Adiposità localizzate quando dimagrire non basta p. 5. Contracettivi si fa presto a dire pillola p. 8. Psoriasi come riconoscerla e curarla p.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Adiposità localizzate quando dimagrire non basta p. 5. Contracettivi si fa presto a dire pillola p. 8. Psoriasi come riconoscerla e curarla p."

Transcript

1 n.12 maggio_giugno 2015 Adiposità localizzate quando dimagrire non basta p. 5 Contracettivi si fa presto a dire pillola p. 8 Psoriasi come riconoscerla e curarla p. 11 Igiene orale prevenire la carie nei bambini p. 14 La vostra salute, la vostra rivista. Il tuo farmacista

2 Discover the new level of beauty: Face Cleaner pour un nettoyage du visage en profondeur. Votre peau est visiblement plus douce et propre, votre teint est éclatant. Face Cleaner peut être utilisé en association avec votre gel nettoyant personnel ans. L expérience devient source de jeunesse.

3 1115 Consigli importanti sulla pillola Quelli con l arcobaleno Informazioni per le pazienti Quelli con l arcobaleno Editoriale e sommario Massimo Pietropaolo, direttore amministrativo fortis concept ag L arrivo della bella stagione porta con sé la voglia di mettere in mostra la pelle, ma è anche il momento di fare i conti con inestetismi molto temuti come cuscinetti e cellulite. Meglio correre subito ai ripari allora e puntare su trattamenti specifici, da abbinare a una corretta alimentazione e attività fisica, per prepararsi alla prova costume. Allo stesso tempo, gonne e pantaloni più corti scoprono anche le lesioni lasciate dalla psoriasi, malattia cronica dall impatto psicologico non indifferente, che tuttavia può trovare beneficio nell esposizione al sole e nel clima caldo. In questo numero parleremo inoltre di pillola contraccettiva, metodo anticoncezionale usato da milioni di donne in tutto il mondo per evitare gravidanze indesiderate, e dei suoi vantaggi che vanno ben oltre la sola efficacia anticoncezionale. Infine daremo voce ai pareri degli esperti, i quali ribadiscono l importanza della prevenzione delle carie in età infantile attraverso la somministrazione di fluoro, nello specifico attraverso l uso di un dentifricio fluorato. Buona lettura p. 3 p. 4 p. 5 p. 8 p. 11 p. 14 p. 17 p. 18 Editoriale e sommario Azioni del mese Adiposità localizzate quando dimagrire non basta Contracettivi si fa presto a dire pillola Psoriasi come riconoscerla e curarla Igiene orale prevenire la carie nei bambini La Vetrina Cruciverba Quelli con l arcobaleno Meglio informati sulla contraccezione Legga le guide gratuite di Mepha Pharma SA e si faccia consigliare dal suo farmacista. Meglio informati sulla contraccezione con la pillola fortis concept ag surentalstrasse 10 ch-6210 sursee telefono +41 (0) telefax +41 (0) Le guide Mepha sono disponibili nella sua farmacia o sul sito Verhuetung_Plakat_700x960+3_1115_di.indd :32 Il tuo farmacista maggio_giugno

4 Azioni del mese CB12 boost gomma da masticare Contro alitosi Voltaren Dolo forte Emulgel In caso di dolori acuti articolari & dell artrosi Tensoval duo control Sfigmomanometro 4 Il tuo farmacista maggio_giugno 2015

5 inestetismi adiposi adiposità localizzate quando dimagrire non basta I rimedi per ridurre gli accumuli di grasso sono molteplici e vanno dai trattamenti localizzati da abbinare a uno stile di vita salutare fino a vere e proprie terapie mediche e chirurgiche Accumuli di grasso sui fianchi, cuscinetti sulle cosce, adipe sulla pancia o nella parte interna delle ginocchia: si parla molto di obesità, ma spesso è l adiposità localizzata a causare gli inestetismi maggiori e più difficili da combattere. In gran parte le cause sono di natura genetica e dipendono dall etnia, dal sesso e dalla funzionalità ormonale, ma anche i fattori ambientali giocano un ruolo importante: alcune particolari terapie farmacologiche, il tipo di alimentazione e uno stile di vita sregolato sono tra i principali fattori scatenanti, e su questi si può intervenire con successo. Se l adiposità localizzata colpisce, sia pure in zone del corpo diverse, uomini e donne, sono soprattutto queste ultime ad avere a che fare con la cellulite. Tuttavia, anche se l aumento dell adiposità ne favorisce la formazione, questa patologia non dipende dal grasso corporeo ma da un alterazione della microcircolazione e da una conseguente ossigenazione carente dei tessuti. Tre situazioni da differenziare Per comprendere meglio il problema dobbiamo dunque distinguere tre condizioni diverse. La prima è la semplice accentuazione del cosiddetto habitus ginoide (ossia la costituzione morfologica tipica della donna): forse poco rispondente ai canoni estetici oggi prevalenti ma certo non patologico, è ereditario e tipico delle donne in cui la struttura ossea vede una prevalenza del bacino rispetto alle spalle e il tessuto adiposo è soprattutto a carico della metà inferiore del corpo. La seconda condizione è costituita da un eccesso di adiposità localizzata: anche in questo caso, entro certi limiti, la situazione può essere considerata normale, ma quando le volumetrie del tessuto adiposo sono distribuite in modo Renato Torlaschi Il tuo farmacista maggio_giugno

6 inestetismi adiposi cellulite infettiva: di cosa si tratta La cellulite batterica, da non confondersi con la cellulite estetica, è un infezione della pelle comune e potenzialmente grave che si manifesta inizialmente come un area cutanea arrossata e gonfia che tende a espandersi. Può comparire in qualunque parte del corpo e del viso, ma più spesso colpisce la parte inferiore delle gambe; può anche interessare i tessuti sottostanti la cute, infettare i linfonodi ed entrare nel flusso sanguigno. Si associa a dolore e febbre e, se non trattata, può evolvere rapidamente fino a essere potenzialmente letale: per questa ragione, se ci sono sintomi sospetti è essenziale rivolgersi immediatamente al medico. I più comuni batteri causa di cellulite sono streptococchi e stafilococchi. troppo disarmonico si può pensare di rivolgersi a uno specialista per un trattamento. Nella terza situazione, ben distinta dalle prime due, rientra la cellulite. In realtà, di celluliti ce ne sono di due tipi: una è detta estetica mentre la seconda, meno comune, è la cellulite infettiva; quest ultima è causata da un infiammazione batterica, della quale possono essere responsabili batteri che normalmente sono presenti sulla superficie cutanea e che, a causa di lesioni, riescono a penetrare all interno della pelle. Il trattamento della cellulite batterica è generalmente farmacologico, a base di antibiotici da assumere fino a due settimane. È tuttavia consigliabile che il medico valuti, dopo tre giorni, la risposta dell organismo alla terapia: se questa non è soddisfacente, può essere necessario il ricovero, passando a un trattamento antibiotico intravenoso. I fattori predisponenti alla cellulite batterica sono numerosi e di varia natura e includono lesioni (in quanto creano un punto di ingresso per i batteri), sistema immunitario indebolito, problemi dermatologici come eczemi e micosi, gonfiore cronico di braccia e gambe (linfedema), precedenti celluliti e obesità o sovrappeso. Quali trattamenti per combattere gli inestetismi Dopo che una corretta valutazione clinico-strumentale ha permesso di differenziare correttamente le tre situazioni precedenti, si pone il problema di un trattamento capace di ridurre gli inestetismi o, in casi estremi, di migliorare o guarire la condizione patologica. A fronte di una semplice accentuazione dell habitus ginoide, il peso complessivo rientra nella norma e anche gli esami strumentali danno esito normale. Gli interventi consigliati sono in genere poco invasivi e consistono in attività di body-building attivo o di ginnastica passiva attuata attraverso elettrostimolazione muscolare: l obiettivo è quello di riarmonizzare la figura, favorendo lo sviluppo della parte superiore del corpo. La vera adiposità localizzata può essere invece combattuta con strumenti farmacologici, fisioterapici o chirurgici; inoltre, se anche il peso complessivo è superiore alla norma, è generalmente indicato un trattamento dietetico equilibrato e ipocalorico. Come accennato, il problema è comune a uomini e donne, ma la distribuzione tipica del grasso è differente. Nel corpo femminile, le zone più soggette ad adiposità localizzata sono i glutei, l addome, i fianchi e la faccia supero-esterna di coscia e ginocchio, mentre negli uomini si assiste più spesso a masse adipose concentrate nel viso, nel collo, nelle spalle e soprattutto nell addome al di sopra dell ombelico. La differenza dipende dal ruolo giocato dal sistema ormonale: livelli plasmatici insufficienti di testosterone uniti a cortisolo in elevata concentrazione favoriscono l adiposità addominale, mentre si osserva un associazione tra l aumento degli estrogeni e un accumulo di grasso nelle cosce e nei glutei. Una strategia a invasività minima per ridurre i depositi localizzati di grasso fa affidamento a creme e fasce addominali che, grazie all ipertermia, favoriscono l afflusso di sangue nelle zone interessate. Anche i massaggi 6 Il tuo farmacista maggio_giugno 2015

7 inestetismi adiposi l abc dei rimedi fitoterapici Il trattamento della cellulite si avvale di numerosi principi attivi naturali, contenuti talvolta in piante molto comuni. Elenchiamo qui le principali. z Ananas (Ananas Sativus). È la bromelina, un enzima proteolitico, a conferire all ananas le proprietà utili per migliorare la cellulite a buccia d arancia. L estratto secco di ananas aiuta il drenaggio dei tessuti edematosi e migliora la permeabilità dei capillari, ma la bromelina, contenuta specialmente nella parte legnosa centrale, si perde con il calore. z Betulla (Betula alba). Saponine triterpeniche, tannini, glucosidi flavonici e resine rendono la betulla un valido rimedio naturale contro la cellulite. Viene solitamente assunta sotto forma di infuso, bastano un paio di cucchiai di foglie essiccate lasciate in infusione in un litro d acqua per circa dieci minuti. z Centella asiatica. Detta comunemente tigre del prato, è una pianta erbacea perenne molto diffusa soprattutto in oriente. In India fa parte della medicina tradizionale ed è utilizzata, oltre che per lesioni, scottature ed emorroidi, anche per la cellulite. Agisce infatti sul microcircolo grazie alle presenza di saponine triterpeniche e diversi polifenoli con proprietà antiossidanti. Si utilizza in infusi, integratori o creme. z Equiseto (Equisetum arvense). Questa pianta antichissima (ritrovata in fossili del periodo carbonifero) contiene acidi organici, glucosidi, tannini, flavonoidi, isoquercitina, potassio e silicio. Utilizzato principalmente come diuretico, l equiseto è disponibile in creme contro la ritenzione idrica ma si può assumere come infuso o in gocce di tintura madre. z Ippocastano (Aesculus hippocastanum). Se ne utilizzano la corteccia dei rami, le foglie e i semi che contengono molti principi attivi, il più importante dei quali è l escina, una mistura di saponine con attività antinfiammatoria, vasoprotettrice e vasocostrittrice. È molto utile l associazione con gli estratti di alghe di Guam, che accrescono l azione antiedemigena di flavonoidi ed escina, oltre a esercitare un azione riducente sulle adiposità localizzate. z Vite rossa (Vitis vinifera). L estratto delle sue foglie contiene antociani e flavonoidi, che lavorano in sinergia producendo effetti antiossidanti; studi scientifici hanno mostrato che, con la vite rossa, si possono ottenere miglioramenti sulla microcircolazione cutanea, sulla formazione di edemi e sulla circonferenza di caviglie, polpacci e gambe. possono stimolare la circolazione e svolgere un azione positiva. Esistono poi dei prodotti drenanti che hanno lo scopo di eliminare liquidi in eccesso e sostanze tossiche; ovviamente, poiché le tossine sono spesso di origine alimentare, un intervento preventivo, che riduca al minimo la loro assunzione, è caldamente consigliato. Per qualsiasi dieta è opportuno rivolgersi a un esperto in grado di formulare un piano personalizzato, ma alcuni principi hanno una validità generale e consistono nella riduzione del consumo di bevande gassate e zuccherate, di alcolici, dei grassi saturi contenuti nelle carni rosse, negli insaccati, nel burro e nei formaggi grassi e degli acidi grassi trans che abbondano nelle margarine o nel burro di arachidi. Una regolare attività fisica aerobica ma anche tonificante è il coadiuvante essenziale di una dieta sana nel combattere le adiposità localizzate. Più aggressivi sono i trattamenti specifici che mirano alla deframmentazione dell adipocita, ossia alla sua rottura, producendo un danno tissutale e una diminuzione del tessuto adiposo. Si tratta di terapie sia mediche che chirurgiche costituiti essenzialmente da liposuzione, ultrasuoni e ossigenoclasia. In caso di cellulite estetica, si tende a ricorrere, più che a medicinali veri e propri, a rimedi che aiutino ad alleggerire le manifestazioni più evidenti, dando ampio spazio alla prevenzione. Molti di questi accorgimenti sono in realtà principi generali di attenzione e rispetto per il proprio corpo, a cominciare dall alimentazione, che deve essere equilibrata, diminuendo l apporto di sali, zuccheri e cibi molto acidi, puntando a un dimagrimento quando necessario, ma mai in modo eccessivamente rapido; è buona norma bere molta acqua, assumere cibi ricchi di fibra e distribuire l assunzione calorica giornaliera in cinque pasti, tra colazione, pranzo, cena e due spuntini, evitando le abbuffate. Così come per una quantità di disturbi, anche più gravi, l alimentazione corretta dovrebbe essere accompagnata da un attività fisica aerobica regolare: la sedentarietà è infatti ritenuta uno dei principali fattori di rischio per la cellulite. Esistono inoltre prodotti utili per rafforzare il microcircolo, come oli e creme da applicare massaggiando le zone interessate, spesso contenenti principi attivi derivati dal mondo vegetale. Il tuo farmacista maggio_giugno

8 contraccettivi Si fa presto a dire pillola È uno tra i metodi più efficaci per prevenire le gravidanze non desiderate e svolge anche un azione protettiva nei confronti di alcune patologie dell apparato riproduttivo Renato Torlaschi Si tratta di un metodo contraccettivo orale tra i più popolari in molti paesi. La scelta del tipo di pillola varia a seconda delle caratteristiche della paziente, dunque per l assunzione della stessa è necessaria la consulenza di un medico e periodici controlli specialistici. Dietro a una definizione generica di pillola si nascondono infatti diverse formulazioni: la più usata è una combinazione di due ormoni femminili, un estrogeno (solitamente l etinilestradiolo) e un progestinico. Quando il dosaggio è fisso per tutta la durata del ciclo, si parla di associazione monofasica, ma esistono associazioni bifasiche, in cui il dosaggio nei primi dieci giorni è diverso rispetto a quello previsto dal giorno 11 al giorno 21, associazioni trifasiche e quadrifasiche. Il funzionamento della pillola è dovuto al fatto che il ciclo mestruale è controllato dalle variazioni ormonali nel corpo femminile. La durata effettiva del ciclo mestruale può variare da una donna all altra, sono considerati assolutamente normali anche cicli di 23 o di 32 giorni, ma esso è generalmente di 28 giorni e segue alcune fasi fondamentali scatenate dal rilascio di ormoni differenti. Nella prima fase, l ipofisi produce un aumento dei livelli di ormone folli- 8 Il tuo farmacista maggio_giugno 2015

9 contraccettivi colo-stimolante (Fsh) che stimola la crescita dei follicoli ovarici. I follicoli rilasciano estrogeni che inducono l ipofisi a secernere GnRH (ormone di rilascio delle gonadotropine), il quale a sua volta attiva un aumento della secrezione di ormone luteinizzante (Lh). In genere, uno dei follicoli cresce in misura maggiore degli altri. Estrogeno e Lh continuano a crescere, favorendo la crescita del tessuto endometriale e provocando cambiamenti nel muco vaginale che lo rendono un ambiente migliore per lo sperma. L aumento di Lh produce una maturazione del follicolo dominante in ovulo che, nel processo di ovulazione, viene rilasciato ed entra nelle tube di Falloppio. Se non viene fertilizzato, l uovo finisce per sciogliersi, altrimenti viaggia fino alla cavità uterina e si impianta nell endometrio. Dopo il rilascio dell ovulo, nell ovaio si forma il corpo luteo, costituito da cellule che secernono progesterone. Se si avvia una gravidanza, il corpo luteo continua a secernere ormoni fino a circa il sesto mese di gravidanza, mentre in assenza di gravidanza cessa la propria attività in pochi giorni e poi regredisce. Essendo questa l estrema sintesi di ciò che avviene durante il ciclo mestruale, è facile capire come possa essere efficace la pillola anticoncezionale: infatti gli ormoni che la costituiscono, estrogeno e progestinico, diminuiscono il rilascio di GnRH, e di conseguenza di Fsh e Lh, e la crescita dei follicoli viene ostacolata. In pratica, gli ormoni sintetici ingannano l ovaio, che si comporta come se l ovulo fosse già stato rilasciato. Oltre a sopprimere l ovulazione, la sicurezza della pillola viene aumentata da meccanismi contraccettivi accessori, come l ispessimento della mucosa cervicale, che ostacola il passaggio degli spermatozoi attraverso la cervice. Tanti i vantaggi Oltre all efficacia, se assunta con regolarità, la pillola ha numerosi altri vantaggi: è facile da utilizzare, non interferisce con l atto sessuale, regolarizza il ciclo, riduce la dismenorrea e il dolore pelvico, riduce la perdita di sangue mestruale, gli episodi acuti di malattia infiammatoria pelvica, la patologia cistica dell ovaio e i miomi uterini; le formulazioni recenti riducono acne e irsutismo. Inoltre, uno tra gli effetti più significativi indotti dai contraccettivi ormonali è la diminuzione del rischio di sviluppare carcinoma ovarico, che si mantiene fino a 30 anni dopo la cessazione dell assunzione della pillola. La riduzione è rilevante e si stima che nel corso degli ultimi 50 anni l uso di contraccettivi orali abbia evitato circa casi di tumore ovarico e decessi. Analogamente, è stata rilevata una riduzione del rischio di carcinoma dell endometrio Il tuo farmacista maggio_giugno

10 contraccettivi metodi contraccettivi: le raccomandazioni dell oms approfondimenti Mettendo a confronto l efficacia dei diversi metodi anticoncezionali a un estremo della scala troviamo le soluzioni meno efficaci, ovvero il coito interrotto e gli spermicidi; all altro, la vasectomia e la sterilizzazione femminile, ma la pillola si colloca subito a ridosso di queste soluzioni drastiche. Secondo le stime dell Organizzazione mondiale della sanità (Oms), nel mondo sono circa 222 milioni le donne che non utilizzano alcun metodo contraccettivo, nonostante non desiderino rimanere incinte. E la maggioranza si concentra nei paesi più poveri, dove le complicazioni legate alla gravidanza e al parto rappresentano ancora oggi un serio pericolo per la salute delle donne. Per questo l Oms ha divulgato delle linee guida con l intento di garantire un migliore accesso alle informazioni e ai servizi in materia di contraccezione nel mondo. Tra le raccomandazioni figurano i programmi di educazione sessuale nelle scuole e l eliminazione degli ostacoli, anche finanziari, per l accesso ai metodi contraccettivi per garantire a tutte le donne che lo desiderino la possibilità di prevenire gravidanze indesiderate. Oggi nei paesi poveri il mancato uso di contraccettivi mette 6 donne su 10 a rischio di gravidanze indesiderate, spiegano gli esperti dell Oms. Assicurare la disponibilità e l accessibilità delle informazioni e dei servizi di cui hanno bisogno è cruciale non solo per difendere i diritti di queste donne, ma anche la loro salute, perché queste gravidanze indesiderate rappresentano un pericolo sia per la vita delle madri che per quella dei figli. fino al 50%, anche questo persistente a lungo dopo la cessazione dell assunzione. Altri notevoli effetti collaterali positivi della pillola sono la riduzione del rischio di tumori del colonretto e del corpo uterino, dell ischemia miocardica e di altre patologie circolatorie e la protezione da alcune patologie dell apparato riproduttivo femminile. A fronte di tutti questi vantaggi, c è la possibilità che l uso della pillola si accompagni a diversi effetti avversi, come nausea, tensione mammaria, sensazione di gonfiore, emicrania, lieve aumento di peso, leggere perdite di sangue al di fuori delle mestruazioni, depressione, calo della libido; inoltre in alcune donne può favorire l ipertensione e malattie cardiocircolatorie. Ma la maggiore preoccupazione legata alla contraccezione ormonale è l aumento del rischio di tumore al seno. I recenti studi a riguardo sono contraddittori, tuttavia si ritiene che per la grande maggioranza delle donne sane i benefici dei contraccettivi ormonali combinati superino largamente i rischi associati. Nel valutare l utilizzo dei contraccettivi ormonali è comunque necessario considerare alcune variabili e una tra queste è senza dubbio il tabagismo. È ben noto che l abitudine al fumo comporta un aumento del rischio di infarto miocardico, di ictus e di decesso per qualsiasi causa: questi rischi aumentano ulteriormente nelle donne che assumono contraccettivi ormonali combinati. Anche il rischio di tromboembolismo venoso è doppio nelle fumatrici che prendono la pillola e queste sinergie negative devono essere attentamente valutate nelle donne che si apprestano a scegliere un anticoncezionale. Anche le donne obese si espongono a un maggior rischio di tromboembolismo venoso se utilizzano i contraccettivi ormonali, ma il rischio assoluto è comunque basso. Che cosa fare dopo il parto Gli estrogeni riducono la produzione di latte ed è quindi meglio evitarli durante l allattamento, anche se non esistono studi che abbiano fornito risposte conclusive in proposito. Anche riguardo alla qualità del latte, i risultati degli studi che ne hanno analizzato l associazione con l assunzione della pillola sono contrastanti. Non si sono invece individuati effetti negativi collegati agli estrogeni sul peso o sulla salute dei bambini esposti. Indipendentemente dall allattamento, il pericolo principale per le donne è costituito dall aumento del rischio di tromboembolismo venoso post-parto. In genere si consiglia di attendere che il bambino abbia raggiunto il sesto mese prima di iniziare una contraccezione combinata, quando la dieta è ormai in larga misura costituita da cibi diversi dal latte materno. I progestinici sono invece considerati compatibili con l allattamento: le donne possono dunque optare per la cosiddetta minipillola, a base di soli progestinici. 10 Il tuo farmacista maggio_giugno 2015

11 malattie della pelle psoriasi come riconoscerla e curarla Si tratta di una malattia cronica infiammatoria della pelle che va ben oltre i disturbi legati all aspetto estetico e, se non viene correttamente trattata, può incidere sia sulla salute generale sia sulla qualità della vita La psoriasi è una malattia cronica e recidivante della cute, che si manifesta con molteplici espressioni cliniche. Nella sua forma più frequente si palesa con la comparsa di chiazze eritematose rossastre e rotondeggianti, che con il progredire della malattia vengono ricoperte da squame di colore bianco-argenteo. Le aree tipicamente colpite sono gomiti, ginocchia, mani, piedi, cuoio capelluto e regione lombosacrale, anche se tutta la superficie cutanea può essere interessata dalla malattia. La psoriasi colpisce in ugual misura sia gli uomini che le donne, anche se recenti studi sembrerebbero suggerire una manifestazione più precoce nel genere femminile. La patologia può insorgere a qualsiasi età, ma è più comunemente diagnosticata tra i 20 e i 50 anni di età. Contrariamente a quanto molti continuano a credere, non si tratta di una patologia infettiva, bensì di una malattia che si trasmette geneticamente, anche se in molti casi le cause sono sconosciute. Circa il 30% dei soggetti con psoriasi ha una storia familiare nei parenti di primo grado e la probabilità di ammalarsi con entrambi i genitori affetti da psoriasi è di circa il 40%. Inoltre, esistono dei fattori ambientali scatenanti che possono influenzarne le manifestazioni, come i traumi fisici (grattamento, ustioni, cicatrici chirurgiche), lo stress emotivo, l aumento dell indice di massa corporea, le infezioni delle alte vie respiratorie, alcuni farmaci (sali di litio, betabloccanti, antimalarici, Fans), l etilismo e il fumo. Giuseppe Ricci approfondimenti I soggetti affetti da psoriasi ricorrono spesso al camouflage o maquillage correttivo, una tecnica cosmetica utilizzata per mascherare gli inestetismi della pelle con prodotti specifici (fondotinta, cipria, cor rettore). La tecnica del camouflage può essere applicata in ogni zona del corpo (mani, braccia e gambe) con effetti positivi sulla percezio ne di sé. Il tuo farmacista maggio_giugno

12 malattie della pelle Classificazione della psoriasi La severità della psoriasi si misura in base all estensione delle lesioni ed è classificata nelle seguenti forme cliniche. z Psoriasi a placche: è la forma più comune che si presenta con lesioni a livello del cuoio capelluto, del tronco, sugli arti e talvolta anche sulle unghie. z Psoriasi guttata: colpisce prevalentemente i bambini e si manifesta con piccole chiazze su tutto il corpo; spesso è correlata a faringite streptococcica. z Psoriasi pustolosa: si presenta sotto forma di piccole pustole che ricoprono aree delimitate (palmi delle mani o piante dei piedi) oppure tutto il corpo. z Psoriasi inversa: è comune nelle persone anziane e colpisce le pieghe (regione ascellare, inguinale e pieghe sottomammarie). z Psoriasi eritrodermica (detta anche psoriasi esfoliativa): colpisce tutta la superficie cutanea, che si presenta uniformemente arrossata con desquamazione intensa. Quasi il 3% della popolazione mondiale, vale a dire oltre 125 milioni di persone, è affetto da psoriasi a placche. Si tratta di una patologia comune e debilitante: anche coloro che soffrono di sintomi molto lievi scoprono che il disturbo può compromettere la loro vita quotidiana. Inoltre occorre ricordare che la psoriasi è anche associata a effetti psico-sociali e chi soffre della sua forma più grave è anche maggiormente esposto al rischio di morte per comorbidità, come le malattie cardiovascolari e il diabete. I trattamenti farmacologici della psoriasi prevedono sostanzialmente due tipi di approccio: le terapie sistemiche e i trattamenti topici. Questi ultimi sono trattamenti locali con preparati a base di cortisonici, analoghi della vitamina D, ditranolo, derivati del catrame, calcipotriolo, tacalcitolo, calcitriolo e tazarotene e sono utilizzati soprattutto per la psoriasi lieve-moderata. Le terapie sistemiche sono invece indicate per le forme severe e comprendono principi PSORIASI IN ESTATE L avvicinarsi dell estate è un momento critico per coloro che sono affetti da psoriasi, perché il sole il bel tempo, pur aiutando a migliorare l aspetto della cute, rendono inevitabile portare allo scoperto chiazze e macchie presenti in zone del corpo che, in inverno, sono solitamente nascoste dagli indumenti. Qui du seguito riportiamo alcuni consigli utili per tenere a bada la psoriasi e godere allo stesso tempo dei benefici della bella stagione. z Anche se il sole aiuta a migliorare l aspetto delle chiazze, bisogna evitare le scottature utilizzando creme solari ad alto fattore di protezione (almeno 30) e resistente all acqua. Per lo stesso motivo è meglio non mettersi al sole nelle ore più calde. z Non sospendere o modificare le terapie abituali nemmeno se i sintomi migliorano, a meno che non sia il dermatologo a consigliarlo. z Opportuni integratori alimentari, che devono essere consigliati da uno specialista, possono aiutare a prepararsi al sole già con un mese di anticipo. z Preferire succhi vitaminici alle bevande alcoliche, che aggravano molto i sintomi della psoriasi. z Chi è in sovrappeso o, addirittura, obeso, dovrebbe rimettersi in forma per ridurre il rischio che alla psoriasi si aggiungano anche altre problematiche. z Fare molta attenzione alla depilazione. Usare ceretta, epilatori o pinzette solo sulle zone in cui non ci sono chiazze o macchie. Anche la crema depilatoria, che può scatenare allergia, non dovrebbe essere utilizzata. E non dimenticate di idratare accuratamente la pelle dopo ogni depilazione! z Evitare di sudare troppo per non peggiorare i sintomi. Meglio scegliere abiti comodi e non sintetici e calzature aperte. z Sotto la doccia usare solo prodotti non aggressivi, come saponi neutri a base oleosa o oli detergenti naturali. In questo modo la pelle non si seccherà nonostante i lavaggi frequenti. z Dopo il bagno, la doccia o lo sport, che migliorano i sintomi della psoriasi e rafforzano il sistema immunitario, asciugarsi con attenzione e idratare la pelle per evitare che l acqua del mare o quella della piscina possano seccarla e provocare ulteriori irritazioni. z Come in ogni altra stagione, ridurre il più possibile lo stress: a beneficiarne saranno sia la pelle, sia il resto dell organismo. 12 Il tuo farmacista maggio_giugno 2015

13 malattie della pelle attivi, quali per esempio retinoidi e ciclosporina, che possono provocare effetti collaterali anche pesanti. Oltre ai trattamenti farmacologici descritti, la fototerapia rappresenta un valido approccio nel trattamento della psoriasi. Già in passato i dermatologi avevano notato come l esposizione al sole avesse effetti benefici nella cura della psoriasi. Allora non se ne conosceva il motivo, mentre oggi si sa che i raggi ultravioletti del sole hanno la capacità di reprimere la crescita dei cheratinociti e quindi di far sparire le chiazze di psoriasi, almeno finché la persona si espone ai raggi solari. Sfruttando questo principio, negli anni 70 è nata la PUVA terapia ossia una terapia che sfruttava lampade a luce ultravioletta e un farmaco in grado di potenziare l azione dei raggi UV sulla cute. Dopo anni di PUVA terapia tuttavia, studi scientifici hanno evidenziato che essa rappresenta un fattore di rischio per lo sviluppo di tumori cutanei indotti dai raggi UV stessi (carcinomi e melanomi). la psoriasi e il sentimento di angoscia Le difficoltà che una persona affetta da psoriasi lieve-moderata incontra nella sua vita quotidiana sono numerose e molto spesso vengono sottovalutate. «La psoriasi è innanzitutto una malattia dermatologica spiega Maria Grazia Tempone, psicologa e psicoterapeuta e come tale mostra all esterno, tramite segni sulla pelle, il disturbo fisico, con conseguente disagio psicologico: la malattia si vede e gli altri la vedono, anche se non si vorrebbe. E vederla non significa che gli altri, il mondo esterno, la capiscano e la comprendano». «La psoriasi lieve-moderata continua l esperta proprio per le sue caratteristiche cliniche, implica reazioni emotive e psicologiche, non necessariamente psicopatologiche ma con immaginabili ricadute nella vita quotidiana. La malattia mina, come abbiamo detto, l immagine interiore di sé, causando la perdita dell integrità corporea interiore e la perdita del controllo del corpo, che è avvertito come traditore; ha un eziologia incerta e controversa, producendo un senso d impotenza; insorge per lo più in giovane età per cui sconvolge il proprio progetto esistenziale con perdita di proiezione nel futuro, profondo senso di paura e stress. Inoltre, fa sorgere dubbi rispetto alla capacità di mantenere un ruolo attivo nei legami affettivi, un senso di frustrazione e depressione più o meno profonda, ostilità e aggressività verso l ambiente circostante più o meno manifeste, senso d impotenza, di colpa, d invidia, d ingiustizia, senso d ineluttabilità della malattia». «È una malattia con un andamento cronico recidivante conclude l esperta con cui si deve convivere e per cui non esiste terapia risolutiva: ciò dà origine a una profonda insicurezza e a una sensazione d imprevedibilità; la gestione e il trattamento del disturbo includono l accettazione della malattia, altrimenti si assiste a mancata compliance ai trattamenti (recenti studi dimostrano che il 76% dei pazienti non segue la terapia raccomandata)». Il rapporto tra psoriasi e alimentazione Sebbene ad oggi non esistano evidenze scientifiche che dimostrino che l alimentazione possa influire direttamente sulla comparsa della patologia, è altrettanto vero che una dieta ad hoc è fondamentale per mantenimento delle buone condizioni di salute generale dell organismo e può in qualche misura contribuire a diminuire l infiammazione a livello sistemico e le manifestazioni acute nei soggetti psoriasici. Recenti studi hanno suggerito un rapporto tra indice di massa corporea e psoriasi, proponendo una dieta ricca di frutta e verdura e povera dei cibi in grado di scatenare una reazione tossica iper-acida nel corpo. Va dunque ridotta la presenza di acidi grassi saturi e alimenti ipercalorici, come carni rosse (che andrebbero sostituite con quelle bianche), insaccati, fritti, uova, sale, pepe, zucchero, alcool e superalcolici. Via libera invece per pane integrale, pasta, riso, legumi, verdura, frutta (che, grazie alla loro azione antiossidante, aiutano a tenere sotto controllo l infiammazione) e pesce, ricco di acidi grassi insaturi omega-3, mentre sono da consumare con moderazione alimenti come latte intero, burro e formaggi stagionati, preferendo latte scremato, yogurt e formaggi freschi. Di fondamentale importanza risulta anche l idratazione cutanea, per questo i soggetti affetti da psoriasi dovrebbero assumere almeno due litri di acqua al giorno per mantenere alto il livello di idratazione della pelle, già particolarmente compromesso. Il tuo farmacista maggio_giugno

14 igiene orale prevenire la carie nei bambini con il dentifricio al fluoro Andrea Peren Gli esperti sottolineano l importanza dell impiego fin dai primi mesi di vita del dentifricio fluorato che, secondo gli ultimi studi, sarebbe da preferirsi a gocce e compresse nella prevenzione delle lesioni cariose approfondimenti Il rischio di fluorosi, ovvero di un intossicazione che si manifesta con la comparsa di macchie bianche sullo smalto dei denti, è praticamente inesistente poiché le acque degli acquedotti sia quelle minerali contengono bassissime quantità di fluoro. Per la prevenzione della carie nei più piccoli quali prodotti al fluoro vanno consigliati e quali scoraggiati? Sì a tutti i prodotti per uso topico che contengono fluoro: dentifrici fluorati, gel al fluoro, filo interdentale con rilascio della sostanza; no alle compresse e alle gocce al fluoro: non servirebbero a nulla. «Il fluoro in forma sistemica nei bambini è inutile e anzi può rivelarsi dannoso perché in grado di innescare fenomeni di fluorosi, che si manifestano con macchie dello smalto dei denti» spiega il dottor Roberto Ferro, esperto di odontoiatria pediatrica. Secondo il dentista «tutte le più recenti evidenze scientifiche concordano sull inutilità delle supplementazioni orali di fluoro nei bambini, come anche nelle donne in gravidanza». 14 Il tuo farmacista maggio_giugno 2015

15 igiene orale fluoro nell acqua potabile: serve davvero? Il fluoro nell acqua potabile è presente solo negli Stati Uniti, a Singapore, a Hong Kong in Cina e in qualche parte dell Inghilterra e fa parte di un retaggio storico degli anni 40. A partire dali anni 70 si è osservato che la prevalenza della carie diminuiva anche nelle zone dove l acqua dell acquedotto non veniva addizionata con il fluoro. Allo stesso tempo si è riscontrato come la presenza di fluoro nelle acque riduceva la carie anche negli adulti. Fu così che già negli anni 90 i ricercatori scoprirono che il fluoro nell acqua potabile agisce non per via sistemica, ma per via topica. È questa la scoperta che ha rivoluzionato il nostro atteggiamento nei confronti del fluoro. Se l efficacia del fluoro è a livello locale e non sistemico, la fluorazione delle acque diventa inutile: molto più sicuro ed efficace il dentifricio fluorato. Le indicazioni più recenti in materia di promozione della salute orale e la prevenzione delle patologie orali in età evolutiva ora puntano forte sulla fluoroprofilassi topica, il cui effetto preventivo è considerato «più efficace» rispetto alla somministrazione sistemica, per la quale «l evidenza scientifica è controversa». L indicazione all utilizzo del fluoro per via sistemica in effetti si è ridimensionata parecchio rispetto al passato, ma tra gli esperti rimangono ancora differenze di valutazione. Per Laura Strohmenger, del Centro di collaborazione Oms per l epidemiologia e l odontoiatria di comunità «se c è una forte predisposizione alla carie si può associare all uso del dentifricio fluorato una dose minima di fluoro in gocce». E ancora: «Deve essere poi il pediatra a fornire indicazioni alla famiglia. Solo la conoscenza del singolo bambino, infatti, può dirci quando è bene cominciare a lavare i denti. Fino ad allora è necessario somministrare al bambino il fluoro per via sistemica ed eventualmente è possibile spazzolare i denti con un dentifricio senza fluoro». Prevenzione della carie già a 6 mesi La corretta prevenzione della carie nei bimbi si attua con applicazioni topiche di fluoro da quando spuntano i denti da latte. Come suggerisce anche l American Dental Association (Ada) nelle sue linee guida sulla prevenzione della carie nella primissima infanzia, bisogna utilizzare una pasta dentifricia al fluoro già sul primo dentino da latte appena erotto. La netta posizione del dottor Roberto Ferro contro la somministrazione del fluoro in gocce e compresse rimanda alle convinzioni maturate dalla ricerca scientifica internazionale, che già negli anni 90 scoprì che il fluoro non agisce per via sistemica, ma solo topica. «È così che la compressa al fluoro, come viene spiegato in tutti i manuali di fluoroprofilassi, funziona solo se viene sciolta lentamente in bocca, perché l effetto del fluoro avviene esclusivamente a livello topico, non sistemico» insiste l esperto. Inutile ingerirla insomma. Ma a un bambino di 1 o 2 anni è impossibile far sciogliere qualcosa in bocca, soprattutto una compressa al fluoro, che ha un sapore cattivo. Quindi «l indicazione Il tuo farmacista maggio_giugno

16 igiene orale efficacia della fluoroprofilassi approfondimenti Nel 1945 negli Stati Uniti venne fatto un esperimento aggiungendo fluoro nell acqua potabile di una zona urbana: dopo 6 anni i bambini presentavano metà delle carie dei loro coetanei che vivevano in altre zone. Solo decenni dopo si è dedotto che in realtà la diminuzione della carie era dovuta al fluoro contenuto nei dentifrici. Il fluoro è fondamentale per la salute dei denti e delle ossa: circa il 99% del fluoro presente nell organismo è localizzato nei tessuti mineralizzati. In particolare, lo smalto del dente è costituito per il 99% da componente minerale e per il restante 1% da componente organica. La costante presenza di adeguate concentrazioni di fluoro nel cavo orale riduce significativamente il rischio di carie. Il fluoro agisce: 1. rinforzando la struttura cristallina dello smalto 2. favorendo la remineralizzazione dello smalto demineralizzato; 3. svolgendo un effetto antimicrobico, soprattutto su Streptococcus mutans, così da diminuirne la capacità di adesione ai tessuti orali e i tempi di moltiplicazione. più corretta da dare ai genitori è quella di lavare i denti da latte dei loro bambini passando una garza con del dentifricio al fluoro» dice Roberto Ferro. Ma allora anche il fluoro sistemico in gravidanza è da sconsigliare? «Non va somministrato afferma con decisione Roberto Ferro. È stato chiaramente dimostrato come sia del tutto inefficace». Esiste una predisposizione genetica alla carie? Negli ultimi dieci anni nei paesi industrializzati la prevalenza della carie è rimasta pressoché identica. La comunità internazionale è consapevole quindi che si fa molta fatica ad abbassare ulteriormente la prevalenza di questa malattia. Probabilmente c è un sottogruppo della popolazione che è molto vul- nerabile alla patologia cariosa, anche se ad oggi non è stata dimostrata l esistenza di una predisposizione genetica alla carie. «Io personalmente ha commentato il dottor Roberto Ferro dopo aver visto migliaia di pazienti, sono convinto che ci sia un sottogruppo molto limitato della popolazione che vada più facilmente incontro alla carie, a prescindere dai livelli di igiene orale che riesce a raggiungere. Deve però ancora essere condotto uno studio per verificare la prevalenza di questi soggetti e per stabilire un eventuale causa genetica ha concluso il dottor Roberto Ferro. Comunque la maggior parte delle persone, lavandosi i denti due volte al giorno con un dentifricio fluorato, è in grado di prevenire adeguatamente l insorgenza della carie. Il problema è che molti soggetti non seguono questa semplice regola di igiene orale, soprattutto tra le fasce economiche più svantaggiate della popolazione». Direttore responsabile Giuseppe Roccucci Editore Griffin srl unipersonale piazza Castello 5/E Carimate (CO) - Italy Grafica Grafic House, Milano Stampa Multicolor Print AG Sihlbruggstrasse 105A CH-6340 Baar Layout copertina DESIGNHEIT. Bahnhofplatz 6 CH-6210 Sursee Rivista bimestrale Fortis Concept AG Surentalstrasse 10 CH-6210 Sursee 16 Il tuo farmacista maggio_giugno 2015

17 La Vetrina Favorire i generici I generici contengono gli stessi principi attivi e soddisfanno le stesse esigenze di qualità e sicurezza degli originali più cari, con costi minori pari a circa il 30%. Di solito, si può sostituire l originale di un principio attivo con il generico meno caro senza problemi. Tuttavia, solo un originale su due è sostituito con un generico, per cui in Svizzera il potenziale di risparmio non è ancora sfruttato al massimo. Impiegando i generici con coerenza, il sistema sanitario potrebbe essere sgravato di ulteriori 180 milioni di franchi all anno. La carenza d informazione è un motivo importante per cui gli originali trovano ancora ampio impiego, pur disponendo di un generico. Pertanto, il leader svizzero dei generici Mepha Pharma SA, in collaborazione con le farmacie di tutta la Svizzera, realizza una campagna informativa per sensibilizzare i pazienti al fatto che passando dall originale al generico possono contribuire ad arginare i costi senza svantaggi qualitativi. Per ulteriori informazioni: Mepha Pharma SA, 4010 Basilea Litozin. Uno slancio dalla natura. La polvere di bacche di rosa selvatica di Litozin viene ricavata esclusivamente dalla rosa selvatica denominata «Rosa canina L.». Queste bacche di rosa selvatica vengono coltivate nella natura incontaminata del Cile meridionale. La vitamina C contenuta in Litozin capsule e Litozin bevanda copre almeno il 50% del fabbisogno giornaliero e contribuisce a una sana formazione del collagene, consentendo così una normale funzionalità di ossa e cartilagini, in modo che a qualsiasi età possiate andare avanti con slancio nella vita. Litozin polvere è, come sempre, costituito esclusivamente da bacche di rosa selvatica e quindi naturale al 100%. Tutta la gamma Litozin è in vendita libera nelle farmacie e drogherie. Approfittate della nostra tessera fedeltà: riceverete una confezione gratuita all acquisto di 6 confezioni (chiedete in farmacia o in drogheria). Per ulteriori informazioni: Takeda Pharma AG, 8807 Freienbach Mantenersi in forma nella vita quotidiana e nello sport Per molte persone, non è facile mantenersi in forma nonostante lo stress quotidiano, poiché svolgono prevalentemente un lavoro sedentario. Questo favorisce disturbi come i dolori dorsali e cervicali. Chi pratica regolarmente sport per compensare la sedentarietà lavorativa, arreca grandi vantaggi al proprio fisico. Tuttavia, nelle attività sportive esiste sempre il pericolo di riportare lesioni. In questo ambito Diclac Sandoz Lipogel può avere un effetto di supporto. Diclac Sandoz Lipogel è un gel contenente il principio attivo diclofenac che esercita un azione analgesica, decongestionante e antinfiammatoria in caso di traumi accidentali e conseguenti ad attività sportiva come distorsioni, stiramenti e contusioni. Questo lipogel non irrita la pelle, si assorbe facilmente, non unge e ha un effetto lenitivo e rinfrescante. Diclac Sandoz Lipogel è disponibile in farmacia in tubi da 50 e 100 grammi. Leggere il foglietto illustrativo. Il tuo farmacista maggio_giugno

18 I I Cruciverba Soluzione edizione 11 / marzo_aprile A P P E T I T O M 75 A T T U T I N A 70 S A G 71 A S T R O E N T E R I C O 64 O 65 G M D 66 I A 67 R I G R 68 E C 69 I T A V 57 S O 58 V 59 A 60 B R I L P T S 63 E 50 R I C 51 C O A F 54 U 55 T A H O 56 R I 45 E N A 46 G 47 A R O E 48 S I T A 49 R E 42 N O D I S 43 T A G I O N A T I A 44 T 39 D O L O R I M U 40 S C O 41 L A R I S D 34 R E N 35 A L I P N F R U T T 38 A 29 E I C 30 N E 31 N O O 32 A A 33 R T E 23 B S I A 24 I A 25 N E M 26 I A P 27 A N 28 E 20 S T I P S I N 21 R C 22 S I D L 16 B I S M A R C K I N S A C C A 19 T I 1 2 S 3 A 4 A 5 C 6 7 D R A 8 9 T 10 A 11 N 12 T 13 I 14 A 15 B Soluzione: Orizzontali 1. Accesa... d entusiasmo - 8. La vita... che fa star bene Un verso tra l erba Delicato di costituzione Lo è la malattia... ereditaria Striato a righe bianche e nere Fa rima con... amor Fine di trattamento Copia Conoscenza Nascosta Prefisso per metà Tra gli addominali Le articolazioni tra braccio e avambraccio... colpite dalla psoriasi Simbolo del metro cubo Le prime lettere di Melano Ovest Sud-Ovest Lo sport di Lara Gut Canta Senza fine Abbreviazione di mistress Lo impone il semaforo rosso Il Welles del film Il terzo uomo Sono pari in ghisa Sono dette trombe uterine o salpingi Un farmaco che può scatenare la psoriasi Un po... d appetito Se è comune... è mezzo gaudio Concittadine di Petrarca Nelle mestruazioni Dà una resina detta sangue di drago Articolo per farmacia Guarire alla fine La vestale Silvia Il muscolo nei prefissi Schiava di Sara, madre di Ismaele Contengono aceto Scanalature di colonne Sono gatte da pelare Non Classificato Quella...dentifricia deterge i denti Pagata o... defunta Ingrossamento di una parte del corpo Un nome di Pasolini Si dice per esortare Estremità colpite dalla psoriasi Confina con l Afghanistan I denti da... trattare con applicazioni topiche di fluoro. Verticali 1. Sono uno dei fattori predisponenti alla cellulite batterica - 2. Amiche... per la pelle - 3. Vanno diminuiti nella propria dieta quelli molto acidi - 4. Squadra di atleti - 5. Lo nutre il rancoroso - 6. Prefisso per zolfo - 7. Le ha doppie il cavallo - 9. Rurale, campagnolo Le prime in Leventina Sporchi di grasso Il cabarettista Teocoli Lo... rendono alto Più che agiato Abbreviazione di eccetera Dà ore... d amore Lo è la crema che protegge chi si abbronza Organizzazione Mondiale della Sanità Vaste insenature Si regola per fare centro Estremità colpite dalla psoriasi Richiama... fischiando Luigi che scrisse La vispa Teresa La parte posteriore della nave Ormone luteinizzante in breve Nate da un asino e una cavalla I mobili più mobili Incisa sulla pelle Colpo di pistola Non si eredita volentieri Precede don e dan Le attrici Tanzi e Zoppelli Acidi grassi insaturi del pesce Bisogna averne molto in zucca... e poco nei cibi Dà la bromelina utile per migliorare la cellulite a buccia d arancia Il motore a gasolio Lazare, matematico francese La sposa di Ben Hur Appartenenti a me L eruzione cutanea che le pillole anticoncezionali contribuiscono a ridurre Food and Agriculture Organization La grande di Ginevra Comprende anche me Devoti e misericordiosi Sacro Romano Impero Vale in mezzo Gran Premio Fede senza pari Sigla di Pordenone Ultravioletto in breve. La soluzione nel prossimo numero 18 Il tuo farmacista maggio_giugno 2015

19

20 La vostra salute e la nostra professione. Noi siamo in tutto il territorio ticinese. fortis il gruppo della salute Farmacia MGA Azione Sagl Via Franco Zorzi 36a 6500 Bellinzona Tel. +41 (0) Farmacia Nazionale Piazza Nosetto 6500 Bellinzona Tel. +41 (0) Farmacia Rossetti di Chiara Contrada dei Rossetti Biasca Tel. +41 (0) Farmacia Città Vecchia Via S. Francesco Locarno Tel. +41 (0) Farmacia Delta SA Via Stefano Franscini Locarno Tel. +41 (0) Farmacia Centrale SA Via della Posta Lugano Tel. +41 (0) farmaciacentralelugano.ch Farmacia Stella SA Via Trevano Lugano Tel. +41 (0) Farmacia Sant Anna Via Besso Lugano Tel. +41 (0) Farmacia Chimica Internazionale SA Via Balestra 22B 6900 Lugano Tel. +41 (0) Farmacia San Salvatore SA Via Geretta Lugano-Paradiso Tel. +41 (0) Farmacia del Gambarogno SA Via Cantonale Magadino Tel. +41 (0) Farmacia San Gottardo SA Via San Gottardo Massagno Tel. +41 (0) Farmacia Fuoriporta Sagl Via Beroldingen Mendrisio Tel. +41 (0) Farmacia Quattrini SA Piazza del Ponte Mendrisio Tel. +41 (0) Farmacia di Pregassona Via Ceresio Pregassona Tel. +41 (0) Farmacia Pestoni Via Giulia 6855 Stabio Tel. +41 (0) Farmacia Caroni Via al Giardino 6598 Tenero Tel. +41 (0) Farmacia Santa Teresa Via La Santa Viganello Tel. +41 (0) Drogheria Farmacia Bernina sagl Via da Mez Poschiavo/GR Tel. +41 (0)

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore LA GOTTA ED ALTRE ARTRITI DA CRISTALLI REGGIO EMILIA,, APRILE 2007 La Gotta ed altre Artriti da Cristalli

Dettagli

IL BENESSERE DELLE GAMBE

IL BENESSERE DELLE GAMBE IL BENESSERE DELLE GAMBE Se la circolazione venosa non funziona come dovrebbe, il normale ritorno del sangue dalle zone periferiche del corpo al cuore risulta difficoltoso. Il flusso sanguigno infatti,

Dettagli

Le profilassi del lattante: la vitamina D, la vitamina K e la carie?

Le profilassi del lattante: la vitamina D, la vitamina K e la carie? L allattamento al seno esclusivo è il nutrimento ideale per il bambino, sufficiente per garantire un adeguata crescita per i primi 6 mesi; il latte materno è unanimemente considerato il gold standard in

Dettagli

Castrazione e sterilizzazione

Castrazione e sterilizzazione Centro veterinario alla Ressiga Castrazione e sterilizzazione Indicazioni, controindicazioni, effetti collaterali ed alternative Dr. Roberto Mossi, medico veterinario 2 Castrazione e sterilizzazione Castrazione

Dettagli

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Questo schema di cura impiega i seguenti farmaci: vincristina, doxorubicina (adriamicina) o epidoxorubicina, cortisone. Le informazioni contenute in questo modello

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE SI PARTE DALLA VITAMINA D Relatore dr Donata Soppelsa Medico di medicina generale Associato alla Società Italiana di Nutriceutica Quali domande? E sufficiente l integrazione

Dettagli

COME VINCERE IL CALDO

COME VINCERE IL CALDO Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO Raccomandazioni per il personale che assiste gli anziani a casa ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO

Dettagli

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo 3 IN ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo sezione 1 L ALIMENTAZIONE Latte e coccole... Il latte materno costituisce l alimento più adatto ai bisogni del neonato e non solo dal punto di vista nutrizionale:

Dettagli

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata Cari pazienti! Vi sentite spesso fiacchi, stanchi, esauriti o giù di morale? Soffrite facilmente il freddo?

Dettagli

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 36 1. ZUCCHERI E SAPORE DOLCE Tutti gli zuccheri sono fonti di energia e non

Dettagli

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott.

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott. C. I. D. I. M. U. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI Resp. Dott. Antonio Vercelli OSTEOPOROSI *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* *Cos è l osteoporosi?* L osteoporosi

Dettagli

Il desiderio insoddisfatto di un figlio: le cause

Il desiderio insoddisfatto di un figlio: le cause Il desiderio insoddisfatto di un figlio: le cause Si parla di "sterilità" quando dopo un anno di rapporti sessuali regolari non è ancora intervenuta una gravidanza. Le cause di una mancanza di figli non

Dettagli

TALK SHOW. Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 IL SORRISO VIEN MANGIANDO

TALK SHOW. Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 IL SORRISO VIEN MANGIANDO Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 TALK SHOW IL SORRISO VIEN MANGIANDO D.ssa Clelia Iacoviello Consulente Nutrizionale Nutraceutico Agenda Chi sono I problemi di oggi - Fame di Testa

Dettagli

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L atleta moderno ha bisogno di un maggior numero di adattamenti metabolici all esercizio fisico.

Dettagli

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD)

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Che cos è? Il deficit di mevalonato chinasi è una malattia genetica. E un errore congenito

Dettagli

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Lega Friulana per il Cuore CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Materiale predisposto dal dott. Diego Vanuzzo, Centro di Prevenzione Cardiovascolare, Udine a nome del Comitato Tecnico-Scientifico

Dettagli

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Le necessità del nostro corpo Cibo e bevande sono i mezzi con cui il nostro organismo si procura le sostanze di cui ha bisogno per le sue attività vitali.

Dettagli

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI Che cos è la depressione? Tutti noi ci possiamo sentire tristi a volte, tuttavia la depressione è una cosa seria. La malattia della depressione a volte denominata Depressione

Dettagli

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale SALUTE Aumenti la tua salute, CALORIE Perdi peso, AUTOSTIMA Accresci la tua autostima, LONGEVITÀ Allunghi la tua vita, EFFICIENZA Potenzi i tuoi muscoli e migliori il tuo equilibrio, LE SCALE M U S I C

Dettagli

Introduzione. Alessandro Centi

Introduzione. Alessandro Centi Introduzione La PEDIATRICA SPECIALIST nasce nel 2012 e si avvale dell esperienza e del know-how formulativo di Pediatrica, consolidata azienda del settore parafarmaceutico da sempre orientata ai bisogni

Dettagli

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro Apparato scheletrico Le funzioni dello scheletro Lo scheletro ha la funzione molto importante di sostenere l organismo e di dargli una forma; con l aiuto dei muscoli, a cui offre un attacco, permette al

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV)

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo guardate le informazioni di base contenute in Alcune informazioni sull esame per il papilloma

Dettagli

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. Bevi ogni giorno acqua in abbondanza Nell organismo umano l acqua rappresenta un costituente essenziale per il mantenimento della vita, ed è anche quello presente

Dettagli

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica)

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Cos è il diabete? Il diabete mellito, meglio noto come diabete, è una malattia che compare quando l organismo non produce insulina a sufficienza

Dettagli

BORTEZOMIB (Velcade)

BORTEZOMIB (Velcade) BORTEZOMIB (Velcade) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

Cosa sono le vitamine?

Cosa sono le vitamine? Cosa sono le vitamine? Le vitamine sono sostanze di natura organica indispensabili per la vita e per l accrescimento. Queste molecole non forniscono energia all organismo umano ma sono indispensabili in

Dettagli

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA ALIMENTAZIONE ANTICANCRO L alimentazione è un bisogno essenziale dell uomo: per funzionare, un individuo deve introdurre una certa quantità

Dettagli

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele ERVIZIO ANITARIO REGIONALE A Azienda ervizi anitari N 1 triestina la vien... alute angiando M Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele Dipartimento

Dettagli

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico.

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire

Dettagli

peso peso Controlla il e mantieniti sempre attivo

peso peso Controlla il e mantieniti sempre attivo 1. peso peso Controlla il e mantieniti sempre attivo 1. Controlla il peso e mantieniti sempre attivo Il peso corporeo Il nostro peso corporeo rappresenta l'espressione tangibile del bilancio energetico

Dettagli

4. Quali possono essere le complicazioni dell influenza e quali sono le persone a rischio?

4. Quali possono essere le complicazioni dell influenza e quali sono le persone a rischio? Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale della sanità pubblica UFSP Malattie trasmissibili Stato al 05.10.2010 FAQ Influenza stagionale 1. Cos è l influenza? 2. Come si trasmette l influenza?

Dettagli

Antibiotici. quandosì quandono. Lavarsi le mani

Antibiotici. quandosì quandono. Lavarsi le mani Antibiotici quandosì quandono Lavarsi le mani semplice ma efficace Lavarsi le mani è il modo migliore per arrestare la diffusione delle infezioni respiratorie. L 80% delle più comuni infezioni si diffonde

Dettagli

Altre informazioni sul virus HPV: informazioni approfondite per le utenti

Altre informazioni sul virus HPV: informazioni approfondite per le utenti Altre informazioni sul virus HPV: informazioni approfondite per le utenti Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo consultate il documento Alcune informazioni sul virus HPV

Dettagli

LO SBIANCAMENTO DEI DENTI (DENTAL BLEACHING)

LO SBIANCAMENTO DEI DENTI (DENTAL BLEACHING) LO SBIANCAMENTO DEI DENTI (DENTAL BLEACHING) Cosa bisogna sapere prima di decidere di fare lo sbiancamento dei denti? In inglese viene definito:dental bleaching 1. L'igiene orale correttamente eseguita

Dettagli

Occhio alle giunture La migliore prevenzione

Occhio alle giunture La migliore prevenzione Occhio alle giunture La migliore prevenzione 1 Suva Istituto nazionale svizzero di assicurazione contro gli infortuni Sicurezza nel tempo libero Casella postale, 6002 Lucerna Informazioni Telefono 041

Dettagli

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA Che cos è la degenerazione maculare? La degenerazione maculare è una malattia che interessa la regione centrale della retina (macula), deputata alla visione distinta necessaria per la lettura, la guida

Dettagli

La natura restituisce...cio che il tempo sottrae

La natura restituisce...cio che il tempo sottrae Benessere olistico del viso 100% natura sulla pelle 100% trattamento olistico 100% benessere del viso La natura restituisce......cio che il tempo sottrae BiO-REVITAL il Benessere Olistico del Viso La Natura

Dettagli

Pubertà e Deficit di Ormone della Crescita. Serie N. 3

Pubertà e Deficit di Ormone della Crescita. Serie N. 3 Pubertà e Deficit di Ormone della Crescita Serie N. 3 Guida per il paziente Livello: medio Pubertà e Deficit di Ormone della Crescita - Serie 3 (Revisionato Agosto 2006) Questo opuscolo è stato prodotto

Dettagli

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo La dieta, il microbiota intestinale e la salute digestiva sono intrecciati fra loro. Questi legami e il potenziale benefico dei probiotici

Dettagli

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42 Parliamo di diabete N. 42 Revisione agosto 2010 Cos è il diabete? What is diabetes? - Italian Diabete è il nome dato a un gruppo di diverse malattie in cui vi è troppo glucosio nel sangue. Il pancreas

Dettagli

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute)

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) La ristorazione collettiva ed in particolare quella scolastica è stata individuata come un ambito prioritario di intervento relativamente al Progetto MA.RI.SA.

Dettagli

Prevenzione dell allergia ad inalanti

Prevenzione dell allergia ad inalanti Prevenzione dell allergia ad inalanti La patologia allergica respiratoria è molto frequente nella popolazione generale: la sua prevalenza si aggira in media intorno al 10-15%. Inoltre, negli ultimi 20

Dettagli

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC)

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) OSPEDALE FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO Azienda Ospedaliera di rilievo nazionale M I L A N O S.C. RADIOLOGIA Direttore Dott. G. Oliva ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) ESAMI DA ESEGUIRE (VALIDITA'

Dettagli

L esercizio fisico come farmaco

L esercizio fisico come farmaco L esercizio fisico come farmaco L attività motoria come strumento di prevenzione e di terapia In questo breve manuale si fa riferimento a tipo, intensità, durata e frequenza dell attività fisica da soministrare

Dettagli

L'IMPORTANZA DELL'ACQUA

L'IMPORTANZA DELL'ACQUA L'IMPORTANZA DELL'ACQUA L'acqua è il principale costituente del nostro corpo. Alla nascita il 90% del nostro peso è composto di acqua: nell'adulto è circa il 75% e nelle persone anziane circa il 50%; quindi

Dettagli

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO 1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO Sono molte le definizioni di allenamento: Definizione generale: E un processo che produce nell organismo un cambiamento di stato che può essere fisico, motorio, psicologico.

Dettagli

Etichettatura degli alimenti

Etichettatura degli alimenti Ministero della Salute Direzione generale per l igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione Etichettatura degli alimenti Cosa dobbiamo sapere La scelta di alimenti e bevande condiziona la nostra

Dettagli

MAN- GIAR BENE. Mantenere il corpo in buona

MAN- GIAR BENE. Mantenere il corpo in buona MAN- GIAR BENE vivere sani 3 Mantenere il corpo in buona salute ha la sua base in una corretta alimentazione. Essa si basa sull apporto equilibrato di acqua, carboidrati (zuccheri e amidi), proteine, grassi

Dettagli

Quali danni può provocare il consumo eccessivo di alcol?

Quali danni può provocare il consumo eccessivo di alcol? alcol Qual è la dimensione del problema? L alcol è una sostanza tossica per la quale non è possibile identificare livelli di consumo sicuri, anche a causa delle differenze individuali legate al metabolismo

Dettagli

4. Conoscere il proprio corpo

4. Conoscere il proprio corpo 4. Conoscere il proprio corpo Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate.

Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate. Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate. INDICE La presente guida contiene suggerimenti e indicazioni di carattere generale e a scopo puramente informativo. Non si deve prescindere dal leggere attentamente

Dettagli

Liponax Sol. Innovativa formulazione LIQUIDA. ad elevata biodisponibilità. Acido R (+) a-lipoico

Liponax Sol. Innovativa formulazione LIQUIDA. ad elevata biodisponibilità. Acido R (+) a-lipoico Innovativa formulazione LIQUIDA ad elevata biodisponibilità L acido a lipoico è una sostanza naturale che ricopre un ruolo chiave nel metabolismo energetico cellulare L acido a lipoico mostra un effetto

Dettagli

Vitamina D, PTH ed omeostasi del calcio

Vitamina D, PTH ed omeostasi del calcio Vitamina D, PTH ed omeostasi del calcio Funzioni principali della vit D Stimolazione dell'assorbimento del calcio e del fosforo a livello intestinale; Regolazione, in sinergia con l'ormone paratiroideo,

Dettagli

La degenerazione maculare correlata all età (DME) è una malattia della retina, nel fondo dell occhio.

La degenerazione maculare correlata all età (DME) è una malattia della retina, nel fondo dell occhio. Che cos è la Degenerazione Maculare correlata all Età (DME)? La degenerazione maculare correlata all età (DME) è una malattia della retina, nel fondo dell occhio. Essa porta a una limitazione o alla perdita

Dettagli

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO. L ALIMENTA ZIONE NEG LI ADULTI (16-65 anni )

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO. L ALIMENTA ZIONE NEG LI ADULTI (16-65 anni ) IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NEG LI ADULTI (16-65 anni ) ALIMENTAZIONE ANTICANCRO L alimentazione è un bisogno essenziale dell uomo: per funzionare, un individuo deve introdurre una certa

Dettagli

Depressione e adolescenza di S. Di Salvo, S. Cavalitto e A. Martinetto

Depressione e adolescenza di S. Di Salvo, S. Cavalitto e A. Martinetto Associazione per la Ricerca sulla Depressione C.so G. Marconi 2 10125 Torino Tel. 011-6699584 Sito: www.depressione-ansia.it Depressione e adolescenza di S. Di Salvo, S. Cavalitto e A. Martinetto Nella

Dettagli

CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO?

CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO? CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO? Il cuore è un organo che ha la funzione di pompare il sangue nell organismo. La parte destra del cuore pompa il sangue ai polmoni, dove viene depurato dall anidride carbonica

Dettagli

Il caldo e la salute degli animali domestici Come garantire un estate serena ai nostri amici a quattrozampe

Il caldo e la salute degli animali domestici Come garantire un estate serena ai nostri amici a quattrozampe Direzione Generale della sanità animale e dei farmaci veterinari Direzione Generale della comunicazione e delle relazioni istituzionali Il caldo e la salute degli animali domestici Come garantire un estate

Dettagli

Relazione tra Vitamina D, Obesità infantile e Sindrome Metabolica: un puzzle in via di risoluzione

Relazione tra Vitamina D, Obesità infantile e Sindrome Metabolica: un puzzle in via di risoluzione 3 Maggio 2012 Relazione tra Vitamina D, Obesità infantile e Sindrome Metabolica: un puzzle in via di risoluzione Emanuele Miraglia del Giudice Seconda Università degli Studi di Napoli Dipartimento di Pediatria

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

Che cosa provoca una commozione cerebrale?

Che cosa provoca una commozione cerebrale? INFORMAZIONI SULLE COMMOZIONI CEREBRALI Una commozione cerebrale è un trauma cranico. Tutte le commozioni cerebrali sono serie. Le commozioni cerebrali possono verificarsi senza la perdita di conoscenza.

Dettagli

Fatti sull eroina. Cos è l eroina? Recettori nel cervello. Tolleranza e dipendenza. Sintomi di astinenza

Fatti sull eroina. Cos è l eroina? Recettori nel cervello. Tolleranza e dipendenza. Sintomi di astinenza Fatti sull eroina L eroina è una droga che induce in breve tempo una grave forma di dipendenza. L assuefazione veloce allo stupefacente fa sì che colui che ne dipende abbia bisogno di quantità sempre più

Dettagli

Cattedra e Divisione di Oncologia Medica. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Il Port

Cattedra e Divisione di Oncologia Medica. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Il Port Cattedra e Divisione di Oncologia Medica Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Il Port Dott. Roberto Sabbatini Dipartimento Misto di Oncologia ed Ematologia Università degli Studi di Modena

Dettagli

Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation. Sindrome di Behçet

Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation. Sindrome di Behçet Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Sindrome di Behçet Che cos è? La sindrome di Behçet (BS), o malattia di Behçet, è una vasculite sistemica (infiammazione dei vasi sanguigni) la

Dettagli

Effetti dell incendio sull uomo

Effetti dell incendio sull uomo Effetti dell incendio sull uomo ANOSSIA (a causa della riduzione del tasso di ossigeno nell aria) AZIONE TOSSICA DEI FUMI RIDUZIONE DELLA VISIBILITÀ AZIONE TERMICA Essi sono determinati dai prodotti della

Dettagli

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Comune di CORI (Lt) Assessorato all RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO pagina 1 SOMMARIO Premessa... 3 1 Principi generali: Cos è il Compostaggio... 4 2 Cosa mettere nella

Dettagli

Informazioni ai pazienti per colonoscopia

Informazioni ai pazienti per colonoscopia - 1 - Informazioni ai pazienti per colonoscopia Protocollo informativo consegnato da: Data: Cara paziente, Caro paziente, La preghiamo di leggere attentamente il foglio informativo subito dopo averlo ricevuto.

Dettagli

Cos'è esattamente la gelatina

Cos'è esattamente la gelatina Cos'è esattamente la gelatina LA GELATINA È PURA E NATURALE La gelatina attualmente in commercio viene prodotta in moderni stabilimenti operanti in conformità ai più rigorosi standard di igiene e sicurezza.

Dettagli

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua.

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua. La DIGESTIONE Perché è necessario nutrirsi? Il corpo umano consuma energia per muoversi, pensare, mantenere la temperatura costante, ma anche solo per riposarsi. Il consumo minimo di energia è detto metabolismo

Dettagli

PICC e Midline. Guida per il Paziente. Unità Operativa di Anestesia

PICC e Midline. Guida per il Paziente. Unità Operativa di Anestesia PICC e Midline Guida per il Paziente Unità Operativa di Anestesia INDICE Cosa sono i cateteri PICC e Midline Pag. 3 Per quale terapia sono indicati Pag. 4 Quando posizionare un catetere PICC o Midline

Dettagli

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AGRICOLTURA BIOLOGICA LA FILIERA (dal campo alla tavola) AL MERCATO L ETICHETTA PRODOTTI A KM ZERO MERCATI CONTADINI, VENDITA DIRETTA, GAS ALLA TAVOLA LA PIRAMIDE ALIMENTARE

Dettagli

Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale)

Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale) Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale) 1. Definisco l obiettivo e la relazione epidemiologica che voglio studiare 2. Definisco la base dello studio in modo che vi sia massimo contrasto

Dettagli

La banca dati contiene oltre 10000 quiz dei concorsi svolti sino ad ora in tutta Italia.

La banca dati contiene oltre 10000 quiz dei concorsi svolti sino ad ora in tutta Italia. QUIZ TEM: Ulcere da decubito Quiz estratti dalla banca dati del sito e La banca dati contiene oltre 10000 quiz dei concorsi svolti sino ad ora in tutta Italia. 1) I germi responsabili di ulcere da pressione

Dettagli

ESSERE OPERATI ALLE VIE LACRIMALI OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI

ESSERE OPERATI ALLE VIE LACRIMALI OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI DIPARTIMENTO CHIRURGICO SPECIALISTICO Unità Operativa di Oculistica Direttore: Prof. Paolo Perri ESSERE OPERATI ALLE VIE LACRIMALI OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI Gentile Signora/e, questo opuscolo

Dettagli

NUTRACEUTICA Corpo come Arte

NUTRACEUTICA Corpo come Arte NUTRACEUTICA Corpo come Arte efficacia sinergia RESVERA-VITIS 60 cps Antiossidante Riossigenante Tessutale Integratore a base di Resveratrolo e OPC ad alto dosaggio (in 1 cps 585 mg di Vitis Vinifera 17.000

Dettagli

LA DEPRESSIONE NEI BAMBINI E NEGLI ADOLESCENTI

LA DEPRESSIONE NEI BAMBINI E NEGLI ADOLESCENTI Che cos è la depressione? LA DEPRESSIONE NEI BAMBINI E NEGLI ADOLESCENTI La depressione è un disturbo caratterizzato da un persistente stato di tristezza che può durare mesi o addirittura anni. Può manifestarsi

Dettagli

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI Daniela Livadiotti Società Italiana di Medicina di Prevenzione e degli Stili di Vita INVECCHIAMENTO L invecchiamento può essere definito come la regressione

Dettagli

Adipo metria. Le stratigrafie. Oltre la stima della percentuale di massa grassa

Adipo metria. Le stratigrafie. Oltre la stima della percentuale di massa grassa Plico-metria, bioimpedenzio-metria, assorbimetria (a doppio raggio X) sono misure di altro dal grasso, ricondotte tramite formule alla stima della percentuale di massa grassa. Ora è finalmente disponibile

Dettagli

Lista di controllo per la perdita di coscienza. Soffre di episodi inspiegati di. www.stars-italia.eu

Lista di controllo per la perdita di coscienza. Soffre di episodi inspiegati di. www.stars-italia.eu Collaboriamo con i pazienti, le famiglie e i professionisti sanitari per offrire assistenza e informazioni sulla sincope e sulle convulsioni anossiche riflesse Soffre di episodi inspiegati di Lista di

Dettagli

Scopri qual è il tuo potenziale di salute e longevità

Scopri qual è il tuo potenziale di salute e longevità Scopri qual è il tuo potenziale di salute e longevità Passo numero 1: TESTA LA TUA DIGESTIONE Questo primo breve test ti serve per capire com è adesso la tua digestione, se è ancora buona ed efficiente

Dettagli

a state of complete physical, men al , an social well ll-bei ng an not merely the absence of disease or infirmity

a state of complete physical, men al , an social well ll-bei ng an not merely the absence of disease or infirmity SALUTE: definizione Nel 1948, la World Health Assembly ha definito la salute come a state of complete physical, mental, and social well-being and not merely the absence of disease or infirmity. Nel1986

Dettagli

RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO

RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO La mostra è allestita nelle sale del Museo di Storia Naturale di Milano dal 28 Novembre 2014 al 28 Giugno 2015. Affronta il complesso tema del cibo

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO

LA SALUTE VIEN MANGIANDO LA SALUTE VIEN MANGIANDO PERCHÉ MANGIAMO? Il nostro organismo per sopravvivere e stare in buona salute, per crescere, per svolgere attività fisica, per riparare le parti del corpo danneggiate e sostituire

Dettagli

L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA. Ci muoviamo insieme a voi.

L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA. Ci muoviamo insieme a voi. L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA Ci muoviamo insieme a voi. PREMESSA LA ORTHOPÄDISCHE CHIRURGIE MÜNCHEN (OCM) È UN ISTITUTO MEDICO PRIVATO DEDICATO ESCLUSIVAMENTE

Dettagli

Foglio1. 5-7.00 Piega 10,00. Masch.x lavaggio/sh.speciale

Foglio1. 5-7.00 Piega 10,00. Masch.x lavaggio/sh.speciale LISTINO PREZZI Servizio Singolo Pettinata 5-7.00 Piega Taglio Masch.x lavaggio/sh.speciale 2,00 Fiala ai minerali x lavaggio 5,00 Fiala x caduta 5,00 Cachet Masch.con elastina Masch.con cheratina Pagina

Dettagli

Lo screening cervicale.

Lo screening cervicale. Lo screening cervicale. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire e gli esercizi di riabilitazione)

Dettagli

12.200 i nuovi casi di tumore al pancreas ogni anno in Italia

12.200 i nuovi casi di tumore al pancreas ogni anno in Italia Come prevenire il tumore del pancreas insieme contro il cancro Il pancreas e il tumore Il pancreas è un organo dalla forma simile a quella di una pera o di una lingua, situato in profondità nella cavità

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Come, reumatismo infantile? Ma esiste?

Come, reumatismo infantile? Ma esiste? Come, reumatismo infantile? Ma esiste? Dr. med. Traudel Saurenmann, Ospedale pediatrico di Zurigo Quando racconto a qualcuno che mi occupo di reumatologia infantile, spesso la reazione si tratti di un

Dettagli

IO NE PARLO. DIARIO DELLA TERAPIA per annotare i farmaci e i progressi

IO NE PARLO. DIARIO DELLA TERAPIA per annotare i farmaci e i progressi AR IO NE PARLO DIARIO DELLA TERAPIA per annotare i farmaci e i progressi Ti aiuta a tenere sotto controllo la tua artrite reumatoide e a trarre il massimo beneficio dalla terapia Visita www.arioneparlo.it

Dettagli

Patto europeo. per la salute mentale e il benessere. Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008

Patto europeo. per la salute mentale e il benessere. Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008 Patto europeo per la salute mentale e il benessere CONFERENZA DI ALTO LIVELLO DELL UE INSIEME PER LA SALUTE MENTALE E IL BENESSERE Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008 Slovensko predsedstvo EU 2008 Slovenian Presidency

Dettagli

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

«Top 10» per l inverno

«Top 10» per l inverno «Top 10» per l inverno Suva Sicurezza nel tempo libero Casella postale, 6002 Lucerna Informazioni Tel. 041 419 51 11 Ordinazioni www.suva.ch/waswo-i Fax 041 419 59 17 Tel. 041 419 58 51 Autori dott. Hans

Dettagli

TERMOMETRO DIGITALE MODELLO TE01B MANUALE D USO. Leggere attentamente le istruzioni prima dell utilizzo o conservarle per consultazioni future.

TERMOMETRO DIGITALE MODELLO TE01B MANUALE D USO. Leggere attentamente le istruzioni prima dell utilizzo o conservarle per consultazioni future. TERMOMETRO DIGITALE MODELLO TE01B MANUALE D USO Leggere attentamente le istruzioni prima dell utilizzo o conservarle per consultazioni future. ATTENZIONE: Utilizzare il prodotto solo per l uso al quale

Dettagli

ANEURISMA AORTA TORACICA ASCENDENTE

ANEURISMA AORTA TORACICA ASCENDENTE ANEURISMA AORTA TORACICA ASCENDENTE Definizione Dilatazione segmentaria o diffusa dell aorta toracica ascendente, avente un diametro eccedente di almeno il 50% rispetto a quello normale. Cause L esatta

Dettagli

Scheda dei Dati di Sicurezza Secondo le Direttive 91/155/CEE

Scheda dei Dati di Sicurezza Secondo le Direttive 91/155/CEE 1. Identificazione della sostanza/preparato e della societá o ditta 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato Denominazione: Mercurio II Solfato soluzione 200 g/lin acido solforico diluito 1.2

Dettagli

La corretta alimentazione

La corretta alimentazione La corretta alimentazione www.salute.gov.it 2 Tutta la comunità scientifica è d accordo sul fatto che esista uno stretto legame tra una corretta alimentazione e una vita in buona salute. Per mantenersi

Dettagli