QUANDO LA RETE È ECCELLENTE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "QUANDO LA RETE È ECCELLENTE"

Transcript

1 Poste Italiane. Spedizione in A.p. 70% - D.C./ D.C.I. TORINO - n 30/ L.662/96 - Anno X - Numero 30 - Dicembre ,20 - ISSN Speciale L ARTIGIANO NEL WEB L artigiano web 2.0 Gli Artigianauti L artigiano olistico I Social Networking Websites per gli artigiani N DICEMBRE 2010 Eccellenza Artigiana QUANDO LA RETE È ECCELLENTE I siti degli artigiani dell Eccellenza Il Portale dell Artigianato L arte di esser Maestro IL BISSO AL TEMPO DI INTERNET Chiara Vigo e la sua arte antica dialogano con il mondo QUADRIMESTRALE D ARTE E D ARTIGIANATO

2 SCUOLE SAN CARLO Formazione dal 1848 SEDE DI TORINO Torino CFP GABRIELE CAPELLO V. Pergolesi, Torino Tel. 011/ / Fax 011/ CFP FOLIGNO V. Foligno, 2/14A Torino (TO) Tel: Fax: CFP SANTA PAOLA C.so Trapani, Torino (TO) Tel: Fax: SEDE DI CUNEO Via Franco Andrea Bonelli, Cuneo Tel. 0171/ / Fax 0171/ SEDE DI BOVES Via Borgo San Dalmazzo, Boves (CN) Tel. 0171/ Fax 0171/ Cuneo SEDE DI ASTI Via Scarampi, Asti Tel. 0141/ Fax 0141/ Asti SEDE DI ALESSANDRIA Via Maria Bensi 2D Alessandria Tel. 0131/ Fax. 0131/ Alessandria SEDE DI BIELLA C.so G. Pella, Biella Tel: Fax:

3 ANNO X NUMERO 30 DICEMBRE 2010 Quadrimestrale d Arte e d Artigianato Associazione Scuole Tecniche San Carlo Antica Università dei Minusieri Unione Ex Allievi San Carlo Direttore responsabile Vito Guglielmi Direttore editoriale Nadia Camandona Comitato Scientifico Sergio Tone Presidente Associazione Scuole Tecniche San Carlo Stefano Pasquale Presidente Antica Università dei Minusieri Bruno Zanin Presidente Unione Ex Allievi San Carlo Hanno collaborato a questo numero Lucia Barberis, Marcella Bergnesi, Tiziana Bernengo, Donatella Bina, Pieranna Bottino, Pietro Buffa, Marco Cavaletto, Serena Ciarcià, Roberta Gai, Michela Goi, Iria Grandinetti, Carlo Mora, Franco Nicolosi, Alessandro Poletto, Giampiero Uslenghi, Chiara Vigo Referenze fotografiche Archivio Capodopera, Archivio Scuole San Carlo, L artigianato... per i maestri e per gli appassionati, Mip, Officina Solidale Contaminazioni, Pieranna Bottino, Serena Ciarcià, Fulvio De Asmundis, Sara Ferraris, Francesco Filangeri, Cristina Le Noci, Franco Nicolosi, Ernani Orcorte, Alessandro Poletto, Ramella&Giannese, Roberto Rossi, Ivan Tutolo Direzione e Amministrazione Associazione Scuole Tecniche San Carlo Via Pergolesi, Torino Tel. 011/ Fax 011/ Redazione e Segreteria Nadia Camandona Editore Strada Volvera Orbassano TO Tel. 011/ Fax 011/ Stampa GRAFICAT TORINO di Catasso G. & C Snc via Cuniberti, Torino Servizio Abbonati Tel. 011/ Fax 011/ Abbonamento annuale 18,00 ccp oppure bonifico bancario Unicredit Banca, Torino. IBAN: IT 14 R intestato Associazione Scuole Tecniche San Carlo, causale abbonamento annuale Capodopera. Ufficio Pubblicità Nadia Camandona Editore Tel. 011/ Fax 011/ Poste Italiane. Spedizione in A.p. 70% - D.C.I. TORINO n 29/2010 L. 662/96 Registrazione del Tribunale di Torino n 5476 del 26/02/2001 Le opinioni espresse negli articoli pubblicati dalla rivista Capodopera impegnano esclusivamente i rispettivi autori. Articoli e immagini inviati alla rivista, anche se non pubblicati, verranno restituiti solo previa richiesta. LA TIRATURA DI QUESTO NUMERO È DI COPIE In copertina. Rappresentazione grafica delle connessioni di rete che costituiscono Internet. EDITORIALE 2 Il web e l artigiano di Nadia Camandona SCUOLE SAN CARLO 3 Le Scuole San Carlo ai tempi dell Unità d Italia e oggi a cura della Redazione 4 Ai blocchi di partenza il nuovo sito delle Scuole San Carlo di Roberta Gai 6 Il nuovo sito delle Scuole San Carlo di Giampiero Uslenghi 7 Sedotti dal web di Franco Nicolosi 8 L A: Laboratori d Arte di Donatella Bina UNIONE EX ALLIEVI 9 Ivan Tutolo e l arte del customizing di Michela Goi UNIVERSITÀ DEI MINUSIERI 10 I minusieri on line di Michela Goi L INTERVISTA 12 Francesco Filangeri e il gesto artigiano catturato di Michela Goi REGIONE PIEMONTE anni di Eccellenza in un libro di T. Bernengo e M. Cavaletto 15 Il sito dell Eccellenza Artigiana di Michela Goi 16 Perchè il Portale dell Artigianato di Lucia Barberis 17 Quando la Rete è Eccellente di Michela Goi PROVINCIA DI TORINO 19 Mip, click, send... di Iria Grandinetti SPECIALE L ARTIGIANO NEL WEB 20 Social Networking Websites di Michela Goi 21 Decalogo per I.D. 2.0 di Alessandro Poletto 23 Gli Artigianauti di Serena Ciarcià 27 Internet, Facebook, MySpace: le scelte di Emily Emme di Michela Goi L ARTIGIANO TECNOLOGICO 28 L artigiano olistico di Carlo Mora L ARTE DI ESSER MAESTRO 29 Chiara Vigo Maestro di Bisso, Maestro di Vita di Nadia Camandona 31 L Arte del Bisso di Chiara Vigo MOSTRE ED EVENTI 32 Magia Artigiana a cura della Redazione 33 L Oro e la Seta di Marcella Bergnesi CONSERVAZIONE E RESTAURO 35 La moda attraverso il tempo di Marcella Bergnesi ARTIGIANI INSOLITI 37 Perché investire in carcere di Pietro Buffa ARTIGIANATO IN PIEMONTE 39 Le arti e gli artigiani in Piemonte a cura della Redazione PASSIONE ARTIGIANA 48 Bambole etnografiche di Pieranna Bottino

4 E itoriale d L ARTIGIANATO SUL WEB Nadia Camandona Direttore editoriale di Capodopera Il web e l artigiano Com è cambiato il modo di comunicare A destra. Icone in legno dei principali Social Network. Un augurio dall Olanda per i nostri 10 anni Gentile Signora Nadia Camandona, la ringrazio per l'ultima rivista Capodopera, il quadrimestrale d'arte e d'artigianato. Quest'anno la rivista ha festeggiato il suo secondo lustro, un evento a cui vale la pena di fare gli auguri. Sempre mi piace leggere gli interessanti articoli. Alcuni sono un po difficili per me, ma posso capire la maggior parte di essi. Mi farebbe piacere ricevere Capodopera nuovamente il prossimo anno. Con i miei migliori saluti, Betty van Bavel Gent.ma Sig.ra van Bavel, riceviamo con piacere il suo augurio, sia per l apprezzamento per il nostro lavoro sia perchè proviene da un altro Paese e ci lusinga pensare che anche all estero la nostra rivista ha il suo seguito di lettori affezionati. Certamente continuerà a ricevere la nostra rivista in formato cartaceo e web. Con i miei più cordiali saluti Nadia Camandona 2 Capodopera Concludiamo questo anno di festeggiamenti per i 10 anni della rivista Capodopera, con un tema che ci sta molto a cuore perchè negli ultimi tempi ha dato nuova linfa vitale al nostro lavoro. Una rivista di nicchia come Capodopera, si sà, non ha vita facile e non ambisce, per definizione, alla longevità. Se invece siamo ancora qui, con entusiasmo, con tante cose da dire, con prospettive concrete per il futuro, è sicuramente grazie ai nostri lettori che ultimamente sono esponenzialmente aumentati anche grazie alla nuova visibilità della rivista su Internet. Mai come in questi ultimi mesi ci eravamo imbattuti in così tante realtà artigiane. Questo sicuramente grazie ai nuovi mezzi di comunicazione che, se utilizzati in maniera critica e corretta, possono fornire davvero tanto materiale, tanti spunti, tante reti di conoscenze che ci permettono di arricchire il nostro già ricco patrimonio di conoscenze artigane. Farci conoscere non è più un problema. Tanti Social Network ci permettono di dialogare con altri artigiani, altri appassionati, e di creare sinergie inaspettate. Una di queste è sfociata in una collaborazione con la rivista durante quest anno. Sono le fondatrici del gruppo più famoso su Facebook, dedicato all artigianato: L Artigianato... per i maestri e per gli appassionati. Un nome, questo, che rappresenta perfettamente anche la nostra filosofia e il passo è stato breve nel trovare punti d incontro e d intesa, che speriamo si possano sviluppare ulteriormente nel nuovo anno. Artigianato, dunque, non come sinonimo di vecchio, di passato, di non tecnologico, ma come sinonimo di cultura manuale che rispecchia la società in cui si sviluppa. E se lo sviluppo comporta l uscita dal guscio, dagli stereotipi dell artigianato di bottega, dal segreto mal celato, ben venga! Non ci si può più lamentare che i giovani non possono o non vogliono tramandare la tradizione artigiana. Se li sappiamo cercare li troviamo: sono lì, impigliati nella rete del mondo e aspettano che noi, della generazione di quelli che non sapevano cosa farsene del computer, gli raccontiamo com erano le cose prima dell avvento della Rete.

5 a cura della Redazione ASSOCIAZIONE SCUOLE TECNICHE SAN CARLO Un augurio per il nuovo anno Le Scuole San Carlo ai tempi dell Unità dʼitalia e oggi consapevolezza e determinazione affinché l istituzione potesse rinnovarsi senza snaturarsi. Non sempre il giovane allievo, soprattutto delle nuove generazioni, coglie immediatamente questo spirito: molte cose sono cambiate nel corso dei decenni e ora i nostri giovani sono sommersi da così tante opportunità e informazioni, che spesso ciò che sta sotto i loro occhi viene recepito positivamente solo quando non è più un imposizione. La soddisfazione è quindi quella di vedere tanti ex allievi che rimangono legati alla Scuola, attraverso l Unione Ex Allievi, riconoscendone il valore della formazione sia professionale che umana. Auguriamo così anche noi, alla nostra Nazione, unita da quasi 150 anni e così ricca di cultura, arte, tradizione e opportunità, che il suo popolo sappia apprezzarla e valorizzarla. Un augurio, quindi, di un nuovo anno che segni non un traguardo ma una nuova partenza, con rinnovato entusiasmo, consapevoli del contributo che ognuno di noi può dare alla propria nazione, affinché rispecchi il nostro valore. A sinistra. Il busto di Gabriele Capello, fondatore dell Associazione Scuole Tecniche San Carlo. Foto: Archivio Scuole San Carlo In basso. Allievi oggi. Corso di Scenografia. Foto: Franco Nicolosi L Associazione Scuole Tecniche San Carlo si appresta a festeggiare, come molte altre Istituzioni storiche, i 150 anni dell Unità d Italia. Le Scuole Tecniche Operaie di San Carlo, questa la dicitura originaria, erano però già attive da 13 anni quando l Italia fu unificata, e il loro operato ci fa piacere pensare che abbia contribuito a formare coloro che effettivamente sono il pilastro di una nazione unita: coloro che hanno una professione e la esercitano nel rispetto della tradizione e sono al contempo aperti al futuro. Questa la filosofia che ha condotto le San Carlo attraverso gli anni e le ha rese sempre attuali: gli allievi che si formano presso la nostra scuola sentono di far parte di una famiglia che negli anni ha attraversato momenti di soddisfazione ma anche di difficoltà, sempre vissuti con Capodopera 3

6 ASSOCIAZIONE SCUOLE TECNICHE SAN CARLO Notizie dalle Sedi Roberta Gai COM & C. Ai blocchi di partenza il nuovo sito delle Scuole San Carlo In alto. La home page del nuovo sito delle Scuole San Carlo. 4 Capodopera Foto: Archivio Scuole San Carlo La terza edizione del network di siti Internet delle Scuole San Carlo il cui debutto sulla rete è previsto nelle prime settimane del 2011 costituisce la nuova frontiera dell attività di comunicazione dell Associazione sulla rete Internet. Ideato e curato dall agenzia di comunicazione torinese COM&C. no frills agency, il nuovo sito traduce in modo coerente il piano strategico di comunicazione dell Ente focalizzato sulla promozione di una rinnovata manualità in versione web 2.0

7 Ricco d informazioni e approfondimenti sulle soluzioni formative offerte, il sito si distingue per un design fresco e innovativo che propone, rispetto alle precedenti edizioni: una razionalizzazione della struttura logica dei contenuti; un restyling dell interfaccia grafica di navigazione; nuove funzionalità, tra le quali: potenziati sistemi di classificazione dei corsi, capaci di migliorare l ordine e la coerenza nell esposizione dei contenuti a tutto vantaggio della visibilità sui motori di ricerca; una rinnovata funzione di ricerca delle attività didattiche dell Ente e nuovi moduli elettronici di pre-iscrizione ai corsi. è stata progettata per offrire un efficace vista d insieme sulle attività formative erogate dall Associazione nelle aree di: 1. Ebanisteria. 2. Decorazione e costruzioni scenografiche. 3. Restauro. 4. Sartoria. 5. Servizi estetici. Ciascuna di queste macro-aree, strutturata come un vero e proprio mini-sito, offrirà agli utenti un accesso diretto al catalogo di tutti i corsi erogati, a una galleria video-fotografica sull operato degli studenti e, infine, a un blog tematico mirato alla promozione delle diverse attività didattico-formative in ciascuna area d interesse. Ogni Sede avrà la possibilità di agire autonomamente sull aggiornamento delle proprie sezioni di contenuto, con tutto vantaggio per la tempestività della diffusione delle informazioni a livello locale. La nuova home page punto d accesso privilegiato per partire alla scoperta di tutte le novità Ciascun blog tematico sarà a sua volta collegato con un profilo ufficiale su Facebook, il principale social network della rete Internet, contribuendo così alla diffusione di informazioni controllate, corrette e produttive sull attività formativa delle Scuole San Carlo. In alto. La pagina dei corsi del nuovo sito delle Scuole San Carlo. Capodopera 5

8 6 ASSOCIAZIONE SCUOLE TECNICHE SAN CARLO Notizie dalle Sedi Capodopera Giampiero Uslenghi Il nuovo sito delle Scuole San Carlo: forzatura o sviluppo coerente? In alto. Navigando su Internet Foto: Franco Nicolosi In alto. Allievi del corso di Scenografia. Foto: Sara Ferraris Quando si pensa a una Scuola dell Artigianato Artistico con oltre 160 anni di storia, certo l ultima cosa che viene in mente è il mondo cibernetico e ipertecnologico del web. Perché, allora, le Scuole San Carlo scelgono ancora una volta (la terza in meno di 10 anni) di stravolgere, potenziare e rilanciare la loro presenza su Internet? Dietro questa domanda, cui sarebbe semplicistico e inesatto rispondere perché ormai tutti hanno un sito web, sta l essenza di un approccio molto preciso delle nostre Scuole al loro settore di riferimento. Evidentemente l Artigianato Artistico, e più in generale i Beni Culturali, hanno molto a che fare con la storia e la tradizione; forse, per eliminare un po di equivoci, è utile partire da lì. La storia che ci riguarda in questo caso è storia di artigiani e di artisti eccezionalmente dotati, capaci di proporre soluzioni tecnologiche o estetiche rivoluzionarie per i loro tempi, che nel tempo sono diventate i capisaldi della nostra tradizione. La nostra tradizione non è quindi per niente un qualcosa di statico, prodotto di gesti estremamente codificati ripetuti identici dall alba dei tempi; all opposto, è il risultato estremamente dinamico di continue innovazioni, ciascuna delle quali ha rappresentato un passo avanti rispetto al proprio passato. Per questo le Scuole San Carlo non intendono essere un museo (se preferite, visto il periodo dell anno, un presepe) della tradizione artigiana, da trasferire tale e quale alle generazioni future, ma vogliono proporsi come il luogo in cui i futuri artigiani questa tradizione possono conoscerla criticamente, a fondo, con la coscienza di non avere di fronte un oggetto finito, e magari con l obiettivo importante di contribuire a inserirci il prossimo tassello. Le nostre radici sono salde nella storia, ma il nostro sguardo è rivolto al futuro. Detto questo, forse le nozze tra le San Carlo e il web potranno sembrare meno forzate. Vediamo allora nel dettaglio quali sono gli obiettivi che intendiamo raggiungere, e quali strumenti ci metterà a disposizione il nuovo sito. Innanzitutto desideriamo mettere in primo piano quello che facciamo: i settori di attività, il lavoro con gli allievi, la didattica e la condivisione di saperi, i progetti di eccellenza. Per questo abbiamo scelto di dare la possibilità ai visitatori di navigare per aree tematiche, all interno delle quali potranno trovare informazioni sui corsi del settore, ma anche discussioni, presentazioni multimediali, materiali tecnico-didattici, informazioni di lavoro. Quindi intendiamo utilizzare il sito non solo come veicolo promozionale, ma anche come supporto didattico extracurricolare, attraverso il quale i nostri allievi (ma non solo loro) possano approfondire le tematiche affrontate in classe, chiedere il parere di un esperto o semplicemente confrontare le proprie opinioni con gli altri. I blog tematici, animati da docenti delle Scuole, saranno il luogo ideale dove tutto questo potrà avvenire. Le Scuole San Carlo non credono nei segreti di bottega: la nostra vocazione è la trasmissione del sapere, e più persone siamo in grado di coinvolgere meglio è. I migliori contenuti del nuovo sito saranno pubblicati sui principali social network, e da questi sarà facile raggiungere il nostro sito per partecipare, vedere, approfondire. Già oggi le Scuole accolgono allievi da tutta Italia, e su alcune attività l interesse di utenti stranieri è in forte crescita. Internet è lo strumento ideale per consentire a persone che vengono da lontano di valutare ciò che possiamo offrire loro e per pianificare un eventuale frequenza ai nostri corsi senza doversi spostare prima di aver preso una decisione. Sul nuovo sito saranno disponibili tutte le informazioni e i contatti utili a effettuare una scelta consapevole. Infine, tra le nostre specificità non manca certo l attenzione per il bello: abbiamo cercato di migliorare la nostra presenza sul web anche sotto questo punto di vista, rivedendo completamente la veste grafica con la paziente consulenza degli amici della COM & C. Con il nuovo anno, per valutare se i risultati saranno all altezza di quanto abbiamo raccontato finora, basterà un computer. La strada è sempre la stessa:

9 ASSOCIAZIONE SCUOLE TECNICHE SAN CARLO Notizie dalle Sedi - Torino Ricordo ancora che sette anni fa, da poco alle Scuole San Carlo di Torino, il mio rapporto con il personal computer e Internet era a dir poco inesistente. Io che per anni mi ero occupato e mi occupo di stampaggio resine, applicazione di vernici, modellazione di vari materiali, ero abbastanza annichilito da questo nuovo, almeno per me, mezzo di lavoro e conoscenza. I miei due carissimi colleghi Fabio Cappello e Massimiliano Vurro mi hanno adottato nel loro ufficio e, con molta pazienza e competenza, mi hanno spiegato per quasi un anno tutti i rudimenti sulla navigazione in rete e sui download. Grazie a loro ho avuto modo di scoprire un nuovo e immenso mondo che mi aiuta tutt ora e sempre di più a conoscere e a condividere la conoscenza con i miei allievi e i miei colleghi. Le Scuole San Carlo si occupano di formazione professionale dal 1848 e trasmettere concetti legati al fare in aule di teoria è molto difficile. Non sempre è possibile sperimentare fisicamente ciò che si sta studiando o toccare con mano problematiche complesse, aspetti tecnici o nozioni. Durante le ore di docenza frontale con ragazzi dell obbligo di istruzione o con adulti dei corsi di specializzazione il problema è sempre lo stesso: mantenere vivo l interesse, incuriosire, spingere l allievo a documentarsi sull argomento trattato in aula ed essere in grado di far dimenticare all alunno di essere seduto su una sedia di scuola. Sono convinto, e non sono ovviamente il primo a dirlo, che un linguaggio legato all apprendimento visivo e sensoriale sia Franco Nicolosi Docente delle Scuole San Carlo Sedotti dal web In alto. Campionando i materiali: la pratica del web. Foto: Franco Nicolosi A sinistra. Sbirciando nella rete globale. Foto: Cristina Le Noci in grado di superare anche barriere linguistiche e cognitive. La possibilità di studiare e analizzare un concetto, una problematica o una tecnica di lavorazione da più punti di vista ci permette di appassionarci a quella cosa e a tutte le cose che la circondano. Il web, da questo punto di vista, è uno strumento ormai indispensabile in grado di creare, grazie al suo potere visuale e visivo, quella cornice fantastica all interno della quale è possibile inserire concetti, tecniche e sperimentazioni. Tutta la rete è un enorme fonte dalla quale attingere immagini, video, documenti e dove, attraverso forum, chat e quant altro è inoltre possibile confrontarsi con specialisti del settore o semplici appassionati in un dialogo costruttivo. Attraverso l uso di Internet e della video proiezione, i nostri allievi sono in grado di vedere e capire come si può passare da un albero vivo a un foglio di compensato o come in paesi diversi dal nostro si progetta e realizza un manufatto. La diversità è ricchezza, tutti ne siamo coscienti, e la rete è proprio il luogo dove le diversità si parlano e soprattutto ci parlano. Il web è un sistema che si lascia assorbire in una complicità totale, un labirinto seducente dove per qualche minuto, ora o tempo infinito ognuno di noi si perde alla ricerca dell altro da sé. A proposito si seduzione, scriveva nel 1979 il filosofo francese Jean Baudrillard: «Se la vocazione divina di tutte le cose è trovare un senso, una struttura su cui fondare il loro senso, indubbiamente le pervade anche una nostalgia diabolica di perdersi nelle apparenze, nella seduzione della propria immagine, ossia di riunire quel che deve essere separato in un unico effetto di morte e di seduzione Chino sulla fonte, Narciso si disseta: la sua immagine non è più altra, è la sua stessa superficie che lo assorbe, lo seduce, al punto che può solo avvicinarsi ad essa senza mai passare al di là, perché non c è più un al di là come non c è tra lui e la sua immagine una distanza riflessiva. Lo specchio d acqua non è una superficie di riflessione, bensì una superficie di assorbimento.» Capodopera 7

10 ASSOCIAZIONE SCUOLE TECNICHE SAN CARLO Notizie dalle Sedi - Alessandria Donatella Bina Responsabile della sede di Alessandria LʼA: Laboratori dʼarte In alto. A destra. Fasi della lavorazione degli attaccapanni. Dall alto. La locandina dei Laboratori d Arte. Laboratorio di cartapesta. 8 Capodopera Foto: Archivio Scuole San Carlo L esigenza di valorizzare il messaggio didattico culturale della sede di Alessandria, unica scuola d arte del territorio comunale, ha fatto sì che, a partire dallo scorso luglio, sia stato avviato il progetto L A - Laboratori d Arte. Tale progetto è stato presentato in una conferenza stampa il 2 luglio scorso alla presenza dell Assessore alle Politiche Sociali della Provincia di Alessandria, Maria Grazia Morando, e i laboratori estivi hanno avuto il patrocinio della Provincia e del Comune di Alessandria. L obiettivo principale è quello di coinvolgere in attività ed esperienze artistiche e creative tutti coloro che, per requisiti, non rientrano nelle consuete attività corsuali finanziate dalla Provincia - Settore Formazione Professionale. I laboratori estivi, rivolti inizialmente ai più piccoli, hanno avuto come oggetto la realizzazione di attaccapanni che i bambini hanno potuto creare utilizzando fogli di compensato e traforo e che hanno poi potuto colorare a loro piacimento. L esperienza è continuata nel periodo autunnale con altri laboratori di falegnameria a cui si sono aggiunti quelli di cartapesta e del colore. In questo ultimo caso l utenza coinvolta è stata quella della scuola elementare Angelo Morbelli e le sagome realizzate e colorate sono poi servite per allestire lo spettacolo teatrale Il gioco del tangram arte colore e geometria, scritto dai docenti della nostra scuola e interpretato dai bambini stessi con l ausilio coreografico e musicale delle loro maestre presso il teatro Parvum. Lo spettacolo ha suscitato l interesse dell Assessorato alle Politiche per la Famiglia, l Educazione e la Solidarietà sociale ed è stato, pertanto, inserito nel programma La piazza dei bambini, serie di eventi che il Comune ha in programma ogni anno per l anniversario della Convenzione ONU sui Diritti dell Infanzia e dell Adolescenza. Poco alla volta altre scuole si stanno interessando ai nostri laboratori d arte per cui è stato necessario avviarli per tutto il mese di dicembre. Accanto ai laboratori prettamente manuali sono stati avviati anche laboratori di approfondimento consistenti in una serie di conferenze tenute dai docenti della scuola, nei mesi di ottobre e novembre, presso il centralissimo Museo della Gambarina, in piazza della Gambarina ad Alessandria, da alcuni anni attivo polo culturale della vita cittadina. Gli incontri, aperti alla cittadinanza, hanno preso in considerazione: - tutela, salvaguardia e manutenzione degli arredi lignei e policromi conservati all interno di chiese, confraternite e palazzi della provincia; - le teorie sulle corrispondenze tra forme, colori e suoni espresse da Kandinskij nel 1910 ne Lo spirituale nell arte che hanno dato lo spunto per una conferenza interattiva in cui il pubblico è stato coinvolto dai professori, che hanno suonato il pianoforte e il violino. Si è partiti dai suoni puri e dai colori primari per arrivare alla musica di Debussy, Shoenberg e Satie e ai quadri astratti di Kandinskji, in cui non vi è più l oggettività della realtà ma la soggettività delle impressioni; - l elogio del Made in Italy per quanto riguarda l ambito del mobile, uno dei settori che rendono famoso il nostro paese nel mondo da sempre. Il know-how degli operatori delle Scuole Tecniche San Carlo unito alle esperienze territoriali già esistenti può, infatti, creare una rete di sapere e conoscenza artistica e artigianale che contribuisca a diffondere l arte, nel suo significato più ampio, comprendente ogni attività umana - svolta singolarmente o collettivamente - che, poggiando su accorgimenti tecnici e abilità innate porta a forme creative di espressione estetica, che costituiscono un elemento fondamentale per la formazione e crescita dell individuo.

11 ASSOCIAZIONE SCUOLE TECNICHE SAN CARLO Unione Ex Allievi Michela Goi Ivan Tutolo e l arte del customizing Chi si ricorda dei videogiochi Arcade? Le nuove piattaforme per il gioco hanno fatto dimenticare a molti quelle vecchie postazioni a gettone che popolavano bar e sale giochi negli anni Settanta e Ottanta. Coloro che con nostaglia e un certo gusto per il vintage ci giocano ancora, possono farlo con i joystick di Sandrone Arcade. L idea è venuta a Ivan Tutolo, falegname ed ex allievo delle Scuole San Carlo, e Alessandro Benedettini, informatico, che hanno unito le loro specifiche competenze per creare un prodotto nuovo. I loro joystick, infatti, sono veri e propri oggetti artigianali curati nella scelta dei materiali e nel design. La struttura esterna è realizzata in MDF (un pannello di fibra derivato dal legno) impiallacciato, da intarsiare con essenze diverse: acero, rovere e frassino si adattano a creare motivi su fondi scuri, mentre il palissandro e altre essenze si adattano ai fondi chiari. È il caso del modello Paradise, senz altro il più lussuoso. Il modello Kubo, invece, è un cubo verniciato che consente di realizzare con programmi di rendering un disegno diverso su ogni faccia: tra i soggetti già realizzati ci sono un acquario e il cubo di Rubik. Con Khintaros le venature calde del legno sono esaltate dal design lineare. Nella lavorazione, Tutolo si occupa delle sagome, degli intarsi e della costruzione, mentre Benedettini progetta i collegamenti e la compatibilità con Mac, Pc e diverse console. Pulsanti, leve e scheda naturalmente vengono comprati già fatti, ma l assemblaggio richiede una realizzazione artigianale, perché per alcune forme la disposizione interna dei componenti deve essere adattata al sigolo pezzo. I clienti accomunati da questa passione sono piuttosto variegati: si va dall utente medio al manager che gioca in ufficio nelle pause dal lavoro e alcuni vengono dall estero. La maggior parte di loro arriva alla Sandrone Arcade grazie al sito Internet, da cui è possibile scaricare manuali e file di configurazione per l installazione. Quello che accomuna tutti è il gusto per un prodotto artigianale, realizzato interamente a mano là dove solitamente la serialità è la norma. A sinistra. Il modello Khintaros. In alto. A destra. La leva del modello Paradise. In basso. Il modello Paradise. Capodopera Foto: Ivan Tutolo Riepilogo di alcune attività degli Ex Allievi svolte nel corso dell anno Sergio Tone Prosegue lʼattività degli ex allievi, impegnati su numerosi fronti. Con lʼausilio dei sistemi informatici lʼassociazione è in grado di archiviare i suoi dati e provvedere a una comunicazione tempestiva delle attività ai suoi soci. Anche dal punto di vista del mantenimento della storicità dellʼunione Ex Allievi si sta lavorando affinché i disegni storici vengano catalogati, archiviati e conservati in modo da poter essere usufruiti dai propri soci. Non mancano occasioni di aggiornamento: nel mese di maggio numerosi soci si sono recati al salone di Milano XILESPO, macchine per la lavorazione del legno. Per mantenere la continuità tra il percorso scolastico e la successiva vita lavorativa, supportata dai servizi offerti dallʼunione Ex Allievi, con il termine dellʼanno scolastico , sono state consegnate in omaggio le tessere associative per lʼanno 2011, a tutti gli allievi che hanno terminato i corsi nelle sedi di Torino Boves-Cuneo, Alessandria e Asti in presenza del Presidente dellʼunione Ex Allievi, Bruno Zanin e del Presidente dellʼassociazione Scuole Tecniche San Carlo, Sergio Tone. Al passo con i tempi, si sta lavorando per la nuova veste grafica del sito exallievisancarlo.it Continuano anche le attività volte alla diffusione della conoscenza dei corsi attivati alle Scuole San Carlo: gli ex allievi sono stati presenti con il loro stand alle manifestazioni di C.so Belgio a Torino, di Marentino (TO) e Cinzano (TO) Anche il locale che ospita lʼassociazione è stato rinnovato con nuovi arredi funzionali alle attività svolte. Per informazioni e iscrizioni allʼunione Ex Allievi: Scuole San Carlo, Tel. 011/

12 ANTICA UNIVERSITÀ DEI MINUSIERI I soci Michela Goi I minusieri on line 10 Capodopera A destra. La home page della ditta Bongiovanni. A destra. La home page della ditta Mefin. In questo numero dedicato alle nuove tecnologie di comunicazione non potevamo non curiosare tra i numerosi soci minusieri per scoprire quanta parte abbia la tecnologia nel loro piano di marketing. Scopriamo che molti di loro hanno scelto Internet da tempo per promuovere la loro attività e anche per commerciare. Conosciamone alcuni. Renato Merlo e Ennio Finotto sono titolari della Mefin (www.mefinserramenti.it), che produce serramenti, porte e portoni e arredi su misura. Il sito presenta l azienda evidenziando la compresenza delle competenze artigianali e dell uso di macchine tradizionali e a controllo numerico; le gallerie fotografiche sono estremamente rappresentative e sono suddivise per tipologia di lavoro, dalle committenze pubbliche agli arredi di design, senza trascurare i dettagli della lavorazione. È un azienda sempre aggiornata sotto il profilo tecnologico, in cui le attrezzature sono periodicamente rinnovate. In un contesto di questo tipo non poteva mancare un sito Internet ben costruito. È attivo da un anno e per questo ancora poco noto, come ci ha spiegato Merlo; al momento serve soprattutto come vetrina. Anche il sito di Claudio Bongiovanni (www.bongiovanni.to), specializzato in arredi di design, è pensato come una vetrina per esporre i fiori all occhiello del laboratorio: non uno spazio commerciale, dunque, ma un modo di raggiungere una clientela d élite. Il sito esiste già da diversi anni, ma solo dalla scorsa primavera si è puntato a valorizzarlo come mezzo di comunicazione, naturalmente integrandolo con mezzi più tradizionali, come lettere e biglietti d auguri alla clientela. Il riscontro del pubblico è stato buono, ma servirà ancora un po di tempo per fare una valutazione più precisa. Sul fronte dei restauratori, presso il laboratorio Galleano Clemente e figli (www.restaurogalleano.it), è stata rilevata una particolare efficacia di Internet nei rapporti con i committenti pubblici. L azienda ha rapporti consolidati da tempo con le Soprintendenze, ma la visibilità acquisita grazie al sito ha fatto conoscere l azienda a nuovi clienti. Il sito, già ricco di immagini relative ai numerosi lavori di restauro ligneo, conservativo e integrativo, è in fase di rinnovamento. Simone Caramagna, titolare dello Studio Laboratorio di Antichità (www.studiolaboratorio.it), si occupa di restauro ligneo e al momento sta cercando di rendere il proprio sito più dinamico e più visibile sui motori di ricerca. Dalla sua pagina web è possibile accedere a informazioni approfondite sulla spettroscopia a infrarossi, che Caramagna effettua in collaborazione con il Museo di Arte e Scienza di Milano. La perizia consiste in un analisi molecolare che stabilisce l età di un manufatto ligneo sulla base dell assorbimento dei raggi da parte dell oggetto e non si fa sull oggetto intero, ma su un piccolo frammento, il cui prelievo non altera l opera nel suo complesso. È un servizio dai costi contenuti di cui usufruiscono sia musei che privati.

13 La Chorus sverniciature (www.sverniciatura.it) si occupa della conservazione del legno. Per questo accanto alla sverniciatura le competenze dell azienda comprendono anche la falegnameria, la verniciatura e la disinfestazione con metodi tradizionali e con anossia e microonde. L apertura verso la tecnologia fa sì che la ricerca a livello di specializzazione sul lavoro e professionalità artigianale sia continua. In questo contesto, non poteva mancare un sito che desse conto dei diversi cicli di lavorazione e delle politiche aziendali, fino a includere il settore dell impatto ambientale. Il bilancio del sito, attivo da tre anni, è senz altro positivo: sia artigiani che privati si mettono in contatto con Chorus grazie alla rete. C è anche una sezione interattiva che presenta un glossario del serramento che i clienti possono arricchire. Il sito del negozio di fai da te, Centro Legno la Mole (www.centrolegnolamole.it), di Orazio Crivellin, è online da appena due mesi, ma ci sono le premesse perché diventi particolarmente accattivante. È presto per fare un bilancio, perché il sito non è ancora indicizzato da Google, ma l intento è quello di creare uno spazio diverso dal solito per raggiungere un bacino d utenza non solo locale. In ogni caso i clienti lo hanno già apprezzato. La sezione download consente di scaricare il catalogo del negozio e le schede catalogo, inoltre si può essere aggiornati sui corsi di country painting e decorazione iscrivendosi alla newsletter. Il sito della storica Ferramenta Trifiletti (www.ferramentatrifiletti.it) risulta molto ben articolato. In evidenza ci sono le novità e le offerte, ma il menu a fianco propone molto di più. Si può acquistare online e scaricare il catalogo. La ferramenta è specializzata in utensili per scultura e restauro del legno, non sempre facili da reperire nei negozi. E in tema di scultura, esiste una sezione per acquistare libri sulle tecniche scultoree. Massimo Coccolino Soluzioni d arredo (www.coccolinomobili.it) è online da circa cinque anni con un sito ricco di immagini sia sui lavori che su tecniche, incastri e decorazioni. Così come per le aziende già citate, la presenza in rete è un occasione per esporre i propri lavori: i clienti apprezzano il sito, ma spesso lo visitano quando conoscono già l azienda. Per Coccolino il canale preferenziale per farsi conoscere dai nuovi clienti rimangono le mostre e il passaparola. Luca Attanasio di Arredamenti Attanasio (www.arredamentiattanasio.it) ha rilevato che la clientela arrivata grazie a Internet appartiene soprattutto alla fascia d età tra i 30 e i 40 anni. La peculiarità dell azienda è l offerta di arredi costruiti da altre aziende accanto a una produzione su misura realizzata dal laboratorio di Attanasio. Un modo per soddisfare le diverse esigenze dei clienti, che spesso cercano arredi standard ma, una volta arrivati allo showroom, scoprono di potersi far realizzare, in aggiunta, un mobile su misura. A sinistra. La pagina del sito di Coccolino, dedicata al laboratorio. A sinistra. La sezione del sito della Ferramenta Trifiletti, dedicata alla vendita dei libri specializzati in scultura. A destra. La home page del sito di Arredamenti Attanasio. Foto: gentile concessione dei soci minusieri Capodopera 11

14 12 L INTERVISTA Il fotografo degli artigiani Capodopera Michela Goi Dall alto. Artigiani nelle loro botteghe. Foto: Francesco Filangeri Francesco Filangeri e il gesto artigiano catturato Dall 8 al 29 luglio di quest anno, presso la Sala S. Rita di Roma, il fotografo Francesco Filangeri ha esposto una serie di ritratti fotografici di artigiani, scattati in alcune botteghe europee. Lo abbiamo intervistato per avere un punto di vista diverso dal solito sul mondo dell artigianato. Come è nata l idea di fotografare gli artigiani? Per caso. Ero in giro fra Palermo, Roma, Parigi e Londra a fare fotografie di paesaggio urbano, quando ho visto affacciarsi dalla persiana della sua bottega un artigiano. Era illuminato da un sole tagliente autunnale, non potevo mancare quella fotografia, mi ricordava moltissimo i ritratti di Antonello da Messina. Dopo quell incontro fortunato ho pensato di integrare il mio lavoro sul paesaggio con i volti di chi, quel paesaggio, lo viveva e lo faceva vivere quotidianamente. Gli artigiani e le loro botteghe, infatti, rappresentano il luogo di incontro fra lo spazio pubblico e quello privato, contengono gli odori, i colori e le forme che esprimono la sapienza e la cultura dell artigiano. Queste fotografie mi hanno aiutato a entrare nella parte intima delle città che altrimenti mi sarebbe rimasta estranea. Come ha scelto i soggetti da riprendere? Si è trattato sempre di incontri casuali, ma la scelta, prevalentemente, e stata dettata dalla fotogenia, dal carattere e dalla fierezza che i singoli soggetti riuscivano a esprimere. Mi fermavo a parlare del loro lavoro e nel frattempo osservavo i caratteri somatici dei loro volti, la qualità della luce dell ambiente, valutavo la possibilità di poter fare una buona fotografia, infine chiedevo se accettassero di essere fotografati. So che può sembrare un poco opportunistico, ma in fondo anche per me si trattava di lavoro. In molti altri casi, tuttavia, erano le condizioni generali della scena a determinare la scelta di fare la fotografia. Infatti l artigiano a volte entra in simbiosi con la sua bottega e questa, a sua volta, è come se trasmettesse al volto dignità e fierezza, caratteristiche fondamentali per la riuscita di un buon ritratto, e questo può avvenire soltanto in quel luogo, al di fuori si torna a essere un anonimo cittadino come tanti altri. Nella scelta finale dei soggetti ovviamente non è mancata una buona dose di simpatia reciproca che ha condizionato anche la selezione finale delle immagini da presentare alla mostra. Cosa le interessava mettere in luce del lavoro artigiano? Ho scelto di ritrarre gli artigiani come star del mondo del lavoro manuale. Ho cercato di ritrarre la loro cultura attraverso la fierezza dei loro corpi, l ironia dei loro volti, l espressione dei loro occhi. Ed è attraverso gli occhi che ho tentato di ritrarre il pensiero dell artigiano, quel lavoro giornaliero di interpretazione dei desideri altrui e la loro realizazzione attraverso l atto manuale. Alla luce di quello che ho visto e sentito, ciò che oggi mi interessa di più del mondo degli artigiani è il fatto che si tratta di una comunità internazionale, che prescinde dalle divisioni territoriali, linguistiche, politiche e religiose, una comunità fondata sul rispetto del lavoro e su un profondo senso civico e democratico. Ma la cosa che più mi ha sorpreso è stato ascoltare dalle voci degli artigiani siciliani il modo in cui essi definisconi i mafiosi: «Quelli che non hanno mai voluto lavorare». Che lavori svolgono e dove lavorano gli artigiani scelti? I più svariati: ebanisti di Palermo, muratori di Roma, Londra e Palermo, un incisore e costumista di Parigi, una restauratrice di bambole di Roma, un intagliatore di Londra, un orafo di Palermo. E ancora: calzolaio, berrettaio, sarto, tappezziere, accordatore di pianoforti, carrozziere, fabbro ferraio, riparatori di porcellane, vetraio, gessista, forgiatore, impagliatrice, rilegatore, giocattolaio. Ma sono soltanto quelli che ho fotografato. Alle spalle di questi gentili volontari ve ne sono poi altri che sono rimasti anonimi, ma che mi hanno aiutato a capire più a fondo il mondo dell artigianato, custode di una sapienza fatta con le mani e con il cervello. È stato facile ritrarli o alcuni erano timidi davanti alla macchina fotografica? Più che timidi direi respingenti: chiari e di poche parole mi dicevano di non essere interessati. Ma si è trattato di una minoranza. Ho comunque apprezzato anche la loro sincerità, probabilmente quella non era la giornata giusta. Tutti gli altri erano orgogliosi di essere ritratti. E credo che questo si riesca a vedere dalla mie immagini. Come hanno reagito nel vedere le fotografie? Con gratitudine, perchè a ciascuno ho regalato una fotografia. Anche se alcuni stanno ancora aspettando e me ne scuso. E con grande curiosità nel vedere il lavoro compiuto. Un lavoro oltretutto artigianale, fatto con metodo analogico, con pellicola in bianco e nero, che io prediligo, sviluppata da me e di cui sono stati fatti provini a contatto; infine, una volta scelte le immagini, queste sono state stampate, sempre da me, in camera oscura. Ma soprattutto, una volta visto il lavoro, nessuno di loro ha avuto dubbi o perplessità su come e cosa volessi trasmettere, e quale fosse la finalità di questi ritratti. Cosa che invece non è stata capita, con mia grande sorpresa, da alcuni visitatori della mostra: credo che molti si aspettassero un artigiano chino sul suo lavoro a subirne le fatiche, riducendo il soggetto principale, l artigiano, a un ruolo di comparsa in una scena forse più descrittiva e ricca di dettagli ma sicuramente meno intima. Io ho cercato di far vedere la persona.

15 REGIONE PIEMONTE Gli Artigiani dell Eccellenza Tiziana Bernengo e Marco Cavaletto IL PERCORSO DELL ECCELLENZA L Artigianato Artistico e Tipico in Piemonte 10 anni di Eccellenza in un libro Nel mese di novembre presso la sede del MIAOO (Museo Internazionale delle Arti Applicate Oggi), abbiamo presentato il libro Il percorso dell eccellenza. L artigianato artistico e tipico in Piemonte con l intento di ripercorrere, in modo critico e analitico, gli ultimi 10 anni di una politica di ricerca e di valorizzazione dell artigianato piemontese che, dal tradizionale modo di produrre è in grado di proiettare nel mondo le peculiarità e le tipicità dei nostri territori. L iniziativa è avvenuta nell ambito di un evento di grande valore artistico: è stato infatti riportato alla luce ed esposto al pubblico un capolavoro assoluto dell ebanisteria europea settecentesca: Il Paliotto del Piffetti, situato, sino a Natale, all interno dell Oratorio di San Filippo Neri. Questo prezioso manufatto dell artigianato settecentesco ha offerto l occasione per creare un momento di confronto con l attualità dell artigianato moderno d eccellenza e con il saper fare piemontese. Presentare il volume sull Eccellenza Artigiana ha permesso a quanti hanno a cuore l argomento di ritrovarsi per discutere, ancora una volta, sulla necessità di approfondire i temi, di suscitare dialettiche anche molto forti, intorno all esigenza sempre più sentita di consolidare il patrimonio di civiltà contenuto nelle mani e nella testa di migliaia di piccoli imprenditori artigiani, capaci di produrre eccezionali capolavori ma soprattutto capaci di trasmettere queste loro esperienze a coloro che dimostreranno di possedere l amore e la passione per questo lavoro che non avrà mai fine! Tant è vero che proprio oggi l artigianato sta acquisendo cultori a livello planetario: basti pensare ai recenti libri di Sennet L uomo artigiano e di Crawford, Il lavoro manuale come medicina dell anima. L attenzione e la politica per l artigianato artistico e di eccellenza in Piemonte sono nate anni fa, grazie al contemporaneo manifestarsi di alcuni fattori. La politica, tutta, che dopo molti anni cominciava a guardare in basso verso i produttori più piccoli e faceva nascere per la prima volta un testo unico per l artigianato; la presenza di un centro di elaborazione culturale, quale il Centro Studi per l Artigianato che indagava tendenze e pulsioni della piccola impresa artigiana; una volontà del mondo associativo di sviluppare processi innovativi, meno rigidi, più aperti al mondo esterno. Queste tre condizioni di fondo hanno attivato, soprattutto grazie a una visione molto poco burocratica dell apparato pubblico che non ha risparmiato risorse umane e intelligenze al servizio di questo percorso, un rapporto costante, fecondo e coinvolgente tra l artigianato e le professioni cosiddette intellettuali. Così, intorno al modo di produrre artigiano, oltre alla testimonianza di molti artigiani, si sono mobilitati soggetti diversi che, fino ad allora, poco avevano a che spartire con il saper fare artigiano. Operatori culturali, professori e ricercatori universitari, giornalisti, editori, direttori di Alcuni manifesti sintetizzano le inizative realizzate dalla Regione Piemonte per promuovere gli artigiani insigniti dell Eccellenza Artigiana. Foto: tratta dal libro Il percorso dellʼeccellenza Capodopera 13

16 AA.VV., Il percorso dell Eccellenza. L artigianato artistico e tipico in Piemonte. Neos Edizioni, 2010, 178 pp. Prezzo: 20,00 Per celebrare i 10 anni dellʼeccellenza Artigiana, sono stati coinvolti nella stesura di un libro, i principali attori di questo percorso di valorizzazione dellʼartigianato, intrapreso dalla Regione Piemonte. Così il Direttore Regionale del Commercio, Marco Cavaletto, e Tiziana Bernengo, già dirigente del settore Disciplina e Tutela dellʼartigianato della Regione Piemonte, hanno sapientemente calibrato gli interventi di ricercatori, editori, esperti di marketing e comunicazione, direttori di musei, giornalisti, docenti universitari e registi, al fine di proporre al lettore una panoramica esaustiva della situazione dellʼartigianato in Piemonte a tuttʼoggi. Un libro necessario per comprendere la ricchezza e lʼarticolazione delle risorse presenti sul territorio, ricco di spunti e di opportunità per lʼartigiano, utile allʼappassionato per scoprire o riscoprire i mestieri dellʼartigianato artistico e tipico attraverso le numerose iniziative promosse dalla Regione Piemonte. Gli autori: Antonio Angelo Baussano, Tiziana Bernengo, Enzo Biffi Gentili, Alessandro Bonadonna, Luigi Brossa, Nadia Camandona, Marco Cavaletto, Alessio Cochis, Coordinatori ATS - Bottega Scuola, Lucilla Cremoni, Sergio Fergnachino, Bruno e Lorenzo Gambarotta, Corrado Iannelli, Massimo Mensi, Giovanni Peira, Orlando Perera, Daniela Piazza, Angelo Pichierri, Fulvio Rogolino, Vittorio Amedeo Sacco, Piergiorgio Scoffone, Erica Varese. 14 Capodopera musei, formatori e psicologi, persino attori e registi insieme ad artigiani per fare conoscere e dare identità a questo piccolo, ma significativo segmento del produrre. Il progetto Eccellenza Artigiana della Regione Piemonte ha saputo coinvolgere, pertanto, centinaia di specialisti intorno al tema della sopravvivenza dell impresa, vero obiettivo del progetto, riconoscendole la responsabilità di detenere questo patrimonio e offrendole una possibilità, l unica che un Ente pubblico è in grado di mettere a disposizione: risorse, non soltanto economiche, per progettare in parte il futuro delle imprese migliori, appunto, eccellenti! La collaborazione propositiva dei vari soggetti, di volta in volta coinvolti, è stata di supporto al Gruppo di Lavoro Metodologico, (costituito da rappresentanti della Regione e delle Associazioni di categoria), incaricato di predisporre, partendo dall interpretazione del testo di legge, un piano di lavoro che definisse dal punto di vista concettuale, metodologico e organizzativo le modalità, gli strumenti e le risorse necessarie per la sua realizzazione. Una metodologia di lavoro, peraltro, inconsueta e assai rara nell ambito della Pubblica Amministrazione, che privilegia la progettualità e la sperimentazione. Il lavoro, durato molti anni, è partito dall individuazione delle metodiche più utili per qualificare l imprenditore eccellente; questo forte impegno ha permesso di individuare circa artigiani (su oltre imprese artigiane piemontesi) che oggi possono fregiarsi del marchio Piemonte Eccellenza Artigiana ma soprattutto ha permesso di consolidare presso il grande pubblico dei consumatori l idea di un artigianato costruito su un percorso polarizzato sulla qualità. Successivamente, tale percorso è proseguito ed è arrivato a considerare la complessa e spinosa questione della formazione professionale artigiana che, nello specifico contesto della realizzazione di Botteghe Scuola, ha richiesto la sperimentazione di un progetto formativo inedito e l attenta valutazione dei risultati da questa ottenuti, indispensabile per monitorare la sua efficacia e la sua affidabilità. Diverse sono state le riflessioni, oltre a quelle di natura puramente economica e produttiva, che ci conducevano all artigianato, attraverso un lungo confronto che ha consentito di analizzare ogni territorio con i suoi prodotti tipici e tradizionali, con la sua cultura, con il suo ruolo di conoscenze e competenze. Il confronto è stato utile e produttivo perché ha portato la Regione ad assumere le decisioni dentro un percorso che ha visto la crescita di una continua presa di coscienza comune da parte degli artigiani che hanno compreso la necessità di adattarsi a una realtà lavorativa sempre più complessa, che impone una capacità di saper cogliere le nuove esigenze di mercato e le dinamiche dell innovazione, pur mantenendo solidi legami con la tradizione. Come emerge dai vari articoli di questo volume, i nostri sforzi sono stati pertanto rivolti a una decisa e incessante azione di promozione di strumenti atti a individuare tra le produzioni artigianali quelle di eccellenza, facendo uscire dall immaginario collettivo un artigianato riduttivo per collocarlo nella sua dimensione culturale, storica ed economica e man mano che l artigianato artistico, tradizionale e tipico consolidava sempre più gli spazi conquistati e diventava un punto di riferimento di alto profilo si rendeva necessario fornire un adeguata cornice e sedi atte a ospitare i prodotti dell artigianato d eccellenza. Pertanto le numerose rassegne espositive, che ci hanno visti impegnati negli anni, non sono state solo esposizioni nel senso tradizionale del termine, ma mostre-laboratorio o, meglio, mostre che hanno cercato di dare risultati di un certo criterio di ricerca e di sperimentazione. L obiettivo delle manifestazioni è stato quello di incentivare il processo di incontro, ancora poco sviluppato, tra la cultura del progetto, la produzione legata alle risorse e alla tradizione di alcuni territori e un pubblico attento alla qualità della vita. Con questa attenzione si è lavorato anche per realizzare iniziative con la presenza dei prodotti dell artigianato alimentare d eccellenza. A questo punto quali mezzi utilizzare, quali percorsi utili per far conoscere, far sapere tutto quello che si stava realizzando, ma soprattutto come far comprendere ai consumatori quali valori incarni una produzione artigianale d eccellenza? Il nostro intento è stato sin dall inizio proprio quello di far conoscere l opera degli artigiani, per valorizzare la cultura dell artigianato portando a conoscenza i meccanismi che lo regolano: la progettualità, lo studio, la conoscenza tecnica, l esperienza. Solo una comunicazione affidata agli aspetti qualitativi, con prospettive di alto profilo, poteva rispondere a queste esigenze e in questa direzione vi è stato l impegno che si doveva prima di tutto agli artigiani, poi ai consumatori delle produzioni di qualità. Come ben è evidenziato nel volume dagli interventi di giornalisti, editori, registi, la comunicazione è stata chiamata a un compito difficile. Attraverso libri, video, trasmissioni televisive per diffondere e posizionare il marchio di Eccellenza Artigiana, riviste convegni, seminari, l impegno degli esperti di comunicazione è stato quello di trasmettere il valore e l unicità di lavorazioni e produzioni che hanno nella qualità e nel rifiuto della serialità la loro ragion d essere, quello di descrivere il mondo degli artigiani, con il loro saper fare, anche attraverso le loro testimonianze esplorandone le molte sfaccettature.

17 REGIONE PIEMONTE Il Sito dell Eccellenza Michela Goi Il sito dell Eccellenza Artigiana: come ottenere il riconoscimento Nella pagina principale del sito dedicato all Eccellenza Artigiana un link rimanda a una sezione che riunisce tutte le informazioni utili a chi volesse ottenere questo riconoscimento. Occorre innanzi tutto che le imprese risultino iscritte agli Albi provinciali dell Artigianato e che rispondano alle caratteristiche riportate nei disciplinari di produzione relativi a ciascun settore produttivo. Il disciplinare elenca e illustra le peculiarità sulla base delle quali si individua un impresa eccellente, con una particolare attenzione alle tecniche e ai materiali, che devono essere conformi al profilo di un attività artistica e tipica. È possibile fare richiesta per i seguenti settori: legno; restauro ligneo; stampa, legatoria, restauro; metalli pregiati, pietre dure e lavorazioni affini; strumenti musicali; tessitura, ricamo e affini, abbigliamento; vetro; ceramica; metalli comuni; conservazione e restauro in edilizia; decorazioni su manufatti diversi; altre attività dell artigianato artistico, tradizionale, tipico; alimentare. Cliccando su ciascun settore si viene indirizzati su una pagina che contiene il disciplinare specifico, l elenco dei membri delle commissioni che redigono i disciplinari, la modulistica con relative norme di compilazione e i contatti di istituzioni ed enti presso cui si possono ottenere informazioni, ovvero la Regione Piemonte, le Commissioni dell Artigianato delle singole province, il Centro Studi per l Artigianato Piemontese e le associazioni artigiane. Il sito riporta le date di consegna delle domande (dall 1 al 31 marzo e dall 1 al 30 settembre) da presentare alle Commissioni proviciali. Questa sezione del sito è completata dalle informazioni utili per mantenere il riconoscimento nel caso, per esempio, l impresa cambi struttura giuridica o avvengano passaggi generazionali. Si segnalano anche alcune sezioni del menu laterale che possono essere utili. Innanzi tutto il testo della legislazione nazionale in tema di artigianato e il Testo unico regionale. Per sfruttare appieno le possibilità offerte dalla Regione si può accedere alla banca dati di incentivi e agevolazioni, in cui sono in evidenza tutte le novità. La pagina del Sistema Informativo dell Artigianato riunisce i risultati di analisi e statistiche sul tema. Infine la pagina Bandi Modulistica Beneficiari permette di scaricare la documentazione per ogni tipo di richiesta da inoltrare alla Regione. La home page del sito dell Eccellenza Artigiana della Regione Piemonte. Capodopera 15

18 REGIONE PIEMONTE Gli Artigiani dell Eccellenza Lucia Barberis Direzione Attività Produttive Settore Promozione, Sviluppo e Disciplina dell Artigianato In alto. A destra. La home page del Portale dell Artigianato con la mascotte Amedeo. Perché il Portale dellʼartigianato Col Portale regionale dell Artigianato, integrato nel Sistema informativo regionale e in particolare coordinato con i servizi telematici già esistenti nell ambito del Sistema degli Sportelli unici per le attività produttive, la Regione ha voluto fornire un punto di raccordo e coordinamento delle informazioni di interesse per le imprese artigiane, che fornisce servizi di tipo innovativo e interattivo, ed è strumento di promozione e valorizzazione dei prodotti e dei servizi delle imprese artigiane piemontesi, che si traduce anche in una promozione dell intero territorio. Oltre che alle imprese, il Portale si rivolge, con le sue sezioni promozionali e multimediali, ai cittadini, favorendo la conoscenza della vasta offerta di prodotti e sevizi artigiani di qualità che caratterizza la nostra regione e in particolare delle numerose imprese che hanno ottenuto il marchio Piemonte Eccellenza Artigiana. Tra i servizi di maggiore interesse figurano: le vetrine telematiche delle imprese, il servizio online La Regione Risponde, le sezioni tematiche dedicate all Eccellenza Artigiana e alle Certificazioni di qualità. Tramite il Portale, collegato con la Banca dati regionale delle agevolazioni finanziarie, con il sito istituzionale della Regione, con i siti degli enti gestori delle agevolazioni regionali, sono resi disponibili e scaricabili tutti i documenti necessari a presentare una domanda di agevolazione e sono fornite tutte le informazioni e i riferimenti utili per l accesso ai benefici finanziari alle imprese. Sul Portale è anche stata sperimentata la presentazione online delle domande per alcune tipologie di contributo, sperimentazione che potrà essere ripresa e potenziata con la progressiva introduzione della posta elettronica certificata e della firma digitale. Evoluzione del Portale Lo sviluppo del Portale comporta una considerevole attività da parte della Regione, sia per il coordinamento, lʼindirizzo e il controllo dellʼattività del CSI e degli altri soggetti coinvolti, sia per la gestione del back office e lʼattività di promozione. Negli ultimi anni è stato in particolare curato il miglioramento di alcune funzionalità del Portale in termini di semplificazione per lʼutenza in Utilizzo del Portale Nel periodo gennaio-ottobre 2010 i contatti registrati al Portale sono stati Le imprese presenti, a titolo gratuito, nella sezione Vetrine elettroniche sono ad oggi 623. Le sezioni più consultate sono le Vetrine e lʼeccellenza. Molto utilizzati sono anche i servizi di faq e Lʼesperto risponde, attraverso i quali gli utenti possono ottenere in tempi brevi risposte ai loro quesiti. In particolare, osservando lʼandamento nel corso dei 10 mesi relazione ai nuovi standard regionali di accesso allʼinformazione, di arricchimento della sezione multimediale con video, slideshow e fotografie delle manifestazioni promozionali, di creazione di nuove sezioni interattive relative ai progetti di assistenza tecnica e di internazionalizzazione finanziati dalla Regione e allʼattività della Commissione Regionale dellʼartigianato. considerati, si registra un significativo incremento degli accessi in corrispondenza di particolari eventi e manifestazioni di promozione delle imprese artigiane e del Portale. Negli ultimi anni lʼutilizzo del web per la ricerca di informazioni si è diffuso più che in passato tra le imprese artigiane. Il grado di soddisfazione degli utenti del Portale è buono, resta tuttavia importante proseguire nellʼopera di sensibilizzazione e nellʼimpegno a rendere Sul Portale sono state anche inserite le informazioni per la richiesta dei risarcimenti ai Comuni e alle imprese interessate dagli eventi alluvionali del 29/30 maggio Il Portale e i suoi servizi sono costantemente promossi in occasione di importanti manifestazioni, con il coinvolgimento delle imprese e degli operatori del settore artigiano. Fra le manifestazioni degli ultimi anni ricordiamo ARTÒ, Restructura, ALPI 365 a Torino, CHEESE a Bra, AF Artigiano in fiera a Milano, CIBUS a Parma, Vinitaly a Verona, Squisito a San Patrignano. Per rendere riconoscibile il Portale sono stati realizzati modelli e sistemi di comunicazione con lʼimmagine coordinata, caratterizzata dalla mascotte Amedeo e da colori e grafica omogenei. sempre più accessibili e semplici le procedure di utilizzo dei servizi telematici. Lʼimpegno della Regione in tal senso si concretizza nelle iniziative mirate di informazione e promozione sulle potenzialità offerte dal Portale, nella costante attenzione a rimuovere le criticità nellʼaccesso alle informazioni, anche su segnalazione dellʼutenza. A tal fine, le iniziative di informazione sugli interventi a sostegno dellʼartigianato, programmate dalla Regione per il 2011 nelle Province piemontesi in collaborazione con le Associazioni artigiane, saranno strutturate in modo da sottolineare lʼutilità del Portale (in termini di velocità di accesso alle informazioni, ricchezza e attendibilità dei contenuti, opportunità di promozione per le imprese attraverso le vetrine telematiche) e da sollecitarne un sempre maggiore utilizzo da parte degli operatori del settore.

19 Michela Goi REGIONE PIEMONTE Gli Artigiani dell Eccellenza Quando la Rete è Eccellente La rete, si sa, è un collettore di cose insolite e originali. Chi non conoscesse gli artigiani dell Eccellenza potrebbe rimanere stupito di fronte alla varietà di artigiani in cui ci si imbatte navigando. È un esempio di come la tecnologia si faccia veicolo di diffusione, o semplicemente di conoscenza, di lavorazioni anche estremamente tradizionali. Il Marchesato (www.ilmarchesato.com), per esempio, produce artigianalmente ombrelli e parasole. Sul sito è visibile l intera gamma dei prodotti suddivisi per categorie, con la possibilità di registrarsi e acquistare da casa. A conferma dell utilizzo di metodi tradizionali, si può vedere online un filmato che illustra il procedimento di realizzazione di un ombrello. La Fabbrica artigiana di organi da chiesa di Sergio Castegnaro (www.castegnarorgani.com) mostra di sfruttare appieno le possibilità offerte da Internet. Oltre alla presentazione dell attività, il sito fornisce le indicazioni basilari per la pulitura e la revisione degli organi; sarà presto online la procedura per avviare il restauro di un organo in conformità alle norme di Sorpintendenze e Curie. Accanto alle informazioni tecniche, il sito propone numerosi link a case editrici musicali, negozi di musica ed eventi musicali. Il sito di Piazzai Models (www.piazzaimodels.com), azienda produttrice di modelli aeronautici dal 1965, ci introduce in un mondo inaspettato. I modelli Piazzai, infatti, sono perfette riproduzioni dei velivoli reali, così che vengono acquistati come oggetti promozionali per l industria aeronautica oltre che interessare i collezionisti. Anche in questo caso si può accedere al listino prezzi della collezione. Una galleria fotografica dimostra come il processo produttivo sia svolto a mano. Una curiosità: la collezione del fondatore Luciano Piazzai è stata acquisita ed esposta dalla Fondazione Museo dell Aeronautica Volandia di Vezzola Ticino (Varese). Ha riservato una particolare attenzione alla completezza del catalogo anche la AMB caminetti e ceramiche (www.ambceramiche.com). Per agevolare il cliente che voglia acquistare online sono in evidenza le occasioni e le novità, che certamente non mancano: accanto a stufe e camini tradizionali, si possono trovare termocaminetti, stufe ad accumulo di calore in pietra ollare dalla Finlandia e stufe in pietra dalla Svizzera. Un sito dettagliato è anche garanzia di trasparenza, come nel caso del Saponificio Bignoli (www.saponificiobignoli.it), che elenca esaurientemente le componenti dei suoi prodotti: la base, gli aromi, gli estratti e le sostanze naturali con cui si può arricchire un sapone. Queste indicazioni, insieme alla gamma di formati e tipololgie, aiuta il cliente a personalizzare il prodotto oppure a comprare direttamente online. Molti artigiani usano lo spazio del proprio sito anche per raccontare il proprio mestiere ai clienti. È la scelta di Elia Restauri (www.eliarestauri.it), azienda che si occupa di deumidificazioni, decorazioni, rivestimenti colorati, menutenzione, isolamento termico: ogni tipo di intervento In alto. A destra. Una delle pagine del sito dello storico Saponificio Bignoli. A sinistra. La home page dell ombrellificio storico Il Marchesato. Foto: gentile concessione degli artigiani dellʼeccellenza Artigiana Capodopera 17

20 In alto. Una delle pagine del sito di Marteluna. È possibile vedere un video che illustra le lavorazioni dei gioielli. Foto: gentile concessione degli artigiani dellʼeccellenza Artigiana 18 Capodopera è spiegato e corredato da fotografie. Altre aziende puntanto sulla ricchezza dell apparato di immagini. Marteluna è un laboratorio novarese che realizza gioielli e piccoli oggetti in vetro (www.marteluna.com). Il sito permette di scaricare il catalogo, ma soprattutto presenta una serie di immagini che fotografano i dettagli dei prodotti e che risultano estremamente accattivanti per forme e colori. Il sito di ST Ferro (www.stferro.com), che si occupa di forgiatura a mano, riserva la stessa attenzione alle gallerie fotografiche; le pagine dei video e dei download sono in allestimento. In alcuni casi il design del sito riflette efficacemente il gusto con cui sono realizzati gli oggetti. Giò Gatto (www.giogatto.com), per esempio, è un marchio nato per la produzione di borse di carta ampliatosi successivamente a tutta la gamma del packaging. Una serie di slide presenta la gamma dei prodotti: non semplici sportine usa e getta, ma borse che possono essere conservate e riutilizzate. Matteo Bonafede (www.artboxgioielli.i) presenta i suoi gioielli di design in un sito dalla grafica sobria che fa risaltare la belleza dei materiali non tradizionali utilizzati nelle sue creazioni. Accanto alle gallerie fotografiche e agli eventi, il sito presenta anche gli altri servizi: realizzazione di prototipi, incisione e bassorilievi su pietra, complementi d arredo. A proposito di materiali poco convenzionali, si segnala anche Paesina Stile (www.paesinastile.com), laboratorio che produce bigiotteria, oggettistica e orologi in paesina, una roccia sedimentaria ricca di venature dai colori caldi. Sono molto originali anche i fossili montati per diventare gioielli. Il settore degli accessori è ben rappresentato da Masala (www.masala-accessori.com), un marchio biellese che produce accessori e deriva il suo nome da un misto di spezie orientali. Il sito propone gallerie fotografiche che illustrano le ultime collezioni: borse realizzate con pezzi di airbag oppure realizzate sul tema delle opere di Puccini e del film Colazione da Tiffany. Ci si può registrare per essere aggiornati sulle offerte e le iniziative; è in corso di preparazione la sezione Shop. Impossibile non notare la grafica, che introduce il visitatore in un negozio disegnato con linee e colori che sembrano venire dal passato. Il marchio torinese Natimatti (www.natimatti.it) ha scelto un sito snello e colorato, in linea con le sue creazioni sartoriali che sembrano giocare con la geometria. Iscrivendosi alla mailing list si può essere aggiornati su fiere e mercatini. Risultano particolarmente interessanti i siti di due realtà emblematiche di un nuovo modo di lavorare. Domus Aurea Torino (www.domusaureatorino.it) è un gruppo di artigiani che si occupano di decorazione di pregio e restauro, mettendo insieme professionalità diverse che coprono tutta la gamma di lavorazioni per la decorazione: dalla produzione dei materiali alla messa in opera, con un attenzione particolare anche al recupero di tecniche antiche. I materiali, calci e colori, sono tutti naturali e possono essere acquistati online. Gli artigiani di Domus Aurea partecipano a iniziative di formazione per essere sempre aggiornati e il loro profilo, ciascuno dotato di una vetrina dei lavori e dei contatti, è accessibile al visitatore. Il Consorzio San Luca per la Cultura, l Arte e il Restauro (www.consorziosanluca.eu) riunisce aziende e professionisti del restauro in grado di offrire al cliente un servizio completo. Anche in questo caso si può visualizzare il curriculum di ciascun operatore. Il consorzio si occupa anche di preparare la documentazione fotografica e video degli interventi, predisporre comunicati e cartelle stampa, opuscoli, documentari e pubblicazioni, allestire mostre e creare siti Internet dedicati. Una sezione del sito è riservata a mostre, seminari, convegni e mostre organizzati in occasione dei restauri da loro realizzati. Per restare in contatto con gli utenti ed essere più visibile, il consorzio ha attivato una pagina su Facebook. Per concludere segnaliamo Bioartlegno (www.bioartlegno.it), un laboratorio che produce mobili, complementi d arredo, targhe e insegne in legno. La sua peculiarità è quella di realizzare solo prodotti ecocompatibili rifiniti con materiali naturali. Su richiesta si eseguono lavori senza impiego di finiture metalliche. La galleria fotografica è molto esaustiva e si può acquistare online.

Giacomo Bruno I 5 SEGRETI DEI BLOG

Giacomo Bruno I 5 SEGRETI DEI BLOG Giacomo Bruno I 5 SEGRETI DEI BLOG Report tratto da: Fare Soldi Online con Blog e MiniSiti Puoi distribuire gratuitamente questo ebook a chiunque. Puoi inserire i tuoi link affiliato. I segreti dei Blog

Dettagli

La radio a scuola: l esperienza lombarda della trasmissione La porta accanto Marie Pierre Bartesaghi, Atelier Radio

La radio a scuola: l esperienza lombarda della trasmissione La porta accanto Marie Pierre Bartesaghi, Atelier Radio La radio a scuola: l esperienza lombarda della trasmissione La porta accanto Marie Pierre Bartesaghi, Atelier Radio La storia di questo tipo d esperimento risale all inizio degli anni 80 quando, in Francia,

Dettagli

PRESENTAZIONE Firenze 2014

PRESENTAZIONE Firenze 2014 PRESENTAZIONE Firenze 2014 INDICE Presentazione generale del progetto... pg 3 Obiettivi... pg 3 Le caratteristiche del nuovo sito e-commerce... pg 3 Strumenti di promozione del progetto web.... pg 4 I

Dettagli

Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016

Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016 Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016 La valigia delle idee Progetti e percorsi formativi per gli studenti delle scuole dell infanzia, primarie e secondarie di primo grado di Sesto Fiorentino 1

Dettagli

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza presentazione a cura di Fondazione di Piacenza e Vigevano Dopo 26 anni dall apertura del Teatro San Matteo, Teatro Gioco Vita

Dettagli

Istituto Comprensivo B. Lorenzi Scuola dell Infanzia Torre Incantata Fumane GRUPPO GRANDI

Istituto Comprensivo B. Lorenzi Scuola dell Infanzia Torre Incantata Fumane GRUPPO GRANDI Istituto Comprensivo B. Lorenzi Scuola dell Infanzia Torre Incantata Fumane GRUPPO GRANDI Anno Scolastico 2013-2014 SITUAZIONE MOTIVANTE In una società dove le immagini proposte dai mass-media hanno un

Dettagli

Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato

Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato Il progetto Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato è nato in seguito ad un progetto pilota avviato durante l anno scolastico 1999/2000 e presentato

Dettagli

info Via Anzio N 4 Tel. 0971.444014 - Fax 0971.444158 www.liceoartisticoemusicale.gov.it - e.mail: isapotenza@virgilio.it liceo artistico potenza

info Via Anzio N 4 Tel. 0971.444014 - Fax 0971.444158 www.liceoartisticoemusicale.gov.it - e.mail: isapotenza@virgilio.it liceo artistico potenza info Via Anzio N 4 Tel. 0971.444014 - Fax 0971.444158 www.liceoartisticoemusicale.gov.it - e.mail: isapotenza@virgilio.it liceo artistico potenza La scelta della scuola? Una decisione importante Ecco Il

Dettagli

Primi Passi Guadagno

Primi Passi Guadagno Primi Passi Guadagno Online Questo è un report gratuito. E possibile la sua distribuzione, senza alterare i contenuti, gratuitamente. E vietata la vendita INTRODUZIONE Mai come in questo periodo è scoppiato

Dettagli

METODOLOGIA Scuola dell infanzia La progettazione, l organizzazione e la valorizzazione degli spazi e dei materiali

METODOLOGIA Scuola dell infanzia La progettazione, l organizzazione e la valorizzazione degli spazi e dei materiali METODOLOGIA Scuola dell infanzia La scuola dell infanzia è un luogo ricco di esperienze, scoperte, rapporti, che segnano profondamente la vita di tutti coloro che ogni giorno vi sono coinvolti, infatti

Dettagli

RELAZIONE FINALE DOL 2008/2009 LA MAGIA DEL NATALE

RELAZIONE FINALE DOL 2008/2009 LA MAGIA DEL NATALE RELAZIONE FINALE DOL 2008/2009 LA MAGIA DEL NATALE L arrivo del Natale porta nella Scuola dell Infanzia inevitabili suggestioni di festa, di regali e di sorprese, esercita un fascino particolare nella

Dettagli

La Scuola Primaria. Affrontare insieme le difficoltà

La Scuola Primaria. Affrontare insieme le difficoltà La Scuola Primaria Un percorso di crescita fondamentale nello sviluppo delle competenze e delle conoscenze. Un ambiente educativo sereno e inclusivo nel quale è possibile promuovere, sostenere ed accompagnare

Dettagli

PROGETTO DORSO: Offerta Formativa del Liceo Guido Dorso di Ariano Irpino

PROGETTO DORSO: Offerta Formativa del Liceo Guido Dorso di Ariano Irpino PROGETTO DORSO: Offerta Formativa del Liceo Guido Dorso di Ariano Irpino Carissimi alunni, gentili genitori, questo opuscolo è stato pensato per far conoscere l offerta formativa della nostra scuola a

Dettagli

Possa tu costruire la scala che conduce alle stelle e percorrerne ogni gradino (Bob Dylan)

Possa tu costruire la scala che conduce alle stelle e percorrerne ogni gradino (Bob Dylan) PROGETTO: Una vita, tante storie Possa tu costruire la scala che conduce alle stelle e percorrerne ogni gradino (Bob Dylan) Introduzione: Il racconto della propria vita è il racconto di ciò che si pensa

Dettagli

1. Rendere visibili agli occhi degli allievi i loro avanzamenti rispetto all obiettivo prestabilito attraverso un feedback progressivo

1. Rendere visibili agli occhi degli allievi i loro avanzamenti rispetto all obiettivo prestabilito attraverso un feedback progressivo Esempio 1 Docente che ha bisogno di acquisire nuove competenze Area delle competenze relative all INSEGNAMENTO (DIDATTICA): Organizzazione delle situazioni di apprendimento: 1. (PRIMARIA, SECONDARIA, compreso

Dettagli

A proposito di qualità del software didattico

A proposito di qualità del software didattico A proposito di qualità del software didattico Il software va visto nel contesto d uso e va valutato sulla base dell efficacia didattica e dell integrabilità del diversi percorsi educativi Michela Ott ITD-CNR,

Dettagli

Le scuole dell infanzia del 1 Circolo di ABBIATEGRASSO

Le scuole dell infanzia del 1 Circolo di ABBIATEGRASSO Le scuole dell infanzia del 1 Circolo di ABBIATEGRASSO Scuola dell infanzia di v.le Papa Giovanni XXIII Scuola dell infanzia di Ozzero Scuola dell infanzia di Morimondo propongono ampliamento del progetto

Dettagli

Il Tempo del non tempo

Il Tempo del non tempo Il Tempo del non tempo Riflettere su quanto abbiamo cercato di fare insieme con la nostra esperienza teatrale ci costringe a ricercare una coerenza metodologica che nelle nostre intenzioni e nel nostro

Dettagli

Inaugurazione pubblica dell esperienza finale, alla quale parteciperanno anche personalità

Inaugurazione pubblica dell esperienza finale, alla quale parteciperanno anche personalità Progetto Titolo Mut(u)azioni tra arte e scienza: I Licei Artistici dell Umbria, i Musei scientifici dell Ateneo e l Accademia di Belle Arti di Perugia esplorano e sperimentano le interazioni possibili

Dettagli

- 1 reference coded [3,14% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [3,14% Coverage] - 1 reference coded [3,14% Coverage] Reference 1-3,14% Coverage quindi ti informi sulle cose che ti interessano? sì, sui blog dei miei amici ah, i tuoi amici hanno dei

Dettagli

Anno scolastico 2015-16 Scuole dell Infanzia

Anno scolastico 2015-16 Scuole dell Infanzia Anno scolastico 2015-16 Scuole dell Infanzia Scuola dell Infanzia A.Gramsci Via Motrassino, 10 Scuola dell Infanzia H.C.Andersen Via Buozzi di fronte al Liceo Juvarra Scuola dell Infanzia G.Rodari via

Dettagli

AL SITO WEB. www.confartigianato.an.it. Mi piace

AL SITO WEB. www.confartigianato.an.it. Mi piace GUIDA AL SITO WEB Mi piace Interattivo, sempre aggiornato, proiettato nel nuovo mondo dei social media. Questo è il sito. Una grafica lineare ed elegante, un interfaccia di immediata comprensione e fruizione,

Dettagli

Italiano Inglese. Arte e immagine. Storia Geografia. Scienze motorie e sportive. Matematica. Religione cattolica. Attività didattiche alternative

Italiano Inglese. Arte e immagine. Storia Geografia. Scienze motorie e sportive. Matematica. Religione cattolica. Attività didattiche alternative Italiano Inglese Storia Geografia Arte e immagine Scienze motorie e sportive Matematica Tecnologia e Informatica Musica Scienze Religione cattolica Attività didattiche alternative Convivenza civile: -Ed.

Dettagli

Estratto del POF (Piano dell Offerta Formativa) dell Istituto Statale D Arte G. de Chirico - Torre Annunziata Corso Liceo Artistico

Estratto del POF (Piano dell Offerta Formativa) dell Istituto Statale D Arte G. de Chirico - Torre Annunziata Corso Liceo Artistico ISTITUTO STATALE D ARTE GIORGIO de CHIRICO DIS. SCOL. N.37 C. S. NASDO4000B C. F. 82008380634 Sede: TORRE ANNUNZIATA (NA) Via Vittorio Veneto, 514 Tel.0815362838- Fax 081.862.89.41-sito:www.isadechirico.it

Dettagli

AFFETTIVITA E SESSUALITA BENESSERE A SCUOLA

AFFETTIVITA E SESSUALITA BENESSERE A SCUOLA AFFETTIVITA E SESSUALITA BENESSERE A SCUOLA DR.SSA MAIORANO ANGELA (PSICOLOGA E PSICOTERAPEUTA) PUBBLICHE RELAZIONI PARCHETTI CRISTINA COREOGRAFA E BALLERINA VERGINELLI MAURA L ADOLESCENZA PORTA CON SÉ

Dettagli

MEDIAKIT. Suoni GPS GPS. Comunicazione. Multimediale. Comunicazione. Facebook. Facebook. YouTube. YouTube. Show. Slide. Twitter. Slide Show.

MEDIAKIT. Suoni GPS GPS. Comunicazione. Multimediale. Comunicazione. Facebook. Facebook. YouTube. YouTube. Show. Slide. Twitter. Slide Show. Comunicazione Video Testi Slide Show Twitter Brochure Linkedin Slide Portale Immagini Editoria Newsletter Show Web Portale Editoria Editoria Flickr Digitale Device Mappe Cataloghi GPS Facebook Magazine

Dettagli

Presentiamo dunque un lavoro progettato per chi crede in una scuola per tutti, per chi si pone domande e per chi cerca risposte.

Presentiamo dunque un lavoro progettato per chi crede in una scuola per tutti, per chi si pone domande e per chi cerca risposte. Introduzione Il manuale La scuola inclusiva nell Italia che cambia. si propone di accompagnare e sostenere l insegnante in ogni fase dell inserimento scolastico di un allievo non madrelingua nella scuola

Dettagli

TITOLO DEL PROGETTO SOGGETTO PROMOTORE DELL INIZIATIVA. Piatto sano, mi ci ficco. Associazione Genitore Amico.

TITOLO DEL PROGETTO SOGGETTO PROMOTORE DELL INIZIATIVA. Piatto sano, mi ci ficco. Associazione Genitore Amico. ASSOCIAZIONE GENITORE AMICO ISTITUTO COMPRENSIVO DI TRIVERO COMUNE DI TRIVERO COMUNE DI SOPRANA TITOLO DEL PROGETTO Piatto sano, mi ci ficco. SOGGETTO PROMOTORE DELL INIZIATIVA Associazione Genitore Amico.

Dettagli

LABORATORIO TEATRALE PER LA SCUOLA ELEMENTARE E SCUOLA DELL INFANZIA PROGETTO: LA FIABA

LABORATORIO TEATRALE PER LA SCUOLA ELEMENTARE E SCUOLA DELL INFANZIA PROGETTO: LA FIABA LABORATORIO TEATRALE PER LA SCUOLA ELEMENTARE E SCUOLA DELL INFANZIA PROGETTO: LA FIABA L obbiettivo di questo laboratorio è quello di rielaborare ed interpretare un antica fiaba usando i significati profondi

Dettagli

INTERVISTA ALLA SCRITTRICE

INTERVISTA ALLA SCRITTRICE Tratto da: M. Cecconi, La morte raccontata ai bambini: il ciclo della vita. Intervista ad Angela Nanetti, Il Pepeverde n. 10, 2001, pp. 10 11. Copyright INTERVISTA ALLA SCRITTRICE ANGELA NANETTI LA MORTE

Dettagli

Bloggiornalismo. Dal web publishing alle comunità di blog per la classe in rete

Bloggiornalismo. Dal web publishing alle comunità di blog per la classe in rete Bloggiornalismo. Dal web publishing alle comunità di blog per la classe in rete Giulia Caminada Professoressa di Materie Letterarie Scuola Media G. Segantini di Asso giulia.caminada@tiscali.it - www.bloggiornalismo.it

Dettagli

PROGETTO LET S PLAY AND TALK

PROGETTO LET S PLAY AND TALK PROGETTO LET S PLAY AND TALK FINALITA Il progetto Let s play and talk riguarda tutti i plessi di scuola primaria. Esso intende avvicinare gli alunni alla comprensione ed all uso della lingua straniera

Dettagli

MUSEI DI CLASSE. Premessa

MUSEI DI CLASSE. Premessa MUSEI DI CLASSE Attività didattica per la scuola primaria e secondaria Premessa 1 La didattica museale acquista sempre maggiore importanza all interno delle attività ordinarie dei musei per la sua valenza

Dettagli

Estratto del POF (Piano dell Offerta Formativa) del Liceo Artistico G. de Chirico Torre Annunziata

Estratto del POF (Piano dell Offerta Formativa) del Liceo Artistico G. de Chirico Torre Annunziata Estratto del POF (Piano dell Offerta Formativa) del Liceo Artistico G. de Chirico Torre Annunziata Il Progetto educativo e formativo del Liceo Artistico G. de Chirico è finalizzato alla crescita globale

Dettagli

Relazione Finale progetto II Anno

Relazione Finale progetto II Anno Relazione Finale progetto II Anno Premessa Anche quest anno ho la necessità di fare una premessa. Quando a giugno ho pensato di creare un giornalino a scuola come progetto per l ultimo anno del DOL ero

Dettagli

Augurando una positiva conclusione dell anno scolastico, porgiamo distinti saluti. Per l Associazione Euro Diracca

Augurando una positiva conclusione dell anno scolastico, porgiamo distinti saluti. Per l Associazione Euro Diracca Spett. DIRIGENTI SCOLASTICI COLLEGI DOCENTI della SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO SCUOLA SECONDARIA DI SECONDO GRADO di San Daniele del Friuli OGGETTO: proposta di attività di didattica

Dettagli

OBIETTIVI EDUCATIVI TRASVERSALI SCUOLA DELL INFANZIA SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

OBIETTIVI EDUCATIVI TRASVERSALI SCUOLA DELL INFANZIA SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO OBIETTIVI EDUCATIVI TRASVERSALI SCUOLA DELL INFANZIA SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO 10 OBIETTIVI EDUCATIVI TRASVERSALI AUTOCONTROLLO ATTENZIONE E PARTECIPAZIONE ATTEGGIAMENTO E COMPORTAMENTO

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

Curricolo Scuola Infanzia

Curricolo Scuola Infanzia Curricolo Scuola Infanzia CHIAVE COMPETENZA SOCIALE E CIVICA Riconosce ed esprime le proprie emozioni, è consapevole di desideri e paure, avverte gli stati d animo propri e altrui. Acquisire consapevolezza

Dettagli

- Istruzione: un dovere e un diritto - A scuola fino a 16 anni

- Istruzione: un dovere e un diritto - A scuola fino a 16 anni Indice L obbligo di istruzione - La scuola, oggi - Istruzione: un dovere e un diritto - A scuola fino a 16 anni - Dopo la terza media - Cosa scegliere? - L istruzione liceale - L istruzione tecnica - L

Dettagli

Team building e volontariato aziendale: nuove proposte per la crescita delle imprese

Team building e volontariato aziendale: nuove proposte per la crescita delle imprese Team building e volontariato aziendale: nuove proposte per la crescita delle imprese Definizioni di volontariato di impresa Il coinvolgimento del personale di un'impresa nella comunità attraverso forme

Dettagli

Ti do i miei occhi laboratorio di educazione sentimentale

Ti do i miei occhi laboratorio di educazione sentimentale Premessa Ti do i miei occhi laboratorio di educazione sentimentale Partendo dall esperienza dello scorso anno che ha visto impegnate n.8 classi di scuola secondaria di I e di II grado (di Milano e delle

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2014-2015

PROGRAMMAZIONE ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2014-2015 PROGRAMMAZIONE ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2014-2015 Prof. M. C. Cassanmagnago Prof. V. Cazzaniga Prof. P. Cinelli Prof. R. Colombo SECONDO BIENNIO DISCIPLINA: LABORATORIO di DESIGN legno e arredamento Prof.

Dettagli

Blog, social network marketing virale: esserci sì, ma come? Relatore: Marco Magistri - Webmaster G&P communication

Blog, social network marketing virale: esserci sì, ma come? Relatore: Marco Magistri - Webmaster G&P communication Blog, social network marketing virale: esserci sì, ma come? Relatore: Marco Magistri - Webmaster G&P communication G&P communication srl - Milano Dal web 1.0 al web 2.0 la grande rivoluzione web 1.0 Statico

Dettagli

Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento ambiente costruzioni e design. Corso di laurea in Comunicazione visiva

Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento ambiente costruzioni e design. Corso di laurea in Comunicazione visiva Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento ambiente costruzioni e design Corso di laurea in Comunicazione visiva Dipartimento ambiente costruzioni e design Il Dipartimento

Dettagli

PRIMO ISTITUTO COMPRENSIVO di PALAZZOLO S/O via Zanardelli n.34 Anno scolastico 2014/2015

PRIMO ISTITUTO COMPRENSIVO di PALAZZOLO S/O via Zanardelli n.34 Anno scolastico 2014/2015 PRIMO ISTITUTO COMPRENSIVO di PALAZZOLO S/O via Zanardelli n.34 Anno scolastico 2014/2015 CURRICOLI DISCIPLINARI SCUOLA DELL INFANZIA e PRIMO CICLO di ISTRUZIONE Percorso delle singole discipline sulla

Dettagli

riportare quindi il centro del nostro mondo tra le mura della nostra città.

riportare quindi il centro del nostro mondo tra le mura della nostra città. magazine free press Firenze Urban Lifestyle è un magazine freepress che nasce dalla volontà di dare energia alla forza intrinseca della città di Firenze. La nostra redazione vuole dar voce a realtà e situazioni

Dettagli

BIBLIOTECA 2.0 TITOLO DEL PROGETTO: SETTORE E AREA D INTERVENTO. Patrimonio artistico e culturale - Cura e conservazione delle biblioteche

BIBLIOTECA 2.0 TITOLO DEL PROGETTO: SETTORE E AREA D INTERVENTO. Patrimonio artistico e culturale - Cura e conservazione delle biblioteche TITOLO DEL PROGETTO: BIBLIOTECA 2.0 SETTORE E AREA D INTERVENTO Patrimonio artistico e culturale - Cura e conservazione delle biblioteche LUOGO DI REALIZZAZIONE DEL PROGETTO ENTE TITOLARE DEL PROGETTO

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO «MARIO PAGANO»

LICEO SCIENTIFICO «MARIO PAGANO» LICEO SCIENTIFICO «MARIO PAGANO» anno scolastico 2012/2013 PROGETTO GIORNALINO DI ISTITUTO DOCENTI REFERENTI DESTINATARI FINALITA' prof.sse Maria-Eleonora De Nisco Claudia Liberatore Alunni di tutte le

Dettagli

IDEE PER LA DOCUMENTAZIONE (estratto dalle precedenti edizioni)

IDEE PER LA DOCUMENTAZIONE (estratto dalle precedenti edizioni) Per prepararci all evento finale IDEE PER LA DOCUMENTAZIONE (estratto dalle precedenti edizioni) Mentre le attività scolastiche e quelle delle ACS stanno svolgendosi ancora a pieno ritmo, cominciamo a

Dettagli

MODULO 3: ORIENTAMENTO AL LAVORO

MODULO 3: ORIENTAMENTO AL LAVORO Area economico - giuridica Disciplina: diritto - economia Gruppo: Pordenone Docente: Valeria Laura Valleriani Istituto: I.S.I.S. di Spilimbergo (PN) MODULO 3: ORIENTAMENTO AL LAVORO Classe 3B IPSC (14

Dettagli

Io sono dono di Dio. Progetto educativo Di Religione Cattolica. Servizio Educativo San Michele Arcangelo Villanova del Ghebbo

Io sono dono di Dio. Progetto educativo Di Religione Cattolica. Servizio Educativo San Michele Arcangelo Villanova del Ghebbo Io sono dono di Dio Progetto educativo Di Religione Cattolica Servizio Educativo San Michele Arcangelo Villanova del Ghebbo Anno scolastico 2014 2015 PREMESSA L insegnamento della Religione Cattolica nella

Dettagli

PROGETTO DENOMINAZIONE DESTINATARI UNA CASCATA DI LIBRI

PROGETTO DENOMINAZIONE DESTINATARI UNA CASCATA DI LIBRI PROGETTO DENOMINAZIONE DESTINATARI PROGETTO LETTURA UNA CASCATA DI LIBRI Il progetto si prefigge di stimolare negli alunni la motivazione alla lettura e all ascolto, guidandoli a saper cogliere, insieme

Dettagli

Campagna scuola La mia casa sull albero 2014-15. Marketing Operativo e Comunicazione

Campagna scuola La mia casa sull albero 2014-15. Marketing Operativo e Comunicazione Campagna scuola La mia casa sull albero 2014-15 Marketing Operativo e Comunicazione La Mia Casa sull Albero La mia casa sull albero è un iniziativa di Alleanza rivolta alle scuole primarie, nata in collaborazione

Dettagli

ILMALLONEIT numero speciale della V B Casapapa

ILMALLONEIT numero speciale della V B Casapapa ILMALLONEIT numero speciale della V B Casapapa ILMALLONE e ILMALLONE.IT, Notiziario del I Circolo di Solofra RELAZIONE FINALE Dicembre 2008 A cura di Rosanna Mele Relazione finale Non è il primo anno che

Dettagli

L Associazione Scuola per Scuola uguale Solidarietà indice la 8^ edizione mostra - concorso 2015. Colora il Pianeta. Cibo e acqua per tutti

L Associazione Scuola per Scuola uguale Solidarietà indice la 8^ edizione mostra - concorso 2015. Colora il Pianeta. Cibo e acqua per tutti SCUOLA PER SCUOLA UGUALE SOLIDARIETÀ Associazione di promozione sociale sulla pace, solidarietà e diritti umani Sede sociale c/o Casa delle Associazioni, Via Canova, 45 20024 Garbagnate Milanese Codice

Dettagli

IDENTIKIT 1FORNITURE 2FASHION. 3FOOD.. MADE IN ITALY

IDENTIKIT 1FORNITURE 2FASHION. 3FOOD.. MADE IN ITALY IDENTIKIT MADE IN ITALY 1FORNITURE Architettura - Design Interni - Allestimento Vetrinistica Arte - Pittura Decorazione - Scultura Fotografia Grafica Talenti Emergenti Eccellenze italiane - Eventi - Concorsi

Dettagli

PIANO PROGETTUALE DELLA SCUOLA DELL INFANZIA

PIANO PROGETTUALE DELLA SCUOLA DELL INFANZIA PIANO PROGETTUALE DELLA SCUOLA DELL INFANZIA PREMESSA La Scuola dell Infanzia offre a ciascun bambino un ambiente di vita e di cultura, un luogo di apprendimento e di crescita dalle forti connotazioni

Dettagli

CRITICA TEATRALE IN RETE - WEB WRITER E WEB EDITOR

CRITICA TEATRALE IN RETE - WEB WRITER E WEB EDITOR CRITICA TEATRALE IN RETE - WEB WRITER E WEB EDITOR MASTER 2013 Tecnologie digitali e metodologie sullo spettacolo direttore scientifico da Antonella Ottai Il Centro Teatro Ateneo, insieme con il Dipartimento

Dettagli

Associazione Culturale di Promozione Sociale Ars in Urbe

Associazione Culturale di Promozione Sociale Ars in Urbe Associazione Culturale di Promozione Sociale Ars in Urbe L Associazione Culturale di Promozione Sociale Ars in Urbe si è costituita il 2 Marzo 2011 e registrata ad Acilia (Roma) il 3 Marzo 2011, n. 1895.

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

Meraviglie. Mostra Alice nel Paese delle. Ilaria Bestetti 742199 Rossella Fiorella 741852 Anna Ravera 742638 Elisa Tinè 741451 Antonia Trotta 743585

Meraviglie. Mostra Alice nel Paese delle. Ilaria Bestetti 742199 Rossella Fiorella 741852 Anna Ravera 742638 Elisa Tinè 741451 Antonia Trotta 743585 Ilaria Bestetti 742199 Rossella Fiorella 741852 Anna Ravera 742638 Elisa Tinè 741451 Antonia Trotta 743585 Mostra Alice nel Paese delle Meraviglie Luogo: sala espositiva collocata all interno di un edificio

Dettagli

COME PARLARE DI CULTURA ONLINE

COME PARLARE DI CULTURA ONLINE Registro 6 COME PARLARE DI CULTURA ONLINE Consigli per gestire contenuti e pubblico creando un magazine di successo TIPS&TRICKS DI SIMONE SBARBATI INDEX 3 5 8 13 15 Introduzione Senza nome resta (sempre)

Dettagli

Premio rina gatti 2013-2014. per la creatività intergenerazionale vii edizione multidisciplinare

Premio rina gatti 2013-2014. per la creatività intergenerazionale vii edizione multidisciplinare Premio rina gatti 2013-2014 per la creatività intergenerazionale vii edizione multidisciplinare ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE VOLUMNIO PONTE SAN GIOVANNI A SPASSO NEL TEMPO Il premio è dedicato alla memoria

Dettagli

INDICE. Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative;

INDICE. Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative; INDICE Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative; - LE LINEE DI METODO, che individuano le esperienze di apprendimento,

Dettagli

IL PROGETTO DI M.B. Stralci dal documento di sintesi e progetto professionale. Allegato per esercitazione in gruppo nel 2 laboratorio - seconda parte

IL PROGETTO DI M.B. Stralci dal documento di sintesi e progetto professionale. Allegato per esercitazione in gruppo nel 2 laboratorio - seconda parte IL PROGETTO DI M.B. Stralci dal documento di sintesi e progetto professionale Allegato per esercitazione in gruppo nel 2 laboratorio - seconda parte La domanda iniziale La signora M.B. si è avvicinata

Dettagli

Finalità cui tende il lavoro della scuola

Finalità cui tende il lavoro della scuola Il Circolo Didattico di Brusciano è indirizzato ad elaborare proposte educative e didattiche volte ad offrire un prodotto scuola il più possibile omogeneo dal punto di vista culturale, ma, nello stesso

Dettagli

Guida didattica all unità 15 Un compleanno importante

Guida didattica all unità 15 Un compleanno importante Guida didattica all unità 15 Un compleanno importante 1. Proposta di articolazione dell unità Presentiamo qui di seguito un ipotesi di articolazione dell unità 15, indicando una possibile scansione delle

Dettagli

Piera De Giorgi, insieme ad alcune riflessioni di due studenti del Canudo : Simone Ungaro e Tiziano D Ambrosio

Piera De Giorgi, insieme ad alcune riflessioni di due studenti del Canudo : Simone Ungaro e Tiziano D Ambrosio Al termine del progetto Comenius che ha portato a Gioia studenti e docenti provenienti dalla Turchia, si torna tutti alla solita routine, ma con tanti bei ricordi e nuovi amici. Di seguito un breve resoconto

Dettagli

Ufficio Scolastico Provinciale di Bergamo - Segreteria particolare - COMUNICATO STAMPA

Ufficio Scolastico Provinciale di Bergamo - Segreteria particolare - COMUNICATO STAMPA Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia Direzione Generale Ufficio Scolastico Provinciale di Bergamo - Segreteria particolare - 6 novembre 2007 COMUNICATO STAMPA

Dettagli

PAOLO COLOSSO LE MIE ESPERIENZE CON IL PERSONAL COMPUTER COME RAGAZZO DIVERSAMENTE ABILE - 1 -

PAOLO COLOSSO LE MIE ESPERIENZE CON IL PERSONAL COMPUTER COME RAGAZZO DIVERSAMENTE ABILE - 1 - PAOLO COLOSSO LE MIE ESPERIENZE CON IL PERSONAL COMPUTER COME RAGAZZO DIVERSAMENTE ABILE - 1 - Indice: 1. Presentazione di me stesso. 2. Come ho imparato ad usare il p. c. 3. Che programmi ci sono nel

Dettagli

Istituto comprensivo A. Manzoni di Parabiago. Progetto Scuola Famiglia per l A. s. 2014-2015:

Istituto comprensivo A. Manzoni di Parabiago. Progetto Scuola Famiglia per l A. s. 2014-2015: Istituto comprensivo A. Manzoni di Parabiago Progetto Scuola Famiglia per l A. s. 2014-2015: INTRODUZIONE Il corpo e l anima sono ugualmente importanti: se il primo va nutrito con il cibo, come appunto

Dettagli

Sviluppare la capacità di utilizzare varie modalità espressive: disegno,manipolazione, scrittura creativa, poesia.

Sviluppare la capacità di utilizzare varie modalità espressive: disegno,manipolazione, scrittura creativa, poesia. 1. Macroarea progettuale 4 CREATIVITA ED ESPRESSIVITA 2. Coordinatore progetto DE MARCHI ANTONIETTA. 3. Obiettivi Sviluppare la creatività e la manualità. Potenziare lo sviluppo della motricità fine e

Dettagli

LA SCUOLA IN CAMERA. Programma didattico per le scuole, a.s. 2015-16

LA SCUOLA IN CAMERA. Programma didattico per le scuole, a.s. 2015-16 LA SCUOLA IN CAMERA CAMERA - centro italiano per la fotografia Programma didattico per le scuole, a.s. 2015-16 Camera - Centro Italiano per la Fotografia aprirà al pubblico nell autunno del 2015, istituendo

Dettagli

PROGETTO (triennale)

PROGETTO (triennale) PROGETTO (triennale) Istituto Comprensivo di San Stino di Livenza Anno scolastico 2015/2016 Scuola dell Infanzia: J.Piaget 1 Titolo del progetto Felicità a colori Un Bambino creativo è un bambino felice.

Dettagli

Allegato 1 AREE TEMATICHE

Allegato 1 AREE TEMATICHE Allegato 1 Linee di Indirizzo per i progetti ed i percorsi formativi rivolti alle scuole nell ambito de Le Chiavi della Città per l anno scolastico 2015/16 La pubblicazione Le Chiavi della Città raccoglie

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA

SCUOLA DELL INFANZIA IL SE E L ALTRO IL CORPO IN MOVIMENTO Prendere coscienza della propria identità Scoprire le diversità Apprendere le prime regole di vita sociale Osservare l ambiente che lo circonda Ascoltare le narrazioni

Dettagli

Abitare. le metropoli ", le foto e il libro di Basilico. AlMaxxi " ritratto da Toni Thorimbert. Basilico MAXXI. L ' anticipazione a pag.

Abitare. le metropoli , le foto e il libro di Basilico. AlMaxxi  ritratto da Toni Thorimbert. Basilico MAXXI. L ' anticipazione a pag. Diffusione : 189861 Pagina 1: AlMaxxi " Abitare le metropoli " le foto e il libro di Basilico L anticipazione a pag. 21 LUIGI MORETTI Due scatti della mostra che ha inaugurato il museo nel maggio 2010

Dettagli

COMUNICATO STAMPA PROGETTO INTELLIGENT FURNITURE A SCUOLA DI PROMOZIONE DEL MOBILE

COMUNICATO STAMPA PROGETTO INTELLIGENT FURNITURE A SCUOLA DI PROMOZIONE DEL MOBILE COMUNICATO STAMPA PROGETTO INTELLIGENT FURNITURE A SCUOLA DI PROMOZIONE DEL MOBILE Imprese e giovani a scuola di promozione del mobile. Intelligent Furniture, il progetto sul marketing mobile, dedicato

Dettagli

DOVE TITOLO DEL PROGETTO. una biblioteca da scoprire REQUISITI OBBLIGATORI EVENTUALI OBBLIGHI DOVE INVIARE LE DOMANDE E RICEVERE INFORMAZIONI

DOVE TITOLO DEL PROGETTO. una biblioteca da scoprire REQUISITI OBBLIGATORI EVENTUALI OBBLIGHI DOVE INVIARE LE DOMANDE E RICEVERE INFORMAZIONI TITOLO DEL PROGETTO DOVE CODICE SEDE DI ENTE PROGETTANTE COMUNE INDIRIZZO ATTUAZIONE PROGETTO N. VOLONTARI TIPO POSTO una biblioteca da scoprire AREA D'INTERVENTO REQUISITI OBBLIGATORI Comune di Brandizzo

Dettagli

OLIVIERO TOSCANI. SOVVERSIVO CREATIVO a cura della redazione

OLIVIERO TOSCANI. SOVVERSIVO CREATIVO a cura della redazione OLIVIERO TOSCANI SOVVERSIVO CREATIVO a cura della redazione D. Quando si nasce e si cresce in una famiglia dove si respira fotografia, diventare fotografo è un atto dovuto o può rappresentare, in ogni

Dettagli

ASILO NIDO NAVAROLI PIANO DI OFFERTA FORMATIVA (P.O.F.) ANNO SCOLASTICO 2014-2015

ASILO NIDO NAVAROLI PIANO DI OFFERTA FORMATIVA (P.O.F.) ANNO SCOLASTICO 2014-2015 ASILO NIDO NAVAROLI PIANO DI OFFERTA FORMATIVA (P.O.F.) ANNO SCOLASTICO 2014-2015 INDICE Il Piano dell Offerta Formativa 1 Presentazione del Asilo Nido Navaroli 1-2 La nostra idea di bambino 3 Partecipazione

Dettagli

DIMENSIONI DELLA PROFESSIONALITA DEGLI INSEGNANTI

DIMENSIONI DELLA PROFESSIONALITA DEGLI INSEGNANTI DIMENSIONI DELLA PROFESSIONALITA DEGLI INSEGNANTI Nel corso del 2002-2003 un gruppo di insegnanti ricercatori si è riunito nella elaborazione di una indagine promossa dall Ufficio Scolastico Regionale

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA I CIRCOLO UMBERTIDE GIOCO, LIBERA TUTTI! A volte il mondo io non lo comprendo Però se giochiamo lo prendo Bruno Tognolini

DIREZIONE DIDATTICA I CIRCOLO UMBERTIDE GIOCO, LIBERA TUTTI! A volte il mondo io non lo comprendo Però se giochiamo lo prendo Bruno Tognolini GIOCO, LIBERA TUTTI! A volte il mondo io non lo comprendo Però se giochiamo lo prendo Bruno Tognolini PROGETTO DI PLESSO SCUOLA PRIMARIA PIERANTONIO a. s. 2014/2015 PREMESSA La scuola rappresenta lo spazio

Dettagli

Inviati speciali nei luoghi del possibile

Inviati speciali nei luoghi del possibile Sperimentazione di esperienze di studio finalizzate all orientamento professionale post diploma rivolte agli studenti dell ultimo biennio delle scuole secondarie statali di secondo grado della Regione

Dettagli

La Scuola dell Infanzia

La Scuola dell Infanzia La Scuola dell Infanzia Un ambiente educativo accogliente e stimolante; nel quale sia naturale sviluppare, attraverso esperienze, attività e giochi, alcune competenze di base che strutturino la crescita

Dettagli

Come imparare a disegnare

Come imparare a disegnare Utilizzare la stupidità come potenza creativa 1 Come imparare a disegnare Se ti stai domandando ciò che hai letto in copertina è vero, devo darti due notizie. Come sempre una buona e una cattiva. E possibile

Dettagli

LABORATORIO INFORMATICO/ PROGETTO GIORNALINO

LABORATORIO INFORMATICO/ PROGETTO GIORNALINO PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A. S. 2013/14 ATTIVITA EXTRACURRICULARE LABORATORIO INFORMATICO/ PROGETTO GIORNALINO Denominazione del progetto/laboratorio A PORTATA DI MOUSE Responsabile di progetto Analisi

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SANTO SPIRITO Corso Mazzini, 199 57126 LIVORNO - Tel. 0586.260938 Fax 0586.268117 Email: santospirito@fmalivorno.it PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA Anno Scolastico 2012-2013

Dettagli

www.mp4tutorial.com educazione, formazione e tempo libero Our Time Our Life

www.mp4tutorial.com educazione, formazione e tempo libero Our Time Our Life www.mp4tutorial.com educazione, formazione e tempo libero Our Time Our Life Il nostro tempo vitale ha un valore infinito, anche una frazione di questo tempo ha un valore infinito, l appartenenza al nostro

Dettagli

Liberi di esprimere al meglio il nostro talento e investire nel nostro futuro. A chi si rivolge

Liberi di esprimere al meglio il nostro talento e investire nel nostro futuro. A chi si rivolge Week End Training con la Comunicazione Professione: Comunicatore in Azienda Linee guida, tecniche e segreti di un mestiere che richiede competenze e passione Come diventare esperti del mestiere? Come migliorare

Dettagli

Piano di Lavoro. Secondo Biennio

Piano di Lavoro. Secondo Biennio ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE Aldo MORO Liceo Scientifico Istituto Tecnico Industriale Via Gallo Pecca n. 4/6 10086 RIVAROLO CANAVESE SEZIONE SCIENTIFICA A.S. 2014 2015 Piano di Lavoro DISEGNO E STORIA

Dettagli

I TANTI PASOLINI Foto di Carlo Riccardi

I TANTI PASOLINI Foto di Carlo Riccardi I TANTI PASOLINI Foto di Carlo Riccardi Progetto mostra fotografica e multimediale LA MOSTRA Finalità e contenuti È lui, non può che essere lui. Però sempre diverso. Pier Paolo Pasolini visto dal maestro

Dettagli

Guida alla didattica e ai servizi infanziasaonara@libero.it

Guida alla didattica e ai servizi infanziasaonara@libero.it Scuola dell Infanzia Parrocchia S. Martino Saonara (Pd) Guida alla didattica e ai servizi infanziasaonara@libero.it Carissimi genitori, l ambiente e le persone a cui affidare l educazione dei vostri figli

Dettagli

PROGETTO DI LABORATORIO DI INFORMATICA PER LA SCUOLA DELL INFANZIA

PROGETTO DI LABORATORIO DI INFORMATICA PER LA SCUOLA DELL INFANZIA PROGETTO DI LABORATORIO DI INFORMATICA PER LA SCUOLA DELL INFANZIA SU E GIÚ... CON CHIP Anno scolastico 2008-09 PREMESSA...Il bambino si confronta con i nuovi media e con i nuovi linguaggi della comunicazione,

Dettagli

Accoglienza. laboratorio per l affiatamento di gruppo rivolto alle classi prime

Accoglienza. laboratorio per l affiatamento di gruppo rivolto alle classi prime Accoglienza laboratorio per l affiatamento di gruppo rivolto alle classi prime Obiettivi generali affiatare il gruppo-classe recentemente formatosi stimolare e facilitare le relazioni superare le resistenze

Dettagli

PIÙ IN DETTAGLIO Come si crea una scuola virtuale? Come viene associato un insegnate alla scuola? Cos è il Codice scuola?

PIÙ IN DETTAGLIO Come si crea una scuola virtuale? Come viene associato un insegnate alla scuola? Cos è il Codice scuola? PIÙ IN DETTAGLIO Come si crea una scuola virtuale? Quando si compila il modulo di registrazione, selezionare l opzione scuola.una volta effettuata la registrazione, si può accedere a un ambiente molto

Dettagli

Un incontro significativo con l autore: motivazioni e obiettivi fondamentali per la realizzazione di un progetto di lettura per le scuole

Un incontro significativo con l autore: motivazioni e obiettivi fondamentali per la realizzazione di un progetto di lettura per le scuole Un incontro significativo con l autore: motivazioni e obiettivi fondamentali per la realizzazione di un progetto di lettura per le scuole Mi presento Mi chiamo Lisa Cappellazzo, ho 35 anni e son un insegnante

Dettagli

Ora puoi studiare ed insegnare musica. nella comodità di casa tua!

Ora puoi studiare ed insegnare musica. nella comodità di casa tua! Ora puoi studiare ed insegnare musica nella comodità di casa tua! Se stai leggendo questo report vuol dire che ti sei iscritto alla mia lista di utenti interessati a questo nuovo progetto. Mille grazie

Dettagli