Fai la differenza RIFIUTI: LA GIUSTA ALTERNATIVA PER RIDURRE E RECUPERARE. Rivista on line

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Fai la differenza RIFIUTI: LA GIUSTA ALTERNATIVA PER RIDURRE E RECUPERARE. www.verdi.it. Rivista on line"

Transcript

1 Notizie Verdi Agenzia di informazione della Federazione dei Verdi Anno II n.2 27 gennaio 2005 Spedizione in abbonamento postale - Comma 20 lettera B Legge 662/96 - Filiale di Roma Inverno Anno II N gennaio 2005 Rivista on line SUPPLEMENTO ALLE PAGINE I-IV Fai la differenza RIFIUTI: LA GIUSTA ALTERNATIVA PER RIDURRE E RECUPERARE agenzia di informazione della Federazione dei Verdi Direttori: Gianpaolo Silvestri, Giuseppe Trepiccione Direttore responsabile: Grazia Francescato. Editore: Marco Lion via Salandra Roma Grafica e impaginazione: Sagp, via Nomentana 175, Roma Stampa: Spedalgraf, via dello Scalo Tiburtino 1, (Rm) Registrazione del Tribunale di Roma n. 242/2004 Arretrati: Spedalgraf, via dello Scalo Tiburtino 1, (Rm), tel Redazione: via A. Salandra Roma tel fax Stampato su carta riciclata - Non disperdere nell ambiente AGENDA POLITICA Verdi: una stagione densa di sfide IMPEGNATIVE le scadenze che ci attendono. Il 3 e 4 aprile le elezioni amministrative più il rinnovo di 14 Consigli regionali; immediatamente dopo le primarie della Gad (a questo proposito ottima l idea di un nostro lettore di far votare anche gli immigrati); poi la consultazione elettorale per i 4 quesiti referendari ammessi sulla procreazione assistita. Per quanto attiene il calendario interno sono già alle porte la Conferenza programmatica, il Consiglio federale e il Meeting del Bureau dei Verdi al Parlamento europeo fissati per fine febbraio nella città di Napoli. Nel frattempo però alcune cose importanti sono accadute ed altre sono in fieri. Dopo il 7 a zero alle scorse suplettive un altro due a zero è stato inflitto alla CdL dalla Gad, unita e convinta. In Puglia Niki Vendola, anche con il concorso dei Verdi, si è imposto nelle primarie; a Roma, in due affollatissimi appuntamenti (l uno convocato dal quotidiano il manifesto, l altro da un gruppo di riviste e dalla emittente Ecoradio), movimenti, partiti, associazioni, sindacati e spezzoni di società organizzata, si sono confrontati per costruire ipotesi programmatiche alternative atte a rispondere ai problemi della modernità e dell oggi. Una Torre di Babele alla ricerca di un alfabeto comune che non può non avere i paradigmi ecopacifisti e l innovazione come lettere portanti dello stesso. Nel frattempo Berlusconi rilancia il nucleare, Bush straparla di Dio e di missioni millenaristiche/salvifiche degli Usa e muore (oltre alle migliaia di iracheni che a quanto pare non interessano a nessuno) un militare del nostro esercito occupante la terra mesopotamica. Contemporaneamente un giudice coraggioso e rispettoso delle leggi, Clementina Forleo, alza il velo ipocrita sulla presunta missione di pace ed appellandosi al diritto garantito da tutte le convenzioni internazionali e dalla Carta dell Onu, di combattere contro eserciti occupanti, chiama le cose con il loro vero nome, scatenando un putiferio di isteriche reazioni. Alla Forleo la nostra solidarietà, a tutti i caduti il nostro cordoglio, al Governo e a Ciampi: fate tornare a casa le truppe. Gianpaolo Silvestri e Giuseppe Trepiccione Diario verde. Area verde urbana, emergenza casa, rifiuti 2 Politica. Stop a Lunardi di Paola Balducci, Fecondazione assistita di Loredana De Petris 3 Codici ecopacifisti. Prove d alternativa di Paolo Cento 4 Associazioni. Medici per l ambiente 5 Locandina. Giorni della memoria 6-7 Presidenza, Camera, Senato e Ue 8-9 Verdi al lavoro. Gruppo Agenda Lettere. Stile libero, Botta&risposta 11 Istruzioni per l uso. Federazioni regionali 12 Nucleare, no grazie. Berlusconi rilancia il nucleare, azzerando il referendum del Purtroppo c è sempre chi ci ricorda perché i Verdi esistono e sono assolutamente necessari! L energia nucleare è pericolosa ed antieconomica. L Italia e l Ue devono puntare sullo sviluppo di energie sicure e rinnovabili, senza cedere a nostalgie atomiche, anzi, eliminando dal territorio anche il nucleare militare.

2 2 n.2-27 GENNAIO 2005 DIARIO VERDE a cura di Giuseppe Trepiccione Campania Una verde sottoscrizione Lombardia Emergenza casa L AMMINISTRAZIONE comunale di Caserta vuole trasformare l area verde di Macrico in un immenso blocco di cemento. I casertani non ci stanno e per dimostrare la loro opposizione intendono comperare i metri quadri di area verde. Per l acquisto servono però un bel po di soldi (35 milioni di euro secondo le stime), da raccogliere tra i casertani (e non solo) di buona volontà. Come hanno spiegato il vicepresidente di Italia Nostra Giuseppe Giliberti e Maria Carmela Caiola, candidata casertana alle prossime elezioni regionali, insieme a Grazia Francescato, copresidente dei Verdi europei, per realizzare l obiettivo bastano 50 euro per ogni metro quadrato. Il progetto del Comitato Macrico Verde è di dividere l area tra l Orto Botanico della Facoltà di Scienze, il Festival Internazionale dei Giardini e altri spazi per lo sport e la cultura. Il bilancio sarà pubblico e trasparente e le cifre saranno versate sul Conto Corrente Postale n , o con un bonifico su Banca Popolare Etica di Padova, c/c , ABI 05018, CAB 12100, CIN Z. Governo verde per città e regioni d Europa Meeting del Bureau allargato dei Verdi al Parlamento europeo NAPOLI CASTEL DELL OVO 25 E IL 26 FEBBRAIO 2005 VENERDÌ ORE /19.30; SABATO ORE /18.30 IL COSTO DELLA CASA è troppo alto. Ecco un altro pretesto per cancellare le aree verdi. Il ragionamento di Piero Borghini, assessore lombardo alle Politiche per la casa, è questo: per abbassare i prezzi bisogna costruire nelle aree standard, quelle destinate al verde e agli spazi pubblici. Secondo Carlo Monguzzi, capogruppo dei Verdi in consiglio regionale, significa rinunciare a governare in modo sostenibile le realtà urbane. «La strada da seguire è quella del dialogo e della trattativa con i privati sostiene per coinvolgerli in progetti di edilizia pubblica». Quello della Regione è un approccio debole. Prova ne sia l altra emergenza, quella dello smog, che interessa le aree urbane della Lombardia. Un altro frutto della cementificazione scriteriata che, denunciano i Verdi, concentra residenze e terziario in zone già congestionate, richiamando nuovo traffico e, quindi, nuovi veleni. Emilia Romagna Rifiuti: stop all inceneritore L INCENERITORE a Faenza non si fa più. Su invito dell Amministrazione comunale la proposta è stata ritirata, e la società che doveva costruirlo e gestirlo è sciolta. Esultano i Verdi locali, che hanno lottato all interno della maggioranza di governo. Adesso è il momento delle alternative: la raccolta differenziata casa per casa (un sistema che permette di arrivare al 70 per cento di riciclaggio, contro il 35 per cento dei cassonetti), il compostaggio domestico e una reale riduzione nell impiego degli imballaggi inutili. I Verdi sul territorio prevalgono nel braccio di ferro con l azienda appaltatrice, la Hera. Che, stavolta, si dovrà adeguare alle esigenze di una corretta politica dei rifiuti, piuttosto che pretendere dalle amministrazioni locali di adeguarsi al proprio piano industriale.

3 POLITICA n.2-27 GENNAIO PONTE DI MESSINA Stop a Lunardi I Verdi chiedono alla Consulta di dichiarare l incostituzionalità della legge Lunardi Paola Balducci* LA CORTE COSTITUZIONALE discuterà la questione di legittimità costituzionale della legge Lunardi. Il Tar di Catania ha, infatti, ritenuto fondata la questione di costituzionalità sollevata da un gruppo di cittadini messinesi. La Federazione dei Verdi si è costituita a sostegno dei ricorrenti principali, intervenendo nel giudizio di merito. La questione di legittimità costituzionale sottoposta alla Consulta si fonda sull assenza nella legge obbiettivo (c.d. legge Lunardi) di meccanismi istituzionali di coinvolgimento decisionale degli enti locali, e quindi delle comunità direttamente interessate, nell individuazione delle opere considerate strategiche, e nelle modalità di realizzazione delle stesse. La legge, che ha inserito la realizzazione del Ponte sullo stretto di Messina quale opera strategica, prescinde incredibilmente, ed illegittimamente, dalla volontà dei Comuni interessati, che, a norma della nuova cornice costituzionale di riferimento, costituiscono istituzioni di rango costituzionale, ma prescinde anche dal preventivo coinvolgimento delle Regioni, competenti (secondo la riforma federalista del titolo V della Costituzione, realizzata attraverso la legge costituzionale n. 3/2001) a legiferare in materia di individuazione delle infrastrutture strategiche. In tale modo si sottrae alle comunità, e quindi ai cittadini, il potere di disporre del proprio futuro, infliggendo un colpo durissimo a principi basilari di una democrazia compiuta. Come in altre occasioni, la Federazione dei Verdi ha interpretato la sua funzione non in termini tradizionali, ma innovativamente quale soggetto portatore di interessi ulteriori e diversi, rispetto a quelli propri di un partito politico. I giudici di merito hanno così riconosciuto, ancora una volta, ai Verdi quella peculiarità tutta loro di partito-movimento, idoneo a tutelare interessi diffusi e collettivi. * Resp. giustizia e sicurezza della Fed. dei Verdi FECONDAZIONE ASSISTITA Accolti quattro quesiti L impegno dei Verdi nei referendum Loredana De Petris* SIAMO IN PIENA campagna referendaria. Il duro lavoro fatto per raccogliere firme in un mese ha centrato quasi in pieno l obiettivo, poiché i quesiti ammessi riguardano le architravi della legge e i punti più negativi e oscurantisti di essa: il diritto del concepito equiparato in tutto ai diritti dei nati e prevalente rispetto a quelli della donna; il divieto della diagnosi prenatale; i limiti alla creazione di embrioni, l obbligo di impianto contemporaneo e il divieto di crioconservazione; i pesanti limiti alla ricerca sugli embrioni e all uso terapeutico delle cellule staminali per gravi malattie. È negativa la decisone di non ammissibilità del quesito interamente abrogativo, poiché non solo trova la sua motivazione nel vuoto legislativo, ma in realtà tenta di suggerire la strada delle modifiche parlamentari. Una via, quella parlamentare, che come Verdi respingiamo, perché oggi porterebbe solo ad ulteriori pasticci legislativi per evitare n. 1 Abrogazione dell intera legge sulla fecondazione assistita i referendum, ma soprattutto perché su temi come questi è giusto che si pronuncino direttamente i cittadini. A coloro che disegnano uno scenario di spaccatura del paese, noi opponiamo la convinzione che i referendum, come già accaduto con il divorzio e l aborto, rappresenteranno una forte crescita democratica a prescindere dalle posizioni sui singoli quesiti. Il dibattito sulla fecondazione assistita sta coinvolgendo non solo gli addetti ai lavori, ma donne e uomini con le loro idee e il loro vissuto e ci lascia sperare che la maggioranza sia contro questa legge. Questo scenario spinge le forze politiche della maggioranza verso la scelta dell astensionismo, come strumento per invalidare la consultazione. È la via indicata con forza dalla Chiesa, con perentori interventi del Presidente della Cei, Ruini, che escludendo le modifiche parlamentari si attesta nella difesa strenua della legge 40 e si pronuncia in modo perentorio per l astensione. La Chiesa ha tutto il diritto e anche il dovere di pronunciarsi sui principi e sulla dottrina, ma non può e non deve interferire nella sfera dello Stato, trasformando l insegnamento religioso in vera e propria azione politica. * Componente del direttivo del Comitato promotore dei referendum contro la legge sulla procreazione assistita Q u e s i t i r e f e r e n d a r i n. 2 n. 3 n. 4 n. 5 Abroga gli articoli che limitano la libertà di ricerca scientifica sull embrione per consentire nuove cure per malattie come l Alzheimer Art. 12 comma 7 Art. 13 comma 2 e 3 Per la tutela della salute della donna Cancella il divieto di creare in vitro più di tre embrioni e l obbligo di trasferire questi ultimi, con un unico impianto nell utero materno. Art. 12 comma 7, Art. 13, comma 2 e 3 lettera c), Art. 14 comma 1 Abrogazione totale dell art. 1. Per l autodeterminazione e la tutela della salute della donna per affermare che i diritti delle persone già nate non sono equivalenti ai diritti dell embrione. Art. 1 comma 1 e 2 Art. 4 comma 1, 2 Art. 5 comma 1 Art. 6 comma 3 Art. 13 comma 3, Art. 14 comma 2 e 3 Per la Fecondazione eterologa. Cancella il divieto di utilizzare ovuli o sperma di una persona (donatore) esterna alla coppia Art. 4 comma 3 art. 9 comma 1 e 3, Art. 12 comma 1 e 8 non ammesso ammesso ammesso ammesso ammesso

4 4 n.1 n GENNAIO 2005 POLITICA CODICI ECOPACIFISTI AMBIENTE Aria sotto analisi DURANTE il suo normale percorso l autobus non si limiterà più a trasportare i passeggeri, ma campionerà anche dati ambientali. Questo il progetto pilota della Provincia di Cremona che, se dovesse funzionare, sarebbe il primo passo per dire addio alle vecchie centrali fisse per monitorare la qualità dell aria. Il sistema funziona grazie ad una sorta di scatola nera che raccoglie e campiona i dati dell aria mentre il veicolo è in movimento. Ad intervalli regolari un dispositivo satellitare li trasmette all Agenzia regionale per l ambiente (Arpa) che a sua volta elabora le informazioni. I benefici del sistema sono evidenti. Al posto delle consuete misurazioni delle centraline fisse, precise ma fatte sempre negli stessi punti della città, il nuovo sistema potrebbe offrire una mappatura dettagliata e distribuita su tutto il territorio urbano. In questa prima fase il dispositivo verrà montato su tre autobus delle linee pubbliche. AMBIENTE Irresponsabili di Eugenio Orsi LE ONG mettono alla berlina le aziende poco responsabili. L anglo-olandese Royal Dutch Shell, i colossi Usa Dow Chemical, Wall-Mart e la Kpmg International sono state premiate da un cartello di Ong a Davos (Svizzera) come le quattro aziende mondiali più irresponsabili dal punto di vista della tutela dell'ambiente e della condotta sociale. Il premio è stato conferito dalle Ong presenti nella cittadina svizzera, durante un iniziativa che si è svolta in contemporanea con l annuale appuntamento del World Economic Forum. Il cartello delle Ong è guidato dalla Dichiarazione di Berna e da Pro-Natura. Al primo posto per incoscienza ambientale è arrivata la Royal Dutch Shell che non ha mai mantenuto la promessa di cessare di bruciare gas all aperto in Nigeria, pratica che ha gravi conseguenze per l uomo e per l'ambiente PROGRAMMA Prove d alternativa Culture e esperienze a confronto, uno stimolto per Romano Prodi & Co di Paolo Cento* A ROMA il 15 e il 16 gennaio scorsi si è svolto un week-end politico di particolare interesse, alternativo e stimolante. L assemblea del sabato, promossa da il manifesto, e il seminario convocato la domenica successiva dalle riviste Carta, Alternative, Aprile, Quaderni Labour e dalla emittente Ecoradio più o meno alla sua prima uscita pubblica con l adesione di molti organismi della sinistra radicale, ecolgista e cattolica, sono stati davvero due appuntamenti da non perdere, seguiti dalla bella notizia della vittoria di Nichi Vendola nelle primarie pugliesi del centrosinistra. Il sabato circa tremila persone si sono riunite alla Fiera di Roma per sostenere l idea di Alberto Asor Rosa e del Manifesto: far nascere una Camera di consultazione tra le forze della sinistra critica. Lo stesso Asor Rosa ha precisato che non si pensa a forzature organizzativistiche (cioè un nuovo partito o qualcosa che ci si avvicina) bensì a un luogo politico aperto, in grado di far comunicare tra sé la sinistra e di produrre fatti politici in grado di incidere sugli orientamenti prevalenti del centrosinistra. In quella sede ho visto il pericolo di una attenzione eccessiva nei confronti di un mondo post-comunista o post-pci, dunque una certa autoreferenzialità, mentre noi dobbiamo guardare con attenzione ad un mondo nuovo che faccia i conti con il modello liberista. Nella giornata successiva si è svolto all Università Pontificia l Angelicum il convegno Fuoriprogramma, il cantiere sul che fare, dove anche noi Verdi abbiamo sostenuto l opportunità di lanciare una sorta di organismo permanente di stimolo e di consultazioni che i leader del centrosinistra farebbero bene a guardare con molta attenzione perché da lì potrebbero venir fuori le proposte più innovative sulle tematiche più urgenti e importanti per la definizione di un governo del paese. Credo che noi Verdi dobbiamo portare in quella sede l esperienza e la progettualità del Partito ecologista europeo, una nostra lettura della crisi del paese che parta, ad esempio, dalla questione dei beni comuni e dalla centralità del reddito, non più del lavoro. L altro aspetto importantissimo è quello di non snaturare queste nascenti esperienze: se quelle diventeranno le sedi per parlare di liste e listini allora abbiamo perso tutti. Lasciamo che queste sedi di confronto restino incontaminate e, soprattutto, punto di incontro di associazioni, movimenti, personalità del sindacato e della cultura: questo è il valore aggiunto che può far accrescere la grande coalizione democratica, o come si chiamerà, e far incontrare partiti e movimenti. L ultima, ma non meno importante, questione: questi luoghi sono vitali anche per noi Verdi ma non illudiamoci che il nostro peso non dipenda dai nostri sforzi. Intendo dire che proprio per evitare il rischio di una subalternità in un contesto politico e culturale fortemente influenzato da una eredità post comunista e industrialista, dobbiamo lavorare sodo per ottenere un buon risultato alle prossime elezioni regionali: il 3,5% è la cifra che può garantirci visibilità e influenza in questi laboratori sul domani. * Coordinatore segreteria di Presidenza

5 ASSOCIAZIONI n.2-27 GENNAIO MEDICI PER L AMBIENTE Ecotutela e salute La priorità è la prevenzione Roberto Romizi * L ASSOCIAZIONE Italiana Medici per l Ambiente è nata nel 1989 per stimolare l impegno dei medici per la salvaguardia dell ambiente sia in quanto medici che abitanti della Terra. Dal momento che i rischi per la salute sono inequivocabilmente legati al degrado ambientale e agli stili di vita, i medici devono orientare il loro ruolo professionale e civile per promuovere la salute anche attraverso scelte di tutela ambientale; oggi infatti, l inquinamento dell ambiente di vita e di lavoro è sempre più spesso causa o motivo di aggravamento di numerose patologie. Obiettivi Recuperare il ruolo etico della professione medica. Promuovere l impegno dei medici per la salvaguardia dell ambiente. Privilegiare le politiche di prevenzione. Informare e coinvolgere sulle problematiche ambientali pazienti, colleghi, studenti, insegnanti, cittadini in generale. Avere una solida base culturale e scientifica sui problemi ambientali promovendo corsi di formazione, ricerche, convegni. Svolgere sulle tematiche Ambiente e Salute un ruolo di unione tra società scientifiche, centri di ricerca, associazioni non governative (ambientaliste e non), associazioni di cittadini, settori Tutti gli uomini sono responsabili dell Ambiente. I Medici lo sono due volte.fino a quando possiamo restare indifferenti? Associazione Medici per l Ambiente - ISDE Italia Presidente dottor Roberto Romizi Via della Fioraia n.17/ Arezzo Tel Fax professionali, istituzioni e popolazioni, sia a livello internazionale che locale. Missione Se una volta la tutela della salute era basata sul rapporto tra medico e paziente, oggi è sempre più evidente l influenza dell ambiente e la necessità di agire a questo livello. Il ruolo del medico si fa dunque sempre più complesso e non può non tener conto del fatto che il degrado ambientale genera nuove patologie e sarà determinante per la salute delle generazioni future. Ad un obiettivo tradizionale rivolto all individuo, cioè verso il paziente, il medico deve quindi aggiungere un obiettivo collettivo rivolto alla popolazione nel suo insieme. È necessario quindi che: i medici prediligano le strategie di prevenzione per riaffermare che la salute è una priorità nell ambito delle scelte politiche e che il criterio di scelta è la qualità della vita e non l interesse economico; Il diritto del bambino a non essere inquinato i medici abbiano la cognizione che prevenzione vuol dire attenzione prioritaria alle problematiche ambientali poiché molte patologie di tipo degenerativo-neoplastico dipendono in larga parte dai fattori ambientali e dagli stili di vita scorretti; in questa realtà ha sempre meno senso cercare di curare le persone quando l ambiente che le circonda continua ad essere nocivo. Connessioni internazionali L Isde Italia supporta inoltre la Sede Scientifica dell Isde che promuove, sostiene, coordina, compartecipa a studi e ricerche, ad attività formative e informative, sulle problematiche sanitarioambientali, favorendo lo scambio di informazioni tra ricercatori, stimolando la divulgazione scientifica e la collaborazione interdisciplinare. Alcune progettualità: modello integrato per la salute, l ambiente e la sostenibilità; campagna per la riduzione della mortalità evitabile nelle città capoluogo di provincia; medici di medicina generale, salute e ambiente; la scuola per una città sana e sostenibile; campagna per il diritto del bambino a non essere inquinato. * Presidente dell Associazione dei Medici per l ambiente. L ISDE ITALIA ha elaborato un documento programmatico condiviso da Enti e Reti Nazionali Governative e dal quale si è sviluppata la Campagna in difesa del diritto del bambino a non essere inquinato. Il documento è stato approvato dal Comitato Nazionale di Bioetica. Si è successivamente costituita la Rete Italiana per la Salute dei Bambini e l Ambiente (Risba) come network deputato a individuare le priorità da affrontare e a raccordarsi con l International Network Children s Health Environment and Safety-Inches. Obiettivi della Campagna: Promuovere la discussione e l approvazione di leggi che abbassino i valori soglia di tollerabilità di specifiche sostanze inquinanti, tenendo conto dei soggetti più deboli della società, come i bambini; Supportare i decisori politici ed i soggetti sociali di rilievo nell adozione di provvedimenti utili; Adottare un modello integrato intersettoriale, interistituzionale e interdisciplinare per poter efficacemente affrontare i problemi relativi alle conseguenze negative che l ambiente può avere sulla salute dei bambini; Contribuire a sviluppare attività di ricerca, informazione, formazione, sperimentazione e valutazione delle politiche e degli interventi, secondo criteri di progettualità condivisa ed azioni di rete.

6 6 n.2-27 GENNAIO 2005 LA LOCANDINA a cura di Gianpaolo Silvestri Giorni della memoria Il 27 gennaio di sessant anni fa l Armata rossa entrava nel campo di concentramento nazista di Auschwitz. L indicibile si presentava al mondo

7 SIMBOLI CLASSIFICATIVI DEGLI INTERNATI NEI KZL CAMPI DI CONCENTRAMENTO TEDESCHI ( ) POLITICI CRIMINALI COMUNI EMIGRANTI CLANDESTINI TESTIMONI DI GEOVA OMOSESSUALI NOMADI E DISADATTATI COLORI FONDAMENTALI SIMBOLI PER I RECIDIVI INTERNATI DEI BATTAGLIONI PENALI SIMBOLI PER GLI EBREI 2307 Modalità di applicazione SIMBOLI SPECIALI Contaminatore razziale Maschio P Contaminatore razziale Femmina C Sospe tto d'evasione Numer o del'internato Numero dell'internato Recidivo Ebreo/Politico Assegnato a battaglione penale 2307 Polacco Cecoslovacco Membr odele zfor earmate Internato par ticolare Sospetto di evasione Liberamente tratto da Homocaust, di Massimo Consoli, Kaos Edizioni, 1991 Uccisi dalla barbarie, sepolti dall oblio. Il fordismo applicato all odio, la serialità alla morte, in apparente gratuità di senso. Numeri, colori, stelle, triangoli: reificazione delle persone. Ebrei, rom, politici, omosessuali, testimoni di Geova, disadattati: è l abc del razzismo e dell odio. Se aggiungiamo il verde dell islamofobia abbiamo lo spettro degli untori dell oggi. Il nostro rimosso: ove una folla tace e gli amici non riconoscono rubando parole a Franco Fortini

8 8 n.2-27 GENNAIO 2005 PARLAMENTO PRESIDENZA No al nucleare, via le truppe dall Iraq, crisi della CdL STAVOLTA L AFFONDO arriva direttamente dal Premier. Non contento dei danni prodotti sinora dal suo governo, Berlusconi vorrebbe ritornare al nucleare, una scelta che ci porterebbe indietro di vent anni. Immediata la replica del Presidente dei Verdi Alfonso Pecoraro Scanio: «Il nucleare è pericoloso ed antieconomico. L Europa e L Italia devono puntare sulle energie sicure e rinnovabili, senza cedere a nostalgie atomiche. L innovazione in campo energetico passa per il solare e l idrogeno» ed ha aggiunto che contro la nuova offensiva della lobby nucleare, che ha in Berlusconi il suo terminale politico, i Verdi sono pronti ad una mobilitazione su tutto il territorio nazionale. Dalla difesa dell ambiente alla pace, altro punto irrinunciabile nel programma del Sole che Ride: Pecoraro Scanio ha espresso parole di cordoglio per Simone Cola, il militare italiano caduto in Iraq, ma ha ribadito la necessità di ritirare le truppe da un conflitto che sembra non avere fine. «Questa guerra folle provoca ogni giorno decine di morti. Non dobbiamo ricordarcelo solo quando muore un nostro connazionale». Purtroppo nemmeno dopo quest ennesimo lutto il governo ha pensato seriamente ad approntare un piano per il ritiro delle truppe. Dal punto di vista politico due importanti novità da segnalare nelle ultime settimane. La vittoria di Nichi Vendola alle primarie in Puglia, vero esperimento di democrazia, e la vittoria dei due candidati di centrosinistra alle elezioni suppletive. «I Verdi sono orgogliosi di aver dato un contributo determinante ha detto Pecoraro e questo risultato dimostra che l area riformatrice del centrosinistra, quando si esprime su programmi e opzioni concrete vale ben più del 13%». Laconico, invece, il commento sulle suppletive: altre due sberle alla Casa delle Libertà. Andrea Alicandro SENATO DELLA REPUBBLICA - Elezioni regionali, Indonesia, brevettabilità del software, poste e Mediaset SI RISCHIA lo slittamento delle elezioni in quelle regioni che stanno legiferando ora sulla nuova normativa elettorale? Con un interrogazione urgente il capogruppo dei Verdi al Senato Stefano Boco pone il quesito al ministro dell Interno, ed è rassicurante la risposta in Aula del sottosegretario D Alì: vi sarebbe perfetta identità di vedute tra i rappresentanti delle regioni e quelli del governo affinché la tornata elettorale si svolga contestualmente, secondo le regole nuove per quelle regioni che le avranno definitivamente adottate nei termini utili per la convocazione dei comizi elettorali, secondo la normativa nazionale vigente per le altre. In sede di replica Boco invita il governo a chiarire ai consigli regionali, almeno a quelli che stanno discutendo le nuove norme, se queste saranno già applicabili il 3 e 4 aprile o lo saranno soltanto in futuro, cosa che aiuterebbe a svelenire il dibattito e a preparare la campagna elettorale. Francesco Martone richiama ancora una VERDEUROPA - Berlusconi: l'ecoattila! volta l attenzione sull Indonesia, uno dei primi paesi al mondo per tasso di corruzione soprattutto per i fondi provenienti dall estero, e sulla necessità di garantire un obiettiva e giusta valutazione delle esigenze e dello stato di emergenza: con un interpellanza al ministro Fini il senatore verde sollecita misure che consentano l accesso agli operatori umanitari e alla stampa internazionale su tutto il territorio di Aceh, la provincia più colpita dalla sciagura del 26 dicembre e dove da anni è in corso un conflitto tra l esercito indonesiano e il movimento Aceh libera. Con una mozione trasversale, firmata dai Verdi e da senatori di entrambi gli schieramenti, Fiorello Cortiana ricorda che il Parlamento europeo nel settembre 2003 modificò profondamente la proposta di direttiva presentata dalla Commissione sulla brevettabilità delle invenzioni attuate per mezzo di elaboratori elettronici, chiarendo il divie- NUOVA UNA RAFFICA di procedimenti di infrazione, resi noti il 18 gennaio scorso dalla Commissione europea, in materia ambientale contro l Italia, con il deferimento, per i dieci elencati di seguito, alla Corte di giustizia. 1. La terza linea del megainceneritore a Brescia per violazione della direttiva Via e di quella sull incenerimento dei rifiuti, che prevede consultazioni con i cittadini, condizioni operative particolari e requisiti tecnici rigorosi e stabilisce valori massimi delle emissioni per gli impianti di incenerimento dei rifiuti e di co-incenerimento di rifiuti e altri combustibili. 2. L assenza di impianti per il trattamento delle acque reflue in comuni della provincia di Varese. Il mancato trattamento delle acque reflue ha provocato il grave inquinamento del fiume Olona, le cui acque vanno riversarsi nell Adriatico. 3., 4. e 5. La violazione delle direttive Habitat e Natura 2000 nelle autorizzazioni di costruzione per: la strada forestale ( Kofe-

9 PARLAMENTO n.2-27 GENNAIO CAMERA DEI DEPUTATI - Rifiuti nuclerari, organismi geneticamente modificati, governo del territorio, Iraq to di brevettabilità dei software. Sensibile alle sirene delle multinazionali, il Consiglio dell Unione europea approvò, il 17 maggio 2004, un testo della direttiva che azzerava il voto del Parlamento. Ora che Olanda, Estonia e Polonia hanno ritirato l appoggio alla decisione del Consiglio, il governo italiano, che a maggio scelse di astenersi, deve coerentemente passare a un esplicito voto contrario, rispettando la posizione del Parlamento europeo. Se le piccole e medie imprese del software temono, per l innovazione e per la loro sopravvivenza, l introduzione dei brevetti, altre aziende si preoccupano di avere a disposizione...le poste: a Cologno Monzese appare, all interno del centro Mediaset, un ufficio postale, cosa che induce Natale Ripamonti a interrogare il ministro delle Comunicazioni per sapere a quale logica industriale risponda l apertura dell ufficio, visto che Poste italiane spa procede a chiusure indiscriminate, a riduzioni di servizi e personale. Gasparri dovrà anche chiarire se si tratti di favoritismo e di uso a fini privati di personale delle poste. Maria Ciano ralm, comune di Campo Tures, Parco naturale Vedrette di Ries-Aurina); la via ferrata tra Vallelunga e Alpe Stevia (comune di Selva di Val Gardena, nel Parco naturale Puez-Odle) entrambe situate nelle Dolomiti; la nuova infrastruttura sciistica per il campionato mondiale di sci alpino di gennaio/febbraio 2005, a Santa Caterina Valfurva (Sondrio), nel cuore del Parco nazionale dello Stelvio. 6. Il mancato rispetto dei requisiti della direttiva Seveso II, per impianti industriali sparsi in tutta Italia. 7. La violazione del regolamento dell Ue DOPO AVER MANDATO avanti i suoi sottoposti, alla fine è arrivato proprio lui in persona, Berlusconi, a dire chiaro e tondo che l utilizzo del nucleare in Italia deve essere riconsiderato. Le parole sono ribalzate come piombo in parlamento; alla Camera, proprio lo stesso giorno, il governo, con il sottosegretario Ventucci, rispondendo ad una interrogazione di Marco Lion sul decreto legge relativo allo stoccaggio dei rifiuti nucleari, ha ammesso di averlo disatteso. Infatti, passati i termini (9 gennaio 2004) previsti dal testo per la nomina dei saggi che dovevano indicare un sito adeguato per i rifiuti nucleari presenti nel nostro paese, ora tutto il potere è nelle mani dello stesso Berlusconi, che potrà decidere dove, come e quando collocare le dette scorie nucleari senza nessuno studio scientifico a supporto delle sue proposte. per la soppressione dell uso di Cfc-clorofluorocarburi, Hcfc-idrobromofluorocarburi, halon e bromurodimetile, che riducono lo strato di ozono. 8. La mancata attuazione delle norme della direttiva sulla prevenzione e la riduzione integrate dell inquinamento in relazione ai nuovi impianti attivati. 9. e 10. Il mancato recepimento della normativa comunitaria concernente le acque e della direttiva sullo scambio di quote di emissioni dei gas a effetto serra. Complimenti al ministro Matteoli. Sergio Andreis La Camera ha approvato il decreto legge sugli organismi geneticamente modificati (Ogm) che ora passa a Palazzo Madama: un testo pasticciato, contro cui hanno votato i deputati verdi: Luana Zanella ha messo in evidenza la necessità di maggiori tutele per l agricoltura biologica e, pur riconoscendo i miglioramenti al testo apportati dall Aula, Zanella ha sollevato la necessità di una moratoria al fine di una adeguata verifica della effettiva possibilità scientificamente fondata della coesistenza tra le produzioni Gm e quelle biologiche e tradizionali. La Camera ha messo a segno, lo scorso 20 gennaio, un altro affondo contro la legislazione ambientale con il via libera da parte della commissione Ambiente al testo unificato sul governo del territorio. È scattata subito la protesta dei Verdi: Marco Lion ha accusato la Casa delle libertà di buttare a mare 80 anni di pianificazione urbanistica in Italia e di dare la possibilità ai poteri forti della cementificazione di dettare legge. Il testo, atteso in Aula a febbraio, prevede di fatto una totale equiparazione dei privati agli enti territoriali per quanto riguarda la pianificazione. La vicenda della guerra in Iraq: dopo la morte del maresciallo Cola, Alfonso Pecoraro Scanio ha espresso il cordoglio dei Verdi e Paolo Cento, ribadendo la necessità del ritiro immediato del contingente italiano, giudica indispensabile una inchiesta sulla sicurezza dei nostri soldati. Stefania Limiti

10 10 n.2-27 GENNAIO 2005 VERDI AL LAVORO AGENDA 21 Un occasione importante 803 i progetti già avviati in Italia Gigliola Cordiviola* Referenti NEL 1992 a Rio de Janeiro le Nazioni Unite svolsero una conferenza mondiale e invitarono in quella occasione tutte le autorità amministrative Locali per definire con esse un modello di gestione dell amministrazione pubblica più vicino ai cittadini. Molti furono i Verdi a vari livelli (istituzionali e non) che parteciparono a quell evento, purtroppo come spesso accade momenti così importanti, le cui proposte incarnano l autentica cultura Ecologista, non hanno trovato spazi politici ed organizzativi che consentissero l avvio capillare dei processi di Agenda 21. Pochi sono stati i Verdi che hanno prodotto una politica in tal senso, al punto che a 12 anni di distanza da Rio iniziamo soltanto oggi ad assumere politicamente questa scelta. Malgrado questo nostro ritardo, laddove si è lavorato alcuni risultati sono stati raggiunti e si è potuto attraverso il coinvolgimento dei cittadini e dei soggetti portatori di interessi non solo definire soluzioni a problemi presenti sul territorio, ma anche (fatto importante) a far maturare una diffusa consapevolezza ambientale. Da qui si deve ripartire per valorizzare e rilanciare Agenda 21; questo strumento importante di partecipazione effettiva deve diventare il palinsesto dell azione politica dei Verdi, consentendole di assumere ruolo preminente nell ambito della gestione del territorio. Da qui si deve ripartire per valorizzare e rilanciare Agenda 21; questo strumento importante di partecipazione effettiva deve diventare il palinsesto dell'azione politica dei Verdi, consentendole di assumere ruolo preminente nell'ambito della gestione del territorio. In questo senso è necessario raccogliere la nuova sfida lanciata a Johannesburg affinché si passi dall'agenda 21, all'azione 21. Le proposte avanzate in questo contesto politico indicano in modo chiaro la necessità di ridistribuzione della ricchezza tra il nord e il sud del mondo attraverso il concetto del limite e della sostenibilità. Essere Verdi non vuole solo dire partecipare ai grandi eventi mondiali; ma essere al tempo stesso soggetti attivi e interpreti coerenti dei cambiamenti politici indicati. Il Gruppo Base : GIGLIOLA CORDIVIOLA LUCIANO GOBBI CESARINO ROMANI ROSANNA RIZZO GIUSEPPE NERONI ERASMO VENOSI Tecnici: LEONARDO MAROTTA STEFANO COSTA MASSIMO BASTIANI (Urbanista, Docente Universitario La Sapienza di Roma) STEFANO ARGNANI (Avvocato Banca Etica) Che cos è l Agenda 21 DURANTE il summit delle Nazioni Unite su Ambiente e Sviluppo svoltosi a Rio de Janeiro nel 1992, 178 governi di tutto il mondo hanno sottoscritto il programma di Agenda 21, un documento di principi, obiettivi e azioni a cui devono orientarsi le politiche a livello globale, nazionale e locale, per la promozione di uno sviluppo più equilibrato il XXI secolo. I quaranta capitoli dell'agenda 21 descrivono lo stato del tema trattato e gli obiettivi fondamentali. Ogni autorità locale dovrebbe poi dialogare con i cittadini, le organizzazioni locali e le imprese private ed adottare una propria Agenda 21 locale I suoi fondamenti sono la pianificazione e gestione sostenibile delle risorse ambientali, la prevenzione e precauzione nella gestione, il coinvolgimento e la partecipazione della comunità locale, la trasparenza, la responsabilità condivisa, la sussidiarietà, la costruzione del consenso, la giustizia sociale, l'equità e la crescita culturale della comunità. Il lavoro svolto ci ha portato ad individuare anche; il Modello di gestione di Agenda 21 da applicare all'interno del Partito, questo potrebbe aiutarci a superare vecchi metodi asfittici di gestione della politica organizzativa al nostro interno. I componenti del gruppo di lavoro si sono via via avvicendati, inizialmente si è aperto il confronto tra Verdi dell'emilia Romagna, Piemonte,Veneto. I momenti seminariali hanno registrato presenze di Verdi e Non provenienti anche da altre regioni. Abbiamo svolto per due anni un lavoro di gruppo, finalizzato ai due incontri seminariali Nazionali: i verdi ascoltano a reggio emilia primavera 2002 e i verdi propongono a bellaria. primavera la prima fase del nostro lavoro è stata improntata alla ricerca sullo stato dell applicazione di a21, abbiamo altresì verificato il percorso storico dalla nascita di a21 ad oggi. Nel 2002 a livello nazionale sono stati presentati complessivamente 803 progetti di A21. Su tutto il territorio Nazionale. * Coordinatrice del gruppo di lavoro

11 LETTERE n.10 n DICEMBRE GENNAIO agenzia di informazione della Federazione dei Verdi stile libero Enichem: colpevoli! Chi ha seguito il processo per il disastro a Porto Marghera non è rimasto molto sorpreso, per il verdetto d appello che ha ribaltato la prima, insensata (e cervellotica), sentenza. Una sentenza che legittimava i dirigenti del Petrolchimico a speculare sulla vita d altri esseri umani e che faceva carta straccia delle Leggi a protezione dei lavoratori e dell ambiente antecedenti al Che c erano, e se applicate avrebbero salvato molte vite. Come potevano centinaia di morti non sussistere? Migliaia di tonnellate d inquinanti scodellati per decenni in aria, acqua e discariche abusive non sussistere? Dottor Salvarani, si è reso conto di cos era la sua sentenza? Ma per quale motivo Montedison avrebbe mai patteggiato un risarcimento di 550 miliardi allo Stato, per uscire dal processo, se erano innocenti? Da quando la sentenza di primo grado è stata emessa, sono morte altre decine di persone, e ogni giorno ne continuano a morire, ad ammalarsi lentamente ma inesorabilmente. E non soltanto persone che all interno di Marghera lavoravano, basta vivere in quell ecosistema violentato per subirne la nocività. Vorrei poter invitare a cena l avv. Federico Stella, prestigioso difensore di Enichem ed offrirgli un bel piatto di spaghetti con le cozze raccolte davanti agli scarichi del Petrolchimico, giacché le apprezza così tanto! Può negare l evidenza, Avvocato, ma non la sentenza. Nessuna prescrizione, (nemmeno la Cassazione) potrà mai negare la vergogna del patto di segretezza fra le aziende chimiche, consapevoli delle evidenze degli studi del Prof. Maltoni. Negare l orrore, il puro Orrore, del documento interno di Enichem datato 1977, in cui si affermava...bisogna manutenere il meno possibile gli impianti... bisogna correre dei ragionevoli rischi. ; nessuno cancellerà mai l infamia dei gascromatografi tarati per non rilevare gli inquinanti, esimio Stella. E nessuno potrà più negare il coraggio e la lungimiranza di Gabriele Bortolozzo, uno dei più grandi eroi civili che l Italia abbia mai avuto. Il Davide contro Golia cui si deve l indiscutibile accertamento di una verità senza alcuna scusante: colpevoli! Roberto Pirani, Ravenna Primarie: votino anche gli immigrati Sono un tunisino da tempo in Italia.Ho letto che i Verdi sostengono il diritto di voto agli immigrati. Penso sia un ottima cosa: paghiamo le tasse ma non abbiamo diritti e voce in capitolo. Fini ha promesso ma nulla abbiamo ancora visto. Perché i Verdi non danno il buon esempio proponendo che alle primarie votino anche gli immigrati? AbdelKrim Hoduni, Marzara del Vallo (Tp) STILE LIBERO è la pagina della posta dei lettori, degli iscritti, di tutte/i coloro che vogliono chiedere o dire qualche cosa ai Verdi. Le lettere rigorosamente non più lunghe di 1000 battute (spazi compresi) devono essere inviate a: fax 06/ Mappe, la rivista teorica, a carattere monografico, della Federazione dei Verdi IN EDICOLA IL NUMERO DI FEBBRAIO Richiedi i volumi a Editoriale Eco - 5 cad. Via Castelfidardo 26, Roma - tel

12 12 n.1 n GENNAIO 2005 POLITICA ISTRUZIONI PER L USO VALLE D AOSTA Federazione Verdi Valle D Aosta sede:via Xavier de Maistre AOSTA tel. 0165/40575 fax 0165/ Presidente: Ugo Venturella PIEMONTE Federazione Verdi Piemonte sede: Via S.Francesco D Assisi TORINO tel. 011/ fax Rappresentanza a: Laura Cima - Vanni Cappellato LOMBARDIA Federazione Verdi Lombardia sede: Via Fiamma MILANO tel.02/ fax 02/ Rappresentanza a: Camillo Piazza - Natale Ripamonti LIGURIA Federazione Verdi Liguria sede: Via S. Siro GENOVA tel. 010/ fax Presidente: Cristina Morelli FRIULI V. G. Federazione Verdi Friuli Venezia Giulia sede: Via del Pesce TRIESTE Facente funzioni Presidente: Gianni Pizztati VENETO Federazione Verdi Veneto sede: Via Seismit Doda MARGHERA Tel. 041/ fax 041/ Presidente: Paolo De Marchi BOLZANO Federazione Verdi - Grünen Bolzano/Sudtirol sede: Via Bottai BOLZANO tel. 0471/ fax Presidente: Leander Moroder Federazioni regionali EMILIA ROMAGNA Federazione Verdi Emilia Romagna sede: Via Milazzo BOLOGNA Tel. e fax 051/ Rappresentanza a: Comitato formato dai Presidenti provinciali TOSCANA Federazione Verdi Toscana sede: Via Pisana 78/80 r FIRENZE tel. 055/ anche fax Presidente: Mario Lupi UMBRIA Federazione Verdi Umbria sede: Via Ciatti PERUGIA tel. 075/ anche fax Presidente: Franco Parlavecchio MARCHE Federazione Verdi Marche sede: Via Cardeto ANCONA tel. 071/ Presidente: Gianluca Carrabs LAZIO Federazione Verdi Lazio sede: Via del Macao ROMA tel. 06/ fax 06/ Presidente: Arturo Castrillo ABRUZZO Federazione Verdi Abruzzo sede: presso redazione della rivista D Abruzzo Piazza Duca D Aosta PESCARA tel. 085/ fax 085/ Presidente: Gaetano Basti CAMPANIA Federazione Verdi Campania sede: Vico d Afflitto NAPOLI tel.081/ fax 081/ Presidente: Alberto Patruno cell. 347/ BASILICATA Federazione Verdi Basilicata sede: in attesa di apertura Presidente: Francesco Mollica tel. regione 0971/ fax 0971/51785 PUGLIA Federazione Verdi Puglia sede: c/o Gruppo Cons. Regionale Verdi via Capruzzi BARI tel. 080/ Presidente: Michele Di Lorenzo CALABRIA Federazione Verdi Calabria sede provvisoria: c/o Gruppo Verdi Regione Calabria Via Cardinale Portanova REGGIO CALABRIA tel. 0965/ fax 0965/ Presidente: Leo Autelitano SICILIA Federazione Verdi Sicilia sede: Via Libertà PALERMO Presidente: Massimo Fundarò TRENTO Federazione Verdi Trento sede: Vicolo Galasso TRENTO tel. 0461/ fax 0461/ Presidente: Marco Boato Referente: Giorgio Pedrotti MOLISE Federazione Verdi Molise sede: Via Caldarelli CAMPOBASSO Presidente: Bartolomeo Terzano SARDEGNA Federazione Verdi Sardegna sede: Via Cavour NUORO tel. 0784/30022 anche fax Garante per la Sardegna: Marco Lion

PER UNA RESPONSABILITA SOCIALE D IMPRESA CHE SIA ELEMENTO STRUTTURALE DELLO SVILUPPO SOSTENIBILE

PER UNA RESPONSABILITA SOCIALE D IMPRESA CHE SIA ELEMENTO STRUTTURALE DELLO SVILUPPO SOSTENIBILE PER UNA RESPONSABILITA SOCIALE D IMPRESA CHE SIA ELEMENTO STRUTTURALE DELLO SVILUPPO SOSTENIBILE PREMESSA Per la prima volta quest anno la responsabilità sociale in Italia diventa un tema diffuso di dibattito

Dettagli

LE GRANDI RIFORME. Una giustizia più efficiente LA RIFORMA DEL DIRITTO CIVILE

LE GRANDI RIFORME. Una giustizia più efficiente LA RIFORMA DEL DIRITTO CIVILE LE GRANDI RIFORME Una giustizia più efficiente LA RIFORMA DEL DIRITTO CIVILE Il sistema giudiziario inefficiente penalizza fortemente cittadini e imprese I PUNTI PRINCIPALI DELLA RIFORMA Semplificazione

Dettagli

Dichiarazione di Atene sulle Città Sane

Dichiarazione di Atene sulle Città Sane Dichiarazione di Atene sulle Città Sane (Athens Declaration for Healthy Cities) Atene, Grecia, 23 giugno 1998 Mondiale della Sanità possono sostenere le azioni su cui si fonda la salute per tutti a livello

Dettagli

COMITATO PARITETICO DEL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI FORLI CESENA STATUTO - REGOLAMENTO

COMITATO PARITETICO DEL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI FORLI CESENA STATUTO - REGOLAMENTO COMITATO PARITETICO DEL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI FORLI CESENA ART. 1 Istituzione STATUTO - REGOLAMENTO E istituito ai sensi dell art. 23 della L.R. 21 Febbraio 2005, n.12 il Comitato Paritetico

Dettagli

La valutazione dei danno ambientale

La valutazione dei danno ambientale La valutazione dei danno ambientale Valmontone - Convegno: La Nuova Normativa Ambientale Ecoreati Ing. Leonardo Arru IL QUADRO NORMATIVO IN MATERIA DI DANNO AMBIENTALE La riparazione del danno ambientale

Dettagli

ambientale ai fini sia dell Annuario dei dati ambientali che ogni anno pubblichiamo, sia di eventuali altri utilizzi di questi indicatori di

ambientale ai fini sia dell Annuario dei dati ambientali che ogni anno pubblichiamo, sia di eventuali altri utilizzi di questi indicatori di COM-PA 8 novembre 2006 Sintesi dell intervento dell Ing. Gaetano Battistella Mi occupo di protezione dell ambiente e porterò una testimonianza in un campo parallelo, ma che ha sicuramente forti legami

Dettagli

ELEZIONI SUBITO? UN CATTIVO AFFARE PER IL PDL

ELEZIONI SUBITO? UN CATTIVO AFFARE PER IL PDL ELEZIONI SUBITO? UN CATTIVO AFFARE PER IL PDL Simulazioni elettorali sulla base del più recente sondaggio sulle intenzioni di voto - A cura di Piercamillo Falasca, 9 dicembre 2010 SINTESI Le elezioni anticipate

Dettagli

Il Consiglio comunale dei ragazzi.

Il Consiglio comunale dei ragazzi. Il Consiglio comunale dei ragazzi. Un Progetto per le bambine e i bambini, per i ragazzi e le ragazze tra intenzioni e scelte Premessa L Amministrazione comunale di Cento, con questo progetto, intende

Dettagli

DOCUMENTO DI LEGAUTONOMIE

DOCUMENTO DI LEGAUTONOMIE Convegno nazionale Senato delle autonomie/federalismo e riforma dell'ordinamento locale Roma, 14 Ottobre 2013 Tempio di Adriano Sala Convegni Piazza di Pietra Ore 9.30/14.00 DOCUMENTO DI LEGAUTONOMIE 2

Dettagli

Assemblea dei soci 29 gennaio 2011

Assemblea dei soci 29 gennaio 2011 Assemblea dei soci 29 gennaio 2011 Iniziamo ricordando che il 27 scorso è stata la giornata della memoria; quest anno non abbiamo fatto in tempo a organizzare qualche iniziativa come lo scorso anno ma

Dettagli

CONSULTA NAZIONALE AVIS GIOVANI

CONSULTA NAZIONALE AVIS GIOVANI CONSULTA NAZIONALE AVIS GIOVANI PREMESSA La presente premessa costituisce parte integrante del regolamento. Alcuni anni fa, in un momento in cui la realtà giovanile ha cominciato a prendere maggiormente

Dettagli

Agenda Locale COMUNE DI PASIANO DI PORDENONE 20-20-20 PIANO D AZIONE LOCALE

Agenda Locale COMUNE DI PASIANO DI PORDENONE 20-20-20 PIANO D AZIONE LOCALE COMUNE DI PASIANO DI PORDENONE Agenda Locale 21 20-20-20 PIANO D AZIONE LOCALE COMUNE DI PASIANO DI PORDENONE INDICE PREMESSA 3 ENERGIA 4 IL PIANO D AZIONE: L ENERGIA 5 1. COMUNICAZIONE E SENSIBILIZZAZIONE...

Dettagli

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE Saluto tutti i presenti: iscritti, simpatizzanti rappresentanti dei partiti..

Dettagli

IL WWF INTERNAZIONALE

IL WWF INTERNAZIONALE IL WWF INTERNAZIONALE Il World Wide Fund for Nature è stato fondato in Svizzera nel 1961 ed è oggi la più importante organizzazione per la conservazione della natura. Ha più di 5 milioni di soci distribuiti

Dettagli

Le proposte del CINI per la Riforma della cooperazione allo sviluppo italiana.

Le proposte del CINI per la Riforma della cooperazione allo sviluppo italiana. Le proposte del CINI per la Riforma della cooperazione allo sviluppo italiana. Premessa Con il presente documento, le Organizzazioni aderenti al CINI Coordinamento Italiano Network Internazionali - desiderano

Dettagli

SINTESI SUL DOCUMENTO TESTAMENTO BIOLOGICO

SINTESI SUL DOCUMENTO TESTAMENTO BIOLOGICO CHIESA CRISTIANA EVANGELICA BATTISTA VIALE MICHELANGELO GRIGOLETTI, 5 PORDENONE Tel. 0434/362431 - Fax 0434/1702623 - Cell. 340-5900148 e-mail: chiesabattistapn@libero.it chiesabattistapn@gmail.com sito:

Dettagli

CAMPAGNA UIL: MENO COSTI DELLA POLITICA = MENO TASSE SINTESI DELL ANALISI E DEI NUMERI

CAMPAGNA UIL: MENO COSTI DELLA POLITICA = MENO TASSE SINTESI DELL ANALISI E DEI NUMERI CAMPAGNA UIL: MENO COSTI DELLA POLITICA = MENO TASSE SINTESI DELL ANALISI E DEI NUMERI Secondo le nostre stime, sono oltre 1,3 milioni le persone che vivono direttamente, o indirettamente, di politica.

Dettagli

Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia

Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia Rischia di slittare la proclamazione degli eletti al Consiglio Regionale della Puglia a causa della scorretta trascrizione e conseguente

Dettagli

CONVEGNO NAZIONALE NIMBY FORUM - terza edizione ANDARE OLTRE IL GIARDINO INFRASTRUTTURE E CONSENSO PER UNO SVILUPPO DURATURO

CONVEGNO NAZIONALE NIMBY FORUM - terza edizione ANDARE OLTRE IL GIARDINO INFRASTRUTTURE E CONSENSO PER UNO SVILUPPO DURATURO CONVEGNO NAZIONALE NIMBY FORUM - terza edizione ANDARE OLTRE IL GIARDINO INFRASTRUTTURE E CONSENSO PER UNO SVILUPPO DURATURO SINTESI OSSERVATORIO MEDIA NIMBY FORUM - III EDIZIONE Dall analisi dell Osservatorio

Dettagli

La Direttiva 2000/60/CE nei siti internet istituzionali delle regioni italiane

La Direttiva 2000/60/CE nei siti internet istituzionali delle regioni italiane La Direttiva 2000/60/CE nei siti internet istituzionali delle regioni italiane a cura di Andrea Cori 3 settembre 2014 La Direttiva 2000/60/CE nei siti internet istituzionali delle regioni italiane Introduzione

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli

IL PARTITO DEVE ESSERE UN LUOGO

IL PARTITO DEVE ESSERE UN LUOGO La vittoria della coalizione del centrosinistra alle elezioni Comunali di Milano di quest anno ha aperto uno scenario inedito che deve essere affrontato con lungimiranza e visione per riuscire a trovare

Dettagli

EMBARGO FINO A SABATO 20 LUGLIO ORE 9.00 COMUNICATO STAMPA

EMBARGO FINO A SABATO 20 LUGLIO ORE 9.00 COMUNICATO STAMPA Ufficio Stampa EMBARGO FINO A SABATO 20 LUGLIO ORE 9.00 COMUNICATO STAMPA TURISMO ESTERO, CONFESERCENTI- REF: GLI STRANIERI CONTINUANO A SCEGLIERE L ITALIA, MA CONOSCONO POCO IL SUD: PREFERITO IL CENTRO-

Dettagli

Il Patto Globale. Corporate Leadership in the World Economy

Il Patto Globale. Corporate Leadership in the World Economy Il Patto Globale. Corporate Leadership in the World Economy Kofi Annan Scegliamo di unire il potere dei mercati con l autorevolezza degli ideali universalmente riconosciuti. 1. Le opportunità del Patto

Dettagli

ELEZIONI EUROPEE 25 MAGGIO 2014. www.lorenapesaresi.eu

ELEZIONI EUROPEE 25 MAGGIO 2014. www.lorenapesaresi.eu ELEZIONI EUROPEE 25 MAGGIO 2014 www.lorenapesaresi.eu Il PD nel PSE per l Europa Lavoro. Il PSE vuole una nuova politica industriale, la promozione di tecnologie verdi e tutele per i lavoratori; rilancio

Dettagli

LA PROMOZIONE DELLA SALUTE NELLA PIANIFICAZIONE URBANISTICA E TERRITORIALE Workshop di attivazione GL

LA PROMOZIONE DELLA SALUTE NELLA PIANIFICAZIONE URBANISTICA E TERRITORIALE Workshop di attivazione GL Federazione Friuli V.G LA PROMOZIONE DELLA SALUTE NELLA PIANIFICAZIONE URBANISTICA E TERRITORIALE Workshop di attivazione GL Venerdì 6 marzo 2009 Sede Regione FVG Via Sabbadini, 31 - UDINE ABSTRACT CONTRIBUTO

Dettagli

I Laboratori per lo Sviluppo sostenibile

I Laboratori per lo Sviluppo sostenibile I Laboratori per lo Sviluppo sostenibile a cura di Paola Poggipollini Realizzazione dell ufficio pubblico ideale : un idea riusabile che parte dal Servizio Tributi del Comune di Ferrara Ferrara, 15 novembre

Dettagli

Sviluppo sostenibile locale: Agenda 21 come processo partecipato e condiviso del nostro territorio

Sviluppo sostenibile locale: Agenda 21 come processo partecipato e condiviso del nostro territorio CoMoDo. Comunicare Moltiplica Doveri (art direction, grafica, fotografia Marco Tortoioli Ricci) Provincia di Terni in collaborazione con i Comuni della provincia Sviluppo sostenibile locale: Agenda 21

Dettagli

L ACQUA FONTE DI VITA È UN BENE COMUNE CHE APPARTIENE A TUTTI GLI ABITANTI DELLA TERRA

L ACQUA FONTE DI VITA È UN BENE COMUNE CHE APPARTIENE A TUTTI GLI ABITANTI DELLA TERRA Il Manifesto dell acqua IL DIRITTO ALLA VITA Veniamo dall Africa, dall America Latina, dal Nord America, dall Asia e dall Europa. Ci siamo riuniti nel 1998 con nessun altra legittimità o rappresentatività

Dettagli

La Direttiva Quadro sulle Acque e la Nuova Cultura dell Acqua

La Direttiva Quadro sulle Acque e la Nuova Cultura dell Acqua RIASSUNTO Il fatto che più di un miliardo di persone non abbiano diritto all acqua potabile e che più di due miliardi non godano di servizi igienici adeguati, unitamente al degrado dell ecosistema acquatico

Dettagli

Banca Popolare Etica. Roberto Guerra direttore filiale di Bari Banca popolare Etica. L interesse più alto è quello di tutti. Venerdì 1 giugno 2012

Banca Popolare Etica. Roberto Guerra direttore filiale di Bari Banca popolare Etica. L interesse più alto è quello di tutti. Venerdì 1 giugno 2012 Banca Popolare Etica L interesse più alto è quello di tutti Roberto Guerra direttore filiale di Bari Banca popolare Etica Venerdì 1 giugno 2012 Banca popolare Etica È punto di incontro tra: risparmiatori

Dettagli

MANIFESTO del Terzo Settore per la sostenibilità PREMESSA

MANIFESTO del Terzo Settore per la sostenibilità PREMESSA MANIFESTO del Terzo Settore per la sostenibilità PREMESSA Il Gruppo tematico Politiche ambientali e educazione chiede a tutte le realtà del Terzo Settore di impegnarsi per un futuro sostenibile e propone:

Dettagli

Oggetto: Calendario delle manifestazioni di concorso completo di equitazione. Anno 2015 1 periodo (fino al 26/07).

Oggetto: Calendario delle manifestazioni di concorso completo di equitazione. Anno 2015 1 periodo (fino al 26/07). Ai Comitati Organizzatori Comitati Regionali Segreterie di CCE All ANCCE Via email Roma, 17/12/2014 ADS/Prot.n. 09167 Dipartimento Concorso Completo Oggetto: Calendario delle manifestazioni di concorso

Dettagli

ATTIVARE LA SOLIDARIETÀ Percorsi formativi per studenti. www.trevisovolontariato.org

ATTIVARE LA SOLIDARIETÀ Percorsi formativi per studenti. www.trevisovolontariato.org ATTIVARE LA SOLIDARIETÀ Percorsi formativi per studenti www.trevisovolontariato.org Il Laboratorio Scuola & Volontariato è un iniziativa del Coordinamento delle associazioni di volontariato della Provincia

Dettagli

IL FORUM NAZIONALE DEI GIOVANI E IL SERVIZIO CIVILE

IL FORUM NAZIONALE DEI GIOVANI E IL SERVIZIO CIVILE IL E IL SERVIZIO CIVILE POSITION PAPER Approvato dall assemblea del 14-15 Dicembre 2013 INTRODUZIONE Il Forum Nazionale dei Giovani nella transizione italiana Il Forum Nazionale dei Giovani ha, in questi

Dettagli

Comitati Organizzatori Comitati Regionali Segreterie di CCE All ANCCE

Comitati Organizzatori Comitati Regionali Segreterie di CCE All ANCCE Ai Comitati Organizzatori Comitati Regionali Segreterie di CCE All ANCCE Via email Roma, 18/03/2015 ADS/Prot.n. 01924 Dipartimento Concorso Completo Oggetto: Calendario delle manifestazioni di concorso

Dettagli

La ricchezza (vera) delle regioni

La ricchezza (vera) delle regioni La ricchezza (vera) delle regioni La ricchezza (vera) delle regioni Anna Villa Nell'ottava edizione del Rapporto Quars, la classifica del benessere sostenibile. In testa il Trentino Alto Adige, scendono

Dettagli

E Monica Soldano, presidente di una delle associazioni promotrici del ricorso, Madre Provetta, a darne notizia.

E Monica Soldano, presidente di una delle associazioni promotrici del ricorso, Madre Provetta, a darne notizia. {mosimage}il TAR del Lazio ha giudicato illegittime le linee guida della Legge 40, la legge che regolamenta in Italia la fecondazione artificiale. La parte contestata sulla quale si è pronunciato il Tar

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Direzione generale per il mercato elettrico, le rinnovabili e l efficienza energetica, il nucleare di concerto con Ministero dell ambiente e della tutela del territorio

Dettagli

La Corte costituzionale e il diritto fondamentale di contrarre liberamente matrimonio

La Corte costituzionale e il diritto fondamentale di contrarre liberamente matrimonio La Corte costituzionale e il diritto fondamentale di contrarre liberamente matrimonio È illegittima una norma che limita la facoltà dello straniero di contrarre matrimonio in Italia per carenza del permesso

Dettagli

GENNAIO CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL SIENA. Giuseppe Di Vittorio 1954 MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ DOMENICA

GENNAIO CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL SIENA. Giuseppe Di Vittorio 1954 MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ DOMENICA GENNAIO 1 17 2 3 18 19 4 20 5 6 21 22 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 23 24 25 26 27 28 29 30 31 Vedo davanti a me tante facce, vedo dei neri,...dei bianchi, dei gialli, dei mezzi neri come me, ma tutti insieme,

Dettagli

B ECONOMIA SIC. E SINDACALE

B ECONOMIA SIC. E SINDACALE B ECONOMIA SIC. E SINDACALE Cooperativa Cesame. Berretta (Pd): Rinascita Cesame motivo di soddisfazione per tutta la città. Sapere che il marchio Cesame tornerà sul mercato e pensare che questa battaglia

Dettagli

Osservatorio banda larga e ultralarga e digital divide regioni Italia

Osservatorio banda larga e ultralarga e digital divide regioni Italia Osservatorio banda larga e ultralarga e digital divide regioni Italia Qual è la percentuale di popolazione in Italia raggiunta da servizi di accesso a Internet a banda larga e a banda ultralarga? Quanto

Dettagli

Atti Parlamentari 33 Camera dei Deputati

Atti Parlamentari 33 Camera dei Deputati Atti Parlamentari 33 Camera dei Deputati Tabella 4: Numero di aziende che utilizzano il fondo regionale ogni dieci aziende che si avvalgano del regime assicurativo Area N.ro ogni 10 aziende Nord-Ovest

Dettagli

Agenda 21 Scuola A cura di Daniela Cancelli L.E.A. Laboratorio di Educazione Ambientale Isola del Liri - 13 Maggio 2008

Agenda 21 Scuola A cura di Daniela Cancelli L.E.A. Laboratorio di Educazione Ambientale Isola del Liri - 13 Maggio 2008 Agenda 21 Scuola Un percorso didattico su Agenda 21 e idee per la progettazione partecipata A cura di Daniela Cancelli L.E.A. Laboratorio di Educazione Ambientale Isola del Liri - 13 Maggio 2008 Agenda

Dettagli

I. DIVISIONE AMMINISTRATIVA E CARATTERIZZAZIONE DI ALCUNE REGIONI ITALIANE

I. DIVISIONE AMMINISTRATIVA E CARATTERIZZAZIONE DI ALCUNE REGIONI ITALIANE I. DIVISIONE AMMINISTRATIVA E CARATTERIZZAZIONE DI ALCUNE REGIONI ITALIANE 1. LE REGIONI ITALIANE Amministrativamente il territorio della Repubblica Italiana è deviso in 20 regioni. Ogni regione ha il

Dettagli

NUOVO QUADRO PROGRAMMATICO STATO REGIONI E PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO PER L EDUCAZIONE ALL AMBIENTE E ALLA SOSTENIBILITA

NUOVO QUADRO PROGRAMMATICO STATO REGIONI E PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO PER L EDUCAZIONE ALL AMBIENTE E ALLA SOSTENIBILITA NUOVO QUADRO PROGRAMMATICO STATO REGIONI E PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO PER L EDUCAZIONE ALL AMBIENTE E ALLA SOSTENIBILITA Premessa Nel marzo 2007 è stato approvato dalla Conferenza Stato-Regioni

Dettagli

SINTESI DELLO STUDIO SUI COSTI DELLA POLITICA: RESPONSABILITA PERSONALI E DI SISTEMA

SINTESI DELLO STUDIO SUI COSTI DELLA POLITICA: RESPONSABILITA PERSONALI E DI SISTEMA SINTESI DELLO STUDIO SUI COSTI DELLA POLITICA: RESPONSABILITA PERSONALI E DI SISTEMA IL FUNZIONAMENTO DEGLI ORGANI ISTITUZIONALI CENTRALI E TERRITORIALI DELLA REPUBBLICA COSTA 6,4 MILIARDI DI EURO (209

Dettagli

Rifiuti: a quando l Authority?

Rifiuti: a quando l Authority? Rifiuti: a quando l Authority? Un settore alla ricerca di una via industriale Milano, Il Laboratorio sui Servizi Pubblici Locali di REF Ricerche avvia un filone di dibattito sull ambiente e sul ciclo dei

Dettagli

REGIONE TOSCANA PREAMBOLO

REGIONE TOSCANA PREAMBOLO REGIONE TOSCANA L.R. 2 aprile 2009, n. 16 Cittadinanza di genere B.U. Regione Toscana 06 aprile 2009, n. 11 PREAMBOLO Visto l articolo 117, terzo, quarto e settimo comma della Costituzione; Visto l articolo

Dettagli

RAPPORTO RIFIUTI URBANI ISPRA 2013 Sintesi dei dati

RAPPORTO RIFIUTI URBANI ISPRA 2013 Sintesi dei dati RAPPORTO RIFIUTI URBANI ISPRA 2013 Sintesi dei dati Contesto europeo Secondo i dati resi disponibili da Eurostat, integrati con i dati ISPRA per quanto riguarda l Italia, nel 2011 i 27 Stati membri dell

Dettagli

Pace, fraternità e dialogo Programma nazionale di Educazione alla Cittadinanza Democratica Anno scolastico 2015-2016

Pace, fraternità e dialogo Programma nazionale di Educazione alla Cittadinanza Democratica Anno scolastico 2015-2016 Pace, fraternità e dialogo Programma nazionale di Educazione alla Cittadinanza Democratica Anno scolastico 2015-2016 Premessa Educare alla pace è responsabilità di tutti ma la scuola ha una responsabilità

Dettagli

Gli spostamenti quotidiani per motivi di studio o lavoro

Gli spostamenti quotidiani per motivi di studio o lavoro Gli spostamenti quotidiani per motivi di studio o lavoro 4 agosto 2014 L Istat diffonde i dati definitivi del 15 Censimento generale della popolazione e delle abitazioni relativi agli spostamenti pendolari

Dettagli

CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE UFFICIO DI STATISTICA PROGRAMMA STATISTICO NAZIONALE MODELLO MGG00129

CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE UFFICIO DI STATISTICA PROGRAMMA STATISTICO NAZIONALE MODELLO MGG00129 CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE UFFICIO DI STATISTICA PROGRAMMA STATISTICO NAZIONALE MODELLO MGG00129 Indici territoriali di ricorso per Cassazione anno - 2013 SOMMARIO Introduzione 1. Indici di ricorso per

Dettagli

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 OGGETTO: ADESIONE AL PROGETTO METANO PROMOSSO DAL COMUNE DI TORINO E PREORDINATO A LIMITARE GLI EFFETTI INQUINANTI SULL AMBIENTE DEI TRADIZIONALI GAS DI SCARICO.

Dettagli

Pace, fraternità e dialogo Programma nazionale di Educazione alla Cittadinanza Democratica Anno scolastico 2015-2016

Pace, fraternità e dialogo Programma nazionale di Educazione alla Cittadinanza Democratica Anno scolastico 2015-2016 Pace, fraternità e dialogo Programma nazionale di Educazione alla Cittadinanza Democratica Anno scolastico 2015-2016 Premessa Educare alla pace è responsabilità di tutti ma la scuola ha una responsabilità

Dettagli

Discorso del Presidente del Parlamento Europeo, Prof. Dr. Hans-Gert Poettering. Palazzo del Quirinale Roma, 24 Giugno 2008

Discorso del Presidente del Parlamento Europeo, Prof. Dr. Hans-Gert Poettering. Palazzo del Quirinale Roma, 24 Giugno 2008 Discorso del Presidente del Parlamento Europeo, Prof. Dr. Hans-Gert Poettering Palazzo del Quirinale Roma, 24 Giugno 2008 Signor Presidente della Repubblica italiana Giorgio Napolitano, Signor Presidente

Dettagli

Oltre il Pil 2013: la geografia del benessere nelle regioni italiane e nelle città metropolitane

Oltre il Pil 2013: la geografia del benessere nelle regioni italiane e nelle città metropolitane Venezia, 13 dicembre 2013 Oltre il Pil 2013: la geografia del benessere nelle regioni italiane e nelle città metropolitane Presentazione Rapporto Oltre il Pil 2013 Serafino Pitingaro Responsabile Area

Dettagli

Facoltà di Economia e Commercio

Facoltà di Economia e Commercio Facoltà di Economia e Commercio Una analisi comparata degli obiettivi dei Piani Sanitari e Socio Sanitari delle Regioni e delle Province Autonome : 2003-2005 di: Eleonora Todini (*) (*) Il presente contributo

Dettagli

Indagine sulla procreazione medicalmente assistita

Indagine sulla procreazione medicalmente assistita Indagine sulla procreazione medicalmente assistita L indagine relativa alla procreazione medicalmente assistita ha prodotto solo 96 risposte, che è la percentuale del 27% rispetto al totale di 351 dei

Dettagli

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 11

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 11 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE ITALIA POPOLAZIONE Cose da sapere VOLUME 1 CAPITOLO 11 A. Le idee importanti l L Italia è uno Stato con 20 regioni e 103 province l In Italia ci sono molte città. Le

Dettagli

L uso dei dispositivi di sicurezza in Italia. I dati del Sistema Ulisse

L uso dei dispositivi di sicurezza in Italia. I dati del Sistema Ulisse L uso dei dispositivi di sicurezza in Italia. I dati del Sistema Ulisse di Giancarlo Dosi L utilità dei dispositivi di sicurezza L utilità del casco e delle cinture di sicurezza è ormai fuori discussione.

Dettagli

tipologie: 1 Ogni prestazione ha una tariffa omnicomprensiva e predeterminata. Ne esistono, normativamente, tre

tipologie: 1 Ogni prestazione ha una tariffa omnicomprensiva e predeterminata. Ne esistono, normativamente, tre La procreazione medicalmente assistita nei Livelli essenziali di assistenza per garantire prestazioni uniformi e trasparenti nel servizio sanitario nazionale a cura dell avv. Maria Paola Costantini (referente

Dettagli

SCHEMA DI PROTOCOLLO DI INTESA

SCHEMA DI PROTOCOLLO DI INTESA REGIONE SICILIANA PRESIDENZA DIPARTIMENTO DELLA PROGRAMMAZIONE INTERREG IIIC - ZONA SUD OPERAZIONE QUADRO REGIONALE TREND COMPOSANTE 4 - PROGETTI DIMOSTRATIVI SCHEMA DI PROTOCOLLO DI INTESA 1 Soggetto

Dettagli

Premesso che: tenuto conto che:

Premesso che: tenuto conto che: Premesso che: Interrogazione In 13 a Commissione Al Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare Al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti Al Ministro dello sviluppo economico

Dettagli

LA SPERIMENTAZIONE DEI PIANI LOCALI GIOVANI Sintesi e informazioni

LA SPERIMENTAZIONE DEI PIANI LOCALI GIOVANI Sintesi e informazioni LA SPERIMENTAZIONE DEI PIANI LOCALI GIOVANI Sintesi e informazioni PREMESSA La sperimentazione dei Piani Locali Giovani ha la finalità di sostenere l azione degli enti locali nel campo delle politiche

Dettagli

COSTO DEI TERREMOTI ITALIANI DEGLI ULTIMI 40 ANNI (M -2005) 4500 VITTIME + ABRUZZO 2009 (15.000???) IRPINIA-BASILICATA BELICE FRIULI 60.

COSTO DEI TERREMOTI ITALIANI DEGLI ULTIMI 40 ANNI (M -2005) 4500 VITTIME + ABRUZZO 2009 (15.000???) IRPINIA-BASILICATA BELICE FRIULI 60. Strumenti di prevenzione a livello nazionale: l art. 11 della L. 77/2009 Mauro Dolce Direttore Generale - Dipartimento della Protezione Civile Ufficio Rischio sismico e vulcanico Ordinario di Tecnica delle

Dettagli

Carla Soprani Comitato Cittadino Antidroga Ravenna comantidroga@libero.it www.perglialtri.it/comantidroga

Carla Soprani Comitato Cittadino Antidroga Ravenna comantidroga@libero.it www.perglialtri.it/comantidroga VERBALE COORDINAMENTO NAZIONALE DELLE REALTA DI AUTO AIUTO Bologna 18 ottobre 2008 Presenti: Carla Soprani Comitato Cittadino Antidroga Ravenna comantidroga@libero.it www.perglialtri.it/comantidroga www.perglialtri.it/convegnonazionaleautoaiuto

Dettagli

Fondo Paritetico Interprofessionale Nazionale per la Formazione Continua nelle imprese cooperative costituito da AGCI, Confcooperative, Legacoop e

Fondo Paritetico Interprofessionale Nazionale per la Formazione Continua nelle imprese cooperative costituito da AGCI, Confcooperative, Legacoop e 2014 Fondo Paritetico Interprofessionale Nazionale per la Formazione Continua nelle imprese cooperative costituito da AGCI, Confcooperative, Legacoop e CGIL, CISL, UIL Siamo il Fondo della formazione delle

Dettagli

Atteggiamenti e percezioni sulla qualità dell aria e dell ambiente

Atteggiamenti e percezioni sulla qualità dell aria e dell ambiente Qualità dell aria e cambiamento climatico: le sfide di fronte a noi Stakeholder meeting 2014 Atteggiamenti e percezioni sulla qualità dell aria e dell ambiente M A R I O B O F F I D i p a r t i m e n t

Dettagli

Caritas/Migrantes. Dossier Statistico Immigrazione 2009. XIX Rapporto. Immigrazione: conoscenza e solidarietà

Caritas/Migrantes. Dossier Statistico Immigrazione 2009. XIX Rapporto. Immigrazione: conoscenza e solidarietà Caritas/Migrantes Dossier Statistico Immigrazione 2009 XIX Rapporto Immigrazione: conoscenza e solidarietà In Europa, e specialmente nel nostro Paese, l immigrazione continua a crescere nonostante la crisi,

Dettagli

DIVENTARE GENITORI OGGI

DIVENTARE GENITORI OGGI In collaborazione con DIVENTARE GENITORI OGGI Indagine sulla fertilità/infertilità in Italia Sintesi della ricerca Roma, 1 ottobre 2014 La genitorialità come dimensione individuale L esperienza della genitorialità

Dettagli

Schema di Progetto di Piano per la valutazione e la gestione del rischio di alluvioni

Schema di Progetto di Piano per la valutazione e la gestione del rischio di alluvioni Schema di Progetto di Piano per la valutazione e la gestione del rischio di alluvioni Art. 7 della Direttiva 2007/60/CE e del D.lgs. n. 49 del 23.02.2010 Allegato 6 Sintesi delle misure/azioni adottate

Dettagli

COMMISSIONE CONSILIARE III. Sanità e Assistenza. Seduta del 28 settembre 2011 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE MARGHERITA PERONI

COMMISSIONE CONSILIARE III. Sanità e Assistenza. Seduta del 28 settembre 2011 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE MARGHERITA PERONI COMMISSIONE CONSILIARE III Sanità e Assistenza Seduta del 28 settembre 2011 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE MARGHERITA PERONI Argomento n. 4 all ordine del giorno: ITR N. 3113 Bando per l'accesso alla "Dote

Dettagli

IL RECENTE ORIENTAMENTO DELLA CASSAZIONE A SEZIONI UNITE IN TEMA DI AGEVOLAZIONI FISCALI ALLE FONDAZIONI BANCARIE

IL RECENTE ORIENTAMENTO DELLA CASSAZIONE A SEZIONI UNITE IN TEMA DI AGEVOLAZIONI FISCALI ALLE FONDAZIONI BANCARIE IL RECENTE ORIENTAMENTO DELLA CASSAZIONE A SEZIONI UNITE IN TEMA DI AGEVOLAZIONI FISCALI ALLE FONDAZIONI BANCARIE Nel corso del 2009 sono state pubblicate numerose sentenze delle Sezioni Unite della Suprema

Dettagli

Mappa dei percorsi formativi professionalizzanti secondo la normativa vigente

Mappa dei percorsi formativi professionalizzanti secondo la normativa vigente Mappa dei percorsi formativi professionalizzanti secondo la normativa vigente Mappa logica dei percorsi formativi professionalizzanti 8 7 Diploma tecnico superiore ITS Diploma di laurea 5 Specializzazione

Dettagli

IL DIRETTORE. VISTI lo Statuto e il Regolamento di amministrazione dell Agenzia delle dogane;

IL DIRETTORE. VISTI lo Statuto e il Regolamento di amministrazione dell Agenzia delle dogane; Prot. n. 29228 IL DIRETTORE VISTO il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300; VISTO il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165; VISTI lo Statuto e il Regolamento di amministrazione dell Agenzia delle

Dettagli

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM Studi Abilitazione all insegnamento delle discipline giuridiche ed economiche (classe di concorso A019) nelle scuole superiori conseguita a seguito di concorso ordinario presso

Dettagli

QUANTO COSTA STUDIARE IN ITALIA?

QUANTO COSTA STUDIARE IN ITALIA? CARTELLA STAMPA Presentata a Roma un indagine promossa dal Comitato Nazionale per la Valutazione del Sistema Universitario su La valutazione del costo degli studi universitari in Italia QUANTO COSTA STUDIARE

Dettagli

Esame delle proposte di legge C.5 ed abb. (Disposizioni in materia di rappresentanza e rappresentatività sindacale)

Esame delle proposte di legge C.5 ed abb. (Disposizioni in materia di rappresentanza e rappresentatività sindacale) CAMERA DEI DEPUTATI XI Commissione (Lavoro pubblico e privato) (Disposizioni in materia di rappresentanza e rappresentatività sindacale) 27 novembre 2013 AUDIZIONI ABI 2013 AUDIZIONI ABI - 2013 Le proposte

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte.

La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte. 1. Premessa. La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte. La comunità dei docenti e ricercatori dell area di Economia Aziendale, rappresentata dalle società scientifiche

Dettagli

la prova di ammissione ai corsi regionali di formazione specifica di Medicina generale è stata

la prova di ammissione ai corsi regionali di formazione specifica di Medicina generale è stata www.avvocatosantidelia.it www.psdlex.it www.avvocatomichelebonetti.it Egregio Dottore, la prova di ammissione ai corsi regionali di formazione specifica di Medicina generale è stata caratterizzata da numerose

Dettagli

Europa 2020 Obiettivi:

Europa 2020 Obiettivi: Europa 2020 Obiettivi: 1. Occupazione 2. R&S innalzamento al 75% del tasso di occupazione (per la fascia di età compresa tra i 20 e i 64 anni) dell'ue aumento degli investimenti in ricerca e sviluppo al

Dettagli

IL CONSIGLIO REGIONALE

IL CONSIGLIO REGIONALE 16 LEGGE REGIONALE 18 dicembre 2007, n. 39 Norme di attuazione della legge 7 dicembre 2007, n. 383 (Disciplina delle associazioni di promozione sociale). IL CONSIGLIO REGIONALE HA APPROVATO IL PRESIDENTE

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. Domenica, 14.09.2014. Il Secolo XIX - Ed. Levante. La Repubblica 1 La giungla dell eterologa dai ticket ai limiti d età le Regioni

RASSEGNA STAMPA. Domenica, 14.09.2014. Il Secolo XIX - Ed. Levante. La Repubblica 1 La giungla dell eterologa dai ticket ai limiti d età le Regioni RASSEGNA STAMPA Domenica, 14.09.2014 Il Secolo XIX - Ed. Levante 1 Regioni, il piano: l esenzione ticket scatterà a 67 anni La Repubblica 1 La giungla dell eterologa dai ticket ai limiti d età le Regioni

Dettagli

Campagna Energia per la vita

Campagna Energia per la vita Campagna Energia per la vita CreaFuturo c/o Acli cremona@acli.it c/o AmbienteScienze info@worldwewant.org VISITA UNO DI QUESTI SITI E FIRMA E FAI FIRMARE www.worldwewant.org (pulsante su homepage a sinistra

Dettagli

Il Partito Democratico del Trentino.

Il Partito Democratico del Trentino. Il Partito Democratico del Trentino. Le idee del candidato alla segreteria Roberto Pinter Più che da dove vieni conta chi sei e dove vai. La nascita del PD è anche questo, è un progetto che guarda avanti,

Dettagli

Piano di Azione Educativa sugli OdM attraverso i Gemellaggi Scolastici Nord-Sud. Università Ca Foscari. Venezia, 10 febbraio 2010

Piano di Azione Educativa sugli OdM attraverso i Gemellaggi Scolastici Nord-Sud. Università Ca Foscari. Venezia, 10 febbraio 2010 Piano di Azione Educativa sugli OdM attraverso i Gemellaggi Scolastici Nord-Sud Università Ca Foscari Venezia, 10 febbraio 2010 Premesse In riferimento all obiettivo di sensibilizzare ed educare allo sviluppo

Dettagli

Alfredo Bertelli. Sottosegretario alla Presidenza della Giunta Regione Emilia-Romagna

Alfredo Bertelli. Sottosegretario alla Presidenza della Giunta Regione Emilia-Romagna Alfredo Bertelli Sottosegretario alla Presidenza della Giunta Regione Emilia-Romagna Il convegno organizzato oggi dalla Prefettura di Bologna rappresenta un occasione importante di confronto. Proprio per

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato LAURICELLA. Disposizioni in materia di elezione della Camera dei deputati

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato LAURICELLA. Disposizioni in materia di elezione della Camera dei deputati Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati XVII LEGISLATURA DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI DOCUMENTI CAMERA DEI DEPUTATI N. 3385 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato LAURICELLA Disposizioni in materia

Dettagli

LINNE GUIDA PROGETTO Aci Bonaccorsi Sei Tu Il Bilancio Partecipato Del Comune di Aci Bonaccorsi

LINNE GUIDA PROGETTO Aci Bonaccorsi Sei Tu Il Bilancio Partecipato Del Comune di Aci Bonaccorsi LINNE GUIDA PROGETTO Aci Bonaccorsi Sei Tu Il Bilancio Partecipato Del Comune di Aci Bonaccorsi PREMESSA DALL INFORMAZIONE ALLA PARTECIPAZIONE: UN PERCORSO PER LA DEMOCRAZIA AD ACI BONACCORSI Il Comune

Dettagli

Presentazione del rapporto annuale L'ASSICURAZIONE ITALIANA 2013-2014 Vittorio Verdone Direzione Centrale Auto, Distribuzione e Consumatori

Presentazione del rapporto annuale L'ASSICURAZIONE ITALIANA 2013-2014 Vittorio Verdone Direzione Centrale Auto, Distribuzione e Consumatori Focus su sinistri, frodi e contenzioso r.c. auto I prezzi delle polizze r.c.a. e la normativa mancata La raccolta totale premi 2013 per canale distributivo Presentazione del rapporto annuale L'ASSICURAZIONE

Dettagli

I REDDITI E IL MERCATO DEL LAVORO NEL FRIULI VENEZIA GIULIA

I REDDITI E IL MERCATO DEL LAVORO NEL FRIULI VENEZIA GIULIA I REDDITI E IL MERCATO DEL LAVORO NEL FRIULI VENEZIA GIULIA Contributo di Laura Chies Esperta dell Agenzia e Dises - Università di Trieste e di Chiara Donati e Ilaria Silvestri Servizio statistica e affari

Dettagli

Come convivere: cambia tu!...lei non può. (dall etichetta di pericolo all esposizione)

Come convivere: cambia tu!...lei non può. (dall etichetta di pericolo all esposizione) CONCORSO DOCENTI Premio nazionale per docenti Didattica del REACH e del CLP Seconda edizione Come convivere: cambia tu!...lei non può. (dall etichetta di pericolo all esposizione) Concorso nazionale per

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. tra

PROTOCOLLO D INTESA. tra PROTOCOLLO D INTESA tra La Regione Emilia-Romagna, con sede in Bologna, Viale Aldo Moro, 52, codice fiscale n. 80062590379, rappresentata dall Assessore Alfredo Peri, in esecuzione della deliberazione

Dettagli

CONGESTION CHARGE: LE RAGIONI DI UN DISSENSO

CONGESTION CHARGE: LE RAGIONI DI UN DISSENSO CONGESTION CHARGE: LE RAGIONI DI UN DISSENSO 1. Premessa Nei mesi scorsi Assolombarda ha espresso all Amministrazione Comunale la propria contrarietà alla congestion charge, ritenendola un provvedimento

Dettagli

RAPPORTO RIFIUTI 2011 Sintesi dei dati

RAPPORTO RIFIUTI 2011 Sintesi dei dati RAPPORTO RIFIUTI 2011 Sintesi dei dati Produzione rifiuti: valori nazionali Nel 2009 cala la produzione dei rifiuti urbani in tutte le macroaree geografiche italiane: -1,6% al Centro, -1,4% al Nord e -0,4%

Dettagli

1 PARTE CARATTERISTICHE DEL SOGGETTO CONSULTATO

1 PARTE CARATTERISTICHE DEL SOGGETTO CONSULTATO 1 PARTE CARATTERISTICHE DEL SOGGETTO CONSULTATO 1. Sesso maschile femminile 2. Età anni 14-17 18-25 26-35 36-60 più di 60 3. In quale settore/i svolgi prioritariamente la tua attività? Ricerca Pubblica

Dettagli

Georientiamoci. Parte la terza edizione del progetto didattico per l'orientamento scolastico

Georientiamoci. Parte la terza edizione del progetto didattico per l'orientamento scolastico Georientiamoci. Parte la terza edizione del progetto didattico per l'orientamento scolastico Parte la 3a edizione di Georientiamoci, il progetto didattico per l orientamento promosso a livello nazionale

Dettagli