Rassegna stampa 21/5/2011

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Rassegna stampa 21/5/2011"

Transcript

1 Rassegna stampa 21/5/2011 La proprietà intellettuale degli articoli è delle fonti (quotidiani o altro) specificate all'inizio degli stessi; ogni riproduzione totale o parziale del loro contenuto per fini che esulano da un utilizzo di Rassegna Stampa è compiuta sotto la responsabilità di chi la esegue; MIMESI s.r.l. declina ogni responsabilità derivante da un uso improprio dello strumento o comunque non conforme a quanto specificato nei contratti di adesione al servizio.

2 INDICE AUSL RAVENNA 21/05/2011 QN - Il Resto del Carlino - Cesena Simulavano incidenti, banda sgominata 21/05/2011 Corriere di Romagna - Ravenna Pizza express contro auto, un ferito 21/05/2011 La Voce di Romagna - Sport Sul filo dei sentimenti e delle emozioni in ricordo di Vittorio 21/05/2011 La Voce di Romagna - Rimini Convegno medico sulle neoplasia 21/05/2011 La Voce di Romagna - Ravenna Baccarini tra i 150 personaggi dell'unità d'italia 21/05/2011 La Voce di Romagna - Ravenna Simulazione di soccorso a Persolino 21/05/2011 La Voce di Romagna - Ravenna Sondaggi anche per ex caserma ed ospedale 21/05/2011 La Voce di Romagna - Ravenna A pagina 13 RAVENNA - I... 21/05/2011 La Voce di Romagna - Forli Occhio ai cartelli al San Giorgio SANITÀ NAZIONALE 21/05/2011 Corriere della Sera - ROMA Tumore al polmone: a giugno scatta la prevenzione 21/05/2011 Corriere della Sera - MILANO «Io, medico di San Siro Curo la città di calciatori e tifosi» 21/05/2011 Corriere della Sera - MILANO Policlinico, via i cellulari a 200 medici 21/05/2011 Il Sole 24 Ore Per i governatori rischio superticket

3 21/05/2011 La Repubblica - Palermo In città il gotha mondiale della medicina una "fiera della salute" lunga tre giorni 21/05/2011 La Repubblica - Genova Sanità, il nuovo modello ligure primari tagliati e meno sprechi 21/05/2011 La Repubblica - Roma Umberto I, ancora tagli nei servizi a rischio 540 malati di fibrosi cistica 21/05/2011 La Repubblica - Bologna Ant, sempre più aiuti ai malati sempre meno contributi per farlo 21/05/2011 La Repubblica - Bari Sanità, non ci sarà ricorso Fiore: "Vogliamo il dialogo" 21/05/2011 Il Messaggero - Nazionale Ex campione paraplegico in piedi grazie a Superman 21/05/2011 Avvenire - Milano Sanità, 2 milioni per 40 nuovi contratti per specializzandi nelle università lombarde 21/05/2011 Avvenire - Nazionale «Noi, medici, tra le urgenze» 21/05/2011 Il Secolo XIX «Il San Martino è in agonia, la Regione lo salvi» 20/05/2011 Il Mondo Umani che non sbaglino 21/05/2011 Io Donna Oro contro l'aids

4 AUSL RAVENNA 9 articoli

5 21/05/2011 QN - Il Resto del Carlino - Cesena Pag. 17 (diffusione:165207, tiratura:206221) IL SISTEMA NIGERIANI AVEVANO AGITO ANCHE A FORLÌ Simulavano incidenti, banda sgominata Oltre 10 milioni di euro raccolti grazie agli indennizzi UNA truffa da 10 milioni di euro ai danni delle assicurazioni. L'ha architettata un'organizzazione composta da nigeriani attraverso incidenti causati volontariamente per ottenere risarcimenti per danni fisici. L'operazione, condotta dalle squadre mobili di Treviso, Venezia, Padova, Rovigo, Bologna e Pesaro-Urbino, ha portato a 24 arresti in tre regioni diverse. Secondo gli investigatori il sistema messo in piedi dagli arrestati è stato esportato anche nella nostra Provincia (così come in quelle di Ravenna, Rimini, Bologna). L'indagine, iniziata tre anni fa, ha preso in esame incidenti stradali nel periodo nei quali sono coinvolti gli indagati, ed è stato accertato che sono vittime quasi la totalità delle assicurazioni e l'ammontare degli indennizzi è di oltre 10 milioni di euro. L'organizzazione faceva base tra il veneziano e il trevigiano ed erano cinque le menti a studiare le strategie per simulare gli incidenti, garantendo di essere sempre da parte della ragione, facendo così ricadere la responsabilità su altri. Vittime erano soprattutto donne sole in auto o anziani sopraffatti dai nigeriani che usavano, tra l'altro, frenare di colpo, provocando così un tamponamento voluto. In ospedale poi non andava un solo immigrato, ma spesso tre o quattro, tutti a lamentarsi del danno fisico subito. AUSL RAVENNA 5

6 21/05/2011 Corriere di Romagna - Ravenna Pag. 4 Pizza express contro auto, un ferito Travolto a Punta Marina un ragazzo che lavorava per le consegne a domicilio RAVENNA. E' in gravi condizioni, ma per fortuna non in pericolo di vita, il ventenne "portapizza" a domicilio rimasto ferito ieri sera in uno spettacolare incidente stradale avvenuto a Punta Marina in viale dei Navigatori, proprio di fronte al Bar Centrale. Il suo scooter dopo l'impatto con un'auto è poi finito sul tettuccio della vettura. Una scena a dir poco unica, immortalata dal nostro fotografo e sulla cui dinamica esatta stanno cercando di far luce i carabinieri giunti sul posto per eseguire i rilievi di legge, insieme a una pattuglia della polizia che ha invece gestito la viabilità in zona, dovendo chiudere una delle due corsie del viale. Stando a una prima ricostruzione, sembra che il giovane scooterista fosse impegnato in una consegna per una pizzeria della zona a bordo di uno Scarabeo giallo. Per cause ancora in corso di accertamento si è scontrato, all'altezza di via della Medusa, con la Peugeot 308 guidata da una donna che, provenendo da Ravenna, stava invece per svoltare a sinistra per entrare dentro una proprietà privata. Inevitabile lo scontro con il motociclo che si è letteralmente impennato finendo chissà come sul tettuccio della vettura. Sono subito scattati i soccorsi e a Punta Marina, oltre all'ambulanza del 118, è stato fatto atterrare anche l'elicottero ripartito poi per Ravenna senza trasportati. Il giovane scooterista è infatti apparso cosciente ed è stato condotto in ospedale per ulteriori accertamenti a causa di un forte trauma cranico e di lesioni alle gambe. Saranno poi consegnate le borse di studio a tre studenti degli Istituti tecnici per geometri della provincia e i premi di formazione agli allievi che hanno portato a termine i corsi istituzionali nell'anno formativo 2010/2011. Infine alle 11, Ivano Marescotti interpreterà un recital dedicato al ruolo della scuola dal dopoguerra ad oggi. La Scuola edile della provincia di Ravenna fu fondata, dopo al firma del primo contratto nazionale di lavoro per il settore delle costruzioni, come strumento permanente e qualificato di formazione al servizio dei lavoratori e delle imprese. Attualmente è gestita da tutte le organizzazioni sindacali e imprenditoriali della provincia, unitarietà che ha consentito all'i sti tu to ravennate di divenire un punto d'ec cel le nza tra le realtà formative del settore. Il settimo decennio di vita della scuola si è aperto sotto il segno della grave crisi economica che ha causato la perdita di molti posti di lavoro anche nel territorio locale: per questo l'istituto è ora chiamato ad un impegno innovativo sul terreno della riconversione professionale. «Una sfida - ha commentato il presidente Sergio Mazzotti - che affrontiamo con determinazione, consapevoli che la cultura tecnica e della sicurezza che insegniamo, sono i presupposti per garantire al sistema ravennate delle costruzioni un futuro all'altezza della sua straordinaria tradizione». Ivano Marescotti Lo scooter finito sul tettuccio della Peugeot (foto Fiorentini) AUSL RAVENNA 6

7 21/05/2011 La Voce di Romagna - Sport Pag. 4 (diffusione:30000) Sul filo dei sentimenti e delle emozioni in ricordo di Vittorio RAVENNA - I veterani del Bologna, la selezione di Noi Giallorossi, ma soprattutto gli Amici di Vittorio Mero. Grande calcio nostalgico e benefico, questo pomeriggio, al 'Benelli', a partire dalle ore 17, ma anche calcio sulle corde dei sentimenti e delle emozioni, visto che si giocherà, si canterà sugli spalti, ci si ritroverà in nome e nella memoria di Vittorio Mero, grande difensore e splendido ragazzo scomparso il 23 gennaio Torna il "Memorial Mero" e torna con una nuova veste, sulle ceneri della manifestazione precedente, andata in scena per tre anni - "un tempo c'erano squadre titolate e giocatori di alto grado; adesso siamo alla base, ci sono persone che il calcio lo amano, lo sentono dentro, c'è un'espressione più genuina, un entusiasmo semplice", evidenzia il presidente di Noi Giallorossi, Giorgio Bartolini - ma con la formula immutata, ovvero il triangolare con partite da un tempo unico (e minutaggio più ridotto), e con l'identica finalità benefica. L'intero incasso verrà, infatti, devoluto all'unità di Pediatria dell'ospedale di Ravenna. Per i tifosi del Ravenna, vecchi e giovani, è l'occasione per vedere sul campo diverse generazioni di giocatori che hanno fatto la storia del club, sia tra coloro che innervano la selezione di Noi Giallorossi, allenata da Gilberto Alvoni, sia tra coloro che, riuniti sotto l'insegna di Amici di Vittorio, formazione allenata da Roberto Landi, torneranno apposta a Ravenna per ricordare l'amico e il compagno: da Bertarelli a D'Aloisio, da Mengucci a Zauli, da Centofanti a Sotgia, oltre a quelli che hanno scelto Ravenna come posto in cui vivere: da Buonocore a Gadda, da Pregnolato a Marrocco. "Sono molto felice di questa iniziativa - dice Monica Mero, moglie di Vittorio e presidente dell'omonima associazione che organizza l'evento - perchè si va a ricreare un gruppo di persone e di atleti che hanno rappresentato grandi momenti della vita di Vittorio. E sono contenta soprattutto che siamo riusciti a riproporre questa torneo dopo alcuni anni di assenza: avrà un'impronta più amichevole e meno formale". Massimo Montanari AUSL RAVENNA 7

8 21/05/2011 La Voce di Romagna - Rimini Pag. 23 (diffusione:30000) Convegno medico sulle neoplasia CATTOLICA - "Neoplasie del pancreas e delle vie biliari" è il tema del convegno che si svolgerà oggi, sabato 21 maggio, a Cattolica presso il Teatro Snaporaz dalle 8.45 fino alle 13. Il convegno è organizzato dal servizio di Oncologia del Cervesi, diretto dal dottor Enzo Pasquini, con la collaborazione dell'istituto Oncologico Romagnolo (Ior), dell'istituto di ricerca e cura a carattere scientifico Irst con il patrocinio dell'aiom (Associazione Italiana di Oncologia Medica). AUSL RAVENNA 8

9 21/05/2011 La Voce di Romagna - Ravenna Pag. 27 (diffusione:30000) Baccarini tra i 150 personaggi dell'unità d'italia Defibrillatori nelle piazze e nelle vie del centro per qualsiasi emergenza Russi è la prima città a prova di coccolone Uno dei nuovi defibrillatori trova casa vicino alla Bcc RUSSI - Si è inaugurato domenica scorsa a Russi il primo dei nuovi defibrillatori che vanno ad arricchire la dotazione già presente sul territorio comunale. Il progetto "Defibrillazione precoce" è stato promosso e divulgato in numerose occasioni dall'amministrazione comunale, supportata in questo impegno dal Lions Club e dalla Pubblica assistenza, oltre che da cittadini e imprenditori. Il progetto ha l'obiettivo di tutelare la salute dei cittadini quanto più possibile rendendo il tessuto territoriale più attrezzato a soccorrere in breve tempo le persone colpite da problemi cardiaci. Con i contributi dei tanti sostenitori del progetto è stato possibile acquistare 5 nuovi defibrillatori (di cui uno collocato sul mezzo della Pubblica assistenza), dei cartelli segnaletici posti in prossimità dello strumento, delle cassette allarmate per l'installazione, e la formazione di oltre 100 volontari in grado di affrontare un'emergenza cardiologia. Il nuovo defibrillatore, acquistato grazie al contributo dell'imprenditore Franco Ferruzzi, è stato posto sotto il portico della Bcc in Corso Farini a Russi. In settimana verranno collocati anche gli altri: a Godo presso la Bcc (donato dall'azienda Erocompany), a San Pancrazio presso il Centro Civico/Medico (donato da Consar Ravenna), a Russi presso il Palazzetto dello sport (donato dall'azienda Raccagni Escavazioni di Fossolo). I defibrillatori sono tutti opportunamente segnalati da cartelli sulla strada e a fianco dello strumento. AUSL RAVENNA 9

10 21/05/2011 La Voce di Romagna - Ravenna Pag. 24 (diffusione:30000) Simulazione di soccorso a Persolino FAENZA - Giornata d'apertura di "Un sabato e una domenica sul colle di Persolino", manifestazione organizzata dall'istituto per l'agricoltura e l'ambiente. Alle è in programma una visita guidata al roseto e alle 16 si potrà assistere alla simulazione delle operazioni di soccorso in caso di incidente sul lavoro. Interverranno i vigili del fuoco di Faenza, personale dell'ausl, il comitato locale della Croce Rossa e volontari dell'associazione Faenza per Te. La giornata si chiuderà alle con la degustazione guidata ai vini della cantina didattica dell'istituto Agrario di Persolino. AUSL RAVENNA 10

11 21/05/2011 La Voce di Romagna - Ravenna Pag. 13 (diffusione:30000) Sondaggi anche per ex caserma ed ospedale RAVENNA - Oltre a suggerire di proseguire nell'esame delle possibilità di intervento nel sito di via Renato Serra, il gruppo di studio comunale ritiene opportuno proseguire la discussione e l'approfondimento sul sito di piazza Baracca. Inoltre, i tecnici incaricati di stabilire una scala delle priorità di intervento, valutano opportuno esaminare le potenzialità dell'area dell'ex caserma Dante Alighieri di via Bixio e di eventuali parcheggi su aree private. Da ultimo, il gruppo di studio suggerisce all'amministrazione Matteucci di prendere in considerazione la fattibilità tecnico-economica di un eventuale intervento sull'attuale parcheggio dell' Ospedale civile. Non è escluso, infatti, che il parcheggio di viale Randi possa venire ampliato sfruttando una soluzione interrata. AUSL RAVENNA 11

12 21/05/2011 La Voce di Romagna - Ravenna Pag. 1 (diffusione:30000) A pagina 13 RAVENNA - I... A pagina 13 RAVENNA - I parcheggi. Dopo le buche nell'asfalto, l'altra pungente spina nel fianco dell'amministrazione Matteucci che fu e che verrà. Ma se per le strade groviera il riconfermato sindaco sembra quasi allargare le braccia, come a dire che in tale ristrettezza di risorse altro non resta che affidarsi a 'san bitume' protettore di automobilisti e centauri, per quanto riguarda la cronica mancanza di posti auto vista centro - che ogni giorno avvelena e stressa l'animo dei conducenti - Palazzo Merlato pare davvero intenzionato a cercar l'antidoto. Il Comune, in effetti, le aree dove costruire i posteggi le avrebbe pure individuate, resta però da valutare la fattibilità degli interventi e soprattutto restano da trovare i privati interessati a realizzare e gestire le strutture. Per approfondire ed esaminare questi aspetti si è formato un apposito gruppo di lavoro. Il gruppo di saggi incaricato dal Comune ha analizzato i siti di via Renato Serra (ex falegnameria); piazza Baracca, piazzale Natalina Vacchi e il parcheggio in prossimità della Casa di Cura " San Francesco". AUSL RAVENNA 12

13 21/05/2011 La Voce di Romagna - Forli Pag. 29 (diffusione:30000) Chiuso l'ingresso principale dell' ospedale Occhio ai cartelli al San Giorgio CERVIA - L'ingresso principale dell'ospedale San Giorgio resterà chiuso per due settimane, a partire da oggi fino al 6 giugno, causa lavori edilizi inderogabili. Il lavoro di ristrutturazione coinvolgerà la portineria, le scale di accesso al primo piano e il primo locale adiacente alle scale. La riscuotitrice automatica e la segreteriaaccettazione del servizio radiologico saranno normalmente funzionanti. L'Ausl di Ravenna, pur comprendendo i disagi a cui sarà sottoposta l'utenza, ha predisposto l'obbligo di utilizzare l'accesso del Punto di Primo Intervento per accedere all'ospedale. "Essendo questo percorso alternativo, in parte occupato dall'unità mobile di risonanza magnetica - si legge nella nota stampa dell'ausl di Ravenna - si chiede ai colleghi dell'ufficio tecnico di garantire la sicura fruibilità dell'accesso". AUSL RAVENNA 13

14 SANITÀ NAZIONALE 15 articoli

15 21/05/2011 Corriere della Sera - Roma Pag. 5 (diffusione:619980, tiratura:779916) Campus Biomedico Tumore al polmone: a giugno scatta la prevenzione F. D. F. Durerà per tutto il mese di giugno la campagna «Un respiro per la vita» per prevenire il tumore al polmone. L'iniziativa, rivolta soprattutto a fumatori e ex fumatori, è stata promossa dal Policlinico universitario Campus Bio-Medico che offre l'opportunità di effettuare gratuitamente un esame di controllo dell'apparato respiratorio mediante «Tomografia computerizzata spirale a basso dosaggio». Questa metodica permette di individuare formazioni neoplastiche nei primi stadi di sviluppo e permette quindi terapie precoci. L'esame non è invasivo, è assolutamente indolore e dura appena 6 secondi. È possibile prenotarlo chiamando il numero dedicato , ma l'accertamento è riservato a cittadini di età superiore ai 55 anni. L'esito verrà comunicato il giorno stesso, nel corso di una visita specialistica gratuita. «Il tumore ai polmoni causa il più elevato numero di decessi, sia tra gli uomini che tra le donne - spiega il professor Pierfilippo Crucitti, specialista in Chirurgia generale e toracica al Policlinico Universitario Campus Biomedico - ma se viene diagnosticato in fase precoce, si può guarire. Oggi c'è un esame indolore, non invasivo, in grado di diagnosticare tumori polmonari in fase molto precoce». Con la campagna «Un respiro per la vita» il Campus Bio-Medico «offre gratuitamente questo esame che normalmente non è coperto dal Servizio Sanitario Nazionale - ricorda il professor Crucitti - ma studi internazionali hanno dimostrato l'efficacia della Tac spirale a basso dosaggio nell'individuazione di noduli non visibili ad altri strumenti diagnostici». Il fumo di tabacco è il più grave fattore di rischio per il carcinoma polmonare e ogni anno in Italia si registrano tra i 35mila e il 40mila nuovi casi. RIPRODUZIONE RISERVATA SANITÀ NAZIONALE 15

16 21/05/2011 Corriere della Sera - Milano Pag. 5 (diffusione:619980, tiratura:779916) La storia Dal trauma cranico dell'ex interista Adriano all'infortunio del rossonero Legrottaglie «Io, medico di San Siro Curo la città di calciatori e tifosi» Furio Zucco, responsabile degli interventi sanitari Arianna Ravelli Una città da curare. Di 80 mila persone. Una volta alla settimana, spesso due. Per 5-6 ore. Una città particolare, fatta di calciatori famosi che rischiano traumi, cinquantenni sugli spalti che rischiano infarti, ragazzi che rischiano qualsiasi cosa (anche di cadere giù dal secondo anello, come è successo). Fare il medico (responsabile) di San Siro è un mestiere pericoloso, Furio Zucco lo fa da sei anni. Ci sono 160 persone a vegliare sulla cittadella di San Siro (arrivano due ore e mezza prima della partita e se ne vanno un'ora dopo), 32 pattuglie di quattro soccorritori in giro per gli spalti, poi 9 medici (di cui 5 anestesisti/rianimatori) e 12 infermieri esperti in emergenza/urgenza. Sono distribuiti in nove punti di primo intervento sanitario (con infermerie attrezzate di defibrillatori), un centro mobile di rianimazione e 4 ambulanze, tutti in collegamento radio. In campo, un'équipe di rianimazione, composta da un medico (Zucco) e un infermiere. «Il concetto è simile a quello degli altri interventi di soccorso d'emergenza. Interviene il medico più vicino - spiega il dottor Zucco, che è il direttore del dipartimento d'emergenza dell'ospedale Salvini di Garbagnate, nel cui territorio rientra San Siro -. Negli anni abbiamo cambiato un po' la filosofia: prima si cercava di trasferire il paziente il prima possibile in ospedale, adesso cerchiamo di trattarlo sul posto al meglio». Il dottore in genere sta a bordo campo, tra le panchine. Un punto d'osservazione che molti gli invidierebbero, a contatto con i vari Mourinho e Leonardo (citati non a caso: il dottore è interista, ma rigorosamente super partes sul lavoro), e che, negli anni, è arrivato a conoscere piuttosto bene. «Li incontri nel tunnel, o in occasioni di tensione, è normale si instaurino certi rapporti» spiega. Un po' meno invidiabile la sua situazione quando è chiamato a correre in campo. È successo il 21 dicembre La partita era Inter-Empoli, Adriano salta di testa e si scontra con Andrea Raggi: «Il brasiliano subì un trauma cranico pesantissimo, non ha respirato per 25 secondi, l'abbiamo dovuto ventilare in campo. Senza dubbio, l'intervento più difficile. Quest'anno ricordo il caso di Legrottaglie, un traumatismo cervicale». Per il resto, capita un pò di tutto a San Siro. Colpi di calore, di freddo, il ragazzo della Banda Bagaj precipitato sopra un signore di sotto «e che è stato intubato sugli spalti», 1-2 casi di infarto all'anno. «Per gli infarti è stato approntato un sistema di tele-medicina - continua Zucco -: l'elettrocardiogramma viene subito trasmesso alla centrale operativa e al primo centro cardiologico disponibile. Quando il paziente arriva, in ospedale hanno già studiato il caso. I trasferimenti avvengono in 65 minuti massimo». In tutto, Zucco può dire con un certo orgoglio che dal '90 (quando i Mondiali hanno contribuito a migliorare gli standard d'assistenza, almeno a San Siro) «abbiamo salvato da morte sicura 22 persone». Due squadre di calcio. RIPRODUZIONE RISERVATA Foto: Il campione Foto: L'infortunio dell'interista Adriano nel Sotto Luca Volpini, caduto dagli spalti di San Siro nel 2002 Foto: In campo Furio Zucco SANITÀ NAZIONALE 16

17 21/05/2011 Corriere della Sera - Milano Pag. 1 (diffusione:619980, tiratura:779916) Tolti a chi non deve garantire la reperibilità: risparmio da 50 mila euro Policlinico, via i cellulari a 200 medici SIMONA RAVIZZA E ora in nome del risparmio arriva anche la stretta sui cellulari dei medici. In 200 all'ospedale Policlinico rinunciano al telefonino aziendale dal 1 giugno. Lo fanno in seguito a un input dei vertici di via Francesco Sforza alle prese con i rinnovi contrattuali con le aziende di telefonia. D'ora in avanti il telefonino lo terranno solo i 400 medici che devono garantire una reperibilità pronta e costante. Gli altri gli diranno addio. Uno su tre. Spiegano dal Policlinico: «È quanto prevede, tra l'altro, la manovra finanziaria del 24 dicembre 2007». Saranno risparmiati almeno 50 mila euro: finora, infatti, la spesa è stata di 205 mila euro ogni due anni (traffico telefonico escluso). La decisione è frutto di un accordo tra i vertici del Policlinico e i sindacati. Nessuna protesta, ma una consapevolezza: l'epoca dell'austerity in sanità costringe tutti a tirare la cinghia. Gli sprechi devono scomparire. Lo sanno bene i supermanager degli ospedali che dall'inizio dell'anno hanno dovuto ridurre pranzi e cene per le pubbliche relazioni, utilizzare i cellulari solo per lavoro e spostarsi su auto blu con cilindrate inferiori ai Ma non ci sono solo telefonini e spese di rappresentanza. La mannaia della Finanziaria si è abbattuta anche sui lavoratori a tempo determinato o con contratti atipici ridotti del 50% (tranne quelli strettamente indispensabili all'attività sanitaria e a quella dell'emergenza-urgenza) e sui corsi di formazione dimezzati. Stesso discorso per le consulenze tagliate dell'80% e per le missioni ridimensionate del 50%. Tutta colpa della crisi. RIPRODUZIONE RISERVATA SANITÀ NAZIONALE 17

18 21/05/2011 Il Sole 24 Ore Pag. 13 (diffusione:334076, tiratura:405061) Sanità. A fine maggio scade la copertura garantita dallo Stato per evitare il balzello da 487 milioni Per i governatori rischio superticket SPESA FARMACEUTICA Regioni pronte ad andare all'attacco nel nuovo round per il «patto sulla salute» in calendario la prossima settimana Roberto Turno ROMA Ancora dieci giorni e dal 1 giugno per i governatori tornerà a materializzarsi un fantasma che da cinque mesi pensavano di aver scacciato dai loro pensieri: a fine maggio scade infatti la copertura, garantita dallo Stato, della mancata rinascita del superticket sanitario sulla specialistica. E se non ci sarà alcun ristoro dallo Stato, come finora il Governo non ha fatto, le Regioni dovranno fare da sé. Una partita che vale 487 milioni per i sette mesi che restano del 2011 (e quasi 900 nel 2012) e che i governatori dovranno altrimenti risolvere: con l'applicazione, appunto, del superticket da 10 euro, o con una sventagliata di mini ticket locali. Oppure dar fondo, se le hanno, alle proprie risorse per evitare altri balzelli a carico degli assistiti. Solito, immancabile rebus dei conti regionali, la spesa sanitaria si conferma l'incubo numero uno per i bilanci dei governatori. Che in vista della manovra di giugno temono altri tagli e si preparano a un nuovo confronto tutto in salita col Governo. Tanto più che su tutte le partite aperte col Governo, e non solo con Tremonti, si addensano nuvole poco rassicuranti: da una parte è sempre in sospeso il nodo del trasporto pubblico locale su cui cresce il pressing locale, mentre sul federalismo fiscale e su altre riforme in corso - come la creazione della «Conferenza della repubblica» al posto delle attuali Conferenze Stato-regioni e Unificata - continua a crescere la tensione. Un capitolo specifico della spesa sanitaria su cui le Regioni sono pronte ad andare all'attacco, è la spesa farmaceutica. Il tavolo previsto dal «patto per la salute» dovrebbe ripartire la prossima settimana. E i governatori sono pronti a fare muro. Con tre o quattro specifici punti all'ordine del giorno: i costi dei farmaci ospedalieri, la partita del prezzo di rimborso dei generici, i medicinali biosimilari, la convenzione con le farmacie sulla quale le Regioni vogliono cancellare l'attuale rimborso in percentuale sul costo del farmaco, sostituendolo con una «remunerazione sul servizio». Sulla farmaceutica ospedaliera, intanto, le Regioni stimano per il 2011 un disavanzo - tutto a loro carico - di 2,6 miliardi. Il «tetto» di spesa sarebbe a fine anno più del doppio di quello a budget: il 5,1 anziché il 2,4% dell'intera spesa sanitaria. Lo sfondamento è considerato «non una eventualità o una condizione imprevista, ma una condizione che si verifica in maniera sistematica tutti gli anni e in tutte le Regioni» che per di più avviene, si sostiene in un documento, «in totale assenza di concorrenza» che ora le Regioni vorrebbero spezzare con interventi sicuramente poco graditi alle industrie. Come poco apprezzata dal settore produttivo, ma benedetta dall'antitrust, è la posizione dei governatori sui farmaci biosimilari e contro il Ddl del Senato che prevede un lotto unico a gara tra questi prodotti e i loro originatori. Una guerra del tutto simile a quella già avvenuta, e tuttora in corso sui generici col nuovo prezzo di rimborso. Capitolo, questo, che le Regioni vorrebbero riaprire: ad oggi calcolano che il mancato adeguamento delle imprese ai nuovi prezzi fa ricadere sui cittadini almeno 120 milioni dei 600 di risparmio per le casse dello Stato. A meno che in tutta Italia non si segua la strada della Toscana. RIPRODUZIONE RISERVATA SANITÀ NAZIONALE 18

19 21/05/2011 La Repubblica - Palermo Pag. 4 (diffusione:556325, tiratura:710716) CRONACA In città il gotha mondiale della medicina una "fiera della salute" lunga tre giorni Russo e Lombardo: "Il ministro Fazio? Un poveretto" Martedì al Politeama si apre il Forum del Mediterraneo che ospiterà medici e aziende sanitarie GIUSI SPICA PIAZZA Politeama si prepara ad ospitare il gotha della sanità internazionale: si inaugura martedì il Forum del Mediterraneo, una vera e propria fiera della salute alla quale interverranno scienziati, manager e governatori da tutta Europa. Un evento sul quale il governo regionale e l'assessorato alla Salute puntano per rilanciare l'immagine della sanità siciliana, da giorni sotto il fuoco incrociato degli avversari politici e del ministro Ferruccio Fazio in persona, che ha bocciato la Sicilia su spesa farmaceutica, assistenza domiciliare agli anziani ed eccessivo tasso di ospedalizzazione. «Il ministro Fazio? Un poveretto», ha replicato ieri l'assessore Massimo Russo. Spalleggiato dal governatore Raffaele Lombardo: «Figura penosa: è stato costretto alla marcia indietro». E annunciano l'invio a Roma di un libro bianco coi «veri numeri» della riforma. A scatenare la polemica era stata la risposta di Fazio durante il question time voluto dai parlamentari siciliani del Pdl, in cui ha definito «critica» la situazione sui livelli essenziali di assistenza e bocciato la scelta della Regione di destinare almeno 500 milioni di euro ad altre spese, riducendo la partecipazione al fondo sanitario. «Evidentemente - incalza Lombardo - è stato chiamato all'ordine da sponsor siciliani. Cosa è cambiato rispetto a 15 giorni fa quando tutto in Sicilia andava benee la sanità aveva fatto passi da gigante?». Russo si spinge a citare il detto latino "non agit, sed agitur" (non agisce ma è indotto ad agire). «Non ci abbassiamo a queste polemiche - dice - ma rispondiamo con dati e numeri». Da Roma arriva la reazione piccata della senatrice Pdl Simona Vicari: «Le volgari insinuazioni di Russo nei confronti del ministroe lo scarso vocabolario rivelano il suo inesistente senso dello Stato e delle istituzioni. Che la sanità siciliana sia ultima in classifica, tranne qualche eccellenza, è sotto gli occhi di tutti». Mentre incalza la polemica, piazza Politeama si prepara a ospitare da martedì a giovedì il Forum del Mediterraneo. Gli operai sono al lavoro per allestire gli stand che ospiteranno aziende ospedaliere e sanitarie di tutta Italia. Un grande spazio dove sarà possibile raccontare eccellenze e attività. Saranno presenti rappresentanti della medicina mondiale, delle più importanti società scientifiche e dei governi del Mediterraneo. L'iniziativa, promossa dall'assessorato alla Salute della Regione e dalla fondazione Sicurezza in sanità, prevede incontri, spazi per le migliori esperienze in tema di promozione della salute e confronti tra i modelli delle regioni. Tra i nomi di peso, Charles De Lisi, preside dell'università di Boston, Napoleone Ferrara, in collegamento dagli Usa, e Francis Delmonico, direttore della società mondiale dei trapianti. PER SAPERNE DI PIÙ Foto: Massimo Russo Foto: Gli stand del Forum in piazza Politeama SANITÀ NAZIONALE 19

L'avete fatto a me. Cooperazione e Sviluppo per la salute nei P.V.S.

L'avete fatto a me. Cooperazione e Sviluppo per la salute nei P.V.S. L'avete fatto a me medici, infermieri, psicologi, fisioterapisti, educatori e amministrativi volontari per la Formazione del personale locale a Sud del Mondo. Anno 9, n. 2 Newsletter marzo-aprile 2012

Dettagli

Come va la nostra Sanità?

Come va la nostra Sanità? Come va la nostra Sanità? Dopo un lungo periodo di commissariamento imposto dai governi centrali per correggere gli sprechi di molte regioni,quasi sempre meridionali, la Campania, per bocca del suo governatore,

Dettagli

Nota metodologica. Avvertenze

Nota metodologica. Avvertenze 1 Nota metodologica Le informazioni sulla struttura e l attività degli istituti di cura sono elaborate dall Istat a partire dai dati rilevati dal Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali.

Dettagli

SANITA': E-R; SINDACATI, 500 POSTI IN MENO NEL

SANITA': E-R; SINDACATI, 500 POSTI IN MENO NEL Ansa SANITA': E-R; SINDACATI, 500 POSTI IN MENO NEL 2012 'EFFETTO BLOCCO DEL TURN-OVER, TAGLIO DEI COSTI PER 25 MILIONI' BOLOGNA, 28 GIU - A fine 2012, come effetto del blocco del turn-over, il sistema

Dettagli

L Opportunità dell Assistenza Domiciliare Ospedaliera Integrata Giovanni Seccia. Responsabile U.O.S. Assistenza Domiciliare Ospedaliera Ospedaliera

L Opportunità dell Assistenza Domiciliare Ospedaliera Integrata Giovanni Seccia. Responsabile U.O.S. Assistenza Domiciliare Ospedaliera Ospedaliera L Opportunità dell Assistenza Domiciliare Ospedaliera Integrata Giovanni Seccia Responsabile U.O.S. Assistenza Domiciliare Ospedaliera Ospedaliera Spesa complessiva del Servizio Sanitario Nazionale 2011

Dettagli

Influenza A, muore donna a Messina Il virologo: in Italia forse 12mila vittime

Influenza A, muore donna a Messina Il virologo: in Italia forse 12mila vittime Il Messaggero.it Influenza A, muore donna a Messina Il virologo: in Italia forse 12mila vittime Forse il primo decesso per il virus. I familiari erano rientrati da Londra. Nella Penisola cinque casi seri

Dettagli

Il tumore al seno fa meno paura: decisiva la diagnosi precoce

Il tumore al seno fa meno paura: decisiva la diagnosi precoce 25-07-2014 www.tmnews.it Il tumore al seno fa meno paura: decisiva la diagnosi precoce Nel 2014 si stima che saranno 48.000 i casi in Italia Roma, 25 ott. (TMNews) - Oggi il tumore al seno fa sempre meno

Dettagli

Progetto di Assistenza Domiciliare

Progetto di Assistenza Domiciliare Progetto di Assistenza Domiciliare Per curare efficacemente un malato cronico, oggi non è più sufficiente limitarsi alla corretta interpretazione dei segni e dei sintomi clinici della malattia e/o alla

Dettagli

ECCO LA MIA ESPERIENZA COME HO VISSUTO LO SPORT DA DISABILE

ECCO LA MIA ESPERIENZA COME HO VISSUTO LO SPORT DA DISABILE ECCO LA MIA ESPERIENZA COME HO VISSUTO LO SPORT DA DISABILE Ciao a tutti, io sono Andrea referente locale Ferrara-Bologna per Aismac. Sono affetto da una Siringomielia traumatica dorsale e da una amputazione

Dettagli

Ruolo ed attività previste per i giovani in servizio civile nell ambito del progetto.

Ruolo ed attività previste per i giovani in servizio civile nell ambito del progetto. Allegato B) CARATTERISTICHE PROGETTO Titolo del progetto: SCR Volontari Sotto la Torre 2014 Settore di intervento del progetto: a) Tutela dei diritti sociali e di cittadinanza delle persone, anche mediante

Dettagli

Azienda Ospedaliera Universitaria San Luigi Gonzaga: un Ospedale specialistico al servizio dei cittadini. Un patrimonio da difendere e sviluppare

Azienda Ospedaliera Universitaria San Luigi Gonzaga: un Ospedale specialistico al servizio dei cittadini. Un patrimonio da difendere e sviluppare Azienda Ospedaliera Universitaria San Luigi Gonzaga: un Ospedale specialistico al servizio dei cittadini Un patrimonio da difendere e sviluppare L AOU San Luigi per la sua collocazione geografica svolge

Dettagli

IL DEFIBRILLATORE NEGLI IMPIANTI SPORTIVI? IL PERCHE DI UNA SCELTA OBBLIGATA

IL DEFIBRILLATORE NEGLI IMPIANTI SPORTIVI? IL PERCHE DI UNA SCELTA OBBLIGATA IL DEFIBRILLATORE NEGLI IMPIANTI SPORTIVI? IL PERCHE DI UNA SCELTA OBBLIGATA Furio Zucco Responsabile Sevizio Sanitario Stadio S. Siro Milano Convegno: In campo con il Cuore 17 maggio 2014 Milano UN PROBLEMA

Dettagli

FIORE: CAMBIAMO MENTALITA' PER UNA SANITA' MIGLIORE. Scritto da Isabella Giorgio Mercoledì 25 Agosto 2010 18:36

FIORE: CAMBIAMO MENTALITA' PER UNA SANITA' MIGLIORE. Scritto da Isabella Giorgio Mercoledì 25 Agosto 2010 18:36 La questione Sanità in Puglia e il piano di rientro è stato il tema del primo appuntamento de Le interviste di rilievo, promosso dalla Presidenza del Consiglio di Cassano Murge. Un dibattito, quanto mai

Dettagli

SEDUTA DI MERCOLEDÌ 3 DICEMBRE 2008

SEDUTA DI MERCOLEDÌ 3 DICEMBRE 2008 Atti Parlamentari 1 Camera Deputati Senato Repubblica COMITATO PARLAMENTARE DI CONTROLLO SULL ATTUAZIONE DELL ACCORDO DI SCHENGEN, DI VIGILANZA SULL ATTIVITÀ DI EUROPOL, DI CON- TROLLO E VIGILANZA IN MATERIA

Dettagli

associazione per il bambino in ospedale Amico ABIO

associazione per il bambino in ospedale Amico ABIO associazione per il bambino in ospedale numero 34 maggio 2015 Amico ABIO UDINE Periodico quadrimestrale di informazione di ABIO Udine Onlus Direttore Responsabile: Paola Del Degan Redazione: Paola Caselli,

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. 13 Novembre 2015

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. 13 Novembre 2015 Pagina 1 di 5 rassegna stampa 13 Novembre 2015 IL CITTADINO Lodi Pronto soccorso radiologico all ospedale Domani mattina si inaugurerà il Pulmino alao per gli ammalati Faremo gli esami Dna ai pazienti

Dettagli

Nota stampa Roma, 13 novembre 2015

Nota stampa Roma, 13 novembre 2015 Nota stampa Roma, 13 novembre 2015 Liste di attesa e spesa privata: i cittadini pagano le inefficienze di un SSN sempre meno accessibile. Necessaria politica nazionale per l accesso ai servizi. Presentato

Dettagli

rassegna stampa RASSEGNA STAMPA 14 Ottobre 2015 IL CITTADINO Lodi Codogno Sant Angelo Lodigiano Casalpusterlengo

rassegna stampa RASSEGNA STAMPA 14 Ottobre 2015 IL CITTADINO Lodi Codogno Sant Angelo Lodigiano Casalpusterlengo Pagina 1 di 5 rassegna stampa 14 Ottobre 2015 IL CITTADINO Lodi Concorsone infermieri, i carabinieri nelle case Farmacie aperte la notte «Sopravvivere è dura» In ospedale fuori uso la macchina del ghiaccio

Dettagli

staminali Ricercatore su cellule

staminali Ricercatore su cellule Ricercatore su cellule staminali Ci sono molte buone ragioni per accettare questo progetto: La ricerca sulle cellule staminali embrionali offre la possibilità di accrescere le nostre conoscenze sulle cellule

Dettagli

Se la nonna impenna la moto e cade La grande truffa dei falsi incidenti

Se la nonna impenna la moto e cade La grande truffa dei falsi incidenti Corriere della Sera http://www.corriere.it/cronache/11_settembre_29/fasano-nonna-moto-cade_b1ce4c46... Page 1 of 2 03/10/2011 stampa chiudi IL RECORD DI TARANTO, 321 INDAGATI. E LE FRODI FANNO SALIRE IL

Dettagli

HOSPICE: CHE COSA ASPETTARSI? COME E DOVE TROVARLE CHI HA BISOGNO DI QUESTE STRUTTURE SPESSO NON SA

HOSPICE: CHE COSA ASPETTARSI? COME E DOVE TROVARLE CHI HA BISOGNO DI QUESTE STRUTTURE SPESSO NON SA DALL PARTE DEL MALATO HOSPICE: CHE COSA ASPETTARSI? CHI HA BISOGNO DI QUESTE STRUTTURE SPESSO NON SA COME E DOVE TROVARLE NÉ A CHE COSA HA DIRITTO. ECCO ALLORA LA RISPOSTA ALLE DOMANDE PIÙ FREQUENTI È

Dettagli

SERVIZIO DI ONCOLOGIA ED EMATOLOGIA PEDIATRICA, OSPEDALE MONTEPRINCIPE MADRID

SERVIZIO DI ONCOLOGIA ED EMATOLOGIA PEDIATRICA, OSPEDALE MONTEPRINCIPE MADRID Sessione Parallela LA CURA SI FA OPERA SERVIZIO DI ONCOLOGIA ED EMATOLOGIA PEDIATRICA, OSPEDALE MONTEPRINCIPE MADRID Blanca Lopez-Ibor Dir. Unidad de Hematologia-Oncologia Pediatrica, Hosp. Monteprincipe

Dettagli

IL COUNSELLING NEL CONTESTO SANITARIO

IL COUNSELLING NEL CONTESTO SANITARIO IL COUNSELLING NEL CONTESTO SANITARIO Danilo Toneguzzi Psichiatra, psicoterapeuta direttore dell Istituto Gestalt di Pordenone "INformazione Psicologia Psicoterapia Psichiatria", n 41-42, settembre - dicembre

Dettagli

Personale laureato del ruolo sanitario

Personale laureato del ruolo sanitario TABELLA DI SUPPORTO per la compilazione della Sezione 3: Professionalità e Tipologia di rapporto della Scheda anagrafica Personale laureato del ruolo sanitario 1. MEDICI 1.01. Odontoiatria 1.02. Allergologia

Dettagli

CODICI ALTRI CORSI DI STUDIO TABELLA CODICI MASTER MASTER DI PRIMO LIVELLO COD. DESCRIZIONE 930 ACUSTICA E CONTROLLO DEL RUMORE 883 AMMINISTRATORE DI

CODICI ALTRI CORSI DI STUDIO TABELLA CODICI MASTER MASTER DI PRIMO LIVELLO COD. DESCRIZIONE 930 ACUSTICA E CONTROLLO DEL RUMORE 883 AMMINISTRATORE DI CODICI ALTRI CORSI DI STUDIO TABELLA CODICI MASTER MASTER DI PRIMO LIVELLO 930 ACUSTICA E CONTROLLO DEL RUMORE 883 AMMINISTRATORE DI SISTEMI INFORMATICI IN DIAGNOSTICA PER IMMAGINI 896 ATTIVITA' MOTORIA

Dettagli

INTRODUZIONE ALLA SIMULAZIONE DELL AUDIT GRC. Centro Gestione Rischio Clinico

INTRODUZIONE ALLA SIMULAZIONE DELL AUDIT GRC. Centro Gestione Rischio Clinico INTRODUZIONE ALLA SIMULAZIONE DELL AUDIT GRC Centro Gestione Rischio Clinico DISCLAIM SUL CASO PRESENTATO Il presente caso è stato costruito esclusivamente a fini didattici; si è preso ispirazione da un

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

La complicanza del trasporto ordinario

La complicanza del trasporto ordinario La complicanza del trasporto ordinario Obiettivo della lezione I trasporti ordinari più frequenti Le possibili complicanze Come intervenire in modo corretto I trasporti ordinari più frequenti I trasporti

Dettagli

Il Policlinico nelle tue mani. Guida all'utilizzo dei servizi dell'azienda Ospedaliera Universitaria Gaetano Martino di Messina

Il Policlinico nelle tue mani. Guida all'utilizzo dei servizi dell'azienda Ospedaliera Universitaria Gaetano Martino di Messina Il Policlinico nelle tue mani Guida all'utilizzo dei servizi dell'azienda Ospedaliera Universitaria Gaetano Martino di Messina UNA BREVE INTRODUZIONE Il Policlinico Universitario Gaetano Martino è una

Dettagli

La VENTILAZIONE meccanica domiciliare dalla «A» alla «Z» Michele Vitacca, Roberto Porta, Enrico Clini. Aspetti tecnici, pratici, organizzativi

La VENTILAZIONE meccanica domiciliare dalla «A» alla «Z» Michele Vitacca, Roberto Porta, Enrico Clini. Aspetti tecnici, pratici, organizzativi MAN.VENTILAZ. 11-07-2000 10:23 Pagina 1 Il punto più importante è di capire e credere che anche se le condizioni di vita sono Michele Vitacca, Roberto Porta, Enrico Clini modificate questo non può e non

Dettagli

Governance e Risk Management in Sanità Il punto di vista del Direttore Generale

Governance e Risk Management in Sanità Il punto di vista del Direttore Generale AZIENDA OSPEDALIERA CTO/MARIA ADELAIDE TORINO Governance e Risk Management in Sanità Il punto di vista del Direttore Generale Alberto Andrion Management in Anatomia Patologica: Quale rischio? Roma 22 24

Dettagli

118 SERVIZIO DI URGENZA EMERGENZA MEDICA (SUEM)

118 SERVIZIO DI URGENZA EMERGENZA MEDICA (SUEM) 118 SERVIZIO DI URGENZA EMERGENZA MEDICA (SUEM) Storti Chiara Francesca Istruttore PSTI EMERGENZA TERRITORIALE OBIETTIVI 118 o 112 SISTEMA di EMERGENZA TERRITORIALE (norme e leggi, struttura territoriale)

Dettagli

La Rassegna Stampa di FederLab Italia

La Rassegna Stampa di FederLab Italia Rassegna Stampa del 06.06.2011 - a cura dell Ufficio Stampa di FederLab Italia Il ministro; «Modello ai riferimento per il Paese» Fazio ora torna a lodare il sistema sanitario siciliano PALERMO

Dettagli

Rettore: Prof. Alessandro Del Maschio Presidente: Dott. Roberto Mazzotta

Rettore: Prof. Alessandro Del Maschio Presidente: Dott. Roberto Mazzotta Rettore: Prof. Alessandro Del Maschio Presidente: Dott. Roberto Mazzotta Recapiti: Università Vita-Salute San Raffale Servizio Orientamento e Tutorato Via Olgettina, 58 20132 Milano Telefono 02 91751.556

Dettagli

La sanità in Lombardia tra tagli e nuovi ticket

La sanità in Lombardia tra tagli e nuovi ticket La sanità in Lombardia tra tagli e nuovi ticket Risorse 2012: I fondi destinati al finanziamento del Ssr sono 17 miliardi e 450 milioni di euro circa, di cui 8,6 miliardi per l'assistenza distrettuale,

Dettagli

Ruolo e prospettive delle società scientifiche

Ruolo e prospettive delle società scientifiche Ruolo e prospettive delle società scientifiche Dott. Nino Basaglia PastPresidentSIMFER Gorgo al Monticano (TV), 18 settembre 2015 RUOLO E PROSPETTIVE DELLE SOCIETÀ SCIENTIFICHE Motta di Livenza, 18 settembre

Dettagli

Rettore: Prof. Alessandro Del Maschio Presidente: Dott. Roberto Mazzotta

Rettore: Prof. Alessandro Del Maschio Presidente: Dott. Roberto Mazzotta Rettore: Prof. Alessandro Del Maschio Presidente: Dott. Roberto Mazzotta Sede: via Olgettina 58, 20132 Milano Sito internet: www.unisr.it Numero Iscritti : 2.480 circa (pre e post lauream) Numero verde

Dettagli

Iscrizione partecipante (ECM)

Iscrizione partecipante (ECM) Promosso da Iscrizione partecipante (ECM) AUDITORIUM SALA TESTORI palazzo lombardia MILANO 1-3 LUGLIO 2015 Dati Generali Azienda/Ente Uff./Dip. Nome* Cognome* Via* N * CAP* Comune* Provincia* Email* Tel.*

Dettagli

Via Venezian, 1 20133 Milano direttore.sanitario@istitutotumori.mi.it Recapito telefonico ore ufficio 02 23902676 fax 02 23902854

Via Venezian, 1 20133 Milano direttore.sanitario@istitutotumori.mi.it Recapito telefonico ore ufficio 02 23902676 fax 02 23902854 CURRICULUM VITAE E PROFESSIONALE DOTT. VITO CORRAO Informazioni personali Data di nascita 9 agosto 1955 Luogo di nascita Mazara del Vallo (TP) Codice fiscale CRR VTI 55M09 F061M Comune iscrizione liste

Dettagli

SISTEMA DI EMERGENZA SANITARIA 118

SISTEMA DI EMERGENZA SANITARIA 118 SCHEDA SISTEMA DI EMERGENZA SANITARIA 118 SISTEMA DI EMERGENZA SANITARIA Questo sistema è detto Sistema di EMERGENZA URGENZA e fa capo al numero UNICO 118. Il 118 è un numero telefonico attivo 24 ore su

Dettagli

INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE DI FORZA ITALIA GIANNI MONTALI SULL ACQUISTO DA PARTE DEL COMUNE DEL PALAZZETTO DELLA SCHERMA

INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE DI FORZA ITALIA GIANNI MONTALI SULL ACQUISTO DA PARTE DEL COMUNE DEL PALAZZETTO DELLA SCHERMA INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE DI FORZA ITALIA GIANNI MONTALI SULL ACQUISTO DA PARTE DEL COMUNE DEL PALAZZETTO DELLA SCHERMA Il sottoscritto Gianni Montali consigliere comunale di Forza Italia,

Dettagli

IL COMA VIGILE ASSISTITO IN AMBITO FAMILIARE

IL COMA VIGILE ASSISTITO IN AMBITO FAMILIARE IL COMA VIGILE ASSISTITO IN AMBITO FAMILIARE Premessa E da circa 20 anni che assistiamo in famiglia nostro figlio in stato di coma vigile. Mi scuso con gli specialisti, ma la parola stato vegetativo la

Dettagli

Racconta la tua Associazione

Racconta la tua Associazione Racconta la tua Associazione 1 CHE COS E LA LEGA La Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori è un Ente Pubblico sotto l alto patronato del Presidente della Repubblica. Da 80 anni la Lega opera nel campo

Dettagli

Rassegna Stampa. Sabato 23 febbraio 2013

Rassegna Stampa. Sabato 23 febbraio 2013 Rassegna Stampa Sabato 23 febbraio 2013 Rassegna Stampa realizzata da SIFA Srl Servizi Integrati Finalizzati alle Aziende 20129 Milano Via Mameli, 11 Tel. 0243990431 Fax 0245409587 Rassegna del 23 febbraio

Dettagli

Obesità? Cambio vita: in campo il Cardarelli

Obesità? Cambio vita: in campo il Cardarelli Obesità? Cambio vita: in campo il Cardarelli http://denaro.it/blog/2012/10/26/obesita-cambio-vita-in-campo-il-cardarelli/ Page 1 of 7 28/10/2012 Obesità? Cambio vita: in campo il Cardarelli Oltre 700 mila

Dettagli

Mediterraneo in Sanità

Mediterraneo in Sanità Forum 2012 Mediterraneo in Sanità SOSTENIBILITÀ E DIRITTO ALLA SALUTE SICUREZZA EQUITÀ APPROPRIATEZZA 6 7 8 giugno Palermo - Teatro Politeama Piazza Ruggero Settimo, 15 LA PIAZZA DELLA SALUTE Modalità

Dettagli

32 Chirurgia pediatrica Medico chirurgo 33 Chirurgia plastica e ricostruttiva Medico chirurgo 34 Chirurgia toracica Medico chirurgo 35 Chirurgia

32 Chirurgia pediatrica Medico chirurgo 33 Chirurgia plastica e ricostruttiva Medico chirurgo 34 Chirurgia toracica Medico chirurgo 35 Chirurgia ALLEGATO F Codice DA UTILIZZARE Professione 1 Medico chirurgo si 2 Odontoiatra si 3 Farmacista 4 Veterinario 5 Psicologo si 6 Biologo si 7 Chimico si 8 Fisico 9 Assistente sanitario 10 Dietista 11 Educatore

Dettagli

Rassegna Stampa. Giovedì 27 giugno 2013

Rassegna Stampa. Giovedì 27 giugno 2013 Rassegna Stampa Giovedì 27 giugno 2013 Rassegna Stampa realizzata da SIFA Srl Servizi Integrati Finalizzati alle Aziende 20129 Milano Via Mameli, 11 Tel. 0243990431 Fax 0245409587 Rassegna del 27 giugno

Dettagli

CONFIMI. Rassegna Stampa del 24/09/2015

CONFIMI. Rassegna Stampa del 24/09/2015 CONFIMI Rassegna Stampa del 24/09/2015 La proprietà intellettuale degli articoli è delle fonti (quotidiani o altro) specificate all'inizio degli stessi; ogni riproduzione totale o parziale del loro contenuto

Dettagli

Dirigente Medico, incaricato fino al 30/9/2000 e, successivamente, a tempo indeterminato, responsabile del presidio ospedaliero di Menaggio

Dirigente Medico, incaricato fino al 30/9/2000 e, successivamente, a tempo indeterminato, responsabile del presidio ospedaliero di Menaggio Dal 16/3/2000 al 31/3/2001 Dirigente Medico, incaricato fino al 30/9/2000 e, successivamente, a tempo indeterminato, responsabile del presidio ospedaliero di Menaggio Azienda Ospedaliera Sant Anna - Via

Dettagli

LA CALABRIA CHE VORREMMO dal punto di vista Sanità

LA CALABRIA CHE VORREMMO dal punto di vista Sanità LA CALABRIA CHE VORREMMO dal punto di vista Sanità È con vivo piacere che ho accettato l invito dell Associazione Calabro-Lombarda a trattare questo spinoso argomento. Sarebbe molto bello sentir parlare

Dettagli

Comunicato stampa Roma, 30 settembre 2014

Comunicato stampa Roma, 30 settembre 2014 Comunicato stampa Roma, 30 settembre 2014 Presentato il XVII Rapporto Pit Salute "(Sanità) in cerca di cura": cittadini sacrificano la propria salute per costi insostenibili. In aumento segnalazioni su

Dettagli

Allegato E. Allegato F. Allegato G. Ruolo del partecipante Partecipante Relatore

Allegato E. Allegato F. Allegato G. Ruolo del partecipante Partecipante Relatore Allegato E Ruolo del partecipante Partecipante Relatore Codice P R Allegato F Professione Codice Medico chirurgo 1 Odontoiatra 2 Farmacista 3 Veterinario 4 Psicologo 5 Biologo 6 Chimico 7 Fisico 8 Assistente

Dettagli

L'organizzazione aziendale

L'organizzazione aziendale L'organizzazione aziendale Organigrammi: - struttura organizzativa dell'azienda - unità operative in staff alla direzione generale - dipartimento di prevenzione - distretto socio-sanitario unico - ospedale

Dettagli

TUMORI:FRONTIERA NANOFARMACI,RISULTATI PER SENO E PANCREAS FERRARI, NANOPARTICELLE COME 'TIR' PER VINCERE DIFESE CANCRO (di Manuela Correra)

TUMORI:FRONTIERA NANOFARMACI,RISULTATI PER SENO E PANCREAS FERRARI, NANOPARTICELLE COME 'TIR' PER VINCERE DIFESE CANCRO (di Manuela Correra) TUMORI:FRONTIERA NANOFARMACI,RISULTATI PER SENO E PANCREAS FERRARI, NANOPARTICELLE COME 'TIR' PER VINCERE DIFESE CANCRO (di Manuela Correra) (ANSA) - ROMA, 19 MAR - Come dei Tir o dei droni, 'trasportano'

Dettagli

Azienda/Ente Uff./Dip. Nome Cognome. Via N CAP. Comune Provincia. Email* Tel. Cell. Fax

Azienda/Ente Uff./Dip. Nome Cognome. Via N CAP. Comune Provincia. Email* Tel. Cell. Fax Iscrizione Generale Azienda/Ente Uff./Dip. Nome Cognome Via N CAP Comune Provincia Email Tel. Cell. Fax Desidero partecipare alle giornate del 25 26 27 28 Novembre 2014 Iscrizione ECM (L iscrizione è obbligatoria

Dettagli

RISULTATI SONDAGGIO SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE RIVOLTO AGLI STUDENTI DEL V E DEL VI ANNO MAGGIO 2014

RISULTATI SONDAGGIO SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE RIVOLTO AGLI STUDENTI DEL V E DEL VI ANNO MAGGIO 2014 RISULTATI SONDAGGIO SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE RIVOLTO AGLI STUDENTI DEL V E DEL VI ANNO MAGGIO 2014 DESTINATARI V ANNO 295 VI ANNO 316 FUORICORSO 501 TOTALE 1112 RISPOSTE V ANNO 100 VI ANNO E FC 217 TOTALE

Dettagli

ALLEGATO N. 2. L'organizzazione aziendale

ALLEGATO N. 2. L'organizzazione aziendale Azienda ULSS n. 8 - Piano triennale di prevenzione della corruzione 2014-2016 ALLEGATO N. 2 L'organizzazione aziendale Organigrammi: - struttura organizzativa dell'azienda - unità operative in staff alla

Dettagli

n. 42 del 10.03.2010 periodico (Parte Terza)

n. 42 del 10.03.2010 periodico (Parte Terza) Page 1 of 8 Bollettino Ufficiale - Inserzioni BURERT on-line Ufficio Relazioni con il Pubblico, Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna, numero verde 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Dettagli

Università, Gelmini e Fazio presentano le novità del percorso di studi di Medicina

Università, Gelmini e Fazio presentano le novità del percorso di studi di Medicina Università, Gelmini e Fazio presentano le novità del percorso di studi di Medicina Sono state presentate oggi dal ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Mariastella Gelmini e dal ministro

Dettagli

n. 69 del 19.05.2010 periodico (Parte Terza)

n. 69 del 19.05.2010 periodico (Parte Terza) Page 1 of 11 Bollettino Ufficiale - Inserzioni BURERT on-line Ufficio Relazioni con il Pubblico, Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna, numero verde 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it

Dettagli

CONSIGLIO DIRETTIVO NAZIONALE PIANO STRATEGICO DI ATTIVITA' 2014-15

CONSIGLIO DIRETTIVO NAZIONALE PIANO STRATEGICO DI ATTIVITA' 2014-15 CONSIGLIO DIRETTIVO NAZIONALE PIANO STRATEGICO DI ATTIVITA' 2014-15 Le finalità statutarie possono considerarsi comprese nelle macroattività di seguito specificate: - prevenzione primaria - prevenzione

Dettagli

Bilancio di Missione 2007 allegati

Bilancio di Missione 2007 allegati 1 Bilancio di Missione 2007 allegati Policlinico S.Orsola-Malpighi 2 3 indice 1 pag. 5 allegati Discipline cliniche trattate secondo le classi ICD9CM 2 pag. 10 Numero studenti per corso di laurea (medicina

Dettagli

Numero 3 Maggio 2008. A cura di Giuseppe Prencipe

Numero 3 Maggio 2008. A cura di Giuseppe Prencipe Numero 3 Maggio 2008 A cura di Giuseppe Prencipe Il nostro campione Meggiorini Riccardo nazionalità: Italia nato a: Isola Della Scala (VR) il: 4 Settembre 1985 altezza: 183 cm peso: 75 kg Società di appartenenza:

Dettagli

PIANO PROVINCIALE RIDUZIONE TEMPI DI ATTESA DELLE PRESTAZIONI DI SPECIALISTICA AMBULATORIALE DELL AUSL DI FERRARA

PIANO PROVINCIALE RIDUZIONE TEMPI DI ATTESA DELLE PRESTAZIONI DI SPECIALISTICA AMBULATORIALE DELL AUSL DI FERRARA PIANO PROVINCIALE RIDUZIONE TEMPI DI ATTESA DELLE PRESTAZIONI DI SPECIALISTICA AMBULATORIALE DELL AUSL DI FERRARA Obiettivo 2015 sulle liste di attesa in Sanità in Regione Emilia - Romagna: garantire almeno

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

Premessa. Il Presidente della Federazione Nazionale ALICE Dr. Giuseppe D Alessandro

Premessa. Il Presidente della Federazione Nazionale ALICE Dr. Giuseppe D Alessandro Premessa L Ictus Cerebrale, pur essendo in Italia la prima causa di invalidità, la seconda di demenza e la terza di morte, non ha ricevuto finora, a differenza di altre malattie altrettanto gravi per l

Dettagli

BILANCIO DI MISSIONE 2014

BILANCIO DI MISSIONE 2014 BILANCIO DI MISSIONE 2014 1 INDICE Introduzione La storia e i valori La mission La governance I volontari L'assistenza Il team Ado L'Unità di Cure Palliative Domiciliari L'Hospice Casa della Solidarietà

Dettagli

Che cosa provoca una commozione cerebrale?

Che cosa provoca una commozione cerebrale? INFORMAZIONI SULLE COMMOZIONI CEREBRALI Una commozione cerebrale è un trauma cranico. Tutte le commozioni cerebrali sono serie. Le commozioni cerebrali possono verificarsi senza la perdita di conoscenza.

Dettagli

TABELLA ALLEGATA. Genova - Napoli

TABELLA ALLEGATA. Genova - Napoli TABELLA ALLEGATA Genova - Napoli G E N O V A Borse 1997/98 Borse riservate a cittadini Allergologia ed immunologia clinica 2 Anatomia patologica 2 Anestesia e rianimazione 15 Cardiologia 4 Chirurgia generale

Dettagli

MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA

MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA DECRETO aprile Assegnazione alle universita' di contratti di formazione specialistica per l'ammissione di medici alle scuole di specializzazione,

Dettagli

Approccio al paziente con dolore e rilevazione del dolore

Approccio al paziente con dolore e rilevazione del dolore Management del dolore post operatorio in Chirurgia Generale e Specialistica Siena 22 24 novembre 2010 Approccio al paziente con dolore e rilevazione del dolore A. Annesanti Istituto Italiano di Bioetica

Dettagli

Note metodologiche. Avvertenze

Note metodologiche. Avvertenze Note metodologiche Le informazioni sulla struttura e l attività degli istituti di cura sono elaborate dall Istat a partire dai dati rilevati dal Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali.

Dettagli

ndagine presso le sezioni di corso di Diploma Universitario per Infermiere (studenti del I anno) Università degli Studi di Milano, novembre 1999

ndagine presso le sezioni di corso di Diploma Universitario per Infermiere (studenti del I anno) Università degli Studi di Milano, novembre 1999 S PAZIO UNIVERSITÀ I 2 Indagine Abacus di Giovanni Muttillo Francesco Fanari Laura Aletto Maurizio Neri ndagine presso le sezioni di corso di Diploma Universitario per Infermiere (studenti del I anno)

Dettagli

Il tumore al colon è temuto ma è necessario continuare nell'attività di Prevenzione

Il tumore al colon è temuto ma è necessario continuare nell'attività di Prevenzione Il tumore al colon è temuto ma è necessario continuare nell'attività di Prevenzione Milano - Nonostante la sua aggressività è definito il tumore silenzioso. Data la sua scarsa pubblicizzazione, infatti,

Dettagli

Un paziente su cinque con cancro al polmone sopravvive dopo 3 anni

Un paziente su cinque con cancro al polmone sopravvive dopo 3 anni http://salute24.ilsole24ore.com/articles/17936-un-paziente-su-cinque-con-cancro-al-polmone-sopravvive-dopo-3-anni Un paziente su cinque con cancro al polmone sopravvive dopo 3 anni Un paziente su cinque,

Dettagli

rassegna stampa RASSEGNA STAMPA 25 Novembre 2015 IL CITTADINO Lodi Codogno Sant Angelo Lodigiano Casalpusterlengo

rassegna stampa RASSEGNA STAMPA 25 Novembre 2015 IL CITTADINO Lodi Codogno Sant Angelo Lodigiano Casalpusterlengo Pagina 1 di 6 rassegna stampa 25 Novembre 2015 IL CITTADINO Lodi Ecco la pagella dei nostri ospedali Codogno Sant Angelo Lodigiano Morta per l intervento estetico, il dramma in diretta dalla D Urso Casalpusterlengo

Dettagli

TABELLA ALLEGATA. Roma - Verona

TABELLA ALLEGATA. Roma - Verona TABELLA ALLEGATA Roma - Verona R O M A " S A P I E N Z A " Allergologia ed immunologia clinica 2 Anatomia patologica 4 Anestesia e rianimazione 35 Borse 1997/98 Borse riservate a cittadini provenienti

Dettagli

Il Secolo XIX - Ed. Levante 1 Farmacie, giro di vite contro le licenze ai figli 2 Per i cani e i gatti del Tigullio c è la Croce Bianca Rapallese

Il Secolo XIX - Ed. Levante 1 Farmacie, giro di vite contro le licenze ai figli 2 Per i cani e i gatti del Tigullio c è la Croce Bianca Rapallese RASSEGNA STAMPA Giovedì, 19.02.2015 La Repubblica 1 Stop ai reparti dove nascono pochi bimbi 2 Sanità, ferita aperta il caso primari spacca ancora il Pd 3 Polveriera pd, Terrile e Lunardon contro la legge

Dettagli

TABELLA ALLEGATA. Ancona - Firenze

TABELLA ALLEGATA. Ancona - Firenze TABELLA ALLEGATA Ancona - Firenze A N C O N A Borse 1997/98 Borse riservate a cittadini Allergologia ed Immunologia Clinica 1 Anestesia e rianimazione 10 Cardiologia 3 Chirurgia generale 2 Chirurgia plastica

Dettagli

Merate: Vita che dona vita. La donazione al centro del convegno tra associazioni ed enti

Merate: Vita che dona vita. La donazione al centro del convegno tra associazioni ed enti Scritto Mercoledì 23 maggio 2012 alle 17:42 Merate: Vita che dona vita. La donazione al centro del convegno tra associazioni ed enti Mielomi, leucemie, linfomi, neoplasie del sangue: sempre più spesso

Dettagli

ALLEGATO AL REGOLAMENTO DIDATTICO D ATENEO TABELLE DEGLI ORDINAMENTI DEGLI STUDI TABELLA - A - CORSI DI DIPLOMA UNIVERSITARI E DI LAUREA

ALLEGATO AL REGOLAMENTO DIDATTICO D ATENEO TABELLE DEGLI ORDINAMENTI DEGLI STUDI TABELLA - A - CORSI DI DIPLOMA UNIVERSITARI E DI LAUREA ALLEGATO AL REGOLAMENTO DIDATTICO D ATENEO TABELLE DEGLI ORDINAMENTI DEGLI STUDI TABELLA - A - CORSI DI DIPLOMA UNIVERSITARI E DI LAUREA TABELLA I Facoltà di Architettura Diploma universitario in Disegno

Dettagli

PROFESSIONI SANITARIE

PROFESSIONI SANITARIE PROFESSIONI SANITARIE Le Professioni Sanitarie e le Arti Ausiliarie riconosciute dal Ministero della Salute. Farmacista Medico chirurgo Odontoiatra Veterinario Altri riferimenti normativi: D. Lgs. 08.08.1991,

Dettagli

Conferenza Programmatica Regionale per l Oncologia

Conferenza Programmatica Regionale per l Oncologia Direzione Regionale Sanità e Servizi Sociali Centro di Riferimento Oncologico Regionale Conferenza Programmatica Regionale per l Oncologia L esperienza del CRO e il programma di una Rete Oncologica Regionale

Dettagli

Struttura organizzativa professionale. (art.2, comma1, lett u l.r. 40/2005)

Struttura organizzativa professionale. (art.2, comma1, lett u l.r. 40/2005) Allegato 1 Funzione operativa (art.2, comma1, lett l l.r. 40/2005) Struttura organizzativa professionale (art.2, comma1, lett u l.r. 40/2005) Dipartimento interaziendale di Area Vasta Allergologia ed immunologia

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. 19/20/21 Settembre 2015

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. 19/20/21 Settembre 2015 Pagina 1 di 7 rassegna stampa 19/20/21 Settembre 2015 IL CITTADINO Lodi La lotta contro il tumore al seno, un esame che può salvare la vita (19/09/2015) Alao in piazza per ricordare Elisa Votta (19/09/2015)

Dettagli

LE CASE DELLA SALUTE, STRUMENTO DELLA CONTINUITA ASSISTENZIALE

LE CASE DELLA SALUTE, STRUMENTO DELLA CONTINUITA ASSISTENZIALE LE CASE DELLA SALUTE, STRUMENTO DELLA CONTINUITA ASSISTENZIALE Massimo Fabi (Azienda Unità Sanitaria Locale di Parma) Innanzitutto grazie agli organizzatori di questo convegno: è davvero molto utile confrontare

Dettagli

ISTRUZIONE OPERATIVA Modalità di gestione delle urgenze di persone non r icoverate

ISTRUZIONE OPERATIVA Modalità di gestione delle urgenze di persone non r icoverate AZIENDA OSPEDALIER A UNIVERSITA DI PADOVA ISTRUZIONE OPERATIVA Modalità di gestione delle urgenze di persone non r icoverate Preparato da Ref. GdL Dott.ssa C. Destro. Verificato da Direttore S.C. Qualità

Dettagli

Il Volontario del 3 Millennio: compiti e responsabilità. A cura degli Istruttori della Croce Bianca Giussano

Il Volontario del 3 Millennio: compiti e responsabilità. A cura degli Istruttori della Croce Bianca Giussano Il Volontario del 3 Millennio: compiti e responsabilità A cura degli Istruttori della Croce Bianca Giussano Obiettivi Il volontariato Sanitario : la Croce Bianca Chi è il volontario del 3 millennio Perché

Dettagli

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci Pensieri. Perché? Cara dottoressa, credo di avere un problema. O forse sono io il problema... La mia storia? Stavo con un ragazzo che due settimane fa mi ha lasciata per la terza volta, solo pochi mesi

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

SNT/1 - Classe delle lauree in professioni sanitarie, infermieristiche e professione sanitaria ostetrica

SNT/1 - Classe delle lauree in professioni sanitarie, infermieristiche e professione sanitaria ostetrica Scheda informativa Università Classe Nome del corso Universita' degli Studi di PADOVA SNT/1 - Classe delle lauree in professioni sanitarie, infermieristiche e professione sanitaria Data del DM di approvazione

Dettagli

Trieste, 15 aprile 2013

Trieste, 15 aprile 2013 Trieste, 15 aprile 2013 A Direttore Generale Azienda Ospedaliero-Universitaria Ospedali Riuniti di Trieste Dott. Francesco Cobello p.c. Direttore SC Pronto Soccorso e Terapia d Urgenza Dott. Walter Zalukar

Dettagli

relazione a quanto pubblicato a pg. 8 nell edizione odierna del Il Nuovo Molise (Malasanità al Cardarelli, un paziente) il dott.

relazione a quanto pubblicato a pg. 8 nell edizione odierna del Il Nuovo Molise (Malasanità al Cardarelli, un paziente) il dott. 10 Venerdì 2 settembre 2011 CAMPOBASSO LA REPLICA Malasanità, l Asrem si difende Lʼospedale Cardarelli di Campobasso CAMPOBASSO. In relazione a quanto pubblicato a pg. 8 nell edizione odierna del Il Nuovo

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. Data 19 Settembre 2013

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. Data 19 Settembre 2013 Pagina 1 di 5 rassegna stampa Data 19 Settembre 2013 IL CITTADINO SANITÀ LA REGIONE SI METTE AL LAVORO PER STILARE UNA RIFORMA DEL SETTORE, FORONI E PEDRAZZINI: «PER ORA NESSUNA DISCUSSIONE, SIAMO SOLO

Dettagli

RASSEGNA STAMPA Sabato, 06.09.2014

RASSEGNA STAMPA Sabato, 06.09.2014 RASSEGNA STAMPA Sabato, Il Sole 24 Ore 1 Partecipate avanti, sanità alt La Repubblica 1 Fecondazione eterologa via libera in Liguria Cerchiamo donatori ticket in base al reddito Il Secolo XIX 1 Eterologa,

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: Imparare, aiutare e crescere 2016 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO SETTORE e Area di Intervento: Assistenza. Pazienti affetti da patologie temporaneamente o/e permanentemente

Dettagli

Trascrizione dell intervento del presidente Boeri all Assemblea Generale di Unindustria Treviso del 10 ottobre 2015

Trascrizione dell intervento del presidente Boeri all Assemblea Generale di Unindustria Treviso del 10 ottobre 2015 Trascrizione dell intervento del presidente Boeri all Assemblea Generale di Unindustria Treviso del 10 ottobre 2015 Mi faccia dire innanzitutto, che è davvero molto bello entrare in questa gigantesca tensostruttura

Dettagli