Servizio Seminari di Formazione L aggiornamento professionale come valore aziendale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Servizio Seminari di Formazione L aggiornamento professionale come valore aziendale"

Transcript

1 Servizio Seminari di Formazione L aggiornamento professionale come valore aziendale Contattateci per un incontro di presentazione: Dott.ssa Cinzia Cazzaniga - tel: Mariaconcetta Drago - tel: fax:

2 Pag. 2

3 ANIE SERVIZI INTEGRATI SRL Federazione ANIE, aderente a Confindustria, rappresenta le imprese elettrotecniche ed elettroniche che operano in Italia. Attraverso le 10 Associazioni che la compongono, riunisce comparti strategici dell industria italiana, ad elevata innovazione e fortemente globalizzati, che contribuiscono alla crescita del Sistema Paese e al suo successo sui mercati Internazionali. Nell attuale contesto socio economico, attraverso un intensa attività di lobby rivolta alle istituzioni nazionali e comunitarie, l azione associativa è diretta alla promozione e al rafforzamento dei valori imprenditoriali, promuovendone le capacità di sviluppo nel perseguimento degli interessi generali del Paese. La Federazione, è un luogo d'incontro privilegiato per le Aziende Socie, offre opportunità di confronto continuo sui temi di maggiore interesse per la crescita delle imprese e il loro successo sui mercati. Per supportare le imprese Federazione ANIE ha istituito ANIE Servizi Integrati, società di servizi che nasce con l obiettivo di fornire soluzioni integrate di formazione e consulenza su misura, che consentono alle imprese associate e non associate ANIE e agli operatori professionali appartenenti alla filiera/settore elettronico ed high-tech, di migliorare le proprie performance. La società riveste inoltre un ruolo strategico all interno dell organizzazione della Federazione ANIE, fornendo i propri servizi anche alle 10 Associazioni federate. ANIE Servizi Integrati, offre agli Associati e alle Aziende del settore strumenti e servizi personalizzati che hanno sempre garantito qualità, competenza tecnica e professionalità, svolgendo inoltre attività di carattere istituzionale a supporto del sistema ANIE. ANIE Servizi Integrati opera attraverso due principali aree di business: servizi professionali alle imprese e soluzioni web. Qualità elevata, competenza tecnica e grande professionalità caratterizzano i servizi formativi offerti: FORMAZIONE, attraverso seminari di aggiornamento professionale sull innovazione tecnologica, sull evoluzione legislativa e sui mutamenti del mercato; BUSINESS INFORMATION, attraverso la directory on line delle imprese di settore, la segnalazione mirata di gare d appalto nazionali ed internazionali, il Cerved Business Information (informazioni economiche e finanziarie sulle imprese). EDITORIA DI SETTORE, attraverso la pubblicazione di rilevazioni statistiche (bollettini ANIE) e la distribuzione in esclusiva in Italia delle pubblicazioni giuridiche Orgalime. Pag. 3

4 Il Servizio Seminari di formazione Confindustria ANIE, da sempre, considera la valorizzazione delle risorse umane, un elemento fondamentale per la crescita e la competitività delle proprie aziende. Consapevoli che la valorizzazione delle risorse umane passa necessariamente attraverso una formazione continua e di qualità, ANIE Servizi Integrati, in collaborazione con i Servizi Centrali di ANIE Federazione, organizza seminari e corsi di formazione per aiutare le imprese del settore elettronico e high-tech a: seguire la rapida innovazione tecnologica; rispondere all evoluzione della legislazione comunitaria e nazionale; far fronte al mutamento dei rapporti con la Pubblica Amministrazione, con la concorrenza e con i consumatori. Il Servizio Seminari ha una consolidata esperienza nell organizzazione di seminari, master e workshop contraddistinti da: a) temi di assoluta attualità (perché l associazione è parte dei processi decisionali che portano all' adozione delle nuove normative) b) temi di sicuro interesse del comparto perché l'associazione è sempre in prima linea rispetto alle necessità delle imprese dei suoi comparti c) professionisti esperti dei diversi settori d) un taglio fortemente operativo per rispondere alle concrete esigenze delle aziende Le materie oggetto di studio sono strutturate in 5 percorsi formativi che consentono agli operatori di avere una chiara identificazione del tema della giornata formativa che viene loro proposta. PERCORSI FORMATIVI: Percorso A: Amministrazione, Fisco e Management Percorso B: Contrattualistica Percorso C: Appalti Pubblici Percorso D: Ambiente e Energia Percorso E: Lavoro e Sicurezza Gli obiettivi principali del Servizio Seminari di Formazione sono: indicare le soluzioni operative a problemi di crescente difficoltà fornire strumenti interpretativi in funzione delle reali esigenze delle Imprese affrontare problematiche concrete attraverso business case ed esperienze pratiche favorire il dibattito fra gli intervenuti valorizzando le conoscenze maturate nel settore Come operiamo? Per noi è fondamentale conoscere l azienda e insieme comprendere e definire i fabbisogni formativi e le necessità di crescita che possono riguardare una specifica area o l intera organizzazione aziendale. La nostra proposta d'intervento, elaborata con il supporto dei Servizi Centrali, delle Associazioni di ANIE e dei professional che poi svilupperanno le diverse attività parte sempre da un check mirato e approfondito, che ci consente di definire e progettare la soluzione più adeguata per ogni impresa. I percorsi formativi presentati sono pertanto una traccia di approccio tematico che abbiamo definito su quelle che, al momento, riscontriamo essere le maggiori esigenze delle imprese del settore elettrotecnico ed elettronico, ma possono essere adattati e integrati fra loro per ottenere il massimo risultato in termini di personalizzazione. Pag. 4

5 Percorso A: Amministrazione, Fisco e Management Lo Sportello Formazione Anie Servizi Integrati ha inaugurato nel 2011 lo "Sportello Formazione", strumento che nasce per rispondere alla necessità manifestata dalle aziende di investire, nonostante il difficile momento economico, sulla formazione e lo sviluppo delle professionalità. Lo "Sportello Formazione" consente a tutte le imprese associate a Federazione ANIE di definire e realizzare percorsi formativi da cofinanziare attraverso il Conto Formazione accantonato su Fondimpresa (fondo paritetico interprofessionale nazionale per la formazione continua costituito da Confindustria, CGIL, CISL e UIL). Ciascun progetto viene sviluppato partendo da un'analisi completa e approfondita dei fabbisogni formativi e delle aree in cui è necessario intervenire. La formazione è rivolta a tutto il personale (dirigenti esclusi), in relazione alle caratteristiche del progetto. Attraverso lo "Sportello Formazione", Anie Servizi Integrati supporta le imprese nelle pratiche di presentazione, gestione e rendicontazione dei piani. Fondimpresa e lo Sportello Formazione Fondimpresa ha recentemente pubblicato un Avviso che prevede un finanziamento nella misura massima di euro per le imprese di dimensioni minori che aderiscono al Fondo nel periodo compreso tra il 1 dicembre 2011 e il 31 marzo Il contributo aggiuntivo è concesso ai piani presentati sul "Conto Formazione" dal 1 gennaio 2012 fino al 31 maggio 2012, nella misura massima di euro per Piano. Per poter utilizzare queste risorse è pertanto necessario progettare e definire un piano formativo da presentarsi entro tale termine. Per coloro che volessero utilizzare il contributo offerto dal presente Avviso, attraverso lo Sportello Formazione ANIE Servizi Integrati supporta le imprese nelle pratiche di presentazione, gestione e rendicontazione dei piani formativi per partecipare alle attività formative proposte dal servizio formazione di ANIE. Pag. 5

6 SOMMARIO Percorso A: Amministrazione, Fisco e Management Il mercato delle materie prime: soluzioni e strategie per gestirne i rincari. Superare la crisi: come aumentare il successo commerciale e i profitti in tempi di crisi. 2 gg Il business in un contesto globale e internazionale : Il public speaking in lingua inglese. Corso base in materia doganale 1 giorno: l origine preferenziale, la dichiarazione d origine, i certificati long declarations. Corso base in materia doganale 2 giorno: la classificazione tariffaria e il valore in dogana. 2 gg Il business in un contesto globale e internazionale - Negotiation Skills: le tecniche della negoziazione con clienti, fornitori e colleghi in lingua inglese. Modalità di controllo e analisi del business. Corso base in materia doganale 3 giorno: Il Made in, l origine non preferenziale e i certificati rilasciati dalle camere di commercio. 2 gg Il business in un contesto globale e internazionale - Crosscultural Skills: tecniche e strumenti per negoziare con successo in diverse situazioni e con interlocutori di estrazioni culturali differenti. Come organizzare una campagna pubblicitaria: aspetti comunicativi e di marketing. La pubblicità ingannevole e comparativa: gli aspetti legali. La leva del prezzo: soluzioni e strategie per un pricing ottimale. Pagamenti e cessione del credito. 2 gg Management ed efficienza, il proprio team come elemento di valore - La gestione dei conflitti: trasformare il conflitto in risorsa. La crescita profittevole: come crescere in maniera redditizia e sostenibile. 2 gg Management ed efficienza, il proprio team come elemento di valore - Leadership: autorevolezza ed assertività. Essere un leader di fatto. Pag. 6

7 Percorso B: Contrattualistica Percorso B: Contrattualistica Il contratto di manutenzione. Opportunità e rischi per gli operatori con le nuove regole Incoterms : scegliere correttamente le clausole relative alla consegna dei beni. Come organizzare una rete di distribuzione nei Paesi Extra UE. Aspetti contrattuali, fiscali e di tutela della proprietà industriale: i casi di Cina, USA e Medio Oriente. Novità in materia di privacy: novità, semplificazione e aggiornamento DPS. Le responsabilità del fabbricante nella compartecipazione ai processi produttivi i contratti di fornitura e subfornitura dalle materie prime ai contratti OEM. La concorrenza sleale, pratiche commerciali sleali, i rapporti con la distribuzione. Contratti internazionali: condizioni di pagamento, forme di garanzia e recupero dei crediti. Il contratto di agenzia internazionale: le questioni più dibattute. Agenzia nazionale (qualora venisse approvato il nuovo contratto del settore). Aziende che vogliono operare all estero. Diritto del lavoro, diritto societario e fiscalità. L immissione sul mercato di prodotti non conformi, non sicuri o difettosi. Distribuzione all estero: aspetti legali e prevenzione delle difficoltà. Il trasporto internazionale e la relativa documentazione. Il credito documentario, i requisiti di conformità. Pag. 7

8 Percorso C: Appalti Pubblici Percorso C: Appalti Pubblici Gli appalti internazionali. 2 gg - corso base in materia di appalti pubblici. Gli appalti nel settore dell Energia. Gli appalti nel settore dei Trasporti. Gli appalti nel settore sanitario. Lavorare con le ASL. Gli appalti per i servizi di manutenzione. Gli appalti per la realizzazione dei sistemi di sicurezza. Pag. 8

9 Percorso D: Ambiente ed Energia Percorso D: Ambiente e Energia La gestione dei rifiuti a 360 : Raee e Rohs, Reach, Sistri, Pile e Batterie. Implicazioni legali, ambientali, gestionali, organizzative. Focus su 231 e novità ambientali. Pag. 9

10 Percorso E: Lavoro e Sicurezza Percorso E: Lavoro e Sicurezza Il distacco e le esigenze di lavoro temporaneo nell impresa. Novità nei rapporti di lavoro art. 18 defiscalizzazione (da attivare a seconda dell evoluzione normativa). Mini corso in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro: - il testo unico, i decreti e la giurisprudenza successivi. Pag. 10

11 Percorso A: Amministrazione, Fisco e Management CICLO A Amministrazione, Fisco e Management Pag. 11

12 Percorso A: Amministrazione, Fisco e Management Il mercato delle materie prime: soluzioni e strategie per gestirne i rincari L estrema volatilità dei prezzi delle materie prime penalizza fortemente le aziende trasformatrici e utilizzatrici di tali materiali. Quali sono i fattori che influenzano i prezzi? Come sviluppare un corretto processo di acquisto? Il presente seminario si propone di far comprendere ai partecipanti quali sono la modalità più corrette per impostare una corretta hedging policy e per gestire i rincari delle materie prime, attraverso una più approfondita conoscenza dei meccanismi di mercato e l analisi di soluzioni concrete da attuare. A tali fini, la giornata sarà completata anche da una disamina dei principali strumenti contrattuali a disposizione delle imprese contro le impennate nei prezzi di acquisto delle materie prime. Impostare un efficace processo di acquisto delle materie prime (copertura/hedging a fronte variabilità prezzi-elementi fondamentali di una hedging policy) Utilizzare con efficacia gli strumenti finanziari per un'adeguata copertura della volatilità prezzi Come scegliere i mercati di approvvigionamento Comprendere i fattori che influenzano i prezzi delle materie prime per supportare la pianificazione degli approvvigionamenti (il ruolo della speculazione nella determinazione del prezzo) Come elaborare previsioni realistiche di variazione di prezzo Approfondire il funzionamento e le specificità della borsa per l'acquisto delle materie prime Come superare la variabilità prezzi tra le trattative e la formalizzazione dell'accordo Redazione dei contratti: conoscere le tecniche per utilizzare la più adatta alle proprie esigenze (caratteristiche delle diverse tipologie di contratti: compravendita, accordo quadro, condizioni generali e aspetti critici del contratto) Come formalizzare i singoli ordini, gli ordini aperti, la disciplina di consegna, stoccaggio e controllo dei materiali Comprendere, impostare e gestire una corretta Hedging policy Conoscere e individuare i fattori che determinano i cambiamenti dei prezzi Comprendere il funzionamento della borsa per l acquisto delle materie prime Quali azioni intraprendere per gestire la variabilità dei prezzi Comprendere la normativa inerente al mercato delle materie prime e conoscere le diverse tecniche per la redazione dei contratti Imprenditori, Manager di divisione e Operatori aziendali, Direttori acquisti, commodity manager. Data: 14 febbraio 2012 Pag. 12

13 Percorso A: Amministrazione, Fisco e Management Superare la crisi: come aumentare il successo commerciale e i profitti in tempi di crisi Un generalizzato calo della domanda è stato il tratto caratterizzante delle imprese attive nel settore elettrotecnico ed elettronico negli anni successivi alla crisi finanziaria. Anche se con andamenti differenti, infatti, i vari comparti che compongono la filiera, sono purtroppo accomunati da un segno negativo dei dati congiunturali: molteplici sono le problematiche che il settore si trova ad affrontare in un clima di crescente incertezza, a partire dalle forti pressioni sui margini. Per trasformare questa sfida in una opportunità, è importante che le aziende del comparto siano dotate degli strumenti e delle conoscenze necessarie per gestire tutte le leve a loro disposizione, in particolare quella che permette la massimizzazione dei profitti: il prezzo. Un pricing corretto è fondamentale per trarre il massimo beneficio dal valore fornito al cliente. L esperienza insegna che attraverso la leva del prezzo è possibile incrementare il ROS in media di 2-3 punti percentuali l anno. ANIE organizza una giornata di formazione sul pricing con la collaborazione di Simon-Kucher & Partners, società di consulenza aziendale definita da Business Week leader mondiale nella consulenza sul pricing e da Il Sole 24 Ore guru del pricing e delle strategie. Simon-Kucher & Partners vanta più di 25 anni di esperienza e conta tra i propri clienti sia grandi gruppi che imprese di piccole e medie dimensioni. Al termine della formazione, sarà data la possibilità di rivolgere domande specifiche in merito al proprio contesto aziendale ai consulenti di Simon-Kucher & Partners. Acquisire strumenti e conoscenze utili per gestire le leve a disposizione Sviluppare la conoscenza del princing al fine di incrementare il Ros Imparare a diventare Campioni Nascosti Come operare in un contesto economico sfavorevole Best practices: casi aziendali di diversi settori La leva del pricing Il pricing per generare profitti Lezioni per diventare Campioni Nascosti Investire nella competenza della forza vendite I pilastri del value selling Tattiche di negoziazione (tips & tricks) Imprenditori, manager, operatori aziendali, direttori marketing/vendite, responsabili IT o controllino. Data: 06 marzo 2012 Pag. 13

14 Percorso A: Amministrazione, Fisco e Management Il business in un contesto globale e internazionale Public speaking: come presentare in pubblico con successo in lingua inglese Quanto è importante per il vostro lavoro parlare in pubblico in lingua inglese? Numerose sono le situazioni in cui ci si trova a presentare al cospetto di un pubblico, più o meno numeroso, concetti, idee e risultati di progetti. Talvolta emozione, stress, platea difficile e scarsa organizzazione compromettono l efficacia della nostra comunicazione. Il tutto peggiora se la presentazione viene fatta in una lingua straniera e di fronte ad una platea internazionale. Questo corso intende fornire le tecniche per un corretta esposizione in pubblico e gli strumenti per superare le difficoltà di un esposizione in lingua straniera in modo da consentire un intervento autorevole e coinvolgente e superare la difficoltà di parlare di fronte ad un pubblico di grandi dimensioni. Il seminario Public Speaking come presentare in pubblico con successo in lingua inglese applica una metodologia didattica attiva e partecipativa, con l analisi di casi reali, esercitazioni pratiche e role playing. La giornata sarà caratterizzata da una forte impronta didattico-operativa, un vero e proprio training on the job che, attraverso una forte interazione tra partecipanti e docente, consentirà di analizzare le realtà lavorative e discutere insieme gli eventuali problemi dei partecipanti, cui applicare gli argomenti trattati nel corso. Migliorare sensibilmente le capacità di presentazione Aumentare l efficacia nella trasmissione del messaggio desiderat. Gestire le domande del pubblico e coordinare gli interventi e la discussione Impostare e adattare la presentazione in base a destinatari ed obiettivi Scegliere lo stile di comunicazione più adeguato al proprio pubblico Strutturare e presentare le informazioni ed i messaggi in modo efficace Gestire in modo efficace le presentazioni avvalendosi di supporti informatici Preparare, gestire ed utilizzare efficacemente i supporti audio-visivi Gestire le domande del pubblico La Comunicazione verbale, para-verbale e non verbale per parlare in pubblico Principi base e struttura di un discorso in inglese Il concetto di "Agenda Mapping": come avvicinare e/o far coincidere i propri obiettivi con quelli della propria audience What s in it for me? Ovvero come catturare l uditorio Ostacoli e difficoltà: come superarli Tecniche di improvvisazione e lettura a voce alta Come gestire la presentazione in power point in modo da coinvolgere la platea La comunicazione in pubblico di fronte ad un vasto pubblico Imprenditori, manager, operatori aziendali, direttori marketing/vendite, responsabili IT o controllino. Data: 15 e 27 marzo 2012 Durata: 2 giorni Pag. 14

15 Percorso A: Amministrazione, Fisco e Management Percorso formativo in diritto doganale e degli scambi internazionali. Classificazione tariffaria, valore in dogana, origine preferenziale, origine non preferenziale e made in Il codice di classificazione dei prodotti, l origine e il valore in dogana costituiscono la base per stabilire l ammontare dei dazi e dell IVA all importazione. La disciplina di determinazione del codice di classificazione dei prodotti è tecnicamente complessa e in continua evoluzione; è quindi importante controllare periodicamente la correttezza della classificazione delle merci. Inoltre, le evoluzioni della giurisprudenza WTO e UE in materia di prodotti elettronici rappresentano un opportunità importante di recuperare i dazi doganali sulle importazioni degli ultimi tre anni. Il valore in dogana rappresenta la base imponibile per il calcolo dei dazi e dell IVA all importazione. La determinazione di tale valore non può essere fatta per semplice trasposizione del prezzo indicato sulla fattura dei prodotti importati; l analisi delle transazioni commerciali e dei rapporti contrattuali è necessaria al fine di includere o escludere gli elementi previsti dalla disciplina vigente. L inclusione o meno delle royalties e del software sono aspetti particolarmente critici della determinazione del valore in dogana. L origine preferenziale permette di ottimizzare le scelte dei fornitori e le politiche di delocalizzazione produttiva consentendo importazioni a dazio preferenziale nella misura prevista dagli accordi commerciali in vigore; poter fornire prodotti di origine preferenziale rappresenta un vantaggio competitivo. La determinazione dell origine non preferenziale UE è fondamentale ai fini dell applicazione di dazi antidumping; è anche direttamente connessa alla possibilità di vendere come Made in Italy prodotti non interamente ottenuti in Italia. La determinazione della classificazione tariffaria è la base del commercio internazionale di merci; da essa dipende anche la corretta individuazione dell origine preferenziale e non preferenziale. La determinazione dell origine non può prescindere dalla corretta determinazione del valore in dogana. I temi oggetto di questo percorso formativo sono strettamente correlati, pertanto, per una comprensione completa di ciascun tema è consigliata la partecipazione a tutte le giornate Illustrare la disciplina di base di ciascuno degli argomenti, evidenziando i temi critici e gli aspetti fondamentali per i prodotti dell elettronica. La determinazione delle lavorazioni sostanziali ai fini della corretta dichiarazione dell origine preferenziale Tecniche di rimborso e/o sgravio dei dazi connesse alla classificazione tariffaria dei prodotti L inclusione o meno delle royalties e dei software nella determinazione del valore in dogana L interpretazione della disciplina UE dell origine non preferenziale L evoluzione della giurisprudenza italiana relativa al Made in Italy Imprenditori, manager, operatori aziendali, direttori marketing/vendite, responsabili IT o controllino. Data: 22 marzo, 5 aprile, 8 maggio 2012 Durata: 3 giorni Pag. 15

16 Percorso A: Amministrazione, Fisco e Management L origine preferenziale, la dichiarazione d origine, i certificati long declarations etc.. Il codice di classificazione dei prodotti, l origine e il valore in dogana costituiscono la base per stabilire l ammontare dei dazi e dell IVA all importazione. La disciplina di determinazione del codice di classificazione dei prodotti è tecnicamente complessa e in continua evoluzione; è quindi importante controllare periodicamente la correttezza della classificazione delle merci. Inoltre, le evoluzioni della giurisprudenza WTO e UE in materia di prodotti elettronici rappresentano un opportunità importante di recuperare i dazi doganali sulle importazioni degli ultimi tre anni. L origine preferenziale permette di ottimizzare le scelte dei fornitori e le politiche di delocalizzazione produttiva consentendo importazioni a dazio preferenziale nella misura prevista dagli accordi commerciali in vigore; poter fornire prodotti di origine preferenziale rappresenta un vantaggio competitivo. La determinazione dell origine non preferenziale UE è fondamentale ai fini dell applicazione di dazi antidumping; è anche direttamente connessa alla possibilità di vendere come Made in Italy prodotti non interamente ottenuti in Italia. La determinazione della classificazione tariffaria è la base del commercio internazionale di merci; da essa dipende anche la corretta individuazione dell origine preferenziale e non preferenziale. Illustrare la disciplina di base dell argomento, evidenziando i temi critici e gli aspetti fondamentali per i prodotti dell elettronica. La disciplina di base dell origine preferenziale UE La determinazione delle lavorazioni sostanziali Le certificazioni di origine del fornitore (dichiarazione in fattura Long Term Declaration) Sanzioni Le regole di origine per importare dai Paesi in via di sviluppo L accordo di libero scambio UE-Corea del Sud I cumuli dell origine preferenziale: approfondimenti Imprenditori, manager, operatori aziendali, direttori marketing/vendite, responsabili IT o controllino. Data: 22 marzo Pag. 16

17 Percorso A: Amministrazione, Fisco e Management Classificazione tariffaria e valore in dogana Il valore in dogana rappresenta la base imponibile per il calcolo dei dazi e dell IVA all importazione. La determinazione di tale valore non può essere fatta per semplice trasposizione del prezzo indicato sulla fattura dei prodotti importati; l analisi delle transazioni commerciali e dei rapporti contrattuali è necessaria al fine di includere o escludere gli elementi previsti dalla disciplina vigente. L inclusione o meno delle royalties e del software sono aspetti particolarmente critici della determinazione del valore in dogana. Illustrare la disciplina di base dell argomento, evidenziando i temi critici e gli aspetti fondamentali per i prodotti dell elettronica. La disciplina di base della classificazione tariffaria Come classificare un prodotto dell elettronica La giurisprudenza WTO e UE relativa alle macchine multi-funzione e ai prodotti elettronici Uso delle Informazioni Tariffarie Vincolanti Tecniche di rimborso e/o sgravio dei dazi connesse alla classificazione tariffaria dei prodotti La disciplina di base della determinazione del valore in dogana Cenni alla procedura di determinazione del valore Il trattamento delle royalties Il trattamento del software Imprenditori, manager, operatori aziendali, direttori marketing/vendite, responsabili IT o controllino. Data: 05 aprile Pag. 17

18 Percorso A: Amministrazione, Fisco e Management Origine non preferenziale e made in La determinazione dell origine non può prescindere dalla corretta determinazione del valore in dogana. I temi oggetto di questo percorso formativo sono strettamente correlati, pertanto, per una comprensione completa di ciascun tema è consigliata la partecipazione a tutte le giornate Illustrare la disciplina di base di ciascuno degli argomenti, evidenziando i temi critici e gli aspetti fondamentali per i prodotti dell elettronica. Le funzioni dell origine non preferenziale La determinazione dell origine non preferenziale secondo le norme WTO e UE Il tema dell assemblaggio I concetti fondamentali La giurisprudenza italiana e UE I certificati delle CCIAA: valore e criteri per l ottenimento Differenza con la dichiarazioni del fornitore Prassi della camera di commercio di Milano Imprenditori, manager, operatori aziendali, direttori marketing/vendite, responsabili IT o controllino. Data: 08 maggio Pag. 18

19 Percorso A: Amministrazione, Fisco e Management Negotiation Skills: le tecniche della negoziazione con clienti, fornitori e colleghi in lingua inglese Spesso contrattazioni, accordi, progetti non arrivano al risultato sperato perché durante il processo di negoziazione siamo stati attori o testimoni di errori di interpretazione, spiegazione e reciproca comprensione Il corso mira a fornire i tools principali, le tecniche, gli strumenti per negoziare con successo nelle diverse situazioni con interlocutori provenienti da ambiti, estrazioni e cultura differenti. Del resto la competenza negoziale è fondamentale per il manager in tutte le sue relazioni quotidiane. Preparare e condurre con sicurezza e successo ogni tipo di negoziazione, interna ed esterna all Azienda Saper definire una gamma di possibili accordi di reale e reciproca soddisfazione (win-win) Evitare i principali errori che si compiono di solito Avere chiare tutte le possibili implicazioni e conseguenze di una negoziazione Come migliorare le competenze personali di negoziazione Auto-diagnosi del proprio stile negoziale Integrazione dei vari stili negoziali per potersi adattare all'interlocutore ed al contesto Individuare lo stile negoziale dell interlocutore Tipologie di negoziazione e differenza tra strategia, tecniche e tattiche negoziali Tecniche e tattiche di maggior impatto negoziale Saper fare le domande giuste, saper ascoltare l interlocutore (tecniche di "ascolto attivo") Comprensione dei significati nascosti della comunicazione para-verbale e della comunicazione non verbale Superare resistenze e paure Come sedare i conflitti Strategie e comportamenti per definire accordi chiari Imprenditori, manager, operatori aziendali, direttori marketing/vendite, responsabili IT o controllino. Data: 11 e 17 aprile 2012 Durata: 2 giorni Pag. 19

20 Percorso A: Amministrazione, Fisco e Management Modalità di controllo e analisi del business: budget & reporting strumenti vivi di gestione Il seminario organizzato da Anie si prefigge la finalità di dimostrare come le attività di budgeting e reporting possano realmente essere strumenti efficaci nell analisi dei risultati e concretamente supportare i responsabili dell azienda nelle decisioni strategiche. Il controllo di gestione è infatti spesso visto come attività fine a se stessa, destinata a esaurirsi all interno della funzione amministrativa; dimostreremo invece che, adeguatamente costruito il reporting può essere un forte strumento di analisi e supporto alle decisioni del vertice aziendale. Una volta definiti i concetti di base, si passerà a evidenziare come costruire un sistema di pianificazione e controllo semplice e trasparente, volto all analisi del business e alla tempestiva informazione dei vertici aziendali. Il seminario comprenderà anche momenti di esercitazione pratica per rendere più interattiva la sessione. Il seminario si propone di fornire ai partecipanti alcuni input operativi su come costruire un modello di analisi e controllo del business, adeguato anche alle realtà meno strutturate e con poche risorse Ridefinire il concetto di pianificazione e controllo e il suo valore per l azienda Introdurre modalità operative di preparazione degli strumenti di pianificazione e controllo Cosa fare, quando farlo e perché farlo Identificare le grandezze significative da monitorare e come analizzarne i movimenti di periodo Presentare alcuni modelli di reporting direzionale Datori di lavoro, dirigenti, quadri, responsabili amministrativi, addetti contabilità, liberi professionisti. Data: 18 aprile 2012 Pag. 20

Servizio Seminari di Formazione L aggiornamento professionale come valore aziendale

Servizio Seminari di Formazione L aggiornamento professionale come valore aziendale Servizio Seminari di Formazione L aggiornamento professionale come valore aziendale Contattateci per un incontro di presentazione: Dott.ssa Cinzia Cazzaniga - tel: 02.3264237 cinzia.cazzaniga@anie.it Mariaconcetta

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

LO SVILUPPO DEI DIRIGENTI: COMPETENZE PER LO SCENARIO ATTUALE

LO SVILUPPO DEI DIRIGENTI: COMPETENZE PER LO SCENARIO ATTUALE FORMAZIONE PER I DIRIGENTI CORSI GRATUITI 2011 Piano Formativo LO SVILUPPO DEI DIRIGENTI: COMPETENZE PER LO SCENARIO ATTUALE (FDIR 3136) QUALE FORMAZIONE PER I DIRIGENTI NEL CONTESTO ATTUALE? E risaputo

Dettagli

AREA TEMATICA INNOVAZIONE NEL RAPPORTO CON IL MERCATO

AREA TEMATICA INNOVAZIONE NEL RAPPORTO CON IL MERCATO AREA TEMATICA INNOVAZIONE NEL RAPPORTO CON IL MERCATO Gestire la relazione di vendita con efficacia 1 Corso base in commercio estero 2 L efficacia commerciale: corso per operatori al servizio vendita 3

Dettagli

L obiettivo dei percorsi formativi inseriti in questo Catalogo è quello di fornire iter di apprendimento che rispondano alle esigenze di crescita

L obiettivo dei percorsi formativi inseriti in questo Catalogo è quello di fornire iter di apprendimento che rispondano alle esigenze di crescita PRESENTAZIONE Bluform, società affermata nell ambito della Consulenza e della Formazione aziendale, realizza percorsi formativi rivolti ai dirigenti ed ai dipendenti delle aziende che vogliono far crescere

Dettagli

Comer Academy. La sede

Comer Academy. La sede Comer Academy Nata nel 2008 per sostenere il processo di cambiamento dell azienda, Comer Academy è il centro per la diffusione della cultura dell eccellenza alla base del modello di business di Comer Industries.

Dettagli

Tecniche avanzate di vendita Livello avanzato. OBIETTIVI: Padroneggiare le tecniche di vendita e migliorarle con metodi di negoziazione affermati

Tecniche avanzate di vendita Livello avanzato. OBIETTIVI: Padroneggiare le tecniche di vendita e migliorarle con metodi di negoziazione affermati Tecniche avanzate di vendita Livello avanzato Padroneggiare le tecniche di vendita e migliorarle con metodi di negoziazione affermati Direttori e Commerciali; Tutti coloro che devono gestire un gruppo

Dettagli

Chi può partecipare alla proposta?

Chi può partecipare alla proposta? Irecoop Veneto presenta l opportunità per le cooperative aderenti al fondo interprofessionale FONCOOP di utilizzare le risorse a Valere sull Avviso 21 per coltivare la crescita della propria organizzazione

Dettagli

Il numero dei posti è limitato, si terrà conto dell ordine di arrivo delle schede di iscrizione

Il numero dei posti è limitato, si terrà conto dell ordine di arrivo delle schede di iscrizione Lo sviluppo manageriale delle relazioni di business Le tecniche di negoziazione commerciale Le capacità negoziali, intese come capacità di gestire rapporti di scambio per la realizzazione di progetti o

Dettagli

CORSO GRATUITO ADDETTO VENDITE COMMESSO DI NEGOZIO (STORE MANAGER) SEDI E CONTATTI. ANCONA E PROVINCIA www.garanziagiovaniperte.

CORSO GRATUITO ADDETTO VENDITE COMMESSO DI NEGOZIO (STORE MANAGER) SEDI E CONTATTI. ANCONA E PROVINCIA www.garanziagiovaniperte. CORSO GRATUITO ADDETTO VENDITE COMMESSO DI NEGOZIO (STORE MANAGER) SEDI E CONTATTI ANCONA E PROVINCIA www.garanziagiovaniperte.it IN EVIDENZA Frequenza infrasettimanale Corso gratuito Corpo docente formato

Dettagli

Presentazione sintetica degli indirizzi e delle articolazioni

Presentazione sintetica degli indirizzi e delle articolazioni Presentazione sintetica degli indirizzi e delle articolazioni Gli indirizzi del settore economico fanno riferimento a comparti in costante crescita sul piano occupazionale e interessati a forti innovazioni

Dettagli

High Impact Programs. Performance Technology Solutions 2014 Tutti i diritti riservati

High Impact Programs. Performance Technology Solutions 2014 Tutti i diritti riservati High Impact Programs 1 Chi siamo Performance Technology Solutions (PTS) è una società di consulenza organizzativa e formazione manageriale Il nostro nome deriva dalla metodologia di origine statunitense

Dettagli

EFFICIENZA COMMERCIALE

EFFICIENZA COMMERCIALE EFFICIENZA COMMERCIALE Strumenti e tecniche per l analisi e la gestione dei processi commerciali - 8 ore OBIETTIVI DEL CORSO: La formalizzazione di un piano commerciale per la propria impresa è da sempre

Dettagli

Francesco Calì. Value Purchasing. Strumenti e Tecniche per ridurre il Costo Totale d Acquisto. MANAGEMENT FrancoAngeli

Francesco Calì. Value Purchasing. Strumenti e Tecniche per ridurre il Costo Totale d Acquisto. MANAGEMENT FrancoAngeli Francesco Calì Value Purchasing Strumenti e Tecniche per ridurre il Costo Totale d Acquisto MANAGEMENT FrancoAngeli MANAGEMENT Visioni, esperienze, metodologie per potenziare competenze e capacità: proprie

Dettagli

Addetti agli approvvigionamenti

Addetti agli approvvigionamenti M generali Fornire le conoscenze di base per gli addetti agli approvvigionamenti, in relazione a tutto il processo relativo Consolidare conoscenze e metodiche di gestione che risultino le più consone allo

Dettagli

Corsi E-Learning a catalogo

Corsi E-Learning a catalogo E-Learning a catalogo Indice documento gratuiti (12 titoli)... "compliance" (7 titoli)... software & IT (16 titoli)... di lingua (36 titoli)... (136 titoli)... Caratteristiche e modalità di acquisto...

Dettagli

Piano Formativo 2011 PROGRAMMA DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE

Piano Formativo 2011 PROGRAMMA DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE Piano Formativo 2011 PROGRAMMA DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE manageriali f o r m a z i o n e IL CONTESTO Le trasformazioni organizzative e culturali che stanno avvenendo nelle amministrazioni comunali,

Dettagli

L ECCELLENZA NEGLI ACQUISTI Sei moduli efficaci per migliorare il processo di acquisto e accrescere le competenze dei buyers

L ECCELLENZA NEGLI ACQUISTI Sei moduli efficaci per migliorare il processo di acquisto e accrescere le competenze dei buyers L ECCELLENZA NEGLI ACQUISTI Sei moduli efficaci per migliorare il processo di acquisto e accrescere le competenze dei buyers MODULO 2 MODULO 1 L'organizzazione degli acquisti e il ruolo del Buyer Firenze,

Dettagli

COORDINATE PER CRESCERE

COORDINATE PER CRESCERE COORDINATE PER CRESCERE CER E COORDINATE PER CRESCERE COORDINATE PER CRESCERE CHI SIAMO Consilia una societá di consulenza e formazione nata su iniziativa di Angelo Camilli. Attraverso un approccio integrato

Dettagli

Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta. Quadri sulla gestione

Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta. Quadri sulla gestione 6 Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta Quadri sulla gestione Impiegati con responsabilità direttive Dirigenti di imprese private e organizzazioni pubbliche, interessati

Dettagli

Percorsi Formativi dal 01/12/2013 al 31/12/2013 Sede di Reggio Emilia

Percorsi Formativi dal 01/12/2013 al 31/12/2013 Sede di Reggio Emilia Percorsi Formativi dal 01/12/2013 al 31/12/2013 Sede di Reggio Emilia STRATEGIA E SVILUPPO D'IMPRESA pag. 3 AMMINISTRAZIONE E CONTROLLO D'IMPRESA pag. 4 GESTIONE RISORSE UMANE E SVILUPPO ORGANIZZATIVO

Dettagli

Formazione per le Vendite il Servizio Clienti il Management la Leadership il Cambiamento il Team Work le Relazioni Interpersonali

Formazione per le Vendite il Servizio Clienti il Management la Leadership il Cambiamento il Team Work le Relazioni Interpersonali Formazione per le Vendite il Servizio Clienti il Management la Leadership il Cambiamento il Team Work le Relazioni Interpersonali FORTIA La formazione aziendale davvero World Class Le aziende camminano

Dettagli

Catalogo corsi 2016 per voucher Fondimpresa

Catalogo corsi 2016 per voucher Fondimpresa Catalogo corsi 2016 per voucher Fondimpresa PRESENTAZIONE Saperi s.r.l. è una delle società di servizi di Confindustria Toscana Nord che, attraverso una struttura dedicata, si occupa della realizzazione

Dettagli

CORSO DI AGGIORNAMENTO PER SEGRETARIE

CORSO DI AGGIORNAMENTO PER SEGRETARIE CORSO DI AGGIORNAMENTO PER SEGRETARIE DI DIREZIONE: ASSISTANT MANAGER 2ªedizione Al termine del percorso di sviluppo delle competenze, ogni partecipante sarà in grado di allenare le qualità manageriali

Dettagli

Quando conta davvero il FATTORE UMANO. per il successo delle strategie di vendita e di servizio al cliente

Quando conta davvero il FATTORE UMANO. per il successo delle strategie di vendita e di servizio al cliente Quando conta davvero il FATTORE UMANO per il successo delle strategie di vendita e di servizio al cliente Performance delle vendite: di quanto può migliorare? Quali stime possiamo realisticamente fare

Dettagli

La Scuola di Formazione del Gruppo Galgano è attiva dal 1962 con formatori di notevole esperienza

La Scuola di Formazione del Gruppo Galgano è attiva dal 1962 con formatori di notevole esperienza La Scuola di Formazione del Gruppo Galgano è attiva dal 1962 con formatori di notevole esperienza Percorso per Responsabili di Unità Organizzative. Da capo a leader: imparare a valorizzare e sviluppare

Dettagli

FORMAZIONE PER I DIRIGENTI (imprese fino a 20 dirigenti)

FORMAZIONE PER I DIRIGENTI (imprese fino a 20 dirigenti) FORMAZIONE PER I DIRIGENTI (imprese fino a 20 dirigenti) Le piccole e medie imprese svolgono un ruolo molto importante nell economia italiana e ne costituiscono una ricchezza fondamentale. Spesso il rapporto

Dettagli

I N D I C E 1 [ PRODUTTORI E DISTRIBUTORI AL BIVIO ] 2 [ LA SFIDA SI VINCE IN DUE ] 3 [ UN APPROCCIO SINERGICO ] 4 [ INSIEME PER INNOVARE ]

I N D I C E 1 [ PRODUTTORI E DISTRIBUTORI AL BIVIO ] 2 [ LA SFIDA SI VINCE IN DUE ] 3 [ UN APPROCCIO SINERGICO ] 4 [ INSIEME PER INNOVARE ] PRODUTTORE CHIAMA DISTRIBUTORE L UNIONE FA LA FORZA I N D I C E 1 [ PRODUTTORI E DISTRIBUTORI AL BIVIO ] 2 [ LA SFIDA SI VINCE IN DUE ] 3 [ UN APPROCCIO SINERGICO ] 4 [ INSIEME PER INNOVARE ] 1. [PRODUTTORI

Dettagli

COME SVILUPPARE IL PIANO E LE STRATEGIE DI MARKETING E MIGLIORARE I RISULTATI DI VENDITA

COME SVILUPPARE IL PIANO E LE STRATEGIE DI MARKETING E MIGLIORARE I RISULTATI DI VENDITA MARKETING E VENDITE COME SVILUPPARE IL PIANO E LE STRATEGIE DI MARKETING E MIGLIORARE I RISULTATI DI VENDITA PREMESSA Per sviluppare un piano di marketing bisogna tenere in considerazione alcuni fattori

Dettagli

Marketing & Sales: le reazioni alla crisi

Marketing & Sales: le reazioni alla crisi Marketing & Sales: le reazioni alla crisi I risultati di un indagine empirica 1 1. IL CAMPIONE ESAMINATO 2 Le imprese intervistate Numero imprese intervistate: 14 Imprese familiari. Ruolo centrale dell

Dettagli

IL BILANCIO SOCIALE PER LA GOVERNANCE NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

IL BILANCIO SOCIALE PER LA GOVERNANCE NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE IL BILANCIO SOCIALE NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE STRUMENTI PER L INNOVAZIONE DELLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE UNA GUIDA ALLA PROGETTAZIONE E ALLE OPZIONI REALIZZATIVE FORUM PA partner delle Amministrazioni

Dettagli

Temporary Manager Short master per il ruolo di T.M.

Temporary Manager Short master per il ruolo di T.M. Sistema di qualità conforme allo standard ISO 9001:2008 certificato n 9175.AMB3 Autorizzazione Ministero del Lavoro n 13/I/0015692/03.04 per Ricerca e Selezione del Personale Autorizzazione Ministero del

Dettagli

S&A Change Srl www.sa-change.it E-mail: info@sa-change.it Via Cesare Boldrini, 24 40121 Bologna Tel. 051.240180 Fax 051.240420 Via F.

S&A Change Srl www.sa-change.it E-mail: info@sa-change.it Via Cesare Boldrini, 24 40121 Bologna Tel. 051.240180 Fax 051.240420 Via F. FORMAZIONE MANAGERIALE S&A Change Srl www.sa-change.it E-mail: info@sa-change.it Via Cesare Boldrini, 24 40121 Bologna Tel. 051.240180 Fax 051.240420 Via F. Baracca, 235/E 50127 Firenze Tel. 055.3436516

Dettagli

FORMAZIONE Vendite & Marketing B2B

FORMAZIONE Vendite & Marketing B2B FORMAZIONE Vendite & Marketing B2B Fornire ai partecipanti elementi di Marketing, applicati alla realtà Business to Business. MARKETING B2B Il corso si rivolge a tutti coloro che si occupano di vendite

Dettagli

INTERNAZIONALIZZAZIONE

INTERNAZIONALIZZAZIONE INTERNAZIONALIZZAZIONE la società di servizi di Confindustria Avellino Minimaster sull internazionalizzazione OBIETTIVI: I processi di globalizzazione oggi in atto stanno mettendo in luce la necessità

Dettagli

LA PROPOSTA FORMATIVA

LA PROPOSTA FORMATIVA LA PROPOSTA FORMATIVA FORMIAMO PERSONE, PRIMA DI FORMARE MANAGER E UOMINI DI AZIENDA IL METODO VALORIZZAZIONE DELLE ESPERIENZE PROFESSIONALI E CULTURALI TRASFERIBILITÀ DI QUANTO APPRESO AL CONTESTO LAVORATIVO

Dettagli

CORSO ECM PER ORTOTTISTI E ASSISTENTI IN OFTALMOLOGIA AMMINISTRAZIONE E GESTIONE DEL PERSONALE

CORSO ECM PER ORTOTTISTI E ASSISTENTI IN OFTALMOLOGIA AMMINISTRAZIONE E GESTIONE DEL PERSONALE AREA MANAGEMENT Punta ad aggiornare e perfezionare le competenze di gestione, attraverso la programmazione di efficaci strategie aziendali e la gestione funzionale dei tempi, delle risorse economiche,

Dettagli

Consulenza e Formazione 2012

Consulenza e Formazione 2012 Consulenza e Formazione 2012 Settore: Hair Beauty - Wellness One day Seminar LA COMUNICAZIONE VERBALE, PARAVERBALE, NON VERBALE (T/C) Il buon comunicatore è quello che ottiene dalla propria comunicazione

Dettagli

GEPRIM Snc. Consulenza, Formazione e Coaching per il Settore Creditizio. www.geprim.it

GEPRIM Snc. Consulenza, Formazione e Coaching per il Settore Creditizio. www.geprim.it GEPRIM Snc Consulenza, Formazione e Coaching per il Settore Creditizio Geprim per il Settore Creditizio Il settore del credito e la figura del mediatore creditizio hanno subito notevoli cambiamenti nel

Dettagli

DISPORRE DEL CAPITALE UMANO ADEGUATO PER COGLIERE GLI OBIETTIVI DELL AZIENDA

DISPORRE DEL CAPITALE UMANO ADEGUATO PER COGLIERE GLI OBIETTIVI DELL AZIENDA DISPORRE DEL CAPITALE UMANO ADEGUATO PER COGLIERE GLI OBIETTIVI DELL AZIENDA LA FORMAZIONE MANAGERIALE 1. [ GLI OBIETTIVI ] PERCHÉ PROGETTARE E REALIZZARE PERCORSI DI CRESCITA MANAGERIALE E PROFESSIONALE?

Dettagli

10 Le Nuove Strategie Fondamentali per Crescere nel Mercato di oggi. Report riservato a Manager, Imprenditori e Professionisti

10 Le Nuove Strategie Fondamentali per Crescere nel Mercato di oggi. Report riservato a Manager, Imprenditori e Professionisti 10 Le Nuove Strategie Fondamentali per Crescere nel Mercato di oggi Report riservato a Manager, Imprenditori e Professionisti Nel 2013 hanno chiuso in Italia oltre 50.000 aziende, con un aumento di oltre

Dettagli

Master Universitario di I livello in. Comunicazione e Marketing

Master Universitario di I livello in. Comunicazione e Marketing Master Universitario di I livello in Obiettivi e sbocchi professionali: Il nostro obiettivo è quello di fornire ai partecipanti del master in Marketing e Comunicazione gli strumenti manageriali indispensabili

Dettagli

LABORATORI DI FORMAZIONE D IMPRESA 2015

LABORATORI DI FORMAZIONE D IMPRESA 2015 LABORATORI DI FORMAZIONE D IMPRESA 2015 Il Comitato per la promozione dell imprenditoria femminile della Camera di Commercio di Catanzaro prosegue l attività formativa intrapresa nel 2014 con i laboratori

Dettagli

MARKETING VENDITE Confindustria Servizi Srl Ente di formazione accreditato dalla Regione Marche

MARKETING VENDITE Confindustria Servizi Srl Ente di formazione accreditato dalla Regione Marche MARKETING VENDITE Confindustria Servizi Srl Ente di formazione accreditato dalla Regione Marche legale: Corso Mazzini 151, Ascoli Piceno operativa: C.da S. Giovanni Scafa, San Benedetto del Tronto (centro

Dettagli

Solo chi ha un apertura visiva diversa vede il mondo in un altro modo

Solo chi ha un apertura visiva diversa vede il mondo in un altro modo Solo chi ha un apertura visiva diversa vede il mondo in un altro modo B. Munari inside INSIDE è specializzata nella trasformazione organizzativa, nello sviluppo e nella valorizzazione del capitale umano

Dettagli

Export manager per il settore della nautica da diporto

Export manager per il settore della nautica da diporto PROGETTO COFINANZIATO DALL UNIONE EUROPEA Progetto formativo per Export manager per il settore della nautica da diporto FORMAZIONE SUPERIORE Progetto formativo per Export manager per il settore della nautica

Dettagli

FORMAZIONE PROFESSIONALE

FORMAZIONE PROFESSIONALE PRO.GE.A. PROGETTO GESTIONE AZIENDA Sede Legale: Via XXV Aprile, 206 21042 Caronno Pertusella (Va) Sede Operativa: Via IV Novembre, 455 21042 Caronno Pertusella (Va) Tel. 02.96515611 Fax 02.96515655 Uffici

Dettagli

INDICE. p. 3 AZIENDA. p. 4. FORMAZIONE - Formazione Finanziata - Formazione Obbligatoria - Formazione Continua. p. 6 RICERCA E SELEZIONE DEL PERSONALE

INDICE. p. 3 AZIENDA. p. 4. FORMAZIONE - Formazione Finanziata - Formazione Obbligatoria - Formazione Continua. p. 6 RICERCA E SELEZIONE DEL PERSONALE Indice INDICE AZIENDA FORMAZIONE - Formazione Finanziata - Formazione Obbligatoria - Formazione Continua RICERCA E SELEZIONE DEL PERSONALE CONSULENZA - Risorse Umane - Sviluppo Organizzativo - Commerciale

Dettagli

CATALOGO CORSI ECOLE OTTOBRE 2010

CATALOGO CORSI ECOLE OTTOBRE 2010 CATALOGO CORSI ECOLE OTTOBRE 2010 Corsi a Milano Contatto: Manuela Meletti Tel. 02-58370605 e-mail: formazione@assolombarda.it Percorso base in materia di sicurezza per dirigenti Fornire una panoramica

Dettagli

CRM E GESTIONE DEL CLIENTE

CRM E GESTIONE DEL CLIENTE CRM E GESTIONE DEL CLIENTE La concorrenza è così forte che la sola fonte di vantaggio competitivo risiede nella creazione di un valore superiore per i clienti, attraverso un investimento elevato di risorse

Dettagli

Sfide strategiche nell Asset Management

Sfide strategiche nell Asset Management Financial Services Banking Sfide strategiche nell Asset Management Enrico Trevisan, Alberto Laratta 1 Introduzione L'attuale crisi finanziaria (ed economica) ha significativamente inciso sui profitti dell'industria

Dettagli

Condizioni organizzative per la gestione di progetti di successo Project Management

Condizioni organizzative per la gestione di progetti di successo Project Management Condizioni organizzative per la gestione di progetti di successo Project Management L organizzazione del lavoro per progetti è stata per lungo tempo una caratteristica prevalente delle aziende che operano

Dettagli

TEAM LEADERSHIP: GESTIRE E VALORIZZARE PERSONE E PROFESSIONALITÀ NELLE PMI

TEAM LEADERSHIP: GESTIRE E VALORIZZARE PERSONE E PROFESSIONALITÀ NELLE PMI TEAM LEADERSHIP: GESTIRE E VALORIZZARE PERSONE E PROFESSIONALITÀ NELLE PMI Corso di Alta Formazione - Innovazione, Finanza e Management per le PMI Premessa La LUM School of Management crede fermamente

Dettagli

Newsletter Aprile 2012

Newsletter Aprile 2012 Newsletter Aprile 2012 Lo IAL - Innovazione Apprendimento Lavoro della Campania, da sempre attento alle richieste formative e di aggiornamento che arrivano dai giovani e dal mercato del lavoro, con questa

Dettagli

I N D I C E LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI

I N D I C E LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI COACHING LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI I N D I C E 1 [CHE COSA E IL COACHING] 2 [UN OPPORTUNITA DI CRESCITA PER L AZIENDA] 3 [ COME SI SVOLGE UN INTERVENTO DI COACHING ]

Dettagli

GLI ASPETTI DOGANALI E FISCALI NEL COMMERCIO INTERNAZIONALE. AREA TRANSPORT MANAGEMENT Seminario Specialistico

GLI ASPETTI DOGANALI E FISCALI NEL COMMERCIO INTERNAZIONALE. AREA TRANSPORT MANAGEMENT Seminario Specialistico GLI ASPETTI DOGANALI E FISCALI NEL COMMERCIO INTERNAZIONALE AREA TRANSPORT MANAGEMENT Seminario Specialistico GLI ASPETTI DOGANALI E FISCALI NEL COMMERCIO INTERNAZIONALE L approfondimento intende presentare

Dettagli

Scegliere l abito. Laboratori gratuiti formativi ed informativi per la creazione d impresa 4 ORE

Scegliere l abito. Laboratori gratuiti formativi ed informativi per la creazione d impresa 4 ORE Scegliere l abito Distinguere le forme giuridiche per svolgere l attività imprenditoriale e individuare la forma più idonea in funzione dell idea d impresa Spesso le persone che intendono orientarsi all

Dettagli

Bottoncino CATALOGO CORSI (SEZIONE FORMAZIONE AZIENDALE) COMUNICAZIONE E RELAZIONALITÀ COMPETENZE MANAGERIALI BENESSERE E PRODUTTIVITÀ

Bottoncino CATALOGO CORSI (SEZIONE FORMAZIONE AZIENDALE) COMUNICAZIONE E RELAZIONALITÀ COMPETENZE MANAGERIALI BENESSERE E PRODUTTIVITÀ Bottoncino CATALOGO CORSI (SEZIONE FORMAZIONE AZIENDALE) COMUNICAZIONE E RELAZIONALITÀ COMPETENZE MANAGERIALI BENESSERE E PRODUTTIVITÀ FORMAZIONE TECNICA Cliccando tendina COMUNICAZIONE E RELAZIONALITA

Dettagli

Comunicazione e Marketing Organizzazione Aziendale. Industria & ICT Energia Consumer Hi-Tech Cosmesi Turismo & Benessere

Comunicazione e Marketing Organizzazione Aziendale. Industria & ICT Energia Consumer Hi-Tech Cosmesi Turismo & Benessere Comunicazione e Marketing Organizzazione Aziendale Industria & ICT Energia Consumer Hi-Tech Cosmesi Turismo & Benessere MultiPiani si occupa dal 1994 di Comunicazione e Marketing strategico, rivolgendosi

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER L AMMINISTRAZIONE ECONOMICO FINANZIARIA ED IL CONTROLLO DI GESTIONE

TECNICO SUPERIORE PER L AMMINISTRAZIONE ECONOMICO FINANZIARIA ED IL CONTROLLO DI GESTIONE ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO TECNICO SUPERIORE PER L AMMINISTRAZIONE ECONOMICO FINANZIARIA ED IL CONTROLLO DI GESTIONE STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO

Dettagli

SOFT SKILLS COMPETENZE PROFESSIONALI PER LA DIFFERENZA

SOFT SKILLS COMPETENZE PROFESSIONALI PER LA DIFFERENZA SOFT SKILLS COMPETENZE PROFESSIONALI PER LA DIFFERENZA I seminari sono rivolti a Periti che desiderano migliorare e potenziare le proprie competenze trasversali. L attenzione è infatti rivolta non alle

Dettagli

La guida CRM per eliminare le incertezze: prendete il controllo del vostro business

La guida CRM per eliminare le incertezze: prendete il controllo del vostro business 2 La guida CRM per eliminare le incertezze: prendete il controllo del vostro business (2 - migliorate la vostra credibilità: i 5 passi per dimostrare l efficacia del Marketing) Pagina 1 di 9 SOMMARIO PREMESSA...

Dettagli

persone impresa Servizi di Consulenza Direzionale Gestione delle Risorse Umane e Organizzazione di Impresa

persone impresa Servizi di Consulenza Direzionale Gestione delle Risorse Umane e Organizzazione di Impresa Servizi di Consulenza Direzionale Gestione delle Risorse Umane e Organizzazione di Impresa perché PersoneImpresa Persone e Impresa è il consulente direzionale cui imprenditori e direttori si rivolgono

Dettagli

FONDIMPRESA CONTO FORMAZIONE. Il conto che conviene. www.focusformazione.it

FONDIMPRESA CONTO FORMAZIONE. Il conto che conviene. www.focusformazione.it Il conto che conviene www.focusformazione.it Cos è Fondimpresa? È il fondo paritetico di natura privatistica per la formazione continua costituito da Confindustria, CGIL, CISL e UIL. Cos è il Conto Formazione?

Dettagli

Formazione interaziendale 2014 CATALOGO MANAGEMENT, SVILUPPO E RISORSE UMANE

Formazione interaziendale 2014 CATALOGO MANAGEMENT, SVILUPPO E RISORSE UMANE 2014 Formazione interaziendale 2014 CATALOGO MANAGEMENT, SVILUPPO E RISORSE UMANE Vers. 18 marzo 2014 Pag. 1 2014 INDICE INDICE... 2 INFORMAZIONI GENERALI... 3 Interaziendale... 3 Corso CO1... 4 COMUNICAZIONE

Dettagli

LO SVILUPPO MANAGERIALE DELLE RELAZIONI DI BUSINESS

LO SVILUPPO MANAGERIALE DELLE RELAZIONI DI BUSINESS LO SVILUPPO MANAGERIALE DELLE RELAZIONI DI BUSINESS Anche per il 2013 Anie Servizi Integrati propone una serie di appuntamenti dedicati allo sviluppo manageriale. L obiettivo di questi seminari sarà quello

Dettagli

Percorso Executive Leadership Situazionale e Riflessiva

Percorso Executive Leadership Situazionale e Riflessiva Percorso Executive Leadership Situazionale e Riflessiva Gestire e motivare i gruppi di lavoro INTERAMENTE FINANZIATO DA: Nell ambito delle opportunità formative messe a disposizione da Fondirigenti, La

Dettagli

Acquisire una metodologia strutturata ed efficace nello sviluppo della capacità comunicativa e commerciale nel ruolo di consulente commerciale

Acquisire una metodologia strutturata ed efficace nello sviluppo della capacità comunicativa e commerciale nel ruolo di consulente commerciale La gestione creativa dei conflitti L ARTE STRATEGICA DI GESTIRE I CONFLITTI (L autodifesa conversazionale) Potenziare la capacità di gestione delle dinamiche conflittuali e di trarre occasioni di crescita

Dettagli

INTERVENTI FORMATIVI DI BREVE DURATA (da 4 a 16 ore)

INTERVENTI FORMATIVI DI BREVE DURATA (da 4 a 16 ore) INTERVENTI FORMATIVI DI BREVE DURATA (da 4 a 16 ore) FOCUS: IL POSSIBILE CO-MARKETING Il focus intende coinvolgere i presidenti delle cooperative nell analisi di un possibile co-marketing. Raccogliere

Dettagli

LO PSICOLOGO IN AZIENDA L analisi e la promozione di un buon clima aziendale

LO PSICOLOGO IN AZIENDA L analisi e la promozione di un buon clima aziendale LO PSICOLOGO IN AZIENDA L analisi e la promozione di un buon clima aziendale Associazione DAGUS www.associazionedagus.it associazione.dagus@gmail.com. 1 Lo psicologo in azienda L analisi e la promozione

Dettagli

FLUSSI FINANZIARI (CASH FLOW)

FLUSSI FINANZIARI (CASH FLOW) FLUSSI FINANZIARI (CASH FLOW) 1. TESORERIA 1 a) Sviluppo della capacità di pianificare i flussi finanziari Il modulo formativo consente di acquisire le competenze per costruire un prospetto di programmazione

Dettagli

LA LEADERSHIP INFERMIERISTICA NELLA GESTIONE DEI CONFLITTI SUL LAVORO: RICERCA SULLA REALTA DELL INTERAGIRE TRA IL PERSONALE INFERMIERISTICO

LA LEADERSHIP INFERMIERISTICA NELLA GESTIONE DEI CONFLITTI SUL LAVORO: RICERCA SULLA REALTA DELL INTERAGIRE TRA IL PERSONALE INFERMIERISTICO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MESSINA FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA CORSO MASTER / COORDINAMENTO LA LEADERSHIP INFERMIERISTICA NELLA GESTIONE DEI CONFLITTI SUL LAVORO: RICERCA SULLA REALTA DELL INTERAGIRE

Dettagli

Comunicazione d impresa

Comunicazione d impresa Comunicazione d impresa Lorenza Rossini Anno 2005-2006 Programma I concetti fondamentali Le aree della comunicazione d impresa Gli strumenti e i mezzi della comunicazione Il piano di comunicazione Alcuni

Dettagli

PROGRAMMI DI FORMAZIONE PER IL PERSONALE OPERANTE IN ENTI ED ISTITUZIONI ASSISTENZIALI E SANITARIE

PROGRAMMI DI FORMAZIONE PER IL PERSONALE OPERANTE IN ENTI ED ISTITUZIONI ASSISTENZIALI E SANITARIE PROGRAMMI DI FORMAZIONE PER IL PERSONALE OPERANTE IN ENTI ED ISTITUZIONI ASSISTENZIALI E SANITARIE STUDIO FORMAZIONE ha sviluppato una competenza specifica nel settore della formazione rivolta a strutture

Dettagli

AREA MARKETING E COMUNICAZIONE

AREA MARKETING E COMUNICAZIONE AREA MARKETING E COMUNICAZIONE Si tratta di un area particolarmente centrale del nostro settore, che punta a sviluppare le capacità comunicative e le tecniche di marketing (anche quelle non convenzionali),

Dettagli

MACROSETTORE RISTORAZIONE, ALIMENTAZIONE E DISTRIBUZIONE

MACROSETTORE RISTORAZIONE, ALIMENTAZIONE E DISTRIBUZIONE MACROSETTORE RISTORAZIONE, ALIMENTAZIONE E DISTRIBUZIONE 1 LIVELLO BASE (prima annualità) 2 Competenze relazionali - Esprimersi in lingua italiana in forma corretta ed adeguata rispetto al contesto di

Dettagli

MACROSETTORE DISTRIBUZIONE NO FOOD

MACROSETTORE DISTRIBUZIONE NO FOOD MACROSETTORE DISTRIBUZIONE NO FOOD 1 LIVELLO BASE (prima annualità) 2 Competenze relazionali - Esprimersi in lingua italiana in forma corretta ed adeguata rispetto al contesto di riferimento e nelle situazioni

Dettagli

1.Che cos è e come si articola un Business Plan

1.Che cos è e come si articola un Business Plan CODINEXT 1 1.Che cos è e come si articola un Business Plan Il Business Plan per l impresa alberghiera è uno strumento fondamentale per programmare e controllare la gestione delle attività alberghiere volto

Dettagli

PROGRAMMA CORSI INTERAZIENDALI GENNAIO-LUGLIO 2010

PROGRAMMA CORSI INTERAZIENDALI GENNAIO-LUGLIO 2010 I CORSI DI FORMAZIONE gennaio - luglio 2010 PROGRAMMA CORSI INTERAZIENDALI GENNAIO-LUGLIO 2010 ARTICOLAZIONE DEL PROGRAMMA Il programma è stato suddiviso in aree, in funzione dei contenuti del corso e

Dettagli

corsi di formazione 2006-07 Organizzazione e Management

corsi di formazione 2006-07 Organizzazione e Management Al Polo Lionello Bonfanti corsi di formazione 2006-07 OM Organizzazione e Management OM ORG-MNG 01 Comunicazione aziendale Destinatari Durata ore / giornate Apprendere un modello della comunicazione non

Dettagli

MASTER : ESPERTO IN PROGETTAZIONE PER LO SVILUPPO LOCALE E LA COOPERAZIONE INTERNAZI NALE

MASTER : ESPERTO IN PROGETTAZIONE PER LO SVILUPPO LOCALE E LA COOPERAZIONE INTERNAZI NALE C O N S O R Z I O P E R I L L A V O R O E L E A T T I V I T A I N N O V A T I V E E F O R M A T I V E MASTER : ESPERTO IN PROGETTAZIONE PER LO SVILUPPO LOCALE E LA COOPERAZIONE INTERNAZI NALE Con il patrocinio

Dettagli

MASTER SPECIALISTICO IN PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO DI GESTIONE

MASTER SPECIALISTICO IN PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO DI GESTIONE OFFERTA FORMATIVA Titolo: MASTER SPECIALISTICO IN PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO DI GESTIONE Padova, Roma e Bologna. Destinatari: Il Master si rivolge a laureati, preferibilmente in discipline economiche,

Dettagli

Contratto FM. Il Bollino Blu di IFMA Italia

Contratto FM. Il Bollino Blu di IFMA Italia Contratto FM Il Bollino Blu di IFMA Italia AGENDA Premessa Obiettivi Contenuti/Requisiti Conclusioni 2. PREMESSA Introduzione IFMA Italia, interlocutore privilegiato per tutte le tematiche relative al

Dettagli

Indice. Prefazione Gli autori Ringraziamenti dell Editore Guida alla lettura XVII XXIII XXV XXVI

Indice. Prefazione Gli autori Ringraziamenti dell Editore Guida alla lettura XVII XXIII XXV XXVI I Prefazione Gli autori Ringraziamenti dell Editore Guida alla lettura XVII XXIII XXV XXVI Parte I Scenari e strategie di entrata sui mercati internazionali 1 Capitolo 1 Globalizzazione, apertura dei mercati

Dettagli

STRESS DA LAVORO CORRELATO

STRESS DA LAVORO CORRELATO Programma Formativo e di Certificazione per lo STRESS DA LAVORO CORRELATO STRESS Management e prevenzione dello Stress CORRELATO per AZIENDE ed Enti Pubblici Obiettivi formativi ed obblighi normativi:

Dettagli

PRESENTAZIONE DELL AZIENDA LA FORMAZIONE GRUEMP PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE TRASVERSALI

PRESENTAZIONE DELL AZIENDA LA FORMAZIONE GRUEMP PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE TRASVERSALI PRESENTAZIONE DELL AZIENDA GRUEMP nasce nel 1993 come conseguenza di un percorso di formazione personale e professionale dei titolari e ispiratori del progetto, Claudio e Damiano Frasson, che hanno saputo

Dettagli

Divisione di ADR Center S.p.A. Il vantaggio di negoziare

Divisione di ADR Center S.p.A. Il vantaggio di negoziare Divisione di ADR Center S.p.A. Il vantaggio di negoziare Il vantaggio di negoziare Indice Introduzione: Saper negoziare: indispensabile per avere successo nel dinamico mondo degli affari Perchè Negotiate.it?

Dettagli

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali LAVORO DI GRUPPO Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali Esistono molti manuali e teorie sulla costituzione di gruppi e sull efficacia del lavoro di gruppo. Un coordinatore dovrebbe tenere

Dettagli

STRATEGIE PER LA CRESCITA PROFITTEVOLE Gestire le vendite e il servizio per sostenere prezzi e margini

STRATEGIE PER LA CRESCITA PROFITTEVOLE Gestire le vendite e il servizio per sostenere prezzi e margini STRATEGIE PER LA CRESCITA PROFITTEVOLE Gestire le vendite e il servizio per sostenere prezzi e margini Vicenza, 5 marzo 2013 Relatore: FABIO VENTURI Consulente di direzione e formatore. Testimonianza:

Dettagli

2 PRINCIPI E VALORI CAP. 2.0 PRINCIPI E VALORI 2.1 SCOPO 2.2 PRINCIPI. 2.2.1 Inclusività

2 PRINCIPI E VALORI CAP. 2.0 PRINCIPI E VALORI 2.1 SCOPO 2.2 PRINCIPI. 2.2.1 Inclusività Pag. 24 / 69 2 2.1 SCOPO Formalizzare e rendere noti a tutte le parti interessate, i valori ed i principi che ispirano il modello EcoFesta Puglia a partire dalla sua ideazione. 2.2 PRINCIPI Il sistema

Dettagli

GESTIONE E RISORSE UMANE

GESTIONE E RISORSE UMANE GESTIONE E RISORSE UMANE 41 Basilea 2 Docente: Esperti Fidindustria, Università, UIB, e Istituti di Credito Durata: 32 ore Imprenditori, manager. Il nuovo accordo Basilea 2: cosa cambia nel rapporto Banca-impresa.

Dettagli

NSM Nexus Scuola di Management

NSM Nexus Scuola di Management NSM Nexus Scuola di Management NSM è la Scuola di Management della Nexus Srl, agenzia di formazione accreditata presso la Regione Abruzzo per la Formazione continua e superiore, che opera dal 1991 fornendo

Dettagli

il tuo sviluppo concreto

il tuo sviluppo concreto BROCHURE 2015 Navigare necesse est, vivere non necesse il tuo sviluppo concreto 01 Coerenza: Siamo prima di tutto imprenditori che applicano le tecniche che forniamo 02 Responsabilità: ci sentiamo e comportiamo

Dettagli

Formazione Manageriale e Comportamentale

Formazione Manageriale e Comportamentale Formazione Manageriale e Comportamentale La proposta formativa IAMA Consulting si suddivide in differenti aree: Formazione Manageriale e Comportamentale 1 Formazione Manageriale e Comportamentale IAMA

Dettagli

PROGRAMMA CORSI 1. LA QUALITÀ DEL FRONT OFFICE NELLE STRUTTURE ALBERGHIERE E RISTORATIVE

PROGRAMMA CORSI 1. LA QUALITÀ DEL FRONT OFFICE NELLE STRUTTURE ALBERGHIERE E RISTORATIVE CORSI 1. LA QUALITÀ DEL FRONT OFFICE NELLE STRUTTURE ALBERGHIERE E RISTORATIVE In un mondo del lavoro altamente competitivo, nel quale l offerta turistica è molto vasta e i clienti possono scegliere tra

Dettagli

Imprese edili: innovare per crescere

Imprese edili: innovare per crescere Imprese edili: innovare per crescere Peculiarità operative del settore e trend evolutivi Il settore dell edilizia sta attraversando una fase di profonda trasformazione, sia dal punto di vista dell organizzazione

Dettagli

Gestire e Valorizzare Persone e Professionalità nella Pa LEADERSHIP PROGRAMME. Corsi di Alta Formazione PREMESSA CONTENUTI

Gestire e Valorizzare Persone e Professionalità nella Pa LEADERSHIP PROGRAMME. Corsi di Alta Formazione PREMESSA CONTENUTI Gestire e Valorizzare Persone e Professionalità nella Pa LEADERSHIP PROGRAMME Corsi di Alta Formazione PREMESSA La LUM School of Management crede fermamente nel ruolo cruciale della formazione manageriale

Dettagli