Anagrafe degli Animali d Affezione: aggiornamenti normativi e dati relativi alla provincia di Ferrara

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Anagrafe degli Animali d Affezione: aggiornamenti normativi e dati relativi alla provincia di Ferrara"

Transcript

1 Anagrafe degli Animali d Affezione: aggiornamenti normativi e dati relativi alla provincia di Ferrara Dott.ssa Silvia Scaioli, Dirigente Veterinario Referente Anagrafe Canina Area Sanità Pubblica Veterinaria Azienda USL di Ferrara

2 Normativa di riferimento Legge 14 agosto 1991, n. 281 Legge quadro in materia di animali di affezione e prevenzione del randagismo Legge Regionale 7 aprile 2000, n. 27 e succ. mod. Nuove norme per la tutela ed il controllo della popolazione canina e felina Accordo 6 febbraio 2003 Accordo tra il Ministro della salute, le regioni e provincie autonome di Trento e di Bolzano in materia di benessere degli animali da compagnia e pet-therapy Ordinanza 6 agosto 2008 Ordinanza contingibile ed urgente concernente misure per l'identificazione e la registrazione della popolazione canina DGR 139/2011 del 7 febbraio 2011 Definizione della procedura di acquisto e distribuzione dei microchip di identificazione e di registrazione dei cani presenti sul territorio della Regione Emilia Romagna

3 Legge 14 agosto 1991, n. 281 Legge quadro in materia di animali di affezione e prevenzione del randagismo Art. 2 comma 5 I cani vaganti non tatuati catturati, nonché i cani ospitati presso le strutture...,devono essere tatuati;... Art. 3 comma 1 Le Regioni disciplinano con propria legge,..., l'istituzione dell'anagrafe canina presso i comuni o le unità sanitarie locali, nonché le modalità per l'iscrizione a tale anagrafe e per il rilascio al proprietario o al detentore della sigla di riconoscimento del cane, da imprimersi mediante tatuaggio indolore

4 Legge Regionale 7 aprile 2000, n. 27 e succ. mod. Nuove norme per la tutela ed il controllo della popolazione canina e felina Art. 6 - Anagrafe canina 1. In ogni Comune è istituita l'anagrafe dei cani 3. L'iscrizione dei cani già identificati mediante tatuaggio o microchip va effettuata utilizzando lo stesso codice identificativo. 4. La Regione, entro centoventi giorni dall'entrata in vigore della presente legge, definisce i criteri per l'attuazione dell'identificazione dei cani mediante microchip, in sostituzione del tatuaggio, nonché i criteri per la realizzazione di una base dati informatizzata, a livello regionale e provinciale, delle anagrafi canine comunali.

5 Legge Regionale 7 aprile 2000, n. 27 e succ. mod. Nuove norme per la tutela ed il controllo della popolazione canina e felina Art. 7 - Iscrizioni 1. I proprietari di cani, gli allevatori ed i detentori di cani a scopo di commercio sono tenuti ad iscrivere i propri animali all'anagrafe canina del Comune di residenza. 2. I soggetti di cui al comma 1 sono tenuti all'iscrizione entro trenta giorni dalla nascita dell'animale o da quando ne vengano, a qualsiasi titolo, in possesso.

6 Legge Regionale 7 aprile 2000, n. 27 e succ. mod. Nuove norme per la tutela ed il controllo della popolazione canina e felina Art. 7 Iscrizioni 4. Gli allevatori ed i detentori a scopo di commercio hanno l'obbligo...a segnalare le cessioni o le vendite di cani ai Comuni di residenza degli acquirenti o destinatari, entro 7 giorni dall'avvenuta cessione. Il Comune deve rilasciare apposita ricevuta dell'avvenuta comunicazione. Soggiaciono alle presenti disposizioni anche i cuccioli. La lettera della Regione E.-R. n. 646 del 16/06/2010 dice che la comunicazione va fatta al proprio Comune entro 7 giorni dall'avvenuta cessione e che sarà poi l acquirente ad iscrivere il cane nel Comune di residenza.

7 Legge Regionale 7 aprile 2000, n. 27 e succ. mod. Nuove norme per la tutela ed il controllo della popolazione canina e felina Art. 8 Norme di identificazione Le operazioni di tatuaggio o l'inserimento sottocutaneo del microchip sono eseguite dai Servizi veterinari delle Aziende Unità Sanitarie locali, o da veterinari liberi professionisti e devono essere eseguite in modo indolore e tale da non recare danno all'animale. Qualora, per qualsiasi motivo ed in qualsiasi momento il codice tatuato dovesse risultare illeggibile, il proprietario, o chi esercita la patria potestà in caso di proprietario minorenne, è tenuto a fare ritatuare l'animale o a fare sostituire il codice con l'inserimento di microchip. Parimenti, qualora il microchip inserito risultasse indecifrabile, il proprietario è tenuto a procedere ad una reiscrizione all'anagrafe e conseguente reidentificazione dell'animale. L identificazione va effettuata nei 30 giorni successivi all iscrizione.

8 Legge Regionale 7 aprile 2000, n. 27 e succ. mod. Nuove norme per la tutela ed il controllo della popolazione canina e felina Art. 10 Casi di smarrimento Lo smarrimento o la sottrazione di un cane devono essere segnalati dal detentore, entro 3 giorni, al Comune competente. Art. 11 Casi di cessione o morte dell'animale o cambiamenti di residenza del proprietario I proprietari di cani sono tenuti a segnalare, entro 15 giorni, ai Comuni interessati, la cessione definitiva o la morte dell'animale, nonché eventuali cambiamenti della propria residenza.

9 Accordo 6 febbraio 2003 Accordo tra il Ministro della salute, le regioni e provincie autonome di Trento e di Bolzano in materia di benessere degli animali da compagnia e pet-therapy Art. 4 sistema di identificazione dei cani a) introduzione del microchip come unico sistema ufficiale di identificazione dei cani, a decorrere dal I gennaio 2005 b) creazione di una banca dati informatizzata regionale o provinciale... c) attivazione di una banca dati nazionale...

10 Ordinanza 6 agosto 2008 Ordinanza contingibile ed urgente concernente misure per l'identificazione e la registrazione della popolazione canina Art il proprietario o il detentore di un cane deve provvedere a far identificare e registrare l'animale, nel secondo mese di vita, mediante l'applicazione del microchip Il certificato di iscrizione in anagrafe canina deve accompagnare il cane in tutti i trasferimenti di proprietà. Art E' vietata la vendita di cani di età inferiore ai due mesi, nonché di cani non identificati e registrati in conformità alla presente ordinanza. Verrà definita l'interoperatività tra le diverse banche dati. Identificazione degli animali che sono ospitati nei canili Dotare la Polizia locale di un dispositivo di lettura di microchip ISO compatibile

11 Ordinanza 6 agosto 2008 Ordinanza contingibile ed urgente concernente misure per l'identificazione e la registrazione della popolazione canina Verrà definita l'interoperatività tra le diverse banche dati. Ribadisce l identificazione degli animali che sono ospitati nei canili e nei rifugi Dotare la Polizia locale di un dispositivo di lettura di microchip ISO compatibile Definisce quali ditte possono produrre e commercializzare i microchip

12 DGR 139/2011 del 7 febbraio 2011 Definizione della procedura di acquisto e distribuzione dei microchip di identificazione e di registrazione dei cani presenti sul territorio della Regione Emilia Romagna Anagrafe Regionale degli animali da affezione (ARAA): finalità. Iscrizione animali alla banca dati (ARAA) Accreditamento dei Veterinari LL.PP Modalità di accesso informatico all'anagrafe regionale degli animali d'affezione.

13 Anagrafe Regionale degli animali da affezione (ARAA): finalità. Nella ARAA devono essere registrati anche i gatti identificati mediante microchip su richiesta del proprietario o per altri fini (es. colonie feline) Accessibili i dati ad altre figure esterne alle amministrazioni comunali coinvolte nel sistema di controllo della popolazione canina (veterinari pubblici e veterinari liberi professionisti accreditati) Registrazione dei passaporti europei rilasciati Registrazione degli episodi di morsicatura e di aggressività non controllata Alimenta il flusso informativo nei confronti dell'anagrafe Nazionale degli animali da affezione istituita presso il Ministero della Salute-

14

15

16

17

18

19

20

21

22 Identificazione dei cani e degli altri animali da affezione Unico metodo identificativo riconosciuto per i cani, i gatti e i furetti ai fini dell'iscrizione all'anagrafe regionale è l'inserimento del microchip elettronico. Microchip conforme alle norme ISO a 15 cifre, rivestimento esterno biocompatibile, confezione monouso sterile Applicato nel sottocute della regione mediana del collo sul lato sinistro

23 Registrazione dei cani e altri animali Registrazione tramite Comune: I Comuni all'atto dell'iscrizione registrano in anagrafe le informazioni relative al proprietario e all'animale attestato di iscrizione I proprietari devono identificare l'animale entro 30 giorni dall'iscrizione o prima della vendita o cessione attestato di iscrizione compilato I proprietari dei cani trasmettono copia dell'attestato compilato entro 7 giorni ai Comuni VETERINARI LL.PP. ACCREDITATI (41 nella provincia di FE)

24 CANI PRESENTI PER COMUNE 45 9,5 10 6,5 7,0 3,6 4,0 4,4 4,5 5 38, ,2 1,0 1,2 VOGHIERA VIGARANO MAINARDA TRESIGALLO SANT'AGOSTINO RO PORTOMA GGIORE MIRABELLO OSTELLA TO MIGLIARO MASI TORELLO MESOLA LAGOSANTO JOLANDA DI SAVOIA 1,5 ARGENTA BERRA BONDENO CENTO CODIGORO COMACCHIO COPPARO FERRARA FORMIGNANA GORO 0,4 1,1 0,5 MASSA FISCAGLIA 1,0 MIGLIARINO 0 1,1 1,2 0,7 1,4 1,2 0,9 1,7 2,4 1,8

25 n. cani iscritti e chippati iscritti chippati VOGHIERA VIGARANO MAINARDA TRESIGALLO SANT'AGOSTINO RO PORTOMAGGIORE OSTELLATO MIRABELLO MIGLIARO MIGLIARINO MESOLA MASSA FISCAGLIA MASI TORELLO LAGOSANTO JOLANDA DI SAVOIA GORO FORMIGNANA FERRARA COPPARO COMACCHIO CODIGORO CENTO BONDENO BERRA ARGENTA

26 Grazie!!!!

Anagrafe degli Animali d Affezione: aggiornamenti normativi e dati relativi alla provincia di Ferrara

Anagrafe degli Animali d Affezione: aggiornamenti normativi e dati relativi alla provincia di Ferrara Anagrafe degli Animali d Affezione: aggiornamenti normativi e dati relativi alla provincia di Ferrara Dott.ssa Silvia Scaioli, Dirigente Veterinario Referente Anagrafe Canina Area Sanità Pubblica Veterinaria

Dettagli

Grazie al contributo della. micro chip. anagrafe canina informatizzata edizione 2007

Grazie al contributo della. micro chip. anagrafe canina informatizzata edizione 2007 Grazie al contributo della micro chip anagrafe canina informatizzata edizione 2007 Hanno realizzato questo opuscolo: micro chip Annalisa Lombardini Azienda USL Modena Dipartimento di Sanità Pubblica Servizio

Dettagli

Normativa in materia di affezione e prevenzione del randagismo

Normativa in materia di affezione e prevenzione del randagismo Normativa in materia di affezione e prevenzione del randagismo Dott.ssa Annalisa Lombardini AUSL Modena L EGGE 14 agosto 1991 n. 281 Legge quadro in materia di affezione e prevenzione del randagismo 1

Dettagli

ORDINANZA 6 agosto 2008. Ordinanza contingibile ed urgente concernente misure per l'identificazione e la registrazione della popolazione canina.

ORDINANZA 6 agosto 2008. Ordinanza contingibile ed urgente concernente misure per l'identificazione e la registrazione della popolazione canina. ORDINANZA 6 agosto 2008 Ordinanza contingibile ed urgente concernente misure per l'identificazione e la registrazione della popolazione canina. IL MINISTRO DEL LAVORO, DELLA SALUTE E DELLE POLITICHE SOCIALI

Dettagli

Anagrafe Canina Web ACWeb

Anagrafe Canina Web ACWeb Anagrafe Canina Web ACWeb Presentazione del 30 novembre 2009 Anagrafe Canina NORMATIVA DI RIFERIMENTO Legge 14 agosto 1991, n. 281: Legge quadro in materia di animali di affezione e prevenzione del randagismo

Dettagli

Conferenza programmatica PD Ferrara. Gruppo di lavoro LAVORO E IMPRESE

Conferenza programmatica PD Ferrara. Gruppo di lavoro LAVORO E IMPRESE Conferenza programmatica PD Ferrara Gruppo di lavoro LAVORO E IMPRESE QUADRO SOCIO ECONOMICO DI RIFERIMENTO A cura di Cds Centro ricerche Documentazione e Studi PARTIAMO DALL'OFFERTA DI LAVORO le forze

Dettagli

A.2 Fenomeno migratorio

A.2 Fenomeno migratorio A.2 Fenomeno migratorio Lo studio del fenomeno migratorio sulla base dei dati anagrafici 1 pone in evidenza il costante e sostenuto trend di crescita del fenomeno in oggetto a livello nazionale e locale

Dettagli

GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA

GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA Progr.Num. 139/2011 GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA Questo giorno Lunedì 07 del mese di Febbraio dell' anno 2011 si è riunita nella residenza di la Giunta regionale con l'intervento dei Signori: via

Dettagli

Visto l`articolo 121 della Costituzione, quarto comma, cosi` come modificato dall articolo 1 della Legge Costituzionale 22 novembre 1999, n.

Visto l`articolo 121 della Costituzione, quarto comma, cosi` come modificato dall articolo 1 della Legge Costituzionale 22 novembre 1999, n. REGOLAMENTO REGIONALE 30 giugno 2004 n. 33 (33/R) Regolamento di attuazione dell`articolo 3 della legge regionale 8 aprile 1995, n. 43 (Norme per la gestione dell`anagrafe del cane, la tutela degli animali

Dettagli

PROVINCIA DI FERRARA

PROVINCIA DI FERRARA PROVINCIA DI FERRARA Giunta Provinciale Seduta del 6-2-2007 Ore 9.30 Deliberazione n. 46 Prot. Gen. 8376 OGGETTO: Delibera di G. Reg.le 2543/2004. Contributo di 10.238,00 alla provincia di Ferrara Progetto

Dettagli

Microchip - Passaporto europeo

Microchip - Passaporto europeo Microchip - Passaporto europeo Passaporto Microchip Vaccinazioni http://www.ministerosalute.it/canigatti/paginamenucani.jsp?menu=viaggiare&lingua=italiano 1 Arriva cane senza microchip. che fare? 1) iscrizione

Dettagli

GLI ANIMALI DI AFFEZIONE E RANDAGISMO

GLI ANIMALI DI AFFEZIONE E RANDAGISMO GLI ANIMALI DI AFFEZIONE E RANDAGISMO La legge quadro sul randagismo n 281 del 1991 La 281 è la Legge quadro in materia di animali di affezione e prevenzione del randagismo. Tra le enunciazioni principali

Dettagli

ALLEGATOA alla Dgr n. 1751 del 14 agosto 2012 pag. 1/5

ALLEGATOA alla Dgr n. 1751 del 14 agosto 2012 pag. 1/5 giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATOA alla Dgr n. 1751 del 14 agosto 2012 pag. 1/5 LINEE GUIDA PER L IDENTIFICAZIONE DEI CANI MEDIANTE MICROCHIP (ANAGRAFE CANINA) Principi generali Il microchip è un

Dettagli

Legge regionale EMILIA-ROMAGNA 07-04-2000, n. 27. Nuove norme per la tutela ed il controllo della popolazione canina e felina

Legge regionale EMILIA-ROMAGNA 07-04-2000, n. 27. Nuove norme per la tutela ed il controllo della popolazione canina e felina Legge regionale EMILIA-ROMAGNA 07-04-2000, n. 27 Nuove norme per la tutela ed il controllo della popolazione canina e felina (B.U.R. 10-04-2000, n. 61) Preambolo Art. 1 - Principi, generalità e finalità

Dettagli

DECRETO DIREZIONE GENERALE SANITA' N. 15742 DEL 29.12.2008 ANAGRAFE CANINA REGIONALE: MODALITA' D'ACCESSO E AGGIORNAMENTO.-

DECRETO DIREZIONE GENERALE SANITA' N. 15742 DEL 29.12.2008 ANAGRAFE CANINA REGIONALE: MODALITA' D'ACCESSO E AGGIORNAMENTO.- DECRETO DIREZIONE GENERALE SANITA' N. 15742 DEL 29.12.2008 Identificativo Atto n. 1345 Oggetto: ANAGRAFE CANINA REGIONALE: MODALITA' D'ACCESSO E AGGIORNAMENTO.- IL DIRIGENTE UNITA ORGANIZZATIVA VETERINARIA

Dettagli

Task Force. Tutela degli animali d affezione, lotta al randagismo e ai canili lager

Task Force. Tutela degli animali d affezione, lotta al randagismo e ai canili lager Task Force Tutela degli animali d affezione, lotta al randagismo e ai canili lager Convivenza con gli animali Cambiamento della società: approccio più etico nella relazione con gli animali d affezione

Dettagli

* Legge Regionale Emilia Romagna N. 27 * *Del 7 Luglio 2000 *

* Legge Regionale Emilia Romagna N. 27 * *Del 7 Luglio 2000 * * Legge Regionale Emilia Romagna N. 27 * *Del 7 Luglio 2000 * Testo storico legge 0027 del 2000 ( VI LEGISLATURA ) BOLLETTINO UFFICIALE REGIONALE 10 04 2000 N. 61 NUOVE NORME PER LA TUTELA ED IL CONTROLLO

Dettagli

UNITA OPERATIVA SEMPLICE DIPARTIMENTALE L.34/97 ANAGRAFE CANINA

UNITA OPERATIVA SEMPLICE DIPARTIMENTALE L.34/97 ANAGRAFE CANINA UNITA OPERATIVA SEMPLICE DIPARTIMENTALE L.34/97 ANAGRAFE CANINA Le funzioni di questo servizio sono le seguenti: Anagrafe canina informatizzata (iscrizione, cancellazione, trasferimenti di residenza, trasferimenti

Dettagli

REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA LEGGE REGIONALE N. 39 DEL

REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA LEGGE REGIONALE N. 39 DEL REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA LEGGE REGIONALE N. 39 DEL 4-09-1990 Norme a tutela degli animali domestici per il controllo e la prevenzione del fenomeno del randagismo. Istituzione dell'anagrafe canina.

Dettagli

LEGGE REGIONALE 25 febbraio 1988, n. 5#LR-ER-1988-5# NORME PER IL CONTROLLO DELLA POPOLAZIONE CANINA Bollettino Ufficiale n. 21 del 29 febbraio 1988

LEGGE REGIONALE 25 febbraio 1988, n. 5#LR-ER-1988-5# NORME PER IL CONTROLLO DELLA POPOLAZIONE CANINA Bollettino Ufficiale n. 21 del 29 febbraio 1988 1 1 LEGGE REGIONALE 25 febbraio 1988, n. 5#LR-ER-1988-5# NORME PER IL CONTROLLO DELLA POPOLAZIONE CANINA Bollettino Ufficiale n. 21 del 29 febbraio 1988 Art. 1 Finalità 1. I Comuni, le Province e le Unità

Dettagli

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA PER I SERVIZI IDRICI E RIFIUTI CLFE/2014/01 del 19 marzo 2014 CONSIGLIO LOCALE di FERRARA Oggetto: Servizio Gestione Rifiuti: delibera n. 24 del Consiglio d Ambito

Dettagli

Legge Regionale Emilia-Romagna

Legge Regionale Emilia-Romagna Pagina 1 di 7 LEGGE REGIONALE 07 aprile 2000, n. 27 NUOVE NORME PER LA TUTELA ED IL CONTROLLO DELLA POPOLAZIONE CANINA E FELINA Testo coordinato con le modifiche apportate da: L.R. 6 aprile 2001 n. 7 L.R.

Dettagli

Prevenzione veterinaria

Prevenzione veterinaria Prevenzione veterinaria Animali da compagnia Sportello unico di front office per la gestione delle pratiche amministrative relative all Anagrafe degli Animali d Affezione (iscrizioni, passaggi di proprietà,

Dettagli

ALLEGATOA alla Dgr n. 1627 del 09 settembre 2014 pag. 1/7

ALLEGATOA alla Dgr n. 1627 del 09 settembre 2014 pag. 1/7 giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATOA alla Dgr n. 1627 del 09 settembre 2014 pag. 1/7 LINEE GUIDA PER L IDENTIFICAZIONE MEDIANTE MICROCHIP DEI CANI E DEGLI ALTRI ANIMALI D AFFEZIONE 1) Premesse Il

Dettagli

UNITA OPERATIVA SEMPLICE DIPARTIMENTALE L.34/97 ANAGRAFE CANINA

UNITA OPERATIVA SEMPLICE DIPARTIMENTALE L.34/97 ANAGRAFE CANINA UNITA OPERATIVA SEMPLICE DIPARTIMENTALE L.34/97 ANAGRAFE CANINA Le funzioni di questo servizio sono le seguenti: Anagrafe per animali d affezione della Regione Lazio informatizzata (iscrizione, cancellazione,

Dettagli

Comune di Ferrara Risultati del Questionario "Cross Border Procurement"

Comune di Ferrara Risultati del Questionario Cross Border Procurement Comune di Ferrara Risultati del Questionario "Cross Border Procurement" Motivazione Destinatari: i destinatari del presente questionario sono stati scelti dall'ufficio Agenda Locale (Servizio Ambiente)

Dettagli

ORDINANZA 6 agosto 2008. Ordinanza contingibile ed urgente concernente misure per l'identificazione e la registrazione della popolazione canina.

ORDINANZA 6 agosto 2008. Ordinanza contingibile ed urgente concernente misure per l'identificazione e la registrazione della popolazione canina. ORDINANZA 6 agosto 2008 Ordinanza contingibile ed urgente concernente misure per l'identificazione e la registrazione della popolazione canina. IL MINISTRO DEL LAVORO, DELLA SALUTE E DELLE POLITICHE SOCIALI

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute Ministero della Salute DIPARTIMENTO DELLA SANITA PUBBLICA VETERINARIA, DELLA SICUREZZA ALIMENTARE E DEGLI ORGANI COLLEGIALI PER LA TUTELA DELLA SALUTE DIREZIONE GENERALE DELLA SANITA ANIMALE E DEI FARMACI

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA TUTELA E IL CONTROLLO DELLA POPOLAZIONE E IL CONTROLLO DELLA POPOLAZIONE CANINA E FELINA

REGOLAMENTO PER LA TUTELA E IL CONTROLLO DELLA POPOLAZIONE E IL CONTROLLO DELLA POPOLAZIONE CANINA E FELINA Comune di Casalecchio di Reno Provincia di Bologna REGOLAMENTO PER LA TUTELA E IL CONTROLLO DELLA POPOLAZIONE E IL CONTROLLO DELLA POPOLAZIONE CANINA E FELINA Approvato dal Consiglio Comunale nella seduta

Dettagli

LINEE GUIDA PER L ATTUAZIONE DELLA LEGGE REGIONALE 19 LUGLIO 2004, N. 18.

LINEE GUIDA PER L ATTUAZIONE DELLA LEGGE REGIONALE 19 LUGLIO 2004, N. 18. LINEE GUIDA PER L ATTUAZIONE DELLA LEGGE REGIONALE 19 LUGLIO 2004, N. 18. PREMESSA Il randagismo rappresenta una fonte di rischio per la popolazione umana ed animale. La diffusione di malattie infettive,

Dettagli

LEGGE 14 agosto 1991, n. 281. Legge quadro in materia di animali di affezione e prevenzione del randagismo

LEGGE 14 agosto 1991, n. 281. Legge quadro in materia di animali di affezione e prevenzione del randagismo LEGGE 14 agosto 1991, n. 281 Legge quadro in materia di animali di affezione e prevenzione del randagismo Pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 203 del 30 agosto 1991 1. Princìpi generali 1. Lo Stato

Dettagli

GUIDA AI SERVIZI. - reperibile (reperibilità continua: diurna e notturna, feriale e festiva) - in grado di assicurare l intervento in tempi brevi.

GUIDA AI SERVIZI. - reperibile (reperibilità continua: diurna e notturna, feriale e festiva) - in grado di assicurare l intervento in tempi brevi. GUIDA AI SERVIZI SERVIZIO DI CATTURA E CUSTODIA DEI CANI VAGANTI La presenza di cani randagi costituisce un problema sia sotto l aspetto sanitario sia per quanto riguarda la sicurezza dell abitato. La

Dettagli

I l M in i s t e r o d e l L a v o r o, d e l l a S a l u t e e d e l l e P o li t i c h e S o c i a l i

I l M in i s t e r o d e l L a v o r o, d e l l a S a l u t e e d e l l e P o li t i c h e S o c i a l i I l M in i s t e r o d e l L a v o r o, d e l l a S a l u t e e d e l l e P o li t i c h e S o c i a l i ORDINANZA Ordinanza contingibile ed urgente concernente la tutela dell incolumità pubblica dall

Dettagli

Anagrafare i cani è un dovere

Anagrafare i cani è un dovere Anagrafare i cani è un dovere Proteggili Chiedi al tuo veterinario 2012 Anagrafare i cani è un dovere Per assicurare il controllo del randagismo; Garantire la salute pubblica e l incolumità dei cittadini;

Dettagli

LINEE GUIDA PER L ATTUAZIONE DELLA LEGGE REGIONALE 19 LUGLIO 2004, N.

LINEE GUIDA PER L ATTUAZIONE DELLA LEGGE REGIONALE 19 LUGLIO 2004, N. LINEE GUIDA PER L ATTUAZIONE DELLA LEGGE REGIONALE 19 LUGLIO 2004, N. 18. Direzione Sanità Pubblica Settore Sanità Animale ed Igiene degli Allevamenti LINEE GUIDA PER L ATTUAZIONE DELLA LEGGE REGIONALE

Dettagli

REGIONE LAZIO. Istituzione anagrafe canina e protezione degli animali Legge Regionale 9 settembre 1988, n. 63. Art. 1 Finalità

REGIONE LAZIO. Istituzione anagrafe canina e protezione degli animali Legge Regionale 9 settembre 1988, n. 63. Art. 1 Finalità REGIONE LAZIO Istituzione anagrafe canina e protezione degli animali Legge Regionale 9 settembre 1988, n. 63 Art. 1 Finalità 1. La presente legge, al fine di realizzare sul territorio regionale un corretto

Dettagli

PREMESSA IL PRESENTE OPUSCOLO

PREMESSA IL PRESENTE OPUSCOLO NORME NAZIONALI SULLA TUTELA DEGLI ANIMALI D'AFFEZIONE E LOTTA AL RANDAGISMO COMPETENZE E RESPONSABILITÀ NORME NAZIONALI SULLA TUTELA DEGLI ANIMALI D'AFFEZIONE E LOTTA AL RANDAGISMO PREMESSA IL PRESENTE

Dettagli

REGIONE PIEMONTE LEGGE REGIONALE n. 34 DEL 26-07-1993 Tutela e controllo degli animali da affezione

REGIONE PIEMONTE LEGGE REGIONALE n. 34 DEL 26-07-1993 Tutela e controllo degli animali da affezione REGIONE PIEMONTE LEGGE REGIONALE n. 34 DEL 26-07-1993 Tutela e controllo degli animali da affezione Art. 1. (Finalità della legge) 1. La legge tutela le condizioni di vita degli animali di affezione e

Dettagli

PERSONALE AMMINISTRATIVO, area A ed area C, delle varie sedi.

PERSONALE AMMINISTRATIVO, area A ed area C, delle varie sedi. La D.G.R. n. 4-9730 del 06.1032008 Riorganizzazione nell ambito delle Aziende Sanitarie Locali degli interventi di sanità pubblica veterinaria per gli animali di affezione prevede l istituzione degli sportelli

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'ADOZIONE DI CANI VAGANTI RECUPERATI SUL TERRITORIO COMUNALE

REGOLAMENTO PER L'ADOZIONE DI CANI VAGANTI RECUPERATI SUL TERRITORIO COMUNALE REGOLAMENTO PER L'ADOZIONE DI CANI VAGANTI RECUPERATI SUL TERRITORIO COMUNALE ADOTTATO CON DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO COMUNALE N. DEL INDICE Art. 1 Oggetto...3 Art. 2 Modalità di adozione...3 Art. 3 Incentivi

Dettagli

Ordinanza contingibile ed urgente concernente la tutela dell'incolumità pubblica dall'aggressione dei cani. (2)

Ordinanza contingibile ed urgente concernente la tutela dell'incolumità pubblica dall'aggressione dei cani. (2) O.M. 3 marzo 2009 (1). Ordinanza contingibile ed urgente concernente la tutela dell'incolumità pubblica dall'aggressione dei cani. (2) (1) Pubblicata nella Gazz. Uff. 23 marzo 2009, n. 68. (2) Emanata

Dettagli

ARTICOLO 1 1. La LR 25 febbraio 1988, n. 5 è modificata ed integrata ai sensi dei seguenti articoli.

ARTICOLO 1 1. La LR 25 febbraio 1988, n. 5 è modificata ed integrata ai sensi dei seguenti articoli. REGIONE EMILIA ROMAGNA LEGGE REGIONALE N. 41 DEL 7-10-1994 Definizione di nuove norme per la tutela ed il controllo della popolazione canina e felina. Modifiche ed integrazioni alla LR 25 febbraio 1988,

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato SBROLLINI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato SBROLLINI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 5106 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato SBROLLINI Istituzione del Servizio sanitario veterinario convenzionato e norme per favorire

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA SENATO DELLA REPUBBLICA XVI LEGISLATURA N. 1069 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa dei senatori AMATI, BIANCONI, ALLEGRINI, BOLDI, BASSOLI, BUGNANO, CARRARA, CASOLI, CASSON, CHIAROMONTE, COLLI, D'ALIA, DELLA

Dettagli

VISTO il Regio Decreto n. 1265 del 27 Luglio 1934, e s.m.i.: Testo unico delle leggi sanitarie ;

VISTO il Regio Decreto n. 1265 del 27 Luglio 1934, e s.m.i.: Testo unico delle leggi sanitarie ; VISTO il Regio Decreto n. 1265 del 27 Luglio 1934, e s.m.i.: Testo unico delle leggi sanitarie ; VISTO l art. 32 della Costituzione; VISTO il Decreto del Presidente della Repubblica n. 320 del 8 Febbraio

Dettagli

Città di Troia Provincia di Foggia

Città di Troia Provincia di Foggia Città di Troia Provincia di Foggia REGOLAMENTO PER L'ADOZIONE DI CANI RANDAGI RINVENUTI SUL TERRITORIO COMUNALE ART. 1 (OGGETTO E FINALITÀ) Il presente regolamento disciplina l'adozione da parte di privati

Dettagli

REGIONE BASILICATA LEGGE REGIONALE N. 6 DEL

REGIONE BASILICATA LEGGE REGIONALE N. 6 DEL REGIONE BASILICATA LEGGE REGIONALE N. 6 DEL 25-01-1993 Norme sulla prevenzione e sul controllo del randagismo.istituzione anagrafica canina e protezione degli animali di affezione BOLLETTINO UFFICIALE

Dettagli

RESOCONTO OPR SUL SERVIZIO DI GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI PRIMO QUADRIMESTRE 2013

RESOCONTO OPR SUL SERVIZIO DI GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI PRIMO QUADRIMESTRE 2013 PROVINCIA DI FERRARA SETTORE AMBIENTE E AGRICOLTURA Ufficio Rifiuti RESOCONTO OPR SUL SERVIZIO DI GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI PRIMO QUADRIMESTRE 2013 OTTOBRE 2013 INDICE Premesse...2 La Produzione dei

Dettagli

L. 14-8-1991 n. 281 Legge quadro in materia di animali di affezione e prevenzione del randagismo. Pubblicata nella Gazz. Uff. 30 agosto 1991, n. 203.

L. 14-8-1991 n. 281 Legge quadro in materia di animali di affezione e prevenzione del randagismo. Pubblicata nella Gazz. Uff. 30 agosto 1991, n. 203. L. 14-8-1991 n. 281 Legge quadro in materia di animali di affezione e prevenzione del randagismo. Pubblicata nella Gazz. Uff. 30 agosto 1991, n. 203. Epigrafe 1. Princìpi generali. 2. Trattamento dei cani

Dettagli

MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 20 GENNAIO 1997, N. 10 NORME IN MATERIA DI ANIMALI DA AFFEZIONE E PREVENZIONE DEL RANDAGISMO

MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 20 GENNAIO 1997, N. 10 NORME IN MATERIA DI ANIMALI DA AFFEZIONE E PREVENZIONE DEL RANDAGISMO REGIONE MARCHE 1 ASSEMBLEA LEGISLATIVA DELIBERAZIONE LEGISLATIVA APPROVATA DALL ASSEMBLEA LEGISLATIVA REGIONALE NELLA SEDUTA DEL 14 APRILE 2015, N. 193 MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 20 GENNAIO 1997, N.

Dettagli

1. LE COMPETENZE IN MATERIA DI TUTELA DEGLI ANIMALI D AFFEZIONE DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI E DELLE AZIENDE USL

1. LE COMPETENZE IN MATERIA DI TUTELA DEGLI ANIMALI D AFFEZIONE DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI E DELLE AZIENDE USL 1. LE COMPETENZE IN MATERIA DI TUTELA DEGLI ANIMALI D AFFEZIONE DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI E DELLE AZIENDE USL L elevata presenza sul territorio nazionale di animali da compagnia (secondo l'istat

Dettagli

sulla tutela degli animali d affezione e lotta al randagismo

sulla tutela degli animali d affezione e lotta al randagismo Ministero della Salute Direzione generale della sanità animale e dei farmaci veterinari NORME NAZIONALI sulla tutela degli animali d affezione e lotta al randagismo Competenze e responsabilità NORME NAZIONALI

Dettagli

Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali ORDINANZA 3 marzo 2009 Ordinanza contingibile ed urgente concernente la tutela dell'incolumita' pubblica dall'aggressione dei cani. (G.U. Serie

Dettagli

Supplemento n. 4 al B.U. n. 39/I-II del 24/09/2013 / Beiblatt Nr. 4 zum Amtsblatt vom 24/09/2013 Nr. 39/I-II

Supplemento n. 4 al B.U. n. 39/I-II del 24/09/2013 / Beiblatt Nr. 4 zum Amtsblatt vom 24/09/2013 Nr. 39/I-II 38 86154 Decreti - Parte 1 - Anno 2013 Provincia Autonoma di Trento DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA del 20 settembre 2013, n. 23-125/Leg. Regolamento recante: "Disposizioni regolamentari per l'applicazione

Dettagli

REGIONE UMBRIA LEGGE REGIONALE N. 19 DEL

REGIONE UMBRIA LEGGE REGIONALE N. 19 DEL REGIONE UMBRIA LEGGE REGIONALE N. 19 DEL 19-07-1994 Norme per la tutela degli animali di affezione e per la prevenzione ed il controllo del fenomeno del randagismo. BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE UMBRIA

Dettagli

Randagismo: un problema regionale

Randagismo: un problema regionale REPUBBLICA ITALIANA Regione Siciliana ASSESSORATO ALLA SANITÁ Dipartimento Attività Sanitarie ed Osservatorio Epidemiologico Randagismo: un problema regionale Agrigento, 9 marzo 2012 SERVIZIO 9 SANITÁ

Dettagli

N. 100. COMUNE DI FLORIDIA Provincia di Siracusa REGOLAMENTO PER L'ADOZIONE DI CANI VAGANTI RECUPERATI SUL TERRITORIO COMUNALE

N. 100. COMUNE DI FLORIDIA Provincia di Siracusa REGOLAMENTO PER L'ADOZIONE DI CANI VAGANTI RECUPERATI SUL TERRITORIO COMUNALE COMUNE DI FLORIDIA Provincia di Siracusa REGOLAMENTO PER L'ADOZIONE DI CANI VAGANTI RECUPERATI SUL TERRITORIO COMUNALE DELIBERATO DAL CONSIGLIO COMUNALE CON VERBALE N. 75 DEL 15/11/2012 N. 100 ARTICOLO

Dettagli

REGIONE CAMPANIA LEGGE REGIONALE N. 36 DEL

REGIONE CAMPANIA LEGGE REGIONALE N. 36 DEL REGIONE CAMPANIA LEGGE REGIONALE N. 36 DEL 2-11-1993 Tutela degli animali d' affezione e istituzione dell' anagrafe canina BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA N. 48 del 8 novembre 1993 ARTICOLO

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'ADOZIONE DI CANI RITROVATI SUL TERRITORIO COMUNALE RICOVERATI NELLA STRUTTURA CONVENZIONATA CON IL COMUNE DI BARADILI

REGOLAMENTO PER L'ADOZIONE DI CANI RITROVATI SUL TERRITORIO COMUNALE RICOVERATI NELLA STRUTTURA CONVENZIONATA CON IL COMUNE DI BARADILI REGOLAMENTO PER L'ADOZIONE DI CANI RITROVATI SUL TERRITORIO COMUNALE RICOVERATI NELLA STRUTTURA CONVENZIONATA CON IL COMUNE DI BARADILI ART. 1 Finalità La finalità del presente regolamento è l incentivazione

Dettagli

S E NA T O D EL L A R EP U B B LI C A

S E NA T O D EL L A R EP U B B LI C A S E NA T O D EL L A R EP U B B LI C A X I I I L E G I S L A T U R A N. 4357 D I S E G N O D I L E G G E d iniziativa dei senatori IULIANO e BESSO CORDERO COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 24 NOVEMBRE 1999

Dettagli

*** NORMATTIVA - Stampa *** http://www.normattiva.it/do/atto/export

*** NORMATTIVA - Stampa *** http://www.normattiva.it/do/atto/export 1 di 5 28/07/2015 12:14 LEGGE 14 agosto 1991, n. 281 Legge quadro in materia di animali di affezione e prevenzione del randagismo. Vigente al: 28-7-2015 La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica

Dettagli

LEGGE REGIONALE 5 maggio 1990, n. 41 Istituzione anagrafe canina, prevenzione randagismo e protezione degli animali. (BUR n. 44 del 14 maggio 1990)

LEGGE REGIONALE 5 maggio 1990, n. 41 Istituzione anagrafe canina, prevenzione randagismo e protezione degli animali. (BUR n. 44 del 14 maggio 1990) LEGGE REGIONALE 5 maggio 1990, n. 41 Istituzione anagrafe canina, prevenzione randagismo e protezione degli animali. (BUR n. 44 del 14 maggio 1990) (Testo coordinato con le modifiche e le integrazioni

Dettagli

Ferrara 12 febbraio 2003 Ns.Rif. PR/pr n.04-03 Spett.le Comune di ARGENTA alla c.a. geom. Paolo Orlandi

Ferrara 12 febbraio 2003 Ns.Rif. PR/pr n.04-03 Spett.le Comune di ARGENTA alla c.a. geom. Paolo Orlandi PAOLA ROSSI INGEGNERE 44100 Ferrara Via Montebello, 91 tel e fax 0532/756207 Partita I.V.A. 00993800382 - C.F. RSSPLA51B47A393L cell.348/2727427 E-mail: rossi.ingpaola@tiscalinet.it Ferrara 12 febbraio

Dettagli

MODALITÀ OPERATIVE INERENTI L ATTUAZIONE DELLA D.G.R. 21 DICEMBRE 2006 N. 920

MODALITÀ OPERATIVE INERENTI L ATTUAZIONE DELLA D.G.R. 21 DICEMBRE 2006 N. 920 MODALITÀ OPERATIVE INERENTI L ATTUAZIONE DELLA D.G.R. 21 DICEMBRE 2006 N. 920 A) APPLICAZIONE MICROCHIP & ISCRIZIONE ALL ANAGRAFE Come già ribadito nella D.G.R. n. 920/2006 l iscrizione dei cani in anagrafe

Dettagli

Ordinanza contingibile ed urgente concernente la tutela dell'incolumità pubblica dall'aggressione dei cani

Ordinanza contingibile ed urgente concernente la tutela dell'incolumità pubblica dall'aggressione dei cani Pagina 1 di 5 Stampa Chiudi questa finestra Ordinanza contingibile ed urgente concernente la tutela dell'incolumità pubblica dall'aggressione dei cani Estremi Min. Salute - Ord. 06/08/2013 MINISTERO DELLA

Dettagli

REGOLAMENTO DEI SERVIZI DI ACCALAPPIATURA CANI E GESTIONE DEL CANILE COMUNALE. INDICE TITOLO I FINALITA E OGGETTO TITOLO II CATTURA CANI VAGANTI

REGOLAMENTO DEI SERVIZI DI ACCALAPPIATURA CANI E GESTIONE DEL CANILE COMUNALE. INDICE TITOLO I FINALITA E OGGETTO TITOLO II CATTURA CANI VAGANTI REGOLAMENTO DEI SERVIZI DI ACCALAPPIATURA CANI E GESTIONE DEL CANILE COMUNALE. INDICE TITOLO I FINALITA E OGGETTO Art. 1 - Finalità. Art. 2 - Oggetto del Regolamento. Art. 3 - Definizioni e principi generali.

Dettagli

COMUNICATO STAMPA N. 18

COMUNICATO STAMPA N. 18 9 marzo 2016 Imprese al 31 dicembre Iscrizioni 201 Graf. 1 Il contributo delle imprese giovanili alla crescita del sistema imprenditoriale ferrarese Saldo totale tra iscrizioni e cessazioni per regioni

Dettagli

TUTELA DEGLI ANIMALI D'AFFEZIONE E PREVENZIONE DEL RANDAGISMO

TUTELA DEGLI ANIMALI D'AFFEZIONE E PREVENZIONE DEL RANDAGISMO TUTELA DEGLI ANIMALI D'AFFEZIONE E PREVENZIONE DEL RANDAGISMO Art. 1 - Finalità. 1. La Regione Veneto promuove e disciplina la tutela degli animali d'affezione, condanna gli atti di crudeltà, i maltrattamenti

Dettagli

sulla tutela degli animali d affezione e lotta al randagismo

sulla tutela degli animali d affezione e lotta al randagismo Ministero della Salute Direzione generale della sanità animale e dei farmaci veterinari NORME NAZIONALI sulla tutela degli animali d affezione e lotta al randagismo Competenze e responsabilità La tutela

Dettagli

Legge 14 agosto 1991, n. 281

Legge 14 agosto 1991, n. 281 Legge 14 agosto 1991, n. 281 Legge quadro in materia di animali di affezione e prevenzione del randagismo. Art. 1. Princìpi generali. Lo Stato promuove e disciplina la tutela degli animali di affezione,

Dettagli

Regione Molise Legge regionale n. 7 del 4-03-2005

Regione Molise Legge regionale n. 7 del 4-03-2005 Regione Molise Legge regionale n. 7 del 4-03-2005 Nuove norme per la protezione dei cani e per l istituzione dell anagrafe canina (B.U.R. Molise n. 6 del 16 marzo 2005) IL CONSIGLIO REGIONALE ha approvato

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE PROPONENTE Settore Lavori Pubblici Mobilità Urbana e Ambiente DIRETTORE PAGLIARINI ing. MARCO Numero di registro Data dell'atto 1579 21/10/2015 Oggetto : Approvazione per l'anno

Dettagli

[] in qualità di LEGALE RAPPRESENTANTE della società: con sede legale

[] in qualità di LEGALE RAPPRESENTANTE della società: con sede legale Marca da bollo da 14,62 SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA' PER STRUTTURE DI COMMERCIO, PENSIONE, TOELETTATURA, ALLEVAMENTO ED ADDESTRAMENTO DI ANIMALI DA COMPAGNIA (ai sensi della L.R. n. 5/2005

Dettagli

Accordo Stato-Regioni sul benessere degli animali da compagnia e pet-therapy. 6 febbraio 2003. Articolo 1) Finalità e definizioni

Accordo Stato-Regioni sul benessere degli animali da compagnia e pet-therapy. 6 febbraio 2003. Articolo 1) Finalità e definizioni Accordo Stato-Regioni sul benessere degli animali da compagnia e pet-therapy 6 febbraio 2003 Articolo 1) Finalità e definizioni 1. Con il presente accordo le Regioni e il Governo si impegnano, ciascuno

Dettagli

c.2 D.P.C.M. 28 febbraio 2003 "Recepimento Accordo Stato/Regioni in materia di benessere animali da compagnia e pet-therapy" del 6 febbraio 2003;

c.2 D.P.C.M. 28 febbraio 2003 Recepimento Accordo Stato/Regioni in materia di benessere animali da compagnia e pet-therapy del 6 febbraio 2003; Deliberazione Giunta Regionale 27 giugno 2014 n. 209 Recepimento dell'accordo tra il Governo, le Regioni e le Province Autonome del 24 gennaio 2013 in materia di identificazione e registrazione degli animali

Dettagli

REGIONE PUGLIA LEGGE REGIONALE N. 12 DEL

REGIONE PUGLIA LEGGE REGIONALE N. 12 DEL REGIONE PUGLIA LEGGE REGIONALE N. 12 DEL 3-04-1995 Interventi per la tutela degli animali d'affezione e prevenzione del randagismo BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE PUGLIA N. 39 del 18 aprile 1995 ARTICOLO

Dettagli

REGIONE LAZIO GIUNTA REGIONALE STRUTTURA PROPONENTE. OGGETTO: Schema di deliberazione concernente: ASSESSORATO PROPONENTE DI CONCERTO

REGIONE LAZIO GIUNTA REGIONALE STRUTTURA PROPONENTE. OGGETTO: Schema di deliberazione concernente: ASSESSORATO PROPONENTE DI CONCERTO REGIONE LAZIO DELIBERAZIONE N. DEL 446 09/09/2015 GIUNTA REGIONALE PROPOSTA N. 12035 DEL 29/07/2015 STRUTTURA PROPONENTE Direzione Regionale: SALUTE E INTEGRAZIONE SOCIOSANITARIA Area: SANITA' VETERINARIA

Dettagli

PARTE I DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 30/07/2007 N 750

PARTE I DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 30/07/2007 N 750 PARTE I DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 30/07/2007 N 750 Recepimento ed attuazione dell accordo del 26.11.2003 tra il Ministero della Salute e le Regioni/Province Autonome concernente la definizione

Dettagli

Art. 1 Sostituzione dell articolo 2 della legge regionale n. 5 del 2005

Art. 1 Sostituzione dell articolo 2 della legge regionale n. 5 del 2005 Deliberazione legislativa n. 58/2013 2 Art. 1 Sostituzione dell articolo 2 della legge regionale n. 5 del 2005 1. L articolo 2 della legge regionale 17 febbraio 2005, n. 5 (Norme a tutela del benessere

Dettagli

INCARICATO: Angela Sassoli

INCARICATO: Angela Sassoli Il testo che segue è copia conforme - ai sensi dell'art. 23 del Dlgs. 82/2005 e s.m.i - dell'originale cartaceo depositato presso gli Uffici della Provincia di Ferrara. INCARICATO: Angela Sassoli PROVINCIA

Dettagli

FABINFORMA NOTIZIARIO A CURA DEL COORDINAMENTO INTERREGIONALE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO ABRUZZO E MOLISE

FABINFORMA NOTIZIARIO A CURA DEL COORDINAMENTO INTERREGIONALE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO ABRUZZO E MOLISE GLI ISCRITTI F.A.B.I. DELLE B.C.C. REGIONE MOLISE LEGGE REGIONALE 4 marzo 2005, n.7 NUOVE NORME PER LA PROTEZIONE DEI CANI E PER L'ISTITUZIONE DELL'ANAGRAFE CANINA. (Pubblicata nel Bollettino ufficiale

Dettagli

Anagrafe Canina 'Ufficio Diritti Animali

Anagrafe Canina 'Ufficio Diritti Animali L'Ufficio Diritti Animali si occupa di: recepire e coordinare le problematiche relative alla gestione degli animali presenti sul territorio comunale in particolare: Animali d affezione gestione canile

Dettagli

Raccolta Normativa della Regione Toscana 1

Raccolta Normativa della Regione Toscana 1 Legge regionale 20 ottobre 2009, n. 59 Norme per la tutela degli animali. Abrogazione della legge regionale 8 aprile 1995, n. 43 (Norme per la gestione dell anagrafe del cane, la tutela degli animali d

Dettagli

COMUNE DI PARMA MANUALE PROCEDURALE PER LA TUTELA DEL BENESSERE DEGLI ANIMALI

COMUNE DI PARMA MANUALE PROCEDURALE PER LA TUTELA DEL BENESSERE DEGLI ANIMALI COMUNE DI PARMA MANUALE PROCEDURALE PER LA TUTELA DEL BENESSERE DEGLI ANIMALI Approvato con deliberazione di Giunta comunale n. 1747/85 in data 17/12/2009 PARTE I IL POLO INTEGRATO DEGLI ANIMALI D AFFEZIONE

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 2708 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI DAMIANO, BELLANOVA, BOCCUZZI, BOFFA, BRAGA, DE BIASI, DE PASQUALE, FADDA, GIANNI FARINA,

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ADOZIONE DEI

REGOLAMENTO PER L ADOZIONE DEI Allegato alla deliberazione della C.S. n. 74 del 21/06/2011 COMUNE DI GRICIGNANO DI AVERSA REGOLAMENTO PER L ADOZIONE DEI CANI PROGETTO ADOTTA UN AMICO Progetto adotta un amico 1 Indice Articolo 1 Oggetto...

Dettagli

Anagrafe canina regionale: sviluppi ed applicazioni Annalisa Lombardini

Anagrafe canina regionale: sviluppi ed applicazioni Annalisa Lombardini Anagrafe canina regionale: sviluppi ed applicazioni Annalisa Lombardini LEGISLAZIONE DI RIFERIMENTO Legge 14 agosto 1991, n.281 - Legge quadro in materia di animali di affezione e prevenzione del randagismo

Dettagli

Emanata in agosto un'ordinanza ( valida 12 mesi ) relativa alla tutela dell'incolumità pubblica dall'aggressione di cani:

Emanata in agosto un'ordinanza ( valida 12 mesi ) relativa alla tutela dell'incolumità pubblica dall'aggressione di cani: Emanata in agosto un'ordinanza ( valida 12 mesi ) relativa alla tutela dell'incolumità pubblica dall'aggressione di cani: Di seguito pubblichiamo il testo integrale dell'ordinanza emanata dal Ministero

Dettagli

1-44037 Centro operativo Via Cavicchini, 1 44037 Jolanda di Savoia (FE) 1 44037 Impianti CRISPA Via Gran Linea, 1/a 44037 Jolanda di Savoia (FE)

1-44037 Centro operativo Via Cavicchini, 1 44037 Jolanda di Savoia (FE) 1 44037 Impianti CRISPA Via Gran Linea, 1/a 44037 Jolanda di Savoia (FE) 1-44037 Centro operativo Via Cavicchini, 1 44037 Jolanda di Savoia (FE) 1 44037 Impianti CRISPA Via Gran Linea, 1/a 44037 Jolanda di Savoia (FE) 27 Pzza del Popolo, 27 44034 44034 Copparo (FE) Tel 0532

Dettagli

(Finalità. ) Art. 2 (Competenze dei comuni e delle comunità montane.)

(Finalità. ) Art. 2 (Competenze dei comuni e delle comunità montane.) L.R. 21 Ottobre 1997, n. 34 Tutela degli animali di affezione e prevenzione del randagismo. (1) Art. 1 (Finalità. ) 1. La Regione promuove e disciplina il controllo del randagismo, in stretto coordinamento

Dettagli

Regolamento per l'adozione a privato cittadino di cani randagi ricoverati nei canili

Regolamento per l'adozione a privato cittadino di cani randagi ricoverati nei canili Regolamento per l'adozione a privato cittadino di cani randagi ricoverati nei canili PROGETTO "ADOTTA un AMICO di cui mi FIDO" Indice Articolo 1 - Oggetto Articolo 2 - Modalità di adozione progetto "ADOTTA

Dettagli

LEGGE REGIONALE TOSCANA N.

LEGGE REGIONALE TOSCANA N. LEGGE REGIONALE TOSCANA N. 43 dell 8 aprile 1995 Norme per la gestione dell' anagrafe del cane, la tutela degli animali d' affezione e la prevenzione del randagismo Modificata ed integrata da LEGGE REGIONALE

Dettagli

Varese, 24-27 settembre 2015 FNOVI. FEDERAZIONE NAZIONALE ORDINI VETERINARI ITALIANI Consiglio Nazionale Linee guida «Il patentino»

Varese, 24-27 settembre 2015 FNOVI. FEDERAZIONE NAZIONALE ORDINI VETERINARI ITALIANI Consiglio Nazionale Linee guida «Il patentino» Varese, 24-27 settembre 2015 FNOVI FEDERAZIONE NAZIONALE ORDINI VETERINARI ITALIANI Consiglio Nazionale Linee guida «Il patentino» O.M. 2015 - la modifica L articolo 1, comma 5 dell ordinanza del Ministro

Dettagli

IDENTIFICAZIONE DEI CANI: DAL TATUAGGIO AL MICROCHIP. Un legame antichissimo

IDENTIFICAZIONE DEI CANI: DAL TATUAGGIO AL MICROCHIP. Un legame antichissimo IDENTIFICAZIONE DEI CANI: DAL TATUAGGIO AL MICROCHIP Un legame antichissimo Secondo gli studi e le ricerche intrapresi da etologi e cinologi, le basi della relazione uomo-cane furono gettate circa 12 mila

Dettagli

Banca Dati Regionale dell Anagrafe Canina

Banca Dati Regionale dell Anagrafe Canina Banca Dati Regionale dell Anagrafe Canina L Anagrafe Canina Regionale - BAC La BAC riunisce gli archivi dell Anagrafe Canina, prima gestiti a livello di singola Asl, in un unica banca dati centralizzata

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L ADOZIONE DEI CANI RANDAGI CATTURATI O VAGANTI SUL TERRITORIO COMUNALE

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L ADOZIONE DEI CANI RANDAGI CATTURATI O VAGANTI SUL TERRITORIO COMUNALE REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L ADOZIONE DEI CANI RANDAGI CATTURATI O VAGANTI SUL TERRITORIO COMUNALE REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L ADOZIONE DEI CANI RANDAGI CATTURATI

Dettagli

COMUNE DI LEDRO PROVINCIA DI TRENTO

COMUNE DI LEDRO PROVINCIA DI TRENTO ORIGINALE COMUNE DI LEDRO PROVINCIA DI TRENTO VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 7 della GIUNTA del COMUNE DI LEDRO OGGETTO: Approvazione della convenzione per il servizio di custodia e mantenimento dei cani

Dettagli

Legge regionale 17 febbraio 2005, n. 5 Norme a tutela del benessere animale

Legge regionale 17 febbraio 2005, n. 5 Norme a tutela del benessere animale Legge regionale 17 febbraio 2005, n. 5 Norme a tutela del benessere animale Art 4, comma 1 punto b) criteri per la classificazione del rischio da cani di proprietà con aggressività non controllata, parametri

Dettagli

Art.1 - Finalità. Art.2 - Adozioni

Art.1 - Finalità. Art.2 - Adozioni Regolamento Comunale per l adozione ed il sostegno di cani ritrovati sul territorio comunale ricoverati nelle strutture convenzionate con il Comune di Piaggine Adottato con deliberazione Consiglio Comunale

Dettagli

Valori Agricoli Medi della provincia. Annualità 2015

Valori Agricoli Medi della provincia. Annualità 2015 REGIONE AGRARIA N : 1 REGIONE AGRARIA N : 2 PIANURA DI FERRARA Comuni di: BONDENO, CENTO, FERRARA, MIRABELLO, POGGIO RENATICO, SANT`AGOSTINO, VIGARANO MAINARDA BOSCO CEDUO 10000,00 1-VALORI AL NETTO BOSCO

Dettagli