L EDITORIALE. Anno XVIII n.1 Sped. in A.P. art.2 comma 20/c legge 662/96 Filiale di BO Semestrale, 1 semestre 2003

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L EDITORIALE. Anno XVIII n.1 Sped. in A.P. art.2 comma 20/c legge 662/96 Filiale di BO Semestrale, 1 semestre 2003"

Transcript

1 C è un bambino che non può camminare Aiutaci a capire perché. Anno XVIII n.1 Sped. in A.P. art.2 comma 20/c legge 662/96 Filiale di BO Semestrale, 1 semestre 2003 L EDITORIALE La speranza per tutte le malattie. Questo era il titolo di copertina di una nota rivista che, qualche settimana fa, dedicava un ampio servizio sulle cellule staminali dopo la conferenza stampa che il prof. Angelo Vescovi ed il dott. Gianvito Martino hanno tenuto il 16 aprile all Istituto di ricerche del S.Raffaele di Milano. L evento, che qualcuno ha definito una pietra miliare della ricerca era imperniato sulla pubblicazione di uno studio compiuto su topi affetti da sclerosi multipla. In pratica i ricercatori, dopo aver isolato cellule staminali neuronali da soggetti sani le hanno trapiantate in altri malati. Il risultato sorprendente è stato che queste cellule hanno raggiunto le aree colpite dalla malattia (cervello e midollo spinale) riparandole. Particolarmente interessante ed innovativo il sistema non cruento adottato per il trapianto, che è stato realizzato con una semplice endovena poiché è stato utilizzato il sangue come vettore. Se ciò potesse avvenire anche negli umani, ci troveremmo veramente di fronte ad un evento epocale che aprirebbe finalmente nuovi orizzonti anche per la cura dell atrofia spinale. Ci sarà sicuramente ancora da attendere, non dimentichiamo che per il momento si sta lavorando su modelli animali, però è anche vero che è appena dal 1998 che si lavora in questo campo. In questo momento il San Raffaele di Milano è sicuramente all avanguardia per quanto riguarda la conoscenza di queste cellule straordinarie che hanno potenzialità illimitate in prospettiva di una medicina di tipo rigenerativo. Per quanto riguarda la nostra patologia la ricerca continua. Il dott. Bottai ed il dott. Visioli continuano il loro lavoro, sotto la supervisione del prof. Vescovi, per creare nuovi motoneuroni. Sostiene questo progetto anche l associazione per la lotta alla sclerosi laterale amiotrofica, malattia molto simile all atrofia spinale, che fa capo a Luca Coscioni Siamo a buon punto. Il possibile coinvolgimento dei malati affetti da SLA potrebbe accelerare i tempi per arrivare ad un approccio terapeutico sugli umani. Ovviamente continueremo a sostenere il prof. Vescovi e la sua equipe composta di giovani talenti (tutti italiani!) 1 convinti che anche nel nostro paese ci siano le strutture e soprattutto i cervelli per arrivare a risultati molto importanti. Altro evento molto importante è il prossimo trial multicentrico che è scaturito dallo studio della prof.a Brahe sul fenilbutirrato. E già in corso il reclutamento dei pazienti che in questa fase sarà limitato agli affetti da SMA tipo II e III. Si è arrivati in tempi brevi a questo grande risultato grazie esclusivamente all abnegazione ed all impegno di questa bravissima ricercatrice che, supportata da un esiguo numero di collaboratori (il dott. Tiziano e la dott.a Andreazzi), ha portato egregiamente a termine la fase preliminare dello studio. I risultati fin qui ottenuti fanno ben sperare. In autunno potrebbero già esserci i dati statistici. Se fossero pari alle attese si potrebbe avviare la procedura per ottenere la prescrivibilità di questo farmaco da parte del Ministero e sarebbe la prima volta che ciò accade nella nostra storia! Speriamo bene. Mi preme in ogni modo rimarcare che, qualsiasi siano i riscontri finali, questa strada ha comunque già aperto delle nuove prospettive sull uso di molecole specifiche per l attivazione dei geni. Continueremo, unitamente a Famiglie SMA, a sostenere anche per l immediato futuro gli studi presso L Università Cattolica di Roma così come continueremo a supportare il prof. Novelli (Università di Tor Vergata) per la sua ricerca genetica sulla SMA che sta conducendo da due anni. Per concludere vorrei, in nome di tutti, esprimere un gran ringraziamento al dott. Villanova per tutto quello sta facendo per le nostre famiglie. Siamo reduci da una stagione invernale che per molti è stata difficile soprattutto per le complicazioni che hanno colpito bambini all apparato respiratorio. Questo giovane medico, che per molti è diventato anche un amico, si è prodigato senza sosta praticamente in ogni parte d Italia, ove fosse necessaria la sua presenza, risolvendo sempre problemi a volte degenerati in situazioni molto critiche. E anche grazie alla sua straordinaria umanità e professionalità se molti di noi sono riusciti a superare momenti molto difficili. Roberto Baldini

2 10 INCONTRO NAZIONALE SETTEMBRE 2003 A grande richiesta da parte di molti dei partecipanti all edizione 2002 del nostro incontro annuale, anche il prossimo convegno verrà tenuto a Piombino presso la stessa struttura alberghiera che ci riserverà in modo esclusivo tutto il complesso. L ASAMSI offrirà il soggiorno alberghiero a tutti gli associati ed ai loro genitori e/o accompagnatori. E importante prenotare per tempo perché si prevede una grossa affluenza in quanto buona parte della sessione sarà dedicata a fare il punto sul trial che ci vede tutti impegnati. HOTEL PHALESIA (****) Viale Regina Margherita 110 Piombino (LI) Tel , fax Segreteria Organizzativa Maria Letizia Solinas Tel / Il programma definitivo ed i nomi dei relatori verranno pubblicati appena possibile sul nostro sito internet Pubblichiamo integralmente la relazione sulla ricerca condotta dall equipe del Prof. Angelo L. Vescovi presso lo Stem Cells Research Institute di Milano. Questa struttura, creata appena qualche anno fa per volontà della direzione scientifica dell Ospedale San Raffaele di Milano, sta inanellando una serie di risultati eccezionali in materia di cellule staminali. Questo centro si colloca sicuramente in posizione di eccellenza a livello mondiale nel panorama dei protagonisti che portano avanti queste sperimentazioni. Il progetto, che riguarda specificamente la SMA, è sostenuto dall ASAMSI che continuerà a supportare tali studi anche nel corso del prossimo anno. PROGETTO PRELIMINARE PER LA VALUTAZIONE DELL UTILIZZO DI CELLULE STAMINALI CEREBRALI UMANE NELLA CURA DELL ATROFIA MUSCOLARE SPINALE I RELAZIONE - (FEBBRAIO Maggio 2003) Introduzione. Ad Agosto del 2002 l ASAMSI ha finanziato una borsa di studio a favore del Dottor Visioli allo scopo di saggiare la potenzialità delle cellule staminali neurali per il loro eventuale utilizzo nella cura dell atrofia muscolare spinale. Le cellule staminali somatiche, di cui fanno parte le neurali, sono cellule con caratteristiche peculiari tra cui spicca il loro stato altamente indifferenziato, la loro alta capacità proliferativa, quando coltivate in appropriate, condizioni e la loro multipotenzialità, ovvero la capacità di differenziarsi in tutti i tipi neurali: neuroni, oligodendrociti ed astrociti. Queste caratteristiche le rendono particolarmente appetibili per un loro utilizzo nel rimpiazzo di cellule danneggiate. Con esse è infatti teoricamente possibile ottenere elevati numeri di cellule (data l alta capacità proliferativa) ed un appropriato tipo di cellule (grazie alla loro multipotenzialità). Capacità proliferativa delle colture cellulari umane Uno degli scopi principali del progetto era quello di stabilire linee cellulari non tumorali dal midollo spinale, corteccia e diencefalo umane che potessero fornire una sorgente rinnovabile di cellule neurali e che fossero in grado di differenziare in neuroni e glia trapiantabili. Sono state utilizzate cellule staminali che erano già disponibili nella nostra Human CNS Stem Cell Bank (Banca di cellule staminali umane da tessuto nervoso). A tale scopo cellule mantenute congelate in azoto liquido in tubi criogenici sono state rapidamente scongelate e piastrate in fiasche di plastica contenenti un mezzo di coltura con gli appropriati elementi nutritivi e fattori di crescita che evitassero il differenziamento delle cellule stesse in neuroni e glia, ovvero cellule neuronali mature, e che fossero in grado di indurre tali cellule ad aumentare di numero, cioè a proliferare in maniera esponenziale per mesi. Cosi nei primi mesi del progetto abbiamo mantenuto in coltura ed amplificato le cellule del midollo spinale, della corteccia e del diencefalo allo scopo di avere a disposizione un numero sufficiente di cellule per i successivi mesi di sperimentazione. 2

3 In questa prima parte del progetto abbiamo appurato che sono presenti piccole ma significative differenze nella velocità di crescita delle colture cellulari di cellule staminali umane ottenute da varie regioni del sistema nervoso centrale. Le staminali provenienti da diencefalo hanno un tempo di raddoppiamento di 7 giorni relativamente più veloce dei 10 e 12 giorni necessari rispettivamente a quelle corticali e a quelle del midollo spinale. Il prof. Vescovi (a sinistra) e il Dott. Martino (al centro) Capacità differenziativa delle colture di cellule staminali umane. Per quel che riguarda le capacità delle nostre cellule staminali di differenziarsi in neuroni o glia (astrociti ed oligodendrociti) queste tre colture (da diencefalo, corteccia e midollo spinale) non presentano differenze qualitative di sorta quando cresciute in assenza di fattori di crescita. È ormani ben noto che quando le cellule staminali di topo vengono indotte a differenziarsi tramite la rimozione di fattori di crescita il numero relativo di neuroni, astrociti ed oligodendrociti che essi possono generare dipende dalla presenza di specifiche proteine chiamate fattori neurotrofici e citochine. Abbiamo iniziato a saggiare la capacità di alcune di queste citochine di indurre la formazione di un elevato numero di neuroni nella progenie differenziata. Il raggiungimento di questo obbiettivo ha la nostra più alta priorità poichè l utilizzo di colture arricchite in neuroni (ed eventualmente in oligodendrociti) rappresenta uno degli elementi chiave per la riuscita dei trapianti intraspinali. I risultati ottenuti sono stati al contempo sorprendenti ed incoraggianti. In particolare, la citochina chiamata PDGF-BB (Fattore di crescita derivato dalle piastrine), che è in grado di indurre il differenziamento neuronale nelle cellule di topo, non ha mostrato effetti apprezzabili sulle cellule umane. Due altre molecole il CNTF (Fattore ciliare neurotrofico) ed il LIF (Fattore inibente la leucemia) si sono dimostrati capaci di determinare un aumento (durante il differenziamento) di due e tre volte del numero di neuroni di ciascuna delle tre colture di cellule staminali umane. In aggiunta abbiamo dimostrato che, come accade per le cellule murine, il fattore di crescita dei fibroblasti-2 (FGF-2) è capace di indurre un aumento dei neuroni prodotti durante il differenziamento, mentre il fattore di crescita dei cheratinociti ha solo un piccolo effetto. È nostra intenzione estendere i nostri studi ad altri fattori di crescita e/o varie loro combinazioni. I motoneuroni sono presenti nella progenie differenziata delle nostre cellule staminali. Come sappiamo bene, nella SMA il danno primario causato dalla mutazione del gene SMN1 è la morte dei motoneuroni ovvero un particolare sottotipo di neuroni i quali interagiscono direttamente con le cellule muscolari scheletriche. Ci siamo quindi posti la domanda se le nostre colture, quando venivano differenziate, fossero in grado di produrre motoneuroni. 3

4 Occorre anticipare che i motoneuroni hanno come peculiarità rispetto agli altri tipi di neuroni di produrre una sostanza, l acetilcolina, che funge da neurotrasmettitore, ovvero permette il passaggio di informazione dal neurone alle cellule muscolari. Dai nostri studi è emerso che alcuni dei neuroni ottenuti tramite differenziamento delle cellule staminali umane esprimono dei geni che sono coinvolti nella sintesi dell acetilcolina (come la CHAT, colina acetil transferasi) indicando che tra i neuroni presenti nelle nostre colture previa differenziamento ci sono dei motoneuroni. Questo risultato è particolarmente importante in quanto ci indica che le nostre colture sono potenzialmente in grado di rimpiazzare i motoneuroni danneggiati nelle patologie come la SMA Colture gliali pure Le cellule gliali possono giocare un ruolo fondamentale nel contesto del trapianto di cellule nel midollo spinale. Esse infatti possono contribuire a fornire il nutrimento per i neuroni trapiantati ed un substrato permissivo per l estenzione ed il funzionamento dei loro processi durante i fenomeni di rigenerazione dei nervi e la formazione di interazioni tra cellule nervose e le loro cellule bersaglio (tra cui le cellule muscolari). A tale scopo è importante generare delle colture gliali pure da miscelare negli adeguati rapporti con colture di neuroni pure allo scopo di stabilire il ruolo della composizione cellulare sulla efficacia del trapianto. Abbiamo raggiunto il risultato di produrre colture astrogliali pure rimuovendo i vari mitogeni ed effettuando il differenziamento in basse concentrazioni di siero con simultanea esposizione di FGF2. In queste condizioni le cellule astrogliali rimangono piuttosto immature (come è chiaro dalla mancanza dell espressione di marcatori come la proteina fibrillare gliale acida (GFAP) che à invece tipica delle cellule astrogliari mature). Conclusioni e sviluppi futuri Le colture da noi studiate e caratterizzate hanno una enorme potenzialità, infatti possono essere controllate da un punto di vista proliferativo e differenziativo, caratteristiche che ne fanno un ideale sorgente di tessuto per la sostituzione di cellule nervose danneggiate in varie patologie come la SMA. Il successivo traguardo da raggiungere sarà la produzione di colture pure di neuroni, possibilmente di motoneuroni, allo scopo di miscelarle negli adeguati rapporti con colture di glia pure (in particolare oligodendrociti) con l intento di stabilire il ruolo della composizione cellulare sulla efficacia dei trapianti. In seguito potremmo iniziare la seconda fase del nostro progetto ovvero un approccio in vivo trapiantando le cellule indotte, ma non terminalmente differenziate, in topi affetti da SMA. Ricordiamo che a questo progetto lavora assiduamente anche il dott. Bottai che molti di voi ricorderanno brillante relatore al nostro convegno 2002 CONCERTO JAZZ MANIFESTAZIONI Organizzato dalla nostra instancabile Benedetta Mariani, responsabile della sede milanese dell ASAMSI, all inizio del prossimo settembre si terrà presso Spazio Auditorium di C.so San Gottardo a Milano un eccezionale concerto che avrà come interpreti musicisti di grande fama. Il tema musicale della serata sarà un alternarsi di brani classici e musica jazz che saranno eseguiti dagli artisti che hanno accettato l invito ad esibirsi allo scopo di raccogliere fondi per le nostre iniziative. Programma della serata: EMANUELE SEGRE (chitarra classica) eseguirà brani di Dionisio Aguado e Isac Alberniz. FRANCO CERRI, ENRICO INTRA e DOUBLE TRIO ( Lucio Terzano, Tony Arco) si esibiranno in musiche di Rogers, Gershwin, Kaper, Washinghton e Intra. DIXIELAND JAZZ BAND (Francesca Petrolo, Alessio Terranova, Paolo Sapia, Simeone Riva, Alfredo Battista, Maria Chiara Gambini, Claudio Guadini, Francesco Meles) faranno ascoltare brani di Ellington, Hanley, Clapp, Harlem. Alla serata interverranno anche il Prof. Giuseppe Marraro, primario di Rianimazione Pediatrica dell ospedale Fatebenefratelli e Roberto Baldini che porterà il saluto ed i ringraziamenti da parte di tutti i componenti dell ASAMSI. 4

5 Coppa ASAMSI - Torneo di Golf Questa gara, Stableford a 18 buche, è ormai divenuta un appuntamento annuale di rilevanza per gli appassionati di questo sport. Anche questa edizione che si è tenuta presso il Golf Club Castello della Bastardina di Agazzano (PC), perfettamente organizzata da Kiki Mariani nonna del nostro Pietro Savini, ha avuto un grande successo sia per il numero di adesioni che per l ottimo livello tecnico dei partecipanti. La premiazione è stata effettuata domenica 1 giugno. Un grazie a tutti, in particolare ai dirigenti del Golf Club, sempre molto sensibili ai nostri problemi e pronti a sostenere, con i proventi di questa bella manifestazione, le nostre iniziative. Un arrivederci quindi alla Coppa ASAMSI 2004! Per chi fosse interessato a partecipare all edizione del prossimo anno può contattare gli organizzatori ai seguenti indirizzi oppure: AVVENIMENTI L ASAMSI e l Associazione Duchenne Parent Project hanno organizzato un corso teorico-pratico sulla prevenzione delle infezioni respiratorie nei pazienti affetti da malattie neuromuscolari che si è tenuto, nella giornata del 22 marzo 2003, presso la sala convegni dell Hotel Boscolo di Bologna. Al convegno hanno partecipato oltre 150 persone (purtroppo non è stato possibile esaudire tutte le richieste per problemi di capienza della sala) tra cui molti operatori nel campo della rianimazione e riabilitazione. Erano presenti anche molte persone affette da queste patologie provenienti da ogni parte del paese. Numerosa la presenza dei famigliari, il cui ruolo assume sempre maggiore importanza nell applicazione di queste metodologie di prevenzione e cura, giunti a Bologna anche dall estero. Dopo il saluto da parte dei presidenti delle due associazioni (Filippo Buccella e Roberto Baldini) il programma prevedeva le relazioni del Dr. Marcello Villanova e del Prof. John Robert Bach (Newark-USA) sulla prevenzione delle infezioni e le problematiche respiratorie dei pazienti con malattie che provocano ipotonia muscolare. Entrambi i relatori hanno sottolineato l importanza della conoscenza delle sintomatologie che generalmente evidenziano, nella fase iniziale, l insorgere delle infezioni che possono essere molte volte trattate in modo non invasivo e senza dover ricorrere alla somministrazione di antibiotici. Fondamentale è il ruolo che rivestono i famigliari che devono essere in grado di agire tempestivamente per facilitare la rimozione naturale delle ostruzioni che si formano nelle vie respiratorie. La seconda fase del corso è stata svolta dai fisioterapisti Lou Robert Saporito e Brian Weaver, entrambi della equipe del Prof. Bach, che hanno tenuto un vero e proprio addestramento pratico sulle tecniche manuali e strumentali per facilitare la tosse dei pazienti. E emersa ancora una volta l importanza del lavoro che deve essere tempestivamente svolto a domicilio per evitare di dover ricorrere alle cure ospedaliere in fase di criticità. Tutti i pazienti dovrebbero avere a disposizione presso la propria abitazione un ossimetro palmare per determinare i valori funzionali della saturazione dell ossigeno ed eventualmente di una cough-machine per l aspirazione del muco. La situazione ottimale sarebbe comunque che i famigliari o il terapista di fiducia fossero in grado non solo di saper utilizzare queste attrezzature ma anche di essere in grado di saper porre in atto correttamente le tecniche manuali di supporto, percussioni e compressioni addominali, per aiutare i pazienti ad espellere le secrezioni. Per concludere esprimiamo il nostro ringraziamento a chi ha contribuito economicamente alla realizzazione della manifestazione e cioè alla ditta VIVISOL s.r.l. ed alla CASA DI CURA NIGRISOLI di Bologna. Grazie a loro le due associazioni hanno potuto sostenere le ingenti spese organizzative, dovute anche alla qualificata partecipazione dei relatori americani, per rendere completamente gratuita a tutti i partecipanti l ospitalità per l intera giornata. Vogliamo anche esternare la nostra gratitudine in modo particolare all ottimo Dr. Villanova, ormai punto di riferimento nazionale per queste problematiche, che ha voluto fortemente questo incontro motivato dalla esperienza maturata in questo settore in molti mesi di attività ove ha raccolto grandi consensi da parte di tutti. Bravissime Maria Letizia e Rosita che hanno curato la segreteria organizzativa. Da sin. L.R.Saporito, prof. Bach, B.Weaver e dott. Villanova 5

6 Metti un paese a cena E proprio il caso di dirlo! Quanto è avvenuto a Porto Sant Elpidio (AP) la sera del 8 febbraio all Hotel Ristorante Moretti ha assunto le dimensioni di un evento colossale. Un intero paese con Sindaco e Giunta Comunale ha partecipato ad una maxi cena di beneficenza, organizzata da Gianluca e Rosita (genitori di Lorenzo Petrini), e dal loro amico Maurizio Francioso. Sottolineiamo che tutto il paese era presente: chi non ha potuto partecipare alla cena per ragioni di spazio, la sala del ristorante potava ospitare solo (si fa per dire!) 450 persone, ha comunque contribuito significativamente e nei modi più disparati a sostenerci facendoci sentire meno soli nella battaglia che combattiamo contro le avversità che ci assillano quotidianamente. Una grande manifestazione di affetto e solidarietà. E veramente impossibile ricordare tutti coloro che, oltre alla partecipazione alla serata, hanno offerto il loro aiuto materiale ed economico. Citiamo ad esempio il personale di servizio del ristorante, molto numeroso, che ha lavorato gratuitamente, il Centro Turistico Holiday che ha offerto il pernottamento agli ospiti pervenuti da lontano e tutti gli amici di Gianluca e Rosita che hanno lavorato con molto impegno all ottima riuscita della serata. Una citazione a parte vorremmo poi citare un episodio che ci ha sorpreso e anche un po commosso. Paola e Antoine, in occasione delle prossime nozze, hanno deciso di non regalare ai loro amici le solite bomboniere. Faranno un versamento a favore dell ASAMSI ed invieranno ai loro amici una lettera per spiegare le ragioni della loro scelta contribuendo anche in questo modo a farci conoscere ad un numero sempre maggiore di persone. Con piacere segnaliamo anche la presenza del Prof. Novelli, del Dott. Villanova che hanno brevemente illustrato ai presenti le problematiche della sma e l importanza della raccolta dei fondi da destinare alla ricerca da parte delle associazioni visto il carente impegno economico in materia da parte del Governo. A conclusione della serata Roberto Baldini ha consegnato al Sindaco un piatto in ceramica a ricordo della manifestazione. Il dott. Paolo Petrini ha promesso che lo appenderà nel suo studio in municipio in modo che tutti coloro che gli faranno visita potranno ricordarsi di noi. Era presente, in veste di testimonial della serata, il mago Casanova che ha intrattenuto i presenti con un numero del suo repertorio televisivo. La manifestazione ha avuto complessivamente un riscontro molto positivo anche per quanto riguarda i fondi raccolti a nostro favore e ciò grazie soprattutto a Gianluca e Rosita che si sono dimostrati all altezza di un evento così importante e difficile da gestire. A proposito Gianluca e Rosita hanno in programma per il prossimo anno di organizzare un altra serata con nuovi ospiti di rilievo. In alto a sin.: PARTICOLARE DI UNA DELLE TAVOLATE Qui sopra: IL SALUTO DEL PROF. NOVELLI A sin.: IL SINDACO DI PORTO S.ELPIDIO, DOTT. PAOLO PETRINI, CON IL NOSTRO GIANLUCA 6

7 SPERIMENTAZIONE CON IL FENILBUTIRRATO Riprendiamo quanto già annunciato nell editoriale a pagina 1 per portare a conoscenza di tutti i vari passaggi che hanno portato questo importante studio, fortemente voluto dalla nostra associazione e da Famiglie SMA, alla fase più importante ed emozionante: la sperimentazione diretta sui pazienti. Per avere una visione più completa di questo avvenimento, riteniamo sia utile fare un passo indietro per rendere noto a tutti, specialmente a coloro che da poco tempo sono entrati a far parte delle associazioni, come e quando venne deciso di intraprendere questo percorso. Siamo nel settembre del 2000 a Lido delle Nazioni dove si svolse il 7 incontro nazionale dell ASAMSI. La Prof.a Christina Brahe ci illustrò le potenzialità, appena scoperte, del gene SMN2. La sua relazione, come sempre molto chiara ed incisiva, suscitò immediatamente l interesse dei presenti soprattutto perché ci comunicò che erano in corso delle ricerche ad ampio spettro per individuare se in natura esistessero delle sostanze che potessero in qualche modo attivare in questi geni la produzione di proteina. Fu deciso di mantenere i contatti con l università Cattolica di Roma, dove la Prof.a Brahe svolge la propria attività di docente e ricercatrice, nell auspicio che quello che all epoca poteva rappresentare una delle varie ipotesi di approccio per una terapia, potesse trovare eventuali riscontri positivi. Ciò si verificò nel corso dell anno successivo: ad agosto Christina Brahe ci fece sapere di una pubblicazione relativa ad uno studio condotto a Taiwan su dei modelli animali che erano stati trattati con Butirrato di Sodio. I risultati non erano stati eccezionali, si era notato un aumento di proteina di circa il 10%, e ciò non faceva presagire, a giudizio dei ricercatori, che un trattamento sugli umani potesse sortire dei risultati importanti. Secondo la Prof.a Brahe invece questo evento fu di grande rilevanza perché ciò costituiva per i suoi studi, che si erano sviluppati nel frattempo, una ulteriore conferma delle potenzialità di questa sostanza. In sintesi presso il suo laboratorio erano già stati eseguiti degli studi proprio con questa molecola su alcuni frammenti di fibroplasti (tessuto connettivo) prelevati su dei pazienti con sma ed i risultati ottenuti (in vitro) erano stati notevolmente superiori alla percentuale riscontrata a Taiwan sui topi. L assoluta novità quindi era che lo studio romano probabilmente si trovava in una fase più avanzata in quanto i risultati, seppur ottenuti su un campione molto 7 ridotto di cellule, potevano far supporre che con un adeguato dosaggio della sostanza si potessero ottenere riscontri migliori. La nostra associazione e Famiglie SMA, che nel frattempo si era costituita a Roma, decisero di sostenere il prosieguo di questo studio costituendo una borsa di studio per una valente ricercatrice, che già lavorava nel settore negli USA, per permetterle di coadiuvare il gruppo della Cattolica nello sviluppo del progetto che prevedeva innanzitutto una verifica su un campione più consistente di fibroplasti. Se anche questa prova avesse fornito i riscontri auspicati si sarebbe poi passati alle fasi successive per arrivare ad un eventuale trial clinico. Si tenga presente che in quel momento non si era ancora a conoscenza dell esistenza in commercio di un farmaco la cui composizione fosse prevalentemente a base di sodio butirrato. Avvenne quindi il reclutamento di 10 volontari, tra i pazienti affetti dalla forma II e III, disposti a farsi eseguire una biopsia cutanea allo scopo di fornire i fibroplasti necessari. Analogo intervento venne eseguito anche su uno dei genitori (portatore sano della malattia) per ulteriori controlli di laboratorio. In questo periodo si verificò un altra circostanza fortunata: la Prof.a Brahe apprese che in commercio esisteva un farmaco che poteva adattarsi alle nostre esigenze. Si trattava di un composto prodotto per la cura dei disturbi provocati nei bambini dal ciclo dell urea. Essendo anche questa una patologia piuttosto rara, il farmaco viene fabbricato in quantitativi limitati e distribuito, solo agli ospedali, ad un prezzo molto elevato. La notizia dell esistenza di questo farmaco comunque fu accolta con giusto entusiasmo. Inutile rimarcare che se ciò non si fosse verificato, il percorso per arrivare ad una eventuale somministrazione della sostanza sui pazienti sarebbe stato molto più lungo e difficoltoso e sicuramente non saremmo stati in grado, con le nostre sole forze, di ottenere le autorizzazioni dal Ministero competente. Nel frattempo anche i risultati delle prove in vitro sui 10 pazienti stavano confermando quanto di positivo ci si poteva aspettare. La casa farmaceutica, messa a conoscenza di quanto si stava facendo e dei risultati ottenuti, si dimostrò interessata e assicurò che avrebbe fornito gratuitamente il farmaco per un trial che avesse coinvolto almeno una settantina di soggetti per la durata di 13 settimane.

8 Obiettivo finale è quello di ottenere la prescrivibilità di questo farmaco anche per la sma con spese a carico del Servizio Sanitario Nazionale. Il resto è storia dei nostri giorni. In questo momento si è in attesa del parere favorevole dei Comitati Etici dei Centri ove avverrà la sperimentazione. Questa autorizzazione è assolutamente necessaria quale primo passo per l ufficializzazione della sperimentazione e dei fini che si vogliono perseguire. Siamo comunque fiduciosi; il dott. Bertini (Ospedale Pediatrico Bambino Gesù), ed il Prof. Mercuri (Policlinico Gemelli), sono molto impegnati anche per superare velocemente questa fase. Lo studio, che si svolgerà in doppio cieco con placebo, coinvolgerà bambini affetti da sma di tipo II e III in età compresa tra i 30 mesi e i 12 anni. Sette saranno i centri interessati e più precisamente: - Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma - Policlinico Gemelli di Roma - Clinica Nigrisoli di Bologna - Ospedale Pediatrico Gaslini di Genova - Università degli Studi di Messina - Università degli studi di Pavia - Istituto Carlo Besta di Milano ove i partecipanti si recheranno per la distribuzione delle dosi personalizzate ed i relativi controlli clinici. Occorre di nuovo ricordare a tutti che la fascia di età dei partecipanti ed il tipo della malattia sono stati decisi dal comitato scientifico dei medici al quale le due associazioni hanno affidato il compito di condurre al meglio, cioè nel minor tempo possibile con il massimo dei risultati, la fase della sperimentazione. Se i risultati saranno quelli sperati allora si potrà finalmente ottenere per tutti, a prescindere dall età e dal tipo (quindi anche per il tipo I) il farmaco attraverso il Servizio Sanitario Nazionale. Se la fortuna ci assiste probabilmente entro l anno in corso sapremo molto di più per quanto concerne le aspettative di tutti. Per terminare si ringraziano tutti colori che stanno rendendo possibile l attuarsi di un evento che, a prescindere dai risultati, segnerà comunque una svolta per quanto riguarda gli approcci terapeutici nei pazienti con sma. Un grazie particolare alla Prof.a Brahe anche per le sue straordinarie doti di grande umanità. Nel corso di questi ultimi mesi molte volte è stata letteralmente sommersa di telefonate, a volte pressanti, da parte di tutti per avere notizie e chiarimenti sullo stato dei suoi studi. Gentilmente ha sempre risposto in modo esauriente a tutti i quesiti che i genitori le ponevano, sottraendo tempo al lavoro di ricerca che spesso l ha costretta in laboratorio fino a tarda ora. Per tutti Christina, ormai famigliarmente la chiamiamo così, è divenuta anche una vera amica. La prof.a Brahe, il dott. Tiziano, la dott.a Tacconelli, il dott. Bertini 8

9 QUOTA DI ADESIONE Per l anno in corso la quota minima di adesione è di 60. Ovviamente, chi si trova in condizione di poterlo fare, è vivamente pregato di inviare una somma maggiore. Molte iniziative possono trovare attuazione se verrà reperita l adeguata copertura economica. CONOSCIAMOLE MEGLIO. Continuiamo la rassegna delle mamme particolarmente impegnate nelle attività promozionali che contribuiscono, in modo sempre più importante, a costituire le risorse per finanziare le nostre attività sociali e di ricerca. Riteniamo quindi doveroso che tutti, anche coloro che per molte ragioni si trovano impossibilitati a partecipare ai nostri incontri, siano a conoscenza del loro operato. Ricordiamo sempre che nel nostro paese i fondi che lo stato destina alla ricerca sono sempre più esigui. Per la SMA direi assolutamente niente. Se non ci pensiamo noi Ecco Simona, per molti Simo, la mamma di Alberto Masini,che abita a Vigevano. La foto rende perfettamente giustizia a quelle che sono le doti di temperamento della nostra amica: ottimismo, coraggio, simpatia. Nella sua città è molto conosciuta. Anche le cronache dei giornali locali hanno dedicato spazio alle sue iniziative. IL GAZEBO DI MAMMA CORAGGIO, era il titolo di un articolo che le fu dedicato in occasione di una colossale vendita di torte da lei preparate. Non ci ha mai detto il numero dei dolci venduti, ma dal risultato che ottenne, 8 milioni di vecchie lire, parla chiaro in termini quantitativi e qualitativi (dovevano sicuramente essere buonissimi..) Anche il nostro notiziario riprese la notizia nella speranza che questa iniziativa fosse clonata e trapiantata anche in altre piazze da altre mamme. Ciò si è puntualmente verificato! Grazie all idea di Simona le torte ASAMSI sono ormai conosciute in tutto il territorio nazionale! Poi, come dice il proverbio, da cosa nasce cosa e, superato il primo momento di naturale Imbarazzo, molte altre mamme, sono state contagiate dall effetto domino provocato da Simona. E così che sono nate le iniziative più variegate: mercatini di gadgets vari, cene di beneficenza, concerti, attività teatrali, ecc. che senza il GAZEBO DI MAMMA CORAGGIO forse non avremmo mai avuto. 9

10 Le doti che abbiamo esaltato per Simona sicuramente si addicono anche a Benedetta, mamma di Carlo Savini e da circa un anno anche della vivacissima Orsola che gode di ottima salute grazie anche alle indagini prenatali che i genitori hanno eseguito al momento opportuno. Benedetta, con il marito Francesco, la nonna Kiki Mariani, costituiscono una famiglia che si dedica alla nostra associazione con grande intraprendenza e con iniziative di grande portata condotte a livello quasi manageriale. Il risultato economico ottenuto da una capillare vendita di biglietti augurali, dipinti appositamente dal Maestro Luzzati, ha rappresentato almeno il 30% delle entrate del nostro bilancio annuale. Innumerevoli poi le altre attività, sarebbe meglio chiamarli progetti, che i nostri amici studiano e portano a termine sempre con notevole successo. Ricordiamo il già citato Torneo di golf di nonna Kiki. L indotto positivo in termine di donazioni è in continuo aumento a conferma che il sentimento della solidarietà, specialmente se provocato nelle giuste maniere e negli ambienti giusti è sempre presente nell animo di tutti. Chi volesse contattare le nostre amiche per aiuti e consigli potrà farlo telefonicamente ai seguenti numeri: Simona: Benedetta: STANNO LAVORANDO PER NOI Continuano, anche dopo il periodo delle feste di fine anno che tradizionalmente rappresenta il momento più propizio per organizzare manifestazioni promozionali, le attività di molti associati per divulgare i programmi della nostra associazione e nello stesso tempo raccogliere fondi da destinare alla ricerca. Come sempre la "vulcanica" Maria Letizia di Livorno o meglio la Squadra Solinas (tra famigliari, amici, amici degli amici..ecc. sicuramente il numero degli " attivisti" supera quantitativamente quello degli elemento di tre formazioni di calcio), continua a rappresentare il motore trainante della nostra macchina organizzativa non solo a Livorno ma anche in altre regioni.. Pensate che a gennaio e in occasione delle feste pasquali hanno venduto torte rispettivamente nelle piazze di La Spezia e di Livorno, nel mese di maggio hanno organizzato, coadiuvati dalla sezione Scout 10 (quelli che ci custodirono i figli durante il convegno dell'anno scorso) uno spettacolo musicale per bambini in un teatro della periferia livornese, sempre a maggio hanno organizzato un torneo di calcio tra le classi dell'istituto Tecnico Professionale Galilei, il 7 giugno organizzano presso il Salone del Terminal Crociere del porto di Livorno (capienza 800 persone e posti già tutti prenotati), ottenuto in uso gratuito dalla Compagnia del Porto, una serata dedicata ai balli latino-americani con la partecipazione di corpi di ballo cubani e venezuelani.sicuramente hanno in programma, oltre all'organizzazione del Convegno Nazionale (anche per quest'edizione sono previste novità per quanto riguarda gli spazi dedicati al divertimento), altre attività destinate, come sempre alla raccolta fondi.

11 I genitori di Riccardo Di Lella il 22 febbraio hanno organizzato, nella chiesa di S.Giulio a Cassano Magnano (VA), un concerto polifonico che ha visto l'esibizione di tre cori che si sono alternati nell'esecuzione di brani classici. Alla riuscitissima serata, che ha fruttato un contributo economico importante per la nostra causa, era presente anche il prof. Bianchi, fisiatra che da oltre 25 anni lavora presso un' importante associazione (La Nostra Famiglia) all'avanguardia nel campo della riabilitazione. Il professore ha anche illustrato ai presenti la complessità delle implicazioni che l'atrofia spinale provoca, nel corso degli anni nel corpo dei pazienti. In rappresentanza della Giunta Municipale era presente la dott.a Macchi, assessore alla Cultura. Eleonora e Gabriele Melini continuano a mantenere i rapporti con la Round Table 8 si Modena (associazione che. raccoglie i giovani imprenditori e professionisti che operano nella provincia emiliana). Anche per l'anno in corso, come già avvenne per il 2002, i proventi delle loro manifestazioni saranno devoluti interamente all'asamsi. Rosita e Gianluca di Porto Sant'Elpidio, dopo il successo della cena di febbraio) organizzeranno periodicamente durante il periodo estivo dei cocktail nella spiaggia della bella città marchigiana. Terminiamo scusandoci per le omissioni dovute a dimenticanze da parte nostra. Siamo sempre pronti a riparare, nella prossima edizione, se ci ricorderete gentilmente (meglio se tramite l' del presidente gli eventi da voi organizzati che rappresentano, in modo sempre più decisivo, la linfa vitale per continuare a sperare finanziando la ricerca scientifica ULTIM ORA Quando ormai stavamo per passare alla stampa questo notiziario, abbiamo appreso di una splendida iniziativa che si sta concretizzando a Barletta, bella città in provincia di Bari, dove vive la nostra amica Myriam Spinazzola di otto anni. Ma veniamo ai fatti. La prof.a Mariagrazia Vitobello Dell'Ernia, che presiede la locale sezione dei Lions Club, qualche tempo fa conobbe Miriam e, come molte volte accade a chi conosce personalmente i nostri bambini, ne rimase colpita dalla naturale dolcezza e dalla maturità intellettuale ben superiore alla media dei suoi coetanei. Con l'intraprendenza e la capacità che contraddistingue chi apparitine a questi Club, che su tutto il territorio nazionale svolgono istituzionalmente attività benefica, la prof.a Vitobello ha mobilitato il suo entourage per organizzare un concerto di beneficenza per la nostra Miriam. Con il patrocinio del Comune di Barletta, e con le sponsorizzazioni di CEDIFARME (Coop. tra i Titolari di Farmacie), l'unicredit Banca e Flowers Design, e stato possibile realizzare, per la serata del 1 luglio, un concerto che avrà per titolo "La canzone nel mondo". Interpreti d'eccezione il Quartetto Airedetango (Beatriz Fornabaio-soprano, Vito Soranno-sassofono, Loredana Paolicelli-pianoforte,Antonio Carmentano-contrabbasso) che si esibiranno nel loro repertorio classico. Questo "Concerto per una Notte d'estate" ha immediatamente riscosso un interesse che è andato ben oltre le aspettative: i biglietti per i 600 posti disponibili nella splendida Piazza d'armi del Castello Svevo sono stati immediatamente asauriti. Con il ricavato verrà acquistata una IN-EXSUFFLATOR (la macchina per tossire) che verrà donata all'ospedale di Barletta, mentre la parte rimanente verrà devoluta, su espressa richiesta della famiglia Spinazzola, alla nostra associazione. Sarà presente Nicola Attolico, che rappresenta l'asamsi nella regione Puglia. Il progetto della prof.a Vitobello, che ha poeticamente sottotitolato il concerto "L'emozione di un gesto d'amore, il nostro dono alla vita..." si sta splendidamente concretizzando. Complimenti a tutti ed un grazie da parte nostra. 11

12 VISITATE IL NOSTRO SITO: Troverete tutte le novità inerenti l associazione e quanto sta avvenendo nel campo della ricerca MOLTO IMPORTANTE: COMUNICARE PER TEMPO A MARIA LETIZIA (Tel / ) LA PROPRIA ADESIONE AL CONVEGNO DI PIOMBINO. I POSTI SONO LIMITATI E POTREBBERO NON ESSSERE SUFFICIENTI, IN RELAZIONE ALL ELEVATO NUMERO DI PARTECIPANTI PREVISTI I versamenti a favore dell A.S.A.M.S.I. sono fiscalmente detraibili nella misura consentita dalla Legge e possono essere effettuati tramite C.C.P. n oppure con bonifico bancario: UNICREDIT BANCA Abi Cab c/c Direttore Responsabile: Roberto Baldini c/o Consulta Faentina delle Associazioni di Volontariato Via Laderchi, FAENZA (RA) tel/fax Anno XVII n.2 Sped. in A.P. art.2 comma 20/c legge 662/96 Filiale di BO - Aut.Trib. di Bologna al n del Finito di stampare il Stampato presso: Progetto grafico: STAMPE AL BALZO Faenza 12

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Facoltà di Medicina Veterinaria Embriologia e Terapia Genica e Cellulare Le cellule staminali adulte:

Dettagli

Fonti di cellule staminali pluripotenti: Le cellule staminali possiedono 2 caratteristiche principali: -La massa cellulare interna della blastocisti.

Fonti di cellule staminali pluripotenti: Le cellule staminali possiedono 2 caratteristiche principali: -La massa cellulare interna della blastocisti. possiedono 2 caratteristiche principali: Fonti di cellule staminali pluripotenti: -Si autorinnovano a lungo termine. -Danno origine a tutti i tipi di cellule differenziate. -La massa cellulare interna

Dettagli

Merate: Vita che dona vita. La donazione al centro del convegno tra associazioni ed enti

Merate: Vita che dona vita. La donazione al centro del convegno tra associazioni ed enti Scritto Mercoledì 23 maggio 2012 alle 17:42 Merate: Vita che dona vita. La donazione al centro del convegno tra associazioni ed enti Mielomi, leucemie, linfomi, neoplasie del sangue: sempre più spesso

Dettagli

Ventesimo anniversario del Registro Italiano Donatori di CSE

Ventesimo anniversario del Registro Italiano Donatori di CSE Ventesimo anniversario del Registro Italiano Donatori di CSE Il 2009 rappresenta un anno di grande importanza per il Registro Italiano Donatori di Midollo Osseo (IBMDR): si festeggia, infatti, il ventesimo

Dettagli

Cos regole precise forma di donazione regolare estremamente diffusa nei paesi anglosassoni Payroll Giving donazione tramite busta paga Match Giving

Cos regole precise forma di donazione regolare estremamente diffusa nei paesi anglosassoni Payroll Giving donazione tramite busta paga Match Giving PAYROLL GIVING La storia di Francesca accomuna molte storie di malati di Sclerosi Laterale Amiotrofica che non riescono più a camminare, a parlare, a ridere, aiutaci ad essere le loro gambe, la loro voce,

Dettagli

Gentile/i Signora/i, R7122 Scheda Informativa relativa alla donazione. Ed. 1del 09/12/2010 Rev. 1 del 11/07/2011

Gentile/i Signora/i, R7122 Scheda Informativa relativa alla donazione. Ed. 1del 09/12/2010 Rev. 1 del 11/07/2011 Gentile/i Signora/i, il sangue contenuto nel cordone ombelicale (SCO) e raccolto al momento del parto, rappresenta una preziosa sorgente di cellule staminali emopoietiche, quelle stesse cellule che sono

Dettagli

Le cellule staminali: una risorsa..una speranza

Le cellule staminali: una risorsa..una speranza AVIS NAZIONALE/REGIONALE MARCHE Ancona, 31 Ottobre 2008 Il Sistema Trasfusionale tra necessità e disponibilità Le cellule staminali: una risorsa..una speranza Prof.ssa Gabriella Girelli Sapienza Università

Dettagli

B.A.M.C.O MANTOVA 28 GENNAIO 2013. CELLULE STAMINALI E MALATTIE NEURODEGENERATIVE: stato dell arte e prospettive future. CHIARA FORONI, Ph.D.

B.A.M.C.O MANTOVA 28 GENNAIO 2013. CELLULE STAMINALI E MALATTIE NEURODEGENERATIVE: stato dell arte e prospettive future. CHIARA FORONI, Ph.D. B.A.M.C.O MANTOVA 28 GENNAIO 2013 CELLULE STAMINALI E MALATTIE NEURODEGENERATIVE: stato dell arte e prospettive future CHIARA FORONI, Ph.D. Sì, ma io sono così confusa Sai, quando ero una piccola cellula

Dettagli

Insieme per lo studio e la cura delle Malattie Mitocondriali. Sostieni le nostre attività. On line: www.mitocon.it bellissimi gadgets

Insieme per lo studio e la cura delle Malattie Mitocondriali. Sostieni le nostre attività. On line: www.mitocon.it bellissimi gadgets N E W S L E T T E R n.1 MitoNews Insieme per lo studio e la cura delle Malattie Mitocondriali Ci siamo anche noi Con questo numero 1, Mitocon avvia un ulteriore percorso per incontrare i suoi sostenitori

Dettagli

Informazioni per i nuovi donatori di cellule staminali del sangue

Informazioni per i nuovi donatori di cellule staminali del sangue Informazioni per i nuovi donatori di cellule staminali del sangue Per semplicità redazionale nel testo seguente si utilizza la sola forma al maschile. Naturalmente tutte le denominazioni vanno intese anche

Dettagli

Lions Clubs International

Lions Clubs International Un iniziativa Lions Clubs International Distretto 108 Ya Governatore: Avv. Michele Roperto Anno sociale 2011-2012 Responsabile distrettuale tema di studio nazionale La donazione del sangue del cordone

Dettagli

ADISCO IN TOSCANA BANCHE IN TOSCANA

ADISCO IN TOSCANA BANCHE IN TOSCANA ADISCO IN TOSCANA BANCHE IN TOSCANA Sezione Regionale Toscana O.N.L.U.S. Via del Lazzeretto 168/15 59100 Prato (PO) C.P. 340 Tel. e fax 0574.540002 - Cell. 335.1341929 e-mail: segreteria@ adiscotoscana.it

Dettagli

MODULO INFORMATIVO PER IL COUNSELLING SULLA RACCOLTA E CONSERVAZIONE DEL SANGUE DEL CORDONE OMBELICALE

MODULO INFORMATIVO PER IL COUNSELLING SULLA RACCOLTA E CONSERVAZIONE DEL SANGUE DEL CORDONE OMBELICALE DIREZIONE SANITARIA DI PRESIDIO TEL. 02 5503.2143-2570 3202 FAX 0255185528 e-mail direzione.presidio@policlinico.mi.it P.01.CLT.M.03 PAGINA 1 DI 6 MODULO INFORMATIVO PER IL COUNSELLING SULLA RACCOLTA E

Dettagli

I contributi all A.L.C. - ONLUS - possono essere detratti dalla dichiarazione dei redditi in base all art. 13 D.LGS. n. 460 del 4/12/97.

I contributi all A.L.C. - ONLUS - possono essere detratti dalla dichiarazione dei redditi in base all art. 13 D.LGS. n. 460 del 4/12/97. L Associazione Laura Coviello è nata nel 1996, indipendente e senza fini di lucro, con lo scopo di aiutare i malati leucemici con informazioni mirate e specifiche e sostenere il Centro Trapianti di Midollo

Dettagli

Classe 2^D A.S. 2003/2004. Scuola Media Statale Vibo Marina

Classe 2^D A.S. 2003/2004. Scuola Media Statale Vibo Marina Classe 2^D A.S. 2003/2004 Scuola Media Statale Vibo Marina 1 Presentazione Introduzione La composizione del sangue Cos è il midollo osseo Alcune malattie del sangue: anemia mediterranea e leucemia. Il

Dettagli

AIRFA newsletter. Cari amici, Ricerca Volontari. Grazie! Boston: ultime notizie sulla terapia genica. Campagna Adotta un Ricercatore

AIRFA newsletter. Cari amici, Ricerca Volontari. Grazie! Boston: ultime notizie sulla terapia genica. Campagna Adotta un Ricercatore AIRFA newsletter N 2, Ottobre 2013 Cari amici, l autunno ci trova ancora più impegnati nella lotta contro l Anemia di Fanconi. Siamo ritornati dalla pausa estiva più carichi che mai ed abbiamo in programma

Dettagli

Differenziamento cellulare

Differenziamento cellulare Differenziamento cellulare Differenziamento: acquisizione progressiva di nuove caratteristiche che porta a tipi cellulari specifici (es cell muscolari, neuroni,.) Dopo la fecondazione lo zigote va incontro

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo GABRIELLA PIERA VIRGINIA ROSSI Via Giovanni XXIII 1/c - 23897 Viganò (Lecco) Telefono 039 9210904

Dettagli

Sai cosa fa l AIL per il reparto di Oncoematologia Pediatrica di Padova?

Sai cosa fa l AIL per il reparto di Oncoematologia Pediatrica di Padova? L A.I.L. - Sezione di Padova ONLUS e la Clinica di Oncoematologia Pediatrica di Padova dal 1975 INSIEME per la VITA Sai cosa fa l AIL per il reparto di Oncoematologia Pediatrica di Padova? Passato, presente,

Dettagli

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri IL CREATO DONO DI DIO I bambini sono abituati a vedere gli elementi del creato come oggetti usuali in quanto facenti parte del loro universo percettivo, per questo è importante che possano scoprire il

Dettagli

L EDITORIALE 9 INCONTRO NAZIONALE 21-22 SETTEMBRE 2002 PROGETTO CELLULE STAMINALI A PAG. 5-7. asamsi

L EDITORIALE 9 INCONTRO NAZIONALE 21-22 SETTEMBRE 2002 PROGETTO CELLULE STAMINALI A PAG. 5-7. asamsi C è un bambino che non può camminare. Aiutaci a capire perché. Anno XVII n. 1 Sped. in A. P. art.2 comma 20/c legge 662/96 Filiale di BO Semestrale, 1 semestre 2002 È doveroso, per una associazione come

Dettagli

Per la vita di chi ti sta a cuore

Per la vita di chi ti sta a cuore Per la vita di chi ti sta a cuore Cos è il sangue cordonale? Perchè conservare le cellule staminali? Chi è FamiCord Come opera FamiCord Perchè affidarsi a FamiCord Procedure e tempistica I trapianti con

Dettagli

Banca del Sangue Cordonale di Cagliari Una possibilità in più per tutti

Banca del Sangue Cordonale di Cagliari Una possibilità in più per tutti Banca del Sangue Cordonale di Cagliari Una possibilità in più per tutti Sede: Piano terra, Presidio Ospedaliero Binaghi via Is Guadazzonis n.2-09126 Cagliari Struttura della Banca del Sangue Cordonale

Dettagli

Cellule staminali Cosa sono, come si ottengono e qual è il loro uso nella terapia rigenerativa

Cellule staminali Cosa sono, come si ottengono e qual è il loro uso nella terapia rigenerativa Uni-ATENeO "Ivana Torretta" - Anno Accademico 2013-2014 Cellule staminali Cosa sono, come si ottengono e qual è il loro uso nella terapia rigenerativa Caterina Bendotti Dept. Neuroscience caterina.bendotti@marionegri.it

Dettagli

staminali Ricercatore su cellule

staminali Ricercatore su cellule Ricercatore su cellule staminali Ci sono molte buone ragioni per accettare questo progetto: La ricerca sulle cellule staminali embrionali offre la possibilità di accrescere le nostre conoscenze sulle cellule

Dettagli

LA RICERCA DI TELETHON

LA RICERCA DI TELETHON LA RICERCA DI TELETHON SULLE MALATTIE NEUROMUSCOLARI I nostri strumenti di lavoro per focalizzare al meglio il piano di investimento nella ricerca Telethon sono stati, in questi anni, il piano strategico

Dettagli

IL DONO È ALTRUISMO. UN AIUTO PER LA RICERCA È SOLIDARIETÀ. INSIEME DANNO UNA SPERANZA AL MONDO.

IL DONO È ALTRUISMO. UN AIUTO PER LA RICERCA È SOLIDARIETÀ. INSIEME DANNO UNA SPERANZA AL MONDO. IL DONO È ALTRUISMO. UN AIUTO PER LA RICERCA È SOLIDARIETÀ. INSIEME DANNO UNA SPERANZA AL MONDO. SABATO 21 E DOMENICA 22 NOVEMBRE Centro d Abruzzo Ipercoop San Giovanni Teatino www.centrodabruzzo.com Chi

Dettagli

CORRERE PER LA S.L.A. da NORD-EST A SUD-EST

CORRERE PER LA S.L.A. da NORD-EST A SUD-EST Oggetto: Maratona della solidarietà Cordenons - Copertino. Questa Associazione - Iris (Istituto di Ricerca Internazionale per lo Sviluppo) con il patrocinio e collaborazione dell AISLA onlus (Associazione

Dettagli

La donazione del sangue dal cordone ombelicale

La donazione del sangue dal cordone ombelicale ASL NUORO La donazione del sangue dal cordone ombelicale CONSULTORIO NUORO La donazione del sangue dal cordone ombelicale La donazione del sangue dal cordone ombelicale è innocua e indolore. Il sangue

Dettagli

Preso in mano uno strumento subito suonano insieme perché in gruppo è più facile imparare divertendosi.

Preso in mano uno strumento subito suonano insieme perché in gruppo è più facile imparare divertendosi. ABC ORCHESTRA: UN ORCHESTRA IN OGNI SCUOLA Le orchestre sono molto più che strutture artistiche, ma modello di vita sociale perché cantare e suonare assieme significa coesistere profondamente e intimamente

Dettagli

ASSOCIAZIONE AMICI DI URI - ONLUS. Rendiconto patrimoniale ed economico al 31.12.2012 Relazione di Missione

ASSOCIAZIONE AMICI DI URI - ONLUS. Rendiconto patrimoniale ed economico al 31.12.2012 Relazione di Missione ASSOCIAZIONE AMICI DI URI - ONLUS Sede in Largo Augusto n. 3 - Milano C.F. 06894200960 Rendiconto patrimoniale ed economico al 31.12.2012 Relazione di Missione Signori Associati, Il presente documento

Dettagli

Il Club. Direttivo A.R. 2014/2015. Presidente: Riccardo Lasagni Manghi. Vice Presidente: Guglielmo Del Sante. Segretario: Veronica Volpi

Il Club. Direttivo A.R. 2014/2015. Presidente: Riccardo Lasagni Manghi. Vice Presidente: Guglielmo Del Sante. Segretario: Veronica Volpi Club News Bollettino del mese di giugno 2014 Ai soci e aspiranti del Rotaract Club Reggio Emilia Al Presidente del Rotary Club Reggio Emilia Al Presidente della Commissione Progetti per i Giovani del Rotary

Dettagli

Milano Domenica 28 novembre 2010. Un evento organizzato in esclusiva per

Milano Domenica 28 novembre 2010. Un evento organizzato in esclusiva per Milano Domenica 28 novembre 2010 Un evento organizzato in esclusiva per 1 Con il patrocinio di FEDERAZIONE ITALIANA GOLF COMITATO REGIONALE LOMBARDO 2 Gli organizzatori Tre aziende specializzate nell organizzazione

Dettagli

********* ASSOCIAZIONE MUSICALE SPAZI SONORI Onlus

********* ASSOCIAZIONE MUSICALE SPAZI SONORI Onlus ********* ASSOCIAZIONE MUSICALE SPAZI SONORI Onlus **** Insieme per la Musica Master Class - Concerti Serata Evento *** 21 22 Giugno 2013 Palazzo Colella * 23 Giugno 2013 Teatro Comunale * Pratola Peligna

Dettagli

www.isscr.org Appendice 1 delle linee guida per la traslazione clinica delle cellule staminali. Dicembre 2008

www.isscr.org Appendice 1 delle linee guida per la traslazione clinica delle cellule staminali. Dicembre 2008 Società Internazionale Per La Ricerca Sulle Cellule Staminali (ISSCR) Manuale per il paziente relativo alle terapie con cellule staminali Appendice 1 delle linee guida per la traslazione clinica delle

Dettagli

LA MUTAZIONE DEL GENE PCDH19

LA MUTAZIONE DEL GENE PCDH19 LA MUTAZIONE DEL GENE PCDH19 La nostra missione Tutti i bambini hanno il diritto di crescere, sorpresi e affascinati dal mondo che li circonda, procedendo a passi spediti verso le conquiste personali del

Dettagli

L integrazione scolastica degli allievi con Distrofia Muscolare Duchenne o Becker

L integrazione scolastica degli allievi con Distrofia Muscolare Duchenne o Becker L integrazione scolastica degli allievi con Distrofia Muscolare Duchenne o Becker Raffaela Maggi USP - Ancona Falconara Marittima 16.12.08 Sotto il termine DISTROFIA MUSCOLARE si raccolgono un gruppo di

Dettagli

Voci da dentro fotolibro emozionale

Voci da dentro fotolibro emozionale Voci da dentro fotolibro emozionale Xvii Convegno Gruppo di Studio di Dialisi Peritoneale Montecatini Terme, 20-22 marzo 2014 Voci da dentro fotolibro emozionale Volume realizzato in occasione del Xvii

Dettagli

Parent Project Onlus INSIEME X FERMARE LA DUCHENNE

Parent Project Onlus INSIEME X FERMARE LA DUCHENNE Parent Project Onlus INSIEME X FERMARE LA DUCHENNE Parent Project onlus Siamo un associazione di genitori con figli affetti da distrofia muscolare di Duchenne e Becker. Dal 1996 lavoriamo per migliorare

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. Venerdì 06 marzo 2015. Sommario: Rassegna Associativa. Rassegna Sangue e Emoderivati

RASSEGNA STAMPA. Venerdì 06 marzo 2015. Sommario: Rassegna Associativa. Rassegna Sangue e Emoderivati RASSEGNA STAMPA Venerdì 06 marzo 2015 Sommario: Rassegna Associativa 2 Rassegna Sangue e Emoderivati 6 Rassegna Medico-scientifica, politica sanitaria e terzo settore 10 Prime Pagine Rassegna associativa

Dettagli

LINEE DI RICERCA SOSTENUTE DAL 5xMILLE 2013

LINEE DI RICERCA SOSTENUTE DAL 5xMILLE 2013 LINEE DI RICERCA SOSTENUTE DAL 5xMILLE 2013 I Ricercatori del Centro di Genomica e Bioinformatica Traslazionale stanno lavorando a linee di ricerca legate a 1. Sclerosi Multipla 2. Tumore della Prostata

Dettagli

Cellule staminali e ricostruzione d'organo

Cellule staminali e ricostruzione d'organo Cellule staminali e ricostruzione d'organo Marina Morigi, Barbara Imberti Laboratorio Biologia Cellulare e Xenotrapianto, NegriBergamo Il trapianto d organo spesso rappresenta l unica scelta terapeutica

Dettagli

USO APPROPRIATO DEL SANGUE DA CORDONE OMBELICALE

USO APPROPRIATO DEL SANGUE DA CORDONE OMBELICALE USO APPROPRIATO DEL SANGUE DA CORDONE OMBELICALE 1. Cosa sono le cellule staminali emopoietiche? Le cellule staminali emopoietiche sono cellule in grado di riprodursi dando origine agli elementi corpuscolati

Dettagli

Informazioni per i nuovi donatori di cellule staminali del sangue

Informazioni per i nuovi donatori di cellule staminali del sangue Informazioni per i nuovi donatori di cellule staminali del sangue Per semplicità redazionale nel testo seguente si utilizza la sola forma al maschile. Naturalmente tutte le denominazioni vanno intese anche

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA RELATIVA ALLA DONAZIONE ALLOGENICA DI SANGUE CORDONALE

SCHEDA INFORMATIVA RELATIVA ALLA DONAZIONE ALLOGENICA DI SANGUE CORDONALE LIGURIA CORD BLOOD BANK Servizio di Immunoematologia e Trasfusionale Direttore: Dr. Paolo Strada Azienda Ospedaliera Universitaria San Martino Largo Rosanna Benzi n.10-16132 Genova Tel. 0105553148 Fax.

Dettagli

Cos è la clonazione? Dal greco: klon, germoglio. La possibilità di duplicare il patrimonio genetico di una struttura molecolare (essere vivente)

Cos è la clonazione? Dal greco: klon, germoglio. La possibilità di duplicare il patrimonio genetico di una struttura molecolare (essere vivente) La CLONAZIONE Cos è la clonazione? Dal greco: klon, germoglio La possibilità di duplicare il patrimonio genetico di una struttura molecolare (essere vivente) Perchè clonare? Finalità della clonazione animale

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA RELATIVA ALLA DONAZIONE ALLOGENICA DI SANGUE CORDONALE

SCHEDA INFORMATIVA RELATIVA ALLA DONAZIONE ALLOGENICA DI SANGUE CORDONALE 1di 6 SCHEDA INFORMATIVA RELATIVA ALLA Gentile Signora/e, il sangue contenuto nel cordone ombelicale (SCO) e raccolto al momento del parto, rappresenta una preziosa sorgente di cellule staminali emopoietiche,

Dettagli

A.N.I.Ma.S.S. ONLUS. Associazione Nazionale Italiana Malati di Sindrome di Sjögren CHI SIAMO

A.N.I.Ma.S.S. ONLUS. Associazione Nazionale Italiana Malati di Sindrome di Sjögren CHI SIAMO A.N.I.Ma.S.S. ONLUS Associazione Nazionale Italiana Malati di Sindrome di Sjögren CHI SIAMO >> CHI SIAMO L Associazione A.N.I.Ma.S.S. ONLUS Associazione Nazionale Italiana Malati Sindrome di Sjögren, è

Dettagli

associazione per il bambino in ospedale Amico ABIO

associazione per il bambino in ospedale Amico ABIO associazione per il bambino in ospedale numero 34 maggio 2015 Amico ABIO UDINE Periodico quadrimestrale di informazione di ABIO Udine Onlus Direttore Responsabile: Paola Del Degan Redazione: Paola Caselli,

Dettagli

METTI IL MELANOMA IN FUORI GIOCO

METTI IL MELANOMA IN FUORI GIOCO Comunicato stampa METTI IL MELANOMA IN FUORI GIOCO Milano, 14 dicembre 2009 presso l Hotel Quark Via Lampedusa 11/A, i calciatori, Raffaele Palladino e Javier Zanetti fanno da testimonial a METTI IL MELANOMA

Dettagli

S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A

S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A X I I I L E G I S L A T U R A N. 941 D I S E G N O D I L E G G E d iniziativa dei senatori FUMAGALLI CARULLI, CIRAMI, NAVA, NAPOLI Bruno e NAPOLI Roberto COMUNICATO

Dettagli

DICEMBRE 2013 ANNO 4 - NUMERO 1 L ECO DELL OPERA PIA OPERA PIA CORBETTA - VIA GENTILINI, 4 BORGOLAVEZZARO TEL. 0321-885215

DICEMBRE 2013 ANNO 4 - NUMERO 1 L ECO DELL OPERA PIA OPERA PIA CORBETTA - VIA GENTILINI, 4 BORGOLAVEZZARO TEL. 0321-885215 DICEMBRE 2013 ANNO 4 - NUMERO 1 L ECO DELL OPERA PIA OPERA PIA CORBETTA - VIA GENTILINI, 4 BORGOLAVEZZARO TEL. 0321-885215 Anche quest anno ormai sta volgendo al termine. Con tanta gioia nel cuore posso

Dettagli

De g e n z a. Dott. Claudio Tedeschi - Direttore. Coordinatore Infermieristico Daniela Sassi 0522 296169-296166

De g e n z a. Dott. Claudio Tedeschi - Direttore. Coordinatore Infermieristico Daniela Sassi 0522 296169-296166 Medicina Fisica e Riabilitativa De g e n z a Dott. Claudio Tedeschi - Direttore Coordinatore Infermieristico Daniela Sassi 0522 296169-296166 Segreteria Maria Rosaria Amelio - Maria Flavia Malavenda Federica

Dettagli

ASSOCIAZIONE DONATORI DI MIDOLLO OSSEO E DI CELLULE STAMINALI EMOPOIETICHE. Francesca Lombardi

ASSOCIAZIONE DONATORI DI MIDOLLO OSSEO E DI CELLULE STAMINALI EMOPOIETICHE. Francesca Lombardi ASSOCIAZIONE DONATORI DI MIDOLLO OSSEO Prodotto e realizzato da ASSOCIAZIONE DONATORI DI MIDOLLO OSSEO ASSOCIAZIONE DONATORI DI MIDOLLO OSSEO Promuovere la donazione del midollo osseo e delle cellule staminali

Dettagli

Presentazione delle Attività dell A.R.A.A. Associazione Romana Artisti Associati. Di seguito sono elencate le varie attività svolte dalla stessa:

Presentazione delle Attività dell A.R.A.A. Associazione Romana Artisti Associati. Di seguito sono elencate le varie attività svolte dalla stessa: Presentazione delle Attività dell A.R.A.A. Associazione Romana Artisti Associati L'Associazione Romana Artisti Associati è stata fondata nel 1991, registrata il 21 luglio 1992 presso il Tribunale di Roma

Dettagli

Cose su cui riflettere Le cellule staminali possono fare copie di loro stesse. Noi chiamiamo questo processo autorinnovamento.

Cose su cui riflettere Le cellule staminali possono fare copie di loro stesse. Noi chiamiamo questo processo autorinnovamento. Differenziamento: Generare cellule specializzate Un blocco di metallo, che può dare origine a tanti tipi di chiodi Cos è una cellula specializzata? Una cellula specializzata ha un compito particolare nel

Dettagli

11 TIGNA 7 S Sole, mare e rugby. Torneo maschile - Rugby a sette 16 squadre. Torneo Under 18- Rugby a sette 4 squadre

11 TIGNA 7 S Sole, mare e rugby. Torneo maschile - Rugby a sette 16 squadre. Torneo Under 18- Rugby a sette 4 squadre 11 TIGNA 7 S Sole, mare e rugby Torneo maschile - Rugby a sette 16 squadre Torneo Under 18- Rugby a sette 4 squadre Torneo Under 16- Rugby a sette 4 squadre Torneo Old - Rugby a Quindici 4 squadre 05,

Dettagli

Alla c.a.: - Direttore Generale - p.c.: Ufficio Protocollo OGGETTO: PRESENTAZIONE PROGETTO GRUPPO DI LAVORO EMATOLOGIA

Alla c.a.: - Direttore Generale - p.c.: Ufficio Protocollo OGGETTO: PRESENTAZIONE PROGETTO GRUPPO DI LAVORO EMATOLOGIA Struttura Complessa di ONCOLOGIA MEDICA ED EMATOLOGIA Azienda Ospedaliera CARLO POMA - v.le Albertoni, 1 46100 Mantova (Direttore Dr. Enrico Aitini) Gruppo di LavoroEmatologia Dr. Maria Donatella Zamagni,

Dettagli

sabato 7 settembre 2013 alle ore 16

sabato 7 settembre 2013 alle ore 16 ASSOCIAZIONE ZASTAVA BRESCIA PER LA SOLIDARIETA INTERNAZIONALE ONLUS Via F.lli Folonari, 20 25126 BRESCIA (c/o Camera del Lavoro ) TEL. 347.3224436-347.2259942 http://digilander.iol.it/zastavabrescia/

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Il Centenario Bologna in GOL con il Gozzadini. Parte la raccolta fondi per donare all ospedale una sala operatoria intelligente

COMUNICATO STAMPA. Il Centenario Bologna in GOL con il Gozzadini. Parte la raccolta fondi per donare all ospedale una sala operatoria intelligente COMUNICATO STAMPA Il Centenario Bologna in GOL con il Gozzadini Parte la raccolta fondi per donare all ospedale una sala operatoria intelligente Bologna Football Club 1909 e il Policlinico S.Orsola Malpighi,

Dettagli

I TRAPIANTI. - Questi appunti sono destinati a fare chiarezza su un argomento i trapianti che si presta

I TRAPIANTI. - Questi appunti sono destinati a fare chiarezza su un argomento i trapianti che si presta I TRAPIANTI - Questi appunti sono destinati a fare chiarezza su un argomento i trapianti che si presta facilmente ad amplificazione e distorsione da parte dei mass-media. - Per trapianto si intende la

Dettagli

Relazione di attività 2015/1

Relazione di attività 2015/1 Relazione di attività 2015/1 Aggiornata al 31 Dicembre 2014 Relazione di attività 2015/1 01. Obiettivi dell Associazione Lorenzo Perrone Pagina 03 02. Struttura organizzativa Pagina 05 03. Attività di

Dettagli

Cellule staminali una nuova speranza per molte malattie

Cellule staminali una nuova speranza per molte malattie Cellule staminali una nuova speranza per molte malattie UTILIZZO DELLE POTENZIALITÀ DELLE CELLULE STAMINALI SOMATICHE COME NUOVO APPROCCIO TERAPEUTICO ALLE PATOLOGIE NEURODEGENERATIVE PROF. NEREO BRESOLIN

Dettagli

"Macerie dentro e fuori", il libro di Umberto Braccili

Macerie dentro e fuori, il libro di Umberto Braccili La presentazione venerdì 14 alle 11 "Macerie dentro e fuori", il libro di Umberto Braccili "Macerie dentro e fuori" è il libro scritto dal giornalista Umberto Braccili, inviato della Rai Abruzzo, insieme

Dettagli

ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI e DEGLI ESPERTI CONTABILI Circoscrizioni di Ivrea-Pinerolo-Torino

ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI e DEGLI ESPERTI CONTABILI Circoscrizioni di Ivrea-Pinerolo-Torino Torino, 27 marzo 2008 NOTIZIARIO 11/2008 S O M M A R I O AGENDA DEL MESE Prima programmazione relativa al mese di aprile 2008 Cfr. allegato. CASSA NAZIONALE DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA A FAVORE DEI DOTTORI

Dettagli

eccoci al notiziario di novembre con un po di aggiornamenti sul nostro Tour del prossimo anno!

eccoci al notiziario di novembre con un po di aggiornamenti sul nostro Tour del prossimo anno! - NOVEMBRE 2014 - Cari amici, eccoci al notiziario di novembre con un po di aggiornamenti sul nostro Tour del prossimo anno! La prima notizia che desideriamo darvi è che delle 200 stanze che ci siamo impegnati

Dettagli

Relazione di attività 2014/1

Relazione di attività 2014/1 Relazione di attività 2014/1 Aggiornata al 31 dicembre 2013 Relazione di attività 2014/1 01. Obiettivi dell Associazione Lorenzo Perrone Pagina 03 02. Struttura organizzativa Pagina 04 03. Attività di

Dettagli

UNA RETE DI SOSTEGNO PER I BAMBINI AMMALATI E PER LE LORO FAMIGLIE

UNA RETE DI SOSTEGNO PER I BAMBINI AMMALATI E PER LE LORO FAMIGLIE UNA RETE DI SOSTEGNO PER I BAMBINI AMMALATI E PER LE LORO FAMIGLIE Mi chiamo claudia e sono la mamma di due splendidi bambini, Federico ed Andrea. Federico oggi avrebbe i capelli biondi ed un simpatico

Dettagli

1 di 9 26/09/13 06:41

1 di 9 26/09/13 06:41 Accedi domenica24 casa24 moda24 motori24 job24 viaggi24 salute24 shopping24 diritto24 altri Italia&Mondo Norme e Tributi Finanza&Mercati Nova24 Tech Impresa&Territori Plus24 Risparmi Commenti&Inchieste

Dettagli

RAPPORTO 1/09/2011-31/03/2012 STUDIO OSSERVAZIONALE SUGLI STATI VEGETATIVI PROGETTO VESTA. Unità Operativa di Latina INTRODUZIONE

RAPPORTO 1/09/2011-31/03/2012 STUDIO OSSERVAZIONALE SUGLI STATI VEGETATIVI PROGETTO VESTA. Unità Operativa di Latina INTRODUZIONE RAPPORTO 1/09/2011-31/03/2012 STUDIO OSSERVAZIONALE SUGLI STATI VEGETATIVI PROGETTO VESTA Unità Operativa di Latina INTRODUZIONE Il Progetto Vesta è uno studio osservazionale multicentrico su soggetti

Dettagli

I ragazzi della Parrocchia di San Giovanni Battista. Musical

I ragazzi della Parrocchia di San Giovanni Battista. Musical Rimini, Centro Tarkosvkij - 31 ottobre e 1 novembre 2007 I ragazzi della Parrocchia di San Giovanni Battista presentano Musical Regia di Christine Joan in collaborazione con Don Alessandro Zavattini e

Dettagli

!! " " " # $ "! %& ' ( " # ))' * * * +!" +

!!    # $ ! %& ' (  # ))' * * * +! + !! " " " # $ "! %& ' ( " # ))' * * * +!" + , $ "!$ " " - )." $ -! $-$ ) / / " )/ 0 1 +, %" " --!/ + 2 /!" "-! - " ".!! $ # 3 # ""!"! % 4 + - " " 5 6 6 7 8& - $ -)" 9! %+! " #! $ % 4 + : ;, < = > 0 " )"

Dettagli

Riepilogo del progetto

Riepilogo del progetto Riepilogo del progetto 1. Contesto e scopo della agenda strategica Le malattie neurodegenerative (MN) sono condizioni debilitanti e in gran parte incurabili, strettamente legate all'invecchiamento. Tra

Dettagli

BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2007

BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2007 C.F. 97638210019 Tel. 39 011 657381 gofar@fa-petition.org www.atassiadifriedreich.it - www.fagofar.org BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2007 STATO PATRIMONIALE CONTO ECONOMICO RELAZIONE SULLA GESTIONE STATO PATRIMONIALE

Dettagli

La newsletter dell'azienda Speciale Gallazzi Vismara Numero 2 - maggio 2015

La newsletter dell'azienda Speciale Gallazzi Vismara Numero 2 - maggio 2015 La newsletter dell'azienda Speciale Gallazzi Vismara Numero 2 - maggio 2015 FESTA DI PRIMAVERA Il 29 marzo la Casa di Riposo Gallazzi Vismara ha dato ufficialmente il benvenuto alla primavera, una stagione

Dettagli

Cosa succede in un laboratorio di genetica?

Cosa succede in un laboratorio di genetica? 12 laboratori potrebbero utilizzare campioni anonimi di DNA per lo sviluppo di nuovi test, o condividerli con altri in quanto parte dei programmi di Controllo di Qualità, a meno che si chieda specificatamente

Dettagli

Vanikglia Cup è momento di aggregazione, solidarietà, sport e sana competizione.

Vanikglia Cup è momento di aggregazione, solidarietà, sport e sana competizione. Che cos è? Vankiglia Cup è il torneo storico di Vanchiglia, riadattato e rimodernato per i ragazzi che all oratorio che sono cresciuti e che hanno ancora voglia di divertirsi. Vanikglia Cup è momento di

Dettagli

Protocollo Versione 3 del 26/05/2009 Versione 3.1 - FONDAZIONE IRCCS CA GRANDA OPM CENTRO STERILITA del 18/10/2010 STUDIO ACIDO FOLICO

Protocollo Versione 3 del 26/05/2009 Versione 3.1 - FONDAZIONE IRCCS CA GRANDA OPM CENTRO STERILITA del 18/10/2010 STUDIO ACIDO FOLICO STUDIO ACIDO FOLICO TITOLO DEL PROTOCOLLO DI STUDIO: EFFICACIA DI DOSAGGI ELEVATI DI ACIDO FOLICO NEL PREVENIRE L OCCORRENZA DELLE MALFORMAZIONI CONGENITE. TRIAL CLINICO RANDOMIZZATO NELLE DONNE IN ETA

Dettagli

GUIDA PER COPPIE DI TALASSEMICI ETEROZIGOTI (A CURA DELLA REGIONE LOMBARDIA) PREFAZIONE

GUIDA PER COPPIE DI TALASSEMICI ETEROZIGOTI (A CURA DELLA REGIONE LOMBARDIA) PREFAZIONE GUIDA PER COPPIE DI TALASSEMICI ETEROZIGOTI (A CURA DELLA REGIONE LOMBARDIA) Le informazioni fornite attraverso queste pagine, sono state tratte da un opuscolo pubblicato e curato dal Gruppo di Lavoro

Dettagli

Breve presentazione dei momenti più interessanti e significativi che hanno caratterizzato questa esperienza.

Breve presentazione dei momenti più interessanti e significativi che hanno caratterizzato questa esperienza. Nell ambito del progetto GENETICA e DNA sono stati studiati gli aspetti della medicina rigenerativa in riferimento alle cellule staminali. Il 24 aprile 2012 ci siamo recati presso il Dipartimento di Istologia

Dettagli

numero 2/2005 estate 1320.45 Cadorago sede 15 piazza mercato 26 TERMINE ISCRIZIONI 2620.45 2520.45 SAGGIO MUSICALE della scuola 2720.

numero 2/2005 estate 1320.45 Cadorago sede 15 piazza mercato 26 TERMINE ISCRIZIONI 2620.45 2520.45 SAGGIO MUSICALE della scuola 2720. numero 2/2005 estate PROMEMORIA estate 2005 1320.45 Cadorago sede 15 piazza mercato MAGGIO CAMPO ESTIVO Riunione informativa per i genitori PRIMAVERAFESTA Mercatino e laboratorio Torneo Carte Magic 2520.45

Dettagli

FCL NEWS MIGLIORIAMO INSIEME IL SITO DELLA NOSTRA FEDERAZIONE

FCL NEWS MIGLIORIAMO INSIEME IL SITO DELLA NOSTRA FEDERAZIONE FEDERAZIONE CAMPEGGIATORI LIGURIA FCL NEWS GIUGNO LUGLIO 2015 Numero 4 MIGLIORIAMO INSIEME IL SITO DELLA NOSTRA FEDERAZIONE Molti avranno già programmato la loro vacanza estiva, alcuni saranno già in viaggio,

Dettagli

«Vita, morte e miracoli della cellula staminale»

«Vita, morte e miracoli della cellula staminale» «Vita, morte e miracoli della cellula staminale» Prof.ssa Gabriella Vannelli Sezione di Anatomia Umana e Istologia Dipartimento di Medicina Sperimentale e Clinica Firenze, 13 marzo 2015 Il lungo e affascinante

Dettagli

NICOLETTA LOCURATOLO

NICOLETTA LOCURATOLO C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Telefono E-mail Nazionalità Data di nascita NICOLETTA LOCURATOLO ESPERIENZA LAVORATIVA ATTIVITÀ CLINICO-ASSISTENZIALE Dal 1998 a tutt

Dettagli

Muscoli cresciuti in laboratorio: pezzi di ricambio per tessuti danneggiati?

Muscoli cresciuti in laboratorio: pezzi di ricambio per tessuti danneggiati? Muscoli cresciuti in laboratorio: pezzi di ricambio per tessuti danneggiati? Costruito in laboratorio un tessuto capace di rimpiazzare il muscolo deteriorato e recuperarne la funzionalità persa a causa

Dettagli

FESTIVAL INTERNAZIONALE DELL OLFATTO. Progetto per:

FESTIVAL INTERNAZIONALE DELL OLFATTO. Progetto per: FESTIVAL INTERNAZIONALE DELL OLFATTO Progetto per: IL RISVEGLIO DEI SENSI Il primo Festival dedicato alla cultura dell olfatto e all arte del profumo Smell Festival è un percorso a narici aperte tra storia,

Dettagli

Liceo Scientifico Tecnologico N. Scarano Prof.ssa Serena Scarano Amicone Sara, Guidone Antonio, Ciafardini Antonio, Di Lisa Nicola, Griguoli Mario,

Liceo Scientifico Tecnologico N. Scarano Prof.ssa Serena Scarano Amicone Sara, Guidone Antonio, Ciafardini Antonio, Di Lisa Nicola, Griguoli Mario, Liceo Scientifico Tecnologico N. Scarano Prof.ssa Serena Scarano Amicone Sara, Guidone Antonio, Ciafardini Antonio, Di Lisa Nicola, Griguoli Mario, Colella Sara, Amicone Alessia Cellule staminali CELLULE

Dettagli

Raccolte Fondi Autorizzate 2015

Raccolte Fondi Autorizzate 2015 Raccolte Fondi Autorizzate 2015 NOME ORGANIZZATORE Società Sportiva A.S.D. Pietra Ligure 1956 TITOLO MANIFESTAZIONE GIORNO/ORA LUOGO NOTE 1 Torneo della Solidarietà Un goal per l Ospedale 06 Gennaio 2015

Dettagli

TITOLO DELLO STUDIO: CLAMPAGGIO AD 1 MINUTO NEL PRETERMINE.

TITOLO DELLO STUDIO: CLAMPAGGIO AD 1 MINUTO NEL PRETERMINE. TITOLO DELLO STUDIO: CLAMPAGGIO AD 1 MINUTO NEL PRETERMINE. CODICE DELLO STUDIO: DATA DEL DOCUMENTO: CENTRO N.: N. DI ARRUOLAMENTO: INIZIALI DEL PAZIENTE: PAGINA N. 1 DI 10 PAGINE Gentili Mamme e Papà,

Dettagli

Per la prima volta in Italia, le cellule staminali dei primi denti!

Per la prima volta in Italia, le cellule staminali dei primi denti! Per la prima volta in Italia, le cellule staminali dei primi denti! 1 Settore centrale Settore centrale Settore laterale Settore laterale Dente canino Dente canino Mascella superiore Mascella inferiore

Dettagli

Una scelta personale di grande valore.

Una scelta personale di grande valore. Una scelta personale di grande valore. GUIDA AI LASCITI Foto: Alberto Terrile Telethon, Ufficio Lasciti via G. Saliceto, 5-00161 Roma www.telethon.it/lasciti - lasciti@telethon.it Come destinare un eredità

Dettagli

DIAGRAMMA DI FLUSSO ESPORTAZIONE S.C.O. PER USO AUTOLOGO (all.1)

DIAGRAMMA DI FLUSSO ESPORTAZIONE S.C.O. PER USO AUTOLOGO (all.1) DIAGRAMMA DI FLUSSO ESPORTAZIONE S.C.O. PER USO AUTOLOGO (all.1) I diretti interessati si recano presso la struttura all'uopo identificata: Direzione Sanitaria (DS) sede del parto per tutte le Aziende

Dettagli

PREMESSA, RAZIONALE SCIENTIFICO

PREMESSA, RAZIONALE SCIENTIFICO 1 PREMESSA, RAZIONALE SCIENTIFICO Il termine cellule staminali emopoietiche si riferisce ad una popolazione cellulare in grado di dare origine agli elementi corpuscolati del sangue: globuli rossi, globuli

Dettagli

Gioco di ruolo «La commissione etica» Ricerca sulle cellule staminali. Introduzione

Gioco di ruolo «La commissione etica» Ricerca sulle cellule staminali. Introduzione Gioco di ruolo «La commissione etica» Ricerca sulle cellule staminali Introduzione Numero di partecipanti: 8 18, più il presidente di commissione (questo ruolo può essere interpretato dall insegnante).

Dettagli

Indice. In pillole. Bergamo protagonista. Storia. Proposta artistica. Una città da vivere. Network. Expo 2015. La musica per la SLA.

Indice. In pillole. Bergamo protagonista. Storia. Proposta artistica. Una città da vivere. Network. Expo 2015. La musica per la SLA. Indice In pillole Bergamo protagonista Storia Proposta artistica Una città da vivere Network Expo 2015 La musica per la SLA I plus Piano di comunicazione Contatti 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 2 In pillole

Dettagli

MODULO INFORMATIVO SULLA RACCOLTA E CONSERVAZIONE DEL SANGUE DEL CORDONE OMBELICALE

MODULO INFORMATIVO SULLA RACCOLTA E CONSERVAZIONE DEL SANGUE DEL CORDONE OMBELICALE Allegato C/1 MODULO INFORMATIVO SULLA RACCOLTA E CONSERVAZIONE DEL SANGUE DEL CORDONE OMBELICALE Gent.ma Sig.ra/Gent.mo Sig.re Le chiediamo di leggere con attenzione le informazioni sotto riportate e il

Dettagli

A Natale scegli Fondazione Theodora Onlus, regalerai il sorriso ad un bambino

A Natale scegli Fondazione Theodora Onlus, regalerai il sorriso ad un bambino A Natale scegli Fondazione Theodora Onlus, regalerai il sorriso ad un bambino Anche quest anno è possibile donare il sorriso ad un bambino, scegliendo un regalo di Fondazione Theodora Onlus. Si sosterrà

Dettagli

Il rimedio migliore contro la leucemia sei tu.

Il rimedio migliore contro la leucemia sei tu. Informazioni sulla donazione delle cellule staminali. Il rimedio migliore contro la leucemia sei tu. Martin Q., donatore di cellule staminali registrato Salvare una vita umana è così semplice. Friederike

Dettagli

SILONEWS. Odontoiatria Laser: dall età evolutiva all età adulta Roma: 15 marzo 2014. Gennaio 2014. Seguici su: Il 15 marzo a Roma si

SILONEWS. Odontoiatria Laser: dall età evolutiva all età adulta Roma: 15 marzo 2014. Gennaio 2014. Seguici su: Il 15 marzo a Roma si Odontoiatria Laser: dall età evolutiva all età adulta : 15 marzo 2014 Il 15 marzo a si M.Raponi e il Presidente del incentrata sul trattamento di casi Sapienza" di svolgerà presso l Auditorium San Paolo

Dettagli

L ANDAMENTO DELLO SPETTACOLO NEL PRIMO SEMESTRE 2006

L ANDAMENTO DELLO SPETTACOLO NEL PRIMO SEMESTRE 2006 L ANDAMENTO DELLO SPETTACOLO NEL PRIMO SEMESTRE 2006 CRITERI DI ESPOSIZIONE DEI DATI L analisi che segue espone i dati dello spettacolo relativi alle manifestazioni avvenute nel primo semestre 2006 rilevati

Dettagli