UFC 6. Organizzazione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "UFC 6. Organizzazione"

Transcript

1 UFC 5 Informatica 1 Anno 1 Competenze conoscenze e competenze tecniche per un efficiente utilizzo del Personal Computer, per la corretta gestione della modulistica aziendale e per le altre operazioni correlate, con particolare riguardo ai modelli, alle tabelle, alla gestione contemporanea di testo e grafica all'interno di documenti e le molteplici funzionalità offerte dai fogli elettronici nella gestione di pratiche d'ufficio Durata in ore 24 Unità didattiche 5.1 Informatica 1 (24)

2 UD 5.1 Informatica 1 Anno 1 Competenze MICROSOFT WORD Operazioni sui file Gestione del testo; Utilizzo delle intestazioni e delle note a piè pagina; Utilizzo della correzione automatica del testo e creazione di dizionari personalizzati; Creazione e gestione di documenti su colonne multiple Sessione 2 Inserimento di elementi grafici nel documento; Utilizzo delle sezioni per la creazione di formati particolari di documenti; Introduzione ai modelli e agli stili; Utilizzo delle tabelle;utilizzo delle stampe unioni; Inserimento di collegamenti ipertestuali; Utilizzo degli indici e sommari automatici; Inserimento e utilizzo delle note e delle didascalie Sessione 3 MICROSOFT EXCEL Celle, righe, colonne; Formattazione manuale dei fogli di lavoro: carattere, colore, bordo, sfondo, Formattazione automatica dei fogli di lavoro Inserimento di commenti nelle celle o gruppi di celle; Descrizione con esempi pratici delle formule di calcolo Sessione 4 Ricalcolo manuale ed automatico; Creazione e gestione di grafici: a barre, a torta, ecc; Scambio di informazioni con il programma Microsoft Word; Protezione dei dati: blocco dei file e dei fogli di lavoro. Formattazione avanzata dei fogli di lavoro; Sessione 5 Introduzione ai Browers ; Pagine Web, Utilizzo di Microsoft Explorer per la navigazione: Reperibilità delle informazioni: utilizzo dei motori di ricerca più diffusi; Sessione 6 La posta elettronica Metodologia Lezioni frontali con approccio dialogico Simulazioni Esercitazioni di apprendimento Durata in ore 24 2A1P Comparto 14 P 2A1P Comparto 14 P 2A1P Comparto 14 P 2A1P Comparto 14 P 2A1P Comparto 14 P 2A1P Comparto 14 P 2

3 UFC 6 Organizzazione Anno 1 Competenze Conoscere la propria collocazione all interno dell impresa, saper cogliere correttamente il funzionamento del sistema informativo ed i flussi comunicativi in entrata ed in uscita; Eseguire una corretta lettura del comportamento dell impresa Durata in ore 8 Unità didattiche 6.1 Organizzazione (8) 3

4 UD 6.1 Organizzazione Anno 1 Competenze Modelli organizzativi (gerarchico, funzionale, misto, a matrice; definizione della mission aziendale; L azienda come sistema di qualità: i principi di produttività, efficacia ed efficienza; L azienda come sistema socio tecnico: organizzazione del lavoro, mansionari Sessione 2 Cenni sulla gestione dell archivio; Sviluppo delle capacità organizzative: gestione del tempo, capacità di analisi e soluzione dei problemi. Metodologia Lezioni frontali con approccio dialogico Simulazioni Esercitazioni di apprendimento Durata in ore 8 2A1P Comparto 14 T 2A1P Comparto 14 P 4

5 UFC 7 Comunicazione Anno 1 Competenze Sapersi rapportare in modo positivo con i colleghi mantenendo chiara la posizione di lavoro occupata nel contesto aziendale; Essere in grado di dare e ricevere informazioni in forma appropriata a seconda del contenuto e del contesto; Saper ascoltare in forma attiva e reattiva; Saper comunicare ed interagire in modo efficace all'interno di gruppi di lavoro; Relazionarsi correttamente con le persone per rispondere alle richieste del compito Durata in ore 12 Unità didattiche 7.1 Comunicazione (12) 5

6 UD 7.1 Comunicazione Anno 1 Competenze Cos è la comunicazione, quali sono le sue funzioni, i modi in cui si articola e l importanza di un suo corretto uso all interno dei gruppi che lavorano in un azienda; Il processo della comunicazione; La comunicazione ad una e due vie; La comunicazione verbale e non verbale; Messaggio di contenuto e di relazione; La comunicazione telefonica; Sessione 2 L efficacia comunicativa nel contesto di lavoro; Le dinamiche di gruppo: giochi di ruolo; Le dinamiche dell affettività nel gruppo; Disturbi comunicativi, riconoscimento dei conflitti e apprendimento di tecniche atte a superare le difficoltà riscontrabili in un gruppo Sessione 3 Ascoltare in modo attivo, creare sintonia all interno di un gruppo Metodologia Simulazioni; Giochi psicologici; Casi situazionali; Attività di gruppo Valutazione osservazione in situazione Durata in ore 12 2A1P Comparto 14 T 2A1P Comparto 14 P 2A1P Comparto 14 T 6

7 UD 7.2 Parlare in pubblico Anno 1 Competenze conoscere quali sono i principali problemi relativi ad una comunicazione in pubblico imparare gli accorgimenti più efficaci per la preparazione di un intervento accurato acquisire gli strumenti utili a mantenere l attenzione e il coinvolgimento del pubblico e a verificare l effetto ottenuto nessuno La comunicazione che cos è l emittente il ricevente la comunicazione in pubblico La preparazione dell intervento i momenti chiave la scelta della modalità di comunicazione e dell ambiente la predisposizione dei supporti la verifica della preparazione Sessione 2 Il momento della presentazione trasmettere positività le metafore, i presupposti, le domande spezzare la presentazione gestire le obiezioni la voce, la mimica, il corpo, lo spazio la valutazione del risultato Metodologia Simulazioni; Giochi psicologici; Casi situazionali; Attività di gruppo Valutazione osservazione in situazione Durata in ore 12 2A1P Comparto 14 P 7

8 UD 7.3 Come motivare i propri collaboratori Anno 1 Competenze comprendere i concetti chiave relativi alle potenzialità della motivazione apprendere le dinamiche motivazionali migliorare la capacità di determinare il proprio livello di motivazione individuare le azioni da svolgere per motivare gli altri nessuno Che cos è la motivazione Il ciclo motivazionale Il contenuto della motivazione: cosa motiva la gerarchia dei bisogni il fascino del vertice gli aspetti relazionali Il processo della motivazione: come motivare la forza del rinforzo la probabilità e il valore la definizione degli obiettivi L applicazione della motivazione fattori igienici e fattori motivazionali la profezia che si autoavvera la criticità della partecipazione La mancanza di motivazione Appartenere per motivare Coinvolgere per motivare Legare per motivare Investire per motivare Metodologia FAD Simulazioni; Giochi psicologici; Casi situazionali; Attività di gruppo Valutazione osservazione in situazione Durata in ore 4 2A1P Comparto 14 P 8

9 UD 7.4 Il centralino Anno 1 Competenze imparare metodi e strumenti efficaci per affrontare meglio il contatto telefonico con l interlocutore, sviluppare le proprie capacità relazionali, gestire con efficacia le situazioni difficili e lo stress da contatto nessuno Concetti di base il ruolo del centralinista la qualità del servizio La comunicazione al telefono l empatia il processo di comunicazione: il mittente il processo di comunicazione: il ricevente Gli interlocutori il dogmatico l aggressivo il passivo il prolisso Sessione 2 Strumenti pratici rispondere al telefono la prima telefonata le telefonate successive ascoltare efficacemente controllare il tono della voce le frasi da evitare affrontare le lamentele concludere la telefonata Metodologia FAD Simulazioni; Giochi psicologici; Casi situazionali; Attività di gruppo Valutazione osservazione in situazione Durata in ore 8 2A1P Comparto 14 P 2A1P Comparto 14 P 9

10 UD 7.5 L operatore di call center Anno 1 Competenze approfondire le abilità comunicative specifiche richieste dal ruolo imparare ad usare le parole e la modalità espressiva più adeguate a soddisfare le richieste dei clienti nessuno Come gestire un reclamo capire cosa è successo capire perché è successo individuare le soluzioni possibili La comunicazione assertiva riconoscere il comportamento assertivo lo stile aggressivo lo stile passivo lo stile assertivo importanza dell autostima Metodologia FAD Simulazioni; Giochi psicologici; Casi situazionali; Attività di gruppo Valutazione osservazione in situazione Durata in ore 4 2A1P Comparto 14 P 10

11 UD 7.6 L uso del telefono nelle organizzazioni Anno 1 Competenze imparare a comunicare in modo efficace al telefono acquisire strumenti di soddisfazione e fidelizzazione del cliente nell ambito di un contatto telefonico nessuno Chi è il nostro interlocutore L empatia La comunicazione Tecniche di comunicazione rispondere tempestivamente rispondere con un sorriso trasmettere entusiasmo fare attenzione al gergo capire, approfondire e rispondere alle richieste non lasciare il cliente in attesa chiudere positivamente rispettare le promesse Metodologia FAD Simulazioni; Giochi psicologici; Casi situazionali; Attività di gruppo Valutazione osservazione in situazione Durata in ore 4 2A1P Comparto 14 P 11

12 UFC 8 Lingua straniera 1 Anno 1 Competenze conoscere e saper utilizzare il metodo e la terminologia inglese sia per la traduzione della comunicazione aziendale in forma commerciale, sia per la tenuta dei rapporti con l esterno Durata in ore 40 Unità didattiche 8.1 Lingua straniera 1 (40) 12

13 UD 8.1 Lingua straniera 1 Anno 1 Competenze Modelli di lettere commerciali Sessione 2 Promemoria e e mail; Organizzare e confermare appuntamenti Sessione 3 Gestire spedizioni e consegne Sessione 4 Contabilità e pagamenti Sessione 5 Redazione di verbali Interacting with people Sessione 6 Incontrare persone; Dare/ ricevere indicazioni Sessione 7 Chiedere informazioni e rispondere a richieste di informazioni Language of telephoning Sessione 8 Preparare una chiamata telefonica; Contatto telefonico iniziale Sessione 9 Strutturare le informazioni; Scambiare informazioni Sessione 10 Fare richieste; Fare un reclamo; Chiudere la chiamata esercitazione conclusiva Metodologia Lezioni frontali con approccio dialogico Simulazioni Esercitazioni di apprendimento Durata in ore 40 2A1P P 2A1P P 2A1P P 2A1P P 2A1P P 2A1P P 2A1P P 2A1P P 2A1P P 2A1P P 13

14 UFC 9 Archiviazione e protocollo Anno 1 Competenze conoscere modelli e strategie di organizzazione e di comportamento mirate all efficacia dell ufficio. Durata in ore 20 Unità didattiche 9.1 Archiviazione e protocollo (20) 14

15 UD 9.1 Archiviazione e protocollo Anno 1 Competenze Gestione archivio prima parte Sessione 2 Gestione archivio seconda parte Sessione 3 Archiviazione atti in arrivo e in partenza Sessione 4 Protocollo della corrispondenza in arrivo e partenza Sessione 5 Gestione registri e documenti obbligatori Metodologia Lezioni frontali con approccio dialogico Esercitazioni sulle procedure Durata in ore 20 2A1P A1P A1P A1P A1P T P T P T 15

16 UFC 10 Rapporti con banche e pagamenti Anno 1 Competenze conoscere gli strumenti e le metodologie utili a gestire i pagamenti nazionali in maniera corretta, sicura ed efficiente Durata in ore 12 Unità didattiche 10.1 Rapporti con banche e pagamenti (12) 16

17 UD 10.1 Rapporti con banche e pagamenti Anno 1 Competenze Cenni sul funzionamento delle aziende di credito; Il Conto Corrente: caratteri generali Sessione 2 Assegni bancari, assegni circolari; Le ricevute bancarie Sessione 3 Gli affidamenti: le garanzie, le aperture di credito, gli anticipi su fatture, le anticipazioni garantite; Le operazioni di leasing L Euro e le sue conseguenze sui sistemi di pagamento delle aziende Metodologia Lezioni frontali con approccio dialogico Esercitazioni sulle procedure Durata in ore 12 2A1P T 2A1P P 2A1P T UFC 11 Contabilità e bilancio Anno 1 Profilo professionale 29 Addetto alla contabilità Competenze le conoscenze relative alle tecniche, alle registrazioni e alla documentazione obbligatoria per una corretta tenuta della contabilità Durata in ore 16 Unità didattiche 11.1 Contabilità e bilancio (16) 17

18 UD 11.1 Contabilità e bilancio Profilo professionale 29 Addetto alla contabilità Anno 1 Competenze I documenti contabili di base e analisi fiscale dei medesimi Fatture Documenti di trasporto Sessione 2 I documenti contabili di base e analisi fiscale dei medesimi Note di variazione Ricevute, scontrini fiscali Strumenti di pagamento (ricevuta bancaria, assegno, ecc ) Sessione 3 Registrazione contabili di base: Prima nota Cassa e Banche Registrazioni fatturazione attiva e passiva Libro dei cespiti ammortizzabili Sessione 4 Registrazioni contabili complesse: Relative a incassi e pagamenti Relative a paghe e contributi Relative a crediti e debiti (mutui, leasing, ecc ) Sessione 5 Le registrazioni relative all IVA e libri contabili Le registrazioni delle ritenute e relativi scadenziari Gli errori in contabilità, la loro correzione, le sanzioni penali, civili, amministrative. La redazione del bilancio ed i suoi depositi. Metodologia Lezioni frontali con approccio dialogico Simulazioni Esercitazioni di apprendimento Durata in ore 20 2A1P A1P A1P T 2A1P A1P A1P P 2A1P A1P A1P T 2A1P A1P A1P P 18

19 UFC 12 Archiviazione e contabilità Anno 1 Profilo professionale 29 Addetto alla contabilità; 31 Addetto alla segreteria Competenze L unità didattica si rivolge al personale addetto alle funzioni di amministrazione e si propone di approfondire le conoscenze relative alle tecniche, alle registrazioni e alla documentazione obbligatoria per una corretta tenuta della contabilità. Durata in ore 16 Unità didattiche 12.1 Archiviazione e contabilità (16) 19

20 UD 12.1 Archiviazione e contabilità Profilo professionale 29 Addetto alla contabilità; 31 Addetto alla segreteria Anno 1 Competenze I documenti contabili di base e analisi fiscale dei medesimi: Fatture Documenti di trasporto Note di variazione Ricevute, scontrini fiscali Strumenti di pagamento (ricevuta bancaria, assegno, ecc ) Sessione 2 Registrazione contabili di base: Prima nota Cassa e Banche Registrazioni fatturazione attiva e passiva Libro dei cespiti ammortizzabili Sessione 3 Registrazioni contabili complesse: Relative a incassi e pagamenti Relative a paghe e contributi Relative a crediti e debiti (mutui, leasing, ecc ) Sessione 4 Le registrazioni relative all IVA e libri contabili Le registrazioni delle ritenute e relativi scadenziari Gli errori in contabilità, la loro correzione, le sanzioni penali, civili, amministrative. Metodologia Lezioni frontali con approccio dialogico Simulazioni Esercitazioni di apprendimento Durata in ore 16 2A1P Comparto 14 T 2A1P Comparto 14 P 2A1P Comparto 14 T 2A1P Comparto 14 P 20

21 UFC 13 Documenti doganali e trasporti Anno 1 Profilo professionale 29 Addetto alla contabilità Competenze conoscere gli aspetti tecnici e operativi delle attività di ufficio proprie di spedizionieri internazionali Durata in ore 12 Unità didattiche 13.1 Documenti doganali e trasporti (12) 21

22 UD 13.1 Documenti doganali e trasporti Profilo professionale 29 Addetto alla contabilità Anno 1 Competenze Le dogane, i dazi doganali, le licenze, i contingenti, i controlli sanitari, veterinari, fitosanitari; L origine delle merci e relativi accertamenti; Il mercato interno unico europeo: transiti comunitari ed extracomunitari Sessione 2 I documenti negli scambi internazionali: bolle doganali, lettere di vettura, documenti di trasporto; le Rese Merci ;. Sessione 3 I trasporti negli scambi internazionali: ferroviari, marittimi, stradali, aerei, postali, intermodali Metodologia Lezioni frontali con approccio dialogico Simulazioni Esercitazioni di apprendimento Durata in ore 12 2A1P A1P A1P T 2A1P A1P A1P P 2A1P A1P A1P T 22

23 UFC 14 Strumenti di pagamento nazionali Anno 1 Profilo professionale 29 Addetto alla contabilità Competenze le conoscenze, gli strumenti e le metodologie utili a gestire i pagamenti nazionali in maniera corretta, sicura ed efficiente. Durata in ore 4 Unità didattiche 14.1 Strumenti di pagamento nazionali (4) 23

24 UD 14.1 Strumenti di pagamento nazionali Profilo professionale 29 Addetto alla contabilità Anno 1 Competenze Il Conto Corrente: caratteri generali Assegni bancari, assegni circolari; Le ricevute bancarie; Gli affidamenti: le garanzie, le aperture di credito, gli anticipi su fatture, le anticipazioni garantite; Le operazioni di leasing I pagamenti automatizzati L Euro e le sue conseguenze sui sistemi di pagamento delle aziende. Metodologia Lezioni frontali con approccio dialogico Simulazioni Esercitazioni di apprendimento Durata in ore 4 2A1P A1P T 24

25 UFC 15 Strumenti di pagamento internazionali Anno 1 Profilo professionale 29 Addetto alla contabilità Competenze conoscenze, gli strumenti e le metodologie utili a gestire i pagamenti internazionali in maniera corretta, sicura ed efficiente. Durata in ore 4 Unità didattiche 15.1 Strumenti di pagamento internazionali (4) 25

26 UD 15.1 Strumenti di pagamento internazionali Profilo professionale 29 Addetto alla contabilità Anno 1 Competenze I metodi di pagamento tradizionali; I metodi di pagamento in area Euro; L incasso documentario: principi giuridici, forme di incasso, rischi ed opportunità; Il credito documentario: principi giuridici, forme di credito, le N.U.U. pubbl. 500 della Camera di Commercio Internazionale di Parigi; Le garanzie internazionali: mancato pagamento, lettera di credito stand by, garanzie contrattuali Metodologia Lezioni frontali con approccio dialogico Simulazioni Esercitazioni di apprendimento Durata in ore 4 2A1P A1P T 26

27 UFC 16 Bilancio e sua analisi Anno 1 Profilo professionale 29 Addetto alla contabilità Competenze interagire con le dovute competenze nel processo di costruzione, lettura ed interpretazione del bilancio di esercizio Durata in ore 20 Unità didattiche 16.1 Bilancio e sua analisi (16) 27

28 UD 16.1 Bilancio e sua analisi Profilo professionale 29 Addetto alla contabilità Anno 1 Competenze Il bilancio d esercizio: i documenti che lo compongono ed i rispettivi contenuti (Stato Patrimoniale, Conto Economico, Nota Integrativa, Relazione sulla Gestione); parte prima Sessione 2 Il bilancio d esercizio parte seconda Sessione 3 I libri ed i registri contabili obbligatori a fini civilistici; Le imposte differite ed anticipate; I criteri civilistici e i criteri fiscali Sessione 4 La valutazione del bilancio: analisi per indici. Presentazione e interpretazione degli indicatori di economicità, di redditività, di attività, di produttività, di liquidità e di solidità patrimoniale parte prima Sessione 5 La valutazione del bilancio: analisi per indici. Presentazione e interpretazione degli indicatori di economicità, di redditività, di attività, di produttività, di liquidità e di solidità patrimoniale parte seconda Metodologia Lezioni frontali con approccio dialogico Esercitazioni di apprendimento Durata in ore 16 2A1P A1P A1P T 2A1P A1P A1P P 2A1P A1P A1P T 2A1P A1P A1P P 2A1P A1P A1P P 28

29 UFC 17 Tesoreria e flussi Anno 1 Profilo professionale 29 Addetto alla contabilità Competenze conoscere le nozioni basilari riguardanti la programmazione ed il controllo in ambito finanziario, utilizzando in particolare la tecnica dei flussi. Durata in ore 8 Unità didattiche 17.1 Tesoreria e flussi (8) 29

30 UD 17.1 Tesoreria e flussi Profilo professionale 29 Addetto alla contabilità Anno 1 Competenze La finanza aziendale come modello interpretativo di lettura dell impresa; L analisi delle diverse aree che provocano i movimenti finanziari: le immobilizzazioni, il capitale circolante, le operazioni di gestione, i movimenti finanziari vincolati; La determinazione del fabbisogno o eccedenza finanziaria di periodo attraverso i flussi di tesoreria e di capitale circolante netto Sessione 2 La scelta del grado d indebitamento e la sua struttura: composizione per tassi (variabili e fissi), per valute, per scadenze; Il controllo del capitale circolante: le tecniche di cash management Metodologia Lezioni frontali con approccio dialogico Studio di casi Durata in ore 8 2A1P A1P A1P T 2A1P A1P A1P P 30

31 UFC 18 Contabilità analitica e budget Anno 1 Profilo professionale 29 Addetto alla contabilità Competenze conoscere le principali fasi ed aspetti del controllo budgetario, nonché la sua utilità ai fini di una corretta e proficua gestione d impresa Durata in ore 16 Unità didattiche 18.1 Contabilità analitica e budget (16) 31

32 UD 18.1 Contabilità analitica e budget Profilo professionale 29 Addetto alla contabilità Anno 1 Competenze La pianificazione d impresa: i suoi obiettivi e le fasi che la compongono Sessione 2 Il controllo di gestione: significato e strumenti Sessione 3 Le diverse tipologie di classificazione di costi e di ricavi Sessione 4 I vari tipi di budget: commerciale, di produzione, degli investimenti, delle altre aree funzionali Metodologia Lezioni frontali con approccio dialogico Simulazioni Esercitazioni di apprendimento Durata in ore 16 2A1P A1P A1P T 2A1P A1P A1P P 2A1P A1P A1P T 2A1P A1P A1P P 32

33 UFC 19 Assunzione e paghe personale Anno 1 Profilo professionale 30 Addetto alle paghe Competenze la conoscenza delle leggi e della normativa riguardo il personale dipendente, l elaborazione delle retribuzioni e l adempimento degli obblighi previsti dalle leggi vigenti Durata in ore 20 Unità didattiche 19.1 Assunzione e paghe personale (20) 33

34 UD 19.1 Assunzione e paghe personale Profilo professionale 30 Addetto alle paghe Anno 1 Competenze I contratti di lavoro: nozione, varie tipologie (apprendistato, contratto di formazione e lavoro, lavoro part time, contratti atipici) e modalità di costituzione (procedure e modulistica per l iscrizione agli enti; libro matricola, libro paga, registro infortuni, ecc.); Parte prima Sessione 2 I contratti di lavoro: nozione, varie tipologie (apprendistato, contratto di formazione e lavoro, lavoro part time, contratti atipici) e modalità di costituzione (procedure e modulistica per l iscrizione agli enti; libro matricola, libro paga, registro infortuni, ecc.); Parte seconda Sessione 3 Lo svolgimento del rapporto di lavoro: obblighi e diritti, inquadramento e mansioni, orario di lavoro, sicurezza sul lavoro; assenze (malattia, maternità, infortuni e malattie professionali, ferie, permessi); Sessione 4 La retribuzione e le sue componenti: elementi fissi (paga base, indennità di contingenza, EDR, scatti di anzianità), elementi variabili (superminimo, compenso per lavoro straordinario, lavoro notturno o a turni, indennità, mance), compensi assistenziali (assegno per il nucleo familiare), compensi durante le assenze; Contributi, premi e imposte: base imponibile contributiva, contributi all INPS, premi INAIL, contributi enti autonomi, pensioni INPS; calcolo e versamento IRPEF; Sessione 5 La cessazione del rapporto di lavoro: le cause, le tipologie (raggiungimento dei limiti d età, licenziamento per giusta causa, dimissioni, ecc.), la procedura. Metodologia Lezioni frontali con approccio dialogico Simulazioni Durata in ore 20 2A1P T 2A1P P 2A1P T 2A1P P 2A1P T 34

35 35

36 UFC 21 Revisione e certificazione di bilancio Anno 2 Profilo professionale 29 Addetto alla contabilità Competenze conoscere gli strumenti per diverse forme di auditing aziendale Conoscere i principi legislativi ed operativi della revisione e della certificazione del bilancio aziendale Durata in ore 16 Unità didattiche 21.1 Revisione e certificazione di bilancio (16) 36

37 UD 21.1 Revisione e certificazione di bilancio Profilo professionale 29 Addetto alla contabilità Anno 2 Competenze Il processo di revisione contabile e le sue fasi; Il quadro giuridico di riferimento della certificazione contabile Sessione 2 I principi contabili di riferimento per la revisione e certificazione del bilancio: principi generali e principi specifici; I principi di revisione Sessione 3 La relazione di certificazione: contenuti e tipologia di giudizi; La pianificazione e la documentazione della revisione Sessione 4 Le diverse procedure di revisione; La revisione gestionale: la valutazione del quadro ambientale, dei cicli gestionali e dei sistemi di informazione e controllo gestionali Metodologia Lezioni frontali con approccio dialogico Simulazioni Esercitazioni di apprendimento Durata in ore 16 2A2P T 2A2P P 2A2P T 2A2P P 37

38 UFC 22 Informatica 2 Anno 2 Competenze conoscenze e le competenze tecniche per un efficiente utilizzo del Personal Computer, per la corretta gestione della modulistica aziendale e per le altre operazioni correlate Durata in ore 28 Unità didattiche 22.1 Informatica 2 (28) 38

39 UD 22.1 Informatica 2 Anno 2 Competenze MICROSOFT ACCESS progettazione di banche dati Sessione 2 costruzione di tabelle e relazioni Sessione 3 le maschere; le query; i reports Sessione 4 Le macro come strumento di automazione; Sessione 5 Le reti aziendali le reti intranet LAN (local area network) e WAN (wide area network); Sessione 6 Procedure di connessione: installazione di modem e configurazione di accesso remoto Sessione 7 Il programma OUTLOOK per la gestione della posta, dei calendari, dei contatti; Configurazione del client di posta elettronica con Microsoft OUTLOOK L uso di internet e della posta elettronica per finalità aziendali; Esempi pratici di download Le basi del linguaggio HTML Metodologia Lezioni frontali con approccio dialogico Simulazioni Esercitazioni di apprendimento Durata in ore 28 2A2P Comparto 14 P 2A2P Comparto 14 P 2A2P Comparto 14 P 2A2P Comparto 14 P 2A2P Comparto 14 P 2A2P Comparto 14 P 2A2P Comparto 14 P 39

40 UFC 23 Selezione e valutazione del personale Anno 2 Profilo professionale 30 Addetto alle paghe Competenze conoscere gli strumenti di carattere teorico, tecnico e procedurale che consentano all addetto alla gestione del personale e di svolgere tale funzione in relativa autonomia decisionale ed operativa Durata in ore 16 Unità didattiche 23.1 Selezione e valutazione del personale (16) 40

41 UD 23.1 Selezione e valutazione del personale Profilo professionale 30 Addetto alle paghe Anno 2 Competenze Contenuti di formazione La pianificazione aziendale di medio lungo periodo Sessione 1 Il processo di pianificazione e controllo e le sue fasi; La definizione del sistema dei piani aziendali; Sessione 2 I destinatari dei piani aziendali; L analisi di mercato per la pianificazione aziendale Il sistema dei budget aziendali Sessione 3 I contenuti e gli scopi della programmazione e del controllo; Sessione 4 Il budget delle vendite, della produzione, del magazzino e degli approvvigionamenti, del personale, degli investimenti Sessione 5 Budget settoriali e budget globali d impresa Sessione 6 Preventivo economico, preventivo fonti ed impieghi, preventivo di tesoreria; Rilevazione degli scostamenti dal budget e loro interpretazione; Modelli non tradizionali di budgettazione e controllo Metodologia Lezioni frontali con approccio dialogico Simulazioni Esercitazioni di apprendimento Durata in ore 16 2A2P T 2A2P P 2A2P T 2A2P P 41

42 UFC 24 Lingua straniera 2 Anno 2 Competenze conoscere e saper utilizzare il metodo e la terminologia inglese a livello avanzato sia per la traduzione della comunicazione aziendale in forma commerciale, sia per la tenuta dei rapporti con l esterno Durata in ore 40 Unità didattiche 24.1 Lingua straniera 2 (40) 42

43 UD 24.1 Lingua straniera 2 Anno 2 Competenze Le notizie economiche, le trattative economiche 1 Sessione 2 Le notizie economiche, le trattative economiche 2 Sessione 3 Le notizie economiche, le trattative economiche 3 Sessione 4 Le notizie economiche, le trattative economiche 4 Sessione 5 Esprimersi nelle riunioni, esporre una relazione 1 Sessione 6 Esprimersi nelle riunioni, esporre una relazione 2 Sessione 7 Esprimersi nelle riunioni, esporre una relazione 3 Sessione 8 La corrispondenza commerciale 1 Sessione 9 La corrispondenza commerciale 2 Sessione 10 La corrispondenza commerciale 3 Metodologia Lezioni frontali con approccio dialogico Simulazioni Esercitazioni di apprendimento Durata in ore 40 2A2P A2P A2P A2P A2P A2P A2P A2P A2P A2P P P P P P P P P P P 43

44 UD 24.2 Lingua inglese commerciale Anno 2 Competenze Sales calls Sessione 2 The competition Sessione 3 Marketing Sessione 4 Crisis Sessione 5 On the road Sessione 6 The annual report Sessione 7 The offer Sessione 8 At the fair Sessione 9 Relocation Sessione 10 Headhunters Sessione 11 Training Sessione 12 Building the team Sessione 13 The new boss Sessione 14 Working and playing Sessione 15 Esercizi Metodologia FAD Lezioni frontali con approccio dialogico Simulazioni Esercitazioni di apprendimento Durata in ore 60 2A2P COMPARTO 14 P 2A2P COMPARTO 14 P 2A2P COMPARTO 14 P 2A2P COMPARTO 14 P 2A2P COMPARTO 14 P 2A2P COMPARTO 14 P 2A2P COMPARTO 14 P 2A2P COMPARTO 14 P 2A2P COMPARTO 14 P 2A2P COMPARTO 14 P 2A2P COMPARTO 14 P 2A2P COMPARTO 14 P 2A2P COMPARTO 14 P 2A2P COMPARTO 14 P 2A2P COMPARTO 14 P 44

45 UFC 25 Assicurazioni e trasporti internazionali Anno 2 Profilo professionale 32 Spedizioniere / addetto import export Competenze saper seguire il ciclo della ricerca e selezione degli strumenti e delle proposte contrattuali delle compagnie di assicurazione che operano nel settore dei trasporti internazionali Durata in ore 16 Unità didattiche 25.1 Assicurazioni e trasporti internazionali (16) 45

46 UD 25.1 Assicurazioni e trasporti internazionali Profilo professionale 32 Spedizioniere / addetto import export Anno 2 Competenze I contratti di assicurazione: generalità; La spedizione di merci all estero: quando assicurare, cosa assicurare e come assicurare Sessione 2 I diversi contratti di assicurazione e le polizze tipo (in part. la polizza Italia di Assicurazione delle Merci trasportate); I capitolati e le garanzie Sessione 3 Le convenzioni assicurative internazionali per i trasporti: CMR (convention marchandises ruotieres) per i trasporti su strada, CIM per i trasporti ferroviari, Convenzione di Varsavia per i trasporti aerei, Convenzione di Bruxelles regole di Visby per i trasporti marittimi Sessione 4 Il dimensionamento della copertura assicurativa; Le avarie nel trasporto: avarie generali ed avarie particolari; La procedura di stipula dell assicurazione; Le procedure per la richiesta di rimborso del danno Metodologia Lezioni frontali con approccio dialogico Utilizzo di documenti tipo (polizze, richieste danni, ecc ) per esercitazioni di compilazione degli stessi Simulazioni e casi studio concreti Durata in ore 16 2A2P T 2A2P P 2A2P T 2A2P P 46

PRIMO CORSO FINANZIATO IL RAPPORTO DI LAVORO NELLE COOPERATIVE (3gg.) e IL RAPPORTO DI LAVORO GIORNALISTICO (3gg.)

PRIMO CORSO FINANZIATO IL RAPPORTO DI LAVORO NELLE COOPERATIVE (3gg.) e IL RAPPORTO DI LAVORO GIORNALISTICO (3gg.) PRIMO CORSO FINANZIATO IL RAPPORTO DI LAVORO NELLE COOPERATIVE (3gg.) e IL RAPPORTO DI LAVORO GIORNALISTICO (3gg.) Durata: 6 gg. (1 incontro a settimana) Calendario: 3/10/17 luglio 4/11/18 settembre 2012

Dettagli

PROGRAMMA. CORSO IN PAGHE E CONTRIBUTI La Teoria. CAPITOLO I: Il nuovo collocamento e la costruzione del rapporto di lavoro

PROGRAMMA. CORSO IN PAGHE E CONTRIBUTI La Teoria. CAPITOLO I: Il nuovo collocamento e la costruzione del rapporto di lavoro PROGRAMMA CORSO IN PAGHE E CONTRIBUTI La Teoria CAPITOLO I: Il nuovo collocamento e la costruzione del rapporto di lavoro 1. Collocamento ordinario 2. Collocamento obbligatorio 3. Adempimenti collegati

Dettagli

ESPERTO DI AMMINISTRAZIONE

ESPERTO DI AMMINISTRAZIONE ESPERTO DI AMMINISTRAZIONE Obiettivi Il progetto promuove un intervento formativo, finalizzato alla formazione e all aggiornamento di giovani diplomati, interessati a svolgere attività nel settore amministrativo

Dettagli

Paghe e Contributi. Corsi. Padova. Corso Base. Corso Avanzato. Paghe e Contributi. Paghe e Contributi

Paghe e Contributi. Corsi. Padova. Corso Base. Corso Avanzato. Paghe e Contributi. Paghe e Contributi Corsi Centro Paghe...al Servizio del Professionista Corso Base Corso Avanzato Corso Base Paghe e contributi >> Costituzione del rapporto di lavoro e retribuzione Malattia, maternità, infortunio e adempimenti

Dettagli

Istituto Statale d'istruzione Secondaria Superiore. " U. Foscolo " Teano - Sparanise. Disciplina : Economia Aziendale

Istituto Statale d'istruzione Secondaria Superiore.  U. Foscolo  Teano - Sparanise. Disciplina : Economia Aziendale Istituto Statale d'istruzione Secondaria Superiore " U. Foscolo " Teano - Sparanise Disciplina : Economia Aziendale ANNO SCOLASTICO 2015/2016 Classe quinta/sez. A A.F.M. Il Docente Prof. Montanaro Raffaele

Dettagli

PIANO DI LAVORO INDIVIDUALE PIANO DI LAVORO ANNUALE - CONTRATTO FORMATIVO

PIANO DI LAVORO INDIVIDUALE PIANO DI LAVORO ANNUALE - CONTRATTO FORMATIVO Pagina 1 di 9 ANNO SCOLASTICO 2013/2014 PIANO DI LAVORO ANNUALE - CONTRATTO FORMATIVO DOCENTE MATERIA CLASSE GAROFOLI M. GIUSEPPINA ECONOMIA AZIENDALE V B MERCURIO OBIETTIVI DISCIPLINARI (in conformità

Dettagli

DESCRIZIONE DEL SERVIZIO DI ELABORAZIONE PAGHE

DESCRIZIONE DEL SERVIZIO DI ELABORAZIONE PAGHE DESCRIZIONE DEL SERVIZIO DI ELABORAZIONE PAGHE Il contratto per la fornitura del servizio di elaborazione paghe ha generalmente validità di 12 mesi e comprenderà tutte le elaborazioni mensili ed annuali,

Dettagli

Addetto alle Paghe e contributi

Addetto alle Paghe e contributi Addetto alle Paghe e contributi (livello base) Presentazione e obiettivi In un contesto economico sempre più dinamico e competitivo le aziende hanno sempre più bisogno di flessibilità e di una gestione

Dettagli

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo Agenzia del Lavoro Provincia Autonoma di Trento PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo DENOMINAZIONE FIGURA PROFESSIONALE - IMPIEGATO PER LA GESTIONE E AMMINISTRAZIONE DEL PERSONALE

Dettagli

Il Controllo di Gestione: il moderno Controller per le organizzazioni DESCRIZIONE

Il Controllo di Gestione: il moderno Controller per le organizzazioni DESCRIZIONE Il Controllo di Gestione: il moderno Controller per le organizzazioni DESCRIZIONE Le caratteristiche del mercato finanziario e le dinamiche competitive emerse sin dall emergere della crisi hanno imposto

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE INDIVIDUALE a. s. 2013/2014. Elenco moduli Argomenti Metodi /Strumenti / Testi Letture 1 REVISIONE SOCIETA DI CAPITALI

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE INDIVIDUALE a. s. 2013/2014. Elenco moduli Argomenti Metodi /Strumenti / Testi Letture 1 REVISIONE SOCIETA DI CAPITALI Pagina 1 di 8 DISCIPLINA: ECONOMIA AZIENDALE INDIRIZZO: IGEA 5AR DOCENTE : PINI MARIA GABRIELLA Elenco moduli Argomenti Metodi /Strumenti / Testi Letture 1 ISIONE SOCIETA DI CAPITALI 2 I CARATTERI DELLE

Dettagli

Modulo A : ASPETTI STRUTTURALI, GESTIONALI E CONTABILI DELLE IMPRESE INDUSTRIALI

Modulo A : ASPETTI STRUTTURALI, GESTIONALI E CONTABILI DELLE IMPRESE INDUSTRIALI Anno scolastico 2013/2014 Programma di Economia Aziendale Classe: 5^ F Mercurio Insegnante: Lino Bartolini Modulo A : ASPETTI STRUTTURALI, GESTIONALI E CONTABILI DELLE IMPRESE INDUSTRIALI Le caratteristiche

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE INDIVIDUALE a. s. 2013/2014

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE INDIVIDUALE a. s. 2013/2014 Pagina 1 di 6 DISCIPLINA: ECONOMIA AZIENDALE INDIRIZZO: MERCURIO CLASSE: 5BR DOCENTE: BONOMINI MIRELLA Elenco moduli Argomenti Metodi /Strumenti / Testi Letture A 1 I CARATTERI DELLE Le caratteristiche

Dettagli

Contabilità e bilancio

Contabilità e bilancio Contabilità e bilancio di Paolo Montinari IMPORTANTE PDF Il volume è disponibile anche in versione pdf Le istruzioni per scaricare il file sono a pag. 493 N.B.: Nelle versioni elettroniche del volume tutti

Dettagli

TORINO. ISTITUTO d ISTRUZIONE SUPERIORE DI STATO. CLASSE BIENNIO C Serale Disciplina: ECONOMIA AZIENDALE (ore di lezione svolte 118)

TORINO. ISTITUTO d ISTRUZIONE SUPERIORE DI STATO. CLASSE BIENNIO C Serale Disciplina: ECONOMIA AZIENDALE (ore di lezione svolte 118) ISTITUTO d ISTRUZIONE SUPERIORE DI STATO TORINO MATERIA: TECNICA DEI SERVIZI TURISTICI (ETAT) - PROGETTO POLIS PROGRAMMA SVOLTO ANNO SCOLASTICO 2013-2014 CLASSI Biennio - 4-5 C Serale ed ex 3 M Serale

Dettagli

Economia aziendale secondo biennio SIA

Economia aziendale secondo biennio SIA Economia aziendale secondo biennio SIA CONTENUTI CURRICOLAZIONE DEI SAPERI MEDIAZIONE DIDATTICA (^) classe terza SIA MODULO DISCPLINARE Modulo 1 IL SISTEMA AZIENDA E LA SUA ORGANIZZAZIONE (**) CONOSCENZE

Dettagli

ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO Anno Scolastico 2013/2014. Mercato del Lavoro : Aspetti Contrattuali, Contributivi e Fiscali.

ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO Anno Scolastico 2013/2014. Mercato del Lavoro : Aspetti Contrattuali, Contributivi e Fiscali. ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO Anno Scolastico 2013/2014 Mercato del Lavoro : Aspetti Contrattuali, Contributivi e Fiscali Classe 5^ E / TO3 Il Progetto Alternanza Scuola-Lavoro costituisce un attività di interazione

Dettagli

AMMINISTRAZIONE DEL PERSONALE IN AZIENDA

AMMINISTRAZIONE DEL PERSONALE IN AZIENDA Dettaglio corso ID: Titolo corso: Tipologia corso: Costo totale del corso a persona (EURO): Organismo di formazione: Caratteristiche del percorso formativo AMMINISTRAZIONE DEL PERSONALE IN AZIENDA Corsi

Dettagli

UNA RETE DI PROFESSIONISTI PER DARE AD OGNI PROBLEMA LA GIUSTA SOLUZIONE IN UN MONDO CHE CAMBIA MISSION

UNA RETE DI PROFESSIONISTI PER DARE AD OGNI PROBLEMA LA GIUSTA SOLUZIONE IN UN MONDO CHE CAMBIA MISSION PROFILO E MISSION UNA RETE DI PROFESSIONISTI PER DARE AD OGNI PROBLEMA LA GIUSTA SOLUZIONE IN UN MONDO CHE CAMBIA M.C.& Partners consulenze integrate aziendali - srl è una società di consulenza e servizi

Dettagli

Corso di formazione in PAGHE E CONTRIBUTI

Corso di formazione in PAGHE E CONTRIBUTI Corso di formazione in PAGHE E CONTRIBUTI Obiettivi Obiettivo principale del corso è creare un operatore autonomo nella scelta e nella gestione delle varie tipologie di contratti e soprattutto con una

Dettagli

TAVOLA DI PROGRAMMAZIONE

TAVOLA DI PROGRAMMAZIONE Ministero della Pubblica Istruzione Istituto d Istruzione Superiore Statale E. De Nicola Via Saint Denis 200 20099 Sesto San Giovanni Tel.: 02.26224610/16/10 Fax 02.2480991 Sito: www.iisdenicola.it - e_mail

Dettagli

Gestione Integrata delle Risorse Umane. Studio PICECI ROBERTO

Gestione Integrata delle Risorse Umane. Studio PICECI ROBERTO Gestione Integrata delle Risorse Umane Studio PICECI ROBERTO PROFILO Lo Studio Piceci nasce nel 1950, dall iniziativa del suo fondatore Angelo Piceci e negli oltre 60 anni di attività raggiunge una posizione

Dettagli

TAVOLA DI PROGRAMMAZIONE CLASSE QUINTA articolazione AFM ECONOMIA AZIENDALE TOMO 1 MODULO 1 Comunicazione economico-finanziaria e socio-ambientale

TAVOLA DI PROGRAMMAZIONE CLASSE QUINTA articolazione AFM ECONOMIA AZIENDALE TOMO 1 MODULO 1 Comunicazione economico-finanziaria e socio-ambientale TAVOLA DI PROGRAMMAZIONE CLASSE QUINTA articolazione AFM ECONOMIA AZIENDALE TOMO 1 MODULO 1 Comunicazione economico-finanziaria e socio-ambientale Unità Competenze professionali Conoscenze Abilità Strumenti

Dettagli

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo Agenzia del Lavoro Provincia Autonoma di Trento DESCRIZIONE PROFILO PROFESSIONALE PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo DENOMINAZIONE FIGURA PROFESSIONALE -IMPIEGATO AMMINISTRATIVO

Dettagli

PIANO DIDATTICO CORSO R.E.C. ABILITANTE / SETTORE ALIMENTARE

PIANO DIDATTICO CORSO R.E.C. ABILITANTE / SETTORE ALIMENTARE PIANO DIDATTICO CORSO R.E.C. ABILITANTE / SETTORE ALIMENTARE LEGISLAZIONE SUL COMMERCIO DI VENDITA AL PUBBLICO 1) GENERALITA SUL COMMERCIO - Cosa vuol dire commercio - Chi è il commerciante - Le funzioni

Dettagli

FORMAZIONE - week end CORSO BASE PAGHE E CONTRIBUTI

FORMAZIONE - week end CORSO BASE PAGHE E CONTRIBUTI FORMAZIONE - week end ROMA 2011 Calendario didattico: sabato 05/marzo - domenica 06/marzo sabato 12/marzo - domenica 13/marzo sabato 19/marzo - domenica 20/marzo sabato 26/marzo - domenica 27/marzo Docenti:

Dettagli

Lia Bonelli ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE POLO COMMERCIALE ARTISTICO GRAFICO MUSICALE L AMBITO DISCIPLINARE DI ECONOMIA AZIENDALE TABILISCE CHE:

Lia Bonelli ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE POLO COMMERCIALE ARTISTICO GRAFICO MUSICALE L AMBITO DISCIPLINARE DI ECONOMIA AZIENDALE TABILISCE CHE: a.s.2011/2012 Economia aziendale, Tecniche professionali dei servizi commerciali A CURA DEL RESPONSABILE DEL DIPARTIMENTO Lia Bonelli L AMBITO DISCIPLINARE DI ECONOMIA AZIENDALE TABILISCE CHE: 1. I docenti

Dettagli

BANDO per l acquisizione di beni e servizi in economia per lo svolgimento del corso n. 090482 per TECNICO GESTIONE DEL PERSONALE CUP E15C09001920002

BANDO per l acquisizione di beni e servizi in economia per lo svolgimento del corso n. 090482 per TECNICO GESTIONE DEL PERSONALE CUP E15C09001920002 BANDO per l acquisizione di beni e servizi in economia per lo svolgimento del corso n. 090482 per TECNICO GESTIONE DEL PERSONALE CUP E15C09001920002 Con Deliberazione della Giunta Regionale n. 71/5 del

Dettagli

Fatti i conti in... BUSTA PAGA

Fatti i conti in... BUSTA PAGA DIRITTO LAVORO Fatti i conti in... BUSTA PAGA I risultati dell indagine condotta da Jobadvisor qualche mese fa e pubblicati nell edizione di ottobre indicano che per la grande maggioranza dei neolaureati

Dettagli

ELEMENTI DI PAGHE E CONTRIBUTI Formazione continua individuale

ELEMENTI DI PAGHE E CONTRIBUTI Formazione continua individuale ELEMENTI DI PAGHE E CONTRIBUTI Formazione continua individuale Durata: 60 ore Inizio corso: da definire Sede: Corso Raffaello 17/D - Torino Docente: dottore consulente del lavoro con esperienza consolidata

Dettagli

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE STATALE ABBA - BALLINI Via Tirandi n. 3-25128 BRESCIA www.abba-ballini.gov.it tel. 030/307332-393363 - fax 030/303379

Dettagli

Bplanning. Manuale d uso. Indice

Bplanning. Manuale d uso. Indice Bplanning Manuale d uso Indice Desk... 2 Assumption... 3 Linee Prodotto... 4 Personale... 4 Investimenti... 5 Ammortamenti... 6 Finanziamenti... 7 Imposte... 7 Conto Economico input... 8 Stato Patrimoniale

Dettagli

Corsi, convegni, seminari

Corsi, convegni, seminari Corsi, convegni, seminari Paghe e contributi Corso intensivo Salerno, dal 14 marzo al 22 maggio 2012 (6 pomeriggi) Struttura del Corso Corso intensivo Paghe e contributi Salerno, dal 14 marzo al 22 maggio

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE Michele BUNIVA

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE Michele BUNIVA 1. Articolazione (moduli, unità didattiche ) delle conoscenze e dei contenuti. PROGRAMMA ECONOMIA AZIENDALE E GEO POLITICA CLASSE 4 RIM Libro di testo : Astolfi, Nazzaro, Rascioni & Ricci IMPRESA E MERCATI

Dettagli

Master in Contabilità e buste paga:

Master in Contabilità e buste paga: Master in Contabilità e buste paga: MODULO CONTABILITA Nozioni generali Introduzione alla contabilità I regimi contabili Diverse tipologie di azienda Modalità e operazioni preliminari per la costituzione

Dettagli

Materiali didattici - Bilancio, imposte e analisi di bilancio

Materiali didattici - Bilancio, imposte e analisi di bilancio Materiali didattici - Bilancio, imposte e analisi di bilancio Aree gestionali e loro riflessi contabili e di bilancio [29 agosto 2013] Riclassificazione e analisi di bilancio di un impresa turistica [29

Dettagli

6. CONTABILITA GENERALE

6. CONTABILITA GENERALE 6. CONTABILITA GENERALE SCRITTURE DI GESTIONE SCRITTURE RELATIVE AL LAVORO DIPENDENTE 1 E. Scritture relative al lavoro dipendente Definizione Il lavoro rappresenta un fattore della produzione che contabilmente

Dettagli

TORINO. ISTITUTO d ISTRUZIONE SUPERIORE DI STATO. CLASSE TERZA C Serale (ore di lezione svolte 136) 2. Il Turismo e le strutture ricettive

TORINO. ISTITUTO d ISTRUZIONE SUPERIORE DI STATO. CLASSE TERZA C Serale (ore di lezione svolte 136) 2. Il Turismo e le strutture ricettive ISTITUTO d ISTRUZIONE SUPERIORE DI STATO TORINO MATERIA: TECNICA DEI SERVIZI TURISTICI (ETAT) - PROGETTO POLIS PROGRAMMA SVOLTO ANNO SCOLASTICO 2012-2013 CLASSI 3-4 - 5 C Serale e 3 H Serale DOCENTE: MAZZA

Dettagli

Diritto Tributario. Anno 2012 Diritto del Lavoro

Diritto Tributario. Anno 2012 Diritto del Lavoro Anno 2012 Diritto del Lavoro - Premesso il concetto di assicurazione sociale, il candidato illustri i principali adempimenti del datore di lavoro nei confronti di I.N.P.S. ed I.N.A.I.L., sia all inizio

Dettagli

INFORMATICO CONTABILE

INFORMATICO CONTABILE CORSO PER LA FORMAZIONE DI INFORMATICO CONTABILE PRESENTAZIONE Il corso di preparazione come INFORMATICO CONTABILE vuole formare giovani diplomati o laureati da avviare nel mondo del lavoro nel settore

Dettagli

Oggetto: MASTER DI ALTA FORMAZIONE IN AGENTE E RAPPRESENTANTE DI COMMERCIO PARTECIPAZIONE GRATUITA

Oggetto: MASTER DI ALTA FORMAZIONE IN AGENTE E RAPPRESENTANTE DI COMMERCIO PARTECIPAZIONE GRATUITA Oggetto: MASTER DI ALTA FORMAZIONE IN AGENTE E RAPPRESENTANTE DI COMMERCIO PARTECIPAZIONE GRATUITA Programma di Studio: MODULO 1 CLASSIFICAZIONE DELLE ATTIVITA LAVORATIVE Il concetto di lavoro autonomo

Dettagli

Richiesta di fornitura per servizi di consulenza professionale Consulente del Lavoro

Richiesta di fornitura per servizi di consulenza professionale Consulente del Lavoro Richiesta di fornitura per servizi di consulenza professionale Consulente del Lavoro Lepida SpA è lo strumento operativo della Regione Emilia Romagna per la pianificazione, lo sviluppo e la gestione delle

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA PER LA CLASSE QUARTA E QUINTA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA PER LA CLASSE QUARTA E QUINTA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA PER LA CLASSE QUARTA E QUINTA Questa programmazione didattica vuole semplicemente fornire uno strumento d aiuto e riflessione per i docenti di questa disciplina, in quanto non

Dettagli

LA FATICA NELLE MANI LAVORO, FAMIGLIA e FUTURO. Come leggere la Busta Paga

LA FATICA NELLE MANI LAVORO, FAMIGLIA e FUTURO. Come leggere la Busta Paga LA FATICA NELLE MANI LAVORO, FAMIGLIA e FUTURO Come leggere la Busta Paga ANNO 2016 Le GUIDE della Fondazione Studi A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi - Consiglio Nazionale dei

Dettagli

Istituto d Istruzione Superiore di Castelnovo ne Monti PIANO DI LAVORO

Istituto d Istruzione Superiore di Castelnovo ne Monti PIANO DI LAVORO Istituto d Istruzione Superiore di Castelnovo ne Monti PIANO DI LAVORO ANNO SCOLASTICO 2013/2014 DISCIPLINA: TECNICA AMMINISTRATIVA CLASSE: 5 SEZ.: E DOCENTE: FRANCESCO CATELLANI 1. OBIETTIVI E RISULTATI

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE

PIANO DI LAVORO ANNUALE Istituto di Istruzione Superiore ITALO CALVINO telefono: 0257500115 via Guido Rossa 20089 ROZZANO MI fax: 0257500163 Sezione Associata: telefono: 025300901 via Karl Marx 4 - Noverasco - 20090 OPERA MI

Dettagli

PROGRAMMA CORSO PRATICANTI DURATA DEL CORSO: 90 ORE

PROGRAMMA CORSO PRATICANTI DURATA DEL CORSO: 90 ORE PROGRAMMA CORSO PRATICANTI DURATA DEL CORSO: 90 ORE Modulo 1 Il rapporto di lavoro - Norme e fonti che regolano il rapporto di lavoro - I rapporti di lavoro autonomo, parasubordinato e subordinato - Lo

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE. Indirizzo: TECNICO_ AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE. Indirizzo: TECNICO_ AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE Indirizzo: TECNICO_ AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING Anno scolastico Materia Classi 2013 / 14 Economia Aziendale 3^- 4^ Lo studio dell'economia Aziendale per il

Dettagli

Come leggere la Busta Paga. A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi - Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro

Come leggere la Busta Paga. A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi - Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro Come leggere la Busta Paga A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi - Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro CHE COS È E' un documento obbligatorio che indica la retribuzione,

Dettagli

Contabilità e Buste Paga

Contabilità e Buste Paga Contabilità e Buste Paga Investiamo sul vostro futuro Operazione Rif. P.A. 2012-1548/MO approvata con Delibera di Giunta n.269 del 04/09/2012 dalla Provincia di Modena e cofinanziato dal Fondo Sociale

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER L AMMINISTRAZIONE ECONOMICO FINANZIARIA ED IL CONTROLLO DI GESTIONE

TECNICO SUPERIORE PER L AMMINISTRAZIONE ECONOMICO FINANZIARIA ED IL CONTROLLO DI GESTIONE ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO TECNICO SUPERIORE PER L AMMINISTRAZIONE ECONOMICO FINANZIARIA ED IL CONTROLLO DI GESTIONE STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO

Dettagli

1 Programmazione didattica

1 Programmazione didattica TURISTICO ALBERGHIERO RISTORAZIONE 1 Programmazione didattica PIANO DELLE ATTIVITÀ CLASSE PRIMA Conoscere le principali tecniche di comunicazione e accoglienza al front office. Finalità educative Gli argomenti

Dettagli

Suite Pro. Contabilità generale e cespiti. Compensi a terzi e certificazioni. Parcellazione. Simulazione fiscale. Telematico. Anagrafica nominativi

Suite Pro. Contabilità generale e cespiti. Compensi a terzi e certificazioni. Parcellazione. Simulazione fiscale. Telematico. Anagrafica nominativi Suite Pro Gestione completa delle attività dello studio commercialista Struttura modulare Integrazione tra i moduli software, che condividono un anagrafica realmente unica Impostazione grafica e funzionale

Dettagli

A.S. 2014/2015 CLASSE 5 F SIA DISCIPLINA

A.S. 2014/2015 CLASSE 5 F SIA DISCIPLINA PROGRAMMA SVOLTO A.S. 2014/2015 CLASSE 5 F SIA DISCIPLINA Economia Aziendale DOCENTE Rezzonico Isabella MODULO E/O UNITA DIDATTICA CONTABILITÀ GENERALE BILANCI AZIENDALI E REVISIONE LEGALE DEI CONTI CONTENUTI

Dettagli

TECNICHE PROFESSIONALI DEI SERVIZI COMMERCIALI

TECNICHE PROFESSIONALI DEI SERVIZI COMMERCIALI TECNICHE PROFESSIONALI DEI SERVIZI COMMERCIALI ANNO SCOLASTICO: 2015-2016 INSEGNANTE: Perata Simonetta CLASSE: IV A c SETTORE: servizi commerciali INDIRIZZO: servizi commerciali PROGRAMMAZIONE INIZIALE

Dettagli

ssctsp OFFERTA FORMATIVA PER LE IMPRESE DEL TERZIARIO Le applicazioni amministrative e finanziarie

ssctsp OFFERTA FORMATIVA PER LE IMPRESE DEL TERZIARIO Le applicazioni amministrative e finanziarie Le applicazioni amministrative e finanziarie 1 LA CONTABILITA AZIENDALE L esatta esposizione degli indici e degli altri elementi che compongono la contabilità è fondamentale per formulare correttamente

Dettagli

LIVELLI DI PARTENZA TEST/PROVE UTILIZZATI PER LA RILEVAZIONE DEI LIVELLI DI PARTENZA. Test di indirizzo Test prodotti dalla scuola Altro

LIVELLI DI PARTENZA TEST/PROVE UTILIZZATI PER LA RILEVAZIONE DEI LIVELLI DI PARTENZA. Test di indirizzo Test prodotti dalla scuola Altro Istituto Professionale per i servizi commerciali Canedi Via Caduti di Cefalonia,57 40059 Medicina P I A N O D I L A V O R O Anno Scolastico 2013-2014 CLASSE I V SEZ. APX PROF.ssa Rosanna DI PAlMA MATERIA

Dettagli

MACROSETTORE RISTORAZIONE, ALIMENTAZIONE E DISTRIBUZIONE

MACROSETTORE RISTORAZIONE, ALIMENTAZIONE E DISTRIBUZIONE MACROSETTORE RISTORAZIONE, ALIMENTAZIONE E DISTRIBUZIONE 1 LIVELLO BASE (prima annualità) 2 Competenze relazionali - Esprimersi in lingua italiana in forma corretta ed adeguata rispetto al contesto di

Dettagli

CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE SETTEMBRE - DICEMBRE 2006 LA COMUNICAZIONE EFFICACE IN AZIENDA

CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE SETTEMBRE - DICEMBRE 2006 LA COMUNICAZIONE EFFICACE IN AZIENDA CATALOGO CORSI DI FORMAZIONE SETTEMBRE - DICEMBRE 2006 Si ricorda che è ancora aperto il Bando provinciale dove è possibile richiedere il finanziamento per la partecipazione a corsi di formazione. Prossima

Dettagli

PIANO DI LAVORO DEL DOCENTE I.I.S. ABBA BALLINI. Classe QUINTA E AFM

PIANO DI LAVORO DEL DOCENTE I.I.S. ABBA BALLINI. Classe QUINTA E AFM Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE STATALE ABBA - BALLINI Via Tirandi n. 3-25128 BRESCIA www.abba-ballini.gov.it tel. 030/307332-393363 - fax 030/303379

Dettagli

Allegato A ABILITÀ: UNITA DIDATTICA B: Le analisi di bilancio per indici e per flussi

Allegato A ABILITÀ: UNITA DIDATTICA B: Le analisi di bilancio per indici e per flussi PROGRAMMAZIONE COMUNE DEL DIPARTIMENTO DI ECONOMIA AZIENDALE INDIRIZZO: CLASSE: DISCIPLINA: COMUNE 5 AFM ECONOMIA AZIENDALE COMPETENZE: Riconoscere e interpretare i macrofenomeni economici che influenzano

Dettagli

PROGRAMMA FORMATIVO: Assistente Amministrativo-Contabile

PROGRAMMA FORMATIVO: Assistente Amministrativo-Contabile PROGRAMMA FORMATIVO: Assistente Amministrativo-Contabile Settore merceologico di riferimento Edilizia Profilo formativo di riferimento I profili previsti nel C.C.N.L. per: - Impiegati Tecnici di 3 Categoria

Dettagli

Indice. 1 Definizione di cedolino paga ------------------------------------------------------------------------- 3

Indice. 1 Definizione di cedolino paga ------------------------------------------------------------------------- 3 LEZIONE ANALISI DELLA RETRIBUZIONE DOTT. GIUSEPPE IULIANO Indice 1 Definizione di cedolino paga ------------------------------------------------------------------------- 3 1 Definizione di cedolino paga

Dettagli

Manuale di Contabilità Aziendale. di Paolo Montinari

Manuale di Contabilità Aziendale. di Paolo Montinari Manuale di Contabilità Aziendale di Paolo Montinari Indice sistematico Capitolo 1 -La contabilità e il metodo della partita doppia 1.1 La funzione della contabilità... 15 1.2 Il metodo della partita doppia

Dettagli

INDIRIZZO :RELAZIONI INTERNAZIONALI A.S. 2014/2015 Prof. Moretto Giampiero

INDIRIZZO :RELAZIONI INTERNAZIONALI A.S. 2014/2015 Prof. Moretto Giampiero Programma di Economia Aziendale Classe IV /D INDIRIZZO :RELAZIONI INTERNAZIONALI A.S. 2014/2015 Prof. Moretto Giampiero Unità 1 Le società di capitali nel sistema economico mondiale Lezione 1 Società di

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE ISTITUTO PROFESSIONALE PER IL COMMERCIO SERVIZI COMMERCIALI

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE ISTITUTO PROFESSIONALE PER IL COMMERCIO SERVIZI COMMERCIALI PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE ISTITUTO PROFESSIONALE PER IL COMMERCIO SERVIZI COMMERCIALI Il docente di Tecniche professionali dei servizi commerciali concorre a far conseguire allo studente, al

Dettagli

PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE

PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE IRIS VERSARI - Cesano Maderno (M PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE Indirizzo: LICEO SCIENTIFICO LICEO SCIENTIFICO Scienze Applicate LICEO TECNICO ISTITUTO TECNICO

Dettagli

PIANO DI LAVORO DEL DOCENTE anno scolastico 2015/2016

PIANO DI LAVORO DEL DOCENTE anno scolastico 2015/2016 PIANO DI LAVORO DEL DOCENTE anno scolastico 2015/2016 Prof.ssa Simona Migliavacca MATERIA Economia Aziendale classe e indirizzo : 4 B AFT n. ore settimanali: 7 monte orario annuale: 231 CONOSCENZE 1 Strumenti

Dettagli

PROGETTO FORMATIVO CORSO REGIONALE DI QUALIFICA AUTOFINANZIATO: DURATA: 7 MESI 4/5 lezioni a settimana turni serali o mattutini

PROGETTO FORMATIVO CORSO REGIONALE DI QUALIFICA AUTOFINANZIATO: DURATA: 7 MESI 4/5 lezioni a settimana turni serali o mattutini PROGETTO FORMATIVO CORSO REGIONALE DI QUALIFICA AUTOFINANZIATO: TECNICO DELLA GESTIONE DELLA CONTABILITA E FORMULAZIONE DEL BILANCIO AGENZIA FORMATIVA: New Training School S.r.l. Sede: via Peretti 1, scala

Dettagli

gestione del personale

gestione del personale La gestione del personale della tua impresa in mani esperte e sicure Servizi ed Informatica gestione del personale IL VALORE DELLA QUALITÀ E DELLA COMPETENZA CNA garantisce all imprenditore analisi e soluzioni

Dettagli

PIANI DI STUDIO QUARTO ANNO DI DIPLOMA PROFESSIONALE TECNICO DEI SERVIZI DI IMPRESA

PIANI DI STUDIO QUARTO ANNO DI DIPLOMA PROFESSIONALE TECNICO DEI SERVIZI DI IMPRESA PIANI DI STUDIO QUARTO ANNO DI DIPLOMA PROFESSIONALE TECNICO DEI SERVIZI DI IMPRESA 137 COMUNICAZIONE E PARTECIPAZIONE SOCIALE L ambito Comunicazione e partecipazione sociale concorre a mettere lo studente

Dettagli

AREA SERVIZI FINANZIARI E TRIBUTARI E DEL PERSONALE

AREA SERVIZI FINANZIARI E TRIBUTARI E DEL PERSONALE AREA SERVIZI FINANZIARI E TRIBUTARI E DEL PERSONALE servizi per la gestione delle risorse economico-finanziarie servizi di provveditorato ed economato servizi tributari servizio del personale servizi istituzionali

Dettagli

PROGETTO DEL CONSIGLIO NAZIONALE CONSULENTI DEL LAVORO PER I CONTRATTI DI FORMAZIONE E LAVORO PREVISTI DALL ARTICOLO 3 PUNTO 14 DELLA LEGGE 19.12.

PROGETTO DEL CONSIGLIO NAZIONALE CONSULENTI DEL LAVORO PER I CONTRATTI DI FORMAZIONE E LAVORO PREVISTI DALL ARTICOLO 3 PUNTO 14 DELLA LEGGE 19.12. PROGETTO DEL CONSIGLIO NAZIONALE CONSULENTI DEL LAVORO PER I CONTRATTI DI FORMAZIONE E LAVORO PREVISTI DALL ARTICOLO 3 PUNTO 14 DELLA LEGGE 19.12.1984 N. 863 E DALL ARTICOLO 16 DELLA LEGGE 451/94 PARTE

Dettagli

Codice fiscale 97219890155. Bilancio 2014. Bilancio di esercizio al 31/12/2014 Pagina 1 di 15

Codice fiscale 97219890155. Bilancio 2014. Bilancio di esercizio al 31/12/2014 Pagina 1 di 15 Bilancio 2014 Bilancio di esercizio al 31/12/2014 Pagina 1 di 15 AITR ASSOCIAZIONE ITALIANA TURISMO RESPONSABILE Codice fiscale 97219890155 Partita iva 08693820964 VIA TOMMASO DA CAZZANIGA SNC - 20144

Dettagli

CICLO ATTIVO DELL AGENZIA DELLE DOGANE

CICLO ATTIVO DELL AGENZIA DELLE DOGANE CICLO ATTIVO DELL AGENZIA DELLE DOGANE ROMA, DICEMBRE 2001 1 Definizione del ciclo attivo Per ciclo attivo si intende la rilevazione e la registrazione a fini civilistici e fiscali delle entrate dell Agenzia,

Dettagli

Tuccio Rag. Emanuele

Tuccio Rag. Emanuele Commercialista Consulente del Lavoro Revisore Contabile Via Verga, 16 GELA (CL) Tel. 0933-911496 e-mail: emtucci@gmail.com CORSO DI FORMAZIONE ENNA BASSA 31-05-2011 Con il patrocinio di FEMCA CISL SICILIA

Dettagli

CONTABILITA GENERALE

CONTABILITA GENERALE CONTABILITA GENERALE 6 II) SCRITTURE DI GESTIONE E) SCRITTURE RELATIVE AL LAVORO DIPENDENTE 14 novembre 2010 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale 1 E. Scritture relative

Dettagli

Il personale dipendente

Il personale dipendente Il personale dipendente Tra i fattori della produzione di una azienda vanno ricompresi i costi sostenuti per le prestazioni lavorative di soggetti dipendenti e di lavoratori autonomi. Il costo del lavoro

Dettagli

MACROSETTORE DISTRIBUZIONE NO FOOD

MACROSETTORE DISTRIBUZIONE NO FOOD MACROSETTORE DISTRIBUZIONE NO FOOD 1 LIVELLO BASE (prima annualità) 2 Competenze relazionali - Esprimersi in lingua italiana in forma corretta ed adeguata rispetto al contesto di riferimento e nelle situazioni

Dettagli

Gestione del Personale

Gestione del Personale Gestione funzionale e completa del Personale sia dal punto di vista giuridico che da quello finanziario. La procedura consente di elaborare, per ciascun mese, due mensilità ordinarie e 98 mensilità straordinarie

Dettagli

Istituto Professionale per i Servizi dell Enogastronomia e l Ospitalità Alberghiera Angelo Berti PROGRAMMA PER CANDIDATI PRIVATISTI

Istituto Professionale per i Servizi dell Enogastronomia e l Ospitalità Alberghiera Angelo Berti PROGRAMMA PER CANDIDATI PRIVATISTI DISCIPLINA AMMINISTRAZIONE ALBERGHIERA CLASSE TERZA IFP La costituzione dell impresa turistico-ristorativa (caratteristiche principali) Le tasse, le imposte e di documenti della vendita con particolare

Dettagli

MODULO a LE IMPRESE INDUSTRIALI: ASPETTI STRUTTURALI, GESTIONALI E CONTABILI Le imprese industriali: concetti introduttivi Aspetti caratteristici della moderna produzione industriale Le principali classificazioni

Dettagli

PROGRAMMA SVOLTO CLASSE II R

PROGRAMMA SVOLTO CLASSE II R 1 CLASSE II R U.D. I credito e i relativi calcoli finanziari - I finanziamenti dell attività economica - Remunerazione del credito: l interesse - Compenso per l anticipata riscossione di un credito: lo

Dettagli

Corso RISORSE UMANE a 360 con La Selezione L Amministrazione - Il Cedolino Lo Sviluppo Le Relazioni Sindacali

Corso RISORSE UMANE a 360 con La Selezione L Amministrazione - Il Cedolino Lo Sviluppo Le Relazioni Sindacali Corso RISORSE UMANE a 360 con La Selezione L Amministrazione - Il Cedolino Lo Sviluppo Le Relazioni Sindacali 1. Premessa Il Corso RISORSE UMANE nasce dal risultato di un attento e preciso studio sulle

Dettagli

Tema d esame ATTRAVERSO IL BILANCIO ATTIVITÀ DIDATTICHE. di Luisa VENINI

Tema d esame ATTRAVERSO IL BILANCIO ATTIVITÀ DIDATTICHE. di Luisa VENINI Tema d esame ATTIVITÀ DIDATTICHE REDDITO, PATRIMONIO E ATTRAVERSO IL BILANCIO LORO RAPPRESENTAZIONE di Luisa VENINI MATERIE AZIENDALI (classe 5 IP Tecnico servizi sociali) Tecnica amministrativa Il candidato,

Dettagli

PIANO DI LAVORO DEL DOCENTE anno scolastico 2015/2016

PIANO DI LAVORO DEL DOCENTE anno scolastico 2015/2016 PIANO DI LAVORO DEL DOCENTE anno scolastico 2015/2016 Prof.ssa Ragnoli Raffaella MATERIA Economia Aziendale e geopolitica classe e indirizzo : 5 A RIM n. ore settimanali: 6 monte orario annuale: 198 CONOSCENZE

Dettagli

Oggetto: Comunicazione al contribuente degli esiti della liquidazione automatizzata dell imposta dovuta sui redditi soggetti a tassazione separata

Oggetto: Comunicazione al contribuente degli esiti della liquidazione automatizzata dell imposta dovuta sui redditi soggetti a tassazione separata Roma, 06 giugno 2005 Direzione Centrale Gestione Tributi CIRCOLARE N. 30/E Oggetto: Comunicazione al contribuente degli esiti della liquidazione automatizzata dell imposta dovuta sui redditi soggetti a

Dettagli

Come leggere la Busta Paga A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi - Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro

Come leggere la Busta Paga A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi - Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro Come leggere la Busta Paga A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi - Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro * aggiornato al 19.05.2011 CHE COS È è un documento obbligatorio che

Dettagli

CORSO GRATUITO CONTABILITA ORDINARIA E DEL PERSONALE SEDI E CONTATTI. ANCONA E PROVINCIA www.garanziagiovaniperte.it IN EVIDENZA

CORSO GRATUITO CONTABILITA ORDINARIA E DEL PERSONALE SEDI E CONTATTI. ANCONA E PROVINCIA www.garanziagiovaniperte.it IN EVIDENZA CORSO GRATUITO SEDI E CONTATTI CONTABILITA ORDINARIA ANCONA E PROVINCIA www.garanziagiovaniperte.it IN EVIDENZA Frequenza infrasettimanale Corso gratuito Corpo docente formato da professionisti provenienti

Dettagli

Istituto Statale d'istruzione Secondaria Superiore. " U. Foscolo " - Teano. Disciplina : Economia Aziendale

Istituto Statale d'istruzione Secondaria Superiore.  U. Foscolo  - Teano. Disciplina : Economia Aziendale Istituto Statale d'istruzione Secondaria Superiore " U. Foscolo " - Teano Disciplina : Economia Aziendale ANNO SCOLASTICO 2015/2016 Classe seconda/sez. AT Prof. Basilone Alfonso COMPOSIZIONE DELLA CLASSE

Dettagli

II) SCRITTURE DI GESTIONE E) SCRITTURE RELATIVE AL LAVORO DIPENDENTE

II) SCRITTURE DI GESTIONE E) SCRITTURE RELATIVE AL LAVORO DIPENDENTE CONTABILITA GENERALE 19 II) SCRITTURE DI GESTIONE E) SCRITTURE RELATIVE AL LAVORO DIPENDENTE 29 novembre 2005 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale 1 E. Scritture relative

Dettagli

INDIRIZZO IPSAR PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE A.S. 2015/2016. Data di presentazione 11/11/2015

INDIRIZZO IPSAR PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE A.S. 2015/2016. Data di presentazione 11/11/2015 Istituto Statale d'istruzione Superiore R.FORESI LICEO CLASSICO LICEO SCIENTIFICO LICEO SCIENZE UMANE FORESI ISTITUTO PROFESSIONALE PER L INDUSTRIA E L ARTIGIANATO BRIGNETTI ISTITUTO ALBERGHIERO E DELLA

Dettagli

I.I.S. "PAOLO FRISI"

I.I.S. PAOLO FRISI I.I.S. "PAOLO FRISI" Via Otranto angolo Cittadini, 1-20157 - MILANO www.ipsfrisi.it PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE DEL DIPARTIMENTO ECONOMICO AZIENDALE Anno Scolastico: 2014-2015 SECONDO BIENNIO

Dettagli

MODULO B La contabilità generale: costituzione, acquisti e vendite

MODULO B La contabilità generale: costituzione, acquisti e vendite MODULO B La contabilità generale: costituzione, acquisti e vendite LEZIONE 7 La costituzione delle imprese individuali pag. 30 Comunicazione unica d impresa LEZ. 7 pag. 30 Questo testo sostituisce la parte

Dettagli

Come leggere la busta paga

Come leggere la busta paga Come leggere la busta paga Indice Che cosa è pag. 3 A cosa serve pag. 4 La struttura della busta paga pag. 5 Intestazione (dati ditta dati anagrafici e contrattuali lavoratore) pag. 6 Corpo della Busta

Dettagli

BILANCIO DELLE IMPRESE BANCARIE E INDUSTRIALI di Lucia BARALE

BILANCIO DELLE IMPRESE BANCARIE E INDUSTRIALI di Lucia BARALE Tema d esame BILANCIO DELLE IMPRESE BANCARIE E INDUSTRIALI di Lucia BARALE ATTIVITÀ DIDATTICHE 1 MATERIE AZIENDALI (classe 5 a ITC) Il tema proposto è articolato in tre parti, di cui l ultima con tre alternative

Dettagli

PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE

PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE IRIS VERSARI - Cesano Maderno (MB) PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE Indirizzo: LICEO SCIENTIFICO LICEO SCIENTIFICO Scienze Applicate LICEO TECNICO ISTITUTO TECNICO

Dettagli

PROVE SCRITTE ESAME DI STATO DOTTORE COMMERCIALISTA I SESSIONE 2009

PROVE SCRITTE ESAME DI STATO DOTTORE COMMERCIALISTA I SESSIONE 2009 PROVE SCRITTE ESAME DI STATO DOTTORE COMMERCIALISTA TRACCIA N. 1 I SESSIONE 2009 I P R O V A S C R I T T A Illustri il candidato la funzione di controllo contabile es art. 2409 ter, c.c., soffermandosi

Dettagli

CONTENUTI MINIMI CLASSI PRIME A.S. 2014/2015

CONTENUTI MINIMI CLASSI PRIME A.S. 2014/2015 CONTENUTI MINIMI CLASSI PRIME A.S. 2014/2015 CLASSI PRIME AFM/SIA(tranne sportivo)/ri Calcoli percentuali, riparti semplici e composti diretti Concetto di azienda, soggetto economico e giuridico Caratteri

Dettagli

ATTUALMENTE SONO 5 I REGIMI CONTABILI VIGENTI, OGNUNO DEI QUALI SI DISTINGUE PER OBBLIGHI CHE NE DERIVANO E PER I SOGGETTI CHE POSSONO ADERIRVI.

ATTUALMENTE SONO 5 I REGIMI CONTABILI VIGENTI, OGNUNO DEI QUALI SI DISTINGUE PER OBBLIGHI CHE NE DERIVANO E PER I SOGGETTI CHE POSSONO ADERIRVI. REGIMI CONTABILI ATTUALMENTE SONO 5 I REGIMI CONTABILI VIGENTI, OGNUNO DEI QUALI SI DISTINGUE PER OBBLIGHI CHE NE DERIVANO E PER I SOGGETTI CHE POSSONO ADERIRVI. 1 REGIME ORDINARIO 2 REGIME SEMPLIFICATO

Dettagli