Aggiornamento 22 Luglio 2009 L edizione completa ed aggiornata della Carta dei Servizi è a cura dell Ufficio Relazioni con il Pubblico

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Aggiornamento 22 Luglio 2009 L edizione completa ed aggiornata della Carta dei Servizi è a cura dell Ufficio Relazioni con il Pubblico"

Transcript

1 Carta dei Servizi Carissimo, tu sei ospite del San Raffaele, Tempio della medicina. Sii benedetto! Con l aiuto di Dio faremo tutto quello che ti occorre. Aiutaci a capirti per darti al più presto quanto è meglio per la tua salute. Aggiornamento 22 Luglio 2009 L edizione completa ed aggiornata della Carta dei Servizi è a cura dell Ufficio Relazioni con il Pubblico 1

2 Tutto nell Opera Monte Tabor è incentrato sull ammalato. E determinante la organizzazione unitaria delle discipline cliniche, scientifiche, umanistiche, delle tecnologie, dei metodi e dei modelli interpretativi Sac. Prof. Don Luigi Maria Verzé PRIMA SEZIONE 2

3 Presentazione Ospedale San Raffaele Principi fondamentali Carta dei diritti e delle garanzie Diritti e doveri del paziente Origini e storia Università Vita - Salute San Raffaele Il San Raffaele nel mondo Organizzazione generale della Fondazione Comitati, Commissioni ed Associazioni presenti in Ospedale Obiettivi di miglioramento V E R S I O N E P R O V V I S O R I A Aggiornamento L edizione completa ed aggiornata della Carta dei Servizi è a cura dell Ufficio Relazioni con il Pubblico 3

4 Carissimi desidero che il mio benvenuto giunga a quante più persone possibile. Non è solo il benvenuto di Don Luigi ma è il saluto di tutta la famiglia raffaeliana. Ho voluto che da queste pagine potessero parlarvi coloro che si impegnano nella cura e nella conoscenza di tutto l'uomo, inteso secondo le sue componenti bio-psico-spirituali. Da sempre, ho concepito l'ospedale come un complesso integrato, capace di muoversi nella ricerca a tutto campo, nell'assistenza, nella didattica, nelle scienze naturali, metafisiche e teologiche, perché l'uomo è al centro delle nostre attenzioni e la medicina, la ricerca e la didattica sono gli strumenti nelle nostre mani per aiutare l'uomo a guarire dalla malattia e dall ignoranza. L'Ospedale San Raffaele infatti è un Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico di diritto privato, parte della Fondazione Centro San Raffaele del Monte Tabor che in linea con le finalità istituzionali ha come missione propria la cura dell Uomo secondo il mandato evangelico "Andate, insegnate, guarite". La convenzione con l Università Vita-Salute San Raffaele, inoltre, è garanzia di un alto standard di cura e dell attenzione particolare rivolta alla crescita professionale del nostro personale sanitario. In queste pagine potrete trovare tutto quello che cercate riguardo alla salute dell'uomo: l'ala del San Raffaele - il cui nome deriva dall'ebraico Raf-el, che significa "medicina di Dio", "Dio guarisce - vola e vi accoglie con il suo nuovo concetto di medicina e di ricerca scientifica: il concetto umano. Un concetto innovativo che per noi è medicina, ricerca e insegnamento di qualità al più alto livello, perché la sua origine profonda è nell'urgente imperativo cristiano: "Sanare infirmos - Guarite gli ammalati". 4

5 Indice Mission e Politica Movimento Medicina Sacerdozio 5 Associazione Sigilli. 6 Principi fondamentali 7 Carta dei Diritti e delle Garanzie.. 9 Diritti e Garanzie per attività Ospedaliere.. 12 Diritti e Garanzie per attività Ambulatoriali Doveri del paziente 14 Origini e storia.. 15 Il San Raffaele oggi. 17 Università Vita-Salute San Raffaele 15 Editrice San Raffaele 23 Il San Raffaele nel mondo. 25 L Organizzazione Generale della Fondazione Centro San Raffaele del Monte Tabor 27 Area Sanitaria 29 Direzione Generale. 30 Direzioni di staff della Direzione Generale 30 Sovrintendenza Sanitaria 30 Direzione Sanitaria 30 Dipartimenti Clinici 31 Aree Trasversali. 36 Centri Specialistici, Servizi e Unità Operative di Diagnosi e Cura Ambulatori.. 40 Area Scientifica 41 Direzione dell Area Scientifica 42 Divisioni e Core di Ricerca 42 Funzioni di staff. 42 Linee di ricerca riconosciute da Ministero della Salute 43 Commissioni e Comitati presenti in Ospedale 44 Alcune Associazioni presenti in Ospedale. 47 Raggiungimento Obiettivi Obiettivi

6 Mission e Politica ANDATE INSEGNATE E GUARITE La Mission della Fondazione Centro S. Raffaele del Monte Tabor è sintetizzata nel comando evangelico Andate, insegnate guarite!. Tale missione si traduce nell orientamento dell attività di assistenza, ricerca e didattica ad un unico obiettivo: la centralità dell uomo nella sua triplice dimensione bio-psico-spirituale. Finalità della Fondazione è ricondurre il concetto e l esercizio della medicina e dell assistenza allo spirito e alla prassi del comando evangelico Guarite gli infermi (Matteo 10,8), ispirando e favorendo tutte le iniziative, ecclesiastiche e laiche, per un moderno rilancio del concetto cristiano di assistenza, in linea con la legislazione italiana in materia di sanità ed assistenza, al fine di svolgere una funzione di stimolo e contributo sperimentale alla innovazione e modernizzazione del sistema scientifico-didattico-assistenziale, per la tutela ed il rilancio del concetto cristiano di persona. (Statuto Fondazionale, art. 2) La configurazione organizzativa dell Opera costituisce uno strumento operativo per attuare questa mission in maniera efficace ed efficiente, in funzione del contesto ambientale di riferimento e del modello caratteristico che il San Raffaele persegue. Nel San Raffaele si trova l integrazione sinergica della componente Sanitaria (gli Ospedali e i Poliambulatori), della componente di Ricerca (Istituti e Laboratori dedicati), della componente Didattica (Università, Liceo), e della componente Amministrativa. L integrazione tra le aree Sanitaria e Scientifica è da tempo riconosciuta dalle istituzioni attraverso la qualifica di Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (I.R.C.C.S.). La focalizzazione sulla centralità dell uomo nella sua dimensione bio-psicospirituale è rimarcata dalla sinergia con l Ateneo Vita-Salute San Raffaele estesa alle facoltà di Medicina, Psicologia, Filosofia e Scienza della Comunicazione. MOVIMENTO MEDICINA - SACERDOZIO Con il Movimento Medicina-Sacerdozio, fondato da don Luigi M. Verzé, si promuove una presa di coscienza del fatto che la Medicina è scienza sacra perché sacro è l uomo immagine e similitudine di Dio. La Medicina, per il San Raffaele, è importante se è fondata sull idea di uomo e, quindi, se è realmente eccellente e per tutti, se guarisce in radice la malattia cioè se è scienza; se è competente, cioè se cura l uomo non soltanto nel suo corpo; se lo conosce perché lo ama nella sua unitarietà, nel suo profondo desiderio di essere. Il fine del Movimento è quello di garantire una Medicina più sicura e una elevata motivazione negli operatori che la esercitano. Del Movimento può far parte chiunque desideri condividere l idea Raffaelliana. Per informazioni: 6

7 ASSOCIAZIONE SIGILLI Cuore dell Associazione Monte Tabor è l Associazione Sigilli, creata e voluta dal Presidente e Fondatore don Luigi Maria Verzé e che accompagna fin dall inizio tutti gli sviluppi dell Opera, sia in Italia che all Estero. E formata da persone che dedicano tutta l intera vita per il compimento della missione dell Opera significata nel Sigillo Jesus Deus Patiens. L Associazione realizza il mandato statutario fondazionale in tutti gli aspetti ideali e operativi nell ambito della Mission più ampia: Andate, Insegnate, Guarite. L Associazione ha tra le sue finalità l assunzione del ruolo della continuità dello spirito informatore dell Opera e della garanzia di aderenza ai principi Fondazionali come espressi dagli Statuti. Per informazioni: 7

8 Principi fondamentali La Carta dei Servizi è uno strumento con cui l Ospedale San Raffaele intende instaurare un dialogo con i propri pazienti, promuovendone l informazione, la tutela e la partecipazione ed impegnandosi, secondo le direttive del D.P.C.M. 19/5/95, al rispetto e alla verifica degli standard di qualità adottati. L Ospedale San Raffaele eroga i propri servizi secondo i principi qui esposti; per alcuni di essi si fa riferimento a quanto descritto nel Manuale Della Qualità (MQ), nelle Istruzioni Operative Generali dell Ospedale (IOG) e negli Standard della Joint Commission (JCI). Sia il Manuale della Qualità, sia le Istruzioni Operative Generali dell Ospedale (IOG) e gli Standard della Joint Commission sono Documenti Interni. APPROPRIATEZZA DELLE CURE Le prestazioni sono erogate secondo i bisogni di salute della persona, rispettando: le indicazioni cliniche per le quali è stata dimostrata l efficacia, il momento più giusto di erogazione, le più opportune modalità di erogazione rispetto alle condizioni di salute e sociali della persona assistita. ASSENZA DI FINI DI LUCRO Le risorse finanziarie e i beni devono essere destinati al soddisfacimento degli interessi generali della comunità; il valore sociale delle iniziative si caratterizza come espressione di scelte autonome ma, nello stesso tempo, verificate sugli obiettivi del servizio pubblico, in armonia con i programmi definiti dal legislatore nazionale e regionale e dagli altri pubblici poteri. EGUAGLIANZA ED IMPARZIALITÀ Ogni paziente dell'ospedale ha il diritto di ricevere l'assistenza e le cure mediche più appropriate, senza discriminazione di età, sesso, razza, lingua, religione ed opinioni politiche. I comportamenti degli operatori verso gli utenti devono essere ispirati a criteri di obiettività, giustizia ed imparzialità. UMANIZZAZIONE L'Ospedale eroga servizi e prestazioni sanitarie garantendo una umanizzazione degli stessi. TRASPARENZA L Ospedale San Raffaele si impegna ad orientare la propria azione nel rispetto della trasparenza, in particolare nella gestione delle liste di attesa per le prestazioni ambulatoriali, nelle modalità di erogazione dei servizi, nell esplicitazione chiara degli 8

9 obiettivi, nella pubblicizzazione dei risultati ottenuti circa l efficacia e l efficienza dei servizi erogati. CONTINUITÀ L'Ospedale assicura la continuità e la regolarità delle cure. In caso di funzionamento irregolare o di interruzione del servizio adotta misure volte ad apportare agli utenti il minor disagio possibile. RISERVATEZZA I servizi e il trattamento dei dati relativi allo stato e ai fatti riguardanti la persona assistita (acquisizione, conservazione, trasmissione, distruzione) sono effettuati nel rispetto più assoluto della riservatezza. Le informazioni riguardanti la persona sono comunicate solamente al diretto interessato o al suo delegato. Il personale sanitario e il personale amministrativo improntano le proprie azioni nel rispetto del segreto professionale e della riservatezza delle informazioni di cui sono venuti a conoscenza. Presso le Unità Operative (U.O.), i Servizi e gli Ambulatori non devono essere esposti elenchi nominativi di pazienti (MQ 6.5). DIRITTO DI SCELTA L Ospedale offre servizi in regime di convenzione con il Servizio Sanitario Nazionale per una opportunità di scelta da parte del cittadino alle stesse condizioni delle strutture pubbliche; l Ospedale è inserito nel sistema generale della ricerca e dell assistenza sanitaria e, verificando la compatibilità per gli aspetti organizzativi, gestionali e normativi in genere, svolge una funzione di stimolo e contributo sperimentale alla innovazione e modernizzazione del sistema stesso. EFFICIENZA, EFFICACIA E QUALITÀ DEI SERVIZI Ogni operatore lavora per il raggiungimento dell'obiettivo primario che è la salute del paziente, in modo da produrre, con le proprie conoscenze tecnico-scientifiche più aggiornate, esiti validi per la salute dello stesso. Il raggiungimento di tale obiettivo non è separato dalla salvaguardia delle risorse che devono essere utilizzate nel miglior modo possibile, senza sprechi o costi inutili. PARTECIPAZIONE L'Ospedale deve garantire al paziente la partecipazione alla prestazione del servizio attraverso: una informazione corretta, chiara e completa; la possibilità di esprimere la propria valutazione della qualità delle prestazioni erogate e di inoltrare reclami o suggerimenti per il miglioramento del servizio; la collaborazione con associazioni di volontariato e di tutela dei diritti (MQ 6.5). 9

10 Carta dei Diritti e delle Garanzie INFORMAZIONE SANITARIA E CONSENSO INFORMATO I medici e gli operatori sanitari devono garantire un informazione chiara, semplice, essenziale, completa e comprensibile. La persona assistita ha il dovere di informare i medici e gli altri operatori sanitari su tutto ciò che possa risultare utile e necessario per una migliore prevenzione, diagnosi, terapia e assistenza. Il paziente ha diritto ad avere informazioni e indicazioni complete e comprensibili da parte del personale medico: sul proprio stato di salute sull eziologia, durata ed evoluzione della malattia (laddove sia possibile) sulla natura e sugli effetti dei mezzi diagnostici e terapeutici sulle alternative di cura (ove esistano) sulla partecipazione all elaborazione del piano diagnostico-terapeutico (MQ 6.5) sui riflessi della malattia e delle cure sullo stato e sulla qualità della propria vita su tutti i rimedi terapeutici ed assistenziali esistenti, atti ad evitare o sedare gli eventuali stati di sofferenza e di dolore. Ricevuta un adeguata informazione sanitaria, è diritto della persona assistita dare o negare il proprio consenso scritto per le analisi e le terapie che esulino dal piano terapeutico previsto per la patologia da cui è affetto (MQ 6.5 e IOG 083). Il medico, senza il consenso sottoscritto dalla persona assistita, non può intraprendere alcuna attività di diagnosi e cura, eccetto nei casi previsti dalla legge, cioè nelle situazioni di necessità ed urgenza e quando il paziente, al momento incapace di esprimere la propria volontà, si trovi in imminente pericolo di vita (MQ 6.5). Il paziente ha diritto: ad identificare immediatamente gli operatori che lo hanno in cura ad avere informazioni dal medico che lo ha preso in cura (MQ 6.5) ad avere chiarimenti e spiegazioni esaurienti sugli aspetti di natura assistenziale e, nei limiti delle specifiche competenze professionali, sui trattamenti sanitari prestati dal personale infermieristico e tecnico-sanitario (MQ 6.5) alla riservatezza sul suo stato di salute, comunicato ai familiari solo con il suo consenso o nei casi previsti dalla legge (MQ 6.5 e IOG 084) ad avere un informazione chiara e completa sulle sperimentazioni cliniche a partecipare liberamente ad eventuali protocolli di sperimentazione (solo se approvati dal Comitato Etico) e ad accedervi solo con la firma del consenso informato (MQ 6.5) al rifiuto ai servizi di rianimazione e alla rinuncia del mantenimento in vita con mezzi artificiali (MQ 6.5 e Standard JCI COP) 10

11 LA PROTEZIONE DEI SOGGETTI DEBOLI E DEL BAMBINO Il paziente ha diritto: ad avere un assistenza adeguata per soggetti non autosufficienti (MQ 6.5) a vedere riconosciuti i propri diritti (MQ 6.5) ad essere curato da personale sanitario appositamente formato (MQ 6.5 e Standard JCI COP) a non subire discriminazioni ad avere la presenza costante di un familiare e/o conoscente se in età pediatrica ad avere la presenza prolungata, ove possibile, di un familiare e/o conoscente se anziano socialmente debole (MQ 6.5; Legge n. 48/88, art. 16; Standard JCI COP 5.8 e PFR 1.6) a mantenere la vita di relazione (per il bambino degente) ad avere la possibilità di accedere ad attività ricreative (MQ 6.5) a continuare la scuola se si tratta di una lunga degenza (per il bambino degente). La Fondazione Centro San Raffaele del Monte Tabor ha aderito in data 21 luglio 2008 alla Carta dei Diritti dei Bambini e degli Adolescenti in Ospedale, redatta da Fondazione ABIO Italia e Società Italiana di Pediatria (SIP),allo scopo di sensibilizzare le istituzioni sulla necessità di passare dal curare le malattie al prendersi cura dei bambini malati, senza dimenticare il ruolo fondamentale delle famiglie. RISPETTO DELLA DIGNITÀ DELLA PERSONA La persona, ricoverata nell Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico San Raffaele, ha il diritto: a vedere rispettati dalla struttura sanitaria cui si è affidato, tutti i diritti che competono ad ogni essere umano: nessuno può approfittare della situazione di dipendenza, dovuta alla malattia, in cui si trova. Lo stato di malattia comporta infatti non la riduzione temporanea dei diritti in sé, ma la transitoria difficoltà del loro spontaneo esercizio ad essere considerata nella sua totalità unificata di corpo, psiche, spirito a vedere difesa ed onorata la sua libertà, responsabilità ed eticità ad avere un ospitalità e un trattamento alberghiero secondo livelli di qualità dignitosi ad essere sempre trattata con dignità, individuata con il proprio nome e cognome anziché con un numero o col nome della propria malattia, interpellata con il Lei e non con il tu al rispetto del proprio pudore fisico e spirituale ad avere le cure che tutti gli altri, a parità di condizioni di bisogno, possono ricevere senza differenze di sesso, di cultura, del proprio credo religioso e della propria etica (MQ 6.5). 11

12 LIBERA PROFESSIONE INTRAMURARIA L esercizio della libera professione intramuraria non deve contrastare con il diritto, riconosciuto a tutti i cittadini, di un uguale livello di assistenza. Il paziente, nel richiedere la prestazione, ha diritto a ricevere le seguenti informazioni: nomi dei medici che erogano le prestazioni costo della prestazione o della degenza e modalità di pagamento orari, modalità di prenotazione e di accettazione. DIRITTO AD UN TRATTAMENTO CORRETTO DEI DATI PERSONALI La persona interessata ha diritto che gli venga richiesta l autorizzazione alla divulgazione del ricovero e a ricevere il modulo per il consenso al trattamento dei dati sensibili (MQ 6.5 e IOG 084). RISPETTO DELLA SEMPLIFICAZIONE AMMINISTRATIVA Il paziente ha diritto a presentare autocertificazioni e dichiarazioni sostitutive, secondo la normativa vigente. DIRITTO ALLA TUTELA Il cittadino che ritenga di aver subito un disservizio ha diritto a presentare reclamo nelle modalità indicate dal Regolamento URP. 12

13 Diritti e Garanzie per attività Ospedaliere PRENOTAZIONE DEL RICOVERO Il paziente, al momento della prenotazione di un ricovero, ha il diritto di conoscere i criteri della gestione delle liste d attesa e di ricevere informazioni riguardanti: il tempo di attesa il reparto di assegnazione il luogo e le modalità di accettazione gli effetti personali da portare con sé. ACCOGLIENZA Al momento del ricovero il paziente deve informare sulla sua intenzione di non autorizzare la divulgazione del ricovero. All atto della valutazione iniziale deve essere rilevato il credo religioso per rispettare le abitudini del paziente (MQ 6.5). Ha diritto a ricevere: una brochure contenente le principali informazioni sul reparto un questionario per la valutazione della qualità del servizio un modulo per la presentazione di eventuali segnalazioni, solo su richiesta (MQ 6.5 e PSQ 005). Ha inoltre diritto ad avere informazioni: sulle regole di vita in reparto sulle modalità di attivazione dell assistenza spirituale sulle modalità con le quali sarà richiesto il consenso informato sugli orari di ricevimento dei medici sulle modalità con le quali è possibile reperire informazioni sul suo stato di salute. DIRITTI DURANTE IL RICOVERO La persona assistita ha diritto ad un informazione sanitaria come descritto nel paragrafo Informazione Sanitaria e Consenso Informato. Ha inoltre diritto: ad almeno un colloquio col medico all inizio del trattamento e uno prima della dimissione (MQ 6.5) a conoscere il nome del Dirigente Primariale a ricevere adeguate informazioni da parte del personale medico-infermieristico rispetto alle procedure diagnostiche e terapeutiche (MQ 6.5) a scegliere fra diversi menù, qualora non siano previste diete particolari legate allo stato di salute. Il menù proposto deve consentire una possibilità di scelta a coloro che, per motivi etici o religiosi, non mangiano alcune pietanze (musulmani, vegetariani, ecc.) (MQ 6.5) a interrompere in qualunque momento il ricovero, contro il parere dei sanitari, previa conoscenza dei rischi connessi e assunzione di responsabilità da parte del ricoverato stesso. L interruzione del ricovero deve essere documentata e firmata dalla persona interessata in cartella clinica alla presenza del medico. 13

14 DIRITTI AL MOMENTO DELLE DIMISSIONI La persona assistita, al momento delle dimissioni, ha diritto: ad avere una lettera di dimissioni a ricevere la documentazione e le informazioni su terapie ed eventuali controlli da effettuare dopo le dimissioni ad avere informazioni infermieristiche (laddove sia necessario) ad avere una copia della cartella clinica e del materiale iconografico, previa richiesta all ufficio competente (vedi Sezione II). (MQ 6.5 e IOG 013). DIRITTI SUL COMFORT E SUL RISPETTO DEI RITMI DI VITA La persona assistita ha diritto ad avere: la disponibilità di telefoni e televisori la disponibilità di spazi comuni la disponibilità di servizi adeguati per la cura della persona (barbiere, parrucchiere) la possibilità di acquistare giornali e riviste attraverso la loro distribuzione nell Unità Operativa la disponibilità di spazi per gli oggetti personali la possibilità di un riposo tranquillo, notturno e diurno l igiene della stanza e dei luoghi comuni. DIRITTO ALLA RISPETTO DELLA MORTE L Ospedale riconosce il diritto: ad una morte umana e dignitosa a trascorrere le ultime ore di vita con il conforto di familiari, parenti ed amici ad essere assistito da un ministro di culto, secondo il proprio credo religioso (MQ 6.5). Diritti e Garanzie per Attività Ambulatoriali PRENOTAZIONE ED ACCESSO Il paziente ha diritto ad avere un sistema di prenotazione per le attività ambulatoriali con una gestione delle liste di attesa trasparente e documentabile. Al momento della prenotazione saranno fornite le seguenti informazioni: data e ora dell appuntamento nome del medico (ove previsto) ubicazione dell ambulatorio eventuale preparazione per effettuare la prestazione obbligo da parte del cittadino che non intende usufruire della prestazione prenotata, di comunicare immediatamente la rinuncia e, comunque, non oltre i tre giorni precedenti l appuntamento costo della prestazione. 14

15 TEMPI DI ATTESA PER L EROGAZIONE DELLE PRESTAZIONI Il paziente ha il diritto al rispetto dei tempi di attesa per l erogazione delle prestazioni. La lista di attesa per ogni singola prestazione deve essere documentabile. Inoltre, l Ospedale San Raffaele si impegna a rispettare i tempi di attesa per l erogazione delle prestazioni secondo i criteri dettati dalla Regione Lombardia. Doveri del paziente NORME GENERALI Il paziente ha il dovere: di informare tempestivamente i sanitari sulla propria intenzione di rinunciare, secondo la propria volontà, a cure e prestazioni sanitarie programmate di informare i medici e gli altri operatori sanitari su tutto ciò che possa risultare utile e necessario per una migliore prevenzione, diagnosi, terapia e assistenza di informare sulla sua intenzione di non autorizzare la divulgazione del ricovero di comunicare immediatamente la rinuncia alla visita/prestazione strumentale prenotata e comunque non oltre tre giorni precedenti l appuntamento di rispettare gli ambienti, le attrezzature e gli arredi che si trovano all interno dell Ospedale di rispettare quelle norme che permettono il corretto svolgimento dell attività assistenziale-terapeutica di rispettare il divieto di fumo, di assunzione di bevande alcoliche e di utilizzo di telefoni cellulari (laddove segnalato) il paziente, quando accede in un Ospedale o in qualsiasi struttura sanitaria, esprime un rapporto di fiducia e di rispetto verso il personale sanitario, presupposto indispensabile per l impostazione di un corretto programma terapeutico assistenziale. NORME DURANTE LA DEGENZA Vedi Attività Assistenziali (Sezione III). 15

16 Origini e Storia 1950: il Cardinal Schuster, Arcivescovo di Milano, chiama da Verona don Luigi M. Verzé per assegnargli un grande compito: la realizzazione di un "un ospedale cristiano nel capoluogo lombardo. E don Verzé che narra: «Don Calabria era un prete di poche parole Và mi disse E il Signore che ti manda. A Milano nascerà una grande opera che farà parlare di sé l intera Europa. Detto ciò, mi consegnò diecimila lire affinché tu non possa dire che tuo padre ti ha mandato a Milano senza un soldo». Don Verzé incomincia la sua attività in campo assistenziale dedicandosi soprattutto alla formazione dei giovani. 1958: nasce l Associazione Centro di Assistenza Ospedaliera San Romanello, oggi Associazione Monte Tabor, con il preciso obiettivo di costruire un ospedale esemplare per la sua rivoluzionaria concezione operativa. 1964: si inaugura la Casa Sede Monte Tabor: luogo di formazione da cui origina l Associazione Sigilli, Cuore dell Associazione Monte Tabor, creata e voluta dal Presidente e Fondatore don Luigi Maria Verzé e che accompagna fin dall inizi tutti gli sviluppi dell Opera, sia in Italia che all Estero. L Associazione ha tra le sue finalità l assunzione del ruolo della continuità dello spirito informatore dell Opera e della garanzia di aderenza ai principi Fondazionali come espressi dagli Statuti. 1969: il 24 ottobre il sindaco di Milano e quello di Segrate pongono la prima pietra nel rustico del primo lotto dell'ospedale su un terreno al confine delle due città, nella zona Parco Lambro, terreno fino ad allora occupato da risaie. 1971: il 31 ottobre entra in ospedale il primo ammalato. 1972: l Ospedale San Raffaele è riconosciuto dal Ministero della Sanità Italiano Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (I.R.C.C.S.) 1973: il Presidente sac. prof. don Luigi M. Verzé e il Rettore dell Università degli Studi di Milano, prof. Giuseppe Schiavinato, siglano una convenzione di collaborazione didattico-scientifica sulla cui base, con una legge regionale del 24 settembre 1981, il San Raffaele diventa Polo Universitario delle Facoltà di Medicina e Chirurgia e Polo di Medicina e Scienze Umane. 1981: si inaugura il secondo lotto dell Ospedale. 1985: prende avvio la costruzione del Dipartimento di Medicina Riabilitativa (Di.Me.R.). 1986: si inaugura il terzo lotto dell Ospedale. 1987: l Ospedale San Raffaele acquisisce le ex Casa di Cura di Ville Turro (oggi San Raffaele Turro) e costituisce il Dipartimento di Scienze Neuropsichiche. Nello stesso anno viene inaugurato e si aprono le porte del Di.Me.R. 1991: apre il quarto lotto Di.Cor., dove vengono studiate le patologie cardiache: International Heart Center; viene, inoltre, inaugurata la sede delle Neuroscienze. A ottobre viene avviato a Ville Turro un centro per la ricerca e l assistenza ai malati di AIDS. Si inaugura il Di.Bi.T., il più grande centro privato di ricerca di base in Italia con mq di laboratori e oltre 350 ricercatori. 16

17 1992: viene creato il San Raffaele Biomedical Science Park dove si sviluppano ricerche nel campo della terapia genica, delle cellule staminali, della cura di malattie neurodegenerative e da immunodeficienza, della proteomica, della bioinformatica e della biologia molecolare. 1996: il 29 marzo, Don Verzé proclama l apertura dell Università Vita-Salute San Raffaele con la prima facoltà di Psicologia. 1998: l Università si amplia con la Facoltà di Medicina e Chirurgia. 1999: la Fondazione Centro San Raffaele del Monte Tabor ottiene l accreditamento istituzionale da parte della Regione Lombardia per le proprie strutture ospedaliere I.R.C.C.S. San Raffaele e San Raffaele Turro. 2001: nel novembre, il Ministero della Salute decreta il riconoscimento scientifico dell I.R.C.C.S. San Raffaele anche con la tematica di Medicina Molecolare, riconfermato nel : all offerta didattica si aggiunge la Facoltà di Filosofia. Una convenzione con il Comune di Cesano Maderno consente di tenere lezioni nel seicentesco Palazzo Arese Borromeo. 2003: viene inaugurata la Nuova Accettazione Centrale dell Ospedale e la Galleria delle Botteghe, primo esempio italiano di città commerciale a disposizione di pazienti, visitatori, dipendenti all interno di una struttura ospedaliera. 2004: alla presenza del Presidente del Consiglio dei Ministri, Silvio Berlusconi, vengono inaugurati i cantieri che permetteranno all Istituto Scientifico Universitario San Raffaele di raddoppiare la sua superficie, affiancando alle strutture esistenti nuovi spazi per la ricerca e la didattica (Di.Bi.T. 2) per la cura dei pazienti (Dipartimento Materno Infantile e Nuovo Pronto Soccorso) e per l accoglienza dei parenti (Accoglienza alberghiera). 2005: si inaugura il Centro Ippico San Raffaele e l asilo nido aziendale I Pulcini dell Oasi. Inizia la Facoltà di Scienze della Comunicazione. 2006: si inaugura il LaboRaf - Di.Bi.T.2 e l eliporto. 2007: si inaugura la Residenza Alberghiera San Raffaele e il Maneggio coperto presso il Centro Ippico San Raffaele. 2008: è stato inaugurato nel Di.Bi.T. 2 il CIBORIO, cuore di tutta l Opera San Raffaele; è entrata in esercizio la prima porzione del Parcheggio Multipiano per un totale di circa 1200 posti auto. 17

18 IL SAN RAFFAELE OGGI Alla Fondazione Centro San Raffaele del Monte Tabor afferiscono: a Milano, l Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (I.R.C.C.S. San Raffaele), la Casa di Cura San Raffaele Turro, la Fondazione Ombretta e il Poliambulatorio San Raffaele Cardinal Schuster, tutti accreditati dalla Regione Lombardia. Si aggiungono inoltre: il Poliambulatorio San Raffaele, di San Felice di Illasi Verona; la Fondazione San Raffaele Cittadella della Carità di Taranto; la Fondazione Istituto San Raffaele G. Giglio di Cefalù - in collaborazione con la Regione Sicilia - e la Fondazione Parco Biomedico di Roma. L I.R.C.C.S. San Raffaele è un ospedale qualificato di rilievo nazionale e di alta specializzazione per diverse importanti patologie, è riconosciuto quale Centro di Emergenza ad Alta Specialità (E.A.S.) e, inoltre, è Istituto Universitario. L elevata capacità operativa della struttura, l ubicazione in un area residenziale facilmente raggiungibile dal centro cittadino, in prossimità di grandi vie di comunicazione, e la disponibilità di un ampio spazio di circa mq, hanno consentito una rapida crescita dei servizi erogati dall Istituto. Esso costituisce una delle principali strutture sanitarie italiane accreditate dal Servizio Sanitario Nazionale con 1083 posti letto accreditati (di cui oltre 47 per l attività libero professionale intramuraria e 50 tra day surgery e day hospital) ed un volume di circa ricoveri/anno, accessi al Pronto Soccorso, interventi chirurgici, circa tra prestazioni ambulatoriali ed esami di laboratorio. (dati relativi all I.R.C.C.S. dell anno 2008). In qualità di Istituto Scientifico è sede di sperimentazioni cliniche sotto la tutela del Comitato Etico. La presenza di importanti strutture esclusivamente dedicate alla ricerca (Di.Bi.T. - Dipartimento di BioTecnologie) rafforzano la linea della ricerca scientifica sviluppando nuovi percorsi per la ricerca di base, premesse per future applicazioni cliniche innovative. Centro San Luigi Via Stamira d Ancona 20, Milano. Per informazioni o appuntamenti: Tel Specializzato nella diagnosi e cura per le infezioni da HIV, dispone di 35 posti letto, di cui 6 in Day Hospital, accreditati S.S.N.. E centro di ricerca per infezioni da HIV. Casa di Cura San Raffaele Turro Via Stamira D Ancona 20, Milano. Per appuntamenti: Tel selezionare tasti 2 o 3; per informazioni Tel selezionare tasto 4. Per appuntamenti psicologia e psichiatria: Tel E costituita da un complesso formato da sette palazzine denominate: A, C, D, E, F, G, X collegate tra loro tramite sotterranei, immerse in un parco rigoglioso ed accogliente e da una nuova Struttura ubicata in Via Dardanoni, 7. La Struttura è atta ad offrire risposte adeguate in ambito psichiatrico, attraverso una proposta innovativa e moderna sia in termini di diagnosi e cura che di ricerca e tecnologia all avanguardia. La Casa di Cura dispone complessivamente di circa 318 posti letto di cui 25 in Day Hospital (dato relativo all anno 2007) è sede di insegnamenti dell Università Vita-Salute San Raffaele. Le Unità Operative sono così distribuite: Palazzina G1: Psichiatria Generale, Riabilitazione Disturbi dell Umore, G -1s Day Hospital; Palazzina F2: Urologia; Palazzina A: Urologia e Solventi; Via Dardanoni: Riabilitazione Specialistica Disturbi del Comportamento Alimentare e d Ansia e Solventi; Riabilitazione Specialistica Neurologica dei Disturbi Cognitivi. 18

19 Poliambulatorio San Raffaele Cardinal Schuster Via N. Castellini, Milano. Per informazioni o appuntamenti: Tel Sorge in un moderno edificio situato nella zona nord ovest di Milano, è prossimo al Passante Ferroviario (fermata Lancetti) che collega la rete ferroviaria di Milano ed è facilmente raggiungibile dalle autostrade. Dal punto di vista gestionale fa capo integralmente alla Fondazione Centro San Raffaele del Monte Tabor. Legale rappresentante è il Sac. Prof. Don Luigi M. Verzé, Presidente della Fondazione Centro San Raffaele del Monte Tabor. Direttore Sanitario è il Dott. Gabriele Pellicciotta. Residenze Sanitarie Assistenziali La Fondazione San Raffaele sin dalla sua nascita offre assistenza agli anziani, autosufficienti e non, attraverso due Residenze Sanitarie Assistenziali gestite dall Associazione Monte Tabor: la RSA San Giuseppe di Milano e la RSA Don Emilio Meani di Cesano Maderno. Le residenze sono accreditate presso la Regione Lombardia e sono convenzionate con i comuni di Milano e Cesano Maderno. Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi alle rispettive segreterie: RSA San Giuseppe: via Delle Ande 11, Milano; Tel RSA Don Emilio Meani: via Cantù 1, Cesano Maderno; Tel Punti Raf Per informazioni o appuntamenti: Tel Via Santa Croce 10/a, Milano. Poliambulatorio per attività libero professionale, Medicina Occupazionale, Fisioterapia, Punto Prelievi (non accreditato SSN). Via Respighi 2, Milano. Poliambulatorio per attività libero professionale, Medicina Preventiva - Check Up, Chirurgia Refrattiva, Esami tricologici, Contattologia, Punto Prelievi (non accreditato SSN). Punti Prelievi Punto Prelievi Ospedale San Raffaele, Settore R 1 piano sotterraneo, Via Olgettina, Milano. Per informazioni Tel Punto Prelievi Laboraf Ospedale San Raffaele, Di.Bi.T. 2, -1 piano sotterraneo Via Olgettina Milano. Per informazioni Tel Punto Prelievi San Raffaele Turro, Via Stamira d Ancona, Milano. Per informazioni Tel Punto Prelievi Poliambulatorio San Raffaele Cardinal Schuster, via N. Castellini, Milano. Per informazioni Punto Prelievi Poliambulatorio San Raffaele San Donato; via Sanguinetti, 2 (da settembre via A. De Gasperi, 5). Per informazioni Punto Prelievi Cadorna, Galleria Commerciale Cadorna; Piazzale Cadorna Milano. Per informazioni: Tel

20 Punto Prelievi Spallanzani (da settembre), Via Spallanzani 15, Milano. Per informazioni: Tel Punto Prelievi Ponti, Via Ettore Ponti, Milano. Per informazioni: Tel Punto Prelievi Sabotino, Viale Sabotino, Milano. Per informazioni: Tel Punto Prelievi Savona, Via Savona, 3/ Milano. Per informazioni: Punto Prelievi Giambellino, Via Giambellino 4/a Milano. Per informazioni: Tel Punto Prelievi Inganni, Via Inganni, Milano. Per informazioni: Tel Punto Prelievi Cassolo, Via Cassolo, Milano. Per informazioni: Tel Attraverso l implementazione dei punti dislocati nelle varie sedi cittadine e sempre collegati in rete con il Polo centrale, del quale mantengono gli standard operativi e organizzativi; Laboraf persegue l obiettivo di rispondere alla domanda dell utenza attraverso una politica di valutazione dei bisogni sanitari ed un offerta sempre più ampia e diversificata di servizi e di modalità di accesso, nonché attraverso una particolare attenzione agli aspetti di umanizzazione dell assistenza. La didattica La didattica è rappresentata dal Ginnasio Liceo Classico e di Ricerca San Raffaele, situato in Via Fratelli Cervi, Residenza Sagittario, Segrate Milano 2 (Tel ; sito Internet: nella Sezione Didattica) e dall Università Vita-Salute S. Raffaele, situata in via Olgettina 58, Milano, con la quale l Ospedale è convenzionato (Segreteria Studenti: N verde: ; Fax: ; ; sito Internet: IL SAN RAFFALE: PROGETTI FUTURI Da sempre la Fondazione San Raffaele guarda al futuro. E stato recentemente completato un ampio Parcheggi Multipiano e sono in costruzione un Campus Universitario ed un secondo Dipartimento di Ricerca che sarà dedicato alla Medicina Molecolare e avrà lo scopo di applicare le più avanzate bio tecnologie alla ricerca clinica e di sviluppare nuove terapie per tumori, diabete, malattie cardiovascolari, le patologie neurologiche come la sclerosi multipla, AIDS. Prossimamente sarà ultimata la costruzione di un nuovo edificio a forma di diamante, di circa mq di superficie. Il fabbricato di 11 piani di cui 2 sotterranei e 9 fuori terra è destinato a collegare il corpo centrale dell Ospedale all edificio adiacente. Tale edificio ospiterà il nuovo Pronto Soccorso e il Dipartimento Materno Infantile. Alla sommità dell edificio di collegamento un eliporto permetterà il rapido trasferimento dei pazienti urgenti nelle aree di emergenza. 20

21 Università Vita-Salute San Raffaele L Ospedale San Raffaele è oggi Polo dell Università Vita-Salute San Raffaele in base ai Protocolli di Intesa stipulati tra la Regione Lombardia e l Università Vita-Salute San Raffaele. La mission dell insegnare è stata perseguita fin dagli inizi delle attività ospedaliere; già dal 1973 l Ospedale è primo Polo dell Università degli Studi di Milano caratterizzandosi quindi per una stretta integrazione della attività didattica, dell attività clinica e della ricerca nelle sue diverse espressioni (di base, filosofica, sociale, ecc.). Il 29 marzo 1996, don Luigi M. Verzé, Fondatore ed attuale Rettore, proclama l apertura dell Università Vita-Salute San Raffaele con la prima facoltà di Psicologia. In piena corrispondenza con la logica del Quid est homo, domanda che avvalora la missione dell Università, l Ateneo svolge una didattica attenta alla crescita umana oltre che culturale dei ragazzi e delle ragazze che si preparano alla professione futura. Nel progetto complessivo dell Ateneo è prevista l estensione del progetto formativo anche a studi di carattere giuridico, economico, sociale e teologico. Nel rispetto dell attuale impostazione abbiamo le seguenti Facoltà: Filosofia il cui Preside è il Prof. Michele Di Francesco; Medicina e Chirurgia il cui Preside è il Prof. Antonio Emilio Scala; Psicologia il cui Preside è il Prof. Stefano Francesco Cappa. I Corsi di Laurea triennale sono: Facoltà di Medicina e Chirurgia: Corso di Laurea in Biotecnologie Mediche e Farmaceutiche, Presidente del Consiglio del Corso, Prof. Maurizio Ferrari; Corso di Laurea in Infermieristica (abilitante alla professione sanitari di Infermiere), Presidente del Consiglio del Corso Prof. Francesco Montorsi, Coordinatore didattico di sezione del Corso Dott.ssa Adriana Dalponte; Corso di Laurea in Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista), Presidente del Consiglio del Corso Prof. Piero Zannini, Coordinatore didattico di sezione del Corso Dott. Roberto Gatti; Corso di Laurea in Igiene Dentale (abilitante alla professione sanitaria di Igienista dentale), Coordinatore didattico di sezione del Corso Prof. Felice Enrico Gherlone, Tutor Professionale del Corso Dott.ssa Elisabetta Maria Polizzi. Per informazioni vedi: Facoltà di Filosofia: Corso di Laurea in Filosofia. Per informazioni vedi: Facoltà di Psicologia: Corso di Laurea in Scienze e Tecniche Psicologiche Presidente del Consiglio del Corso Prof. Lucio Sarno; Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione Presidente del Consiglio del Corso Prof. Marino Livolsi. Per informazioni vedi: I Corsi di Laurea specialistica sono: Facoltà di Medicina e Chirurgia: Corso di Laurea specialistica in Biotecnologie Mediche Molecolari e Cellulari, Presidente del Consiglio del Corso: Prof. Maurizio Ferrari. Per informazioni vedi: Facoltà di Filosofia: Corso di Laurea specialistica in Filosofia della Mente, della Persona, della Città e della Storia. Per informazioni vedi: 21

22 Facoltà di Psicologia: Corso di Laurea specialistica in Psicologia Clinica Presidente del Consiglio del Corso Prof. Cesare Maffei. Per informazioni vedi: Interfacoltà (Psicologia Medicina e Chirurgia Filosofia): Corso di Laurea specialistica Interfacoltà in Neuroscienze Cognitive, Presidente del Consiglio del Corso Prof. Andrea Carlo Moro. Per informazioni vedi: I Corsi di Laurea magistrale sono: Facoltà di Medicina e Chirurgia: Corso di Laurea magistrale a ciclo unico in Medicina e Chirurgia, Presidente del Consiglio del Corso: Prof. Massimo Clementi. Per informazioni vedi: I Dirigenti Primariali delle Unità Operative dell Ospedale San Raffaele sono quasi tutti Professori in ruolo presso le diverse Facoltà dell Università. Per l elenco dei docenti vedi: Scuole di Specializzazione Le Scuole di Specializzazione sono corsi di studio che hanno l obiettivo di fornire allo studente conoscenze e abilità per le funzioni richieste nell esercizio di particolari attività professionali. Presso l Università Vita-Salute San Raffaele sono attivate 27 scuole di specializzazione di area medica, cui si accede con la laurea in Medicina e Chirurgia. * Le Scuole di Specializzazione in Microbiologia e Virologia è aperta anche a laureati non medici. Per informazioni sulle Scuole vedi: Dottorato di Ricerca I corsi per il conseguimento del dottorato di ricerca forniscono le competenze necessarie per esercitare, presso università, enti pubblici o soggetti privati, attività di ricerca di alta qualificazione. Per informazioni sui Corsi vedi: Master Master Universitari sono corsi di alta formazione finalizzati a far acquisire o perfezionare le competenze relative a specifici settori del proprio percorso di studi attraverso un iter didattico di eccellenza e orientato allo sviluppo di nuove capacità tecnico-operative. I Master di primo livello si acquisiscono dopo una laurea triennale, quelli di secondo livello seguono la laurea specialistica. Per informazioni sui Master vedi: Scuola post-universitaria La Scuola post universitaria San Raffaele è a tutti gli effetti una emanazione dell Università Vita-Salute, dalla cui impostazione fondamentale trae ispirazione e modalità operativa. L ambizione della Scuola è quella di offrire formazione aggiornata, utilizzando le più avanzate metodologie didattiche, nelle quali ampio spazio trova la parte di esercitazione pratica. Per informazioni vedi: 22

23 Editrice San Raffaele L Editrice San Raffaele è nata nel settembre 2007 per volontà di Don Luigi M. Verzé. Si propone di pubblicare volumi che favoriscano una seria divulgazione. Particolare attenzione sarà dedicata al rapporto medicina e società, alla letteratura e alle arti, al dibattito filosofico e alla ricerca scientifica. Sempre crescente è la richiesta di informazione e aggiornamento da parte di un pubblico vasto ed eterogeneo. Intenzione della Casa Editrice è quella di avvicinare con testi documentati e accessibili le scienze e le arti al lettore curioso ed interessato ai dibattiti e agli scenari e vanno profilandosi nel vasto mondo della ricerca. La centralità dell uomo, le sue conquiste, i suoi limiti e l emergenza di una riflessione attenta e rigorosa costituiscono le linee guida dell Editrice San Raffaele. Testi pubblicati E. Boncinelli, E. Severino, Dialogo su etica e scienza, pp. 94. E. Olmi, Il sentimento della realtà. Libro intervista di D. Padoan, pp M. Carlucci, Lottare insieme per la vita. Il Pronto Soccorso e la buona sanità, pp V. Gaiduk, Čechov, Un impressionista. Storie inedite e segrete. Introduzione di A. Torno, pp. 96. G. Rossi, Perché filosofia, pp G. Cosmacini, La peste passato e presente, pp G. Martino, E.Boncinelli. Il Cervello, la scatola delle meraviglie, pp E. Smeraldi, L arte di essere nonni, pp E. Fede, Dietro lo schermo, l arte della comunicazione televisiva, pp E. Boncinelli, I miei lirici greci. 365 giorni di poesia, pp M. Lippi, Il gioco delle idee, pp G. Cosmacini, Il medico e il cardinale, pp S.R. Mercuri, La pelle, specchio delle emozioni, pp B. Noorda, Una vita nel segno della grafica, pp A.L. Zazo, I colori della Follia, umane passioni e sentimenti estremi, pp C.M. Martini, L.M. Verzé, Siamo tutti nella stessa barca, pp. 96. Kos Rivista bimestrale di cultura, medicina e scienze umane. Numeri della nuova serie: Il corpo La donna L Europa tra le origini e il futuro Gesù Ebreo L Evoluzione La Vita Vincere la sofferenza Capitalismo e salute Costume e morale 23

24 L Ala Rivista trimestrale dedicata ai temi della salute e realizzata in collaborazione con i medici e iricercatori del San Raffaele di Milano. Responsabile Ufficio stampa: Gea Gardini Tel Per ulteriori informazioni: 24

25 Il San Raffaele nel Mondo Nei principi del San Raffaele è insita l attività missionaria come testimonianza della "Medicina-Sacerdozio". La condivisione del patrimonio ideale, assistenziale e scientifico con le popolazioni dei Paesi in Via di Sviluppo, caratterizza la vocazione propria del San Raffaele: un Opera di Dio al servizio dell uomo. Nessun uomo potrà sentirsi sufficientemente Uomo, fino a quando un altro uomo, in qualunque parte del mondo, soffre per fame, malattia o ignoranza: Andate, Insegnate, Guarite! (don Luigi Maria Verzé). L Organizzazione Non Governativa (O.N.G.) A.I.S.P.O. (Associazione Italiana Per la Solidarietà tra i Popoli), fondata nel 1984, favorisce la formazione di giovani professionisti della sanità provenienti da tutti i Paesi in via di Sviluppo. Ogni anno molti sono i medici, gli infermieri, i fisioterapisti che beneficiano di borse di studio in Italia, soprattutto presso l Istituto San Raffaele. A.I.S.P.O. riesce inoltre a far curare in Italia minori stranieri, con interventi risolutivi in modo che possano poi fare ritorno al loro paese di origine. Il San Raffaele, attraverso A.I.S.P.O. promuove numerosi progetti e interventi sanitari e di sviluppo delle risorse umane locali in varie parti del mondo, tra cui: BRASILE Salvador de Bahia: Hospital São Rafael con 500 posti letto e progetto Amor ao proximo per il sostegno a distanza dei bambini della favela di Nova Esperança. Progetto Lavoro è speranza per l attivazione di corsi professionali (corso di tecniche infermieristiche, scuola alberghiera, lingua inglese - italiano e spagnolo, informatica) diretti ad adolescenti svantaggiati all interno di strutture scolastiche già esistenti in tre favelas: Alto do Perù, Mata Escura e Nova Esperança. Distretto di Barra: intervento sanitario di base. COLOMBIA Costa Pacifica Colombiana e Fiume San Juan: supporto alla popolazione indigena che non ha accesso ad alcun servizio sanitario. Negli ultimi due anni equipe di sanitari italiani hanno portato assistenza di base alle popolazioni locali raggiungendo i villaggi, anche i più remoti, con una piccola nave attrezzata ad ospedale chiamata La Esperanza. In ogni villaggio si sostava alcuni giorni effettuando vaccinazioni, visite, medicazioni, piccoli interventi e distribuzione di farmaci. Poiché La Esperanza è ormai troppo vecchia per poter garantire affidabilità ci si sta attrezzando con una nuova barca che consenta di continuare il progetto. Su lungo termine si vuole inoltre realizzare il San Raffaele Natante, una vera e propria naveospedale che possa offrire prestazioni sanitarie di più elevato livello. INDIA New Delhi: sostegno al Centro Spinale I.S.I.C. con 120 posti letto, e a ragazzi portatori di handicap ospiti dei Missionari della Carità di Madre Teresa anche attraverso adozioni a distanza. 25

26 Dharamsala: attraverso due progetti finanziati dalla Regione Lombardia e dalla Cooperazione Italiana AISPO, per i prossimi tre anni, affiancherà il Tibetan Delek Hospital, nell attuazione di politiche sanitarie per la prevenzione e la cura della tubercolosi nella popolazione tibetana in esilio. MOZAMBICO Miglioramento e potenziamento dei servizi chirurgici, clinici e diagnostici, formazione di personale medico ed infermieristico e miglioramento della gestione amministrativa dell Ospedale di Mavalane, città di Maputo. Intervento di sostegno allo sviluppo sanitario del distretto di Maringue: rafforzamento della pianificazione e gestione dei servizi sanitari di base sia per la componente tecnica che in quella gestionale. TERRITORI PALESTINESI Governatorati di Betlemme e di Hebron: sostegno all attività cooperativa delle donne beduine attraverso la promozione di attività per la lotta alla desertificazione (realizzazione di serbatoi di raccolta dell acqua piovana e piantumazione di vaste aree desertiche), l approvvigionamento idrico e per la produzione e vendita di prodotti caseari. Progetto Miglioramento delle condizioni di vita dei disabili in distretti di Betlemme ed Hebron formazione di operatori sociali palestinesi alla metodologia riabilitativa internazionale fondata sulle Comunità MOVE Mobility Opportunity Via Education. SRI LANKA A.I.S.P.O. e l Ospedale San Raffaele hanno garantito la presenza di personale medico e paramedico che ha operato, dal momento dello tsunami, nell ospedale da campo dell Associazione Nazionale Alpini a Kinniya. Il progetto ha sviluppato iniziative di sanità pubblica, la riabilitazione di strutture sanitarie colpite dallo tsunami e la formazione del personale locale. Il personale A.I.S.P.O. ha garantito la sua opera di assistenza alla popolazione locale anche quando la situazione locale si è deteriorata a causa della ripresa del conflitto tra il movimento armato secessionista delle Tigri Tamil e le truppe governative. E stato infine realizzato ed equipaggiato un ospedale in muratura a Kinniya, anch esso affidato ad A.I.S.P.O. insieme all Ospedale di Mutur, in piena zona Tamil, che ha da poco ripreso le sue funzioni, dopo un lungo periodo di inattività dovuto alla guerriglia. UGANDA Per migliorare la salute in Africa anche attraverso la lotta all HIV/AIDS e ad altre malattie infettive, A.I.S.P.O. supporta l Ospedale di Nsambya (Kampala) potenziando settori cruciali come la diagnostica e la formazione-specializzazione del personale locale. Il laboratorio dell ospedale è divenuto centro di riferimento per il controllo della TBC. E iniziata una collaborazione con il Corso di Laurea in Infermieristica dell Università Vita Salute San Raffaele e, durante l estate, nostri studenti hanno potuto visitare la struttura africana. Continua inoltre la collaborazione con l Ospedale Lachor a Gulu che resta centro sanitario di riferimento per il nord Uganda e spesso anche rifugio per la popolazione locale che, specialmente di notte, cerca protezione dalla guerriglia che è ancora presente nella 26

REV. 1 del 19/05/2014

REV. 1 del 19/05/2014 CARTA DEI SERVIZI REV. 1 del 19/05/2014 Gentile Signore/ Signora, il documento che Lei sta leggendo è la nostra Carta dei Servizi. Si tratta di un documento importante che Le permette di conoscere la nostra

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DELLA RSA

CARTA DEI SERVIZI DELLA RSA CARTA DEI SERVIZI DELLA RSA NOTA DI ACCOGLIENZA Gentile Signora, Gentile Signore, con la presente Le vogliamo fornire una Guida che Le sia di aiuto per orientarsi e conoscere la Struttura Sanitaria alla

Dettagli

Aggiornamento 22 ottobre 2010 L edizione completa ed aggiornata della Carta dei Servizi è a cura dell Ufficio Relazioni con il Pubblico

Aggiornamento 22 ottobre 2010 L edizione completa ed aggiornata della Carta dei Servizi è a cura dell Ufficio Relazioni con il Pubblico Carta dei Servizi Carissimo, tu sei ospite del San Raffaele, Tempio della medicina. Sii benedetto! Con l aiuto di Dio faremo tutto quello che ti occorre. Aiutaci a capirti per darti al più presto quanto

Dettagli

Rettore: Prof. Alessandro Del Maschio Presidente: Dott. Roberto Mazzotta

Rettore: Prof. Alessandro Del Maschio Presidente: Dott. Roberto Mazzotta Rettore: Prof. Alessandro Del Maschio Presidente: Dott. Roberto Mazzotta Sede: via Olgettina 58, 20132 Milano Sito internet: www.unisr.it Numero Iscritti : 2.480 circa (pre e post lauream) Numero verde

Dettagli

Casa di Riposo "Ss. Annunziata 12022 BUSCA (CN) Via M. D Azeglio 29 tel. 0171/945452 - fax 0171/943747 e-mail casariposobusca@libero.

Casa di Riposo Ss. Annunziata 12022 BUSCA (CN) Via M. D Azeglio 29 tel. 0171/945452 - fax 0171/943747 e-mail casariposobusca@libero. Casa di Riposo "Ss. Annunziata 12022 BUSCA (CN) Via M. D Azeglio 29 tel. 0171/945452 - fax 0171/943747 e-mail casariposobusca@libero.it 1 La carta dei servizi è una strumento che fissa principi e regole

Dettagli

L ASSISTENZA PSICOLOGICA NELLE RESIDENZE PER ANZIANI. Raffaella Bonforte - Angelita Volpe

L ASSISTENZA PSICOLOGICA NELLE RESIDENZE PER ANZIANI. Raffaella Bonforte - Angelita Volpe L ASSISTENZA PSICOLOGICA NELLE RESIDENZE PER ANZIANI Raffaella Bonforte - Angelita Volpe "La R.S.A. è una struttura extra-ospedaliera per anziani disabili, prevalentemente non autosufficienti, non assistibili

Dettagli

RAPPORTI UNIVERSITA E OSPEDALI DI INSEGNAMENTO. Marco Bosio Direttore Sanitario Aziendale

RAPPORTI UNIVERSITA E OSPEDALI DI INSEGNAMENTO. Marco Bosio Direttore Sanitario Aziendale RAPPORTI UNIVERSITA E OSPEDALI DI INSEGNAMENTO Marco Bosio Direttore Sanitario Aziendale UNIVERSITA CATTOLICA DEL SACRO CUORE E stata fondata da Padre Agostino Gemelli nel 1921 E presente in 4 città: Milano,

Dettagli

Carta dei servizi Centro Medico di Fisioterapia ed Estetica S.n.c. Villa Sarina

Carta dei servizi Centro Medico di Fisioterapia ed Estetica S.n.c. Villa Sarina Carta dei servizi Centro Medico di Fisioterapia ed Estetica S.n.c. Villa Sarina Rev 02 del 31.12.07 File Carta dei servizi Pagina 1 di 10 Informazioni generali Informazioni generali La Carta dei Servizi

Dettagli

IL CENTRO PARLA CON NOI

IL CENTRO PARLA CON NOI Pesaro, in via Diaz n. 10 Tel 0721 639014 1522 parlaconnoi@provincia.ps.it CARTA DEI SERVIZI del Centro Antiviolenza provinciale Parla Con Noi La Carta è lo strumento che permette ai cittadini il controllo

Dettagli

Legge Regionale Liguria 26/4/1985 n.27. B.U.R. 15/5/1985 n.20 TUTELA DEI DIRITTI DELLE PERSONE CHE USUFRUISCONO DELLE STRUTTURE SANITARIE

Legge Regionale Liguria 26/4/1985 n.27. B.U.R. 15/5/1985 n.20 TUTELA DEI DIRITTI DELLE PERSONE CHE USUFRUISCONO DELLE STRUTTURE SANITARIE Legge Regionale Liguria 26/4/1985 n.27 B.U.R. 15/5/1985 n.20 TUTELA DEI DIRITTI DELLE PERSONE CHE USUFRUISCONO DELLE STRUTTURE SANITARIE Articolo 1 Finalità della legge In attuazione dei principi e delle

Dettagli

organizzazione della prevenzione e dell assistenza in oncologia.

organizzazione della prevenzione e dell assistenza in oncologia. Testo aggiornato al 15 dicembre 2005 Linee guida del Ministero della sanità 1 febbraio 1996 Gazzetta Ufficiale 20 febbraio 1996, n. 42 Linee guida in applicazione di quanto previsto nel Piano sanitario

Dettagli

C e n t r o d i u r n o i n t e g r a t o

C e n t r o d i u r n o i n t e g r a t o C e n t r o d i u r n o i n t e g r a t o c a r t a d e i s e r v i z i centro diurno integrato Il CDI è dedicato a persone anziane con vario grado di non autosufficienza che, pur continuando a vivere

Dettagli

Aggiornamento 27 LUGLIO 2011 L edizione completa ed aggiornata della Carta dei Servizi è a cura dell Ufficio Relazioni con il Pubblico

Aggiornamento 27 LUGLIO 2011 L edizione completa ed aggiornata della Carta dei Servizi è a cura dell Ufficio Relazioni con il Pubblico Carta dei Servizi Carissimo, tu sei ospite del San Raffaele, Tempio della medicina. Sii benedetto! Con l aiuto di Dio faremo tutto quello che ti occorre. Aiutaci a capirti per darti al più presto quanto

Dettagli

Ricerca. si cura meglio dove si fa ricerca

Ricerca. si cura meglio dove si fa ricerca Ricerca si cura meglio dove si fa ricerca Si cura meglio dove si fa ricerca Il grande impegno del Centro CARDIOLOGICO Monzino nella ricerca permette di ottenere risultati che tempestivamente possono essere

Dettagli

Rettore: Prof. Alessandro Del Maschio Presidente: Dott. Roberto Mazzotta

Rettore: Prof. Alessandro Del Maschio Presidente: Dott. Roberto Mazzotta Rettore: Prof. Alessandro Del Maschio Presidente: Dott. Roberto Mazzotta Recapiti: Università Vita-Salute San Raffale Servizio Orientamento e Tutorato Via Olgettina, 58 20132 Milano Telefono 02 91751.556

Dettagli

SERVIZIO CURE DOMICILIARI ASL7 CARBONIA LIBRETTO INFORMATIVO

SERVIZIO CURE DOMICILIARI ASL7 CARBONIA LIBRETTO INFORMATIVO SERVIZIO CURE DOMICILIARI ASL7 CARBONIA LIBRETTO INFORMATIVO Rev. 01 del 21.10.2014 1. Presentazione del libretto informativo Dal 1999 ci occupiamo di assistenza domiciliare ed il nostro intento è stato

Dettagli

CONSULTORIO FAMILIARE LUISA RIVA

CONSULTORIO FAMILIARE LUISA RIVA CONSULTORIO FAMILIARE LUISA RIVA Privato Accreditato Autorizzazione ASL Milano con delibera n 92 del 31 Gennaio 2012 Accreditamento Reg. Lombardia con delibera 3286 del 18 Aprile 2012 C.F. 01401200157

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIRITTI E DOVERI DEL CITTADINO UTENTE SANO E MALATO DELL AZIENDA SANITARIA LOCALE 14

REGOLAMENTO DEI DIRITTI E DOVERI DEL CITTADINO UTENTE SANO E MALATO DELL AZIENDA SANITARIA LOCALE 14 REGOLAMENTO DEI DIRITTI E DOVERI DEL CITTADINO UTENTE SANO E MALATO DELL AZIENDA SANITARIA LOCALE 14,1752'8=,21( ),1$/,7$ '(/5(*2/$0(172 Il presente regolamento ha la finalità di richiamare le norme generali

Dettagli

SC ONCOLOGIA CHE COSA È UTILE SAPERE

SC ONCOLOGIA CHE COSA È UTILE SAPERE SC ONCOLOGIA CHE COSA È UTILE SAPERE DOVE ANDARE PER cominciare un percorso oncologico, prenotare una visita CENTRO ACCOGLIENZA E SERVIZI (CAS): Ospedale U. Parini, blocco D, piano -1 È la struttura dedicata

Dettagli

Corso di Laurea in Fisioterapia

Corso di Laurea in Fisioterapia Corso di Laurea in Fisioterapia Corso di Laurea in Fisioterapia Preside della Facoltà di Medicina e Chirurgia: Prof. Massimo Clementi Presidente del Corso di Laurea: Prof. Piero Zannini PRESENTAZIONE Il

Dettagli

Questionario Informativo

Questionario Informativo Medicina del Dolore e Cure Palliative Questionario Informativo Gentile Signore, Gentile Signora, Le chiediamo solo pochi minuti del Suo tempo per compilare il presente questionario: poche domande che hanno

Dettagli

CAMPAGNA DI SENSIBILIZZAZIONE SUI DIRITTI DEL MALATO

CAMPAGNA DI SENSIBILIZZAZIONE SUI DIRITTI DEL MALATO CAMPAGNA DI SENSIBILIZZAZIONE SUI DIRITTI DEL MALATO Cittadinanzattiva/ Active Citizenship Network ha realizzato la Carta Europea dei Diritti del Malato Questa guida vuole essere uno strumento per portare

Dettagli

CARTA SERIVIZI Siena, 07/01/2014

CARTA SERIVIZI Siena, 07/01/2014 A.G.I. Medica srl Poliambulatorio A.G.I. Medica Viale Toselli 94 Siena CARTA SERIVIZI Siena, 07/01/2014 Pagina 1 di 6 Chi siamo Il POLIAMBULATORIO A.G.I. Medica, gestito dalla società A.G.I. Medica srl,

Dettagli

- 1 - Consiglio regionale Friuli Venezia Giulia INDICE. Capo I Finalità e disposizioni generali

- 1 - Consiglio regionale Friuli Venezia Giulia INDICE. Capo I Finalità e disposizioni generali - 1 - Consiglio regionale Friuli Venezia Giulia INDICE Capo I Finalità e disposizioni generali Art. 1 Art. 2 Art. 3 Art. 4 Art. 5 (Finalità) (Definizioni) (Pianificazione regionale) (Campagne di informazione)

Dettagli

FONDAZIONE. Bartolomea Spada Schilpario Valle di Scalve O.N.L.U.S. RESIDENZA SANITARIA ASSISTENZIALE CARTA DEI SERVIZI

FONDAZIONE. Bartolomea Spada Schilpario Valle di Scalve O.N.L.U.S. RESIDENZA SANITARIA ASSISTENZIALE CARTA DEI SERVIZI RESIDENZA SANITARIA ASSISTENZIALE CARTA DEI SERVIZI per servizio di ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA REVISIONI N. Descrizione Data 0 Redazione documento 20 giugno 2012 1 Pagina 6, modifica prima riga 15

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI CENTRO DI RIABILITAZIONE SAN VINCENZO CENTRO DIURNO IL VELIERO

CARTA DEI SERVIZI CENTRO DI RIABILITAZIONE SAN VINCENZO CENTRO DIURNO IL VELIERO CARTA DEI SERVIZI CENTRO DI RIABILITAZIONE SAN VINCENZO CENTRO DIURNO IL VELIERO 1. L'Istituto San Vincenzo L'Istituto San Vincenzo è un ente religioso legalmente riconosciuto che dipende dalla Arcidiocesi

Dettagli

ISTITUTO GIANNINA GASLINI DEA - PRONTO SOCCORSO

ISTITUTO GIANNINA GASLINI DEA - PRONTO SOCCORSO ISTITUTO GIANNINA GASLINI DEA - PRONTO SOCCORSO DIRETTORE Prof. Pasquale Di Pietro Ospedale Accreditato Joint Commission International PREMESSA I dati nazionali e internazionali disponibili dimostrano

Dettagli

DOCUMENTO DELLE POLITICHE AZIENDALI

DOCUMENTO DELLE POLITICHE AZIENDALI Azienda Pubblica Servizi alla Persona Città di Siena DOCUMENTO DELLE POLITICHE AZIENDALI Approvato dal Consiglio di Amministrazione nella seduta del 25 agosto 2010 Pag. 1 di 5 1. Denominazione, sede e

Dettagli

Progetto co-finanziato da MINISTERO DELL INTERNO UNIONE EUROPEA. Fondo europeo per l integrazione di cittadini di paesi terzi L OSPEDALE IN TASCA

Progetto co-finanziato da MINISTERO DELL INTERNO UNIONE EUROPEA. Fondo europeo per l integrazione di cittadini di paesi terzi L OSPEDALE IN TASCA Progetto co-finanziato da UNIONE EUROPEA MINISTERO DELL INTERNO Fondo europeo per l integrazione di cittadini di paesi terzi H L OSPEDALE IN TASCA 1 INDICE Il Pronto Soccorso Il ricovero in ospedale Le

Dettagli

FONDAZIONE OPERA SAN CAMILLO. HOSPICE Padre L. Tezza. RSA Ovidio Cerruti. Via Cerruti, 6 - Capriate San Gervasio 24042 BG. www.operasancamillo.

FONDAZIONE OPERA SAN CAMILLO. HOSPICE Padre L. Tezza. RSA Ovidio Cerruti. Via Cerruti, 6 - Capriate San Gervasio 24042 BG. www.operasancamillo. Carta dei FONDAZIONE OPERA SAN CAMILLO HOSPICE Padre L. Tezza RSA Ovidio Cerruti Via Cerruti, 6 - Capriate San Gervasio 24042 BG www.operasancamillo.net HOSPICE Padre L. Tezza RSA Ovidio Cerruti 1 di 18

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE CHIAVACCI, BRUNALE, DAMERI. Disposizioni in materia di ospedalizzazione domiciliare per pazienti terminali

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE CHIAVACCI, BRUNALE, DAMERI. Disposizioni in materia di ospedalizzazione domiciliare per pazienti terminali Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 5951 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI CHIAVACCI, BRUNALE, DAMERI Disposizioni in materia di ospedalizzazione domiciliare per pazienti

Dettagli

IMPRESA GENERALE GLOBAL SERVICE. Carta dei Servizi

IMPRESA GENERALE GLOBAL SERVICE. Carta dei Servizi Carta dei Servizi Introduzione: La presente Carta dei Servizi si rivolge agli utenti che accedono alla Dorigo Servizi Srl, ma anche a chiunque altro sia interessato a conoscerne le attività e le modalità

Dettagli

Corso di Laurea in Odontoiatria e Protesi Dentaria

Corso di Laurea in Odontoiatria e Protesi Dentaria Corso di Laurea in Odontoiatria e Protesi Dentaria Corso di Laurea Magistrale in Odontoiatria e Protesi Dentaria Preside della Facoltà di Medicina e Chirurgia: Prof. Massimo Clementi Presidente del Corso

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI PER L INFANZIA 0 3 ANNI AMBITO TERRITORIALE IX 2004. Finalità, principi e criteri di attuazione. Parte I

CARTA DEI SERVIZI PER L INFANZIA 0 3 ANNI AMBITO TERRITORIALE IX 2004. Finalità, principi e criteri di attuazione. Parte I 1 CARTA DEI SERVIZI PER L INFANZIA 0 3 ANNI AMBITO TERRITORIALE IX 2004 I nidi d Infanzia e i servizi integrativi costituiscono il sistema dei servizi educativi e si configurano come centri territoriali

Dettagli

Servizio Sanitario Nazionale Regione Calabria AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE RC. OSPEDALE DI L O C R I (R.C.)

Servizio Sanitario Nazionale Regione Calabria AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE RC. OSPEDALE DI L O C R I (R.C.) Servizio Sanitario Nazionale Regione Calabria AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE RC. OSPEDALE DI L O C R I (R.C.) Dipartimento Materno Infantile Struttura Operativa Complessa di OSTETRICIA E GINECOLOGIA CARTA

Dettagli

guida ai servizi di psichiatria adulti

guida ai servizi di psichiatria adulti Dipartimento di Salute Mentale guida ai servizi di psichiatria adulti del Dipartimento di Salute Mentale Copia Prodotta Internamente dal Servizio Informazione e Comunicazione Ausl Imola Luglio 2005 Suggerimenti,

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ATTIVITA FORMATIVA PRATICA E DI TIROCINIO CLINICO

REGOLAMENTO PER L ATTIVITA FORMATIVA PRATICA E DI TIROCINIO CLINICO Facoltà di Medicina e Chirurgia Corso di Laurea in Infermieristica Sezione Formativa di Ravenna Forlì Cotignola REGOLAMENTO PER L ATTIVITA FORMATIVA PRATICA E DI TIROCINIO CLINICO Premessa L'attività formativa

Dettagli

EUROPEAN OSTEOPATHIC UNION L ITER FORMATIVO

EUROPEAN OSTEOPATHIC UNION L ITER FORMATIVO Capitolo 3 L ITER FORMATIVO Il programma di formazione degli osteopati ha la responsabilità di creare figure professionali del più alto livello. Il livello di preparazione dell osteopata professionista

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DEL CPIA NAPOLI CITTA 1 (Riferita al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 07/06/1995)

CARTA DEI SERVIZI DEL CPIA NAPOLI CITTA 1 (Riferita al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 07/06/1995) CARTA DEI SERVIZI DEL CPIA NAPOLI CITTA 1 (Riferita al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 07/06/1995) La Carta dei servizi del CPIA Napoli città 1 ha quali principi ispiratori gli articoli

Dettagli

Aggiornamento 12 aprile 2011 L edizione completa ed aggiornata della Carta dei Servizi è a cura dell Ufficio Relazioni con il Pubblico

Aggiornamento 12 aprile 2011 L edizione completa ed aggiornata della Carta dei Servizi è a cura dell Ufficio Relazioni con il Pubblico Carta dei Servizi Carissimo, tu sei ospite del San Raffaele, Tempio della medicina. Sii benedetto! Con l aiuto di Dio faremo tutto quello che ti occorre. Aiutaci a capirti per darti al più presto quanto

Dettagli

Consultorio Familiare Luisa Riva

Consultorio Familiare Luisa Riva Consultorio Familiare Luisa Riva Privato Accreditato Autorizzazione ASL Milano con delibera n 92 del 31 Gennaio 2012 Accreditamento Reg. Lombardia con delibera 3286 del 18 Aprile 2012 C.F. 01401200157

Dettagli

MODULO Formazione sul Campo Direzione Professioni Sanitarie

MODULO Formazione sul Campo Direzione Professioni Sanitarie SEZIONE FORMAZIONE E BIBLIOTECA MODULO Formazione sul Campo Direzione Professioni Sanitarie All.2 P2-FORM Titolo: LA RELAZIONE CON IL PAZIENTE E CAREGIVER NELLE TERAPIE INTESIVE APERTE 1^ EDIZIONE TRAINING

Dettagli

Linee guida per i diritti dei malati di cancro in Europa

Linee guida per i diritti dei malati di cancro in Europa LEGA ITALIANA PER LA LOTTA CONTRO I TUMORI Linee guida per i diritti dei malati di cancro in Europa A cura della Rete europea per i diritti e i doveri dei pazienti e degli operatori sanitari della Association

Dettagli

www.mutuaperlamaremma.it info@mutuaperlamaremma.it

www.mutuaperlamaremma.it info@mutuaperlamaremma.it www.mutuaperlamaremma.it info@mutuaperlamaremma.it 1 La Mutua per la Maremma La Banca della Maremma che, coerentemente con i propri principi ispiratori, valorizza la centralità della persona, ha deli berato

Dettagli

III COMMISSIONE TESTO ELABORATO DAL COMITATO RISTRETTO FEBBRAIO 2011

III COMMISSIONE TESTO ELABORATO DAL COMITATO RISTRETTO FEBBRAIO 2011 III COMMISSIONE TESTO UNIFICATO DELLE PROPOSTE DI LEGGE NN. 117, 127 TESTO ELABORATO DAL COMITATO RISTRETTO FEBBRAIO 2011 SERVIZIO PER L'ASSISTENZA GIURIDICO-LEGISLATIVA IN MATERIA DI ATTIVITÀ SOCIALI

Dettagli

Corso di Laurea in Igiene Dentale

Corso di Laurea in Igiene Dentale Corso di Laurea in Igiene Dentale Corso di Laurea in Igiene Dentale Preside della Facoltà di Medicina e Chirurgia: Prof. Massimo Clementi Presidente del Corso di Laurea: Prof. Enrico Felice Gherlone PRESENTAZIONE

Dettagli

ORGANIZZAZIONE SANITARIA. Prof. A. Mistretta

ORGANIZZAZIONE SANITARIA. Prof. A. Mistretta ORGANIZZAZIONE SANITARIA Prof. A. Mistretta LEGISLAZIONE ED ORGANIZZAZIONE Il Servizio Sanitario Nazionale Il Servizio Sanitario Nazionale (S.S.N.) è nato con una legge n. 833 del 23 dicembre del 1978;

Dettagli

Brescia, 11 febbraio 2012

Brescia, 11 febbraio 2012 Brescia, 11 febbraio 2012 Universita` Cattolica del Sacro Cuore Facolta` di Medicina e Chirurgia A. Gemelli Sede di Brescia CORSO DI LAUREA IN INFERMIERISTICA Requisiti per l ammissione al Corso di Laurea

Dettagli

AVAP FORMIGINE - CORPO VOLONTARI PRONTO SOCCRSO CARTA DEI SERVIZI Pag. 1 di 2

AVAP FORMIGINE - CORPO VOLONTARI PRONTO SOCCRSO CARTA DEI SERVIZI Pag. 1 di 2 AVAP FORMIGINE - CORPO VOLONTARI PRONTO SOCCRSO CARTA DEI SERVIZI Pag. 1 di 2 SOMMARIO Pag. 3 PRESENTAZIONE Pag. 4 Parte I: PRESENTAZIONE DELL'ASSOCIAZIONE Pag. 5 Parte II: LE NOSTRE ATTIVITÀ Pag. 7 Parte

Dettagli

ISCRIZIONE AL REGISTRO DEI LIBERI-PROFESSIONISTI CHE SVOLGONO ATTIVITA SANITARIE, SOCIO-SANITARIE E SOCIO-EDUCATIVE Legge n.

ISCRIZIONE AL REGISTRO DEI LIBERI-PROFESSIONISTI CHE SVOLGONO ATTIVITA SANITARIE, SOCIO-SANITARIE E SOCIO-EDUCATIVE Legge n. Marca da bollo 10 Spett.le Ufficio del Lavoro SEDE ISCRIZIONE AL REGISTRO DEI LIBERI-PROFESSIONISTI CHE SVOLGONO ATTIVITA SANITARIE, SOCIO-SANITARIE E SOCIO-EDUCATIVE Legge n.28/1991 Il sottoscritto Cod.

Dettagli

STATUTO DELL AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA MEYER INDICE SEZIONE

STATUTO DELL AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA MEYER INDICE SEZIONE STATUTO DELL AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA MEYER INDICE SEZIONE Titolo 3 - PROGRAMMAZIONE E SVILUPPO DELLA RETE PEDIATRICA REGIONALE Art. 20 - Art. 21 - Art. 22 - Art. 23 - Art. 24 - Art. 25 - Verso

Dettagli

Attualmente è Direttore Medico di Struttura Complessa Cure Primarie " presso la ASL RM/A. Ha assunto tale incarico in data 01.03.2009.

Attualmente è Direttore Medico di Struttura Complessa Cure Primarie  presso la ASL RM/A. Ha assunto tale incarico in data 01.03.2009. C U R R I C U L U M P R O F E S S I O N A L E Giorgi Federica nata a Velletri il 05.05.1950. Attualmente è Direttore Medico di Struttura Complessa Cure Primarie " presso la ASL RM/A. Ha assunto tale incarico

Dettagli

Area Socio Culturale istituzionale e legislativa. Corso ASA Diurno 2010/2011

Area Socio Culturale istituzionale e legislativa. Corso ASA Diurno 2010/2011 Area Socio Culturale istituzionale e legislativa 1 Cosa si intende per PRIVACY? Diritto a essere lasciato solo ovvero a non subire interferenze sulla propria persona e nella propria vita (anglosassoni)

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 3308

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 3308 Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 3308 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa del senatore FLERES COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 21 MAGGIO 2012 Norme per l istituzione di strutture di riferimento per il

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: Avere cura: un valore, un impegno, una opportunità SETTORE e Area di Intervento: ASSISTENZA Pazienti affetti da patologie temporaneamente e/o permanentemente

Dettagli

Servizio Specialistico Ambulatoriale

Servizio Specialistico Ambulatoriale Servizio Specialistico Ambulatoriale Ospedale privato Villa Igea Mission Il nostro impegno è quello di fornire, nel rispetto della persona, servizi e prestazioni sanitarie appropriate, efficaci e sicure,

Dettagli

Febbraio Agosto 2011. Facoltà di MEDICINA E CHIRURGIA (Roma)

Febbraio Agosto 2011. Facoltà di MEDICINA E CHIRURGIA (Roma) Febbraio Agosto 2011 Facoltà di MEDICINA E CHIRURGIA (Roma) Universita` Cattolica del Sacro Cuore Facolta` di Medicina e Chirurgia A. Gemelli Sede di Brescia CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN INFERMIERISTICA

Dettagli

Più valore alla terza età

Più valore alla terza età Più valore alla terza età UNA RISORSA PER LE FAMIGLIE Le Residenze Anni Azzurri sono nate per dare risposte efficaci a un esigenza sempre più sentita nella realtà di oggi: l assistenza agli anziani. In

Dettagli

STRUTTURA. Denominazione. Ubicazione ORGANIZZAZIONE

STRUTTURA. Denominazione. Ubicazione ORGANIZZAZIONE STRUTTURA Denominazione AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla) Onlus Sezione Provinciale di Chieti Responsabile Giulia Franco Di Aimola Biase Ubicazione Viale Abruzzo, 322 66100 Chieti Scalo (CH)

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Sede legale e operativa: Via Pablo Picasso 18, 09036 Guspini (VS)

CARTA DEI SERVIZI. Sede legale e operativa: Via Pablo Picasso 18, 09036 Guspini (VS) CARTA DEI SERVIZI Erogazione di servizi di soccorso di base all interno del servizio di emergenza territoriale 118 Servizio trasporto ammalati e disabili Assistenza sanitaria durante attività sportive

Dettagli

LAUREA MAGISTRALE PSICOLOGIA CLINICA E DI COMUNITÀ

LAUREA MAGISTRALE PSICOLOGIA CLINICA E DI COMUNITÀ LAUREA MAGISTRALE PSICOLOGIA CLINICA E DI COMUNITÀ CLASSE LM 51 SECONDO CICLO: LICENZA O LAUREA MAGISTRALE IN PSICOLOGIA Il secondo ciclo di Licenza o Laurea Magistrale in Psicologia si propone di formare

Dettagli

L assistenza al malato e all anziano in casa

L assistenza al malato e all anziano in casa L assistenza al malato e all anziano in casa Prima edizione 2014 PRENDIAMOCENE CURA CON CROCE ROSSA ITALIANA DESIO e NUCLEO BRIANTEO - ASSOCIAZIONE REGIONALE LOMBARDIA INFERMIERE/I L AMORE PER I PROPRI

Dettagli

CARTA DEI DIRITTI DELL'UTENTE DEL MUSEO DI STORIA NATURALE ED ARCHEOLOGIA DI MONTEBELLUNA

CARTA DEI DIRITTI DELL'UTENTE DEL MUSEO DI STORIA NATURALE ED ARCHEOLOGIA DI MONTEBELLUNA CARTA DEI DIRITTI DELL'UTENTE DEL MUSEO DI STORIA NATURALE ED ARCHEOLOGIA DI MONTEBELLUNA Il fruitore di servizi del museo ha diritto A) A ricevere in modo chiaro ed efficace tutte le informazioni sul

Dettagli

LEGGE PROVINCIALE N. 8 DEL 22-07-2009 REGIONE TRENTO (Prov.)

LEGGE PROVINCIALE N. 8 DEL 22-07-2009 REGIONE TRENTO (Prov.) LEGGE PROVINCIALE N. 8 DEL 22-07-2009 REGIONE TRENTO (Prov.) Disposizioni per la prevenzione e la cura dell Alzheimer e di altre malattie neurodegenerative legate all invecchiamento e per il sostegno delle

Dettagli

FONDO SANITARIO INTEGRATIVO ITALIA LAVORO

FONDO SANITARIO INTEGRATIVO ITALIA LAVORO FONDO SANITARIO INTEGRATIVO ITALIA LAVORO GUIDA OPERATIVA Edizione 01/2014 Questo manuale è stato predisposto in modo da costituire un agile strumento esplicativo; in nessun caso può sostituire il contratto,

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA TRA ASSOCIAZIONE ITALIANA FISIOTERAPISTI

PROTOCOLLO DI INTESA TRA ASSOCIAZIONE ITALIANA FISIOTERAPISTI PROTOCOLLO DI INTESA TRA ASSOCIAZIONE ITALIANA FISIOTERAPISTI E CITTADINANZATTIVA TRIBUNALE PER I DIRITTI DEL MALATO Premesso che: è convinzione comune delle parti che il servizio sanitario pubblico rappresenti

Dettagli

LA RETE DI GENETICA MEDICA IN EMILIA-ROMAGNA

LA RETE DI GENETICA MEDICA IN EMILIA-ROMAGNA LA RETE DI GENETICA MEDICA IN EMILIA-ROMAGNA A cura del Nucleo di coordinamento per la rete regionale dei servizi di genetica medica dell Emilia-Romagna Con il contributo di Laura Biagetti (Azienda Ospedaliera-Universitaria

Dettagli

Dipartimento di Salute Mentale

Dipartimento di Salute Mentale OSPEDALE 88 Dipartimento di Salute Mentale Direttore: Dr. Vincenzo Zindato UO PSICHIATRIA CENTRO PSICO SOCIALE (CPS) E AMBULATORI PERIFERICI Il CPS è il Servizio che si occupa della prevenzione, della

Dettagli

Obiettivi di accessibilità per l anno 2014

Obiettivi di accessibilità per l anno 2014 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA Obiettivi di accessibilità per l anno 2014 Redatto ai sensi dell articolo 9, comma 7 del decreto legge 18 ottobre 2012, n. 179. Redatto il 18/03/2014 1 SOMMARIO Obiettivi

Dettagli

L Hospice fa parte della Rete Ligure di Cure Palliative ed è integrato con tutti i reparti e i servizi dell ASL.

L Hospice fa parte della Rete Ligure di Cure Palliative ed è integrato con tutti i reparti e i servizi dell ASL. L Hospice è una struttura dell ASL 1 Imperiese che accoglie prevalentemente pazienti con tumore in fase avanzata o terminale che necessitano di cure palliative di livello specialistico o che non possono

Dettagli

Specializzato in Statistica Sanitaria con indirizzo in programmazione socio-sanitaria presso l Università dell Aquila con votazione 70/70 e lode.

Specializzato in Statistica Sanitaria con indirizzo in programmazione socio-sanitaria presso l Università dell Aquila con votazione 70/70 e lode. DOTT. IVAN TERSIGNI CURRICULUM FORMATIVO E PROFESSIONALE STUDI Laureato in Medicina e Chirurgia presso l'universita' Cattolica del Sacro Cuore di Roma il 21-7-1978, con votazione 110/110 e lode. Specializzato

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato NACCARATO

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato NACCARATO Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 1552 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato NACCARATO Disciplina per l affido dell anziano e dell adulto per la salvaguardia del diritto

Dettagli

Proposte per una legge che tuteli le donne affette da endometriosi Associazione Italiana Endometriosi Onlus

Proposte per una legge che tuteli le donne affette da endometriosi Associazione Italiana Endometriosi Onlus Proposte per una legge che tuteli le donne affette da endometriosi Associazione Italiana Endometriosi Onlus La risoluzione dell enigma endometriosi. Per affrontare con successo l enigma endometriosi, occorre

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Kuffenschin Marina Corso Cavour 27 Brescia Telefono 030/3775812 030/3501257 Codice fiscale KFFMRN55R46B157R

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. n. 3, 4 novembre 2013

CARTA DEI SERVIZI. n. 3, 4 novembre 2013 CARTA DEI SERVIZI n. 3, 4 novembre 2013 Cos è il Consultorio Familiare Il Consultorio Familiare è un luogo che offre interventi di tutela, di prevenzione e di promozione della salute. In modo particolare

Dettagli

CONTRATTO DI INGRESSO AL CENTRO DIURNO INTEGRATO

CONTRATTO DI INGRESSO AL CENTRO DIURNO INTEGRATO Fondazione Onlus Casa di Riposo Citta di Sondrio Via Don Guanella, 36 23100 Sondrio- Tel. 0342/541011 Fax. 0342/541050 e-mail: segreteria@rsasondrio.it C.F. 80000270142 P. IVA 00401580147 CONTRATTO DI

Dettagli

COMUNITA SOL LEVANTE Carta dei Servizi 2010/2012

COMUNITA SOL LEVANTE Carta dei Servizi 2010/2012 COMUNITA SOL LEVANTE Carta dei Servizi 2010/2012 La Sol Levante nasce nel 1998 per dare una risposta alle esigenze delle persone, di ogni fascia d età, affette da disagio psichico e con problematiche in

Dettagli

San Raffaele Tuscolana. Carta dei Servizi

San Raffaele Tuscolana. Carta dei Servizi San Raffaele Tuscolana Carta dei Servizi 2015 Presentazione La Carta dei Servizi ha l intento di far conoscere le attività ed i servizi messi a disposizione dal nostro Centro e le modalità per accedervi.

Dettagli

Regione del Veneto. Azienda Unità Locale S ocio Sanitaria OVEST VICENTINO CARTA DEI SERVIZI

Regione del Veneto. Azienda Unità Locale S ocio Sanitaria OVEST VICENTINO CARTA DEI SERVIZI Regione del Veneto Azienda Unità Locale S ocio Sanitaria OVEST VICENTINO DISTRETTO SOCIO SANITARIO OSPEDALE DI COMUNITA VALDAGNO CARTA DEI SERVIZI 1 Presentazione dell Ospedale di Comunità: L Ospedale

Dettagli

Progetto QPCO: Qualità Percepita della Cura in Ospedale

Progetto QPCO: Qualità Percepita della Cura in Ospedale Progetto QPCO: Qualità Percepita della Cura in Ospedale Indagine di soddisfazione rivolta agli utenti dei servizi di degenza INTRODUZIONE L applicazione di strumenti per la rilevazione della soddisfazione

Dettagli

ASSOCIAZIONE CURE PALLIATIVE ONLUS BERGAMO

ASSOCIAZIONE CURE PALLIATIVE ONLUS BERGAMO CURE PALLIATIVE Le cure al malato inguaribile e il supporto alla sua famiglia sono un diritto e sono gratuite ASSOCIAZIONE CURE PALLIATIVE ONLUS BERGAMO Aderente alla Federazione Cure Palliative Onlus

Dettagli

Unità d offerta accreditata dal Comune di Milano tel 02.48007174 fax 02.48196125 e-mail: bpcomunita@virgilio.it

Unità d offerta accreditata dal Comune di Milano tel 02.48007174 fax 02.48196125 e-mail: bpcomunita@virgilio.it CARTA DEI SERVIZI CARTA DEI SERVIZI COMUNITÀ EDUCATIVE COMUNITÀ FAMILIARE SERVIZIO SEMIRESIDENZIALE ALLOGGIO PER L AUTONOMIA COMUNITA EDUCATIVE COMUNITA FAMILIARE FONDAZIONE PIO ISTITUTO BUON PASTORE Via

Dettagli

PUBBLICA ASSISTENZA CROCE VERDE PIOLTELLO CARTA DEI SERVIZI

PUBBLICA ASSISTENZA CROCE VERDE PIOLTELLO CARTA DEI SERVIZI COS È LA CARTA DEI SERVIZI? CARTA DEI SERVIZI La Carta dei Servizi è un documento che la legge italiana, precisamente la Legge n. 328/2000, ha voluto si realizzasse nel processo di innovazione fra istituzioni

Dettagli

LA RETE DELLE CURE PALLIATIVE NELL ASL 2 SAVONESE

LA RETE DELLE CURE PALLIATIVE NELL ASL 2 SAVONESE CENTRO DI TERAPIA DEL DOLORE E CURE PALLIATIVE Direttore: dott. Marco Bertolotto LA RETE DELLE CURE PALLIATIVE NELL ASL 2 SAVONESE Le Cure Palliative forniscono il sollievo dal dolore e da altri gravi

Dettagli

AREA MINORI. Gli interventi espletati comprendono attività come:

AREA MINORI. Gli interventi espletati comprendono attività come: AREA MINORI PREMESSA Nel Piano Regionale Socio Assistenziale l area dei minori viene definita anche Area dell età evolutiva e del disadattamento, dove l obiettivo primario è quello di fornire elementi

Dettagli

L INTEGRAZIONE ASSISTENZA - RICERCA. Paolo Marchetti Facoltà di Medicina e Psicologia Azienda Ospedaliera Sant Andrea Sapienza Università di Roma

L INTEGRAZIONE ASSISTENZA - RICERCA. Paolo Marchetti Facoltà di Medicina e Psicologia Azienda Ospedaliera Sant Andrea Sapienza Università di Roma L INTEGRAZIONE ASSISTENZA - RICERCA Paolo Marchetti Facoltà di Medicina e Psicologia Azienda Ospedaliera Sant Andrea Sapienza Università di Roma 1 L INTEGRAZIONE ASSISTENZA - RICERCA I Cittadini debbono

Dettagli

A.D.I. A.D.I. CARTA DEI SERVIZI CARTA DEI SERVIZI. Fondazione Molina ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA

A.D.I. A.D.I. CARTA DEI SERVIZI CARTA DEI SERVIZI. Fondazione Molina ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA CARTA DEI SERVIZI CARTA DEI SERVIZI Fondazione Molina A.D.I. ONLUS - Varese Indice delle sezioni: La storia La Fondazione Molina A.D.I. Principi fondamentali Obiettivi del servizio Accesso al servizio

Dettagli

LO SAPEVI? Le cure al malato inguaribile e il supporto alla sua famiglia sono un diritto e sono gratuite. Federazione Cure Palliative Onlus

LO SAPEVI? Le cure al malato inguaribile e il supporto alla sua famiglia sono un diritto e sono gratuite. Federazione Cure Palliative Onlus LO SAPEVI? Le cure al malato inguaribile e il supporto alla sua famiglia sono un diritto e sono gratuite Federazione Cure Palliative Onlus Cure Palliative - Definizione Le Cure Palliative sono la cura

Dettagli

Corso di Laurea Magistrale in Scienze Filosof iche

Corso di Laurea Magistrale in Scienze Filosof iche Corso di Laurea Magistrale in Scienze Filosof iche Corso di Laurea Magistrale in Scienze Filosofiche Preside della Facoltà di Filosofia: Prof. Roberto Mordacci PRESENTAZIONE La Laurea Magistrale in Scienze

Dettagli

Ruolo del Servizio Sanitario Nazionale nel supporto alle pazienti e alle famiglie. Roma, 25 Novembre 2014. Tiziana Sabetta

Ruolo del Servizio Sanitario Nazionale nel supporto alle pazienti e alle famiglie. Roma, 25 Novembre 2014. Tiziana Sabetta Ruolo del Servizio Sanitario Nazionale nel supporto alle pazienti e alle famiglie Roma, 25 Novembre 2014 Tiziana Sabetta Nulla rende più fragile e vulnerabile una famiglia dell esordio di una malattia

Dettagli

Medici e Pediatri di Famiglia

Medici e Pediatri di Famiglia Medici e Pediatri di Famiglia L assistenza del medico e del pediatra di famiglia Il Medico di Medicina Generale (MMG) ed il Pediatra di Famiglia (PdF) sono le figure di riferimento per ogni problema che

Dettagli

UOSD Unità Operativa Semplice Dipartimentale CENTRO SCLEROSI MULTIPLA FIGURE PROFESSIONALI DI RIFERIMENTO L ATTIVITÀ ASSISTENZIALE

UOSD Unità Operativa Semplice Dipartimentale CENTRO SCLEROSI MULTIPLA FIGURE PROFESSIONALI DI RIFERIMENTO L ATTIVITÀ ASSISTENZIALE Centro di riferimento della Regione Lazio per la Sclerosi Multipla [Prof. Diego Centonze] Carta dei Servizi FIGURE PROFESSIONALI DI RIFERIMENTO L ATTIVITÀ ASSISTENZIALE L AMBULATORIO GENERALE L AMBULATORIO

Dettagli

Carta dei Servizi. Centro di Fisioterapia Olympus Via Arco dell'ortene, 39-33053 Latisana (UD) www.fisioterapiaolympus.com

Carta dei Servizi. Centro di Fisioterapia Olympus Via Arco dell'ortene, 39-33053 Latisana (UD) www.fisioterapiaolympus.com Carta dei Servizi Centro di Fisioterapia Olympus Via Arco dell'ortene, 39-33053 Latisana (UD) www.fisioterapiaolympus.com 1 Gentile Utente, La invitiamo a prendere visione della presente Carta dei Servizi

Dettagli

UNITA OPERATIVA DI RIABILITAZIONE GENERALE IN REGIME DIURNO CONTINUO PER ETA EVOLUTIVA

UNITA OPERATIVA DI RIABILITAZIONE GENERALE IN REGIME DIURNO CONTINUO PER ETA EVOLUTIVA UNITA OPERATIVA DI RIABILITAZIONE GENERALE IN REGIME DIURNO CONTINUO PER ETA EVOLUTIVA DEFINIZIONE E UTENZA: L Unità Operativa di Riabilitazione Generale in Regime Diurno Continuo, accreditata presso il

Dettagli

Wamba e Athena Onlus Chi siamo

Wamba e Athena Onlus Chi siamo SMArt S.ervizio M.ultidisciplinare di A.ccoglienza R.adicato nel T.erritorio Per migliorare l assistenza ai pazienti affetti da Atrofia Muscolare Spinale (SMA) Wamba e Athena Onlus Chi siamo Nata nel 2004,

Dettagli

il programma che si prende cura della tua salute

il programma che si prende cura della tua salute il programma che si prende cura della tua salute A proposito di salute Prendersi cura è più che curare Vivere bene e più a lungo possibile è da sempre il primo desiderio di ogni uomo. Un numero sempre

Dettagli

MODULI SPERIMENTALI DI FORMAZIONE INTEGRATIVA POST QUALIFICA PER OPERATORI SOCIO SANITARI

MODULI SPERIMENTALI DI FORMAZIONE INTEGRATIVA POST QUALIFICA PER OPERATORI SOCIO SANITARI MODULI SPERIMENTALI DI FORMAZIONE INTEGRATIVA POST QUALIFICA PER OPERATORI SOCIO SANITARI 1 INTRODUZIONE I moduli integrativi sperimentali, attivati ai sensi del comma 4 dell art. 8 dell Accordo stato

Dettagli

Facoltà di Scienze della formazione

Facoltà di Scienze della formazione Percorsi Formativi Facoltà di Scienze della formazione Laurea magistrale Brescia a.a. 2011-2012 www.unicatt.it 1 2 INDICE Scienze della Formazione 4 Laurea magistrale in Progettazione 6 pedagogica e formazione

Dettagli

ASSOCIAZIONE ONLUS L OASI DI TORRETTA CAMPOBELLO DI MAZARA

ASSOCIAZIONE ONLUS L OASI DI TORRETTA CAMPOBELLO DI MAZARA ASSOCIAZIONE ONLUS L OASI DI TORRETTA CAMPOBELLO DI MAZARA COMUNITA ALLOGGIO DEFINIZIONE DEL SERVIZIO La Comunità Alloggio si propone come soluzione strutturale idonea a rispondere nei casi in cui i genitori

Dettagli