CITTÀ. a misura di CHI DICE NO. Storie di cittadini che vogliono costruire una convivenza diversa. Al nucleare, all intolleranza e allo spreco.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CITTÀ. a misura di... -76 CHI DICE NO. Storie di cittadini che vogliono costruire una convivenza diversa. Al nucleare, all intolleranza e allo spreco."

Transcript

1 0,95 EURO DEL PREZZO DI QUESTO GIORNALE RESTANO AL VENDITORE EURO 2,10 NUMERO 155 SETTEMBRE Altre Terre altri luoghi Poste Italiane Spa. Spedizione in abbonamento postale - D. L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art.1 comma1, DCB Piacenza CITTÀ a misura di... CHI DICE NO. Al nucleare, all intolleranza e allo spreco. Storie di cittadini che vogliono costruire una convivenza diversa.

2 IL PERCHÉ DEL NOME FAVORISCA I DOCUMENTI! (N. 16) LA RUBRICA PER CONOSCERE I VENDITORI CHE VI FERMANO PER STRADA ALTRECONOMIA 97 ITALIA GRUVIERA Il nome del giornale l abbiamo scelto avendo in mente quei luoghi desolati, eppure talvolta splendidi, che dividono due nazioni, due modi di essere, due culture. Terre di mezzo. Terre di nessuno. Le attraversi veloce, dopo aver varcato un confine. Ti senti un poco straniero. Nessuno si ferma. Ce ne sono tante di queste terre di mezzo nella vita, frontiere invalicate, luoghi ed esperienze attraversati in fretta, senza quasi alzare lo sguardo; spazi dove l altro non solo è uno straniero ma forse anche un nemico. Incominciare ad abitare le terre di mezzo, e farle ridiventare terre di tutti. È il nostro augurio. N. 155 SETTEMBRE 2008 IN COPERTINA Cartelli stradali rivisti dall associazione Esterni (www.esterni.org). Nome: Saliou Cognome: Ndour Data di nascita: 1970 Luogo di nascita: Stato civile: coniugato (1 figlio) In Italia dal: 2000 Professione: Ndoudour (Senegal) venditore di Terre (poco più di 100 libri al mese) Luogo di lavoro: Cibo preferito: Alba, Cuneo e Torino riso con carne o pesce Squadra preferita: Juventus "In Senegal avevo un negozio di libri e giornali. Quando sono venuto in Italia mi è sembrato naturale diventare un venditore di Terre". Grazie Tania La responsabile del nostro magazzino di Roma, Tania Rossi, lascia Terre per intraprendere un nuovo percorso professionale. In questi 5 anni ha aperto la pista sul territorio della Capitale ed è stata il prezioso riferimento della Redazione per promuovere il giornale. Con gratitudine, le auguriamo ogni bene per l'impegno lavorativo che l'aspetta. Un affettuoso saluto da tutti i colleghi di Terre! L'Italia è una Repubblica fondata sulle cave: le incontrate lungo le autostrade, le inquadrate dal finestrino del treno, oppure sono incorniciate nella finestra di casa vostra. L'Italia è disseminata di 6mila cave attive, e 10mila abbandonate. Sono ferite che squarciano le montagne e le colline, o aprono voragini nella terra. Pochissime norme regolano le attività estrattive e il risultato è un territorio svenduto per poco ai cavatori. A settembre Altreconomia vi porta anche nel Midwest degli Stati Uniti, dove si punta tutto sulle coltivazioni destinate agli agrocombustibili. È un'illusione: il mais non sostituirà la benzina, l'unica soluzione resta rivedere i propri stili di vita, e ridurre i consumi. Intanto, i prezzi del cibo, in tutto il mondo, salgono trainati dal sogno del biofuel. Lo sanno bene i contadini del Sud del mondo che abbiamo intervistato: per una volta, ascoltiamo il loro punto di vista su sviluppo e benessere. Il dossier, infine, è dedicato all'immigrazione e all'economia che ci sta dietro: una manodopera a basso costo, precaria e senza diritti, di cui ormai il Nord (e l'italia) non possono più fare a meno. In bottega e con i venditori di Terre. REDAZIONE Andrea Rottini e Dario Paladini DIRETTORE RESPONSABILE Elena Parasiliti HANNO COLLABORATO A QUESTO NUMERO Francesco Abiuso, Antonella Carnicelli, Emanuela Chiesa, Laura Bellomi, Eleonora De Bernardi, Michela Gelati, Carlo Giorgi, Lorenzo Guadagnucci, Piero Magri, Mario Neri, Ida Palisi, Ilaria Sesana, Ilaria Tavasci, Anna Volpicelli, l associazione Insieme nelle Terre di mezzo onlus, l Agenzia Redattore Sociale. SEGRETERIA MAGAZZINO ROMA Tania Rossi PUBBLICITÀ Sisifo Italia, via don Soldà 8, Bassano del Grappa (VI). Tel.: Fax: Skype: sisifoitalia; Sito: DIREZIONE E REDAZIONE via Calatafimi 10, Milano Tel.: ; Fax: Sito: Registrazione Tribunale di Milano n.566 del 22 ottobre 1994 CAMPAGNA ABBONAMENTI 2008 ECCO LE OFFERTE DA NON PERDERE! Un occasione per accaparrarsi il primo giornale di strada italiano, con formule e possibilità diverse. Un trattamento speciale per i nostri sostenitori. E solamente per soci Arci un offerta unica: l abbonamento a 20 euro e uno sconto su altri prodotti editoriali DESIDERO ABBONARMI A TERRE DI MEZZO: A OFFERTA SOSTENITORI B ABBONAMENTI STANDARD C CONVENZIONI EDITORIALI RICHIEDENTE ASILO 50 euro PERMESSO DI SOGGIORNO 100 euro CARTA DI SOGGIORNO 200 euro OFFERTA SOSTENITORI Chi diventa sostenitore di Terre ha diritto al 15 per cento di sconto su tutti i libri e prodotti editoriali di Terre, e ha il diritto di precedenza per le future iniziative di partecipazione di Terre. CLANDESTINO 25 euro PASSAPAROLA Abboni te e un amico 45 euro GEMELLAGGIO Terre + Altreconomia 46 euro GEMELLAGGIO Terre + Volontari per lo sviluppo 46 euro ESTERO 38 euro NOME... A B ABBONAMENTI STANDARD Ecco gli abbonamenti standard di Terre di mezzo: dal Clandestino a 25 euro, al Passaparola, con cui abboni te e un amico al prezzo conveniente di 45 euro. Con il Gemellaggio ti aggiudichi Terre e Altreconomia a soli 46 euro oppure, seconda possibilità, ricevi Terre e Volontari per lo sviluppo, sempre per 46 euro. (riservato ai soci Arci) ABBONAMENTO A TERRE 20 euro e abbono un amico (per l offerta Passaparola ): C CONVENZIONI EDITORIALI Solamente per i soci Arci, una convenzione davvero speciale. L abbonamento a Terre di mezzo a soli 20 euro! In più un occasione unica: su tutti i prodotti editoriali scelti si effettuerà il 15 per cento di sconto. Fatevi avanti! sono socio di... n tessera... prodotto editoriale scelto STAMPA STEM EDITORIALE SPA Via Brescia 22, Cernusco S/N Naviglio Milano Tel Spedizione in a.p.45%. Art. 2, comma 20/B - legge 662/96. Filiale di Milano COGNOME... VIA... CAP... CITTÀ... PROV... Desidero iscrivermi alla mailing list, il mio indirizzo è:... NOME... COGNOME... VIA... CAP... CITTÀ... PROV... Terre di mezzo è tra i promotori di International Network of Street Papers Pago con c.c. postale n intestato a: Cart Armata edizioni, gestione Terre di mezzo, via Calatafimi 10, Milano (spedire o faxare, allegando la ricevuta del versamento) Mandaci il modulo con i dati e la ricevuta del pagamento postale per posta o tramite fax COMPILARE E SPEDIRE A TERRE DI MEZZO : VIA CALATAFIMI 10, MILANO FAX: PER INFORMAZIONI - TEL

3 CITTÀ A MISURA DI... PERSONE Settembre Vandana Shiva ha fatto parte del movimento indiano Chipko, che contesta la deforestazione Virtù perduta L ospitalità non è più una virtù. Ad accogliermi all inizio di corso Vittorio Emanuele oggi ci sono una jeep, tre carabinieri e quattro militari. Facce pulite, come le loro camicie impeccabili anche con l afa di Milano. Strano effetto. La chiamano sicurezza (424 soldati che presidieranno la città per 6 mesi), ma per la prima volta, in questo tratto di strada, sotto le guglie del Duomo, c è qualcosa di stonato. E passo dopo passo impallidisce quella gioia che provo ogni volta che metto piede in casa dopo un periodo di assenza. Le tapparelle ancora abbassate nascondono alla vista gli ambienti familiari, ma ti accoglie un profumo, quello delle tue cose, e ti senti protetto. Aria di casa. L ospitalità non è più una virtù, perché quella dell accoglienza è una disciplina faticosa. A volte, estrema. Non sai mai bene chi ti arriva in casa, quanto tempo e attenzioni ti domanderà e se sarai in grado di soddisfare i suoi bisogni senza perderci. Per aprire la porta a qualcuno ci vuole coraggio. Quello di condividere ciò che si è e ciò che si ha. Anche il poco, senza vergogna. Quello che mangio io, mangi tu mi diceva quest estate di fronte a un piatto di pasta Cesare, un pensionato di Pietrapennata, 40 anime nel cuore dell Aspromonte. Sua moglie, a scusarsi per il sugo che manca. Lui, a raccontare della sua terra, di politica e migrazione, di un figlio americano e dei viaggiatori, pochi, che passano di là. Alcuni giorni, l ospitalità torna a essere una virtù. Elena Parasiliti Il futuro secondo Vandana Shiva LA TERRA È DONNA Metodi biologici, rispetto dell ambiente, giustizia sociale. L attivista indiana propone la sua ricetta, al femminile, per una società a misura d uomo. ELEONORA DE BERNARDI L e città a misura d uomo esistono. Sono quelle costruite sui bisogni delle persone e non del profitto, del big business. A parlare è Vandana Shiva, scienziata e attivista indiana, autrice di numerosi saggi tra cui il recente Dalla parte degli ultimi. Una vita per i diritti dei contadini (Slow Food, 2008). Cinquantasei anni, più di una ventina di libri all attivo e una vita spesa tra le fila del movimento ambientalista: dal Chipko movement degli anni Settanta (lotta delle donne indiane a difesa delle foreste) fino ai recenti World social forum e alle manifestazioni anti-ogm. La sua voce è sicura, il linguaggio semplice e diretto. Sul mondo attuale non ha dubbi: aspirare a città vivibili e ben governate non è un utopia. Quali sono le caratteristiche necessarie per una società a misura d uomo? Per prima cosa si deve adottare un metodo di produzione biologico e rispettoso dell ambiente. L agricoltura ha un importanza enorme: ci dice come una comunità coltiva le proprie ricchezze, che sono la terra e l acqua, e come costruisce il proprio futuro. Se non rispetta la natura, non avrà lunga vita. Altri suggerimenti? Deve fondarsi su regole trasparenti, che favoriscano la giustizia sociale. Dare di più a chi ha di meno e non viceversa. Non ci possono essere privilegi per le imprese più potenti e ostacoli per i piccoli contadini. Un modello da seguire? Per ideare politiche più sostenibili basta modellarle sulle esigenze di donne e bambini, che rappresentano i bisogni più autentici e vitali di ogni essere umano. In molte sue battaglie ha puntato sulle donne. Pensa che abbiano una sensibilità diversa sui temi ambientali e civili? Sì. Non dipende da caratteristiche biologiche, ma dalle radici culturali: la donna tradizionalmente si è sempre dovuta occupare di nutrire i figli e curare i propri cari, di trovare e conservare il cibo e l acqua. Un ruolo che le ha permesso di sviluppare una consapevolezza diversa su ciò che è importante per vivere. Nelle comunità rurali questa sensibilità è più marcata, ma la si trova anche nei Paesi industrializzati. Secondo lei, in Italia esistono buoni esempi di città? Nel vostro Paese conosco Modena: ci sono stata a giugno per la Fiera del biologico. Per quanto ho visto, si può definire una città abbastanza vivibile: non ci sono le macchine nel centro, ha piazze e spazi che favoriscono l incontro e le relazioni sociali. Non a caso, sono nate qui le cooperative di lavoratori. E nella sua terra? Direi Benares, la città santa dell India, con i palazzi che si affacciano sul Gange (meta di pellegrinaggi per tutti gli indu che vengono a lavare i peccati nel fiume, ndr). Nella regione è diffusa l agricoltura biologica e la spiritualità del luogo ispira la tolleranza e il rispetto nei confronti degli altri. Al di là della retorica, come si può influire davvero sulle grandi decisioni? Innanzitutto non bisogna aspettarsi che il cambiamento venga dall alto, ma occorre agire in prima persona per favorirlo. Non ho l arroganza di pensare che da sola posso cambiare il mondo, ma sicuramente è partendo da me, dai miei bisogni e dalle mie abilità, che posso migliorare la società.

4 4 Settembre 2008 CITTÀ A MISURA DI... CENTRALE ATOMICA Il nucleare torna di moda. Ed è già mobilitazione QUELL URANIO IN CORTILE In Italia ci sono ancora nove comuni che ospitano impianti e oltre 230 tonnellate di scorie. Mentre sono 800 quelli che si dichiarano denuclearizzati. Loro sono il nuovo fronte del no. DARIO PALADINI Caorso (Pc): manifestazione contro l energia nucleare Dalla stazione ferroviaria di Trino vercellese si può andarci a piedi: la centrale nucleare Enrico Fermi è sulla sponda sinistra del Po. Non ha nulla di lugubre o minaccioso. Ma continua a fare paura. Per due ragioni. La prima è che dentro ci sono barre di combustibile radioattivo e un deposito dei rifiuti derivanti dallo smantellamento ancora in corso della centrale stessa. La seconda è che nel piano triennale di sviluppo, approvato dal governo Berlusconi il 18 giugno e primo atto formale del rilancio del nucleare in Italia, si prevede non solo la costruzione di nuovi impianti, ma si ipotizza anche la ristrutturazione delle centrali presenti nel territorio nazionale. Entro la fine di quest anno, verranno stabiliti i criteri per la scelta dei siti e le misure compensative per le popolazioni locali. La reazione di chi il nucleare finora l ha avuto come vicino di casa non si è fatta attendere. A Trino (7.800 abitanti), il 19 luglio, in pieno periodo vacanziero, Legambiente ha organizzato una manifestazione, alla quale hanno partecipato circa 250 persone (20 le associazioni aderenti), provenienti anche dai comuni confinanti e da altre zone del Piemonte. A fine settembre faremo una grande manifestazione regionale -annuncia Gian Piero Godio, presidente della Legambiente di Vercelli-. Diciamo un no forte al nucleare, come abbiamo fatto oltre vent anni fa. L Italia con il referendum del 1987 ha abbandonato l energia derivante dalla fissione dell atomo. Ma ancora oggi i comuni che ospitano impianti nucleari sono nove. Oltre a Trino, Caorso (Pc), Latina e Sessa Aurunca (Ce): centrali in via di smantellamento. E poi i depositi (provvisori) di scorie, ex stabilimenti che producevano il combustibile per le centrali: Bosco Marengo (Al), Saluggia (Vc), Rotondella (Mt), Roma (impianto di Casaccia). Infine, il centro di ricerche di Ispra. Secondo la Sogin, la società creata dallo Stato per gestire questi impianti (tranne Ispra), nelle vecchie centrali nucleari sono ancora custoditi 235 tonnellate di combustibile irraggiato: 190 a Caorso, 32 a Trino e 13 a Sessa Aurunca. In tutto, barre di uranio, che verranno trasportate in Francia (grazie ad un accordo con la società Areva), dove saranno vetrificate, per poi tornare in Italia entro il Secondo la tabella di marcia della Sogin, l ultima centrale a terminare i lavori di smantellamento sarà Caorso, nel Salvo ripensamenti del Governo, appunto. I sindaci dei nove comuni nucleari, però, non ci stanno. In un documento, presentato il 24 luglio al ministro dello Sviluppo economico Claudio Scajola, hanno chiesto tre cose: di non entrare nella lista dei luoghi per il rilancio del nucleare, la realizzazione di un impianto definitivo di stoccaggio dei rifiuti e la possibilità di indire referendum consultivi nei Comuni che il Governo sceglierà per i nuovi impianti. Per noi la priorità rimane il totale smantellamento, spiega Fabio Callori, sindaco di Caorso (lista civica di centrodestra) e coordinatore dei sindaci che ospitano impianti nucleari. Il no alle centrali lo dicono anche i comuni denuclearizzati. In Italia sono circa 800 (ai quali vanno aggiunte le province di Perugia, Parma e Trento e la regione Valle d Aosta). Negli anni 80 i rispettivi consigli comunali stabilirono, con una delibera, che nel proprio territorio non sarebbero mai stati costruiti impianti nucleari civili o militari. Il primo Comune denuclearizzato d Italia, la delibera risale al 17 novembre 1981, è un paese in provincia di Torino, Robassomero, poco più di 3mila anime. Ancora oggi i neonati (24 nel 2007) ricevono in dono dal Municipio una cartolina: Diamo loro un avvenire di pace- si legge-. Robassomero nuclear free zone. I nostri critici ci deridono perché dicono che non è il cartello comune denuclearizzato che può fermare le radiazioni -afferma Donato Adducci, oggi vicesindaco ma per circa vent anni primo cittadino di Robassomero-. Lo sappiamo bene anche noi, ma vogliamo lanciare un messaggio politico. La nostra delibera non può fermare un Governo, ma se decidessero di costruire qui un impianto lo farebbero contro la volontà dei cittadini. Salvo rare eccezioni, se non ci fosse il cartello all ingresso del paese delle scelte di questi Comuni non se ne ricorderebbe più nessuno. Ma oggi vengono rispolverate. Come a Follonica, in provincia di Grosseto. Quando alcuni quotidiani locali hanno ventilato l ipotesi che la vicina piana di Scarlino potrebbe ospitare una delle nuove centrali, il sindaco, Claudio Saragosa (centrosinistra), ha dichiarato: Qui non si può. Non mi ricordo neanche se alle porte della nostra città c è ancora il cartello -dice- ma riconfermiamo quella scelta. Tant è vero che puntiamo sulle energie alternative e rinnovabili, e installiamo i pannelli solari su tutti gli edifici pubblici. E poi, abbiamo scommesso sul turismo, che scomparirebbe. La scritta Primo Comune d Italia denuclearizzato a Robassomero (To); a fianco, la piazza principale del paese Matt Corner

5 CITTÀ A MISURA DI... RIUTILIZZO A Napoli non si butta via niente Settembre VIVA O RICICLO Tendine, materassi, cellulari, persino barche a vela. Se avete cose che non usate più, potete sempre regalarle a qualcuno. FRANCESCO ABIUSO Francesco Corradini / Tam tam Sembra la rubrica dei Piccoli annunci, ma non lo è. Su Free is good, sezione del portale Yahoo! Green, gli oggetti non li metti in vendita, ma li free-cycli. Regali o ricevi mobili, tendine, materassi, elettrodomestici, libri, cellulari, computer. Il denaro è bandito, come pure il baratto. Tre frecce in circolo come logo dichiarano la finalità ambientalista del servizio: evitare inutili rifiuti e lo spreco di oggetti ancora funzionanti. Il motore di ricerca verde ti mette in contatto con la comunità di ri-uso più vicina a te. Ne esistono più di 5mila nel mondo, raccolte in reti che si chiamano Freecycle Network, FreeSharing.org, ReUseIt Network. Basta iscriversi a una di esse e aspettare di ricevere le prima mail. Tavolino pieghevole da giardino. Misura 140 x 68. Da rinforzare in uno dei punti dove si piega, perché il legno ha una crepa, Regalo un lettore Mp3, causa ricevuto in regalo lettore analogo più figo. Mandi un' alla persona che lo offre, attendi la sua scelta, ti accordi su ora e luogo dell'incontro. In Italia esistono 13 gruppi (tutti legati a Freecycle). Il più numeroso si trova a Roma e ha quasi mille Da quasi vent anni, l associazione Bidonville promuove il baratto e il riuso. Ha iniziato con gli oggetti, ora si occupa delle persone. IDA PALISI Un momento della Fiera del baratto e dell usato, organizzata da Bidonville Oggetti gratis per gli utenti di Yahoo! L AFFARE È SUL WEB Porti le bottiglie di plastica nel posto per la differenziata e ricevi in cambio un biglietto per il concerto di Pino Daniele. L idea è quella dello scambio: un gesto di civiltà con una ricompensa. Viene da Bidonville (www.bidonville.org), un respiro di aria fresca nella fatiscenza, fisica e morale, della Napoli stagione La storia di questa associazione che da oltre 18 anni si occupa di riciclo e di ambiente e da 12 realizza, con successo, la Fiera del baratto e dell usato, inizia da Cuba. I cubani vivevano in una povertà enorme ma con orgoglio e con una solidarietà assoluta, racconta Augusto Lacala, uno dei fondatori di Bidonville. Oggi cinquantasettenne, fino a vent anni fa era una specie di giramondo con il fiuto per gli affari, l amore per il riutilizzo e l animo sociale. Dopo un bagno di ricchezza ad Antigua dove apre una guest house per vip, a Cuba si rende conto che esiste un mondo a parte e, di ritorno in Italia per rinnovare il passaporto, Lacala decide di restare a Napoli. Vedevo le vetrine piene di cibo, angoli con cumuli di immondizia che per me era tutta ricchezza: venivo da un posto dove la scatola del dentifricio diventava un gioco e la gente usciva con un ananas da barattare con le medicine. Di qui l idea di fare qualcosa di simile a Napoli. Nasce Bidonville: Augusto la fonda con l amico Sandro Luglio, attuale presidente dell associazione. È il 1989: la prima sede è a via Sedile di Porto, vicino l università centrale. Qui gli associati (per barattare, ora come allora, bisogna essere soci) possono portare abiti, libri e cd e scambiarli. Il mercatino di Resina a Ercolano è punto di rifornimento. Il successo è immediato: il primo anno 12mila iscritti. Le prime clienti, le ragazze: entrano a Bidonville vestite in un modo e ne escono in un altro. Arrivano poi gli adulti, alcuni chiedono di lasciare o scambiare anche mobili e cose vecchie. La soluzione è in grande: la Fiera del baratto e dell usato. Due edizioni all anno (aprile e novembre) da 12 anni, con picchi di 970 espositori (disposti su 40mila metri quadri), la maggior parte dei quali cittadini privati e collezionisti. Bidonville cambia sede (sempre nel centro storico, a via Summonte, in un ufficio tutto arredato con oggetti trovati in strada) e diventa associazione per la promozione di eventi sull ambiente a 360 gradi, dalle biciclette in città alla differenziata con gadget, fino a realizzare corsi di formazione, reinserire ex tossicodipendenti e persone con precedenti penali. Quello che vale per le cose, vale anche per le persone scartate dalla società -chiude Augusto Lacala-: i nostri migliori collaboratori sono stati i pensionati, persone che a 50 anni la società mette da parte e che con noi hanno trovato un attività. Perché Bidonville è un associazione che riutilizza tutto, anche la testa. iscritti. L'ha fondato due anni fa un medico nato in Uganda, ma di origine indiana, il 49enne Ashraf Virmani: Sono stato spesso a contatto con la povertà -dice-. Non riesco ad accettare l'idea che oggetti ancora funzionanti vengano considerati rifiuti. Nel 2006 Virmani contatta i fondatori di Freecycle a Tucson, negli Stati Uniti, perché vuol far nascere un gruppo a Roma. Ne diventa il moderatore, con il compito di filtrare ogni messaggio garantendo il rispetto della etiquette, corpo di norme essenziali per il buon funzionamento dei gruppi. Prima regola, vietato chiedere o offrire denaro, commercializzare oggetti, domandare beni preziosi. Obbligatorio, invece, essere gentili: In fin dei conti -si legge nel regolamento- state per ricevere un oggetto di cui avete bisogno, senza dare niente in cambio. Esistono anche consigli pratici, elencati da Federica Ferraris, 34 anni, che affianca Virmani come moderatrice: Quando si offre un oggetto è meglio non indicare da subito il numero di telefono, per evitare di essere sommersi di telefonate. Scrivere sempre, invece, la zona della città in cui si abita: la scelta dell'altra persona si basa molto spesso su questo elemento. Oggi Federica è anche mentore della comunità: i nuovi gruppi possono fare riferimento a lei per ogni tipo di indicazione: Ho conosciuto Freecycle quando ero studentessa a Brighton. Con gli oggetti che mi sono stati donati ho arredato la mia stanza. A Roma, dove ogni giorno arrivano 5-10 messaggi, l'utente medio è uno studente fuori sede, oppure un giovane trasferitosi da poco per lavoro o una giovane coppia alle prese con l'arredamento della prima casa. Gli oltre 600 messaggi accumulati sul sito danno invece la cronistoria della comunità, aneddoti compresi: Una volta è stata offerta una barca a vela, al porticciolo di Fiumicino. Certo bisognava aggiustarla -dice Federica-, ma nel giro di ventiquattr'ore chi l'aveva messa a disposizione è stato inondato di messaggi. E poi c'è la compagnia teatrale dei Ghirigori, che il 19 luglio ha messo in scena il musical La fine del Canto con una scenografia donata tutta dai freecylisti. Vi incontrerete mai? Per il momento non sono previsti happening come accade in altre parti del mondo -dice Federica-. Ma è soltanto questione di tempo. Associazione Bidonville

6 6 Settembre 2008 CITTÀ A MISURA DI... PERSONE INDESIDERATE ilprossimosonoio.blogspot.com Lavavetri, immigrati, rom. E se il prossimo fossi tu? OBIETTIVI SOTTO SCATTO In attesa di sapere chi sarà il nuovo pericolo per la sicurezza, a Firenze ci si esercita a sentirsi nel mirino. Di una macchina fotografica, per fortuna. LORENZO GUADAGNUCCI Un banchetto (alle volte nemmeno quello), una macchina fotografica, una sedia per mettersi in posa. La fotografia te la scattano mentre tieni in mano un cartello che riproduce un target (in inglese obiettivo da centrare ) accanto a una scritta: Il prossimo sono io. Tocca prima a uno studente, poi a un disoccupato; seguono una pensionata e un impiegato. Insomma, chiunque. Il messaggio è chiaro: in nome della sicurezza sono state prese di mira minoranze ben definite -i rom, gli immigrati, i lavavetri-, ma in futuro potrebbe toccare a chiunque. Il prossimo sono io (http://ilprossimosonoio.blogspot.com) è una campagna ideata dal Centro delle culture, espressione del movimento umanista. È iniziata il 3 giugno a Firenze, città-laboratorio delle nuove politiche per la sicurezza intraprese dalle amministrazioni locali di centrosinistra. Sedie, banchetti e macchine fotografiche hanno presidiato per tutta l estate iniziative pubbliche, locali all aperto, piazze e strade del centro storico e delle periferie. Si andrà avanti anche a settembre. Per ora sono stati raccolti più di 700 foto-target. Altri nuclei d azione sono nati in tutta Italia: a Bergamo, Milano, Roma, Torino. Speriamo ne nascano ancora, a Firenze sta andando molto bene : Gabriele Palloni, quarantenne fiorentino, impiegato precario negli uffici della Cgil, è il portavoce nazionale del Centro delle Culture. Le persone si fanno fotografare volentieri. Nessuno ci ha mai risposto male, come spesso avviene quando si fanno altre iniziative di piazza. Per me è un segnale incoraggiante: le persone avvertono che in questo momento c è molta confusione, molta violenza, e che si deve trovare una risposta a questo. Gabriele si occupa da almeno 15 anni di temi legati all integrazione, ed è convinto che l Italia stia attraversando una fase molto delicata: Anche nel resto d Europa si vive una sorta di soffocamento. C è una pressione sociale che spinge al tutti contro tutti, all individuazione di capri espiatori: i rom, i migranti.... Per la campagna si è deciso di parafrasare una famosa poesia del pastore antinazista Martin Niemoeller, spesso attribuita in modo erroneo a Bertold Brecht. Nella versione corretta, scelta dal Centro delle Culture, suona così: Prima di tutto vennero a prendere gli immigrati, e stetti zitto perché mi stavano antipatici. Poi vennero a prendere gli zingari, e fui contento perché rubacchiavano. Poi vennero a prendere i senzatetto, ed io non dissi niente perché avevo una casa. Poi vennero a prendere gli omosessuali, e fui sollevato perché mi erano fastidiosi. Un giorno vennero a prendere me, e non c era rimasto nessuno a protestare. Gabriele aggiunge qualcosa in più: Oggi si prendono le impronte ai bambini rom perché in loro si vedono potenziali criminali, ma un giorno si potrebbe scoprire che fra i pensionati a basso reddito c è qualcuno che rubacchia al supermercato. A quel punto, si metteranno sotto controllo i pensionati poveri e magari anche i disoccupati... Il cerchio si stringe sempre più. AFirenze, sull onda della mobilitazione seguita alle ordinanze contro i lavavetri dell estate 2007, si sono moltiplicate le iniziative legate alla convivenza e ai diritti di rom, immigrati, senzatetto: dal digiuno a staffetta dell autunno 2007 alla marcia della convivenza del 22 luglio scorso, promossa dalla comunità delle Piagge di don Alessandro Santoro. Il prossimo sono io culminerà il 2 ottobre, Giornata mondiale della nonviolenza, con una foto-petizione in piazza della Signoria, che raccoglierà le immagini di tutti coloro che hanno partecipato alla campagna. PICCOLA STORIA DEL MOVIMENTO UMANISTA Si è costituito negli anni Sessanta in Argentina, attorno alla figura di Mario Rodriguez Cobos, detto Silo, scrittore e filosofo argentino. Promuove la nonviolenza e la lotta contro ogni discriminazione, sostiene la necessità di cambiare il sistema dei valori e l organizzazione sociale ed economica della società. Il Movimento umanista si è diffuso nel tempo in diversi Paesi dell America Latina e nel resto del mondo, dando vita ad organizzazioni, campagne e attività di cooperazione internazionale. In Italia esiste il Centro delle Culture, che si occupa di azione sociale contro le discriminazioni e assistenza legale per gli immigrati. C è la Comunità per lo sviluppo umano, che educa alla nonviolenza e promuove il lavoro volontario. Il Partito umanista è infine l espressione politica del movimento: si è presentato più volte alle elezioni amministrative, in più Comuni d Italia. Tutte le anime degli umanisti sono collegate fra loro, anche in una dimensione internazionale. Attualmente sono in corso campagne contro lo scudo spaziale nell Est Europa e si lavora a una marcia per la pace e la nonviolenza che dovrebbe svolgersi nel 2009 in tutti i continenti. Info:

7 Inserto al numero 155 di Terre di mezzo, settembre 2008 INSERTO DI TURISMO E TEMPO LIBERO, CULTURA DELLA TERRA E NUOVI CONSUMI Redazione Hanno collaborato Emanuela Chiesa Eleonora De Bernardi Ilaria Sesana Anna Volpicelli Pubblicità Sisifo Italia Vietato distrarsi Campello sul Clitunno: cinque vittime nell incendio di un oleificio. Porto Marghera: due operai soffocati nella cisterna di una nave. Mineo: sette uomini affogati tra i fanghi del depuratore. Sono alcune delle tappe della Carovana per il lavoro sicuro, promossa dall associazione Articolo 21 (www.articolo21.info), che fino a dicembre girerà l'italia. Toccherà i luoghi simbolo delle morti bianche (nel 2007 sono state 1170, secondo il Censis), per mantenere viva la memoria e ribadire con forza un'idea: mai abbassare la guardia. Prima tappa, il 5 settembre, alla Mostra del Cinema di Venezia che ha dedicato una sezione al tema degli incidenti sul lavoro, con la proiezione di due pellicole che raccontano la tragedia avvenuta a Torino: La fabbrica dei tedeschi di Mimmo Calopresti e ThyssenKrupp Blues di Pietro Balla e Monica Repetto. IN VIAGGIO SU VECCHIE LINEE FERROVIARIE, CON UN TRENO CHE SI FERMA DOVE E QUANDO VUOI. MAGARI CON L EBBREZZA DI UNA LOCOMOTIVA A VAPORE. ARREDARE LA CASA CON I MOBILI (SU MISURA) DEL COMMERCIO EQUO E SOLIDALE È POSSIBILE, GRAZIE ALLA COOPERATIVA LIGURE ROBA. VITI A RISCHIO D ESTINZIONE: PER SALVARLE È NATO IL PROGETTO ADOTTA UN VITIGNO. SI COMINCIA DALL ABRUSCO, UN SORSO FRUTTATO.

8 8 TERRITORI SETTEMBRE ISOLE EGADI (TP). Osservazione degli uccelli migratori dello stagnone di Marsala, in canoa sull isola di Motia e poi a piedi sui sentieri delle isole. Costo: 600 euro (vitto, alloggio, guida e assicurazione). Info: SETTEMBRE PORTOGALLO. Partendo da Oporto, il cui centro storico è patrimonio dell Unesco, attraverso i vigneti del Nord, fino a Lisbona. Costo: da 690 euro a testa (volo aereo escluso). Info: 27 SETTEMBRE - 17 OTTOBRE ZAMBIA. Il selvaggio nord e i viaggi della biodiversità. Parchi naturali e incontri con le comunità locali. Costo: da euro a persona (volo aereo escluso). Info: IN PROVINCIA DI BRESCIA C È UN ANTICA LINEA FERROVIARIA DOVE SI PUÒ FARE UNA GITA SORPRENDENTE: IL FASCINO DELLA FRANCIACORTA E DEL LAGO D ISEO, SU UN CONVOGLIO D EPOCA CHE SI FERMA QUANDO VUOI E TI ASPETTA. ANNA VOLPICELLI LIBERATO Il tempo Fermata a richiesta Sedili in pelle verde e controllori impeccabili: sull automotrice Schienenbus (letteralmente, bus a rotaie), tutto si è fermato agli anni Cinquanta. È in quel periodo che i tedeschi hanno iniziato a fabbricare questa specie di treno a vagone unico, poi diffuso in diversi Paesi d Europa e ancora attivo sulla linea ferroviaria Brescia - Edolo: una tratta di 103 chilometri a binario unico, utilizzata per scopi turistici (come gite organizzate) o per vagoni speciali che trasportano merci. Questa, come tante altre presenti in Italia, rientra in quel gruppo di ferrovie minori che la Confederazione mobilità dolce (Co.mo.do., che raggruppa 15 associazioni che si occupano di trasporti alternativi e tempo libero) e l associazione Ferrovie turistiche italiane hanno in progetto di ripristinare. Sono ben i chilometri di rotaie secondarie presenti nel nostro Paese -spiega Albano Marcarini, presidente di Co.mo.do.-. Alcune sono dismesse, altre invece stiamo riuscendo a recuperarle grazie all aiuto di alcune associazioni turistiche locali. Mi trovo nella stazione di Rovato Borgo, in compagnia di un gruppo di siciliani trapiantati a Bergamo, promotori dell associazione Triskeles. Loro, come tanti altri gruppi, hanno deciso di rivolgersi alle Ferrovie Nord Milano, che CECINA SALINE DI VOLTERRA Trenta chilometri percorribili in 30 minuti, per questo percorso isolato di ferrovia che dalla Costa degli Etruschi sale tra le colline dell alta Maremma lungo la valle del torrente Cecina, fino ai piedi della rupe di Volterra. Chi vuole può seguire a piedi o in bici il tracciato della vecchia ferrovia. La passeggiata dura un paio d ore e si fa un po più impegnativa solo nell ultimo tratto, ma regala scorci molto gestiscono la tratta, per concordare il tragitto della loro scampagnata fino a Pisogne, località al confine con la Valle Camonica. Così, grazie a questo servizio, il treno diventa un vero e proprio mezzo a noleggio, a totale disposizione dei passeggeri che possono personalizzare l itinerario e scegliere dove fermarsi. Una volta partito, il convoglio attraversa piccoli centri abitati, ad una vicinanza tale che allungando la mano dal finestrino si possono toccare le case dei residenti o i rami degli alberi che sovrastano il binario. Siamo in piena Franciacorta, lunghe distese di vigneti riempiono gli occhi e, man mano che si procede, lo scenario cambia per lasciare posto alla vista del lago d Iseo. La prima fermata del nostro viaggio è prevista proprio nella cittadina che dà il nome al lago. Giusto il tempo per fare una passeggiata e quattro chiacchiere nel centro del Paese, mentre il treno ci attende sui binari per riprendere la corsa. Dai finestrini sfila Sale Marasino, punto di imbarcazione per approdare a Monteisola, l isola lacustre più grande d Europa. Ormai la nostra meta è vicina, tra qualche istante arriveremo a Pisogne, piccolo borgo medioevale con porte in pietra di Sarnico, famoso per essere stato, nel Medioevo, un importante centro commerciale Vecchie ferrovie tutte da scoprire Le saline di Volterra, i resti degli insediamenti romani nel Gargano, il fascino delle Cinque Terre: bellezze d Italia da scoprire sui tracciati ferroviari secondari. Percorsi sostenibili, anche per il portafoglio. belli della città, soprattutto sul lato delle balze, il fronte franoso che ha aperto uno spettacolare burrone sul fianco dell abitato. Costo: 2,30 euro solo andata. Info: Consorzio turistico Volterra Valdicecina Valdera, tel , IL TRENO DELL ARCHEOLOGIA Siamo in Puglia, tra l alta Murgia e il mare si estende un ampio museo archeologico a Carlo Ferruggia fra la Valle Camonica e il Sebino. Terminata la visita, il treno intraprende la via del ritorno e si ferma a Sulzano. È quasi ora di pranzo e il programma della giornata prevede di salire a bordo di un battello per raggiungere un piccolo ristorante a Predore, per gustare un piatto di pesce di lago in buona compagnia. Nel pomeriggio riprendiamo il treno, il tempo di uno sguardo a questi paesaggi, qualche foto e di salutare i miei compagni di viaggio. cielo aperto. Punto di partenza è Barletta, città che si affaccia sul promontorio del Gargano. In un ora e dieci minuti si raggiunge Spinazzola, lungo il corso dell Ofanto. Con la bicicletta è possibile costeggiare il fiume, oppure vedere da vicino i resti d insediamenti romani. Costo: 4 euro. Info: Comitato italiano Pro Canne della Battaglia, tel , La Murgia vista dai finestrini del treno dell archeologia SCHEDA VIAGGIO Itinerario: Rovato Borgo (Bs) - Iseo - Pisogne - Sulzano - Rovato Borgo. Tempo di percorrenza: una giornata. Per le fermate e gli orari si prendono accordi con le Ferrovie nord Milano. Costo: 4,50 euro sul tragitto intero. Annotazioni: si può portare la bicicletta. Info: Ferrovie nord Milano tel , Carlo Ferruggia IL TRENO DELLE CINQUE TERRE Da La Spezia a Levanto, passando per Riomaggiore, Manarola, Corniglia, Vernazza e Monterosso. È il percorso del treno che attraversa i cinque borghi incantati della Riviere di Levante. Bici al seguito, si può scegliere una delle sei fermate per prendere poi i sentieri e le piste ciclabili. Il più famoso è il Sentiero azzurro, che collega i cinque borghi con una passeggiata abbastanza facile e nel tratto Riomaggiore -Menarola prende il nome di Via dell amore. Costo: 4,80 euro andata e ritorno. Info: Parco nazionale delle Cinque Terre, Riomaggiore (Sp), tel ,

9 27 SETTEMBRE - 17 OTTOBRE PERÙ. Tra foche e pinguini della riserva naturale delle isole Ballestas, a Nazca, Puno, Titicaca e nella riserva di Tambopata - Candamo. Costo: da euro a persona (volo aereo escluso). Info: OTTOBRE TERRITORI Oceani VIETNAM. Tra le genti delle montagne del nord, che appartengono a Calendario 14 etnie differenti. Scenari spettacolari e la scoperta di alcuni progetti di commercio equo e solidale gestiti da Craftlink. Costo euro. Info: NOTIZIE DAL MONDO DELLA NONVIOLENZAPACIFICI 9 FONDAZIONI BANCARIE PER L AFRICA Dieci milioni e mezzo di euro. È la cifra che le fondazioni bancarie Cariplo, Cariparma, Monte dei Paschi di Siena e Compagnia di San Paolo hanno stanziato per il progetto Fondazioni4Africa. Le donazioni sosterranno alcune Ong italiane impegnate in due progetti. Il primo, nell Uganda settentrionale, permetterà il rientro al villaggio d origine degli sfollati interni, vittime della guerra civile, e promuoverà lo sviluppo in quattro distretti. Il secondo, in Senegal, ha l obiettivo di migliorare le condizioni delle popolazioni rurali, coinvolgendo le associazioni Stretta di Mano, Italia-Senegal e Ast (Associazione senegalesi di Torino). In senso orario: convoglio sul viadotto di Montalceto (Val D Orcia) e sulla ferrovia del Basso Sebino; i soci del Cenacolo culturaletriskeles di Bergamo in gita sulla ferrovia Brescia-Edolo L ebbrezza del vapore Le locomotive a vapore non sono più solo pezzi da museo. Grazie all associazione Ferrovie turistiche, oggi è possibile viaggiare come una volta. Da Milano e Bergamo sono previsti treni a vapore in occasioni di feste e sagre nel bresciano. Basta consultare il sito per scoprire date e itinerari. Il 28 settembre un treno a vapore parte da Bergamo con destinazione Paratico - Sarnico: il programma della gita prevede escursione sul Lago d Iseo e pranzo tipico a Clusane (58 euro, tutto incluso). Il 9 novembre, la partenza è invece da Milano, destinazione Iseo, con pranzo e degustazione del vino novello. Abbiamo iniziato i primi viaggi all inizio degli anni 90 -spiega Silvio Cinquini, presidente delle Ferrovie turistiche Italiane-, con l obiettivo di ripristinare la ferrovia del basso Sebino, che dal fiume Ferrovieturistiche.it Oglio arriva alla sponda meridionale del Lago d Iseo. Pian piano è aumentato il numero dei convogli che riusciamo ad organizzare e oggi il Trenoblu, come è stato ribattezzato, permette di visitare le zone del bresciano in un modo diverso. L idea di riutilizzare vecchi tragitti e antiche locomotive a vapore si è poi estesa anche alla Toscana. La Regione e le Ferrovie Val d Orcia hanno messo a disposizione per questo tipo di viaggi la tratta secondaria Asciano- Monte Antico, in provincia di Siena. Qui il Treno natura, così chiamato proprio perché attraversa il suggestivo paesaggio della Maremma, offre la possibilità a gruppi di almeno 40 persone di pianificare il proprio itinerario utilizzando treni d epoca. È possibile scegliere fra escursioni di un giorno o di un intero weekend. Da Siena partono poi tre convogli speciali, secondo un calendario che viene stabilito ogni anno. Il 7 settembre il Treno degli etruschi, raggiunge Chiusi attraversando le Crete Senesi. Arrivati in questa località, un accompagnatore guida i partecipanti alla scoperta della città sotterranea e di alcuni musei locali. Più naturalistico, invece, è il tragitto del Treno del minatore (partenza 1 novembre) con destinazione il Monte Amiata, un antico vulcano ormai spento posto tra la Maremma, la Val d Orcia e la Val di Chiana. Infine, per festeggiare la fine dell anno sulle rotaie, il 31 dicembre è possibile percorre lo stesso tragitto a bordo del Treno di capodanno. Ferrovieturistiche.it Il Senato americano sta per rinnovare il Juvenile Justice and Delinquency Prevention Act, la legge per la prevenzione della delinquenza giovanile votata per la prima volta nel Il testo, modificato, mira a ridurre le discriminazioni razziali ed etniche nell amministrazione della giustizia e ad aumentare i servizi di assistenza ai giovani. Fra gli obiettivi c è la riduzione delle incarcerazioni non necessarie: negli Usa, infatti, ci sono 100mila detenuti minorenni, di cui 10mila trattenuti nelle prigioni destinate agli adulti. ARABIA SAUDITA: COLF IN SCHIAVITÙ Picchiate e segregate, trattate come schiave e non pagate per anni. È la condizione in cui vivono un milione e mezzo di lavoratrici domestiche al servizio degli arabi sauditi. Lo denuncia Human Rights Watch, che ha chiesto all Arabia di estendere anche a queste persone (per la maggior parte provenienti da Indonesia, Sri Lanka, Filippine, Nepal) le leggi di tutela dei diritti umani. L associazione umanitaria si batte anche perché nel Paese saudita venga modificato il sistema dei visti d ingresso, oggi consegnati al datore di lavoro e non alla persona a cui si riferiscono. In questo modo, dice Human Rights Watch, un lavoratore non è libero di cambiare lavoro né di tornare in patria, senza il permesso di chi lo ha assunto. Nel supercarcere di Kingston, capitale della Jamaica, la rieducazione dei detenuti passa anche per il mondo virtuale di Second Life. Grazie ad un corso di giornalismo, denominato Prison Diaries, un gruppo di carcerati imparerà a gestire un blog, un podcast, un programma radio e a districarsi, appunto, anche nell universo parallelo e tridimensionale di Second Life. Il corso, che ha l obiettivo di fornire una formazione professionale, è già stato sperimentato con 100 ex detenuti, appena usciti dal carcere. nessuno di loro ha commesso di nuovo reati. Da qui la scelta di organizzarlo anche all interno dell istituto penale. SVILUPPO, AL VIA IL PATTO MEDITERRANEO Facilitare e ridurre i costi di transazione delle rimesse degli immigrati, ma anche promuovere lo sviluppo delle piccole e medie imprese e realizzare infrastrutture sulla sponda Sud del Mediterraneo. Con questo obiettivo, lo scorso luglio, nove istituti di credito di Marocco, Egitto, Tunisia, Kuwait, Francia, Spagna e Italia si sono incontrati a Parigi per sottoscrivere un accordo. Il Patto Mediterraneo, questo il nome dell'intesa, si propone di trasformare i risparmi degli immigrati in investimenti produttivi. Le banche creeranno una rete finanziaria, diffusa su entrambe le sponde del Mare nostrum. I trasferimenti verso la sponda sud del Mediterraneo sono in crescita: il loro valore si aggira sui 10 miliardi di euro e aumenta del 30 per cento l anno.

10 10 TERRITORI SETTEMBRE VILLA GUARDIA (CO). L isola che c è fiera dell economia solidale del territorio comasco: ristorazione bio-etnica, equo-bar e birra artigianale. Info: SETTEMBRE MASERADA SUL PIAVE (TV). Quattro passi... verso un mondo migliore. IV edizione della manifestazione dedicata a come fare la spesa sostenibile. Info: OTTOBRE GUBBIO (PG). Altrocioccolato, la manifestazione per conoscere prodotti e progetti con il cacao del commercio equo, ritorna con lo slogan Equalizziamoci. Info: PER SENTIRSI IN VIAGGIO NON C È BISOGNO DI USCIRE DI CASA. OGGI NELLE BOTTEGHE SI POSSONO ACQUISTARE ARMADI, CREDENZE, TAVOLI E LETTI, COSTRUITI DA ABILI ARTIGIANI DEL SUD DEL MONDO. CHE VI CONOSCONO PER NOME. EMANUELA CHIESA I CONSUMI Dietro Casa equa e su misura Uno show room con un esposizione di mobili equo-solidali Una casa tutta solidale: dal comodino alla credenza, dalla libreria al tavolo da pranzo. Il commercio equo si è ormai affermato anche nel settore dell arredamento e tutte le principali realtà italiane offrono un ventaglio di manufatti assai diversificato (vedi scheda in pagina, ndr). Non solo: c è addirittura chi consente di farsi mobili su misura. È la cooperativa Roba di Carasco (Ge) che con il suo catalogo è in grado di garantire un prodotto personalizzato in tre mesi, dall ordine alla consegna. Rivolgendosi a Roba, infatti, si possono richiedere mobili di un determinato modello, ma con altre dimensioni e scegliere il colore preferito. E, dove possibile, Roba mette a disposizione dei clienti un consulente in grado di suggerire le migliori soluzioni d arredamento, in base alle proprie esigenze. Volevamo specializzarci -spiega Marcello Pavani, responsabile vendite e rapporti con i produttori- e lavorare con i falegnami del Sud del mondo allo sviluppo dei prodotti. Volevamo fare innovazione e ricerca perché il mercato del legname pregiato e dei mobili esotici è agguerrito e spregiudicato. E, in un mercato spregiudicato, gli artigiani di India e Indonesia che lavorano per Roba sanno persino il nome del committente finale del mobile che stanno costruendo. Ora il processo è rodato, ma all inizio importavamo solo pochi pezzi perché dovevamo valutare bene ogni aspetto, Costruiti da piccole cooperative di artigiani, che ricevono un giusto compenso per il loro lavoro nel rispetto dell ambiente: sono sgabelli, armadi, librerie, sedie e complementi d arredo che si possono trovare nel circuito delle botteghe del commercio equo e solidale. Provengono da Africa, Asia e America Latina. Partiamo dall esperienza degli artigiani -dice Luca Gioelli di Liberomondo- e cerchiamo di valorizzare il loro lavoro aiutandoli a strutturare un catalogo, a stabilire un prezzo dignitoso, ma anche a ridurre gli sprechi e a riciclare gli scarti. Un ruolo importante è svolto dalle centrali di importazione che riforniscono le botteghe, intrattengono i rapporti con i produttori, stabiliscono i prezzi, garantiscono relazioni commerciali stabili e il prefinanziamento delle attività. Inoltre verificano che le condizioni di produzione siano dignitose e che il legno provenga da piantagioni o sia di recupero. Per farsi un idea sui loro prodotti basta navigare in internet. Ctm Altromercato (www.altromercato.it) importa tavoli e librerie in bambù dalle Flippine e dal Vietnam, sgabelli da Tanzania e Bangladesh, mobili in ferro battuto dall India, amache da Nicaragua e Guatemala. Sul catalogo di Equoland (www.equoland.it) è possibile trovare tavolini e sgabelli dal Ghana, comodini, dispense e armadi dall India, panche armadi dall Indonesia. La cooperativa Liberomondo confessa Pavani. Il legno proveniente da zone tropicali deve essere trattato ed essiccato adeguatamente per adattarsi al nostro clima. Con alcuni artigiani liguri abbiamo valutato tutti i problemi di assemblaggio e con i partner del Sud del mondo abbiamo studiato un design semplice e lineare -continua Pavani-. A volte l aspetto dei nostri mobili può sembrare grezzo, ma con un trasporto così lungo il rischio di danneggiamento è altissimo. In ogni caso, una volta che i mobili sono arrivati in Italia, abbiamo un laboratorio che corregge eventuali imperfezioni. In Indonesia Roba lavora con Damar Forniture, una piccola azienda a conduzione familiare che utilizza soltanto materie prime rinnovabili o riciclate come il legno teak postconsumo. Si recupera da ponti e case smantellate, traversine ferroviarie, infissi e porte -spiega Marcello- e poi con un lungo processo si riporta allo stato di legno vergine da cui ricaviamo i nostri mobili. Il partner indiano, invece, si chiama Sipa, una federazione di piccoli produttori fondata nel 1986 di cui fanno parte più di 7mila artigiani, per la maggior parte donne. Ai nostri produttori garantiamo continuità di lavoro e questo per noi rappresenta un tipo di sviluppo sostenibile, perché si muovono solo le risorse che servono. Ma non vogliamo fare beneficenza - precisa Pavani-: abbiamo deciso di puntare sullo studio di nuovi prodotti proprio perché vogliamo creare un economia alternativa: chi si rivolge a noi deve poterlo fare per la loro qualità. Sfogliando il catalogo online (www.roba.coop) o entrando nel negozio della cooperativa, aperto a Rapallo nel 2002, ci si può davvero sbizzarrire. Se si vuole una camera in stile indonesiano, l armadio Patuk (852 euro) può essere abbinato alla cassettiera Roshni (550 euro) e al letto matrimoniale smontabile Pakis (700 euro). Ma questa è soltanto una delle numerose combinazioni possibili. Il resto dipende dalla vostra abitazione. Le botteghe dell arredo Ghana: un artigiano al lavoro per Ctm Altromercato (www.liberomondo.it) propone invece poltrone e divani in vimini dal Kenia, tavoli, armadi e credenze dal Perù, mobili in bambù da Indonesia, Vietnam e Filippine e sedie a sdraio dal Nepal.

11 23-27 OTTOBRE TORINO. Il Salone internazionale del gusto 2008 propone un viaggio alle radici del cibo all insegna della biodiversità e della sostenibilità ambientale. Info: TERRITORI 11 Laboratori Calendario SETTEMBRE SAN VITO LO CAPO (TP). Cous cous fest, rassegna internazionale della cucina mediterranea. Sarà possibile degustare il cous cous preparato secondo le ricette dei diversi paesi. Info: INNOVAZIONI RETI, MOVIMENTISOCIALI foldschool.com Lucense (www.lucense.it), che si occupa di servizi tecnologici nel settore cartario, ha al suo attivo tre rassegne a tema, una mostra itinerante e l allestimento di negozi arredati interamente con tubi e ripiani di cartone. Comieco, consorzio nazionale recupero e riciclo degli imballaggi a base cellulosica (www.comieco.org), nel 2008 ha presentato una cucina, progettata in collaborazione con Capellini design & consulting e Alternativa cartone Pulito, ecologico, riciclabile. Il cartone è resistente, economico e versatile, ideale per costruire veri e propri mobili. Un materiale povero che ha stuzzicato la fantasia di molti designer e architetti. A Milano lo studio A4Adesign (www.a4adesign.it) propone grandi oggetti sospesi per allestire negozi e spazi espositivi, alberi, fiori e animali per la cameretta dei bambini, tavoli sedie e librerie a moduli sovrapponibili a partire da 125 euro. Anche lo studio Disegni (www.disegni.com) propone diversi oggetti d arredo: cassettiere, scaffalature, una sedia che regge fino a 150 chili di peso (48 euro) e un cubomodulo capace di sostenere più di 5 chili, ideale per allestire negozi. A Lucca Città Sottili è un laboratorio che dal 2001 promuove l utilizzo del cartone riciclato. Voluto dall azienda Matrec (Material Recycling). Ma il cartone resta un materiale povero e con un po di creatività è possibile ricorrere al fai da te. La tecnica è piuttosto semplice e in Internet è tutto un passaparola su come provarci: a esempio su alla voce Autoproduzioni- Mobili fatti in casa con il cartone ci sono ben otto pagine di suggerimenti. Per iniziare, in inglese, insegna a costruire una sedia, uno sgabellino e un cavalluccio per bambini: le istruzioni, in pdf scaricabile, consistono in una cinquantina di fogli da stampare e copiare sul cartone da piegare. Una volta acquisita una certa manualità, si può visitare il sito Camille (http://camillecarton.free.fr/ ), in francese, dove una lunga galleria di immagini mostra tutto quello che si può realizzare, in molti casi con le istruzioni per l assemblaggio. TAVOLO NAZIONALE PER L ACCESSIBILITÀ Un tavolo nazionale per l accessibilità e la mobilità urbana, composto da funzionari dei ministeri delle Politiche sociali e degli Affari esteri, amministratori regionali, vertici delle associazioni italiane delle persone disabili, imprenditoria privata e rappresentanti del mondo accademico. L iniziativa, che ha come capofila il comune di Parma, ha ottenuto il sostegno del ministro del Welfare Maurizio Sacconi: l obiettivo è stilare un libro bianco sull accessibilità che, una volta completato, verrà proposto al ministero delle Politiche sociali per promuovere interventi legislativi e buone prassi a favore delle persone disabili. Bastano una spesa imprevista o un imprudenza nella gestione del bilancio domestico e in un attimo ci si può trovare a non saper più fare fronte alle spese. Per sostenere i nuclei familiari nei momenti di difficoltà, la Provincia di Trento ha annunciato l introduzione del Prestito d onore. L iniziativa, resa possibile grazie ad un accordo siglato con alcune banche, consentirà alla famiglia richiedente di ricevere fino a 10mila euro da restituire in 5 anni, senza interessi né spese bancarie, per andare a coprire alcune categorie di spesa tra cui le prestazioni sanitarie e i costi relativi alla futura nascita di un figlio. TOSCANA: UN PATTO PER GLI INTERINALI Un patto per tutelare i dipendenti delle agenzie di lavoro interinale, offrendo corsi di formazione che affrontano anche i temi della sicurezza. L accordo, il primo di questo genere in Italia, è stato siglato dalle Province e dall ente regionale della Toscana con le parti sociali, i circondari Val di Cornia e Empolese e il fondo per la formazione dei lavoratori temporanei FormaTemp. Al termine del percorso le agenzie formative e le aziende consegneranno agli allievi un libretto in cui saranno registrate le esperienze in materia di igiene e sicurezza nei luoghi di lavoro. BUONE PRATICHE PER VIVERE MEGLIO FA LA COSA GIUSTA! 20O8 Lezioni sostenibili Provare per credere Ricomincia la scuola. Ma qualcuno pensa già ai viaggi di istruzione. Lo scorso anno circa 900 studenti hanno visitato Fa la cosa giusta!. Ne parliamo con Alberto Salioni, ingegnere, 44 anni, da 13 insegnante nei centri di formazione professionale della Regione Lombardia. È dalla prima edizione che porta in Fiera i suoi studenti. Ci racconti dei suoi allievi... Sono ragazzi, quasi tutti maschi, dai 16 ai 19 anni e la maggior parte di loro frequenta i corsi di formazione dopo aver abbandonato gli istituti professionali o tecnici. Insegno materie tecnico - scientifiche nel comparto meccanico - metallurgico. Alla fine dei corsi saranno motoristi, operatori di macchina o meccanici. Circa il 70 per cento sono stranieri. Perché organizza sempre una giornata a Fa la cosa giusta!? Alcuni degli stand o dei laboratori della Fiera ci aiutano ad approfondire temi che affrontiamo in classe. Nelle ultime due edizioni abbiamo visitato soprattutto le sezioni dedicate all energia. Ci siamo interessati in particolare al risparmio energetico. Prima di venire in fiera, inoltre, dedichiamo alcune ore di lezione per prepararci. Alberto Salioni Ah sì? In che modo? Realizzando dei progetti. Per esempio, quest anno abbiamo costruito un forno solare e un piccolo modello di generatore eolico. In Fiera abbiamo potuto confrontare quello che siamo riusciti a fare con i prodotti offerti dalle aziende. Che cosa pensano i suoi studenti di questa gita in Fiera? Di solito sono interessati, anche perché possono vedere alcuni risvolti concreti di quello che studiano in classe. Gli alunni stranieri, inoltre, rimangono colpiti e stupiti dai prodotti del commercio equo e solidale: trovano cibi e oggetti dei loro paesi d origine e ne sono anche orgogliosi. Ci sono tappe fisse nel vostro tour fra gli stand? Porto sempre i miei studenti allo stand di un giovane bergamasco che propone giochi di logica. Riesce ad attirare la loro attenzione come nessun altro. Ci vediamo anche nel 2009? Certo. È l occasione per far conoscere l economia solidale e gli stili di vita sostenibili a giovani che altrimenti difficilmente si interesserebbero a questi temi.

12 12 TERRITORI SETTEMBRE LAMON (PN). A tavola nel feltrino: il fagiolo. XIX a edizione della festa del fagiolo con stand gastronomici, mostre, convegni, musica dal vivo, sbandieratori e dimostrazioni di tosatura delle pecore. Info: E SETTEMBRE BORGOTARO (PR). Sagra del fungo con degustazione dei prodotti tipici della val di Taro e dei vini dei colli di Parma. Info: SETTEMBRE VERLA DI GIOVO (TN). Festa dell uva in Val di Cembra : iniziative culturali, stand enogastronomici e la tradizionale sfilata di carri allegorici. Inoltre, Marcia dell uva, gara non competitiva tra i vigneti. Info: MENO FAMOSI DEI LORO FRATELLI D OLTRALPE, MERLOT E CHARDONNAY, I VITIGNI DI CASA NOSTRA RISCHIANO ORA L ESTINZIONE. PER SALVARE I SAPORI LOCALI IN TOSCANA HANNO DECISO DI FARLI ADOTTARE. UNA SCELTA DI GUSTO. ELEONORA DE BERNARDI DELLA TERRA Cultura Tralci dimenticati LA PIANTA DA FRUTTO L azienda Vigna di More a Goriano Valli, in provincia de L Aquila, propone di adottare una pianta da frutto della sua coltivazione (meli e peri cotogni, prugni o ciliegi) a ridosso del parco Sirente Velino. La quota è di 50 euro il primo anno e 100 gli anni successivi, fino ad un massimo di 12 anni. Il partecipante può raccogliere (o farsi spedire a casa, senza spese aggiuntive) tutta la frutta prodotta dall albero (dopo tre anni almeno 20 kg di frutta o 10 vasetti di marmellata). Info: L AGRUMETO È dalla Piana di Sibari in Calabria che giunge l appello a salvare gli agrumeti della zona. L Azienda agricola Perri, a fronte di 65 euro per l adozione, si impegna a inviare 30 kg di clementine in due spedizioni l anno, entro 48 ore dalla raccolta, e a versare una quota per adottare un bambino a distanza attraverso il Centro italiano aiuti per l infanzia. Info: Le viti, piante da curare e da difendere, certo. Ma difficilmente ci si aspetterebbe di doverle adottare, come fossero bambini. E invece un anno fa è partito il progetto Adotta un vitigno (www.adottaunvitigno.it) che chiede agli amanti del buon vino di diventare la famiglia a distanza di un patrimonio ambientale a rischio estinzione: si tratta dei vitigni autoctoni, ossia quelli che nascono e crescono solo in zone circoscritte, dunque strettamente legati al loro territorio, ma inevitabilmente meno diffusi di quelli internazionali, che crescono ovunque, come il Merlot, il Syrah o lo Chardonnay. Le coltivazioni autoctone oggi vengono abbandonate, perché meno famose e dunque meno redditizie -spiega Nicola Prota, esperto di marketing vitivinicolo e tra gli ideatori del progetto-. Ma così si rischia di perdere un patrimonio fondamentale per la biodiversità ambientale e la ricchezza dei sapori. Ed è l Abrusco la prima vite da salvare scelta per la campagna Adotta un vitigno. Originaria dell empolese, era quasi scomparsa quando Giancarlo Scalabrelli, docente di viticoltura alla facoltà di Agraria dell università di Pisa, l ha riscoperta e piantata in via sperimentale. Dopo la prima produzione di vino nel 2007, è partito il progetto di adozione, ideato da Nicola Prota assieme ad Andrea Rubbi e Teseo Geri, due ex compagni del master in Management e marketing delle imprese vitivinicole di Firenze. La nostra è una campagna contro l omologazione del gusto - racconta Nicola- e a favore delle colture legate al territorio. Con 30 euro si adotta una barbatella (in gergo, l innesto da cui nasce ogni vite) e si permette all azienda Le Tre Stelle di San Gimignano (Siena), che si è prestata alla sfida, di coltivare mezzo ettaro di terreno (circa viti) con questa specie ormai uscita dal mercato. I genitori virtuali, oggi una trentina, possono così contribuire a salvare il vitigno, seguire passo per passo la coltivazione attraverso la newsletter bimestrale e, soprattutto, ricevere a fine anno tre bottiglie di Agino, il vino profumato e fruttato realizzato con l Abrusco, prodotto unico perché si può gustare solo in questa zona della Toscana. Con 15 euro in più ci si aggiudica anche il calendario della vite, immortalata ogni mese dell anno. È oggi l unico vitigno di Abrusco certificato -continua Nicola-. Rappresenta una forma di resistenza vitivinicola che compete con mercati e gusti globali e con i marketing aggressivi di grosse imprese e ristoratori. In futuro il Adotta un albero a distanza È possibile adottare anche castagni, ulivi e alberi da frutta. Ma attenzione alle trappole. Alcune aziende, infatti, chiedono soldi a sostegno della produzione senza che la specie sia realmente a rischio di estinzione e senza offrire servizi particolari. Ecco alcune proposte con un buon rapporto qualità del progetto e prezzo. IL CASTAGNETO A chiedere aiuto è l Associazione dei castanicoltori della Garfagnana (Lucca) che ne denunciano la drastica diminuzione: All inizio del XX secolo c erano 18mila ettari di castagneto. Oggi sono appena 3mila. Con un sostegno di 75 euro all anno si salva un castagno e si ha diritto a 10 kg di castagne fresche selezionate, 2 kg di essiccate, 2 kg di farina di Neccio dop e sconti su pernottamenti in zona. Info: tori.it. trio spera di ampliare il progetto ad altri vitigni in via d estinzione come il Burson e il Pagadebit romagnoli, il Pecorino abruzzese e la Croatina piemontese. In giro per l Italia esistono anche altre barbatelle in cerca di famiglia, ma lo scopo è diverso: l associazione antimafia Libera, insieme ad Arci Sicilia, invita i suoi sostenitori ad adottare un vigneto (con 100 euro) nel territorio tra L ULIVO MILLENARIO Per salvaguardare la pianta simbolo del Mediterraneo sono in diversi a mobilitarsi. Tra gli altri, l associazione Il Vagabondo e l azienda agricola Piccapane di Cutrofiano (Le) propongono una quota d adozione di 25 o 50 euro l anno, in cambio di due o cinque litri di olio extravergine bio e sconti su soggiorni in bed&breakfast (www.ilvagabondo.org). La cooperativa Nuovo Cilento in San Mauro Cilento (Sa) chiede 200 euro per tutelare gli ulivi millenari del parco naturale della zona, offrendo una fornitura di 10 litri di olio extravergine, un soggiorno a mezza pensione per due persone in agriturismo e la visita guidata in azienda. Info:

13 5-7 OTTOBRE SORTINO (SR). Sagra del miele con la VI a edizione del concorso Grandi mieli del Mediterraneo, con oltre 200 campioni di miele e circa 30 varietà. Info: Monreale, Corleone e Canicattì per farlo ritornare produttivo dopo il riscatto dalle cosche (www.lavoroenonsolo.it). Di carattere culturale è invece l iniziativa lanciata da sei comuni del Friuli Venezia Giulia per far conoscere da vicino il lavoro del vignaiolo: una decina di aziende agricole nella Bassa friulana (intorno a Buttrio, Udine), con una quota di 100 euro, offrono la possibilità di prendere parte ad alcune fasi della coltivazione e della vinificazione, di ottenere una bottiglia personalizzata e sconti per soggiorni in zona (www.territorianordest.org). Agenzia Fotogramma TERRITORI 13 Culture Calendario 14 OTTOBRE Se i postini potessero sbirciare all interno delle buste si domanderebbero perchè, tra settembre e dicembre, in un anonimo ufficio in zona Balduina, a nord di Roma, arrivano quasi 200 lettere piene di semi. E di certo si stupirebbero a scoprire che dietro a tutto questo traffico non c è nessuna ragione economica. Si tratta infatti della Banca dei semi, iniziativa di scambio gratuito di sementi tra tutti i giardinieri-per-passione del mondo. L idea è nata, nel 2001, da un gruppo di amici della capitale e si è poi ampliata grazie a Internet. Le piante ci regalano i semi -spiega Rita Finocchi, una delle ideatrici-: è un peccato buttarli. In più è un modo semplice per resistere alle multinazionali, che hanno già monopolizzato il mercato agricolo delle sementi. SUMMONTE (AV). Sagra della castagna del Partenio : degustazioni di castagnaccio e caldarroste, musica e balli e visite guidate nei castagneti della zona. Info: La Banca dei semi Brasile, America, Francia, Spagna I giardi-nauti sono un po dappertutto con il vantaggio che le piante spaziano dalle tropicali ai fiori alpini, passando per la frutta mediterranea fino alle specie carnivore. Lo scambio funziona in modo molto semplice. Ogni autunno Rita (contattabile all indirizzo annuncia l apertura della banca su alcuni siti specializzati, tra cui indicando l indirizzo a cui spedire i semi. Ogni partecipante invia una breve descrizione del suo campo (in casa, all aperto, in luogo umido, etc.) e dei semi che desidera ricevere, un francobollo per la lettera di ritorno e, se li ha, dei semi da scambiare con relativa spiegazione. A Natale la sorpresa. CONTAMINAZIONI CULTURALIJAMMIN MEDIATORI CULTURALI SULL AUTOBUS A Firenze l integrazione si fa anche a bordo degli autobus. Fino alla fine di settembre, sui mezzi pubblici lavoreranno, a fianco dei controllori, anche 13 stranieri. I mediatori culturali, nove uomini e quattro donne, provengono da Senegal, Marocco, Congo ed Egitto. Il loro compito sarà quello di aiutare il personale in servizio a informare i viaggiatori immigrati sulle regole del trasporto pubblico. Il progetto, gestito da Ataf (l azienda che gestisce il trasporto pubblico), è promosso da Comune e Provincia di Firenze, assieme al consolato del Senegal e all associazione Alleanza dei senegalesi. MATRIMONI FORZATI Parte da Rotterdam (Olanda) la campagna europea Mano nella mano contro i matrimoni imposti, promossa da Spior (l organismo che riunisce le associazioni musulmane dei Paesi Bassi, I matrimoni forzati sono ancora una realtà in Europa -spiegano gli organizzatori della Campagna-. Nella tradizione musulmana, un matrimonio è invece valido soltanto consensuale. Nei prossimi mesi, un opuscolo con indicazioni sui principi del matrimonio secondo l islam, verrà distribuito Inghilterra, Belgio, Francia, Germania, Italia e Spagna. Fate gli auguri ai vostri vicini di casa musulmani. È l invito che la Diocesi di Milano ha rivolto ai suoi fedeli in occasione del Ramadan, che i musulmani celebrano questo mese. In una lettera inviata a tutti i parroci, il responsabile della curia milanese per il dialogo con l Islam, don Giampiero Alberti, scrive: Sarebbe bello se anche noi cogliessimo l occasione per portare i nostri auguri e gli auguri della Chiesa, per iniziare il dialogo con queste persone che forse conosciamo appena e che sono nostro prossimo. BUONI ESEMPI DI CONVIVENZA A Brignano Gera d Adda, in provincia di Bergamo, il sindaco leghista lancia una gara di solidarietà per i suoi concittadini colpiti dall alluvione. E l unico del Paese che mette mano al portafogli è un immigrato, Jalel Hallaoui, pizzaiolo trentenne emigrato dal Marocco 17 anni fa. È questo l esito sorprendente della raccolta di fondi per aiutare i residenti delle vie colpite dall esondazione del torrente Morletta. Si era presentato da me assicurando che avrebbe versato un quarto del suo stipendio -racconta il sindaco Giuseppe Ferri-. E ha mantenuto la parola. Dopo che in paese si è saputo della notizia, qualche altro cittadino di Brignano ha seguito il buon esempio di Jalel.

14 NOVITÀ Promontori rocciosi, ginepri secolari, dune e spiagge di sabbia bianca, immerse in una natura rimasta pressoché intatta; e naturalmente il mare smeraldo e turchese. 10 itinerari con tutte le informazioni utili per mettersi in cammino e trovare ospitalità RICCARDO CARNOVALINI, ROBERTA FERRARIS SARDEGNA A PIEDI 10 itinerari spettacolari lungo la costa 178 pagine - 17,00 euro MARIACARLA CASTAGNA IN SARDEGNA TRA MARE E MINIERE 22 giorni a piedi nel più spettacolare parco geominerario d Italia 328 pagine - 20,00 euro 22 tappe, 450 chilometri. Un affascinante viaggio per mare e miniere. Quasi un mese a piedi, o in bicicletta, nel Sulcis-Iglesiente, alla scoperta del primo Parco Geominerario riconosciuto dall Unesco.

15 CITTÀ A MISURA DI... FUGA Settembre Bay Ali Diop, presidente dell Associazione dei clandestini rimpatriati e delle famiglie delle vittime, scruta l oceano in cui ha perso la vita anche suo figlio Con lo sguardo verso l Europa ORIZZONTI CLANDESTINI Gianfranco Mura Dalla spiaggia di Dakar tentano di raggiungere le Canarie a bordo di una piroga. Oltre 700 senegalesi nel 2007 hanno però perso la vita fra le onde dell oceano. Sul bagnasciuga c è chi ancora li aspetta. CARLO GIORGI Se la osservo sulla carta geografica della mia guida, la città mi sembra protesa nell oceano in modo scomposto ed esagerato. Come se, nell atto di creare Dakar, a Dio fosse sfuggita la misura. La terra si crea un varco nell acqua per chilometri, prima verso Est e poi verso Sud. Così la linea dell oceano, agli occhi di chi vive qui, è il confine naturale di ogni orizzonte possibile. Perché oceano significa anche, per molti senegalesi, l unica possibilità di raggiungere l Europa: un viaggio che è una scommessa, 2mila chilometri in mare aperto, su piroghe di legno, fino a sbarcare -inshallah, se Dio vuole- sulle isole Canarie, territorio spagnolo. Nel 2006 sono state 31mila le persone che hanno raggiunto le Canarie dalle coste del Senegal o della Mauritania. Nello stesso anno almeno persone, in gran parte senegalesi, sono annegate nell impresa. Di queste, 410 risultano disperse senza notizie. Nel 2007, grazie al pattugliamento di navi militari europee, gli sbarchi sono diminuiti del 60 per cento; non però così i morti, che sono stati ben 745 (fonte dati: sito di Fortress Europe). E neanche la voglia di partire si è affievolita. La situazione economica infatti è peggiorata: in un anno il prezzo del gasolio è raddoppiato. È aumentato il prezzo di farina, riso, sorgo, miglio. Le riserve ittiche, prima voce economica della nazione, negli anni sono state dilapidate da concessioni di pesca a flotte straniere (europee, giapponesi, cinesi) che incrociano dove le piroghe dei senegalesi non riescono ad arrivare. A primavera il Cnts, il maggior sindacato senegalese, ha paralizzato la capitale con uno sciopero generale chiedendo al governo misure contro la povertà. Così quando mi fermo a parlare con qualcuno nei sobborghi di Dakar, nel grande Gianfranco Mura Ci avevano detto di stare tranquilli, che la barca aveva il gps per orientarci in mare. Ma o non funzionava o non lo sapevano usare; fatto sta che abbiamo navigato per giorni senza meta. Sekane Mamadou Fall ha 33 anni e vive a Thiaroye in una casa tranquilla nel mezzo del quartiere, con moglie e un figlio di pochi mesi. È un testimone competente del viaggio da clandestino verso l Europa, avendolo tentato nel 2002 e di nuovo nel 2006 e dilapidando, in entrambi i casi, tutti i risparmi di famiglia. Ancora adesso vorrei andare in Europa -confessa testardo-, ma solo in modo legale, con un visto, anche se non è giusto: gli italiani vengono in Senegal senza visto; perché noi ne dovremmo avere bisogno per venire in Italia?. Nel 2002 Sekane tenta di raggiungere le Canarie dalla costa del Marocco. Rimane tre mesi ad attendere nel deserto marocchino il momento propizio. La polizia intercetta però i migranti e li deposita al confine con l Algeria, abbandonandoli alla frontiera. Per miracolo riesce a tornare in Senegal. Lo scherzo gli costa 3mila euro. Nel 2006 la seconda occasione: mille euro dati in anticipo al passatore, per un passaggio in piroga dal Senegal: Su una barca di legno di 15 metri eravamo in 81 -racconta Sekane-. Quasi tutti del mio quartiere periferico di Thiaroye, alla fine mi chiede puntualmente di aiutarlo a raggiungere l Italia dove ha almeno uno zio, un fratello o un cugino. Thiaroye è un enorme quartiere popolare di Dakar. Ci si arriva attraverso la grande direttrice stradale che porta alla città di Thies. Il quartiere è racchiuso tra strada e oceano. Molti qui sono pescatori e scrutano il mare. E molti scrutano l orizzonte del mare, perché nel mare hanno perso qualcuno. Mi accompagna alla sua spiaggia, piena di piroghe colorate e di bambini che giocano tra le onde, Bay Ali Diop, 68 anni, il presidente dell Associazione dei clandestini rimpatriati e delle famiglie delle vittime. Mio figlio Check è partito con una piroga il primo marzo mi racconta-. Non abbiamo più avuto notizie di lui. Bay ha in mano una lista di cento nomi, tutti dispersi in mare, in cui suo figlio è il numero 38. Sono io che ho pagato il suo viaggio -spiega Bay-. I ragazzi che sono partiti erano tutti la colonna delle loro famiglie, responsabili per la casa e per il lavoro. Adesso non c è nessuno che possa lavorare al loro posto e questo è un problema enorme per chi è rimasto solo. Bay ha scritto più volte al presidente del Senegal, Abdoullaye Wade, per chiedergli notizie dei dispersi, ma nessuno ha risposto. Le cose potranno migliorare se il governo farà qualcosa per i giovani -spiega Bay-. La nostra associazione lotta contro l immigrazione clandestina: vogliamo dire ai giovani che prendere le piroghe è troppo rischioso. Ma la realtà è che si parte ancora da tutte le spiagge del Senegal. E se non hai un lavoro, scegli comunque di partire. Eravamo 81 su una barca di 15 metri Può costare anche 3mila euro il passaggio in Europa su una piroga quartiere. Avevamo cibo e acqua per sei giorni di viaggio. Finiti i sei giorni però eravamo ancora in mezzo all oceano; dappertutto solo acqua e cielo. Abbiamo votato e deciso di tornare indietro; così abbiamo navigato per altri cinque giorni, ma senza risultato. La benzina era quasi finita; con la coperta, un telo lungo quattro metri, avevamo anche costruito una vela artigianale. Pensavo alla mia famiglia. Ero sicuro di morire. Era finita. Mi dicevo: perché ho preso la barca? Saranno state le 11 di sera. All improvviso abbiamo visto una barca di pescatori. Ci hanno buttato acqua e pane e poi se ne sono andati. Alle sei del mattino successivo è arrivata la nave della marina marocchina e ci ha finalmente portato a riva. Ho ringraziato tanto Dio.

16 16 Settembre 2008 CITTÀ A MISURA DI... OVER 60 Tra le specialità la briscola e il ballo da sala OLIMPIONICI D ARGENTO Giocano con grinta e combattono i veri avversari: noia e solitudine. In più di mille si preparano per le finali a Ponte di Legno. EMANUELA CHIESA Combattere noia, fragilità e solitudine. Una sola strategia vincente: giocare. Ne è convinto Antonio Pala, lui che lo scorso anno, per pura fortuna, è arrivato alle semifinali di briscola dei Giochi di Liberetà, organizzati dallo Spi-Cgil (Sindacato pensionati italiani) della Lombardia insieme con l Auser. Antonio non è un giocatore di carte, piuttosto un ballerino. Qui a Desio -racconta- durante l anno, dal mercoledì alla domenica, si balla, sempre con l orchestra e la musica dal vivo. Dal 9 al 12 settembre oltre mille anziani occuperanno pacificamente Ponte di Legno (Bs) per le finali della quattordicesima edizione dei Giochi di Liberetà. Bocce, ballo da sala, tennis, pesca sportiva, briscola, dama e anche il torneo Quando eravamo ragazzi, che comprende giochi come le freccette, il tiro ai barattoli, la corsa col cucchiaio, il castello di carte e il ping pong. Per chi non è troppo votato per lo sport ci sono i concorsi di fotografia, pittura, racconto e poesia. L evento di settembre è solo la punta dell iceberg di un attività iniziata mesi prima nei Comuni della Lombardia, dove si sono svolte le eliminatorie delle varie discipline. I giochi sono aperti anche ai non tesserati -spiega Carlo Poggi, responsabile regionale dell area benessere dello Spi-. Tutto su base volontaria. Li facciamo nei centri anziani, nei centri sociali diurni, nei circoli e spesso all aperto. Ad Abbiategrasso gli anziani partecipano a gare di dama in piazza, mentre a Laveno Mombello, grazie a un accordo con il Comune, il torneo di carte si svolge sulle rive del lago. Alcuni Comuni danno il loro patrocinio e gli assessori partecipano alle premiazioni -spiega Ambrogio Bovo, responsabile provinciale di Varese-. In questo modo le manifestazioni diventano un servizio agli anziani riconosciuto dalle amministrazioni. Sono decine di migliaia le persone che partecipano a questi giochi. Sempre di più. La gara di pesca è nata, qui a Varese, tre anni fa in modo sperimentale con 13 concorrenti -racconta Ambrogio Bovo-. Adesso ne abbiamo 60. Altre gare di pesca sono state organizzate dai comprensori della Brianza, di Como e di Mantova. Abbiamo ricevuto 120 tra poesie e racconti, circa 65 quadri e altrettante fotografie -dice Sandro Frigerio, coordinatore Area benessere Monza e Brianza-. In tutto i giocatori saranno stati più di mille, 240 le persone che hanno pranzato alla festa finale. Lo spirito dei giochi di Liberetà è quello di creare occasioni di svago. Non ci sono ricchi premi in palio - racconta Carlo Poggi- e per i finalisti spesso il premio è un buono sconto per la vacanza a Ponte di Legno. Lo facciamo anche per smorzare il troppo agonismo, anche Dal 2006 a Roma l Antica sartoria solidale NONNE VINTAGE Foto di gruppo dei partecipanti a una gara di pesca organizzata dal Sindacato pensionati italiani se in certe gare è impossibile. Un capitolo a parte sono i giocatori di bocce: a loro, dicono allo Spi, non si può chiedere di mettere da parte la competitività. Partecipano ad altre gare durante l anno, si conoscono tutti e sono capaci di discutere un pomeriggio intero sulla distanza boccia-boccino. Ma, alla fine, le giornate si concludono sempre con un brindisi e una pacca sulle spalle, anche tra i più acerrimi avversari. Trecento anziane e una decina di uomini cuciono stoffe e vestiti dismessi. Con i ricavi delle vendite aiutano il Sud del mondo. MICHELA GELATI Ècome entrare nelle case dei nonni, dove sugli scaffali convivono oggetti moderni e saperi antichi, forni a microonde e centrini ricamati. Di tradizionale ha il nome: l Antica sartoria solidale di Roma (via Portuense, 220). In più, i vestiti riposti in quattro stanze luminose tra ferri da stiro e macchine da cucire: tovaglie ricamate, camicie a fiori, tutine all uncinetto. Di nuovo c è che assomiglia a un negozio vintage, dove vecchi tessuti e accessori diventano oggi gonne di velluto, canottiere e collane. A cucire e a infilare perline sono trecento anziane, dai 60 ai 90 anni, e una decina di uomini. Per sfuggire al dolore, alla depressione ; spiega Sandra, 64 anni. Anche per fare del bene, aggiunge Raffaella, 65 anni, responsabile della sartoria. Il ricavato dalla vendita degli abiti, infatti, va a sostegno di progetti di organizzazioni come Save the children, Amref, Anlaids. In un anno sono stati devoluti in beneficenza 15mila euro. A Roma, secono i dati del 2007 forniti dal Comune, su 3 milioni di abitanti gli over 65 sono 576mila. La sartoria solidale nasce nel dicembre 2006 proprio all interno di un progetto pensato dal Comune per l assistenza agli anziani delle periferie, I pony della solidarietà. Le volontarie che tenevano loro compagnia, alla Magliana e al Corviale, hanno scoperto che molti anziani erano alla ricerca di un posto dove lavorare a maglia. Il Comune, venutone a conoscenza, ha messo a disposizione alcuni locali. Pochi giorni dopo l inaugurazione, la sartoria si è trovata sommersa di stoffe e macchine da cucire. I donatori sono privati cittadini e aziende, dice Raffaella. Gli anziani possono lavorare in sartoria o cucire a casa. Tutti i prodotti, comunque, vengono venduti all interno del negozio o nei mercatini. La sartoria organizza ogni anno anche una sfilata, in cui sono le stesse sarte over 60 a salire in passerella. Nell ultimo anno sono stati confezionati cento abiti da donna, 400 tra maglioni e giacche per adulti e tutine per bambini, 2mila accessori. Le collane costano 20 euro, gli orecchini dai 5 ai dieci. Per i vestiti si va dai 40 euro richiesti per un gilet all uncinetto ai 10/20 euro necessari per le tutine dei bambini. Agli acquirenti viene rilasciata una ricevuta che spiega il progetto che hanno aiutato. Raffaella mostra le foto di un villaggio indiano dove la sartoria ha sostenuto un progetto di microcredito. Sospira: L anno scorso non ci siamo riuscite, ma quest anno faremo di tutto per andarci.

17 CITTÀ A MISURA DI... ARTISTI La rivoluzione colorata della Street art village Settembre PINACOTECA A CIELO APERTO Cambio di prospettiva con il murales realizzato a Campo Felice di Roccella da Bros, writer milanese Graffitari spagnoli e italiani hanno cambiato la faccia di Campo Felice di Roccella, a Palermo. Per la gioia degli abitanti. LAURA BELLOMI Il campo di pallone era circondato da muri grigi, la biblioteca era una casetta modesta e le case private, palazzine a tre piani dal prospetto non ben definito, erano figlie di un architettura moderna priva di un identità forte. Poi dalla Spagna e dal Nord Italia sono calati gli street artists, e Campo Felice di Roccella, comune di 7mila abitanti alle porte di Palermo, si è trasformato in una pinacoteca a cielo aperto. Da giugno a settembre di quest anno, arte e fantasia hanno rivoluzionato il paesaggio urbano: sui muri del campo da calcio ora si rincorrono strane figure che simboleggiano la modernità, la biblioteca si è ricoperta di un albero che produce libri come fossero frutti. Persino la protettrice del paese, Santa Rosalia, ha ispirato un murales e svetta su un palazzo privato: Sarà alta almeno 15 metri -dicono orgogliosi i paesani- è la santa Rosalia più alta del mondo. Un Italia insolita, a testa in giù, si ammira invece dal corso principale. La Sicilia messa al Nord esplicita il ribaltamento culturale proposto dalla Street art, spiega Bros, writer milanese autore dell opera. Street art village è il nome del progetto che ha convinto l amministrazione comunale -guidata da una lista civica- a chiedere ai cittadini di mettere a disposizione dell arte muri pubblici e privati. Dopo i primi dipinti, tutti ne volevano uno personale, racconta Massimo Battaglia, assessore al Turismo. Spalancare le porte a bombolette e vernice colorata, in Italia, è un gesto più che unico. Fra artisti e residenti è nata una simpatia -continua l assessore-: non era raro sentire writer e anziani che chiacchieravano dandosi del tu, e da noi di solito ci si dà del voi. Un estate controcorrente, e un paese capace di accogliere sensibilità artistiche che si discostano dalla Due anziani all opera nell Antica sartoria solidale tradizione. Abbiamo portato l arte contemporanea dove è difficile anche solo farla conoscere, spiega l architetto Debora Di Gesaro, ideatrice del progetto. Ai15mila euro stanziati dall amministrazione comunale si sono aggiunti i contributi di sponsor e residenti. Non solo: Se c era bisogno di una scala nessuno si tirava indietro -prosegue l assessore- ci sono stati cittadini che hanno ospitato gratuitamente gli artisti. I writers sono scesi a tornate. Prima la squadra dal Nord Italia: Bros, Ivan, Blu, Bo 130, Dem, Marco Teatro, Microbo, Ozmo e Sonda. Poi quella spagnola: Nuria Mora, Sam3, San e Zosen. Infine, gli artisti locali come La Pilla, cui è stata affidata la strada che dal mare porta in paese. Ciò che collega i diversi stili -dice ancora Debora Di Gesaro- è la mediterraneità. Alcuni di loro, come Ivan e Microbo, sono di origini siciliane. Un occasione speciale per i writer, che hanno potuto lavorare senza il rischio di sanzioni e denunce. Andremo avanti -conclude l ideatrice del progetto- magari in territori degradati come Gela. A Monticchiello (Siena) IL PAESE DEGLI ATTORI Andrea Rossi / Eidon Dal 1980 ogni estate recitano sulla piazza del loro paese, raccontandone la storia. MARIO NERI Un grappolo di case, poca gente semplice e tradizioni contadine, che d estate si trasformano in teatro. Un paese di abitanti-attori che si raccontano per fare autocritica di fronte ai propri cambiamenti sociali: lo spopolamento, la crisi del sistema mezzadrile e la globalizzazione. A Monticchiello, in provincia di Siena, borgo medievale incastonato nella Val d Orcia, la scena è il paese stesso e la sua piazza. Si scrive in inverno, nelle vecchie masserie col vino e il formaggio. Il nostro paese si è spopolato fino a perdere più della metà dei suoi residenti (da 800 a 300 dalla fine della guerra agli anni 60) e ha visto inurbare i figli verso la modernità -racconta Fabio Rossi, segretario della cooperativa del Teatro povero, nata nel 1980 per gestire l iniziativa-. Davanti a una realtà antica e rurale che si stava sfaldando, ci siamo inventati il TeatroPovero, un teatro molto simile al palcoscenico quotidiano del nostro passato. Un esperienza che è nata come una sorta di rituale ludico per la collettività, grazie alla quale abbiamo vinto il rischio dell isolamento e della scarnificazione del paese. Così, fin dagli inizi, vanno in scena l epica medievale di una nuova Giovanna d Arco che a Monticchiello, nel 1553, salva il paese dall attacco dei fiorentini. Si rievoca la lotta partigiana che il 6 aprile del 1944 salvò gli abitanti da un eccidio nazista. E poi situazioni di vita e temi d attualità. All inizio era un giornalista, Mario Guidotti, a scriverere i testi degli spettacoli. Dagli anni 80 siamo passati all autodramma. Ci incontriamo, dibattiamo sul tema da portare in scena in estate e, insieme, scriviamo il testo -spiega il presidente onorario della compagnia del TeatroPovero, Arturo Vignai-. Nel 2007 abbiamo rappresentato gli scempi ambientali e il disincanto per la politica. Ogni anno la piazza di Monticchiello ospita più di 6mila spettatori, diluiti in diverse serate. Oltre due settimane di spettacoli. Quest estate la pièce si intitola il Paese dei B(a)locchi. Sessanta abitanti-attori, dal 26 luglio al 14 agosto, pongono l accento sull indifferenza delle istituzioni e dello Stato, colpevoli di ignorare il destino dei centri sperduti tra le sacche immobili della storia e della natura. La storia parla di un vecchio contadino che ritrova, in una cassa, attrezzi per lavorare la terra, i balocchi di una civiltà che ormai è solo da museo.

18 18 Settembre 2008 CITTÀ A MISURA DI... PER SAPERNE DI PIÙ Verde e senza periferie, si girerà tutta a piedi LA POLIS DEL FUTURO Si chiama VeMa la città ideale, disegnata da una cordata di giovani architetti e presentata alla Biennale di Venezia. Esercizio di stile o progetto realizzabile? ILARIA SESANA L e città sono come gli uomini: hanno un progetto di vita. Devono trasmettere l idea che la felicità sia possibile e che si possa ottenere. Ne è convinto Franco Purini, architetto e docente all università La Sapienza di Roma, che ha elaborato il progetto VeMa: una città ideale che dovrebbe sorgere tra Verona e Mantova, pensata per incontrarsi e socializzare, ispirata ai modelli del Rinascimento italiano. Perché in quella zona? Nei prossimi anni in quell area si incroceranno due linee per l alta velocità che attraversano l Italia: il Corridoio uno (Berlino - Palermo) e il Corridoio cinque (Trieste - Lione). Sarà una zona interessata da fenomeni di grande portata di fronte ai quali le alternative sono due: una pianificazione rigorosa per dare vita a una vera città, oppure lasciare tutto all improvvisazione, come si è sempre fatto, attaccando villette a villette, capannoni a capannoni. A casaccio, senza una logica. Com è VeMa? Innanzitutto verde, tessuta di strade e piazze, con luoghi dove poter socializzare. Una città sostenibile e che assicuri a tutti la possibilità di vivere bene: centrale in ogni suo punto, senza periferie, totalmente pedonale e i trasporti saranno assicurati da vetture senza conducente che collegheranno la città da un capo all altro. Deve esprimere senso di appartenenza e offrire sicurezza ai suoi abitanti e, allo stesso tempo, essere un luogo capace di accogliere. Quanti abitanti avrà? È pensata per ospitare, inizialmente, 30mila persone per arrivare dopo una trentina d anni a 45mila. È la dimensione ideale perché assicura tutti i vantaggi e i servizi di una metropoli pur restando a misura d uomo. Quando è nato il progetto? VeMa è stata presentata nel 2006, all interno del padiglione italiano alla Biennale di Venezia, ed è il frutto del lavoro di venti gruppi di giovani architetti. È destinato a restare sulla carta? Per il momento siamo alla fase progettuale, ma c è in atto un dibattito sulla possibilità di realizzare qualcosa di simile, magari anche in altre parti d Italia. Il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, e altre istituzioni hanno manifestato il loro interesse. I tempi però saranno lunghi. Ci sono altri progetti simili in Italia? Ci sono iniziative private, come l area Falck a Sesto San Giovanni o l area Santa Giulia, che interessano però solo dei quartieri. VeMa, invece, ha la dimensione di una città di fondazione e interessa una fascia molto più ampia di popolazione. Lavori in corso per costruire una rete dell economia solidale a partire dalle mille esperienze già attive nel nostro Paese. Per creare circuiti economici vivi e vitali che non guardino solo al profitto ma, soprattutto, alla sostenibilità ambientale, sociale ed etica. E allora via libera alle feste dei Gas, alle fiere, alle tavole rotonde e convegni Tutto va bene purché sia occasione di incontro e scambio. Protagonisti di questo esperimento (www.retecosol.org) sono i Distretti dell economia solidale di cui fanno parte imprese, associazioni, consumatori e istituzioni. Per chi ha voglia di crescere e mettersi in rete. Riciclare al meglio i rifiuti, abbattere i consumi di energia e dimostrare che intervenire in favore dell ambiente non solo è possibile e necessario, ma anche economicamente conveniente. A crederci all inizio sono stati Monsano (An), Colorno (Pr), Vezzano Ligure (Sp) e Melpignano (Le), quattro piccoli paesi che hanno deciso di mettere in comune le proprie esperienze. Oggi sono quindici. Sul sito (www.comunivirtuosi.org) è possibile conoscere tutte le iniziative messe in atto dalla rete: dalle delibere per incentivare l uso dei pannolini lavabili e ridurre la produzione di rifiuti, al capitolato per la gestione delle mense scolastiche in cui si chiede di utilizzare obbligatoriamente solo acqua di rubinetto. Tutti i documenti si possono scaricare, consultare e proporre al proprio sindaco. Per chi vuole cambiare il mondo, iniziando dal proprio quartiere. Mettersi in ascolto, per raccontare quell Italia normale che non finisce sulle prime pagine dei giornali. È la sfida delle Acli (Associazioni cristiane lavoratori italiani) lanciata nel dicembre 2006 con il progetto Scommessa Italia e l omonimo sito Internet. Oggi il portale presenta diverse storie di lavoro e volontariato, progetti e iniziative segnalate direttamente dagli utenti: dagli scoop della piccola, ma coraggiosa, televisione anti-mafia Telejato, al panificio Pane per la vita di Busto Arsizio gestito da ragazzi con problemi familiari. Per chi non vuole ascoltare solo brutte notizie al tg. L unione fa la forza: lo devono aver pensato i creatori della Rete dei comuni solidali che, per sviluppare progetti di cooperazione con il Sud del mondo, hanno deciso di creare un modello nuovo per tendere una mano a chi sta peggio: gemellaggi per costruire una scuola in Romania, scavare un pozzo in Tanzania, inviare aiuti alimentari alle popolazioni in difficoltà. Il sito propone piccoli progetti mirati, in cui sono indicati con chiarezza i beneficiari. Oggi i comuni solidali sono 253 e sommano più di quattro milioni di abitanti. Per chi pensa che tendere una mano, in fondo, non sia poi così difficile.

19 INSIEME NELLE TERRE SPAZIO ASSOCIAZIONE 19 A Milano un fine settimana di turismo responsabile Per parlare di homeless non basta più una sola notte. Per questo l associazione Insieme nelle Terre di mezzo onlus ha pensato di rendere ancora più ricca La notte dei senza dimora, la manifestazione che ogni anno dal 1999 fa dormire centinaia di comuni cittadini nelle piazze italiane. Così l appuntamento del 17 ottobre, giornata Onu di lotta alla povertà, sarà solo l inizio di un week end di turismo responsabile, organizzato in collaborazione con l agenzia Viaggi e miraggi, nella Milano della grave emarginazione. Il mini-tour Milano con occhi solidali (da venerdì 17 a domenica 19 ottobre) prenderà avvio alle ore 20 in piazza Santo Stefano: fin da subito i turisti saranno protagonisti della Notte e verranno coinvolti dal ritmo PER PARTECIPARE A MILANO CON OCCHI SOLIDALI È POSSIBILE SCRIVERE A O TELEFONARE ALLO contagioso della festa. Dopo la cena calda offerta dalle associazioni organizzatrici, riunite sotto il nome di Riunione di famiglia: Terre e i suoi fratelli Quelli della Notte (tra loro Casa di Gastone, Cena dell amicizia, Croce rossa italiana comitato provinciale, Ronda della carità e Insieme nelle Terre di mezzo) ci si potrà scatenare tutti insieme in canti e danze, con i concerti di gruppi più o meno famosi, che animeranno la serata fino al suo momento clou, quando i partecipanti srotoleranno il loro sacco a pelo per la dormita di piazza. Sabato mattina, dopo la colazione, ci si sposterà presso l ostello della cooperativa sociale Olinda, che ha sede nell ex ospedale psichiatrico Paolo Pini, dove si potranno depositare i bagagli, godersi una doccia calda e un comodo letto fino all ora di pranzo. Nel pomeriggio si effettuerà un giro turistico della città, in un itinerario che comprende monumenti, storia e luoghi simbolo per gli homeless meneghini. La guida di questa visita speciale sarà Magda, presidente della Ronda della carità e della solidarietà di Milano, associazione che ogni sera svolge la propria attività tra le strade della città. Si potranno inoltre visitare le strutture dell Opera Cardinal Ferrari, che ospita ogni giorno a pranzo oltre 200 persone in difficoltà. La domenica mattina è invece prevista la visita alla redazione dei giornali Terre di mezzo e Altreconomia, in cui i partecipanti potranno conoscere i giornalisti dei due mensili di stampa alternativa... ma non mancheranno anche momenti di relax nel verde del parco, cene etniche, pranzi tradizionali e tanto altro. Un mix frizzante, per scoprire che l emarginazione non fa paura. Sara Meliti Dario Brioschi CERCANSI VOLONTARI L associazione Insieme nelle Terre di mezzo onlus, nata per dare una mano ai venditori di Terre, che organizza anche la Notte dei senza dimora e altri eventi, cerca nuovi volontari. Ogni mercoledì ci si incontra in sede. L indirizzo è via Calatafimi 10, Milano. Info: Anche a Roma ci si vede la sera del mercoledì alla Bottega del mondo Kinkelibà, via Macerata 54. Info: Terre di mezzo e i suoi fratelli sparsi in giro per il mondo si sono ritrovati a Glasgow, dal 19 al 22 giugno scorso, per la tredicesima conferenza dell International street papers (Insp), la rete internazionale dei giornali di strada che riunisce 90 testate di 38 Paesi diversi. Nella città scozzese erano presenti 32 nazioni. Assenti forzati i due rappresentanti di The Big Issue Zimbabwe, ai quali il Governo britannico ha negato il visto d ingresso senza dare spiegazioni (probabilmente per la situazione politica del Paese africano), suscitando una nota di protesta dell associazione. La conferenza ha fatto risaltare la grande ricchezza della diversità dei giornali di strada: da The Big Issue London, che vende 200mila copie alla settimana, a Boca de Rua di Foto di gruppo per i rappresentanti dei giornali di strada di 32 nazioni Porto Alegre, Brasile, che esce più o meno ogni tre mesi grazie al lavoro volontario di alcuni operatori sociali; da Journey Home di San Pietroburgo, i cui giornalisti, con molto coraggio e abilità, trovano modi sempre nuovi per assicurare l uscita del giornale, a Biss di Monaco di Baviera, che ha trovato i fondi per trasformare, entro il 2010, l ex carcere femminile in un centro per senza dimora e in un ostello per turisti. L assemblea di Glasgow, che si è svolta nella suggestiva biblioteca settecentesca Mitchell della città, è stata aperta dal Primo Ministro della Scozia, Alex Salmond, che ha voluto portare di persona i saluti e il sostegno del proprio governo. Il tema della conferenza, I giornali di strada: sfida alle prospettive globali della povertà, è stato affrontato attraverso seminari (per esempio, gestione delle informazioni giornalistiche, found raising, costruzione di un business plan, l accompagnamento dei venditori che hanno problemi di dipendenza) e sessioni plenarie in cui sono state condivise le buone pratiche che i vari giornali realizzano nella lotta all emarginazione. Su questo punto però sono emerse delle diversità di vedute. Alcuni giornali vedono la vendita per strada come parte di un programma sociale di promozione dei senza dimora: dando loro un lavoro si dà la possibilità di uscire dalle difficoltà spesso legate alla dipendenza dalla droga o dall alcol. Altri chiedono che i giornali, e quindi l Insp, affermino e siano più presenti nella promozione dei diritti dei senza dimora: casa, cure sanitarie, lavoro, istruzione. Per ora la questione è solo abbozzata, ma dovrà essere affrontata nei prossimi anni. Piero Magri A Glasgow sono stati assegnati i riconoscimenti del primo International street paper award. Per la categoria campagne, ha vinto la copertina di Surprise (Svizzera), sulla violenza alle donne ( Mi dona l occhio nero? ). Per la foto migliore, prima classificata è Morte sulla strada pubblicata da Asphalt (Germania).

20

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Giugno 2013 Livello: A2

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Giugno 2013 Livello: A2 per Stranieri di Siena Centro CILS : Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi. Sono brevi dialoghi o annunci. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. Alla fine del

Dettagli

Unità 13. Festa multiculturale. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello A2 CHIAVI. In questa unità imparerai:

Unità 13. Festa multiculturale. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello A2 CHIAVI. In questa unità imparerai: Unità 13 Festa multiculturale CHIAVI In questa unità imparerai: come si compila un modulo di adesione a una festa multiculturale le parole utilizzate in testi informativi sulle feste multiculturali a scegliere

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Dicembre 2009 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi o messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo.

Dettagli

5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 1

5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 1 5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 1 Giugno 2010 5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010 9:45 Pagina 2 5-A2 adulti estero.qxd:5-a2 adulti estero.qxd 19-05-2010

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi. In quale luogo puoi ascoltare i dialoghi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. DEVI SCRIVERE LE TUE

Dettagli

- 1 reference coded [3,14% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [3,14% Coverage] - 1 reference coded [3,14% Coverage] Reference 1-3,14% Coverage quindi ti informi sulle cose che ti interessano? sì, sui blog dei miei amici ah, i tuoi amici hanno dei

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Livello CILS A1. Test di ascolto

Livello CILS A1. Test di ascolto Livello CILS A1 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Avventure nel Mondo, Intervista esclusiva - Filosofia, come fare, consigli utili, ecc...

Avventure nel Mondo, Intervista esclusiva - Filosofia, come fare, consigli utili, ecc... Avventure nel Mondo, Intervista esclusiva - Filosofia, come fare, consigli utili, ecc... Foto fornita da Anna Maria Tuninetti - Coordinatrice AnM Anna Maria Tuninetti è attualmente parte del direttivo

Dettagli

apre lavora parti parla chiude prende torno vive

apre lavora parti parla chiude prende torno vive 1. Completa con la desinenza della 1 a (io) e della 2 a (tu) persona singolare dei verbi. 1. - Cosa guard...? - Guardo un film di Fellini. 2. - Dove abiti? - Abit... a Milano. 3. - Cosa ascolt...? - Ascolto

Dettagli

Di Luca Bossi, Giulia Farfoglia, Valentina Molinengo e Michele Cioffi

Di Luca Bossi, Giulia Farfoglia, Valentina Molinengo e Michele Cioffi In mare aperto: intervista a CasAcmos Di Luca Bossi, Giulia Farfoglia, Valentina Molinengo e Michele Cioffi Nel mese di aprile la Newsletter ha potuto incontrare presso Casa Acmos un gruppo di ragazzi

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché?

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? unità 8: una casa nuova lezione 15: cercare casa 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? palazzo attico 1. Guarda la fotografia e leggi la descrizione. Questa è

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A2

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A2 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Presentano. Fitetrec-ante. Animantia Academy. Una Montagna di accoglienza. Parco Naturale Regionale dell Aveto

Presentano. Fitetrec-ante. Animantia Academy. Una Montagna di accoglienza. Parco Naturale Regionale dell Aveto Presentano Fitetrec-ante Animantia Academy Una Montagna di accoglienza Parco Naturale Regionale dell Aveto Scoprite gli ultimi branchi di veri cavalli selvaggi in Italia, nella meravigliosa cornice del

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Giugno 2010 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo.

Dettagli

Livello CILS A1 Modulo per l integrazione in Italia

Livello CILS A1 Modulo per l integrazione in Italia Livello CILS A1 Modulo per l integrazione in Italia GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto - Prova n.1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento.

Dettagli

1.1 Intro ComES pag.2 1.2 Consumatori (in)consapevoli pag.2 1.3 Il viaggio della banana pag.2. 2.1 L Africa pag.3 2.2 L Asia.pag.3 2.3 L America pag.

1.1 Intro ComES pag.2 1.2 Consumatori (in)consapevoli pag.2 1.3 Il viaggio della banana pag.2. 2.1 L Africa pag.3 2.2 L Asia.pag.3 2.3 L America pag. Il movimento del Commercio Equo e Solidale individua nella scuola uno degli interlocutori più validi, intravedendo nel campo della didattica una leva per creare consapevolezza e per diffondere una proposta

Dettagli

BENESSERE SUL LAVORO E QUALITA DELLE RELAZIONI Intervista a Christian Boiron. Di Enrico Cheli

BENESSERE SUL LAVORO E QUALITA DELLE RELAZIONI Intervista a Christian Boiron. Di Enrico Cheli BENESSERE SUL LAVORO E QUALITA DELLE RELAZIONI Intervista a Christian Boiron Di Enrico Cheli Cheli: Dott. Boiron, lei è presidente del gruppo Boiron, leader mondiale nel campo dell omeopatia, e da anni

Dettagli

BINARI SENZA TEMPO. programma per l esercizio di un Museo Dinamico della Fondazione FS Italiane

BINARI SENZA TEMPO. programma per l esercizio di un Museo Dinamico della Fondazione FS Italiane BINARI SENZA TEMPO programma per l esercizio di un Museo Dinamico della Fondazione FS Italiane Quattro spettacolari linee ferroviarie, tra la natura e l arte, per i treni storici della Fondazione FS Italiane.

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Dettato. DEVI SCRIVERE IL TESTO NEL FOGLIO DELL ASCOLTO PROVA N.1 - DETTATO. 2 Ascolto Prova n. 2 Ascolta il testo: è un dialogo tra due ragazzi

Dettagli

GIUSTE NOZZE. Proposte per un matrimonio solidale I.P.

GIUSTE NOZZE. Proposte per un matrimonio solidale I.P. GIUSTE NOZZE Proposte per un matrimonio solidale I.P. GIUSTE NOZZE Proposte per un matrimonio solidale Riconoscere un PREZZO EQUO, che consenta una remunerazione dignitosa del lavoro e assicuri la sostenibilità.

Dettagli

Gli strumenti della geografia

Gli strumenti della geografia Gli strumenti della geografia La geografia studia lo spazio, cioè i tanti tipi di luoghi e di ambienti che si trovano sulla Terra. La geografia descrive lo spazio e ci spiega anche come è fatto, come vivono

Dettagli

Tour della Liguria e della Toscana

Tour della Liguria e della Toscana Tour della Liguria e della Toscana Taste and Slow Italy - Trasimeno Travel Sas, Via Novella 1/F, 06061 Castiglione del Lago, Perugia. Tel. 075-953969, Fax 075-9652654 www.tasteandslowitaly.com - info@tasteandslowitaly.com

Dettagli

Livello CILS A2 modulo per l integrazione in Italia. Test di ascolto GIUGNO 2012. numero delle prove 2

Livello CILS A2 modulo per l integrazione in Italia. Test di ascolto GIUGNO 2012. numero delle prove 2 Livello CILS A2 modulo per l integrazione in Italia GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 1 Ascolto - Prova n.1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento.

Dettagli

Ora puoi studiare ed insegnare musica. nella comodità di casa tua!

Ora puoi studiare ed insegnare musica. nella comodità di casa tua! Ora puoi studiare ed insegnare musica nella comodità di casa tua! Se stai leggendo questo report vuol dire che ti sei iscritto alla mia lista di utenti interessati a questo nuovo progetto. Mille grazie

Dettagli

CLIDA P3 ESAME 0307 FASE UNO PROVE SCRITTE FASE DUE PROVE ASCOLTO. Esami CLIDA. centro linguistico italiano dante alighieri Firenze.

CLIDA P3 ESAME 0307 FASE UNO PROVE SCRITTE FASE DUE PROVE ASCOLTO. Esami CLIDA. centro linguistico italiano dante alighieri Firenze. centro linguistico italiano dante alighieri Firenze Esami CLIDA CLIDA P3 ESAME 0307 FASE UNO PROVE SCRITTE FASE DUE PROVE ASCOLTO Sede esame Cognome Nome Firma... Prove scritte Inizio della fase uno Leggi

Dettagli

CONVERSAZIONE CLINICA. Classe VA

CONVERSAZIONE CLINICA. Classe VA CONVERSAZIONE CLINICA Classe VA 1) Che cosa ti fa venire in mente la parola ''volontariato''? -Una persona che aiuta qualcuno in difficoltà. (Vittoria) -Una persona che si offre per aiutare e stare con

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION ITALIAN 2 UNIT Z LISTENING SKILLS TRANSCRIPT

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION ITALIAN 2 UNIT Z LISTENING SKILLS TRANSCRIPT N E W S O U T H W A L E S HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION 1998 ITALIAN 2 UNIT Z LISTENING SKILLS TRANSCRIPT 2 ITEM 1 PAOLO PAOLO Ieri ho avuto una bella sorpresa; ho ricevuto una lettera da Paolo.

Dettagli

Mettere l articolo determinativo e l articolo indeterminativo.

Mettere l articolo determinativo e l articolo indeterminativo. Mettere l articolo determinativo e l articolo indeterminativo. 1. stadio 2. ristorante 3. cinema 4. stazione 5. biblioteca 6. monumento 7. palazzo 8. fiume 9. _ catena di montagne 10. isola 11. casa 12.

Dettagli

http://www.sprachkurse-hochschule.de

http://www.sprachkurse-hochschule.de Lingua: Italiana Livello: A1/A2 1. Buongiorno, sono Sandra, sono di Monaco. (a) Buongiorno, sono Sandra, sono da Monaco. Buongiorno, sono Sandra, sono in Monaco. 2. Mia sorella chiama Kerstin. (a) Mia

Dettagli

SETTIMA LEZIONE LUCIA NON LO SA

SETTIMA LEZIONE LUCIA NON LO SA SETTIMA LEZIONE LUCIA NON LO SA SETTIMA LEZIONE 72 Lucia non lo sa Claudia Claudia Come? Avete fatto conoscenza in ascensore? Non ti credo. Eppure devi credermi, perché è la verità. E quando? Un ora fa.

Dettagli

CAP I. Note. Parte prima KATE

CAP I. Note. Parte prima KATE 7 Parte prima KATE CAP I - Mi chiamo Kate Maxwell. Nell ufficio dell investigatore Antonio Esposito sono le nove e mezza di una fredda mattina d ottobre. La donna è venuta senza appuntamento. Ha circa

Dettagli

Racconti visioni e libri per rospi da baciare

Racconti visioni e libri per rospi da baciare febbraio 2008 Cari bambini e ragazzi che verrete al festival chiamato AIUTO, STO CAMBIANDO! Racconti visioni e libri per rospi da baciare a Cagliari dall 8 all 11 ottobre 2009 NOTA: questa la lettera originale,

Dettagli

anataleilregaloè solidale

anataleilregaloè solidale anataleilregaloè solidale Da cinquant anni il Gruppo Abele coltiva futuro, accogliendo persone in difficoltà, aiutando le donne vittime di tratta e violenza, dando una mano concreta alle famiglie e ai

Dettagli

I PROGETTI ADOTTATI DA 4CITIES4DEV CIBO BUONO, PULITO E GIUSTO PER TUTTI: L ESPERIENZA DELLE COMUNITÀ DEL CIBO

I PROGETTI ADOTTATI DA 4CITIES4DEV CIBO BUONO, PULITO E GIUSTO PER TUTTI: L ESPERIENZA DELLE COMUNITÀ DEL CIBO I PROGETTI ADOTTATI DA 4CITIES4DEV CIBO BUONO, PULITO E GIUSTO PER TUTTI: L ESPERIENZA DELLE COMUNITÀ DEL CIBO Bottarga delle donne Imraguen Presidio Slow Food adottato dalla città di Tours Questa pubblicazione

Dettagli

Promuovere il Brand Italia in Germania: si parte da Francoforte giugno 26, 2014

Promuovere il Brand Italia in Germania: si parte da Francoforte giugno 26, 2014 Promuovere il Brand Italia in Germania: si parte da Francoforte giugno 26, 2014 La Settimana Italiana è ormai un appuntamento fisso nell estate di Francoforte sul Meno, la capitale economica della Germania.

Dettagli

Reportage. Le Cinque. Terre. di Roberta Furlan. Foto di Maurizio Severin. Il borgo di Vernazza

Reportage. Le Cinque. Terre. di Roberta Furlan. Foto di Maurizio Severin. Il borgo di Vernazza Le Cinque Terre di Roberta Furlan Foto di Maurizio Severin 14 Il borgo di Vernazza La tentazione di ignorare la sveglia che suona alle quattro del mattino, per ricordarci l appuntamento alle Cinque Terre,

Dettagli

Da Marocco e Sudan, due storie diverse e lo stesso (difficile) sogno: rifarsi un vita

Da Marocco e Sudan, due storie diverse e lo stesso (difficile) sogno: rifarsi un vita Da Marocco e Sudan, due storie diverse e lo stesso (difficile) sogno: rifarsi un vita 17 ottobre 2009 Aicha e Achol sono due donne molto diverse, come diversa è la loro storia, che si intreccia solo pochi

Dettagli

- 1 reference coded [0,86% Coverage]

<Documents\bo_min_9_M_18_ita_stu> - 1 reference coded [0,86% Coverage] - 1 reference coded [0,86% Coverage] Reference 1-0,86% Coverage E le altre funzioni, le fotografie, o, non so le altre cose che può offrire il cellulare sono cose che

Dettagli

Test A2 Carta CE. Prove di comprensione del testo: LETTURA. Primo esempio

Test A2 Carta CE. Prove di comprensione del testo: LETTURA. Primo esempio Test A2 Carta CE Prove di comprensione del testo: LETTURA Primo esempio 1 Secondo esempio 2 Terzo esempio Leggi attentamente il testo, poi rispondi scegliendo una delle tre proposte. Segna la risposta

Dettagli

Giorno 1 Check in Giorno2 Brescia Abbazia di Rodengo Saiano Visita a Cantina

Giorno 1 Check in Giorno2 Brescia Abbazia di Rodengo Saiano Visita a Cantina VINO E NATURA IN FRANCIACORTA 7 GIORNI IN HOTEL La Franciacorta è il punto di partenza ideale per conoscere l arte e la natura di questa parte d Italia. Ci divertiremo a piedi ed in bicicletta sul Lago

Dettagli

Unità 13. Festa multiculturale. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello A2. In questa unità imparerai:

Unità 13. Festa multiculturale. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello A2. In questa unità imparerai: Unità 13 Festa multiculturale In questa unità imparerai: come si compila un modulo di adesione a una festa multiculturale le parole utilizzate in testi informativi sulle feste multiculturali a scegliere

Dettagli

Mille orti in Africa. Paola Viesi

Mille orti in Africa. Paola Viesi Mille orti in Africa Stiamo coltivando un piccolo grande sogno: realizzare orti in tutte le comunità africane di Terra Madre. Al nostro impegno potrà unirsi quello di chi, insieme a noi, crede in questa

Dettagli

Copertina: Gabriele Simili, Phasar, Firenze Immagine di copertina: Rita Altarocca Stampa: Global Print, Gorgonzola (Mi)

Copertina: Gabriele Simili, Phasar, Firenze Immagine di copertina: Rita Altarocca Stampa: Global Print, Gorgonzola (Mi) Elena Ana Boata Il viaggio di Anna Proprietà letteraria riservata. 2007 Elena Ana Boata 2007 Phasar Edizioni, Firenze. www.phasar.net I diritti di riproduzione e traduzione sono riservati. Nessuna parte

Dettagli

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci CAPITOLO 1 La donna della mia vita Oggi a un matrimonio ho conosciuto una donna fantastica, speciale. Vive a Palermo, ma appena se ne sente la cadenza, adora gli animali, cani e cavalli soprattutto, ma

Dettagli

Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani

Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani Autore: Alban Trungu Categoria : Mondo Migrante Data : 15 febbraio 2011 Intervista con Khalid Chaouki, responsabile immigrazione e seconde generazioni dei

Dettagli

Sezione: 9. MODELLO OPERATIVO VINCENTE

Sezione: 9. MODELLO OPERATIVO VINCENTE Scopri come Creare e Vendere viaggi online! Sezione: 9. MODELLO OPERATIVO VINCENTE La 5 cose che devi fare per avere successo in questa attività! Sai cosa fa la differenza tra una formula di successo e

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2013/14

ANNO SCOLASTICO 2013/14 ANNO SCOLASTICO 2013/14 LA LETTERA AL SINDACO L INVITO DEL SINDACO Palermo, 6 Novembre 2013 Caro Sindaco, siamo gli alunni della classe 4^ C della scuola Francesco Orestano che si trova a Brancaccio, in

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript 2014 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: Ciao Roberta! Da quanto tempo che non ci vediamo Dove vai?

Dettagli

NONA LEZIONE L AUTOSTOP

NONA LEZIONE L AUTOSTOP NONA LEZIONE L AUTOSTOP NONA LEZIONE 96 L autostop Scendi pure tu dalla macchina? Devo spingere anch io? Sì, se vuoi. Ma scusa, quanto è distante il distributore di benzina? Non lo so qualche chilometro.

Dettagli

Lezione 1: come si descrive la posizione dei corpi

Lezione 1: come si descrive la posizione dei corpi Lezione 1 - pag.1 Lezione 1: come si descrive la posizione dei corpi 1.1. Tutto si muove Tutto intorno a noi si muove. Le nuvole nel cielo, l acqua negli oceani e nei fiumi, il vento che gonfia le vele

Dettagli

1 Consiglio. Esercizi 1 1

1 Consiglio. Esercizi 1 1 1 Consiglio Prima di andare a dormire scrivi cinque parole italiane che ti interessano. La mattina dopo, prima di alzarti, cerca di ricordarti le parole scritte la sera prima. 1 Animali Fai il cruciverba.

Dettagli

5 modi. Boeri. per cambiare città restando a Milano. I Milanesi si riprendono la città. Scopri come. www.stefanoboeri.it. Stefano

5 modi. Boeri. per cambiare città restando a Milano. I Milanesi si riprendono la città. Scopri come. www.stefanoboeri.it. Stefano www.stefanoboeri.it 5 modi per cambiare città restando a Milano. I Milanesi si riprendono la città. Scopri come. Stefano Boeri Cambiamo città. Restiamo a Milano. 5 PROPOSTE. Un altra Milano comincia da

Dettagli

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano?

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano? Per cominciare... 1 Osservate le foto e spiegate, nella vostra lingua, quale inizio è più importante per voi. Perché? una nuova casa un nuovo corso un nuovo lavoro 2 Quali di queste parole conoscete o

Dettagli

Dio ricompensa quelli che lo cercano

Dio ricompensa quelli che lo cercano Domenica, 22 agosto 2010 Dio ricompensa quelli che lo cercano Ebrei 11:6- Or senza fede è impossibile piacergli; poiché chi si accosta a Dio deve credere che Egli è, e che ricompensa tutti quelli che lo

Dettagli

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!!

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!! MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI Ciao e Benvenuta in questo straordinario percorso che ti permetterà di compiere un primo passo per IMPARARE a vedere finalmente il denaro in modo DIFFERENTE Innanzitutto

Dettagli

Il Parco di Villa Carcano

Il Parco di Villa Carcano Il Parco di Villa Carcano Punto d incontro tra Natura, Storia, Arte e Tecnologia Villa Carcano: punto d incontro tra Natura, Storia, Arte e Tecnologia Nel cuore dell Alta Brianza il Parco di Villa Carcano

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

speciale di BENVENUTO ANNO SCOLASTICO 2013-2014 GITE sull ALBERO percorsi, progetti, laboratori di Educazione Ambientale PER ALUNNI DAI 6 AI 15 ANNI

speciale di BENVENUTO ANNO SCOLASTICO 2013-2014 GITE sull ALBERO percorsi, progetti, laboratori di Educazione Ambientale PER ALUNNI DAI 6 AI 15 ANNI speciale GITE di BENVENUTO ANNO SCOLASTICO 2013-2014 sull ALBERO percorsi, progetti, laboratori di Educazione Ambientale PER ALUNNI DAI 6 AI 15 ANNI sull ALBERO Seguire un sentiero sapendo esattamente

Dettagli

REPORT COLAZIONI EQUE BOTTEGA SOLIDALE GENOVA

REPORT COLAZIONI EQUE BOTTEGA SOLIDALE GENOVA REPORT COLAZIONI EQUE BOTTEGA SOLIDALE GENOVA FASE 1 DA GENOVA A BUTARE CON FURORE AEREO AMSTERDAM-NAIROBI DELLA KENYAN AIRLINES La colazione solidale si è svolta in ora un po' anomala, nel cuore della

Dettagli

Vi chiediamo un contributo di 2 euro per il materiale (sale-colorante alimentare-olio essenziale)

Vi chiediamo un contributo di 2 euro per il materiale (sale-colorante alimentare-olio essenziale) www.banchetempo-flash.it numero 377 dell 8 aprile 2014 monitor indipendente a-periodico di rete art 18 21 della Costituzione Redazione presso BDT MI-Niguarda Presidente Fabio Colombo Direttore luigi.tomasso@gmail.com

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

01. COLTI IN FLAGRANZA DI RISPARMIO ENERGETICO. GIACOMO 46 anni, impiegato ore 17.38 Torino - piazza Carlo Felice

01. COLTI IN FLAGRANZA DI RISPARMIO ENERGETICO. GIACOMO 46 anni, impiegato ore 17.38 Torino - piazza Carlo Felice 01. GIACOMO 46 anni, impiegato ore 17.38 Torino - piazza Carlo Felice Lo faccio perché meno prendo l auto e meglio è. Per andare a lavoro prendo il treno e il bus. Mi è comodo e risparmio. Colto nell atto

Dettagli

..conoscere il Servizio Volontario Europeo

..conoscere il Servizio Volontario Europeo ..conoscere il Servizio Volontario Europeo 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE Cari amici, il tempo dell estate è un tempo che chiede necessariamente voglia di leggerezza. Proprio di questa abbiamo bisogno

Dettagli

Luigi Broggini. In fondo al Corso. poesie. Le Lettere

Luigi Broggini. In fondo al Corso. poesie. Le Lettere Luigi Broggini In fondo al Corso poesie Le Lettere Paesaggio romano con leone di pietra, 1932. Se qualcuno chiede di me digli che abito sul Corso dove i giorni sono ugualmente felici e le ragazze più belle.

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

Convegno Cristina Rossi 2012. Dono del sangue e seconde generazioni Quali prospettive

Convegno Cristina Rossi 2012. Dono del sangue e seconde generazioni Quali prospettive Convegno Cristina Rossi 2012 Dono del sangue e seconde generazioni Quali prospettive Paolo Guiddi Anna Granata http://www.youtube.com/watch?v=sqflj Wp2EMk&feature=relmfu Donare il sangue Forma di inclusione?

Dettagli

1. Diversi Mezzi di Trasporto

1. Diversi Mezzi di Trasporto 1. Diversi Mezzi di Trasporto Introduzione Oggi vorrei parlare del traffico e dei mezzi di trasporto: si può p.es. viaggiare in macchina, in treno, in aereo e in pullman. Chi vuole fare un viaggio turistico

Dettagli

L ESAME PER LA PATENTE

L ESAME PER LA PATENTE L ESAME PER LA PATENTE Abdelkrim.: Ciao, Mario. Mario: Ciao, Abdelkrim. Dove vai? Abdelkrim: Sono stato a fare l esame per la patente. E tu? Mario: Vado a fare i documenti perché anch io devo fare la patente.

Dettagli

Modulo 1 Unità 1. Santa Teresa Civitavecchia Roma Olbia. Q1. Completa le frasi con le parole della lista.

Modulo 1 Unità 1. Santa Teresa Civitavecchia Roma Olbia. Q1. Completa le frasi con le parole della lista. Andare a gonfie vele Q1. Completa le frasi con le parole della lista. Roma vele Islanda Olbia vacanza quarantenne Sardegna Sicilia In traghetto Fabio è stato in con la famiglia a Santa Teresa, che si trova

Dettagli

La lunga strada per tornare a casa

La lunga strada per tornare a casa Saroo Brierley con Larry Buttrose La lunga strada per tornare a casa Traduzione di Anita Taroni Proprietà letteraria riservata Copyright Saroo Brierley 2013 2014 RCS Libri S.p.A., Milano Titolo originale

Dettagli

QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI

QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI UISP SEDE NAZIONALE Largo Nino Franchellucci, 73 00155 ROMA tel. 06/43984345 - fax 06/43984320 www.diamociunamossa.it www.ridiamociunamossa.it progetti@uisp.it ridiamociunamossa@uisp.it

Dettagli

CAMPI DI VOLONTARIATO 2012

CAMPI DI VOLONTARIATO 2012 CAMPI DI VOLONTARIATO 2012 SOLIDARIETA ANCHE IN VACANZA! I campi estivi di Mani Tese sono un modo alternativo di trascorrere le vacanze estive. Sono una sperimentazione di stili di vita sostenibili, un

Dettagli

MARINELLA EUSEBI MANGANO TORINO LA MIA CITTÀ 1 - CONOSCERE L'ITALIA ELEMENTI DI GEOGRAFIA ED ECONOMIA PER DONNE NORD AFRICANE I T A L I A LIVELLO 1

MARINELLA EUSEBI MANGANO TORINO LA MIA CITTÀ 1 - CONOSCERE L'ITALIA ELEMENTI DI GEOGRAFIA ED ECONOMIA PER DONNE NORD AFRICANE I T A L I A LIVELLO 1 MARINELLA EUSEBI MANGANO TORINO LA MIA CITTÀ 1 - CONOSCERE L'ITALIA ELEMENTI DI GEOGRAFIA ED ECONOMIA PER DONNE NORD AFRICANE I T A L I A LIVELLO 1 EDIZIONE 2014 LIBERAMENTE ISPIRATO A DIRITTI E ROVESCI

Dettagli

Fotografa Stoccolma Viaggio di Pasqua attraverso la storia e l arte della capitale della Svezia

Fotografa Stoccolma Viaggio di Pasqua attraverso la storia e l arte della capitale della Svezia Fotografa Stoccolma Viaggio di Pasqua attraverso la storia e l arte della capitale della Svezia Viaggio alla scoperta di Stoccolma, capitale della Svezia dall architettura aristocratica e circondata da

Dettagli

L ambiente in cui vivi

L ambiente in cui vivi L ambiente in cui vivi 1. Cosa vorresti fare da grande? (indica per esteso il lavoro che ti piacerebbe fare) 2. Potendo scegliere, cosa ti piacerebbe diventare? (1 sola risposta) Un divo televisivo o del

Dettagli

Maria ha mandato una lettera a sua madre.

Maria ha mandato una lettera a sua madre. GRAMMATICA LE PREPOSIZIONI Osservate: Carlo ha regalato un mazzo di fiori a Maria per il suo compleanno. Vivo a Roma. La lezione inizia alle 9:00. Sono ritornata a casa alle 22:00. Ho comprato una macchina

Dettagli

Esercizi pronomi diretti

Esercizi pronomi diretti 1. Completate con i pronomi diretti: Esercizi pronomi diretti 1. Marina ha la tosse, dobbiamo portar dal dottore. 2. Signorina, prego di salutare i Suoi genitori quando vedrà. 3. Caro, sei libero stasera?

Dettagli

Una scuola grande un mondo!!!

Una scuola grande un mondo!!! Una scuola grande un mondo!!! Laboratori di educazione allo sviluppo sostenibile, alla mondialità, all educazione ambientale e all intercultura a.s. 2015/2016 centro per appropriato sviluppo tecnologico

Dettagli

Esercizi pronomi accoppiati

Esercizi pronomi accoppiati Esercizi pronomi accoppiati 1. Rispondete secondo il modello: È vero che regali una casa a Marina?! (il suo compleanno) Sì, gliela regalo per il suo compleanno. 1. È vero che regali un orologio a Ruggero?

Dettagli

SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN

SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN 1 SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN Aprile 2013 ESAME FINALE LIVELLO 3 Nome: Cognome: E-mail & numero di telefono: Numero tessera: 1 2 1. Perché Maria ha bisogno di un lavoro? PROVA DI ASCOLTO

Dettagli

TEST LIVELLO B1 QCE COMPRENSIONE ORALE DETTATO ASCOLTA IL DIALOGO E POI SCEGLI LA RISPOSTA.

TEST LIVELLO B1 QCE COMPRENSIONE ORALE DETTATO ASCOLTA IL DIALOGO E POI SCEGLI LA RISPOSTA. TEST LIVELLO B1 QCE NOME COGNOME. CLASSE.. DATA.. COMPRENSIONE ORALE DETTATO. ASCOLTA IL DIALOGO E POI SCEGLI LA RISPOSTA. 1.. Fabio e Barbara si incontrano A) alla stazione di Pisa. B) all aeroporto di

Dettagli

Corso di italiano per principianti. Professor Nicola Dell Aversano. Lezione 5

Corso di italiano per principianti. Professor Nicola Dell Aversano. Lezione 5 Corso di italiano per principianti Professor Nicola Dell Aversano Lezione 5 Ho saputo che hai fatto un viaggio Guardate la pubblicità di queste reioni. Quale vi piacerebbe visitare? Perchè? Conoscete altre

Dettagli

Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A2 Bambini. Università per Stranieri di Siena.

Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A2 Bambini. Università per Stranieri di Siena. per Stranieri di Siena Centro CILS : Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE

Dettagli

Livello CILS A1 Modulo adolescenti

Livello CILS A1 Modulo adolescenti Livello CILS A1 Modulo adolescenti MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Kit di pianificazione

Kit di pianificazione Kit di pianificazione Pianificare per avere successo Una Campagna di fundraising immaginaria per guidarti concretamente nella pianificazione della tua Campagna di raccolta fondi on line Step 1: Perché

Dettagli

Autofinanziamento.it Internet & Social Networks per le piccole associazioni

Autofinanziamento.it Internet & Social Networks per le piccole associazioni Autofinanziamento.it Internet & Social Networks per le piccole associazioni SVILUPPIAMO IDEE INNOVATIVE E PROGETTI PER LA TUA RACCOLTA FONDI! La piattaforma di Autofinanziamento.it genera donazioni attraverso

Dettagli

Conferenza permanente Prefettura di Roma Intervento assessore alle Politiche sociali e Famiglia della Regione Lazio, Aldo Forte

Conferenza permanente Prefettura di Roma Intervento assessore alle Politiche sociali e Famiglia della Regione Lazio, Aldo Forte Roma, 15/12/2010 Conferenza permanente Prefettura di Roma Intervento assessore alle Politiche sociali e Famiglia della Regione Lazio, Aldo Forte Vorrei partire dagli ultimi dati diffusi dal Rapporto della

Dettagli

CATEGORIA: POESIA. BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica. Social day 5 aprile 2014

CATEGORIA: POESIA. BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica. Social day 5 aprile 2014 CATEGORIA: POESIA BERTOLLO GIORGIA Classe 2^A Scuola Media N. Dalle Laste Marostica Social day 5 aprile 2014 Saluta il pony e l' asinello prendi la forca ed il rastrello corri a lavorare, è ora di guadagnare!!

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II Don Przemyslaw Kwiatkowski Ciao a tutti! Siamo Alberto e Silvia di Cherasco, in Piemonte e siamo sposati da quasi 6 anni. E noi siamo Alberto

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

A Natale Regala Dignità. proposte equosolidali per la regalistica

A Natale Regala Dignità. proposte equosolidali per la regalistica proposte equosolidali per la regalistica Il commercio equo e solidale una relazione paritaria e diretta fra produttori e consumatori. Il commercio equo e solidale è una partnership economica basata sul

Dettagli

unità 9: la casa lezione 17: Comprare casa 1. Leggi e abbina gli annunci a 2 delle foto sopra.

unità 9: la casa lezione 17: Comprare casa 1. Leggi e abbina gli annunci a 2 delle foto sopra. 3 unità 9: la casa lezione 17: Comprare casa 1. Leggi e abbina gli annunci a 2 delle foto sopra. Casa indipendente nel verde Bellissimo appartamento in Borgo dei Mulini Stupenda casa in campagna a 10 chilometri

Dettagli