L unità d Italia tra economia e diritto

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L unità d Italia tra economia e diritto"

Transcript

1 Luglio/Agosto n.7/8 anno II Prezzo 1 cent con libro allegato 5,00 Lavorare senza le tasse! Le azioni umane hanno rive spaziose, non puoi costringerle a lungo dentro un alveo ristretto (Karol Wojtila) L unità d Italia tra economia e diritto I dottori commercialisti punto d arrivo o di partenza? L e controversie e i contrasti sull interpretazione della storia più o meno recente, dalla Monarchia alla Repubblica, derivano dalla scarsa conoscenza della stessa. La scarsa conoscenza deriva da un sistema scolastico e d informazione fazioso e ipocrita ma anche da una volontà non dichiarata alla divisione. Ad esempio non ci è dato sapere, e forse neppure ce lo siamo mai chiesto, perché l Unità d Italia viene celebrata (o per dirla con Pino Aprile, commemorata) ogni cinquant anni. Accade così che un italiano potrà partecipare alla festa una volta al massimo due. Così è tra economia e diritto. L unità, o come dice Raffello Lupi, la strada per la riunificazione tra economia e diritto, nella cornice del sapere umanistico sociale, è molto lunga. Infatti, scendendo nel particolare, gli approcci alla riforma fiscale e tributaria molto spesso sono di natura giuridica in quanto i decision makers nostrani (i politici e/o i burocrati) partono dal presupposto che bisogna trovare il sistema per drenare quante più tasse possibili partendo dal presupposto che il contribuente è geneticamente evasore. Questo principio mortifica in partenza ogni tentativo economico di costruire e approfondire una teoria del comportamento del contribuente che è al tempo stesso produttore e consumatore e che dovrebbe basare il suo patto di cittadinanza con lo Stato sul principio del conoscere per deliberare, che però soprattutto in materia tributaria, non appartiene affatto alla nostra cultura civica. I dottori commercialisti possono contribuire a costruire questo processo di unificazione o riunificazione in quanto hanno le competenze per formazione e per funzione professionale e possono rappresentare un forte presidio all unità o alla riunificazione dell economia e del diritto, del sud e del nord, della nostra amata Italia. Sono tanti e solamente in Italia il loro numero supera quello di tutti gli altri colleghi dell intera Unione Europea. C è da augurarsi che il motivo non sia quello che le difficoltà cognitive e operative del nostro sistema tributaria superino quelle, mes- se insieme, del resto dell Europa! Perché non semplificare norme, procedure e comportamenti? Si usi con efficacia ed efficienza il Codice fiscale. Si introduca il c/c del contribuente. Si rispetti la Costituzione e si renda giustizia al lavoro. La si smetta di insultarlo continuamente preferendogli le rendite immobiliari e finanziarie. Si uniformino le tipologie di entrata su tutto il territorio nazionale, attribuendo alla variazione delle aliquote la caratterizzazione federalista del fisco. Si dia vita ad un nuovo scenario preservandolo da attacchi speculativi sui prezzi. Si usino le sanzioni come difesa e garanzia per chi paga le tasse e come pesticida contro i parassiti. Rendiamo finalmente la vita più bella perché arricchita da un fisco che, come canta la Gianna Nannini, sia veramen- te bello impossibile!. Per relizzare tutto ciò è necessaria una mobilitazione generale. Cosa aspettiamo? Non si tratta di manifestazioni violente, anzi si tratta proprio di prevenirle intervendo prima che sia troppo tardi. Prendiamo l esempio di Cervellin e del funerale del diritto che con tanta amarezza propone di celebrare prossimamente. E meglio di tutto un gesto simbolico che faccia riflettere svegliando le coscienze, sì proprio le coscienze, non solo dei comuni cittadini ma anche e soprattutto quelle del Presidente, del Ministro e degli altri ruoli della Pubblica Amministrazione affinché si ricordino della propria umanità. Sarebbe proprio una buona partenza! (Gianpiero De Meo) Eccezionale offerta per la tua estate! Con soli 5,00 puoi avere in allegato il libro di Ignazio Conte Lavorare senza le tasse! (Per vincere la crisi)

2 Luglio/Agosto 2011 numero 7/8 anno II il 53 Politica & InformAZIONE tributaria 2 Invarianza del gettito Numeri a confronto... e tanta trasparenza! Si considerino le due tabelle più avanti riportate entrambe riferite al confronto tra il prezzo di vendita e l incidenza di ciascun tributo nell ipotesi A, riferita all attuale sistema tributario e nell ipotesi B riferita al progetto di riforma di totale defiscalizzazione del lavoro. Si prendano a base tali valori che nel ragionamento che si propone sono rappresentativi di una realtà molto schematizzata delle due dinamiche di tassazione. Si osservi ora come specificatamente indicato nello scenario B, l eliminazione del Costo fiscale del lavoro che comprende l Irpef, oltre ai contributi previdenziali e assistenziali, produce la diminuzione nell ipotesi A del costo complessivo dei beni prodotti da ,00 a ,00. La differenza di ,00, corrisponde esattamente all aumento dell IVA, che espresso in percentuale passa da punti 16,66 a punti 37,57 con incremento 21,91%. Si faccia attenzione al fatto che l insieme dei due prezzi di vendita non è variato poiché si è verificato un cambiamento soltanto all interno delle componenti di costo di A e B, dove l azzeramento della parte di costo costituita dalla componente fiscale del lavoro di ,00, che non ci si stancherà mai di ripetere, comprende da una parte salari e stipendi dei dipendenti e dall altra il profitto dell imprenditore. Si è semplicemente e simultaneamente generata una variazione in diminuzione del costo fiscale del lavoro con pari aumento della voce IVA. Un importantissima cosa da tenere presente, che non deve trarre in inganno, è rappresenta dal fatto che il repentino aumento dell aliquota IVA, dal 16,66% al 37,57% è determinato esclusivamente dalla diminuzione dell imponibile, cioè la somma di tutti i costi, ivi compresi ovviamente quelli del lavoro dove, però in B la componente di costo fiscale del lavoro si è totalmente azzerata. La tassazione del lavoro provoca un dannoso cortocircuito che danneggia tutto l impianto produttivo disperdendo preziose energie che anzi vengono usate contro e non per. Una distorsione del campo visivo che influenza le dinamiche che sono venute a consolidarsi nel corso dei secoli, in particolare per quanto riguarda l ambito del libero mercato. Si conferma che la realtà dei numeri, almeno nel suo quadro sostanziale e complessivo, non cambierebbe per nulla poiché a seguito dell aumento dell aliquota IVA ne deriva giocoforza una diminuzione contestuale della base imponibile, un automatismo matematico che garantisce l invarianza del prezzo di vendita oltre all invarianza del gettito tributario. Infatti, nell esempio riportato, giova ripeterlo a scanso di ogni dubbio, l aumento dell aliquota (da scorporo) dal 16,66% al 37,57% (+20,81 punti percentuale) è di fatto riconducibile integralmente alla pura compensazione dovuta al minore gettito dell imposizione sul lavoro di ,00 (Irpef + Irap + contributi). L aumento dell aliquota IVA, che passa al 37,57%, sembra essere una colpa del nuovo regime tributario proposto per effetto della forte suggestione che provoca un valore così alto dell aliquota, ma in realtà esso esprime la misura effettiva del carico fiscale già esistente nell attuale sistema. L Erario oggi non espone con trasparenza la vera entità del prelievo fiscale e la differenza evidenziata è dovuta alla distanza che separa la verità dalla bugia e non la verità dal presente progetto di riforma! Si è, di fatto, verificato un semplice cambiamento di posizione degli addendi che seppure abbiano generato percentuali differenti, non portano a variazioni sostanziali, ma certamente portano a valutazioni emotive di grande rilevanza. Infatti, pur rimanendo il gettito totalmente invariato, vi è una percezione traumatica dell entità complessiva del prelievo. Modificando adeguatamente l aliquota garantisce una doverosa trasparenza che porterà sicuramente a rimodulare l attenzione sulla percentuale della pressione fiscale complessiva che, come tutte le statistiche ad ampio spettro, finiscono per fornire importanti strumenti di misurazione dei grandi fenomeni. Comunque, ciò non può giustificare le mistificazioni sui fenomeni che interessano i singoli contribuenti. La forza dei numeri maneggiati è inimmaginabile. Invece di prendere come riferimento il prezzo complessivo, si prendano i costi; e le aliquote invece cha a scorporo venissero calcolate sugli imponibili parziali. Si passerebbe da una aliquota Iva del 20%, alla quale siamo tutti abituati, all aliquota del ben 60,21%. Lo spiegano chiaramente le tre tabelle riportate più avanti. Roba da infarto o da rivoluzione, direte voi, ma in realtà sono cifre che rappresentano le stesse identiche realtà. Che si considerino le aliquote rispetto ai costi o rispetto ai prezzi, nel vecchio come nel nuovo regime, la componente fiscale complessiva è della medesima portata. Solamente dopo aver ben metabolizzato in linea di principio macroeconomico i vantaggi conseguibili con la totale defiscalizzazione del lavoro e contestuale trasferimento dell onere di gettito sull Iva, sarà consigliabile passare alla fase successiva di adattamento microeconomico delle aliquote. Andranno analizzati i singoli comparti produttivi realizzando simulazioni, questa volta in conformità a realtà misurabili che esprimano validi orientamenti per le fasi operative. L impostazione del problema non cambierebbe se non in termini di travasi di quantità e di inevitabili adeguamenti di aliquote, ma l impalcatura logica resterebbe pressoché identica. Studi analitici quali quelli che potrebbe porre in essere un soggetto con le dimensioni e l esperienza acquisite dalla SOSE S.p.A. potrebbero rappresentare un idonea chiave di traduzione del progetto nella articolata realtà dei vari settori produttivi. Ignazio Conte

3 Luglio/Agosto 2011 numero 7/8 anno II il 53 Politica & InformAZIONE tributaria 3 Ma com è possibile? LAVORARE SENZA LE TASSE! Ignazio Conte lo spiega nel suo libro In questo numero che ci farà compagnia per tutta l estate è contenuta una stimolante opportunità per i lettori che potranno acquistare il giornale con allegato il libro di Ignazio Conte. L ipotesi di riforma fiscale proposta dall autore di LAVORARE SENZA LE TASSE (Ed. Fisco Amico lassl - Laterza (TA) pp ,50 - acquistabile su ebay) si basa sul trasferimento delle componenti di costo relative a imposte e contributi gravanti solo apparentemente sul lavoratore (incluso l imprenditore) per trasferirle in componenti di prezzo gravanti sostanzialmente sul consumatore finale, cioè l anello escatologico della catena produttiva. La proposta di spostamento integrale, e non di pura eliminazione, sia del carico impositivo e sia di quello contributivo (previdenza e assistenza) dallo scenario lavorativo a quello consumistico, introduce un elemento innovativo e totalizzante nell ambito della riduzione del costo del lavoro. Da sottolineare che il trasferimento della contribuzione previdenziale e assistenziale non farebbe venir meno il pieno rispetto del significato delle lotte sindacali e politiche che hanno portato all attuale configurazione del Welfare complessivamente considerato. Infatti, perché limitare l alleggerimento del costo di produzione trasferendo solo l imposizione erariale e lasciando l onere contributivo a carico del lavoro, soprattutto oggi nella prospettiva di una sempre più diffusa pensione sociale? Le resistenze sono comprensibili in termini di transizione, che deve tenere conto dell impatto culturale e psicologico, ma incoerenti con l obiettivo principale della massima applicazione, al processo produttivo, dell assoluto principio di economicità. L autore non si limita ad una semplice operazione aritmetica e riesce a dimostrare come sia possibile, in una visione macroeconomica, rispettare l invarianza, sia del gettito e sia del prezzo finale di vendita, non cedendo altresì alle ingannevoli lusinghe della ossessiva necessità di trovare, nell imposizione diretta sul lavoro, gli elementi per confezionare l abito su misura per le innumerevoli differenziate capacità contributive correlate ai redditi dei singoli contribuenti. Le numerose e significative conseguenze positive sarebbero, a titolo di esempio: più risorse umane professionali, più risorse umane imprenditoriali, più investimenti, più motivazione, più semplificazione, più trasparenza del sistema, più efficacia dei controlli, più senso civico, più emersione del nero, più perequazione, più quoziente familiare, più tempestività ed efficacia in politica economica, più occupazione, più apprendistato, più cultura d impresa, più consapevolezza del cittadino, più formazione della coscienza civica, più risorse da dedicare al controllo della spesa, più efficacia nella lotta all evasione, più qualificazione del personale pubblico, meno costo del lavoro, meno precarietà, meno controversie, meno rischio sui nuovi investimenti, meno indebitamenti, meno conflittualità sociale, meno sprechi di risorse umane nella P.A., e last but not least, la libera realizzazione della persona. Infatti, sono molti coloro che rinunciano già in partenza, o anche successivamente, ad intraprendere in un mercato che li vede in posizione di svantaggio competitivo perché meno spregiudicati rispetto a chi le tasse preferisce evaderle piuttosto che pagarle. Qui si realizza una dinamica assai simile a quella riportata nella legge di Gresham, dove mutatis mutandis l imprenditore cattivo scaccia quello buono. Inoltre, migliorerebbe la qualità della relazione tra lo Stato e i contribuenti e tra i contribuenti tra di loro, le scelte verso il lavoro dipendente non sarebbero più condizionate dal timore di affrontare l azzardo fiscale del lavoro autonomo/imprenditoriale e, aspetto psicologico non di poco conto, verrebbe trasferito il disagio della riscossione dal momento della fatica produttiva a quello della soddisfazione consumistica. Il progetto non è affatto semplicistico poiché vi si trovano fuse la giusta dose di utopia e i 40 anni d esperienza operativa del promotore che, consapevole delle difficoltà di attuazione, pone un forte accento sui pericoli incombenti nella fase di transizione dovuti più a soggettivi condizionamenti di mentalità che ad oggettive difficoltà di ordine tecnico o scientifico. Riguardo ai vantaggi nel loro insieme, essi si realizzerebbero, anche se in misura diversa, a favore di tutti i protagonisti: contribuenti, Pubblica Amministrazione e professionisti. Sarebbero veramente sciocchi coloro che dovessero rinunciare ad un vantaggio rispetto al vecchio scenario solo perché nel nuovo altri possano trovare maggiore beneficio rispetto al proprio. Non sarà cosa facile da far capire ma sarà necessario che ciò avvenga, cominciando con il dare il buon esempio, poiché nella storia di tutte le civiltà, il rapporto dal più alto contenuto strategico è sempre stato quello con il fisco e nell attuale prospettiva di una economia, sempre più globalizzata, lo sarà sempre di più. Fisco Amico lassl Editore

4 Luglio/Agosto 2011 numero 7/8 anno II il 53 Politica & InformAZIONE tributaria 4 UNIVERSITAS VENTURI LABORIS Corso di formazione politica Dal consenso fiscale a quello politico La formazione è condizione irrinunciabile per realizzare il bene comune. Chi vuole fare buona politica deve guardare al futuro, capire che il tema tributario è prioritario e che la detassazione del lavoro è la sua stella polare. Sono aperte le iscrizioni con il seguente Programma: Nozioni di Diritto Tributario Nozioni di Scienza delle Finanze L Etica delle Tasse Tutto (o quasi) sull Evasione fiscale Le contraddizioni del Sistema tributario La defi scalizzazione del Lavoro Il Federalismo Fiscale Il nuovo Scenario tributario Il controllo della Spesa Pubblica L arte si sposa col Fisco L uso dei social network Il corpo docenti è composto da prestigiose personalità del mondo accademico, delle pubbliche istituzioni e delle liberi professioni. - Il corso è rivolto a candidati che già ricoprono cariche elettive o che comunque intendono partecipare alle competizioni elettorali tive e/o politiche, nazionali o amministracomunitarie. - Il candidato si prefigge l obiettivo di aumentare il proprio consenso elettorale arricchendo il bagaglio di competenze con l argomento caratterizzato dal più alto valore strategico com è appunto quello fiscale. - La capacità di dare tempestive ed adeguate risposte al proprio elettorato rappresenta la marcia in più che può fare la differenza sia durante la campagna elettorale che successivamente alla stessa. - Essere protagonisti di una rivoluzione tributaria basata sulla totale defiscalizzazione dei redditi di lavoro è quanto di più prezioso ed efficace che si possa proporre agli elettori. - Il continuo confronto in aula attraverso simulazioni vissute con i colleghi corsisti, di qualunque appartenenza politica, garantisce l assoluta autonomia didattica e migliora la capacità di relazionarsi con l avversario, determinando le migliori ricadute sul modo di amministrare la cosa pubblica nell interesse del bene comune. Sede dei corsi: Ovunque possa essere raggiunto il numero minimo di 12 partecipanti. Durata: 3 giornate di full immersion per un totale di 24 ore. Costo: 1.200,00 IVA compresa con rateazioni personalizzate e convenzioni con gli Enti Pubblici. Frequenza: Venerdì, Sabato e Domenica. Borse di Studio a parziale copertura costo d iscrizione. Materiale didattico: Testi e cancelleria per le esercitazioni in aula sono compresi. Per informazioni: scrivere a VINO NUOVO IN OTRI NUOVI! Si prega allegare CV alla richiesta di informazioni.

5 Luglio/Agosto 2011 numero 7/8 anno II il 53 Politica & InformAZIONE tributaria 5 Il pericolo di speculazioni sui prezzi esiste Il nuovo scenario ma esiste anche il modo di arginarlo Quanto bello sarebbe un nuovo mondo nel quale fosse possibile vedere i lavoratori, dipendenti e autonomi, esentati da ogni forma di prelievo tributario, varcare con la più ampia libertà di scelta i confini imposti alla propria fatica. Finalmente sarebbero messi nella condizione di poter usare al massimo la propria discrezionalità su dove indirizzare il proprio reddito reso, solamente dopo la riforma, gradualmente più abbondante, con ulteriori benefici effetti individuali e collettivi sui consumi e sul PIL. Si tratta di uno scenario peraltro non immediatamente realizzabile se non in prospettiva e secondo le fisiologiche dinamiche dei rinnovi contrattuali futuri in materia di rapporti lavorativi. Una dinamica, quella salariale, che implica il mantenimento dell attuale potere d acquisto delle buste paga, evitando demagogiche tentazioni di renderle tout court più pesanti. Anche la dinamica sui profitti va tenuta sotto controllo. Ciò si rende assolutamente indispensabile soprattutto al fine di non creare pericolose e arbitrarie manovre sui prezzi. Gli esiti sarebbero ancora più drammatici di quelli già verificatisi con l introduzione dell Euro. Fanno riflettere le recenti dichiarazioni, ulteriormente enfatizzate, dei rappresentanti politici durante la campagna elettorale del 2008, per il rinnovo del Parlamento italiano, riguardanti l utilità di diminuire la pressione fiscale sui redditi di lavoro staordinario. Va fatto rilevare come il grado di osservanza delle norme, e quindi del contenimento dell evasione, sia in realtà il risultato tra il combinato disposto della semplicità del sistema e della diffusione dei controlli ampliata proprio per effetto della semplicità. Questi rappresentano la migliore garanzia per un efficiente ed efficace politica dei redditi più che gli interventi naïf fatti qua e là nella logica del contentino. Interpretando l affermazione di Martin L. Weitzman, la politica dei redditi può essere gestita al meglio proprio nell ipotesi della non tassazione. In sostanza la politica dei redditi basata sulla tassazione comporta gli stessi dilemmi relativi alla fissazione delle norme e gli stessi problemi burocratici, con la differenza che è ancora più complicata da gestire di quanto lo siano i controlli sui salari e sui prezzi, poiché in questo caso si deve tenere rigorosamente sotto controllo il grado di osservanza delle norme. Appare invero patetica la gara tra chi partendo dalla detassazione degli straordinari si contrappone a chi rilancia la posta proponendo anche l esenzione della 13^ e della 14^ mensilità, passando per i premi di produttività. Tutti concordano che così si realizzano buste paga più pesanti e quindi che potendo i lavoratori spendere di più, provocherebbero un salutare aumento della domanda di consumi, con enorme beneficio per l economia che sarebbe così favorita per il rilancio. Probabilmente il compianto Carlo Cipolla continua ad avere, anche nell aldilà, continue ed autorevoli conferme in merito alle sue teorie sulla stupidità umana. Infatti, questi grandi esperti di politica economica basano le loro valutazioni su una infelice ed arbitraria analisi meccanicistica riferita allo spostamento della quantità di denaro che invece che essere speso dallo Stato in modo mirato, efficace e produttivo, come dovrebbe e potrebbe, venga invece speso dai consumatori in modo libero, con efficacia settoriale, pressoché totalmente orientata al puro consumismo piuttosto che a un mirato risparmio. Si tratta di un bell esempio di autoreferenzialità negativa da parte di chi svolge funzioni governative e che supera ogni altra sfacciataggine della classe politica che gestisce tale funzione (maggioranza) o che vi aspira (opposizione) o che critica entrambe senza un progetto che tenga conto dell imprescindibilità della realtà. La deriva consumistica, privata e pubblica, rappresenta il maggior pericolo economico e politico per chi incita a consumare, sempre, comunque e malgrado, sotto la falsa rappresentazione di una dinamica di crisi non soltanto finanziaria e neppure escusivamente economica, ma che è essenzialmente e prioritariamente antropologica. Si va sempre più affermando un modo pericolosamente limitativo di considerare il contribuente, cittadino e consumatore, come uno dei tanti ingredienti della ricetta meccanicistica di politica economica e non piuttosto come una persona protagonista, con tutte le potenzialità e dinamicità che a essa si possono e si devono attribuire, nel bene e nel male. Una valutazione che appare come un imperdonabile gaffe populista e demagogica, se si pensa al ragionamento implicito contenuto nella proposta di alleggerire il carico fiscale per destinare il risparmio d imposta così ottenuto verso generici consumi, magari anche in origine superflui e divenuti primari soltanto per gli effetti di un comportamento imitativo esasperato al massimo. In tale situazione è evidente che si parte dall assunto che lo Stato non saprebbe spendere, in nulla di positivo, i soldi introitati nelle proprie casse per effetto della tassazione degli straordinari o comunque che sarebbero spesi peggio di quanto potrebbe fare il cittadino consumatore. Nulla si crea e nulla si distrugge, ma tutto si trasforma. Per la spesa pubblica sembra non essere così. Il potere politico confessa, seppure inconsapevolmente, di essere capace di distruggere senza creare, tant è che è disposto, sull altare di un presunto sviluppo o quantomeno di una supposta difesa contro la recessione, a sacrificare cospicue fette di entrate tributarie per consentire ai cittadini, in parte ex-contribuenti, di spendere in generici e superflui incrementi dei consumi! C è qualcosa che sfugge, un interesse di lobby che si nasconde tra le pieghe di un ragionamento che fa acqua sul piano del buon senso. Sopraggiunge una paura: può la pubblicità, definita l anima del commercio, essersi trasformata nella sua esasperata espansione di ruolo che oggi la caratterizza in... commercio dell anima? (Frantoio Tributario TA)

6 Luglio/Agosto 2011 numero 7/8 anno II il 53 Politica & InformAZIONE tributaria 6 Il ruolo di Equitalia va circoscritto Codice Fiscale e C/C del contribuente Meglio valorizzare strumenti più economici ed efficaci Nel nuovo scenario, di totale, si ripete totale, defiscalizzazione del lavoro, il cittadino (lavoratore, consumatore e contribuente) si sentirebbe rispettato in pieno nel suo ruolo di lavoratore quindi più propenso ad accettare anche quello di contribuente. Egli pagherà più volentieri cittadinole imposte sui consumi, sulle rendite mobiliari ed immobiliari. Lo farà con maggior cognizione di causa e in un contesto che lo vede beneficiario di qualcosa: il godimento di un bene o la disponibilità di una rendita. Potrà porsi opportunamente in guardia nei confronti delle insidie di una pubblicità invasiva, di un vissuto di fisco nemico e di una classe politica dove anche le rare persone perbene finiscono per essere neutralizzate dal più insidioso regime dittatoriale del così fan tutti!. Il nuovo contribuente saprà mettere lo Stato nelle condizioni di meglio gestire la politica economica del proprio Paese partendo da un fisco diverso dall attuale. Egli saprà relazionarsi con i suoi comportamenti divenuti più liberi perché più consapevoli e meno vulnerabili a mode e suggestioni di varia natura. Si auspica perciò un rapporto con un fisco che si dimostri non soltanto amico nelle intenzioni e nei fatti, ma anche intelligente e competente. Un Erario nuovo che, attraverso entrate che si realizzino con le modalità e nelle quantità più consone, potrà procurarsi le risorse giuste per provvedere ai pubblici bisogni e per attuare, nei fatti e non limitatamente alle sole strumentali intenzioni di facciata, quella perequazione tributaria altrimenti inquinata proprio all origine e quindi inquinante di tutte le relazioni successive con lo Stato e con gli altri cittadini. Parliamo di un Fisco Amico in grado, attraverso un uso corretto ed efficace del codice fiscale, di provvedere esso stesso all individuazione dei presupposti tributari attraverso rilevazioni precise e aggiornate dei riferimenti impositivi, siano essi reddituali o fattuali, giungendo persino ad intervenire finanziariamente nei momenti di difficoltà del contribuente. Si potrebbe attraverso un uso più proprio del Codice Fiscale istituire il Conto Corrente del Contribuente (C.C.C.), vale a dire uno strumento di comunicazione finanziaria al servizio dei contribuenti, ma questa vol- ta non imposto come ennesima spia del fisco per guardare dal buco della serratura i movimenti finanziari. Uno strumento che rispetto alle timide e intermittenti applicazioni del passato non sia considerato come modalità di contabilizzazione ordinata dei pagamenti o loro tempestiva effettuazione, ma anche e soprattutto previsto, nel progetto di riforma, come risorsa capace di consentire attraverso opportuni affidamenti di sollevare il contribuente anche da momentanei assilli finanziari, causa spesso di contingenti infedeltà dichiarative o di costosi ricorsi al credito bancario se non addirittura d invischiamento nelle pericolose e delinquenziali dinamiche di strozzinaggio e usura. Addentrandoci nell ottica di inversione dell onere della dichiarazione (la D.A.I., predisposta dal Fisco, nda) quanti benefici e semplificazioni ne deriverebbero, affrancando, da una parte, il contribuente da incombenze attualmente costose ed estenuanti e dall altra l Erario da controlli gravosi, costosi e approssimati. Entrambe le fasi, dichiarativa e di controllo, eviterebbero le occasioni dove la forma, anche la più kafkiana, diventa diosa sostanza. Il Conto Corrente del Con- insitribuente, oltre che strumento di relazione finalizzato alla tempestiva esazione dei tributi, potrebbe divenire anche il diario tributario sul quale scrivere la propria storia, con l ausilio del Codice Fiscale che fino ad oggi si è rivelato più come una sorta di atrofia conoscitiva che come strumento utile per combattere l evasione. Il Federalismo fiscale ha un bisogno vitale di localizzazione e personalizzazione della capacità contributiva, sopratutto riferita ai consumi. Questo può essere fatto, anche in modo efficace e poco costoso, attraverso l uso diffuso del codice a barre, da considerare come una evoluzione più funzionale del Codice fiscale. Una tecnica alla quale siamo stati abituati dai Supermercati, che opportunamente integrata con una tessera dotata di cip in grado di interagire con i dati del Codice Fiscale. La compagnia che gestisce la carta di credito del sig. Mario Rossi riesce a sapere cosa il sig. Mario Rossi ha comprato, quanto ha speso, quando ha speso e dove ha speso. Analogamente potrà fare il Fisco, applicando opportuni filtri che possano informare circa le aliquote applicate ai vari settori merceologici di riferimento e conseguentemente riguardo al gettito, così da poter contare su dati statistici utili anche per eventuali manovre di politica economica. Un suo uso effettivo che faccia pensare a una sorta di codice a barre simile a quello presente sui prodotti dei supermercati, affinché sia esatta e non confusa, la percezione della capacità contributiva espressa nel corso dell esistenza di ogni singolo contribuente, anche con riferimento ai luoghi ed ai tempi. Considerando che le attuali tecnologie software consentono l acquisizione mirata e riservata di dati personali, va fatto rilevare, ai fini della privacy, che esistono 0ggi tecniche di filtro che lasciano passare solo i dati rilevanti per specifici scopi rispettando così quel desiderio di privacy che accomuna tutte le persone. Risalire al luogo d acquisto di un prodotto non vuol dire necessariamente poter individuare chi l ha comprato. Lo stesso si può affermare per quanto riguarda il momento, l esatto punto vendita o la specifica tipologia della merce o del servizio. Momento, luogo, bene e servizio possono essere anch essi dei dati da potersi, e doversi, rilevare disgiuntamente da quelli della persona. Un mondo di rilevazioni statistiche assai utili anche dal punto di vista del federalismo fiscale per le dinamiche che potranno essere evidenziate, studiate e utilizzate. Il campo d azione e le risorse di chi già gestisce gli studi di settore, con gli opportuni adattamenti e implementazioni potrebbero costituire l area operativa per una tempestiva soluzione al problema. (I.C.)

7 Luglio/Agosto 2011 numero 7/8 anno II il 53 Politica & InformAZIONE tributaria 7 Nella nostra pubblica amministrazione ci sono degli uffici Professionisti della sofferenza che sono veramente un pugno allo stomaco Tira Roy Il gatto rossiccio sul muretto dall altra parte della strada, pare quasi gli faccia maramao e io devo mettere non poca forza per costringerlo a procedere diritto sul marciapiede. Lui è bravo e la distrazione dura poco; peccato che altre cose durino invece all infinito. Nella nostra pubblica amministrazione ci sono degli uffici, delle competenze che sono veramente un pugno allo stomaco. Innanzitutto, perché con la loro esistenza illudono di una qualche soluzione, della possibilità di alleviare dei dolori, delle pene e invece, proprio per la loro esistenza, ingigantiscono la sofferenza e danno il senso della costosa e gravosa inutilità della loro presenza. Queste situazioni si annidano un po dappertutto, nelle istituzioni comunali, provinciali e regionali, ma laddove abbondano più frequenti è nelle Asl o Usl. Qui si svelano davvero i paradossi della confusione in cui regna la politica della salute nel nostro bel paese. Le abbiamo chiamate aziende sanitarie, paghiamo i manager centinaia di migliaia di euro, chiediamo loro di rispettare i budget e magari gli diamo dei premi sui risparmi. Curare le persone da un tumore, da un trauma, da una malattia neurologica è come costruire una finestra, realizzare un computer o un televisore, fabbricare una macchina, un automobile o un trattore. Sarà? E poi che dire di tutti gli uffici, consultori familiari, ufficio sul disagio giovanile, ufficio sulle devianze (droga, alcool), ufficio sulle disabilità e chi più ne ha ne metta. A creare uffici siamo davvero bravi, ad allungare gli organigrammi, ad aggiungere caselle e caselline, a riempirle con i nomi di questo o quel laureato competente, magari amico o conoscente del politico che ha il consenso popolare in quel momento. E questi decidono le sorti dei ragazzi che si drogano, degli epilettici che non si curano, dei depressi che sempre più s impaludano nelle loro paranoie, dei disabili ed ammalati che cercano un opportunità per vivere tra gli altri e riconquistare il sorriso. Io davvero (e mi piace che Roy mi tiri, mi faccia camminare forte questa mattina) vorrei che magari solo per un mese il responsabile dell ufficio devianze provasse cosa vuol dire avere un figlio drogato o alcolizzato, vorrei che il responsabile disabilità provasse a stare steso con la sclerosi laterale amiotrofica senza poter comunicare, vorrei che i dirigenti provassero a stare dall altra parte in una corsia sul letto da ammalati, su una sedia a rotelle o ciechi e forse le loro riunioni poi avrebbero conclusioni diverse. Mi piace constatare che in pubblico si dice che bisogna curare e garantire la qualità della vita e poi nel chiuso delle stanze si decide che a chi è vecchio certe cose non serve fornirle perché tanto presto morirà, che chi ha una malattia grave basta garantirgli il respiro e tutto il resto non serve, che chi è handicappato se ne stia nella sua condizione di sfigato perché tanto non c è motivo che lui possa pretendere di vivere da protagonista la sua esistenza. E stridono davvero gli inni alla vita, le processioni, le esasperate e teatrali prese di posizione di taluni politici, di ministri, di prelati quando migliaia sono i sofferenti a cui nessuno degna una risposta. Migliaia sono le persone che potrebbero tornare alla vita e si lasciano invece vergognosamente al confine della morte. Mestieranti della sofferenza che si arricchiscono senza dare un contributo utile alla società, che dimenticano troppo ingenuamente che potrebbe toccare anche a loro. Mi spiace dover considerare che la sanità è impostata nell intervento a dover risolvere le situazioni acute e non a prevenire e creare benessere. E in questo solo intervenire sulle situazioni acute, si spende un enormità e non si creano i presupposti per dare alla gente davvero condizioni di vita migliore.tanti sono gli interrogativi che non hanno risposta. Una cosa è certa: la sanità non è un azienda e chi sceglie di starci dentro dovrebbe farlo prima per vocazione e poi per mestiere. Roy mi fa svoltare di brutto in via dei Tigli facendomi sfiorare il palo che regge il cartello segnaletico. Sono quasi a casa e incomincia una nuova giornata dov è il caso di riporre ogni atteggiamento remissivo e di battagliare per ciò che sarà nelle mie possibilità affinché qualcosa possa cambiare. Davidino il contadino il53 Periodico di Politica & InformAZIONE tributaria Luglio-Agosto 2011 numero 7/8 anno II prezzo 0,01 - con allegato 5,00 Reg. Trib. Taranto n. 2, 29/03/2010 Direttore responsabile Giovanni De Meo Direttore scientifico Ignazio Conte Editore Fisco Amico lassl Via Taranto 42, LATERZA, (TA) -

8 Luglio/Agosto 2011 numero 7/8 anno II il 53 Politica & InformAZIONE tributaria 8 Ditelo a Pasquino E un iniziativa editoriale che si insersce in un progetto di sensibilizzazione delle nuove generazioni. Ha visto come protagonisti gli alunni delle scuole elementari di Roma e di Torino, i quali condotti dal professor Franco Fichera, docente di Diritto Tributario a Napoli, hanno scoperto la tassazione del reddito rappresentato da monete di cioccolata che prima hanno ricevuto in quantità differenziate e hanno dovuto autodichiarare e sottoporre a tassazione per quindi versare Su questo numero ospitiamo due iniziative che ci danno l idea dello Stato confusionale nel quale siamo immersi come contribuenti e come cittadini. Da una parte il Fisco che si rende protagonista di una suggestiva e ammirevole campagna di sensibilizzazione delle giovani generazioni verso il mondo delle tasse. Ne avevamo già dato notizia in precedenza ( Chi non paga le tasse ti ruba il futuro n. 2/2010). Dall altra parte ci raggiunge l esternazione di Davide Cervellin. La sua azienda opera nel mondo del disagio producendo e commercializzando protesi caratterizzate da alta tecnologia resa al servizio dell uomo, soprattutto coloro che sono stati gravemente menomati da incidenti o malattie. Il settore in cui lavora è caratterizzato dai rapporti con le strutture pubbliche, che si sono rivelati troppo spesso come pessimi pagatori. Ma da lui il Fisco pretende di Presentato a Taranto il libro Le belle tasse dopo una riflessione sui servizi di uno Stato minimo che garantisca la cura e la sicurezza interna ed esterna. Risultato su un aliquota proporzionale unica del 40 % è stato rilevato un tasso di evasione del 10 %. Dopo i saluti del Presidente dei Commercialisti di Taranto dott. MarioTagarelli (in piedi) e il Presidente dell Associazione Magistrati Tributari Liuzzi, il prof. Franco Fichera ha tenuto la sua relazione alla quale è seguita la tavola rotonda moderata dal prof. Antonio Uricchio, preside Quando uno Stato si fa rapinatore si disgrega la coesione sociale In poco tempo due pignoramenti per cartelle impazzite dell Agenzia delle Entrate di Padova. Nel primo caso, pignorato il pagamento dell ASL 15 relativamente a una cartella per la quale, fatto ricorso, vi era già un giudizio a noi favorevole in primo grado. Nel secondo caso, oggi il pignoramento del pagamento dell Azienda Ospedaliera G. Brotzu di Cagliari per ,44 euro relativamente a una cartella esattoriale originata dal ritardato pagamento di pochi giorni per qualche migliaio di euro di Irpef. Pubblicamente abbiamo dichiarato che sospendevamo il pagamento delle imposte per attirare l attenzione sulle centinaia di migliaia di euro di crediti vantati con la regione Lazio e con altre ASL che non pagavano le prestazioni della nostra azienda, in alcuni casi da oltre un decennio. E la beffa è che il mostro della burocrazia tributaria mica pignora quello che noi non riusciamo in nessun modo ad incassare dai suoi altri confratelli uffici delle amministrazioni pubbliche, ma i pochi pagamenti che permettono di dare un po di ossigeno alla nostra società per andare avanti. E un modo di operare questo che, ben lungi dal fare emergere il sommerso, l elusione, le aree grigie di evasione, colpisce ancora una volta i soli cittadini e organizzazioni oneste, che hanno sempre pagato imposte anche per bilanci virtuali, visto che, lavorando con la pubblica amministrazione, tra il fatturare e l incassare ne passano di anni Mi spiace riscontrare che tanta iniqua solerzia contribuisca a qualche premio dei dirigenti riscossori. E allora non mi rimane essere sempre, comunque e a prescindere, puntuale pagatore, facendogli interpretare lo scomodo ruolo della vittima di chi predica bene e razzola male! Della vittima di chi usa due pesi e due misure! Infine, di chi ha la pagliuzza nell occhio e subisce le angherie di chi non si accorge della propria trave! E drammatico per un giornale dover dare notizia di questi due aspetti di vita così lontani e contradditori tra di loro. Ci rinfranca peraltro di avere l occasione di raccontare la verità dei fatti nella speranza di un loro ricongiungimento in un unica verità del diritto. altro che organizzare il funerale del Diritto. E qualcuno, dal Capo dello Stato, passando per il Ministro dell Economia fino all ultimo impiegato dell Agenzia delle Entrate di Equitalia si devono sentire responsabili per questi atti vergognosi della disgregazione della della facoltà di Giurisprudenza dell Università di Taranto, alla quale hanno preso parte il Comandante della Guardia di Finanza Altiero la dott.ssa Basile dell Ufficio tributi della Regione Puglia e la dott. Piantedosi dell ODCEC di Taranto. Ha concluso i lavori il prof. Fortunato della Facoltà di Giurisprudenza di Taranto con una testimonianza finale del direttore del il53. (A.L. Pastore) coesione sociale. Perché, se così è, ben fanno quelli che si fan furbi e se possono a questo Stato rapinatore non pagano nulla. (Davide Cervellin) Presidente Tiflosystem S.p.A. Contatti: Riportiamo di seguito il testo della inviata al Ministero del Tesoro dall imprenditore cieco Davide Cervellin: Perché l Agenzia delle Entrate trasmette a Equitalia? l incasso di cartelle prima ancora che sia stata verificata la loro effettiva congruità? Perché Equitalia procede al recupero forzoso senza dare? la possibilità al contribuente di azioni di autotutela? Perché chi opera con la Pubblica Amministrazione? non può compilare il bilancio per incassi anziché per competenze? Perché Equitalia può pignorare e un Azienda che ha? contenziosi con le ASL non può farlo? Se vuoi associarti alla protesta di Cervellin vai a

IMU: analisi dei versamenti 2012

IMU: analisi dei versamenti 2012 IMU: analisi dei versamenti 2012 1. Analisi dei versamenti complessivi I versamenti IMU totali aggiornati alle deleghe del 25 gennaio 2013 ammontano a circa 23,7 miliardi di euro, di cui 9,9 miliardi di

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare 1 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione guida introduttiva alla previdenza complementare www.covip.it 3 Questa Guida è stata realizzata dalla COVIP Indice grafica e illustrazioni Studio Marabotto

Dettagli

Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte

Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte DOCUMENTI 2013 Premessa 1. Sul quadro istituzionale gravano rilevanti incertezze. Se una situazione di incertezza è preoccupante

Dettagli

GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ (IRES)

GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ (IRES) WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ (IRES) A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA 1 SOMMARIO INTRODUZIONE... 3 I REQUISITI... 3 I SOGGETTI PASSIVI.....4 LA PROPORZIONALITÀ

Dettagli

TRASFERIMENTI FINANZIARI AI COMUNI «IERI, OGGI E DOMANI»

TRASFERIMENTI FINANZIARI AI COMUNI «IERI, OGGI E DOMANI» TRASFERIMENTI FINANZIARI AI COMUNI «IERI, OGGI E DOMANI» Prefettura Ufficio Territoriale del Governo di Avellino a cura del dr. Pasquale Trocchia Dirigente del Ministero dell Interno Responsabile delle

Dettagli

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying by Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying di Alberto Cattaneo Partner, Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying Ormai è diventato un

Dettagli

GUIDE Il lavoro part time

GUIDE Il lavoro part time Collana Le Guide Direttore: Raffaello Marchi Coordinatore: Annalisa Guidotti Testi: Iride Di Palma, Adolfo De Maltia Reporting: Gianni Boccia Progetto grafico: Peliti Associati Illustrazioni: Paolo Cardoni

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di Sc. Materna Elementare e Media LENTINI 85045 LAURIA (PZ) Cod. Scuola: PZIC848008 Codice Fisc.: 91002150760 Via Roma, 102 - e FAX: 0973823292 I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO

Dettagli

IL SISTEMA TRIBUTARIO INTRODUZIONE

IL SISTEMA TRIBUTARIO INTRODUZIONE IL SISTEMA TRIBUTARIO INTRODUZIONE Sistema tributario Insieme di tributi intesi come prestazioni di denaro obbligatorie (art. 53 Costituzione) L obbligatorietà vs. la contribuzione volontaria dovrebbe

Dettagli

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa Partenariato transatlantico su commercio e investimenti Parte normativa settembre 2013 2 I presidenti Barroso, Van Rompuy e Obama hanno chiarito che la riduzione delle barriere normative al commercio costituisce

Dettagli

NOTA ESPLICATIVA A CURA DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI UIL SULLA RIDUZIONE DELLA TASSAZIONE DEL TFR

NOTA ESPLICATIVA A CURA DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI UIL SULLA RIDUZIONE DELLA TASSAZIONE DEL TFR NOTA ESPLICATIVA A CURA DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI UIL SULLA RIDUZIONE DELLA TASSAZIONE DEL TFR Nell'ambito degli interventi sul prelievo fiscale, la finanziaria 2008 (legge 24 dicembre 2007, n. 244),

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

Il federalismo fiscale in Italia dagli anni 90 a oggi

Il federalismo fiscale in Italia dagli anni 90 a oggi Agenzia della Regione Autonoma della Sardegna per le Entrate - - - - - * * * * - - - - - Il federalismo fiscale in Italia dagli anni 90 a oggi Per federalismo fiscale si intende l attribuzione della titolarità

Dettagli

SOCIETA COOPERATIVE TRA PROFESSIONISTI: ASPETTI FISCALI. Bologna, 22 luglio 2014

SOCIETA COOPERATIVE TRA PROFESSIONISTI: ASPETTI FISCALI. Bologna, 22 luglio 2014 SOCIETA COOPERATIVE TRA PROFESSIONISTI: ASPETTI FISCALI Bologna, 22 luglio 2014 INQUADRAMENTO NORMATIVO FISCALE La nuova disciplina sulle società tra professionisti non contiene alcuna norma in merito

Dettagli

TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE

TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE 2015-2016 CORSO ANNUALE 2015-2016 SILVIA PALLINI Credo che ogni creatura che nasce su questa nostra Terra, sia un essere meraviglioso, unico e

Dettagli

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE)

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) 71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) di TIZIANA LANG * Finalmente è partita: dal 1 maggio i giovani italiani possono iscriversi on line al programma della Garanzia

Dettagli

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 11 marzo 2011 OGGETTO : Attività di controllo in relazione al divieto di compensazione, in presenza di ruoli scaduti, di cui all articolo 31, comma

Dettagli

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia 2 La riforma dell ISEE (Indicatore della situazione economica equivalente) rappresenta un passo fondamentale per

Dettagli

Prof. Luigi d Alonzo

Prof. Luigi d Alonzo La complessità in classe Prof. Luigi d Alonzo Università Cattolica Ordinario di Pedagogia Speciale Centro Studi e Ricerche sulla Disabilità e Marginalità Presidente della Società Italiana di Pedagogia

Dettagli

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE un indagine demoscopica svolta da Astra Ricerche per Telefono Amico Italia con il contributo di Nokia Qui di seguito vengono presentati i principali risultati

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

Progetto di legge di iniziativa popolare: Per un fisco più equo e giusto

Progetto di legge di iniziativa popolare: Per un fisco più equo e giusto Progetto di legge di iniziativa popolare: Per un fisco più equo e giusto Negli ultimi mesi lo scenario europeo ha avuto un'evoluzione nuova e positiva. I margini di flessibilità del Fiscal Compact sono

Dettagli

(invio telematico accessibile a partire dal 15 giugno 2015) NOVITA

(invio telematico accessibile a partire dal 15 giugno 2015) NOVITA NOTE ILLUSTRATIVE PER LA DETERMINAZIONE DEI CONTRIBUTI DOVUTI IN AUTOLIQUIDAZIONE - MOD. 5/2015 (Comunicazione obbligatoria ex artt. 17 e 18 della Legge n. 576/1980, artt. 9 e 10 della legge n. 141/1992

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Circolare N. 21 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 18 marzo 2011 LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del DM 10 febbraio 2011, trovano piena attuazione

Dettagli

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE FAMIGLIA IN COMPAGNIA (allegato n. 2) PREMESSA Il Progetto FAMIGLIA IN COMPAGNIA mette al

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

Presentazione ai Dirigenti Scolastici

Presentazione ai Dirigenti Scolastici Il Progetto Adolescenza del Lions Quest International Presentazione ai Dirigenti Scolastici La scuola sta vivendo, da alcuni anni, un periodo molto complesso Potersi dotare di strumenti che facilitino

Dettagli

Adempimenti fiscali nel fallimento

Adempimenti fiscali nel fallimento ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI LECCO Adempimenti fiscali nel fallimento A cura della Commissione di studio in materia fallimentare e concorsuale Febbraio 2011 INDICE 1. Apertura

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO RECANTE DISPOSIZIONI SULLA CERTEZZA DEL DIRITTO NEI RAPPORTI TRA FISCO E CONTRIBUENTE IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO RECANTE DISPOSIZIONI SULLA CERTEZZA DEL DIRITTO NEI RAPPORTI TRA FISCO E CONTRIBUENTE IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO RECANTE DISPOSIZIONI SULLA CERTEZZA DEL DIRITTO NEI RAPPORTI TRA FISCO E CONTRIBUENTE VISTI gli articoli 76 e 87 della Costituzione; IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA VISTA la

Dettagli

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%.

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%. COMUNE di SASSARI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI PROTOCOLLO D INTESA INTERISTITUZIONALE FINALIZZATO ALLA CONOSCENZA DEL FENOMENO DELLA DISPERSIONE SCOLASTICA E ALLA PRIMA INDIVIDUAZIONE DI MISURE DI

Dettagli

VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE)

VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE) Normativa VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE) a cura di Libero Tassella da Scuola&Scuola, 8/9/2003 Riferimenti normativi: artt. 7,8 legge 29.12.1988, N. 554; artt. 7,8 Dpcm 17.3.1989,

Dettagli

Il regime fiscale delle anticipazioni erogate dai fondi pensione Michela Magnani Dottore commercialista in Bologna

Il regime fiscale delle anticipazioni erogate dai fondi pensione Michela Magnani Dottore commercialista in Bologna PREVIDENZA COMPLEMENTARE E TFR Guida al Lavoro Il regime fiscale delle anticipazioni erogate dai fondi pensione Michela Magnani Dottore commercialista in Bologna 14 Confronto di convenienza, anche fiscale,

Dettagli

Per i licenziamenti collettivi: semplificazione delle procedure, variabilità del regime sanzionatorio e termini più stretti per le impugnazioni

Per i licenziamenti collettivi: semplificazione delle procedure, variabilità del regime sanzionatorio e termini più stretti per le impugnazioni Per i licenziamenti collettivi: semplificazione delle procedure, variabilità del regime sanzionatorio e termini più stretti per le impugnazioni di Pierluigi Rausei * La Sezione II, del Capo III (Disciplina

Dettagli

Lottare contro la discriminazione sul posto di lavoro è nell interesse di tutti

Lottare contro la discriminazione sul posto di lavoro è nell interesse di tutti Lottare contro la discriminazione sul posto di lavoro è nell interesse di tutti Discriminazione sul posto di lavoro Quando una persona viene esclusa o trattata peggio delle altre a causa del sesso, della

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

RAPPORTO GLI ALUNNI CON DISABILITÀ NELLA SCUOLA ITALIANA:

RAPPORTO GLI ALUNNI CON DISABILITÀ NELLA SCUOLA ITALIANA: RAPPORTO GLI ALUNNI CON DISABILITÀ NELLA SCUOLA ITALIANA: BILANCIO E PROPOSTE Edizioni Erickson Presentano il Rapporto: Attilio Oliva Vittorio Nozza Andrea Gavosto Intervengono: Valentina Aprea Maria Letizia

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA 10^ COMMISSIONE INDUSTRIA SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE MARTEDI 8 MAGGIO 2012 ORE 14,30 I CONTRATTI D AREA ED I PATTI TERRITORIALI UN ESPERIENZA DI VALORE PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO Via degli Uffici

Dettagli

CIRCOLARE N. 23/E. OGGETTO: Ravvedimento Articolo 13, comma 1, lettera a-bis), del decreto legislativo 18 dicembre 1997, n. 472 Chiarimenti.

CIRCOLARE N. 23/E. OGGETTO: Ravvedimento Articolo 13, comma 1, lettera a-bis), del decreto legislativo 18 dicembre 1997, n. 472 Chiarimenti. CIRCOLARE N. 23/E Direzione Centrale Normativa Roma, 9 giugno 2015 OGGETTO: Ravvedimento Articolo 13, comma 1, lettera a-bis), del decreto legislativo 18 dicembre 1997, n. 472 Chiarimenti. La legge di

Dettagli

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE Verbale n. 10 del 5 Novembre 2014 RIUNIONE Il giorno 5 Novembre 2014, alle ore 10.40, il Nucleo di Valutazione dell Università degli Studi del Sannio, si è riunito per discutere sugli argomenti iscritti

Dettagli

Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere

Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere 2.09 Contributi Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Questo promemoria fornisce informazioni sui contributi che i lavoratori indipendenti

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

La fattoria delle quattro operazioni

La fattoria delle quattro operazioni IMPULSIVITÀ E AUTOCONTROLLO La fattoria delle quattro operazioni Introduzione La formazione dei bambini nella scuola di base si serve di numerosi apprendimenti curricolari che vengono proposti allo scopo

Dettagli

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE La Santa Sede ed il Governo della Repubblica Italiana, qui di seguito denominati anche Parti contraenti; tenuto conto

Dettagli

Decreto Part-time. Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time

Decreto Part-time. Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time Decreto Part-time Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time ARTICOLO 1 Definizioni 1.Nel rapporto di lavoro subordinato l assunzione

Dettagli

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015 CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 26 marzo 2015 OGGETTO: Articolo 1, comma 154, legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge stabilità 2015) Contributo del cinque per mille dell

Dettagli

DIRITTI DEI CONSUMATORI

DIRITTI DEI CONSUMATORI DIRITTI DEI CONSUMATORI 1. Quali sono i diritti dei consumatori stabiliti dal Codice del Consumo 2. Qual è la portata della disposizione? 3. Qual è l origine dell elencazione? 4. In che cosa consiste il

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE

IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE CICLO DI LEZIONI SPERIMENTALI PER GLI STUDENTI DEGLI ITC IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE A cura del prof. Santino Furlan Castellanza, 2 marzo 2001 Il costo del lavoro dipendente Le voci che compongono il

Dettagli

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15 Istituto «San Giuseppe» Scuole Primaria e dell Infanzia Paritarie 71121 Foggia, via C. Marchesi, 48-tel. 0881/743467 fax 744842 pec: istitutosangiuseppefg@pec.it e-mail:g.vignozzi@virgilio.it sito web:

Dettagli

Centrale Rischi Banca d Italia: dal suo monitoraggio alla gestione attiva dell andamentale

Centrale Rischi Banca d Italia: dal suo monitoraggio alla gestione attiva dell andamentale Centrale Rischi Banca d Italia: dal suo monitoraggio alla gestione attiva dell andamentale di Luca Martini e Valerio Vimercati (*) In un contesto dove l accesso al credito da parte delle imprese risulta

Dettagli

L esenzione da accisa per l auto-produzione di energia elettrica pulita del Dott. Antonio Sgroi e dell Avv. Alessandro Galante

L esenzione da accisa per l auto-produzione di energia elettrica pulita del Dott. Antonio Sgroi e dell Avv. Alessandro Galante L esenzione da accisa per l auto-produzione di energia elettrica pulita del Dott. Antonio Sgroi e dell Avv. Alessandro Galante Abstract L energia elettrica derivante da fonti rinnovabili è esente da accisa

Dettagli

Prof. Francesco D. Capizzi - www.chirgastrolaparomaggiore.it

Prof. Francesco D. Capizzi - www.chirgastrolaparomaggiore.it FRANCESCO DOMENICO CAPIZZI IL MALATO HA SEMPRE RAGIONE? Informazione e consenso informato: la comunicazione medico-malato IL MALATO HA SEMPRE RAGIONE? Informazione e consenso informato: la comunicazione

Dettagli

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 12 ottobre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 20 al 21 per cento - Articolo 2, commi da 2-bis a 2-quater, decreto legge 13 agosto

Dettagli

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

CIRCOLARE N. 18/E. Roma, 28 aprile 2015

CIRCOLARE N. 18/E. Roma, 28 aprile 2015 CIRCOLARE N. 18/E Direzione Centrale Normativa Roma, 28 aprile 2015 OGGETTO: Addizionale IRES per il settore energetico (c.d. Robin Hood Tax) - Articolo 81, commi 16, 17 e 18, del decreto legge 25 giugno

Dettagli

La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012

La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012 DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012 LE DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 La quota forfetaria deducibile per ogni singolo lavoratore subordinato

Dettagli

CIRCOLARE N. 1/E. Roma, 9 febbraio 2015

CIRCOLARE N. 1/E. Roma, 9 febbraio 2015 CIRCOLARE N. 1/E Direzione Centrale Normativa Roma, 9 febbraio 2015 OGGETTO: IVA. Ambito soggettivo di applicazione del meccanismo della scissione dei pagamenti Articolo 1, comma 629, lettera b), della

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

Bando speciale BORSE LAVORO 2015

Bando speciale BORSE LAVORO 2015 Bando speciale BORSE LAVORO 2015 PREMESSA La Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia considera la mancanza di occasioni di lavoro per i giovani, in misura non più conosciuta da decenni, come

Dettagli

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Forse sarebbe necessario che iniziassi correggendo il titolo di questa mia breve introduzione: non cultura, creatività e sviluppo sostenibile, ma cultura globalizzata,

Dettagli

INDICE PREMESSE... 2 1. VALUTAZIONI TERRITORIALI URBANISTICHE... 4

INDICE PREMESSE... 2 1. VALUTAZIONI TERRITORIALI URBANISTICHE... 4 INDICE PREMESSE... 2 1. VALUTAZIONI TERRITORIALI URBANISTICHE... 4 2. VALUTAZIONI DI CARATTERE ECONOMICO... 6 2.1 COSTO DI PRODUZIONE DI UN FABBRICATO... 6 2.2 INCIDENZA DEL VALORE DEL TERRENO SUL FABBRICATO...

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi Redditi diversi Redditi diversi - art. 67 Sono redditi diversi se non costituiscono redditi di capitale, ovvero se non sono conseguiti nell esercizio di arti e professioni o di imprese commerciali, o da

Dettagli

I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI

I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI LO STRUMENTO PER GESTIRE A 360 LE ATTIVITÀ DELLO STUDIO, CON IL MOTORE DI RICERCA PIÙ INTELLIGENTE, L UNICO CHE TI CAPISCE AL VOLO. www.studiolegale.leggiditalia.it

Dettagli

TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI

TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI di Luigi Cenicola 1. Premessa. A decorrere dall anno 2014, per il servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani e per i servizi indivisibili comunali, si pagheranno

Dettagli

TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE

TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE Italiani Energia elettrica e metano costano poco, rispetto al resto d Europa, solo per livelli bassi di consumo. Man mano che l utilizzo aumenta, diventiamo

Dettagli

LO STANDARD SA8000 ALPHAITALIA GENERALITA. S.p.A.

LO STANDARD SA8000 ALPHAITALIA GENERALITA. S.p.A. GENERALITA ALPHAITALIA Spa ha deciso di adottare, integrare nel proprio sistema di gestione (insieme agli aspetti dell assicurazione qualità, della gestione ambientale e della sicurezza sul luogo di lavoro)

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297)

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) 1) Beneficiari Hanno titolo a richiedere l anticipazione i lavoratori che abbiano maturato almeno

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

CHE FINE HA FATTO IL FEDERALISMO IN SANITÀ? E CHI SE NE STA OCCUPANDO? Fabio Pammolli (Direttore CeRM)

CHE FINE HA FATTO IL FEDERALISMO IN SANITÀ? E CHI SE NE STA OCCUPANDO? Fabio Pammolli (Direttore CeRM) Fabio Pammolli (Direttore CeRM) CHE FINE HA FATTO IL FEDERALISMO IN SANITÀ? E CHI SE NE STA OCCUPANDO? 1 CeRM Competitività, Regole, Mercati Dopo anni di dibattito e anche qualche tentativo non riuscito,

Dettagli

di Francesco Verbaro 1

di Francesco Verbaro 1 IL LAVORO PUBBLICO TRA PROCESSI DI RIORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE PARTE II - CAPITOLO 1 I L L A V O R O P U B B L I C O T R A P R O C E S S I D I R I O R G A N I Z Z A Z I O N E E I N N O V A Z I O N E

Dettagli

Una nuova riforma?...no, meglio applicare quella già approvata Elsa Fornero (Università di Torino e CeRP)

Una nuova riforma?...no, meglio applicare quella già approvata Elsa Fornero (Università di Torino e CeRP) Una nuova riforma?...no, meglio applicare quella già approvata Elsa Fornero (Università di Torino e CeRP) Che il sistema previdenziale italiano sia un cantiere sempre aperto testimonia la profonda discrasia

Dettagli

La guida del pensionato

La guida del pensionato La guida del pensionato Vuole sapere in che giorno del mese le viene pagata la pensione? Se ci sono aumenti periodici? Se le viene inviato un avviso di pagamento mensile? Cosa deve fare se ha persone a

Dettagli

Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti

Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti Relatore: Prof.ssa Chiara Frassineti, genitore e insegnante Il rapporto tra genitori e ragazzo (studente)

Dettagli

Certificazione dei redditi - 1/6

Certificazione dei redditi - 1/6 PR O TOC OL L O Mod. RED - COD. AP15 Certificazione dei redditi - 1/6 ALL UFFICIO INPS DI COGNOME NOME CODICE FISCALE NATO/A IL GG/MM/AAAA A PROV. STATO RESIDENTE IN PROV. STATO INDIRIZZO CAP TELEFONO

Dettagli

Il Business Process Management: nuova via verso la competitività aziendale

Il Business Process Management: nuova via verso la competitività aziendale Il Business Process Management: nuova via verso la competitività Renata Bortolin Che cosa significa Business Process Management? In che cosa si distingue dal Business Process Reingeneering? Cosa ha a che

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

2. Infrastruttura e sicurezza (Equivalente al Pillar 2-3 e 4 della Ade)

2. Infrastruttura e sicurezza (Equivalente al Pillar 2-3 e 4 della Ade) AGENDA DIGITALE ITALIANA 1. Struttura dell Agenda Italia, confronto con quella Europea La cabina di regia parte con il piede sbagliato poiché ridisegna l Agenda Europea modificandone l organizzazione e

Dettagli

Epidemiologia & Salute pubblica

Epidemiologia & Salute pubblica Epidemiologia & Salute pubblica a cura del Medico cantonale vol. VI nr. 3 La medicina non è una scienza esatta Con questo slogan il Dipartimento delle opere sociali è entrato nelle case dei ticinesi. L

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO Atti 184/10 all. 45/8 Riapertura termini riferimento 122 INGECLI AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

Dettagli

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo DIREZIONE DIDATTICA 3 Circolo di Carpi Progetto Educazione al Benessere Per star bene con sé e con gli altri Progetto di Circolo Anno scolastico 2004/2005 Per star bene con sé e con gli altri Premessa

Dettagli

Identikit del drogato da lavoro

Identikit del drogato da lavoro INTERVISTA Identikit del drogato da lavoro Chi sono i cosiddetti workaholic? quanto è diffusa questa patologia? Abbiamo cercato di scoprirlo facendo qualche domanda al dottor Cesare Guerreschi, fondatore

Dettagli

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Marco Citterio, Gaetano Fasano Report RSE/2009/165 Ente per le Nuove tecnologie,

Dettagli

Carcere & Scuola: ne vale la Pena

Carcere & Scuola: ne vale la Pena PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA LEGALITA E CIVILTA Carcere & Scuola: ne vale la Pena Scuola di Alta Formazione in Scienze Criminologiche, Istituto FDE, Mantova Associazione LIBRA Rete per lo Studio e lo Sviluppo

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Disturbi dell Apprendimento

Disturbi dell Apprendimento Master in Disturbi dell Apprendimento in collaborazione con IPS nelle sedi di MILANO ROMA PADOVA BARI CAGLIARI CATANIA RAGUSA Questo modulo d iscrizione, unitamente alla fotocopia della ricevuta del versamento

Dettagli

LA STORIA DI UN VIAGGIO ACCIDENTATO PER LE SCELTE DELLA POLITICA.

LA STORIA DI UN VIAGGIO ACCIDENTATO PER LE SCELTE DELLA POLITICA. DOV'ERA LA CGIL? Al quesito post ideologico che as silla il presidente del consiglio dei ministri, Matteo Renzi, tentiamo di dare una risposta per i fatti e non per l'ideologia. Era il 2009 e la CGIL scriveva

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli