RSA Anziani c 132,32. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 31 marzo 2009, n RSA Disabili c 136,53

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "RSA Anziani c 132,32. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 31 marzo 2009, n. 141. RSA Disabili c 136,53"

Transcript

1 12584 RSA Anziani c 132,32 RSA Disabili c 136,53 Casa Protetta Anziani fascia C c 114,20 Casa Protetta Anziani fascia B c 100,90 Casa Protetta Anziani fascia A c 85,22 Casa Protetta Disabili fascia C c 110,23 Casa Protetta Disabili fascia B c 96,94 Casa Protetta Disabili fascia A c 81,25 Riabilitazione ciclo continuativo c 157,65 Riabilitazione ciclo diurno c 92,42 Riabilitazione Ambulatoriale individuale c 47,64 Riabilitazione Ambulatoriale piccolo gruppo c 18,69 Riabilitazione Domiciliare c 60,11 Progetto SAID fascia A c 107,13 Progetto SAID fascia B c 125,21 Progetto SAID fascia C c 128,96 5. Le tariffe, quali determinate secondo CCNL AGIDAE sono aumentate del 5% per le strutture che applicano il CCN Anaste-Uneba, mentre sono aumentate del 9% per le strutture che applicano il CCNL AIOP-ARIS. 6. Le tariffe, quali determinate ai punti 4 e 5 del presente atto, da applicare per il periodo 1 agosto-31 dicembre 2008, non devono, comunque, essere superiori a quelle previgenti rispetto all entrata in vigore della L.R. n. 15/2008, ovverosia a quelle previste dalla D.G.R. 285 del 5 aprile 2008, ridotte del 5%. 7. I legali rappresentanti delle Aziende Sanitarie della Regione Calabria sono tenuti, nello stipulare i contratti, a quantificare la retta di ogni singola struttura, tenendo presente le dichiarazioni presentate, entro il 31 gennaio, al Dipartimento Tutela della Salute e alla Azienda Sanitaria competente per territorio dai responsabili legali delle strutture, in ordine alla tipologia di CCNL applicato al personale operante, così come espressamente previsto dal comma 3, art. 4 della L.R. 24/2008 e dalla circolare n del 9 dicembre 2008, del Dirigente Generale del Dipartimento Tutela della Salute. 8. Di autorizzare il Dipartimento alla Tutela della Salute e il Dipartimento Lavoro, Formazione Professionale e Politiche Sociali all attuazione della presente deliberazione, ciascuno per le sue competenze. 9. Di autorizzare la pubblicazione del presente atto sul BUR Calabria. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 31 marzo 2009, n. 141 Approvazione Linee Guida per la Tutela della Salute Mentale. LA GIUNTA REGIONALE VISTE le Linee di indirizzo nazionali per la Salute Mentale, emanate dal Ministero della Salute in data 18 marzo VISTE le Delibere di Giunta regionale n. 105 del 19 febbraio 2007 «Linee Guida per la tutela della Salute Mentale» e n. 106 del 19 febbraio 2007 «Approvazione rette per strutture residenziali psichiatriche sanitarie e socio-sanitarie». VISTA la Legge regionale 18 dell 11 agosto 2004 che all art. 14, comma 1, lettera c), stabilisce che «il fabbisogno di residenzialità è individuato nel rapporto percentuale dello 0,30 per mille abitante su base complessiva regionale...». RITENUTO di dover modificare in alcune parti la D.G.R. 105/2007, al fine di rendere operative le linee guida allegate, e nell intento di abbattere i costi, garantendo un migliore livello di qualità assistenziale, aumentando il numero massimo dei posti letto attivabili nei moduli di Residenza ad alta intensità assistenziale e Residenza ad elevata integrazione sanitaria fino a 20 e mantenendo inalterato il numero di 6 posti letto nel Gruppo Appartamento, e prevedendo un maggior numero di personale, a garanzia della qualità delle prestazioni, nella misura indicata nell apposita tabella dei requisiti, inserita nelle linee guida. PRESO atto che le modifiche apportate alla D.G.R. 105/2007 e descritte al punto recedente, comportano un minor onere economico a carico del Fondo Sanitario Regionale. CONSIDERATO: che le Case di Cura neuropsichiatriche esistenti nei Territorio della Regione, e specificatamente la casa di cura Villa Verde e la casa di cura Villa degli Oleandri, entrambe nell ASP di Cosenza, la casa di cura Villa Nuccia in Catanzaro. nonché le due case di cura ex Gamp S.r.l. Villa Puca, oggi Villa Puca S.r.l., ed ex San Vincenzo La Salute S.r.l., oggi San Vincenzo S.r.l., entrambe in Catanzaro, devono riconvertire i posti letto ai sensi della L.R. n. 7 del 21/8/2006 e s.m.i. e della L.R. n. 24 del 18 luglio 2008; che, al fine di consentire tale processo di riconversione, secondo un percorso che tenga conto anche dell esigenza di mantenere gli attuali livelli di occupazione, nel rispetto della qualità dell assistenza da erogare ai degenti, esclusivamente per le 5 Case di cura neoropsichiatriche, è consentito che nella stessa struttura possano coesistere 10 posti letto di elevata assistenza, con un modulo di 20 posti letto di residenza ad alto trattamento ed elevata intensità, assistenziale (Residenze sanitarie terapeutico-riabilitative a rilevanza sociale) e un modulo di 20 posti letto di residenza sociosanitaria ad elevata integrazione sanitaria (Residenze sociali a rilevanza sanitaria); analogamente, le Case Protette per Disabili possono trasformare 20 posti letto accreditati per disabili mentali in un modulo di 20 posti letto di residenza ad alto trattamento ed elevata intensità assistenziale (Residenze sanitarie terapeutico-riabilitative a rilevanza sociale) o un modulo di 20 posti letto di residenza sociosanitaria ad elevata integrazione sanitaria (Residenze sociali a rilevanza sanitaria). Il Segretario F.to: Durante Il Presidente F.to: Loiero ATTESO che i posti letto per la riabilitazione psichiatrica sono allo stato insufficienti rispetto al fabbisogno sopra individuato e che appare opportuno incentivare iniziative private in tal senso.

2 12585 PRESO atto che nel comune di Girifalco, esiste una struttura di proprietà dell ASP di Catanzaro, suddivisa in più padiglioni immersi in un ampio parco, ab initio destinata alla riabilitazione di soggetti affetti da disabilita mentali; che detta struttura, allo stato non utilizzata, potrebbe essere resa disponibile per la realizzazione di strutture da adibire alla riabilitazione psichiatrica da parte di privati, con particolare riferimento alle Case di Cura Neuropsichiatriche già esistenti, che avrebbero dovuto riconvertirsi ai sensi della D.G.R. 105/ 2007; che, comunque, persiste l obbligo di riconversione che, per il 50% dei posti letto già esistenti, dovranno orientarsi verso altre patologie che necessitano di ricovero, tenendo conto del fabbisogno territoriale; che la Casa di cura «Villa Puca S.r.l.» di Catanzaro ha già presentato un progetto di riconversione della ex «Villa Puca Gamp», che prevede la realizzazione di n. 40pl divisi in due moduli di residenza psichiatrica presso una struttura sita nel comune di Gizzeria, e la realizzazione di n. 20 p.l. da destinare ai ricovero di pazienti affetti da SLA (Sclerosi Laterale Amiotrofica) e 20 p.l. da destinare al ricovero di pazienti affetti da Demenza di tipo Alzheimer. RITENUTO opportuno, per le motivazioni espresse in premessa, con particolare riferimento alla valorizzazione del patrimonio immobiliare dell ASP di Catanzaro, autorizzare quest ultima all espletamento delle necessarie procedure concorsuali per l affidamento, anche parziale, dell immobile sito in Girifalco a privati per la realizzazione di strutture residenziali di riabilitazione psichiatrica. STABILITO che il Dipartimento Tutela della Salute dovrà, unitamente all ASP, operare puntuali valutazioni al fine di individuare la tipologia di strutture da realizzare, ferma la connotazione psichiatrica delle stesse, in coerenza con gli atti di programmazione regionale e con l attuale offerta. SU PROPOSTA del Presidente, formulata alla stregua dell istruttoria compiuta dalla struttura interessata, nonché dall espressa dichiarazione di regolarità dell atto resa dal Dirigente Generale, a voti unanimi. DELIBERA Per i motivi precedentemente formulati e che qui si intendono integralmente riportati: 1. Di approvare le Linee Guida per la tutela della salute mentale, allegate al presente atto e che ne costituiscono parte integrante e sostanziale. 2. Di determinare che le tariffe giornaliere da corrispondere per ogni giornata di degenza effettiva nelle tre tipologie di Strutture Residenziali Psichiatriche, nella misura indicata nei prospetti allegati alle Linee guida, distinte per tipologia di CCNL applicato al personale dipendente. Di autorizzare le ASP di Catanzaro all espletamento delle necessarie procedure concorsuali per l affidamento, anche parziale, dell immobile sito in Girifalco a privati per la realizzazione di strutture residenziali di riabilitazione psichiatrica. 3. Di demandare al Dipartimento Tutela della Salute, unitamente all ASP di Catanzaro, la puntuale valutazione per l individuazione della tipologia di strutture da realizzare, ferma la connotazione psichiatrica delle stesse, in coerenza con gli atti di programmazione regionale e con l attuale offerta. 4. Di dare atto che il presente provvedimento non comporta aumento di spesa per il Fondo sanitario Regionale. 5. Di autorizzare il Dipartimento alla Tutela della salute all attuazione della presente deliberazione. 6. Di autorizzare la pubblicazione del presente atto sul BUR Calabria. VISTE le D.D.G.R. n. 105 e n. 106 del VISTA la L.R. 34/2002 e s.m.i. e ritenuta la propria competenza. Il Segretario F.to. Durante Il Presidente F.to: Loiero (segue allegato)

3 12586

4 12587

5 12588

6 12589

7 12590

8 12591

9 12592

10 12593

11 12594

12 12595

13 12596

14 12597

15 12598

16 12599

17 12600

18 12601

19 12602

20 12603

21 12604

I IMPORTO PRESENTE IMPEGNO EURO... Impegno N... del...

I IMPORTO PRESENTE IMPEGNO EURO... Impegno N... del... COPIA Mod. A. P,P,a, ~,2g4/8" REGIONE CALABRIA GIUNTA REGIONALE Estratto del processo verbale della seduta del OGGETTO: Legge Regionale 5 ottobre 2007, n. 22, art 10. Adempimenti I N.... del Ree. delle

Dettagli

DELIBERAZIONE N. VII/9491 DEL 21 GIUGNO 2002

DELIBERAZIONE N. VII/9491 DEL 21 GIUGNO 2002 DELIBERAZIONE N. VII/9491 DEL 21 GIUGNO 2002 alla Sanità Carlo Borsani Definizione dei rapporti contrattuali di cui alla dgr n. 47508/99 in applicazione degli indici programmatori espressi dal PSSR 2002/2004.

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 8 agosto 2006, n. 580. Approvazione accordo integrativo regionale dei medici di medicina generale

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 8 agosto 2006, n. 580. Approvazione accordo integrativo regionale dei medici di medicina generale 16-9-2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CALABRIA - PartiIeII-n.17 20295 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 8 agosto 2006, n. 580 Approvazione accordo integrativo regionale dei medici di medicina

Dettagli

Sarà premura, dell Associazione, di fornire le informazioni necessarie per accedere a tali fondi, non appena in possesso delle informazioni necessarie

Sarà premura, dell Associazione, di fornire le informazioni necessarie per accedere a tali fondi, non appena in possesso delle informazioni necessarie La Regione Lombardia in data 06 agosto 2008 con D.G.R.n. 8/7915 ha pubblicato il decreto relativamente a Determinazione in ordine al miglioramento quali-quantitativo dell assistenza garantita a persone

Dettagli

PROPOSTA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE

PROPOSTA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE AREA POLITICHE PER LA PROMOZIONE DELLA SALUTE DELLE PERSONE E DELLE PARI OPPORTUNITÀ SERVIZIO PROGRAMMAZIONE ASSISTENZA OSPEDALIERA E SPECIALISTICA E ACCREDITAMENTO PROPOSTA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA

Dettagli

private autorizzate e accreditate del Dipartimento di Salute Mentale dell Azienda U.S.L. Valle d Aosta, secondo la normativa vigente, come segue:

private autorizzate e accreditate del Dipartimento di Salute Mentale dell Azienda U.S.L. Valle d Aosta, secondo la normativa vigente, come segue: LA GIUNTA REGIONALE - visto l articolo 3-septies del decreto legislativo n. 502 del 30 dicembre 1992, così come modificato ed integrato dal decreto legislativo n. 229 del 19 giugno 1999, che prevede le

Dettagli

DELIBERAZIONE N IX / 4139 Seduta del 10/10/2012

DELIBERAZIONE N IX / 4139 Seduta del 10/10/2012 DELIBERAZIONE N IX / 4139 Seduta del 10/10/2012 Presidente ROBERTO FORMIGONI Assessori regionali ANDREA GIBELLI Vice Presidente VALENTINA APREA DANIELE BELOTTI GIULIO BOSCAGLI LUCIANO BRESCIANI RAFFAELE

Dettagli

Walter Di Munzio. Accreditamento definitivo in Sanità: Stato dell arte in Campania

Walter Di Munzio. Accreditamento definitivo in Sanità: Stato dell arte in Campania Walter Di Munzio Accreditamento definitivo in Sanità: Stato dell arte in Campania ACCREDITAMENTO /1 L accreditamento istituzionale ha l obiettivo di regolamentare l ingresso nel mercato sanitario dei soggetti

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA AZIENDA SANITARIA LOCALE N. 2 OLBIA

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA AZIENDA SANITARIA LOCALE N. 2 OLBIA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA AZIENDA SANITARIA LOCALE N. 2 OLBIA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N.658 DEL 23/09/2014 DISTRETTO SANITARIO TEMPIO DOTT. MARCO MULAS (firma digitale apposta) OGGETTO: assistenza

Dettagli

- l art 3, della legge 11 ottobre 1990, n. 289 dispone che l indennità mensile di frequenza per i minori invalidi è

- l art 3, della legge 11 ottobre 1990, n. 289 dispone che l indennità mensile di frequenza per i minori invalidi è 1 2 L Assessore al Welfare e alle Politiche della Salute, sulla base dell istruttoria espletata dall Ufficio Sistemi Informativi e Flussi Informativi, come confermata dal dirigente del Servizio Accreditamento

Dettagli

COPIA TRATTA DAL SITO WEB ASLBAT.IT

COPIA TRATTA DAL SITO WEB ASLBAT.IT SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE REGIONE PUGLIA AZIENDA SANITARIA LOCALE BT (Andria Barletta Bisceglie Canosa Margherita di S. - Minervino S. Ferdinando di P. - Spinazzola Trani - Trinitapoli) 76123 A N D

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE della REGIONE CAMPANIA n. 48 del 3 agosto 2009. Atti della Regione PARTE I

BOLLETTINO UFFICIALE della REGIONE CAMPANIA n. 48 del 3 agosto 2009. Atti della Regione PARTE I A.G.C. 19 - Piano Sanitario Regionale e Rapporti con le UU.SS.LL. - Deliberazione n. 1274 del 16 luglio 2009 Piano di rientro - Interventi per il raggiungimento dell obiettivo di razionalizzazione e contenimento

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE PROPONENTE Settore Politiche Sociali DIRETTORE GROSSI dott.ssa EUGENIA Numero di registro Data dell'atto 114 05/02/2015 Oggetto : Approvazione della prima tranche di spesa,

Dettagli

Det n. 2144 /2010 Class. 497 COMUNE DI CESENA. DETERMINAZIONE n. 2144/2010 SETTORE SERVIZI SOCIALI SERVIZIO CASA, IGIENE E SANITA

Det n. 2144 /2010 Class. 497 COMUNE DI CESENA. DETERMINAZIONE n. 2144/2010 SETTORE SERVIZI SOCIALI SERVIZIO CASA, IGIENE E SANITA COMUNE DI CESENA DETERMINAZIONE n. 2144/2010 SETTORE SERVIZI SOCIALI SERVIZIO CASA, IGIENE E SANITA Proponente: GAGGI MATTEO OGGETTO: ACCREDITAMENTO TRANSITORIO PER CENTRO SOCIO RIABILITATIVO RESIDENZIALE

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA Provincia di Bologna DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 35 del 26/03/2012 OGGETTO: ACCREDITAMENTO SERVIZI SOCIO-SANITARI. APPROVAZIONE LINEE DI INDIRIZZO PER IL RINNOVO DEI CONTRATTI DI SERVIZIO

Dettagli

VIII. Delibera 7915 del 6 agosto 2008 ROBERTO FORMIGONI

VIII. Delibera 7915 del 6 agosto 2008 ROBERTO FORMIGONI Delibera 7915 del 6 agosto 2008 VIII ROBERTO FORMIGONI DAVIDE BONI GIULIO BOSCAGLI LUCIANO BRESCIANI MASSIMO BUSCEMI RAFFAELE CATTANEO ROMANO COLOZZI LUCA DANIEL FERRAZZI ROMANO LA RUSSA FRANCO NICOLI

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE PROPONENTE Settore Politiche Sociali DIRETTORE GROSSI dott.ssa EUGENIA Numero di registro Data dell'atto 676 06/05/2015 Oggetto : Approvazione della seconda tranche di spesa,

Dettagli

DGR. n. 11496 del 17.3.2010

DGR. n. 11496 del 17.3.2010 DGR. n. 11496 del 17.3.2010 DEFINIZIONE DEI REQUISITI MINIMI DI ESERCIZIO DELL' UNITA' DI OFFERTA SOCIALE "CENTRO RICREATIVO DIURNO PER MINORI". ((PROSECUZIONE DEL PROCEDIMENTO PER DECORRENZA TERMINI PER

Dettagli

1) Accreditamento dei servizi socio sanitari

1) Accreditamento dei servizi socio sanitari Allegato 17 Linee di indirizzo per i servizi socio-sanitari e di riabilitazione afferenti alla competenza della Direzione Generale Famiglia e Solidarietà Sociale 1) Accreditamento dei servizi socio sanitari

Dettagli

Delibera della Giunta Regionale n. 483 del 21/09/2012

Delibera della Giunta Regionale n. 483 del 21/09/2012 Delibera della Giunta Regionale n. 483 del 21/09/2012 A.G.C. 20 Assistenza Sanitaria Settore 3 Interventi a favore di fasce socio-sanitarie particolarmente 'deboli' Oggetto dell'atto: DISCIPLINA E DEFINIZIONE

Dettagli

Deliberazione n. 144 del 26 febbraio 2015

Deliberazione n. 144 del 26 febbraio 2015 Deliberazione n. 144 del 26 febbraio 2015 Direttore Generale Dr. Roberto Bollina Coadiuvato da: Giancarlo Bortolotti Direttore Amministrativo Carlo Alberto Tersalvi Direttore Sanitario Giuseppe Giorgio

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Servizio Sanitario Nazionale - Regione dell Umbria AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE UMBRIA N. 2 Sede Legale Provvisoria: Viale Donato Bramante 37 Terni Codice Fiscale e Partita IVA 01499590550 DETERMINAZIONE

Dettagli

VALLE D'AOSTA INDICE CRONOLOGICO DELLA NORMATIVA REGIONALE

VALLE D'AOSTA INDICE CRONOLOGICO DELLA NORMATIVA REGIONALE VALLE D'AOSTA NDCE CRONOLOGCO DELLA NORMATA REGONALE AVVSO A LETTOR Gli indici cronologici sono stati realizzati per facilitare la ricerca di una specifica norma di legge. Per consultarne il testo è comunque

Dettagli

LINEE GUIDA PER IL POTENZIAMENTO DELL'ASSISTENZA AI DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE

LINEE GUIDA PER IL POTENZIAMENTO DELL'ASSISTENZA AI DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE Delibera di Giunta - N.ro 2004/1016 - approvato il 31/5/2004 Oggetto: LINEE GUIDA PER IL POTENZIAMENTO DELL'ASSISTENZA AI DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE Prot. n. (SAM/03/27628) LA GIUNTA DELLA REGIONE

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 9/21 DEL 10.3.2015

DELIBERAZIONE N. 9/21 DEL 10.3.2015 Oggetto: Disposizioni per il definitivo superamento degli Ospedali psichiatrici giudiziari in attuazione della legge n. 9/2012 Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 22 dicembre 2011,

Dettagli

COMUNE DI SERRAMAZZONI

COMUNE DI SERRAMAZZONI COMUNE DI SERRAMAZZONI PROVINCIA DI MODENA DETERMINAZIONE DEL SERVIZIO: SERVIZIO SOCIO ASSISTENZIALE CULTURALE EDUCATIVO UFFICIO: INSERIMENTO IN STRUTTURA DI ANZIANI, DISABILI E MINORI. IMPEGNO DI SPESA

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE SERVIZIO SANITARIO REGIONALE AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N. 1 TRIESTINA TRIESTE DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE n. 398 del 25/09/2014 OGGETTO Proroga delle Convenzioni per le strutture residenziali

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 3 dicembre 2013, n. 2319

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 3 dicembre 2013, n. 2319 42803 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 3 dicembre 2013, n. 2319 Recepimento dell Accordo tra Governo, Regioni e Province Autonome del 22 febbraio 2012 sui corsi di formazione abilitanti per l utilizzo

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 20 DEL 06-11-2002 REGIONE MARCHE

LEGGE REGIONALE N. 20 DEL 06-11-2002 REGIONE MARCHE LEGGE REGIONALE N. 20 DEL 06-11-2002 REGIONE MARCHE DISCIPLINA IN MATERIA DI AUTORIZZAZIONE E ACCREDITAMENTO DELLE STRUTTURE E DEI SERVIZI SOCIALI A CICLO RESIDENZIALE E SEMIRESIDENZIALE Fonte: BOLLETTINO

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA DELIBERAZIONE N. 69/ 23 DEL 10.12.2008

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA DELIBERAZIONE N. 69/ 23 DEL 10.12.2008 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA DELIBERAZIONE N. 69/ 23 Oggetto: LR 20/ 97, art. 3. Finanziamento di progetti d intervento a favore di persone con disturbo mentale e di persone con disabilità intellettive.

Dettagli

- il D.P.C.M. 14.02.2001 Atto di indirizzo e coordinamento in materia di prestazioni sociosanitarie ;

- il D.P.C.M. 14.02.2001 Atto di indirizzo e coordinamento in materia di prestazioni sociosanitarie ; REGIONE ABRUZZO DELIBERAZIONE NR. 742 DEL 12/11/2012 GIUNTA REGIONALE Omissis LA GIUNTA REGIONALE Visti - il D.P.C.M. 14.02.2001 Atto di indirizzo e coordinamento in materia di prestazioni sociosanitarie

Dettagli

Parte I N. 42 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 16-10-2010 9713

Parte I N. 42 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 16-10-2010 9713 Parte I N. 42 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 16-10-2010 9713 namento finalizzato al governo delle attività derivanti dall Accordo MIUR - Regione Basilicata sottoscritto in data 12.11.2009,

Dettagli

ATTO. REGIONE LIGURIA - Giunta Regionale LA GIUNTA REGIONALE

ATTO. REGIONE LIGURIA - Giunta Regionale LA GIUNTA REGIONALE O GG E TTO : Rimodulazione del Fondo di solidarietà per la gravi disabilità rinominato "CONTRIBUTO DI SOLIDARIETA' PER LA RESIDENZIALITA' E SEMIRESIDENZIALITA (DISABILI, PAZIENTI PSICHIATRICI E PERSONE

Dettagli

CITTA DI VENTIMIGLIA Provincia di Imperia

CITTA DI VENTIMIGLIA Provincia di Imperia COPIA CITTA DI VENTIMIGLIA Provincia di Imperia VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE n. 179/2010 Oggetto: DEFINIZIONE DELLE QUOTE DI COMPARTECIPAZIONE DEI CITTADINI AI COSTI DELLE PRESTAZIONI

Dettagli

Guida ai diritti e alle prestazioni sanitarie e sociosanitarie per i malati affetti da demenza di Alzheimer (agg.to novembre 2014)

Guida ai diritti e alle prestazioni sanitarie e sociosanitarie per i malati affetti da demenza di Alzheimer (agg.to novembre 2014) Sempre più spesso all AFMA Onlus, e ad altre simili Associazioni, si rivolgono persone che hanno un congiunto con una grave malattia che produce non autosufficienza e non trovano risposte adeguate rispetto

Dettagli

DELIBERA. Di dare mandato all IZS di Puglia e Basilicata ed alle Aziende Sanitarie Locali di attuare quanto disposto.

DELIBERA. Di dare mandato all IZS di Puglia e Basilicata ed alle Aziende Sanitarie Locali di attuare quanto disposto. 8246 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 63 del 24-5-2006 DELIBERA Di prorogare sul territorio della Regione Puglia l attuazione della V campagna di vaccinazione nei confronti della febbre catarrale

Dettagli

PROVINCIA DI CAGLIARI

PROVINCIA DI CAGLIARI PROVINCIA DI CAGLIARI Allegato A REGOLAMENTO RECANTE MODALITA D INSERIMENTO IN STRUTTURA DI ADULTI, ANZIANI E DISABILI INDICE Art. 1 Oggetto Art 2 Destinatari Art. 3 Requisiti Art. 4 Valutazione del bisogno

Dettagli

A relazione dell'assessore Ferrari:

A relazione dell'assessore Ferrari: REGIONE PIEMONTE BU29S2 23/07/2015 Deliberazione della Giunta Regionale 20 luglio 2015, n. 27-1784 Definizione delle tariffe e ridefinizione del fabbisogno dei Centri Diurni Socio Riabilitativi sperimentali

Dettagli

Deliberazione della Giunta. n. 474 del 28/02/2006

Deliberazione della Giunta. n. 474 del 28/02/2006 8^ legislatura Deliberazione della Giunta n. 474 del 28/02/2006 Presidente V. Presidente Assessori Segretario Giancarlo Luca Renato Giancarlo Marialuisa Oscar Antonio Elena Fabio Massimo Renzo Flavio Stefano

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 2 febbraio 2010, n. 279

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 2 febbraio 2010, n. 279 5638 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 33 del 19-02-2010 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 2 febbraio 2010, n. 279 Regolamento Regionale 18 gennaio 2007, n. 4 - art. 32, e Delibera G.R.

Dettagli

LA GIUNTA REGIONALE D E L I B E R A

LA GIUNTA REGIONALE D E L I B E R A DELIBERA DELLA GIUNTA REGIONALE N. 228 DEL 16/02/05 OGGETTO: L.R. 1/92 - AGGIORNAMENTO URGENTE E TRANSITORIO DELLE RETTE DI RICOVERO, PER L'ASSISTENZA RIABILITATIVA DI SOGGETTI TOSSICODIPENDENTI PRESSO

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE BI

AZIENDA SANITARIA LOCALE BI Via Marconi n. 23 BIELLA IL COMMISSARIO Dr.ssa Carla Peona (nominata con D.G.R. n. 52-1359 del 29 Dicembre 2010) L anno duemilaundici, il giorno 30 del mese di Marzo in Biella, presso la sede legale dell

Dettagli

ALLEGATO 1C IN ATTUAZIONE DEL DPCM 29 NOVEMBRE 2001 AREA INTEGRAZIONE SOCIO - SANITARIA

ALLEGATO 1C IN ATTUAZIONE DEL DPCM 29 NOVEMBRE 2001 AREA INTEGRAZIONE SOCIO - SANITARIA ALLEGATO N. 1 ALLEGATO 1C IN ATTUAZIONE DEL DPCM 29 NOVEMBRE 2001 AREA INTEGRAZIONE SOCIO - SANITARIA 2 AREA MATERNO INFANTILE LIVELLI DI ASSISTENZA Assistenza sanitaria e sociosanitaria alle donne, ai

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 5 marzo 2012, n. 394

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 5 marzo 2012, n. 394 9623 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 5 marzo 2012, n. 394 Adozione delle linee di indirizzo regionale sulla attività di formazione nelle aziende sanitarie. L Assessore alle Politiche della Salute,

Dettagli

COMUNE DI MAIOLATI SPONTINI SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITA PRODUTTIVE

COMUNE DI MAIOLATI SPONTINI SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITA PRODUTTIVE COMUNE DI MAIOLATI SPONTINI SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITA PRODUTTIVE Largo Pastori n.1- (60030) - (MAIOLATI SPONTINI) - (AN) - Tel. 0731/7075214 Fax 0731/702816 AUTORIZZAZIONE S.U.A.P. N. 003/2015 ID

Dettagli

Regione Umbria. Giunta Regionale DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N. 954 DEL 04/09/2013

Regione Umbria. Giunta Regionale DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N. 954 DEL 04/09/2013 Regione Umbria Giunta Regionale DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N. 954 DEL 04/09/2013 OGGETTO: DGR n. 281 del 3 aprile 2013 Avviso per la presentazione dei Programmi integrati di Sviluppo Urbano (PUC3).

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N DD/2012-1703 DEL 28/12/2012. Comune di Parma F1300 INTERVENTI A FAVORE DI ANZIANI E STRUTTURE RESIDENZIALI

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N DD/2012-1703 DEL 28/12/2012. Comune di Parma F1300 INTERVENTI A FAVORE DI ANZIANI E STRUTTURE RESIDENZIALI DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N DD/2012-1703 DEL 28/12/2012 Comune di Parma Centro di Responsabilità: Centro di Costo: 65000 - SETTORE WELFARE E FAMIGLIA F1300 INTERVENTI A FAVORE DI ANZIANI E STRUTTURE

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA. Registro delibere di Giunta N. 87

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA. Registro delibere di Giunta N. 87 COPIA Città di Latisana Provincia di Udine VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA Registro delibere di Giunta N. 87 L anno 2014 il giorno 16 del mese di LUGLIO alle ore 12:00, nella Residenza Municipale

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 33/32. Istituzione della rete di cure palliative della d

DELIBERAZIONE N. 33/32. Istituzione della rete di cure palliative della d 32 Oggetto: Istituzione della rete di cure palliative della d Regione Sardegna. L Assessore dell'igiene e Sanità e dell'assistenza Sociale ricorda che la legge 15 marzo 2010, n. 38, tutela il diritto del

Dettagli

Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie 2015 01419/019 Servizio Anziani e Tutele CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie 2015 01419/019 Servizio Anziani e Tutele CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie 2015 01419/019 Servizio Anziani e Tutele CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. Cronologico 71 approvata il 2 aprile 2015 DETERMINAZIONE:

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Servizio Sanitario Nazionale - Regione dell Umbria AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE UMBRIA N. 2 Sede Legale Provvisoria: Viale Donato Bramante 37 Terni Codice Fiscale e Partita IVA 01499590550 DETERMINAZIONE

Dettagli

DELIBERAZIONE N. DEL. Dipartimento: DIPARTIMENTO PROGRAMMAZ. ECONOMICA E SOCIALE Direzione Regionale: FORMAZIONE E LAVORO Area:

DELIBERAZIONE N. DEL. Dipartimento: DIPARTIMENTO PROGRAMMAZ. ECONOMICA E SOCIALE Direzione Regionale: FORMAZIONE E LAVORO Area: REGIONE LAZIO DELIBERAZIONE N. DEL 381 02/09/2011 GIUNTA REGIONALE PROPOSTA N. 12312 DEL 09/06/2011 STRUTTURA PROPONENTE Dipartimento: DIPARTIMENTO PROGRAMMAZ. ECONOMICA E SOCIALE Direzione Regionale:

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 22 DEL 15 MAGGIO 2006

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 22 DEL 15 MAGGIO 2006 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 22 DEL 15 MAGGIO 2006 REGIONE CAMPANIA - Giunta Regionale - Seduta del 19 aprile 2006 - Deliberazione N. 491 - Area Generale di Coordinamento N. 19 - Piano

Dettagli

ASSESSORATO DELLA SALUTE Dipartimento Regionale per la Pianificazione Strategica Servizio 4 Programmazione ospedaliera

ASSESSORATO DELLA SALUTE Dipartimento Regionale per la Pianificazione Strategica Servizio 4 Programmazione ospedaliera D.A. n. REPUBBLICA ITALIANA REGIONE SICILIANA ASSESSORATO DELLA SALUTE Dipartimento Regionale per la Pianificazione Strategica Servizio 4 Programmazione ospedaliera Interventi in favore dei pazienti emodializzati:

Dettagli

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 37 del 05-4-2016

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 37 del 05-4-2016 17430 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 23 marzo 2016, n.325 L.r. n. 19/2006 e s.m.i., art. 17 co. 1 lett. e) fbis). L.r. n. 4/2010 art. 47 e art. 49 co.1. L.R. n. 31/2015 art. 3. Indirizzi operativi

Dettagli

REGIONE MARCHE GIUNTA REGIONALE

REGIONE MARCHE GIUNTA REGIONALE 1 DECRETO DEL DIRIGENTE DEL SERVIZIO POLITICHE SOCIALI N. 112 DEL 21.06.06 Oggetto: Attuazione DGR n. 323 del 3.3.05 - Liquidazione ed erogazione fondi per la riqualificazione della assistenza socio-sanitaria

Dettagli

Programmazione e governo della rete dei servizi socio sanitari e sociali Direzione Generale Famiglia, Solidarietà Sociale e Volontariato

Programmazione e governo della rete dei servizi socio sanitari e sociali Direzione Generale Famiglia, Solidarietà Sociale e Volontariato Programmazione e governo della rete dei servizi socio sanitari e sociali Direzione Generale Famiglia, Solidarietà Sociale e Volontariato Lecco 27 Febbraio 2014 IL CAMBIAMENTO DEL CONTESTO E LE REGOLE DI

Dettagli

Schema di riferimento per la dotazione di personale minimo per le attività ospedaliere e le case di cura

Schema di riferimento per la dotazione di personale minimo per le attività ospedaliere e le case di cura Allegato 3 requisiti organizzativi di personale minimi per le attività ospedaliere Schema di riferimento per la dotazione di personale minimo per le attività ospedaliere e le case di cura 1 Gli schemi

Dettagli

CRITERI PER LA VALUTAZIONE E IL FINANZIAMENTO DEI PIANI PERSONALIZZATI

CRITERI PER LA VALUTAZIONE E IL FINANZIAMENTO DEI PIANI PERSONALIZZATI Allegato A alla Delib.G.R. n. 45/18 del 21.12.2010 CRITERI PER LA VALUTAZIONE E IL FINANZIAMENTO DEI PIANI PERSONALIZZATI Per la predisposizione e valutazione dei Piani Personalizzati di sostegno relativi

Dettagli

A relazione dell'assessore Cavallera:

A relazione dell'assessore Cavallera: REGIONE PIEMONTE BU30 25/07/2013 Deliberazione della Giunta Regionale 9 luglio 2013, n. 1-6045 D.G.R. N. 6-5519 del 14/03/2013 "Programmazione sanitaria regionale. Interventi di revisione della rete ospedaliera

Dettagli

COMUNE DI MARCON REGOLAMENTO SULLE PRESTAZIONI ECONOMICHE AI NON AUTOSUFFICIENTI

COMUNE DI MARCON REGOLAMENTO SULLE PRESTAZIONI ECONOMICHE AI NON AUTOSUFFICIENTI COMUNE DI MARCON REGOLAMENTO SULLE PRESTAZIONI ECONOMICHE AI NON AUTOSUFFICIENTI APPROVATO CON DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N. 11 DEL 17.02.2014 Regolamento di accesso alle prestazioni economiche erogate

Dettagli

A relazione dell'assessore Ferrari:

A relazione dell'assessore Ferrari: REGIONE PIEMONTE BU45 12/11/2015 Deliberazione della Giunta Regionale 26 ottobre 2015, n. 16-2315 Fondo statale per le non autosufficienze, annualita' 2015. Approvazione "Programma attuativo" di cui al

Dettagli

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 07-04-2015 (punto N 80 ) Delibera N 509 del 07-04-2015 Proponente LUIGI MARRONI STEFANIA SACCARDI DIREZIONE GENERALE DIRITTI DI CITTADINANZA

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CALABRIA

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CALABRIA Poste Italiane - Spedizione in a.p. Tab. D Aut. DCO/DC - CZ/038/2003 valida dal 4 febbraio 2003 Supplemento straordinario n. 2 al n. 20 del 16 ottobre 2008 PartiIeII-Anno XXXIX REPUBBLICA ITALIANA BOLLETTINO

Dettagli

Legge Regionale 23 Novembre 2006, n. 20. Istituzione del fondo regionale per la non autosufficienza. (BUR N. 34 del 9 dicembre 2006)

Legge Regionale 23 Novembre 2006, n. 20. Istituzione del fondo regionale per la non autosufficienza. (BUR N. 34 del 9 dicembre 2006) Legge Regionale 23 Novembre 2006, n. 20. Istituzione del fondo regionale per la non autosufficienza. (BUR N. 34 del 9 dicembre 2006) Art.1 (Oggetto e finalità) 1. La Regione con la presente legge, in armonia

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Servizio Sanitario Nazionale - Regione dell Umbria AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE UMBRIA N. 2 Sede Legale Provvisoria: Viale Donato Bramante 37 Terni Codice Fiscale e Partita IVA 01499590550 DETERMINAZIONE

Dettagli

Delibera della Giunta Regionale n. 323 del 03/07/2012

Delibera della Giunta Regionale n. 323 del 03/07/2012 Delibera della Giunta Regionale n. 323 del 03/07/2012 A.G.C. 20 Assistenza Sanitaria Settore 3 Interventi a favore di fasce socio-sanitarie particolarmente 'deboli' Oggetto dell'atto: "ADOZIONE DELLA SCHEDA

Dettagli

A B AC D EFA B C BF F D A AA D A B E C B DD A C CC A B A E A A A C BF F A BACDB EDF BA E F B D AC F B EAF A B ABFD D ED DF BA FF B D D ABFD D ED

A B AC D EFA B C BF F D A AA D A B E C B DD A C CC A B A E A A A C BF F A BACDB EDF BA E F B D AC F B EAF A B ABFD D ED DF BA FF B D D ABFD D ED A B AC D EFA B DD C BF F D A AA D A B E C B DD A B AC D B A A E B B DD A C CC A B A E A A A C BF F C B CC C D A A BACDB EDF BA E F B D AC F B EAF A B ABFD D ED DF BA FF B D D ABFD D ED F BBA E D A F B

Dettagli

Delibera della Giunta Regionale n. 398 del 31/07/2012

Delibera della Giunta Regionale n. 398 del 31/07/2012 Delibera della Giunta Regionale n. 398 del 31/07/2012 A.G.C. 19 Piano Sanitario regionale e rapporti con le UU.SS.LL. Settore 1 Programmazione Oggetto dell'atto: NOMINA DEL DIRETTORE GENERALE DELLA AZIENDA

Dettagli

COMUNE DI MISANO ADRIATICO PROVINCIA DI RIMINI

COMUNE DI MISANO ADRIATICO PROVINCIA DI RIMINI COMUNE DI MISANO ADRIATICO PROVINCIA DI RIMINI SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA PATRIMONIO E TURISMO COPIA Servizi sociali comunali, determinazione a contrarre con i fornitori e gestori di servizi accreditati.

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N DD/2013-527 DEL 30/04/2013. Comune di Parma

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N DD/2013-527 DEL 30/04/2013. Comune di Parma DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N DD/2013-527 DEL 30/04/2013 Comune di Parma Centro di Responsabilità: Centro di Costo: 65000 - SETTORE WELFARE E FAMIGLIA F1300 INTERVENTI A FAVORE DI ANZIANI E STRUTTURE RESIDENZIALI

Dettagli

COPIA TRATTA DAL SITO WEB ASLBAT.IT

COPIA TRATTA DAL SITO WEB ASLBAT.IT SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE REGIONE PUGLIA AZIENDA SANITARIA LOCALE BT (Andria Barletta Bisceglie Canosa Margherita di S. - Minervino S. Ferdinando di P. - Spinazzola Trani - Trinitapoli) 76123 A N D

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 21 giugno 2011, n. 1381

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 21 giugno 2011, n. 1381 19273 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 21 giugno 2011, n. 1381 Modello di accreditamento della formazione continua della Regione Puglia L Assessore alle Politiche della Salute, Prof. Tommaso Fiore,

Dettagli

PARTE III PROGRAMMA DI SPESA E.F. 2007 RELATIVO A SPESE CONDOMINIALI, ONERI ACCESSORI, ONERI DI PARTECIPAZIONE A CONSORZI E COMUNIONI

PARTE III PROGRAMMA DI SPESA E.F. 2007 RELATIVO A SPESE CONDOMINIALI, ONERI ACCESSORI, ONERI DI PARTECIPAZIONE A CONSORZI E COMUNIONI 28-3-2007 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA - PARTE SECONDA - N. 42 7 UPB 1.2.1.1.620 Spese generali di funzionamento Cap. 04350 Manutenzione ordinaria sul patrimonio disponibile e indisponibile

Dettagli

La RSA come modello di cura intermedia

La RSA come modello di cura intermedia Un modello di governance sociosanitaria nel territorio: il punto unico di accesso e la presa in carico della persona La RSA come modello di cura intermedia Relatore: Maria Assunta Pintus Direttore RSA

Dettagli

Direzione Servizi Educativi e di Protezione Sociale. Determinazione Dirigenziale n. 2246 del 29/12/2014

Direzione Servizi Educativi e di Protezione Sociale. Determinazione Dirigenziale n. 2246 del 29/12/2014 Determinazione Dirigenziale n. 2246 del 29/12/2014 Centro di Responsabilità 22 Centro di Costo 138 e 139 pratica n. 3374819 Oggetto: Concessione dell Accreditamento Definitivo ai sensi della Deliberazione

Dettagli

CASA DI RICOVERO MUZAN Malo (VI) N. 41 di Reg. VERBALE

CASA DI RICOVERO MUZAN Malo (VI) N. 41 di Reg. VERBALE CASA DI RICOVERO MUZAN Malo (VI) N. 41 di Reg. VERBALE di DELIBERAZIONE del CONSIGLIO di AMMINISTRAZIONE In data 28.11.2013 presso la sede dell Ente, si è riunito il Consiglio di Amministrazione previa

Dettagli

Residenzialità permanente per persone con disabilità alla luce della DGR 1299/2009 1

Residenzialità permanente per persone con disabilità alla luce della DGR 1299/2009 1 Fabio Ragaini, Gruppo Solidarietà Residenzialità permanente per persone con disabilità alla luce della DGR 1299/2009 1 Obiettivo di questo contributo è analizzare le novità introdotte dall Accordo per

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 26 maggio 2015, n. 1160

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 26 maggio 2015, n. 1160 25264 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n. 88 del 23 06 2015 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 26 maggio 2015, n. 1160 Attuazione dell art. 32 del Reg. R. 18 gennaio 2007, n. 4, per la determinazione

Dettagli

CURARE A CASA Aspetti organizzativi clinici e relazionali di interesse per il Medico di Medicina Generale

CURARE A CASA Aspetti organizzativi clinici e relazionali di interesse per il Medico di Medicina Generale CURARE A CASA Aspetti organizzativi clinici e relazionali di interesse per il Medico di Medicina Generale Introduzione Reggio Emilia, 19 e 26 maggio 2010 Riferimenti normativi Accordo Collettivo Nazionale

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 19 maggio 2011, n. 1111

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 19 maggio 2011, n. 1111 17466 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 91 del 10-06-2011 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 19 maggio 2011, n. 1111 Approvazione dei percorsi per la diagnosi e la cura delle bronco-pneumopatie

Dettagli

INTEGRAZIONE DELLA DGR 2068/04 E DELLA DGR 1762/2011: INTRODUZIONE LIVELLO PIU' ELEVATO DELL'ASSEGNO DI CURA PER LE GRAVISSIME DISABILITA'

INTEGRAZIONE DELLA DGR 2068/04 E DELLA DGR 1762/2011: INTRODUZIONE LIVELLO PIU' ELEVATO DELL'ASSEGNO DI CURA PER LE GRAVISSIME DISABILITA' Progr.Num. 1848/2012 GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA Questo giorno lunedì 03 del mese di dicembre dell' anno 2012 si è riunita nella residenza di la Giunta regionale con l'intervento dei Signori: via

Dettagli

Per quanto concerne il punto 1:

Per quanto concerne il punto 1: Deliberazione di Giunta Regionale n. 422 dell 11 aprile 2003 Oggetto: Modifiche al Manuale per l Accreditamento delle strutture sanitarie e sociosanitarie approvato con deliberazione di Giunta Regionale

Dettagli

Guida ai diritti e alle prestazioni sanitarie e sociosanitarie

Guida ai diritti e alle prestazioni sanitarie e sociosanitarie Guida ai diritti e alle prestazioni sanitarie e sociosanitarie Introduzione...1 I diritti della persona malata. Cosa dicono le leggi...2 La tutela della salute in ospedale nelle residenze a domicilio...2

Dettagli

REGOLAMENTO I.S.E.E. (Indicatore situazione economica equivalente)

REGOLAMENTO I.S.E.E. (Indicatore situazione economica equivalente) COMUNE DI MONTECCHIO EMILIA (PROVINCIA DI REGGIO EMILIA) REGOLAMENTO I.S.E.E. (Indicatore situazione economica equivalente) Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n 4 del 18 febbraio 2002 Modificato

Dettagli

SOCIETA DELLA SALUTE DELLA VALDERA Pontedera - Provincia di Pisa COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA ASSEMBLEA DEI SOCI

SOCIETA DELLA SALUTE DELLA VALDERA Pontedera - Provincia di Pisa COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA ASSEMBLEA DEI SOCI SOCIETA DELLA SALUTE DELLA VALDERA Pontedera - Provincia di Pisa COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA ASSEMBLEA DEI SOCI Delibera Numero 25 del 5 novembre 2012 OGGETTO: AGGIORNAMENTO DEL PROTOCOLLO DI

Dettagli

REGOLAMENTO UNITARIO PERLA GESTIONE DELLE UNITA DI VALUTAZIONE INTEGRATE E PER L ACCESSO ALLE PRESTAZIONI SOCIOSANITARIE

REGOLAMENTO UNITARIO PERLA GESTIONE DELLE UNITA DI VALUTAZIONE INTEGRATE E PER L ACCESSO ALLE PRESTAZIONI SOCIOSANITARIE REGOLAMENTO UNITARIO PERLA GESTIONE DELLE UNITA DI VALUTAZIONE INTEGRATE E PER L ACCESSO ALLE PRESTAZIONI SOCIOSANITARIE Adottato con delibera G. C. n. 108 del 24.2.2005 Articolo 1 - L INTEGRAZIONE SOCIOSANITARIA

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 26 DEL 30 GIUGNO 2008

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 26 DEL 30 GIUGNO 2008 REGIONE CAMPANIA - Giunta Regionale - Seduta del 13 giugno 2008 - Deliberazione N. 1018 - Area Generale di Coordinamento N. 20 - Assistenza Sanitaria Linee Guida per l'iter terapeuticoriabilitativo per

Dettagli

INTRODUZIONE. Guida ai diritti e alle prestazioni sanitarie e sociosanitarie

INTRODUZIONE. Guida ai diritti e alle prestazioni sanitarie e sociosanitarie Guida ai diritti e alle prestazioni sanitarie e sociosanitarie Introduzione...1 I diritti della persona malata. Cosa dicono le leggi...2 La tutela della salute in ospedale nelle residenze a domicilio...2

Dettagli

P.A. BOLZANO INDICE CRONOLOGICO DELLA NORMATIVA REGIONALE. Anno Regione Norma Descrizione Titolo Capitolo

P.A. BOLZANO INDICE CRONOLOGICO DELLA NORMATIVA REGIONALE. Anno Regione Norma Descrizione Titolo Capitolo P.A. BOLZANO NDCE CRONOLOGCO DELLA NORMATA REGONALE AVVSO A LETTOR Gli indici cronologici sono stati realizzati per facilitare la ricerca di una specifica norma di legge. Per consultarne il testo è comunque

Dettagli

A relazione dell'assessore Monferino:

A relazione dell'assessore Monferino: REGIONE PIEMONTE BU42 20/10/2011 Deliberazione della Giunta Regionale 3 ottobre 2011, n. 18-2663 Proseguimento e consolidamento a regime del percorso per la Gestione integrata del diabete di tipo 2 nell'adulto,

Dettagli

A relazione dell'assessore Porchietto: Premesso che:

A relazione dell'assessore Porchietto: Premesso che: REGIONE PIEMONTE BU31 02/08/2012 Deliberazione della Giunta Regionale 12 luglio 2012, n. 33-4150 Nuova disciplina dei corsi di formazione professionale per Agente e Rappresentante di Commercio. Revoca

Dettagli

LEGGE PROVINCIALE N. 8 DEL 22-07-2009 REGIONE TRENTO (Prov.)

LEGGE PROVINCIALE N. 8 DEL 22-07-2009 REGIONE TRENTO (Prov.) LEGGE PROVINCIALE N. 8 DEL 22-07-2009 REGIONE TRENTO (Prov.) Disposizioni per la prevenzione e la cura dell Alzheimer e di altre malattie neurodegenerative legate all invecchiamento e per il sostegno delle

Dettagli

UMBRIA INDICE CRONOLOGICO DELLA NORMATIVA REGIONALE AVVISO AI LETTORI

UMBRIA INDICE CRONOLOGICO DELLA NORMATIVA REGIONALE AVVISO AI LETTORI UMBRA NDCE CRONOLOGCO DELLA NORMATA REGONALE AVVSO A LETTOR Codice dell'ospedalità Privata Gli indici cronologici sono stati realizzati per facilitare la ricerca di una specifica norma di legge. Per consultarne

Dettagli

OGGETTO: Pacchetto famiglia 2014: misure a sostegno delle famiglie del Lazio. LA GIUNTA REGIONALE

OGGETTO: Pacchetto famiglia 2014: misure a sostegno delle famiglie del Lazio. LA GIUNTA REGIONALE OGGETTO: Pacchetto famiglia 2014: misure a sostegno delle famiglie del Lazio. LA GIUNTA REGIONALE SU PROPOSTA dell Assessore alle Politiche Sociali e Sport; lo Statuto della Regione Lazio; la L.R. 6 agosto

Dettagli

ELENCO DEI PROVVEDIMENTI APPROVATI. Determine Dirigenziali

ELENCO DEI PROVVEDIMENTI APPROVATI. Determine Dirigenziali Pagina 1 di 6 U.O. Affari Generali - U.O. Delibere Determine Dirigenziali N. Determina: 108 del: 02/03/2015 Oggetto: Liquidazione delle prestazioni di emodialisi erogate dal policlinico Portuense spa socio

Dettagli

Decreto del Commissario ad acta

Decreto del Commissario ad acta REGIONE LAZIO Decreto del Commissario ad acta (delibera del Consiglio dei Ministri del 23 aprile 2010) N. U00039 del 20/03/2012 Proposta n. 2806 del 17/02/2012 Oggetto: Assistenza territoriale. Ridefinizione

Dettagli

Codice CIFRA: ATP/DEL/2012/

Codice CIFRA: ATP/DEL/2012/ R E G I O N E P U G L I A DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE Servizio Programmazione assistenza territoriale e prevenzione Ufficio Sanità pubblica e sicurezza del lavoro Codice CIFRA: ATP/DEL/2012/ OGGETTO:

Dettagli

R E G I O N E P U G L I A AREA POLITICHE PER LA PROMOZIONE DELLA SALUTE

R E G I O N E P U G L I A AREA POLITICHE PER LA PROMOZIONE DELLA SALUTE di R E G I O N E P U G L I A AREA POLITICHE PER LA PROMOZIONE DELLA SALUTE DELLE PERSONE E DELLE PARI OPPORTUNITÀ ASSESSORATO AL WELFARE GLI INVESTIMENTI PER QUALIFICARE L OFFERTA DI STRUTTURE PER LE PERSONE

Dettagli

ZONA SOCIALE DI CASTELNOVO NE MONTI

ZONA SOCIALE DI CASTELNOVO NE MONTI ZONA SOCIALE DI CASTELNOVO NE MONTI PIANO PROGRAMMATORIO ACCREDITAMENTO DEI SERVIZI SOCIO- SANITARI PER ANZIANI E DISABILI (DGR 514/) DEFINIZIONE FABBISOGNO AD INTEGRAZIONE DELLA PROGRAMMAZIONE TRIENNALE

Dettagli