ARCHITETTURA DEI CALCOLATORI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ARCHITETTURA DEI CALCOLATORI"

Transcript

1 A09 139

2

3 Graziano Frosini Giuseppe Lettieri ARCHITETTURA DEI CALCOLATORI VOLUME II STRUTTURA DEL PROCESSORE, DEL BUS, DELLA MEMORIA E DELLE INTERFACCE, E GESTIONE DELL I/O CON RIFERIMENTO AL PERSONAL COMPUTER E AD UN AMBIENTE DI PROGRAMMAZIONE BASATO SUL DJGPP

4 Copyright MMX ARACNE editrice S.r.l. via Raffaele Garofalo, 133/A B Roma (06) ISBN I diritti di traduzione, di memorizzazione elettronica, di riproduzione e di adattamento anche parziale, con qualsiasi mezzo, sono riservati per tutti i Paesi. Non sono assolutamente consentite le fotocopie senza il permesso scritto dell Editore. I edizione: maggio 2010

5 Indice Prefazione 9 1 Struttura hardware di un semplice calcolatore 1.1 Logica a 3 stati Aspetti fisici di un semplice processore Funzionamento interno di un semplice processore Schema di un semplice calcolatore Organizzazione dello spazio di memoria Organizzazione dello spazio di I/O Bus di comunicazione OR di collettore 23 2 Architettura semplificata di un calcolatore 32/PC 2.1 Famiglia 32 PC Aspetti fisici del processore PC Organizzazione degli spazi di memoria e di I/O Piedini del Processore PC Bus di comunicazione locale Collegamento al bus locale di banchi di memoria Collegamento al bus locale di interfacce Memorie dinamiche Memoria cache Controllore della memoria cache Memoria cache associativa a insiemi Spazio esterno a 16 bit Spazio esterno a 8 bit Bus locale con bus dati di diversa ampiezza 49 3 Strumenti per la gestione dell I/O 3.1 Modo reale, modo protetto e boot-loader Lettura/scrittura dai/nei registri delle interfacce Libreria libce Ambiente per lo sviluppo di un programma utente Emulatore QEMU Configuratore QEDIT 60

6 6 Indice 3.7 Alcuni comandi DOS Funzioni disponibili nella libreria libce Funzioni richiamate automaticamente Architettura x Interfacce per la tastiera e per il video 4.1 Tastiera e sua interfaccia Gestione della tastiera Variabili e sottoprogrammi inseriti nella libreria libce Video e sua interfaccia Video in modalità testo Gestione del video in modo testo Variabili e sottoprogrammi inseriti nella libreria libce Video in modalità grafica Gestione del video in modalità grafica SVGA Ritorno al DOS 84 5 Interfacce di conteggio, seriali, a blocchi 5.1 Interfacce di conteggio Interfaccia di conteggio Modi di funzionamento Interfaccia di conteggio nei Personal Computer Esempi di conteggio Interfacce seriali Comunicazione seriale asincrona Comunicazione seriale sincrona Interfaccia seriale asincrona Interfacce seriali nei Personal Computer Standard EIA RS232C Standard EIA RS232C e Personal Computer Esempi di comunicazione Interfacce a blocchi Operazioni di formattazione Interfaccia a blocchi ATA Operazione di lettura Operazione di scrittura Determinazione dell indirizzo di settore Interruzione di Programma 6.1 Meccanismo di interruzione Tabella delle interruzioni e azioni del processore Servizio effettuato dalle routine di interruzione Struttura di una primitiva Controllore di interruzione APIC 130

7 Indice Struttura di un driver di interruzione Routine di interruzione utilizzando il C Scrittura di un gate nella tabella delle interruzioni Predisposizione del controllore di interruzione APIC Gestione di un interfaccia a interruzione di programma Operazioni di I/O a interruzione di programma Primitive di I/O e meccanismo di sincronizzazione Ingresso dati Uscita dati Considerazioni sulle operazioni di I/O Interfacce dei Personal Computer gestite a interruzione 7.1 Collegamenti e segnali del controllore APIC Gestione dell interfaccia per la tastiera Gestione dell interfaccia di conteggio Gestione dell interfaccia seriale Gestione dell interfaccia a blocchi ATA Circuiteria di interruzione basata sul controllore Controllore di interruzione Selezione dei registri interni Montaggio in cascata dei controllori Controllori 8259 nei Personal Computer Gestione dei controllori di interruzione Elaboratori con bus PCI 9.1 Il bus PCI Spazi di indirizzamento del bus PCI Collegamenti e transazioni col bus PCI Interruzioni col bus PCI Spazio di configurazione delle funzioni PCI Operazioni di inizializzazione Programmi per transazioni nello spazio di configurazione Accesso diretto alla memoria e bus mastering 10.1 Accesso diretto alla memoria Operazioni in bus mastering Esempio di lettura in bus mastering Accesso diretto alla memoria in presenza di memoria cache Bus mastering con l interfaccia ATA Operazione di lettura in bus mastering Operazione di scrittura in bus mastering Organizzazione interna del processore 11.1 Istruzioni complesse e istruzioni elementari 219

8 8 Indice 11.2 Tecnica del pipeline Alee Tecnica dell esecuzione fuori ordine Schema interno del processore Eliminazione delle dipendenze sui nomi Esecuzione speculativa Considerazioni finali 232 Appendice Esercizi disponibili in rete A.1 Considerazioni generali 233 A.2 Elenco degli esercizi 233

9 Prefazione Nel Volume II del testo Architettura dei Calcolatori viene anzitutto illustrata l organizzazione hardware di un semplice processore, e quindi l architettura semplificata di un calcolatore basato sul processore PC, comprendente il processore, il bus locale, la memoria statica e la memoria dinamica, le interfacce semplificate, la memoria cache. Il processore PC (Processore Completo) è stato illustrato, dal punto di vista software, nel Volume I di questo testo: si tratta di un processore schematizzato avente architettura IA32, software compatibile con i processori attualmente presenti sui Personal Computer. Oltre all architettura semplificata, in questo volume vengono trattati in maggior dettaglio alcuni aspetti realizzativi del Personal Computer. Per prima cosa vengono descritte alcune delle interfacce classiche, come le interfacce per la tastiera e per il video, l interfaccia di conteggio, l interfaccia seriale, l interfaccia a blocchi per le memorie di massa, e viene effettuata la loro gestione a controllo di programma. Successivamente, viene illustrato il meccanismo di interruzione, con riferimento alla tabella delle interruzioni IDT e al controllore di interruzione APIC (IOAPIC + Local APIC), e viene effettuata la gestione delle interfacce di cui al capoverso precedente utilizzando il meccanismo di interruzione. Infine, viene illustrata la struttura del bus PCI e descritta in dettaglio la funzionalità di bus mastering. Con riferimento all interfaccia a blocchi per le memorie di massa, viene effettuata la gestione dei dati mediante il meccanismo di accesso diretto alla memoria, realizzato dal bus mastering PCI. Nell ultima parte di questo volume vengono presentate alcune delle tecniche utilizzate per aumentare l efficienza del processore, come l organizzazione in pipeline, la tecnica dell esecuzione fuori ordine e quella dell esecuzione speculativa. Il presente volume, oltre a sviluppare nuovi argomenti, riprende alcune parti già presenti nel testo P. Corsini, G. Frosini, B. Lazzerini, Architettura dei Calcolatori, McGraw-Hill, Milano Per poter sviluppare effettivamente programmi di I/O utilizzando un Personal Computer, è stato realizzato un apposito pacchetto software che, a differen-

10 10 Prefazione za dei sistemi operativi esistenti (come Windows), lascia al programmatore completa libertà di accesso a tutte le risorse del sistema. Il pacchetto si basa sul sistema operativo Free-Dos, sul compilatore-collegatore DJGPP, e su un bootloader appositamente sviluppato che, oltre a rendere effettive tutte le potenzialità del processore PC (gestisce la transizione da modo reale (architettura 8086) a modo protetto (architettura IA-32)), consente di accedere liberamente i) a tutte le interfacce presenti in un Personal Computer, ii) alla tabella delle interruzioni IDT e al controllore di interruzione APIC, e iii) al bus PCI e alla funzionalità di bus mastering. Il sistema operativo Free-DOS è disponibile via Internet al sito: mentre il compilatore-collegatore DJGPP è disponibile via Internet al sito): Per entrambi, la licenza d uso cui far riferimento (GNU General Public License) è quella della Free Software Fondation. Il pacchetto appositamente realizzato per sviluppare programmi di I/O è disponibile come immagine di un CD, e può essere installato su un Personal Computer (occorre poi effettuare una ripartenza del calcolatore, con bootstrap da sistema operativo DOS). Esiste anche una versione del pacchetto comprendente l emulatore QEMU, che gira come applicazione del sistema Operativo Windows (consente di operare con un Persona Computer simulato). Entrambe le versioni sono disponibili sul sito Internet: I programmi di I/O vengono scritti prevalentemente in C++. Solo alcune routine sono scritte in Assembler: esiste peraltro una libreria (libce: libreria di Calcolatori Elettronici) che contiene anche tali routine e che può essere inclusa nei programmi utente. Per comprendere gli argomenti trattati in questo volume occorre avere conoscenze di base sui linguaggi di programmazione Assembler e C++, e sulla realizzazione di programmi misti con file scritti in questi due linguaggi (argomenti trattati nel Volume I di questo testo). La predisposizione di questo volume ha comportato una notevole attività, soprattutto implementativa e sperimentale. Gli autori intendono ringraziare coloro che hanno contribuito alla sua realizzazione, e a quanti vorranno effettuare suggerimenti o critiche.

11 4 Interfacce per la tastiera e per il video 4.1 Tastiera e sua interfaccia La tastiera del Personal Computer è collegata al processore tramite una circuiteria di interfaccia funzionalmente equivalente al controllore INTEL Tale circuiteria (vedi Figura 4.1) possiede 4 registri interni: un buffer di ingresso RBR, un buffer di uscita TBR, un registro di stato STR e un registro di comando CMR. I bit n. 0 e 1 del registro STR rappresentano, rispettivamente, il flag di ingresso FI e il flag di uscita FO per la gestione dell interfaccia a controllo di programma. L interfaccia risulta montata sul bus locale, spazio di I/O, agli indirizzi 0x0060 (RBR e TBR) e 0x0064 (STR e CMR): la discriminazione fra registri aventi lo stesso indirizzo viene effettuata dal tipo di operazione, lettura (RBR e STR) o scrittura (TBR e CMR). Notare che le istruzioni di I/O possono specificare direttamente gli indirizzi dei registri dell interfaccia, in quanto tali indirizzi sono minori di 256. Le tastiere hanno 101/102 tasti, in dipendenza dalla specifica nazione (la tastiera inglese ha 101 tasti). Ogni tasto ha un proprio codice di scansione: quando il tasto viene premuto, la tastiera genera un byte (make code) corrispondente al codice di scansione, mentre quando il tasto viene rilasciato la tastiera genera uno o più byte (break code), nei quali è ricompreso il codice di scansione stesso. Per molti tasti (tasti typematic), se il tasto rimane premuto, la tastiera genera ripetutamente, con un opportuno intervallo di separazione, il make code del tasto stesso. L interfaccia della tastiera rende disponibile, tramite il registro RBR, il cosiddetto codice di sistema del tasto (o semplicemente codice): il make code è quello prodotto dalla tastiera, mentre il break code viene ottenuto dalla somma del make code e del numero 0x80 (128 decimale). Naturalmente, il flag FI

12 68 Capitolo 4 del registro STR segnala la presenza nel registro RBR sia del make code che del break code. RBR 0x0060 TBR 0x STR FO FI 0x0064 CMR 0x0064 Figura 4.1 L interfaccia per la tastiera La comunicazione tra tastiera e interfaccia avviene con un collegamento seriale a due fili: su uno viaggia il clock generato dall interfaccia, mentre sull altro viaggia serialmente, in modo asincrono (principalmente dalla tastiera all interfaccia) un dato con una trama asincrona a 11 bit (1 bit di start, 8 bit di informazione, 1 bit di parità e un bit di stop). L interfaccia può disabilitare la tastiera, mantenendo il clock a valore basso. Si possono dare all interfaccia opportuni comandi scrivendo in CMR: alcuni di essi possono richiedere un dato da immettere in TBR, o produrre un risultato da prelevare da RBR. Un particolare comando è rappresentato dalla configurazione 0x60, che richiede un dato da scrivere in TBR, i cui bit hanno il seguente significato: bit n. 7 deve valere 0 (serve a controllare il mouse) bit n. 6 (Keyboard Translate Mode): converte (1) o meno (0) il codice di scansione proveniente della tastiera nel Codice di Scansione 1 (quello che usa il DOS); bit n. 5 deve valere 1 (serve a controllare il mouse) bit n. 4 (Disable Keyboard): disabilita (1) o meno (0) la tastiera; bit n. 1-3 devono valere 0 bit n. 0 (Enable Keyboard Interrupt): abilita (1) o meno (0) l interfaccia a generare una richiesta di interruzione. La funzione keyboard_init(), vista nel sottoparagrafo 3.8.1, inizializza la tastiera scrivendo preliminarmente la configurazione 0x60 in CMR e quindi 0x60 in TBR: viene quindi abilitata la tastiera a funzionare con codice di scansione 1 e richieste di interruzioni disabilitate.

Sistemi Operativi (modulo di Informatica II) Sottosistema di I/O

Sistemi Operativi (modulo di Informatica II) Sottosistema di I/O Sistemi Operativi (modulo di Informatica II) Sottosistema di I/O Patrizia Scandurra Università degli Studi di Bergamo a.a. 2009-10 Sommario L hardware di I/O Struttura Interazione tra computer e controllori

Dettagli

ARCHITETTURA DEI CALCOLATORI VOLUME I

ARCHITETTURA DEI CALCOLATORI VOLUME I Graziano Frosini ARCHITETTURA DEI CALCOLATORI VOLUME I ASSEMBLER E CORRISPONDENZA FRA C++ E ASSEMBLER CON RIFERIMENTO AL PERSONAL COMPUTER E ALL AMBIENTE DI PROGRAMMAZIONE DJGPP Copyright MMIX ARACNE editrice

Dettagli

Input/Output. Moduli di Input/ Output. gestiscono quantità di dati differenti a velocità diverse in formati diversi. n Grande varietà di periferiche

Input/Output. Moduli di Input/ Output. gestiscono quantità di dati differenti a velocità diverse in formati diversi. n Grande varietà di periferiche Input/Output n Grande varietà di periferiche gestiscono quantità di dati differenti a velocità diverse in formati diversi n Tutti più lenti della CPU e della RAM n Necessità di avere moduli di I/O Moduli

Dettagli

ancora l architettura elementare di un sistema di elaborazione:

ancora l architettura elementare di un sistema di elaborazione: Principi di architetture dei calcolatori: la gestione delle periferiche. Mariagiovanna Sami Riprendiamo ancora l architettura elementare di un sistema di elaborazione: Il punto di partenza 2 Il punto di

Dettagli

CAP. 4: Aspetti generali del Sistema Operativo Linux. l http://home.dei.polimi.it/silvano/acso.htm

CAP. 4: Aspetti generali del Sistema Operativo Linux. l http://home.dei.polimi.it/silvano/acso.htm Struttura interna del sistema Operativo Linux CAP. 4: Aspetti generali del Sistema Operativo Linux CAP. 5: Funzionalità del calcolatore l http://home.dei.polimi.it/silvano/acso.htm Funzionalità del Sistema

Dettagli

1. I dispositivi periferici

1. I dispositivi periferici La gestione dell I/O 1. I dispositivi periferici Un ulteriore aspetto fondamentale del SO è la gestione dei dispositivi periferici (periferiche) Dal punto di vista del sistema operativo per periferiche

Dettagli

Il sistema di I/O. Hardware di I/O Interfacce di I/O Software di I/O. Introduzione

Il sistema di I/O. Hardware di I/O Interfacce di I/O Software di I/O. Introduzione Il sistema di I/O Hardware di I/O Interfacce di I/O Software di I/O Introduzione 1 Sotto-sistema di I/O Insieme di metodi per controllare i dispositivi di I/O Obiettivo: Fornire ai processi utente un interfaccia

Dettagli

Componenti principali di un computer

Componenti principali di un computer Componenti principali di un computer Unità centrale Processore Controller Memoria principale (centrale) Bus Stampante Terminale Periferiche di input/output Memorie di massa (secondarie) 1 COMPONENTI DI

Dettagli

Sharpdesk V3.3. Guida all installazione push per l amministratore di sistema Versione 3.3.03

Sharpdesk V3.3. Guida all installazione push per l amministratore di sistema Versione 3.3.03 Sharpdesk V3.3 Guida all installazione push per l amministratore di sistema Versione 3.3.03 Copyright 2000-2009 di SHARP CORPORATION. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione, l adattamento

Dettagli

Indice generale. 1 Il calcolatore: astrazioni. 2 Le istruzioni: il linguaggio. e tecnologia 1. dei calcolatori 57

Indice generale. 1 Il calcolatore: astrazioni. 2 Le istruzioni: il linguaggio. e tecnologia 1. dei calcolatori 57 I Indice generale Prefazione viii 1 Il calcolatore: astrazioni e tecnologia 1 1.1 Introduzione 1 Tipi di calcolatore e loro caratteristiche 2 Cosa si può imparare da questo libro 5 1.2 Cosa c è dietro

Dettagli

Il calcolatore elettronico. Parte dei lucidi sono stati gentilmente forniti dal Prof. Beraldi

Il calcolatore elettronico. Parte dei lucidi sono stati gentilmente forniti dal Prof. Beraldi Il calcolatore elettronico Parte dei lucidi sono stati gentilmente forniti dal Prof. Beraldi Introduzione Un calcolatore elettronico è un sistema elettronico digitale programmabile Sistema: composto da

Dettagli

Dispensa di Fondamenti di Informatica. Architettura di un calcolatore

Dispensa di Fondamenti di Informatica. Architettura di un calcolatore Dispensa di Fondamenti di Informatica Architettura di un calcolatore Hardware e software La prima decomposizione di un calcolatore è relativa ai seguenti macro-componenti hardware la struttura fisica del

Dettagli

Architettura di un sistema di calcolo

Architettura di un sistema di calcolo Richiami sulla struttura dei sistemi di calcolo Gestione delle Interruzioni Gestione della comunicazione fra processore e dispositivi periferici Gerarchia di memoria Protezione. 2.1 Architettura di un

Dettagli

Il Personal Computer

Il Personal Computer Il Personal Computer 18 Hardware 1 Hardware: componenti fisiche dell elaboratore; la forma e le prestazioni dell hardware variano in funzione del tipo di elaboratore Principali componenti hardware: unità

Dettagli

Input/Output: bus, interfacce, periferiche

Input/Output: bus, interfacce, periferiche Architettura degli Elaboratori e delle Reti Lezione 29 Input/Output: bus, interfacce, periferiche A. Borghese, F. Pedersini Dipartimento di Scienze dell Informazione Università degli Studi di Milano L

Dettagli

La Chimica nella Scuola. a cura della

La Chimica nella Scuola. a cura della A03 La Chimica nella Scuola a cura della Copyright MMXIII ARACNE editrice S.r.l. www.aracneeditrice.it info@aracneeditrice.it via Raffaele Garofalo, 133/A B 00173 Roma (06) 93781065 ISBN 978-88-548-xxxx-x

Dettagli

Architettura di un calcolatore

Architettura di un calcolatore 2009-2010 Ingegneria Aerospaziale Prof. A. Palomba - Elementi di Informatica (E-Z) 7 Architettura di un calcolatore Lez. 7 1 Modello di Von Neumann Il termine modello di Von Neumann (o macchina di Von

Dettagli

Comunicazione. Prof. Antonino Mazzeo. Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica

Comunicazione. Prof. Antonino Mazzeo. Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica Comunicazione Seriale Prof. Antonino Mazzeo Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica UART/USART Intel 8251A Standard Universal Synchronous/Asynchronous Receiver/Trasmitter (USART) Progettata

Dettagli

Il computer: primi elementi

Il computer: primi elementi Il computer: primi elementi Tommaso Motta T. Motta Il computer: primi elementi 1 Informazioni Computer = mezzo per memorizzare, elaborare, comunicare e trasmettere le informazioni Tutte le informazioni

Dettagli

Uno dei metodi più utilizzati e

Uno dei metodi più utilizzati e TEORIA MHZ RISORSE SPECIALE PRATICA Quinta parte n 257 - Novembre 2006 Realizzazione di un timer digitale programmabile Sesta parte n 258 - Dicembre 2006 Uso delle interfacce seriali Settima parte n 259

Dettagli

TECNOLOGIA INFORMATICA CLASSE PRIMA

TECNOLOGIA INFORMATICA CLASSE PRIMA CLASSE PRIMA Inizia ad usare le nuove tecnologie e i linguaggi multimediali per potenziare le proprie capacità comunicative. Utilizza strumenti informatici in situazioni significative di gioco e di relazione

Dettagli

Software relazione. Software di base Software applicativo. Hardware. Bios. Sistema operativo. Programmi applicativi

Software relazione. Software di base Software applicativo. Hardware. Bios. Sistema operativo. Programmi applicativi Software relazione Hardware Software di base Software applicativo Bios Sistema operativo Programmi applicativi Software di base Sistema operativo Bios Utility di sistema software Software applicativo Programmi

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2012-2013 QUADERNO DI INFORMATICA

ANNO SCOLASTICO 2012-2013 QUADERNO DI INFORMATICA ANNO SCOLASTICO 2012-2013 QUADERNO DI INFORMATICA L INFORMAZIONE L informazione è un concetto (legato, ma indipendente dal codice usato). Non riguarda solo interazioni umane. L informazione analizza il

Dettagli

STRUTTURE DEI SISTEMI DI CALCOLO

STRUTTURE DEI SISTEMI DI CALCOLO STRUTTURE DEI SISTEMI DI CALCOLO 2.1 Strutture dei sistemi di calcolo Funzionamento Struttura dell I/O Struttura della memoria Gerarchia delle memorie Protezione Hardware Architettura di un generico sistema

Dettagli

Sistemi Operativi Giovanni Conforti. Sistemi di I/O

Sistemi Operativi Giovanni Conforti. Sistemi di I/O Sistemi Operativi Giovanni Conforti Sistemi di I/O 1 Sistemi di I/O Un ruolo fondamentale in un sistema di calcolo è rivestito dai dispositivi di I/O I dispositivi di I/O che popolano un sistema di calcolo

Dettagli

Driver per Display a 7 Segmenti in I2C BUS. ( 1 )

Driver per Display a 7 Segmenti in I2C BUS. ( 1 ) Corso di BASCOM 8051 - (Capitolo 4 4 ) Corso Teorico/Pratico di programmazione in BASCOM 8051. Autore: DAMINO Salvatore. Driver per Display a 7 Segmenti in I2C BUS. ( 1 ) Il SAA1064 è un classico controllore,

Dettagli

HARDWARE. Relazione di Informatica

HARDWARE. Relazione di Informatica Michele Venditti 2 D 05/12/11 Relazione di Informatica HARDWARE Con Hardware s intende l insieme delle parti solide o ( materiali ) del computer, per esempio : monitor, tastiera, mouse, scheda madre. -

Dettagli

Compiti del S.O. Lezione 2: Gestione dei processi. La struttura e funzioni dei Sistemi Operativi

Compiti del S.O. Lezione 2: Gestione dei processi. La struttura e funzioni dei Sistemi Operativi Lezione 2: Compiti del S.O. La struttura e funzioni dei Sistemi Operativi Un S.O. ha il compito di rendere semplice (all utente), l utilizzo del calcolatore componenti di un sistema operativo servizi dei

Dettagli

INTERFACCIAMENTO INPUT-OUTPUT, GESTIONE DELLE INTERRUZIONI E GESTIONE DELLE PERIFERICHE

INTERFACCIAMENTO INPUT-OUTPUT, GESTIONE DELLE INTERRUZIONI E GESTIONE DELLE PERIFERICHE INTERFACCIAMENTO INPUT-OUTPUT, GESTIONE DELLE INTERRUZIONI E GESTIONE DELLE PERIFERICHE IV a EL. Analisi delle strutture di interfacciamento per ingressi ed uscite, analisi dei segnali di interruzione,

Dettagli

Conoscere la terminologia di base attraverso la presentazione delle principali componenti hardware di un computer.

Conoscere la terminologia di base attraverso la presentazione delle principali componenti hardware di un computer. Classe 3^ Istituto Istruzione Superiore di Baronissi ind. tecnico PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI Sistemi e Reti Articolazione: Informatica Anno scolastico 2012-2013 MODULI CONTENUTI OBIETTIVI METODOLOGIE

Dettagli

comuni ai moderni SO sui quali il corso è incentrato Definizione di sistema operativo

comuni ai moderni SO sui quali il corso è incentrato Definizione di sistema operativo Il Sistema Operativo (SO) è una parte essenziale di un sistema di calcolo In generale un SO è un insieme di programmi che agisce come intermediario tra utenti e hardware di un computer. Esiste un insieme

Dettagli

Le unità di ingresso/uscita (Input/Output)

Le unità di ingresso/uscita (Input/Output) Le unità di ingresso/uscita (Input/Output) Le unità di ingresso/uscita (anche dette periferiche), permettono di realizzare l'interazione tra il computer e l'ambiente (compreso l'utente umano) La loro funzione

Dettagli

Programmazione. Dipartimento di Matematica. Ing. Cristiano Gregnanin. 25 febbraio 2015. Corso di laurea in Matematica

Programmazione. Dipartimento di Matematica. Ing. Cristiano Gregnanin. 25 febbraio 2015. Corso di laurea in Matematica Programmazione Dipartimento di Matematica Ing. Cristiano Gregnanin Corso di laurea in Matematica 25 febbraio 2015 1 / 42 INFORMATICA Varie definizioni: Scienza degli elaboratori elettronici (Computer Science)

Dettagli

Fondamenti di Informatica

Fondamenti di Informatica Università degli Studi di Messina Ingegneria delle Tecnologie Industriali Docente: Ing. Mirko Guarnera 1 Approccio al corso Approccio IN OUT Visione Globale solo insieme alla programmazione 2 1 Contenuti

Dettagli

Il sistema di elaborazione Hardware e software

Il sistema di elaborazione Hardware e software Il sistema di elaborazione Hardware e software A. Lorenzi M. Govoni TECNOLOGIE INFORMATICHE. Release 2.0 Atlas Hardware e software Un sistema di elaborazione è formato da: parti hardware: componenti fisiche

Dettagli

Implementazione di sistemi real time

Implementazione di sistemi real time Implementazione di sistemi real time Automazione 28/10/2015 Vincenzo Suraci STRUTTURA DEL NUCLEO TEMATICO HARDWARE ABSTRACTION LAYER IMPLEMENTAZIONE EVENT-DRIVEN IMPLEMENTAZIONE TIME-DRIVEN SISTEMI DI

Dettagli

USART PIC 16F876. R/W-0 R/W-0 R/W-0 R/W-0 U-0 R/W-0 R-1 R/W-0 CSRC TX9 TXEN SYNC _ BRGH TRMT TX9D Bit 7 Bit 6 Bit 5 Bit 4 Bit 3 Bit 2 Bit 1 Bit 0

USART PIC 16F876. R/W-0 R/W-0 R/W-0 R/W-0 U-0 R/W-0 R-1 R/W-0 CSRC TX9 TXEN SYNC _ BRGH TRMT TX9D Bit 7 Bit 6 Bit 5 Bit 4 Bit 3 Bit 2 Bit 1 Bit 0 USART PIC 16F876 L USART (Universal Synchronous Asynchronous Receiver Trasmitter) è uno dei due moduli di I/O seriali, esso è conosciuto anche come Serial Comunications Interface (SCI). L USART può essere

Dettagli

Programmazione modulare 2012-2013

Programmazione modulare 2012-2013 Programmazione modulare 2012-2013 Indirizzo: Informatica Abacus Disciplina: SISTEMI DI ELABORAZIONE E TRASMISSIONE DELLE INFORMAZIONI Classe: A e B Docenti: Buscemi Letizia Ore settimanali previste: 5

Dettagli

Lezioni frontali. Riprendere i concetti basilari del processore utilizzato e la programmazione a basso livello

Lezioni frontali. Riprendere i concetti basilari del processore utilizzato e la programmazione a basso livello Istituto Istruzione Superiore di Baronissi ind. tecnico PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI SISTEMI Indirizzo: Informatica Progetto Abacus Anno scolastico 2012-2013 Classe 4^ MODULI CONTENUTI OBIETTIVI METODOLOGIE

Dettagli

Il sistema di I/O. Calcolatori Elettronici 1. Architettura a bus singolo. Memoria. Unità di I/O. Interfaccia. Unità di I/O.

Il sistema di I/O. Calcolatori Elettronici 1. Architettura a bus singolo. Memoria. Unità di I/O. Interfaccia. Unità di I/O. Il sistema di I/O Calcolatori Elettronici 1 Architettura a bus singolo Memoria CPU Interfaccia Unità di I/O Interfaccia Unità di I/O Calcolatori Elettronici 2 1 Interfaccia Svolge la funzione di adattamento

Dettagli

1.1 Installazione di ARCHLine.XP

1.1 Installazione di ARCHLine.XP 1.1 Installazione di ARCHLine.XP 1.1.1 Contenuto del pacchetto di ARCHLine.XP Controllare il contenuto del vostro pacchetto ARCHLine.XP : Manuale utente di ARCHLine.XP (se in formato elettronico è contenuto

Dettagli

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14. Pietro Frasca.

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14. Pietro Frasca. Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14 Pietro Frasca Lezione 16 Martedì 3-12-2013 1 La tecnica di gestione di un dispositivo a interruzione

Dettagli

MULTIPROGRAMMAZIONE E PROTEZIONE. G. Frosini Multiprogrammazione e Protezione Slide 1

MULTIPROGRAMMAZIONE E PROTEZIONE. G. Frosini Multiprogrammazione e Protezione Slide 1 MULTIPROGRAMMAZIONE E PROTEZIONE G. Frosini Multiprogrammazione e Protezione Slide 1 SISTEMI MULTIPROGRAMMATI Sistema di elaborazione con un solo processore: può eseguire un solo programma alla volta;

Dettagli

Economia e Organizzazione aziendale

Economia e Organizzazione aziendale Gianpaolo Iazzolino / Piero Migliarese Economia e Organizzazione aziendale Esercizi con soluzione ARACNE Copyright MMVIII ARACNE editrice S.r.l. www.aracneeditrice.it info@aracneeditrice.it via Raffaele

Dettagli

PROVA INTRACORSO TRACCIA A Pagina 1 di 6

PROVA INTRACORSO TRACCIA A Pagina 1 di 6 PROVA INTRACORSO DI ELEMENTI DI INFORMATICA MATRICOLA COGNOME E NOME TRACCIA A DOMANDA 1 Calcolare il risultato delle seguenti operazioni binarie tra numeri interi con segno rappresentati in complemento

Dettagli

Sistemi Operativi ELEMENTI DI INFORMATICA CORSO DI. (Slide realizzate da Riccardo Lancellotti e Sara Casolari e integrate da Alberto Setti) 1 di 95

Sistemi Operativi ELEMENTI DI INFORMATICA CORSO DI. (Slide realizzate da Riccardo Lancellotti e Sara Casolari e integrate da Alberto Setti) 1 di 95 CORSO DI ELEMENTI DI INFORMATICA (Slide realizzate da Riccardo Lancellotti e Sara Casolari e integrate da Alberto Setti) 1 di 95 Sistemi Operativi 2 di 95 1 Modulo 0: Riprendiamo qualche concetto 3 di

Dettagli

Architetture Applicative

Architetture Applicative Alessandro Martinelli alessandro.martinelli@unipv.it 6 Marzo 2012 Architetture Architetture Applicative Introduzione Alcuni esempi di Architetture Applicative Architetture con più Applicazioni Architetture

Dettagli

Lezione 3: Architettura del calcolatore

Lezione 3: Architettura del calcolatore Lezione 3: Architettura del calcolatore Architettura di Von Neumann BUS, CPU e Memoria centrale Ciclo di esecuzione delle istruzioni Architettura del calcolatore Il calcolatore è: uno strumento programmabile

Dettagli

Fondamenti di Informatica: Sistemi Operativi 1. Introduzione

Fondamenti di Informatica: Sistemi Operativi 1. Introduzione Introduzione Fondamenti di Informatica: Sistemi Operativi 1 Elaboratori necessitano di SOFTWARE SOFTWARE DI SISTEMA (SISTEMI OPERATIVI): fanno funzionare le varie componenti del computer e permettono all

Dettagli

FONDAMENTI DI LOGICA DIGITALE 1 DL 3155E20 LOGICA. Blocchi funzionali. Argomenti teorici

FONDAMENTI DI LOGICA DIGITALE 1 DL 3155E20 LOGICA. Blocchi funzionali. Argomenti teorici L1 LOGICA FONDAMENTI DI LOGICA DIGITALE 1 Concetti di logica: teoremi fondamentali dell'algebra booleana Sistema binario Funzioni logiche Descrizione algebrica delle reti logiche e le tavole della verità

Dettagli

Corso di Sistemi di Elaborazione A.A. 2008/2009

Corso di Sistemi di Elaborazione A.A. 2008/2009 Università di Ferrara Facoltà di Ingegneria Docente: Ing. Massimiliano Ruggeri Mail: m.ruggeri@imamoter.cnr.it mruggeri@ing.unife.it Tel. 0532/735631 Corso di Sistemi di Elaborazione A.A. 2008/2009 Durata:

Dettagli

Implementazione del File System

Implementazione del File System Implementazione del file system Implementazione del File System Struttura del file system. Realizzazione del file system. Implementazione delle directory. Metodi di allocazione. Gestione dello spazio libero.

Dettagli

Antonio Cianfrani. Fondamenti di Reti - Prof. Marco Listanti - A.A. 2010/2011. INFOCOM Dept

Antonio Cianfrani. Fondamenti di Reti - Prof. Marco Listanti - A.A. 2010/2011. INFOCOM Dept Antonio Cianfrani Laboratorio Fondamenti di Reti 1. Introduzione ai Router IP Funzioni svolte dai Router I router operano allo strato 3 della pila protocollare OSI Individuano il cammino dei pacchetti

Dettagli

Strutture dei Sistemi Operativi

Strutture dei Sistemi Operativi Strutture dei Sistemi Operativi Componenti di sistema Servizi del sistema operativo Chiamate di sistema Programmi di sistema Struttura del sistema Macchine virtuali Progetto e implementazione di sistemi

Dettagli

I/O. Interfacciamento di una periferica. Architettura di un elaboratore. L input/output Parte VI. Architettura degli Elaboratori e delle Reti

I/O. Interfacciamento di una periferica. Architettura di un elaboratore. L input/output Parte VI. Architettura degli Elaboratori e delle Reti L input/output Parte VI Architettura degli Elaboratori e delle Reti Alberto Borghese Università degli Studi di Milano Dipartimento di Scienze dell Informazione email: borghese@dsi.unimi.it 1 I/O Indirizzamento

Dettagli

ARCHITETTURA DELL ELABORATORE

ARCHITETTURA DELL ELABORATORE 1 ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE ANGIOY ARCHITETTURA DELL ELABORATORE Prof. G. Ciaschetti 1. Tipi di computer Nella vita di tutti giorni, abbiamo a che fare con tanti tipi di computer, da piccoli o piccolissimi

Dettagli

SCHEDA DI INTERFACCIA SERIALE PCI

SCHEDA DI INTERFACCIA SERIALE PCI SCHEDA DI INTERFACCIA SERIALE PCI Manuale Utente DS-33003 Caratteristiche e Vantaggi Compatibile con la specifica PCI Local Bus, Revisione 2.3 Supporta 2 x porta seriale UART Plug and Play Semplice Seleziona

Dettagli

Il sistema di elaborazione

Il sistema di elaborazione Il sistema di elaborazione Hardware e software Hardware e software Un sistema di elaborazione è formato da: parti hardware: componenti fisiche parti software: componenti logiche i dati da trattare le correlazioni

Dettagli

La macchina di Von Neumann. Central Processing Unit (CPU) Elementi base. Architettura computer. Bus di sistema MEMORIA CENTRALE PERIFERICHE A B INTR

La macchina di Von Neumann. Central Processing Unit (CPU) Elementi base. Architettura computer. Bus di sistema MEMORIA CENTRALE PERIFERICHE A B INTR Architettura di un computer La macchina di Von Neumann Architettura organizzata secondo il modello della macchina di von Neumann definita nei tardi anni 40 all Institute for Advanced Study di Princeton.

Dettagli

Il processore. Il processore. Il processore. Il processore. Architettura dell elaboratore

Il processore. Il processore. Il processore. Il processore. Architettura dell elaboratore Il processore Architettura dell elaboratore Il processore La esegue istruzioni in linguaggio macchina In modo sequenziale e ciclico (ciclo macchina o ciclo ) Effettuando operazioni di lettura delle istruzioni

Dettagli

Il Sistema Operativo. C. Marrocco. Università degli Studi di Cassino

Il Sistema Operativo. C. Marrocco. Università degli Studi di Cassino Il Sistema Operativo Il Sistema Operativo è uno strato software che: opera direttamente sull hardware; isola dai dettagli dell architettura hardware; fornisce un insieme di funzionalità di alto livello.

Dettagli

Architettura hardware

Architettura hardware Architettura hardware la parte che si può prendere a calci Architettura dell elaboratore Sistema composto da un numero elevato di componenti, in cui ogni componente svolge una sua funzione elaborazione

Dettagli

IL DSP - Digital Signal Processor

IL DSP - Digital Signal Processor IL DSP - Digital Signal Processor Processore dei segnali digitali 1. Generalità Il Digital Signal Processor (DSP, processore di segnali digitali) è un particolare tipo di microprocessore, ottimizzato per

Dettagli

LABORATORIO DI SISTEMI

LABORATORIO DI SISTEMI ALUNNO: Fratto Claudio CLASSE: IV B Informatico ESERCITAZIONE N : 1 LABORATORIO DI SISTEMI OGGETTO: Progettare e collaudare un circuito digitale capace di copiare le informazioni di una memoria PROM in

Dettagli

Sommario. Sistemi Informativi in Rete Introduzione. L informatica. L informatica: una definizione

Sommario. Sistemi Informativi in Rete Introduzione. L informatica. L informatica: una definizione Sommario Sistemi Informativi in Rete Introduzione III Facoltà di Architettura Sede Bovisa Informatica: una definizione Richiami di architettura del calcolatore...... e di sistemi operativi Dal calcolatore

Dettagli

Funzioni del Sistema Operativo

Funzioni del Sistema Operativo Il Software I componenti fisici del calcolatore (unità centrale e periferiche) costituiscono il cosiddetto Hardware (ferramenta). La struttura del calcolatore può essere schematizzata come una serie di

Dettagli

LIBRO DI TESTO: Il nuovo Dal bit al web AUTORI: Barbero-Vaschetto CASA EDITRICE: LINX

LIBRO DI TESTO: Il nuovo Dal bit al web AUTORI: Barbero-Vaschetto CASA EDITRICE: LINX PROGRAMMA EFFETTIVAMENTE SVOLTO Disciplina: INFORMATICA Docente: SALVATORE D URSO L. S. Scienze Applicate - Classe: PRIMA - Sezione: N - Anno Scolastico 2014/2015 LIBRO DI TESTO: Il nuovo Dal bit al web

Dettagli

DATA: 21-09-08 CLASSE: V a EL. TITOLO: ELABORAZIONE DEL SISTEMA OPERATIVO PER mp0

DATA: 21-09-08 CLASSE: V a EL. TITOLO: ELABORAZIONE DEL SISTEMA OPERATIVO PER mp0 DATA: 21-09-08 CLASSE: V a EL. TITOLO: ELABORAZIONE DEL SISTEMA OPERATIVO PER mp0 nelle lezioni precedenti abbiamo preso in esame tutte le caratteristiche e le funzionalità del microprocessore didattico

Dettagli

Il Sistema Operativo Introduzione Gestione dei processi Gestione della memoria Memoria cache (cenni) Informatica B Prof. A.

Il Sistema Operativo Introduzione Gestione dei processi Gestione della memoria Memoria cache (cenni) Informatica B Prof. A. Il Sistema Operativo Introduzione Gestione dei processi Gestione della memoria Memoria cache (cenni) Informatica B Prof. A. Morzenti Il sistema Operativo Il sistema operativo (SO) è uno strato software

Dettagli

per(il(corso(di(architetture(dei(sistemi(di(elaborazione(

per(il(corso(di(architetture(dei(sistemi(di(elaborazione( Esercizi(Assembler(8086(e(ARM( per(il(corso(di(architetture(dei(sistemi(di(elaborazione( Prof.(Mezzalama,(Ing.(Bernardi( v1.0marzo2013 Autore:MaggioLuigi E6mail:luis_may86@libero.it Portfolio:http://www.luigimaggio.altervista.org

Dettagli

Lettore di badge Nexus

Lettore di badge Nexus Lettore di badge Nexus Lettore di tessere magnetiche Nexus Benvenuti nella guida del lettore di tessere magnetiche per PC Nexus. Nexus BadgeReader - 2001-2004 Nexus Technologies s.r.l. Firenze Italia pag.

Dettagli

Architettura di un computer

Architettura di un computer Architettura di un computer Modulo di Informatica Dott.sa Sara Zuppiroli A.A. 2012-2013 Modulo di Informatica () Architettura A.A. 2012-2013 1 / 36 La tecnologia Cerchiamo di capire alcuni concetti su

Dettagli

SISTEMI OPERATIVI. Concetti base e architettura. Prof. Luca Gherardi Prof.ssa Patrizia Scandurra (anni precedenti) (MODULO DI INFORMATICA II)

SISTEMI OPERATIVI. Concetti base e architettura. Prof. Luca Gherardi Prof.ssa Patrizia Scandurra (anni precedenti) (MODULO DI INFORMATICA II) SISTEMI OPERATIVI (MODULO DI INFORMATICA II) Concetti base e architettura Prof. Luca Gherardi Prof.ssa Patrizia Scandurra (anni precedenti) Università degli Studi di Bergamo a.a. 2012-13 Sommario Funzionamento

Dettagli

Corso introduttivo sui microcontrollori A. S. 2007 2008. Programmare i PIC in C. Timers Interrupts Prerequisiti: Lezione7 Lezione8.

Corso introduttivo sui microcontrollori A. S. 2007 2008. Programmare i PIC in C. Timers Interrupts Prerequisiti: Lezione7 Lezione8. Corso introduttivo sui microcontrollori A. S. 2007 2008 Programmare i PIC in C Prerequisiti: Lezione7 Lezione8 Nicola Amoroso namoroso@mrscuole.net NA L15 1 Timers - Interrupts I timers e gli Interrupts

Dettagli

SMOOTHWALL EXPRESS Traduzione in Italiano TRADUZIONE DA INGLESE A ITALIANO DELLA GUIDA DI INSTALLAZIONE DI SMOOTHWALL EXPRESS 2.0.

SMOOTHWALL EXPRESS Traduzione in Italiano TRADUZIONE DA INGLESE A ITALIANO DELLA GUIDA DI INSTALLAZIONE DI SMOOTHWALL EXPRESS 2.0. TRADUZIONE DA INGLESE A ITALIANO DELLA GUIDA DI INSTALLAZIONE DI SMOOTHWALL EXPRESS 2.0 by kjamrio9 Il prodotto è sotto licenza GPL (Gnu Public License) e Open Source Software, per semplicità non riporto

Dettagli

In un modello a strati il SO si pone come un guscio (shell) tra la macchina reale (HW) e le applicazioni 1 :

In un modello a strati il SO si pone come un guscio (shell) tra la macchina reale (HW) e le applicazioni 1 : Un Sistema Operativo è un insieme complesso di programmi che, interagendo tra loro, devono svolgere una serie di funzioni per gestire il comportamento del computer e per agire come intermediario consentendo

Dettagli

Architettura di un calcolatore

Architettura di un calcolatore Architettura di un calcolatore Appunti di Antonio BERNARDO Corso di Informatica di base A. Bernardo, Informatica di base 1 1 Compiti del computer Elaborazione di dati Memorizzazione di dati Scambio di

Dettagli

Corso di Sistemi Automatici di Misura

Corso di Sistemi Automatici di Misura Corso di Sistemi Automatici di Misura GENERALITA SUL VXI BUS Oggi che i sistemi di misura automatici costituiscono una realtà consolidata, l interesse va spostandosi sempre più verso la qualità dell automazione

Dettagli

Il sottosistema di I/O (Richiamo)

Il sottosistema di I/O (Richiamo) Il sottosistema di I/O (Richiamo) Il sottosistema di I/O consente la comunicazione fra il calcolatore ed il mondo esterno. Fanno parte del sottosistema i dispositivi (Unità di I/O) per la comunicazione

Dettagli

Infrastrutture Software

Infrastrutture Software Infrastrutture Software I componenti fisici di un sistema informatico sono resi accessibili agli utenti attraverso un complesso di strumenti software finalizzati all utilizzo dell architettura. Si tratta

Dettagli

Introduzione alla programmazione dei PLC. ITI Alessandro Volta - Sassuolo Anno Scolastico 2009/2010

Introduzione alla programmazione dei PLC. ITI Alessandro Volta - Sassuolo Anno Scolastico 2009/2010 Introduzione alla programmazione dei PLC ITI Alessandro Volta - Sassuolo Anno Scolastico 2009/2010 Programmazione dei PLC 1 Concetti introduttivi La scrittura di un programma per PLC si basa sull'utilizzo

Dettagli

Periferiche di I/O. Architettura di Von Neumann. 02 novembre 2006 BUS. Schema generale di tipo funzionale del calcolatore.

Periferiche di I/O. Architettura di Von Neumann. 02 novembre 2006 BUS. Schema generale di tipo funzionale del calcolatore. Periferiche di I/O 02 novembre 2006 Architettura di Von Neumann Schema generale di tipo funzionale del calcolatore Unità Centrale Memoria Centrale Interfacce delle Periferiche BUS DATI BUS BUS CONTROLLO

Dettagli

Infrastrutture Software

Infrastrutture Software Infrastrutture Software I componenti fisici di un sistema informatico sono resi accessibili agli utenti attraverso un complesso di strumenti software finalizzati all utilizzo dell architettura. Si tratta

Dettagli

EEPROM SERIALI IN MICROWIRE.

EEPROM SERIALI IN MICROWIRE. Corso di BASCOM 8051 - (Capitolo 2 8 ) Corso Teorico/Pratico di programmazione in BASCOM 8051. Autore: DAMINO Salvatore. EEPROM SERIALI IN MICROWIRE. Tra i dispositivi più utilizzati, nelle applicazioni

Dettagli

Architettura di un sistema di elaborazione N. 3

Architettura di un sistema di elaborazione N. 3 Architettura di un sistema di elaborazione N. 3 I Bus presenti nel PC (Unità 4-5) Nei sistemi elettronici e nei computer in particolare, i componenti del sistema colloquiano tramite linee dedicate dette

Dettagli

Ciclo di Istruzione. Ciclo di Istruzione. Controllo. Ciclo di Istruzione (diagramma di flusso) Lezione 5 e 6

Ciclo di Istruzione. Ciclo di Istruzione. Controllo. Ciclo di Istruzione (diagramma di flusso) Lezione 5 e 6 Ciclo di Istruzione Può essere suddiviso in 4 tipi di sequenze di microoperazioni (cioè attività di calcolo aritmetico/logico, trasferimento e memorizzazione dei dati), non tutte necessariamente da realizzare

Dettagli

FONDAMENTI di INFORMATICA L. Mezzalira

FONDAMENTI di INFORMATICA L. Mezzalira FONDAMENTI di INFORMATICA L. Mezzalira Possibili domande 1 --- Caratteristiche delle macchine tipiche dell informatica Componenti hardware del modello funzionale di sistema informatico Componenti software

Dettagli

Installazione Windows Server 2003

Installazione Windows Server 2003 Installatore LAN Progetto per le classi V del corso di Informatica Installazione Windows Server 2003 26/02/08 Installatore LAN - Prof.Marco Marchisotti 1 Versioni di Windows Server 2003 Standard Edition:

Dettagli

Corso di Laurea in Ingegneria Informatica e Biomedica. Fondamenti di Informatica II A.A. (2002-2003)

Corso di Laurea in Ingegneria Informatica e Biomedica. Fondamenti di Informatica II A.A. (2002-2003) Università degli Studi Magna Græcia di Catanzaro Corso di Laurea in Ingegneria Informatica e Biomedica Fondamenti di Informatica II A.A. (2002-2003) Docente: Prof. Mario Cannataro cannataro@unicz.it www.isi.cs.cnr.it/isi/cannataro

Dettagli

Politecnico di Milano. Corsi di Informatica Grafica. Prof. Manuel Roveri Dipartimento di Elettronica e Informazione roveri@elet.polimi.

Politecnico di Milano. Corsi di Informatica Grafica. Prof. Manuel Roveri Dipartimento di Elettronica e Informazione roveri@elet.polimi. Sistemi Operativi ed interazione con HW e CAD Corsi di Informatica Grafica Prof. Manuel Roveri Dipartimento di Elettronica e Informazione roveri@elet.polimi.it Indice Il Sistema Operativo Software di sistema

Dettagli

Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni

Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni Sistemi Operativi a.a. 2010/2011 Francesco Fontanella Il Sistema Operativo Sistema Operativo 2 Il Sistema Operativo Il Sistema Operativo è uno strato

Dettagli

Quiz ecdl primo modulo. Riflettere prima di decidere la risposta ritenuta esatta

Quiz ecdl primo modulo. Riflettere prima di decidere la risposta ritenuta esatta Quiz ecdl primo modulo Riflettere prima di decidere la risposta ritenuta esatta 1 Che cosa è il Bit? British Information Target Binary Digit La misura dell'informazione DIA 2 DI 67 Che differenza c'è tra

Dettagli

Il sottosistema di I/O. Input Output digitale

Il sottosistema di I/O. Input Output digitale Il sottosistema di I/O Il sottosistema di I/O consente la comunicazione fra il calcolatore ed il mondo esterno. Fanno parte del sottosistema i dispositivi (Unità di I/O) per la comunicazione uomo/macchina

Dettagli

Universal Serial Bus (USB)

Universal Serial Bus (USB) Universal Serial Bus (USB) Standard per la connessione di periferiche al personal computer (proposto verso la metà degli anni 90 da un pool di società tra cui Intel, IBM, Microsoft,..) Obiettivi principali:

Dettagli

Caso di studio 1: Progetto di un sistema su un chip

Caso di studio 1: Progetto di un sistema su un chip Caso di studio 1: Progetto di un sistema su un chip 1 Caso di studio 1: Progetto di un sistema su un chip In questo caso di studio Progettazione di un sistema per la realizzazione su un chip FPGA Come

Dettagli

SOFTWARE far funzionare l hardware. Informatica Applicata Prof.Emanuela Zilio

SOFTWARE far funzionare l hardware. Informatica Applicata Prof.Emanuela Zilio SOFTWARE far funzionare l hardware 1 SOFTWARE cos è E l insieme dei dati e dei programmi che rendono possibile l inserimento dei dati e dei comandi da parte dell utente, volti all elaborazione da lui desiderata

Dettagli

Microprocessori, Microcontrollori e DSP (Digital Signal Processors)

Microprocessori, Microcontrollori e DSP (Digital Signal Processors) Microprocessori, Microcontrollori e DSP (Digital Signal Processors) Il microprocessore è un dispositivo integrato digitale che può essere programmato con una serie di istruzioni per effettuare una specifica

Dettagli

Tecnologie informatiche - Parte 1. Hardware

Tecnologie informatiche - Parte 1. Hardware Tecnologie informatiche - Parte 1. Hardware 1. Introduzione. I segnali binari. La parola informatica deriva dal termine francese informatique: è la fusione di due parole information e automatique che significa

Dettagli

CALCOLATORI ELETTRONICI

CALCOLATORI ELETTRONICI CALCOLATORI ELETTRONICI Giuseppe Coldani Tel. 0382 985678 e-mail: giuseppe.coldani@unipv.it giuseppe.coldani@tin.it orario delle lezioni: Mercoledì 14.00-18.00 orario di ricevimento: su appuntamento 1

Dettagli

Manuale di installazione e dell utente

Manuale di installazione e dell utente Manuale di installazione e dell utente 16 bit, per Windows 3.1 ii Informazioni sul copyright Nessuna parte di questa pubblicazione può essere riprodotta, trasmessa, trascritta, memorizzata o tradotta in

Dettagli