MOBILITY MANAGEMENT IVREA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MOBILITY MANAGEMENT IVREA"

Transcript

1 MOBILITY MANAGEMENT IVREA Analisi della mobilità sistematica Pianificazione attività Ivrea, novembre 2010

2 INDICE SEZIONE DESCRIZIONE PAG. - INTRODUZIONE MOBILITY MANAGEMENT IVREA: AMBITO E OBIETTIVI ANALISI DELL OFFERTA DI MOBILITÀ ANALISI DELLA DOMANDA DI MOBILITÀ INDAGINE SUI COMUNI DELLA CONURBAZIONE STUDIO DI FATTIBILITÀ SERVIZIO CAR SHARING STUDIO DI FATTIBILITÀ SERVIZIO BIKE SHARING APPROFONDIMENTO SULLE OPPORTUNITÀ DEL TERRITORIO PIANIFICAZIONE DELLE ATTIVITÀ ALLEGATI 93 2

3 INTRODUZIONE: LA MOBILITÀ SOSTENIBILE Con l'espressione Mobilità sostenibile si intende indicare l'esigenza di avere un sistema di mobilità urbana che, pur consentendo per ciascuno l'esercizio del proprio diritto alla mobilità, sia tale da non gravare eccessivamente sul sistema sociale in termini delle seguenti esternalità: inquinamento atmosferico ed emissioni di gas serra inquinamento acustico congestione dovuta al traffico veicolare incidentalità 3

4 DECRETO RONCHI D.M. 27/03/1998: MOBILITY MANAGER Le imprese e gli enti pubblici ( ) con più di 300 dipendenti ( ) adottano il piano degli spostamenti casa-lavoro (PSCL) del proprio personale dipendente, individuando a tal fine un responsabile della mobilità aziendale ( ) finalizzato alla riduzione dell'uso del mezzo di trasporto privato individuale e ad una migliore organizzazione degli orari per limitare la congestione del traffico L OBIETTIVO PRIORITARIO è assegnare grande centralità alle politiche di governo della domanda di trasporto. Il Mobility Manager assume valenza di sensore sul territorio e di strumento di promozione della mobilità sostenibile. In generale: opera sul governo della domanda di trasporto; lavora sugli spostamenti sistematici; Recepisce le esigenze specifiche indagando comportamenti modali delle persone. 4

5 MOBILITY MANAGER D AREA E AZIENDALE: DEFINIZIONE Le successive integrazioni al Decreto Ronchi (D.M ) individuano due figure con ruoli complementari: il Mobility Manager d Area e il Mobility Manager Aziendale. Mobility Manager d Area Viene nominato dalle amministrazioni locali e il suo ruolo è principalmente quello di promuovere il Mobility Management e coordinare i diversi attori del processo. E inoltre il principale interlocutore tra le aziende, le istituzioni locali e il trasporto pubblico locale. Mobility Manager Aziendale Viene nominato dall azienda e ha il compito di coinvolgere l azienda e i suoi lavoratori nell individuazione di soluzioni alternative all uso dell auto privata. Lo strumento di supporto è il Piano Spostamenti Casa-Lavoro che rappresenta la formalizzazione dell insieme delle strategie che verranno applicate. Il Mobility Manager d Area svolge la funzione di tramite tra le diverse figure individuando i migliori interventi sull'offerta che favoriscano le azioni sulla domanda seguite dai Mobility Manager Aziendali. 5

6 IL MOBILITY MANAGER D AREA: RUOLI E COMPETENZE Il Mobility Manager d Area è la struttura di supporto e di coordinamento dei Mobility Manager Aziendali, di Enti pubblici e aziende private Promuove il mobility management per migliorare la mobilità sistematica nella propria area di riferimento con particolare riguardo ai modi di spostamento sostenibili ; Procede alla ricognizione territoriale delle aziende e degli enti locali che per legge sono tenute a presentare il Piano degli Spostamenti Casa-Lavoro dei dipendenti; Approva i PSCL delle aziende e degli enti pubblici e stipula l accordo di programma per l applicazione del piano; Rappresenta l interlocutore primo per aziende, amministrazione pubblica e gestori del trasporto, diventando il punto di contatto tra il livello politico e quello gestionale. 6

7 MOB. MANAGER AZIENDALE: OBIETTIVI E STRUMENTI Gli obiettivi che il Mobility Manager deve raggiungere sono: Far rientrare l'azienda nel quadro normativo vigente; Ridurre i costi aziendali per la mobilità casa-lavoro e business dei dipendenti; Migliorare il rapporto azienda/dipendenti, aumentandone di conseguenza l'efficienza; Migliorare l'impatto complessivo dell'azienda sul territorio e la sua immagine. Lo strumento a sostegno di tutta l attività del Mobility Manager è il PIANO SPOSTAMENTI CASA-LAVORO (o CASA-SCUOLA) Strumento di sviluppo, implementazione e controllo di un insieme ottimale di misure utili per la razionalizzazione degli spostamenti casa-lavoro del personale dipendente, che include servizi e attività di Mobility Management. L approvazione del PSCL di un azienda è compito delle istituzioni locali e del Mobility Manager di Area, la cui conoscenza diffusa delle problematiche di mobilità locali garantisce maggior completezza nella valutazione. 7

8 SEZIONE 1. IVREA: AMBITO E OBIETTIVI PAR. DESCRIZIONE PAG. 1 OBIETTIVI 9 2 GLI ATTORI COINVOLTI 10 3 IL PERCORSO DI PROGETTO 11 8

9 1.1 MOBILITY MANAGEMENT: OBIETTIVI Il mobility manager territoriale ha il compito di analizzare le opportunità presenti sul territorio di competenza al fine di individuare i servizi che possono soddisfare le esigenze di mobilità dell area QUATTRO OBIETTIVI OPERATIVI INTRODURRE SERVIZI DI MOBILITÀ SULLA CITTÀ DI IVREA INDIVIDUARE SINERGIE DI MOBILITÀ PER LA CONURBAZIONE INDIVIDUARE SOLUZIONI DI GESTIONE DELLA MOBILITÀ SISTEMATICA ANALIZZARE I DATI DI MOBILITÀ DEL TERRITORIO 9

10 1.2 MOBILITY MANAGEMENT: GLI ATTORI COINVOLTI MOBILITY MANAGER DELL AREA EPOREDIESE Stefano Casati - MUOVERSI AREA EPOREDIESE ABITANTI SUPERFICIE 174 KM2 COMUNI COINVOLTI POLI ATTRATTORI DI MOBILITÀ QUASSOLO BORGOFRANCO DI IVREA LESSOLO MOLTALTO DORA CHIAVERANO CASCINETTE BUROLO BOLLENGO ALBIANO STRAMBINO ROMANO CANAVESE PAVONE SAMONE BANCHETTE DI IVREA SALERANO LORANZÈ COLLERETTO GIACOSA FIORANO CANAVESE AZIENDE PRIVATE Aziende con più di 300 dipendenti Poli industriali e di servizi SERVIZI PUBBLICI Tribunale Ospedali Ambulatori ASL ISTITUTI SCOLASTICI Scuole primarie Istituti superiori Facoltà di scienze infermieristiche AREE COMMERCIALI Centri Commerciali Aree mercatali 10

11 1.3 MOBILITY MANAGEMENT: PERCORSO DI PROGETTO STAKEHOLDER ENGAGEMENT ANALISI MOBILITÀ PIANIFICAZIONE SOLUZIONI Comuni Conurbazione Scuole Aziende Confindustria Organizzazioni Sindacali Questionario Comuni Questionario Scuole Questionario Imprese Finanziamenti Pubblici Incontri gestori servizi 1.MOBILITÀ CASA- LAVORO 2.MOBILITÀ CASA- SCUOLA 3.SICUREZZA STRADALE 4.MOBILITÀ CICLABILE 11

12 SEZIONE 2. ANALISI DELL OFFERTA DI MOBILITÀ PAR. DESCRIZIONE PAG. 1 LE PRINCIPALI ARTERIE DI COMUNICAZIONE 13 2 IL TRASPORTO PUBBLICO URBANO 15 3 IL TRASPORTO PUBBLICO EXTRAURBANO 17 4 IL TRASPORTO SU FERRO E IL MOVICENTRO 19 5 LE PISTE CICLABILI NELLA CONURBAZIONE 20 12

13 2.1 LE PRINCIPALI ARTERIE DI COMUNICAZIONE (1/2) L accessibilità autostradale verso il Comune di Ivrea è garantito attraverso i seguenti assi A5: Collega Torino al Traforo del Monte Bianco passando per Ivrea A4: autostrada Torino -Trieste D36 Diramazione Stroppiana-Santhia' R04 Raccordo A4/A5 IVREA Milano Il Progetto del Traforo di Montenavale, prevede la costruzione di una galleria lunga metri, che consentirà la connessione est ovest della strada Pedemontana SS n. 228 e SS n. 565 con il collegamento con l A5 per Milano. Torino Traffico 13

14 2.1 LE PRINCIPALI ARTERIE DI COMUNICAZIONE (2/2) La città di Ivrea è accessibile attraverso le seguenti strade statali e tangenziali: NORD SUD: SS n. 26 OVEST: tramite via Jervis che attualmente rappresenta l unico ingresso alla città provenendo dall attuale casello autostradale di Ivrea e la SS n. 565 Pedemontana nella direzione Rivarolo Torino Est: SS n. 228 per Vercelli Santhià e tramite la SS n. 338 per Biella Direttrice Aosta Collegamento con l A5 Collegamento San Bernardo Direzione Lago di Viverone Direttrice Chivasso Collegamento con l A4 14

15 2.2 IL TRASPORTO PUBBLICO NELLA CITTÀ DI IVREA (1/2) Il trasporto pubblico locale nel Comune di Ivrea viene gestito dal vettore GTT. Mappa Linee urbane TPL conurbazione di Ivrea Attualmente ci sono 8 linee che servono il Comune nell area urbana e quella della conurbazione. 15

16 2.2 IL TRASPORTO PUBBLICO NELLA CITTÀ DI IVREA (2/2) Le linee di trasporto pubblico del Comune di Ivrea servono sia la parte della circolare urbana della città sia i Comuni della Conurbazione di Ivrea. Linea 1 LINEA Linea 1 barrato PERCORSO Frazione S.Anna - Bullengo - Burolo - Ivrea (corso Vercelli - corso M.D Azeglio - P.zza Freguglia - via Circonvallazione - Porta Aosta - corso Garibaldi - corso Nigra - Stazione FS - Stradale Torino - viale della Liberazione) Quartiere Bellavista S. Bernardo - Quartiere Bellavista - Ivrea - Torre Belfredo - Albiano Linea 2 Burolo -Cascinette -Ivrea -Banchette -Samone Linea 3 S. Germano - Borgofranco - Montalto Dora - Ivrea - Banchette - Salerano Linea 4 Pavone - Banchette - Q. S. Giovanni Linea 5 Quassolo - Baio Dora - Calea - Lessolo - Fiorano - Salerano - Banchette - Ivrea - Chiaverano - Bienca Linea 6 Ivrea - Banchette - Samone - Colleretto Giacosa - Loranzè Campana - Loranzè Alto Circolare A Bellavista - Ivrea - Bellavista 16

17 2.3 IL TRASPORTO PUBBLICO EXTRAURBANO Il trasporto pubblico extraurbano della città di Ivrea viene principalmente gestito dalle linee di GTT di Torino, ATAP di Vercelli e la SADEM. Le linee collegano Ivrea con le principali città di Aosta, Torino, Vercelli e Milano. Il capolinea di alcune linee extraurbano è il nodo di interscambio Movicentro. LINEA PERCORSO VETTORE 3133 TORINO - IVREA GTT 4108 Ivrea - Vische - Chivasso GTT 4151 Cossano - Ivrea GTT 4152 Silva - Vialfrè - Ivrea GTT 4156 Andrate - Ivrea GTT 4512 Ivrea - Castellamonte - Valchiusella GTT 5143 Pont - Ivrea GTT 5145 Rivarolo - Ivrea GTT Linea 24 Biella -Mongrando-Sala-Torrazzo-Magnano-Ivrea ATAP Linea 56 Vercelli -Santhià-Cavaglià-Ivrea ATAP Linea 78 Cavaglià - Cigliano - Borgomasino - Vestignè - Ivrea - Scarmagno ATAP Linea 96 Cossato - Biella - Cerrione - Zimone - Piverone - Ivrea - Scarmagno ATAP Linea 022 Torino - Chivasso - Ivrea - Carema SADEM Linea Grugliasco - Torino - Ivrea - Borgofranco SADEM Linea Borgofranco - Ivrea - Verrone SADEM Linea Torino - Caluso - Ivrea SADEM Linea Ivrea - Settimo T.SE SADEM Linea Torino - Ivrea SADEM Linea 025 Ivrea - Milano SADEM Linea 0150 Chatillon - Ivrea (autolinea scolastica) SADEM Linea 0160 Aosta - Ivrea SADEM Linea 0180 Torino - Cervinia SADEM 17

18 2.3 IL TRASPORTO PUBBLICO - CARICO L analisi degli utilizzatori del trasporto pubblico di Ivrea è stato effettuato considerando i dati di carico di alcune linee della fine del Le linee sono state monitorate per due settimane dal 12 al 25 novembre, per le sole fermate di Ivrea. Gli orari utili monitorati per il conteggio del numero degli utenti saliti e di quelli scesi dai mezzi variano in base alla linea e vanno dalle 4.05 alle Linea Linea Linea Linea 108 Linea Linea 348 Linea Linea Linea 256 LEGENDA: Utenti Saliti Utenti Scesi FERMATA UTENTI FERMATA UTENTI IVREA - STAZIONE FERROVIARIA 9189 IVREA - VIA JERVIS 98 IVREA - SAN LORENZO 1565 IVREA - CORSO MASSIMO D'AZEGLIO,4 93 IVREA - VIA CIRCONVALLAZIONE, IVREA - NUOVI UFFICI OLIVETTI 90 IVREA - STANDA - CORSO D'AZEGLIO 686 IVREA - BELLAVISTA 48 IVREA - PORTA AOSTA 621 SAN BERNARDO - VIA TORINO IVREA - SAN BERNARDO 521 TORRE BALFREDO 38 IVREA - CORSO GARIBALDI, IVREA - I.T.I.S. BELLAVISTA 8 SAN BERNARDO - STABILIMENTO OLIVETTI 205 IVREA - ICO - VIA JERVIS 8 IVREA - VIA DI VITTORIO 105 IVREA - CORSO RE UMBERTO I,

19 2.4 IL TRASPORTO SU FERRO E IL MOVICENTRO L accessibilità alla città di Ivrea attraverso le linee ferroviarie è garantita da Trenitalia. Le tre linee che servono la città sono: Aosta Torino Porta Nuova Chivasso DIREZIONE TORINO P.N. ORARIO PARTENZE IVREA La stazione ferroviaria di Ivrea è ben collegata con i servizi di trasporto pubblico urbano ed extraurbano attraverso Movicentro, il nodo di interscambio intermodale, dove si incrociano i servizi di trasporto urbano, extraurbano e ferroviario e dove è presente un parcheggio per le auto. IVREA CHIVASSO AOSTA

20 2.5 LE PISTE CICLABILI NELLA CONURBAZIONE Le piste ciclabili si estendono nella città di Ivrea per 7 km, su Via dei Mulini, Corso D Azeglio, Corso Botta, Corso Re Umberto I e Corso Cavour. Inoltre, è presente la ciclostrada che parte da Chivasso ed arriva a Ivrea, per un totale di 55 km COMUNE Comune di Ivrea Altri Comuni della Conurbazione ESTENSIONE PISTA CICLABILE 7 km 1,5 km PERCORSO ESTENSIONE CICLOSTRADA CHIVASSO - IVREA 55 km 20

21 SEZIONE 3. ANALISI DELLA DOMANDA DI MOBILITÀ PAR. DESCRIZIONE PAG. 1 ANALISI DELLA MOBILITÀ CASA-LAVORO 22 2 ANALISI DELLA MOBILITÀ CASA-SCUOLA 35 21

22 3.1 ANALISI SPOSTAMENTI CASA-LAVORO: INTRODUZIONE Le aziende presenti sul territorio della Conurbazione di Ivrea sono per la maggior parte di dimensioni medio - piccole. Il 95% delle aziende conta meno di 10 dipendenti e 219 aziende hanno meno di 40 dipendenti. Attualmente sono presenti sul territorio 14 aziende con più di 100 dipendenti. COMUNE NUMERO ADETTI <10 tra 10 e 50 tra 50 e 100 tra 100 e 250 oltre 250 Totale Albiano d'ivrea Banchette Bollengo Borgofranco d'ivrea Burolo Cascinette d'ivrea Chiaverano Colleretto Giacosa Fiorano Canavese Ivrea Lessolo Loranze' Montalto Dora Pavone Canavese Quassolo Romano Canavese Salerano Canavese Samone Strambino Totale complessivo

23 3.1 LE AREE A CONCENTRAZIONE DI LAVORATORI Nella città di Ivrea, la presenza di aziende grandi come la Olivetti ha permesso per anni l occupazione dei cittadini. Dopo la crisi, si notano flussi di lavoratori diretti verso i grandi poli di Torino e Milano. Cso Vercelli, Burolo, Bollengo si sviluppa attorno all asse viario, circa lavoratori Attualmente ad Ivrea ci sono 4 grandi poli, che occupano circa persone. BioIndustry Park Polo tecnologico in espansione, con alcune grandi aziende (Bracco). Ca. 600 persone Area PIP San Bernardo gestita dal Consorzio Insediamenti produttivi, persone Via Jervis (ex Olivetti) Grandi aziende (Wind Vodafone) lavoratori 23

24 3.1 ANALISI SPOSTAMENTI CASA-LAVORO: INTRODUZIONE Per l analisi sono state coinvolte 51 aziende presenti nei Comuni della Conurbazione di Ivrea. Il 41% delle aziende coinvolte ha sede nel Comune di Ivrea. Dayco Europe Wirelab AZIENDE Gestore Bioindustry Park Olivetti ASL TO4 G.S. Service S.P.A. Advalso Consorzio Informatico Canavese Eporlux Spa Siglabile Epx Spa Olivetti I-jet Engineering.It Manitalidea Spa Vodafone Omnitel N.V. Wind Telecomunicazioni Comdata Ivrea Pininfarina Ex Bull (Compuprint) Sferal W.W.T Punto Lavoro Soc. Coop.A.R.L. Manitalidea Tribunale Oliit Spa Sferal World Wide Technology Srl Finmek Automation S.R.L. Azienda Servizi Ambiente Selca Gatta Osai S.p.A. Bracco Imaging Istituto Di Ricerche Biomediche Antoine Marxer Rbm Spa Poste Italiane I.C.A.S. Cogeis Spa SSC (Palazzo Uffici) GM Sinter Group - Stab. Tecsinter di Ivrea Cappio Baccanetto Claudio & C. Snc RGI Videodelta - S.R.L. Arpa CTS Electronics Sma Spa Wirelab Fasti Industriale Emmevi Mv S.P.A. Cell Tell Zanzi Officine Meccaniche SCS Società Canavesana Servizi Urmet Engineering (Palazzo Uffici) Gruppo NVD - N.V.D. Trading S.R.L. Ribes Informatica Innovis Abc Farmaceutici 24

25 3.1 ANALISI CASA-LAVORO: IL QUESTIONARIO L indagine di spostamenti casalavoro è stata attivata nel corso del 2010 e ha visto il coinvolgimento di 51 aziende, di cui 12 hanno fornito una risposta completa Le aziende che hanno risposto contano un totale di dipendenti. È stato richiesto alle aziende di fornire le anagrafiche anonime dei dipendenti in modo da mappare i flussi di mobilità casa-lavoro. AZIENDA DIPENDNETI INDIRIZZO COMUNE ANAGRAFICHE Dayco Europe 537 Stradale Torino, 603, IVREA Olivetti, Olivetti I-jet 227 Via Jervis, 77, IVREA Vodafone Omnitel N.V. 692 Via Jervis, 13, IVREA Poste Italiane 80 Corso Torino, 499, IVREA - Bracco Imaging 110 Via Ribes, 5, COLLERETTO GIACOSA - I.C.A.S. 84 Via Torino, 288, IVREA - RGI 150 Via C. Pavese, 6, IVREA - CTS Electronics 125 Corso Vercelli, 332, IVREA - Fasti Industriale 70 Via Polisen, 24, QUASSOLO Gatta 56 via Ribes, 15, COLLERETTO GIACOSA Consorzio Informatico Canavese Istituto Di Ricerche Biomediche Antoine Marxer Rbm Spa 155 Via Frai, IVREA Via Ribes, 1, COLLERETTO GIACOSA - 25

26 3.1 ANALISI CASA-LAVORO: GEOCODIFICA AZIENDE L obiettivo dell indagine è quello di introdurre delle iniziative di mobilità sostenibile e ottimizzare gli spostamenti casalavoro delle sedi aziendali del territorio eporediese. 26

27 3.1 ANALISI CASA-LAVORO: INTERVENTI ATTUATI Le aziende che hanno già introdotto la gestione organizzata o il sistema informativo per i servizi di Car Pooling, Car Sharing, Infomobilità o la promozione di acquisto dell abbonamento al trasporto pubblico verso i propri dipendenti mostrano l interesse di continuare ad usare gli strumenti indicati per le proprie sedi e per i spostamenti operativi dei dipendenti. SERVIZI GESTIONE ORGANIZZATA INTERESSE AD INTRODURRE I SERVIZI TOTALE CAR POOLING CAR SHARING INFOMOBILITÀ ABBONAMENTO TRASPORTO PUBBLICO

28 3.1 GEOLOCALIZZAZIONE DEL PERSONALE DIPENDENTE Sono stati mappati dipendenti di 5 aziende presenti sul territorio della conurbazione. Sono 341 i lavoratori che provengono dal Comune di Ivrea. I Comuni con più di 50 dipendenti nelle aziende dell area sono: Banchette (66) Castelmonte (62) Cuorgnè (51) Montalto Dora (56) Pavone Canavese (54) Strambino (80) Torino (88) 28

29 3.1 GEOLOCALIZZAZIONE DEI DIPENDENTI: DAYCO L azienda Dayco, ubicata in Via Torino 603, a Ivrea, conta 528 dipendenti, provenienti da 115 comuni. Sono 77 i dipendenti provenienti dal Comune di Ivrea, ovvero il 15% dei lavoratori DAYCO PROVENIENZA # % IVREA 77 15% STRAMBINO 43 8% CUORGNE' 31 6% Gli operai sono 408 e lavorano su 3 turni, , e Sono 120 i dipendenti che lavorano dalle alle CASTELLAMONTE 29 5% PAVONE CANAVESE 21 4% TORINO 17 3% RIVAROLO CANAVESE 16 3% ALTRO % TOTALE % 29

30 3.1 GEOLOCALIZZAZIONE DEI DIPENDENTI: FASTI L azienda Fasti, ubicata in Via Polisen 24, a Montalto Dora, conta 70 dipendenti, provenienti da 17 comuni. La maggior parte dei dipendenti proviene da Montalto Dora (23%)e altri comuni vicini all azienda. La maggior parte dei dipendenti lavora dalle 8.00 alle 17.00, ma gli orari sono flessibili. FASTI PROVENIENZA # % MONTALTO DORA 16 23% BORGOFRANCO D IVREA 14 20% IVREA 9 13% CHIAVERANO 4 6% BUROLO 3 4% STRAMBINO 3 4% ALTRO 21 30% TOTALE % 30

31 3.1 GEOLOCALIZZAZIONE DEI DIPENDENTI: GATTA L azienda Gatta, ubicata in Via Ribes, 15, a Colleretto Giacosa, conta 60 dipendenti, provenienti da 25 comuni. GATTA PROVENIENZA # % IVREA 7 12% BANCHETTE 4 7% 20 dipendenti lavorano su due turni dalle 6.00 alle e dalle alle LESSOLO 4 7% TORINO 4 7% Il 12% dei dipendenti proviene da Ivrea. VISTRORIO 4 7% CASTELLAMONTE 3 5% PAVONE CAN. SE 3 5% SAMONE 3 5% ALTRO 28 47% TOTALE % 31

32 3.1 GEOLOCALIZZAZIONE DEI DIPENDENTI: OLIVETTI L azienda Olivetti, ubicata in Via Jervis 77, a Ivrea, conta 422 dipendenti, provenienti da 114 comuni. Sono 79 i dipendenti provenienti dal Comune di Ivrea. La maggior parte dei dipendenti (278) lavora dalle alle16.36 e 98 dipendenti lavorano dalle 8.15 alle dipendenti lavorano su tre orari , e L azienda offre un servizio gratuito di navetta per i propri dipendenti. OLIVETTI PROVENIENZA # % IVREA 79 19% TORINO 24 6% CASTELLAMONTE 15 4% PAVONE CANAVESE MONTALTO DORA 15 4% 13 3% AGLIE' 12 2% CALUSO 12 2% ALTRO % TOTALE % 32

33 3.1 GEOLOCALIZZAZIONE DEI DIPENDENTI: VODAFONE L azienda Vodafone, ubicata in Via Jervis 13, a Ivrea, conta 668 dipendenti, provenienti da 156 comuni. Sono 169 i dipendenti provenienti da Ivrea e 43 provenienti da Torino. L azienda lamenta carenza di collegamenti TPL per chi proviene da Torino Nel corso del 2006, l azienda ha redato il Piano di Spostamenti Casa-Lavoro dei dipendenti, dal quale viene evidenziato che: 51% utilizza l auto 10% utilizza la moto Il 2% utilizza la bici 22% utilizza la navetta aziendale 2% utilizza il car pooling 7% arriva a piedi VODAFONE PROVENIENZA # % IVREA % TORINO 43 6% BANCHETTE 35 5% STRAMBINO 21 4% CASTELLAMONTE 15 3% BORGOFRANCO D'IVREA MONTALTO DORA 14 2% 14 2% SAMONE 14 2% ALTRO % TOTALE % 33

34 3.1 MAPPATURA DEI SERVIZI NAVETTA Su 12 aziende intervistate solo 2 offrono per i propri dipendenti il servizio di navetta per gli spostamenti casalavoro-casa (Olivetti e Vodafone) con un totale di 5 mezzi. SERVIZIO NAVETTA OLIVETTI Servizio con partenza da Torino e arrivo ad Ivrea, e viceversa, con le fermate intermediarie a Mappano, Leinì, Volpiano e Scarmagno. Il servizio proposto è completamente gratuito per i dipendenti. SERVIZIO NAVETTA VODAFONE Dalle risposte del questionario è stato possibile mappare i percorsi delle navette aziendali con i collegamenti Torino - Ivrea, Milano Ivrea. Collegamenti: Torino-Ivrea Fasti Industriale SpA RGI SpA Poste Italiane Dayco Europe Srl ICAS SpA Bracco Imaging Servizio che collega Ivrea con Torino e Milano. Il servizio viene utilizzato dal 22% dei dipendenti. Milano-Ivrea OLIVETTI CTS Electronics SpA Vodafone Omnitel N.V. RBM SpA Gatta Srl 34

35 3.2 ANALISI SPOSTAMENTI CASA-SCUOLA: INTRODUZIONE L indagine di Mobility Management è stata attivata alla fine di febbraio 2010 con l obiettivo di introdurre delle iniziative di mobilità sostenibile e ottimizzare gli spostamenti casa-scuola delle sedi scolastiche del territorio eporediese. Il questionario ha trattato i seguenti temi: Mappatura dello stato attuale dei plessi scolastici; Mappatura delle esigenze di mobilità con i differenti mezzi di trasporto; Obiettivi, proposte di interventi e tematiche. 35

36 3.2 ANALISI CASA-SCUOLA: IL QUESTIONARIO L indagine di Mobility Management sulle scuole ha visto il coinvolgimento di 13 scuole per un totale di 55 plessi scolastici coinvolti. Oltre il I ed il III Circolo Didattico di Ivrea hanno risposto la Direzione Didattica di Azeglio, Strambino e Cagliero, le scuole Leonardo Da Vinci e D Andrade, il liceo A. Gramsci e Carlo Botta, l IIS Olivetti di Ivrea, l istituto CSEA e l istituto Giovanni Cena, la scuola secondaria di I grado E. Fermi. 36

37 3.2 MAPPATURA DEI PLESSI SCOLASTICI Dalle risposte del questionario è stato possibile mappare 31 plessi scolastici del territorio eporediese. In queste sedi giungono ogni giorno oltre persone tra studenti, insegnanti e personale ATA STUDENTI 902 INSEGNANTI 259 PERSONALE ATA Scuola D Azeglio I Circolo di Ivrea III Circolo di Ivrea.. IIS Olivetti Istituto G. Cena Liceo C. Botta Scuola di Strambino Scuola D Andrade Istituto Cagliero 37

38 3.2 MAPPATURA PLESSI SCOLASTICI ORARI ATA Ad eccezione del I Circolo Didattico di Ivrea e l Istituto Cagliero l orario di ingresso del personale ATA varia dalle ore 7.00 alle Per tutte le scuole analizzate l uscita del personale avviene entro le ore

39 3.2 MAPPATURA PLESSI SCOLASTICI: ORARI INSEGNANTI Prevalentemente l orario di ingresso degli insegnati varia dalle ore 7.50 alle Per tutte le scuole analizzate l uscita degli insegnati avviene entro le ore

40 3.2 MAPPATURA PLESSI SCOLASTICI: ORARI STUDENTI I Circoli Didattici di Ivrea, l istituto Cagliero e l IIS Olivetti hanno più orari di ingresso e uscita distribuiti nelle fasce e Dal questionario è emerso che nella sola fascia oraria oltre studenti si recano a scuola. 40

41 3.2 LE MODIFICHE DI ORARIO DEL 2010 A seguito della riforma scolastica del prossimo anno le scuole Leonardo Da Vinci ed E. Fermi subiranno una modifica degli orari di ingresso e di uscita; Le modifiche di tali orari coinvolgeranno oltre 530 studenti. Scuola Tipologia Vecchio Orario Nuovo Orario L. Da Vinci Personale ATA Insegnanti Studenti Personale ATA A seguito della riforma scolastica del prossimo anno le scuole IIS Olivetti Ivrea e Giovanni Cena subiranno una modifica degli orari di uscita; Le modifiche di tali orari coinvolgeranno oltre studenti. E. Fermi IIS Olivetti C.Cena Insegnanti / /14.00/16.00 Studenti Personale ATA Insegnanti Studenti Personale ATA Insegnanti Studenti

42 3.2 LE ABITUDINI DI SPOSTAMENTO CASA-SCUOLA Alcuni Circoli Didattici di Ivrea, come l istituto C. Cagliero e la scuola statale di Strambino, hanno redatto il Piano Spostamenti Casa- Scuola. L istituto IIS Olivetti di Ivrea ha condotto un questionario sia perle modalità di spostamento degli insegnanti, sia degli alunni. Dall analisi si evince che la maggior parte degli insegnanti si sposta con l auto, mentre gli studenti raggiungono la scuola principalmente con il TPL. Scuola Scuola di Strambino Istituto C. Cagliero Scuola primaria Olivetti Scuola primaria San Bernardo Liceo A. Gramsci Scuola primaria D Azeglio IIS Olivetti Ivrea Scuola dell infanzia di viale Biella Istituto "Giovanni Cena" * % degli insegnanti ** % degli studenti Metodo PSCS Split Modale Auto Moto Bici TPL Scuola Bus A Piedi Questionario 50% % 15% Indagine a campione N.D. N.D. N.D. N.D. N.D. N.D. Questionario 60% % Questionario 70% % Questionario 33% 3% 1% 58% - 5% Questionario N.D. N.D. N.D. N.D. N.D. N.D. Questionario 80%* 5%** N.D. 90%** N.D. 5% Questionario 80% N.D. 1% N.D. 4% 15% Altro N.D. N.D. N.D. N.D. N.D. N.D. 42

43 3.2 ANALISI SCUOLE: LE CRITICITÀ EMERSE (2/2) Dall analisi, 4 scuole hanno evidenziato che la velocità delle auto in prossimità degli ingressi risulta essere elevata. Giudizio sulla velocità delle auto in prossimità degli ingressi: Pericolosa; 20% Inoltre, 6 scuole giudicano la situazione della zona d ingresso fuori controllo e pericolosa. Elevata; 13% Media; 17% Moderata; 50% Giudizio sulla zona d ingresso durante l entrata e l uscita degli studenti: Senza problemi ma migliorabile; 23% Ben attrezzata; 27% Fuori controllo; 30% Disorganizzata; 23% 43

44 3.2 ANALISI SCUOLE: LE CRITICITÀ EMERSE (1/2) La maggior parte delle scuole che hanno partecipato al questionario evidenziano l assenza di piste ciclabili. Inoltre, 17 plessi analizzati presentano barriere architettoniche in prossimità degli ingressi. Giudizio sulla situazione delle seguenti aree intorno al plesso scolastico: Attraversamenti pedonali Segnaletica verticale Segnaletica orizzontale Barriere Architettoniche Percorsi ciclabili Percorsi pedonali % 10% 20% 30% 40% 50% 60% 70% 80% 90% 100% LEGENDA: Non presente Precario Stato Discreto Stato Buono Stato 44

45 3.2 ANALISI SCUOLE: ELEMENTI DI ACCESSIBILITÀ (1/2) Sono 5 le scuole che hanno evidenziato rallentamenti e code nel traffico durante l entrata e l uscita degli studenti. 17 scuole invece non presentano ingressi per i disabili. Giudizio sulla situazione del traffico in prossimità degli ingressi: Rallentato; 17% Code; 3% Regolare; 43% Intenso; 37% Presenza di ingressi per disabili: NO; 57% SI; 47% 45

46 3.2 ANALISI SCUOLE: ELEMENTI DI ACCESSIBILITÀ (2/2) L indagine di mobility management ha permesso di evidenziare i principali ambiti di intervento per migliorare l accessibilità dei plessi. L elenco delle istanze di accessibilità inserite dalle scuole all interno del questionario è visionabile nell allegato 4. ACCESSIBILITÀ DELLE SCUOLE Alcune scuole della conurbazione sono sprovviste di marciapiedi e attraversamenti pedonali sicuri in prossimità degli ingressi. 8 plessi scolastici richiedono degli interventi per mettere in sicurezza le aree limitrofe alla sede. ESEMPI DI INGRESSI SCOLASTICI NON IN SICUREZZA Ingresso Scuola d infanzia Dora Baltea sprovvisto di segnaletica orizzontale e dossi artificiali di rallentamento Ingresso Scuola Media Statale Da Vinci sprovvisto di segnaletica verticale e dossi artificiali di rallentamento 46

47 3.2 I PERCORSI EDUCATIVI DELLE SCUOLE 23 scuole di quelle analizzate hanno offerto ai propri studenti percorsi di sicurezza stradale o di mobilità sostenibile; Gli studenti delle scuole D Andrade, D Azeglio, IIS Olivetti e scuola dell infanzia di viale Biella hanno partecipato a percorsi per la riduzione della CO2. Scuole che hanno offerto agli studenti percorsi di educazione alla sicurezza stradale o di mobilità sostenibile: Altro Educazione stradale Raccolta differenziata Mobilità sostenibile Educazione ambientale Scuole che hanno offerto agli studenti percorsi di riduzione delle emissioni di CO2 Piedi Bus 4 Car pooling scolastico - Bici Bus - 47

48 3.2 MAPPATURA PLESSI SCOLASTICI: PSCS Dal questionario è emerso che quattro scuole coinvolte hanno presentato istanze per aderire a bandi ministeriali inerenti la mobilità sostenibile. In particolare, la scuola primaria Alfredo D Andrade, scuola primaria Rodari, scuola dell'infanzia di viale Biella e la direzione didattica statale di Azeglio. SCUOLA SCUOLA PRIMARIA ALFREDO D ANDRADE SCUOLA PRIMARIA RODARI PROGETTO Progetto "Pedibus" Progetto "Pedibus" SCUOLA DELL'INFANZIA DI VIALE BIELLA "Ti Muovi" della provincia di Torino DIREZIONE DIDATICA STATALE DI AZEGLIO Educazione stradale Progetto "Ti muovi" 48

49 3.2 FOCUS IVREA: LA NUMEROSITÀ DEGLI STUDENTI La mappa a destra rappresenta la numerosità degli studenti sulle scuole mappate statali e non statali: - primarie - secondarie di I grado - secondarie di II grado e enti di formazione- Ogni giorno il territorio di Ivrea è interessato da: - oltre studenti di scuole primarie statali - ca. 700 studenti di scuole secondarie di primo grado - ca studenti di scuole secondarie di secondo grado - ca. 600 studenti di enti di formazione e C.T.P. per un totale di oltre studenti 49

UFFICIO DI PIANO PROVINCIALE LABORATORIO TEMATICO TRASPORTI E MOBILITA CONSORZIO IN.RE.TE DI IVREA

UFFICIO DI PIANO PROVINCIALE LABORATORIO TEMATICO TRASPORTI E MOBILITA CONSORZIO IN.RE.TE DI IVREA UFFICIO DI PIANO PROVINCIALE LABTORIO TEMATICO TRASPORTI E MOBILITA CONSORZIO IN.RE.TE DI IVREA VERIFICA ACCESSIBILITA AI SERVIZI SANITARI SOCIO-ASSISTENZIALI E SCOLASTICI Relatore: Salvatore DELLA VALLE

Dettagli

PIANO SPOSTAMENTI CASA-LAVORO ENEL Sedi di C.so Regina Margherita, Via Botticelli e Via Rondò Bernardo

PIANO SPOSTAMENTI CASA-LAVORO ENEL Sedi di C.so Regina Margherita, Via Botticelli e Via Rondò Bernardo PIANO SPOSTAMENTI CASA-LAVORO ENEL Sedi di C.so Regina Margherita, Via Botticelli e Via Rondò Bernardo Torino, Febbraio 2009 MVRS_ENEL_214_08 AGENDA INTRODUZIONE RISULTATI DELL INDAGINE DI MOBILITÀ QUADRO

Dettagli

MOBILITY MANAGEMENT il Piano Spostamenti Casa-Lavoro (PSCL)

MOBILITY MANAGEMENT il Piano Spostamenti Casa-Lavoro (PSCL) MOBILITY MANAGEMENT il Piano Spostamenti Casa-Lavoro (PSCL) Gli strumenti e le tecniche per definire un piano di mobilità e realizzare un database di supporto al Mobility Mangement Torino, aprile 2010

Dettagli

ANALISI PSCL EXECUTIVE SUMMARY

ANALISI PSCL EXECUTIVE SUMMARY ANALISI PSCL EXECUTIVE SUMMARY Sedi di C.so Marche, Caselle Nord, Caselle Sud Torino, Dicembre 2008 MVRS_ALENIA_174_08 AGENDA OBIETTIVI AZIONI QUESTIONARIO PSCL ANALISI DEGLI SPOSTAMENTI: QUADRO GENERALE

Dettagli

Mobilità Sostenibile MOBILITY MANAGMENT

Mobilità Sostenibile MOBILITY MANAGMENT 1 Piano d Azione per l Energia Sostenibile Mobilità Sostenibile MOBILITY MANAGMENT Mobility Managment La Commissione mondiale sull ambiente e lo sviluppo (Rapporto Brundtland, 1987), ha definito lo sviluppo

Dettagli

IL MOBILITY MANAGEMENT

IL MOBILITY MANAGEMENT IL MOBILITY MANAGEMENT L. BERTUCCIO, E. CAFARELLI Euromobility Associazione Mobility Manager Dei 24 capoluoghi di provincia con un numero di abitanti superiore a 150.000 unità non tutti hanno fornito l

Dettagli

Sintesi del Piano spostamenti casalavoro comprensorio di Mirafiori. Mobility Team Mirafiori

Sintesi del Piano spostamenti casalavoro comprensorio di Mirafiori. Mobility Team Mirafiori Sintesi del Piano spostamenti casalavoro comprensorio di Mirafiori Mobility Team Mirafiori 20 Novembre, 2010 Sostenibilità La mobilità sostenibile rappresenta un area ad elevato interesse per l Azienda

Dettagli

Metano e trasporti per il governo della mobilità

Metano e trasporti per il governo della mobilità Parma, 16 marzo 2010 Metano e trasporti per il governo della mobilità Lo stato dell arte delle più recenti azioni di mobilità sostenibile promosse dal Ministero dell ambiente Arch. Giovanna Rossi Ministero

Dettagli

LA MOBILITA SOSTENIBILE A ROMA TRE ESPERIENZE DI MOBILITY MANAGEMENT NELL UNIVERSITA

LA MOBILITA SOSTENIBILE A ROMA TRE ESPERIENZE DI MOBILITY MANAGEMENT NELL UNIVERSITA LA MOBILITA SOSTENIBILE A ROMA TRE ESPERIENZE DI MOBILITY MANAGEMENT NELL UNIVERSITA DECRETO 27 MARZO 1998 A seguito dell emanazione del Decreto 27 marzo 1998 del Ministero dell Ambiente, l Università

Dettagli

Azioni per la mobilità sostenibile

Azioni per la mobilità sostenibile Azioni per la mobilità sostenibile 2004: PIANO INTEGRATO DELLA CICLABILITA e diversi interventi 1) PIANO INTEGRATO DELLA CICLABILITA Obiettivo: individuare la rete ciclabile di collegamento degli 11 comuni

Dettagli

Bando 2014 per la concessione di aiuti a sostegno di programmi di investimento delle imprese del Canavese

Bando 2014 per la concessione di aiuti a sostegno di programmi di investimento delle imprese del Canavese Programma di sviluppo del Canavese Area Centro per l impiego di Ivrea Bando 2014 per la concessione di aiuti a sostegno di programmi di investimento delle imprese del Canavese 1 Finalità Al fine di sostenere

Dettagli

Piano spostamenti Casa - Lavoro

Piano spostamenti Casa - Lavoro Piano spostamenti Casa - Lavoro anno 2010 IKEA Torino Viale Svezia, 1 10093 Collegno (TO) INTRODUZIONE Come previsto dal D.M. 27 marzo 1998 (art. 1 comma 3) il negozio IKEA di Collegno avendo in organico

Dettagli

COMUNE DI VOLVERA LUGLIO 2015 VOLVERA TRASPORTO PUBBLICO. Il nuovo sistema integrato. I Servizi Gli Orari Le Fermate Le Tariffe

COMUNE DI VOLVERA LUGLIO 2015 VOLVERA TRASPORTO PUBBLICO. Il nuovo sistema integrato. I Servizi Gli Orari Le Fermate Le Tariffe COMUNE DI VOLVERA VOLVERA LUGLIO 2015 TRASPORTO PUBBLICO Il nuovo sistema integrato I Servizi Gli Orari Le Fermate Le Tariffe Introduzione Cari Concittadini, con questa pubblicazione l Amministrazione

Dettagli

SCHEDATURA DEL PERCORSO PARTECIPATO PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI NELLE AREE LIMITROFE AI PLESSI SCOLASTICI

SCHEDATURA DEL PERCORSO PARTECIPATO PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI NELLE AREE LIMITROFE AI PLESSI SCOLASTICI PROVINCIA DI TORINO TAVOLO AGENDA 21 Qualità della vita e mobilità sostenibile intorno ai plessi scolastici SCHEDATURA DEL PERCORSO PARTECIPATO PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI NELLE

Dettagli

PSCL FERRERO SEDE di PINO TORINESE

PSCL FERRERO SEDE di PINO TORINESE PSCL FERRERO SEDE di PINO TORINESE REPORT FINALE Pino Torinese, 18 novembre 2008 MVRS_FERRERO_182_08 INDICE SEZIONE DESCRIZIONE 1 ANALISI ACCESSIBILITA 2 QUESTIONARIO 3 FOCUS GROUP S SOLUZIONI MUOVERSI

Dettagli

4 Forum Car-Sharing. Martedì 7 aprile 2009 Auditorium Ara Pacis Roma. Ing. Antonio Venditti

4 Forum Car-Sharing. Martedì 7 aprile 2009 Auditorium Ara Pacis Roma. Ing. Antonio Venditti 4 Forum Car-Sharing Il ruolo del Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare nello sviluppo dei servizi di Car Sharing sul territorio nazionale Martedì 7 aprile 2009 Auditorium Ara

Dettagli

Indagine sugli spostamenti casa lavoro dei dipendenti della Cgil di Rimini effettuata nel periodo maggio giugno 2012

Indagine sugli spostamenti casa lavoro dei dipendenti della Cgil di Rimini effettuata nel periodo maggio giugno 2012 effettuata nel periodo maggio giugno 2012 Una prima valutazione su quanto emerso dalle risposte al questionario. L iniziativa,vuole mettere la CGIL di Rimini nella condizione di dare l esempio (pensata,

Dettagli

Per una città più sostenibile SEMINARIO NAZIONALE PROGETTO EUROPEO TIDE

Per una città più sostenibile SEMINARIO NAZIONALE PROGETTO EUROPEO TIDE Per una città più sostenibile NUMERI E CRITICITA Congestione: 135 milioni di ore perse = - 1,5 miliardi di euro/anno Sicurezza stradale: 15.782 incidenti 20.670 feriti 154 morti circa 1,3 miliardi di euro/anno

Dettagli

LE INFRASTRUTTURE MOBILI E DEL SISTEMA VIABILISTICO NELL AREA METROPOLITANA

LE INFRASTRUTTURE MOBILI E DEL SISTEMA VIABILISTICO NELL AREA METROPOLITANA Capitolo 1. Il programma delle infrastrutture mobili e del sistema viabilistico nell area metropolitana. Come già detto, nel documento Indirizzi di politica urbanistica, elaborato dall Assessorato all

Dettagli

Francesco Pierri Mobility Manager Provincia di Milano

Francesco Pierri Mobility Manager Provincia di Milano Intervento Francesco Pierri Mobility Manager Provincia di Milano Sala Falck Assolombarda 29 gennaio 2007 Convegno MUOVERE PERSONE E MERCI: LE POLITICHE E I PROGETTI PER LA COSTRUZIONE DELLA CITY LOGISTICS

Dettagli

Il Piano di mobilità per Poli Industriali della Provincia di Treviso

Il Piano di mobilità per Poli Industriali della Provincia di Treviso Il Piano di mobilità per Poli Industriali della Provincia di Treviso Poli coinvolti Polo industriale di Villorba Polo industriale di Conegliano Veneto - Vittorio Veneto collocati entrambi a nord del Comune

Dettagli

2. DAL MODELLO TEORICO ALLA REALIZZAZIONE PRATICA

2. DAL MODELLO TEORICO ALLA REALIZZAZIONE PRATICA 2. DAL MODELLO TEORICO ALLA REALIZZAZIONE PRATICA 2.1. Un processo graduale La messa in atto di un sistema di monitoraggio, quale quello sinteticamente delineato nel capitolo precedente, richiede un cambiamento

Dettagli

Tavolo Qualità della vita e mobilità sostenibile intorno ai plessi scolastici

Tavolo Qualità della vita e mobilità sostenibile intorno ai plessi scolastici Tavolo Qualità della vita e mobilità sostenibile intorno ai plessi scolastici Premessa Monitoraggio degli spostamenti casa scuola, a. s. 2014-15 CHIVASSO Il monitoraggio degli spostamenti casa scuola è

Dettagli

3. LA BANCA DATI E GLI INDICATORI

3. LA BANCA DATI E GLI INDICATORI 3. LA BANCA DATI E GLI INDICATORI Per descrivere lo stato attuale del sistema della mobilità è stata predisposta una banca dati che ha sistematizzato su supporti informatici condivisi tutte le informazioni

Dettagli

Il progetto Movicentro: l esperienza del Comune di Cuneo. Città di Cuneo Assessorato alla mobilità e ai trasporti

Il progetto Movicentro: l esperienza del Comune di Cuneo. Città di Cuneo Assessorato alla mobilità e ai trasporti Negli ultimi anni i livelli di traffico e di inquinamento atmosferico registrati a Cuneo hanno indotto istituzioni e cittadini all adozione di nuove e più sostenibili modalità di spostamento. Il Comune

Dettagli

European Mobility Week. Palermo 16/22 settembre. Mobilità sostenibile a Palermo

European Mobility Week. Palermo 16/22 settembre. Mobilità sostenibile a Palermo European Mobility Week Palermo 16/22 settembre Mobilità sostenibile a Palermo A A sampler (of benzene level) in a central street: Via Roma Zone a traffico limitato ZTL A = auto Euro 3 and Euro 4 e mezzi

Dettagli

LE BUONE PRATICHE. ESPERIENZE DI MOBILITY MANAGEMENT DI AZIENDA. STMICROELECTRONICS

LE BUONE PRATICHE. ESPERIENZE DI MOBILITY MANAGEMENT DI AZIENDA. STMICROELECTRONICS LE BUONE PRATICHE. ESPERIENZE DI MOBILITY MANAGEMENT DI AZIENDA. STMICROELECTRONICS Liceo delle Scienze Applicate AGNESI - Merate Agrate Brianza, 27 aprile 2015 Il decalogo ambientale 2 Agrate Brianza

Dettagli

MOBILITY MANAGEMENT. Piacenza, 7 luglio 2008. Servizio Trasporti e Attività Produttive

MOBILITY MANAGEMENT. Piacenza, 7 luglio 2008. Servizio Trasporti e Attività Produttive MOBILITY MANAGEMENT Piacenza, 7 luglio 2008 Decreto Ronchi Decreto Ronchi del 27 marzo 1998 sulla "Mobilità sostenibile nelle aree urbane" Tutte le Aziende e gli Enti Pubblici con più di 300 dipendenti

Dettagli

Servizio di Trasporto Pubblico a chiamata a servizio dell'area Metropolitana Nord-Est

Servizio di Trasporto Pubblico a chiamata a servizio dell'area Metropolitana Nord-Est novembre 2012 Servizio di Trasporto Pubblico a chiamata a servizio dell'area Metropolitana Nord-Est ESTENSIONE DEL SERVIZIO a SAN MAURO TORINESE A genzia Mobil ita Metropolitana Torino Comune di Chivasso

Dettagli

PIANO DEGLI SPOSTAMENTI CASA-LAVORO SITO DI TORINO

PIANO DEGLI SPOSTAMENTI CASA-LAVORO SITO DI TORINO PIANO DEGLI SPOSTAMENTI CASA-LAVORO SITO DI TORINO Dicembre 2011 INDICE DEI CAPITOLI INDICE DEI CAPITOLI... 2 PREMESSA... 3 1. INTRODUZIONE E OBIETTIVI... 4 1.1. GLI OBIETTIVI... 6 1.2. IL QUADRO NORMATIVO...

Dettagli

Piano degli Spostamenti Casa-Lavoro MONCALIERI

Piano degli Spostamenti Casa-Lavoro MONCALIERI Piano degli Spostamenti Casa-Lavoro MONCALIERI Rapporto di Aggiornamento 2011 Indice Lettera del Mobility Manager... 3 Nota metodologica... 4 Premessa... 5 Il Mobility Management in Intesa Sanpaolo...

Dettagli

Mobility Management. NORMATIVA DI RIFERIMENTO DECRETO 27 Marzo 1998 del Ministero dell'ambiente

Mobility Management. NORMATIVA DI RIFERIMENTO DECRETO 27 Marzo 1998 del Ministero dell'ambiente Pag. 2/6 1 LA FASE INFORMATIVA 1.1 IL QUADRO DI RIFERIMENTO Con l accezione Mobility Management si intende affermare un approccio ai problemi della mobilità orientato alla gestione della domanda che sviluppa

Dettagli

AEG Reti Distribuzione srl

AEG Reti Distribuzione srl AEG RETI DISTRIBUZIONE S o ci e t à u n i p e r s o n a l e a r. l. A s s o g g e t t at a a d i r ez i o n e e c o o r d i n a m en t o d a A Z IE N D A E N E R G I A E G A S S o c i et à C o o p er at

Dettagli

PROVINCIA DI BERGAMO SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITORIALE, TRASPORTI E GRANDI INFRASTRUTTURE Servizio Trasporti

PROVINCIA DI BERGAMO SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITORIALE, TRASPORTI E GRANDI INFRASTRUTTURE Servizio Trasporti PROVINCIA DI BERGAMO SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITORIALE, TRASPORTI E GRANDI INFRASTRUTTURE Servizio Trasporti LA RETE PROVINCIALE DEI MOBILITY MANAGER E LE OPPORTUNITA DI FINANZIAMENTO Bergamo, 9 febbraio

Dettagli

Sintesi risultati tavoli tematici e prossimi passi. Incontro plenario 14 giugno 2005

Sintesi risultati tavoli tematici e prossimi passi. Incontro plenario 14 giugno 2005 Sintesi risultati tavoli tematici e prossimi passi Incontro plenario 14 giugno 2005 Il percorso partecipativo di questo secondo ciclo del Forum di Agenda 21 locale è stato articolato in tre differenti

Dettagli

Politiche per la mobilità ed i trasporti 9.1 Inquadramento strategico

Politiche per la mobilità ed i trasporti 9.1 Inquadramento strategico Politiche per la mobilità ed i trasporti 9.1 Inquadramento strategico Le trasformazioni che hanno investito la forma urbana negli ultimi anni hanno reso necessario riconsiderare le dinamiche territoriali;

Dettagli

area tematica: MOBILITÀ TRASPORTI SISTEMA INFRASTRUTTURALE

area tematica: MOBILITÀ TRASPORTI SISTEMA INFRASTRUTTURALE Tabella A. area tematica: MOBILITÀ TRASPORTI SISTEMA INFRASTRUTTURALE sottotemi Analisi delle dinamiche e delle criticità Consistente pendolarismo caratterizzato da uno scarso uso del mezzo pubblico (gli

Dettagli

DALLA PROGRAMMAZIONE ALLA GESTIONE DELLE STRUTTURE PER LA SOSTA: L ESPERIENZA DI TORINO

DALLA PROGRAMMAZIONE ALLA GESTIONE DELLE STRUTTURE PER LA SOSTA: L ESPERIENZA DI TORINO DALLA PROGRAMMAZIONE ALLA GESTIONE DELLE STRUTTURE PER LA SOSTA: 1 INTRODUZIONE In tutte le grandi città italiane e del mondo il problema della circolazione degli autoveicoli e tutti i disagi ad esso connessi,

Dettagli

VII FORUM DEI MOBILITY MANAGER DELLA PROVINCIA DI BERGAMO LE BUONE PRATICHE: ESPERIENZE DI MOBILITY MANAGEMENT DI AZIENDA. STMICROELECTRONICS

VII FORUM DEI MOBILITY MANAGER DELLA PROVINCIA DI BERGAMO LE BUONE PRATICHE: ESPERIENZE DI MOBILITY MANAGEMENT DI AZIENDA. STMICROELECTRONICS VII FORUM DEI MOBILITY MANAGER DELLA PROVINCIA DI BERGAMO LE BUONE PRATICHE: ESPERIENZE DI MOBILITY MANAGEMENT DI AZIENDA. STMICROELECTRONICS DECALOGO AMBIENTALE: MOBILITA 2 Agrate Brianza site 3 Agrate

Dettagli

PIANO SPOSTAMENTI CASA-LAVORO LAVAZZA REPORT FINALE

PIANO SPOSTAMENTI CASA-LAVORO LAVAZZA REPORT FINALE PIANO SPOSTAMENTI CASALAVORO LAVAZZA REPORT FINALE Torino, febbraio 2012 AGENDA PAR. DESCRIZIONE PAG. 1 QUADRO GENERALE 35 2 ANALISI SEDE LAVAZZA TORINO 729 DATI SEDE 711 GEOLOCALIZZAZIONE E ACCESSI DEL

Dettagli

Mobilità sostenibile: quali vantaggi per le aziende e i dipendenti. 24 Settembre 2015

Mobilità sostenibile: quali vantaggi per le aziende e i dipendenti. 24 Settembre 2015 Mobilità sostenibile: quali vantaggi per le aziende e i dipendenti 24 Settembre 2015 Steer Davies Gleave Mobilità sostenibile: quali vantaggi per le aziende e i dipendenti 24 Settembre 2015 2 Aree di attività

Dettagli

SERVIZIO INQUINAMENTO ATMOSFERICO, ACUSTICO E RISCHI INDUSTRIALI

SERVIZIO INQUINAMENTO ATMOSFERICO, ACUSTICO E RISCHI INDUSTRIALI SERVIZIO INQUINAMENTO ATMOSFERICO, ACUSTICO E RISCHI INDUSTRIALI VISTA la legge 8 luglio 1986, n. 349, che ha istituito il Ministero dell Ambiente e ne ha definito le funzioni; VISTA la legge 3 marzo 1987,

Dettagli

La razionalizzazione delle linee di trasporto pubblico che attraversano il Chivassese

La razionalizzazione delle linee di trasporto pubblico che attraversano il Chivassese La razionalizzazione delle linee di trasporto pubblico che attraversano il Chivassese ovvero come risparmiare 1 milione di km/autobus senza perdere nessun collegamento anzi sviluppando una rete di collegamenti

Dettagli

Mobilità sostenibile. principi ed inquadramento generale. www.marcodemitri.it

Mobilità sostenibile. principi ed inquadramento generale. www.marcodemitri.it Mobilità sostenibile principi ed inquadramento generale Marco De Mitrii www.marcodemitri.it Mobilità sostenibile definizioni - 1 Secondo l Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico, la

Dettagli

Relazione sullo Stato dell Ambiente della Regione Emilia-Romagna

Relazione sullo Stato dell Ambiente della Regione Emilia-Romagna Trasporti Infrastrutture e logistica La mobilità rappresenta un settore particolarmente rilevante per lo sviluppo sostenibile. Lo sviluppo sostenibile richiede sempre di più la partecipazione e la corresponsabilizzazione

Dettagli

Tavolo Qualità della vita e mobilità sostenibile intorno ai plessi scolastici

Tavolo Qualità della vita e mobilità sostenibile intorno ai plessi scolastici Tavolo Qualità della vita e mobilità sostenibile intorno ai plessi scolastici Premessa Monitoraggio degli spostamenti casa scuola, a. s. 2014-15 LUSERNA SAN GIOVANNI Il monitoraggio degli spostamenti casa

Dettagli

Progetto di Mobilità Sostenibile per le Scuole Secondarie della Provincia di Livorno

Progetto di Mobilità Sostenibile per le Scuole Secondarie della Provincia di Livorno Progetto di Mobilità Sostenibile per le Scuole Secondarie della Provincia di Livorno 1. Premessa ed obiettivi Nel mese di marzo 2007 con il Piano d Azione Una politica energetica per l Europa, l Unione

Dettagli

MOBILITÀ SOSTENIBILE APPLICATA AI DIPENDENTI COMUNALI

MOBILITÀ SOSTENIBILE APPLICATA AI DIPENDENTI COMUNALI Scheda tecnica MOBILITÀ SOSTENIBILE APPLICATA AI DIPENDENTI COMUNALI Redazione a cura di Contesto Oramai in molte realtà urbane è diventato difficoltoso riuscire a percorrere il tragitto che separa la

Dettagli

STUDENTI DELL UNIVERSITA DI PAVIA: LE RISPOSTE APERTE AL QUESTIONARIO SPOSTAMENTI CASA-UNIVERSITA 1

STUDENTI DELL UNIVERSITA DI PAVIA: LE RISPOSTE APERTE AL QUESTIONARIO SPOSTAMENTI CASA-UNIVERSITA 1 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali STUDENTI DELL UNIVERSITA DI PAVIA: LE RISPOSTE APERTE AL QUESTIONARIO SPOSTAMENTI CASA-UNIVERSITA 1 Sabrina Spaghi Università

Dettagli

MOBILITY MANAGEMENT IN AREA TURISTICA. Rapporto definitivo

MOBILITY MANAGEMENT IN AREA TURISTICA. Rapporto definitivo MOBILITY MANAGEMENT IN AREA TURISTICA Rapporto definitivo (ai sensi dell art. 4 del D. D. prot. 57/2002/SIAR/DEC del 15.03.02) COMPLETAMENTO DEL PROGRAMMA OPERATIVO Sintesi delle attività svolte Con la

Dettagli

NUOVO POLO OSPEDALIERO DI CONA (FE)

NUOVO POLO OSPEDALIERO DI CONA (FE) Cleaner and better transport in cities NUOVO POLO OSPEDALIERO DI CONA (FE) PROPOSTE DI TRASPORTO COLLETTIVO ATTRAVERSO IL CONTRIBUTO DEI FOCUS GROUP (Settembre 2011) Il complesso degli SPOSTAMENTI a carattere

Dettagli

5.1 Mobilità intra aziendale

5.1 Mobilità intra aziendale 5. Le misure individuate Le misure da implementare nel breve e medio termine sono distinte in: mobilità intra aziendale azioni di comunicazione promozione della bicicletta promozione del carpooling promozione

Dettagli

Programma ELISA - Proposta progettuale

Programma ELISA - Proposta progettuale MACRO DESCRIZIONE DEL PROGETTO In Italia l utilizzo integrato di tecnologie informatiche e telematiche nel mondo dei trasporti ha consentito, nel corso degli ultimi anni, di sviluppare sistemi per il monitoraggio

Dettagli

Piano Spostamenti casa-lavoro 2007

Piano Spostamenti casa-lavoro 2007 Mobility Management Piano Spostamenti casa-lavoro 2007 Hera Imola-Faenza, sede di via Casalegno 1, Imola La normativa vigente: D.M. 27/03/1998, decreto Ronchi Mobilità sostenibile nelle aree urbane Le

Dettagli

Indagine sul Mobility Management nelle aziende della provincia di Torino

Indagine sul Mobility Management nelle aziende della provincia di Torino Indagine sul Mobility Management nelle aziende della provincia di Torino Analisi realizzata dall ufficio Mobilità Sostenibile Autore: Maurizio Freddo - tirocinante del Politecnico di Torino Coordinatore

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Roma 17 settembre 2013

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Roma 17 settembre 2013 Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Roma 17 settembre 2013 Smart Mobility per città più vivibili L innovazione della mobilità elettrica in Italia Arch. Giovanna Rossi Responsabile

Dettagli

SCHEDATURA DEL PERCORSO PARTECIPATO PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI NELLE AREE LIMITROFE AI PLESSI SCOLASTICI

SCHEDATURA DEL PERCORSO PARTECIPATO PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI NELLE AREE LIMITROFE AI PLESSI SCOLASTICI PROVINCIA DI TORINO TAVOLO AGENDA 21 Qualità della vita e mobilità sostenibile intorno ai plessi scolastici SCHEDATURA DEL PERCORSO PARTECIPATO PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI NELLE

Dettagli

Esperienze e prospettive future degli ITS in Regione Sardegna

Esperienze e prospettive future degli ITS in Regione Sardegna Esperienze e prospettive future degli ITS in Regione Sardegna Antonello Pellegrino Direttore del Servizio della pianificazione e programmazione dei sistemi di trasporto Cagliari, 26.06.2013 Riferimenti

Dettagli

Piano degli Spostamenti Casa-Lavoro TORINO

Piano degli Spostamenti Casa-Lavoro TORINO Piano degli Spostamenti Casa-Lavoro TORINO Rapporto di Aggiornamento 2011 Indice Lettera del Mobility Manager... 3 Nota metodologica... 4 Premessa... 5 Il Mobility Management in Intesa Sanpaolo... 5 Il

Dettagli

Consulta Tempi e orari della città

Consulta Tempi e orari della città Urban Center Progetto Tempi Consulta Tempi e orari della città OSSERVATORIO TEMPI della CITTÀ OSSERVATORIO TEMPI della CITTÀ gruppo tecnico promosso e gestito dall ufficio Tempi del, che sta lavorando

Dettagli

Lez. 10 Piani Urbani del traffico e Piani della mobilita

Lez. 10 Piani Urbani del traffico e Piani della mobilita Laurea Magistrale in Architettura e innovazione Sviluppo Urbano Sostenibile AA 2013-14 Prof. Maria Rosa Vittadini mariaros@iuav.it Lez. 10 Piani Urbani del traffico e Piani della mobilita Piani urbani

Dettagli

Regione Emilia Romagna, Enti locali, Agenzie e imprese TPL: un sistema per le innovazioni a servizio dei utenti Paolo Ferrecchi, Direttore generale

Regione Emilia Romagna, Enti locali, Agenzie e imprese TPL: un sistema per le innovazioni a servizio dei utenti Paolo Ferrecchi, Direttore generale Regione Emilia Romagna, Enti locali, Agenzie e imprese TPL: un sistema per le innovazioni a servizio dei utenti Paolo Ferrecchi, Direttore generale Reti Infrastrutturali, Logistica e Sistemi di mobilità

Dettagli

Comune di Perugia. Al Presidente del Consiglio Comunale. Sede ORDINE DEL GIORNO

Comune di Perugia. Al Presidente del Consiglio Comunale. Sede ORDINE DEL GIORNO ORDINE DEL GIORNO Al Presidente del Consiglio Comunale Oggetto: Progetto Mobilità-parcheggi di scambio-un nuovo modo di vivere Perugia. PREMESSO - La necessità imprescindibile di una riorganizzazione complessiva

Dettagli

Ambito AC 7 1. CARATTERI FISICI E CONDIZIONI AMBIENTALI

Ambito AC 7 1. CARATTERI FISICI E CONDIZIONI AMBIENTALI Ambito AC 7 1. CARATTERI FISICI E CONDIZIONI AMBIENTALI Localizzazione: l ambito urbano è collocato intorno all asse della via Emilia nella porzione est rispetto al centro città. In particolare esso è

Dettagli

Strade extraurbane e interramento Rho Monza pag. 31. Riqualificazione delle metrotranvie (Milano Seregno e Milano. Limbiate) pag.

Strade extraurbane e interramento Rho Monza pag. 31. Riqualificazione delle metrotranvie (Milano Seregno e Milano. Limbiate) pag. Una visione di città, per essere completa, non può tralasciare tutto ciò che riguarda il tema dei trasporti. Gli spostamenti, infatti, sono alla base della moderna vita sociale e di relazione, ci spostiamo

Dettagli

Quartieri liberi dalle auto, Città amiche dei pedoni e della bici

Quartieri liberi dalle auto, Città amiche dei pedoni e della bici Quartieri liberi dalle auto, Città amiche dei pedoni e della bici Maria Berrini, Presidente AMBIENTE ITALIA Consigliere dell Ordine degli Architetti di Milano e Provincia Membro del Consiglio di Indirizzo

Dettagli

Piano degli Spostamenti Casa Lavoro Delle società del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane TORINO Anno 2013

Piano degli Spostamenti Casa Lavoro Delle società del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane TORINO Anno 2013 Piano degli Spostamenti Casa Lavoro Delle società del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane TORINO Anno 2013 redatto da: Società Mobility Manager Firma RFI Trenitalia Margherita Rosa Ernesto Gringeri Torino,

Dettagli

Comune di Pesaro. Mobility manager

Comune di Pesaro. Mobility manager arch.paola Stolfa Comune di Pesaro Progetto mobilità Osservatorio Tempi della città OSSERVATORIO MOBILITA e TEMPI della CITTÀ gruppo tecnico coordinato dal mobility manager del Comune di Pesaro, che sta

Dettagli

Materiali didattici «Mobilità sostenibile» GLOSSARIO. GREEN JOBS Formazione e Orientamento

Materiali didattici «Mobilità sostenibile» GLOSSARIO. GREEN JOBS Formazione e Orientamento Materiali didattici «Mobilità sostenibile» GLOSSARIO GREEN JOBS Formazione e Orientamento A Autostrada del mare Si tratta di vie marittime usate per il trasporto delle merci all interno di una rete trans-europea.

Dettagli

di servizi, iniziative e attività per la mobilità Attuazione della D.G.R. n. 601 del 17.12.2010 pendolarismo e mobilità integrata e sostenibile -

di servizi, iniziative e attività per la mobilità Attuazione della D.G.R. n. 601 del 17.12.2010 pendolarismo e mobilità integrata e sostenibile - BANDO di finanziamento ai Comuni per l attuazione di servizi, iniziative e attività per la mobilità integrata e sostenibile. Attuazione della D.G.R. n. 601 del 17.12.2010 Programma di interventi straordinari

Dettagli

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti DIPARTIMENTO PER IL COORDINAMENTO DELLO SVILUPPO DEL TERRITORIO, IL PERSONALE ED I SERVIZI GENERALI

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti DIPARTIMENTO PER IL COORDINAMENTO DELLO SVILUPPO DEL TERRITORIO, IL PERSONALE ED I SERVIZI GENERALI Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti DIPARTIMENTO PER IL COORDINAMENTO DELLO SVILUPPO DEL TERRITORIO, IL PERSONALE ED I SERVIZI GENERALI 1. Introduzione I PIANI URBANI DELLA MOBILITA (PUM) Linee

Dettagli

La Mobilità Sostenibile

La Mobilità Sostenibile La Mobilità Sostenibile Ing. Marco Piacenza Settore Ambiente e Territorio del Comune di Cuneo Mobilità sostenibile Definizione: Sistema di mobilità urbana che, pur garantendo il diritto alla mobilità,

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VENTURA Lorella Amministrazione

Dettagli

Il progetto LAYMAN S REPORT PROGETTO COFINANZIATO DALL'UNIONE EUROPEA LIFE09 ENV/IT/000063 I.MO.S.M.I.D.

Il progetto LAYMAN S REPORT PROGETTO COFINANZIATO DALL'UNIONE EUROPEA LIFE09 ENV/IT/000063 I.MO.S.M.I.D. Il progetto I.MO.S.M.I.D. LAYMAN S REPORT PROGETTO COFINANZIATO DALL'UNIONE EUROPEA LIFE09 ENV/IT/000063 I.MO.S.M.I.D. INDICE 1. Il progetto I.MO.S.M.I.D. 3 2. Un nuovo modello di governance della mobilità

Dettagli

PIANO DEGLI SPOSTAMENTI CASA SCUOLA LICEO SCIENTIFICO E ARTISTICO A. SERPIERI ISTITUTO PROFESSIONALE L.EINAUDI

PIANO DEGLI SPOSTAMENTI CASA SCUOLA LICEO SCIENTIFICO E ARTISTICO A. SERPIERI ISTITUTO PROFESSIONALE L.EINAUDI Il Progetto Il progetto nasce dalla necessità di riflettere e stimolare la coscienza dei ragazzi più giovani, sulle problematiche ambientali: l ambiente naturale e materiale (cioè modificato dai bisogni

Dettagli

INDAGINE SU MEZZI DI TRASPORTO E MOBILITÀ MOTORIZZATA PER IL PERSONALE DEL POLITECNICO DI TORINO

INDAGINE SU MEZZI DI TRASPORTO E MOBILITÀ MOTORIZZATA PER IL PERSONALE DEL POLITECNICO DI TORINO INDAGINE SU MEZZI DI TRASPORTO E MOBILITÀ MOTORIZZATA PER IL PERSONALE DEL POLITECNICO DI TORINO (ottobre 2012- febbraio 2013) Oggetto: indagine finalizzata alla conoscenza dell'uso dei mezzi di trasporto

Dettagli

TRASPORTO PRIVATO - DIFFUSIONE E USO VEICOLI

TRASPORTO PRIVATO - DIFFUSIONE E USO VEICOLI TRASPORTO PRIVATO - DIFFUSIONE E USO VEICOLI TASSO DI MOTORIZZAZIONE Il tasso di motorizzazione rappresenta una stima della diffusione dei mezzi a motore nel territorio e quindi della necessità di disporre

Dettagli

PIANO SPOSTAMENTI CASA-LAVORO DI POSTE ITALIANE

PIANO SPOSTAMENTI CASA-LAVORO DI POSTE ITALIANE Tutela Aziendale ARSI - Mobility Management PIANO SPOSTAMENTI CASA-LAVORO DI POSTE ITALIANE Sedi di Torino INDICE SEZ. DESCRIZIONE PAG. 1 INTRODUZIONE 3 6 2 ACCESSIBILITÀ 7 17 3 ANALISI QUESTIONARIO 18

Dettagli

STMicroelectronics s.r.l. Registrazioni EMAS-Anno 1998

STMicroelectronics s.r.l. Registrazioni EMAS-Anno 1998 STMicroelectronics s.r.l. Registrazioni EMAS-Anno 1998 I # 000003 I #000002 AGRATE CORNAREDO I # 000001 CATANIA 1 Il nostro decalogo ambientale Accordi di Kyoto Leggi Nazionali Limiti e regolamenti locali

Dettagli

Progettazione della circolazione urbana

Progettazione della circolazione urbana Norme per i Piani Urbani del Traffico (PUT): Art. 36 del C.d.S. Direttive per la redazione, adozione ed attuazione dei PUT (D.M. LL.PP. G.U. del 24.06.1995, n 146) [redatte su indicazioni del CIPET] 1

Dettagli

Il Coordinamento d Area dei Mobility Manager Aziendali e le attività del Comune di Catania

Il Coordinamento d Area dei Mobility Manager Aziendali e le attività del Comune di Catania Il Coordinamento d Area dei Mobility Manager Aziendali e le attività del Comune di Catania Il Mobility Management è un approccio ai problemi della mobilità; non si occupa della modifica della rete stradale

Dettagli

Progetto di Piano per la valutazione e la gestione del rischio di alluvioni

Progetto di Piano per la valutazione e la gestione del rischio di alluvioni Progetto di Piano per la valutazione e la gestione del rischio di alluvioni Art. 7 della Direttiva 2007/60/CE e del D.lgs. n. 49 del 23.02.2010 IV A. Area a rischio significativo di alluvione ARS Distrettuali

Dettagli

Sostenibilità energetica nei Comuni: esperienze innovative

Sostenibilità energetica nei Comuni: esperienze innovative Sostenibilità energetica nei Comuni: esperienze innovative Fabrizio Tollari, ERVET Workshop progetto IPA Alterenergy Bologna, 22 novembre 2012 COMUNITÀ SOSTENIBILI NEL SISTEMA URBANO L Europa ha sviluppato

Dettagli

ACCORDO QUADRO TERRITORIALE per incentivare l uso del trasporto pubblico

ACCORDO QUADRO TERRITORIALE per incentivare l uso del trasporto pubblico arch.paola Stolfa Progetto mobilità Osservatorio Tempi della città ACCORDO QUADRO TERRITORIALE per incentivare l uso del trasporto pubblico Pesaro - Sala Consiglio Comunale - 27 settembre 2007 OSSERVATORIO

Dettagli

6.6 Asse 5 - Promozione della mobilità sostenibile

6.6 Asse 5 - Promozione della mobilità sostenibile 6.6 Asse 5 - Promozione della mobilità sostenibile Il documento preliminare del Piano Regionale Integrato dei Trasporti (PRIT) 2010-2020, approvato con delibera di Giunta regionale 23 novembre 2009, n.

Dettagli

IL PIANO URBANO DELLA MOBILITÀ SOSTENIBILE (PUMS) LINEE DI INDIRIZZO

IL PIANO URBANO DELLA MOBILITÀ SOSTENIBILE (PUMS) LINEE DI INDIRIZZO IL PIANO URBANO DELLA MOBILITÀ SOSTENIBILE (PUMS) LINEE DI INDIRIZZO Popolazione/Inhabitants 1,800,000 1,700,000 1,600,000 1,500,000 1,400,000 1,300,000 1,200,000 1,100,000 1,000,000 Residenti a Milano

Dettagli

Il Mobility Management. Maria Lelli

Il Mobility Management. Maria Lelli Il Mobility Management Maria Lelli IL MOBILITY MANAGEMENT Il MOBILITY MANAGEMENT è un approccio ai problemi della mobilità orientato alla gestione della domanda per la promozione della MOBILITA SOSTENIBILE

Dettagli

PROGETTO I.MO.S.M.I.D. LIFE+ 2009

PROGETTO I.MO.S.M.I.D. LIFE+ 2009 PROGETTO I.MO.S.M.I.D. LIFE+ 2009 GREEN CITY ENERGY on the see Genova, 29 Novembre 2012 Un progetto europeo di successo per la mobilità sostenibilenei distretti industriali Luca Buzzoni - Regione Emilia-Romagna

Dettagli

I.C.S. Iniziativa Car Sharing

I.C.S. Iniziativa Car Sharing I.C.S. Iniziativa Car Sharing Il car sharing in Italia, l esperienza di ICS Genova, 27 ottobre 2010 Cosa è il Car Sharing Servizio di mobilità alternativa che produce benefici economici per l automobilista

Dettagli

L ESPERIENZA DI ATB: PROGETTI E SERVIZI PER LA MOBILITÀ A BERGAMO PAOLO RAPINESI: RESP. AREA MOBILITÀ INFRASTRUTTURE TECNOLOGIE

L ESPERIENZA DI ATB: PROGETTI E SERVIZI PER LA MOBILITÀ A BERGAMO PAOLO RAPINESI: RESP. AREA MOBILITÀ INFRASTRUTTURE TECNOLOGIE L ESPERIENZA DI ATB: PROGETTI E SERVIZI PER LA MOBILITÀ A BERGAMO PAOLO RAPINESI: RESP. AREA MOBILITÀ INFRASTRUTTURE TECNOLOGIE CONTESTO TERRITORIALE E INDIRIZZI STRATEGICI IL TERRITORIO PROVINCIA DI BG

Dettagli

MobilityManager. La prima web application per realizzare il Piano Spostamenti Casa-Lavoro

MobilityManager. La prima web application per realizzare il Piano Spostamenti Casa-Lavoro MobilityManager La prima web application per realizzare il Piano Spostamenti Casa-Lavoro 1 SW MOBILITY MANAGER MobilityManager permette di analizzare nel dettaglio le abitudini di mobilità dei dipendenti

Dettagli

Progetto Percorsi sicuri casa-scuola Schema per la redazione della Relazione finale

Progetto Percorsi sicuri casa-scuola Schema per la redazione della Relazione finale Progetto Percorsi sicuri casa-scuola Schema per la redazione della Relazione finale A. PARTE DESCRITTIVA Si richiede la conferma / aggiornamento dei dati riportati nelle analoghe caselle della scheda di

Dettagli

LA CITY LOGISTICS MILANESE: MOVE TO EXPO 2015 (E OLTRE )

LA CITY LOGISTICS MILANESE: MOVE TO EXPO 2015 (E OLTRE ) MOBILITY CONFERENCE 2014 LA CITY LOGISTICS MILANESE: MOVE TO EXPO 2015 (E OLTRE ) Maria Berrini AU di AMAT, Agenzia Mobilità Ambiente Territorio, Comune di Milano Accessibilità EXPO Domanda e Ripartizione

Dettagli

Programma Urbano Mobilità

Programma Urbano Mobilità Programma Urbano Mobilità Interventi 2004-2006 Parte 3 GRADAZIONE PRIORITA La graduazione delle priorità! La sintesi tra l analisi della situazione attuale della mobilità, le sue necessità di incremento

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2013. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2013. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2013 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VAUDAGNA Marco Amministrazione

Dettagli

FUTURO IN MOVIMENTO integrazioni e innovazioni nel tpl regionale. Convegno Regione Marche

FUTURO IN MOVIMENTO integrazioni e innovazioni nel tpl regionale. Convegno Regione Marche arch.paola Stolfa Progetto mobilità Osservatorio Tempi della città FUTURO IN MOVIMENTO integrazioni e innovazioni nel tpl regionale Convegno Regione Marche Ancona, Ridotto Teatro delle Muse - 17 novembre

Dettagli

LA PRIMA WEB APPLICATION PER REALIZZARE IL PIANO SPOSTAMENTI CASA-LAVORO

LA PRIMA WEB APPLICATION PER REALIZZARE IL PIANO SPOSTAMENTI CASA-LAVORO LA PRIMA WEB APPLICATION PER REALIZZARE IL PIANO SPOSTAMENTI CASA-LAVORO 1 SW MOBILITY MANAGER MobilityManager permette di analizzare nel dettaglio le abitudini di mobilità dei dipendenti al fine di individuarne

Dettagli

ADESIONE ALL UFFICIO MOBILITY MANAGER DI AREA DELLA PROVINCIA DI VENEZIA E AL COORDINAMENTO PROVINCIALE DELLE POLITICHE DI MOBILITA SOSTENIBILE TRA

ADESIONE ALL UFFICIO MOBILITY MANAGER DI AREA DELLA PROVINCIA DI VENEZIA E AL COORDINAMENTO PROVINCIALE DELLE POLITICHE DI MOBILITA SOSTENIBILE TRA ADESIONE ALL UFFICIO MOBILITY MANAGER DI AREA DELLA PROVINCIA DI VENEZIA E AL COORDINAMENTO PROVINCIALE DELLE POLITICHE DI MOBILITA SOSTENIBILE TRA La Provincia di Venezia, CF 80008840276 con sede in Venezia,

Dettagli

W lc l ome m to Genoa

W lc l ome m to Genoa Welcome to Genoa TAVOLA ROTONDA Mobilità? oppure accessibilità? Riflessioni sul tema delle differenti opportunità di accesso ai servizi tra aree forti e aree deboli. Numero di autovetture Traffico Vetture

Dettagli

Seminario: Mobilità sostenibile - buone pratiche a cura della Pubblica Amministrazione

Seminario: Mobilità sostenibile - buone pratiche a cura della Pubblica Amministrazione Seminario: Mobilità sostenibile - buone pratiche a cura della Pubblica Amministrazione Piano Spostamenti Casa Lavoro ed altre buone pratiche di mobilità sostenibile Massimo Boasso responsabile mobilità

Dettagli