L unità d Italia tra economia e diritto

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L unità d Italia tra economia e diritto"

Transcript

1 Luglio/Agosto n.7/8 anno II Prezzo 1 cent con libro allegato 5,00 Lavorare senza le tasse! Le azioni umane hanno rive spaziose, non puoi costringerle a lungo dentro un alveo ristretto (Karol Wojtila) L unità d Italia tra economia e diritto I dottori commercialisti punto d arrivo o di partenza? L e controversie e i contrasti sull interpretazione della storia più o meno recente, dalla Monarchia alla Repubblica, derivano dalla scarsa conoscenza della stessa. La scarsa conoscenza deriva da un sistema scolastico e d informazione fazioso e ipocrita ma anche da una volontà non dichiarata alla divisione. Ad esempio non ci è dato sapere, e forse neppure ce lo siamo mai chiesto, perché l Unità d Italia viene celebrata (o per dirla con Pino Aprile, commemorata) ogni cinquant anni. Accade così che un italiano potrà partecipare alla festa una volta al massimo due. Così è tra economia e diritto. L unità, o come dice Raffello Lupi, la strada per la riunificazione tra economia e diritto, nella cornice del sapere umanistico sociale, è molto lunga. Infatti, scendendo nel particolare, gli approcci alla riforma fiscale e tributaria molto spesso sono di natura giuridica in quanto i decision makers nostrani (i politici e/o i burocrati) partono dal presupposto che bisogna trovare il sistema per drenare quante più tasse possibili partendo dal presupposto che il contribuente è geneticamente evasore. Questo principio mortifica in partenza ogni tentativo economico di costruire e approfondire una teoria del comportamento del contribuente che è al tempo stesso produttore e consumatore e che dovrebbe basare il suo patto di cittadinanza con lo Stato sul principio del conoscere per deliberare, che però soprattutto in materia tributaria, non appartiene affatto alla nostra cultura civica. I dottori commercialisti possono contribuire a costruire questo processo di unificazione o riunificazione in quanto hanno le competenze per formazione e per funzione professionale e possono rappresentare un forte presidio all unità o alla riunificazione dell economia e del diritto, del sud e del nord, della nostra amata Italia. Sono tanti e solamente in Italia il loro numero supera quello di tutti gli altri colleghi dell intera Unione Europea. C è da augurarsi che il motivo non sia quello che le difficoltà cognitive e operative del nostro sistema tributaria superino quelle, mes- se insieme, del resto dell Europa! Perché non semplificare norme, procedure e comportamenti? Si usi con efficacia ed efficienza il Codice fiscale. Si introduca il c/c del contribuente. Si rispetti la Costituzione e si renda giustizia al lavoro. La si smetta di insultarlo continuamente preferendogli le rendite immobiliari e finanziarie. Si uniformino le tipologie di entrata su tutto il territorio nazionale, attribuendo alla variazione delle aliquote la caratterizzazione federalista del fisco. Si dia vita ad un nuovo scenario preservandolo da attacchi speculativi sui prezzi. Si usino le sanzioni come difesa e garanzia per chi paga le tasse e come pesticida contro i parassiti. Rendiamo finalmente la vita più bella perché arricchita da un fisco che, come canta la Gianna Nannini, sia veramen- te bello impossibile!. Per relizzare tutto ciò è necessaria una mobilitazione generale. Cosa aspettiamo? Non si tratta di manifestazioni violente, anzi si tratta proprio di prevenirle intervendo prima che sia troppo tardi. Prendiamo l esempio di Cervellin e del funerale del diritto che con tanta amarezza propone di celebrare prossimamente. E meglio di tutto un gesto simbolico che faccia riflettere svegliando le coscienze, sì proprio le coscienze, non solo dei comuni cittadini ma anche e soprattutto quelle del Presidente, del Ministro e degli altri ruoli della Pubblica Amministrazione affinché si ricordino della propria umanità. Sarebbe proprio una buona partenza! (Gianpiero De Meo) Eccezionale offerta per la tua estate! Con soli 5,00 puoi avere in allegato il libro di Ignazio Conte Lavorare senza le tasse! (Per vincere la crisi)

2 Luglio/Agosto 2011 numero 7/8 anno II il 53 Politica & InformAZIONE tributaria 2 Invarianza del gettito Numeri a confronto... e tanta trasparenza! Si considerino le due tabelle più avanti riportate entrambe riferite al confronto tra il prezzo di vendita e l incidenza di ciascun tributo nell ipotesi A, riferita all attuale sistema tributario e nell ipotesi B riferita al progetto di riforma di totale defiscalizzazione del lavoro. Si prendano a base tali valori che nel ragionamento che si propone sono rappresentativi di una realtà molto schematizzata delle due dinamiche di tassazione. Si osservi ora come specificatamente indicato nello scenario B, l eliminazione del Costo fiscale del lavoro che comprende l Irpef, oltre ai contributi previdenziali e assistenziali, produce la diminuzione nell ipotesi A del costo complessivo dei beni prodotti da ,00 a ,00. La differenza di ,00, corrisponde esattamente all aumento dell IVA, che espresso in percentuale passa da punti 16,66 a punti 37,57 con incremento 21,91%. Si faccia attenzione al fatto che l insieme dei due prezzi di vendita non è variato poiché si è verificato un cambiamento soltanto all interno delle componenti di costo di A e B, dove l azzeramento della parte di costo costituita dalla componente fiscale del lavoro di ,00, che non ci si stancherà mai di ripetere, comprende da una parte salari e stipendi dei dipendenti e dall altra il profitto dell imprenditore. Si è semplicemente e simultaneamente generata una variazione in diminuzione del costo fiscale del lavoro con pari aumento della voce IVA. Un importantissima cosa da tenere presente, che non deve trarre in inganno, è rappresenta dal fatto che il repentino aumento dell aliquota IVA, dal 16,66% al 37,57% è determinato esclusivamente dalla diminuzione dell imponibile, cioè la somma di tutti i costi, ivi compresi ovviamente quelli del lavoro dove, però in B la componente di costo fiscale del lavoro si è totalmente azzerata. La tassazione del lavoro provoca un dannoso cortocircuito che danneggia tutto l impianto produttivo disperdendo preziose energie che anzi vengono usate contro e non per. Una distorsione del campo visivo che influenza le dinamiche che sono venute a consolidarsi nel corso dei secoli, in particolare per quanto riguarda l ambito del libero mercato. Si conferma che la realtà dei numeri, almeno nel suo quadro sostanziale e complessivo, non cambierebbe per nulla poiché a seguito dell aumento dell aliquota IVA ne deriva giocoforza una diminuzione contestuale della base imponibile, un automatismo matematico che garantisce l invarianza del prezzo di vendita oltre all invarianza del gettito tributario. Infatti, nell esempio riportato, giova ripeterlo a scanso di ogni dubbio, l aumento dell aliquota (da scorporo) dal 16,66% al 37,57% (+20,81 punti percentuale) è di fatto riconducibile integralmente alla pura compensazione dovuta al minore gettito dell imposizione sul lavoro di ,00 (Irpef + Irap + contributi). L aumento dell aliquota IVA, che passa al 37,57%, sembra essere una colpa del nuovo regime tributario proposto per effetto della forte suggestione che provoca un valore così alto dell aliquota, ma in realtà esso esprime la misura effettiva del carico fiscale già esistente nell attuale sistema. L Erario oggi non espone con trasparenza la vera entità del prelievo fiscale e la differenza evidenziata è dovuta alla distanza che separa la verità dalla bugia e non la verità dal presente progetto di riforma! Si è, di fatto, verificato un semplice cambiamento di posizione degli addendi che seppure abbiano generato percentuali differenti, non portano a variazioni sostanziali, ma certamente portano a valutazioni emotive di grande rilevanza. Infatti, pur rimanendo il gettito totalmente invariato, vi è una percezione traumatica dell entità complessiva del prelievo. Modificando adeguatamente l aliquota garantisce una doverosa trasparenza che porterà sicuramente a rimodulare l attenzione sulla percentuale della pressione fiscale complessiva che, come tutte le statistiche ad ampio spettro, finiscono per fornire importanti strumenti di misurazione dei grandi fenomeni. Comunque, ciò non può giustificare le mistificazioni sui fenomeni che interessano i singoli contribuenti. La forza dei numeri maneggiati è inimmaginabile. Invece di prendere come riferimento il prezzo complessivo, si prendano i costi; e le aliquote invece cha a scorporo venissero calcolate sugli imponibili parziali. Si passerebbe da una aliquota Iva del 20%, alla quale siamo tutti abituati, all aliquota del ben 60,21%. Lo spiegano chiaramente le tre tabelle riportate più avanti. Roba da infarto o da rivoluzione, direte voi, ma in realtà sono cifre che rappresentano le stesse identiche realtà. Che si considerino le aliquote rispetto ai costi o rispetto ai prezzi, nel vecchio come nel nuovo regime, la componente fiscale complessiva è della medesima portata. Solamente dopo aver ben metabolizzato in linea di principio macroeconomico i vantaggi conseguibili con la totale defiscalizzazione del lavoro e contestuale trasferimento dell onere di gettito sull Iva, sarà consigliabile passare alla fase successiva di adattamento microeconomico delle aliquote. Andranno analizzati i singoli comparti produttivi realizzando simulazioni, questa volta in conformità a realtà misurabili che esprimano validi orientamenti per le fasi operative. L impostazione del problema non cambierebbe se non in termini di travasi di quantità e di inevitabili adeguamenti di aliquote, ma l impalcatura logica resterebbe pressoché identica. Studi analitici quali quelli che potrebbe porre in essere un soggetto con le dimensioni e l esperienza acquisite dalla SOSE S.p.A. potrebbero rappresentare un idonea chiave di traduzione del progetto nella articolata realtà dei vari settori produttivi. Ignazio Conte

3 Luglio/Agosto 2011 numero 7/8 anno II il 53 Politica & InformAZIONE tributaria 3 Ma com è possibile? LAVORARE SENZA LE TASSE! Ignazio Conte lo spiega nel suo libro In questo numero che ci farà compagnia per tutta l estate è contenuta una stimolante opportunità per i lettori che potranno acquistare il giornale con allegato il libro di Ignazio Conte. L ipotesi di riforma fiscale proposta dall autore di LAVORARE SENZA LE TASSE (Ed. Fisco Amico lassl - Laterza (TA) pp ,50 - acquistabile su ebay) si basa sul trasferimento delle componenti di costo relative a imposte e contributi gravanti solo apparentemente sul lavoratore (incluso l imprenditore) per trasferirle in componenti di prezzo gravanti sostanzialmente sul consumatore finale, cioè l anello escatologico della catena produttiva. La proposta di spostamento integrale, e non di pura eliminazione, sia del carico impositivo e sia di quello contributivo (previdenza e assistenza) dallo scenario lavorativo a quello consumistico, introduce un elemento innovativo e totalizzante nell ambito della riduzione del costo del lavoro. Da sottolineare che il trasferimento della contribuzione previdenziale e assistenziale non farebbe venir meno il pieno rispetto del significato delle lotte sindacali e politiche che hanno portato all attuale configurazione del Welfare complessivamente considerato. Infatti, perché limitare l alleggerimento del costo di produzione trasferendo solo l imposizione erariale e lasciando l onere contributivo a carico del lavoro, soprattutto oggi nella prospettiva di una sempre più diffusa pensione sociale? Le resistenze sono comprensibili in termini di transizione, che deve tenere conto dell impatto culturale e psicologico, ma incoerenti con l obiettivo principale della massima applicazione, al processo produttivo, dell assoluto principio di economicità. L autore non si limita ad una semplice operazione aritmetica e riesce a dimostrare come sia possibile, in una visione macroeconomica, rispettare l invarianza, sia del gettito e sia del prezzo finale di vendita, non cedendo altresì alle ingannevoli lusinghe della ossessiva necessità di trovare, nell imposizione diretta sul lavoro, gli elementi per confezionare l abito su misura per le innumerevoli differenziate capacità contributive correlate ai redditi dei singoli contribuenti. Le numerose e significative conseguenze positive sarebbero, a titolo di esempio: più risorse umane professionali, più risorse umane imprenditoriali, più investimenti, più motivazione, più semplificazione, più trasparenza del sistema, più efficacia dei controlli, più senso civico, più emersione del nero, più perequazione, più quoziente familiare, più tempestività ed efficacia in politica economica, più occupazione, più apprendistato, più cultura d impresa, più consapevolezza del cittadino, più formazione della coscienza civica, più risorse da dedicare al controllo della spesa, più efficacia nella lotta all evasione, più qualificazione del personale pubblico, meno costo del lavoro, meno precarietà, meno controversie, meno rischio sui nuovi investimenti, meno indebitamenti, meno conflittualità sociale, meno sprechi di risorse umane nella P.A., e last but not least, la libera realizzazione della persona. Infatti, sono molti coloro che rinunciano già in partenza, o anche successivamente, ad intraprendere in un mercato che li vede in posizione di svantaggio competitivo perché meno spregiudicati rispetto a chi le tasse preferisce evaderle piuttosto che pagarle. Qui si realizza una dinamica assai simile a quella riportata nella legge di Gresham, dove mutatis mutandis l imprenditore cattivo scaccia quello buono. Inoltre, migliorerebbe la qualità della relazione tra lo Stato e i contribuenti e tra i contribuenti tra di loro, le scelte verso il lavoro dipendente non sarebbero più condizionate dal timore di affrontare l azzardo fiscale del lavoro autonomo/imprenditoriale e, aspetto psicologico non di poco conto, verrebbe trasferito il disagio della riscossione dal momento della fatica produttiva a quello della soddisfazione consumistica. Il progetto non è affatto semplicistico poiché vi si trovano fuse la giusta dose di utopia e i 40 anni d esperienza operativa del promotore che, consapevole delle difficoltà di attuazione, pone un forte accento sui pericoli incombenti nella fase di transizione dovuti più a soggettivi condizionamenti di mentalità che ad oggettive difficoltà di ordine tecnico o scientifico. Riguardo ai vantaggi nel loro insieme, essi si realizzerebbero, anche se in misura diversa, a favore di tutti i protagonisti: contribuenti, Pubblica Amministrazione e professionisti. Sarebbero veramente sciocchi coloro che dovessero rinunciare ad un vantaggio rispetto al vecchio scenario solo perché nel nuovo altri possano trovare maggiore beneficio rispetto al proprio. Non sarà cosa facile da far capire ma sarà necessario che ciò avvenga, cominciando con il dare il buon esempio, poiché nella storia di tutte le civiltà, il rapporto dal più alto contenuto strategico è sempre stato quello con il fisco e nell attuale prospettiva di una economia, sempre più globalizzata, lo sarà sempre di più. Fisco Amico lassl Editore

4 Luglio/Agosto 2011 numero 7/8 anno II il 53 Politica & InformAZIONE tributaria 4 UNIVERSITAS VENTURI LABORIS Corso di formazione politica Dal consenso fiscale a quello politico La formazione è condizione irrinunciabile per realizzare il bene comune. Chi vuole fare buona politica deve guardare al futuro, capire che il tema tributario è prioritario e che la detassazione del lavoro è la sua stella polare. Sono aperte le iscrizioni con il seguente Programma: Nozioni di Diritto Tributario Nozioni di Scienza delle Finanze L Etica delle Tasse Tutto (o quasi) sull Evasione fiscale Le contraddizioni del Sistema tributario La defi scalizzazione del Lavoro Il Federalismo Fiscale Il nuovo Scenario tributario Il controllo della Spesa Pubblica L arte si sposa col Fisco L uso dei social network Il corpo docenti è composto da prestigiose personalità del mondo accademico, delle pubbliche istituzioni e delle liberi professioni. - Il corso è rivolto a candidati che già ricoprono cariche elettive o che comunque intendono partecipare alle competizioni elettorali tive e/o politiche, nazionali o amministracomunitarie. - Il candidato si prefigge l obiettivo di aumentare il proprio consenso elettorale arricchendo il bagaglio di competenze con l argomento caratterizzato dal più alto valore strategico com è appunto quello fiscale. - La capacità di dare tempestive ed adeguate risposte al proprio elettorato rappresenta la marcia in più che può fare la differenza sia durante la campagna elettorale che successivamente alla stessa. - Essere protagonisti di una rivoluzione tributaria basata sulla totale defiscalizzazione dei redditi di lavoro è quanto di più prezioso ed efficace che si possa proporre agli elettori. - Il continuo confronto in aula attraverso simulazioni vissute con i colleghi corsisti, di qualunque appartenenza politica, garantisce l assoluta autonomia didattica e migliora la capacità di relazionarsi con l avversario, determinando le migliori ricadute sul modo di amministrare la cosa pubblica nell interesse del bene comune. Sede dei corsi: Ovunque possa essere raggiunto il numero minimo di 12 partecipanti. Durata: 3 giornate di full immersion per un totale di 24 ore. Costo: 1.200,00 IVA compresa con rateazioni personalizzate e convenzioni con gli Enti Pubblici. Frequenza: Venerdì, Sabato e Domenica. Borse di Studio a parziale copertura costo d iscrizione. Materiale didattico: Testi e cancelleria per le esercitazioni in aula sono compresi. Per informazioni: scrivere a VINO NUOVO IN OTRI NUOVI! Si prega allegare CV alla richiesta di informazioni.

5 Luglio/Agosto 2011 numero 7/8 anno II il 53 Politica & InformAZIONE tributaria 5 Il pericolo di speculazioni sui prezzi esiste Il nuovo scenario ma esiste anche il modo di arginarlo Quanto bello sarebbe un nuovo mondo nel quale fosse possibile vedere i lavoratori, dipendenti e autonomi, esentati da ogni forma di prelievo tributario, varcare con la più ampia libertà di scelta i confini imposti alla propria fatica. Finalmente sarebbero messi nella condizione di poter usare al massimo la propria discrezionalità su dove indirizzare il proprio reddito reso, solamente dopo la riforma, gradualmente più abbondante, con ulteriori benefici effetti individuali e collettivi sui consumi e sul PIL. Si tratta di uno scenario peraltro non immediatamente realizzabile se non in prospettiva e secondo le fisiologiche dinamiche dei rinnovi contrattuali futuri in materia di rapporti lavorativi. Una dinamica, quella salariale, che implica il mantenimento dell attuale potere d acquisto delle buste paga, evitando demagogiche tentazioni di renderle tout court più pesanti. Anche la dinamica sui profitti va tenuta sotto controllo. Ciò si rende assolutamente indispensabile soprattutto al fine di non creare pericolose e arbitrarie manovre sui prezzi. Gli esiti sarebbero ancora più drammatici di quelli già verificatisi con l introduzione dell Euro. Fanno riflettere le recenti dichiarazioni, ulteriormente enfatizzate, dei rappresentanti politici durante la campagna elettorale del 2008, per il rinnovo del Parlamento italiano, riguardanti l utilità di diminuire la pressione fiscale sui redditi di lavoro staordinario. Va fatto rilevare come il grado di osservanza delle norme, e quindi del contenimento dell evasione, sia in realtà il risultato tra il combinato disposto della semplicità del sistema e della diffusione dei controlli ampliata proprio per effetto della semplicità. Questi rappresentano la migliore garanzia per un efficiente ed efficace politica dei redditi più che gli interventi naïf fatti qua e là nella logica del contentino. Interpretando l affermazione di Martin L. Weitzman, la politica dei redditi può essere gestita al meglio proprio nell ipotesi della non tassazione. In sostanza la politica dei redditi basata sulla tassazione comporta gli stessi dilemmi relativi alla fissazione delle norme e gli stessi problemi burocratici, con la differenza che è ancora più complicata da gestire di quanto lo siano i controlli sui salari e sui prezzi, poiché in questo caso si deve tenere rigorosamente sotto controllo il grado di osservanza delle norme. Appare invero patetica la gara tra chi partendo dalla detassazione degli straordinari si contrappone a chi rilancia la posta proponendo anche l esenzione della 13^ e della 14^ mensilità, passando per i premi di produttività. Tutti concordano che così si realizzano buste paga più pesanti e quindi che potendo i lavoratori spendere di più, provocherebbero un salutare aumento della domanda di consumi, con enorme beneficio per l economia che sarebbe così favorita per il rilancio. Probabilmente il compianto Carlo Cipolla continua ad avere, anche nell aldilà, continue ed autorevoli conferme in merito alle sue teorie sulla stupidità umana. Infatti, questi grandi esperti di politica economica basano le loro valutazioni su una infelice ed arbitraria analisi meccanicistica riferita allo spostamento della quantità di denaro che invece che essere speso dallo Stato in modo mirato, efficace e produttivo, come dovrebbe e potrebbe, venga invece speso dai consumatori in modo libero, con efficacia settoriale, pressoché totalmente orientata al puro consumismo piuttosto che a un mirato risparmio. Si tratta di un bell esempio di autoreferenzialità negativa da parte di chi svolge funzioni governative e che supera ogni altra sfacciataggine della classe politica che gestisce tale funzione (maggioranza) o che vi aspira (opposizione) o che critica entrambe senza un progetto che tenga conto dell imprescindibilità della realtà. La deriva consumistica, privata e pubblica, rappresenta il maggior pericolo economico e politico per chi incita a consumare, sempre, comunque e malgrado, sotto la falsa rappresentazione di una dinamica di crisi non soltanto finanziaria e neppure escusivamente economica, ma che è essenzialmente e prioritariamente antropologica. Si va sempre più affermando un modo pericolosamente limitativo di considerare il contribuente, cittadino e consumatore, come uno dei tanti ingredienti della ricetta meccanicistica di politica economica e non piuttosto come una persona protagonista, con tutte le potenzialità e dinamicità che a essa si possono e si devono attribuire, nel bene e nel male. Una valutazione che appare come un imperdonabile gaffe populista e demagogica, se si pensa al ragionamento implicito contenuto nella proposta di alleggerire il carico fiscale per destinare il risparmio d imposta così ottenuto verso generici consumi, magari anche in origine superflui e divenuti primari soltanto per gli effetti di un comportamento imitativo esasperato al massimo. In tale situazione è evidente che si parte dall assunto che lo Stato non saprebbe spendere, in nulla di positivo, i soldi introitati nelle proprie casse per effetto della tassazione degli straordinari o comunque che sarebbero spesi peggio di quanto potrebbe fare il cittadino consumatore. Nulla si crea e nulla si distrugge, ma tutto si trasforma. Per la spesa pubblica sembra non essere così. Il potere politico confessa, seppure inconsapevolmente, di essere capace di distruggere senza creare, tant è che è disposto, sull altare di un presunto sviluppo o quantomeno di una supposta difesa contro la recessione, a sacrificare cospicue fette di entrate tributarie per consentire ai cittadini, in parte ex-contribuenti, di spendere in generici e superflui incrementi dei consumi! C è qualcosa che sfugge, un interesse di lobby che si nasconde tra le pieghe di un ragionamento che fa acqua sul piano del buon senso. Sopraggiunge una paura: può la pubblicità, definita l anima del commercio, essersi trasformata nella sua esasperata espansione di ruolo che oggi la caratterizza in... commercio dell anima? (Frantoio Tributario TA)

6 Luglio/Agosto 2011 numero 7/8 anno II il 53 Politica & InformAZIONE tributaria 6 Il ruolo di Equitalia va circoscritto Codice Fiscale e C/C del contribuente Meglio valorizzare strumenti più economici ed efficaci Nel nuovo scenario, di totale, si ripete totale, defiscalizzazione del lavoro, il cittadino (lavoratore, consumatore e contribuente) si sentirebbe rispettato in pieno nel suo ruolo di lavoratore quindi più propenso ad accettare anche quello di contribuente. Egli pagherà più volentieri cittadinole imposte sui consumi, sulle rendite mobiliari ed immobiliari. Lo farà con maggior cognizione di causa e in un contesto che lo vede beneficiario di qualcosa: il godimento di un bene o la disponibilità di una rendita. Potrà porsi opportunamente in guardia nei confronti delle insidie di una pubblicità invasiva, di un vissuto di fisco nemico e di una classe politica dove anche le rare persone perbene finiscono per essere neutralizzate dal più insidioso regime dittatoriale del così fan tutti!. Il nuovo contribuente saprà mettere lo Stato nelle condizioni di meglio gestire la politica economica del proprio Paese partendo da un fisco diverso dall attuale. Egli saprà relazionarsi con i suoi comportamenti divenuti più liberi perché più consapevoli e meno vulnerabili a mode e suggestioni di varia natura. Si auspica perciò un rapporto con un fisco che si dimostri non soltanto amico nelle intenzioni e nei fatti, ma anche intelligente e competente. Un Erario nuovo che, attraverso entrate che si realizzino con le modalità e nelle quantità più consone, potrà procurarsi le risorse giuste per provvedere ai pubblici bisogni e per attuare, nei fatti e non limitatamente alle sole strumentali intenzioni di facciata, quella perequazione tributaria altrimenti inquinata proprio all origine e quindi inquinante di tutte le relazioni successive con lo Stato e con gli altri cittadini. Parliamo di un Fisco Amico in grado, attraverso un uso corretto ed efficace del codice fiscale, di provvedere esso stesso all individuazione dei presupposti tributari attraverso rilevazioni precise e aggiornate dei riferimenti impositivi, siano essi reddituali o fattuali, giungendo persino ad intervenire finanziariamente nei momenti di difficoltà del contribuente. Si potrebbe attraverso un uso più proprio del Codice Fiscale istituire il Conto Corrente del Contribuente (C.C.C.), vale a dire uno strumento di comunicazione finanziaria al servizio dei contribuenti, ma questa vol- ta non imposto come ennesima spia del fisco per guardare dal buco della serratura i movimenti finanziari. Uno strumento che rispetto alle timide e intermittenti applicazioni del passato non sia considerato come modalità di contabilizzazione ordinata dei pagamenti o loro tempestiva effettuazione, ma anche e soprattutto previsto, nel progetto di riforma, come risorsa capace di consentire attraverso opportuni affidamenti di sollevare il contribuente anche da momentanei assilli finanziari, causa spesso di contingenti infedeltà dichiarative o di costosi ricorsi al credito bancario se non addirittura d invischiamento nelle pericolose e delinquenziali dinamiche di strozzinaggio e usura. Addentrandoci nell ottica di inversione dell onere della dichiarazione (la D.A.I., predisposta dal Fisco, nda) quanti benefici e semplificazioni ne deriverebbero, affrancando, da una parte, il contribuente da incombenze attualmente costose ed estenuanti e dall altra l Erario da controlli gravosi, costosi e approssimati. Entrambe le fasi, dichiarativa e di controllo, eviterebbero le occasioni dove la forma, anche la più kafkiana, diventa diosa sostanza. Il Conto Corrente del Con- insitribuente, oltre che strumento di relazione finalizzato alla tempestiva esazione dei tributi, potrebbe divenire anche il diario tributario sul quale scrivere la propria storia, con l ausilio del Codice Fiscale che fino ad oggi si è rivelato più come una sorta di atrofia conoscitiva che come strumento utile per combattere l evasione. Il Federalismo fiscale ha un bisogno vitale di localizzazione e personalizzazione della capacità contributiva, sopratutto riferita ai consumi. Questo può essere fatto, anche in modo efficace e poco costoso, attraverso l uso diffuso del codice a barre, da considerare come una evoluzione più funzionale del Codice fiscale. Una tecnica alla quale siamo stati abituati dai Supermercati, che opportunamente integrata con una tessera dotata di cip in grado di interagire con i dati del Codice Fiscale. La compagnia che gestisce la carta di credito del sig. Mario Rossi riesce a sapere cosa il sig. Mario Rossi ha comprato, quanto ha speso, quando ha speso e dove ha speso. Analogamente potrà fare il Fisco, applicando opportuni filtri che possano informare circa le aliquote applicate ai vari settori merceologici di riferimento e conseguentemente riguardo al gettito, così da poter contare su dati statistici utili anche per eventuali manovre di politica economica. Un suo uso effettivo che faccia pensare a una sorta di codice a barre simile a quello presente sui prodotti dei supermercati, affinché sia esatta e non confusa, la percezione della capacità contributiva espressa nel corso dell esistenza di ogni singolo contribuente, anche con riferimento ai luoghi ed ai tempi. Considerando che le attuali tecnologie software consentono l acquisizione mirata e riservata di dati personali, va fatto rilevare, ai fini della privacy, che esistono 0ggi tecniche di filtro che lasciano passare solo i dati rilevanti per specifici scopi rispettando così quel desiderio di privacy che accomuna tutte le persone. Risalire al luogo d acquisto di un prodotto non vuol dire necessariamente poter individuare chi l ha comprato. Lo stesso si può affermare per quanto riguarda il momento, l esatto punto vendita o la specifica tipologia della merce o del servizio. Momento, luogo, bene e servizio possono essere anch essi dei dati da potersi, e doversi, rilevare disgiuntamente da quelli della persona. Un mondo di rilevazioni statistiche assai utili anche dal punto di vista del federalismo fiscale per le dinamiche che potranno essere evidenziate, studiate e utilizzate. Il campo d azione e le risorse di chi già gestisce gli studi di settore, con gli opportuni adattamenti e implementazioni potrebbero costituire l area operativa per una tempestiva soluzione al problema. (I.C.)

7 Luglio/Agosto 2011 numero 7/8 anno II il 53 Politica & InformAZIONE tributaria 7 Nella nostra pubblica amministrazione ci sono degli uffici Professionisti della sofferenza che sono veramente un pugno allo stomaco Tira Roy Il gatto rossiccio sul muretto dall altra parte della strada, pare quasi gli faccia maramao e io devo mettere non poca forza per costringerlo a procedere diritto sul marciapiede. Lui è bravo e la distrazione dura poco; peccato che altre cose durino invece all infinito. Nella nostra pubblica amministrazione ci sono degli uffici, delle competenze che sono veramente un pugno allo stomaco. Innanzitutto, perché con la loro esistenza illudono di una qualche soluzione, della possibilità di alleviare dei dolori, delle pene e invece, proprio per la loro esistenza, ingigantiscono la sofferenza e danno il senso della costosa e gravosa inutilità della loro presenza. Queste situazioni si annidano un po dappertutto, nelle istituzioni comunali, provinciali e regionali, ma laddove abbondano più frequenti è nelle Asl o Usl. Qui si svelano davvero i paradossi della confusione in cui regna la politica della salute nel nostro bel paese. Le abbiamo chiamate aziende sanitarie, paghiamo i manager centinaia di migliaia di euro, chiediamo loro di rispettare i budget e magari gli diamo dei premi sui risparmi. Curare le persone da un tumore, da un trauma, da una malattia neurologica è come costruire una finestra, realizzare un computer o un televisore, fabbricare una macchina, un automobile o un trattore. Sarà? E poi che dire di tutti gli uffici, consultori familiari, ufficio sul disagio giovanile, ufficio sulle devianze (droga, alcool), ufficio sulle disabilità e chi più ne ha ne metta. A creare uffici siamo davvero bravi, ad allungare gli organigrammi, ad aggiungere caselle e caselline, a riempirle con i nomi di questo o quel laureato competente, magari amico o conoscente del politico che ha il consenso popolare in quel momento. E questi decidono le sorti dei ragazzi che si drogano, degli epilettici che non si curano, dei depressi che sempre più s impaludano nelle loro paranoie, dei disabili ed ammalati che cercano un opportunità per vivere tra gli altri e riconquistare il sorriso. Io davvero (e mi piace che Roy mi tiri, mi faccia camminare forte questa mattina) vorrei che magari solo per un mese il responsabile dell ufficio devianze provasse cosa vuol dire avere un figlio drogato o alcolizzato, vorrei che il responsabile disabilità provasse a stare steso con la sclerosi laterale amiotrofica senza poter comunicare, vorrei che i dirigenti provassero a stare dall altra parte in una corsia sul letto da ammalati, su una sedia a rotelle o ciechi e forse le loro riunioni poi avrebbero conclusioni diverse. Mi piace constatare che in pubblico si dice che bisogna curare e garantire la qualità della vita e poi nel chiuso delle stanze si decide che a chi è vecchio certe cose non serve fornirle perché tanto presto morirà, che chi ha una malattia grave basta garantirgli il respiro e tutto il resto non serve, che chi è handicappato se ne stia nella sua condizione di sfigato perché tanto non c è motivo che lui possa pretendere di vivere da protagonista la sua esistenza. E stridono davvero gli inni alla vita, le processioni, le esasperate e teatrali prese di posizione di taluni politici, di ministri, di prelati quando migliaia sono i sofferenti a cui nessuno degna una risposta. Migliaia sono le persone che potrebbero tornare alla vita e si lasciano invece vergognosamente al confine della morte. Mestieranti della sofferenza che si arricchiscono senza dare un contributo utile alla società, che dimenticano troppo ingenuamente che potrebbe toccare anche a loro. Mi spiace dover considerare che la sanità è impostata nell intervento a dover risolvere le situazioni acute e non a prevenire e creare benessere. E in questo solo intervenire sulle situazioni acute, si spende un enormità e non si creano i presupposti per dare alla gente davvero condizioni di vita migliore.tanti sono gli interrogativi che non hanno risposta. Una cosa è certa: la sanità non è un azienda e chi sceglie di starci dentro dovrebbe farlo prima per vocazione e poi per mestiere. Roy mi fa svoltare di brutto in via dei Tigli facendomi sfiorare il palo che regge il cartello segnaletico. Sono quasi a casa e incomincia una nuova giornata dov è il caso di riporre ogni atteggiamento remissivo e di battagliare per ciò che sarà nelle mie possibilità affinché qualcosa possa cambiare. Davidino il contadino il53 Periodico di Politica & InformAZIONE tributaria Luglio-Agosto 2011 numero 7/8 anno II prezzo 0,01 - con allegato 5,00 Reg. Trib. Taranto n. 2, 29/03/2010 Direttore responsabile Giovanni De Meo Direttore scientifico Ignazio Conte Editore Fisco Amico lassl Via Taranto 42, LATERZA, (TA) -

8 Luglio/Agosto 2011 numero 7/8 anno II il 53 Politica & InformAZIONE tributaria 8 Ditelo a Pasquino E un iniziativa editoriale che si insersce in un progetto di sensibilizzazione delle nuove generazioni. Ha visto come protagonisti gli alunni delle scuole elementari di Roma e di Torino, i quali condotti dal professor Franco Fichera, docente di Diritto Tributario a Napoli, hanno scoperto la tassazione del reddito rappresentato da monete di cioccolata che prima hanno ricevuto in quantità differenziate e hanno dovuto autodichiarare e sottoporre a tassazione per quindi versare Su questo numero ospitiamo due iniziative che ci danno l idea dello Stato confusionale nel quale siamo immersi come contribuenti e come cittadini. Da una parte il Fisco che si rende protagonista di una suggestiva e ammirevole campagna di sensibilizzazione delle giovani generazioni verso il mondo delle tasse. Ne avevamo già dato notizia in precedenza ( Chi non paga le tasse ti ruba il futuro n. 2/2010). Dall altra parte ci raggiunge l esternazione di Davide Cervellin. La sua azienda opera nel mondo del disagio producendo e commercializzando protesi caratterizzate da alta tecnologia resa al servizio dell uomo, soprattutto coloro che sono stati gravemente menomati da incidenti o malattie. Il settore in cui lavora è caratterizzato dai rapporti con le strutture pubbliche, che si sono rivelati troppo spesso come pessimi pagatori. Ma da lui il Fisco pretende di Presentato a Taranto il libro Le belle tasse dopo una riflessione sui servizi di uno Stato minimo che garantisca la cura e la sicurezza interna ed esterna. Risultato su un aliquota proporzionale unica del 40 % è stato rilevato un tasso di evasione del 10 %. Dopo i saluti del Presidente dei Commercialisti di Taranto dott. MarioTagarelli (in piedi) e il Presidente dell Associazione Magistrati Tributari Liuzzi, il prof. Franco Fichera ha tenuto la sua relazione alla quale è seguita la tavola rotonda moderata dal prof. Antonio Uricchio, preside Quando uno Stato si fa rapinatore si disgrega la coesione sociale In poco tempo due pignoramenti per cartelle impazzite dell Agenzia delle Entrate di Padova. Nel primo caso, pignorato il pagamento dell ASL 15 relativamente a una cartella per la quale, fatto ricorso, vi era già un giudizio a noi favorevole in primo grado. Nel secondo caso, oggi il pignoramento del pagamento dell Azienda Ospedaliera G. Brotzu di Cagliari per ,44 euro relativamente a una cartella esattoriale originata dal ritardato pagamento di pochi giorni per qualche migliaio di euro di Irpef. Pubblicamente abbiamo dichiarato che sospendevamo il pagamento delle imposte per attirare l attenzione sulle centinaia di migliaia di euro di crediti vantati con la regione Lazio e con altre ASL che non pagavano le prestazioni della nostra azienda, in alcuni casi da oltre un decennio. E la beffa è che il mostro della burocrazia tributaria mica pignora quello che noi non riusciamo in nessun modo ad incassare dai suoi altri confratelli uffici delle amministrazioni pubbliche, ma i pochi pagamenti che permettono di dare un po di ossigeno alla nostra società per andare avanti. E un modo di operare questo che, ben lungi dal fare emergere il sommerso, l elusione, le aree grigie di evasione, colpisce ancora una volta i soli cittadini e organizzazioni oneste, che hanno sempre pagato imposte anche per bilanci virtuali, visto che, lavorando con la pubblica amministrazione, tra il fatturare e l incassare ne passano di anni Mi spiace riscontrare che tanta iniqua solerzia contribuisca a qualche premio dei dirigenti riscossori. E allora non mi rimane essere sempre, comunque e a prescindere, puntuale pagatore, facendogli interpretare lo scomodo ruolo della vittima di chi predica bene e razzola male! Della vittima di chi usa due pesi e due misure! Infine, di chi ha la pagliuzza nell occhio e subisce le angherie di chi non si accorge della propria trave! E drammatico per un giornale dover dare notizia di questi due aspetti di vita così lontani e contradditori tra di loro. Ci rinfranca peraltro di avere l occasione di raccontare la verità dei fatti nella speranza di un loro ricongiungimento in un unica verità del diritto. altro che organizzare il funerale del Diritto. E qualcuno, dal Capo dello Stato, passando per il Ministro dell Economia fino all ultimo impiegato dell Agenzia delle Entrate di Equitalia si devono sentire responsabili per questi atti vergognosi della disgregazione della della facoltà di Giurisprudenza dell Università di Taranto, alla quale hanno preso parte il Comandante della Guardia di Finanza Altiero la dott.ssa Basile dell Ufficio tributi della Regione Puglia e la dott. Piantedosi dell ODCEC di Taranto. Ha concluso i lavori il prof. Fortunato della Facoltà di Giurisprudenza di Taranto con una testimonianza finale del direttore del il53. (A.L. Pastore) coesione sociale. Perché, se così è, ben fanno quelli che si fan furbi e se possono a questo Stato rapinatore non pagano nulla. (Davide Cervellin) Presidente Tiflosystem S.p.A. Contatti: Riportiamo di seguito il testo della inviata al Ministero del Tesoro dall imprenditore cieco Davide Cervellin: Perché l Agenzia delle Entrate trasmette a Equitalia? l incasso di cartelle prima ancora che sia stata verificata la loro effettiva congruità? Perché Equitalia procede al recupero forzoso senza dare? la possibilità al contribuente di azioni di autotutela? Perché chi opera con la Pubblica Amministrazione? non può compilare il bilancio per incassi anziché per competenze? Perché Equitalia può pignorare e un Azienda che ha? contenziosi con le ASL non può farlo? Se vuoi associarti alla protesta di Cervellin vai a

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA Intervento dell Amministratore Delegato della Fiat, Sergio Marchionne Pomigliano d Arco (NA) - 14 dicembre 2011 h 9:00 Signore e signori, buongiorno a tutti. E un piacere

Dettagli

Dott.ssa GIULIA CANDIANI. (Coordinatore Settore Sanità Associazione Altroconsumo)

Dott.ssa GIULIA CANDIANI. (Coordinatore Settore Sanità Associazione Altroconsumo) Dott.ssa GIULIA CANDIANI (Coordinatore Settore Sanità Associazione Altroconsumo) Innanzitutto due parole di presentazione: Altroconsumo è una associazione indipendente di consumatori, in cui io lavoro

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. La seconda distorsione era relativa alle c.d. imprese familiari.

COMUNICATO STAMPA. La seconda distorsione era relativa alle c.d. imprese familiari. COMUNICATO STAMPA Il Dipartimento delle Finanze pubblica le statistiche sulle dichiarazioni delle persone fisiche (IRPEF) relative all'anno d'imposta 2009, a soli cinque mesi dal termine di presentazione

Dettagli

IL COUNSELING NELLE PROFESSIONI D AIUTO

IL COUNSELING NELLE PROFESSIONI D AIUTO IL COUNSELING NELLE PROFESSIONI D AIUTO Obiettivi: Conoscere le peculiarità del counseling nelle professioni d aiuto Individuare le abilità del counseling necessarie per svolgere la relazione d aiuto Analizzare

Dettagli

Grafico del livello di attività per 90 giorni

Grafico del livello di attività per 90 giorni Grafico del livello di attività per giorni "Gli agenti immobiliari di Successo fanno quello che gli agenti immobiliari normali non amano fare." Salvatore Coddetta. Il lavoro di agente immobiliare è quello

Dettagli

IV Forum Confcommercio sul Fisco

IV Forum Confcommercio sul Fisco IV Forum Confcommercio sul Fisco Intervento del Ministro dell Economia e delle Finanze Prof. Pier Carlo Padoan al IV Forum Confcommercio sul Fisco Meno tasse, meno spesa Binomio per la ripresa Roma, 22

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 F= risposta degli alunni/figli G = risposta dei genitori F: 1- Cosa pensi della dipendenza elettronica?

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato CAPEZZONE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato CAPEZZONE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 2397 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato CAPEZZONE Riforma della disciplina delle tasse automobilistiche e altre disposizioni concernenti

Dettagli

Commencement Speech Master SPRINT Progetto PONa3_00370. Innanzitutto, a nome di tutti i formandi del Master SPRINT, porgo i saluti al Magnifico

Commencement Speech Master SPRINT Progetto PONa3_00370. Innanzitutto, a nome di tutti i formandi del Master SPRINT, porgo i saluti al Magnifico Commencement Speech Master SPRINT Progetto PONa3_00370 Buongiorno a tutti. Innanzitutto, a nome di tutti i formandi del Master SPRINT, porgo i saluti al Magnifico Rettore che questa mattina ci ha onorato

Dettagli

Essere liberale nell Italia di oggi

Essere liberale nell Italia di oggi Essere liberale nell Italia di oggi Sempre più spesso sentiamo parlare, anche impropriamente, di programmi e di idee di ispirazione liberale, un temine inflazionato ma che oggi è fondamentale recuperare

Dettagli

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!!

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!! MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI Ciao e Benvenuta in questo straordinario percorso che ti permetterà di compiere un primo passo per IMPARARE a vedere finalmente il denaro in modo DIFFERENTE Innanzitutto

Dettagli

L economia: i mercati e lo Stato

L economia: i mercati e lo Stato Economia: una lezione per le scuole elementari * L economia: i mercati e lo Stato * L autore ringrazia le cavie, gli alunni della classe V B delle scuole Don Milanidi Bologna e le insegnati 1 Un breve

Dettagli

La politica dell entrata

La politica dell entrata La politica dell entrata Le entrate dello Stato si classificano in: 1.Entrate tributarie: rappresentano la parte più consistente delle entrate statali e sono costituite da: Imposte=sono prelievi obbligatori

Dettagli

il tuo servizio di web marketing costa troppo

il tuo servizio di web marketing costa troppo il tuo servizio di web marketing costa troppo LE 20 TECNICHE PIù POTENTI per demolire QUESTA obiezione > Nota del Curatore della collana Prima di tutto voglio ringraziarti. So che ha inserito la tua mail

Dettagli

L imposta sul valore aggiunto IVA. Prof. Sartirana

L imposta sul valore aggiunto IVA. Prof. Sartirana L imposta sul valore aggiunto IVA Prof. Sartirana L IVA è una imposta Indiretta (in quanto non colpisce il reddito ma una sua manifestazione mediata, ovvero il consumo o la produzione di ricchezza) Proporzionale

Dettagli

C 188/6 Gazzetta ufficiale dell Unione europea 11.8.2009

C 188/6 Gazzetta ufficiale dell Unione europea 11.8.2009 C 188/6 Gazzetta ufficiale dell Unione europea 11.8.2009 Comunicazione della Commissione Criteri per l'analisi della compatibilità degli aiuti di stato a favore dei lavoratori svantaggiati e disabili soggetti

Dettagli

LINEA DIRETTA CON IL PRESIDENTE

LINEA DIRETTA CON IL PRESIDENTE periodico di idee, informazione, cultura a cura dell Associazione Infermieristica Sammarinese LINEA DIRETTA CON IL PRESIDENTE Mi accingo a presiedere l AIS nel suo secondo triennio di vita. Mi ritengo

Dettagli

L Errore Medico Alla ricerca delle Procedure di Provata Efficacia per prevenirlo

L Errore Medico Alla ricerca delle Procedure di Provata Efficacia per prevenirlo FONDAZIONE ARTURO PINNA PINTOR Torino SIQuAS VRQ L Errore Medico Sabato 17 Novembre 2007 Tavola Rotonda Moderatore: F. Ripa L errore medico e la sicurezza del paziente. Il ruolo dei legislatori, amministratori,

Dettagli

PARERE CRUI SULLO SCHEMA DEL DECRETO DI RIPARTO DEL FONDO DI FINANZIAMENTO ORDINARIO PER L ANNO 2015

PARERE CRUI SULLO SCHEMA DEL DECRETO DI RIPARTO DEL FONDO DI FINANZIAMENTO ORDINARIO PER L ANNO 2015 PARERE CRUI SULLO SCHEMA DEL DECRETO DI RIPARTO DEL FONDO DI FINANZIAMENTO ORDINARIO PER L ANNO 2015 L Assemblea della CRUI, riunitasi il giorno 7.5.2015, preso atto della nota MIUR del 6.5.2015, esprime,

Dettagli

Grazie per l invito, ringrazio il vice ministro per aver inquadrato e aver illustrato le problematiche che oggi avvertiamo tutti nel campo dei beni

Grazie per l invito, ringrazio il vice ministro per aver inquadrato e aver illustrato le problematiche che oggi avvertiamo tutti nel campo dei beni Grazie per l invito, ringrazio il vice ministro per aver inquadrato e aver illustrato le problematiche che oggi avvertiamo tutti nel campo dei beni culturali e delle attività culturali. Noi Dottori Commercialisti

Dettagli

confronto continuo con gli amministratori dei Comuni.

confronto continuo con gli amministratori dei Comuni. Claudio Dossi, segretario Spi Lombardia Pavia, 22 gennaio 2016 Mi sembra che anche oggi con l introduzione di Anna, la presentazione della ricerca, il contributo dei rappresentanti delle amministrazioni

Dettagli

AUDIZIONE. Commissione Lavoro Pubblico e Privato Camera dei Deputati LIBRO VERDE SULLE PENSIONI

AUDIZIONE. Commissione Lavoro Pubblico e Privato Camera dei Deputati LIBRO VERDE SULLE PENSIONI AUDIZIONE Commissione Lavoro Pubblico e Privato Camera dei Deputati LIBRO VERDE SULLE PENSIONI ROMA, 14 OTTOBRE 2010 I sistemi di sicurezza sociale sono sviluppati in Europa più che in altre parti del

Dettagli

L idea imprenditoriale

L idea imprenditoriale 16 L idea imprenditoriale Una buona idea Una volta che hai precisato le tue attitudini e propensioni personali, è giunto il momento di muovere i veri primi passi nel mondo dell imprenditoria e di iniziare

Dettagli

Commissione Tributaria Regionale della Lombardia

Commissione Tributaria Regionale della Lombardia Direzione Regionale della Lombardia Commissione Tributaria Regionale della Lombardia Apertura dell Anno giudiziario tributario Milano, 25 febbraio 2011 Intervento di Carlo Palumbo Direttore Regionale dell

Dettagli

Coordinamento Centro Studi Ance Salerno - Area Informatica

Coordinamento Centro Studi Ance Salerno - Area Informatica Centro Studi Il Report LE DINAMICHE IMPOSITIVE CONTINUANO A PENALIZZARE FORTEMENTE GLI INVESTIMENTI NEL MATTONE TASI, SALERNO E NAPOLI AL TOP Aliquote sempre al massimo, la prima rata in scadenza il 16

Dettagli

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente Una tecnica di Persuasore Segreta svelata dal sito www.persuasionesvelata.com di Marcello Marchese Copyright 2010-2011 1 / 8 www.persuasionesvelata.com Sommario

Dettagli

AIUTARE LA FAMIGLIA: MENO TASSE PER LAVORATORI E PENSIONATI UNA TRACCIA DI ANALISI E DI APPROFONDIMENTO PER LA DISCUSSIONE

AIUTARE LA FAMIGLIA: MENO TASSE PER LAVORATORI E PENSIONATI UNA TRACCIA DI ANALISI E DI APPROFONDIMENTO PER LA DISCUSSIONE AIUTARE LA FAMIGLIA: MENO TASSE PER LAVORATORI E PENSIONATI UNA TRACCIA DI ANALISI E DI APPROFONDIMENTO PER LA DISCUSSIONE 1. Riduzione del carico fiscale su lavoratori dipendenti e pensionati 2. Sostegno

Dettagli

IL LAVORO OFFESO Indagine sul difficile percorso per il riconoscimento dei diritti delle vittime di infortuni sul lavoro nelle costruzioni

IL LAVORO OFFESO Indagine sul difficile percorso per il riconoscimento dei diritti delle vittime di infortuni sul lavoro nelle costruzioni IL LAVORO OFFESO Indagine sul difficile percorso per il riconoscimento dei diritti delle vittime di infortuni sul lavoro nelle costruzioni La prima ricerca realizzata in Italia sul tema del post infortunio:

Dettagli

3.9 In difesa di banche e agenzie finanziarie

3.9 In difesa di banche e agenzie finanziarie 174 Capitolo 3 3.9 In difesa di banche e agenzie finanziarie Per la strada trovai una Volpe e un Gatto, due persone molto per bene, che mi dissero: Vuoi che codeste monete diventino mille e duemila? Vieni

Dettagli

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa 11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio raccolta integrato dei rifiuti solidi urbani. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa delibera di Consiglio,

Dettagli

DOCUMENTO PER IL SOTTOSEGRETARIO AL LAVORO ON.LE JOLE SANTELLI

DOCUMENTO PER IL SOTTOSEGRETARIO AL LAVORO ON.LE JOLE SANTELLI DOCUMENTO PER IL SOTTOSEGRETARIO AL LAVORO ON.LE JOLE SANTELLI Premessa I Trattamenti Pensionistici In Italia, come anche in tutti i paesi maggiormente industrializzati, alla precarietà del mercato del

Dettagli

IMU: analisi dei versamenti 2012

IMU: analisi dei versamenti 2012 IMU: analisi dei versamenti 2012 1. Analisi dei versamenti complessivi I versamenti IMU totali aggiornati alle deleghe del 25 gennaio 2013 ammontano a circa 23,7 miliardi di euro, di cui 9,9 miliardi di

Dettagli

Alla Dottoressa Francesca Sabella Ufficio IV Al Direttore ANSAS nucleo del Veneto Dottoressa A. Missana

Alla Dottoressa Francesca Sabella Ufficio IV Al Direttore ANSAS nucleo del Veneto Dottoressa A. Missana Alla Dottoressa Francesca Sabella Ufficio IV Al Direttore ANSAS nucleo del Veneto Dottoressa A. Missana Oggetto: Relazione della quarta annualità del progetto Psicologia dell'apprendimento della matematica.

Dettagli

Il Piano Finanziario Parte 2: Equilibrio e Investimento

Il Piano Finanziario Parte 2: Equilibrio e Investimento Il Piano Finanziario Parte 2: Equilibrio e Investimento Non aspettare, il tempo non potrà mai essere " quello giusto". Inizia da dove ti trovi, e lavora con qualsiasi strumento di cui disponi, troverai

Dettagli

PENSARE AL FUTURO LO SAPEVATE CHE...?

PENSARE AL FUTURO LO SAPEVATE CHE...? LO SAPEVATE CHE...? PENSARE AL FUTURO Si potrebbe anche pensare che, vista l attuale situazione economica nazionale e mondiale, l argomento possa essere anacronistico, sbagliato, non aderente alla situazione

Dettagli

CAPITOLO TRE IL MIO MODO DI GIOCARE E LE ESCHE CHE MI ATTIRANO

CAPITOLO TRE IL MIO MODO DI GIOCARE E LE ESCHE CHE MI ATTIRANO CAPITOLO TRE IL MIO MODO DI GIOCARE E LE ESCHE CHE MI ATTIRANO Sommario Nel primo capitolo di questo quaderno lei ha ritenuto che il gioco d azzardo sta causando problemi nella sua vita. Si è posto obiettivi

Dettagli

Intervento del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, Corrado Clini

Intervento del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, Corrado Clini Intervento del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, Corrado Clini Grazie, vi ringrazio molto di avermi invitato. Come Ministro dell Ambiente ho tratto più di uno stimolo dalla

Dettagli

Orientamenti pedagogico-didattici per una scuola di qualità Relazione a cura di Monica Barbolini

Orientamenti pedagogico-didattici per una scuola di qualità Relazione a cura di Monica Barbolini Orientamenti pedagogico-didattici per una scuola di qualità Relazione a cura di Monica Barbolini Il processo didattico è un processo di natura relazionale, nel senso che mira a sostenere lo studente nella

Dettagli

Impresa e non profit: necessaria collaborazione

Impresa e non profit: necessaria collaborazione Impresa e non profit: necessaria collaborazione Tre interrogativi Vorrei sviluppare il tema del rapporto tra impresa ed enti non profit a partire da tre interrogativi, cui tentare di dare risposta per

Dettagli

Il materiale ripercorre i presupporti teorici legati al tema del welfare aziendale proponendo quanto emerso in occasione di un intervento in aula.

Il materiale ripercorre i presupporti teorici legati al tema del welfare aziendale proponendo quanto emerso in occasione di un intervento in aula. Il materiale ripercorre i presupporti teorici legati al tema del welfare aziendale proponendo quanto emerso in occasione di un intervento in aula. E possibile approfondire il tema consultando il sito La

Dettagli

Dimensioni ed effetti della spesa pubblica

Dimensioni ed effetti della spesa pubblica MODULO 2 - La spesa pubblica LE DIMENSIONI DELLA SPESA PUBBLICA L insieme dei mezzi monetari che lo Stato e gli altri enti pubblici erogano per il raggiungimento dei fini di pubblico interesse costituisce

Dettagli

Cercherò di essere breve. Ringrazio per l invito e plaudo all iniziativa, anche perché, credo, sia la prima promossa da un azienda nata in Basilicata

Cercherò di essere breve. Ringrazio per l invito e plaudo all iniziativa, anche perché, credo, sia la prima promossa da un azienda nata in Basilicata Filippo BUBBICO Cercherò di essere breve. Ringrazio per l invito e plaudo all iniziativa, anche perché, credo, sia la prima promossa da un azienda nata in Basilicata che non si limita presentare il suo

Dettagli

Pensione sempre più lontana i Lavoratori Autonomi Andamenti di carriera e calcolo pensionistico nel lavoro autonomo

Pensione sempre più lontana i Lavoratori Autonomi Andamenti di carriera e calcolo pensionistico nel lavoro autonomo Pensione sempre più lontana i Lavoratori Autonomi Andamenti di carriera e calcolo pensionistico nel lavoro autonomo Quando si parla di previdenza del lavoro autonomo il riferimento normativo ancor oggi

Dettagli

I nuovi Studi di Settore: la nuova arma del Fisco per scovare gli evasori

I nuovi Studi di Settore: la nuova arma del Fisco per scovare gli evasori I nuovi Studi di Settore: la nuova arma del Fisco per scovare gli evasori Sono trascorsi ormai quasi vent anni dalla loro prima apparizione e gli studi di settore rappresentano uno degli strumenti del

Dettagli

Il rapporto fra finanziamento e qualità delle prestazioni nelle ASL e nelle aziende ospedaliere. A cura di Michele Borgia

Il rapporto fra finanziamento e qualità delle prestazioni nelle ASL e nelle aziende ospedaliere. A cura di Michele Borgia Il rapporto fra finanziamento e qualità delle prestazioni nelle ASL e nelle aziende ospedaliere A cura di Michele Borgia Struttura dell intervento I. Caratteristiche originarie e carenze : II. Istituzioni

Dettagli

Economia Italiana: Un confronto per le elezioni

Economia Italiana: Un confronto per le elezioni Economia Italiana: Un confronto per le elezioni Siamo un gruppo di studenti di master in economia. Con questa presentazione vogliamo fare informazione sui temi economici della campagna elettorare. Tutti

Dettagli

PUBBLICI ESERCIZI E STUDI DI SETTORE Evidenze e prospettive

PUBBLICI ESERCIZI E STUDI DI SETTORE Evidenze e prospettive S Studi di Settore PUBBLICI ESERCIZI E STUDI DI SETTORE Evidenze e prospettive L analisi dei risultati derivanti dall applicazione degli studi di settore offre molteplici spunti di riflessione in relazione

Dettagli

LA DEMOLIZIONE ITALIANA A CONVEGNO

LA DEMOLIZIONE ITALIANA A CONVEGNO Associazione Nazionale Demolitori Italiani LA DEMOLIZIONE ITALIANA A CONVEGNO Parma, 26 novembre 2005 Trascrizione dell intervento dal titolo: IL MERCATO DELLE DEMOLIZIONI ANNI 2000: DAL RECUPERO ALLA

Dettagli

APPUNTI DEL CORSO DI ECONOMIA POLITICA PER LA CLASSE IV PROF. FEDERICO MAZZONE CAPITOLO II EQUILIBRIO ECONOMICO GENERALE

APPUNTI DEL CORSO DI ECONOMIA POLITICA PER LA CLASSE IV PROF. FEDERICO MAZZONE CAPITOLO II EQUILIBRIO ECONOMICO GENERALE APPUNTI DEL CORSO DI ECONOMIA POLITICA PER LA CLASSE IV PROF. FEDERICO MAZZONE CAPITOLO II EQUILIBRIO ECONOMICO GENERALE Abbiamo detto che le risorse che costituiscono il reddito nazionale possono essere

Dettagli

Roberto Ciompi VUOI FARE LA RISTRUTTURAZIONE FINANZIARIA DELLA TUA IMPRESA?

Roberto Ciompi VUOI FARE LA RISTRUTTURAZIONE FINANZIARIA DELLA TUA IMPRESA? Roberto Ciompi VUOI FARE LA RISTRUTTURAZIONE FINANZIARIA DELLA TUA IMPRESA? 7+1 suggerimenti per preparare una richiesta di ristrutturazione finanziaria dell impresa. 1 CIOMPI ROBERTO VUOI FARE LA RISTRUTTURAZIONE

Dettagli

Comprendere meglio la riforma Monti-Fornero. il raffronto Ante e Post Legge 214/2011

Comprendere meglio la riforma Monti-Fornero. il raffronto Ante e Post Legge 214/2011 Comprendere meglio la riforma Monti-Fornero il raffronto Ante e Post Legge 214/2011 Nello scorso articolo abbiamo spiegato, per sommi capi, le linee guida della recente riforma della previdenza pubblica,

Dettagli

SOLDI DI NOI TUTTI (TASSE E SPESA PUBBLICA IN ITALIA)

SOLDI DI NOI TUTTI (TASSE E SPESA PUBBLICA IN ITALIA) SOLDI DI NOI TUTTI (TASSE E SPESA PUBBLICA IN ITALIA) DOSSIER A CURA DEL CENTRO NUOVO MODELLO DI SVILUPPO CON LA COLLABORAZIONE DI LUCA FERRINI (NOVEMBRE 2012) Prologo Ci vantiamo di vivere in un paese

Dettagli

SONDAGGIO IPSOS Acri Responsabilità individuali e collettive rispetto al risparmio

SONDAGGIO IPSOS Acri Responsabilità individuali e collettive rispetto al risparmio Via Mauro Macchi, 61 20124 MILANO Public Affairs S.r.l. SONDAGGIO IPSOS Acri Responsabilità individuali e collettive rispetto al risparmio NOTA INFORMATIVA da allegare al sondaggio (in ottemperanza al

Dettagli

PROGETTO QUALITA PIANO FINANZIARIO

PROGETTO QUALITA PIANO FINANZIARIO PROGETTO QUALITA PIANO FINANZIARIO Progetto Qualità INTESA-CCA 2014-2016 Pagina 1 PROGETTO QUALITA 2014-2016 PREMESSA: Il progetto dopo il periodo di avvio e consolidamento, in base alle osservazioni poste

Dettagli

Diana Dimonte. L affido: dall infanzia all adolescenza, un percorso alternativo. Un aiuto per capire, crescere, ritrovarsi

Diana Dimonte. L affido: dall infanzia all adolescenza, un percorso alternativo. Un aiuto per capire, crescere, ritrovarsi L affido: dall infanzia all adolescenza, un percorso alternativo Un aiuto per capire, crescere, ritrovarsi In occasione del Convegno sull affido Genitori di scorta si nasce o si diventa? - Strade e percorsi

Dettagli

COME AGGIORNARE IL PROPRIO SISTEMA DI CREDENZE

COME AGGIORNARE IL PROPRIO SISTEMA DI CREDENZE 11 November 2014 COME AGGIORNARE IL PROPRIO SISTEMA DI CREDENZE Articolo a cura di Nicola Doro - Responsabile Commerciale Ad Hoc Ti sei mai chiesto perché alcune persone falliscono in tutto quello che

Dettagli

NON CHIUDERE UN OCCHIO. La violenza domestica si deve prevenire si può prevenire

NON CHIUDERE UN OCCHIO. La violenza domestica si deve prevenire si può prevenire La violenza domestica si deve prevenire si può prevenire Perché questo progetto? La violenza domestica o intrafamiliare è una violenza di genere (il più delle volte le vittime sono le donne, i responsabili

Dettagli

Perchè abbiamo promosso questa raccolta di firme.

Perchè abbiamo promosso questa raccolta di firme. A seguito della riunione del 18 Giugno 2008 delle segreterie dei Circoli di lavoro del PD era in fase di predisposizione il modulo per la raccolta delle firme. Prendendo atto con grande soddisfazione della

Dettagli

Il ruolo della cooperazione sociale nel sistema di servizi sociali e sanitari tra tagli alle risorse e nuovi bisogni.

Il ruolo della cooperazione sociale nel sistema di servizi sociali e sanitari tra tagli alle risorse e nuovi bisogni. Assemblea regionale di Legacoopsociali della Sardegna Cagliari, 25 gennaio 2013 Caesar Hotel Via Darwin 2/4 Il ruolo della cooperazione sociale nel sistema di servizi sociali e sanitari tra tagli alle

Dettagli

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

Dalle detrazioni alle deduzioni. Come.

Dalle detrazioni alle deduzioni. Come. Sede legale: largo S.Nazaro, 1-37129 Verona Sede operativa: p.za Angelini, 1-37014 Castelnuovo del Garda - VR Fax: 045 74431137 Codice fiscale: 93044990237 C. C. postale: 15743370 e-mail: afi@afifamiglia.it

Dettagli

ATTUALMENTE SONO 5 I REGIMI CONTABILI VIGENTI, OGNUNO DEI QUALI SI DISTINGUE PER OBBLIGHI CHE NE DERIVANO E PER I SOGGETTI CHE POSSONO ADERIRVI.

ATTUALMENTE SONO 5 I REGIMI CONTABILI VIGENTI, OGNUNO DEI QUALI SI DISTINGUE PER OBBLIGHI CHE NE DERIVANO E PER I SOGGETTI CHE POSSONO ADERIRVI. REGIMI CONTABILI ATTUALMENTE SONO 5 I REGIMI CONTABILI VIGENTI, OGNUNO DEI QUALI SI DISTINGUE PER OBBLIGHI CHE NE DERIVANO E PER I SOGGETTI CHE POSSONO ADERIRVI. 1 REGIME ORDINARIO 2 REGIME SEMPLIFICATO

Dettagli

Cosa succede all uomo?

Cosa succede all uomo? Cosa succede all uomo? (utilizzo uomo o uomini in minuscolo, intendendo i maschietti e Uomo o Uomini intendendo il genere umano) Recentemente, mi sono trovato in discorsi dove donne lamentavano di un atteggiamento

Dettagli

Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing

Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing Ciao da Matteo Nodari di Network Marketing Top Strategy! Come ti dicevo il network marketing è uno dei settori più controversi e fraintesi di tutti i tempi.

Dettagli

2 OTTOBRE LA CRISI DELL ETICA PROFESSIONALE E IL MERITO

2 OTTOBRE LA CRISI DELL ETICA PROFESSIONALE E IL MERITO AIMC PIEMONTE S. DAMIANO ( convegno UCIIM) 2 OTTOBRE LA CRISI DELL ETICA PROFESSIONALE E IL MERITO Sentiamo ormai da qualche anno parlare di emergenza educativa ma io amo di più l espressione Sfida educativa

Dettagli

ExpoTraining 2013-17 ottobre 2013 - Milano. Perché le aziende fanno fatica a trovare i talenti professionali di cui hanno bisogno?

ExpoTraining 2013-17 ottobre 2013 - Milano. Perché le aziende fanno fatica a trovare i talenti professionali di cui hanno bisogno? Lo sviluppo dei Talenti per la crescita. Un confronto tra aziende e istituzioni ExpoTraining 2013-17 ottobre 2013 - Milano L Italia cerca talenti. Sembra incredibile, ma in uno scenario di crisi del mercato

Dettagli

Guida per i venditori

Guida per i venditori Guida per i venditori Vendere un azienda può essere complicato e impegnativo ed è generalmente un evento che si presenta una volta nella vita. Vi preghiamo di leggere con attenzione i seguenti paragrafi.

Dettagli

L evasione fiscale in Italia

L evasione fiscale in Italia L evasione fiscale in Italia Aggiornamento: febbraio 2016 1 Programma dell incontro Il sistema fiscale in Italia Il fenomeno dell evasione fiscale Gli effetti dell evasione nella società Come l contrasta

Dettagli

STIMA PIU CHE PUOI Un gioco per diventare abili stimatori

STIMA PIU CHE PUOI Un gioco per diventare abili stimatori ISTITUTO COMPRENSIVO DI MONTALE ISTITUTO COMPRENSIVO B. da Montemagno DI QUARRATA a.s. 2012-2013 GRUPPO DI RICERCA-AZIONE DI MATEMATICA STIMA PIU CHE PUOI Un gioco per diventare abili stimatori Classi

Dettagli

Strumenti chiari e strategie efficaci per Vincere!

Strumenti chiari e strategie efficaci per Vincere! Luca d Alessandro COME VIVERE PROSPERANDO ATTRAVERSO L INVESTIMENTO IMMOBILIARE ----------- O ----------- Strumenti chiari e strategie efficaci per Vincere! 2 Titolo COME VIVERE PROSPERANDO ATTRAVERSO

Dettagli

ATTIVARE LA SOLIDARIETÀ Percorsi formativi per studenti. www.trevisovolontariato.org

ATTIVARE LA SOLIDARIETÀ Percorsi formativi per studenti. www.trevisovolontariato.org ATTIVARE LA SOLIDARIETÀ Percorsi formativi per studenti www.trevisovolontariato.org Il Laboratorio Scuola & Volontariato è un iniziativa del Coordinamento delle associazioni di volontariato della Provincia

Dettagli

Cosa devono fare le banche per favorire i processi di aggregazione?

Cosa devono fare le banche per favorire i processi di aggregazione? Cosa devono fare le banche per favorire i processi di aggregazione? Prima di provare a rispondere a questa domanda mi pare indispensabile una premessa che contestualizzi l attuale situazione. Perché a

Dettagli

UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO

UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO Associazione di Volontariato per la Qualità dell Educazione UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO Esplora con noi il mondo del volontariato! con il contributo della con il patrocinio Comune di Prepotto Club UNESCO

Dettagli

Noi, gli ebay boys. Scegli in ciascun blocco di risposte quella che prioritariamente ritieni più pertinente e corrispondente alla domanda.

Noi, gli ebay boys. Scegli in ciascun blocco di risposte quella che prioritariamente ritieni più pertinente e corrispondente alla domanda. Noi, gli ebay boys Scegli in ciascun blocco di risposte quella che prioritariamente ritieni più pertinente e corrispondente alla domanda. Vuoi diventare un ebay boys. Come ti documenteresti? 1) a. Faresti

Dettagli

GIANLUIGI BALLARANI. I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli Esami Come Vorrebbe

GIANLUIGI BALLARANI. I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli Esami Come Vorrebbe GIANLUIGI BALLARANI I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli Esami Come Vorrebbe Individuarli e correggerli VOLUME 3 1 GIANLUIGI BALLARANI Autore di Esami No Problem Esami No Problem Tecniche per

Dettagli

UNA SCUOLA PER AMARE

UNA SCUOLA PER AMARE UNA SCUOLA PER AMARE L iniziativa UNA SCUOLA PER AMARE vuole essere una chiave d accesso per entrare nelle scuole, ma soprattutto nella sfera affettiva dei giovani, alla quale durante il percorso scolastico

Dettagli

Lezione n. 8 Aspetti e problemi della tassazione delle imprese. 1) Aliquota effettiva e forma giuridica dell impresa

Lezione n. 8 Aspetti e problemi della tassazione delle imprese. 1) Aliquota effettiva e forma giuridica dell impresa Lezione n. 8 Aspetti e problemi della tassazione delle imprese. 1) Aliquota effettiva e forma giuridica dell impresa Ernesto Longobardi Il trattamento tributario delle imprese dipende dalla loro forma

Dettagli

Artigiano che lavora da solo (reddito annuo di 35.000 euro)

Artigiano che lavora da solo (reddito annuo di 35.000 euro) TASSE RECORD: PER LE MICRO-IMPRESE PRESSIONE FISCALE FINO AL 63% Per le aziende con meno di 10 addetti, nel le tasse sono aumentate: colpito il 95% del totale delle imprese ===============================================================

Dettagli

Voglio concentrare il mio intervento sul ruolo delle cooperative nell economia moderna, riassumendo alcuni dei punti centrali trattati nel libro.

Voglio concentrare il mio intervento sul ruolo delle cooperative nell economia moderna, riassumendo alcuni dei punti centrali trattati nel libro. Henry Hansmann Voglio concentrare il mio intervento sul ruolo delle cooperative nell economia moderna, riassumendo alcuni dei punti centrali trattati nel libro. Prima di tutto è bene iniziare da una distinzione

Dettagli

Progetto costo I. O. I.A. A 5 9 4 B 8 15 9 C 4 3 3 D 9 7 1

Progetto costo I. O. I.A. A 5 9 4 B 8 15 9 C 4 3 3 D 9 7 1 Tecniche di Valutazione Economica Processo di aiuto alla decisione lezione 13.04.2005 Modello di valutazione Dobbiamo riuscire a mettere insieme valutazioni che sono espresse con dimensioni diverse. Abbiamo

Dettagli

Anno Accademico 2009/2010 II semestre. Luca Savino

Anno Accademico 2009/2010 II semestre. Luca Savino Corso di Economia Pubblica Anno Accademico 2009/2010 II semestre Luca Savino Facoltà di Scienze Politiche Corso di laurea in Scienze Internazionali e Diplomatiche Università degli Studi di Trieste La tassazione

Dettagli

SEGRETO N.2 Come usare l'effetto leva per ritorni del 100%

SEGRETO N.2 Come usare l'effetto leva per ritorni del 100% SEGRETO N.2 Come usare l'effetto leva per ritorni del 100% Risparmiare in acquisto è sicuramente una regola fondamentale da rispettare in tutti i casi e ci consente di ottenere un ritorno del 22,1% all

Dettagli

MOTIVARE IL PERSONALE E PORTARLO AL SUCCESSO www.paoloruggeri.it

MOTIVARE IL PERSONALE E PORTARLO AL SUCCESSO www.paoloruggeri.it MOTIVARE IL PERSONALE E PORTARLO AL SUCCESSO www.paoloruggeri.it ESERCIZIO PER L ACQUISIZIONE DEI DATI 1) Qual è la prima cosa che un imprenditore o responsabile dovrebbe fare per far sì che i propri uomini

Dettagli

Laboratorio di scienza delle finanze. Ssis anno 2008/09 INDIRIZZO GIURIDICO ECONOMICO Laboratorio 24/02/09 Isabella Ghilarducci

Laboratorio di scienza delle finanze. Ssis anno 2008/09 INDIRIZZO GIURIDICO ECONOMICO Laboratorio 24/02/09 Isabella Ghilarducci Laboratorio di scienza delle finanze Ssis anno 2008/09 INDIRIZZO GIURIDICO ECONOMICO Laboratorio 24/02/09 Isabella Ghilarducci Il perché di un nome Scienza delle finanze come scienza che individua nella

Dettagli

LA REGOLAZIONE TARIFFARIA DEGLI INVESTIMENTI NEI SERVIZI PUBBLICI

LA REGOLAZIONE TARIFFARIA DEGLI INVESTIMENTI NEI SERVIZI PUBBLICI Convegno LA REGOLAZIONE TARIFFARIA DEGLI INVESTIMENTI NEI SERVIZI PUBBLICI Esperienze a confronto e prospettive per i servizi idrici 14 dicembre 2011 Intervento di Luciano Baggiani, Presidente dell ANEA

Dettagli

Introduzione. Gentile lettore,

Introduzione. Gentile lettore, Le 5 regole del credito 1 Introduzione Gentile lettore, nel ringraziarti per aver deciso di consultare questo e-book vorrei regalarti alcune indicazioni sullo scopo e sulle modalità di lettura di questo

Dettagli

XXV Convegno Nazionale, Torino, gennaio febbraio 1998. Guido Maura 1

XXV Convegno Nazionale, Torino, gennaio febbraio 1998. Guido Maura 1 XXV Convegno Nazionale, Torino, gennaio febbraio 1998 Telefono amico e le contraddizioni della società della comunicazione Guido Maura 1 Telefono Amico, come altri servizi dedicati a favorire contatti

Dettagli

Il recupero crediti nel franchising

Il recupero crediti nel franchising Il recupero crediti nel franchising I crediti insoluti rappresentano un grave problema per le imprese, soprattutto nell attuale periodo di crisi economica. Il settore del franchising non è certo immune

Dettagli

GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE PERSONE FISICHE (IRPEF)

GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE PERSONE FISICHE (IRPEF) WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE PERSONE FISICHE (IRPEF) A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA 1 SOMMARIO INTRODUZIONE... 3 I REQUISITI... 3 I SOGGETTI PASSIVI... 4 LA

Dettagli

Camera dei Deputati 17 Audizione 8

Camera dei Deputati 17 Audizione 8 Camera dei Deputati 17 Audizione 8 XVI LEGISLATURA COMMISSIONI RIUNITE V-XIV SEDUTA DEL 27 SETTEMBRE 2011 a partire dal 2018 andrà avanti il nuovo sistema di finanziamento al bilancio comunitario, con

Dettagli

Evasione Fiscale. Equità Sociale. Evasione Contributiva. Sicurezza sui Luoghi di Lavoro

Evasione Fiscale. Equità Sociale. Evasione Contributiva. Sicurezza sui Luoghi di Lavoro Evasione Fiscale Equità Sociale Evasione Contributiva Sicurezza sui Luoghi di Lavoro Appunti della Camera del Lavoro di Brescia su equità sociale, evasione fiscale e contributiva, sicurezza sul lavoro

Dettagli

La valorizzazione delle risorse umane come vantaggio competitivo

La valorizzazione delle risorse umane come vantaggio competitivo Le relazioni della Giornata Tecnica ANTIM di Parma La valorizzazione delle risorse umane come vantaggio competitivo di Lorenzo Morandi - L.M.Consulting La motivazione non è una caratteristica intrinseca

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

Questionario Studenti Analisi e Commento dei dati

Questionario Studenti Analisi e Commento dei dati Questionario Studenti Analisi e Commento dei dati 7 Area di indagine: Io e il fumo Analisi e commento dei dati All interno di questa prima area di indagine le asserzioni fra cui gli alunni erano chiamati

Dettagli

Viaggiare, fotografare, guadagnare

Viaggiare, fotografare, guadagnare Paolo Gallo Viaggiare, fotografare, guadagnare Crea il tuo secondo stipendio con il Microstock Tutti i diritti sono riservati a norma di legge. Nessuna parte di questo libro può essere riprodotta con alcun

Dettagli

Come leggere un bando

Come leggere un bando Come leggere un bando Prof. Dario A.Colombo Organizzazione dei servizi sociali Progettare il sociale B Materiali tratti da CiesseVi - Milano dalla Formazione per volontari a cura di G. Sordelli 1. Come

Dettagli

CONVEGNO NAZIONALE Infanzia - Diritti - Istruzione

CONVEGNO NAZIONALE Infanzia - Diritti - Istruzione CONVEGNO NAZIONALE Infanzia - Diritti - Istruzione Le nostre proposte per un percorso educativo di qualità Roma, 10 Aprile 2015 sala Da Feltre Intervento Claudia Lichene, insegnante di scuola dell infanzia

Dettagli

IL DIRITTO ALLO STUDIO CI RIGUARDA TUTTI. COSTRUIAMO L ALTROBANDO.

IL DIRITTO ALLO STUDIO CI RIGUARDA TUTTI. COSTRUIAMO L ALTROBANDO. Tel. Fax 06/6783559 IL DIRITTO ALLO STUDIO CI RIGUARDA TUTTI. COSTRUIAMO L ALTROBANDO. L esigenza di porre il tema del diritto allo studio al centro del dibattito non è più rimandabile: la condizione catastrofica

Dettagli

Convegno GESTIONE SOSTENIBILE DEL COSTRUITO ENEA 22 maggio 2012. Intervento del dott. Alberto De Gaetano Responsabile Attività Legislativa ANIA

Convegno GESTIONE SOSTENIBILE DEL COSTRUITO ENEA 22 maggio 2012. Intervento del dott. Alberto De Gaetano Responsabile Attività Legislativa ANIA Convegno GESTIONE SOSTENIBILE DEL COSTRUITO ENEA 22 maggio 2012 Intervento del dott. Alberto De Gaetano Responsabile Attività Legislativa ANIA Buongiorno. Anzitutto desidero esprimere un ringraziamento

Dettagli

PRESENTAZIONE PROGETTO DI LEGGE IN MATERIA DI DEDUCIBILITÀ DELLE RETRIBUZIONI DEI COLLABORATORI FAMILIARI

PRESENTAZIONE PROGETTO DI LEGGE IN MATERIA DI DEDUCIBILITÀ DELLE RETRIBUZIONI DEI COLLABORATORI FAMILIARI PRESENTAZIONE PROGETTO DI LEGGE IN MATERIA DI DEDUCIBILITÀ DELLE RETRIBUZIONI DEI COLLABORATORI FAMILIARI Modifica art. 10, comma 1 del Testo Unico delle Imposte sui Redditi, approvato con D.P.R. del 22

Dettagli