Giovedì 1 Giugno LIVE SESSION SALA MICHELANGELO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Giovedì 1 Giugno 8.00-9.30 LIVE SESSION SALA MICHELANGELO"

Transcript

1 LIVE SESSION SALA MICHELANGELO INTERVENTISTICA CORONARICA (organizzata con il supporto di B. Braun, Boston Scientific, Guidant, Johnson & Johnson Medical, Medtronic Italia, Terumo Italia) Moderatori: C. Cavallini (Perugia) - W. Pitscheider (Bolzano) Discussant S.M. Caparrotti (Potenza) G.B. Danzi (Milano) M. Marzilli (Siena) F. Tomai (Roma) E. Verna (Varese) G. Zampaglione (Crotone) Giovedì Presentazione del Laboratorio di Emodinamica dell Ospedale Campo di Marte di Lucca: F. Bovenzi (Lucca) OPERATORI Medici Tecnici Infermieri F. Bovenzi (Lucca) M. Fruzzetti (Lucca) B. Corrieri (Lucca) M. Lazzari (Lucca) V. Marcheschi (Lucca) L. Giampaoli (Lucca) R. Lorenzoni (Lucca) F. Morgantini (Lucca) A. Matteucci (Lucca) Presentazione del Laboratorio di Emodinamica dell Ospedale Maggiore di Bologna: P. Sangiorgio (Bologna) OPERATORI Medici Tecnico Infermieri G. Casella (Bologna) G. Piancastelli (Bologna) P. Ansaloni (Bologna) G. Nobile (Bologna) A. Gnudi (Bologna) A. Rubboli (Bologna) L. Lombardi (Bologna) P. Sangiorgio (Bologna) V. Marchiori (Bologna) S. Passantino (Bologna) C. Pirazzini (Bologna) 28

2 SIMPOSIO CONGIUNTO SALA BRUNELLESCHI ANMCO - ISTITUTO SUPERIORE DELLA SANITÀ (ISS) - CENTRO NAZIONALE PER LA PREVENZIONE E IL CONTROLLO DELLE MALATTIE (CCM) DEL MINISTERO DELLA SALUTE SORVEGLIANZA EPIDEMIOLOGICA CARDIOVASCOLARE COSE DA INIZIATI O PATRIMONIO CULTURALE DEL CARDIOLOGO? Moderatori: G. Di Pasquale (Bologna) - D. Greco (Roma) I registri e l outcome: il caso IN-ACS - dal punto di vista dell epidemiologo F. Seccareccia (Roma) - dal punto di vista del cardiologo A. Boccanelli (Roma) Giovedì Il nuovo Osservatorio Epidemiologico Cardiovascolare: i tempi sono maturi per includere lo scompenso cardiaco? G.F. Mureddu (Roma) L OEC è un punto di incontro tra medici di medicina generale e cardiologi - il contributo dell epidemiologo S. Giampaoli (Roma) - il contributo del cardiologo D. Vanuzzo (Udine) - il contributo del medico di medicina generale O. Brignoli (Brescia) 29

3 Giovedì SIMPOSIO SALA LEONARDO ATTUALITÀ IN TEMA DI EMBOLIA POLMONARE E IPERTENSIONE POLMONARE Moderatori: C. D Agostino (Bari-Carbonara) - P. Zonzin (Rovigo) Come fare la diagnosi di embolia polmonare nel 2006 G. Favretto (Motta di Livenza) Prevenzione secondaria dopo embolia polmonare: ci sono novità? G. Palareti (Bologna) L ecocardiografia rileva ipertensione polmonare: cosa fare? E. Eleuteri (Veruno) Novità in tema di terapia dell ipertensione polmonare A. Manes (Bologna) SIMPOSIO PROBLEMATICHE DI COSTO-EFFICACIA IN CARDIOLOGIA Moderatori: G. Pettinati (Casarano) - G. Pinelli (Bologna) Concetti di base C. Schweiger (Passirana-Rho) Valutazioni di costo-efficacia nella scelta di specifici trattamenti: - ICD F. Mascia (Caserta) - Drug Eluting Stent C. Indolfi (Catanzaro) - farmaci antipertensivi e statine E. Manzato (Padova) SALA BOTTICELLI 30

4 SIMPOSIO SALA MASACCIO IL PAZIENTE CON CARDIOPATIA SU BASE FAMILIARE: QUELLO CHE IL CARDIOLOGO DEVE SAPERE (E SOSPETTARE) Moderatori: E. Arbustini (Pavia) - G. Caruso (Bari) Geni che possono produrre ipertrofia (o pseudoipertrofia) F. Cecchi (Firenze) Geni che possono produrre disfunzione ventricolare sinistra e/o destra N. Marziliano (Pavia) Geni che possono produrre aritmie P.J. Schwartz (Pavia) Giovedì Consulenza genetica, DNA banking, implicazioni bioetiche E. Zachara (Roma) SIMPOSIO LA VALUTAZIONE CARDIOLOGICA NELLA CHIRURGIA NON CARDIACA Moderatori: F. Mori (Firenze) - C. Riccio (Caserta) SALA DONATELLO Il rischio cardiovascolare durante e dopo chirurgia non cardiaca. Cosa vogliono sapere il chirurgo e l anestesista L. Belloni (Caserta) Identificazione dei soggetti a rischio di complicanze cardiovascolari durante e dopo interventi di chirurgia vascolare: linee guida S. Urbinati (Bologna) I trattamenti raccomandati per ridurre il rischio di eventi cardiaci maggiori. Le evidenze della letteratura P. Faggiano (Brescia) Quando e a chi proporre un intervento di rivascolarizzazione miocardica prima della chirurgia non cardiaca A. Genovesi Ebert (Livorno) 31

5 SIMPOSIO SALA ANGELICO ANGINA MICROVASCOLARE in collaborazione con la Società Italiana Cardiologia Ospedalità Accreditata (SICOA) Moderatori: G. Ambrosio (Perugia) - C. Proto (Brescia) Fisiopatologia A. Margonato (Milano) Quadri clinici A. Buffon (Cosenza) Aspetti diagnostici O. Parodi (Milano) Giovedì Approccio terapeutico F. Zacà (Modena) MAIN SESSION SALA MICHELANGELO INTERVENTISTICA CARDIOVASCOLARE NEL PERCORSO CLINICO DEL CARDIOPATICO Moderatori: F. Bovenzi (Lucca) - G. Vergara (Rovereto) Come i DES hanno cambiato il real world con nuovi trial e crescenti tecnologie S. De Servi (Legnano) Coronarografia e PTCA dopo trombolisi efficace: a chi e quando C. Cavallini (Perugia) La resincronizzazione cardiaca dalle indicazioni al follow-up tra strategie e competenze A. Curnis (Brescia) L interventistica cardiovascolare periferica come momento di incontro multispecialistico G. Santoro (Firenze) Tempistica e strategie di una corretta prevenzione della morte cardiaca improvvisa dopo infarto miocardico M. Santini (Roma) Ablazione transcatetere e fibrillazione atriale: quando necessità, quando inappropriatezza M. Lunati (Milano) 32

6 Giovedì SIMPOSIO CONGIUNTO SALA BRUNELLESCHI ANMCO - ASSOCIAZIONE MEDICI DIABETOLOGI (AMD) IL RISCHIO NASCOSTO: I PROBLEMI NELL INDIVIDUARE E TRATTARE LA MALATTIA CORONARICA IN PAZIENTI CON IPOTOLLERANZA GLUCIDICA Moderatori: A. De Micheli (Genova) - G.F. Mureddu (Roma) Stratificare il rischio cardiovascolare nel paziente diabetico. Dalle carte del rischio alla diagnostica strumentale: la gestione clinica dell ischemia silente è una questione di evidenza o di coscienza? M. Uguccioni (Roma) La sindrome metabolica rivisitata: è solo insulino-resistenza? Il punto sulle recenti controversie tra le società scientifiche C. Giorda (Chieri) Nuove terapie metaboliche e regressione del rischio cardiovascolare: acarbosio, glitazionici e inibitori CB1. Lo stato dell arte A. De Micheli (Genova) Gestione del paziente diabetico con sindrome coronarica acuta: tra aggressività e prudenza G. Steffenino (Cuneo) SIMPOSIO SALA LEONARDO CONDIZIONI AMBIENTALI QUALI NUOVI FATTORI DI RISCHIO DI MALATTIA CORONARICA Moderatori: P. Macini (Bologna) - C. Perucci (Roma) Epidemiologia dell inquinamento atmosferico e malattie cardiovascolari P. Pandolfi (Bologna) Inquinanti atmosferici quali trigger di infarto miocardico acuto P.C. Pavesi (Bologna) Effetti cardiovascolari a breve termine dell inquinamento atmosferico A. Biggeri (Firenze) Effetti cardiovascolari a lungo termine dell inquinamento atmosferico F. Forastiere (Roma) 33

7 SIMPOSIO SALA BOTTICELLI I SISTEMI DI SUPPORTO AL CIRCOLO TRA PRESENTE E FUTURO Moderatori: C. Campana (Pavia) - E. Vitali (Milano) I sistemi di supporto percutanei A. Municinò (Rozzano) Quando il cardiologo deve pensare all assistenza ventricolare meccanica M. Frigerio (Milano) Quale tipo di assistenza in quale paziente F. Musumeci (Roma) Giovedì I possibili scenari futuri P. Ferrazzi (Bergamo) SIMPOSIO SALA BRUNELLESCHI IL TRATTAMENTO DEL PAZIENTE CON SCOMPENSO CARDIACO E LE LINEE GUIDA: CERTEZZE, SOSTENIBILITÀ E PROBLEMI IRRISOLTI Moderatori: P. Bellotti (Savona) - M. Porcu (Cagliari) Lo screening e trattamento precoce dei pazienti a rischio: è ipotizzabile e sostenibile un programma di intervento su vasta scala? L. Tarantini (Belluno) La terapia farmacologica: timing, priorità, associazioni, ridondanze G. Sinagra (Trieste) I device tra dubbi e certezze: come ottimizzare il rapporto costo-efficacia M. Senni (Bergamo) Il paziente anziano tra fisiopatologia, comorbidità, aderenza e cure palliative G. Pulignano (Roma) Il BNP è in grado di predire il rischio a medio termine in pazienti con scompenso cardiaco: lo studio BIC N. Aspromonte (Roma) 34

8 Giovedì SIMPOSIO SALA LEONARDO L IPERTENSIONE ARTERIOSA: ASPETTI CONTROVERSI Moderatori: E. Agabiti Rosei (Brescia) - P. Verdecchia (Perugia) Ipertensione mascherata ed effetto camice bianco. Chiariamoci le idee M.G. Abrignani (Erice) Come scegliere tra monitoraggio ambulatoriale nelle 24 ore e pressione domiciliare automisurata? S. Pede (San Pietro Vernotico) Elettrocardiogramma e/o ecocardiogramma? A. Ganau (Sassari) Farmaci antipertensivi vecchi e nuovi: come orientarsi? G. de Simone (Napoli) Ruolo prognostico del monitoraggio ambulatoriale della pressione arteriosa dopo un infarto miocardico acuto L. Antonini (Roma) SIMPOSIO SALA BOTTICELLI NEL FUTURO DELLA CARDIOLOGIA OSPEDALIERA NASCE L ANMCO GIOVANI Moderatori: G. Di Pasquale (Bologna) - L. Tavazzi (Pavia) Problematiche culturali nell orientamento formativo in Cardiologia E. Picano (Pisa) La Società Europea di Cardiologia ed i giovani cardiologi R. Ferrari (Ferrara) Modelli formativi, metodologia e sviluppo della ricerca cardiologica A.P. Maggioni (Firenze) ANMCO Giovani: le linee programmatiche R. Adorisio (Roma) 35

9 Giovedì LUNCHEON PANEL SALA MASACCIO UN PROBLEMA EMERGENTE: LA DISFUNZIONE DIASTOLICA (organizzato con il supporto di Sanofi-Aventis Spa) Moderatore: A.P. Maggioni (Firenze) Quanto sappiamo riguardo alla storia naturale e all epidemiologia? M. Volpe (Roma) Quanto sappiamo riguardo al corretto approccio diagnostico e al trattamento? P. Verdecchia (Perugia) LUNCHEON PANEL SALA ANGELICO IPERTENSIONE ARTERIOSA POLMONARE E CARDIOPATIE CONGENITE (organizzato con il supporto di Actelion Pharmaceuticals Italia Spa) Moderatori: A. Branzi (Bologna) - L. Tavazzi (Pavia) Introduzione A. Branzi (Bologna) PAH associata a CHD: la realtà italiana del GUCH M. D Alto (Napoli) PAH associata a sindrome di Eisenmenger: - le peculiarità cliniche C.D. Vizza (Roma) - i risultati del Breathe-5 A. Manes (Bologna) I nuovi farmaci per la PAH migliorano la sopravvivenza? C. Campana (Pavia) Conclusioni L. Tavazzi (Pavia) RIUNIONE DEI REFERENTI REGIONALI Heart Care Foundation SALA DONATELLO ASSEMBLEA DEI SOCI Heart Care Foundation 36

10 Giovedì SESSIONE DI COMUNICAZIONI SALA MICHELANGELO ANGIOPLASTICA PRIMARIA NELL INFARTO MIOCARDICO ACUTO Moderatori: C. Baldi (Salerno) - R. Grassi (Messina) C1 C2 C3 C4 C5 C6 C7 C8 ANGIOPLASTICA CORONARICA NELL INFARTO MIOCARDICO ACUTO ST SOPRA: LA RETE INTEROSPEDALIEREA PER IL TRASFERIMENTO E TRATTAMENTO DEL PAZIENTE INFARTUATO NELLA PROVINCIA DI TRENTO M. Dallago, R. Bonmassari, G. Braito, A. Menotti, M. Disertori (Trento) TRASFERIMENTI INTEROSPEDALE DA SPOKE A HUB NEI PAZIENTI CON SINDROME CORONARICA ACUTA P. Musso, M. Mariani, G.L. Bergandi, M. Dalmasso (Ivrea) A COMMUNITY-BASED TRANSFER PROTOCOL FOR PRIMARY ANGIOPLASTY IN ACUTE MYOCARDIAL INFARCTION G. Musumeci, G. Guagliumi, R. Rossini, L. Mihalcsik, A. Pitì, P. Giani, M. Tespili, A. Vassileva, O. Valsecchi, A. Gavazzi (Bergamo, Seriate, Treviglio) TRATTAMENTO PRECOCE CON BOLO DI TIROFIBAN AD ALTA DOSE NEI PAZIENTI CON INFARTO MIOCARDICO ACUTO TRANSMURALE SOTTOPOSTI A PTCA PRIMARIA: 2 ANNI DI ESPERIENZA R. Delfino, L. Borgo, L. Giunta, G. Secchi, R. Olivieri, L. Deferrari, F. Bermano, S. Ruffoni, L. Oltrona Visconti (Genova) VALUTAZIONE DELLA MORTALITÀ IN PAZIENTI CON INFARTO MIOCARDICO ACUTO TRATTATI CON ANGIOPLASTICA PRIMARIA: VALORE PROGNOSTICO DI QUATTRO SCORE DI RISCHIO A CONFRONTO M. Menozzi, D.E. Monopoli, G. Geraci, F.A. Sgura, M.G. Modena (Modena) ANGIOPLASTICA PRIMARIA IN LOMBARDIA: IL REGISTRO LOMBARDIMA A. Politi, M. Onofri, S. De Servi, S. Klugmann, C. Fiorentini, G. Guagliumi, G. Belli, N. De Cesare, M. D Urbano, F. Ettori, A. Repetto, E. Piccaluga, A. Bregasi, R. Zanini, S. Pirelli, G. Ferrari, S. Repetto a nome del Gruppo LombardIMA RANDOMIZED EARLY VERSUS LATE ABCIXIMAB IN ACUTE MYOCARDIAL INFARCTION TREATED WITH PRIMARY CORONARY INTERVENTION (RELAx-AMI STUDY) M. Maioli, F. Bellandi, M. Leoncini, A. Toso, R.P. Dabizzi (Prato) EFFETTI DI UN PROGRAMMA ESTENSIVO DI PTCA PRIMARIA IN UNA POPOLAZIONE UTRASETTANTENNE: RILEVANTE AUMENTO DEL TRATTAMENTO RIPERFUSIVO E DELLA SOPRAVVIVENZA A DISTANZA E. Franceschini, A. Daniotti, S. Brocco, M. Marchesan, F. Marton, F. Chirillo, A. Cavarzerani, A. De Leo, A. Bruni, Z. Olivari (Treviso, Castelfranco Veneto) 37

11 Giovedì SESSIONE DI COMUNICAZIONI SALA BRUNELLESCHI SCOMPENSO CARDIACO: STUDI CLINICI Moderatori: P. Aragona (Trebisacce) - C. Scardulla (Palermo) C9 C10 C11 C12 C13 C14 C15 AREA-IN-CHF: DATI BASALI DELLA POPOLAZIONE ARRUOLATA G. Cacciatore, G.F. Mureddu, G. de Simone, A.P. Maggioni, R. Latini, S. Masson, M. Vanasia, A. Boccanelli (Roma, Napoli, Firenze, Milano) EFFETTO DEL SESSO SU VOLUMI, GEOMETRIA E FUNZIONE DEL VENTRICOLO SINISTRO NELLA POPOLAZIONE BASALE DELLO STUDIO AREA-IN-CHF G.F. Mureddu, G. Cacciatore, G. de Simone, D. Lomaglio, M. Porcu, S. Urgese, M. Vanasia, A.P. Maggioni, A. Boccanelli (Roma, Napoli, Cagliari, Milano, Firenze) EFFETTO DELL ETÀ SULLA GEOMETRIA E SULLA FUNZIONE VENTRICOLARE SINISTRA NELLO SCOMPENSO CARDIACO LIEVE-MODERATO: ANALISI DEI DATI BASALI DELLO STUDIO AREA-IN-CHF G.F. Mureddu, G. Cacciatore, G. de Simone, A. Battagliese, A. Gavazzi, D. Lomaglio, S. Masson, A. Di Lenarda, A.P. Maggioni, A. Boccanelli (Roma, Napoli, Bergamo, Milano, Trieste, Firenze) CHANGING PROPORTION OF PATIENTS WITH IDIOPATHIC DILATED CARDIOMYOPATHY WITH SCDHEFT AND CARE-HF/COMPANION CHARACTERISTICS DURING FOLLOW-UP ON OPTIMAL MEDICAL TREATMENT A. Pivetta, M. Zecchin, A. Di Lenarda, D. Gregori, M. Merlo, F. Brun, D. Chicco, G. Sabbadini, I. Tavcar, B. Pinamonti, L. Massa, G. Sinagra (Trieste) CARDIAC RESYNCHRONIZATION IN COMBINATION WITH BETABLOCKER TREATMENT IN ADVANCED HEART FAILURE (CARIBE-HF): THE RESULTS OF CARIBE STUDY A.A. Grosu, M. Senni, A. Iacovoni, M. Gori, P. Invernizzi, F. Cantù, S. Bisetti, T. De Santo, A. Gavazzi (Bergamo, Milano) DISFUNZIONE VENTRICOLARE SINISTRA ALL ECOCARDIOGRAFIA E LIVELLI PLASMATICI DI PEPTIDE NATRIURETICO DI TIPO B IN PAZIENTI CON SCOMPENSO CARDIACO CRONICO M. Pasotti, S. Ghio, S. Masson, R. Latini, M. Revera, E. Tellaroli, V. Pierota, L. Tavazzi a nome degli Investigatori dello Studio GISSI-HF (Pavia, Milano) LA VARIABILITÀ DELLA FREQUENZA CARDIACA NELLA COMPONENTE LF È STRETTAMENTE CORRELATA AI LIVELLI DI BNP NEI PAZIENTI CON INSUFFICIENZA CARDIACA. DATI DALLO STUDIO VALSARTAN IN HEART FAILURE (Val-HeFT) A. Mortara, H. Krum, L. Angelici, S. Barlera, R. Maestri, M.T. La Rovere, G.D. Pinna, R. Latini, D. Bertoli, L. Tavazzi, S. Masson, G. Tognoni a nome dei Ricercatori dello Studio Val-HeF (Monza, Melbourne - AUS, Sarzana, Montescano, Pavia, Milano) 38

12 Giovedì SESSIONE DI COMUNICAZIONI SALA LEONARDO MORTE IMPROVVISA Moderatori: V. Bulla (Modica) - L. Gramegna (Trento) C16 C17 C18 C19 LA SINDROME DI BRUGADA: REGISTRO DELLA REGIONE PIEMONTE P. Carvalho, C. Giustetto, S. Drago, G. Rossetti, P.G. Demarchix, L. Barbonaglia, M. Bortnik, R. Bertonaò, F. Bianchi, F. Gaita (Pinerolo, Asti, Cuneo, Alessandria, Vercelli, Novara, Vigevano, Torino) PREVALENCE OF SUDDEN DEATH IN PATIENTS WITH SHORT QT SYNDROME C. Giustetto, F. Gaita, E. Banaudi, C. Riggi, C. Wolpert, M. Borggrefe, R. Schimpf, F. Di Monte, M. Haissaguerre (Asti, Torino, Mannheim - D, Bordeaux-Pessac - F) PROGNOSTIC ROLE OF NSVT IN PATIENTS WITH DC AND DIFFERENT DEGREE OF LV DYSFUNCTION ON TAILORED MEDICAL TREATMENT M. Zecchin, A. Di Lenarda, D. Gregori, M. Merlo, A. Pivetta, G. Sabbadini, G. Vitrella, M. Moretti, D. Chicco, E. Berton, E. Daleffe, G. Sinagra (Trieste) FACTORS ASSOCIATED WITH INCREASED RISK OF SUDDEN DEATH IN PATIENTS WITH IDIOPATHIC DILATED CARDIOMYOPATHY. THE HEART MUSCLE DISEASE REGISTRY OF TRIESTE M. Merlo, A. Aleksova, D. Guttilla, A. Pivetta, F. Brun, G. Lardieri, L. Massa, F. Lo Giudice, A. Perkan, B. D Agata, A. Di Lenarda, G. Sinagra (Trieste) C20 C21 C22 C23 FIBRILLAZIONE ATRIALE TERAPIA ACUTA DELLE RECIDIVE DI FIBRILLAZIONE ATRIALE CON CARICO ORALE DI FLECAINIDE O PROPAFENONE IN PAZIENTI IN TRATTAMENTO CRONICO CON FARMACI ANTIARITMICI DI CLASSE 1 C G.Q. Villani, M.S. Pisati, A. Rosi, G. Rusticali, M. Piepoli, D. Aschieri, F. Groppi, S. Arruzzoli, A. Cappucci (Piacenza) ESISTE UNA CORRELAZIONE TRA CALIBRO ED ARITMOGENICITÀ DELLE VENE POLMONARI IN PAZIENTI CON FIBRILLAZIONE ATRIALE PAROSSISTICA AD INSORGENZA FOCALE? L. Sciarra, L. Corò, N. Sitta, E. Marras, M. Bocchino, E. Lanari, A. Bissoli, P. Delise (Conegliano Veneto) ATRIAL FIBRILLATION S CLINICAL PREDICTORS AFTER CARDIOVERSION A KEY TO THERAPEUTIC MANAGEMENT? DATA FROM THE ATRIAL FIBRILLATION ITALIAN REGISTRY (FIRE) I.M. Suliman, D. Lucci, D. Casella, D. Fumagalli, L. Gonzini, C. Mazzone, G. Zanotto, A.P. Maggioni on behalf of the FIRE Investigators (Firenze) EPIDEMIOLOGIA, IMPATTO FUNZIONALE E MORTALITÀ DELLA FIBRILLAZIONE ATRIALE NEGLI ULTRASSESSANTACINQUENNI: DATI DALLO STUDIO LONGITUDINALE PRO.V.A. (PROgetto Veneto Anziani) C. Bilato, A. Cutolo, D. Rampazzo, G. Baggio, S. Iliceto, G. Crepaldi, M.C. Corti (Padova) 39

13 Giovedì SESSIONE DI COMUNICAZIONI SALA BOTTICELLI SINDROMI CORONARICHE ACUTE NELL ANZIANO Moderatori: R. Delfino (Genova) - F. Silvestri (Salerno) C24 C25 C26 C27 C28 C29 ANGIOPLASTICA CORONARICA NELL ANZIANO: OUTCOME INTRAOSPEDALIERO E SICUREZZA DELL UTILIZZO DI TIROFIBAN C. Auguadro, M. Manfredi, F. Scalise, P. Gancitano, C. Angeletti, C. Bersano, G. Specchia (Monza) L ETÀ CONDIZIONA LA VARIABILITÀ DELLA STRATEGIA RIPERFUSIVA DELL INFARTO CON ST SOPRASLIVELLATO: INDAGINE PROSPETTICA IN UNA REGIONE AD ELEVATA OFFERTA DI RIVASCOLARIZZAZIONE MECCANICA (GESTIMA) R. Pirola, M. Caracciolo, A. Mafrici, M. Marzegalli, A. Vincenti, L. Oltrona Visconti a nome degli Investigatori dello Studio (Milano, Monza) TRATTAMENTO PERCUTANEO DELLE SINDROMI CORONARICHE ACUTE (NSTE) NEL PAZIENTE ANZIANO: RISULTATI IN ACUTO ED A MEDIO TERMINE F. Barlocco, M. D Urbano, A. Poli, P. Vandoni, R. Fetiveau, F. Cafiero, S. De Servi (Legnano) ULTRAOTTANTENNI IN UTIC: STRATEGIE TERAPEUTICHE A CONFRONTO R. Rosso, L. Rossi, M. Sansa, G. Fornaro, A.S. Bongo (Novara) TRATTAMENTO INTERVENTISTICO DELLE SINDROMI CORONARICHE ACUTE IN PAZIENTI ULTRAOTTANTENNI M. D Amico, M. Pennone, T. Usmiani, P. Scacciatella, F. Tomassini, F. Conrotto, E. Hubertova, A. Shek, S. Marra (Torino) SINDROME CORONARICA ACUTA NON ST SOPRASLIVELLATO: IL PROBLEMA DEL PAZIENTE ANZIANO E. Calvaruso, B.M. Fadin, M. Carini, F. Costa, P. Pedroni, S. Pirelli (Cremona) C30 ANGIOPLASTICA PRIMARIA NEGLI ANZIANI: ESPERIENZA SUGLI OVER 85 A. Santarelli, N. Franco, M. Aquilina, D. Santoro, M. Ruffini, R. Sabattini, G. Belletti, A. Pesaresi, G. Piovaccari (Rimini) 40

14 Giovedì SESSIONE DI COMUNICAZIONI SALA GHIRLANDAIO PROBLEMATICHE EMERGENTI IN ECOCARDIOGRAFIA Moderatori: G. Bellieni (Soveria Mannelli) - U. Conti (Pisa) C31 C32 C33 C34 C35 C36 C37 C38 UTILITÀ DELL ECOCARDIOGRAFIA DOPPLER TRANSTORACICA NELLA DIAGNOSI DI STENOSI CORONARICHE CRITICHE: VALUTAZIONE PROSPETTICA IN 83 PAZIENTI A.A. Mazzola, S. Gramenzi, G. Protasoni, M. Bonaita, N. Volpin, A. Pino, B. Brusoni (Milano) IMPORTANZA DELLA VALUTAZIONE ECOCARDIOGRAFICA DELLA FUNZIONE DEL VENTRICOLO DESTRO IN PAZIENTI CON AMILOIDOSI AL G. Faggiano, S. Ghio, S. Perlini, N. Ajmone Marsan, C. Klersy, G. Palladini, G. Magrini, C. Campana, G. Merlini, L. Tavazzi (Pavia) LE AMILOIDOSI CARDIACHE: PRINCIPALI DIFFERENZE CLINICHE E MORFOLOGICHE NONOSTANTE IL COMUNE SUBSTRATO ISTOLOGICO E. Perugini, P. Ciliberti, L. Riva, O. Leone, F. Salvi, A. Branzi, C. Rapezzi, G. Di Pasquale (Bologna) RISERVA DI FLUSSO CORONARICO IN PAZIENTI CON PONTE INTRAMIOCARDICO DELL ARTERIA INTERVENTRICOLARE ANTERIORE R. Citro, A.G. Maione, M.M. Patella, G. Provenza, G. De Luca, E. Mariano, P. Voci, G. Gregorio (Vallo della Lucania, Roma) NUOVI ASPETTI FISIOPATOLOGICI DELLA APICAL BALLOONING SYNDROME: STUDIO DELLA RISERVA CORONARICA NON INVASIVA C. Piergentili, G. Ossena, F. Rigo, C. Zanella, G. Zuin, F. Di Pede, U. Coli, A. Raviele (Mestre-Venezia) LEFT ATRIAL THROMBI AND THROMBUS-LIKE ARTEFACTS IN PATIENTS WITH ATRIAL FIBRILLATION CANDIDATE TO CARDIOVERSION: PREVALENCE AND RESPONSE TO PROLONGED ANTICOAGULATION THERAPY WITH WARFARIN Em. Antonielli, El. Antonielli, A. Secinaro, A. Bassignana, A. Coppolino, S. Ferrua, D. Pancaldo, L. Correndo, B. Doronzo (Savigliano) LA GEOMETRIA DEL VENTRICOLO SINISTRO E LA SUA CORRELAZIONE CON LA TOLLERANZA ALLO SFORZO IN PAZIENTI CON OBESITÀ DI GRADO MODERATO-SEVERO C. Katsanos, B. Farabollini, C. Rimatori, G.F. Ferretti, M. Capponi, M. Centanni, P. Dessì-Fulgheri, F. Bonifazi, A. Rappelli (Ancona) ENDURANCE TRAINING PROMOTE REMODELING OF THE LEFT VENTRICLE AND IMPROVE FUNCTION OF LEFT VENTRICULAR MYOCARDIUM AT THE APEX E. Tosoratti, L.P. Badano, M. Baldassi, E. Zakja, D. Pavoni, E. Dall Armellina, P. Gianfagna, P.M. Fioretti (Udine) 41

15 Giovedì SESSIONE DI COMUNICAZIONI SALA GIOTTO IL CUORE NELL IPERTENSIONE Moderatori: E. Fino (Bari) - S. Giglia (Caltanissetta) C39 C40 C41 C42 C43 C44 C45 C46 DAY-TO-DAY VARIABILITY OF ELECTROCARDIOGRAPHIC DIAGNOSIS OF LEFT VENTRICULAR HYPERTROPHY IN HYPERTENSIVE PATIENTS. INFLUENCE OF ELECTRODE PLACEMENT F. Angeli, R. Gattobigio, L. Prosciutti, O. Garognoli, F. Cipollini, S. Lenti, M. Buccolieri, R. Panciarola, G. Bellomo, P.L. Rondoni, R. Liberati, L. Zollino, P. Verdecchia for the Tosco-Umbro Study Group (Perugia) RELAZIONE DINAMICA QT/RR IN PAZIENTI IPERTESI CON E SENZA IPERTROFIA VENTRICOLARE SINISTRA M. Mastantuono, G. Malfatto, L. Lonati, G. Magnaghi, M. Facchini (Milano) DETERMINANTI DI IPERTROFIA VENTRICOLARE SINISTRA IN PAZIENTI AFFETTI DA DIABETE MELLITO D. Formigli, F. Angeli, A. Bueti, P. Verdecchia, G. Reboldi (Perugia) IPERTROFIA CARDIACA E PRESSIONI DI RIEMPIMENTO VENTRICOLARE NEI PAZIENTI IPERTESI NON COMPLICATI: VALUTAZIONE MEDIANTE DOPPLER TISSUTALE S. Gligorova, P. Innelli, A. D Errico, M. Sidiropulos, M. de Divitiis, M. Olibet, M. Galderisi (Napoli) RUOLO AGGIUNTIVO DELL OBESITÀ IN PAZIENTI AFFETTI DA IPERTENSIONE ARTERIOSA: VALUTAZIONE DEGLI EFFETTI SULLA DISFUNZIONE SISTO-DIASTOLICA VENTRICOLARE SINISTRA MEDIANTE TISSUE DOPPLER IMAGING M. Leggio, G. Cruciani, M. Iannucci, D. Sanges, P. Severi, G. Tassoni, G.R. Cristinziani, A.P. Jesi (Roma) VALUTAZIONE MEDIANTE ECOCARDIOGRAFIA TRADIZIONALE E TISSUE DOPPLER IMAGING DEGLI EFFETTI DEL TRAINING FISICO SULLA DISFUNZIONE SISTO-DIASTOLICA VENTRICOLARE SINISTRA IN PAZIENTI AFFETTI DA IPERTENSIONE ARTERIOSA M. Leggio, D. Sanges, M. Iannucci, P. Severi, G. Cruciani, G.R. Cristinziani, G. Tassoni, A.P. Jesi (Roma) ATRIAL MECHANICAL FUNCTION IN MASTER ATHLETES COMPARED WITH HYPERTENSIVE PATIENTS: A DOPPLER MYOCARDIAL AND STRAIN IMAGING ANALYSIS A. D Andrea, G. De Corato, R. Scarafile, G. Salerno, C. Mita, R. Cocchia, R. Gravino, P. Caso, S. Cuomo, R. Calabrò (Napoli) COMPARISON OF CARDIAC GEOMETRY AND FUNCTION IN NORMOALBUMINURIC PATIENTS WITH SYSTO-DIASTOLIC AND ISOLATED SYSTOLIC ARTERIAL HYPERTENSION M. Picca, F. Agozzino, G.C. Pelosi (Milano) 42

16 Giovedì SESSIONE DI COMUNICAZIONI SALA CIMABUE GLI STENT MEDICATI Moderatori: C. Giombolini (Perugia) - C. Vigna (San Giovanni Rotondo) C47 C48 C49 C50 C51 C52 C53 C54 INCIDENZA DI EVENTI CLINICI ED ANGIOGRAFICI DOPO IMPIANTO DI SIROLIMUS-ELUTING STENT NEL TRATTAMENTO DELLA RISTENOSI BARE-METAL STENT: CASISTICA DI UN SINGOLO CENTRO A. Zingarelli, F. Abbadessa, M. Vischi, C. Giachero, A. Valbusa, L. Borgo, S.L. Chierchia, P. Rubartelli, L. Oltrona Visconti (Genova) INITIAL EXPERIENCE WITH SIROLIMUS-ELUTING STENTS FOR LEFT MAIN STENOSIS TREATMENT IN HIGH RISK PATIENTS D. Trabattoni, P. Montorsi, F. Fabbiocchi, S. Galli, A. Lualdi, P. Ravagnani, G. Calligaris, A.L. Bartorelli (Milano) SIROLIMUS-ELUTING STENT VS PACLITAXEL-ELUTING STENT NEL TRATTAMENTO DELLA RESTENOSI INTRASTENT N. Brambilla, M.L. Laudisa, P. Salvadè, M. De Michele, F. Bedogni (Milano) SIROLIMUS-ELUTING STENT PER IL TRATTAMENTO DELLA VASCULOPATIA CORONARICA ACCELERATA DEL CUORE TRAPIANTATO D. Personeni, M. Ferrario, B. Marinoni, A. Repetto, U. Canosi, G. Bertazzoli, S. Lanotte, M. Ferlini, A. Campari, C. Campana, E. Bramucci, L. Angoli, L. Tavazzi (Pavia) DRUG-ELUTING STENT IMPLANTATION IN DIABETIC PATIENTS: IMMEDIATE AND LONG-TERM (12-MONTH) CLINICAL OUTCOME N. Garro, A.R. Galassi, P.G. Masci, S.D. Tomasello, D. Seminara, R. Barbagallo, C. Grasso, C. Tamburino (Catania) LONG-TERM CLINICAL OUTCOME IN PATIENTS TREATED WITH SIROLIMUS-ELUTING STENT IN SMALL CORONARY ARTERIES. RESULTS FROM THE SES-SMART TRIAL A. Menozzi, E. Solinas, P.A. Merlini, E. Bramucci, C. Cavallini, C. Indolfi, A. Manari, A. Marzocchi, L. Vignali, E. Aurier, D. Ardissino on behalf of the SES-SMART Investigators (Parma, Milano, Pavia, Perugia, Catanzaro, Reggio Emilia, Bologna) PERCUTANEOUS TREATMENT WITH DRUG ELUTING STENT IMPLANTATION VERSUS BYPASS SURGERY FOR UNPROTECTED LEFT MAIN STENOSIS: A SINGLE CENTER EXPERIENCE A. Chieffo, N. Morici, F. Maisano, E. Bonizzoni, M. Montorfano, F. Airoldi, G. Melzi, G. Sangiorgi, O. Alfieri, A. Colombo (Milano) REGISTRO MONOCENTRICO PROSPETTICO SUGLI STENT A RILASCIO DI PACLITAXEL: RISULTATI E FOLLOW-UP F. Tarantino, F. Ottani, O. Catapano, M. Zennaro, M. Galvani (Forlì) 43

17 Giovedì SESSIONE DI COMUNICAZIONI SALA VASARI ABLAZIONE TRANSCATETERE Moderatori: R. Mureddu (Pietra Ligure) - M. Scaglione (Asti) C55 C56 C57 C58 C59 C60 C61 C62 CRIOABLAZIONE DELLA VIA LENTA NODALE: EFFICACIA A LUNGO TERMINE DI UN APPROCCIO SEMPLIFICATO SENZA CRIOMAPPAGGIO E. Lucca, N. Bakhtadze, A. Borrelli, M. Dulbecco, M. Zardini (Bergamo) ABLAZIONE TRANSCATETERE DELLA TACHICARDIA PAROSSISTICA DA RIENTRO NODALE NEI PZ CON SINDROME DA CONTINUAZIONE AZYGOS: FATTIBILITÀ DELL APPROCCIO GIUGULARE V. Ducceschi, L. Ottaviano, R. Citro, N. Briglia, R. Sangiuolo, G. Gregorio (Vallo della Lucania, Napoli) IL PACING POSIZIONALE MEDIALE: NUOVA METODICA DI VALIDAZIONE DEL BLOCCO COMPLETO DELLA CONDUZIONE ISTMICA DOPO ABLAZIONE TRANSCATETERE MEDIANTE RADIOFREQUENZA DI FLUTTER ATRIALE TIPICO M. Maines, D. Catanzariti, C. Cemin, C. Cirrincione, C. Vaccarini, G. Vergara (Rovereto) CLINICAL IMPACT OF CATHETER ABLATION IN PATIENTS WITH VENTRICULAR OUTFLOW TRACT, PREMATURE VENTRICULAR COMPLEX AND LEFT VENTRICULAR DYSFUNCTION. A PROSPECTIVE AND RANDOMIZED STUDY L. Calò, E. de Ruvo, F. Lamberti, A. Sette, M. Topai, R. Iulianella, F. Sebastiani, C. Commisso, R. Scioli, F. Summaria, E. Lioy (Roma) EFFICACIA DELL ABLAZIONE TRANSCATETERE NEI PAZIENTI CON TACHICARDIA VENTRICOLARE IMPIANTATI IN PREVENZIONE SECONDARIA CON ICD A. Colella, P. Pieragnoli, M. Giaccardi, L. Pignatelli, G. Ricciardi, F. Baldi, A. Pappone, N. Musilli, F. Edweesh, M.C. Porciani, A. Michelucci, L. Padeletti, G.F. Gensini (Firenze) RIMODELLAMENTO VENTRICOLARE SINISTRO DOPO ABLAZIONE TRANSCATETERE MEDIANTE RADIOFREQUENZA DI EXTRASISTOLIA VENTRICOLARE MONOMORFA FREQUENTE IN PAZIENTI CON CARDIOMIOPATIA DILATATIVA IDIOPATICA R. Rordorf, A. Vicentini, F. Frattini, B. Petracci, F. Pentimalli, M. Buzzi, S. Panigada, A. Sparagna, M. Landolina (Pavia) UTILITÀ ED EFFICACIA DEL SISTEMA DI NAVIGAZIONE INTRACARDIACA LOCALISA NELL ABLAZIONE DELLE TACHICARDIE DA RIENTRO NODALE NEI PAZIENTI PIÙ GIOVANI A. Colella, R. Molino Lova, L. De Simone, P. Pieragnoli, M. Giaccardi, L. Pignatelli, G. Ricciardi, F. Edweesh, S. Favilli, I. Pollini, M. Bini, A. Michelucci, L. Padeletti, G.F. Gensini (Firenze) UTILITÀ DEL SISTEMA RPM NELLA ABLAZIONE DELLE TACHICARDIE VENTRICOLARI E DELLE ECTOPIE VENTRICOLARI MONOMORFE RIPETITIVE DA TRATTO DI EFFLUSSO DEL VENTRICOLO DESTRO S. Iacopino, R. Alemanni, A. Talerico, A. Maitilasso, M. Salierno, M. Cassese (Genova) 44

18 Giovedì SESSIONE DI COMUNICAZIONI SALA FATTORI PACING DISSINCRONIA E RESINCRONIZZAZIONE VENTRICOLARE Moderatori: M. Elia (Crotone) - B. Sassone (Bentivoglio) C63 C64 C65 C66 C67 C68 C69 C70 LA STIMOLAZIONE CRONICA DELL APICE VENTRICOLARE DESTRO AUMENTA IL RISCHIO DI OSPEDALIZZAZIONE PER SCOMPENSO CARDIACO. STUDIO OSSERVAZIONALE SU UN ETEROGENEA COORTE DI PORTATORI DI PACEMAKER A. Pascotto, G. Boscolo, F. Zoppo, F. Zerbo, P. Pascotto, E. Bertaglia (Mirano-Venezia) EFFECTS OF RIGHT VENTRICULAR PACING ON INTRA-LEFT VENTRICULAR ELECTROMECHANICAL ACTIVATION IN PATIENTS WITH NATIVE NARROW QRS G. Lupi, B. Sassone, L.P. Badano, C. Peraldo, O. Gaddi, M. Sitges, F. Parthenakis, S. Molteni, M.R. Pagliuca, N. Grovale, C. Menozzi, M. Brignole on behalf of the APAF (Ablate and Pace in Atrial Fibrillation) Pilot Echocardiographic Trial Investigators GRADO DI DISSINCRONIA INDOTTA DALLA STIMOLAZIONE APICALE DESTRA IN PAZIENTI CON NORMALE FUNZIONE CARDIACA: REGISTRO VENETO CLEVER G. Pastore, L. Sciarra, G. Brisotto, E. Lanari, R. Da Cortà, V. Scarabeo, C. Fusilli, V. Cutaia, C. Bonanno, R. Cazzin (Rovigo, Conegliano Veneto, Portogruaro, Camposampiero, Mestre, Vicenza) ALGORITMI DI PRESERVAZIONE DELLA CONDUZIONE AV SPONTANEA NEI PAZIENTI STIMOLATI: RISULTATI PRELIMINARI DELLO STUDIO SAVE-R E. Marras, L. Sciarra, E. Moro, J.M. Davy, P. Broglia, R. Manfredini, A. Vicentini, A. Rossin, C. Colombo, P. Delise (Conegliano Veneto, Montpellier - F, Milano, Peschiera del Garda, Agrate Brianza) GRADO DI DISSINCRONIA VENTRICOLARE INDOTTA DALLA STIMOLAZIONE VENTRICOLARE APICALE DESTRA, HISSIANA E PARAHISSIANA G. Pastore, F. Zanon, E. Baracca, S. Aggio, G. Boaretto, P. Raffagnato, M.P. Galasso, M. Carraro, A. Lion, P. Zonzin (Rovigo) LA STIMOLAZIONE PERMANENTE DEL FASCIO DI HIS NON INDUCE DISSINCRONIA VENTRICOLARE. STUDIO ECOCARDIOGRAFICO INTRAPAZIENTE DI CONFRONTO CON IL PACING CONVENZIONALE D. Catanzariti, M. Maines, C. Cemin, C. Vaccarini, A. Ferro, G. Vergara (Rovereto) CORRELAZIONE DELL INTERVALLO TRA SENSING VENTRICOLARE DESTRO E SINISTRO E DURATA DEL COMPLESSO QRS DURANTE STIMOLAZIONE BIVENTRICOLARE N. Agostini, S.I. Caico, R. Marazzi, P. Abello, M. Crenna, G. Cannizzaro, D. Guazzetti, J.A. Salerno-Uriarte (Varese) STIMULATING THE MOST DELAYED LEFT VENTRICULAR WALL IDENTIFIED BY SINGLE-BEAT 3D TISSUE SYNCHRONIZATION IMAGING INCREASES THE RATE OF RESPONDERS TO CARDIAC RESYNCHRONIZATION THERAPY M. Baldassi, L.P. Badano, E. Tosoratti, D. Facchin, A. Proclemer, E. Zakja, D. Pavoni, E. Dall Armellina, P. Gianfagna, P.M. Fioretti (Udine) 45

19 Giovedì SESSIONE DI COMUNICAZIONI SALA MODIGLIANI SCOMPENSO CARDIACO: STUDIO DELLA FUNZIONE VENTRICOLARE Moderatori: M. Chiatto (Trebisacce) - M. Ciaccheri (Firenze) C71 C72 C73 C74 C75 C76 C77 C78 THE INCREMENTAL PROGNOSTIC SIGNIFICANCE OF RESTRICTIVE FILLING PATTERN IN HYPERTROPHIC CARDIOMYOPATHY: A DOPPLER ECHOCARDIOGRAPHIC STUDY B. Pinamonti, A. Di Lenarda, D. Gregori, G. Nucifora, A. Perkan, A. Aleksova, M. Merlo, F. Brun, G. Lardieri, S. Rakar, L. Barbieri, G. Sinagra (Trieste) VALUTAZIONE PROGNOSTICA IN PAZIENTI CON SCOMPENSO CARDIACO AVANZATO SOTTOPOSTI A TERAPIA DI UNLOADING: CORRELAZIONE TRA BRAIN NATRIURETIC PEPTIDE PLASMATICO E FUNZIONE DIASTOLICA P. Sbarra, E. Colajanni, F. Tarro Genta, M. Tidu, G. Traversa, E. Bosimini (Torino) IL SOVRACCARICO DI PRESSIONE INTERMITTENTE DETERMINA DISFUNZIONE VENTRICOLARE IN ASSENZA DI IPERTROFIA CARDIACA C. Perrino, S.V. Naga Prasad, T. Noma, L. Mao, H.A. Rockman, M. Chiariello (Napoli, Durham - USA) L ASINCRONIA INTRAVENTRICOLARE INFLUENZA LA TOLLERANZA ALL ESERCIZIO IN PAZIENTI CON SCOMPENSO CARDIACO CRONICO STABILE Q. Ciampi, B. Petruzziello, M. Della Porta, C. Astarita, B. Villari (Benevento, Sorrento) VALIDAZIONE DI UN NUOVO INDICE ECOCARDIOGRAFICO DI PERFORMANCE GLOBALE VENTRICOLARE SINISTRA: L ISOVOLUMIC/HETEROVOLUMIC TIME RATIO F. Antonini-Canterin, F. Baldessin, R. Piazza, D. Rivaben, B.A. Popescu, A.C. Popescu, G.L. Nicolosi (Pordenone, Bucharest - ROM) FUNZIONE DIASTOLICA NELLO SCOMPENSO CARDIACO LIEVE-MODERATO: CARATTERISTICHE BASALI DELLA POPOLAZIONE DELLO STUDIO AntiRemodelling Effect of CAnrenone IN Patients With Mild Chronic Heart Failure (AREA-IN-CHF) G.F. Mureddu, G. Cacciatore, G. de Simone, S. Urgese, R. Latini, D. Lomaglio, A. Gavazzi, A.P. Maggioni, A. Boccanelli (Roma, Napoli, Milano, Bergamo, Firenze) GEOMETRIA VENTRICOLARE SINISTRA E FUNZIONE SISTOLICA NELLO SCOMPENSO CARDIACO LIEVE-MODERATO: VALUTAZIONE ECOCARDIOGRAFICA BASALE DELLO STUDIO AREA-IN-CHF G.F. Mureddu, G. de Simone, G. Cacciatore, F. Clemenza, A. Battagliese, M. Piaggio, A.P. Maggioni, A. Boccanelli (Roma, Napoli, Palermo, Genova, Firenze) ANTHRACYCLINE CARDIOTOXICITY: CHARACTERISTICS AND PROGNOSIS L. Massa, E. Viel, C. Lestuzzi, L. Tartuferi, A. Di Lenarda, B. Pinamonti, S. Rakar, F. Brun, N. Meneguzzo, G. Sinagra (Trieste, Aviano) 46

20 Giovedì SESSIONE DI COMUNICAZIONI SALA ROSAI INTERVENTISTICA CORONARICA: PROBLEMATICHE EMERGENTI Moderatori: A. Maione (Salerno) - G. Rasetti (Terni) C79 C80 C81 C82 C83 C84 C85 C86 ESPERIENZA INIZIALE CON IL SISTEMA PERCUTANEO DI ASSISTENZA VENTRICOLARE SINISTRA IMPELLA IN UN LABORATORIO DI EMODINAMICA AD ALTO VOLUME M. Margheri, M. Falai, G. Vittori, T. Chechi, E. Falchetti, G.F. Gensini (Firenze) STENOSI CORONARICHE INTERMEDIE VALUTATE CON PRESSURE WIRE: RISULTATO A DISTANZA DEI PAZIENTI NON SOTTOPOSTI A PCI T. Usmiani, M. D Amico, M. Pennone, P. Scacciatella, F. Tomassini, F. Conrotto, L. Checco, M. Di Tria, A. Shek, S. Marra (Torino) ANALISI DEI COSTI DELLO STENTING CORONARICO PER VIA TRANSRADIALE IN REGIME DI RICOVERO AMBULATORIALE: RISULTATI DELLO STUDIO R.I.D.E.S.T.A. M. Galli, F. Tarantino, R. Tarricone, O. Valsecchi, L. Piatti, C. Trani, C. Lettieri, G. D Anniballe, C. Sacra, M. De Benedictis, A. Torbida, F. Musì (Como, Forlì, Bergamo, Lecco, Roma, Mantova, Modena, Napoli, Torino) RIVASCOLARIZZAZIONE ANATOMICAMENTE INCOMPLETA MA FUNZIONALMENTE COMPLETA VS ANATOMICAMENTE COMPLETA - OUTCOME CLINICI A LUNGO TERMINE S. Coscarelli, A. Desideri, L. Celegon (Castelfranco Veneto) COMPARISON OF TICLOPIDINE AND ASPIRIN VERSUS CLOPIDOGREL AND ASPIRIN AFTER PERCUTANEOUS CORONARY INTERVENTIONS IN HIGH-RISK PATIENTS. A DOUBLE BLIND RANDOMIZED STUDY P. Di Pasquale, S. Cannizzaro, S. Scalzo, F. Giambanco, S. Fasullo, S. Paterna (Palermo) ACUTE AND SUBACUTE POST-PROCEDURAL PLATELET AGGREGATION AND RISK OF RECURRENT EVENTS AFTER PERCUTANEOUS CORONARY ANGIOPLASTY J. Gianetti, E. Volpi, S. Sbrana, M. Mariani, S. Maffei, S. Berti, M.G. Andreassi, J.P. Collet (Massa, Paris - F) SAFETY AND EFFECTIVENESS OF ANGIOJET IN PATIENTS WITH ACUTE MYOCARDIAL INFARCTION: THE FLORENCE APPRAISAL STUDY OF RHEOLYTIC THROMBECTOMY (FAST) M. Margheri, M. Falai, G. Vittori, I. Ricceri, T. Chechi, E. Falchetti, M. Comeglio, C. Giglioli, S. Valente, G.F. Gensini (Firenze) TRATTAMENTO DELL INFARTO MIOCARDICO ACUTO MEDIANTE PTCA PRIMARIA PER VIA TRANSRADIALE: ESPERIENZA DI UN SINGOLO CENTRO C. Giombolini, S. Notaristefano, F. Fortunati, S. Santucci (Perugia) 47

APPENDICE A. DATI CLIMATICI

APPENDICE A. DATI CLIMATICI APPENDICE A. DATI CLIMATICI A.1 Temperature esterne invernali di progetto UNI 5364 Torino -8 Reggio Emilia -5 Alessandria -8 Ancona -2 Asti -8 Ascoli Piceno -2 Cuneo -10 Macerata -2 Alta valle cuneese

Dettagli

Lo spessore medio-intimale come marker di rischio cardiovascolare. Qual è il suo significato clinico e come si misura

Lo spessore medio-intimale come marker di rischio cardiovascolare. Qual è il suo significato clinico e come si misura Lo spessore medio-intimale come marker di rischio cardiovascolare. Qual è il suo significato clinico e come si misura Michele Liscio Riassunto L ecocolordoppler dei vasi sovraortici (TSA) rappresenta un

Dettagli

ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA

ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA IL COLESTEROLO BENVENUTI NEL PROGRAMMA DI RIDUZIONE DEL COLESTEROLO The Low Down Cholesterol DELL American Heart Association ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA www.unicz.it/cardio

Dettagli

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Qualifica Professionale MARZIALI GIUSEPPE Medico Chirurgo, Specialista in Malattie dell Apparato Cardiovascolare,

Dettagli

Giovedì 26 febbraio 2015 CONGRESSO NAZIONALE STAT

Giovedì 26 febbraio 2015 CONGRESSO NAZIONALE STAT Giovedì 26 febbraio 2015 CONGRESSO NAZIONALE STAT 9.00-11.00 I SESSIONE L essenziale di... in Anestesia Presidente: A. De Monte Udine Moderatori: F.E. Agrò Roma, Y. Leykin Pordenone 9.00 La gestione delle

Dettagli

giac Volume 13 Numero 2 Giugno 2010

giac Volume 13 Numero 2 Giugno 2010 Linee guida AIAC 2010 per la gestione e il trattamento della FIBRILLAZIONE ATRIALE Antonio Raviele (Chairman) 1 Marcello Disertori (Chairman) 2 Paolo Alboni 3 Emanuele Bertaglia 4 Gianluca Botto 5 Michele

Dettagli

TEA vs STENT : il parere del neurochirurgo Pasquale Caiazzo

TEA vs STENT : il parere del neurochirurgo Pasquale Caiazzo TEA vs STENT : il parere del neurochirurgo Pasquale Caiazzo U.O. di Neurochirurgia Ospedale S. Maria di Loreto Nuovo ASL Napoli 1 Direttore: dr. M. de Bellis XLIX Congresso Nazionale SNO Palermo 13 16

Dettagli

LA CORONAROGRAFIA DOPO TROMBOLISI. FACCIAMO IL PUNTO DOPO GLI STUDI ASSENT E TRANSFER AMI

LA CORONAROGRAFIA DOPO TROMBOLISI. FACCIAMO IL PUNTO DOPO GLI STUDI ASSENT E TRANSFER AMI Rel. 01/2009 13-02-2009 13:30 Pagina 1 LA CORONAROGRAFIA DOPO TROMBOLISI. FACCIAMO IL PUNTO DOPO GLI STUDI ASSENT E TRANSFER AMI F. Orso, B. Del Taglia *, A.P. Maggioni* Dipartimento di Area Critica Medico

Dettagli

GRUPPO DI LAVORO VALUTAZIONE CARDIOVASCOLARE

GRUPPO DI LAVORO VALUTAZIONE CARDIOVASCOLARE 2013 GRUPPO DI LAVORO VALUTAZIONE CARDIOVASCOLARE IDENTIFICAZIONE DI PAZIENTI AD ALTO RISCHIO DI CARDIOTOSSICITA RADIOINDOTTA (RIHD) A cura di: Monica Anselmino (coordinatrice) Alessandro Bonzano Mario

Dettagli

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Lega Friulana per il Cuore CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Materiale predisposto dal dott. Diego Vanuzzo, Centro di Prevenzione Cardiovascolare, Udine a nome del Comitato Tecnico-Scientifico

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. GARBELLINI MARIA Data di nascita 31/03/1969. Staff - STRUTTURA COMPLESSA DI CARDIOLOGIA

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. GARBELLINI MARIA Data di nascita 31/03/1969. Staff - STRUTTURA COMPLESSA DI CARDIOLOGIA INFORMAZIONI PERSONALI Nome GARBELLINI MARIA Data di nascita 31/03/1969 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia AZIENDA OSPEDALIERA VALTELLINA E VALCHIAVENNA

Dettagli

Insufficienza mitralica

Insufficienza mitralica Insufficienza mitralica Cause di insufficienza mitralica Acute Trauma Disfunzione o rottura di muscolo papillare Malfunzionamento della protesi valvolare Endocardite infettiva Febbre reumatica acuta Degenerazione

Dettagli

Un pacemaker per ogni cuore

Un pacemaker per ogni cuore ABC dell ECG: Elettrocardiografia pratica Verona 13 maggio 2006 Un pacemaker per ogni cuore Eraldo Occhetta NOVARA Ogni cuore ha il suo pacemaker Nodo A-V Branche sx e dx Sistema di conduzione ed ECG di

Dettagli

DIFETTO INTERVENTRICOLARE

DIFETTO INTERVENTRICOLARE DIFETTO INTERVENTRICOLARE Divisione di Cardiologia Pediatrica Cattedra di Cardiologia Seconda Università di Napoli A.O. Monaldi Epidemiologia 20% di tutte le CC Perimembranoso: 80% Muscolare: 5-20% Inlet:

Dettagli

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna Principali attività e medico presso la Medicina e Chirurgia di Accettazione ed Urgenza (MCAU) del Pronto Soccorso Generale P.O. Garibaldi Centro. Attività svolta presso gli ambulatori di Medicina del Pronto

Dettagli

Cardioaritmologia nel Lazio

Cardioaritmologia nel Lazio Cardioaritmologia nel Lazio Regione Lazio Roma, 27-28 marzo 2015 Ergife Palace Hotel PROGRAMMA AVANZATO Con il Patrocinio di ANCE Cardiologia Italiana del Territorio Sezione Regionale Lazio Coordinatori:

Dettagli

I DIA si classificano in base alla sede che occupa il difetto formativo nel setto interatriale:

I DIA si classificano in base alla sede che occupa il difetto formativo nel setto interatriale: DIFETTI SETTALI Classificazione dei difetti settali: I DIA si classificano in base alla sede che occupa il difetto formativo nel setto interatriale: DIA tipo Ostium Secundum, il più comune, con deficit

Dettagli

INFORMAZIONI PER IL PAZIENTE CHE DEVE SOTTOPORSI A: SCINTIGRAFIA MIOCARDICA DA SFORZO O

INFORMAZIONI PER IL PAZIENTE CHE DEVE SOTTOPORSI A: SCINTIGRAFIA MIOCARDICA DA SFORZO O INFORMAZIONI PER IL PAZIENTE CHE DEVE SOTTOPORSI A: SCINTIGRAFIA MIOCARDICA DA SFORZO O CON STRESS FARMACOLOGICO Per la diagnosi e il trattamento delle seguenti patologie è indicato effettuare una scintigrafia

Dettagli

Le cardiopatie congenite La sindrome di Eisenmenger Cardiopatie congenite non cianotiche

Le cardiopatie congenite La sindrome di Eisenmenger Cardiopatie congenite non cianotiche Le cardiopatie congenite La sindrome di Eisenmenger Cardiopatie congenite non cianotiche difetti del setto interatriale difetti del setto interventricolare pervietà del dotto arterioso stenosi aortica

Dettagli

c è un Italia che pedala. in 20 città performance di ciclabilità di livello europeo

c è un Italia che pedala. in 20 città performance di ciclabilità di livello europeo Roma, aprile 2015 c è un Italia che pedala. in 20 città performance di ciclabilità di livello europeo Bolzano, Pesaro, Ferrara e Treviso capitali della bici, almeno un quarto degli abitanti in bici tutti

Dettagli

Informazioni dal Servizio Farmaceutico Territoriale

Informazioni dal Servizio Farmaceutico Territoriale Informazioni dal Servizio Farmaceutico Territoriale Periodico di informazione per Medici & Farmacisti Anno XIII, N 2 Aprile 2013 A cura del DIP IP.. INTERAZIENDALEI ASSISTENZA FARMACEUTICA Via Berchet,

Dettagli

DA PORTO A., NANINO E., DEL TORRE M., SECHI L.A., CAVARAPE A. CLINICA MEDICA - Azienda Ospedaliero-Universitaria S.Maria Misericordia di Udine

DA PORTO A., NANINO E., DEL TORRE M., SECHI L.A., CAVARAPE A. CLINICA MEDICA - Azienda Ospedaliero-Universitaria S.Maria Misericordia di Udine DA PORTO A., NANINO E., DEL TORRE M., SECHI L.A., CAVARAPE A. CLINICA MEDICA - Azienda Ospedaliero-Universitaria S.Maria Misericordia di Udine VITAMINA D: SINTESI, METABOLISMO E CARENZA Il 40-50% della

Dettagli

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Abruzzo Azienda per il diritto agli studi universitari (Adsu) Viale dell Unità d Italia, 32 66013 Chieti scalo Tel. +39

Dettagli

OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO 18/01/2014 Rapporto morti bianche triennio 2011/12/13

OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO 18/01/2014 Rapporto morti bianche triennio 2011/12/13 OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO 18/01/2014 Rapporto morti bianche triennio 2011/12/13 ANALISI COMPARATIVA DATI 2011-2012-2013 ANALISI DATI AGGREGATI 2011-2012- 2013 ANDAMENTO INFORTUNI NEL QUADRIENNIO

Dettagli

Questa pubblicazione ha lo scopo di fornire alle persone che hanno avuto un

Questa pubblicazione ha lo scopo di fornire alle persone che hanno avuto un ??? Questa pubblicazione ha lo scopo di fornire alle persone che hanno avuto un infarto alcune informazioni utili a condurre la vita di ogni giorno con serenità e consapevolezza. Viene consegnata al momento

Dettagli

Lo scompenso cardiaco nel Veneto

Lo scompenso cardiaco nel Veneto Lo scompenso cardiaco nel Veneto A cura del Coordinamento del SER Febbraio 2010 Questo rapporto è stato redatto dal Coordinamento del Sistema Epidemiologico Regionale Hanno contribuito alla sua stesura

Dettagli

Elenco soggetti abilitati da Poste Italiane al servizio di pagamento dei bollettini:

Elenco soggetti abilitati da Poste Italiane al servizio di pagamento dei bollettini: Elenco soggetti abilitati da Poste Italiane al servizio di pagamento dei bollettini: Tabaccai Convenzionati con Banca ITB; Bennet S.p.A; Esselunga S.p.A; Carrefour; Conad Adriatico Soc. Coop; Tigros S.p.A;

Dettagli

GLI ALUNNI STRANIERI NEL SISTEMA SCOLASTICO ITALIANO A.S. 2013/2014. (Ottobre 2014)

GLI ALUNNI STRANIERI NEL SISTEMA SCOLASTICO ITALIANO A.S. 2013/2014. (Ottobre 2014) GLI ALUNNI STRANIERI NEL SISTEMA SCOLASTICO ITALIANO A.S. 2013/2014 (Ottobre 2014) I dati presenti in questa pubblicazione fanno riferimento agli studenti con cittadinanza non italiana dell anno scolastico

Dettagli

XIV Riunione AIRTUM Sabaudia 21-23 Aprile 2010

XIV Riunione AIRTUM Sabaudia 21-23 Aprile 2010 CORRELAZIONE TRA PATOLOGIA CARDIOVASCOLARE E TRATTAMENTO RADIANTE POSTOPERATORIO DOPO CHIRURGIA CONSERVATIVA NELLE NEOPLASIE MAMMARIE IN STADIO INIZIALE ANTONELLA FONTANA U. O. C. di Radioterapia Ospedale

Dettagli

Consensus Conference Il percorso assistenziale del paziente con scompenso cardiaco

Consensus Conference Il percorso assistenziale del paziente con scompenso cardiaco Consensus Conference Il percorso assistenziale del paziente con scompenso cardiaco (G Ital Cardiol 2006; 7 (6): 387-432) 2006 CEPI Srl Per la corrispondenza: Dr. Andrea Di Lenarda S.C. di Cardiologia Università

Dettagli

BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: Il Fallimento e le altre procedure concorsuali : Rivista di dottrina e giurisprudenza

BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: Il Fallimento e le altre procedure concorsuali : Rivista di dottrina e giurisprudenza BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: Il Fallimento e le altre procedure concorsuali : Rivista di dottrina e giurisprudenza AN001 Centro di Ateneo di Documentazione - Polo Villarey - Facoltà

Dettagli

PROTOCOLLO DI STUDIO MEDIANTE TEST ALLA FLECAINIDE NELLA SINDROME DI BRUGADA

PROTOCOLLO DI STUDIO MEDIANTE TEST ALLA FLECAINIDE NELLA SINDROME DI BRUGADA PROTOCOLLO DI STUDIO MEDIANTE TEST ALLA FLECAINIDE NELLA SINDROME DI BRUGADA 2 La SINDROME DI BRUGADA è una malattia generalmente ereditaria, a trasmissione autosomica dominante, che coinvolge esclusivamente

Dettagli

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Perugia, 17 febbraio 2013 Ai Soci CIPUR Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Cari colleghi, la progressiva implementazione

Dettagli

REaD REtina and Diabetes

REaD REtina and Diabetes Progetto ECM di formazione scientifico-pratico sulla retinopatia diabetica REaD REtina and Diabetes S.p.A. Via G. Spadolini 7 Iscrizione al Registro delle 20141 Milano - Italia Imprese di Milano n. 2000629

Dettagli

SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE

SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE Studio prospettico, non interventistico, di coorte, sul rischio di tromboembolismo venoso (TEV) in pazienti sottoposti a un nuovo trattamento chemioterapico per

Dettagli

ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ. Prevalenza e incidenza delle complicanze del diabete: studio DAI

ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ. Prevalenza e incidenza delle complicanze del diabete: studio DAI ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ Prevalenza e incidenza delle complicanze del diabete: studio DAI Flavia Lombardo (a), Stefania Spila Alegiani (a), Marina Maggini (a), Roberto Raschetti (a), Angelo Avogaro

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

Ferroviario e dell Alta Velocità. Milano, 15 marzo 2014

Ferroviario e dell Alta Velocità. Milano, 15 marzo 2014 Lo sviluppo del Trasporto Ferroviario e dell Alta Velocità in Italia Milano, 15 marzo 2014 Lo sviluppo della mobilità in treno: i grandi corridoi europei La rete TEN (Trans European Network) gioca un ruolo

Dettagli

LEGISLAZIONE DEI LIVELLI ASSISTENZIALI DEI PUNTI NASCITA E RIORGANIZZAZIONE SANITARIA IN PIEMONTE. Tortona 6 ottobre 2012 dott. A.

LEGISLAZIONE DEI LIVELLI ASSISTENZIALI DEI PUNTI NASCITA E RIORGANIZZAZIONE SANITARIA IN PIEMONTE. Tortona 6 ottobre 2012 dott. A. LEGISLAZIONE DEI LIVELLI ASSISTENZIALI DEI PUNTI NASCITA E RIORGANIZZAZIONE SANITARIA IN PIEMONTE Tortona 6 ottobre 2012 dott. A. Marra PROGETTO OBIETTIVO MATERNO INFANTILE ( POMI) DM 24 APRILE 2000 TRE

Dettagli

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO L USO DEI NOMI A DOMINIO di Maurizio Martinelli Responsabile dell Unità sistemi del Registro del cctld.it e Michela Serrecchia assegnista di ricerca

Dettagli

Regioni, province e grandi comuni

Regioni, province e grandi comuni SISTEMA STATISTICO NAZIONALE ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA 2 0 0 4 Settore Popolazione Tavole di mortalità della popolazione italiana Regioni, province e grandi comuni Anno 2000 Informazioni n. 28-2004

Dettagli

Autotrasportionline - visite - parole chiave ricerca - 2009-2011

Autotrasportionline - visite - parole chiave ricerca - 2009-2011 www.autotrasportionline.com Autotrasportionline - visite - parole chiave ricerca - 2009-2011 01/set/2009-30/set/2011 Rispetto a: Sito Visualizzazioni di pagina uniche 30.000 30.000 15.000 15.000 0 0 1

Dettagli

D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE

D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE Pag. 51 D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE Responsabile: Prof. Lucio SANTORO Sedi: Edifici 17 16-11G - 20 Direzione 4645 Segreteria 2788 Fax 2657 Portineria 2355 U.O.C.

Dettagli

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3 Curriculum Vitae Informazioni personali Cognome Nome DI LECCE GIOVANNI Indirizzo Via Lancisi, 137 61121 PESARO (PU) - ITALIA - Telefono Casa: 0721201445 cell. 3396173661 E-mail giangidile@libero.it Cittadinanza

Dettagli

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 Il processo infermieristico espresso con un linguaggio comune: sviluppo delle competenze professionali attraverso la capacità di formulare diagnosi infermieristiche

Dettagli

PROGETTO Ambulatorio Ma.Re.A. (Malattia Renale Avanzata) Elaborato da: Delalio Alessia Guzza Lucia Resinelli Vilma Sandrini Massimo

PROGETTO Ambulatorio Ma.Re.A. (Malattia Renale Avanzata) Elaborato da: Delalio Alessia Guzza Lucia Resinelli Vilma Sandrini Massimo PROGETTO Ambulatorio Ma.Re.A. (Malattia Renale Avanzata) Elaborato da: Delalio Alessia Guzza Lucia Resinelli Vilma Sandrini Massimo Malattia Renale Cronica Stadiazione Stadio Descrizione VFG (ml/min/1.73

Dettagli

UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION

UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION The Italian Think Tank UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION Vision propone un nuovo modello di ranking multi-dimensionale che mette a confronto le università italiane sulla base di cinque parametri

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno

La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno Metodo epidemiologici per la clinica _efficacia / 1 La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno La buona ricerca clinica Non è etico ciò che non è rilevante scientificamente Non è

Dettagli

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Fabrizio Muscas Firenze, 1 Luglio 2011 ANCoM chi rappresenta? 8 Consorzi regionali 98 Cooperative di MMG 5000 Medici di Medicina Generale (MMG)

Dettagli

2. Le scuole con elevate percentuali di studenti stranieri

2. Le scuole con elevate percentuali di studenti stranieri 2. Le scuole con elevate percentuali di studenti stranieri 2.1 La concentrazione degli alunni con cittadinanza non italiana in specifiche scuole e nei differenti ordini e gradi scolastici Dall analisi

Dettagli

CARDIOPATIA CRONICA. edizione 1 DELLA ISCHEMICA. STABILE 10 cose da fare 10 cose da non fare. corso di aggiornamento GESTIONE

CARDIOPATIA CRONICA. edizione 1 DELLA ISCHEMICA. STABILE 10 cose da fare 10 cose da non fare. corso di aggiornamento GESTIONE corso di aggiornamento GESTIONE DELLA CARDIOPATIA ISCHEMICA CRONICA STABILE 10 cose da fare 10 cose da non fare Direttore scientifico: 18 aprile 2015 Sala Rosangelo Mazzarino (CL) edizione 1 PROGRAMMA

Dettagli

ANESTESIA NEUROASSIALE, ANTICOAGULANTI ED ANTIAGGREGANTI

ANESTESIA NEUROASSIALE, ANTICOAGULANTI ED ANTIAGGREGANTI Unità Operativa di Anestesia e Rianimazione Direttore Dr. Agostino Dossena Crema, lì 06/03/2013 ANESTESIA NEUROASSIALE, ANTICOAGULANTI ED ANTIAGGREGANTI Il presente documento contiene le indicazioni principali

Dettagli

Farmaci anticoagulanti. Dott. Antonello Di Paolo Divisione di Farmacologia e Chemioterapia Dipartimento di Medicina Interna

Farmaci anticoagulanti. Dott. Antonello Di Paolo Divisione di Farmacologia e Chemioterapia Dipartimento di Medicina Interna Farmaci anticoagulanti Dott. Antonello Di Paolo Divisione di Farmacologia e Chemioterapia Dipartimento di Medicina Interna Emostasi Emostasi Adesione e attivazione delle piastrine Formazione della fibrina

Dettagli

I Convegno di Neuroautoimmunità. Prato, Polo Universitario. 20-21 Febbraio 2015

I Convegno di Neuroautoimmunità. Prato, Polo Universitario. 20-21 Febbraio 2015 I Convegno di Neuroautoimmunità Prato, Polo Universitario 20-21 Febbraio 2015 PATROCINI RICHIESTI Patrocini richiesti Carissimi, Lettera dei Presidenti è con grande piacere che Vi invitiamo il 21 e 22

Dettagli

CIOFFI SQUITIERI FRANCESCO. AZIENDA OSPEDALIERA S CARLO POTENZA Dirigente - U.O.C di Anestesia e Rianimazione

CIOFFI SQUITIERI FRANCESCO. AZIENDA OSPEDALIERA S CARLO POTENZA Dirigente - U.O.C di Anestesia e Rianimazione INFORMAZIONI PERSONALI Nome Data di nascita 27/07/1957 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio CIOFFI SQUITIERI FRANCESCO II Fascia AZIENDA OSPEDALIERA S CARLO POTENZA

Dettagli

I servizi per gli studenti: le opinioni dei laureati su università, città e diritto allo studio 1

I servizi per gli studenti: le opinioni dei laureati su università, città e diritto allo studio 1 I servizi per gli studenti: le opinioni dei laureati su università, città e diritto allo studio 1 di Andrea Cammelli, Serena Cesetti e Davide Cristofori 1. Aspetti introduttivi Dal 1998 AlmaLaurea, attraverso

Dettagli

Dispensa Corso di Elettrocardiografia di Base

Dispensa Corso di Elettrocardiografia di Base Dispensa Corso di Elettrocardiografia di Base A cura del dottor Umberto Gnudi 1 Generalità Elettricità cardiaca La contrazione di ogni muscolo si accompagna a modificazioni elettriche chiamate "depolarizzazioni"

Dettagli

ORGANIZZAZIONE SANITARIA E CERTIFICAZIONI MEDICHE D'IDONEITÀ P E R IL CONSEGUIMENTO DELLE LICENZE E DEGLI ATTESTATI AERONAUTICI

ORGANIZZAZIONE SANITARIA E CERTIFICAZIONI MEDICHE D'IDONEITÀ P E R IL CONSEGUIMENTO DELLE LICENZE E DEGLI ATTESTATI AERONAUTICI ORGANIZZAZIONE SANITARIA E CERTIFICAZIONI MEDICHE D'IDONEITÀ P E R IL CONSEGUIMENTO DELLE LICENZE E DEGLI ATTESTATI AERONAUTICI Edizione n. 2 del 24 febbraio 2014 Edizione 2 Pagina 26 di 43 SEZIONE V CERTIFICAZIONI

Dettagli

INSUFFICIENZA RESPIRATORIA

INSUFFICIENZA RESPIRATORIA INCAPACITA VENTILATORIA (flussi e/o volumi alterati alle PFR) INSUFFICIENZA RESPIRATORIA (compromissione dello scambio gassoso e/o della ventilazione alveolare) Lung failure (ipoossiemia) Pump failure

Dettagli

Il Doppler tissutale pulsato illustrato ad uno specializzando in cardiologia

Il Doppler tissutale pulsato illustrato ad uno specializzando in cardiologia Il Doppler tissutale pulsato illustrato ad uno specializzando in cardiologia Maurizio Galderisi, Stefano Nistri, Gerardo Ansalone, Frank Lloyd Dini, Giovanni Di Salvo, Sabina Gallina, Donato Mele, Roberta

Dettagli

Capitolo 11 Gli anni di vita persi per morte prematura

Capitolo 11 Gli anni di vita persi per morte prematura Capitolo 11 Gli anni di vita persi per morte prematura Introduzione Gli indicatori calcolati sugli anni di vita persi per morte prematura (PYLLs) combinano insieme le informazioni relative alla numerosità

Dettagli

Rapporto statistico sulla falsificazione dell euro

Rapporto statistico sulla falsificazione dell euro Rapporto statistico sulla falsificazione dell euro 2013 MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE Ministero dell Economia e delle Finanze Dipartimento del Tesoro Direzione V, Ufficio VI (UCAMP) Ufficio Centrale

Dettagli

11 Congresso Regionale. 2 Congresso Nazionale SIMG LOMBARDIA SIMG AREA PNEUMOLOGICA. Società Italiana di Medicina Generale

11 Congresso Regionale. 2 Congresso Nazionale SIMG LOMBARDIA SIMG AREA PNEUMOLOGICA. Società Italiana di Medicina Generale MONZA BRIANZA, 6-7 Maggio 2011 Devero Hotel Società Italiana di Medicina Generale 1 11 Congresso Regionale PRESIDENTI DEL CONGRESSO Claudio Cricelli e Aurelio Sessa PRESIDENTE ONORARIO Ovidio Brignoli

Dettagli

Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5

Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5 Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5 L'unico test che fornisce una valutazione accurata dell aggressività del cancro alla prostata Un prodotto di medicina prognostica per il cancro della prostata.

Dettagli

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Introduzione... 3 Università Politecnica delle Marche (Ancona)... 4 Università degli Studi di

Dettagli

Individuazione delle aree a maggior rischio di incidenti stradali

Individuazione delle aree a maggior rischio di incidenti stradali Convegno PREVENZIONE E SALUTE UN BINOMIO INSCINDIBILE SANIT Roma, 25 giugno 2009 Individuazione delle aree a maggior rischio di incidenti stradali I Ciaramella SISP - ASL RM B In collaborazione con D D

Dettagli

ANEURISMA AORTA TORACICA ASCENDENTE

ANEURISMA AORTA TORACICA ASCENDENTE ANEURISMA AORTA TORACICA ASCENDENTE Definizione Dilatazione segmentaria o diffusa dell aorta toracica ascendente, avente un diametro eccedente di almeno il 50% rispetto a quello normale. Cause L esatta

Dettagli

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza Commissione Nazionale dei Corsi di Laurea in Infermieristica La valutazione dei risultati dell apprendimento e qualità formativa dei Corsi di laurea in Infermieristica Milano, 10 giugno 2011 Realtà e problematiche

Dettagli

POP ECONOMY Ovvero da dove allegramente vien la crisi e dove va

POP ECONOMY Ovvero da dove allegramente vien la crisi e dove va POP ECONOMY Ovvero da dove allegramente vien la crisi e dove va di Alberto Pagliarino e Nadia Lambiase Una produzione di Pop Economy Da dove allegramente vien la crisi e dove va Produzione Banca Popolare

Dettagli

Terapia con pompa da contropulsazione Per aiutare il tuo cuore

Terapia con pompa da contropulsazione Per aiutare il tuo cuore Terapia con pompa da contropulsazione Per aiutare il tuo cuore Terapia con pompa da contropulsazione Per aiutare il tuo cuore Per pazienti con determinate condizioni cardiache, l impiego di una pompa

Dettagli

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC)

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) OSPEDALE FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO Azienda Ospedaliera di rilievo nazionale M I L A N O S.C. RADIOLOGIA Direttore Dott. G. Oliva ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) ESAMI DA ESEGUIRE (VALIDITA'

Dettagli

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014 PRESIDIO BORRI VARESE ACCETTAZIONE RICOVERI 18,9 0 22,84 77,16 PRESIDIO BORRI VARESE AFFARI GENERALI E LEGALI 4,35 15,53 19,88 80,12 PRESIDIO BORRI VARESE AMBULANZE 15,78 1,77 20,03 79,97 PRESIDIO BORRI

Dettagli

AVVISO 2/14 1 Scadenza COMMERCIO TURISMO - SERVIZI PIANI FINANZIABILI, MA NON FINANZIATI PER MANCANZA DI RISORSE SETTORIALI/TERRITORIALI

AVVISO 2/14 1 Scadenza COMMERCIO TURISMO - SERVIZI PIANI FINANZIABILI, MA NON FINANZIATI PER MANCANZA DI RISORSE SETTORIALI/TERRITORIALI PIEMONTE - VALLE D'AOSTA LIGURIA UNIONE COMMERCIO E TURISMO PROVINCIA DI 1 PF1335_PR418_av214_1 SAVONA ASSOCIAZIONE COMMERCIANTI DELLA 2 PF1085_PR313_av214_1 PROVINCIA DI ALESSANDRIA ASCOM-BRA ASSOCIAZIONE

Dettagli

Indicazioni per la certificazione

Indicazioni per la certificazione Il nuovo modello per la certificazione delle cause di morte: peculiarità e indicazioni per una corretta certificazione Indicazioni per la certificazione Stefano Brocco Coordinamento del Sistema Epidemiologico

Dettagli

Congresso. Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma

Congresso. Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma Congresso Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma Nel corso degli ultimi anni lo studio degli aspetti nutrizionali, dei

Dettagli

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità Dott. Mag. Nicola Torina Coordinatore infermieristico Unità Terapia Intensiva di Rianimazione Metodologie operative

Dettagli

TEST INGEGNERIA 2014

TEST INGEGNERIA 2014 scienze www.cisiaonline.it TEST INGEGNERIA 2014 Ing. Giuseppe Forte Direttore Tecnico CISIA Roma, 1 ottobre 2014, Assemblea CopI DATI CISIA - MARZO, SETTEMBRE 2014 test erogati al 15 settmebre CARTACEI

Dettagli

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE CENTRO ASSISTENZA PRIMARIA PRESSO IL DISTRETTO DI CIVIDALE Dicembre 2014 1 Indice Premessa 1) La progettualità

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Pintus Francesco Data di nascita 01/11/1971. Numero telefonico dell ufficio. Fax dell ufficio 079217088

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Pintus Francesco Data di nascita 01/11/1971. Numero telefonico dell ufficio. Fax dell ufficio 079217088 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Pintus Francesco Data di nascita 01/11/1971 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Dirigente Medico AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI

Dettagli

Cos è un analisi genetica (test genetico)?

Cos è un analisi genetica (test genetico)? 12 Cos è un analisi genetica (test genetico)? Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra Luglio 2008 Questo lavoro è sponsorizzato dal Consorzio EU-FP6 EuroGentest,

Dettagli

Ereditarietà legata al cromosoma X

Ereditarietà legata al cromosoma X 16 Ereditarietà legata al cromosoma X Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra e dal Parco tecnologico di Londra IDEAS Genetic Knowledge Park in accordo alle

Dettagli

Deceduti Regione LOMBARDIA

Deceduti Regione LOMBARDIA Tumore della vescica Di maggior rilievo nei maschi (più di 3/4 dei casi), presenta variazioni geografiche di entità modestissima, minori di ogni altro tipo di carcinoma. Il 9-95% circa è costituito da

Dettagli

INSUFFICIENZA RESPIRATORIA ACUTA. Approccio razionale dal territorio al PS

INSUFFICIENZA RESPIRATORIA ACUTA. Approccio razionale dal territorio al PS INSUFFICIENZA RESPIRATORIA ACUTA Approccio razionale dal territorio al PS Dr. Giorgio Bonari 118 LIVORNO LA RESPIRAZIONE CO2 O2 LA RESPIRAZIONE 1) Pervietà delle vie aeree 2) Ventilazione 3) Scambio Alveolare

Dettagli

Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale)

Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale) Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale) 1. Definisco l obiettivo e la relazione epidemiologica che voglio studiare 2. Definisco la base dello studio in modo che vi sia massimo contrasto

Dettagli

Anno 2014. Anno 2014 Individuati nel sub obiettivo. Anno 2015. Individuati nel sub obiettivo. Anno 2014 Numero operatori della Struttura partecipanti

Anno 2014. Anno 2014 Individuati nel sub obiettivo. Anno 2015. Individuati nel sub obiettivo. Anno 2014 Numero operatori della Struttura partecipanti A.S.L. TO4 Piano della performance ed obiettivi - S.C. Affari Generali Direttore: Dott.ssa Carla CIAMPORCERO FOR Sviluppare le attività di formazione su appropriatez prescrittiva farmaci e prestazioni

Dettagli

Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Messaggero del segnale cellulare. Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico

Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Messaggero del segnale cellulare. Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Ruolo biologico: Messaggero del segnale cellulare Molecola regolatoria nel sistema cardiovascolare Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico Componente

Dettagli

L ospedale a misura di paziente: perché innovare, come innovare e, soprattutto, per arrivare dove?

L ospedale a misura di paziente: perché innovare, come innovare e, soprattutto, per arrivare dove? L ospedale a misura di paziente: perché innovare, come innovare e, soprattutto, per arrivare dove? Anna Prenestini SDA Bocconi Area Public Policy and Management 09 ottobre 2012 1 Un futuro da scrivere

Dettagli

Comparazione dello stress dei caregiver di pazienti affetti da Malattia di Alzheimer o Demenza Vascolare

Comparazione dello stress dei caregiver di pazienti affetti da Malattia di Alzheimer o Demenza Vascolare Comparazione dello stress dei caregiver di pazienti affetti da Malattia di Alzheimer o Demenza Vascolare Grazia D Onofrio 1, Daniele Sancarlo 1, Francesco Paris 1, Leandro Cascavilla 1, Giulia Paroni 1,

Dettagli

Il PatentDuctusArteriosuse il trattamento di legatura chirurgica come fattori di rischio di outcome sfavorevoli.

Il PatentDuctusArteriosuse il trattamento di legatura chirurgica come fattori di rischio di outcome sfavorevoli. Università degli Studi di Verona Il PatentDuctusArteriosuse il trattamento di legatura chirurgica come fattori di rischio di outcome sfavorevoli. M.Ventola, M.Magnani, L.Pecoraro, B.Ficial, E. Bonafiglia,

Dettagli

IMAGING BIO_MOLECOLARE con DaTSCAN

IMAGING BIO_MOLECOLARE con DaTSCAN IMAGING BIO_MOLECOLARE con DaTSCAN Stelvio Sestini, MD, PhD Unità di Medicina Nucleare - USL4 Prato Università degli Studi di Firenze Concetto 1. Le M. Neurodegenerative sono in aumento Concetto 2. Le

Dettagli

Torino, 03 Gennaio 1963 Cod. Fisc. DLPLRA63A43L219E

Torino, 03 Gennaio 1963 Cod. Fisc. DLPLRA63A43L219E Curriculum Vitae Informazioni personali Cognome Nome DELPIANO Laura Indirizzo Via Torino n. 112 int. 2 10036 SETTIMO TORINESE Telefono 011.898.26.34 Mobile: 333.10.60.176 Fax 011.898.26.34 E-mail laura.delpiano@cespi-centrostudi.it

Dettagli

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Il CAS (Centro Assistenza Servizi): Aspetti organizzativi e criticità Dott. Vittorio Fusco ASO Alessandria La Rete Oncologica: obiettivi Rispondere all incremento

Dettagli

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE La sottoscritta Dr.ssa Franca CRINÒ, nata a Casignana (RC) il 04/03/1959, residente in Via Zittoro 19/4, 89030 - Casignana (RC) Tel.: 0964.956090, cell.:

Dettagli

Misurazione e monitoraggio della complessità assistenziale Monitoraggio dei livelli ottimali di staffing Strumenti disponibili e tendenze

Misurazione e monitoraggio della complessità assistenziale Monitoraggio dei livelli ottimali di staffing Strumenti disponibili e tendenze Misurazione e monitoraggio della complessità assistenziale Monitoraggio dei livelli ottimali di staffing Strumenti disponibili e tendenze Filippo Festini Università di Firenze, Dipartimento di Pediatria,

Dettagli

Ministero, della Salute

Ministero, della Salute Ministero, della Salute DIPARTIMENTO DELLA QUALITÀ DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONE SANITARIA, DEI LIVELLI DI ASSISTENZA E DEI PRINCIPI ETICI DI SISTEMA UFFICIO III MORTE O GRAVE DANNO CONSEGUENTI

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome MONTU DOMENICO Data di nascita 26-03-1956 Amministrazione ASL CN1 Incarico attuale DIRETTORE SISP AMBITO FOSSANO-SALUZZO SAVIGLIANO Numero telefonico ufficio

Dettagli

Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Programma di CORSO. Con il patrocinio di

Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Programma di CORSO. Con il patrocinio di Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Con il patrocinio di Corso di formazione ECM con metodo Problem Based Learning LE MALFORMAZIONI VASCOLARI CONGENITE: IL SOSPETTO DIAGNOSTICO E LA COMUNICAZIONE

Dettagli

L analisi dei villi coriali

L analisi dei villi coriali 12 L analisi dei villi coriali Testo modificato dagli opuscoli prodotti dal Royal College of Obstetricians and Gynaecologists dell Ospedale Guy s and St Thomas di Londra. www.rcog.org.uk/index.asp?pageid=625

Dettagli

> MANGIARE E BERE IN ITALIA

> MANGIARE E BERE IN ITALIA Percorso 3 > MANGIARE E BERE IN ITALIA Guarda questi piatti della cucina italiana. Secondo te, di quali parti d Italia sono tipici? Ogni regione d Italia ha i suoi piatti tipici. Spesso quando pensiamo

Dettagli