Corsi di forma&azione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Corsi di forma&azione"

Transcript

1 2008 Corsi di forma&azione

2 Via Caprera, Lecco Tel Fax e.mail:

3 RISORSE UMANE Privacy: verifica del sistema di sicurezza aziendale per il trattamento dei dati personali giovedì 31 gennaio 2008 Privacy e rapporto di lavoro giovedì 28 febbraio 2008 Corso di formazione per gli assunti con contratto d'inserimento martedì 6, 13, 20 e 27 maggio 2008 Corso base di amministrazione del personale 8, 15, 19, 29 maggio e 5, 12, 19, 26 giugno 2008 LINGUE STRANIERE Meetings in lingua inglese Corso di lingua cinese (livello base) Socializzare nel business in lingua inglese La negoziazione in lingua inglese avvio 5 febbraio 2008, cadenza bisettimanale (martedì e giovedì) avvio 19 febbraio 2008, cadenza bisettimanale (martedì e giovedì) avvio 2 aprile 2008, cadenza bisettimanale (martedì e giovedì) avvio 1 ottobre 2008, cadenza bisettimanale (martedì e giovedì) FISCALE E AMMINISTRAZIONE Strumenti e tecniche operative per la gestione finanziaria dell azienda mercoledì 5 febbraio 2008 L imposta sul valore aggiunto: obblighi e adempimenti giovedì 7, 14 e 21 febbraio 2008 La deducibilita' delle auto aziendali: aspetti fiscali martedì 4 marzo 2008 La riforma della previdenza complementare mercoledì 14 maggio 2008 Corso base di contabilita generale martedì 1, 8, 15 luglio 2008 Come migliorare il reddito aziendale tramite la conoscenza e l analisi dei costi e dei prezzi martedì 7 ottobre 2008 Leggere il bilancio d esercizio giovedì 9 e 16 ottobre 2008 INTERNAZIONALIZZAZIONE Il contratto di joint-venture con partners stranieri mercoledì 12 marzo 2008 I documenti di spedizione, trasporto ed assicurazione negli scambi internazionali giovedì 3 aprile 2008 Come ottimizzare la partecipazione alle fiere internazionali martedì 18 novembre 2008 L internazionalizzazione degli scambi commerciali le regole, i vincoli, e le opportunità delle condizioni di consegna secondo gli incoterms giovedì 27 novembre 2008

4 SICUREZZA E AMBIENTE i corsi per i responsabili e gli addetti della sicurezza Corso per r.s.p.p. : modulo A 7, 11, 14 e 18 aprile 2008 Corso r.s.p.p. : modulo B settore Ateco 4 7, 9, 14, 16, 21, 23 maggio 2008 Corso di aggiornamento modulo b ateco 3, 4, 5, 7 I edizione: 4, 11, 18 marzo 2008 II edizione: 5, 12, 19 novembre 2008 Corso r.s.p.p. : modulo C 17, 20 e 24 giugno 2008 Corsi di formazione per datori di lavoro che svolgono il ruolo di responsabili del servizio prevenzione e protezione martedì 18 e 25 novembre 2008 gli altri corsi dell area Corso di formazione per il conseguimento della patente di abilitazione ai gas tossici 15, 22 e 29 gennaio 5, 12, 19 e 26 febbraio 2008 Corso di aggiornamento pratico per il primo soccorso I edizione: lunedì 21 gennaio 2008 II edizione: lunedì 21 aprile 2008 III edizione: lunedì 20 ottobre 2008 La certificazione energetica degli edifici giovedì 24 gennaio 2008 Corso di formazione per r.l.s. I edizione: 28 gennaio, 4, 11, 18, 25 febbraio, 3, 10, 17 marzo 2008 II edizione: 15, 22, 29 settembre, 6, 13, 20, 27 ottobre, 3 novembre 2008 La sicurezza nella conduzione dei carrelli elevatori I edizione: venerdì 7 marzo 2008 II edizione: venerdì 10 ottobre 2008 Elementi tecnico operativi per l adeguamento dei macchinari alle norme di sicurezza mercoledì 12 marzo 2008 La corretta gestione del lavoro in appalto venerdì 14 marzo 2008 Addetto antincendio in attivita a rischio medio I edizione: Teoria: mercoledì 2 aprile 2008 Pratica: venerdì 9 aprile 2008 II edizione: Teoria: martedì 4 novembre 2008 Pratica: venerdì 7 novembre 2008 Ccorso di primo soccorso I edizione: lunedì 5, 12, 19, 26 maggio 2008 II edizione: venerdì 3, 10, 17, 24 ottobre 2008 Corso di formazione per gli operatori del settore alimentare venerdì 23 maggio 2008 Il rischio da rumore e vibrazioni venerdì 30 maggio 2008 Le atmosfere esplosive: adempimenti, prevenzione e protezione mercoledì 11 giugno 2008 Il regolamento reach venerdì 26 settembre 2008 L amianto negli edifici: obblighi presenti e futuri mercoledì 15 ottobre 2008 La gestione degli adempimenti in materia ambientale venerdì 28 novembre 2008 INFORMATION TECHNOLOGIES Excel avanzato mercoledì 13, 20, 27 febbraio - 5 marzo 2008 MS Access mercoledì 26 marzo, 2, 9, 16 aprile 2008 Microsoft project mercoledì 8, 15, 22 e 29 ottobre 2008 MS Word: creazione e organizzazione di documenti complessi mercoledì 4, 11, 18 giugno 2007

5 Scheda di prenotazione Inviare tramite fax a: Segreteria Formazione Tel. 0341/ Fax 0341/ data: / /08 Azienda Via ATTENZIONE: Compilare una scheda per ogni singolo corso. CAP Città Partita IVA Telefono C.F. Fax Referente Ruolo Titolo corso Nome partecipante/i

6 Programma CORSI

7 Risorse Umane PRIVACY: VERIFICA DEL SISTEMA DI SICUREZZA AZIENDALE PER IL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI DATA Giovedì 31 Gennaio 2008 ORARIO: 9:00-13:00 Il corso ha l'obiettivo di formare il personale aziendale nominato responsabile e incaricato del trattamento dei dati personali in conformità a quanto prescritto dal D.Lgs 196/03, che regola gli interventi formativi riguardanti i profili aziendali coinvolti dalla disciplina sulla protezione dei dati personali. Legislazione: - principi - soggetti - diritti dell'interessato - adempimenti - norme riguardanti il rispetto della privacy dei dipendenti. Il sistema di sicurezza: - aspetti organizzativi - aspetti tecnici - misure di sicurezza. Giulio Spreafico Addetti al trattamento dei dati personali Euro 180,00 + IVA a partecipante Euro 216,00 + IVA a partecipante 4 ORE

8 Risorse Umane PRIVACY E RAPPORTO DI LAVORO DATA Giovedì 28 febbraio 2008 ORARIO: 9:00-13:00 Il corso ha l'obiettivo di formare il personale aziendale nominato responsabile e incaricato del trattamento dei dati in conformità a quanto prescritto dal D.Lgs 196/03, che regola gli interventi formativi riguardanti i profili aziendali coinvolti dalla disciplina sulla protezione dei dati personali. Inoltre illustra le implicazioni delle normative del Garante della Privacy sul rapporto di lavoro del 10 marzo 2007 riguardante la posta elettronica e internet e del 23 novembre 2006 sulle linee-guida per il trattamento di dati dei dipendenti privati. Giulio Spreafico Addetti al trattamento dei dati personali Euro 180,00 + IVA a partecipante Euro 216,00 + IVA a partecipante - Il D.Lgs 196/03 Codice della Privacy - Il sistema di sicurezza e le misure minime - Le linee-guida per il trattamento di dati dei dipendenti privati - La posta elettronica e internet - Le implicazioni sull amministrazione di sistema e sulla manutenzione IT. 4 ORE

9 Risorse Umane CORSO DI FORMAZIONE PER GLI ASSUNTI CON CONTRATTO D'INSERIMENTO DATE Martedì 6, 13, 20 e 27 Maggio 2008 ORARIO: 14:00-18:00 Il corso si propone di trasferire la formazione di base obbligatoria prevista dall Accordo Interconfederale dell 11 febbraio 2004 a tutti i lavoratori assunti con contratto d inserimento e/o reinserimento. - Prevenzione antinfortunistica (modulo di 4 ore) - Disciplina del rapporto di lavoro (modulo di 4 ore) - Cenni sulle teorie organizzative (modulo di 8 ore). Severino Redaelli Assunti con contratto d'inserimento e reinserimento Euro 150,00 + IVA a partecipante Euro 180,00 + IVA a partecipante 16 ORE

10 Risorse Umane CORSO BASE DI AMMINISTRAZIONE DEL PERSONALE DATE 8, 15, 19, 29 maggio e 5, 12, 19, 26 giugno 2008 ORARIO: Il corso si propone di affrontare i principali aspetti dell amministrazione del personale dal punto di vista tecnico operativo, offrendo un quadro aggiornato delle norme di legge e contrattuali che regolano il rapporto di lavoro subordinato, degli adempimenti contributivi e fiscali, dei rapporti con le Organizzazioni Sindacali dei Lavoratori e della tutela dei diritti delle parti. Il corso, strutturato in 8 moduli, approfondirà i seguenti argomenti: - Costituzione del rapporto di lavoro - Contrattualistica e diritti sindacali - Svolgimento del rapporto di lavoro - Sospensione del rapporto di lavoro - Tutele previdenziali e Tutele assicurative - Risoluzione del rapporto di lavoro - Aspetti fiscali (2 moduli). Funzionari dell Area Relazioni Industriali e Fiscale di Confindustria Lecco Addetti all amministrazione del personale Euro 420,00 + IVA a partecipante Euro 504,00 + IVA a partecipante 32 ORE

11 Lingue Straniere MEETINGS IN LINGUA INGLESE DATE Avvio 5 febbraio 2008 Le lezioni avranno cadenza bisettimanale (martedì e giovedì) ORARIO: Come rendere il più possibile efficace una riunione e che struttura occorre dare a un incontro di lavoro? Come gestire le eventuali interruzioni e come essere chiari? Come concludere un incontro e come raggiungere gli scopi prefissati nella preparazione dell incontro? A questi e a numerosi altri interrogativi risponde il corso Meetings in lingua inglese. Team Lingue International House Chiunque debba condurre o partecipare ad incontri di lavoro in lingua inglese. Livello minimo di conoscenza della lingua: Post Elementary E richiesta la compilazione di un test scritto. - Preparare una riunione - Condurre una riunione - Esprimere e chiedere opinioni - Gestire le interruzioni - Sintesi dei contenuti e verbali di una riunione - Concludere una riunione Euro 300,00 + IVA a partecipante Euro 360,00 + IVA a partecipante 20 ore

12 Lingue Straniere CORSO DI LINGUA CINESE (LIVELLO BASE) DATE Avvio 19 febbraio 2008 Le lezioni avranno cadenza bisettimanale (martedì e giovedì) ORARIO: Il programma didattico mira a rendere lo studente in grado di interagire in modo semplice in lingua cinese nelle comuni situazioni quotidiane, comprendere brevi esposizioni e porre domande, così come riconoscere frasi scritte. - Approccio ai fondamenti grammaticali - Struttura delle frasi - Elementi di fonetica - Distinzione dei 4 toni della lingua parlata - Esercizi di pronuncia e comunicazione in situazioni semplici - Metodologia e regole fondamentali di scrittura dei caratteri - Approccio alla lettura di frasi semplici. Team Lingue International House Chiunque sia interessato a conoscere la lingua cinese Euro 850,00 + IVA a partecipante Euro 1020,00 + IVA a partecipante 60 ORE

13 Lingue Straniere SOCIALIZZARE NEL BUSINESS IN LINGUA INGLESE DATE Avvio 2 aprile 2008 Le lezioni avranno cadenza bisettimanale (martedì e giovedì) ORARIO: Fornire una prima impressione il più possibile positiva è uno degli aspetti essenziali in un mondo del lavoro così competitivo come quello odierno. Il corso si rivolge quindi a tutti coloro che desiderano instaurare proficue relazioni commerciali, ampliando nel contempo la propria rete di contatti in ambito lavorativo. Team Lingue International House Coloro che desiderano perfezionare la qualità della comunicazione e della conversazione in inglese. Livello minimo di conoscenza della lingua: Post Elementary E richiesta la compilazione di un test scritto. - Socializzare in diversi contesti culturali - Come instaurare una conversazione proficua prima di dedicarsi agli affari - Avviare una conversazione - Scegliere argomenti sicuri - Mantenere la conversazione - Mostrare interesse e comprensione - Condividere le informazioni - Consigli e suggerimenti - Linguaggio d affari al ristorante - Come terminare una conversazione al momento opportuno. Euro 300,00 + IVA a partecipante Euro 360,00 + IVA a partecipante 20 ore

14 Lingue Straniere LA NEGOZIAZIONE IN LINGUA INGLESE DATE Avvio 1 ottobre 2008 Le lezioni avranno cadenza bisettimanale (martedì e giovedì) ORARIO: La negoziazione si costituisce come momento cruciale nell'ambito dei rapporti commerciali. Ma cosa significa negoziare nelle diverse culture che utilizzano la lingua inglese come codice comune? E quali sono i differenti tipi possibili di negoziazione? Il corso affronta e spiega le tecniche utili a introdurre, condurre e concludere positivamente trattative in lingua inglese ed è rivolto a tutti coloro che ricoprono funzioni commerciali nelle aziende. - Il significato della negoziazione nelle diverse culture - Socializzare prima della negoziazione - Tipi di Negoziazione/Negoziatore - Prepararsi alla negoziazione - Come essere chiari, concedere sconti e fare concessioni - Accettazione e conferma - La gestione dei conflitti - Concludere la negoziazione. Team Lingue International House E rivolto a tutte le figure commerciali in ambito aziendale chiamate a condurre trattative in inglese. Livello minimo di conoscenza della lingua: Post Elementary E richiesta la compilazione di un test scritto. Euro 300,00 + IVA a partecipante Euro 360,00 + IVA a partecipante 20 ore

15 Fiscale e Amministrazione STRUMENTI E TECNICHE OPERATIVE PER LA GESTIONE FINANZIARIA DELL AZIENDA DATA Mercoledì 5 febbraio 2008 ORARIO: 14:00-18:00 Il corso illustra ai partecipanti tecniche e strumenti operativi per la sana e equilibrata gestione dell azienda, analizzando in particolare il costo complessivo di tutte le forme di finanziamento bancario. - L ottimizzazione del costo del credito - La misurazione del costo complessivo dell indebitamento bancario - Valutazione dei tassi di interesse applicati, delle diverse voci di spese e commissioni - Valutazione del leasing e del factoring - Analisi della coerenza delle politiche di tesoreria dell impresa - Analisi del costo finanziario effettivo del magazzino - Analisi del costo finanziario del portafoglio crediti clienti e del beneficio delle dilazioni ricevute dai fornitori - La pianificazione della liquidità - Analisi di casi pratici. LIMENTANI & PARTNERS Rupert Nicholas Limentani, Normanna Tresoldi Titolari d azienda, direttori amministrativi e finanziari Euro 180,00 + IVA a partecipante Euro 216,00 + IVA a partecipante 4 ORE

16 Fiscale e Amministrazione L IMPOSTA SUL VALORE AGGIUNTO: OBBLIGHI E ADEMPIMENTI DATE Giovedì 7, 14 e 21 Febbraio 2008 ORARIO: 14:00-18:00 La complessità della normativa tributaria in tema d imposta sul valore aggiunto rende indispensabile un approfondimento e un aggiornamento dei principi e delle regole. Il corso intende pertanto analizzare e approfondire le attuali disposizioni sull IVA, con riferimento specifico alle questioni applicative e interpretative connesse agli obblighi e agli adempimenti imposti dalla normativa. - I presupposti di imposizione e le pratiche commerciali conformi all attuale sistema doganale e dell IVA - I requisiti soggettivi, oggettivi e territoriali - Le operazioni relative agli scambi intracomunitari di beni, alla loro esportazione e importazione nonché a quelle ad esse accessorie, ad esecuzione immediata o differita - Le operazioni relative alle prestazioni di servizi: lavorazioni, riparazioni, costruzioni in appalto, deposito delle materie prime e prodotti finiti, trasporti, esposizioni in mostre e fiere, consulenze tecniche e legali, perizie - Le operazioni escluse o in sospensione d imposta: il regime dell esportatore abituale, la disciplina dei transiti, dei depositi IVA e di quelli doganali - L identificazione IVA diretta in alternativa a quella del rappresentante fiscale - I rimborsi IVA transnazionali - La comunicazione dei dati IVA di febbraio e la dichiarazione annuale - Gli elenchi riepilogativi INTRASTAT - Il regime sanzionatorio delle violazioni - Cenni sulle più efficaci misure e procedure amministrative relative ai controlli erariali transnazionali. Agenzia delle Entrare e Studio Corti Responsabili amministrativi e loro collaboratori Euro 250,00 + IVA a partecipante Euro 300,00 + IVA a partecipante 12 ORE

17 Fiscale e Amministrazione LA DEDUCIBILITA' DELLE AUTO AZIENDALI: ASPETTI FISCALI DATA Martedì 4 Marzo 2008 ORARIO: 9:00-13:00 Il corso si propone di esaminare il corretto inquadramento ai fini fiscali delle imposte dirette e dell'iva, delle spese di acquisizione, nonché delle manutenzioni e riparazioni delle auto aziendali, tenendo presente la normativa e le numerose circolari ministeriali emanate negli ultimi anni. Deducibilità costi ed IVA per: - acquisto auto aziendali - leasing auto aziendali - noleggio auto aziendali - auto aziendali date in uso promiscuo ai dipendenti - auto aziendali date in uso promiscuo agli amministratori - auto aziendali immatricolate "autocarro" o immatricolate "uso ufficio" - manutenzioni e riparazioni auto aziendali - spese di esercizio auto: assicurazioni, schede carburante, tassa di circolazione, ecc Fatturazione per: - cessione auto aziendali acquistate "nuove" - cessione auto aziendali acquistate "usate" - cessione auto aziendali con regime del margine occasionale, cessione auto immatricolate "autocarro. Studio Corti Responsabili amministrativi e collaboratori dell'ufficio amministrazione Euro 180,00 + IVA a partecipante Euro 216,00 + IVA a partecipante 4 ORE

18 Fiscale e Amministrazione LA RIFORMA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE DATA Mercoledì 14 Maggio 2008 ORARIO: 14:00-18:00 Il corso vuole analizzare ed approfondire la nuova riforma della previdenza complementare ed il conferimento del TFR. Il finanziamento delle forme pensionistiche complementari - Le forme di finanziamento per i lavoratori dipendenti - Il conferimento del TFR: modalità esplicite e tacite - La portabilità dei contributi versati ad altri fondi I versamenti al fondo tesoreria del TFR inoptato - I datori di lavoro coinvolti - Le modalità di versamento e conguaglio - I riflessi sulla contribuzione - La liquidazione del TFR ai lavoratori Regime fiscale dei contributi versati ai fondi - Individuazione del solo limite assoluto e soppressione del limite in percentuale - Differenze tra vecchie e nuove norme - Regime fiscale dei contributi non dedotti - Il caso particolare dei lavoratori di prima occupazione Misure compensative per le imprese - Deducibilità dei contributi dal reddito d impresa - Riduzione degli oneri sociali - Agevolazioni per il ricorso al credito Le prestazioni dei Fondi - Le prestazioni previdenziali - Le anticipazioni e il loro reintegro - Le anticipazioni e i riscatti. Funzionari dell Area Fiscale e Relazioni Industriali Responsabili amministrativi e loro collaboratori Euro 180,00 + IVA a partecipante Euro 216,00 + IVA a partecipante 4 ORE

19 Fiscale e Amministrazione CORSO BASE DI CONTABILITA GENERALE DATA Martedì 1, 8, 15 luglio 2008 ORARIO: 14:00-18:00 Individuare gli strumenti fondamentali della contabilità, analizzando: il metodo della partita doppia, applicata al sistema del reddito; le principali operazioni di gestione; il bilancio d'esercizio e i principali problemi di natura fiscale (il reddito economico e l'imponibile fiscale). La contabilità generale ed il metodo della partita doppia: - il metodo della partita doppia - il sistema del reddito - la classificazione dei conti nel sistema del reddito - le regole di registrazione nei conti Le operazioni fondamentali di gestione: - l'iva e la contabilità generale - le ritenute fiscali e la contabilità generale - gli acquisti e le vendite di beni strumentali - le liquidazioni IVA - le operazioni in titoli - il personale dipendente e le rilevazioni connesse - le scritture di assestamento ed il bilancio a) le scritture di integrazione b) le scritture di rettifica c) gli ammortamenti d) le scritture di epilogo - il reddito economico e l'imponibile fiscale - esercitazioni sulla rilevazione delle principali operazioni di gestione e di fine esercizio. Studio Corti Impiegati amministrativi di recente assunzione o con una formazione non specifica sulla materia Euro 250,00 + IVA a partecipante Euro 300,00 + IVA a partecipante 12 ORE

20 Fiscale e Amministrazione COME MIGLIORARE IL REDDITO AZIENDALE TRAMITE LA CONOSCENZA E L ANALISI DEI COSTI E DEI PREZZI DATA Martedì 7 ottobre 2008 ORARIO: 14:00-18:00 In un contesto di mercato in cui diventa sempre più difficile aumentare i margini di profitto è indispensabile avere la migliore conoscenza ed il controllo dei costi del ciclo produttivo per realizzare l ottimizzazione della politica dei prezzi. Il seminario si pone l obiettivo di illustrare come migliorare il reddito aziendale tramite la conoscenza e l analisi dei costi e della politica dei prezzi, che si evince dal controllo di gestione di prodotto. Nel corso verranno illustrati alcuni modelli di pianificazione e controllo di gestione. Analisi dell area finanziaria e gestionale: - Il budget - Il cash flow. Analisi dell area dei costi: - Costi per unità di prodotto - Costi di divisione di area e di cliente - Costi di processo produttivo - Costi per tipologia di costo - Costi specifici e costi comuni - Costi diretti e costi indiretti - Costi controllabili e costi non controllabili - Costi fissi e costi variabili. Analisi dell area di prodotto e di mercato: - Livelli attesi di vendita - Il pricing - Il prodotto - Il competitor. Analisi dell area di progetto: - Piano d impresa - Proiezioni finanziarie. Il calcolo del Break Even Point. Limentani & Partners Rupert Nicholas Limentani, Normanna Tresoldi Titolari d azienda, direttori amministrativi e finanziari Euro 180,00 + IVA a partecipante L'importo sarà maggiorato del 20% per le aziende non associate. 4 ORE

21 Fiscale e Amministrazione LEGGERE IL BILANCIO D ESERCIZIO DATE Giovedì 9 e 16 ottobre 2008 ORARIO: 14:00-18:00 L esperienza aziendale insegna che l uso non corretto da parte dei "non amministrativi" delle informazioni di carattere economico-finanziario ha le sue radici nella mancanza di una formazione di base di "contabilità e bilancio". Scopo del corso è dunque fornire le conoscenze e gli strumenti necessari sia per "leggere" i bilanci d esercizio, per individuare le ripercussioni economico-finanziarie di decisioni operative e per capire la situazione economico-finanziaria e patrimoniale dei clienti/concorrenti. Si illustreranno quindi ai partecipanti i vari schemi di riclassificazione dello Stato Patrimoniale e del Conto Economico per calcolare gli indici più significativi e per valutare ed analizzare in modo attendibile, dettagliato e reale la situazione economica, patrimoniale e finanziaria di una società. - Il bilancio d esercizio UE: stato patrimoniale, conto economico e nota integrativa - Principali obblighi per la redazione del bilancio UE - Analisi strutturale dello stato patrimoniale - Riclassificazione dello stato patrimoniale - Calcolo dei principali indicatori di liquidità e solidità - Analisi del conto economico: struttura e utilità della forma scalare ai fini gestionali - Riclassificazione del conto economico - Calcolo dei principali indicatori della redditività - Breve accenno al Rendiconto Finanziario - Come valutare l assetto reddituale, finanziario e patrimoniale della propria azienda, dei propri clienti e concorrenti - Sintesi sulla comparabilità di bilanci di diverse aziende. Studio Corti Imprenditori e loro stretti collaboratori; chiunque è interessato a conoscere i fondamenti del bilancio. Euro 210,00 + IVA a partecipante Euro 252,00 + IVA a partecipante 8 ORE

22 Internazionalizzazione IL CONTRATTO DI JOINT-VENTURE CON PARTNERS STRANIERI DATA Mercoledì 12 marzo 2008 ORARIO: 09:00-13:00 Sensibilizzare i partecipanti in merito ai rischi e potenzialità insiti in una jointventure e fornire loro alcuni spunti di riflessione sulla scelta dello strumento contrattuale più adeguato alla realizzazione di un progetto di investimento all estero. Fornire ai partecipanti consigli pratici in merito alla fase della negoziazione e redazione di un contratto di joint-venture. - Quando e perché si decide di stipulare un contratto di joint-venture - Potenzialità e rischi insiti in una joint-venture - La distinzione tra joint-venture societaria e joint-venture contrattuale - Modalità di realizzazione di una joint-venture: la lettera di intenti e lo studio di fattibilità - La struttura di un contratto di joint-venture: le principali clausole ed i possibili contratti o documenti collegati - Le varianti dovute alle specifiche esigenze delle parti coinvolte ed alle caratteristiche della legge applicabile - Esempi di negoziazione e redazione di alcune clausole contrattuali - Consigli pratici per la negoziazione e redazione di un contratto di joint-venture. Antonia Verna, professionista del settore Il corso si rivolge a imprenditori interessati a sviluppare progetti di investimento insieme a controparti estere (ovvero ad imprenditori che già operano con realtà imprenditoriali estere) Euro 180,00 + IVA a partecipante Euro 216,00 + IVA a partecipante 4 ORE

23 Internazionalizzazione I DOCUMENTI DI SPEDIZIONE, TRASPORTO ED ASSICURAZIONE NEGLI SCAMBI INTERNAZIONALI DATA Giovedì 3 aprile 2008 ORARIO: 14:00-18:00 L intervento formativo si pone come obiettivo quello di esaminare, fra i diversi documenti con i quali la merce deve viaggiare, quelli di trasporto internazionale nella loro duplice veste di prova documentale della consegna e di contratto di trasporto. A tal fine saranno esaminati i differenti formulari utilizzati dai vettori internazionali con un accento particolare su forma, contenuto e negoziabilità dei vari tipi di documenti sia per una corretta individuazione delle responsabilità vettoriali connesse all esecuzione del trasporto sia per il ruolo legato al ritiro delle merci a destinazione. Documenti e certificati nelle operazioni con l estero : - L obbligazione documentale nei contratti di fornitura di beni - Ricevuta di carico, documenti di identificazione, documenti clean e riserve - Documenti di legittimazione e titoli rappresentativi delle merci - Le responsabilità vettoriali e le condizioni di trasporto - Il quadro normativo - Tipi di lettera di vettura, Airwaybill, CMR, - La polizza di carico: evoluzione storica e contenuti - Documenti emessi per le spedizioni groupage - Documenti Fiata : FCR- Fiata Bill of Lading - Documenti di assicurazione - I documenti di trasporto e la rilevanza assicurativa: le riserve e l azione di surroga - I documenti di trasporto ed alcune patologie operative : documenti retrodatati, lettere di garanzia, ritiro merce senza originali. GIovanna Bongiovanni, consulente aziendale esperta in trasporti e pagamenti internazionali Responsabili ed addetti al servizio estero, commerciali ed amministrativi Euro 180,00 + IVA a partecipante Euro 216,00 + IVA a partecipante 4 ORE

24 Internazionalizzazione COME OTTIMIZZARE LA PARTECIPAZIONE ALLE FIERE INTERNAZIONALI DATA Martedì 18 novembre 2008 ORARIO: 09:00-13:00 14:00-18:00 Fornire indicazioni utili per selezionare meglio le fiere alle quali partecipare. Migliorare l organizzazione e i risultati in termini di marketing internazionale. Permettere alle aziende di sfruttare le azioni di comunicazione, non solo in fiera, integrandole con il resto del piano di marketing. Le fiere internazionali: prima - Il ruolo della fiere nelle politiche commerciali dell azienda - La selezione degli eventi fieristici - Le principali fonti di informazione - Consigli per la gestione del progetto fiera: dal software al controllo dei costi Rita Bonucchi, Bonucchi & Associati Srl Piccole aziende alla prima esperienza di fiera e piccole aziende insoddisfatte dell attuale gestione della comunicazione in fiera Euro 210,00 + IVA a partecipante Euro 252,00 + IVA a partecipante Le fiere internazionali: durante - La fiera come strumento di ricerca - La fiera come strumento di comunicazione - La fiera come strumento di selezione dei partner all estero - La fiera come strumento di supporto alle vendite - Il rapporto tra web e fiera - Il coordinamento con le altre attività di marketing - Come gestire la comunicazione legata all evento-fiera e analisi delle azioni consigliabili 8 ORE Le fiere internazionali: dopo - Valutazione dei risultati - Le azioni di comunicazione: dal catalogo on line all ufficio stampa - Trattamento delle informazioni raccolte e integrazione con il resto delle politiche di marketing.

25 Internazionalizzazione L INTERNAZIONALIZZAZIONE DEGLI SCAMBI COMMERCIALI Le regole, i vincoli, e le opportunità delle condizioni di consegna secondo gli Incoterms DATA Giovedì 27 novembre 2008 ORARIO: 14:00-18:00 Il commercio internazionale è diventato una realtà in cui operano direttamente o indirettamente tutte le realtà imprenditoriali anche quelle di piccole e piccolissime dimensioni. Il crescere dei volumi e la complessità delle vendite internazionali impongono agli operatori di acquisire almeno un orientamento di base sulla disciplina del trasporto, spedizione e consegna delle merci oggetto del contratto oltre che della ripartizione dei rischi e dei costi. L analisi complessiva di tutti gli elementi che si collegano al termine di resa resta infatti un presupposto indispensabile per condurre proficuamente ogni attività con controparti estere soprattutto in considerazione del fatto che alcuni termini di "resa" opportunamente gestiti non solo tutelano gli imprenditori ma contribuiscono a creare vantaggi competitivi. Il seminario si propone di guidare gli operatori ad una scelta consapevole e ad un corretto utilizzo degli Incoterms che saranno approfonditi valutando gli obblighi, le implicazioni ed i vantaggi per le parti che li richiamino espressamente nei contratti e/o nei documenti di vendita. L'obbligazione di consegna nei contratti internazionali: - Valutazioni, classificazione dei termini commerciali e scelte di base - Luogo di consegna e passaggio dei rischi: il fattore sicurezza e le conseguenze della sua non corretta valutazione - La connessione tra contratto di compravendita e contratto di trasporto - I termini di resa e la diversità delle pratiche commerciali - Gli Incoterms della CCI: cosa regolano - Le clausole tipo relative alla consegna: obbligazioni del venditore e del compratore - La responsabilità legale del vettore e l eventuale rivalsa degli assicuratori - Termini per le riserve ed i reclami - Il collegamento tra le clausole di consegna e la sua prova documentale con le condizioni di pagamento del contratto di vendita internazionale. Giovanna Bongiovanni consulente aziendale esperta in trasporti e pagamenti internazionali Uffici commerciali, Sales department, Uffici import/export, Amministrazione Euro 180,00 + IVA a partecipante Euro 216,00 + IVA a partecipante 4 ORE

26 Sicurezza & Ambiente CORSO PER R.S.P.P.: MODULO A I CORSI PER I RESPONSABILI E GLI ADDETTI DELLA SICUREZZA DATE 7, 11, 14 e 18 Aprile 2008 ORARIO: Acquisire elementi di conoscenza relativi: - alla normativa generale e specifica in tema di igiene e sicurezza del lavoro, sui criteri e strumenti per la ricerca di leggi e norme tecniche riferite a problemi specifici; - ai vari soggetti del sistema di prevenzione aziendale, ai loro compiti, alle loro responsabilità e alle funzioni svolte dai vari Enti preposti alla tutela della salute dei lavoratori; - ai rischi e ai danni da lavoro - in particolar modo per gli aspetti normativi - alle misure di prevenzione per eliminarli o ridurli, ai criteri metodologici per la valutazione dei rischi, ai contenuti del documento di valutazione dei rischi, alla gestione delle emergenze; - alle modalità con cui organizzare e gestire un Sistema di Prevenzione Aziendale. - Approccio alla prevenzione attraverso il D.Lgs. 626/94: miglioramento della sicurezza e della salute dei lavoratori - ll sistema legislativo: esame delle normative di riferimento - I soggetti del Sistema di Prevenzione aziendale secondo il D. Lgs. 626/94: i compiti, gli obblighi, le responsabilità civili e penali - Il Sistema Pubblico della prevenzione - Criteri e strumenti per la individuazione dei rischi - Documento di valutazione dei rischi - La classificazione dei rischi in relazione alla normativa - Rischio incendio ed esplosione - La valutazione di alcuni rischi specifici in relazione alla relativa normativa di salute e sicurezza (I) - La valutazione di alcuni rischi specifici in relazione alla relativa normativa di igiene del lavoro (II) - Le ricadute applicative e organizzative della valutazione del rischio. Al termine del corso verrà rilasciato ai partecipanti un attestato di frequenza con verifica dell apprendimento se sarà garantita una presenza pari al 90% del monte ore, in conformità a quanto previsto dal punto dell Accordo approvato dalla Conferenza Stato Regioni per l attuazione del D. Lgs 195/03. Vittorio Campione Studio ARES Srl Responsabili ed addetti del Servizio Protezione e Prevenzione Euro 250,00 + IVA a partecipante Euro 300,00 + IVA a partecipante 28 ORE N.B. L ultimo giorno il corso si terrà solo la mattina.

CORSO ANTINCENDIO BASE

CORSO ANTINCENDIO BASE Evento formativo Corso di addestramento CORSO ANTINCENDIO BASE 1. Premessa Il D.Lgs. 81/2008 e D.M. 10.03.98 stabiliscono, tra l altro, i criteri per la valutazione dei rischi incendio nei luoghi di lavoro

Dettagli

5.2. Esempio di procedura per l attività di ufficio

5.2. Esempio di procedura per l attività di ufficio 5.2. Esempio di procedura per l attività di ufficio Pag. 1 di 36 DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI PER LA SALUTE E LA SICUREZZA NEGLI AMBIENTI DI LAVORO ai sensi degli artt. 17, 28 e 29 del D.lgs 81/08

Dettagli

C.A.P.A.C. Politecnico del Commercio e del Turismo

C.A.P.A.C. Politecnico del Commercio e del Turismo AVVISO FOR.TE 3/12 OFFERTA FORMATIVA CAPAC POLITECNICO DEL COMMERCIO E DEL TURISMO CF4819_2012 Sicurezza: formazione specifica basso rischio - aggiornamento 4 ore Lavoratori che devono frequentare il modulo

Dettagli

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO (ai sensi dell articolo 26 del D.Lgs. 81/2008) Allegato

Dettagli

CODICE FISCALE: DNG LDA 65R17 F205S PARTITA IVA: 12131140159 Corso Matteotti, 56 20081 ABBIATEGRASSO (MI) Tel/Fax: 02.94.60.85.56

CODICE FISCALE: DNG LDA 65R17 F205S PARTITA IVA: 12131140159 Corso Matteotti, 56 20081 ABBIATEGRASSO (MI) Tel/Fax: 02.94.60.85.56 Cosa devo fare per quanto riguarda la sicurezza sul lavoro se assumo il primo dipendente/collaboratore? Come datore di lavoro devo: 1. valutare i rischi a cui andrà incontro questa persona compiendo il

Dettagli

La sicurezza sul lavoro

La sicurezza sul lavoro La sicurezza sul lavoro 1-La storia della sicurezza sul lavoro in Italia 2-I decreti legislativi 626, 81 e i successivi provvedimenti integrativi 3- Il T.U. 81 sostituisce completamente il D. Lgs. 626/94

Dettagli

Città di Spinea Provincia di Venezia

Città di Spinea Provincia di Venezia Città di Spinea Provincia di Venezia APPALTO: servizio di pulizia interna uffici comunali 2013 2014 AFFIDAMENTO: da appaltare REDATTO DA REVISIONE N. DATA APPROVATO DA 1 SOMMARIO 1. SEZIONE DESCRITTIVA...

Dettagli

IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse

IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse CICLO DI SEMINARI febbraio/maggio 2008 IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse CICLO DI SEMINARI IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse 26 febbraio PRESUPPOSTI

Dettagli

SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO

SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO SICUREZZA SUL LAVORO In-Formare è già prevenire Questo Mini-Manuale è aggiornato alle più recenti disposizioni 2014 sulla salute, l igiene e la sicurezza sul lavoro: Testo Unico, D.Lgs. 81/2008 e, in particolare,

Dettagli

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 TABELLA B RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 1 B1) Disponibilità dei locali B1.1) Scansione del documento di disponibilità esclusiva dei locali della sede operativa per almeno tre

Dettagli

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ LE SOLUZIONI AMBIENTALI INTEGRATE DI UN GRUPPO LEADER SOLYECO GROUP ha reso concreto un obiettivo prezioso: conciliare Sviluppo e Ambiente. Questa è la mission

Dettagli

SICUREZZA & INGEGNERIA

SICUREZZA & INGEGNERIA SICUREZZA & INGEGNERIA Centro Formazione AiFOS A707 MA.CI - S.R.L. AGENZIA FORMATIVA E SERVIZI PROFESSIONALI PER LE IMPRESE Organismo accreditato dalla Regione Toscana PI0769 C.F./Partita IVA 01965420506

Dettagli

GRUPPO. Sicurezza per scelta

GRUPPO. Sicurezza per scelta Ge.Ma. Sicurezza per scelta Ge. Ma. la Qualità e la Sicurezza sono valori che costruiamo insieme a te GE.MA. company profile UN OCCHIO APERTO SUL FUTURO UNA REALTÀ DINAMICA, UN MODELLO EVOLUTO DI CONSULENZA

Dettagli

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro.

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. N. LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi

Dettagli

VERBALE DELLA RIUNIONE PERIODICA DI PREVENZIONE E PROTEZIONE DAI RISCHI (ai sensi dell'art. 35 del D.Lgs 81/08).

VERBALE DELLA RIUNIONE PERIODICA DI PREVENZIONE E PROTEZIONE DAI RISCHI (ai sensi dell'art. 35 del D.Lgs 81/08). VERBALE DELLA RIUNIONE PERIODICA DI PREVENZIONE E PROTEZIONE DAI RISCHI (ai sensi dell'art. 35 del D.Lgs 81/08). Il giorno del mese di dell'anno duemila il sottoscritto titolare/legale rappresentante della

Dettagli

CORSO DI SICUREZZA NEI CANTIERI

CORSO DI SICUREZZA NEI CANTIERI Corso di laurea in Ingegneria Edile CORSO DI SICUREZZA NEI CANTIERI Anno Accademico 2011/2012 Definire: Obbiettivi della lezione Rischi Interferenziali - DUVRI e PSC Rischi Propri - POS Conoscere gli aspetti

Dettagli

ICUREZZA SUL LAVORO E CONDOMINIO

ICUREZZA SUL LAVORO E CONDOMINIO professione sicurezza ICUREZZA SUL LAVORO E CONDOMINIO 2 Le norme applicabili sono previste nel Testo Unico sulla salute e sicurezza sul lavoro (Decreto Legislativo 9 aprile 2008 n. 81) Sicurezza sul lavoro

Dettagli

REQUISITI DELLE IMPRESE E DEI LAVORATORI AUTONOMI CHE ESEGUONO LAVORI CON RISCHIO DI CADUTA DALL ALTO PRESSO LE AZIENDE CERAMICHE IMPRESE

REQUISITI DELLE IMPRESE E DEI LAVORATORI AUTONOMI CHE ESEGUONO LAVORI CON RISCHIO DI CADUTA DALL ALTO PRESSO LE AZIENDE CERAMICHE IMPRESE PROTOCOLLO DI INTESA PER LA PREVENZIONE DEGLI INFORTUNI DA CADUTA DALL ALTO PRESSO LE INDUSTRIE CERAMICHE Allegato B REQUISITI DELLE IMPRESE E DEI LAVORATORI AUTONOMI CHE ESEGUONO LAVORI CON RISCHIO DI

Dettagli

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 è la soluzione specifica per ogni impresa che opera nel settore rifiuti con una completa copertura funzionale e la

Dettagli

Il RIF è un marchio che l impresa potrà apporre nella sua carta intestata e nelle sue comunicazioni.

Il RIF è un marchio che l impresa potrà apporre nella sua carta intestata e nelle sue comunicazioni. 1. RIF: che cos è Il RIF (Registro dell Impresa Formativa) è lo strumento, approvato dal FORMEDIL e dalla CNCPT, collegato al sito della Banca dati formazione costruzioni (BDFC) del Formedil nel quale

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi. Circolare n. 19/14

Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi. Circolare n. 19/14 Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi Circolare n. 19/14 contenente disposizioni inerenti gli obblighi di formazione e di aggiornamento

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO C O M U N E D I R O V E R B E L L A Via Solferino e San Martino, 1 46048 Roverbella Tel. 0376/6918220 Fax 0376/694515 PEC PROTOCOLLO : roverbella.mn@legalmail.it RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI

Dettagli

- - - - - - - - - - - - 1 - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AFM S.p.A. Sede Legale in Bologna, Via del Commercio Associato n. 22/28 MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) COMPITI DELLE IMPRESE E DOCUMENTAZIONE CONTRATTUALE AI SENSI DI QUANTO PREVISTO DAL D.L.GS 8108 e s.m.i. TIPOLOGIA APPALTO: SERVIZIO DI PULIZIA

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA Proposte formative 2011 Novità accreditamento ECM FINALITA Per soddisfare l esigenza di aggiornamento professionale continuo, grazie all esperienza maturata da Vega nelle

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

REGIME FORFETARIO 2015

REGIME FORFETARIO 2015 OGGETTO: Circolare 4.2015 Seregno, 19 gennaio 2015 REGIME FORFETARIO 2015 La Legge di Stabilità 2015, L. 190/2014 articolo 1 commi da 54 a 89, ha introdotto a partire dal 2015 un nuovo regime forfetario

Dettagli

Linee Guida per un sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro (SGSL)

Linee Guida per un sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro (SGSL) Linee Guida per un sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro (SGSL) Guida operativa Ottobre 2003 1 SOMMARIO Presentazione pag. 4 Premessa (da Linee Guida UNI-INAIL) pag. 5 A. Finalità (da

Dettagli

OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA

OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA 1.1. ) ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA Largo Arrigo VII, 5-00153 Roma (Italia) ; centralino 06/5717621;

Dettagli

Data inizio : 2014-01-01 Prezzo per partecipante : 400 EUR Località : Da definire

Data inizio : 2014-01-01 Prezzo per partecipante : 400 EUR Località : Da definire Data inizio : 2014-01-01 Prezzo per partecipante : 400 EUR Località : Da definire DATE, ORARI E SEDI Il corso sarà attivato al raggiungimento del numero minimo di partecipanti con date, orari e sedi DA

Dettagli

FORMAZIONE PROFESSIONALE

FORMAZIONE PROFESSIONALE FORMAZIONE PROFESSIONALE Le coperture a tutela dell impresa EDIZIONE 21 maggio 2014 DOCENZA IN WEBCONFERENCE PROGRAMMA La partecipazione è valevole ai fini IVASS per il conseguimento della formazione professionale

Dettagli

L Azienda non è mai stata cosi vicina.

L Azienda non è mai stata cosi vicina. L Azienda non è mai stata cosi vicina. AlfaGestMed è il risultato di un processo di analisi e di sviluppo di un sistema nato per diventare il punto di incontro tra l Azienda e il Medico Competente, in

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

Ambiente e Sicurezza Innovazione Miglioramento Sostenibile CATALOGO FORMAZIONE

Ambiente e Sicurezza Innovazione Miglioramento Sostenibile CATALOGO FORMAZIONE Ambiente e Sicurezza Innovazione Miglioramento Sostenibile CATALOGO 2015 FORMAZIONE HSE - HEALTH SAFETY ENVIRONMENT Salute e Sicurezza RLS - Formazione Base S.S.1 32 RLSA S.S.2 64 RLS - Aggiornamento S.S.3

Dettagli

LA NUOVA PREVENZIONE INCENDI DM 07.08.2013. Siena, 10 maggio 2013

LA NUOVA PREVENZIONE INCENDI DM 07.08.2013. Siena, 10 maggio 2013 Ministero dell Interno Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile Comando Provinciale Vigili del fuoco SIENA "Noctu et Die Vigilantes" LA NUOVA PREVENZIONE INCENDI DM

Dettagli

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello STATO DELLE REVISIONI rev. n SINTESI DELLA MODIFICA DATA 0 05-05-2015 VERIFICA Direttore Qualità & Industrializzazione Maria Anzilotta APPROVAZIONE Direttore Generale Giampiero Belcredi rev. 0 del 2015-05-05

Dettagli

Attività soggette al controllo dei VV.F. nei condomini

Attività soggette al controllo dei VV.F. nei condomini Attività soggette al controllo dei VV.F. nei condomini Innocenzo Mastronardi, Ingegnere Civile, professionista antincendio, PhD student in S.O.L.I.P.P. XXVI Ciclo Politecnico di Bari INTRODUZIONE Con l

Dettagli

- PARTE SPECIALE G- I REATI IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO

- PARTE SPECIALE G- I REATI IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO - PARTE SPECIALE G- I REATI IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO G.1. I reati di cui all art. 25 septies del D.Lgs. n. 231/2001 La Legge 3 agosto 2007, n. 123, ha introdotto l art. 25 septies del

Dettagli

CODICE ETICO SOMMARIO. Premessa Principi generali. pag. 2 pag. 2 pag. 3 pag. 3 pag. 4 pag. 4 pag. 5 pag. 7 pag. 7 pag. 7 pag. 8 pag. 8 pag.

CODICE ETICO SOMMARIO. Premessa Principi generali. pag. 2 pag. 2 pag. 3 pag. 3 pag. 4 pag. 4 pag. 5 pag. 7 pag. 7 pag. 7 pag. 8 pag. 8 pag. CODICE ETICO SOMMARIO Premessa Principi generali Art. I Responsabilità Art. II Lealtà aziendale Art. III Segretezza Art. IV Ambiente di Lavoro, sicurezza Art. V Rapporti commerciali Art. VI Rapporti con

Dettagli

Scheda 2.4 Imprese di pulizia, disinfezione, disinfestazione, derattizzazione e sanificazione

Scheda 2.4 Imprese di pulizia, disinfezione, disinfestazione, derattizzazione e sanificazione Scheda 2.4 Imprese di, disinfezione, disinfestazione, derattizzazione e sanificazione SOGGETTI RICHIEDENTI/AMBITO DI APPLICAZIONE La presente scheda riguarda unicamente soggetti ricadenti nella qualifica

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

Il nominativo dell RLS riguarda il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (R.L.S.), e non, come

Il nominativo dell RLS riguarda il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (R.L.S.), e non, come Breve riassunto operativo per la notifica: 1. La comunicazione all INAIL riguarda gli RLS in carica alla data del 31/12/2008. 2. Se non vi sono RLS in carica in tale data, non va effettuata alcuna comunicazione.

Dettagli

COMPANY PROFILE. Facility management Energy services Engineering General Contracting. FSI Servizi Integrati S.r.l. Settembre 13

COMPANY PROFILE. Facility management Energy services Engineering General Contracting. FSI Servizi Integrati S.r.l. Settembre 13 Facility management Energy services Engineering General Contracting COMPANY PROFILE Settembre 13 20834 Nova Milanese (MB) 1. Storia e mission FSI Servizi Integrati è una società di servizi giovane, di

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

GESTIONE DEI CONFLITTI AZIENDALI E DELLE RELAZIONI SINDACALI MASTER PART TIME. When you have to be right

GESTIONE DEI CONFLITTI AZIENDALI E DELLE RELAZIONI SINDACALI MASTER PART TIME. When you have to be right MASTER PART TIME GESTIONE DEI CONFLITTI AZIENDALI E DELLE RELAZIONI SINDACALI 2 0 1 4 TERZA EDIZIONE R E G G I O E M I L I A When you have to be right LA SCUOLA DI FORMAZIONE IPSOA La Scuola di Formazione

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

PER AZIENDE AVENTI ALLE PROPRIE DIPENDENZE SOLO IMPIEGATI (VERSIONE AGGIORNATA AL 23 GENNAIO 2015)

PER AZIENDE AVENTI ALLE PROPRIE DIPENDENZE SOLO IMPIEGATI (VERSIONE AGGIORNATA AL 23 GENNAIO 2015) Procedura relativa alla gestione delle adesioni contrattuali e delle contribuzioni contrattuali a Prevedi ex art. 97 del CCNL edili-industria del 1 luglio 2014 e ex art. 92 del CCNL edili-artigianato del

Dettagli

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici SOMMARIO SERVIZI ALLE AZIENDE E AGLI ENTI PUBBLICI - accoglienza; - consulenza relativa alle comunicazioni obbligatorie; - servizio

Dettagli

ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME

ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME ABSTRACT ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME Con l inizio del periodo d imposta pare opportuno soffermarsi sulla disciplina degli elenchi INTRASTAT, esaminando le novità in arrivo e ripercorrendo

Dettagli

VERBALE DI VERIFICA DEL P.O.S. E RELATIVE DOCUMENTAZIONI

VERBALE DI VERIFICA DEL P.O.S. E RELATIVE DOCUMENTAZIONI Contratto d Appalto : Impresa Affidataria : Importo Lavori : di cui Oneri per la Sicurezza : VERBALE DI VERIFICA DEL P.O.S. E RELATIVE DOCUMENTAZIONI Responsabile dei Lavori : Coordinatore Sicurezza in

Dettagli

PARTE PRIMA. REGOLAMENTO REGIONALE 10 marzo 2014, n. 3

PARTE PRIMA. REGOLAMENTO REGIONALE 10 marzo 2014, n. 3 10134 PARTE PRIMA Leggi e regolamenti regionali REGOLAMENTO REGIONALE 10 marzo 2014, n. 3 Disposizioni concernenti l attivazione di tirocini diretti all orientamento e all inserimento nel mercato del lavoro.

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

Testo Unico dell apprendistato

Testo Unico dell apprendistato Testo Unico dell apprendistato Art. 1 Definizione 1. L apprendistato è un contratto di lavoro a tempo indeterminato finalizzato alla formazione e alla occupazione dei giovani. 2. Il contratto di apprendistato

Dettagli

http://www.tassisto.it/

http://www.tassisto.it/ F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome TASSISTO FRANCESCO Indirizzo VIA MARTIRI DELLA LIBERAZIONE, 80/2A 16043 CHIAVARI Telefono 0185325331 Cellulare

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA

REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA PREMESSA Le attività dell Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Ravenna sono regolate dal DLCPS 233/1946, dal DPR 221/1950 e dalla legge 409/1985

Dettagli

NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO

NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO In base all art. 256 del D. Lgs. 81/2008, così come modificato dal D. Lgs. 106/2009, i

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

Servizio di Pulizia della sede del Comando di Roma Carabinieri per la tutela della Salute, viale dell Aeronautica n. 122

Servizio di Pulizia della sede del Comando di Roma Carabinieri per la tutela della Salute, viale dell Aeronautica n. 122 MINISTERO DELLA SALUTE UFFICIO GENERALE DELLE RISORSE DELL ORGANIZZAZIONE E DEL BILANCIO UFFICIO VIII EX DGPOB LOTTO 2. AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DELLA SEDE DEL COMANDO CARABINIERI PER LA TUTELA

Dettagli

Valore in dogana e valore ai fini IVA da dichiarare sulla bolletta doganale (di Ubaldo Palma)

Valore in dogana e valore ai fini IVA da dichiarare sulla bolletta doganale (di Ubaldo Palma) Valore in dogana e valore ai fini IVA da dichiarare sulla bolletta doganale (di Ubaldo Palma) Il valore imponibile a fronte di bollette doganali è oggetto di numerose liti fiscali a causa della poca chiarezza

Dettagli

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Nozione Finalità Ambito soggettivo di applicazione Legenda Contenuto Precisazioni Riferimenti normativi Ambito oggettivo di applicazione Forma Durata Trattamento economico

Dettagli

Linee guida per la predisposizione del rendiconto circa la destinazione delle quote del 5 per mille dell Irpef

Linee guida per la predisposizione del rendiconto circa la destinazione delle quote del 5 per mille dell Irpef Direzione Generale per il terzo settore e le formazioni sociali Linee guida per la predisposizione del rendiconto circa la destinazione delle quote del 5 per mille dell Irpef PREMESSA Fonti normative dell

Dettagli

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE Premessa Impresa in azione è il programma didattico dedicato agli studenti degli ultimi anni della Scuola Superiore e pensato per valorizzare la creatività e lo spirito imprenditoriale

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ALL. 5 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ***** Regolamento sul funzionamento dell Organismo Indipendente di valutazione \ Approvato con deliberazione

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO 1. CAMPO DI APPLICAZIONE 1.1 Le presenti Condizioni Generali di Acquisto ("GPC") si applicano all acquisto di materiali, articoli, prodotti, componenti, software ed i relativi

Dettagli

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Firmato digitalmente da Sede legale Via Nazionale, 91 - Casella Postale 2484-00100 Roma - Capitale versato Euro

Dettagli

MANUALE OPERATIVO INTRODUZIONE. Manuale Operativo

MANUALE OPERATIVO INTRODUZIONE. Manuale Operativo Pagina 1 di 24 INTRODUZIONE SEZ 0 Manuale Operativo DOCUMENTO TECNICO PER LA CERTIFICAZIONE DEL PROCESSO DI VENDITA DEGLI AGENTI E RAPPRESENTANTI DI COMMERCIO OPERANTI PRESSO UN AGENZIA DI RAPPRESENTANZA:

Dettagli

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 - Roma CIG 03506093B2

Dettagli

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD -

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ SOMMARIO: Capo I - Le competenze del servizio economico-finanziario Capo II - La programmazione

Dettagli

Voucher: il sistema dei buoni lavoro

Voucher: il sistema dei buoni lavoro Voucher: il sistema dei buoni lavoro Cosa sono I buoni lavoro (o voucher) rappresentano un sistema di pagamento che i datori di lavoro (committenti) possono utilizzare per remunerare prestazioni di lavoro

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Quartier Generale della Guardia di

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

DECRETO LEGISLATIVO 9 APRILE 2008, N. 81

DECRETO LEGISLATIVO 9 APRILE 2008, N. 81 DECRETO LEGISLATIVO 9 APRILE 2008, N. 81 Testo coordinato con il Decreto Legislativo 3 agosto 2009, n. 106 Attuazione dell'articolo 1 della legge 3 agosto 2007, n. 123, in materia di tutela della salute

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

D) ATTI DIRIGENZIALI. Giunta regionale. 64 Bollettino Ufficiale. Serie Ordinaria n. 44 - Giovedì 31 ottobre 2013

D) ATTI DIRIGENZIALI. Giunta regionale. 64 Bollettino Ufficiale. Serie Ordinaria n. 44 - Giovedì 31 ottobre 2013 64 Bollettino Ufficiale D) ATTI DIRIGENZIALI Giunta regionale D.G. Salute Circolare regionale 25 ottobre 2013 - n. 20 Indicazioni in ordine all applicazione dell accordo tra governo, regioni e province

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome CAPPELLI CRISTINA Telefono Uff. 050 509750 Fax 050 509471 E-mail c.cappelli@sns.it Nazionalità ITALIANA ESPERIENZA LAVORATIVA Nome e

Dettagli

1. Quali sono gli estremi per l iscrizione all Albo Nazionale Gestori Ambientali?

1. Quali sono gli estremi per l iscrizione all Albo Nazionale Gestori Ambientali? Domanda: Risposta (a cura di Maurizio Santoloci): Oggi un impresa edile che trasporta in proprio i rifiuti non pericolosi con proprio mezzo al contrario di quanto accadeva nella previdente disciplina deve

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO 1. Il presente Codice di Comportamento integrativo definisce, in applicazione dell'art. 54 del DLgs. n. 165/2001 come riformulato dall'art.1, comma

Dettagli

SCIA valida anche ai fini dell art. 86 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, approvato con R.D. 18/6/1931, n. 773.

SCIA valida anche ai fini dell art. 86 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, approvato con R.D. 18/6/1931, n. 773. Modulo di segnalazione certificata di inizio attività per la somministrazione di alimenti e bevande all' interno dei circoli privati da presentare in carta libera Spazio per apporre il timbro di protocollo

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

Gestione della sicurezza antincendio nei cantieri temporanei e mobili

Gestione della sicurezza antincendio nei cantieri temporanei e mobili Gestione della sicurezza antincendio nei cantieri temporanei e mobili RICHIAMO AL TESTO UNICO PER LA SICUREZZA D.lgs.vo 9 aprile 2008 n 81 Dott. Ing Luigi ABATE DPR N NN 37 3712 12 gennaio 1998 regolamento

Dettagli

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO Mod. NAM FATT-PA Rev.7.0 RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO PREMESSE La presente Richiesta di attivazione del Servizio sottoscritta dal, Operatore Economico

Dettagli

POS: Piano Operativo di Sicurezza. D.Lgs 81/08 art. 96 c.1. Contenuti minimi del POS in presenza di rischi elettrici

POS: Piano Operativo di Sicurezza. D.Lgs 81/08 art. 96 c.1. Contenuti minimi del POS in presenza di rischi elettrici Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Mantova D.Lgs 81/08 art. 96 c.1 Contenuti minimi del POS in presenza di rischi elettrici Azienda Sanitaria

Dettagli

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna Cos è e come si costituisce una cooperativa Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna 1 Che cos è una cooperativa un'associazione autonoma di persone che si uniscono volontariamente per soddisfare i propri

Dettagli

Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori?

Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori? Le proposte emerse dai gruppi di RLS 1 Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori? Il RLS consulta il documento di valutazione dei rischi e verifica se il rischio

Dettagli

Le nostre parole d ordine: competenza, rapidità, flessibilità, convenienza.

Le nostre parole d ordine: competenza, rapidità, flessibilità, convenienza. Le nostre parole d ordine: competenza, rapidità, flessibilità, convenienza. Il punto di forza di Integra è uno staff qualificato e competente che ne fa un punto di riferimento credibile ed affidabile per

Dettagli

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Natura e composizione Non vi sono specifiche indicazioni in merito alle modalità di redazione del bilancio; Il bilancio finale di liquidazione dovrebbe

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Il nuovo regime forfettario previsto dalla legge di stabilità per il 2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con la

Dettagli

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI Art. 1 Oggetto del capitolato Il presente appalto prevede: la

Dettagli

Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio

Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio Cosa sono I buoni lavoro (o voucher) rappresentano un sistema di pagamento del lavoro occasionale accessorio, cioè di quelle prestazioni di lavoro svolte

Dettagli

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI)

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI) Pag. 1 di 16 PROCEDURE DEL MODELLO Pag. 2 di 16 Indice PROCEDURE DEL MODELLO... 1 PCI 01 - VENDITA DI SERVIZI... 3 PCI 02 PROCEDIMENTI GIUDIZIALI ED ARBITRALI... 5 PCI 03 AUTORIZZAZIONI E RAPPORTI CON

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

GESTIONE ATTREZZATURE

GESTIONE ATTREZZATURE SOLUZIONE COMPLETA PER LA GESTIONE DELLE ATTREZZATURE AZIENDALI SWSQ - Solution Web Safety Quality srl Via Mons. Giulio Ratti, 2-26100 Cremona (CR) P. Iva/C.F. 06777700961 - Cap. Soc. 10.000,00 I.V. -

Dettagli