SWISS LABEL. Lugano Tourisme. Lugano Tourisme Lugano Tourisme Lugano Tourisme. Lugano Tourisme. Lugano Tourisme

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SWISS LABEL. www.swisslabel.ch. Lugano Tourisme. Lugano Tourisme Lugano Tourisme Lugano Tourisme. Lugano Tourisme. Lugano Tourisme"

Transcript

1 SWISS LABEL Lugano Tourisme Lugano Tourisme Lugano Tourisme Lugano Tourisme Lugano Tourisme Lugano Tourisme

2 Villa, Arte, Gastronomia Ristorante Le Relais Galleria Arté Ristorante Viale Castagnola Lugano - Tel. +41 (0) Member of Small Luxury Hotels of the World

3 Summary Swiss Label Interview mit Sigrid Sutter, Vizepräsidentin SWISS LABEL Swiss Label Interview with Sigrid Sutter, Vice-President of SWISS LABEL AITI - Associazione industrie ticinesi L industria ticinese compete nel mondo AITI Association for Industry in Ticino Industry in Ticino competes on a global scale Dipartimento finanze ed economia Competenze e qualità di vita fanno la differenza Laura Sadis, Consigliera di Stato direttrice del Dipartimento delle finanze e dell economia Department of Finance and Economy Skills and quality that make the difference Laura Sadis Member of the Consiglio di Stato Director of the Department of Finance and Economy Come si situa la Nuova Lugano nel panorama economico? Giorgio Giudici, Sindaco di Lugano How does the New Lugano fit into the economic situation? Giorgio Giudici, Mayor of Lugano Locarno, una città a vocazione turistica e culturale, luogo ideale per l industria hi-tech Locarno, city of tourism and culture, an ideal location for hi-tech industry Cc-Ti - Camera di commercio, dell industria, dell artigianato e dei servizi del Cantone Ticino L economia ticinese: una realtà sempre più variegata di Luca Albertoni, Direttore della Camera di commercio, dell industria, dell artigianato e dei servizi del Cantone Ticino Cc-Ti Chamber of Commerce for industry, craftsmen and services of the canton of Ticino The Ticino economy: an increasingly diversified environment by Luca Albertoni, Director of the Cc-Ti, Chamber of Commerce for industry, craftsmen and services of the canton of Ticino Lugano Turismo Offerta di qualità e completa per un turismo intelligente Lugano Tourism A comprehensive and quality service for intelligent tourism Bellinzona Una capitale moderna ma a misura d uomo Bellinzona A modern capital on a human scale Mendrisio Passione, energia e dialogo per una città slow Mendrisio Passion, energy and dialogue for a slow city Chiasso Città polo lanciata verso il futuro Chiasso Regional centre looks to the future Lugano Tourisme Editeur : Rédaction : Coordination : Impression/Printing : COM CONSULTING SA 40a, rue Fritz Courvoisier - CH-2300 La Chaux-de-Fonds Tél. : +41(0) Fax : +41(0) ch M. Generoso Chiaradonna - M. Alessandro Pesce Color 36 - C.E. Color 36 - C.E. Photos 1 ère Couverture : Lugano Tourisme Aprile / April 2010 Toute reproduction, même partielle, des articles publiés dans ce numéro, nécessite explicitement le consentement écrit de l éditeur.

4 SWISS LABEL Interview mit Sigrid Sutter, SWISS LABEL Vizepräsidentin SWISS LABEL WAS IST SWISS LABEL? Das Markenzeichen von SWISS LABEL, der Gesellschaft zur Promotion von Schweizer Produkten und Dienstleistungen, ist die Armbrust. Die Wurzeln von SWISS LABEL reichen bis anfangs des letzten Jahrhunderts zurück: Als Schweizer Woche wurde sie 1917 ins Leben gerufen. Die Armbrust ist heute in der Schweiz und in vielen Ländern markenrechtlich geschützt. Nur Mitgliedern von SWISS LABEL ist es erlaubt, die Armbrust als schweizerisches Ursprungssiegel zu verwenden, beispielsweise als Kleber, Stempel, Etikette oder in elektronischer Form auf ihren Produkten oder Schriftstücken. Der schweizerische Wertanteil muss mindestens 50 Prozent betragen, damit die Marke beansprucht werden darf. Knapp 350 Unternehmen verschiedenster Grösse und Branchen sind Mitglied bei SWISS LABEL - Tendenz stark steigend. Zudem verpflichten sich unsere Mitglieder als Minimalziel zur Einhaltung der branchenüblichen Qualität. Präsident ist seit Juni 2003 Nationalrat Bruno Zuppiger, das Sekretariat wird vom Schweizerischen Gewerbeverband geführt (www.swisslabel.ch) 2 Frau Sutter, welche Ziele verfolgt SWISS LABEL und worin besteht der Nutzen? SWISS LABEL möchte mit einer klaren, einfachen Herkunftsmarke - der Armbrust - einen Beitrag zur Erhaltung und Förderung des Wirtschaftsstandortes Schweiz leisten. Der Absatz von Schweizer Produkten und Dienstleistungen soll sowohl im Inland als auch im Ausland gefördert werden. Dabei gilt die Armbrust nach wie vor als Symbol für vertrauensbildende, typisch schweizerische Werte wie Qualität, Sicherheit, Zuverlässigkeit und Bodenhaftung. Worin besteht der Nutzen für ein Mitglied von SWISS LABEL? Dank der klaren Herkunftsidentifikation heben sich unsere Mitglieder von der Konkurrenz ab. Zudem identifizieren sie sich mit den freiheitlichen und unternehmerfreundlichen Zielen von SWISS LABEL, welche mit einem Zertifikat dokumentiert werden. Ferner profitieren unsere Mitglieder von einer Gratis-Erstberatung in markenrechtlichen Fragen. SWISS LABEL will seine Mitglieder in Zukunft bei der Vermarktung ihrer Produkte und Dienstleistungen noch besser unterstützen und damit einen Beitrag zur Förderung und Stärkung des Produktions- und Werkplatzes Schweiz leisten. Dabei gilt es, das freie und verantwortungsbewusste Unternehmertum zu fördern und es vor unnötigen und behindernden staatlichen Eingriffen zu schützen. Wie wird man überhaupt Mitglied bei SWISS LABEL? Die Mitgliedschaft, und damit das Recht an der Verwendung der Armbrust als geschützte Marke, wird durch den Abschluss eines so genannten Benützervertrages zwischen dem interessierten Unternehmen und SWISS LABEL erworben. Wenn die Voraussetzungen erfüllt sind, erfolgt die Aufnahme denkbar unbürokratisch und rasch innerhalb von zehn Tagen durch den Vorstand. Die Armbrust ist gegenwärtig für alle Warenklassen in der Schweiz und für verschiedene Produkte und Dienstleistungen in unseren wichtigsten Exportmärkten geschützt. Wie stellt SWISS LABEL die Qualitätssicherung sicher? 2006 haben wir ein einfaches, für die Mitglieder unbürokratisches Controlling -System eingeführt, welches eine periodische Überprüfung der Standards erlaubt. Wir verlangen, dass mindestens 50 Prozent der Leistung in der Schweiz erbracht wird. Ich, als Vizepräsidentin von SWISS LABEL, führe dieses Controlling persönlich durch. Dies ermöglicht uns, mit den Mitgliedern ins Gespräch zu kommen und auf ihre Bedürfnisse und Wünsche einzugehen. Dies ist nicht nur für mich und SWISS LABEL, sondern auch für die besuchten Mitglieder bereichernd. Ist das Schweizerkreuz nicht die bessere Herkunftsmarke als die Armbrust? Jein. Sicher ist das Schweizerkreuz bekannter als die Armbrust. Gemäss dem geltenden Wappenschutzgesetz ist es jedoch verboten, das Schweizer kreuz als Herkunftsbezeichnung auf Produkten zu verwenden. Gemäss bundesrätlichen Vorschlägen soll das Schweizerkreuz in Zukunft auch auf im Inland hergestellten Waren angebracht werden können. Daher sollen Missbräuche im In- und Ausland konsequenter bekämpft werden. Diese Klarstellungen sind aus Sicht von SWISS LABEL zweifellos zu begrüssen. Die möglichen Konsequenzen für die Armbrust werden wir sorgfältig analysieren. Gerade in den heutigen hektischen Zeiten der zunehmenden Globalisierung und des ständigen Wandels wächst das Bedürfnis nach einer klaren Identifikation der Produkte und Dienstleistungen nach deren Herkunft. Dies zeigt auch die Entwicklung unseres Mitgliederbestandes, der sich in den letzten drei Jahren weit mehr als verdoppelt hat. SWISS LABEL UND COM CONSULTING AG SWISS LABEL und die COM CONSULTING SA, La Chaux-de-Fonds, sind durch einen Zusammenarbeitsvertrag miteinander verbunden. Im Einvernehmen mit SWISS LABEL erstellt COM CONSULTING AG Wirtschaftspublikationen - nach Themen oder Kantonen. Ziel ist die Förderung des Standortes Schweiz. SWISS LABEL unterstützt COM CONSULTING SA indem sie erste Kontakte auf politischer Ebene zur Realiserung der einzelnen Publikationen herstellt. Für die Texte zeichnet aber, mit Ausnahme dieser SWISS LABEL - Seite, alleine die COM CONSULTING SA verantwortlich.

5 SWISS LABEL Interview with Sigrid Sutter, SWISS LABEL Vice-President of SWISS LABEL WHAT IS SWISS LABEL? The trademark of SWISS LABEL, the society for the promotion of Swiss products and services, is the crossbow. The roots of SWISS LABEL date back to the beginning of the last century: founded in 1917 as Schweizer Woche. Today the crossbow symbol is protected in Switzerland but also in many other countries under the trademark laws. Only members of SWISS LABEL are allowed to use the crossbow as a Swiss seal of origin on their products or documents. The Swiss contribution of value must be at least 50 percent for the trademark to be used. Close to 350 companies of various sizes and from different branches are members of SWISS LABEL - with a marked upward trend. In addition, our members undertake to uphold the quality level customary in the sector as a minimum requirement. Swiss National Councillor Bruno Zuppiger acts as President since June 2003 while the secretariat is run by the Swiss trade and crafts association (www.swisslabel.ch) Ms Sutter, what objectives does SWISS LABEL pursue and what is the benefit involved here? SWISS LABEL wants to make a contribution to the preservation and promotion of Switzerland as a centre of business by using a clear and simple country-of-origin emblem - the crossbow. The aim is to promote the sale of Swiss products and services both at home and abroad. Here the crossbow symbolises values typical of Switzerland that encourage trust: quality, safety, reliability and tradition. What is the benefit here to members of SWISS LABEL? Our members stand out from the competition thanks to the clear-cut identification of origin. They also identify with the liberal pro-business objectives of SWISS LABEL, which are documented by means of a certificate. In addition, our members benefit from a free initial advice session about issues of trademark law. In future SWISS LABEL wishes to offer its members even better assistance with the marketing of their products and services, thus helping to promote and strengthen Switzerland as a centre of production and employment. Here the aim is to encourage a spirit of responsible free enterprise and to protect it from unnecessary state intervention hindering its development. How do you become a member of SWISS LABEL? Membership and the associated right of using the crossbow as a protected trademark is granted by the conclusion of a so-called user agreement between the company in question and SWISS LABEL. Once the prerequisites have been satisfied, admission of the company is swiftly approved by the board without great bureaucracy within ten days. The crossbow is currently protected for all categories of goods in Switzerland and for various products and services in our key export markets. How does SWISS LABEL ensure quality assurance? In 2006 we introduced a straightforward unbureaucratic controlling system for our members, which provides for the periodic checking of standards. We stipulate that at least 50 percent of performance be effected in Switzerland. As Vice-President of SWISS LABEL, I am responsible for carrying out our controlling in person. This allows us to enter into dialogue with our members and to cater for their needs and requirements. This is not only beneficial for myself and SWISS LABEL but also for the members visited. Would the Swiss Cross not be a better emblem for indicating the country of origin than the crossbow? Yes and no. The Swiss Cross is undoubtedly far better known than the crossbow. However, the law currently governing coats of arms prohibits the use of the Swiss Cross as an indication of origin on products. According to proposals made by the Bundesrat (federal council of Switzerland) it is planned in future to also allow the use of the Swiss Cross on goods manufactured within the country. Here the aim is to combat misuse both at home and abroad in a more consistent manner. In view of SWISS LABEL such clarification is undoubtedly welcomed. We will be carefully analysing the possible consequences where the crossbow is concerned. Furthermore we encounter an ever-growing need for the clear identification of products and services by origin, particularly in today s hectic age of increasing globalisation and constant change. This is also demonstrated by the growth in our membership, which has easily doubled in the last three years. SWISS LABEL AND COM CONSULTING AG SWISS LABEL and COM CONSULTING SA, La Chaux-de-Fonds, are linked by a cooperation agreement. COM CONSULTING AG draws up business publications in consultation with SWISS LABEL - compiled according to specific themes or cantons. The objective is to promote Switzerland as a centre of business. SWISS LABEL assists COM CONSULTING SA by establishing initial contacts at a political level for the realisation of the individual publications. COM CONSULTING SA however bears sole responsibility for the texts, with the exception of the present SWISS LABEL page. 3

6 Dipartimento finanze ed economia Competenze e qualità di vita fanno la differenza Laura Sadis Consigliera di Stato direttrice del Dipartimento delle finanze e dell economia investimenti nella ricerca e nella formazione dei loro collaboratori e che hanno solide basi per riuscire a superare anche i momenti congiunturalmente difficili. Anche nel settore finanziario - con il Ticino terza piazza elvetica - vi sono le premesse per affrontare positivamente l evoluzione in atto. Sullo sfondo di un aspra lotta commerciale sul piano internazionale nell ambito della gestione patrimoniale, è indubbio che alcuni fattori esterni stanno cambiando definitivamente il quadro di riferimento della piazza finanziaria svizzera e ticinese. Abbiamo però tutte le qualità professionali, l esperienza e gli strumenti per adeguarci a questi cambiamenti e sviluppare un valore aggiunto che passa innanzitutto dall offerta di nuovi servizi e da competenze di sempre più elevato livello. 4 DR Nell accresciuta concorrenza globale fra sistemi territoriali sono oggi le competenze e la qualità della vita a fare la differenza. Più elevate sono le competenze e minore sarà anche il rischio di creare forme di precariato e di esclusione sociale, pericolo insito in un sistema economico sempre più competitivo. Nonostante la grave crisi economica internazionale, l economia ticinese mantiene dunque importanti atout da giocare per rafforzare la sua competitività territoriale, dal settore finanziario all industria, dallo sviluppo tecnologico al turismo, grazie al dinamismo imprenditoriale e a politiche pubbliche di sostegno in particolare alla formazione e alla ricerca e alle attività innovative e con elevato valore aggiunto. Per questa ragione il Cantone Ticino - piccolo territorio nel cuore dell Europa, che con le sue competenze, le sue specificità territoriali, storiche e culturali rappresenta un valore aggiunto per l intera Confederazione elvetica e per la valorizzazione del made in Switzerland nel mondo - ha fatto del rafforzamento del legame tra formazione, lavoro e crescita economica un obiettivo prioritario, che anche nei prossimi anni sarà la chiave di volta per favorire uno sviluppo economico sostenibile e duraturo, anche in termini di coesione sociale. La formazione di base e continua, la ricerca e il trasferimento del sapere sono infatti strumenti fondamentali, per le persone e per le imprese, per affrontare i cambiamenti ed essere sempre pronti ad assumersi nuove sfide, soprattutto nei momenti di crisi, che vanno affrontati con intraprendenza e capacità progettuale e non semplicemente subiti. D altra parte, occorre anche essere consapevoli del fatto che, indipendentemente dalle fasi congiunturali, viviamo in una società che richiede continuamente risposte nuove. Viviamo una realtà in costante e rapida trasformazione, conseguenza sia dell evoluzione del sistema economico internazionale, fattosi molto più competitivo con mercati sempre più aperti e interconnessi, sia dello sviluppo tecnologico, con l avvento di nuove modalità di lavoro e di gestione delle aziende. Questo impegno da parte dello Stato si è mantenuto costante malgrado l esigenza di tenere rigorosamente sotto controllo l evoluzione dei conti pubblici. Non bisogna infatti dimenticare che finanze pubbliche strutturalmente sane sono fondamentali per l attrattiva della piazza economica, sia in termini di pressione fiscale (in Ticino negli ultimi due anni sono state attuate importanti riforme a beneficio delle aziende e delle persone fisiche), sia, più in generale, per garantire quei servizi pubblici e quella progettualità politica indispensabili per rendere un territorio competitivo. Formazione, funzionamento delle istituzioni, sicurezza, mobilità, oculata gestione del territorio e delle risorse ambientali rappresentano infatti elementi indissociabili dagli strumenti di promozione economica in senso stretto. Le politiche di sviluppo attuate nel Cantone Ticino vanno in questa direzione, nella convinzione che per consolidare il tessuto economico, accrescendo competenze e innovazione tecnologica e salvaguardando i posti di lavoro, bisogna garantire un insieme di condizioni efficaci e coerenti per le imprese e per la qualità di vita delle persone, con modelli di sviluppo durevoli e sostenibili, in un quadro di equilibrio tra centri urbani e regioni periferiche e di valorizzazione di tutte le risorse presenti sul territorio. In Ticino abbiamo un tessuto industriale e dei servizi all industria che ha compiuto notevoli sforzi per innovare e restare competitivo. In taluni ambiti si sono raggiunte punte di eccellenza mondialmente riconosciute. Si tratta di piccole e medie imprese che hanno effettuato consistenti Dipartimento delle finanze e dell economia Residenza governativa - CH-6500 Bellinzona Tel.: +41 (0) Fax: +41 (0) Website:

7 Department of Finance and Economy Laura Sadis Member of the Consiglio di Stato Director of the Department of Finance and Economy Skills and quality that make the difference In this climate of increased global competition between regional systems, skills and quality of life can make all the difference. The higher the skill levels the lower the risk of creating forms of temporary employment and social exclusion, an inherent danger in an ever more competitive economic system. For this reason the canton of Ticino a small region in the heart of Europe, which with its skills and its specific regional, historical and cultural characteristics represents added value for the entire Swiss Confederation and enhances the value of the made in Switzerland brand all over the world has made strengthening the link between education, work and economic growth a primary objective which over the next few years will continue to be the keystone to encouraging sustainable and durable economic growth, as well as social cohesion. Basic education and lifelong learning, research and the transfer of knowledge are fundamental tools for people and for companies, for dealing with change and for always being ready to accept new challenges, above all at times of crisis, which are met head on with enterprise and a capacity for planning, and not simply endured. On the other hand, we must also be conscious of the fact that, regardless of the economic cycle, we live in a society that is constantly asking us to respond in new and different ways. We live in a world undergoing constant and rapid transformation, the result both of change in the international economic system, which has become so much more competitive with markets that are ever more open and interconnected, and of technological development, with the advent of new types of employment and business management. In Ticino we have an infrastructure of industry and services to industry that has made strenuous efforts to innovate and remain competitive. In some areas there are pockets of excellence that are recognised all over the world. These are small and medium-sized enterprises that have made consistent investments in research and in training their employees and which therefore have a solid base from which they can overcome even the most difficult economic circumstances. Even in the financial sector of which Ticino is the third largest market in Switzerland the basic conditions exist for dealing with current developments in a positive way. Against the background of a bitter commercial battle over financial management at an international level, there is no doubt that certain external factors are changing forever the frame of reference for financial markets at both national and cantonal level. However, we have all the professional qualities, experience and tools needed to adapt to these changes and to create the added value that comes first and foremost from offering new services and skills at an ever higher level. Despite the serious international economic crisis, the Ticino economy still has some important trump cards that it can play to strengthen its regional competitiveness, from the financial sector to industry, from technological development to tourism, thanks to the entrepreneurial spirit and public policies that provide support in particular for training and research and for innovative activities with high added value. This commitment on the part of the government has remained constant despite the need to maintain strict control over the growth in public finances. And we must not forget that structurally sound public finances are essential to the appeal of the economic marketplace, not just in terms of fiscal pressure (in the last two years Ticino has seen some important reforms to the benefit of both businesses and private individuals), but also more generally to protect those public services and the ability to plan that are so indispensable for making a region competitive. Education, the way in which institutions work, security, mobility, sound management of the region and its environmental resources are all elements that cannot be separated from the instruments of economic growth in the strict sense of the word. The development policies implemented in the canton of Ticino are moving in this direction, in the belief that to consolidate the economic infrastructure, by developing skills and technological innovation and protecting jobs, it is necessary to maintain a series of effective and consistent conditions for businesses and for people s quality of life, with durable and sustainable development models, within a framework of balance between urban centres and outlying areas and of making the best use all the resources the region has to offer. Dipartimento delle finanze e dell economia Residenza governativa - CH-6500 Bellinzona Tel Fax Website: DR 5

8 Come si situa la Nuova Lugano nel panorama economico? 6 La Nuova Lugano, polo urbano di riferimento e motore economico trainante per il Ticino, è una città proiettata a consolidare i rapporti con altri poli nazionali e internazionali. Le sue potenzialità si esprimono soprattutto attraverso un intensa attività di trasformazione territoriale e il consolidamento di importanti progetti tra i quali spicca certamente quello delle aggregazioni. Questo processo, tuttora in corso, ha portato la popolazione di Lugano dai 28'000 abitanti nel 2000 agli oltre 56'000 abitanti di oggi, situandoci al 9 posto fra le città svizzere. Con questo progetto, realizzato con successo, è stato infatti possibile ottenere la necessaria compattezza territoriale e la massa critica indispensabile per lanciare e sostenere finanziariamente i nuovi Grandi Progetti, indispensabili per assicurare un rapido sviluppo dell agglomerato. Consentire l accesso della Nuova Lugano e della sua regione alla rete e sviluppare le aree strategiche già delineate rappresenta uno dei perni principali attorno ai quali è stato possibile innescare dinamiche di crescita e attirare nuovi insediamenti nel luganese. Un esigenza viepiù pressante, considerando gli effetti negativi prodotti dallo scudo fiscale italiano sommati alla crisi economica già in atto e che ci sprona a continuare ancora più spediti per sviluppare le zone o le aree che costituiscono i poli di sviluppo della Nuova Lugano. Quali sono le ragioni che hanno contribuito alla crescita della Nuova Lugano? La forza finanziaria della Città è iniziata con la ripresa economica avvenuta alla fine degli anni 90, confermandoci come la terza piazza finanziaria svizzera dopo Zurigo e Ginevra. L importante insediamento di banche svizzere ed estere, oggi ne contiamo 73 sul nostro territorio, è un fatto che conferma le opportunità e la qualità dei servizi offerti dalla piazza finanziaria agli imprenditori del settore. I fattori favorevoli sono la posizione geografica di Lugano, a ridosso di uno dei bacini industriali più importanti d'europa, e il suo inserimento in una rete di servizi di qualità. Tra gli obiettivi politici per le aggregazioni avevamo posto, almeno per i primi anni, il mantenimento del moltiplicatore della Nuova Lugano al 75%, poi ulteriormente ridotto nel 2007 al 72,5%. I Comuni che hanno deciso di aggregarsi con Lugano, seppur con andamenti diversi, erano sani dal profilo finanziario e con un moltiplicatore d'imposta pari al nostro, cioè del 75% o superiore, ma comunque entro il 90%. Inoltre, in questi anni la Città è riuscita a mantenere alto il livello degli investimenti. Grazie ad accorte politiche è stato possibile mantenere intatta la forza della Città e generare le condizioni per una sua ulteriore crescita. A supporto della Piazza finanziaria, la Nuova Lugano dispone oggi di strutture in grado di offrire una formazione accademica e professionale di alto livello: mi riferisco al Centro di Studi Bancari dell'associazione Bancaria Ticinese, all'università della Svizzera Italiana e alla Scuola Universitaria Professionale (SUPSI), per citare solo le più importanti. Infine, da tempo Lugano abbraccia una politica di apertura e di relazioni internazionali con l obiettivo di posizionare la Città fra i centri di maggiore attrattiva e dinamicità per definire, grazie allo sviluppo di relazioni durature, nuove piattaforme di collaborazione multisettoriale. I risultati non mancano, negli ultimi anni a Lugano si sta delineando il settore della ricerca biotech, medica e dei servizi sanitari d eccellenza, un ambito che, affiancato a quello farmaceutico, sta conoscendo una espansione molto interessante e sul quale la Città intende puntare con decisione in quanto si tratta di un vettore tra i più importanti per lo sviluppo dei centri di ricerca e delle industrie innovative dei prossimi decenni. Quali sono i progetti per la Nuova Lugano? Alcuni progetti presentano già dei punti fermi, altri richiederanno tempi più lunghi, ma si possono già chiaramente individuare le zone o le aree che costituiscono i poli dello sviluppo urbano luganese: il Nuovo Centro Culturale; la stazione FFS; la zona dell Università; il Campo Giorgio Giudici Marzio Nord; la zona centrale del Lungolago e il Nuovo Quartiere di Cornaredo (NQC) che diventerà la nuova porta di accesso della Città e nella cui area si insedierà il prestigioso Centro Svizzero di Calcolo Scientifico. Si prospetta dunque una visione della Città articolata secondo aree omogenee e specializzate, distribuite sul territorio in modo funzionale e comunicante, fra cui spiccano le opere, attualmente in fase di realizzazione, che puntano alle infrastrutture pubbliche, alle vie d accesso e alla mobilità. Uno dei Grandi Progetti più significativi per la Città è indubbiamente il Nuovo Centro Culturale la cui apertura è prevista per il Con il Nuovo Centro Culturale la Città di Lugano marca in modo significavo l impegno che ha assunto nei confronti della popolazione per il settore culturale. Il progetto è composto da una zona pubblica che accoglierà il Museo d Arte della Città, una sala concertistica e teatrale di 1000 posti, il teatro studio e la sala multiuso; e da una zona privata con appartamenti prestigiosi e uffici commerciali. Il Nuovo Quartiere di Cornaredo (NQC) è un progetto in fase avanzata che cambierà l intero assetto viario della regione. Nel 2011, con l apertura del tunnel Vedeggio-Cassarate, Cornaredo sarà di fatto la nuova porta d entrata della città. Il progetto NQC include la costruzione del nuovo Centro Eventi e Fieristico della Città con un evidente risvolto turistico. Questa collocazione è ideale per quanto concerne il traffico indotto consentendo di non gravare sul traffico interno alla città e di togliere quello oggi generato in occasione delle fiere a Campo Marzio. A Campo Marzio Nord si prevede invece di ospitare un complesso congressuale alberghiero che si affiancherà al polo fieristico di Cornaredo. Il settore congressuale fieristico è un atout indispensabile per una città che ha l ambizione di svolgere un ruolo dinamico nell ambito della società globale. Disporre di efficienti strutture congressuali, di un centro fiere moderno e di un centro museale e concertistico di livello mondiale significa anche porre le condizioni per l'ammodernamento del settore alberghiero che deve continuamente adattarsi alle elevate esigenze del turismo internazionale. Non da ultimo si inserisce la formazione dove, per rispondere alla futura crescita del complesso universitario, è prevista un ulteriore area denominata Campus II. In termini di accessibilità, il campus sarà servito da una nuova linea ferroviaria che collegherà la stazione FFS con l Università e il polo intermodale di Cornaredo. Accesso e mobilità sono considerati elementi chiave per promuovere uno sviluppo urbano che faciliti la crescita economica e accresca la qualità e la capacità di attrazione degli insediamenti nel Luganese. Progetti come quelli del Nuovo Centro Culturale, del Nuovo Quartiere di Cornaredo, del Lungolago o del Campo Marzio non sarebbero pensabili senza interventi infrastrutturali che mirano a restituire respiro alla Città, ai suoi quartieri e al suo Centro storico. Su quali binari viaggia la Città? Sui binari della rotta europea dell alta velocità! Mi preme infatti sottolineare che Lugano si situa al centro della rete dell asse nord-sud e sul corridoio est-ovest. Questo creerà nuove prossimità, equilibri e opportunità per la nostra regione inserendoci di fatto nella rete. Opportunità che la Nuova Lugano non intende lasciarsi sfuggire proprio per la prominenza geografica all interno del corridoio europeo nord-sud e la prossimità con l area milanese, quindi all incrocio tra i due corridoi. L attribuzione a Lugano della stazione AlpTransit, sulla quale la Città punta fortemente, consentirebbe di collegare con un unico nodo intermodale il sistema ferroviario, autostradale e aeroportuale inserendo l intera regione in uno scenario ottimale avviato, ormai da decenni, verso un crescente e vivace confronto europeo. Giorgio Giudici Sindaco di Lugano

9 How does the New Lugano fit into the economic situation? The New Lugano is today the urban centre of reference and the driving economic engine for the canton of Ticino, a city that is fully projected to further consolidate relations with other national and international centres. The city s potentials are currently being expressed through an intensive operation of territorial transformation and the consolidation of important projects, the most significant of which is the conurbation or merger project. This process, which is still under way, has increased the city s population from 28,000 inhabitants in 2000 to more than 56,000 inhabitants today, making it the ninth largest city in Switzerland. The success of this process has made it possible to create the necessary regional cohesion and the critical mass that are essential for launching and financially sustaining the new Grand Projects that are required to keep pace with the conurbation s rapid development. To ensure access of the city and of its region to the network and develop the city s distinctive strategic areas, is one of the main reasons to set off dynamics of growth that will finally also attract new settlements into the region. It is a pressing condition especially considering the negative effects caused by the Italian scudo fiscale that add up to the current economic downturn, facts that compel us to advance even more faster to develop the fields which constitute the development poles of the New Lugano. What are the reasons that have contributed to the development of the New Lugano? The city s financial strength began with the economic boom that arrived at the end of the 1990s, confirming its position as the third financial market in Switzerland after Zurich and Geneva. The large number of Swiss and foreign banks based here, today we can count 73 of them in our region, is a fact that confirms the opportunities and the quality of the services offered by the Lugano financial market to businesses in the sector. The favourable factors include Lugano s geographical position close to one of Europe s most important industrial areas, and its integration in a network of high-quality services. Among the political objectives set for the fusion, at least for the first few years, was to maintain the city s tax multiplier at 75%, and then reduce it further to 72.5% by The communes that decided to merge with Lugano, although at varying stages of development, were in a healthy financial situation: they all had a multiplier that was equal or above that of Lugano (75%), but below 90%. Thanks to a careful financial approach it has been possible to maintain intact the financial force of the city and generate the conditions for further growth. In support of the financial market, Lugano holds today structures that provide academic and professional education at the highest level: I am referring to the Centre for Banking Studies run by the Ticino Banking Association, the University of Lugano (USI) and to the SUPSI University of Applied Sciences, to name only the largest. And finally, the city embraces since long a strategy of external relations with the objective to position the city among the most dynamic and attractive hubs in order to define, thanks to long-term agreements, new multisectorial collaborations. Results are not missing: over the past few years several companies, active in the biotech research and centres of excellence for medical and health services, have chosen Lugano. This sector, together with the pharmaceutical one, has marked a very interesting growth on which the city intends to invest with decision as considered one of the most promising for the next decades. What are the projects of the New Lugano? Certain projects are already defined, others will take a bit longer, but we can already clearly identify the districts or areas of Lugano that will be the focus of urban development: the New Cultural Centre; the FFS railway station; the University district; Campo Marzio Nord; the central district of Lungolago and the New District of Cornaredo (NQC), which will become the new gateway to the city and that is about to house the prestigious Centro Svizzero di Calcolo Scientifico (Swiss Centre for Scientific Computing). We can therefore look forward to a city structured around homogenous and specialised areas, distributed across the region in a functional and interconnected way, in which emerge the Grand Projects that aim at creating new public infrastructures, means of access and way of mobility. One of the most important projects for the city is certainly the New Cultural Centre due to open in With this centre Lugano is demonstrating its commitment towards its citizens in terms of the cultural sector. The project consists of a public section that will accommodate the city s Museum of Art, a thousand-seat concert hall and theatre, a studio theatre and a multipurpose hall; and also of a private section containing prestigious apartments and commercial offices. The New Cornaredo District (NQC) is an advanced project that will change the region s entire road infrastructure. In June 2011, when the Vedeggio-Cassarate road tunnel opens, Cornaredo will become the new gateway to the city. The NQC project includes the construction of a new Events and Fairs centre with strong implications for the tourism sector. This location is ideal to minimize induced car traffic, thus reducing city internal traffic and eliminating the one generated today during fairs held in the Campo Marzio area. For what concerns Campo Marzio Nord, the project foresees to accommodate a hotel-exhibition complex that will go along with the Fair Centre in Cornaredo. It is an important segment for a city operating in a global society. To be able to offer an efficient congress structure, a modern fair centre, a theatre and a concert hall of world-wide rank, means to set the premises for modernizing our tourism sector constantly faced to meet ever more sophisticated market demand. Last but not least, the projects for our University that foresees an additional area denominated campus II able to host new buildings to develop the campus. The project also includes a railway connection that links the railway station, to the campus and the Cornaredo district. Access and mobility are key elements in promoting urban development and attracting new settlements in the region. Projects such as those of the New Cultural Centre, the New Quartiere di Cornaredo, the Lungolago or of the Campo Marzio Nord would never have been possible without the infrastructure interventions that aim to breathe life back into the city, its districts and its historic centre. Where is the City heading? Certainly towards the European high-speed rail line! It is important to emphasise that Lugano lies at the centre of the network on the north-south axis and on the east-west corridor. This creates new proximities, balances and opportunities for our region to become fully integrated in the network. An opportunity that the New Lugano does not intend to miss, precisely because of its geographical prominence with Europe s north-south corridor and because of its proximity to the Milano area, placing us at the crossroads of two corridors. Should the AlpTransit station be awarded to Lugano, an outcome that the city aims strongly, this would enable it to link the railway, motorway and airport systems at a single intermodal junction. This would further place the entire region in an ideal scenery of dialog and challenge with other European cities. Giorgio Giudici Mayor of Lugano 7

10 Locarno, una città a vocazione turistica e culturale, luogo ideale per l industria hi-tech DR Carla Speziali Capoluogo dell omonimo distretto e polo regionale, Locarno si trova sulla sponda settentrionale del Lago Maggiore. Baciata da un microclima particolare, è diventata negli anni nota internazionalmente per il Festival del film (prima edizione nel 1946), secondo per longevità al mondo solo dopo quello di Venezia. 8 Ma Locarno non è solo turismo e cultura. Ha anche una vocazione economica e industriale. La zona industriale di Riazzino accoglie industrie hi-tech che possono trovare tutte le infrastrutture necessarie per impiantare industrie all avanguardia. Vicina ai principali collegamenti Nord-Sud, la zona industriale di Locarno-Riazzino usufruisce di sostegni federali, cantonali e comunali oltre ad agevolazioni fiscali. Il lago, le montagne, il clima mediterraneo: sono questi gli elementi naturali di estremo valore che caratterizzano la regione nella quale si trova inserita la nostra zona industriale. Per un industria Hi-tech, offrire al proprio personale altamente qualificato anche la possibilità di risiedere in un luogo che offre una qualità di vita del tutto eccezionale, può essere un vantaggio non comune, spiega il sindaco di Locarno, l avvocato Carla Speziali, alla testa dell esecutivo comunale dal 2004 ma già dal 2000 membro del Municipio e responsabile del Dicastero finanze. Il Festival è il nostro fiore all occhiello: è la manifestazione culturale svizzera più importante. Ha il doppio carattere internazionale e locale, locarnese, e questo ne fa veramente la caratteristica apprezzata da tutti. Noi sosteniamo in ogni modo questa manifestazione e siamo molto fiduciosi che, anche col cambiamento di direzione, si riuscirà a riportare la gente più vicino al Festival, soprattutto in relazione con la Piazza Grande, spiega Speziali. Questo l aspetto culturale. Cosa dire di quello della zona industriale? Le Autorità cantonali e comunali sostengono attivamente il progetto della zona industriale attraverso l urbanizzazione dei fondi, ma non solo. Sono infatti previsti finanziamenti federali e cantonali a favore dell'innovazione tecnologica per quelle industrie che soddisfano i necessari requisiti, come pure aiuti per la formazione del personale. Non da ultimo vengono garantiti importanti sgravi fiscali. Il Cantone Ticino dispone di una delle strutture formative più evolute in ambito europeo. È quindi possibile reperire personale qualificato di ottimo livello per tutti i settori tecnologici e amministrativi. Non dimentichiamo inoltre la vicinanza con l Italia quale bacino importante per la manodopera, afferma Carla Speziali. Il Locarnese, lo ricordiamo, è sede di alcune importanti industrie con un alto contenuto tecnologico, racchiuse in un area geograficamente piuttosto limitata. Siamo convinti che da questa situazione si possono ottenere delle ottime sinergie sotto vari punti di vista. Noi siamo pronti a favorirle in tutti i modi possibili, conclude Carla Speziali. Locarno è sede dell Irsol (Istituto ricerche solari di Locarno), un centro di ricerca che si occupa di osservazione dello spettro solare. Il centro è stato fondato nel 1960 dall Università di Gottinga e attualmente collabora con vari centri di ricerca internazionali. DR

11 Locarno, city of tourism and culture, an ideal location for hi-tech industry Capital of the district of the same name and a regional centre, Locarno sits on the northern tip of Lake Maggiore. Bathed in a special microclimate, over the years it has become famous internationally for its film festival (first held in 1946), the second oldest film festival in the world after the Venice Biennale. But Locarno isn t just about tourism and culture. It is also an economic and industrial hub. The Riazzino industrial park is home to high-tech industries and offers them all the infrastructures they need to establish their cutting-edge businesses. Not far from the main North-South transport links, the Locarno-Riazzino industrial park receives federal, cantonal and communal subsidies as well as tax breaks. The lake, the mountains, the Mediterranean climate: these are the extremely valuable natural elements that characterise the region in which our industrial park is based. For a high-tech industry, being able to offer your highly qualified employees the opportunity to live in a place that offers such an exceptional quality of life can be a singular advantage, explains the mayor of Locarno, lawyer Carla Speziali, head of the commune s executive since 2004 and member of the city council responsible for the finance department since DR The festival is the feather in our cap: it is Switzerland s most important cultural event. It is both an international and a local festival, but it s the Locarnese character that makes it what it is. We support the event in every way we can and are extremely proud of it, and even under new management it will succeed in bringing people closer to the Festival, above all in relation to the Piazza Grande, explains Speziali. That s the cultural aspect. What can you tell us about the industrial park? The cantonal and communal authorities actively support the industrial park project through the urbanization of funds, although not exclusively. There is in fact federal and cantonal financing provided for technological innovation for those industries that satisfy the necessary requirements, as well as aid for training their employees. Last but not least, they are guaranteed large tax concessions. The Canton of Ticino has some of the most advanced training facilities in Europe. This makes it possible to find extremely highly qualified staff for all technological and administrative sectors. Nor must we forget our proximity to Italy, which is an important source of labour, adds Carla Speziali. The Locarno region, lest we forget, is the base of some important industries with a high technological content, contained within a fairly limited geographical area. We are convinced that this situation offers the potential for some excellent synergies from various points of view. We are keen to encourage these in every way possible, concludes Carla Speziali. Locarno is the home of IRSOL (Istituto Ricerche Solari di Locarno), a research centre that specialises in observing the solar spectrum. The centre was founded in 1960 by the University of Göttingen and currently collaborates with various international research centres. 9 Città di Locarno Piazza Grande 18 CH-6600 Locarno Tel.: +41 (0) Fax: +41 (0) Website:

12 Bellinzona Una capitale moderna ma a misura d uomo Bellinzona, capitale del Cantone Ticino da oltre un secolo, da Sud era vista come la "chiave delle Alpi", da chi scendeva dal San Gottardo, dal Lucomagno o dal San Bernardino come la "porta d'italia". Bellinzona si presenta ancor oggi al passante ricca di questa eredità storico-geografica lasciatale dal Medioevo. Parlano al passante i suoi vicoli e le sue piazze, i suoi cortili e le sue vecchie case e i suoi tre meravigliosi castelli patrimonio mondiale dell UNESCO. Parlano la lingua del presente e guardano con fiducia e dinamismo al futuro le moderne realizzazioni, la socialità, le attività culturali. Passato, presente e futuro che plasmano una città moderna, ma sempre a misura d uomo. 10 DR Brenno Martignoni Centro e cuore della Svizzera italiana, Bellinzona domina la valle del fiume Ticino. Le sue origini si smarriscono nella notte dei tempi, come testimoniano le centinaia di tombe scoperte nei suoi dintorni. Soggetta a re e imperatori, al vescovo e alla città di Como, ai Visconti ed agli Sforza, duchi di Milano, nel 1500 passò sotto gli Svizzeri che la dominarono fino al 1803, cioè fino alla formazione del Cantone Ticino. Protetta da tre castelli medioevali - Castelgrande, Castello di Montebello, Castello di Sasso Corbaro - e circondata ancor oggi parzialmente da una solida murata, Bellinzona mette in mostra, specie nel suo centro storico, lo stile caratteristico delle borgate medioevali lombarde. Bellinzona, con un passato di grande rilievo nella storia, con un'immagine radicata quale sede di amministrazioni pubbliche, caratterizzata da una vita socio-culturale equilibrata, con dei contenuti monumentali che hanno sempre marcato Bellinzona, una metodica e costante attenzione dedicata all'importante patrimonio (Castelli, Chiese, Centro Storico, Teatro Sociale), lo sviluppo delle strutture di servizio, il rifiorire di un'attività culturale e ricreativa di indiscutibile livello hanno richiamato sulla capitale - candidata a città universitaria con vocazione scientifica - un interesse crescente, da assecondare e stimolare. La rispondenza della popolazione è indubbia e spiega il sindaco Brenno Martignoni - l'amministrazione comunale fa da locomotiva a questo positivo processo. Lo fa e lo ha fatto con passi brevi ma concreti, avviando la sua politica sociale ed economica - in un'ottica aggregativa a favore di tutta la regione. Ciò sarà però possibile solo se le città non si faranno concorrenza ma riconosceranno le specialità di ognuna di loro, dando tutto il supporto per un rafforzamento delle singole peculiarità, che porterebbe alla nascita di una Città Ticino. Una strategia necessaria visto che vi sono temi irrisolvibili singolarmente nei comuni della regione; per citarne alcuni, trasporti e mobilità, pianificazione del territorio, politica regionale a livello nazionale, cultura, sport e tempo libero, economia, politica degli anziani, turismo. Nel frattempo vale la pena di ricordare alcune delle conquiste e degli obiettivi raggiunti dalla capitale: il Tribunale penale federale, il rafforzamento dell'ospedale regionale, il Centro di ricerca di fama mondiale (IRB), i laboratori cantonali, la valorizzazione del Centro storico, la valorizzazione di monumenti nazionali (Collegiata, S.M. delle Grazie), il Centro sportivo di dimensione e di importanza sovracomunale, le Aziende municipalizzate di grande valore, il restauro e l animazione del Teatro sociale, l attività culturale di Villa dei Cedri, la presenza di strutture scolastiche superiori. Una città a misura d uomo ma dinamica anche sotto il profilo turistico e degli eventi, con il carnevale e i numerosi appuntamenti musicali, cinematografici (specie con il Festival Castellinaria ) teatrali e sportivi che rappresentano momenti d'incontro e di spontanea allegria che coinvolgono i suoi 18mila abitanti. Un borgo tranquillo e sicuro, ma anche impegnato con determinazione nella valorizzazione e sviluppo del settore industriale e nella salvaguardia dei posti di lavoro. Cancelleria comunale di Bellinzona Piazza Nosetto - CH-6500 Bellinzona Tel.: +41 (0) Fax: +41 (0) Orari sportello: 9.30/11.30 e 14.00/ Website:

13 Bellinzona A modern capital on a human scale Bellinzona, capital of the Canton of Ticino for over a century, was viewed from the South as the key to the Alps, and by those descending from the St Gotthard, Lucomagno or San Bernardino passes as the gateway to Italy. Even today Bellinzona presents itself to visitors as rich in the historical and geographical heritage bequeathed by the Middle Ages. Its alleyways and squares, courtyards and old houses whisper to the passerby, not to mention its three marvellous UNESCO world heritage site castles. They speak the language of the present and look down with confidence and dynamism upon the future of modern creations, social life and cultural activities. Past, present and future that shape a modern city, but always on a human scale. The centre and heart of Italian-speaking Switzerland, Bellinzona dominates the valley of the Ticino river. Its origins are lost in the mists of time, as witnessed by the hundreds of tombs discovered in the vicinity. Dependent on kings and emperors, on the bishop and city of Como, on the Visconti and Sforza, Dukes of Milan, in 1500 it passed under the control of the Swiss, who ruled it up until 1803 and the formation of the Canton of Ticino. Protected by three medieval castles Castelgrande, Castello di Montebello, Castello di Sasso Corbaro and even today partially surrounded by a solid wall, Bellinzona still displays, especially in its historic centre, the characteristic style of the medieval villages of Lombardy. Bellinzona, with its momentous history, deep-rooted image as a seat of public government, characterised by a stable socio-cultural life, monuments that have always defined Bellinzona, a methodology and constant care and attention lavished upon its important heritage (castles, churches, historic centre, social theatre), the development of service structures, the resurgence of cultural and creative activity of undisputed quality have all made the capital which is also a candidate for university city with a scientific vocation the subject of increasing interest, an interest that must be encouraged and stimulated. The agreement of the population is undoubted and as mayor Brenno Martignoni explains the communal government is driving this positive process. It is doing and has done so in short but decisive strides, launching its policy both social and economic within an aggregative perspective that benefits the entire region. However, this will only be possible as long as the cities do not try and compete with one another but instead recognise each other s special qualities, and give all their support to reinforcing those individual characteristics that could lead to the birth of a Ticino City. A necessary strategy given that there are issues that cannot be resolved by the region s communes individually; to name but a few, transport and mobility, regional planning, regional policy at national level, culture, sport and leisure activities, economy, care of the elderly, tourism. Meanwhile, it is worth recalling some of the achievements and objectives already attained by the capital: The federal criminal court, the consolidation of the regional hospital, the world famous research centre (IRB), the cantonal laboratories, the improvement of the historic centre, the development of national monuments (Collegiata, Santa Maria delle Grazie), the sports centre with its supra-communal size and importance, the extremely valuable municipalised companies, the restoration and promotion of the Social Theatre, the Villa dei Cedri cultural initiative, the presence of higher education establishments. A city on a human scale yet dynamic also in terms of tourism and events, with the carnival and numerous musical, cinematographic (like the Castellinaria Festival ), theatrical and sporting events that represent moments of encounter and spontaneous gaiety involving its eighteen thousand inhabitants. A peaceful and safe village, but also one filled with the determination to improve and develop the industrial sector and protect jobs. Cancelleria comunale di Bellinzona Piazza Nosetto - CH-6500 Bellinzona Tel.: +41 (0) Fax: +41 (0) Orari sportello: 9.30/11.30 e 14.00/ Website: DR 11

14 Mendrisio Passione, energia e dialogo per una città slow Passione, energia e dialogo, ispirano l attività sociale e politica di Mendrisio. Una città che è molto attenta alle necessità dei cittadini e che vuole proseguire sulla strada della condivisione e dello sviluppo sostenibile. Mendrisio è stato infatti il primo comune svizzero a fregiarsi del marchio cittaslow e prima in Ticino a diventare Città dell energia. DR Carlo Croci 12 Mendrisio - adagiata nella piana coronata dal Monte Generoso e dal Monte San Giorgio - è una città di 11mila abitanti, che dal 2004 si è aggregata con il comune di Salorino, mentre dal 2009 con Arzo, Capolago, Genestrerio, Rancate e Tremona, diventando una città di quartieri. Centro politico fin dal Medioevo, Mendrisio è capoluogo del distretto e ha l appellativo di magnifico borgo per la bellezza del suo centro storico. Lo sviluppo di Mendrisio è avvenuto essenzialmente grazie alla costruzione della ferrovia ( 800) e dell autostrada (anni 60); collegamenti hanno inserito il borgo nella grande rete che unisce il nord con il sud dell Europa, conferendogli una posizione strategica tra Lugano, le città di Como e Varese, e la metropoli di Milano. Oggi, il comprensorio ha cambiato volto, trasformandosi in un importante realtà socioeconomica, sede di servizi regionali, dell Accademia di architettura e di un emergente polo commerciale e industriale. Un urbanizzazione diramatasi in tutte le direzioni sotto l impulso della crescita demografica ed economica ha creato una sorta di città diffusa, mettendo in continuità il borgo con i comuni circostanti, sfociata nelle fusioni comunali. Mendrisio è la prima città svizzera a ottenere la certificazione cittaslow. Riconoscimento conferito dall associazione internazionale di cittaslow, alle città con meno di 50 mila abitanti che si impegnano a migliorare i servizi e la godibilità della città all insegna dell economia della lentezza e del buon vivere. Abbracciare la filosofia di cittaslow significa offrire un nuovo modello di città, basato sui ritmi lenti e sostenibili. Si cerca quindi di proporre un modo di vivere meno frenetico, più umanizzante ed ecologicamente corretto, più solidale e rispettoso delle peculiarità locali. Tornando ai principi ispiratori, iniziamo dall energia: Mendrisio è il primo comune ticinese a ottenere il marchio di qualità conferito dall Associazione Città dell energia, ai comuni che attuano una politica sostenibile nei settori dell energia, della mobilità e dell ambiente. Sindaco Carlo Croci, come vengono, invece, tradotti nella pratica i concetti di passione e dialogo? La passione si manifesta attraverso la cultura, le tradizioni, le attività di tempo libero. Il nuovo comune aiuta tutte quelle associazioni che operano nei campi descritti, attraverso contributi di natura logistica o finanziaria, ma non solo, il comune è DR promotore e patrocinatore di eventi, le processioni storiche, la sagra dell uva, il palio degli asini, il concerto di Pasqua. Nel campo culturale interviene promuovendo e sostenendo la presenza universitaria e di tutte le scuole che interagiscono. La passione si manifesta attraverso quelle attività che suscitano sentimento e radicano la presenza nel territorio. Sul quale si innesta il discorso dell energia, della forza. Quella delle risorse finanziarie per gli investimenti ma anche quella della gestione del territorio in un concetto di sostenibilità ambientale e di servizi, dall ufficio tecnico alle aziende presenti capillarmente e non centralizzate nel territorio. Città di Mendrisio Segreteria comunale - via Municipio 13 - CH-6850 Mendrisio Tel.: +41 (0) Fax: +41 (0) Website:

15 Mendrisio Passion, energy and dialogue for a slow city Passion, energy and dialogue inspire the social and political activity of Mendrisio. A city that pays a lot of attention to the needs of its citizens and which wants to pursue a path of shared resources and sustainable development. Indeed, Mendrisio was the first Swiss commune to obtain Cittaslow certification and the first in Ticino to become an Energy City. Mendrisio sitting on a plain ringed by Monte Generoso and Monte San Giorgio is a city of 11 thousand inhabitants, which in 2004 merged with the commune of Salorino, and then in 2009 with Arzo, Capolago, Genestrerio, Rancate and Tremona, thereby becoming a city of districts. A political centre since the Middle Ages, Mendrisio is the district capital and known as the magnificent borough for the beauty of its historic centre. Mendrisio owes its development essentially to the building of the railways in the 1800s and the arrival of the motorway in the 1960s. These links have connected the town to the wider network that joins northern and southern Europe, and given it a strategic position between Lugano, the cities of Como and Varese, and the metropolis of Milan. Today, the face of the area has changed as it is transformed into an important socio-economic phenomenon, the base of regional services, the Academy of Architecture and of an emerging commercial and industrial centre. A process of urbanisation spreading in all directions under the impetus of demographic and economic growth has created a rather diffuse city, joining the original borough to its surrounding communes and resulting in communal mergers. 13 Mendrisio is the first city in Switzerland to obtain Cittaslow certification. This recognition is conferred by the international Cittaslow association to cities with fewer than 50 thousand inhabitants who are committed to improving the services and enjoyability of their town under the banner of a slow economy and a good quality of life. Embracing the philosophy of Cittaslow means offering a new model of city life, based on a slower and more sustainable pace. It seeks to offer a way of life that is less frenetic, more humanised and environmentally friendly, more sympathetic and respectful of local characteristics. Returning to first principles, let us start with energy: Mendrisio is the first commune in Ticino to obtain the quality label awarded by the Energy City Association to communes who pursue a sustainable policy in the areas of energy, mobility and the environment. Mayor Carlo Croci, how do you translate these concepts of passion and dialogue into practice? Passion is manifested through culture, traditions and leisure pursuits. The new commune helps all those associations that operate in the areas described, through logistical or financial contributions, but not only that, for the commune also promotes and sponsors events, historical processions, the Sagra dell Uva grape festival, DR the mule races, and the Easter concert. At a cultural level, we help by promoting and supporting the presence of our university and all the schools that interact with it and one another. Passion is manifested through activities that generate emotion and establish their presence on the ground. This is all part of the debate about energy, and about power. The power of financial resources for investment but also the power of territorial management that is carried out in a spirit of environmental sustainability and with services, from the technical department to businesses, that are spread throughout the region and not all concentrated in one place. Città di Mendrisio Segreteria comunale - via Municipio 13 - CH-6850 Mendrisio Tel.: +41 (0) Fax: +41 (0) Website:

16 Chiasso Città polo lanciata verso il futuro Il sindaco Moreno Colombo e il Municipio eletto nel 2008 hanno un obiettivo: portare avanti un progetto di sviluppo e riqualifica di Chiasso, agglomerato popoloso e dinamico confrontato da sempre con le opportunità e i problemi che derivano dall essere città di frontiera. Riassetto urbanistico, attività culturali e sportive, collaborazione con le aziende e il settore bancario sono i pilastri di questo nuovo modo di intendere la politica, che predilige le sinergie e la collaborazione. 14 Bastano alcuni dati per dipingere un ritratto essenziale di Chiasso: una popolazione che durante il giorno tocca i abitanti, 6mila posti di lavoro per quella che è la seconda piazza finanziaria del Cantone, un debito procapite di franchi, nettamente inferiore alla media cantonale, e un moltiplicatore d imposta dell 85% che il Municipio intende mantenere soprattutto in un momento difficile per i cittadini e i commerci, confrontati con gli effetti della recessione economica. Una città che sotto la guida di Moreno Colombo e dei suoi colleghi sta tornando a vivere un momento di fermento sociale, culturale, commerciale ed edilizio. Un nuovo dinamismo e una nuova fiducia nelle potenzialità di questo comune polo, che vanno di pari passo con l attività di riqualifica del tessuto urbano. Interventi come quelli per il quartiere Soldini o l apertura di cantieri in collaborazione anche con i privati, sono catalizzatori di una tendenza che vede molte persone tornare a vivere a Chiasso. Componenti importanti di questo percorso di crescita sono anche le attività culturali e sportive. Le prime si svolgono al Cinema Teatro, allo Spazio Officina e al Max Museo dove sono in calendario tutto l anno mostre, iniziative, spettacoli e manifestazioni di diverso genere. A livello sportivo, Chiasso riveste un ruolo sicuramente rilevante, in quanto mette a disposizione delle società locali e degli abitanti di tutta la regione un considerevole numero di infrastrutture: 5 campi di calcio, la pista di ghiaccio, la piscina (la cui copertura è in fase di realizzazione), il Palapenz, dove si svolgono le partite di pallacanestro (segnatamente quelle della prestigiosa squadra della SAV Vacallo), di bocce, di calcio indoor, 2 palestre (più una doppia attualmente in costruzione), 9 campi da tennis e la nuova pista d atletica. In questo progetto di sviluppo a misura d uomo, Chiasso offre anche diverse possibilità di svago grazie al dinamismo delle associazioni locali e a un area come quella del Penz, polmone verde della città segnato da rilassanti sentieri e da un percorso-vita. Fondamentale per le autorità è anche l attuazione di un adeguata politica sociale, rivolta non solo alle persone in difficoltà, ma anche ai giovani e agli anziani, attraverso l erogazione di servizi comunali efficienti, e il coinvolgimento delle associazioni e dei privati. Moreno Colombo L obiettivo di raggiungere un livello di qualità di vita che possa attirare nuovi cittadini e nuove attività, con la relativa creazione di posti di lavoro, è perseguito spiega il sindaco con una politica che rifugge il protagonismo fine a se stesso e che predilige il dialogo e la concretezza. Nell interesse non solo della città, ma dell intera regione, Chiasso intende meritarsi a pieno titolo il ruolo di polo regionale, realizzando progetti concreti e sostenibili che sappiano conciliare le esigenze dei cittadini e dell economia, con un attenzione particolare alla tutela ambientale. Cancelleria comunale Piazza Col. C. Bernasconi 1 CH-6830 Chiasso Tel.: +41 (0) (centralino) Fax: +41 (0) Website: DR

17 Chiasso Regional centre looks to the future Mayor Moreno Colombo and the city council elected in 2008 have a single objective: to drive forward a development and upgrade project for Chiasso, a densely populated and dynamic conglomeration which has always had to deal with the opportunities and problems that result from being a border town. Urban reorganisation, cultural and sporting activities, collaboration with businesses and the banking sector are the mainstays of this new way of understanding politics, one that favours synergies and collaboration. Abasic portrait of Chiasso can be painted in a few figures: a population which during the day reaches inhabitants, 6 thousand jobs, making it the canton s second financial centre, a per capita debt of Swiss francs, markedly lower than the cantonal average, and a tax multiplier of 85%, which the city council intends to maintain, above all at a time that is difficult for citizens and businesses coping with the effects of the economic recession. A city which, under the leadership of Moreno Colombo and his colleagues, is going through a period of social, cultural, commercial and structural upheaval. A new dynamism and a new confidence in the potentials of this key commune, which go hand in hand with the business of upgrading the urban infrastructure. Projects such as those in the Soldini district, or the initiation of building projects in collaboration with private developers, are all catalysts in a trend that is seeing many people returning to live in Chiasso. Other important components along this route to growth are the cultural and sporting initiatives. The first of these are unfolding at the Cinema Teatro, the Spazio Officina and the Max Museo, with exhibitions, events, performances and shows of various kinds on offer all the year round. At a sporting level, Chiasso most definitely has a relevant role as it provides local companies and residents from all over the region with a considerable amount of infrastructure: 5 football pitches, an ice rink, swimming pool (a covered pool is in the process of construction), the Palapenz where basketball games are held (notably those of the prestigious team SAV Vacallo), bowls, indoor football, 2 sports halls (plus another one under construction), 9 tennis courts and a new athletics track. As part of this development project on a human scale, Chiasso also offers various leisure facilities through the many dynamic local associations and in areas such as Penz, the city s green lung with its many relaxing walks and a fitness trail. Also of fundamental importance to the authorities is the implementation of an adequate social policy, directed not only towards people in difficulty, but also towards the young and the elderly, through the development of efficient community services, and with the involvement of associations and private individuals. The objective of achieving a quality of life that is capable of attracting new citizens and new businesses, with the job creation that this brings, is being pursued as the mayor explains through a policy that rejects any desire for self-seeking in favour of dialogue and concrete action. In the interests not only of the city, but of the entire region, Chiasso aims to be worthy of the title of regional centre by carrying out practical and sustainable projects which reconcile the needs of both citizens and the economy, while paying particular attention to protecting the environment. 15 DR

18 AITI - Associazione industrie ticinesi L industria ticinese compete nel mondo L Associazione industrie ticinesi (AITI) è un'organizzazione privata con sede a Lugano, creata nel 1962 per promuovere e sostenere le industrie del Canton Ticino in ambito economico, sociale, culturale e politico. L'AITI - presieduta da Daniele Lotti e diretta da Stefano Modenini - è la principale associazione delle imprese industriali che operano nel Cantone. DR Stefano Modenini 16 L'AITI raggruppa 211 imprese operanti sul territorio cantonale, di cui 132 di tipo industriale, 69 del terziario industriale e 10 associazioni di categoria. Le aziende associate costituiscono la quasi totalità delle imprese con più di 100 dipendenti operanti in Ticino, danno lavoro a oltre 15'000 dipendenti (13'000 per il settore manifatturiero e 2'000 per il settore dei servizi) e, con un fatturato che supera ampiamente i 13 miliardi di franchi svizzeri, costituiscono la parte più rilevante dell'intero comparto industriale cantonale. L'AlTI pertanto è l'associazione ticinese più rappresentativa dell'intero settore industriale. Essa raccoglie, infatti, le imprese di più lunga tradizione, di più spiccato contenuto innovativo e di maggiore orientamento verso l'export. Compito essenziale dell AITI è quello di sostenere e difendere, nonché di rappresentare le prerogative delle imprese associate, contribuendo in questo contesto al processo di sviluppo dell economia industriale e alla salvaguardia delle condizioni quadro offerte dal territorio cantonale. Il nostro sistema industriale spiega Stefano Modenini si compone soprattutto di piccole e medie imprese con una forte vocazione all esportazione. Esso rappresenta il primo settore nell ambito della creazione della ricchezza cantonale, con il 21% circa del Prodotto Interno lordo. Un dato questo forse non molto conosciuto, ma che è certamente la diretta testimonianza dell imprenditorialità e della capacità operativa delle aziende industriali del cantone Ticino. Tanto è vero che esse sono presenti sui principali mercati mondiali, talvolta anche con posizioni leader. Esportare significa anche esporsi in prima persona al forte gioco della concorrenza internazionale. Per questa ragione da sempre il settore industriale ticinese guarda con interesse ai processi di apertura dei mercati e allo sviluppo di relazioni bilaterali e multilaterali con nazioni e organizzazioni di riferimento per la Svizzera. Il respiro internazionale delle imprese industriali del cantone Ticino è vissuto pienamente dall Associazione; grazie a questa dinamica è maturata ugualmente l esperienza che ci permette di farci accogliere in Paesi anche lontani, come pure di sapere interpretare le esigenze delle imprese che desiderano operare in Ticino o che già vi operano. Nei prossimi anni l AITI che festeggerà i 50 anni di esistenza nel 2012 sarà chiamata a intensificare i suoi sforzi tesi a rappresentare al meglio gli interessi delle imprese industriali del cantone Ticino, pur non dimenticando che l AITI ha anche un ruolo pubblico e di dialogo con le istituzioni e con il paese. Ma certamente afferma il direttore Modenini la risposta alle esigenze delle nostre imprese dovrà essere il nostro primo compito. Un impegno prossimo dell AITI sarà pure quello di far meglio conoscere a livello di opinione pubblica le caratteristiche e le potenzialità dell industria ticinese, avvicinando in particolar modo i giovani alle professioni industriali. Si tende ad avere dell industria indica ancora Modenini un immagine del passato, che non corrisponde più alla realtà odierna, fatta invece di aziende moderne e tecnologicamente avanzate anche nei rami industriali più tradizionali. Le incognite per il futuro non mancano e sono legate all evoluzione economica, ma l industria del cantone Ticino non è impreparata. Competenza e capacità tecniche, affidabilità e serietà, riconoscimento dello swiss made all estero, innovazione tecnologica, condizioni quadro competitive del territorio, sono fattori destinati a permettere alle imprese di svilupparsi in sintonia con le attese dei mercati. AITI Associazione industrie ticinesi Corso Elvezia 16 c.p CH-6901 Lugano Tel.: +41 (0) Fax: +41 (0) Website:

19 AITI Association for Industry in Ticino Industry in Ticino competes on a global scale The Association for Industry in Ticino (AITI) is a private organisation based in Lugano, created in 1962 to promote and support industry in the canton of Ticino at an economic, social, cultural and political level. The AITI headed by Daniele Lotti and directed by Stefano Modenini is the main association for the industrial enterprises operating in the canton. The AITI includes 211 enterprises operating in the canton, 132 of which are industrial, 69 in industrial services and 10 trade associations. The affiliate companies constitute almost all businesses with more than 100 employees operating in Ticino, and provide employment to another 15,000 workers (13,000 in the manufacturing sector and 2,000 in the service sector) and, with a turnover far exceeding 13 billion Swiss francs, they make up the major share of the canton s industrial sector. This makes the AITI the most representative association of the entire industrial sector in Ticino. As such it includes companies with the longest tradition, the most innovative content and the greatest export orientation. AITI s basic task is to support and defend, as well as to represent the prerogatives of its affiliate companies, thereby contributing to the process of industrial economic development and to protecting the structural conditions offered by the canton s business environment. Our industrial system, explains Stefano Modenini, is composed mainly of small and medium-sized enterprises with a strong export bias. It represents the canton s leading sector in terms of wealth creation, with around 21% of GDP. A fact that although maybe not widely known, is certainly direct evidence of the entrepreneurial spirit and operational capacity of the industrial companies established in the canton of Ticino. Indeed, these companies operate on the main global markets, some of them as world leaders. But exporting also means being exposed on the front line of fierce international competition. For this reason, the industrial sector in Ticino has always kept a close eye on the processes of opening markets and on the development of bilateral and multilateral relations with nations and organisations of particular relevance to Switzerland. The international reach of the industrial companies based in the canton of Ticino is experienced to the full by the Association; this dynamic has produced not only the experience that makes these companies welcome even in the most far-flung countries of the world, but also the ability to interpret the needs of companies wishing to set up in Ticino or already operating there. Over the next few years, the AITI which is due to celebrate its fiftieth anniversary in 2012 will be called upon to intensify its efforts in representing the interests of industrial companies in the canton of Ticino to the best of its ability, not forgetting that the AITI also plays a public role in dialogue with institutions and countries. There is no doubt, declares director Modenini, that responding to the needs of our own businesses must be our first priority. One of the AITI s next undertakings will be to make the characteristics and potentials of industry in the Ticino better known to the general public, with the aim in particular of attracting young people to the industrial professions. People s image of industry, continues Modenini, tends to be set in the past and no longer matches today s reality, whereas in fact it includes as many modern and technologically advanced companies as businesses in the more traditional branches of industry. There are plenty of uncertainties for the future, many of them linked to economic development, but industry in the canton of Ticino will not be caught unprepared. Technical skills and capacity, trustworthiness and reliability, recognition of the Swiss made brand abroad, technological innovation, competitive structural conditions on the ground, are all factors destined to enable companies to develop in synch with the expectations of markets. AITI Associazione industrie ticinesi Corso Elvezia 16 c.p CH-6901 Lugano Tel.: +41 (0) Fax: +41 (0) Website: 17

20 Cc-Ti - Camera di commercio, dell industria, dell artigianato e dei servizi del Cantone Ticino L economia ticinese: una realtà sempre più variegata di Luca Albertoni, Direttore della Camera di commercio, dell industria, dell artigianato e dei servizi del Cantone Ticino L associazione mantello dell economia ticinese si adopera per aiutare le aziende a raccogliere le sfide poste da un contesto molto concorrenziale 18 La Camera di commercio, dell industria, dell artigianato e dei servizi del Cantone Ticino (Cc-Ti) da oltre 90 anni è attiva per tutelare gli interessi del mondo imprenditoriale ticinese, in primis ovviamente quelli delle circa 800 imprese e delle 44 associazioni di categoria affiliate, che globalmente rappresentano oltre 6'000 imprese e quasi 90'000 posti di lavoro. In sostanza, la Cc-Ti ha due tipi di attività. La prima è di fungere da collegamento fra il mondo economico e quello politico, al fine di creare e/o mantenere condizioni favorevoli alle imprese, lavorando a stretto contatto con il governo, l amministrazione e il parlamento cantonali. Lo scopo è ovviamente quello di agevolare l insediamento di attività produttive sul territorio e di agevolare il lavoro di coloro che sono invece già attivi. I temi principali su cui si lavora costantemente sono ad esempio la fiscalità ed il carico burocratico che gravano sulle aziende, fattori essenziali nell ottica della competitività del Ticino. Il lavoro svolto dalla Cc-Ti in questo ambito politico va a beneficio di tutte le imprese attive nel Cantone, dato che l ottenimento di risultati favorevoli all imprenditoria ha un effetto generale e non solo limitato ai soci della Cc-Ti. Il secondo ma non meno importante compito della Cc-Ti è di offrire servizi ai propri associati. Si va dalla consulenza di tipo giuridico, alla creazione di contatti con professionisti per la risoluzione di problemi specifici legati alla fiscalità diretta ed indiretta, dalla costituzione di una rete fra aziende per poter affrontare le sfide del mercato con maggiore forza, all organizzazione di incontri con operatori di ogni ramo economico e paese per concretizzare nuove possibilità di business. Questo servizio è di per sé riservato ai soci della Cc-Ti e costituisce un valore aggiunto notevole, poiché permette alle aziende di concentrarsi sul loro lavoro, appoggiandosi invece alla Cc-Ti per risolvere problemi o per scoprire nuove opportunità. Se la prima attività, cioè quella di lobby dell imprenditoria ha sempre avuto e ha tuttora una valenza molto importante, altrettanto fondamentale è diventata la seconda, legata ai servizi che la Cc-Ti può offrire. Le ragioni sono molteplici ma molto semplici. Avantutto il contesto economico generale è molto cambiato nell ultimo decennio, con una netta apertura dei mercati e quindi una maggiore concorrenza a livello nazionale ed internazionale. Ovvia quindi l esigenza per le aziende ticinesi di compattarsi e di affrontare sfide nuove con il supporto di servizi all avanguardia e molto specializzati. Inoltre, anche il tessuto economico ticinese è profondamente mutato e oggi è caratterizzato da una grande diversificazione delle strutture aziendali e dei tipi di attività presenti sul territorio. Basti pensare che a metà degli anni novanta il settore industriale era dato per finito, mentre oggi rappresenta oltre il 20% del prodotto interno lordo, con molte piccole realtà imprenditoriali che dispongono di un know-how di altissimo livello che non teme confronti nel contesto mondiale. Anche il settore della logistica ha conosciuto uno sviluppo notevole, grazie alle buone condizioni generali che il Ticino può offrire in termini di vie di comunicazione, qualità dei servizi, efficienza dell amminis - trazione pubblica, fiscalità moderata e qualità di vita in generale. Questo ha attirato ad esempio le più importanti firme della moda italiana, che si sono insediate in Ticino sia con parti produttive, ma soprattutto con centri direzionali e logistici. Tali nuove realtà sono andate ad aggiungersi a settori già ben radicati nella realtà cantonale, come quelli artigianali e dei servizi, caratterizzati da uno sviluppo verso una qualità di altissimo livello, oppure il commercio che ha conosciuto un espansione e una diversificazione notevoli. La somma di queste evoluzioni, come detto in precedenza, ha evidentemente arricchito l economia ticinese e l ha diversificata al punto tale da renderla più resistente ai momenti congiunturali difficili, visto che non vi è un eccessiva dipendenza da un solo settore. Un altro effetto interessante è ad esempio quello di una modifica della struttura del frontalierato, perché sempre più vi sono lavoratrici e lavoratori frontalieri occupati nel settore terziario e non più solo nel secondario. E chiaro che tali molteplici cambiamenti hanno pure creato nuove figure professionali che hanno richiesto e richiedono un adattamento delle norme legislative o un interpretazione più elastica per non impedire lo svolgimento di importanti attività economiche. Si tratta di sfide che vanno raccolte quotidianamente, anticipando i tempi e reagendo con prontezza. La funzione di un associazione-mantello come la Cc-Ti è fondamentale per guidare e sostenere le aziende e le associazioni di categoria in un contesto sempre più complesso, variegato e in continua e rapida evoluzione. Camera di commercio, dell industria, dell artigianato e dei servizi del Cantone Ticino Chamber of commerce, industry, handicraft and services of Canton Ticino Corso Elvezia 16, CH-6901 Lugano Tel.: +41 (0) Fax: +41 (0)

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE APPLICATION FORM Thank you for your interest in our project. We would like to understand better your motivation in taking part in this specific project. So please, read carefully the form, answer the questions

Dettagli

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

Il programma Interreg CENTRAL EUROPE

Il programma Interreg CENTRAL EUROPE Il primo bando del programma Interreg CENTRAL EUROPE, Verona, 20.02.2015 Il programma Interreg CENTRAL EUROPE Benedetta Pricolo, Punto di contatto nazionale, Regione del Veneto INFORMAZIONI DI BASE 246

Dettagli

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Sede di Rappresentanza: Castello di San Donato in Perano 53013 Gaiole in Chianti (Si) Tel. 0577-744121 Fax 0577-745024 www.castellosandonato.it

Dettagli

Process automation Grazie a oltre trent anni di presenza nel settore e all esperienza maturata in ambito nazionale e internazionale, Elsag Datamat ha acquisito un profondo know-how dei processi industriali,

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE copertina univ. 21 11-04-2005 16:30 Pagina 1 A State and its history in the volumes 1-20 (1993-1999) of the San Marino Center for Historical Studies The San Marino Centre for Historical Studies came into

Dettagli

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 2 BUFALO MEDITERRANEO ITALIANO Mediterranean Italian Buffalo RICONOSCIUTO

Dettagli

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari Narrare i gruppi Etnografia dell interazione quotidiana Prospettive cliniche e sociali ISSN: 2281-8960 Narrare i gruppi. Etnografia dell'interazione quotidiana. Prospettive cliniche e sociali è una Rivista

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of

General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of study and research according the Information System for

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Come si organizza un progetto di BPM 1 INDICE Organizzazione di un progetto di Business Process Management Tipo di intervento Struttura del progetto BPM Process Performance

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life PRESENT SIMPLE Indicativo Presente = Presente Abituale Prerequisiti: - Pronomi personali soggetto e complemento - Aggettivi possessivi - Esprimere l ora - Presente indicativo dei verbi essere ed avere

Dettagli

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D Present Perfect Affirmative Forma intera I have played we have played you have played you have played he has played

Dettagli

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07.

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07. Istruzione N 62 Data creazione 18/ 12/2009 Versione N 00 Ultima modifica TIPO ISTRUZIONE ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING MODIFICA TEST FUNZIONALE RIPARAZIONE/SOSTITUZIONE IMBALLO TITOLO DELL ISTRUZIONE

Dettagli

JUMP INTO THE PSS WORLD AND ENJOY THE DIVE EVOLUTION

JUMP INTO THE PSS WORLD AND ENJOY THE DIVE EVOLUTION JUMP INTO THE PSS WORLD AND ENJOY THE DIVE EVOLUTION PSS Worldwide is one of the most important diver training agencies in the world. It was created thanks to the passion of a few dedicated diving instructors

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of "typical tuscan"

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of typical tuscan Il vostro sogno diventa realtà... Vicinanze di Volterra vendita di porzione di fabbricato "tipico Toscano" realizzate da recupero di casolare in bellissima posizione panoramica. Your dream comes true...

Dettagli

1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo

1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo Prova di verifica classi quarte 1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo lo studente prende 20. Qual è la media dopo il quarto esame? A 26 24

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

Il Form C cartaceo ed elettronico

Il Form C cartaceo ed elettronico Il Form C cartaceo ed elettronico Giusy Lo Grasso Roma, 9 luglio 2012 Reporting DURANTE IL PROGETTO VENGONO RICHIESTI PERIODIC REPORT entro 60 giorni dalla fine del periodo indicato all Art 4 del GA DELIVERABLES

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

1. Che cos è. 2. A che cosa serve

1. Che cos è. 2. A che cosa serve 1. Che cos è Il Supplemento al diploma è una certificazione integrativa del titolo ufficiale conseguito al termine di un corso di studi in una università o in un istituto di istruzione superiore corrisponde

Dettagli

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004 ! VERBI CHE TERMINANO IN... COME COSTRUIRE IL SIMPLE PAST ESEMPIO e aggiungere -d live - lived date - dated consonante + y 1 vocale + 1 consonante (ma non w o y) cambiare y in i, poi aggiungere -ed raddoppiare

Dettagli

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki Conférence des Régions Périphériques Maritimes d Europe Conference of Peripheral Maritime Regions of Europe ANALYSIS PARTICIPATION TO THE FP THROUGH A TERRITORIAL AND REGIONAL PERSPECTIVE MEETING WITH

Dettagli

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA?

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? OSSERVATORIO IT GOVERNANCE L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? A cura del Professor Marcello La Rosa, Direttore Accademico (corporate programs

Dettagli

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 04 1/28 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene la disciplina relativa ai limiti di variazione

Dettagli

E INNOVAZIONE EFFICIENZA AND INNOVATION EFFICIENCY PER CRESCERE IN EDEFFICACIA TO GROW IN AND EFFECTIVENESS

E INNOVAZIONE EFFICIENZA AND INNOVATION EFFICIENCY PER CRESCERE IN EDEFFICACIA TO GROW IN AND EFFECTIVENESS Una società certificata di qualità UNI EN ISO 9001-2000 per: Progettazione ed erogazione di servizi di consulenza per l accesso ai programmi di finanziamento europei, nazionali e regionali. FIT Consulting

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

TAL LIVELLO A2. Test scritto in 5 parti ( 50 minuti) Prova d ascolto (10 minuti) PARTE I: Comprensione del testo. PARTE II: Cloze test

TAL LIVELLO A2. Test scritto in 5 parti ( 50 minuti) Prova d ascolto (10 minuti) PARTE I: Comprensione del testo. PARTE II: Cloze test TAL LIVELLO A2 Test scritto in 5 parti ( 50 minuti) Prova d ascolto (10 minuti) PARTE I: Comprensione del testo PARTE II: Cloze test PARTE III: Grammatica PARTE IV: Scrittura guidata PARTE V: Scrittura

Dettagli

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import definizione L operazione presuppone l emissione di una lettera di credito IMPORT in favore dell esportatore estero, con termine di pagamento differito (es. 180 gg dalla data di spedizione con documenti

Dettagli

INFORMATIVA EMITTENTI N. 22/2015

INFORMATIVA EMITTENTI N. 22/2015 INFORMATIVA EMITTENTI N. 22/2015 Data: 23/04/2015 Ora: 17:45 Mittente: UniCredit S.p.A. Oggetto: Pioneer Investments e Santander Asset Management: unite per creare un leader globale nell asset management

Dettagli

KERMESSE 20 sospensione / suspension lamp Giulio Iacchetti 2012

KERMESSE 20 sospensione / suspension lamp Giulio Iacchetti 2012 KERMESSE 20 sospensione / suspension lamp Giulio Iacchetti 2012 CLASSE I - IP20 IT Avvertenze La sicurezza elettrica di questo apparecchio è garantita con l uso appropriato di queste istruzioni. Pertanto

Dettagli

il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé.

il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé. il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé. COLLECTION luna material and shapes evoke the celestial

Dettagli

Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy. da noi ogni sapone è unico. Authentically Made in Italy Florence

Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy. da noi ogni sapone è unico. Authentically Made in Italy Florence Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy da noi ogni sapone è unico alveare soap gori 1919 soap factory lavorazione artigianale italiana Handmade in Italy I nostri saponi sono il frutto di un

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

Kaba PAS - Pubblic Access Solution

Kaba PAS - Pubblic Access Solution Kaba PAS - Pubblic Access Solution Fondata nel 1950, Gallenschütz, oggi Kaba Pubblic Access Solution, ha sviluppato, prodotto e venduto per oltre 30 anni soluzioni per varchi di sicurezza automatici. Oggi

Dettagli

FORMAZIONE IN INGRESSO PER DOCENTI NEOASSUNTI IN ANNO DI PROVA ANNO SCOLASTICO 2014-15 AVVIO PERCORSO FORMATIVO

FORMAZIONE IN INGRESSO PER DOCENTI NEOASSUNTI IN ANNO DI PROVA ANNO SCOLASTICO 2014-15 AVVIO PERCORSO FORMATIVO FORMAZIONE IN INGRESSO PER DOCENTI NEOASSUNTI IN ANNO DI PROVA ANNO SCOLASTICO 2014-15 AVVIO PERCORSO FORMATIVO VERSO UN CODICE DEONTOLOGICO DEL DOCENTE Paolo Rigo paolo.rigo@istruzione.it ALCUNE SEMPLICI

Dettagli

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS La domanda di partecipazione deve essere compilata e

Dettagli

PRESTIGIOUS VILLAS. 1201 beverly hills - los angeles

PRESTIGIOUS VILLAS. 1201 beverly hills - los angeles OLIVIERI Azienda dinamica giovane, orientata al design metropolitano, da più di 80 anni produce mobili per la zona giorno e notte con cura artigianale. Da sempre i progetti Olivieri nascono dalla volontà

Dettagli

Excellence Programs executive. Renaissance management

Excellence Programs executive. Renaissance management Excellence Programs executive Renaissance management Renaissance Management: Positive leaders in action! toscana 24.25.26 maggio 2012 Renaissance Management: positive leaders in action! Il mondo delle

Dettagli

Zeroshell come client OpenVPN

Zeroshell come client OpenVPN Zeroshell come client OpenVPN (di un server OpenVpn Linux) Le funzionalità di stabilire connessioni VPN di Zeroshell vede come scenario solito Zeroshell sia come client sia come server e per scelta architetturale,

Dettagli

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Nuovi standard PMI, certificazioni professionali e non solo Milano, 20 marzo 2009 PMI Organizational Project Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Andrea Caccamese, PMP Prince2 Practitioner

Dettagli

4 to 7 funds 8 to 15 funds. 16 to 25 funds 26 to 40 funds. 41 to 70 funds

4 to 7 funds 8 to 15 funds. 16 to 25 funds 26 to 40 funds. 41 to 70 funds 4 to 7 funds 8 to 15 funds 16 to 25 funds 26 to 40 funds 41 to 70 funds 53 Chi siamo Epsilon SGR è una società di gestione del risparmio del gruppo Intesa Sanpaolo specializzata nella gestione di portafoglio

Dettagli

I was not you were not he was not she was not it was not we were not you were not they were not. Was I not? Were you not? Was she not?

I was not you were not he was not she was not it was not we were not you were not they were not. Was I not? Were you not? Was she not? Il passato Grammar File 12 Past simple Il past simple inglese corrisponde al passato prossimo, al passato remoto e, in alcuni casi, all imperfetto italiano. Con l eccezione del verbo be, la forma del past

Dettagli

Official Announcement Codice Italia Academy

Official Announcement Codice Italia Academy a c a d e m y Official Announcement Codice Italia Academy INITIATIVES FOR THE BIENNALE ARTE 2015 PROMOTED BY THE MIBACT DIREZIONE GENERALE ARTE E ARCHITETTURA CONTEMPORANEE E PERIFERIE URBANE cured by

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

HTA: PRINCIPI, LOGICHE OPERATIVE ED ESPERIENZE. Cosa è l HTA?

HTA: PRINCIPI, LOGICHE OPERATIVE ED ESPERIENZE. Cosa è l HTA? HTA: PRINCIPI, LOGICHE OPERATIVE ED ESPERIENZE Cosa è l HTA? Marco Marchetti Unità di Valutazione delle Tecnologie Policlinico Universitario "Agostino Gemelli Università Cattolica del Sacro Cuore L Health

Dettagli

Nota Informativa Relativa alla Circolare 2009/1

Nota Informativa Relativa alla Circolare 2009/1 Nota Informativa Relativa alla Circolare 2009/1 In merito alla nuova circolare del Sottosegretariato per il Commercio Estero del Primo Ministero della Repubblica di Turchia, la 2009/21, (pubblicata nella

Dettagli

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tipo: Type: 5 cabine (1 main deck+ 4 lower deck) 5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tessuti: Dedar Fanfara, Paola Lenti Fabrics: Dedar Fanfara,

Dettagli

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia NetworkNetwor erpreneurship Enterpreneu Network L Enterpreneurship Passion Leadership Istituzione indipendente per la formazione

Dettagli

1. SIMPLE PRESENT. Il Simple Present viene anche detto presente abituale in quanto l azione viene compiuta abitualmente.

1. SIMPLE PRESENT. Il Simple Present viene anche detto presente abituale in quanto l azione viene compiuta abitualmente. 1. SIMPLE PRESENT 1. Quando si usa? Il Simple Present viene anche detto presente abituale in quanto l azione viene compiuta abitualmente. Quanto abitualmente? Questo ci viene spesso detto dalla presenza

Dettagli

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO Lo Spallanzani (2007) 21: 5-10 C. Beggi e Al. Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO IL GRADIMENTO DEI DISCENTI, INDICATORE DI SODDISFAZIONE DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOTECH & S 8 SeccoTech & Secco Tecnologia al servizio della deumidificazione Technology at dehumidification's service Potenti ed armoniosi Seccotech

Dettagli

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M REAL ESTATE GRUPPORIGAMONTI.COM 2 Rigamonti Real Estate La scelta giusta è l inizio di un buon risultato Rigamonti Founders Rigamonti REAL ESTATE Società consolidata nel mercato immobiliare, con più di

Dettagli

MANUALE GRANDE PUNTO. A number of this manual are strongly recommends you read and download manuale grande punto information in this manual.

MANUALE GRANDE PUNTO. A number of this manual are strongly recommends you read and download manuale grande punto information in this manual. MANUALE GRANDE PUNTO A number of this manual are strongly recommends you read and download information in this manual. Although not all products are identical, even those that range from same brand name

Dettagli

PANNELLO FRONTALE: QUERCIA STYLE CANNELLA PROFILO: PINO NERO PIANO DI SERVIZIO E ZOCCOLO: AGGLOMERATO MEROPE

PANNELLO FRONTALE: QUERCIA STYLE CANNELLA PROFILO: PINO NERO PIANO DI SERVIZIO E ZOCCOLO: AGGLOMERATO MEROPE Una proposta dall estetica esclusiva, in cui tutti gli elementi compositivi sono ispirati dalla geometria più pura e dalla massima essenzialità del disegno per un progetto caratterizzato da semplicità

Dettagli

IBM Cloud Computing - un opportunità? - una moda? Andrea Reggio Myserverfarm. 2011 IBM Corporation

IBM Cloud Computing - un opportunità? - una moda? Andrea Reggio Myserverfarm. 2011 IBM Corporation IBM Cloud Computing - un opportunità? - una moda? Andrea Reggio Myserverfarm 2011 IBM Corporation Cosa si intende per Cloud Computing Cloud è un nuovo modo di utilizzare e di distribuire i servizi IT,

Dettagli

40 motivi per cui le puttane sono le mie eroine

40 motivi per cui le puttane sono le mie eroine 40 motivi per cui le puttane sono le mie eroine Le puttane sanno condividere le parti più private e delicate del corpo con perfetti sconosciuti. Le puttane hanno accesso a luoghi inaccessibili. Le puttane

Dettagli

Web conferencing software. Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti

Web conferencing software. Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti 1 Web conferencing software Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti Arpa Piemonte 2 Che cosa è Big Blue Button? Free, open source, web conferencing software Semplice ed immediato ( Just push

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management L'importanza dell'analisi dei processi nelle grandi e medie realtà italiane Evento Business Strategy 2.0 Firenze 25 settembre 2012 Giovanni Sadun Agenda ITSM: Contesto di riferimento

Dettagli

Rilascio dei Permessi Volo

Rilascio dei Permessi Volo R E P U B L I C O F S A N M A R I N O C I V I L A V I A T I O N A U T H O R I T Y SAN MARINO CIVIL AVIATION REGULATION Rilascio dei Permessi Volo SM-CAR PART 5 Approvazione: Ing. Marco Conti official of

Dettagli

NEUROSCIENZE EEDUCAZIONE

NEUROSCIENZE EEDUCAZIONE NEUROSCIENZE EEDUCAZIONE AUDIZIONE PRESSO UFFICIO DI PRESIDENZA 7ª COMMISSIONE (Istruzione) SULL'AFFARE ASSEGNATO DISABILITÀ NELLA SCUOLA E CONTINUITÀ DIDATTICA DEGLI INSEGNANTI DI SOSTEGNO (ATTO N. 304)

Dettagli

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy IT Service Management: il Framework ITIL Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy Quint Wellington Redwood 2007 Agenda Quint Wellington Redwood Italia IT Service Management

Dettagli

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55 Gestione della Manutenzione e compliance con gli standard di sicurezza: evoluzione verso l Asset Management secondo le linee guida della PAS 55, introduzione della normativa ISO 55000 Legame fra manutenzione

Dettagli

La via del acqua e del sole The Way of The Sea and The Sun

La via del acqua e del sole The Way of The Sea and The Sun La via dell acqua e del sole The Way of The Sea and The Sun ABRUZZO La via dell acqua e del sole The Way of The Sea and The sun 133 chilometri di costa, lungo la quale si alternano arenili di sabbia dorata

Dettagli

company P R O F I L E

company P R O F I L E company P R O F I L E la nostra azienda about us PASSIONE E TRADIZIONE NEL NOSTRO PASSATO PASSION AND DEEP-ROOTED TRADITION Lavorwash nasce nel 1975 ed è da oltre 35 anni uno dei maggiori produttori al

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

Ragazzi vietnamiti: (VIET L ANIMA HCM USSH) CLASSE 5 C: (21 TORTELLINI) 1. Trần Yến Ngọc 2. Nguyễn Ngọc Bách Châu AUTORI PROGETTO:

Ragazzi vietnamiti: (VIET L ANIMA HCM USSH) CLASSE 5 C: (21 TORTELLINI) 1. Trần Yến Ngọc 2. Nguyễn Ngọc Bách Châu AUTORI PROGETTO: Due mondi, due culture, due storie che si incontrano per dare vita a qualcosa di unico: la scoperta di ciò che ci rende unici ma fratelli. Per andare insieme verso EXPO 2015 Tutt altra storia Il viaggio

Dettagli

Situazione «Grecia» Informazione da parte di PPCmetrics PPCmetrics AG

Situazione «Grecia» Informazione da parte di PPCmetrics PPCmetrics AG Situazione «Grecia» Informazione da parte di PPCmetrics PPCmetrics AG Alfredo Fusetti, Partner Luca Barenco, Investment Consultant Zurigo, 30.06.2015 Situazione attuale (1) Secondo il comunicato stampa

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi.

Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi. Luca Mambella Disaster recovery: dalle soluzioni tradizionali al cloud, come far evolvere le soluzioni contenendone i costi. I modelli di sourcing Il mercato offre una varietà di modelli di sourcing, ispirati

Dettagli

Politecnico di Milano Scuola Master Fratelli Pesenti CONSTRUCTION INNOVATION SUSTAINABILITY ENGINEERING

Politecnico di Milano Scuola Master Fratelli Pesenti CONSTRUCTION INNOVATION SUSTAINABILITY ENGINEERING Innovazione nei contenuti e nelle modalità della formazione: il BIM per l integrazione dei diversi aspetti progettuali e oltre gli aspetti manageriali, gestionali, progettuali e costruttivi con strumento

Dettagli

TODAY MORE PRESENT IN GERMANY

TODAY MORE PRESENT IN GERMANY TODAY MORE PRESENT IN GERMANY Traditionally strong in offering high technology and reliability products, Duplomatic is a player with the right characteristics to achieve success in highly competitive markets,

Dettagli

Per effettuare una chiamata in conferenza, seguire queste semplici istruzioni:

Per effettuare una chiamata in conferenza, seguire queste semplici istruzioni: premium access user guide powwownow per ogni occasione Making a Call Per effettuare una chiamata in conferenza, seguire queste semplici istruzioni: 1. Tell your fellow conference call participants what

Dettagli

Thermo Shrinking Machines

Thermo Shrinking Machines Thermo Shrinking Machines EAGLE 100 Macchina confezionatrice manuale per film termoretraibile Manual heat-shrinking wrapping machine Soudouse manuel de thermo-retracion Schrumpfmaschine Màquina manual

Dettagli

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO PERCORSO DI INSEGNAMENTO/APPRENDIMENTO TIPO DI UdP: SEMPLICE (monodisciplinare) ARTICOLATO (pluridisciplinare) Progetto didattico N. 1 Titolo : Let s investigate the world with our touch! Durata: Annuale

Dettagli

MANAGEMENT MISSION, far crescere i collaboratori

MANAGEMENT MISSION, far crescere i collaboratori Trasformare le persone da esecutori a deleg-abili rappresenta uno dei compiti più complessi per un responsabile aziendale, ma è anche un opportunità unica per valorizzare il patrimonio di competenze aziendali

Dettagli

ARMANDO PERES: «L ITALIA SI MUOVA O PERDERÀ MOLTE OPPORTUNITÀ DI FAR CRESCERE IL BUSINESS CONGRESSUALE».

ARMANDO PERES: «L ITALIA SI MUOVA O PERDERÀ MOLTE OPPORTUNITÀ DI FAR CRESCERE IL BUSINESS CONGRESSUALE». Federcongressi&eventi è l associazione delle imprese e dei professionisti che lavorano nell industria italiana dei convegni, congressi ed eventi: un industria che dà lavoro a 287.741 persone, di cui 190.125

Dettagli

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 pag. 16 di 49 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 Identificare la zona dove sono poste le piazzole dove andremo a saldare il connettore. Le piazzole sono situate in tutte le centraline Bosch

Dettagli

LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE. PROGRAMMA ESAMI INTEGRATIVI/IDONEITA' DI INGLESE (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA

LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE. PROGRAMMA ESAMI INTEGRATIVI/IDONEITA' DI INGLESE (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA Simple del verbo to be in tutte le sue forme Il Present Simple del verbo to have (got) in tutte le sue forme I pronomi soggetto e complemento Gli aggettivi e pronomi possessivi

Dettagli

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit Un Prodotto della Suite BOC Management Office Controllo Globale e Permanente delle Architetture IT Aziendali e dei Processi IT: IT-Governance Definire

Dettagli

Training Seminars Cooperate for an intelligent, sustainable and inclusive growth Trasform opportunities into projects

Training Seminars Cooperate for an intelligent, sustainable and inclusive growth Trasform opportunities into projects Training Seminars Cooperate for an intelligent, sustainable and inclusive growth Trasform opportunities into projects PRESENTATION Innovation plays a key role within the European political agenda and impacts

Dettagli

IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte

IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte IBM Cloud Computing - esperienze e servizi seconda parte Mariano Ammirabile Cloud Computing Sales Leader - aprile 2011 2011 IBM Corporation Evoluzione dei modelli di computing negli anni Cloud Client-Server

Dettagli

Specialista ITIL. Certificate of Advanced Studies. www.supsi.ch/fc

Specialista ITIL. Certificate of Advanced Studies. www.supsi.ch/fc Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento tecnologie innovative Istituto sistemi informativi e networking Specialista ITIL Certificate of Advanced Studies www.supsi.ch/fc

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOASCIUTT 16 SeccoAsciutto EL & SeccoAsciutto Thermo Piccolo e potente, deumidifica e asciuga Small and powerful, dehumidifies and dries Deumidificare

Dettagli

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM 65 1 2 VS/AM 65 STANDARD VS/AM 65 CON RACCORDI VS/AM 65

Dettagli

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com VIOLENZE NEI LUOGHI DI LAVORO: COSA SONO? any action, incident or behaviour, that departs from reasonable conduct in which a person

Dettagli

DTT : DECODER, SWITCH- OFF PROCESS, CNID. Roberto de Martino Contents and Multimedia Department RAK/AGCOM

DTT : DECODER, SWITCH- OFF PROCESS, CNID. Roberto de Martino Contents and Multimedia Department RAK/AGCOM DTT : DECODER, SWITCH- OFF PROCESS, CNID Roberto de Martino Contents and Multimedia Department RAK/AGCOM List of contents 1. Introduction 2. Decoder 3. Switch-off process 4. CNID Introduction 1. Introduction

Dettagli

BATTERIE ENERGA AL LITIO

BATTERIE ENERGA AL LITIO BATTERIE ENERGA AL LITIO Batterie avviamento ultraleggere - Extra-light starter batteries Le batterie con tecnologia al Litio di ENERGA sono circa 5 volte più leggere delle tradizionali al piombo. Ciò

Dettagli

Costruire uno Spin-Off di Successo. Non fidarsi mai dei professori

Costruire uno Spin-Off di Successo. Non fidarsi mai dei professori Costruire uno Spin-Off di Successo Non fidarsi mai dei professori Spin-Off da Università: Definizione Lo Spin-Off da Università è in generale un processo che, partendo da una tecnologia disruptiva sviluppata

Dettagli

Il successo di una partnership La nostra offerta per investitori istituzionali

Il successo di una partnership La nostra offerta per investitori istituzionali Il successo di una partnership La nostra offerta per investitori istituzionali Semplicemente in vantaggio con Credit Suisse 4 Esperienza e competenza 7 Consulenza personale e partnership 8 Offerta prestazioni

Dettagli