Misura di livello e di pressione. Istruzioni d uso. Uscita segnale Modbus VEGASCAN 850. Modbus. out

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Misura di livello e di pressione. Istruzioni d uso. Uscita segnale Modbus VEGASCAN 850. Modbus. out"

Transcript

1 Misura livello e pressione Istruzioni d uso Uscita segnale Modbus VEGASCAN Modbus in out

2 Ince Ince Informazioni per la sicurezza... 2 Attenzione Zona pericolosa Configurazione dell interfaccia Modbus Visualizzazione dei dati nel VEGASCAN Struttura della comunicazione Stringa della trasmissione misura Trasmissione dati con Modbus RTU Trasmissione dati con Modbus ASCII Visualizzazione dei misura Informazioni per la sicurezza La messa in servizio e il funzionamento sono subornati alle seguenti informazioni e agli standard nazionali d installazione (per es. in Germania alle normative VDE) e alle sposizioni sicurezza e antinfortunistica previste per il tipo d impiego. Attenzione Zona pericolosa Attenersi ai documenti omologazione allegatii (certificato giallo) e in particolare al foglio che riporta i dati relativi alla sicurezza. Interventi sugli apparecchi, non in linea con le istruzioni collegamento, possono essere effettuati, per ragioni sicurezza e garanzia, solo da personale autorizzato VEGA. 2 Uscita del segnale Modbus VEGASCAN 850

3 Configurazione dell interfaccia Modbus 1 Configurazione dell interfaccia Modbus Si apre la finestra Configurazione Modbus. Con il software servizio VEGA Visual Operating (VVO) potete configurare nel VEGASCAN 850 l interfaccia Modbus. Create un collegamento fra il PC con VVO e il VEGASCAN 850 meante il cavo d interfaccia RS 232. Con VEGASCAN 850 inserito e VVO avviato vedrete sul PC la seguente immagine. Qui scegliete il modo protocollo (Modbus- RTU oppure Modbus-ASCII). Impostate per tutti gli elementi BUS lo stesso baud rate (baudot per secondo) da 300 a Come inrizzo BUS sono ammesse le impostazioni da 1 a 246. Impostazioni d inrizzi non compresi in questo campo subiscono la seguente trasformazione: Ind. 0 venta Ind. 245 Ind. > 247 venta Ind. 245 Ind. 255 venta Ind Cliccate su Configurazione, quin su Dispositivo misura, nella successiva finestra Configurazione del spositivo misura cliccate su Comunicazione. Dopo le impostazioni configurazione cliccate su Memorizza, poi su Termina. Nella finestra Configurazione del spositivo misura cliccate nuovamente su Termina. Terminazione BUS (solo con Interfaccia RS 485) Se collegate il VEGASCAN all inizio o alla fine della catena Modbus, l apparecchio deve terminare correttamente la linea. A questo scopo posizionate il deviatore (accanto al connettore del bus campo) su on. Dopo aver eseguito le impostazioni dell interfaccia Modbus eseguite il collegamento col Modbus. La comunicazione funziona correttamente se si accende il LED verde con la denominazione BA sul frontalino del VEGASCAN. Uscita del segnale Modbus VEGASCAN 850 3

4 ! VEGALOG 571 Visualizzazione dei dati nel VEGASCAN Visualizzazione dei dati nel VEGASCAN 850 L inrizzamento dei misura per i sistemi Modbus viene eseguito a parole (word addressing). Nel VEGASCAN 850 il valore misura é rappresentato da due parole, la prima comprende l effettivo valore misura, la parola immeatamente superiore comprende la relativa informazione stato. In genere viene utilizzata la definizione Parola del registro, anziché il termine Parola. L inrizzamento si esegue meante i richiami biblioteca sponibili un PLC (per es. Mocon) oppure attraverso un generatore stringhe Modbus. Uscita DCS 1 Uscita DCS 2 Uscita DCS 3 Nell immagine successiva sono illustrati esempi inrizzi parola del registro vali. Soprattutto utilizzando il Mocon occorre tener presente che l del registro per il richiamo biblioteca é é superiore un numero rispetto all inrizzo trasmesso sul Modbus. Il VEGASCAN 850 può gestire 60 punti misura e stribuire i relativi i misura a 60 uscite DCS. E possibile assegnare ad ogni punto misura una o più uscite DCS con un ince a piacere. La configurazione del VEGASCAN 850 si esegue con il software servizio VEGA VVO. Attraverso l uscita PC/DCS scelta si definisce dove poter prelevare i relativi misura, all interno della memoria servizio (temporanea) del VEGASCAN 850. Valore misura x Valore misura y Valore misura z Uscita DCS 260 Nota: Durante l inrizzamento Parole del registro é possibile utilizzare sul VEGASCAN 850 tutti gli inrizzi da 0 a Per accedere alla memoria servizio il VEGASCAN 850 si avvale norma solo delle ultime 3 cifre dell inrizzo. Questa la tabella conversione risultante: del del registro nel del registro del registro nel Mocon Modbus VEGASCAN PC on Visualizzazione dei misura 4 Uscita del segnale Modbus VEGASCAN 850

5 Struttura della comunicazione Inrizzamento dei misura I misura si presentano sempre ornati secondo le uscite DCS. La seguente immagine mostra l inrizzamento della memoria servizio attraverso Modbus. del registro in Mocon Valore misura High- Byte Low- Byte del registro nel VEGASCAN Info complementari Unità mis. Stato 4 Byte Uscita DCS 1 Uscita DCS 2 Uscita DCS 3 Uscita DCS 4 Uscita DCS 5 Uscita DCS 6 Uscita DCS 7 Uscita DCS 8 Uscita DCS 9 Uscita DCS 58 Uscita DCS 59 Uscita DCS 60 Inrizzamento valore misura Nota: Il capitolo 7 Visualizzazione misura offre una visione completa della struttura processo dei misura del VEGASCAN Struttura della comunicazione Nell ambito della comunicazione dati fra il VEGASCAN 850 e il controllo processo vengono supportate le seguenti funzioni: - Modo operativo (VEGASCAN 850 funge da Slave) - apparecchio (valore default # 1) - Interrogazione: Funzione 01, Read Coil Status Funzione 02, Read Input Status Funzione 04, Read Input Register(s) - Diagnostica Funzione 08, Loop back Diagnostic Per la trasmissione viene utilizzato il modo RTU oppure il modo ASCII. Ogni valore DCS trasmesso dal VEGASCAN viene rappresentato meante un inrizzo del registro (= 2 parole del registro = 4 byte) - 2 byte per valore d incazione - 1 byte per unità misura (viene riempito con 0) - 1 byte per informazione stato Il VEGASCAN non trasmette al Modbus il punto decimale e l unità misura. E compito dell operatore completare con queste informazioni il software del controllo processo. Contenuto della stringa richiesta (Master Modbus > VEGASCAN 850): dell apparecchio VEGASCAN del Modbus Coce funzione del primo registro (memoria del registro Mocon) del registro Checksum (controllo d errore) Contenuto della stringa risposta (VEGASCAN 850 > Master Modbus): apparecchio VEGASCAN del Modbus Coce funzione del registro Dati del registro Checksum (controllo d errore) Uscita del segnale Modbus VEGASCAN 850 5

6 Stringa della trasmissione misura 4 Stringa della trasmissione misura Valori misura e DCS I misura del VEGASCAN 850 vengono mappati nei registri entrata del Mocon 584 come descritto al capitolo 2 Visualizzazione dei dati nel VEGASCAN 850. Essi sono sponibili nel VEGASCAN ed é possibile prelevarli come DCS. Un valore DCS occupa due inrizzi del registro é perciò costituito da 2 parole doppie, quin da 4 byte. Il capitolo 6 Visualizzazione dei misura offre una visione completa della rappresentazione dei DCS nei registri entrata del Mocon risp. degli inrizzamenti alternativi. Stringa un valore misura I misura del VEGASCAN sono costituiti da 2 byte comprendenti dati segnati: il campo massimo dei va perciò da a Stringa un valore DCS Un singolo valore DCS nel VEGASCAN é costituito da 4 byte e si presenta in questo modo: Valore DCS High-Byte Valore misura Low-Byte Info complementari Ottetto 1 Ottetto 2 Ottetto 3 Ottetto 4 Unità misura Stato Lo stato descrive la conzione dei due relativi byte dei misura. Il contenuto dell ottetto del valore misura é valido soltanto quando lo stato presenta il valore zero. Se il valore dello stato é verso da zero é necessario sottoporre ad una dettagliata agnosi d errore il valore dello stato e il relativo valore nel campo dei misura. La seguente lista elenca i possibili : Valore Stato misura 0x00 0xXXXX valore misura valido 0x80 0x0000 non é sponibile alcun valore misura (non configurato) 0xFF 0xFFFF nessun VEGASCAN collegato 0xFF 0x00XX Segnalazione errore un singolo punto misura XX = tipo errore 0xFF 0x8000 Segnalazione errore un singolo punto misura Tipo errore non definito Il valore misura vero e proprio comprende due 2 byte con segno, il campo dei è compreso tra a Oltre al valore misura il VEGASCAN mette a sposizione per ogni valore DCS un byte per informazioni relative all unità misura e un ulteriore byte per informazioni relative allo stato attuale del valore misura. Il byte per l unità misura attualmente non viene utilizzato, ed è sempre occupato dal numero zero. 6 Uscita del segnale Modbus VEGASCAN 850

7 Trasmisisone dati con Modbus RTU Premessa La tta AEG ha realizzato alcuni anni fa una tecnica comunicazione per i suoi PLC, denominata Modbus, oggi utilizzata da alcune tte per l accoppiamento unità assemblaggio I/O. Esistono due varianti Modbus: Modbus RTU e Modbus ASCII. Entrambe possiedono lo stesso quantitativo dati, verse sono la struttura e la cofica dei caratteri. 5 Trasmissione dati con Modbus RTU Modo RTU Nella cofica RTU un messaggio inizia con una pausa, cui segue la trasmissione dei caratteri. Ad essa fa seguito una sequenza finale costituita da 3,5 caratteri. I caratteri occupano l intera area un byte e vengono rappresentati in forma binaria. Questo sistema consente una velocità trasferimento dati notevolmente più veloce quella offerta dal modo ASCII. Valori misura trasmessi come DCS nel modo RTU La trasmissione dei DCS attraverso il Modbus avviene meante il coce funzione 04 Read Input Registers. Procemento con Master Modbus Mocon o Freelance 2000 Se come Master Modbus utilizzate un AEG-Mocon oppure una Freelance 2000 Hartmann e Braun, saranno questi sistemi a gestire la comunicazione sul Modbus. Sarà sufficiente programmare nel PLC la relativa chiamata funzione Read Input Registers e immettere i necessari parametri, quali: inrizzo, registro avvio e numero del registro. La conversione inrizzi punti misura nel VEGASCAN sul registro entrata del PLC dovrà essere eseguita secondo la tabella del capitolo 7 Visualizzazione misura. Procemento durante la simulazione del Master Modbus (per es. PC) Se la richiesta dei dati deve avvenire meante una simulazione del master Modbus, può essere per esempio eseguita con un driver comunicazione scritto dallo stesso cliente, che utilizzi il Coce funzione 04 = Read Input Registers. Le immagini successive illustreranno le sequenze della comunicazione fra il Master Modbus e lo VEGASCAN sul Modbus. Esempio: Occorre prelevare un valore DCS (uscita DCS 15). L inrizzo del VEGASCAN si trova su 1. Valore attuale misura dell uscita DCS 15 del VEGASCAN: 3,30% (= 0x014A). Uscita del segnale Modbus VEGASCAN 850 7

8 Trasmissione dati con Modbus RTU Stringa dal Master Modbus al VEGACOM 557 Coce funz. Inzzo della 1 a parola del registro parole del registro Livello riposo CRC Livello riposo 0x01 0x04 0x00 0x1C 0x00 0x02 0xXX 0xXX Stringa richiesta RTU relativa ai misura (Coce funzione 04) Stringa della risposta dal VEGACOM 557 al Master Modbus Start I Coce funz. n byte dati Livello riposo Dati ( DCS) 2 byte ogni parola del registro ogni byte CRC Livello riposo 0x01 0x04 0x04 0x01 0x4A 0x00 0x00 0xXX 0xXX Stringa della risposta RTU (Coce funzione 04) Valore DCS 15 del VEGASCAN: Stato: 0x00 Unità misura: 0x00 Valore misura: 0x014A = 3,30% Parametrizzazione del VEGASCAN 850 nel modo RTU E possibile accedere a versi parametri del VEGASCAN riferiti ai punti misura. La seguente lista elenca i parametri interessati: Denominazione parametro Tipo accesso possibile Tempo d integrazione lettura scrittura Assegnazione valore (0 %) lettura scrittura Assegnazione valore (100 %) lettura scrittura La richiesta o la mofica parametri meante il Modbus si esegue attraverso il coce funzione 16 (= Preset Multiple Registers) e 04 (Read Input Registers). Con la funzione Preset Multiple Registers vengono passati al VEGASCAN i dati per la richiesta parametri. L accesso alla lettura richiede 3 parole del registro, l accesso alla scrittura 4 parole del registro. Dopo che il VEGASCAN ha confermato il trasferimento (l accettazione) dei dati VEGASCAN, 8 Uscita del segnale Modbus VEGASCAN 850

9 Trasmissione dati con Modbus RTU azionando una seconda volta Read Input Registers (Coce funzione 04) é necessario chiedere periocamente, se l elaborazione é stata completata. Il VEGASCAN segnala un Exception Code Slave Device Busy (0x06) fino al momento in cui i dati risultano completamente elaborati, oppure se il tempo elaborazione é scaduto. Come inrizzo avvio valgono in questo caso , oppure ecc. per il Mocon, mentre i numeri vali per accedere attraverso un proprio driver comunicazione sono 499, ooppure ecc. Ulteriori informazioni possono essere richieste ai nostri tecnici. Messaggi agnostici nel modo RTU Il coce funzione 08 (Diagnostica) consente eseguire la agnosi degli elementi Modbus meante Master Modbus. Il VEGASCAN supporta il coce agnostica 0x0000 (Rinvio dei dati). Nel campo Diagnostic Data potete impostare a piacere dati ammessi, che durante il funzionamento del VEGASCAN verranno rinviati invariati. Esempio una stringa agnosi: L elemento Modbus con l inrizzo 1 deve confermare i dati agnostica 0xA5, 0x37. Segnalazioni errore nel modo RTU Stringa della funzione agnostica dal Master Modbus al VEGASCAN 850 Coce funz. Coce agnostica Data agnostica Livello riposo CRC Livello riposo 0x01 0x08 0x00 0x00 0xA5 0x37 0xXX 0xXX Stringa RTU della richiesta agnostica (Coce funzione 08) Stringa della conferma dal VEGASCAN 850 al Master Modbus byte Coce funz. Coce agnostica Data agnostica Livello riposo CRC Livello riposo 0x01 0x08 0x00 0x00 0xA5 0x37 0xXX 0xXX Stringa RTU della conferma agnostica (Coce funzione 08) Uscita del segnale Modbus VEGASCAN 850 9

10 Trasmissione dati con Modbus RTU Errori nella stringa del coce funzione 04 (Read Input Register) vengono commentati meante una segnalazione errore (Exception Response). Il bit più significativo del coce funzione si posiziona su 1 (che corrisponde al Coce funzione + 80H). Nel Byte Exception Code l errore viene definito sotto forma coce (ve tavola sinottica degli ) Tavola sinottica: Exception Code 1 Funzione non ammessa 2 Regiistro avvio non ammesso 3 del registro non ammesso Esempio una segnalazione errore: Occorre prelevare un valore DCS da VEGASCAN. L inrizzo del VEGASCANsi trova su 1. Nella stringa richiesta é stato erroneamente richiamato un coce errore non valido (06) per il VEGASCAN. Si riceve la seguente stringa risposta: Stringa risposta VEGASCAN 850 al Master Modbus Livello riposo Coce Exception funz. code x CRC Livello riposo 0x01 0x86 0x01 0xXX 0xXX Stringa RTU risposta (Coce funzione 06) ad una richiesta errata Exceptioncode = 1 10 Uscita del segnale Modbus VEGASCAN 850

11 Trasmissione dati con Modbus ASCII 6 Trasmissione dati con Modbus ASCII Modo ASCII Nel modo ASCII la trasmissione inizia col carattere : e termina con CR LF. Per la cofica sono sponibili i numeri esadecimali da 0 a 9 e le lettere da A a F. La cofica é data dalla conversione esadecimale ogni singolo carattere. In base a questa conversione deve essere trasmesso attraverso l interfaccia il carattere a due cifre. Per la comunicazione é necessario che un elemento controlli costantemente il bus. Nel momento in cui si riceve il carattere :, inizia un nuovo pacchetto dati. I successivi due caratteri stabiliscono quale é stato interpellato. Valori misura trasmessi come DCS nel modo ASCII La trasmissione dei DCS attraverso il Modbus avviene meante il coce funzione 04 Read Input Registers. Procemento con Master Modbus Mocon o Freelance 2000 Se come Master Modbus utilizzate un AEG-Mocon oppure una Freelance 2000 Hartmann e Braun, saranno questi sistemi a gestire la comunicazione sul Modbus. Sarà sufficiente programmare nel PLC la relativa chiamata funzione Read Input Registers e immettere i necessari parametri, quali: inrizzo, registro avvio e numero del registro. La conversione inrizzi punti misura nel VEGASCAN sul registro entrata del PLC dovrà essere eseguita secondo la tabella del capitolo 7 Visualizzazione misura. Procemento durante la simulazione del Master Modbus (per es. PC) Se la richiesta dei dati deve avvenire meante una simulazione del master Modbus, può essere per esempio eseguita con un driver comunicazione scritto dallo stesso cliente, che utilizzi il Coce funzione 04 = Read Input Registers. Le immagini successive illustreranno le sequenze della comunicazione fra il Master Modbus e lo VEGASCAN sul Modbus. Esempio: Occorre prelevare un valore DCS (uscita DCS 15). L inrizzo del VEGASCAN si trova su 1. Valore attuale misura dell uscita DCS 15 del VEGASCAN: 3,30% (= 0x014A). Uscita del segnale Modbus VEGASCAN

12 Trasmissione dati con Modbus ASCII Stringa della richiesta dei misura dal Master Modbus al VEGACOM 557 Coce funzione della prima parola del registro parole del registro : LRC CR LF : C X X CR LF Stringa ASCII richiesta dei misura (Coce funzione 04) Stringa della risposta VEGACOM 557 al Master Modbus 1 : Coce funzione byte dei dati Dati ( DCS) (ogni valore DCS) LRC CR LF : A X X CR LF Stringa ASCII risposta (Coce funzione 04) Valore DCS 15 del VEGASCAN: Stato: 0x00 Unità misura: 0x00 Valore misura: 0x014A = 3,30% Parametrizzazione del VEGASCAN 850 nel modo ASCII-Modus E possibile accedere a versi parametri del VEGASCAN riferiri ai punti misura. La seguente lista elenca i parametri interessati: Denominazione parametro Tipo accesso possibile Tempo d integrazione lettura scrittura Assegnazione valore (0 %) lettura scrittura Assegnazione valore (100 %) lettura scrittura La richiesta o la mofica parametri meante il Modbus si esegue attraverso il coce funzione 16 (= Preset Multiple Registers) e 04 (Read Input Registers). 12 Uscita del segnale Modbus VEGASCAN 850

13 Trasmissione dati con Modbus ASCII Con la funzione Preset Multiple Registers vengono passati al VEGASCAN i dati per la richiesta parametri. L accesso alla lettura richiede 3 parole del registro, l accesso alla scrittura 4 parole del registro. Dopo che il VEGASCAN ha confermato il trasferimento (l accettazione) dei dati VEGASCAN, azionando una seconda volta Read Input Registers (Coce funzione 04) é necessario richiedere periocamente, se l elaborazione é stata completata. Il VEGASCAN segnala un Exception Code Slave Device Busy (0x06) fino al momento in cui i dati risultano completamente elaborati, oppure se il tempo elaborazione é scaduto. Come inrizzo avvio valgono in questo caso , oppure ecc. per il Mocon, mentre i numeri vali per accedere attraverso un proprio driver comunicazione sono 499, ooppure ecc. Ulteriori informazioni possono essere richieste ai nostri tecnici. Messaggi agnostici nel modo ASCII Il coce funzione 08 (Diagnostica) consente eseguire la agnosi degli elementi Modbusmeante Master Modbus. Il VEGASCAN supporta il coce agnostica 0x0000 (Rinvio dei dati). Nel campo Diagnostic Data potete impostare a piacere dati ammessi, che durante il funzionamento del VEGASCAN verranno rinviati invariati. Esempio una stringa agnosi: L elemento Modbus con l inrizzo 1 deve confermare i dati agnostica 0xA5, 0x37. Stringa della funzione agnostica dal Master Modbus al VEGASCAN 850 Coce funzione Coce agnostica Data agnostica : LRC CR LF : A X X CR LF Stringa ASCII della richiesta agnostica (Coce funzione 08) Stringa della conferma dal VEGASCAN 850 al Master Modbus Coce funzione Coce agnostica Data agnostica : LRC CR LF : A X X CR LF Stringa ASCII della conferma agnostica (Coce funzione 08) Uscita del segnale Modbus VEGASCAN

14 Trasmissione dati con Modbus ASCII Segnalazioni errore nel modo ASCII Errori nella stringa del coce funzione 04 (Read Input Register) vengono commentati meante una segnalazione errore (Exception Response). Il bit più significativo del Coce funzione si posiziona su 1 (che corrisponde al Coce funzione + 80H). Nel byte Coce delle eccezioni l errore viene definito sotto forma coce ve tavola sinottica degli Tavola sinottica: Coce eccezioni 1 Funzione non ammessa 2 Registro avvio non ammesso 3 del registro non ammesso Esempio una segnalazione errore: Occorre prelevare un valore DCS da VEGASCAN. L inrizzo del VEGASCANsi trova su 1. Nella stringa richiesta é stato erroneamente richiamato un coce errore non valido (06) per il VEGASCAN. Si riceve la seguente stringa risposta: Stringa risposta VEGASCAN 850 al Master Modbus Coce funzione Coce eccezioni : x LRC CR LF : X X CR LF Stringa ASCII risposta con coce funzione 06 Coce eccezioni = 1 14 Uscita del segnale Modbus VEGASCAN 850

15 Viasualizzazione misura 7 Visualizzazione dei misura parola del regis tro Inrizz o parola del registro DCS parola del registro parola del registro DCS in Mo con nel VEGASCAN nel VEGASCAN in Mod icon nel VEGASCAN nel VEGASCAN PLS PLS PLS PLS PLS PLS PLS PLS PLS PLS PLS PLS PLS PLS PLS PLS PLS PLS PLS PLS PLS PLS PLS PLS PLS PLS PLS PLS PLS PLS PLS PLS PLS PLS PLS PLS PLS PLS PLS PLS PLS PLS PLS PLS PLS PLS PLS PLS PLS PLS PLS PLS PLS PLS PLS PLS PLS PLS PLS PLS 60 Uscita del segnale Modbus VEGASCAN

16 VEGA Italia srl Via G. Watt Milano MI Tel Fax internet ISO 9001 Le informazioni contenute in questo manuale d uso rispecchiano le conoscenze sponibili al momento della messa in stampa. Riserva apportare mofiche / März 2000

Descrizione del protocollo

Descrizione del protocollo EFA Automazione S.r.l.Serial Bridge 3 - Modbus RTU slave to Atlas Copco Power MACS (01 ITA).doc pag. 1 / 8 Descrizione del protocollo Sulla porta seriale collegata ad ATLAS COPCO vengono intercettate le

Dettagli

EFA Automazione S.r.l. Serial Bridge 3 - Modbus RTU slave to Technolife (01 ITA).doc pag. 1 / 9

EFA Automazione S.r.l. Serial Bridge 3 - Modbus RTU slave to Technolife (01 ITA).doc pag. 1 / 9 EFA Automazione S.r.l. Serial Bridge 3 - Modbus RTU slave to Technolife (01 ITA).doc pag. 1 / 9 Applicazione Integrazione di tutta la gamma di Centrali Techno (Technodin, Techno32, Techno88 e Techno200)

Dettagli

Capitolo 8 - Protocollo Modbus RTU per Drive SIRCO

Capitolo 8 - Protocollo Modbus RTU per Drive SIRCO Capitolo 8 - Protocollo Modbus RTU per Drive SIRCO 8.1 Introduzione I parametri Drive vengono riferiti nel capitolo come registri Modbus di 16 bit; un parametro Drive di 32 bit occupa quindi 2 registri

Dettagli

Istruzioni supplementari. Modbus-TCP, ASCII protocol VEGAMET 391/624/625, VEGASCAN 693, PLICSRADIO C62. Document ID: 30768.

Istruzioni supplementari. Modbus-TCP, ASCII protocol VEGAMET 391/624/625, VEGASCAN 693, PLICSRADIO C62. Document ID: 30768. Istruzioni supplementari Modbus-TCP, ASCII protocol VEGAMET 391/624/625, VEGASCAN 693, PLICSRADIO C62 Internet PLC/SPS Document ID: 30768 Sommario Sommario 1 Funzionamento come server Modbus-TCP 1.1 Modbus-TCP

Dettagli

Part. Y1792A - 06/06-01 PC. Protocollo di comunicazione seriale Modbus

Part. Y1792A - 06/06-01 PC. Protocollo di comunicazione seriale Modbus Part. Y1792A - 06/06-01 PC Protocollo di comunicazione seriale Modbus 3 INDICE 1. Protocollo Modbus Pag. 4 1.1 Impostazione parametri di comunicazione Pag. 4 2. Protocollo Modbus RTU Pag. 5 2.1 Funzioni

Dettagli

Configurazione moduli I/O serie EX

Configurazione moduli I/O serie EX Configurazione moduli I/O serie EX aggiornamento: 20-12-2014 IEC-line by OVERDIGIT overdigit.com Tabella dei contenuti 1. Moduli di I/O con protocollo Modbus... 3 1.1. Parametri di comunicazione... 4 1.2.

Dettagli

Il protocollo MODBUS. Il protocollo MODBUS Pag. 1 di 11

Il protocollo MODBUS. Il protocollo MODBUS Pag. 1 di 11 Il protocollo MODBUS Il protocollo MODBUS Pag. 1 di 11 1. IL PROTOCOL MODBUS II protocollo MODBUS definisce il formato e la modalità di comunicazione tra un "master" che gestisce il sistema e uno o più

Dettagli

Interfaccia BL232 con uscite RS232/422/485 MODBUS e 0-10V. Interfaccia BL232

Interfaccia BL232 con uscite RS232/422/485 MODBUS e 0-10V. Interfaccia BL232 BIT LINE STRUMENTAZIONE PER IL MONITORAGGIO AMBIENTALE Interfaccia BL232 con uscite RS232/422/485 MODBUS e 0-10V Facile e rapida installazione Ideale domotica e building automation Alimentazione estesa

Dettagli

Pronti via! ETHERNET NS - CJ1

Pronti via! ETHERNET NS - CJ1 PV_0001 Rev. A Pronti via! ETHERNET NS - CJ1 Pronti via! "Pronti... via!" è una raccolta di informazioni interattive, che permette una consultazione rapida delle principali informazioni necessarie all'utilizzo

Dettagli

I N T E G R A S. R. L. Via Lecco, 5/E - 22036 Erba (CO) - ITALY Tel/Fax: +39-031 3338884 P.I. 02608090136 N CCIAA 269444 MANUALE UTENTE T-MOD

I N T E G R A S. R. L. Via Lecco, 5/E - 22036 Erba (CO) - ITALY Tel/Fax: +39-031 3338884 P.I. 02608090136 N CCIAA 269444 MANUALE UTENTE T-MOD Via Lecco, 5/E - 22036 Erba (CO) - ITALY Tel/Fax: +39-031 3338884 P.I. 02608090136 N CCIAA 269444 UNI EN ISO 9001:2008 CERT. N. 50 100 6048 Controllo ambientale integrato MANUALE UTENTE T-MOD Rev. Data

Dettagli

CANPC-S1. Programmable CanBus-PC interface

CANPC-S1. Programmable CanBus-PC interface CANPC-S1.doc - 01/03/04 SP02002 Pagina 1 di 13 Specifica tecnica CANPC-S1 Programmable CanBus-PC interface Specifica tecnica n SP02002 Versione Autore Data File Note Versione originale BIANCHI M. 16/09/02

Dettagli

3URWRFROOR0RGEXVSHUS&2ñ0RGEXVSURWRFROIRUS&2ð 0DQXDOHG XVR 8VHUPDQXDO

3URWRFROOR0RGEXVSHUS&2ñ0RGEXVSURWRFROIRUS&2ð 0DQXDOHG XVR 8VHUPDQXDO 3URWRFROOR0RGEXVSHUS&2ñ0RGEXVSURWRFROIRUS&2ð Ã 0DQXDOHG XVR Ã 8VHUPDQXDO 9RJOLDPRIDUYLULVSDUPLDUHWHPSRHGHQDUR 9LDVVLFXULDPRFKHODFRPSOHWDOHWWXUDGLTXHVWRPDQXDOHYLJDUDQWLUjXQD FRUUHWWDLQVWDOOD]LRQHHGXQVLFXURXWLOL]]RGHOSURGRWWRGHVFULWWR

Dettagli

DATAPROCESS INDUSTRIA S.p.A. INDICE 1. CONFIGURAZIONE DEL VISORE 1 2. ACCENSIONE DELLO STRUMENTO 1 3. OPERAZIONI DI PESATURA 2

DATAPROCESS INDUSTRIA S.p.A. INDICE 1. CONFIGURAZIONE DEL VISORE 1 2. ACCENSIONE DELLO STRUMENTO 1 3. OPERAZIONI DI PESATURA 2 Indice INDICE 1. CONFIGURAZIONE DEL VISORE 1 2. ACCENSIONE DELLO STRUMENTO 1 3. OPERAZIONI DI PESATURA 2 3.1. PESATURA SEMPLICE 2 3.2. TARA SEMIAUTOMATICA 2 3.3. BLOCCO DELLA TARA 3 4. TASTIERA 3 5. INTERFACCIA

Dettagli

EFA Automazione S.r.l. Serial Bridge 3 - Modbus RTU slave to EIB (01 ITA).doc pag. 1 / 9

EFA Automazione S.r.l. Serial Bridge 3 - Modbus RTU slave to EIB (01 ITA).doc pag. 1 / 9 EFA Automazione S.r.l. Serial Bridge 3 - Modbus RTU slave to EIB (01 ITA).doc pag. 1 / 9 Configurazione Una volta lanciato il Configuratore, per creare un nuovo progetto accedere al menu File -> Nuovo

Dettagli

Datalogger. Protocolli di comunicazione. Aggiornamento 09/06/2014. INSTUM_00727_it

Datalogger. Protocolli di comunicazione. Aggiornamento 09/06/2014. INSTUM_00727_it Datalogger Protocolli di comunicazione Aggiornamento 09/06/24 INSTUM_727_it Copyright 20-24 LSI LASTEM. Tutti i diritti riservati. Le informazioni contenute nel presente manuale sono soggette a modifiche

Dettagli

MANUALE UTENTE PEL 2500 / PEL 2500-M V2.0.0 (24.10.2014) 1 (7)

MANUALE UTENTE PEL 2500 / PEL 2500-M V2.0.0 (24.10.2014) 1 (7) V2.0.0 (24.10.2014) 1 (7) MESSA IN ESERCIZIO Montaggio - Il trasmettitore deve essere installato sopra il punto di misurazione per evitare problemi di condensa. - La sovrapressione del canale è rilevata

Dettagli

N.B.: DISPONIBILITA INVERNO 2014 FAQ ACS700 versione 9

N.B.: DISPONIBILITA INVERNO 2014 FAQ ACS700 versione 9 N.B.: DISPONIBILITA INVERNO 2014 FAQ ACS700 versione 9 1) Quali sono le principali differenze fra ACS790 e la ACS700 versione 9? La nuove release di ACS offre le seguenti nuove funzionalià: Possibilità

Dettagli

PATENTE EUROPEA DEL COMPUTER 4.0 MODULO

PATENTE EUROPEA DEL COMPUTER 4.0 MODULO PATENTE EUROPEA DEL COMPUTER 4.0 MODULO 2 Uso del Computer e Gestione dei file ( Windows XP ) A cura di Mimmo Corrado MODULO 2 - USO DEL COMPUTER E GESTIONE DEI FILE 2 FINALITÁ Il Modulo 2, Uso del computer

Dettagli

BARRIERA DI MISURA METRON GESTIONE LINEA SERIALE RS-485 www.reer.it

BARRIERA DI MISURA METRON GESTIONE LINEA SERIALE RS-485 www.reer.it BARRIERA DI MISURA METRON GESTIONE LINEA SERIALE RS-485 www.reer.it 2 8540641 Rev.1-11 Aprile 2008 BARRIERA DI MISURA METRON GESTIONE LINEA SERIALE RS-485 SOMMARIO Gestione linea seriale...5 Modalità linea

Dettagli

Misura di livello e di pressione. Istruzioni d uso. Uscita del segnale Profibus DP VEGASCAN 850. Profibus DP. out

Misura di livello e di pressione. Istruzioni d uso. Uscita del segnale Profibus DP VEGASCAN 850. Profibus DP. out Misura di livello e di pressione Istruzioni d uso Uscita del segnale Profibus DP VEGASCAN 850 0100110010100 Profibus DP in out Informazioni per la sicurezza Informazioni per la sicurezza La messa in servizio

Dettagli

ISTRUZIONI PER L'UTILIZZO DEL PROTOCOLLO MODBUS

ISTRUZIONI PER L'UTILIZZO DEL PROTOCOLLO MODBUS ISTRUZIONI PER L'UTILIZZO DEL PROTOCOLLO MODBUS INDICE 1. Introduzione... 2 1.1 Abbreviazioni... 2 1.2 Specifiche Modbus... 2 1.3 Tipologia rete Modbus... 2 2. Configurazione MODBUs... 3 2.1 Cablaggio...

Dettagli

MODBUS-RTU per. Specifiche protocollo di comunicazione MODBUS-RTU per controllo in rete dispositivi serie. Expert NANO 2ZN

MODBUS-RTU per. Specifiche protocollo di comunicazione MODBUS-RTU per controllo in rete dispositivi serie. Expert NANO 2ZN per Expert NANO 2ZN Specifiche protocollo di comunicazione MODBUS-RTU per controllo in rete dispositivi serie Expert NANO 2ZN Nome documento: MODBUS-RTU_NANO_2ZN_01-12_ITA Software installato: NANO_2ZN.hex

Dettagli

Geass-Link Manuale di istruzione

Geass-Link Manuale di istruzione Geass-Link Manuale di istruzione GEASS S.r.l. - Via Ambrosini 8/2 10151 Torino - Tel. 011.22.91.578 - Fax 011.27.45.418 - info@geass.com - www.geass.com GEASS-LINK V.1.0.4 Software di Gestione e Acquisizione

Dettagli

Manuale di installazione ed utilizzo del software di Controllo MatrixCTLR

Manuale di installazione ed utilizzo del software di Controllo MatrixCTLR Manuale di installazione ed utilizzo del software di Controllo MatrixCTLR Vi preghiamo di leggere attentamente queste istruzioni prima di installare il software e di lavorare con esso. Ver.3.0.0 1 rev.

Dettagli

Kit A72 MANUALE DEL SOFTWARE TWIDO PER IL DISTACCO UTENZE (CEI 0-16 ALLEGATO M)

Kit A72 MANUALE DEL SOFTWARE TWIDO PER IL DISTACCO UTENZE (CEI 0-16 ALLEGATO M) Kit A72 MANUALE DEL SOFTWARE TWIDO PER IL DISTACCO UTENZE (CEI 0-16 ALLEGATO M) INDICE 1 OBIETTIVO...2 2 CONFIGURAZIONE DEL PROGRAMMA...2 2.1 Configurazione oggetti di memoria...2 3 FUNZIONAMENTO...5 3.1

Dettagli

Technical Support Bulletin No. 18 ModBus Tips

Technical Support Bulletin No. 18 ModBus Tips Technical Support Bulletin No. 18 ModBus Tips Sommario! Chiarimenti! Comandi implementati! Esempi di comandi o frames! Calcolo dell area logica! Lettura di variabile con segno! Esempi di comando con Ech200B!

Dettagli

Dispositivo Modbus. Manuale di installazione e uso. Doc-0074756 Rev.1 (03/15)

Dispositivo Modbus. Manuale di installazione e uso. Doc-0074756 Rev.1 (03/15) Dispositivo Modbus Manuale di installazione e uso Doc-0074756 Rev.1 (03/15) INDICE 1 Generalità... 3 2 Interfaccia Modbus... 3 2.1 Configurazione Modbus... 3 3 Collegamento... 4 3.1 Schema di collegamento...

Dettagli

Autoware Ladder Tool (per Arduino ) Basic Tutorial

Autoware Ladder Tool (per Arduino ) Basic Tutorial Per iniziare. Utilizzare il ns. pacchetto Autoware Ladder Tool (in breve Ladder Tool) per Arduino è veramente semplice. Elenchiamo qui di seguito i passi necessari per eseguire la ns. prima esercitazione.

Dettagli

Istruzioni per l uso Sartorius

Istruzioni per l uso Sartorius Istruzioni per l uso Sartorius Descrizione dell interfaccia per le bilance Entris, ED, GK e GW Indice Impiego previsto Indice.... 2 Impiego previsto.... 2 Funzionamento.... 2 Uscita dati.... 3 Formato

Dettagli

BMSO1001. Virtual Configurator. Istruzioni d uso 02/10-01 PC

BMSO1001. Virtual Configurator. Istruzioni d uso 02/10-01 PC BMSO1001 Virtual Configurator Istruzioni d uso 02/10-01 PC 2 Virtual Configurator Istruzioni d uso Indice 1. Requisiti Hardware e Software 4 1.1 Requisiti Hardware 4 1.2 Requisiti Software 4 2. Concetti

Dettagli

Manuale Controllo Accesso V 0.2

Manuale Controllo Accesso V 0.2 & Manuale Controllo Accesso V 0.2 Luglio 2012 Tutti le descrizioni legati al software si riferiscono al software mygekko living V1279. Si consiglia di aggiornare le vecchie versioni del sistema. Piccole

Dettagli

CE1_AD/P2 DISPOSITIVO ELETTRONICO PROGRAMMABILE. Caratteristiche tecniche Collegamenti elettrici Calibratura Note di funzionamento e installazione

CE1_AD/P2 DISPOSITIVO ELETTRONICO PROGRAMMABILE. Caratteristiche tecniche Collegamenti elettrici Calibratura Note di funzionamento e installazione DISPOSITIVO ELETTRONICO PROGRAMMABILE CE1_AD/P2 Caratteristiche tecniche Collegamenti elettrici Calibratura Note di funzionamento e installazione Versione 01.10/12 CE1_AD/P2: dispositivo elettronico programmabile

Dettagli

PROTOCOLLI DI COMUNICAZIONE

PROTOCOLLI DI COMUNICAZIONE Manuale d Uso versione 1.06 PROTOCOLLI DI COMUNICAZIONE per indicatori di peso SERIE W (programmi BASE CARICO SCARICO 3/6/14 PROD.) SIMBOLOGIA Di seguito sono riportate le simbologie utilizzate nel manuale

Dettagli

Manuale d uso Giove CA3MKII

Manuale d uso Giove CA3MKII Manuale d uso Giove CA3MKII Linea GIOVE indice ----Descrizione comandi pag 3 ----Connessioni pag 3 ----Schema di collegamento Giove CA3 mk2 con Giove CA20/21 pag 4 ----Cavo di collegamento RS485 pag 5

Dettagli

Operazioni Aritmetiche e Codici in Binario Giuseppe Talarico 23/01/2013

Operazioni Aritmetiche e Codici in Binario Giuseppe Talarico 23/01/2013 Operazioni Aritmetiche e Codici in Binario Giuseppe Talarico 23/01/2013 In questo documento vengono illustrate brevemente le operazioni aritmetiche salienti e quelle logiche ad esse strettamente collegate.

Dettagli

Note applicative AN001: Driver ModBus

Note applicative AN001: Driver ModBus WebCommander e WebLog Note applicative AN001: Driver ModBus Generalita Questo documento descrive la configurazione dei parametri ModBus nei dispositivi WebLog e WebCommander, al fine di definire le variabili

Dettagli

SMS-GPS MANAGER. Software per la gestione remota ed automatizzata dei telecontrolli gsm con e senza gps

SMS-GPS MANAGER. Software per la gestione remota ed automatizzata dei telecontrolli gsm con e senza gps SOFTWARE PER LA GESTIONE DEI TELECONTROLLI SMS-GPS MANAGER Software per la gestione remota ed automatizzata dei telecontrolli gsm con e senza gps Rev.0911 Pag.1 di 8 www.carrideo.it INDICE 1. DESCRIZIONE

Dettagli

ISTRUZIONI DI INSTALLAZIONE

ISTRUZIONI DI INSTALLAZIONE AUDITGARD Serratura elettronica a combinazione LGA ISTRUZIONI DI INSTALLAZIONE Le serrature AuditGard vengono consegnate da LA GARD con impostazioni predefinite (impostazioni di fabbrica); pertanto non

Dettagli

Per la connessione con il PLC integrato di un inverter Delta VFD consultare anche la nota al termine del presente documento.

Per la connessione con il PLC integrato di un inverter Delta VFD consultare anche la nota al termine del presente documento. Technical note Prodotto Tipo Impiego PLC All Generale data 31.08.15 Oggetto: Installazione software PLC Delta Il pacchetto comprende due software: 1) Delta COMMGR : per la connessione con il PLC e il simulatore

Dettagli

Manuale istruzioni. 01931 Interfaccia di Comunicazione Interna. CLIMA

Manuale istruzioni. 01931 Interfaccia di Comunicazione Interna. CLIMA Manuale istruzioni 093 Interfaccia di Comunicazione Interna. CLIMA RADIOCLIMA Indice. Descrizione 2 2. Campo di applicazione 2 3. Installazione 2 4. Collegamenti 3 5. Comandi e segnalazioni del comunicatore

Dettagli

Mon Ami 3000 Varianti articolo Gestione di varianti articoli

Mon Ami 3000 Varianti articolo Gestione di varianti articoli Prerequisiti Mon Ami 3000 Varianti articolo Gestione di varianti articoli L opzione Varianti articolo è disponibile per le versioni Azienda Light e Azienda Pro e include tre funzionalità distinte: 1. Gestione

Dettagli

Gateway da PROFIBUS DP, DeviceNet, CANopen, Modbus TCP a Modbus RTU serie deltadue

Gateway da PROFIBUS DP, DeviceNet, CANopen, Modbus TCP a Modbus RTU serie deltadue BT. 02.30 DXDY/I Gateway da PROFIBUS DP, DeviceNet, CANopen, TCP a serie deltadue Integra le linee di strumentazione ASCON nel tuo sistema DX 5000 Convertitore di linea RS232/ Ripetitore / Adattatore di

Dettagli

CONVERTITORE SERIALE ASINCRONO RS485 / USB

CONVERTITORE SERIALE ASINCRONO RS485 / USB CONVERTITORE SERIALE ASINCRONO RS485 / USB DESCRIZIONE GENERALE Il prodotti RS485 / USB CONVERTER costituisce un'interfaccia in grado di realizzare una seriale asincrona di tipo RS485, utilizzando una

Dettagli

Configurazione & Programmazione Profibus DP. in Ambiente Siemens TIA Portal

Configurazione & Programmazione Profibus DP. in Ambiente Siemens TIA Portal Configurazione & Programmazione Profibus DP in Ambiente Siemens TIA Portal Configurazione Optional: Aggiungere File GSD Inserire Masters e Slaves Inserire Sottorete Profibus DP e collegare tutte le interfacce

Dettagli

IRSplit. Istruzioni d uso 07/10-01 PC

IRSplit. Istruzioni d uso 07/10-01 PC 3456 IRSplit Istruzioni d uso 07/10-01 PC 2 IRSplit Istruzioni d uso Indice 1. Requisiti Hardware e Software 4 1.1 Requisiti Hardware 4 1.2 Requisiti Software 4 2. Installazione 4 3. Concetti fondamentali

Dettagli

Reti e Sistemi per l Automazione MODBUS. Stefano Panzieri Modbus - 1

Reti e Sistemi per l Automazione MODBUS. Stefano Panzieri Modbus - 1 MODBUS Stefano Panzieri Modbus - 1 La Storia Diventa uno STANDARD nel 1979 Nato come protocollo di comunicazione SERIALE si è successivamente adattato alle specifiche TCP/IP Permette una comunicazione

Dettagli

SISTEMA MOTION 5D CINEMA

SISTEMA MOTION 5D CINEMA 24/06/2013 SISTEMA MOTION 5D CINEMA Il sistema sarà costituito da: n 1 pc laptop +joystick per EDITOR n 1 pc desktop per pilotare il motion: la connessione con il PLC avverrà mediante cavo Ethernet n 1

Dettagli

KNX/IP Router GW 90707. Manuale Tecnico

KNX/IP Router GW 90707. Manuale Tecnico KNX/IP Router GW 90707 Manuale Tecnico Sommario 1 Introduzione... 3 2 Applicazione... 4 3 Menù Impostazioni generali... 6 3.1 Parametri... 6 4 Menù Configurazione IP 1... 8 4.1 Parametri... 8 5 Menù Configurazione

Dettagli

MANUALE D USO SWEDA MASTER

MANUALE D USO SWEDA MASTER MANUALE D USO SWEDA MASTER COMPATIBILE WINDOWS VISTA Versione 1.2.0.3 Manuale RTS WPOS1 INDICE INDICE... 2 LEGENDA... 2 PREMESSA... 3 VERSIONI DEL PROGRAMMA... 3 COMPATIBILITA CON WINDOWS VISTA... 3 PROGRAMMAZIONE

Dettagli

MANUALE CONFIGURAZIONE ED UTILIZZO GATEWAY MBUS-MODBUS (RTU/TCP) MODELLO PiiGAB M900

MANUALE CONFIGURAZIONE ED UTILIZZO GATEWAY MBUS-MODBUS (RTU/TCP) MODELLO PiiGAB M900 MANUALE CONFIGURAZIONE ED UTILIZZO GATEWAY MBUS-MODBUS (RTU/TCP) MODELLO PiiGAB M900 1. SOFTWARE La configurazione del gateway M900 è realizzata attraverso il software PiiGAB M-Bus Explorer, fornito a

Dettagli

Modulo plug&play MKMB-3-e-3. Interfaccia Modbus/RTU per contatori Iskraemeco MT831 / MT860

Modulo plug&play MKMB-3-e-3. Interfaccia Modbus/RTU per contatori Iskraemeco MT831 / MT860 Modulo plug&play MKMB-3-e-3 Interfaccia Modbus/RTU per contatori Iskraemeco MT831 / MT860 Informazioni generali Il modulo MKMB-3-e-3 realizza un interfaccia seriale RS485 con protocollo Modbus/RTU. Limitazioni

Dettagli

GateManager. COME COLLEGARSI DA REMOTO AD UN PLC S7-200 via PPI. Indice. Indice generale

GateManager. COME COLLEGARSI DA REMOTO AD UN PLC S7-200 via PPI. Indice. Indice generale COME COLLEGARSI DA REMOTO AD UN PLC S7-200 via PPI Indice Indice generale 1.Prerequisiti prima di cominciare... 2 2.Collegarsi con il LinkManager... 3 3.Selezionare il disposivo a cui collegarsi... 5...

Dettagli

Test di comunicazione tra LOGO! 0BA7 e Pannello operatore SIMATIC

Test di comunicazione tra LOGO! 0BA7 e Pannello operatore SIMATIC Industry Test di comunicazione tra LOGO! 0BA7 e Pannello operatore SIMATIC Dispositivi utilizzati: - KTP600 Basic PN (6AV6647-0AD11-3AX0) - LOGO! 0BA7 (6ED1 052-1MD00-0AB7) KTP600 Basic PN IP: 192.168.0.2

Dettagli

Si precisa in ogni caso che questa guida rapida non esime dalla lettura del Manuale utente presente nell ambiente del Servizio Telematico Doganale.

Si precisa in ogni caso che questa guida rapida non esime dalla lettura del Manuale utente presente nell ambiente del Servizio Telematico Doganale. GUIDA RAPIDA versione 25 febbraio 2010 SERVIIZIIO TELEMATIICO DOGANALE Avvertenze: Questa guida vuole costituire un piccolo aiuto per gli operatori che hanno già presentato richiesta di adesione al servizio

Dettagli

SoftSwitchboard. Manuale utente 12/10-01 PC

SoftSwitchboard. Manuale utente 12/10-01 PC SoftSwitchboard Manuale utente 12/10-01 PC 2 SoftSwitchboard Manuale utente Indice 1. Introduzione 4 2. Descrizione dell interfaccia 4 2.1 Area Chiamate in entrata 5 2.2 Area Chiamate in uscita 5 2.3 Area

Dettagli

MANUALE D USO. EPSON FP90, FP81 e compatibili

MANUALE D USO. EPSON FP90, FP81 e compatibili MANUALE D USO EPSON FP90, FP81 e compatibili COMPATIBILE WINDOWS VISTA Versione 1.0.0.0 Manuale RTS WPOS1 INDICE INDICE... 2 LEGENDA... 2 PREMESSA... 3 VERSIONI DEL PROGRAMMA... 3 COMPATIBILITA CON WINDOWS

Dettagli

COMUNICAZIONE SERIALE

COMUNICAZIONE SERIALE LA COMUNICAZIONE SERIALE Cod. 80034-02/2000 1 INDICE GENERALE Capitolo 1 Introduzione alla comunicazione seriale Pag. 3 Capitolo 2 Protocollo CENCAL Pag. 19 Capitolo 3 Protocollo MODBUS Pag. 83 2 CAPITOLO

Dettagli

1. Introduzione. 2. Installazione di WinEMTLite. 3. Descrizione generale del programma

1. Introduzione. 2. Installazione di WinEMTLite. 3. Descrizione generale del programma Indice 1. Introduzione...3 2. Installazione di WinEMTLite...3 3. Descrizione generale del programma...3 4. Impostazione dei parametri di connessione...4 5. Interrogazione tramite protocollo nativo...6

Dettagli

Manuale WAGO DALI e morsetti V 0.2

Manuale WAGO DALI e morsetti V 0.2 & Manuale WAGO DALI e morsetti V 0.2 Aprile 2013 Tutti le descrizioni legati al software si riferiscono al software V2021. Si consiglia di aggiornare le vecchie versioni del sistema. Piccole deviazioni

Dettagli

Si precisa in ogni caso che questa guida rapida non esime dalla lettura del manuale utente presente nell ambiente del Servizio Telematico Doganale.

Si precisa in ogni caso che questa guida rapida non esime dalla lettura del manuale utente presente nell ambiente del Servizio Telematico Doganale. GUIDA RAPIDA versione 11 marzo 2008 SEERVIIZZIIO TTEELLEEMATTIICO M DOGANALLEE G Avvertenze: Questa guida vuole costituire un piccolo aiuto per gli operatori che hanno già presentato richiesta di adesione

Dettagli

filrbox Guida all uso dell applicazione DESKTOP Pag. 1 di 27

filrbox Guida all uso dell applicazione DESKTOP Pag. 1 di 27 filrbox Guida all uso dell applicazione DESKTOP Pag. 1 di 27 Sommario Introduzione... 3 Download dell applicazione Desktop... 4 Scelta della versione da installare... 5 Installazione... 6 Installazione

Dettagli

ENCODER SERIE Pxx EQUIPAGGIATO CON INTERFACCIA PROFIBUS-DP

ENCODER SERIE Pxx EQUIPAGGIATO CON INTERFACCIA PROFIBUS-DP Documentazione Profibus-DP ENCODER SERIE Pxx EQUIPAGGIATO CON INTERFACCIA PROFIBUS-DP PxxDocSTD R4/0/701 1 SOMMARIO DEGLI ARGOMENTI: 1. Procedura di installazione meccanica:...3 2. Procedura d installazione

Dettagli

BARCODE. Gestione Codici a Barre. Release 4.90 Manuale Operativo

BARCODE. Gestione Codici a Barre. Release 4.90 Manuale Operativo Release 4.90 Manuale Operativo BARCODE Gestione Codici a Barre La gestione Barcode permette di importare i codici degli articoli letti da dispositivi d inserimento (penne ottiche e lettori Barcode) integrandosi

Dettagli

COME COLLEGARSI DA REMOTO AD UN PLC S7-300/400 via MPI Indice

COME COLLEGARSI DA REMOTO AD UN PLC S7-300/400 via MPI Indice COME COLLEGARSI DA REMOTO AD UN PLC S7-300/400 via MPI Indice 1. Prerequisiti prima di cominciare...2 2. Collegarsi con il LinkManager...2 3. Selezionare il disposivo a cui collegarsi...3 3.1. Come forzare

Dettagli

Interfaccia di Comunicazione DFTS Manuale d'uso

Interfaccia di Comunicazione DFTS Manuale d'uso Domino Domino Interfaccia di Comunicazione DFTS Manuale d'uso Versione 1.2 - Giugno 2002 srl Via Longhena 4-20139 MILANO Tel. 02/57300377 - FAX 02/55213686 Domino - DFTS: Manuale d'uso r.1.2 Indice 1-

Dettagli

Istruzioni d'uso Calibrazione del VEGABAR 12 via PC

Istruzioni d'uso Calibrazione del VEGABAR 12 via PC Istruzioni d'uso Calibrazione del VEGABAR 12 via PC Document ID: 35584 Indicazione e calibrazione Sommario Sommario 1 Il contenuto di questo documento 1.1 Funzione................................. 3 1.2

Dettagli

Datalogger web contaimpulsi

Datalogger web contaimpulsi Datalogger web contaimpulsi Versione 6 ingressi con Ethernet (GW-IMP-WEB-1) 1 Datalogger web conta impulsi Il datalogger web conta impulsi è in grado di conteggiare gli impulsi sugli ingressi digitali

Dettagli

Getting started. Configurare i moduli IOlog SS3000 con Winlog

Getting started. Configurare i moduli IOlog SS3000 con Winlog Getting started Configurare i moduli IOlog SS3000 con Winlog Revisioni del documento Data Edizione Commenti 23/06/2010 1.0 - Sielco Sistemi srl via Roma, 24 I-22070 Guanzate (CO) http://www.sielcosistemi.com

Dettagli

Guida Rapida all installazione iais Ricevitore AIS Wireless & Server NMEA

Guida Rapida all installazione iais Ricevitore AIS Wireless & Server NMEA Guida Rapida all installazione iais Ricevitore AIS Wireless & Server NMEA MANUALE iais VR1.00 1. Introduzione Complimenti per aver effettuato l acquisto del Ricevitore iais. Raccomandiamo che il ricevitore

Dettagli

IL SISTEMA PRATICO E VELOCE PER ANALISI DEL MOVIMENTO

IL SISTEMA PRATICO E VELOCE PER ANALISI DEL MOVIMENTO IL SISTEMA PRATICO E VELOCE PER ANALISI DEL MOVIMENTO IL SISTEMA Xsens MVN Il sistema MVN si compone di: 1 tuta in lycra completa di (a seconda della configurazione scelta): Configurazione Total Body -

Dettagli

Indruduzione... 1 Il modulo Bluetooth HC-06... 2 Il firmware... 3 Collegamento della scheda... 4 Software PC e l applicazione Android...

Indruduzione... 1 Il modulo Bluetooth HC-06... 2 Il firmware... 3 Collegamento della scheda... 4 Software PC e l applicazione Android... Sommario Indruduzione... 1 Il modulo Bluetooth HC-06... 2 Il firmware... 3 Collegamento della scheda... 4 Software PC e l applicazione Android... 4 Indruduzione La scheda può controllare fino a quattro

Dettagli

Gateway KNX/DALI 64/16 GW 90872. Manuale utente del Dali Control Service and Comissioning Wizard 1.2.1

Gateway KNX/DALI 64/16 GW 90872. Manuale utente del Dali Control Service and Comissioning Wizard 1.2.1 Gateway KNX/DALI 64/16 GW 90872 Manuale utente del Dali Control Service and Comissioning Wizard 1.2.1 1 Copyright and Notes Il Dali Control Service and Comissioning Wizard 1.2.1 e la relativa documentazione

Dettagli

Gui Gu d i a d ra r p a i p d i a V d o a d f a one Int fone In e t r e net rnet Box Key Mini

Gui Gu d i a d ra r p a i p d i a V d o a d f a one Int fone In e t r e net rnet Box Key Mini Guida rapida Vodafone Internet Key Box Mini Ideato per Vodafone QSG_VMCLite_v31_10-2007_e172_IT.1 1 10/10/07 14:39:10 QSG_VMCLite_v31_10-2007_e172_IT.2 2 10/10/07 14:39:11 Benvenuti nel mondo della connessione

Dettagli

GENERALITÀ. Unità: Canali di comunicazione:

GENERALITÀ. Unità: Canali di comunicazione: GENERALITÀ L'apparecchiatura CON232E è una unità a microprocessore equipaggiata di un canale ethernet e due canali seriali rs232c. Il dispositivo trasmette i dati ricevuti dal canale Ethernet con protocollo

Dettagli

MODULO ACCESSI ABB PER KONNEXION

MODULO ACCESSI ABB PER KONNEXION MODULO ACCESSI ABB PER KONNEXION MANUALE UTENTE VERSIONE 0.0.3 1 - CONFIGURAZIONE DEL MODULO 1 INTRODUZIONE Il modulo KNX-ACC per KONNEXION consente la gestione integrata di un sistema di controllo accessi

Dettagli

Guida rapida Vodafone Internet Box

Guida rapida Vodafone Internet Box Guida rapida Vodafone Internet Box Benvenuti nel mondo della connessione dati in mobilità di Vodafone Internet Box. In questa guida spieghiamo come installare e cominciare a utilizzare Vodafone Internet

Dettagli

Configurazione Modem ROBUSTEL M1000 SMS Direct

Configurazione Modem ROBUSTEL M1000 SMS Direct Configurazione Modem ROBUSTEL M1000 SMS Direct Invio SMS in Normal Mode (Cursore MODE in Normal) Nella modalità NORMAL (selettore in posizione Normal) è possibile inviare e ricevere SMS attraverso comandi

Dettagli

L importanza della diagnostica e della ricerca guasti per l efficienza nella gestione di reti Profibus

L importanza della diagnostica e della ricerca guasti per l efficienza nella gestione di reti Profibus L importanza della diagnostica e della ricerca guasti per l efficienza nella gestione di reti Profibus Micaela Caserza Magro Genoa Fieldbus Competence Centre srl Via Greto di Cornigliano 6r/38 16152 Genova

Dettagli

ACE SL7000 Lettura remota con interfaccia Ethernet Nota Applicativa

ACE SL7000 Lettura remota con interfaccia Ethernet Nota Applicativa ACE SL7000 Lettura remota con interfaccia Ethernet Nota Applicativa Questo documento illustra la modalità di lettura remota del contatore SL7000 utilizzando un server di porta seriale collegato ad una

Dettagli

Smart Business Connect con impianto telefonico virtuale

Smart Business Connect con impianto telefonico virtuale Smart Business Connect con impianto telefonico virtuale Istruzioni per l uso per la app / il client Business Communication (con pacchetto di comunicazione «standard») 1 Sommario 1. Introduzione... 4 2.

Dettagli

Sistema di sicurezza modulare PNOZmulti Applicazioni speciali. Supporto alla progettazione

Sistema di sicurezza modulare PNOZmulti Applicazioni speciali. Supporto alla progettazione Sistema di sicurezza modulare PNOZmulti Applicazioni speciali Supporto alla progettazione Supplemento al catalogo tecnico edizione agosto Indice Introduzione Descrizione generale Comunicazione con moduli

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.1.0. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.1.0. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.1.0 DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 CONTABILITA... 3 1.1 Consultazione Mastrini: Richiamo movimenti di anni

Dettagli

DP-301U. Prima di cominciare. Contenuto del pacchetto. Print Server Fast Ethernet D-Link. DP-301U Print Server USB

DP-301U. Prima di cominciare. Contenuto del pacchetto. Print Server Fast Ethernet D-Link. DP-301U Print Server USB Il presente prodotto può essere configurato utilizzando un qualunque browser aggiornato, come Internet Explorer 6 o Netscape Navigator 7.0 DP-301U Print Server Fast Ethernet D-Link Prima di cominciare

Dettagli

Laboratorio informatico di base

Laboratorio informatico di base Laboratorio informatico di base A.A. 2013/2014 Dipartimento di Scienze Aziendali e Giuridiche (DISCAG) Università della Calabria Dott. Pierluigi Muoio (pierluigi.muoio@unical.it) Sito Web del corso: www.griadlearn.unical.it/labinf

Dettagli

MANUALE D USO SAREMA SF1000

MANUALE D USO SAREMA SF1000 MANUALE D USO SAREMA SF1000 COMPATIBILE WINDOWS VISTA Versione 1.2.0.0 Manuale RTS WPOS1 INDICE INDICE... 2 LEGENDA... 2 PREMESSA... 3 VERSIONI DEL PROGRAMMA... 3 COMPATIBILITA CON WINDOWS VISTA... 3 PROGRAMMAZIONE

Dettagli

Adattatore USB LAN Wireless

Adattatore USB LAN Wireless Adattatore USB LAN Wireless AWL-400 Manuale Utente Versione 1.1 Aprile 2002 Avviso I Dichiarazione sul copyright Il presente manuale non può essere riprodotto in alcuna forma o in alcun modo, né può essere

Dettagli

Capitolo Quarto...2 Le direttive di assemblaggio di ASM 68000...2 Premessa...2 1. Program Location Counter e direttiva ORG...2 2.

Capitolo Quarto...2 Le direttive di assemblaggio di ASM 68000...2 Premessa...2 1. Program Location Counter e direttiva ORG...2 2. Capitolo Quarto...2 Le direttive di assemblaggio di ASM 68000...2 Premessa...2 1. Program Location Counter e direttiva ORG...2 2. Dichiarazione di dati: le direttive DS e DC...3 2.1 Direttiva DS...3 2.2

Dettagli

Gateway RS485 DLMS-MODBUS. Dispositivo di Comunicazione tra DLMS RS485 e MODBUS RTU e/o MODBUS TCP

Gateway RS485 DLMS-MODBUS. Dispositivo di Comunicazione tra DLMS RS485 e MODBUS RTU e/o MODBUS TCP Gateway RS485 DLMS-MODBUS Dispositivo di Comunicazione tra DLMS RS485 e MODBUS RTU e/o MODBUS TCP Gateway RS485 DLMS-MODBUS Il Protocollo DLSM (Device Language Message Specification) viene utilizzato nell'ambito

Dettagli

Manuale utente del Portale Connessioni Attive di Hera S.p.A.

Manuale utente del Portale Connessioni Attive di Hera S.p.A. HERA S.p.A. Holng Energia Risorse Ambiente Viale Carlo Berti Pichat 2/4 40127 Bologna tel. 051.287.111 fax 051.287.525 www.gruppohera.it Manuale utente del Portale Connessioni Attive Hera S.p.A. Questo

Dettagli

BMSO1001. Management Utilities. Istruzioni d uso 02/10-01 PC

BMSO1001. Management Utilities. Istruzioni d uso 02/10-01 PC BMSO1001 Management Utilities Istruzioni d uso 02/10-01 PC 2 Management Utilities Istruzioni d uso Indice 1. Requisiti Hardware e Software 4 1.1 Requisiti Hardware 4 1.2 Requisiti Software 4 2. Concetti

Dettagli

Sistema Informativo Alice

Sistema Informativo Alice Sistema Informativo Alice Urbanistica MANUALE UTENTE MODULO PROFESSIONISTI WEB settembre 2007 INDICE 1. INTRODUZIONE...2 1.1. Cos è MPWEB?... 2 1.2. Conoscenze richieste... 2 1.3. Modalità di utilizzo...

Dettagli

ESEMPI INTEGRAZIONE PRODOTTI

ESEMPI INTEGRAZIONE PRODOTTI System Manual ESEMPI INTEGRAZIONE PRODOTTI Teledialogo tra due PLC TSX Micro/Premium (37/57) con Modem GSM con protocollo ModBus. SM_Mod2Gsm SOMMARIO 1 - OGGETTO 2 - ARCHITETTURA 2.1 - Hardware 2.2 - Software

Dettagli

Manuale Controllo Accesso V 0.3

Manuale Controllo Accesso V 0.3 & Manuale Controllo Accesso V 0.3 Ottobre 2013 Tutti le descrizioni legati al software si riferiscono al software mygekko living V1279. Si consiglia di aggiornare le vecchie versioni del sistema. Piccole

Dettagli

Interfaccia KNX/IP - da guida DIN KXIPI. Manuale Tecnico

Interfaccia KNX/IP - da guida DIN KXIPI. Manuale Tecnico Interfaccia KNX/IP - da guida DIN KXIPI Manuale Tecnico 24809270/15-04-2014 1 Sommario 1 Introduzione... 3 2 Applicazione... 3 3 Menù Impostazioni generali... 4 3.1 Parametri... 4 3.1.1 Nome apparecchio...

Dettagli

R.T.S. Engineering s.n.c. MANUALE D USO. Valido per:

R.T.S. Engineering s.n.c. MANUALE D USO. Valido per: MANUALE D USO Valido per: Stampante fiscale 3I FTP-FAST e per tutti i modelli 3I dotati di protocollo XonXoff, tramite RS-232, USB o Rete Ethernet COMPATIBILE WINDOWS VISTA / 7 / 8 (1): Protocollo XonXoff

Dettagli

CIRCOLARE 730/2015 N. 3 DI SETTEMBRE 2015 - SOFTWARE FISCALI CAF 2015

CIRCOLARE 730/2015 N. 3 DI SETTEMBRE 2015 - SOFTWARE FISCALI CAF 2015 Drcnetwork srl - Coordinamento Regionale CAF Via Imperia, 43 20142 Milano Telefono 02/84892710 Fax 02/335173151 e-mail info@drcnetwork.it sito: www.drcnetwork.com CIRCOLARE 730/2015 N. 3 DI SETTEMBRE 2015

Dettagli

SOMMARIO... 3 INTRODUZIONE...

SOMMARIO... 3 INTRODUZIONE... Sommario SOMMARIO... 3 INTRODUZIONE... 4 INTRODUZIONE ALLE FUNZIONALITÀ DEL PROGRAMMA INTRAWEB... 4 STRUTTURA DEL MANUALE... 4 INSTALLAZIONE INRAWEB VER. 11.0.0.0... 5 1 GESTIONE INTRAWEB VER 11.0.0.0...

Dettagli

Manuale imagic. Manuale Utente imagic

Manuale imagic. Manuale Utente imagic Manuale Utente imagic 0 INDICE Introduzione... 2 Contenuto della scatola... 3 Capitolo 1 Procedura di accensione... 4 Capitolo 2 Procedura di configurazione... 5 2.1 Individuazione IP... 5 3.2 Wizard...

Dettagli

Per cosa posso utilizzarlo?

Per cosa posso utilizzarlo? Guida rapida Vodafone Mobile Connect Card Express Vodafone Broadband Benvenuti nel mondo della connessione dati in mobilità di Vodafone Mobile Connect Card Express. In questa guida spieghiamo come installare

Dettagli

Da RS232/RS485 a LAN 10/100BaseT Ethernet

Da RS232/RS485 a LAN 10/100BaseT Ethernet Da RS232/RS485 a LAN 10/100BaseT Ethernet APICE S.r.l. Via G.B. Vico, 45/b - 50053 Empoli (FI) Italy www.apice.org support@apice.org BUILDING AUTOMATION CONTROLLO ACCESSI RILEVAZIONE PRESENZE - SISTEMI

Dettagli