OBIETTIVI CONTENUTI METODOLOGIE STRUMENTI VERIFICHE RACCORDI Giochi organizzati parlare di sé

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "OBIETTIVI CONTENUTI METODOLOGIE STRUMENTI VERIFICHE RACCORDI Giochi organizzati parlare di sé"

Transcript

1 Disciplina: Italiano Nucleo tematico: Oralità Classe prima OBIETTIVI CONTENUTI METODOLOGIE STRUMENTI VERIFICHE RACCORDI - rispondere a domande per Conversazioni e Giochi organizzati parlare di sé racconti - Ascoltare e comprendere semplici messaggi e semplici testi - intervenire nelle conversazioni, rispettando i turni di parola - defininizione degli spazi e dei tempi (es. inizio mattina, cerchio..) - memorizzazione di canti o filastrocche - drammatizzazione Mappe Scalette - giochi motori e manuali con semplici comandi - dettato grafico Inglese Musica Motoria Immagine Geografia Scienze

2 Classe seconda OBIETTIVI CONTENUTI METODOLOGIE STRUMENTI VERIFICHE RACCORDI - narrare esperienze vissute seguendo un ordine temporale - conversazioni - testi adeguati all'età - conversazione - drammatizzazione - Ascoltare e comprendere testi: regolativi narrativi - interagire nelle conversazioni con insegnanti e compagni - Utilizzo di storie stimolo raccontate, disegnate o multimediali - Utilizzo del registratore - Osservazione qualitativa e quantitativa delle discussioni Inglese Immagine Musica Tecnologia Scienze Motoria

3 Classe terza OBIETTIVI CONTENUTI METODOLOGIE STRUMENTI VERIFICHE RACCORDI - Partecipare con maggiore - Testi regolativi - Libri scolastici e non autonomia agli scambi comunicativi narrativi, descrittivi e espositivi. - strumenti multimediali - Ascoltare e comprendere testi: regolativi informativi narrativi espositivi - Ricostruire verbalmente e attraverso immagini sapendo esporre testi narrativi ed espositivi, rispettando ordine cronologico e significato globale - Riferire esperienze personali, stati d animo ed emozioni - Testi poetici: filastrocche, poesie e canzoni con attenzione agli elementi paralinguistici (intensità, ritmo, ecc). - percorsi specifici per potenziare la capacità di esprimersi e manifestare le proprie emozioni - costruire prodotti multimediali - Osservazione in itinere - Osservazione: nel grande gruppo, nel piccolo gruppo del singolo - valutazione della capacità di memorizzazione Inglese Musica Tecnologia Storia Geografia Scienze

4 Classe quarta OBIETTIVI CONTENUTI METODOLOGIE STRUMENTI VERIFICHE RACCORDI - Interagire in modo collaborativo nelle discussioni - Testi regolativi narrativi, descrittivi e espositivi. - Utilizzo di mappe e scalette - Libri scolastici e non - strumenti multimediali - Comprendere: argomento, informazioni, scopo di un esposizione - Comprendere i messaggi dei media - Comprendere consegne e istruzioni per l esecuzione di attività - Raccontare esperienze personali o storie inventate, rispettando l ordine cronologico e logico ed inserendo gli opportuni elementi descrittivi ed informativi - Proporre e condividere idee e soluzioni per la realizzazione di progetti. - Testi poetici: filastrocche, poesie e canzoni con attenzione agli elementi paralinguistici (intensità, ritmo, ecc). - Drammatizzazione - Lavori collaborativi nel piccolo e grande gruppo - Partecipazione a progetti sul territorio - Osservazione in itinere - Osservazione: nel grande gruppo, nel piccolo gruppo nel del singolo - valutazione della capacità di memorizzazione - Osservazioni sistematiche anche con strumenti specifici (check list ) -Educazione alla cittadinanza -Inglese -Musica -Tecnologia - Storia - Geografia - Scienze - Immagine

5 Classe quinta OBIETTIVI CONTENUTI METODOLOGIE STRUMENTI VERIFICHE RACCORDI - Interagire in modo collaborativo nelle discussioni rispettando: turno tempi coerenza coesione - Testi regolativi, narrativi, descrittivi e espositivi. - Conversazione - Drammatizzazione - Lavoro di gruppo - Libri scolastici e non - strumenti multimediali -Osservazione qualitativa e quantitativa nelle discussioni - Comprendere informazioni, tema e scopo di un esposizione - Comprendere il contenuto dei messaggi dei media - Comprendere istruzioni per l esecuzione di attività - Raccontare esperienze personali o storie inventate, rispettando l ordine cronologico e logico ed inserendo gli opportuni elementi descrittivi ed informativi - Formulare domande precise e pertinenti rispetto a una spiegazione e usando un linguaggio specifico - Testi poetici: filastrocche, poesie e canzoni con attenzione agli elementi paralinguistici (intensità, ritmo, ecc). -Educazione alla cittadinanza -Inglese -Musica -Tecnologia - Storia - Geografia - Scienze - Immagine

6 - Organizzare un semplice discorso o una breve esposizione utilizzando una scaletta, una mappa o un prodotto multimediale - Proporre e condividere idee e soluzioni per la realizzazione di progetti

7 DISCIPLINA: Italiano NUCLEO TEMATICO: Acquisizione ed espansione del lessico ricettivo e produttivo Introduzione Abbiamo ritenuto opportuno non seguire la scansione per classi ma seguire quanto proposto dalle Nuove Indicazioni in quanto gli obiettivi non si esauriscono nell'arco di un breve periodo ma si costruiscono, vengono ripresi, sviluppati, completati in forma diversa e arricchiti. CLASSE: Da acquisire entro la classe Terza. OBIETTIVO CONTENUTI METODOLOGIE STRUMENTI VERIFICHE RACCORDI - Scoprire il significato di nuove parole e usarle in contesti linguistici Usare le parole nuove inserendole in contesti linguistici. Partecipare a giochi linguistici Costruire famiglie di parole Riflettere su parole generali e particolari Ricercare e comprendere parole e espressioni presenti nei testi e modi di dire legati all'esperienza scolastica e exstrascolastica. Individuare il Composizione di brevi frasi nate dall'esperienza o da in fatto avvenuto in classe. Partecipazione a giochi linguistici: - cambio di posizione Usare parole nuove delle lettere, per costruire frasi - sostituzione di lettere, - combinazione di sillabe, - ricerca di parole che iniziano con - costruzione di elenchi per classificare parole, - cruciverba, domino, nonsense, - scioglilingua, - giochi mimati... - Descrizione orale di oggetti attraverso l'uso dei cinque sensi Lezioni frontali Lavori di gruppo Laboratori Cartacei Multimediali Conversazione Dialogo Lettura In itinere Autovalutazione L'attività coinvolge i linguaggi specifici di tutte le discipline

8 significato di parole ed espressioni non note a partire dal contesto Ricavare il significato di parole sconosciute consultando il dizionario Confrontare il significato ipotizzato con quello reale Avviare all'acquisizione del linguaggio specifico delle singole disipline Usare in modo appropriato i termini specifici appresi.

9 Da acquisire entro la Classe Quinta OBIETTIVO CONTENUTI METODOLOGIE STRUMENTI VERIFICHE RACCORDI - Riconoscere le relazioni di significato tra le parole (sinonimi, contrari,.) Lezioni frontali Lavori di gruppo Laboratori Cartacei Multimediali Conversazione Dialogo Lettura In itinere Autovalutazione Riflettere sui meccanismi di formazione delle parole (derivazione, alterazione, composizione, uso di prefissi e suffissi) Usare i connettivi spaziali, temporali, logici e le congiunzioni - Costruzione di una scatola di parole dove inserire quelle che già conosciamo e quelle che si scoprono nel tempo - Creazione di un ambiente di apprendimento che non sia avulso dalle esperienze del bambino Costruzione di brevi frasi da collegare tra loro L'attività coinvolge i linguaggi specifici di tutte le discipline - Confrontare testi di diversa provenienza su uno stesso argomento Saper distinguere e utilizzare i diversi registri linguistici a seconda delle diverse situazioni comunicative manifestare il proprio punto di vista e le esigenze personali - Riconoscimento di linguaggi specifici e settoriali consultando riviste e quotidiani - Formule lingustiche per: esprimere il proprio punto di vista, accordo o disaccordo, chiedere chiarimenti,. - individuazione delle parole straniere all'interno della lingua

10 in forma corretta e argomentata Riconoscere vocaboli entrati nell'uso comune provenienti da lingue straniere italiana - Giochi descrittivi usando similitudini, metafore e parole onomatopeiche Ampliare la frase nucleare Utilizzare espressioni figurate

11 Nucleo tematico: SCRITTURA CLASSE: Prima Obiettivo Acquisire capacità di grafismo e impaginazione Acquisire le capacità manuali percettive e cognitive necessarie per l'apprendimento della scrittura. Individuare e riconoscere le lettere dell'alfabeto. Comprendere il concetto di coppia: consonante +vocale; analisi e sintesi fonetica. Copiare parole e frasi prima in stampato maiuscolo, minuscolo poi corsivo. Contenuti Percezione di similitudini e differenze- induzione alla grafia-coordinazione oculo-manuale e grafomotoria. Discriminazione di forme e grandezze. Presentazione dei 3 caratteri. Metodologie Lavoro cooperativo. Lavori e giochi individuali e di piccolo gruppo. Lavoro individuale e di gruppo. Lavoro individuale e di gruppo Strumenti Cartelloni, LIM, lavagna e vari giochi. Utilizzo di : LIM, schede operative, materiale strutturato e non, testi vari e alfabetiere. Verifiche Individuali e di piccolo gruppo. Possibili raccordi con altre discipline Immagine, geografia,motoria, musica, l2 Immagine, storia, geografia Costruire frasi utilizzando parole memorizzate Manipolare sillabe e parole per fare giochi linguistici Giochi di s/composizione, relazione, ordine Sostituzione di parole nelle frasi Giochi di parole Immagine, storia, geografia Scrivere, per dettato e autodettato, parole e brevi frasi di complessità crescente. Produrre didascalie per descrivere un'immagine e/o una sequenza. Associazione di immagini e parole.

12 Scrivere in autonomia frasi relative al proprio vissuto Comporre catene di parole e frasi. Parole e frasi del vissuto Riconoscimento e riordino di sillabe, parole e frasi, Attività ludiche e pratiche che motivino ad esprimere il vissuto con semplici parole e frasi. CLASSE: Seconda Obiettivo Scrivere correttamente i suoni della lingua italiana rispettando le convenzioni grafiche e ortografiche Scrivere avvisi, istruzioni e messaggi per comunicare e informare Inventare e scrivere una breve storia leggendo una serie di immagini in successione temporale Scrivere semplici frasi per descrivere un oggetto, una persona, uno stato d animo anche a partire da stimoli dati o con l aiuto di uno schema Scrivere filastrocche, indovinelli utilizzando la rima e altri giochi Contenuti Rispetto delle principali convenzioni grafiche/ortografiche (rinforzo del corsivo) Organizzazione della produzione scritta: criteri di logicità, di successione temporale Produzione di storie, favole, fiabe e fumetti. Metodologie Lezione frontale creando situazioni comunicative orali e scritte anche con domande stimolo. Inizialmente lavori di gruppo in seguito lavori individuali, correzione collettiva e autocorrezione. Lavori in piccolo gruppo o di classe e/ con utilizzo della drammatizzazione. Strumenti Libri di testo, cartelloni. Schemi, tracce guida, sequenze di immagini. Bambinoautore :ingr edienti per una fiaba. Verifiche In itinere ed individuali. In itinere ed individuali. Possibili raccordi con altre discipline Immagine storia geografia informatica religione e attività alternativa

13 linguistici Scrivere una didascalia appropriata a un disegno o a una sequenza di disegni Classe Terza Obiettivo Riflettere sulla differenza tra lingua parlata e scritta Scrivere testi di diverso tipo : usare la scrittura per comunicare esperienze personali, raccogliere informazioni, esprimere emozioni, descrivere situazioni Riconoscere ed evidenziare in un racconto le informazioni essenziali. Manipolare testi aggiungendo descrizioni, modificando ambienti e situazioni Contenuti Lettere, diario, relazioni su argomenti di studio. Ricette e regole di gioco. Sottolineatura. Metodologie Partire da testi/stimolo per incoraggiare il racconto di esperienze personali Lavori di gruppo e/o individuali. Strumenti Bambino autore: Troviamoci in colorificio Ingredienti per una fiaba Verifiche In itinere attraverso lavori cooperativi: verifica delle abilità sociali e cognitive Lavori individuali Autocorrezione Possibili raccordi con altre discipline Immagine storia geografia scienze informatica religione e attività alternativa

14 Scrivere un testo narrativo completo di parte iniziale, centrale, finale Utilizzare semplici mappe e schemi per visualizzare contenuti Punto, virgola, due punti, punto esclamativo ed interrogativo. Comprendere la funzione della punteggiatura come insieme di segni convenzionali per produrre l'intonazione comunicativa. Classe quarta Obiettivo Scrivere in modo ortograficamente corretto Scrivere in modo sintatticamente corretto Scrivere con adeguato uso della punteggiatura Produrre testi coerenti e coesi legati a scopi diversi (narrare, descrivere, informare) Contenuti Metodologie Schemi Mappe da elaborare, verbalizzare, rielaborare Giochi linguistici Ricerca di sinonimi e contrari Scoperta del significato di una parola partendo dal contesto Strumenti Libro di testo Storie e /o libri letti dall insegnante Vocabolario Bambino autore : Troviamoci in colorificio Verifiche In itinere attraverso lavori cooperativi: verifica delle abilità sociali e cognitive Lavori individuali Autocorrezione Possibili raccordi con altre discipline Immagine storia geografia scienze informatica religione e attività alternativa

15 Comporre un testo adottando un lessico vario e appropriato Pianificare la traccia per la produzione del testo Applicare la propria creatività rielaborando testi Scrivere testi a partire da modelli dati. Classe Quinta Obiettivo Scrivere testi corretti nell'ortografia, chiari e coerenti, legati all'esperienza e alle diverse occasioni di scrittura. Rielaborare, completare e trasformare testi Pianificare la stesura di un testo. Registrare le opinioni e i pareri personali su un argomento dato. Contenuti Testi informativi, argomentativi, espositivi. Metodologie Lettura di brani su cui riflettere Capire il messaggio Analizzare e sintetizzare il contenuto Momenti di lettura individuale Abituare gli alunni a prendere appunti, fare schemi, scalette, partire da alcune idee per svilupparne altre Strumenti Bambino autore : giallo il colore del brivido Libro di testo Libri della biblioteca di scuola o di zona Filmati, documentari Lim per usare programmi di costruzione di mappe Verifiche In itinere attraverso lavori cooperativi: verifica delle abilità sociali e cognitive Lavori individuali Autocorrezione Possibili raccordi con altre discipline Immagine, storia, geografia scienze, informatica, religione e attività alternativa. Scrivere un articolo di cronaca legata alla

16 realtà scolastica Dare ai testi un titolo pertinente Parafrasi, sintesi e riscrittura.

17 Disciplina: Italiano Nucleo tematico: Elementi di grammatica esplicita e riflessione sull'uso della lingua Classe Prima OBIETTIVI CONTENUTI METODOLOGIE STRUMENTI VERIFICHE RACCORDI - Riconoscere fonemi, sillabe e digrammi in semplici parole - sillabe - fonemi-grafemi - digrammi - giochi di riconoscimento di suoni simili nelle diverse parole... - brainstorming - ricerca di suoni/sillabe tramite canti, giochi orali e con materiali diversi (PC, riviste...) - lettura e ascolto di storie/fiabe che evidenzino i diversi suoni. - lavori di gruppo o a coppie guidati dall'insegnante. - - filastrocche/ - poesie - Schede strutturate Osservazioni scritte) sul riconosci_ mento dei diversi suoni Lavori di gruppo Giochi motori in palestra Schede illustrate - Avvio all'autocorrezione: riconoscere, con la guida dell'insegnante, in semplici parole i fonemi appresi parole e semplici frasi - giochi di parole - riflessione attraverso il confronto sulla correttezza delle parole - filastrocche/poesie Osservazioni scritte) sul riconosci_ mento dei diversi suoni nelle parole Lavori di gruppo Giochi motori in palestra

18 - Schede strutturate Schede illustrate - Riconoscere i rapporti di forma e significato: singolare e plurale; maschile e femminile parole e semplici frasi Coinvolgere i bambini in giochi di trasformazione di parole-nome dal singolare al plurale e dal maschile al femminile e viceversa. -LIM - filastrocche/poesie Osservazioni scritte) sul riconosci_ mento dei diversi suoni Lavori di gruppo Giochi motori in palestra - Schede strutturate Schede illustrate - Ordinare le parole nelle classi dei nomi azioni qualità in modo intuitivo introducendo l'utilizzo di un linguaggio specifico parole e semplici frasi utilizzando materiale vario (esperienze quotidiane, fiabe, filastrocche...) Drammatizzare a gruppi delle scenette per ricordare le parole capricciose. Proporre sequenze di storie in disordine da ricomporre in ordine corretto. Scrivere brevi frasi con l uso delle parole qualità Coinvolgere gli alunni in giochi di gruppo per classificare le parole in nomi, azioni, qualità. - filastrocche/poesie - Schede strutturate Osservazioni scritte) sul riconosci_ mento dei diversi suoni Lavori di gruppo Giochi motori in palestra Schede illustrate Tutte le discipline

19 Classe Seconda OBIETTIVI CONTENUTI METODOLOGIE STRUMENTI VERIFICHE RACCORDI - Conoscere e usare l ordine alfabetico - Riconoscere e usare le difficoltà ortografiche Regole ortografiche - brainstorming - soluzione di problemi - lavoro collaborativo - conversazioni guidate - drammatizzare a gruppi, scenette per ricordare le parole capricciose. - proporre sequenze di storie in disordine da ricomporre in ordine corretto - scrivere brevi frasi con l uso delle parole qualità - coinvolgere gli alunni in giochi di gruppo per classificare le parole in nomi, azioni, qualità - computer - cd audio /video con - filastrocche / poesie - schede strutturate - osservazioni scritte) sul riconoscimento dei diversi suoni - lavori di gruppo - giochi motori in palestra - schede illustrate - Utilizzare parole adeguate per esprimere sensazioni e stati d animo - Stabilire relazioni tra intonazione orale e segni di interpunzione. - Riconoscere e usare le regole ortografiche Testi narrativi di vario genere. Suoni difficili. Digrammi. - brainstorming - soluzione di problemi - lavoro collaborativo - conversazioni guidate - leggere storie in cui i bambini riconoscono le parole che esprimono stati d'animo ed emozioni. - drammatizzare a gruppi, scenette per ricordare le parole capricciose. - proporre sequenze di storie in disordine da - filastrocche /poesie - schede strutturate - osservazioni scritte) sul riconoscimento dei diversi suoni - lavori di gruppo - giochi motori in palestra - schede illustrate

20 ricomporre in ordine corretto - Intuire l'uso del discorso diretto - Individuare il tempo dei verbi: passato, presente, futuro - Ordinare i sintagmi delle frasi in modo significativo - Uso corretto dell'accento - Uso corretto dell'apostrofo Il discorso diretto. I sintagmi di una frase. L'accento. Il tempo dei verbi. - brainstorming - soluzione di problemi - lavoro collaborativo - conversazioni guidate - il discorso diretto nelle esperienze di vita quotidiana. - proporre giochi di scomposizione e ricomposizione di frasi. - analisi dell'enunciato minimo. - riflettere sui tempi del verbo: passato, presente e futuro. - proporre esercizi di trasformazione dei tempi. - consolidare l'uso dell'accento. - filastrocche /poesie - schede strutturate - osservazioni scritte) sul riconoscimento dei diversi suoni - lavori di gruppo - giochi motori in palestra - schede illustrate

21 Classe Terza OBIETTIVI CONTENUTI METODOLOGIE STRUMENTI VERIFICHE RACCORDI Consolidare le principali difficoltà ortografiche (digrammi, apostrofo, doppie, accento, divisione in sillabe...) Riconoscere e usare gli aggettivi qualificativi e i segni di punteggiatura Riconoscere i verbi ausiliari nelle frasi - Difficoltà ortografiche - brainstorming - soluzione di problemi - lavoro collaborativo - conversazioni guidate - giocare con le parole: esercizi di caccia all errore - riprendere attraverso esercizi di gruppo ed individuali difficoltà ortografiche (uso h, e/è ) - creazione di cartelloni di sintesi e mappe concettuali - autocorrezione - Aggettivi qualificativi. - Segni di punteggiatura - brainstorming - soluzione di problemi - lavoro collaborativo - conversazioni guidate - Scrivere brevi frasi con l uso delle parole qualità - coinvolgere gli alunni in giochi di gruppo per classificare le parole in nomi, azioni, qualità - riconosce l'aggettivo in testi diversi. - creazione di cartelloni di sintesi e mappe concettuali - autocorrezione - Verbi ausiliari - brainstorming - brainstorming - filastrocche /poesie - schede strutturate - filastrocche /poesie - schede strutturate - osservazioni scritte) sul riconoscimento dei diversi suoni - lavori di gruppo - giochi motori in palestra - schede illustrate - osservazioni scritte) - lavori di gruppo - schede illustrate - osservazioni

22 - soluzione di problemi - lavoro collaborativo - conversazioni guidate - creazione di cartelloni di sintesi e mappe concettuali - autocorrezione - filastrocche /poesie - schede strutturate scritte) - lavori di gruppo - schede illustrate Riconoscere e usare i tempi semplici del modo indicativo dei verbi Avvio all'uso del dizionario - Coniugazioni e tempi semplici. - brainstorming - soluzione di problemi - lavoro collaborativo - conversazioni guidate - creazione di cartelloni di sintesi e mappe concettuali - autocorrezione - filastrocche /poesie - schede strutturate - osservazioni scritte) - lavori di gruppo - schede illustrate

23 Classe Quarta OBIETTIVI CONTENUTI METODOLOGIE STRUMENTI VERIFICHE RACCORDI Riconoscere e usare le forme del discorso diretto con i rispettivi segni di punteggiatura Riconoscere e usare gli aggettivi Individuare soggetto e predicato nella frase Espansioni dirette e indirette - Discorso diretto - Segni di punteggiatura - Aggettivi - Soggetto e predicato - brainstorming - soluzione di problemi - lavoro collaborativo - conversazioni guidate - creazione di cartelloni di sintesi e mappe concettuali - autocorrezione - filastrocche /poesie - schede strutturate - osservazioni scritte) - lavori di gruppo - schede illustrate Riconoscere e usare i tempi semplici e composti dei verbi - Espansioni - Tempi semplici e composti Attivare semplici ricerche su parole ed espressioni presenti nei testi poetici, proverbi, modi di dire. Testi poetici - brainstorming - soluzione di problemi - lavoro collaborativo - conversazioni guidate - creazione di cartelloni di sintesi e mappe concettuali - autocorrezione - lettura espressiva (intensità, timbro, ritmo) di poesie e filastrocche - rilevazioni di particolarità linguistiche - filastrocche /poesie - schede strutturate - osservazioni scritte) - lavori di gruppo - schede illustrate

24 (rima, allitterazione, ripetizione e onomatopee)

25 Classe Quinta OBIETTIVI CONTENUTI METODOLOGIE STRUMENTI VERIFICHE RACCORDI Comprendere e usare il linguaggio specifico delle discipline di studio Discussioni collettive su diverse tematiche utilizzando il linguaggio specifico appreso dallo studio delle diverse discipline. Riflessioni sul linguaggio da utilizzare. - brainstorming - problem solving - cooperative learning - conversazioni guidate - creazione di cartelloni di sintesi e mappe concettuali - Autocorrezione riviste/giornali - filastrocche /poesie - schede strutturate - osservazioni scritte) - lavori di gruppo - schede illustrate - Riconoscere e analizzare aggettivi, pronomi, verbi, avverbi, congiunzioni - Riconoscere nell'enunciato soggetto, predicato e complementi - Usare correttamente la punteggiatura. Aggettivi Pronomi Verbi Avverbi Congiunzioni Complementi Punteggiatura - brainstorming - problem solving - cooperative learning - conversazioni guidate - creazione di cartelloni di sintesi e mappe concettuali - Autocorrezione riviste/giornali - filastrocche /poesie - schede strutturate - osservazioni scritte) - lavori di gruppo - schede illustrate - Scrivere in modo ortograficamente corretto Ortografia

CURRICOLO DI ITALIANO FINE CLASSE TERZA SCUOLA PRIMARIA

CURRICOLO DI ITALIANO FINE CLASSE TERZA SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO DI ITALIANO FINE CLASSE TERZA SCUOLA PRIMARIA Nucleo tematico Oralità Traguardi per lo sviluppo delle competenze -Partecipa a scambi comunicativi con compagni e docenti -Ascolta e comprende messaggi

Dettagli

L alunno esprime: vissuti; emozioni, fatti.

L alunno esprime: vissuti; emozioni, fatti. CURRICOLO D ISTITUTO a. s. 2012 / 2013 CLASSE PRIMA SCUOLA PRIMARIA EUROPEA DI LEGITTIMAZIONE INDICAZIONI NAZIONALI PER IL CURRICOLO 2012 L alunno: SVILUPPO DELLE ASCOLTO L alunno ascolta: il lessico di

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI MUSSOLENTE SCUOLA PRIMARIA ITALIANO CLASSE PRIMA

ISTITUTO COMPRENSIVO DI MUSSOLENTE SCUOLA PRIMARIA ITALIANO CLASSE PRIMA ISTITUTO COMPRENSIVO DI MUSSOLENTE SCUOLA PRIMARIA ITALIANO CLASSE PRIMA OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO PER LA CLASSE PRIMA E RELATIVI COMUNICAZIONE ORALE MANTENERE L ATTENZIONE SUL MESSAGGIO ORALE,

Dettagli

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale del Veneto

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale del Veneto Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale del Veneto Istituto Comprensivo di Bosco Chiesanuova Piazzetta Alpini 5 37021 Bosco Chiesanuova Tel 045 6780 521-

Dettagli

CURRICOLO ITALIANO CLASSE QUINTA

CURRICOLO ITALIANO CLASSE QUINTA CURRICOLO ITALIANO CLASSE QUINTA COMPETENZE NUCLEO FONDANTE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO Comunicare -Ascoltare con attenzione le collegamenti ASCOLTO E PARLATO comunicazioni degli adulti e e dei compagni

Dettagli

Istituto Comprensivo statale Girolamo Fracastoro Cavaion Veronese. SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO DI italiano

Istituto Comprensivo statale Girolamo Fracastoro Cavaion Veronese. SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO DI italiano Istituto Comprensivo statale Girolamo Fracastoro Cavaion Veronese SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO DI italiano Competenze chiave Comunicazione nella madre lingua competenza digitale imparare a imparare competenze

Dettagli

ITALIANO - CLASSE PRIMA

ITALIANO - CLASSE PRIMA ITALIANO - CLASSE PRIMA L alunno partecipa a scambi comunicativi con compagni e docenti (conversazione) attraverso messaggi semplici, chiari e pertinenti. Comprende semplici testi di intrattenimento e

Dettagli

4, 5 ANNO DELLA SCUOLA PRIMARIA

4, 5 ANNO DELLA SCUOLA PRIMARIA ASCOLTO E PARLATO Intervenire nel dialogo e nella conversazione in modo pertinente. Interagire nello scambio comunicativo formulando domande e risposte adeguate al contesto. Esprimere il proprio punto

Dettagli

LINGUA ITALIANA INDICATORE (CATEGORIA) ASCOLTO E PARLATO

LINGUA ITALIANA INDICATORE (CATEGORIA) ASCOLTO E PARLATO LINGUA ITALIANA INDICATORE (CATEGORIA) ASCOLTO E PARLATO INFANZIA Il bambino sviluppa abilità di ascolto, comprende testi brevi e semplici, arricchisce il proprio lessico. Racconta ed inventa Esprime emozioni,

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI LINGUA ITALIANA - SCUOLA PRIMARIA IST. COMP. DON MILANI CERNUSCO S/N -

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI LINGUA ITALIANA - SCUOLA PRIMARIA IST. COMP. DON MILANI CERNUSCO S/N - PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI LINGUA ITALIANA - SCUOLA PRIMARIA IST. COMP. DON MILANI CERNUSCO S/N - LINGUA ITALIANA: PROGRAMMAZIONE CLASSE PRIMA 1 ASCOLTARE, COMPRENDERE, 1.1 Prendere la parola negli scambi

Dettagli

UNITÀ DI APPRENDIMENTO ABILITA

UNITÀ DI APPRENDIMENTO ABILITA NUMERO UNITÀ D APPRENDIMENTO 1 ASCOLTARE Comprendere l argomento e le informazioni principali di discorsi affrontati in classe. Seguire la narrazione di testi ascoltati o letti mostrando di saperne cogliere

Dettagli

Istituto Comprensivo di Cologna Veneta Curricolo Scuola Primaria a.s. 2015/2016

Istituto Comprensivo di Cologna Veneta Curricolo Scuola Primaria a.s. 2015/2016 Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria L allievo partecipa a scambi comunicativi (conversazioni, discussioni, di classe o di gruppi) con compagni e insegnanti rispettando

Dettagli

CURRICOLO DI ITALIANO della scuola primaria

CURRICOLO DI ITALIANO della scuola primaria CURRICOLO DI ITALIANO della scuola primaria CURRICOLO DI ITALIANO al termine della classe prima della scuola primaria...2 CURRICOLO DI ITALIANO al termine della classe seconda della scuola primaria...5

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE. ITALIANO Scuola primaria

CURRICOLO VERTICALE. ITALIANO Scuola primaria CURRICOLO VERTICALE ITALIANO Scuola primaria NUCLEI TEMATICI Ascolto e parlato CLASSE 1^ ABILITA CONOSCENZE METODOLOGIE TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE Ascolta e comprende Giochi con regole

Dettagli

Dimostrare di mantenere l attenzione con differenti interlocutori ed in diversi ambiti

Dimostrare di mantenere l attenzione con differenti interlocutori ed in diversi ambiti ITALIANO PRIMARIA CLASSE I NUCLEI COMPETENZE OBIETTIVI DESCRITTORI CONOSCENZE ASCOLTO E PARLATO Mantenere l attenzione sul messaggio orale e sull interlocutore, nelle diverse situazioni comunicative Ascoltare

Dettagli

AREA DI APPRENDIMENTO: LINGUA ITALIANA

AREA DI APPRENDIMENTO: LINGUA ITALIANA AREA DI APPRENDIMENTO: LINGUA ITALIANA CLASSE 4^ a.s. 2012/2013 TRAGUARDI DI COMPETENZA ABILITÀ CONOSCENZE 1) PARTECIPARE A SCAMBI COMUNICATIVI DI VARIO GENERE CON Quando ascolta, l alunno è in grado di:

Dettagli

LINGUA ITALIANA. Scuola dell Infanzia. Saper comunicare oralmente. Condividere esperienze personali, emozioni, pensieri e comportamenti vissuti.

LINGUA ITALIANA. Scuola dell Infanzia. Saper comunicare oralmente. Condividere esperienze personali, emozioni, pensieri e comportamenti vissuti. LINGUA ITALIANA Scuola dell Infanzia Campi di esperienza Traguardi per lo sviluppo della competenza Abilità Conoscenze Il sé e l altro Il bambino: Saper comunicare oralmente. Le attività di routine quotidiane.

Dettagli

ITALIANO SCUOLA PRIMARIA CLASSE SECONDA

ITALIANO SCUOLA PRIMARIA CLASSE SECONDA ITALIANO SCUOLA PRIMARIA CLASSE SECONDA ASCOLTO E PARLATO L allievo partecipa a scambi comunicativi (conversazione, discussione di classe o di gruppo) con compagni e insegnanti rispettando il turno e formulando

Dettagli

U.A. ITALIANO. ANNO SCOLASTICO 2013/2014 Scuola Primaria di BELLANO Classe 3^A e 3^B LE NOSTRE PAROLE VALGONO. Alunni di classe 3^ A e 3^B DESTINATARI

U.A. ITALIANO. ANNO SCOLASTICO 2013/2014 Scuola Primaria di BELLANO Classe 3^A e 3^B LE NOSTRE PAROLE VALGONO. Alunni di classe 3^ A e 3^B DESTINATARI U.A. ITALIANO ANNO SCOLASTICO 2013/2014 Scuola Primaria di BELLANO Classe 3^A e 3^B TITOLO DOCENTI OBIETTIVI FORMATIVI DISCIPLINE COINVOLTE STRUMENTI LE NOSTRE PAROLE VALGONO Ascoltare le comunicazioni

Dettagli

CURRICOLO DISCIPLINARE DI ITALIANO ASCOLTO E PARLATO. Traguardi per lo sviluppo delle competenze. Obiettivi di apprendimento( conoscenze e

CURRICOLO DISCIPLINARE DI ITALIANO ASCOLTO E PARLATO. Traguardi per lo sviluppo delle competenze. Obiettivi di apprendimento( conoscenze e CURRICOLO DISCIPLINARE DI ITALIANO ASCOLTO E PARLATO Traguardi per lo sviluppo delle competenze 1.Partecipa a scambi comunicativi con compagni ed insegnanti, formulando messaggi chiari e pertinenti Obiettivi

Dettagli

ITALIANO SCUOLA PRIMARIA CLASSE QUARTA

ITALIANO SCUOLA PRIMARIA CLASSE QUARTA ITALIANO SCUOLA PRIMARIA CLASSE QUARTA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI AD ASCOLTO E PARLATO L allievo partecipa a scambi comunicativi (conversazione, discussione di classe o di gruppo)

Dettagli

ITALIANO PRIMO BIENNIO: CLASSE PRIMA DELLA SCUOLA PRIMARIA

ITALIANO PRIMO BIENNIO: CLASSE PRIMA DELLA SCUOLA PRIMARIA ITALIANO PRIMO BIENNIO: CLASSE PRIMA DELLA SCUOLA PRIMARIA COMPETENZE ASCOLTARE E PARLARE ABILITÀ (l'alunno è in grado di) Nell ascolto: - assumere un atteggiamento di ascolto individuale e collettivo

Dettagli

B. Comprendere il tema e le informazioni essenziali di un esposizione; comprendere lo scopo e l argomento di messaggi ascoltati.

B. Comprendere il tema e le informazioni essenziali di un esposizione; comprendere lo scopo e l argomento di messaggi ascoltati. ISTITUTO COMPRENSIVO DI CLUSONE A.S. 2014-2015 CURRICOLO DI ITALIANO Scuola Primaria Classe QUARTA _ QUARTO BIMESTRE_ COMPETENZE Indicazioni ABILITA CONOSCENZE AMBIENTE DI APPRENDIMENTO ASCOLTO E PARLATO

Dettagli

CURRICOLO di ITALIANO classe terza

CURRICOLO di ITALIANO classe terza CURRICOLO di ITALIANO classe terza 1 TERZA NUCLEO DISCIPLINARE: A COLTO E PARLATO OBIETTIVO GENERALE: A - ascoltare, comprendere e comunicare oralmente CONTENUTI ATTIVITA Ascolto e comprensione di testi

Dettagli

CURRICOLI SCUOLE INFANZIA

CURRICOLI SCUOLE INFANZIA ISTITUTO COMPRENSIVO di PORTO MANTOVANO (MN) Via Monteverdi 46047 PORTO MANTOVANO (MN) tel. 0376 398 781 e-mail: mnic813002@istruzione.it e-mail certificata: mnic813002@pec.istruzione.it sito internet:

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE D ISTITUTO ITALIANO

CURRICOLO VERTICALE D ISTITUTO ITALIANO CURRICOLO VERTICALE D ISTITUTO ITALIANO OBIETTIVO GENERALE COMPRENSIONE DELLA LINGUA ORALE 1. Prestare attenzione a chi parla 2. Saper comprendere messaggi orali 3. Capire il significato globale delle

Dettagli

I DISCORSI E LE PAROLE

I DISCORSI E LE PAROLE I DISCORSI E LE PAROLE TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE 1. Il bambino usa la lingua italiana, arricchisce e precisa il proprio lessico, comprende parole e discorsi, fa ipotesi sui significati

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2014/2015 PROGETTAZIONE DIDATTICA DI ITALIANO ABILITA CONOSCENZE CONTENUTI PERIODO

ANNO SCOLASTICO 2014/2015 PROGETTAZIONE DIDATTICA DI ITALIANO ABILITA CONOSCENZE CONTENUTI PERIODO CLASSE PRIMA ANNO SCOLASTICO 2014/2015 PROGETTAZIONE DIDATTICA DI ITALIANO OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO ABILITA CONOSCENZE CONTENUTI PERIODO Ascolto e parlato Ascoltare testi prodotti da altri, anche trasmessi

Dettagli

CURRICOLO di ITALIANO classe seconda

CURRICOLO di ITALIANO classe seconda CURRICOLO di ITALIANO classe seconda 1 SECONDA NUCLEO DISCIPLINARI: A - COLTO E PARLATO OBIETTIVO GENERALE: A - Ascoltare, comprendere e comunicare oralmente CONTENUTI Conversazioni e dialoghi. Discussioni

Dettagli

ITALIANO L2 PER BAMBINI STRANIERI CORSO DI SECONDO LIVELLO

ITALIANO L2 PER BAMBINI STRANIERI CORSO DI SECONDO LIVELLO ISTITUTO COMPRENSIVO SCOLASTICO STATALE CARDARELLI - MASSAUA SCUOLA PRIMARIA VIA MASSAUA ITALIANO L2 PER BAMBINI STRANIERI CORSO DI SECONDO LIVELLO COMPETENZA CHIAVE EUROPEA: Comunicazione in italiano

Dettagli

IL CURRICOLO PER LA SCUOLA PRIMARIA

IL CURRICOLO PER LA SCUOLA PRIMARIA Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO DI BORMIO Piazza V Alpini, 5-23032 Bormio (SO) - Tel. e fax: 0342/901467 e-mail: SOIC822007@istruzione.it IL CURRICOLO PER

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE LINGUA ITALIANA

CURRICOLO VERTICALE LINGUA ITALIANA ISTITUTO COMPRENSIVO DI CISANO BERGAMASCO CURRICOLO VERTICALE LINGUA ITALIANA SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA COMPETENZE DI AMBITO ABILITA CONOSCENZE ESPERIENZE DI APPRENDIMENTO 1 Ascolto e parlato Interagire

Dettagli

Programmazione di Italiano L2 LIVELLO 1

Programmazione di Italiano L2 LIVELLO 1 Programmazione di Italiano L2 LIVELLO 1 1) ASCOLTARE E COMPRENDERE 1a) Ascoltare e comprendere semplici e brevi messaggi orali ricorrenti nel linguaggio della classe e del laboratorio 1.a.1. - rispondere

Dettagli

Istituto San Luigi di Chieri PIANO DI LAVORO ANNUALE a.s. 2013/2014. MATERIA: Italiano CLASSE: I SEZIONE: A e B SUDDIVISIONE DEI MODULI SETTIMANALI:

Istituto San Luigi di Chieri PIANO DI LAVORO ANNUALE a.s. 2013/2014. MATERIA: Italiano CLASSE: I SEZIONE: A e B SUDDIVISIONE DEI MODULI SETTIMANALI: Istituto San Luigi di Chieri PIANO DI LAVORO ANNUALE a.s. 2013/2014 MATERIA: Italiano CLASSE: I SEZIONE: A e B SUDDIVISIONE DEI MODULI SETTIMANALI: nr. 3 moduli di grammatica nr. 2 moduli di antologia

Dettagli

Italiano Lingua Seconda V classe Scuola primaria

Italiano Lingua Seconda V classe Scuola primaria ASCLT Italiano Lingua Seconda V classe Scuola primaria Traguardi di sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria relativi alle abilità L alunno, l alunna sa (1) comprendere semplici dialoghi

Dettagli

PIANI DI STUDIO D'ISTITUTO ISTITUTO COMPRENSIVO BASSA ANAUNIA SCUOLA MEDIA DI DENNO A.S. 2012-2013 ITALIANO_CLASSE SECONDA

PIANI DI STUDIO D'ISTITUTO ISTITUTO COMPRENSIVO BASSA ANAUNIA SCUOLA MEDIA DI DENNO A.S. 2012-2013 ITALIANO_CLASSE SECONDA PIANI DI STUDIO D'ISTITUTO ISTITUTO COMPRENSIVO BASSA ANAUNIA SCUOLA MEDIA DI DENNO A.S. 2012-2013 ITALIANO_CLASSE SECONDA PSI_ITALIANO QUARTO BIENNIO_CLASSE SECONDA COMPETENZA ABILITA CONOSCENZE Competenza

Dettagli

Ascoltare e comunicare oralmente

Ascoltare e comunicare oralmente NUCLEI FONDANTI COMPETENZE CONTENUTI ABILITA' METODOLOGIA E STRUMENTI 1 Ascoltare e comunicare oralmente 1.1 Sapere ascoltare adulti e compagni 1.2 Sapere utilizzare il linguaggio verbale nelle relazioni

Dettagli

CURRICOLO ITALIANO SCUOLA PRIMARIA

CURRICOLO ITALIANO SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO ITALIANO SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA Traguardi per lo sviluppo delle competenze ASCOLTARE E PARLARE L alunno partecipa a scambi comunicativi (conversazione, discussione di classe o di gruppo)

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO MUSSOLENTE SCUOLA MEDIA. Obiettivi specifici di apprendimento e relativi contenuti Primo biennio.

ISTITUTO COMPRENSIVO MUSSOLENTE SCUOLA MEDIA. Obiettivi specifici di apprendimento e relativi contenuti Primo biennio. ISTITUTO COMPRENSIVO MUSSOLENTE SCUOLA MEDIA Obiettivi specifici di apprendimento e relativi contenuti Primo biennio Obiettivi specifici ITALIANO Attività ASCOLTO - Applicare le strategie dell ascolto

Dettagli

UNITA DI APPRENDIMENTO

UNITA DI APPRENDIMENTO UNITA DI APPRENDIMENTO DENOMINAZIONE CON PINOCCHIO PER IMPARARE A STARE INSIEME PRODOTTI LIBRICINO COMPETENZE CHIAVE/COMPETENZE CULTURALI EVIDENZE OSSERVABILI Italiano -Padroneggiare gli strumenti espressivi

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di TREMESTIERI ANNO SCOLASTICO 2013/2014 SCUOLA PRIMARIA

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di TREMESTIERI ANNO SCOLASTICO 2013/2014 SCUOLA PRIMARIA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di TREMESTIERI ANNO SCOLASTICO 2013/2014 SCUOLA PRIMARIA Scuola primaria classe III Italiano Obiettivi di apprendimento Ascolto e parlato Contenuti Metodologia Verifica Traguardi

Dettagli

Lessico fondamentale per la gestione di semplici comunicazioni orali. Principi essenziali di organizzazione del discorso.

Lessico fondamentale per la gestione di semplici comunicazioni orali. Principi essenziali di organizzazione del discorso. SEZIONE A: Traguardi formativi COMPETENZA CHIAVE COMUNICAZIONE NELLA MADRELINGUA EUROPEA: Fonti di legittimazione: Raccomandazione del Parlamento Europeo e del Consiglio 18.12.2006 Indicazioni Nazionali

Dettagli

Istituto Comprensivo Perugia 9

Istituto Comprensivo Perugia 9 Istituto Comprensivo Perugia 9 Anno scolastico 2015/2016 Programmazione delle attività educativo didattiche SCUOLA PRIMARIA Disciplina ITALIANO CLASSE: PRIMA COMPETENZE SPECIFICHE ABILITA CONOSCENZE L

Dettagli

NUCLEO FONDANTE CONOSCENZE ABILITA' COMPETENZE

NUCLEO FONDANTE CONOSCENZE ABILITA' COMPETENZE CURRICOLO DI LINGUA ITALIANA - CLASSE TERZA NUCLEO FONDANTE CONOSCENZE ABILITA' COMPETENZE ASCOLTO E PARLATO Strategie essenziali dell ascolto. Processi di controllo da mettere in atto durante l ascolto

Dettagli

I T A L I A N O MATERIA OBIETTIVI INFANZIA

I T A L I A N O MATERIA OBIETTIVI INFANZIA MER BE SCRE E CMPREDERE FZ PRMR SECDR D GRD scolta e comprendere brevi messaggi e consegne. scolta e comprendere brevi racconti fiabe e favole lette dagli insegnanti. Mantiene l attenzione ponendosi in

Dettagli

educazione agli usi creativi della lingua riflessione su di essa controllo progressivo dei linguaggi in ambito disciplinare

educazione agli usi creativi della lingua riflessione su di essa controllo progressivo dei linguaggi in ambito disciplinare INTRODUZIONE Lo sviluppo di competenze linguistiche ampie e sicure è condizione indispensabile per la crescita della persona e per l'esercizio pieno della cittadinanza, per l'accesso critico a tutti gli

Dettagli

PROGRAMMAZIONE D'ISTITUTO

PROGRAMMAZIONE D'ISTITUTO ASCOLTARE PROGRAMMAZIONE D'ISTITUTO SCUOLA PRIMARIA ITALIANO CLASSE PRIMA Ascoltare e comprendere vari tipi di messaggi Rispettare le regole del dialogo. Comprendere messaggi brevi e semplici. Interagire

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA CLASSE I

SCUOLA PRIMARIA CLASSE I SCUOLA PRIMARIA CLASSE I ITALIANO INDICATORI OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO STANDARD PER LA VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE Ascoltare e comprendere Leggere e comprendere Comunicare oralmente Mantenere l attenzione

Dettagli

Competenza 3: Produrre testi in relazione a diversi scopi comunicativi. al termine del primo biennio della scuola primaria

Competenza 3: Produrre testi in relazione a diversi scopi comunicativi. al termine del primo biennio della scuola primaria Competenza 3: Produrre testi in relazione a diversi scopi comunicativi. al termine del primo biennio della scuola primaria Competenza Abilità Conoscenze Produrre testi in relazione a diversi scopi comunicativi

Dettagli

ITALIANO SCUOLA PRIMARIA - CLASSE PRIMA

ITALIANO SCUOLA PRIMARIA - CLASSE PRIMA ITALIANO SCUOLA PRIMARIA - CLASSE PRIMA COMPETENZE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO METODOLOGIE E STRATEGIE DIDATTICHE VERIFICHE DELLE COMPETENZE ASCOLTARE - Ascoltare domande, richieste dell insegnante, comprendendo

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO VILLA VERROCCHIO

ISTITUTO COMPRENSIVO VILLA VERROCCHIO Anno Scolastico 2015/2016 2013/2014 POF 2015-16 ISTITUTO COMPRENSIVO VILLA VERROCCHIO 65016 MONTESILVANO (PE) Via Olona n. 9 - Distretto Scolastico N. 12 Il futuro del mondo è nelle nostre mani! PIANO

Dettagli

Direzione Didattica di Budrio Istituto Comprensivo di Budrio CURRICOLI VERTICALI ITALIANO. Anno Scolastico 2014-2015

Direzione Didattica di Budrio Istituto Comprensivo di Budrio CURRICOLI VERTICALI ITALIANO. Anno Scolastico 2014-2015 Direzione Didattica di Budrio Istituto Comprensivo di Budrio CURRICOLI VERTICALI ITALIANO Anno Scolastico 2014-2015 in uscita da tutti gli ordini di scuola PREMESSA 1) Riteniamo la COMPRENSIONE trasversale

Dettagli

ABILITA. Memoria. Abilità linguistiche. Decifrazione. Classificare e ordinare. Comprensione. Analisi. Anticipazione. Progettazione.

ABILITA. Memoria. Abilità linguistiche. Decifrazione. Classificare e ordinare. Comprensione. Analisi. Anticipazione. Progettazione. MONOENNIO LINGUA ITALIANA ASCOLTO-COMPRENSIONE-COMUNICAZIONE OBIETTIVI SPECIFICI DI Comunicare oralmente: concordanze, tratti prosodici, la frase e le sue funzioni in contesti comunicativi. Organizzare

Dettagli

Istituto Comprensivo «G. Marconi», Castelfranco Emilia CURRICOLO VERTICALE DI GRAMMATICA e RIFLESSIONE LINGUISTICA

Istituto Comprensivo «G. Marconi», Castelfranco Emilia CURRICOLO VERTICALE DI GRAMMATICA e RIFLESSIONE LINGUISTICA Istituto Comprensivo «G. Marconi», Castelfranco Emilia CURRICOLO VERTICALE DI GRAMMATICA e RIFLESSIONE LINGUISTICA INDICE 1 - Prerequisiti in entrata alla Scuola Primaria 2 Scuola Primaria Classe prima

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE SCUOLA PRIMARIA IST. COMP. DON MILANI - CERNUSCO S/N CLASSE TERZA LINGUA ITALIANA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE SCUOLA PRIMARIA IST. COMP. DON MILANI - CERNUSCO S/N CLASSE TERZA LINGUA ITALIANA TRAGUARDI 1 ASCOLTARE, COMPRENDERE, COMUNICARE ORALMENTE ED ESPRIMERE GIUDIZI PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE SCUOLA PRIMARIA IST. COMP. DON MILANI - CERNUSCO S/N CLASSE TERZA LINGUA ITALIANA 2 LEGGERE,

Dettagli

ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA

ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA L allievo partecipa a scambi comunicativi (conversazione, discussione di classe o di gruppo) con compagni e insegnanti

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Santa Croce sull Arno. Italiano. Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria di primo grado. a.

Istituto Comprensivo Statale Santa Croce sull Arno. Italiano. Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria di primo grado. a. Istituto Comprensivo Statale Santa Croce sull Arno Italiano Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria di primo grado a.s 2012/2013 PARTE 1ª Scuola dell Infanzia I discorsi e le parole anni

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI FINALE LIGURE CURRICOLO VERTICALE LINGUA ITALIANA ANNO SCOLASTICO 2015/2016

ISTITUTO COMPRENSIVO DI FINALE LIGURE CURRICOLO VERTICALE LINGUA ITALIANA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 ISTITUTO COMPRENSIVO DI FINALE LIGURE CURRICOLO VERTICALE LINGUA ITALIANA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 COMPETENZA al termine del primo ciclo di istruzione Dimostra una padronanza della lingua italiana tale

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE ITALIANO ANNO SCOLASTICO 2015/2016

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE ITALIANO ANNO SCOLASTICO 2015/2016 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE ANNO SCOLASTICO 2015/2016 CLASSE PRIMA L alunno partecipa a scambi comunicativi (conversazione, discussione

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO RIGNANO - INCISA. PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI ITALIANO Classe 2^

ISTITUTO COMPRENSIVO RIGNANO - INCISA. PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI ITALIANO Classe 2^ ISTITUTO COMPRENSIVO RIGNANO - INCISA PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI ITALIANO Classe 2^ primo quadrimestre INDICATORI Ascoltare e parlare OBIETTIVI Prendere la parola negli scambi comunicativi (dialogo, conversazione,

Dettagli

IL CURRICOLO PER IL PRIMO CICLO D ISTRUZIONE SCUOLA PRIMARIA E SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO ITALIANO

IL CURRICOLO PER IL PRIMO CICLO D ISTRUZIONE SCUOLA PRIMARIA E SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO ITALIANO IL CURRICOLO PER IL PRIMO CICLO D ISTRUZIONE SCUOLA PRIMARIA E SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO ITALIANO ITALIANO SCUOLA PRIMARIA - CLASSE PRIMA COMPETENZE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO SAPERI/CONTENUTI METODOLOGIE

Dettagli

CLASSE PRIMA - SCUOLA PRIMARIA

CLASSE PRIMA - SCUOLA PRIMARIA AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA L alunno partecipa a scambi comunicativi (conversazione, discussione di classe o di gruppo) con compagni e insegnanti rispettando il turno e formulando messaggi chiari

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO DI ITALIANO SECONDO BIENNIO

SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO DI ITALIANO SECONDO BIENNIO SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO DI ITALIANO SECONDO BIENNIO CLASSI TERZA E QUARTA Competenza 1. Interagire e comunicare oralmente in contesti di diversa natura. Al termine del II biennio ( 3^ e 4^ Scuola Primaria)

Dettagli

ITALIANO RIFLESSIONE SULLA LINGUA

ITALIANO RIFLESSIONE SULLA LINGUA RIFLESSIONE SULLA LINGUA Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola secondaria di primo grado ü L alunno interagisce in modo efficace in diverse situazioni comunicative, sostiene

Dettagli

LEGGERE E COMPRENDERE DIVERSI TIPI DI TESTO

LEGGERE E COMPRENDERE DIVERSI TIPI DI TESTO ISTITUTO COMPRENSIVO DI CASTELLUCCHIO SCUOLA PRIMARIA DI GABBIANA Classe prima Discipline coinvolte: italiano,storia,geografia,educazione all immagine,educazione al suono e alla musica,informatica. INSEGNANTE:Milena

Dettagli

ITALIANO CLASSI PRIME- SCUOLA PRIMARIA

ITALIANO CLASSI PRIME- SCUOLA PRIMARIA FINALITA Lo sviluppo di competenze linguistiche ampie e sicure è una condizione indispensabile per la crescita della persona e per l esercizio pieno della cittadinanza, per l accesso critico a tutti gli

Dettagli

LINGUA ITALIANA. Il bambino sviluppa la padronanza d uso della lingua italiana e arricchisce e precisa il proprio lessico.

LINGUA ITALIANA. Il bambino sviluppa la padronanza d uso della lingua italiana e arricchisce e precisa il proprio lessico. LINGUA ITALIANA SCUOLA D INFANZIA TRAGUARDI DI SVILUPPO LIVELLI DI SVILUPPO COMPETENZE SPECIFICHE Il bambino sviluppa la padronanza d uso della lingua italiana e arricchisce e precisa il proprio lessico.

Dettagli

Scuola dell'infanzia

Scuola dell'infanzia Scuola dell'infanzia I discorsi e le parole Ascoltare l insegnante e i compagni Comprendere consegne e semplici contenuti Verbalizzare semplici immagini Riferire un semplice evento Partecipare alle conversazioni

Dettagli

I DISCORSI E LE PAROLE

I DISCORSI E LE PAROLE SCUOLA DELL INFANZIA INDICATORI I DISCORSI E LE PAROLE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO 3 anni 4 anni 5 anni ASCOLTARE E Ascoltare brevi e semplici racconti. Capire il messaggio delle parole usate dall insegnante.

Dettagli

Istituto Comprensivo di Pralboino Curricolo Verticale

Istituto Comprensivo di Pralboino Curricolo Verticale ASCOLTO E PARLATO -L allievo partecipa a scambi comunicativi (conversazione, discussione di classe o di gruppo) con compagni e insegnanti rispettando il turno e formulando semplici messaggi chiari e pertinenti.

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA - MORI

SCUOLA PRIMARIA - MORI ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI Via Giovanni XXIII, n. 64-38065 MORI Cod. Fisc. 94024510227 - Tel. 0464-918669 Fax 0464-911029 www.icmori.it e-mail: segr.ic.mori@scuole.provincia.tn.it REPUBBLICA ITALIANA

Dettagli

PROGETTAZIONE FORMATIVA ANNUALE. Tavola di sintesi delle unità di apprendimento da svolgere nel corrente a.s. 2015/16 PROGETTAZIONE ANNUALE DIDATTICA

PROGETTAZIONE FORMATIVA ANNUALE. Tavola di sintesi delle unità di apprendimento da svolgere nel corrente a.s. 2015/16 PROGETTAZIONE ANNUALE DIDATTICA Docenti PROGETTAZIONE FORMATIVA ANNUALE Plessi SBRANA- LAMBRUSCHINI-TENUTA Classe II Disciplina ITALIANO Tavola di sintesi delle unità di apprendimento da svolgere nel corrente a.s. 2015/16 PROGETTAZIONE

Dettagli

Scuola Secondaria Statale di I grado Manara Valgimigli ALBIGNASEGO

Scuola Secondaria Statale di I grado Manara Valgimigli ALBIGNASEGO PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA Anno scolastico 2011/12 Docente Di Bella Carmela Disciplina Italiano Classe I Sezione F n. alunni 25 SITUAZIONE DI PARTENZA Livello della classe (indicare con X a sinistra):

Dettagli

LINGUA ITALIANA PREMESSA

LINGUA ITALIANA PREMESSA LINGUA ITALIANA PREMESSA A nostro avviso è importante leggere i seguenti traguardi e obiettivi alla luce di alcune considerazioni che, peraltro, ritroviamo nel testo delle Indicazioni per il curricolo.

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO CASALSERUGO PROGRAMMAZIONE ANNUALE. Ambito disciplinare ITALIANO. Classe 3^ Sezione C - Casalserugo Anno scolastico 2008/09

ISTITUTO COMPRENSIVO CASALSERUGO PROGRAMMAZIONE ANNUALE. Ambito disciplinare ITALIANO. Classe 3^ Sezione C - Casalserugo Anno scolastico 2008/09 ISTITUTO COMPRENSIVO CASALSERUGO PROGRAMMAZIONE ANNUALE Ambito disciplinare ITALIANO Classe 3^ Sezione C - Casalserugo Anno scolastico 2008/09 TRAGUARDI DELLO SVILUPPO DELLE COMPETENZE al termine della

Dettagli

ITALIANO: competenza 1 - TERZO BIENNIO. classe V scuola primaria e classe I scuola secondaria COMPETENZE ABILITA CONOSCENZE

ITALIANO: competenza 1 - TERZO BIENNIO. classe V scuola primaria e classe I scuola secondaria COMPETENZE ABILITA CONOSCENZE ITALIANO: competenza 1 - TERZO BIENNIO classe V scuola primaria e classe I scuola secondaria COMPETENZE ABILITA CONOSCENZE Interagire e comunicare verbalmente in contesti di diversa natura Quando ascolta,

Dettagli

Mappa delle attività e dei contenuti

Mappa delle attività e dei contenuti Prima Obiettivi di apprendimento ipotizzati Discipline Obiettivi di apprendimento * IT 1ᵃ - 2ᵃ 3ᵃ - 5ᵃ 6ᵃ - 7ᵃ 9ᵃ - 13ᵃ 14ᵃ - 15ᵃ 18ᵃ - 19ᵃ ING 1ᵃ - 3ᵃ 5ᵃ STO 3ᵃ - 4ᵃ 9ᵃ GEO 1ᵃ SC 1ᵃ - 4ᵃ 8ᵃ - 10ᵃ 10 b

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA LUZZATTO DINA

SCUOLA PRIMARIA LUZZATTO DINA SCUOLA PRIMARIA LUZZATTO DINA PROGRAMMAZIONE ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2012/2013 CLASSE SECONDA ITALIANO, STORIA, EDUCAZIONE ALL IMMAGINE, EDUCAZIONE MOTORIA INSEGNANTE FINCATO SUSANNA Unità d apprendimento

Dettagli

CURRICOLO ITALIANO SCUOLA DELL INFANZIA NUCLEO: ASCOLTO E PARLATO. -Intervenire in modo pertinente nella conversazione.

CURRICOLO ITALIANO SCUOLA DELL INFANZIA NUCLEO: ASCOLTO E PARLATO. -Intervenire in modo pertinente nella conversazione. CURRICOLO ITALIANO SCUOLA DELL INFANZIA TRAGUARDI COMPETENZE FINE ABILITA SCUOLA DELL INFANZIA 3 ANNI 4 ANNI 5 ANNI NUCLEO: ASCOLTO E PARLATO Ascoltare e comprendere le espressioni linguistiche utilizzate

Dettagli

PROGETTAZIONE CORSO DI STUDIO (materia: ITALIANO; classe 1^) Unità di apprendimento n. 1

PROGETTAZIONE CORSO DI STUDIO (materia: ITALIANO; classe 1^) Unità di apprendimento n. 1 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Statale di Calolziocorte Via F. Nullo,6 23801 CALOLZIOCORTE (LC) e.mail: lcic823002@istruzione.it - Tel: 0341/642405/630636

Dettagli

PROGRAMMAZIONE di ITALIANO ASCOLTARE

PROGRAMMAZIONE di ITALIANO ASCOLTARE CLASSE PRIMA Ascoltare in modo attivo e partecipe, comprendendo il contenuto PROGRAMMAZIONE di ITALIANO ASCOLTARE Attribuisce significato al Favole e fiabe tono di chi parla o legge Storie fantastiche

Dettagli

ITALIANO SCUOLA PRIMARIA. ITALIANO - CLASSI PRIME Scuola Primaria

ITALIANO SCUOLA PRIMARIA. ITALIANO - CLASSI PRIME Scuola Primaria ITALIANO SCUOLA PRIMARIA Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria L allievo partecipa a scambi comunicativi (conversazione, discussione di classe o di gruppo) con compagni

Dettagli

Apprendimenti minimi. Classe Prima

Apprendimenti minimi. Classe Prima Apprendimenti minimi Classe Prima Ascoltare semplici consegne e comandi ed adeguarvi il proprio comportamento Comprendere e riferire, attraverso domande-guida, i contenuti essenziali relativi a semplici

Dettagli

PROGRAMMAZIONE CLASSE SECONDA: LINGUA ITALIANA, MATEMATICA, INGLESE

PROGRAMMAZIONE CLASSE SECONDA: LINGUA ITALIANA, MATEMATICA, INGLESE PROGRAMMAZIONE CLASSE SECONDA: LINGUA ITALIANA, MATEMATICA, INGLESE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO ASCOLTARE E PARLARE Ascoltare e comprendere un messaggio e un testo Conoscere le regole comportamentali della

Dettagli

LINGUA ITALIANA Scuola dell Infanzia Primo anno ascolta, comprende ed esegue consegne precise

LINGUA ITALIANA Scuola dell Infanzia Primo anno ascolta, comprende ed esegue consegne precise LINGUA ITALIANA Scuola dell Infanzia Primo anno ascolta, comprende ed esegue consegne precise ascolta e comprende il senso di una semplice storia si esprime verbalmente usando la struttura minima della

Dettagli

CURRICOLO DI ITALIANO CLASSE PRIMA

CURRICOLO DI ITALIANO CLASSE PRIMA CURRICOLO DI ITALIANO CLASSE PRIMA TRAGUARDI DI COMPETENZA NUCLEI FONDANTI OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO Sa usare la comunicazione orale e scritta per collaborare e interagire positivamente con gli altri

Dettagli

DESCRITTORI DELLA SCHEDA DI VALUTAZIONE DELLA SCUOLA PRIMARIA

DESCRITTORI DELLA SCHEDA DI VALUTAZIONE DELLA SCUOLA PRIMARIA DESCRITTORI DELLA SCHEDA DI VALUTAZIONE DELLA SCUOLA PRIMARIA Scuola Primaria G. Sordini Istituto Comprensivo Spoleto 2 Indicatori per la scheda di valutazione della classe I ITALIANO: Narrare brevi esperienze

Dettagli

OBIETTIVI DISCIPLINARI CLASSE 1^

OBIETTIVI DISCIPLINARI CLASSE 1^ OBIETTIVI DISCIPLINARI CLASSE 1^ MOTORIE E SPORTIVE Narrare esperienze personali ed i contenuti di brevi racconti rispettando l'ordine logico e cronologico. Acquisire le prime regole di lettura e scrittura.

Dettagli

INGLESE - SCUOLA PRIMARIA Classe 1 a

INGLESE - SCUOLA PRIMARIA Classe 1 a INGLESE - SCUOLA PRIMARIA Classe a comprendere testi di vario tipo. Colori Oggetti di uso comune Animali domestici Numeri (-0) Identificare la corrispondenza parole/immagini e viceversa di : colorioggetti-animali-numeri

Dettagli

Istituto Comprensivo di Pralboino Curricolo Verticale

Istituto Comprensivo di Pralboino Curricolo Verticale ASCOLTO E PARLATO L allievo interagisce in modo efficace in diverse situazioni comunicative, attraverso modalità dialogiche sempre rispettose delle idee degli altri. Usa la comunicazione orale per collaborare

Dettagli

LINGUA ITALIANA CONOSCENZE

LINGUA ITALIANA CONOSCENZE Classe 1^ Scuola Secondaria di I Grado COMPETENZA DI OBIETTIVI DI RIFERIMENTO APPRENDIMENTO Ascoltare, comprendere e comunicare oralmente 1.1 Ascoltare per intervenire in modo pertinente nelle conversazioni.

Dettagli

SCUOLA ELEMENTARE VIA MASSAUA 5 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE CLASSE QUINTA ANNO SCOLASTICO 2009-2010 LINGUA ITALIANA

SCUOLA ELEMENTARE VIA MASSAUA 5 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE CLASSE QUINTA ANNO SCOLASTICO 2009-2010 LINGUA ITALIANA SCUOLA ELEMENTARE VIA MASSAUA 5 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE CLASSE QUINTA ANNO SCOLASTICO 2009-2010 LINGUA ITALIANA 1. ASCOLTARE, COMPRENDERE E COMUNICARE ORALMENTE o Intervenire nelle conversazioni

Dettagli

ITALIANO L2 PER BAMBINI STRANIERI CORSO DI PRIMO LIVELLO

ITALIANO L2 PER BAMBINI STRANIERI CORSO DI PRIMO LIVELLO ISTITUTO COMPRENSIVO SCOLASTICO STATALE CARDARELLI - MASSAUA SCUOLA PRIMARIA VIA MASSAUA ITALIANO L2 PER BAMBINI STRANIERI CORSO DI PRIMO LIVELLO COMPETENZA CHIAVE EUROPEA: Comunicazione in italiano L2

Dettagli

ITALIANO ASCOLTARE E PARLARE SCUOLA PRIMARIA

ITALIANO ASCOLTARE E PARLARE SCUOLA PRIMARIA ITALIANO ASCOLTARE E PARLARE SCUOLA PRIMARIA TRAGUARDI DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE L alunno partecipa a scambi comunicativi con compagni e docenti (conversazione, discussione, scambi epistolari ) attraverso

Dettagli

INTRODUZIONE ALLA PROGETTAZIONE PER COMPETENZE AREA ITALIANO... 2

INTRODUZIONE ALLA PROGETTAZIONE PER COMPETENZE AREA ITALIANO... 2 Sommario INTRODUZIONE ALLA PROGETTAZIONE PER COMPETENZE AREA ITALIANO... 2 TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA CLASSE TERZA PRIMARIA... 3 PROGETTAZIONE ANNUALE PER LO SVILUPPO DELLE

Dettagli

ITALIANO TRAGUARDI DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA

ITALIANO TRAGUARDI DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA ITALIANO TRAGUARDI DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA L allievo partecipa a scambi comunicativi (conversazione, discussione di classe o di gruppo) con compagni e insegnanti rispettando

Dettagli

PROGRAMMAZIONE CLASSE PRIMA: LINGUA ITALIANA, MATEMATICA, INGLESE

PROGRAMMAZIONE CLASSE PRIMA: LINGUA ITALIANA, MATEMATICA, INGLESE PROGRAMMAZIONE CLASSE PRIMA: LINGUA ITALIANA, MATEMATICA, INGLESE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO ASCOLTARE E PARLARE Ascoltare e comprendere un messaggio e un testo Conoscere le regole comportamentali della

Dettagli

della scuola secondaria di primo grado Non ci sono venti favorevoli per chi non sa dove andare Seneca

della scuola secondaria di primo grado Non ci sono venti favorevoli per chi non sa dove andare Seneca Istituto Comprensivo di Mozzate Viale Libertà, 3 22076 Mozzate (CO) tel. 0331 831491- fax 0331 262484 codice meccanografico COIC83400P c.f. 80017540131 email: COIC83400P@istruzione.it - info@comprensivomozzate.it

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA I.C. di CRESPELLANO PROGRAMMAZIONE ANNUALE ITALIANO

SCUOLA PRIMARIA I.C. di CRESPELLANO PROGRAMMAZIONE ANNUALE ITALIANO SCUOLA PRIMARIA I.C. di CRESPELLANO PROGRAMMAZIONE ANNUALE ITALIANO ANNO SCOLASTICO 2013/2014 INSEGNANTI PANNONE SANDRA TRAGUARDI DELLE COMPETENZE AL TERMINE della CLASSE I Partecipa a scambi comunicativi

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO ARBE-ZARA

ISTITUTO COMPRENSIVO ARBE-ZARA ISTITUTO COMPRENSIVO ARBE-ZARA SCUOLA PRIMARIA C. POERIO A.S. 2015-2016 PROGETTAZIONE DISCIPLINARE DI LINGUA INGLESE LINGUA INGLESE CLASSE PRIMA ASCOLTARE E PARLARE Competenze Ascoltare attivamente. Comprendere

Dettagli