secondo le proprie possibilità. L'Assemblea di ANIEP denuncia il ritardo dell'attuale Governo nella definizione di un disegno complessivo di Welfare, in termini di continuità o di discontinuità. L'evoluzione e le garanzie dei diritti sociali sembrano subordinati ad incerte prospettive di sviluppo economico, anziché a progetti politici. In questo senso la sicurezza sociale rischia di essere residuale rispetto alle dinamiche dell'economia di mercato. L'Assemblea nazionale di ANIEP osserva inoltre che al progredire dei federalismo amministrativo e istituzionale non corrispondono i necessari atti di indirizzo e di coordinamento per le materie di competenza dello Stato e per quelle concorrenti. L'Assemblea nazionale di ANIEP ha quindi preso in considerazione i temi relativi ai cittadini disabili con riferimento all'ultima legge finanziaria, all'attuazione delle leggi vigenti e ad alcune iniziative parlamentari. FINANZIARIA 2002 La maggiorazione delle pensioni di inabilità ai disabili ultra sessantenni costituisce un provvedimento di carattere meramente assistenzialistico, subordinato a condizioni di reddito eccessivamente restrittive e da difficoltà interpretative e applicative. Circa i temi dell'inserimento scolastico ANIEP evidenzia la limitazione degli insegnanti di sostegno il cui numero non è più corrispondente alla popolazione scolastica complessiva, ma fissato in rapporto alla presenza di alunni con handicap, ciò che produrrà difficili problemi di organico e di assegnazione. L'Assemblea di ANIEP infine denuncia il mancato rifinanziamento della legge sull'eliminazione delle barriere architettoniche nelle abitazioni private e la soppressione della "Consulta Nazionale delle associazioni di disabili dei loro familiari" Si esprime poi perplessità e inquietudine per il ricorso esclusivo allo strumento delle leggi delega con il riferimento ad argomenti a riforme che richiedono confronto, dibattito e elaborazione (lavoro, fisco, pensioni, ecc..). La nuova legge sul diritto al lavoro, che dovrebbe costituire la tappa conclusiva e fondamentale di ogni processo riabilitativo e di socializzazione degli handicappati, registra indici di applicazione del tutto insufficienti e modalità di attuazione eterogenee e diversificate da regione a regione, da provincia a provincia. Si evidenzia inoltre che la Confindustria chiede che l'inserimento al lavoro degli handicappati avvenga esclusivamente negli enti pubblici e nelle cooperative di solidarietà sociale e propone comunque la sospensione per i disabili dell' art. 18 dello Statuto dei lavoratori al fine di "incentivare" le imprese a sperimentare il collocamento dei disabili senza il vincolo dell'assunzione a tempo indeterminato. Di fronte a questa situazione; ricordato che i disabili disoccupati sono oltre ; l'assemblea di ANIEP chiede che il Ministero del Lavoro a delle Politiche Sociali assuma urgenti iniziative di controllo, di monitoraggio e di revisione dei dispositivi tecnici di applicazione della legge, previo accordo con le associazioni dei disabili e le organizzazioni sindacali. RIFORMA DELL'ASSISTENZA L'Assemblea di ANIEP denuncia l'ambiguo e ingiustificabile ritardo dell'attuazione da parte governativa della legge sul sistema integrato degli interventi e servizi sociali (L. 328/2000). Si ricorda in particolare la mancata approvazione della delega sul riordino degli assegni e delle indennità per invalidità civile, necessaria sia per fini perequativi fra le varie categorie, sia per distinguere gli interventi per fini assistenziali da quelle con scopi di integrazione sociale. Altre lacune riguardano il decreto sui nuovi criteri di attribuzione dell'invalidità secondo le indicazioni dell'oms, l'approvazione della Carta dei Servizi che deve definire i diritti degli utenti e le incerte prospettive del Reddito minimo di inserimento. DISEGNI DI LEGGE SULLE ASS. STORICHE (ATTI SENATO 1073 E 7095) L'Assemblea di ANIEP denuncia l'iniziativa di alcuni Senatori che propongono il riconoscimento dell'interesse pubblico nazionale alle Associazioni storiche di categoria (ANMIC, ANMIL, UIC, ENS, UMS), che dovrebbero rappresentare gli handicappati di fronte agli organi dello Stato e assumere tutte le attività di informazione, di assistenza e di tutela, con in più il beneficio alla ripartizione dell'8 per mille dell'irpef. Nei disegni di legge si afferma, inoltre, che le Associazioni "esercitano nei confronti dei soggetti portatori di handicap fisico, psichico a sensoriale" tutte le funzioni indicate "indipendentemente dall'adesione dell'interessato alla corrispondente associazione di categoria". L'archetipo storico e culturale di questa intenzione è costituito dagli ordinamenti "dell'assistenza e beneficenza pubblica" secondo i quali gli inabili al lavoro e gli infermi poveri erano affidati (poiché ritenuti incapaci) ad apposite istituzioni ed enti pubblici di categoria che ne curavano "gli interessi materiali e morali". Questa gestione separata e specifica dei diritti e dei bisogni dei disabili è stata superata, a partite dagli anni '70, con le lotte per i diritti civili ispirate all'autonomia, all'integrazione a all'uguaglianza. La realtà dell'associazionismo di promozione sociale, lo sviluppo del Terzo settore, del volontariato e delle cooperative sociali, la trasformazione dello Stato sociale mediante l'integrazione fra pubblico e privato e la sussidiarietà, non consentono ritorni al passato; ma soprattutto non lo vogliono i disabili, le associazioni e i movimenti (nazionali, locali e spontanei) alle quali liberamente aderiscono. Gli handicappati non sono "una categoria giuridica" da rappresentare e tutelare, ma liberi cittadini con dignità di scegliere a chi delegare, come e quando vogliano, i propri interessi, secondo i principi del pluralismo e della partecipazione democratica. GLI IMPEGNI DI ANIEP Circa i problemi più urgenti, oltre ai temi descritti e alla difesa dei diritti acquisiti, l'assemblea nazionale di ANIEP chiede: - la determinazione dei livelli essenziali dei diritti civili e sociali come previsto dalla legge Costituzionale 9 marzo 2001 che ha trasferito alle Regioni a ai Comuni tutte le competenze in materia di sicurezza sociale; - la predisposizione di un Testo Unico delle leggi sui disabili col fine di razionalizzare i provvedimenti, di integrarli, di armonizzarli col nuovo assetto istituzionale, considerando anche i temi del volontariato, dell'associazionismo e del Terzo settore; - l'estensione dei congedi lavorativi annuali anche ai coniugi degli handicappati in situazione di gravità d l'abrogazione della norma che condiziona quest'agevolazione al riconoscimento della gravità da almeno 5 anni; - un provvedimento che consenta di dedurre dal reddito le spese per l'assistenza e le cure degli handicappati gravi anche se prestate da personale non specializzato; - la ricostituzione della Consulta nazionale delle associazioni di disabili, come ambito di confronto con gli organi dello Stato. Conclusivamente l'assemblea nazionale di ANIEP sollecita il Governo e il Parlamento a perfezionare il disegno di Welfare definito nella precedente legislatura o a proporne uno alternativo: non sono comunque tollerabili ulteriori silenzi e ritardi.

6 IL BISabile Polio: dura a morire 6 La Sindrome Post Polio (PPS) Indagine fra i soci Aniep Polio oggi- In Europa dal 1995 al 1999 sono stati notificati all'o.m.s. n. 432 casi di poliomielite di cui 118 confermati virologicamente. In Italia nel 1998 sono stati segnalati complessivamente 45 casi. La polio è ormai eradicata nel mondo occidentale. Certo è, che ha lasciato dietro di sé scomodi eredi!! Cos'è la sindrome Post-Polio (PPS)- tardivo ed improvviso deterioramento delle funzioni necessarie alle attività quotidiane. Il primo medico a segnalare sequele tardive in un'infezione polimielitica, fu il medico francese Charout che nel 1875 segnalò tre casi di peggioramento del quadro clinico, per la comparsa di debolezza ed atrofia muscolare, ipotizzando una reinfezione spinale. Fino al 1973 la letteratura segnalava soltanto centosessantanove casi, mentre negli ultimi vent'anni, sono sempre aumentate le segnalazioni. In attesa del riconoscimento ufficiale Stiamo intervistando per telefono i circa 98 polio iscritti all'aniep di Modena per raccogliere questi dati. A Roma alcuni dottori hanno incominciato a diagnosticare questa sindrome. Proseguiremo con le interviste per avee i dati della presenza di questa sindrome Sintomi- dolori muscolari ed articolari, debolezza della muscolatura residua, crampi e fascicolazioni, affaticamento, ipostenia muscolare, perdita della capacità funzionali motorie preesistenti, intolleranza al freddo, nuove atrofie muscolari e presenza di disturbi psichici. Inoltre negli esiti di polio con interessamento bulbare la PPS provoca più frequentemente disturbi cardiovascolari e respiratori. Basta chiedere... ma è meglio chiedere in compagnia ANGLAT e ANIEP si rivolgono alla Motorizzazione All attenzione dell Ing. D ADDAMO VINCENZO e Ing. ANTONIO RAVENDA OGGETTO: libretto di circolazione veicoli di portatori di handicap. Desideriamo sottoporre alla Vs. attenzione un problema che si fa sempre più serio per i ns. associati e non, ma portatori di handicap che devono modificare l auto, e per questa ragione, portare in trascrizione la modifica sul libretto di circolazione: passano da sei mesi a un anno prima di poter venire in possesso del libretto aggiornato con l adattamento. Per godere delle agevolazioni previste dalla normative: esenzione del pagamento del bollo l Ufficio delle Entrate richiede, tra gli altri documenti, anche la fotocopia del libretto con l adattamento; la U.S.L. (Unità Sanitaria Locale) di competenza rilascia un contributo sulla spesa dell adattamento fatto all auto e anche in questo caso richiede, tra l altro, copia del libretto di circolazione con le modifiche. E chiaramente comprensibile il disagio del disabile che non è in grado di adempiere alle richieste fiscali e godere delle agevolazioni riconosciutegli solo perché non in possesso del libretto di circolazione. Chiediamo, a fronte di quanto sopra esposto, se Vi è gentilmente possibile prendervi carico del problema e ridurre i tempi di consegna dei libretti che necessitano di aggiornamenti. Restiamo in attesa di riscontro a breve, prima di rendere il problema di ordine pubblico. Distinti saluti. Cosa fare: Aniep nazionale in collaborazione con Aniep Roma promuovono una campagna per il "riconoscimento" della Sindrome Post Polio attraverso iniziative diversificate Gli obiettivi di questa iniziativa sono : - raccogliere testimonianze di esperienze personali; - contattare, ove possibile, medici competenti in materia; - sensibilizzare le istruzioni al fine di rompere l'oblio sceso, inspigabilmente, su questa malattia, ignorando così tutte quelle persone che avendo contatto la polio, si trovano oggi a dover affrontare nuovi disagi; - pari opportunità rispetto a patologie per le quali esiste una legislazione mirata (vedi ciechi, sordi, talassem ici). Attenzione!!!! A seguito della lettera inviata da Anglat e da Aniep all Ufficio della Motorizzazione Civile di Modena, la carta di circolazione provvisoria delle auto modificate è senza scadenza viene apposto un timbro valido fino a che non arriva il libretto di circolazione definitivo con la registrazione della modifica apportata. A far data dal 1 Ottobre 2002 la documentazione per la richiesta dell esenzione del pagamento del bollo auto va presentata all Ufficio A.C.I. e non più all Ufficio delle Entrate. Stessa procedura per la variazione di esenzione bollo da un auto all altra, in caso di sostituzione vettura. La modulistica non è ancora disponibile. L Ufficio delle Entrate ha comunicato con Risoluzione n. 306/E del 7/09/02, che le riparazioni dei veicoli adattati sono soggette all IVA del 20%. Presidente Anglat Modena Bruna Ferrara Presidente Aniep Modena Serena Gnudi Ferrari Bruna presidentessa A. n. g. l. a. t. Assoc. Naz. Guida Legisl. Andicap c/o Officina SALENDI & CALZOLARI Via Staffette Partigiane, MODENA

7 IL BISabile Esperienze 7 La Fortuna è cieca...ma ci sono le agevolazioni EXPO SANITA Bologna 22/25 Maggio 2002 Siamo andati a fare un giro alla Expo Sanità, armati di macchina fotografica e di voglia di cogliere le novità di maggiore interesse per i problemi che molti di noi devono quotidianamente affrontare o con i quali prima o poi dovranno convivere, prima come disabili e poi come disabili sempre meno autosufficienti -- Subito dopo l ingresso, appena girato l angolo; ecco la novità assoluta, presentata per la prima volta e messa a punto solo qualche mese fa dagli operatori della facoltà di ingegneria dell Università di Bologna: l'auto per disabili che non richiede patente di guida. Incuriosito, mi sono avvicinato, ho fatto qualche foto e ho scambiato quattro chiacchiere con gli espositori. Si tratta di una macchina con rampa di salita della carrozzina e con blocco automatico della stessa in posizione di guida. Non rimane che azionare la chiusura automatica del portellone posteriore e VIA!!!!!! La versione vista in fiera era addirittura elettrica, con autonomia di 60 Km e velocità max di 45 Km/h. Naturalmente, come avrete capito, si tratta di una senza patente adattata per i disabili in carrozzina. Un idea bellissima con un prezzo che si aggira sui Considerando che mi sto avvicinando alla quarta età senza ascensore in casa e con qualche problema di schiena, mi sono interessato ai montascale. E vai con quello più piccolo e più facile da installare!! Viene fissato sui gradini, ha una portata di 225 Kg, un sedile girevole per agevolare la salita e la discesa del disabile, e per ultimo funziona a batterie ricaricabili, con autonomia di 30 usi consecutivi per ogni ricarica, e di circa 3 anni di vita della batteria, che è anche di serie. Prezzo accessibile: solo , una bazzecola! -- Per la verità esiste una alternativa ancora più semplice, il montascale applicabile alla propria carrozzina. Una ingegnosa applicazione che permette ad un operatore umano di sollevare la carrozzina senza effettuare nessuno sforzo e in tutta sicurezza. Ovviamente, oltre alla salita, si può fare in tutta sicurezza anche la discesa. L'apparecchiatura funziona a batteria, è facilmente smontabile e trasportabile in auto. Il prezzo dai ai !!! -- Naturalmente, dopo il giro in macchina e la salita delle scale, è necessario farsi un bagno ristoratore, ma se non riesco più a fare il saltino che mi permette di entrare nella vasca da bagno? Ecco pronta la soluzione: la vasca doccia apribile con sportello a tenuta d acqua. Una soluzione fantastica che, essendo di ingombro modesto (solo 90x95 cm ), può essere installata in sostituzione della vecchia vasca senza problemi. Soltanto 4.500, ovviamente senza il montaggio Qualche perplessità nell ammirare le modifiche alla moto, per rendere sicura la partenza e la fermata. Per inciso la gentilissima modella, che aveva una faccia molto nota (forse assomiglia a qualcuno dell ANIEP), mi ha lasciato perplesso perché non sono riuscito a capire per quale motivo guidava la moto in quello strano modo, chissà che disabilità aveva? Vorrei in conclusione riportare la frase ricorrente nel momento cruciale della richiesta dei prezzi,... certo non è poco, ma ci sono le agevolazioni dello Stato, e poi si può chiedere un aiuto alla Provincia, e poi si può chiedere una sovvenzione ai parenti stretti, e poi... Il fatto è che questi marchingegni ci facilitano davvero la vita a noi disabili!!! Porca miseria!!!! E molto spesso sono addirittura indispensabili. Ariporca miseria!!! Da parte mia la domanda che mi frulla in testa è come farebbero queste ditte a vendere a questi prezzi se non ci fossero gli aiuti e le sovvenzioni varie?. Onofrio Se le riflessioni che ti vengono leggendo questo articolo sono del tipo: Sono sfortunato perché disabile! Sono sfortunato perchè non lavoro neanche! Sono sfortunato perchè gli accessori che mi faciliterebbero la vita sono maledettamente costosi! Se pensi cioè che la fortuna sia proprio cieca, puoi metterla alla prova giocando qualcuno dei numeri che trovi in questo articolo avrai la certezza che la fortuna è cieca. Se invece L articolo stimola la tua curiosità e desideri approfondire la conoscenza di questi marchingegni perchè ti rendi conto che hai necessità di usarli, puoi chiederci ulteriori informazioni (quelle poche che abbiamo raccolto) e i dati per contattare le ditte in questione. A voi i commenti!!!!

8 IL BISabile 8 Sensibilità e collaborazione: la formula magica per risolvere i problemi dei disabili! Proficuo incontro con la Dott.sa De Palma, Responsabile dell'unità Operativa di Medicina legale Il giorno 20 Aprile 2002 abbiamo incontrato la Dott.ssa De Palma dell Unità Operativa di Medicina legale, che si occupa anche dell idoneità alla guida delle persone disabili titolari di patenti speciali, in relazione alle problematiche legate al rinnovo della patente Ȧll incontro, programmato dopo la lettera di rimostranza inviata dalle presidentesse delle associazioni APRE, ANGLAT e ANIEP, eravamo presenti in forze con Stefania, Bruna, Onofrio e Stefano come rappresentanti delle tre associazioni. La dott.sa ha illustrato brevemente l attuale procedura e le sperimentazioni e le modifiche fatte per giungere all iter attuale. Ci ha confermato che a Modena devono gestire circa 9000 fra nuove visite e rinnovi, con circa 200 visite per una nuova patente per disabili, e circa 500 rinnovi di disabili motori. Le telefonate che giungono al numero verde delle prenotazioni sono circa 80 al giorno, nelle quattro mezze giornate di apertura. A questo punto è iniziata l analisi dei problemi evidenziati dalle associazioni, giungendo a questi miglioramenti alcuni dei quali proposti direttamente dalla dottoressa: -- Le Associazioni dei disabili possono seguire i loro associati nell iter di rinnovo (avendo a disposizione i dati della patente in scadenza) ed effettuare direttamente le prenotazioni -- Durante la prima telefonata verrà chiesto esplicitamente qual è l orario migliore per ricevere la chiamata dell ufficio patenti (a casa, sul luogo di lavoro, se è possibile ricevere una telefonata, o a qualsiasi altro numero si desideri fornire) con la comunicazione della data e dell ora della visita, e verrà chiesto anche di poter comunicare con un numero di telefono cellulare, quando il disabile ne sia in possesso, eliminando così la necessità dell attesa presso l abitazione -- La data della visita sarà sempre scelta tenendo conto della scadenza effettiva della patente e solo per cause di forza maggiore (quindi eccezionalmente) si potrà non rispettare questo criterio -- La comunicazione scritta che ne seguirà, oltre all elenco della documentazione richiesta, versamenti, ecc., nel caso (raro) che fissi la data della visita dopo la scadenza della patente, recherà in allegato una comunicazione che avverte l utente della procedura di permesso provvisorio da richiedere presso l ufficio patenti della motorizzazione, con l indicazione esplicita della documentazione necessaria, per facilitare il disabile nell espletamento della pratica L incontro, molto cordiale è, proseguito con un proficuo scambio di idee sulla nuova regolamentazione e codifica delle disabilità e, quindi degli adattamenti prescritti dalla Commissione e infine sulle nuove patenti di tipo europeo. Nel salutarci la dott.sa ci ha confermato la sua disponibilità ad affrontare assieme alle Associazioni qualsiasi problema possa evidenziarsi. Da parte nostra ci sembra di aver trovato un valido interlocutore, con il quale sicuramente la collaborazione non potrà che essere fattiva e che intanto ringraziamo per l attenzione e la sensibilità che ha mostrato verso i nostri problemi. Commissione Medica Locale per le Patenti di guida della provincia di Modena Via Canaletto Modena Appuntamento per la visita solo telefonico al numero verde Giorni: Lunedi-Martedì-Giovedì- Venerdì ore 8,30/12,30 Per i rinnovi telefonare circa un mese prima tenendo a portata di mano la patente segue da pag. 3 c) Libretto di circolazione che riporti una o più delle seguenti modifiche del veicolo, ancorché intestato a persona diversa dal titolare disabile della tessera Anglat: - pedana sollevatrice ad azione meccanico-elettro-idraulica; - scivolo scomparsa ad azione meccanico-elettro-idraulica; - braccio sollevatore azione meccanico-elettro-idraulica; - paranco ad azionato meccanicoelettro-idraulico; - sportello scorrevole e sedile scorrevole-girevole simultaneamente atto a facilitare l'accesso del disabile nell'abitacolo; - sistema di ancoraggio delle carrozzelle e cinture di sostegno; - modifica dei comandi di guida (come prescritto dalle commissioni mediche di cui l'art. 119 del decreto 1.vo n. 285 del 1992; - cambio automatico (purché prescritto dalle commissioni mediche). Allora non perdiamo questa occasione per viaggiare più sereni, senza dover fare inutili code ai caselli delle autostrade, e godiamoci un bel viaggio in tranquillità e a prezzi più accessibili! Elena Foroni

Unità 6. Al Pronto Soccorso. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello A1. In questa unità imparerai:

Unità 6. Al Pronto Soccorso. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello A1. In questa unità imparerai: Unità 6 Al Pronto Soccorso In questa unità imparerai: a comprendere testi che danno informazioni su come funziona il Pronto Soccorso parole relative all accesso e al ricovero al Pronto Soccorso l uso degli

Dettagli

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti Tabelle relative ai pazienti con depressione maggiore e ai loro familiari adulti e minori che hanno partecipato allo studio e sono stati rivalutati a sei mesi - dati preliminari a conclusione dello studio

Dettagli

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo Intervista a Rosita Marchese, Rappresentante Legale dell asilo il Giardino di Madre Teresa di Palermo, un associazione di promozione sociale. L asilo offre una serie di servizi che rappresentano una risorsa

Dettagli

VADEMECUM INVALIDITA CIVILE a cura dell ANMIC Associazione Nazionale Mutilati Invalidi Civili Sede Provinciale di Grosseto Via Trento, 15/A Tel.

VADEMECUM INVALIDITA CIVILE a cura dell ANMIC Associazione Nazionale Mutilati Invalidi Civili Sede Provinciale di Grosseto Via Trento, 15/A Tel. VADEMECUM INVALIDITA CIVILE a cura dell ANMIC Associazione Nazionale Mutilati Invalidi Civili Sede Provinciale di Grosseto Via Trento, 15/A Tel. 0564/23505 Fax 0564/429222 1) PERCENTUALE DI INVALIDITA

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. Alla fine del

Dettagli

Laboratorio Servizi nell area DISABILI

Laboratorio Servizi nell area DISABILI Laboratorio Servizi nell area DISABILI 1 Studio sui servizi alla persona disabile a Roma Luglio 2007 Nella legislazione italiana, la tutela assistenziale del cittadino disabile si è avuta: 1. Negli anni

Dettagli

Livello A2. Unità 6. Ricerca del lavoro. In questa unità imparerai:

Livello A2. Unità 6. Ricerca del lavoro. In questa unità imparerai: Livello A2 Unità 6 Ricerca del lavoro In questa unità imparerai: a leggere un testo informativo su un servizio per il lavoro offerto dalla Provincia di Firenze nuove parole del campo del lavoro l uso dei

Dettagli

Questionario Informativo

Questionario Informativo Medicina del Dolore e Cure Palliative Questionario Informativo Gentile Signore, Gentile Signora, Le chiediamo solo pochi minuti del Suo tempo per compilare il presente questionario: poche domande che hanno

Dettagli

Livello CILS A1 Modulo per l integrazione in Italia

Livello CILS A1 Modulo per l integrazione in Italia Livello CILS A1 Modulo per l integrazione in Italia GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto - Prova n.1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento.

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre)

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) A MULTI-SPECIALTY CLINICAL CENTRE FOR NEUROMUSCULAR DISEASES Dott.ssa Gabriella Rossi Psicologa Milano, 28/10/2011 Fortemente voluto da UILDM e AISLA, per contrastare il

Dettagli

Come Lavorare in Rugbystories.it

Come Lavorare in Rugbystories.it Come Lavorare in Rugbystories.it Una guida per i nuovi arrivati IL PUNTO DI PARTENZA PER I NUOVI ARRIVATI E UN PUNTO DI RITORNO PER CHI NON RICORDA DA DOVE E ARRIVATO. 1 Come Lavorare in Rugbystories.it

Dettagli

Livello CILS A1. Test di ascolto

Livello CILS A1. Test di ascolto Livello CILS A1 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript 2014 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: Ciao Roberta! Da quanto tempo che non ci vediamo Dove vai?

Dettagli

*** SASHA per SEMPRE ***

*** SASHA per SEMPRE *** *** SASHA per SEMPRE *** Siamo una coppia di portoghesi che abita in Italia da più di 10 anni. Abbiamo un figlio piccolo e nel 2010 abbiamo deciso di avventurarci in un progetto di solidarietà e di Amore:

Dettagli

Università per Stranieri di Siena Livello A1

Università per Stranieri di Siena Livello A1 Unità 9 Medici di base e medici specialisti In questa unità imparerai: a comprendere testi che danno informazioni sull assistenza sanitaria di base parole relative all assistenza sanitaria di base l uso

Dettagli

SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN

SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN 1 SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN Aprile 2013 ESAME FINALE LIVELLO 3 Nome: Cognome: E-mail & numero di telefono: Numero tessera: 1 2 1. Perché Maria ha bisogno di un lavoro? PROVA DI ASCOLTO

Dettagli

Convenzione per il sostegno alle attività dell Associazione G.P. Vecchi Pro Senectute ed Dementia

Convenzione per il sostegno alle attività dell Associazione G.P. Vecchi Pro Senectute ed Dementia Convenzione per il sostegno alle attività dell Associazione G.P. Vecchi Pro Senectute ed Dementia Richiamati : la deliberazione di Assemblea legislativa regionale n. 175 del 22 maggio 2008 avente per oggetto

Dettagli

Diana Dimonte. L affido: dall infanzia all adolescenza, un percorso alternativo. Un aiuto per capire, crescere, ritrovarsi

Diana Dimonte. L affido: dall infanzia all adolescenza, un percorso alternativo. Un aiuto per capire, crescere, ritrovarsi L affido: dall infanzia all adolescenza, un percorso alternativo Un aiuto per capire, crescere, ritrovarsi In occasione del Convegno sull affido Genitori di scorta si nasce o si diventa? - Strade e percorsi

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N 14 Incontrare degli amici A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa 2011 1 Incontrare degli amici DIALOGO PRINCIPALE B- Ciao. A- Ehi, ciao, è tanto

Dettagli

servizio civile volontario

servizio civile volontario c r i s t i n a Mi chiamo Cristina e ho svolto servizio presso una cooperativa SERVIZIO CIVILE NAZIONALE che ha sede a Ivrea, che mi ha selezionato per un progetto di supporto educativo ai minori per evitare

Dettagli

Aci Brescia: il futuro dell Ente è un bene comune

Aci Brescia: il futuro dell Ente è un bene comune Aci Brescia: il futuro dell Ente è un bene comune di Attilio Camozzi Presidente Aci Brescia C i siamo lasciati alle spalle un anno complesso. Il 2014 va negli archivi della storia recente. Confido che

Dettagli

Università per Stranieri di Siena Livello A1

Università per Stranieri di Siena Livello A1 Unità 6 Al Pronto Soccorso CHIAVI In questa unità imparerai: a comprendere testi che danno informazioni su come funziona il Pronto Soccorso parole relative all accesso e al ricovero al Pronto Soccorso

Dettagli

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi.

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Nome studente Data TEST DI AMMISSIONE AL LIVELLO B1.1 (Medio 1) 1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Es. Ieri sera non ti (noi-chiamare) abbiamo chiamato

Dettagli

..conoscere il Servizio Volontario Europeo

..conoscere il Servizio Volontario Europeo ..conoscere il Servizio Volontario Europeo 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE Cari amici, il tempo dell estate è un tempo che chiede necessariamente voglia di leggerezza. Proprio di questa abbiamo bisogno

Dettagli

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente Una tecnica di Persuasore Segreta svelata dal sito www.persuasionesvelata.com di Marcello Marchese Copyright 2010-2011 1 / 8 www.persuasionesvelata.com Sommario

Dettagli

il piacere muoversi non ha età Progetto Integrato per la Promozione della Salute nella Popolazione adulta e anziana

il piacere muoversi non ha età Progetto Integrato per la Promozione della Salute nella Popolazione adulta e anziana il piacere di muoversi non ha età Progetto Integrato per la Promozione della Salute nella Popolazione adulta e anziana Muoviti per la salute Scienziati, medici ed esperti di problemi legati all età anziana

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

So quello che voglio! Compro quello che voglio!

So quello che voglio! Compro quello che voglio! So quello che voglio! Compro quello che voglio! Le persone con disturbi dell apprendimento hanno la capacità di scegliere i loro servizi di assistenza. Questo libricino è scritto in modo che sia facile

Dettagli

Guida alle agevolazioni previste ai soggetti beneficiari della Legge 80/06

Guida alle agevolazioni previste ai soggetti beneficiari della Legge 80/06 COORDINAMENTO ATTIVITA SOCIALI S.S. MEDICINA LEGALE Guida alle agevolazioni previste ai soggetti beneficiari della Legge 80/06 Lo Stato italiano eroga prestazioni e servizi di tipo assistenziale e previdenziale

Dettagli

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

AI GENITORI STRANIERI Com è oggi la scuola in Italia

AI GENITORI STRANIERI Com è oggi la scuola in Italia Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo A. Da Rosciate via Codussi, 7 414 Bergamo Tel 03543373 Fax: 0357033- www.darosciate.it e-mail: segreteria@darosciate.it -

Dettagli

IL COUNSELLING NEL CONTESTO SANITARIO

IL COUNSELLING NEL CONTESTO SANITARIO IL COUNSELLING NEL CONTESTO SANITARIO Danilo Toneguzzi Psichiatra, psicoterapeuta direttore dell Istituto Gestalt di Pordenone "INformazione Psicologia Psicoterapia Psichiatria", n 41-42, settembre - dicembre

Dettagli

Università per Stranieri di Siena Livello A1

Università per Stranieri di Siena Livello A1 Unità 9 Medici di base e medici specialisti CHIAVI In questa unità imparerai: a comprendere testi che danno informazioni sull assistenza sanitaria di base parole relative all assistenza sanitaria di base

Dettagli

volontario e lo puoi fare bene».

volontario e lo puoi fare bene». «Ho imparato che puoi fare il volontario e lo puoi fare bene». Int. 8 grandi eventi e partecipazione attiva Una fotografia dei volontari a EXPO 2015 Dott.sa Antonella MORGANO Dip. di Filosofia, Pedagogia,

Dettagli

La Sagrada Famiglia 2015

La Sagrada Famiglia 2015 La Sagrada Famiglia 2015 La forza che ti danno i figli è senza limite e per fortuna loro non sanno mai fino in fondo quanto sono gli artefici di tutto questo. Sono tiranni per il loro ruolo di bambini,

Dettagli

Comune di Ponte San Nicolò

Comune di Ponte San Nicolò Comune di Ponte San Nicolò SERVIZI SOCIALI Presentazione I Servizi Sociali sono impegnati ad assicurare alle persone ed alle famiglie interventi che consentano di godere di un adeguata qualità della vita.

Dettagli

4 Consigli per una gita in fattoria. La guida per organizzare al meglio la visita alla fattoria didattica. Una guida a cura della Redazione di:

4 Consigli per una gita in fattoria. La guida per organizzare al meglio la visita alla fattoria didattica. Una guida a cura della Redazione di: 4 Consigli per una gita in fattoria La guida per organizzare al meglio la visita alla fattoria didattica Una guida a cura della Redazione di: PERCHÉ UNA GITA IN FATTORIA? I motivi per fare una gita in

Dettagli

Livello CILS A2 modulo per l integrazione in Italia. Test di ascolto GIUGNO 2012. numero delle prove 2

Livello CILS A2 modulo per l integrazione in Italia. Test di ascolto GIUGNO 2012. numero delle prove 2 Livello CILS A2 modulo per l integrazione in Italia GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 1 Ascolto - Prova n.1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento.

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. ( Section I Listening) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. ( Section I Listening) Transcript 2015 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners ( Section I Listening) Transcript Familiarisation Text Ciao Roberta! Da quanto tempo che non ci vediamo Dove vai? Ehh Francesco! Sono stata

Dettagli

incontro bambini-anziani

incontro bambini-anziani Progetto di integrazione sociale: incontro bambini-anziani Tirocinante Scanderebech Roberta 1 La Fondazione Edoardo Filograna è un centro polivalente per la Terza Età che ospita attualmente circa 120 anziani

Dettagli

Esame lingua d interpretariato

Esame lingua d interpretariato Certificato INTERPRET d interprete interculturale: Test modello Gennaio 2014 Esame lingua d interpretariato Contenuto Introduzione pagina 2 Composizione dell esame pagina 3 Parte 1 dell esame: colloquio

Dettagli

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione?

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? Nasce nel 1997 per volontà di cittadini stranieri e italiani, come associazione

Dettagli

COMUNE di NOALE PROVINCIA di VENEZIA. REGOLAMENTO DEL SERVIZIO di TRASPORTO SOCIALE. Art. 7: Compartecipazione economica al servizio

COMUNE di NOALE PROVINCIA di VENEZIA. REGOLAMENTO DEL SERVIZIO di TRASPORTO SOCIALE. Art. 7: Compartecipazione economica al servizio COMUNE di NOALE PROVINCIA di VENEZIA REGOLAMENTO DEL SERVIZIO di TRASPORTO SOCIALE All. sub A) : Regolamento Del. di C.C. n. 12 del 29.04.2013 Sommario: Art. 1: Finalità del servizio Art. 2: Destinatari

Dettagli

SO Office Solutions SOLUZIONI E MACCHINE PER UFFICIO

SO Office Solutions SOLUZIONI E MACCHINE PER UFFICIO SO Office Solutions Con la Office Solutions da oggi. La realizzazione di qualsiasi progetto parte da un attenta analisi svolta con il Cliente per studiare insieme le esigenze al fine di individuare le

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 44 Seduta del 28 settembre 2006 IL CONSIGLIO COMUNALE VISTI i verbali delle sedute del 12.06.06 (deliberazioni n. 23, 24, 25, 26, 27), del 4.07.2006 (deliberazioni

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

Ausili per il trasporto e la guida

Ausili per il trasporto e la guida Ausili per il trasporto e la guida Le carrozzine elettroniche sono piuttosto ingombranti, pesanti e non sono pieghevoli. Inoltre per le persone affette da SMA il trasferimento dalla carrozzina al sedile

Dettagli

FTT`ccV ^`]e` T`cRXXZ` avc XfRcURcV `]ecv7

FTT`ccV ^`]e` T`cRXXZ` avc XfRcURcV `]ecv7 bfruvc_` _*, FTT`ccV ^`]e` T`cRXXZ` avc XfRcURcV `]ecv7 Un progetto Fa.Ce. - Famiglie Cerebrolesi Associazione Provinciale di Reggio Emilia bfruvc_` _*, FTT`ccV ^`]e` T`cRXXZ` avc XfRcURcV `]ecv7 Fotografie

Dettagli

A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la

A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la PARTE A PROVA DI COMPRENSIONE DELLA LETTURA A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la lettera A, B o C corrispondente alla risposta scelta. Esempio

Dettagli

Progetto Mai più soli/e-care

Progetto Mai più soli/e-care COMUNE DI PIEVE DI CENTO Progetto più soli/e-care UN QUESTIONARIO PER CHI HA PIÙ DI 75 ANNI Caro cittadino, cara cittadina, il Comune di Pieve di Cento intende raccogliere alcune informazioni al fine di

Dettagli

Durante una recente vacanza la vostra macchina fotografica

Durante una recente vacanza la vostra macchina fotografica Durante una recente vacanza la vostra macchina fotografica digitale si è rotta: ora dovete comprarne una nuova. Avevate quella vecchia da soli sei mesi e non avevate nemmeno imparato a usarne tutte le

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

"Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli

Fratello Lupo Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Fratello Lupo - 2003 n.2 "Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Caro Fra Beppe, ti ringrazio della lettera che mi hai scritto, e come vedi ti do mie notizie. Io qui sto lavorando

Dettagli

7 segreti per guadagnare una rendita dal tuo Immobile

7 segreti per guadagnare una rendita dal tuo Immobile 7 segreti per guadagnare una rendita dal tuo Immobile PRIMA PARTE: STRUTTURA DEL MODELLO DI AFFITTO CASA IN RENDITA 1. Devi sfruttare l evoluzione del mercato turistico, perché è più ricco e meno problematico

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 F= risposta degli alunni/figli G = risposta dei genitori F: 1- Cosa pensi della dipendenza elettronica?

Dettagli

STIMATE/I DOCENTI DEI CORSI PRE-SERALI E SERALI DELL ISTITUTO GIULIO CARISSIME STUDENTESSE E STUDENTI

STIMATE/I DOCENTI DEI CORSI PRE-SERALI E SERALI DELL ISTITUTO GIULIO CARISSIME STUDENTESSE E STUDENTI Associazione di Volontariato per l Inserimento e la Professionalità degli Handicappati STIMATE/I DOCENTI DEI CORSI PRE-SERALI E SERALI DELL ISTITUTO GIULIO CARISSIME STUDENTESSE E STUDENTI INFORMO LE SIGNORIE

Dettagli

DI RICERCA E PROMOZIONE DELL'ACCESSIBILITÀ EUROPEAN CENTRE OF RESEARCH AND ACCESSIBILITY PROMOTION

DI RICERCA E PROMOZIONE DELL'ACCESSIBILITÀ EUROPEAN CENTRE OF RESEARCH AND ACCESSIBILITY PROMOTION CENTRO EUROPEO DI RICERCA E PROMOZIONE DELL'ACCESSIBILITÀ EUROPEAN CENTRE OF RESEARCH AND ACCESSIBILITY PROMOTION Associazione O.n.l.u.s. C.E.R.P.A. ITALIA via Palermo, 23B 38100 TRENTO (I) Tel. (39) 0461

Dettagli

I disabili (di età superiore a 18 anni)

I disabili (di età superiore a 18 anni) 3.9 3.8 I disabili (di età superiore a 18 anni) ambiti bisogni SERVIZI C.I.S.S. DOMICILIARITà POVERTà LAVORO RESIDENZIALITà Continuare a vivere nel proprio ambiente di vita Avere un sostegno quando la

Dettagli

PERCHE FARE FORMAZIONE sull accompagnamento al morire.

PERCHE FARE FORMAZIONE sull accompagnamento al morire. UNA PROPOSTA FORMATIVA: il parere del geriatra Evelina Bianchi * LA FORMAZIONE Ho consultato la Treccani, enciclopedia della lingua italiana, alla voce formazione: deriva dal latino formatio, -onis e indica

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

www.mutuaperlamaremma.it info@mutuaperlamaremma.it

www.mutuaperlamaremma.it info@mutuaperlamaremma.it www.mutuaperlamaremma.it info@mutuaperlamaremma.it 1 La Mutua per la Maremma La Banca della Maremma che, coerentemente con i propri principi ispiratori, valorizza la centralità della persona, ha deli berato

Dettagli

Esercizi il condizionale

Esercizi il condizionale Esercizi il condizionale 1. Completare secondo il modello: Io andare in montagna. Andrei in montagna. 1. Io fare quattro passi. 2. Loro venire da noi. 3. Lui prendere un caffè 4. Tu dare una mano 5. Noi

Dettagli

TEST I (Unità 1, 2 e 3)

TEST I (Unità 1, 2 e 3) TEST I (Unità 1, 2 e 3) 1) Indica la frase che non ha lo stesso significato delle altre. (1) a) Compro una macchina per l espresso, perché voglio il caffè come quello del bar. b) Compro una macchina per

Dettagli

(Ricostruita con l uso delle fonti) Classe 2^B

(Ricostruita con l uso delle fonti) Classe 2^B (Ricostruita con l uso delle fonti) Classe 2^B A.s. 2010/2011 1 Con un genitore o di un adulto che ti conosce bene, rivivi il momento bellissimo della tua nascita e poi, con il suo aiuto, raccogli foto,

Dettagli

QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI

QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI UISP SEDE NAZIONALE Largo Nino Franchellucci, 73 00155 ROMA tel. 06/43984345 - fax 06/43984320 www.diamociunamossa.it www.ridiamociunamossa.it progetti@uisp.it ridiamociunamossa@uisp.it

Dettagli

5 - IL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE

5 - IL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE 1 5 - IL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE PRESENTAZIONE E OBIETTIVI Il Servizio di Assistenza Domiciliare (S.A.D.) è un servizio di aiuto a carattere professionale realizzato presso il domicilio delle

Dettagli

VADEMECUM 2012-2013. Pagina 1 di 19

VADEMECUM 2012-2013. Pagina 1 di 19 VADEMECUM 2012-2013 Pagina 1 di 19 Da compilare e inviare alla Federazione BDS (Annuali) Iscrizione federazione BDS nuovo / rinnovo ( validità anno solare); Modulo adesione Donacibo (Convenzione) Modulo

Dettagli

ASVAP Associazione Volontari aiuto Ammalati Psichici

ASVAP Associazione Volontari aiuto Ammalati Psichici ASVAP Associazione Volontari aiuto Ammalati Psichici Informazioni Accoglienza Condivisione Sostegno e...molto altro ancora! Via Giusti 12, Monza 039/2301658 volontari.asvap@gmail.com www.asvapbrianza.it

Dettagli

Anni di Cure e Amore 2004-2014. Carta dei Servizi

Anni di Cure e Amore 2004-2014. Carta dei Servizi Anni di Cure e Amore 2004-2014 Carta dei Servizi Anniversario 2004-2014 GENTILE OSPITE, BENVENUTO NELLA RESIDENZA SMERALDA. La carta dei servizi è, oltre che un impegno, uno strumento utile per orientare

Dettagli

Vivere il Sogno. Vivere è bello, vivere bene è meglio!!! Diventa fan su Facebook: Tutte le novità da subito

Vivere il Sogno. Vivere è bello, vivere bene è meglio!!! Diventa fan su Facebook: Tutte le novità da subito Vivere il Sogno Vivere è bello, vivere bene è meglio!!! Diventa fan su Facebook: Tutte le novità da subito VIVERE IL SOGNO!!! 4 semplici passi per la TUA indipendenza finanziaria (Il Network Marketing)

Dettagli

Esperienza condotta in classe 2^ nella scuola di via G. Piumati

Esperienza condotta in classe 2^ nella scuola di via G. Piumati Esperienza condotta in classe 2^ nella scuola di via G. Piumati *Dopo il primo incontro con la monaca buddista Doyu Freire, i bambini sono stati invitati a raccontare liberamente l esperienza, appena fatta,

Dettagli

Pinguini nel deserto Concorso a tema per le scuole di ogni ordine e grado sul tema della disabilità intellettiva: I Edizione 2009

Pinguini nel deserto Concorso a tema per le scuole di ogni ordine e grado sul tema della disabilità intellettiva: I Edizione 2009 Concorso a tema per le scuole di ogni ordine e grado sul tema della disabilità intellettiva: I Edizione 2009 Iscritto per: Scuola Secondaria Primo Grado Motto di iscrizione: Raccontami e dimenticherò-mostrami

Dettagli

Progetto formativo e di orientamento per attività di tirocinio relativo alla convenzione sottoscritta tra il Politecnico di Torino

Progetto formativo e di orientamento per attività di tirocinio relativo alla convenzione sottoscritta tra il Politecnico di Torino Progetto formativo e di orientamento per attività di tirocinio relativo alla convenzione sottoscritta tra il Politecnico di Torino e l'azienda PROVINCIA DI TORINO Monitoraggio degli spostamenti casa scuola

Dettagli

1. Scrivere ad amici e parenti

1. Scrivere ad amici e parenti 1. Scrivere ad amici e parenti In questo capitolo ci concentreremo sulle lettere per le persone che conosciamo. Normalmente si tratta di lettere i cui argomenti sono piuttosto vari, in quanto i nostri

Dettagli

Unità 15. Muoversi nel territorio. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello A2. In questa unità imparerai:

Unità 15. Muoversi nel territorio. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello A2. In questa unità imparerai: Unità 15 Muoversi nel territorio In questa unità imparerai: a comprendere testi che danno informazioni sui servizi relativi al trasporto urbano parole relative all uso dei trasporti urbani ed agli strumenti

Dettagli

A.D.A. Assistenza Domiciliare Alzheimer

A.D.A. Assistenza Domiciliare Alzheimer A.D.A. Assistenza Domiciliare Alzheimer CARTA DEI SERVIZI INDICE 1. PREMESSA 2. PRINCIPI FONDAMENTALI 3. FINALITA DEL SERVIZIO 4. OBIETTIVO 5. DESTINATARI 6. ACCESSO AL SERVIZIO 7. ORARI DI APERTURA 8.

Dettagli

LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER I DISABILI

LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER I DISABILI www.ihrogno.it LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER I DISABILI Lovere 22 aprile 2009 1 DEFINIZIONI AGEVOLAZIONE. Per agevolazione fiscale si intende un trattamento preferenziale accordato dalla legge in determinati

Dettagli

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript 2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: Ciao Monica, vuoi venire al concerto di Cold

Dettagli

Guide per i cittadini

Guide per i cittadini PIANO DI ZONA AREA DISABILI Guida per i cittadini - Anno 2011 Guide per i cittadini S c h e d e P r o g e t t i Interventi Massimo Pisu Abbiamo una gran voglia di far festa INDICE Interventi di accesso,

Dettagli

Siamo piccoli ma cresceremo... e ci sposeremo

Siamo piccoli ma cresceremo... e ci sposeremo Siamo piccoli ma cresceremo... e ci sposeremo RACCONTO PER LE SCUOLE 28 febbraio 2013 Malattie Rare senza Frontiere Dedicato a Luigi Pio Memeo Siamo Piccoli ma cresceremo... e ci sposeremo a cura dell

Dettagli

- 1 reference coded [1,15% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [1,15% Coverage] - 1 reference coded [1,15% Coverage] Reference 1-1,15% Coverage ok, quindi tu non l hai mai assaggiato? poi magari i giovani sono più attratti sono più attratti perché

Dettagli

Introduzione. Gentile lettore,

Introduzione. Gentile lettore, Le 5 regole del credito 1 Introduzione Gentile lettore, nel ringraziarti per aver deciso di consultare questo e-book vorrei regalarti alcune indicazioni sullo scopo e sulle modalità di lettura di questo

Dettagli

CATEGORIA: POESIA. BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica. Social day 5 aprile 2014

CATEGORIA: POESIA. BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica. Social day 5 aprile 2014 CATEGORIA: POESIA BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica Social day 5 aprile 2014 Saluta il pony e l' asinello prendi la forca ed il rastrello corri a lavorare, è ora di guadagnare!!

Dettagli

Università per Stranieri di Siena Livello 1

Università per Stranieri di Siena Livello 1 Unità 4 In farmacia In questa unità imparerai: a comprendere testi che danno informazioni su dove comprare i medicinali parole relative alla farmacia e all uso corretto dei farmaci l uso dei verbi servili

Dettagli

Anche per l'anno 2012 l'anmic (Associazione Nazionale Mutilati ed invalidi Civili - nata nel 1956, per legge ha la rappresentanza legale della

Anche per l'anno 2012 l'anmic (Associazione Nazionale Mutilati ed invalidi Civili - nata nel 1956, per legge ha la rappresentanza legale della Anche per l'anno 2012 l'anmic (Associazione Nazionale Mutilati ed invalidi Civili - nata nel 1956, per legge ha la rappresentanza legale della categoria) comitato provinciale di Bari ha organizzato una

Dettagli

Perché affrontare il tema dell inquinamento?

Perché affrontare il tema dell inquinamento? Perché affrontare il tema dell inquinamento? Il problema dell'inquinamento dell'aria a Piacenza è serio e grave. Naturalmente sappiamo che non è grave solo nella nostra città, ma in tutta l Emilia Romagna

Dettagli

L IMPATTO ECONOMICO DELL EMOFILIA E DELLE COAGULOPATIE CONGENITE SULLE FAMIGLIE

L IMPATTO ECONOMICO DELL EMOFILIA E DELLE COAGULOPATIE CONGENITE SULLE FAMIGLIE QUESTIONARIO INCHIESTA L IMPATTO ECONOMICO DELL EMOFILIA E DELLE COAGULOPATIE CONGENITE SULLE FAMIGLIE LUGLIO/AGOSTO 2001 10 La Federazione delle Associazioni Emofilici, con la collaborazione del nostro

Dettagli

MAPPATURA PRINCIPALI SERVIZI PER ANZIANI IN REGIONE LOMBARDIA

MAPPATURA PRINCIPALI SERVIZI PER ANZIANI IN REGIONE LOMBARDIA MAPPATURA PRINCIPALI SERVIZI PER ANZIANI IN REGIONE LOMBARDIA PREMESSA Il presente documento è stato redatto in modo da offrire una panoramica dei principali servizi socio-sanitari e socio-assistenziali

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Servizio Assistenza Domiciliare. del Comune di. Poggio Rusco (MN)

CARTA DEI SERVIZI. Servizio Assistenza Domiciliare. del Comune di. Poggio Rusco (MN) C O M U N E D I P O G G I O R U S C O c. a. p. 46025 T e l. 0386 / 51001 PROVINCIA DI MANTOVA CAP 46025 - Piazza 1 Maggio, 5 SERVIZI SOCIALI P a r t. I V A 0040203 020 9 Fax 0386/733009 Codice Ente 10860

Dettagli

AIUTI E RICONOSCIMENTI SOCIO-ASSISTENZIALI

AIUTI E RICONOSCIMENTI SOCIO-ASSISTENZIALI AIUTI E RICONOSCIMENTI SOCIO-ASSISTENZIALI La conoscenza di quelli che sono i diritti di chi è affetto da una disabilità, permette ai familiari di compiere i giusti passi per agevolare il reinserimento

Dettagli

Siamo Terapisti Occupazionali non siamo politici

Siamo Terapisti Occupazionali non siamo politici Siamo Terapisti Occupazionali non siamo politici I nostri focus sono la persona, l occupazione, l ambiente, la partecipazione alle attività della nostra vita quotidiana: essi rappresentano gli ambiti nel

Dettagli

Regolamento di Gestione Centro Diurno di Borgofortino APPROVATO CON D.C.C. N. 77 DEL 15/06/1995

Regolamento di Gestione Centro Diurno di Borgofortino APPROVATO CON D.C.C. N. 77 DEL 15/06/1995 Regolamento di Gestione Centro Diurno di Borgofortino APPROVATO CON D.C.C. N. 77 DEL 15/06/1995 MODIFICATO CON D.C.C. N. 265 DEL 07/11/2002 Natura, destinatari e finalità del servizio Il Centro Diurno

Dettagli

Livello A2 Unità 4 Assistenza Sanitaria Chiavi Lavoriamo sulla comprensione 1. Leggi il testo e completa la tabella con le informazioni richieste.

Livello A2 Unità 4 Assistenza Sanitaria Chiavi Lavoriamo sulla comprensione 1. Leggi il testo e completa la tabella con le informazioni richieste. Livello A2 Unità 4 Assistenza Sanitaria Chiavi Lavoriamo sulla comprensione 1. Leggi il testo e completa la tabella con le informazioni richieste. Iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale (S.S.N.) Dove

Dettagli

SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER

SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER Idea Una ragazza è innamorata della sua istruttrice, ma è spaventata da questo sentimento, non avendo mai provato nulla per una

Dettagli

Unità 4. Assistenza sanitaria. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello A2 CHIAVI

Unità 4. Assistenza sanitaria. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello A2 CHIAVI Unità 4 Assistenza sanitaria CHIAVI In questa unità imparerai: a comprendere testi che danno informazioni sulla sanità italiana parole utilizzate in testi informativi sulla sanità a usare i pronomi diretti

Dettagli

Lezione 10. Tema: La comunicazione interculturale. Parte II.

Lezione 10. Tema: La comunicazione interculturale. Parte II. Lezione 10 Intervista con la professoressa Elisabetta Pavan, docente di lingua inglese, traduzione e comunicazione interculturale dell Università Ca Foscari Venezia e dell Università di Padova. Tema: La

Dettagli

COSA FARE PER NON CADERE IN QUESTA TRUFFA? Non fidarti degli sconosciuti che ti fermano per strada e non dare mai loro denaro, per nessun motivo.

COSA FARE PER NON CADERE IN QUESTA TRUFFA? Non fidarti degli sconosciuti che ti fermano per strada e non dare mai loro denaro, per nessun motivo. ATTENTO ALLA TRUFFA! Sei appena stata in Banca a ritirare denaro o in Posta per prendere la pensione. All uscita ti si avvicinano una o più persone sconosciute che ti mostrano un tesserino e ti dicono:

Dettagli