NEWS. Cinque aziende. una soluzione. Ecco come alcune società hanno risolto il cruciverba del finanziamento

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "NEWS. Cinque aziende. una soluzione. Ecco come alcune società hanno risolto il cruciverba del finanziamento"

Transcript

1 NO NEWS MAGAZINE DELLA BANCA DELLO STATO DEL CANTONE TICINO FONDAZIONE PEDRONCINI LOCARNO LABORATORIO DI DIAGNOSTICA MOLECOLARE LUGANO ASTRIS GIORNICO Cinque aziende GIANNI OCHSNER LUGANO CARLO STEGER LIGORNETTO una soluzione Ecco come alcune società hanno risolto il cruciverba del finanziamento

2 l editoriale di DONATO BARBUSCIA PRESIDENTE DELLA DIREZIONE GENERALE Cari lettori, innanzitutto un sincero augurio di Buon Anno! Che il 2006 possa riservarvi salute, serenità e molte soddisfazioni. Sempre più vicini al cliente e all economia ticinese Ci lasciamo alle spalle un 2005 che dal punto di vista congiunturale si profila, per il nostro Cantone, leggermente meno positivo del Se l anno scorso l economia ticinese era infatti riuscita a risollevarsi da un prolungato periodo di recessione, nel 2005 il prodotto interno lordo (PIL) cantonale è sì aumentato, ma, secondo le stime del CODE (Centro per l osservazione delle dinamiche economiche dell Università della Svizzera italiana), in maniera inferiore rispetto all anno precedente. Il problema della crescita economica non è unicamente ticinese, ma coinvolge gran parte dei paesi industrializzati, sempre più pressati dalla concorrenza di mercati a basso costo produttivo. Trovare soluzioni che possano dare benefici a lungo termine non è facile e molto spesso gli economisti si dividono sulle teorie e sulle soluzioni da adottare. Per quanto ci riguarda, cerchiamo, in qualità di banca cantonale, di offrire il nostro sostegno all economia locale soprattutto attraverso il finanziamento delle iniziative imprenditoriali delle piccole e medie imprese che, come ben sappiamo, rappresentano il fulcro dell economia elvetica. Proprio per sottolineare il ruolo centrale che l imprenditoria locale rappresenta per BancaStato e per il benessere economico del Cantone in generale, abbiamo voluto dedicare questa edizione di BancaStato News ad alcune storie di successo che, in qualità di Istituto di credito, abbiamo avuto la fortuna di vivere in prima persona. Nelle pagine seguenti alcuni imprenditori si sono messi gentilmente a disposizione per raccontarci e per spiegarci attraverso quali sogni, quali progetti e quali realizzazioni sono riusciti a creare aziende importanti a livello cantonale. Aziende che oggi garantiscono preziosi posti di lavoro e creano valore aggiunto per tutti noi. In qualità di Istituto di credito cantonale riteniamo doveroso mantenere un approccio sempre prudente nell ambito del finanziamento di nuove attività. Un approccio che, tuttavia, non ci ha mai impedito, quando esistevano i presupposti, di garantire il nostro sostegno e di valicare il semplice ruolo di finanziatori per diventare, CERCHIAMO DI OFFRIRE IL NOSTRO SOSTEGNO ALL ECONOMIA LOCALE SOPRATTUTTO ATTRAVERSO IL FINANZIAMENTO DELLE INIZIATIVE IMPRENDITORIALI DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE in ultima analisi, dei partner di fiducia di queste aziende. Questa è, in definitiva, l applicazione del concetto di vicinanza al cliente, che in BancaStato ci stiamo impegnando a praticare nel contesto del finanziamento alle aziende. Ma non solo. A nostro modo di vedere l evoluzione dell economia richiede sempre più al banchiere di assumere un ruolo di consulente commerciale. Diventa infatti fondamentale comprendere le necessità del cliente per fornirgli soluzioni adeguate. Si tratta insomma di partecipare ad un gioco di squadra in cui i giocatori si sostengono a vicenda nell intento di raggiungere l obiettivo comune: il successo. Ci auguriamo che queste pagine possano diventare uno stimolo e un punto di riferimento per tutti noi, per ricordarci che l imprenditorialità ticinese ha una lunga tradizione, sempre viva e in grado di competere con la concorrenza internazionale, grazie alla professionalità, alla competenza e alla lungimiranza non solo dei capi azienda, ma anche dei loro collaboratori. Un cordiale saluto e, ancora, un felice Anno Nuovo! Filo diretto con BancaStato Da gennaio 2006 i nostri nuovi numeri telefonici Sede Centrale: Bellinzona Viale H. Guisan 5 Casella Postale 2027 CH-6501 Bellinzona Tel. 091/ Fax 091/ Succursali: Chiasso 091/ Locarno 091/ Lugano 091/ Agenzie: Agno 091/ Airolo 091/ Ascona 091/ Bellinzona- P.zza Collegiata 091/ Biasca 091/ Bodio 091/ Brissago 091/ Cevio 091/ Dongio 091/ Faido 091/ Grancia 091/ Locarno- Città Vecchia 091/ Losone 091/ Lugano- Molino Nuovo 091/ Lugano- P.zza Riforma 091/ Melide 091/ Mendrisio 091/ S. Antonino 091/ Tesserete 091/

3 la banca BancaStato continuerà ad essere pilastro un dell imprenditoria cantonale BERNARDINO BULLA MEMBRO DELLA DIREZIONE GENERALE E RESPONSABILE DELLA CLIENTELA AZIENDALE Fare banca a sostegno dell economia. Questa è la missione, in estrema sintesi, affidata dal Governo a BancaStato. È scritto chiaro nella legge: la banca cantonale deve svolgere un attività di supporto allo sviluppo del tessuto imprenditoriale, economico e sociale, sostenendo le iniziative che garantiscono un ritorno reale, sia sotto il profilo finanziario, che occupazionale. In questi ultimi cinque anni, BancaStato ha perseguito questa missione sia attraverso gli strumenti tradizionali della promozione economica (credito alle imprese), sia attraverso i flussi di credito ipotecario che affiancano le aziende e le start-up, cioè le società pronte al decollo sul mercato. BancaStato News ha intervistato su questi temi Bernardino Bulla, membro della Direzione generale dell Istituto e responsabile della clientela aziendale. Quale linea d intervento finanziario persegue BancaStato verso il tessuto delle piccole e medie imprese ticinesi? Storicamente, BancaStato ha svolto un opera di sostegno al tessuto imprenditoriale attraverso il prestito ipotecario indirizzato sia ai privati, sia alle società. Fino a qualche anno fa, però, quest attività aveva un impronta passiva, nel senso che spontaneamente gli imprenditori si avvicinavano alla Banca per chiedere aiuto. Oggi, a questa politica attendista, si è affiancata un azione maggiormente proattiva che punta a selezionare la clientela, i settori emergenti, l innovazione. Sono cambiate le regole di accesso al credito, dunque? Le regole di base sono sempre le stesse: prudenza ed analisi meticolosa delle reali potenzialità del debitore, del prodotto e del settore in cui il cliente opera. Va detto, però, che sono cambiate le norme esterne. Con l introduzione di nuovi criteri definiti dall Associazione svizzera dei banchieri, le comunicazioni emanate dalla Commissione federale delle banche ed i dettami scaturiti dall accordo Basilea II, la griglia delle regole per la concessione dei crediti si è fatta più rigorosa e severa. Un modo per tutelare la solidità del sistema bancario ed uno stimolo alla riflessione per la clientela. Le banche cantonali erano particolarmente esposte al rischio di credito? Certamente. Proprio per la loro funzione di operatore locale, rischiavano di raccogliere le esigenze di clienti rifiutati da altre banche private, già da tempo dedite al miglioramento della qualità del loro portafoglio creditizio. Oggi, più del passato, si pone maggiore attenzione al costo del rischio e si tende sempre maggiormente a sostenere quelle aziende prevedibilmente sane nel lungo periodo, a tutto beneficio dell economia cantonale nel suo complesso. Per darsi una nuova politica verso le imprese, BancaStato ha dovuto innovare e perfezionare le sue strutture interne. È così? Dal 2001, fino a tutto quest anno, ci siamo dedicati alla ristrutturazione e qualificazione delle strutture interne. Si trattava di procedere all ammodernamento delle reti informatiche e alla riorganizzazione di alcune funzioni, verticali ed orizzontali. Questo lavoro è terminato. Ora abbiamo una nuova visione da perseguire, che abbiamo chiamato, appunto, Visione 3ooo. Che cosa si propone? Nei prossimi cinque anni intendiamo dedicarci al mercato sviluppando veri e propri progetti, rinnovando alcuni prodotti e definendo i canali di distri- SEGUE A PAG. 4 3

4 la banca buzione adeguati. In particolare, è già pronto un nuovo concetto dedicato alla clientela individuale, mentre è in via di definizione un analogo progetto destinato ad aziende ed enti di diritto pubblico. Non sarà certo l uovo di Colombo ma questa nuova gamma di servizi ci consentirà quanto meno di riportarci al passo con i tempi, consentendoci così di differenziarci almeno per intensità di consulenza. Quando si parla di attenzione alle imprese che creano innovazione, cosa s intende? BancaStato vuole avere un occhio di riguardo verso le imprese che realmente sono in grado di proporsi sui mercati con idee, prodotti e servizi innovativi capaci di creare reddito e utili. In questo senso, BancaStato continuerà ad essere partner fedele dello Stato, e in particolare del Dipartimento finanze ed economia, con il quale organizza da anni la Giornata cantonale delle imprese, così come delle mattinate di approfondimento su temi specifici e di interesse comune. È vero però che alcuni strumenti da noi adottati in passato vanno oggi ripensati e reimpostati alla luce delle esperienze acquisite. A cosa si riferisce? A VentureNet, per esempio. Attraverso questo strumento parecchie aziende, giovani imprenditori o imprenditori maturi ma intraprendenti, si sono avvicinati alla Banca con i loro progetti. Dobbiamo constatare, però, che non tutte le aziende di quelle nate con il nostro sostegno sono ancora in vita. Soprattutto quelle nei campi dell informatica e quelle legate al cosiddetto nuovo mercato, dopo l attentato a New York dell 11 settembre, sono crollate e con esse sono svanite molte illusioni. BERNARDINO BULLA, PARLA DELLE NUOVE STRATEGIE DELLA BANCA VERSO LE IMPRESE E IL TESSUTO ECONOMICO TICINESE Perché queste start-up non sono decollate? Molto spesso, le idee imprenditoriali erano davvero originali. Il trasferimento al mercato e la creazione di business è risultata purtroppo più difficile del previsto. Dopo mesi di avviamento, alcune si sono arenate, addirittura a pochi centimetri dal successo. Il sostegno finanziario della Banca poteva essere garantito in funzione di business plan inizialmente credibili ma rivelatisi in un secondo tempo un po troppo ottimistici. Giunti a questo punto sarebbero occorsi troppi mezzi per consentire lo sviluppo di attività che stentavano a trovare sbocchi di mercato. Che cosa vi ha insegnato questa esperienza? Che occorre badare di più alla remunerazione dell investimento previsto. Quando il tasso d insuccesso è così elevato non si può prescindere dall idea che il successo di un progetto deve in sostanza pagare tutti quegli investimenti che purtroppo non si sono rivelati proficui. Più che del venture capital si è fatto come dicono gli anglosassoni del seed-financing offrendo il seme che contribuisce a far germogliare l azienda senza poi poter disporre di sufficienti mezzi spesso ingenti per la verità per appoggiare la crescita della stessa nel lungo periodo. Ma il capitale di rischio deve essere comunque indirizzato in qualche modo Si potrebbe pensare ad una società partecipata ma nello stesso tempo indipendente, che consenta di amministrare meglio le eventuali iniziative imprenditoriali, evitando probabili conflitti di interesse che si vengono a creare. Qual è il suo giudizio sull economia cantonale in questa fase? BancaStato ritiene che vi siano ampie potenzialità di sviluppo, con riferimento soprattutto ad alcuni poli di eccellenza presenti nel Cantone. Ci riferiamo all Università della Svizzera italiana, alla Supsi, al Biopolo e a tutte le imprese innovative che si muovono attorno alle nuove scienze. La Banca potrebbe farsi parte attiva perché queste realtà cooperino meglio, in modo sinergico. Che cosa si potrebbe pensare? Ad una sorta di incubatore organizzato, in cui far confluire più proposte, energie e anche risorse, ovviamente. C è, tuttavia, un economia matura, una old-economy, che ha ancora bisogno di risorse, non crede? Da alcune aziende ticinesi della cosiddetta old-economy sono venute le migliori performance di questi anni. Il compito di BancaStato è di guardare al complesso dell economia e non solo ad alcuni attori, semmai i più creativi. Per concludere, è cambiato il modo di chiedere credito da parte delle imprese? C è più consapevolezza e professionalità verso la Banca? Ci sono ancora tante aziende piccole e medie a conduzione familiare che formulano richieste di credito alla vecchia maniera, per le quali la formulazione di un business plan rappresenta un problema. Soprattutto soffrono delle regole che ci siamo dati per la valutazione degli immobili aziendali, oggetti che oggi vengono stimati sulla base della loro redditività nel tempo. Ciò premesso, ci sono anche tanti imprenditori che si propongono con piani finanziari e imprenditoriali meditati. Anche senza dimenticare gli altri, a questi non può che andare la nostra fiducia, come dimostrano le storie di successo riportate nelle prossime pagine. 4

5 la banca e le imprese DOPO OTTO ANNI, IL LABORATORIO DI DIAGNOSTICA MOLECOLARE (LDM) È UNA REALTÀ CONSOLIDATA DELLA DIAGNOSTICA E DELLA RICERCA SCIENTIFICA E OPERA A STRETTO CONTATTO CON OSPEDALI E MEDICI Fare economia con le scienze vita della da sinistra FABRIZIO CIESLAKIEWICZ CAPO REGIONE E RESPONSABILE DELLA CLIENTELA AZIENDALE DI BELLINZONA GIANNI SOLDATI DIRETTORE E BIOLOGO DEL LABORATORIO DI DIAGNOSTICA MOLECOLARE TIZIANO BALMELLI DIRETTORE SCIENTIFICO E BIOLOGO DEL LABORATORIO DI DIAGNOSTICA MOLECOLARE MAURO GOLA BIOLOGO E COLLABORATORE SCIENTIFICO DEL LABORATORIO DI DIAGNOSTICA MOLECOLARE re nei giovani ricercatori con un credito di 30 mila franchi e l esonero dell AVS per due anni. Nel giro di pochi anni, il Laboratorio di Diagnostica Molecolare ha sviluppato interessanti progetti. A cominciare dall Assofor, un associazione di laboratori ticinesi operanti nel settore della chimica, della tossicologia e della genetica che punta a tenere in Ticino tutte le analisi mediche forensi, fino alla creazione di una banca per la conservazione delle cellule staminali (Swiss Stem Cells Bank). Seguono progetti nel campo della formazione, come quello della Fondazione Alpina per le Scienze della Vita, progetto pilota di nuova politica regionale della Confederazione (NPR), sviluppato con il Dr. Ario Conti dell Istituto Alpino di Fitofarmacologia, al quale concorrono il SECO (il Segretariato dell economia), il Dipartimento finanze e economia ed il Dipartimento educazione cultura e sport. Per continuare nella ricerca, il Laboratorio ha sviluppato, con il CCT, l Unità di Terapie Cellulari che nell agosto 2005 ha portato al primo intervento in Svizzera di trapianto di cellule staminali in un paziente affetto da infarto del miocardio, ed un progetto, sempre con il CCT, nella complessa ma- Nel 1997 l idea ed i primi contatti con BancaStato. Poi la realizzazione di un business plan. La sfida dei due biologi, il Dr. Tiziano Balmelli ed il Dr. Gianni Soldati, fondatori del Laboratorio di Diagnostica Molecolare è iniziata così: entrando in Banca. A distanza di otto anni, il Laboratorio di Diagnostica Molecolare, situato all interno del Cardiocentro Ticino (CCT), è una realtà consolidata della giovane ricerca biologica ticinese. BancaStato, nella sua qualità di promotrice dell economia e dell innovazione, ha scorto nell impresa di questi ricercatori ai quali successivamente si è aggregato anche il biologo Dr. Mauro Gola un tassello per la costruzione del futuro economico del Ticino. BancaStato ha messo a disposizione di questa esperienza il suo strumento di promozione VentureNet racconta Fabrizio Cieslakiewicz, capo regione e responsabile della clientela aziendale di Bellinzona. Aprendo una linea di credito di 400 mila franchi, ha consentito ai partners di avviare un impresa che oggi dà i suoi frutti scientifici. Anche il Dipartimento finanze ed economia del Cantone ha voluto credeteria della farmacogenomica. Con il CCT abbiamo in corso un progetto per la costituzione di una Cell Factory che intende mettere a punto dei protocolli clinici finalizzati al trapianto di cellule staminali per tutta una serie di patologie croniche, spiega il direttor Gianni Soldati. Inoltre, è stata costituita una joint-venture con un laboratorio di Friburgo che esegue le stesse analisi molecolari genetiche del LDM. È anche intenzione del LDM produrre e commercializzare tests genetici, dando così una prospettiva imprenditoriale ed economica al laboratorio. Oltre ai tre biologi, operano altre tre persone, tra cui due studentesse impegnate in tesi di laurea. BancaStato ci ha fornito la base su cui costruire l edificio nota Tiziano Balmelli. La diagnostica è un settore economicamente difficile, dove i rientri degli investimenti si valutano in tempi lunghi. Occorre oculatezza e fare i passi secondo la gamba. Il Ticino è un luogo ideale per fare diagnostica molecolare di alto livello, ma occorre crederci. La diagnostica in microbiologia e genetica umane sono il primo passo per sconfiggere importanti malattie. Di fronte ad un terreno imprenditoriale così fertile, BancaStato non poteva restare insensibile: VentureNet ha dimostrato in questo frangente di essere uno strumento di finanziamento in grado di seguire una start-up molto innovativa. Abbiamo trovato nei responsabili della Banca una grande disponibilità di fronte ad una materia altamente specialistica, che richiede il diretto impegno di noi tutti, fondatori del laboratorio, sottolinea Mauro Gola. Il Laboratorio di Diagnostica Molecolare lavora ogni giorno con medici, ospedali e altri laboratori svizzeri ed italiani, che inviano giornalmente i campioni biologici. Siamo convinti che questa struttura abbia un futuro imprenditoriale, perché le scienze della vita sono l avvenire della nostra economia, conclude Cieslakiewicz. 5

6 la banca e le imprese Socialità e impresa Una Fondazione nata vent anni fa, uno stabile nel centro di Locarno riportato a nuova vita, ed una Banca impegnata nel sostenere l economia cantonale e le iniziative a sfondo sociale. Da questo cocktail virtuoso è scaturita una delle esperienze di sostegno sociale più interessanti degli ultimi anni. L ente è la Fondazione Pedroncini, un emanazione di Pro Infirmis, che si occupa dell inserimento dei giovani disabili nel tessuto socioeconomico. Lo stabile è una magnifica palazzina nel cuore del centro storico di Locarno, che dopo anni di decadenza, è stata ristrutturata, e la Banca, è BancaStato, che nel progetto solido e promettente ha creduto. Nel 2004, con l aiuto concreto anche di BancaStato, abbiamo dato vita ad un sogno che oggi è diventato realtà spiega Enrico Matasci, direttore cantonale di Pro Infirmis e responsabile del progetto. Sono nati un centro diurno, una scuola alloggio ed un ristorante che rappresentano una novità per il Locarnese. Si tratta di un modello di socializzazione per disabili, già adottato con successo in altre regioni della Svizzera, che rappresenta una vera e propria impresa sociale. Nella scuola alloggio, le persone con lievi disabilità mentali vengono seguite e accompagnate allo scopo di far loro acquisire la capacità di organizzare e gestire 6 a Casa Vallemaggia in modo autonomo e indipendente la propria vita. Il ristorante, Casa Vallemaggia, che sarà aperto al pubblico da gennaio 2006, mette il personale con diversa abilità a contatto con gli avventori. Il fattore interessante spiega Matasci è che in questo modo handicap e normalità s incontrano. I ruoli per certi versi si rovesciano. Il personale disabile trae la sensazione di essere socialmente utile e diventa protagonista attivo, mentre la clientela può avvicinarsi all handicap con animo nuovo, superando certi pregiudizi duri a morire. Aperto cinque giorni alla settimana, dal lunedì al venerdì, il ristorante comprende una caffetteria con 14 posti, la sala ristorante con 37 posti, una sala riunione polivalente più una terrazza per un totale di 120 posti adatti ad incontri sociali, riunioni, feste. Ai piani superiori, un centro diurno accoglie tra le otto e le dieci persone con gravi disabilità fisiche, assistite da personale specializzato. In futuro, inoltre, è prevista anche la realizzazione di un piccolo Garni, in grado di soddisfare l accoglienza di persone handicappate e non, provenienti da fuori Cantone, anche per motivi turistici. da sinistra BORIS CESCHI RESPONSABILE DELLA CLIENTELA AZIENDALE DI LOCARNO ENRICO MATASCI DIRETTORE CANTONALE DI PRO INFIRMIS DISABILI AL LAVORO, UN RISTORANTE, UN CENTRO DIURNO E POI UN GARNI. NEL CENTRO DI LOCARNO SI SPERIMENTA UN NUOVO MODO DI FARE INTEGRAZIONE Non potevamo dire di no ad un progetto di così alto valore sociale osserva Boris Ceschi, responsabile della clientela aziendale di Locarno. Come Banca ci ha convinto la qualità del progetto, ma anche la sua solidità imprenditoriale. Abbiamo così concesso un credito per la costruzione, che sarà successivamente trasformato in ipoteca. L operazione immobiliare e sociale ha visto protagonisti, oltre BancaStato, la Pro Infirmis, la Fondazione Pedroncini, il Cantone e la Confederazione. Un operazione di economia sociale che ha solide prospettive per crescere: La validità del progetto in termini d integrazione, coesione, incontro, non basta da sola a giustificarne la realizzazione. Come qualunque altra impresa, deve poggiare su basi finanziarie solide, che gli permettano di reggere in un contesto economico difficile. Situato in centro città, a pochi passi dall Ospedale e dall Alta Scuola Pedagogica, il ristorante persegue una strategia che è data dalla sua peculiarità sociale e da una politica di prezzi mirata, con un occhio di riguardo alle fasce economicamente più deboli, come gli studenti, conclude Matasci.

7 la banca e le imprese Alla Astris SA nascono i cocktail di olii lubrificanti da sinistra NICOLA FRANCHI TITOLARE DELLA ASTRIS SA GIORGIO PINCHETTI CONSULENTE ALLA CLIENTELA AZIENDALE DI BELLINZONA Sommelier degli olii minerali. Con un po di fantasia, così potrebbe definirsi la professione di Nicola Franchi, titolare della Astris SA di Giornico, azienda chimica che si occupa della miscelazione degli olii lubrificanti. Chimico, abruzzese d origine, ma ticinese d adozione da molti anni, ha creato nel 1997 questa piccola ma efficiente azienda su un sedime della ex Monteforno. Svolgevo la libera professione racconta ma volevo costruire qualcosa di mio. Sapevo di poter offrire un servizio di qualità nel campo degli olii lubrificanti, e così, con l aiuto di BancaStato, ho costituito la Astris SA. L azienda, che occupa dieci dipendenti, fornisce veri e propri cocktail di olii ad aziende che, a loro volta, li rivendono a costruttori o utilizzatori di motori, macchine utensili, ingranaggi, cambi di velocità, e così via. Dovunque c è da lubrificare, potrebbe esserci una delle miscele lubrificanti della Astris SA. Al beneficio di una fideiussione da parte della Cooperativa svizzera di fideiussione per l artigianato (CSF) e del sostegno del Cantone e della Regione NATA NEL 1997 A GIORNICO, SUL SITO DELLA EX MONTEFORNO, L AZIENDA È UNA DELLE POCHE CHE IN SVIZZERA MISCELANO LUBRIFICANTI SPECIALI PER MOTORI E MACCHINE UTENSILI Tre Valli, Franchi decide di compiere il grande passo e trova in BancaStato il partner finanziario ideale. Abbiamo creduto subito nel progetto imprenditoriale del signor Franchi spiega Giorgio Pinchetti, consulente alla clientela aziendale di Bellinzona perché abbiamo apprezzato la serietà della proposta, la sua concretezza e le possibilità reali di ritorno degli investimenti che all inizio si realizzarono nell affitto del sito industriale (successivamente acquistato nel 2001) di circa 12 mila metri quadrati, di cui 5 mila coperti. BancaStato concesse il finanziamento, indispensabile per acquistare i vari macchinari necessari e, soprattutto, per realizzare gli enormi serbatoi, il laboratorio e gli uffici. L attività prevede la composizione di olii lubrificanti rispettando precise formule e specifiche chimiche: Ogni macchinario o motore ha le sue esigenze di lubrificazione e, quindi, ogni olio ha particolari caratteristiche di viscosità, resistenza alla temperatura, all usura e così via. Il nostro compito è di rispettare minuziosamente queste specifiche affinché i lubrificanti rispondano alle esigenze, durino a lungo e siano affidabili ad ogni uso previsto, aggiunge Franchi. Un azienda, sia detto per inciso, a basso impatto ambientale: le lavorazioni avvengono praticamente a freddo (50 gradi al massimo) e gli olii, custoditi nei serbatoi, non sono soggetti ad alcun tipo di rischio d incidente. Quando decisi di far nascere la Astris SA, mi occorrevano subito 2 milioni di franchi, ma i miei mezzi finanziari erano davvero molto ridotti. Sapevo però che il rischio d impresa era ben calcolato e che la mia sfida sarebbe stata vincente, nota ancora l imprenditore. Una sfida che BancaStato ha raccolto e che ha consentito di rispondere puntualmente al ritorno degli oneri finanziari. Oggi il capannone si presenta ristrutturato di tutto punto: nuovi gli infissi e le pareti riverniciate di un bel colore chiaro e squillante: quello che ci vuole in un sito decisamente grigio e in parte ancora decadente come quello dell ex Monteforno. Un bel messaggio di solidità e certezza indirizzato ai clienti. È una posizione logistica ideale per il nostro lavoro, dice Franchi, che infatti invia il 95% della sua produzione di olii nella Svizzera interna. Nonostante il momento delicato, così lo definisce lo stesso imprenditore, del settore dei lubrificanti, soggetti alle oscillazioni e ai rialzi del prezzo del petrolio, il futuro si presenta promettente. E già si pensa a nuovi investimenti, come la costruzione di un piccolo parco serbatoi per lo stoccaggio di alcuni olii, al fine di acquisire maggiore flessibilità nelle forniture. 7

8 la banca e le imprese da sinistra CARLO STEGER JUNIOR TITOLARE DELL OMONIMO GARAGE CARLO STEGER SENIOR TITOLARE DELL OMONIMO GARAGE MARIO GRASSI CAPO REGIONE E RESPONSABILE DELLA CLIENTELA AZIENDALE DI CHIASSO Padre e figlio con l auto nel sangue Cinquant anni fa Carlo Steger senior faceva il meccanico. La sua prima officina nasce a Ligornetto: lui e tre operai, per riparare macchine agricole e automobili. Poche all epoca, ma bisognose di frequenti riparazioni per la fortuna dei primi garage che in Ticino capiscono il boom della motorizzazione di massa. Per iniziare l attività non trovai migliore soluzione che ipotecare la mia casa per 75 mila franchi per riceverne 20 mila ricorda Steger. Nessuna banca avrebbe mai concesso un prestito ad un giovane intenzionato a riparare automobili!. Errore di lungimiranza, in quel caso, da parte dei responsabili del credito che in questo signore capace di mettere mano sotto il cofano delle Ford Zodiac o delle Volvo Combi 210 degli anni 50 avrebbero fatto meglio a credere. L officina cresce rapidamente e arriva la prima grande occasione: acquisire la concessionaria della svedese Volvo. Era il 1960 e la marca scandinava sfornava automobili già considerate molto affidabili e piacevoli: Andavo in treno a Zurigo a prendere le auto. Il viaggio di ritorno in Ticino durava allora un giorno. Arrivato a casa salivo sul prossimo treno per andare a ritirare un secondo veicolo Nel 61 Steger conquista la fiducia dei distributori Ford e ne diviene concessionario; nel 70 è la volta della Renault, che dura ancora oggi. Più in là negli anni, nel 2001 arriva la Nissan e nel 2005, complice le nuove norme sulla liberalizzazione del mercato automobilistico, la Peugeot. 8 GLI STEGER, PADRE E FIGLIO, HANNO AMPLIATO IL LORO GARAGE DI GENESTRERIO. UN ESEMPIO DI LUNGIMIRANZA IMPRENDITORIALE ACCOMPAGNATO DAL SOSTEGNO DELLA BANCA Intanto, il garage Steger si amplia sul sedime strategico di Genestrerio, dove si sviluppa sia per la vendita che per la post-vendita, l officina e la carrozzeria. Un sito considerato assai pregiato e ambìto dalle grandi catene della distribuzione commerciale che pagherebbero oro per averlo: Ma qui sta il nostro passato e il nostro futuro, dicono gli Steger. L incontro con BancaStato avviene nel 1999: Ero deluso dal servizio di altre banche: tanti consulenti diversi. Troppi, e le decisioni non venivano prese in Ticino, ricorda il patron della concessionaria d auto. Nel frattempo, al padre si affianca il figlio, Carlo junior, che dopo aver effettuato studi di economia in Svizzera interna, alla HSG di San Gallo, riprende le orme del padre. Nel 2001 ci siamo convinti che il mercato dell auto si avviava ad un profondo cambiamento. Se fossimo rimasti fermi, avremmo perso il vantaggio acquisito in anni di attività, afferma Carlo Steger junior. La svolta avviene quando la marca francese Renault acquisisce Nissan. Stare al gioco e investire o cambiare marca? Gli Steger scommettono e raddoppiano: con l aiuto di BancaStato decidono di potenziare la struttura ampliando gli spazi, acquistano un piazzale antistante dove collocare il mercato delle vetture d occasione e aprono, nel 2005, la nuova concessionaria Peugeot. Abbiamo voluto dare fiducia ai signori Steger spiega Mario Grassi, capo regione e responsabile della clientela aziendale di Chiasso. L iniziativa imprenditoriale in un settore difficile come quello dell auto è portato avanti con prudenza e lungimiranza. Abbiamo soprattutto capito di avere di fronte un cliente competente, che meritava la nostra fiducia, e con una storia aziendale sana e irreprensibile. Affidato all esperienza storica del papà Carlo, e a quella manageriale del figlio, il garage Steger punta ora a conquistare nuove fette di clientela e a valorizzare ancora di più il sedime su cui è insediato. È singolare, e per molti versi affascinante, che il cambio generazionale di una ditta sia stato accompagnato anche da un analogo cambio di responsabile della clientela aziendale all interno della nostra Banca. Ciò nonostante, BancaStato e la famiglia Steger continuano ormai da anni a collaborare, dimostrando che un rapporto di reciproca fedeltà e soddisfazione è possibile anche quando le persone cambiano, posto che il rapporto bancario sia impostato su solide basi, conclude Grassi.

9 Dalla raccolta posti nuovi di lavoro la banca e le imprese dei rifiuti da sinistra GIANNI OCHSNER TITOLARE DELLA DITTA GIANNI OCHSNER SERVIZI PUBBLICI SA ANDREA FERRARI CAPO REGIONE E RESPONSABILE DELLA CLIENTELA AZIENDALE DI LUGANO Tra le emergenze ambientali, quella dello smaltimento dei rifiuti rappresenta una priorità economica, civile ed ecologica. Gianni Ochsner, titolare della omonima ditta Gianni Ochsner Servizi Pubblici SA dal 1988 si dedica a questo business, raccogliendo e selezionando materiali riciclabili di ogni genere. Da una piccola attività a conduzione familiare ha sviluppato un azienda che oggi occupa trentaquattro collaboratori e possiede una cinquantina di veicoli speciali adatti a tutte le esigenze della moderna operatività ecologica. La selezione di materiali provenienti da cantieri e produzioni industriali spiega Ochsner consente il riciclo di ingenti quantità di materiali che, altrimenti, andrebbero persi. Dopo aver sperimentato la validità economica e produttiva della selezione sul nostro sito di Lamone, abbiamo deciso di ingrandire l attività acquisendo un sito adatto a Taverne. Con la consulenza e l aiuto di Banca- Stato, nel 2005 acquista il capannone. Ci siamo convinti della validità del progetto imprenditoriale del signor Ochsner già nel lontano 89, quando il rapporto bancario ha avuto inizio spiega Andrea Ferrari, capo regione e responsabile della clientela aziendale di Lugano. La crescita del business dei rifiuti e l idea economica del titolare, ovvero di procedere alla selezione del rifiuto, ci convinse di sostenerlo, anche alla luce delle nuove direttive federali e cantonali in materia di smaltimento dei rifiuti urbani e industriali. La ditta Gianni Ochsner vince un appalto cantonale per la raccolta di carcasse animali. Per iniziare l attività mi occorreva una cospicua somma. Bussai alla porta di tante banche. Ma l unica a darmi fiducia fu BancaStato, racconta il titolare della ditta. L azienda è cresciuta, ha acquisito nuovi mandati, fino a profilarsi tra le più importanti del Cantone nello specifico settore della raccolta e trattamento del rifiuto industriale. Ora, con a fianco ancora BancaStato, un nuovo salto di qualità: l acquisizione del sito industriale di Taverne-Lamone. Un sito, però, problematico, sede di una precedente attività di produzione di piastrelle che ha prodotto inquinamento. Insediandosi su questa area spiega Ferrari la ditta non solo amplierà LA DITTA OCHSNER DI LAMONE POTENZIA LE SUE ATTIVITÀ ACQUISENDO UN NUOVO SITO PER IL TRATTAMENTO DEI MATERIALI DI SCARTO. NASCE UN POLO ECOLOGICO CON VENTI COLLABORATORI le sue attività, ma contribuirà anche alla riqualifica ambientale del sedime e ad incentivare l occupazione, visto che sono previsti venti nuovi posti di lavoro. Un luogo particolarmente adatto alla missione aziendale della ditta Ochsner, in quanto dotato di un raccordo ferroviario sul quale, in futuro, l imprenditore intende far correre propri vagoni per trasportare i rifiuti selezionati nei luoghi di smaltimento. Coadiuvato dal figlio Alan e dalla figlia Laura, Ochsner opera al servizio dei comuni e di aziende private. Le attività sono molteplici: pulitura dei contenitori per rifiuti, raccolta e selezione dei rifiuti, pulizia strade, fresatura banchine, ed altro ancora. Il successo della ditta, oltre ad una organizzazione certificata Iso è da attribuire come sottolinea il titolare alla dedizione dei dipendenti ed alla qualità dei macchinari, di assoluta avanguardia nel settore dei servizi e dei trattamenti ecologici. Affiancando all ecocentro di Lamone il nuovo sito di Taverne, inoltre, la ditta Ochsner automatizzerà in parte la selezione dei rifiuti solidi industriali (come carta, ferro, vetro, plastica, pvc, ), adottando nastri trasportatori che facilitano l individuazione dello scarto. Anche in questo caso aggiunge Ferrari BancaStato ha dimostrato di saper sostenere efficacemente l economia cantonale, dando fiducia ad un imprenditore che ha saputo guardare avanti nel mondo del rifiuto, crescendo in competenza ed esperienza professionale. Un bell esempio anche di fedeltà reciproca tra cliente e banca, che dura ormai da oltre quindici anni. 9

10 la previdenza Una scienza chiamata previdenza PIANIFICARE LA PROPRIA VECCHIAIA, COSTRUIRE LA SICUREZZA PER LA TERZA ETÀ, GARANTIRE UNA SUCCESSIONE SENZA SCOSSE SI PUÒ, BASTA AFFIDARSI AD UN CONSULENTE DI FIDUCIA Andare in banca, non solo per ritirare uno stipendio, investire una somma, pagare una fattura, ma anche per incontrare il proprio futuro e quello dei propri cari nel pianeta previdenza. La Svizzera ha costruito negli anni uno dei sistemi pensionistici più ammirati e studiati. Non solo per la sua qualità, ma anche per i meccanismi di interazione e sicurezza che sa garantire agli assicurati. La teoria dei 3 pilastri ha conquistato negli anni altri Paesi e regimi assicurativi. Il pregio è quello di poter modulare verso la vecchiaia, a seconda della propria capacità di risparmio e d investimento, i propri soldi nel corso della vita attiva. In questo senso, esso è il più garantista che si conosca, ma anche il più complesso. Si tratta di dare risposte, per esempio, a mille quesiti, scenari, percentuali, proiezioni Meglio rivolgersi, allora, ad un consulente di fiducia. Per esempio, a BancaStato, che attraverso i suoi consulenti e prodotti, offre tutte le risposte ai bisogni previdenziali. La clientela in materia previdenziale è divenuta più sensibile, anche o soprattutto, a causa delle incertezze provenienti dal fronte economico. Claudio Pisoni, membro di direzione e responsabile operativo dei mercati finanziari, risponde alle domande di BancaStato News sui prodotti e i servizi della Banca in campo previdenziale. 1 PILASTRO Previdenza statale AVS / AI / IPG Salvaguardia del fabbisogno esistenziale La previdenza in Svizzera 2 PILASTRO Previdenza professionale Salvaguardia del tenore di vita abitudinale 2a obbligatoria 2b sovraobbligatoria 3 PILASTRO Previdenza privata Fabbisogno supplementare 3a vincolata 3b facoltativa Qual è il valore aggiunto di una banca come BancaStato nella consulenza previdenziale rispetto a quella delle normali compagnie assicurative? In quanto banca universale, BancaStato ha un approccio globale quanto a servizi e relativi prodotti; in ambito finanziario, la previdenza è un servizio ai quali i clienti possono far capo per il tramite dei nostri consulenti. Quali sono i punti forti della proposta BancaStato nell ambito previdenziale? In particolare sono due: il primo è la stretta collaborazione della Banca con un partner di riferimento ben specifico, ossia Swisscanto, che offre la quasi totalità dei prodotti in questo particolare campo d attività, sia per la previdenza individuale che per quella professionale. Swisscanto è un istituzione comune delle Banche cantonali svizzere che si concentra sullo sviluppo e la distribuzione di prodotti d investimento e di previdenza di elevata qualità. Il secondo punto di forza è dato dal fatto che i nostri consulenti 10

11 la previdenza foto Garbani possono far capo a persone di riferimento sul posto, con adeguate capacità nello specifico ambito, in contatto diretto con un team di specialisti nel ramo previdenziale presso la Sede della Banca. La previdenza integrativa (terzo pilastro) coinvolge tutti gli strati della clientela? Sostanzialmente sì; il problema sta nel fatto che specialmente le persone indipendenti, soprattutto con professioni di reddito medio-elevato, non si rendono conto delle ampie possibilità che il campo previdenziale può offrire, anche quale strumento di ottimizzazione fiscale. È anche possibile che non vengono contattati o messi al corrente in maniera sufficiente, visto appunto la specificità della loro professione. Com è cambiato l atteggiamento della clientela negli ultimi anni rispetto al tema previdenza? Ci si rende conto della necessità di pianificare con largo anticipo la propria situazione finanziaria e previdenziale in previsione della fine del ciclo lavorativo, ossia ben prima del pensionamento; si tratta di avere una visione che vada perfino oltre questo termine, per non lasciare gli eredi in una situazione finanziaria che potrebbe risultare spiacevole. La clientela è inoltre abbastanza ben informata, seppure non nel dettaglio, e perciò più sensibilizzata sull argomento. CLAUDIO PISONI MEMBRO DI DIREZIONE E RESPONSABILE OPERATIVO DEI MERCATI FINANZIARI L offerta di BancaStato si qualifica per alcuni prodotti previdenziali particolari o originali? Dalla vasta gamma di prodotti Swisscanto che BancaStato offre, vorrei menzionarne due, particolarmente adatti alle situazioni più ricorrenti. Il primo è il 3 pilastro vincolato bancario, il cosiddetto Risparmio 3. Rispetto a quello assicurativo, offre la possibilità di effettuare i versamenti in base alle proprie possibilità finanziarie e una libera scelta della scadenza, sempre nel rispetto delle prescrizioni legali; il relativo tasso d interesse si orienta a quello dell andamento dei mercati. Inoltre, la copertura assicurativa non è obbligatoria, e può anche essere stipulata separatamente e in qualsiasi momento. Interessante è il fatto che il capitale, o parte di esso, può essere investito in Fondi di investimento di Swisscanto (LPP3), comunque in modo sufficientemente difensivo, dunque a basso rischio. Il Risparmio 3 è uno strumento adatto all ammortamento indiretto delle ipoteche e, perciò, particolarmente indicato alla clientela tipo di BancaStato. Il secondo prodotto di una certa particolarità è la Swisscanto Life Invest Garant, assicurazione sulla vita a premio unico abbinata a Fondi di investimento di Swisscanto; per un investimento di almeno 10 anni, il capitale è garantito al 100%, con una plusvalenza dell 1% per ogni successivo anno. Da non dimenticare inoltre che, sempre in collaborazione con Swisscanto, BancaStato è in grado di offrire la necessaria consulenza e i relativi servizi anche nell ambito della previdenza professionale, ossia nella gestione delle Casse pensioni. Verso quali prodotti assicurativi prevalenti si indirizza la clientela in questa fase incerta dell economia? Quelli appena menzionati sono quelli più in voga, in quanto strumenti abbastanza semplici e facilmente comprensibili, ma sempre di elevata qualità. Non da ultimo però, non sono pochi coloro che fanno riflessioni per un pensionamento anticipato; questo comporta ovviamente una pianificazione finanziaria e previdenziale ben studiata. Per avere maggiori informazioni e consigli al riguardo della previdenza, in che modo suggerisce di procedere? Come ho avuto modo di esporre, in termini generali, la nostra clientela è già ora in buona misura sensibilizzata su questo argomento, certamente importante. Un informazione generica è senz altro utile; importante è però avere già un idea sommaria degli obiettivi personali e familiari e, nel caso di un azienda, delle esigenze della ditta e dei suoi collaboratori. Resta il prossimo passo, ossia il contatto con il proprio consulente di BancaStato, che rimane a disposizione per ulteriori approfondimenti e per la stesura di un adeguata offerta di dettaglio. 11

12 Foto Homo Ridens 26 GENNAIO Lugano, Palazzo dei Congressi V a edizione della Giornata cantonale delle imprese Convegno dal tema Made in Switzerland by Ticino. In collaborazione con il Dipartimento finanze ed economia (DFE). FINO AL 29 GENNAIO MA-DO / Lugano, Museo Civico di Belle Arti Mostra delle Opere d Arte della Collezione BancaStato DAL 18 GENNAIO AL 18 MARZO Bellinzona, Teatro sociale Rassegna Homo Ridens www. teatrosociale.ch DAL 23 AL 28 FEBBRAIO Bellinzona 2006 AGENDA DELLE MANIFESTAZIONI 2006 Carnevale Rabadan Domenica 26 febbraio, corteo mascherato SIAMO SPONSOR AGENDA DELLE MANIFESTAZIONI 2006 JazzAscona / Pedrazzini Valerio Marani 17 GIUGNO Quinto 70 esimo Tour de Suisse Tappa Regina Quinto-Quinto index_fr.html DAL 10 AL 18 GIUGNO Lugano, Tennis Club Lido BancaStato Challenger Lugano Torneo ATP DAL 23 GIUGNO AL 02 LUGLIO Ascona JazzAscona New Orleans & Classics Foto HCL Foto Giullini Foto Fssi della Federazione di Sci della Svizzera italiana e delle 2 squadre ticinesi di Hockey: HCAP e HCL -

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

Facciamo emergere i vostri valori.

Facciamo emergere i vostri valori. Facciamo emergere i vostri valori. www.arnerbank.ch BANCA ARNER SA Piazza Manzoni 8 6901 Lugano Switzerland P. +41 (0)91 912 62 22 F. +41 (0)91 912 61 20 www.arnerbank.ch Indice Banca: gli obiettivi Clienti:

Dettagli

www.integration.zh.ch

www.integration.zh.ch Cantone di Zurigo Dipartimento della giustizia e degli interni Ufficio cantonale per l integrazione Informazioni per i nuovi arrivati dall estero www.integration.zh.ch Indice 03 Immigrazione e diritto

Dettagli

Repower guarda al futuro con fiducia

Repower guarda al futuro con fiducia Repower guarda al futuro con fiducia Giovanni Jochum Quale membro della Direzione di Repower, società con sede a Poschiavo, desidero presentare il mio punto di vista sui fattori che stanno cambiando radicalmente

Dettagli

Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere

Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere 2.09 Contributi Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Questo promemoria fornisce informazioni sui contributi che i lavoratori indipendenti

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

Panoramica su Holcim. Holcim (Svizzera) SA

Panoramica su Holcim. Holcim (Svizzera) SA Strength. Strength. Performance. Performance. Passion. Passion. Panoramica su Holcim Holcim (Svizzera) SA Un Gruppo globale con radici svizzere Innovativi verso il secondo secolo Innovazione, sostenibilità

Dettagli

DIVISIONE DELLE CONTRIBUZIONI DEDUZIONI PER FIGLI AGLI STUDI (ART. 34 LT) Pag. 1. Presupposti 2

DIVISIONE DELLE CONTRIBUZIONI DEDUZIONI PER FIGLI AGLI STUDI (ART. 34 LT) Pag. 1. Presupposti 2 5.2.4 DIVISIONE DELLE CONTRIBUZIONI Bellinzona, gennaio 2009 CIRCOLARE N. 4/2008 Abroga la circolare n. 4/2007 del gennaio 2008 DEDUZIONI PER FIGLI AGLI STUDI (ART. 34 LT) Pag. 1. Presupposti 2 2. Scuole

Dettagli

L azienda e le funzioni aziendali

L azienda e le funzioni aziendali UDA 5 TEMA 3 L operatore impresa L azienda e le funzioni aziendali a cura di Lidia Sorrentino Il concetto di azienda. Per soddisfare i propri bisogni, fin dall antichità l uomo si è associato con altre

Dettagli

UN CORDIALE BENVENUTO DAL SUO PARTNER PER IL LEASING BMW FINANCIAL SERVICES.

UN CORDIALE BENVENUTO DAL SUO PARTNER PER IL LEASING BMW FINANCIAL SERVICES. BMW Financial Services Piacere di guidare UN CORDIALE BENVENUTO DAL SUO PARTNER PER IL LEASING BMW FINANCIAL SERVICES. CONGRATULAZIONI. Grazie mille per la fiducia da lei riposta in BMW Financial Services

Dettagli

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A VIVERE L'ECCELLENZA L'ECCELLENZA PLURIMA Le domande, come le risposte, cambiano. Gli obiettivi restano, quelli dell eccellenza. 1995-2015 Venti anni di successi dal primo contratto sottoscritto con l Istituto

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda

TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda TCS Carta Aziendale Soccorso stradale e protezione giuridica circolazione per veicoli aziendali TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda Un problema in viaggio? Ci pensa il Suo pattugliatore

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese l unione fa la forza per restituire valore aggiunto alla produzione 1 Il Consorzio Il Consorzio CO.PA.VIT. è nato nel 2008 a partire da un iniziativa

Dettagli

UN CORDIALE BENVENUTO DAL SUO PARTNER PER IL LEASING.

UN CORDIALE BENVENUTO DAL SUO PARTNER PER IL LEASING. UN CORDIALE BENVENUTO DAL SUO PARTNER PER IL LEASING. mini financial services CONGRATULAZIONI. Grazie mille per la fiducia riposta in MINI Financial Services e congratulazioni per l acquisto della sua

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

Enrico Fontana. L Health Technology Assessment applicato ai Sistemi informativi. Prefazione di Massimiliano Manzetti. Presentazione di Nicola Rosso

Enrico Fontana. L Health Technology Assessment applicato ai Sistemi informativi. Prefazione di Massimiliano Manzetti. Presentazione di Nicola Rosso A09 Enrico Fontana L Health Technology Assessment applicato ai Sistemi informativi Prefazione di Massimiliano Manzetti Presentazione di Nicola Rosso Copyright MMXV ARACNE editrice int.le S.r.l. www.aracneeditrice.it

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio.

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio, recita un noto proverbio africano. Perché la famiglia

Dettagli

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute The Ottawa Charter for Health Promotion 1 Conferenza Internazionale sulla promozione della salute 17-21 novembre 1986 Ottawa, Ontario, Canada La 1 Conferenza

Dettagli

Economia monetaria e creditizia. Slide 3

Economia monetaria e creditizia. Slide 3 Economia monetaria e creditizia Slide 3 Ancora sul CDS Vincolo prestatore Vincolo debitore rendimenti rendimenti-costi (rendimenti-costi)/2 Ancora sul CDS dove fissare il limite? l investitore conosce

Dettagli

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO La banca è un istituto che compie operazioni monetarie e finanziarie utilizzando il denaro proprio e quello dei clienti. In particolare la Banca effettua

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

ENTERPRISE EBG EUROPEAN BUSINESS GAME

ENTERPRISE EBG EUROPEAN BUSINESS GAME Associazione Provinciale di Ravenna ENTERPRISE EBG EUROPEAN BUSINESS GAME COME PENSARE ALLA PROPRIA IDEA D IMPRESA IN 5 STEP 1 STEP UNO RIFLESSIONI PER INDIVIDUARE LE BUSINESS IDEA ALCUNI MODI PER INDIVIDUARE

Dettagli

La riforma delle pensioni. Obiettivi e strumenti Nuove regole Misure temporanee

La riforma delle pensioni. Obiettivi e strumenti Nuove regole Misure temporanee La riforma delle pensioni Obiettivi e strumenti Nuove regole Misure temporanee Obiettivi Strumenti 2 Obiettivi e strumenti della riforma sostenibilità I REQUISITI DI PENSIONAMENTO SONO LEGATI ALLA LONGEVITA'

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore IL CONTESTO L approvazione del Bilancio di previsione quest anno si pone esattamente a metà del mio mandato rettorale, iniziato tre anni fa,

Dettagli

La partecipazione finanziaria per una nuova Europa sociale

La partecipazione finanziaria per una nuova Europa sociale La partecipazione finanziaria per una nuova Europa sociale Il Cammino verso una Regolamentazione Europea: L Approccio Modulare Employee Stock Ownership Plans (ESOP): Un veicolo per garantire la successione

Dettagli

ICEC CPP Corsi di Perfezionamento Professionale. Corsi di Perfezionamento Professionale

ICEC CPP Corsi di Perfezionamento Professionale. Corsi di Perfezionamento Professionale Corsi di Perfezionamento Professionale I Corsi di Perfezionamento Professionale costituiscono una struttura creata per fornire determinati servizi centrali all ICEC (Istituto cantonale di economia e commercio)

Dettagli

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA Axpo Italia AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA UN GRUPPO A DIMENSIONE EUROPEA Axpo opera direttamente in oltre 20 paesi europei L Italia è uno dei mercati principali del gruppo Axpo in Italia Alla presenza

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo L utopia dell educazione L educazione è un mezzo prezioso e indispensabile che

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove

C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove I love Ci C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove poter crescere con gioia e buon senso, contribuendo

Dettagli

Resellers Kit 2003/01

Resellers Kit 2003/01 Resellers Kit 2003/01 Copyright 2002 2003 Mother Technologies Mother Technologies Via Manzoni, 18 95123 Catania 095 25000.24 p. 1 Perché SMS Kit? Sebbene la maggior parte degli utenti siano convinti che

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale Il Fondo sociale europeo al lavoro Aiutare le persone a trovare lavoro Il Fondo sociale europeo (FSE) finanzia progetti in tutta l UE per consentire a più persone di trovare posti di lavoro migliori, attraverso

Dettagli

Lettera agli azionisti

Lettera agli azionisti Lettera agli azionisti Esercizio 24 2 Messaggio dei dirigenti del gruppo Gentili signore e signori Rolf Dörig e Patrick Frost Il 24 è stato un anno molto positivo per Swiss Life. Anche quest anno la performance

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

ISTITUTI PROFESSIONALI

ISTITUTI PROFESSIONALI ISTITUTI PROFESSIONALI Settore Industria e Artigianato Indirizzo Manutenzione e assistenza tecnica Nell indirizzo Manutenzione e assistenza tecnica sono confluiti gli indirizzi del previgente ordinamento

Dettagli

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune 1 Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria DOP Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria

Dettagli

Contribuite anche voi al nostro successo.

Contribuite anche voi al nostro successo. Entusiasmo da condividere. Contribuite anche voi al nostro successo. 1 Premi Nel 2009 e nel 2012, PostFinance è stata insignita del marchio «Friendly Work Space» per la sua sistematica gestione della salute.

Dettagli

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Ferrara, giovedì 27 Settembre 2012 Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Giacomo Zanni (Dipartimento di Ingegneria ENDIF, Università di Ferrara) giacomo.zanni@unife.it SOMMARIO

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Previdenza professionale. Informazioni utili sul 2 pilastro/

Previdenza professionale. Informazioni utili sul 2 pilastro/ Previdenza professionale Informazioni utili sul 2 pilastro/ Previdenza professionale obbligatoria (LPP) in Svizzera Stato gennaio 2015 Sommario Il 2 pilastro nel sistema previdenziale svizzero 3 Obbligo

Dettagli

«Abbiamo un margine di manovra sufficiente»

«Abbiamo un margine di manovra sufficiente» Conferenza stampa annuale del 17 giugno 2014 Anne Héritier Lachat, presidente del Consiglio di amministrazione «Abbiamo un margine di manovra sufficiente» Gentili Signore, egregi Signori, sono ormai trascorsi

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di Sc. Materna Elementare e Media LENTINI 85045 LAURIA (PZ) Cod. Scuola: PZIC848008 Codice Fisc.: 91002150760 Via Roma, 102 - e FAX: 0973823292 I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

Al vostro livello. Tre clienti tre storie di successo.

Al vostro livello. Tre clienti tre storie di successo. Al vostro livello. Tre clienti tre storie di successo. Reiner Gfeller. Responsabile Asset Management. Allianz Suisse Immobiliare SA. La Allianz Suisse Immobiliare SA collabora dal 2011 con Livit. L azienda

Dettagli

U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I T O R I N O

U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I T O R I N O U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I T O R I N O Il Centro della Innovazione Nato inizialmente per ospitare alcune attività didattiche dell Università di Torino, il complesso polifunzionale di Via

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

Guida alla sicurezza e alle prestazioni di un impianto frenante

Guida alla sicurezza e alle prestazioni di un impianto frenante trasporto pesante Guida alla sicurezza e alle prestazioni di un impianto frenante www.brembo.com trasporto pesante L i m p i a n t o f r e n a n t e d i u n v e i c ol o pesante per trasporto d i m e r

Dettagli

Opere di urbanizzazione

Opere di urbanizzazione Opere di urbanizzazione di Catia Carosi Con il termine opere di urbanizzazione si indica l insieme delle attrezzature necessarie a rendere una porzione di territorio idonea all uso insediativo previsto

Dettagli

La sua cartella sanitaria

La sua cartella sanitaria La sua cartella sanitaria i suoi diritti All ospedale, lei decide come desidera essere informato sulla sua malattia e sulla sua cura e chi, oltre a lei, può anche essere informato Diritto di accesso ai

Dettagli

Patto per una Svizzera produttiva

Patto per una Svizzera produttiva Unia Segretariato centrale Weltpoststrasse 20 CH-3000 Berna 15 T +41 31 350 21 11 F +41 31 350 22 11 www.unia.ch Patto per una Svizzera produttiva La Svizzera ha bisogno di un fondo per la produzione basato

Dettagli

Alle nostre latitudini la domanda di

Alle nostre latitudini la domanda di minergie Protezioni solari con lamelle, in parte fisse, e gronde Benessere ter edifici ed effi Nella società contemporanea trascorriamo la maggior parte del nostro tempo in spazi confinati, in particolare

Dettagli

Principi d Azione. www.airliquide.it

Principi d Azione. www.airliquide.it Principi d Azione Codice Etico www.airliquide.it Il bene scaturisce dall'onestà; l'onestà ha in sè la sua origine: quello che è un bene avrebbe potuto essere un male, ciò che è onesto, non potrebbe essere

Dettagli

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE 66 Bologna, 11 febbraio 2015 MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE Per dare feste non serve sempre un motivo. Ma quelle di Meglio Così, il ciclo di eventi che si terrà a Bologna tra febbraio

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Maggio 2015 Scusi presidente, ma il commercio equo e solidale è profit o non profit? La

Dettagli

generazioni. Presentazione delle Linee guida per l azione dei club verso le iniziative a favore delle nuove

generazioni. Presentazione delle Linee guida per l azione dei club verso le iniziative a favore delle nuove Presentazione delle Linee guida per l azione dei club verso le iniziative a favore delle nuove generazioni. Nell aprile 2010 il Consiglio di Legislazione del Rotary International ha stabilito che le Nuove

Dettagli

GAM. I nostri servizi di società di gestione

GAM. I nostri servizi di società di gestione GAM I nostri servizi di società di gestione Una partnership con GAM assicura i seguenti vantaggi: Forniamo sostanza e servizi di società di gestione in Lussemburgo Offriamo servizi di alta qualità abbinati

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Il primo maggio 2015 si inaugura a Milano l EXPO, un contenitore di tematiche grandi come l universo: "Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Una

Dettagli

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore ATTIVITA FERROVIARIE RFI:Informativa e invio documentazione ACI GLOBALE Verbale di accordo e comunicato unitario AUTONOLEGGIO Comunicato unitario di proclamazione sciopero TRASPORTO MERCI LOGISTICA AUTOSTRADE

Dettagli

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%)

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%) Deloitte Italy Spa Via Tortona 25 20144 Milano Tel: +39 02 83326111 www.deloitte.it Contatti Barbara Tagliaferri Ufficio Stampa Deloitte Tel: +39 02 83326141 Email: btagliaferri@deloitte.it Marco Lastrico

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

Epidemiologia & Salute pubblica

Epidemiologia & Salute pubblica Epidemiologia & Salute pubblica a cura del Medico cantonale vol. VI nr. 3 La medicina non è una scienza esatta Con questo slogan il Dipartimento delle opere sociali è entrato nelle case dei ticinesi. L

Dettagli

L attuazione della Legge 162/98 in Sardegna

L attuazione della Legge 162/98 in Sardegna A cura dell ABC Sardegna, ediz. rivista in ottobre 2005 L attuazione della Legge 162/98 in Sardegna La Legge Nazionale 162/98 ha apportato modifiche alla legge quadro sull handicap L.104/1992, concernenti

Dettagli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli 008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari applicabili all esecuzione di transazioni su titoli Indice Preambolo... 3 A Direttive generali... 4 Art. Base legale... 4 Art. Oggetto... 5 B

Dettagli

Valdigrano: quando l ambiente è un valore!

Valdigrano: quando l ambiente è un valore! Valdigrano: quando l ambiente è un valore! Valutazione di impatto ambientale delle linee Valdigrano, Valbio e La Pasta di Franciacorta Programma per la valutazione dell impronta ambientale Progetto co-finanziato

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE un indagine demoscopica svolta da Astra Ricerche per Telefono Amico Italia con il contributo di Nokia Qui di seguito vengono presentati i principali risultati

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

L analisi dei villi coriali

L analisi dei villi coriali 12 L analisi dei villi coriali Testo modificato dagli opuscoli prodotti dal Royal College of Obstetricians and Gynaecologists dell Ospedale Guy s and St Thomas di Londra. www.rcog.org.uk/index.asp?pageid=625

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI Art. 1 Oggetto. Il Comune di Varedo, nell ottica di garantire una sempre maggiore attenzione alle politiche sportive e ricordando i principi ispiratori del

Dettagli

REGIME FORFETARIO 2015

REGIME FORFETARIO 2015 OGGETTO: Circolare 4.2015 Seregno, 19 gennaio 2015 REGIME FORFETARIO 2015 La Legge di Stabilità 2015, L. 190/2014 articolo 1 commi da 54 a 89, ha introdotto a partire dal 2015 un nuovo regime forfetario

Dettagli

Seggiolini auto: dov è il "vantaggio per le famiglie"?

Seggiolini auto: dov è il vantaggio per le famiglie? Ufficio stampa del TCS Vernier Tel +41 58 827 27 16 Fax +41 58 827 51 24 www.pressetcs.ch Comunicato stampa Seggiolini auto: dov è il "vantaggio per le famiglie"? Emmen, 15 novembre 2012. Il test del TCS

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari

Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari Circ.-CFB 98/2 Commerciante di valori mobiliari Pagina 1 Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari (Commerciante di valori mobiliari)

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

Cosa succede in un laboratorio di genetica?

Cosa succede in un laboratorio di genetica? 12 laboratori potrebbero utilizzare campioni anonimi di DNA per lo sviluppo di nuovi test, o condividerli con altri in quanto parte dei programmi di Controllo di Qualità, a meno che si chieda specificatamente

Dettagli

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A.

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. 01 Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010 Soci Fondatori - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. - Associazione Partners di Palazzo Strozzi Promossa da 02 MISSION Volontariato

Dettagli

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 COMUNICATO STAMPA La Regione che vogliamo: la CIDA organizza il confronto con i candidati alla Presidenza della regione Toscana 29 Aprile

Dettagli

di Francesco Verbaro 1

di Francesco Verbaro 1 IL LAVORO PUBBLICO TRA PROCESSI DI RIORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE PARTE II - CAPITOLO 1 I L L A V O R O P U B B L I C O T R A P R O C E S S I D I R I O R G A N I Z Z A Z I O N E E I N N O V A Z I O N E

Dettagli

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con:

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: V E NIDO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE R ENTI LOCALI T QUARTIERE I C SCUOLA DELL INFANZIA FAMIGLIA

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole-

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- A cura del dipartimento mercato del lavoro Formazione Ricerca della Camera del Lavoro Metropolitana di Milano

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli