Esempi di documentazione tecnica completa sottoposta ad accertamento documentale con esito positivo

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Esempi di documentazione tecnica completa sottoposta ad accertamento documentale con esito positivo"

Transcript

1 Appendce B (nformatva) Esemp d documentazone tecnca completa sottoposta ad accertamento documentale con esto postvo B.1 Generaltà La presente appendce fornsce alcun esemp d documentazone tecnca, relatv a mpant realzzat, sottoposta ad accertamento, secondo crter delle present Lnee Guda, a sens della delberazone AEEGSI n. 40/14, con esto postvo. Tal esemp non entrano nel merto della documentazone formale, allegato H/40 e tecnco formale, allegato I/40 che s consderano complet e coerent. Premesso che la Dcharazone d Conformtà deve essere complata e consegnata al clente fnale a cura dell nstallatore, n seguto alla messa n servzo, con la documentazone tecnca aggornata al termne d questa fase, come regola generale la documentazone tecnca da presentare a fn dell accertamento documentale è comunque rferble a quella prevsta dal DM gennao 008 n. 7 (DM 7/08); pù n partcolare, gl allegat obblgator alla successva Dcharazone d Conformtà (DC) prevsta dallo stesso DM 7/08. E pertanto opportuno rcordare che, con rfermento alla DC e agl allegat obblgator, l DM 7/08 all artcolo 7 stablsce: 1. Al termne de lavor, preva effettuazone delle verfche prevste dalla normatva vgente, comprese quelle d funzonaltà dell'mpanto, l'mpresa nstallatrce rlasca al commttente la dcharazone d conformtà degl mpant realzzat nel rspetto delle norme d cu all'artcolo 6. D tale dcharazone, resa sulla base del modello d cu all'allegato I, fanno parte ntegrante la relazone contenente la tpologa de materal mpegat, nonché' l progetto d cu all'artcolo 5. Inoltre, per quanto rguarda l modello mnsterale della DC, questo rporta l seguente elenco degl allegat da accludere alla DC stessa; allegat da redgere a cura dell nstallatore a seguto d lavor esegut sugl mpant: Allegat obblgator: progetto a sens degl artcol 5 e 7 (4); relazone con tpologe de materal utlzzat (5); schema dell mpanto realzzato (6); rfermento a dcharazon d conformtà precedent o parzal, gà esstent (7); copa del certfcato d rconoscmento de requst tecnco-professonal; attestazone d conformtà per mpanto realzzato con materal o sstem non normalzzat (8)

2 Il DM 7/08 non stablsce le modaltà grafche o l aspetto formale che devono avere gl allegat obblgator ma ndca genercamente contenut della documentazone. Crca le modaltà d realzzazone degl allegat, rsulta mportante rcordare che la redazone completa e partcolareggata della documentazone comporta una maggore tutela per l nstallatore che ha realzzato l ntervento nel caso d successve modfche o amplament o manomsson da parte d terz. Allo stesso tempo una documentazone chara ed esaustva sull mpanto permette d agevolare le attvtà d accertamento documentale da parte delle azende gas. Gl esemp rportat ntendono evdenzare gl element fondamental che devono essere present nella documentazone per l accertamento al fne del buon esto dello stesso, n estrema sntes: Per l mpanto d adduzone del gas La tpologa d materal adottat, le relatve tpologe d gunzon, le modaltà d posa n relazone al luogo d nstallazone/attraversato. Anche le caratterstche ed l numero de component rsultano element mportant (dametr, lunghezze, numero d element, ecc.). Per questa parte d mpanto rsulta fondamentale l ndcazone dell esto postvo della prova d tenuta e le modaltà adottate per la prova stessa. E necessaro anche conoscere la portata termca d progetto/dmensonamento delle eventual prese con tappo flettato (predsposzon) prevste per una nstallazone successva. Per gl apparecch d utlzzazone La portata termca d ogn appareccho, se necessaro l ndcazone della funzone, l tpo (tpo A, B, C, cottura; traggo naturale o forzato), la destnazone d uso del locale d nstallazone, le predsposzon per la ventlazone e l aerazone. Inoltre per ogn appareccho è necessara la descrzone de sstem d evacuazone de prodott della combustone. L esempo 1 è suddvso n due part, 1a) e 1b): l prmo s compone d un progetto a frma d un professonsta progettsta senza la presenza degl apparecch ma con l elenco d tutt materal; l esempo 1b) è l medesmo mpanto ma con gl apparecch present. Per quest ultmo oltre alla medesma documentazone dell esempo 1a) sono rportate anche le schede degl apparecch. L esempo rappresenta un mpanto meno complesso, che non necessta d progetto a frma d un progettsta, con due apparecch present. Lo schema non rporta l elenco de materal, qund la documentazone comprende anche le schede relatve a materal n relazone del luogo d nstallazone (tpo d materale, nstallazone all esterno dell edfco, a vsta, nterrato; nterna all untà abtatva a vsta, sottotracca), nonché le schede degl apparecch nstallat.

3 B. Esemp B..1 Esempo 1a) e 1b) Esempo 1a) Impanto d portata termca complessva par a 54,5 kw, gruppo d msura ubcato nel gardno, senza la presenza degl apparecch all nterno dell untà abtatva. L esempo comprende: un progetto a frma d un professonsta (rf. 4) completo d elenco de materal (rf. 5) - l elaborato grafco d cu al (rf. 6) è sosttuto dal progetto-, verbale/rapporto d collaudo (prova d tenuta) dell mpanto.

4 ESEMPIO 1a) ESEMPIO DI PROGETTO, ELABORATO GRAFICO CON ELENCO DEI MATERIALI (solo predsposzon) B4 B5 B6 B7 B8 Punto d nzo con presa d pressone Muretto Staffa C Tappo Nastro d segnalazone a -0,0 m Gunto d transzone meccanco rame/pe Pozzetto d spezone Guana Gunto d transzone monoblocco rame/pe Camno sngolo accao ø 100 monoparete Rubnetto Rubnetto A1 Tappo CUCINA Tratto B4-B7 Rubnetto Camno sngolo accao ø 10 doppa parete A Tappo Guana Rubnetto A TAVERNA Tratto B7-B8 Tappo B1 B B GIARDINO (ESTERNO) Tratto B1-B4 SALA BAGNO Legenda: Posa sottotracca/sottopavmento effettuata entro 0 cm dagl spgol. Lo staffaggo delle tubazon n vsta è stato eseguto nel rspetto delle dstanze prevste dalla UNI 719:008. Le tpologe delle gunzon non specfcate (gomt, t ecc.) sono saldate (brasatura capllare dolce), mentre le gunzon de rubnett e tapp sono flettate. Tratto B1-B tubazone rame ø 5 mm a vsta l =,5 mt e n curve. Tratto B-B tubazone poletlene ø 40 mm a -0,60 m nterrata l = mt. Tratto B-B4 tubazone rame ø 5 mm a vsta l =,5 mt e n 4 curve. Tratto B4-B5 tubazone rame ø 5 mm sottotracca/pavmento l = mt n guana e n 1 t. Tratto B5-B6 tubazone rame ø 8 mm sottotracca/pavmento l = 1,5 mt n guana e n 1 t. Tratto B6-B7 tubazone rame ø 5 mm sottotracca/pavmento l = mt n guana. Tratto B7-B8 tubazone rame ø 5 mm sottotracca/pavmento l = mt n guana e n 1 curva. Tratto B5-A1 tubazone rame ø 15 mm a vsta l = 0,5 mt. Tratto B6-A tubazone rame ø mm a vsta l = 1 mt e n 1 curva. Tratto B8-A tubazone rame ø 15 mm a vsta l = 0,5 mt e n 1 curva. C: Predsposzone per contatore. A1: Predsposzone per appareccho d cottura da 11,5 kw con dspostvo d sorveglanza d famma (termocoppa). A: Predsposzone per caldaa combnata d tpo C da kw. A: Predsposzone per appareccho d cottura da 10 kw con dspostvo d sorveglanza d famma (termocoppa). d

5 ESEMPIO 1a) VERBALE DI COLLAUDO DELL IMPIANTO INTERNO (prova d tenuta) Data del presente controllo: Dcharo d aver effettuato con esto postvo: Collaudo d mpant ntern domestc e smlar d nuova realzzazone (ndcare la pressone d prova) Prova d tenuta dell mpanto (rf. UNI 719-1) Prova d tenuta dell mpanto (rf. D.M. 1/04/96) Verbale d collaudo (D.M. 1/04/96) Prova d tenuta dell mpanto (rf. UNI/TS 11147) Prova d tenuta dell mpanto (rf. UNI/TS 1140) Prova d tenuta dell mpanto (rf. UNI/TS 114) Prova d tenuta dell mpanto (rf. ) Prova d tenuta dell mpanto (rf. ) Prova d tenuta dell mpanto (rf. ) d

6 Esempo 1b) Impanto d portata termca complessva par a 54,5 kw, gruppo d msura ubcato nel gardno e tre apparecch dcharat. L esempo comprende: un progetto a frma d un professonsta (rf. 4) completo d elenco de materal (rf. 5) - l elaborato grafco d cu al (rf. 6) è sosttuto dal progetto -, schede d ogn appareccho nstallato, verbale/rapporto d collaudo (prova d tenuta) dell mpanto.

7 ESEMPIO 1b) ESEMPIO DI PROGETTO, ELABORATO GRAFICO CON ELENCO DEI MATERIALI (con apparecch present) Grgla d ventlazone da 100 cm (ved nota*) B4 B5 B6 1 B7 Grgla d ventlazone da 100 cm (ved nota*) B8 Grgla d aerazone da 100 cm Punto d nzo con presa d pressone Muretto Nastro d segnalazone a -0,0 m Guana Rubnetto A1 4 Rubnetto Rubnetto 5 A Guana 6 Rubnetto 7 A Armado Contatore (gas naturale) Gunto d transzone meccanco rame/pe Pozzetto d spezone Gunto d transzone monoblocco rame/pe CUCINA (volume locale < 0 m - ved nota*) Tratto B4-B7 TAVERNA (volume locale < 0 m - ved nota*) Tratto B7-B8 B1 B B GIARDINO (ESTERNO) Tratto B1-B4 SALA BAGNO Legenda: Posa sottotracca/sottopavmento effettuata entro 0 cm dagl spgol. Lo staffaggo delle tubazon n vsta è stato eseguto nel rspetto delle dstanze prevste dalla UNI 719:008 Le tpologe delle gunzon non specfcate (gomt, t ecc.) sono saldate (brasatura capllare dolce), mentre le gunzon de rubnett sono flettate. Tratto B1-B tubazone rame ø 5 mm a vsta l =,5 mt e n curve. Tratto B-B tubazone poletlene ø 40 mm a -0,60 m nterrata l = mt. Tratto B-B4 tubazone rame ø 5 mm a vsta l =,5 mt e n 4 curve. Tratto B4-B5 tubazone rame ø 5 mm sottotracca/pavmento l = mt n guana e n 1 t. Tratto B5-B6 tubazone rame ø 8 mm sottotracca/pavmento l = 1,5 mt n guana e n 1 t. Tratto B6-B7 tubazone rame ø 5 mm sottotracca/pavmento l = mt n guana. Tratto B7-B8 tubazone rame ø 5 mm sottotracca/pavmento l = mt n guana e n 1 curva. Tratto B5-A1 tubazone rame ø 15 mm a vsta l = 0,5 mt. Tratto B6-A tubazone rame ø mm a vsta l = 1 mt e n 1 curva. Tratto B8-A tubazone rame ø 15 mm a vsta l = 0,5 mt e n 1 curva. A1: Appareccho d cottura da 11,5 kw con dspostvo d sorveglanza d famma (termocoppa). A: Caldaa combnata d tpo C da kw. A: Appareccho d cottura da 10 kw con dspostvo d sorveglanza d famma (termocoppa). *). L apertura d ventlazone può non essere realzzata se soddsfatte le seguent condzon: Se l evacuazone de prodott della combustone degl apparecch d cottura con dspostvo d sorveglanza d famma nstallat nel locale è asscurata medante cappa a traggo naturale, cappa asprante elettrca o elettroventlatore e se, contemporaneamente, rsultano soddsfatt seguent ulteror requst: - nessun appareccho d tpo B e/o d tpo A e/o nessun appareccho d cottura senza dspostvo d sorveglanza d famma nstallato nel locale; - portata termca nomnale massma complessva degl apparecch d cottura con dspostvo d sorveglanza d famma nstallat non maggore d 11,7 kw; - volumetra del locale d nstallazone non mnore d 0 m. A fn del calcolo della volumetra del locale d nstallazone s consdera anche l locale adacente e comuncante senza nterposzone d porte, purchè detto locale non sa adbto a camera da letto, non sa sede d nstallazone d apparecch a gas (d tpo A e/o B) e non sa un locale classfcato con percolo d ncendo; - presenza nel locale d nstallazone d porte, fnestre e/o portafnestra, aprbl, e nstallate su paret permetral rvolte verso l esterno. d

8 ESEMPIO 1b) VERBALE DI COLLAUDO DELL IMPIANTO INTERNO (prova d tenuta) Data del presente controllo: Dcharo d aver effettuato con esto postvo: Collaudo d mpant ntern domestc e smlar d nuova realzzazone (ndcare la pressone d prova) Prova d tenuta dell mpanto (rf. UNI 719-1) Prova d tenuta dell mpanto (rf. D.M. 1/04/96) Verbale d collaudo (D.M. 1/04/96) Prova d tenuta dell mpanto (rf. UNI/TS 11147) Prova d tenuta dell mpanto (rf. UNI/TS 1140) Prova d tenuta dell mpanto (rf. UNI/TS 114) Prova d tenuta dell mpanto (rf. ) Prova d tenuta dell mpanto (rf. ) Prova d tenuta dell mpanto (rf. ) d

9 ESEMPIO 1b) - APPARECCHIO A INSTALLAZIONE DEGLI APPARECCHI, VENTILAZIONE E AERAZIONE DEI LOCALI, EVACUAZIONE DEI PRODOTTI DELLA COMBUSTIONE APPARECCHI DI COTTURA(*) Apparecch d cottura: Apparecch destnat alla cottura de cb qual fornell, forn a gas e pan d cottura sano ess ad ncasso, separat fra loro oppure ncorporat n un unco appareccho chamato soltamente cucna a gas. Dcharo che le apparecchature nstallate sono provvste d marcatura CE e predsposte per l tpo d gas utlzzato. Appareccho Rf.(1) Pano d cottura Dspostvo d sorveglanza d famma (termocoppa) s no Forno a gas Portata termca nomnale (kw) 11,5 Marca/Modello Beta Gas XJK Tpo d nstallazone Tpo d esecuzone Preesstente Nuova Posa Allaccamento(**) Tpo d collegamento Per apparecch fss/ncasso Flessble non metallco UNI EN 176 Flessble metallco Rgdo Altro() Per apparecch mobl Flessble non metallco UNI 7140 Flessble non metallco UNI EN 176 Flessble metallco Altro() Cucna Monolocale Altro(1) Locale contenente l appareccho (destnazone d uso del locale) Dretta Superfce netta rchesta cm Indretta 100 Sstem d ventlazone Condott d ventlazone Superfce totale netta presente cm 100 Non necessara Ventlazone meccanca controllata (VMC) Poszone (rspetto al pavmento) Alto Basso Sstem d aerazone/evacuazone de prodott della combustone Dretta Condott d aerazone Sstem d rcambo d ara controllato Superfce netta rchesta cm Superfce totale netta presente cm Poszone (rspetto al pavmento) Alto Camno/Condotto sngolo (pressone negatva/postva) Condotto collettvo (pressone negatva) Sstema ntubato Dretto all esterno termnale a parete Dretto all esterno termnale a tetto Cappa a traggo naturale Canale d esalazone: Cappa asprante elettrca (munta d ventlatore) m /h Dametro (mm) n camb d drezone 10 Tpo d materale Metallco 1 Lunghezza (m) 1,5 Elettroventlatore m /h : LEGENDA: (*) Ogn appareccho deve avere una propra scheda anche n presenza d pù apparecch nstallat nello stesso locale. (**) L allaccamento degl apparecch all mpanto nterno deve avvenre contestualmente alla messa n servzo dell mpanto (rf. UNI punto 4.1). (1) Il rfermento (Rf.) s ndca (ad esempo con numer e/o lettere) n presenza d schem/elaborat grafc d mpanto che rchedono tale rfermento. () Altro: specfcare. d

10 ESEMPIO 1b) - APPARECCHIO A INSTALLAZIONE DEGLI APPARECCHI, VENTILAZIONE E AERAZIONE DEI LOCALI, EVACUAZIONE DEI PRODOTTI DELLA COMBUSTIONE APPARECCHI DI TIPO C(*) Apparecch d tpo C: Appareccho l cu crcuto d combustone (prelevo dell ara comburente, camera d combustone, scambatore d calore e evacuazone de prodott della combustone) è a tenuta rspetto al locale n cu l appareccho è nstallato. Il prelevo dell ara comburente e l evacuazone de prodott della combustone avvengono drettamente all esterno del locale. Dcharo che le apparecchature nstallate sono provvste d marcatura CE e predsposte per l tpo d gas utlzzato. Appareccho Rf.() Tpo Scaldabagno Caldaa Stufa Radatore a gas Traggo naturale Con ventlatore Altro(1) Portata termca nomnale (kw) Marca/Modello Zeta Gas XYZ Tpo d nstallazone Tpo d esecuzone Preesstente Nuova Posa Allaccamento(**) Tpo d collegamento Flessble metallco Rgdo Altro(1) Locale contenente l appareccho (destnazone d uso del locale) Cucna Sala/Soggorno Camera da letto Bagno Antcamera notte/gorno Corrdoo Rpostglo Sofftta Lavandera Monolocale Veranda chusa Terrazza/Balcone aperto Vano tecnco Centrale Termca Altro(1) Sstem d aerazone (nel caso d local non aerabl) Dretta Superfce totale netta presente cm Condott d aerazone Superfce netta rchesta cm Poszone (rspetto al pavmento) Alto Basso Sstem d evacuazone de prodott della combustone Camno sngolo Canna collettva Canna collettva ramfcata Sstema ntubato Dretto all esterno termnale a parete Dretto all esterno termnale a tetto Sstema fumaro: Coassale Dametro (mm) Tpo d materale Lunghezza (m) n camb d drezone Sdoppato: condotto fum Lunghezza (m) Sdoppato: condotto ara Lunghezza (m) Dametro (mm) n camb d drezone Dametro (mm) n camb d drezone Tpo d materale Tpo d materale Collettore Dametro (mm) Tpo d materale Lunghezza (m) n camb d drezone Altro(1) : LEGENDA: (*) Ogn appareccho deve avere una propra scheda anche n presenza d pù apparecch nstallat nello stesso locale. (**) L allaccamento degl apparecch all mpanto nterno deve avvenre contestualmente alla messa n servzo dell mpanto (rf. UNI punto 4.1). (1) Altro: specfcare. () Il rfermento (Rf.) s ndca (ad esempo con numer e/o lettere) n presenza d schem/elaborat grafc d mpanto che rchedono tale rfermento. d

11 ESEMPIO 1b) - APPARECCHIO A INSTALLAZIONE DEGLI APPARECCHI, VENTILAZIONE E AERAZIONE DEI LOCALI, EVACUAZIONE DEI PRODOTTI DELLA COMBUSTIONE APPARECCHI DI COTTURA(*) Apparecch d cottura: Apparecch destnat alla cottura de cb qual fornell, forn a gas e pan d cottura sano ess ad ncasso, separat fra loro oppure ncorporat n un unco appareccho chamato soltamente cucna a gas. Dcharo che le apparecchature nstallate sono provvste d marcatura CE e predsposte per l tpo d gas utlzzato. Appareccho Rf.(1) Pano d cottura Dspostvo d sorveglanza d famma (termocoppa) s no Forno a gas Portata termca nomnale (kw) 10 Marca/Modello Beta Gas XJK Tpo d nstallazone Tpo d esecuzone Preesstente Nuova Posa Allaccamento(**) Tpo d collegamento Per apparecch fss/ncasso Flessble non metallco UNI EN 176 Flessble metallco Rgdo Altro() Per apparecch mobl Flessble non metallco UNI 7140 Flessble non metallco UNI EN 176 Flessble metallco Altro() Cucna Monolocale Altro(1) Locale contenente l appareccho (destnazone d uso del locale) Dretta Superfce netta rchesta cm Indretta 100 Sstem d ventlazone Condott d ventlazone Superfce totale netta presente cm 100 Non necessara Ventlazone meccanca controllata (VMC) Poszone (rspetto al pavmento) Alto Basso Sstem d aerazone/evacuazone de prodott della combustone Dretta Superfce netta rchesta cm 100 Condott d aerazone Superfce totale netta presente cm Sstem d rcambo d ara controllato Poszone (rspetto al pavmento) Alto Camno/Condotto sngolo (pressone negatva/postva) Condotto collettvo (pressone negatva) Sstema ntubato Dretto all esterno termnale a parete Dretto all esterno termnale a tetto Cappa a traggo naturale Cappa asprante elettrca (munta d ventlatore) m /h Elettroventlatore m /h Canale d esalazone: Dametro (mm) n camb d drezone Tpo d materale Lunghezza (m) : LEGENDA: (*) Ogn appareccho deve avere una propra scheda anche n presenza d pù apparecch nstallat nello stesso locale. (**) L allaccamento degl apparecch all mpanto nterno deve avvenre contestualmente alla messa n servzo dell mpanto (rf. UNI punto 4.1). (1) Il rfermento (Rf.) s ndca (ad esempo con numer e/o lettere) n presenza d schem/elaborat grafc d mpanto che rchedono tale rfermento. () Altro: specfcare. d

12 B.. Esempo Impanto d portata termca par a kw, gruppo d msura ubcato nel gardno e due apparecch dcharat all nterno dell untà abtatva. L esempo comprende una relazone con la tpologa de materal (rf. 5), uno schema (rf. 6) senza elenco de materal, schede d ogn appareccho nstallato, verbale/rapporto d collaudo (prova d tenuta) dell mpanto.

13 ESEMPIO ESEMPIO DI SCHEMA CON INDICAZIONI PARZIALI E SENZA ELENCO MATERIALI (con apparecch present) GIARDINO (ESTERNO) Tratto B1-B4 CUCINA (volume locale < 0 m - ved nota*) Tratto B4-B Muretto Gas Contatore (gas naturale) B1 Nastro d segnalazone a -0,0 m Guana 5 Grgla d ventlazone da 100 cm (ved nota*) 1 A1 1 7 C 9 A Armado Pozzetto d spezone B4 B5 B6 4 B B *). L apertura d ventlazone può non essere realzzata se soddsfatte le seguent condzon: Se l evacuazone de prodott della combustone degl apparecch d cottura con dspostvo d sorveglanza d famma nstallat nel locale è asscurata medante cappa a traggo naturale, cappa asprante elettrca o elettroventlatore e se, contemporaneamente, rsultano soddsfatt seguent ulteror requst: - nessun appareccho d tpo B e/o d tpo A e/o nessun appareccho d cottura senza dspostvo d sorveglanza d famma nstallato nel locale; - portata termca nomnale massma complessva degl apparecch d cottura con dspostvo d sorveglanza d famma nstallat non maggore d 11,7 kw; - volumetra del locale d nstallazone non mnore d 0 m. A fn del calcolo della volumetra del locale d nstallazone s consdera anche l locale adacente e comuncante senza nterposzone d porte, purchè detto locale non sa adbto a camera da letto, non sa sede d nstallazone d apparecch a gas (d tpo A e/o B) e non sa un locale classfcato con percolo d ncendo; - presenza nel locale d nstallazone d porte, fnestre e/o portafnestra, aprbl, e nstallate su paret permetral rvolte verso l esterno. d

14 ESEMPIO VERBALE DI COLLAUDO DELL IMPIANTO INTERNO (prova d tenuta) Data del presente controllo: Dcharo d aver effettuato con esto postvo: Collaudo d mpant ntern domestc e smlar d nuova realzzazone (ndcare la pressone d prova) Prova d tenuta dell mpanto (rf. UNI 719-1) Prova d tenuta dell mpanto (rf. D.M. 1/04/96) Verbale d collaudo (D.M. 1/04/96) Prova d tenuta dell mpanto (rf. UNI/TS 11147) Prova d tenuta dell mpanto (rf. UNI/TS 1140) Prova d tenuta dell mpanto (rf. UNI/TS 114) Prova d tenuta dell mpanto (rf. ) Prova d tenuta dell mpanto (rf. ) Prova d tenuta dell mpanto (rf. ) d

15 ESEMPIO - APPARECCHIO A1 INSTALLAZIONE DEGLI APPARECCHI, VENTILAZIONE E AERAZIONE DEI LOCALI, EVACUAZIONE DEI PRODOTTI DELLA COMBUSTIONE APPARECCHI DI COTTURA(*) Apparecch d cottura: Apparecch destnat alla cottura de cb qual fornell, forn a gas e pan d cottura sano ess ad ncasso, separat fra loro oppure ncorporat n un unco appareccho chamato soltamente cucna a gas. Dcharo che le apparecchature nstallate sono provvste d marcatura CE e predsposte per l tpo d gas utlzzato. Appareccho Rf.(1) Pano d cottura Dspostvo d sorveglanza d famma (termocoppa) s no Forno a gas Portata termca nomnale (kw) 6 Marca/Modello Beta Gas XJK Tpo d nstallazone Tpo d esecuzone Preesstente Nuova Posa Allaccamento(**) Tpo d collegamento Per apparecch fss/ncasso Flessble non metallco UNI EN 176 Flessble metallco Rgdo Altro() Per apparecch mobl Flessble non metallco UNI 7140 Flessble non metallco UNI EN 176 Flessble metallco Altro() Cucna Monolocale Altro(1) Locale contenente l appareccho (destnazone d uso del locale) Dretta Superfce netta rchesta cm Indretta 100 Sstem d ventlazone Condott d ventlazone Superfce totale netta presente cm 100 Non necessara Ventlazone meccanca controllata (VMC) Poszone (rspetto al pavmento) Alto Basso Sstem d aerazone/evacuazone de prodott della combustone Dretta Condott d aerazone Sstem d rcambo d ara controllato Superfce netta rchesta cm Superfce totale netta presente cm Poszone (rspetto al pavmento) Alto Camno/Condotto sngolo (pressone negatva/postva) Condotto collettvo (pressone negatva) Sstema ntubato Dretto all esterno termnale a parete Dretto all esterno termnale a tetto Cappa a traggo naturale Canale d esalazone: Cappa asprante elettrca (munta d ventlatore) m /h Dametro (mm) n camb d drezone 80 Tpo d materale Metallco 1 Lunghezza (m) 1,5 Elettroventlatore m /h : LEGENDA: (*) Ogn appareccho deve avere una propra scheda anche n presenza d pù apparecch nstallat nello stesso locale. (**) L allaccamento degl apparecch all mpanto nterno deve avvenre contestualmente alla messa n servzo dell mpanto (rf. UNI punto 4.1). (1) Il rfermento (Rf.) s ndca (ad esempo con numer e/o lettere) n presenza d schem/elaborat grafc d mpanto che rchedono tale rfermento. () Altro: specfcare. d

16 ESEMPIO - APPARECCHIO A INSTALLAZIONE DEGLI APPARECCHI, VENTILAZIONE E AERAZIONE DEI LOCALI, EVACUAZIONE DEI PRODOTTI DELLA COMBUSTIONE APPARECCHI DI TIPO C(*) Apparecch d tpo C: Appareccho l cu crcuto d combustone (prelevo dell ara comburente, camera d combustone, scambatore d calore e evacuazone de prodott della combustone) è a tenuta rspetto al locale n cu l appareccho è nstallato. Il prelevo dell ara comburente e l evacuazone de prodott della combustone avvengono drettamente all esterno del locale. Dcharo che le apparecchature nstallate sono provvste d marcatura CE e predsposte per l tpo d gas utlzzato. Appareccho Rf.() Tpo Scaldabagno Caldaa Stufa Radatore a gas Traggo naturale Con ventlatore Altro(1) Portata termca nomnale (kw) 7 Marca/Modello Zeta Gas XYZ Tpo d nstallazone Tpo d esecuzone Preesstente Nuova Posa Allaccamento(**) Tpo d collegamento Flessble metallco Rgdo Altro(1) Locale contenente l appareccho (destnazone d uso del locale) Cucna Sala/Soggorno Camera da letto Bagno Antcamera notte/gorno Corrdoo Rpostglo Sofftta Lavandera Monolocale Veranda chusa Terrazza/Balcone aperto Vano tecnco Centrale Termca Altro(1) Sstem d aerazone (nel caso d local non aerabl) Dretta Superfce totale netta presente cm Condott d aerazone Superfce netta rchesta cm Poszone (rspetto al pavmento) Alto Basso Sstem d evacuazone de prodott della combustone Camno sngolo Canna collettva Canna collettva ramfcata Sstema ntubato Dretto all esterno termnale a parete Dretto all esterno termnale a tetto Sstema fumaro: Coassale Dametro (mm) Tpo d materale Lunghezza (m) n camb d drezone Sdoppato: condotto fum Lunghezza (m) Sdoppato: condotto ara Lunghezza (m) Dametro (mm) n camb d drezone Dametro (mm) n camb d drezone Tpo d materale Tpo d materale Collettore Dametro (mm) Tpo d materale Lunghezza (m) n camb d drezone Altro(1) : LEGENDA: (*) Ogn appareccho deve avere una propra scheda anche n presenza d pù apparecch nstallat nello stesso locale. (**) L allaccamento degl apparecch all mpanto nterno deve avvenre contestualmente alla messa n servzo dell mpanto (rf. UNI punto 4.1). (1) Altro: specfcare. () Il rfermento (Rf.) s ndca (ad esempo con numer e/o lettere) n presenza d schem/elaborat grafc d mpanto che rchedono tale rfermento. d

17 ESEMPIO - SCHEDA CON ELENCO MATERIALI DESCRIZIONE DELL OPERA COME ESEGUITA - RELAZIONE CON TIPOLOGIE DEI MATERIALI UTILIZZATI PUNTO D INIZIO; PRESA DI PRESSIONE; VALVOLA DI INTERCETTAZIONE GENERALE Punto d nzo: ø /4 Dotato d dspostvo d blocco (chave) s no Ubcazone: Immedatamente a valle del gruppo d msura Immedatamente a valle d una dervazone d mpanto domestco/smlare e mpanto centrale termca > 5 kw, ccl produttv, ecc. Immedatamente a valle del gruppo d rduzone qualora l altra dervazone sa almentata con pressone maggore d quella prevsta dalla UNI 719 (40 mbar) All nterno dell alloggo All esterno dell alloggo Balcone Installazone sngola Installazone n battera Altro (specfcare) Presa d pressone: Integrata nel punto d nzo s no Se no specfcare ubcazone Valvola d ntercettazone generale: s ø /4 no(1) Ubcazone: All nterno dell alloggo All esterno dell alloggo Balcone Gardno Altro (specfcare) Tpo: manuale n luogo d esclusva pertnenza elettrovalvola con comando a dstanza (1) In alternatva alla valvola d ntercettazone generale, nel caso d mpant ntern d dstrbuzone partcolarmente compless, è consentto sezonare l mpanto utlzzando pù valvole d ntercettazone. d 16

18 ESEMPIO - SCHEDA CON ELENCO MATERIALI - POSA IN VISTA DESCRIZIONE DELL OPERA COME ESEGUITA - RELAZIONE CON TIPOLOGIE DEI MATERIALI UTILIZZATI Posa all ESTERNO d edfc Materale tubazon Rf.(1) Ø Lunghezza tot. (m) Tpo d gunzone Accao Saldatura Flettatura Meccanca Altro() Pezz specal sulle tubazon Dspostv d ntercettazone* Rduzon Tapp Gomt Raccord a T Gunto tre pezz Altro() Rf.(1) Ø Rf.(1) Ø Rf.(1) Ø *Precsare se: Dotato d tappo (predsposzone) Allaccato all mpanto/appareccho Materale tubazon Rf.(1) Ø Lunghezza tot. (m) Tpo d gunzone Rame,4 Brasatura Meccanca Altro() Pezz specal sulle tubazon Rf.(1) Ø Rf.(1) Ø Rf.(1) Ø Dspostv d ntercettazone* Rduzon Tapp Gomt Raccord a T Gunto tre pezz Altro() *Precsare se: Dotato d tappo (predsposzone) Allaccato all mpanto/appareccho Materale tubazon Rf.(1) Ø Lunghezza tot. (m) Tpo d gunzone Altro(4) Saldatura Flettatura Meccanca Altro() Pezz specal sulle tubazon Dspostv d ntercettazone* Rduzon Tapp Gomt Raccord a T Gunto tre pezz Altro() Rf.(1) Ø Rf.(1) Ø Rf.(1) Ø *Precsare se: Dotato d tappo (predsposzone) Allaccato all mpanto/appareccho ELEMENTI ACCESSORI Guana: materale Altro (specfcare) Struttura d protezone (specfcare) Gunto delettrco: quanttà LEGENDA (1) Il rfermento (Rf.) s ndca (ad esempo con numer e/o lettere) n presenza d schem/elaborat grafc d mpanto che rchedono tale rfermento. () Altro: specfcare ad esempo l tpo d gunzone meccanca a compressone, meccanca a pressare. () Altro: specfcare ulteror pezz specal come ad esempo raccord a croce, npples, prese d pressone complete d tappo, gunto d compensazone, ecc. (4) Altro: specfcare l mpego d ulteror materal, oppure ne cas n cu venga utlzzato l poletlene per l collegamento al contatore. d

19 ESEMPIO - SCHEDA CON ELENCO MATERIALI - POSA INTERRATA DESCRIZIONE DELL OPERA COME ESEGUITA - RELAZIONE CON TIPOLOGIE DEI MATERIALI UTILIZZATI Posa all ESTERNO d edfc Materale tubazon Accao rvestto Pezz specal sulle tubazon Rf.(1) Dspostv d ntercettazone* Rduzon Tapp Gomt Raccord a T Gunto tre pezz Altro() Ø Lunghezza tot. (m) Tpo d gunzone Saldatura Flettatura(5) Meccanca(5) Altro() Profondtà nterramento Rf.(1) Ø Rf.(1) Ø Rf.(1) Ø *Precsare se: Dotato d tappo (predsposzone) Allaccato all mpanto Materale tubazon Rame rvestto Pezz specal sulle tubazon Rf.(1) Dspostv d ntercettazone* Rduzon Tapp Gomt Raccord a T Gunto tre pezz Altro() Ø Lunghezza tot. (m) Tpo d gunzone Brasatura Meccanca(5) Altro() Profondtà nterramento Rf.(1) Ø Rf.(1) Ø Rf.(1) Ø *Precsare se: Dotato d tappo (predsposzone) Allaccato all mpanto Materale tubazon Poletlene Pezz specal sulle tubazon Rf.(1) Dspostv d ntercettazone* Rduzon Tapp Gomt Raccord a T Gunto tre pezz Altro() Ø 5 Lunghezza tot. (m) Tpo d gunzone Saldatura Meccanca(5) Altro() Profondtà nterramento Rf.(1) Ø Rf.(1) Ø Rf.(1) Ø *Precsare se: Dotato d tappo (predsposzone) Allaccato all mpanto ELEMENTI ACCESSORI Guana: materale Pozzetto d spezone quanttà Struttura d protezone (specfcare) Gunto d transzone: tpo monoblocco Nastro d segnalazone tpo meccanco quanttà LEGENDA (1) Il rfermento (Rf.) s ndca (ad esempo con numer e/o lettere) n presenza d schem/elaborat grafc d mpanto che rchedono tale rfermento. () Altro: specfcare ad esempo l tpo d gunzone meccanca a compressone, meccanca a pressare. () Altro: specfcare ulteror pezz specal come ad esempo raccord a croce, npples, prese d pressone complete d tappo, ecc. (5) Ammesse solo se poste n pozzett spezonabl. d

20 ESEMPIO - SCHEDA CON ELENCO MATERIALI - POSA IN VISTA DESCRIZIONE DELL OPERA COME ESEGUITA - RELAZIONE CON TIPOLOGIE DEI MATERIALI UTILIZZATI Posa all INTERNO d sngole untà mmoblar/local central termche Materale tubazon Accao Pezz specal sulle tubazon Rf.(1) Dspostv d ntercettazone* Rduzon Tapp Gomt Raccord a T Gunto tre pezz Altro() Ø Lunghezza tot. (m) Tpo d gunzone Saldatura Flettatura Meccanca Altro() Ubcazone/Locale Rf.(1) Ø Rf.(1) Ø Rf.(1) Ø *Precsare se: Dotato d tappo (predsposzone) Allaccato all mpanto/appareccho Materale tubazon Rame Pezz specal sulle tubazon Rf.(1) Dspostv d ntercettazone* Rduzon Tapp Gomt Raccord a T Gunto tre pezz Altro() Ø Lunghezza tot. (m),5 Tpo d gunzone Brasatura Meccanca Altro() Ubcazone/Locale Rf.(1) Ø Rf.(1) Ø Rf.(1) Ø 1 *Precsare se: Dotato d tappo (predsposzone) Allaccato all mpanto/appareccho Materale tubazon Altro(4) Pezz specal sulle tubazon Rf.(1) Dspostv d ntercettazone* Rduzon Tapp Gomt Raccord a T Gunto tre pezz Altro() Ø Lunghezza tot. (m) Tpo d gunzone Saldatura Flettatura Meccanca Altro() Ubcazone/Locale Rf.(1) Ø Rf.(1) Ø Rf.(1) Ø *Precsare se: Dotato d tappo (predsposzone) Allaccato all mpanto/appareccho ELEMENTI ACCESSORI Guana: materale Altro (specfcare) LEGENDA (1) Il rfermento (Rf.) s ndca (ad esempo con numer e/o lettere) n presenza d schem/elaborat grafc d mpanto che rchedono tale rfermento. () Altro: specfcare ad esempo l tpo d gunzone meccanca a compressone, meccanca a pressare. () Altro: specfcare ulteror pezz specal come ad esempo raccord a croce, npples, prese d pressone complete d tappo, ecc. (4) Altro: specfcare l mpego d ulteror materal. d

21 ESEMPIO - SCHEDA CON ELENCO MATERIALI - POSA SOTTOTRACCIA DESCRIZIONE DELL OPERA COME ESEGUITA - RELAZIONE CON TIPOLOGIE DEI MATERIALI UTILIZZATI Posa all INTERNO d sngole untà mmoblar Materale tubazon Accao Pezz specal sulle tubazon Rf.(1) Dspostv d ntercettazone* Rduzon Tapp Gomt Raccord a T Gunto tre pezz Altro() Ø Lunghezza tot. (m) Tpo d gunzone Saldatura Flettatura(5) Meccanca(5) Altro() Ubcazone/Locale Rf.(1) Ø Rf.(1) Ø Rf.(1) Ø *Precsare se: Dotato d tappo (predsposzone) Allaccato all mpanto/appareccho Materale tubazon Rame Pezz specal sulle tubazon Rf.(1) Dspostv d ntercettazone* Rduzon Tapp Gomt Raccord a T Gunto tre pezz Altro() Ø Lunghezza tot. (m),8 Tpo d gunzone Brasatura Meccanca(5) Altro() Ubcazone/Locale Rf.(1) Ø Rf.(1) Ø Rf.(1) Ø 1 *Precsare se: Dotato d tappo (predsposzone) Allaccato all mpanto/appareccho Materale tubazon Altro(4) Pezz specal sulle tubazon Rf.(1) Dspostv d ntercettazone* Rduzon Tapp Gomt Raccord a T Gunto tre pezz Altro() Ø Lunghezza tot. (m) Tpo d gunzone Saldatura Flettatura(5) Meccanca(5) Altro() Ubcazone/Locale Rf.(1) Ø Rf.(1) Ø Rf.(1) Ø *Precsare se: Dotato d tappo (predsposzone) Allaccato all mpanto/appareccho ELEMENTI ACCESSORI Guana: materale Altro (specfcare) Scatole d spezone quanttà LEGENDA (1) Il rfermento (Rf.) s ndca (ad esempo con numer e/o lettere) n presenza d schem/elaborat grafc d mpanto che rchedono tale rfermento. () Altro: specfcare ad esempo l tpo d gunzone meccanca a compressone, meccanca a pressare. () Altro: specfcare ulteror pezz specal come ad esempo raccord a croce, npples, prese d pressone complete d tappo, ecc. (4) Altro: specfcare l mpego d ulteror materal (come ad esempo multstrato, PLT-CSST, ecc.). (5) Ammesse solo se nserte n scatole spezonabl a tenuta nella parte murata e con copercho non a tenuta verso l ambente. d

B.2 Esempi. B.2.1 Esempio 1a) e 1b)

B.2 Esempi. B.2.1 Esempio 1a) e 1b) B. Esemp B..1 Esempo 1a) e 1b) Esempo 1a) Impanto d portata termca complessva par a 54,5 kw, gruppo d msura ubcato nel gardno, senza la presenza degl apparecch all nterno dell untà abtatva. L esempo comprende:

Dettagli

4.1 DATI IDENTIFICATIVI DELL IMPIANTO

4.1 DATI IDENTIFICATIVI DELL IMPIANTO 4.1 DATI IDENTIFICATIVI DELL IMPIANTO Dichiarazione di conformità n Committente Punto di riconsegna (PDR) (1) Impresa / Ditta Responsabile Tecnico / Titolare La presente documentazione si riferisce alla

Dettagli

Allegati Obbligatori ( DM 37 / 2008 ) DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ N. DEL

Allegati Obbligatori ( DM 37 / 2008 ) DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ N. DEL DATI IDENTIFICATIVI DELL IMPIANTO Cod. rich. Venditore PDR Committente Impresa / Ditta Responsabile tecnico / Titolare La presente documentazione si riferisce alla seguente tipologia di intervento : impianto

Dettagli

1. DESCRIZIONE GENERALE

1. DESCRIZIONE GENERALE 1. DESCRIZIONE GENERALE 1.1 Premessa L ntervento oggetto della presente relazone tecnca rguarda l mpanto d rvelazone e segnalazone ncend da realzzare a servzo del locale archvo dell edfco scolastco sto

Dettagli

10-7-2009. GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 158. ALLEGATO 1 (Allegato A, paragrafo 2)

10-7-2009. GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 158. ALLEGATO 1 (Allegato A, paragrafo 2) ALLEGATO 1 (Allegato A, paragrafo 2) Indcazon per l calcolo della prestazone energetca d edfc non dotat d mpanto d clmatzzazone nvernale e/o d produzone d acqua calda santara 1. In assenza d mpant termc,

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS Delberazone 20 ottobre 2004 Approvazone delle condzon general d accesso e d erogazone del servzo d rgassfcazone d gnl predsposte dalla socetà Gnl Itala Spa (delberazone n. 184/04) L AUTORITÀ PER L ENERGIA

Dettagli

impianti di prima pioggia

impianti di prima pioggia SHUNT ITALIANA TECHNOLOGY S.r.l. dvsone depurazone acque mpant d prma pogga un futuro per l acqua... 0867 CAPONAGO (MB) - Va G. Galle, - Tel. 0.95.96.6 - Fax 0.95.74..54 - dvacque@shunt.t - www.shunt.t

Dettagli

COMUNE DI CASSANO DELLE MURGE Provincia di Bari

COMUNE DI CASSANO DELLE MURGE Provincia di Bari Allegato alla D.D. Area 3 - Terrtoro n 17 del 20.04.2009 COMUNE DI CASSANO DELLE MURGE Provnca d Bar DISCIPLINARE BANDO PUBBLICO PER L INCENTIVAZIONE DI INTERVENTI DI RECUPERO DELLE FACCIATE DI IMMOBILI

Dettagli

MILANO - VENERDÌ, 20 LUGLIO 2007. Sommario. Deliberazione Giunta regionale 26 giugno 2007 - n. 8/5018

MILANO - VENERDÌ, 20 LUGLIO 2007. Sommario. Deliberazione Giunta regionale 26 giugno 2007 - n. 8/5018 REPUBBLICA ITALIANA BOLLETTINO UFFICIALE MILANO - VENERDÌ, 20 LUGLIO 2007 3º SUPPLEMENTO STRAORDINARIO Sommaro Anno XXXVII - N. 147 - Poste Italane - Spedzone n abb. postale - 45% - art. 2, comma 20/b

Dettagli

Kit di conversione gas CELSIUS/Hydrosmart

Kit di conversione gas CELSIUS/Hydrosmart Kt d conversone gas CELSIUS/Hydrosmart IT (04.06) SM Indce 2 Indcazon per la scurezza 3 Legenda de smbol 3 1 Regolazone del gas - Celsus/Hydrosmart 4 1.1 Trasformazone gas 4 1.2 Impostazon d fabbrca 4

Dettagli

COMUNE DI CAFASSE Servizio Edilizia/Urbanistica

COMUNE DI CAFASSE Servizio Edilizia/Urbanistica COMUNE DI CAFASSE Servzo Edlza/Urbanstca PERMESSO DI COSTRUIRE N. DEL INTESTATARIO: METODO OPERATIVO PER LA DETERMINAZIONE DEL COSTO DI COSTRUZIONE a sens degl artt. 6 e 10 della L.R. 28/01/1977 n. 10;

Dettagli

PROVIAMO A VERIFICARE SE...

PROVIAMO A VERIFICARE SE... PROVAMO A VERFCARE SE... CHECK llst PER la VERFCA DEL RSPETTO DE PRNCPAL OBBLGH N MATERA D SCUREZZA E SALUTE SUL lavoro (RF. PCCOL UFFC) Pago 1 d 7 S PRECSA CHE LA CHECK-L1ST D SEGUTO RPORTATA NON PUÒ

Dettagli

TITOLO: L INCERTEZZA DI TARATURA DELLE MACCHINE PROVA MATERIALI (MPM)

TITOLO: L INCERTEZZA DI TARATURA DELLE MACCHINE PROVA MATERIALI (MPM) Identfcazone: SIT/Tec-012/05 Revsone: 0 Data 2005-06-06 Pagna 1 d 7 Annotazon: Il presente documento fornsce comment e lnee guda sull applcazone della ISO 7500-1 COPIA CONTROLLATA N CONSEGNATA A: COPIA

Dettagli

ALLEGATI TECNICI OBBLIGATORI (D.M. 37/08, Delibera 40/04 e succ. mod.)

ALLEGATI TECNICI OBBLIGATORI (D.M. 37/08, Delibera 40/04 e succ. mod.) Foglio n 1 di 6 ALLEGATI TECNICI OBBLIGATORI (D.M. 37/08, Delibera 40/04 e succ. mod.) Intervento su impianto gas portata termica (Q n )= 34,10. kw tot Impresa/Ditta: DATI INSTALLATORE Resp. Tecnico/Titolare:

Dettagli

Verifica termoigrometrica delle pareti

Verifica termoigrometrica delle pareti Unverstà Medterranea d Reggo Calabra Facoltà d Archtettura Corso d Tecnca del Controllo Ambentale A.A. 2009-200 Verfca termogrometrca delle paret Prof. Marna Mstretta ANALISI IGROTERMICA DEGLI ELEMENTI

Dettagli

Allegati tecnici obbligatori alla dichiarazione di conformità (D.M. 37/08; Delibera AEEGSI 40/14 e successive modifiche e integrazioni)

Allegati tecnici obbligatori alla dichiarazione di conformità (D.M. 37/08; Delibera AEEGSI 40/14 e successive modifiche e integrazioni) Allegati tecnici obbligatori alla dichiarazione di conformità (D.M. 37/08; Delibera AEEGSI 40/14 e successive modifiche e integrazioni) SEZIONE 1 Quadro A: dati dell impresa installatore IMPRESA / DITTA

Dettagli

Edifici a basso consumo energetico: tra ZEB e NZEB

Edifici a basso consumo energetico: tra ZEB e NZEB Edfc a basso consumo energetco: tra ZEB e NZEB Prof. Ing. Percarlo Romagnon Dpartmento d Progettazone e Panfcazone n Ambent Compless Unverstà IUAV d Veneza Dorsoduro 2206 30123 Veneza perca@uav.t Modell

Dettagli

Rilevatore di fumo radio fumonic 3 radio net. Infomazioni per locatari e proprietari

Rilevatore di fumo radio fumonic 3 radio net. Infomazioni per locatari e proprietari Rlevatore d fumo rado fumonc 3 rado net Infomazon per locatar e propretar Congratulazon! Nella vostra abtazone sono stat nstallat rlevator d fumo ntellgent fumonc 3 rado net. In questo modo l locatore

Dettagli

COMANDO PROVINCIALE VIGILI DEL FUOCO DI MILANO ALLEGATA AL PROGETTO DI LAVORI DI COSTRUZIONE NUOVA PALESTRA SCOLASTICA POLIVALENTE

COMANDO PROVINCIALE VIGILI DEL FUOCO DI MILANO ALLEGATA AL PROGETTO DI LAVORI DI COSTRUZIONE NUOVA PALESTRA SCOLASTICA POLIVALENTE COMUNE DI SEREGNO PROVINCIA DI MONZA BRIANZA COMANDO PROVINCIALE VIGILI DEL FUOCO DI MILANO ALLEGATA AL PROGETTO DI LAVORI DI COSTRUZIONE NUOVA PALESTRA SCOLASTICA POLIVALENTE ATTIVITÀ NORMATA (D.M. 18.03.1996

Dettagli

POR FESR Sardegna 2007-2013 Asse VI Competitività BANDO PUBBLICO. Voucher Startup Incentivi per la competitività delle Startup innovative

POR FESR Sardegna 2007-2013 Asse VI Competitività BANDO PUBBLICO. Voucher Startup Incentivi per la competitività delle Startup innovative POR FESR Sardegna 2007-2013 Asse VI Compettvtà BANDO PUBBLICO Voucher Startup Incentv per la compettvtà delle Startup nnovatve ALLEGATO 3 PIANO DI UTILIZZO DEL VOUCHER STARTUP INNOVATIVE 2014 3. Pano d

Dettagli

A. AUMENTO DELLA SPESA PUBBLICA FINANZIATO ESCLUSIVAMENTE TRAMITE INDEBITAMENTO

A. AUMENTO DELLA SPESA PUBBLICA FINANZIATO ESCLUSIVAMENTE TRAMITE INDEBITAMENTO 4. SCHMI ALTRNATIVI DI FINANZIAMNTO DLLA SPSA PUBBLICA. Se l Governo decde d aumentare la Spesa Pubblca G (o Trasferment TR), allora deve anche reperre fond necessar per fnanzare questa sua maggore spesa.

Dettagli

Allegati Tecnici Obbligatori (Decreto 37/08, Delibera AEEG n. 40/14 e succ. integrazioni e modifiche)

Allegati Tecnici Obbligatori (Decreto 37/08, Delibera AEEG n. 40/14 e succ. integrazioni e modifiche) Tab. 1 Allegati Tecnici Obbligatori (Decreto 37/08, Delibera AEEG n. 40/14 e succ. integrazioni e modifiche) Impresa/Ditta Responsabile Tecnico/Titolare.. Dichiarazione di conformità n Modulo Allegato

Dettagli

Calcolo della caduta di tensione con il metodo vettoriale

Calcolo della caduta di tensione con il metodo vettoriale Calcolo della caduta d tensone con l metodo vettorale Esempo d rete squlbrata ed effett del neutro nel calcolo. In Ampère le cadute d tensone sono calcolate vettoralmente. Per ogn utenza s calcola la caduta

Dettagli

AVVISO PUBBLICO Costituzione di short list: Servizio di pulizie presso l Istituto di Ricerca Biogem s.c.ar.l. Via Camporeale, Ariano Irpino (AV)

AVVISO PUBBLICO Costituzione di short list: Servizio di pulizie presso l Istituto di Ricerca Biogem s.c.ar.l. Via Camporeale, Ariano Irpino (AV) AVVISO PUBBLICO Costtuzone d short lst: Servzo d pulze presso l Isttuto d Rcerca Camporeale, Arano Irpno (AV) In esecuzone della Determna Presdenzale n. 15/103 del 10/09/2015, la Bogem Scarl ntende procedere

Dettagli

Macchine. 5 Esercitazione 5

Macchine. 5 Esercitazione 5 ESERCITAZIONE 5 Lavoro nterno d una turbomacchna. Il lavoro nterno massco d una turbomacchna può essere determnato not trangol d veloctà che s realzzano all'ngresso e all'uscta della macchna stessa. Infatt

Dettagli

Visto l articolo 117, comma sesto, della Costituzione;

Visto l articolo 117, comma sesto, della Costituzione; 22 28.10.2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 50 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 22 ottobre 2013, n. 59/R Modfche al regolamento emanato con decreto del Presdente della

Dettagli

n.49 del 24/O1 2014 O (i G E T T O

n.49 del 24/O1 2014 O (i G E T T O REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE n.49 del 24/O1 2014 O ( G E T T O Concessone n comodato duso gratuto per la durata d un anno alla Socetà Cooperatv a Socale

Dettagli

Allegati tecnici obbligatori alla dichiarazione di conformità (Legge 46/90, D.M. 20-feb-1992, Del. AEEG 40/04 e succ. mod.)

Allegati tecnici obbligatori alla dichiarazione di conformità (Legge 46/90, D.M. 20-feb-1992, Del. AEEG 40/04 e succ. mod.) Allegati tecnici obbligatori alla dichiarazione di conformità (Legge 46/90, D.M. 20-feb-1992, Del. AEEG 40/04 e succ. mod.) Foglio n... Intervento su impianto gas di portata termica totale (Qn) (*) =.

Dettagli

Identificativo Atto n. 704 DIREZIONE GENERALE RETI E SERVIZI DI PUBBLICA UTILITA' E SVILUPPO SOSTENIBILE

Identificativo Atto n. 704 DIREZIONE GENERALE RETI E SERVIZI DI PUBBLICA UTILITA' E SVILUPPO SOSTENIBILE 15833 13/12/2007 Identfcatvo Atto n. 704 DIREZIONE GENERALE RETI E SERVIZI DI PUBBLICA UTILITA' E SVILUPPO SOSTENIBILE AGGIORNAMENTO DELLA PROCEDURA DI CALCOLO PER PREDISPORRE L'ATTESTATO DI CERTIFICAZIONE

Dettagli

TECNICA DELLA SICUREZZA ELETTRICA

TECNICA DELLA SICUREZZA ELETTRICA UNVERST DEGL STUD D PLERMO FCOLT D NGEGNER DSPENS DEL CORSO D TECNC DELL SCUREZZ ELETTRC (ntegratva del lbro d testo) Prof. Stefano Mangone RFERMENT LEGSLTV E NORMTV 1.1 RFERMENT LEGSLTV Legge 1/3/68 n.

Dettagli

Calcolo della potenza e dell energia necessaria per la climatizzazione di un edificio

Calcolo della potenza e dell energia necessaria per la climatizzazione di un edificio Calcolo della potenza e dell energa necessara per la clmatzzazone d un edfco Rcambo d ara Ø dsperson Rcambo d ara φ φ dsperson + φ rcambo d'ara φ dsperson ΣUS (t nt t est ) φ rcambo d'ara Σn V ρ ara c

Dettagli

AZIENDA PROFILO AZIENDALE. UFFICIO TECNICO ED UNITÀ PRODUTTIVE.

AZIENDA PROFILO AZIENDALE. UFFICIO TECNICO ED UNITÀ PRODUTTIVE. AZIENDA PROFILO AZIENDALE. 3S Saldature Specal Segrate Srl vene costtuta nel 1970. Sn dalle sue orgn, la Socetà s dedca alla progettazone e produzone d component ed apparecchature che trovano larga applcazone

Dettagli

Distributore di comando della motrice. Istruzione di controllo. Informazioni sulla sicurezza 1/5. con pedale / 3 Interruttori 1/2

Distributore di comando della motrice. Istruzione di controllo. Informazioni sulla sicurezza 1/5. con pedale / 3 Interruttori 1/2 Dstrbutore d comando della motrce con pedale / 3 Interruttor Istruzone d controllo Prma d nzare l controllo s raccomanda d leggere attentamente le nformazon d scurezza. Informazon sulla scurezza Il controllo

Dettagli

Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti

Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Il Mnstro delle Infrastrutture e de Trasport VISTO l decreto legslatvo 30 aprle 1992, n. 285, come da ultmo modfcato dal decreto legslatvo 18 aprle 2011, n. 59, recante Attuazone delle drettve 2006/126/CE

Dettagli

RESISTENZA AL FUOCO PANNELLO IN LECAMIX (REI 120 spessore 8 cm)

RESISTENZA AL FUOCO PANNELLO IN LECAMIX (REI 120 spessore 8 cm) SpA con sede Legale e Ammnstratva Solgnano (PR) - 43045 Rubbano d Fornovo va Vttoro Veneto, 30 Tel. 0525 4198 - Fax 0525 419988 Part. VA e Cod. Fsc. 02193140346 Captale Socale euro 25.000.000,00 nt.vers.

Dettagli

UMBERTO I " Il suesposto decreto e divenuto esecutivo in seguito alla pubblicazione all Albo dell Ente L. al... 11/10/2014...

UMBERTO I  Il suesposto decreto e divenuto esecutivo in seguito alla pubblicazione all Albo dell Ente L. al... 11/10/2014... M À} CENTRO RESDENZE PERNZN UMBERTO " ORGNE 35028 POE D SCCO (Padova) N 244 del 24/09/204 l Segretaro Drettore d uesto sttuto Perìn Dottssa Emanuela a sens del Dgs n 65/ 200 delle successve dsposzon d

Dettagli

Istruzioni per la compilazione degli Allegati Tecnici Obbligatori

Istruzioni per la compilazione degli Allegati Tecnici Obbligatori Istruzioni per la compilazione degli Allegati Tecnici Obbligatori Seguire i riferimenti posti sul modulo prestampato Rif. (*) La portata termica totale dell impianto gas sul quale sono stati eseguiti i

Dettagli

Condensatori e resistenze

Condensatori e resistenze Condensator e resstenze Lucano attaa Versone del 22 febbrao 2007 Indce In questa nota presento uno schema replogatvo relatvo a condensator e alle resstenze, con partcolare rguardo a collegament n sere

Dettagli

RELAZIONE TECNICA DELL IMPIANTO TERMICO

RELAZIONE TECNICA DELL IMPIANTO TERMICO RELAZIONE TECNICA DELL IMPIANTO TERMICO (Allegato alla dichiarazione di conformità o all attestazione di corretta esecuzione dell impianto a gas di cui al modello I allegato alla Delibera AEEG n 40/04)

Dettagli

Soluzione esercizio Mountbatten

Soluzione esercizio Mountbatten Soluzone eserczo Mountbatten I dat fornt nel testo fanno desumere che la Mountbatten utlzz un sstema d Actvty Based Costng. 1. Calcolo del costo peno ndustrale de tre prodott Per calcolare l costo peno

Dettagli

Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti

Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Il Mnstro delle Infrastrutture e de Trasport VISTO l decreto legslatvo 30 aprle 1992, n. 285, come da ultmo modfcato dal decreto legslatvo 18 aprle 2011, n. 59, recante Attuazone delle drettve 2006/126/CE

Dettagli

Sezione I : Riferimenti inerenti alla documentazione Quadro A. Dichiarazione di conformità n Impianto gas rif. n data

Sezione I : Riferimenti inerenti alla documentazione Quadro A. Dichiarazione di conformità n Impianto gas rif. n data Allegato a: Dichiarazione di Conformità (ai sensi della Legge 46/90) Attestato di corretta esecuzione impianto gas di cui al modello "B" (Del. N 40/04 dell'aeeg) Sezione I : Riferimenti inerenti alla documentazione

Dettagli

Istruzioni di montaggio Montaggio su tetto piano e su facciata Collettore piano FKT-1 per impianti solari Junkers

Istruzioni di montaggio Montaggio su tetto piano e su facciata Collettore piano FKT-1 per impianti solari Junkers Istruzon d montaggo Montaggo su tetto pano e su faccata Collettore pano FKT- per mpant solar Junkers 63043970.0-.SD 6 70 6 595 (006/04) SD Indce Note general...............................................

Dettagli

MANUALE DI ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE, L UTILIZZO E LA MANUTENZIONE DEL REGOLATORE GENIUS POWER SIN VERSIONE PRELIMINARE

MANUALE DI ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE, L UTILIZZO E LA MANUTENZIONE DEL REGOLATORE GENIUS POWER SIN VERSIONE PRELIMINARE MANUALE D STRUZON PER L NSTALLAZONE, L UTLZZO E LA MANUTENZONE DEL REGOLATORE GENUS POWER SN VERSONE PRELMNARE CONDZON D GARANZA L appareccho è garantto per 24 mes dalla data d acqusto contro dfett d fabbrcazone

Dettagli

Simulazione seconda prova Tema assegnato all esame di stato per l'abilitazione alla professione di geometra, 2006

Simulazione seconda prova Tema assegnato all esame di stato per l'abilitazione alla professione di geometra, 2006 Smulazone seconda prova Tema assegnato all esame d stato per l'abltazone alla professone d geometra, 006 roposte per lo svolgmento pubblcate sul ollettno SIFET (Socetà Italana d Fotogrammetra e Topografa)

Dettagli

La retroazione negli amplificatori

La retroazione negli amplificatori La retroazone negl amplfcator P etroazonare un amplfcatore () sgnfca sottrarre (o sommare) al segnale d ngresso (S ) l segnale d retroazone (S r ) ottenuto dal segnale d uscta (S u ) medante un quadrpolo

Dettagli

ALLEGATO G Guida all autovalutazione in fase di progetto Protocollo ITACA - Marche

ALLEGATO G Guida all autovalutazione in fase di progetto Protocollo ITACA - Marche ALLEGATO G Guda all autovalutazone n fase d progetto Protocollo ITACA - Marche Indce Defnzone delle caratterstche geometrche, archtettonche e d utlzzo d un edfco rappresentatvo della tpologa resdenzale

Dettagli

Tipo di intervento effettuato. Eseguito come: Sez. I: riferimenti inerenti alla documentazione. Cod. rich. Venditore )

Tipo di intervento effettuato. Eseguito come: Sez. I: riferimenti inerenti alla documentazione. Cod. rich. Venditore ) ) ) ) ) ) Cod. rich. Venditore ) Impresa / Ditta Resp.Tecnico / Titolare ) ) ) ) ) )Cod. rich. GESAM S.p.A. ) Sez. I: riferimenti inerenti alla documentazione Quadro A Dichiarazione di Conformità (1) n

Dettagli

ALLEGATI TECNICI OBBLIGATORI Schema Impianto realizzato - Relazione con tipologie materiali utilizzati D.M.n.37 del 22 gennaio 2008

ALLEGATI TECNICI OBBLIGATORI Schema Impianto realizzato - Relazione con tipologie materiali utilizzati D.M.n.37 del 22 gennaio 2008 ALLEGATI TECNICI OBBLIGATORI Schema Impianto realizzato - Relazione con tipologie materiali utilizzati D.M.n.37 del 22 gennaio 2008 Intervento su impianto gas di portata termica totale (Qn) (*)=............

Dettagli

/f*e*ékfu. utffi6úà/6r.** -r tèv {z l.e6ha. 6tro,gq ---4\ 9"* @y*d"-/%éé/ ,tr. Al Comune di Procida Via LibeÉà, L2-80079 Procida (NA1

/f*e*ékfu. utffi6úà/6r.** -r tèv {z l.e6ha. 6tro,gq ---4\ 9* @y*d-/%éé/ ,tr. Al Comune di Procida Via LibeÉà, L2-80079 Procida (NA1 Mod. 162 /f*e*ékfu utff6úà/6r.** DPARTMENTO PER LE RSORSE DRCHE DREZONE PER LA DFESA DEL MARE 6tro,gq Al Comune d Procda Va LbeÉà, L2-80079 Procda (NA1 % -r tèv {z l.e6ha @y*d"-/%éé/,tr 9"* ---4\ Oggetto:

Dettagli

Servizi Urbanistica. > Pianificazione Generale Piano Regolatore Generale, Strutturale e Operativo Programma di Fabbricazione Regolamento Edilizio

Servizi Urbanistica. > Pianificazione Generale Piano Regolatore Generale, Strutturale e Operativo Programma di Fabbricazione Regolamento Edilizio 2 Servz Urbanstca > Panfcazone Generale Pano Regolatore Generale, Strutturale e Operatvo Programma d Fabbrcazone Regolamento Edlzo > Panfcazone Settorale Pano Paesaggstco Pano Infrastrutturale Pano del

Dettagli

Strutture deformabili torsionalmente: analisi in FaTA-E

Strutture deformabili torsionalmente: analisi in FaTA-E Strutture deformabl torsonalmente: anals n FaTA-E Il comportamento dsspatvo deale è negatvamente nfluenzato nel caso d strutture deformabl torsonalmente. Nelle Norme Tecnche cò vene consderato rducendo

Dettagli

Ricerca Operativa e Logistica Dott. F.Carrabs e Dott.ssa M.Gentili. Modelli per la Logistica: Single Flow One Level Model Multi Flow Two Level Model

Ricerca Operativa e Logistica Dott. F.Carrabs e Dott.ssa M.Gentili. Modelli per la Logistica: Single Flow One Level Model Multi Flow Two Level Model Rcerca Operatva e Logstca Dott. F.Carrabs e Dott.ssa M.Gentl Modell per la Logstca: Sngle Flow One Level Model Mult Flow Two Level Model Modell d localzzazone nel dscreto Modell a Prodotto Sngolo e a Un

Dettagli

Gestione dell energia negli impianti di climatizzazione e di processo Fatturazione dei costi di ventilazione basata sui consumi effettivi

Gestione dell energia negli impianti di climatizzazione e di processo Fatturazione dei costi di ventilazione basata sui consumi effettivi Gestone dell energa negl mpant d clmatzzazone e d processo Fatturazone de cost d ventlazone basata su consum effettv GESTIONE DELL ENERGIA E RILEVAMENTO DEI CONSUMI ANCHE NEGLI IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE

Dettagli

ISTRUZIONE OPERATIVA:

ISTRUZIONE OPERATIVA: Pagna 1 d 5 legant da Acca da INDICE: 1) Scopo 2) Campo d applcazone 3) Norma d rfermento 4) Defnzon e smbol 5) Responsabltà 6) Apparecchature 7) Modaltà esecutve 8) Esposzone de rsultat calcestruzz aggregat

Dettagli

Ministero della Salute D.G. della programmazione sanitaria --- GLI ACC - L ANALISI DELLA VARIABILITÀ METODOLOGIA

Ministero della Salute D.G. della programmazione sanitaria --- GLI ACC - L ANALISI DELLA VARIABILITÀ METODOLOGIA Mnstero della Salute D.G. della programmazone santara --- GLI ACC - L ANALISI DELLA VARIABILITÀ METODOLOGIA La valutazone del coeffcente d varabltà dell mpatto economco consente d ndvduare gl ACC e DRG

Dettagli

COLLANA I Quaderni Tecnici di Fibre Net QUADERNO TECNICO SISTEMA FIBREBUILD RETICOLA

COLLANA I Quaderni Tecnici di Fibre Net QUADERNO TECNICO SISTEMA FIBREBUILD RETICOLA COLLANA I Quadern Tecnc d Fbre Net QUADERNO TECNICO SISTEMA FIBREBUILD RETICOLA La collana I Quadern Tecnc d Fbre Net vuole essere un utle e pratco strumento d lavoro per l mondo professonale e delle mprese

Dettagli

UNI 7129/2008. Impianti di alimentazione e distribuzione d'acqua fredda e calda - Criteri di progettazione, collaudo e gestione

UNI 7129/2008. Impianti di alimentazione e distribuzione d'acqua fredda e calda - Criteri di progettazione, collaudo e gestione Impianti di alimentazione e distribuzione d'acqua fredda e calda - Criteri di progettazione, collaudo e gestione Ultimo aggiornamento Martedì 27 Luglio 2010 La UNI 7129 edizione 2008 è la più importante

Dettagli

Parametri e protocolli di riferimento

Parametri e protocolli di riferimento Parametr e protocoll d rfermento P. Isoard - O. Rampado - R. Ropolo S.C. Fsca Santara A.S.O. San Govann Battsta d Torno Document d rfermento general Gudelnes for Acceptance Testng and Qualty Control, Techcal

Dettagli

ARGOMENTI 1. 2. 3. 4. I

ARGOMENTI 1. 2. 3. 4. I ARGOMENTI 1. Defnzon 2. La classfcazone 3. Competenze e compt 4. I rfut assmlat 5. La raccolta dfferenzata 6. Il trattamento 7. La stablzzazone 8. Il codce CER 191212 9. La FOS 10. Il percolato INDICE

Dettagli

Soluzioni per lo scarico dati da tachigrafo innovativi e facili da usare. http://dtco.it

Soluzioni per lo scarico dati da tachigrafo innovativi e facili da usare. http://dtco.it Soluzon per lo scarco dat da tachgrafo nnovatv e facl da usare http://dtco.t Downloadkey II Moble Card Reader Card Reader Downloadtermnal DLD Short Range and DLD Wde Range Qual soluzon ho a dsposzone per

Dettagli

Trigger di Schmitt. e +V t

Trigger di Schmitt. e +V t CORSO DI LABORATORIO DI OTTICA ED ELETTRONICA Scopo dell esperenza è valutare l ampezza dell steres d un trgger d Schmtt al varare della frequenza e dell ampezza del segnale d ngresso e confrontarla con

Dettagli

CONFORMITA DEL PROGETTO

CONFORMITA DEL PROGETTO AMGA - Azenda Multservz S.p.A. - Udne pag. 1 d 6 INDICE 1. PREMESSA...2 2. CALCOLI IDRAULICI...3 3. CONFORMITA DEL PROGETTO...6 R_Idr_Industre_1 Str.doc AMGA - Azenda Multservz S.p.A. - Udne pag. 2 d 6

Dettagli

Calcolo delle Probabilità

Calcolo delle Probabilità alcolo delle Probabltà Quanto è possble un esto? La verosmglanza d un esto è quantfcata da un numero compreso tra 0 e. n partcolare, 0 ndca che l esto non s verfca e ndca che l esto s verfca senza dubbo.

Dettagli

* * * Nota inerente il calcolo della concentrazione rappresentativa della sorgente. Aprile 2006 RL/SUO-TEC 166/2006 1

* * * Nota inerente il calcolo della concentrazione rappresentativa della sorgente. Aprile 2006 RL/SUO-TEC 166/2006 1 APAT Agenza per la Protezone dell Ambente e per Servz Tecnc Dpartmento Dfesa del Suolo / Servzo Geologco D Itala Servzo Tecnologe del sto e St Contamnat * * * Nota nerente l calcolo della concentrazone

Dettagli

ALLEGATO B REQUISITI DI ORDINE GENERALE

ALLEGATO B REQUISITI DI ORDINE GENERALE PROCEDURA NEGOZIATA PER L'ACQUISIZIONE DEL SERVIZIO DI IDEAZIONE E PROGETTAZIONE GRAFICA PER LA PUBBLICAZIONE E DIVULGAZIONE DELLE INIZIATIVE CULTURALI DELL'ERT ALLEGATO B REQUISITI DI ORDINE GENERALE

Dettagli

Corrente elettrica e circuiti

Corrente elettrica e circuiti Corrente elettrca e crcut Generator d forza elettromotrce Intenstà d corrente Legg d Ohm esstenza e resstvtà esstenze n sere e n parallelo Effetto termco della corrente Legg d Krchhoff Corrente elettrca

Dettagli

Caldaia murale a gas con produzione di acqua calda sanitaria CERANORM a bassa temperatura con bruciatore raffreddato ad acqua

Caldaia murale a gas con produzione di acqua calda sanitaria CERANORM a bassa temperatura con bruciatore raffreddato ad acqua Istruzon d nstallazone e d manutenzone per personale specalzzato Caldaa murale a gas con produzone d acqua calda santara CERANORM a bassa temperatura con brucatore raffreddato ad acqua 6 720 611 565-00.1O

Dettagli

Caldaia murale a gas a condensazione CERAPUR

Caldaia murale a gas a condensazione CERAPUR Istruzon d nstallazone e manutenzone Caldaa murale a gas a condensazone CERAPUR 6 720 610 910-00.2O ZSBR 3-16 A 23 ZSBR 7-28 A 23 ZWBR 7-28 A 23 ZBR 11-42 A 23 OSW Indce Indce Avvertenze 4 Spegazone de

Dettagli

Relazione schematica opere eseguite: tipologia materiali utilizzati

Relazione schematica opere eseguite: tipologia materiali utilizzati Allegati alla dichiarazione di conformità alla regola dell arte delle opere eseguite, di cui al D.MSE 22 gennaio 2008, n. 37 (allegato all attestazione di corretta esecuzione dell impianto a gas di cui

Dettagli

TORRI DI RAFFREDDAMENTO PER L ACQUA

TORRI DI RAFFREDDAMENTO PER L ACQUA TORRI DI RAFFREDDAMENTO PER ACQUA Premessa II funzonamento degl mpant chmc rchede generalmente gross quanttatv d acqua: questa, oltre ad essere utlzzata drettamente n alcune lavorazon, come lavagg, dssoluzon,

Dettagli

ACCERTAMENTI DOCUMENTALI. ai sensi della. DELIBERAZIONE AEEG N. 40/04 s.m.i.

ACCERTAMENTI DOCUMENTALI. ai sensi della. DELIBERAZIONE AEEG N. 40/04 s.m.i. ACCERTAMENTI DOCUMENTALI ai sensi della DELIBERAZIONE AEEG N. 40/04 s.m.i. PRINCIPALI ELEMENTI DI AUTOCONTROLLO AI FINI DELLA CORRETTA COMPILAZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE DA ACCERTARE 1 PREMESSA Nelle pagine

Dettagli

Committente Ubicazione impianto di utenza: Comune di: ( ) Via n.

Committente Ubicazione impianto di utenza: Comune di: ( ) Via n. Dati dell'installatore (1) Nominativo titolare/legale rappresentante Impresa/ditta (ragione sociale) Responsabile tecnico/titolare Sede: Comune di: CAP prov. Via n. tel cell fax email Dati del committente

Dettagli

PROVINCIA REGIONALE DI MESSINA

PROVINCIA REGIONALE DI MESSINA PROVNCA REGONALE D MESSNA Regolamento per l'erogazone delle rsorse fnanzare agl sttut scolastc Artcolo 1 - Prncp, defnzon e norme general 1. l presente regolamento da attuazone all'art.3 della Legge 11

Dettagli

COMUNE DI VAIANO Provincia di Prato

COMUNE DI VAIANO Provincia di Prato I COMUNE DI VAIANO Provnca d Prato DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENZIALI d local Appalto del Servzo pulza e sanfcazone ed arred stuat n edfc d propretà del Comune d Vaano per l perodo

Dettagli

Il diagramma PSICROMETRICO

Il diagramma PSICROMETRICO Il dagramma PSICROMETRICO I dagramm pscrometrc vengono molto utlzzat nel dmensonamento degl mpant d condzonamento dell ara, n quanto consentono d determnare n modo facle e rapdo le grandezze d stato dell

Dettagli

PROCEDURA VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE

PROCEDURA VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE PROCEDURA VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE POTENZIAMENTO DELL IMPIANTO DI RECUPERO INERTI NON PERICOLOSI PROVENIENTI DA COSTRUZIONI E DEMOLIZIONI IN LOCALITA VAL DI MERSE D C B A EMISSIONE ITALCAVE s.r.l.

Dettagli

Codice di Stoccaggio Capitolo 7 Bilanciamento e reintegrazione dello stoccaggio

Codice di Stoccaggio Capitolo 7 Bilanciamento e reintegrazione dello stoccaggio Codce d Stoccaggo Captolo 7 Blancamento e rentegrazone dello stoccaggo 7.4 Corrspettv per servz d stoccaggo L UTENTE è tenuto a corrspondere a STOGIT, per la prestazone de servz, gl mport dervant dall

Dettagli

Informazioni tecniche Istruzioni per l installazione UltraGas (70,90) Campi potenza nominale a 40/30 C e gas naturale

Informazioni tecniche Istruzioni per l installazione UltraGas (70,90) Campi potenza nominale a 40/30 C e gas naturale Informazon tecnche Istruzon per l nstallazone UltraGas (70,90) Caldaa a gas a condensazone per gas naturale e GPL per funzonamento modulante Camp potenza nomnale a 40/30 C e gas naturale 30-UltraGas (70)

Dettagli

La tua area riservata Organizzazione Semplicità Efficienza

La tua area riservata Organizzazione Semplicità Efficienza Rev. 07/2012 La tua area rservata Organzzazone Semplctà Effcenza www.vstos.t La tua area rservata 1 MyVstos MyVstos è la pattaforma nformatca rservata a rvendtor Vstos che consente d verfcare la dsponbltà

Dettagli

DECRETA. ART. 3 Il compenso per l attività di collaborazione è fissato in 1.095,00 esente dall imposta sul reddito delle persone fisiche.

DECRETA. ART. 3 Il compenso per l attività di collaborazione è fissato in 1.095,00 esente dall imposta sul reddito delle persone fisiche. BANDO PER n. 64 BORSE DI COLLABORAZIONE PER IL SUPPORTO PRESSO IL C.I.A.O. DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA NEL PERIODO DA SETTEMBRE 2010 A FINE GENNAIO 2011 000280 IL RETTORE VISTO VISTO

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare MANUALE OPERATIVO PER IL SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DEL PERSONALE

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare MANUALE OPERATIVO PER IL SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DEL PERSONALE Mnstero dell Ambente e della Tutela del Terrtoro e del Mare MANUALE OPERATIVO PER IL SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DEL PERSONALE INDICE 1. INTRODUZIONE 1.1. I RIFERIMENTI NORMATIVI 1.2. GLI OBIETTIVI

Dettagli

COMUNE DI SESTU. Vigilanza SETTORE : Deiana Pierluigi. Responsabile: DETERMINAZIONE N. 04/12/2015. in data

COMUNE DI SESTU. Vigilanza SETTORE : Deiana Pierluigi. Responsabile: DETERMINAZIONE N. 04/12/2015. in data COMUNE D SESTU SETTORE : Responsable: Vglanza Deana Perlug DETERMNAZONE N. n data 1926 04/12/2015 OGGETTO: Affdamento dretto alla dtta Racca Umberto & C. s.n.c. per la forntura d 6 chav elettronche per

Dettagli

~genzia ~ .l.;lntrate~ Il modello F24 "enti pubblici" (F24 EP)

~genzia ~ .l.;lntrate~ Il modello F24 enti pubblici (F24 EP) Aegato ~genza ~..;Lntrate~ I modeo F24 "ent pubbc" (F24 EP) PREMESSA modeo F24 "ent pubbc" (F24 EP) è o strumento che g ent ttoar d contabtà speca d tesorera mùca devono utzzare per esegure versament dee

Dettagli

Scelta dell Ubicazione. di un Impianto Industriale. Corso di Progettazione Impianti Industriali Prof. Sergio Cavalieri

Scelta dell Ubicazione. di un Impianto Industriale. Corso di Progettazione Impianti Industriali Prof. Sergio Cavalieri Scelta dell Ubcazone d un Impanto Industrale Corso d Progettazone Impant Industral Prof. Sergo Cavaler I fattor ubcazonal Cost d Caratterstche del Mercato Costruzone Energe Manodopera Trasport Matere Prme

Dettagli

MACROECONOMIA A.A. 2014/2015

MACROECONOMIA A.A. 2014/2015 MACROECONOMIA A.A. 2014/2015 ESERCITAZIONE 2 MERCATO MONETARIO E MODELLO /LM ESERCIZIO 1 A) Un economa sta attraversando un perodo d profonda crs economca. Le banche decdono d aumentare la quota d depost

Dettagli

McGraw-Hill. Tutti i diritti riservati. Caso 11

McGraw-Hill. Tutti i diritti riservati. Caso 11 Caso Copyrght 2005 The Companes srl Stma d un area fabbrcable n zona ndustrale nella cttà d Ferrara. La stma è effettuata con crter della comparazone e quello del valore d trasformazone. Indce Confermento

Dettagli

TIS. Linee vita e sistemi di protezione collettivi M'",'"~ '"c- t! ou

TIS. Linee vita e sistemi di protezione collettivi M','~ 'c- t! ou TS l. CORRR.TRMO DRO SANTARO Pagna Foglo 1 17 d Marco Traano Lnee vta e sstem d protezone collettv L'anals del perodo 2002-2009 consente d osservare una dmnuzone costante degl nfortun sul lavoro, con l

Dettagli

ACCERTAMENTI DOCUMENTALI. ai sensi della. DELIBERAZIONE AEEG N. 40/04 s.m.i.

ACCERTAMENTI DOCUMENTALI. ai sensi della. DELIBERAZIONE AEEG N. 40/04 s.m.i. ACCERTAMENTI DOCUMENTALI ai sensi della DELIBERAZIONE AEEG N. 40/04 s.m.i. PRINCIPALI ELEMENTI DI AUTOCONTROLLO AI FINI DELLA CORRETTA COMPILAZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE DA ACCERTARE 1 PREMESSA Nelle pagine

Dettagli

STRATIGRAFIE PARTIZIONI VERTICALI

STRATIGRAFIE PARTIZIONI VERTICALI STRATIGRAFI PARTIZIONI VRTICALI 6. L solamento acustco: tecnche, calcol 2 Trasmssone rumor In edlza s possono dstnguere dfferent tp d rumor: rumor aere (vocare de vcn da altre untà abtatve, rumor provenent

Dettagli

Analisi di mercurio in matrici solide mediante spettrometria di assorbimento atomico a vapori freddi

Analisi di mercurio in matrici solide mediante spettrometria di assorbimento atomico a vapori freddi ESEMPIO N. Anals d mercuro n matrc solde medante spettrometra d assorbmento atomco a vapor fredd 0 Introduzone La determnazone del mercuro n matrc solde è effettuata medante trattamento termco del campone

Dettagli

Modello del Gruppo d Acquisto

Modello del Gruppo d Acquisto InVMall - Intellgent Vrtual Mall Modello del Gruppo d Acqusto Survey L attvtà svolta per la realzzazone dell attvtà B7 Defnzone del Gruppo d Acqusto e de Relatv Algortm d Inferenza, prevsta dal captolato

Dettagli

Elettricità e circuiti

Elettricità e circuiti Elettrctà e crcut Generator d forza elettromotrce Intenstà d corrente Legg d Ohm esstenza e resstvtà Effetto termco della corrente esstenze n sere e n parallelo Legg d Krchoff P. Maestro Elettrctà e crcut

Dettagli

T3 (IP) Comfort collegabile a Integral 5

T3 (IP) Comfort collegabile a Integral 5 T3 (IP) Comfort collegable a Integral 5 Benutzerhandbuch User s gude Manual de usuaro Manuel utlsateur Manuale d uso Gebrukersdocumentate Indce Indce Utlzzo del telefono Note mportant...4 Panoramca del

Dettagli

Università degli Studi di Bologna Facoltà di Ingegneria

Università degli Studi di Bologna Facoltà di Ingegneria Unverstà degl Stud d Bologna Facoltà d Ingegnera Dpartmento d Ingegnera Energetca, Nucleare e del Controllo Ambentale () RELAZIONE TECNICA Valutazone teorca delle prestazon termogrometrche d pannell prefabbrcat

Dettagli

FORMAZIONE ALPHAITALIA

FORMAZIONE ALPHAITALIA ALPHAITALIA PAG. 1 DI 13 FORMAZIONE ALPHAITALIA IL SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITA Quadro ntroduttvo ALPHAITALIA PAG. 2 DI 13 1. DEFINIZIONI QUALITA Grado n cu un nseme d caratterstche ntrnseche soddsfa

Dettagli

Circuiti di ingresso differenziali

Circuiti di ingresso differenziali rcut d ngresso dfferenzal - rcut d ngresso dfferenzal - Il rfermento per potenzal Gl stad sngle-ended e dfferenzal I segnal elettrc prodott da trasduttor, oppure preleat da un crcuto o da un apparato elettrco,

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO ACQUISTO N.2 AUTOCARRI qt 35 CON VASCA RSU DA 5 MC E N.1 SCARRABILE qt 60

CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO ACQUISTO N.2 AUTOCARRI qt 35 CON VASCA RSU DA 5 MC E N.1 SCARRABILE qt 60 CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO ACQUISTO N.2 AUTOCARRI qt 35 CON VASCA RSU DA 5 MC E N.1 SCARRABILE qt 60 Art.1 OGGETTO L'appalto ha per oggetto la forntura d n. 2 autocarr massa q.l 35 cascuno completo

Dettagli

Istruzioni di installazione Caldaia murale a gas a camera stagna CERASTAR

Istruzioni di installazione Caldaia murale a gas a camera stagna CERASTAR Istruzon d nstallazone Caldaa murale a gas a camera stagna CERASTAR Junkers Bosch Gruppe 4389-1.2/G ZWE 24-4/3 HA 23 OSW Indce Indce Avvertenze 3 Spegazone de smbol present nel lbretto 3 1 Caratterstche

Dettagli

- Lavori di intonacatura, tinteggiatura, posta in opera di pavimenti, rivestimenti ed infissi

- Lavori di intonacatura, tinteggiatura, posta in opera di pavimenti, rivestimenti ed infissi Attvtà d servz: - Lavor d ntonacatura, tnteggatura, posta n opera d pavment, rvestment ed nfss NUOVA VERSIONE DELLE METODOLOGIE DI CONTROLLO (AGGIORNAMENTI): - Autoscuole - Agenze dsbrgo pratche - Installazone

Dettagli