Rassegna del 13/12/2012

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Rassegna del 13/12/2012"

Transcript

1 Rassegna del 13/12/2012

2 INDICE RASSEGNA STAMPA Rassegna del 13/12/2012 MONDO UNIVERSITARIO Sole 24 Ore Sanita 11/12/12 P. 24 Tecnici di radiologia, competenze nei master 1 Qn 13/12/12 P. 16 Bebè in provetta, legge 40 rinviata alla Consulta. 2 Qui Firenze 13/12/12 P. 7 Firenze contro la "legge 40" Il tribunale riapre lo scontro 3 Repubblica Firenze 13/12/12 P. V Legge 40, da Firenze un' altra spallata 4 Panorama 19/12/12 P. 119 Moocs, l'istruzione per le masse Mikol Belluzzi 5 Corriere Della Sera 13/12/12 P. 31 Harvard e il «male di eccellere» che colpisce gli studenti Massimo Gaggi 8 Panorama 19/12/12 P. 107 La medusa che non muore mai Luca Sciortino 10 SANITÀ Sole 24 Ore Sanita 11/12/12 P. 16 Collaborazione Firenze-Cina 11 Sole 24 Ore Sanita 11/12/12 P. 26 Le staminali che rigenerano Manuela Perrone 12 SEGNALAZIONI Sole 24 Ore 13/12/12 P. 21 Al via negli States l'anno della cultura italiana 14 Indice Rassegna Stampa Pagina I

3 ACCORDO MEDIC -PROFES5I0NE Tecnici di radiologia, competenze nei master Radiologia: sindacati, Società scientifiche e associazioni dei tecnici sanitari di radiologia medica hanno raggiunto la scorsa settimana un'intesa su un documento elaborato dal tavolo di lavoro misto Regioni-ministero della Salute su «Evoluzione della professione di tecnico sanitario di radiologia medica». 11 documento propone i contenuti dei master universitari di primo livello per le funzioni specialistiche con cui si rimodulano, ampliano e specializzano le competenze dei tecnici. Otto i percorsi formativi previsti: arca radiodiagnostica-radiologia vascolare e interventistica; area radiodiagnostica-rm; area radioterapia oncologica; arca medico nucleare-scienza e tecnologia dei radio-farmaci; arca medico-nucleare-gestione e controlli di qualità di apparecchiature ibride in medicina nucleare; area di amministrazione di sistemi in diagnostica per immagini e radioterapia; area fisica sanitaria/fisica medica-controlli di qualità; area fisica sanitaria/fisica medica e radioprotezione. In base a questi master i tecnici specialisti nelle diverse aree (radiodiagnostica, radioterapia, medicina nucleare, fisica-sanitaria e informatica) dovranno acquisire una serie di competenze specificate nell'organizzazione dei master (v. tabella e per i protocolli com). Ma la commissione che ha messo a punto il documento non si ferma qui e, sottolinea nel verbale sottoscritto, ci sono «altri possibili ambiti eli competenza» su cui lavorare, rispetto ai quali propone un tavolo permanente per continuare lo studio. Le indicazioni per i master segnalano che il tecnico sanitario di radiologia medica e il medico specialista (nella varie branche oggetto dei master) sono «i soli professionisti abilitati all'uso delle tecnologie» nei vari ambiti, radioterapico, vascolare e interventistico, medico-nucleari. Unica eccezione quella del master in amministrazione di sistemi in diagnostica per immagini, che riguarda solo i tecnici, specificando che la loro scelta deve essere effettuata secondo specifiche competenze in grado di curare, oltre alla gestione delle tecnologie informatiche, anche i dati anagrafici e clinici e le immagini con software dedicati e il rispetto di nonne di legge e privacy. aiaaeouvone as=-fa Le competenze previste neo master Applicazione di linee guida e protocolli per i sistemi di centratura con guida similsterotassica effettuata con apparecchiatura angiografica, fusione imaging finalizzata alle terapie ablative e dei software di endonavigazione vascolare Applicazione di linee guida e protocolli per le indagini di perfusione, diffusione, spettroscopia e imaging funzionale e dinamico Rm Applicazione di linee guida e protocolli per trattamenti lort (Intra-operative radiotherapy), stereotassi cranica-extracranica, protonterapia brachiterapia Applicazione di linee guida scientifiche e protocolli di collaborazione alla produzione di radionuclidi mediante ciclotrone e radiofarmaci Applicazione di linee guida e protocolli per tecniche avanzate di elaborazione con metodiche ibride Pet-Ct, Pet-Mri, Pet-Ct per Pt planning Collaborazione con i medici specialisti in area radiologica e i laureati specialisti in fisica medica per i controlli di qualità delle tecnologie e valutazione Hta Collaborazione con i medici specialisti in area radiologica e i laureati specialisti in fisica medica per la sorveglianza radioprotezionistica degli impianti radiologici Gestione dei sistemi informativi aziendali d 'area radiologica, in qualità di amministratore di sistema Accoglienza e presa in carico del paziente Gestione di sistemi automatici di iniezione del mezzo di contrasto e radiofarmaci per la sincronizzazione con Rm, angiografiche e in medicina nucleare.murnia: Ir,p aji'utente Mondo Universitario Pagina 1

4 FIRENZE, RICORSO DEL TRIBUNALE. I PUNTI: RICERCA SUGLI EMBRIONI E CONSENSO DELLE DONNE Bebè in provetta, legge 40 viata alla Consulta ROMA LEGGE 40 sulla procreazione medicalmente assistita è di nuovo rinviata alla Corte Costituzionale, per la quinta volta. L'ultimo caso riguarda la decisione del tribunale di Firenze che - partendo dal ricorso presentato da una coppia portatrice di una malattia genetica, che ha rifiutato l'impianto di embrioni malati o non testabili chiedendo che vengano appunto impiegati per la ricerca - ha sollevato dubbi di costituzionalità rispetto al divieto previsto dalla legge di destinare alla ricerca scientifica gli embrioni `abbandonati' e inutilizzabili. Ma il rinvio alla Corte riguarda anche un secondo punto: la prevista irrevocabilità del consenso della donna ai trattamenti di procreazione assistita dopo la fecondazione dell'ovocita. Secondo i giudici, dunque, la legge 40 viola gli articoli della Costituzione relativi ai diritti fondamentali della persona, al diritto alla salute e alla libertà di ricerca, e si configura come una legge «irrazionale, illogica e irragionevole». E infatti «irrazionale - spiega l'avvocato Gianni Baldini, che ha seguito la coppia - prevedere l'irrevocabilità del consenso circa l'avvio e la prosecuzione del trattamento di procreazione assistita». ALL'ORD I NANZA del tribunale di Firenze plaudono Livia Turco (Pd), Radicali e associazione Coscioni. Per Filomena Gallo, segretario dell'associazione Coscioni, «quello che non fa il Parlamento, ovvero cancellare la legge 40, lo stanno facendo i tribunali». Una legge da rifare in Parlamento, secondo il Pd: «Ë una legge scritta negando la scienza», commenta il senatore Ignazio Marino. Mentre per Antonio Palagiano, presidente della commissione d'inchiesta sugli errori sanitari, si evidenzia «un problema che il legislatore deve affrontare, perché l'italia si appresta a diventare la più grande banca del mondo di embrioni abbandonati». Di parere opposto l'ex sottosegretario alla Salute Eugenia Roccella (Pdl): «Per l'ennesima volta un tribunale civile attacca la legge 40 su punti già confermati da un referendum, cercando quindi di scavalcare non solo il Parlamento ma il voto popolare». Mondo Universitario Pagina 2

5 Una sentenza solleva la questione di costituzionalità per l'uso nella ricerca degli embrioni in sovrannumero FIRENZE - Il tribunale di Firenze riapre il dibattito sul divieto dell'utilizzo degli embrioni "sovrannumerari" per la ricerca scientifica e sull'irrevocabilità del consenso informato della donna ai trattamenti di fecondazione assistita, previsti dalla legge 40/2004. I giudici fiorentini hanno deciso di sollevare di fronte alla Consulta la questione di costituzionalità, nonostante una sentenza europea. «Dare alle coppie la possibilità di donare gli embrioni malati alla ricerca è un atto di civiltà e spero che la questione sia stata bene impostata» commenta Maria Paola Costantini, avvocato e membro di Cittadinanzattiva e dell'associazione Hera, che ha già portato di fronte alla Corte costituzionale altri rilievi relativi alla normativa, l'ultimo dei quali il'no' alla fecondazione eterologa. Filomena Gallo, segretario nazionale dell'associazione Luca Casciani, commentando la decisione del Tribunale di Firenze di rimandare il provvedimento sulla fecondazione assistita alla Consulta, spiega che il tribunale «è in contrasto con la libertà di ricerca affermata dagli articolo 33 e 9 della Costituzione, il divieto di utilizzo degli embrioni in sovrannumero, non idonei a generare una gravidanza, ai fini di ricerca scientifica». Per Gallo, dunque, «è importante che la Corte Costituzionale tomi a pronunciarsi sulla legge 40, esprimendosi sui divieti ancora in vigore». «Siamo ancora lontani, però, dalla Francia il cui Senato ha approvato, nella notte fra il 4 e il 5 dicembre, una proposta di legge che autorizza la ricerca sulle cellule staminali embrionali» ha concluso la Gallo. La decisione del Tribunale di Firenze «preoccupa», secondo il direttore dell'istituto di Bioteca della Cattolica di Roma, Antonio Spagnolo, perché «non tiene conto del fatto che c'è stata già una sentenza della Corte europea di giustizia che ha affrontato questo argomento, ribadendo il concetto che gli embrioni, sul piano antropologico, rappresentano la persona e che, per esempio, non possono essere utilizzati per brevettare e quindi, indirettamente, non possono essere strumentalizzati per qualsiasi finalità, fosse anche quella della sperimentazione». Si riapre il dibattito sugli embrioni Mondo Universitario Pagina 3

6 Fecondazione assistita: per la terza volta il giudice di qui rispedisce ilprovvedimento alla Consulta Legge 40, da Firenzeun'altraspallata FIRENZE è lacittà che stascardinando la legge 40 sulla fecondazione assistita. Anche il nuovo ricorso del giudice civile alla Corte Costituzionale parte da qui, da una coppia seguita dal centro Demetra e assistita dall'avvocato Gianni Baldini. Così salgono a tre i rinvii alla Consulta, mentre in un caso ilgiudicefiorentinoha disapplicato direttamente le linee guida della discussa nonna. L'ultimo ricorso riguarda una coppia milanese che già portò la Corte Costituzionale a dichiarare, nell'aprile del 2009, l'illegittimità dell'articolo (il 14) in cui era previsto l'obbligo per il medico di impiantare in contemporanea tutti gli embrioni, che non potevano essere mai più di tre. Un terzo ricorso riguardava un coppia diversa e prendeva in considerazione il divieto alla-fecondazione eterologa. La Corte Costituzionale si espressa rimandando ad una sentenza della Corte Europea e chiedendo al giudice fiorentino di aggiornare lasuaordinanzaallaluce diquell'atto. A breve potrebbero essercinovità. Infine, afirenze, nell'agosto del 2008, il giudice civile ha disapplicato le linee guida della legge 40 che vietavano di fare la diagnosipreimpiantonelcasoin cui i genitori fossero portatori di patologie genetiche ereditarie. L'ultima oridinanza, del giudicepatriziapompei, sospendeil giudizio sulcaso dellacoppiamilanese e solleva la questione di legittimità costituzionale sulla parte della legge 40 che vieta la sperimentazione scientifica sugli embrioni che non vengono utilizzati per la pma. Si tratta di quelli crioconservati e rimasti inutilizzati dopo i trattamenti di pira (perché malati o in sovrannumero) e per questo destinati 2LUCwo ricorso allíi pena lí embao atì all'autodistuzione nel giro di qualche anno. «In tal caso il divieto diutilizzo, amaggiorragione nell'ipotesi di precisa indicazione, come in questo caso, dei generanti, per finalità costituzionalmente rilevanti quali la ricerca finalizzata collegata alla tutela della salute degli stessi pazienti o della collettività risulterebbe del tutto illogico e irragionevole», spiegal'avvocatobaldini. Il giudice civile di Firenze si è attestato sulla stessa linea. Del resto, si spieganelle motivazioni dell'ordinanza, l'articolo 9 delle Costituzione promuove la ricerca scientifica quando questa sia collegata alla tutela della salute individuale o collettiva prevista dall'articolo 32. Tra l'altro laleggeìtalianapermettedifare sperimentazione su linee embrionali provenienti dall'estero. - Il nuovo ricorso alla Consulta riguarda anche il consenso informato. Secondo lalegge 401a donna dopo aver accettato di sottoporsi alla pma e aver creato l'embrione non può in nessun caso revocare il proprio consenso al trattamento. Non può cambiare idea e se, teoricamente, non vuole più proseguire la gravidanza deve comunque andare incontro all'impianto e successivamente fare l'interruzione di gravidanza. (mi.bo.) 0 RIPRODUZIONE RISERVATA Mondo Universitario Pagina 4

7 Le.più prestigiose università del mondo mettono online il loro sapere. E 3 milioni di studenti seguono le lezioni sul web. Solo una mossa di marketing o una vera rivoluzione digitale? di Mikol Belluzzi Mondo Universitario Pagina 5

8 o 15 anni e forse misi potrà dire che sono troppo giovane per avere «voce in capitolo sull'argomento... Ma io non parlo in qualità di studentessa di liceo, parlo da studentessa di Coursera. II mio viaggio è iniziato un anno e mezzo fa partecipando a un corso sull'intelligenza artificiale che contava circa 160 mila studenti: Coursera ha fatto diventare così insaziabile la mia sete di sapere che vorrei avere il tempo di seguire tutti i corsi che propongono». Giulia scrive in un blog il suo entusiasmo, che ha già contagiato 3 milioni di giovani nel mondo, per i Moocs, i massive open online courses, fenomeno che secondo la Mit Technologyreview è destinato a diventare oda più importante tecnologia applicata all'educazione degli ultimi 200 anni». Certo, il Mit ha tutto l'interesse a spingere questa nuova tecnologia, avendo appena investito insieme a Harvard 60 milioni di dollari nel lancio della loro piattaforma EdX (www edx. org), dove si possono scaricare le lezioni dei migliori professori di questa élite della conoscenza. Una start-up non-profit che al momento della nascita, a settembre, aveva già un patrimonio di 370 mila studenti. Ma questo è solo l'inizio: Coursera (www.coursera.org), la piattaforma che tanto entusiasma Giulia, in poco più di un anno ha già raggiunto i 2 milioni di utenti e sta crescendo «più velocemente di Facebook» secondo Andrew Ng, professore Una lezione virtuale puo raggiungere 33oatenel, tra cui Brown, 60 mila iscritti 1 di Stanford e creatore del a cui partecipano Duke, l'università di Toronto e quella di Melbourne, e che offre 208 corsi online. Il precursore, invece, è stato Udacity (www.udacity.com), nato dall'idea di due scienziati di robotica, Sebastian Thrun, professore a Stanford, e Peter Norvig, responsabile della ricerca di Google, di creare una versione online del corso universitario «Introduzione all'intelligenza artificiale», solitamente seguito da non più di 200 allievi nel campus: in poco tempo è diventato un tale successo da raggiungere i 160 mila iscritti, con studenti di tutto il mondo che su base volontaria hanno poi tradotto il materiale di base in 44 lingue diverse. Dopo questa esperienza, Thrun ha abbandonato Stanford per dedicarsi alla sua creatura, mentre l'ateneo americano ha ampliato l'offerta formativa online a 13 corsi che includono anatomia, crittografia, teoria dei giochi e processi del linguaggio naturale. Questa è l'essenza e la forza dei Moocs: ogni attore porta sul web le sue migliori competenze, le condivide e le rende disponibili a un pubblico vastissimo. Istruzione d'élite per un pubblico di massa è l'equazione del futuro secondo Anant Agarwal, lo scienziato alla guida di EdX, convinto che l'educazione stia cambiando completamente volto. La ragione è legata al web e alle nuovetecnologie che processano i dati in un nanosecondo: grazie a questi passi da gigante, i potenziali studenti possono condividere video dotati di sofisticati elementi interattivi, mentre gli insegnanti ottengono preziose informazioni dagli stessi alunni per rendere l'insegnamento a distanza ancora più efficace. «Abbiamo a che fare con una generazione di studenti abituati a usare la tecnologia e a dialogare con essa, anche da casa loro. Per questo ritengo che i Moocs avranno sue Mondo Universitario Pagina 6

9 AncheBill e Melinda investono nella cultura in rete «I Moocs hanno ancora tanta strada da fare, ma siamo interessati al loro potenziale nella creazione di contenuti e di insegnamento sul web». Così anche la Fondazione Bill & Melinda Gates (nella foto) ha voluto partecipare al dibattito su questa nuova forma di elearning. E lo ha fatto anche concretamente, investendo 3 milioni di dollari in 12 donazioni per sostenere altrettanti centri di ricerca e università coinvolte nella realizzazione di nuovi Moocs. cesso» afferma Luigi Proserpio, docente di management e presidente di Beta, Bocconi education and teaching alliance, un nuovo centro dell'ateneo milanese per supportare le capacità didattiche e discutere del futuro dell'apprendimento in Bocconi. «E poi l'idea di un'alleanza tra le principali università del Sono gli studenti mondo per mettere a disposizione le loro superconoscenze, senza banalizzarle, è davvero seguono almeno americani che un corso scolastico entusiasmante». Anche perla Bocconi? «Noi da sul web. anni utilizziamo il web come integrazione alla nostra didattica in aula, su cui continuiamo a investire moltissimo. Questo non significa che non sperimenteremo i Moocs in futuro, magari contribuendo a una piattaforma già esistente». Una strada, quella della democratizzazione del sapere, che metterà a disposizione di tutti i mattoni della conoscenza le fondamenta, lasciando a pagamento le strutture specializzate, e portando così a uno spac chettamento dell'educazione, un y percorso che secondo ClayShirky, ee1 to peer scrittore e professore alla Columbia University, sarà simile a quello tracciato da Napster nella musica che ha spinto all'ascol- to e poi all'acquisto di singoli pezzi invece che di interi cd: un modello «peer to peer» applicato alla formazione, dove il sapere passa liberamente da un soggetto all'altro, favorendo una conoscenza aperta, liquida e partecipata. Questo almeno per i sostenitori dei Moocs che, grazie ai prossimi sviluppi, si aspettano un boom di studenti liceali a caccia di crediti per iscriversi al college, fino a quando, in un non lontano futuro, si potrà indifferentemente seguire un corso di laurea online od offline. Per i detrattori, tra cui lo scrittore di tecnologia Nicholas Carr, invece, «lo schermo di un computer non sarà mai più che un'ombra di una buona classe universitaria». Anche la crisi economica potrebbe metterci lo zampino: in un mondo come quello statunitense, dove laurearsi costa almeno 100 mila dollari e dove il 60 per cento dei diplomati ritiene che gli atenei non diano una preparazione adeguata rispetto ai soldi spesi, l'introduzione dei Moocs può sembrare la panacea, se non di tutti, almeno di alcuni Il modello arriva anche nel sapere mali. In realtà l'elearning universitario esiste da molti anni, ma non ha mai riscosso un gran successo. «Anzi, è stato un flop» conferma Marco Camisani Calzolari, docente e imprenditore del digitale. «Ora, però, è il momento giusto grazie alla disponibilità di banda e ai tantissimi utenti digitali. Se a questo aggiungiamo il prestigio delle università coinvolte, otteniamo il successo dei Moocs». Ma perché questi atenei hanno deciso di mettere online il loro know how? «Sicuramente c'è una parte di marketing e poi sono convinti di potere diventare punti di riferimento mondiali del sapere, aggregatori di conoscenze assolute». Una mossa che cambierà il loro modello strategico, ma le università così come le intendiamo non spariranno. Anzi, la società di analisi Global industry stima che questo business emergente potrà valere 100 miliardi di dollari già nei prossimi anni. n RIPRODUZIONE RISERVATA Ma l'insegnante deve accendere la curiosità. E non può farlo online All'inizio fu la televisione, la maestrina con la matita rossa e blu nascosta in tasca: le toccava spazzare via i dialetti e insegnare agli italiani la lingua nazionale. Congiuntivi compresi. Di quel tempo e del dopo che seguì sa molto Aldo Grasso (foto), studioso e critico della tv. «Gli esiti furono molto modesti. Ci si è raccontati la favola bella della tv come scuola. Un equivoco, la tv non è un mezzo diretto ma indiretto. Fu un quiz ad alfabetizzare l'italia, Mike Bongiorno non il maestro Alberto Manzi». Poi ci fu l 'epoca degli intellettuali, Eco, Del Buono, Guglielmi... Una favola anche quella. Gli intellettuali che usarono la tv si contano sulle dita di due mani. Per loro è sempre stato un oggetto strano. Umberto Eco preparò qualche domanda per «Lascia o raddoppia». Gli intellettuali hanno sempre snobbato la tv, salvo andarci per promuovere i loro libri. In America invece scrivono le serie che non a caso sono di livello mentre la nostra fiction fa pena. Sesso non consumato ma visto in internet, amicizia sui social network e ora studio via pc: non è che si sta virtualizzando tutto? Altro equivoco. Si pensa che il docente sia uno che debba insegnare mentre questa è solo una minima parte del suo lavoro. il suo vero compito è utilizzare il sapere che ha per accendere la curiosità in chi lo segue. E questo l'insegnamento online non potrà mai darlo. (Stefania Berbenni) Mondo Universitario Pagina 7

10 La classifica degli atenei Usa che mettono sotto pressione i ragazzi Harvard e il «male dl eccellere» che coipïsce gli studenti In tre si sono tolti la vita. Il giornale del campus: stress da studio DAL NOSTRO INVIATO NEW YORK - «Sad news», notizia triste, ha annunciato per tre volte quest'anno il sito dell'università di Harvard, la più celebrata d'america. Tre nomi di studenti, tre storie diverse, ma stesse espressioni di cordoglio del rettore, Evelynn Hammonds, per il loro suicidio. Non è la prima volta che nel mondo accademico americano si parla di ragazzi messi troppo sotto pressione o incapaci di denunciare i loro disagi, che si tolgono la vita. Ma stavolta l'harvard Crimson, il giornale del «campus», ha deciso di andare a fondo, pubblicando un'inchiesta a puntate corredata da interviste a studenti che hanno tentato, per fortuna senza successo, il suicidio. Ne viene fuori il ritratto di giovani andati a vivere a Boston già con le loro fragilità. Pensavano, cambiando vita e dandosi l'obiettivo di eccellere, di lasciarsi quei problemi alle spalle. Invece la competizione serrata, la solitudine di una vita lontano dalla famiglia e dai vecchi amici, hanno peggiorato la situazione. Ma c'è di più: nei migliori atenei, quando ti trovi in difficoltà per questa pressione, non riesci nemmeno a chiedere aiuto: «Andiamo li per eccellere» confessano gli studenti «e dobbiamo accettare una cultura dominante che è quella del successo sempre e comunque. Quando arrivi ti metti una maschera per nascondere le tue vulnerabilità, che, però, restano con te. Avresti bisogno di assistenza psicologica, ma non puoi chiederla perché altrimenti denunci il tuo disagio, contraddici la tua immagine. Fai capire agli altri che stai restando indietro». La situazione deve essere effettivamente questa se il «Crimson», che ancora non ha concluso la sua inchiesta, è già subissato di lettere di altri allievi che si dicono d'accordo, denunciano disagi simili e chiedono interventi. Harvard non è un caso isolato, né il più appariscente: problemi analoghi ce ne sono anche nelle altre maggiori accademie americane. Fin qui hanno fatto notizia soprattutto i gesti folli di studenti che periodicamente commettono stragi nei «campus», come a VirginiaTech, dove nel 2007 Seung-Hui Cho uccise 32 persone. Ma, benché meno visibile, anche il problema dei suicidi si affaccia periodicamente, tanto che nel 2010, quando la questione tornò alla ribalta per sei suicidi in un solo anno accademico alla Cornell University di Ithaca, il Daily Beast stilò una classifica degli atenei più «stressati» d'america. Venne fuori che gli studenti sottoposti alla pressione maggiore erano quelli della Columbia University di New York, seguiti da quelli Stanford. Terza Harvard, i cui amministratori al tempo dissero di non sentirsi particolarmente esposti sul problema dei suicidi. Ce ne erano stati diversi negli anni '90, è vero, ma poi i numeri erano rientrati e scesi ampiamente sotto la media nazionale. Ne seguì una controversia un po' macabra col Crimson che contestò quei dati: scrisse che, considerando anche i suicidi avvenuti lontano dal «campus» ed esaminando soprattutto gli «undergraduate», Harvard torna in testa alla classifica. H problema comunque, al di là della fragilità psicologica, rimane quello dell'eccessiva pressione sugli studenti che diventa addirittura spasmodica nelle migliori università, dove frequentare i corsi costa una fortuna (da 5o mila dollari l'anno in su): se non riesci a eccellere ti senti un fallito. Se non raggiungi la media del 4.0, quella che ti dà accesso alla laurea «summa cum laude» (o almeno a quella «magna cum laude», un gradino sotto), puoi apparire uno sconfitto. Certo, un sistema meritocratico non può produrre solo vincitori, ma probabilmente si è arrivati a livelli di esasperazione eccessiva. E le vulnerabilità dei ragazzi sono probabilmente accentuate sempre più dall'uso (e abuso) di farmaci coi quali si cercano di estendere le loro capacità di concentrazione e di apprendimento. C'è una cultura da cambiare. E comunque gli allievi in difficoltà avrebbero bisogno di assistenza. Ad Harvard ne trovano poca mentre, ad esempio, alla New York University è stato creato uno staff di 40 medici specializzati in malattie mentali, pronto ad aiutare gli studenti. Ma anche la NYU è corsa ai ripari solo dopo che diversi studenti, anni fa, si gettarono dalle finestre del loro «campus» nel cuore di Manhattan. Massimo Gaggi La prima pagina dell'harvard Crimson, il giornale studentesco del campus americano, con l'inchiesta sui disagi psicologici dei ragazzi iscritti all'ateneo e con le interviste di giovani che hanno tentato il suicidio Mondo Universitario Pagina 8

11 MY iiá r:;s. (!%{Ch JS. '(.,iirl.,-' JUrI,C.äi..C che, r.l...! l.., ir_ v.,, PCh! / L'Harvard Crimson è il giornale del campus universitario più famoso al mondo. Da qualche tempo sta pubblicando un'inchiesta a puntate sugli studenti che hanno tentato il suicidio senza riuscirci Le cause dei tentati suicidi nelle migliori università americane, oltre alla fragilità psicologica, sono legate all'eccessiva pressione sugli studenti: da una parte le aspettative sui risultati, dall'altra le rette alte che impongono di non perdere tempo `Secondo una classifica del Daity Best, l'ateneo più colpito in Usa è la Columbia University di New York, seguito da Stanford (California). Terzo è Harvard che però sarebbe al primo posto se si considerano anche i suicidi avvenuti fuori dal campus a %p gli anni della fondazione che guida una delle più prestigiose università del mondo per cento II tasso di accettazione delle domande di immatricolazione all'ateneo di Harvard _M gli iscritti ad Harvard (tra College e Graduate) Nella biblioteca dell'ateneo ci sono 17 milioni di volumi Mondo Universitario Pagina 9

12 la medusa che non mwre mai E un caso unico nel mondo vivente: la Turritopsis,, bellissima ed evanescente, invecchia e poi ringiovanisce. Qual è il segreto delle sue cellule? E ciò che la scienza da anni cerca di capire. di Luca Sciortino Oi tanto in tanto il mito dell'immortalità si riaffaccia nella storia umana. Come una creatura proteiforme, appare, muta, scompare e riappare. Un tempo a promettere eterna giovinezza era l'acqua di una fonte nell'isola di Bimini, nell'america Centrale. Altre volte il mito nasceva dal pensiero alchemico, che identificava nella pietra filosofale la panacea per qualsiasi malattia. Poi fu la letteratura, da Faust a Dorian Gray, a proporre la ricerca dell'eterna gioventù. Nella scienza moderna il mito rivive grazie alla scoperta da parte di scienziati italiani di una medusa, la Turritopsis dohrnii, che possiede la stupefacente proprietà di vivere potenzialmente in eterno. La sua vita percorre un ciclo infinito che va dalla larva al polipo, alla medusa. In generale, le meduse muoiono per senescenza dopo essersi riprodotte e originato larve che daranno vita a nuovi polipi. Ma la Turritopsis dohrnii invecchia ringiovanendo: le sue cellule invertono il processo che le ha portate a differenziarsi e divengono indìfferenziate, capaci di rigenerare un nuovo organismo. Interrogandosi su questo fenomeno, giornali come il New York Times o l'tnternational Herald Tribune hanno suggerito che la medusa possa custodire la ricetta per l'immortalità umana. Ma nell'epoca della scienza altre domande appaiono più sensate: come si concilia questa scoperta con il fatto che qualunque cellula vivente subisce un degrado con il passare del tempo? Potremo mai usare queste conoscenze per renderci più resistenti alle malattie? Fattori contingenti hanno finora impedito di dare una risposta precisa. La scoperta della medusa immortale, invece che essere una vicenda di progressi e finanziamenti, è la cronaca di un misterioso fenomeno poco studiato. La storia inizia nei primi anni 80, quando lo zoologo tedesco Hans Mergner comunicò a Ferdinando Boero, biologo marino dell'università del Salento, che un suo tesista, Christian Sommer, desiderava venire in Italia per studiare gli idrozoi, organismi marini di cui fa parte la Turritopsis dohrnii. Boero aveva un dottoranda specializzato in idrozoi, Giorgio Bavestrello, che offrì ospitalità a Sommer nella sua casa di Rapallo. Bavestrello e Sommer passavano le serate visionando idrozoi prelevati al largo di Rapallo. E s'imbatterono così nella Turritopsis, medusa dal comportamento singolare: nel loro acquario il giorno dopo si era trasformata in polipo. Osservandone il ciclo di vita, scoprirono che era strano: in condizioni ostili, la medusa si lasciava cadere sul fondo, il corpo si avvolgeva fino a formare un unico gruppo di cellule primordiali da cui sì originavano piccoli polipi. Sommer e Bavestrello descrissero il processo su Scientia marina, ma fu Boero insieme a un altro collega, Stefano Piraino, a intuire le implicazioni della scoperta. Insieme al biologo svizzero Volker Schmid, non tardarono a UNA RIGENERAZIONE SENZA FINE A La medusa si adagia sul fondo marino. B Si riavvolge e torna a uno stadio precedente. C Dalle cellule primordiali si originano polipi. D Dal nuovo polipo rinasce la medusa. rendersi conto che le cellule della medusa compivano il processo inverso, dalla vecchiaia alla giovinezza: cellule specializzate tornavano indietro nel tempo divenendo indifferenziate. Boero, Piraino e Schmid pubblicarono il loro studio nel 1996 e andarono avanti con altre pubblicazioni fino al Quell'anno Maria Pia Miglietta, trasferitasi dall'università del Salento allo Smithsonian tropical research institute di Panama, dimostrò che laturritopsis dohrnii sta colonizzando tutti i mari perché resiste per lunghi viaggi nelle acque di zavorra su navi a percorso transoceanico, poi riversate in mare. Fino al 2000, comunque, vere e proprie colture di Turritopsis in laboratorio erano assenti per difficoltà tecniche. Finché non arrivò uno stravagante naturalista giapponese, Shin Kubota: parlando con Boero si convinse che la Turritopsis era così importante da dovere essere allevata con tutte le cautele. E così, da 15 anni, ogni giorno, il 60enne Kubota si reca nel suo laboratorio per nutrire l'unica popolazione al mondo di Turritopsis allevata dall'uomo. Una vita sempre uguale interrotta dalla visita dello scrittore americano Nathaniel Rich, che ne ha rilanciato la storia sul New York Times Magazine. Rich sostiene che quella medusa potrebbe contenere il mistero della vita eterna. Piraino, intervistato da Panorama, chiarisce che una tale interpretazione è un'esagerazione: «lo preferisco parlare di inversione del ciclo vitale, o di una metamorfosi inversa. Questa medusa in laboratorio è apparentemente immortale. In condizioni di stress, e persino quando si è riprodotta sessualmente, può ritrasformarsi nello stadio precedente. Ma in natura, quando trova condizioni ambientali sfavorevoli o è attaccata da predatori o da virus o batteri, è destinata a morire». II punto è semmai un altro: «Geni che si erano spenti durante il processo di differenziamento cellulare vengono riaccesi, mentre altri sono silenziati. Un meccanismo che ancora non conosciamo riprogramma le cellule permettendo di riportarle a una condizione di multipotenzialità». Solo in questo senso si può parlare di implicazioni sulla vita dell'uomo: «Alcune malattie degenerative insorgono in seguito allo spegnimento di interruttori molecolari. Nel Parkinson, per esempio, cellule cerebrali non producono più un neurotrasmettitore importante. Al contrario, la riaccensione di altri interruttori è legata alla proliferazione cellulare incontrollata, con insorgenza di tumori. Sapere di più su come le cellule della Turritopsis vengono riprogrammate può aiutarci a combattere queste patologie». Resta un mistero: come mai la Turritopsis è rimasta una ricerca di nicchia, con finanziamenti irrisori? «Lo studio della biodiversità non è finanziato come la ricerca della vita su altri pianeti, sebbene sia una priorità» dice Boero. «Sugli 8 milioni di specie sulla Terra ne conosciamo solo 2. Questa è un'assurdità: è in organismi finora sconosciuti che potremo trovare conoscenze e risorse per migliorare la nostra vita». n RIPRODUZIONE RISERVATA Mondo Universitario Pagina 10

13 V Collaborazione Firenze-Cina Si rafforza la collaborazione tra Toscana e Cina in ambito sanitario. Sono stati siglati due accordi tra lo Human Health Resource and Development Center di Pechino con l'azienda sanitaria di Firenze e l'aou di Siena. I due accordi porteranno in Toscana circa 150 medici specializzati provenienti da tutta la Cina. Ancrc. ; n c bidü ia =ai dcr ì0.+ Sanità Pagina 11

14 A Roma dal 13 al 15 dicembre la quarta Conferenza mondiale di chirurgia rigenerativa che rigene Focus sulle applicazioni estetiche - Gli esperti: «Rícerca allo stremo» Grasso è bello, anzi utile. La nuova frontiera dei trapianti è la chirurgia rigenerativa: estrarre cellule staminali dal tessuto adiposo, insieme con fattori di crescita dalle piastrine, e utilizzarle per rigenerare organi e tessuti. Le applicazioni sono infinite: si va dalla ricostruzione del seno dopo una mastectomia alla cura di ulcere e ferite complesse, dalla rigenerazione delle ossa alla riparazione del cuore danneggiato da un infarto, dalla ricreazione di insulae pancreatiche nei diabetici fino ai "ritocchi" estetici al seno, al volto e ai glutei. Proprio agli sviluppi nel campo della chirurgia plastica e ricostruttiva è dedicata quest'anno la Quarta Conferenza internazionale sulla chirurgia rigenerativa (www.regenerativesurgery.it), che si svolgerà a Roma dal 13 al 15 dicembre. Un appuntamento, illustrato alla Camera il 5 dicembre e promosso dall'agenzia regionale trapianti del Lazio e dall'università di Roma Tor Vergata, che vedrà la partecipazione dei massimi esperti mondiali. 11 concetto di partenza è semplice: come spiega Valerio Cervelli, presidente della Conferenza e direttore della cattedra di Chirurgia plastica a Tor Vergata (si veda intervento in basso), si attinge dalle riserve del nostro corpo per rigenerarlo, ricostruirlo e, a volte, ringiovanirlo. In chirurgia estetica rappresenta una valida alternativa alle protesi mammarie e al lifting facciale, se c'è tessuto adiposo a sufficienza. Ma non tutti i centri possono ricorrere alla chirurgia rigenerativa, perché i criteri da rispet- Al wdwii 0/M 1 tare sono rigorosissimi: occorrono laboratori specificamente autorizzati per le colture cellulari tissutali, che recepiscono le Good manufacturing practices (Gmp) e garantiscono sulla bontà del tessuto. L'Italia, manco a dirlo, ne ha pochi, tutti al Centro-Nord. Le aspettative sono elevatissime. Carlo Alberto Casciani, commissario straordinario dell'agenzia regionale trapianti del Lazio, non ha dubbi: «io effettuai il primo trapianto in ;/ i,, %P i/% i,.:,h/ Italia nel 1966 con il professor Stefanini: come allora ero certo dell'affermazione dei trapianti, oggi sono certo che questi nuovi trapianti rivoluzioneranno la medicina nei prossimi dieci anni». Ma Casciani non risparmia una stoccata alla politica: «I nostri politici non credono alla ricerca scientifica biomedica: la ritengono un atto edonistico per pochi eletti, mentre è un investimento sul futuro della società». Dello stesso avviso Renato,,,,,,,,//; Lauro, rettore dell'università di Tor Vergata, che parla di «ancillarità della ricerca in Italia». Lauro è critico sia con la cronica "fuga dei cervelli" («i ricercatori italiani emigrati negli Usa, che abbiamo formato noi, hanno contribuito al Pil statunitense per 8 miliardi di euro negli ultimi dieci anni») sia in generale con «la scarsa attenzione alle università». E qui il rettore affonda: «Se sarà approvato il taglio di 400 milioni di euro per il 2013 previ- Sanità Pagina 12

15 sto dalla legge di stabilità, il 20% delle università italiane sarà tecnicamente fallito. Abbiamo chiesto un incontro al ministro dell'economia ma non ce lo ha concesso». Tenterà di nuovo di promuovere un confronto l'onorevole Domenico Di Virgilio (Pdl), che ha promesso il suo impegno per «correggere i tagli lineari a Sanità e università, rendendoli "mirati"». Il genetista Giuseppe Novelli, componente dell'amur (Agenzia di valutazione del sistema universitario e della ricerca), ironizza: «Si pensa ancora che tagliare i fondi all'università stimoli la creatività. La verità è che Paesi come l'india stanno investendo miliardi di dollari in ricerca sulle staminali. L'Italia soffre anche per un'altra ragione: nessuna delle molte pubblicazioni scientifiche italiane diventa prodotto». Non c'è passaggio dalla ricerca al risultato. E si perdono treni cruciali: «Le stan-únali già consentono di sperimentare nuovi farmaci e di verificarne la tossicità senza correre rischi». Davanti alla carenza di fondi pubblici, si cercano strade alternative. L'Università di Tor Vergata aveva chiesto da tempo alla Regione Lazio le risorse per creare un laboratorio Gmp. Finanziamenti promessi ma mai arrivati. «Abbiamo allora identificato una struttura e perseguito la via della collaborazione pubblico-privato», racconta Lauro. «Contiamo di varare il laboratorio con la Fondazione Ime (Istituto mediterraneo di Ematologia, finanziata da privati con i ministeri dell'università, degli Esteri e della Salute) e speriamo di poter inaugurare entro gennaio l'inizio dei lavori di realizzazione». Resta l'amarezza dei ricercatori. «Diciamo "no" alla cultura del falciatore», conclude Casciani. «Bisogna sviluppare la cultura del potatore: tagliare non tutti i rami, ma soltanto quelli secchi e improduttivi. La ricerca non è tra questi». Manuela Perrone 0 RFRODUZONE RISERVATA Sanità Pagina 13

16 Al via negli States l'anno della cultura italiana «Quando penso alla cultura italiana, mi vengono in mente parole quali eccellenza e bellezza»», ha detto il presidente dei deputati democratici, Nancy Pelosi (a destra), accogliendo ieri il ministro degli Affari esteri, Giulio Terzi (a sinistra), alla Capitol. Hill di Washington per l'inaugurazione dell'anno della cultura italiana negli Usa. I due Paesi sono legati da lunga amicizia rappresentata - ha sottolineato il ministro - dal David-Apollo di Michelangelo, che il Museo Bargello di Firenze ha prestato alla National Gallery della capitale. L'anno della cultura italiana prevede manifestazioni in 40 Stati Usa : mostre e convegni non solo su arte e cultura, ma anche sulla nostra ricerca scientifica, l'impresa made in Italy e i l design. Segnalazioni Pagina 14

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

I giovani del Medio Campidano

I giovani del Medio Campidano I giovani del Medio Campidano Indagine sulla condizione giovanile nella Provincia Ufficio Provinciale Giovani - Associazione Orientare Pagina 1 Il questionario è stato predisposto e realizzato dall Associazione

Dettagli

Giuseppe Riva L come libro, T come tablet. Come si studia meglio? Il Mulino Anno LXIII, Numero 475, Pagine 790-794 http://www.rivistailmulino.

Giuseppe Riva L come libro, T come tablet. Come si studia meglio? Il Mulino Anno LXIII, Numero 475, Pagine 790-794 http://www.rivistailmulino. Giuseppe Riva L come libro, T come tablet. Come si studia meglio? Il Mulino Anno LXIII, Numero 475, Pagine 790-794 http://www.rivistailmulino.it/ L approvazione della legge n. 128/2013 consente da quest

Dettagli

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

La definizione di cellula staminale si basa essenzialmente su due caratteristiche:

La definizione di cellula staminale si basa essenzialmente su due caratteristiche: 1 2 La definizione di cellula staminale si basa essenzialmente su due caratteristiche: a) autorinnovamento, ossia la capacità di generare una cellula indifferenziata esattamente uguale alla cellula-madre

Dettagli

Quale pensi sia la scelta migliore?

Quale pensi sia la scelta migliore? Quale pensi sia la scelta migliore? Sul nostro sito www.respect4me.org puoi vedere le loro storie e le situazioni in cui si trovano Per ogni storia c è un breve filmato che la introduce Poi, puoi vedere

Dettagli

I numeri da cambiare Scuola, università e ricerca. L Italia nel confronto internazionale

I numeri da cambiare Scuola, università e ricerca. L Italia nel confronto internazionale NOTA STAMPA 21 settembre 2012 I numeri da cambiare Scuola, università e ricerca. L Italia nel confronto internazionale Senz altro complice la crisi (c'é infatti anche chi ha affermato che "il debito italiano

Dettagli

LA RICERCA TI CERCA. Come diventare ricercatore. E perché.

LA RICERCA TI CERCA. Come diventare ricercatore. E perché. LA RICERCA TI CERCA Come diventare ricercatore. E perché. INDICE CHE COS È LA RICERCA FARMACEUTICA? Una lunga storia, in breve 3 COME SI ENTRA NEL MONDO DELLA RICERCA? Un lavoro che guarda lontano, visto

Dettagli

formazione e lavoro Sabrina Laura Nart scegliere il master in affari e finanza Guida alla formazione e all esercizio della professione

formazione e lavoro Sabrina Laura Nart scegliere il master in affari e finanza Guida alla formazione e all esercizio della professione formazione e lavoro Sabrina Laura Nart scegliere il master in affari e finanza Guida alla formazione e all esercizio della professione Perché e come scegliere un master in Affari e Finanza, i master universitari

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

COME SCEGLIERE ASSISTENTE NOTARILE IL CORSO PER DIVENTARE 9 UTILISSIMI CONSIGLI PER NON SPRECARE TEMPO E DENARO!

COME SCEGLIERE ASSISTENTE NOTARILE IL CORSO PER DIVENTARE 9 UTILISSIMI CONSIGLI PER NON SPRECARE TEMPO E DENARO! COME SCEGLIERE IL CORSO PER DIVENTARE ASSISTENTE NOTARILE 9 UTILISSIMI CONSIGLI PER NON SPRECARE TEMPO E DENARO! 1 CORSO PROFESSIONALE PER ASSISTENTE NOTARILE. COME SCEGLIERE IL CENTRO DI FORMAZIONE. Il

Dettagli

PROMUOVERSI MEDIANTE INTERNET di Riccardo Polesel. 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15

PROMUOVERSI MEDIANTE INTERNET di Riccardo Polesel. 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15 Indice Introduzione pag. 9 Ringraziamenti» 13 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15 1. I contenuti curati, interessanti e utili aiutano il business» 15 2. Le aziende

Dettagli

ADOLESCENTI AL BIVIO TRA DIPENDENZE E LIBERTÀ

ADOLESCENTI AL BIVIO TRA DIPENDENZE E LIBERTÀ ANTONELLO VANNI ADOLESCENTI AL BIVIO TRA DIPENDENZE E LIBERTÀ Manuale sulla prevenzione delle dipendenze per genitori, educatori e insegnanti INDICE Premessa: adolescenti al bivio, ma non più soli PARTE

Dettagli

QUESTIONARIO. Grazie

QUESTIONARIO. Grazie QUESTIONARIO Il questionario, anonimo, serve a rilevare in modo sistematico le opinioni degli studenti che hanno completato un corso di studi. Queste conoscenze potranno aiutare a valutare la qualità dei

Dettagli

Maurizio Lazzarini Pedagogista Dirigente scolastico

Maurizio Lazzarini Pedagogista Dirigente scolastico FOTOGRAFIE DEI RAGAZZI DI OGGI Maurizio Lazzarini Pedagogista Dirigente scolastico Cosa ha cambiato la TV? La comunicazione in famiglia La diversa diffusione dei valori Valore al possesso L oggetto

Dettagli

Vacanze studio, tutto quello che c è da sapere

Vacanze studio, tutto quello che c è da sapere RASSEGNA WEB giornalettismo.com Data Pubblicazione: 07/06/2013 giornalettismo.com http://www.giornalettismo.com/archives/967721/vacanze-studio-tutto-quello-che-ce-da-sapere/comment-page1/#comment-972985

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

NICOLETTA MARASCHIO Presidente dell Accademia della Crusca. Intervento fuori programma

NICOLETTA MARASCHIO Presidente dell Accademia della Crusca. Intervento fuori programma NICOLETTA MARASCHIO Presidente dell Accademia della Crusca Intervento fuori programma Buona sera. Grazie a Giovanni Puglisi che mi ha dato la parola. La mia è una voce diversa da tutte quelle che mi hanno

Dettagli

È un sistema composto di interessi generali e di interessi di parte e di tanto altro ancora.

È un sistema composto di interessi generali e di interessi di parte e di tanto altro ancora. Dieci anni di sanità in Puglia 19 maggio 2011 Brindisi di Emilio Gianicolo È arduo il compito di mostrare in poche righe punti di forza e punti di debolezza di un sistema sanitario in confronto ai sistemi

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 F= risposta degli alunni/figli G = risposta dei genitori F: 1- Cosa pensi della dipendenza elettronica?

Dettagli

Parteciperò all evento: Sì No Forse Ignora

Parteciperò all evento: Sì No Forse Ignora Parteciperò all evento: Sì No Forse Ignora Febbraio 2008 La nazionale egiziana è in finale: domenica si giocherà la Coppa d Africa. Non serve certo che io mi registri all evento su facebook, per ricordarmi

Dettagli

LA RETE SIAMO NOI QUESTIONARIO N

LA RETE SIAMO NOI QUESTIONARIO N LA RETE SIAMO NOI QUESTIONARIO N CIAO! Abbiamo bisogno di te. Vogliamo sapere come i ragazzi e le ragazze della tua età usano il cellulare e la rete Internet. Non scrivere il tuo nome. 1. Sei? 1 Un ragazzo

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE LABRIOLA, RAMPI, ROSTAN. Modifiche alla legge 19 febbraio 2004, n. 40, recante norme

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE LABRIOLA, RAMPI, ROSTAN. Modifiche alla legge 19 febbraio 2004, n. 40, recante norme Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 2337 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI LABRIOLA, RAMPI, ROSTAN Modifiche alla legge 19 febbraio 2004, n. 40, recante norme in materia

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

Obiettivo Principale: Spiegare come la stessa cosa possa essere realizzata in molti modi diversi e come, a volte, ci siano modi migliori di altri.

Obiettivo Principale: Spiegare come la stessa cosa possa essere realizzata in molti modi diversi e come, a volte, ci siano modi migliori di altri. 6 LEZIONE: Algoritmi Tempo della lezione: 45-60 Minuti. Tempo di preparazione: 10-25 Minuti (a seconda che tu abbia dei Tangram disponibili o debba tagliarli a mano) Obiettivo Principale: Spiegare come

Dettagli

Consigli utili per migliorare la tua vita

Consigli utili per migliorare la tua vita Consigli utili per migliorare la tua vita Le cose non cambiano, siamo noi che cambiamo A volte si ha la sensazione che qualcosa nella nostra vita non stia che, diciamo la verità, qualche piccola difficoltà

Dettagli

Brand Il primo corso per gli imprenditori che vogliono imparare l arma segreta del Brand Positioning Introduzione

Brand Il primo corso per gli imprenditori che vogliono imparare l arma segreta del Brand Positioning Introduzione Il primo corso per gli imprenditori che vogliono imparare l arma segreta del Brand Positioning Un corso di Marco De Veglia Brand Positioning: la chiave segreta del marketing Mi occupo di Brand Positioning

Dettagli

IT Rossella Masi, insegnante Relazione sulla visita d insegnamento Vienna, Austria 15.12. - 19.12.2008

IT Rossella Masi, insegnante Relazione sulla visita d insegnamento Vienna, Austria 15.12. - 19.12.2008 IT Rossella Masi, insegnante Relazione sulla visita d insegnamento Vienna, Austria 15.12. - 19.12.2008 Prima della visita Ho iniziato la preparazione della mia visita partecipando a quattro sessioni di

Dettagli

Vincono famiglie e studenti pendolari: fino a giugno si viaggia gratis

Vincono famiglie e studenti pendolari: fino a giugno si viaggia gratis Vincono famiglie e studenti pendolari: fino a giugno si viaggia gratis Un incontro dai toni piuttosto accesi è quello che si è svolto presso la sala consiliare del comune di Santa Croce. Da una parte genitori

Dettagli

I neodiplomati 2014 si presentano nella banca dati AlmaDiploma

I neodiplomati 2014 si presentano nella banca dati AlmaDiploma I neodiplomati 2014 si presentano nella banca dati AlmaDiploma I curricula di 43mila neodiplomati viaggiano on line: voto e crediti acquisiti, conoscenze linguistiche e informatiche, stage ed esperienze

Dettagli

D. Altre attività formative Stage, attività esterne, tesine (con file già formattato), idoneità, etc. ELENCO DELLE DOMANDE (versione stampabile)

D. Altre attività formative Stage, attività esterne, tesine (con file già formattato), idoneità, etc. ELENCO DELLE DOMANDE (versione stampabile) D. Altre attività formative Stage, attività esterne, tesine (con file già formattato), idoneità, etc. ELENCO DELLE DOMANDE (versione stampabile) D1. COSA SONO LE ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE? D2. COME SI OTTENGONO

Dettagli

Ci sono gesti che sono semplici, che non

Ci sono gesti che sono semplici, che non famiglia oggi Donare, per salvare una vita di Giorgia Cozza Storia di Laura e della sua grave malattia. E di come la speranza possa di nuovo tornare, attraverso un donatore di midollo osseo che risiede

Dettagli

Il Consenso Informato dalla parte del Cittadino

Il Consenso Informato dalla parte del Cittadino Il Consenso Informato dalla parte del Cittadino Tribunale per i diritti del malato Cittadinanzattiva Francesca Moccia Benevento, 20 ottobre 2006 Cittadinanzattiva - Movimento di partecipazione civica che

Dettagli

CONSIGLI PER GIOVANI NAVIGANTI (anche già navigati).

CONSIGLI PER GIOVANI NAVIGANTI (anche già navigati). CONSIGLI PER GIOVANI NAVIGANTI (anche già navigati). HEY! SONO QUI! (Ovvero come cerco l attenzione). Farsi notare su internet può essere il tuo modo di esprimerti. Essere apprezzati dagli altri è così

Dettagli

Il mercato dei figli

Il mercato dei figli Il mercato dei figli È una realtà veramente inquietante che finora non riguarda direttamente l Italia almeno dal punto di vista legislativo e ci auguriamo ardentemente non arrivi MAI ad essere permessa.

Dettagli

ESCLUSIVO Mmg hi tech, voglia di futuro con tablet e smartphone

ESCLUSIVO Mmg hi tech, voglia di futuro con tablet e smartphone 20 marzo 2013 ESCLUSIVO Mmg hi tech, voglia di futuro con tablet e smartphone http://www.sanita.ilsole24ore.com/art/lavoro-e-professione/2013-03-20/mmg_informatici- 183132.php#articoli La maggior parte

Dettagli

Come capire se la tua nuova iniziativa online avrà successo

Come capire se la tua nuova iniziativa online avrà successo Come capire se la tua nuova iniziativa online avrà successo Ovvero: la regola dei 3mila Quando lanci un nuovo business (sia online che offline), uno dei fattori critici è capire se vi sia mercato per quello

Dettagli

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità 1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità Roma, 21 Gennaio 2009 Palazzo Marini Sala delle Colonne Discorso di apertura, Luciano Baggiani Presidente ANEA Illustri ospiti,

Dettagli

Superiori: quale scuola scegliere dopo le medie?

Superiori: quale scuola scegliere dopo le medie? Superiori: quale scuola scegliere dopo le medie? A cura dell I.I.S.S. di LERCARA FRIDDI A.S.2013-2014 Progetto P.O.F. UNA BUSSOLA PER ORIENTARSI! DOCENTE: Terrasi Francesca Nuovo impianto organizzativo

Dettagli

www.internetbusinessvincente.com

www.internetbusinessvincente.com Come trovare nuovi clienti anche per prodotti poco ricercati (o che necessitano di essere spiegati per essere venduti). Raddoppiando il numero di contatti e dimezzando i costi per contatto. Caso studio

Dettagli

Un saluto a tutti e benvenuti in PUBLICEL.

Un saluto a tutti e benvenuti in PUBLICEL. Un saluto a tutti e benvenuti in PUBLICEL. Mi chiamo Antonio Poppi e da alcuni anni lavoro online in diversi settori. Sono il partner N 104281 di PUBLICEL Appena ho conosciuto questa azienda ho subito

Dettagli

LA FATTURA ELETTRONICA di Giuliano Marrucci

LA FATTURA ELETTRONICA di Giuliano Marrucci LA FATTURA ELETTRONICA di Giuliano Marrucci FUORI CAMPO Luca Richelli insegna informatica musicale al conservatorio di Verona. E siccome di informatica ci capisce, quando a fine corso ha dovuto fare la

Dettagli

IL METODO DI STUDIO PAOLA BRUNELLO

IL METODO DI STUDIO PAOLA BRUNELLO IL METODO DI STUDIO PAOLA BRUNELLO APPRENDIMENTO L apprendimento è un processo attivo di costruzione di conoscenze, abilità e competenze in un contesto di interazione dei ragazzi con gli insegnanti, i

Dettagli

Firmato l accordo tra Upa, Assocom e Unicom per le linee guida sulle gare di comunicazione private

Firmato l accordo tra Upa, Assocom e Unicom per le linee guida sulle gare di comunicazione private Fonte primaonline.it 07 novembre 2013 12:19 Firmato l accordo tra Upa, Assocom e Unicom per le linee guida sulle gare di comunicazione private Upa, Assocom e Unicom hanno sottoscritto un documento che

Dettagli

COME PRESENTARE UN PROFILO COMPLETO E PIÙ VISIBILE SU LINKEDIN

COME PRESENTARE UN PROFILO COMPLETO E PIÙ VISIBILE SU LINKEDIN COME PRESENTARE UN PROFILO COMPLETO E PIÙ VISIBILE SU LINKEDIN Marina Fantini Talent Solutions Marketing Manager, LinkedIn Italy & Iberia L uso dei social network e la crescente velocità dello scambio

Dettagli

Chi deve scegliere? Come aiutarli a scegliere? Guida per i genitori degli studenti della scuola secondaria di 1 grado. Scegliamo la meta!

Chi deve scegliere? Come aiutarli a scegliere? Guida per i genitori degli studenti della scuola secondaria di 1 grado. Scegliamo la meta! Guida per i genitori degli studenti della scuola secondaria di 1 grado Orientarsi in un mondo indeterminato vuol dire accettare il carattere paradossale della vita, fare delle scelte, consapevoli del loro

Dettagli

COME CRESCERE IL MICROCREDITO IN ITALIA

COME CRESCERE IL MICROCREDITO IN ITALIA COME CRESCERE IL MICROCREDITO IN ITALIA 61 di TEODORO FULGIONE * Intervista ad Alessandro Luciano capo del progetto Monitoraggio delle politiche del lavoro con le politiche di sviluppo locale dei sistemi

Dettagli

1. Scrivere ad amici e parenti

1. Scrivere ad amici e parenti 1. Scrivere ad amici e parenti In questo capitolo ci concentreremo sulle lettere per le persone che conosciamo. Normalmente si tratta di lettere i cui argomenti sono piuttosto vari, in quanto i nostri

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA N. 725 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa dei senatori RIPAMONTI, PALERMI, SILVESTRI e TIBALDI COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 30 GIUGNO 2006 Modifiche alla legge 19 febbraio

Dettagli

PRONTE AI POSTI VIA! LE 4 CHIAVI DI UN BUSINESS DI CUI ESSERE... MODULO 6. Eccoci arrivate alla fine di questo percorso con il sesto ed ultimo modulo.

PRONTE AI POSTI VIA! LE 4 CHIAVI DI UN BUSINESS DI CUI ESSERE... MODULO 6. Eccoci arrivate alla fine di questo percorso con il sesto ed ultimo modulo. PRONTE AI POSTI VIA! LE 4 CHIAVI DI UN BUSINESS DI CUI ESSERE... pazza! MODULO 6 Eccoci arrivate alla fine di questo percorso con il sesto ed ultimo modulo. Dopo aver ragionato su quanto una spiccata consapevolezza

Dettagli

Beira, Università Cattolica del Mozambico. Con noi per formare nuovi medici.

Beira, Università Cattolica del Mozambico. Con noi per formare nuovi medici. Beira, Università Cattolica del Mozambico. Con noi per formare nuovi medici. Beira/ Università Cattolica del Mozambico Con il tuo sostegno puoi aiutarci a realizzare il sogno di tanti giovani mozambicani

Dettagli

Introduzione. Gentile lettore,

Introduzione. Gentile lettore, Le 5 regole del credito 1 Introduzione Gentile lettore, nel ringraziarti per aver deciso di consultare questo e-book vorrei regalarti alcune indicazioni sullo scopo e sulle modalità di lettura di questo

Dettagli

Buona lettura e buon autunno a tutti, La redazione de La Casa sull Albero

Buona lettura e buon autunno a tutti, La redazione de La Casa sull Albero Magico Latte *' E >=BMHKB:E> Carissimi amici, questa volta abbiamo la fortuna di assaporare un alimento importante che si trova ogni giorno sulle nostre tavole, quale il latte, grazie alla magia di bambini

Dettagli

OPEN DAY LICEO 28 NOVEMBRE 2015

OPEN DAY LICEO 28 NOVEMBRE 2015 OPEN DAY LICEO 28 NOVEMBRE 2015 Presentazione degli indirizzi Dalle ore 9:30 alle ore 10:00 Presentazione Liceo Scienze Umane Dalle ore 10:00 alle ore 10.30 Presentazione Liceo Scienze Applicate Dalle

Dettagli

I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita

I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita Come Guadagnare Molto Denaro Lavorando Poco Tempo Presentato da Paolo Ruberto Prima di iniziare ti chiedo di assicurarti di

Dettagli

Tatsiana: possiamo finalmente superare molti pregiudizi nei confronti degli altri, che sono diversi solo apparentemente

Tatsiana: possiamo finalmente superare molti pregiudizi nei confronti degli altri, che sono diversi solo apparentemente Buongiorno, mi chiamo Tatsiana Shkurynava. Sono di nazionalità bielorussa, vivo in Italia a Reggio Calabria. In questo breve articolo vorrei raccontare della mia esperienza in Italia. Tutto è cominciato

Dettagli

PREMESSA. L idea è che a studiare si impara. E nessuno lo insegna. Non si insegna a scuola e non si può imparare da soli, nemmeno con grande fatica.

PREMESSA. L idea è che a studiare si impara. E nessuno lo insegna. Non si insegna a scuola e non si può imparare da soli, nemmeno con grande fatica. PREMESSA I libri e i corsi di 123imparoastudiare nascono da un esperienza e un idea. L esperienza è quella di decenni di insegnamento, al liceo e all università, miei e dei miei collaboratori. Esperienza

Dettagli

staminali Ricercatore su cellule

staminali Ricercatore su cellule Ricercatore su cellule staminali Ci sono molte buone ragioni per accettare questo progetto: La ricerca sulle cellule staminali embrionali offre la possibilità di accrescere le nostre conoscenze sulle cellule

Dettagli

Intervista a Gabriela Stellutti, studentessa di italiano presso la Facoltà di Lettere dell Università di São Paulo (FFLCH USP).

Intervista a Gabriela Stellutti, studentessa di italiano presso la Facoltà di Lettere dell Università di São Paulo (FFLCH USP). In questa lezione abbiamo ricevuto Gabriella Stellutti che ci ha parlato delle difficoltà di uno studente brasiliano che studia l italiano in Brasile. Vi consiglio di seguire l intervista senza le didascalie

Dettagli

Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2

Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2 Una parola per te Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2 Prima edizione Fabbri Editori: aprile

Dettagli

Sulla disoccupazione, tuttavia, ci sarebbe qualcosa da aggiungere. In questi giorni sentiamo ripetere, dai giornali e dalle tv, che il tasso di

Sulla disoccupazione, tuttavia, ci sarebbe qualcosa da aggiungere. In questi giorni sentiamo ripetere, dai giornali e dalle tv, che il tasso di ECONOMIA Disoccupazione mai così alta nella storia d Italia La serie storica dell Istat si ferma al 1977, ma guardando i dati del collocamento e i vecchi censimenti si scopre che nella crisi del 1929 e

Dettagli

Cosa succede all uomo?

Cosa succede all uomo? Cosa succede all uomo? (utilizzo uomo o uomini in minuscolo, intendendo i maschietti e Uomo o Uomini intendendo il genere umano) Recentemente, mi sono trovato in discorsi dove donne lamentavano di un atteggiamento

Dettagli

RASSEGNA STAMPA GLI ANESTESISTI RIANIMATORI BOCCIANO I TEST A MEDICINA

RASSEGNA STAMPA GLI ANESTESISTI RIANIMATORI BOCCIANO I TEST A MEDICINA RASSEGNA STAMPA GLI ANESTESISTI RIANIMATORI BOCCIANO I TEST A MEDICINA Carpino: «Facoltà aperta a tutti per i primi due anni. E dopo vanno avanti solo i migliori» Roma, 12 settembre 2007 AGENZIE 12/09/2007

Dettagli

L ORGANIZZAZIONE DEL CORSO DI FORMAZIONE SPECIFICA NELLA REGIONE LAZIO ORA CHE SONO TUTOR,. DOVE SONO? CHE FACCIO?

L ORGANIZZAZIONE DEL CORSO DI FORMAZIONE SPECIFICA NELLA REGIONE LAZIO ORA CHE SONO TUTOR,. DOVE SONO? CHE FACCIO? L ORGANIZZAZIONE DEL CORSO DI FORMAZIONE SPECIFICA NELLA REGIONE LAZIO ORA CHE SONO TUTOR,. DOVE SONO? CHE FACCIO? ORGANIZZAZIONE La Formazione specifica in Medicina Generale prende le mosse dalla direttiva

Dettagli

SPERIMENTAZIONI. LABORATORIO: un azione di ricerca nel contesto locale. Materiali Didattici «La gestione integrata dei rifiuti»

SPERIMENTAZIONI. LABORATORIO: un azione di ricerca nel contesto locale. Materiali Didattici «La gestione integrata dei rifiuti» Materiali Didattici «La gestione integrata dei rifiuti» SPERIMENTAZIONI LABORATORIO: un azione di ricerca nel contesto locale GREEN JOBS Formazione e Orientamento L idea Si tratta di un esperienza di ricerca

Dettagli

REGOLAMENTO SOSTEGNO A DISTANZA

REGOLAMENTO SOSTEGNO A DISTANZA REGOLAMENTO SOSTEGNO A DISTANZA Principi, obiettivi e istruzioni IL SOSTEGNO A DISTANZA che cos è Con il termine Sostegno a Distanza si vuole convenzionalmente indicare una forma di solidarietà, oggi molto

Dettagli

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi, di professione astrofisica, è senza dubbio l autrice fantasy italiana più amata. All

Dettagli

APPROFONDIMENTO 2 METODO CICLICO

APPROFONDIMENTO 2 METODO CICLICO METODO CICLICO FS- BORSA ATTENZIONE: ATTENDI QUALCHE SECONDO PER IL CORRETTO CARICAMENTO DEL MANUALE APPROFONDIMENTO 2 METODO CICLICO METODO CHE UTILIZZO PER LE MIE ANALISI - 1 - www.fsborsa.com NOTE SUL

Dettagli

XLV Osservatorio sul Capitale Sociale degli Italiani LA BUONA SCUOLA

XLV Osservatorio sul Capitale Sociale degli Italiani LA BUONA SCUOLA XLV Osservatorio sul Capitale Sociale degli Italiani LA BUONA SCUOLA Rapporto maggio 2015 NOTA INFORMATIVA L Osservatorio sul Capitale Sociale è realizzato da Demos & Pi in collaborazione con Coop. Il

Dettagli

Accordo di rete per l innovazione della didattica Studenti 2.0: educare ai media le nuove generazioni

Accordo di rete per l innovazione della didattica Studenti 2.0: educare ai media le nuove generazioni Accordo di rete per l innovazione della didattica Studenti 2.0: educare ai media le nuove generazioni Documentazione del lavoro svolto Anno scolastico 2010/2011 Scuola Primaria Statale Pennabilli Capoluogo

Dettagli

DAVIDE COLONNELLO LE BASI DEL FOREX TRADING

DAVIDE COLONNELLO LE BASI DEL FOREX TRADING DAVIDE COLONNELLO LE BASI DEL FOREX TRADING Guida Pratica per Evitare gli Errori da Principianti e Imparare a Guadagnare con il Forex 2 Titolo LE BASI DEL FOREX TRADING Autore Davide Colonnello Editore

Dettagli

Rivoluzione HR. human resource revolution

Rivoluzione HR. human resource revolution Rivoluzione HR human resource revolution L a tecnologia sta modificando le abitudini e lo stile di vita delle persone ma, nel nuovo mondo che verrà sarà il loro modo di pensare che dovrà cambiare. Ogni

Dettagli

Viaggiare, fotografare, guadagnare

Viaggiare, fotografare, guadagnare Paolo Gallo Viaggiare, fotografare, guadagnare Crea il tuo secondo stipendio con il Microstock Tutti i diritti sono riservati a norma di legge. Nessuna parte di questo libro può essere riprodotta con alcun

Dettagli

28-GIU-2015 da pag. 11 foglio 1

28-GIU-2015 da pag. 11 foglio 1 Dati rilevati dagli Enti certificatori o autocertificati Tiratura 04/2015: 218.471 Diffusione 04/2015: 168.074 Lettori I 2015: 889.000 Settimanale - Ed. nazionale Dir. Resp.: Roberto Napoletano 28-GIU-2015

Dettagli

EBOOK COME CERCARE CLIENTI: STRATEGIE E STRUMENTI CONCRETI PER ACQUISIRE NUOVI CLIENTI. ComeCercareClienti.com. Autore: Matteo Pasqualini

EBOOK COME CERCARE CLIENTI: STRATEGIE E STRUMENTI CONCRETI PER ACQUISIRE NUOVI CLIENTI. ComeCercareClienti.com. Autore: Matteo Pasqualini EBOOK COME CERCARE CLIENTI: STRATEGIE E STRUMENTI CONCRETI PER ACQUISIRE NUOVI CLIENTI ComeCercareClienti.com ComeCercareClienti.com Copyright Matteo Pasqualini Vietata la Autore: Matteo Pasqualini 1 ComeCercareClienti.com

Dettagli

GIANLUIGI BALLARANI. I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli Esami Come Vorrebbe

GIANLUIGI BALLARANI. I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli Esami Come Vorrebbe GIANLUIGI BALLARANI I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli Esami Come Vorrebbe Individuarli e correggerli 1 di 6 Autore di Esami No Problem 1 Titolo I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE "EUROPA" 48018 FAENZA - Via degli Insorti, 2. telefono (0546) 28394 - fax (0546) 25816

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE EUROPA 48018 FAENZA - Via degli Insorti, 2. telefono (0546) 28394 - fax (0546) 25816 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE "EUROPA" 48018 FAENZA - Via degli Insorti, 2 telefono (0546) 28394 - fax (0546) 25816 http://www.iceuropa.it - e-mail: raic809002@istruzione.it PEC: raic809002@pec.istruzione.it

Dettagli

Donna Ì : un milione di no

Donna Ì : un milione di no Ì : un milione di no IL NOSTRO TEAM Siamo un trio ma siamo anche una coppia di fidanzati, due fratelli, due amici che da qualche anno convive e condivide esperienze di vita ma anche interessi sociali e

Dettagli

Le associazioni dei pazienti nell era dei social network e dei social media

Le associazioni dei pazienti nell era dei social network e dei social media Le associazioni dei pazienti nell era dei social network e dei social media Eugenio Santoro Laboratorio di Informatica Medica Dipartimento di Epidemiologia Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri

Dettagli

LEZIONE 4 area biologica. Le cellule staminali

LEZIONE 4 area biologica. Le cellule staminali Corso di Comunicazione delle Scienze 2011 Lunedi 30 maggio LEZIONE 4 area biologica Le cellule staminali Yuri Bozzi, PhD bozzi@science.unitn.it Laboratorio di Neuropatologia Molecolare CIBIO, Università

Dettagli

Sessualità coniugale e metodi naturali

Sessualità coniugale e metodi naturali INER-Italia Istituto per l Educazione alla Sessualità e alla Fertilità Sessualità coniugale e metodi naturali Corso di preparazione per animatori di fidanzati e giovani coppie di sposi INER BS www.fecunditas.it

Dettagli

Scuola in ospedale e istruzione domiciliare come garanzia di servizio integrato alla persona in contesti di particolare complessità.

Scuola in ospedale e istruzione domiciliare come garanzia di servizio integrato alla persona in contesti di particolare complessità. Scuola in ospedale e istruzione domiciliare come garanzia di servizio integrato alla persona in contesti di particolare complessità. Verbania 1 2 aprile 2008 1 QUADRO DI RIFERIMENTO INTERNAZIONALE Il 13

Dettagli

Commencement Speech Master SPRINT Progetto PONa3_00370. Innanzitutto, a nome di tutti i formandi del Master SPRINT, porgo i saluti al Magnifico

Commencement Speech Master SPRINT Progetto PONa3_00370. Innanzitutto, a nome di tutti i formandi del Master SPRINT, porgo i saluti al Magnifico Commencement Speech Master SPRINT Progetto PONa3_00370 Buongiorno a tutti. Innanzitutto, a nome di tutti i formandi del Master SPRINT, porgo i saluti al Magnifico Rettore che questa mattina ci ha onorato

Dettagli

Supronto Back AG, Egolzwil (LU)

Supronto Back AG, Egolzwil (LU) Supronto Back AG, Egolzwil (LU) La Supronto Back AG Il datore di lavoro Willi Suter: «Siamo una tradizionale panetteria-pasticceria industriale. Io e mia moglie abbiamo iniziato 25 anni fa con un apprendista

Dettagli

Finalmente a disposizione un software unico per tutte le LIM della scuola 2.0

Finalmente a disposizione un software unico per tutte le LIM della scuola 2.0 Finalmente a disposizione un software unico per tutte le LIM della scuola 2.0 Uno strumento unico per risolvere i problemi di compatibilità tra le diverse lavagne interattive Non fermarti alla LIM, con

Dettagli

COME IL SOLE DOPO UN GIORNO DI PIOGGIA

COME IL SOLE DOPO UN GIORNO DI PIOGGIA COME IL SOLE DOPO UN GIORNO DI PIOGGIA Dott. Luciano Latini Dott.ssa Valentina Carletti Dott.ssa Alessandra Cervigni Dott.ssa Cinzia Ciarmatori Dott.ssa Giselle Ferretti Dott.ssa Monia Isidori Dott. Michele

Dettagli

di Delia Manferoce CONVEGNO NAZIONALE Servizi Sociali in rete: un click per favorire

di Delia Manferoce CONVEGNO NAZIONALE Servizi Sociali in rete: un click per favorire L 'esperienza del Centro Studi Iris Socialia nella promozione di ricerche innovative: nuovi linguaggi del web e nuovi strumenti per la prevenzione dei reati online su minori. di Delia Manferoce Ringrazio

Dettagli

AMICI VIRTUALI E AMICI REALI: Aspetti Psicosociali dei Social Network. Prof. Giuseppe Riva. Università Cattolica del Sacro Cuore

AMICI VIRTUALI E AMICI REALI: Aspetti Psicosociali dei Social Network. Prof. Giuseppe Riva. Università Cattolica del Sacro Cuore AMICI VIRTUALI E AMICI REALI: Aspetti Psicosociali dei Social Network Prof. Giuseppe Riva Università Cattolica del Sacro Cuore www.isocialnetwork.info 1-1 Indice I social network sono una moda? SN come

Dettagli

Blog, social network marketing virale: esserci sì, ma come? Relatore: Marco Magistri - Webmaster G&P communication

Blog, social network marketing virale: esserci sì, ma come? Relatore: Marco Magistri - Webmaster G&P communication Blog, social network marketing virale: esserci sì, ma come? Relatore: Marco Magistri - Webmaster G&P communication G&P communication srl - Milano Dal web 1.0 al web 2.0 la grande rivoluzione web 1.0 Statico

Dettagli

INAUGURAZIONE ANNO ACCADEMICO 2014/15 INTERVENTO DEL RAPPRESENTANTE DEGLI STUDENTI NEL CDA SIMONE MAGNANO

INAUGURAZIONE ANNO ACCADEMICO 2014/15 INTERVENTO DEL RAPPRESENTANTE DEGLI STUDENTI NEL CDA SIMONE MAGNANO INAUGURAZIONE ANNO ACCADEMICO 2014/15 INTERVENTO DEL RAPPRESENTANTE DEGLI STUDENTI NEL CDA SIMONE MAGNANO Castellanza, 10 novembre 2014 Signor Presidente, Magnifico Rettore, colleghi Studenti, Autorità

Dettagli

Fate clic per aggiungere testo. kjiijijijji

Fate clic per aggiungere testo. kjiijijijji Fate clic per aggiungere testo kjiijijijji SEMINA COME UN ARTISTA AUSTIN KLEIN Queste slides sono il riassunto del libro SEMINA COME UN ARTISTA di AUSTIN KLEON VENGONO RIPORTATI SOLAMENTE I PUNTI PRINCIPALI

Dettagli

Il più grande network online dove chiedere ed offrire aiuto in Toscana. Firenze, 4 maggio 2015

Il più grande network online dove chiedere ed offrire aiuto in Toscana. Firenze, 4 maggio 2015 Il più grande network online dove chiedere ed offrire aiuto in Toscana. Firenze, 4 maggio 2015 Siamosolidali.it è un progetto promosso dell Ente Cassa di Risparmio di Firenze, nato dalla necessità di sostenere

Dettagli

La scuola ha bisogno di cambiare

La scuola ha bisogno di cambiare Oggi il modo di comunicare è cambiato. La Rivoluzione digitale ha innescato nuove dinamiche di relazione e di condivisione delle informazioni. Il flusso continuo di conoscenze ha creato la necessità di

Dettagli

Articolo giornale campo scuola 2014

Articolo giornale campo scuola 2014 Articolo giornale campo scuola 2014 Condivisione, stare assieme sempre, conoscersi? In queste tre parole racchiuderei la descrizione del campo estivo. Sono sette giorni bellissimi in cui si impara prima

Dettagli

BG Ingénieurs Conseil, Ginevra

BG Ingénieurs Conseil, Ginevra BG Ingénieurs Conseil, Ginevra Diego Salamon, datore di lavoro Su incarico dell AI la Cadschool, istituto di formazione per la pianificazione e l illustrazione informatica, ci ha chiesto se potevamo assumere

Dettagli

Classi 1 A 1B 1C Scuola Aurelio Saffi di Siena LA POSTA DEL CUORE

Classi 1 A 1B 1C Scuola Aurelio Saffi di Siena LA POSTA DEL CUORE Classi 1 A 1B 1C Scuola Aurelio Saffi di Siena LA POSTA DEL CUORE All inizio del mese di Febbraio abbiamo chiesto ai bambini di procurarsi delle buste da lettera nuove. Quando tutti le hanno portate a

Dettagli

PROCREAZIONE:SOC.SCIENTIFICHE A GOVERNO, SI' TEST PREIMPIANTO DOCUMENTO A MONTI E BALDUZZI, LEGGE 40 INCOERENTE

PROCREAZIONE:SOC.SCIENTIFICHE A GOVERNO, SI' TEST PREIMPIANTO DOCUMENTO A MONTI E BALDUZZI, LEGGE 40 INCOERENTE PROCREAZIONE:SOC.SCIENTIFICHE A GOVERNO, SI' TEST PREIMPIANTO DOCUMENTO A MONTI E BALDUZZI, LEGGE 40 INCOERENTE (ANSA) - ROMA, 15 OTT - E' legittima, nel quadro generale della giurisprudenza italiana,

Dettagli

i diritti dei bambini in parole semplici

i diritti dei bambini in parole semplici i diritti dei bambini in parole semplici Questa è la traduzione di un opuscolo pubblicato in Inghilterra dall'unicef. È il frutto del lavoro di un gruppo di bambini che hanno riscritto alcuni articoli

Dettagli

Siamo piccoli ma cresceremo... e ci sposeremo

Siamo piccoli ma cresceremo... e ci sposeremo Siamo piccoli ma cresceremo... e ci sposeremo RACCONTO PER LE SCUOLE 28 febbraio 2013 Malattie Rare senza Frontiere Dedicato a Luigi Pio Memeo Siamo Piccoli ma cresceremo... e ci sposeremo a cura dell

Dettagli