Reticolo endoplasmatico Apparato del Golgi Lisosomi

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Reticolo endoplasmatico Apparato del Golgi Lisosomi"

Transcript

1 Reticolo endoplasmatico Apparato del Golgi Lisosomi

2 NELLA CELLULA eucariotica: Il Nucleo controlla le funzioni cellulari Il Citoplasma è sede di attività sintetiche e metaboliche della cellula

3 Citoplasma Matrice citoplasmatica o citosol Non organizzata in strutture Formata da acqua (85%), RNA, zuccheri, aa, ioni, proteine del citocheletro, enzimi per il metabolismo cellulare (glicolisi anaerobia, simntesi proteica, etc) Organuli e inclusioni strutture orgnizzate con una specifica morfologia e specifiche funzioni EPATOCITI: struttura EPATOCITI: ultrastruttura

4 Ingrandendo riconosciamo alcune strutture di diversa morfologia

5 ORGANULI della cellula eucariotica La cellula eucariotica è suddivisa in compartimenti distinti, sia morfologicamente sia funzionalmente. Tali compartimenti, detti organuli, sono circondati da membrane e contengono molecole e enzimi che conferiscono funzioni specifiche a ciascun organulo Per comprendere il funzionamento di una cellula eucariotica è essenziale sapere che cosa accade in ogni organulo e in che modo le molecole si possono muovere dall uno all altro. Reticolo endoplasmatico Apparato di Golgi Lisosomi Mitocondri Perossisomi

6 Il sistema di endomembrane della cellula è costituito da un insieme di cavità comunicanti e rivestite di membrana: INVOLUCRO NUCLEARE RETICOLO ENDOPLASMATICO APPARATO DI GOLGI LISOSOMI Ogni compartimento costituisce uno spazio acquoso separato dal citosol Ogni organulo è dotato di funzioni e reazioni specifiche Continuità funzionale Ruolo della esistenza di compartimenti distinti: confinare le reazioni chimiche per una maggiore efficienza

7 Reticolo endoplasmatico IL RE si estende per tutta la cellula ma prevalentemente nelle porzioni interne del citoplasma ( ENDO ) Rappresenta ca. il 50% del totale delle membrane cellulari Il RE è costituito da una rete di sacchi appiattiti, e tubuli, vescicole, rivestiti da membrana Le membrane delimitano delle cavità (lume dell ER) che formano un sistema continuo.

8 Reticolo endoplasmatico Funzioni generali Sintetizza quasi tutti i lipidi della cellula e tutte le proteine destinate: - al ER - al Golgi - ai lisosomi - alla membrana plasmatica - alla secrezione Distinguiamo il RER e SER

9 RE rugoso e liscio Il reticolo endoplasmatico ruvido (ER ruvido) ha in genere la forma di foglietti appiattiti ed ha la faccia esterna costellata di ribosomi FUNZIONE principale: sintesi di proteine Il reticolo endoplasmatico liscio (ER liscio) ha in genere una forma più tubulare e non ha ribosomi attaccati. Funzione importante nel metabolismo dei lipidi.

10 RER Le cisterne del RER sono spesso addossate e disposte parallelamente Localizzazione perinucleare.

11 Le membrane del RER si continuano con l involucro nucleare

12 MAPPA DEL TRAFFICO DELLE PROTEINE BIOSINTETICHE Le proteine sintetizzate sui ribosomi sono convogliate alle loro specifiche localizzazioni I poliribosomi del CITOSOL sintetizzano proteine per il citosol, il nucleo e i mitocondri, perossisomi. Il RER sintetizza proteine per: - il RE - il Golgi - i lisosomi, - la membrana plasmatica - la secrezione

13 TRAFFICO DELLE PROTEINE BIOSINTETICHE Nella cellula esistono meccanismi molecolari che permettono di convogliare le proteine a diverse destinazioni Sequenze segnale delle proteine sono necessarie per indirizzarle alla loro destinazione

14 I primi amminoacidi sintetizzati, sequenza segnale, si legano a una particella di riconoscimento del segnale SRP e la sintesi si ferma. La SRP legata alla sequenza e al ribosoma è riconosciuta da un recettore specifico sulla membrana del reticolo. La presenza di un recettore per il ribosoma e di un canale proteico fanno legare il ribosoma al ER e ripartire la sintesi proteica.

15 TRASFERIMENTO DELLE proteine nel RER PORO Rilascio di una proteina nel lume RER Peptidasi del segnale Segmento idrofobico Inserimento di una proteina nella membrana del RER: ) un segmento idrofobico blocca il trasferimento della proteina e la ancora alla membrana (proteine transmembrana)

16 Come avviene il trasferimento dal RER agli altri compartimenti? trasporto vescicolare Sulla superficie del compartimento donatore si forma una vescicola che si stacca e si va a fondere con il compartimento successivo (bersaglio) Le vescicole portano da un compartimento all altro le molecole delle membrane e molecole solubili contenute all interno RE Golgi

17 Nucleo RE rugoso RE liscio Membrana nucleare

18 Nucleo RE rugoso cis Golgi Vescicole trasporto trans Golgi

19 Nucleo RER REL Membrana Nucleare cis Golgi Vescicole trasporto lisosomi trans Golgi membrana

20 RER: funzioni Reticolo endoplasmatico rugoso Sintesi proteine Modificazioni posttraduzionali delle proteine Sintesi dei lipidi (prevalentemente nel REL) Sintesi di nuova membrana (poiché sintetizza proteine e lipidi) proteine secretorie ghiandole, proteine della matrice, enzimi lisosomiali - acquisizione struttura II, III e IV - controllo qualità proteine - glicosilazione iniziale - formazioni di legami disolfuro (disolfuro isomerasi) - idrossilazione di residui di prolina e lisina (es. collagene) - fosfatazione (es. enzimi lisosomiali) - solfatazione

21 RER Il RER è presente in tutte le cellule Molto sviluppato nelle cellule impegnate in una intensa attività sintetica: Alcuni esempi: Cellule esocrine del pancreas plasmacellule cellule nervose L RNA conferisce basofilia citoplasmatica (affinità per coloranti basici: Blu di metilene, blu di toluidina) Componente basofila del citoplasma è stata definita ergastoplasma (dal greco elaborare) per sottolineare i processi di sintesi nelle cellule che si colorano intensamente basofilia in posizione basale

22 RER Alcuni esempi: Cellule esocrine del pancreas plasmacellule cellule nervose Basofilia diffusa Neuroni

23 RER Localizzazione variabile Cellula polarizzata pancreatica Granuli zimogeno Golgi Cellula non polarizzata plasmacellula RER Disposizione polarizzata degli organuli in relazione al percorso dei prodotti di secrezione

24 REL Non ha ribosomi aderenti alla sua superficie Generalmente POCO ESTESO, costituito da un insieme di tubuli e canali anastomizzati che trasportano materiale dal RER al Golgi MOLTO ESTESO in cellule specializzate nel metabolismo dei lipidi: - Epatociti che producono lipoproteine - Cellule che producono ormoni steroidei - corticale surrene - cellule interstiziali testicolo

25 REL: funzioni Funzioni generali Reticolo endoplasmatico liscio Sintesi di lipidi di membrana (fosfolipidi, colesterolo) Formazione di vescicole di trasporto dal RER al Golgi Funzioni specifiche di tipi cellulari specializzati Sintesi di lipidi Detossificazione Immagazzinamento del Calcio (reticolo sarcoplasmatico nella cellula muscolare) ormoni steroidei in cooperazione con i mitocondri metabolismo di farmaci (fegato, ossigenasi) Contrazione muscolare Metabolismo dei carboidrati Regolazione della glicemia

26 REL MOLTO SVILUPPATO in cellule specializzate nel metabolismo dei lipidi: Cellule a secrezione endocrina steroidea (corticale surrene, gonadi) che producono ormoni steroidi dal colesterolo (estrogeni, testosterone, cortico-surrenalici) Cellule epatiche: produzione di particelle lipoproteiche che portano i lipidi nel sangue La Sintesi di ormoni steroidei avviene in cooperazione con i mitocondri Cellula surrene secernenti cortisolo Steroidi secreti per diffusione

27 Apparato di Golgi Messo in evidenza per la I volta nelle cellule nervose, nel 1898, attraverso la reazione nera (impregnazione di Golgi) (bicromato di potassio e nitrato di argento): apparato reticolare interno Considerato per molti anni un artefatto della tecnica di colorazione secondo alcuni ricercatori L avvento della microscopia elettronica nella metà degli anni 50 ha permesso di confermarne la esistenza e chiarirne la ultrastruttura Neuroni di gangli spinali Camillo Golgi

28 APPARATO DI GOLGI TEM

29 APPARATO DI GOLGI Proviamo a descriverlo dal punto di vista morfologico? TEM

30 Apparato di Golgi Cis convessa Trans concava Un tipico apparato del Golgi (TEM) consiste di una serie di sacculi appiattiti (cisterne) rivestiti da membrana, dilatate alle estremità, e vescicole Normalmente 5-6 cisterne, ma il numero può variare da cellula a cellula

31 Apparato di Golgi L organizzazione è un po più complessa... Rivolta verso il nucleo Reticolo del Golgi cis: tra RE e Cis Golgi c è un compartimento intermedio di vescicole e tubuli derivanti dalla fusione delle vescicole del RE Reticolo del Golgi trans network: Nella regione del Golgi trans c è un compartimento costituto di vescicole e tubuli

32 Apparato di Golgi: funzioni di trasporto E una stazione di transito dei prodotti cellulari derivanti dal RE Direzione degli spostamenti Il Golgi trasporta e dirige i prodotti cellulari alle loro destinazioni finali (lisosomi, ambiente extracellulare) Il Golgi è anche sede di processi biosintetici, specifiche reazioni biochimiche che completano la elaborazione dei prodotti cellulari sintetizzati nel RE E quindi dotato di un proprio e specifico sistema di enzimi

33 Apparato di Golgi: funzioni biosintetiche - completamento della glicosilazione della proteine (iniziata nel RER) N-Glicosilazione su N di Asn (enzimi dei lisosomi) inn cooperazione con il RER - Sintesi di polisaccaridi (GAG dei PG, la mucina delle cellule caliciformi) O-glicosilazione su O di Ser - Aggiunta di gruppi fosfato (es. enzimi lisosomiali) e solfato di proteine PRINCIPALI MODIFICAZIONI DELLE PROTEINE 1. N-GLICOSILAZIONE 2. O-GLICOSILAZIONE 3. FOSFORILAZIONE 4. SOLFATAZIONE - Sintesi di lipidi Alcuni Fosfolipidi come la Sfingomielina Glicolipidi: aggiunta di polisaccaridi

34 RER: funzioni N-glicosilazione iniziale (aspecifica) delle proteine Molte proteine solubili e di membrana sintetizzate nel RER sono glicosilate La N-glicosilazione comincia in RER e continua nel Golgi L oligosaccaride iniziale legato a un lipide di membrana (DOLICOLO FOSFATO) viene trasferito alla proteina su un atomo di N (Asparagina) OLIGOSIL-TRANSFERASI N-acetilglucosammina mannosio glucosio Blocco di 14 zuccheri poi modificato nel RER dove 3 glu e 1 man sono rimossi e successivamente nel Golgi

35 RERe Golgi completamento della glicosilazione iniziale (aspecifica) delle proteine Rimossi: 3 gluc, 1 man Possono essere rimossi altri mannosi ma non vengono aggiunti zuccheri nel Golgi NB: enzimi lisosomiali GLICOSIL-TRANSFERASI Sono aggiunti N-acetilglucosammina galattosio Acido sialico

36 Apparato di Golgi: O-glicosilazione Nel Golgi: Aggiunta di gruppi saccaridici legati ad O su Serina (GAG dei PG, muco) Sono aggiunti: Un tetrasaccaride di collegamento Catene di zuccheri (N-acetilglucosammina N- acetilgalattosamina, etc) aggiunti progressivamente da GLICOSIL-TRANSFERASI

37 Apparato di Golgi trasporto vescicolare Le vescicole che si originano da un compartimento cellulare si fondono solo con le membrane del compartimento successivo. TRASPORTO DIREZIONALE Così le proteine del RER devono attraversare tutti i compartimenti del Golgi. Inoltre viene impedito un flusso retrogado (dal Golgi al RER)

38 Apparato di Golgi VIA BIOSINTETICA SECRETORIA (2, 3) Il GOLGI svolge un ruolo fondamentale nello SMISTAMENTO di molecole alle destinazioni finali: - Lisosomi (idrolasi) - Membrana plasmatica - Vescicole secretorie (accumulo e rilascio) (ghiandole, cellule nervose) La via di trasporto selettivo più nota è quella delle idrolasi acide che dal trans golgi sono trasportate ai lisosomi in vescicole rivestite di clatrina

39 SECREZIONE COSTITUTIVA E REGOLATA 2 percorsi di secrezione COSTITUTIVO : in tutte le cellule, molte proteine solubili sono secrete continuamente (es. proteoglicani, proteine della matrice) Rifornisce la membrana di proteine e lipidi Utilizza vescicole non rivestite di clatrina Assenza di segnali specifici REGOLATO: in cellule specializzate nella secrezione (ghiandole, neuroni). Le proteine sono selezionate nel TGN, deviate entro vescicole rivestite di clatrina, concentrate ed accumulate fino a che un segnale extracellulare non stimola la secrezione per esocitosi Segnali analoghi a quelli per la selezione delle proteine lisosomiali

40 Apparato di Golgi: posizione Cellule secretorie Nelle cellule secretorie si trova in posizione strategica strettamente correlata alla funzione Cellula pancreatica di topo TEM

41

42 ESOCITOSI ENDOCITOSI TEM

43

44 ESOCITOSI e ENDOCITOSI VESCICOLA DI SECREZIONE ENDOSOMA

45 ESOCITOSI e ENDOCITOSI La CELLULA ha la necessità di comunicare con l ambiente esterno (secrezione, nutrimento) out ESOCITOSI ed ENDOCITOSI rappresentano una modalità specifica di comunicazione tra l esterno e l interno della cellula in out Consentono il trasporto di molecole vs l esterno e l interno tramite vescicole in

46 ESOCITOSI costitutiva e regolata COSTITUTIVA -Avviene in tutte le cellule IN base ai 2 percorsi di secrezione (costitutiva e regolata) avremo -Avviene in modo continuo -Riguarda molte proteine solubili che sono secrete continuamente (es. proteoglicani, proteine della matrice) -Rifornisce la membrana di proteine e lipidi -Utilizza vescicole non rivestite di clatrina -Non richiede segnali specifici di attivazione del processo

47 ESOCITOSI costitutiva e regolata REGOLATA: in cellule specializzate nella secrezione (ghiandole, neuroni). IN base ai 2 percorsi di secrezione (costitutiva e regolata) avremo Le proteine sono selezionate nel TGN, deviate entro vescicole rivestite di clatrina, concentrate ed accumulate fino a che un segnale extracellulare non stimola la secrezione per esocitosi

48 ESOCITOSI regolata I prodotti di secrezione sono raccolti e concentrati in vescicole di secrezione (granuli di secrezione) - Iniziano ad essere raggruppati nel Golgi (trans) - Recuperati dal Golgi tramite vescicole immature -Maturazione delle vescicole: Concentrazione dei prodotti di secrezione per recupero di membrana (vescicole rivestite di clatrina) Anticorpi anticlatrina

49 L ESOCITOSI può essere: - non polarizzata - polarizzata L esocitosi è localizzata nelle cellule polarizzate Nella cellula nervosa le vescicole sono trasportate alla sinapsi tramite uno scorrimento sui microtubuli

50 ESOCITOSI costitutiva non polarizzata I fibroblasti secernono in modo costitutivo i prodotti della matrice extracellulare Notare: -la presenza di un esteso RER -non sono osservabili granuli di secrezione nel citoplasma perchè hanno vita breve e non si accumulano

51 ESOCITOSI regolata non polarizzata Secrezione regolata di Istamina in un mastocita Mastocita che produce istamina (sintomi delle allergie) A) Nel mastocita si accumulano i granuli di secrezione B) Mastocita in un fluido che contiene la molecola che stimola esocitosi

52 ESOCITOSI regolata polarizzata Nelle cellule a secrezione regolata i granuli secretori si accumulano nel citoplasma vicino alla membrana Cellula pancreatica (enzimi digestivi) TEM

7a. COMPARTIMENTI INTRACELLULARI

7a. COMPARTIMENTI INTRACELLULARI 7a. COMPARTIMENTI INTRACELLULARI contiene materiale protetto da copyright, ad esclusivo uso personale; non è consentita diffusione ed utilizzo di tipo commerciale molte delle reazioni chimiche che avvengono

Dettagli

MEMBRANE INTERNE. nm)

MEMBRANE INTERNE. nm) MEMBRANE INTERNE Nella cellula eucariotica,, membrane circoscrivono cavità chiuse di varia forma: i compartimenti citoplasmatici. In base alla forma, le strutture delimitate da membrana possono essere

Dettagli

COMPARTIMENTI INTRACELLULARI

COMPARTIMENTI INTRACELLULARI COMPARTIMENTI INTRACELLULARI ogni organello è delimitato da una, o due membrane: ciascuna di esse è costituita da un doppio strato fosfolipidico con stessa struttura della membrana plasmatica ma composizione

Dettagli

Membrana cellulare. A. s. 2010/2011 APPUNTI DI BIOLOGIA. La cellula

Membrana cellulare. A. s. 2010/2011 APPUNTI DI BIOLOGIA. La cellula Membrana cellulare La membrana cellulare o plasmatica e la struttura che delimita esternamente la cellula, sia eucariotica che procariotica, separando il comparto intracellulare da quello extracellulare.

Dettagli

ESISTONO DUE TIPI DI SECREZIONE

ESISTONO DUE TIPI DI SECREZIONE ESOCITOSI ESISTONO DUE TIPI DI SECREZIONE SECREZIONE COSTITUTIVA (modalità continua): - proteine, glicoproteine e glicolipidi di membrana - proteine, glicoproteine e proteoglicani della matrice extracellulare

Dettagli

Segnali post-inserzionali

Segnali post-inserzionali Segnali post-inserzionali Ritenzione nel R.E. KDEL C-term RDEL KEEL Individuazione di recettori per KDEL tramite anticorpi di Seconda generazione Recupero di proteine localizzate nel reticolo endoplasmatico

Dettagli

TIPI DI CELLULE : PROCARIOTE ED EUCARIOTE

TIPI DI CELLULE : PROCARIOTE ED EUCARIOTE TIPI DI CELLULE : PROCARIOTE ED EUCARIOTE Tutti i tipi cellulari presenti sul nostro pianeta appartengono ad uno di due gruppi fondamentali: procarioti ed eucarioti. I termini procariota (dal greco pro

Dettagli

I ribosomi liberi nel citoplasma sintetizzano le proteine destinate alla via citoplasmatica, cioè quelle destinate a:

I ribosomi liberi nel citoplasma sintetizzano le proteine destinate alla via citoplasmatica, cioè quelle destinate a: I ribosomi liberi nel citoplasma sintetizzano le proteine destinate alla via citoplasmatica, cioè quelle destinate a: filmato Rimanere nel citoplasma Essere trasportate dal citoplasma al nucleo Essere

Dettagli

MODIFICAZIONI POST-TRADUZIONALI DELLE PROTEINE

MODIFICAZIONI POST-TRADUZIONALI DELLE PROTEINE MODIFICAZIONI POST-TRADUZIONALI DELLE PROTEINE Nell ultima fase della sintesi proteica la catena polipeptidica neosintetizzata assume spontaneamente la sua conformazione nativa (massimo numero di legami

Dettagli

Traduzione dell informazione genetica (1)

Traduzione dell informazione genetica (1) Traduzione dell informazione genetica (1) 1 Traduzione dell informazione genetica (2) Il processo negli eucarioti richiede: 70 diverse proteine ribosomiali >20 enzimi che attivano i precursori degli amminoacidi

Dettagli

CELLULE EUCARIOTICHE

CELLULE EUCARIOTICHE CELLULE EUCARIOTICHE Le cellule eucariotiche sono di maggiori dimensioni, rispetto a quelle procariotiche (almeno 10 volte più grandi) Oltre a: membrana plasmatica, citoplasma, DNA e ribosomi (comuni a

Dettagli

EPITELI GHIANDOLARI. NON confondere con escrezione: espulsione dalla cellula di sostanze non più utilizzabili

EPITELI GHIANDOLARI. NON confondere con escrezione: espulsione dalla cellula di sostanze non più utilizzabili EPITELI GHIANDOLARI Sono costituiti da cellule specializzate nella secrezione: sintesi di molecole che vengono riversate all esterno della cellula PROTEINE, LIPIDI, MUCOPOLISACCARIDI, ORMONI NON confondere

Dettagli

Biosintesi dei triacilgliceroli

Biosintesi dei triacilgliceroli Biosintesi dei triacilgliceroli Destino della maggior parte degli acidi grassi sintetizzati o ingeriti: Ø triacilgliceroli (riserva) Ø fosfolipidi (membrane) in base alle necessità metaboliche I triacilgliceroli

Dettagli

PROGRAMMA DI BIOLOGIA. CLASSE 2^ F a. s. 2014 2015. Prof.ssa RUBINO ALESSANDRA

PROGRAMMA DI BIOLOGIA. CLASSE 2^ F a. s. 2014 2015. Prof.ssa RUBINO ALESSANDRA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE DI STATO "ENRICO FERMI" Via Luosi n. 23-41124 Modena Tel. 059211092 059236398 - (Fax): 059226478 E-mail: info@fermi.mo.it Pagina web: www.fermi.mo.it PROGRAMMA DI BIOLOGIA

Dettagli

Reticolo endoplasmatico: sistema di canali, sacchi e vescicole membranose delimita un lume interno Strutturalmente e funzionalmente diviso in liscio

Reticolo endoplasmatico: sistema di canali, sacchi e vescicole membranose delimita un lume interno Strutturalmente e funzionalmente diviso in liscio Organuli cellulari Reticolo endoplasmatico: sistema di canali, sacchi e vescicole membranose delimita un lume interno Strutturalmente e funzionalmente diviso in liscio e rugoso Reticolo endoplasmico Sistema

Dettagli

La classificazione dei lipidi

La classificazione dei lipidi La classificazione dei lipidi Concetti chiave Le proprietà fisiche di un acido grasso sono determinate dalla sua lunghezza e dal suo grado di saturazione. I triacilgliceroli e i glicerofosfolipidi contengono

Dettagli

Le fibre alimentari sono: - l insieme eterogeneo e complesso di omo- ed eteropolisaccaridi - resistenti agli enzimi digestivi

Le fibre alimentari sono: - l insieme eterogeneo e complesso di omo- ed eteropolisaccaridi - resistenti agli enzimi digestivi Le fibre alimentari sono: - l insieme eterogeneo e complesso di omo- ed eteropolisaccaridi - resistenti agli enzimi digestivi Anche se non digerite, le fibre esercitano effetti importanti nel controllo

Dettagli

COME E ORGANIZZATA UNA CELLULA?

COME E ORGANIZZATA UNA CELLULA? COME E ORGANIZZATA UNA CELLULA? CITOPLASMA Citoplasma è tutta la regione compresa tra l Involucro Nucleare e la Membrana Plasmatica Comprende gli organelli cellulari CITOSOL Citosol è la sostanza semifluida

Dettagli

Mediatore chimico. Recettore. Trasduzione del segnale. Risposta della cellula

Mediatore chimico. Recettore. Trasduzione del segnale. Risposta della cellula Mediatore chimico Recettore Trasduzione del segnale Risposta della cellula I mediatori chimici sono prodotti da cellule specializzate e sono diffusi nell organismo da apparati di distribuzione Sistemi

Dettagli

Sistema di Endomembrane

Sistema di Endomembrane Sistema di Endomembrane Sistema delle endomembrane 1 PARTE Biotecnologie http://en.wikipedia.org/wiki/endomembrane_system Sistema di endomembrane RETICOLO ENDOPLASMATICO http://micro.magnet.fsu.edu/cells/endoplasmicreticulum/endoplasmicreticulum.html

Dettagli

COME E ORGANIZZATA UNA CELLULA?

COME E ORGANIZZATA UNA CELLULA? COME E ORGANIZZATA UNA CELLULA? CITOPLASMA Citoplasma è tutta la regione compresa tra l Involucro Nucleare e la Membrana Plasmatica Comprende gli organelli cellulari CITOSOL Citosol è la sostanza semifluida

Dettagli

La membrana cellulare racchiude il protoplasma, la sostanza vivente che costituisce la cellula, e lo separa dall ambiente esterno, extracellulare.

La membrana cellulare racchiude il protoplasma, la sostanza vivente che costituisce la cellula, e lo separa dall ambiente esterno, extracellulare. Membrana Plasmatica La membrana cellulare racchiude il protoplasma, la sostanza vivente che costituisce la cellula, e lo separa dall ambiente esterno, extracellulare. La sua funzione principale è quella

Dettagli

MODIFICAZIONI POST-TRADUZIONALI DELLE PROTEINE

MODIFICAZIONI POST-TRADUZIONALI DELLE PROTEINE MODIFICAZIONI POST-TRADUZIONALI DELLE PROTEINE Nell ultima fase della sintesi proteica la catena polipeptidica neosintetizzata assume spontaneamente la sua conformazione nativa (massimo numero di legami

Dettagli

Biologia generale Prof.ssa Bernardo

Biologia generale Prof.ssa Bernardo Cellula procariotica cellula eucariotica CELLULE EUCARIOTICHE Le cellule eucariotiche sono di maggiori dimensioni, rispetto a quelle procariotiche (almeno 10 volte più grandi) Oltre a: membrana plasmatica,

Dettagli

Lezione 4 *membrana cellulare *trasporti *specializzazioni del plasmalemma

Lezione 4 *membrana cellulare *trasporti *specializzazioni del plasmalemma Lezione 4 *membrana cellulare *trasporti *specializzazioni del plasmalemma Lezione 3 membrana cellulare Le membrane, sia quelle che delimitano e costituiscono gli organuli cellulari che quelle che rivestono

Dettagli

Funzioni della membrana plasmatica

Funzioni della membrana plasmatica TRASPORTO M.P. -Omeostasi cellulare Funzioni della membrana plasmatica Mantenimento della conc. intracell. di ioni e molecole entro valori corretti Scambi interno - esterno Non c è consumo E Consumo E

Dettagli

La mammella e il latte

La mammella e il latte La mammella e il latte Cenni di anatomia della ghiandola mammaria e suo sviluppo L escrezione e la secrezione dei componenti del latte L eiezione e la modalità di mungitura e i riflessi sulla qualità del

Dettagli

La cellula è l unità fondamentale di tutti gli organismi viventi ed è la più piccola struttura ad essere classificabile come vivente.

La cellula è l unità fondamentale di tutti gli organismi viventi ed è la più piccola struttura ad essere classificabile come vivente. CHE COS E LA CELLULA? La cellula è l unità fondamentale di tutti gli organismi viventi ed è la più piccola struttura ad essere classificabile come vivente. DA COSA SONO COSTITUITE LE CELLULE? Tutte le

Dettagli

Smistamento delle proteine neosintetizzate

Smistamento delle proteine neosintetizzate Smistamento delle proteine neosintetizzate Principi di Citologia e Istologia. Prof. Pucci, 2003 La sintesi continua sul RER La sintesi continua su ribosomi liberi Proteine citoplasmatiche Proteine lisosomali,

Dettagli

INFORMAZIONI PER GLI APPELLI DI ESAME:

INFORMAZIONI PER GLI APPELLI DI ESAME: Biologia della Cellula e dei Tessuti (Corso A) 12 ECTS Docenti: I. Perroteau (Biologia della Cellula) B. Dore (Biologia dei Tessuti) S. De Marchis (laboratorio di colture cellulari) 1 INFORMAZIONI PER

Dettagli

Struttura e funzioni della cellula. Corso di Biofisica, Università di Cagliari 1

Struttura e funzioni della cellula. Corso di Biofisica, Università di Cagliari 1 Struttura e funzioni della cellula 1 Riferimenti Books and others Biological Physics (updated 1 st ed.), Philip Nelson, Chap. 2 Physical Biology of the Cell, Phillips et al., Chap. 2 Movies Exercise 2

Dettagli

Incubazione PULSE-CHASE di pezzi di tessuto pancreatico in solux. contenente AA radioattivi. Gli AA venivano assimilati e incorporati

Incubazione PULSE-CHASE di pezzi di tessuto pancreatico in solux. contenente AA radioattivi. Gli AA venivano assimilati e incorporati Nobel nel 1974 a James JAMIESON e George PALADE Incubazione PULSE-CHASE di pezzi di tessuto pancreatico in solux. contenente AA radioattivi. Gli AA venivano assimilati e incorporati Reticolo endoplasmatico

Dettagli

Smistamento delle proteine nella cellula

Smistamento delle proteine nella cellula SMISTAMENTO DELLE PROTEINE LE PROTEINE VENGONO SMISTATE A PEROSSISOMI, NUCLEO, MITOCONDRI E RE IN MODO INDIPENDENTE E AUTONOMO. DAL RE, INVECE, SI DIPARTE LA VIA DI SMISTAMENTO CHE PORTA LE PROTEINE A

Dettagli

La cellula e il sistema membranoso

La cellula e il sistema membranoso Genesi Sistema Membranoso La cellula e il sistema membranoso * Sistema Membranoso * 1& Citoplasma: ialoplasma e organuli cellulari Fase fluida: matrice ialoplasmatica, ialoplasma o citosol (55%) Sistema

Dettagli

Sistema membranoso del citoplasma. Sistema vacuolare del citoplasma

Sistema membranoso del citoplasma. Sistema vacuolare del citoplasma Sistema membranoso del citoplasma O Sistema vacuolare del citoplasma Sistema membranoso del citoplasma La grande maggioranza degli organuli cellulari è formata da sistemi di membrane intracitoplasmatiche

Dettagli

Segnalazione cellulare e trasduzione del segnale. Comunicazione fra le cellule

Segnalazione cellulare e trasduzione del segnale. Comunicazione fra le cellule Segnalazione cellulare e trasduzione del segnale Comunicazione fra le cellule Le cellule comunicano e interagiscono tra loro tramite il fenomeno della segnalazione cellulare Una cellula segnalatrice produce

Dettagli

Ingegneria delle tecnologie per la salute. Anatomia e istologia umana. Cenni di Biologia

Ingegneria delle tecnologie per la salute. Anatomia e istologia umana. Cenni di Biologia Ingegneria delle tecnologie per la salute Anatomia e istologia umana Cenni di Biologia Macromolecole: Glucidi Lipidi Proteine Acidi nucleici glucidi Monosaccaridi: glucosio, fruttosio, galattosio, desossiribosio,

Dettagli

- In che modo questi segnali dirigono il trasporto della proteina al compartimento di destinazione?

- In che modo questi segnali dirigono il trasporto della proteina al compartimento di destinazione? PRINCIPI GENERALI DELLO SMISTAMENTO DELLE PROTEINE - Dove risiede l informazione per la corretta localizzazione di una proteina? - In che modo questi segnali dirigono il trasporto della proteina al compartimento

Dettagli

IL TRAFFICKING VESCICOLARE: DENTRO E FUORI LE CELLULE

IL TRAFFICKING VESCICOLARE: DENTRO E FUORI LE CELLULE IL TRAFFICKING VESCICOLARE: DENTRO E FUORI LE CELLULE The Nobel Prize in Physiology or Medicine 2013: James E. Rothman, Randy W. Schekman and Thomas C. Südhof "for their discoveries of machinery regulating

Dettagli

Struttura e organizzazione della cellula

Struttura e organizzazione della cellula Introduzione Struttura e organizzazione della cellula La cellula è l unità fondamentale degli organismi viventi, ed è in grado di vivere in maniera autonoma e di riprodursi. Nonostante la sua autonomia,

Dettagli

citologia: reticolo endoplasmatico

citologia: reticolo endoplasmatico 1 In microscopia elettronica si distinguono due tipi di fondamentali di RE che svolgono funzioni diversi e differiscono per la loro composizione chimica: il RE rugoso e il Re liscio Mitocondrio Reticolo

Dettagli

La trasduzione del segnale intracellulare

La trasduzione del segnale intracellulare La trasduzione del segnale intracellulare Chemical signaling mechanisms Amplification in signal transduction pathways Un aspetto importante è il controllo temporale del comportamento cellulare: il trasferimento

Dettagli

RNA polimerasi operone. L operatore è il tratto

RNA polimerasi operone. L operatore è il tratto La regolazione genica nei procarioti Alcune proteine vengono prodotte dalla cellula ad un ritmo relativamente costante e l attività dei geni che codificano queste proteine non è regolata in modo sofisticato.

Dettagli

Dischi piatti (cisterne) impilate con una polarità. Microvescicole (trasporto) Macrovescicole (secrezione) Tre regioni: Cis Mediale Trans

Dischi piatti (cisterne) impilate con una polarità. Microvescicole (trasporto) Macrovescicole (secrezione) Tre regioni: Cis Mediale Trans Apparato di Golgi Aspetto dell apparato di Golgi Dischi piatti (cisterne) impilate con una polarità. Microvescicole (trasporto) Macrovescicole (secrezione) Tre regioni: Cis Mediale Trans Funzioni dell

Dettagli

unità C2. Le trasformazioni energetiche nelle cellule

unità C2. Le trasformazioni energetiche nelle cellule unità 2. Le trasformazioni energetiche nelle cellule Il trasporto nelle cellule avviene senza consumo di energia con consumo di energia trasporto passivo trasporto attivo attraverso il doppio strato fosfolipidico

Dettagli

LA MEMBRANA PLASMATICA

LA MEMBRANA PLASMATICA LA MEMBRANA PLASMATICA 1. LE FUNZIONI DELLA MEMBRANA PLASMATICA La membrana plasmatica svolge le seguenti funzioni: 1. tenere concentrate tutte le sostanze indispensabili alla vita: è proprio la membrana

Dettagli

Riproduzione molecolare. Riproduzione cellulare. Riproduzione degli organismi. Gametogenesi (femminile e maschile) Fecondazione

Riproduzione molecolare. Riproduzione cellulare. Riproduzione degli organismi. Gametogenesi (femminile e maschile) Fecondazione ARGOMENTO STRUTTURA CELLULARE CONCETTO DI REGOLAZIONE GENICA REGOLAZIONE GENICA PROCARIOTI REGOLAZIONE GENICA EUCARIOTI trascrizione e maturazione RNA trasporto nucleo-citoplasma sintesi proteica via secretiva

Dettagli

La traduzione: dall mrna alle proteine

La traduzione: dall mrna alle proteine La traduzione: dall mrna alle proteine Le infezioni batteriche sono una grave causa di malattie e morte in Europa e negli USA. Le infezioni batteriche si curano con antibiotici che colpiscono l espressione

Dettagli

LA CELLULA VEGETALE parete cellulare membrana cellulare

LA CELLULA VEGETALE parete cellulare membrana cellulare LA CELLULA VEGETALE Quasi tutti gli esseri viventi possiedono un carattere comune che è quello di essere formati di elementi microscopici chiamati cellule. Le cellule costituiscono quindi le pietre elementari

Dettagli

scaricato da www.sunhope.it

scaricato da www.sunhope.it Recettori a tirosina chinasi I recettori a tirosina chinasi presentano vari domini Una regione di legame (extracellulare) Una regione transmembrana Una coda intracellulare con numerose tirosine scaricato

Dettagli

Claudia Borgioli Sandra von Borries GENESIS. Scienze della Vita

Claudia Borgioli Sandra von Borries GENESIS. Scienze della Vita Claudia Borgioli Sandra von Borries GENESIS Scienze della Vita UNITÀ 1 La chimica e la cellula elettroni si dispongono prima nei gusci più vicini al nucleo e poi in quelli più lontani.

Dettagli

LA MEMBRANA. www.fisiokinesiterapia.biz

LA MEMBRANA. www.fisiokinesiterapia.biz LA MEMBRANA www.fisiokinesiterapia.biz Struttura della membrana Le membrane sono fondamentali per la vita della cellula Racchiudono la cellula definendone i confini e mantenendo le differenze fondamentali

Dettagli

26/11/2014 CITOSOL (3) Citosol Ribosomi Sintesi delle proteine nei ribosomi CITOSOL (2) CITOSOL (1)

26/11/2014 CITOSOL (3) Citosol Ribosomi Sintesi delle proteine nei ribosomi CITOSOL (2) CITOSOL (1) CITOSOL (3) Citosol Ribosomi Sintesi delle proteine nei ribosomi http://hyperphysics.phy astr.gsu.edu/hbase/biology/ribosome.html http://www.accessexcellence.org/rc/vl/gg/ecb/ecb_images/01_24_organelles.jpg

Dettagli

Il mantenimento dell omeostasi cellulare dipende dai sistemi che permettono lo scambio di molecole tra citoplasma e liquido

Il mantenimento dell omeostasi cellulare dipende dai sistemi che permettono lo scambio di molecole tra citoplasma e liquido Il mantenimento dell omeostasi cellulare dipende dai sistemi che permettono lo scambio di molecole tra citoplasma e liquido extracellulare e dalla loro regolazione. Membrana cellulare Ogni cellula presenta

Dettagli

Legami chimici. Covalente. Legami deboli

Legami chimici. Covalente. Legami deboli Legami chimici Covalente Legami deboli Legame fosfodiesterico Legami deboli Legami idrogeno Interazioni idrofobiche Attrazioni di Van der Waals Legami ionici Studio delle macromolecole Lipidi

Dettagli

Le vescicole di trasporto trasportano un cargo da un compartimento cellulare ad un altro

Le vescicole di trasporto trasportano un cargo da un compartimento cellulare ad un altro Le vescicole di trasporto trasportano un cargo da un compartimento cellulare ad un altro Le proteine di rivestimento guidano la formazione di queste vescicole polimerizzando sulla superficie delle membrane

Dettagli

Il sistema endocrino

Il sistema endocrino Il sistema endocrino 0 I messaggeri chimici 0 I messaggeri chimici coordinano le diverse funzioni dell organismo Gli animali regolano le proprie attività per mezzo di messaggeri chimici. Un ormone è una

Dettagli

«Macromolecole» Lipidi

«Macromolecole» Lipidi LIPIDI (1) «Macromolecole» Lipidi Biotecnologie Miscellanea di molecole biologiche che condividono la proprietà di non essere solubili in acqua. Molecole idrofobiche. Es: Grassi Oli (grasso liquido a temperatura

Dettagli

Fig.4.1 Cellula animale e organuli cellulari (da Hickman e Roberts, 2000).

Fig.4.1 Cellula animale e organuli cellulari (da Hickman e Roberts, 2000). CAP. 4 La cellula come base della vita. Cellula animale e vegetale. Organuli cellulari: morfologia e funzioni. Componenti della cellula: I componenti chimici della cellula possono essere classificati in:

Dettagli

Proteine integrali di membrana legate sul versante esterno a gruppi di carboidrati. Formati da diverse subunità che circoscrivono un poro acquoso che

Proteine integrali di membrana legate sul versante esterno a gruppi di carboidrati. Formati da diverse subunità che circoscrivono un poro acquoso che Canali ionici Proteine integrali di membrana legate sul versante esterno a gruppi di carboidrati. Formati da diverse subunità che circoscrivono un poro acquoso che permette il passaggio selettivo di ioni.

Dettagli

Origine delle cellule e concetti generali

Origine delle cellule e concetti generali Istituto Comprensivo Massarosa 2 Percorsi per capire Laboratori del Sapere Scientifico Origine delle cellule e concetti generali Paolo Ercolini biologo Piano di Conca, 11 novembre 2013 Fonti internet rilevate

Dettagli

La regolazione genica nei virus

La regolazione genica nei virus La regolazione genica nei virus Lic. Scientifico A. Meucci Aprilia Prof. Rolando Neri I VIRUS INDICE Caratteristiche dei virus: il capside e il genoma virale Classificazione virale Fasi del ciclo riproduttivo

Dettagli

Il flusso dell informazione genetica. DNA -->RNA-->Proteine

Il flusso dell informazione genetica. DNA -->RNA-->Proteine Il flusso dell informazione genetica DNA -->RNA-->Proteine Abbiamo visto i principali esperimenti che hanno dimostrato che il DNA è la molecola depositaria dell informazione genetica nella maggior parte

Dettagli

Da dove prendono energia le cellule animali?

Da dove prendono energia le cellule animali? Da dove prendono energia le cellule animali? La cellula trae energia dai legami chimici contenuti nelle molecole nutritive Probabilmente le più importanti sono gli zuccheri, che le piante sintetizzano

Dettagli

Biologia e sistematica vegetale. Le membrane cellulari

Biologia e sistematica vegetale. Le membrane cellulari Biologia e sistematica vegetale Le membrane cellulari Le cellule richiedono le membrane per la loro esistenza La membrana plasmatica è quella che definisce i confini della cellula e aiuta a creare e mantenere

Dettagli

Si dividono in: N-glicosilate (su Asparagina) O-glicosilate (su Serina o Treonina. Raramente su Tirosina, idrossiprolina, idrossilisina)

Si dividono in: N-glicosilate (su Asparagina) O-glicosilate (su Serina o Treonina. Raramente su Tirosina, idrossiprolina, idrossilisina) GLICOSILAZIONE La glicosilazione è la modificazione PTM più diffusa. Circa il 50% delle proteine umane sono glicosilate Caratteristica di molte proteine della superficie cellulare e delle d proteine di

Dettagli

Citosol Ribosomi Sintesi proteica

Citosol Ribosomi Sintesi proteica CITOSOL (1) Citosol Ribosomi Sintesi proteica Biotecnologie_2012 Tutta la porzione non strutturata che costituisce la parte liquida del citoplasma. In esso si trovano in soluzione tutte le molecole necessarie

Dettagli

Distribuzione e composizione dei liquidi corporei

Distribuzione e composizione dei liquidi corporei Distribuzione e composizione dei liquidi corporei Cavità principali del corpo umano Dee Unglaub Silverthorn, Fisiologia umana 2010 Pearson Italia S.p.A Organizzazione generale dell organismo: un visione

Dettagli

testicolo dotto deferente

testicolo dotto deferente LA SPERMATOGENESI Struttura del testicolo epididimo testicolo dotto deferente Funzioni del testicolo: esporta spermatozoi ed ormoni androgeni Struttura del testicolo LA SPERMATOGENESI Per testicolo ci

Dettagli

LE BIOMOLECOLE DETTE ANCHE MOLECOLE ORGANICHE; CARBOIDRATI PROTEINE. sono ACIDI NUCLEICI. molecole complesse = POLIMERI. formate dall'unione di

LE BIOMOLECOLE DETTE ANCHE MOLECOLE ORGANICHE; CARBOIDRATI PROTEINE. sono ACIDI NUCLEICI. molecole complesse = POLIMERI. formate dall'unione di LE BIOMOLECOLE LE BIOMOLECOLE DETTE ANCHE MOLECOLE ORGANICHE; CARBOIDRATI LE BIOMOLECOLE sono LIPIDI PROTEINE ACIDI NUCLEICI molecole complesse = POLIMERI formate dall'unione di molecole semplici = MONOMERI

Dettagli

Niccolò Taddei Biochimica

Niccolò Taddei Biochimica Niccolò Taddei Biochimica VERSO L UNIVERSITÀ Le domande sono tratte dalle prove di ammissione emesse annualmente dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca (MIUR) e le soluzioni sono

Dettagli

Cap. 7 Interazioni fra le cellule e il loro ambiente

Cap. 7 Interazioni fra le cellule e il loro ambiente Cap. 7 Interazioni fra le cellule e il loro ambiente Matteo Paolucci Lo spazio extracellulare carboidrati legati a proteine di membrana formazione strato (glicocalice o rivestimento cellulare) glicocalice:

Dettagli

STOMACO. A livello dello stomaco si verifica un limitato assorbimento di alimenti, soprattutto di acqua, di alcuni sali, di alcool e di alcuni farmaci

STOMACO. A livello dello stomaco si verifica un limitato assorbimento di alimenti, soprattutto di acqua, di alcuni sali, di alcool e di alcuni farmaci STOMACO Nel loro insieme i secreti delle ghiandole formano il succo gastrico, fortemente acido (ph circa 1). Nella mucosa gastrica sono disposte tra le ghiandole cellule mucose, che producono un muco che

Dettagli

I trasportatori citoplasmatici sono vescicole di trasporto

I trasportatori citoplasmatici sono vescicole di trasporto I trasportatori citoplasmatici sono vescicole di trasporto Via biosintetica o via secretoria (secr. regolata, secr. costitutiva) Via endocitica ALCUNI APPROCCI ALLO STUDIO DELLE ENDOMEMBRANE: autoradiografia

Dettagli

Processi di trasporto: Trasporto passivo Diffusione facilitata Trasporto attivo. funzioni della membrana

Processi di trasporto: Trasporto passivo Diffusione facilitata Trasporto attivo. funzioni della membrana Processi di trasporto: Trasporto passivo Diffusione facilitata Trasporto attivo funzioni della membrana Le proteine sono responsabili delle diverse funzioni di membrana : Proteine di trasporto: facilitano

Dettagli

Corso di Laurea Magistrale in Medicina e Chirurgia Biofisica e Fisiologia I A.A. 2015-16

Corso di Laurea Magistrale in Medicina e Chirurgia Biofisica e Fisiologia I A.A. 2015-16 Corso di Laurea Magistrale in Medicina e Chirurgia Biofisica e Fisiologia I A.A. 2015-16 BIOFISICA DELLE MEMBRANE Negli organismi pluricellulari, a parte i tessuti tegumentari e gli epiteli assorbenti

Dettagli

INSOLUBILI IN ACQUA E SOLUBILI NEI SOLVENTI ORGANICI NON POLARI

INSOLUBILI IN ACQUA E SOLUBILI NEI SOLVENTI ORGANICI NON POLARI LIPIDI Una delle quattro principali classi di sostanze biologicamente attive. I lipidi (la parola deriva dal greco lípos, grasso) sono costituenti delle piante e degli animali, caratterizzati da particolari

Dettagli

EUCARIOTI. suddivisione del lavoro a livello cellulare

EUCARIOTI. suddivisione del lavoro a livello cellulare EUCARIOTI ORGANISMI UNICELLULARI alghe unicellulari protozoi ORGANISMI PLURICELLULARI suddivisione del lavoro a livello cellulare da cellule tutte uguali (prime fasi sviluppo embrionale) a popolazioni

Dettagli

ENDOCRINOLOGIA E NUTRIZIONE UMANA LEZIONE 6 GHIANDOLE SURRENALI ZONE

ENDOCRINOLOGIA E NUTRIZIONE UMANA LEZIONE 6 GHIANDOLE SURRENALI ZONE ENDOCRINOLOGIA E NUTRIZIONE UMANA LEZIONE 6 GHIANDOLE SURRENALI ZONE Struttura La porzione più esterna della corticale, la zona glomerulare, è costituita da piccole cellule mentre la porzione centrale,

Dettagli

Le membrane. Struttura e funzione

Le membrane. Struttura e funzione Le membrane Struttura e funzione Le membrane fungono da barriere selettive La membrana plasmatica è importante per molte funzioni Il doppio strato lipidico Molecole anfipatiche FOSFOLIPIDI STEROLI GLICOLIPIDI

Dettagli

Meccanismi di trasporto attivo e passivo 1

Meccanismi di trasporto attivo e passivo 1 Meccanismi di trasporto attivo e passivo 1 Il trasporto di sostanze attraverso la membrana cellulare può avvenire con la partecipazione attiva della membrana: in questo caso si parla di trasporto attivo

Dettagli

SUPERAVVOLGIMENTO DEL DNA (ORGANIZZAZIONE TERZIARIA DEL DNA)

SUPERAVVOLGIMENTO DEL DNA (ORGANIZZAZIONE TERZIARIA DEL DNA) SUPERAVVOLGIMENTO DEL DNA (ORGANIZZAZIONE TERZIARIA DEL DNA) ORGANIZZAZIONE TERZIARIA DEL DNA Il DNA cellulare contiene porzioni geniche e intergeniche, entrambe necessarie per le funzioni vitali della

Dettagli

Regolazione del metabolismo del glucosio

Regolazione del metabolismo del glucosio Regolazione del metabolismo del glucosio Regolazione coordinata di glicolisi e gluconeogenesi Glicolisi e gluconeogenesi sono regolate in modo reciproco La regolazione è a livello dei punti di deviazione

Dettagli

Compartimenti intracellulari

Compartimenti intracellulari Compartimenti intracellulari Endosomi: smistamento di materiali assunti per endocitosi Perossisomi: sede di reazioni ossidative per la demolizione di lipidi e di molecole tossiche Lisosomi: contengono

Dettagli

Helena Curtis N. Sue Barnes

Helena Curtis N. Sue Barnes Helena Curtis N. Sue Barnes LA RESPIRAZIONE CELLULARE INDICE Demolizione del glucosio Glicolisi Fermentazione lattica Fermentazione alcolica Respirazione cellulare Ciclo di Krebs Catena di trasporto degli

Dettagli

Modalità di trasmissione di segnali chimici tra cellule

Modalità di trasmissione di segnali chimici tra cellule Modalità di trasmissione di segnali chimici tra cellule secrezione autocrina messaggero chimico secrezione paracrina messaggero chimico secrezione endocrina secrezione sinaptica cellule bersaglio messaggero

Dettagli

3. Citologia i. Strutture cellulari comuni tra cellule animali e vegetali

3. Citologia i. Strutture cellulari comuni tra cellule animali e vegetali Strutture cellulari comuni tra cellule animali e vegetali: CITOPLASMA CITOSCHELETRO RIBOSOMI RETICOLO ENDOPLASMATICO APPARATO DEL GOLGI MITOCONDRI NUCLEO PEROSSISOMI CITOPLASMA materiale gelatinoso incolore

Dettagli

MODALITA DI TRASPORTO ATTRAVERSO LE MEMBRANE BIOLOGICHE LA MEMBRANA CELLULARE E SELETTIVAMENTE PERMEABILE, CIOE SOLO DETERMINATI TIPI DI MOLECOLE POSSONO AT= TRAVERSARLA LIBERAMENTE (PICCOLE MOLECOLE POLARI;

Dettagli

Corso di Laurea Magistrale in Medicina e Chirurgia Biofisica e Fisiologia I

Corso di Laurea Magistrale in Medicina e Chirurgia Biofisica e Fisiologia I Corso di Laurea Magistrale in Medicina e Chirurgia Biofisica e Fisiologia I BIOFISICA DELLE MEMBRANE BIOFISICA DELLE MEMBRANE Le funzioni biologiche di tutti gli organismi viventi si svolgono mediante

Dettagli

Bioingegneria Elettronica I

Bioingegneria Elettronica I Bioingegneria Elettronica I Cenni alla fisiologia delle cellule e dei sistemi biologici A. Bonfiglio La cellula struttura generale La cellula Struttura generale della cellula Composizione dei liquidi intracellulare

Dettagli

in Terminazione Neurone Dendriti Soma Fessura sinaptica sinaptica Nucleo dendrite Segmento iniziale Sinapsi inibitoria Segmento mielinico Assone

in Terminazione Neurone Dendriti Soma Fessura sinaptica sinaptica Nucleo dendrite Segmento iniziale Sinapsi inibitoria Segmento mielinico Assone Le funzioni del sistema nervoso si basano sull attività dei neuroni che consiste nel generare, trasmettere ed elaborare informazioni nervose, che dipendono da modificazioni del potenziale di membrana,

Dettagli

La nutrizione e il metabolismo

La nutrizione e il metabolismo La nutrizione e il metabolismo 1. Le sostanze nutritive, o nutrienti 2. Definizione di metabolismo 3. Il metabolismo dei carboidrati 4. Il metabolismo dei lipidi 1 L apparato respiratorio 5. Il metabolismo

Dettagli

Il sistema endocrino Il sistema endocrino sistema ormonale ghiandole cellule proteiche lipidiche organismo umano sistema nervoso

Il sistema endocrino Il sistema endocrino sistema ormonale ghiandole cellule proteiche lipidiche organismo umano sistema nervoso Il sistema endocrino Il sistema endocrino o sistema ormonale è rappresentato da un insieme di ghiandole e cellule (dette ghiandole endocrine e cellule endocrine) le quali secernono delle sostanze proteiche

Dettagli

REPLICAZIONE DEL DNA

REPLICAZIONE DEL DNA REPLICAZIONE DEL DNA La replicazione (o anche duplicazione) è il meccanismo molecolare attraverso cui il DNA produce una copia di sé stesso. Ogni volta che una cellula si divide, infatti, l'intero genoma

Dettagli

Metabolismo: Introduzione

Metabolismo: Introduzione Metabolismo: Introduzione METABOLISMO Insieme delle reazioni chimiche coordinate e integrate che hanno luogo in tutte le cellule C A T A B O L I S M O Ossidazioni esoergoniche Alimenti: Carboidrati Lipidi

Dettagli

Microvilli (circa 600 per cellula) Orletto a spazzola

Microvilli (circa 600 per cellula) Orletto a spazzola Microvilli (circa 600 per cellula) Orletto a spazzola Questa enorme superficie permette che, a livello del digiuno e dell ileo, abbia luogo l assorbimento dei monosaccaridi, degli amminoacidi, degli acidi

Dettagli

Tessuto epiteliale Tessuto connettivo Tessuto muscolare Tessuto nervoso TESSUTO

Tessuto epiteliale Tessuto connettivo Tessuto muscolare Tessuto nervoso TESSUTO Tessuto epiteliale TESSUTO Ogni cellula del nostro organismo ha lo stesso patrimonio genetico ma, allora, perché ogni cellula è diversa da un altra? Del messaggio genetico ricevuto ogni cellula legge un

Dettagli

dieta vengono convertiti in composti dei corpi chetonici.

dieta vengono convertiti in composti dei corpi chetonici. Metabolismo degli aminoacidi Metabolismo degli aminoacidi Gli aminoacidi introdotti in eccesso con la dieta vengono convertiti in composti precursori del glucosio, degli acidi grassi e dei corpi chetonici.

Dettagli

I Composti Organici. Le Biomolecole

I Composti Organici. Le Biomolecole I Composti Organici I composti organici sono molecole tutte contenenti carbonio. Essi comprendono. 1. composti di interesse energetico che sono gli Idrocarburi ( i derivati del petrolio), 2. composti a

Dettagli

I composti organici della vita: carboidrati, lipidi, proteine e acidi nucleici

I composti organici della vita: carboidrati, lipidi, proteine e acidi nucleici I composti organici della vita: carboidrati, lipidi, proteine e acidi nucleici La seta della tela di ragno è un insieme di macromolecole, dette proteine. Sono le caratteristiche fisico-chimiche di queste

Dettagli